Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

VENERDÌ 27 APRILE 2012 ���������������������

Anno III N. 94 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

San Martino nel degrado, la Destra “tira le orecchie” al sindaco Marini Servizio

Eventi

Regione

Parroncini attacca la Governatrice “Solo proclami e annunci”

Presentata l’edizione 2012 di Cafféina Si parte il 29 giugno fino al 14 di luglio

di Severo Severini

Servizio

a pagina 5

a pagina 9

a pagina 7

SANITOPOLI - Ecco come Mauro Paoloni e Giuseppe Aloisio si “aggiustavano” i propri affari personali

Oltre alla sanità, bar e piscina SPORT

Calcio

Viterbese e Flaminia ed i punti salvezza

Grazie ai suoi organi salve cinque persone

Sorano, ieri i funerali di Alexandra

Servizio a pagina 20

Non c’è che dire. L’accoppiata Aloisio-Paoloni oltre a fare gli interessi dei cittadini viterbesi (così hanno sempre sostenuto) hanno appro�ttato del loro ruolo per sistemare anche qualche piccola praticuccia. Ad esempio Aloisio si dedicava anche a migliorare casa e come supervisore dei lavori utilizzava un impiegato della Ausl. Paoloni che invece era molto più concreto pensava a mettere in piedi una catena di bar all’interno delle strutture sanitarie. Dopo aver fatto un affare con quello della Cittadella della Salute si adoperava per aprire anche all’interno della clinica Santa Teresa dell’amico Angelucci. Servizio di Paolo Gianlorenzo a pagina 3

Renata Polverini sostiene la candidatura di Sergio Caci

Festa della ricotta arriva a Canale 5 di Michele Mari a pagina 13

VETRALLA

Coppari “striglia” la Giunta Aquilani di Emanuele Faraglia a pagina 14

Promozione La Caninese resta in corsa per il primato Servizio a pagina 20

MONTEFIASCONE

CIVITA CASTELLANA

Distretto industriale al salone del mobile Servizio a pagina 4

di Raccio Polli a pagina 5

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 15


Venerdì 27 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

SANITOPOLI - Altro che interesse dei cittadini, quando “regnavano” gli uomini di Fioroni il primo pensiero era per gli affari privati dell’ex direttore generale e del suo superconsulente

Aloisio preoccupato per la piscina Paoloni per il bar alla Santa Teresa di Paolo GIANLORENZO

P

ippo Aloisio era davvero incredibile. Non si preoccupava solo della salute dei suoi amici ma anche di quella della sua villa sulla Teverina in fase di ristrutturazione. Girando tutto quel denaro non poteva certo farsi mancare una mega piscina. I lavori, ovviamente, li faceva seguire al suo uomo di �ducia, che prima di essere scaricato era Ferdinando Selvaggini. Selvaggini si doveva preoccupare delle consegne della Unopiù, dei lavori idraulici, delle tende, insomma doveva tutto funzionare a meraviglia. Allo stesso tempo, Paoloni, si preoccupava del Bar della Cittadella della Salute e di quello che avrebbero aperto di li a poco presso la nuova clinica sulla Tuscanese della Santa Teresa. Tra una “fregatura” e l’altra, si accordava con il socio Lisi e i suoi collaboratori af�nché non fossero ripetuti gli errori commessi nel passato. Ecco cosa scrivono gli inquirenti: “Nel corso delle attività investigative svolte in ordine al procedimento penale m. 2842/2008 RGNR veniva accertato un sodalizio tra gli indagati Aloisio Giuseppe Maria Antonio, direttore generale della Ausl di Viterbo pro-tempore, Paoloni Mauro consulente strategico della Ausl di Viterbo nominato da Aloisio ed i fratelli Marcoccia della società Centro Diaz srl, che ha permesso di garantire ed assicurare la trattativa inerente la locazione dello stabile adibito a “Cittadella della Salute” agli imprenditori Marcoccia. Tali gravi indizi trovano fondamento dalle attività svolte in ordine

al procedimento penale 2842/2008 RGNR relativamente al reato di turbativa d’asta già contestato e dalle attività di intercettazione. In particolare, queste ultime hanno consentito di acquisire numerosi contatti telefonici tra gli indagati e/o persone a loro vicine e dai quali si evincono gli interessi univoci che scaturivano da tale trattativa e soprattutto il provento illecito della trattativa ottenuto dal Paoloni con la proprietà del bar ubicato al pian terreno dello stabile. Dalle attività di intercettazione è stata acquisita una nuova notizia di reato, �no a quel momento sconosciuta, relativa al fatto che Paoloni, vero dominus della Ausl di Viterbo, ha ottenuto quale vantaggio patrimoniale dall’intermediazione svolta per il trasferimento degli uf�ci della Ausl di Viterbo al palazzo ora denominato “cittadella della salute”, la proprietà del bar ubicato al pianterreno dello stabile senza dover ricorrere alle normali regole di mercato, ovvero della concorrenza. Inoltre, l’esercizio commerciale, seppur già preesistente, era di dimensioni ridotte ed i piani superiori erano quasi vuoti. Pertanto il vantaggio patrimoniale per il Paoloni scaturisce oltre che dalla corsia preferenziale di cui ha potuto bene�ciare nella trattativa anche dal valore aggiunto al costo di acquisto del bar che, al contrario è rimasto dello stesso importo per cui lo avevano acquistato i fratelli Marcoccia e quindi ben al di sotto all’effettivo valore di mercato, in ragione sia degli ulteriori mq a disposizione ma soprattutto per il fatto che di li a poco ci si sarebbero trasferiti gli uf�ci ed i laboratori della Ausl di Viterbo e pertanto con facili previsioni di un

aumento di af�uenza di persone e di sicuri guadagni. ù Altro elemento indiziario che è emerso dalla documentazione in atti è costituito dal fatto che i Marcoccia hanno acquistato il bar unitamente a tutto il resto del complesso, poi lo hanno ceduto in locazione con tutto il ‘’pacchetto” alla Ausl di Viterbo e poco dopo, di concerto con i vertici della Ausl di Viterbo, hanno estromesso il bar dalla locazione per venderlo alla società Magica Roma di Alfonso Lisi della quale, pur non risultando formalmente, faceva parte Paoloni. Tutto ciò è stato possibile appurarlo proprio grazie alle attività di intercettazione che hanno consentito di scoprire il tutto e “smascherare” il vero ruolo di Paoloni, ovvero di proprietario occulto del bar in argomento, attualmente gestito dalla società Pro-Bar. Tutto ciò si evince sin dalle prime conversazioni registrate, infatti, a seguito del sopralluogo dei Vigili del Fuoco di Viterbo venivano rilevate alcune irregolarità nei locali dell’esercizio che dovevano essere

risolte entro i successivi 15 giorni. Paoloni, all’epoca ancora consulente strategico della ASL di Viterbo, comportandosi come proprietario dell’esercizio commerciale, si attivava sia nella risoluzione delle certi�cazioni richieste dei Vigili del Fuoco e sia nella gestione in toto dell’attività commerciale (come ad esempio la gestione dei conti correnti bancari, la gestione del personale inerente somministrazione degli alimenti). Inoltre, e sempre sin dalle prime conversazioni registrate, emerge subito una telefonata tra Marcoccia Umberto Maria e l’ing. Ricci Marco tecnico di �ducia dei Marcoccia, ma al tempo stesso persona molto vicina al direttore generale della Ausl di Viterbo tant’è che, come accertato nel corso della indagini, lo stesso è risultato essere destinatario di più consulenze da parte della direzione strategica della Ausl di Viterbo, tra queste si ricordano: i compiti assegnati per le problematiche delle veri�che strutturali dell’Ospedale Grande degli Infermi, lo studio della desti-

nazione degli uf�ci presso la nuova sede della cittadella della salute, altri incarichi su altri appalti in esame di valutazioni da parte di codesta A.G. (es. Abbott); ma soprattutto quale destinatario di rapporti diretti con il direttore generale Aloisio relativi alla realizzazione della piscina presso l’abitazione del dirigente. A conferma dell’ipotesi investigativa sopra riassunta sono state acquisite numerose conversazioni legate anche all’apertura di un nuovo bar presso la clinica Nuova Santa Teresa di Roberto Angelucci, ancora in fase di apertura e ubicata a Viterbo strada provinciale tuscanese. L’apertura della clinica sopra citata è oggetto di altro �lone investigativo il cui esito delle attività svolte è stata depositata nota a parte, in tale contesto è emerso che Paoloni, sempre in qualità di consulente strategico della Ausl di Viterbo ovvero di vero dominus dell’azienda sanitaria viterbese, ha cercato in tutti i modi, e soprattutto attraverso le sue conoscenze

all’interno della Regione Lazio, di ottenere l’apertura della clinica in questione in palese contrasto al piano di rientro del de�cit accumulato attuato dal presidente e commissario straordinario on. Piero Marrazzo. Come già evidenziato nell’analisi di tali fatti reato Paoloni anziché perseguire gli interessi della pubblica amministrazione e quindi asseverare le volontà dei vertici della Regione Lazio, ha privilegiato gli interessi del privato, ovvero della famiglia Angelucci, in cambio del vantaggio patrimoniale che poteva scaturire dalla gestione del bar che si doveva essere aperto all’interno della clinica. Da ciò si evidenzia in maniera chiara ed inequivocabile il modus operandi adottato dal Paoloni che risulta lo stesso in entrambe le vicende appena citate, ovvero sia per quello attuato per l’acquisto del bar della cittadella della salute che per l’acquisto bar della clinica Nuova Santa Teresa, fornendo quindi ulteriori, gravi ed univoci indizi a quanto �nora ipotizzato”.

ideali, che mai ha rinnegato nel corso della propria esistenza. La sua coerenza di vero patriota lo ha portato a scegliere la Repubblica Sociale dopo i fatti dell’ 8 settembre ’43 nella quale ha saputo distinguersi continuando a combattere per le idee in cui credeva. Con lo stesso ardore ha continuato il proprio impegno politico nel glorioso Movimento Sociale Italiano, del quale è stato per molto tempo Segretario Federale e nelle cui �la ha ricoperto l’incarico di Consigliere Regionale, Senatore ed in�ne sindaco della città di Latina. Né va dimenticato l’impegno profuso a sostegno dello

sport e della medicina sportiva, passione che ha lasciato un segno concreto nella creazione di uno dei centri sportivi più completi ed all’avanguardia dell’intera città, oltre ai centri di �sioterapia e riabilitazione. La destra politica pontina e la cittadinanza tutta perdono oggi un punto di riferimento, un padre nobile ed un uomo il cui onore resterà ad esempio e a testimonianza sempre viva per le generazioni che verranno”. Anche il professor Bordoni ha inviato un telegramma ai familiari e una delegazione viterbese parteciperà alle esequie.

L’ex sindaco e senatore di Latina, beffardo come sempre, se n’è andato il 25 aprile

Rsi, i reduci piangono Ajmone Finestra L

’ex sindaco di Latina ed ex senatore Ajmone Finestra è morto la notte scorsa all’età di 91 anni. Combattente della Repubblica Sociale, Finestra nel dopoguerra divenne esponente del Movimento Sociale Italiano, di cui è stato segretario provinciale per 36 anni. Come fa sapere il Comune di Latina, sarà allestita la camera ardente all’interno del Museo Cambellotti e sarà aperta al pubblico dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00. Per sabato, giornata in cui si terranno i funerali nella Cattedrale di S. Marco a Latina, è stato indetto il lutto cittadino. Nato a Todi (Perugia) il 4 febbraio del 1921, Finestra si era trasferito a Latina (allora ancora Littoria) con la famiglia nel 1934, a seguito del padre dirigente dell’Opera Nazionale Combattenti. Sposato con Maria Pia Salvini e padre di due �gli, e’ stato insegnante di educazione �sica per più di trenta anni nelle scuole medi e superiori di Latina. Specializzato in terapia della riabilitazione, aprì a Latina nel 1962 uno dei primi centri di riabilitazione �sioterapica del Lazio. Nel 1972 venne eletto consigliere regionale del Lazio per l’Msi ricoprendo la carica per dieci anni. Nel giugno

1979 venne eletto senatore della Repubblica riconfermato nel 1983. Tra gli altri incarichi in Senato, quello di membro della Commissione Difesa di Palazzo Madama. Nel novembre 1993 venne eletto sindaco di Latina, restando in carica �no al maggio del 2002. Fu il primo sindaco di Latina ad essere eletto direttamente dai cittadini. E’ stato per molti anni consigliere provinciale e comunale. Nel 2002 venne eletto vicepresidente dell’Unione nazionale combattenti R.S.I. e nel dicembre 2005 fu eletto presidente al congresso di Firenze. Alla �ne della guerra fu condannato a morte e rinchiuso nel carcere viterbese di Mammagialla in attesa dell’esecuzione. Fu amnistiato e quindi si dedicò alla politica al �anco di Almirante. Si moltiplicano i messaggi di cordoglio per la morte dell’ex sindaco di Latina, Ajmone Finestra. IL CORDOGLIO DELLA GOVERNATRICE – “Desidero esprimere cordoglio a nome mio e della Regione Lazio per la scomparsa dell’ex sindaco di Latina ed ex senatore della Repubblica, Ajmone Finestra. La nostra vicinanza va alla comunità di Latina a cui Finestra ha dedicato tutto il proprio impegno non solo negli anni che lo hanno visto sindaco del capoluogo

pontino. Una dedizione verso la propria città e il proprio territorio che ho potuto constatare nelle diverse occasioni in cui ho avuto modo di incontrarlo nelle mie visite a Latina. Alla moglie e ai �gli rivolgo le più sentite condoglianze”. Lo dichiara la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini. IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA CUSANI - Con la scomparsa del sen. Ajmone Finestra va in archivio un sistema di tradurre con estremo rigore ideale e morale l’impegno politico e amministrativo. Il sen. Finestra è stato per me, ma anche per tanti giovani impegnati in politica nei movimenti della Destra pontina, un personaggio al quale guardare con ammirazione, perché capace nel suo mai abiurato percorso di militante della Repubblica di Salò di essere contestualmente un politico accorto e un amministratore aperto alla società del futuro. L’ha chiaramente dimostrato negli anni da consigliere comunale, da senatore della Repubblica con l’Msi di Giorgio Almirante, da primo sindaco di Destra della città capoluogo. Come seppe criticare, senza mezzi termini o remore, la svolta imposta al Partito da Gianfranco Fini, scelta mai condivisa. Con il sen. Finestra si chiude dunque un’epoca

nella quale pochi erano i calcoli di bottega politica, nulli i vantaggi di carattere personale, assoluto l’impegno da profondere per dar corpo alle idee, gettando sempre il cuore oltre l’ostacolo. Onore ad Ajmone Finestra”. IL SINDACO DI TERRACINA, PROCACCINI – “Il cordoglio Istituzionale e il sentimento di tristezza personale per la scomparsa del senatore Ajmone Finestra, un punto di riferimento valoriale per mia storia politica ma soprattutto una persona onesta e perbene. Con la sua scomparsa se ne va via un pezzo della grande storia italiana d’impegno civile, di solidità morale e passione politica. Le idee camminano sulle gambe degli uomini, ha detto qualcuno, e le gambe di Ajmone Finestra erano forti, le sue idee condivisibili o meno trovavano in lui un interprete al di sopra di ogni sospetto di intesse personale. Da parte dell’Amministrazione comunale un saluto affettuoso alla famiglia di Ajmone Finestra”. IL CONSIGLIERE REGIONALE STEFANO GALETTO: ” Esprimo profondo cordoglio per la scomparsa del Senatore Ajmone Finestra. già sindaco di Latina città che amava profondamente. Uomo integro e visceralmente legato alle proprie convinzioni ed ai propri


cronaca

4

Ancora una vittima della strada Giovane si schianta con la moto T erribile schianto fra un’auto e una moto: un ragazzo di 25 anni, Michele Benatti, di Castiglione in Teverina, ha perso la vita. L’incidente è avvenuto mercoledì sera lungo la strada che collega Orvieto a Todi. Michele si sarebbe scontrato frontalmente con la vettura che sopraggiungeva dalla

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 27 Aprile 2012

Archiviata, con una lettera di scuse, la querelle giuziaria tra segretario comunale ed ex dipendente U

direzione opposta mentre si trovava in curva. Feriti lievemente anche i due passeggeri dell’auto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 e gli agenti della Polstrada di Orvieto: la salma si trova ora a disposizione della magistratura, che dovrà decidere se far effettuare l’autopsia.

na lettera di scuse e un risarcimento simbolico di 100 euro devoluto dal segretario comunale di Ronciglione Luisa Cogliano all’uf�cio servizi sociali hanno concluso la vicenda giudiziaria che ha visto imputata davanti al Tribunale penale di Viterbo, giudice Turco, l’ex dipendente comunale di Ronciglione Patrizia Ferri, che nel 2010 aveva oltraggiato il segretario comunale nell’esercizio

di pubbliche funzioni. La dipendente, allora comandata dal Comune di Roma al Comune di Ronciglione, utilizzava un timbro irregolare per sottoscrivere le pratiche anagra�che, peraltro non in dotazione all’uf�cio. Accertata l’irregolarità il segretario comunale ne aveva disposto il ritiro e l’inibizione dell’uso. La dipendente, alla presenza del vice

sindaco e di un’altra impiegata, Era entrata nell’uf�cio del segretario indirizzando alla Cogliano frasi offensive. Da lì la denuncia all’autorità giudiziaria anche in conseguenza del ripetersi di altri comportamenti ed azioni non consone al ruolo. Il gesto del segretario comunale ha messo �ne alla querelle giudiziaria evitando conseguenze più gravi.

GROTTE S. STEFANO - I carabinieri hanno assicurato alla giustizia gli artefici del tentato colpo alla gioielleria

In manette banda di rapinatori I

carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Viterbo e della Compagnia di Viterbo hanno portato a termine un’operazione di servizio, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Viterbo, dottor Renzo Petroselli, che ha permesso di individuare ed arrestare i responsabili di un tentativo di rapina in un gioielleria di Viterbo. Nello speci�co, l’episodio si è veri�cato il giorno 27 febbraio 2012 ai danni di una gioielleria della frazione di Grotte Santo Stefano di Viterbo, ove, intorno alle ore 10 e 30, tre persone con il volto travisato, grazie ad uno stratagemma, entravano nell’esercizio commerciale, minacciando la commessa e facendole notare il possesso di un arma che tenevano sotto i vestiti, per costringerla a consegnargli gli oggetti di valore contenuti nella cassaforte.

Solo la prontezza di ri�essi della donna che tentava di azionare l’allarme, faceva desistere i malviventi che si davano alla fuga. Le indagini svolte subito dopo la consumazione del reato si sono immediatamente concentrate su un giovane di Sant’Antimo (NA), T.A., ventiduenne, gestore di un’impresa edile con sede in Attigliano (TR), che veniva riconosciuto da un testimone mentre usciva insieme agli altri complici dalla gioielleria dandosi alla fuga. Le successive indagini hanno portato, in tempi brevi, all’individuazione degli altri 3 complici di T.A., due uomini, M.G., trentenne, e B.F. ventiduenne, entrambi della provincia di Napoli ed una donna S.A.C., ventunenne, di origine romene. I Carabinieri hanno veri�cato che la notte del 27 febbraio 2012 i tre uomini, partiti dalla provincia di Napoli, sono venuti a Viterbo dove, nel quartiere di

Santa Barbara, hanno rubato una Fiat 500, portandola a Grotte Santo Stefano per poi utilizzarla per compiere la rapina e assicurarsi al fuga. La Fiat 500 infatti è stata ritrovata dai Carabinieri della locale Stazione Carabinieri subito dopo la tentata rapina abbandonata in quanto i tre erano scappati proprio con il SUV di proprietà di T.A. Importante anche il ruolo della ragazza che, dopo aver effettuato vari sopralluoghi nei giorni precedenti, quella mattina si era presentata nella gioielleria suonando la porta e facendosi aprire dalla commessa e permettendo l’ingresso dei suoi complici. Agli arrestati, rintracciati in Sant’Antimo e Viterbo, è stato noti�cata la misura cautelare restrittiva disposta dal Gip del Tribunale di Viterbo, dottoressa Franca Marinelli. Dopo la noti�ca del provvedimento a loro carico sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari.

La Guardia di Finanza, dopo una segnalazione, ha rinvenuto dei fusti contenenti sostanze inquinanti

Posti i sigilli all’ex conservificio di Tarquinia F

usti contenenti sostanze inquinanti, tra cui carburanti e oli usausti, alcuni dei quali deteriorati e a rischio di disperdere nel terreno i contenuti , sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza nell’ex conservi�cio Arsial di Tarquinia. Per questo motivo, l’altro ieri mattina, la struttura è stata posta sotto sequestro e gli ingressi sigillati. I materiali inquinanti, secondo quanto si è appreso, sarebbero li dal 2008 e nessuno avrebbe provveduto a metterli in sicurezza o a rimuoverli. A lasciarli all’interno dello stabilimento sarebbe stata la società Giaguaro, che �no a quattro anni fa gestiva l’impianto. La concessione alla Giaguaro fu revocata dalla Regione Lazio proprio nel 2008, a seguito di un altro blitz delle �amme gialle, che portò alla scoperta di decine di fusti di concentrato di pomodoro deteriorati, alcuni dei quali coperti di muffe e vermi. Tra l’latro, i �nanzieri accertarono che Giaguaro, anziché acquistare e trasformare pomodori locali, per valorizzare i quali era stato costruito lo stabilimento, utilizzava pomodori cinesi. Attualmente il conservi�cio è in totale stato di abbandono.

Nel tempo è stato depredato di macchinari e l’impianto elettrico è stato completamente distrutto per rubare i cavi di rame.

Sono state rubate anche varie suppellettili e tutto ciò che poteva essere rivenduto. I danni, sebbene non siano stati mai quanti�cati, ammontano

ad alcune centinaia di migliaia di euro. Negli ultimi anni sulle sorti dello stabilimento si sono susseguite mozioni, interrogazioni, lettere, polemiche, proposte di riutilizzo più o meno credibili, ma la situazione è rimasta al polo. Anzi si è ulteriormente deteriorata. E’ probabile che dopo l’ennesimo intervento della Guardia di Finanza, almeno i fusti contenenti i materiali inquinanti vengano rimossi e i rischi di danni ambientali scongiurati. Del futuro del conservi�cio, ammesso che lo abbia, si continuerà invece a dibattere invano ancora per anni.

QUESTURA - Subentra a Vincenzo Cianchella andato in pensione

Milone è il nuovo vice questore vicario A

rrivato alla Questura di Viterbo il nuovo vice questore vicario: si tratta di Pietro Milone, che prende il posto di Vincenzo Cianchella, in pensione dal primo aprile scorso. Milone, laureato in giurisprudenza nel 1987, è entrato in Polizia dopo aver frequentato il corso di formazione nel 1988. Subito assegnato alla Questura di Terni, dove ha assunto la direzione dell’Uf�cio Stranieri e successivamente assegnato quale Funzionario addetto alla Squadra Mobile. Distaccato presso il Tribunale di Roma – Uf�cio Istruzione dal 1990, nel 1994 viene trasferito al Dipartimento della P.S. - Direzione Centrale della Polizia Criminale - Servi-

zio Contrasto Grande Criminalità. Dal 2000 al Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato. Dal 2001 trasferito alla Questura di Rieti, in qualità di dirigente della Squadra Mobile. Promosso Primo Dirigente dal 2005 e trasferito, dopo il corso di formazione, alla Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, dove dal successivo 2007 ha diretto il Servizio Polizia Ferroviaria. Arriva alla Questura di Viterbo dopo aver conseguito numerosi e prestigiosi riconoscimenti nonché attestati per le indagini di polizia svolte durante quasi 5 lustri di attività.

Lutto cittadino e minuto di silenzio nelle scuole

Si sono svolti ieri pomeriggio a Sorano i funerali della giovane Alexandra Cracaileanu

C

on la morte di Alexandra sono tre le vittime del terri�cante schianto avvenuto cinque giorni fa. Due amiche di Alexandra, Valentina Floriani, di 21 anni, e Martina Saletti di 20, �glia e nipote di un carabiniere, erano morte sul colpo. I funerali di Alexandra si sono svolti ieri alle 16 nella chiesa di San Nicola, a Sorano (Grosseto), la stessa in cui, tre giorni fa, si sono svolti quelli delle sue amiche. Per l’ occasione il sindaco del paese Pierandrea Vanni ha proclamato il lutto cittadino e la partecipazione del gonfalone al corteo funebre. Chiuse le attività commerciali e osservato di un minuto di silenzio nelle scuole. Alexandra potrebbe essere sepolta accanto a Valentina e Martina. La decisione sarà presa dalla madre nelle prossime ore. “Voglio che dalla morte di mia �glia possa nascere un seme di speranza per persone da tempo affette da patologie gravi e in attesa di un trapianto di organi’’. E’ quanto detto dalla ma-

dre di Alexandra Cracaileanu ai medici dell’Unità di rianimazione di Belcolle che, dopo aver constatato la morte cerebrale della ragazza, hanno chiesto a lei e all’ex marito, giunto dalla Romania, l’autorizzazione all’espianto degli organi. Grazie a questo gesto potranno vivere e sperare in un futuro migliore cinque persone: il suo cuore, i reni, il fegato e i polmoni sono stati infatti impiantati nel corso della notte scorsa su cinque pazienti diversi in più città d’Italia.


Venerdì 27 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

politica

5

Martedì il presidente del Lazio si è presentata a Montalto per portare il suo sostegno

Polverini “tifa” per Caci sindaco di RACCIO POLLI

A

Montalto di Castro la campagna elettorale è ormai agli sgoccioli e la lista Caci Sindaco è sicura di poter ottenere la vittoria: martedì scorso il Presidente della Regione Lazio Renata Polverini è giunta in paese per sostenere la candidatura a Sindaco di Sergio Caci. Dato l’increscioso “contrattempo” che ha visto le luci del lungomare spegnersi proprio all’arrivo della Polverini e riaccendersi magicamente poco dopo la sua ripartenza (chissà se Carai o i suoi ne sanno qualcosa, ndr), si potrebbe di certo dire che il Presidente della Regione insieme al candidato Sindaco Caci hanno illuminato Montalto marina. Nella splendida cornice del ristorante “Il Maremma” si è dunque svolto il convegno dal titolo “Sviluppo del paese: parliamone con le istituzioni”. In sala, oltre a circa 500 cittadini, erano presenti molti Sindaci ed amministratori,

come il Primo Cittadino di Canino Mauro Pucci, quello di Vasanello Antonio Porri, il Sindaco di Viterbo Giulio Marini e l’assessore Chiara Frontini; e ancora: il Presidente di Arpa Lazio Giovanni Arena e gli assessori regionali Angela Brindelli (Agricoltura), Stefano Cetica (Bilancio) e Fabiana Santini (Cultura). Supportato dagli scroscianti applausi del pubblico, il candidato Sindaco Sergio Caci ha spiegato le linee guida del programma, senza tralasciare di dare dure stoccate all’operato dell’amministrazione uscente: “Siamo seriamente intenzionati - ha dichiarato Caci - a sviluppare un territorio fermo da 10 anni sotto la cappa di un’amministrazione che ha permesso l’ingresso in paese delle società del ‘male affare’. La nostra è una lista civica trasversale, politicamente parlando, che va dal centro destra al centro sinistra”. L’aspirante Primo Cittadino ha dato poi le proprie ricette per lo sviluppo: il porto tu-

ristico, il rilancio del parco archeologico di Vulci, la creazione di due musei, l’etrusco a Montalto e quello della Maremma a Pescia Romana, e, lo sfruttamento del teatro comunale. “E’ necessario valorizzare il mare e le bellezze del territorio - ha concluso Caci - andandosi a prendere i crocieristi che sbarcano a Civitavecchia”. A concludere il convegno è stata Renata Polverini: “Mi congratulo innanzitutto per la giovane età degli aspiranti politici viterbesi che sto incontrando; questo è un segnale importante che la Politica deve recepire. Per quanto riguarda il problema della crisi economica, stiamo facendo tutto il possibile nonostante il fortissimo indebitamento della Regione, causato dai 25 miliardi di Euro lasciati in eredità dalle gestioni precedenti e dalle 4 manovre economiche che ci sono cadute addosso come macigni, 3 del precedente governo ed 1 dell’attuale.

Sergio Caci con Renata Polverini durante il convegno “Sviluppo del paese: parliamone con le istituzioni” tenutosi al ristorante “Il Maremma” martedì scorso

Grande rilevanza - ha aggiunto - stanno avendo le imprese al femminile: 1700 sono infatti le nuove aziende in rosa nel Lazio”. La Polverini è poi scesa nell’ambito di argomenti strettamente elettorali: “Esorto i neomministratori a mantenere sempre alto il proprio senso di responsabilità, tendendo sempre in mente che il primo

pensiero è quello di migliorare la vita dei cittadini e che nel loro prossimo operato la Regione sarà sempre presente: la Regione è al servizio del territorio”. Durante il buffet che ha seguito il convegno, Sergio Caci ha concluso la serata ricordando ai presenti le parole che gli sono state rivolte da una signora - di ideologia

di sinistra -, che dopo aver deciso di non votare più l’amministrazione uscente gli si è rivolta dicendo: “com’è bello il profumo della libertà”. “L’aria a Montalto - ha spiegato l’aspirante Primo Cittadino - sta �nalmente e veramente cambiando: questa battaglia la vinceremo insieme e sarete tutti protagonisti della rinascita del nostro paese”.

Maurizio Tombolella della Federazione provinciale de La Destra chiede l’intervento della giunta Marini

San Martino, un Principato solo, abbandonato e nel degrado D

a Maurizio Tombolella della Federazione provinciale de La Destra riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta al sindaco Marini e la sua giunta sul degrado imperante a San Martino al Cimino. “Da molte parti si sente parlare di circoscrizioni, municipi e, per San Mar-

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

tino, di principato. Teoria interessante, si può dire, certamente ma soprattutto teoria che, di fatto è già divenuta pratica. Il lettore potrebbe pensare che La Destra è impazzita e che non è in grado di capire che San Martino è parte integrante di Viterbo. Ed invece NO cari concittadini! San Martino chiede da sempre maggiore autono-

mia e la Giunta Marini ha inteso accordare questa autonomia, che più che tale - però - sembra più un abbandono! Le strade prive di segnaletica, asfalto deteriorato, erba alta, rifiuti in mezzo alle aree verdi e per finire delle fantastiche panchine posizionate proprio dietro i cassonetti dell’immondizia! Avete capito bene, panchine dietro i casso-

Una panchina posizionata dietro i bidoni della spazzatura

netti! Questi sono gli scenari che si scoprono andando a fare una passeggiata nel neo Principato-Abbandonato. Un Principato senza Principe e senza soldi, un principato che è sempre stato il refugium peccatorum, il luogo dove farsi una casetta, respirare aria buona e fare una passeggiata. Ora è divenuto un luogo dove vivere è difficile e stare bene è impossibile. L’Amministrazione e gli Amministratori tutti dovrebbero intervenire e fare pressioni affinché la splendida San Martino torni a svolgere quella funzione di oasi che da sempre è stata per Viterbo ed i Viterbesi. Ed invece no, qui si continua a parlare, fare polemiche e, talvolta, a fare promesse senza che poi, concretamente si faccia nulla.

Pezzi di cartone all’interno del parco pubblico Invitiamo pertanto il Sindaco e gli Amministratori a farsi un giretto nel Principato, osservare gli scempi di un’Amministrazione che è evidentemente sorda e cieca e, concludendo, iniziare ad operare affinché questo degrado cessi. Noi abbiano fatto delle foto e, se lor signori non si volessero spostare da Viterbo centro, potremmo anche fornirgliele, ma siamo certi che questa volta

verificheranno di persona. Via Carlini, Via Zampi e tutta quella zona, senza segnaletica è una vergogna, i giardinetti maltenuti e pieni di rifiuti è uno scandalo, le panchine per gli anziani dietro i cassonetti e piene di rami è una porcata! Il grido d’ allarme lo abbiamo lanciato, ora vedremo se il Sindaco, il Principe, il Gabibbo o Peter Pan riusciranno ad intervenire”.

Migliaia di firme per l’istituzione dei Municipi di Grotte S.Stefano e Bagnaia Prosegue senza sosta il lavoro del Comitato cittadino di Grotte S. Stefano “Insieme si può” per l’istituzione dei Municipi nelle frazioni ex Comuni. “I mesi scorsi - dichiarano i rappresentanti del Comitato - ci hanno visti impegnati, insieme al comitato cittadino “Per Bagnaia” , in una considerevole raccolta �rme a sostegno della richiesta. Migliaia le �rme raccolte tra i nostri concittadini che confermano come la stragrande maggioranza della popolazione interessata sia favorevole all’istituzione dei Municipi. In questi giorni, stiamo seguendo i lavori della prima commissione che, anche grazie al contributo dei comitati, ha predisposto il testo della delibera per l’istituzione dei Municipi e la contemporanea modi�ca dello statuto comunale. Tale delibera sarà portata direttamente all’ordine del giorno in una delle prossime sedute del consiglio

comunale per l’approvazione. Ricordando che la modi�ca dello statuto richiede una maggioranza dei due terzi per l’approvazione de�nitiva, è necessario che tutti i partiti politici presenti in consiglio si impegnino a sostenerla. Ci auguriamo dunque che quella comunione di intenti riscontrata a luglio dello scorso anno possa trovare oggettiva e concreta realizzazione nel voto favorevole di tutte le forze politiche. A breve il comitato organizzerà un’assemblea pubblica alla quale sono già stati invitati il Sindaco Marini e i capigruppo dei vari partiti, dove uf�cializzeremo la nostra richiesta e consegneremo simbolicamente le �rme dei nostri concittadini che si auspicano di poter votare alle prossime elezioni amministrative i rappresentanti del Municipio di Grotte S. Stefano”.


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 27 Aprile 2012

L’istituto ospiterà, in occasione del gemellaggio con Montauban, una delegazione di cinquanta alunni

Al liceo Buratti arrivano gli studenti della Francia T

utto è cominciato 32 anni fa grazie al prof. Antonio Romano quando il termine gemellaggio era più in uso al reparto ostetricia di un ospedale che in una scuola pubblica. Il liceo linguistico (ora liceo ginnasio indirizzo linguistico) è stato una delle prime scuole a credere in questa Europa ed a credere nella bontà didattica e crescita umana dei gemellaggi. Questo scambio culturale è con un liceo di Montauban

una cittadina francese in cui è rilevante l’attenzione per la lingua italiana, tenuta viva dalla presenza di una piccola comunità di discendenti italiani. La particolarità di questo gemellaggio è proprio nella sua storia fatta di insegnanti e alunni che vengono ospitati, da così tanti anni, da colleghi francesi. Nella città di Montauban opera una sezione della società Dante Alighieri, particolarmente vivace e sollecita nell’attivare iniziative volte alla diffusione della cultura e delle tradizioni italiane e che collabora concretamente alla realizzazione del gemellaggio tra le due scuole. Il presidente, Alain Crivella (presente a Viterbo), accompagna gli alunni di Montauban. Ogni anno una cinquantina di allievi dei due istituti hanno l’opportunità di conoscersi, familiarizzare perfezionando le loro conoscenze linguistiche venendo a contatto con usi e stili di vita del paese che li accoglie. Il gemellaggio, così com’è

stato realizzato �no ad ora prevede uno scambio di ospitalità ad anni alterni: Quest’anno tocca agli studenti italiani del liceo Buratti accogliere i docenti e gli studenti francesi arrivati nella nostra città il 23 aprile scorso per fermarsi �no al giorno 28. Il primo incontro con gli studenti francesi si è tenuto nell’aula magna del liceo Buratti gremita di alunni e genitori. “Saranno cinque giorni intensi di attività - dichiara la preside Paola Moscucci - in cui avrete modo di conoscere non solo le nostre strutture scolastiche ma anche la città con i suoi monumenti e le bellezze artistiche e naturali del nostro territorio. Cercate di appro�ttare di questi momenti privilegiati di conoscenza e incontro tra culture diverse.” La preside Moscucci al termine dell’incontro ha ringraziato gli insegnanti promotori del progetto che sono le professoresse: Delli Falconi, Bronchini e Stagnini ed i genitori che hanno messo a disposizione le

proprie abitazioni. Gli alunni francesi accompagnati dagli studenti viterbesi sono stati accolti anche nella sala Regia del comune di Viterbo dall’Assessore Chiara Frontini. Il programma del gemellaggio prevede anche visite guidate al Palazzo Farnese di Caprarola dove il gruppo è stato ospite della scuola alberghiera, una visita a Roma, a Orvieto e a Civita di Bagnoregio.

Successo per il primo dei quattro convegni promossi dall’associazione cooperative

II Terzo Settore incontra sindacati ed enti pubblici S

i è svolto ieri a Viterbo presso il Centro Servizi Cooperativi Riuniti, in Via L. R. Danielli, 45, il primo dei quattro convegni promossi dall’Associazione Generale Cooperative Italiane Sportello di Viterbo, �nalizzato alla sensibilizzazione ed al rafforzamento dei rapporti tra le imprese sociali e le istituzioni del territorio viterbese. Tema dell’incontro il rinnovo del CCNL di categoria e le linee guida per l’af�damento delle Convenzioni alle Cooperative Sociali. L’iniziativa ha rappresentato un primo momento di incontro tra le imprese del Terzo Settore, gli enti pubblici locali e le rappresentanze sindacali, previdenziali, assicurative e la Direzione Provinciale del Lavoro. Hanno infatti partecipato: gli Assessori alle Politiche Sociali, Formazione e Lavoro e allo Sviluppo Economico della Provincia di Viterbo, Dott. Paolo Bianchini e Dott. Domenico Maria Simeone, l’Asses-

sore alle Politiche Sociali del Comune di Viterbo, Dott. Daniele Sabatini, il Vice Sindaco del Comune di Vejano, Dott. Tommaso Angelucci, il Responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Tuscania, Dott. Pierangelo Conti, l’Assessore alla Cultura del Comune di Orte, Dott.ssa Giulia Corradi, il Responsabile dei Servizi Sociali del Comune di Vetralla, Dott. Angelo Russo, l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Orte, Dott. Angelo Ciocchetti, l’assistente sociale del Distretto Socio Sanitario VT2, Dott.ssa Tiziana Laudi, l’assistente sociale del Comune di Vallerano, Dott. Renato Parisi, la Direzione Territoriale del Lavoro, Dott. Mauro Marinelli, il Vicario dell’Inail di Viterbo, Dott.ssa Carla Belli, il Segretario Provinciale UGL di Viterbo, Dott.ssa Margherita De Cesare e i Presidenti delle Cooperative aderenti all’Associazione. Sono intervenuti: il Presidente Nazionale di A.G.C.I. Solidarietà, Dott. Eugenio Di

Crescenzo, il Responsabile Nazionale Relazioni Industriali A.G.C.I., Dott. Giuseppe Gizzi, Docente di Diritto Costituzionale, Prof. Mario Esposito, CDL di Viterbo Rag. Achille Cianchi e Progetto AMVA, Dott. Luigi Sigismondi. Ringraziamenti ai convenuti sono stati formulati dal Delegato Provinciale A.G.C.I. Solidarietà, Signor Kristiano Bonatesta, il quale ha riba-

dito l’importanza di condividere con le P.A. le crescenti responsabilità contrattuali dell’imprese sociali nonché individuare linee guida comuni rispettose delle regole generali di af�damento dei servizi alle Cooperative Sociali. Il prossimo appuntamento è previsto tra maggio-giugno c.a. e sarà rivolto ai Consulenti del Lavoro e ai Dottori Commercialisti.

Consorzio biblioteche: l’azienda Giacomo Bevilacqua dona 500 euro

A

ncora una donazione per il Consorzio delle biblioteche. L’ultima arriva dall’azienda Giacomo Bevilacqua. Cinquecento euro, già utilizzati per titoli di vario genere, che fanno salire a 3000 la somma raccolta nell’ultimo mese. Somma raggiunta grazie alla solidarietà ed alla vici-

nanza espressa da sindacati ed imprese locali che hanno dimostrato di credere nel nuovo corso del Consorzio (attualmente i locali di viale Trento stanno ospitando la terza edizione del master universitario “Cultura e società” e presto saranno teatro della rassegna il Salotto delle sei),

portando alla crescita del patrimonio delle biblioteca che, nei prossimi mesi, potrebbe già doppiare il numero di testi catalogati nel 2011. Un risultato per certi versi impensabile ad inizio anno, per il quale il commissario straordinario Paolo Pelliccia ringrazia: “Ancora una volta devo dire

grazie. Grazie all’impresa Bevilacqua per l’aiuto ed il sostegno che ci ha dato. Sostegno al Consorzio ed alla crescita culturale delle città”. Consorzio che inizia a far parlare di sé anche fuori provincia con un articolo pubblicato lunedì dal Sole24ore nell’inserto “Eventi – Istituzioni d’Eccellenza”.

Obiettivo del progetto lanciato dalla Camera di Commercio

“Ridurre le distanze tra scuola e lavoro” R

idurre le distanze che separano studenti e imprese. È questo l’obiettivo del progetto SCUOLAlavoro (scuola elevata al lavoro) proposto dalla Camera di Commercio di Viterbo ai giovani delle scuole medie superiori, università, IFTS e ITS presenti nella Tuscia. L’iniziativa, promossa da Unioncamere a livello nazionale e realizzata localmente dal CeFAS azienda speciale dell’Ente camerale, intende proporre agli studenti una formazione sul campo che consenta loro di cogliere gli insegnamenti pratici del mondo lavorativo e dell’impresa. Due le attività previste. La prima consiste nella proposta di stage entro agosto 2012 in contesti internazionali, che permetterà agli studenti di fare pratica in realtà straniere o in realtà italiane che hanno contatti stabili con l’estero. il Bando per la selezione e il �nanziamento di programmi di stage ed esperienze formative e il relativo regolamento di partecipazione sono disponibili sui siti: www.cefas.org e www.vt.camcom.it. Le richieste da parte di Istituti e Università dovranno pervenire esclusivamente utilizzando la modulistica predisposta, entro le ore 12 del 15 maggio 2012. La seconda attività, invece, riguarda l’organizzazione del JobDay e del collegato evento della “Giornata del lavoro e del fare impresa”, che si terrà nell’autunno 2012, coinvolgendo gli studenti delle scuole medie secondarie. Questa esperienza permetterà ai ragazzi di seguire come ombre un lavoratore o un imprenditore in azione – nel corso di una sua

giornata lavorativa tipo – in imprese, uf�ci pubblici, negozi, studi professionali, laboratori, of�cine. In questo modo gli studenti coinvolti potranno farsi un’idea del mondo del lavoro e scopriranno le peculiarità dei singoli mestieri e professioni. Entrambe le attività metteranno in gioco le capacità di osservazione e analisi dei ragazzi, ma anche la loro voglia di sperimentare e di mettersi alla prova. Saranno una tappa signi�cativa nella loro formazione, in quanto permetteranno loro di allargare i propri orizzonti conoscitivi e di avere qualche strumento in più per piani�care il proprio futuro di studio o di lavoro. “In una fase di contrazione dell’occupazione giovanile – commenta Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – abbiamo il dovere di consolidare il legame del mondo economico con la scuola, mettendo in campo progetti come questi che promuovono il protagonismo giovanile dei ragazzi e li aiutano a orientare il loro percorso di studi. Nel contempo va valorizzata la funzione formativa di ogni impresa, in una sorta di scambio sociale in cui ci si prende a cuore l’educazione al lavoro dei ragazzi”. Al progetto SCUOLAlavoro hanno aderito 54 Camere di Commercio. Complessivamente sono previsti a livello nazionale oltre 800 stage e circa 3.000 iniziative di Jobday. Per ulteriori informazioni e supporto alla preparazione dei progetti di stage: CeFAS, Viale Trieste n. 127 – Viterbo, tel. 0761.324196 int. 7 / e-mail pompei@cefas.org.


VenerdĂŹ 27 Aprile 2012

attualitĂ 

Viterbo & AltoLazio

7

EVENTO - La manifestazione inizierĂ  il 29 giugno per concludersi il 14 luglio

Caffeina, presentata l’edizione 2012 O

ltre 4 km di cavo elettrico, 250 kw di corrente richiesta, 15 palchi, da Piazza delle Erbe al complesso di San Carlo. E poi oltre 4mila sedie, 50 microfoni, 60 fari, 360 metri quadrati di moquette, 400 metri quadrati di fondali, 24 pannelli trifacciali, 6 totem, 3 logo-sculture, decine di panchine, 66 stand. Sono questi alcuni numeri del parco di divertimenti culturali che è ormai Caffeina, di cui la cittadella è la sua espressione urbana. Una cittadella, pensata dallo staff guidato dall’architetto Giovanni Cesarini, che parte dal cuore di Viterbo (Piazza delle Erbe), per arrivare a Pianoscarano e che durante i giorni della manifestazione (29 giugno - 14 luglio 2012) sarĂ  la piĂš grande isola pedonale mai esistita in cittĂ . Visti i numeri dello scorso anno, la curiositĂ  che è propria di Caffeina Cultura e il “dovere di crescereâ€? per soddisfare esigenze sempre piĂš diverse, la cittadella nel 2012 si dilata ďż˝no a comprendere quasi mezzo centro storico. Ormai superato da anni l’ambito prettamente locale, la ďż˝losoďż˝a logistica ha tenuto conto di come rendere fruibile la cittĂ  anche ai non viterbesi e per questo gli ingressi di Caffeina diventano tre: la classica Piazza del Plebiscito e le due novitĂ  rappresentate da Porta del Carmine e Porta San Pietro, che hanno lo scopo di dilatare i visitatori ben oltre gli spazi dello scorso anno e hanno il vantaggio di essere vicinissimi ai parcheggi. Non a caso ci sono nuove location per gli incontri: Piazza delle Erbe, il cortile di Palazzo dei Priori, il cortile di Palazzo dell’Abate (Porta San Pietro), il complesso di San Carlo (Porta del Carmine). Altra

novitĂ  rilevante è la ďż˝era, che diventa parte integrante di Caffeina, ne amplia l’offerta di svago e divertimento che il festival garantisce. Si cercano e riscoprono inoltre luoghi inusitati: il complesso del San Carlo e Pianoscarano o il Palazzo dell’Abate, dove Caffeina fa riaprire l’antichissima via del Colle chiusa dal ‘700. Tutto questo dispiegamento di forze non nasce dal nulla, ma esiste un vero e proprio “Modello Caffeinaâ€? in cui lavorano per tutto l’anno circa 50 persone divise per competenze: l’area artistica diretta da Filippo Rossi con la collaborazione della responsabile del programma Paola Pieragostini aiutata da una redazione impegnatissima tutto l’anno; l’area esecutiva diretta da Andrea Baffo con la preziosissima collaborazione dell’architetto Giovanni Cesarini e di Claudio Celestini, nella quale collaborano due ingegneri, un architetto, due geometri, consulenti per l’impiantistica, per la sicurezza, per la vigilanza e l’antincendio, registi, fonici e microfonisti. Ăˆ questa seconda area che riesce a far sorgere ogni anno la cittadella di Caffeina, una sorta di “parco divertimenti culturaliâ€? in grado di accogliere ogni giorno migliaia di persone. Esistono tre squadre specializzate dedicate alla parte elettrica, ai montaggi delle strutture e ai palchi e strumentazioni. A ďż˝anco di questa area gira tutta la squadra dei graďż˝ci dei creativi e degli addetti al marketing, mentre la macchina organizzativa a pieno regime durante il periodo del festival conta non meno di 200 persone tra responsabili delle arene, volontari, trasportatori, autisti, segretarie, hostess, addetti stampa.

Presentata la candidatura a “Feste della Rete� Macchina di Santa Rosa patrimonio dell’Unesco Il sindaco Giulio Marini dice: “Incrociamo le dita�

“

Non è ďż˝nita ma dopo un lungo cammino siamo vicini al riconoscimento Unesco della Macchina di Santa Rosa come bene immateriale dell’umanitĂ â€?. Con queste parole il sindaco Giulio Marini esordisce alla conferenza stampa di ieri mattina, convocata per ufďż˝cializzare la candidatura nella lista delle “grandi macchine a spalla italianeâ€?. Il dossier della candidatura, infatti, denominato “Feste della Reteâ€? è stato formalizzato il 18 aprile scorso dalla Camera dei deputati e vede in lizza, oltre alla Macchina di Santa Rosa, i Gigli di Nola, la Varia di Palmi e i Candelieri di Sassari. Adesso non rimane che attendere.

                               !   "#$

    %%#% %   &         '(      )( '(     *   & ()+   (    ,-  &         )       .    /   /     01%2   03%11       10 .. 01,0   (    (  ) 4 ďż˝      &    &   .           &5#4  .(6         

 ** ( ,          (  &   (    

* *    '( (     #6 ďż˝     5#&    .        (     (      &  ** (   01 ..    ,1 7(.      18%31     ,8%11    (  (     0,       (6         (  

* *  

   !  

 ( 5#%  *5#  ( &+  (    4 (      !   9%% %:7#:10,30111818; ,1<1;<011-=

(             

  .  9 %#%00-<0112 %%1,<1><0112%8=

(   *   .    (   .903<1;<,>>8 %303%,0  %2> 02<10<0111=

?  4 @"A# A"#$ 

  *       .(  ( 4 33,B0>>2>00  (    33>B0233;3 5      308B,-,>002 (  


Venerdì 27 Aprile 2012

regione

Viterbo & AltoLazio

9

Il consigliere regionale del Pd Parroncini commenta la visita della Governatrice a Tarquinia

“Polverini, solo proclami e annunci” di SEVERO SEVERINI

N

on è passata inosservata la visita sul litorale della Presidente Renata Polverini. E così, mentre da un lato si sono registrati gli applausi dei sostenitori ai rispettivi candidati in vista delle elezioni di maggio, dall’altro gli oppositori non si sono lasciati scappare l’occasione per criticare duramente l’operato della Governatrice: “Come al solito - attacca Parroncini - la governatrice si è contraddistinta per il suo stile tutto proclami e annunci, inciampando nella retorica di argomentazioni che hanno pochissima aderenza con la verità. La parola la vogliamo dare ai fatti e i fatti non possono che consegnare il lavoro della Polverini di questi due ultimi anni al più assoluto mutismo. Se invertire la rotta signi�ca tagliare i �nanziamenti, togliere i fondi alla cultura, sospendere ogni forma di sostegno �nanziario per le opere pubbliche,

allora si, la Polverini può insegnare e ponti�care”. L’inversione a Tarquinia si è avvertita chiaramente. “Il cambio alla guida del Lazio ha signi�cato passare da milioni di �nanziamenti (riquali�cazione centro storico, messa in sicurezza �ume Marta, ristrutturazione monumenti storici, solo per fare alcuni esempi) a un rubinetto a chiusura stagna. Occorre ringraziare il sindaco Mazzola e la sua giunta, se in questi ultimi due anni sono stati sventati alcuni pericoli, se si è riusciti a arginare la proverbiale scure della Polverini che tanti danni ha prodotto nella Tuscia”. L’ o s p e d a l e ? “Nessun altro se non noi, con il sindaco Mazzola in testa - continua Parroncini - può rivendicare la battaglia per la difesa dell’ospedale. Una battaglia nata non per caso, ma per scongiurare l’iniziale decisione della Polverini di chiudere il reparto di ostetricia ginecologia e che ha prodotto non solo la salvaguardia del presidio, ma anche il suo potenziamento,

“Il cambio della guida del Lazio ha significato passare da milioni di finanziamenti a un rubinetto chiuso”

grazie a investimenti non certo di matrice regionale. Lo stesso vale per il tema dell’arsenico. “Troppo spesso la governatrice è colta da amnesia e dimentica il suo ruolo di Commissario per l’emergenza, che formalmente e di fatto af�da alle sue mani il compito di risolverla. L’amnesia è forte e l’emergenza rimane lì. Anche su questo, la Polverini dovrebbe ringraziare il sindaco di Tarquinia, che a fronte dell’inerzia regionale ha supplito con altri mezzi, assicurando ai suoi cittadini risposte concrete”. C’è poi la questione della discarica di Allumiere. “Un’altra minaccia - spiega il consigliere regionale del Pd - su cui le rassicurazioni del presidente della Regione non rassicurano. Se oggi ci troviamo a fare i conti con questa sciagurata ipotesi è solo perché c’è stata inerzia, si è perso tempo. La Polverini alla Regione e Alemanno al Comune non hanno voluto risolvere il problema dei ri�uti di Roma a Roma, come sarebbe stato giusto e naturale. Anche su questo le parole non servono e non bastano più ma occorre tenere alta la mobilitazione e l’attenzione”.

Il Presidente è intervenuta sul sostegno di Battistoni ad un altro candidato

“A Tarquinia il Pdl sta con Alfio Meraviglia”

N

el pieno della campagna elettorale per le amministrative Renata Polverini in visita a Tarquinia a sostegno di Alfio Meraviglia ha ribadito che il Pdl sta con il candidato della lista “Autonomia del Territorio Mpa Tarquinia vola”. Questo subito dopo aver scoperto che un consigliere della sua maggioranza, Francesco Battistoni, sostiene Minniti che proprio dal Pdl aveva preso le distanze. “E’ evidente che non dappertutto siamo riusciti a tenere il partito - ha affermato al riguardo Renata Polverini - L’ho detto anche nel mio intervento che ci sono situazioni in cui la tenuta del partito va ricostruita. Questo è uno di quelli. Bisognerà riparlarne dopo le elezioni”. “La politica ha fallito - ha poi aggiunto il presidente del Lazio - i partiti devono riacquistare dignità, devono tornare a sele-

zionare la classe dirigente e soprattutto devono spendere i rimborsi elettorali solo per le campagne elettorali e non per altro”. Secco il no pronunciato sull’ipotesi di una discarica ad Allumiere: “Finché resterò presidente non ci sarà mai una discarica di Roma ad Allumiere. Se la Capitale d’Italia vuole essere davvero tale non può pretendere che la sua discarica sia a cento chilometri di distanza dal suo territorio. L’ho detto chiaramente sia ad Alemanno che al Commissario ai rifiuti”. Dopo la sua visita di sostegno ad Alfio Meraviglia la presidente regionale si è recata a Montalto dove ha promosso la candidatura a sindaco di Sergio Caci (vedi servizio a pagina 5, ndr). Due appuntamenti importanti per lanciare l’assalto al centrosinistra in due “roccaforti” come Tarquinia e Montalto dove la lotta si preannuncia molto dura per il centro-

destra. Ed il caso Battistoni conferma quanto sia difficile fermare l’emorragia di consensi in uno schieramento che si presenta diviso al suo interno ed in attesa, forse, che a livello nazionale i grandi capi inventino un nuovo partito e diano nuova linfa ad un movimento “orfano” di Silvio.

Stop ai vitalizi a consigliere ed assessori Parte la campagna referendaria S

top ai vializi di assessori e consiglieri, la Federazione della Sinistra Lazio lancia la campagna referendaria. “Da oggi entra nel vivo la campagna referendaria - fa sapere il comitato promotore - per dire Stop ai vitalizi dei consiglieri e degli assessori regionali. Con la comunicazione data ieri mattina in aula dell’avvenuto deposito dei quesiti referendari, daremo presto il via alla raccolta �rme

Il consigliere Pd Giuseppe Parroncini ed il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola

con bacchetti dislocati in tutti i comuni del Lazio. Facciamo appello a quanti in aula, durante l’assestamento di Bilancio, hanno contrastato la norma sull’estensione dei vitalizi ad aderire al comitato proponente che si è costituito. Si tratta di un’occasione unica per porre �ne a un inaccettabile privilegio che costerà alle tasche dei cittadini 4 milioni e mezzo di euro l’anno, considerando solo i vitalizi dei con-

TRASPORTI - Riapertura della Civitavecchia-Capranica-Orte e metropolitana provinciale discusse nella recente conferenza dei servizi

“Ferrovia e Circumcimina fondamentali per lo sviluppo” S

i è svolta a Roma nelle scorse settimane presso l’assessorato ai trasporti della Regione Lazio, la conferenza dei servizi per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia – Capranica - Orte. L’assessore Francesco Lollobrigida ha illustrato le caratteristiche tecniche del progetto, �nanziato dalla UNIONE EUROPEA, Regione Lazio, Interporto Centro Italia di Orte e dal Porto di Civitavecchia. In breve esso prevede l’elettri�cazione della linea, l’elevazione del carico assiale per treni merci �no a 1.000 tonnellate e per i treni passeggeri il tempo di percorrenza di 1h e 10 tra Orte e Civitavecchia. Si tratta di un progetto importante che porrà �ne all’isolamento di tutto l’Alto Lazio, con�gurandosi la Civitavecchia Capranica Orte come asse ferroviario nazionale tra Ancona e Civitavecchia, attraverso il nodo di Orte. Per i paesi attraversati dalla linea, fra questi Caprarola, Ronciglione, Corchiano, Fabrica di Roma, Barbarano Blera, Veiano ecc. signi�ca dare la possibilità ai viaggiatori di raggiungere ad esempio l’ospedale Gemelli di Roma in 40/50

m, o di collegarsi ad Orte in 25/30m e 40/45 m a Civitavecchia. Ma è sopratutto con la realizzazione dell’anello ferroviario Circumcimina (una vera e propria metropolitana provinciale che i centri Cimini potranno essere collegati fra loro con pochi minuti e con Viterbo e l’ospedale Belcolle. Le proposte della realizzazione dell’anello ferroviario Circumcimina e della riapertura della ferrovia Civitavecchia Capranica Orte sono state anche inserite nel Piano di bacino per i trasporti della Provincia di Viterbo redatto dall’Università della Sapienza di Roma. Anche i sindacati del lavoratori dei trasporti Cgil-Cisl-Uil con una recentissima nota ritengono necessarie le due opere che sicuramente porteranno bene�cio anche alla linea ferroviaria Roma Civitacastellana Viterbo. “Il grande sviluppo del Porto di Civitavecchia

- fa sapere con una nota il Coordinamento Comitato promozioni Alto Lazio - può divenire volano di sviluppo anche per il territorio della Tuscia-Etruria-Umbria solo con investimenti in queste infrastrutture. Con la loro realizzazione, è possibile programmare il riequilibrio del territorio, facendo dell’Alto Lazio, non l’estrema periferia di Roma,ma la porta per tutta l’Italia centrale dal Lazio alle Marche. Occorre che le amministrazioni locali spingano decisamente perché si possa passare dai progetti ai fatti. In considerazione di tutto ciò e della realtà progettuale realizzata, proponiamo la formazione di una commissione permanente aperta a tutti i comuni toccati dalle linee ferroviarie, che segua attentamente le iniziative delle istituzioni superiori e del governo con azioni di stimolo e veri�ca.

“Occorre che le amministrazioni locali spingano perché dai progetti si passi ai fatti”

siglieri attualmente in carica. Fondi pubblici che, con il referendum abrogativo, potrebbero essere reinvestiti in sanità, cultura, servizi sociali”. E’ quanto afferma il comitato promotore del referendum di cui fanno parte i segretari dei partiti della Federazione della Sinistra, Loredana Fraleone (Prc), Riccardo Messina (Pdci), Giovanni Nardone (Socialismo 2000), Fabio Lupi (Lavoro e Solidarietà).


& Venerdì 27 Aprile 2012 Viterbo AltoLazio

litorale

11

TARQUINIA - Mazzola: “con la gratitudine di sempre saluto la giornata progenitrice della nostra costituzione”

Grandi festeggiamenti per la festa della Liberazione “

E’ con la gratitudine di sempre che saluto la giornata progenitrice della nostra Costituzione, fondamento e caposaldo della Repubblica Italiana”. Così il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola in apertura del suo intervento per celebrare il 67° anniversario della Liberazione, una festa alla quale il primo cittadino e l’intera amministrazione tengono particolarmente. Nel suo discorso Mazzola ha fatto riferimento agli eventi storici italiani e internazionali: dagli anni della dura oppressione fascista al boom degli anni ’50 e ’60; dal clima della Guerra Fredda alla dura protesta contro la Guerra in Vietnam; dal rapimento di Aldo Moro agli anni di piombo. Il primo cittadino ha poi fatto riferimento alla degenerazione morale della politica culminata in tangentopoli e ai fatti di stretta attualità: dalla strage di Nassiriya a quella di Kabul; dalle vittime del terremoto dell’Aquila a quelle del terribile tsunami abbattutosi sulle coste del Giappone. In�ne un breve bilancio sulla sua esperienza di sindaco: “Il 2007 è stato l’anno del mio insediamento. Durante questi cinque anni, ho ricostruito e coltivato la collaborazione con le scuole e con le associazioni combattentistiche e d’arma, e ancora, con le

TARQUINIA Meraviglia e il centrodestra disertano il 25 aprile “

Privato della fascia blu, il supereroe calato da Bruxelles si dimentica delle celebrazioni del 25 aprile. Si unisce al corteo a metà strada, solo soletto privo del suo consueto codazzo dei candidati”. Così il circolo Pd di Tarquinia “Domenico Emanuelli” sul candidato a sindaco Al�o Meraviglia. “Tanto sgomitante in processione quanto assente per il 25 aprile, viste le sue citazioni in inglese sarà solo un problema di audience? Del resto per il candidato a sindaco Al�o Meraviglia è stata una due giorni faticosa e priva di soddisfazioni. – continuano dal Pd - Dal comizio di sabato che più che un bagno di folla è sembrata una doccia fredda, viste le esigue presenze, alla titanica impresa di riempire una sala da ottanta posti per la venuta del governatore Renata Polverini. 64 candidati più i familiari hanno gremito l’adunanza, tanto da indurre gli organizzatori a rimuovere i giornalisti per far sedere i parrucconi venuti da Viterbo, giornalisti che per protesta se ne sono andati. Ma i fuochi di arti�cio erano appena iniziati, perché il presidente Polverini è stata contestata dal rappresentante dei medici dell’ospedale tarquiniese, per la grave carenza di personale, tentando inutilmente di togliere la parola al malcapitato rappresentante. Il paladino della piazza e del confronto, in due giorni si dimentica i valori del 25 aprile, allontana la stampa dalle sue iniziative, e prova a togliere la parola a un comune cittadino che ha l’ardire di contestare e chiedere il confronto. Libertà di stampa e libertà di espressione sono fondamenta della nostra democrazia. Sono sulla Costituzione. Pur avendo studiato al Parlamento Europeo, crediamo che per Meraviglia urga un ripasso. L’assenza del centro destra dal corteo del 25 aprile è un segnale inquietante, pari a quella dei sedicenti rappresentanti della sinistra camuffati nelle liste civiche. La festa della Liberazione, occasione persa per un segnale di unità”.

associazioni di volontariato. L’educazione civica è diventata non solo mera teoria ma solida pratica. I ragazzi, dai più piccoli agli adolescenti, hanno stabilmente contribuito alle celebrazioni delle festività civili”. Nel corso della cerimonia tre ragazze dell’istituto paritario “San Benedetto” hanno ricordato la �gura di Domenico Emanuelli, primo cittadino del secondo dopoguerra. Nutrita la partecipazione della cittadinanza e grande entusiasmo, come di consueto, delle associazioni combattentistiche e d’arma e delle associazioni di volontariato.

TARQUINIA - Minniti e Meraviglia potrebbero allearsi al ballottaggio

TARQUINIA - Minniti interviene su acqua e centrale: Terzo Polo: “Il centrodestra non è allo sbando” le minacce all’ambiente “ C

ristiano Minniti(nella foto), candidato a Sindaco della lista “Polo di centrodestra interviene sui problemi ambientali: “Una tragedia quotidiana si consuma tra i fumi della centrale e l’alta concentrazione di arsenico nell’acqua potabile. Prima di tutto viene la salute dei cittadini.” “Occorre individuare le fonti d’inquinamento del territorio – spiega Minniti - effettuare un monitoraggio continuo del territorio, migliorare l’ambiente e ridurre i fattori di rischio in campo oncologico e cardiovascolare. Nel contempo va incentivata la diagnosi precoce dei tumori e sono da potenziare le strutture per i trattamenti specifici. Vogliamo farci carico direttamente di questi problemi, attraverso un monitoraggio trasparente della qualità dell’aria e dell’acqua, i cui dati dovranno essere fruibili dai cittadini con l’istallazione di monitor dedicati. Il monitoraggio deve essere autonomo a va garantita l’imparzialità e l’indipendenza dell’organismo di rilevazione e controllo. Per l’acqua potabile, occorre una miscelazione delle acque a disposizione del comune, in modo da abbattere la concentrazione di arsenico. Soluzione ottimale sarà l’installazione di un impianto di dearsenificazione alla fonte. Contestualmente, nelle more di una soluzione definitiva, è nostra intenzione installare dei distributori di acqua priva di arsenico che forniranno ad un prezzo bassissimo acqua pura ai cittadini”.

Il centrodestra non è allo sbando” in merito all’articolo apparso qualche giorno fa sulla stampa locale in cui il Comitato “Mauro Mazzola Sindaco” definisce quella del Centrodestra una classe dirigente in grado soltanto di litigare e ciò per non essere riuscita a proporre un candidato a Sindaco unitario, il “ Terzo polo per Tarquinia”, risponde che “tutte le forze politiche che si riconoscono nel Centrodestra sapranno trovare al momento opportuno quella unità e quella coesione necessarie per mandare a casa l’attuale amministrazione, contraddistintasi per incapacità ed

arroganza, buona solo ad offendere e denigrare l’avversario politico, stante la pochezza delle sue idee”. “Sono molti i punti in comune tra il programma elettorale presentato da Alfio Meraviglia e quello presentato da Cristiano Minniti – spiega il Terzo Polo - e non sarà difficile, nella fase che precederà il probabile turno di ballottaggio, trovare una sintesi che porterà alla vittoria delle elezioni. A Minniti, infatti, persona seria e intelligente quale è, non piacerà certo farsi ricordare dai suoi elettori come l’artefice della vittoria del centro sinistra, specialmente se lui e tutti coloro che hanno condiviso il suo progetto, intendono continuare a fare politica. Persino il suo “padrino” politico, l’On. Battistoni, dovrebbe ricondurlo a miti consigli se vorrà tentare nuovamente la corsa alle prossime regionali. Solo lui, come nessun altro, è consapevole del valore dell’unità, visto il precedente

Alfio Meraviglia

Cristiano Minniti

in provincia che lo riguarda direttamente. Non saremo invidiosi del successo elettorale che potrà avere Cristiano Minniti alle prossime comunali, consapevoli che egli è e rimane una risorsa ed una componente importante del PDL, che saprà al momento giusto far prevalere la razionalità sui risentimenti e sulle questioni di principio che non hanno mai portato a nessun risultato positivo. Se poi dovesse essere lui il candidato a Sindaco che andrà al ballottaggio con Mazzola, il Centro destra sarà tutto quanto dalla sua parte e lo appoggerà incondiziona-

tamente per raggiungere l’unico obiettivo comune: far crescere Tarquinia per il bene comune di tutti i cittadini. L’appello all’unità naturalmente è rivolto anche a tutte le altre forze politiche apartitiche che sono scese in campo all’insegna del cambiamento e del rinnovamento e che non si riconoscono nel percorso amministrativo della Giunta Mazzola. A loro diciamo di dare il proprio contributo per una battaglia comune e di non tirarsi indietro nel momento decisivo del voto, consapevoli del fatto che solo uniti saremo protagonisti del nostro destino”.


comprensorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 27 Aprile 2012

I Pugnaloni alla Regione Lazio

Per la presentazione del libro ‘Il Dono dei Fiori’ il sindaco Bambini sarà ospite insieme ai ‘primi cittadini’ di Genzano e Gerano di Fulvio MEDICI

I

l Comune di Acquapendente prenderà parte questa mattina, presso la Regione Lazio (piazzale antistante Palazzina A – Regione Lazio Via Cristoforo Colombo 212), alla giornata dedicata alle infiorate regionali. Per l’occasione verrà presentato il libro “Il Dono dei Fiori” per raccontare la storia delle infiorate della Regione Lazio (Allestimento quadri dei Maestri Infioratori di Genzano, Gerano e i Pugnaloni di Acquapendente). Il Sindaco Alberto Bambini, presente per l’occasione all’evento, verrà accompagnato da alcuni rappresentanti della locale Pro Loco e da uno ‘staff’ di cittadini che porterà prodotti enogastronomici tipici

del territorio e brochure per portare a conoscenza le tipicità agricole territoriali a marchio regionale, “Natura

in Campo”. Oltre ai rappresentanti aquesiani all’evento, che vedrà gli interventi del Presidente della Regione Lazio Renata Polverini e dell’Assessore alla Cultura, Arte e Sport Fabiana Santini, sarà presente il Sindaco di Genzano, Flavio Gabbarini, e quello di Gerano , Andrea Eumeni. Un’occasione davvero importante per la tradizionale festa della terza domenica di maggio che coincide con l’avvenuta registrazione del marchio della stessa e dei pugnaloni, da parte della proloco aquesiana.

Proprio nei giorni scorsi il presidente Renzo Pieri ha concluso l’iter che oltre a salvaguardare l’originalità della manifestazione, permetterà all’associazione di gestire direttamente, oltre che le risorse economiche che saranno concesse dagli enti, anche di poter organizzare la produzione di gadget e la conseguente vendita ai numerosi turisti. Augurandoci che dal prossimo anno, contando magari in risorse maggiori, si possa far crescere la manifestazione, sia dal punto di vista artistico che in termini di eventi da ‘spalmare’ in più giorni per permettere, grazie anche ad una mirata pubblicità, di far conoscere, fuori dai confini regionali e perchè no, nazionali, questa unica e affascinante manifestazione.

Al Museo Naturalistico del Fiore di Acquapendente N

ell’ambito delle iniziative primaverili, domenica 29 aprile dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso il Museo Naturalistico del Fiore si svolgerà il secondo appuntamento “L’insalata della nonna : erbe spontanee mangerecce, come riconoscerle ed apprezzarle”. “Riscopriremo i sapori antichi delle insalate di campo”, sottolineano gli organizzato della Cooperativa L’Ape Regina, “con una passeggiata nel giardino botanico (foto quì accanto) per ricercare e conoscere le erbe che vivono nei prati in questa stagione. A seguire visita guidata tematica al Museo”. Tutti coloro che vorranno partecipare dovranno obbligatoriamente prenotarsi entro sabato 28 aprile presso la Torre Julia de Jacopo (Numero verde 800-411834 interno 0).

TUSCANIA - Domani a Palazzo Maccabeo Maccabei il libro di Luigi Cardarelli BOLSENA - Un fiordaliso per contribuire allo spettacolo del 10 giugno per il Corpus Domini

ViviTuscania presenta ‘Magia del Tropico’ ‘Un fiore per infiorare la tua città’ Domani, 28 aprile, presso la sede di Palazzo Maccabeo Maccabei in via Lunga n°7 a Tuscania, alle ore 17, l’associazione culturale ViviTuscania presenta il libro “Magia

del Tropico” di Luigi Cardarelli, edito da Aletti Editore. Il libro nasce da oltre vent’anni di viaggi che l’autore ha compiuto in giro per il mondo.

Cardarelli riesce a raccontare in maniera semplice ed evocativa il suo personalissimo e competente punto di vista sulle realtà più diverse, sociali ed economiche, culturali ed artistiche, con le quali è venuto in contatto. Non un diario di viaggio, ne una guida. Racconti brevi, capaci di dare la possibilità al lettore di un colpo d’occhio del tutto originale su alcuni tra gli angoli più belli del mondo. Dal mistero di Machu Picchu al fascino esotico di spiagge meravigliose e sconosciute, ai conflitti bellici e politici tangibili che convivono con la necessità di accoglienza del turismo, unica possibile risorsa di sviluppo economico. Luigi Cardarelli interverrà alla presentazione rispondendo alle domande di un’intervista nella quale racconterà la sua infinita passione per il viaggio ed alcuni aneddoti legati alle vicende raccontate nel libro. Durante il pomeriggio verrà effettuata la lettura di brani scelti tra le tante coinvolgenti pagine di “Magia del Tropico”. Valeria SEBASTIANI

D

a domenica 29 aprile, a martedì 1 maggio, l’Associazione “In�oratori bolsenesi”, in collaborazione con l’amministrazione comunale, ripropone la manifestazione “Un �ore per in�orare la tua città”.

Saranno presenti in tutte le piazze gli “in�oratori” con gli stands di piantine di �ordalisi per sostenere l’ideazione delle in�orate che si realizzeranno, il 10 giugno, in occasione della celebrazione del Corpus Domini. Perché proprio il �ordaliso? Nell’in�orata del Corpus Domini il �ordaliso è il �ore più bello, in quanto unico colore azzurro che la natura ci offre. Le in�orate di Bolsena,

sempre più creative e raf�nate, hanno il vanto di avere comunque uno spazio grande o piccolo per il �ordaliso che può essere offerto da qualsiasi persona più, o meno motivata, alla collaborazione del lavoro. Quest’anno la Festa del Corpus Domini e l’In�orata saranno particolarmente coinvolti da un evento mondiale: la preparazione di due anni del Giubileo Eucaristico (20132014) concesso dal Papa Benedetto XVI. L’Associazione In�oratori ringrazia anticipatamente tutti coloro che come l’anno passato vorranno dare una mano per concretizzare la realizzazione dell’In�orata dei ragazzi e dei bambini domenica 10 giugno.

BOLSENA - Domenica il Club Alpino di Perugia visiterà la cittadina

‘Trekking Culturale’ tra le bellezze locali

I

l 29 aprile il CAI, sezione di Perugia G.Bellucci, sarà in visita a Bolsena. Domenica pomeriggio, accolto dagli assessori al Turismo e alla Cultura, rispettivamente Roberto Basili e Giacinta Monachello, il gruppo, composto da 50 partecipanti, effettuerà una visita guidata ai luoghi più rappresentativi della storia e della cultura bolsenese: il museo territoriale del Lago, l’Acquario e la Basilica

di Santa Cristina. Il turismo polo attrattivo della città, stimolo per far conoscere, tra un percorso e l’altro: storia, cultura e tradizioni. Una iniziativa che rientra nel progetto trekking per il quale il Comune ha già una mappa costituita da 5 percorsi con tutte le altezze e le varie perimetrie.


Venerdì 27 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

montefiascone

13

L’Anpi ha iniziato i festeggiamenti del 25 aprile nella via dedicata al partigiano medaglia d’oro al valore militare

Una nuova targa per via Delio Ricci di MICHELE MARI

L

e celebrazioni per la ricorrenza del 25 aprile, festa della Liberazione, si sono svolte degnamente anche a Montefiascone. In particolare è stata svelata ed inaugurata la nuova targa di via Delio Ricci il partigiano montefiasconese medaglia d’oro ed ucciso dalle truppe naziste. Infatti la sezione Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Montefiascone che porta proprio il nome di Ricci ha organizzato i festeggiamenti in cui quest’anno ricorreva il 67esimo anniversario di quel 25 aprile del 1945 che segnò la fine della guerra in Italia. Alle ore 10 ha avuto inizio la particolare cerimonia nella stessa via Delio Ricci che confluisce in via Cannelle a ridosso dell’ UmbroCasentinese. Lì alla presenza delle autorità e di circa cento persone è stata svelata la nuova targa. Presenti il vice sindaco Ferdinando Fumagalli, Luciano Cimarello era fuori città per impegni, gli assessori Giorgio Cacalloro, Renato Trapè, il consigliere Marco Balestri ed il segretario del Pd Maurizio Paradiso. Alla cerimonia hanno

partecipato: la sezione Anpi “Delio Ricci”, l’Avis, l’Aido, l’ Associazione dei Carabinieri in congedo, la Solidarietà Falisca e l’Asvom. Il tutto è iniziato con gli squilli della tromba a cui è seguita l’inaugurazione della targa su cui è stata incisa: “Via Delio Ricci, partigiano medaglia d’oro al valor militare”. Poi è seguito il breve ma significativo discorso del vice sindaco Ferdinando

Fumagalli che ha dichiarato: “Oggi, in questa festa del 25 aprile, inauguriamo questa nuova targa a Delio Ricci, dato che la precedente aveva degli errori. È un riconoscimento dovuto a questo partigiano montefiasconese. Ringrazio tutti i presenti e mi auguro che quest’uomo sia di esempio per tutti i giovani e speriamo che i nostri figli vivano per sempre in tempi di pace senza nessuna guerra”. Poi è stata la volta

di Sandro Ricci, nipote di Delio, che ha raccontato la storia di suo nonno. Sopra la targa è stato mposto un mazzo di fiori. Poi tutti i presenti, con in testa le varie associazioni, hanno composto un lungo corteo che ha sfilato per via Cannelle fino ad arrivare a piazzale Roma e lì è stata posta una corona di fiori ai piedi dello splendido monumento ai caduti al centro dei giardini pubblici.

Il direttore della manifestazione di Zepponami, Giancarlo Brigliozzi, fa i bilanci

Anche le telecamere di Canale 5 alla Sagra della Ricotta U

na giornata splendida sotto il pro�lo della sana ristorazione anche se meteorologicamente è stata caratterizzata da un cielo nuvoloso alternato a belle schiarite, comunque dominato da un sostenuto vento di libeccio. Il direttore logistico, instancabile Giancarlo Brigliozzi ed i collaboratori s�dando il tempo hanno ugualmente dato vita alla ripetizione della quinta sagra della ricotta nell’oratorio parrocchiale in Zepponami. Tutto è stato preparato con grane celerità e logistica operativa dai vari fuochi con i vari treppiedi, alla messa a punto delle famose callare(recipienti in rame, stagnate all’interno ove bolle il latte) con relativa mistica(particolare bastone con il quale si gira il latte mentre bolle) a dodici corna e la tavolina(particolare tavola su cui si fa e si preme il formaggio per la sua realizzazione liberandolo dal latte super�uo. Le callare contenenti circa cinquanta litri di latte ciascuna per produrre poi la tenerissima ricotta ed il gustoso formaggio hanno iniziato a bollire già nella prima mattinata per poi tacere nel tardo pomeriggio. D’altra parte c’era, da preparare la medesima cosa per cuocere la pasta; a pranzo, infatti, il menù, �sso, prevedeva pasta alla ricotta ed alla matriciana accompagnata dal secondo di ricotta, formaggio e salcicce con patatine fritte, insalata e dolce, ovviamente alla ricotta. Anche la cagione ha fatto la sua bella �gura; diverse kg si salcicce di cinghiale e

diversi fagiani sono passati per graticola sotto la supervisione anche di Carlo Carletti oltre che Tonino Fiani e soci. Il pubblico, parte essenziale della manifestazione, non è mancato; anzi si è avuta una inaspettata visita di tre comitive in gita, costituite da circa centocinquanta persone, appositamente provenute da Firenze, Reggio Calabria e Puglia con una larga rappresentanza di camperisti provenienti dal paese siciliano di Vizini che sono venuti di proposito, si sono fermati per il pranzo prima e per acquistare i genuini e saporiti prodotti caseari presenti sui tavoli. Anche questa volta sono stati consumati circa dieci quintali di latte, sono stati distribuite circa cinquecento ricottine e altrettante forme di formaggio fresco, come pure sono state distribuite circa cinquecento tortucce (piccole pizzette fritte

fatte con la pasta fermentata con cui si fa il pane), senza dimenticare gli oltre tremila ravioli alla ricotta e circa ottocento piatti di stozzolata(zuppa di pane casareccio con il siero della ricotta). Il settore folcloristico è stato vivacizzato, con musiche e canti popolari, dalla locale azienda Raff Records di Alessandro e Franco Pagliaccia. Tra la gente, a sorpresa si è veduta anche la presenza di una troop di canale 5 che hanno effettuato riprese ed interviste. Sig. Giancarlo: com’è andata? Che andasse tutto bene, come è stato, non ne avevamo dubbi. I vari eventi della giornata sono andati oltre le aspettative. Siamo contenti. Abbiamo lavorato con lena per tutto il giorno ma ne è valsa la pena perché, credo, che oggi chi ha principalmente bene�ciato di questa manifestazione è stata l’intera frazione di Zep-

ponami. E’ stato fatto un salto di qualità. Il punto più importante della manifestazione è stata comunque la presenza dei tre pulman turistici che, venuti appositamente, hanno pranzato da noi e la troop di Canale 5 anch’essa venuta appositamente. Queste due componenti hanno dato risalto alla manifestazione in modo eccellente. A questo punto ritengo che la manifestazione possa inserirsi a pieno titolo tra le specialità gastronomiche peculiari dell’intero Alto Lazio ed al tempo stesso diventa per noi un impegno ed una tappa obbligatoria delle nostre manifestazioni annuali. Questa sagra della ricotta è uscita dall’ essere una realtà limitata al locale ed è divenuta una manifestazione importante in un territorio più vasto, per la Provincia di Viterbo con tutto il suo Alto Lazio. Un resoconto delle due giornate?! Non è possibile parlare ora di cifre ed andamenti dei �ussi delle persone. A breve terremo una speci�ca serata per fare tutta una serie di analisi sia sotto l’aspetto logistico operativo che sotto l’aspetto economico. Al di la, comunque, di ogni cifra e di ogni dato, dobbiamo innanzi tutto sottolineare, con rammarico, che nel periodo tra la prima giornata e la seconda abbiamo avuto dei furti per cui ci sono venuti a mancare diversi kg di merce ed altri tipi di generi alimentari con un danno economico di rilievo. Pietro Brigliozzi

Lions Club, nel weekend il gemellaggio tra Montefiascone e Canterbury G

emellaggio tra il Lions club di Monte�ascone e quello della Città di Canterbury i cui rappresentanti saranno ospiti della nostra cittadina della Tuscia nei giorni 27, 28 e 29 aprile accompagnati da una nutrita rappresentanza delle massime autorità civili della città inglese. Tutto questo è stato possibile grazie alla loro presenza sull’ importantissima via Francigena. Sabato 28 aprile alle ore 9, presso la Rocca dei Papi di Monte�ascon, avrà inizio questo ambizioso e notevole progetto culturale per la divulgazione della conoscenza della Via Francigena, realizzato su iniziativa del Club Lions Monte�ascone Falisco Vulsineo in collaborazione con Historia Associazione per la Conservazione e la Divulgazione dei Beni Culturali d’Italia. Nel corso della mattinata del 28 si svolgerà, nel salone della Rocca dei Papi, il convegno “ I Lions per la Francigena – Il sostegno dei Lions alla Cultura e alla Conoscenza del Patrimonio culturale”. Saranno presenti : Ersilia Maffeo (Regione Lazio), Massimo Tedeschi (Presidente Associazione Europea delle Vie Francigene) e Adriana Martini (Università di Ferrara). Concluderà il convegno il presidente della Provincia Marcello Meroi. Nel corso della manifestazione sarà presentato il primo volume

di “Francigena Opera Omnia” sulla Città di Monte�ascone realizzato da Historia, con la proiezione di un trailer del documentario sulla città con le ricostruzioni in 3D delle architetture della Rocca dei Papi. Gli altri club Lions fondatori e partecipi al progetto sono: Viterbo, Campagnano – Nepi, Ronciglione – Sutri – Monti Cimini, Roma Host e Roma Palatinum. I Lions del Club Monte�ascone Falisco-Vulsineo e i loro gemellati della città di Canterbury, incontreranno poi il Sindaco della città di Monte�ascone Luciano Cimarello nel pomeriggio del sabato per la cerimonia uf�ciale di accoglienza istituzionale. Per il giorno successivo, domenica 29 aprile, alla Rocca dei Papi a coronamento della splendida iniziativa, è previsto il primo workshop “Terre della Francigena” dedicato al turismo nell’area del settore turistico-alberghiero del territorio faliscovulsineo. Il progetto vedrà la seconda tappa in Inghilterra, a Canterbury, nella quale, il 23 giugno, sarà presentato alla città inglese, insieme al secondo volume di “Francigena Opera Omnia”, sulla città di Canterbury e la sua Cattedrale, il documentario su Monte�ascone, nella prestigiosa sede del City Council. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 27 Aprile 2012

E’ ancora scontro duro tra maggioranza e opposizione Il consigliere Coppari stigmatizza il comportamento di sindaco e assessori nell’ultimo consiglio e attacca: “In un anno l’amministrazione non ha combinato un bel niente”

“Giunta Aquilani, basta prese in giro” Affondo del consigliere di Passione Civile Coppari contro l’amministrazione di EMANUELE FARAGLIA

L

’eco delle polemiche sul consiglio sospeso e abbandonato dalla minoranza resiste anche alla Festa della Liberazione. A sei giorni dalla fatidica assemblea sono i consiglieri di Passione Civile Franco Coppari e Sandro Costantini a ribadire la contrarierà della minoranza tutta al comportamento della maggioranza “arrogante, prevaricatrice, in sprezzo delle regole democratiche e arbitraria” tanto per ricordare alcuni aggettivi usati dai vari Postiglioni, Gidari, Ferrara ed ora dai consiglieri di PC: “Noi come minoranza - attacca Coppari - avevamo chiesto la convocazione di un consiglio straordinario per discutere di due punti, lo stato di attuazione del programma (secondo noi neppure in piccola parte attuato) e l’attività dell’Assessorato alle Politiche Sociali (mense scolastiche ed altre criticità). La richiesta è stata parzialmente accolta, perché sono scaduti anche i 20 giorni di termine massimo, ma noi abbiamo accettato purché i due punti fossero discussi. Dopo le fumosità di accettazione del presidente del consiglio e del capogruppo della maggioranza ci siamo ritrovati con i due punti al tredicesimo e quattordicesimo posto dopo una serie di altri argomenti

che avrebbero potuto essere discussi in altri momenti e per di più con un consiglio spezzato da una sospensione di quattro ore e mezza. Ci siamo sentiti presi in giro. Così abbiamo chiesto alla Prefettura un intervento affinché le nostre richieste vengano prese in considerazione. Non è la prima volta che accade. Anche durante le commissioni e le conferenze dei capigruppo n o tiamo disattenzione nei nostri c o n fronti e dopo che si è decisa una cosa la m a g g i o ranza prende altre strade, in modo arbitrario e prevaricatore”. Insomma, quella di sabato è stata solo la goccia che ha fatto traboccare un vaso già pieno di domande e insoddisfazione: “Ad un anno dall’insediamento l’amministrazione non ha combinato un bel niente - l’affondo del consigliere Coppari - tanto per citare esempi concreti,

il famoso centro diurno Alzheimer a distanza di un anno dall’inaugurazione non ha avuto nemmeno un accesso. Dal punto di vista sociosanitario poi finamente il sindaco ha riconosciuto che il progetto della cittadella della salute presso la struttura dell’ex Fnca è fermo (secondo quanto riportato dal primo cittadino pare che una parte dei fondi destinati al progetto di ristrutturazione d e i locali s i a stata dirott a t a per il completamento d e l B e l colle, ndr) e che da parte d e i vertici A s l c’è assoluta indifferenza nei confronti delle richieste della sola amministrazione Aquilani”. Ma le mancanze dell’amminstrazione non finiscono qui, secondo il consigliere di Passione Civile: “Vogliamo parlare delle scuole? Anziché risolversi come previsto ad inizio anno ora i lavori

all’elementare rischiano seriamente di protrasi fino all’inizio del prossimo anno scolastico, con disagi per i bambini e altro problema sui pasti che continueranno ad arrivare in ritardo da Campagnano. E tutto questo mentre la Commissione di genitori ed insegnanti si è riunita una sola volta a febbraio e rinviata a maggio non ha potuto effettuare controlli efficaci sulla qualità dei pasti. Parliamo anche dell’acqua. Di recente sono apparsi dei cartelli di non potabilità formato 20x10, quindi davvero piccoli, nel quartiere della Selvarella con i risultati di un controllo effettuato dalla Asl sull’acqua delle fontanelle: i valori di Escherichia Coli ed Enterocchi sono superiori al limite. E intanto le bollette della Talete lievitano ogni settimana. Per non parlare poi della situazione dei parchi pubblici: le nuove antenne telefoniche sono state insediate mentre quelle vecchie restano al loro posto, diversamente da quanto c’era stato promesso. La raccolta differenziata non è mai partita ed il centro storico è nel degrado. Chiudo chiedendo alla maggioranza di convocare più frequentemente i consigli comunali, di rendere pubbliche le inefficienze dell’amministrazione e di consentire alla minoranza di fare proposte attuative”.

RONCIGLIONE - I cittadini alzano la voce

La gru ed il segnale tv di ELISABETTA GIOVANFORTE

I

residenti di Via del Sasso Grosso, Viale della Resistenza, Piazza dell’Oca e Via Magenta, da qualche mese lamentano l’assenza di segnale TV. In seguito a verifiche da parte dell’amministrazione comunale pare che il disservizio dipenda dalla gru posizionata in Piazza Mancini, in prossimità del mega parcheggio di Viale della Resistenza. Tale gru è parte del cantiere per la realizzazione dell’ascensore che dovrebbe condurre chi parcheggia l’auto, direttamente in Piazza Vittorio Emanuele. “A seconda di come si sposta la gru, e questo dipende essenzialmente dal vento, alcuni canali non si vedono affatto”, si lamenta la signora Luciana, residente in Piazza S.Anna, “non so se qualcuno possa aiutarci, ma mi sembra assurdo pagare il canone TV e non vedere alcun programma. All’inizio pensavamo che dipendesse dal decoder, ma poi, tutti i residenti,

consultandoci con un tecnico, abbiamo dedotto che tutto dipende dalla gru”. Intanto dal Comune sono stati avviati gli accertamenti del caso, “presto la gru sarà rimossa e quindi con essa tutti i problemi inerenti i disservizi legati al segnale” ha rassicurato i residenti il Consigliere Riccardo Paradisi.

BLERA - Domani e domenica si celebra il recupero del patrimonio naturalistico e culturale della Tuscia

È Festa di Primavera a Blera e San Giovanni U

n weekend all’insegna del recupero del ricco patrimonio naturalistico e culturale della Tuscia. É questo l’obiettivo che si pone la Festa di Primavera, una iniziativa dell’Associazione Tempo Creativo che si terrà domani a Blera e domenica 29 Aprile a Villa San Giovanni in Tuscia per invitare adulti e bambini a riscoprire e valorizzare il proprio territorio in allegria. L’iniziativa, patrocinata da: Università Agraria di Blera, Comune di Villa San Giovanni in Tuscia, Comune di Blera, Pro Loco di Blera e Proloco di Villa San Giovanni in Tuscia, intende dedicare le due giornate al mondo delle piante, delle arti e dei mestieri manuali. Il programma è ricco e vario: dagli incontri su agricoltura naturale e biodiversità alle visite guidate alle necropoli etrusche di Pian del Vescovo, dalle poesie in dialetto blerano alle cene e pranzi sociali naturalisti, dai laboratori interattivi sui diversi usi delle piante al mercatino artistico artigianale insieme ai libri della casa editrice Davide Ghaleb, dalla produzione di pane e formaggio in età

etrusca con strumenti riprodotti dagli originali agli spettacoli di arte e circo di strada, �no alle escursioni per il riconoscimento delle erbe spontanee e il bucato collettivo, con consigli domestici di cosmetica naturale per preparati a base di ortica. L’ecosostenibilità dell’iniziativa è inoltre garantita dalla scelta di cibo biologico locale e dall’uso di solo materiale biodegradabile. Fiore all’occhiello dell’iniziativa è il progetto Orti Comuni, “Il Giardino della Biodiversità” che prevede la gestione collettiva di terreni concessi dall’Università Agraria di Blera in Località e in parte da privati cittadini, dove coltivare semi di piante locali secondo i principi dell’agricoltura biologica. Negli orti comuni non sono previste assegnazioni di quote individuali di terra, ma le attività comuni vengono piani�cate secondo le necessità imposte dalle diverse fasi di coltivazione, tenendo in conto le competenze, gli interessi e gli impegni di ciascun partecipante. Il raccolto �nale viene distribuito equamente. A

riguardo nella giornata di domenica 29 al Centro Polivalente di Villa San Giovanni in Tuscia si terrà una conferenza “Orti sociali urbani e rurali: tra Roma e Blera esperienze a confronto” che vedrà tra i partecipanti realtà sociali del territorio romano e blerano, interverranno: Franco Paolinelli (Silvicultura Agrocultura Paesaggio) “Gli orti urbani nel quadro dell’evoluzione della domanda di ruralità”, Claudio Gnessi (Associazione per l’Ecomuseo Casilino Ad Duas Lauros) “Il sistema Ecomuseale come presidio e valorizzazione del territorio”, Alessandro Camiz (Sapienza, Università di Roma), Antonietta Fasano (Lavangaquadra), Vincenzo Pascale (Rete fattorie sociali), Giorgio Fabretti (Movimento dell’alimentazione frugivora) , Silvia Di Fazio (CEMEA del Mezzogiorno), Marco Valenza e Marina Pellico (Tempo Creativo). In caso di pioggia le attività si svolgeranno in locali chiusi. E’ richiesta la prenotazione per pranzi e cene sociali: www.tempocreativo.it info@tempocreativo.it Tel: 32941554643384476764


Venerdì 27 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

comprensorio sud

15

CIVITA CASTELLANA - All’evento, che si è tenuto nei giorni scorsi a Milano, hanno partecipato diverse aziende locali

Il Distretto industriale al Salone del Mobile O

ltre 330mila visitatori, di cui il 64,5% stranieri, che hanno toccato con mano le ultime novità in fatto di arredamento e design. Questi i numeri del Salone internazionale del Mobile, che si è svolto a Milano nei giorni scorsi. Alla manifestazione hanno preso parte anche diverse aziende del Distretto industriale di Civita Castellana, che hanno confermato un trend positivo di visitatori, tra i quali qualche compratore interessato ad intraprendere attività commerciali. Il clima che ha pervaso le aziende del settore dell’arredo bagno del Distretto è stato positivo e vivace, segno tangibile di una sempre maggiore attenzione, soprattutto dai visitatori dei mercati esteri, al design del Made in Italy: l’appeal del Belpaese - è stato questo il giudizio condiviso - orienta ancora le scelte in tema di acquisto, e le aziende civitoniche hanno recuperato a Milano quelle quote minori registrate in altre �ere ed esposizioni caratterizzate, come comunicazione e richiamo, verso un target meno

speci�co dal punto di vista dell’eccellenza e del design. Lo sforzo economico di un’azienda per la propria partecipazione al Salone di Milano rappresenta un vero e proprio investimento, soprattutto in questa fase particolare di congiuntura. Tutto ciò rende ancor più evidente la visione positiva dell’impresa che accetta le nuove s�de attraverso il riposizionamento e la valorizzazione dei prodotti su quei mercati esteri in crescita. I minori livelli di produzione trovano quindi negli standard di eccellenza, qualità e design gli elementi fondanti per lanciare ancora di più il prodotto italiano dell’arredo bagno di Civita Castellana laddove ci sono potenzialità di acquisto. Questa è la forte scommessa sul futuro, e la si gioca cercando di seguire l’evoluzione in atto e di anticipare i mutamenti di tutte le reti distributive e commerciali in tema di design e di valorizzazione del brando civitonico. La presenza al Salone del Mobile, che ha ormai raggiunto dimensioni ed importanza crescente, andandosi a ritagliare

VASANELLO

Disservizi postali intervenga il Sindaco D

un ruolo privilegiato che va oltre la semplice realtà �eristica, diventa quindi essenziale. Il Salone, infatti, è oggi momento di incontro e confronto non solo per i produttori, ma

anche per designer ed architetti che desiderano restare aggiornati sulle ultime tendenze all’interno di un contesto estremamente ricco di spunti ed idee innovative.

CIVITA CASTELLANA - Saranno presentati oggi i nuovi arredi donati dai Lions

Festa grande al “Rosa Merlini Frezza” O

ggi la comunità di Civita Castellana si stringerà attorno agli ospiti del Centro Socio Educativo “Rosa Merlini Frezza”. A partire dalle 11, insieme al Vescovo, S.E. Mons. Romano Rossi, al sindaco, Gianluca Angelelli, e all’assessore ai Servizi Sociali, Letizia Gasperini, ci saranno i rappresentanti del Comitato per la Casa Protetta e del Lions Club. Saranno infatti presentati i nuovi arredi e le strutture che il comitato e i Lions hanno donato al Cse. In particolare grazie al comitato Casa Protetta si sono installate delle vetrate nel porticato interno all’edi�cio, in modo da rendere più confortevole il passaggio degli ospiti

CIVITA CASTELLANA Palestra comunale, in arrivo 30000 euro dalla Regione “

Dopo tanti anni di inattività e di incuria verso gli impianti sportivi �nalmente qualcosa si muove – afferma l’assessore allo Sport di Civita Castellana, Alessio Alessandrini – abbiamo ottenuto un contributo di 30.000 euro dalla Regione Lazio per interventi volti a migliorare la sicurezza degli impianti sportivi”. In particolare l’Amministrazione comunale aveva richiesto un contributo, partecipato al bando regionale, per interventi di messa in sicurezza della palestra della scuola Dante

Alighieri. “I lavori riguarderanno principalmente il rifacimento degli impianti tecnici con un occhio di riguardo verso le fonti d’energia rinnovabili - continua Alessandrini Dopo gli interventi alla palestra comunale nei mesi estivi dello scorso anno, ora anche un altro impianto sportivo sarà al centro di una riquali�cazione”. Il contributo è pari a 30.000 e la regione ne coprirà il 76%, i lavori dovranno avere termine il 31 Dicembre del 2012.

a molti mesi a questa parte, il servizio postale a Vasanello lascia decisamente a desiderare (per usare un eufemismo). Lettere urgenti che tardano ad arrivare, missive importanti che giungono molti giorni dopo il loro previsto arrivo, bollette recapitate dopo la loro scadenza. Già qualche tempo fa, da queste colonne, era stato evidenziato tale grave disservizio ma, a quanto pare, le cose non sono assolutamente cambiate. Tanto che, la minoranza auspica un intervento del sindaco per cercare di trovare una soluzione. Ecco la lettera inviata al primo cittadino dal gruppo consigliare Uniti per Vasanello. “Ci sono stati segnalati da molti cittadini del nostro

Comune disservizi del sistema postale locale. La corrispondenza non verrebbe recapitata quotidianamente, ma occasionalmente con gravi disagi per gli utenti, speci�catamente in relazione alle fatture in scadenza degli Enti erogatori di servizi pubblici (corrente elettrica, gas metano, ecc …). Con la presente la invitiamo ad adoperarsi con tutti i mezzi possibili derivanti dalla sua carica a sollecitare, qualora non l’abbia già fatto, la locale delle Poste di Vasanello e la sede provinciale a trovare una soluzione ai disguidi arrecati, af�nché i cittadini di Vasanello possano vedere ripristinato il diritto di ricevere regolarmente la corrispondenza postale.” SIM.TEN

Foto A.Di Palermo

da un locale all’altro, mentre i Lions hanno acquistato degli arredi da giardino. “E’ un momento molto importante per la nostra comunità territoriale – ha spiegato l’assessore ai Servizi Sociali, Letizia Gasperini - perché diamo un riconoscimento ai cittadini e alle associazioni che si sono impegnati per sostenere il progetto che l’Amministrazione ha voluto sviluppare a favore dei concittadini più fragili. In particolare ringrazieremo il Comitato Casa Protetta, che ha donato i fondi raccolti in più di venti anni, i Lions e altre associazioni che hanno messo a disposizione le risorse per migliorare la struttura che ospita il Centro Socio Educativo”.

CIVITA CASTELLANA - Il Comune denuncia un grave pregiudizio per le casse

“Dallo Stato un milione di euro in meno” R

iceviamo e pubblichiamo dal Comune di Civita Castellana. “Ammonta a circa un milione di euro in meno il trasferimento che lo stato destinerà al comune di Civita Castellana per il 2012, è quanto emerge dai dati diffusi dal Ministero. “Gli effetti degli interventi presi dal governo rispetto alle �nanze degli enti locali sono disastrosi per tutti cittadini – afferma il sindaco, Gianluca Angelelli -è una cosa paradossale tentare di chiudere il bilancio in pareggio con una tale riduzione in entrata. Il presidente Monti è intento a risanare le casse dello stato, tuttavia falcidiare le �nanze

locali in questo modo è incomprensibile. Se si voleva intervenire sugli sprechi non è questo il modo, i tagli sono tali che si traducono inevitabilmente in diminuzione dei servizi pubblici di prima necessità”. “La cosa che più fa arrabbiare – continua il sindaco – è che da un lato si parli di federalismo e autonomia �scale e dall’altro il governo pretenda dai comuni la compartecipazione alle imposte sulla casa in un quadro che sembra ribaltarsi, in cui sono i comuni e i sindaci che assumono su di loro la responsabilità della �scalità per sostenere il risanamento delle �nanze statali. Non solo.

I cittadini oltre a pagare l’Imu sulla loro abitazione dovranno versarla allo stato anche per le scuole, gli impianti sportivi, gli asili nido e tutti gli immobili di proprietà collettiva, in una concezione della cosa pubblica assolutamente indecifrabile. Per quanto riguarda il nostro bilancio ho provveduto alla razionalizzazione complessiva dei costi dell’amministrazione passando al dettaglio ogni singola posta di bilancio, voce per voce: in questo modo siamo riusciti a stringere la cinghia per la spesa corrente degli uf�ci di circa 150,000 euro. Ma siamo inevitabilmente costretti a ripensare alla riorganizzazio-

ne di alcuni servizi per ridurne il costo, anche se ogni intervento è doloroso perché incide sui diritti delle persone. In un quadro di profonda complessità come questo – conclude il sindaco - invito tutte le forze politiche e sociali a non fare facile demagogia con proposte populistiche. Chi ha responsabilità amministrative ha il dovere di avanzare proposte che se da un lato riguardano la riduzione delle entrate, dall’altro individuino la compressione della spesa. Insomma chi chiede al comune di rinunciare alle tasse, dica pure ai cittadini quali servizi intende loro togliere”.


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 26 Aprile 2012

Ezio Mauro ‘a rete unificata’ dal Festival del Giornalismo la prima twitterview “# ifj 12” A

ttualità, politica, informazione. Sono solo alcuni dei temi ai quali risponderà il direttore de La Repubblica Ezio Mauro durante la prima twitterview in diretta “a rete uni�cata” stasera alle ore 18. È la prima volta in assoluto che l’intervista al direttore di un grande quotidiano va online in modo così condiviso. Gli users potranno porre domande twittando attraverso gli hashtag #ijf12 e #mauro. Arianna Ciccone, organizzatrice del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia, condurrà l’intervista, girando ad Ezio Mauro anche i quesiti che arriveranno dalla

Rete, senza tralasciare quelli più scottanti sui temi di attualità di questi giorni. L’intervista sarà trasmessa in diretta “a rete uni�cata” da Perugia su Festivaldelgior nalismo.com, su Repubblica.it, su Altratv.tv e su centinaia di web tv, blog, videoblog e media locali digitali del network. Il giorno precedente, giovedì 26 aprile dalle ore 18, andrà online “a rete uni�cata” anche il panel sul giornalismo di inchiesta dedicato a Giuseppe D’Avanzo. Parteciperanno all’incontro Attilio Bolzoni (la Repubblica), Marco Imarisio (Corriere della Sera), Donatella Stasio (Il Sole 24

Ore). I due eventi sono inseriti nel calendario del Festival internazionale del Giornalismo di Perugia, durante il quale Altratv.tv promuoverà anche un panel discussion su “La nuova web tv tra log-in e check-in”, in programma giovedì 26 aprile alle 18.30 nel Centro Servizi G. Alessi. Interverranno Peter Gomez (ilFattoquotidiano.it), Piero Gaffuri (Rai Nuovi Media), Simona Panseri (Google Italy), Guido Scorza (Università di Bologna). Modererà Giampaolo Colletti (Altratv.tv).

I due Comuni partecipano al bando regionale analizzando e monitorando gli incidenti sul territorio

Sicurezza stradale a Orvieto e Porano L

a Giunta del Comune di Orvieto ha approvato la proposta di progetto denominato “Azioni integrate per la sicurezza stradale” con il quale i Comuni di Porano e Orvieto, quest’ultimo è capofila, partecipano al bando regionale relativo agli interventi del 3°, 4° e 5° programma di attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale. Questo prevede, appunto, la gestione delle risorse a livello regionale coerentemente con i principi e i parametri concordati tra Governo, Regioni, Province e Comuni. In tal senso, i comuni di Orvieto e Porano si sono costituiti in raggruppamento (possono aderire all’iniziativa anche altri comuni dell’orvietano) in linea col Programma “Analisi e Monitoraggio degli incidenti stradali:

Contrasto dei fattori di rischio ed Azioni efficaci” a cui hanno già aderito l’Amministrazione Provinciale ed i Comuni della Provincia di Terni, condividendo gli obiettivi e gli indirizzi del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale e del Bando Regionale, che è finalizzato

a promuovere una serie di azioni strutturate mirate a: - migliorare la conoscenza del fenomeno degli incidenti nel proprio territorio sia come caratteristiche generali del fenomeno che come mappatura del rischio sulla viabilità di competenza; - acquisire gli strumenti tec-

nici e le metodologie per il monitoraggio e l’analisi degli incidenti al fine di ottenere un migliore e più efficace governo della sicurezza stradale nel proprio territorio; - indirizzare le azioni per il miglioramento della sicurezza stradale (interventi sulla viabilità, controllo e repressione dei comportamenti a rischio, informazione e sensibilizzazione) operando una corretta pianificazione delle priorità; Il costo complessivo del progetto presentato dai comuni di Orvieto e Porano è di 450.000 euro (di cui 270.000 richiesti come finanziamento regionale e i restanti 180.000 euro a carico dei due enti). Più ingenerale, la proposta “Azioni integrate per la sicurezza stradale” ha lo scopo di uniformare e rendere dialoganti su scala provinciale iniziative sulle quali

l’ACI di Terni ha fornito la sua consulenza per i territori dell’Orvietano, Amerino e Narnese. Essa prevede misure e azioni per il miglioramento della sicurezza stradale riferibili ai settori di intervento prioritari, nel rispetto degli strumenti di pianificazione e programmazione regionale per la sicurezza stradale ed ha la caratteristica della specificità e aggiuntività rispetto all’azione corrente dell’amministrazione locale. Per contrastare il verificarsi del fenomeno degli incidenti stradali nei Paesi membri, nel 1997 l’Unione Europea ha imposto l’obiettivo di dimezzare entro l’anno 2010 le vittime degli incidenti, estendendo successivamente al 2020 lo stesso obiettivo. Il Governo Italiano recependo l’obiettivo dell’Unione Europea, ha istituito nel

1999 il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) con il quale veniva assegnato al Ministero dei Lavori Pubblici, oggi Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il compito di avviare una serie di azioni e misure volte a mitigare gli effetti del fenomeno degli incidenti.

Evento Ushuaia a cura dell’Università della terza Età Nella libreria i poeti già protagonisti del film/documentario

A Palazzo Simoncelli, ‘ricordi argentini’ ‘Concertopoesia’ alla ‘Parole Ribelli’

L

’Università delle Tre Età di Orvieto, ha in programma un appuntamento di approfondimento all’impresa artistica del M° Riccardo Cambri nella Terra del Fuoco argentina, durante la settima edizione del Festival Internacional de Ushuaia che lo ha visto protagonista di ben due concerti: uno come interprete mozartiano in compagnia dell’Orchestra Sinfonica di Mosca ed uno come solista in un récital pianistico. Domani alle ore 17, presso la sede di Palazzo Simoncelli in Piazza del Popolo, la giornalista Laura Ricci intervisterà il M° Cambri e coordinerà gli interventi del prof. Franco Raimondo Barbabella (dirigente del Liceo Scientifico “E. Majorana” di Orvieto), del dott. Antonio Concina (sindaco di Orvieto) e del dott. Raul Ignacio Lede (medico argentina di illustre fama), analizzando, più ampiamente, il fenomeno delle migrazioni culturali nella storia dell’uomo. E’ prevista la proiezione

del video del concerto in re minore per pianoforte e orchestra KV 466 di Mozart eseguito dal M° Cambri

presso il Salon Milenio di Ushuaia, sotto la direzione del M° Pablo Dzodan.

O

ggi, presso la Libreria Parole Ribelli, avrà luogo “La Poesia E’ Reale”, ConcertoPoesia con i poeti Cony Ray, Marco Orlandi e Gabriele Peritore, per un ritorno Reale della Poesia nella comunicazione sociale. Cony Ray, Marco Orlandi e Gabriele Peritore sono tra i poeti protagonisti del documentario POETI (Italia 2009 / 69’) del regista Toni D’Angelo. Il documentario ha concorso, per la sezione “Controcampo Italiano”, alla 66° Mostra Internazionale d’Arte Cinematogra�ca - Biennale di Venezia. La Poesia E’ Reale è un progetto che nasce dalla volontà dei poeti Cony Ray, Marco Orlandi e Gabriele Peritore, convinti della necessità che la poesia ritrovi la propria identità e centralità all’interno della comunicazione sociale attraverso l’esibizione “live” delle liriche, con un approccio nuovo nella declamazione delle stesse in forma di ConcertoPoesia: una performance poetica, in formula originale, capace

di restituire l’impatto e la dinamica di un concerto musicale in una sorta di partitura per tre voci e tre poeti, in assenza di supporto musicale. E’ un certo uso della parola poetica nonché i differenti t i m b r i vocali dei tre poeti a farsi musica. L’obiettivo principe è il coinvolgimento e l’interazione con il pubblico. Il ConcertoPoesia de La Poesia E’ Reale, in collaborazione con la Libreria Parole Ribelli, sosterrà l’attività di EMERGENCY attraverso la vendita, ad un prezzo “spe-

ciale”, delle ultime pubblicazioni dei tre poeti promotori e protagonisti del progetto, devolvendo parte del ricavato all’Organizzazione Ong Onlus. Infoline: 349 - 5529813 / e-mail: poesiareale@libero.it s i t o w e b : h t t p : / / poesiareale.blogspot.com Facebook: La Poesia E’ Reale


����� � �������� ��� ������� �����������������������

�������������������������� ����������������������������

��

����

���������������������� ���������������������� ��� ����� ������� ���� ������ ������������������ ������ ���������������� �� ���� ����������� ���� �� ������������ ���������������������������������� ���� ������������� ��������������� ���� ��� ������ ������������������������������������������������ �������

� ������������������������������������� ���������������������������� � ������������������� ������������������������� �������� �������������������� �����������������

���������������������� ��������������������� ������������������������ ����������������� ������������������������ �������������� ��������������������

��������������������������������������������������������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������������������������������������������


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema SORIANO NEL CIMINO

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile Ariete

In famiglia, oggi non saprete che pesci prendere, a causa della Luna storta e di una situazione molto delicata, che poi riuscirete a gestire con una certa saggezza: sarete molto abili nel trovare soluzioni geniali ed efficaci! In campo affettivo, non vi annoierete, potete esserne certi; vi attendono avventure, novita’, tira e molla. Atmosfere magiche che scuoteranno l’anima!

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

G i o r n o favorevole, ma attenzione a non prendere lucciole per lanterne se vi fanno proposte, se vi viene un’idea: avete le idee chiare, ma le novita’ in questo momento vi affascinano e potreste non scontare con aderenza alla realta’ le possibili conseguenze. Chiedete sempre spiegazioni, anche a costo di farvi ripetere mille volte la stessa cosa! Bene l’amore e le amicizie.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Vi andra’ bene tutto, in maniera semplice, facile e scorrevole; cosi’, almeno, segnala la Luna in transito in un segno amico, che vi rende socievoli e aperti come non mai. Ogni tassello si sistemera’ praticamente da solo nel giusto posto del vostro personale mosaico! Dal punto di vista affettivo, sarete piu’ vulnerabili del solito e quindi, piu’ affettuosi e teneri con la persona amata.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

Sarete un po’ smemorati oggi, e potreste dimenticare incombenze e appuntamenti importanti; annotate tutti i vostri impegni su un’agenda e consultatela ripetutamente nel corso della giornata! Non fara’ difetto neppure un po’ di attenzione nel maneggio del denaro. Un allegro scompiglio nelle relazioni amorose: vi troverete inaspettatamente in situazioni emozionanti.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

Avete doveri e impegni, da cui non potete sottrarvi; oltre a questo, q u a l c u n o potrebbe farvi richieste molto personali. In quell’affare che vi preme, valutate bene i pro e i contro, puntando su cio’ che realisticamente potete ottenere. Preparatevi al weekend rinunciando a fumo, alcolici, zuccheri e grassi. Appena possibile, fate lunghe camminate nel verde o in riva al mare.

P o t e t e tranquillamente p r o gra m m a r e qualcosa di straordinar io, perche’ molto andra’ secondo i vostri desideri, grazie anche al provvidenziale intervento di alcuni amici. Riuscirete a sorprendere la persona amata con iniziative inaspettate e questo rendera’ quanto mai spumeggiante la vita di coppia. Migliorano le prospettive professionali e si aprono spiragli sul fronte economico.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

La Luna e’ lontana, nell’altra parte del cielo. Probabilmente avete a che fare con una certa insofferenza verso la routine, le regole e i vari obblighi della vita. Sul lavoro, vi conviene mantenervi calmi e pazienti; la forma fisica e’ tutto sommato buona. E’ sull’umore che dovreste lavorare. Rilassatevi e rigeneratevi, dedicando finalmente tempo e spazio alle vostre passioni.

FARMACIE (reperibilità)

Incoraggianti le promesse del cielo odierno, per quanto vi riguarda. Sbrigate in fretta gli impegni in programma e preparatevi ad una serata speciale, in compagnia del partner, naturalmente. Se siete single, potrete dedicare le vostre attenzioni a chi piu’ vi sta a cuore, certi di avere successo. Divertitevi, valorizzate le relazioni sociali e accettate inviti se siete single.

Tho Rome Whit Love Orario: 21,30

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

L’amore gratifica, il lavoro da’ soddisfazioni, la vita sociale e’ intensa; finalmente siete capaci di essere voi stessi e di dire le cose apertamente, senza timori. Insomma, va tutto alla grande, ma forse dovreste prestare piu’ attenzione alla situazione finanziaria: tante piccole spese rischiano di passare inosservate, ma alla fine della settimana potrebbero pesare molto sul bilancio.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Volete puntare in alto? Fate bene. In certi frangenti, puo’ essere molto vantaggioso anche far ricorso al consiglio di un amico fidato! Il settore affettivo avra’ i colori della primavera: sentirete risvegliarsi tutti i sensi, rinascere prepotente ogni desiderio, affiorare nuove energie. Un dolce flirt o una piccola avventura potra’ illuminare la serata di chi ha il cuore libero.

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

T a n t e circostanze lavorative s t a n n o prendendo la piega giusta, grazie anche a persone che vi stimano e vi sostengono. Buone nuove per vecchie questioni, che frenavano la realizzazione di progetti che sponsorizzavate da tempo. Single? Avrete l’occasione giusta per dimostrare il vostro charme e far capitolare una preda considerata finora impossibile per voi. Auguri!

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

La Luna, oggi, e’ vostra amica. Novita’ potranno p r o d u r s i nella sfera professionale, ma dovrete stare all’erta per far si’ che diventino vantaggiose e non siano invece sorprese che complicano la vostra vita. E in amore? Vivrete momenti davvero belli, soprattutto sotto il profilo erotico, indipendentemente dalla vostra eta’ e dalla vostra condizione sentimentale. Telefonate inattese!

Venerdì 27 Aprile 2012

TARQUINIA

Cinema Etrusco - Multisala Via Della Caserma, 32

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 To Rome With Love Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A The Avengers 3D Orario: 17,00 - 19,30 - 22,00 Cinema Trieste Viale Trieste, 30 CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 RIPOSO

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana The Avengers 3D Orario: 21,30

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26

RIPOSO

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. RIPOSO Multisala Flavia Via Della Croce, 1 Biancaneve Orario: 21,30 Una Spia Non Basta Orario: 21,30

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 RIPOSO

The Avengers 3D Orario: 17,15 - 19,40 - 22,00 To Rome With Love Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Diaz (In Digitale) Orario: 17,30 - 19,50 - 22,00 Ciliegine Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V. The Avengers 3D Orario: 19,30 - 22,00

VITORCHIANO Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano Tho Rome Whit Love Feriali: 20,15 - 22,30 Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 The Avengers 3D Feriali: 19,45 - 22,30 Pref. e Mer.: 17,00 - 19,45 - 22,30 Fest.: 17,00 - 19,45 - 22,30 Ho Cercato Il Tuo Nome Feriali: 20,15 - 22,30 Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 The Rum Diary Feriali: 20,00 - 22,30 Pref.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,10 - 17,30 - 20,00 - 22,30 Battleship Feriali: 20,00 Pref.: 17,30 Fest.: 15,10 - 17,30 Interno Giorno Feriali: 22,30 Pref. e Fest.: 20,15 - 22,30 Diaz Feriali: 20,15 - 22,30 Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it Fax 0761.1890811

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 27 APRILE

ACQUAPENDENTE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CELLERE Via G. Marconi, 13 a/b (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

MONTALTO DI CASTRO Via Aurelia, 30 (08,45-13,10 e 16,30-20,00)

SORIANO NEL CIMINO Via E. Monaci, 96 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

BARBARANO ROMANO Via IV Novembre, 31 C (09,30-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CASTELLANA Via Vincenzo Ferretti, 95 (08,30-13,00 e 16,25-20,00)

MONTEFIASC. - ZEPPONAMI Via Cassia, 95 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

TARQUINIA LIDO Via delle Sirene, 20 (08,30-13,00 e 16,55-20,30)

BASSANO IN TEVERINA Via Giuseppe Mazzini, 3 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CAST. - SASSACCI Via Terni, 26 (Diurna e 16,30-20,00)

MONTEROSI Via Roma, 51 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08,35-13,00 e 17,00-20,30)

BOLSENA Via A. Gramsci, 38 (08,30-12,30 e 16,30-20,00)

CIVITELLA D’AGLIANO P.zza Cardilan Dolci, 21 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

NEPI Via Roma, 19 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VETRALLA Via S. Michele, s.n.c. (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

CAPODIMONTE Via Marconi, 70 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

FABRICA DI ROMA Via Roma, 79 (08,30-13,00 e 17,00-20,30)

ORIOLO ROMANO Via Claudia, 109 (09,30-13,00 e 17,30-20,30)

VIGNANELLO Via Roma, 2/D (09,00-13,00 e 17,00-20,30)

CAPRANICA SCALO Via della Stazione, snc (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

GRAFFIGNANO-SIPICCIANO P.zza Umberto I, 28 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

ORTE P.zza del Popolo, 15 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VITERBO Via Vicenza, 40/A (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

CAPRAROLA Via F. Nicolai, 141 (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

LATERA Viale I Maggio, snc (09,00-12,40 e 17,00-20,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (08,30-12,55 e 16,30-20,00)

VITERBO - S. MARTINO AL C. Piazza Buratti, 2/3 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

Venerdì 27 Aprile

Sabato 28 Aprile

L’ a l t a pressione africana occupa i nostri meridiani garantendo cieli sereni sulle centrali tirreniche e clima molto mite. Te m p e r a t u r e in sensibile aumento, specie nei valori massimi, con punte fino a 26°C su zone interne, 18° a 1500m. Ve n t i deboli di brezza sui litorali, da SE al largo delle coste, molto deboli da SO e in rotazione da S in quota. Mari ovunque poco mossi.

L’alta pressione africana si muove lentamente verso levante sotto la spinta di una saccutura in azione sull’Iberia, ma continua a mantenere i cieli sgombri da nubi, salvo il passaggio di velature dal pomeriggio, specie sulla Toscana, in graduale ispessimento entro la notte; il tutto in un contesto dalle caratteristiche quasi estive. Temperature in ulteriore lieve aumento, con punte fino a 2829°C sulle pianure settentrionali toscane, 18-19° a 1500m. Venti deboli di brezza sulle coste, da SSE a largo; da deboli a moderati da SE in quota. Mari poco mossi, quasi calmi sulle coste laziali, tendente a mosso l’alto Tirreno.


SPORT

ďż˝ ďż˝ ďż˝

19

VenerdĂŹ 27 Aprile 2012

BASKET

La Belli CGT si gioca lâ&#x20AC;&#x2122;accesso alle simifinali Play off La formazione di di Cipriani intensifica gli sforzi per tagliare il traguardo

S

ervirĂ  la terza e decisiva sfida per stabilire chi, tra Belli CGT e Giocobasket Sabaudia, conquisterĂ  lâ&#x20AC;&#x2122;accesso alle semifinali playoff del campionato di serie C regionale. Questo il verdetto arrivato dopo il secondo atto della serie di quarti di finale, vinto per 70-58 dai pontini che hanno cosĂŹ pareggiato i conti e rimandato ogni verdetto alla bella in programma sabato alle 18,30 al PalaMalè di Viterbo. Un pareggio meritato, quello ottenuto da Sabaudia, arrivato al termine di un match che i padroni di casa hanno sempre condotto nel punteggio, raggiungendo anche le diciotto lunghezze di vantaggio; la Belli CGT ha pagato un inizio di match pessimo in attacco, in cui il solo Dragojevic ha trovato con continuitĂ  la via del canestro, e altrettanto scadente in difesa, dove la squadra neroarancio non è riuscita a ripetere quanto di buono fatto nella prima partita subendo pesantemente le iniziative degli avversari. Sabaudia ha costruito il

successo proprio nei primi due periodi, la Belli CGT ha provato a tornare in gara nel secondo tempo rientrando sotto le dieci lunghezze di svantaggio, a i padroni di casa sono stati bravi a respingere ogni tentativo di rimonta dei viterbesi, frenati anche da percentuali pessime nel tiro dalla distanza e da una generale imprecisione nelle conclusioni a canestro. Questi i tabellini individuali dei giocatori neroarancio: Bitetto 8, Ottaviani 4, Peroni 7, Mariani 16, Dragojevic 16, Caiazza 5, Mulè 1, la Torre 1. Per la squadra di coach Fausto Cipriani si tratta appena della terza sconfitta in tutta la stagione, un passo falso di cui fare tesoro in vista della gara di sabato che metterĂ  in palio un posto in semifinale e permetterĂ  dunque di proseguire la caccia alla promozione in Divisione Nazionale C. La squadra si allenerĂ  nella serata di venerdĂŹ per sistemare tutti i dettagli e scendere in campo determinata ad imporre la legge del proprio parquet con lâ&#x20AC;&#x2122;obiettivo paly off in testa. 

          

     

 

        

  

E



â&#x20AC;&#x2122; tutto pronto a Tolfa per Tolfa â&#x20AC;&#x153;Aironeâ&#x20AC;? Fausto Fiorucci, lâ&#x20AC;&#x2122;Ecomaratona,     che si cor- che organizza lâ&#x20AC;&#x2122;evento. â&#x20AC;&#x153;Lo spirerĂ  domenica 29 aprile. Lâ&#x20AC;&#x2122;ini- rito con cui nasce!" â&#x20AC;&#x201C; ha aggiunto    ziativa, che si inserisce nel 2012  - è quello di creare un evento â&#x20AC;&#x153;Anno cittadino dellâ&#x20AC;&#x2122;Ambien- stabile negli anni che possa # $% &' # $ #  teâ&#x20AC;?, è stata presentata ieri in raccogliere atleti e non prove    una conferenza che  % # &'   si è tenuta nienti dalle diverse aree dâ&#x20AC;&#x2122;Italia  $ %   presso lâ&#x20AC;&#x2122;Aula Convegni del Polo e che venga calendarizzato tra $%   Culturale di Tolfa. â&#x20AC;&#x153;Lâ&#x20AC;&#x2122;Ecomara- gli appuntamenti del genereâ&#x20AC;?.  ( '## ('  ) *')) )   # +,   tona, alla sua prima edizione, La presentazione ha messo in  le motivazioni, la passione,   ' %  non è solo%  ) # &'   un avvenimento luce * $   % ) &  #.  % # # &'   sportivo, ma sarĂ  un veicolo di il lavoro incessante che da mesi  $ %   ) #'  # conoscenza dello #''# &'   splendido ter- coinvolge non solo gli organiz/        ritorio dei Monti della Tolfa e zatori della corsa, ma anche nu(   0  ) ,1 $ 2%    di #' valorizzazione dello stessoâ&#x20AC;?, merose associazioni coinvolte.   ha sottolineato il Presidente del Lâ&#x20AC;&#x2122;ecomaratona attraverserĂ  42  ' %   #    Gruppo Podistico Monti della Km di un territorio, quello dei 







BASKET GIOVANILE- Oggi prenderĂ  il via lâ&#x20AC;&#x2122;Adriatica Cup di Pesaro

Al prestigioso torneo participeranno quattroformazionidellâ&#x20AC;&#x2122;ILCOStellaAzzurra S

La rosa della Belli CGT

Una delle rappresentanti allâ&#x20AC;&#x2122;Adriatica Cup

aranno quattro le formazioni del vivaio della ILCO Stella Azzurra che dal 27 aprile (domani) al 1 maggio parteciperanno allâ&#x20AC;&#x2122;edizione 2012 dellâ&#x20AC;&#x2122;Adriatica Cup di Pesaro, prestigioso torneo di basket giovanile che riunirĂ  nella cittadina adriatica giovani cestisti provenienti da tutta Italia. La Stella Azzurra è giunta alla sua terza partecipazione allâ&#x20AC;&#x2122;Adriatica Cup, con le squadre Scoiattoli (2002/ 03), Esordienti (2000/01), Under 15 (1997/98) e Under 17 (1995/96), per un totale di 48 atleti. Al seguito delle squadre a Pesaro ci sarĂ  anche una vera e propria torcida biancoazzurra, formata da numerosissimi genitori che, approfittando del periodo festivo, accompagneranno i loro figli al torneo, per dedicarsi poi nel tempo libero alle numerose attrattive presenti sulle sponde dellâ&#x20AC;&#x2122;Adriatico.

Anche parte dello staff societario e tecnico parteciperĂ  allâ&#x20AC;&#x2122;iniziativa, con in primis la presidente Mirella Toni, i dirigenti Fabio Bernini, Giusy Arruzzolo e Diana Sabatini e i coach Orlando Orchi, Lillo Ferri e Carlo Calfapietra. Il programma prevede la divisione delle squadre in categorie e la successiva formazione dei gironi di qualificazione allâ&#x20AC;&#x2122;italiana, con lo svolgimento di 2 gare giornaliere. Lo scopo della societĂ  di via Oslavia è non solo quello di ben figurare nel prestigioso torneo giovanile, ma soprattutto quello di far vivere ai ragazzi stellina unâ&#x20AC;&#x2122;esperienza divertente, formativa e altamente socializzante. La comitiva, composta da oltre 150 persone tra atleti e genitori, partirĂ  venerdĂŹ 27 aprile alle 15,30 dal PalaMalè per rientrare a Viterbo nella serata di martedi 1 maggio.

VARIE - La gara podistica sarĂ  anche unâ&#x20AC;&#x2122;occasione per scoprire le bellezze archeologiche

A Tolfa è tutto pronto per il via dellâ&#x20AC;&#x2122;Ecomaratona Monti della Tolfa, in parte inesplorato e sconosciuto ai molti e ha necessitato di una mappatura puntuale e una segnaletica chiara e minuziosa. A tale proposito, il Gruppo â&#x20AC;&#x153;Aironeâ&#x20AC;? si è mosso in collaborazione con il delegato alla valorizzazione dei siti archeologici del comune di Tolfa, Giovanni Padroni, che ha parlato diffusamente del territorio e dei siti situati lungo il percorso. Lâ&#x20AC;&#x2122;ecomaratona, infatti, attraversa siti di natura archeologica tra i piĂš belli e importanti del comprensorio e può essere occasione non solo per i partecipanti di conoscere e fare una passeggiata alla scoperta di Tolfa. Agli interventi di ordine â&#x20AC;&#x153;tecnicoâ&#x20AC;?, si sono aggiunti quelli dellâ&#x20AC;&#x2122;Assessore allâ&#x20AC;&#x2122;Ambiente e alla Cultura Cristiano Dionisi, del delegato allo sport, Luigi Sestili, del Presidente dellâ&#x20AC;&#x2122;UniversitĂ  Agraria, Valerio Finori e del Sindaco

Luigi Landi. â&#x20AC;&#x153;Lâ&#x20AC;&#x2122;ecomaratona ha sottolineato il Sindaco - è un progetto validissimo che ha la grande ambizione di far crescere il nome di Tolfa e il suo territorio attraverso una passione aggregante quale lo sportâ&#x20AC;?. La risposta è stata immediata: domenica 29 aprile, centinaia di persone saranno mobilitate per la riuscita dellâ&#x20AC;&#x2122;evento, distribuite lungo tutto il tracciato e si contano ad oggi 90 iscritti circa, provenienti da tutta Italia. Tra i possibili partecipanti Giorgio Calcaterra, diventato il 22 aprile scorso, il piĂš forte ultramaratoneta di sempre vincendo per la terza volta (la seconda consecutiva) il campionato del mondo della cento km su strada. Il Gruppo Podistico Monti della Tolfa â&#x20AC;&#x153;Aironeâ&#x20AC;?, ripeterĂ  lâ&#x20AC;&#x2122;incontro pubblico sabato 28 aprile, ore 17.30 presso lâ&#x20AC;&#x2122;Aula Convegni del Convento dei Frati Agostiniani.

1^ Edizione domenica 29 aprile 2012 ore 8,30

Il Gruppo Podistico Monti della Tolfa â&#x20AC;&#x153;Lâ&#x20AC;&#x2122;Aironeâ&#x20AC;? in collaborazione con il

Comune di Tolfa organizza la 1^ edizione della

Ecomaratona Monti della Tolfa (km 42,195) Iscrizioni Entro i 31/03/2012 la quota dâ&#x20AC;&#x2122;iscrizione è di â&#x201A;Ź 20,00 Dal 01/04/2012 alla mattina della gara la quota dâ&#x20AC;&#x2122;iscrizione sarĂ  di â&#x201A;Ź 25,00. Lâ&#x20AC;&#x2122;iscrizione da diritto al pacco gara piĂš medaglia finisher, ai ristori in corsa e al pranzo finale (dalle ore 13,00 in poi). Gli accompagnatori potranno usufruire del pranzo pagando una piccola quota. Le societĂ  con: â&#x20AC;˘ 10 iscritti avranno unâ&#x20AC;&#x2122;iscrizione gratuita â&#x20AC;˘ 15 iscritti avranno due iscrizioni gratuite â&#x20AC;˘ 20 iscritti avranno tre iscrizioni gratuite Premi I premi consisteranno in prodotti tipici e/o materiale sportivo Saranno premiati i primi cinque assoluti maschili, le prime tre assolute femminili e i primi 5 di ogni categoria Le categorie previste sono le seguenti: Cat.

A

Anni

18-34

B 35-39

C 40-44

D

E

F

G

H

45-49

50-54

55-59

60-64

65 e oltre

I

L

M

18-39 femm. 40-49 femm. 50 e oltre femm.

Informazioni piĂš dettagliate saranno comunicate quanto prima, è possibile comunque contattare gli organizzatori ai seguenti numeri telefonici 0766940027 - 3386463630 e consultare il sito dellâ&#x20AC;&#x2122;associazione www.aironetolfa.it e-mail: info@aironetolfa.it


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

20

SPORT

Venerdì 27 Aprile 2012

CALCIO

Flaminia stratosferica la salvezza ad un passo D’Antoni sbanca il campo della Pianese con un eurogol. Per la Viterbese un X d’autore di LEONARDO CUTIGNI

L

a trentaduesima giornata giornata verrà ricordata come il Flaminia Day. I ragazzi di Puccica infatti sono andati oltre la più rosea prospettiva piegando in trasferta la Pianese. Fin qui nulla di strano ma a rendere il tutto speciale è la caratura del successo. In questa stagione nessuna formazione, Pontedera compreso, era riuscito a violare il Comunale di Pianese, dunque onore e gloria ai vincitori. Tre punti che a - 2 dal

termine contano doppio e che se non mettono la parola fine al discorso salvezza quanto meno gettano una pietra angolare in questa direzione confermando la tabella di marcia preventivata un mese fa. Negli ultimi quattro impegni sono arrivati dieci punti, figli di tre vittorie ed un pareggio, con la prossima sfida col Pontevecchio al Turuddi Madami come cornice il che lascia ben sperare anche perché un successo dei civitonici allontanerebbe ulteriormente lo spauracchio dei paly out anche in casa Pontevecchio.

SERIE D GIRONE E - 31ª GIORNATA VITERBESE - PONTEDERA

1-1

PIANESE - CIVITACASTELLANA FLAMINIA

0-1

VOLUNTAS SPOLETO - SANSOVINO

3-2

TRESTINA - TODI

1-1

SPORTING TERNI - ZAGAROLO

1-3

PONTEVECCHIO - SANSEPOLCRO

2-0

DERUTA - GROUP CITTA’ DI CASTELLO

1-1

AREZZO - ORVIETANA

7-3

PIERANTONIO - CASTEL RIGONE

2-1

Foto Andrea Di Palermo Il patron della Flaminia Roberto Ciappici Un raggiante Roberto Ciappici commenta il successo dei suoi: “Abbiamo disputato una grandissima partita. I ragazzi hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo imponendosi contro una squadra che ha fatto di tutto per non cedere. Sono veramente soddisfatto di questo risultato.” La salvezza ora è ad un passo: “Dobbiamo lottare ancora per 120’, il calcio è

uno sport strano e il fatto che nel girone di ritorno abbiamo totalizzato più punti di tutti ne è la dimostrazione.” Qualche rimpanto per l’inizio shock? “Non direi rimpianti, all’inizio dovevamo prendere misura e coscienza dei nostri mezzi. Puccica dal suo arrivo ha trasmesso questi valori e il girone di ritorno ne è la testimonianza. Peccato per qualche punto perso per strada, altrimenti

oggi staremmo parlando di una Flaminia da play off.” Nell’altra sfida la Viterbese ottiene quel punto che tanto era agoniato contro il Pontedera. Classifica alla mano con un successo nel campo dei retrocessi Group Città di Castello la porta dei play off potrebbe ancora spalancarsi, ma forse è meglio volare bassi dati i precedenti. Ogni qual volta si è parlato di un possibile traguardo la squadra ha puntualmente fallito tra l’altro rimediando figure a dir poco barbine. Tornado al match del Rocchi la cronaca ci riferisce un 1-1 che porta la firma del sempre presente Morini artefice di una punizione magistrale. Prima del colpo di genio del nostro numero dieci era arrivata la doccia gelata di Caponi dopo appena 2. Durante il resto dell’incontro pochi gli assalti da ambo le parti con un risultato che in fin dei conti accontentava i ventidue in campo. Ora serviranno tre punti nella prossima giornata

SERIE D - GIRONE E PONTEDERA

69

AREZZO

62

PIANESE

49

SPORTING TERNI

49

CASTEL RIGONE

44

SANSEPOLCRO

43

TODI

43

VITERBESE

43

TRESTINA

43

VOLUNTAS SPOLETO

43

PIERANTONIO

43

DERUTA

42

CIVITACASTELLANA FLAMINIIA

41

ORVIETANA

39

PONTEVECCHIO

37

ZAGAROLO

31

GROUP CASTELLO

28

SANSOVINO

25

dopo di che “tutti al mare” insieme ai cugini del Civitacastellana Flaminia. Ancora quattordici giorni di agonia dopo di che ‘occhio al mercato’.

ECCELLENZA - PROMOZIONE Il Corneto Tarquinia mantiene vive le speranze

Lo show di Canino elegge i ragazzi di Sperduti Montefiascone in caduta libera. Al Real Monterosi non basta il cuore

I

l turno di Eccellenza e Promozione si chiude secondo pronostico. Il Montefiascone conferma di essere scoppiato nelle gambe, il Corneto Tarquinia mostra importanti segnali di miglioramento ed il Real Monterosi, nonostante le assenze, cede il passo di misura contro la capolista. I primi accenni di bella stagione mettono dunque in mostra pregi e difetti

delle nostrane senza veli. Passiamo ai match. Montefiascone - Fiumicino 1-3 Poca gloria per i falischi. Il cambio di panchina non porta l’agoniato cambio di mentalità. Una squadra stanca fisicamente e mentalmente che nel giro di neanche un quarto d’ora mette in cassaforte il risultato a vantaggio degli avversari. Unica nota positiva la

ECCELLENZA GIRONE A - 30ª GIORNATA

marcatura ‘politica’ di Boncompagni su calcio di rigore. Sicuri che Antolovic avrebbe fatto peggio, soprattutto in casa? Guidonia - Corneto Tarquinia 2 -2 Punto d’oro di fronte ad un Guidonia per nulla sazio di punti. Al fronte delle numerose assenze la formazione di Granato ha aggunatato un punto d’oro nelle battute finali riducendo il distacco dal Ladispoli. Mancando ancora quattro giornate il sogno di una

salvezza diretta non appare poi così improbabile. Sugli scudo il duo Santu Spirito. Real Monterosi - Ostia Mare 2 - 3 Non basta il cuore per fermare la capolista. Il Real Monterosi nonostante una gara gagliarda cede il passo ai più quotati avversari rimpiangendo e non poco le assenze dei propri uomini chiave. Fatale per i padroni di casa l’espusione a meno 10 dalla fine di Bornigia. PROMOZIONE: Caninese - Vigor Acquapendente 4 - 2 Festa del gol e delle emozioni in quel di Canino con un 4 - 2 finale pirotecnico a favore della formazione di Sperduti. Ovviamente non poteva mancare all’appello il quinto rigore stagionale fallito da parte della Vigor Acquapendente con il terzo rigori-

PROMOZIONE GIRONE A - 30ª GIORNATA

ALBALONGA - CECCHINA

2-0

BRACCIANO - ISCHIA DI CASTRO

0-0

MACCARESE - DIANA NEMI

0-2

CANEPINA - OLIMPIA

1-1

GUIDONIA - CORNETO TARQUINIA

2-2

CANINESE - VIGOR ACQUAPENDENTE

4-2

LA SABINA - TOR SAPIENZA

2-1

CITTA’ DI CERVETERI - PIANOSCARANO

2-0

LADISPOLI - RIETI

0-2

FOGLIANESE - ANGUILLARA

0-5

MONTEFIASCONE - FIUMICINO

1-3

FOCENE - TOLFA

1-1

PISONIANO - VILLANOVA

3-1

FUTBOLCLUB - SANTAMARINELLA

1-1

REAL MONTEROSI - OSTIA MARE

2-3

GRIFONE MONTEVERDE - CASALOTTI

3-1

REAL POMEZIA - FONTENUOVESE

0-0

LA STORTA - FREGENE

0-1

ECCELLENZA - GIRONE A

PROMOZIONE GIRONE A

OSTIA MARE

64

FREGENE

61

PISONIANO (-1)

58

GRIFONE MONTEVERDE

60

ALBALONGA

57

CANINESE

59

RIETI

55

V. ACQUAPENDENTE

55

REAL MONTEROSI

43

ISCHIA DI CASTRO

53

VILLANOVA

42

PIANOSCARANO (-1)

45

GUIDONIA

42

BRACCIANO

44

REAL POMEZIA

41

CASALOTTI

42

CECCHINA

40

CITTA’ DI CERVETERI

42

TOR SAPIENZA

39

TOLFA

41

MONTEFIASCONE

38

OLIMPIA

41

FONTENUOVESE

36

FOCENE

39

LADISPOLI

34

LA STORTA

38

CORNETO TARQUINIA

33

FUTBOLCLUB

38

DIANA NEMI

33

ANGUILLARA

36

FIUMICINO

32

SANTA MARINELLA

33

GIADA MACCARESE

30

C.D. FOGLIANESE

13

LA SABINA

16

CANEPINA

9

sta a marcare ‘presente’. L’anti Fregene nelle ultime giornate sarà dunque la Caninese. Bracciano - Ischia di Castro 0 - 0 Risultato ad occhiali con poche emozioni questo il riassunto di un punticino utile più ai padroni di casa che per gli ospiti. Cerveteri - Pianoscarano 2-0 Della serie c’è chi si deve salvare e chi è già salvo. Tre punti d’oro per i pa-

droni di casa e 0 per Baggiani & C. Canepina - Olimpia 1 -1 Come sempre sostenuto da Proietti: “Il Canepina onorerà il campionato fino alla fine.” Così è stato. Foglianese - Anguillara 0-5 Con la retrocessione matematica in tasca la Foglianese di Mariani raccoglie il risultato più secco della Domenica. Manita e tutti a casa.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

21

SPORT

Venerdì 27 Aprile 2012

CALCIO

Il Monte Romano ferma la Castrense In 2ª Categoria il San Lorenzo Nuovo ed il Ronciglione United trovano due successi forse decisivi di GABRIELE LUDOVICI

A

ncora una volta, la Castrense non riesce a chiudere una pratica già virtualmente archiviata, ovvero la matematica certezza di chiudere il Girone A di 1ª Categoria in testa alla classi�ca. La squadra di mister Raspoli subisce una doppia rimonta da parte del Monte Romano, compagine che conquista così un punto d’oro sul campo più minato del campionato. I gialloblu passano in vantaggio a �ne primo tempo con Randazzo, ma nella ripresa arriva il pari di Brodolini; due minuti dopo la Castrense torna avanti con Cascianelli, ma al 42’ st scende la doccia fredda dal bocchettone del fato, con la rete di Catini. La festa

segna Pantarelli al 42’ pt: �nisce 0-1 tra molte polemiche per gli errori dell’arbitro Fantozzi di Civitavecchia, che ignora un fallo di mano in area di rigore del laterese Poscia a 5’ dal �schio �nale. La Cimina Ronciglione raggiunge al quinto posto la Polisportiva Falisca, grazie al 3-0 conquistato sul campo del Vignanello, ormai vicinissimi alla caduta in 2ª Categoria. Missione compiuta per i ronciglionesi grazie ai gol di Tomassetti, Musetti (su rigore) ed A. Arriga. Polemiche invece sul campo della Virtus Cimini: la squadra locale si vede espellere due giocatori nel giro di mezz’ora e �nisce per perdere 50 contro una spietata Doria San Martino. Sul tabellino �niscono Iaconissi, autore di un hattrick,

PRIMA CATEGORIA GIRONE A - 26ª GIORNATA - 25.04.2012

PRIMA CAT. GIRONE A

Cristian Legittimo, mister del Monte Romano PRIMA CATEGORIA GIRONE D - 26ª GIORNATA - 25.04.2012

PRIMA CAT. GIRONE D

CASTRENSE

70

FIANO ROMANO

56

NUOVA SORIANESE

59

CAPENA

55

VIRTUS BOLSENA

43

REAL PORTUENSE

52

LATERA

41

FORTITUDO ROMA

49

CIMINA RONCIGLIONE

38

TREVIGNANO

45

POLISPORTIVA FALISCA

38

CASAL BARRIERA

41

DORIA SAN MARTINO

37

ROMULEA

40

CAPRANICA

36

RIGNANOSORATTE

34

BLERA

35

CANALE MONTERANO

33

TUSCANIA*

31

PRO ROMA

33

MONTE ROMANO

30

OTTAVIA

32

VALLERANESE

29

CAMPAGNANO

32

MONTALTO*

29

CASTELNUOVESE

30

CAPRANICA - BLERA

0-1

CAPENA - TREVIGNANO

3-1

VIGNANELLO

22

SACROFANO

29

MONTE ROMANO - CASTRENSE

2-2

CASAL BARRIERA - FORTITUDO ROMA

1-0

VIRTUS CIMINI

19

FORTITUDO NEPI

13

NUOVA SORIANESE - POLISPORTIVA FALISCA

2-1

CESANO - FIANO ROMANO

1-2

VASANELLO

16

CESANO

7

TUSCANIA - VALLERANESE

1-0

FORTITUDO NEPI - CAMPAGNANO

2-1

VASANELLO - MONTALTO

2-0

OTTAVIA - SACROFANO

2-0

VIGNANELLO - CIMINA RONCIGLIONE

0-3

PRO ROMA - CASTELNUOVESE

1-0

VIRTUS BOLSENA - LATERA

0-1

RIGNANOSORATTE - CANALE MONTERANO

3-1

VIRTUS CIMINI - DORIA SAN MARTINO

0-5

ROMULEA - REAL PORTUENSE

2-5

Vasile Tupu ed Alessio Sforza (San Lorenzo Nuovo)

promozione è ancora rimandata, ma intanto la Nuova Sorianese si avvicina - per modo di dire, visto che i rossoblu restano a meno 12 - grazie al successo interno contro la Polisportiva Falisca. Il 2-1 matura tutto nella ripresa: vantaggio dei padroni di casa con Bayslach e pareggio falisco di Gagliostro; il match-winner risulta Pallotta, che al 30’ st realizza un gran gol che chiude la partita. La Virtus Bolsena cede il passo al Latera, che ora si porta a -2 proprio dai bolsenesi. La rete della vittoria la

e due volte Bilancini. Anche la Virtus ormai è quasi spacciata, mentre arriva l’aritmetica a condannare de�nitivamente il Vasanello, seppur vincitore contro il Montalto grazie alle reti di Uccellini e Creta realizzate nel quarto d’ora �nale. I vasanellesi non vincevano dal 22 Gennaio, mentre per il Montalto è un k.o. che ancora non garantisce loro la salvezza. Chi invece si tira fuori dalla bagarre è il Tuscania di mister Forti, che scon�gge 1-0 la Valleranese grazie ad una rete del

SECONDA CATEGORIA GIRONE A - 26ª GIORNATA - 25.04.2012

bomber Federici realizzata alla mezz’ora della ripresa. In�ne, colpaccio del Blera a Capranica: 1-0 �rmato da Grimaldi al 18’ pt. Nel Girone D, grande prova d’orgoglio della Fortitudo Nepi che torna al successo battendo 2-1 il Campagnano: dopo il vantaggio ospite di Soldati arrivano le reti di Morabito e Pascuzzo a regalare il terzo successo stagionale alla formazione biancoverde. Passiamo ora alla 2ª Categoria: nel Girone A il San Lorenzo Nuovo fa la voce grossa sul campo della Nuova Pescia Romana, andando a vincere per 5-0. Doppietta di Tupu e poi sigilli personali di Tiberi e Pinzi, oltre all’autogol di Fortuni, permettono alla squadra di Cozza di legittimare il primato, in vista anche del contemporaneo successo del Valentano. Anche il team di Spano trova il successo esterno, in casa del Celleno, vincendo 3-0: Fiorentini, Biagini e Reda sono gli autori di una vittoria che serve più che altro a consolidare la seconda posizione in classi�ca. Male invece un Celleno penalizzato da un calendario dif�cile proprio nelle battute �nali del torneo. Vince anche la 2001 Tuscia, che stacca di due punti la Civitel-

la d’Agliano: la squadra di Zinna batte 3-0 il Barco Murialdina con le reti di G. Latini (doppietta) e Corso. La Civitella invece non va oltre l’1-1 sul campo dell’Etrusca, e deve anche ritenersi fortunata: vantaggio dei padroni di casa realizzato da Di Pietro e poi gol-fantasma realizzato da Perlorca, con la palla che sbatte sulla traversa ma non supera la linea di porta. Beffa per l’Etrusca, che con un successo avrebbe potuto allontanarsi seriamente dalla zona calda della classi�ca. La Virtus Pilastro batte e supera in classi�ca il Vetralla 1928: vantaggio vetrallese realizzato da F. Bruno prima del pari segnato da Lauro; nella ripresa l’arbitro concede due rigori alla Virtus, di cui viene mandato in rete solo il secondo, al 36’ st, da Scribano. A superare il Vetralla in classi�ca è anche la Nuova Bagnaia, che a Marta vince 5-1 mandando in rete mezza squadra: Maculani e Proietti Palombi nella prima frazione e poi S. Varletta, Rocchi e Paris nella ripresa. La rete della bandiera martana è sempre �rmata Nuova Bagnaia, a causa dell’autorete di Porta. Il Graf�gnano batte 1-0 la Real Gradolese grazie ad una rete di Selvetti al 32’ st: successo che avvicina la formazione di Samà

* una partita in meno

alla compagine di Gradoli. Male invece la Querciaiola, che non riesce a trovare la terza vittoria cosecutiva soccombendo in casa contro la Farnese, che vince 20 grazie alle reti di Consalvi e Matamba. Finale a nervi tesi, con una rissa tra i giocatori che si è protratta �no agli spogliatoi: vedremo in settimana le decisioni del giudice sportivo, ma non si è trattato proprio di uno spettaco-

campo del Bassano Romano ed ora si trova a -6 dai Red Devils di Ronciglione: stimiglianesi in gol ad inizio partita con Marcellini, poi arriva la bella doppietta di Morbidelli a spegnere i sogni di gloria degli ospiti. Pareggiano invece Vejanese e Casperia: un 1-1 che poco conta ai �ni della classi�ca per le due formazioni: i vejanesi restano a -2 dal Sabazia, scon�tto 3-1 a Colle-

SECONDA CAT. - GIRONE A

SECONDA CAT. - GIRONE B

SAN LORENZO NUOVO

63

RONCIGLIONE UNITED

59

VALENTANO

59

REAL COLLEVECCHIO

53

2001 TUSCIA

50

STIMIGLIANO

53

CIVITELLA D’AGLIANO

48

SABAZIA

44

FARNESE

45

VEJANESE

42

VIRTUS PILASTRO

41

FABRICA CALCIO

39

NUOVA BAGNAIA

40

PRO CALCIO ANGUILLARA

37

VETRALLA 1928

40

FORANO

34

REAL GRADOLESE

35

MAGLIANESE

33

GRAFFIGNANO

33

CALCIO SUTRI

33

VIRTUS MARTA

28

BASSANO ROMANO

30

ETRUSCA

23

CASPERIA

28

NUOVA PESCIA ROMANA

23

SORATTE

26

QUERCIAIOLA

22

VIC FORMELLO

24

CELLENO

18

ATLETICO MORLUPO

24

BARCO MURIALDINA

10

REAL CAPRAROLA

18

SECONDA CATEGORIA GIRONE B - 26ª GIORNATA - 25.04.2012

2001 TUSCIA - BARCO MURIALDINA

3-0

BASSANO ROMANO - STIMIGLIANO

2-1

CELLENO - VALENTANO

0-3

FABRICA CALCIO - ATLETICO MORLUPO

2-2

ETRUSCA - CIVITELLA D’AGLIANO

1-1

PRO CALCIO ANGUILLARA - FORANO

4-2

GRAFFIGNANO - REAL GRADOLESE

1-0

REAL COLLEVECCHIO - SABAZIA

3-1

NUOVA PESCIA ROMANA - SAN LORENZO N.

0-5

RONCIGLIONE UNITED - REAL CAPRAROLA

4-1

QUERCIAIOLA - FARNESE

0-2

SORATTE - MAGLIANESE

4-0

VIRTUS MARTA - NUOVA BAGNAIA

1-5

VEJANESE - CASPERIA

1-1

VIRTUS PILASTRO - VETRALLA 1928

2-1

VIC FORMELLO - CALCIO SUTRI

0-0

lo edi�cante. In�ne occupiamoci del Girone B, dove il Ronciglione United ha forse trovato il successo decisivo nella corsa al titolo. Dopo la scon�tta di domenica a Vejano, la squadra di Oroni batte 4-1 il fanalino di coda Real Caprarola: le reti portano la �rma di Oliva (doppietta), Rossini e Menichini mentre per i caprolatti, sempre più ultimi, arriva la rete della bandiera di Ciocia su penalty. Male lo Stimigliano, che perde 2-1 sul

vecchio, mentre i reatini restano vicini alla zona retrocessione. Partita amara in�ne per la Fabrica Calcio, fermata in casa dall’Atletico Morlupo: dopo il vantaggio morlupese di Aloscia, nella ripresa i fabrichesi trovano il ribaltone con i gol di Obinna e Peciaroli. Ma a due minuti dalla �ne, l’arbitro Tinis concede un dubbio rigore agli ospiti, realizzato ancora da Aloscia: beffa che per ora non ha conseguenze sulla classi�ca del team di Rosella.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

SPORT

22

Venerdì 27 Aprile 2012

ATLETICA - Il team del Bolsena Forum domina ad Acquapendente

La velocista Ricci torna ad indossare la casacca dell’Esercito

R

ientra nella squadra dell’Alto Lazio, dopo un periodo di circa due anni, nel quale ha vestito la casacca dell’ EsercitoRCITO, Elena Ricci, forte velocista sorana, specialista nelle gare con ostacoli. E’ di circa due anni fa appunto l’arruolamento della giovane atleta nelle file della compagine militare romana, dove ha potuto, seguita dal tecnico Marta Oliva, affinare il suo bagaglio tecnico ed agonistico, impegnata prevalentemente nelle gare dei 100/200/400/100Hs e nei 400Hs, gara nella quale ha ottenuto i suoi migliori risultati. Con la maglia dell’Alto Lazio ha gareggiato per 5 anni, facendo parte

della squadra femminile giovanile ed assoluta, che ha scritto delle pagine indimenticabili dell’atletica viterbese, culminate con la partecipazione a Pescara della finale nazionale delle prime 12 squadre italiane. Nei 400Hs. la giovane ciociara, allenata da Daniele D’Annibale, è salita sempre sul podio nelle più importanti manifestazioni nazionali e con la staffetta 4x400m dell’Alto Lazio ha raggiunto spesso il podio nei Campionati Italiani assoluti. Il suo ritorno è stato accolto con grande gioia da quanti avevano sempre apprezzato il suo talento atletico, ma anche la correttezza e la disponibilità agonistica, rappresentando uno dei

punti di riferimento dell’atletica femminile della Tuscia. La Società sportiva di Atletica Bolsena Forum, domina la ventottesima Edizione della Podistica della Liberazione di Acquapendente. Ben cinque atleti (i primi tre della classifica maschile e due delle prime tre della femminile) maramaldeggiano nell’evento organizzato nello stupendo centro storico da Comune di Acquapendente in collaborazione con l’Atletica Di Marco Sport di Viterbo che ha visto alla partenza 100 atleti (80 maschili e 20 femminili) che si sono dati battaglia lungo un percorso di 7,2 chilometri suddiviso in quattro giri da 1,8 chilometri. A tagliare per

primo il traguardo con il tempo di 26’32’’è l’atleta del sodalizio lacuale Fabio Garofolo. Che mette in fila i compagni di team Luca Crisanti con 26’33’’ e Massimo Cirilli con 26’40’’. Bis d’autore nella graduatoria in rosa. Trionfo di Monica Bellitto con 29’27’’ ed ottimo terzo posto per Laura Sordini con 32’10’’. A spezzare il dominio spetta a Roberta Luttazzi del Gruppo Sportivo “La Sbarra” che giunge seconda.’. Successo logistico per la Podistica del Bambino curata con la solita dovizia di particolari da Sergio Pieri “Mek”. Ben 300 tra piccoli della Scuola Materna, Direzione Didattica e Scuola Media.

La forte Ricci

GINNASTICA Presso la palestra del Paolo Savi la super kermesse

N

ella giornata di domenica 22 aprile l’associazione

Free Sport Libertas, in collaborazione con il centro provinciale Libertas di Viterbo ha organizzato presso la palestra dell’istituto paolo savi, il trofeo Libertas di ginnastica artistica femminile, maschile e ginnastica gioco. Questa manifestazione inserita nell’ambito della primavera dello sport, cultura e tempo libero del coni provinciale di Viterbo ha raccolto circa 130 partecipanti dai 6 ai 20 anni. Quattro le associazioni sportive che si sono sfidate nei vari turni di gara : free sport Libertas di Viterbo, Gymnica Viterbo, Energy Fitness Club di Vetralla e Excalibur di Sutri. ben 12 le categorie femminili e 2 maschili. Ad ogni atleta e’ stata assegnata una medaglia di partecipazione e ai vincitori della classifica assoluta di ogni categoria sono state consegnate coppe, mentre nella classifica per attrezzo medaglie oro, argento e bronzo ai primi tre

Il gruppo della Free Sport Libertas

Valentina Rossi una grande protagonista nella storia del club

Lo spettacolo della Free Sport Libertas Ad ogni partecipante è stata assegnata una medaglia ricordo della bella manifestazione classificati. Ringraziamo il centro nazionale Libertas e il coni di Viterbo per le premiazioni. I bambini della ginnastica gioco dell’associazione free sport Libertas di Viterbo ed Energy fitness club di Vetralla si sono cimentati in un circuito motorio a stazioni, al termine del quale sono stati premiati con coppe e gadget. Per la sezione femminile elenchiamo i risultati

assoluti : Mignon Af: 1° Piacentini Camilla, 2° Umassi Gaia, 3° De Leonardis Benedetta; 1^ Fascia Bronzo: 1° Spanu Francesca, 2° Mura Annalisa, 3° Fusi Alice; 2^ Fascia Bronzo: 1° Garbujo Alessia, 2° Amorosi Vanessa, 3° Bianco Alessia; 1^ Fascia Argento: 1° Zappi Paola, 2° Raona Valeria, 3° Tallevi

Gaia; 2^ Fascia Argento: 1° Cratassa Giulia, 2° Mazzuca Claudia, Scipinotti Nicoletta; 3^ Fascia Argento: 1° Fiorini Celeste, 2° Giacobbi Deborah, 3° Singh Sewta; 1^ Fascia Oro: 1° Campi Elisa, 2° Pelliccioni Carolina, 3° Antoniozzi Silvia; 2^ Fascia Oro: 1° Ciorba Sara, 2° Mazzi Marzia, 3° Barbari Alessia;

3^ Fascia Oro: 1° Trenta Carolina, 2° Funari Alessandra, 3° Gobattoni Giorgia; 1^ Fascia Platino: 1° Martino Giulia; 2^ Fascia Platino: 1° Spolverini Rachele, 2° Isidori Silvia, 3° De Amicis Luna; 3^ Fascia Platino: 1° Raona Giulia, 2° Ferretti Sara, 3° Caciola Noemi. Per la sezione maschile:

Mignon Am : 1° Giacinti Luca, 2° Anselmi Filippo; 1^ Fascia Argento: 1° Cencioni Paolo, 2° De Angelis Riccardo, 3° Proietti Armen; 2^ Fascia Argento: 1° Fiorucci Michele, 2° Proietti Tigran. Il tecnico responsabile dell’asd free sport Libertas Fiona Mazzi ringrazia tutte le societa’ e gli atleti che hanno partecipato a questa manifestazione e tutti coloro che hanno

CALCIO A 5 PLAY OUT B - Domani il retour match in Sardegna con un buon vantaggio

La Cascina Orte ne fa 4 al Capoterra e ipoteca la salvezza

Il tecnico Tallarico

V

ince, convince e conquista un buon vantaggio per il match di ritorno dei play-out La Cascina Orte del patron Massimiliano Brugnoletti. Ad Orte infatti i biancazzurri, alla prima uscita ufficiale nel nuovissimo e splendido palazzetto dello sport stracolmo di pubblico, battono 4-0 il Pro Capoterra. Una vittoria strameritata quella degli ortani che hanno sempre avuto il controllo del match e che vista l’enorme mole di gioco e di occasioni

prodotte avrebbero potuto chiudere la sfida anche con un vantaggio più cospicuo. Detto ciò, il 4-0 è sicuramente un risultato più che positivo perchè ha ribaltato il verdetto del campionato (i sardi sono arrivati avanti ai viterbesi) con Vespa e soci che ora, per conquistare la salvezza, possono persino perdere con tre reti di scarto. LA GARA- Il match ha avuto una partenza equilibrata con l’Orte a spingere ma senza scoprirsi troppo e

con gli isolani arroccati dietro con la logica del doppio match. La prima occasione vera arrivava al 5’ con Manzali che costringeva il numero uno sardo alla deviazione in corner. Con il passare dei minuti cresceva la pressione offensiva degli ortani che più volte costringevano il portiere ospite a dei difficili interventi. Si arrivava così al 12’ quando Manzali da posizione defilata infilava la sfera al sette della porta isolana. Un gol che faceva esplodere il palazzetto e caricava ulteriormente i padroni di casa che sfioravano più volte con Diaz, Manzali e Unfer la rete del raddoppio concedendo una sola occasione, anche se abbastanza ghiotta, ai cagliaritani. Chiuso avanti il primo tempo, nella ripresa il quintetto di mister Tallarico pigiava sull’acceleratore, il pressing diventava asfissian-

te e le occasioni arrivavano a grande quantità. Così dopo aver chiamato in causa con almeno tre interventi decisivi l’estremo difensore isolano, arrivava il raddoppio con lo splendido gol di controbalzo di Unfer sugli sviluppi di uno schema su punizione. Il raddoppio galvanizzava ancora i locali che spinti dal tifo trovavano il 3-0 con Manzali e il 4-0 con una grande azione personale di Orofino. Nel finale, cagliaritani con il portiere di movimento e palo colpito ell’unica conclusione vera in porta. POST PARTITA- Felicissimi i biancazzurri come possiamo capire dalle parole di capitan Vespa: “Abbiamo disputato una grande partita. Siamo riusciti ad entrare n campo subito con il piglio giusto e a sbagliare pochissimo. Diciamo che con questo

Pedro Orofino punto di forza della Cascina successo possiamo guardare con fiducia al match di ritorno anche se sappiamo benissimo che non abbiamo fatto ancora nulla e che in Sardegna sarà una battaglia. Detto questo, voglio ringraziare a nome di tutta la squadra il pubblico presente per il sostegno e la passione con cui ci hanno caricato per

tutta la durata del match. Ero sicuro che i tifosi ortani avrebbero risposto alla grande, conosco la loro passione e posso dire con certezza che giocare qui il campionato sarebbe stato molto diverso. Ora comunque concentrazione massimo in vista del ritorno.


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 27 Aprile 2012

23

HANDBIKE

Mauro Cratassa delizia la platea a Montalto Straordinaria prestazione del nostro portacolori nella tappa del Giro d’Italia

S

econda tappa del Giro d’Italia handbike a Montalto di Castro. E Mauro Cratassa, viterbese di Vitorchiano, già vincitore nella sua categoria dieci giorni fa a Massa Marittima, non ha deluso le aspettative dei suoi numerosi fan. Si è imposto in volata dopo che insieme ad altri due atleti aveva sempre condotto la gara. Primo Cratassa, secondo Orazio Fagone, terzo Raimund Thaler. Tra le donne da segnalare la vittoria della fortissima Francesca Fenocchio. Una giornata di festa a Montalto Marina con due partenze – una alle 10, l’altra alle 11 – per una ottantina di atleti arrivati in riva al Tirreno da varie parti d’Italia. Una battaglia a forza di braccia lungo un percorso di poco più di 3 chilometri. Quarantacinque minuti di gara più un giro davanti ad un folto pubblico che ha spronato dal primo all’ultimo i partecipanti alla competizione. Il più applaudito, ovviamente, è stato proprio Mauro Cratassa, atleta della nazionale italiana in procinto di partire per le paralimpiadi di Londra. Poi la premiazione dei vincitori a cui hanno preso parte tra glia altri il sindaco di Montalto di Castro, Salvatore Carai; il presidente regionale del Comitato paralimpico italiano, Pasquale Barone; il presidente del comitato provinciale della Federazione ciclistica italiana, Pierangelo Brinchi e la rappresentante dell’Inail di Viterbo, Anna Ciciriello. La terza tappa del Giro d’Italia handbike si correrà il 6 maggio a Desenzano del Garda.


CA**0!

����������������������������������������

����������������������� ��������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������� ��������������������������������

�������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������


L'Opinione di Viterbo - 27.04.2012