Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

GIOVEDÌ 24 MAGGIO 2012 ���������������������

Anno III N. 115 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

Eventi

Tariffa minima per l’Imu passa la mozione de La Destra

Attualità

Studenti di Vasanello e Gallese sulla Nave della Legalità

Week end all’insegna del buon cibo con lo “Slow Food Day”

Servizio

Servizio

Servizio

a pagina 4

a pagina 5

a pagina 6

CASO LUSI - Nel giugno del 2009 a Beppe la Margherita diede 296mila euro. Ci spiega l’onorevole perchè?

Fioroni il simbolo più bieco della Casta “La società dei magnacciò” è una canzone che si calza a pennello per gli ex Margherita. Più trapelano le dichiarazioni di Lusi in Commissione per le autorizzazioni a procedere del Senato e più il senso di schifo si insinua nei cittadini già nauseati dai signori della Casta. Ormai sono tutti milionari. Tutti ricchi, benestanti, con ville, macchine autisti e agevolazioni di ogni genere. Il nostro Giuseppe Fioroni che da Viterbo ha avuto tanto, tutto e alla quale non ha dato nulla è tra quelli che usava il senatore Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita come bancomat. Non ci interessano i risvolti penali tanto sappiamo che non ci saranno. Tra le loro �la sono più magistrati che operai della Fiat. Quello che invece ci indigna è lo schifo di questa politica ladrona, affaristica, che porta al voto i cittadini, prende i rimborsi elettorali e li utilizza per �nanziare cose che con chi ha votato non ha nulla a che vedere. Chi ha mai letto di voi la rivista dove Fioroni è presidente “Il Domani d’Italia” alla quale Lusi ha staccato un assegno di 200mila euro? Andate a vedere il tenore di vita di questo signore e guardate il vostro. Lui non ha problemi con Equitalia come noi. Statene certi.

CIVITA CASTELLANA

������������

����

SER Beppe�FIORONI

17/06/2009

David SASSOLI

€

€

€

€

€

€

€

€

€

2009

€

€

€

€

€

€

€

€

€

Guido MILANA

2009

€

€

€

€

€

€

€

€

Miles Beppe�FIORONI

30/06/2009

€

€

€

€

€

€

€

96.000 euro

Patrizia TOIA

2009

€

€

€

€

€ €

82.000 euro

Francantonio GENOVESE

2009

€

€

€

€

117.000 euro

99.000 euro

60.000 euro

Servizio a pagina 9

TUSCANIA

Nuova inaugurazione per la “Curunas” a pagina 10

VETRALLA

31 maggio I giovani ricordano consiglio di fuoco

LA POLEMICA

IL CORTEO ANTI-MAFIA

“L’aeroporto di Viterbo non si farà mai”

la strage di Capaci

Il 23 maggio 1992 mille chili di tritolo facevano saltare in aria l’auto del giudice Falcone e lasciavano una profonda ferita nella storia d’Italia. Venti anni dopo cortei e manifestazioni in tutta Italia hanno voluto gridare al mondo che c’è una parte consistente di cittadini che dicono no alla mafia e ad ogni tipo di compromesso.

amministrare con correttezza e trasparenza il bene pubblico”. “Facciamo un passo indietro. Era il 26 gennaio 2010 - ricorda il consigliere Maurizio Pinna quando l’Assessore all’aeroporto, Giovanni Bartoletti, dichiarava: “Ancora ottime notizie sullo scalo viterbese.

Calcio Gli sportivi gialloblu vogliono il “Comandante”

Pugilato Cresce l’attesa per il “nostro” Di Luisa

Servizio a pagina 13

Servizio a pagina 12

a pagina 9

TARQUINIA

di Daniele Girardi

Servizio a pagina 2

Servizio a pagina 4

Servizio

Riconoscimento a Semi di Pace a pagina 10

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

C

Cittadella della Salute ci sono nuovi disagi

di Valeria Sebastiani

Servizio a pagina 3

Oggi parliamo di aeroporto e limiti. “I limiti dei politici di alto rango - sentenzia Lega Federalista - che non riescono a rappresentare il territorio viterbese facendo sì che non siano rispettate le promesse fatte nel corso degli anni, ma anche i limiti dei politici minori incaricati e pagati per

200.000 euro

€

Speciale Ed è conto alla rovescia per gli Europei

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 14


cronaca

2

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 24 Maggio 2012

Colpo al Monte dei Paschi di Siena di Civita Castellana, bottino da 30mila euro H

anno forzato con una �amma ossidrica il bancomat e prelevato dai 25mila ai 35mila euro. É sicuramente opera di professionisti il colpo messo a segno nella notte tra martedì e

mercoledì presso la filiale della banca Monte dei Paschi di Siena di Civita Castellana. Ignoti si sono introdotti nella succursale servendosi della fiamma ossidrica e forzando il bancomat, raccogliendo

denaro tra i 25mila e i 35mila euro e dileguarsi sempre nella notta senza essere scoperti. Ad accorgersi del furto i dipendenti della banca la mattina seguente. Pare che i malviventi abbiano tentato di aprire an-

che le casse dei banconi, senza però riuscire nell’intento. Le indagini sono condotte dai Carabinieri di Civita Castellana intervenuti sul posto. Al momento sconosciuto anche il numero degli autori del furto.

In occasione dei venti anni dalla strage di Capaci gli studenti attraversano le vie della città

I giovani dicono “No alla mafia”

di EMANUELE FARAGLIA

I

l 23 maggio 1992 mille chili di tritolo facevano saltare in aria l’auto del giudice Falcone e lasciavano una profonda ferita nella storia d’Italia. Venti anni dopo cortei e manifestazioni

in tutta Italia hanno voluto gridare al mondo che c’è una parte consistente di cittadini che dicono no alla ma�a e ad ogni tipo di compromesso. No anche al terrorismo, tornato prepotentemente alla ribalta con l’attentato di Brindisi di sabato mattina. Anche Viterbo ha fatto la sua parte. Ieri mattina un corteo per ricordare il ventesimo anniversario della strage di Capaci è partito da Porta Romana ed è giunto a piazza del Plebiscito. All’iniziativa promossa dall’assessore comunale Chiara Frontini e dall’assessore provinciale Paolo Bianchini hanno preso parte studenti dell’istituto Orioli, dell’I.T.I.G.S Da Vinci, dei licei Buratti e Santa Rosa, ma anche diversi movimenti giovanili, politici e non, tra cui la Giovane Italia, Azione Universitaria, Movimento Studentesco Nazionale e la Consulta provinciale degli Studenti. “In questa giornata simbolica - ha sottolineato l’assessore Frontini - a vent’anni dalla strage di Capaci in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone,

la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della scorta, Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro, vogliamo ribadire il nostro fermo no a tutte le ma�e, come generazione di giovani e come istituzione. La ma�a ha più paura dei giovani che delle armi, perchè questa gioventù gli negherà il consenso. In tutta Italia e nella nostra Viterbo. Il nostro pensiero oggi è dedicato anche a Melissa, la ragazza che ha perso la vita lo scorso sabato nell’attentato davanti alla scuola di Brindisi, intitolata proprio a Giovanni Falcone e alla moglie Francesca Morvillo. Questa nostra manifestazione, ma anche questo minuto di silenzio osservato qui in piazza del Comune, vuole testimoniare la vicinanza delle istituzioni in questa quotidiana battaglia”. E come accaduto a Brindisi anche a Viterbo i giovani, più che essere guidati, sembrano voler indicare ai più grandi la strada da seguire. Signi�cativa l’immagine delle tre scimmiette che vedono, sentono e parlano: un esempio che tutti i cittadini sono portati a fare proprio.

Il 31 maggio torna in aula il caso-Cici:“Basta con le cause fasulle”

G

iovedì 31 maggio torna in aula il “caso Cici”, l’imprenditore di Tuscania coinvolto in una brutta storia di truffe, estorsione ed usura. Da vittima, è proprio il caso di dirlo, Cici ha deciso ormai da tempo di diventare accusatore, accusatore dei crimini commessi dai vertici di due aziende sanmarinesi e tante altre anomalie che avrebbero condizionato i procedimenti che lo hanno visto protagonista (due cause civili ed uno penale in cui era parte offesa e che si è concluso con l’archiviazione). Ebbene uno dei procedimenti civili riprenderà proprio tra una settimana quando il giudice dovrebbe decidere se chiudere la causa o meno. In ballo ci sono quei famosi titoli esecutivi presentati e poi sequestrati perché ritenuti falsi. “Quello che vorrei esporvi sono gli avvenimenti e le varie situazioni all’interno del Tribunale di Viterbo per farvi capire veramente e pensare a quanta corruzione ci sia dove la legge dovrebbe tutelare la verità, basandosi sui fatti e prove ma che così non avviene. Questo caso coinvolge anche la Repubblica di San Marino poiché le ditte hanno la sede lì e anche lì si è veri�cato una cosa simile a ciò che è avvenuto a Viterbo. Altra situazione particolare è che non sono stato mai, dico mai interrogato o ascoltato. Tutte le carte, gli atti, le foto, i documenti, le prove stanno diventando di dominio pubblico per fugare ogni dubbio su persone, istituzioni e pubblica amministrazione della città di Viterbo e della

Repubblica di San Marino. Entriamo nei particolari del caso. Il signor D’Angelo Alberto Giancarlo e i Vertici delle aziende Ala e Modular di San Marino, mi avevano estorto, usurato e truffato per un lungo periodo. Nell’anno 2004 questi signori avevano portato la mia azienda alla morte commerciale e non solo, mi avevano diffamato, screditato, minacciato di morte e mi avevano fatto terra bruciata ma non �nisce qui. Il signor D’Angelo Alberto Giancarlo aveva manomesso e falsi�cato cinque assegni, di cui quattro di mia moglie e uno di una mia cliente, inoltre si era impossessato di un sesto assegno per una cifra complessiva di 28mila euro. Detti assegni, tutti da me pagati, dovevano essere restituiti ma così non è avvenuto. A fronte di questi assegni il signor D.A. aveva emesso fatture false di circa 17mila

euro”. L’avvocato di Cici, il dott. Antonio Masiello ha messo in evidenza l’anomalia più evidente, ovvero l’assenza di titoli esecutivi che avrebbe dovuto già da tempo invalidare l’intero procedimento e l’altra causa tuttora in piedi. Proprio in quest’altro procedimento civile ci sono state altre gravi anomalie come la testimonianza di un socio dell’azienda Ala che ha dichiarato di essere un dipendente e la clamorosa sparizione di alcuni atti �rmati dal giudice che avrebbero fatto crollare entrambe le cause civili. Cosa si nasconde dietro tutte queste anomalie? La domanda è lecita e la risposta, in questo caso, riguarda tutti i cittadini che credono ancora nella Giustizia vera, non solo il singolo Gaetano Cici. Nei prossimi giorni continueremo a seguire la vicenda. EF


Giovedì 24 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

��������������������������������������� ������������������������� ������������������������������

��������� �������� ����� ��������

Il deputato viterbese assomiglia sempre di più al simbolo della Casta che sbrana con fame atavica i soldi dei cittadini Il figlio all’Università di Roma con l’autista, e... il vostro? di Paolo GIANLORENZO

������������ ������� �� ����� � � �� ��������������������������������������� ��� �������� ������������������������� ����� ����� ������������������������������

��������� ��������� �������� �������� � ���� �� ����� �������� ���� � ���� ������ �� �������� ���� ��������� ������������ ����� ����� � �� �� �������� ��������� ����� � ��� ����� �� � ����� �� ����� ��������� ������������

������� �� ����� � � �� ���� ������� � �� ��� �������� ������ ���� ������� ������� �� ����� ����� ���� ���� �� �������� ��������� ����������� ����� �������� �� � ����

Beppe Fioroni come Paperon dei Paperoni A fianco la gerenza della rivista dove scrive e ricopre la carica di Presidente

Dove ci sono soldi c’è Fioroni L’ex tesoriere della Margherita Lusi a giugno del 2009 gli fece avere 296mila euro è dovuto ricorrere a “BancomatLusi” per avere tutti quei soldi? Per carità, all’apparenza non c’è niente di strano, i soldi sono stati legalmente acquisiti con i rimborsi elettorali e i politici di riferimento hanno deciso di spenderli come cazzo pareva loro. Fioroni è un politico che non ha certo lesinato ad utilizzare quel supporto magnetico che sta sputtanando da Rutelli a Renzi, da Bianco alla Bindi. Se la Procura ha chiesto i �le di quelle audizioni è segno evidente che qualcosa che non va c’è. Inoltre, sempre Lusi, ha fatto riferimento a persone vicine a Fioroni che portavano

fatture di vari importi e che lui sistematicamente liquidava. Chi sono queste persone? Che fatture portavano? Certo che di tutti quei quattrini a Viterbo non hanno portato nulla. Anzi, attraverso gli amici del “fagotto” (Aloisio, Paoloni ecc.) riusciva a far �nanziare la Margherita locale a suon di decine di migliaia di euro. Una vera manna per una persona diventata così potente in Italia e che a Viterbo ci dorme e basta. Che il tenore di vita di uno degli emblemi della Casta, cioè Beppe Fioroni, sia elevato lo dimostra il fatto che il �gliol

prodigo di quest’ultimo, già noto alle cronache quando il papà era ministro dell’Istruzione e lui andava in una scuola privata, pare che venga accompagnato all’Università da un bell’autista. Beato lui che non ha problemi di parcheggio. Certo è che personaggi come Fioroni hanno creato sul territorio delle vere e proprie sanguisuge. Se solo su Viterbo è riuscito a creare due personaggi come Aloisio e Paoloni cosa può essere stato in grado di fare nel resto d’Italia? Non vi preoccupate cari lettori, Fioroni non è uno fesso. Anzi! Per arrivare dove è arrivato ci ha saputo fare e di brutto.

Ha fatto diventare deputata la sua segretaria in quel di Napoli. Ha fatto diventare deputata una magistrato viterbese, Donatella Ferranti (che a Viterbo tranne qualche comparsata non s’è mai vista se non dal suo parrucchiere privato che scorrazza periodicamente a casa sua e paga senza ricevuta, temiamo). Insomma, speriamo che questa operazione verità serva perlomeno ad allontanare dei parassiti della società come Fioroni e i suoi amici. Se i viterbesi vorranno continuare ad essere servi di persone che si arricchiscono alle loro spalle... FATE VOI.

���� � ���� ������ �� �������� � ���� �� ����������� ���� ������� ��������� ���� ����� ����� � ����������� �� ����� � ��� ����� �� � ����� �� ��� � ��� �� � � ������������� �� ����� ��������� ��� ����� ��� ��� ������ �� ���� ������� � �� ����� ������� �������� ������ ���� �� ������� ����� ���� ������ ���������� ��������� ���� �� �� ����������� �� ������ ����� ����

���� ��� �������� ��� � ���� �� ���������������� � ������� �� ������� ��������� ���� ��������� ����������� ��� � ��� �� � � ������������� �� �� ������ ����� ���� �� �������� ������� � ��� �� � �� ��� �������� ������� ������������������������� ��� ������ �� ��� ����� ����������� ����� ���� ����� ������� ������ ����������� ������� ���� ����� ����������� ��������� ������ �� ��������� ���� ����� ����������� �� ����������� �� ������ ���� �������������� ���� ��� �������������� �� � �� ���������������� ���������� ������� ��� �� ���������� �������������� ����� � ��� � ��������� �� ������ �������� ��� ��� �������� �� ������ ����� � ��� �� �� � ��� �� � �� ��� ������ ����� � �� �� ����� ������ �� ������� ������������������������� ���� ����������� ��� ����� ����������� ����� ����

����������� ������� ���� ����������������������� ����������� ��������� ����������������������������� ���� ����� ����������� ����������� ������������������������� ���������� �������������� �������������� ��������� � �� ����������� ��� �� ���������� ����������� ��� ����� � ��� � ��������� �� ������ � ��� ��� �� ��������������������� ��� ������ ����� � �� �� ����� ������ �� ���������������� ���� ����������� ������ ��� �� ��� ���������� ������������������ �������� ������� ������������ ����������������������������� ������������������������� ���������� ����������� �����������

��������

Q

uando si sente il profumo dei soldi, a uno dell’appetito di Giuseppe Fioroni non sfugge davvero. Negli ultimi scandali di un certo livello il suo nome non è mai mancato. Da Napoli a Siena, da Viterbo a Roma, dalla Margherita ai Fioroni. Il senatore Luigi Lusi, ex tesoriere della Margherita ha rotto gli argini e da ieri sera canta come l’ultimo vincitore di Sanremo. La Giunta per le autorizzazioni a procedere del Senato è stata invitata dalla Procura di Roma a consegnare i verbali delle deposizioni del politico per confrontarle con quelle in loro possesso. La fuga di notizie dei membri interni alla commissione è ormai inarginabile. Nelle dichiarazioni rilasciate dal senatore è emerso che due società, la S.E.R. Società editrice romana ha ricevuto un piccolo contributo nel mese di giugno del 2009 di 200mila euro; l’altra società, la Miles, ne ha ricevuti 96, sempre a giugno di quell’anno. Che c’era di tanto importante nel giugno del 2009 che Fioroni

��������� ������������ �������� ���������

��������������������� ���������������� ������ ��� �� ��� ���������� �������� ������� ������������

�������� ���������

����������������������������������������������������������� ���������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������ ����������������������������������������������������������������� ������������������������������ �������������������

��

�������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������

�����������������������������������������������

�����������������������������������������������������������������������

��������������������������������������������

����������������������������������������������������������������������

��������������������������������������������

������������������

����������������������������������������������� �������������������������������������������������

��������������������� �����������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������

������������������������������������������������������������������

������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������������������������

����������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������������������������

��������������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������������������

����������������������������������������������������������������������

�������������������������������������������������������������������


politica

4

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 24 Maggio 2012

Durante un’intervista il presidente della IX Commissione Trasporti alla Camera, l’on. Valducci, è stato categorico

“L’aeroporto di Viterbo non si farà mai” O

ggi parliamo di aeroporto e limiti. “I limiti dei politici di alto rango - sentenzia Lega Federalista - che non riescono a rappresentare il territorio viterbese facendo sì che non siano rispettate le promesse fatte nel corso degli anni, ma anche i limiti dei politici minori incaricati e pagati per amministrare con correttezza e trasparenza il bene pubblico”. “Facciamo un passo indietro. Era il 26 gennaio 2010 - ricorda il consigliere Maurizio Pinna quando l’Assessore all’aeroporto, Giovanni Bartoletti, dichiarava: “Ancora ottime notizie sullo scalo viterbese. Il presidente della Commissione Trasporti della Camera, Mario Valducci, ha affermato che l’aeroporto di Viterbo rappresenta l’unico nuovo scalo su cui il Paese dovrà investire; scalo che, tra l’altro, dovrà partire al più presto. Conclusioni quest’ultime, che rappresentano il frutto di una lunga indagine conoscitiva della Com-

missione Trasporti sul sistema aeroportuale italiano, che dopo ben 41 sedute ha confermato in toto gli scenari che il Comune di Viterbo aveva predetto da oltre tre anni. La perseveranza - prosegue l’assessore all’aeroporto Giovanni Bartoletti - è stata la ricetta del successo che tra breve porterà la Tuscia ad essere una pregevole realtà del sistema Paese”. Cosa accade il 16 maggio 2012? Sul web compare il resoconto di una intervista svolta durante un consueto appuntamento denominato “Un caffè con…”, organizzato da Reti e Running (fonte www.galassiareti.eu). Nel servizio - fa notare Pinna - è stato intervistato lo stesso politico di cui sopra, l’on. Mario Valducci, Presidente della IX Commissione Trasporti della Camera. Tra i vari argomenti trattati da Valducci sorprende, scandalizza e preoccupa la dichiarazione rilasciata in merito all’aeroporto viterbese: “Mi auguro che il Governo sia in grado

un piano di razionalizzazione. In Italia tutti vogliono tutti sotto casa ma non è possibile”. E aggiunge: “Basta parlare di singoli aeroporti. Dobbiamo parlare di Poli aeroportuali interconnessi tra loro “. Come dobbiamo interpretare le recenti dichiarazioni di quel Valducci citato anche dall’assessore Bartoletti il 10 giugno 2010 sul suo blogspot? Il titolo dell’assessore all’aeroporto era rassicurante: “L’On.

“We have a dream. Centro storico chiuso al traffico” L’on. Mario Valducci

Il consigliere Maurizio Pinna

di razionalizzare investimenti in alcuni snodi della logistica italiana”, dice, perché “ventitré autorità portuali, 40 aeroporti tutti sullo stesso livello sono una follia”. Un piano nazionale aeroporti spetta al

Governo, “noi abbiamo contribuito con indagine conoscitiva. Credo che sia fondamentale in un paese a vocazione turistica avere infrastrutture diffuse ma l’aeroporto di Viterbo non si farà mai. Serve

L’Idv di Viterbo commenta amaramente le accuse reciproche tra politici corresponsabili

Arsenico, dieci anni di deroghe, ora l’allarme “

Sono passati più di dieci anni dalla pubblicazione della delibera della UE sui parametri da rispettare per la potabilità dell’acqua. In quel momento il legiferatore sperava di proteggere la salute dei cittadini limitando le quantità di arsenico, di �uoruri e di boro nell’acqua af�nché fosse potabile”. Inizia così il comunicato del capogruppo Idv alla Provincia Raffaele Saladino. “Con il senno del poi dobbiamo dire, fatica sprecata. Già, il fatto è che una norma o una legge hanno

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

valore proporzionale alla serietà di che deve applicarle. In Italia non siamo seri. L’unica preoccupazione del governante del momento è stata quella di avere una deroga alla messa in sicurezza della salute dei cittadini. Una deroga concessa dalla Comunità Europea solo a patto che fossero poste in essere tutte le procedure per risolvere il problema. Una deroga che, invece, di dare tempo alle soluzioni è servita solo per chiederne un’altra e un’altra ancora, senza che nulla si facesse. Ora che di deroghe non ve ne saranno più, altrimenti la stessa Comunità Europea sarebbe corresponsabile, la politica si sveglia, grida al pericolo, allarma. Si susseguono comunicati, prove di forze, ultimatum, spesso proposti da politici e amministratori di vecchia data, che hanno la diretta

responsabilità della gravità della situazione. Chi nulla ha fatto sino ad ora, invece di rispondere del mancato operato, cerca il capro espiatorio, il malcapitato di turno da incolpare di tutte le mancanze di dieci anni di inattività. Queste modalità colpiscono profondamente. Invece di scusarsi

assumendo precise responsabilità politiche e morali ecco che si passa all’attacco del governatore della Regione di turno, dell’assessore malcapitato, nel senso di essere capitato nel momento sbagliato, quello in cui è necessario risolvere i problemi. Siamo all’ultimo atto. Tragedia o commedia, il risultato non cambia. Anni di politica inutile e inadeguata hanno portato al tracollo della gestione pubblica dell’acqua nella Tuscia. Una società di gestione Talete in piena crisi, piena di debiti e di storie ancora da capire. Tanto arsenico nei rubinetti, per non parlare di �uoruri e di boro, �le alle fontanelle che si spera eroghino un’acqua all’altezza della situazione. Dobbiamo chiederci, ma quella dei cittadini è solo rassegnazione?”.

Lega Federalista plaude alla decisione presa in Consiglio sull’imposta che tanti disagi rischia di creare ai cittadini

Tariffa minima per l’Imu, passa la mozione de La Destra I

Valducci investe sull’aeroporto viterbese, Bartoletti: ‘E’ stata la perseveranza a premiarci’”. Ma cosa accade ora? L’onorevole si è espresso male? Non abbiamo capito il senso delle sue recenti dichiarazioni? Ha ritrattato quanto riferito da Bartoletti? E’ falso quanto riportato da Galassia Reti? Oppure siamo arrivati al punto che possiamo chiudere tranquillamente sogni e assessorato all’aeroporto?”.

mu a Viterbo, dopo una seduta �ume il Consiglio Comunale ha recepito la mozione de La Destra che prevedeva l’applicazione della tariffa minima per i viterbesi. Lega Federalista si è dichiarata, dal primo minuto, contraria a questa tassazione del patrimonio. “In un periodo di forte crisi, dove sempre più concittadini non ce la fanno ad arrivare a �ne mese, sembra assurdo andare a tassare la prima casa ha dichiarato il capogruppo Umberto Fusco in Consiglio. L’intervento di Lega Federalista ha invitato il Consiglio Comunale

a ri�ettere sul caso del sindaco di Pontivrea (Savona) che su questa tassa ha preso una posizione ferma: “L’Imu - spiega il sindaco in una nota ripresa dall’agenzia stampa Adnkronos - è incostituzionale perché è in contrasto con gli articoli 47 e 53 della Costituzione. Il primo dove si afferma che la Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme; il secondo quando stabilisce che tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Come si può pretendere che dei pensionati o famiglie che non arrivano a �ne mese, debbano anche pagare l’imposta sulla prima casa? Mentre invece questo non riguarda le fondazioni bancarie? Il buon esempio deve essere dato dall’alto. La via della disobbedienza civile è, quindi, l’unica strada. So che l’Imu è una legge dello Stato, ma, come è avvenuto in passato con tante leggi sbagliate si può contrastare. I politici guardano solo al proprio interesse e della gente se ne fregano. E io dovrei fare il braccio armato del governo Monti? Non ci sto”. E infatti il Consiglio Comunale di Pontivrea ha votato ‘no’ all’unanimità e adesso sta cercando un giurista per il ricorso alla Corte Costituzionale. Alla luce di queste informazioni Lega Federalista ha ribadito la propria contrarietà all’Imu sulla prima casa e votato con convinzione l’applicazione della tariffa minima nel Comune di Viterbo.

I have a dream”. Questa frase del 28 agosto 1963 fu pronunciata da Martin Luther King al Lincoln Memorial di Washington al termine di una marcia di protesta per i diritti civili dei neri americani. Daniele Roselli e Luca Pacini la citano in una lettera aperta inviata al sindaco Marini e all’assessore alla Viabilità Zucchi: “Anche il sottoscritto e tanti cittadini hanno un sogno: il centro storico di Viterbo chiuso al traf�co. Possibile che a Viterbo non sia realizzabile una vera e propria ZTL (Zona a Traf�co Limitato) come è per la maggior parte dei centri storici d’Italia, senza che avvenga, come sempre dalle nostre parti, che il permesso di circolare sia rilasciato a tutti tranne forse a chi ne ha più diritto? Un centro storico in cui sia possibile passeggiare tranquillamente, sempre e non forse per poche ore durante l’estate (ebbene sì, la circolare che prevedeva la chiusura del Corso Italia al traf�co dalle 21,00 all’1:00 dal 22/05/2012 al 4/09/2012 è stranamente slittata a data incerta, ma non prima di �ne Giugno). Godere di un’oasi immersa tra i monumenti che raccontano secoli di storia, frutto di un’eredità evidentemente non meritata; possibilmente con verde pubblico (e non cementi�cata brutalmente solo per trarre pro�tti dai parcheggi a pagamento!!!) senza dover inorridire per la sporcizia che imperversa in ogni angolo. Un luogo dove poter trascorrere momenti liberi insieme agli amici, ai �gli e agli animali di compagnia senza il timore di essere investiti, o semplicemente disturbati dalla moltitudine di auto che circolano senza alcun controllo e divieti in ogni dove, tutto ciò in pieno centro storico. Martin Luther King organizzò proteste civili per il “suo popolo nero” e lo fece perché credeva in un ideale, in un cambiamento. Anche noi potremmo, se

desiderosi di cambiare qualcosa, organizzarci e dire la nostra a quest’amministrazione sorda alle lamentele di chi li ha eletti, cieca al momento nel quale viviamo, e soprattutto saccente ed arrogante. Lungi da me paragonare le proteste intraprese dal leader americano negli anni ’60 ma credo che, uniti, tutti noi viterbesi, insieme nel nostro territorio, potremo vedere realizzarsi il nostro sogno. L’Assessore alla viabilità ha dichiarato che non può chiudere il centro storico per via delle dif�coltà economiche del Comune: ebbene una soluzione potrebbe essere quella di non sperperare denaro pubblico per manifestazioni al momento inutili solo per rendere la “facciata” meno orribilante di quanto realmente sia. I viterbesi sono stanchi di apparire solamente… vogliono essere. Essere parte integrante di una città moderna ma legata alle tradizioni, una città aperta al turismo senza divenire un sobborgo di Roma, una città dove l’amministrazione comunale riesca a comprendere i propri concittadini e dunque ascolti le loro voci. Non cerchiamo alibi che non esistono: per chiudere il centro storico non occorrono dei geni e milioni di euro, ma solo la volontà univoca degli amministratori che, ricordo, vengono scelti proprio da chi oggi vi chiede di fare e non parlare. Non solo non occorrono grandi investimenti, ma si rischia anche di vani�care quel poco che in quest’ultimi anni è stato fatto per questa città. Come ad esempio il parcheggio di Valle Faul ad opera del Comune, che rischia di diventare solo un’altra piazza di cemento come il parcheggio sovrastante a P.zza Martiri d’Ungheria, l’ex mattatoio ad opera della Fondazioni Ca.Ri.Vit. e BIC Lazio, comprato al Comune e restaurato dopo anni di completo abbandono”.


Giovedì 24 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

attualità

5

A Civitavecchia, diretti a Palermo, si sono imbarcati tre studenti di Vasanello e tre di Gallese

“Navi della legalità” a bordo la Tuscia c’è di SIMONA TENENTINI rgogliosi ed emozionati. Apparivano così, martedì scorso, i sei ragazzi, tre di Gallese e tre di Vasanello, (Chiara Torroni, Nicholas Panzanera e Daniele Narduzzi) scelti a rappresentare la provincia di Viterbo sulla “Nave della legalità”. Una responsabilità pesante, ma allo stesso tempo, pregna di signi�cato.

uccise, nel tragico attentato di Capaci, il magistrato Giovanni Falcone, la moglie e gli uomini della scorta. Un avversario invisibile, dunque, ma non per questo meno in�mo e pericoloso. Un nemico contro il quale, ieri, è stato chiamato a combattere un esercito di ragazzi festanti e innocenti, provenienti da ogni parte d’Italia. Si sono imbarcati da Civitavecchia alle 13.00, s�dando anche il mare grosso e il mal-

I sei alunni dell’istituto comprensivo Caduti di Nassyria, infatti, sono gli unici ‘ambasciatori’ della Tuscia chiamati a rappresentare il territorio in una lotta importante e, oggi più che mai, particolarmente densa di implicazioni. Il nemico contro il quale manifestare simbolicamente il proprio ri�uto, è la ma�a, quella che, venti anni fa,

tempo, per gridare il loro No alla ma�a. Erano in tutto 2600, tra studenti e docenti, a bordo delle due imbarcazioni, ribattezzate Giovanni e Paolo, salpate da Civitavecchia e da Napoli. Le “navi della legalita’ organizzate dalla Fondazione Falcone e dal ministero dell’Istruzione sono arrivate ieri in mattinata a Palermo.

O

Sulla nave partita da Civitavecchia c’erano il ministro Francesco Profumo, Istruzione, Piero Grasso, procuratore nazionale antima�a, l’attore Neri Marcorè, il cantante Paolo Vallesi ed undici studenti dell’istituto MorvilloFalcone, lo stesso frequentato da Melissa Bassi, la ragazza uccisa nell’attentato di Brindisi alla quale è stato dedicato il viaggio. Sulla nave salpata da Napoli, invece, si sono imbarcati i sottosegretari all’Istruzione, Marco Rossi Doria e Elena Ugolini. “La scuola- ha spiegato il ministro Profumo- ha dimostrato in questi giorni dif�cili, dopo i fatti di Brindisi, di essere il cuore pulsante dell’Italia.

Durante questo viaggio dobbiamo pensare a Melissa e alle altre ragazze che sono ancora in ospedale. E dobbiamo ricordare chi si è sacri�cato per lo Stato. Un grande paese deve sempre avere rispetto per la sua memoria”. La scuola, ha proseguito il

ministro, “e’ un presidio di legalita’ e in questi venti anni che ci separano dalle stragi di Capaci e via d’Amelio ha dimostrato di essere il luogo in cui si impara ad essere cittadini onesti”. “Con l’attentato di Brindisi ci volevano mettere paura, ma noi siamo tutti qui- ha prose-

guito il procuratore Grasso, salito a bordo a Civitavecchia con il nipotino Riccardo- noi dobbiamo poter credere che tutto cambi. Dobbiamo avere il diritto di inseguire i nostri sogni. E dobbiamo ricordare sempre chi si e’ sacri�cato per il paese come Falcone e Borsellino”.

La Camera di Commercio di Viterbo ha organizzato una serie di seminari per approfondire l’argomento

Esportazione, ecco le ‘istruzioni per l’uso’ O

ltre quaranta imprenditori prevalentemente del comparto agroalimentare, provenienti da tutto il Lazio, hanno preso parte nei giorni scorsi al seminario “Focus Paese Nord America”, organizzato dalla Camera di Commercio di Viterbo in collaborazione con SprintLazio, ICE, Bic Lazio e Unioncamere Lazio, nell’ambito del programma di iniziative a sostegno dell’internazio-

nalizzazione dei sistemi produttivi locali denominato IntFormatevi. L’incontro ha permesso di richiamare l’attenzione sull’attuale scenario economico e sociale di Stati Uniti e Canada, considerati tra i mercati più dinamici e al tempo stesso attenti alla qualità dei prodotti Made in Italy, come dimostra l’aumento nell’ultimo periodo delle esportazioni italiane del

comparto agroalimentare, soprattutto nel settore vinicolo e dolciario. In particolare nel corso del seminario sono state approfondite le dinamiche che guidano i rapporti economici e le modalità di de�nizione di una speci�ca strategia di vendita, per facilitare l’inserimento di prodotti nazionali in un mercato regolato da normative in materia di import-export completamente differenti da quelle europee. Inoltre, per contrastare l’Italian Sounding, il grave fenomeno dei prodotti alimentari creati all’estero che evocano in qualche modo un’origine italiana, suggestionando i consumatori stranieri e procurando un

danno economico ai nostri produttori, i relatori hanno ravvisato nella tutela delle Indicazioni Geogra�che e nella procedura di registrazione del marchio delle aziende proprio negli Stati Uniti gli strumenti indispensabili per proteggere i prodotti agroalimentari, indicando al tempo stesso apposite soluzioni e suggerimenti a livello giuridico, legale e promozionale. In�ne, sono state illustrate le opportunità per l’export agroalimentare italiano in Canada e le modalità per intraprendere percorsi commerciali. Hanno preso parte all’incontro: Francesco Monzillo, segretario generale della Camera di Commercio di

Viterbo; Francesco Pagnini, dell’Area formazione manageriale Ice; Roberto Lovato, dirigente Area agroalimentare Ice; Donatella Iaricci, Desk tutela proprietà intellettuale Ice New York. In collegamento in videoconferenza: Aniello Musella, direttore di Ice New York e Piero Titone, Ice Toronto. Il calendario dei prossimi appuntamenti di IntFormatevi prevede per il 2012: “La cultura dell’internazionalizzazione: strategie di marketing e modelli organizzativi per i mercati internazionali” (11 settembre, Viterbo); “Progettare attività di internazionalizzazione: i modelli

di aggregazione tra PMI” (2 ottobre, Latina); “Pagamenti e �scalità internazionale” (25 ottobre, Roma); “La Cultura dell’Internazionalizzazione: strategie di marketing e modelli organizzativi per i mercati esteri” (8 novembre, Frosinone); “Cessioni ed Acquisti intracomunitari delle merci” (22 novembre, Latina); “Esportazioni ed importazioni: procedure operative, origine delle merci, aspetti �scali, costi” (29 novembre, Rieti). Per ulteriori informazioni: Uf�cio Internazionalizzazione Camera di Commercio di Viterbo, tel. 0761.234403 - e-mail: internazionali zzazione@vt.camcom.it – www.sprintuscia.it


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 24 Maggio 2012

Sabato 26 maggio tanti appuntamenti per grandi e piccini alla scoperta del cibo sano, pulito e giusto

A Viterbo tutti pronti per lo Slow Food Day V

iterbo si prepara a vivere sabato 26 maggio lo Slow Food Day, l’appuntamento giunto alla seconda edizione che vedrà coinvolte contemporaneamente oltre 300 piazze, strade, mercati e giardini d’Italia. A partire dalle ore 16 fino a tarda notte nel centro storico si terranno una serie di eventi organizzati dalla Condotta di Viterbo di Slow Food in collaborazione con l’Associazione “Un giro in Centro”, all’insegna del cibo: buono, pulito e giusto tra cui: degustazione di prodotti locali a chilometro zero, incontri con i produttori e con gli artigiani del territorio, laboratori educativi per bambini, giochi in piazza. Ci sarà poi un’appendice domenica 27 maggio a Civita Castellana. Lo Slow Food Day di quest’anno è dedicato al rapporto tra il cibo che consumiamo quotidianamente e i cambiamenti climatici, un tema ricorrente che farà da filo conduttore di tutti gli appuntamenti in programma. Tanto più che si avvicina la Conferenza delle Nazioni Unite a Rio de Janeiro dedicata allo sviluppo sostenibile, dove saranno affrontati argomenti da cui dipende il futuro dell’umanità tra cui la tutela della biodiversità, il man-

Il 29 maggio al Comune di Viterbo si parla di turismo sociale

Salviamo i “buoni vacanza” “

tenimento degli ecosistemi e la lotta ai cambiamenti climatici, lo sviluppo agricolo sostenibile, il ciclo acqua-cibo-energia e la sicurezza alimentare, temi su cui Slow Food è impegnata da sempre, con campagne internazionali e numerosi progetti educativi. Questi gli esercizi commerciali coinvolti: Tredi-

ciGradi, Aquarubra, Artistica, Due Righe Bookbar, Ejelo, Convivium, Il Gargolo, Libreria del Teatro, Da Lucio, Magna Magna, SubRosa, Stappo. La manifestazione è realizzata con il patrocinio e la collaborazione della Camera di Commercio di Viterbo e il Marchio collettivo Tuscia Viterbese.

Prossimi all’esaurimento, ci si chiede cosa sarà dei Buoni Vacanza dal 9 settembre prossimo. - a chiederselo è “l’Osservatorio Italiano Turismo Sociale ed Associato”- La vicenda - spiegano dall’osservatorio - è nota, ma vale la pena riassumerla. Introdotti dalla legge 135/2001 e volti a favorire il cosiddetto “turismo sociale” ovvero il turismo delle categorie più deboli, dopo due anni di erogazione, sono finiti, anche loro, sotto la scure del Governo Monti che con D.L. 5/12 sulla “Semplificazione e Sviluppo”, li ha abrogati. Immediatamente il Ministro del Turismo, Piero Gnudi, dispone che l’emanazione dei Buoni Vacanza, già prevista per tutto il 2012, cessasse dal 9 settembre e che, per la stessa data, tutti quelli ancora in circolazione venissero utilizzati o restituiti. Fortuna ha voluto, quasi se ne avesse sentore, che in data 28 luglio 2011, in epoca quindi non sospetta, un gruppo di parlamentari appartenenti a quasi tutte le forze politiche del Paese, presentasse una proposta di legge (depositata in Parlamento con il n. C4558) per una riforma totale della vigente disciplina nell’intento di adeguarla alle altre più avanzate in Europa e, più precisamente a quella francese, di sicuro oggi la più evoluta anche in considerazione dell’attuale situazione di stallo dell’economia

dell’Unione. Il modello transalpino, infatti, oltre a stimolare la domanda interna e la destagionalizzazione consente anche una parziale defiscalizzazione tributaria e degli oneri sociali. L’importanza per il settore turismo, per il quale i Buoni Vacanza potrebbero rappresentare una potente leva di ripresa, soprattutto in presenza di interventi strutturali e decisivi come questo, è quindi fondamentale. Questo Osservatorio, sensibile e convinto sostenitore della reintroduzione, senza soluzione di continuità, dei Buoni Vacanza in Italia, e al fine di offrire un contributo al dibattito parlamentare, ha indetto un Convegno dal titolo “I Buoni Vacanza per un rilancio del Turismo” che si terrà a Viterbo presso la Sala Regia del Palazzo Comunale, il 29 maggio 2012 alle ore 10.30. Tra i relatori figurano l’On. Elisa Marchioni, componente della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati e prima firmataria della proposta di legge, Caterina Cittadino, Capo Dipartimento del Ministero del Turismo, Benito Perli, Presidente della Fitus e Aldo Albano della Presidenza Nazionale della Fitel. Nel corso del Convegno verrà presentato a cura dell’ISNART il “4° Rapporto Nazionale sul Turismo Sociale e Associato”.”


Giovedì 24 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

montefiascone

7

Verrà affidato alla direzione del dottor Montanaro dopo il favorevole parere ottenuto dalla Direzione Generale di Viterbo

Nell’ospedale ‘torna’ il reparto di ematologia di Michele MARI

I

l reparto di Ematologia ritornerà nel nostro nosocomio dove era nato ed aveva ottenuto riconoscimenti eccellenti grazie alla splendida equipe diretta dal dottor Marco Montanaro. Questa importante e splendida notizia viene riferita direttamente dal primo cittadino Luciano Cimarello. “Stiamo lavorando-spiega- per far ritornare Ematologia nel nostro ospedale; lo facciamo congiuntamente con il primario Marco Montanaro. Un passo avanti notevole, che lascia ormai ben sperare, dopo aver ottenuto in merito il parere favorevole della Asl. L’ingegnere Fabio Micio sta quanti�cando i lavori da apportare alla struttura per renderla idonea per ospitare quanto prima il reparto ma sono assolutamente lavori non complessi e nemmeno molto dispendiosi. Dopo l’approvazione del progetto questo importante reparto dovrebbe ritornare nel padiglione di Monte�ascone e sarebbe nello stesso

tempo fondamentale per far fare quel salto di qualità alla nostra struttura”. “È stato effettuato anche un sopralluogo -continua Cimarello- con i dirigenti della Asl e con i responsabili dell’uf�cio tecnico per predisporre il progetto degli interventi necessari per riportare il reparto. Stiamo lavorando attivamente in stretta collaborazione con il direttore generale Adolfo Pipino, la dottoressa Cerimele e con il direttore del Poc Giuseppe Cimarello. Inoltre si è attivata con grande attenzione e deter-

minazione il presidente provinciale della Ail Patrizia Badini; si sta adoperando per trovare una sistemazione idonea ed adeguata alla sua importanza. Il Comune -aggiunge Cimarello- sta facendo del tutto af�nché ritorni Ematologia che diventerebbe un punto di eccellenza per il nostro nosocomio. Sarebbe in de�nitiva una novità importante e quali�cativa per Monte�ascone dato che, come riferito dal dottor Mandelli qualche mese fa in una conferenza organizzata dall’Avis di Monte�ascone a Villa S. Margherita,

a livello provinciale in questo particolare campo esistono degli specialisti e dei grandi professionisti che faranno di questo reparto un punto di eccellenza”. “Il progetto si dovrebbe realizzare in tempi ragionevoli. Come Comune -continua il sindaco- siamo pronti anche ad una sottoscrizione per trovare, semmai ce ne fosse bisogno, dei fondi per effettuare i lavori necessari. Farò del tutto in base alle mie possibilità per far ritornare Ematologia nel luogo dove era nata. È una cosa a cui tengo particolarmente perche ritengo sia fondamentale per il futuro del nostro ospedale”.

Un cittadino denuncia il pessimo stato dell’opera ristrutturata da pochi anni

La Fontana del Sambuco nell’abbandono “

La Fontana del Sambuco, completamente abbandonata, è nel degrado più totale ed assoluto”. È una aspra, ma adeguata, critica di un cittadino residente nei pressi del “Salto dell’Asino” in località Poggio della Frusta, a ridosso dell’antica fontana. “Ogni giorno -spiegapassano in quella strada decine e decine di pellegrini che percorrono la via Francigena . Molti si fermano per dissetarsi o prendere semplicemente dell’acqua dalla fontana ma il tutto non è affatto semplice data la mole di erbacce e di sporcizia che vi è in tutta quella

zona. La fontana è stata ristrutturata solamente alcuni anni fa dall’Associazione Nuova Luce ma poi nessuno è più intervenuto a risistemare con una adeguata manutenzione. Ogni anno mi mettevo a ripulire tutta la zona limitrofa alla fontana armato di un tagliaerba. Quest’anno purtroppo che non ho avuto tempo a disposizione per svolgere il relativo lavoro; nessun operaio del comune è intervenuto. Non è un bello spettacolo quello che esiste attualmente e che si presenta soprattutto ai pellegrini che

transitano in quell’area. Non chiedo molto ma soltanto il taglio dell’erba

vicino a quella stupenda fontana del Sambuco”. M.M.

Prova per cani da ferma organizzata da Enalcaccia

D

omenica 27 maggio la sezione Enalcaccia di Montefiascone organizza la prova attitudinale di caccia su quaglie liberate per cani da ferma con abbattimento. La gara si svolgerà presso l’azienda Agricola del signor Fernando Funari il località “ To r r a c c i a ” nel comune di Lubriano. Per raggiungere il campo si raccomanda di seguire la segnaletica esistente in loco. La partecipazione è libera a tutti i cinofili e cacciatori indipendentemente dall’associazione venatoria di appartenenza. Le iscrizioni e il sorteggio verranno effettuati sul campo di gara dalle ore 6; il costo è di 15 euro. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i seguenti recapiti telefonici: 3405364771 (Gianni); 3294366095 (Lorenzo). Questa prova organizzata dall’Enalcaccia di Montefiascone segue quella di domenica 15 aprile in cui si è tenuta la prova su quaglie liberate per cani da ferma senza però l’abbattimento. Questa prova si è tenuta in località “Pizzicagno” ed ha visto la partecipazione di oltre 40 cacciatori. L’assessore

alla caccia del comune di Montefiascone Cacalloro evidenzia: “Per l’occasione a Lubriano verrà inaugurata l’azienda agrituristico venatoria dove sarà consentito lo sparo tutto l’anno. Fa molto piacere vedere come le sezioni di cacciatori di Montefiascone organizzino questo tipo di eventi. In città vi sono oltre 500 cacciatori che si stanno dimostrando molto attivi e partecipi alle varie manifestazioni; non dimentichiamoci che molti cacciatori vengono anche dalle zone limitrofe. Queste due gare per esempio hanno accontentato sia gli amanti dei cani da seguita che da ferma”. Continua così la prestigiosa serie di prove che sembrano molto accattivanti. M.M.

Controlli su alcuni abusi edilizi da parte della Polizia Locale

Sospesi i lavori in via Cardinal Salotti U

n rapporto di sospensione dei lavori con un’ordinanza sono le indagini degli uffici competenti comunali nel campo dell’abusivismo edilizio del mese di aprile. Infatti in una lettera che il Comune di Montefiascone ha inviato al Procuratore della Repubblica, alla Direzione Regionale del territorio e urbanistica, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti si legge che è stato effettuato, dalla polizia locale, un rapporto di sospensione dei lavori. Il rapporto è stato emesso il 4 aprile inerente via Cardinal Salotti poiché si è riscontrata una violazione dell’art 22 del Dpr 380 del 2001.


comprensorio nord

8

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 24 Maggio 2012

Nuova campagna informativa sulla differenziata L’amministrazione di Acquapendente ha messo in distribuzione gli opuscoli con dati e calendario

C

ontinua l’impegno dell’Amministrazione Comunale di Acqua-

pendente per incrementare i quantitativi di raccolta differenziata. “Per non �nire sommersi dai rifiuti… differenzia! E la tua città sarà come un giardino �orito!” è lo slogan della nuova campagna informativa per sensibilizzare i cittadini e dotarli di una broc h u r e sempre a disposizione per consultare tipologie e modalità di conferimento dei ri�uti. Nei prossimi giorni verrà distribuito, casa per casa, il materiale

informativo sulla raccolta differenziata realizzato dalla Coop.va Elce con la collaborazione degli studenti del Liceo Scienti�co di Acquapendente, per le traduzioni in lingua, e la Graphisphaera di Cesare Goretti per la scelta del logo, che vede Girolamo Fabrizio prendersi cura della piazza di Acquapendente, e la creazione gra�ca della campagna informativa. Inoltre, nei prossimi giorni sarà distribuito alle utenze domestiche, a titolo dimostrativo ed informativo, un kit minimo di sacchetti biodegradabili certi�cati UNI EN 13432 (art.183/F del D. Lgs. 4 del 1601-2008) per l’esposizione dei ri�uti organici. D’ora in poi, secondo le nuove direttive, per il conferimento dell’organico si dovranno utilizzare solo buste riportanti la dicitura “sacchetto compostabile secondo la norma UNI EN 13432”. “È importante – dichiara Claudio Speroni Assessore all’ambiente del Comune di Acquapendente – fare attenzione a non utilizzare i sacchetti che riportano la frase ‘Non adoperate questo sacchetto come contenitore della frazione umida nella raccolta differenziata dei ri�uti’.

ACQUAPENDENTE - Il regolamento sulle strutture della Riserva di Monte Rufeno

Infatti, questi non sono conformi alle nuove direttive, e il conferimento dell’organico in queste buste ci è costato il mancato ritiro dell’umido intercettato con il porta a porta da parte dell’impianto di compostaggio. Il nostro 25% di raccolta differenziata, ottenuto con la frazione organica, è a rischio se non interveniamo subito adottando i nuovi sacchetti, in vendita presso alcuni negozi ed in parte utilizzati da alcuni esercenti commerciali più aggiornati”. Per migliorare il sistema della raccolta differenziata, l’Amministrazione Comunale ha messo in progettazione alcune importanti azioni come l’attribuzione del codice a barre ad ogni utenza cittadina. La Coop.va Erica, in collaborazione con gli uf�ci comunali e la Coop.va Elce, provvederà ad attribuire ad ogni utenza, domestica e commerciale, un codice a barre che verrà utilizzato per l’applicazione di un sistema tariffario sempli�cato basato sul criterio “chi più differenzia meno paga”. Su questa stessa linea si colloca il progetto del compostatore comunitario di Via Guido Rossa. Sono proseguite con la

Coop. L’Ape Regina e le classi dell’Istituto Comprensivo d’Istruzione Superiore Leonardo Da Vinci le visite al compostatore comunitario. “Abbiamo avuto una visita ispettiva da parte dell’ARPA – continua l’Assessore Speroni – che dovrebbe aver �nalmente concluso il lungo iter autorizzativo di questo piccolo impianto. Non vediamo l’ora di partire con questa azione, per realizzare con il compostaggio della frazione organica quel sogno di trasformare ciò che riteniamo erroneamente ri�uto in un buon ‘fertilizzante-am-

mendante’ per il terreno. Con la collaborazione dell’Associazione Il Ginepro, partirà nei prossimi giorni un’importante azione di monitoraggio ed informazione per vedere se chi ha avuto la compostiera stia effettuando correttamente il compostaggio domestico delle frazioni organiche”. In�ne, saranno effettuati i controlli sulla corretta esposizione dei contenitori della raccolta differenziata e del regolare riempimento dei sacchetti, secondo le diverse tipologie previste dal calendario del Porta a Porta.

ACQUAPENDENTE - L’ex Sindaco Meaccini sull’ospedale

“Non si è votato il documento del direttore Bedini?” “Sosteniamo la mozione Parroncini” C

on l’approvazione all’unanimità del regolamento strutture ricettive didattiche interne alla Riserva Naturale Monte Rufeno in gestione area protetta, si conclude il primo Consiglio Comunale della stagione 2012. Spetta all’Assessore all’Ambiente Dottor Claudio Speroni illustrare il regolamento ed i risultati de�niti ef�caci durante il programma di lavoro effettuato dal veri�catore Europark in merito alla proposta di ottenimento Carta Europea del Turismo Sostenibile (percorsi sentieri escursionistici “Frutti perduti” e “Acquacalda-Acquachiara”. Al momento della dichiarazione di voto, il consigliere di minoranza Sergio Jaco-

poni invita la maggioranza a produrre una fotogra�a aggiornata dei servizi Riserva Naturale Monte Rufeno nel loro insieme strutturale e funzionale. Il documento votato in consiglio comunale sembrerebbe non corrispondere a quello depositato in seguito, suscitando alcune polemiche che con tutta probabilità causeranno a breve la richiesta della minoranza, in forma uf�ciale, di elementi chiari�catrici della vicenda. Infatti il regolamento stilato da Massimo Bedini, Direttore della Riserva, sembra molto diverso d’allegato che invece si vorrebbe far passare per approvato all’unanimità. Vedremo nelle prossime giornate come l’attuale

giunta porrà rimedio a tale incongruenza.

FARNESE - Numerosi eventi collegati alla manifestazione floreale

“In Terra Nostra Flores Apparuerunt” L

a riserva naturale, “Selva del Lamone” per sabato 26 alle ore 10,00 organizza una escursione gratuita alla scoperta dei luoghi di �oritura delle orchidee spontanee di Vallerosa e nel pomeriggio alle ore 17,00 una conferenza tenuta dal Dott. Baragliu Antonio sulle orchidacee, il locale museoMuseo Civico Archeologico “F. Rittatore von Willer”. ospiterà i preziosi costumi della famiglia Farnese gentilmente concessi dal Comune di Gradoli. Nei tre giorni della manifestazione, gli chef della “Piazzetta del sole” e della “Taverna del Brigante” presenteranno in modo originale la 2^ edizione di “Fiori in pentola “ realizzando piatti a base di �ori, mentre nei bar locali si potranno degustare cocktail, gelati e dolci naturalmente anche questi a base di �ori. A coronamento della manifestazione ver-

ranno esposti nella bella piazza del Comune due pugnaloni , mosaici di �ori e foglie, gentilmente concessi dalla Proloco e dal Comune di Acquapendente. L’appuntamento è dunque a Farnese per i giorni 25/26 e 27 maggio.

R

iceviamo e pubblichiamo dall’ex Sindaco di Acquapendente, Anna Maria Meaccini: “Oggi, Giovedi 24 Maggio, dopo un’ interminabile attesa, in commissione regionale sanità si discuterà dell’ospedale di Acquapendente come ospedale montano su proposta di legge presentata dal consigliere regionale On. Giuseppe Parroncini, che già nella passata legislatura era stato il primo �rmatario di una legge ad hoc. A questo punto, è stata aggiunta la situazione critica dell’ortopedia di Belcolle, una criticità che ha radici antiche e di non facile soluzione. Questa cosa non mi piace, non perché voglio togliere importanza all’ortopedia di Belcolle, ma perché credo che l’ospedale di Acquapendente merita un discorso a parte ed improcrastinabile,sia perché non diventi il frutto di qualche ulteriore inciucio e sia perché è il primo ospedale, che per le sue coordinate geogra�che nel Lazio, nella macroarea nella quale siamo stati inglobati e nella Asl di Viterbo , ha la ragione concreta di esistere ed invece è stato il primo ad essere strangolato dalla presidente della Regione e dalla Direzione strategica della Asl, con la protervia di chi tutto può decidere della vita e della morte delle persone. Vorrei ricordare a costoro che garantire il diritto alla sicurezza di vita e alla salute è il loro principale compito istituzionale; non garantirlo è il modo più vile di uccidere. E’ proprio di ieri la radiogra�a agghiacciante resa pubblica da Cittadinanza attiva, sulla situa-

zione sanitaria del Lazio: l’aggravarsi delle criticità presenti nel sistema sanitario laziale rischiano da un momento all’altro l’implosione completa: gli aumenti delle segnalazioni sui Pronti Soccorso, gli operatori che non vengono sostituiti, l’accrescersi della disperazione tra i cittadini con la paura sempre più palpabile di morire per strada, nei corridoi dei Pronto Soccorso o di �nire sbattuti da un capo all’altro della Regione; l’indebolimento di un sistema sanitario che va a colpire soprattutto le fragilità sia territoriali che umane, che umilia gli operatori più quali�cati, in frontiera a cercare di rimediare ad una situazione di emergenza e di continua tensione. La Presidente e commissaria ad acta per la sanità On. Polverini è stata bocciata dal governo, che di fatto ha bloccato i �nanziamenti spettanti alla sanità laziale, vale a dire che i tagli orizzontali ed indiscriminati operati dalla regione non solo non hanno prodotto alcun effetto �nanziario positivo, tanto

da non ottenere neanche i fondi FAS, di fatto hanno solo prodotto scompiglio nell’assetto della rete ospedaliera regionale, perdita di posti di lavoro quali�cato in sanità e soprattutto un notevole peggioramento delle prestazioni sanitarie ai cittadini, senza andare ad intaccare minimamente gli sprechi, le ruberie, le clientele, i centri di potere e i tanti posti da dirigente inutili. Credo che sia giunta l’ora di aprire �nalmente una profonda discussione sulla natura del piano di rientro e di una fase commissariale disastrosa in consiglio regionale in seduta straordinaria, cosa che non è stata mai fatta dall’uscita dei decreti sulla sanità, che istituivano le macroaree e ridisegnavano l’intera rete ospedaliera del Lazio, per aprire una fase nuova fatta di proposte concrete, che partendo dai territori tengano conto dei bisogni dei cittadini, misurandosi con le grandi restrizioni �nanziare del momento e del piano di rientro, ma con la consapevolezza che la salute oltre ad essere un bene essenziale è anche utile.”


Giovedì 24 Maggio 2012

comprensorio sud

Viterbo & AltoLazio

9

CIVITA CASTELLANA - Nella struttura, nuova di zecca, si riscontrano quotidianamente disagi e inefficenze

Gravi irregolarità nella Cittadella della Salute di SIMONA TENENTINI

C

ittadella nuova, problemi vecchi. Nel complesso edilizio Ex-Zanganella di Civita Castellana, all’interno del quale da circa un mese sono stati trasferiti tutti gli uf�ci della Asl Vt5, malgrado le numerose segnalazioni di disagi ed irregolarità, ancora niente è cambiato. Circa due settimane fa, da queste colonne, è stato pubblicato un servizio sulle varie inef�cienze riscontrate, del quale riportiamo alcuni stralci: “più passano i giorni dall’avvenuto trasferimento e più aumentano le polemiche, relative, soprattutto, ad aspetti di natura tecnica della struttura che comportano innumerevoli

disagi per operatori sanitari e pazienti. Per avere un’idea della totale inadeguatezza dei servizi erogati, a fronte di un complesso nuovo di zecca, è suf�ciente stilare un breve riassunto degli ‘intoppi’ che si sono veri�cati, in rapida successione, negli ultimi giorni....Altra stranezza: le uscite d’emergenza. Invece di funzionare, come sarebbe normale, con il maniglione antipanico, si attivano con l’energia elettrica. Risultato: in caso d’allarme, e quindi di distacco della corrente, le porte, ovviamente, rimangono chiuse. Un rapido accenno tocca ora alle condizioni del reparto di ostetricia e ginecologia. Qualche giorno fa si effet-

tuava lo screening per il carcinoma al collo dell’utero. Le pazienti, che avevano ricevuto l’invito per fare il pap test, hanno dovuto attendere il proprio turno di visita in piedi, poiché i locali, per il momento, sono privi di sedie. La stessa cosa per le vaccinazioni obbligatorie. Neo mamme con bambini piccoli costrette, ugualmente, a rimanere in piedi, magari per ore, prima di poter somministrare il vaccino ai neonati. Condizioni, insomma, al limite della decenza, sulle quali è obbligatorio condurre più di una ri�essione. Innanzitutto non è comprensibile come, una struttura nuova di zecca possa manifestare queste gravi carenze, sia

di ordine organizzativo che pratico. In secondo luogo, se i locali non sono perfettamente a norma, possono ospitare reparti sanitari con grave pregiudizio del diritto alla salute del cittadino?” Agli iniziali disagi registrati, nel corso del tempo, se ne sono poi aggiunti anche degli altri. In�ssi nuovi che già cadono a pezzi, bocchette di areazione staccate e successivamente appoggiate alle pareti in maniera casuale, lavandini con rubinetti non a norma, bagni senza chiave. Insomma, un generale senso di abbandono che si va a sommare ad inottemperanze di natura normativa che contribuiscono a creare un quadro generale inaccettabile. Basti pensare che alcuni apparecchi sanitari, prima della loro installazione non sono stati nemmeno collaudati, come prescritto dalla legislazione vigente e, a seguito di questa grave circostanza, sono dovuti intervenire persino i carabinieri. In de�nitiva, se dalle parti dell’Andosilla si piange, nella ‘nuova’ Cittadella della Salute non si ride di certo. Ed allora, perchè il sindaco Angelelli non scrive al direttore generale Pipino anche in questo caso? In fondo, sempre di tutela di diritti sanitari si parla.

VASANELLO - Domani, nella sala conferenze, la presentazione del libro di Sandro Ricci

Al Castello Orsini “Segnali di festa” RONCIGLIONE - Santa Rosa

S

arà presentato domani, alle 18.30, nella Sala Conferenze di Castello Orsini di Vasanello, il libro di Sandro Ricci: “Segnali di Festa. Cantari di piazza e di villa”. Come si legge nella prefazione del volume, si tratta di una narrazione che rivive: “Un’epoca e un mondo periferico rievocati e rivisitati attraverso lo sguardo d’un bambino curioso e visionario. Un sopralluogo amoroso e disincantato insieme. Il racconto corale, in un certo

Venerini, al via la festa

modo anche epico e �abesco, d’una generazione che, dall’infanzia sino alle soglie dell’adolescenza, è stata testimone o partecipe dei diversi momenti del tramonto d’una civiltà. Racconto reso, in versi e in prosa, con una scrittura dai connotati al contempo classici e popolari, densa di rimandi polisemici, di assonanze e corrispondenze polifoniche, carica di rumori, di odori, d’avventura. Che coinvolge ed emoziona.” SIM.TEN.

VETRALLA - Fissata per il prossimo 31 maggio una seduta con molti punti all’ordine del giorno

Previsto un Consiglio infuocato S

arà un Consiglio ricco di argomenti e probabilmente di duri scontri quello in programma per �ne mese. Nella seduta del 31 maggio, infatti, si discuterà die ben 20 argomenti e su tutti grande attenzione verrà posta allo stato di attuazione del programma e all’approvazione del bilancio di previsione. Se non si riuscisse a trovare la maggioranza il 31 al massimo il primo giugno il bilancio dovrà essere approvato. C’è attesa anche per la discussione sull’attività dell’Assessorato alle Politiche Sociali, bersaglio

di numerose critiche da parte dell’opposizione nonché argomento che si sarebbe dovuto discutere nell’ultima seduta se i consiglieri di non minoranza non avessero deciso di lasciare l’aula in segno di protesta per la lunga sospensione del consiglio e lo scarso rilievo dato agli ordini del giorno presentati dall’opposizione. Come sempre si inizierà con le comunicazioni del sindaco, la lettura e l’approvazione dell’ultima seduta e poi spazio a mozioni, interrogazioni ed interpellanze tra cui non mancherà di certo la richiesta di far luce sulla ge-

stione della nuova numerazione civica. Dopodiché saranno discussi i punti propedeutici all’approvazione del bilancio, come la modi�ca del regolamento sul funzionamento dell’asilo nido, le aliquote e le detrazioni della tanto criticata Imu, l’addizionale Irpef con la conferma dell’aliquota, l’approvazione delle tariffe della Tarsu, i servizi a domanda individuale, l’approvazione del piano delle alienazioni immobiliari, l’individuazione delle aree da cedere in proprietà o diritto di super�cie e prezzo di cessione, l’approvazione del

piano industriale ed il rinnovo del contratto di servizio con la Vetralla Servizi.

S

abato e domenica saranno due giornate dedicate interamente alla preghiera ed alla festa in onore di Santa Rosa Venerini, la suora che dell’insegnamento ai fanciulli ne fece missione di vita. Sabato alle ore 19,40 con partenza dal Duomo di Ronciglione, si articolerà la processione in onore della Santa con il trasporto della Macchina elaborata dai fratelli Natali, raf�gurante la suora. Decine di �guranti con costumi d’epoca, bambini e bambine al seguito, porteranno per le vie di Ronciglione la gioia della vita attraverso l’istruzione. Al termine del trasporto seguirà un nutrito buffet presso la Casa Madre delle

Maestre Pie Venerini in Via della Rocca. Domenica 27 maggio, alle ore 16,30 nella Chiesa di San Sebastiano ed in Piazza Vittorio Emanuele musica ed iniziative culturali termineranno la festa. Va ricordato che è grazie ad un sogno dell’artigiano Fabrizio Natali che è nata la Macchina di Santa Rosa Venerini e con essa un’associazione culturale che si occupa di istruzione in loco e nel mondo nonchè di bambini e di educazione scolastica e nelle famiglie. Dal sogno sono nati, secondo schemi ben precisi e secondo regole dettate, processioni, costumi e iniziative di vario genere. ELISABETTA GIOVANFORTE


tuscania-litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 24 Maggio 2012

TUSCANIA - La Cooperativa ha iniziato il restyling dell’area archeologica e la presidente Luciana Franci annuncia:“presto l’apertura”

La “Curunas” al lavoro sul Colle di San Pietro

ViviTuscania presenta “Ma cos’è questa crisi?” O Sopra e sotto: le foto dell’acropoli prima del restyling

di VALERIA SEBASTIANI

P

oco tempo fa vi avevamo mostrato sulle pagine di questo giornale, il degrado in cui versava il Colle di San Pietro. Usiamo un tempo al passato perché attualmente il Colle è quasi irriconoscibile. Restaurato il muro distrutto dai vandali (che purtroppo sono già tornati all’opera!), potata l’erba infestante. Oggi però c’è un’altra novità. Questa volta dobbiamo

ringraziare la Cooperativa Curunas. La Curunas ha infatti in gestione, tra i vari siti archeologici, così come previsto dalla convenzione stipulata tra Comune e Soprintendenza, anche l’area dell’antica acropoli che sorgeva sul Colle di San Pietro. Resti di abitazioni romane con importanti reperti tutt’oggi visibili, come splendidi mosaici. Purtroppo l’acropoli è rimasta dimenticata per anni: erba e rovi hanno somer-

Sopra e sotto: l’acropoli dopo l’intervento della Curunas

so le antiche mura, le tettoie e recinzioni, installate dopo gli scavi, sono state coperte dalla ruggine, i cartelloni e pannelli informativi sbiaditi dal tempo. Chi è salito sul colle in questi giorni avrà però notato importanti cambiamenti in atto. La Cooperativa Curunas, grazie alla collaborazione con i proprietari del terreno, sul quale sorge l’area archeologica, che ha reso possibile l’attuazione della convenzione, ha ripulito completamente l’intera area. I lavori sono solo

a metà, ma il cambiamento è già evidente(come dimostrano le foto qui sopra) e, ci assicura il presidente della Cooperativa, Luciana Franci, sarà ancor più sorprendente il giorno che l’acropoli verrà aperta al pubblico. L’area infatti sarà �nalmente resa fruibile per cittadini e turisti, sette giorni su sette. La città aspetta ora impaziente l’evento previsto per l’inaugurazione, sul quale la Curunas mantiene il più stretto riserbo.

TARQUINIA - Semi di Pace riceve i complimenti del Vaticano

TARQUINIA - Carenza di personale, Mazzola invita la Polverini a visitare l’Ospedale

Q

uesta volta i complimenti all’opera umanitaria dell’associazione “Semi di Pace” sono arrivati direttamente dallo Stato Vaticano, durante un colloquio che ha visto incontrarsi il presidente Luca Bondi, accompagnato da Padre Paolo Maiello, assistente Nazionale dell’Associazione, e Monsignor Angelo Becciu, Sostituto della Segreteria di Stato Vaticana. Al loro �anco era presente anche il dottor Nelson Crespo, Segretario del Cardinale Jaime Ortega Alamino, Arcivescovo dell’Avana. Il cordiale appuntamento è andato in scena il 15 Maggio scorso, fruttuoso e apprezzato, è stata un’ottima occasione tanto per illuminare il monsignore sulle opere potrete a termine da “Semi di Pace” e sui progetti da realizzare, quanto per incassare i complimenti da parte di Becciu, che ha tenuto a ricordare con ammirazione ciò che lui stesso aveva potuto constatare in merito all’impegno dell’Associazione a Cuba durante il suo ruolo di Nunzio Apostolico nell’isola. A proposito dei lavori svolti presso la maggiore delle isole caraibiche, è stato riservato un rilievo speciale nel volume regalato da Bondi al Sostituto Segretario di stato, nel quale ovviamente si ripercorrono tutti i 32 anni di storia dell’associazione umanitaria, divenuta famosa anche per la sua costante presenza a Cuba ormai da 14 anni, ossia dalla storica visita di Papa Giovanni Paolo II. Ma partendo giustamente dal principio, il libro racconta innanzi tutto la nascita di Semi di Pace, ideata da un giovane Bondi nel 1980, proprio a Roma, durante la partecipazione assieme a migliaia di altri ragazzi ad una manifestazione internazionale del Movimento dei Focolari. In quel momento, al presidente venne il desiderio di iniziare un’esperienza di impegno sociale, tramutatosi successivamente in 32 anni di associazione umanitaria, che ha realizzato opere in tutto il mondo aiutata da migliaia di collaboratori e benefattori. Non solo Cuba quindi, dove comunque è nata la Casa di

rmai non c’è tg, quotidiano o radio che non parli della crisi economica . Uno spettro che aleggia sulle prospettive di presente e futuro. Termini, come “spread”,che �no a poco tempo fa erano sconosciuti alla maggior parte della popolazione, sono entrati di prepotenza nel vocabolario comune. L’Italia è in piena crisi economica e con lei, gran parte del mondo. Ma cosa signi�ca esattamente? Come si è arrivati a questo punto? Cosa succederà adesso e, soprattutto, quando �nirà? Per rispondere a queste e altre domande, domenica 27 maggio alle ore 18,00 presso la sede di Palazzo Maccabeo Maccabei, in via Lunga n°7 a Tuscania, l’associazione culturale “ViviTuscania” presenta “Ma cos’è questa crisi?”. Nel corso dell’incontro il Dott. Francesco Mattei esporrà le proprie idee sulla genesi della crisi che nata in sordina nel 1998, turba oggi i mercati �nanziari e le economie di tutto il mondo; sui meccanismi e le metamorfosi che negli ultimi trent’anni hanno caratterizzato l’economia neo - liberista destinata, almeno così sembrava, a reggere incontrastata le sorti dei paesi sviluppati del mondo dopo la caduta del muro di Berlino. Francesco Mattei che attualmente si occupa di agricoltura biologica nell’azienda familiare di Tuscania, ha alle spalle una carriera trentennale in un grande gruppo bancario italiano. Per oltre vent’anni ha operato come dirigente in alcune delle principali piazze �nanziarie mondiali, da Singapore a Lussemburgo, da Parigi ad Amburgo e Zurigo, da San Paolo a Montevideo e Buenos Aires.

I

Accoglienza per ragazze madri dell’Avana, e il progetto Gemma, che ad oggi ha permesso ad oltre 140 mamme cubane di portare a termine la maternità, ma anche Africa, con l’impegno internazionale in ambito sanitario con il Progetto Luce dedicato a Padre Luigi Colnaghi, sacerdote sacramentino, venuto a mancare alcuni anni fa. Luca Bondi ha poi speci�cato che Semi di Pace ha aderito alla Federazione Regionale e Nazionale dei Centri di Aiuto alla Vita, opera del Movimento per la Vita Italiano, mentre monsignor Becciu l’ha incoraggiato a proseguire nel cammino di servizio ai più poveri. L’incontro è stato quindi estremamente importante perché rappresenta un ulteriore grande riconoscimento all’Associazione, dopo quello del febbraio 2008, tenutosi a Cuba, tra il Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato Vaticano, e il Presidente di Semi di Pace. Alla �ne Mons. Becciu ha ringraziato ripetutamente per il dono ricevuto ed ha concesso la possibilità di documentare l’importante momento con alcune foto. Daniele Girardi

l sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola invita la governatrice del Lazio Renata Polverini, a visitare l’ospedale cittadino, che a causa della carenza di personale rischia seriamente di vedere i suoi reparti venire accorpati. È questione di giorni a sentire il primo cittadino, e poi l’allarme lanciato diventerà un vero problema, specie a ridosso della stagione estiva, durante la quale Tarquinia si popola di turisti, ed aumenta il traf�co giornaliero sulla statale Aurelia, motivi per cui è importante poter garantire un ef�ciente presidio ospedaliero. “Tra pochi giorni per la mancanza di medici, tecnici radiologi e infermieri alcuni reparti saranno accorpati. “ Minaccia Mazzola. “Per scongiurare questa eventualità invito la presidente Polverini a visitare l’ospedale, per rendersi conto delle dif�coltà che il personale medico e infermieristico del presidio vive quotidianamente.” Secondo il sindaco non bastano le migliorie apportate dalla sua amministrazione all’ospedale, che vanta ef�cienza dei servizi offerti, presenza di personale altamente quali�cato e tecnologie all’avanguardia, ma serve una comunione di intenti af�nché si metta in atto una collaborazione a tutti i livelli istituzionali. D’altronde l’ospedale di Tarquinia svolge un ruolo strategico servendo la provincia di Viterbo, e va tutelato anche per questo, specie dopo che si è tentato di far fronte ai tagli alle spese del sistema sanitario. L’appello è stato lanciato. La speranza è che la governatrice lo raccolga alla svelta. D.G.


Giovedì 24 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

almanacco

Oggi al Cinema

11

SORIANO NEL CIMINO

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Luna e Plutone vi remano contro, rendendo il vostro umore un po’ traballante; s a p e t e comunque anche essere perspicaci e decisi nel voler cambiare in meglio. In campo pratico e’ il momento di amministrare piu’ saggiamente i guadagni in previsione di spese per la casa e la famiglia maggiori del previsto. Ritagliatevi del tempo per voi stessi, per il riposo e il relax.

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Sotto l’influsso di un Marte amico sensuale e intrigante, p o t e t e permettervi di realizzare i progetti piu’ ambiti, fare le piu’ interessanti esperienze di viaggio anche sotto l’aspetto culturale. Se siete liberi da legami sentimentali concedetevi il piacere di un’avventura sopra le righe, ora tutto vi e’ concesso. Ottime performance in camera da letto. Successi sportivi.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Manifestate i vostri sentimenti, forti o teneri che siano, e riversateli con gioia sulla persona amata: la vostra spontaneita’ oggi e’ a livelli altissimi e questo incrementa il vostro fascino. Perche’ non sfruttate le vostre migliori qualita’ e non vi divertite alla grande? Straordinaria fortuna anche in campo professionale e finanziario: Tentate la fortuna al gioco. Impegnatevi nello sport.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

Le giornate di oggi e di domani sono adatte a prendervi cura del fisico, del benessere; praticate lo sport preferito, prendetevi cura seriamente di quei disturbi che vi trascinate da tempo. Siete felicemente in coppia? La Luna nel XII campo riempira’ di emozioni i vostri cuori. Non avrete di che lamentarvi neppure se siete single: la serata vi portera’ un sogno, una dolce illusione.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

La Luna transita nel settore astrologico del successo, della carriera e dell’immagine sociale: vi suggerisce di rinnovarvi in questi settori, di apportare quei cambiamenti necessari per migliorarvi. Le stelle del periodo lasciano spazio a mete e sogni ambiziosi. Con Mercurio, da oggi dalla vostra, cavalcate l’onda della fortuna! Vita sociale intensa, scandita da emozioni e sorprese.

Con la Luna e Marte dalla vostra, vi concedete nuove passioni, r icercate profonde sensazioni: oltre alla dialettica, siete in possesso di una nuova tenacia, di una nuova consapevolezza. Insomma volete il meglio e siete disposti a tutto, anche a combattere per ottenerlo. La buona disponibilita’ verso gli altri allarga il giro delle conoscenze e incrementa il successo in societa’.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

Anche se Luna vi guarda di traverso, non e’ il caso di lamentarvi dell’andamento generale della vostra vita. Tirate i cordoni della borsa e non prendete decisioni importanti riguardanti il denaro, aspettate la giornata di sabato. Giusto per andare sul sicuro, attenetevi alla massima riservatezza sulle vostre faccende amorose. Sarebbe anche il caso di limitarvi a tavola.

FARMACIE (reperibilità)

Tira aria di conquista, di passione, di eros, grazie al bellissimo sestile Luna Marte. Sara’ quindi un buon giorno, questo, per tutti coloro che amano e sono amati: l’accordo di coppia sara’ appagante da tutti i punti di vista, quello erotico soprattutto! Cercando nuove alleanze professionali, supererete l’impasse e la situazione stagnante; per incanto, si riattivera’ con successo.

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

Si prevedono novita’ in campo finanziar io. Buone stelle favoriscono sia il rientro di crediti sia la concessione di prestiti. Non scoraggiatevi di fronte all’eventualita’ di un impegno economico importante, magari l’acquisto di un bene immobile o di un mezzo di trasporto. Guardate al futuro con fiducia: i nuovi progetti nascono sotto il segno della fortuna! Si’ allo shopping che gratifica.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Nell’ambiente di lavoro riuscirete a creare un clima disteso, fatto di rispetto, collaborazione e fiducia nei confronti di tutti: saprete ascoltare confidenze e problemi altrui, saprete dare ottimi consigli. Ecco perche’ siete cosi’ ricercati in questo periodo! Se siete innamorati e fate parte di una coppia consolidata, la serata portera’ momenti molto felici, di ottima intesa affettiva.

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

Con Mercurio e Marte dissonanti al segno, le sensazioni non sono certo all’insegna della serenita’ e dell’ottimismo. Rivolgetevi agli amici del cuore, se qualcosa non vi e’ del tutto chiaro, se un problema si complica giorno dopo giorno. Ma non fate di testa vostra! Anche in amore, le cose non girano nel modo desiderato: fatevi un sereno e sincero esame di coscienza.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

Svolgete le normali attivita’ sotto la spinta di una mente e di un fisico in formissima: dimostrate notevoli capacita’ comunicative e riuscite a muovervi abilmente nel lavoro e in societa’. Accettate un aiuto o una proposta fatta da una persona influente che vi consente di migliorare il livello della vita professionale. State leggeri a tavola, non eccedete con le bevande alcoliche.

RIPOSO

TARQUINIA

Cinema Etrusco - Multisala Via Della Caserma, 32

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 RIPOSO Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A Men In Black 3 - 3D Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Cinema Trieste Viale Trieste, 30 CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 C H I U S U RA

E ST IVA

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26 American Pie. Ancora Insieme Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. RIPOSO Multisala Flavia Via Della Croce, 1

RIPOSO

Men In Black 3 - 3D Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Ciliegine Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Quella Casa Nel Bosco Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Operazione Vacanze Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V. RIPOSO

VITORCHIANO Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano Operazione Vacanze Feriali: 20,15 - 22,30 Prefestivo: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Men In Black 3 - 3D Feriali: 20,00 - 22,30 Prefestivo: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,15 - 17,45 Dark Shadows Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 La Fredda Luce Del Giorno Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Quella Casa Nel Bosco Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Il Primo Uomo Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Seafood. Un Pesce Fuor D’Acqua Pref. e Mercoledì: 18,00 Fest.: 15,45 - 18,00

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 RIPOSO

Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it Fax 0761.1890811

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 24 MAGGIO

ACQUAPENDENTE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (08,35-13,00 e Notturna)

CASTIGLIONE IN TEVERINA Via Orvietana, 5 (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

MONTEFIASCONE Via Verentana, 8 (08,30-12,55 e 17,00-20,30)

TESSENNANO Via Umberto Primo, 19 (09,30-13,00 e 17,00-20,00)

BASSANO ROMANO Via Leonardo Da Vinci, 5 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CASTELLANA Via S. Felicissima, 17 (08,30-13,00 e 16,25-20,00)

NEPI Via Roma, 19 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08,35-13,00 e 17,00-20,30)

BLERA Via Due Giugno, 3 (09,30-13,00 e 17,00-20,00)

CORCHIANO Via Civita Castellana, 11/13 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

ONANO Piazza Umberto I, 4 (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

VALENTANO Piazza Cavour, 21 (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

BOMARZO Piazza B. Buzzi, 6 (Diurna e 17,00-20,00)

FABRICA DI ROMA Via Roma, 79 (08,30-13,00 e Notturna)

ORTE Piazza Del Popolo, 15 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VASANELLO Piazza Della Repubblica, 49/50 (09,30-13,00 e Notturna)

CAPRANICA SCALO Via Della Stazione, s.n.c. (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

GRADOLI Via Indipendenza, 15 (Diurna e 17,00-20,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (08,30-12,55 e 16,30-20,00)

VETRALLA - TRE CROCI Piazza Europa, 53 (09,00-13,00 e 16,05-19,00)

CAPRAROLA Via F. Nicolai, 141 (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

GRAFFIGNANO-SIPICCIANO Piazza Umberto I, 28 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

SORIANO NEL CIMINO Via E. Monaci, 96 (08,30-13,00 e Notturna)

VITERBO Corso Italia, 37 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CASTEL SANT’ELIA Via Roma, 14 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

MONTALTO-PESCIA ROMANA Via Delle Mimose, 12/15 (09,00-12,30 e 17,00-20,00)

TARQUINIA LIDO Via Delle Sirene, 20 (08,30-13,00 e 16,55-20,30)

VITERBO - GROTTE S. STEF. Via Della Stazione, 5 (09,00-13,00 e Notturna)

Giovedì 24 Maggio

Venerdì 25 Maggio

L e c e n t ra l i t i r r e n i c h e s o n o interessate da una debole ansa ciclonica in quota, fa c e n t e c a p o a l l a s a c c a t u ra balcanica. Una situazione c h e p i l o t a c o r r e n t i d i gr e c a l e a l s u o l o e d i m a e s t ra l e sui mari, responsabile di debole instabilità diurna sui settori basso laziali e addensamenti sparsi s u d o r s a l e ; a l t r ove t e m p o m a g g i o r m e n t e s o l e g g i a t o, specie su coste e al m a t t i n o. Te m p e ra t u r e in sensibile aumento nei va l o r i m a s s i m i c o n p u n t e d i 2 5 ° . Ve n t i d e b o l i o m o d e ra t i d a N E s u i n t e r n e, r i n fo r z i d a N O s u l i t o ra l i e d a l a r g o d e l l e c o s t e, d e b o l i d a N E in quota. Mari poco mossi sotto costa, anche mossi a l l a r g o.

Una modesta ansa ciclonica c e n t ra t a sui Balcani c o n t i nu a a d i n t e r e s s a r e marginalmente anche le r e g i o n i c e n t ra l i t i r r e n i c h e, favo r e n d o p e ra l t r o la fo r m a z i o n e d i u n bl a n d o minimo al suolo sul mediob a s s o T i r r e n o. Pe r t a n t o p r eva l g o n o c o n d i z i o n i d i instabilità, specie su alta To s c a n a e b a s s o L a z i o, c o n r ove s c i s p a r s i p i ù i n s i s t e n t i s u l L a z i o, s p e c i e i n n o t t a t a ; va r i a b i l e a l t r ove, c o n s o l e p r eva l e n t e s p e c i e nella prima par te della giornata. Te m p e ra t u r e in aumento nei minimi, m a s s i m e i n l i eve c a l o. Ve n t i g e n e ra l m e n t e d e b o l i d a N E , va r i a b i l i a l a r g o d e l l e c o s t e. M a r i ov u n q u e poco mossi.


� �

SPORT

12

Giovedì 24 Maggio 2012

PUGILATO

Si avvicina la sfida tra Di Luisa e Lombardi Nel pomeriggio sono previste le consuete visite di peso. In palio la difesa del titolo italiano

D

omani a partire dalle ore 20,30 prenderà il via il combattimento valido per il titolo italiano di boxe tra il ‘nostro’ Andrea Di Luisa, campione in carica, e Luciano Lomabardi, nel ruolo di sfidante. Un appuntameno atteso dagli sppassionati di questa disciplina e che potrà essere seguito anche sulle reti di Sportitlia 2, canale del digitale terrestre, con diretta a partire dalle ore 21 con il commento di Franco Ligas. Il favore dei pronostici cade su Di Luisa, napoletano ormai trapiantato nella Tuscia, non solo per il ruolo di campione in carica ma anche per le caratteristiche fisiche del suo avversario. Il nostro pugile infatti risulta essere più dotato in agilità e in rapidità oltre che più alto dello sfidante, qualità che sul ring può fare la differenza. Il suo score parla chiaro, 12 successi ed una sola sconfitta patita nel Novembre 2011 nell’infuocata sfida contro Ali Ndiaye. In quell’occasione il titolo in palio era quello

MOTOCICLISMO - In pista i non-professionisti

Sabato 26 e Domenica 27 si aprono le porte di Vallelunga D

La carica di Di Luisa dell’Unione Europea. A favore di Lombardo un esperienza maggiore, dati i quaranta anni, con tre assalti alla categoria medi putroppo per lui negativi e la voglia di interrompere la serie negativa proprio in casa del rivale. A mettere pressione allo sfidante anche l’aggressività di Di Luisa noto per essere un rullo compressore con i guantoni alle mani (storico il successo

Il trionfo del Pala Malè alla prima ripresa contro Roberto Cocco dopo appena 40”, anche se in quella circostanza la difesa dello sfidante fu a dir poco ballerina con Di Luisa pronto a stenderlo con un destro chirurgico di rara potenza). Ma la serata oltre al campionato italiano si arricchirà del match per la corona europea. Ad incrociare i guantoni saranno l’italiano Giu-

seppe Laganà, campione appena sette mesi fa, ed il rumeno Olteanu. Stando alla scaletta fissata dagli organizzatori il primo titolo ad andare in palio sarà l’italiano, a seguire l’europeo. Oggi pemeriggio, a Montefiascone, è prevista la consueta opreazione di pesa degli atleti. L’orario dovrebbe ricadere per le 17,30

opo il debutto estremamente positivo al Misano World Circuit, il Trofeo Italiano Amatori si appresta a vivere il secondo round della stagione 2012, l’ottava da quando è stata varata questa formula. Sabato 26 e domenica 27 maggio l’unico campionato nazionale espressamente concepito per i non-professionisti approda infatti all’Autodromo Piero Taruffi di Vallelunga, un tracciato che più di una volta ha scritto pagine importanti nella storia degli amatori. E anche sulla pista capitolina non solo le griglie di partenza saranno al completo ma, grazie al lavoro attento ed appassionato del Moto Club Motolampeggio, ogni concorrente avrà la certezza di essere inserito in un gruppo omogeneo, in cui le prestazioni sono equilibrate, a tutto vantaggio della

massima gratificazione e della sicurezza. Sei le gare in programma secondo la formula adottata a partire da quest’anno, con le categorie Base, Avanzata e Pro e le canoniche classi 600 e 1000. La manifestazione, inserita nel programma del Trofeo del Centauro, 2° round, organizzato dal Gentlemen’s Motor Club di Roma, si aprirà sabato con le prove di qualificazione che, per gli Amatori, scatteranno alle 8.50, con la 600 base. Il secondo e decisivo turno avrà inizio alle 14.15; ultimi a scendere in pista per definire la griglia di partenza i piloti della 600 Pro, alle 18.45. Le gare di domenica 27 scatteranno, rispettivamente alle 9.20 (600 base), 10.00 (1000 Base), 10.40 (600 Avanzata), 11.20 (1000 Avanzata), 15.00 (600 Pro) e 15.40 (1000 Pro).

La Rappresentativa u/15 si qualifica per le finali di Chianciano

CALCIO A 5 C2 UMBRA - Il campionato si è concluso nello scorso fine settimana

e ragazzine terribili hanno fatto l’en-plein. Il pieno di vittorie e di gol, senza subirne alcuno nella fase di quali�cazione del Torneo delle Regioni under 15. Ottenuta, ovviamente, la quali�cazione alla fase �nale, che si disputerà a �ne giugno a Chianciano Terme. “Devo confessare che è andata meglio di quanto pensassi”, ha spiegato Antonio Macidonio, il tecnico della rappresentativa under 15. “Le ragazze sono state bravissime, hanno dominato veramente la fase di quali�cazione, durante la quale sono riuscite a non prendere nemmeno un gol”.Il risultato, sia pure da confermare nella fase �nale, testimonia la valenza di un movimento, quello femminile laziale, che sta vivendo una stagione di grnde entusiasmo. “E’ vero, sul piano dei risultati stiamo raccogliendo il massimo. Anche a livello giovanile ci sono segnali

iocata sabato scorso l’ultima giornata del campionato umbro di serie C2 che vede impegnate tre nostre portacolori. Vediamo i verdetti �nali. VIGOR C5 Riesce l’impresa della salvezza diretta agli aquesiani che in casa sommergono di reti (12-0) il Clusium e sfruttano nel migliore dei modi il pareggio per 3-3 tra Libertas e Chico Mendes. Un pareggio che ha permesso ai viterbesi di sopravanzare di 11 lunghezze proprio le due formazioni ternane riuscendo a rimanere direttamente in serie C2 per la regola che, in zona play-off o play-out, premia la formazione che, nell’incrocio seconda - quinta ,terza - quarta o quintultima - penultima e quartultima - terzultima, , ha maturato un vantaggio pari o maggiore di 10 punti. ORTANA Resta fuori dai play-off ma chiude con uno splendido quinto

L

importanti di un crescita e rilancio dell’attività – sottolinea ancora Macidonio -. Queste ragazze, testimoniano il fatto che nella nostra regione ha delle grosse potenzialità, che devono essere soltanto tirate fuori. Per questo motivo, spero che le società facciano un piccolo sforzo e diano spazio anche all’attività femminile a loro interno. In fondo, basta poco e le ragazze chiedono soltanto un campo su cui giocare, magari a pocha distanza da casa”.

Missione compiuta per i nostri team G

posto l’Ortana del duo tecnico Impenna-Sciarrini. I biancorossi nell’ultimo match stagionale impattano per 2-2 (reti di Russo e Bacchiocchi) con l’Acli Miriano ma non accedono agli spareggi promozione sempre a causa della regola dei 10 o più punti di svantaggio. Il Castel Giorgio secondo infatti ha chiuso a quota 69, ad appena due lunghezze dal Calvi, rendendo vana la splendida cavalcata di capitan Fabrizi e compagni a cui comunque, vanno le Lodi per aver disputato, da neo promossa, una stagione di assoluto valore. ORTE FUTSAL Con la testa già in vacanza e rilassata per la salvezza conquistata in largo anticipo, i gialloblù di mister Martellino nell’ultima fatica della stagione hanno ceduto il passo al forte Castel Giorgio. 9-4 il �nale della partita con Trombetta e compagni che comunque hanno giocato alla pari contro la seconda forza del torneo. A di-

Daniele Bacchiocchi dell’Ortana mostrazione di questo il parziale di inizio ripresa quando gli ortani erano avanti per 4-1. Nel �nale poi è uscita la voglia e la forza dei padroni di casa che hanno risiste-

mato la situazione e conquistato i tre punti. L’Orte Futsal, altra formazione alla prima esperienza in C2 , chiude il campionato con un buonissimo ottavo posto.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

13

SPORT

Giovedì 24 Maggio 2012

COPPA LAZIO - Smentite le voci di un possibile anticipo di ventiquattro ore

Nessun anticipo la finale si gioca il 27 Maggio

C

ircolava qualche dubbio sulla data della finale di Coppa Lazio tra Castrense e Città di Ciampino. Alcune fornti, tra le quali il sito della Lega Nazionale Dilettanti, lasciavao il dubbio che fosse stata anticipata a Sabato 26 Maggio, ma al contrario come già stabilito dal calendario la finalissima si terrà Domenica 27 alla ore 16,00 presso l’impianto sportivo del ‘Turiddu Madami’ a Civitacastellana. A darne ulteriore confer-

SERIE D Il tifo storico della Brigata Etrusca ha scelto Camilli

ma il tecnico della Castrense Mauro Raspoli: “Abbiamo ricevuto conferma dal presidente che la finale si terrà Domenica 27. Inizialemtne era stato detto, erroneamente, che si sarebbe anticipato a Sabato. Mi sembrava strano ed infatti il programma è stato confermato.” Che partita sarà contro il Città di Ciampino? “Dipende tutto da noi. Se giocheremo con al massimo delle nostre potenzialità penso che il ruolo di favoriti sia d’obbligo.”

I vostri avversari giocheranno col dente avvelenato dopo aver perso il campionato all’ultima giornata, qualche timore? “I nostri avversari hanno tutte le carte in regola per metterci in difficoltà anche se le preoccupazioni nascono da altri fattori.” Cosa intende per altri fattori “Le finali si giocano in 90’. Gli episodi possono risultare decisivi sia a favore che contro. Basta un fuorigioco dubbio o un fallo da ultimo uomo e tutto può

mettersi in salita. Dobbiamo essere bravi a mantenere la calma per l’intero arco dell’incontro, indipendentemente dai fattori esterni.” Sente la pressione di poter entrare nella storia? “Per quanto riguarda il campionato credo che la Castrense attuale sia già di diritto nella storia. Imbattuti con tanto di record di punti, miglior difesa, miglior attacco, miglior bomber e record di imbattibilità del portiere. Dovranno passare diversi anni se non decenni prima che qualcuno

Nella foto Mauro Raspoli possa avvicinarsi al nostro cammino. Vincendo anche la Coppa renderemmo una stagione da record in una stagione da ‘sogno’.” Tutti a disposizione? “Dovremo valutare le

condizioni di Parla che nell’ultima di campionato ha rimediato una forte contusione. Scatena invece sarà assente. Per il resto, facendo i scongiuri, siamo al top.”

Foto Andrea Di Palermo

Q

uando tuona puntaulamente da qualche parte piove e nella Viterbo calcistica è da diverso tempo che rimbomba il nome di Piero Camilli presidente. Le smentite di rito si susseguono di giorno in giorno, di telefonata in telefonata come da parte del sindaco Giulio Marini che, riguardo alla domanda su un possibile collquio col sindaco di Grotte di Castro, specifica: “Non mi occupo di Viterbese e non posso entrare in merito riguardo una trattativa. L’acquisizione di una società sportiva comporta un esborso di denaro e dato il mio ruolo non posso in alcun modo influenzare le parti. L’attuale società ha dimostrato di avere i mezzi e la volontà di garantire un futuro roseo alla Viterbese.

Il Comandante vuol vederci chiaro

L’entourage dell’imprenditore ha presentato l’offerta per rilevare laViterbese.A giorni la risposta Qualora fosse intenzionata a cedere mi comporterei come un qualunque sportivo aspettando il nero su bianco.” Da sportivo cosa si augura? “Come tifoso dei gialloblu mi auguro che si possa tornare ai fasti di un tempo. Sicuramente non è facile e la crisi attuale non

permette di fare investimenti ‘folli’. Bisogna fare un passo alla volta senza aver fretta di raggiungere la meta a tutti i costi. Il campo ci dirà chi ha lavorato meglio e mi auguro che possa tingersi di gialloblu.” Fiducia nell’attuale proprità e nel futuro. Una chiusura che sem-

brerebbe lasciare pochi spazi alle trattaive, ma da qualche ora è circolata la ‘news’ che Giovedì prossimo il Comandante terrà un incontro con la tifoseria storica della Viterbese per fugare ogni dubbio sull’evolversi della situazione. Per il momento non sono ancora chiari i termi-

ni di tale incontro qule che è certo è che una proposta è stata inoltrata. Manca ovviamente la risposta definitiva. Snoccilando le richieste si evince che per l’acquisizione della società, oltre a disporre di un piano per sanare il passivo societario, è necessario far rientrare gli attuali propietari

della cifra investita fin d’ora. Un’ipotesi che è del tutto naturale ma che al momento non è vista di buon occhio dallo staff di Camilli. Come si dice: “Chi vivrà vedrà”. Fortunatamente la risposta dovtrebbe giungere nel giro di pochi giorni se non di poche ore.

iL

L

L

CALCIO AMATORI - Ha primeggiato nel girone C ed ora le finali regionali

Il meritato trionfo della Fulgur Tuscania La rosa del gruppo della Fulgur che ha avuto ragione della forte Aurora

Fulgur Tuscania

F

esta grande in questi giorni per la Fulgur Tuscania che ha primeggiato nel girone C del campionato amatori del Centro Sportivo Italiano. LA ROSA Doverosa passerella per tutti coloro che hanno composto questo fortissimo e vincente gruppo. Presidente Leopoldo Liberati, Mister Piciollo Massimo, dirigenti Luigi Rinaldi e Napoli Vittorio, calciatori. Belardi

Enrico, Brachetti Andrea, Brachetti Francesco, Brizi Daniele, Campanari Daniele, Campetelli Ernesto, Cerquini Claudio, Dascalu Sorin, Del Sante Stefano,Fava Guglielm, Fiaschi Francesco, Giordan Alessandro, Gravina Corrado, Italiano Antonio, Liberati Leopoldo, Lodolini Riccardo, Marsili Davide, Mencini Roberto,Nardi Massimo, Napoli Vittorio,Negrini Claudio,Neri Daniele, Paolini Andrea,Pintus

Daniele, Raisi Alessandro, Recchia Massimo,Scirocchi Enrico,Settimi Federico, Sposetti Giovanni, Tiberi Giuseppe. LO SCORE La Fulgur Tuscania ha vinto il campionato amatori girone C con 59 punti, frutto di 19 vittorie 2 pareggi e 1 sconfitta, 64 gol segnati e 15 subiti, miglior punteggio dei tre gironi. Ecco come il presidente Liberati descrive quella che è stata la grande sta-

gione della Fulgur. “ Il campionato è stato corretto e con tutte le squadre c’è stata pura e sana rivalità sportiva senza mai sfociare in violenza, es. quando abbiamo vinto in casa dell’Aurora che ci stava sotto di un punto, è stata una partita dura e giocata maschia ma tutto nei limiti calcistici e a fine gara ci hanno fatto i complimenti, che faccio cmq a tutte le msquadre per la correttezza. Proprio come prima dei tre gironi il 8/9/10 giugno andiamo alla fase regionale chesi svolgerà a Cascia, dove incontreremo le squadre delle altre province. Siamo in semifinale del Torneo Sorge e domenica disputeremo la semifinale con Tolfa. Quello che ci lega è una profonda amicizia che ci fa stare uniti, e il calcio

Leopoldo Liberati è in realtà un diversivo per stare insieme. Si scherza e si ride e questo è alla base di tutto, poi quando andiamo in campo vogliamo vincere. Tutti accettano le regole e quello che decide l’allenatore che deve districarsi tra 32 giocatori e solo 17 vengono convocati però grazie ad uno spirito

giusto e positivo le decisioni si accettano. Complimenti vivissimi quindi alla bella realtà della Fulgur Tuscania che ora cercherà di portare in alto il nome del calcio amatoriale viterbese fuori dai confini provinciali.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

SPORT

14

Giovedì 24 Maggio 2012

GRECIA - Qualificata come prima classificata, la nazionale ellenica ha però ben poche stelle

Impossibile ripetere il 2004... o no?

I

l 12 giugno del 2004 è una data che nessun appassionato di calcio greco dimenticherà: la Grecia, tra lo stupore generale, si aggiudicò i campionati europei battendo i padroni di casa portoghesi grazie ad un gol di Angelos Charisteas. Fino ad allora, la nazionale ellenica era una delle meno quotate in Europa, con pochi momenti di gloria e molte delusioni. La squadra di Otto Rehhagel aveva una difesa blindata ed un cinismo che, abbinato ad un pizzico di fortuna, permise loro di far saltare il banco:

attualmente però di quell’organico non è rimasto molto, se non la consapevolezza che dif�cilmente si potrà ripetere l’impresa. L’attuale Grecia, sulla carta, ha pochi assi nella manica. A disposizione del tecnico portoghese Fernando Santos, uomo esperto di calcio greco, non c’è ad esempio un portiere all’altezza: Alexandros Tzorvas è �nito presto in panchina a Palermo, mentre l’anziano Konstantinos Chalkias non è mai stato una garanzia. In difesa si punta molto sull’ex milanista Sokratis Papa-

stathopoulos, che nel Werder Brema ha ritrovato perlomeno la maglia da titolare; per il resto spazio ai giocatori dell’Olympiacos come il buon terzino Vasilis Torosidis. I problemi potrebbero arrivare anche dal centrocampo, dove si punta sull’usato garantito. Ancora spazio per Giorgos Karagounis, baluardo del Panathinaikos che ha fatto parte della squadra del 2004: oltre al capitano c’è ancora il compagno di squadra Konstantinos Katsouranis, ma i due quest’anno hanno giocato ad intermittenza. Grande

assente Sotiris Ninis: il talentuoso 22enne degli ateniesi è reduce da un infortunio al crociato. L’unico giovane che potrebbe trovare spazio è il 19enne Konstantinos Fortounis, trequartista del Kaiserslautern che si è rivelato un discreto assist-man. Nel pacchetto offensivo la musica non cambia: l’elemento di spicco è Georgios Samars, attaccante prezioso per il grande lavoro che svolge aiutato dalla stazza ma che in zona gol contribuisce poco. Le sorti dell’attacco pesano dunque sul 32enne Theofanis

Georgios Samaras: ogni partita una battaglia Gekas, autore di 21 reti con la maglia ellenica e 17 in questa stagione, segno che ancora ha qualche gol da piazzare. Dopo il buon inizio di campionato nell’Eintracht, si è trasferito in Turchia nelle �le del Samsunspor per capitalizzare gli ultimi

scampoli di carriera. Come premesso, la rosa è solo lontana parente di quella di otto anni fa, ma non avendo nulla da perdere non si può sottovalutarla da nessun punto di vista. Lisbona docet. G.L.

GRUPPO A Continua il nostro viaggio verso Euro 2012 di GABRIELE LUDOVICI

I

l miglior piazzamento della nazionale polacca è stato l’ottavo di �nale raggiunto nella prima edizione della competizione, nel 1960: da allora la Polonia ha attraversato un solo momento d’oro, tra gli anni Sessanta e Settanta, uno squadrone di cui hanno fatto parte campioni come l’inaferrabile Grzegorz Lato, il talentuoso Zbignew Boniek ed il “portiere di gomma” Jan Tomaszewski. In quel periodo si impose al grande pubblico anche Franciszek Smuda, forte difensore che ora allena proprio la nazionale polacca. Le aspettative sulla Polonia sono discrete, contando che potrà contare sulla vicinanza del pubblico locale. A livello tecnico, i mezzi per passare almeno il turno in un girone non certo irresistibile ci sono eccome: uno dei punti di forza

Wojciech Szczesny, talentuosa saracinesca

I gol di Robert Lewandowski saranno fondamentali per la Polonia

Poche certezze nel “Girone dei poveri” La Polonia padrona di casa ha buone chances di centrare almeno i quarti di finale è il gigantesco portiere Wojciech Szczesny. Classe ‘90, nonostante la giovane età ha già conquistato il posto da titolare nell’Arsenal, ed in nazionale ha relegato in panchina il �orentino Anton Boruc. In difesa uno dei punti di forza è Kamil Glik, che ha centrato la promozione in Serie A con la maglia del To-

rino; altro buon elemento è il terzino destro Lukasz Piszczek, che milita nel Borussia Dortmund ed è pericoloso in fase offensiva: 4 reti ed 8 assist per lui in stagione. Sempre a Dortumnd giocano altri due talenti polacchi: Jakub Blaszczykowski, passateci la battuta, ha il talento

pari solo all’impronunciabilità del cognome. Ottima ala destra, è il capitano biancorosso e fucina di assist per il bomber e compagno di squadra Robert Lewandowski; con 22 reti e 10 assist, il 23enne nato a Warschau si è confermato uno dei giocatori più pericolosi della Bundesliga.

Altro giocatore da tenere d’occhio è il 29enne esterno sinistro Pawel Brozek: se nei Celtic Glasgow gioca poco, in nazionale è uno dei punti di forza �n dai tempi dell’Under 21, dove ha segnato addirittura 12 gol in 11 partite. Nazionale dunque da temere come possibile outsider:

gioca in casa ed i migliori elementi sono in forma e reduci da ottimi campionati. Se Smuda riuscirà a trovare la formula giusta, i biancorossi potrebbero fare davvero molta strada, evitando di incappare nelle delusioni che hanno caratterizzato gli ultimi tornei cui ha partecipato.

RUSSIA E REPUBBLICA CECA - Campioni nel passato, provano a rilanciarsi

Da Arshavin a Cech, due nazionali tutte da scoprire e valutare

Andrey Arshavin,talentuoso quanto incostante

R

ussia e Repubblica Ceca hanno storicamente destini simili: due nazionali piene di talento, con un Europeo in bacheca conquistato in passato sotto un’altra denominazione. L’URSS infatti si aggiudicò il primo titolo assoluto nel 1960, mentre la Cecoslovacchia conquistò il trofeo nel 1976. Attualmente russi e cechi possono sperare il passaggio del turno visto il sostanziale equilibrio

tra le squadre del girone. La Russia è allenata dall’esperto olandese Dick Advocaat, che ha centrato la quali�cazione senza passare dai play-off. Esclusi due elementi, tutti i pre-convocati militano in patria, fattore che potrebbe incidere positivamente. In porta Igor Akinfeev, nonostante abbia solo 26 anni, è già una garanzia: davanti a lui due pilastri come Vasili Berezutsky e Sergey Ignashevich, che garantiscono

muscoli ed esperienza. Stesso discorso per i solidi terzini Aleksandr Anyukov e Yuri Zhirkov. A centrocampo la novità è il 21enne Alan Dzagoev, che ha già conquistato le chiavi del gioco del CSKA Mosca e si appresta a diventare una stella anche in nazionale; per il resto, molti veterani trovano ancora spazio, su tutti il 34enne Igor Semshov che garantisce ordine, assist e gol - ben 12 nel passato campionato con la Dinamo Mosca - e rappresenta ancora un imprescindibile pilastro. L’attacco è piuttosto enigmatico: Andrey Arshavin non segna moltissimo, ma nello Zenit continua a recitare un ruolo importante ed è il capitano indiscusso. In tandem con lui ci sarà il compagno di squadra Aleksandr Kerzhakov, uno che nel 2011 l’ha buttata dentro 30 volte. Tecnica e gol: un binomio che potrebbe funzionare, aggiungendo anche riserve di lusso come Roman Pavlyuchenko e Pavel Pogrebnyak.

La Repubblica Ceca, chiusa l’era-Bruckner, riparte dal tecnico Michal Bilek per tornare grande. Gli Europei esaltano i cechi, vincitori nel ‘76 e �nalisti nel ‘96, e c’è da riscattarsi dopo il periodo grigio post-Nedved. La stella è il portiere campione d’Europa Peter Cech, giunto all’apice della carriera: il resto della retroguardia non offre però grandi alternative. Desta interesse il terzino destro Theodor Gebre Selassie, etiope di origine, che milita nello Slovan Liberec e fornisce assist e gol con buona regolarità. Elemento importante anche il terzino sinistro Michal Kadlec, che nel Bayer Leverkusen è protagonista di solide prestazioni nella Bundesliga. Discreto, come da tradizione, il centrocampo: Tomas Rosicky è ancora fondamentale (85 presenze e 20 gol in nazionale), sebbene nell’Arsenal abbia meno spazio; Jaroslav Plasil, del Bordeaux, è da anni uno dei centrocampisti più regolari della Ligue 1. Manca tut-

Petr Cech, mascherato ed imbattibile tavia un elemento in grado di fare la differenza: il peso sulle spalle di Rosicky potrebbe essere eccessivo, visto che per il resto ci sono molti mediani. Bilek ha convocato quattro attaccanti: Milan Baros (Galatasaray) è ancora un af�dabile uomo gol, e come sempre con la maglia della nazionale boema si esalta

(ben 40 reti complessive). Il suo partner d’attacco potrebbe essere Tomas Necid (CKSA Mosca): attaccante longilineo, sarebbe una spalla ideale per gli inserimenti di Baros, che ha uno stile di gioco alla Pippo Inzaghi. Assente il laziale Libor Kozak: troppa panchina per lui in questa stagione. G.L.


� �

sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Giovedì 24 Maggio 2012

15

SPORT VARI

Atletica, il 10 giugno campionati di marcia in via Marconi Nuoto: presentato il circolo subacqueo della Laurus dedicato a Mario Micarelli

E

cco tutta una serie di approfondimenti del nostro sport per quanto riguarda atletica, nuoto, calcio a cinque e motociclismo. ATLETICA: Il 10 GIUGNO CAMPIONATI DI MARCIA IN VIA MARCONI A VITERBO Fervono i preparativi per i Campionati Italiani di Società di Marcia Allievi/e, che si svolgeranno a Viterbo, via Marconi e Sacrario, domenica 10 giugno. La manifestazione che rappresenta la seconda tappa nazionale dei campionati (la terza ed ultima è prevista ad Ascoli in ottobre), avrà anche un interessante prologo, con la disputa della prima prova del Trofeo Nazionale di Marcia per le categorie Cadetti/e. I campionati sono organizzati dalla società Alto Lazio Colavene e dalla Kronos Roma 4 in collaborazione con la FIDAL regionale e provinciale di Viterbo, con il patrocinio del Comune di Viterbo e del Coni. La manifestazione per il 12° anno consecutivo è sponsorizzata dalla Banca di Viterbo, da sempre attenta e sen-

ti con il Trofeo Giuseppe Brugiotti, istituito nel 2006 in occasione del centenario della anonima azienda viterbese , che ricorda la figura dello storico amministratore della Banca di Viterbo. Il prologo della manifestazione sarà rappresentato dalla disputa della 6^ prova del 31° Trofeo Regionale di Marcia “Fulvio Villa”, che vedrà in gara i giovanissimi atleti laziali delle categorie Esordienti A/B/C ed i Ragazzi/e, impegnati sulle prove dei 1000 e 2000m. Viterbo sportiva sarà rappresentata nell’occasione dalla squadra Allieve dell’Alto Lazio Colavene, attualmente al 3° posto in classifica nazionale dopo la disputa della prima prova di marzo a Firenze e dalla Zona Olimpica Atletica Viterbo presente con la squadra Cadette per difendere il 4° posto nazionale conseguito nel 2010 e nel 2011. NUOTO: PRESENTATO IL CIRCOLO SUBACQUEO LAURUS SUB DEDICATO A MARIO MICARELLI “E’ semplice ricordare un amico che il destino ti ha portato via mentre faceva ciò che amava più di ogni

Calcio a cinque e calcio al torneo dei Pugnaloni Motori: il Team Althea Racing in azione CALCIO A CINQUE: IL TORNEO DEI PUGNALONI In contemporanea con il tennis, anche il Calcio a 5 si appresta a festeggiare i Gruppi dei Pugnaloni protagonisti dell’Edizione 2012. Da Giovedì 24 a Domenica 10 Giugno il Palasport della Località Boario ospiterà infatti un Torneo che vedrà protagonisti 14 squadre. Nel Girone A sono inserite Selecao, Prima Equipe Torre San Marco, Sas e Comb 1, nel Girone B Prima Equipe Via del Fiore, Nuova Torre, Costa San Pietro, Barbarossa, nel Girone C Comb 2, 6+6, Gns e nel Girone D Rugarella, Centro e Gsa. Previste due partire al giorno in orario serale (orario 21.00 e 22.00). Le prime due di

Un momento della cerimonia alla Laurus sibile alle iniziative culturali che si muovono nella Tuscia, soprattutto a quelle sportive e sociali, che attirano l’attenzione della collettività. Anche lo scorso anno la Banca di Viterbo, che ha festeggiato il centenario della sua nascita, ha organizzato a via Marconi, insieme alla fidal provinciale di Viterbo, una interessante manifestazione di velocità con cronometraggio automatico (Trofeo G.Brugiotti di Velocità), a cui hanno preso parte scuole di ogni ordine e grado della provincia e società sportive. Quest’anno sarà ancora via Marconi ad accogliere una manifestazione sportiva, che però prende una importante valenza agonistica, con la disputa della seconda prova del Campionato Italiano di Società AI/AE e prima del Trofeo nazionale CI/CE. E’ superfluo accennare all’importanza dell’evento, che metterà sotto i riflettori dell’atletica nazionale la città di Viterbo (la manifestazione è inserita tra quelle di “Viterbo Città Europea dello Sport 2012”) quando il 10 giugno si potranno vedere all’opera lungo il boulevard di via Marconi, i migliori talenti della marcia italiana giovanile. Gli atleti vincitori delle 4 gare nazionali previste, verranno premia-

altra cosa nella vita, non è semplice fare in modo che il nome di Mario Micarelli appassionato del mare e grande istruttore subacqueo sia ricordato per sempre. Mario Micarelli stava facendo una immersione nelle acque di Riva Traiano, presso Civitavecchia quando è stato travolto mortalmente da un grosso motoscafo, il suo mare lo ha tradito ma lui è rimasto nel cuore e nei pensieri degli amici che hanno voluto fare in modo che Mario fosse ricordato per sempre. Nei giorni scorsi a Viterbo presso la struttura della piscina Comunale Larus , è stato presentato il nuovo circolo subacqueo “Larus Sub” ed è stata intitolata al grande e indimenticato istruttore sub Mario Micarelli l’aula principale di didattica subacquea all’interno della piscina. Erano in molti gli amici presenti e i sub da lui istruiti nei 10 anni di attività e soprattutto c’erano sua mamma e sua sorella che hanno assistito con commozione all’inaugurazione dell’aula a nome del loro indimenticabile tesoro. Alla famiglia Micarelli nel corso della cerimonia è stata consegnata una targa a ricordo di uno dei più grandi istruttori sub della Tuscia che è stato tradito dal suo amore per il mare infinito”. Gianluca Grancini

ogni Girone si qualificheranno per i quarti di finale. Giovedì 7 e Venerdì 8 le semifinali. Nella Domenica in cui l’Italia del CT Prandelli debutterà agli Europei contro la Spagna, prevista in agenda la finalissima che consegnerà l’ambitissimo Trofeo.

CALCIO GIOVANI IL PUNTO SUL TORNEO DEI PUGNALONI Con tre gare emozionanti e ricche di reti, il Torneo giovanile “Città dei Pugnaloni” si incammina speditamente verso gli atti finali in programma Sabato 26 Maggio. Nel Girone riservato ai 2002 l’Alta Tuscia 2 (Agostini, Casciani, Menghinelli, Matteo Palla, Alessio Palla, Magalotti, Filippo Ronca) raggiunge la finale stravincendo per 19-1 il sentissimo derby con l’Alta Tuscia 1 (Francesco Ronca, Savelli, Patisso, Berti, Luca Palla, Licopoli). Nel 3-1 del primo tempo tripletta di Magalotti per l’Alta Tuscia 2 e rete di Licopoli per l’Alta Tuscia 1. Nel secondo quarta poker di Agostini, e reti di Matteo Palla e Bedini e interessanti percussioni di Casciani. Nel terzo ed ultimo, cinque reti griffate Bedini

Il logo della manifestazione di atletica del 10 giugno doppiette per Menghinelli e Matteo Palla e rete di Agostini. Nella Categoria Pulcini 2001 la vittoria per 5-2 dell’Alta Tuscia (Sulimani, Meaccini, Breccola, Lauricella, Lombardelli, Marziali, Giovannini, Marco Ronca, Cecio, Silvestrini) contro l’Usd Aurora Pitigliano (Franci, Bulgarini, Formiconi, Goscilo, Loconte, Baldelli, Crosta, Laconi, Martinelli, Mechella) non è sufficiente al team di Montagnoli per azzerare la differenza reti e raggiungere la finalissima. Nel primo quarto arrivano per gli aquesiani la doppietta di Cecio, le incursioni di Breccola e la traversa di Marziali. Per i grossetani in evidenza Bulgarini e Mechella. Nel secondo quarto gran protagonista viterbese Breccola (rete e percussioni di classe) mentre la coppia Bulgarini (in rete) e Mechella dimostra dall’altra parte del campo giusta qualità. Nel tezro ed ultimo quarto alto laziali in rete con Marziali e Sulimani. Mentre i grossetani vanno in rete con Crosta e colpiscono la traversa con Martinelli. Seppur perdendo 6-1 con la Polisportiva Real Azzurra Grotte di Castro (Belgi, Campanile, Cordelli, Fantucci, Fastella, Filoni, Fortuni, Mazziantonio, Presilli, Calistri), la formazione del Federico Mosconi (Porcari, Rastelli, Baron, Lazzarini, Sarri, Ricci, Prili, Mestroni), raggiunge la finale di Categoria. Assolo gara grottano che nel primo quarto và in doppietta con Fastella su ispirazione di Fortuni e nel secondo và ancora in rete con Fastella (doppietta), Mazziantonio e Presilli. Rete della bandiera umbra firmata da Sarri.

MOTOCICLISMO IL TEAM ALTHEA RACING AL SESTO ROUND DEL SUPER BIKE I piloti del team Althea Racing, Carlos Checa e Davide Giugliano, non vedono l’ora di correre questo weekend sul circuito americano di Miller Motorsports Park a Salt Lake City. Per Checa si tratta della sua pista preferita mentre Giugliano vedra’ il tracciato per la prima volta.L’ultimo round di Donington, concluso dieci giorni fa, si e’ rilevato molto deludente per entrambi i portacolori del team Althea. Nella prima gara i piloti hanno tagliato il traguardo in sesta (Checa) e settima (Giugliano) posizione mentre nella seconda manche entrambi sono caduti. Dopo i primi cinque round, Carlos si trova in quarta posizione in classi�ca, alle spalle di Sykes, Rea e Biaggi; Davide e’ nono. I risultati del campione in carica sulla pista di Miller parlano da se’: due doppiette ed un secondo posto negli ultimi quattro anni. Probabilmente il circuito Superbike preferito da Checa. Il pilota spagnolo si augura di poter ottenere due ottimi risultati anche quest’anno.

Il suo compagno di squadra Giugliano non ha mai girato a Miller, essendo uno dei circuiti dove la categoria Stock 1000, a cui Davide ha partecipato negli ultimi anni, non corre. Com’e’ ormai tradizione, la gara si svolgera’ il lunedi’ (28 maggio), che e’ il giorno della Memoria per gli americani. Carlos Checa: “Mi e’ sempre piaciuto l’ambiente al circuito di Miller, la gente, le montagne, il tracciato stesso. La pista e’ molto adatta al mio stile di guida e ho tante bei ricordi grazie ai risultati ottenuti li’ negli ultimi anni. Abbiamo perso terreno in classi�ca a Donington e c’e’ sicuramente bisogno di fare due ottimi risultati in questo weekend”. Risultati di Checa in Superbike a Miller: 2011: Gara 1 – vincitore, Gara 2 – vincitore 2010: Gara 1- DNF, Gara 2 - DNF, 2009: Gara 1 – 2°, Gara 2 – DNF; 2008: Gara 1 – vincitore, Gara 2 – vincitore Davide Giugliano: “Miller Motorsports Park sara’ una pista completamente nuova per me. Non vedo l’ora di vederla perché ho sentito tante belle cose e so che a Carlos piace molto. Sono molto dispiaciuto per i risultati di Donington e quindi vorrei rifarmi a Salt Lake e faro’ di tutto per fare piu’ punti possibili e per migliorare la mia posizione in classi�ca”.

La targa dell’aula didattica subacquea intitolata a Mario Micarelli


CA**0!

����������������������������������������

����������������������� ��������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������� ����������������������������������

�������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������


L'Opinione di Viterbo - 24.05.2012