Page 1

Viterbo & AltoLazio

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 in vendita obbligatoria con L’Opinione nazionale ad 1 euro

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Cronaca

Anno II N.99 - Mercoledì 27 Aprile 2011

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Cronaca

Bambino cade da una finestra I genitori lavorano nella Tuscia di Luca Appia a pagina 3

Attualità

Nottata di furti nelle vie di Tuscania

Tante curiosità a San Pellegrino in Fiore 2011

di Luca Appia

di Roberto Pomi

a pagina 3

a pagina 5

Rapina da 80mila euro ai danni di un imprenditore che gestisce tre distributori di benzina nel Lazio

TRASVERSALE A MANO ARMATA Rapina vecchio stile ieri mattina sulla superstra Viterbo-Orte. Vittima un imprenditore 39enne, D.K., che gestisce tre distributori di benzina nel Lazio, di cui uno a metà strada tra Orte e Bassano in Teverina. I rapinatori lo hanno seguito in auto da quando è uscito di casa, durante tutto il tragitto che lo ha portato nei tre distributori, dove ha ritirato l’incasso settimanale da versare in banca. All’altezza dell’uscita di Soriano, poi, l’auto dei rapinatori ha af�ancato quella dell’imprenditore, costringendolo a fermarsi sotto la minaccia di una pistola. In�ne hanno preso l’intero incasso, 80mila euro, e sono fuggiti in direzione di Soriano. I carabinieri hanno iniziato la caccia all’uomo.

EDITORIALE Romanzo criminale made in Tuscia di Roberto Pomi Una pistola puntata alla faccia, non c’è gesto più violento che un uomo possa imporre a un suo simile. Quanto successo nella mattinata di ieri sulla Viterbo-Orte a un imprenditore è terri�cante. Purtroppo non è un fatto isolato, anche se è raro arrivare a un livello simile. Gli imprenditori della Tuscia, specie quelli agricoli o i “padroncini” dell’autotrasporto, si trovano sempre più frequentemente a dover fare i conti con furti e danneggiamenti subiti. Non è raro avere notizie su sparizioni nel nulla di camion e mezzi per la campagna. A volte ci troviamo costretti a registrare fatti assurdi. Uno, di qualche giorno fa, ci ha particolarmente colpito: il furto di vasi di rame dal cimitero di San Martino al Cimino. L’immagine di un cimitero senza �ori, perché gli hanno tolto i vasi è anche questa violenta. Non come la pistola puntata al volto ma sicuramente il trauma scava a fondo, quasi in maniera carsica. Questi fenomeni di banditismo, che minano il senso di sicurezza e di libertà dalla paura a cui i cittadini hanno diritto, devono essere contrastati in maniera ancora più capillare e concreta di quanto si sta facendo. Per questo diventa necessario investire in sicurezza, magari aiutandosi con la tecnologia delle telecamere.

di Luca Appia a pagina 2

SPECIALE TARQUINIA

La straordinaria storia dell’ultimo etrusco ancora in vita di Alessandro Sacripanti alle pagine 10-11

CIVITA CASTELLANA

Ex Zanganella la Destra scrive al Prefetto di Simona Tenentini a pagina 14

VETRALLA

Viterbo sotterranea Cronaca - Partito nel pomeriggio di ieri da Corchiano La Sestito attacca

Mappe del tesoro e pozzi etruschi

Elicottero scompare nel nulla

Una mappa s’aggira per Viterbo. Sarebbe quella dei sotterranei del Colle del Duomo, cunicoli scavati a tutta forza dai tombaroli che stanno saccheggiando la città dei Papi. Intanto, spunta fuori anche un pozzo etrusco. Proprio sotto i nostri piedi. Una rarità, c’è stato detto. Anch’esso oggetto di un inarrestabile sciacallaggio archeologico.

Sembrerebbe scomparso nel nulla l’elicottero civile che si è alzato in volo ieri pomeriggio alle 17.45 dall’Aviosuper�cie “Santa Bruna in Corchiano”, gestita da Carlo Caporossi. Qui i piloti hanno fatto rifornimento e preso la decisione di non pernottare più in paese dove avevano chiesto a Caporossi la disponibilità di una stanza. Dopodiché la partenza in direzione Sabaudia. L’allarme sarebbe stato lanciato dalla Torre di controllo di Fiumicino che non li avrebbe visti arrivare. Si tratta di un elicottero R 22 (sigla I-ETEC) della società Elicompany di Carpi (Modena). A

di Camilli & Pomi a pagina 3

bordo due giovani: Matteo Franchini di Modena e Danilo Ricuperati di Bergamo. Ventisette anni il primo e 32 il secondo. Nessun riscontro dell’atterraggio. Almeno �no alle 23.20 di ieri sera. Allarmato anche il proprietario della Elicompany che avrebbe tentato di raggiungerli tramite cellulare. Il telefono squillava ma da parte dei piloti nessuna risposta. L’ultima volta sarebbero stati visti sui cieli di Sulmona.

SPORT

SPORT

Otto serie playoff, primo passo per decidere chi saranno le due squadre promosse. Il campionato di serie C regionale di basket si appresta a vivere le fasi decisive, tra sogni ed ambizioni. Abbiamo chiesto un pronostico a coach Andrea Masini che, con il suo Monterotondo, sarà anche lui ai nastri di partenza dei playoff.

Archiviata la gioia per gli ottimi risultati dei Campionati Assoluti, Fabio Laugeni è andato in ritiro con la nazionale juniores che parteciperà in estate a Europei e Mondiali. Il fortissimo nuotatore viterbese della Larus ha lavorato sodo, af�ancato dal tecnico Gianluca Petrucci che ci ha anticipato i suoi prossimi impegni.

di Glauco Antoniacci a pagina 17

di Glauco Antoniacci a pagina 22

I pronostici playoff Laugeni ora punta di coach Masini ai vertici mondiali

RICERCA PERSONALE

Passione Civile “Navigano a vista” di Daniele Camilli a pagina 14

CIVITAVECCHIA

Santa Fermina tornei ed eventi colorano la città di Pietro Cozzolino a pagina 16

POSIZIONE 3: Un venditore / venditrice, diplomato / a o laureato La D.M.Label, etichet- / a, per l’area centro, antificio viterbese partner che con breve esperienza della 3M Italia SpA, ope- maturata. rante sul territorio nazionale, ricerca: Si offrono serie opportunità di lavoro con POSIZIONE 1: Addetto/ un team organizzato ed a alla prestampa ed al- interessanti condizioni l’impaginazione grafica, economiche. con buona conoscenza Inviare dettagliato del pacchetto Adobe e curriculum vitae tracon esperienza maturata mite mail all’indirizzo sui sistemi Macintosh. dmlabel@tin.it oppure via POSIZIONE 2: Grafica fax al num. 0761-275121.


interni cronaca

2

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 27 Ottobre Mercoledì Aprile2010 2011

Imprenditore alleggerito di 80mila euro da una banda di tre malviventi all’altezza di Soriano

Rapina a mano armata sulla Viterbo-Orte di LUCA APPIA

L

o seguono per svariati chilometri mentre raccoglie gli incassi di tre distributori di benzina, poi lo bloccano e gli portano via 80mila euro. E’ successo ieri lungo la superstada Viterbo-Orte, proprio all’altezza dell’uscita di Soriano. La vittima è D.K., imprenditore 39enne, prorprietario di tre distributori: uno nella zona di Roma, uno sulla provinciale Ortana e un terzo sulla trasversale viterbese. L’uomo è uscito di casa la mattina per compiere il giro dei tre distributori e prendere tutti gli incassi della settimana, ignaro che dietro di lui una Peugeot 206 grigia con tre banditi a bordo lo pedinava a distanza di sicurezza. D.K. passa nei primi due distributori, poi arriva a quello dello dell’IP che si trova a pochi chilometri da Orte e dove c’è anche il bar del B-bgrill. L’imprenditore dopo aver preso l’incasso si prende una pausa con un caffè al bar, intanto i tre lo aspettano in macchina, pronti a seguirlo. Dopo qualche minuto l’uomo si rimette in marcia: l’ultima tappa è lo sportello bancario dove depositerà l’incasso della settimana, 80mila euro. Passano solo 5 o 6 chilometri, all’altezza dell’uscita di Soriano, e la Peugeot si affianca all’auto di D.K., uno dei banditi abbassa il finestrino e gli punta contro una pistola, intimandogli di fermarsi. L’uomo, terrorizzato, esegue l’ordine e arresta l’auto. I malviventi escono con ancora la pistola in pungo e gli dicono di dargli l’incasso dei distributori, che D.K. gli consegna. Una

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI Grafici MARIO RAMUNDO Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredi Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Tipografia AltoLazioNews. via Cassia Nord, 12 a - VITERBO

Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

Continua la polemica dei cittadini

volta preso il bottino risalgono in macchina e si dileguano in direzione Soriano. L’imprenditore poi corre alla stazione dei carabinieri e racconta tutto quello che è successo. Dice che in quel momento nessuna auto è passata nella zona, per cui non poteva chiedere aiuto. Pare inoltre che l’uomo non riuscisse a ricordare neanche che tipo di pistola avessero i rapinatori. I militari si mettono subito al lavoro, aiutati dai colleghi della compagna di Viterbo, per scovare i malviventi e assicurarli alla giustizia. Ancora non è chiaro se i malviventi abbiano agito a volto scoperto o celato da qualche passamontagna. Il modus operandi, comunque, ricorda molto quello usato dai banditi negli anni ‘70, soprattutto nei classici film polizziotteschi spesso interpretati da Maurizio Merli, anche se in quei casi i rapinatori venivano spesso presi nell’arco della fine del film.

Cava di S.Eutizio, dopo due mesi nessuna risposta di SIMONA TENENTINI

S

Fra gli imputati nel procedimento spunta anche il nome di Maurizio Giorgetti

Sites, a giugno la sentenza di primo grado

P

er avere la sentenza di primo grado sul fallimento della società Sites s.r.l. bisognerà attendere �no al 28 giugno, giorno in cui è stata �ssata l’udienza che vede imputato, tra gli altri, Maurizio Giorgetti noto per le dichiarazioni rilasciate alla stampa sul caso Orlandi, nonché per aver subito recentemente una rapina a mano armata da parte della �glia e di un complice. Ieri, di fronte al collegio presieduto da Centaro, ha parlato C.M., ex assessore e soprattutto socio fondatore della ditta poi fallita. L’ex amministratore pubblico inizialmente fu indagato dalla Procura di Viterbo, ma nel 2010 la sua posizione è stata archiviata. “Fu un amico, il signor

L.B., a propormi di entrare in società. Al tempo mi sembrò un’opportunità. Ma capii in breve tempo che le cose non andavano come dovevano. Alcune persone mi dissero di stare accorto...”. Lo stesso teste ha successivamente confermato, su richiesta dell’avvocato difensore di Giorgetti, Pietro Nicotera, dopo alcuni non ricordo, quale fosse il principale tipo di attività svolta dalla Sites, ovvero la gestione di un night a Bagnoregio. Proprio all’inaugurazione dello stesso era presente, tra gli altri, anche C.M. che, imbeccato dal legale di Giorgetti ha affermato che per quanto lo riguardava i permessi per svolgere l’attività erano stati chiesti ed ottenuti, di aver dato le dimissioni

dall’incarico di amministratore, ma di non aver più saputo nulla relativamente alle quote della stessa società. L’ex assessore ha inoltre ribadito, come già emerso nel corso delle precedenti udienze, che la società aveva avviato trattative con una ditta di frutta e verdura all’ingrosso e con una pizzeria ristorante a Lubriano. Dopo l’ascolto del teste il pm D’Arma ha rinunciato a chiamare alla sbarra il signor Fiorani che, invece, per la difesa avrebbe svolto un ruolo di fondamentale importanza all’interno della società tanto da ritenerne indispensabile la testimonianza. Richiesta accolta dai giudici che per il 28 giugno hanno previsto anche la discussione. (ef)

i torna a parlare della cava del Bucone di Sant’Eutizio. Il sito è ancora chiuso, ma, a distanza di quasi due mesi dalla prevista consegna delle analisi da parte dell’Arpa, i residenti non hanno, ancora oggi, nessuna certezza. I dati, infatti, tardano ad arrivare, ed il silenzio da parte degli organi preposti non fa che aumentare la preoccupazione. Per non far calare la soglia d’attenzione, proprio in questi giorni, il consigliere di minoranza al Comune di Soriano, Francesco Sensini, ha inviato una lettera al Settore Ambiente della Provincia, al Servizio Igiene Pubblica della Asl, all’Arpa Lazio e allo stesso sindaco di Soriano. Questo il testo della missiva: “Il sottoscritto Sensini Francesco consigliere di minoranza nel Comune di Soriano nel Cimino, comunica alle S.V. ill.me che da studi effettuati da alcune università italiane sui fanghi di cartiera R10 è emerso che nei siti oggetto di ripristino ambientale, mediante impiego di fanghi di cartitiera gestito in modo non corretto, si è prodotta una rilevante quantità di Biogas (metano ed anidride carbonica), con diffusione verso bersagli sensibili, con conseguente pericolo per l’uomo e per l’ambiente. In seguito ad alcuni avvenimenti veri�catisi ad Imola, è stato scoperto che vi è un concreto rischio in produzione di biogas da questi ri�uti. In particolare la produzione e la migrazione incontrollata di biogas da uno di questi siti, denominato “Fondo Colombarotto” ha causato due esplosioni

in un’abitazione in prossimità dello stesso. In una ex cava in provincia di Savona, cava “Fossa di Lavagnin” in cui erano smaltiti fanghi di cartiera, l’amministrazione comunale di Pontivrea ha bloccato i lavori di ripristino. La preoccupazione maggiore è quindi legata alle proprietà del biogas che ha la tendenza a migrare nel sottosuolo seguendo le fessurazioni del terreno senza poter prevedere dove possa arrivare. Altro grosso fattore di rischio per le falde acquifere è costituita dai gas tossici che compongono il Biogas. Questo è composto prevalentemente da metano, ma, a seconda dei materiali che lo generano, si formano anidride carbonica ed altri gas velenosi che combinano con la CO2 diventano solubili in acqua e quindi possono giungere nelle falde acquifere sotterranee. Alla luce di questi fatti, si chiede alla S.V. Ill.me un tempestivo accertamento della reale consistenza dei materiali abbancati ed una perizia termogra�ca atta a dimostrare la presenza o meno di aree calde anomale all’interno del Sito del Bucone in località S. Eutizio, tali da far sospettare la presenza di fenomeni di fermentazione con possibile produzione di Biogas. Qualora l’organo preposto al controllo respingesse la richiesta dello scrivente di effettuare la perizia termogra�ca, invito l’amministrazione comunale di Soriano ad emettere una ordinanza coningibile ed urgente che le permetta l’accesso alla cava nominando a proprie spese un in geniere ed un geologo che provvedano alla perizia termogra�ca”.

E’ di San Lorenzo Nuovo il militare che rischia l’occhio

La figliastra e il compagno pestarano un ristoratore per ottenere il pagamento di uno stipendio

otta ancora tra la vita e la morte Antonio Santarelli, l’appuntato di 43 anni gravemente ferite da quattro giovani che uscivano da un rave party al con�ne tra la Tuscia e il grossetano. Attualmente il militare si trova in coma formacologico nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Siena, mentre nel pomeriggio di lunedì avrebbe subito una delicata operazione per salvargli la vita. Intanto l’altro collega, Domenico Marino, 34enne originario di San Lorenzo Nuovo, sarebbe stato sottoposto a un intervento all’occhio che rischiava di perdere. I militari di Pitigliano, nel frattempo, hanno messo le mani sui quattro ragazzi che hanno ridotto in �n di vita i colleghi. Due studenti, un barista e un carroziere della provincia di Firenze. Fra loro anche una ragazzina di 17 anni. Il più grande ne ha 19. Arrivati in caserma hanno iniziato ad accusarsi l’un l’altro, puntando il dito maggiormente sull’unico maggiorenne del gruppo: Matteo Gorelli, 19enne e studente. Secondo gli altri sarebbe stato lui che dopo essere risultato positivo all’alcoltest “ha perso la testa”, mentre gli altri non hanno capito più nulla. Gli investigatori, però, sembrano non credere a questa versione, soprattutto dopo il ritrovamento di ketamina nel veicolo. L’accusa per loro è di tentato omicidio e potrebbe aggravarsi. (la)

di EMANUELE FARAGLIA

L

Tentata estorsione, condannato per concorso un ex maresciallo

S

entenza severa per l’ex maresciallo di stanza presso il Comando d’Artiglieria a Monte Romano condannato dal collegio del tribunale di Viterbo a tre anni e mezzo, l’interdizione dai pubblici uf�ci per cinque anni oltre a 300 euro di multa. L’accusa è di quelle gravi, concorso in tentata estorsione ai danni di un ristoratore assieme alla �gliastra ed al compagno di quest’ultima. I fatti si riferiscono al 2008 quando il gestore del ristorante “Il Cantuccio” subì un’aggressione da parte di B.M. e del suo �danzato a causa del mancato pagamento da parte del ristoratore di alcune mensilità. La ragazza aveva infatti lavorato presso il ristorante per tre mesi e mezzo, ma non aveva ricevuto quanto pattuito. L’incontro avvenuto il 22 aprile tra i tre si risolse nel peggiore dei modi con il pestaggio ed il conseguente ricovero in pronto soccorso del signor I.F. da parte dei due. Non è un caso che proprio la signorina ed il suo compagno accettarono il patteggiamento e la relativa condanna a due anni e mezzo. Sulla base delle indagini effettuate dalle forze

dell’ordine è emerso nel corso del procedimento il coinvolgimento del signor P.V., patrigno della donna che, come ha ricordato nella requisitoria il pm Tucci non poteva non sapere delle condotte criminose tenute dalla �gliastra e dal suo compagno (e che ci sia stato trasferimento di denaro da parte del signor I.F. a favore della donna è cosa provata da diversi testimoni). Non solo, nel giugno del 2008 il ristoratore presentò un’ulteriore denuncia perché le minacce inizialmente rivolte solo a lui avevano coinvolto in un secondo momento anche i suoi genitori. Ma non �nisce qui perché, come illustrato dall’avvocato difensore del militare, Giovanni Meli, la vicenda è resa ancor più complessa da un ulteriore elemento di frizione tra querelante ed imputati. Il mancato pagamento dei tre mesi e mezzo di attività della donna presso il ristorante e le numerose irregolarità riscontrate dall’Ispettorato del Lavoro produssero infatti un danno ingente al signor I.F., ben 54mila euro di multa che per il dottor Meli hanno provocato un forte risentimento nei confronti della signorina B., del suo patrigno e del suo compagno. E per tentare di smontare l’accusa lo stesso

avvocato ha ricordato una sentenza della Cassazione a sezioni unite risalente al primo agosto del ‘95 dove si evince che quando un processo si fonda primariamente su un’unica testimonianza questa deve soddisfare alcuni requisiti, come la coerenza interna, la ragionevolezza, l’assenza di interesse e soprattutto non devono esistere documenti che la smentiscono. “Il mio assistito ha un ruolo marginale – ha dichiarato l’avvocato Meli – tanto che in più di un’occasione si è disinteressato della vicenda. La sua �gliastra ha dichiarato di non essere mai stata la compagna del ristoratore e l’intera storia processuale ha provocato un forte senso di umiliazione per il signor P.V. (che a suo tempo trascorse otto giorni al Mammagialla, salvo poi ottenere i domiciliari, ndr) E’ proprio vero che Caino sopraffà sempre Abele...”. Un’arringa accorata che però non ha convinto più di tanto il collegio composto dai giudici Centaro, Marinelli e Fanti, i quali, dopo una camera di consiglio di circa mezz’ora hanno ritenuto colpevole il maresciallo. Comprensibile l’amarezza per l’avvocato Meli ed il suo assistito che hanno comunque promesso di ricorrere in appello.


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

cronaca

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 3

Esisterebbe una mappatura della Viterbo underground. E riguarderebbe proprio la zona degli scavi clandestini

Sotterranei, esiste una “mappa del tesoro”? di DANIELE CAMILLI & ROBERTO POMI

S

otterranei viterbesi, strati che si accavallano e mistero che s’infittisce. Non solo per quanto riguarda la presenza di insoliti tombaroli che scavano di notte con attrezzature piuttosto sofisticate. Ma anche per un’altra questione. Quella delle mappe dei cunicoli che attraversano il colle del Duomo portando fin dentro le viscere di una delle zone più antiche e storicamente importanti della città dei Papi. Zone attualmente esplorate da zappatori del passato alla ricerca di butti medioevali e di chissà cos’altro. Da quelle parti s’aggira infatti anche lo spirito e ciò che resta di Papa Alessandro IV. Una mappatura che, da quel che ci è stato riferito da alcune fonti, sarebbe completa e dettagliata. E pare sia stata commissionata ed elaborata per conto dell’amministrazione comunale circa una decina di anni fa, quando le cucine di un locale nei pressi del vecchio Ospedale sprofondarono nel terreno. Mappe preziose. Talmente preziose che potrebbero contenere punti di riferimento non da poco. Vere e proprie “mappe del tesoro”. Innanzitutto per non perdersi nel dedalo di strade a

decine di metri di profondità. Dopodiché per trarre magari indicazioni utili su dove scavare. La domanda è dunque la seguente: se questa mappatura dei sotterranei esistesse sul serio, è stata sempre ben chiusa nei cassetti oppure qualcuno – nel tempo è riuscito a fotocopiarla, ricopiarla o asportarla? Il tombarolo non va di certo a “casaccio”. Va prima “imboccato”. Non scava dove gli capita, ha bisogno di indicazioni. Altrimenti il suo lavoro rischia di diventare inutile. Considerando poi che non agisce affatto nella legalità, la rapidità d’esecuzione – per quanto possibile – è fondamentale per uscire da sotterra illesi e incensurati. Un mondo, quello della Viterbo underground, che non smette mai di stupire e affascinare. Stupire per le sorprese che riserva. Affascinare per il patrimonio che conserva. L’ultima chicca cui ci siamo trovati di fronte durante una delle nostre visite è stato un pozzo etrusco. Completamente al buio, ce ne siamo accorti perché a momenti ci finivamo dentro. Come del resto i tombaroli intenti anch’essi ad esplorarlo. Dal punto in cui ci trovavamo, presentava almeno una decina di metri di profondità, procedendo

I genitori hanno un negozio a Civita Castellana

Bambino di quattro anni precipita dalla finestra di LUCA APPIA

B Quel che “scarta” il tombarolo (foto Daniele Camilli & Roberto Pomi)

Il pozzo etrusco poi verso l’alto per altri cinque. Tutt’attorno i segni dello scavo. Sterro dappertutto e una trave ben conficcata tra le pareti della cavità. Probabilmente per calarsi e tirar su del materiale. Forse

Il pozzo etrusco (particolare) perché successivamente utilizzato a mo’ di butto. Una rarità, così c’è stato descritto da chi se ne intende. L’ennesima ricchezza saccheggiata, abbiamo poi pensato.

ambino di quattro anni cade dal terzo piano di un palazzo di Roma e rimane ucciso. Tragedia per una famiglia cinese che lavora a Civita Castellana. E’ accaduto domenica nel quartiere capitolino di Tor Pignattara, dove la famiglia ha in af�tto un appartamento e stava trascorrendo la giornata di Pasqua. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, il bambino era stato lasciato da solo a casa e, mentre guardava i cartoni animati in tv, si è arrampicato sulla �nestra che si trova proprio sopra il suo lettino. Una volta raggiunta si è affacciato, forse nel tentativo di notare qualche parente che stesse rientrando a casa, ma è scivolato ed è volato giù dal terzo piano.“All’inizio mi sembrava un pacco caduto da una �nestra - ha detto uno dei testimoni della vicenda che in quel momento stava camminando in via Eratostene -, solo quando mi sono avvicinato ho capito cosa fosse successo”. Altri passanti hanno assistito alla scena e le urla di alcuni di loro hanno richiamato l’attenzione di una pattuglia di militari che era ferma nella zona. I carabinieri han-

no subito chiamato i soccorsi, che si sono precipitati sul posto. Al loro arrivo il bambino era ancora vivo, ma le sue condizioni sono subito apparse disperate. Aveva fratture sparse su tutto il corpo, anche alla testa, dove si è sviluppato un grande edema. I sanitari lo hanno portato al Policlinico Umberto I, dove i medici hanno tentato il tutto per tutto, ma è stato inutile e alle 3 di notte è morto dopo ore di agonia. Il prossimo luglio avrebbe compiuto 5 anni. I genitori del bambino, di 36 e 37 anni, che gestiscono il negozio di prodotti cinesi a Civita Castellana, hanno raccontato ai militari che erano usciti per fare qualche acquisto e fare gli auguri di Pasqua a qualche amico, lasciando il bambino in custodia del cugino, di 27 anni, che vive insieme a loro. Anche il ragazzo ha detto di aver lasciato l’appartamento per fare qualche compera nei negozi di Roma rimasti aperti anche a Pasqua, ma al suo arrivo i carabinieri hanno notato che non aveva con sé alcuna busta o pacco. Inizialmente la coppia di cinesi è state denunciata per abbandono di minore, ma dopo la morte del bambino la loro posizione potrebbe aggravarsi seriamente.

Da giorni disservizi alla rete mobile e all’Adsl in paese Arrestati due giovani romeni che avevano svaligiato il bar di un parco pubblico Manna denuncia

Ciancolini attacca la Tim Nottata di furti fra le vie di Tuscania

la situazione critica di Mammagialla

l sindaco di Vitochiano, Gemini Ciancolini, si scaglia contro la Tim, che da qualche giorno sembra dare qualche vistoso problema nella zona di Vitorchiano e chiama i legali per capire se si può fare una denuncia. “I telefoni squillano - dice il primo cittadino - ma chi chiama un cellulare Tim, non sente chi risponde e/o viceversa, e lo posso affermare personalmente perché da venerdì 22 ho ricevuto decine di chiamate professionali e non, alle quali ho potuto dar seguito solo successivamente utilizzando telefoni di rete �ssa o con schede sim di altri gestori. In questa spiacevole situazione si sono trovate come me centinaia di persone. Penso che questo possa ritenersi un imbroglio ai danni dei possessori di sim della Tim che invito a presentarsi presso la sede Comunale di Vitorchiano per sottoscrivere l’iniziativa che stiamo intraprendendo nei confronti di Telecom Italia Mobile per il risarcimento dei danni materiali e morali. Tim invece di spendere milioni per le pubblicità, potrebbe intervenire celermente nelle riparazioni dei guasti e nel potenziamento degli impianti e dei servizi. E’ ora di farla �nita di farci plagiare dai media che ci illustrano il mondo Tim senza difetto alcuno. I problemi Telecom non riguardano solo la telefonia mobile, ma nel nostro territorio anche la telefonia

Il carcere di Mammagialla si trova a fronteggiare una situazione critica dal punto di vista dell’organico della polizia penitenziaria ma ancor di piu’ ad un sovraffollamento della popolazione carceraria”. Lo afferma il Segretario Generale del LiSIAPP (libero sindacato appartenenti polizia penitenziaria) il quale denuncia in modo sistematico i disagi che quotidianamente vivono sulla loro pelle gli operatori della polizia penitenziaria all’interno dell’istituto viterbese. “I disagi - dichiara il Segretario Generale del LiSiAPP - sono molteplici a cominciare da un organico previsto di 540 unità sono presenti solo 360 effettivi. Risulta sottolinea Manna essere la carenza di personale più alta a livello nazionale. Inoltre esiste un sentimento diffuso all’interno di grande sconforto per il personale di polizia penitenziaria, il cui lavoro in queste condizioni è diventato estremamente logorante. Un altro tassello negativo per il mamma gialla aggiunge il Segr. Gen. del Lisiapp è anche il sovraffollamento e l’esubero, dei detenuti che la struttura può effettivamente contenere. Su 433 posti effettivi – ha spiegato Manna - ci sono 730 detenuti. In�ne un dato negativo è rappresentato anche per il 41 bis (54 detenuti a regime speciale). 150 detenuti risultano ad alta sicurezza; 55 detenuti invece si trovano in un reparto di sorveglianza a vista”.

I

�ssa. Vitorchiano è stato tra i primissimi paesi ad avere l’Adsl, ma visto l’incremento demogra�co della nostra popolazione, l’impianto è ormai saturo ed obsoleto. Da anni la nostra Amministrazione è in trattativa con la Telecom per la realizzazione di una centrale moderna e funzionale che possa soddisfare tutte le esigente dei nostri concittadini-utenti, proponendo anche l’acquisto del terreno di proprietà Telecom per garantire il completamento dell’impianto. Le contrattazioni sono purtroppo ancora in corso e siamo in attesa di un’ultima risposta da parte Telecom… questa risposta arriverà su rete �ssa o mobile?”.

S

i erano introdotti nottetempo in un bar di Tuscania per rapinarlo, in manette due giovani di origine romena. E’ stato solo uno della serie di furti che nelle scorse serate è avvenuto nel centro della Tuscia, dove sembra che un’ondata di ladri si sia veramente scatenata. Il bar preso di mira dai malviventi si trova all’interno di un giardino pubblico del paese, nel quale i due si sono introdotti scavalcando la recinzione. Una volta dentro hanno usato qualche arnese da scasso per forzare la porta del bar ed entrare. Una volta in�ltrati, poi, hanno usato mazze e scalpelli per rompere le slot machine del barle e svuotarle.

Il rumore del “lavoro” della coppia, tra cui un minorenne, ha però attirato l’attenzione dei carabinieri, che li hanno bloccati mentre lasciavano il parco pubblico. I militari hanno recuperato il bottino di 200 euro in contanti, oltre che 400 euro in gettoni della sala giochi, restituendo tutto al proprietario. Il maggiorenne è stato portato a Mammagialla, l’altro al centro di prima accoglienza di Roma. Le indagini, però, non sono �nite qui. I carabinieri, infatti, sospettano che il duo possa essersi reso responsabile di altri furti avvenuti nello scorso periodo in altri bar di Tuscania e al momento stanno cercando le prove dei fatti. Intanto durante la notte

pare che un’intera via del paese sia �nita sotto l’occhio dei ladri. Vittime dei furti sono state alcune auto parcheggiate in via Alpinolo Salvatori, che intorno alle 4 del mattino di ieri sono state svaligiate da ignoti. I residenti ieri mattina hanno ritrovato tutte le auto aperte e svuotate di ogni cosa, compreso un bancomat di cui non hanno il codice. Per aprire le auto, i ladri devono aver utilizzato una sorta di passepartout, anche se uno degli abitanti della zona ha dichiarato che durante la notte ha sentito qualcuno entrare ed uscire dalla sua abitazione, facendo anche cadere uno dei suoi quadri, ma al suo arrivo non c’era nessuno. (la)

Nessuna notizia del poliziotto scomparso Denunciato 39enne cubano dopo aver Ascoltata l’ex moglie che vive a Ronciglione accoltellato un tunisino che lo molestava

A

ncora nessuna traccia di Piero Barbano, il 48enne agente di polizia originario del viterbese e che da alcuni anni lavorava al commissariato di Assisi. L’uomo è scomparso da oltre una settimana e di lui non c’è più traccia da allora. L’unico indizio è un sms che ha inviato all’ex moglie, che abita a Ronciglione insieme ai �gli, in cui avrebbe scritto “Vi voglio bene ricordatevi di me”. Un gesto che, secondo gli investigatori, l’uomo avrebbe ripetuto più volte, senza poi mettere in atto nessun piano. La donna non se ne accorge

subito e quando lo vede prova a richiamarlo, ma il telefono è già spento. La donna, per via dei pregressi non si era preoccupata oltremodo, ma dopo la denuncia di scomparsa fatta dal fratello (carabiniere a Roma) la cosa si è fatta seria. I militari, intanto, hanno sentito l’ex moglie e la sorella di Barbano, che non hanno saputo fornire informazioni utili al ritrovamento del poliziotto. Alla ricerche partecipano varie forze dell’ordine, tra cui carabinieri, polfer, polizia postale e i colleghi di Barbano, che non lo vedono dal 15 aprile.

U

n ubriaco lo molesta e lui reagisce puntandogli un coltello contro. Lite fra stranieri nel centro di Valentano sedata dai militari della stazione locale. I carabinieri di Valentano, comandati dal maresciallo Sampalmieri, dopo una lite scaturita per futili motivi nei pressi di un locale notturno del centro, hanno denunciato un 39enne cittadino cubano. Stando alle prime ricostruzioni, l’uomo, con un corpo contundente,

avrebbe colpito un 26enne tunisino che, in preda ai fumi dell’alcool, lo avrebbe molestato. Il tunisino, subito soccorso da personale del 118 di Viterbo, avrebbe riportato lievi lesioni all’addome, guaribili in dieci giorni. Nel corso delle operazioni al cittadino cubano è stato sequestrato un piccolo coltello a serramanico, che avrebbe tenuto in una tasca dei pantaloni. L’oggetto è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria per gli ulteriori accertamenti.


interni politica

2 4

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 27 Ottobre Mercoledì Aprile2010 2011

Pubblicato sul sito del Comune il bando. C’è tempo fino al 5 maggio per presentare le candidature

Francigena, cercasi nuovo consiglio d’amministrazione di ROBERTO POMI

I

l consiglio d’amministrazione della municipalizzata Francigena va al rinnovo. Giunti alla scadenza naturale della precedente amministrazione - targata Di Toro, Giorgio e Scapigliati - il Comune di Viterbo è a caccia di candidati. La notizia è certa e trova conferma nel bando pubblicato sul sito del Comune di Viterbo. Cari aspiranti ecco il percorso da seguire: Viterbo (http://www.comune.viterbo.it) – Servizi online - Sezione Albo Pretorio – Avvisi vari. Due ruoli da consigliere e un posto da presidente, questa la posta in palio. Non male, per una città dove il mercato del lavoro, specie quello ben retribuito, batte la �acca. Con il rinnovo del cda Francigena si chiudono le grandi manovre politiche, in seno a Palazzo dei Priori, aperte con l’annosa vicenda del rimpasto. La seconda tappa ha riguardato la presidenza della commissione Urbanistica e ora siamo giunti all’ultimo atto della saga. La triade uscente è stata il frutto, modi�cato geneticamente seguendo alla lettera il manuale Cencelli, della situazione politica venuta fuori dalle urne in occasione delle comunali del 2008. Il voto dettò la seguente spartizione: Pierre Di Toro (in quota Marini), Francesco Giorgio (in quota An, essenzialmente corrente Allegrini) e Guido Scapigliati (in quota a Viterbo Vola di Giovanni Bartoletti). Oggi lo scenario è profondamente diverso e sono altre le forze politiche o correnti che hanno i titoli per decidere il nuovo cda.

Ergo dif�cilmente è ipotizzabile un rinnovo degli uscenti, anche se possono legittimamente inviare i propri curricula. Una cosa ci è piaciuta poco ed è giusto segnalarla ai viterbesi. Il bando è stato pubblicato in data 22 aprile 2011 e scade il 5 maggio. Quattordici giorni di tempo con tanto di Pasqua, Pasquetta e Primo Maggio. Si poteva essere più larghi di manica: dare più tempo e fare più pubblicità. In questo modo, aumentando le richieste, si poteva scegliere i migliori su una rosa più ampia. Questo, a rigor di mercato, avrebbe migliorato il prodotto manager da mettere a guida di Francigena. Purtroppo la politica è così, speriamo di non vedere qualche porcata.

Turan Montefiascone terza all’Italia Beer Festival

Birindelli, “Sarà promossa anche all’Enoteca Palatium”

“ Il Comune, vera stanza dei bottoni sulla scelta del nuovo cda

Oggi il tour di Francesco Storace nei Comuni della Tuscia al rinnovo di MASSIMO CIRIONI

F

rancesco Storace non si risparmia, oggi infatti sarà tutto il giorno in giro per la Tuscia, accompagnato dal federale di Viterbo Andrea Scaramuccia, per sostenere i candidati de ‘La Destra’ alle prossime elezioni amministrative. Comincerà con Marta dalle ore 12,00 alle 12,30, poi Monte�ascone dalle 13,00 alle 13,30. Nel pomeriggio si recherà a Vetralla dalle 16,00 alle 16,45, poi a seguire Orio-

lo Romano, Fabrica di Roma, Gallese e in�ne dalle 20,30 alle 21,00 terminerà il suo tour elettorale a Faleria. Il cavallo di battaglia che ‘La Destra’ sta portando avanti nella regione Lazio, dove il battagliero Teodoro Buontempo, numero due del partito, è assessore alle Politiche della Casa nella compagine della governatrice Polverini, riguarda la proposta di legge del “mutuo sociale” e il nuovo piano casa, che come legge sta per essere varata dal consiglio regionale laziale. Saranno que-

sti i temi, insieme alle problematiche locali, che verranno trattati nei vari incontri che il segretario nazionale avrà con le varie realtà sociali del nostro territorio.

Una birra prodotta nella Tuscia, la Dalhia della bottega birraia artigianale Turan di Montefiascone, ha conquistato il terzo posto nell’edizione 2011 dell’Italia beer festival di Roma. Ai due fondatori dell’azienda, Massimo Serra e Orazio Laudi, vanno i miei complimenti e il sostegno del mio assessorato”. Così l’assessore regionale all’Agricoltura Angela Birindelli commenta il riconoscimento ottenuto nei giorni scorsi da due giovani birrai viterbesi. “Il successo ottenuto da Serra e Laudi – aggiunge Birindelli – è ancora più significativo se si considera che la Turan (dal nome della dea etrusca dell’amore, della fertilità e della vitalità nonché patrona dell’antica città di Vulci) è stata costituita solo nel febbraio 2010”. La Dalhia entra a pieno titolo tra i prodotti di qualità made in Tuscia che meritano di essere sostenuti e promossi. “Anche perché – sottolinea – come hanno spiegato i giovani birrai, il

Angela Birindelli loro prodotto si rifà direttamente alla madre di tutte le birre, quella ‘inventata’ dagli etruschi circa venticinque secoli fa sulle sponde del lago di Bolsena”. “Un prodotto unico – conclude l’assessore Birindelli – che promuoveremo all’Enoteca Regionale Palatium e nelle principali rassegne di settore”.

Legambiente in piazza del Comune contro il nucleare

Una foto della manifestazione di FORTUNATO LICANDRO

D

isagio iniziale per gli organizzatori di Legambiente che, alle 17 di ieri in piazza del Plebiscito a Viterbo, sono arrivati nel luogo previsto per la manifestazione contro il nucleare trovandolo già occupato dai mezzi di lavoro e dal cantiere per gli allestimenti del prossimo ‘San Pellegrino in Fiore’. “Eppure le autorizzazioni sono state rilasciate da tempo”. Questo il commento dei presenti. Nonostante gli imprevisti, sfruttando la cornice naturale delle siepi già disposte, la manifestazione è riuscita a comporsi con l’allestimento di un banchetto informativo per ricordare ai cittadini viterbesi il venticinquesimo

anniversario del disastro di Chernobyl e l’importanza del voto per il referendum del 12 e 13 giugno; anche se forse non si voterà per il nucleare, il comitato di Viterbo ‘Vota SI per fermare il nucleare’ ha ricordato l’importanza dell’appuntamento anche per gli altri quesiti: acqua pubblica e legittimo impedimento. “Il voto è un dovere civile e va comunque rispettato. La moratoria è uno specchietto per le allodole che tenta di fermare il referendum per il nucleare ma non ha l’intento di bloccare la costruzione delle centrali in Italia”. Aggiunge poi una manifestante: “il nucleare sicuro non esiste. Ce lo ha dimostrato l’efficienza giapponese.” Alle ore 18 la manifestazione ha avuto il suo culmine con la messa in atto

di un flash mob: una voce al megafono ha ricordato come il 26 aprile 1986 una nube radioattiva si sia alzata dalla centrale nucleare di Cernobyl in fiamme, invadendo progressivamente anche l’Europa. Il suono di una sirena, simbolo di un allarme nucleare. Un gruppo di persone vestite con tute bianche “atiradiazioni” e mascherine protettive crolla al suolo. I loro corpi vanno a formare quello che più che uno slogan sembra un monito: nucleare uguale morte. Il tutto mentre alcuni fumogeni riempivano l’aria. Un attimo di silenzio e poi l’applauso dei presenti. Un messaggio forte che è stato ripetuto anche alle ore 19, ricordando ai cittadini il recente disastro di Fukushima.


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

attualità

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 5

Porte aperte per la cantina sotto piazza Cappella. Renato Petroselli espone i “vinarelli”

A San Pellegrino vive l’arte col vino e con l’olio di ROBERTO POMI

L

’edizione 2011 di San Pellegrino in Fiore promette bene. Al di là della manifestazione in sè sono previsti tutta una serie di eventi al margine. Da segnalare, almeno per l’originalità, è quanto sta preparando Renato Petroselli in quel del quartiere medioevale. ‘Filoconduttore vino’, questo il titolo dell’appuntamento che aprirà i battenti il 29 aprile, per proseguire poi fino al primo maggio. Prima nota positiva dell’evento è da registrare sulla location. In effetti Petroselli, promotore culturale dell’iniziativa, sta allestendo questa mostra all’interno di una delle cantine più belle del centro storico viterbese. Cantina che ha il suo ingresso su Piazza Cappella, a pochi passi dal centralissimo Palazzo degli Alessandri. Un luogo simbolo per la viterbesità. Il luogo scelto per l’allestimento delle opere è praticamente magico. Scende, per decine di metri sotto il livello della strada e racchiude tante emozioni del passato. Seconda perla è rappresentata dagli oggetti in mostra, tutti realizzati da Petroselli. Si tratta di sculture e dipinti realizzati essenzialmente con il vino. Per quanto riguarda la scultura si tratta di abbinazioni tra materiale

Renato Petroselli metallico e bottiglie contenenti il nobile frutto della terra. Più interessante il versante pittorico dell’esposizione. Ci troviamo di fronte ai “vinarelli”. Una forma di rappresentazione pittorica

che affonda la sia origine nella tradizione contadina umbra. I dipinti col vino nascono in alcuni paesi intorno a Perugia e sono legati a riti religiosi. Petroselli, da qual-

Fanno parte del progetto Foglia Verde. Calcolano l’impatto di un piatto sull’ambiente

che anno, ha voluto riportare in vita questa tradizione. Durante la tre giorni di San Pellegrino in Fiore sarà possibile ammirare proprio questi particolari dipinti. C’è poi un’ulteriore novità: “i tinti a olio”. L’artista viterbese ha deciso di sperimentare la pittura a base di olio d’oliva extravergine della Tuscia. Una produzione, quella messa in mostra, che riattualizza la tradizione contadina e individua un utilizzo artistico dei prodotti della terra di Tuscia. Un’esperienza, oltre che visiva, anche olfattiva. C’è da considerare infatti che una delle caratteristiche più esclusive e gradite dei “vinarelli” e de “i tinti a olio” è proprio il profumo che conservano. Abbiamo contattato Petroselli che ha commentato così: “La speranza è che in parecchi decidano di scendere all’interno della cantina dove sto allestendo l’esposizione. Il luogo merita già di per se stesso e i “vinarelli” hanno riscosso anche in passato un importante gradimento”. Forse sono in pochi a saperlo ma un “vinarello” firmato Renato Petroselli fa bella mostra di sè anche in casa del mito Carlo Verdone. A fargliene dono è stato lo stesso Petroselli durante una delle passate edizioni dell’Est Film Festival.

Una scultura col vino

Uno dei “vinarelli”

Replica secca del vicensindaco alle polemiche dell’Anpi e di Daniela Bizzarri

Esperti Unitus tra i certificatori della qualità dei cibi Celebrazioni del 25 Aprile, nessuno scandalo

I

l mangiare sano ed ecosostenibile è sempre più gettonato. Presentati nei giorni scorsi due importanti inziative: Conosci il tuo pasto e la Guida ai ristoranti certi�cati. Coinvolti, con ruolo da protagonisti, anche diversi esperti marchiati Unitus. Eco-chef e agricoltori biologici insieme per un mangiare più informato e sano. Dopo la spesa rigorosamente biologica, i farmers market e il cibo di stagione, anche la cena al ristorante si fa sempre più green, senza dimenticare però i prodotti Dop (Denominazione di Origine Protetta) e Igp (Indicazione Geogra�ca Tipica). Un modo per mettere insieme a tavola ecologisti incalliti e amanti del buon cibo. Il Manifesto di Conosci il tuo pasto e la Guida ai ristoranti certi�cati sono stati presentati in questi giorni a Senigallia, in provincia di Ancona. Eco-chef e agricoltori biologici della Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) insieme per creare menù e guide in cui sia indicato che genere di materie prime sono state utilizzate nelle cucine dei ristoranti. L’idea di Conosci il tuo pasto nasce tre anni fa all’Istituto Mediterraneo di Certi�cazione (Imc), uno dei 14 organismi di certi�cazione biologica italiani, nonché ente accreditato per la veri�ca dei ristoranti della Guida, e intende far conoscere l’intera �liera alimentare, per una scelta dei prodotti che sia

C

partecipata e consapevole. Uno dei requisiti messi appunto per la certi�cazione di qualità è la Foglia Verde. Foglia Verde che viene calcolata in base alla CO2 generata per produrre il pasto: un locale che impiega prodotti locali e altri criteri green, come ad esempio la riduzione della catena del freddo, aumenterà di conseguenza la sua ef�cienza ambientale. Spiega Veronica Pecorella, direttore della Guida: “L’assegnazione indica il percorso compiuto dagli alimenti utilizzando il metodo di calcolo Eco Chef Food Print® messo a punto dall’Imc in collaborazione con il Consorzio per la Ricerca e la formazione sulla sicurezza alimentare (Rifosal) e un’equipe di esperti dell’Università della Tuscia di Viterbo”.

Tra gli stand che circondano la platea, prodotti tipici del territorio marchigiano, delle campagne di Jesi, Pesaro, Matelica e Macerata. Come la Cooperativa Apicoltori Montani di Matelica, nata nel 2003 e costituita da 82 soci, che produce miele, grappa e vino al miele, tutto rigorosamente bio. O il consorzio Piandelmedico di Jesi: 180 bufale e 190 vacche nutrite per l’80 per cento con foraggio prodotto dal consorzio stesso. “La qualità - ha affermato Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food - non si de�nisce più attraverso la degustazione, ma attraverso la narrazione”. Quella che ci racconta la vita del prodotto, da dove viene, com’è stato prodotto e come è arrivato nelle nostre tavole.

elebrazioni del 25 Aprile, il vicesindaco Enrico Maria Contardo risponde secco alle polemiche innescate in queste ore sulla presunta “leggerezza” delle cerimonie svolte a Viterbo. “La comunicazione ufficiale emessa dalla Prefettura - così replica Contardo - relativamente alla celebrazione del 25 aprile organizzata dall’amministrazione provinciale prevedeva quanto segue. ‘Il 66esimo anniversario della liberazione sarà celebrato il 25 aprile con le seguenti modalità: Scuola Allievi Sottufficiali dell’Esercito, ore 9 deposizione corona d’alloro lapide Capitano Braccini. Piazza San Sisto alle 9,30 adunanza e deposizione corona d’alloro presso Liceo Classico lapide M.O.V.M Buratti. Piazza del Sacrario alle 10 deposizione corona d’alloro al Sacello dei Caduti e alla lapide chiesa ex Almadiani’. Pertanto nessuna corsa e nessuna intenzione di sminuire la celebrazione. Comune e Provincia si sono limitati a seguire il programma e il protocollo, così come predisposto. Tutti erano stati avvisati e tutti erano presenti agli orari previsti, sia le autorità civili che militari. Quest’anno non erano previsti discorsi, ritengo perché siamo in mezzo alla

campagna elettorale per le elezioni amministrative. Se qualcuno ha atteso lungo il percorso, quando invece il corteo era già passato e al Sacrario diverse persone sono arrivate a cerimonia conclusa la colpa non può essere certamente di chi è arrivato puntuale e ha rispettato gli orari previsti. Trovo assolutamente fuori luogo le polemiche innescate, davanti al corteo erano i gonfaloni di Comune e Provincia il cui passo era assolutamente normale e in ogni caso nessuno ha corso, come qualcuno vuole far credere. Tra l’altro alcuni di quelli che gridano allo scandalo erano presenti puntualmente

alle 10 in piazza del Sacrario e di questo sono sicuro perché sono stati da me puntualmente salutati, di certo non sono rimasti indietro per il presunto andamento troppo veloce, di sicuro non trovano nulla di meglio che innescare inutili e pretestuose polemiche. Se alcuni organizzando le loro attività si sono basati su orari presunti o orari dello scorso anno o non hanno concordato con gli enti preposti all’organizzazione della cerimonia non possono che prendersela che con loro stessi e non chi rispettando orari e protocollo ha onorato la celebrazione e i caduti italiani.


interni speciale elezioni

2 6

[MONTEFIASCONE]

Storace arriva sul colle per sostenere Ciripicchio

ggi alle ore 13 arriverà in città il senatore Francesco Storace, segretario nazionale de “La Destra”. È stato inviato dal candidato consigliere Americo Ciripicchio, appartenente alla lista “Il Popolo della Libertà, Berlusconi per Montefiascone” il cui leader è Luca Bellacanzone. Francesco Storace arriverà a Montefiascone, dopo un sua visita nella vicina Marta e resterà sul colle per il tempo di un aperitivo al Bar Italia posto nel centralissimo piazzale Roma. Poi andrà in visita anche a Vetralla. Americo Ciripicchio in-

vita tutta la cittadinanza a partecipare all’incontro. Oltre a Ciripicchio faranno gli onori di casa, tutti i membri della lista Pdl e il candidato sindaco Bellacanzone. Da ricordare che Francesco Storace il 3 luglio 2007 si è dimesso da ‘Alleanza

nazionale’ e ha fondato il movimento La Destra di cui è segretario nazionale. È stato eletto deputato per la prima volta nel 1994 per la XII legislatura (nel collegio numero 21 della Circoscrizione Lazio), ed è stato confermato nella XIII legislatura (stesso collegio) nel 1996. Dal 16 aprile 2000 al 4 aprile 2005 è stato presidente della Giunta regionale del Lazio. E’ stato ministro della Salute durante la legislatura con Silvio Berlusconi premier, dal 23 aprile 2005 al giorno 11 marzo 2006. Dal 10 aprile 2006 è senatore della Repubblica italiana.

[VASANELLO]

Lista Civica “Alternativa per Vasanello” Il cittadino al centro del programma

La lista civica di Franco Ferri raccoglie consensi anche a sinistra

La speranza è quello di un “crollo” di Bambini

P

robabilmente le solite ‘chiacchiere da bar’, ma in diverse occasioni e parlando della politica locale, il dissenso nei confronti della giunta dell’uscente sindaco Alberto Bambini, da più parti, viene a galla. L’amministrazione aquesiana, vittima per molti di uno stallo cronico, dovuto soprattutto al perdurare di un’univoca gestione partitocratica del Comune, ha causato quella carenza di sviluppo e di tutela che invece la cittadinanza richiede a gran voce. Il preferire alcune scelte in merito ad investimenti e alla programmazione a dispetto di altre, hanno creato un clima di s�ducia, impensabile cinque anni fa.

untare all’essere umano. Così la Lista Civica “Alternativa per Vasanello” si propone per queste elezioni. E lo fa ponendo al centro del suo programma le differenti fasce d’età dei cittadini: dal garantire ai bambini una buona qualità di vita, �no alla preservazione della dignità dell’anziano e la valorizzazione della sua esperienza. E tra i vari progetti proposti anche la creazione di un museo comunale in 3D su tutte le bellezze artistiche ed ambientali di Vasanello per incrementarne il turismo. Ed infatti, nel programma della Lista Civica si può leggere: “l’obiettivo è quello di incentivare la crescita del Turismo nel

nostro paese,attraverso la diffusione e la divulgazione delle bellezze culturali e naturali che esso offre anche attraverso la ‘pubblicizzazione’ delle stesse . Allo stesso tempo vanno incentivati l’aumento di progetti e dei programmi, magari provenienti dall’imprenditoria giovanile, volti alla creazio-

ne o alla ristrutturazione di strutture ed attività ricettive attraverso accordi e programmi da concordare con i commercianti e gli imprenditori del posto. Tutto ciò �nalizzato ad un incremento del turismo nel nostro paese con contestuale apertura di nuove possibilità economiche e lavorative per i residenti”. Un programma ambizioso che guarda anche alla cultura e alle politiche sociali – attraverso l’aumento dei fondi al Servizio Sociale – senza dimenticarsi dello sport e dell’educazione e formazione per fare di Vasanello “un Comune dove la cultura e lo sport diventino fonte di sviluppo e coesione sociale”.

[CORCHIANO]

Battisti continua a puntare su un Comune a cinque stelle

I candidati di ‘Insieme per Vitorchiano’ puntano sui comunicati stampa

Dalla “guerra” di Ciancolini alla Tim al 25 Aprile della Bizzarri Raffaele D’Orazi incontra nuovamente i vitorchianesi nella giornata di oggi. L’appuntamento è previsto per le ore 18,30 a Giardino, il ristorante di Paparano. La lista ‘Miglioramento’ bussa alla porta della periferia del Comune, dopo il successo della prima uscita nel centro di Vitorchiano. Procede a pieno ritmo anche la campagna elettorale della lista ‘Insieme per Vitorchiano’. La nota da registrare è la “guerra alla Telecom” annunciata giusto ieri dal capolista di ‘Insieme per Vitorchiano’ Gemini Ciancolini. Molto presente sui giornali, specie in questi ultimi giorni anche un’altra candidata

iova, per Corchiano, il Comune a cinque stelle, focalizzare con la lente d’ingrandimento, alcuni punti del programma presentato dall’unica lista “Insieme per Corchiano” con candidato sindaco Bengasi Battisti uscente, ma senza competitori. Già in altre notizie abbiamo stralciato dall’intero programma quelle che appaiono delle chicche nel mare magno dei programmi, simili o similari, appartenenti più alla sfera dei sogni, per non dire dalle elucubrazioni notturne da cattiva digestione, tanto sono uguali, e convincenti a rappresentare paesi, non si è capito bene se devastati dal terremoto o da un maremoto, dove sembra, ci sia

da fare tutto. Quello di Corchiano, parliamo del programma, ha una sua spiccata caratteristica, che lo quali�ca a pieno titolo per l’ecologia ad ampio spettro. “la riscoperta e la promozione dei prodotti tipici, biologici e di qualità dell’agricoltura del territorio mediante la realizzazione

del Biodistretto rurale dell’Agro falisco, anche per meglio tutelare le varietà colturali, le sementi autoctone e la biodiversità da un eventuale ingresso nella �liera agricola e alimentare di organismi geneticamente modi�cati”. Oppure, scorredo tra le righe del programma “intende con rinnovato vigore e senso di responsabilità continuare a percorrere la strada intrapresa ormai cinque anni fa, quella di fare sempre più di Corchiano un Comune virtuoso basato sulle buone pratiche locali e sullo sviluppo sostenibile e compatibile con le vocazioni del territorio”. Se non andiamo errati, già in passato, Corchiano aveva una sua centrale elettrica per l’illuminazione pubblica.

della stessa lista: Daniela Bizzarri. Suo il comunicato di due giorni fa di critica nei confronti dei “veloci” festeggiamenti per il 25 Aprile viterbese. Più silenziosa la squadra

di Arieti, appoggiata ufficialmente dal Pdl e da Tuscia Vola. Più che sui voti del paese vecchio, essendo in gran parte viterbesi, puntano tutto sul peso delle zone periferiche.

[MARTA]

Tre candidature ‘unite’ nel sostegno alla famiglia

Nel programma si parla di ambiente ed ecologia G

Sicuramente hanno in�uito le numerose dif�coltà economiche che gli enti locali hanno dovuto subire in questi ultimi anni, ma anche chi da sempre ha votato per la lista del partito (pci, ds, pd) sembrerebbe voler dare un’opportunità alla lista civica del dottor Ferri, all’interno della quale convivono

anche anime di sinistra. Un noto aquesiano fedele allo storico Pci, e di stampo ‘berligueriano’, si lascia scappare una battuta un po’ pesante, ma che rende l’idea sulla situazione attuale: “l’attuale gestione del Comune è la peggiore, dopo quella di Barbarossa”. Battute a parte, l’operato della giunta uscente ha sicuramente af�evolito il distacco tra i due schieramenti e se a questo si somma il desiderio di totale rinnovamento, anche legato ai soliti interessi all’interno di un paese così piccolo, la lista civica ‘Uniti per Acquapendente’, potrebbe avere più di qualche possibilità di invertire i pronostici. Vedremo.

[VITORCHIANO]

Tra i vari progetti un museo comunale in 3d

P

Venerdì 1 27 Ottobre Mercoledì Aprile2010 2011

[ACQUAPENDENTE]

Il leader de La Destra arriva questa mattina

O

Viterbo & AltoLazio

Solo donne in lizza per un Comune a tinte rosa

C

arla Mazzetti, Graziella Angelotti e Lucia Catanesi sono i nomi delle tre aspiranti sindachesse di Marta. Tre candidature in rosa che non potevano non dare un’impronta al femminile dei propri progetti. “La famiglia”si legge infatti nel programma di Carla Mazzetti, “deve essere al centro dell’azione amministrativa […] ad essa si riconosce il ruolo insostituibile di primo ammortizzatore sociale e per questo l’azione politica deve tendere al suo sostegno”. Proprio su questo principio verranno promosse iniziative atte ad aiutare �nanziariamente tutte le famiglie, in particolare quelle meno abbienti, “Sarà ampliata l’attività di sostegno e consulenza

alle famiglie in dif�coltà mediante la creazione del consultorio familiare in collaborazione con il distretto sociosanitario e con i medici locali”. Ma dato il gran numero di persone longeve presenti nel comune di Marta, è altrettanto importante prendersi cura dei più anziani, i veri padri della famiglia. Questo

con la realizzazione di una casa di riposo presso il vecchio istituto delle scuole elementari che, come appare nel programma di Lucia Catanesi, “garantirà ai nostri anziani la certezza di rimanere nel luogo in cui sono cresciuti e vissuti con la vicinanza di parenti ed amici”. Inoltre, dichiara Graziella Angelotti, “la realizzazione di una Casa di riposo per anziani avrebbe una valenza sia sociale che economica, in quanto fonte di occupazione per impiegare varie �gure professionali”. “Amministrare”, aggiunge Lucia Catanesi, “signi�ca impegnarsi in prima persona per migliorare la vita quotidiana dei cittadini, considerandoli sempre come scopo e mai come mezzo”.


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

speciale elezioni

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

[VETRALLA]

Nomina scrutatori elezioni comunali “Affermazioni inesatte e tendenziose”

sottoscritto Giulio Menegali Zelli Iacobuzzi �gura soltanto come membro supplente, e i suoi servizi non si sono resi necessari durante i lavori della Commissione stessa. Tendenziose, perché la Commissione, presieduta dal Commissario Dottoressa Carelli, ha avuto cura di nominare scrutinatori

nel rispetto delle disposizioni vigenti e sulla base di osservazioni ponderate. Spiace poi notare che Postiglioni, che conta tra le sue �le numerosi habituès dei collegi elettorali, si sia deciso soltanto in questa occasione a ergersi a paladino della correttezza. Il sottoscritto e tutti i membri della Lista Per Vetralla di sentono tutelati dalle scelte della Commissione e dalla funzione di garante svolta dalla Dottoressa Carelli. Le polemiche che continuano a spuntare moleste intorno alla lista Per Vetralla – conclude Zelli – hanno evidentemente un denominatore comune: la disinformazione e la denigrazione”.

[ORIOLO ROMANO]

Il Parco della Mola è un patrimonio da promuovere e valorizzare

P

dal paese e del vecchio molino sono ancora visibili le opere di canalizzazione, la chiusa e i resti delle mura perimetrali in tufo. Il �ume, conosciuto da Enea secondo il poeta Virgilio, allorché l’eroe andò a cercare alleati tra gli Etruschi di Cerveteri e Tarquinia, rappresenta ancora oggi una risorsa

ricca di potenzialità idriche. Il laghetto sotto la cascata si allarga pittoresco tra lenti e palustri e vegetazione rivierasca, in un colpo d’occhio suggestivo. È anche luogo di bagni, non consigliabili per le acque gelide ed insicure. Nel laghetto, un tempo non lontano venivano gettate le greggi di pecore per un igienico bagno prima della “carosa”. Nei pressi è stato attrezzato dalla locale Università Agraria un parco con tavoli per ristoro e due piccole piscine poco profonde, che raccolgono le acque della vicina sorgente sulfurea termale. La zona è ricca anche di altre sorgenti freschissime, di cui una di acqua ferruginosa”.

[ANGUILLARA]

Scherzi infantili contro la lista “ImmaginAnguillara”

Sotto accusa il sindaco uscente Palmegiani I

casi anomali del Comune che nello stemma riproduce il bugno d’api, la laboriosità, e il braccio che lo sorregge, il vigore, un tempo era il braccio destro, non �niscono di stupire. Esce un volantino, stampato in tipogra�a, a �rma del coordinatore comunale del Pdl e Daniela Anetrini del direttivo provinciale Udc, dove i due rappresentanti dei rispettivi partiti, fanno le pulci al simbolo elettorale dell’Alveare, sotto il quale il Sindaco uscente Giuseppe Palmegiani raccoglie consensi, da molto tempo. Perché si fregia delle sigle Udc e Pdl, abusive ambedue, che servono per ingannare l’elettore; che il Palmegiani non rappresenta nessuna delle due;

onostante gli sproloqui di correttezza e apertura civile al dibattito, in una competizione che sia per i cittadini e non si trasformi in un boomerang contro di essi e degli stessi partiti, come durante le elezioni accade tuttavia sistematicamente, ad Anguillara già iniziano ad appalesarsi le mosse di un gioco piuttosto infantile. Proprio alla vigilia delle vacanze pasquali, in un momento forse di sperata disattenzione, la notte del 22 di aprile sono stati sottratti uno striscione e una bandiera col simbolo della lista che erano esposti presso la sede dell’Associazione

ImmaginAnguillara, in corsa per le elezioni del 15-16 maggio. Il giorno dopo, il 23 aprile, gli stessi oggetti sono stati ritrovati nei pressi delle sedi di altre liste che si presentano alle amministrative. “Pur non volendo drammatizzare l’accaduto,

opera evidente di qualche sprovveduto disturbatore” commenta il direttivo di ImmaginAnguillara “il fatto è stato denunciato ai Carabinieri”. L’Associazione si appella “al buon senso dei militanti e dei simpatizzanti di ogni parte politica affinché la campagna elettorale sia rispettosa delle regole di un democratico confronto politico e civile”. ImmaginAnguillara si rivolge sia alle intere compagini sia ai loro singoli membri perché le elezioni non diventino una partita di calcio con arbitri truffaldini e giocatori che si esibiscono in sgambetti poco eleganti sin dagli spogliatoi.

pertanto, i �rmatari del foglio intitolato “Facciamo chiarezza” invitano i rispettivi iscritti e simpatizzanti a non votare quella lista “Alveare” cavallo di battaglia del Palmegiani. Il monito, a non votare, scuote l’alveare e in tanti si attribuiscono, meritatamente o immeritatamente, la sparti-

zione di quei voti. Andranno alla destra, oppur alla sinistra? Andranno a quelle liste che pagano i voti, con la moneta falsa, delle promesse? Nessuno lo sa! L’invito, a non votare di ri�esso la lista “alveare”, ha trascorso la vita di una farfalla, perché è apparso nei monitor e nelle plance, per le af�ssioni propagandistiche, l’invito, per il 28 prossimo, giovedì alle ore 18,00 nella sala del palazzo dell’Orologio in P.za Duomo, della lista “Alveare”, per la presentazione del programma e dei candidati, e la novità “Interverranno a questo evento esponenti politici nazionali e provinciali dei partiti P.D.L. e U.D.C. Chi ha scon�nato nella bugia?

[TREVIGNANO]

Campagna elettorale spenta in attesa del rush finale

Anche nel torpore dopo le vacanze pasquali

C

i si sta ancora risvegliando dal torpore zuccheroso e dalla febbre da passeggiata campestre tipica delle festività pasquali sulla sponda trevignanese del lago di Bracciano. E la campagna elettorale sembra seguire il corso apparentemente pigro della vita del paese, fatta di routine silenziosa, di chiacchierate tra gli scalini fioriti dei vicoli stretti, e degli usci caratteristici di negozi d’artigianato semiaperti, con i gestori sulla soglia, ad aspettare. Mentre turisti a gruppi cominciano ad affollare la celebre passeggiata al di sopra dei neri scogli e della bruma lacustre, i cittadini

si spendono nella normale quotidianità, non solo, per ora, poco funestata da battibecchi elettorali, ma neppure visivamente tartassata (come accade già altrove e da mesi) da manifesti che campeggino in zone di affissione vietata in tutto il centro. Benché sia statisticamente più frequente

incontrare una locandina elettorale con la lista del centrodestra del sindaco uscente Massimo Luciani, non si scorgono foto incombenti di facce in pose deliberatamente rassicuranti, né i soliti moniti propagandistici con annesse frecciate alla parte avversa. Trevignano civile e assopita per adesso. Tuttavia dopo la conferenza tenuta con grande riserbo e senza fanfare da Galloni la scorsa settimana per presentare alla comunità sua lista di Alleanza Democratica, la gente aspetta anche qualche mossa da Luciani e i suoi, per scoprire dove e come penderanno le pieghe di questa gara elettorale.

[TOLFA]

Contrapposizione politica? No grazie Sui Monti il clima è sereno

Strappati uno striscione e una bandiera N

7

Il possesso del simbolo del Pdl crea la bagarre fra le liste

Al centro dei programmi in campagna elettorale

arco della Mola al centro della campagna elettorale. Al centro di programmi che, in vista delle elezioni del 15 e 16 maggio, puntano al suo recupero e alla sua valorizzazione. Un patrimonio di grande valore, che tuttavia – fuori da Oriolo – sono ancora in pochi a conoscere. “Il parco della Mola – come riporta il sito internet del Comune – prende il nome dal vecchio molino, costruito nel 1573 dal feudatario Giorgio Santacroce. Il manufatto serviva per la molitura del grano da farina, sfruttando le acque del �ume Mignone del fosso Biscione. La Mola, detta del Biscione, è immersa nel verde a pochi chilometri

interni

2

[FABRICA DI ROMA]

Zelli risponde a Postiglioni e Partito Democratico

Dopo tanto silenzio, il Pd vetrallese ha scelto tempi e argomenti sbagliati per ricominciare a lanciare le proprie frecciate. Le affermazioni di Postiglioni sulla composizione delle commissioni scrutinatrici sono inesatte e tendenziose”. È la risposta di Giulio Zelli (nella foto) al Partito Democratico di Vetralla che nei giorni scorsi aveva reso noto che la designazione degli scrutatori per le prossime elezioni era stata fatta da commissione composta da candidati della lista di Sandrino Aquilani. “Inesatte – spiega Zelli – perché la Commissione Elettorale è composta da Francesco Biancucci, Santino De Rinaldis e Angelo Graziani. Il

Viterbo & AltoLazio

Il vicesindaco Landi: “Tra le due liste non ci son stati colpi bassi”

T

olfa dista 73,5 chilometri da Viterbo, ma sembra fuori dal mondo. Già, perché a vedere quello che succede in alcuni paeselli della provincia dove pare che i cretini facciano a gara a sbeffeggiare l’avversario nel modo più insulso e volgare l’esempio di Tolfa appare davvero curioso. Sarà perché il Comune del sindaco Battilocchio ha un bilancio �nanziario positivo, sarà perché i cittadini preferiscono essere �duciosi e puntare sull’ottimismo del fare piuttosto che sul pessimismo della critica ad oltranza, fatto sta che a meno di tre settimane dal voto il clima elettorale è sereno come ci conferma lo stesso Luigi Landi, vicesindaco in carica e capolista di ‘Progetto Tolfa’: “Non c’è stato

alcun problema coi rappresentanti della lista avversaria, il clima è disteso. D’altra parte in questi dieci anni abbiamo fatto davvero molto...”. Possibile che non ci sia qualcosa che sia sfuggito come obiettivo alla pur ef�cace macchina organizzativa comunale? “Effettivamente da questo

punto di vista ci mancano due cose: il miglioramento della viabilità e la raccolta ri�uti differenziata porta a porta. Ecco, questi due obiettivi, al di là di quelli presenti nel nostro programma, rappresenteranno le priorità”. La lista che sostiene la candidatura di Marta Ceccarelli propone, tra l’altro, l’eliminazione dei parcheggi a pagamento. Voi come la pensate a riguardo? “Noi proponiamo qualcosa di diverso. Il nostro programma prevede la creazione di parcheggi in zone periferiche, al �ne di poter consentire ai cittadini di vivere nel migliore dei modi, anche d’inverno, il centro storico”. Nessuna frizione dunque, nessun colpo basso. Roba che da altre parti invece se la sognano...


2 8

interni speciale elezioni

Speciale TARQUINIA Speciale VETRALLA

Viterbo & AltoLazio

VenerdĂŹ 1 23 Ottobre Sabato Aprile2010 2011

a cura di Studio1

Speciale Tarquinia


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 Ottobre 2010

speciale tarquinia Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 9


interni speciale tarquinia

2 10

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 Ottobre Mercoledì 27 Aprile2010 2011

Il sindaco Mazzola risponde ai consiglieri d’opposizione Olmi e Maneschi Agate e Bonelli sulla sentenza della Corte di Cassazione

La piscina diventerà presto realtà “L’ Ici sui terreni agricoli “L’impianto non sarà una cattedrale nel deserto ma un fiore all’occhiello per lo sport”

Critiche ridicole da chi per cinque anni ha promesso la piscina senza realizzarla”. Lo afferma il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola replicando ai consiglieri comunali di opposizione Silvano Olmi e Marcello Maneschi. “Farei volentieri a meno di rispondere a queste provocazioni. – prosegue – Vorrei però ricordare che gli odierni consiglieri Olmi e Maneschi sono stati gli assessori di un’Amministrazione che ha lasciato in eredità solo tanti sogni, tra i quali anche quello della piscina. Da sempre sogno “proibito” dei tarquiniesi, il palazzetto del nuoto diventerà presto realtà. E sono certo che in vasca ci saranno con cuf�e e occhialini, felici e contenti, anche i due consiglieri di opposizione”. Il primo cittadino invita poi gli ex assessori Olmi e Maneschi a fare autocritica e a ri�ettere su quanto non sono riusciti a compiere nel corso dei cinque anni alla guida della città. “Al consigliere Olmi chiedo cosa abbia portato alla cultura tarquiniese, mentre al consigliere Maneschi domando quali progetti abbia portato a termine per il Lido. Per entrambi ho già la risposta: non hanno fatto

Sono in corso una serie di aperture straordinarie delle Saline

Tutti a ‘Vivere la Riserva’ ‘ nulla e sul nulla è impossibile trovare motivi di discussione”. Il sindaco Mazzola evidenzia in�ne come la piscina sarà un impianto moderno e funzionale alle esigenze della città: “L’impianto non sarà una cattedrale nel deserto ma diventerà un �ore all’occhiello delle strutture sportive e insieme alla pista di atletica, di cui si stanno costruendo in queste settimane le tribune, costituirà una piccola cittadella dello sport. Cittadella dello sport che sarà un punto di riferimento di grande valenza sociale per Tarquinia”.

Vivere la Riserva’, è il titolo dell’iniziativa in corso per la serie di aperture straordinarie della Riserva Naturale Statale delle Saline di Tarquinia. Il progetto infatti rientra nel quadro delle attività istituzionali di educazione e divulgazione ambientale dell’Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Roma e del Corpo forestale dello Stato, in collaborazione con il Comune di Tarquinia. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di diffondere la conoscenza di una zona umida di grande valore naturalistico, dove vivono e si riproducono numerose specie di uccelli la cui biologia è legata all’acqua. Il programma di aperture straordinarie della Riserva Naturale Statale delle Saline, prevede l’apertura della Riserva, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, nella seconda domenica di ogni mese. Nel contesto è

prevista la presenza in sede del personale del Corpo forestale dello Stato che rimarrà a disposizione dei visitatori per fornire informazioni sugli aspetti legati all’ecologia della Riserva. Tra l’altro viene indicato che per preservare la tranquillità della fauna l’accesso sarà consentito solo in alcune zone dell’area protetta. Per ulteriori informazioni su questa iniziativa ci si può rivolgere al Corpo forestale dello Stato, presso l’Ufficio territoriale per la Biodiversità di Roma in via G. Carducci n.5, oppure al numero di telefono: 06.966682 (dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle 14.00), o direttamente al Posto Fisso C.F.S. ‘Saline di Tarquinia’ via Garibaldi snc a Tarquinia, ai numeri di telefono e fax: 0766.864605 dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle 14.00. (A.S.)

La mostra mercato delle macchine agricole è organizzata anche quest’anno da ‘Pro Tarquinia’

In Arrivo la tradizionale fiera agricola E ’ tutto pronto per l’attesa 62° Mostra Mercato macchine agricole che si svolgerà nei giorni 29, 30 aprile e 1° maggio a Tarquinia Lido. Un appuntamento �sso che riscuote un notevole successo sotto molti punti di vista. Sono numerosi i cittadini tarquiniesi e i turisti che ogni anno arrivano a migliaia sul litorale per visitare la mostra espositiva. Anche quest’anno l’evento è organizzato dall’Associazione Pro Tarquinia con il Patrocinio del Comune di Tarquinia, Provincia di Viterbo, Regione e dalla CCIAA di Viterbo. I dati dello scorso anno

è un contributo ingiusto”

infatti preannunciano un positivo riscontro, come dichiarava Paolo GIorgi, il presidente del Pro Tarquinia: “La scorsa edizione è stata caratterizzata da un’af�uenza piuttosto massiccia di visitatori e di espositori. Abbiamo registrato una presenza di oltre 150 mila persone nella sola giornata del primo maggio. Gli espositori hanno registrato un netto aumento, soprattutto nel settore agricolo, con quasi l’8% in più rispetto allo scorso anno. Mentre è rimasto praticamente invariato – concludeva Giorgi - il numero del settore edilizio”. Numeri che fanno ben

sperare anche quest’anno ai molti espositori della mostra, e alle attività commerciali del Lido. Dalle prime notizie infatti si è saputo che sono già molte le imprese presenti a Tarquinia Lido lo scorso anno che hanno confermato la loro presenza. Altre informazioni sulla Mostra Mercato delle macchine agricole si potranno chiedere direttamente all’Associazione Pro Tarquinia in via Guglielmo Marconi n.33 a Tarquinia, oppure ai contatti telefonici 0766. 856097 e fax 0766.848112, all’indirizzo di posta elettronica: info@protarquinia.com

allo stesso modo al sito visitando il sito internet: www.protarquinia.com. (A.S.)

Giovanni Battista Agate di ALESSANDRO SACRIPANTI

A

seguito della sentenza emessa dalla Corte di Cassazione dopo quasi un decennio di contenzioso oneroso, che pone l’obbligo per l’Università Agraria di far fronte, sui 6.300 ettari di proprietà di tutti i cittadini, gli assessori dell’ente di via Garibaldi Giovanni Battista Agate e Renzo Bonelli commentano duramente l’atto. “L’ICI sui terreni agricoli rimane un tributo ingiusto – sottolinea Bonelli - tanto più se applicato alle proprietà collettive. L’importante è evitare una doppia ingiustizia. Abbiamo scelto di far contribuire al pagamento dell’imposta, con un onere di refusione, peraltro in forma ridotta e in ragione della produttività dei terreni chi di fatto conduce gli stessi ricavandone un utile economico diretto. Gli uf�ci – prosegue l’assessore Bonelli - hanno lavorato in maniera impeccabile, annullando ogni anomalia sui redditi domenicali catastalmente �ssati contenendo gli aumenti che variano dai 20 a 40 Euro per ettaro dopo oltre un quindicennio di blocco dei canoni. Peraltro le quote e i terreni dell’Università Agraria non sono in af�tto ma in concessione annuale precaria e tale onere sarebbe potuto essere caricato per l’intero sul concessionario cosa che non è naturalmente avvenuta”. Anche l’assessore Agate ribadisce –”Chi detiene lotti di ter-

Renzo Bonelli reno contribuisce già al pagamento di imposte come l’ICI, per le quote un ritocco complessivo che comunque viene dopo quasi quindici anni di canoni invariati. Vale la pena ricordare infatti – aggiunge Agate che la corrisposta dovuta all’ente è stata suddivisa in voci esplicative al solo �ne di rendere ancor più chiara e trasparente la scelta operata e che altre realtà come i campeggi pagano regolarmente il tributo. Siamo infatti davanti al pagamento di un valore unitario l’ammontare, in quota parte, sarà impegnato dall’ente per rifondere quanto dovuto per il pagamento dell’ICI sui terreni agricoli. Ingiusto far fronte con i soldi di tutti gli utenti al pagamento del tributo anche per quei terreni dove alcuni utenti hanno un utile diretto derivante dalla conduzione del terreno stesso. Indicazione che abbiamo mutuato anche dal Bilancio partecipato e dalla preoccupazione di numerosi cittadini. In sinergia i due assessori concludono –”Né il Comune né l’Università Agraria, possono eliminare il pagamento dell’ICI sui terreni agricoli. In questi anni nessuna forza politica è riuscita a farsi ascoltare in Parlamento, con un danno ingiusto nei confronti dei cittadini, sarebbe suf�ciente che nella ‘Legge Finanziaria’ nazionale si riconoscessero esenti enti come le Università Agrarie, e in un momento di crisi del mondo agricolo, togliere un ingiusto balzello ai terreni agricoli”.


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 Ottobre 2010

speciale tarquinia Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

L’esempio vincente della sinergia tra amministrazione e territorio

Il successo di Roma Cavalli O

ltre 200 espositori, quasi 2mila cavalli, 93mila presenze registrate: sono stati questi i numeri di “Roma Cavalli”, il Salone Internazionale dell’Equitazione e dell’Ippica a cui Tarquinia ha partecipato da protagonista, grazie alla collaborazione tra l’Università Agraria e l’Amministrazione Comunale. Migliaia di persone e addetti ai lavori hanno così potuto scoprire e apprezzare le bellezze paesaggistiche, le tradizioni rurali e le produzioni di eccellenza dell’agricoltura e dell’allevamento, nonché il patrimonio storico e artistico. Il grande lavoro di promozione turistica ha trovato pieno ricono-

scimento nell’invito uf�ciale da parte dell’organizzazione della kermesse “Cavalli a Milano” a prendere a parte all’evento, che si terrà ad ottobre nel capoluogo lombardo. «La sinergia tra Università Agraria e Comune ha dato i risultati auspicati. – afferma il presidente Alessandro Antonelli – Al pubblico è stata presentata un’eccezionale cartolina della città che ha entusiasmato i visitatori». Soddisfatto anche l’assessore al Turismo Sandro Celli: «Tarquinia ha le potenzialità per intercettare i vari segmenti che compongono il mercato turistico. L’essere presenti a manifestazioni prestigiose come “Roma Ca-

Sopra i butteri, in alto a destra lo staff di Roma Cavalli

valli” è quindi fondamentale, in quanto costituiscono occasioni uniche di promozione». Un’operazione di marketing turistico riuscita e da ripetere in futuro «perché – sottolinea il consigliere dell’Università Agraria Maurizio Leoncelli – la professionalità e la cortesia dimostrate dagli operatori dello staff ha sorpreso in modo positivo il pubblico e, in particolar modo, gli addetti ai lavori, che hanno espresso particolare apprezzamento per il modo con cui è stato allestito lo stand». L’interesse mostrato nei confronti dello stand di Tarquinia è evidenziato altresì dal vice sindaco Giovanni Olivo Sera�ni: «Prodotti tipici come olio,

vino, miele, formaggio e frutta hanno avuto il gradimento degli esperti e della stampa specializzata legata al mondo dell’enogastronomia». A tenere alta l’immagine di Tarquinia anche l’allevamento dei cavalli maremmani, uno dei �ori all’occhiello delle attività dell’Università Agraria. «Gli esemplari di proprietà dell’Ente – dichiara l’assessore alla Roccaccia Gino Stella – hanno ricevuto numerosi premi e sono stati inseriti nella “borsa del cavallo”, un’area per allevatori e commercianti dove gli animali sono stati messi in mostra. Una strada diversa e allo stesso ef�cace per far conoscere la città e il suo territorio».

Omero Bordo, l’ultimo etrusco e le sue creazioni di ALESSANDRO SACRIPANTI

A

Sopra e in basso a destra, Omero con le sue creazioni; in basso a sinistra una tomba di ‘Etruscopolis’ alll’interno nelle antiche cave etrusche di Tarquinia, non lontano dalla necropoli di Montarozzi, ha così ricostruito ben otto antiche tombe dipinte e raccolto alcune delle sue opere più belle. Queste infatti si che si ispirano all’arte antica della sua terra. Il particolare interessante di queste creazioni è che si tratta di repliche che anche se sembrano vere sono frutto dell’ispirazione storica di Omero. ‘L’ultimo degli etruschi’ Omero sembra uno di quegli inverosimili personaggi che spesso sono presenti nei testi dei grandi viaggiatori del passato. In una intervista Omero aveva riferito “Etrusco-

polis è il mio sogno realizzato. Comprai i terreni tanti anni fa e cominciai subito a rimetterli a posto. Li dentro prima c’era una fungaia. Adesso sono 15 mila metri quadrati sottoterra dove c’è tutta la storia della civiltà etrusca, tutto interamente realizzato da me, pure i letti coi morti. Faccio tutto io”. Tra l’altro c’è da aggiungere che ‘Etruscopolis’ è una cava originale dalla quale gli etruschi estraevano la pietra calcarea detta il ‘macco’, per costruire le loro città. Sembra che ‘l’ultimo degli etruschi’ abbia trovato il posto giusto per la riproduzione della città etrusca.

interni 11

Pietro Mencarini, re del Gas e ...dell’economia

Quando l’esperienza fa grande un’azienda

di DILETTA ALESSANDRELLI

Da ‘tombarolo’ ad artista. Fino ad ‘Etruscopolis’, un sogno che diventa realtà

nche se le ricerche archeologiche hanno strappato molti veli, e di misterioso è rimasto poco, gli Etruschi continuano ad affascinare i numerosi visitatori che si affacciano nella cittadina tirrenica, e sono migliaia che arrivano da tutta Italia e dall’estero per visitare le antiche necropoli con i loro dipinti e le loro atmosfere. Ma il fascino di questa civiltà è stata ben ricostruita da Omero Bordo detto ‘l’ultimo degli etruschi’. Così chiamato a seguito delle vicende che si erano vissute negli anni ‘50 e ‘60 quando Tarquinia somigliava all’America ai tempi della corsa all’oro. Infatti erano in molti i ‘tombaroli’ che invece del prezioso metallo ‘giallo’ si erano messi a cercare vasi e monili etruschi. Uno di questi era Omero Bordo, che come spesso racconta in quell’epoca partecipò a quella interminabile corsa. In seguito Omero ripose i panni del tombarolo per indossare quelli del ricercatore, ma sopratutto quelli dell’artista, iniziando a realizzare oggetti e utensili in bucchero e terracotta ispirati alla misteriosa arte etrusca. E in questi ultimi anni ha dato vita ad un grande progetto denominato ‘Etruscopolis’, sito in via delle Pietrare snc, dove è stato ricreato un vera e propria città etrusca. Concretizzato con arte e maestria

2

I

ncontriamo Pietro Mencarini, noto imprenditore Tarquiniese, Presidente della Giove Gas S.r.l e del C.D.A. della Banca della Tuscia per parlare di economia locale, ci accoglie benevolo ma con l’amaro sorriso di chi sa di non poter dare notizie rassicuranti per il territorio. Iniziamo a parlare e per accompagnare il discorso Pietro disegna tratti, gra�ci e freccine su un foglio bianco ci spiega la composizione dell’ economia tarquiniese e le aree più problematiche, riconosciamo a colpo d’occhio un uomo abituato a tenere sempre la situazione sotto controllo. La storia della sua azienda, iniziata in un piccolo bar del centro storico di Tarquinia ha ormai un respiro nazionale. La crescita inizia negli anni ’50 con l’avvento delle prime cucine a gas, il fondatore dell’ azienda, il padre di Pietro, Giove Mencarini,da cui la stessa prende il nome, comincia ad orientare i suoi interessi al settore degli elettrodomestici e delle prime bombole di gas. Negli anni ’80 nasce l’attuale Giove Gas i cui interessi si sono estesi all’ istallazione di serbatoi per GPL in comodato gratuito e relative forniture a mezzo autocisterne nelle province di Perugia, Terni,Grosseto, Rieti, Viterbo, Roma, Latina e Frosinone, l’azienda ha 9000 clienti al dettaglio ed un fatturato di circa 25 milioni di euro annui, Pietro ci spiega di essere ormai “importatore di valuta nel territorio, di questi 9000 clienti solo il 10% è a Tarquinia il resto proviene dal resto del Paese. Per quanto riguarda il ter-

ritorio e i problemi dell’ economia locale l’imprenditore chiarisce subito un punto: “ quello che manca a Tarquinia è la collaborazione, ognuno corre da solo ed invece è necessario un dialogo all’interno delle categorie e tra le categorie, bisognerebbe iniziare a rivalutare il concetto di concorrenza e non concorrere l’uni contro l’altro, ma correre insieme con un unico obiettivo, lo sviluppo economico del territorio. Dobbiamo puntare alla ricchezza di tutti e non a quella del singolo, poichè la ricchezza genera ricchezza che si riversa a getto sul tutto il territorio ed i suoi operatori”. Domandiamo a Pietro come immagini il futuro di Tarquinia dal punto di vista economico e quale sia la sua ricetta per realizzarlo, ci risponde secco e deciso: “l’unico futuro possibile per Tarquinia è investire in eccellenza e turismo” e continua spiegandoci che è fondamentale, per invogliare i giovani ad entrare nel mondo delle partite iva e garantire loro una possibilità di successo, creare strutture di formazione per fare di loro �gure specializzate nei settori strategici della nostra economia, eno-gastronomico, turistico, artigianale, far rivivere mestieri antichi che possano dare al mercato un prodotto che porti in se un bagaglio di tipicità, qualità e pregio. Una storia di Coraggio e Passione quella che ha percorso la Giove Gas srl dagli anni 50 ad oggi, la storia di una famiglia che non può far a meno di riconoscersi nelle sue origini e rimanervi ancorata, tanto da non poter rinunciare al cimelio di famiglia, il Bar Giove, in via Garibaldi, emblema delle fatiche e delle conquiste della famiglia Mencarini.


2 12

interni attualitĂ

Viterbo & AltoLazio

VenerdĂŹ 1 23 Ottobre Sabato Aprile2010 2011


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

provincia

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 13

MONTEFIASCONE

Equitani ‘sponsor’ di Luca Bellacanzone Il vicepresidente della Provincia scende in campo a sostegno del candidato del Popolo della Libertà di MICHELE MARI

P

aolo Equitani, il vice presidente della Provincia di Viterbo, è sceso in campo a sostegno di Luca Bellacanzone. Ieri, intorno alle ore 12,30, Equitani è salito volutamente a Montefiascone ed ha accompagnato, per lungo tempo, il candidato sindaco della lista “Il popolo della Libertà, Berlusconi per Montefiascone” Luca Bellacanzone alla tipica fiera di San Flaviano, compatrono della città, che si estendeva con centinaia e centinaia di bancarelle nelle vie limitrofe di Via cardinal Salotti. Come al solito la festa del compatrono ha coinvolto i cittadini di Montefiascone per l’intera giornata. Molto seguita, ed apprezzata, la classica gara di ciclismo per under 23 dilettanti giunta alla XXX edizione. È stata la festa anche un evento di incontro e di incontri in piena campagna elettorale da parte di tutti i componenti dei partiti. Tutti e tre i candidati a sindaco hanno partecipato alla fiera insieme ai loro sostenitori e ai candidati consiglieri. Luciano Cima-

rello, Anna Rita Foscarini e Luca Bellacanzone erano presenti con le loro squadre. Quest’ultimo ha avuto appunto un particolare ospite. Nella mattinata, tornando da Viterbo, il vice di Marcello Meroi, Paolo Equitani ha percorso, a lungo, la Fiera assieme a Luca Bellacanzone e ai candidati David Proietti Petretti, Francesco Moscetti, Lodovico Mocini ed il giovane Fabio Notazio. Il vicepresidente della Provincia, ha anche incontrato, anche il suo predecessore in provincia, Mario Trapè attualmente candidato consigliere con la lista “La Città Nuova”. Paolo Equitani ha anche voluto rilasciare alcune dichiarazioni: “La lista Pdl mi sembra molto competitiva. La cosa che mi fa essere molto ottimista è anche la grande coesione del gruppo. È raro vedere un affiatamento simile tra tutte le anime della lista. Per questo la reputo vincente”. Anche il candidato sindaco Luca Bellacanzone ha dichiarato: “Sono veramente soddisfatto dell’appoggio di Paolo Equitani. Mi auguro una vittoria

MONTEFIASCONE

I vandali di nuovo in azione sul lungolago N

che sarebbe per Montefiascone una ulteriore prova di rinascita di cui se ne sente tanto il bisogno. La città diventerebbe un comune privilegiato avendo rapporti immediati ed estremamente positivi con uomini al governo della Provincia e della Regione. La presenza del vicepresi-

dente dimostra l’importanza elettorale di Montefiascone. Molte personalità provinciali e regionali saranno presenti anche alla mia presentazione che avverrà il 29 aprile alle ore 18,30 al Bar Italia. Simili dimostrazioni ci danno molto fiducia per l’immediato futuro”.

uovi atti vandalici a Monte�ascone. Questa volta è stato preso di mira il bagno pubblico installato sul lungolago. Questi ultimi atti sono susseguiti a quelli dei mesi scorsi che hanno visto imbrattare il paese di scritte e disegni. Sono stati anche scassinati i parcometri, con due diverse distinte azioni, nello scorso inverno. Molte polemiche avevano creato l’imbrattatura della chiesa della Madonna dell’Arco e poi delle vie adiacenti a Corso Cavour. Gli atti vandalici avevano a anche interessato la nuova ala del prato giardino ed altre vie come via della Viola �no ad arrivare allo scassinamento di alcuni parcometri come quelli in via Verentana e piazzale Roma. Ora purtroppo è

stato interessato anche il lungolago. Queste ultime azioni hanno provocato la rottura della gettoniera causando il conseguente fuori servizio del bagno pubblico. Vista l’ubicazione e l’utilizzo che ne fa la cittadinanza durante i giorni festivi è stato necessario ed urgente procedere all’intervento di riparazione anche al �ne di prevenire potenziali problemi igienici. A tal proposito è stato richiesto un preventivo per effettuare l’intervento di riparazione alla Ditta P.T. Matic S.p.a., costruttrice e fornitrice delle toilette. La ditta ha inviato due preventivi necessari al suddetto intervento dell’importo complessivo di Euro 1130,00 oltre iva di legge. (M.M.)

ACQUAPENDENTE - Si rinnova l’appuntamento con la storica Fiera delle Campanelle

Il primo maggio il centro storico aquesiano diventa bazar di FULVIO MEDICI

D

omenica 1 Maggio, ad Acquapendente, si rinnova l’appuntamento con la caratteristica fiera delle campanelle. La prima domenica dopo Pasqua, quella detta in Albis, per Acquapendente significa la “Fiera”. Dalle origini antichissime, che risalirebbe a quando i pellegrini di Terra Santa nel Medioevo facevano visita al Papa. Questa avveniva di solito la prima domenica dopo Pasqua ed i pellegrini nel corso della settimana sostavano ad Acquapendente per riposarsi prima delle ultime tappe verso Roma. Nell’occasione barattavano le loro chincaglierie che portavano dall’Oriente con campanelle di coccio prodotte da ar-

tigiani locali. Il graduale diminuire dei pellegrini nel tempo consigliò di istituzionalizzare la tradizione con la creazione di un commercio fittizio di curiosità per non perdere il beneficio che la Città traeva con l’afflusso di gente anche dalle zone limitrofe. E’ la prima fiera dell’anno e senza dubbio la più importante ed affollata. Anni fa c’era un’importante fiera di bestiame al Campo Boario e venivano disputate anche corse di cavalli al galoppo all’ippodromo comunale che richiamavano tanti appassionati dalla bassa Toscana e dalla vicina Umbria, corse che invece si disputeranno il 30 aprile e che come avviene da qualche anno sono abbinate al concorso dei Pugnaloni.

Da cinque anni c’è una mostra – concorso denominata “Antica Fiera delle Campanelle” ospitata presso il Museo della Città, ex Palazzo Vescovile in via Roma, dove vengono premiate le campanelle più belle.

GRADOLI - Iniziati i lavori di salvaguardia lungo tutta la spiaggia del lago MONTEFIASCONE - Giovedì ‘L’Acropoli’ propone una conferenza sul Risorgimento

Il Sindaco Buzi soddisfatto per gli interventi previsti Continuano i festeggiamenti per L’Unità Nazionale

F

inalmente, nel lungolago di Gradoli sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza e l’abbellimento dei circa 8 chilometri, che lo compongono. Dopo ben 30 anni, nei quali non si erano mai trovati i fondi regionali per intervenire, grazie anche al lavoro del sindaco Luigi Buzi, si sono ottenuti i �nanziamenti necessari. Numerosi sono stati gli incontri tra il primo cittadino gradolese e l’assessore all’ambiente della regione Lazio, Mattei, dopo i quali si è giunti ad un accordo in merito ai lavori, garantendo così la salvaguardia della zona della spiaggia di Gradoli. Tra poche settimane i lavori che

hanno già visto gli interventi sulle piante secche, rami ed erbacce, si concentreranno sul rifacimento o la creazione delle staccionate, con la destinazione di nuove aree pic-nic, con la posa in opera di tavoli, sedie e panchine, af�nché l’intero litorale gradolese possa ricevere i numerosi turisti e i gradolesi amanti del posto. Una parte di lago, questa, che vede un notevole insediamento di attività ricettive con numerosi ristoranti caratteristici. Uno su tutti lo storico “Da Giggetto” che ha visto sin dalla gestione iniziale, almeno tre generazioni di clientela affezionata avvicendarsi in questi anni, sino ad oggi, con la gestione di

Mauro, i �gli Wendy e Fabio e la moglie Angela, quest’ultima in prima linea, all’interno della cucina della trattoria che fu di suo padre. (F.M.)

G

iovedì alle ore 16,30 continueranno gli incontri promossi dall’associazione culturale l’Acropoli per celebrare il 150esimo anniversario Unità d’Italia. Questa volta motivo dell’appuntamento sarà una conferenza. L’evento si terrà presso la biblioteca comunale e nel corso del pomeriggio si affronteranno le seguenti tematiche: “La Repubblica romana del’49” e “Il Risorgimento a Monte�ascone”. I relatori saranno: Renato Trapè e Giancarlo Breccola(nella foto). La conferenza di giovedì non è l’ultimo evento in calendario, oltre a questo incontro gli appuntamenti continueranno il 5

maggio con la lezione concerto del maestro Riccardo Cambri “Il risorgimento e la musica” e l’8 maggio con la conferenza spettacolo “Letteratura e canti del risorgimento” con la partecipazione straordinaria della Fanfara dei Bersaglieri alla Rocca dei Papi. Un appuntamento da non perdere. Con questa serie di incontri l’associazione “L’Acropoli” vuole ricordare in modo caratteristico ed originale i 150anni dell’Unità nazionale per valorizzare una data importante, portatrice dei valori che dovrebbero essere trasmessi anche e soprattutto alle nuove generazioni e lo sta facendo in maniera esemplare. (M.M.)


interni provincia

2 14

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 27 Ottobre Mercoledì Aprile2010 2011

VALLERANO

“La Gregori? Presenti le irrevocabili dimissioni” Il consigliere uscente, Alessandro Gregori, si fa portavoce dei malumori presenti all’interno del partito di SIMONA TENENTINI

A

ncora colpi di scena nel Pd di Vallerano. Prima le estenuanti trattative per arrivare ad un nominativo condiviso per le prossime elezioni amministrative, poi la rapida sostituzione, nel giro di pochi giorni, di tre possibili candidati ed, in�ne, le roventi critiche mosse al segretario del circolo locale, Lidia Gregori, per le modalità con le quali l’intera situazione è stata gestita. Qualche giorno fa, la stessa Gregori, in una lunga intervista aveva cercato di tranquillizzare gli animi, smentendo le ipotesi di malumori e tensioni all’interno del partito. A quanto pare, però, le sue affermazioni non sono state così rassicuranti se, a distanza di pochissimo tempo, uno degli esponenti più rappresentativi del circolo ha inteso smentire, a sua volta, gran parte di quelle dichiarazioni. A puntare il dito contro l’incapacità politica della Gregori è un suo omonimo, Alessandro Gregori, con un curriculum di tutto rispetto. Seppur giovanissimo (ha 28 anni) è stato il secondo dei più votati nel 2006, ottenendo un gran numero di preferenze, più di Aroldo Mastrogregori e della

stessa Lidia Gregori. Nei giorni precedenti alla chiusura delle liste, si dice fosse addirittura uno dei nomi che circolavano per la candidatura a sindaco. “Ci tengo a sottolineare – dichiara Alessandro – che, allo stato attuale Lidia Gregori non può contare più sull’appoggio del suo partito. La questione delle candidature è stata gestita in maniera pessima, elaborando tre nominativi nel giro di pochissimo tempo, e le conseguenze deleterie ora si stanno avvertendo in maniera tangibile. E’ per questo motivo che, facendomi portavoce della maggioranza del partito Democratico, ne chiedo le dimissioni irrevocabili già dal giorno successivo alla chiusura delle urne.” “La Gregori dichiara di essere stata eletta all’unanimità però, anche in questo caso, ci sarebbe molto da discutere, visto l’esiguo numero di votanti presenti in quella circostanza – continua Alessandro. In effetti, dopo pochi mesi, si vedono tutte le falle di una candidatura debole e priva dell’appoggio della base. Già nello scorso mese di gennaio la sua linea politica era stata bocciata dal direttivo, per l’evidente ostruzionismo nei

CIVITA CASTELLANA

Ex Zanganella, la Destra si rivolge al Prefetto E Lidia Gregori

Alessandro Gregori

confronti di Maurizio Parisi. Nonostante ciò Lidia si ostina a negare l’evidenza, assicurando, in maniera del tutto miope, che i malumori non esistono. Con questo, però, non voglio assolutamente mettere in discussione la �gura di Aroldo Mastrogregori, che ritengo un candidato capace e vincente, in grado �nalmente di restituire il Comune al centrosinistra unito. Il mio malcontento, come quello della maggioranza del partito, -chiosa Gregori - è solo

nei confronti della segretaria. Dopo le elezioni è necessario che presenti le sue dimissioni irrevocabili, da parte mia posso garantire che renderò pubblici i numerosi motivi alla base di tali malumori. Nel frattempo vorrei ringraziare pubblicamente, per la collaborazione, Andrea Egidi, Italo Carones, Enrico Panunzi e, soprattutto, Maurizio Parisi per il grande senso di responsabilità dimostrato nel momento della presentazione delle liste.

VETRALLA - E’ uno dei più giovani candidati della lista “Progetto Vetralla” di Giovanni Gidari

Mauro Galloni si presenta agli elettori “ di DANIELE CAMILLI

Abbiamo l’occasione a Vetralla, attraverso le elezioni amministrative, per provare a cambiare le sorti del nostro territorio”. È l’appello che il giovane architetto Mauro Galloni, candidato nella lista “Progetto Vetralla” di Giovanni Gidari, rivolge agli elettori. “Vivo Vetralla da professionista, da imprenditore, da papà e da semplice cittadino ed in ciascuno di questi ruoli vivo il disagio e l’insoddisfazione derivanti dalla mancata attenzione per il nostro paese e dalla sua scarsa valorizzazione. Lacune, queste, che di fatto ci negano la possibilità di vivere il nostro paese al meglio. Da giovane professionista – prosegue Galloni – vivo la frustrazione per un’inesistente progettualità amministrativa che lascia inespresse risorse umane giovani e feconde. Saperi costruiti con passione nelle aule accademiche o capacità acquisite con la pratica quotidiana; intelligenze ed energie appetibili fuori confine; ma che entro il nostro paese spesso non trovano doverosa collocazione”. “Da imprenditore vivo le difficoltà connesse con la mancanza di infrastrutture o di un’area designata allo sviluppo di attività imprenditoriali. Difficoltà riscontrabili in un comune bloccato nella crescita da scelte urbanistiche inadeguate. Da papà vivo il disagio di accompagnare i

miei figli in edifici scolastici sacrificati; scuole povere di risorse, che sembrano sopravvivere a loro stesse cui si aggiunge la completa mancanza di ulteriori spazi espressivi. Da cittadino constato quanto del nostro patrimonio storico, artistico e ambientale subisca quotidianamente l’incuria e il degrado, quando invece dovrebbe e potrebbe essere la nostra principale risorsa in termini di rinascita culturale e di sviluppo locale. Da semplice cittadino vivo inoltre il distacco tra amministrazione della cosa pubblica e vita quotidiana; tra arrivismo politico e problemi concreti del singolo cittadino. Problemi che vanno dalla raccolta differenziata dei rifiuti alla potabilità delle acque, dalla viabilità, al problema casa. Se fino ad oggi – sottolinea Galloni – ho riposto in altri la mia personale fiducia nell’auspicio di superare tanto disagio, confidando nel cambiamento, da qualche tempo nutro la convinzione che sia invece urgente, responsabile e giusto fare un passo in più. Da cui la decisione, ferma, di mettere in gioco il mio impegno diretto. Il momento elettorale per alcuni è il momento delle promesse; per altri il momento dell’aggressione e della denigrazione dell’avversario prima ancora delle sue idee. Io vorrei invece che fosse il momento del progetto, della proposta, dell’incontro. Ma affinché pro-

getti e proposte non restino promesse aleatorie è necessario che siano sostenibili nel senso più ampio del termine: sostenibili economicamente, sostenibili per il territorio e l’ambiente, sostenibili per il cittadino stesso. In questa campagna elettorale – conclude – vorrò quindi mettere il mio impegno nel far sì che i contenuti di ‘Progetto Vetralla’, che ho partecipato a costruire sotto la guida esperta di Giovanni Gidari, possano incontrare la vostra condivisione personale”.

Mauro Galloni

x-Zanganella, una vicenda tutta ancora da chiarire. Sul complesso, conosciuto comunemente come Forte Apache, sono numerosi gli interrogativi che si susseguono, a partire dalla classificazione: si trova su un’area artigianale o su un’area commerciale? Allo stato attuale tutto sembrerebbe far propendere per la prima ipotesi, visto che sulla richiesta variante al piano regolatore, necessaria per potervi realizzare degli uffici, incombe il silenzio più assordante. Ciononostante, sarebbe imminente il trasferimento della cosiddetta Cittadella della Salute, attualmente collocata negli spazi del cosiddetto Palazzo di Vetro. Tempo fa, proprio per fare chiarezza sulla vicenda, gli esponenti de La Destra presentarono un’interrogazione scritta al sindaco Angelelli in cui si chiedavano maggiori particolari sulla circostanza. Ieri, Carlo Angeletti e Roberta Rossetti, non avendo ancora ottenuto alcuna risposta in proposito, hanno inviato un’istanza al Prefetto Antonella Scolamiero dove chiedono, espressamente, il ripristino della democraticità. Questo il testo della lettera, inviata, tra l’altro, anche al segretario comunale Sra Salimbeni e al presidente del consiglio Marco Granatelli: “Pregiatissima Dr.ssa Antonella Scolamiero Prefetto di Viterbo, ci rivolgiamo a Lei, nella speranza di ripor-

tare nell’Assise Consigliare di Civita Castellana quella democraticità e soprattutto quel rispetto delle minoranze politiche, che attualmente è assente. Infatti in data 29/03/11 è stata presentata, dal nostro Gruppo Consigliare, un’ interrogazione all’amministrazione municipale a risposta scritta per ottenere chiarimenti in merito all’attuale situazione urbanistica del complesso edilizio “ex Zanganella”, ma a tutt’oggi non ci è pervenuto nessun chiarimento in merito. Si fa presente che all’Art.33 - comma 3 del vigente “Regolamento Funzionamento Consiglio Comunale è stabilito che: “Il Sindaco o L’Assessore da lui delegato rispondono, salvo casi d’urgenza, entro quindici giorni, alle interrogazioni ed ad ogni altra istanza di sindacato ispettivo presentata dai Consiglieri con richiesta di risposta scritta”. Pertanto, per poter svolgere nel migliore dei modi il ruolo di Consiglieri Comunali, affidatoci dai nostri concittadini, confidiamo in un Suo prezioso intervento presso la Giunta pro – tempore della nostra Città, al fine di ottenere informazioni necessarie nell’espletamento delle nostre funzioni di organismo di controllo. Nella speranza che la presente istanza venga presa in benevola considerazione dalla S.V. cogliamo l’occasione per inviarLe distinti saluti.” (Sim.Ten.)

VETRALLA - Sestito, “Passione Civile è un contenitore vuoto”

Teresa Sestito

Non prendo lezioni da Passione Civile”. Teresa Sestito passa al contrattacco e risponde duramente alla lista civica di Franco Coppari. “Un contenitore gradevole ma vuoto. Una barca che naviga a vista e un pastrocchio che ha solo l’ambizione di portare Vetralla nel baratro totale. Cosa che fra l’altro sanno

benissimo! Passione Civile è un movimento che per statuto nasce apartitico e apolitico, poi, davanti all’appuntamento elettorale, ha cercato di adeguarsi a varie fronde politiche, negando spudoratamente la sua natura. Inoltre, pensando di conquistare spazio, si agitano senza sapere quello che dicono e negano persino l’evi-

denza”. La candidata “Per Cambiare Vetralla” è una “vecchia politica”? “Al contrario di loro – risponde – sono una vecchia idealista. Ho vissuto e vivo la politica con passione ma so a quale parte appartengo. Non scappo, ma combatto! Rimproverandomi solo di aver fatto l’errore politico di aver dato fiducia all’ex sindaco Marconi. Come del resto molti dei componenti di Passione Civile”. Infine, l’affondo. “Dov’erano invece molti di loro, anzi tutti loro, quando c’era da dare battaglia? Dov’erano – si domanda la Sestito – quando a Vetralla mancava l’acqua e le attività del centro storico chiudevano? Dov’erano quando c’era da lottare per le strade distrut-

te dal degrado? Dov’erano allora i ‘passionisti’ d’oggi? Probabilmente rintanati nelle loro case e botteghe. È facile alzare la voce quando non c’è più nulla da temere! E’ veramente facile. Ecco cos’è Passione Civile che oggi punta il dito contro tutti e dovrebbe invece guardare un attimino al suo interno. Passione Civile è solo la facilità dell’ovvio! L’ovvio senza tematiche, né contenuti, né dati, con gente che – quand’era consigliere – venne ampiamente rimproverata per le sue continue assenze dall’aula. La politica può e dovrebbe essere una passione di popolo e non di un gruppo di amici d’infanzia. Vetralla ha bisogno di certezze, di molto coraggio e di supporto politico”. (Dan.Ca.)


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 Ottobre 2010

litorale Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 15

MONTALTO DI CASTRO

Grande partecipazione dei cittadini all’iniziativa organizzata da diversi comitati

Boom della manifestazione anti-nucleare di GIOVANNI CORONA

I

montaltesi si sono uniti per la battaglia contro il nucleare: grande infatti è stata la partecipazione dei cittadini alla manifestazione organizzata nella mattinata di ieri col doppio �ne di dire no alla possibilità di una centrale atomica nel territorio e di mandare tutti al voto del referendum del 12 e 13 giugno prossimi. L’evento, organizzato dall’Etruria Radicale, dai Radicali Maremma e dal Comitato Antinucleare Montalto -che ha avuto anche l’appoggio di Legambiente, dell’Università Agraria di Tarquinia e di tutti i partiti politici-, ha avuto una durata complessiva di quasi 4 ore: il corteo di associazioni e cittadini è partito alle 10:30 in punto da Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa e passando per le vie principali del paese si è fermato davanti la sede comunale. “NO al nucleare, vogliamo votare”, “No al nucleare SI all’energia Solare”, “Montalto

si è svegliato e l’Enel si è incazzato”: questi i cori che intonati da tutti i partecipanti che hanno sostenuto a gran voce la causa antinucleare. Al termine della s�lata si è poi svolto un consiglio comunale dove maggioranza ed opposizione hanno votato all’unanimità una delibera per dire NO alla possibilità del nucleare a Montalto di Castro. La seduta si è in seguito trasformata in assemblea pubblica dove molti sono stati gli interventi di cittadini, di rappresentanti di varie associazioni e di politici. Il Sindaco Carai, il suo vice Brizi, i consiglieri Caci e Talenti, il Senatore Radicale Perduca, il Segretario Radicale nazionale Mario Staderini, Marzia Marzoli del comitato NO Coke Alto Lazio, Stefano Sebastiani del comitato antinucleare Montalto, Nino Rosi dell’IDV, Marco Gentili dell’Università agraria, Luciano Natali cittadino montaltese ed il Presidente Regionale di Legambiente Parlati: sono questi

TUSCANIA - L’ associazione festeggia l’ Unità d’ Italia

Un successo il Risorgimento a cura del Circolo Pocci di VALERIA SEBASTIANI

I

i nomi di tutti coloro che hanno voluto prendere la parola di fronte ad un gremito pubblico, esternando l’importanza di non abbassare mai la guardia nella lotta al nucleare e invitando tutti ad andare a votare al Referendum di giugno per l’abrogazione della legge sul nucleare. Dopo la manifestazione

di qualche giorno fa a Borgo Sabatino e quella di ieri nella cittadina castrense, sembra dunque chiara quale sia l’idea degli Italiani sulla questione nucleare: tutti comunque, rimangono in attesa di sapere se il Referendum del prossimo giugno verrà confermato oppure no.

MONTALTO DI CASTRO - Caci, Talenti e Liberatore hanno fermamente voluto la delibera contro l’ipotesi di un impianto

No alla centrale, la soddisfazione dell’opposizione S ulla vicenda nucleare e sugli ultimi, recenti sviluppi, dichiarazioni positive provengono da tutti gli schieramenti. A questo proposito grande soddisfazione viene espressa dai consiglieri comunali di opposizione Fabiola Talenti, Sergio Caci e Vincenzo Liberatore, che hanno fermamente voluto la delibera che impegna il Comune ad opporsi, in maniera de�nitiva, a qualsiasi ipotesi di realizzare un impianto nucleare nel territorio di Montalto di Castro. Il documento è stato votato all’unanimità dal consiglio comunale. “Una delibera – dicono i

tre consiglieri - fortemente sostenuta da noi dell’opposizione. Riteniamo che il disastro di Chernobyl 25 anni fa e quello più recente di Fukushima, abbiano ampiamente dimostrato il fallimento dell’ipotesi nucleare. La nostra opposizione alle centrali nucleari ha radici lontane. Da sempre siamo attenti alla difesa del territorio e della salute della popolazione. Ci auguriamo – concludono i tre esponenti di centrodestra - che i cittadini vadano a votare il 12 e 13 giugno per il referendum e sosteniamo con forza le ragioni del Sì per fermare de�nitivamente il nucleare in Italia.”

l circolo culturale Enrico Pocciha voluto condividere con la cittadinanza di Tuscania un signi�cativo momento culturale pensato in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia, a memoria dei valori e delle aspirazioni del Risorgimento e per una nuova appropriazione della nostra identità nazionale che impegni tutti ad una rinnovata coesione sociale in un periodo storico dove sembrano essersi smarriti i veri valori a fronte di un individualismo sempre crescente. Per questo il circolo ha voluto fortemente far proprio questo spirito attraverso una rivisitazione di opoere, di canti e di momenti, talvolta drammatici del Risorgimento. “Ringraziamo il sindaco del Comune di Tuscania Massimo Natali-dichiarano dal direttivo- e l’intera amministrazione comunale che con entusiasmo hanno accolto la nostra proposta, sposandola e facendola propria”. Tutte le menifestazioni realizzate per il 150esimo storico anniversario si sono concluse felicemente ed hanno visto una grande af�uenza e partecipazione di pubblico. “Un grazie per questo va all’associazione culturale ‘Coro Maria Moretti Vignoli’ che con l’armonia delle voci sicuramente ha contribuito a creare la giusta armonia dei tempi passati da noi celebrati- continuano- nei quali gran parte degli ‘aspiranti italiani’ esprimevano sentimenti proprio attraverso la musica, le poesie, gli scritti e la pittura.” Come dimenticare poi chi ha contribuito in maniera collaborativa e disponibile a tutte

le le iniziative, come Fabrizio Ferranti, Enio Staccini, Ambra Loreti ed Alberto Puri. “Cogliamo l’occasione per smentire alcune voci che circolano in paese- dichiarano ancora dal Circolo Pocci- per smentire che il nostro sia un circolo privilegiato. Siamo aperti a tutti coloro che amano la cultura e che vogliono condividere questa passione partecipando con noi a conferenze, visite a musei e mostre. L’iscrizione è possibile in qualsiasi momento. Ci auguriamo che più persone possibile colgano il nostro invito per aumentare la forza della nostra associazione.” Tutti gli eventi sull’Unità Nazionale sono stati realizzati grazie alla collaborazione del Prof. Settimio La Porta che da anni ormai è ‘magister’ del circolo, una �gura che incarna la cultura a tutto tondo e che con la sua preparazione e passione regala agli spettatori delle sue conferenze momenti unici.


interni civitavecchia

2 16

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 27 Ottobre Mercoledì Aprile2010 2011

Numerosi eventi in città per la protettrice dei marinai. Oggi omaggio floreale alle donne di nome ‘Fermina’, domani la processione

Santa Patrona, proseguono i festeggiamenti di PIETRO COZZOLINO e ROBERTA FRASCARELLI

S

i aprirà con un delicato omaggio �oreale a tutte le concittadine di nome “Fermina”, l’odierna (ed ennesima) giornata di festeggiamenti organizzati dall’omonimo Comitato per render onore alla nostra Santa Patrona. Ciò, �no alla chiusura del Triduo in Cattedrale ove, a partire dalle 18.30, sarà celebrata una Santa Messa in suffragio dei Soci defunti e presentata e benedetta la nuova aureola realizzata nonchè donata dal maestro orafo Marco Mancini. Ma, ancor prima, nel pomeriggio (alle 15.30) e tempo permettendo, un Meeting giovanile a cura della Tirreno Atletica sull’anello rosso

Ceccarelli (Fli) conferma le proprie dimissioni

del “Moretti-Della Marta” e, alle 16.00, un torneo di Burraco presso il Circolo Unione al civico 17 di via Cialdi. Nel mentre, per restare in tema di sport, si è concluso per 6 a 1 l’incontro di Calcio tra le rappresentative di Civitavecchia ed Amelia appunto valevole per il 1° Trofeo “Santa Fermina”. Un’amichevole, quest’ultima, oltremodo accomunante le due città gemellate e giocatasi sul “green” del “Di Ianne” di San Gordiano. In “mutandoni” per la squadra locale: Pappalardo, De Felici, Paolini, Paoloni, Feoli Bruno e Cristiano, Campo, Marrani, Sabatini, Bacheca, Salipante, Brandolini, Iengo Stefanini, Castagnari, Buffardi, Di

“Il futuro è di chi crede nella bellezza dei propri sogni”

D Felice e Zampolini. Nomi, quelli poc’anzi elencati, tra cui �gurano diverse ed indimenticate glorie della “Vecchia” nerazzurra. Al termine le due compagini sono state premiate, insieme all’arbitro Bontade, dall’Assessore competente, Roberto Petito. E non sono mancati, oltre al classico Palio Marinaro tra i Rioni, incontri di Mini Volley (al “Corsini-La Rosa”) e gare di nuoto Esordienti tra le corsie della Piscina comunale di via Maratona. E domani, come sempre al culmine dei festeggiamenti, si terrà la Solenne

Processione che percorrerà le vie cittadine, dalle ore 17, fino a raggiungere il porto dove le sirene delle navi suoneranno a festa in un momento molto suggestivo. I portatori della statua indosseranno per il secondo anno le nuove divise disegnate nel 2010 dallo stilista Franco Ciambella (nella foto in alto) con il contributo del Comune di Civitavecchia. Protagonista e new entry la nuovissima Piazza degli Eventi che è la location destinata alla tradizionale fiera e ad una mostra di automodellismo radiocomandato.

Al via il ciclo di incontri promosso dall’Anci Il primo a parlare sarà l’assessore alla Cultura e alla Scuola Vinaccia

di ROBERTA FRASCARELLI

P

artono quest’oggi, con inizio alle ore 18, nella sede dell’Associazione Civita Libera, gli incontri-conferenze con gli Assessori in carica nella giunta comunale coadiuvati dai dirigenti di competenza. L’iniziativa risponde alle direttive dell’ANCI, Associazione dei Comuni Italiani, mirate a “Diffondere la conoscenza delle istituzioni locali, accrescere l’educazione civica dei cittadini e la loro partecipazione alla vita della municipalità”. Per il primo appuntamento relatore è l’Assessore alla Scuola e Cultura Gino Vinaccia, membro tra l’altro della Direzione Nazionale dell’ANCI, che tratterà delle tematiche incentrate su politiche ed azioni che cultura ed istruzione

della città richiedono. L’appuntamento si rinnoverà settimanalmente, per altre 6 date, con altrettanti Assessori, sarà l’occasione per i cittadini, grazie a Civita Libera, di incontrare i componenti della macchina amministrativa al di là delle azioni dettate dalla politica della maggioranza al governo della città. Alcune delle prossime date, sempre con inizio alle ore 18: 4 maggio - l’Assessore Andrea Pierfederici presenta “Civitavecchia Città di Mare”; 11 Maggio - l’Assessore Alessandro Maruccio su “Turismo e Comercio a Civitavecchia”. Il coinvolgimento del cittadino, la comunicazione diretta, le scelte importanti, la tecnicità questi i punti all’ordine del giorno sul tema “Civitavecchia”, città strate-

aniele Ceccarelli (Fli) ha uf�cialmente confermato “le dimissioni presentate lo scorso 18 aprile e registrate dal dipendente istruttore amministrativo, responsabile della Segreteria circoscrizionale (con Protocollo n°87)”. Si chiude così, l’ennesima pagina di una ingarbugliata vicenda che tiene banco già da diversi giorni e che ha visto a più riprese protagonisti, oltre all’ormai ex vice Presidente della 1^, diversi Consiglieri di Maggioranza come d’Opposizione (a loro volta “dimissionari nonché s�ducianti” il medesimo). “Ringrazio le tantissime persone, anche di provenienza politica diversa dalla mia, che mi hanno manifestato solidarietà ed invitato a continuare nella difesa di valori irrinunciabili come legalità, etica pubblica e rispetto delle regole - è stato l’esordio di Ceccarelli a riguardo - Tali manifestazioni di stima, sono state per me personalmente molto importanti ma anche la dimostrazione che c’è enorme bisogno di una politica pulita e sana. Per quanto mi riguarda - ha continuato - la stessa non deve essere, necessariamente e soltanto, la presunzione ragionevole di essere rieletti ad ogni

costo. Deve essere passione, impegno, voglia di costruirsi un futuro migliore. La dignità è un valore imprescindibile che non si compra e non sparisce neanche di fronte alle minacce; è una forza contro la quale, da sempre, si abbattono le più forti strutture di potere. Possono sembrare parole, slogan, ma in realtà sono sempre i sogni che muovono i popoli, mai gli interessi. Interessi - ha rimarcato poi - che invece muovono le classi dirigenti. In questi anni la dignità di Civitavecchia è stata calpestata per ragioni assai diverse dal bene comune. Tutti coloro che hanno veramente a cuore la medesima devono avere uno scatto d’orgoglio e lavorare insieme per costruire un’alternativa credibile che possa veramente far risorgere la nostra bella città d’incanto. Fuori dagli steccati ideologici e partitici; perché quest’ultima non ha più bisogno dell’eterna divisione tra guel� e ghibellini o tra bianchi e neri. Civitavecchia - è andato a concludere - ha bisogno di risorgere all’insegna di pulizia e rinnovamento. Noi siamo pronti; e da subito inizieremo a lavorare per tale alternativa. D’altronde, come diceva Eleanor Roosevelt, il futuro è di chi crede nella bellezza dei propri sogni”. (pc)

AVVISO

L

L’assessore Gino Vinaccia

gica per portualità, collegamenti e produzioni energetiche di primaria importanza. L’Associazione Civita Libera è a Civitavecchia, Galleria Garibaldi 28.

’Assessorato alla Pubblica Istruzione comunica che è stata pubblicata, presso l’Albo Pretorio del Comune di Civitavecchia e presso gli uffici preposti, la graduatoria provvisoria della Scuola Materna Comunale 2011/2012. Il termine per presentare gli eventuali ricorsi è di 15 giorni a partire dal 27 aprile 2011, presso l’Ufficio Pubblica Istruzione sito in Via Terme di Traiano, 40 - tel. 0766/590701 - fax 0766/33579.

Ceccarelli (Fli) mostra il Tapiro “assegnato” a Vitali (Pd)

Favismo, altra ordinanza del sindaco Moscherini

BRACCIANO - Dure le dichiarazioni del coordinatore regionale di Sel Guglielmo Abbondati

A

E

ltra ordinanza emessa dal Sindaco a prevenzione degli effetti del favismo. Vietata, nell’occasione, la semina e la coltivazione di fave nel raggio di 300 metri, in linea d’aria, dall’area compresa tra i civici 1 e 20 di via Leo Sposito (nel quartiere Campo dell’Oro); ordinato di provvedere, entro 10 giorni, a spianare, rimuovere e/o distruggere tutte le coltivazioni attivate entro l’ambito territoriale di cui sopra. Altresì posto il divieto a vendita e somministrazione nel raggio di 50 metri dal medesimo. Nel

provvedimento in oggetto si ordina inoltre di ottemperare al divieto predetto, avente natura e valenza temporale, �no alla revoca e di darne massima pubblicità tramite pubblicazione all’Albo del Comune, sul sito istituzionale, nonché a mezzo dell’af�ssione di manifesti ed avvisi a mezzo Stampa. Alle Forze dell’Ordine ed agli Agenti di Polizia Municipale, in�ne, il compito di vigilare nel rispetto dell’Ordinanza la cui inosservanza, lo ricordiamo, costituisce reato ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale. (CoPi)

Il Governo vuole ‘scippare’ il referendum agli italiani ludendo il diritto democratico degli italiani, il governo ha deciso di “scippare” il referendum sul nucleare, impedendo così alla comunità di elettori di scegliere su una materia complessa ma di stringente attualità, viste le devastazioni in Giappone e l’incombere dell’aleggiante fantasma di Chernobyl. Questo in sintesi il pensiero che Guglielmo Abbondati, coordinatore regionale di Sinistra Ecologia e Libertà, ha recentemente espresso in alcune sue dichiarazioni, recando nelle sue parole i timori e l’indignazione di gran parte del centro sinistra, che da mesi lotta affinché con questo referendum l’Italia

prenda una definitiva distanza da pericolosi progetti nucleari. Secondo Abbondati l’emendamento posto dal Governo “alla moratoria già prevista nel decreto legge omnibus è l’estremo tentativo di far saltare la consultazione referendaria”. Dunque Abbondati vede nell’ultima mossa governativa l’intromissione dell’ennesima, preventiva barriera normativo-burocratica all’espressione di un diritto naturale per una civiltà che si proclami tale. Abbondati ha inoltre commentato simile atto come una reazione alla “paura che il voto del 12 e 13 giugno per fermare il nucleare, per difendere l’acqua pubblica e cancellare il legittimo

impedimento, si trasformi in una grande risposta popolare contro il populismo autoritario di Berlusconi e della sua maggioranza”. Proprio adesso, quindi, “occorre una forte mobilitazione di tutti i cittadini per scongiurare il tentativo di cancellare il referendum” e di deturpare ancora una volta la democrazia e la Costituzione suo baluardo continuamente defraudato. Il Circolo Sel del Lago di Bracciano ha immediatamente condiviso le dichiarazioni di Abbondati, sottoscrivendone le dichiarazioni e al contempo ribadendo il “proprio impegno nel proseguire la campagna di informazione sul nucleare,

contro la realizzazione di nuove centrali per la produzione di energia elettrica basate su una tecnologia vecchia, pericolosa e molto costosa, per lo sviluppo e diffusione di risparmio ed efficienza energetica e delle fonti rinnovabili”. (Sara Panatta)


SPORT

� � �

17

CALCIO GIOVANILE

Foglianese ‘96 brava in tutto

CALCIO GIOVANILE

Sarà un fantastico Memorial ‘Socciarelli’

di Alessandro G.Virgulti

di Alessandro G.Virgulti

servizio a pagina 20

servizio a pagina 21

Edizione del 27 Aprile 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

BASKET C MASCHILE

Coach Masini ‘promuove’ Marino e Belli CGT Con il tecnico del Monterotondo abbiamo analizzato tutte le serie dei playoff che stanno per iniziare

di GLAUCO ANTONIACCI

S

ono trascorse oltre due settimane dalla �ne della stagione regolare, ma ormai ci siamo; i playoff della serie C regionale sono dietro l’angolo e, tra sabato e domenica, vedranno disputarsi gara uno dei quarti di �nale in ogni tabellone. La formula è nota: sono stati composti due tabelloni da otto squadre che, con serie al meglio delle tre partite, decreteranno ciascuno una promozione, senza ulteriori incroci. Sedici squadre ancora in corsa, ognuna con le sue ambizioni e le sue possibilità: abbiamo chiesto ad Andrea Masini, coach del Monterotondo e quindi diretto interessato, di cimentarsi nei pronostici di ogni serie del primo turno, indicandoci anche le sue favorite per la promozione �nale. Ecco cosa ci ha risposto: PETRIANA-SAN PAOLO OSTIENSE “Credo proprio che non sarà una serie molto equilibrata. Vincere fuori casa contro il San Paolo Ostiense non è facile, ma secondo me sarà 2-0 per la Petriana”. NUOVA FORTITUDO CISTERNA-FABIANI FORMIA “Cisterna ha giocatori esperti e validi come Zanier e Forzellin oltre ad una guardia molto forte che si chiama Simonetti. Anche

Coach Andrea Masini Formia ha gente di altra categoria come Odone e Violo, ma penso che il fattore campo potrebbe essere determinante. Diciamo 2-1 per Cisterna”. EUROBASKET-LA FORESTA RIETI “I romani hanno giovani di talento come Vaiani e Fanti ma pochi centimetri sotto i tabelloni. Rieti è squadra esperta, che gioca a ritmi bassi e che potrebbe essere già soddisfatta della salvezza. Un altro aspetto decisivo saranno gli eventuali impegni dei ragazzi romani nei vari campionati giovanili; io comunque dico che, se Eurobasket gioca al suo ritmo, e in trasferta non sempre ci riesce, �nisce 2-0”. BELLI CGT-TERRACINA

“A livello di organico la Fortitudo è tra le migliori del campionato, soprattutto ora che si sono messi a posto. Terracina ha Bondatti e Spada ma per me non ci sarà storia, �nirà 2-0 per i viterbesi”. MARINO-ALFA OMEGA “Non conosco bene l’Alfa Omega ma conosco Marino ed è la squadra migliore in assoluto, poi con Fabi è ancora più profonda e competitiva. Ha avuto qualche passaggio a vuoto nella seconda parte della stagione regolare ma ora sarà a posto e non avrà problemi. 2-0 netto”. VIGNA PIA-MONTEROTONDO “Noi siamo una squadra strana, qualche giocatore ha preso

troppo alla lettera che questo dovesse essere un anno senza particolari ambizioni e non sempre ci siamo allenati al massimo. Sulla carta rimaniamo però una signora squadra, con tanti punti nelle mani e che, quando vuole, gioca al livello delle migliori. Vigna Pia ha perso molto con l’addio di Gavassuti e, se non dovesse recuperare Pescosolido, sarebbe un grosso problema. Resta una squadra dura da battere, specie in casa sua, e noi per passare il turno dovremo vincere almeno una volta fuori. Ce la possiamo fare, credo �nirà 2-1 per noi”. CASSINO-ALATRI “Alatri è una buona squadra ma non difende molto, Fiorini è di un’altra categoria ma Cassino è davvero ben messa. Credo �nirà 2-0 per Boffelli e compagni”. HARLEY DAVIDSON-CIVITAVECCHIA “Avevamo tutti pensato che Civitavecchia, senza Rivero, sarebbe calata tantissimo, invece non è stato così e in casa è un’avversaria tosta per tutti. Ho sempre detto che la Stella Azzurra è uno dei team più attrezzati del girone e lo confermo, solo che credo avrà bisogno di tre partite per passare il turno”. Due nomi secchi per la promozione? Coach Masini risponde prontamente: “Marino battendo in �nale Cassino e Belli CGT che, per quello che vedo, mi sembra meglio della Petriana”.

PETRIANA S.PAOLO OSTIENSE

NUOVA CISTERNA FABIANI FORMIA TABELLONE A EUROBASKET LA FORESTA RIETI

BELLI CGT VT TERRACINA MARINO ALFA OMEGA

VIGNA PIA MONTEROTONDO TABELLONE B CASSINO ALATRI

H. DAVIDSON VT CIVITAVECCHIA

CAMPESTRE - Oltre 300 iscritti e una raccolta fondi a favore della Vitersport ATLETICA - Il 5 per mil e della dichiarazione dei redditi può andare alle associazioni sportive

‘Corri con la SMAM’ per il sociale Alto Lazio, una scelta possibile R

L

’appuntamento è �ssato per domani mattina, alle ore 10; il luogo scelto è la località Grottone, sui Monti Cimini, da dove partirà la corsa campestre non competitiva (sulla distanza di circa 7,5 km.) denominata 1° Trofeo ‘Corri con la SMAM’. L’evento è aperto a tutto il personale delle Forze Armate e Corpi Armati in servizio nella città di Viterbo, ed è organizzato dalla Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare; sicura la presenza di tutti gli allievi ed il personale del quadro permanente della Scuola, ma ci sarà anche il personale dei Reparti dell’Eesercito, dei Vigili del Fuoco, della Croce Rossa, della Polizia Penitenziaria e della Polizia di Stato di stanza nella città di Viterbo, per un totale gli iscritti che supererà le 300 unità. La manifestazione rientra tra le attività ricomprese nelle discipline dei Ludi Sportivi 2011 della

Scuola Marescialli, con lo scopo principale, in occasione della ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia, di valorizzare quello spirito di aggregazione e condivisione di ideali, che da sempre contraddistingue i rapporti tra le diverse componenti cittadine del comparto sicurezza e difesa.

Non ci sarà però solo il lato sportivo a rendere interessante l’evento; la Scuola Marescialli ha infatti abbinato alla gara una raccolta fondi destinata all’Associazione Sportiva Vitersport per lo svolgimento di attività a favore di atleti diversamente abili.

iceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato dalla ASD Alto Lazio Colavene - Anche quest’anno la legge �nanziaria permette ad ogni contribuente di destinare il 5 per mille della sua imposta ad un’Associazione di volontariato o sportiva; ci teniamo a far sapere a tutti i tesserati, ai genitori dei nostri piccoli atleti ed a tutti coloro che amano e seguono l’atletica leggera, che anche la nostra Associazione compare nell’elenco dell’Agenzia delle Entrate tra le Società Sportive alle quali è possibile destinare il 5 per mille. La nostra Associazione è presente sul territorio della provincia di Viterbo da oltre 20 anni, sempre regolarmente af�liata alla Federazione Italiana di Atletica Leggera. Da anni è impegnata nella promozione dell’Atletica Leggera presso le Istituzioni scolastiche con vari

Progetti Comunali, Provinciali, Regionali e Nazionali, in stretta collaborazione con l’Uf�cio Sportivo di Ed. Fisica territoriale del Provveditorato agli Studi, della FIDAL e del C.O.N.I. di Viterbo, del Comitato Regionale FIDAL Lazio, e svolge, con i propri atleti tesserati, attività agonistica a livello Regionale, Nazionale ed Internazionale. Dal 1996, su iniziativa di alcune Società di Atletica Leggera della provincia di Viterbo, ed in particolar modo la nostra, si sono riuniti sotto il nome di Alto Lazio A.S.D. quasi tutte le Società e gli atleti delle varie categorie provenienti dai vari comuni della provincia, dando vita ad un gruppo ben assortito che presto, con l’inserimento di atleti provenienti da Società di altre province del Lazio, è passato nelle primissime posizioni della graduatoria Regionale della FIDAL. Notevole è anche il lavoro che l’Associazione svolge nelle

scuole elementari e medie di Civita Castellana, con iniziative che coinvolgono gli alunni nell’arco di tutto l’anno scolastico. Tale attività richiede, come si può facilmente intuire, un grosso impegno anche economico, ed è per questo motivo che ci permettiamo di invitarTi a destinare il 5 per mille della Tua imposta sul reddito alla nostra Associazione, e puoi star certo che utilizzeremo il tuo contributo, di qualunque importo esso sia, per sostenere il nostro impegno a diffondere lo Sport dell’Atletica Leggera e farlo praticare a tutti, indipendentemente dal sesso e dall’età. Nel caso tu decida di devolvere tale contributo volontario alla nostra Associazione Alto Lazio A.S.D. basta apporre, nello spazio apposito della tua dichiarazione dei redditi da presentare entro Maggio 2011, la tua �rma ed il nostro Codice Fiscale che è 01807450562.


� �

interni sport SPORT

2 18

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 27 Ottobre Mercoled Aprile2010 2011

CALCIO SERIE D GIRONE G

La Viterbese insegue il suo sogno oltremare... Ciafrei: “Quella di domenica prossima sarà la partita della stagione. Non possiamo sbagliare”

Domenica giocheremo la partita più importante del nostro campionato”. Con un ottima capacità di sintesi, Fabio Ciafrei, che probabilmente domenica non sarà in campo per infortunio, descrive in modo chiaro e semplice la delicata situazione della sua squadra. Effettivamente quello che i gialloblù si giocheranno al “Nespoli” di Olbia contro un disperatissimo Tavolara, sarà il match della vita. Ieri la squadra è tornata ad allenarsi dopo la sosta pasquale, in vista della trasferta sarda da dentro o fuori. Malgrado tutto i play off sono ancora alla portata dei viterbesi, anche se sarà fondamentale fare bottino pieno nei prossimi due turni, l’ultimo dei quali in casa col Castiadas. Come già ricordato, prosegue l’emergenza difesa per mister Sergio. Ciafrei infatti dif�cilmente sarà in campo: “Sono tornato ad allenarmi con il gruppo, ma sento ancora un fastidioso dolore alla caviglia. Per essere nelle condizioni di giocare domenica servirà un mezzo miracolo. Se però ci fosse anche una sola possibilità per me di potercela fare, allora non mancherò. E’ troppo importante che la squadra raggiunga i play off”. Già, se gli obiettivi si potessero conquistare solo con la voglia, la grinta e la determinazione, allora la Viterbese non avrebbe rivali. Purtoppo però, il campo e soprattutto la classi�ca attuale parlano un altro linguaggio. Ed è quello che vede Viribus, Fidene e Zagarolo

CALCIO SERIE D GIRONE E

Flaminia, senza pace! Rossi via a testa alta

Fabio Ciafrei, non è al meglio davanti, a lottare anche loro per due soli posti ancora disponibili: “Non credo che guardare troppo in casa degli altri sia il modo più giusto per affrontare questo �nale di stagione. Abbiamo il dovere di pensare solo a noi stessi, per evitare di deconcentrarci”. Fare sei punti dunque e poi si vedrà. Per esser “dentro” sarà importante che almeno una di quelle davanti sbagli. “La Viribus è una squadra imprevedibile. Ha dimostrato di essere poco costante nei risultati ultimamente, dunque vedremo come si comporterà”. Di certo però è quella, la rivale che fra tutte vanta il calendario migliore, dovendo affrontare

Augustin Corral, al rientro

Sanluri in casa e Arzachena in trasferta. Ad attendere il Fidene ci saranno invece Astrea e Anziolavinio, gare che visti i ricorsi storici non saranno affato facili per gli attuali quinti in classi�ca. Ecco allora che proprio dalla squadra di Chirico, potrebbero arrivare le sorprese più gradite. Anche lo Zagarolo infatti non avrà vita facile col Guidonia e poi con la capolista Aprilia. Tornando invece al calendario della Viterbese, cerchiamo di capire il perchè, se ancora non fosse chiaro, quella di domenica sarà una �nale di sola andata e senza ritorno:“Il Tavolara- continua Ciafrei- è una squadra che non ha più nulla da perdere. Fra l’altro non merita di

essere nei bassi fondi, poichè si ritrova con un organico di tutto rispetto”. Tornando ai problemi di formazione gialloblu, anche Scoppetta continua ad essere in forte dubbio, alle prese con uno stiramento che dif�cilmente gli lascerà tregua. Per quanto riguarda invece l’assenza dello squali�cato Massimo Esposito, questa dovrebbe essere risolta con l’impiego di Fapperdue, carta già sperimentata nei giorni scorsi al quadrangolare di Orvieto. Fra le note positive il rientro di Corral e soprattutto quello di Federici, vero bomber di razza e capocannoniere di squadra con 16 reti sinora realizzate. (Gn)

TORNEO DELLE REGIONI - A tu per tu con l’attaccante della Viterbese ‘96 che ha primeggiato con il Lazio

Il trionfo di bomber Bonaventura

L

o abbiamo seguito nelle sue gesta, abbiamo fatto il tifo per lui e siamo felici che Francesco Bonaventura, attaccante, classe ‘96, residente a Monte Romano, attaccante della Viterbese giovanissimi elite si sia preso la gioa di diventare con i suoi compagni campione con la Rappresentativa del Lazio al Torneo delle Regioni 2011 grazie al successo per 2-1 il giorno di Pasquetta contro la Lombardia. Il giorno dopo è ancora tutto più bello. Francesco cosa si prova? “Una gioia immensa, vincere un titolo tricolore a soli 14 anni è bellissimo”. Credevate di porter raggiungere questo traguardo? “Abbiamo sempre creduto nelle nostre potenzialità, insieme al mister abbiamo svolto un eccellente lavoro”. Sei stato protagonista, segnando un gol nella fase di quali�cazione e partendo quasi sempre titolare: “Ho cercato di fare del mio meglio, mettendomi a disposizione del tecnico e della squadra, penso di aver fatto la mia parte”. Per un infortunio ha dovuto dare forfait il tuo compagno

Francesco Bonaventura mostra felice il Trofeo delle Regioni Ghezzi. Una jella: “E’ vero, Francesco aveva preso parte a tutte le selezioni, agli allenamenti del pre Torneo, mi è dispiaciuto moltissimo che è stato messo fuori causa da questo infortunio e tra l’altro avrebbe fatto il suo �gurone visto le grandi qualità che ha”. Raccontaci del tuo inizio carriera: “Ho iniziato da pic-

colo nelle giovanili del Blera, poi sono passato al Corneto Tarquinia, in seguito ho giocato nella Civitavecchiese e da due stagioni sono in forza alla Viterbese con la quale ho disputato il campionato dei giovanissimi fascia B di Eccellenza e inq uesta stagione il campionato Giovanissimi Elite”. E con la Viterbese di mister

Conticchio state vivendo un grande sogno: “A due giornate dalla conclusione siamo al terzo posto e abbiamo in tasca la quali�cazione alle �nali regionali di categoria. Adesso dovremo fare sei punti domenica contro il Palocco e poi nell’ultima giornata con il Delle Vittorie. E’ un obiettivo prestigioso che non vogliamo assolutamente fallire”. Giocatore, studente all’istituto per Ragionieri di Tarquinia. Come fai a conciliare tutto quanto: “I sacri�ci sono davvero tanti ma la grande passione che ho per il calcio è una molla importante”. Hai una dedica speciale per questo trionfo con la Rappresentativa Lazio giovanissimi al Torneo delle Regioni: “E’ un successo che dedico alla mia famiglia che mi è sempre stata vicina, mi ha sempre spronato, accompagnato da una parte all’altra. A loro va il mio primo pensiero”. Quale è la tua squadra del cuore? “Da sempre il Milan”. Giocatore da prendere come esempio? “Il mio idolo è sempre stato Shevchenko”. agv

Roberto Rossi, addio amaro di GIANLUCA NATOLI

I

n questo calcio ci si capisce sempre di meno… D’accordo che è un mondo a sé e sregolato. Va bene anche che dall’esterno non si possono giudicare mai con precisione delle situazioni “oscure”, però arriva anche un momento in cui c’è chi dice no, ad un sistema che sembra premiare non i più meritevoli ma chissà chi. Il presidente Ciappici è colui che giustamente fa le scelte per la Flaminia, visto il ruolo di rilievo che ricopre in società e non mettiamo in dubbio la sua buona fede. Resterà pur sempre però il diritto di critica a chi, dal di fuori o anche da dentro ancora, si sente di esprimere la propria perplessità: “Come ho avuto modo di ribadire nei giorni scorsi- dichiara mister Roberto Rossi- sono rimasto molto deluso e ferito dal trattamento che la società mi ha riservato. Non contesto tanto la decisione di mandarmi via, perché non si può costringere chi non ti vuole a trattenerti a forza, però ci sono tanti modi per chiudere i rapporti, alcuni più rispettosi altri meno”. Già, esistono tanti modi per porre fine ad una storia e quelli scelti dal patron civitonico non sono stati effetivamente dei migliori. Da tempo erano stati contattati altri tecnici, in primis Bruno Pierangeli. E l’ultimo ad avere comunicazione di tutto ciò è stato proprio il diretto interessato, che tanto di buono ha fatto per la valorizzazione dei giovani e per compattare il suo

gruppo. Un licenziamento dunque nell’aria, ma mai onestamente annunciato a Rossi. “Probabilmente la serietà professionale e la competenza non sono degli elementi che in questo calcio e qui a Civita vengono riconosciuti come sufficienti. Io e il direttore sportivo Manfra, malgrado le ottime cose fatte, non abbiamo quelle componenti essenziali che questa società cerca e vuole. Non ne faremo un dramma. Sono sicuro che entrambi troveremo altre piazze importanti dove riscattarci e se non lavoreremo più insieme... pazienza! Faremo di sicuro lo stesso una gran carriera in futuro”. Come si evince da queste parole, nota è l’amicizia fra i due personaggi che hanno collaborato sempre fianco a fianco negli ultimi anni. Un rapporto, il loro, che sicuramente dal prossimo anno non proseguirà più in tandem a Civita Castellana, ma altrove forse sì. Intanto tornando al campo, il gruppo ieri si è ritrovato dopo lo stop pasquale per un’unica seduta. Travaglione ha continuato a lavorare a parte, ma quasi sicuramente per la gara di domenica prossima in casa contro la Sestese sarà regolarmente a disposizione. Faruggia, invece, resterà ancora out. Aldilà di tutto, siamo convinti che fino all’ultimo giorno di “addio” i ragazzi si stringeranno intorno al loro tecnico e non lo lasceranno solo. E questa non sarà una sorpresa del resto, perché i galantuomini si sa, escono sempre a testa alta.


sport

SPORT

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 27 Aprile 2011

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 19

CALCIO ECCELLENZA

Foglianese, ora le ‘tre finali’ Monterosi e Corneto per l’exploit di GIANLUCA NATOLI

ECCELLENZA

Q

uanto si soffre, quando ti trovi a giocare le ultime partite e sei ancora in bilico tra l’inferno e il paradiso. E’ il caso della Foglianese ad esempio, che è chiamata a non sbagliare nulla nei prossimi tre turni, per evitare che i sogni di salvezza diretta possano naufragare contro un’amara realtà. Corneto e Monterosi, invece, non vedono l’ora di mettere la parola �ne ad una stagione tutto sommato in linea con le loro aspettative e ricca di emozioni. QUI FOGLIANESE “Non abbiamo scelta- afferma mister Pascucci- dobbiamo solo pensare a vincerle tutte, ben sapendo che nove punti potrebbero addirittura non bastare”. Domenica però, un tezo di fetta della salvezza passerà per Torrenova: “Può sembrare una partita scontata, visto che loro sono ormai retrocessi, ma il calcio ci insegna che non esistono gare già vinte prima di giocarle. Servirà andare in campo con la testa giusta e io so che i ragazzi in questo momento sono molto concentrati. Se riusciremo a vincere l’1 maggio e poi magari dovesse arrivare qualche bella notizia da Fiumicino e da Fontenuova, dove giocherà il Cecchina, bè allora potremmo acquisire una carica pazzesca a livello mentale che potrebbe portarci anche a fare il colpaccio

col fortissimo Palestrina”. Questa è la faccia positiva della medaglia, ma guardando anche l’altra... se qualcosa dovesse andare storto, ipotesi purtroppo non impossibile, considerando i quattro punti di vantaggio del Fiumicino sui rossoblu, allora lo scenario dei play out acquisterebbe sempre più forma: “Penseremo ad eventuali spareggi solo dopo il 15 maggio, data dell’ultima

ECCELLENZA 15ª DI RITORNO (01/05) ALBALONGA - RIETI (and. 3-5)

11,00

CIVITAVECCHIA - REAL POMEZIA (and. 0-0)

11,00

FIUMICINO - GIADA MACCARESE (and. 1-3)

11,00

FONTENUOVESE - CECCHINA (and. 1-0)

11,00

FREGENE - PISONIANO (and. 3-4)

11,00

MONTEROSI - NUOVO TOR TRE TESTE (and. 0-1)

11,00

PALESTRINA - CORNETO TARQUINIA (and. 1-1)

16,30

PESCATORI OSTIA - OSTIA MARE (and. 0-1)

11,00

TORRENOVA - FOGLIANESE (and. 0-2)

11,00

ECCELLENZA 16ª DI RITORNO (08/05)

giornata di campionato. Fin tanto che la matematica non ci condannerà vogliamo continuare a crederci”. Ieri intanto il gruppo è tornato regolarmente ad allenarsi in vista della trasferta del weekend. Giovannetti è apparso �nalmente “in palla”, dopo alcuni acciacchi muscolari delle ultime settimane. A riprova di ciò, nel quadrangolare di Orvieto dello scorso giovedì, il centrocampista vetrallese è andato anche a segno, dopo esser stato schierato e aver fatto bene in un’inedita posizione di centravanti. Unico indisponibile per la 32esima giornata tra le �le rossoblu sarà lo quali�cato Grimaldi. Finalmente la lunga sosta è �nita e il campo di gioco tornerà ad essere il giudice indiscusso per i prossimi verdetti: “E’ stata un’assenza dai campi molto lunga. Non so dire onestamente se tutti questi giorni di stop ci penalizzeranno o meno. Lo vedremo solo domenica. Di sicuro interrompere un

PALESTRINA

72

CIVITAVECCHIA

68

PISONIANO

65

ALBALONGA

60

RIETI

57

OSTIA MARE

49

N. TOR TRE TESTE

48

MONTEROSI

47

REAL POMEZIA

43

FONTENUOVESE

42

CORNETO

42

GIADA MACCARESE

38

FIUMICINO

34

FOGLIANESE

30

CECCHINA AL. PA

30

FREGENE

22

PESCATORI OSTIA

19

TORRENOVA (retrocesso)

12

buon momento, come quello che stavamo vivendo per continuità di risultati sino al 10 aprile, può rivelarsi controproducente. Tra l’altro la pausa è arrivata in una fase talmente delicata del campionato, dove non abbiamo nemmeno potuto fare molto a livello atletico, rischiando di stravolgere degli assetti tattici già collaudati. I ragazzi comunque hanno continuato ad allenarsi con grande serietà ed impegno e questo mi fa molto piacere. I risultati si vedranno, almeno spero”. QUI MONTEROSI Alla rincorsa del sesto posto! I biancorossi dopo aver raggiunto la salvezza non hanno mai smesso di continuare a giocare un buon calcio e soprattutto a vincere. Chissà quale sarà mai il segreto. Di certo mister Lauretti non è il tipo da permettere ai suoi di staccare la spina prima della �ne del campionato, a prescindere dai risultati. Ecco perchè, raggiungere un sesto posto di “onore”, non appare

adesso affatto impossibile. Sono solo due infatti i punti a dividere la squadra viterbese dall’Ostia Mare. Una società, quella del Monterosi, che quest’anno ha puntato molto sul giovane Daniele Di Ludovico, il quale ha saputo rispondere alla grande, dopo una stagione deludente in quel di Fidene: “Quest’anno ho fatto delle partite molto buone e grande merito va anche al mister che ha sempre creduto in me, dandomi spazio anche nei momenti più dif�cili. Dopo l’arrivo a Monterosi sono “rinato”. Purtroppo a livello psicologico a Fidene ho sofferto molto il fatto di non avere avuto molte chance per mettermi in mostra, ora invece... tutto è cambiato”. E la soddisfazione più grande per il talentuoso esterno sinistro è stata quella di aver ottenuto la convocazione di Mutalipassi, allenatore della Rappresentativa Regionale Juniores, arrivata pochi giorni fa in fondo al “Torneo delle regioni”, s�orando la quali�cazione alle fasi �nali: “Sono stato molto contento per aver partecipato da protagonista al torneo. Purtoppo la vittoria nell’ultima gara con l’Emilia Romagna non ci è bastata per andare avanti, visto che il Veneto si è quali�cato al posto nostro per una migliore differenza reti”. Ieri la squadra di Lauretti è tornata ad allenarsi dopo il riposo pasquale e le motivazioni per chiudere al meglio il campionato sembrano proprio non mancare, perchè in fondo, continuare a vincere, fa sempre bene.

QUI CORNETO Sapore di sale, sapore di mare... Il Corneto ieri è tornato ad allenarsi in un clima di serenità “inverosimile”. Comprensibile tutto ciò, ovviamente, vista la salvezza matematica ottenuta il 10 aprile. “Sapevamo che al ritorno dalla sosta ci avrebbero attesi degli scontri tremendi- dichiara il Direttore Generale Ciro Granato- e proprio per questo i ragazzi hanno dato il massimo per chiudere i conti prima di maggio. Fortunatamente tutto è andato liscio e ora possiamo rilassarci. Questo però non signi�ca che affronteremo le prossime gare con super�cialità, perchè vogliamo onorare al meglio tutti gli impegni”. Due trasferte “pazzesche” attendono gli uomini di Gu�, prima a Palestrina domenica prossima e poi a Civitavecchia (sono proprio queste le due formazioni che si stanno contendendo sino all’ultimo respiro il primato). In�ne arriverà la Foglianese: “Speriamo che in quella gara la squadra di Pascucci potrà avere già risolto i suoi problemi di classi�ca. Tra noi squadre viterbesi c’è sempre stata solidarietà e quindi ci auguriamo che loro possano rimanere in Eccellenza alla �ne”. Domenica il tecnico Gu� dovrà fare a meno proprio di Francesco Granato, �glio del dg rosoblu, alle prese con fastidi muscolari che al massimo potranno permetetergli di andare in panchina e dif�cilmente in campo.

CECCHINA - FREGENE (and. 1-1) CIVITAVECCHIA - CORNETO TARQUINIA (and. 2-0) COM. FOGLIANESE - PALESTRINA (and. 0-0) GIADA MACCARESE - ALBALONGA (and. 1-2) N. TOR TRE TESTE - FIUMICINO (and. 1-3) OSTIA MARE - FONTENUOVESE (and. 2-1) PISONIANO - TORRENOVA (and. 2-1) RIETI - PESCATORI OSTIA (and. 2-2) S. REAL POMEZIA - MONTEROSI (and. 0-2)

ECCELLENZA 17ª DI RITORNO (15/05) ALBALONGA - NUOVA TOR TRE TESTE (and. 0-4) CORNETO TARQUINIA - C. FOGLIANESE (and. 1-1) FIUMICINO - S. REAL POMEZIA (and. 2-1) FONTENUOVESE - RIETI (and. 4-2) FREGENE - OSTIA MARE (and. 0-1) MONTEROSI - CIVITAVECCHIA (and. 3-2) PALESTRINA - PISONIANO (and. 0-2) PESCATORI OSTIA - GIADA MACCARESE (and. 1-2) TORRENOVA - CECCHINA (and. 0-0)

Una delle formazioni del Monterosi 2010/2011


� �

interni sport SPORT

2 20

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 27 Aprile2010 2011

CALCIO GIOVANILE

Foglianese ‘96 esperienza fantastica in Spagna Il team di Bevilacqua conquista il 2° posto e brilla per educazione e disciplina

S

ono tornati dalla Spagna con un eccellente secondo posto finale e con la consapevolezza di aver vissuto una esperienza meravigliosa. E’ stata una settimana super quella dei giovanissimi ‘96 della Foglianese bravissimi al torneo San Jame in Costa Bravo. Al loro rientro nella Tuscia abbiamo scambiato delle opinioni con il tecnico Marco Bevilacqua. BELLA ESPERIENZA Mister tornate dalla Spagna con...? “Con la convinzione di aver avuto la possibilità di confrontarci con realtà calcistiche diverse dalla nostra e una bella esperienza vissuta sul campo e non che potrà tornare utile nella vita di tutti i giorni dei nostri ragazzi”. Dal punto di vista tecnico con quale calcio vi siete confrontati? “C’erano diverse realtà in rappresentanza del calcio spagnolo, tedesco e anche dell’Italia del nord, mentre l’altra reealtà del Lazio era la Pro Roma. Le squadre giovanili spagnole hanno un tasso tecnico superiore al nostro, mettono in atto un fraseggio rapido giocando molto palla a terra”. Voi avete risposto alla grande: “Ci siamo comportati

molto bene in ogni confronto e alla fine hanno pesato le assenze di Verduchi, Palombi e Quagliarella che non hanno preso parte alla spedizione e l’infortunio di Valentini che si è fratturato il polso. Sul fronte offensivo il povero Foglietta ha dovuto fare pentole e coperchi e si è sobbarcato un gran carico”. Dove la Foglianese è ancora indietro? “A livello di personalità sono queste delle competizioni che servono per comprendere dove si deve ancora crescere e migliorare. In tal senso abbiamo messo in archivio materiale sul quale lavorare per il futuro”. Calcio, vacanza e tour turistico con l’immancabile tappa al Nou Camp a Barcellona. Come si sono comportati i ragazzi: “Perfetti, dal punto di vista disciplinare e dell’educazione abbiamo raccolto consensi ovunque, altri club come il team affiliato allo Sporting Gjon ci hanno invitato per altre manifrestazioni in Spagna. E queste in fondo sono le gioie più belle. Un grazie di cuore quindi ai ragazzi, ai dirigenti e alle loro famiglie al seguito”. Ora altri tornei e la parte finale del campionato con gli ultimi tre turni: “Già da oggi (ieri per chi legge ndr) ci siamo messi a

PIANETA CIVITA CASTELLANA

Viaggio tra luci e ombre per i boys civitonici C lavoro per preparare la parte finale della stagione. Ci manca un punto per la certezza matematica del terzo posto finale nel campionato regionale di categoria e da venerdì saremo impegnati a Terni con il torneo organizzato dallo Sporting Terni. Cercheremo di ben comportarci così come fatto in Spagna”. PROTAGONISTI Ed ecco i magnifici 19 giocatori avuti a disposizione di mister Marco Bevilacqua e del

suo staff nella partecipazione al torneo San Jaime in Costa Brava disputato durante le vacanze di Pasqua: Rossi Christopher, Lanzalonga Antonio, Muscoli Andrea, Ferri Angelo, Federico Mastronicola, Simone Brizi, Foglietta Giampiero, Marangon Riccardo, Molinari Matteo, Scuderi Gaetano, Tuda Dario, Valentini Nicolò, Moracci Lorenzo, Frateiacci Gabriele, Oriolesi Simone, Gasponi Leonardo, Allegrini Gianluca, Pasquinelli Achille, Corsi Giuseppe. (agv)

irca 300 tesserati che dal 15 maggio del 2006 rappresentano la bella realtà del Civita Castellana Calcio Giovanile. Si va avanti con entusiamo nel club che i presidenti Ottavio Macino, Enzo Tribolati,il responsabile del settore di base Mariano Iozzoli e il ds Angelo Borromei hanno contribuito e non poco a far crescere nel corso degli anni. Gradito ospite in redazione il presidente Macino (nella foto) con il quale abbiamo fatto una panoramica a 360 gradi. Presidente male con la categoria diretta e gestita dagli impagabili Silvano Sciarrini e da mister Paolo Livi: “E’ il nostro tallone d’Achille e c’è dispiacere perchè purtroppo abbiamo confidato nell’applicazione di tanti giovani del ‘91 e ‘92 che strada facendo si sono persi per strada. C’è amarezza perchè avevamo dato a questi ragazzi una bella opportunità che non è stata recepita a dovere e per fortuna che il gruppo del calcio a cinque con alcuni suoi tesserati di volta in volta ha dato il suo apporto”. Gli allievi regionali sono a rischio retrocessione: “Resterà una esperienza positiva per il gruppo allenato da Leonardo Lilli che è anche il preparatore atletico, peccato per aver lasciato la bellezza di 4 punti nella doppia sfida con il Palocco, ci sono ragazzi interessanti che tra l’altro militano nelle categorie giovanili regionali da tre stagionie che sono molto cresciuti”. Voglia di salvezza per i giovanissimi regionali ‘96 che stanno lottando per centrare i play out: “Li definisco un gruppo

GIOVANISSIMI PROV. B - Trionfo Nuova Sorianese

GIOVANISSIMI FASCIA B - Ha vinto il Dlf Civitavecchia

i sono giocati nei giorni scorsi i due recuperi che mancavano per la conclusione del girone B del campionato Giovanissimi Provinciali vinto da alcune settimane dalla Nuova Sorianese che ha preceduto nell’ordine Montalto Calcio e Virtus Pilastro. Ecco come è andata negli ultimi due confronti della stagione.

a scorsa settimana si è disputato l’ultimo atto del campionato dei Giovanissimi Fascia B. La sfida giocata nel capoluogo si è conclusa con un nulla di fatto.

Acuti V. Marta e Pol. Real Azzurra Barco-San Gordiano (0-0) ultimo atto L S BAGNOREGIO 1 VIRTUS MARTA 3 Successo essterno per i boys di mister Giovanni Sposetti che con questi tre punti chiudono la loro ottima stagione con un eccellente quarto posto, a quota 32 punti, frutto di 10 vittorie, 2 pareggi e 8 scon�tte con uno score di 57 gol segnati e 34 subiti. CALCIO TUSCIA 2 POL. REAL AZZURRA 3 Nell’ultimo recupero mancante vittoria esterna anche per la Pol. Real Azzurra Grotte di Castro di mister Sergio Pieri che si è imposta per 3-2 sul terreno del Calcio Tuscia chidendo il suo campionato a 29 punti con un sesto posto �nale. Sorpasso in extremis sul Bagnoregio. Per i boys di Grotte di Castro �nale con 9 successi, 2 pareggi e 9 scon�tte, 54 gol fatti e 36 subiti.

GIOVAN. PROV. B

N. SORIANESE * (campione)

52

MONTALTO

49

VIRTUS PILASTRO

48

VIRTUS MARTA

32

VIGOR ACQUAPENDENTE

32

P.R.A. GROTTE DI CASTRO

29

BAGNOREGIO

28

ISCHIA DI CASTRO

26

CALCIO TUSCIA

18

V. BOLSENA

6

NUOVA BAGNAIA

3

CAMPIONATO CONCLUSO

BARCO MURIALDINA 0 SAN GORDIANO 0 Risultato quindi ad occhiali tra due squadre che hanno chiuso con un match combattuto il loro campionato che ha visto il successo del Dlf Civitavecchia che ha chiuso la sua stagione con il rassicurante margine di 6 punti sullo stesso San Gordiano. Chiude la stagione a quota 33 punti il Barco Murialdina del tecnico Claudio Bernacchi che ha fatto registrare uno score di 9 vittorie, 6 pareggi e 5 sconfitte, con 39 gol fatti e 27 subiti per un onorevole sesto posto finale. Sul podio quindi i campioni del Dlf Civitavecchia che subentrano ad Etrusca e Pianoscarano che si imposero nel 2009/2010, secondo posto per il San Gordiano e terze in coabitazione le formazioni di Comunale Foglianese e Real Monterosi.

GIOVAN. FASCIA B DLF CIVITAVECCHIA

46

SAN GORDIANO

40

REAL MONTEROSI

37

C. FOGLIANESE

37

TOLFA ALLUMIERE

34

BARCO MURIALDINA

33

CORNETO TARQUINIA

29

CIVITA CASTELLANA

22

C. RONCIGLIONE

19

TRE CROCI

11

MANZIANA

1

CAMPIONATO CONCLUSO

da combattimento quello diretto dal tecnico Mariani, speriamo che riescano a centrare l’obiettivo per il quale stanno lottando con tanto impegno”. Poi una constatazione: “La politica del Civita Castellana Calcio Giovanile - presegue il presidente Macino - è stata sempre quella di far crescere i suoi ragazzi e di proporli su livelli più alti e se adesso nell’ambito delle formazioni giovanili della Viterbese abbiamo diversi nostri elementi è la dimostrazione lampante che qualcosa di buono è stato fatto. Prima di pensare ai nostri interessi ciò che ci preme è soltanto il bene e la possibilità di crescita dei ragazzi più meritevoli”. Un’attività quella del Civita Castellana Calcio Giovanile che poi si espande con la grande famiglia dell’attività di base che è presente dopo la realtà dei giovanissimi fascia B classe ‘97: “Ed è il nostro futuro. Infatti dopo i Giovanissimi del ‘97 diretti da Massimo Salvatori abbiamo gli Esordienti 98 allenati da Paolo Anastasi, il gruppo dei ‘99 diretto da Ovidio Di Benedetto per poi passare ai 2000 seguiti da Angelo Borromei, ai 2001 seguiti da Maurizio Prosperi, al gruppo del 2002 di Cristian Gabrielli e massima attenzione ai 2003 seguiti da Alfredo Manoni con l’istruttrice di attività morotia Stefania Tardani e i Piccoli Amici del 2004/2005 del tecnico Marco Corazza che si avvale della coordinatrice di attività motoria Barbara Accogli”. E’ un duro ed impegnativo lavoro quello del Civita Castellana Calcio Giovanile che si sviluppa sui campi del Sassacci e del “Casciani Baccanari” avuto in gestione dal Comune sino al 2014 e per il quale si confida che per la prossima stagione venga dotato dell’impianto di illuminazione. La società per ora ha investito con la realizzazione di un campo da calcetto in erba sintetica. E si va avanti con passione ed impegno, nonostante le difficoltà che non mancano e grazie anche all’apporto di importanti sponsor come Salvatori Arredamenti e Centro Auto Okay. Il Civita Castellana Calcio Giovanile vuole continuare a crescere. (agv)


sport

SPORT

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 27 Aprile 2011

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 21

CALCIO GIOVANILE

XVIII edizione Memorial ‘Socciarelli’ è qui la festa

Dal 12 maggio all’11 giugno al Comunale di Grotte di Castro il mega torneo aperto a dieci categorie. Oggi zoom su Piccoli Amici e Pulcini

T

orna il Memorial “Alessio Socciarelli”, torneo di calcio

giovanile (e quest’anno anche con il c/5 femminile) organizzato dalla Polisportiva Real Azzurra Grotte di Castro nel ricordo del compianto dirigente della Cooperazione e che si avvale dell’importante sostegno dell’amministrazione comunale. Parte il nostro viaggio nella grande avventura che seguiremo nel suo andamento. Ecco tutti gli articoli a mo’ di regolamento del grandissimo evento. REGOLE, NORME E CURIOSITA’ Art. 1 – Dal 1993 nel mese di maggio, è organizzato ogni anno a Grotte di Castro un torneo Giovanile in memoria di Alessio Socciarelli. Art. 2 – La XVIII° edizione del torneo si svolgerà dal 12 maggio al 11 giugno 2011 allo stadio Comunale di Grotte di Castro (VT). Art. 3 – Il torneo è riservato alle categorie: Allievi 95/96 – Giovanissimi 97 e 98 – Esordienti 99 (a11) – Esordienti 200 (a9) – Pulcini 2001 (a8) – Pulcini 2002 (a7) – Pulcini 2003 (a6) – Piccoli Amici 2004/ 2005 (a6) –– Femminile (a5 u.18+2 fuori quota in campo). Art. 4 – La lista nominativa degli atleti dovrà essere presentata prima dell’ inizio del primo incontro e potrà includere un numero massimo di 20. Dopo il primo incontro, tale lista non potrà più subire variazioni. Art.5 - La partecipazione alle gare di ogni atleta, dirigente, allenatore, è subordinata alla presentazione di documenti di identità (o cartellini federali) prima di ogni partita. Art.6 - La composizione dei gironi del calendario delle gare è a discrezione del Comitato Organizzatore. Art. 7 – Le gare si disputeranno in: 3 tempi di 12 minuti per Piccoli Amici; 3 tempi da 15 min. per Pulcini 2003 - 2002 – 2001; 3 tempi da 15 min. per gli Esordienti 00; 2 tempi da 25 min. per gli Esordienti 99; 2 tempi da 30 min. per i Giovanissimi 97; 2 tempi da 35 min per gli Allievi 95/96; 3 tempi da 15 minuti per la categoria Femminile

Art. 8 – Verranno assegnati 3 punti vittoria, 1 punto pareggio e vale il conteggio finale dei gol realizzati. Al termine degli incontri ci sarà la classifica in base ai punti fatti negli incontri.

CALENDARIO 1ª fase gare Pulcini e Piccoli Amici

Art. 9 – Nelle semifinali e nelle finali, in caso di parità al termine dei tempi regolamentari, si procederà direttamente con i calci di rigore ( 5 poi ad oltranza). Art. 10 – Le sostituzioni potranno essere effettuate come di seguito: Piccoli Amici, Pulcini, Esordienti ’00 e Femminile libere tipo basket già dal 1° tempo; Esordienti ‘99, Giovanissimi e Allievi 7 compreso il portiere. Possono andare in campo tutti i giocatori iscritti nella lista dei 20. Art. 11– Non sono consentite variazioni di orario o della data stabiliti in calendario, salvo casi eccezionali, concordando gli spostamenti tra le squadre interessate e il Comitato organizzatore, a cui spetta comunque la decisione finale. Art. 12 – Le punizioni per le categorie Piccoli Amici, Pulcini e Femminile sono tutte dirette. Per tutte le altre norme si rimanda ai regolamenti federali. Art. 13 – Il Comitato organizzatore declina ogni eventuale responsabilità circa i danni e gli infortuni prima e durante le gare che potrebbero accadere ad atleti ed accompagnatori. Art. 14 – E’ possibile utilizzare 3 (tre) prestiti per le categorie: Allievi – Giovanissimi – Esordienti. Non sono previsti prestiti per le categorie: Pulcini – Piccoli Amici – Femminile; in via del tutto eccezionale, si può chiedere una deroga al comitato organizzatore. Art. 15 – Per le società iscritte con più squadre alla stessa categoria, in caso di eliminazione al primo turno, è consentito l’utilizzo di tutti gli atleti per il proseguo del torneo. Art. 16- Gli arbitri sono quelli proposti dall’organizzazione ed il loro operato è insindacabile. Art. 17- La disciplina del torneo viene affidata alla commissione appositamente costituita dal comitato organizzatore.

Art. 18-Le classifiche saranno redatte in base ai seguenti criteri: 3 punti per la vittoria, 1 punto per il pareggio, 0 per la sconfitta. CASI DI PARITA’ In caso di parità di due squadre si analizzerà: 1. Scontro diretto 2. Differenza reti generale 3. Maggior numero di goal segnati 4. Ssorteggio In caso di parita’ di tre o piu’ squadre si analizzera’: 1. Classifica avulsa: 1a) Maggior numero di punti nella classifica avulsa 1b) Differenza reti nella classifica avulsa 1c) Maggior numero di goal segnati nella classifica avulsa 2. Differenza reti generale 3. Maggior numero di goal segnati in totale 4. Sorteggio CALENDARI E PARTECIPANTI Nell’edizione odierna pubblichiamo il calendario completo della fase di qualificazione per le categorie Piccoli Amici, Pulcini 2003, Pulcini 2002 e Pulcini 2001. Domani poseguiremo con Esordienti e Giovanissimi sino ad arrivare alla categoria femminile. Ricordiamo tutte le squadre partecipanti alle 10 categorie partendo dai più piccoli.

PICCOLI AMICI 2004/2005 Girone unico: Caninese, Pol. Real Azzurra Grotte di Castro giallo; Pol. Real Azzurra Grotte di Castro Blu, Vigor Acquapendente e Fonte Bel Verde. Finali - Finalissima tra le prime due dopo la fase di quali�cazione mercoledì 8 giugno alle ore 18. Terza, Quarta e quinta classi�cata disputeranno un triangolare valido per il terzo, quarto e quinto posto mercoledì 8 giugno dalle ore 17. PULCINI 2003 Qui abbiamo due raggruppamenti. Girone A: Civita Castellana. Vigor Acquapendente e Pol. Real Azzurra Grotte di Castro. Girone B: Ischia di Castro-Vulsinia Bolsena e Piansano. Semi�nali e Finali - Lunedì 6 giugno alle 17 semi�nali tra prima del girone A contro seconda del girone B e prima del girone B contro seconda del girone A. Mercoledì 8 giugno alle 17,30 �nale per il terzo e quarto posto e �nalissima. PULCINI 2002 Anche qui due gironi. Gruppo A: Valentano, Pol. Real Azzurra Grotte di Castro Giallo, Caninese e Vigor Acquapendente- Nel girone B: Pol. Real Azzurra Grotte di Castro blu; Monte�ascone; Pianoscarano e Vulsinia Bolsena. Semi�nali e Finali - Sabato 4 giugno alle 17,30 semi�nale tra prima del girone A e seconda del girone B e alle 18,30 semi�nale tra la prima del girone B contro la seconda del girone A. Sabato 11 giugno alle 17,30 �nale per il terzo e quarto posto e alle 18,30 �nalissima. PULCINI 2001 Due i raggruppamenti. Girone A: Valentano, Pol. Real Azzurra Grotte di Castro, Dlf Civitavecchia e Fontebelverde. Nel girone B: Vigor Acquapendente, Civita Castellana, Calcio Tuscia e Manciano. Semi�nali e Finali - Sabato 4 giugno alle 17,30 semi�nale tra prima del girone A e seconda del girone B e alle 18,30 tra la prima del girone B e seconda del girone A. Sabato 11 giugno alle 17,30 �nalissima per il terzo e quarto posto e alle 18,30 �nalissima per il primo e secondo posto. Nell’edizione di domani altro appuntamento con le altre categorie di questa fantastica edizione 2011 del Socciarelli. (continua)

data

orario

partita

categoria

12/05

17,00

PRA GROTTE GIALLO-VALENTANO

PULCINI 02

12/05

17,00

MONTEFIASCONE-PIANOSCARANO

PULCINI 02

12/05

18,00

VIGOR ACQUAPEND.-CANINESE

PULCINI 02

12/05

18,00

PRA GROTTE BLU-VULSINIA

PULCINI 02

14/05

17,00

DLF CIVITAVECCHIA-FONTEBELVERDE

PULCINI 01

14/05

17,00

C.CASTELLANA-VIGOR ACQUAPEND.

PULCINI 01

14/05

18,00

PRA GROTTE DI CASTRO-VALENTANO

PULCINI 01

14/05

18,00

CALCIO TUSCIA-MANCIANO

PULCINI 01

16/05

17,00

PRA GROTTE GIALLO-VIGOR ACQUAPEN.

PICCOLI AMICI

16/05

17,45

PRA GROTTE BLU-CANINESE

PICCOLI AMICI

16/05

18,30

PRA GROTTE GIALLO-FONTEBELVERDE

PICCOLI AMICI

18/05

17,00

PRA GROTTE DI CASTRO-VIGOR ACQUAP.

PICCOLI AMICI

18/05

18,00

ISCHIA DI CASTRO-VULSINIA

PICCOLI AMICI

19/05

16,00

CANINESE-PRA GROTTE GIALLO

PULCINI 02

19/05

17,00

VIGOR ACQUAPEND.-CALCIO TUSCIA

PULCINI 01

19/05

17,00

VIGOR ACQUAPEND.-VALENTANO

PULCINI 02

19/05

18,00

PRA GROTTE DI C.-DLF CIVITAVECCHIA

PULCINI 01

19/05

18,00

PIANOSCARANO-VULSINIA

PULCINI 02

19/05

19,00

VALENTANO-FONTEBELVERDE

PULCINI 01

19/05

19,00

PRA GROTTE BLU-MONTEFIASCONE

PULCINI 02

23/05

17,00

FONTEBELVERDE-VIGOR ACQUAPEND.

PICCOLI AMICI

23/05

17,45

CANINESE-PRA GROTTE GIALLO

PICCOLI AMICI

23/05

18,30

PRA GROTTE BLU-VIGOR ACQUAPEND.

PICCOLI AMICI

23/05

19,00

MANCIANO-CIVITA CASTELLANA

PULCINI 01

25/05

17,00

VIGOR ACQUAPEND.-C.CASTELLANA

PULCINI 03

25/05

18,00

VULSINIA-PIANSANO

PULCINI 03

26/05

16,00

VALENTANO-CANINESE

PULCINI 02

26/05

17,00

VIGOR ACQUAPEND.-PRA GROTTE GIALLO

PULCINI 02

26/05

18,00

MONTEFIASCONE-VULSINIA

PULCINI 02

26/05

19,00

PRA GROTTE BLU-PIANOSCARANO

PULCINI 02

28/05

17,30

VIGOR ACQUAPEND.-MANCIANO

PULCINI 01

28/05

17,30

C.CASTELLANA-CALCIO TUSCIA

PULCINI 01

28/05

18,30

VALENTANO-DLF CIVITAVECCHIA

PULCINI 01

28/05

18,30

PRA GROTTE DI CASTRO-FONTEBELVERDE

PULCINI 01

30/05

17,00

FONTEBELVERDE-PRA GROTTE BLU

PICCOLI AMICI

30/05

17,45

FONTEBELVERDE-CANINESE

PICCOLI AMICI

30/05

18,00

VIGOR ACQUAPENDENTE-CANINESE

PICCOLI AMICI

30/05

19,15

PRA GROTTE GIALLO-PRA GROTTE BLU

PICCOLI AMICI

01/06

17,00

C.CASTELLANA-PRA GROTTE DI CASTRO

PULCINI 03

01/06

18,00

PIANSANO-ISCHIA DI CASTRO

PULCINI 03

ris.


� �

interni sport SPORT

2 22

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 27 Aprile2010 2011

NUOTO

Per Laugeni sarà un’estate di super lavoro Dopo il Sette Colli si penserà ad Europei e Mondiali juniores. Il tecnico Petrucci traccia un bilancio del raduno a Roma

di GLAUCO ANTONIACCI

I

n pochi giorni, Fabio Laugeni hanno trasformato un’estate di potenziale riposo in una stagione di grandissimo lavoro. Le imprese del nuotatore viterbese gli sono valse la quali�cazione nelle sue specialità, 100 e 200 dorso, per i Campionati Europei e Mondiali Juniores, dove avrà modo di confrontarsi con il meglio del nuoto mondiale per i nati negli anni 1993 e 1994. Laugeni è del 1994, è al suo primo anno tra gli Juniores, eppure vale già un bronzo e un argento a livello assoluto, come si è visto ai campionati di Riccione, dove ha staccato il biglietto per gli Europei di Belgrado (6-10 luglio) e per i Mondiali di Lima (16-21 agosto). “Un risultato ottimo - commenta il tecnico Gianluca Petrucci - i tempi che ha ottenuto sono quelli cui puntavamo per la quali�cazione ma onestamente era dif�cile pensare a quel bottino di medaglie. Diciamo che Fabio si è presentato a livello assoluto con il podio e non è affatto male”. La prima conseguenza della doppia quali�cazione per le gare estive è stata la partecipazione ad un raduno di tre giorni a Roma che ha coin-

Fabio Laugeni con l’allenatore Gianluca Petrucci volto ben 21 atleti fra settore maschile e femminile. Fra i tecnici c’era anche Petrucci che ci racconta com’è andata: “Il lavoro è iniziato nel pomeriggio del 20 aprile, quando è stata prestata la massima attenzione agli esercizi a secco in palestra per le spalle, soprattutto per prevenire eventuali infortuni. Dal giorno successivo sono state condotte indagini biomeccaniche”. Cioè? “Nuotata e virate sono state seguite con telecamere subacquee per valutare ogni

dettaglio, in più sono state utilizzate delle palette tecnologiche per misurare le pressione esercitata dai singoli atleti nella bracciata. Si è trattato di un lavoro molto professionale e interessante anche per me come tecnico”. C’è però un altro aspetto fondamentale in questi raduni collegiali: “Si è lavorato anche per creare il gruppo che parteciperà alle più prestigiose manifestazioni internazionali. Alcuni di questi ragazzi già si conoscevano, altri invece no ed era importante sfruttare

questa occasione per ripartire dopo gli Assoluti. Il gruppo dei ‘94 italiani è molto forte, non a caso a questo raduno c’erano solo due ragazzi del ‘93, gli altri erano tutto al primo anno Juniores”. Quali saranno le prossime tappe della marcia di avvicinamento per gli Europei? “Parteciperemo al Trofeo Sette Colli a Roma dal 6 all’8 giugno. Fabio gareggerà nei 100 e nei 200 dorso, le sue gare più naturali. Nei 50 è più dif�cile, anche perchè basta sbagliare un particolare in partenza ed è quasi impossibile recuperare. Poi credo che ci concentreremo direttamente sugli Europei. Sarà sicuramente un’estate molto lunga, non so se anch’io sarò presente a Lima per i Mondiali ma, anche se non dovesse essere così, sarò comunque impegnato almeno �no al 14 agosto”. Tappe fondamentali per l’ulteriore crescita di un talento come Laugeni che, grazie alle doti naturali e al quotidiano impegno in allenamento, sta avvicinandosi sempre più alle vette del nuoto italiano. Quest’estate l’obiettivo sarà ancora più ambizioso: guardare direttamente alle prime posizioni europee e mondiali, battendo una concorrenza ancora più quali�cata. Sognare è certamente possibile.

TENNIS - Nel challenger Itf di Chiasso

Anna Floris eliminata subito dalla Meusburger

S

i è fermata al primo turno la corsa di Anna Floris (nella foto) nel torneo Itf di Chiasso. L’evento in programma nella cittadina svizzera, con un montepremi di 25mila dollari, ha dato il via ieri ai match del singolare e la prima a scendere in campo è stata proprio la giocatrice del Tc Viterbo, opposta alla testa di serie numero quattro, l’austriaca Yvonne Meusburger.

L’azzurra ha iniziato bene l’incontro, portandosi rapidamente in vantaggio per 3-0, ma in quel momento il match è cambiato e la Meusburger ha inanellato ben sei giochi di �la, chiudendo il primo set 6-3. Senza storia il secondo parziale che ha visto prevalere l’austriaca per 6-1, con la Floris mai in grado di impensierire l’avversaria e di rimettere in piedi il match. (GA)

CICLISMO - Il portacolori della Time Bike Alto Lazio si aggiudica in due giorni il Memorial Santarelli e il Memorial Bucci

Michael Capati trionfa sia allo sprint che in solitudine E

ra ancora fresco il ricordo del buon �ne settimana del 16 e 17 aprile, con il quarto posto di Michael Capati alla cronometro del Bracciale del cronomen a Montichiari, il quinto dello stesso Capati alla 55° edizione della Bollate-Ghisallo e il terzo posto di Samuele Puleggi al 23° Gran Premio città San Mauro Pascoli in Emilia Romagna, ma gli atleti della Time Bike Alto Lazio hanno bissato questi risultati brillanti nel week-end pasquale, con Michael Capati ancora una volta sugli scudi. Il fortissimo ciclista viterbese si è infatti aggiudicato il successo nel 3° Memorial Gino Santarelli a Rieti; la gara di 60 Km, percorsi alla media di 40Km/h, è stata caratterizzata �n dal primo giro da tentativi di fuga ma l’azione buona è arrivata al secondo giro, quando si è formato un gruppetto con sei corridori: Michael Capati del Time Bike Alto Lazio, Giuseppe Sannino della Pianura Visconti, Renato Terminiello della penisola sorrentina, Cristian De Filippis della cycling team Elleci ASD, Alessio Magon della Guazzolini Coratti - Fassa Bortolo e Vincenzo Onofri della Pianura Visconti; questi sei atleti, con oltre 3’ di margine sul gruppo, si sono giocati il successo in volata ed è stato Michael Capati ad imporsi davanti a Sannino e Terminiello. ORDINE DI ARRIVO 1° Capati Michael (Time Bike

Alto Lazio) 2° Sannino Giuseppe (Team Pianura Visconti) 3° Terminiello Renato (A.p.d. Penisola Sorrentina) Lunedì nuovo appuntamento, questa volta con il 2° Memorial Roberto Bucci a Piè di Moggio (RI), e ancora vittoria per Capati in una gara che si è decisa sulla seconda salita di Col Velino, quando Sannino è evaso del gruppo e subito Capati si è agganciato alla sua ruota; i due hanno viaggiato di perfetto accordo, con cambi regolari, guadagnando subito un vantaggio di 20’’ sul gruppo. Sulla terza salita, ultimo giro di

gara, quando avevano 35’’ di vantaggio, Capati si è alzato sui pedali staccando Sannino e arrivando solitario al traguardo con 20’’ di vantaggio sull’ex compagno di fuga e 2 minuti dal gruppo. Il team Time Bike Alto Lazio ha confermato di essere un gruppo af�atato che, in questi due giorni, ha lavorato alla grande e nel Memorial Bucci ha ottenuto tre piazzamenti tra i primi dieci. ORDINE DI ARRIVO 1° Capati Michael (Time Bike Alto Lazio) 2° Sannino Giuseppe (Team Pianura Visconti) A 20” 3° Marcellusi Daniel (Cygling Team Elleci) A 2’10”

5° Minandri Dario (Time Bike Alto Lazio) 8° Bordacchini Andrea (Time Bike Alto Lazio. Il team e gli atleti hanno voluto ringraziare gli sponsor Time Bike, Cicli Caprio, Migliorelli Recuperi, Soriano Gomme, R&m, Frantoio Oleario di Poscia e Cucchiari, B&b, Hotel Piccola Opera, Autocarrozzeria Mercuri Renato, Gedap e Tione, fondamentali per praticare attività ad alto livello.

MOUNTAIN BIKE

Eros Capati inarrestabile A

nche in terra marchigiana a Cingoli (MC) nell’edizione della 9 Fossi, si è messo in bella evidenza Eros Capati; l’atleta della MTB Grotte di Castro ha portato a casa il succeso nella categoria allievi in una gara combattuta e vinta con la solita caparbietà ed audacia davanti ai temibili atleti di casa. La gara era valevole per il punteggio di Top Class XCO. Ottimo anche il 5° posto del compagno di squadra Diego Guglielmetti per la categoria esordienti.


Mercoledì 27 Aprile 2011

Viterbo & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Venerdì 1 Ottobre 2010

almanacco Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

nonoE stante questa foschia che ancora non si decide a diventare

primavera voi vi svegliate con un’incredibile energia tale da mettere le ali ai piedi di qualsiasi progetto abbiate in mente di realizzare..mi raccomando..concentratevi sui vostri obiettivi senza divagare e, come dei guerrieri inanellerete UN SUCCESSO DOPO L’ALTRO 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO er fortuna che proprio questa mattina alle ore 08,30 in punto arriva una bella

P

Luna nel segno dei Pesci a darvi un buongiorno con un tenero bacio sulla guancia,..è davvero necessario perché proprio in questi giorni soffrite di malinconia pensando un po’ troppo spesso al passato..io vi esorto a guardare al futuro con maggiore ottimismo...vedrete che QUALCOSA CAMBIERA’ 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

finalE mente oggi e domani due giorni di riposo e dolcezza grazie

ai piccoli colpi di fortuna che la Luna in Pesci vi procurerà…sappiate che anche nei periodi più bui..quando tutti, o quasi tutti i pianeti sono contrari, una Luna messa bene può cambiare la vita..in soli due giorni..che ne sapete che ciò non debba capitare proprio a voi?..SIATE FIDUCIOSI

21 Aprile - 20 Maggio TORO

ari amiC ci del Toro, voi siete

così felici che non risentite nemmeno delle previsioni metereologi che..ormai il sole è fisso e stabile dentro di voi, nel vostro cuore, e nei vostri occhi, che diventano ogni giorno più belli e desiderosi di nuove promesse d’amore..è arrivato il tempo dei fiori d’arancio..o perlomeno dei preparativi..AVANTI TUTTA!

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

a suvM via non fateci caso se

proprio questa mattina una Luna ha deciso di fare la smorfiosetta per voi regalandovi qualche inquietudine di troppo… se guardate bene la vostra vita in questo momento vi accorgete subito che state spiccando il volo verso orizzonti sempre più luminosi..oggi e domani siate buoni..e poi VIA!!ALLA RISCOSSA!!

te il tempo non proprio primaverile e

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE i raccomando non cominciate a sbraitate se questa mattina improvvisa-

nonostante le feste siano finite non correte alcun pericolo di cadere in un momento di malinconia..avete il sacro fuoco dei pianeti in Ariete che vi sostengono mantenendovi sul trono come dei veri e propri Re…e allora cercate di farvi amare dai vostri sudditi..siate BUONI E GENEROSI

mente vi si rompe la tazzina del servizio che avevate tirato fuori per Pasqua..e non uscite fuori dai gangheri neanche se la suddetta tazzina cadendo si porta appresso tutte le altre facendovi cadere tutto il caffè addosso..guardatevi da fuori e ridete di voi stessi..è un dispettuccio della Luna..che in due giorni..PASSA E VA…

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

oi amici V del Leone, nonostan-

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

n una tavola con I 15 persone

voi siete immediatamente r iconoscibili per i vostri occhi magnetici, lo sguardo penetrante e l’alone di mistero che vi rende differenti da qualsiasi altro..allora se a questo bel mix aggiungete l’ardore focoso che una sfilza di pianeti in Ariete vi iniettano nel sangue e una fortuna sfacciata che vi regala la Luna in Pesci..allora non posso far altro che dire BEATI VOI

M

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

c h e E b e l l e vacanze di Pasqua avete passato vero cari amici del

Sagittario?.. diciamo che erano parecchi anni che non vi capitava di essere così spensierati e allegri e invece ora finalmente questa situazione è destinata a durare per molto molto tempo..e quindi siate pazienti se proprio oggi vi capita un problemino tra capo e collo..SI RISOLVERQA’ SUBITO

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO ì lo so c h e cominciate ad essere stanchi e che vi sentite anche un

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

belli e speciali come se le feste dovessero

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI a che guizzare cari pesciolini.. come vi muovete veloci tra queste correnti che

po’ acciaccati a causa di questa pressione che vi stanno mettendo tutti questi pianeti in Ariete..io non posso fare altro che dirvi che la vita è una ruota che gira e quindi aspettate che la vostra cominci a girare in alto..succederà tra un po’..intanto oggi e domani godetevi una bella Luna..VI RISOLLEVERA’ NON POCO

non finire mai..è probabile che siate tra i fortunati che in questo periodo dell’anno viaggiano di qua e di la..per lavoro ma anche per divertimento..non avete nessun pianeta che vi rema contro e sapete cosa vuol dire? Che siete tra i pochi eletti a cui le cose VANNO SICURAMENTE BENE

agitano il vostro oceano..sembrate delle vere e proprie rockstar che si spostano ovunque cambiando sempre d’abito e che momento dopo momento sono sempre più glamour..oggi poi che la Luna entra nel vostro segno potreste addirittura trasformarvi in delle vere e proprie celebrità..FACENDO INNAMORARE IL MONDO INTERO

S

oi conV tinuate ad essere

FARMACIE

OGGI 27 APRILE TERRACINA (DIURNO E NOTTURNO) VIA MINCIOTTI, 35 (VT) TEL: 0761-341072 DOMANI 28 APRILE COMUNALE LA QUERCIA (DIURNO E NOTTURNO) P.ZZA CAMPO GRAZIANI, 37 LA QUERCIA (VT) TEL: 0761-326530

M

interni 23

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Mercoledì 27 Aprile 2011

Giovedì 28 Aprile 2011

ore 00 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 11,6 °C ore 03 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 8 km/h. Temperatura di 11,2 °C ore 06 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 10,5 °C ore 09 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 11 km/h. Temperatura di 13,3 °C ore 12 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da nord/est a 6 km/h. Temperatura di 17,6 °C ore 15 cielo coperto con qualche piccolo cumulo sparso con deboli precipitazioni e vento da sud/ovest a 7 km/h. Temperatura di 16,2 °C ore 18 cielo molto nuvoloso o coperto con possibili deboli precipitazioni e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 15,5 °C ore 21 cielo molto nuvoloso o coperto con possibili deboli precipitazioni e vento da ovest a 5 km/h. Temperatura di 14,8 °C

ore 00 cielo coper to con deboli precipitazioni e vento da nord/ovest a 2 km/h. Temperatura di 11,3 °C ore 03 cielo molto nuvoloso con possibili deboli precipitazioni e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 11 °C ore 06 cielo molto nuvoloso e vento da nord/est a 7 km/h. Temperatura di 11,6 °C ore 09 cielo nuvoloso e vento da nord/ est a 7 km/h. Temperatura di 15,7 °C ore 12 cielo nuvoloso con intense nubi cumulifor mi, possibilità di piovaschi sparsi o deboli rovesci e vento da nord/ est a 1 km/h. Temperatura di 18,2 °C ore 15 cielo nuvoloso con intense nubi cumulifor mi e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 16,9 °C ore 18 cielo parz. nuvoloso con qualche piccolo cumulo sparso e vento da ovest a 10 km/h. Temperatura di 15,8 °C ore 21 cielo poco nuvoloso e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 13,2 °C


L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 27 aprile 2011  

27 aprile 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you