Page 1

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

MARTEDÍ 24 GENNAIO 2012 ���������������������

Anno III N. 19 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

Attualità

Regione

Lega Federalista e Lega Nord protestano in piazza a Milano

Unindustria Viterbo a Roma in occasione del Roadshow Expo

Il “movimento dei forconi” sbarca nel Lazio e saranno guai

Servizio

Servizio

Servizio

pagina 5

a pagina 6

a pagina 9

Mentre il fronte delle polemiche politiche aumenta c’è chi sta preparando il ricorso al Tar del lazio

Il concorso all’Ater è illegittimo

Sul fatto che il concorsso per un posto da addetto stampa all’Ater di Viterbo sia illegittimo e nullo non ci sono dubbi. Stupisce la difesa d’uf�cio del presidente della commissione regionale Nando Gigli che convoca una spaurita presidente come la Grassini che sulla vicenda, ad oggi, non ha proferito parola. L’errore è tecnico, palese, ha violato una disposizione del Presidente della Repubblica non di Pinco o di Pallino. Ad averlo vinto è il capo uf�cio stampa dell’assessore regionale “er pecora” Buontempo. Una tragica fatalità secondo il politico un brutta coincidenza secondo tanti altri a cominciare da Francesco Storace. Una ricorrente ha richiesto copia delle prove d’esame e la cosa tragica che la commissione ha inviato addirittua l’originale. Adesso il ricorso al Tar ma Bindi, il 1 febbraio, non deve presentarsi. In tutto questo, l’Assostampa tace forse perché troppo impegnata. Servizio

TARQUINIA L’ingresso di Frontini e Russo L’accordo Pd-Udc ridisegna la Giunta non è ufficiale Servizio a pagina 10

MONTEFIASCONE

Le proposte dell’ass. Batinelli Servizio a pagina 13

CAPRANICA

dalla REDAZIONE a pagina 5

a pagina 3

Nel reparto di Ortopedia Che ne sarà del Due suicidi in due giorni nella Tuscia a regnare è solo il caos dearsenificatore? Il primo è avvenuto a Montalto di Castro il secondo a Castel Sant’Elia

Servizio

Elicottero in panne atterra a Civitella Cesi dalla REDAZIONE a pagina 3

Un �ne settimana terribile per due famiglie distanti cento chilometri l’una dall’altra. Un uomo di Montalto di Castro si è sparato un colpo di fucile sotto la sua abitazione. L’altro, un ex vigile del fuoco di Castel Sant’Elia per mettere �ne alla sua esistenza ha utilizzato una pistola regolarmente denunciata. dalla REDAZIONE a pagina 3

Massacra di pugni coetaneo. Denunciato daIla REDAZIONE a pagina 3

Medici che lavorano con partita iva assunti a tempo determinato per poi trasformare i contri a tempo indeterminato. La Regione che respinge la manovra della Ausl di Viterbo e costringe l’uf�cio del personale ad una marcia indietro con conseguente ammutinamento dei medici. Tutto questo mentre il reparto è carente e ci sono medici costretti a turni massacranti di 36 ore. daIla REDAZIONE a pagina 3

Eccellenza Ride solo il Monterosi. Piangono le altre

Servizio a pagina 20

Servizio a pagina 20

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Orchestralunata conquista tutti Servizio

Baseball Promozione I RAMS Viterbo Pianoscarano e escono dal Vigor super, out le“Cenerentole” letargo invernale Servizio a pagina 20

FABRICA DI ROMA

a pagina 15

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Harakiri per la Viterbese, gode la Flaminia

a pagina 15

Servizio a pagina 23


Martedì 24 Gennaio 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

Dopo lo straordinario silenzio di Assostampa sulla questione sono i politici a fronteggiarsi sul caso “Bindi”

Ufficio stampa all’Ater, pronto il ricorso al Tar I

l braccio destro dell’assessore della Regione Lazio Teodoro Buontempo cambia lavoro. Nulla di strano, se non fosse che Massimo Bindi, fino ad oggi caposegreteria del titolare delle Politiche per la casa, tra una settimana diventerà il responsabile ufficio stampa dell’Ater viterbese, l’azienda che si occupa di edilizia residenziale pubblica. Coincidenza o conflitto di interessi? Mentre alla Pisana (sede del consiglio regionale) si interrogano, il concorso che ha messo in palio l’ambito posto di lavoro - 60mila euro lo stipendio annuo - finisce al centro delle polemiche. Le principali perplessità riguardano le modalità del concorso. L’avviso è stato pubblicato in pieno agosto, con poca pubblicità. In poche parole si è trattato di un concorso bandito in modo inopportuno e quasi clandestino, denuncia Claudio Bucci,

consigliere regionale Idv. Non solo. Quando quest’estate è stato pubblicato il bando, l’Ater viterbese era guidata da un commissario nominato dalla Giunta Polverini (il nuovo consiglio d’amministrazione dell’azienda è operativo dallo scorso novembre). Abbastanza, sempre leggendo l’interrogazione di Maruccio, per individuare“una dubbia legittimità formale”dell’iniziativa. Di coincidenza in coincidenza, il mistero si infittisce. A presiedere la commissione d’esame - le prove sono state svolte lo scorso autunno - c’era il direttore generale dell’Ater di Viterbo Ugo Gigli. Fratello del consigliere regionale dell’Udc Rodolfo. Il presidente dell’VIII commissione della Pisana: Politiche della casa.“E che devo fare? Disconoscere le mie parentele?”. Raggiunto al telefono, il direttore dell’Ater racconta la sua versione della storia:

“In questa vicenda non c’è alcun conflitto di interessi - spiega - Il bando è stato fatto ad agosto, è vero. Ma è stato pubblicato per un mese, sul nostro sito e su diversi giornali”. Insomma, nessun concorso clandestino. “Clandestino un c….”, alza la voce Gigli. Dodici candidati. Un esame scritto su due diverse materie e una prova orale. E a spuntarla è l’assistente dell’assessore regionale per la Casa. Oggi qualcuno ironizza sulle connessioni tra assessorato regionale alla Casa e l’azienda che si occupa di edilizia pubblica. “Nessuna stranezza - continua Gigli - con l’assessorato non abbiamo alcun rapporto di dipendenza. Noi siamo un ente pubblico autonomo. Quello di Buontempo è un organo che ha solo potere di vigilanza su alcuni nostri atti. D’altronde mi rendo conto che giornalisticamente questa è una polemica appetitosa…”.

Gigli conferma la regolarità del concorso. Anzi, rivela una particolarità. Recentemente uno dei candidati avrebbe chiesto di controllare la correzione del suo scritto. “E come da regolamento noi glielo abbiamo permesso.Nessuna scorrettezza.Ma se la Regione vuole aprire un’inchiesta non abbiamo problemi a mostrare tutta la documentazione anche a loro”. Intanto sulla vicenda si è alzato un polverone. «Adesso - racconta Gigli - temo che il vincitore del concorso non abbia più intenzione di venire a lavorare da noi”. Lui, Massimo Bindi, preferisce non rispondere. Dall’Ater raccontano che si sarebbe già dimesso dal suo incarico in Regione. In realtà sul sito dell’assessorato risulta ancora caposegreteria di Buontempo. Davanti alla richiesta di una spiegazione, i suoi collaboratori preferiscono sbattere

giù il telefono. A sorpresa, a chiedere ulteriori chiarimenti è Francesco Storace. Il leader de La Destra - partito politico di Buontempo - con cui Bindi ha lavorato in passato. “La mia posizione è molto chiara - racconta l’ex presidente della Regione Lazio a Linkiesta - voglio che si verifichi quello che è successo. Se il concorso è irregolare, la nomina va annullata”.Al di là delle irregolarità resta una vicenda caratterizzata da antipatiche coincidenze. “La simpatia o l’antipatia non c’entrano nulla - taglia corto Storace - Se ci sono state anomalie il concorso va annullato.Altrimenti è tutto a posto”. La reazione è stizzita. Anche perché a pagare le conseguenze rischia di essere il “patrimonio morale” del suo partito. Visto il roboante silenzio del “mitico” Buttirni di Assostampa altri hanno deciso di ricorrere al Tar

Elicottero in panne a Civitella Cesi rano all’incirca le 12,50 E di ieri quando a Civitella Cesi durante un’attività

addestrativa regolarmente programmata un elicottero AB 206 del centro addestrativo dell’Aviazione dell’esercito, dopo essere regolarmente atterrato in una zona idonea prima di ridecollare, il pilota avrebbe notato un comportamento del motore non regolare e quindi avrebbe interrotto la manovra, spegnendo il mezzo. Una squadra di tecnici si è recata sul posto per le veri�che necessarie. Dopo gli accertamenti e il responso positivo del personale specializzato il mezzo ha fatto ritorno alla base.

Ortopedia a breve senza medici Confusione sulle riassunzioni effettuate a dicembre adesso il reparto rischia di collassare per i troppi primari di Paolo GIANLORENZO

Montalto di Castro e Castel Sant’Elia legati nella tragedia

E

ravamo prossimi alla �ne dell’anno quando alcuni medici specializzati in ortopedia ed in servizio con contratti annuali da consulenti esterni con partita iva e applicati presso il reparto di Belcolle venivano chiamati dall’uf�cio del personale ed avvisati che sarebbe variato il loro rapporto di lavoro e quindi strutturati. Siccome non è consentito l’immediato passaggio da professionisti esterni ad impiego di ruolo a tempo indeterminato occorreva fare un passaggio obbligato con un contratto a termine di appena due mesi. I quattro o cinque medici che ai quali era stato modi�cato il rapporto di lavoro sono stati richiamati dallo stesso uf�cio personale (a loro sembrava di essere sul set di Scherzi a Parte) che comunicava l’impossibilità di proseguire con quel contratto appena sottoscritto perché bocciato dalla Regione e di tornare nuovamente in regime con la partita iva adottato per i consulenti esterni. Alcuni di questi medici avevano partecipato ad alcuni concorsi presso altre Asl vincendoli e dalla Cittadella della Salute, per paura di una fuga di massa si

Due suicidi in due giorni di Viviana TARTAGLINI

D

erano precipitate a porre rimedio con questo arte�zio contrattuale che però ha fatto irritare la Regione che ha rispedito al mittente la richiesta. Adesso, ovviamente, questi medici potrebbero non accogliere la richiesta avanzata dai dirigenti del personale ed aprire un contenzioso. Il problema è che adesso è scoppiata una vera e propria guerra interna tra chi lavora troppo ed è sfruttato e chi invece passeggia da una corsia all’altra e non conosce il signi�cato della parola “guardie” o “reperibilità”.

Aggredisce coetaneo 17enne Denunciato giovane di colore V

erso le ore 8,00 circa del 20 gennaio scorso, presso la stazione Co.Tra.L. di Viterbo, veniva soccorso un minore di anni 17 che, poco prima, era stato malmenato da un suo coetaneo. La vittima riferiva che, mentre si trovava alla stazione Riello, veniva avvicinato da un giovane di colore il quale, dopo averlo schiaffeggiato e deriso, si allontanava momentaneamente per poi ritornare ad aggredirlo, colpendolo ripetutamente con pugni al volto, procurandogli vistose lesioni. Il malcapitato, D.B., residente in questa provincia, trasportato presso l’ospedale Belcolle veniva ricoverato per la frattura delle ossa nasali e giudicato guaribile in 25 e di conseguenza è scattata la denuncia d’uf�cio per lesioni. Le immediate indagini svolte dagli investigatori della Squadra Mobile consentivano di individuare, attraverso le testimonianze, le descrizioni, i �lmati e le ricognizioni fotogra�che, l’autore dell’aggressione. Lo stesso, identi�cato per D.T., di anni 17, domiciliato in questa provincia, dopo le formalità di rito, veniva denunciato in stato di libertà alla competente A.G. e, data la minore età, af�dato ai propri genitori.

Ci sono giovani medici del reparto di ortopedia costretti a turni massacranti di 36 ore mentre altri ne lavorano appena 6. La direzione sanitaria dovrebbe dare uno sguardo al brogliaccio delle guardie e vedere quanti sono i “nomi” che si fanno il mazzo e chi invece si trastulla tra un comizio o una conferenza. Chi è che promosso l’iniziativa di modi�care i rapporti di lavoro creando tutto questo caos e soprattutto chi adesso pagherà per l’ennesimo errore commesso?

Luigi Scattarella muore a seguito di un incidente omenica sera, lungo la strada D provinciale Ponte San Pietro, nei pressi di Farnese è morto Luigi Scattella, 73 anni e residente a Viterbo in un tragico incidente stradale. Il sinistro è avvenuto lungo la strada provinciale Ponte San Pietro in località Croci�sso di Castro nel comune di Ischia. Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo alla guida di un fuoristrada avrebbe urtato la macchina che lo stava sorpassando. In quel preciso istante un’altra vettura stava sopraggiungendo in direzione opposta che nonostante le manovre d’emergenza non sarebbe riuscita ad evitare l’impatto. Dopo l’urto il pickup sarebbe �nito in una profonda scarpata adiacente alla strada.

omenica scorsa il 51 enne Mario Parri, originario di Capalbio in provincia di Grosseto, titolare di un’attività commerciale in Via Fiora a Montalto di Castro, “La Ferroidraulica”, si è tolto la vita con un colpo di fucile da caccia sotto la sua abitazione. Inutili i primi soccorsi portati dai sanitari del 118 all’imprenditore. Al loro arrivo, infatti, era già deceduto. Sul posto sono giunti anche i carabinieri di Capalbio, per svolgere i dovuti accertamenti. L’uomo, a Montalto, era conosciuto e apprezzato da tutti. Infatti i cittadini sono rimasti esterrefatti e scioccati dal triste epilogo della vita di Mario che nell’ultimo periodo aveva sì dato dei segni di una latente depressione forse legata a dif�coltà economiche e di lavoro, ma questa non sembrava tale da spingerlo al suicidio. Anche perché ha lasciato una moglie ed una �glia molto affezionate e quindi un ambiente familiare vicino e presente. Adesso, telefonicamente, la gente di Montalto esprime il suo cordoglio e la sua solidarietà alla famiglia tramite il nostro giornale. Anche i componenti della Lista “Passione Civica” si uniscono a quest’ultimo saluto al loro concittadino ed amico Mario. Questo triste episodio si aggiunge a quello dell’ ex vigile del fuoco che si è ucciso con un colpo di pistola al petto nello stesso giorno. Sergio Darida, di Castel Sant’Elia,

52 anni, era sposato e aveva 2 �gli, entrambi di circa 20 anni Intorno alle 12,40 di domenica scorsa, si è sparato un colpo d’arma da fuoco al torace nella sua casa in località la Chiusa. L’uomo è stato ritrovato dalla moglie che subito ha dato l’allarme ai sanitari del 118 intervenuti con l’eliambulanza e un’automedica da Monterosi, ma per lui non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri del Norm di Civita Castellana e i colleghi della squadra investigazioni scienti�che di Viterbo. Poco dopo, nell’appartamento dei Darida, in località Le Chiuse, è giunto anche il sindaco del paese Rodolfo Mazzolini. “Sergio era una persona per bene, un bravo padre di famiglia. Sono addolorato…” ha detto con voce commossa. L’uomo non ha lasciato né biglietti né messaggi per motivare il suo gesto, ma sembra che all’abbandono anticipato del lavoro sarebbe seguita una crisi depressiva. E non c’è l’ha fatta più. Quindi, domenica, poco prima di pranzo si è chiuso in una stanza di casa sua, ha estratto la pistola che deteneva legalmente e che teneva nascosta in un posto che conosceva solo lui, ha appoggiato la canna al petto e ha fatto fuoco. Un colpo devastante, che lo ha ucciso in pochi minuti.

Darida aveva prestato servizio per molti anni nel distaccamento dei vigili del fuoco di Civita Castellana. La notizia del suicidio ha profondamente scosso i suoi ex colleghi, alcuni dei quali si sono subito recati a Castel Sant’Elia per stare vicino ai familiari. Questa incidenza di suicidi fa ri�ettere su un problema che è complesso, non ascrivibile ad una sola causa o ad un motivo preciso. Sembra piuttosto derivare da una complessa interazione di fattori biologici, genetici, psicologici, sociali, culturali ed ambientali Inoltre, un alto rischio di suicidio è associato a sentimento di disperazione, rabbia incontrollabile, solitudine, sentirsi intrappolati e senza via d’uscita. Rischio più elevato se associato al consumo di alcol e droga, allontanamento dalle amicizie, dalla famiglia, e dai contatti sociali. Però il suicidio si può prevenire. La maggior parte degli individui a rischio vuole assolutamente vivere; costoro non riescono però a trovare possibili alternative ai loro problemi La s�da della prevenzione del suicidio dovrebbe essere intrapresa dalla collettività, attraverso sensibilità attenzione e coinvolgimento delle strutture preposte.


politica

4

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

Secondo il segretario provinciale Andrea De Simone si tratta di “un primo segnale positivo per stimolare la crescita del Paese”

Liberalizzazioni, ok da Confartigianato Primarie Pd, Gasbarra vola E

L

iberalizzazioni, Confartigianato esprime soddisfazione per il decreto varato dal Governo Monti. “E’ un primo, concreto segnale d’inversione per liberare imprenditori e cittadini dai pesanti costi derivanti dai mercati protetti e dalle rendite di posizione e per contribuire a stimolare la crescita del Paese”. Così il Segretario provinciale dell’associazione Andrea De Simone (nella foto) commenta il decreto varato in questi giorni dal Governo. “In attesa di conoscere i dettagli del provvedimento - sottolinea De Simone - apprezziamo le misure in materia di energia, che ci auguriamo possano

ridurre l’attuale spread del 30% tra i costi per le imprese italiane rispetto alla media dei maggiori paesi europei, e quelle sui servizi pubblici locali, le cui tariffe negli ultimi 10 anni sono aumentate del 27% in più rispetto alla media Ue. Altrettanto positiva l’istituzione del Tribunale delle imprese che testimonia la volontà di aggredire il grave problema dei ritardi della giustizia civile che costano 2,2 miliardi l’anno alle aziende italiane. Così come apprezziamo le norme che, nel solco dello Small Business Act, aumentano le tutele delle micro e piccole mprese”.

nrico Gasbarra vola nei congressi di circolo del Partito democratico. A Viterbo e provincia il candidato per la segreteria regionale del Pd conquista il 77,6 per cento delle preferenze con 1741 voti. Un risultato, quello delle primarie viterbesi, addirittura superiore rispetto ad alcune roccaforti del Lazio. Agli altri le briciole: alla Leonori il 10.5%, a Bachelet l’8% e Pacciotti ultimo della lista con il 4,5%. “Da qui al 12 febbraio – spiega il segretario provinciale Pd Andrea Egidi – dobbiamo lavorare per costruire un terreno comune nel Pd, le primarie non devono essere una semplice conta. A Viterbo il sostegno a Gasbarra è un tassello per arrivare a ricostruire quel processo unitario di cui mi faccio garante anche con il sostegno che stiamo dando con l’area Bersani, in modo chiaro”. “Ci aspettiamo ancora maggiore coraggio - rileva Confartigianato - su fronti decisivi per abbassare gli oneri a carico delle imprese e dei cittadini, come il mercato delle assicurazioni, af�nchè si allinei alla media dei Paesi europei per quanto riguarda il livello di concorrenza e la riduzione dei premi assicurativi, evitando di agevolare posizioni dominanti nella �liera dei risarcimenti e delle riparazioni dei veicoli. Esistono margini per interventi più incisivi anche nel

sistema del credito”. “Ora - avverte De Simone - attendiamo le prossime mosse del Governo su un aspetto decisivo come le sempli�cazioni e, soprattutto, chiediamo che si concretizzino al più presto gli annunciati interventi su un problema drammatico per le piccole imprese: il ritardo dei pagamenti della Pubblica Amministrazione che costa ogni anno agli imprenditori artigiani 3,6 miliardi di maggiori oneri e li costringe ad attendere addirittura �no a 793 giorni prima di essere pagati”.

L’assessore Gianmaria Santucci ha incontrato la Sat e le associazioni di categoria

Autostrada Tirrenica, la Provincia al fianco delle imprese locali

L

a Provincia di Viterbo, Sat ( Società Autostrada Tirrenica) i lavori e le associazioni di categoria del territorio a confronto sull’avvio dei lavori del corridoio tirrenico. A breve partiranno quelli del lotto 6A: trenta mesi totali per dare vita a 15 chilometri di autostrada da Civitavec-

chia a Tarquinia. Sul piatto la possibilità per le aziende del territorio di essere parte attiva del progetto. “Fin dal primo momento – ha esordito l’assessore ai lavori pubblici e viabilità della Provincia, Gianmaria Santucci (foto)– ho sempre pensato che con la costruzione dell’autostrada

Tirrenica, il nostro territorio avrebbe concesso al Paese una grande servitù che in qualche modo doveva essere riscattata. A breve partiranno i lavori del nuovo lotto e quindi ho voluto convocare la società Sat e le associazioni di categoria per capire se c’è la possibilità di dare spazio, nella fase dei lavori, alle aziende del territorio”. In rappresentanza della società autostrada Tirrenica il direttore tecnico di Sat lavori, Claudio Molinetti che ha snocciolato i numeri di un progetto da cento milioni totali di investimento, tempo previsto per la consegna: 30 mesi. “La mole di lavoro è veramente grande, soprattutto visti i ristretti tempi di consegna – ha continuato Santucci – e per questo, più che un’azienda sola, credo sia opportuno unire le forze per

Sposetti boccia la nuova giunta Marini U

go Sposetti, capogruppo del Pd a Palazzo dei Priori, dice la sua sulla nuova giunta giunta Marini. “Viterbo può voltare pagina. Dopo la sentenza della Corte Costituzionale, il sindaco ha dovuto lasciare un incarico e ha scelto di fare il sindaco a tempo pieno. Lo avrebbe dovuto fare sin da maggio del 2008, anziché aspettare di essere costretto. Pazienza. Meglio tardi che mai. Dopo il pronunciamento del Tar che, su iniziativa dei consiglieri del gruppo del Partito democratico, ha annullato tutti gli atti per la nomina

degli assessori a causa del mancato rispetto della norma sulla rappresentanza femminile, segnando una vittoria delle donne viterbesi che si estende a tutte le elettrici italiane, ora il sindaco ha l’occasione di voltare pagina. Avrà la forza politica e il coraggio personale? Purtroppo, questi ultimi sono ingredienti che non si acquistano in alcun alimentari. Noi, come Pd, diciamo cose molto semplici e chiare: nomini una giunta con sei assessori di cui tre donne, risparmi quattro indennità, visto pure che sul Bilancio 2011

graverà quella del sindaco. Chiediamo, poi, che non nomini gli inquisiti: un po’ di pulizia non guasta mai. Anticipazioni riportate dai giornali parlano invece di una giunta a 10. Alla faccia della coerenza!assessori in giunta”.

centrare l’obiettivo. Per far ciò serve che le varie associazioni facciano fronte comune e in questo senso la Provincia si è fatta carico di un opera di mediazione per individuare esponenti che possano fare da punto di riferimento per tutte le aziende. Credo che tutti insieme si possa allestire una o più offerte e quindi prendere parte agli appalti”. “La Sat lavori entro �ne febbraio vuole avere sul proprio tavolo le prime proposte delle aziende – chiude l’assessore - sono convinto che quelle del nostro territorio ci saranno. A patto che ci sia un’unità di intenti e un coordinamento tra le varie associazioni di categoria. L’amministrazione provinciale farà la sua parte, in quanto crediamo che questa sia una grande opportunità per tutto il territorio”.

La Provincia stanzia 125mila euro per il nubifragio di settembre

L

a giunta di palazzo Gentili ha deliberato lo stanziamento di fondi per il ripristino completo della viabilità sulle strade provinciali che nello scorso settembre sono state oggetto del nubifragio che ha colpito pesantemente alcune zone della Tuscia, su tutte Canepina. Si tratta di poco più 125mila euro totali che verranno utilizzati dai tecnici dell’assessorato provinciale ai lavori pubblici e viabilità per ripristinare le condizioni di sicurezza sulle arterie interessate, eliminando, inoltre, tutti i pericoli.”Si tratta di lavori di pronto intervento – spiega l’assessore Gianmaria Santucci – per procedere alla sistemazione dei danni causati dal maltempo, che lo scorso ottobre si è abbattuto su parte del territorio provinciale causando veri e propri nubifragi”.Entrando nello speci�co, 86.729 euro saranno destinati alla zona di Canepina, 38.650 saranno utilizzati per risistemare le arterie provinciali della zona dei Cimini e del lago di Bolsena. “I maggiori interventi – conferma l’assessore Santucci – verranno realizzati nel centro abitato e nell’area circostante il comune di Canepina. Ma altri danni sono stati rilevati anche in

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469

“La Destra” contro il governo Monti

L

a Destra Viterbo invita i suoi iscritti a partecipare a una manifestazione di protesta contro il Governo Monti che si terrà il 4 febbraio a Roma. “La Destra (nella foto Umberto Ciucciarelli) scende in piazza contro il governo delle tasse, con un grande corteo popolare lungo le strade di Roma. Il popolo italiano manifesti con noi per non accettare supinamente un governo che sottrae risorse alle famiglie per pagare i debiti delle banche. Il governo Monti, pieno di banchieri che di tecnico hanno solo la capacità di fregare i soldi al prossimo, che è l´unica attività che l´esperienza lavorativa ha insegnato loro; ricco di professori universitari, che sicuramente

altre parti della area cimina e nella zona ovest del lago di Bolsena”.”Sono molto soddisfatto – dice ancora Santucci – perché in tempi abbastanza brevi siamo riusciti a reperire i fondi e metterli a disposizione per questi interventi. Lavori di grandissima importanza che permetteranno di ristabilire la totale sicurezza su alcune importanti strade della nostra provincia. Va da sé – chiude l’assessore – che per alcuni brevi periodi, le operazioni di tecnici e operai creeranno ulteriori disagi agli utenti della strada. Ai quali chiedo di pazientare e prometto che i lavori verranno svolti con massima celerità”.

Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco

Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737

Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici

conoscono libri, codici e codicilli, ma del cui senso pratico c´è molto da dubitare, dato che hanno vissuto solamente nelle baronie universitarie senza vivere a contatto con i veri problemi della gente; deve andare via.

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


Martedì 24 Gennaio 2012

politica

Viterbo & AltoLazio

5

L’ingresso dei nuovi assessori Frontini e Russo ha portato un rimescolamento degli incarichi

Varata la “nuova” Giunta Marini di EMANUELE FARAGLIA

L

A “nuova” giunta Marini ha preso forma. A caratterizzare il nuovo governo cittadino, composto da dieci unità e non più nove, non è soltanto l’ingresso di Maria Antonietta Russo e della giovane Chiara Frontini, ma anche un rimescolamento degli incarichi agli altri assessori. Innanzitutto le deleghe assegnate ai nuovi assessori: all’ex consigliera Russo vanno andamento e sviluppo delle società partecipate, bilancio, ragioneria, tributi e provveditorato e gestione del personale; alla 22enne Frontini invece toccano progetti per l’innovazione, rapporti con le istituzioni europee, politiche occupazionali, formazione del lavoro, attività di �lm commission, rapporti con l’Università, politiche energetiche e politiche di incentivazione al servizio civile. “Questa (ieri, ndr) mattina - ha spiegato il sindaco Giulio Marini - abbiamo dato seguito a quanto richiesto nella sentenza emessa dal Tar del Lazio, dopo il ricorso presentato da parte del PD. Come già dichiarato precedentemente, eravamo in procinto di colmare politicamente l’assenza di rappresentanze femminili all’interno della giunta comunale e la sentenza uf�cializzata lo scorso 20 gennaio chiarisce la procedura di implementazione della giunta in questo senso. Dopo un lungo weekend di lavoro necessario per

portare a compimento la nuova squadra amministrativa di Palazzo dei Priori, questa mattina l’uf�cializzazione dei due nuovi assessori. Una decisione che, con mia grande soddisfazione, ha visto d’accordo tutti gli altri componenti di giunta. Sono certo che l’esperienza e la competenza già maturata da Maria Antonietta Russo come consigliere, e l’entusiasmo e la determinazione che già da qualche anno, nonostante la sua giovane età, sta mostrando Chiara Frontini, daranno quel giusto e sano impulso a tutta l’amministrazione, per proseguire con rinnovata energia la nostra attività per il bene della città. Ai due neoassessori il mio benvenuto e il mio augurio di buon lavoro”. Sono stati inoltre riassegnati i Lavori Pubblici la cui responsabilità era passata al primo cittadino dopo le dimissioni di Arena: sarà Paolo Muroni ad occuparsene assieme alle deleghe su impianti sportivi, edilizia scolastica, ambiente e verde. Nuovo incarico anche per Massimo Fattorini che prima si occupava di bilancio, tributi e patrimonio mentre ora avrà la competenza su attività produttive, sviluppo politiche commerciali, politiche a tutela del consumatore e potenziamento e innovazione della Pubblica Istruzione. Invariati gli incarichi degli altri assessori Enrico Maria Contardo (valorizzazione e promozione del territorio), Giovanni Bartoletti (programmazione e sviluppo scalo aeroportuale, marketing territoria-

Lavoro, innovazione e Università a Frontini partecipate, bilancio e tributi alla Russo

Giovedì il consiglio provinciale sullo scioglimento della Fiera di Viterbo spa e sul Cotral spa

le), Claudio Ubertini (Urbanistica e sportello unico delle Attività Produttive), Sandro Zucchi (Polizia locale, viabilità e traf�co), Vittorio Galati (decentramento, protezione civile e Patrimonio) e Daniele Sabatini (politiche sociali, giovanili e della casa). Rimandata al prossimo consiglio di venerdì in�ne l’uf�cializzazione dell’ingresso del nuovo consigliere Maurizio Pinna in qualità di primo dei non eletti al posto di Maria Antonietta Russo. Pinna, presentatosi alle elezioni sotto l’insegna di Viterbo Vola, non appena entrerà in consiglio passerà a Lega Federalista per motivi che lo stesso renderà pubblici venerdì. Soddisfazione per la nomina di Chiara Frontini è stata manifestata dal consigliere regionale del Lazio del Pdl e presidente della Giovane Italia Lazio Chiara Colosimo: “Questa scelta dimostra come la politica possa guardare ai giovani, non come cartina

Il sindaco Marini con gli assessori Frontini e Russo lora Consigliere Mezzetti per modi�care il regolamento del Consiglio Comunale per garantire la rappresentanza di genere,

magari inserendo rappresentanti femminili già quando si era dimesso l’Assessore Purchiaroni, e via di seguito...”.

Il gruppo guidato da Umbero Fusco è tornato a casa con la bandiera firmata da Bossi e Maroni

Lega Federalista e Lega Nord in piazza a Milano “

Giù le mani da casa e pensioni”, questo lo striscione di Lega Federalista alla manifestazione di protesta contro il governo Monti che si è svolta domenica 22 nel centro di Milano. Manifestazione voluta dal partito di Umberto Bossi, a cui Lega Federalista ha partecipato come unica forza leghista non facente parte alla confederazione della Lega Nord invitata a partecipare. Segno evidente di un rapporto di collaborazione che si sta instaurando tra le due realtà politiche. “Essere qui è un risultato veramente importante - ha commentato il coordinatore provinciale di Lega Federalista per Viterbo Umberto Fusco - Siamo al �anco

E

’ stato convocato per le ore 10 di giovedì 26 gennaio presso la consueta sede della Provincia, Palazzo Gentili, l’atteso consiglio provinciale in seduta straordinaria. Dopo le consuete mozioni ed interrogazioni da parte dei consiglieri il primo argomento all’ordine del giorno sarà lo scioglimento e la messa in liquidazione della Fiera di Viterbo Spa. Subito dopo si metterà ai voti la ricostituzione del capitale sociale del Cotral Spa. Altro tema di discussione è rappresentato dalla nomina di un rappresentante nel Consiglio delle Autonomie Locali del Lazio. Stesso discorso per l’elezione di un rappresentante in seno all’Unione delle Province del Lazio ed infine i consiglieri diranno la loro sull’approvazione del nuovo statuto dell’Upi Lazio.

tornasole da utilizzare e spendere solo in campagna elettorale, ma come un vero e proprio valore aggiunto”. Dal canto suo il coordinatore provinciale dell’Udc Giovani Francesco Oddo dopo aver fatto gli auguri alla neo-assessora ha dichiarato: “Mi auguro, in questa maniera, che la giunta Marini possa ricevere un po’ di quella verve amministrativa che è sembrata mancare sin dall’inizio, limitando alla normale amministrazione il proprio raggio d’azione”. Perplessità sui tempi delle nuove nomine è stata espressa invece dalle consigliere Pd Luisa Ciambella e Linda Natalini: “se , come dichiarato dal Sindaco, queste deleghe erano nell’aria , potevano benissimo essere assegnate prima, senza aumentare il numero degli assessori , magari accogliendo la mozione presentata , già presentata e discussa molto tempo fa, insieme all’al-

della Lega Nord perché anche noi siamo vicini alla gente, crediamo nell’importanza del federalismo e nella necessità di responsabilizzare del proprio operato le classi dirigenti politiche. Quello che sta accadendo oggi in Italia non ci piace. La protesta di Milano è eccezionale, nelle dimensioni e nel carattere. Sono scesi in piazza tanti lavoratori e imprenditori. Non sono mancati anche gli agricoltori, che rappresentano una funzione tanto strategica quanto maltrattata del nostro sistema economico. Gli italiani non ce la fanno più ed è necessario che la politica individui nuove strade per lo sviluppo dei territori. Per Viterbo una delle strade da percorrere è chiara: il termalismo. Per questo Lega Federalista si sta dando molto da fare in quella direzione. Vogliamo che Viterbo torni a esse-

re una grande città termale, come merita”. Insieme a Fusco, a condividere la giornata di Milano, anche il segretario provinciale Lega Federalista di Latina Tullio Liburdi e il segretario regionale Sergio Arcidiacono che ha dichiarato: “Abbiamo scritto, con la nostra presenza a Milano, una pagina storica per Lega Federalista. Andiamo avanti così e avremo risultati importanti”. Un pullman di militanti e simpatizzanti di Lega Federalista Viterbo e Lega Federalista Latina è partito da Viterbo nelle prime ore di domenica per raggiungere

Milano poco prima delle dieci, esattamente in tempo per l’inizio del corteo. Una folla impressionante di persone, con tantissimi striscioni e bandiere. Lì i colori di Lega Federalista sono stati accolti con entusiasmo dal popolo della Lega Nord. Molto l’interesse da parte dei manifestanti per la presenza di una forza leghista anche nel Lazio. Il gruppo di laziali è stato raggiunto, per un saluto, anche dal parlamentare della Lega Nord Matteo Salvini e alla fine è tornato a casa con una bandiera di Lega Federalista firmata da Umberto Bossi e Roberto Maroni.

Sindacati contrari all’obbligo di accredito della pensione L

a recente innovazione introdotta dal nuovo governo sulle pensioni non trova d’accordo i sindacati. Con un comunicato, infatti, i sindacati dei pensionati Uilp Uil, Spi Cgil, Fnp Cisl confermano il loro giudizio negativo sulla norma del Governo che obbliga i pensionati all’accredito della loro pensione. Le Segreterie Nazionali Spi, Fnp e Uilp hanno incontrato il Direttore generale dell’INPS al fine di ridurre i disagi che tale

norma sta provocando in tanti anziani. L’incontro è stato utile, anche per la disponibilità dell’Inps a trovare soluzioni condivise e finalizzate alla massima tutela dei pensionati coinvolti nelle normative del Governo. Gli incontri continueranno per valutare sia i casi più critici, sia per individuare gli strumenti e le modalità più giuste e più idonee a difesa dei diritti dei pensionati e delle pensionate.

Utile l’incontro col direttore generale dell’Inps per ridurre i disagi prodotti dalla norma


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

Un incontro finalizzato a fornire strumenti operativi alle aziende per avere visibilità e competitività

Unindustria Viterbo al Roadshow Expo S

i terrà domani, presso la sede di Con�ndustria di Roma – in collaborazione con Unindustria Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo – Expo 2015 incontra le imprese nell’ambito della sesta tappa del Roadshow Con�ndustria Expo già svoltosi nelle città di Milano, Verona, Pistoia, Torino e Bologna. La partecipazione è gratuita previa registrazione. L’incontro, che �no ad oggi ha visto la partecipazione di oltre 600 imprenditori, ha l’obiettivo di illustrare le iniziative della società organizzatrice dell’Expo per fornire alle imprese informazioni e strumenti operativi per creare business, ottenere visibilità ed esportare la cultura del Made in Italy nel mondo. Il tema dell’expo 2015 “Nutrire il pianeta, Energia per la vita” permetterà di dare visibilità alla tradizione, alla creatività e all’innovazione soprattutto nel settore agroalimentare. E’ soprattutto in quest’ambito, infatti, che sono molteplici e variegate le eccellenze del nostro sistema imprenditoriale. Tra i relatori di spicco:

Luigi Serra, Presidente Sistemi Formativi Con�ndustria (Altascuola), Aurelio Regina, Presidente Unindustria, ed Eduardo Montefusco, VP Unindustria con delega “Roma e Sistema Imprenditoriale del Lazio per Expo 2015”. Il Progetto Speciale Expo 2015 di Con�ndustria è illustrato da Diana Bracco, Presidente Progetto Speciale “Ricerca e Innovazione” e “Expo 2015”, mentre la Presentazione del Progetto ICT per Expo 2015 è af�data a Pietro Guindani, Coordinatore GdL Mobilità e Reti, Progetto Speciale Expo 2015. I temi centrali dell’incontro saranno presentati da Giuseppe Sala Amministratore Delegato Expo 2015 S.p.A, e riguardano il concept dell’Expo 2015 e le strategie espositive, le opportunità di business generate dall’evento Expo 2015 e le opportunità di partnership per le imprese: modalità e bene�t. Dopo gli interventi dei relatori è previsto un dibattito con gli imprenditori partecipanti per favorire il confronto, chiarire dubbi e per accogliere eventuali suggerimenti.

Se ne parlerà in un incontro organizzato dalla Cna

Come promuoversi in tempi di crisi E

’ soprattutto nei momenti di crisi che non si può stare fermi. Le imprese hanno ancora più bisogno di farsi conoscere e di ampliare i propri mercati, ma l’esiguità delle risorse a disposizione non aiuta. Come fare, allora, promozione in un anno che si annuncia tanto difficile? Se ne parlerà domani, in occasione dell’incontro organizzato dalla Cna con il segretario generale della Camera di Commercio, Francesco Monzillo. L’appuntamento è fissato per le ore 15, a Viterbo, presso la sede di Cna Sostenibile (in via Monte San Valentino 2). Si farà il punto sul calen-

dario delle partecipazioni dell’Ente camerale alle fiere, sui programmi di Unioncamere e di Unioncamere Lazio in tema, appunto, di promozione delle nostre produzioni di qualità. E non solo. “E’ evidente che occorre una selezione particolarmente attenta degli interventi. Risulta quindi fondamentale conoscere le aspettative e le proposte delle imprese -osserva Luigia Melaragni, segretaria della Cna Associazione Provinciale di Viterbo-. Non c’è dubbio che deve essere sostenuta l’internazionalizzazione: non sarà facile percorrere questa strada, visto, per esempio, l’azzeramento delle risorse nell’ultima manovra

finanziaria della Regione, ma dobbiamo fare del tutto per dare risposte concrete ed efficaci a questa esigenza. Altrettanta attenzione va dedicata al consolidamento della presenza della piccola imprenditoria alle manifestazioni espositive che hanno finora dato risultati positivi in termini di contatti e di fatturato. Sarà sicuramente utile -conclude Melaragnila riunione con il segretario generale della Camera di Commercio, in considerazione dell’impegno dell’Ente, che ha finora offerto alle imprese opportunità di promozione importanti, come la partecipazione a MoaCasa, e ha attivato strumenti per l’internazionalizzazione”.

VITERBO - Lo comunica in una nota la società Lampade Votive Elettriche

L’impianto di cremazione è ok “

Da ieri, 23 gennaio, è ripresa la normale attività di cremazione presso l’impianto sito in strada Cassia Nord (zona cimitero San Lazzaro)”. Ad uf�cializzarlo è direttamente la Società Italiana Lampade Votive Elettriche (S.i.l.v.e.) che, con apposita nota, speci�ca inoltre che “dal 16 gennaio vengono effettuate le prove settaggi, la simulazione allarmi, le veri�che a caldo, preriscaldo, inizio istruzioni, ciclo di cremazione e che i campionamenti per le analisi verranno effettuati in due giorni non consecutivi, e cioè in data 25 gennaio e 1 febbraio”.

Scuola internazionale di Green Economy siglato l’accordo per l’uso delle rinnovabili D

alle parole ai fatti, Accademia Kronos, ente nazionale di protezione della natura, aldilà degli editti, denunce e promesse ama mettere in pratica le sue idee e i suoi progetti, così con la delegazione del comune più ecologico del mondo, Wildpoldsried sito in Baviera (regione tedesca) si è giunti all’accordo di istituire una scuola internazionale sulla Green Economy specializzata soprattutto sull’uso delle energie derivate da fonti rinnovabili. La delegazione formata dal sindaco Arno Zengerle, da un ingegnere elettronico e da una esperta dell’economie”verdi”, era giunta a Roma l’altra settimana per ricevere l’ambito premio internazionale”Un Bosco per Kyoto” che ogni anno viene dato in Campidoglio ai comuni d’Europa ecologicamente più virtuosi. La delegazione tedesca, ospite di Accademia Kronos, ha siglato un accordo per far nascere in Europa la prima scuola specializzata sulla Green Economy. Così a �ne maggio di quest’anno dirigenti e tecnici di Accademia Kronos si recheranno in questa cittadina per inaugurare “La casa del Sole”, una struttura energeticamente autosuf�ciente che potrà ospitare nella annessa foresteria 60 studenti e altri 60 nelle varie aule didattiche.

Questa Casa del Sole disporrà di laboratori, aule didattiche e centro congressi. Il tutto per consentire agli studenti, che potranno giungere da ogni parte del Mondo, di apprendere le nuove regole dello sviluppo sostenibile e, soprattutto, responsabile. In particolare gli allievi

potranno entrare nel merito della gestione delle applicazioni energetiche pulite, nella trasformazione delle industrie inquinanti in industrie ad impatto zero, nell’agricoltura ecosostenibile e nella boni�ca dei terreni avvelenati da precedenti agricolture chimizzate. In Italia, a cura di Accademia Kronos, si formeranno esperti sul settore dell’agricoltura biologica, della pesca a mare non invasiva e aggressiva, della gestione delle

riserve naturali sia terrestri che marine, ecc. In Germania si formeranno esperti sulle applicazione delle energie da fonti rinnovabili, sullo smaltimento non inquinante dei ri�uti e sulla mobilità ad impatto zero. Solo due saranno i soggetti che gestiranno questa nuova scuola per lo sviluppo sostenibile: Accademia Kronos e lo staff tecnico e scienti�co del comune di Wildpoldsried. La durata di questa scuola sarà di due anni e potranno accedervi chi già in possesso di una laurea scienti�ca o diploma di scuola media superiore sempre nel settore tecnico - scienti�co. E’ previsto un periodo di formazione in Italia, ed un altro in Germania. La lingua uf�ciale che si parlerà sarà l’inglese. La “Laurea” in Esperto della Green Economy sarà rilasciata congiuntamente dai due soggetti. E’ stato chiesto al ministro dell’ambiente Corrado Clini il riconoscimento del Suo Ministero a questa nuova iniziativa didattica formativa. La scuola aprirà i suoi battenti ad ottobre prossimo. Accademia Kronos intanto, per chi interessato a diventare un esperto della Green Economy, avvia un corso speci�co di lingua inglese per apprendere i principali termini tecnici che saranno alla base di questa scuola europea.


Martedì 24 Gennaio 2012

attualità

Viterbo & AltoLazio

7

Una Viterbo sconosciuta nel nuovo libro di Pinna “

Viterbo dal fascismo alla guerra con uno sguardo ai nostri giorni” è il titolo dell’ultima fatica di Maurizio Pinna. Il libro racconta del trascorso viterbese dai primi del ‘900, passando per il fascismo e la guerra, con alcuni accenni al periodo postbellico (ricostruzione della città, ripresa del trasporto della Macchina di Santa Rosa, problemi dei cittadini e termali), �no ad osservare con serenità, nei tempi nostri, il ricordo di quegli anni attraverso cerimonie, leggi, racconti, lapidi e monumenti cittadini. Un libro, sì, di natura storica con accenni alla situazione generale nazionale, ma dai contenuti che toccano maggiormente la sfera umana della gente e dei personaggi coinvolti per i fatti avvenuti, lasciando al lettore ogni eventuale conclusione. Oltre cinquecento immagini e poco meno di seicento pagine di formato A4 a colori, così sintetizzate dall’autore: “Un viaggio iniziato partendo dalla mia collezione, ispirato dai racconti della gente,

approfondito attraverso libri, documenti e rassegne stampa, scritto rispettando l’aspetto umano di chiunque, riferendo curiosità, a volte inedite, a volte poco note, impreziosito da tante, tante fotogra�e”. Un lavoro che Pinna ha praticamente iniziato molto tempo fa seguendo la sua passione per il collezionismo, ma che, negli ultimi due anni, ha trasformato in un libro coinvolgente e reso scorrevole attraverso il suo materiale e le ricerche d’archivio, arricchendo i contenuti con delle “chicche” a volte sconcertanti, altre volte piacevoli, relative ai fatti riguardanti i protagonisti di allora, dalla famiglia Mussolini agli Alleati, da Pio XII alla minaccia del comunismo, dai partigiani viterbesi alle vicissitudini cittadine �no a quelle nazionali. Tutto supportato da una ricca bibliogra�a. Ventiquattro capitoli per un percorso inconsueto nel passato, affrontando con semplicità argomenti a volte complessi, altre volte dati, a torto, per scontati, nonostante siano sconosciuti ai più

Il successo di Percorsi di Livingston con i racconti di Alfio Krancic

U

n vero successo per il terzo appuntamento del festival controculturale di Percorsi di Livingston: la sala conferenze di Palazzo Carletti gremita di ospiti, accorsi per ascoltare i racconti di Al�o Krancic, storico vignettista del Secolo d’Italia prima e del Giornale poi. Tanti gli argomenti affrontati durante il dibattito: il signi�cato della militanza politica negli anni ’70, il cambiamento dalla satira politica alla “satira tecnica” e in�ne la nuova Unione Europea e la prova di sovranità ungherese.

Un incontro formativo diretto ai giovani e ai “giovani di tutte le età”, quelli che non si arrendono alla banalità dell’antipolitica ma continuano a credere e a lottare per essere protagonisti del proprio futuro e del proprio presente. Vi aspettiamo per il prossimo appuntamento che si terrà il prossimo 17 Febbraio: Andrea Pannocchia, già autore del famoso “Alla base del Fini VS Berlusconi” presenterà in anteprima nazionale per Percorsi di Livingston il suo nuovo libro “Quelli della Sezione”.

giovani e non solo. Un capitolo particolare, che merita una citazione a parte, è dedicato all’aspetto spirituale vissuto dalla gente. Anche in questo caso si può apprezzare la volontà dell’autore nel costruire un cammino che possa arricchire il lettore di notizie che esulano dai consueti libri storici e scolastici o semplicemente narrativi: dall’analisi di alcuni santini emessi dai reparti militari e confrontati, nei contenuti, con quelli muniti dell’imprimatur ecclesiastico, agli emozionanti racconti documentati dalle sorelle clarisse del monastero di Santa Rosa e dai laici, che provano con quale continuità e costanza la Santa dei viterbesi, dalla sua morte, non ha mai cessato di assistere e di prestare il suo aiuto negli anni

della guerra come nei nostri giorni. E’ da attribuire proprio alla straordinarietà dei fatti riferiti nel capitolo citato ed alla cordiale disponibilità manifestata dalle clarisse all’autore del libro, durante le sue ricerche, la decisione di Maurizio Pinna di devolvere alle religiose gli utili derivanti dalle prenotazioni del libro. “Viterbo dal Fascismo alla guerra”, in sintesi, è un lavoro che desidera ripercorrere, con una chiave di lettura umana ed emozionale a 360°, ciò che è stato, dove si possono osservare in città i segni di quel periodo e come si ricordano oggi i principali eventi. Il libro, che almeno per questa tiratura minima non sarà posto in vendita nelle libre-

rie, si può ancora prenotare presso la Mostra permanente di Michele Telari, “Rosa… fede, passione”, in via Tommaso Carletti n. 4 a Viterbo e presso Klimt’Art, materiale per belle arti, in via Alessan-

dro Volta n. 27 a Viterbo, oppure contattando l’autore all’indirizzo mail: maurizio_ pinna@fastwebnet.it. La stampa è prevista per la prima metà di febbraio. E. F.

Aperitivo a Viterbo tra musica e arte U

no scorcio caratteristico e suggestivo della nostra città, tra i vicoli del centro storico, in pieno stile medioevale e senza tempo fa da cornice ad un piccolo wine bar sito in Piazza Fontana Grande 14. La “Caffetteria Cioccolini” è gestita da “Dicks & Love”, all’anagrafe Alessandro Di Claudio e la sua compagna Irene Cioccolini. La coppia ha reso questo bar un esclusivo punto di ritrovo per amanti del vino di qualità, della musica e dell’arte. Olte ad offrire una carta dei vini che seleziona ottime etichette e molto aggiornata, propone la possibilità di godere della vista di opere di artisti locali e non, che si alternano nella sala del bar secondo un calendario che al momento prevede esposte, �no al 4 febbraio, le tele di Carla Bagnaia, artista viterbese. I colori predominanti delle opere sono il rosso e l’ocra, in sintonia con l’atmosfera calda del locale, arredato in legno scuro, ferra battuto con con-

trappunti di peperino. La musica del gruppo “Hardxband” che si esibisce ogni domenica sera, asseconda l’atmosfera artistico intellettuale del locale. La band, composta da Sisto Feroli, Marco Aquilani alle chitarre e lo stesso Dicks alla voce propone una musica ritmica e coinvolgente, ricca di contaminazioni: dalla classica al jazz, dal �amenco alla musica latina e mediterranea. Nel repertorio del gruppo si af�ancano arrangiamenti di brani di musica classica, jazz, bossa, pop e brani tradizionali di varie culture. Il risultato è una gradevole compagnia e un ottimo sottofondo alla presentazione delle opere esposte nel locale. Nella rassegna “Apostro� d’Arte” artisti della zona delle Marche, Viterbo e Toscana saranno i protagonisti delle prossime esposizioni all’interno del bar. Attraverso le loro opere esprimeranno le proprie diverse personalità arricchendo

l’esposizione con differenze stilistiche e varie forme d’arte. L’organizzazione della rassegna è curata da Francresca Romana Rocca di Roma ed Emanuele Simonetti di Viterbo. Il programma �no a marzo prevede le esposizioni Chri-

stian Riminucci (dal 5 al 25 febbraio) e di Erika Ciambella (dal 26 febbraio al 17 marzo). La rassegna continuerà �no alla prossima estate. Appunatmento da “Dicks & Love”. Viviana Tartaglini


Martedì 24 Gennaio 2012

regione

Viterbo & AltoLazio

9

Il Tar del Lazio emette una sentenza di condanna contro il Ministero dell’Ambiente e quello della Salute a tutela dei cittadini

Acqua all’arsenico: 200mila euro di risarcimento destinati agli utenti di varie regioni incluso il Lazio I

diritti del cittadino si possono ottenere eccome! Spero che gli scettici inizino a credere che esiste la possibilità di raggiungere l’ambizioso obbiettivo di un ambiente ed un futuro migliore, però bisogna crederci davvero. La speranza che ciò possa avvenire, arriva dal Tar del Lazio. Infatti è di circa 200 mila euro, l’ammontare dei risarcimenti che i ministeri dell’Ambiente e della Salute, dovranno destinare (cento euro ciascuno) a circa 2.000 utenti di varie regioni (Lazio, Toscana, Trenti-

no Alto Adige, Lombardia, Umbria) che, tramite il Codacons, si erano rivolti ai giudici amministrativi per lamentare la presenza di arsenico nell’acqua. La clamorosa sentenza di condanna, anticipa la predisposizione di un nuovo ricorso che, a detta dell’associazione di utenti e consumatori, potrebbe interessare un milione di persone e che potrebbe aprire la strada ad altri ingenti risarcimenti. Secondo il Tar del Lazio, “l’acqua all’arsenico può produrre tumori al fegato, a cistifellea

e pelle, nonché malattie cardiovascolari”. Ma per il Codacons “la sentenza apre una strada di incredibile valore” in quanto stabilisce che “fornire servizi insuf�cienti o difettosi o inquinati determina la responsabilità della pubblica amministrazione per danno alla vita di relazione, stress, rischio di danno alla salute”. Bruna Di Berardino

Autostrade bloccate tassisti in rivolta nella capitale e Renata Polverini fischiata a Latina alla Convention sul Turismo del Lazio

Arrivano i disagi del “movimento dei forconi” anche nel Lazio Renata Polverini a Latina

D

ilaga la protesta dei Tir e lo Stato cerca �nalmente di correre ai ripari. Dopo aver messo in ginocchio la Sicilia, i blocchi degli autotrasportatori si sono estesi nelle ultime ore a molte strade e autostrade, in particolare al Sud, rendendo critica sia la circolazione del traf�co sia il rifornimento di beni di prima necessità come il carburante e i generi alimentari, rischiando di paralizzare anche l’industria, come sta accadendo alla

Fiat di Mel� che ha annunciato di dover interrompere, a partire da domani, la produzione della “Grande Punto” nello stabilimento di Mel�, in Basilicata. Per Viabilità Italia, il Centro di coordinamento istituito presso il Viminale e riunito no stop per monitorare la situazione, l’iniziativa riguarda i soli mezzi pesanti ma “gli incolonnamenti provocano code e rallentamenti anche alle autovetture”. Dall’alba di ieri, i primi disagi nel Lazio, sulla A1. Lo sciopero ha portato alla chiusura dei caselli di Frosinone e Anagni dove gli autotrasportatori hanno organizzato presidi. Tir e camion fermi anche nei pressi dei caselli di Ceprano, Cassino e San Vittore nel Lazio. In Ciociaria, sulla A1, già si registrano le prime ripercussioni negative per la circolazione, così come lungo la Casilina. Polizia e carabinieri sono impegnati a monitorare la prote-

sta degli autotrasportatori Anche per la capitale è stata un’altra giornata di passione. A Roma, come nelle altre città, è iniziato lo sciopero nazionale dei taxi indetto per protestare contro il decreto liberalizzazioni. Le auto bianche si sono fermate alle 8 di ieri mattina e lo stop è proseguito �no alle 22. Parcheggi vuoti, taxi non in circolazione e i centralini di tutte le cooperative che avvertono che “il servizio non può essere garantito per lo sciopero nazionale”. Problemi in particolare all’aeroporto di Fiumicino e alla stazione Termini dove gli

operatori dell’Agenzia per la Mobilità assisteranno i passeggeri. L’appuntamento romano è stato al Circo Massimo, già teatro della protesta della scorsa settimana andata avanti cinque giorni. Ieri alle 11 è cominciato il comizio di sindacalisti. Che tra le proposte hanno chiesto al sindaco di Roma “lo scioglimento dei turni per 15 giorni. Così dimostreremo che i taxi della capitale sono più che suf�cienti”, ha detto Nicola Di Giacobbe della Cgil. L’ipotesi è stata accolta tra gli applausi. Anche in provincia di Latina si prepara un grande sit-in di protesta del movimento ‘Dignità sociale’, realtà pontina vicina ai ‘Forconi’ siciliani, in cui sono con�uiti gli agricoltori dei Cra, i comitati agricoli riuniti, e gli autotrasportatori della provincia pontina. I mezzi pesan-

ti si raduneranno poi sulla Pontina, allo svincolo con la Migliara 47, a Borgo San Donato. L’annuncio è stato dato dai due leader della protesta, Danilo Calvani, presidente dei Cra, e Antonio Pappalardo, ex generale dei carabinieri ora presidente del movimento. Inoltre Renata Polverini, Presidente della Regione in occasione della Convention sul Turismo del Lazio è stata accolta a Latina da �schi, striscioni ed insulti da un gruppetto di manifestanti ha preso di mira la convention di politici e operatori del settore, cui ha

fatto da contorno una claque di 500 studenti: “Parassiti, la rivoluzione sta iniziando... Faremo come in Sicilia, bloccheremo tutte le strade con i nostri trattori”. E viene preannunciata la prossima marcia su Roma e Regione Lazio. Gli Stati Generali del Turismo diventano un boomerang per la Polverini. Sarebbe stato anche presentato un esposto per veri�care se ci sia stato sperpero di denaro pubblico Intanto il Pd annuncia un’interrogazione.

L’assessore Marco Mattei padrone di casa nell’incontro con 6 Regioni europee

Peduzzi e Fiorella scrivono al Governo e ai A breve il convegno previsto dal progetto “Ue Coastance” gruppi consiliari per la vertenza “Sigma Tau” M

arco Mattei, assessore all’ambiente e sviluppo sostenibile della Regione Lazio, riceverà i rappresentanti di sei Regioni europee in occasione del seminario tecnico: “Regional action strategies for coastal zone adaptation to climate change”, promosso nell’ambito del progetto europeo COASTANCE, che si terrà il 26 e 27 gennaio presso la sede di Roma dell’ISPRA. Il progetto COASTANCE, �nanziato dall’Unione Europea con 1,9 milioni di euro, vede la Regione Lazio partner insieme ad altre sei regioni europee e ha l’obiettivo di capitalizzare l’esperienza acquisita dalle amministrazioni pubbliche nei precedenti progetti comunitari per lo sviluppo di strumenti operativi reali per la gestione della protezione costiera e l’adattamento ai cambiamenti climatici. Sono coinvolti: la Regione della Macedonia dell’Est e della Tracia (Grecia), capo�la del progetto, la Regione di Creta (Grecia), il Dipartimento di Hérault (Francia), la Regione Emilia Romagna (Italia), la Regio-

ne Linguadoca-Roussillon (Francia), la Regione Andalusa (Spagna), oltre al Ministero dei lavori e della comunicazione di Cipro e l’Agenzia di Sviluppo della Contea Regionale di Dubrovnik Neretva (Croazia). “La Regione Lazio è lieta di ospitare un seminario internazionale sull’ambiente costiero di così alto pro�lo tecnico. A questo proposito è interessante notare che gli interventi di difesa della costa storicamente si sono basati sulla costruzione di opere di difesa rigide che, se da un lato hanno difeso il territorio, dall’altro hanno spostato il problema dell’erosione

ai litorali ai lati delle opere stesse, creando un effetto domino. Negli ultimi anni a questo approccio di tipo rigido si sta andando lentamente sostituendo un approccio morbido, con sistemi di difesa a minor impatto ambientale”ha spiegato Mattei. Nell’ambito del progetto COASTANCE la Regione Lazio è responsabile delle Linee guida per gli studi di impatto ambientale dei piani e delle opere di difesa costiera. L’obiettivo è quello di sviluppare speci�che linee guida tecniche per le amministrazioni pubbliche responsabili dei piani difesa e di gestione della costa che possano rappresentare un supporto per le procedure di VIA (valutazione di impatto ambientale) e di VAS (valutazione ambientale strategica). Tali strumenti permetteranno alle amministrazioni incaricate di gestire le zone costiere, di organizzare le azioni a breve, medio e lungo termine allo scopo di raggiungere una protezione ef�ciente contro l’erosione e l’immersione per uno sviluppo sicuro e sostenibile.

Abbiamo scritto due lettere, la prima al presidente del Consiglio dei ministri e al ministro Passera, la seconda ai consiglieri regionale del Lazio, in merito alla vertenza dei lavoratori dell’azienda farmaceutica Sigma Tau”. E’ quanto affermano il capogruppo della Federazione della Sinistra alla Regione Lazio, Ivano Peduzzi e il responsabile Lavoro del Prc, Claudio Fiorella, a margine della visita di stamane al presidio dei lavoratori davanti ai cancelli della fabbrica, dove Rifondazione comunista ha allestito una tenda e una cucina da campo per dare sostegno attivo alla mobilitazione. “Nella prima lettera – continuano Peduzzi e Fiorella, che hanno pranzato insieme ai dipendenti sotto la tenda appositamente predisposta – sollecitia-

mo Monti e a Passera a dare seguito alla richiesta di incontro avanzata dai lavoratori, dalle Rsu e dalle organizzazioni sindacali, af�nché l’azione del Governo induca l’azienda a recedere dal licenziamento dei 569 lavoratori e dalle dismissioni in atto, che coinvolgono anche la chiusura e la messa in liquidazione di due importanti centri di ricerca di Milano e Caserta”. “Nella lettera rivolta ai gruppi consiliari – proseguono – chiediamo invece di predisporre tutte le iniziative possibili, sia sul piano istituzionale, che sul terreno concreto di sostegno e visibilità di questa importante vertenza. Il gruppo della Fds Lazio, propone nello speci�co di indire una giornata di incontro e solidarietà presso la fabbrica con tutti i gruppi consiliari della Regione”. “Riteniamo inoltre grave il comportamento assunto dall’assessore Zezza nel corso dell’ultimo incontro con i vertici della Sigma Tau, che si è tenuto presso la giunta del Lazio il 10 gennaio scorso. Il ruolo debole assunto dalla Regione – concludono - ha determinato la rottura delle trattative e ha legittimato l’azienda a inviare le prime lettere per la cassa integrazione dei lavoratori”.


litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

Claudio Riccardi, segretario Udc di Tarquinia: “L’accordo tra Pd e Udc non corrisponde a verità ed è frutto della volontà di singoli. L’Udc resta ancora libero di intraprendere le proprie scelte per la prossima campagna elettorale, sempre in linea con le decisioni del direttivo provinciale” di ALESSANDRO SACRIPANTI

S

ubito smentito e dichiarato non uf�ciale il presunto accordo tra i rappresentanti dell’Udc di Tarquinia e il Partito Democratico in vista delle prossime elezioni comunali. A darne notizia è la segreteria comunale dell’Udc, che prende le distanze dalle dichiarazioni apparse sulla stampa locale a seguito dell’incontro avvenuto tra il sindaco della città Mauro Mazzola e gli esponenti dell’Udc, l’assessore Renato Bacciardi e il consigliere comunale Mauro Bonifazi. Sabato scorso alla presenza della stampa locale si è concretizzato l’accordo politico di continuità, che vede gli attuali amministratori dell’Udc in seno alla maggioranza del Comune di Tarquinia e all’Università Agraria dare il sostegno al sindaco Mazzola anche per il prossimo mandato. Ma sembra che a livello di dirigenza del partito dell’Udc nessuno sapesse niente, e dopo aver appreso la notizia, il segretario comunale Udc Claudio Riccardi, ha voluto chiarire la vicenda, che adesso diventa davvero complicata. “L’accordo tra l’Udc e il Pd - esordisce il segretario Udc Riccardi - non corrisponde assolutamente a realtà ed è frutto della libera volontà di qualche singolo”. Con queste parole la locale segreteria del partito scudo crociato smentisce seccamente quanto riportato nei giorni scorsi. “Al momento - continua Riccardi - non è stato chiuso nessun accordo. Il partito dell’Udc di Tarquinia resta ancora libero di intraprendere le proprie scelte, riservando sempre attenzione

Nelle foto accanto una veduta del centro di Tarquinia

Pd e Udc, l’accordo non è ufficiale La segreteria Udc prende le distanze dalla firma dell’intesa tra Bacciardi, Bonifazi e Mazzola al territorio. D’accordo con la segreteria provinciale del partito - aggiunge Riccardi - Il comitato comunale sarà riunito mercoledì prossimo alla presenza del segretario provinciale Alessandro Romoli, per avviare una veri�ca mirata a ristabilire chiarezza all’interno del nostro partito e valutare le possibili future alleanze”. Una smentita che di fatto può creare una spaccatura all’interno del partito di centro. Infatti se corrisponde al vero che l’accordo siglato con il sindaco Mazzola, il presidente dell’Università Agraria Alessandro Antonelli e il segretario del Pd Arianna Centini è avvenuto con il tacito consenso di numerosi esponenti in forza all’Udc di Tarquinia, che oggi sembrerebbero ‘con�nati’ dal segretario Riccardi, tutto questo potrebbe portare alla formazione di una nuova lista politica di centro, in alternativa all’utilizzo del simbolo Udc. Tra quelli che hanno posto la ‘�rma’ all’accordo in casa Udc ci sono anche il vicepresidente dell’Università Agraria Pierangelo Conti, l’assessore dell’ente Gino Stella e il gia coordinatore del partito Angelo Marini. L’Udc di Tarquinia adesso dovrà scegliere da che parte

stare, (noi lo abbiamo detto tante volte n.d.r.), infatti l’elettorato di centro tarquiniese si trova su due fronti. Con il centrosinistra nell’amministrazione comunale e all’Agraria, dove sono presenti consiglieri ed assessori, dalla parte opposta con il centrodestra alla Provincia di Viterbo con il consigliere Al�o Meraviglia. E’ chiaro che dopo questo accordo e la secca smentita lo spostamento dei �rmatari a lista autonoma sembra certa. Si evince anche dalle parole dell’assessore Renato Bacciardi che aveva dichiarato –” Dobbiamo dare continuità all’ottimo lavoro �n qui svolto con il sindaco Mazzola”. Questo è anche supportato dal fatto che sbrigata prassi ordinaria è in arrivo la nomina a vicesindaco per Bacciardi. Un atto che conferma maggiormente l’accordo tra le parti, che anche se smentito dagli organi direttivi dell’Udc sembra certo a livello personale. Adesso comunque si attende l’assise del direttivo dell’Udc di Tarquinia per mettere in chiaro questa vicenda politica e che per ora resta ancora libero di intraprendere le proprie scelte e valutare le possibili future alleanze in vista della tornata elettorale.

MONTALTO - Oltre 1 milione di euro furono sottratti alle casse comunali

Truffa, il Comune si costituisce parte civile I

l Comune di Montalto di Castro si è costituito parte civile nel processo a carico delle tre persone – due uomini e una donna – accusati di aver architettato una truffa che tra il 2005 e il 2010 aveva consentito loro di sottrarre alle casse comunali oltre un milione di euro. La costituzione di parte civile è avvenuta nel corso dell’udienza preliminare svoltasi venerdì scorso davanti al giudice del tribunale di Civitavecchia. I tre imputati, tra cui la donna che all’epoca dei fatti era a capo dell’uf�cio contabilità del Comune di Montalto di Castro, sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere �nalizzata al compimento di una serie di reati tra i quali la truffa aggravata e il falso materiale. Il sindaco di Montalto, Salvatore Carai,(nella foto) che con la sua denuncia aveva in pratica dato avvio alle indagini portando alla luce nel giugno scorso un so�sticato sistema di fatturazioni per prestazioni inesistenti da parte di società riconducibili a due degli imputati, si è costituito parte civile, assistito dall’avvocato Gianluca Luongo, nell’interesse dell’amministrazione comunale con l’intento di richiedere la restituzione del denaro sottratto

e il risarcimento del danno subito. Va detto che un primo risultato è stato comunque raggiunto in quanto uno dei tre imputati ha già di fatto ammesso le proprie responsabilità ed ha restituito al Comune di Montalto una parte delle somme indebitamente sottratte. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 16 febbraio al �ne di permettere la citazione di un’altra parte offesa, la società pubblica Toscana Srl, e in quella data il giudice si esprimerà anche riguardo alla richiesta di giudizio abbreviato avanzata dai tre imputati.

TARQUINIA - Dalla Regione Lazio un finanziamento di 290.000 euro per riqualificare l’area di sosta

Il parcheggio della stazione si rifà il look “

La stazione rappresenta un collegamenti importante molto importante per la nostra città”, spiega L’assessore ai lavori pubblici Anselmo Ranucci,(nella foto) “Ecco perché finalmente possiamo riqualificare il parcheggio antistante la stazione ferroviaria di Tarquinia, facendo partire tra poche settimane la gara d’appalto che farà aggiudicare i lavori.” Viva soddisfazione è stata espressa dall’assessore, che destinerà i 290 mila euro provenienti dalle casse della regione Lazio, per mettere in sicurezza il parcheggio e migliorarne la viabilità, dato che attualmente è uno dei luoghi altamente trafficati più rovinati della città, a causa delle voragini che si aprono sulla strada e dei dossi presenti per le radici dei pini. “Il progetto permetterà di riqualificare l’area di sosta, recuperando, ampliando, e rendendo più sicuro il piazzale.” Ma non solo. Poiché la stazione è frequentata quotidianamente da pendolari che studiano o lavorano specialmente a Roma, e da numerosi turisti, è prevista l’installazione di pensiline e di nuove fermate per autobus, nonché il potenziamento dell’illuminazione pubblica, l’installazione di un sistema di video-sorveglianza per prevenire atti vandalici e il ripristino della rete fognaria per favorire il deflusso delle acque piovane. Infine, per Migliorare la viabilità, saranno riposizionati i posteggi, sarà adeguata la segnaletica stradale orizzontale e ver-

ticale, e saranno costruiti marciapiedi, aree pedonali e non mancheranno zone verdi. Una grande opera pubblica, che non potrà far altro che migliorare la vita di centinaia di persone che transitano dalla stazione tutti i giorni. Daniele Girardi


Martedì 24 Gennaio 2012

litorale

Viterbo & AltoLazio

11

TARQUINIA - A riportare alla luce il problema è Marco Tosoni della lista civica “Per il bene di Tarquinia”

Autostrada, manca un piano alternativo I

l consigliere comunale Marco Tosoni del Gruppo consiliare autonomo ‘Per il Bene di Tarquinia’ torna sul tema Autostrada. “Manca un piano della mobilità e un piano generale del traffico alternativo all’Autostrada. Senza risposte certe, se inizieranno i lavori saremo pronti a metterci davanti alle ruspe”. Con queste dure parole il consigliere Tosoni vuole mettere in evidenza alcune criticità presenti intorno al silenzio sulle osservazioni inviate alla Sat, al tracciato definitivo dell’Autostrada a pedaggio, al posto dell’attuale Statale Aurelia, gratuita. “Senza un piano della viabilità alternativo all’Autostrada, specialmente nei tratti critici del tracciato, proposti dalla Sat – continua Tosoni - i cittadini, le aziende agricole interessate, non avranno nessuno strumento di tutela, rispetto al fatto che toglieranno l’uso della S.S. Aurelia per realizzare l’Autostrada. Le certezze sono – ribadisce Tosoni le migliaia di chilometri, più tempo e carburante per spostarsi sul territorio. Perché dovremmo pagare tutto questo? Le aziende Agricole possono sopportare anche questo? Nessuno ha mai risposto” – tuona il consigliere comunale. “Siamo stati costretti a rivolgerci ai tribunali per avere risposte sul tracciato. Tutto questo, con il silenzio assenso del Comune di Tarquinia. L’Autostrada – prosegue Tosoni - offrirà problemi ad aziende agricole e residenti, con un aumento

di inquinamento e zero risposte sulla viabilità con il pedaggio su una strada che è un bene comune”. Ma il consigliere Tosoni attacca anche il primo cittadino di Tarquinia –”Il sindaco e l’ex vicesindaco credendo di tutelare la nostra economia e la salute di tutti, hanno difeso l’attuale tracciato, senza preoccuparsi di temi c o m e l’occupazione di tutte quelle aziende a cui l’Autostrada gli cambierà la vita. Gente che dovrà chiudere l’azienda, abbandonare la propria casa, per non parlare del declassamento degli immobili vicino al tracciato, visto che vi sarà anche un vincolo urbanistico in più. Abbiamo fatto una battaglia coraggiosa di informazione – sottolinea il consigliere comunale Tosoni - che

“Senza risposte certe se inizieranno i lavori saremo pronti a metterci davanti alle ruspe”

oggi è diventata anche proposta di piano della viabilità che sarà presentato a giorni, ai cittadini di Tarquinia. Sull’Aurelia i banner arancioni di mamma Sat, ci mostrano ogni giorno, quanta terra verrà ingoiata dall’asfalto, sottrazione di terra fertile, che un giorno ci pentiremo amaramente di averla perduta. Nascono ovunque movimenti di difesa del paesaggio e noi? Cari agricoltori, ancora una volta ci toccherà difendere da soli questo territorio, dalle solite proposte indecenti, che trovano l’accordo, con i soliti politici di turno, che nulla hanno a che vedere con il tessuto economico, nulla temono visto che la politica, è il loro lavoro. In Sicilia gli agricoltori scendono in strada con i forconi, noi – conclude Marco Tosoni ci metteremo davanti alle ruspe, questo è il coraggio di chi vuole difendere e non svendere la propria terra”. Ale. Sac

Marco Tosoni “Per il bene di Tarquinia”

CANINO - La soddisfazione del sindaco Mauro Pucci per la soluzione accolta favorevolmente in Provincia

L’Istituto Comprensivo Paolo III mantiene l’autonomia R

Il sindaco di Canino Mauro Pucci

iceviamo e pubblichiamo dal Comune di Canino: “La Regione Lazio per l’anno scolastico 2012 – 2013 ha dovuto procedere a riorganizzare la rete scolastica nel territorio interessato dai Comuni di Canino, Valentano e Marta. Agli istituti scolastici presenti nei suddetti Comuni si presentava una situazione critica in quanto la popolazione scolastica di ciascuno dei tre plessi, intorno ai 500 alunni, non risultava essere sufficiente per mantenere l’assetto autonomo, ovvero il rischio di perdere la direzione didattica. L’amministrazione comunale di Canino, fin dall’inizio del mandato dimostratasi attenta alle esigenze della scuola, ha accolto l’ulteriore sfida con determinazione e tenacia raggiungendo l’obiettivo. Affinché l’istituto comprensivo Paolo III potesse mantenere la propria autonomia, la strategia dell’amministrazione comunale di Canino è stata quella di chiedere l’accorpamento di plessi di altri istituti scolastici limitrofi in modo da ottenere una popolazione scolastica consistente in grado di garantire la stabilità della propria autonomia. Tale proposta è stata da subito accolta favorevolmente

a livello provinciale dall’assessore alla Pubblica istruzione Paolo Bianchini, il quale a fianco del sindaco Mauro Pucci, ha seguito con particolare attenzione la vicenda fino alla sua positiva conclusione che vede l’aggregazione dei plessi della scuola dell’infanzia primaria e secondaria di Piansano all’istituto comprensivo Paolo III di Canino. L’accorpamento ha consentito di raggiungere una popolazione scolastica importante in grado di garantire l’autonomia per l’istituto comprensivo Paolo III di Canino. Il dirigente scolastico di Canino, Maria Rosa Troise, esprime un profondo apprezzamento per l’impegno profuso nel risolvere la situazione da parte dell’amministrazione comunale e provinciale. Il sindaco Mauro Pucci, che fortemente si è adoperato per raggiungere l’obiettivo, si dichiara soddisfatto del risultato e ancor più appagato per la collaborazione dimostrata ancora una volta a livello provinciale dall’Assessore alla pubblica istruzione Paolo Bianchini sempre attento alle vicende dell’amministrazione comunale di Canino.”

Vulci continua a regalare tesori L

a storia di Vulci continua a svelarsi grazie agli scavi archeologici che proseguono ininterrottamente dallo scorso mese di dicembre nella zona della Necropoli dell’Osteria, situata all’ingresso del Parco Naturalistico Archeologico. L’attuale campagna di scavo, diretta dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale www.etruriameridionale.b eniculturali.it) ed eseguiti dalla Società Mastarna che gestisce il Parco di Vulci, stanno portando alla luce un importante settore della necropoli. In pochi giorni di lavoro gli archeologi hanno individuato ben venticinque ipogei ricavati nel banco

roccioso. Oltre alla tomba dalla quale proviene la sfinge già presentata al pubblico nei giorni scorsi, altri due sepolcri in corso di indagine hanno restituito il primo un frammento di statua in nenfro raffigurante un leone e il secondo la splendida testa di un’alta sfinge, di cui è ben leggibile l’enigmatico e severo profilo, venuta in luce solo venerdì scorso. Questi scavi puntano, tra l’altro, ad ampliare l’offerta culturale del Parco di Vulci (www.vulci.it ), che già propone ai visitatori straordinari esempi di tombe principesche etrusche come la celebre Tomba François e il monumentale tumulo della Cuccumella.

Quì sopra la prima sfinge ritrovata a Vulci, a destra la testa rinvenuta venerdì scorso


compresorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

Sant’Antonio: E’ esplosa la festa! A Tuscania grande successo per i festeggiamenti e per la 42esima Sagra della Frittella di Valeria SEBASTIANI

F

esta grande domenica 22 gennaio a Tuscania. La Sagra della Frittella e le celebrazioni per Sant’Antonio Abate hanno richiamato in città una folla che ha superato ogni aspettativa. Fin dal mattino moltissima gente ha intasato Viale Trieste e viale Volontari del Sangue per assistere alla s�lata dei Butteri a cavallo e del carro di Sant’Antonio. Un carro gigantesco, una vera e propria opera d’arte che ha portato in s�lata tutti gli animali da cortile, dai più piccoli, come i conigli, le galline, i piccioni, i maialini, ai più grandi: pecore, capre, pony, asini, somari e mucche. Nel carro, allestito con voliera e recinti, anche una vera fontana, oltre ovviamente a “Sant’Antonio” con tanto di saio e lunga barba. A seguire la processione, la benedizione di tutti gli animali data dal Parroco Don Pino Vittorangeli sul sagrato della chiesa del Riposo, dopo la tradizionale messa. Nella mattinata Tuscania ha assistito ad una vera esplosione di guinzagli di tutti i colori. Cani di piccole e grandi dimensioni, assiepati al Riposo per la mattinata dedicata agli animali. Un dato in crescita che testimonia l’amore dei cittadini per gli amici a quattro zampe. E la festa è proseguita senza interruzione per tutto il giorno, dipanandosi da Viale Trieste, dove era allestito un mercato di bancarelle con vari generi di merci, passando per Piazza San Marco e via Cavour, con bancarelle di prodot-

ti artigianali e gastronomia, gli stand della croce rossa, dei volontari del soccorso e della sezione femminile, �no a piazza Basile, dove alle ore 15,00 è iniziata la distribuzione delle frittelle di cavol�ore. Qui la folla, accorsa per l’evento, oltre ad assaggiare la specialità tuscanese, ha poAlcuni momenti della Festa nel foto-servizio di Sabino Buzi tuto divertirsi assistendo ai giochi dedicati ai bambini: il battesimo della sella e la caccia al coniglio. Il sottofondo musicale offerto dalla “ Sabrina New Band” ha accompagnato tutto il pomeriggio �no al momento più suggestivo: l’accensione del sacro fuoco di Sant’Antonio avvenuta con le �accole accese depositate sul falò dai cavalieri di Tradizione Maremma. Un evento che ha visto la collaborazione del Comune con i Butteri, l’associazione Tradizione Maremma e Solidalia Onlus oltre a quella dei tantissimi cittadini che come al solito si sono prodigati per aiutare nell’organizzazione e che hanno reso possibile ancora una volta la riuscita di questa festa che senza dubbio è la più “sentita” dalla popolazione tuscanese.

La Festa più sentita dai cittadini non tradisce le aspettative ed è ancora grande successo

ACQUAPENDENTE - La minoranza richiede più attenzione al Sindaco

Sollecitati due temi fondamentali I

consiglieri di minoranza del comune di Acquapendente, proprio nei giorni scorsi hanno sollecitato con due note distinte, alcune richieste già avanzate tra la metà di settembre e la fine di novembre, riguardanti due temi importanti e socialmente interessanti. Il primo sollecito, riguarda la richiesta di convocazione dellal commissione di pubblica istruzione per dibattere in merito alla realizzazione del nuovo complesso scolastico per la scuola dell’obbligo in località Palazzo (l’area posta in nfondo alla località La Sbarra in strada Onanense) per il quale il Comune di Acquapendente ha richiesto alla Regione un finanziamento di oltre 5 milioni di euro. “Vista la nostra nota del 19/09/2011”, riprende il sollecito, “in considerazione del notevole tempo ormai trascorso, con la presente veniamo a sollecitare la convocazione dell’appposita commissione”. Il secondo si rife-

risce a un altro increscioso tema, quello relativo al traffico nel centro storico. In una prima risposta il Sindaco aveva annunciato che per dibattere sull’argomento avrebbe chiesto una valutazione del problema da parte degli uffici della Polizia locale. Dopo quella richiesta datata 15/09/2011 ne venne protocollata un’altra di pari significato in data

29/11/2011. Ad entrambe non è seguita alcuna convocazione dell’apposita commissione e della relazione della Polizia Locale non c’è traccia. “In considerazione”, anche nella nota attuale, “del notevole tempo trascorso dalle richieste”, il gruppo consigliare di minoranza ne sollecita la doverosa convocazione”. Fulvio Medici

BAGNOREGIO - Nota dell’Ausl per la riapertura

Centro di fisioterapia E

’ scritto, nero su bianco: le attività del centro di �sioterapia di Bagnoregio riprenderanno il prima possibile; non appena saranno terminate le procedure di reclutamento di un �sioterapista accordato, in deroga, dalla Regione Lazio. Lo fa sapere, in una nota inviata al sindaco Francesco Bigiotti, il direttore sanitario della Ausl, la dott.ssa Marina Cerimele. Quanto prima verranno, inoltre, di concerto con gli altri comuni interessati, nella fattispecie Orte e Valentano, stabiliti gli orari di apertura del servizio ai cittadini, per garantire una ef�cace copertura territoriale dell’attività fisioterapetica e riabilitativa. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Francesco Bigiotti che aveva sollecitato, con una lettera inviata al direttore generale della Ausl Adolfo Pipino, l’intervento dell’azienda sanitaria per trovare, quanto prima, nelle

modalità e nella tempistica, delle soluzioni celeri. “La salute del cittadino è al centro nel nostro percorso amministrativo e, per questo, è nostro dovere, e obiettivo, tutelarla. Il centro presso l’ex ospedale riaprirà, spiega Bigiotti, il prima possibile, e come ci ha tenuto a informarmi la dott.ssa Marina Cerimele. La �sioterapia è un servizio riabilitativo a dir poco necessario a Bagnoregio, soprattutto per i tanti anziani che hanno bisogno di assistenza e che non possono spostarsi altrove”.

ACQUAPENDENTE - Nelle frazioni conferimento rifiuti da febbraio

A Trevinano al ‘Centro Giannotti’, a Torre Alfina all’ex mattatoio, il sabato mattina

I

l 28 dicembre 2011 e il 4 gennaio 2012 scorsi, si sono svolte due giornate ecologiche per ripulire dai ri�uti alcune aree del Bosco Monumentale del Sasseto di Torre Al�na. La prima, del 28 dicembre, è stata organizzata con il Gruppo Scout dell’AGESCI, la Riserva Naturale Monte Rufeno e la Protezione Civile di Acquapendente che “ci ha insegnato cosa vuol dire avere cura della Natura – dichiara Claudio Speroni Assessore all’ambiente del Comune di Acquapendente – e del proprio ambiente di vita”. Il mattino 17 ragazzi e ragazze di 17-21 anni provenienti da Roma, hanno ripulito dai ri�uti alcune aree del Bosco Monumentale del Sasseto di Torre Al�na, dove ancora una volta sono stati trovati ri�uti abbandonati nei luoghi più impensabili, a dimostrazione del persistere di brutte abitudini da parte di alcuni cittadini. Nel pomeriggio le attività sono pro-

seguite con un passaggio porta a porta presso le famiglie torresi per ricordare le regole della raccolta differenziata con distribuzione di materiale informativo. La seconda giornata ecologica, del 4 gennaio, un altro gruppo scout ha completato l’azione di ripulitura del Sasseto dimostrando alto senso civico, sensibilità e voglia di agire con un segnale forte per la nostra comunità. “L’intervento dei guardiaparco Gianfranco Luca e Matteo poi – continua Speroni –, ha fatto apprezzare a questi giovani ragazzi il valore naturalistico, storico e culturale di questo meraviglioso Monumento Naturale. Ringraziamo Elisa, l’organizzatrice dei gruppi, che ha voluto partecipare attivamente a questa “battaglia di civiltà”, con l’augurio di rincontrarci presto. Ai cittadini di Torre Al�na raccomandiamo per l’ennesima volta maggiore attenzione onde evitare ulteriori aumenti delle tariffe”. Proprio per questo motivo i cassonetti dell’indifferenziato nei pressi dell’ingresso al Sasseto, monitorati dall’Amministrazione Comunale da diverso tempo, verranno tolti in quanto ingenti quantitativi di ri�uti riciclabili vi vengono erroneamente collocati con un costo aggiuntivo per il conferimento in discarica, asso-

lutamente da evitare. Un servizio sostitutivo adeguato partirà dal mese di febbraio a Torre Al�na; i cittadini potranno conferire qualsiasi tipologia di ri�uto, purché opportunamente differenziata, tutti i sabati mattina dalle ore 8,00 alle ore 12,00 presso l’ex Mattatoio. Un operatore della Coop.va Elce sarà presente per aiutare i cittadini nel corretto smistamento del ri�uto. Rimangono inalterati i passaggi del porta a porta e degli ingombranti. Saranno tolti tutti i cassonetti stradali e intensi�cati i controlli sul corretto conferimento dei ri�uti. Lo stesso servizio partirà anche a Trevinano, sempre da febbraio; i cittadini potranno conferire qualsiasi tipologia di ri�uto compresi gli ingombranti, purché opportunamente differenziato, tutti i sabati mattina dalle ore 8,00 alle ore 12,00 presso i magazzini del Centro Socio-culturale Renato Giannotti. Un operatore della Coop.va Elce sarà presente anche qui per aiutare i cittadini nel corretto smistamento del ri�uto. Rimangono inalterati i passaggi del porta a porta. Saranno rimossi tutti i cassonetti stradali, ripulita, sistemata e chiusa l’area situata dietro il cimitero e intensi�cati i controlli sul corretto conferimento dei ri�uti.


montefiascone

Martedì 24 Gennaio 2012 Viterbo &

AltoLazio

13

Tra le proposte dell’Assessore Domenico Batinelli il restyling di alcune importanti strade

I lavori prioritari per arricchire la città di MICHELE MARI

I

nterviene l’assessore ai Lavori Pubblici Domenico Batinelli(nella foto) in merito al piano triennale 2012-2014 delle opere pubbliche, che è l’argomento più importante con tanti consensi ed anche alcune critiche, approvato con la delibera di giunta numero 154 del 31 dicembre. “Ogni opera che si vuole o si vorrà realizzare va inserita nel piano triennale delle opere pubbliche altrimenti, cosa logica, non potrà essere effettuata. Negli ultimi quattro anni sono state programmate opere che non sono state mai rea-

lizzate. Ogni progetto deve essere per forza inserito nel piano dei lavori”. “Se realizzeremo -continua l’assessore- due o tre opere sarà già un ottimo successo per la città. Inizieremo con via Fosso, o via delle Cannelle, con il rifacimento della rete fognaria, degli scoli laterali e a completamento il rifacimento del manto stradale. Poi verrà attivato un mutuo di 400 mila euro per la sistemazione delle strade, in particolare per il rifacimento del manto stradale, p e r c h é , purtroppo, non esistono leggi finanziarie che elargiscono soldi e, se ci sono, conferiscono soltan-

“Se riusciremo a realizzare due o tre opere pubbliche sarà già un grande successo per la città”

Il cane è scomparso da “Le Mosse” il 17 gennaio

“Cercasi Fiocco”

to piccolissime somme di denaro. Questi sono i primi due interventi in cantiere a cui abbiamo dato la massima priorità”. Continua Batinelli “Abbiamo escluso dall’elenco opere, che non si possono assolutamente realizzare, inserite dalle precedenti amministrazioni come la rotatoria davanti alla Banca Cattolica, tra Cassia e Cardinal Salotti e il parcheggio multipiano a piazzale Mauri. In passato c’è stata poca attenzione ed oggi ci troviamo in una situazione difficile nel reperimento dei fondi e dei finanziamenti”. In merito ai progetti di project financing continua: “Per quanto riguarda i project financing: uno riguarda la scarpata sottostante l’ospedale ma l’unico grande problema è che è di proprietà della Provincia di Viterbo e non del Comune; l’altro riguarda la

realizzazione del porto turistico (2milioni e 500mila euro). Ci sono già degli imprenditori interessati a tali opere. Inoltre nel piano abbiamo inserito la creazione di una struttura polivalente con copertura fotovoltaica (2milioni e 500mila euro con finanziamenti da parte di terzi) presso gli impianti sportivi. Per le strade rurali abbiamo intenzione di attuare il PSR (piano sviluppo regionale) di 800mila euro con possibilità concreta di finanziamenti ed inoltre saranno effettuati molti interventi agli impianti sportivi”. L’assessore ai Lavori Pubblici conclude: “Infine asfalteremo ed allargheremo la strada che va dal Carpine ai Fiordini, che attualmente è di terra e in una minima parte cementata, perché è molto importante per collegare le due frazioni”.

Il segretario nazionale della Libera Caccia illustra le proroghe concesse dalla Regione

Caccia, Ceccarelli ringrazia la Birindelli I

“Cercasi Fiocco”. È questo l’appello di una cittadina di Monte�ascone sul pro�lo facebook del Comune che cerca un cane sparito. “E’ sparito -spiega la cittadina- da casa (Le Mosse) martedì 17 gennaio. Chiunque lo abbia visto può contattare me, Benedetta Marziantonio o la sua padrona Marianna Manzi. Grazie!”. Il cane indossa un collare nero.

l segretario nazionale della Libera Caccia, Massimo Ceccarelli (nella foto)ringrazia l’assessore regionale Angela Birindelli e il presidente della Regione Renata Polverini per la proroga del calendario venatorio per alcune specie. “Il duo Polverini-Birindelli -esordisce Ceccarelli- si ribella all’incomprensibile sentenza del Tar Lazio e ripristina la legalità in tema di calendario venatorio. Con decreto redatto in data 20 gennaio è stato, non solo prolungato �no al 9 febbraio il prelievo di colombacci, gazze, cornacchie grigie e ghiandaie, ma è stato riportato, nei termini previsti dalla legge, il prelievo a tutto il mese di gennaio di molte delle specie sottoposte a sospensiva”. “L’atto di coraggio della Giunta regionale del Lazio -continua il segretario - ha dovuto però lasciare sospeso il prelievo di beccacce , alzavole e cesene. Ciò non toglie che il grande lavoro del presidente Renata Polverini e dell’assessore Angela Birindelli abbia contribuito a ridare un po’ di serenità al mondo venatorio laziale. La Libera Caccia, veri�cata la volontà della Regione Lazio di rispondere con un atto politico alle minacce di denuncia per gravi reati ambientali sibilato dalle componenti ambientaliste, ha profuso un grande sforzo con i suoi coordinatori dell’uf�cio tecnico legislativo fauna selvatica nazionale (Cannas Amore Stincardini) che si è sempre mantenuto in contatto sia con gli amministratori, che con i dirigenti regionali e anche con il sottoscritto”. Ceccarelli conclude: “Due determinate donne che hanno deciso di tutelare le legittime aspettative del mondo venatorio e alle quali la nostra associazione rivolge un sentito

Numerosissima la presenza di cittadini e animali alla festa in frazione Fiordini

ringraziamento e che riconoscono nell’attività venatoria un ruolo di tutela e di valorizzazione del patrimonio faunistico del Lazio, uno tra i più ricchi in Italia”. M.M.

Ieri mattina il sopralluogo dell’Astral

Grande successo per la festa di Sant’Antonio Semafori intelligenti

U

n successo inaspettato, per la presenza di animali e di cittadini, per la tradizionale Festa di Sant’Antonio abate i cui festeggiamenti si sono tenuti domenica, nella frazione Fiordini, con una massiccia presenza di partecipazione. La manifestazione è stata organizzata e curata in ogni dettaglio dall’Associazione Fiordini Onlus, dall’Assessorato all’Agricoltura del Comune di Montefiascone e dal gruppo amatoriale Cavalieri e Amazzoni con una presenza notevole che ha dato smalto alla cerimonia. La festa di Sant’Antonio a Montefiascone è giunta alla sua settima edizione e si è voluta realizzare la domenica successiva alla festa del santo (17 gennaio) al fine di

far partecipare più persone possibili. Nutrito è stato il numero di cavalieri, di amazzoni, di bambini e di animali che hanno partecipato attivamente ai festeggiamenti. Il programma ha visto la partenza del corteo dei cavalli dal piazzale di fronte alla caserma dei Carabinieri, alle ore 10,30, per poi sfilare per le vie del centro (via Aldo Moro, via Dante Alighieri, via Cassia, via Giuseppe Contadini); per poi giungere intorno alle ore 11,30 presso il piazzale della chiesa dei Fiordini dove è stato accesso il “focarone” ed è seguita la benedizione degli animali da parte del decano Don Agostino Ballarotto. A mezzogiorno è stata offerta una gradita colazione a tutti i partecipanti. Ci parla dell’avvenimento il primo cittadino Luciano Cimarello, che insieme al vicesindaco Ferdinando Fumagalli e al consigliere Marco Balestri, ha voluto partecipato alla simpatica festa: “La manifestazione è riuscita benissimo -ha esordito il sindaco- sia come partecipazione di cittadini ma anche di cavalieri ed animali. È stato tutto ben organizzato con la presenza di molti, moltissimi cavalieri non soltanto di Montefiascone ma addirittura anche dei paesi limitrofi. La manifestazione è riuscita anche per la presenza massiccia di bambini, che ai giorni nostri, vedono gli animali solo in televisione. Anche nel lato propedeutico per i bambini la manifestazione è stata molto riuscita. Voglio ringraziare -ha aggiunto il sindaco- l’associazione Fiordini Onlus per l’organizzazione magistrale dei festeggiamenti e tutte quelle persone che vi hanno partecipato nella preparazione e che hanno sfilato per le vie della città con i propri animali. Un ringraziamento particolare va a Marco Olimpieri detto ‘Biacione’ che si è molto impegnato per un’ottima riuscita della manifestazione e ci è riuscito perfettamente”. L’appuntamento è per l’anno prossimo con l’VIII edizione che di certo raccoglierà ancora un maggiore successo. M.M.

I

eri mattina il primo cittadino ha effettuato un sopralluogo con l’Astral nella curva di “Montisola” per l’installazione dei semafori intelligenti. Al sopralluogo hanno partecipato il presidente e il direttore dell’Astral. “Giovedì scorso ho avuto -ha spiegato Cimarello- un nuovo incontro con l’Astral in cui abbiamo fissato questo sopralluogo. Speriamo che così facendo si possano finalmente superare tutte le difficoltà e procedere, con il nulla osta, all’installazione dei semafori intelligenti in quel pericolosissimo tratto di strada”. Aspettiamo piacevoli sviluppi. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

VITORCHIANO - La minoranza consiliare torna ad attaccare il primo cittadino Nicola Olivieri

“Il sindaco continua a prenderci in giro”

L

a minoranza comunale di Vitorchiano torna all’attacco del sindaco Olivieri. “Dopo aver tentato di giusti�care in ogni modo il falso listino prezzi presentato dalla ASD Dimensione Nuoto di Vitorchiano per giusti�care il mancato sconto del 20% riservato ai residenti relativamente agli abbonamenti dei vari corsi sportivi e del centro estivo,stavolta il sindaco Olivieri ci prende tutti in giro

affermando che siano “solo” 15 gli euro di aumento della tariffa mensile scuolabus. Infatti non dice che quella è la quota relativa alla scuola materna e che in realtà si sale a 25€ mensili per le scuole elementari e medie. Il nuovo sindaco non perde occasione di ricordare che gli aumenti sono dovuti alla cattiva gestione della precedente amministrazione. La maggioranza è tutta impegnata a dimostrare che i conti

sono fatti bene e allora, noi della minoranza, chiediamo al sindaco e ai responsabili affari generali e ragioneria, che sotto Olivieri hanno percepito quasi il massimo consentito dalla legge per indennità di posizione (11 mila e 700 € annui ciascuno), che parlino chiaramente e abbiano il coraggio di portare in tribunale tutti i documenti contabili che ritengono essere stati adottati in difformità alle normative a partire dai debiti

fuori bilancio che hanno rati�cato con grande urgenza e voto unanime della maggioranza. Che dire infatti dei quasi 600 mila euro di debiti fuori bilancio creati ed approvati dagli stessi soggetti e comunque rati�cati da coloro che oggi ne vorrebbero prendere le distanze? Facile (e magari corretto) attribuire alla gestione Ciancolini composta dagli assessori Bagnato, Babbini e Cecala, tutte le malefatte che oggi rileva il Sindaco Olivieri meno facile comprendere come tali rilievi vengano mossi dal primo cittadino sorretto oggi dagli stessi assessori Bagnato, Babbini e Cecala. Ci chiarisca allora il buon Olivieri perché quando ne ha avuto la possibilità non ha portato tutto alla Corte dei Conti proteggendo di fatto l’operato di tutti gli assessori della vecchia giunta Ciancolini. Non ci pare affatto adeguato che invece di dare una svolta al modo di amministrare il Comune cominciando a rinunciare ai propri emolumenti in considerazione che, ringraziando il cielo, nessuno della maggioranza sopravvive grazie a quei soldi, oppure insistendo af�nché vengano corrisposti af�tti adeguati per i beni comunali ( ambulatori e locali commerciali) si richiedano invece sacri�ci sempre ai cittadini.

VETRALLA - Cittadinanza ad Arnoldo Foà, Piano Casa e crisi economica

Consiglio comunale, ecco i punti all’ordine del giorno E

’ stato fissato alle ore 9 di venerdì 27 gennaio il prossimo consiglio comunale. Nove sono i temi all’ordine del giorno, dunque un numero inferiore ai 13, 14 delle precedenti sedute e chissà se stavolta si riuscirà a concludere la discussione prima che si arrivi ad ora di cena e si sia costretti a rinviare il tutto ad una nuova seduta. La speranza è d’obbligo. In ogni caso, dopo l’approvazione della precedente seduta e la presentazione di

mozioni ed interrogazioni, si parlerà della concessione della cittadinanza onoraria al noto attore, regista, scrittore, pittore e scultore Arnoldo Foà. Successivamente sarà discussa l’approvazione del Piano Generale degli Impianti Pubblicitari e poi maggioranza ed opposizione si esprimeranno sul regolamento per l’adozione di spazi verdi e donazione di elementi di arredo urbano da parte di soggetti privati. In seguito verrà nominato un

rappresentante del Consiglio comunale in seno al Consiglio della Comunità Montana e si parlerà dell’attuazione del famoso Piano Casa su cui l’amministrazione punta per dare un nuovo slancio all’economia locale. Proprio di economia e di impatto della crisi anche a livello sociale e culturale sulla realtà cittadina si parlerà nel penultimo tema del giorno e per concludere verrà ricordato il giorno della memoria, il 27 gennaio 1945 quando furono abbattuti i cancelli di Auschwitz.

VETRALLA -Toponomastica selvaggia, a breve il riordino da parte dell’amministrazione comunale I

n risposta ad un nostro articolo sulla mancanza di corretta assegnazione di vie e numeri civici nella zona antistante la Coop ecco la risposta dell’amministrazione comunale af�data al delegato alla Cultura e Comunicazione Michele Vittori. “In merito a quanto apparso di recente sugli organi d’informazione locale, l’amministrazione tiene a precisare quanto segue. La legge 24 dicembre 1954 n.1228, concernente l’anagrafe della popolazione, dispone all’art.10 che i Comuni

debbano provvedere all’indicazione dell’onomastica stradale e della numerazione civica, su tutto il territorio Comunale, e quindi su vie, strade, piazze sia pubbliche che private purchè ad uso pubblico. La zona indicata negli articoli allo stato attuale è una zona privata, e le aree di circolazione sono ad uso pubblico, pertanto soggette ad indicazione della toponomastica e della numerazione civica. Tuttavia in passato gli abitanti della suddetta zona hanno indicato senza autorizzazione

da parte del Comune i propri numeri civici secondo criteri del tutto arbitrari, in attesa di una de�nitiva numerazione. Alla luce di quanto esposto, e vista la criticità della situazione su tutto il territorio del Comune di Vetralla, con deliberazione Consigliare è stato af�dato in concessione alla ditta Silimbani, specializzata nel settore, il rifacimento totale della numerazione civica e della toponomastica, anche per risolvere, appunto, situazioni come quelle paventate dall’articolo. Il lavoro della ditta è in via

di conclusione, e a breve l’amministrazione provvederà a dare attuazione ai correttivi ed agli interventi emersi sulla base della ricognizione.”

VETRALLA - Le discariche abusive spuntano come funghi

R

iceviamo e pubblichiamo da Vetralla Cinque Stella. “Della “faccenda Forocassio”, chi ha letto i giornali conosce la situazione: sono stati sversati dei ri�uti, anche pericolosi, presso dei cassonetti. Il Comune ne è stato informato ed ha provveduto boni�care l’area. Dopo poche ore nuovi ri�uti venivano trovati nello stesso punto. Il Comune di Vetralla ha promesso di intervenire nuovamente per la rimozione e di intensi�care i controlli minacciando multe salate. Purtroppo quello non è l’unico luogo dove vengono gettati ri�uti ingombranti o pericolosi. Al Comune sono stati segnalati almeno altri tre luoghi dove sono presenti carcasse di lavatrici, frigoriferi ed altro materiale, e per l’esattezza nelle seguenti zone: * all’incrocio della strada dei Tre Con�ni con la Cassia (di fronte alla gru) * nei pressi di Strada Dogana * nel bosco presso la Strada Orto Rosato. Le posizioni esatte e le foto sono disponibili presso il sistema di gestione delle segnalazioni all’indirizzo: w w w. a i d y o u r c i t y. c o m / vetralla

Tutto questo nonostante l’inaugurazione del nuovo ecocentro in zona La Botte avvenuto di recente, disponibile ad accogliere ri�uti in maniera gratuita. Gettare tali ri�uti al di fuori delle aree apposite comporta un aggravio di costi per la comunità, può generare potenziali problemi alla salute di persone ed animali, degrada il decoro e la vivibilità del nostro territorio. Ai cittadini chiediamo di essere più rispettosi degli altri e dell’ambiente, di denunciare alle autorità chi venga visto effettuare tali comportamenti e segnalare i siti dove tali ri�uti sono presenti. All’amministrazione Comunale chiediamo maggiore celerità nella soluzione delle segnalazioni, alcune di quelle elencate sono state fatte, anche a mezzo stampa, diversi mesi fa. Anche se solo psicologicamente, un territorio pulito è già di per se un deterrente. Chiediamo di informare in maniera capillare i cittadini sulla presenza, gli orari e le modalità di conferimento dei ri�uti presso il nuovo ecocentro, che vada oltre il semplice uso di comunicati stampa. Per eventuali segnalazioni: http://vetralla5 stelle.blogspot.com/p/ segnalazioni.html


& Martedì 24 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

CAPRANICA - Preoccupante la situazione dopo la chiusura dello stabilimento MineralNeri

Che fine farà il dearsenificatore? R

iceviamo e pubblichaimo da Nunzia Russo del Comitato Cittadino per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica. “La chiusura dello stabilimento della MineralNeri di Capranica produttrice da lungo tempo del Chinotto provocando in tronco il licenziamento di 11 dipendenti, ha lasciato il paese deprivato di una delle poche attività lavorative locali e di ri�esso sta causando grande preoccupazione tra la popolazione locale e dei paesi limitro� per la sorte dell’acqua di S.Rocco, sorgente da cui scaturisce l’acqua dello stabilimento Neri ed a cui attingono numerosi capranichesi e non poichè unica fonte con dearseni�catore che assicura livelli di arsenico al di sotto dei 10 mg litro, limite posto dalla UE a salvaguardia della salute dei cittadini poichè l’arsenico è stato da lungo tempo riconosciuto elemento cancerogeno certo di classe I . Ora la situazione si è modi�cata : di notte sta avvenendo incontrastato lo smantellamento dei macchinari di produzione delle bibite; che �ne farà il dearseni�catore posto alla sorgente dell’acqua di S. Rocco ? Responsabili dello stabilimento hanno assicurato al sindaco che continuerà a funzionare �no alla

validità della concessione dell’ acqua; visto però che il depuratore ha bisogno di manutenzione e controlli mensili non sappiamo chi provvederà a tale funzione e la nostra preoccupazione è notevole perchè sappiamo che un dearseni�catore non controllato comincerà a rilasciare arsenico con valori non tollerabili per la salute . Chiediamo pertanto alla ASL di effettuare controlli mensili sull’acqua di San Rocco ed al comune di af�ggere alla fonte i risultati (tale richiesta vale anche per la casetta dell’acqua sita a Valle Santi dove non esistono af�ssi attualmente risultati di analisi e quando ci sono stati erano di un laboratorio a noi sconosciuto ). Finiamola con la logica “l’abbiamo sempre bevuta” e chiediamoci perchè nel viterbese il tasso di malati di cancro è superiore a quello delle altre province del Lazio; se è vero che l’arsenico è elemento naturale di certi tipi di suoli vulcanici come il nostro, a questo vanno aggiunte centrali elettriche alimentate a carbone ( Civitavecchia ), a gas, ad olio combustibile, a biomasse, fonderie, cementi�ci, traf�co veicolare ed aereo, incenerimento dei ri�uti ed uso di pesticidi e �tofarmaci in agricoltura che contribuiscono alla diffusione dell’arsenico

CIVITA CASTELLANA Anche Corchiano parteciperà alla sfilata di Carnevale nell’aria, nei terreni, nelle acque. Da più di dieci anni i politici locali hanno ignorato il Decreto Legislativo 2.2.2001 n.3 che recepiva la Direttiva della UE e che �ssava per il 2003 l’abbattimento dell’arsenico nell’acqua potabile al di sotto dei limiti massimi indicati ; di proroga in proroga siamo arrivati al 2012 senza avere risolto il problema. Capranica ha un tasso di arsenico di 44 microgrammi litro, cioè 4 volte superiore al limite �ssato dalla UE e più del doppio dell’ultima proroga scippata alla UE che �ssa a 20 mg litro l’accettabilità di tale veleno che comunque deve essere eliminato entro il 2012 . Capranica deve risolvere SUBITO tale problema perchè la

sua acqua è altamente nociva ed ora, con la chiusura dello stabilimento della MineralNeri non abbiamo neanche più la sicurezza della dearseni�cazione dell’acqua di San Rocco. Chiediamo pertanto alla Regione Lazio interventi IMMEDIATI af�nchè si inizino i lavori per i due dearseni�catori necessari nel comune di Capranica e , qualora la Regione prospettasse tempi lumghi, chiediamo al Comune di intervenire in proprio, come detto in un consiglio comunale, con un mutuo che la Regione rimborserà in seguito. Nè ATO 1, nè Talete sembrano essere presenti; i cittadini però hanno bisogno di risposte immediate. NON POSSIAMO PIU’ ASPETTARE .

S

�lerà insieme ai carri e ai gruppi mascherati civitonici il gruppo di Corchiano che ha inoltrato richiesta al Comune per partecipare ai tre corsi di gala previsti per il 12, 19 e 21 febbraio. Per il secondo anno consecutivo il Carnevale Civitonico apre così ai paesi limitro� che desiderano partecipare. “Siamo molto felici di accogliere anche quest’anno nel nostro Carnevale un gruppo di Corchiano - hanno dichiarato l’assessore al Turismo di Civita

Castellana, Alessio Alessandrini, e l’assessore allo Spettacolo, Letizia Gasperini. Naturalmente la possibilità di partecipare è aperta a gruppi, carri e bande musicali di tutti i paesi del comprensorio della Via Amerina e del Biodistretto. E’ questo un segnale importante che dimostra come i nostri paesi iniziano a sentirsi parte di un unicum, anche a carnevale. Ci fa capire, inoltre, che la tradizione del Carnevale Civitonico è molto sentita anche nei paesi limitro�”.

FABRICA DI ROMA- Domenica scorsa la band di giovani talenti si è esibita nell’ambito del Fabrica Festival

La magia dell’Orchestralunata conquista grandi e piccini di SIMONA TENENTINI

U

no spettacolo da far venire i brividi, tanto il coinvolgimento che riesce a creare. Sei lì seduto e, ad un certo punto, quasi in maniera inconsapevole, iniziano a muoversi le gambe e a trotterellare le dita. E’ questa la forza dell’Orchestralunata: saper trasportare gli spettatori, nota su nota, in un mondo fatato, dove non esistono con�ni, discriminazioni e colori diversi. Domenica scorsa, al Palatenda di Fabrica di Roma si è ripetuta la magia. Due ore che sono letteralmente volate vie tra musica, ironia a puro divertimento. Venticinque ragazzi che calcano la scena come veri musicisti consumati, in grado di dare spettacolo al pari di artisti con anni di esperienza. La

band, composta da un gruppo af�atato di giovanissimi tra i 7 e 18 anni, diretti dal Maestro

originale, con una matrice fortemente rock, ma con un occhio attento alla canzone

Maurizio Gregori, hanno saputo creare una sonorità tutta

d’autore italiana., L’Orchestralunata è una miscela di sono-

rità mediterranee unita a ritmi balcanici che rappresenta una vera e propria singolarità nel panorama artistico nazionale. Nello spettacolo di domenica hanno deliziato gli spettatori con alcuni dei brani più famosi raccolti nel cd che porta il loro stesso nome. Un album che mescola le abilità della giovane orchestra con quelle di musicisti di alto spessore e che contiene tutta una serie di canzoni che hanno segnato intere generazioni, unite ad una serie di inediti che affrontano apertamente temi vicini ai ragazzi di oggi. A collaborare al grande progetto dell’Orchestralunata nomi del calibro di Simone Cristicchi, Teresa De Sio, Cisco (l’ex cantante dei Modena City Ramblers), e ancora Sandokan e i Sud Sound Sistem. Il tutto ovviamente, rivisitato in chiave “stralunata”.


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

Al Mancinelli va in scena la ‘modernità’ della tragedia di Medea. Regia di Panici S

abato 28 gennaio ore 21: 00 al Teatro Mancinelli (Matinée per le scuole sabato 28 ore 10.30), Pamela Villoresi, David Sebasti saranno i protagonisti principali di ‘MEDEA’ Di Euripide traduzione e adattamento Michele Di Martino e Maurizio Panici e con Renato Campese, Maurizio Panici, Silvia Budri Da Maren, Andrea Bacci, Evelina Meghnagi progetto scenico Michele Ciac-

ciofera . Elaborato da Giorgio Gori, costumi Lucia Mariani su disegno di Michele Ciacciofera, le musiche di Luciano Vavolo - canti Evelina Meghnagi luci Emiliano Pona con la regia di Maurizio Panici. Una coproduzione Artè/ Associazione Teatrale Pistoiese in collaborazione con Teatro dei Due Mari Attraverso Medea Euripide inserisce nelle rappresentazioni

tragiche un elemento di modernità. Medea ci riporta alle donne di oggi, capaci di mettere in discussione la vecchia cultura facendosi portatrici di un nuovo pensiero. Il suo essere esule in terra straniera, non più amata dal suo uomo, è sufficiente per provocare un corto circuito emotivo di dimensioni devastanti, tali da provocare mali terribili all’interno della famiglia e delle istituzioni.

Incredibile successo per la manifestazione di Montegabbione ricca di numerose iniziative collaterali

‘Il Maiale in carne ed ossa’ Per il settimo anno si rinnova la collaborazione con la Kansas State University. 33 gli studenti

L

o Spring Semester Program dellaKansas State University è giunto ormai alla settima edizione consecutiva ed anche quest’anno ha fatto registrare il plenum degli iscritti: trentatre studenti guidati da tre docenti (i professori Susanne Siepl Coates, Gary Joseph Coates e Marco Ceccarani) frequenteranno quotidianamente le aule del Centro Studi “Città di Orvieto” in piazza del Duomo per partecipare ad un programma residenziale di studi multidisciplinari che proprio in Orvieto ha trovato la “città laboratorio” ideale. Una presenza signi�cativa che si rinnova puntualmente ogni anno dal 2006, da gennaio a maggio, per quattro mesi di studio in aula, di conoscenza approfondita della città e del suo territorio, di partecipazione alla vita cittadina e di pro�cua interlocuzione con la comunità locale. Il Programma comprende corsi di architettura del paesaggio, progettazione architettonica, architettura d’interni, piani�cazione urbanistica e territoriale, design, storia dell’arte medioevale e rinascimentale, lingua e cultura italiana che trovano nella città di Orvieto un “laboratorio” ideale per sperimentare pro�cuamente “sul campo” metodologie e tecniche didattiche innovative e molto ef�caci.

E

dizione di grande prestigio quella 2012 per “Il Maiale in carne ed Ossa”, appuntamento cultural-gastronomico che si è svolto a Montegabbione a partire da venerdì 20 �no a domenica 22 gennaio 2012. Una tre giorni di grande impatto, che ha visto al centro di numerose iniziative il maiale, l’agricoltura e i molteplici aspetti che ruotano attorno all’allevamento. Salute, territorio, ma anche tradizioni popolari, sicurezza alimentare, architettura, degustazioni; momenti conviviali e di confronto con alcuni tra i massimi esperti di agricoltura sociale nazionali, il tutto ospitato dalla sempre attenta accoglienza del Comune di Montegabbione. Tutto ha avuto inizio dalla frazione Faiolo venerdì 20 gennaio, con un percorso sensoriale guidato dallo Studio “Vinifera” e dai Sommeliers della FISAR di Orvieto. Protagonisti i momenti di degustazione degli oli extravergini del Territorio. Sabato 21 gennaio è stata la volta della frazione di Montegiove. Qui, presso le prestigiose sale del Castello dei Marchesi Misciattelli Mocenigo Soranzo, con il Patrocinio della Condotta Slow Food di Orvieto, ha avuto luogo il Convegno “AGER-CULTURA: I Custodi del Territorio” al quale sono intervenuti, quali relatori, il Prof. Piero Bevilacqua - Università degli Studi “La Sapienza” di Roma, il Prof. Giuseppe M. Della Fina - Università degli Studi de L’Aquila, il Prof. Mario Falcinelli -

Università degli Studi di Perugia, il Prof. Luciano Giacché - Università di Perugia. Inoltre hanno portato il loro contributo al convegno anche il Dott. Vincenzo Panella - Direttore Generale ASL n°4 che ha focalizzato il proprio intervento sugli aspetti peculiari della sicurezza alimentare, Francesca Durastanti - Università della Tuscia - Viterbo, Luca Giannisi Presidente Coop Carli, e Andrea Massino Presidente Coop Il Quadrifoglio. Inoltre hanno partecipato la Dott.ssa Sonia Chellini Presidente Slow Food Umbria, il Dott. Ciro Becchetti Regione Umbria, il Prof. Angelo Frascarelli - Università degli Studi di Perugia, Palmiro Giovagnola Presidente Crediumbria Banca di Credito Cooperativo; Vincenzo Fumi Presidente Fondazione CRO. A fare gli onori di casa, naturalmente, il Sindaco di Montegabbione, Arch.Andrea Ricci. Presenti, inoltre, l’On.Carlo Emanuele Trappolino - Commissione Agricoltura Camera Deputati,Fausto Galanello - Vicepresidenza Consiglio Regione Umbria, Dott. Feliciano Polli - Presidente Provincia di Terni e l’Assessore all’

Agricoltura della Regione Umbria Fernanda Cecchini, la quale ha affrontato i temi �nali del convegno. Domenica 22 gennaio a Montegabbione è stato il momento delle tradizioni popolari con l’apertura del Mercatino a KmZERO, la benedizione degli animali, consuetudine della festività di Sant’Antonio Abate, la spezzatura e il confezionamento del maiale ad opera dei maestri norcini locali. Si è chiuso con la Compagnia “La Meglio Gioventù” con “Invito a veja: Moglie e buoi dei paesi tuoi”. In�ne il Gran Braciere Umbro.

Numerose personalità presenti con dibattiti su agricoltura, commercio e medicina legati alla produzione e l’allevamento

Presentato lo scorso 20 gennaio in piazza Duomo nella prestigiosa cornice del Museo Claudio Faina Presso la biblioteca Luigi Fumi

‘Il pane dei fiordalisi’ è il nuovo romanzo di Guglielmo Portarena ‘Lettori in Musica’ L

o scorso venerdì 20 gennaio, presso la prestigiosa sede del Museo Claudio Faina di Piazza Duomo a Orvieto, è stato presentato il nuovo, entusiasmante, romanzo di Guglielmo Portarena, “Il pane dei �ordalisi”, pubblicato, come l’altro del

medesimo Autore, “La lepre col cilindro”, dalla Intermedia edizioni. La presentazione ha avuto una attenta e numerosa platea e l’alternarsi di quattro relatori: l’architetto Alberto Satolli, presidente dell’Istituto Storico Artistico Orvietano, Aldo Lo Presti, studioso di storia locale, Donato Catamo, già autorevole preside del Liceo Artistico e ben noto artista ‘orvietano’ d’adozione, il prof. Giuseppe M. Della Fina, direttore del medesimo Museo Faina e l’editore Claudio Lattanzi. Tutti gli interventi hanno egregiamente introdotto il pubblico presente all’interno del romanzo, ciascuno cogliendo un aspetto particolare, �no a costruire una integrata visione d’insieme. Del tutto inaspettata, e quindi maggiormente gradita, la presenza del sindaco di Orvieto Antonio Concina che ha testimoniato quanto piacevole ed intrigante sia stata la lettura della narrazio-

ne di Portarena, dando l’inizio alla presentazione stessa. In particolare Aldo Lo Presti si è soffermato sulla tecnica narrativa dell’Autore in grado di rendere “personaggio” per�no la descrizione della natura, e di quanto siano misteriosi i motivi per i quali i libri ci vengono incontro. Il prof. Catamo, dal canto suo, ha ben individuato le numerose assonanze con scrittori che si sono egualmente cimentati con una tematica simile, quella cioè degli ‘ultimi’, citando soprattutto Ignazio Silone e Corrado Alvaro. L’architetto Satolli, invece, si è soffermato sul quadro storico ottocentesco, quello che fa da sfondo alla storia, notando quanto fertile possa essere l’uso del dialetto quando è utilizzato con precisione �lologica dagli scrittori (tra i quali Durematt) che devono poter superare lo scoglio del parlato rispetto alla scrittura. L’ultimo intervento,

quello del prof. Della Fina, è stato l’occasione per rivalutare la �gura di Eugenio Faina, �glio di quel conte Claudio rapito ed ucciso dalla banda di Biscarini nel 1874 (spunto narrativo che ha permesso a Guglielmo Portarena di far valere in questo caso tutte le sue doti di narratore cristallino e documentatissimo), il quale �glio è stato accusato ingiustamente di non aver compiuto tutti i necessari passi per salvare la vita al genitore. Il pubblico, al termine della presentazione, ha voluto ascoltare dalla viva voce dell’Autore alcuni ef�caci versi delle ottave che accompagnano in controcanto gran parte dei capitoli del romanzo, al modo dei cantastorie o dei cori greci. Versi che hanno permesso, tra l’altro, a Guglielmo Portarena di spiegarci il signi�cato del titolo del suo romanzo, titolo che da solo poteva giusti�care la presentazione stessa.

Alla Biblioteca “Luigi Fumi” tornano i cicli di approfondimento culturale e, per la serie “Lettori in

Musica”. Giovedì 26 gennaio alle ore 16,00 in Sala Eufonica, verranno letti alcuni brani dal libro - ancora inedito - “Canto Infinito” diWalter Branchi. Libro che raccoglie scritti sulla musica e altro dagli anni ottanta fino al Duemila. L’evento prevede anche l’ascolto di musiche dello stesso autore, che torna ancora una volta in Biblioteca ad animare con i suoi interessanti e originali contributi i pomeriggi della Sala Eufonica


& Martedì 24 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

cultura & spettacolo

17

Workshop con il fotografo Giovanni Marrozzini per inaugurare l’anno del gruppo fotografico Magazzino120 di Viterbo

A bordo di un camper per il progetto “Itaca Storie d’Italia”

I

l Gruppo fotogra�co Magazzino120 di Viterbo inizia l’anno promuovendo nella provincia una serata e un workshop con il fotografo Giovanni Marrozzini, autore F.I.A.F dell’anno. Il progetto “Itaca Storie d’Italia” è in primis un viaggio in camper per l’Italia alla ricerca di storie, persone, realtà italiane nel 150° anniversario dell’Unità. Il Camper trasporterà il giovane fotografo italiano Giovanni Marrozzini, che si è già affermato per la sua indiscussa capacità artistica ed espressiva e per le sue grandi doti umane e di comuni-

catore nonché per la professionalità e gli ottimi risultati raggiunti con la docenza in numerosissimi workshop �no ad oggi tenuti. Il suo compito sarà duplice: - realizzare uno spaccato dell’Italia nell’anno del 150° anniversario dell’Unità, scegliendo i luoghi di interesse storico e artistico, inseguendo le storie di personaggi illustri come di semplici cittadini. Il fotografo elaborerà una Storia d’Italia, un insieme di racconti legati alla contemporaneità e alla memoria di luoghi e persone. L’idea è quella di realizzare un grande mosaico di testimonianze e un documento espressivo e coinvolgente del nostro Paese e delle sue molte anime: più che una storia, una raccolta di storie dell’Italia contemporanea; - tenere una serie di workshop fotogra�ci in cui ogni partecipante potrà decidere se sviluppare un proprio lavoro fotogra�co o se seguire Giovanni Marrozzini durante lo svolgimento del suo lavoro, avendo così la possibilità di vedere tutte le fasi che precedono lo “scatto” e che porteranno poi il fotografo alla costruzione dei suoi racconti per immagini. Il workshop è indirizzato ai fotogra� che vogliono sia lavorare sul reportage di viaggio sia com-

prendere come poter costruire un progetto e quali siano le tappe e gli strumenti per accompagnarlo nella sua realizzazione. Ampio spazio verrà dedicato all’analisi delle immagini realizzate, all’operazione di selezione e alla messa in sequenza per la costruzione e il montaggio del servizio fotogra�co come portfolio. Le tematiche affrontate riguarderanno esclusivamente gli aspetti socio-culturali del territorio dove si svolgerà il workshop. Il fotografo deciderà assieme ai partecipanti gli argomenti da affrontare e indirizzerà ognuno di loro verso una singola tematica. La particolarità ed unicità di questo incontro, sta nel fatto che il seminario durerà �no al completamento dei lavori di ogni partecipante, e saranno seguiti dal docente e da una commissione di esperti �no alla realizzazione dell’opera �nale . Termine consegna dei lavori 31 marzo 2012. La serata di venerdì 27 Gennaio, dalle ore 21, è gratuita ed aperta al pubblico. L’autore proietterà e commenterà gli ultimi lavori svolti in Etiopia, Zambia, Camerun, Argentina, Albania. I giorni successivi (sabato 28 e domenica 29 Gennaio) dalle ore 9.30 alle ore 19,00 si svolgerà il workshop a pagamento. Gli eventi si svolgeranno in Via del Collegio 2 Viterbo.

“Alla scoperta della Tuscia e dintorni” Tutto il programma delle escursioni

P

er chi ama trascorrere la domenica all’aria aperta, passeggiando tra la natura che nella nostra provincia è decisamente suggestiva e affascinate, “Archotuscia” pressenta il programma delle escursioni. Quando non indicato diversamente, la partenza è stabilita alle ore 8,30 – 8.45 da Viterbo. Piazza Crispi con mezzi propri ed il ritorno previsto ore

Fuori provincia... Casaprota (Rieti) 50 anni di storia con la sagra della bruschetta C

inquant’anni e non sentirli! Domenica 29 gennaio la Sagra della bruschetta di Casaprota festeggia il suo primo mezzo secolo insieme alla Pro Loco del paese che nel 1962 realizzò la festa per la prima volta. Si mangerà dalla mattina alla sera facendo una parentesi alla dieta post natalizia. F a t t a rigorosamente con pane artigianale “passato” sulla brace per esaltare al meglio il pregiato olio extravergine casaprotano, La bruschetta verrà servita gratuitamente per la degustazione e accompagnerà l’abbondante pasto che dalle 12 in poi verrà servito al coperto nel centro storico del paese. Zuppa di farro al tartufo e fregnacce (pasta acqua e farina) alla sabinese e salsicce alla brace…tanto per cominciare! Si prosegue con la merenda del pomeriggio che prende via alle 16 con spaghetti

all’Amatriciana cucinati per l’occasione dall’omonima Pro Loco e frittelle servite dalla pro loco di Mompeo. La giornata sarà ricca di iniziate per consentire a tutti di poter trascorrere una serena giornata fuoriporta. A l l e 11,30 è previsto un incontro con Angelo To m b o lillo, da anni impegnato nel campo dell’analisi sensoriale degli alimenti, con particolare riguardo al’olio extravergine di oliva, è inoltre capo-panel assaggiatori olio per il Consiglio Oleicolo Nazionale e fa parte della commissione di degustazione per la certificazione D.O.P. Sabina. Obiettivo dell’incontro dare al consumatore la possibilità di consapevole “consapevole” e conoscere ciò che significa: olio extravergine d’oliva. Per la 50° sagra della bruschetta sarà riaperto l’antico frantoio del 1700 “Mola Marri” che può

essere visitato insieme al frantoio della cooperativa locale che propone anche la degustazione dell’olio. Non mancherà un momento dedicato alla cultura con la mostra di pittura “Scorci di Casaprota”. Musica nei vicoli tutta la giornata e intrattenimento per i più piccoli. A fare da cornice alla manifestazione l’8° edizione della mostra-mercato del prodotto tipico della Provincia di Rieti e un’esposizione dell’artigianato locale. Per chi vuol dedicarsi alle escursioni, tracce del passato testimoniate da rovine romane e medievali con tesori d’arte ben nascosti saranno l’ambientazione degli itinerari da porte fare a piedi, in mountain bike o a cavallo.

Ospiti per l’edizione 2012 il Gruppo Folkloristico Santa Rosa di Palmas Arborea in Provincia di Oristano e la Free Live Orchestra Città di Offida in Provincia di Ascoli Piceno. Per info: 076585102

13,00. DOMENICA 29 GENNAIO a TARQUINIA: Escursione guidata da Eugenio Gentili ai tumuli costruiti di Poggio del Forno e Poggio del Gallo. Percorso con qualche dif�coltà. DOMENICA 5 FEBBRAIO gita in pullman a Roma: visita con guida al Museo della Civiltà Romana – pranzo in ristorante – nel pomeriggio visita all’ARA PACIS. Costo:€.35,00 (pullmaningressi- guida.-pranzo) – Partenza da Viterbo Piazza Crispi ore 8 ritorno ore 18 DOMENICA 12 FEBBRAIO a MONTECASOLI (BOMARZO): Escursione alle rovine del castello e dell’abitato medievale di Montecasoli, percorrendo sentieri con viste panoramiche sulla valle del Vezza. DOMENICA 19 FEBBRAIO a SAN GIOVENALE: Visita guidata da Mario Sanna alla necropoli etrusca di Ponton Paoletto presso S.Giovenale dove si potranno rimirare stupendi esempi di tombe a camera con pilastri e sof�tto costruiti in grandi blocchi di tufo. Percorso con alcune dif�coltà. DOMENICA 26 FEBBRAIO passeggiata sulla Via Francigena con il prof. Renzo Lanzi. Partenza ore 8,30 da Piazza Crispi con mezzi propri. Ritorno previsto ore 13,00: il programma sarà comunicato quanto prima. DOMENICA 04 MARZO a TUSCANIA: Visita guidata da Mario Tizi al misterioso sito archeologico di PANTALLA lungo la strada che da Tuscania conduce a Piansano. Percorso facile. DOMENICA 11 MARZO a VETRALLA: Visita guidata da Mario Sanna alle “Torri d’Orlando”, ovvero ai mausolei romani lungo il tratto della consolare Cassia tra Vetralla e Capranica. Percorso facile. DOMENICA 18 MARZO a CHIA (SORIANO NEL CIMINO): Escursione alla Chiesa di S. Giovenale e all’area circostante ricca di testimonianze altomedievali. Percorso abbastanza facile. DOMENICA 25 MARZO

passeggiata sulla Via Francigena con il prof. Renzo Lanzi. Partenza ore 8,30 da Piazza Crispi con mezzi propri. Ritorno previsto ore 13,00: il programma sarà comunicato quanto prima. DOMENICA 01 APRILE a CORCHIANO: Escursione guidata da Tullio Dobosz in un antico insediamento rupestre e ad un tratto della via Amerina. Percorso con qualche dif�coltà. DOMENICA 15 APRILE a LUNI SUL MIGNONE: Escursione intera giornata all’insediamento appenninico di Luni sul Mignone tra natura incontaminata e paesaggi unici. Percorso con qualche dif�coltà. Partenza ore 8,30 da Piazza Crispi con mezzi propri, pranzo a sacco. Ritorno ore 18,00. DOMENICA 22 APRILE a TUSCANIA: Escursione guidata da Mario Sanna alla necropoli etrusca del Sughereto. Percorso abbastanza facile. DOMENICA 29 APRILE passeggiata sulla Via Francigena con il prof. Renzo Lanzi. Partenza ore 8,30 da Piazza Crispi con mezzi propri. Ritorno previsto ore 13,00: il programma sarà comunicato quanto prima. NOTA BENE: Per tutte le escursioni, ad eccezione delle gite, è importantissimo l’uso di scarponcini da trekking, bastoni, torce elettriche e un abbigliamento adeguato. Partenza ore 8,30 da Piazza Crispi con mezzi propri. Ritorno previsto ore 13 circa. Le modi�che sono frequenti per i più svariati motivi, per cui è opportuna una veri�ca al sito internet oppure una richiesta di conferma ai numeri sotto indicati. Gli appassionati - anche non soci - possono intervenire alle escursioni: sono molto graditi e lo possono fare liberamente senza alcuna spesa. Tutti i soci sono assicurati, per cui Archeotuscia si ritiene sollevata da ogni responsabilità civile e penale riguardo eventuali infortuni causati da incidenti di qualunque genere cui possono incorrere gli altri durante lo svolgimento delle escursioni. Le partenze da Viterbo, Piazza Crispi, s’intendono davanti al Museo Civico. INFO:www.archeotuscia.it; info@archeotuscia.it – Cellulari: 339/1170592 (Rodolfo) – 339/ 2716872 (Luciano) – 320/2685517 (Mario)


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Il vostro guardaroba è già abbastanza fornito, quindi cercate di rinnovare il vostro stile senza spese inutili. I vostri affari vanno troppo per le lunghe a volte, se non rimediate con qualche stratagemma. Incomprensioni in amore per le nate nella terza decade. Non è il caso di esagerare, in amore e nel tempo libero.

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Non potete permettere che qualcuno si prende gioco di voi, quindi raccogliete le forze e reagite. Se avete fatto strage di cuori ultimamente, è venuto il giorno della resa dei conti. Il senso di frustrazione potrebbe impossessarsi di voi, ma non dovete permetterglielo. Specialmente in questa giornata cercate di resistere alla tentazione di sperperare in cose futili i vostri averi, perché rischiate un investimento sbagliato.

Molti che conoscete contano sulle vostre capacità e voi potete cogliere questo atteggiamento per utilizzarlo a vostro favore. La sfera amorosa riserverà ampie soddisfazioni alle nate nella seconda decade. Novità in vista nel settore economico. Anche se le cose andranno per le lunghe, otterete dei risultati molto soddisfacenti.

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Se avete bisogno di controllare maggiormente le persone che vi sono vicine, partner, cercate di non esagerare con le pressioni, altrimenti otterrete l’ effetto contrario. Negli ultimi giorni qualche emozione di troppo ha confuso i vostri sentimenti e non avete saputo districarvi bene in alcune situazioni che richiedevano determinazione e sangue freddo. Forse vi sfuggirà qualcosa, ma niente a cui non si possa rimediare.

Fate il punto della situazione e decidetevi su alcune piccole scelte: non vi impegneranno troppo la giornata. Qualcosa di veramente speciale potrebbe succedere oggi, capace di sollevarvi il morale dalla serata di ieri. Se avete appena iniziato una nuova relazione non abbiate paura di mostrare i vostri più profondi sentimenti, soprattutto in questa giornata. Brillerete di luce vostra in amore.

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Momenti dolcissimi in amore per i nati a fine segno. Il campo sentimentale sarà splendente e vivrete ore intense e gratificanti. Se avete una attività in proprio potete stare sereni, la crisi è momentaneamente accantonata per lasciare spazio a spese folli. Donne bilancia fate shopping, ma comprate solo cose per voi stessi, siate egoisti insomma, senza poi pentirvene.

Forse in questa g i o r n a t a avver tirete dei sentimenti contrastanti, che non vi faranno trascorrere delle ore felici accanto alle persone che amate di più. Fase da orso bruno, alla quale già caratterialmente non siete estranei. Anche se a volte vi riesce difficile crederlo, dovreste convincervi che non potete avere sempre la risposta a tutto, in qualsiasi occasione. Cautela nelle spese: ricordatevi di vivere in armonia con le vostre possibilità.

Prima di impanicarvi davanti ad un progetto che vi sembra troppo grande per voi, fatevi aiutare a portarlo a termine. Non preoccupatevi di eventuali incomprensioni in amore se siete nate alla fine del segno. Abbiate cura della vostra immagine e del modo in cui vi presentate. Se darete ascolto alle vostre ambizioni in questa giornata, potreste anche spendere tutte le vostre energie inutilmente, non riuscendo a cavare un ragno dal buco.

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

In questa g i o r n a t a proverete una sensazione che non sempre vi coglie, ossia l’ eccitazione di incontrare nuove persone con cui andare subito d’ accordo. Oggi sarete in forma davvero smagliante: il momento è ideale per avviare nuovi progetti e iniziative in ogni campo. Coloro che vi amano vogliono che siate felici anche voi. Per tutti, fascino in abbondanza.

FARMACIE (reperibilità)

Piano, piano, state allontanando da voi tutti i dubbi che vi avevano coinvolto, soprattutto in questioni sentimentali.Potete recuperare il tempo perduto e lasciarvi scoprire per quello che siete veramente. Particolarmente seducenti e affascinanti gli appartenenti alla seconda decade. Sarete circondati da gente capace di conversazioni profonde e intriganti, Le stelle vi stanno dando il loro consenso, anche se avete sempre bisogno di essere spronati.

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Se avete anche altre spese da affrontare, sarà bene stringere la cinghia si qualsiasi cosa, senza fare troppo le vittime. Badate al sodo e non spendete troppo. Le situazioni nate dal vostro silenzio stanno cominciando a essere pesanti e ora dovete farlo capire a chi vi sta attorno, non permette agli altri di modificare il vostro carattere.Se mostrate troppa aggressività in questa giornata, rischiate di non ottenere ciò che sperate.

Se avete in mente una passeggiata con una persona conosciuta da poco, cercate di andare all’ appuntamento ben vestite e con un piccolo anticipo. In amore saprete conquistare le prede giuste accrescendo il vostro fascino.Non aspettate che i problemi passino con il tempo restando inerti a guardare, prendete la situazione in mano e agite. Riservate la giornata di oggi alle cose belle, a quelle che amate di più, e che vi si addicono.

Martedì 24 Gennaio 2012

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Benvenuti al Nord Orario: 16,30-18,30-20,30-22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A L’ora nera 3D Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 La Talpa Orario: 18,30 - 20,30 Il gatto con gli stivali Orario: 16,30

Benvenuti al Nord Fer. e Pref.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30 L’incredibile storia di Winter... 3D Fer. e Pref.: 18,00 Fest.: 15,45 - 18,00 Non avere paura del buio Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Underworld. Il risveglio 3D Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Immaturi 2. Il viaggio Fer. e Pref.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30 The help Tutti i Giorni: 17,00-19,45-22,30 L’ora nera Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Benvenuti al Nord Orario: 17,30 - 19,40 - 22,00 Il gatto con gli stivali 3D Orario: 15,30

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

Benvenuti al Nord Orario: 15,30 - 17,40 - 21,30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 Benvenuti al Nord Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 L’ora nera Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Underworld. Il risveglio 3D Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Succhiami Orario: 16,00 - 18,00 Emotivi anonimi Orario: 20,00 - 22,00

ORTE Cinema Alberini Via del Plebiscito 10 Alvin 3 Orario: 15,30 Capodanno a New York Orario: 17,45 - 21,30

CIVITA CASTELLANA Cinema Florida Via Del Forte, 26 Immaturi 2. Il viaggio Orario: 17,30 - 19,30

SORIANO NEL CIMINO Cinema Florida Piazza Marconi 12 Benvenuti al Nord

Orario: 15,30-17,30-19,30-21,30

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti, s.n.c. Benvenuti al Nord Orario: 15,30-17,40 - 19,50 - 22,00 Non avere paura del buio Orario: 17,00 - 20,00 - 22,00 Multisala Flavia Via della Croce, 1 Arthur e la guerra dei due mondi Orario: 16,00 - 18,00 Immaturi 2. Il viaggio Orario: 19,45 - 22,00 L’ora nera Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00

Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 24 GENNAIO

ACQUAPENDENTE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CASTIGLIONE IN TEVERINA Via Orvietana, 5 (08,30-13,00 e 16,00-19,00)

NEPI Via Roma, 19 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08.35-13,00 e 16,30-20,00)

BASSANO ROMANO Via Leonardo Da Vinci, 5 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

CIVITA CASTELLANA Via S. Felicissima, 17 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

ONANO Piazza Umberto I, 4 (08,30-13,00 e 16,15-19,30)

VALENTANO Piazza Cavour, 21 (08,30-13,00 e 16,00-19,00)

BLERA Via Due Giugno, 3 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CORCHIANO Via Civita Castellana, 11/13 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

ORTE Piazza Del Popolo, 15 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VASANELLO Piazza Della Repubblica, 49/50 (09,30-13,00 e 16,30-20,00)

BOMARZO Piazza Bruno Buzzi, 6 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

GRADOLI Via Indipendenza, 15 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

VETRALLA - TRE CROCI Piazza Europa, 53 (09,00-13,00 e 16,35-19,30)

CAPRANICA SCALO Via Della Stazione, s.n.c. (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

GRAFFIGNANO - SIPICCIANO Piazza Umberto I, 28 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

SORIANO NEL CIMINO Via E. Monaci, 96 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO Via Delle Fabriche, 2 (Diurna)

CAPRAROLA Via F. Nicolai, 141 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

MONTALTO - PESCIA Via Delle Mimose, 12/15 (09,00-12,30 e 16,00-19,00)

TARQUINIA Viale Igea, 20 (08,30-13,00 e 16,00-19,24)

VITERBO Viale Trieste, 36/A (Notturna)

CASTEL SANT’ELIA Via Roma, 14 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

MONTEFIASCONE Via Verentana, 8 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

TESSENNANO Piazza Plebiscito, 12 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

VITERBO - GROTTE S. STEF. Via Della Stazione, 5 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

Martedì 24 Gennaio

Mercoledì 25 Gennaio

Cieli molto nuvolosi o coperti con deboli piogge, in rapido assorbimento dal tardo pomeriggio, fino a cieli parzialmente nuvolosi in serata. Il settore climatico Viterbese al mattino si presenta coperto con possibili pioviggini, al pomeriggio nubi irregolari con possibili brevi rovesci, la sera Poco o parzialmente nuvoloso, la notte Sereno con vento moderato o forte. La depressione tirrenica si intensifica su tutta la Tuscia spostandosi tuttavia troppo velocemente verso il basso Adriatico. Il peggioramento sarà dunque modesto e rapido, con qualche pioggia in transito a metà giornata tra bassa Toscana, Lazio ed Umbria, nevoso inizialmente oltre 1300-1400m ma in calo serale.

A Viterbo Bel tempo con sole splendente per l’intera giornata Nel settore climatico Viterbese al mattino sereno con vento moderato o forte, al pomeriggio sereno con vento moderato o forte, la sera sereno con vento moderato o forte, la notte sereno. Nel Lazio la pressione in rialzo sul medio Tirreno per una giornata soleggiata e tersa, ma fredda stante l’afflusso di correnti gelide dai Balcani. Qualche addensamento sulla dorsale laziale più orientale. Temperature in ulteriore deciso calo in montagna, più contenuto sulle pianure; clima freddo e assai ventoso. Venti tesi di Grecale sul Lazio, deboli sulla Toscana, con mari molto mossi o agitati al largo del Lazio.


SPORT

� � �

Martedì 24 Gennaio 2012

19

BASKET

Defensor bella e... condannata Le ragazze di Scaramuccia sfiorano l’impresa contro la prima della classe

U

na Defensor rimaneggiata disputa una grande partita sul parquet della capolista Chieti, sfiorando un successo che sarebbe stato preziosissimo per la salvezza. Senza Boi e con diverse giocatrici alle prese con problemi fisici, la squadra gialloblù ha confermato le buone sensazioni sotto il profilo del gioco già emerse contro Orvieto, partendo subito bene grazie a Richter e una positiva Spirito. Dall’altra parte la capolista Cus Chieti ha fatto fatica a trovare la via del canestro, con l’eccezione della svedese Olheim, di gran lunga la miglior realizzatrice della sua squadra. Pur dovendo gestire rotazioni ridotte, coach Carlo Scaramuccia ha visto le sue giocatrici combattere bene su ogni pallone e la perfetta parità di metà gara è stata lo specchio fedele della bella prestazione viterbese, con

Scimitani pronta a dare battaglia sotto canestro anche se con qualche errore di troppo al tiro. Nel terzo periodo è entrata in partita anche Yordanova che ha iniziato a prendersi importanti responsabilità in attacco; l’energia di Serafini e la grinta di tutta la s q u a d r a hanno consentito alla Defensor di arrivare all’ultima pausa con soli due punti da rimontare e di restare sempre nella scia delle padrone di casa, almeno sino ai secondi conclusivi, quando le viterbesi hanno mancato un facile contropiede che le avrebbe riportate ad un solo possesso di distanza con trenta secondi da giocare. Su quell’errore si sono spente le speranze delle gialloblù di portare via un successo insperato dal parquet di Chieti. Resta comunque l’ottima prestazione e la necessità di proseguire su questa stra-

La capolista Chieti ha fatto fatica a trovare il canestro ad eccezione di Olheim

CALCIO GIOVANILE - Il Montefiascone brinda

I ragazzi di mister Fumagalli mettono fine all’imbattibilità rionale

I

da, recuperando in fretta la migliore condizione fisica. Sabato prossimo al PalaMalè arriveranno le spezzine della Termocarispe, altra capolista del girone Sud di serie A2 femminile. Questo il tabellino. C.U.S. Chieti Defensor Viterbo

53 46

Chieti: Marino ne, De Luca 4 (1/3,0/4), Iannucci ne, Zanella 2 (1/1), Tognalini 4 (2/3,0/3), Olheim 20 (8/14,1/1), Silva 4 (1/5,0/2), Gonzalez 13 (4/12,1/3), Gatti 6 (3/5), David (0/1 da due). All: Caboni.

Defensor: Gasbarri ne, Scoscia, Yordanova 10 (1/7,2/4), Romagnoli 1 (0/2,0/1), Seralessandri, Scaramuccia ne, Richter 12 (1/5,2/3), Serafini 7 (2/ 4,1/2), Scimitani 7 (3/13), Spirito 9 (4/8,0/1). All: Scaramuccia. Arbitri: Dionisi di Fabriano (AN) e Petrone di Fisciano (SA). Note: Tiri liberi Chieti 7/8, Defensor 9/13. Rimbalzi Chieti 35 (Tognalini 10), Defensor 33 (Scimitani 10). Parziali 10’ (12-10), 20’ (24-24), 30’ (39-37). Uscite per 5 falli Richter e Serafini (Defensor).

ragazzi di mister Fumagalli, categoria Giovanissimi, sul campo A delle Fontanelle, in tiepido pomeriggio, alla presenza di centocinquanta spettatori, hanno in�itto all’imbattuta compagine di mister Cecchetti una secca scon�tta. I ragazzi del Pianoscarano non avevano subito alcuna scon�tta in tutte e due le fasi del torneo, per cui erano scesi in campo con una quasi suf�ciente spregiudicatezza e, confortati del sei a zero dell’andata, pensavano di svolgere una gara facile e davano per certo il risultato positivo. Uscire imbattuti dalle Fontanelle signi�cava aver condotto un campionato senza conoscere scon�tta, ma così non è andata. I falisci sono scesi in campo determinati con la consapevolezza di poter batte i viterbesi così si sono subito presi in mano il centrocampo ed hanno palloni su palloni mettendo, in dif�coltà la retroguardia ospite in più occasioni. Al venticinquesimo Brozzetti raccoglieva il frutto

di tanta spinta segnando la rete del vantaggio. Gli ospiti si spingevano in avanti ma erano sempre i locali a rendersi pericolosi almeno in altre due occasioni con veloci contropiedi.. Delle Monache mandava le squadre negli spogliatoi con i locali in vantaggio. La seconda frazione di gioco iniziava sulla stessa matrice della prima e così, al ventisettesimo era Panichi che, seminata la difesa, segnava la rete del raddoppio. I locali, memori del sei a zero subito in terra viterbese, insistevano nella loro azione e così, non solo contenevano le sporadiche incursioni degli ospiti ma, reagendo in contropiede, andavo almeno in due occasioni vicini al goal portando poi a tre le reti del successo, al trentunesimo, con Bianchi entrato al posto di Brozzetti. La gara delle Fontanelle, considerata una facile passeggiata, per i ragazzi di Cecchetti si è trasformata nella prima ed unica scon�tta dell’intero campionato. Pietro Brigliozzi

VOLLEY - Castelgiorgio vittorioso sul Grotte S.Stefano CALCIO PROMOZIONE UMBRA - Contro il GM10 decisive incertezze individuali

Riscatto Vigor All’Ortana non bastano i nuovi Flamini e Di Stefano L

’Asd Volley Castelgiorgio (Vigor Volley Acquapendente), cancella immediatamente la sconfitta rimediata a domicilio nella prima giornata del Campionato maschile di Seconda Divisione (Fipav Comitato di Viterbo), espugnando per 3-1 il parquet di Grotte Santo Stefano. Nella gara che lo vedeva opposto ai Ferentum Boys, il team allenato da Luca Strappafelci dopo aver

vinto il primo set per 2516 e perso il secondo per 25-18, chiudeva la contesa con parzialini di 25-16 e 25-20. Il ritorno al parquet amico previsto per Sabato 28 Gennaio alle ore 18.30 vedrà il sodalizio umbroaquesiano opposto all’Asd Volley 88 in grado di sbancare per 3-0 (25-18 / 25-23 / 25-19) il parquet di Fabrica Roma che ospita le gare casalinghe del Monti Cimini Volley.

N

on bastano all’Ortana i nuovi innesti di Flamini e Di Stefano per evitare la scon�tta interna contro il GM 10. Nonostante l’ottimo esordio dei due nuovi arrivati e la buona prestazione corale della squadra, al “Gildo Filesi” ad imporsi sono gli umbri che la spuntano per 2-1. Ancora una volta decisivi per la scon�tta dei biancorossi sono stati gli errori individuali, errori che hanno permesso agli ospiti di sfruttare nel migliore dei modi le poche occasioni create. Tante invece le azioni pericolose che Piciucchi e soci hanno prodotto durante il match ma l’imprecisione e le ottime parate di Montegiove hanno impedito ai ragazzi di mister Livi di raccogliere un meritatissimo risultato positivo. Come detto in apertura, ottimo l’esordio per i due ‘nuovi’

fortemente voluti dal patron Sabatini. Flamini infatti ha dato subito dimostrazione di tutte le sue qualità tecniche e tattiche gestendo nel migliore dei modi le situazioni di gioco, accelerando o rallentando i ritmi e soprattutto servendo sempre con precisione i propri compagni. Anche Di Ste-

fano, arrivato ad Orte sabato scorso e subito schierato in campo, ha mostrato di saperci fare e di poter essere molto utile alla causa. LA PARTITA - La s�da ha visto l’Ortana esercitare un netto predominio territoriale e rendersi pericolosa �n da subito con Sciommeri la cui conclusione però veniva parata.. Pochi minuti dopo a provarci era Carlaccini ma la conclusione �niva fuori di poco. La pressione locale cresceva ancora ma a portarsi in vantaggio era incredibilmente il GM 10 con Avola che con una conclusione sul primo palo da posizione de�lata sorprendeva Nikocevic. Il vantaggio ospite teneva �no all’intervallo. La ripresa ripartiva con lo stesso copione del primo tempo ossia con Piumetto e soci in attacco ma troppo spreconi sotto porta con Sciommeri che ancora

una volta veniva fermato sul più bello da Montegiove. A rimettere a posto le cose però ci pensava Carlaccini con una grande conclusione dalla distanza che �niva sotto l’incrocio dei pali. Neanche il tempo di festeggiare però e il GM 10 tornava avanti. La difesa locale si perdeva sul movimento Proietti che arrivava sul fondo e serviva indietro per l’accorrente Codini che siglava il gol vittoria. Amaro il commento post-partita di Alessio Carlaccini: “Ancora una scon�tta che brucia da morire. Abbiamo disputato una prova molto valida, purtroppo ancora una volta paghiamo cari errori e distrazioni. Nonostante questo, grazie anche ai nuovi arrivi, credo che la squadra esca da questa s�da consapevole di avere i mezzi per giocarsela ancora di più con tutte e per provare a salvarsi”.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

SPORT

20

Martedì 24 Gennaio 2012

CALCIO SERIE D

Viterbese rimandata, Flaminia da urlo Colpo grosso a Terni per Puccica, un’altra X per Conticchio

di LEONARDO CUTIGNI

R

esta un tabù la vittoria al “Rocchi” in questo 2012 per la Viterbese. La formazione di mister Conticchio infatti, in questa seconda uscita del nuovo anno dopo il 3-3 con il Deruta, si è fatta imporre il pari anche dalla Voluntas Spoleto. Un pareggio che lascia tanta frustrazione e amaro in bocca in tutto l’ambiente gialloblù che ha visto gettare al vento l’ennesima possibilità di rifarsi sotto alle primissime posizioni della classi�ca. Questo, nonostante, virtù dei risultati delle altre, i gialloblù abbiano guadagnato un

punticino sulla zona play-off. Analizzando il match, dalla gara con lo Spoleto è emerso ancora una volta inconfutabile il fatto che questa squadra non sia in grado di gestire il proprio vantaggio. Dimostrazione ne sono i risultati delle ultime tre gare esclusa Sansovino. A Civita Castellana infatti i gialloblù erano avanti 2-0 e, complice l’uomo in meno, si sono fatti recuperare, con il Deruta, dopo una rimonta pazzesca e con l’uomo in più, è arrivato ancora un pari e domenica scorsa ancora in vantaggio e ancora una rimonta. Problemi di concentrazione? La squadra si abbassa troppo

SERIE D GIRONE E - 20ª GIORNATA PONTEVECCHIO -PIANESE

2-3

CASTEL RIGONE - SANSEPOLCRO

2-2

ZAGAROLO- PONTEDERA

1-4

ATLETICO AREZZO - DERUTA

2-0

PIERANTONIO - GROUP. CASTIDAS

4-1

TRESTINA - SANSOVINO

3-0

SPORTING TERNI - FLAMINIA CIVITA C.

1-3

VITERBESE- VOLUNTAS SPOLETO

1-1

TODI- ORVIETANA

0-0

Foto Andrea Di Palermo

L’esultanza della Voluntas Spoleto dopo il gol del pari dopo il gol? Probabilmente un po’ e un po’. Fatto sta che diventa dif�cile pensare di raggiungere una buona classi�ca quando in casa si vince raramente e quando si prende quasi sempre gol. A questo vanno aggiunte le scelte tecnico-tattiche di mister Conticchio che, almeno a noi, lasciano un po’ perplessi. E’ vero infatti che la formazione iniziale e i cambi molto spesso sono condizionati dagli under ma quello che ci lascia un po’ interdetti è il perché, quando il

punteggio è di parità, il tecnico non decida di osare qualcosa in più magari inserendo la 3^ o 4^ punta. Anche perché alla �ne, un pari equivale quasi ad una scon�tta. In più, sostituire due volte di seguito, quando si è sul punteggio di parità, il capocannoniere del torneo, ci sembra un controsenso essendo poi Majella il classico bomber capace, quando meno te lo aspetti, di tirare fuori dal cilindro il colpo risolutore. Al contrario un’ impresa

dal sapore dolcissimo quella messa a segno dalla Flaminia. Una partita sulla carta dif�cilissima, cominciata nel peggiore dei modi e terminata invece tra gli applausi del pubblico avversario. A sancire la Domenica d’oro per la squadra di Roberto Ciappici ci ha pensato il baby Taverna che, a dispetto della sua giovane età, appena diciotto anni, ha messo al tappeto lo Sporting Terni con una pregevole doppietta, �rmando prima il pareggio e poi chiudendo il clamoroso 1-3. Nel mezzo tanta Flaminia ed un eurogol di Scardini che, in acrobazia ha depositato in rete uno splendido assist a mezza altezza di Piva. E dire che lo Sporting Terni era andato in vantaggio al 16’ con Tramontano, una macatura che avrebbe stroncato la resistenza di molte avversarie e che invece ha scatenato l’effetto contrario. Come con la Viterbese, la Flaminia ha tirato fuori le unghie e, messasi il coltello tra i denti, ha dato l’assalto alla porta di Paulucci, guidata dal navigato Rosolino Puccica. Un colpo esterno dal valore doppio, che �nalmente ridona credito ad una classi�ca in de-

SERIE D - GIRONE E PONTEDERA

43

AREZZO

39

SPORTING TERNI

33

PONTEVECCHIO

30

CASTEL RIGONE

30

PIANESE

30

VITERBESE

28

SPOLETO

28

DERUTA

27

PIERANTONIO

26

ORVIETANA

25

TRESTINA

24

SANSOVINO

24

FLAMINIA

22

GROUP.CASTIDAS

21

SANSEPOLCRO

19

TODI

19

ZAGAROLO

16

�cit e che premia un lavoro di gruppo troppe volte falcidiato dalla jella più nera o da qualche arbitro non all’altezza. Con questa grinta la salvezza diventerà matematica.

ECCELLENZA E PROMOZIONE - La ventesima giornata tra successi e polemiche

Ridono Monterosi e Vigor Acquapendente Sconfitta amara per il Montefiascone, Corneto ‘rosso’ di rabbia. Colpo Pianoscarano La formazione del Real Monterosi vittorioso domenica

C

ome di consueto ecco una panoramica approfondita della ventesima giornata dei campionati di Eccellenza e Promozione. Mantenendo i gradi di importanza passiamo in Eccellenza dove la palma della migliore passa al Monterosi di Lauretti che con una prestazione da urlo scaccia gli incubi delle passate domeniche rilanciandosi per un eventuale sprint per rag-

giungere i piani alti della classi�ca. Una prestazione gagliarda che riconcilia la squadra col proprio pubblico. Gli arte�ci della vittoria, neanche a dirlo, sono stati i gioielli di casa ossia Italiano, che ha aperto le marcature, Di Ludovico, che ha sancito il sorpasso dopo il momentaneo pareggio del Fiumicino, e Maestà, che ha sancito il successo dei biancorossi. Il Monterosi sale così a quota ventotto,

ECCELLENZA GIRONE A - 20ª GIORNATA

uno in più dei cugini del Monte�ascone, a sole cinque lunghezze dal Rieti terzo in classi�ca. Il Monte�ascone invece conferma il mal di trasferta con un’altra immeritata scon�tta. Per la formazione di Daniele Antolovic non è stata suf�ciente la verve del trio Grimaldi, Sera�ni, Buoncompagni, anche perchè la sfortuna ha nuovamente messo lo zampino nella domenica dei falischi. Sullo 0-0 infatti solo il palo ha negato il vantaggio dei gialloverdi ad opera di Sera�ni. Nel mezzo tante buone occasio-

ni, sempre con Sera�ni ed il bomber Buoncompagni. A metà ripresa puntuale è giunto il vantaggio del Guidonia per di più �glio di una conclusione da cineteca. Un colpo da biliardo, il classico tiro della Domenica, tanto per rendere più amara la scon�tta �nale per 1-0. L’altra portabandiera, il Corneto Tarquinia, ha dovuto cedere il passo al più quotato e lanciato Rieti. I vincitori della Coppa Italia d’Eccellenza hanno indossato i panni dei corsari col parziale �nale di 0-2. Un risultato giusto dato lo strapotere reatino tuttavia aggravato da una prova imbarazzante del direttore di gara Pavia di Roma 1 che nei minuti �nali, col risulato ormai delineato ha sventolato tre cartellini rossi, uno per il Rieti e due (Gravina e Giorgi) per il Corneto. Passando in Promozione, il big match della giornata

PROMOZIONE GIRONE A - 20ª GIORNATA

CECCHINA - VILLANOVA

1-0

ANGUILLARA - CASALOTTI

2-0

CORNETO TARQUINIA - RIETI

0-2

CANEPINA - FREGENE

1-3

DIANA NEMI - FONTENUOVESE

3-1

C. FOGLIANESE - LA STORTA

1-3

GIADA MACCARESE - ALBALONGA

1-1

FOCENE - CANINESE

1-0

GUIDONIA - MONTEFIASCONE

1-0

FUTBOL CLUB - BRACCIANO

1-0

LA SABINA - PISONIANO

0-3

OLIMPIA - CITTA’ DI CERVETERI

1-0

OSTIA MARE - REAL POMEZIA

3-2

SANTA MARINELLA - MONTEVERDE

1-1

REAL MONTEROSI - FIUMICINO

3-1

TOLFA - PIANOSCARANO

1-3

TOR SAPIENZA - LADISPOLI

0-1

VIGOR ACQUAPENDENTE - ISCHIA DI CASTRO

2-0

ECCELLENZA - GIRONE A

PROMOZIONE GIRONE A

PISONIANO

44

GRIFONE MONTEVERDE

39

OSTIA MARE

43

FREGENE

39

RIETI

33

V. ACQUAPENDENTE

38

ALBALONGA

32

CANINESE

35

TOR SAPIENZA

31

PIANOSCARANO

35

CECCHINA

30

FOCENE CALCIO

32

VILLANOVA

29

ISCHIA DI CASTRO

31

REAL POMEZIA

28

CASALOTTI

29

REAL MONTEROSI

28

OLIMPIA

28

MONTEFIASCONE

27

LA STORTA

26

FONTENUOVESE

27

ANGUILLARA

25

LADISPOLI

26

SANTA MARINELLA

25

CORNETO

22

BRACCIANO

24

DIANA NEMI

21

TOLFA

24

FIUMICINI

21

FUTBOLCLUB

24

GUIDONIA

20

CERVETERI

21

MACCARESE

16

FOGLIANESE

12

LA SABINA

10

CANEPINA

8

tra Ischia di Castro e Vigor Acquapendente termina col successo della Vigor che con i tre punti riprende la marcia verso la vetta della classi�ca, ora distante solo un punto. La Foglianese nulla può contro il La Storta che passa per 1-3 senza dannarsi troppo l’anima. Occasione persa, o quanto men rimandata per avvicinarsi alla vetta, per la Caninese che deve arrendersi di

fronte al Focene col parziale �nale di 1-0. Chi sorride è invece il Pianoscarano di mister Baggiani che, dopo aver ri�lato tre reti in rimonta alla Vigor Acquapendente, si ripete in quel di Tolfa dove, grazie alle reti di Mandro (doppietta per lui) e Carabei, passa col risultato �nale di 1-3. Agganciata la Caninese a quota 35 ora la vetta dista solo quattro lunghezze.


sport

21

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Martedì 24 Gennaio 2012

� �

CALCIO

Frena il San Lorenzo, vola la Castrense Gol e spettacolo a Graffignano mentre la Sorianese blinda il secondo posto

I

l punto sui campionati di Prima e Seconda Categoria dopo la prima giornata di ritorno.

PRIMA CATEGORIA GIRONE A Tutto nel segno dei pronostici per le prime due della classe. Continua l’incredibile volo della Castrense di patron Vincenzo Camilli che inizia il girone di ritorno così come aveva chiuso quello d’andata regolando in casa con un netto 3 a 0 il Ronciglione (doppietta di Pacenza e rete di Cascianelli). Per la capolista il salto in Promozione sembra ormai un dettaglio legato solamente al tempo. Un passo avanti lo compie la Sorianese che battendo con un risultato all’inglese (2 a 0 entrambe

le reti nella seconda metà di gioco di Pompei e Pecci) il Blera forti�ca la seconda piazza e stacca la Virtus Bolsena di 6 punti (scon�tto da un coriaceo Vasanello) che potrebbero essere quindi facilmente gestiti �no alla �ne del torneo. Della scon�tta dei lacustri non ne appro�tta il Capranica fermato sul pari a reti inviolate dalla Falisca. Il Latera grazie alla rete messa a segno da Poscia appro�tta della scon�tta del Blera per agganciarla in classi�ca. Bagarre in zona retrocessione dove Monte Romano e Tuscania non riescono ad andare oltre uno striminzito 1 a 1 che consente al Vignanello di agganciare i tirrenici grazie alla rete messa a segno da Giovanale al 27’ del secondo tempo e che ha vendicato la partita d’andata con

1ª CATEGORIA GIRONE A - 16ª GIORNATA

Buon momento del Ronciglione in 2ª mentre in 1ª vola un grande Valentano vinto il match non ci sarebbe stato nulla da ridire. Le reti sono state per la Virtus Marta di Hoxha per il San Lorenzo di Grossi. Bella vittoria del Valentano che va a vincere sul capo di Vetralla grazie ad una punizione di Biagini messa a segno a dieci minuti dalla �ne dell’incontro. Continua il momento positivo del Civitella d’Agliano che grazie ad una rete di Primi regola il Celleno

senza soffrire più di tanto. Pari tra Etrusca e Pilastro ma è la squadra di casa a recriminare per aver fallito una grande occasione dagli undici metri. Un rigore calciato non bene da Di Pietro o prodezza di Andreola non cambia. Occhiali �no al novantesimo. A Graf�gnano è andata invece la partita più spettacolare della giornata con ben sei gol messi a segno (tre per parte). La 2001 Tuscia ha lottato �no alla �ne per vincere l’incontro ed è sempre stata ripresa dai padroni di casa ed è riuscita a portarsi via un punto più che meritato visto che alla �ne il Graf�gnano ha avuto la palla per chiudere l’incontro. Da sottolineare la splendida doppietta di Latini. Intanto il Bagnaia grazie al rigore messo a segno da Varletta vince

2ª CATEGORIA GIRONE B - 16ª GIORNATA

2ª CATEGORIA GIRONE A - 16ª GIORNATA

BLERA - NUOVA SORIANESE

0-2

BARCO MURIALDINA - FARNESE

0-2

BASSANO ROMANO - REAL COLLEVECCHIO

0-0

CAPRANICA - POL. FALISCA

0-0

CIVITELLA D’AGLIANO - CELLENO

1-0

FORANO - CALCIO SUTRI

3-0

CASTRENSE - CIMINA RONCIGLIONE

3-0

ETRUSCA - VIRTUS PILASTRO

0-0

MAGLIANESE - VIC FORMELLO

2-0

LATERA - DORIA SAN MARTINO

1-0

GRAFFIGNANO - 2001 TUSCIA

3-3

REAL CAPRAROLA - FABRICA CALCIO

0-0

MONTALTO - VIRTUS CIMINI

2-2

N. BAGNAIA - N. PESCIA ROMANA

1-0

RONCIGLIONE UNITED - A. MORLUPO

4-0

TUSCANIA - MONTE ROMANO

1-1

REAL GRADOLESE - QUERCIAIOLA

1-0

SABAZIA - CASPERIA

4-4

VALLERANESE - VIGNANELLO

0-1

VETRALLA 1928 - VALENTANO

0-1

SORATTE - P. C. ANGUILLARA

0-3

VASANELLO - VIRTUS BOLSENA

3-1

VIRTUS MARTA - SAN LORENZO NUOVO

3-1

STIMIGLIANO - VEJANESE

3-0

di misura con il Pescia Romana. Partita sempre dominata dai bagnaioli che hanno sciupato diverse

occasioni sotto porta. Bella vittoria fuori casa per il Farnese che grazie alle reti messe a segno da Consalvi

1ª CATEGORIA GIRONE D - 16ª GIORNATA

1ª Categoria girone A CASTRENSE

46

NUOVA SORIANESE

34

VIRTUS BOLSENA

28

CAPRANICA

25

BLERA

24

LATERA

24

MONTALTO DI CASTRO

23

CIMINA RONCIGLIONE

21

POL. FALISCA

21

TUSCANIA

20

DORIA SAN MARTINO

19

VALLERANESE

17

MONTE ROMANO

15

VIGNANELLO

15

VASANELLO

12

VIRTUS CIMINI

8

la Valleranese. . Il Vasanello ritrova coraggio con l’indiscutibile 3 a 1 sul Bolsena e spera mentre la Virtus Cimini sciupa una grande occasione facendosi rimontare per ben due volte dal Montalto. PRIMA CATEGORIA GIRONE D Quando il Nepi meriterebbe gloria in campo sono gli arbitri ad “aggiustare” la partita. Le scuse dell’arbitro ai dirigenti nepesini per lo scandaloso rigore concesso ai padroni di casa suona quasi come una beffa. La giacchetta nera di Cesarini da Civitavecchia avrebbe bisogno di un bel lavaggio da parte degli organi federali ma a quanto pare le cronache raccontano di pericolosi accerchiamenti, spinti e minacce che lo stesso avrebbe subito al termine della prima frazione di gioco. Fatto Sta che il Nepi ha fatto ritorno a casa con uno zero da aggiungere in classi�ca. SECONDA CATEGORIA GIRONE A Brutta frenata della capolista San Lorenzo Nuovo che impatta sul campo del Marta per 1 a 1 ma che deve anche ringraziare la buona stella visto che se i lacustri avessero

CANALE MONTERANO - FORTITUDO NEPI

2-1

CESANO - OTTAVIA

0-0

FIANO ROMANO - PRO ROMA

4-2

FORTITUDO ROMA - CAMPAGNANO

1-0

REAL PORTUENSE - CAPENA

1-1

RIGNANO SORATTE - CASAL BARRIERA

2-0

ROMULEA - TREVIGNANO

3-0

SACROFANO - CASTELNUOVESE

3-1

1ª Categoria girone D

2ª Categoria girone A

REAL PORTUENSE

34

SAN LORENZO N.

43

FIANO ROMANO

33

VALENTANO

36

CAPENA

31

CIVITELLA D’AGLIANO

32

FORTITUDO ROMA

31

VIRTUS PILASTRO

28

TREVIGNANO

27

NUOVA BAGNAIA

27

ROMULEA

25

2001 TUSCIA

26

RIGNANOSORATTE

24

FARNESE

25

SACROFANO

24

REAL GRADOLESE

22

CANALE MONTERANO

22

VETRALLA 1928

20

CAMPAGNANO

21

VIRTUS MARTA

18

CASAL BARRIERA

21

GRAFFIGNANO

18

OTTAVIA

20

N. PESCIA ROMANA

14

CASTELNUOVESE

19

QUERCIAIOLA

14

PRO ROMA

15

CELLENO

11

CESANO

7

ETRUSCA

10

FORTITUDO NEPI

6

BARCO MURIALDINA

7

e Matamba si portano via i 3 punti dal campo della Barcomurialdina. Esordio amaro in panchina per Anania neo tecnico della Querciaiola. La Gradolese con un gol si gusta la seconda vittoria consecutiva. Sempre più lanciato il Ronciglione United che ri�la un secco 4 a 0 all’Atletico Morlupo. Doppietta del solito bomber Sergio Oliva poi Menichini su calcio di rigore e Rossini a chiudere il conto. Pari a reti inviolate tra Bassano Romano e Collevecchio ma sono i padroni di casa a recriminare per le troppe occasioni sciupate. Stessa sorte per Real Caprarola e Fabrica che hanno giocato una buona partita ma avare di spunti e di occasioni. SECONDA CATEGORIA GIRONE B La prima di ritorno segna per le formazioni viterbesi due pesanti scon�tte ed identiche per il punteggio. Il Calcio Sutri rimedia un pesante 3 a 0 ad opera del Forano e a �ne gara mister Marchetti sembrava davvero molto contrariato. Anche la Vejanese ha rimediato un 3 a 0 ma l’attenuante è quella di aver giocato in caso della prima in classi�ca e cioè dello Stimigliano.

2ª Categoria girone B STIMIGLIANO

40

RONCIGLIONE UNITED

37

REAL COLLEVECCHIO

31

VEJANESE

29

FABRICA CALCIO

28

SABAZIA

28

MAGLIANESE

25

CALCIO SUTRI

24

P.C. ANGUILLARA

19

FORANO

19

BASSANO ROMANO

17

CASPERIA

15

VIC FORMELLO

14

SORATTE

12

MORLUPO

11

REAL CAPRAROLA

9


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

23

SPORT

Martedì 24 Gennaio 2012

BASEBALL

Al via la preparazione atletica dei Rams Viterbo La strada per raggiungere l’obiettivo vittoria: puntare sui giovani, migliorare i ragazzi e perfezionare la prima squadra di Viviana TARTAGLINI

I

“Rams Viterbo” riprendono l’attività per preparare la nuova stagione agonistica. Tutte le squadre della società di baseball viterbese, cara al presidente Franco Bastianelli, sono già al lavoro in palestra in vista dei prossimi impegni sul campo. Sono tre le compagini dei Rams che scenderanno in campo quest’anno con un occhio particolare alla crescita dei numerosi giovani del vivaio. La squadra “Ragazzi” si sta allenando agli ordini del manager Raffaele Gentili e del

tecnico Alessandro Bertollini. Numerose le nuove leve che si sono avvicinate al baseball quest’anno e che af�ancheranno i “piccoli veterani” in un gruppo che supera le venti unità. L’esordio agonistico per loro sarà il classico “Torneo Invernale” che si terrà nella palestra del CUS Viterbo a febbraio prossimo. Gli “Allievi” guidati dal manager Livio Quatrini e dal coach Claudio Sireci, si preparano per migliorare quanto di buono già ottenuto e mostrato lo scorso anno. Un percorso di crescita �sica e tecnica che li porterà nel giro

I manager, i tecnici e gli atleti di tutte le categorie iniziano gli allenamenti di pochi anni a far parte della prima squadra e, chissà, a calcare le orme di talenti formati dai tecnici della Rams di rara qualità quali Andrea Sgnaolin e Alessandro Vaglio ex compagni nella squadra del BBC Grosseto. Proprio Alessandro Vaglio quest’anno è approdato alla FORTITUDO Bologna, una delle società più titolate del baseball italiano, che dalle sue qualità si aspetta molto per la corsa allo scudetto. Voglia di fare e impegno dimostrano i ragazzi che sono stati quest’anno promossi in “Prima Squadra”. Il campionato di serie B è impegnativo, ma la dirigenza dei Rams ha deciso di inserire il nucleo di giovani che lo scorso anno ha disputato il campionato di serie C con il nome di “Black Hawks” e che quest’anno completeranno il

I “Ragazzi” con il manager Raffaele Gentili e il coach Alessandro Bertollini roster in un mix di entusiasmo energia ed esperienza, sotto la guida del manager Alberto Massini e del pitching coach Claudio Vaglio, coadiuvati da Luca Petrini e Mauro Quatrini. Ai tecnici il compito di valorizzare le loro qualità attraverso un intenso lavoro

Gli “Allievi” con il manager Livio Quatrini e il coach Claudio Sireci

Nelle foto qui sopra e in alto a sinistra momenti degli allenamenti dei “Ragazzi”

settimanale da qui alla �ne della stagione. Rimane da sciogliere il nodo dello sponsor che af�ancherà la Prima Squadra. Molti contatti ma ancora niente di concreto, mentre sarà confermato l’abbinamento con “Stella Carni” per il settore giovanile.

Linea verde quindi, attenzione alla crescita dei giovani atleti per rinnovare i successi che hanno contribuito a dar lustro alla nostra città attraverso uno sport che pur sembrando ai più e alle amministrazioni di minor rilevanza, è in realtà seguito da molti appassionati. Buon lavoro ai Rams.

La “Prima Squadra” con il coach Claudio Vaglio

Alessandro Vaglio che si prepare per la prossima stagione


L'Opinione di Viterbo - 24 Gennaio 2012  

L'Opinione di Viterbo - 24 Gennaio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you