Issuu on Google+

AltoLazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

p

Viterbo & Lazio Nord Anno II N. 21 - Mercoledì 26 Gennaio 2011

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

EDITORIALE

Il minestrone è servito Buon appetito! di Roberto POMI

S

enza politica non si va da nessuna parte, potete “disprezzarla” quanto volete ma è solo lei che determina il benessere o la rovina. Poi c’è bisogno del potere, nella speranza che sia forte. Questo perché se un potere forte è ispirato da una buona politica la società cresce e sta bene. Naturalmente vale anche il contrario. Cosa abbiamo sul tavolo della Tuscia? Un grande minestrone. Il Comune è ipnotizzato ormai dalla scorsa primavera nell’affare rimpasto. Provate a dare una sbirciata nelle Commissioni. Tutto è fermo. In giunta siede un “pezzo” non amalgamato. Si scrive Fli e si legge Claudio Taglia. Poi c’è un assessore abbandonato dal suo esercito, con tanto di partito pro aeroporto in piedi da tre anni che l’unica cosa che è riuscito a far decollare è il sedere del suo uomo di punta dalla poltrona dell’assessorato all’Aeroporto. In Provincia è ancora tutto ok ma è forse lì la più grossa polveriera. Perché? Cosa faranno gli assessori Udc alle prossime amministrative nei 21 Comuni che vanno al voto? Roba da “convergenze parallele”. Di ieri la notizia che sabato si terrà, alle 16, alle Terme dei Papi, la conferenza stampa di presentazione del Comitato promotore di Alleanza per l’Italia (Api) di Viterbo. Domenica si vedono invece quelli di Futuro e Libertà. Il Terzo Polo insomma prova a mettersi in piedi. E il centro-sinistra? Su Viterbo dopo anni di compitini da opposizione oggi vuole salire di grado. Forza di governo? No, stampella di Marini. Così è parsa l’intenzione di Alvaro Ricci. Fersini si interroga su un possibile disegno, manovrato dall’alto, per tenere il Pd in minoranza. Vero o falso? Se accordo è stato avrà lasciato traccia. Tutti a tavola, la minestra è servita!

CRONACA

In manette giornalista de Il Secolo d’Italia I

di Luca APPIA

carabinieri di Viterbo perquiscono la sua casa e fanno un’amara scoperta: due scooter rubati e una pistola giocattolo modi�cata. E’ così che è iniziata l’indagine su Antonio Pannullo, giornalista da 25 anni per Il Secolo d’Italia, e ora in arresto per concorso in rapina. Insieme a lui è �nito in manette anche un operatore ecologico di Roma, mentre mancherebbero all’appello gli altri due complici, con i quali avrebbero progettato una rapina alla Cassa di Risparmio di Civitavecchia. Secondo il legale di Pannullo, però, ci sarebbe stato un grosso malintesto e il giornalista non c’entrerebbe nulla con la rapina.

POLITICA - Piso si spenderà per Arena all’Arpa

Sotto col rimpasto

L’affare rimpasto ha oltrepassato la cena che i “pezzi” principali del Pdl locale hanno consumato ‘Al Solito Posto’. All’ombra de La Quercia Giulio Marini ha esposto la situazione al Comune di Viterbo al coordinatore regionale Vincenzo Piso. Il coordinatore non ha fatto altro che ascoltare, sottolineando un suo personale impegno per chiudere una

FALERIA

partita importante: la nomina di Giovannino Arena alla presidenza dell’Arpa Lazio. E’ questo il blocco al rimpasto. Chiusa la questione su quel tavolo tutti gli ingranaggi, frutto di confronti intensi, sono pronti a mettersi in moto. I tempi? Qualche giorno di pazienza. Almeno così dicono in casa Pdl. servizio a pagina 5

CIVITAVECCHIA

servizio a pagina 3

SPORT - TENNIS

Avvertimento Bosco di Fogliano Il Tar boccia Schiavone battuta ai cacciatori a ‘rischio taglio’ i ricorsi della Beg dalla Wozniacki Un capriolo brutalmente ucciso e appeso al cancello di un terreno abbandonato. Sulla schiena legata la tabella di un gruppo di caccia al cinghiale della zona. E’ questo l’avvertimento in stile ma�oso lasciato da un gruppo di bracconieri ai cacciatori viterbesi.

servizio a pagina 2

Cresce l’allarme, tra i residenti, per l’imminente disboscamento che sta per partire nel bosco di Fogliano, già massacrato da precedenti interventi drastici e finalizzati a meri interessi economici, senza alcuna tutela dell’ambiente e dell’ecosistema circostante

“Una sentenza che dimostra come l’azione amministrativa sia dettata dall’esigenza di rispondere con ef�cienza ai problemi della collettività ed improntata sul criterio della legalità e della trasparenza”. Così il sindaco ha commentato la bocciatura da parte del Tar dei ricorsi della società Beg.

Si è fermata nei quarti di �nale la cavalcata di Francesca Schiavone, portacolori del Tc Viterbo, agli Australian Open. A sbarrarle la strada la numero uno del mondo, la danese Caroline Wozniacki, che si è imposta in tre set per 3-6 6-3 6-3.

di Simona TENENTINI

di Pietro COZZOLINO

di Glauco ANTONIACCI

servizio a pagina 10

servizio a pagina 12

servizio a pagina 13

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro


cronaca

p

2

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

C’è bisogno di grandi opere infrastrutturali altrimenti la capitale perderà la sfida con Tokyo e Toronto

Olimpiadi 2020, strategico l’aeroTuscia di ROBERTO POMI

Gli eventi sportivi sono i driver di una serie di potenzialità”, scrive così Silvia Conte di Repubblica sul quotidiano di ieri. “Le Olimpiadi di Barcellona - continua la giornalista nel 1992 segnarono l’arrivo di una nuova città-comunità nel mercato del turismo e della cultura. Gli eventi accelerano i processi di riquali�cazione della città, attirano i �ussi turistici, generano valore per le �liere locali, lasciano un’eredità di esperienza, infrastrutture e attrattività che non si esaurisce con l’evento stesso. La sola candidatura è in grado di accelerare la piani�cazione dello sviluppo di lungo periodo: è in questo quadro che si inserisce la candidatura di Roma a ospitare i giochi Olimpici del 2020. Un’occasione irripetibile per

rilanciare l’immagine della città e orientare le strategie di sviluppo verso le future necessità del territorio, a partire dalla realizzazione dei progetti infrastrutturali comunque

necessari allo sviluppo, la cui programmazione e avvio dovranno trovare un’accellerazione in vista del 2013, anno della decisione del CIO. [...]”. L’articolo fa un passaggio

Una “truffa” Telecom-Poste? Cittadino chiede aiuto alla Procura

C

ittadini messi all’angolo dai black out del sistema. Pubblichiamo, a tal propostito, una lettera �rmata dal viterbese Eraldo Delle Monache: “Caro direttore, ci fanno sapere gli esperti che quando due o più soggetti agiscono in sintonia �nendo per danneggiare qualcuno, potrebbe scattare l’associazione a delinquere di stampo variegato. Proprio su L’Opinione del 16 gennaio scorso avete opportunamente segnalato che ‘I postini non passano più’. Una situazione che parte da lontano ma - chissà perché - tutti la tollerano. Eviden-

Altolazio News srl Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO piggi@opinioneviterbo.it Redazione Centrale di Viterbo GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA

temente siamo tutti vittime della rassegnazione. Comunque, inutile minimizzare, si tratta di una quasi truffa ormai consolidata che però - stranamente ma non troppo - nessuna autorità di controllo ha saputo, o voluto, �no a oggi, mettere in stato di accusa. Vede, egregio direttore, che gli auguri natalizi arrivino ai destinatari in occasione della Pasqua, diventa un episodio quasi grottesco; quando, però, lo scandaloso ritardo nella consegna della corrispondenza (debitamente affrancata) coinvolge altri soggetti, Telecom su tutti, allora dovrebbe

scatatre il penale. Esempio pratico: avendo lo scrivente pagato in ritardo - per colpa delle Poste - la fattura Telecom n.5/10, l’azienda citata, nella fattura successiva ha “appesantito” il totale di ben 2 euro e 3 centesimi. Quasi una “rapina”, con risvolti inquietanti dal momento che, moltiplicando lo scherzo per migliaia di clienti, il totale delle “punizioni” assume contorni interessanti (per loro). Ma la Telecom, nel silenzio assoluto degli organismi di controllo, perpetra un altro inaccettabile abuso: l’addebito al cliente delle

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI MICAELA ROTELLI

Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredino Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Sede di Viterbo 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it donn@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30

spese di spedizione fattura (0,43 centesimi di euro). Una stranezza del tutto incomprensibile perché tutti noi, quando scriviamo ad amici e parenti, siamo obbligati ad anticipare - con il francobollo - le spese postali. Alla luce di quanto segnalato, pertanto, è sperabile che qualche autorità competente (Procura della Repubblica in primis) apra un fascicolo ad hoc per veri�care sia l’atteggiamento (omissivo) delle Poste che quello (punitivo) della Telecom. Sarebbe oltremodo auspicabile che qualche associazione a difesa dei consumatori voglia entrare nel merito del problema in quanto non è accettabile, per ogni cittadino-utente, che le disfunzioni dei “carrozzoni” coinvolti �niscano per gravare sulle tasche dei già maltrattati utenti-clienti”.

I bracconieri lanciano un avvertimento ai cacciatori

A

vvertimento in stile “cosa nostra” per i cacciatori, con un capriolo ucciso e appeso nella strada come monito. Scoperto dalla Polizia provinciale un atto di bracconaggio con avvertimento mafioso avvenuto a Montefiascone, in località “Quercetella”, lungo la strada provinciale “Lago di Bolsena”. E’ stata rinvenuta la carcassa di un capriolo, appesa ad un cancello che conduce in un terreno abbandonato. Si tratta di un animale adulto, con palco in velluto, abbattuto nella giornata di ieri. E’ escluso che l’abbattimento possa essere opera di cacciatori di capriolo visto che, la carcassa dell’animale, non è stata prelevata per

il consumo delle carni ma esposta alla vista del pubblico. Sul corpo del capriolo è stata affissa la tabella di segnalazione della squadra di caccia al cinghiale denominata “La Muta”. Si tratta di un chiaro segnale intimidatorio nei confronti dei cacciatori che compongono la squadra. Su questo grave episodio avente rilevanza penale, sta indagando la Polizia provinciale con l’intento di risalire agli autori. Da quando sono iniziate le battute di caccia al cinghiale sono prevenute da più parti segnalazioni relative ad un gruppo di bracconieri che abbattono illegalmente gli animali nella zona del lago di Bolsena.

Aggressione Caritas Coltivava droga in garage Rapinatori alla sbarra Arrestato operaio 26enne “Basta con i soliti favoritismi Non valiamo meno dei cani” S

ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

Grafici MARIO RAMUNDO In attesa di registrazione ROC

interessante sul sistema aeroportuale della città di Roma, sottolineando che un ruolo determinante sulla scelta del Comitato Olimpico lo avrà “l’organizzazione dei cieli”. Roma deve riorganizzare il proprio trasporto aereo e per portarlo sugli standard delle altre principali capitali europee deve mettere mano sul serio al suo scalo di prossimità. E’ qui che il destino dell’aeroTuscia, quello di Roma e la candidatura alle Olimpiadi del 2020 si incrociano. Se l’Italia vuole realmente non perdere questa occasione sarà necessario investire a Viterbo e le scelte vanno fatte a breve visto che tra due anni si deciderà l’assegnazione. La nostra politica ha una ragione in più per battere i pugni sui tavoli romani e portare a casa un risultato epocale. Se ci è stato dato un destino da “schiavi di Roma” impariamo almeno a portare qualcosa a casa.

I

eri mattina sono stati processati per direttissima i due uomini che nella tarda mattinata di domenica hanno aggredito e rapinato un anziano cingalese nei pressi della Caritas di Viterbo. È stato convalidato l’arresto per i due imputati, che non hanno potuto patteggiare in quanto entrambi pregiudicati. Inoltre è stato chiesto e ottenuto il rito abbreviato, che avrà luogo questa mattina presso il tribunale del capoluogo. Ricordiamo che, stando alla ricostruzione degli investigatori, il sessantaduenne si trovava nel centro assistenziale, quando è scoppiata la lite con gli imputati. I due malviventi, dopo aver aggredito e derubato del cellulare l’anziano, hanno tentato la fuga ma, poco dopo, sono stati fermati nei pressi della Caritas dagli agenti della volante, coadiuvati dai colleghi della mobile. Gli uomini sono stati arrestati e portati nel carcere Mammagialla. (MicRo)

ei mesi di reclusione e 2.800 euro di multa, pena sospesa. Questa la condanna per il giovane sutrino di 26 anni arrestato per coltivazione e produzione per �ni di spaccio di sostanze stupefacenti e giudicato colpevole dei reati che gli sono stati ascritti. L’uomo, un operaio celibe, è stato colto in �agranza di reato dai carabinieri della stazione di Sutri, che, durante la loro attività investigativa, hanno scoperto che l’operaio aveva attrezzato il proprio scantinato a vera e propria mini-serra dove coltivare le sostanze stupefacenti. Durante la perquisizioni domiciliare, gli agenti hanno trovato all’interno del garage una piccola serra, per l’appunto, dotata di lampada alogena e termostato e allestita con 4 piante di “cannabis indica” alte circa 50 cm. Sia le piante che tutta l’attrezzatura è stata sequestrata dagli agenti, che hanno arrestato il giovane. (MicRo)

R

iceviamo e pubblichiamo una lettera inviataci in redazione da un cittadino stanco di subire soprusi: “Risiedo in strada Nove Pani a Bagnaia, i disagi causati dalla neve sono stati notevoli. Premetto che questa strada è consorsiale, quindi la pulizia spetta al consorsio. Facente parte di questo consorzio cè il canile comunale o Empa, la strada di cui parlo sin dalle prime ore del pomeriggio di ieri (24 gennaio) è bloccata causa neve, io mi ritrovo isolato in questa zona impossibilitato a muovermi costretto a rinunciare a preziose giornate di lavoro e con le scorte di viveri in esaurimento, nelle stesse condizioni si trovano diverse famiglie residenti su questa strada. La cosa paradossale di tutto ciò è che il comune di Viterbo, sollecitato da qualche personaggio secondo me molto in�uente, si è preoccupato di provvedere rapidamente sin dalle prime ore

del mattino alla rapida pulizia della strada per raggiungere il canile ma tralasciando un piccolo particolare, che dopo aver fatto passare lo spazzaneve su quasi tutta la strada erano rimasti circa ciquecento metri da sgomberare per liberare le famiglie bloccate che risiedono su quella via. Ma quel tratto nn faceva parte della strada? A questo punto mi domando che personaggi ef�meri siano alla guida della nostra città, se danno piu importanza a faviritismi e a delle bestie che a degli esseri umani. Io nel mio piccolo tento di lottare af�nchè le cose siano nel giusto non chiedo molto dalla nostra amministrazione ma chiedo almeno di essere messo al pari di un cane! Perché mi sembra assurdo essere considerato meno di tale. Eppure la mia parte di contributi non la paga il canile, anzi sono io che con essi mantengo loro. Vi ringrazio in anticipo della vostra attenzione. Distinti saluti”.


Mercoledì 26 Gennaio 2011

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

p

3

I Carabinieri di Viterbo trovano due scooter rubati nella casa del dipendente del quotidiano

Arrestato giornalista del Secolo d’Italia di LUCA APPIA

A

rrestato nella giornata di ieri per concorso in una rapina Antonio Pannullo, giornalista professionista de “Il Secolo d’Italia”. Pannullo, sposato e con tre �gli, sarebbe stato accusato di aver architettato una rapina alla “Cassa di Risparmio di Civitavecchia” insieme a tre complici, tuttora ricercati. I carabinieri della compagnia di Viterbo, durante le indagini sulla sospetta rapina, hanno perquisito la casa di Pannullo, trovando due motorini, risultati poi rubati e una pistola giocattolo modi�cata. Il giornalista è stato arrestato ieri nella sua casa di Manziana, vicino Bracciano. Dopo i primi lanci delle agenzie stampa, “Il Secolo d’Italia” ha commentato l’arresto del suo giornalista. “Abbiamo appreso con stupore dell’arresto di Antonio, nostro dipendente da oltre 20 anni”. Il giornale ha dichiarato di aver “saputo dell’arresto solo dai lanci di agenzia, e auspica che emerga la totale estraneità del collega dai reati contestatigli”, ma nel

Trasformano un terreno agricolo in discarica

Coppia di 70enni incastrata tra le lamiere dell’auto

ue denunce nella giornata di ieri per gestione dei ri�uti non autorizzata. A scoprire l’abuso sono stati i carabinieri della stazione di Cellere, sotto la guida del maresciallo Zampone, che durante dei normali controlli di routine per la repressione di crimini contro l’ambiente. I militari hanno trovato e denunciato due persone di Cellere per un’attività di gestione non autorizzata dei ri�uti. I due, infatti, avrebbero usato il loro terreno agricolo, ubicato nel comune di Cellere, per lo stoccaggio dei ri�uti, spesso abbandonati lì in barba a ogni legge e senso comune. All’interno del terreno i militari hanno trovato ri�uti solidi urbani di vario genere, materiali ferrosi, calcinacci, pneumatici di automobili e piccoli residui di amianto. Questa massa

pettacolare incidente nel primo pomeriggio di ieri sulla strada Falisca che collega alla Cimina, all’altezza di Carbognano. A rimanere coinvolti nel sinistro una coppia di settantenni, che sarebbe rimasta incastrata nelle lamiere dell’auto. Le cause sono ancora in corso di acceramento, quello che è chiaro è che l’auto dei due ha iniziato a sbandare pericolosamente, �nendo poi per capovolgersi lungo la strada. La coppia rimasta bloccata dentro l’auto, è stata immediatamente soccorsa da due squadre dei vigili del fuoco, una proveniente da Viterbo e l’altra da Civita Castellana. Una volta liberati dalle lamiere i due sono stati caricate sull’ambulanza e trasportati a Belcolle, dove gli hanno assegnato due codici gialli. La strada è rimasta a lungo bloccata.

D

frattempo “si riserva di prendere opportuni provvedimenti a tutela dell’onorabilità del giornale”. Secondo il legale di Pannullo, il suo coinvolgimento nell’indagine nasce con il ritrovamento da parte dei militari di Viterbo dei due motorini rubati, lasciati lì da “persone ricercate”. Questi erano seguiti dalle forze dell’ordine che sospettavano un loro progetto per rapinare la banca di Manziana. Secondo l’avvocato, uno dei uomini era effettivamente un conoscente di

Pannullo, che avrebbe accettato di custodirgli i motorini solo per cortesia, perché la giornata era piovosa, e non conoscendo affatto i piani dei due malviventi né la provenienza degli scooter. Il legale di Pannullo conclude dicendo che “anche se la rapina non ha più avuto luogo, i carabinieri hanno proceduto all’arresto e alla perquisizione della casa di Pannullo. Mentre la pistola rinvenuta in casa, sarebbe semplicemente un’arma ad aria compressa del �glio del giornalista”.

incontrollata di ri�uti che cresceva nel terreno agricolo, ha dato vita a una vera e propria discarica abusiva. Attualmente il terreno è stato posto sotto sequestro per gli accertamenti del caso.

S

Militare “spara” alla vicina Udienza rinviata per l’uomo Arrabito minaccia il suicidio e finisce alla sbarra che “parla con gli angeli” ma non si salva dallo sfratto

U

na lite condominiale, ruggini che covavano da tempo, qualche parola di troppo e una pistola da cui partono ben quattro colpi. Questo lo scenario che ha poi dato vita alla vicenda processuale, la cui prima udienza si è svolta ieri mattina presso il Tribunale di Civitavecchia. Davanti al collegio presieduto dal dottor Almerighi sono sfilati i primi testi della pubblica accusa, nel processo per tentato omicidio a carico di Antonio Cristiano, appuntato dell’Arma dei Carabinieri, all’epoca dei fatti in servizio presso la stazione di Montalto di Castro E’ una sera d’estate del lontano 2005, quando nella zona delle ex case Enel del centro maremmano vengono uditi ben quattro colpi di pistola che, secondo la ricostruzione dell’accusa, furono sparati ad altezza uomo dall’imputato con la pistola d’ordinanza, per dissapori con vicini di casa. Indagini che, nella immediatezza dei fatti, come emerso anche ieri nel corso del dibattimento, non vengono però svolte nel modo migliore, con la pistola contaminata dalle impronte dei militari intervenuti, come del resto il luogo dove si sono svolti i fatti. Conferma che è arrivata dal teste Valeriani, brigadiere dell’Arma intervenuto successivamente per i rilievi del caso, il quale rispondendo alle domande del Pubblico ministero Dottoressa Pinto ha ammesso come “la ricostruzione della scena del delitto venne fatta sulla base delle dichiarazioni svolte, proprio perché in pre-

cedenza non si era proceduto a delimitare l’area evitando le classiche contaminazioni”. Lo stesso Valeriani ha poi confermato che vennero rinvenuti i quattro bossoli calibro 9 parabellum (quelli in dotazione alle forza dell’ordine ndr) e che dal posizionamento dei fori “si può affermare con buona sicurezza che la pistola abbia sparato in linea retta”: in poche parole per colpire direttamente e non a scopo intimidatorio. E’ invece più volte caduto in contraddizione un altro testimone, sempre dell’accusa ovvero l’appuntato Sica che quella sera si trovava a passeggiare in zona. Il militare, collega dell’odierno imputato all’epoca dei fatti, si è più volte contraddetto nella ricostruzione dell’accaduto soprattutto nel controesame da parte dell’avvocato di parte civile Antonio Maria Carlevaro: in particolare ricordando, a distanza di ben sei anni dall’accaduto particolari che nelle sommarie informazioni prese a verbale la sera stessa non erano affatto presenti. Infine è stato ascoltato anche un vicino dei “litiganti” che ha ricostruito quanto successo quella sera di luglio ed in particolare evidenziando, con il gesto della pistola puntata verso il collegio, come il Cristiano avesse sparato proprio in direzione della signora Casisole, poi effettivamente colpita e trasportata all’ospedale di Tarquinia. Il Collegio ha quindi fissato la prossima udienza il 7 giugno, giorno in cui saranno ascoltati altri testimoni per una vicenda che continua a far parlare nel centro maremmano.

U

n’udienza attesa quella a carico del pranoterapeuta che “parla con gli angeli”, l’uomo di Soriano nel Cimino che con le sue dichiarazioni ha fatto parlare tanto la stampa nei mesi scorsi. Un dibattimento atteso anche dall’avvocato Sermoneta, il difensore che in queste settimane ha studiato a fondo il caso del suo assistito. L’imputato il 6 dicembre del 2006 avrebbe molestato un’acconciatrice romana della Rai, che si era rivolta a lui a causa di forti dolori alla schiena. Sembra che la donna, una volta stesasi sul lettino dello studio medico, sia stata immobilizzata e assalita dal medico che l’avrebbe violata usando le mani. Il pranoterapeuta ha sempre negato di aver molestato la donna, che a

stento ricorda di aver curato. I carabinieri, durante le indagini del caso, sequestrarono nello studio dell’imputato una serie di appunti personali dal contenuto anomalo. In merito ai suoi scritti, nell’udienza del 30 novembre scorso l’uomo affermò: “gli angeli mi parlano, guidano la mia mano e quelli sono appunti dettati perché sono loro che mi dicono cosa scrivere. Gli angeli mi hanno messo al servizio di S. Michele”. Parole, queste, che scatenarono l’ilarità del pubblico ministero e un’intensa attività della stampa locale. La discussione è stata rinviata al 17 maggio 2011. Il collegio di giudici ha infatti dichiarato legittimo l’impedimento a comparire dell’imputato, bloccato a casa da una sindrome gastroenterica accompagnata da febbre, e ha accolto l’istanza di rinvio. (mr)

In preda alla depressione pensionato si impicca

T

ragedia a Nepi, dove un 75enne ha deciso di togliersi

la vita. La depressione lo ha portato al suicidio e non c’è stato nulla da fare per F.M., l’anziano di Nepi, che nel tardo pomeriggio di domenica si è tolto la vita impiccandosi con una corda nella sua camera da letto. A trovare il corpo senza vita dell’uomo, ancora appeso al sof�tto, sono stati i famigliare della vittima che hanno subito chiamato i soccorsi. Purtroppo non c’è stato nul-

la da fare per il 75enne, che ormai giaceva senza vita. Secondo le indagini svolte dai carabinieri della stazione locale, l’uomo da mesi soffriva di un’acuta forma di depressione, che lo avrebbe portato al suicidio. A conferma di questo c’è anche un biglietto lasciato dal 75enne, in cui vengono spiegati i motivi che l’hanno portato a togliersi la vita. Una �ne sicuramente tragica per l’anziano nepesino e un ricordo ancor più doloroso per i famigliari dell’uomo.

Arrabito con il capo della Digos, la dottoressa Morelli, dopo il tentativo di suicidio (foto Zadropress) di MICAELA ROTELLI

È

arrivato presso il tribunale di Viterbo alle 11,40 di ieri Bartolomeo Arrabito, il proprietario dell’unico ristorante messicano di Viterbo sito in via della Palazzina. L’uomo si era incatenato l’altro ieri davanti al palazzo di giustizia, minacciando il suicidio se lo sfratto dal suo locale fosse stato noti�cato. È questo, infatti, il motivo della sua ‘battaglia’: non perdere il suo amato ‘Milagro Olè’. A seguito di una serie di contestazioni del suo locatario, legate a delle mensilità d’af�tto non pagate, Arrabito è �nito in tribunale. Ieri, all’arrivo degli uf�ciali giudiziari nel locale, l’uomo si è cosparso di benzina, minacciando di darsi fuoco. Un suicidio annunciato da tempo ma, fortunatamente, scongiurato anche grazie agli agenti della Digos. Dopo la noti�ca, il gestore è stato accompagnato da Monia Morelli, capo della Digos, e dai suoi collaboratori presso il tribunale, dove è stato ricevuto dal procuratore capo, Alberto Pazienti. Un’incontro, questo, che Arrabito chiedeva

da tempo, �nalizzato a sottoporre al procuratore la vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto. Dopo un lungo colloquio con il dottor Pazienti, Arrabito ha affermato con voce triste: “Il procuratore capo ha le mani legate purtroppo. Sono deluso e amareggiato. Non credo più nella giustizia che, soprattutto qui a Viterbo, non è altro che un baraccone per far soldi, gestito prima di tutti dai giudici”. Non è riuscito a vincere la sua battaglia il gestore del Milagro che, malgrado i suoi sforzi, si è visto sfrattato dal suo locale.


4

p

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

MartedĂŹ 25 Gennaio 2011


Mercoledì 26 Gennaio 2011

politica

Viterbo & Lazio Nord

p

5

Cena del Pdl con il coordinatore regionale Piso. Attesa per la prossima settimana la nomina di Arena all’Arpa

Ecco, il rimpasto è servito “Dieci, cento mille Acca Larentia” Dopo la scazzottata si cercano i colpevoli di PAOLO GIANLORENZO

Q

uanto è dif�cile scrivere la verità. Lo è soprattutto se ideologicamente si è prevenuti e quindi diventa dif�cile esprimere concetti chiari e raccontare le cose come stanno ai lettori che invece non conoscono né la storia né i retroscena. Di cosa stiamo parlando è facilmente intuibile dal titolo di questo articolo. E’ ora di raccontare, una volta per tutte, la verità su questo spiacevole episodio di inaudita violenza accaduto nella notte del 9 gennaio scorso. Due giovani anarco-insurrezionalisti sono �niti in ospedale a seguito delle ferite riscontrate dopo una rissa che li ha visti contrapposti ad alcuni coetanei di destra. Come si sono svolti i fatti. Alcuni giovani di estrema destra stavano af�ggendo dei manifesti per ricordare la strage di Acca Larentia dove morirono tre giovani missini. I ragazzi che stavano facendo l’af�ssione sono stati aggrediti da un nutrito gruppo di anarchici al grido “dieci, cento mille Acca Larentia”. Subito dopo inni e insulti sul nome di Stefano Cecchetti, giovane di Tuscania, ucciso sempre nel periodo nero degli anni di piombo il 10 gennaio 1979. I giovani di sinistra, di numero superiore, hanno messo in fuga i ragazzi di destra. La sfortuna di alcuni di loro è stata quella di incontrarsi nuovamente nei pressi di un locale notturno. A quel punto, i giovani di sinistra, di numero decisamente superiore a quelli di destra hanno iniziato la lite. Nella rissa qualcuno ha usato quello che si è trovato per le mani e i più sfortunati sono �niti in ospedale. La domanda che sorge spontanea è la seguente: se i giovani �niti in ospedale sono rimasti coinvolti in una rissa e non in una aggressione (come la si vuol far passare), perché non sono stati arrestati? Se i giovani �niti in ospedale non ricordano i volti e i nomi dei ragazzi con cui hanno litigato è perché non li conoscono davvero o perché hanno da nascondere qualcosa? E’ vero che durante la rissa qualcuno ha tirato fuori un coltello? Queste cose non dovrebbero accadere a prescindere. Discutere sì ma arrivare alle mani e farsi così male questo no. C’è da condannare tutto e tutti. E’ incredibile però come qualcuno voglia forzatamente far passare questa rissa tra giovani contrapposti da ideologie politiche in aggressioni premeditate. Forse perché c’è voglia di far scorrere altro sangue inutilmente in questa città? Non è suf�ciente quanto accaduto �no a oggi? Altro che omertà, serve solo scrivere la verità.

di ROBERTO POMI

T

utti al tavolo di Giulio Marini - nella serata di lunedì - per esporre al coordinatore regionale del Pdl, Vincenzo Piso, la situazione al Comune di Viterbo. Un rimpasto atteso dalle scorse elezioni provinciali. Gestazione difficile e il bimbo non vuole ancora uscire dalla pancia. Per “l’ostetrica” Piso, che ha ascoltato quanto i commensali hanno voluto esporre, non ci sono problemi. Basta rimuovere il “tappo” Arena e l’uomo romano che è in lui ha promesso di spendersi per facilitare il tutto. I tempi? Si parla della prossima settimana anche se da dentro la maggioranza la questione inizia a “puzzare”. “Di settimana in settimana si è rinviato tutto per mesi”, la frase messa in loop a certi livelli del Pdl comunale. Alla cena di lunedì hanno partecipato, oltre ai due coordinatori (il provinciale Marini e Piso) anche il presidente della Commissione Agricoltura alla Pisana Francesco Battistoni, Elpidio Micci (vicepresidente del Consiglio Comunale), Enrico Maria Contardo (capogruppo Pdl con le valigie in mano e un biglietto per un

assessorato), Mauro Rotelli (capofila dei quarantenni), Laura Allegrini e Gabriela Grassini. Il ragionamento che ha tenuto banco, meglio: banchetto; è quello che abbiamo più volte snocciolato in questi ultimi giorni. Ricapitolando,

Battistoni: “La Polverini vuole completare Belcolle” La Destra: “Una casa per tutti”

Un segnale importante e che dimostra l’impegno per incontrare le esigenze dei cittadini”, lo ha detto il consigliere regionale Francesco Battistoni a seguito delle dichiarazioni di lunedì della presidente Polverini in merito al completamento dell’ospedale di Belcolle. “La Regione manterrà i suoi impegni - sottolinea il consigliere e, compatibilmente alle veri�che tecniconormative del caso, in tempi brevi darà l’ok per procedere al completamento della struttura. Una notizia – continua – che nell’ottica del piano di rientro dimostra la volontà di rendere operativa ed ef�ciente la sanità laziale e che va a porre �ne a una questione che dura ormai da decenni”. Il plesso dell’ospedale è infatti in costruzione da circa 40 anni e, grazie a un project �nancing presentato dal direttore Pipino, potrà �nalmente giungere a compimento. Potenziare Belcolle è indispensabile per garantire un servizio di qualità e rispondente alla domanda sanitaria della nostra provincia. Con�do nel grande lavoro di ristrutturazione del settore che l���amministrazione sta portando avanti e sono certo – conclude – che la Regione, anche in questo caso, saprà dare risposte certe”.

F

rancesco Storace e Roberto Buonasorte saranno a Viterbo il prossimo 23 febbraio per presentare ‘Piano Casa e Mutuo Sociale’. Mille imprese edili chiuse nell’ arco di sette mesi. Ottomila posti di lavoro persi. Questo il quadro allarmante del settore Edile nel Lazio. Il Piano Casa, in via di approvazione alla Regione Lazio, può senz’altro rappresentare una possibile soluzione al problema. Il segretario nazionale de ‘La Destra’ onorevole Francesco Storace e l’onorevole Roberto Buonasorte , presidente della Commissione Urbanistica della Regione Lazio, parleranno di questo e della proposta di legge sul Mutuo Sociale nel convegno �ssato per il 23 in concomitanza con l’ inaugurazione della nuova sede della Federazione Provinciale di Viterbo de ‘La Destra’. “Abbiamo scelto il mese di febbraio per questo importante convegno al �ne di poter presentare alla popolazione la situazione più aggiornata possibile riguardante l’iter di approvazione del Piano Casa - dichiara il segretario Provinciale de La Destra Andrea Scaramuccia –”.

per i più disattenti, la manovra che Marini si appresta a compiere comprende cinque cambi. Nell’ordine: Meroi-Ubertini (di fatto già effettuato); Taglia-Fracassini (necessario per mantenere ordine all’interno di via Saffi); Guerriero-Contardo

(utile per ridare slancio all’assessorato alla Cultura e riequilibrare la giunta), Bartoletti-Fusco (reso necessario dall’evoluzione delle circostanze politiche); Arena-Fattorini (indispensabile per “risarcire” l’urologo prestato alla politica del

(M)assimo sforzo dato in seguito alle provinciali). Per Bartoletti, Taglia e Guerriero è già pronto, almeno così dovrebbe essere, il benservito anche se non tutti ci credono. Colpi di scena in vista dietro all’angolo? Chi vivrà vedrà.


6

politica

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

Fontanelle dearsenificate in tutti i comuni. A darne l’annuncio Equitani e Meroi

Provincia: acqua pulita per tutti. Nessuno escluso di DANIELE CAMILLI

A

cqua pura e senz’arsenico per tutti. Nessuno escluso. Non uno slogan pre-elettorale, ma solida realtà. Ancora sulla carta, però. Quella dei progetti in cantiere che vedranno sorgere 10, 100, 1000 piazzole anti-arsenico “in tutti i comuni della provincia”. Passo dopo passo. Con la speranza che siano uno dopo l’altro e tutti in avanti. Perché sull’argomento è vietato tornare indietro. Neanche per prendere la rincorsa. A darne notizia, il Presidente della Provincia Marcello Meroi e l’assessore all’ambiente Paolo Equitani che ieri mattina hanno �rmato l’accordo con le imprese del settore idrico che provvederanno a dotare i comuni di fontanelle pubbliche per l’acqua potabile. Il progetto prevede l’installazione di distributori in grado di fornire acqua trattata, refrigerata e frizzante. Forse leggermente per i palati più �ni. Operazione comunque a costo zero per Comuni e Provincia. Le ditte specializzate che se ne occuperanno? Quattro in tutto: Logica di Roma; Gajarda e Culligan di Viterbo, Pro Acqua di Rovereto. Bere sarà dunque un piacere. Magari a cannella come un tempo. Scherzi a parte, un’ot-

tima iniziativa. Quantomeno rassicurante, visto il clamore suscitato e giusti�cato, sebbene incontrollato, di quest’ultimi tempi. Stop all’arsenico, pertanto. Ma quando? “La Provincia – ha spiegato l’assessore Equitani – ancora prima che il governo italiano recepisse la direttiva europea che �ssa a 10 microgrammi/litro la concentrazione massima di arsenico tollerata nelle acque, si è attivata per risolvere un problema che si trascina da anni, senza che nessuno, prima di noi, avesse mai avvertito l’esigenza di regolarizzare questa situazione. L’installazione degli erogatori d’acqua è la risposta che la Provincia dà ai cittadini per evitare disagi, in attesa che la Regione intervenga con i necessari interventi di messa a norma degli impianti, che richiederanno del tempo. Lunedì 31 gennaio ho convocato un incontro fra i responsabili delle ditte e i sindaci dei comuni per de�nire le modalità operative. Ad ogni comune – aggiunge – sarà assegnata una speci�ca impresa fra quelle individuate. L’installazione delle fontanelle avverrà immediatamente in tutti i comuni compresi nella fascia A, quelli cioè dove la concentrazione di arsenico è superiore ai 20 microgrammi. Poi

Sicurezza nei cantieri Qualcosa si “muove”

gradualmente si interverrà in quelli di fascia B, al di sopra dei 10 microgrammi ma al di sotto dei 20, coperti �no al 2012 da speci�ca deroga. Il contratto con queste aziende ha la durata di cinque anni e prevede fornitura di acqua a costo zero. I distributori saranno dotati di due diversi erogatori. Uno distribuirà acqua dearseni�cata gratuita, l’altro invece fornirà, a pagamento, acqua minerale”. “In pratica – conclude Equitani assieme a Meroi – grazie

al nostro impegno, che in pochi mesi ci ha consentito di recuperare un ritardo di anni, l’adozione della direttiva europea con l’entrata in vigore dei nuovi parametri, non ci troverà impreparati”. Grazie a Dio, direbbe qualcuno. Non sarà Santa, ne tantomeno champagne. Ma sicuramente pulita. Aggiungiamo noi, acqua del futuro garantita. Aspettiamo il brindisi…però. E speriamo che arrivi presto, perché la provincia – quella con la P minuscola – comincia ad aver sete...e di brutto.

Pd Valentano Sindaco bocciato

V

alentano, il Sindaco Raffaella Saraconi bocciata dal TAR del Lazio che con sentenza pubblicata il 19 gennaio ha annullato le modi�che al regolamento comunale e allo Statuto. E con esse il bilancio di previsione per l’anno 2010, il bilancio pluriennale 2010/2012 e la relazione previsione programmatica 2010/2012 nonché il conto consuntivo esercizio 2009. A renderlo noto il locale circolo del Pd. “Finalmente il TAR del Lazio ha bloccato i tentativi di elusione delle leggi e delle sentenze da parte del Sindaco Saraconi, ribadendo quanto già deciso dallo stesso tribunale amministrativo e da Consiglio di Stato.” Dichiarazioni rilasciate dai consiglieri delle opposizioni che si erano rivolti Al Tar per richiedere il ripristino delle regole di funzionamento dell’ente, illegittimamente modi�cate dalla giunta Saraconi per far fronte alla defezione di due consiglieri di maggioranza. Ieri – proseguono nella loro nota – “dopo che il TAR ha bocciato le illegittime modi�che allo Statuto ed al Regolamento Consigliare, voluti da un’amministrazione oramai senza maggioranza e ha giudicato illegittimi i due ultimi bilanci, il Comune di Valentano resta senza guida e senza strumenti di programmazione e gestione economica”. Dal Pd arriva anche l’invito al Sindaco a dimettersi: “per il bene dei Valentanesi , sostiene Serenella Ranucci coordinatrice del circolo locale, il Sindaco dovrebbe prendere atto che non ha più una maggioranza e senza continuare a cercare escamotage che si sono rivelati sempre perdenti, dovrebbe dimettersi”.

U

na brochure per promuovere la cultura dell’informazione sulla sicurezza sul lavoro nei cantieri edili. Lo strumento, realizzato dal Dipartimento di sanità pubblica dell’Ausl di Bologna su indicazione della Provincia e della Scuola edile di Viterbo (ente paritetico-sociale senza scopo di lucro, promosso e gestito da Con�ndustria Viterbo e dalle organizzazioni sindacali della Tuscia), in collaborazione con la Regione Lazio e la Prefettura di Viterbo, è stata presentata ieri mattina nella sala del consiglio di Palazzo Gentili. Realizzata in 5mila copie, tradotta in inglese, francese, arabo, polacco, romeno e sloveno, la brochure illustrata dal titolo “Sicurezza sui cantieri edili”, sarà inviata per posta agli oltre 4mila lavoratori, stranieri (comunitari ed extracomunitari) e non, che fanno capo al Comitato paritetico territoriale antinfortunistico, e distribuita attraverso le organizzazioni sindacali di categoria. Al suo interno, 70 tavole illustrate e commentate mostreranno quali sono i comportamenti da tenere sui cantieri per ridurre al minimo i rischi di infortunio, e quali invece gli atteggiamenti da evitare per non incappare in situazioni di pericolo. “Questa guida è uno dei primi, importanti, risultati del tavolo tecnico che la Provincia ha avviato con associazioni datoriali, sindacali e dei lavoratori – afferma l’assessore al Lavoro e Formazione, Paolo Bianchini. Uno strumento semplice, di facile comprensione, con una comunicazione accessibile, che mostra tutti gli elementi della sicurezza nei cantieri. Il mio assessorato, sempre in collaborazione con il mondo del lavoro, sta anche attivandosi per varare progetti di alfabetizzazione per i lavoratori stranieri, così da favorirne l’integrazione”. “Iniziative come questa sono volte alla promozione, tra le aziende e tra i lavoratori, di una più consapevole

cultura della sicurezza – interviene Andrea Belli, presidente della Scuola edile di Viterbo -. La prevenzione degli infortuni non va vista solo con un obbligo di legge, ma come una prassi da attuare nei cantieri: conviene anche alle imprese essere in regola, perché così si favoriscono la produttività. La spesa per la sicurezza non è mai inutile”. “Finalmente si realizza un progetto che cercavamo di attuare da tempo – afferma Francesco Palese del Comitato paritetico territoriale –. Noi giriamo i cantieri, e spesso ci rendiamo conto della scarsa alfabetizzazione dei lavoratori stranieri, perciò siamo certi dell’utilità di questa guida che non sarà un vangelo, ma speriamo aiuti a migliorare le condizioni di sicurezza sui luoghi di lavoro”. “Quello edile è un settore dove il rischio infortuni è alto – dichiara Fabio Turco, vice presidente del Comitato paritetico territoriale -. Eppure quello delle costruzioni è l’unico campo dove sono previste 16 ore di formazione obbligatoria per chi vi accede per la prima volta. Non basta, lo sappiamo, ma è necessario da parte nostra far di tutto per favorire la più ampia informazione”. “Ora cerchiamo di dare continuità a questa importante iniziativa – dichiara in ultimo Sandro Mancinelli della Scuola edile -, con progetti di alfabetizzazione e con proposte utili che possano essere sposate dalle istituzioni e dalle amministrazioni”.


Mercoledì 26 Gennaio 2011

Viterbo & Lazio Nord

attualità

p

7

“Festa del Benvenuto” al Liceo Classico di Viterbo Quando al Buratti c’era il “nonnismo”

Trecento alunni contro il “bullismo” F di DANIELE CAMILLI

M

adame e Monsieur…il pranzo è servito. Quello dell’accoglienza e della solidarietà, dell’umiltà e contro il bullismo. Un appuntamento che da due anni a questa parte il Liceo Classico Mariano Buratti di Viterbo offre ai suoi giovani studenti. Ragazze e ragazzi del IV ginnasio e del I° Linguistico riveriti comodamente a tavola dai loro compagni di Va e IIIa Liceo. Via Tommaso Carletti, Camicia bianca e camerieri improvvisati. Felici d’esserlo per un giorno. Del doman tant’è certezza. Non saranno “famosi”, ma sicuramente dottori, avvocati, ingegneri, politici, commercialisti e giornalisti. Magari con quello spirito di servizio che gli organizzatori della “Festa del Benvenuto” hanno voluto infondergli. Rispettivamente il Presidente dell’Associazione Sportiva Mariano Buratti, Nuccio Chiossi, e la Preside del rispettivo Liceo. La sempre affascinante, elegante e battagliera professoressa Paola Moscucci. Amore a prima vista. Il tutto in collaborazione con la Provincia di Viterbo e la Fondazione Carivit. Un semplice gesto per sentirsi parte integrante di una delle più importanti istituzioni scolastiche del viterbese. Dall’antipasto all’italiana al dolce. Fino al caffè. Menu tipico delle terre di Tuscia. Circa 300 liceali si sono dati così appuntamento ieri. In tarda mattinata. Parterre d’eccezione, la palestra del Buratti. Quella che vent’anni fa vide giocare una delle squadre studentesche di basket tra le più forti della regione Lazio. Quella che nel dicembre del 1993

fu teatro di una delle occupazioni più incisive della storia del Liceo Classico. La palestra dei “ti amo” e delle scritte sui muri, del “mollica per favore non ridere” e dei primi baci con le spalle al muro e l’occhio rivolto alle scale per vedere se qualcuno scende. Tutt’attorno, soltanto ieri e all’ora di pranzo, tavole rotonde a simboleggiare l’uguaglianza. E qualche sobrio gagliardetto appeso qua e là tra canestri e attrezzi. Sullo sfondo la tavolinata di big e docenti, che sorveglia, osserva e introduce soddisfatta sulle note dell’Inno di Mameli mandato in onda prima di passare a piatti, posate e bicchieri. Mano sul cuore e “Fratelli d’Italia” cantata da tutti, tutti quanti assieme. Tra loro la Preside, Chiossi, l’assessore provinciale alle politiche

giovanili Paolo Bianchini, il Presidente della Fondazione Carivit Francesco Maria Cordelli e le rappresentanze della Misericordia e della Croce Rossa. Per quest’ultime c’è pure una sorpresa. Una novità voluta da Bianchini. “La Provincia – c’ha detto – ha dato il suo contributo. Ma abbiamo voluto che fosse un moltiplicatore di solidarietà. Per questo ci siamo raccomandati che gli studenti versassero due euro a testa. Risultato? 1.000 euro raccolti: 500 andranno alla Misericordia per acquistare l’ossigeno per le autoambulanze e 500 alla Croce Rossa di Civitella d’Agliano a sostegno della casa famiglia che accoglie i bambini vittime del terremoto d’Haiti”. “Il progetto della ‘Giornata del Benvenuto’ è semplice – spiegano

Parte giovedì alle ore 18 la prima edizione di ‘Mi Sposi?’

A

prirà i battenti giovedì, alle ore 18.00, la prima edizione di ‘Mi Sposi?’, un’iniziativa sicuramente interessante e diversa dalle solite �ere dedicate al matrimonio. Una ricerca condotta dall’agenzia di comunicazione Action Brand, che ha intervistato 1.430 italiani, uomini e donne, di cui il 43% già sposati, di età compresa tra i 26 e i 40 anni ha rivelato che gli italiani gradirebbero o avrebbero gradito un “aiuto” in fase di organizzazione del matrimonio. Il 27% degli intervistati, tra quelli già sposati ha ammesso di essersi stressato durante i preparativi del matrimonio! Sulla base di queste ricerche gli organizzatori, un’associazione tra imprese locali, hanno deciso di proporre delle soluzioni chiavi in mano, �nalmente in un unico luogo si potranno incontrare tutti gli operatori che intervengono alla realizzazione del matrimonio. L’obiettivo dichiarato è quello di dare al cliente un qualcosa in più del singolo servizio, creando una sinergia con quelle realtà che sul territorio sono importanti dal punto di vista qualitativo e di immagine. Gli operatori sono infatti tutti specializzati e di alta valenza professionale che proporranno le soluzioni più adatte alle delle giovani coppie. D’altra parte avere l’ausilio concreto di chi con i matrimoni ci ha a che fare quotidianamente non è cosa da poco. Gli operatori che faranno parte di “Mi Sposi? 2011” sono: L’antico casale, rinomato ristorante tra Viterbo e San Martino, con una vista mozza�ato ed un menù di altissima qualità; Epoca Italiana, società che fornisce auto d’epoca

per matrimoni ed eventi; I Viaggi del Professore, agenzia di viaggi specializzata nei viaggi Hotelplan, TClub e Turisanda; Photo’s, studio fotogra�co; Cose Preziose, che realizza bomboniere e complementi d’arredo con il vetro di murano e tutti oggetti interamente lavorati a mano; Designer Falegnameria, realizzazione di mobili artigianali sia classici che moderni;

Magnolia, estetista a Bagnaia; Serenella e Chiara, parrucchiere di sicura fama; Freddiani Arredamenti, a Latera un mobili�cio con prodotti delle migliori marche; Gaggioli Luigi Atelier, ad Acquapendente un atelier di altissimo livello; Latini, per i fuochi d’arti�cio; Fantasie, negozio di �ori ed addobbi.

I discendenti di Garibaldi arrivano a Viterbo di ROBERTO POMI

E

’ stato l’eroe dei due mondi e uno degli uomini più determinanti nella nascita del Regno. Stiamo parlando di Giuseppe Garibaldi, primo duce d’Italia. Venerdì di questa settimana saranno in città i suoi eredi per una tavola rotonda che vuole rendere omaggio ai 150 anni dalla nascita dell’Italia. Il generale delle camice rosse ha fatto la storia passando anche per Viterbo. Di recente lo hanno ricordato anche Antonello Ricci e Alfonso Prota, “cantastorie” viterbesi, ridando vita e riproponendo alla memoria cittadina la storia di Pietro Rossi, unico garibaldino etrusco. Garibaldi dormì all’interno della stanza Rossa di Palazzo dei Priori. Una cosa che forse in pochi sanno e che ho avuto la fortuna di

conoscere grazie all’amico giornalista Mauro Galeotti (vera e propria memoria storica della città). Garibaldi, anche questo forse lo sanno in pochi, è il supereroe preferito di Giulio Marini, stando almeno a quanto dichiarato in un’intervista del 2008 al magazine Melting’Pot. L’appuntamento è �ssato per le 17 all’interno della Sala Regia. Il tema? ‘Il Risorgimento attraverso le generazioni e i cimeli garibaldini’. Prenderanno parte all’incontro Anna Maria Menotti, pronipote di Ciro Menotti, Giuseppe Garibaldi, pronipote del generale Garibaldi; Guido Palmenghi Crispi, pronipote di Francesco Crispi. Un’occasione importante per la città di entrare nel clima dei festeggiamenti per l’importante anniversario che il Paese compie.

la Moscucci e Chiossi – ma con forti risultati emotivi. Vuole essere un’iniziativa concreta per un’azione educativa contro il fenomeno del bullismo, spronando gli studenti più giovani ad avere fiducia in sé stessi e nello stesso tempo dare una lezione di umiltà agli studenti più grandi. Un momento di socializzazione e condivisione di valori che altrimenti sarebbe difficile istaurare”. Non solo “Certamen” dunque. Ma qualcosa in più. Grecisti e latinisti in erba che ‘sta volta non parlano di battaglie e orazioni perdute nel tempo, ma di vita. Quella che bussa ogni giorno alla porta. Come il “barbone” buttato a terra pochi metri più in là. Sempre ieri. Sempre su Via Tommaso Carletti. Per lui solo stracci, Tavernello e sole d’inverno.

a quasi impressione rimettere piede dove s’è studiato. Vent’anni fa. Laddove la mia vita è cambiata per sempre. E il Liceo Classico Mariano Buratti grazie a Dio non è più quello di una volta. Anche se quella volta c’era il Preside Dante Sbarra che volente e nolente impresse un cambiamento epocale a una scuola vecchia di secoli che sembrava non voler affatto cambiare. Qualcuno, lo ricordo bene, de�nì la sua “svolta” con queste parole: “degenerazione dell’oratorio salesiano”. La svolta, ossia la decisione di aprire le porte del Classico ai �gli dei “lavoratori”. Muratori, operai, “paesani”, “buzzurri”, facchini e “straccioni” d’ogni tipo. Così ci de�nivano. Nonostante le nostre madri ci imbellettavano su con pantaloni, scarpe e camice, tra le più costose del mercato del martedì. Nonostante d’estate, con le nostre due-tre materie a settembre, fossimo una bella rendita di quattrini rigorosamente in nero. Figli irrequieti. Tanto che qualche anno dopo facemmo del Classico il Klassico con la vituperata K dell’Okkupazione. Un altro muro era crollato. Assieme a quello di Berlino. Maceria dopo maceria. Come quelle che ci caddero addosso con le morti di Falcone e Borsellino. E gli attentati dinamitardi del ’93. Un Liceo che è cambiato dalle fondamenta. Dai 500 alunni di allora, agli oltre 1.200 di oggi. Con un corpo docente di 90 persone e non docente di 20. Ma

soprattutto con una solidarietà tra gli studenti che 22 anni fa era pura utopia. Il nonnismo era infatti all’ordine del giorno. Quello che oggi si chiama “bullismo”. Il nostro idiota “benvenuto”. Sotterraneo e strisciante, con punte massime che si raggiungevano all’ora di ricreazione. Ricordo un particolare. Uno studente di Sutri sbeffeggiato prima e depositato poi in cima ad un armadio. I pantaloni strappati da un chiodino sporgente. Reo d’aver tradotto male una versione di greco, dipingendo Giove come una sorta di “azzannatore di pecore”. Il malcapitato – poveraccio – era pure basso di statura ed io che l’aiutai a scendere non ero da meno, tutt’altro. Un episodio fra tanti, quando ancora al Liceo s’additavano le cosiddette ragazze madri. Tutto questo è �nito, speriamo per sempre. Grazie anche a dirigenti e docenti attenti non solo a latino, greco e italiano. Bensì alla vita in tutta la sua complessità. Ma siccome la storia e i suoi piccoli-grandi cambiamenti passano pure per atti poco ortodossi, mi piace pensare che a servire a qualcosa sia stato anche quel bel “calcio in culo” che nel dicembre del 1993 un giovane Giacomo Barelli piazzò nel sedere di uno di quei “nonni” venuti a strigliarci perché con l’occupazione avevamo “infangato il buon nome del Liceo”. I tempi erano cambiati. Oggi, a guardar bene il Liceo di Paola Moscucci, decisamente migliorati. (dan.ca)


provincia

p

8

CANEPINA

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

CELLENO

Claudio Amendola e Prokof’ev conquistano il pubblico La ciliegia arriva in Senato U G na favola per i più piccoli che sa parlare ai più grandi, e con un protagonista d’eccezione, l’attore Claudio Amendola, che ha prestato la sua voce. La versione di “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev, messa in scena sabato mattina a Canepina nel Salone Quarto Stato, ha conquistato tutti, a partire dagli alunni delle scuole di Canepina, accorsi in massa. Sul palco, oltre a Claudio Amendola, il fratello Federico a dirigere l’orchestra dell’Università Roma Tre, con quaranta musicisti che hanno

interpretato in maniera impeccabile l’opera. E’ proprio grazie alla volontà di Federico Amendola, da anni residente a Canepina, che si è potuta tenere l’iniziativa, alla quale il Comune ha aderito in maniera convinta. “Abbiamo assistito davvero ad un grande spettacolo – ha commentato il sindaco Maurizio Palozzi – che ha portato nel nostro paese un’opera sempre attuale. E’ stata davvero una bella giornata, ringrazio Federico e Claudio Amendola e tutte le persone che hanno reso possibile tutto

ciò, a cominciare dalla famiglia Barbanti”. Da sottolineare che Claudio Amendola, nell’interpretare alcuni personaggi, ha usato un dialetto del Nord, uno del Centro e uno del Sud “per ricordare – ha sottolineato l’attore – che quest’anno si celebrano i 150 anni dell’unità d’Italia, un avvenimento che non deve passare inosservato”. Parole condivise anche dal sindaco: “L’unità d’Italia è un valore che nessuno deve mettere in discussione e mi fa piacere che Claudio Amendola lo abbia ricordato a Canepina”.

iovedì 20 gennaio una delegazione dell’Associazione Nazionale Città delle Ciliegie, guidata dal presidente dr. Ferdinando Albano Sindaco di Bracigliano (SA) è stata ricevuta in audizione dalla Commissione Agricoltura del Senato della Repubblica. Anche il Comune di Celleno ha partecipato all’audizione nella persona del prof. Saverio Senni, consigliere delegato su questa tematica. Proprio a Celleno si costituì nel 2003 l’Associazione Nazionale Città delle Ciliegie che conta oltre 50 tra provincie, Comunità Montane e Comuni aderenti. Nel

corso dell’incontro si è discusso delle principali problematiche del comparto cerasicolo e sono stati proposti l’istituzione di una giornata nazionale delle ciliegie e il riconoscimento del dolce frutto primaverile come “frutto nazionale”. Intanto anche quest’anno sul territorio della Ciliegia di Celleno, che comprende anche le frazioni di Roccalvecce e Sant’Angelo, diversi produttori appartenenti al Comitato per la tutela e la valorizzazione della Ciliegia di Celleno hanno provveduto ad avviare nuovi impianti al �ne di riquali�care sempre più il sistema produttivo locale.

TUSCANIA

Presunto illecito delle fatture, un consigliere comunale è deciso a fare chiarezza

Interrogazione ‘bomba’ sul Centro Commerciale Naturale di VALERIA SEBASTIANI

L

a vicenda del Centro Commerciale naturale si complica. Questa volta ad innescare la polemica non sono i diversi gusti estetici sugli interventi di valorizzazione dell’arredo urbano ma motivazioni di carattere amministrativo. Da giorni si vocifera in paese di alcune fatture già pagate dall’amministrazione comunale per dei lavori non ancora eseguiti. C’è chi sostiene di avere documentazione a riprova del fatto che ne comprovi la fondatezza e che testimoni gravi irregolarità amministrative, illeciti penali. Una bufala? L’ennesima trovata dell’oppisizione che mette in giro voci per screditare il lavoro degli amministratori? Il

centro commerciale naturale è un bene per la cittadina. ha portato nelle casse comunali un �ninziamento di 150.000 euro al quale sembra seguirà a breve un altro. Soldi che ‘servono’ all’amministrazione e al paese e che hanno permesso e permetteranno la realizzazione di interventi conservativi e migliorativi nell’area interessata dal CCN, soprattutto quella del centro storico. Interventi che lasciano tirare un sospiro di sollievo agli esercizi commerciali che tra l’altro potranno godere di un programma di pubblicità gratuita. Un investimento, fatto con denaro ‘regalato’ dalla Regione, a lungo termine per il rilancio turistico di Tuscania. Dell’affare Centro Commerciale Naturale sono in molti a

bene�ciarne direttamente, dai commercianti alle ditte incaricate di svolgere i lavori. Tutte ditte del posto convocate direttamente per importi comunque limitati(nella maggior parte dei casi non si superano le 20.000 euro).Già la convocazione diretta aveva aperto le porte al malcontento di chi si è visto escluso dal progetto. Ora la ‘bomba’ delle fatture liquidate prima della consegna delle fatture. Una bomba che non ha ancora trovato conferme ma che è pronta ad esplodere. Sembra che un consigliere di minoranza abbia consegnato all’amministrazione un interrogazione a tal proposito e sia deciso ad andare �no in fondo, ad innescare l’ordigno che alcuni profetizzano farà crollare il Comune.

Monterosi - Il paese piange Riccardo M onterosi- “La nostra cittadina sta vivendo un momento drammatico: dai preparativi per la festa dei SS. patroni Vincenzo ed Anastasio, siamo passati a dover allestire i funerali di un concittadino che d’improvviso ci ha lasciato”. E’ questo quanto riesce a dire , con grande emozione, l’assessore alla cultura ed allo sportAndrea Bomarsirivelando il motivo per il quale tutti i manifesti cittadini, che annunciavano �no a domenica scorsa la grande festa, sono stati ricoperti con un nome “ Riccardo” listato a lutto.

Il fornaio che ogni mattina preparava il pane profumato e caldo per tutti, Riccardo appunto, si è accasciato nel luogo di lavoro, nel suo forno situato al centro di Monterosi, a soli 39 anni per un infarto fulminante. Il suo cuore si è arrestato, le mani hanno �nito d’impastare, il profumo che richiamava i passanti s’è perso nel cielo, i suoi tre �gli piccoli attenderanno invano il loro papà. E con la sua immatura �ne, la festa non è neppure cominciata: i santi patroni sono stati messi in lista d’attesa per il prossimo �ne settimana , se

ancora qualcuno troverà la forza di riprendere in mano la vita con le sue solite occupazioni. “ Era un ragazzo d’oro- riprende l’assessore- si occupava di sport, era sempre tra i giovani, tra i cacciatori, era con noi in ogni momento libero, tutti sentiremo la sua assenza, il paese non ce la fa a riprendersi”. Tutti passano a testa bassa davanti al forno dove campeggia la triste parola “chiuso”. Eppure S. Vincenzo e S. Anastasio non potranno essere dimenticati: dovranno s�lare domenica, in processione, come sempre.(B.F.)

Bagnoregio - Istituita ‘Sferatempo’ scuola e tempio mulimediale I

Cristina Sammartano, Tommaso Ponziani, Alessandro Bigiotti, Alfredo Baldi, Patrizia Sileoni, Giancarlo Ghiddon Zagni, Sandro Costa, Francesco Bigiotti, Gabriel Zagni, Giorgio Caponetti.

l Comune di Bagnoregio e l’associazione Augusto Genina, in accordo con l’art.71 dello statuto comunale istituiscono “Sferatempo” Centro Internazionale di Studi con la collaborazione delle organizzazioni Nova Southeastern University of Miami, American University of Rome, Lovewell Institute for Creative Arts, Terra Nostra Europa per le Arti visive e musicali. Con lo scopo di dotare il territorio di Bagnoregio di una scuola-laboratorio internazionale per le Arti e la Creatività che realizzi corsi di formazione professionale, anche mediante le tecnologie informatiche e multimediali, aperta ad allievi di tutto il mondo, senza alcuna distinzione. A darne notizia il direttore generale

Patrizia Sileoni ed il presidente, il sindaco di Bagnoregio Bigiotti. Steratempo avrà sede nel Palazzo Mazzocchi - Alemanni in Civita e per realizzare gli scopi istituzionali si doterà di un’Aula magna, di un laboratorio di comunicazione in rete ADSL, attrezzato con postazioni di computers, telecamere, montaggio, sonorizzazione, ecc. e di una Banca dati per la conservazione dei materiali audiovisivi ed elettronici. Per festeggiare l’ istituzione, Sferatempo promuove la prima edizione degli incontri operativi annuali tra autori ed attori. Per progettare insieme ad una Major Television la prima edizione di una realizzazione multimediale a tema popolare per il cinema

e la televisione dedicata al manoscritto di G. G. Zagni “Viaggio con il diavolo”. Necessariamente sostenuta da opportuni sponsor nazionali ed internazionali, Sferatempo progetterà la realizzazione di un Centro Multimediale, una Biblioteca, una Videoteca ed una Banca dati, dotate di tutti i collegamenti possibili per costruire il Primo Tempio del Tempo, al servizio dell’Umanità di cui anche l’UNESCO possa avvantaggiarsi. Sferatenpo promuoverà e realizzerà inoltre una serie di manifestazioni pubbliche, per la divulgazione dei contenuti e delle testimonianze sui progressivi passi nelle ricerche e nella conservazione sulla scansione del tempo, in letteratura, teatro, musica e nella vita quotidiana .(v.s.)


Mercoledì 26 Gennaio 2011

provincia

Viterbo & Lazio Nord

p

9

MONTEFIASCONE

Sul colle falisco è tempo di primarie Sia a sinistra che a destra si vuole lasciare la scelta del candidato a sindaco agli elettori di GIUSEPPE BRACCHI

MONTEFIASCONE

V

oglia di primarie in entrambi gli schieramenti politici per designare il nuovo sindaco tra Cimarello e Fumagalli, Danti e Busà. Anche se al momento nessuno ne parla uf�cialmente. Il centrosinistra prepara le primarie per scegliere il nuovo sindaco tra Luciano Cimarello e Fernando Fumagalli e in seconda battuta tra Enrico Centaro e Giulia Moscetti. Il centrodestra, con lo stesso metodo delle primarie, vuol scegliere tra Andrea Danti e Angelo Busà e in seconda Battuta tra Carla Pepponi Bartoleschi e David Proietti o Luca Bellacanzone. Per saperne qualcosa di più si prova e si riprova a lanciare il sasso nello stagno o in piccionaia. Ma i piccioni non si destano e tardano a prendere il volo, così come l’acqua dello stagno non si smuove neppure di un... timido cerchio, lasciandosi morire, giorno, dopo giorno, nella sua squallida immobilità. Dispiace dirlo, ma la politica di quassù, sul Colle, assomiglia proprio ad uno stagno. Abbiamo provato con qualunque modo e con qualunque mezzo, facendo nomi e cognomi oppure formulando proposte, nel tentativo di aprire un dibattito e capire cosa bolle in pentola di qui alla prossima primavera, quando i cittadini saranno chiamati alle urne per eleggere i nuovi inquilini di Palazzo Renzi Doria, vale a dire Sindaco e consiglio comunale. Ma nonostante tutto... tutto tace! Non c’è nessuno, tra i politici vecchi e nuovi (o meglio qualche vecchio... marpione ha già provato a pronunciarsi, leggi: Sandro Leonardi per la destra ed Enzo Frallicciardi <per il Pd. Ma è meglio soprassedere).

Per tre anni un geometra del comune andrà in trasferta a Palazzo Vidoni di IMPERO GIANLORENZO

D

Nessuno, �no ad opra, ha avuto il coraggio di dire si, forse sono io il candidato Sindaco ideale; forse posso - non dico risolvere, perchè nessuno possiede la bacchetta magica. Ma tant’è. Nessuno vuole esporsi, nessuno vuole dire una parola, nonostante si siano fatti nomi e cognomi. Di cosa si ha paura? Tizio �� gradito a Caio, che a suo volta è gradito a Sempronio... e così via, dimenticando che in democrazia, il candidato deve essere gradito alla maggioranza dei cittadini aventi diritto al voto. Certe lezioni ed elezioni del passato, infatti, qui sul Colle, dovrebbero insegnare molto (in tal senso... Intelligenti pauca!!) soprattutto per chi si ricorda che �ne ha fatto l’amministrazione comunale guidata dell’ex sindaco Danti con Bracaloni e Caporiccio, af�ancati da Carla Pepponi, Agata Urso, Massimo Ceccarelli e Massimo Paolini, defenestrati perché Danti non ha mai svelato se era di centrodestra (leggi Pdl) o

dell’Udc (leggi uomo di Nando Gigli, come nelle elezioni provinciali). Certo i partiti politici sono sempre li a dire la loro. Sono gli intermediari insostituibili (almeno così sembra e sembrerebbe) di ogni campagna elettorale, prima e dopo il voto: Maurizio Paradiso, Renzo Vincenzoni, Giorgio Melani e Mario Trapé per il centrosinistra, il solo e sempiterno Maurizio Minciotti per il centrodestra, oltre ai soliti portaborse e portavoti (Viola, Minetola, Palumbo e Merlo ), nani e ballerine (sui cui nomi è meglio tacere). Fino ad un certo punto, però. E’ mai possibile che a nessuno dei cittadini falisci interessi conoscere di qui a primavera cosa si abbia intenzione di fare politicamente ed istituzionalmente per questa città? Basta chiederlo a Sandro Leonardi, perché sarà lui a decidere (con i voti o altro?) chi sarà il prossimo sindaco di Monte�ascone

al 1 febbraio 2011, un geometra del comune di Monte�ascone sarà distaccato per un periodo di tre anni presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri presieduto da Silvio Berlusconi al Dipartimento della Funzione Pubblica guidato dal ministro Renato Brunetta e dal sottosegretario Andrea Augello. Il commissario prefettizio Francesco Tarricone, ha accettato la richiesta con la quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri richiedeva, per urgenti ed inderogabili esigenze del Dipartimento della Funzione Pubblica, l’autorizzazione al comando presso la stessa Presidenza di un dipendente comunale con il pro�lo professionale di “Geometra”. Uno dei geometri del comune di Monte�ascone, sentito per le vie brevi, che si è dichiarato disponibile al comando, è stato così autorizzato al trasferimento presso il Dipartimento della Funzione Pubblica. Considerato che, dal momento che per la spesa del personale comandato deve provvedere l’ente presso cui detto personale va a prestare servizio e, pertanto, per tale periodo (3 anni) il geometra trasferito non graverà sul bilancio comunale. Questo dovrebbe consentire

al commissario Tarricone di assumere a tempo determinato (per 3 anni) un altro giovane geometra per sostituire quello trasferito che al termine del servizio ritornerà ad occupare il suo posto (salvo ulteriore proroga) e ad entrare quindi di diritto nella pianta organica del comune di Monte�ascone. Anche se per soli tre anni un altro giovane geometra potrebbe essere assunto dal comune di Monte�ascone per svolgere il lavoro e le mansioni del geometra trasferito ad incarichi superiori, potendo arricchire il

MONTEFIASCONE - La volontà è di dare voce ai cittadini Bagnoregio- Il consiglio comunale è stato un buco nell’acqua

I Promotori della Libertà presentano ‘Dalla politica ideologica a quella attuale’

La minoranza ottiene solo delusione

proposito della mancanza di vita politica a Montefiascone, di incontri tra i soliti noti con pacchetti di voto, si vuole portare a conoscenza di quello che si sta facendo in Corso Cavour dove hanno iniziato ad incontrarsi un gruppo di persone che, partendo come Circolo dei Promotori della Libertà, si stanno organizzando, estendendo l’invito agli amici per la settimana successiva, per uno scopo fondamentale: sviluppare la dialettica tra montefiasconesi di tutte le età, estrazione sociale e culturale. Si parla di programmi e di come realizzarli. Ognuno contribuisce in base alle proprie

iceviamo e pubblichiamo dal comune di Bagnoregio: “In data odierna si è svolto a Bagnoregio il Consiglio comunale richiesto dalla minoranza consiliare e dalla stessa pubblicizzato per giorni e giorni su stampa, manifesti e facebook nella speranza di avere una platea a cui richiedere plauso. La platea non c’era e soprattutto non c’erano i giovani che si sperava di avere. Bigiotti ha aperto il consiglio illustyrasndo chiaramente i due punti all’ordine del giorno in merito alle illazioni aperte dalla minoranza. In pasrticolare sulla mozione riguardante lo staff del sindaco, si è spiegato che l’art. 90 del T.U. Legge Comunale e Provinciale da la possibilità al sindaco di costituire un proprio staff per l’esercizio delle funzioni previste. La Giunta Comunale

A

abitudini ed esperienza. “Vogliamo dare voce ai cittadini, provare a capire che cosa è successo nel passato per arrivare all’attuale degrado del nostro paese. Ci anima un unico intento: lo spirito di servizio. Organizzeremo una serie di conferenze su tematiche che riteniamo prioritarie per Montefiascone, ed a queste sarà invitata tutta la cittadinanza. La prima avrà luogo il 26 gennaio alle ore 21 presso il salone parrocchiale di Zepponami e sarà tenuta dal senatore Ferdinando Signorelli dal tema: ‘Dalla politica delle ideologie alla politica attuale’.”

R

ha ottemperato alle condizioni poste dall’art.90. Il Sindaco e la Giunta hanno ritenuto di istituire un uf�cio di Staff per rendere più ef�ciente la macchina politicoamministrativa in funzione del soddisfacimento dell’interesse pubblico. Riguardo ai concorsi, l’Amministrazione Comunale aveva disposto con la deliberazione n. 125/2010 di procedere alla copertura dei posti vacanti per garantire il miglior funzionamento possibile dei servizi comunali. Il Responsabile del servizio, ha provveduto ai concorsi e alla pubblicazione dei relativi bandi, avviando le procedure di assunzione tramite mobilità d’uf�cio e mobilità volontaria sulla base delle norme regolamentari comunali. L’indizione di concorsi pubblici tendevano a soddisfare le aspettative anche di giovani bagnoresi che potevano usufrui-

re di una possibilità di lavoro. I Consiglieri di Minoranza chiedono di annullare i concorsi, chiedono quindi di far venir meno qualsiasi possibilità di lavoro per i giovani di Bagnoregio. Il climax del consiglio è stato quando il Sindaco è entrato nel merito dell’ordine dei lavori: la minoranza non aveva predisposto e messo agli atti, come esplicitamente richiesto dall’articolo 30 del regolamento comunale, alcun documento o mozione da sottoporre alla discussione e alla eventuale votazione del Consiglio. Dunque nessuna votazione, nessuna discussione e Consiglio concluso con grande delusione da parte della minoranza. Come dire un Consiglio, costato soldi alla comunità, per parlare del “sesso degli angeli”. Inesperienza o incapacità? Agli elettori l’ardua sentenza!”

personale curriculum con un’ esperienza senza dubbio di alto livello e potendo bene�ciare di uno stipendio, cosa non da poco se si tiene in considerazione la crisi occupazionale che colpisce soprattutto i piccoli centri. Il Dipartimento della Funzione pubblica fu costituito nel 1979 all’interno della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per rispondere alle esigenze di modernizzazione della pubblica amministrazione italiana. Il Dipartimento, di cui si avvale il Ministro senza portafoglio Renato Brunetta, delegato dal Presidente del Consiglio, promuove le iniziative di riforma dell’amministrazione in direzione dell’ef�cienza, dell’ef�cacia e dell’economicità dell’azione amministrativa. Il geometra del comune di Monte�ascone “comandato” per essere inserito nel Dipartimento della Funzione Pubblica, sarà probabilmente destinato ad occuparsi del programma di riforma della Pubblica Amministrazione, per ottimizzare la produttività del lavoro pubblico e di ef�cienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni adottati dal Governo e la modernizzazione del sistema amministrativo per la crescita dell’intero sistema economico nazionale. L’introduzione di sistemi di valutazione della performance delle strutture amministrative e del personale, così come la previsione di strumenti di valorizzazione del merito e di incentivazione dell’impegno dei dipendenti pubblici, sono strumenti �nalizzati a ridurre il divario di ef�cienza che ancora separa il sistema pubblico dal settore privato e a migliorare la qualità dei servizi erogati.


10

provincia

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

FALERIA

A breve dovrebbe partire un drastico intervento di taglio degli alberi

Grido d’allarme per il bosco di Fogliano di SIMONA TENENTINI

B

osco di Fogliano, è pura emergenza. Anche se l’amministrazione comunale tende a fare tutto alla chetichella, come da prassi, è però ormai certo che, nei primi giorni di febbraio, partirà una nuova campagna di disboscamento che si prevede ancora più catastro�ca delle precedenti. Con innumerevoli conseguenze. In primo luogo, come denuncia Paolo D’Arpini, presidente del Circolo Vegetariano di Calcata, con pesanti

ripercussioni sull’intero ecosistema che da anni è preda di un’azione dissennata frutto di pure logiche di marketing e di interessi personali, condotta nel pieno disprezzo dell’intero assetto ambientale. Queste le sue lungimiranti parole: “Povero Ottone III, dopo un millennio di silenzio, rimasto sottile nel bosco ove morì ancora giovinetto, si rivolterà nella tomba, il suo bel maniero (lungo la Via Francigena a Faleria) diruto… e tra poco anche gli alberi, tra i quali si mosse �nché la morte non lo colse a tradimento, son destinati ad esser abbattuti ignominio-

samente… Sì, il monticello di Fogliano perderà il suo verde manto, il bosco verrà raso al suolo per “far incassare denari” ad un’ amministrazione incapace e dilapidatrice..... Ed ecco che questi amministratori, alla vigilia del rinnovo del consiglio comunale, hanno deciso di in�erire con un colpo di grazia sul territorio… si vendono a quattro soldi i vetusti alberi del bosco di Fogliano.....” Un’azione scellerata, dunque, alla quale alcuni cittadini di Faleria si oppongono strenuamente. Ecco alcuni stralci di lettere scritte da residenti: “Con l’approssimarsi delle elezioni i nostri amministratori devono far cassa, e qual’è il sistema più semplice? Mandare al taglio il bosco. ....dalla sbarra d’ingresso e per tutto il tratto di strada �no alla prima piazzola nella parte destra scendendo alla forra....il taglio molto probabilmente inizierà ad inizio Febbraio, per cui a tutti quelli che vogliono godere ancora dello spettacolo del bosco, un consiglio affrettatevi, da

febbraio non avrete più di cosa godere.... Raccogliamo �rme per fermare l’utilizzo indiscriminato di questo patrimonio naturalistico in nostro possesso e che stiamo distruggendo con ritmi sempre più pressanti. In molti posti del mondo, quando vengono messe a rischio aree boschive di interesse, le associazioni naturalistiche intervengono. Occorre aumentare la sensibilità di tutti verso il bene comune, ed in particolare verso il patrimonio naturale del territorio in cui si vive…” Innumerevoli sono i lati oscuri e gli interessi nascosti legati a questa zona verde dall’immenso valore storico ed ambientale. Alcuni saranno svelati nei prossimi giorni...

CIVITA CASTELLANA - Chiesto un parere legale sul condono CIVITA CASTELLANA - Presentata un’opera sul dialetto locale

Forte Apache, ancora dubbi Cimarra fa il pienone C S on una delibera di giunta, l’amministrazione a guida Angelelli all’unanimità ha dato incarico all’avvocato Asciano del foro di Roma “di effettuare una disamina giuridico – giurisprudenziale”, sulla domanda di condono edilizio presentata nel 2004 dalla proprietà del complesso immobiliare ex Zanganella, per il cambio di destinazione d’uso da artigianale a commerciale, al �ne di veri�care la possibilità del rilascio della concessione in sanatoria. Attualmente l’immobile è occupato in minima parte da alcune attività, ma per la stragrande maggioranza, i locali si trovano allo stato cosiddetto di rustico, ossia senza ri�niture. La storia del condono venne fuori un po’ di soppiatto, quando la maggioranza bocciò la mozione presentata dal gruppo politico di Storace per vietare il cambio di destinazione d’uso del complesso immobiliare. In quella occasione, il sindaco, incalzato dall’opposizione accennò a questo condono e alla delibera di giunta per l’af�damento dell’incarico all’avvocato Asciano, probabilmente perché il tecnico responsabile di area non se la sentiva di concedere la sanatoria. E questa è stata la prima stranezza legata a questa vicenda. Perché il comune non si è rivolto direttamente per un parere

legale, anche per una questione di costi, al “Dipartimento Territorio, Direzione Regionale Territorio e Urbanistica”, che tra l’altro ha mansioni di consulenza e “provvede all’attività di copiani�cazione territoriale locale”? E poi c’era veramente bisogno di un parere legale, con tutti gli avvocati che stanno in maggioranza? Infatti la legge sul condono edilizio prescrive tassativamente che gli abusi debbano essere stati fatti prima del 31 marzo 2003. Ma se a tutt’oggi le condizioni degli ambienti da condonare sono quelle attuali, se pure il cambio di destinazione d’uso non necessitasse di opere interne, quando è stato commesso l’abuso? Cioè quando mai sono stati adibiti a destinazione commerciale i locali oggetto di condono se nel 2011 si presentano ancora al rustico? Intanto però, aspettiamo di conoscere i contenuti di questo parere legale, dopo la richiesta per averne una copia, che il PDL ha fatto nei giorni scorsi. Ma il dubbio che la successiva decisione di commissionare una variante urbanistica alla zona, con il preciso scopo di cambiare la destinazione d’uso di Forte Apache, scaturisca dalle considerazioni fatte sopra sulla inconcedibilità della sanatoria edilizia, rimane!

di MASSIMO CIRIONI

abato 22 gennaio nella splendida cornice di Palazzo Montalto – Belei, il prof. Luigi Cimarra ha presentato, dopo dieci anni di lavoro, la sua ultima fatica letteraria: un dizionario dei termini dialettali civitonici. Si tratta di una colossale opera di 750 pagine, che l’autore ha realizzato attraverso un lavoro certosino di indagine, di studio, di osservazioni e testimonianze. In una sala affollatissima, che non è riuscita a contenere tutti coloro che volevano presenziare all’evento, hanno preso la parola tra gli altri il sindaco avvocato Angelelli, il dott. Ciarrocchi della ceramica Flaminia, che ha �nanziato la pubblicazione dell’opera. Particolarmente interessante è stata la ricostruzione storica e linguistica dell’immigrazione avvenuta negli anni sessanta a Civita Castellana, da parte di popolazioni salentine, che il prof. Cimarra ha illustrato puntualmente sotto il pro�lo del lessico e delle espressioni linguistiche legate a questo fenomeno. Purtroppo, ha messo anche

in evidenza, che pur se ormai le nuove generazioni si sono completamente integrate e fuse con i civitonici, le espressioni e i termini offensivi nei confronti dei salentini hanno fatto parte del dialetto civitonico. Ha parlato anche della nuova immigrazione rumena, trovando delle analogie con l’esperienza salentina, infatti essendo il rumeno una lingua neolatina, ha evidenziato come parole rumene, abbiano delle analogie con termini dialettali civitonici, anche arcaici. Auspicando che ci sia maggiore tolleranza e accoglienza verso gli immigrati rumeni. In considerazione del fatto, diciamo noi, che il popolo rumeno deriva dai coloni romani, dopo la conquista della Dacia, e grande è il loro orgoglio di queste origini. L’imperatore Traiano è citato nel loro inno nazionale. Troppo spesso di fronte a fatti di cronaca delittuosi, anche a Civita Castellana, si associano persone di nazionalità rumena, ma che appartengono a etnie diverse, alla stragrande maggioranza dei rumeni onesti, che vivono nel nostro paese.

VASANELLO

“Porto con me il valore aggiunto dell’esperienza” di SIMONA TENENTINI

L

uigi Stefanucci dell’Udc, meglio conosciuto come Gigi (nella foto), �nalmente esce allo scoperto. Dopo mesi estenunati di trattative, sia con il centrodestra che, contemporaneamente con il centrosinistra, ha deciso che è giunto il momento di fare chiarezza su una ‘strategia’ che in molti dall’esterno hanno de�nito ambigua e a tratti surreale. E’allora uf�ciale l’appoggio dell’Udc allo schieramento del centrodestra? Diciamo di sì, mancano alcuni particolari come, ad esempio la �rma di un accordo scritto, cosa imprescindibile per noi, però questo dovrebbe essere solo un dettaglio che verrà sciolto nei prossimi giorni. Qual’è il valore aggiunto della tua candidatura? Di certo la ventennale esperienza che ho nel settore amministrativo, soprattutto a livello di politiche giovanili, un settore che dovrebbe essere notevolmente potenziato, visto che il nostro paese non offre praticamente nulla ai giovani compresi nella fascia d’età tra i tredici -quattordici anni �no ai diciotto. Come è nata la trattativa con il Pd per un uomo fondamentalmente di centrodestra come tu ti dichiari? E’ stata ‘buttata’ lì quasi per caso ma poi, con il tempo, si è alquanto consolidata, anche perchè ci sono molti elementi in comune nel nostro modo di vedere le cose. Si è trattato di un discorso portato avanti anche nell’ottica di seguire quella che è la politica nazionale. L’Udc, infatti, si rapporta con entrambi gli schieramenti per valutare quale sia la

prospettiva migliore, sempre in tema di benessere dei cittadini, intendiamoci. A questo riguardo, avrei visto di buon occhio una terza lista che magari avrebbe permesso di superare la posizione di stallo in cui si trova la politica locale in questo momento. Perciò non mi sento affatto uno stratega, come sono stato de�nito, ma, al contrario, una persona che non ha mai guardato al proprio tornaconto personale in fatto di scelte e decisioni. Cosa prevede l’accordo scritto cui accennavi prima? Il riconoscimento di un assessorato pesante ed, eventualmente anche del vicesindaco. Ribadisco che si tratta di un impegno che va formalizzato e sottoscritto, anche per una forma di garanzia degli elettori. E se dovessi riscuotere un numero di consensi inferiore alle aspettative, per le quali non sarebbe giusti�cata l’attribuzione dell’assessorato pesante? Sarei pronto certamente a fare un passo indietro. Cosa ne pensi del candidato sindaco del centrodestra? E’ sicuramente una persona capace e valida sotto molti punti di vista. Purtroppo lo penalizzano alcuni retaggi politici del suo passato. E poi manca di comunicativa.


Mercoledì 26 Gennaio 2011

Viterbo & Lazio Nord

litorale

p

11

MONTALTO DI CASTRO

Gli imponenti numeri dell’ “affare fotovoltaico” P roviamo a fare un calcolo, anche se approssimativo, sull’indotto del fotovoltaico a Montalto di Castro. Ecco alcuni dati disponibili forniti da Sun Ray Italia, società che ha costruito la più grande centrale fotovoltaica del Bel Paese, nonché una delle più imponenti d’Europa. L’energia elettrica prodotta nelle condizioni ottimali è suf�ciente a soddisfare i bisogni di tredicimila abitazioni e tale produzione evita di immettere in atmosfera ventiduemila tonnellate all’anno di biossido di carbonio, alias anidride

carbonica. Parliamo di indubbi vantaggi economici per chi ha investito, e vantaggi per l’intera collettività, intendendo con questo termine l’intero ecosistema mondiale, al quale viene risparmiata l’immissione di una enorme mole di anidride carbonica, gas serra tra i principali responsabili dei cambiamenti climatici. Oltre ai discorsi intorno all’opportunità di sfruttare al massimo le fonti di energia rinnovabile, dopo tutte le variabili considerate dai fondamentalisti-ambientalisti e le considerazioni dei politici,

passando dalle chiaccherate da bar, è il momento di vedere quali vantaggi i grandi cantieri fotovoltaici stanno portando alla cittadina castrense. Ragionamenti spiccioli, che a prima vista poco hanno a che fare con le grandi tematiche sopra indicate. Dieci aziende locali e duecentocinquanta operai hanno lavorato per duecentoquaranta giorni. Molti operai hanno acquisito competenze e capacità che adesso le ditte locali stanno mettendo a frutto in mezza Italia, al servizio dei nuovi investitori del settore. In questo caso si tratta di una

crescita qualitativa. Poi ci sono tutti quegli operai stranieri delle ditte sub appaltatrici che devono vivere a Montalto. Tedeschi e spagnoli sopratutto. Risultato: è �orito il mercato delle case in af�tto alla Marina, con effetti che si propagano anche a Pescia Romana, case che nei mesi invernali sono s�tte. Mentre gli agriturismi nelle vicinanze dei cantieri, con una sorta di riconversione aziendale, riescono a riempire decine di stanze. Ritorno economico anche per i ristoratori. Molti hanno stipulato convenzioni con

TARQUINIA

BRACCIANO

Un incontro all’Archivio Storico

Un comunicato stampa cerca di salvare il sindaco dalla sfiducia mostrata dagli agricoltori

Sulla polemica del conservificio il Pd prende le parti di Mazzola di DILETTA ALESSANDRELLI

L

e polemiche del Sindaco di Tarquinia riguardo l’incontro dell’assessore regionale alle politiche agricole Angela Birindelli con le rappresentanze del mondo agricolo continuano. E stavolta a dar �ato alle trombe è il Partito Democratico di Tarquinia. Un entità astratta, non si capisce infatti chi parli per chi, o semplicemente un intero partito spaurito, cerca di tirare il proprio sindaco fuori dal panico di una chiara e tangibile s�ducia arrivatagli dal mondo agricolo. Sembra così che in comune si abbia paura di venire de�nitivamente smascherati dalle insofferenze, ormai sempre più esplicite, del mondo agricolo che da parte sua accusa il sindaco di non aver trovato una soluzione al problema del conservi�cio dopo averlo avuto in concessione dall’ Ardis per ben tre anni.

L’ennesimo attacco della sinistra locale agli agricoltori, l’ennesima dimostrazione che “i talebani della politica” e gli amministratori, oltre ad essere le stesse persone non esitano a sparare le loro “bombe” giornalistiche contro chiunque si permetta di sollevare dubbi sulle scelte amministrative. L’atteggiamento che il sindaco Mazzola ha nei confronti del settore agricolo ci sembra quello di una donnetta non corrisposta, quello di chi, ri�utato, deve cercare pretesti per calunniare e gettare discredito su chi l’ha respinto. Il Partito Democratico di Tarquinia forse è poco informato anche su quanto è stato discusso durante l’incontro incriminato, durante il quale non si è parlato, infatti, di �nanziare nessun progetto, ma solo di dare in uso agli agricoltori lo stabile dell’ ex CON.A.L.. I Rappresentanti delle realtà agricole presenti hanno infatti tenuto a sottolineare proprio in

quella occasione che il loro progetto avrebbe avuto un impatto pari a zero sul bilancio regionale e che assolutamente non avrebbe richiesto �nanziamenti. Molte incongruenze ed indelicatezze tese ad una mera strumentalizzazione dei fatti, vengono al pettine leggendo le accuse mosse dal Partito Decocratico rispetto a delle riunioni di partito in luoghi pubblici, con un seguito di molte altre colpe attribuite ai promotori dell’ incontro, che non sarebbe dif�cile rispedire al mittente. Si potrebbe citare il caso dell’ associazione Tarquinia Viva o del modo in cui il bando per la gestione dell’ info point è stato praticamente scritto su misura per chi era “più uguale degli altri”. Non ci sembra di aver scorto dei politici tra gli agricoltori presenti, solo la �gura di Ada Iacobini liquidata dai democratici, sempre eleganti ed ironici, come richiede il decalogo del perfetto

D

Il sindaco Mauro Mazzola radical chic, “segretario politico autonominato che la terra la vede solo nei vasi del giardino di casa”. La Iacobini, come dichiarato dai rappresentanti del mondo agricolo, era presente perchè in prima persona, insieme al presidente della Coop Pantano Gianfederico Angelotti, si era interessata nel promuovere l’ incontro. Lo stesso partito democratico sempre attento e pronto come un cecchino a sparare a vista ai propri nemici, fa notare la presenza all’ incontro di “qualche esponente del Sel” immortalato in una foto accanto all’ assessore Biridelli, accusandolo di essere tanto di sinistra da far vincere la destra. Questo fatto quindi va au-

tomaticamente a smentire tutte le accuse sciolinate nel comunicato stampa diramato questa mattina da Pd di Tarquinia. È una triste condizione quella del sindaco Mazzola, ormai costretto a difendersi su tutti i fronti dalle bordate lanciatele, non dal Pdl che è troppo disorganizzato per riuscire a mettere in dif�coltà l’amministrazione comunale, ma da tutte quelle realtà che hanno contribuito alla sua vittoria nel 2007 e che ora preferiscono stare all’ opposizione piuttosto che amministrare con chi ne ha calpestato la �ducia, e da un PD che sarà dif�cile tenere unito stando agli ultimi scambi di note tra il Primo Cittadino e l’ex presidente della Tm Giovanni Guarsico.

MONTALTO DI CASTRO - I fondi destinati dalla Regione per il rifacimento degli argini non sono ancora stati utilizzati

Fiora, di chi è la responsabilità delle continue inondazioni? M ontalto costantemente sottoposta al rischio dell’esondazione del �ume Fiora, a denunciarlo alcuni cittadini e l’esponente de La Destra, Angelo Morgantini . Solo nel 2010 sono state tre le esondazioni, alcune dovute alle grandi quantità d’acqua riversate nel �ume dalle piogge battenti, altre, come quella del 6 gennaio 2010 dovute alla gestione irresponsabile della diga Enel del lago di Vulci. Le piene hanno sommerso terreni, abitazioni, attività commerciali sotto 80 cm di liquami. Nonostante la certi�cazioni della polizia locale sui luoghi colpiti dal disastro, non è stato posto un rimedio o

gruppi di operai e lavorano ogni sera e non solo il sabato. Grandi affari anche per i supermercati. Insomma, il fotovoltaico sta facendo bene all’economia locale. Tale industria è arrivata in uno periodi di maggiore crisi per le democrazie occidentali, crisi, che a Montalto è stata mitigata grazie a tutto questo fermento. Le opportunità di lavoro e guadagno sono state colte da molte categorie sociali. Per non parlare dei vantaggi ambientali. Unico appunto: sarà la nuova bolla speculativa?

intrapresa nessuna strada per il contenimento del problema. È un continuo rimbalzo di competenze, dal Comune di Montalto alla Regione Lazio, dalla Regione Lazio all’ Ardis, dall’ Ardis addirittura al Consorzio di Boni�ca che dovrebbe occuparsi della realizzazione degli scarichi dei terreni della zona interessata dal fenomeno dell’ esondazione del Fiora, che già anche quando non ci sono alluvioni sembrano comunque non riuscire ricevere la troppa acqua dei rovesci. I cittadini lamentano un abbandono da parte delle istituzioni che nascondendosi dietro dei con�itti di competenza tendono a fare uno scarica barile di responsabilità senza che nessuno

prenda dei provvedimenti. A luglio 2010 la Regione Lazio, con il Ministero dell’ Ambiente, ha �rmato un accordo di programma per l’individuazione, il �nanziamento e l’attuazione di interventi urgenti in difesa del suolo sul territorio laziale. Alla Tuscia è stato destinato un importo di 11.150.000 euro di cui 1.810.000 euro da destinarsi ad un programma straordinario di interventi relativi alle esondazioni. Questo stanziamento deliberato dalla giunta Polverini, interessa anche il Comune di Tarquinia con 465.000 euro per la stabilizzazione geomorfologica della rupe a nord-ovest e 955.000 euro per la stabilizzazione del fosso della Birba. (http:

//www.regione.lazio.it/binary/ web/home_news/sinterventi_sicurezza_idrogeologica.pdf) I cittadini di Montalto di Castro lamentano però che ad oggi non è ancora stata indetta una gara d’appalto per il rifacimento degli argini del Fiora, e temono un negligente ritardo sull’inizio dei lavori. I cittadini ormai esasperati fanno notare anche un altro caso di scarso interessamento al pericolo costituito dalle esondazioni, quello dell’inadeguatezza delle braccia a mare nella foce del Fiora: così come sono state realizzate, l’una parallela all’altra, non riescono ad impedire al mare di fare da muro al �usso del �ume in uscita. Questa

situazione, soprattutto in situazioni di mare mosso, favorisce il fenomeno dell’ esondazione. Il braccio di sinistra, sostengono, avrebbe dovuto continuare il suo percorso curvando verso destra così da facilitare lo scorrere del �ume in mare oppure si doveva prevedere un frangi �utto che consentisse al �ume di de�uire impedendo al mare di fare muro a causa della resistenza delle correnti. I cittadini infatti individuano il responsabile dell’esacerbarsi di questo stato di cose nell’amministrazione locale colpevole di poca premura nel sollecitare l’istituzione di volta in volta competente alla risoluzione dei problemi sopra discussi. (D.A.)

omani alle ore 10.30, presso la sala conferenze dell’Archivio Storico di Bracciano (piazza Mazzini, 5), si terrà la presentazione del Piano dipendenze territoriale del Distretto F3. L’iniziativa, promossa dall’Uf�cio di Piano dell’Accordo di Programma del Distretto, che comprende i Comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano (Comune capo�la), Canale Monterano, Manziana, Trevignano Romano, comprende tre progetti destinati alla prevenzione e al supporto per persone in situazione di dipendenza: “Progetto inclusione socio-lavorativa rivolta a persone in situazione di dipendenza in remissione dei sintomi, in trattamento e nella fase �nale del percorso terapeutico”, “Giochiamo con la pubblicità” e “Disco driver”. Nel corso della presentazione saranno illustrati �nalità e obiettivi dei tre progetti. Interverranno, fra gli altri: Elena Rosa Carone Fabiani, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Bracciano; Gloria Bianco, Coordinatrice dell’Uf�cio di Piano e Responsabile Piano di zona Distretto F3; dott.ssa Cinzia Cocilovo, Responsabile SerT; rappresentanti delle realtà del Terzo Settore che collaboreranno alla realizzazione delle iniziative.


12

civitavecchia

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

Buon auspicio per l’avvio del sistema di trattamento ‘Arrow Bio’

Bocciati dal Tar i ricorsi della Beg Moscherini: “Contrari ad ogni combustione, compresa quella di Cdr di PIETRO COZZOLINO

Il sindaco Gianni Moscherini

Una Sentenza di non poco conto; meravigliosa!”, quella con cui la Sezione seconda del Tar ha respinto, emettendo parere di merito, i Ricorsi presentati dalla Società ‘Beg’ nei confronti della Regione stessa e del Comune di Civitavecchia al �ne di ottenerne, altresì, un risarcimento danni per ben 10 milioni di euro. “Sentenza, quella poc’anzi detta - ha continuato il Primo cittadino - che dimostra come l’azione amministrativa sia dettata dall’esigenza di rispondere con ef�cienza ai problemi della collettività ed improntata sul

criterio della legalità e della trasparenza. E di meglio non avrebbe potuto esserci contro tutti coloro che, per meri �ni di propaganda, dicono il contrario. Infatti, la stessa ripaga inoltre delle tante cattiverie, delle insinuazioni vergognose e degli ingiusti giudizi sul nostro operare”. Una conferenza stampa, quella di ieri mattina in Sala Giunta, in più sostanziante preziosa occasione per parlare d’avvenire. “Entro due mesi - ha preannunciato ancora Gianni Moscherini - daremo concreto avvio alla programmata canalizzazione del trattamento dei ri�uti sul sistema ‘Arrow Bio’. Ciò, come antesignani, in Italia, di un qualcosa totalmente privo

di processi di combustione”. Una struttura, quella all’uopo prevista, la cui edi�cazione dovrà dichiaratamente passare dalle sole Ditte locali e che, grazie ad una speci�ca clausola contrattuale, lo stesso Ente comunale potrà, in tempi ecomicamente migliori dell’attuale, riscattare ad un costo pari a quello sostenuto dalla proponente nella fase di “start up” (iniziale, ndr). “Il Comune non metterà una lira - ha poi sottolineato il numero uno di Palazzo del Pincio - e nel relativo Accordo inseriremo vieppiù la possibilità di utilizzare il Biogas prodotto. Il tutto, con le nostre partecipazioni interamente convogliate nell’Holding di riferimento sì da

Patrizio Carraffa, Delegato Comunale di Arrow Bio creare, �nalmente, delle Aziende a loro volta producenti utili per far vivere il medesimo”. Quanto detto, iniziando a sgombrare de�nitivamente il campo, oltre che da diversi “allarmismi”, dai “fantasmi” evocati da alcuni “personaggini” della politica locale (e non solo) �nora evidenzianti, a sproposito, una propensione dell’Amministrazione medesima verso tutt’altro. “Siamo contrari a termovalorizzatori

e nuove discariche - ha rimarcato, in conclusione, a scanso d’ulteriori equivoci - ed a che lo stesso territorio si riduca in una mega discarica. E contrari a quelle pre�gurate in ambiti militari o ad Allumiere”. Senza contare, l’espressa contrarietà a far bruciare Cdr presso la Centrale Enel di Tvn. “Dunque, stando in Maggioranza è stata la chiosa squisitamente politica - Udc e Polo Civico, si adeguino”

Antico Mercato, la crisi c’è... e si sente! Regolamento Edilizio

Farà il paio con quelli inerenti i Dehors e decoro urbano

Richiesta l’abolizione di tassa rifiuti e Tosap per l’anno in corso ‘svolta storica per la città’

C

on riferimento alla crisi economica che ha colpito in modo grave anche il nostro settore ed alla delocalizzazione del mercato di Piazza Regina Margherita per i lavori di ristrutturazione dello stesso, i commercianti di seguito elencati chiedono la possibilità di abolire, per l’anno 2011, sia la tassa sui ri�uti sia quella relativa all’occupazione del suolo pubblico”. Inizia così una nota fatta di recente recapitare all’Uf�cio comunale competente, all’Assessore Alessandro Maruccio ed al Sindaco, Gianni Moscherini, da alcuni esercenti di quella che una volta era “la Palmetta” ed ora irrimediabilmente abbandonata al pari di molti altri, storici esemplari della medesima specie arborea. “Tale richiesta - continua - si rende necessaria in quanto i fattori sopra esposti hanno inciso sensibilmente sugli incassi giornalieri delle nostre attività ed inoltre, con l’imminente (imminente???) avvio dei lavori sopracitati, la situazione non potrà far altro che aggra-

I

varsi. Quindi, un’operazione da parte dell’Amministrazione comunale che miri ad eliminare le suddette tasse per l’anno in corso, non potrà che agevolarci nell’affrontare questo periodo”. Una richiesta, quella poc’anzi descritta, in merito alla quale i suddetti si sono detti altresì “certi di un positivo riscontro” ed inoltre operata da un altro

commerciante proveniente dalle “superfetazioni” ed ora appunto “delocalizzato”, non certo con i medesimi comfort, sulla copertura della Trincea ferroviaria e, a sua volta, riportante di un colloquio a tema proprio con il Primo cittadino. “Colloquio - ci riferisce - nel quale egli stesso mi ha assicurato che la mia missiva sarà tenuta

in debita considerazione nonchè pienamente soddisfatta”. Staremo a vedere. Nel mentre, però, la crisi c’è...e si sente! E pure pesantemente. Il tutto, a decretare, almeno per ciò che concerne le questioni prettamente mercatali, il fallimento totale della �loso�a, peraltro ostinatamente ostentata, del “tutto a posto”. (P.C.)

l nuovo Regolamento edilizio è un punto di svolta storico per tutta la città”. Interviene così, nel descriverne l’importanza rivestita, l’Assessore all’Urbanistica, Mauro Nunzi. “Con l’adozione avvenuta nel dicembre scorso - sostiene - sono state gettate le basi per una nuova era. Tale documento, infatti, serve soprattutto a far chiarezza in un settore nevralgico per l’economia cittadina, risultando fondamentale per i cittadini, le proprie case e gli operatori del settore datosi che con il medesimo sono state spazzate via, in un solo colpo, tutte quelle disposizioni emanate negli ultimi 25 anni dal Consiglio comunale e dai Dirigenti che, a macchia di leopardo, avevano cercato di porre rimedio a quello vecchio, risalente al 1962 ed ormai superato che, in molti casi, aveva ingenerato interpretazioni distorte della normativa. Con il Testo Unico dell’Edilizia del 2001 - sottolinea poi - adottarlo era divenuto un obbligo di legge. Questa Amministrazione ha colmato, quindi, una lacuna lunga ben 48 anni. Il Regolamento in

oggetto - ribadisce - costituisce un fondamento per tutti gli interventi di trasformazione nel territorio comunale e non va interpretato, bensì applicato in modo univoco”. Nunzi descrive dunque le azioni che lo stesso Assessorato competente sta mettendo in campo a riguardo: “Nei prossimi giorni - preannuncia - si svolgeranno delle riunioni interne dedicate a sviscerarne gli aspetti più delicati. Ciò, sia per una corretta applicazione che per dare esaustive spiegazioni a tecnici e quanti altri dei direttamente interessati. A seguire, verrà altresì indetto un formale incontro con i professionisti locali sì da avviare un confronto costruttivo sul tema”. Il Regolamento poc’anzi descritto farà dichiaratamente il paio con quelli inerenti i Dehors ed il decoro urbano. “Sono orgoglioso di aver apposto il mio nome su un documento di così straordinaria importanza - conclude il rappresentante dell’Esecutivo - e ringrazio l’ex Dirigente al Servizio speci�co, Federico Balsani, per l’impegno profuso nel mettere a punto il testo de�nitivo in�ne approvato”. (pc)

Oggi l’inaugurazione della prima sede CERVETERI - Il sindaco Ciogli ha finalmente assegnato le deleghe agli Assessori

È tempo di ‘Città Nuove’! Ora si faccia chiarezza sulla “Parentopoli cerretana” A F

vverrà nel pomeriggio di oggi, a partire dalle 18.30 presso il civico numero 65 di Corso Marconi, l’attesa inaugurazione della prima sede della Fondazione “Città nuove”. Nell’occasione, saranno presenti: Mariella Zezza, Assessore al lavoro ed alla formazione della Regione Lazio; Stefano Cetica, Assessore al Bilancio dell’Ente medesimo, e tanti altri Amministratori aderenti a quella che è stata de�nita la Fondazione “degli amici e dei sostenitori” della Presidente, Renata Polverini.

di BRUNA DI BERARDINO

A fare gli onori di casa, l’Assessore comunale alle Grandi Opere nonchè Vice Sindaco di Civitavecchia, Enrico Zappacosta. (pc)

inalmente il sindaco Ciogli ha consegnato le deleghe agli Assessori, ai quali chiede di sostenerlo nella battaglia per un rinnovamento. La delegata del sindaco Paola Calce dice: “ Adesso bisogna dimostrare con i fatti la bontà di questa scelta”. Bene, allora il “nuovo” Assessore Giuseppe Zito con delega al Personale, alla Finanza e Tributi (prima dell’azzeramento delle cariche era alla Pubblica Istruzione), può attivarsi da subito con due annose questioni mai chiarite dai sindaci e dagli Assessori competenti, si tratta delle case di proprietà comunale e della “Parentopoli” che potrebbe esistere nella P.A. amministrazione ceretana. Infatti, alcuni anni fa, di questa scandalosa situazione, abbiamo informato

l’Assessore ai Servizi Sociali della Giunta Brazzini, ma anche in quel caso nessuno si attivò. Si tratta degli appartamenti di proprietà del comune di Cerveteri af�ttati per una manciata di euro a famiglie facoltose e probabilmente che gravitano, da sempre, intorno alle amministrazioni e alle Istituzioni locali. L’accorato appello, per il sacro santo diritto a vivere una vita più dignitosa arriva da due signore che non possiedono una casa e non si possono permettere di af�ttarne una. Della immorale circostanza ne è stato messo al corrente anche il sindaco Ciogli, il quale nella primavera scorsa, assicurò ad una delle due coraggiose e disperate signore, che si sarebbe attivato per veri�care lo stato della disumana questione, e promise alla signora T. D. S. che l’avrebbe ricontattata , poichè era sua premura occuparsi di tutto ciò. E’

passato quasi un anno e anche questa volta non c’è stata nessuna risposta. Il desiderio di vederci chiaro nell’ambito di una probabile “ Parentopoli cerretana” arriva anche dal segretario cittadino de la DESTRA, il quale ha inviato a tutti i Capo Gruppo del consiglio comunale una proposta di legge, al �ne di tutelare tutti i residenti di Cerveteri e non solo i parenti dei già impiegati e/o funzionari del comune di Cerveteri, i quali potrebbero, a sua volta, agevolare i loro consanguinei. A risolvere queste intrecciate questioni, potrebbe impegnarsi anche l’ Assessore Maurizio Falconi con delega alle Politiche Sociali, Terza Età, Sanità e Pari Opportunità, perché la signora A. B. fa parte del settore della terza età , e come la signora T.D.S. chiede che gli sia data anche a loro un Opportunità….. per una vita più dignitosa !


SPORT

CALCIO - 1ª Categoria

Oggi il recupero Pilastro-Vignanello

di Alessandro G.VIRGULTI servizio a pagina 15

PIANETA RUGBY

Male la serie C Bene il Green di Glauco ANTONIACCI

servizi a pagina 19

Edizione del 26 Gennaio 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

TENNIS

Schiavone battuta solo dalla numero uno Nei quarti di finale degli Australian Open la portacolori del Tc Viterbo cede in tre set alla danese Wozniacki di GLAUCO ANTONIACCI

I

l titolo più utilizzato per descrivere l’eliminazione di Francesca Schiavone agli Australian Open è stato ‘Grazie lo stesso’. Di fronte alla numero uno del mondo, la danese Wozniacki, la portacolori del Tc Viterbo non ha fatto mancare la sua consueta grinta, provando a dimenticare che le quasi cinque ore di gioco affrontate negli ottavi di �nale contro la Kuznetsova erano il tempo totale che ci aveva messo la sua avversaria a vincere tutti e quattro i match precedenti. Il cammino della Wozniacki era stato spianato, senza nemmeno una rivale insidiosa, mentre l’azzurra, qualche volta complicandosi la vita da sola, aveva vinto in due set solo contro la Niculescu, dando vita negli altri tre casi ad autentiche maratone. Da giocatrice esperta, oltre che di classe, la Schiavone è partita forte per cercare di ottenere il massimo all’inizio e, infatti, si è portata a casa il primo set per 6-3. Nel secondo è andata in vantaggio per 3-1 ed è sembrata vicina a ripetere l’impresa di Parigi, quando aveva eliminato la Wozniacki nei quarti arrivando �no a vincere il torneo. La danese, però, non si è demoralizzata dopo l’ottimo avvio dell’azzurra, ha recuperato il break di svantaggio ed ha centrato ben cinque giochi di �la, pareggiando il conto dei set con il risultato di 6-3. Nel set decisivo si è fatta sentire la maggiore freschez-

za atletica della Wozniacki e, nonostante qualche colpo di classe della rappresentante del Tennis Club Viterbo, la danese ha progressivamente preso in mano il match; il punto decisivo è arrivato su un errore millimetrico dell’azzurra che aveva già annullato tre match point e sembrava ancora in grado di ribaltare l’esito dell’incontro. Peccato per questo �nale, ma il quarto posto nella classi�ca WTA che occuperà da lunedì è un giusto premio per l’eccellente torneo disputato dalla ‘leonessa’. Da qui al Roland Garros non ha tantissimi punti da difendere e non è escluso che possa salire ancora di più in classi�ca, prima di raggiungere Parigi dove sarà al via con il prestigioso ruolo di campionessa in carica.

BASKET 3 CONTRO 3

Join the Game riparte con la fase provinciale La stretta di mano tra Francesca Schiavone e Caroline Wozniacki

BASKET A2 DONNE - Coach Scaramuccia analizza la prova di Battipaglia e guarda avanti

“In casa non possiamo fare sconti a nessuno” S P

Coach Carlo Scaramuccia

ono ripresi gli allenamenti della Defensor in vista della gara casalinga di sabato prossimo contro Ancona. La squadra gialloblù, scon�tta nell’ultimo turno a Battipaglia, deve preparare bene la s�da contro le marchigiane che, in caso di successo, potrebbe quasi chiudere il discorso playout con tre mesi di anticipo. Basterebbe vincere, salendo così a quota 18 punti e rendersi quasi irraggiungibile dalle formazioni che dovranno lottare per i playout (le

ultime quattro del girone), senza dimenticare che i playoff sono ad un passo. La gara con Ancona, però, non sarà una passeggiata come farebbe pensare il duro ko interno subito dalle doriche contro College Italia: “Sicuramente verranno a Viterbo con una voglia matta di riscattarsi - commenta coach Scaramuccia - e mi giungono voci di un blocco degli stipendi messo in atto dalla loro dirigenza per stimolare ancora di più il gruppo. Di sicuro è una partita da vincere, ci stiamo condannando da soli a non fallire le gare in casa perchè in trasferta non riusciamo a produrre abbastanza. Evidentemente abbiamo dei problemi da risolvere”. A Battipaglia è arrivata una scon�tta simile a quella di Ragusa: “Per certi versi è così - prosegue Scaramuccia - perchè abbiamo subito il loro allungo sul �nire del secondo quarto. A Ragusa però non eravamo mai rientrati mentre stavolta la squadra ha reagito, siamo tornati a -6 a meno di cinque minuti alla �ne ma nel momento del massimo sforzo una loro tripla ci ha tagliato le gambe”. Dalla Campania qualche nota lieta e qualche prestazione sotto tono: “Richter è andata bene, poi è un po’ calata �sicamente ma ci sta dando tanto. Coraducci ha avuto subito problemi con Zanardi e ho dato spazio a Romagnoli che ha disputato una buona gara. Ora aspettiamo il recupero di Narcisi che, contro Ancona, dovrebbe poter giocare già qualche minuto”. (GA)

untuale come ogni anno, torna anche nel 2011 l’appuntamento con ‘Join the Game’, il campionato nazionale giovanile di basket 3 contro 3 riservato alle categorie under 14 e under 13 e strutturato su diverse fasi. Quella provinciale, organizzata dalla Delegazione di Viterbo della FIP, si svolgerà domenica a partire dalle ore 9 al PalaMalè di Via Monti Cimini. Join the Game festeggia quest’anno la sua nona edizione ed è organizzato a livello nazionale dalla Federazione Italiana Pallacanestro in collaborazione con VerdeSport Treviso e con il patrocinio del Coni. Le previsioni degli organizzatori parlano anche per quest’anno di circa 35.000 iscritti, pronti a s�darsi sui campi di tutta la penisola per raggiungere la fase regionale (domenica 27 marzo) e successivamente la �nale nazionale di Caorle, in provincia di Venezia, nel week-end del 21 e 22 maggio. Join the Game è senza dubbio una delle manifestazioni giovanili più imponenti dello sport italiano, con la prospettiva allettante di giocarsi il titolo di campioni d’Italia in una �nale dove ci sarà il meglio del basket giovanile nazionale. Il regolamento di Join the Game presenta alcune particolarità: si gioca su metà campo, con un solo canestro, gli incontri hanno una durata di 4 minuti senza interruzioni ed è possibile il pareggio, che assegna 1 punto in classi�ca a ciascuna squadra, mentre la vittoria ne vale 3 e la scon�tta 0. I canestri realizzati possono valere 2 o 3 punti come da regolamento

FIP, mentre ogni fallo commesso prevede l’assegnazione immediata di 1 punto alla squadra che lo ha subito, che effettuerà una semplice rimessa dal fondo senza eseguire tiri liberi. Ogni squadra è composta da 4 giocatori (tre in campo e una riserva) e i cambi possono essere effettuati in corsa, senza fermare il cronometro. La fase provinciale di Viterbo in programma domenica vedrà affrontarsi quattro squadre per ciascuna categoria, under 14 e under 13, che andranno a comporre un girone all’italiana. Le vincitrici di ciascun girone accederanno alla fase regionale del 27 marzo a Roma. Questi i partecipanti: UNDER 14 Santa Rosa 1: Andrea La Torre, Simone Cavallo, Andrea D’Agostino, Riccardo Labellarte. Santa Rosa 2: Simone Ricci, Lorenzo Boccolini, Piermarco Giustini, Giovanni Quintarelli. Santa Rosa 3: Enrico Giovannella, Edoardo Morleschi, Francesco Valerioti, Marco Porrone. Stella Azzurra: Andrea Capobianchi, Samuel Fabrizi, Tommaso Paolocci, Marco Veleno. UNDER 13 Pegaso Tarquinia gialla: Alessio Bernini, Rachele Boni, Alessandro Ghergo, Luca Piergentili. Pegaso Tarquinia nera: Sara Amorosi, David Boninsegna, Alessandro Centini, Matteo Sileoni. Stella Azzurra: Leonardo Casanova, Matteo Gasbarri, Gabriele Grossi. Virtus Capranica: Edoardo Gazzella, Luca Baldelli, Giulio Salemi, Giacomo Begini.


� �

sport

SPORT

p

14

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

CALCIO SERIE D

“Campioni di cuore” a Montefiascone Domenica nella cittadina falisca l’associazione Nuova Luce organizza un’asta di beneficienza In vendita le maglie dei giocatori di Milan, Juve e tante altre. Il ricavato verrà utilizzato per tre distinti progetti di EMANUELE FARAGLIA

COPPA ITALIA - Oggi gli ultimi due quarti di finale

U

n’importante iniziativa sociale si svolgerà domenica 30 gennaio presso l’Hotel Italia di Monte�ascone. Si tratta di un’asta di bene�cienza dal titolo accattivante, “Campioni di cuore”, durante la quale verranno messe in vendita le maglie dei giocatori dei più importanti club di serie A, dal Milan all’Inter, dalla Juve alla Roma e poi ancora Lazio, Fiorentina oltre a delle vere e proprie ‘chicche’ come la camiseta portoghese di Cristano Ronaldo e quella di Ronaldinho del Barcellona. Ad organizzare l’evento sarà l’associazione “Monte�ascone Nuova Luce” che dal 2008 è impegnata attivamente nel sociale e nella valorizzazione del territorio falisco. “Tutto il ricavato - spiega il presidente dell’associazione Angelo Merlo - verrà utilizzato per tre diversi scopi: una parte verrà de-

In quattro a caccia del pass per le semifinali

voluto al centro diurno per giovani disagiati in località Le Mosse, una parte servirà per l’ampliamento del parco giochi ed in�ne un’altra parte servirà per acquistare materiale didattico per la scuola primaria di Monte�ascone. Un ringraziamento particolare va al professor Umberto De Matteis, delegato della Regione Lombardia dal quale è partita l’idea, ma anche ai giocatori che hanno dimostrato grande sensibilità nei confronti dell’iniziativa. Francesco Totti ha donato due maglie della sua collezione limitata, Marchionni è riuscito ad inviarci, oltre alla sua, anche le maglie di Frey, Gilardino e Montolivo. Poi avremo anche le divise del nostro Leonardo Bonucci, di Ambrosini, Eto’ e Snejder”. Insomma gli appassionati si staranno già leccando i baf�, ma attenzione perché non vi abbiamo svelato il ‘pezzo forte’ dell’asta: un pallone interamente autografato da tutti i giocatori del Milan.

Il tam tam sulla rete ha già coinvolto 1500 persone, immaginiamo soprattutto giovani ma non solo, che hanno manifestato il proprio interesse attraverso la pagina FaceBook dell’Associazione. Chiunque volesse ulteriori informazioni può

andare sul sito www.monte�ascon enuovaluce.it Non mancate, l’appuntamento è �ssato presso l’Hotel Italia di Monte�ascone alle ore 17 quando anche voi potrete diventare... “Campioni di cuore”.

LA RIPRESA DI VITERBESE E FLAMINIA Senza gli in�uenzati Grandclement e Marigliano e con un Cadeddu a mezzo servizio i gialloblù di mister Puccica hanno ripreso a correre ieri pomeriggio allo stadio Rocchi. Si attendono le squali�che di Bricchetti e Lentini, assenze che condizioneranno lo schieramento di domenica contro la Viribus Unitis. Per rimpiazzare Lentini in particolare mister Puccica dovrà ricorrere a Zagarella oppure a Scerrati con l’inevitabile sacri�-

cio di Di Matera in avanti. Per quanto riguarda la Flaminia invece sono tutti abili ed arruolabili: “Belli carichi, direi - ammette il ds Manfra - abbiamo smaltito il pareggio beffa con la Pianese e ci apprestiamo ad affrontare il Perugia senza timori e �duciosi. D’altra parte pensavo di fare tre punti contro Todi, Castel Rigone ed appunto Pianese, ma visto che ne abbiamo fatti sette non possiamo che dirci soddisfatti”.

P

erugia e Turris aspettano di sapere chi saranno le s�danti nelle Semi�nali di Coppa Italia Serie D. I dubbi saranno sciolti oggi pomeriggio alle ore 14.30 quando scenderanno in campo quattro squadre per giocarsi gli ultimi due Quarti di Finale. La vincente di Santarcangelo - Atletico Trivento (Arbitro Matteo Milani di Verona, Assistenti di linea Riccardo Salmaso di Por-

togruaro e Enrico Caliari di Legnago) affronterà nel turno successivo la Turris mentre chi si quali�cherà tra Aquanera e Ponte San Pietro Isola (Fausto Rugini di Siena, Cesarluca Martino di Prato e Christian Rossi di La Spezia) incontrerà il Perugia. In caso di parità al termine dei ‘90 minuti si effettueranno i calci di rigore. Le semi�nali si giocheranno in gare di andata e ritorno in programma rispettivamente il 17 febbraio e 17 marzo.

VIVAIO - Grande soddisfazione in casa rossoblu ECCELLENZA - Dopo la terza sconfitta consecutiva il presidente Cialli ha deciso

Dalla Foglianese cinque Monterosi, riecco Lauretti giovani in prova alla Lazio Già da oggi il tecnico tornerà a dirigere gli allenamenti C A

he la Foglianese stesse lavorando bene con i giovani, a parte qualche piccolo incidente di percorso, era cosa ben nota. Adesso, dopo i lusinghieri risultati nelle diverse categorie, arrivano attestati e riconoscimenti di grande spessore. Ben cinque ragazzi della categoria Giovanissimi Regionali ‘96 sono infatti da due settimane in prova con la Lazio. Proprio nei giorni scorsi è arrivata la richiesta da parte dei biancocelesti di poter visionare i giovani talenti per altre due settimane, segno evidente che l’interesse per questi ragazzi c’è. Dunque continua questa entusiasmante esperienza per l’attaccante Giampiero Foglietta, il centrocampista Simone Oriolesi, il difensore Gianluca Allegrini, l’esterno destro Simone Brizi ed il portiere Cristopher Rossi, quest’ultimo fortemente voluto

dalla Lazio. E proprio per valorizzare ancor di più l’attività del settore giovanile anche quest’anno la Foglianese organizza un torneo per i classe ‘95 che si svolgerà dal 19 al 23 aprile. Oltre ai padroni di casa prenderanno parte alla manifestazione le formazioni di Roma, Lazio, Ternana, Tor di Quinto, Ostia Mare e Grosseto. Un parterre dunque di grande prestigio che fa onore al club del presidente Chiurazzi. (e f)

Monterosi si torna all’antico. Dopo la terza scon�tta consecutiva che ha uf�cialmente aperto la crisi biancorossa il presidente Flaminio Cialli non ha voluto perdere altro tempo e ha deciso di richiamare in panchina quel Pierpaolo Lauretti che a metà novembre aveva rassegnato le dimissioni per dissapori col direttore sportivo Lorenzo Angelini, poi silurato dalla dirigenza. “Già da domani (oggi, ndr) il mister guiderà gli allenamenti - spiega il numero uno del Monterosi - se sono pentito di averlo lasciato andare due mesi fa? In quel momento era quella la mossa da fare e poi a Lauretti l’ho sempre detto che la sua decisione di dimettersi fu affrettata. Però siamo rimasti in ottimi rapporti e adesso toccherà sistemare una situazione che si è fatta obiettivamente dif�cile. D’altra parte i giocatori avrebbero dovuto

dimostrare contro la Pescatori Ostia di essere un gruppo unito che non aveva riesentito dei cambiamenti avvenuti di recente. Invece hanno sbagliato la partita e mister Fantoni ha capito che quello di allenatore non è un ruolo che gli si addice”. “Nonostante tutto - conclude il presidente Cialli - sono convinto che questa sia una buona squadra. Mi illuderò, ma i giocatori a disposizione sono validi. Probabilmente tutti questi cambi tecnici hanno scosso l’ambiente. Forse abbiamo fatto un po’ troppa confusione...”. Dunque si riparte da Lauretti, una sicurezza, una guida forte che dovrà riprendere quel discorso bruscamente interrotto a metà novembre, con la squadra reduce dall’eloquente 5-3 sul Cecchina e bella tranquilla a metà classi�ca, con 17 punti e nessun sentore dei guai in cui si sarebbe cacciata nelle settimane successive. (Fa Em)

Mister Pierpaolo Lauretti: si era dimesso a metà novembre a causa dei dissapori con il direttore sportivo Angelini


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

p

15

CALCIO 1ª CATEGORIA

Virtus Pilastro-Vignanello un recupero ‘salvezza’ Oggi alle 14,30 al Vincenzo Rossi delicata sfida

I

n campo per la salvezza. Nel contesto di un campionato decisamente anomalo e per tanti versi “poco regolare” lo spezzatino prosegue con il recupero della tredicesima di andata tra Virtus Pilastro e Vignanello. RIONALI GASATI La “Virtus Pilastro boys” di mister Cesare Rondini che tra le mura amiche ha raccolto pochissimo (2 pareggi e 5 scon�tte) sogna il sorpasso sui rivali e di abbandonare per la prima volta, seppur virtualmente visto i recuperi da effettuare, le ultime tre posizioni della classi�ca generale. A dare la carica a capitan Maio e compagni è

1ª CATEGORIA GROTTE DI CASTRO #

30

CANEPINA # #

29

TUSCANIA BOLSENA

28

CAPRANICA

28

ISCHIA DI CASTRO # #

27

LATERA #

26

MONTE ROMANO

24

MONTALTO CALCIO

23

LUBRIANO

20

VASANELLO

17

VALLERANESE #

17

N. SORIANESE #

15

VIGNANELLO # #

14

VALENTANO #

13

VIRTUS PILASTRO #

12

A. TARQUINIA

10

# DEVONO RECUPERARE

La compagine rionale della Virtus Pilastro

PULCINI 2002 - Tutti felici e contenti

Barco e Canepina ed è un super 2-2

Non gioca la Fonte Bel Verde, male il Manciano

C

alcio toscano con poche note di gioia per le squadre che seguiamo da vicino e dove militano i giocatori della Tuscia. La formazione del Vignanello (Foto Andrea Di Palermo) stato il fondamentale successo, de�nito della “speranza” ottenuto do menica scorsa a Tarquinia contro l’Atletico al quale la Virtus Pilastro ha lasciato proprio domenica la poco gradita maglia nera. Vedremo se la Virtus riuscirà ad infrangere questo autentico tabù legato alle s�de casalinghe e al mal di gol a domicilio visto che sinora in casa sono stati soltanto due le reti segnate in occasione della scon�tta contro il Valentano e del pareggio interno contro il Tuscania Bolsena. CIMINI IN EMERGENZA Ed è una costante quella del Vignanello di presentarsi ad ogni incontro con un fardello di assenze dure da sopportare. Un po’ la jella e un po’ la lingua lunga (le raffiche di ingiustificabili e assurde squalifiche) porta il Vignanello a confrontarsi con una formazione in emergenza. Lo stesso Bam-

bini dirigerà le operazioni da fuori del campo visto che è stato fermato dal giudice sportivo. Vignanello tra l’altro sin qui molto penalizzato visto che negli ultimi due mesi ha giocato pochissimo per i continui rinvii e si sa quanto diventa difficile prendere il ritmo giusto se si gioca di tanto in tanto. TUTTI I RECUPERI Ricordiamo quelli che sono tutti i recuperi da doversi giocare in questo “tormentato” campionato di Prima Categoria. 13esima di andata - Resta da giocare il match tra Canepina e Ischia di Castro saltato lo scorso 19 dicembre 1ª di ritorno - Da �ssare i confronti saltati domenica scorsa e si tratta di CanepinaNuova Sorianese; ValleraneseGrotte di Castro; Latera-Vignanello e Valentano-Ischia di Castro. (agv)

A

ncora un bel pomeriggio di sport per i pulcini 2002 guidati da mister Fortini che sul sintetico di Canepina hanno dato vita ad un match combattuto e correttissimo (con sistema dell’autoarbitraggio perfettamente riuscito) terminato col punteggio di parità (2 a 2). La gara è stata piacevole fin dall’inizio, col Barcomurialdina più propositivo e pericoloso in chiave offensiva. Malgrado qualche ghiotta occasione creata, però, la prima frazione terminava a reti bianche. Nel 2’ periodo, squadra completamente rinnovata e partita che si faceva sempre

più avvincente con continui ribaltamenti di fronte. Bravi i due portieri a mantenere le proprie reti inviolate, fino a quasi la conclusione dei secondi 15 minuti quando i padroni di casa riuscivano ad andare in rete in una delle rare opportunità concesse dalla difesa viterbese. Si concludeva così anche il 2’ periodo e per il Barcomurialdina la necessità di rimettere in sesto la partita. Nell’ultima frazione, altri cambi come da regolamento, e squadra più sbilanciata in avanti. Non a caso, dopo cinque minuti arrivava il meritatissimo pareggio che restava tale fino al termine del match.

CALCIO 3ª CATEGORIA A - Successo sul Barbarano Romano e terzo posto nel mirino

Il Doc Gallese pensa in grande

di EMANUELE PACE

D

ue punti da recuperare sull’Accordia, prossima avversaria in trasferta e Tarkna, non sono certo molti ad una partita dal giro di boa del Girone A di 3° Categoria e una cosa si è capita: il Doc Gallese c’è. Dopo la bella vittoria di sabato scorso al “Dino Nelli” per 2-0 sul Barbarano Romano, griffata Ranfone, la squadra di mister Christian Quattrini può puntare proprio al terzo posto in classi�ca. “E’ necessario però continuare su questa strada e restare con i piedi per terra. Da parte nostra ci impegniamo molto in allenamento, viviamo partita dopo partita, ogni s�da come una �nale, poi alla �ne tireremo le somme”. A parlare è l’autore della doppietta per i biancorossi gallesini Roberto Ranfone, giocatore tuttofare e

IN TOSCANA

vero maratoneta, che insieme al metronomo Mariani e al capitano Pallozzi, forma una linea di centrocampo di tutto rispetto. Poi le retrovie, con l’estremo difensore Cesaroni confermatosi ad alti livelli di rendimento, protetto egregia-

mente dai fratelli Magrini al centro della difesa. In avanti il ritrovato Travaglini con Casadei e la stella Savoia, purtroppo ancora a secco di gol: “L’importante è aver vinto, io sono sempre al servizio della squadra e mandare in gol un compagno

per me è come segnare. Attraverso un momento in cui sto molto bene �sicamente e sabato darò ancora una volta il mio contributo, su questo non ho il minimo dubbio. E faccio anche i complimenti al Barbarano, una buona squadra, ma oggi (sabato scorso n.d.r. )siamo stati veramente bravi. La strada intrapresa, anche alla luce della vittoria con la Murialdina, è quella giusta”. Dunque potreste ambire anche a qualcosa di più del terzo posto �nale? “ Ora non esageriamo, concentriamoci sulla prossima gara che è molto dif�cile; poi certo… dovessimo confermarci su questi standard, perché non sognare?”. E allora buon divertimento a tutti. Perché anche se le due compagini di Civitavecchia (Csl Soccer e Las Vegas) restano le favorite, mai come in questo campionato e con avversari così motivati è vietato distrarsi.

Roberto Ranfone APPUNTAMENTO Nell’edizione di domani pagina speciale sulla Terza Categoria con altri aggiornamenti, foto, classi�che e prossimi turni.

PROMOZIONE (B) Soltanto oltre 20 cm di neve hanno fermato la Fonte Bel Verde di mister Fortuni che non ha potuto giocare il match casalingo domenica scorsa contro la forte O.C. Pescaiola. Già stabilito (e si che siamo nel Lazio) la data del recupero �ssata per mercoledì 2 febbraio. Domenica impegno esterno contro il Signa 1914 che insegue la Fonte Bel Verde ad un punto. Intanto i risultati della giornata sono stati tutti favorevoli alla Fonte visto che a parte la capolista nessuna delle altre compagini in odore di play off ha vinto. PROMOZIONE (C) Dopo il brodino dello scorso �ne settimana continua a mostrare tutti i suoi limiti il Pitigliano, fanalino di coda del girone C che perde per 3-0 nella trasferta contro l’Armando Picchi Livorno. La compagine di Legittimo resta all’ultimo posto con due soli punti. Domenica s�da interna contro il Montaione. PRIMA CATEGORIA

Qui davvero male il Manciano di Oliva e compagni. I biancorossi perdono contro l’ultima in classi�ca del Sovicille che porta via tre punti importanti in chiave salvezza (0-1). Inguardabile la prestazione della squadra di casa e la scon�tta poteva essere ancora piu’ pesante. Solo due le occasioni palla goal per il Manciano, un incornata di testa di Oliva, parata dal portiere ed un tiro di Manini che colpisce la traversa e il palo mentre gli ospiti sono pericolosi in piu’ occasioni, notevalmente con Plo, che spreca 3 volte davanti a Corradini. I biancorossi rimangono in 10 al 74° dopo l’espulsione di Fabrizio Rossi per somma di ammonizioni, ed il colpaccio arriva al 83° con Marchi, che spiazza Corradini con un tiro inoccuo dal limite. Domenica delicata trasferta sul campo de La Sorba Casciano. Riscatto invece per l’Orbetello con Biondelli e compagni che battono per 2-1 in rimonta il Ponte D’Arbia con la doppietta di Negrini. Domenica prossima match sul campo della capolista Fonteblanda. SECONDA CATEGORIA Pareggio a reti bianche nel derby tra Sorano e Castellazzara giocato su un campo pesantissimo e concluso sullo 0-0. Per neve non si è giocato il match tra S. Fiora e Paganico. Domenica il Sorano è di scena a Castel del Piano, il Castellazzara ospiterà la Maglianese e il Santa Fiora giocherà a Radicofani. (agv)


� �

sport

SPORT

p

16

Viterbo & Lazio Nord

AMATORI A

Risultati classifiche e decisioni del giudice sportivo

Lido Colotti e Manlio Pacini (Voglia di Calcio Tarquinia)

AMATORI B

Mercoledì 26 Gennaio 2011

AMATORI C

ASA ALLUMIERE

30

BASSANO ROMANO #

25

VIRTUS ACQUAPENDENTE

26

S. AGOSTINO AURELIA

28

VIGNANELLO

22

VALENTANO

24

AMATORI TOLFA

23

AMATORI CAPRANICA

21

AURORA PIANSANO

21

TREVIGNANO #

21

A. VETRALLA

20

FULGUR TUSCANIA

19

ATLETICO FALISCO

19

19

N.S. FAUSTINO 2010

MONTE ROMANO

19

POL. SEVAS

18

AMATORI MONTEFIASCONE

15

ANONIMA BRACCIANO #

18

AURORA VITERBO * # #

17

VIRTUS C. BOLSENA

14

REAL CANALE

13

VEJANESE #

15

ETRUSCA CAPODIMONTE #

12

ACCORDIA ORIOLO

11

STELLA AZZURRA

13

VIRTUS MARTA *

12

FC ORIOLO

10

ATLETICO VITERBO

11

ISCHIA DI CASTRO

8

REAL TARQUINIA

9

DEPORTIVO CIVITONICO

9

PIANETA E GIUSTIZIA #

7

MONDO NUOVO

9

SAN FAUSTINO

8

TORRESE #

6

SASSACCI

N. PESCIA ROMANA #

7

0

5

VOGLIA C. TARQUINIA

# DEVONO RECUPERARE

* DEVE RIPOSARE

* DEVE RIPOSARE

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

Virtus Acquapendente, controsorpasso al Valentano Solo quattro i match saltati per il maltempo. Volano Allumiere e S. Agostino

S

oltanto quattro dei diciotto confronti in programma nello scorso �ne settimana non si sono giocati per i campi impraticabili nei campionati del Centro Sportivo Italiano. Ecco il quadro completo della situazione dopo le gare della prima di ritorno nel girone A e della penultima di andata nei gruppi B e C. GIRONE A Conferma la sua forza la regina Allumiere che diventa settebellezze sul campo di un Accordia Oriolo battuto con un netto 7-0. Pronta replica dell’inseguitrice S.Agostino Aurelia che si impone per 6-2 contro il Mondo Nuovo e non molla l’inseguimento il Tolfa che supera con uno squillante 3-0 il Real Canale. Per il maltempo non si è giocato il confronto tra Trevignano e Anonima Bracciano. Nelle restanti due s�de pareggio per 1-1 tra Voglia di Calcio Tarquinia e Fc Oriolo e successo di misura dell’Amatori Monte Romano per 1-0 contro il Real Tarquinia. Da recuperare - Il confronto tra Trevignano e Anonima Bracciano. IL GIUDICE Ecco tutte le decisioni del giudice sportivo dopo i confronti della prima giornata di ritorno. Ammonizioni: Tirabassi Fabio, Rosati Gabriele (Voglia Calcio) – Santecchi Roberto (A.Tolfa). Squali�che: Santecchi Roberto (A. Tolfa) 1 gg. 4° ammonizione Multe - 5 euro al Tolfa per una giornata di squali�ca

GIRONE B Anche qui per i campi impraticabili è saltato un solo confronto ed è stato quello particolarmente atteso tra Aurora Viterbo e la capolista Bassano Romano. Negli altri match della penultima di andata abbiamo avuto il successo esterno della vice regina Vignanello passata per 2-1 sul campo del San Faustino. Bel pareggio per 2-2 nella s�da tra Atletico Viterbo e Vejanese. L’Amatori Vetralla prosegue la sua risalita e supera per 2-0 la Pol. Sevas. Vincono in trasferta per 2-1 l’Amatori Capranica sul campo dell’Atletico Falisco e per 3-1 la Stella Azzurra contro il fanalino di coda Sassacci. Ha riposato il Deportivo Civitonico. Da recuperare - I match tra Aurora Viterbo e Vejanese e Aurora Viterbo-Bassano Romano. IL GIUDICE Così per i confronti della penultima di andata. Ammonizioni: Vincenti Mauro (Atletico Viterbo) – Marinozzi Giuseppe (Atletico Falisco) – Cavalieri Francesco (Capranica) – Treta Luca, Grazini Alessandro (S.Faustino) – Jemi Corrado, Krasmiqi Elio (Vignanello). Squali�che: Giardiello Massimo (Vetralla) 2 gg. espressione blasfema; Ragnoni Luca (Vejanese) 2 gg. espressione blasfema; Appolloni Paolo (Vejanese) 1 gg. spintonava un avversario; Grazini Alessandro (S.Faustino) 1 gg. 4° ammonizione; Ammende: € 5,00 una giornata di squali�ca (S.Faustino); € 10.00 due giornate di squali�ca (Vetralla); € 15,00 tre giornate di squali�ca (Vejanese)

GIRONE A 2ª ritorno 29-30 Gennaio

GIRONE C Anche qui si sono giocate le s�de della penultima di andata. Per i campi impraticabili sono saltati i match tra Torrese e Nuova Pescia Romana e Pianeta Giustizia contro Etrusca Capodimonte. In vetta alla classi�ca controsorpasso della Virtus Acquapendente sul Valentano. Quest’ultima ha osservato il turno di riposo mente la Virtus Acquapendente ha vinto per 2-0 nella trasferta contro l’Amatori Monte�ascone. Negli altri match pareggio per 1-1 tra Virtus Marta e Aurora Piansano, l’Ischia di Castro è andata a cogliere tre punti pesanti vincendo per 1-0 sul campo della Virtus Calcio Bolsena e pareggio per 0-0 al termine di un confronto molto combattuto tra Fulgur Tuscania e Nuova San Faustino 2010. Da recuperare - I matcy tra Torrese-Pescia Romana e Pianeta Giustizia-Etrusca Capodimonte. IL GIUDICE Le sentenze sulle s�de della dodciesima di andata. Ammonizioni: Cascella Marcello, Riccucci Pierluigi (N.S. Faustino) – Colelli Fabrizio, Martinangeli Stefano (Piansano) – Sassara Leandro, Corazzini Igino, Rocchi Alessandro (V.Marta) – Peparello Stefano (V.Bolsena) – Stefanelli Emanuele, Quintili Enrico, Capobianco Francesco, Gaione Piero (Ischia di Castro) Squali�che: Sposetti Giovanni (Tuscania) 2 gg. espressione blasfema; Piciollo Massimo (Tuscania) �no al 06/02/2011 continue proteste; Giuliani Mirko (A.Monte�ascone) 1 gg. fallo ultimo uomo; Petroselli Matteo (A.Monte�ascone) 2 gg. offese all’arbitro; Rocchi Riccardo (A. Piansano) 1 gg. offesa all’arbi-

La formazione del Real Tarquinia tro; Patrizi Angelo (V.Marta) 1 gg. offesa all’arbitro; Dottarelli Fabrizio (V.Bolsena) 1 gg. tentava di scalciare un avversario; Pasquini Marco (V.Bolsena) 2 gg. colpiva volontariamente un avversario. Ammende: € 5.00 una giornata di squali�ca (A.Piansano, V.Marta); € 15.00 tre giornate di squali�ca (A.Monte�ascone; V.Bolsena); € 20.00 squali�ca (Tuscania) LE NOTIZIE UTILI DAL CSI DI VITERBO Ecco tutte una serie di notizie utili per l’attività amatoriale del calcio del Centro Sportivo Italiano. IL S. FAUSTINO CAMBIA Si comunica che la Società Sportiva San Faustino facente parte al Campionato Calcio Dilettanti – Girone B a partire dalla gara del 23/01/2011 disputerà tutte le gare interne presso il campo La Quercia alle ore 10.30 la domenica mattina. Si raccomanda a tutte le Società

GIRONE B 13ª andata 29-30 Gennaio

interessate di apportare tale modi�ca sul proprio calendario. VARIAZIONE CAMPO DE PIANETA GIUSTIZIA Si comunica che la Società Sportiva Pianeta e Giustizia facente parte al Campionato Calcio Dilettanti – Girone C, a partire dalla gara del 22/01/ 2011, disputerà tutte le gare interne il Sabato pomeriggio alle ore 14.30, presso il campo di S. Martino al Cimino, strada Madonnina dei Cimini. VARIAZIONE GARA BASSANO ROMANO vs SAN FAUSTINO Si comunica che la gara sopra citata verrà anticipata al giorno Sabato 29 gennaio 2011 alle ore 16.00 presso il campo comunale di Bassano Romano. VARIAZIONE CAMPO GARA ETRUSCA CAPODIMONTE vs VIRTUS CALCIO BOLSENA Si comunica che la gara

sopra citata verrà disputata il giorno 29/01/2011 alle ore 15.00 presso il campo di Gradoli. VARIAZIONE ORARIO ATLETICO FALISCO Si comunica che la gara sotto elencata verrà disputata alle ore 18.00 anziché le ore 17.00: Atl. Falisco - Vetralla 29 gennaio 2011 ore 18.00 Campo Rignano Flaminio VARIAZIONE ORARIO CAPRANICA - SASSACCI Si comunica che la gara Capranica – Sassacci verrà disputata alle ore 15,00 stesso campo e giorno anzichè le ore 17,30. VARIAZIONE GIORNO GARA NUOVA PESCIA ROMANA PIANETA GIUSTIZIA VT Si comunica che la gara Nuova Pescia Romana – Pianeta Giustizia Viterbo verrà giocata il giorno 29/01/2011 alle ore 14,30 stesso campo di gioco, anzichè il 30/01/2011. (agv)

GIRONE A 13ª andata 29-30 Gennaio

REAL TARQUINIA - ACCORDIA ORIOLO

BASSANO ROMANO - SAN FAUSTINO

NUOVA SAN FAUSTINO - VALENTANO

ASA ALLUMIERE - TREVIGNANO

VIGNANELLO - ATLETICO VITERBO

ISCHIA DI CASTRO - FULGUR TUSCANIA

AMATORI BRACCIANO - S. AGOSTINO AURELIA

VEJANESE - POL. SEVAS

ETRUSCA CAPODIMONTE - V. BOLSENA

MONDO NUOVO - TOLFA

ATLETICO FALISCO - AMATORI VETRALLA

PESCIA ROMANA - PIANETA GIUSTIZIA

REAL CANALE - VOGLIA DI CALCIO

CAPRANICA - SASSACCI

V. ACQUAPENDENTE - TORRESE

FC ORIOLO - MONTE ROMANO

DEPORTIVO CIVITONICO - STELLA AZZURRA

AURORA PIANSANO - AMATORI MONTEFIASCONE

RIPOSA: AURORA VITERBO

RIPOSA: VIRTUS MARTA


� �

ALLIEVI (regionali)

ALLIEVI (elite)

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

ALLIEVI (fascia B ecc)

p

GIOVANISSIMI (elite)

GIOVANISSIMI (reg)

17

GIOVANISSIMI (fascia B ecc)

N. TOR TRE TESTE

38

MONTESPACCATO

43

ROMA

44

SAVIO

41

AURELIO

46

ROMA

43

MONTEROTONDO

30

FREGENE

40

LAZIO

42

URBETEVERE

39

SAN PAOLO OST.

39

LAZIO

37

URBETEVERE

30

LA STORTA

27

SAVIO

35

TOR DI QUINTO

37

C. FOGLIANESE

36

N. TOR TRE TESTE

34

FUTBOL CLUB

29

ALMAS

26

TOR DI QUINTO

32

LADISPOLI

36

ETRUSCA

29

SAVIO

30

VITERBESE

28

VIS AURELIA

26

ATLETICO ROMA

25

VITERBESE

30

CIVITAVECCHIA

27

LODIGIANI

30

SPES MONTESACRO

26

SAN GORDIANO

25

NUOVA T.TRE TESTE

25

OSTIA MARE

25

MONTEFIASCONE

26

URBETEVERE

30

OSTIA MARE

26

FOCENE

24

VIGOR PERCONTI

23

DELLE VITTORIE

25

FREGENE

26

FROSINONEI

26

RIETI

21

VIGILI URBANI

23

OSTIA MARE

23

SPES ARTIGLIO

22

PIANOSCARANO

24

VIGOR PERCONTI

24

LADISPOLI

21

C. FOGLIANESE

22

URBETEVERE

22

TOTTI SOCCER S.

22

PESCATORI OSTIA

23

FUTBOL CLUB

23

20

PIANOSCARANO

19

TOTTI SOCCER S

21

TOR DEI CENCI

22

REAL MONTEROSI

19

APRILIA

20

18

MASSIMINA

18

.VITERBESE

17

OTTAVIA

17

PIAN DUE TORRI

18

AURELIO

18

17

ETRUSCA

16

APRILIA

13

ROMULEA

16

CORNETO TARQUINIA

17

VITERBESE

15

DELLE VITTORIE

17

SAN PAOLO OSTIENSE

16

SAN PAOLO OSTIENSE

12

RIETI

11

C. CASTELLANA C.G .

12

PRO ROMA

13

TOTTI SOCCER S.

15

MACCARESE

15

MONTEROTONDO

11

VIS AURELIA

11

BARCO MURIALDINA

10

TOR DI QUINTO

12

CIVITAVECCHIA

10

CIVITA CASTELLANA

12

PRO ROMA

9

FOCENE

6

MACCARESE

7

ANZIO LAVINIO

8

AURELIO

10

PALOCCO

1

DELLE VITTORIE

5

OLIMPIA

4

SAN GORDIANO

1

PRO CALCIO

0

OTTAVIA VILLALBA iPESCATORI OSTIA

Capolavoro Montefiascone juniores fascia B In 9 uomini i falisci hanno ribaltato l’1-0 del Casal Bernocchi tra il 90’ e 96’

N

ell’edizione di ieri per un problema tecnico sulla pagina del calcio giovanile regionale abbiamo pubblicato le classifiche non aggiornate dei vari campionati. Ce ne scusiamo con i lettori. Oggi riproponiamo la pagina corretta e nell’approfondimento ampio spazio alle cronache dei confronti giocati per i campionati juniores fascia B ed elite da Montefiascone e Pianoscarano. JUNIORES FASCIA B LA GRANDE IMPRESA “FALISCA”

La cronaca del confronto pareggiato per 1-1 dalla Juniores Elite del Pianoscarano con la V. Perconti Voka, Cepparotti, Ianiro, Lilli,Donati. Marcatori: Gloriani (43°)st; Cepparotti (50°) st; Proietti (51°)st. Espulsi: Barcarolo e Colombi. Marcatori: Gloriani (43°)st; Cepparotti (50°) st; Proietti (51°)st.

CASAL BERNOCCHI 1 MONTEFIASCONE 2 Casal Bernocchi: Caruso; Palomba, Moretto; Donacos, Aureli, Polilli; Pegorer, Citran, Gloriani, Morganti, Angelucci. All. M. Manzin. A disp.Cesare, Mizav, Sabatini, D’Andrea, Scaglia Montefiascone: Mattei; Barcarolo, Proietti; Burla, Vignanelli, Rosetto; Arriga, Colombi, Celletti, Lattanzi, Franci. All. F. Cerci. A disp. Mocini, Alessandrucci,

I ragazzi di mister Cerci, con tanta voglia di riscattarsi e di dimostrare che il posto che occupano in classifica non rispecchia le loro potenzialità e prestazioni, nono-stante sotto di una rete e con due uomini in meno, hanno completamente capovolto le sorti di una gara che li vedeva ancora soccombere. Le reti tutte negli ultimi minuti al termine di una gara ad altissimo livello durante la quale i ragazzi di Cerci hanno veramente tirato fuori unghie e

JUNIORES (elite)

JUNIORES (fascia B)

OSTIA MARE

47

CORNETO TARQUINIA

45

FUTBOL CLUB

43

CIVITAVECCHIA

37

NUOVA TOR T. TESTE

41

PESCATORI OSTIA

35

VIGOR PERCONTI

35

PALOCCO

30

FIUMICINO

34

C. FOGLIANESE #

26

OTTAVIA

24

SANTA MARINELLA #

25

VILLANOVA

24

MONTESPACCATO #

24

OLIMPIA

23

VIS AURELIA

22

CANALE MONTERANO

22

TOLFA

21

SETTEBAGNI

21

MONTEROSI

18

TANAS CASALOTTI

19

FORTE AURELIO

18

FREGENE

19

MONTEFIASCONE

16

MACCARESE

18

PIAN DUE TORRI

13

LADISPOLI

17

CASAL BERNOCCHI #

12

PIANOSCARANO

12

LA QUERCIA 88

9

LA SABINA

5

REAL MONTEVERDE

3

# DEVONO RECUPERARE

denti dominando gli avversari, col-pendo una traversa con Colombi e sprecando una rete fatta con Vignanelli ed infine realizzando le reti della vittoria. Nel giro di pochi minuti la serie delle reti. Al quarantatreesimo del secondo tem-po passano in vantaggio i locali su punizione di Gloriani; al cinquantesimo la rete del pareggio con Cepparotti che raccoglie di testa un calcio d’angolo e quindi un minuto dopo la rete della vittoria con Poietti che, con un’azione fulminea personale, ha recuperato palla in difesa, ha attraversato tutto il campo seminando i due avversari incontrati sulla strada, quindi solo davanti Caruso, prima con una finta lo ha messo a terra poi ha depositato il pallone in rete. Una rete veramente da cine-teca che ha raccolto gli applausi di tutti, compresa la dirigenza del Casal Bernocchi che, nonostante la partita molto maschia, e le serie di ammonizioni con le due espulsioni a carico di Colombi prima e Barcarolo poi, ne sono la riprova, si è dimostrata molto sportiva in un clima di grande cordialità. I locali sono scesi in campo concentrati e psicologicamente quasi spavaldi, in considerazione della classifica degli ospiti, determinati di far propri i tre punti ma sulla loro strada hanno trovato una squadra altrettanto motivata ed agguerrita. I locali hanno iniziato subito ad attaccare anche con troppa determinazione, quasi provocando la squadra di Cerci, che ha risposto colpo su colpo e, nonostante essere rimasta in forte inferiorità numerica per le due espulsioni, tuttavia ha seguitato a crederci, a combattere

La formazione del Montefiascone Juniores

riuscendo così a capovolgere il risultato prima e conquistare la vittoria poi. Diverse le sostituzioni: Al trentacinquesimo del primo tempo Arriga, mal ridotto per i deter-minati interventi su di lui, ha lasciato il posto a Voka, al quindicesimo del secondo tempo Ceppa-rotti ha sostituito Rosetto, al diciassettesimo Ianiro ha rilevato Franci ed al quarantatreesimo Alessandrucci ha sostituito Celletti. Grande la soddisfazione in tutto lo staff falisco, specialmente nel dirigente Federico Fumagalli e nell’allenatore Cerci che finalmente ha visto in campo quello spirito di squadra e velocità di giuoco che da tempo sta inculcando ai suoi ragazzi. Oggi siamo fieri di loro, hanno esclamato i due dirigenti, uscendo dal campo tra gli applausi di tutti. Cinque i minuti di recupero concessi dal direttore di gara al fine del secondo tempo. (Pietro Brigliozzi) JUNIORES ELITE Buon punto per il Pianoscarano che mostra segnali di crescita nel confronto interno contro la Vigor Perconti.

PIANOSCARANO 1 VIGOR PERCONTI 1 Pianoscarano: Marcomigni, Palazzolo, Perello (29’ st Arcamone), Malagigi, Veneruso (5’ st Alinj), Tofani (21’ st Miralli), Marabottini (20’ st Ronchini), Faiola, De la Rosa (14’ st Aspromonte), Guerrini, Angelucci. A disp. Capone, Costabile. All.. Damiani Vigor Perconti: Rossi, Secci (35’ st Pomposelli), De Luca, Santori, Ciampini (34’ st Tiburzi), Nozzo (24’ st Ballestrini), Castellano, Rei, Cimini, Ciolli, Campanella. A disp. Cirossi, Ciancemi, Cristiano. All. Papotto Arbitro: Modica di Roma Marcatori: 1’ pt Cimini (V), 23’ st Faiola (P) La Juniores Elite del Pianoscarano conquista un punto grazie all’1-1 casalingo contro la quotata Vigor Perconti, anche se può recriminare per un secondo tempo condotto sempre all’attacco che avrebbe potuto regalarle anche il successo pieno. La squadra rossoblù è stata brava a non disunirsi dopo aver incassato la rete dell’1-0 degli ospiti dopo appena un minuto di gioco; su un palla alta il vento ha modi�cato la traiettoria, traendo in ingannol’estremo difensore Marco-

migni, e il numero nove della Vigor Perconti, Cimini,ne ha prontamente appro�ttato per siglare il vantaggio dei suoi. Nonostante la doccia fredda, la squadra di mister Damiani ha reagito cercando di riequilibrare il risultato, trovandosi a giocare in superiorità numerica dalla metà del primo tempo causa l’espulsione di un giocatore ospite per doppia ammonizione. E’ stato soprattutto nella seconda frazione di gioco, disputata a favore di vento, che il Pianoscarano ha aumentato la pressione offensiva, costringendo gli ospiti a difendersi in massa e a rintanarsi nella propria metà campo. Il pareggio è arrivato grazie a Faiola che ha ripreso una respinta del portiere su calcio di punizione di Guerrini, insaccando il pallone dell’1-1. Il goal ha un po’ placato la spinta agonistica dei rossoblù che, pur continuando a tenere in mano il pallino del gioco, non sono più riusciti a creare azioni pericolose e la gara si è così chiusa in parità. Nel prossimo turno, Marabottini e compagni dovranno affrontare una delicata trasferta a Ladispoli, contro una formazione che li precede di appena cinque lunghezze in classifica.


� �

Il quadro completo di juniores allievi e giovanissimi provinciali I risultati e i recuperi

sport

SPORT

p

18

ALLIEVI A

ALLIEVI B

Viterbo & Lazio Nord

GIOVANISSIMI A

GIOVANISSIMI B

Mercoledì 26 Gennaio 2011

GIOVAN. FASCIA B

MONTEROSI

29

V. ACQUAPENDENTE

36

CANALE MONTERANO #

27

N. SORIANESE

30

DLF CIVITAVECCHIA

26

VIRTUS CIMINI

28

N. SORIANESE

29

TOLFA ALLUMIERE

28

CORNETO #

25

27

MONTALTO CALCIO #

MANZIANA

25

TOLFA ALLUMIERE

22

CANALE MONTERANO #

26

MONTEFIASCONE #

25

ACCORDIA ORIOLO #

24

VIRTUS PILASTRO #

21

REAL MONTEROSI

21

TOLFA ALLUMIERE

22

TUSCANIA BOLSENA

21

VIGNANELLO #

19

V. ACQUAPENDENTE *

18

BARCO MURIALDINA

20

BARCO MURIALDINA

22

ETRUSCA #

16

DLF CIVITAVECCHIA *

18

P.R.A. GROTTE DI CASTRO #

16

LUBRIANO #

15

SANTA MARINELLA

BAGNOREGIO #

15

19

20

18

COM. FOGLIANESE

VIRTUS PILASTRO REAL MONTEROSI

16

CANINESE #

15

MAGLIANESE #

16

VIRTUS MARTA

13

SAN GORDIANO *

17

BLERA

14

P. R. A. GROTTE DI CASTRO

13

CORCHIANO GALLESE #

ISCHIA DI CASTRO #

17

CALCIO TUSCIA

GROTTE S. STEFANO

12

13

CIVITA CASTELLANA

13

9

ATLETICO TARQUINIA

9

CALCIO TUSCIA #

9

13

11

4

CORNETO TARQUINIA

SAN PIO X

CANEPINA #

MONTALTO CALCIO

8

3

V. BOLSENA

6

9

6

VIRTUS CIMINI #

C. RONCIGLIONE

FABRICA CALCIO 2010 # ORATORIO GRANDORI

3

VULSINIA BOLSENA #

5

BLERA #

1

NUOVA BAGNAIA

3

TRE CROCI

7

ORATORIO VILLANOVA

-1

BASSANO IN TEVERINA

0

MANZIANA

-1

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

* HA RIPOSATO

* HA RIPOSATO

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

* HA RIPOSATO

Virtus Cimini juniores, è qui la festa Il team di Nardocci balza al comando nel girone A

I

l punto sui campionati giovanili provinciali che nello scorso fine settimana sono stati condizionati dal maltempo. JUNIORES Così nella prima giornata di andata dei due gironi provinciali. GIRONE A Balzo al comando della classifica dell’ottima Virtus Cimini di mister Nardocci che è andata a vincere per 4-1 sul terreno del 2001 Tuscia ed ha approfittato dei passi falsi del Capranica battuto a Blera per 1-0 ed in calo rispetto all’inizio di stagione. Da vedere cosa deciderà il giudice per il match tra Portuale e F. Nepi in quanto gli ospiti per questioni legate al maltempo non hanno raggiunto la città tirrenica. Detto del Blera che continua a salire, nette vittorie per il Vasanello che batte 3-0 il San Pio X e del Basssano Romano che bissa il successo dell’andata e supera per 5-2 il Monte Romano. Recupero - Oggi alle 15 si recupera il match tra Monte Romano e Corchiano Gallese. GIRONE B Qui è un continuo tourbillon con variazioni di classifica costanti e che adesso premiano nel contesto di una graduatoia comunque virtuale la Vigor Acquapendente di mister Casciani che ha battuto per 3-2 il Tuscania Bolsena. Bene il team della Virtus Pilastro di Angelo Bonelli che si è imposto per 3-1 sulla Nuova Sorianese. Ritorno al successo del Barco Murialdina di mister Milani con il 5-1 ai danni dell’Etrusca e vince la Caninese per 2-1 con il Valentano. Per il maltempo non si è giocato il match tra Lubriano e Atletico Tarquinia ed ha riposato la capolista virtuale Montalto Calcio.

Negli allievi è sempre super Vigor e bel blitz del Pilastro con il Real Monterosi. Il quadro completo dei recuperi mana trascorso trova il primato solitario il Monterosi corsaro per 5-0 sul terreno del fanalino di coda Oratorio Villanova, respirano profumo di alta classifica la Virtus Cimini corsara a Blera per 6-1, il Manziana che batte 4-0 il Fabrica e il Barco Murialdina che vince 3-2 contro il San Pio X. Nel derby netto 4-1 del Tuscia contro l’Oratorio Grandori e si dimostra in grande forma la Virtus

Pilastro corsara per 1-0 contro il Real Monterosi. Questa la cronaca del confronto. REAL MONTEROSI 0 VIRTUS PILASTRO 1 Real Monterosi: Stentella, Agnelli, Paesani, Lattini, Fattori, Florea, Marian, Vitali, Menegazzi, Di Vittori, Zucchetto, Loli, Tigano, Tamagnini, Colacci, Kovatte, Carbone, Lascesione; All. Martini

Halluli e Sambuci (Virtus Pilastro Allievi)

JUNIORES A

JUNIORES B

VIRTUS CIMINI

24

VIGOR

21

CAPRANICA

23

VIRTUS PILASTRO

20

COMP. PORTUALE #

19

MONTALTO *

19

BLERA

19

LUBRIANO #

19

FORTITUDO NEPI #

18

ATLETICO TARQUINIA #

18

ALLIEVI Così in quello che si è giocato per la dodicesima di andata.

SAN PIO X

16

CANINESE

18

2001 TUSCIA

13

NUOVA SORIANESE

17

VASANELLO

11

BARCO MURIALDINA

16

GIRONE A Qui tutto regolare visto che il match tra Canale Monterano e Tolfa Allumiere era stato già posticipato al prossimo 9 febbraio alle 16 per accordi tra le società. Nelle sfide del fine setti-

CORCHIANO GALLESE * #

8

VALENTANO

7

BASSANO ROMANO

6

TUSCANIA BOLSENA

7

MONTE ROMANO #

0

ETRUSCA

3

* HA RIPOSATO

* HA RIPOSATO

# UNA GARA IN MENO

# UNA GARA IN MENO

Virtus Pilastro: Mazzetti, Fayed, Mancinelli, Halluli, Sambuci, Geronzi, Ciancolini, Mazzotta, Tardani (cap), Persi, Teodori, Rinaldo, Bottiglieri, Corradini; All. Grazini Arbitro: Lanzi Giorgio della sezione di Viterbo Marcatori: s.t. 16’ Tardani. Seconda vittoria esterna per la Virtus Pilastro allievi provinciali, che si oppone con il minimo scarto su un coriaceo Real Monterosi; sul sintetico di Mazzano, in una fredda giornata le due squadre cercano punti per l’alta classifica. I rionali vengono da un’ importante vittoria in trasferta in quel di Civitavecchia con il San Pio X, e non vogliono perdere l’occasione per agganciare il treno dell’alta classifica, mentre il Monterosi, con un bel gruppo di soli ’95, cerca di farsi le ossa per la prossima stagione. La partita comincia con i ragazzi di mister Grazini che cercano subito di affondare nella difesa avversaria, con Tardani sempre pericoloso e incisivo. Sua la prima conclusione da fuori al 20’. Sempre i rionali in avanti con Hallulli che da fuori spara alto al 25’. I locali sono pericolosi con lunghi lanci per Menegazzi e Zucchetto, ma la retroguardia ospite fa buona guardia. Poi al 31’ la Virtus Pilastro deve rinunciare per infortunio al centrale Geronzi e poi all’attaccante Ciancolini. Mister Grazini ridisegna la squadra arretrando Hallulli in difesa con l’inserimento di Corradini e Rinaldo. Il primo tempo si chiude senza episodi degni di rilievo. Nella ripresa la partita non si sblocca, anche se i rionali sembrano avere una marcia in più che si concretizza al 16’, quando su azione personale Tardani s’insinua in area dalla destra e da posizione defilata batte imparabilmente Stentella. Gli ospiti tentano di recuperare e si riversano nella metà campo avversaria, ma sia per l’imprecisione delle conclusioni, sia per un eccessivo nervosismo le azioni sono tutte senza pericoli per Mazzetti e compagni. I rionali difendono a denti stretti il vantaggio, lottando su ogni pallone fino al fischio finale del signor Lanzi, che ha ben diretto l’incontro. Quindi un meritato bottino pieno per i viterbesi, che hanno dimostrato ancora una volta di saper ben difendere il vantaggio acquisi-

Mister Nardocci (V. Cimini Juniores) to, lottando strenuamente su ogni pallone. Bene ha lavorato mister Grazini sui propri ragazzi, che hanno acquisito una mentalità vincente che gli ha consentito di mettere in cascina la quarta vittoria consecutiva. Prossimo impegno è il derby con il Barco Murialdina. Tra i migliori in campo ancora Tardani, Halluli e Rinaldo. Per gli ospiti una partita difficile, come detto soprattutto per l’eccessivo nervosismo, che ha spesso penalizzato il gioco; poca incisività davanti, e molta confusione a centrocampo hanno fatto il resto. Tra i migliori Lascenzione, Zucchetto e Mariani. Recupero - Resta quindi da giocare il solo match tra Canale Monterano e Fabrica. GIRONE B Qui sono stati soltanto quattro i confronti che si sono potuti giocare. Maltempo - Il brutto tempo dello scorso fine settimana ha impedito lo svolgimento di Montefiascone-Vulsinia Bolsena e Lubriano-Etrusca. Posticipata - La gara tra Caninese e Corneto Tarquinia era stata posticipata a priori a martedì 1° febbraio. Nei match giocati continua a volare la capolista Vigor Acquapendente che passa per 4-1 sul campo del fanalino di coda Bassano in Teverina, bene il Tuscania Bolsena che vince per 2-0 a Grotte Santo Stefano e pareggi per 2-2 nelle gare tra Atletico Tarquinia e Nuova Sorianese e Montalto Calcio-Lubriano. Da recuperare - Sono quindi i confronti CanineseCorneto; MontefiasconeVulsinia Bolsena e Lubriano-Etrusca.

GIOVANISSIMI GIRONE A Prima di ritorno e solo due i confronti giocati con il successo per 2-0 del Tolfa Allumiere contro il Corchiano Gallese e l’affermazione del S. Marinella per 2-1 contro un’Accordia in calo. Ha riposato il Dlf Civitavecchia. Recuperi - Per martedì 1° febbraio è previsto il recupero tra Accordia e Corchiano Gallese. Da fissare i recuperi dei match saltati nello scorso fine settimana: Canale Monterano-Canepina; VignanelloBlera e Virtus Cimini-Maglianese. GIRONE B Anche qui per la prima di ritorno solo due confronti disputati con le nette affermazioni della capolista Nuova Sorianese di mister Masini corsara per 3-0 con la Virtus Marta e il ritorno al successo del Vulsinia Bolsena per 5-1 contro la Nuova Bagnaia. Ha riposato la Vigor. Da recuperare - Le seguenti sfide della prima di ritorno: Pol. Real Azzurra Grotte di Castro-V. Pilastro; Ischia di Castro-Calcio Tuscia e Montalto-Bagnoregio. GIOVANISSIMI FASCIA B Qui si è svolto tutto regolarmente. Ecco i risultati Real Monterosi-Dlf Civitavecchia 1-1; blitz del Corneto che vince sul campo del Tolfa Allumiere per 2-0; successo corsaro del Barco per 4-0 a Tre Croci, vince in esterna anche la C. Ronciglione per 5-1 a Manziana e pareggio per 1-1 tra C. Castellana e C. Foglianese. Ha riposato il San Gordiano.


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

p

RUGBY/2 - Bilancio deludente nel fine settimana

RUGBY/1

Risultati incoraggianti anche dagli ultimi concentramenti per i piccoli viterbesi

Questi under crescono bene

Soltanto una vittoria per i Lions Alto Lazio Bene solo il gruppo allenato da Amicucci e Ascantini

RUGBY C - Cade anche il Ruota Oriolo

Amatori sconfitta dalla capolista Crc di GLAUCO ANTONIACCI

I

F

ine settimana con risultati tutto sommato positivi per i team giovanili del Rugby Green Viterbo. In evidenza soprattutto la formazione under 10 che, nonostante un terreno di gioco molto pesante, la giornata fredda e alcune defezioni, hanno portato a casa in modo autoritario un altro concentramento disputato contro avversari della stessa categoria. I piccoli atleti gialloblù si sono sbarazzati di Cus Roma 1, Cus Roma 2 e Civitavecchia segnando ben 26 mete e subendone solamente due. Un successo che conferma la qualità del gruppo e l’af�atamento raggiunto dai ragazzi. Bene anche il gruppo under 8 che ha battuto i pari età

19

del Cus trascorrendo un’altra giornata di gioco e di divertimento, come deve essere nello spirito di questo sport praticato così in giovane età. Non è stato invece un �ne settimana positivo per la under 14, impegnata al Campo degli Acquedotti a Roma. Dopo la bella vittoria ottenuta sul campo del Castel Gandolfo, la squadra gialloblù si è presentata all’appuntamento con il morale alto e la voglia di ripetersi ma ha dovuto fare i conti con alcune assenze eun campo al limite della praticabilità. Non sono arrivati risultati positivi ma la squadra ha comunque confermato la crescita di questo periodo e in tutto l’ambiente c’è ottimismo sulle possibilità del gruppo. Il problema prin-

cipale riguarda la rosa dei giocatori che è ridotta e bastano piccoli infortuni a mettere in dif�coltà gli allenatori che, comunque, sono sempre riusciti a presentarsi ai concentramenti con il numero di atleti previsto per non invalidare la prestazione. La prima partita con il Fiumicino ha visto i gialloblù tenere testa agli avversari per tutto il primo tempo, con una buona prova della mischia e positive ripartenze dei trequarti. Nel secondo tempo è maturata però la scon�tta di fronte ad una squadra molto �sica. Nella seconda partita, complici alcuni infortuni, i viterbesi sono rimasti in 12 ed hanno ceduto all’Appia, pur uscendo dal campo a testa alta. (GA)

l sogno di bloccare la capolista Civitavecchia è durato �no a pochi minuti dalla �ne, infrangendosi poi sulla meta di Margioni e sulla successiva trasformazione di Giannini che hanno sancito il 19-12 �nale. L’Amatori Civita Castellana aveva cullato a lungo il sogno di uscire dal Moretti-Della Marta con un risultato positivo, addirittura con una vittoria visto che, nel primo tempo, i civitonici si erano portati in vantaggio segnando due mete. I padroni di casa sembravano in grossa dif�coltà di fronte all’ottima prestazione dell’Amatori, ma sul �nire del primo tempo hanno saputo ridurre lo svantaggio con una meta di Cicoria ed è stato ancora il capitano a dare al Centumcellae il pareggio dopo soli cinque minuti del secondo tempo. La gara è poi andata avanti sul �lo dell’equilibrio, decidendosi a pochi giri di lancetta dalla �ne con la già citata meta di Margioni. Un vero peccato per Civita Ca-

stellana che avrebbe potuto uscire con un buon pareggio dalla trasferta contro la regina del campionato. Non è andata bene nemmeno al Ruota Oriolo, impegnato a sua volta contro l’Amatori Tivoli ex capolista del girone. Il quindici oriolese sperava di appro�ttare del momento di dif�coltà dei padroni di casa, che però hanno ritrovato gioco e �ducia proprio in questa occasione imponendosi con il punteggio di 22-0. Il Ruota ha resistito �n quasi alla �ne del primo tempo, poi però ha incassato due mete e non è riuscito a rialzarsi, subendo anche la terza marcatura durante la ripresa e non riuscendo mai a rendersi pericoloso.

U

na vittoria e due scon�tte per i Lions Alto Lazio rugby, in un week-end decisamente avaro di soddisfazioni per la società nata dalla fusione dei settori juniores di Amatori Civita Castellana, Montevirginio e Rugby Viterbo. Il gruppo under 18 Elite e i due team under 16 erano impegnati tutti in trasferta nei rispettivi campionati e non sono riusciti a centrare un bilancio positivo. L’Under 18 Elite era attesa sul campo di Frascati da cui è uscita con una scon�tta per 20-12 segnando due mete ma subendone quattro. Infortuni ed impegni scolastici hanno costretto coach Grassotti a rinunciare a molti elementi importanti, al punto che la squadra si è presentata con i soli 15 elementi necessari a scendere in campo e senza riserve. Niente da fare nemmeno per l’Under 16 che milita nel girone 2 regionale. Il gruppo seguito da Emiliano Cardoso e Francesco Medori è caduto a sorpresa sul campo del Cus Roma per 2926: non sono bastate le quattro mete segnate a rovesciare l’esito di un match condizionato dal pessimo inizio e deciso da una meta nel �nale dei romani. Conferma invece il primato in classi�ca l’altra squadra Lions Under 16, sempre al comando del girone 3. La formazione allenata da Marco Amicucci e Alessio Ascantini, nonostante la lunga trasferta a Latina e il campo pieno di fango, ha vinto per 36-5 conquistando anche il bonus. Una prova all’altezza delle aspettative che segna il terzo successo del 2011 in altrettanti incontri disputati.

Presentazioni e convegni oggi a Civita Castellana BOCCE - L’atleta di casa trionfa ad Orte davanti all’emergente Said Moltif

Una giornata tutta dedicata allo sport e alla lotta al doping

G

iornata di appuntamenti sportivi quella odierna presso il centro commerciale Piazza Marcantoni a Civita Castellana. Tanti infatti gli eventi in programma presso la sala convegni dell’area commerciale a partire dalle 17, quando prenderanno il via le iniziative promosse dall’Amatori Rugby Civita Castellana per completare i festeggiamenti dei 50 anni di attività. Si partirà con la presentazione della Maratonina dei Tre Comuni, la corsa podistica in programma domenica che segnerà anche l’inizio del circuito Corrintuscia 2011. L’edizione numero 32 di questa gara che toccherà i comuni di Nepi, Civita Castellana e Castel Sant’Elia, si preannuncia ricca di nomi prestigiosi e sarà una grande attrazione nel panorama sportivo della domenica viterbese. A seguire toccherà alla letteratura sportiva con la presentazione del libro ‘50 anni di strani rimbalzi a Civita Castellana’, realizzato dal giornalista Ugo Baldi che ripercorre così mezzo secolo di rugby targato Amatori.

Gran �nale con il convegno ‘Lo sport è vita’, nel corso del quale interverranno il prof. Ernesto Alicicco (nella foto), docente universitario in medicina dello sport ed ex medico sociale della Roma in serie A, che affronterà il tema del doping e dei suoi effetti negativi, il prof. Carlo Gigli, primario di chirurgia del ginocchio e traumatologia dello sport, il dottor Antonio Zezza, ortopedico, e il dott. Carmelo Gentile, medico dello sport e medico sociale dell’Amatori Rugby Civita Castellana.

Ranfone si aggiudica ‘La Bottega di Claudia’ G

randi emozioni e spettacolo nel primo trofeo ‘La Bottega di Claudia’, tredicesima gara del calendario provinciale di bocce, organizzata domenica scorsa dalla bocciofila D.L.F. Orte. La manifestazione, a carattere provinciale, specialità Individuale, ha visto la partecipazione di 131 atleti provenienti anche da Umbria, Toscana e Campania, un’affluenza decisamente alta e contrassegnata da validi antagonisti per i campioni delle società viterbesi. Dopo la fase preliminare, organizzata in 17 gironi disputati su vari bocciodromi, si è passati alla fase finale cui hanno partecipato i vincitori dei vari gironi, radunati presso i bocciodromi di Civita Castellana e Orte. La manifestazione è stata diretta senza pecche dall’arbitro regionale Luigi Romano di Oriolo Romano, coadiuvato dall’arbitro Mario Piacentini del comitato viterbese, ed è terminata in serata con le

premiazioni dei vincitori effettuate direttamente dai dirigenti della società bocciofila organizzatrice. Si è trattato di una manifestazione di ottimo livello tecnico, grazie alla presenza di atleti molto qualificati provenienti anche dai comitati di regioni limitrofe, come il giovane Luca Di Felice, già campione italiano negli anni passati, e tanti altri campioni nelle varie categorie. La vittoria nel trofeo La Bottega di Claudia, insieme a sette punti utili

per migliorare la classifica di categoria, è andata all’atleta di casa Renato Ranfone (categoria B), portacolori proprio della bocciofila D.L.F. di Orte, che ha sconfitto in finale l’emergente Said Moltif (categoria C) della bocciofila di Blera. Sul terzo gradino del podio è invece salito Mauro Celletti (categoria C) della bocciofila di Grotte Santo Stefano che ha preceduto Angelo Pambianco (categoria A) della bocciofila di Foligno.

Ancora una volta i boccio�li viterbesi hanno piazzato l’acuto, eliminando nelle fasi preliminari atleti più accreditati provenienti dagli altri comitati e monopolizzando i primi tre posti della classi�ca; un risultato di prestigio, ulteriore conferma della qualità di un movimento che continua a raccogliere successi e consensi in ogni manifestazione e che riesce sempre ad avere la meglio sugli avversari. Il prossimo importante appuntamento per gli atleti ci sarà domenica, con la gara organizzata dalla boccio�la di Vignanello. Si tratta anche in questo caso di una manifestazione individuale provinciale che registra, ad oggi, la partecipazione di molti atleti che si affronteranno �n dal mattino nei bocciodromi af�liati al Comitato viterbese. Lo spettacolo è garantito e, come di consueto, non mancheranno appassionati e semplici curiosi che assisteranno agli incontri nei vari bocciodromi interessati dalla manifestazione.


� �

sport

Viterbo & Lazio Nord

SPORT

p

20

Mercoledì 26 Gennaio 2011

BASEBALL

Un tocco di giallo e verde alla Corsa di Miguel Alla gara podistica hanno partecipato i giovanissimi atleti di Montefiascone PALLANUOTO

Esordienti Snc vittoriosi 10-5 sulla Vis Nova

U

na delegazione nutrita ed entusiasta, composta da circa 50 mini atleti in rappresentanza delle società Urbe Roma, Monte�ascone, Highlanders Roma, e Acilia. Anche la Federazione Italiana Baseball e Softball ha voluto partecipare domenica scorsa alla 12^ edizione de ‘La Corsa di Miguel’, gara podistica organizzata dal Club Atletico Centrale per ricordare il poetamaratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, uno degli oltre 30.000 desaparecidos. Nel gruppo dei giovani atleti spiccava, sia per numero che per la festosa divisa giallo-verde, il gruppo falisco che, da solo, costituiva più del 50% dei partecipanti del baseball; c’erano ragazzi di età compresa tra 8

anni (l’agguerrito Giordano Conti) e quasi 14 (Alessandro Gervasio). Nonostante il freddo e la partenza alle 6 di mattina, i ragazzi e le loro famiglie sono stati orgogliosi di rappresentare la cittadina falisca e sono stati intervistati e fotografati da diverse emittenti (come Telestudio che trasmetterà il servizio domani alle 20,40). La manifestazione ha fatto registrare un nuovo record di partecipanti con 7000 presenti tra la prova competitiva (che ha fatto registrare 4250 arrivati, nuovo record per una 10 chilometri italiana), quella aperta a tutti (1700 sui 10 km, 450 sui 2,7 km) e la biciclettata (circa 300), grande novità di questa edizione. I ragazzi di Monte�ascone

erano fra i 450 iscritti alla non competitiva ed hanno ottenuto buoni risultati: i 3 fratelli Carletti (Matteo, Michele e Flavia) e Giordano Conti sono arrivati fra i primi 20, mentre i dirigenti e tecnici Tassoni, Roberto ed Anna Maria Ballarotto hanno comunque completato il percorso. Un’esperienza singolare ma emozionante, che i ragazzi hanno provato con entusiasmo. “Dobbiamo ringraziare i ragazzi e le famiglie presenti, che nonostante il freddo hanno consentito al baseball monte�asconese di essere riconosciuti dall’ambiente dei podisti – ha dichiarato il presidente Enrico Tassoni - accreditandosi ancora di più come società seria ed impegnata nelle iniziative della federazione”.

C

I V I TAV E C C H I A - Seconda vittoria di �la dei ragazzi di mister Simone Pagliarini, che al Palagalli battono la Vis Nova per 10-5 (1-1, 4-0, 3-0, 2-4, i parziali del confronto) scalando ancora la classi�ca del campionato under 13/Esordienti. La Snc si è infatti portata al secondo posto nel Girone A-Lazio, in condominio con la Roma 2007 e davanti al Nomentano, fermo a quota 5, e al Simply Pescara che ha 4 punti ma deve recuperare una gara, proprio come la Vis Nova che è ultima a zero punti. Alle spalle dei baby rossocelesti anche Lazio e Latina, entrambe con tre punti nel carniere, mentre in testa non accenna a rallentare l’Acilia con 12 punti, frutto di quattro successi. La Snc si era presentata all’incontro con tante assenze causa in�uenza e infortuni vari, schierando solo nove elementi; in queste condizioni, la vittoria assume un valore ancora piu importante contro un avversario che è rimasto in partita solo nel primo tempo, portandosi addirittura in vantaggio all’inizio prima di essere raggiunto nel �nale di tempo. Nel secondo e terzo tempo è arrivato l’affondo decisivo del SNC, con parziali di 4-0 e 3-0, e il risultato è stato messo al sicuro sull’8 a 1 e con un solo tempo da giocare. Nel quarto tempo è uscito fuori l’orgoglio della Vis Nova che ha recuperato qualche gol �ssando il punteggio �nale sul 10 a 5. “Sono pianamente soddisfatto della prestazione dei ragazzi - ha affermato a caldo coach Simone Pagliarini - anche se le tante assenze giusti�cano solo in parte la prestazione non ottimale dei miei ragazzi”. Questo il tabellino della SNC: Massimo, Magrelli, Fracassa 1, Accorsi 5, Di Bella, Pagliarini 1, Poce 1, Silvestri, Gori 2. All. Simone Pagliarini. Scon�tta di misura, invece, per gli allievi nazionali di Renato Aradis e Marcello Del Duca, piegati 12-11 dalla Lazio al Foro Italico dopo un appassionante match giocato punto a punto.

DANZA SPORTIVA - Soddisfatti gli organizzatori

Tanti campioni impegnati nel Palasport falisco di PIETRO BRIGLIOZZI

I

l palazzetto dello sport delle Fontanelle a Monte�ascone ha ospitato una grande manifestazione di ballo, organizzata dalla Federazione Italiana Danza Sportiva, capace di esprimere livelli tecnici molto elevati nel contesto del campionato provinciale. Molte scuole di ballo prestigiose hanno partecipato alla manifestazione, a partire dalle padrone di casa New Angel e In�nity Dance di Monte�ascone, proseguendo con la New SA.VI. Dance di S. Martino al Cimino, la New Dance A.L.B.A. di Viterbo, la New Campion di Terni, la Wonderful Dance di Narni, La

TAEKWONDO - Superati gli esami di passaggio di grado per gli allievi del Maestro Viglietta

Nuove cinture per l’Olimpic Vetralla L

a palestra di Manziana ha ospitato la scorsa settimana gli esami di passaggio di grado; sono stati impegnati gli allievi della A.S.D. Taekwondo olimpic Vetralla del maestro Roberto Viglietta e gli allievi del centro Taekwondo Bracciano guidati dal maestro Sabino Traversi. Gli esami si sono svoltidi fronte ad un pubblico numeroso ed entusiasta, che ha visto esibirsi gli atleti delle due

scuole in varie prove: forme, combattimenti e giochi ludici per i più piccoli, nello spirito del taekwondo che, come ha ricordato il maestro Viglietta, può educare e formare attraverso il gioco anche gli atleti più piccoli. Attraverso la ripetizione di esercizi che sono soprattutto giochi, questi piccoli allievi riescono a costruire il gesto tecnico che si manifesterà poi nella fase di crescita dell’atleta. Per un bambino il giocaè

certamente un elemento essenziale nella crescita in corretta armonia di corpo e spirito, ed è proprio questo il messaggio che il taekwondo vuole trasmette nelle varie scuole. Tale messaggio sembra essere stato ricevuto alla perfezione dagli allievi delle due scuole presenti da tradizione all’evento, che si sono esibiti dando prova di capacità tecniche notevoli pur trattandosi, in alcuni casi, di giovanissimi con pochi mesi di pratica del taekwondo. Il periodo di preparazione per gli atleti del taekwondo è sicuramente duro e faticoso, così il giorno dell’esame viene sempre atteso con entusiasmo e fiducia, vedendolo come una giornata speciale in cui ognuno, secondo il grado di preparazione ed anzianità, deve eseguire il programma di propria competenza. Al termine degli esami di passaggio di grado è stata espressa soddisfazione dai maestri Traversi e Viglietta, entrambi allievi del Maestro Giuseppe Flotti, attuale vice presidente della Federazione Italiana Taekwondo.

Rosa Blu di Orte e la Golden di Viterbo. Ben 200 gli atleti al via, appartenenti a queste scuole, con le coppie scese in campo che si sono cimentate in tre discipline fondamentali (Ballo Liscio, Danze Stand e Danze latinoAmericane). La giuria era formata da grandi professionisti del settore come Alessandra Lanzi e Massimo Polo di Viterbo, Manuele Silvestri ed Ester Bartoli di Monte�ascone, Pino Ascagni, Alessandro Garofano, Antonio Chiarore, Antonio Bellavista, Marco Lustri e Luca Digiacomoantonio di Roma, tutti iscritti all’Associazione Maestri Italiani Danza Sportiva. Il Presidente della manifestazione era Alberto Pugliesi. Numerosissimo il pubblico sugli spalti che ha seguito con interesse lo svolgersi delle gare riservando applausi ai partecipanti. Ancora una volta a Monte�ascone un evento così prestigioso: “Abbiamo organizzato per la seconda volta qui a Monte�ascone questa manifestazione di alto prestigio - ha confermato il presidente Pugliesi - in quanto Monte�ascone ci ha accolto sempre molto bene, con simpatia, ci ha sempre aiutato nello svolgimento di tutte le pratiche burocratiche ed ha famose scuole di ballo con numerosi atleti”. Come sono i rapporti tra il Direttivo e le società in generale? “Non voglio che ci sia un Direttivo dispotico ed accentratore, mi sono sempre sforzato ed è mia ferma volontà che tutti i responsabili delle scuole partecipino attivamente alla vita del Direttivo poiché siamo un associazione giovane ed è necessario il contributo di tutti piccolo o grande che esso sia. Mi dispiace che alcuni mancano in questa collaborazione”. La vostra forma di dialogo? “Chiedo partecipazione con ogni mezzo dalla posta al telefono, al passaparola, agli inviti uf�ciali ed ultimamente anche telematicamente con la posta elettronica. Desidererei tanto arrivare a tutti ed avere il supporto di tutti senza escludere anche qualche critica che sia, volta però alla costruzione di un’Associazione migliore. Criticare per criticare non lo accetto”.


Mercoledì 26 Gennaio 2011

cultura

Viterbo & Lazio Nord

p

21

Sesto anno per il grande teatro di Acquapendente

Dal 30 gennaio una serie di appuntamenti unici di FORTUNATO LICANDRO

L

a sesta stagione teatrale del Teatro Boni di Acquapendente riparte domenica 30 gennaio proponendo otto nuovi appuntamenti che spazieranno dalla musica alla commedia, dalle letture alla prosa, per un calendario che ospiterà �no ad aprile produzioni proprie, rappresentazioni promosse dall’A.T.C.L. (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio) e creazioni di altre compagnie italiane. La stagione teatrale è realizzata dall’Associazione Te.Bo. con il contributo del Comune di Acquapendente e della Regione Lazio, in collaborazione con l’Arci Viterbo; gli spettacoli contrassegnati dal simbolo A.T.C.L. sono promossi dall’Assessorato Cultura Spettacolo e Sport della Regione Lazio, dall’Associazione

Teatrale fra i Comuni del Lazio e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il primo appuntamento che darà inizio alla stagione sarà “La Mandragola” , interpretata dalla compagnia toscana “Arca azzurra Teatro”, per il libero adattamento e la regia di Ugo Chiti dall’opera di Niccolò Machiavelli che, dai più, viene de�nita la “Commedia perfetta”, vero e proprio prototipo di tutta la letteratura teatrale italiana cinque e seicentesca. “La beffa che porta Callimaco nel letto della bella Lucrezia, appro�ttando della dabbenaggine dell’anziano marito di lei messer Nicia, con l’aiuto del mezzano Ligurio, e del cinismo di fra’ Timoteo, era da moltissimi anni nei piani della compagnia e del suo drammaturgo Ugo Chiti, in quella che dall’inizio del loro sodalizio è una delle caratteristiche portanti della scelta delle opere da inserire in repertorio”.

Un evento culturale che vede la Regione Lazio (assessorato alla Cultura, Spettacolo, Sport), l’associazione teatrale fra i Comuni del Lazio, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l’Arci di Viterbo in una collaborazione con la compagnia teatrale diretta da Ugo Chiti. Ad esibirsi sul palco aquesiano , alle ore 18.00, saranno Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci. Lo spettacolo fa parte delle rappresentazioni promosse dall’A.T.C.L., in tutto quattro, per cui è previsto un abbonamento al costo di 30 euro; il costo per il biglietto singolo di questo spettacolo è invece di 12 euro l’intero e 10 euro il ridotto. La stagione teatrale proseguirà giovedì 10 febbraio alle ore 21.00 con “GRAZIE! Una giornata pensata dagli immigrati”, lo spettacolo scritto e diretto dal comico Dario Vergassola e dal giornalista ed autore Riccardo Staglianò.

Sul palco dell’Unione c’è “Rapsodia in Blue” organizzato dal Rotary Club

Un concerto contro la poliomelite È

nei Paesi più disagiati e poveri; l’associazione umanitaria con cui lavora ed è partner il Club è la “Fondazione Bill e Melinda Gates”. I fondi raccolti andranno direttamente a sostegno delle campagne d’immunizzazione nei Paesi in via di sviluppo, dove la poliomielite continua a paralizzare ed infettare i bambini, privandoli del loro futuro e aumentando le dif�coltà delle loro famiglie. Questo lo slogan di Bill Gates: “Se tutti noi manteniamo l’impegno necessario per completare l’impresa, riusciremo ad eradicare la polio.” Gli artisti che si esibiranno sabato in “Rapsodia in Blue” saranno: Luca Secca�neno alla tromba e Matteo Andreini al pianoforte, su musiche di A.Arutunjan, T.Charlier, F.Listz, G.Verdi, L.Bernstein e G.Gershwin. Un concerto per il bene dell’anima e non solo. (E.S.)

La storia di Tarquinia riscritta in un romanzo “eroicomico” T arquinia e le sue origini in un racconto in chiave umoristica che “dissacra” l’austerità classica delle avventure epiche. A dieci anni di distanza dalla pubblicazione dell’opera in ottave di versi endecasillabi, “Etruskìade: poema eroicomico in dialetto romanesco”, lo scrittore Cesare Aloisi ha ripercorso il poema sviluppandolo nella più estesa e dettagliata forma della prosa, per dare vita a “Etruskìade – Romanzo eroicomico”. Il libro vede protagonisti Tirreno e Tarconte. Dopo l’audace traversia del viaggio di Tirreno alla ricerca di una nuova patria, la storia culmina con la fondazione di Tarkna da parte di Tarconte, l’apparizione di Tagete, la celebrazione della nuova civiltà e la sua espansione nel territorio tra il Tevere e l’Arno. Narratore della straordinaria avventura epica è un impacciato e stravagante professore dei giorni nostri, ispirato da una divinità quanto mai bizzarra e bisbetica: il dio

Tinia, custode della memoria degli etruschi. La storia pullula di avventurose peripezie, eventi e �gure di eroi e di gente comune che la tradizione storica e mitologica ci hanno tramandato, o che la fantasia dello scrittore ha concepito. La galleria dei personaggi e degli episodi è varia e vasta. “Il fatto di vivere a Tarquinia e di essere stato insegnante di storia, hanno rappresentato uno stimolo ad approfondire la conoscenza della civiltà etrusca. Dopo aver scritto aver ‘Etruskìade: poema

eroicomico in dialetto romanesco’, ho ritenuto opportuno rendere il poema accessibile a un pubblico più vasto, trasponendo l’opera in prosa. – afferma Cesare Aloisi – Il libro è un romanzo eroicomico e vuole sfatare la tradizionale austerità dell’epica. Per citare qualcuno dei tanti esempi il rapporto fra l’impacciato e stravagante professore che si sforza di scrivere un poema ‘sublime’, e le continue ramanzine del dio Tinia, suo ispiratore. Non mancano comunque, accanto ai numerosissimi personaggi eventi comici, vicende amorose, come quella tra Tarconte e Melissa, ed episodi di tenera commozione nel racconto della funesta carestia”.Il libro è in vendita presso l’Uf�cio Turistico e le librerie di Tarquinia. Si possono comunque leggere le prime pagine o fare l’acquisto on line digitando su internet il nome Cesare Aloisi, oppure digitando il titolo Etruskiade e cliccando su Etruskiade, di Cesare Aloisi – Narrativa – ilmiolibro.it.

spettacoli

televisione

di FORTUNATO LICANDRO

di ELISABETTA SORIANO

di ELISABETTA SORIANO

A distanza di due anni, è sbarcato anche in Italia il nuovo film del regista canadese Denis Villeneuve “La donna che canta – Incendies”. Quando il notaio Lebel legge a Jeanne e Simon Marwan il testamento della loro madre Nawal , i gemelli restano scioccati nel vedersi porgere due buste, una destinata ad un padre che credevano morto e l’altra ad un fratello di cui ignoravano l’esistenza. Jeanne decide di partire subito per il Medio Oriente per riesumare il passato di questa famiglia di cui non sa quasi nulla. Simon, per quanto lo riguarda, non ha bisogno dei capricci postumi di quella madre che è sempre stata lontana e avara di affetto, ma il suo amore per la sorella lo spingerà presto a unirsi a Jeanne per setacciare insieme la terra dei loro antenati sulle tracce di una Nawal ben lontana dalla madre che conoscevano. Spalleggiati dal notaio Lebel, i gemelli risalgono il filo della storia di colei che ha dato loro la vita, scoprendo un destino tragico marchiato a fuoco dalla guerra e dall’odio e il coraggio di una donna eccezionale. Adattamento dell’opera di successo di Wajdi Mouawad, Incendies (Incendi), “La donna che canta” è una pellicola toccante, dallo stile e la narrazione semplice e che riassume il dolore di una terra devastata. Un coraggioso che parla a tutti, in modo universale, partendo dalla storia di un popolo inaridito dall’odio politico e religioso, per arrivare al significato più grande ed autentico dell’amore, vero antidoto alla violenza ottusa della guerra.

Ecco alcuni degli spettacoli e degli appuntamenti che si terranno nei prossimi giorni a Viterbo e in provincia. Giovedi prossimo si terrà ad Orvieto un incontro con la coreografa Rossella Fiumi sul tema “Percorsi e culture della danza contemporanea”, dalle 16 alle 18 presso la Biblioteca Fiume, Piazza Febei 1. per informazioni chiamare il numero 0763 306450. Sempre giovedi ad Acquapendente al Teatro Boni verrà proiettato il film “Danton” di Andrezej Wajda, alle ore 21. per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 0763 730065. Altra proiezione di film si terrà a Vitorchiano presso il CineTusciaVillage alle 18 e alle 21,30; la pellicola rappresentata è quella del film drammatico “Gorbaciof” di Stefano Incerti, con Toni Servillo, Mi Yang e Geppy Gleijeses. Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 0761 326294. Venerdi alle 21 si terrà a Viterbo presso il Teatro dell’Unione il concerto del celebre violinista Uto Ughi, accompagnato da “I Filarmonici di Roma” su musiche di Vivaldi e PugnaniKreisler. Altro spettacolo si terrà venerdi sera ad Orvieto presso la sala del Carmine, alle 21; in scena “L’orchestra di Auschwitz”, pièce con Elisabetta Spallaccia, nel ruolo della voce recitante e gli Orvietoarmonico in occasione del giorno della memoria. Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 0763 341265. Altro spettacolo di teatro si terrà venerdi alle 21 ,15 nel Comune di Calcata presso il Teatro Cinabro: “L’Amore è cieco”. La pièce è articolata su tre atti unici di Anton Checov: “Domanda di matrimonio”, “Il tabacco” e “L’orso”. Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 0761 587244.

Se rimaniamo in casa ecco la tivvù

cinema

Spettacoli, musica e cultura sui palchi

Il cinema canadese arriva in Italia

in programma per sabato prossimo alle ore 21 il concerto “Rapsodia in Blue” al ridotto del Teatro dell’Unione di Viterbo, un appuntamento musicale a favore di un progetto umanitario internazionale. L’evento è organizzato dal Rotary Club Viterbo, distretto 2080, e patrocinato dal Comune di Viterbo e dalla Confartigianato. Il concerto andrà a sostenere il progetto “Rotary Polioplus”, l’operazione mondiale interamente dedicata allo sradicamento (all’eradicazione) della poliomielite nel mondo, lanciata nel 1985 da Sergio Mulitsch, socio fondatore del Rotary Club Treviglio e Pianura Bergamasca. In particolare il Rotary e i suoi partner si impegnano da circa vent’anni per combattere de�nitivamente quest’orrenda malattia che colpisce ancora tantissimi bambini nel mondo, soprattutto

Tirreno e Tarconte i due protagonisti dell’opera firmata da Cesare Aloisi

Mercoledi sera a casa davanti al piccolo schermo ricco di appuntamenti con sport, trasmissioni e fiction varie. Rai1 alle 20,30 propone la partita di Coppa Italia valevole per i quarti di finale Juventus – Roma. A seguire alle 23,10 la trasmissione di attualità “Porta a Porta” condotta da Bruno Vespa. Su Rai2 alle 21,05 primo e secondo episodio della sesta serie e diciassettesimo della prima del telefilm “Senza Traccia”: “Benvenuti in America”, “Troppo Amore” e “Kam Li”. Su Rai3 alle 23,05 il talk show “Parla con me” condotto da Serena Dandini. Canale5 alle 21,10 propone la settima puntata del varietà “Paperissima”, condotto da Gerry Scotti e Michelle Hunziker; stasera i due presentatori saranno dei panni dei protagonisti di “Pirati dei Carabi”. Su Italia1 alle 21,10 andrà in onda il diciannovesimo e ventesimo episodio della prima serie del telefilm “The Vampires Diaries”, con Paul Wesley e Katerina Graham: “Reginetta di MysticFalls” e Fratelli di Sangue”. Seguirà alle 23 il film d’azione “The Island” con Ewan McGregor e Scarlett Johansson. Film d’azione su Rete4 alle 21,10 con Daniel Craig e Jamie Bell, intitolato “Defiance – I giorni del coraggio”, tratto dal libro di Nechama Tec. Seguirà alle 00,20 la commedia “Criminal” con John Reilly e Diego Luna. Segnaliamo la commedia “Io & Marilyn” con Leonardo Pieraccioni e Rocco Papaleo su Premium Cinema alle 21, il film drammatico “Espiazione” con Keira Knightley e John McAvoy su Emotion alle 21 e la commedia “Dieci Inverni” con Isabella Ragonese e M.Riondino alle 22,45 su Premium Cinema. Buona visione a tutti.


22

appuntamenti

p

Cinema Azzurro

Cinema Lux

Teatro Genio

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

Cinema Trieste

Vallanzasca, gli angeli del male

Immaturi

Qualunquemente

Che bella giornata

Viterbo Via C. Cattaneo, 44 Tel. 0761.220019 18,00-20,20-22,30

Viterbo Viale Trento, 1 Tel. 0761.340848

Viterbo Via Teatro Genio, 16 Tel. 0761.343041 18,30-20,30-22,30

Viterbo Viale Trieste, 30 Tel. 0761.307083 21,30

17,30-19,15-20,45-22,30

Cinema Trento

Cine Tuscia Village

Vi presento i nostri

- Animals United 3D - Hereafter

La Quercia (Vt) P.zza Santuario, 51 Tel. 0761.307759 20,00-22,00

Cine Tuscia Village - L’Orso Yoghi in 3D - Skyline Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 - 18,30 - 20,30-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 - 18,00 - 20,00-22,30

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Che bella giornata

Immaturi

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Cine Tuscia Village

Cinema Etrusco

Qualunquemente

Vallanzasca, gli angeli del male

Qualunquemente

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,30-20,30-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 17,30-20,00-22,30

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 16,00-18,00-20,00-22,00

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Vallanzasca, gli angeli del male

Vi presento i nostri

Immaturi

Vallanzasca, gli angeli del male

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 15,45-17,50-20,0-22,00

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 16,00-18,00-20,00-22,00

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 15,45-17,50-20,0-22,00

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Cinema Etrusco

Flavia Multisala

Cinema Gallery

Che bella giornata

Qualunquemente

La versione di Barney

Immaturi

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Castiglione in Teverina via Orvietana, 37 Tel. 0761.948915 21,30

Cinema Alberini

Cinema Florida

Cinema Gallery

Flavia Multisala

Cinema Excelsior

Cinema Tevere

Cinema Colombo

La bellezza del somaro

Che bella giornata

Immaturi

Che bella giornata

Orte Via del Plebiscito, 6 Tel. 0761.403585 21,30

Civita Castellana Via del Forte, 26 Tel. 0761.598165 21,30

Cura di Vetralla Via Cassia, 277 Tel. 0761.483340 19,40-22,00

Valentano Via Monte Grappa, 16 Tel. 0761.453138 21,30

Sabato 5 marzo 2011, alle 18 Lettura drammatizzata con ascolti musicali di Otello, dramma lirico in quattro atti di Arrigo Boito. Musica di Giuseppe Verdi. Regia: Franco Carlo Ricci

Sabato 16 aprile 2011, alle 18 Pianista Genny Basso

Sabato 29 gennaio 2011, alle 18 Pianista Riccardo Scilipoti

Sabato 12 marzo 2011, alle 18 Giorgio Sasso, violino e Maura Pansini, pianoforte

VITERBO Appuntamento con la solidarietà al ridotto del teatro Unione.

Sabato 5 febbraio 2011, alle 18 Pianista Aldo Ragone

Sabato 19 marzo 2011, alle 18 Pianista Matteo Biscetti

Sabato 12 febbraio 2011, alle 18 Paolo Castellani, violino, Francesco Di Giandomenico, chitarra

Sabato 26 marzo 2011, alle 18 Pianista Michelangelo Carbonara

Sabato 19 febbraio 2011, alle 18 Pianista Luigi Laterza

Sabato 2 aprile 2011, alle 18 Pianista Massimo Spada

Sabato 26 febbraio 2011, alle 18 Trio Dèlian, Seo Hee Seo, violino, Antonio Iannetta, violoncello, Tiziano Circosta, pianoforte

Sabato 9 aprile 2011, alle 18 Serata di musicals con Maria Elena Infantino, voce, Stephen Kramer, pianoforte

Solidarietà, ma anche musica a favore di un progetto umanitario internazionale: questo il repertorio che verrà proposto al pubblico in occasione dell’evento promosso dal Rotary Club Viterbo, distretto 2080, in programma sabato 29 gennaio. Rapsodia in Blue il titolo dell’appuntamento che andrà a sostenere il “progetto Rotary Polioplus”, l’operazione mondiale interamente dedicata all’eradicazione della poliomielite nel mondo, lanciata nel 1985 dall’emerito rotariano Sergio Mulitsch.

All’Auditorium di Santa Maria in Gradi continuano gli incontri e concerti di alto livello, allestiti sotto la direzione artistica del professor Franco Carlo Ricci, titolare della cattedra di storia della musica moderna e contemporanea della facoltà di lingue.

Sabato 23 aprile 2011, alle 18 Orchestra Giovanile di Civitavecchia, direttore Piero Caraba

L’evento concertistico, patrocinato dal Comune di Viterbo e dalla Confartigianato, vedrà esibirsi il maestro Luca Seccafineno alla tromba e il maestro Matteo Andreini al pianoforte su musiche di A. Arutunjan, T. Charlier, F. Liszt, G. Verdi, L. Bernstein, G. Gershwin. Il concerto avrà inizio alle 21. L’ingresso è libero. VITERBO Il progetto dell’antologia Nero Lazio è nato nel 2007 quando, da altra curatrice uscente, fu assegnato a Federica Marchetti. Da allora, passando di editore in editore, si è giunti nel 2009 a Giulio Perrone di Roma. Il gruppo si riunisce sabato 29 gennaio 2011 alle ore 17,30 a Viterbo per presentare il volume all’Upte in via del Giglio, 3. Occasione per proporre ai cittadini l’antologia e incontrare gli autori che saranno lieti di intrattenersi con il pubblico di lettori che vorranno intervenire e farsi autografare il libro.


almanacco

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 26 Gennaio 2011

• Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

L

a luna in Scorpione è decisamente meglio per quanto riguarda la vostra sensualità che in particolar modo nella giornata di oggi risulterà accentuata dandovi così l’opportunità di cogliere al volo i segnali del destino che Giove padrone ora del vostro segno comincia ad inviarvi. TIRATE SU LE ANTENNE 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

i n a l mente F questa luna cambia posizione e dalla bilancia che

per voi non è un segno esattamente amico passa nello scorpione, accendendo così la vostra proverbiale dolcezza in incontenibile passione..il partner merita tutta la vostra attenzione..a differenza del lavoro che è abbastanza noioso e poco grati�cante. LASCIATEVI AMARE 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

e stelle vi L consigliano di partire per un bel viaggetto in

compagnia del vostro amore che ha una voglia pazza di stare solo soletto con voi magari un una baita in montagna…in questo modo potrete dimenticare la quotidiana routine che un Mercurio indisponente vi spinge ad affrontare quando siete in ufficio..STACCATE LA SPINA 22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

a luna in L scorpione non fa che

Capricorno vi spinge ad andare avan-

aumentare il vostro fascino da eterni ado-

ti con tutti i vostri progetti specialmente quelli legati al settore economico.. inoltre che con questo nuovo Giove che vi rende più arditi del solito saprete conquistare le più alte vette che vi porteranno ad avere riconoscimenti insperati nell’ambiente del lavoro. FORTUNATISSIMI

lescenti procurandovi delle emozioni improvvise e speciali con incontri inaspettati che possono avvenire anche durante brevi viaggi. Mi raccomando se siete in coppia a non suscitare la gelosia del vostro partner. Secondo lui SFARFALLEGGIATE TROPPO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

o spettacolo L è iniziato..la

folla vi acclama..gli spettatori sono eccitati…e i gladiatori sono impauriti…tutto è pronto per il vostro ritorno sulle scene..ma ahi ahi ahi proprio oggi prendete una storta e la tigre ha la meglio su di voi..colpa della luna…che però dopodomani la smetterà di infastifìdirvi..e sarete DI NUOVO RUGGENTI 24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

C

h e m a gnificenza questa fantastica Luna che ha deciso di venirvi a trovare direttamente a casa cari amici dello Scorpione…e voi che siete sensitivi per natura potrete approfittare di questa interessante visita per aumentare il vostro magnetismo. CHE VI APRIRA’ TUTTE LE PORTE.

vuole esservi amica permettendovi di marciare dritti dritti verso il successo così come promesso da un bellissimo Mercurio, Dio degli affari e delle opportunità..Con lui nel segno anche voi che siete generalmente un po’ musoni diventerete così chiacchieroni che pur di farvi azzittire…tutti vi daranno ragione. VI PARE POCO?

si scontra con una luna un po’ bizzosa che vuol divertirsi a farvi i dispetti?Succede che voi, potete andare ad una cena importante per poi improvvisamente alzarvi dal tavolo lasciando tutti di stucco. Questa è la vostra proverbiale eccentricità. Su fate i bravi. Non siate insofferenti. ..tanto dopodomani tutto sarà improvvisamente PIU’ BELLO

a Luna L o g g i ha deciso che

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

C

N

o n s o l o siete assurti a nuova viita grazie a questo meraviglioso Giove che vuole rendervi felici a tutti i costi..ora ci si mette anche la Luna, che in Scorpione vi rende decisamente sexy..e ha anche il coraggio di ammorbidire i vostri consueti toni polemici rendendovi dolcissimi e quindi AMATISSIMI! 22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

È

ora di i n i ziare con i buoni propositi per migliorare la vostra vita in amore, nel lavoro e nella fortuna. Stimolati da un meraviglioso Giove che vuole farvi dimenticare tutti gli affanni che vi ha procurato lo scorso anno, sono sicuro che riuscirete benissimo in qualsiasi progetto..EVVIVA!! 20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

B

e l l a questa luna che dallo Scorpione vi riempie di gioia facendovi apparire agli occhi degli altri come degli eterni bambini , trasognati, sbadati ma trerribilmente divertenti…come dirvi di no, se poi ci si mette una Venere stuzzichina che facendovi mettere il broncio vi rende ancora più belli?..vi porta fortuna anche nei soldi!...GIOCATE!!

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conser va reper ti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Car te Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più impor tanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al traspor to della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reper ti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787

PREVISIONI METEOROLOGICHE

25

62

27

78

24

Mercoledì 26 Gennaio 2011

Giovedì 27 Gennaio 2011

41

48

57

37

34

50

69

53

79

12

32

48

27

11

29

41

61

14

38

24

31

66

84

35

50

40

37

20

39

13

37

2

75

21

25

84

89

36

39

10

87

52

14

89

73

68

70

10

15

46

ore 00 cielo molto nuvoloso e vento da sud/est a 6 km/h. Temperatura di 2,7 °C ore 03 cielo quasi sereno e vento da est a 10 km/h. Temperatura di 0,4 °C ore 06 cielo sereno e vento da est a 12 km/h. Temperatura di -0,4 °C ore 09 cielo sereno e vento da est a 13 km/h. Temperatura di 3,1 °C ore 12 cielo nuvoloso con deboli precipitazioni e vento da sud/est a 15 km/h. Temperatura di 5,3 °C ore 15 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da sud/est a 16 km/h. Temperatura di 5,9 °C ore 18 cielo coperto con precipitazioni e vento da sud a 12 km/h. Temperatura di 4,5 °C ore 21 cielo coperto con precipitazioni e vento da sud/est a 10 km/h. Temperatura di 3,3 °C

ore 00 cielo coperto e vento da sud/est a 10 km/h. Temperatura di 3,2 °C ore 03 cielo quasi sereno o poco nuvoloso e vento da est a 10 km/ h. Temperatura di 1,3 °C ore 06 cielo sereno e vento da est a 11 km/h. Temperatura di 0,6 °C ore 09 cielo sereno e vento da est a 11 km/h. Temperatura di 4 °C ore 12 cielo sereno e vento da est a 11 km/h. Temperatura di 7,9 °C ore 15 cielo sereno e vento da est a 11 km/h. Temperatura di 8,2 °C ore 18 cielo sereno e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 4,6 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord/est a 13 km/h. Temperatura di 1,6 °C

11

Martedì 25 Gennaio 2011

13

ercuM r i o nel segno del

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO osa succede se un bellissimo Marte che vi regala verve a più non posso

LOTTO E SUPERENALOTTO

12

21 Aprile - 20 Maggio TORO

15

43

46

11

37

31

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca

NUMERI UTILI

3

p

FARMACIE

OGGI 26 GENNAIO COMUNALE LA QUERCIA (DIURNO E NOTTURNO) P.ZZA CAMPO GRAZIANO, 37 LA QUERCIA (VITERBO) TEL: 0761-326530 DOMANI 27 GENNAIO CARLINI (DIURNO E NOTTURNO) CORSO ITALIA, 37 (VITERBO) TEL: 0761-304613



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 26 gennaio 2011