Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

MARTEDÌ 29 MAGGIO 2012 ���������������������

Anno III N. 119 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Cronaca

Politica

L’Operazione Drago smantella traffico di droga, usura e prostituzione

Attualità

Grande successo per la Festa del Bullicame

Pubblicato il bando per la cultura 2012

Servizio

Servizio

Servizio

a pagina 2

a pagina 6

a pagina 5

L’ex ministro della Pubblica Istruzione avrebbe ricevuto 16mila euro per pieni di benzina

Lusi-Fioroni, soldi, bugie e misteri Rutelli, Fioroni e gli altri: la lista della spesa dei rimborsi elettorali somiglia al fascicolo The Family di Belsito. La differenza è che, trattandosi di cattolici, questi dovrebbero essere contro le famiglie allargate. E invece ciccia. Franco Bechis su Libero fa notare tutte le incongruenze nelle note spese. A partire da quelle di Rutelli: “Impossibile che siano vere tutte e due le sue affermazioni: «Dalla Margherita all’Api nemmeno un euro», e «sono rimborsi spesa per attività politica », ammissione fatta nelle ultime ore quando sono saltati fuori 926 mila euro pagati nel 2010 e 27.500 euro pagati nel 2012 per Rutelli e pochi altri dei suoi. Siccome tutti loro facevano politica nell’Api, o i soldi della Margherita sono andati a �nanziare il nuovo partito, e la bugia era la prima, o Lusi ha pagato loro spese personali, e la bugia sarebbe la seconda (assai più grave)”. È solo una delle piccole cose che non quadrano in quei rendiconti, dice giustamente Bechis: “Prendiamo le bollette del telefonino di Vernetti relative al bimestre dicembre 2011-gennaio 2012. Ammontano a 7.845 euro. Vale a dire 130 euro al giorno. L’offerta tutto-compreso illimitato dei maggiori gestori telefonici costa 129 euro al mese, comprende 3mila minuti di telefonate in Italia e 200 all’estero. Traf�co internet abbondante e compreso. Anche avesse avuto più linee Vernetti, per spendere quella cifra avrebbe dovuto stare al telefono 20 ore al giorno tutti i giorni. La fattura riferita a Rutelli era almeno la metà: 4.191 euro. Più 5.140 euro di telefonate del suo uf�cio stampa (personale? dell’Api?) e 4.862 euro per avere la rassegna stampa...”.

di Paolo Gianlorenzo a pagina 3

C

VASANELLO

Isola ecologica multe agli incivili di Simona Tenentini a pagina 9

VETRALLA

“Farmacia comunale contrari alla vendita” Servizio a pagina 9

CANINO

Torna alla luce un’antica chiesa

POLITICA

“Non lasciate morire il Cobalb”

di Valeria Sebastiani a pagina 10

ACQUAPENDENTE

Disperato grido d’allarme da parte dei sindaci dei nove Comuni riuniti nella società che gestisce gli impianti di depurazione delle acque nel bacino del Lago di Bolsena. “Senza �nanziamenti è a rischio non solo l’ambiente, ma anche la salute dei nostri cittadini”.

Ospedale, polemica tra minoranza e Pdl Servizio

Servizio a pagina 4

a pagina 8

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Promozione La Caninese vicinissima all’Eccellenza Servizio a pagina 13

Coppa Lazio Il grande trionfo della Castrense

Equitazione Il civitonico Luca Marziani è super a Piazza di Siena

Servizio a pagina 14

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 12


primo piano

2

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

“Operazione Drago” I capi dell’organizzazione composta anche da albanesi e romeni era guidata da due fratelli di Soriano nel Cimino. Tutto ebbe inizio con la Bmw crivellata da colpi di pistola

L

Droga e soldi a compagnia dei carabinieri sequestrati di Viterbo, con l’ausilio di A fianco la Bmw 400 militari dei comandi crivellata di colpi provinciali di Viterbo, Roma, Terni, Sotto i 40 arrestati Perugia, Cremona e Piacenza, e supIn basso fiale portata da due unità cino�le, dalle di testosterone prime luci dell’alba di ieri, ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Viterbo a carico di 40 persone, di cui 13 stranieri di nazionalità romena e albanese, con l’accusa, a vario titolo e in concorso tra loro, dei reati di spaccio di sostanze stupefacenti e anabolizzanti, nonché usura, estorsione, furto e sfruttamento della prostituzione. I soggetti colpiti dalle ordinanze di custodia cautelare, emesse a conclusione di una articolata attività di indagine condotta dal nucleo operativo della compagnia dei carabinieri di Viterbo insieme alla stazione dei carabinieri di Soriano nel Cimino (VT) e coordinata dal pubblico ministero della Procura della Repubblica di Viterbo, Stefano D’Arma, avrebbero messo in piedi un sodalizio criminale operante nella Tuscia e nel ternano, che aveva creato una vasta rete di spaccio, con canali di rifornimento dello stupefacente riconducibili a traf�canti operanti nella Capitale e nel nord Italia. Sono 112 le perquisizioni eseguite, oltre che nei confronti delle persone arrestate, anche nelle abitazioni di soggetti indagati durante le varie fasi dell’indagine e, con l’aiuto di militari del Nas, in tre palestre che si trovano a Viterbo, Soriano e Vallerano (VT), frequentate da alcune delle persone arrestate, nei confronti delle quali sarebbero emerse responsabilità in merito all’illecita commercializzazione di sostanze dopanti, in particolare testosterone. Già durante lo svolgimento delle attività tecniche di indagine, intercettazioni telefoniche e ambientali, oltre a pedinamenti e servizi di osservazione, i carabinieri della compagnia di Viterbo avevano arrestato in �agranza di reato sette persone, denunciandone cinque in stato di libertà per il reato di detenzione ai �ni di spaccio di sostanze stupefacenti e dopanti. In quelle circostanze furono sequestrati oltre 200 grammi di

Disciolto il racket di droga, usura, prostituzione Brillante operazione dei Carabinieri all’alba di ieri. Quaranta le persone finite in manette

droga, cocaina e marijuana, e confezioni di �ale di sostanze anabolizzanti. L’indagine, denominata “Drago” dai militari dell’Arma di Viterbo, è scaturita a seguito di un attentato intimidatorio accaduto la notte del 17 gennaio 2011 nel comune di Soriano nel Cimino nei confronti di una coppia di fratelli. In quel caso l’auto dei due, una BMW di grossa cilindrata, fu colpita da diversi colpi di pistola. I militari avrebbero fatto luce su quell’episodio il cui esecutore sarebbe stato identi�cato in un cittadino romeno di nome Dragos (da cui prende nome l’intera indagine) che avrebbe agito per far desistere i due fratelli dal pretendere il saldo di una grossa partita di cocaina da lui non pagata. Poi i carabinieri hanno continuato le indagini focalizzando l’attenzione proprio sui due fratelli, al centro di un’articolata organizzazione che gestiva lo spaccio di droga nella provincia di Viterbo ed in quella di Terni, rifornendosi di stupefacente da gruppi di stranieri nella capitale ed in alcune città del nord. Ben 35 le persone coinvolte a vario titolo nell’attività di spaccio. La droga veniva acquistata e tagliata, a volte presso lo studio di tatuaggi gestito da uno dei due fratelli di Soriano, per poi passare di mano in mano dai grandi ai piccoli pusher, per arrivare in numerose e piccole dosi nelle discoteche e nei pub della Tuscia. Le dosi venivano ordinate per telefono e chiamate in vari modi, tra cui tatuaggio, aperitivo, felpa e punta del trapano. Per �nanziarsi e poter investire in acquisto di stupefacenti i traf�canti commettevano una miriade di altri reati: estorsioni e usura, furti in abitazione ed esercizi commerciali, sfruttamento della prostituzione. In particolare sette soggetti destinatari delle misure di custodia cautelare sarebbero risultati attori principali in una serie di episodi di estorsioni e usura emersi a Viterbo e a Narni (TR), nei confronti di gestori di attività alberghiere e di bar. Le vittime sarebbero state costrette a pagare migliaia di euro per evitare di essere pestati. Chi contraeva debiti e non poteva pagare, vedeva il proprio debito aumentare vertiginosamente a causa dei tassi usurai che la banda applicava. I sette, che si prestavano anche ad attività di “recupero cediti”, per intimidire maggiormente le loro vittime, si �ngevano di origine campana e parlavano simulando l’accento napoletano. Uno dei due fratelli di Soriano, unitamente alla compagna, sarebbe risultato anche l’autore di decine di furti ai danni di abitazioni e negozi. Sempre con la compagna avrebbe costretto una cittadina straniera a prostituirsi a Viterbo e a Roma, ed in una circostanza, quando la ragazza ha tentato di opporsi agli ordini del suo aguzzino, sarebbe stata brutalmente violentata. Nel corso delle perquisizioni sono stati sequestrati complessivi cinque grammi di cocaina, 20 grammi di hashish, 35 grammi di marijuana, due piante di canapa indica e 14 confezioni di farmaci dopanti. E’ stato deferita in stato di libertà una persona e denunciate in stato di libertà altri sei indagati.


Mertedì 29 Maggio 2012

cronaca

Viterbo & AltoLazio

3

MARGHERITA - Fioroni percorre 410 Km al giorno, compreso Natale, Pasqua, domeniche. Che fatica poverino

Se i rimborsi sono del 2010 il Pd non gli ha dato nulla? R

utelli, Fioroni e gli altri: la lista della spesa dei rimborsi elettorali somiglia al fascicolo The Family di Belsito. La differenza è che, trattandosi di cattolici, questi dovrebbero essere contro le famiglie allargate. E invece ciccia. Franco Bechis su Libero fa notare tutte le incongruenze nelle note spese. A partire da quelle di Rutelli: Impossibile che siano vere tutte e due le sue affermazioni: «Dalla Margherita all’Api nemmeno un euro», e «sono rimborsi spesa per attività politica », ammissione fatta nelle ultime ore quando sono saltati fuori 926 mila euro pagati nel 2010 e 27.500 euro pagati nel 2012 per Rutelli e pochi altri dei suoi. Siccome tutti loro facevano politica nell’Api, o i soldi della Margherita sono andati a �nanziare il nuovo partito, e la bugia era la prima, o Lusi ha pagato loro spese personali, e la bugia sarebbe la seconda (assai più grave). È solo una delle piccole cose che non quadrano in quei rendiconti, dice giustamente Bechis: Prendiamo le bollette del telefonino di Vernetti relative al bimestre dicembre 2011-gennaio 2012. Ammontano a 7.845 euro. Vale a dire 130 euro al giorno. L’offerta tuttocompreso illimitato dei maggiori gestori telefonici costa 129 euro al mese, comprende 3mila minuti di telefonate in Italia e 200 all’estero. Traf�co internet abbondante e compreso. Anche avesse avuto più linee Vernetti, per spendere quella cifra avrebbe dovuto stare al telefono 20 ore al giorno tutti i giorni. La fattura riferita a Rutelli era almeno la metà: 4.191 euro. Più 5.140 euro di telefonate del suo uf�cio stampa (personale? dell’Api?) e 4.862 euro per avere la rassegna stampa (su cosa, sugli articoli che riguardavano la Margherita pagante, ma morta da due anni?). Pare che scendano dal cielo bugie a �occhi da quando quella

collaboratrice di Lusi ha portato in procura le note spese di chi �no a un minuto prima aveva negato di avere mai preso un soldo da Lusi: Otto milioni di euro per altro, non proprio noccioline, tutti divisi fra pochissimi notabili del vecchio partito, mentre dalla spartizione sono stati esclusi dirigenti di primissimo piano che solo in queste ore hanno appreso della muni�cenza che altri si concedevano strizzando l’occhietto all’ex tesoriere ora divenuto mostro. Il caso delle bollette telefoniche è di scuola: chi ne ha bene�ciato da Lusi poche settimane fa, aveva telefonate in gran parte rimborsate dai contribuenti, perché era parlamentare. E faceva parte di un terzo partito – dopo essere transitato in un secondo – che con la Margherita non c’entrava proprio più nulla e che ha in carico le loro note spese. Poi c’è Beppe Fioroni, il teocon, che ha avuto 130mila euro (ed è solo l’ultima tranche delle spese rimborsate): Nei 130 mila euro ci sono però 17 mila euro di telefonate, gli 11 mila euro ormai famosi per le multe prese e ben 16 mila euro di pieni di benzina nel 2010. Fioroni ha spiegato: «Si tratta di attività politica. Tutti sanno che giro in auto in continuazione, e ho fatto 150 mila km quell’anno». Lo sapranno tutti, ma 150 mila km sono 410 km al giorno per 365 giorni all’anno, comprese domeniche, Natale, Capodanno, Pasqua e ferragosto. Se non è una bugia, si avvicina di molto. Abbiamo controllato le votazioni alla Camera di quell’anno: Fioroni era lì almeno 94 giorni. Visti appuntamenti vari, è stato sicuramente a Roma 114 giorni quell’anno, ed è probabile che sbagliamo per difetto. Signi�ca che tutti gli altri giorni ha percorso in auto 600 km medi. Lui guidava 20 ore al giorno, Vernetti telefonava 20 ore al giorno. Che strani parlamentari, eh?

Mille euro di multe al mese Bell’espempio di “onorevole” L

a storia delle multe per 11 mila e rotti euro prese in un anno da Giuseppe Fioroni è decisamente a lieto �ne: infatti, grazie alle multe, i soldi della collettività sono tornati alla collettività. A parte questo paradossale dettaglio, la questione in sé va valutata al netto di ogni sdegno, meglio ragionare. Primo: Fioroni prende quasi mille euro di multe al mese. C’è da chiedersi come cazzo fa. Voglio dire, mille euro al mese di multe io non riuscirei a prenderle manco a sforzarmi di parcheggiare in orizzontale in mezzo alla Colombo. Invece lui dice di non essersene neppure accorto e spiega che fa un sacco di viaggi in macchina (suppongo con autista) per ‘motivi politici’. Allora la prima cosa da notare non sono nemmeno tanto i soldi pubblici spesi, ma la considerazione del rispetto della legalità che deve avere Fioroni nel suo rigido controllo dell’auto di cui è

E’ iniziata la battaglia contro l’eccessiva velocità in città

Cinque autovelox in funzione da oggi C

inque nuovi autovelox saranno in funzione a partire da oggi per le vie di Viterbo. In particolare tre si trovano nel tratto di strada che collega Viterbo e Bagnaia e altri due sono sulla Circonvallazione Giorgio Almirante. Un provvedimento le cui �nalità sono state rese note ieri dal sindaco Giulio Marini, dall’assessore alla Viabilità Sandro Zucchi e dal Comandante della Polizia Locale Franco Fainelli. “Queste cabine per autovelox - spiega il sindaco Marini - vogliono costituire un vero e proprio deterrente per ridurre la velocità e non un mezzo per far entrare denaro nelle casse del Comune. Vogliamo semplicemente ricordare al cittadino che in città c’è un limite da rispettare. Un limite che, però, soprattutto nelle ore notturne, viene costantemente violato. Una cattiva abitudine che vogliamo estirpare, facendo semplicemente rispettare le regole. La critica del presidente Meroi nei confronti degli autovelox? Il suo commento è riferito a quei Comuni che, tramite esso, si sono arricchiti o intendono arricchirsi. E questo, chiaramente, non è il caso

di Viterbo”. La particolarità, effettivamente, risiede nel fatto che le cabine sono vuote: gli autovelox verranno di volta in volta inseriti a seconda dell’esigenza e nei pressi verrà posizionata una pattuglia della Polizia Locale. “Veniamo incontro a tutti quei concittadini che ci chiedono costantemente di porre un freno all’eccessiva velocità delle autovet-

ture in determinati tratti stradali - la chiosa dell’assessore Zucchi - Le cinque postazioni in questione entreranno in funzione già da oggi. Ma non abbiamo intenzione di fermarci qui. Ben presto, infatti, provvederemo ad installare ulteriori cabine sulla Teverina, sulla Tuscanese, sulla Cimina e in Strada Filante”. La lotta ai guidatori indisciplinati, dunque, è appena iniziata.

bene�ciario e responsabile: e amen. Il secondo aspetto interessante è il disinteresse verso il suo stesso partito. Intendo dire: se io prendessi

mille euro di multe al mese con un’auto presa a noleggio dal mio giornale, il mio capo del personale mi convocherebbe e probabilmente mi licenzierebbe per aver danneggiato

l’azienda nel cui interesse (in teoria) ero uscito in macchina. Invece qui la missione per conto della ditta (in questo caso il partito) viene sbandierata come un alibi: eh, ero in giro per comizi e cene elettorali, mica mi facevo i fatti miei. Peggio ancora, direi io. Sei in giro per conto di una parte politica, e la danneggi economicamente. Ma non ti vergogni? Ricapitolando: è un leader politico che se n’è fottuto tanto della legalità quanto del suo partito. Ce ne sarebbe abbastanza per espellerlo o no? Per Bersani no, anzi: «Un conto è avere utilizzato risorse per l’attività politica, tutt’altro conto è averle distorte a �ni personali. Mettere tutto nel mucchio, come da qualche parte si sta facendo, è veramente ingiusto e inaccettabile». Andate avanti così e vi farete molto – ma molto – male. (Fonte: PIOVONO RANE di Alessandro Gilioli “L’Espresso”)

Sabatini risponde a Fersini sulle spese legate al Progetto Giovani: “Tutto regolare”

L

’assessore alle Politiche Sociali Daniele Sabatini risponde alle accuse dei giorni scorsi del consigliere Fersini. “In riferimento all’articolo apparso sugli organi di stampa riguardante l’utilizzo dei fondi dei giovani per lavori di manutenzione, vorrei precisare che ho già chiesto di avviare le doverose veri�che amministrative e contabili per gli opportuni pronti chiarimenti. Da quanto evidenziato in prima analisi dai competenti uf�ci, ci tengo a sottolineare che tutti gli impegni di spesa assunti hanno ottenuto le attestazioni di regolarità amministrativa e di copertura economica previsti dalla più attuale, stringente e tassativa normativa contabile. Appare, peraltro, opportuno speci�care che si trattava di somme residue, inutilizzate negli anni precedenti, appartenenti al bilancio comunale e non a destinazione vincolata. Ferme le veri�che ancora in corso, tutte le spese riguardano attività istituzionali dell’Ente, alcune delle quali indirizzate in via preliminare e diretta ai giovani.

In parte riguardano invece interventi urgenti a tutela dell’igiene degli ambienti, della privacy e della sicurezza. Interventi che, in mancanza di soluzioni alternative e stante una contingenza indifferibile, sono stati �nanziati chiedendo il conseguente reintegro delle disponibilità nel bilancio di esercizio e, aspetto non trascurabile, proprio sul capitolo di spesa in oggetto. Ultima considerazione, ma non ultima per importanza, ricordo che l’Assessorato gestisce annualmente

circa 13 milioni di euro assegnati ai relativi centri di costo e che le somme oggetto di attenzione non superano i 13 mila euro. E’ intenzione di questo Assessorato procedere con attenzione e sollecitudine a tutte le veri�che richieste. Permane l’auspicio che tali istanze siano esse stesse supportate da tutti gli elementi normativi e deontologici presupposti, al �ne di garantire una risposta, la più esauriente possibile”.


politica

4

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

Ieri nella sala conferenze della Provincia i sindaci degli otto Comuni interessati hanno lanciato il grido d’allarme

“Non fate morire il Cobalb” di EMANUELE FARAGLIA

Siamo disperati, nessuno ci ascolta, siamo abbandonati da tutti”. É un vero e proprio grido d’allarme quello lanciato ieri mattina in sala conferenze della Provincia dai sindaci dei nove Comuni (Bagnoregio, Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Marta, Montefiascone, Valentano, San Lorenzo Nuovo) riuniti nel Cobalb, l’azienda che gestisce gli impianti di depurazione delle acque reflue nel bacino del Lago di Bolsena. Un’azienda che da quattro anni ormai non riceve più i finanziamenti stabiliti dalle leggi regionali 21 e 22 del ‘94, ben 700mila euro all’anno necessari per la gestione ordinaria degli impianti. Il quadro della situazione, tanto surreale quanto tipicamente italiano, l’ha delineato in primis il direttore generale del Cobalb, Massimo Pierangeli: “Per poter ricevere ancora i finanziamenti saremmo dovuti confluire in Talete, ma ciò non è avvenuto, nonostante fosse stabilito per legge (la Legge Galli del ‘94 ha iniziato un processo di riorganizzazione degli operatori del servizio idrico teso a ridurre la frammentazione con l’introduzione degli Ambiti Territoriali Ottimali).

Il direttore generale del Cobalb Pierangeli e alcuni dei sindaci alla conferenza La motivazione per cui Talete non ha autorizzato il nostro ingresso è che il Cobalb ha dei debiti. Fortunatamente, grazie all’interessamento di Battistoni e dell’assessore all’Ambiente Mattei siamo riusciti ad ottenere 200mila euro per fronteggiare la stagionalità. Inoltre ci sono 2 milioni e 800mila euro destinati in bilancio alle nostre problematiche, ma nessuno sa cosa succederà dopo”. “Noi dovremo transitare in Talete - prosegue Pierangeli - questo dice la legge, ma se la legge crea più problemi di prima? Noi dovremmo sistemare gli impianti e

poi finire in un macchinone come la Talete? Che facciamo, andiamo a braccetto con un morto?”. Insomma, non bastano gli interventi una tantum, per sopravvivere il Cobalb, che nel 2010 aveva un bilancio in positivo (+195mila euro), a fronte di un debito della Talete di 9 milioni circa, ha bisogno della riattivazione delle leggi 21 e 22. “Abbiamo scritto al Prefetto, al Tar, al Presidente della Repubblica - fa sapere il sindaco di Grotte di Castro Piero Camilli - ma fino ad ora abbiamo incontrato un muro di gomma. Qualcuno ha programmato scientemente il fallimento di

questa azienda. Dateci una mano. Il lago è patrimonio dell’umanità. Qui non frega niente a nessuno. Mi vergogno di essere presidente della Provincia...”. “Da due anni e mezzo l’assemblea del Cobalb ha chiesto l’ingresso in Talete, ma ciò ancora non è avvenuto - denuncia il sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli - nel frattempo perdiamo i finanziamenti e i debiti si accumulano. Ogni mese le spese ammontano a 70mila euro (di cui 65mila di energia elettrica). Non possiamo far pagare ai cittadini un debito contratto perché qualcuno non rispetta la legge”.

Proprio l’ingresso in Talete, però, oggi non è più visto come soluzione ideale da parte dei sindaci: “Mentre prima ero favorevole all’ingresso - spiega Lucia Catanesi, sindaco di Marta - ora ho molte perplessità. In Talete, nonostante l’ingresso dei Comuni ogni volta i debiti sono aumentati. Ormai tentare di salvarla è diventato un accanimento terapeutico. Noi siamo pionieri nella depurazione delle acque, ma il Lago di Bolsena, che adesso è in ottime condizioni, rischia di diventare come il Lago di Vico”. Il sindaco di Capodimonte, Mario Fanelli, ha ricordato un episodio: “Nella nostra stazione c’è una sola pompa, mentre ce ne dovrebbero essere tre e l’anno scorso, proprio a Ferragosto, c’è stato un guasto. Grazie al Cobalb l’abbiamo risolto, ma la situazione resta critica, serve almeno un’altra pompa. Oltre al danno ambientale si rischia un danno alla salute dei cittadini”. “Se i sistemi di depurazione non funzionano - le parole del sindaco di Gradoli Luigi Buzi - per mancanza di fondi, parliamo di merda che entra nelle acque del lago, tanto per essere chiari”. “Noi abbiamo presentato ricorso al Tar per non entrare in Talete come Comune e allo stesso Cobalb che vuole entrare non può...”.

Ad oggi le acque nel lago, è bene sottolinearlo, sono pulite, sono acqua da bere. Quello che preoccupa è il futuro, un futuro senza certezze. E l’ultimo finanziamento erogato suona tanto come un “pensiamo al presente, poi si vedrà...”. Uno degli ultimi interventi è stato quello dell’assessore all’Ambiente di Montefiascone dott. Renato Trapè: “Sono molti i punti in comune tra Sanità e gestione dell’acqua. Prima c’era l’ospedale di Montefiascone che funzionava, poi siamo passati alle Asl, infine all’Azienda unitaria ed è stato il disastro. Qui vale lo stesso discorso. Pensavamo di affidare ad altri il grave problema della pessima situazione della rete idrica, con la perdita del 35% di acqua, ma ci sbagliavamo. Cittadella della Salute e Talete sono strutture autoreferenziali che pensano solo alla propria sopravvivenza. Ebbene il Cobalb funzionava, ora non più. Per farlo sopravvivere servono garanzie economiche”. E per concludere: se i due milioni e 800mila euro venissero gestiti dalla Regione, al Cobabl arriverebbero solo un milione e mezzo, gli altri soldi si perderebbero in progetti e spese simili, mentre il Cobalb i suoi progetti ce li ha belli e pronti. A buon intenditor...

“Aeroporto, Pinna “Il mio impegno in Consiglio, Caravello fa propaganda” è fuori tempo massimo” A “

Così anche la Lega Federalista di Viterbo esprime le proprie perplessità riguardo alla realizzazione dell’aeroscalo civile nella nostra città, ciò è avvenuto a mezzo stampa tramite un articolo a cura del consigliere comunale Maurizio Pinna, il quale solo oggi si domanda se è il caso di mantenere ancora in essere un assessorato dedicato alla costruzione di un aeroporto che forse vedrà luce tra dieci anni”. Inizia così il comunicato inviato da Paolo Caravello al portale “La Tua Voce” sulle recenti dichiarazioni del consigliere di Lega Federalista Maurzio Pinna. “Ora - prosegue Caravello considerando che l’esponente del partito di Bossi per lungo tempo ha rivestito la carica di Presidente del Comitato per l’aeroporto e che è stato eletto nelle �la del movimento politico Viterbo Vola, presieduto proprio dall’assessore

Paolo Caravello all’aeroporto Bartoletti, possiamo certamente asserire che riguardo al tema aerostazione non è proprio inesperto! Detto ciò, in un ragionamento puramente politico, ci viene da chiedere a Pinna perché, a differenza di Futuro Tuscia ed altri, certe valutazioni non l’ha fatte due anni fa, quando nelle ripetute sedute del CIPE degli stanziamenti economici per la realizzazione dello scalo viterbese non c’era traccia? Come mai i tre consiglieri leghisti questa battaglia contro lo sperpero di denaro pubblico non la conducono in consiglio comunale, magari presentando gli atti uf�ciali? Ci dispiace doverlo dire ma, le dichiarazioni di Maurizio Pinna oggi hanno uno scarso valore politico, per quanto ci riguarda le consideriamo “fuori tempo massimo”. Evidentemente la campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative è già iniziata, purtroppo una cosa sola è certa, l’assessorato c’è da tre anni ma, a Viterbo non è atterrato nessun aeroplano!”.

stretto giro di posta è arrivata la risposta del consigliere Pinna alle critiche di Caravello. “Mi ha sorpreso che un amico come Paolo Caravello (da me ritenuto tale) abbia espresso dubbi e critiche sul mio operato in merito al comunicato con il quale il mio gruppo Lega Federalista faceva notare una incongruenza di risultati tra quanto asserito dall’assessore all’aeroporto Giovanni Bartoletti il 26 gennaio 2010 e l’on. Mario Valducci il 16 maggio 2012. Terminando, però, la lettura del suo resoconto accusatorio nei miei confronti, dalla �rma (Futuro Tuscia Viterbo) ho capito che Caravello è in campagna elettorale e cerca visibilità. Lo aiuterò nel suo intento rispondendo ad ogni sua banalità,approssimazioneestrumentalizzazione del mio intervento. Il segretario del comitato per l’aeroporto Maurizio Pinna ha concluso la sua esperienza con pubbliche dimissioni dal comitato in data 6 marzo 2009, dopo aver riportato elogi ed apprezzamenti a tutto campo per il servizio svolto a favore dell’aeroporto, compreso l’apprezzamento di quel Caravello che oggi, per nuove opportunità politiche critica Pinna, ma che all’epoca esprimeva queste parole in merito alla chiusura del comitato: “… tristemente poi discioltosi non appena il segretario Pinna, persona serissima, rassegnò le dimissioni.” (fonte: www.tusciamedia.com/ tusciamedia/383-rapiti-in-mauritania-nuovarivendicazione-di-al-qaeda-.html). Il cittadino Maurizio Pinna, candidatosi con la lista Civica Viterbo Vola alle elezioni amministrative del 2008, all’indomani dello spoglio, non essendo stato eletto per pochi voti, vista la delusione per lo scarso riconoscimento ricevuto dal territorio e per altre gravi vicende interne al movimento, ha abbandonato la militanza nel movimento Viterbo Vola e nella politica, durata giusto il tempo della campagna elettorale, senza mai più seguire i lavori del gruppo di Bartoletti. Il cittadino Pinna da quel momento e �no al 28 gennaio 2012, giorno del suo ingresso in Consiglio quale primo dei non eletti, ha continuato a seguire le vicende politiche e aeroportuali viterbesi senza, però, intervenire non appartenendo ad alcun movimento. Dopo l’ingresso in Consiglio ed il passaggio in Lega Federalista, Pinna ha subito ribadito pubblicamente la presa di distanza da Viterbo Vola. Dal giorno del suo ingresso in Consiglio, inoltre, Pinna ha chiesto ed ottenuto dal

senatore Fabio Rizzi (Lega Nord) una interrogazione parlamentare tendente a conoscere lo stato degli atti dell’aeroporto v i t e r b e s e , interrogazione presentata dal parlamentare leghista nella 687^ seduta pubblica (pomeridiana) di mercoledì 7 marzo 2012. In data 12 aprile 2012 il consigliere Pinna ha rivolto Pinna, il Procuratore Antimafia Grasso, Bartoletti e Caporossi una interrogazione colpire l’opinione pubblica citando un nome già all’assessore Bartoletti in merito alle linee guida della Regione Lazio condannato moralmente e mediaticamente. In che non concordano con le promesse fatte a merito a Bossi Lega Federalista si è già espressa Viterbo riguardo l’aeroporto, citando proprio e chi ha perso qualche puntata può andarsi a in quell’occasione i �nanziamenti del CIPE. Con documentare in emeroteca. Perché, si chiede foglio n. 112 del Pres. Cons. datato 11.05.2012, Caravello, certe valutazioni in merito Pinna non è stata iscritta al punto 13 una mozione di Lega le ha fatte due anni fa come Futuro Tuscia (altro Federalista riguardo al Piano di Mobilità slogan propagandistico)? Risposta: perché, della Regione Lazio, non avendo ritenute ripeto, ero un semplice cittadino che doveva soddisfacenti le risposte all’interrogazione di essere amministrato e tutelato dai politici eletti Pinna fornite, in merito, dall’assessore Bartoletti. dal popolo. Perché solo oggi, secondo Caravello Quindi, come è chiaro, Pinna ed il suo gruppo le “fuori tempo massimo”, mi domando se un battaglie le conducono in Consiglio comunale, assessoratoall’aeroportodeveancoramantenersi e non solo, con atti ufficiali contrariamente in vita? Risposte: per due ragioni, primo perché a quanto asserito da Caravello. Altra grave sono consigliere comunale soltanto dal 28 inesattezza del signor, amico, candidato (non so gennaio 2012; secondo, perché le esternazioni come definirlo) Caravello, riguarda la mia carica dell’on. Valducci sono avvenute in data 16 nel defunto Comitato per l’aeroporto. Ero un maggio 2012 ed il mio intervento è quindi da attivissimo segretario e non il presidente come ritenersi appropriato, corretto e tempestivo. egli ricorda. Se fossi stato il presidente non avrei Credo di aver dimostrato al prossimo candidato permesso la distruzione di quel gioiello che ha Caravello che le battaglie Lega Federalista le attirato a se migliaia di cittadini di ogni tendenza porta avanti in Consiglio e tra la gente. Peccato politica. Distruzione avvenuta con l’ingresso in che oggi mi sia trovato nelle condizioni di dover politica al quale mi sono dovuto adeguare per rispondere ad un amico (da me ritenuto tale) che non essere escluso – cosa che con il risultato per motivi connessi alle sue ambizioni politiche elettorale ottenuto è accaduta ugualmente. note a tutti mi vede un antagonista da abbattere. Proseguendo punto per punto nella risposta al Tranquillizzo Caravello che prima di pensare verbale accusatorio di Caravello, ho piacere ad alle prossime elezioni, non avendo ancora evidenziare a Caravello che Pinna è un esponente maturato la certezza che mi ricandiderò, penso del gruppo di Umberto Fusco (Lega Federalista) soltanto a fare bene il mio lavoro di consigliere e non di Umberto Bossi. La differenza è in questa consigliatura. Ma forse Caravello si è sostanziale e nei prossimi giorni potrebbe creato così tanti problemi inesistenti perché vede esserlo ancora di più, dipende da Maroni. Ma in me ciò che in realtà è dentro di se. Questo, anche qui l’intenzione di Caravello era quella di caro Paolo, mi dispiace”.


politica e attualità

5

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

Le proposte dovranno arrivare entro il 13 giugno. Informazioni sul sito della Provincia

Pubblicato il bando per la cultura 2012 “E’ consultabile sul sito internet della Provincia all’indirizzo www.provincia.vt.it/cultura l’avviso pubblico per la presentazione di proposte per iniziative di promozione culturale e dello spettacolo”. A renderlo noto l’assessore alla Cultura Giuseppe Fraticelli. Il bando è rivolto alla predisposizione di una graduatoria di progetti ed iniziative �nanziabili con i fondi assegnati dalla Regione Lazio, da integrare poi con �nanziamenti provinciali disponibili in bilancio. Al bando possono partecipare: gli enti locali della provincia di Viterbo preferibilmente associati; associazioni culturali, enti, fondazioni e comitati costituiti secondo la legge, che operano senza �ni di lucro, con sede legale nel territorio della provincia di Viterbo; cooperative la cui attività risulti esclusivamente destinata alla promozione della cultura e dello spettacolo.

L’entità del contributo è compresa fra i 6mila e i 12mila euro e non potrà superare il 60% delle spese previste e rendicontate. Non potrà essere a sua volta inferiore al 70% del contributo richiesto. Gli interessati potranno compilare direttamente il modello on-line

disponibile all’indirizzo www.provincia.vt.it/cultura alla sezione contributi da bando 2012. Le proposte dovranno arrivare entro il termine perentorio del 13 giugno 2012. “Anche quest’anno - spiega l’assessore alla Cultura Giuseppe Fraticelli

- nonostante le dif�coltà di questi mesi, siamo riusciti a predisporre il bando per la concessione dei contributi regionali da investire nella promozione culturale. In più, come avvenuto anche negli anni passati, la Provincia cercherà di integrare le somme disponibili con risorse aggiuntive che andrà reperire nel proprio bilancio. E’ un momento dif�cile per gli enti locali e soprattutto per il settore della Cultura costretto a fare i conti con ristrettezze e tagli sempre maggiori, ed è per questo che ringrazio la Regione Lazio, e l’assessore alla Cultura Fabiana Santini in particolare, per non aver fatto mancare il necessario sostegno al territorio. Chiediamo conclude Fraticelli - agli enti locali e alle associazioni presenti nella Tuscia la massima collaborazione, condizione essenziale per poter continuare a produrre, tutti insieme, una cultura di qualità”.

Autorità presenti e pubblico attento per la conferenza del Centro Ricerche e Studi

“Il Barocco a Ronciglione” colpisce nel segno G

rande successo di pubblico per la conferenza organizzata a Ronciglione dal Centro Ricerche e Studi, organizzazione culturale benemerita, fra le più antiche e attive nella provincia di Viterbo, che aprendo il suo programma 2012 nell’ambito degli incontri “Conoscersi (e riconoscersi)”, ha presentato il 3° Incontro con l’Autore, sabato 26 maggio, presso il Palazzo delle Maestranze, sul tema “Il Barocco a Ronciglione”. Alla presenza della nuova giunta comunale con il nuovo sindaco Alessandro Giovagnoli alla sua testa, affiancato dall’assessore alla Cultura Daniela Sangiorgi, lo storico dell’architettura arch. Mirca Schembari, coautrice dell’Atlante del Barocco nel Lazio coordinato dal prof. Marcello Fagiolo dell’università La sapienza di Roma, ha piacevolmente intrattenuto il numeroso, qualificato e soprattutto attento pubblico, in una interessantissima conferenza sulla nascita e sviluppo

del barocco in Italia, passando poi alla illustrazione delle numerose e significative presenze di questo stile a Ronciglione. La conferenza dal taglio divulgativo ed agile è stata particolarmente apprezzata ed ha aperto una finestra culturale sulle bellezze e i pregi di Ronciglione, con l’obiettivo, non recondito, di stimolare nell’Amministrazione locale e la cittadinanza tutta, l’attenzione per la conservazione e il mantenimento del centro storico, bene prezioso per il turismo e l’economia del paese, obiettivo ora più vicino come lo stesso Sindaco ha sottolineato nel suo intervento “per la maggiore attenzione che la giunta vuole dare alla cultura in generale e attraverso

la costituzione di una commissione comunale, nel particolare, che sovraintenda all’aspetto estetico delle facciate e delle appendici esterne dei palazzi del centro storico denominata Commissione dell’Ornato”, al fine di mettere ordine in un campo dove il CRS si batte da oltre 30 anni per conferire il degno prestigio alla Città che fu la Capitale amministrativa ed economica del Ducato di Castro e Ronciglione.

È nata “Insieme per Viterbo Democratica” R

ossella De Paola e Paola Pascolini informano della recente costituzione di “Insieme per Viterbo Democratica. “Si è costituita a Viterbo l’associazione“Insieme per Viterbo Democratica”, che ha �ssato la sua sede nel quartiere Pianoscarano, in Piazza della Polveriera n.10, nei locali che furono della storica sezione del PCI-PDS Biferali e che in precedenza ospitarono invece la locale sezione della DC. Sono state scelte come coordinatrici Rossella De Paola, componente della Direzione Regionale del PD e Tesoriera del Circolo Gemma Piacentini del Pilastro e Paola Pascolini, già consigliera comunale di Viterbo e dirigente scolastico

della scuola primaria. Il gruppo, ampio ed eterogeneo, è formato prevalentemente da iscritti del Partito Democratico e da persone che non fanno riferimento ad alcun partito e rappresenta la prosecuzione del comitato “Primarie sicure per Viterbo”, già attivo in città da circa un anno. Un’osservazione attenta della realtà viterbese impone la necessità di un cambiamento politico radicale da attuare sia nei partiti politici (vecchi e nuovi), che nelle amministrazioni pubbliche, con la consapevolezza che la crisi attuale riguarda, indubbiamente, gli aspetti economici, ma trae origine da una emblematica realtà socio-politica che richiede, oggi più

che mai, senso di responsabilità, di partecipazione, di trasparenza. L’affermazione di tali valori ha fatto ritrovare insieme tante persone, innanzitutto per portare avanti la battaglia per lo svolgimento di Primarie Comunali aperte, non apparecchiate dai soliti noti di sempre, così da individuare un candidato Sindaco non imposto dall’alto. “Insieme per Viterbo Democratica” intende inoltre fare “insieme” esperienza di partecipazione democratica senza dipendenze, senza schemi, senza presunzioni e senza privilegi da difendere. Con questo stile e con queste �nalità il gruppo si propone alla Città di Viterbo”.

L’assessore provinciale alla Cultura Giuseppe Fraticelli

Rete fogniaria in via Villanova Fersini chiede lumi all’assessore ai Lavori Pubblici

R

iportiamo integralmente l’interrogazione presentata in Consiglio dal consigliere Fabrizio Fersini (PD) sulla manutenzione della rete fogniaria di via Villanova. “Un gruppo di cittadini ha segnalato al sottoscritto per l’ennesima volta il disagio che vivono quotidianamente o come residenti o come lavoranti presso la via di cui all’oggetto nel primo tratto di strada che intercorre tra l’incrocio di via Garbini in direzione della ferrovia. Il disagio segnalatomi, riguarda la provenienza di forti e continuativi maleodori di fogna che sembrano provenire dai relativi tombini che insistono sulla suddetta sede stradale e più in generale da altri punti di cui non se ne comprende l’esatta collocazione. Considerato che il disagio segnalatomi, tra l’altro constatato personalmente sul posto, viola i minimi standard di vivibilità dei cittadini, mettendo a serio rischio anche la stessa salute pubblica. Preso atto che la situazione perdura ormai da molto tempo.

Preso atto che l’amministrazione comunale ha già svolto nel tempo sopralluoghi tecnici per la soluzione del problema. Chiedo all’Assessore ai lavori Pubblici: di conoscere le motivazioni per cui si crea da tempo questo problema per i cittadini e di conoscere se sono stati presi provvedimenti in merito alla soluzione definitiva del problema. Dell’interrogazione, chiedo formale risposta scritta ai sensi dell’articolo 25 del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale”.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

La quarta edizione della manifestazione, che si è svolta lo scorso week end, ha registrato un elevato numero di presenze

Festa del Bullicame un vero successo N

ella giornate di sabato e domenica, 26 e 27 maggio, presso le Terme Carletti si è celebrata la IV Festa del Bullicame. Il successo di pubblico registrato quest’ anno ha lasciato meravigliati gli stessi organizzatori. Su quei prati tra bagnanti delle pozze, bambini e ragazzi con gli aquiloni variopinti, cavalieri che si esibivano in coreogra�ci caroselli e pubblico che assisteva agli spettacoli, c’erano oltre mille persone. Sui campi erbosi delle “Carletti” a rallegrare e colorire tutta la kermesse, c’era decine e decine di bancarelle con prodotti artigianali e tipici. Il clou della festa si è sviluppato nella giornata di domenica.

Alle 10 del mattino subito una partenza veloce con la I Gara podistica del Bullicame, organizzata magistralmente da Di Marco Sport . All’apertura di tutti gli stands hanno fatto subito eco tanti aquiloni variopinti che si sono innalzati nel cielo terso di una splendida giornata, ad annunciare l’apertura del laboratorio all’aperto “Costruiamo un aquilone”. Poi per dare allegria e continuità agli eventi è scattata una divertente Caccia al Tesoro per ragazzi (8-12 anni), che ha visto una folta schiera di giovani partecipanti impegnati per raggiungere per primi “il tesoro”. Nel frattempo molti visitatori appro�ttavano dell’ingresso gratuito all’Orto Botanico per visitare quei meravigliosi giardini a ridosso del Bullicame. Nel primo pomeriggio una esibizione canora di Maria Caprasecca dava il “la” alla ripresa degli spettacoli. Sul palco dopo “Calore di suoni e parole” con Dona Amati (voce), Roberta Bartoletti (organetto) e Mauro Vizioli (mimo), era la volta di Antonello Ricci che ha recitato “Orazione per Viterbo”, ri-

cordando tra l’altro come Il Bullicame, insieme alla pala di altare della deposizione di Sebastiano del Piombo, erano gli unici motivi di visita dei pellegrini medievali alla città di Viterbo. Dopo Antonello era la volta della vivacissima Laura Leo che ha allietato tutto il folto pubblico con battute e barzellette come solo lei sa raccontarle. Poi è stata la volta delle s�late di moda che si sono alternate con le scuole di danza e con i numeri di vivace coreogra�a della Danza del Ventre con Sabrina Piscopo e le sue allieve. Alla �ne della mostra canina che si teneva sui prati del Centro Sportivo Il Bullicame, i campioni a quattro zampe premiati, hanno s�lato sul palco della Festa. A chiusura di serata i bravi musicisti del “Kubanaja Jam Band” che con i loro ritmi e la musica piacevole e vivace hanno chiuso in bellezza la quarta Festa del Bullicame. Nel pomeriggio sul palco è salito anche il sindaco di Viterbo Giulio Marini,per un indirizzo di saluto. L’evento è stato presentato dall’attore Alessandro Cica.

Organizzato dall’Ordine degli Ingegneri in collaborazione con il Cefas

Sicurezza, un corso di aggiornamento L

’Ordine degli Ingegneri della provincia di Viterbo, in collaborazione con il CeFAS, Azienda speciale della Camera di Commercio di Viterbo, organizza delle giornate di aggiornamento per il ruolo di Coordinatore della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, così come indicato nell’allegato XIV del d.lgs. 81/2008, rispetto a cui l’obbligo di aggiornamento quinquennale scade il 15 maggio 2013. Le lezioni saranno svolte presso la sede del CeFAS, in viale Trieste n. 127 a Viter-

bo, da docenti esperti della materia appartenenti a Ergolab-Laboratorio di ergonomia e sicurezza del lavoro del Dipartimento DAFNE dell’Università della Tuscia, SPISLL-Servizio Prevenzione Igiene e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro della ASL di Viterbo, Unità Operativa Vigilanza Tecnica della Direzione Territoriale del Lavoro di Viterbo, Direzione regionale e Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco. L’intero intervento formativo si articola in 40 ore, di cui le prime 16 nel mese

di giugno e le restanti 24 tra settembre e ottobre 2012. Le lezioni potranno essere seguite in maniera differenziata in funzione degli argomenti di interesse e di completamento del proprio aggiornamento formativo. Per ulteriori informazioni e iscrizioni, che dovranno pervenire entro il 1 giugno 2012, consultare il sito www.cefas.org o contattare il Settore formazione del CeFAS: tel. 0761.324196 fax 0761.345974 / formazione@cefas.org).


Martedì 29 Maggio 2012

montefiascone

Viterbo & AltoLazio

7

La Residenza per anziani rinnova il consiglio di amministrazione in questo particolare momento economico e finanziario

Villa Serena, bilancio positivo nelle difficoltà di Michele MARI

È

stato approvato il bilancio dell’esercizio 2011 di Villa Serena dal consiglio d’amministrazione composto dal presidente Luciano Ventanni, dall’amministratore delegato Massimo Forti e i consiglieri Barbara Rastrello, Luciano Femminella e Angelo Monaldi. L’importante seduta si è svolta lunedì 14 maggio. La notizia importante è che l’esercizio si è chiuso con un saldo positivo di 67 mila e 289 euro dimostrando palesemente le indubbie capacità e qualità degli attuali amministratori alla ricerca continua, tra l’altro, di uno sviluppo ottimale della struttura. A spiegarlo dettagliatamente ed esaustivamente è il neo presidente Luciano Ventanni. “Il bilancio 2011 dichiara- chiude con un saldo positivo di 67mila 289 euro (euro 151mila nel 2010) dopo avere rilevato imposte correnti dovute ad Irap per 69mila 092 euro e dovute ad Ires per 55mila 640 euro. Il risultato sconta ammortamenti a carico dell’esercizio per complessivi euro 155mila (euro 149mila nel 2010), retti�che crediti per euro 10mila

(niente nell’anno 2010)”. “Il volume dei ricavi -continua Ventanni- nel suo complesso è diminuito del 3,25% (151mila in valore assoluto) passando da 4,651 a 4,5 milioni di euro; diminuzione dovuta essenzialmente alle minori presenze di assistiti”. Per quanto riguarda le rette il presidente aggiunge: “L’importo delle rette, sia per la Residenza Sanitaria Assistenziale che per la Casa di Riposo, è rimasto invariato mentre i costi di produzione rispetto all’anno precedente sono aumentati in valore assoluto di 201mila euro”. Luciano Ventanni esamina anche le indicazioni emerse dall’esercizio: “Dal bilancio 2011 emergono indicazioni e dati segnaletici

che evidenziano la necessità di aumentare il valore della produzione, oltre i ricavi da Residenza Assistenziale e da Casa di Riposo con servizi e prestazioni collaterali di eccellenza e di alta specializzazione. Da tenere pure presente poi, non solo come periodo di negativa congiuntura, che l’atteggiamento della famiglia media verso l’anziano è repentinamente cambiato nel senso che è aumentata la propensione, ove possibile comunque con maggiore impegno dei familiari, a tenere in casa l’anziano la cui pensione contribuisce al sostentamento del nucleo: la residenza presso strutture esterne diventa un lusso. Altre ri�essioni emergono dalla constatazione che le presenze degli assistiti in Villa Serena provengono dal comune di Monte�ascone soltanto per il 50%”. “Le motivazioni immediate risultano: ubicazione della struttura decentrata con inef�ciente servizio logistico; pervicace mantenimento nella memoria dei cittadini di

Monte�ascone di tracce del vecchio istituto per anziani; conflittualità, generica interna ed esterna alla struttura, che non contribuisce alla immagine ed alla �delizzazione”. In�ne il presidente Ventanni spiega anche gli interventi del corrente anno 2012: “Il budget economico 2012 prevede la realizzazione di un percorso pedonale esterno per gli anziani in precarie condizioni cognitive; la manutenzione esterna dei fabbricati relativamente alle porzioni con scrostature pericolanti; la manutenzione strade, parcheggi e segnaletica circondanti gli edi�ci; la sistemazione esterna antistante il bar; interventi all’impianto di riscaldamento che possono andare dalla revisione della caldaia termica alla razionalizzazione del consumo energetico che tra energia e gas incide per circa mille euro/anno a posto letto”. In�ne conclude: “Nel corso dell’esercizio corrente sarà portata a termine la procedura e l’attestazione per la certi�cazione della qualità nell’ambito della quale è inserita la ride�nizione della struttura organizzativa con riguardo all’organigramma, alle funzioni e alle mansioni di tutto il personale”. In de�nitiva continue migliorie per rendere Villa Serena sempre più ottimale ed accattivante con un saldo positivo di 67mila euro.

Anche il Sindaco Cimarello difende l’operato della struttura

I

l sindaco Luciano Cimarello, anche lui presente all’approvazione del bilancio di Villa Serena il 14 maggio scorso, ha voluto rilasciare in merito una puntuale dichiarazione: “Il bilancio di Villa Serena è stato approvato dal consiglio di amministrazione -ha spiegatocon un attivo positivo di 68 mila euro. Si è risentito, in modo particolare, del momento di difficoltà economica generale dell’Italia. Anche la struttura ha sofferto in particolare per quanto riguarda la presenza di anziani. Infatti in questo momento di piena crisi molte persone preferiscono tenere in casa i propri anziani

specialmente se ci sono persone in famiglia disoccupate che se ne possono occupare. Sono calate le presenze di anziani sia nella Rsa che nella Casa di Riposo. Cimarello ha poi aggiunto: “Abbiamo discusso il problema ed abbiamo deciso di pubblicizzare maggiormente la struttura e sfruttare il tasso altissimo di anzianità in tutta la provincia di Viterbo. Villa Serena deve risolvere queste difficoltà relative al momento particolare che stiamo attraversando e che sta attraversando tutta l’Europa. Ognuno farà del proprio meglio”. M.M.

Al Maneggio ‘La Valle’ la convenzione Ausl

Fino alla prossima domenica un ricco calendario di appuntamenti

È

D

Attività equestre riabilitativa Al via la Festa della Madonna SS.ma delle Grazie

stata approvata la convenzione per il progetto “Non solo Cavallo 2012”. Il progetto è stato finanziato dalla Regione Lazio e si terrà presso il Maneggio “La Valle” per quanto riguarda Montefiascone e invece per la cittadina di Acquapendente presso il Maneggio Monte Pozzino. Nella Convenzione approvata tra il Comune di Montefiascone e il Maneggio “La Valle” si leggono i dettagli del progetto. “La locazione del maneggio -spiega la convenzione- è comprensiva di un locale ampio da adibire alle attività in caso di pioggia, servizi igienici per portatori di handicaps, un rettangolo m. 20x40, omologato per le attività, e 5 cavalli adatti al servizio”. “La locazione -continua la convezione- avrà la dura-

ta di 8 mesi, con decorrenza da Aprile 2012 (i periodi di interruzioni saranno stabiliti dalla ASL) e comunque fino alla risoluzione del contratto per gli operatori dell’attività equestre, avviato dal Dirigente del servizio A.v.p.s. dell’Azienda Sanitaria di Viterbo, dott. Renato Leoncini”. “Il prezzo della locazione -continua la convenzione- è stabilito in mille e 50 euro iva inclusa mensili da pagare bimestralmente, a presentazione di regolare fattura. Il maneggio viene concesso per la realizzazione del progetto di attività equestre, per 4 ore giornaliere due volte la settimana, come stabilito dal Servizio Materno Infantile dell’Azienda Asl di Montefiascone, nei giorni di martedì e venerdì, dalle ore 14,30 alle ore 18,30”.

omani mercoledì 30 maggio inizieranno i festeggiamenti per la Madonna delle Grazie che si protrarranno �no a domenica 3 giugno. Il programma religioso prevede per sabato 2 giugno alle ore 21 la preghiera con i vespri e la processione solenne presieduta dal vescovo monsignor Lino Fumagalli che sarà accompagnata dalla banda musicale cittadina diretta dal maestro Roberto Aronne. Una processione sempre maestosa con una partecipazione straordinaria di fedeli. Domenica 3 giugno alle ore 8, 10, 11e 30 e 19 si celebreranno le sante messe nella rinascimentale chiesa della Madonna delle Grazie recentemente restaurata. Inoltre alle 11,30 si terrà la messa solenne con il rinnovo delle promesse degli sposi che celebrano 25, 50, 60 anni di matrimonio.

Alle ore 10,45, in via Bastiglia, avverrà la benedizione dei veicoli. Il programma civile, molto ricco, prevede per domani, mercoledì 30 maggio alle ore 21, lo spettacolo teatrale “Incendio Doloso” della compagnia teatrale I Burloni presso i campi dell’oratorio e sempre nello stesso luogo avverrà l’apertura della tradizionale sagra della ciambella 2012. Per giovedì 31 maggio è in programma una serata danzante sempre presso i campi dell’oratorio di via Bastiglia. Il 1 giugno, venerdì, alle ore 18,30, presso il santuario della Madonna delle Grazie, avverrà la solenne inaugurazione di un affresco del XV secolo restaurato dopo il distacco dai locali dell’ex convento e donato alla chiesa. Seguirà alle ore 21,30 la quinta edizione del Nutella Party. Per domenica 3 giugno alle

ore 8 è prevista, in via De Gasperi, la �era di merci; alle ore 15 invece una novità con la gara ciclistica per cicloamatori “1° trofeo Pasticceria Ranucci”; alle 16 presso il piazzale antistante la Madonna delle Grazie lo spettacolo musicale “I re del Ballo”ed alle 17,30 in via Cardinal Salotti (dietro il distributore Ewa) il raduno “2° Trial 4X4”. La giornata tuttavia non �nisce qui. Infatti alle ore 21 presso i campi dell’oratorio ancora una serata all’insegna della musica con l’orchestra spettacolo “Simona Quaranta” a cui seguirà alle ore 22,30 l’estrazione della ricchissima lotteria che ha in palio, come primo premi, addirittura una Fiat la Nuova Panda. Inoltre nei giorni di sabato 2 e domenica 3 giugno è stata organizzata anche una pesca di bene�cenza a favore della

Caritas. Un programma, in de�nitiva, molto ricco curato dall’apposito comitato in collaborazione con il dinamico parroco don Luciano Trapé. M.M.


comprensorio nord

8

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

ACQUAPENDENTE - E’ polemica tra la minoranza consiliare ed il “coordinamento locale” del Popolo della Libertà

“Uniti per Acquapendente” vs Pdl R

iceviamo e pubblichiamo dalla Lista Civica ‘Uniti per Acquapendente’, minoranza consiliare al Comune:”Il fantomatico Coordinamento del Pdl di Acquapendente, dopo aver ringraziato Francesco Battistoni per l’impegno profuso in favore dell’ospedale di Acquapendente, così si esprime nei confronti del Gruppo di minoranza consiliare ‘Uniti per Acquapendente’ composto dai consiglieri, Franco Ferri, Alessandro Brenci, Aldo Bedini e Sergio Iacoponi, che hanno inviato esposti/denuncia alla Procura della Repubblica, al Prefetto, alla Presidente Polverini e al Sindaco di Viterbo, a tutela dell’Ospedale (che si precisa hanno fatto seguito a quello già a suo tempo inoltrato dal sindaco di Acquapendente e dai capi gruppo consiliari di maggioranza e minoranza) a tutela della popolazione, contro il rischio di mancata assistenza nei casi di emergenza/urgenza, per effetto dei provvedimenti adottati dal Direttore Generale dell’Ausl di Viterbo:

“…e non certo l’utilizzo stolto, sconsiderato e deleterio di esposti alla procura della Repubblica”. Premesso che il Coordinatore prov.le del Pdl On. Giulio Marini e il vice Coordinatore prov.le del Pdl, Dott.ssa Gabriela Grassini, così si erano espressi in merito all’uso ‘abusivo’ di Coordinatore del Pdl di Acquapendente: “…nell’ambito della vigente struttura del Pdl non sono stati nominati e/o eletti i coordinatori locali (comunali) del Partito. Allo stato attuale, pertanto, nessuno è legittimato a vantare tale attribuzione d’incarico e/o di nomina…” Che non intendiamo assolutamente entrare nel merito dell’impegno svolto dal Consigliere regionale Battistoni, per quanto riguarda l’ospedale di Acquapendente, anche se lo stesso continua ancora a difendere a spada tratta, l’operato del Direttore Generale Pipino, a nostro avviso, primo responsabile della grave situazione in cui si trova l’ospedale, che, nessuno lo dimentichi, ha

costituito e costituisce il più importante argomento del nostro programma elettorale dello scorso anno, e che riteniamo di onorare con merito e impegni che tutti ci riconoscono, come

ultimamente dimostrato, nella recente seduta del Consiglio Comunale del 26/04/2012, dove tanti hanno ancora ‘brillato’ per la loro assenza; Che abbiamo sempre svolto il nostro

I

eri mattina alla Provincia di Viterbo si è tenuto l’incontro del Cobalb, fortemente voluto dal direttore generale Massimo Pietrangeli, con i comuni soci dell’azienda. Nel corso dell’incontro l’incisivo intervento del sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli che ha affermato: “pretendiamo risposte certe”. “La cosa grave è che stiamo andando avanti in una situazione di emergenza – ha esordito il sindaco - La Talete sono due pazia lungo la direttrice rifiuti-attività produttive-sociale, la programmazione della Giunta Comunale aquesiana in questa coda di Maggio 2012. Viene approvata in via definitiva la carta dei servizi per la gestione del rifiuti. Essa si basa su 4 principi fondamentali: 1) Sicurezza, continuità, regolarità dell’erogazione del servizio; 2) Tempestività nell’evasione delle richieste di esecuzione lavori; 3) Accessibilità al servizio e trasparenze nei rapporti con gli utenti; 4) Correttezza nella misura e nella fatturazione dei consumi. Con l’adesione al Protocollo d’intesa per l’utilizzo della soluzione

informatica realizzata dalla Camera di Commercio per l’esercizio delle funzioni erogate al Suap, si conferma un ulteriore salto di qualità nell’esercizio di sportello unico per le attività produttive con strumenti informatici. Con l’approvazione di una mozione sul sistema integrato degli interventi, dei servizi e delle prestazioni sociali per la persona e la famiglia nella Regione Lazio, si chiede alla Pisana di individuare strumenti adeguati per realizzare un welfare locale sostenibile attraverso un analisi collettiva concernente individuazione dei bisogni, la gestione, l’offerta dei servizi e la realizzazione concordata degli interventi.

di sinistra; Confermiamo il grande impegno, sempre profuso a tutela dell’ospedale, augurandosi che la Regione Lazio, finalmente riconosca il Distretto Sanitario Montano di Acquapendente, con tutto ciò che questo può e deve significare per l’ospedale; Richiamiamo l’attenzione del Sindaco di Acquapendente, sul ruolo di rappresentanza della minoranza consiliare in ogni occasione, ove devono essere discussi argomenti di rilevante importanza per la nostra comunità, al fine di evitare il ripetersi di situazioni fonte di confusione su temi rilevanti come l’ospedale, per il quale è assolutamente indispensabile chiarezza assoluta e unità d’intenti, che dovranno avere, come da sempre avvenuto, la qualificata sintesi istituzionale di chi è stato chiamato con il voto a rappresentare le giuste istanze dei cittadini.”

BOLSENA Incontro Cobalb, Dottarelli: “pretendiamo risposte certe”

ACQUAPENDENTE La Giunta a lavoro su rifiuti, attività produttive e sociale

S

impegno istituzionale assumendoci interamente ed in ogni circostanza la responsabilità delle nostre azioni; Che l’uso di terminologie rozze ed offensive, tipico di chi non è in grado di saper discutere serenamente e fare proposte concrete, non è solo da respingere al mittente, ma sicuramente non ci sfiora minimamente, tanto irrilevante è la considerazione nei confronti di chi di tali terminologie ne fa uso corrente, non avendo altra concreta sostanza da dimostrare. Tutto ciò premesso, invitiamo i responsabili provinciali del Pdl a respingere fermamente questo abuso sconsiderato di funzioni da parte di persone che, peraltro, ne fanno un pessimo uso a danno di cittadini che hanno volontariamente assunto il gravoso e impegnativo ruolo di minoranza, in seno al Consiglio comunale di Acquapendente, retto da una maggioranza assoluta

anni e mezzo che non risponde alle nostre richieste, nonostante ci sia un ricorso al Tar. La preoccupazione vera è rivolta al futuro prossimo; non sappiamo cosa succederà, da qui a poco tempo. Fortunatamente sono stati stanziati, recentemente, da parte della Regione Lazio, 200.000 euro, che permetteranno di affrontare, serenamente, la stagione estiva”. La mancanza di incorporazione in Talete, come

deliberato dall’Assemblea Cobalb, sta creando un danno economico notevole. Le spese mensili si aggirano intorno ai 70.000 euro; 60.000 sono quelli destinati solo ed esclusivamente al consumo dell’energia elettrica. Inoltre, l’aggravante, a una situazione, già disastrosa di suo, è il taglio dei �nanziamenti (700.000 euro) da parte della Pisana. L’ indebitamento aumenta, così come il disagio �nanziario da parte dell’azienda nata, nel 1990, per la realizzazione di un collettore circumlacuale per la raccolta delle acque

re�ue e il conseguente onvogliamento all’impianto di depurazione. “Da sindaco come posso spiegare ai miei cittadini che il Comune di Bolsena potrebbe addossarsi un mutuo perché le istituzioni non rispondono? Noi – ha concluso Dottarelli - non ci stiamo, e in questo caso siamo perentori: o Cobalb entra in Talete, o no. La Regione, a questo punto, ci ridia i 700.000 euro che ci ha tagliato. E, chi ha la responsabilità, si assuma l’impegno, e il coraggio, di offrire risposte concrete alle nostre domande”.

MARTA - L’Assessore regionale alle Politiche Agricole ha visitato la Sagra in compagnia del sindaco Lucia Catanesi

Angela Birindelli alla Sagra del Lattarino ringrazia pescatori e volontari

A

ngela Birindelli (nella foto), assessore alle Politiche Agricole della Regione Lazio, è arrivata a Marta, ricevuta dal sindaco della cittadina, Lucia Catanesi, per visitare la XXXVII Sagra del Lattarino. “Il mio impegno, come assessore alle Politiche Agricole della Regione Lazio, - ha dichiarato Biridelli - è fortemente rivolto alla promozione dei prodotti tipici e dei territori rurali del Lazio. Valorizzare la nostra storia e i nostri prodotti signi�ca, per noi, sostenere l’economia delle tante realtà agricole di qualità presenti sul nostro territorio e sensibilizzare i mercati ed i consumatori ad una scelta alimentare mirata e consapevole in termini

di tracciabilità e sicurezza del prodotto”. “La Sagra del Lattarino di Marta – aggiunge Birindelli – è una manifestazione storica, una tradizione che si rinnova da 37 anni, divenuta oramai un appuntamento irrinunciabile per tanti appassionati che ogni anno vengono a gustare i migliori prodotti enogastronomici e scoprire le bellezze del lago. Un ringraziamento particolare – conclude l’assessore – va all’amministrazione comunale, ai pescatori e a tutti i volontari che, con la loro passione e il loro impegno, rendono possibile questo evento di grande successo per la valorizzazione e la promozione del territorio viterbese”.


& Martedì 29 Maggio 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

9

VASANELLO - Sull’uso distorto dell’isola ecologica, denunciato con manifesti, interviene anche la minoranza

“Gli incivili devono essere multati” Q

ualche giorno fa, a Vasanello, sono stati af�ssi dall’amministrazione comunale alcuni manifesti, con tanto di foto, che mostravano l’uso distorto dell’isola ecologica da parte dei cittadini. Nelle foto, infatti, si nota come i secchi dell’immondizia vengano gettati in maniera indiscriminata davanti all’ingresso del sito, in barba ai più elementari principi di rispetto e civiltà. A questi manifesti ha inteso replicare la minoranza, che ha inviato, al riguardo, una lettera all’indirizzo del sindaco. “Negli ultimi giorni sono apparsi a Vasanello dei manifesti murali, fatti stampare dall’amministrazione comunale, che condannano l’uso non corretto dei contenitori da utilizzare per la raccolta differenziata posti nell’isola ecologica presso il campo sportivo, mostrando alcune foto di tali situazioni, con l’immondizia lasciata per strada o introdotta a caso. Dalla lettura dei manifesti

si capiscono bene due cose che l’amministrazione vorrebbe comunicare: viene stigmatizzato l’uso scorretto dei bocchettoni in cui inserire i ri�uti da parte di persone incivili che gettano la spazzatura a caso oppure la lasciano a terra; che l’area è video sorvegliata. La logica conclusione del manifesto dovrebbe essere: cari cittadini, abbiamo le telecamere, vi sorvegliamo, pertanto possiamo capire chi è che lascia i ri�uti per strada oppure non utilizza bene i cassonetti e a norma di legge vi commineremo multe di centinaia di euro. E, invece no ! Il succo del manifesto è: se si continua così l’amministrazione comunale metterà �ne a questo servizio di dotazione di cassonetti nell’isola ecologica. Ci permetta di farLe presente, Sig. Sindaco, due osservazioni: Se l’area è video sorvegliata signi�ca che sono state acquistate ed installate delle telecamere che saranno costate soldi all’amministrazione comunale.

RONCIGLIONE

Gravi atti vandalici al distributore Agip Perché allora non vengono utilizzate per comminare multe salate ai trasgressori ? Se così non fosse signi�ca che sono stati spesi soldi inutilmente, come vostro solito. Ci risulta che in alcuni giorni della settimana, ad esempio il venerdì ed il sabato, in occasione di feste e cene, sia pubbliche che private, i cassonetti risultino essere pieni e poco utilizzabili tanto che i cittadini sono costretti a lasciare per strada i ri�uti essendo impossibilitati ad inserirli nei bocchettoni pieni.

Invitiamo l’amministrazione comunale a veri�care la funzionalità del servizio che intendono revocare e, una volta svolta positivamente la veri�ca a colpire con apposite multe i trasgressori. Minacciare di revocare il servizio, come ha fatto l’amministrazione comunale, equivale a minacciare di chiudere una scuola perché alcuni studenti sono intemperanti. A casa nostra si sospendono gli alunni colpevoli e si da serenità agli altri. A casa vostra, evidentemente funziona in modo diverso.”

VETRALLA - L’ipotesi si configura negli allegati al bilancio comunale

L

’altra notte ignoti vandali, con efferata violenza hanno tentato di sfondare la porta a vetri del casottino ubicato nell’area AGIP Petroli di Via della Resistenza. “Hanno tentanto di sfondare la porta ignorando che fosse munita di vetri antiproiettile”, ha dichiarato il gestore Raimondo Mecucci, “il risultato è sotto gli occhi di tutti, vetri danneggiati, ma non sfondati, forse i malavitosi pensavano di rubare qualcosa, ma ciò che cercavano non è di certo custodito qui”. In mancanza di bottino, i mancati ladri si

sono trasformati in vandali ed hanno danneggiato le pompe di benzina e gasolio, creando disservizi non indifferenti ai clienti. “Non posso mettere telecamere perchè tutt’intorno vi sono abitazioni, per via della privacy”, ha concluso il signor Mecucci. Va evidenziato che il distributore AGIP è posizionato a pochi metri dalla Compagnia dei Carabinieri di Ronciglione ed insiste su una strada perennemente transitata, a tutte le ore diurne e notturne. ELISABETTA GIOVANFORTE

“Farmacia comunale, contrari alla vendita”

R

iceviamo e pubblichiamo dal gruppo consiliare e Coordinamento di “Progetto Vetralla” Tra gli allegati al bilancio comunale 2012, la giunta Aquilani, con la motivazione di �nanziare opere pubbliche, ripropone la vendita della farmacia comunale di Tre Croci ai privati per un importo di 900.000 euro, sulla cui stima ed opportunità esprimiamo importanti riserve. Come direttivo e gruppo consiliare “Progetto Vetralla”, manifestiamo piena contrarietà all’ipotesi. La farmacia di Tre Croci versa, nelle casse municipali,

il canone di af�tto dei locali, di proprietà del Comune, e distribuisce, sempre al Comune suo unico azionista, gli utili di esercizio. Questi introiti pubblici saranno a rischio in caso di privatizzazione. Se, da un lato, al socio privato spetta una quota parte degli utili, dall’altro questi potrebbe ritenere conveniente trasferire l’attività in locali propri, o di altri privati, facendo venir meno l’introito comunale per l’af�tto. Non bisogna poi trascurare l’utilità sociale della farmacia di Tre Croci. Oggi, grazie alla professio-

nalità dei dipendenti, offre alcuni servizi gratuiti, tra cui la prenotazione ed il pagamento dei ticket per le visite specialistiche, gli accertamenti diagnostici, l’esame del sangue veloce, servizi la cui erogazione risulterebbe non conveniente al socio privato. Contrariamente all’attuale orientamento dell’amministrazione comunale, riteniamo invece interessante iniziare a pensare all’apertura di una seconda farmacia comunale, nel centro storico della città. Il recente decreto sulle liberalizzazioni, già recepito anche dalla giunta comunale

con una delibera di alcuni settimana fa, consente a Vetralla di avere una nuova farmacia. E se fosse proprio il Comune ad aprirla, magari nei locali di sua proprietà al piano terra di palazzo Zelli ? Ne conseguirebbero importanti ricadute in termini �nanziari, sociali, occupazionali e di pubblica utilità. La nostra proposta, che auspichiamo incontri il favore dei cittadini e l’approvazione di tutti i gruppi consiliari, è di accrescere il patrimonio del Comune, non di svenderlo, ed utilizzare i conseguenti introiti per �nanziare le opere necessarie al territorio.

NEPI - Donato un defibrillatore alla Croce Rossa locale

SORIANO NEL CIMINO - Appuntamento tra degustazione e cultura

Da Nonna Pappa protagonista il Bellone di SIMONA TENENTINI

G

rande appuntamento con la cultura enogastronomica venerdì sera, 1° giugno, presso il rinomato ristorante Nonna Pappa di Soriano nel Cimino. Protagonista d’eccezione della serata sarà la Cantina Cincinnato di Cori, in provincia di Latina distribuita, nella Tuscia, da Emporio Strenne di Luciano Menghini. La particolarità dei vini che saranno proposti risiede nel fatto che sono tutti prodotti dalla riscoperta e valorizzazione del Bellone, antico vitigno autoctono coltivato sulle terre laviche delle colline coresi. Le uve del Bellone affondano quindi le loro radici in un’epoca antica e sono

attualmente anche conosciute come uva pane per la buccia sottile e delicata. Ad accompagnare i piatti deliziosi prodotti dall’esperta chef Fidelia di Nunzio saranno, di volta in volta, il Cincinnato, il Castore e il Polluce, �no al Pozzodorico. Un escalation di sapori e sollecitazioni illustrate con la maestria e l’esperienza del famoso enologo “Poppo” Mariottini. Un appuntamento dunque da non perdere, anche per una piacevole sorpresa che sarà presentata, nel corso della serata, a tutti i commensali.

U

n lieto ed importante evento di carattere sociale si è svolto domenica scorsa a Nepi. L’associazione “ProLoco” nepesina, unitamente ad un piccolo ma importante contributo della cittadinanza, in occasione della “Sagra del Pecorino Romano e dei prodotti tipici della Tuscia 2012”, svoltasi a Nepi il 5 e 6 maggio, ha concretizzato l’obiettivo di donare un de�brillatore alla delegazione

della “Croce Rossa di Nepi, Monterosi e Castel Sant’Elia”. Un gesto importante, degno di cronaca, che nasce dalla collaborazione tra strutture, enti differenti volto alla tutela concreta della salute collettiva. Domenica, alla presenza dei massimi vertici di C.R.I. e Proloco, si è svolta la consegna uf�ciale. EMA.RIC.


tuscania-litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

CANINO - Dalle ricerche del dott. Risi e dell’associazione Canino Info si tratta di S.Maria Maddalena, la chiesa più antica della città

Scoperta un’antica chiesa medievale di VALERIA SEBASTIANI

quapendente Nicola Leti a Canino dal 13 al 17 maggio 1656, ci hanno riservato un’altra sorpresa: la descrizione della chiesa. La struttura era collocata sull’importante asse viario Nord-Sud, una strada che consentiva il collegamento del territorio interno del castrense con il mare. Ancora nel 1656 la chiesa appariva in buone condizioni, non molto grande ma provvista di un arco, ornata di colonne e cornici dorate. Dietro l’unico altare si trovava una parete dipinta, sulla quale si potevano ammirare le immagini della Vergine con Gesù Bambino e Santa Maria Maddalena. La chiesa, nel corso del tempo, sembra diminuire d’importanza tanto che, durante la Visita del Vescovo Alessandro Fedeli l’8 di aprile 1693, viene emanato un editto per l’erezione

U

na bellissima ed antica chiesa medievale, S.Maria Maddalena, è stata riscoperta grazie alle ricerche del vicepresidente dell’associazione Canino Info Onlus, dott. Anzio Risi. “L’incontro, con quella che poi si sarebbe rivelata la chiesa di Santa Maria Maddalena,- racconta Risi - è stato fortuito ed inatteso. Eravamo andati per vedere gli importanti lavori di consolidamento della rupe ad ovest del centro storico di Canino, più precisamente del tratto che da Castelvecchio risale lungo il corso del torrente San Moro. Il disboscamento, propedeutico al consolidamento di quel tratto in frana, sta portato alla luce numerosi elementi che testimoniano una antropizzazione in precedenza soltanto immaginata e che ci costringerà a rileggere quello che fu lo sviluppo storico e urbano di Canino. Una struttura in particolare ha colpito la mia attenzione, una muratura formata da grossi blocchi di tufo perfettamente squadrati che stavano a testimoniare la presenza di un importante edi�cio. Abbiamo chiesto alla persona che oggi occupa quell’area di poter entrare e questi, molto gentilmente, ha acconsentito. Appena dentro mi sono reso conto di trovarmi in un posto speciale, di cui, �no ad un momento prima, ignoravo l’esistenza. Ad una decina di metri dall’ingresso s’intravvedeva, coperto dalla vegetazione, un imponente arco che appena oltrepassato mi ha proiettato in un ambiente incredibile. Ai quattro lati si elevano colonne sormontate da capitelli che

sostengono una bellissima volta a crociera costolonata, alle pareti laterali due piccole aperture, la parete di fondo presenta resti d’intonaco così come le colonne”. I reperti si sono presentati ai suoi osservatori nel completo abbandono, in balia di cani, cataste di legna, galline. La prima impressione è stata subito quella che i “resti” appartenessero ad un edi�cio di culto realizzato, probabilmente, attorno all’XII – XIII secolo. Ma quale? “Non è raro che si perda la memoria di luoghi o cose per le ragioni più diverse, ed anche un bosco che per centinaia di anni ne occulti la vista può costituire un valido motivo.- spiega Risi che comunque non si è dato affatto per vinto.- La ricerca dell’identità di questo edi�cio non è stata semplice, ed un contributo decisivo è venuto dall’esame

della mappa topogra�ca dell’antico catasto ponti�cio (Gregoriano) conservata presso l’Archivio di Stato di Viterbo. Tale veri�ca ha permesso d’individuare un edi�cio religioso ubicato esattamente in quella zona, contraddistinto in planimetria con la lettera K. La posizione coincideva, le misure perimetrali anche (la navata larga 8 metri e lunga 12, l’abside largo 5 metri e lungo 4), peccato che nei registri catastali non fosse indicato il nome. Per colmare questa lacuna è stato di fondamentale importanza l’esame delle Visite Apostoliche. Da sottolineare il grande aiuto offerto dal Centro diocesano di documentazione per la storia e la cultura religiosa (CEDIDO) di Viterbo e di Acquapendente, che ci ha permesso la consultazione di numerose Visite sia della Diocesi di Castro che di

quella di Acquapendente. In questo modo si è potuto formare un elenco delle chiese presenti nel territorio caninese, poi, per sottrazione di quelle conosciute (sia perché ancora visibili, sia perché individuate con certezza nelle diverse bibliogra�e), si è potuto appurare che la chiesa mancante era proprio quella di Santa Maria Maddalena. Ci è stato d’aiuto anche il toponimo della strada che dalla via d’Ischia conduce alla chiesa, ovvero la strada comunale Santa Maria; ed anche quanto scritto da Benedetto Zucchi nella sua “Informazione e cronica della città di Castro e di tutto lo Stato suo ...” redatta nel 1630, in cui egli parla di una chiesa detta S. Maria Maddalena tenuta in grandissima devozione. Le Visite Apostoliche, in particolare quella effettuata dal Vescovo di Ac-

TUSCANIA - Ai “Magazzini della Lupa” lo spettacolo “O taccia per sempre” S

abato 2 giugno alle ore 21.00 sarà ospite presso la sede deill’associazione culturale Magazzini della Lupa, il gruppo vincitore del Premio Giuria Popolare del Festival 3X3 corti teatrali, votato e premiato da appassionati del genere e spettatori,

TARQUINIA - Causa lavori, cambia la viabilità nel Centro Storico M

odi�ca temporanea della circolazione stradale nel centro storico di Tarquinia, per l’imminente avvio dei lavori di ripavimentazione di parte di piazza Giacomo Matteotti e del tratto iniziale di via dell’Orfanotro�o. In via delle Torri, tra piazza Nazionale e via San Pancrazio, sarà istituito il senso unico verso via San Pancrazio. In via San Pancrazio, tra via delle Torri e via Antica, sarà creato il senso unico in direzione di via Antica, con l’obbligo di svoltare a sinistra su quest’ultima strada. All’in-

crocio di via degli Archi con via San Pancrazio sarà obbligatorio girare a sinistra, verso via Antica. Corso Vittorio Emanuele II sarà aperto 24 ore su 24. In via San Martino sarà istituito il senso unico in direzione di via dell’Orfanotro�o. Via Porta Tarquinia, tra via dello Statuto e piazza Giacomo Matteotti, sarà interdetta al traf�co ogni mercoledì dalle ore 7 alle ore 14, in concomitanza con il mercato settimanale (è consentito il transito ai frontisti di via dei Magazzini e di via Alberata Dante Alighieri).

TARQUINIA - Bufera sull’Imu all’Agraria, interviene il presidente Antonelli

S

con lo spettacolo “O taccia per sempre” con Pamela Sabatini e Valeria Bianchi. Appuntamento a Tuscania ai Magazzini della Lupa, in via della Lupa, 10 per concludere nel migliore dei modo il sabato di festa.

TARQUINIA - La raccolta differenziata dei rifiuti arriva in strada Cerrino - Carcarell o N

ell’ambito della politica portata avanti dall’amministrazione Mazzola, circa il progetto di ampliamento della raccolta differenziata porta a porta anche alle campagne, con l’obiettivo di contrastare il fenomeno di abbandono dei ri�uti a ridosso delle aree ecologiche ancora presenti sul territorio, nelle prossime settimane il servizio sarà allargato alla strada Cerrino-Carcarello, così come fatto qualche tempo fa anche alla strada vicinale dell’acquetta. Saranno quindi tolti i cassonetti presenti all’incrocio con la provinciale Lupo Cerrino, come ha speci�cato l’assessore al servi-

zio igiene ambientale Sandro Celli: “Continuiamo con l’impegno di potenziare la raccolta differenziata.” ha affermato. “D’altronde i risultati sono molto positivi.” Daniele Girardi

della nuova parrocchia di S.Croce a cui veniva unita la chiesa di Santa Maria Maddalena. Questa progressiva perdita d’importanza, di cui non conosciamo i motivi, è segnalata anche dalla rarefazione del suo nome nelle Visite degli anni successivi, �no alla completa scomparsa a partire dalla seconda metà del XVIII secolo”. Tanto è stato fatto dal dott. Risi e dall’associazione Canino Info Onlus per salvare dall’oblio S. Maria Maddalena che lanciano un appello a quanti volessero approfondire lo studio del monumento e del suo contesto ma anche alle istituzioni af�nché i tasselli ancora mancanti di una parte così importante della storia cittadina vengano recuperati e l’opera d’arte recuperata.

ulla vicenda “Imu” si è scatenata l’ennesima bagarre all’interno dell’Università Agraria tra Pd e Pdl. Ad intervenire è il presidente Alessandro Antonelli(nella foto) che ritiene doveroso “commentare il messale di inesattezze e bugie diramato dal PDL”. “Nei loro commenti –spiega Antonelli - la totale mancanza di conoscenza dell’Ente e della sua storia. Sempre silenziosi in Consiglio dove ci si mette la faccia, sputano veleno sui giornali coperti dall’anonimato, una vergogna”. Quella del pagamento dell’Imu non è una scelta: lo devono pagare i concessionari ai sensi della circolare n.3/DF del ministero delle �nanze. “ Basta informarsi prima di parlare. – chiarisce Antonelli - È stata la minoranza a chiedere l’accorpamento delle voci di corrisposta, oggi se lo dimentica. Gli aumenti IMU sono stati trattati nella riunione del 7 febbraio con il gruppo PDL al completo, in commissione bilancio, in conferenza dei capigruppo e Consiglio, se dormivano non è colpa nostra, ma non dicano di non sapere. Colpiti sull’IMU, dove hanno provato a prendere in giro i cittadini, provano ad alzare il solito polverone cambiando tema. Le indennità sono ferme dal 2005, sono 1/3 di quello che gli amministratori potrebbero percepire e altrove percepiscono, cosa di cui ci vantiamo. Sul foraggio un favola che fa ridere. Le vacche maremmane e i cavalli mangiano, il PDL lo sa? La stagione e la siccità impone cautela, previsto l’acquisto per far fronte all’eventuale emergenza. Per chiarimenti chiedere agli agricoltori. Il Centro Aziendale gestisce 350 Ettari direttamente e non 7000. Siamo in regime biologico e si può produrre foraggio solo sui terreni convertiti a biologico, non ovunque. Cose spiegate al PDL anche dai tecnici dell’Ente, se non le hanno capite ancora o sono in malafede o proprio non ci possono arrivare. Basta attacchi ai lavoratori dell’Ente su questo tema. Non cambierei mai l’Università Agraria di sette ani fa con quella attuale, lo ha già confermato l’elettorato con il 60% dei consensi. I tagli non nascono da inef�cienza ma da decenni di malapolitica nazionale di centrodestra che oggi ci regala l’IMU per salvare l’Italia,- conclude Antonelli - e dai debiti da pagare dei gloriosi anni novanta”. V.S.


Martedì 29 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

almanacco

Oggi al Cinema

11

SORIANO NEL CIMINO

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Quando ve la prendete a cuore sapete essere lavoratori instancabili. In questo giorno poi, potrete contare su una moltiplicazione di energie che potra’ essere preziosa per tutti coloro che hanno dei traguardi immediati da raggiungere. Nelle questioni sentimentali la situazione e’ un po’ confusa ma puo’ migliorare notevolmente nel corso della serata. Viaggi, incontri emozionanti.

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Stampatevi in faccia un gran sorriso e preparatevi a godervi un’altra g i o r n a t a eccezionale: Luna, Marte e Giove sembrano gareggiare per imbottirvi di stimoli ed energie. Risultati professionali interessanti ci saranno un po’ per tutti, in particolare per quanti di voi hanno un’attivita’ autonoma. Momenti eccitanti attendono quanti di voi hanno una storia felice in corso.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Tutto vi sembra piu’ facile, o siete voi piu’ bravi del solito! Qualunque sia la situazione, avete fascino e carisma, idee geniali e fantasia, ma anche un notevole senso del denaro che puo’ tornarvi utile nel risparmio e negli acquisti. Bellissimo giorno per le faccende a carattere sentimentale: l’intesa con il partner e’ a dir poco perfetta e i nuovi incontri gratificano i single.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

Gli astri vi adorano! Il settore lavorativo gode di ottime influenze, anche se con alcune stelle avverse e’ sempre bene ponderare ogni passo e diffidare delle situazioni che promettono risultati clamorosi. Rafforzerete il dialogo con la persona amata, imparerete a rapportarvi con la massima sincerita’, ascoltando anche attentamente le opinioni, i pensieri e le idee dell’altro.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

Non siate superficiali: prima di accettare un impegno, pensateci. Date retta ai consigli di Saturno, che vi vuole piu’ affidabili e coscienziosi. Ricordate che anche gli amici piu’ cari non sono piu’ disposti a coprirvi le spalle, quando agite con leggerezza. Marte segue le vostre mosse e pungola la gelosia; non dategli retta e controllatevi. Smettetela di fare il terzo grado al partner.

Saranno l’abilita’ dialettica, l’intraprendenza e l’inventiva le qualita’ vincenti di questo giorno che faranno la differenza, quelle che vi faranno ottenere risultati all’altezza delle vostre aspettative professionali: prove, colloqui di lavoro, nuove opportunita’, insomma tutto andra’ alla grandissima! Single? Accoppiati? La sfera sentimentale continua a brillare di una luce radiosa.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

La Luna in aspetto trigono vi garantisce un giorno positivo, ricco di progressi e novita’ sul piano professionale: qualcosa si muove proprio la’ dove desiderate. Molte iniziative intraprese nei giorni scorsi continueranno a crescere e maturare positivamente. Occhio, invece, alle tensioni con il partner. Chi e’ felice in coppia dimentichera’ rapidamente ogni esitazione.

FARMACIE (reperibilità)

Il lavoro e la professione sono in grande ripresa e il denaro comincia a girare. Sarete sommersi dalle proposte di alcuni amici: decidete liberamente quali iniziative accettare e quali invece rifiutare, a costo d’inimicarvi qualcuno. Un incontro al chiaro di luna, sara’ capace di farvi piacevolmente girare la testa. Vivete questo momento con uno slancio impetuoso!

Il Primo Uomo Orario: 21,30

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

Qualche piccola contrarieta’, dovuta ad astri dispettosi, e’ da mettere in conto. Non mancheranno incomprensioni nella vita di coppia; dipendera’ da voi evitare inutili crisi e litigi, tenendo un atteggiamento conciliante e controllato. Lo stress potrebbe aumentare nel corso della giornata: studiate opportune strategie per defilarvi e lasciar passare la tempesta astrale.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Con la Luna e Marte che vi fanno da sponda, avrete l’impressione che un fuoco sottile vi pervada: sara’una passione che vi accendera’ all’improvviso, sorprendendovi. Per i single, si prevede un incontro strabiliante che accendera’ l’interesse e risvegliera’ i sensi. Dal punto di vista professionale sarete letteralmente ispirati e potrete produrre idee e opere di eccellente qualita’

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

Se i pensieri neri vi tor mentano, ritagliatevi uno spazio per la meditazione: fate una bella camminata in campagna o una chiacchierata con un amico. In campo professionale, scoprirete di non potervi fidare di una persona che in un primo momento vi aveva fatto una bella impressione. Con Marte ostile in Vergine, siete invitati a fare ogni tanto un controllo alla pressione.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

La Luna vi rende volubili, ma cambiare idea in continuazione non e’ la strada migliore per realizzare le vostre ambizioni; dovete essere piu’ fermi nel mantenere le decisioni prese, evitando di abbattervi alla prima difficolta’. Parliamo di vita privata. Non cadete in interminabili discussioni con il partner: non si puo’ sempre vincere, talvolta ci si deve accontentare del pareggio.

TARQUINIA

Cinema Etrusco - Multisala Via Della Caserma, 32

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 Dark Shadows Orario: 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A Men In Black 3 - 3D Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Cinema Trieste Viale Trieste, 30 CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 C H I U S U RA

E ST IVA

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26

RIPOSO

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. RIPOSO Multisala Flavia Via Della Croce, 1 Operazione Vacanze Orario: 21,30 Quella Casa Nel Bosco Orario: 21,30

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 Dark Shadows Orario: 21,45

Men In Black 3 - 3D Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Il Pescatore Di Sogni Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 100 Metri Dal Paradiso Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Operazione Vacanze Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V. RIPOSO

VITORCHIANO Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano Operazione Vacanze Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Men In Black 3 - 3D Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Dark Shadows Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Cosmopolis Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Quella Casa Nel Bosco Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 American Pie. Ancora Insieme Feriali: 20,15 Pref. e Mer.: 18,00 Fest.: 15,45 - 18,00 La Fredda Luce Del Giorno Feriali: 22,30 Pref. e Mer.: 20,15 - 22,30 Fest.: 20,15 - 22,30 Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it Fax 0761.1890811

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 29 MAGGIO

ACQUAPENDENTE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e Notturna)

CELLERE Via G. Marconi, 13/A/B (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

MONTALTO DI CASTRO Via Del Palombaro, 11 (09,00-13,00 e Notturna)

SORIANO NEL CIMINO Piazza Vittorio Emanuele, 22 (08,24-13,00 e 16,30-20,00)

BARBARANO ROMANO Via IV Novembre, 31/C (09,30-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CASTELLANA Via Di Corte, 3/5 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

MONTEFIASCONE Via Cardinal Salotti, 48 (08,30-13,00 e 16,30-20,05)

TARQUINIA Viale Igea, 20 (08,30-13,00 e 17,00-20,24)

BASSANO IN TEVERINA Via Giuseppe Mazzini, 3 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CAST. - SASSACCI Via Terni, 26 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

MONTEROSI Via Roma, 51 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

TUSCANIA Piazza Italia, 12 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

BOLSENA Via A. Gramsci, 38 (08,30-12,30 e 16,30-20,00)

CIVITELLA D’AGLIANO Piazza Cardinal Dolci, 21 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-20,00)

VETRALLA - CURA DI V. Via Cassia, 38/A (09,00-13,00 e Notturna)

CAPODIMONTE Via Marconi, 70 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

FABRICA DI ROMA Via Porta Vecchia, 25 (Diurna e Notturna)

ORIOLO ROMANO Via Claudia, 109 (09,30-13,00 e 17,30-20,30)

VIGNANELLO Via Roma, 2/D (09,00-13,00 e 17,00-20,30)

CAPRANICA Via Padre L. M. Monti, 7 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

GRAFFIGNANO Piazza Del Comune, 10 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

ORTE SCALO Via G. Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VITERBO Via Minciotti, 35 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CAPRAROLA Viale Caduti Sul Lavoro, 39 (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

LATERA Viale I Maggio, s.n.c. (09,00-12,40 e 17,00-20,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e 16,30-20,00)

VITERBO - BAGNAIA Viale Fiume, 6 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

Martedì 29 Maggio

Mercoledì 30 Maggio

Correnti settentrionali in quota mantengono in vita una blanda circolazione instabile centrata in quota sui Balcani, che influenza parzialmente anche la nostra Penisola. Giornata inizialmente soleggiata sulle Centrali Tirreniche, salvo qualche modesto addensamento nelle zone interne al primo mattino. Nel corso del pomeriggio sviluppo di nuvolosità cumuliforme sull’Appennino, con rovesci e/o temporali, più probabili sulla dorsale toscana e laziale, ivi con possibile sconfinamento sulle pianure adiacenti, specie meridionali. Temperature in aumento nei valori massimi, minime in lieve calo. Venti generalmente deboli occidentali, con rinforzi di brezza al pomeriggio; deboli da Ovest in quota. Mari poco mossi, quasi calmi sotto costa.

L’Anticiclone Atlantico si mantiene ai margini del Mediterraneo ed in quota continuano a scorrere correnti da NW di aria leggermente più fresca, che favoriscono ancora instabilità diurna. Pertanto sulle sulle centrali tirreniche è attesa una giornata inzialmente soleggiata, ma con graduale sviluppo di nuvolosità cumuliforme sulla dorsale con possibilità di rovesci, a carattere isolato su Umbria e Toscana, più diffusi invece sui settori laziali ed in sconfinamento anche nelle pianure adiacenti. Temperature in lieve aumento nei valori massimi. Venti deboli occidentali, fino a moderati al largo dei litorali del Lazio, deboli occidentali in quota. Mari ovunque poco mossi, fino a quasi calmo sotto costa l’alto Tirreno.


SPORT

� � �

12

Martedì 29 Maggio 2012

IPPICA

Con Marziani e Wivina l’Italia ha sfiorato il podio Buona prestazione per il civitonico nella Coppa delle Nazioni svoltasi a Piazza di Siena

L

KARATE - Sabato grande evento che ha coinvolto numerosi ragazzi

a Coppa delle Nazioni, 80° edizione a Piazza di Siena di Roma e seconda tappa Top League, è andata alla Germania. L’Italia è arrivata quarta grazie anche al contributo di Luca Marziani in sella a Wivina. Il cavaliere di Civita Castellana ha commesso due errori nella prima manche, ma poi ha realizzato un netto nella seconda: con i risultati dei suoi compagni di squadra l’Italia ha sfiorato il podio: per gli azzurri è stato il miglior piazzamento degli ultimi sette anni. IL BILANCIO «Nel primo turno - ha ammesso Marziani - ho affrontato la gara forse troppo contratto, nella seconda invece è andato tutto bene. Sono più che soddisfatto di questo ritorno a Piazza di Siena, è la dimostrazione che la squadra che è stata costruita può fare molto bene in futuro. Basta dire che sono rimaste alle nostre spalle ben cinque nazioni di Top League: Francia, Olanda, Gran Bretagna, Svezia e Irlanda. Ora mi concentrerò sul

Dalla scuola al karate Al “Savi” 300 giovani talenti

L

Il fantino civitonico Luca Marziani (al centro) prossimo impegno, il Gran premio Roma che chiuderà la manifestazione». Sulle tribune dell’ovale romano oltre alla famiglia di Luca anche alcuni amici arrivati da Civita a sostenere Marziani. L’ottima prova degli azzurri ha galvanizzato l’ambiente dell’equitazione italiana:

«I risultati hanno confermato che siamo nella direzione giusta - ha dichiarato il presidente della FISE (Federazione Italiana Sport Equestri), Andrea Paulgross - e questo quarto posto rappresenta un ottimo risultato in vista di un futuro sempre più in crescita». LE QUALIFICAZIONI

Ieri Marziani è stato impegnato nelle qualificazioni del Gran premio Roma, che ha stilato la classifica d’ingresso sul campo di oggi. Sessanta i binomi in gara, di cui tredici italiani. Luca che rappresenta anche il gruppo sportivo dell’Aeronautica, sarà impegnato come dodicesimo concorrente.

’intera giornata di sabato all’insegna del “colore”, i colori delle cinture di karate. Due importanti manifestazioni di karate si sono svolte sabato scorso, entrambe inserite nel cartellone di Viterbo Città Europea dello Sport 2012, che hanno coinvolto centinaia di ragazzi e ragazze. La prima iniziativa nasce nell’ambito del “Progetto scuola sport karate” ed ha interessato gli alunni dell’I.T.C. “Paolo Savi”, la AS Sakura Dojo 2 dilettantistica, i ragazzi di Bassano in Teverina e di altre palestre della provincia di Viterbo. Per tutta la mattinata di sabato, nella palestra del “Paolo Savi”, gremita da un numerosissimo pubblico, circa 300 ragazzi hanno dimostrato quanto appreso durante l’anno nello svolgimento del “Progetto scuola sport karate”. Sotto la direzione dei tecnici delle varie

scuole e del maestro Mario Saggini i ragazzi, divisi per fasce d’età, hanno presentato tecniche di karate e di autodifesa al ritmo di musica sopra un tatami, appositamente realizzato, di oltre 200 mq. Nell’ambito della manifestazione, una giuria composta del dirigente dell’I.T.C. “P. Savi” Prof.ssa Gaddi Maria Patrizia, dalla Prof.ssa Letizia Falcioni (Coordinatrice Educazione Fisica Uff. XIV A.T. Viterbo), dall’assessore Stefano Abati di Bassano in Teverina, dal consigliere Francesco Simoncini e dal consigliere Luigi M. Buzzi (Coordinatore del Comitato Organizzativo di Viterbo Città Europea dello Sport 2012) ha votato la migliore prestazione di difesa personale fra le diverse scuole presenti. Una iniziativa che ha visto comunque vincere lo sport in generale e tutti i ragazzi che hanno partecipato. impegno e tenacia.

“Ci siamo anche noi” porta sul tatami i non vedenti

BASKET - Resoconto sulle due sfide interne dei giovani allenati da coach Ferri

i è tenuta nel pomeriggio di sabato al PalaVolley l’iniziativa “Ci siamo anche noi” manifestazione di karate organizzata dal maestro Antonio Anselmi e rivolta, tra l’altro, a ragazzi non vedenti. Anche in questo caso esercizi e dimostrazioni di questa importante disciplina, seguite da manovre e tecniche di autodifesa. I ragazzi non vedenti si sono cimentati anche loro, perfettamente integrati con tutti i loro colleghi, nelle varie esibizioni, segno del grande lavoro svolto dal maestro Anselmi ma anche dal loro. Una iniziativa anche questa inserita nell’ambito di Viterbo Città Europea dello Sport 2012, presenti l’on. Francesco Battistoni e il consigliere Luigi M.

oppio impegno casalingo per gli Under 13 della Stella Azzurra, che si conclude con alterne fortune: una vittoria ed sconfitta. Nella partita col San Paolo arriva la prima sconfitta, dopo una gara che ha visto i ragazzi di coach Ferri guidare fino all’intervallo, con gli ospiti che recuperano nel terzo e poi sfruttano nel quarto le numerose imprecisioni dei viterbesi. Gli stellini offrono nel complesso una prestazione veramente mediocre, orfani del miglior realizzatore biancoblu, Nappi. L’incontro termina 51 a 44 per il San Paolo. Tempo due giorni e la Ilco è impegnata al Palamalè con i pari età del Tarquinia Pegaso di coach Boni. La Stella è al completo, mentre i tirrenici lamenta-

S

Luigi M. Buzzi Buzzi. Un momento di grande sport che ha permesso a tutti di poter vivere un bel momento di sport nell’ambito di una grande ed importante manifestazione che sicuramente rende onore a Viterbo. Un plauso agli organizzatori per aver dato spazio a tutte le realtà.

Ilco, per gli “stel ini” è buona la seconda: k.o. con S. Paolo, ok contro la Pegaso D

no varie assenze, specie nel pacchetto dei lunghi, facendo sì che i ragazzi di coach Ferri abbiano gioco facile sotto canestro con la coppia Mari-Nappi a dominare letteralmente nelle due parti del campo. Partita senza storia con la Stella che prende subito il largo chiudendo l’incontro sul 77 a 33. Riportiamo di seguito i tabellini di entrambe le partite, con i punteggi realizzati dai giocatori biancoblu: Ilco Stella Azzurra 44 San Paolo 51 (8-6, 24-18, 33-32) Ilco Stella Azzurra: Biagini, Maglione, Mari 20, Martinengo, Trotto 2, Rastrelli 6, Ruscetta, Cambi, Bernini, Orchi 4, Piazzolla 10, Filoscia 2. Coach: L.Ferri

Il team Under 13 della Ilco Stella Azzurra Ilco Stella Azzurra 77 Pegaso Tarquinia 33 (23-2, 37-15, 62-25) Ilco Stella Azzurra: Piazolla 4, Maglione 2, Mari

14, Martinengo 2, Nappi 35, Trotto 2, Rastrelli 10, Ruscetta, Orchi 6, Addio, Filoscia, Bernini 2. Coach L.Ferri


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

13

CALCIO

Nuovo fango su Bonucci A seguito delle dichiarazioni di Roberto Di Martino ecco la smentita, dentro anche Leonardo di Leonardo Cutigni

I

mpresa della Caninese in quel di Monteverde. Passa la formazione di Riccardo Sperduti che al contrario dei pronostici si impone contro una forzione sulla carta ben più quotata. La differenza, neanche a dirlo, l’ha fatta il gruppo che si rimasto unito �no al triplice �schio nonostante l’handicap delle numerose assenze. Domenica contro il Rodolfo Morandi sarà l’ennesima battaglia per avvicinarsi a quel traguardo chimato Eccellenza. L’accesso alla semi�nale contro la vincente del gruppo C nasce da una partita intensa chiusa al 1’ del secondo tempo supplementare da una sciagurata e sfortunata autorete di Cann. E dire che ad incanalare il match ci aveva pensato Lonti al 15’ della prima frazione. La reazione dei maremmani è stata veemente con la risposta dopo appena 120” con la deviazione vincente di Boriello su punizione di Renzani. La ripresa, complice il caldo, ha impoverito la qualità dell’incontro che invetabilmente si è prolungato ai tempi supplementari. Il Grifone, forte del doppio

risultato a favore, ha rivolto le proprie attenzioni a non subire il raddoppio, senza fare il conto con la volontà degli Dei del calcio. Solo così si può spiegare l’epilogo �nale. La volontà ed il sacri�cio di Paoloni & C. è stata riconosciuta dalla sorte. Gli assalti �nali dei padroni di casa non hanno trovato riscontri di fronte alla difesa dei ragazzi di Sperduti che in colpo solo ergono la propria stagione da positiva a stellare. Il presidente Maurizio Morini non nasconde la soddisfazione per il traguardo raggiunto: “Un mese fa ci davano per spacciati, ci chiedevano se vendevamo le partite, questa è la migliore risposta. Il campo è giudice imparziale ed ha premiato il nostro lavoro e le nostre fatiche. Ringrazio Riccardo Sperduti per lo straordinario lavoro svolto e per aver sempre creduto in questi ragazzi. Domenica ci giochiamo molto, mi auguro di continuare nella direzione intrapresa. Se staccheremo il pass per l’Eccellenza faremo una formazione all’altezza, partendo dalla riconferma della rosa attuale e della guida tecnica. Investiremo sugli under.”

Q

Foto Andrea Di Palermo In alto Leonardo Bonucci

uesta è una vera e propria caccia alle streghe. La macchina del fango continua a prendere di mira il nostro Leonardo Bonucci nonostante le dichiarazioni del procuratore di Cremona, Roberto Di Martino che, in mattinata, aveva escluso l’ipotesi di altri nazionali coinvolti nel calcio scommesse al di fuori di Criscito. Il dubbio quindi è più che lecito, soprattutto per la tempistica dello scandalo. Come è noto ai più, una notizia richiama maggiori attenzioni nei momenti clou e dunque quale migliore occasione del ritiro della Nazionale? Leonardo era già stato ascoltato per la stessa ragione nel corso dalla stagione, col risultato di una scagionatura dalle infamanti accuse. Ora si cercano nuove prove, nuove conferme ai sospetti, che al 100% rimaranno tali. Il risultato? Ciao ciao nazionale. Neanche una settimana fa il nostro Etrusco d’ Oro si era dissociato con fermezza dalle accuse mostrando limpidezza ed orgoglio per i sacrifici fatti nel corso della sua carriera. Purtroppo le telecamere richiamano attenzioni e generano popolarità, con buona pace della dignità dei presunti colpevoli. Riccardo Bonucci, difende il proprio fratello: “Sono sbigottito, Leonardo è estraneo ai fatti. La magistratura dimostrerà la sua innocenza. La nazionale in questo momento passa in secondo piano. Qui è in ballo la dignità e la professionalità di un uomo. Sono certo che verrà dimostrata la sua innocenza.” Il sentore è che tutto si chiuderà nella classica bolla di sapone. Peccato che il rischio di perdere l’Europeo può diventare un’amara realtà. Il tempo dimostrerà che l’unica scommessa su Leonardo è stata quella di credere in lui come calciatore e uomo perbene e sarà vincente!

PLAY OUT ECCELLENZA - Il Corneto Tarquinia saluta l’Eccellenza

Errori difensivi e gol divorati decidono il match Granato giocherà la carta ripescaggio per salvare i rossoblu Il tecnico del Corneto Tarquinia Granato

C

he batosta! Il Corneto Tarquinia saluta nel peggiore dei modi pubblico e categoria. Troppi gli errori di distrazione e troppi i gol divorati. Insomma nella partita decisiva la formazione di Granato mette in mostra tutti propri limiti che da un lato avevano condannato la formazione litorale

ai play out e che ora li condannano alla retrocessione. Non è bastato un Dario Spirito in splendida condizione, putroppo la volontà del Diana Nemi ha avuto la migliore con la terza rete a mettere nero su bianco i difetti di una retroguardia apparsa troppe volte in ‘barca’. È il 13’ della ripresa quando una punizione par-

sa innocua dall’out basso viene rimessa in gioco da Orlandi, la sfera scorre in area dove Cassandra, tutto solo, firma la sua personale doppietta con una potente sforbiciata. Emblematico anche il gol divorato da Granato al 29’ che tutto solo, spedisce a lato un cross in area di Forieri. Per la gloria, ma anche in questa occasione sciupata, l’occasione al terzo minuto di recupero della ripresa quando Giorgi manda a lato con la porta

Triste epilogo per i tirrenici del Diana Nemi totalmente vuota. Il parziale finale recita un beffardo 1 -4 con le reti realizzate al 3’ da Pedalino (D.N.), al 12’ da Cassandra (D.N.), al 29’ da Granato (C.T.), al 13’

La Viterbese prova a chiudere il cerchio nel settore under L

a Viterbese prova a chiudere il discorso under mettendo in rosa tre ragazzi di buona prospettiva. Al termine degli stage dell’ultimo mese sono stati confermati Pietrovito, classe ‘93 proveniente dal Sorrento, Cirinnà, classe ‘94 proveniente dal Fidene e Stoppo, classe ‘95 proviente dal Bettini Roma. Oggi presso il Rocchi si svolgerà un ulteriore stage per colmare le

ultime due caselle

in prospettiva under. Si stingerà per l’estremo difensore Mosciatti della Lazio ed un calciatore proviente da un altro settore giovanile professionistico. Dal fronte ritiro entrano nuove news con Campo di Giove, in Abruzzo, che sembra aver scalzato sul �lo di lana Ovindoli. Un’ ultima battuta va risevata ai ragazzi ‘96 di Savini che per il secon-

do anno escono dai play off senza subire una sconfitta. Una conferma della bontà del settore giovanile viterbese che, se confermato potrà fornire negli anni a seguire diverse pedine interessanti. Un nome su tutti il capitano Lorenzo Bordo che è stato eletto man of the match al termine della sfida col Savio riportando un ottimo 8 in pagella.

st da Cassandra (D.N.) ed al 25’st da Battistelli (D.N.). Al termine dell’incontro diversi i volti scuri in casa Corneto anche perché la salvezza passava da due risultati a favore con la sola sconfitta a condannare i rossoblu.. Ora la società tenterà la carta del ripescaggio ma il percoso, ad oggi, appare in forte salita. Per la prossima stagione il tecnico Granato dovrà mettere in discussione il reparto difensivo cercando di trattenere i propri gioielli. Sicuramente la categoria influirà molto in ottica mercato ma la volontà è parsa chiara sin dal triplice fischio del signor Leo di Roma 2, ossia riportare il

Corneto Tarquinia in Eccellenza nel minor tempo possibile. A far compagnia al Corneto Tarquinia anche il Fiumicino che è stato superato ai supplementari dal Giada Maccarese col risultato di 1 - 4. In rete Marconi al 18’ st (F.), al 41’ st Zamperini (M.), al 9’ pts Acchrachi (M.), al 15’ pts Zamperini (M.) ed al 3’sts Bellucci (M.) La formazione di Castagnari si giocherà la salvezza nel decisivo scontro contro il Ladispoli. Chi sa che il Maccarese non compia l’impresa di eliminare l’ex regina del campionato Promozione. Chi vivrà vedrà.


� �

sport

SPORT

14

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

FOTO RICORDO

Straordinariamente Castrense Dopo il trionfo in campionato è arrivata la vittoria nella Coppa Lazio contro il Città di Ciampino

E

il Madami di Civita Castellana si tinse di gialloblu con i colori della Castrense che incide nella sua gloriosa storia un altro prestigioso trofeo. Festa grande domenica scorsa al termine dei supplementari di Castrense-Città di Ciampino, s�da decisa dal rigore messo a segno da Randazzo al 3’ del primo tempo supplementare nel contesto di una gara in cui è stata la Castrense a fare la partita e ad avere le migliori occasioni. Per il gruppo del presidente Vincenzo Camilli termina quindi nel migliore dei modi una stagione straordinaria in cui è stato stravinto il campionato di Prima Categoria con un + 20 sulla seconda in classi�ca (la Sorianese) e con questa chicca che tra l’altro va ad arricchire una bacheca che dalla stagione 1995/96 con la gestione dell’allora patron Piero Camilli ha vinto tutto quello che c’era da vincere sino all’apoteosi con la Coppa Italia Nazionale di serie D. Nella pagina con le immagini di Andrea Di Palermo ecco i momenti salienti di un pomeriggio destinato a passare negli annali del calcio “viterbese” con la Castrense che ha sollevato al cielo l’ambito trofeo davanti ai suoi numerosissimi tifosi. Si è rivisto tra l’altro un bel clima di euforia con la partecipazione di numerose famiglie che da Grotte di Castro sono arrivate al “Madami” per non perdersi il prestigioso appuntamento. La “famiglia Camilli” continua quindi a mietere successi e nella gioia del suo capitano Luciano Camilli nel momento di sollevare il trofeo al cielo c’era tutto il giusto entusiasmo per proseguire questa scalata. Gioia in�nita anche per il tecnico Raspoli. Intanto la scelta tecnica della prossima stragione da parte della proprietà è stata indirizzata su Enrico Centaro, nel corso di questa stagione mister della Virtus Bolsena (agv)

Foto Andrea Di Palermo


� �

sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Martedì 29 Maggio 2012

15

VARIE SPORT

Virtus Pilastro campione provinciale! Grazie al successo di Canino (1-4) la squadra di Bonelli conquista la promozione CALCIO JUNIORES Trionfo della Virtus Pilastro: 4-1 alla Caninese e titolo in bacheca E fu trionfo e successo �nale per la Virtus Pilastro, con la conquista di un meritato titolo provinciale categoria Juniores, che, perso sul �lo di lana lo scorso anno, non è sfuggito in questa stagione. Nell’ultima giornata, sul Piermattei di Canino, l’ ultimo atto di un campionato fatto di alti e bassi, con numerose squadre a contendersi il successo �nale. I locali non hanno più nulla da chiedere, mentre gli ospiti, in testa con un punto di vantaggio, devono pensare solo alla vittoria, senza fare calcoli sul risultato di Caprarola dove l’altra pretendente al titolo è opposta alla Virtus Cimini. I ragazzi di Bonelli sono tesi, e scendono in campo contratti e con la paura di perdere un’altra occasione. Sull’altra sponda molta voglia di farsi valere e rendere dura la vita agli avversari. Ma la partita sembra mettersi subito bene per gli ospiti che passano in vantaggio con Calin che trasforma un rigore concesso dall’ arbitro Bruni per una trattenuta in area ai danni di Tardani. La partita si sblocca nel risultato

soprattutto per aver fatto sempre gioco di squadra. Mister Bonelli in sostanza ha sempre creduto nella bontà dei suoi ragazzi, e del suo gruppo, coadiuvato nell’avventura dai dirigenti Rossetti, Menicacci, Troili e lo storico assistente Napoli. Un ringraziamento va anche alla società Virtus Pilastro che dopo diversi anni ritorna alla conquista di un successo stagionale con la conquista di un titolo di calcio giovanile; una società che il Presidente Massimo Pacchiarotti ed i suoi dirigenti hanno cercato di far crescere sia dal punto di vista sportivo e umano, partecipando in maniera più che dignitosa a tutti campionati dalla 2^ categoria �no alla scuola calcio. Un successo, questo, che proietterà meritatamente, la società nel panorama regionale dei campionati juniores del prossimo anno. Stagione �nita? L’attività della società non si ferma qui, ed ora sotto con il torneo Fiorillo ed il Memorial Filippo Aquilani che animeranno i pomeriggi e le serate �no alla �ne di giugno. Ecco il tabellino del match che ha incoronato la formazione del presidente Pacchiarotti campione

Atletica: un pizzico di sfortuna per l’Alto Lazio nei Regionali che consente di sperare in una quali�cazione, mentre i maschi per l’inatteso incidente occorso durante la gara dei 2000 Siepi a Elia Governatori totalizzano soltanto 8985 punti con 16 gare (due in meno di quelle valide ai �ni della classi�ca. Nella squadra femminile in grande evidenza Eleonora Schertel che totalizza ben 790 punti nella gara del Salto in Alto vinta con la misura di 1,63, e le due marciatrici Maria Vagnoni e Gina Pascal che ottengono nei 5 Km. di Marcia anche il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani Allieve. Si migliorano nel Peso e Martello Miriana Delle Piagge e nei 400m. Chiara Nicosia, mentre esordisce nell’Alto e nei 100m. Giulia Ragonesi. Tra i maschi c’è da annotare l’ottima performance di Bobby Jonas

Mister Bonelli festeggiato dai suoi ragazzi nel post-gara ma non nel gioco; così i padroni di casa pareggiano al 27’ con Paoloni che solo in area tra�gge Mazzetti con un perfetto diagonale. I viterbesi sbandano, falliscono due facili occasioni per il vantaggio, ma anche i padroni di casa, potrebbero andare in goal in più di un’occasione. Il primo tempo termina in parità; in dif�coltà i rionali, euforia per i padroni di casa. Nella ripresa però le cose cambiano, con un’altra partita: entrano Rempicci e Mancinelli, e soprattutto il primo mette in serie dif�coltà la retroguardia, e offre un secondo punto di riferimento in attacco, oltre a Tardani troppo isolato nel primo tempo. Ed infatti il vantaggio arriva al 13’ su calcio d’angolo dello stesso Rempicci, che Calin mette in rete. La Caninese tenta una reazione, ma le forze vengono meno ed il nervosismo ha la meglio. I ragazzi di mister Bonelli invece rimangono concentrati e vanno in goal altre due volte con Rempicci, che mette al sicuro il risultato e scaccia la paura della vittoria. Quindi un successo di stagione meritato, soprattutto perché i ragazzi hanno sempre reagito bene alle dif�coltà incontrate. Un gruppo coeso e unito, senza grosse individualità, che ha prevalso

provinciale. Caninese: Marini, De Marchi, Danilo, Di Pietro, �lippini, Salvi, Morosini, Hasani, Paoloni (cap), Pieri, Barletta, Socciarelli, Pecci, Della Corte, Scuderi. Virtus Pilastro: Mazzetti , Miniucchi, Fabi, Calin, Pietrolungo, Caciola (cap), Menicacci, Halluli, Tardani, Persi, Corradini, Mecali, Mancinelli, Ceccarelli, Rempicci, Geronzi, Ante, Grecu. All. Bonelli Angelo. Arbitro: Bruni (Viterbo) Marcatori: p.t. 13’ Calin (rig), 24’ Paoloni, s.t.13’ Calin, 22’ e 36’ Rempicci. ATLETICA I risultati dell’Alto Lazio Colavene nei Regionali di società Si è conclusa domenica 27 maggio a Rieti la seconda fase dei Campionati Regionali di società, in cui era impegnata con la squadra maschile e femminile Allievi/e, l’Alto Lazio Colavene, alla ricerca del pass per la fase �nale prevista a �ne giugno. Purtroppo solo le femmine riescono a completare le 18 gare utili per conseguire un discreto punteggio �nale di 9756 punti,

che nei 200m. coglie con 23”27 il minimo di partecipazione per i campionati Italiani Allievi, il solito Davide Zocchi che vince il Peso con 15,59 e Alessandro Conforti che corre i 400m. nell’ottimo tempo di 53”64. Bene anche Giuseppe Caporali che si migliora nel Peso lanciando a 12,75, Umberto Battistin 1,70 nell’Alto e Davide Castellana che esordisce nei 400Hs. con un discreto 1’07”18. CALCIO 3ª CATEGORIA Finale con 3 punti per la Virtus Nel sabato di chiusura uf�ciale della stagione calcistica 2011-2012, il comparto aquesiano si accomiata in maniera globalmente più che suf�ciente. Tre punti senza neanche sudare nel Campionato di Terza Categoria per la Virtus del tecnico Roberto Paci�ci, in quanto il Vitorchiano 1971 non si presenta al Boario. Straordinario secondo posto in classi�ca messo quindi in ghiaccio. Bene anche la Polisportiva Oratorio Madonna del Fiore del tecnico Andrea Colonnelli che sbanca per 4-0 il terreno di gioco della Real Pool Viterbo. Doppietta per Emanuele Pallottino e reti singole per Lorenzo Paggetti e Alessandro Pacchiarotti. Chiusura con scon�tta per la Cate-

La Virtus Pilastro in delirio dopo la vittoria del campionato goria Juniores targata Luca Frelicca (2-0 nella gara disputata sul campo della Nuova Bagnaia. CALCIO PULCINI La Polisportiva Real Azzurra fa incetta di titoli nel Pugnaloni La Polisportiva Real Azzurra Grotte di Castro fa incetta di titoli al Torneo giovanile Città dei Pugnaloni in programma ad Acquapendente. Nella Categoria Pulcini 2001 il team guidato da Raspoli (Belgi, Campanile, Cordelli, Fantucci, Fastella, Filoni, Fortuni, Mazziantonio, Presilli, Calistri), supera per 7-0 la formazione umbra del Federico Mosconi di Sferracavallo (Porcari, Rastelli, Baron, Lazzarini, Sarri, Ricci, Prili). La rete del vantaggio primo quarto arriva allo scadere con un rigore di Fortuni. In evidenza in zona goal Fastella, Cordelli e Calistri. Alle rete di Fastella nel secondo fanno da corollario le iniziative di Mazziantonio e Presilli. Tra gli umbri al tiro Lazzarini. Ben cinque reti nel terzo: Cordelli, Mazziantonio, Filoni, Presilli e Fastella a cui fa da corollario la bordata dalla distanza di Campanile. Per gli umbri al tiro Rastelli. Nella �nalina per il terzo e quarto posto i padroni di casa dell’Alta Tuscia di Lallo Montagnoli (Lauricella, Meaccini, Breccola, Lombardelli, Marziali, Giovannini, Marco Ronca, Cecio, Silvestrini) superano per 2-0 l’Usd Aurora Pitigliano (Franci, Bulgarini, Formiconi, Goscilo, Loconte, Baldelli, Crosta, Laconi, Martinelli, Mechella). In rete Giovannini e

Marziali. La s�dai 2002 tra i grottani di mister Vittori (Ambrosini, Bataloni, Chiavarino, De Nicola, Fastella, Giunta, Paci, Poponi, Scatena, Pepe) ed i padroni di casa dell’Alta Tuscia (Agostini, Casciani, Matteo Palla, Alessio Palla, Magalotti, Filippo Ronca, Menghinelli) si decide solo alla lotteria dei calci di rigore (5-3 il risultato �nale). L’emozionante ed al cardiopalmo storia-gara, vede gli alto laziali chiudere in vantaggio per 1-0 il primo quarto grazie alla rete di Menghinelli ed alla precise geometrie di Matteo Palla, Magalotti e Filippo Ronca. Spunto isolato grottano targato Giunta. Nel secondo raddoppio di Menghinelli su imbeccata di Bedini a rete ospite di Fastella su apertura di Giunta. Nel terzo quarto i grottani raggiungono il pareggio con Pezzini e mettono in mostra le doti della coppia Fastella-Giunta. “Dea bendata avversa” per gli alto laziali che colpiscono una traversa con Matteo Palla e s�orano la marcatura per due volte con Bedini. Filippo Ronca da una parte e Giunta dall’altra aprono la s�da ai rigori con gol. Matteo Palla, Chiavarino, Magalotti, Fastella mandano i rigori alti sulla traversa. Casciani la colpisce in pieno, mentre Di Giovancarlo viene iptonizzato da Alessio Bedini. All’ultimo giro Alessio Bedini calcia fuori mentre Bataloni in�la in rete. CALCIO A 5 I numeri della Vigor Guidato �no a dicembre da

Roberto Morri (impegni di lavoro gli hanno impedito di portare a termine il proprio impegno sportivo) e poi dal dirigente Carlo Fioravanti, il Calcio a 5 Vigor del presidente Stefano Alberelli ha centrato ampiamente l’obiettivo pre�ssosi ad inizio stagione: la salvezza diretta nel Campionato umbro di Serie C2. Nella stagione che ha sancito il trionfo del Calvi, gli aquesiani hanno ottenuto un quart’ultimo posto �nale ottenendo 33 punti in 20 gare. 10 le vittorie (8 in casa e 2 fuori casa), 3 i pareggi (1 in casa e 2 fuori casa) e 17 scon�tte (6 in casa ed 11 fuori casa). 91 le reti fatte (45 in casa e 46 fuori casa) e 107 subite (32 in casa e 75 fuori casa). 15 i giocatori andati in rete durante la stagione. La specialissima classi�ca cannonieri è stata vinta da Andrea Buzzico con 20 reti (10 in casa e 10 fuori casa). Alle sue spalle Matteo Banditelli con 13 (8 in casa e 5 fuori casa), Ludovico Vitali con 12 (4 in casa e 8 fuori casa), Francesco Ciucci con 11 (4 in casa e 7 fuori casa), Vittorio Bozzoni con 8 (6 in casa e 2 fuori casa), Jacopo Pelosi con 6 (3 in casa e 3 fuori casa), Simone Pagnotta con 5 (4 in casa ed 1 fuori casa), Davide Bartoccini con 4 (3 in casa ed 1 fuori casa), con 3 Marco Mazziantonio (0 in casa e 3 fuori casa) ed Enrico Putano Bisti (1 in casa e 2 fuori casa), Francesco Pietroni con 2 (tutte fuori casa) e con 1 Giuliano Cencini (in casa), Francesco Cica (fuori casa), Luca Lucchi (fuori casa) e Juan Rossi Sacchi (in casa).

Schertel, Vagnoni, Delle Piagge e Pascal: il dream team rosa dell’Alto Lazio



L'Opinione di Viterbo - 29.05.2012