Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

DOMENICA 20 MAGGIO 2012 ���������������������

Anno III N. 112 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

Caso Itet, Lega Federalista ribadisce il proprio no al progetto Servizio

Cronaca

Attualità

Renata Polverini a spasso per la città tra roboanti motori e fiori colorati

L’operazione della GdF “Piano Controllato” porta al sequestro di 3000 capi contraffatti

di Viviana Tartaglini

Servizio

a pagina 4

a pagina 5

a pagina 3

La Procura ha aperto un fascicolo contro il consigliere comunale di Viterchiano amico di Battistoni

Baglioni, uno stalker di professione Chissà se la dottoressa Paola Conti ha già provveduto a far sequestrare computer e telefonini al mitico Massimiliano Baglioni. Il consigliere comunale di Viterchiano era già salito alla ribalta delle cronache locali quando, i carabinieri e dalla polizia di Tarquinia, lo denunciarono insieme alla moglie perché �lmati mentre facevano bisogni corporali, liquidi e solidi, sulla soglia di casa dei loro vicini. Una denuncia per stalking che però non l’aveva affatto fermato. Adesso però l’inchiesta ha subito uno scossone e sono stati dodici i fascicoli riuniti. Uno per ogni persona che lo ha denunciato all’autorità giudiziaria lamentando la persecuzione di quest’uomo. Le persone in questione sono già state ascoltate dagli agenti della polizia giudiziaria della Procura di Viterbo e nei prossimi giorni si prevedono nuovi sviluppi.

SIT IN DOPO L’ATTENTATO

VETRALLA

I politici in piazza del Comune “Numeri Civici “Siamo tutti brindisini” così non va”

Servizio

L’attentato all’Istituto Professionale “Morvillo Falcone” di Brindisi costato la vita alla 16enne Melissa Bassi scuote l’Italia. Ieri alle 18 in numerose piazze autorità, politici e cittadini hanno manifestato la propria solidarietà. Anche a Viterbo in piazza del Comune il sindaco Marini e le altre forze politiche hanno condannato il vile gesto: “La reazione del popolo deve essere granitica”.

Servizio

a pagina 9

CIVITA CASTELLANA

Ortopedia, Angelleli scrive a Pipino Servizio a pagina 9

TARQUINIA

Servizio a pagina 4

a pagina 3

Presentata la nuova Campi transgenici illegali all’Università della Tuscia Giunta comunale CRONACA

Campi di piante modi�cate senza la necessaria autorizzazione. É questa la denuncia fatta dalla Fondazione Diritti Genetici all’indirizzo dell’Università della Tuscia che da diversi anni sta conducendo una ricerca su kiwi, ciliegi, ulivi e pomodori modi�cati geneticamente. Ebbene l’ultima richiesta di rinnovo dell’autorizzazione, datata 2008, non è stata accolta per impossibilità di rispettare la normativa introdotta nel 2007 dal Regolamento Regionale che prevede il con�namento dei campi. I campi vanno boni�cati, ma prima di farlo la Fondazione propone una soluzione intelligente.

di Daniele Girardi a pagina 10

MONTEFIASCONE

Singolare protesta in via delle Cannelle di Emanuele Faraglia a pagina 2

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

C

Calcio Al Valentano il campionato di Seconda Servizio a pagina 14

Promozione Ed è bagarre per il terzo posto finale

Calcio giovani l trionfo del Pianoscarano classe 1996

Servizio a pagina 13

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 15

di Michele Mari a pagina 7


cronaca

2

Viterbo & AltoLazio

Domenica 20 Maggio 2012

La denuncia arriva dalla Fondazione Diritti Genetici: l’Università della Tuscia sta coltivando campi sperimentali di ciliegi, kiwi ed altre piante modificate geneticamente in violazione del previsto Regolamento Regionale. La situazione di illegalità dura dal 2008. I campi vanno bonificati, ma prima...

La richiesta di estensione della ricerca è stata respinta per impossibilità di rispettare il confinamento dei campi

Campi transgenici illegali all’Unitus

di EMANUELE FARAGLIA

L

a Fondazione Diritti Genetici ha denunciato ai Ministri dell’Ambiente e dell’Agricoltura e alla Polverini la situazione di illegalità dei campi transgenici creati dall’Università della Tuscia. Intere piantagioni sperimentali di kiwi, ciliegi e olivi transgenici senza la necessaria autorizzazione. Questa infatti, richiesta nel 1998, è scaduta nel 2008 come ricorda il Presidente della Fondazione Mario Capanna nella lettera inviata ai Ministeri, alla Regione e alle altre autorità competenti: “La sperimentazione in questione era stata autorizzata per dieci anni a partire dal 1998 e la richiesta di estensione della ricerca, presentata dal Prof. Eddo Rugini nel 2009, è stata respinta per impossibilità di ottemperare alla normativa vigente

in merito al con�namento dei campi transgenici. Questo ha spinto l’Autorità Nazionale Competente (ANC) nel marzo del 2010 a formalizzare all’Università della Tuscia la richiesta di dismissione dei campi sperimentali. Nonostante ciò, nell’aprile del 2012, la Fondazione Diritti Genetici ha documentato la permanenza in campo delle piante oggetto di sperimentazione che risultavano, peraltro, prive di protezioni atte ad impedire la diffusione del polline dei ciliegi già in �ore. Non sfuggirà alle SS.VV. che il procrastinarsi di tale situazione pone seri rischi di contaminazione genica di varietà tradizionali di ciliegio ed olivo che abbondano nella zona immediatamente a ridosso dell’azienda universitaria”. Una denuncia pesante, tanto più in una materia così delicata e che coinvolge direttamente

la cittadinanza con tutte le conseguenze da veri�care delle possibili contaminazioni tra piante naturali e piante geneticamente modi�cate. É bene ricordare che l’ispezione dei campi effettuata subito dopo il rigetto del rinnovo dell’autorizzazione nel 2010 rilevò il rispetto delle condizioni previste dalle noti�che e nelle prescrizioni ministeriali per ciò che riguarda il rischio per la salute umana e l’ambiente derivante dal rilascio all’aperto di piante GM. Ciò non toglie che la normativa, in particolare il Regolamento Regionale 15 / 2007, vada rispettata ed in questo caso la situazione di illegalità è palese: basti ricordare che addirittura l’articolo 2 del suddetto regolamento prevede, tra l’altro, che le sperimentazioni avvengano in strutture chiuse dotate di pavimento e tetto, in

grado di contenere il polline ed evitare il contatto con insetti pronubi provenienti dell’esterno. In questo caso mancano per�no le recinzioni. I campi insomma vanno distrutti, ma prima, propone la Fondazione che ha lanciato l’allarme, perché non effettuare delle ricerche? “Prima di procedere alla dismissione del campo e previa apposizione di reti di protezione dei frutti sui ciliegi, si propone di acquisire i dati ed i campioni necessari a svolgere indagini” scrive il presidente Campana. “Al momento - prosegue il documento - non risulta che siano state prodotte pubblicazioni scienti�che sulle prove effettuate e le uniche informazioni disponibili circa gli esiti della sperimentazione sembrerebbero essere quelle contenute nella relazione presentata dal Prof. Rugini alla Commissione interministeriale di valutazione (CIV) e da quest’ultima giudicata inadeguata per giusti�care un’ulteriore estensione della sperimentazione. A partire quindi dal parere espresso dalla CIV nel marzo 2010, e dalla successiva disposizione dell’ANC, la prosecuzione della sperimentazione è de�nitivamente fuori legge. Le negligenze e le responsabilità che hanno determinato lo stato di illegalità in cui versano i campi sperimentali dell’Università della Tuscia ricadono in prima istanza sul titolare dell’autorizzazione della sperimenta-

Ciliegi modificati di minore altezza nel campo sperimentale della Tuscia

zione, il Prof. Rugini che ha omesso di dare seguito ad una formale richiesta da parte dell’autorità nazionale competente del 2010. In seconda istanza sull’Autorità Regionale Competente dell’Assessorato all’Agricoltura del Lazio che, a conoscenza della notifica dell’ANC, avrebbe dovuto vigilare affinché le disposizioni di distruzione del campo venissero realmente applicate. In�ne non risulta che l’ANC abbia predisposto azioni di veri�ca dell’avvenuta dismissione dei campi disposta con l’atto inviato all’Università della Tuscia nel marzo del 2010. La mancata appli-

cazione tempestiva del provvedimento di dismissione dei campi ha determinato un rischio aggiuntivo di contaminazione per rilascio del polline di tre �oriture (2010, 2011 e 2012 almeno per il ciliegio). È evidente che questa condizione non puo’ che essere sanata garantendo l’applicazione di quanto disposto dall’ ANC, ovvero la dismissione dei campi”. Vedremo nei prossimi giorni quali azioni intraprenderanno l’Università della Tuscia, ma soprattutto i Ministeri e la Regione Lazio.

Le sperimentazioni della Facoltà di Agraria


Domenica 20 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

Viterbo e provincia nell’occhio del mirino della Guardia di Finanza Attività di monitoraggio e già un sequestro di 3000 capi contraffatti P

rimo sequestro di circa tremila pezzi contraffatti tra etichette e capi di abbigliamento delle piu’ note marche in commercio nell’ambito del “Piano Coordinato di controllo economico del territorio” che interessa varie aree della città di Viterbo e del suo hinterland messo in atto dai militari del Comando Provinciale. Centoventi i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Viterbo impegnati nell’operazione. Diverse pattuglie di �nanzieri stanno eseguendo una serie di controlli volti al contrasto ed alla prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita

di merci contraffatte. Altre pattuglie invece sono impegnate nel controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute �scali. Obiettivo del “Piano Coordinato” non solo quello di tutelare gli operatori economici regolari dalla concorrenza illecita degli abusivi e dal commercio di merci fuori norma, ma anche evitare che gli esercenti che rispettano gli obblighi di emissione dei documenti �scali �niscano con il risultare svantaggiati rispetto ai loro concorrenti che violano le norme tributarie. Operazioni del genere si inquadrano nella prospettiva di utilizzare i dati acquisiti sul campo per integrare e attualizzare

le attività di monitoraggio ed analisi del tessuto economico �nanziario in modo da creare una “mappatura del territorio” che permettera’ di fare un’approfondita attività di indagine verso i soggetti nei cui confronti emergono signi�cativi indizi di comportamenti illeciti e di “infedeltà �scale”.

Il politico di Vitorchiano vicino a Battistoni denunciato da dodici persone. Il caso nelle mani del Pm Paola Conti

Baglioni, uno stalker da record C

ome non ricordare Massimiliano Baglioni (nella foto). Il consigliere comunale di Viterchiano, amico di partito e corrente di Battistoni dal qualke incassa sempre solidarietà? Sì, quel consigliere comunale che, insieme alla moglie, furono pizzicati ad urinare e defecare nella porta dei vicini e denunciati per stalking e molestie. Sempre quello che un giorno sì e quell’altro pure si denuncia con Andrea Marcosano e con Gianpaolo Arieti. Ebbene, la Procura di Viterbo ha aperto un maxi fascicolo sul suo conto e af�dato le indagini al pubblico ministero Paola Conti. Ben dodici sarebbe le persone vittime dello stalker di Vitorchiano. Persone anziane ma anche giovani. L’uomo è stato più volte denunciato e sembra che sia in possesso di �lmati di ogni genere a casa sua. Pedinamenti, appostamenti, che avrebbe fatto nell’intento di dimostrare chissà cosa e soprattutto a chi!

Nel mirino di Baglioni, tra i più �dati collaboratori del consigliere regionale Francesco Battistoni, ci sarebbe

anche una coppia di anziani che dopo anni di angherie si è vista costretta a vendere la propria casa per poter vivere

senza la paura di “agguati” o di pestare qualcosa che il corpulento uomo o la sua deliziosa consorte usano spesso lasciare difronte all’uscio dei malcapitati. Decine e decine le persone ascoltate in Procura e tutte accumunate dallo stesso incubo chiamato Massimiliano Baglioni. Recentemente poi, durante un infervorato incontro tra Baglioni e Marcosano dovettero intervenire i carabinieri. Il primo accusò il secondo di averlo picchiato (vista la stazza di Baglioni e quella di Marcosano la cosa apparve subito poco credibile). Il secondo invece di essere vittima costante di stalking da parte di Baglioni. Insomma una situazione dif�cile e molte delle dodici persone chiamate in Procura si sono dette spaventate, preoccupate dagli atteggiamenti di questo signore che in più di una circostanza è sembrato essere anche pericoloso. Certo sarebbe davvero interessante scoprire i contenuti dei �lmati e delle registrazioni fatte da Baglioni. Chissà se...

DEGRADO CITTADINO - Tombolella de La Destra propone una soluzione TARQUINIA Vìola le misure cautelari Rintracciato e arrestato

I

carabinieri di tarquinia, guidati dal luogotenente Girelli, su disposizione del Tribunale di sorveglianza di Roma, hanno rintracciato e proceduto all’arresto di un 38enne, residente a roma, ma da qualche giorno domiciliato nella città etrusca. Questi, già af�dato in prova ai servizi sociali, non ha ottemperato agli obblighi impostigli e pertanto, son così venuti meno i bene�ci di legge precedentemente concessi. Per il giovane, con una grave condanna ancora da scontare per rapina e cessione di stupefacenti, si sono così riaperte le porte del carcere di Civitavecchia.

“Alle fontane di Viterbo ci pensiamo noi” “

Fa piacere leggere che i nostri concittadini controllino, come noi, lo stato di manutenzione dei nostri monumenti. Riporto all’attenzione della stampa un intervento che feci la settimana scorsa: Viterbo un tempo detta “la città delle belle donne e delle belle fontane” è rimasta solo la Città delle belle donne! Non credo sia opportuno fare una polemica sterile sul perché le fontane viterbesi non vengono pulite. Non voglio sentirmi rispondere, per l’ennesima volta, non ci sono i soldi, non c’è personale, oppure qualche altra corbelleria del genere. Voglio troppo bene alla mia città per farmi tirare sul terreno della polemica che non porta a nulla! Ovviamente sono dispiaciuto nel vedere tanto degrado ed è per questo che credo sia giusto, per un viterbese doc come me, chiedere all’Amministrazione Comunale di autorizzarci a pulirle da soli le nostre magni�che fontane. Nessuna scusa può essere ac-

campata, nessuna azione illegale verrebbe fatta. Se non si riescono a tenere puliti i nostri monumenti perché chi di dovere è impegnato in altre cose, non c’è problema perché in questi casi la coscienza civica di ognuno di noi e de La Destra può sopperire alle lacune altrui. Chiediamo solo l’autorizzazione, non altro, non soldi, sono poltrone, solo un’autorizzazione a pulire la nostra Città. Non ci vorremmo trovare ad essere denunciati per aver pulito le fontane, quindi chiediamo. E chiediamo con insistenza, con tenacia e con la �erezza di essere viterbesi doc. Attendiamo �duciosi uno scritto con il quale ci diano il via, in difetto di ciò andremo in consiglio comunale e lo chiederemo ai consiglieri, se non otterremo risposta scenderemo in piazza. Noi non ci fermeremo, teniamo troppo alla nostra Città per mollare, teniamo troppo ai nostri monumenti per lasciarli nel degrado. Ci diano l’ok e ci penseremo da soli a risollevare e ripulire Viterbo!

Montefiascone, tre arresti per detenzione e spaccio ono stati arrestati tre ragazSvent’anni, zi di Monte�ascone di circa per detenzione ai �ni di spaccio. I carabinieri di Monte�ascone coordinati dal luogotenente Lauretti, li tenevano sotto controllo da un po’ di tempo e nel pomeriggio di venerdì scorso sulla Strada Teverina hanno proceduto con l’arresto. Ora i tre sono a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Tante le questioni ‘esplose’ insieme all’ordigno consegnato a Equitalia È

successo giovedì notte e gli abitanti del quartiere viterbese Cappuccini lo ricordano e lo ricorderanno bene per molto tempo. Un ordigno rudimentale, quasi certamente di produzione artigianale, è stato fatto esplodere davanti all’ingresso della sede di Equitalia in via Montesacro. Non ci sono stati danni alle persone, anche perché a quell’ora, intorno a mezzanotte e mezza, gli uf�ci erano chiusi. La de�agrazione ha invece leggermente danneggiato il portone. Sono in corso indagini da parte della Digos per risalire agli autori del gesto. Per il momento gli investigatori mantengono il massimo riserbo. Sono stati gli abitanti della zona, che hanno sentito il botto, a chiamare il 113. Alcune volanti della Digos e dell’Uf�cio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura sono quindi arrivate sul posto insieme al personale della Digos, che ha avviato le indagini del caso e sequestrato le parti rimanenti dell’ordigno. Intanto sono sotto osservazione i �lmati delle telecamere, installate da qualche giorno. Data la potenza dell’esplosivo, piuttosto ridotta, al momento si pensa a un atto intimidatorio. Venerdì mattina è giunto a Viterbo l’amministratore delegato di Equitalia per portare solidarietà ai dipendenti, decisamente scossi. Questo fatto, come quello della telefonata minatoria che un uomo anziano fece all’Agenzia delle Entrate di Viterbo non più di due settimane fà, dichiarando che avrebbe messo una bomba negli uf�ci �scali, come quella fatta alla sede Equitalia di Firenze che esprimeva le stesse minacce, l’ordigno fatto esplodere nella sede di Livorno e quelli di Foggia

e Modena, uniti ad altri atti terroristici come ad esempio i due proiettili in busta alla ministra Paola Severino e al sindaco di Roma Gianni Alemanno cominciano ad essere avvisaglie da non sottovalutare. “Certe epoche non devono tornare”, aveva detto Mario Monti dopo la faccenda dei proiettili. Sta forse tornando la stagione del terrorismo? Il tema è delicato, ma è delicato anche il momento storico. E una ri�essione, forse, è il caso di provare a farla. Mario Monti parla di “epoche che non devono tornare”. Ma gli attacchi al luogo simbolo dell’ingiustizia �scale ha un’importante rilevanza per noi, cittadini comuni, noi che non siamo i presidenti del Consiglio, sappiamo e possiamo dire la questione è grave. Che le buste contenenti proiettili, una pacco che esplode nell’agenzia unanimemente considerata la nemica numero degli italiani sono una minaccia grave e intollerabile, un avvertimento orrendo, e che pure sono una pratica purtroppo comune. Di cui in questi anni abbiamo sentito e letto già altre volte. Un gesto che è diretto contro uno Stato che ci sta stritolando. Un’azione che non si limita al solo aspetto dimostrativo, perché poteva causare dei danni anche a persone, è un attacco diretto contro un obiettivo che non è stato affatto scelto a caso. Insomma, sembra essere il primo passaggio per qualcosa di ancor più grave e pericoloso. Viviana Tartaglini


politica

4

Viterbo & AltoLazio

Domenica 20 Maggio 2012

Sindaco e rappresentanti politici hanno condannato con un sit-in il vile attentato di Brindisi

In piazza contro la violenza cieca di EMANUELE FARAGLIA

L

’Italia si risveglia sotto le macerie dell’attentato di Brindisi. Lo scoppio della bomba artigianale di fronte all’istituto professionale Morvillo Falcone alle 7,50 di ieri ha provocato la morte della studentessa di 16 anni Melissa Bassi ed il ferimento di altri ragazzi. Un vero e proprio attentato che arriva in uno dei periodi più delicati della storia nazionale. E la politica viterbese risponde, come hanno fatto in tutte le piazza italiane di fronte alla violenza cieca che rischia di far riaprire una delle stagioni più buie d’Italia. Dal sindaco ai rappresentanti di Pdl, Pd, Fli, Sel e La Destra tutti si sono ritrovati in piazza del Comune: “Per dare un segnale di civiltà da parte di tutti, indipendentemente dall’appartenza politica o dalle bandiere - le parole di Giulio Marini - siamo di fronte ad un atto incivile e violento nei confronti dei giovani. La reazione del popolo

deve essere granitica. E’ un momento dif�cile della nostra storia, bisogna soffrire, ma anche saper reagire. Sarò sempre in prima linea nella lotta alla violenza”. “Siamo tutti brindisini - gli fa eco l’assessore Bianchini - e per questo abbiamo organizzato una manifestazione che coinvolga tutte le scuole superiori per mercoledì mattina, il 23 maggio, a 20 anni dall’uccisione del giudice Falcone. Siamo qui anche come cittadini e come padri: vengono i brividi a pensare a quanto accaduto alla povera Melissa. Adesso spero non ci vogliano decenni per capire chi è stato. Questo è il momento di alzare la guardia. Non sappiamo ancora se c’è la ma�a dietro, gli interrogativi sono molti”. Presente al sit in anche il senatore del Pd Ugo Sposetti: “Dif�cile trovare delle parole, sono delle belve. I responsabili devono essere braccati e individuati. Hanno colpito dei bambini che si alzano la mattina e vanno a scuola. Perché proprio in questo momento?

Foto di Andrea Di Palermo

Non so, matti e delinquenti ci sono sempre stati. L’importante è che l’Italia ha risposto immediatamente, mi auguro che ogni borgo si mobiliti”. “Colpire la scuola è colpire il paese - recita il volantino distribuito da Pd e Giovani Democratici - Uniti contro la violenza, contro la ma�a per la democrazia e la libertà. Non abbiamo paura!”. “Oggi la reazione immediata - dichiara il segretario provinciale del Pd Andrea Egidi che pone

l’accento sulle �nalità terroristiche dell’attentato - ma la campagna sul tema della tenuta democratica del paese continuerà anche a giugno. Di fronte alla crisi tutto sembra possibile. Forse nel paese c’è qualcuno che pensa di poter uscire da questo momento di crisi con la violenza. É invece necessario che le forze progressiste propongano vie d’uscita concrete per evitare questa spirale di violenza, serve una reazione democratica del sistema politico”.

Condanna totale arriva ovviamente anche da Marco Ciorba del Coordinamento Fli di Viterbo: “Si tratta di un vile atto, ci auguriamo che gli autori siano immediatamente individuati. Che sia uno squilibrato o un’organizzazione criminale quel che è certo è che è stato colpito il nostro futuro. Forse è il momento di abbassare certi toni sia da parte della politica che dell’antipolitica. Nessuna pista va esclusa, ma le coincidenze sono brutte”.

L’istituto intitolato alla moglie di Falcone, il ventennale della strage di Capaci, il fatto che gli stessi studenti avessero vinto un concorso sulla legalità, l’arrivo della carovana della legalità. Già, brutte coincidenze. Anche se l’aver scelto una scuola come obiettivo sembra anomala per una ma�a che cerca sempre consenso popolare. In ogni caso l’Italia è stata colpita duro. Ed i politici sono scesi in piazza. Ma la mobilitazione può bastare?

Si torna a parlare dei progetti edilizi della società privata e Lega Federalista chiarisce la sua posizione

Caso Itet, Pinna ribadisce il no alla cementificazione del Barco Murialdo N

ei giorni scorsi si è ripresentato sulla stampa il fantasma dell’Itet. Bene da parte del Sindaco Giulio Marini l’aver individuato alcune proposte che possono portare vantaggi alla comunità (sviluppo termale e housing sociale). Male se l’interesse della Società Itet permane ancora sul terreno del Barco-Murialdo, senza con ciò voler accusare il Sindaco che ha già chiarito che non può essere il primo cittadino a dire alla

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

Soc. Itet di cercarsi un’altra zona. Bene, anche, l’opportunità che si è ripresentata all’opposizione per marcare la contrarietà al progetto. Passino, in�ne, tutte le polemiche, la propaganda elettorale e le strumentalizzazione in atto. Lega Federalista, iniziando con una intervista rilasciata dal consigliere Maurizio Pinna ad un quotidiano locale, si è esposta per prima, in area maggioranza, per manifestare la propria contrarietà al progetto per riversare, con mille ragioni, 90mila metri cubi di edilizia residenziale in zona BarcoMurialdo, equivalenti ad oltre trecento appartamenti a ridosso del Monte Palanzana, su un terreno

oggi agricolo e di essenziale respiro ambientale per una zona già troppo edi�cata. Altre motivazioni recentemente addotte per bocciare un simile progetto e relative alla presenza di reperti archeologici non meglio identi�cati, per il momento, dalla stessa Soprintendenza, ben vengano, ma sono certamente secondarie alle motivazioni tecniche, ambientali, di vivibilità, di viabilità, di servizi e di una logica che vede il tutto partire da una zona termale e per �ni connessi al termalismo e lì deve restare. Poiché in politica tutto può cambiare sfacciatamente in poche ore, senza che il popolo possa

comprenderne le strane logiche, il consigliere Maurizio Pinna, parlando anche a nome dei colleghi Umberto Fusco e Al�ero Spadoni, riconferma il voto contrario di Lega Federalista al progetto Itet limitatamente al trasferimento al Barco-Murialdo della cubatura proveniente dalla località “Le Zitelle”. Nulla contro, per il gruppo di Umberto Fusco, alla realizzazione del complesso termale e residenziale, se questo trova soluzione alle restrizioni imposte da ENAC rimanendo nella zona termale compresa tra la strada Tuscanese e Castel d’Asso.

Emergenza Amianto, ne parliamo con il dottor Messineo di BRUNA DI BERARDINO

I

n occasione del recente convegno tenutosi a Roma sull’emergenza amianto nel nostro territorio abbiamo intervistato il dottor Agostino Messineo, specialista in Igiene, Sanità Pubblica e Medicina del Lavoro.

Si parla di amianto, ma in sostanza cosa è l’amianto e perché è pericoloso? “Amianto o asbesto è termine che indica un gruppo di �bre minerali presenti in natura, altamente resistenti al calore e che si prestano ad essere lavorate, tessute e mescolati ad altri materiali in modo da poter essere utilizzate in svariati prodotti. I tipi principali di amianto utilizzati nel nostro Paese sono il crisotilo o amianto bianco, ricavato dalle miniere di Balangero in Piemonte e la crocidolite, o amianto blu, fortemente patogeno, generalmente importato dal Sudafrica. Queste �bre sono state utilizzate molto in passato, ma �n dagli anni 60 sono stati rilevati effetti cancerogeni a causa della inalazione delle polveri. Per questo motivo l’amianto è classi�cato come cancerogeno dai principali organismi internazionali”. In quali settori è stato impiegato l’amianto? “L’amianto in Italia è stato utilizzato in abbondanza soprattutto in edilizia perchè il brevetto eternit ha diffuso ovunque tali manufatti i cui ri�uti oggi dobbiamo smaltire. Ma moltissimi prodotti utilizzavano amianto, dai numerosissimi controsof�tti e pannelli edilizi ai cassoni per l’acqua, dalle stufe alle tavole per stirare ai sipari teatrali. Esistevano anche tute di amianto e guanti, bocchini per sigarette, mattonelle, insomma era un materiale molto diffuso perchè resisteva alla �amma ed era quasi indistruttibile”. Da quando l’amianto è stato vietato in Italia? “La legge n° 257 del 27 marzo 1992 ha vietato l’uso dell’ amianto. In realtà è stato

permesso di smaltire le scorte e quindi si può dire che dal 1963-1965 (epoca dei primi allarmi) al 1993 sono passati quasi trenta anni. In Cina, India, alcuni paesi africani ancora si commercializza l’amianto nei prodotti. Quindi, nonostante il divieto, se si utilizza un manufatto di quei Paesi, magari acquistato tramite internet, potrebbe ancora esservi l’amianto”. Quali patologie gravi sono correlate all’amianto e quali cure sono disponibili? “Le patologie gravi che oggi interessano i cittadini ed i lavoratori sono di fatto i tumori del polmone ed il mesotelioma ( pleurico e peritoneale). Quest’ultimo, direttamente collegato all’inalazione di queste �bre minerali, è praticamente incurabile e, una volta diagnosticato, il periodo di sopravvivenza è mediamente inferiore ad 1 anno. I casi più numerosi sono stati diagnosticati nelle regioni che avevano cantieri navali, of�cine ferroviarie e stabilimenti ove l’amianto veniva utilizzato come coibentazione”. Quali sono i rischi per i cittadini e come affrontarli? “I rischi sono causati dalle polveri aghiformi dell’amianto disperse nell’aria da interventi di ristrutturazione, boni�ca o demolizione. Occorre estrema attenzione e bisogna rispettare severe norme sulla procedura da attuare per coibentare l’amianto. La ASL deve approvare il piano di boni�ca. Una volta rimosso l’amianto questo non dovrebbe essere disperso nell’ambiente, ma trattato ed innocuizzato oppure inviato in una discarica speciale. Queste soluzioni oggi

sono molto combattute e dif�cili e molti ri�uti vengono quindi dispersi nell’ambiente di modo che le polveri possono nuovamente essere respirate da cittadini ignari”. L’amianto è pericoloso se viene ingerito tramite l’acqua che proviene da una conduttura in Eternit ? “La stragrande maggioranza delle ricerche riguarda la cancerogenesi dopo esposizione respiratoria ed è controversa l’azione per via digerente”. Che deve fare un cittadino se scopre amianto nel suo fabbricato ? “Deve chiedere ad un esperto una valutazione se l’amianto deve essere rimosso o meno. In ogni caso prima di intraprendere lavori di demolizione o di manutenzione, la ditta che effettua lavori di ristrutturazione adotta, anche chiedendo informazioni ai proprietari dei locali, ogni misura necessaria volta ad individuare la presenza di materiali a potenziale contenuto d’amianto. E, se vi e’ il minimo dubbio sulla presenza di amianto in un materiale o in una costruzione, applica le disposizioni previste e cioè che i Lavori possono essere effettuati solo da imprese autorizzate e , prima dell’inizio di lavori di demolizione o di rimozione dell’amianto, si predispone un piano di lavoro che prevede le misure necessarie per garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori sul luogo di lavoro e la protezione dell’ambiente esterno Una copia del piano di lavoro e’ inviata all’organo di vigilanza, almeno trenta giorni prima dell’inizio dei lavori”.


Domenica 20 Maggio 2012

attualità

Viterbo & AltoLazio

5

Accolta dal sindaco e da tutta la cittadinanza con grande entusiasmo e partecipazione

Renata polverini tra fiori e motori L

a Mille Miglia ha fatto tappa a Viterbo. L’accoglienza del pubblico è stata entusiastica. Tante le persone ad ammirare le suggestive auto storiche lungo le vie del centro storico della città dei Papi ieri mattina. Le 400 auto d’epoca, provenienti da Roma, percorrendo il tratto della Cimina, via S. Maria di Gradi, via S. Pietro, via S. Pellegrino, piazza S. Carluccio, via Macel Maggiore, via Cardinal La Fontaine e via Cavour, sono arrivate a piazza del Comune, dove hanno sostato per la veri�ca del passaggio attraverso la timbratura del cartellino. Ciò che rende la Mille Miglia unica è la sua storia: 80 anni di passioni, emozioni e

tradizioni. Centinaia di celebri campioni ed eroi sconosciuti hanno corso la Freccia Rossa scrivendo pagine epiche dell’automobilismo, dello sport e del costume del nostro Paese.

Una manifestazione unica al mondo, con la propria tradizione, i propri valori, la propria identità. La partenza e l’arrivo a Brescia, la fatica e l’agonismo appassionato dei partecipanti, il grande appuntamento di Roma, l’entusiasmo delle città che l’accoglieranno e la gioia della gente lungo le strade. Uno straordinario mito, che getta una magica luce sulle persone, sulle auto, sulle emozioni, sui luoghi della Mille Miglia. Ad assistere al passaggio della Mille miglia è arrivata anche il presidente delle Regione Lazio Renata Polverini, attesa per ricevere il premio dal Presidente di tale organizzazione Alessandro Casali e poi per visitare la rassegna �oreale Viterbo in Fiore. A fare gli onori di casa il sindaco giulio Marini, l’assessore Contardo, l’assessore regionale

al Bilancio, Programmazione economico-�nanziaria e partecipazione Stefano Cetica e Cristian Ciucciarelli architetto e progettista della manifestazione. La Polverini con l’occasione si è fermata a timbrare il cartellino delle auto d’epoca che sostavano. La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ha visitato anche “Viterbo in Fiore-Suggestioni di Primavera” la manifestazione in corso nel quartiere medioevale della città. Accompagnata dal sindaco Giulio Marini, e dall’assessore alle Politiche agricole, Angela Birindelli, la presidente Renata Polverini si è soffermata nelle piazze principali per ammirare le composizioni �oreali e presso gli stand allestiti lungo le vie del centro. “Si tratta di una manifestazione importante che la Regione sostiene - ha detto la presidente - un evento che fa parte della tradizione di questa città dal forte richiamo turistico e che va nella direzione di promuovere un comparto, come quello �orovivaistico, che rappresenta un settore di grande valenza in tutto il Lazio”. Sicuramente anche per lei una giornata emozionante e colorata come un �ore oltre che vibrante come il rombo di un motore. ViTa75

Oggi in breve... Tutti gli appuntamenti della giornata a Vierbo e dintorni Acquapendente, dalle ore 9.30 Festa dei Pugnaloni Canepina Festeggiamenti in onore della patrona Santa Corona - Ore 8.30: s�lata per le vie del paese della banda musicale “F. Mascagna “ di Caprarola - Ore 9: deposizione delle corone ai caduti - Ore 9.30: Messa nella chiesa di San Michele - Ore 10: solenne processione in onore di Santa Corona Martire accompagnata dalla banda musicale di Caprarola - Ore 11: chiesa Collegiata, celebrazione eucaristica - Ore 15: campo sportivo, intrattenimento e giochi per bambini - Ore 16: piazza Garibaldi, concerto dell’”OrchestraLunata” - Ore 19: piazza Garibaldi, estrazione della tombola di 1500 euro

- Ore 21.30: piazzale I maggio, musical “I migliori anni World Live Tour” Info: www.santacorona.it Soriano nel Cimino frazione Sant’Eutizio Festeggiamenti in onore di Sant’Eutizio - Ore 8.30 Gara provinciale di ruzzolone - Ore10.00 Solenne Messa - Ore 10.30 Caccia al tesoro - Ore 15.00 Giochi popolari al campo - Ore 17.00 Giochi per grandi e piccini in piazza in stile medievale - Ore 21.30 “Tentata evasione” tour 2012 Tuscania, Località Pratino II edizione della manifestazione Cavalli a Primavera Vetralla, alle ore 10.30 Ritrovo casa editrice Davide Ghaleb (via Roma,41) Re.Perire. Arte contemporanea, poesia, storia locale Un vero e proprio “viaggio” sulla scorta dei versi di

Enrico Guidoni (Diva Cassia, 2006), in compagnia delle voci di Pietro Benedetti e Olindo Cicchetti, condurrà poi il pubblico lungo il tracciato della antica via Cassia interna. Getulio Cenci sarà co-protagonista con le sue preziose “pillole” di storia vetrallese. È prevista la partecipazione di Antonello Ricci. Un allegro aperitivo chiuderà la mattinata. Info: www.ghaleb.it Viterbo, dalle ore 15 alle 19.30 Orto Botanico (strada Bullicame snc) In occasione di La notte dei musei 2012 entrata gratuita all’orto botanico, a cura del Sistema museale di ateneo e l’Orto Botanico dell’Università della Tuscia Ore 16.00: spettacolo teatrale “Le voci del bosco” della compagnia Tetraedro Info tel. 0761.357028 - ortobot@unitus.it Viterbo, alle ore 18.30 Palazzo Brugiotti (via Cavour, 67) Concerti di Primavera della Fondazione Carivit,

direzione artistica di Michela Caruso, a cura dell’associazione culturale Ottavia. Il concerto è preceduto da una visita guidata al museo della Ceramica, situato al piano terra di palazzo Brugiotti, alle ore 17.30. Ingresso libero �no ad esaurimento posti. Info: www.fondazionecarivit.it Vitorchiano Festeggiamenti in onore del patrono San Michele Arcangelo - Ore 10: ritrovo piazza Umberto I, Fitwalking passeggiata nei dintorni del paese - Ore 15.30: piazza Umberto I, Babyland, giochi e intrattenimento per bambini e non. “Dove lo butto” iniziative per la raccolta differenziata - Ore 19.30: estrazione della lotteria e nomina dei nuovi “festaroli” per l’anno 2012/2013 - Ore 21.00: piazza Umberto I, Maurizio Battista show Info: www.comune.vitorchiano.vt.it


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Domenica 20 Maggio 2012

Lo show televisivo itinerante firmato Rai5 e Global Vision Group Italia partito da Roma arriva nella Tuscia

“Tutto in 48 Ore” fa tappa a Viterbo C

iak si gira. Da ieri pomeriggio alle 17 �no a domenica alla stessa ora. È partita uf�cilmente la seconda tappa di Tutto in 48 Ore, lo show televisivo itinerante �rmato Rai 5 e Global Vision Group Italia. Dopo essere partito da Roma lo scorso week end, ora è la volta di Viterbo. Ad accogliere lo staff del programma, diretto da Klaus Mayenza, è stata nei giorni scorsi l’assessore delegata alla Film Commission Chiara Frontini che, nel corso della conferenza stampa di venerdì mattina a Palazzo dei Priori, accanto al sindaco Giulio Marini, ha spiegato: “Tutto in 48 Ore è un programma pensato per far emergere i talenti del nostro territorio, per far avvicinare i giovani �lmmakers al mondo della produzione e dare loro la possibilità di distribuire il proprio prodotto a livello internazionale. Non solo. Con le riprese televisive, infatti, si avrà la possibilità di dare visibilità alle bellezze di Viterbo su un canale televisivo nazionale. Questo è il punto di rinascita di una Viterbo Città del Cinema: lo stimolo dei nostri talenti af�ancato e impreziosito dalla promozione e dallo sviluppo del territorio. La buona riuscita di questa iniziativa – ha concluso l’assessore – è il frutto di un’ot-

tima e ben riuscita cooperazione intergenerazionale. Voglio ringraziare il sindaco Marini e l’assessore Muroni che si sono impegnati in prima persona per la riuscita di tutti gli aspetti organizzativi in poco più di dieci giorni. Così come voglio ringraziare la Domus (La Quercia), per aver concesso gratuitamente la struttura”. Soddisfatto pienamente il primo cittadino Marini che ha aggiunto: “E’ importante sostenere e dare credito a questo settore. Per questo la nostra città vuole rispondere in modo adeguato alle richieste e alle sollecitazioni che arriveranno in un prossimo futuro. Grazie a questo progetto, Viterbo sta andando in onda dallo scorso mercoledì in una serie di pillole su una rete di rilevanza nazionale come Rai 5. Lunedì ci sarà la serata �nale. Una serie di opportunità anche e soprattutto per promuovere i nostri giovani talenti e incoraggiarli ad investire nei loro sogni”. Alla conferenza, oltre all’assessore alla Cultura e al Turismo Enrico M. Contardo sono intervenuti il produttore del programma Enrico Ventrice, il conduttore Claudio Guerrini e Glenda Manzi, autrice del programma. Calendario della messa in onda delle riprese girate a Viterbo.

Ieri: (e in replica altre tre volte il giorno successivo): Clip day time da 25 minuti con presentazione della città di Viterbo, delle squadre e lanci del conduttore Claudio Guerrini girati a Viterbo; oggi alle 19 (e in replica altre tre volte il giorno successivo): Clip day time da 25 minuti con making off dei corti girati a Viterbo e lanci; lunedì 21 maggio alle 21.15: Prime Time da 60 minuti (dalla piazza delle Erbe con clip dei Day time precedenti), marterdì 22 maggio alle 23 (e in replica altre tre volte il giorno successivo): Clip day time da 5/8’ minuti con il meglio di… del Prime Time girato dalla piazza delle Erbe; mercoledì 23 e giovedì 24 maggio alle 23 (e in replica altre tre volte il giorno successivo): Clip day time da 5/8 minuti, presentazione della tappa successiva con i lanci del conduttore Claudio Guerrini. Le dirette radio saranno invece due: una su RDS - Radio Dimensione Suono di due ore sabato 19 maggio e una su Radio 2 (RAI) domenica 20 maggio dalle 17 alle 18. Inoltre tutto il materiale realizzato a Viterbo, compresi i due cortometraggi per il concorso, saranno visibili per tutto il periodo di durata del programma sul sito www.tuttoin48ore.tv.

Con Poste Italiane il cellulare diventa portafoglio I

n tutti gli uf�ci postali di Viterbo e provincia è possibile attivare i “Servizi Sempli�ca”, che consentono di utilizzare il cellulare come ‘portafoglio elettronico’ e di avere sempre a portata di mano il proprio uf�cio postale. Infatti, mediante l’associazione della SIM PosteMobile con il proprio il conto BancoPosta o carta Postepay, con i “Servizi Sempli�ca” è possibile pagare direttamente dal proprio cellulare bollettini, effettuare boni�ci, giroconti e trasferimenti di denaro all’estero, ricaricare la Po-

stePay e il credito telefonico proprio o di un’altra persona, acquistare beni e servizi, controllare lo stato di consegna di posta raccomandata e assicurata, veri�care il saldo e gli ultimi movimenti del conto corrente o della Postepay. In provincia di Viterbo sono oltre 12 mila i clienti di PosteMobile titolari di una propria SIM che potrebbero avvalersi dei vantaggi dei “Servizi Sempli�ca”. Per associare la SIM Poste Mobile allo strumento di pagamento è suf�ciente recarsi presso il più vicino uf�cio postale

e compilare la modulistica dedicata. Chi non è ancora un cliente PosteMobile può richiedere l’associazione direttamente in fase di acquisto di una nuova SIM. Il mondo dei “Servizi Sempli�ca” include anche la possibilità di ricevere news su �nanza, meteo, sport, spettacolo e sui servizi dedicati all’intrattenimento. Ulteriori informazioni sono disponibili al numero 160 (gratuito dai cellulari PosteMobile e da rete �ssa Telecom Italia) oppure online su www.postemobile.it. o www.poste.it


Domenica 20 Maggio 2012

Viterbo & AltoLazio

montefiascone

7

I cittadini esasperati si giocano la carta del sarcasmo e nominano la via, invasa dalle erbacce, “riserva naturalistica”

Nuova singolare protesta in via Cannelle di MICHELE MARI

Centinaia di auto storiche e Ferrari in transito ieri a Montefiascone

N

uova singolare protesta dei residenti di via Cannelle più conosciuta come via del Fosso. Nella nottata di venerdì sono improvvisamente comparsi alcuni cartelli di protesta che sono stati collocati, in vario modo, a ridosso della via presumibilmente da alcuni residenti. I cittadini che hanno installato questi cartelli criticano in particolare lo stato d’abbandono dell’ importante arteria che collega la Cassia all’Umbro–Casentinese, per quanto riguarda alcuni tratti ai lati della strada divenuti una vera e propria selva e in merito ad una vecchia casa ormai da anni crollata e mai risistemata completamente sommersa da erbacce, rovi e sassi. Il cartello più significativo che si trova scendendo la via, è a destra, vicino ad una recinzione divelta con dietro un vero e proprio bosco. Il cartello recita: “Riserva Naturalistica Le Cannelle”. Inoltre altri cartelli di protesta sono disseminati lungo la via. Tale protesta dei cittadini di via delle Cannelle, segue quella avvenuta due anni fa quando in una vera e propria voragine che si era aperta durante il periodo natalizio venne piantato un albero di Natale addobbato che creò molta curiosità.

Tutti pazzi per la Mille Miglia È

transitata ieri mattina la tradizionale e stupenda Mille Miglia. Centinaia e centinaia le persone sulla via Cassia ad attendere il passaggio delle auto storiche che quest’anno comprendevano anche ben 150 Ferrari che sono transitate all’inizio del lungo e variopinto serpentone. Fin dalle ore 7,00 le auto sono giunte da Viterbo in direzione Montefiascone e sono terminate solamente intorno a mezzogiorno. Il punto che ha

particolare il Comune ha chiuso al transito la discesa Mimmi che ha visto il passaggio delle auto in salita con centinaia di persone ai lati della strada, comprese molti ragazzi provenienti dalla scuola primaria Golfarelli. Anche davanti alla scuola Alessandro Manzoni molti studenti della scuola media hanno assistito al passaggio delle auto. Un appuntamento particolare e sempre gustoso per i molti amanti delle auto storiche. M.M. Sono ormai anni che via delle Cannelle, o via del Fosso, è semidistrutta, in particolare il manto stradale e la rete fognaria ed anche i terreni vicini sono molto spesso abbandonati. Fortunatamente entro

breve dovrebbero iniziare i lavori di risistemazione della rete fognaria e del manto stradale ed un’ opera di riqualificazione dell’intera area come dichiarato dal sindaco Cimarello e dall’assessore Batinelli.

concentrato il maggior numero di spettatori è stata cassia Vecchia, meglio conosciuta come la salita Mimmi poi il piazzale Roma, via Dante Alighieri, la curva di “Rondinella” all’inizio della frazione Coste. In

L’ultimo episodio durante la Mille Miglia, sempre a causa della sosta selvaggia delle autovetture

Autobus bloccati a Piazzale Roma D

i nuovo bloccato un autobus Cotral a piazzale Roma. È l’ennesima volta che accade negli ultimi tempi. Un assurdo. Infatti ieri mattina, intorno alle ore 8,30, proprio mentre a pochi metri transitavano le auto della Mille Miglia, un autobus Cotral mentre transitava nel centralissimo passaggio a piazzale Roma, è stato bloccato e costretto a fermarsi, per lungo tempo, da un’auto in sosta selvaggia. Dopo diversi minuti è intervenuta una guardia della polizia municipale che ha elevato una multa all’auto e solamente dopo altri dieci minuti circa il proprietario l’ha tolta dalla strada consentendo il transito dell’autobus Cotral. Si è formata così una lunga coda proprio durante il passaggio della Mille Miglia. Un altro autobus è stato costretto a fare inversione prima del piazzale Roma causando ulteriore caos sulla via Cassia . Questo è un problema particolarmente grave: almeno una volta al giorno gli autobus Cotral non riescono a transitare a Piazzale Roma per le auto lasciate parcheggiate sulla carreggiata. Ormai da mesi, in particolare uno dei due autobus che transitato nella piazza intorno alle ore 12,45, rimangono bloccati nella rotonda curva del piazzale. Una cosa incredibile che si ripete purtroppo puntualmente anche se in continuazione vengono effettuate delle multe; forse sarebbe opportuno chiamare un carro attrezzi per la immediata rimozione con tutte le relative conseguenze. È divenuta una priorità. “Quasi tutti i giorni -esordisce un cittadino- i due pullman del Cotral che arrivano a piazzale Roma intorno alle 12,40 sono

costretti a fermarsi per l’impossibilità di girare nella curva a causa del parcheggio selvaggio di auto in mezzo alla strada. Qualche giorno fa un pullman è rimasto fermo oltre dieci minuti. Soltanto l’intervento di un vigile urbano è riuscito a risolvere la questione. Il vigile è accorso mentre era in servizio di fronte alla scuola Golfarelli. Anche gli autobus della Italviaggi, che svolgono il servizio di bus navetta molte volte trovano dif�coltà a parcheggiare nei posti loro riservati. Qualcuno deve assolutamente intervenire. O non si fanno più transitare i pulman Cotral nella piazza, cosa assurda, o si deve regolamentare, con sanzioni severe, il parcheggio nel centralissimo Piazzale Roma”. Veramente nella città regna l’anarchia assoluta con auto parcheggiate in ogni luogo occupando marciapiedi, chiudendo rimesse, portoni di abitazioni, negozi; è tempo di intervenire per rendere la città vivibile. M.M.


comprensorio nord

8

Viterbo & AltoLazio

Domenica 20 Maggio 2012

Acquapendente in festa per i Pugnaloni Ultime ore prima dell’attesissima classifica che decreterà l’opera vincitrice dell’edizione 2012 I

DOMENICA 20 MAGGIO ore 9,30 con ingresso da Piazza del Duomo Esposizione dei Pugnaloni nel centro storico ore 11,00 Messa Solenne con la presenza del Signore di Mezzomaggio Ceccolungo Moreno - Predio Sacrestia ore 16,00 Chiostro di San Francesco Benedizione e s�lata del Corteo Storico “Città di Acquapendente” e Sbandieratori Madonna del Fiore ore 16,30 Piazza G. Fabrizio Lettura della pergamena ed esibizione degli sbandieratori con il gioco delle bandiere ore 18,00 dalla Concattedrale del S. Sepolcro alla Chiesa di S. Vittoria Benedizione portatori dei Pugnaloni, a seguire Processione con l’immagine della Madonna del Fiore ore 19,30 Piazza G. Fabrizio Estrazione del Signore di Mezzomaggio anno 2013 ore 20,00 Piazza G. Fabrizio Premiazione dei Pugnaloni. Assegnazione Palio al 1° classi�cato

C

resce l’attesa e il fermento per l’edizione 2012 dei Pugnaloni di Acquapendente. Questa mattina dopo un’estenuante nottata passata in bianco per terminare l’opera, finalmente i Pugnaloni faranno bella mostra di loro, lungo le vie della città. I componenti dei gruppi con i volti segnati da sonno e stanchezza dopo aver provveduto a sistemare l’attaccatura centrale delle due tavole e , tempo permettendo, aver apportato gli ultiimi ritocchi, lascieranno ammirare ai turisti, agli aquesiani e soprattutto alla giuria la propria creazione. Orgogliosi di avercela fatta, più o meno soddisfatti del risultato finale e soprattutto, quasi sempre, coscienti di poter aspirare alla famigerata classifica. Saranno premiati, infatti, solo i primi sei Pugnaloni e l’ingresso in classifica è sempre salutato da grande gioia. Per il primo arrivato è la gloria, si entra nella storia. La soddisfazione immensa e quella piccola targhetta posta sull’ambito trofeo di bronzo che riporta il nome del gruppo e l’anno della vittoria, è il premio più

grande, insieme al palio, quest’anno realizzato da Giampaolo Mariocchi, che verrà gelosamente costudito negli anni a testimonianza del fantastico risultato. Quasi mai il giudizio della giuria viene accettato senza le polemiche di rito, polemiche che dureranno, però, non più di una settimana dopo che le opere verranno riposte all’interno della Basilica della Concattedrale, non ci sarà più spazio per troppe ‘chiacchiere’: “Onore ai Vincitori”! La cena del gruppo dopo la premiazione metterà la parola fine a questa edizione 2012 e a prescindere dal risultato ottenuto, un filo di tristezza colpirà ievitabilmente tutti, consapevoli che bisognerà attendere un intero anno per rivivere questi, circa venti giorni, come sempre, indimenticabili. Ci sarà posto, d’ora in poi, solo per la stessa eccittante e invidiata attesa per gli stupedi (sempre e comunque) Pugnaloni del prossimo anno. Alla ricerca dell’idea più originale e accattivante, per poter ottenere una piazza di prestigio e perchè no, la ‘gloriosa’ vittoria. Fulvio MEDICI

In alto a sinistra il programma della giornata di oggi; sotto, piazza G. Fabrizio; in alto a destra un’opera degli anni passati; nella foto in basso a sinistra la passeggiata del Cor te Storico di Acquapendente; a destra, lavorazione delle opere all’interno dei laboratori

ACQUAPENDENTE - Agenzia regione del Lazio e Riserva insieme per una cooperazione a salvaguardia della biodiversità

Alla Riserva Naturale di Monte Rufeno presentato il progetto europeo ‘Reverse’ N

ell’ambito della prima sessione del Seminario “Buone pratiche per la tutela e la valorizzazione della biodiversità” ospitato dalla Riserva Naturale Monte Rufeno (sala Chico Mendes), l’Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio ha presentato uf�cialmente il progetto europeo “Reverse” . “Questa sorta di cooperazione internazionale a denominazione Interreg IV C”, sottolinea Paolo Collepardi, “nasce per combattere le cinque cause principali che minacciano la biodiversità: 1) Frammentazione e distruzione degli ecosistemi naturali legati in particolare alla crescente urbanizzazione ed all’espansione dei terreni coltivati; 2) Sfruttamento eccessivo degli ambienti naturali (pesca intensiva, deforestazione, bracconaggio, ecc.); 3) Introduzione di specie esogene invadenti (nutria, calabrone gigante asiatico, pianta acquatica Ludwigia uruguayensis), 4)

Inquinamento di origine industriale ed agricolo; 5) cambiamenti climatici (un impatto si diretto che indiretto). Per salvaguardare tutto ciò che ci mette a disposizione, cibo, salute e materie prime, sono state identi�cate azioni che possono essere facilmente trasferite ad altre regioni europee lungo la direttiva di tre temi chiavi il quale incipit è proprio la biodiversità: agricoltura ed alimentazione, turismo, piani�cazione territoriale. Il progetto che si chiuderà entro Dicembre 2012, redarrà diversi documenti con l’obiettivo di fornire strumenti appropriati af�nchè istituzioni e decision-makers locali prendano in considerazione la biodiversità nei loro indirizzi politici. All’interno dei supporti cartacei �nali raccomandazioni e strategie politiche, una guida di buone pratiche da prendere come autentico strumento operativo e una carta su scala euro-

pea con l’intento di uni�care gli attori coinvolti in un progetto congiunto di conservazione. Con un budget di 2,5 milioni di €, il progetto coinvolge 14 partners e 7 paesi europei: Regioni d’Aquitania (Francia), Umbria (Italia), Murcia (Spagna), Governo Basco (Spagna), Brenmen (Germania), Autorità Prefettizia di Drama-Kavala-Xanthihas (Grecia), Enti locali settoriali come Noi dell’Arsial, Samaria Natural Park, Creta, Direttorato Forestale di Chania (Grecia), Cren (Francia), Centro di Ricerca Produzioni Vegetali Istituto di Ricerca di Piestany (Slovacchia), Università dell’Estonia di Scienze della Vita, Istituti Agronomico Mediterraneo di Chania (Grecia), Bio d’Aquuitane (Francia) e Centro di trasferimento tecnologico Bremerhaven (Germania)”. Per la tutela delle risorse genetiche autoctone di interesse agrario l’Arsial Lazio si muoverà nell’ambito della Leg-

ge Regionale N° 15 del 1 Marzo 2000: “L’obiettivo che ci poniamo nell’ambito del Reverse”, sottolinea Immacolata Barbagiovanni, “è quello di proteggere le risorse genetiche autoctone di interesse agrario in modo da salvaguardarle dal rischio di erosione, conservare in situ ed in azienda (on farm) le risorse genetiche coltivando o allevando le varietà e le razze minacciate, valorizzare i prodotti agroalimentari ottenuti dalla trasformazione di tali risorse, informare gli agricoltori regionali e gli altri attori della �liera agroalimentare”. A scendere nel particolare delle Misure spetta a Stefano Paoletti. “Con l’attivazione della 214.8 “Tutela della biodiversità agraria animale” e della 214.9 “Tutela della biodiversità agraria vegetale”, sottolinea, “il lavoro Arsial parte dall’individuazione e la caratterizzazione di razze animali locali e varietà locali a rischio di erosione genetica. Grazie al supporto e alla collaborazione delle

Istituzioni scienti�che, il rilevamento delle pratiche e dei saperi viene svolto con una ricerca storico-antropologica. Ogni risorsa caratterizzata, in base al parere espresso da una Commissione tecnico-scienti�ca può essere considerata a rischio di erosione genetica e quindi iscritta al Registro Volontario Regionale. Quindi tutti coloro che detengono, coltivano o allevano risorse iscritte al Registro, possono entrare a far parte della Rete di Conservazione e Sicurezza. Fino ad oggi sono state sottoposte a tutela 172 risorse vegetali e 27 animali. La corresponsione degli aiuti economici è la seguente: cereali (250-300 € ad ettaro), ortive (500-600 € ad ettaro), arboree (800-900 € ad ettaro), singole piante arboree (70-90 € / pianta) �no ad un massimo di cinque piante per varietà, animali (200 € / UBA)”.


& Domenica 20 Maggio 2012 Viterbo AltoLazio

cimini e area sud

9

VETRALLA - Il gruppo di Coppari e Costantini critica le modalità di realizzazione della nuova numerazione e prepara due gazebo

Numeri civici, Passione Civile in piazza S

i torna a parlare di numeri civici in quel di Vetralla. In particolare Passione Civile già durante il periodo di commissariamento della Dottoressa Carelli si è occupato della questione riguardante la nuova numerazione civica che dovrebbe essere ultimata nel corso di questo anno. “Come già espresso in passato, Passione Civile ritiene utilissimo il completamento della toponomastica sia per questione di carattere pratico, ma anche per l’adeguamento alle norme previste dal codice della strada” spiegano i rappresentanti della lista. “Qualche considerazione, tuttavia, va fatta sulle modalità operative di come viene e verrà eseguita questa operazione. Innanzitutto il notevole esborso economico a cui i cittadini saranno soggetti; da una prima stima l’intero progetto dovrebbe aggirarsi intorno a una cifra superiore ai 300.000 euro che sarà suddivisa tra i “bene�ciari” dei nuovi numeri civici e cioè i cittadini stessi.

ritarda nell’applicazione del regolamento dell’ornato come strumento conservativo e migliorativo dell’architettura del nostro centro storico. In ultimo, sempre in considerazione di quanto riportato sul capitolato d’appalto, ci viene dif�cile pensare come la ditta incaricata di eseguire il lavoro possa aggiornare tutte le banche dati che necessitano degli indirizzi esatti per espletare i propri servizi. Fin quando ci sarà da aggiornare le liste elettorali e i dati delle patenti di guida presso la motorizzazione civile pensiamo che sia abbastanza semplice, ma la ditta incaricata del lavoro come fa a sapere quali utenze (luce, telefonia, ecc...) quali appartenenze Inoltre, se non abbiamo interpretato male il capitolato d’appalto, laddove risultasse mancante un numero civico, l’apposizione del nuovo causerebbe il cambiamento automatico di tutti i numeri civici sulla via stessa anziché

frapporre dei civici intermedi (/ A, /B, ecc...) impedendo, così, un notevole risparmio economico. Altra considerazione va fatta per i civici all’interno del centro storico che in gran parte sono in materiale originale (peperino, marmo, ecc...) il cui

allontanamento provocherebbe un ulteriore impoverimento artistico-culturale di un centro storico che degrada di giorno in giorno in barba alla presunta attenzione dell’amministrazione, ed in particolare dell’Assessore all’urbanistica Sensi, che

Il Comune di Vetralla cerca geometri. Le domande vanno presentate entro il 22 maggio

CIVITA CASTELLANA - Il primo cittadino Angelelli scrive al direttore della Asl Pipino S

“Intollerabile la soppressione dell’ortopedia locale” “

L’accorpamento di Ortopedia di Civita Castellana con quella di Viterbo è ingiusto e intollerabile”. A sostenerlo il primo cittadino di Civita Castellana Angelelli in una lettera aperta al direttore generale della Asl Pipino: “Ho preso conoscenza giovedì, durante la riunione del Comitato ristretto dei Sindaci, della volontà di procedere all’accorpamento funzionale dell’unità operativa di Ortopedia di Civita Castellana con quella di Viterbo, iniziativa assolutamente intollerabile e ingiusta sotto molteplici punti di vista, sia per il merito della stessa, che per le modalità con le quali si sta procedendo a questa decisione che signi�cherà, di fatto, la soppressione dell’ortopedia locale, nonostante questa dall’inizio dell’anno abbia prodotto, in sostanza, gli stessi interventi fatti al Belcolle. Se una cosa funzione va soppressa e portata altrove, questa è la �loso�a della Direzione generale? Questa è la tutela riservata ai cittadini di questi territori che già hanno pagato un prezzo alto ai “dovuti” tagli regionali? Voglio sgomberare il terreno circa sterili pretese di difese campanilistiche ad oltranza, ignare della reale situazione dei fatti: io conosco lo stato della sanità regionale e provinciale e non le scrivo per una semplice lagnanza circa il “taglio” di risorse o servizi. Io Le scrivo per contestare le scelte individuate dalla Asl di Viterbo per far fronte a situazioni di emergenza, privilegiando alcuni e penalizzando altri, peraltro sempre gli stessi, senza tener in dovuta considerazione che tutti, dico tutti, gli abitanti di questa provincia hanno identici doveri, ma anche

identici diritti! Ben comprendo che l’ortopedia dell’Ospedale “Belcolle” versa in condizioni di carenza di personale medico (rispetto alla quale forse sarebbe opportuna un’attenta ri�essione!), ma non riesco a comprendere per quale ragione, in una situazione di emergenza, anziché rivolgersi prioritariamente alla Regione per ottenere immediata risoluzione del problema, si attui motu proprio una sostanziale riduzione di risorse alla “periferia”, travolgendo una struttura che funziona e risponde alle esigenze territoriali; né capisco su quale presupposto si scelga di intervenire su un ospedale periferico penalizzando una intera zona geogra�ca. In un quadro di allocazione di risorse scarse, tutti i cittadini sono uguali e ciò che si deve privilegiare è la tanto decantata equità. Con la sua decisione, invece, assisteremmo ad un inquali�cabile depauperamento di risorse scelto ad hoc, che si traduce in un sensibile calo di servizi per una sola parte della provincia e (quindi) del territorio afferente alle cure della sua direzione. I cittadini residenti in questi territori, che pure oggi sono molto meno tutelati di quanti vivono altrove, saranno costretti così a rivolgersi in altri ospedali, probabilmente fuori regione, alimentando quella mobilità passiva che incrementa le spese sanitarie e annulla i sacri�ci imposti. Io non sono in questa sede a contestare le scelte regionali, io le chiedo chiare spiegazioni del perché necessitando personale medico al Belcolle si tamponi questa situazione “prelevando” medici

“Se una cosa funziona va soppressa e portata altrove? Ci ripensi direttore”

Il Sindaco di Civita Castellana Angelelli dall’ospedale di Civita Castellana senza prima aver fatto emergere il problema a livello regionale, evidenziando in quella sede la diversità di approccio riservata agli ospedali e pazienti romani, chiedendo il rispetto dei decreti regionali e degli standard garantiti su tutto il territorio del Lazio ma non qui! Ed inoltre sono a domandarle perché si attua questa scelta continuando a penalizzare il territorio del VT5 e l’ospedale Andosilla, riversando così i sacri�ci sulle spalle di pochi. Egregio Direttore, io Le chiedo di modi�care questa sua decisione e di tornare sui suoi passi, perché con questa scelta Lei assume su di sé una responsabile gravissima e imperdonabile, compie un passo enorme verso il depotenziamento dell’ospedale Andosilla: caleranno considerevolmente i numeri delle prestazioni chirurgiche; caleranno le prestazioni complessive; calerà la �ducia dei cittadini nella struttura. Fin d’ora Le dico che è inaccettabile, sopprimere strutture al servizio dei cittadini, magari giusti�candosi con lo scarso af�usso degli stessi, dopo aver creato tutte le condizioni per la loro inef�cienza. Alcune settimane fa, nel suo

studio, con i dirigenti dell’ospedale Andosilla ed i medici dell’ortopedia tentavamo di concretizzare la creazione di quella unità operativa complessa prevista proprio dal famigerato decreto 80; a distanza di pochi giorni, con un repentino cambio di rotta, Lei sottoscrive il de profundis dell’ortopedia a Civita Castellana e nella richiesta di nuovi medici per l’Ospedale Belcolle inviata alla regione neanche menziona la sua precedente istanza fatta per questo territorio (almeno le sarebbe servita per alzare la posta!). Chiede infermieri per gli ospedali provinciali, ma non per l’Andosilla che vede ormai una compressione estrema dei posti letti assegnategli.... Perchè? Chiarisca i suoi intenti direttore, non al sottoscritto, ma ai pazienti della sua asl. Egregio Direttore, ripensi le sue scelte: tutti noi conosciamo la dura realtà del momento, siamo consapevoli della necessità di limitare le spese, ma non possiamo accettare scelte inique, non siamo disposti a versare solo noi altro “sangue per la patria” e non capiamo perchè siano sempre i soliti a pagare le scelte sbagliate di altri”.

�scali (partite IVA, camera di commercio, ecc...) e quant’altri riferimenti i cittadini hanno? A nostro avviso tali aggiornamenti saranno a carico ovviamente dei cittadini... tutto questo con buona pace dell’amministrazione e del suo Sindaco Aquilani, intento però a festeggiare il suo primo anno di mandato (purtroppo ne mancano altri quattro!). In ultimo Passione Civile informa la cittadinanza che oggi, domenica 20 maggio, alle ore 10,30 sarà presente con un proprio gazebo informativo per parlare di questo ed altri argomenti presso Piazza della Rocca a Vetralla mentre domenica 27 sarà presente, alla stessa ora, a Piazza S. Maria del Soccorso a Cura di Vetralla”.

ta per scadere il termine di presentazione delle domande per diventare Istruttore Tecnico o Geometra presso il Comune di Vetralla. La selezione pubblica per formare la graduatoria è stata indetta il 4 maggio scorso e le domande vanno presentate entro le ore 13 del 22 maggio. La domanda va redatta su carta semplice utilizzando il modulo allegato al bando (all’indirizzo http://www.comune.vetralla.vt .it/14602), dovrà essere indirizzata al Sindaco del Comune di Vetralla, P.zza Umberto I,1, Vetralla e dovrà essere presentata direttamente al protocollo del Comune di Vetralla ovvero rimessa a mezzo Raccomandata A.R., con esclusione di qualsiasi altro mezzo. Sono previste assunzioni a tempo determinato part time o full time. Questi i requisiti per l’ammissione: cittadinanza italiana, o in alternativa, appartenenza ad uno stato membro dell’Unione Europea, ai sensi dell’art. 38 comma 1 del D.Lgs n° 165/2001. I cittadini degli stati membri dell’’U.E. devono godere dei diritti civili e politici anche nei paesi di appartenenza e devono essere in possesso di un’adeguata conoscenza della lingua italiana. Sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla Repubblica; ai sensi dell’art.

3 c.6 della L. 127/1997, non sussistono limiti di età per la partecipazione allaselezione; godimento dei diritti civili e politici; non avere condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione e di non essere stato destituito dall’impiego presso la P.A.; idoneità psico-�sica attitudinale per svolgere le mansioni del posto a selezione. L’Amministrazione si riserva la possibilità di veri�care tale idoneità prima dell’impiego, e comunque in qualsiasi momento successivo; titolo di studio: possesso del Diploma di Geometra o Perito Industriale Edile. Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta dichiarazione di aver ottenuto da parte dell’Autorità competente, il riconoscimento di equipollenza/equivalenza del proprio titolo di studio con quello italiano, come previsto dalla vigente normativa in materia; posizione regolare negli obblighi di leva ( per i soggetti maschili) ai sensi dell’art. 4 del D.P.R. 14.2.1964, n° 237 e ella Legge 20.10.1999, n° 380 e s. m. e i.; possesso della patente di abilitazione alla guida di Cat. B in corso di validità, come previsto dal decreto Legislativo 285/1992 e s. m. e i. ( nuovo codice della strada).

Rotonda di Mazzocchio, tutto tace

E

ra il 4 Gennaio quando il MoVimento 5 Stelle Vetralla aveva segnalato lo stato di incuria in cui versa la rotonda di Mazzocchio. Sono passati 4 mesi in cui nessun intervento è stato fatto e la

situazione non è certo migliorata. Forse l’intento è quello di realizzare un’opera d’arte contemporanea da abbinare all’asfalto bicolore della zona (visto che è stata asfaltata solo metà carreggiata).


litorale - tuscania

10

Viterbo & AltoLazio

Domenica 20 Maggio 2012

TARQUINIA - Presentati assessori e consiglieri di maggioranza chiamati ad amministrare la città per i prossimi cinque anni

Nominata la nuova giunta comunale di DANIELE GIRARDI

E

’ stata presentata la lista uf�ciale dei prossimi assessori e consiglieri comunali di maggioranza. È stato il neo primo cittadino a fare gli onori di casa, e ad elencare le deleghe assegnate agli eletti, ma di illuminare i presenti sulle decisioni prese, non si è risparmiato una critica ai tagli voluti dal governo alla politica cittadina: “Gli sprechi della politica comunale sono un falso problema.” dichiara Mazzola. “I tagli indiscriminati imposti dal governo sono solo una sciocchezza, infatti una città grande come Tarquinia avrebbe bisogno di nove assessori, non cinque, come previsto al giorno d’oggi.” E sono stati proprio questi tagli che hanno obbligato ogni assessore ad avere una miriade di deleghe a volte molto distanti tra loro a livello concettuale. “La squadra è sì ridotta.” ha proseguito il sindaco. “Ma come si dice, squadra che vince non si cambia, e abbiamo dimostrato già al primo turno elettorale di essere i più forti.” Per l’appunto, la squadra: quella appena eletta è in gran parte molto simile a quella che

ha amministrato nei cinque anni scorsi, e tolta qualche presenza eccellente alla voce assessori (vedi Centini e Capitani), è caratterizzata dalla scelta come assessore alle politiche giovanili della giovanissima Lucilla De Luca, classe ‘92. “Sono molto emozionata ma sono �duciosa perché sento grande sostegno.” ha esordito la diciannovenne un tantino imbarazzata per il suo primo discorso da assessore. “Intendo lavorare per incentivare il lavoro giovanile, sfruttando le potenzialità turistiche del territorio.” L’idea, a sentire i più esperti

Mazzola e Bacciardi, è di improntare il programma sulla continuità proseguendo ciò che è già stato iniziato, come i lavori per il nuovo piano regolatore generale. Comunque il nuovo consiglio comunale sarà composto da 16 consiglieri, 10 di maggioranza e 6 di minoranza, più 5 assessori e ovviamente il sindaco, che inizialmente terrà ad interim l’assessorato alla cultura. Passiamo ai nomi della squadra che amministrerà Tarquinia nei prossimi anni, partendo dai consiglieri di maggioranza: Alberto Blasi, Maria Elisa Valeri,

MONTALTO - Centinaia di cittadini in comune e in piazza a seguire su maxischermo il primo consiglio di Caci G

iovedì pomeriggio alle 18: 30, presso la sala consiliare del comune di Montalto di Castro si è tenuto il primo consiglio dell’amministrazione Caci.Dopo l’esecuzione dell’inno nazionale e dopo aver dato il benvenuto alle centinaia di cittadini -che hanno voluto seguire la seduta in aula e sotto la piazza del comune tramite megaschermo- ed ai politi ospiti d’eccezione – L’assessore Regionale all’agricoltura Birindelli, il Presidente della Commissione Agricoltura On. Francesco Battistoni, l’Assessore Santini, il Presidente della commissione Lavori Pubblici On. Rodolfo Gigli ed il segretario provinciale UDC Romoli-, il neo eletto Primo Cittadino ha parlato al cuore dei montaltesi: “Oggi è un giorno particolare per il nostro gruppo –ha dichiarato il Sindaco- che dopo anni di opposizione grazie ai cittadini di Montalto e Pescia si trova a governare questo paese. Ringrazio il mio predecessore Carai che per 10 anni ha guidato l’amministrazione e ringrazio Paola Peruzzi che da oggi guiderà l’opposizione locale. Spero che durante il mio mandato tra maggioranza ed opposizione ci sia quella collaborazione che negli anni passati è mancata: tutto ciò sarà fondamentale per fare il bene del paese. Ringrazio –ha continuato Caci- tutti i cittadini, quindi anche chi non mi ha votato e prometto di essere il sindaco di tutti. Mi auguro che ogni consiglio comunale sia colmo di gente come oggi perché vorrà dire che il nostro progetto di coinvolgimento sarà

stato attuato. Ringrazio infine –ha concluso il Primo Cittadino di Montalto- i consiglieri di opposizione che mi hanno affiancato in questi anni e che si sono impegnati sempre nell’attività amministrativa”.Dopo il giuramento del Sindaco è stato eletto il Presidente del Consiglio Comunale che sarà il Dott. Marco La Monica: “l’ alta responsabilità che avete voluto affidarmi –ha commentato il Presidente- mi onora ed emoziona intensamente. Assicuro innanzi al Consiglio Comunale ed alla popolazione tutta che il mandato affidatomi sarà improntato tenendo a linee guida i valori dell’imparzialità, della correttezza e della trasparenza. Eleverò e farò mie le parole del filosofo Alexis De Tocqueville nella sua tesi della tirannia della maggioranza: “l’impero morale della maggioranza si fonda in parte sull’idea che vi sia più cultura e più saggezza in molti uomini riuniti che in uno solo, nel numero più che nella qualità dei legislatori”. Permettetemi, da ultimo ha concluso La Monica- di rivolgere un pensiero a coloro che con me hanno condiviso in questi lunghi anni questi scranni e che oggi purtroppo non sono più con noi. Rivolgo una preghiera al nostro Sindaco ed all’assise tutta affinché il loro ricordo possa essere perpetuato nel tempo, intitolando quest’aula, massima espressione democratica di Montalto e Pescia, ai loro nomi, in memoria dei nostri beneamati concittadini Francesco Viola e Roberto Sacconi”. Dopo la nomina dei componenti della

Giunta e delle commissioni consiliari, l’opposizione, attraverso le parole del suo Capogruppo Paola Peruzzi, di Angelo Brizi e di Salvatore Carai ha espresso gli auguri per il mandato della nuova maggioranza promettendo di vigilare sull’attuazione del programma elettorale e sulle azioni della Giunta. Con la ratifica di alcune Variazioni in via d’urgenza al bilancio di previsione 2012 si è infine conclusa la prima seduta consiliare della nuova amministrazione comunale guidata dal Sindaco Sergio Caci.

Marco Gentili, Giancarlo Capitani, Angelo Centini, Carola Regolo, Maurizio Leoncelli, Armando Palmini (anche presidente del consiglio), Paolo Baldoni e Giuseppe Rabuf� saranno i dieci consiglieri eletti a sostegno di Mazzola, mentre i cinque assessori (nella foto col sindaco)saranno Renato Bacciardi (vice sindaco) con delega all’urbanistica, al demanio, al patrimonio comunale, al litorale, alle saline, al commercio, all’agricoltura e ai prodotti tipici. Questo sarà un assessorato talmente impegnato che verrà chiesto l’aiuto della Di Simone. Poi ritroveremo Anselmo Ranucci, assessore ai lavori pubblici e ai servizi tecnologici, Sandro Celli assessore all istruzione, allo spettacolo, sport e turismo, Enrico Leoni assessore alle politiche sociali e Lucilla De Luca assessore alle politiche giovanili con delega all’università. La prima seduta dell’assise comunale si svolgerà il 23 maggio alle ore 18 e vedrà la convalida degli eletti, il giuramento del sindaco, l’elezione del presidente del consiglio, la comunicazione delle nomine degli assessori, le linee guida del programma politico-amministrativo, la designazione della commissione elettorale ed altri atti.

TUSCANIA - Ultimo giorno per l’edizione 2012

La domenica di Cavalli a Primavera U

ltimo appuntamento per il weekend dedicato ai cavalli di Cavalli a Primavera. L’edizione 2012 conferma il successo dell’iniziativa, nata sulla scia di Nitriti a primavera e giunta ormai al secondo anno consecutivo. Dopo la memorabile giornata di sabato con un’inaugurazione che ha visto la presenza di un folto parterre politico e festeggiamenti in grande stile con eventi dedicati a grandi e piccini, oggi si replica. Protagonista come sempre il cavallo maremmano ma anche la vita all’aria aperta e le tradizioni della Maremma. Gli appuntamenti di oggi iniziano alle ore 10,00 con la �nale del Trofeo Assi di Salto in Libertà. Alle ore 10,30 Campionato di Monta Tolfetana- Sbrancamento; ore 11,30 Campionato Monta Tradizionale Maremmana - Abilità. Dopo la pausa pranzo che gli ospiti potranno trascorrere in uno degli stand gastronomici presenti, si riprende alle ore 15,00 con il Campionato Tradizionale Monta Maremmana - Gara di abilità a squadre e alle ore 15,30 con il Campionato di Monta Tolfetana - Gimkana veloce. A concludere la giornata due grandi eventi della manifestazione rivolti al grande pubblico: alle ore 17,15 il Maremma Moda e alle ore 18,00 il Maremma Show.

Bartolomeo e Gabriella a Tuscania festeggiano le Nozze d’Oro

“Quale è il segreto di una vita così felice? Svelatelo anche a noi”. Cinquant’anni di unione e sacrifici, preoccupazioni e sorrisi, gioie e dolori, capiamo che non sono stati semplici. Ma il vostro amore e la vostra Forza, vi hanno tenuti uniti, fino a festeggiare assieme alla Vostra Famiglia, questo stupendo Traguardo D’amore! Congratulazioni dalla vostra famiglia... ... e dalla nostra redazione!


Domenica 20 Maggio 2012

almanacco

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

11

SORIANO NEL CIMINO

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Rivedrete alcune convinzioni perche’ vi accorgerete che qualcuna e’, purtroppo, frutto di valutazioni basate su preconcetti o stereotipi. Ripensamenti preziosi, poiche’ sono i pensieri e le opinioni di oggi che daranno forma al vostro futuro! In amore, Venere vi da’ una marcia in piu’: favorita la complicita’ e una comune visione dell’esistenza. Per i single attrazioni irresistibili.

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Siete su di giri, tutto va per il meglio e i risultati non mancano. Gli amici vi dimostreranno di esservi sempre vicini e, all’occorrenza, anche pronti a darvi una mano, facendovi provare un grande sollievo. Buona la condivisione di progetti con la persona amata. Se siete single, un’amicizia si va consolidando con contatti telefonici e mail sempre piu’ coinvolgenti. Inviti.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Grazie ai vostri recenti buoni risultati, siete al centro dell’interesse e vi rallegrate per l’ammirazione altrui. Non fate pero’ i boriosi! Siate comprensivi con chi non ha riportato i vostri stessi successi e, quando e’ possibile, date loro una mano. Il settore affettivo e’ proprio come piace a voi: la fase propone un amore dolce, appassionato, una splendida stabilita’ di coppia.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

La Luna vi rema contro. Non cercate il male dove non c’e’. Non fatevi condizionare dall’esperienza negativa vissuta con una persona che credevate amica. Non prendetevela, non chiudetevi a riccio ad ogni minimo inconveniente. Fate tesoro dell’esperienza e andate avanti! Un’alimentazione piu’ regolare, piu’ equilibrata, vi terra’ al riparo da possibili disturbi di stomaco.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

Non sara’ mica che state cercando qualcosa che vi e’ accanto e non ve ne siete ancora accorti? Non date niente e nessuno per scontato. Circondatevi di persone positive e rasserenanti, ed evitate quelle che esprimono solo critiche, anche infondate. Le relazioni affettive traballanti e’ bene che trovino un equilibrio, grazie ad un intervento urgente e deciso. Ottime intuizioni.

La Luna nel segno del Toro vi mostra la sua faccia impaziente, lamentosa. Non seguitela sui sentieri dell’inquietudine. Non abbandonatevi al rischio di angustiarvi per motivi di poco conto, superate l’impasse con scioltezza e diplomazia. Mantenetevi in buona salute, gestendo con saggezza l’equilibrio psicofisico; via libera alle cure estetiche come massaggi e coccole.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

Sono molti i pianeti che vi infondono una bella carica di vitalita’ e che alimentano il desiderio di vivacizzare le vostre relazioni: avrete il tempo e le occasioni giuste per divertirvi e realizzare qualcosa di importante. Per quanto riguarda l’amore, si intravedono momenti appaganti, emozioni piccanti; in particolar modo per chi ha voglia di farsi tentare da qualche maliziosa avventura.

Il vostro cielo e’ denso di nuvole e voi vivete una trepidazione che vi fa sognare i cambiamenti, piu’ che operare per realizzarli. La Luna, Mercurio e Giove nemici si divertiranno a contrastare e a far sfumare i progetti che vi stanno a cuore. L’umore sara’ ballerino e anche il partner ne risentira’ sotto il fuoco incrociato delle vostre richieste e lamentele: aspettate che passi.

American Pie. Ancora Insieme Orario: 17,30 - 19,30 - 21,30

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

A qualcuno di voi questo giorno di festa offrira’ la possibilita’ di riavvicinare qualcuno mai dimenticato; tenete, comunque, alta la guardia: fate in modo che i vecchi ricordi non comportino qualche sorpresa deludente. Per riposare la mente e’ utile il sonno, ma anche lo svago. Invitate gli amici per visitare una mostra o una citta’ d’arte, per vedere un film o andare ad un concerto.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Con le vostre a n t e n n e riuscirete a stanare qualcuno delle alte sfere, che vorrebbe tentare di ostacolare un progetto a cui tenete moltissimo. Quando finalmente ogni minaccia sara’ sventata, non vendicatevi! Il vostro premio sara’ gia’ la vittoria. Se accoglierete le effusioni del partner con entusiasmo, il rapporto sara’ piu’ appagante; per i single atmosfere di grande incanto.

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

Dinamismo ed efficienza vi permetteranno di sfruttare al meglio i favori astrali odierni: vi piacera’ molto stare in mezzo alla gente e non rifiuterete certo nessuna occasione per divertirvi, allargare il giro delle amicizie, intrecciare nuove conoscenze. E in amore? Guarderete con occhi diversi una persona conosciuta di recente, per qualcuno e’ possibile un ritorno di fiamma.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

Vi attende una giornata allegra e stimolante, ricca di propositi costruttivi che vi mettono di buonumore: la vostra personalita’ fara’ colpo e vi mettera’ al centro dell’attenzione. Potrebbe presentarsi l’occasione di partecipare ad una bella cena, insieme agli amici piu’ cari. Si’ ai colpi di testa soprattutto se e’ da diverso tempo che seguite tranquilli le vostre abitudini.

TARQUINIA

Cinema Etrusco - Multisala Via Della Caserma, 32

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 Magic Mike Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A Diaz. Non Pulire Questo Sangue Orario: 17,00 - 19,30 Cinema Trieste Viale Trieste, 30 CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 C H I U S U RA

E ST IVA

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

Dark Shadows Orario: 17,30 - 21,30

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26 American Pie. Ancora Insieme Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. Gli Infedeli Orario: 17,30 - 19,45 - 22,00 Marigold Hotel Orario: 17,30 - 19,45 - 22,00 Multisala Flavia Via Della Croce, 1

RIPOSO

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 Hungher Games Orario: 15,30 - 17,45

Dark Shadow Orario: 17,45 - 19,50 - 22,00 Ciliegine Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Quella Casa Nel Bosco Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Il Primo Uomo Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V. Dark Shadows Orario: 17,30 - 19,40 - 22,00

VITORCHIANO Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano American Pie. Ancora Insieme Feriali: 20,15 - 22,30 Prefestivo: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 The Avengers 3D Feriali: 20,00 - 22,30 Prefestivo: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,15 - 17,45 FINALE COPPA ITALIA Juve-Napoli Ore: 20,45 Dark Shadows Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 La Fredda Luce Del Giorno Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Quella Casa Nel Bosco Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Il Primo Uomo Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Seafood. Un Pesce Fuor D’Acqua Pref. e Mercoledì: 18,00 Fest.: 15,45 - 18,00 Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it Fax 0761.1890811

Buon Compleanno a Martina Ricci

PREVISIONI METEOROLOGICHE

FARMACIE VITERBO (reperibilità)

OGGI 20 MAGGIO

VITERBO Via Della Palazzina, 195/197 Tel. 0761.250825 (Diurna)

VITERBO - S. MARTINO AL C. Piazza Buratti 2/3 Tel. 0761.379976 (Diurna e Notturna)

VITERBO Viale Trieste, 36/A Tel. 0761. 341083 (Notturna)

VETRALLA Via S. Michele, s.n.c. Tel. 0761.477053 (Diurna e Notturna)

Domenica 20 Maggio

Lunedì 21 Maggio

La saccatura iberica si affaccia sul Mediterraneo attivando sulle Centrali tirreniche un intenso flusso di correnti meridionali più umide ed instabili. Giornata perturbata sulla medio alta Toscana; dopo una mattina con nubi alte in ispessimento giungono le piogge con precipitazioni anche a carattere di rovescio moderato, persistenti sull’angolo nordoccidentale ma con peggioramento diffuso a tutta la regione dal tardo pomeriggio, in serata e per tutta la notte. Instabile sul Lazio ed Umbria con piogge e rovesci diffusi dal tardo pomeriggio, in rinforzo tra sera e notte, più ai margini il basso Lazio. Temperature in aumento nei minimi, in calo nei massimi in Toscana, stabili sul Lazio verso i 22-23° nei massimi. Venti da deboli a moderati da SSE al suolo, con rinforzi lungo i litorali toscani e su arcipelago toscano, moderati da S in quota. Mari ovunque mossi, entro notte anche molto mossi al largo.

La saccatura si muove dalle Baleari verso le regioni italiane settentrionali i n t e r e s s a n d o l a To s c a n a ; pertanto una situazione che determina moderate correnti di libeccio e r innova instabilità diffusa sui settori esposti. Al mattino piogge e rovesci organizzati, ma rapido miglioramento dalle coste con schiarite; dal pomeriggio sera si r innova l’instabilità lungo la dorsale, su a l t a To s c a n a e i n f i n e s u interne laziali per sera notte. Asciutto invece s u l l e c o s t e . Te m p e r a t u r e in calo nei massimi sul L a z i o, p i ù s e n s i b i l e i n m o n t a g n a . Ve n t i m o d e r a t i i n p r e v a l e n z a d i l i b e c c i o, anche in quota, deboli s u a r c i p e l a g o t o s c a n o. Mari mossi, molto mosso tendente ad agitato l’alto T i r r e n o.

22 anni fa quando nascevi suonavano le campane…era Domenica, proprio come oggi. Bè un po di cose sono cambiate, un pò la tua altezza, il tuo peso..ma tu sei rimasta sempre uguale. Sempre così sorridente e con un sole dentro tanto da illuminare tutto ciò che ti circonda (e quel sole ce l’hai dentro al cuore, sole di primavera…ehehe). Ogni tanto ti meriteresti anche qualche bel “calcio in culo”..ma sei importante anche per questo..sennò non saresti tu. Grazie per tutto ciò che abbiamo passato insieme e continueremo a passare. (Mariagrazia Paduano)


� �

SPORT

12

Domenica 20 Maggio 2012

CALCIO A 5

Memorial “Alessandro Cignarale”, i primi risultati Vincono Si.Ste. Impianti e Kalmar nei primi due confronti disputati giovedì

B

ella cerimonia inaugurale giovedì 17 maggio presso l’ALPI Sporting Club di Fabrica Di Roma, dove molti cittadini hanno seguito la cerimonia in ricordo di Alessandro Cignarale a 6 anni dalla sua scomparsa. I suoi più cari amici hanno omaggiato la famiglia con un bellissimo cesto floreale e prima della prima partita l’arbitro Giuseppe Moretti ha concesso un minuto di silenzio in suo ricordo ed al termine di questo un Forte Applauso ha accompagnato l’inizio del IV° Memorial di Calcio a 5 “Alessandro Cignarale”. Questo è il dettaglio delle prime sfide della competizione. Si.Ste Impianti - BC One 2-0 Nella prima partita la Si.Ste Impianti Campione in carica si sbarazza della Bc One Grazie Per 9-2 grazie alle reti di Jacopo Sciamanna (4), Valerio Carosi (3), Giordano Colinelli e Maurizio Mariani. Per la Bc One reti personali di Lucio Dominici e Federico Carvetti. Bar 5 Stelle “Le Riserve” Kalmar 0-10

MOUNTAIN BIKE - Con la ghiotta novità dei tre percorsi

Domenica prossima super Marathon di Monte Fogliano

L

Si.Ste. Impianti e BC One schierate prima del fischio d’inizio del Memorial Cignarale Ragazzi della Kalmar sui fabrichesi delle Riserve del Bar 5 Stelle che dopo un primo tempo a senso unico,nel secondo dilagano grazie alle reti di Leonardo Pintoni, Andrea Foglietta (3), Manuel Giurato, Emanuele Colazzo, Marco Bacchiocchi. Ieri sera (venerdì, ndr) quattro belle partite: la prima vede uscire sconfitti i ragazzi del Torino che con

qualche assenza di troppo perdono 6 a 2 contro una Gelateria Igloo messa molto bene in campo. Nella seconda partita la Movida Marinelli regge un tempo contro ragazzi del presidentissimo Fabio Comite ma poi soccombe per 6 a 2. Nella terza partita un eurospin passo della beccaccia fa un ottima prova ma purtroppo le numerose assenze si sentono e la spaccata ne approfitta rifilandogli un

secco 5 a 0 con un grande Tomassetti che dimostra di essere l’arma in più della spaccata. La quarta partita dimostra come l’esperienza vince quasi sempre sulla freschezza e sulle doti tecniche infatti i ragazzi della Felgas perdono 6 a 3 contro Malto e Farina, squadra più esperta e messa meglio in campo. Oggi si disputeranno nuovi incontri del torneo. (Testo di Fabio Comite)

’Asd Vittorio Bike Montefogliano è al lavoro per migliorare sia il tracciato che l’organizzazione della nona edizione della Marathon di Montefogliano in programma domenica 27 maggio. Annoverata e riconosciuta nella cerchia dei circuiti fuoristrada come l’Inkospor Mtb Marathon Lazio e la Maremma Tosco-Laziale, la cura e l’attenzione verso la sicurezza e gli aspetti tecnico-agonistici da parte degli organizzatori consentiranno di mantenere ancora alto il livello della corsa anche in questa edizione. La grande novità del 2012 è la tabellazione dei tre percorsi alle spalle della zona griglie dove gli atleti potranno effettuare il riscaldamento senza percorrere la SS.2 Via Cassia intralciando il traf�co onde evitare incidenti. Per quel che riguarda il percorso, è quello ormai consolidato nel tempo. Si sta cercando di individuare dei single track nella faggeta per eliminare quel poco di asfalto che si percorreva ma anche una parte dello stradone in terra battuta che

porta alla Cima Coppi posta a 911 metri di altitudine. Le iscrizioni in corso di de�nizione potranno de�nire ancora altri partecipanti che si potranno distinguere nell’impegnativo percorso allestito dall’Asd Vittorio Bike Montefogliano, società che ha una smisurata attenzione nella crescita e nell’attenzione verso i bambini e i ragazzi dell’omonima scuola di mountain bike riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana. Appuntamento perciò a Cura di Vetralla per domenica 27 maggio con l’occasione di vivere la manifestazione che ha tutto il suo fascino percorrendo tutta una serie di saliscendi nei bellissimi sentieri di Montefogliano, con continui cambi di vegetazione, che va dal bosco misto di quercia, a quello ceduo di castagno alle bellissime faggete delle parti più in alto. Marathon: 60 chilometri + 5 di trasferimento, dislivello 1932 metri Point to Point: 47,5 chilometri + 5 , dislivello 1347 metri Cicloturistico: 21 chilometri +5, dislivello 688 metri

Coppa Lazio, la Castrense gioca la finale domenica a Civita Castellana

RUGBY - Oggi la finale di ritorno contro il IV° Circolo Benevento

resso gli uf�ci del Comitato Regionale Lazio, si sono ritrovate i rappresentanti delle sei società �naliste della Coppa Italia di Promozione, della Coppa Lazio di Prima Categoria e della Coppa Lazio di Seconda Categoria. Ai quali sono state comunicate le modalità e i luoghi per lo svolgimento delle gare, in programma domenica 27 maggio.

ltima chiamata per i Lions Alto Lazio under 16. Questa domenica (oggi, ndr), a Benevento, la formazione minore della franchigia che riunisce i settori giovanili del rugby viterbese, torna in campo per la finale di ritorno del Torneo Cal. Bisogna affrontare una lunga trasferta in Campania per decretare la squadra vincitrice della coppa. Si tratta dell`atto finale di una stagione sportiva lunghissima, che vede di fronte le vincitrici dei campionati di categoria di Campania, Abruzzo e Lazio (Cal). Si parte dal risultato della finale di andata, giocata a Viterbo domenica scorsa: 22-17 in favore del IV° Circolo Benevento (4 mete contro 3). La sconfitta interna di

P

LA CASTRENSE A CIVITA Per la Coppa Lazio di Prima Categoria super s�da domenica alle 16 al Madami tra la Castrense e Città di Ciampino), c Scelto quindi lo scenario del Madami per la “nostra” Castrense che cerca il bis alla stratosferica vittoria nel campionato di Prima Categoria, con conseguente passaggio alla Promozione della prossima stagione.

LE ALTRE SFIDE Domenica mattina quando toccherà alle �naliste di Seconda Categoria (Junior Portuense e Trevi) che giocheranno sul campo Caslini di Colleferro. Chiuderanno la due giorni di coppa, Centro Italia Stella d’Oro e Sermoneta, che domenica pomeriggio (ore 16) si contenderanno la Coppa Italia di Promozione sul campo Comunale di Guidonia.

I Lions si giocano la vittoria nel Cal U

sette giorni fa costringe i Lions a giocarsi il tutto per tutto sul campo dei pari età sanniti: un compito impegnativo, ma tutt`altro che impossibile visto l’equilibrio dimostrato sul campo sette giorni fa. La differenza di punti è stata stabilita soltanto da alcuni errori commessi dai padroni di casa, errori che gli avversarsi hanno capitalizzato al massimo. Il quindici dei Leoncini che i tre allenatori Amicucci, Cardoso e Romagnoli manderanno in campo, avrà il compito di dimostrare quanto di buono è stato fatto da questo gruppo per tutto l`arco del campionato. Alla squadra mancherà qualcuno degli elementi maggiormente impiegati fino a qui, a causa di infortuni vari, ma chi andrà in campo a Benevento non li

Ruggiti di fine stagione per i re della giungla della palla ovale farà certo rimpiangere. Ultimo impegno prima delle vacanze, quindi, per chiudere una stagione ricca di soddisfazioni ma che può

avere la ciliegina sulla torta finale con un importante riconoscimento interregionale: non resta che incrociare le dita.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

13

SPORT

Domenica 20 Maggio 2012

CALCIO

La Viterbese va a caccia dei big Nel fumo del mercato estito si erge la Viterbese ‘96 di Savini. Successo Play Off

I

l mercato riapre il 1 Luglio, ma per chi ha le possibilità si chiude proprio il 1 Luglio con il tesseramento ufficiale dei calciatori contattati in questo lasso di tempo che ci separa dal nero su bianco. Voci che ancora non hanno trovato riscontri ufficiali vedono il Ds Manfra in grande spolvero, con l’agenda piena di nomi segnati in rosso. Ecco alcuni dei possibili ‘botti’ per la stagione 2012/ 2013: Scardala Stefano, difensore, nato il 30/07/1981. Un veterano della categoria dilettante. Esordio con la Juve Stabia nel 2000-01 in C 2 dopo di che solo serie D con Tivoli, Monterotondo (5 anni di permanenza), Rieti, Flaminia Civitacastella (dal 2009 al 2011) ed attualmente in forza al Venezia. Mucciante Tiziano, difensore, nato il 01/09/1982. Esordio con il Pescara nel 2001 in serie B dopo di che passa in forza al Castel di Sangro nel 2002. Nel 2003 torna al Pescara per poi trasferirsi nella sta-

gione seguente al Rosetana. Dal 2005 al 2009 milita nel Renato Curi in serie D per poi passare in forza al Chieti dove conquista la Lega Pro. Nell’ ultima stagione ha militato nell’Andria in 1ª divisione (C 1). Gambino Giuseppe, attaccante, nato il 07/04/1984. Primi tre anni serie D dove milita con le maglie del Pro Favara (2002-2003), Brescello e Carpenedolo. Nel 2004 passa in forza al Como in Serie C 1 con ventinove presenze e 9 gol. I due anni successivi sono amari di soddisfazioni con 0 gol sia nel Taranto che nella Carrarese. Due anni in serie D in forza al Giacomese e al Rodengo Saiano. In seguito tre anni di C2 con Rodengo, Caravaggese e di nuovo Rodengo. Dal 2008 al 2011 ancora serie D con le maglie del Tritium, Gaeta e Teramo realizzando quarantanove gol. Nella stagione appena trascorsa ha indossato la maglia dell’Andria Bat in C 1 totalizzando 24 presenze e sei gol.

C

he impresa che ha compiuto la Viterbese ‘96. Serviva una vittoria nell’ultima e decisiva giornata di campionato contro la Nuova Tor Tre Teste e vittoria è stata. E le sorprese non fiscono qui, la gloriosa Tor Tre Teste esce dai play off e grazie ai risultati della Vigor Perconti (sconfitta dalla Romulea) e dell’Urbetevere (pareggio interno con il Tor di Quinto) i gialloblu balzano al quarto posto, posizione che consente di giocare in casa la sfida di Sabato 26. Davantio alla Viterbese solo la Lazio, la Roma (fuori categoria), ed il Savio (finalista nella passata stagione). Per il secondo anno consecutivo i leoncini ‘96 centrano i play off confermandosi come la migliore espressione del calcio giovanile della Tuscia. A decidere l’incontro l’ennesima perla stagionale del capitano Lorenzo Bordo che al 23’ con la specialità della ‘casa’, conclusione da fuori area sotto l’incrocio. Questo l’undici che ha piegato la Nuova Tor Tre Teste: Vittori, Ballezzi, Ghezzi (Randisi), Paolelli, Guida, Manoni, Lutchner, Bordo (Salvatori), Bonaventura, Giurato (Valentini), Chiaranda (Federici). A disposizione del tecnico Savini: Bellacanzone, Nardi, Guadagno. Assenti per infortunio Venanzi e Cuscunà, per squalifica Achilli. L’augurio è che la società Viterbese metta a disposizione il Rocchi per l’incontro di Sabato e, magari, apra gli occhi in direzione dei propri giovani che nulla hanno da invidiare dagli under ‘stranieri’. Questo successo è il giusto premio per un gruppo che ha saputo tener testa alle big romane, da sempre sicure di essere favorite, ed all’impegno profuso sul campo per tutta la stagione. La Viterbese c’è e guai a sottovalutarla. Tra qualche tempo il sogno di una Viterbese di viterbesi potrebbe diventare realtà, dirigenti e presidenti permettendo...

Foto Andrea Di Palermo

Nella foto in alto Lorenzo Bordo

ECCELLENZA - PROMOZIONE - Un posto per tre contendenti. La parola al campo

Oggi il verdetto su chi accederà ai play off In Eccellenza le nostre portabandiere proveranno a chiudere la stagione in bellezza

C

he la caccia al terzo posto abbia inizio. A contendersi l’accesso ai play off contro il Grifone Monteverde saranno Caninese, Vigor Acquapendente ed Ischia di Castro. La griglia mette in pole la formazione di Gasperini, ma guai a dare per spacciati gli undici di Sperduti e Quintarelli. Ago della bilancia, neanche a dirlo, sarà lo stesso Grifone Monteverde che potrebbe o tagliare fuori la Vigor Acqua-

pendente con un pareggio o una vittoria oppure favorirla lasciandola passare. Il tecnico degli aquesini Massimo Quintarelli non potrà contare sull’intera rosa a causa delle defezioni di Saccarello per squali�ca e di Arabia, Bedini e Gentili per infortunio. Prenderà parte del match, seppur stringendo i denti, il bomber Fabio Goretti che sembra aver recuperato dalle noie �siche incorse nell’ultimo

ECCELLENZA GIRONE A - 34ª GIORNATA

periodo. Per i gialloblu saranno play off in caso di distacco dalle altre candidate o di arrivo alla pari con il solo Ischia di Castro. in virtù dei scontri diretti favorevoli. Chi invece ha poco per sorridere è il tecnico dei maremmani Riccardo Sperduti che nell’incontro casalingo con l’Olimpia dovrà fare a meno di Perugini, Boriello, Macaluso, Marcoaldi e Galli senza fare i conti con gli acciaccati Feola e Pellegrino. In pratica tre-quarti della difesa sarà out. Inoltre l’Olimpia, ferma a

quota quarantaquattro dovrà necessariamente uscire imbattuta dall’incontro per essere sicura di non disputare i play out. Tornando indietro di quattro Domeniche nessuno si sarebbe aspettato questo scenario, ma l’imprevedibilità del calcio non guarda in faccia a nessuno. La Caninese accederà ai play off in caso di arrivo di arrivo a tre oppure in coabitazione con la sola Vigor Acquapendente. Viene da se che il ruolo di favorita spetti all’Ischia di Castro che si giocherà le sue chance nella tana del Pianoscarano, ormai salvo e senza obiettivi raggiungibili. Mister Mimmi Gasperini dovrà tuttavia fare i conti con le pesanti assenze di Aquilani, Loiseaux e Brizi ma potrà contare sul rientro di Malè al centro della difesa. La formazione del presidente Fossati disputerà i play off

PROMOZIONE GIRONE A - 34ª GIORNATA

PISONIANO - CORNETO TARQUINIA

11.00

G.MONTEVERDE - VIGOR ACQUAPENDENTE

11.00

FONTENUOVESE - VILLANOVA

11.00

PIANOSCARANO - ISCHIA DI CASTRO

11.00

MONTEFIASCONE - TOR SAPIENZA

11.00

CANINESE - OLIMPIA

11.00

REAL POMEZIA - DIANA NEMI

11.00

LA STORTA - SANTA MARINELLA

11.00

ALBALONGA - OSTIA MARE

11.00

FOGLIANESE - CANEPINA

5-3

GIADA MACCARESE - LA SABINA

11.00

CITTA’ DI CERVETERI - TOLFAI

11.00

LADISPOLI - CECCHINA

11.00

BRACCIANO - ANGUILLARA

11.00

GUIDONIA - REAL MONTEROSI

11.00

FOCENE - FUTBOLCLUB

11.00

RIETI - FIUMICINO

11.00

CASALOTTI - FREGENE

11.00

ECCELLENZA - GIRONE A

PROMOZIONE GIRONE A

OSTIA MARE

71

FREGENE

70

ALBALONGA

63

GRIFONE MONTEVERDE

66

RIETI

62

CANINESE

59

PISONIANO (-1)

62

V. ACQUAPENDENTE

59

REAL MONTEROSI

46

ISCHIA DI CASTRO

59

REAL POMEZIA

46

FUTBOLCLUB

49

GUIDONIA

46

CASALOTTI

48

VILLANOVA

44

PIANOSCARANO (-1)

48

TOR SAPIENZA

42

BRACCIANO

47

MONTEFIASCONE

42

TOLFA

47

CECCHINA

42

FOCENE

46

FONTENUOVESE

42

OLIMPIA

44

CORNETO TARQUINIA

39

ANGUILLARA

43

LADISPOLI

38

CITTA’ DI CERVETERI

42

DIANA NEMI

37

LA STORTA

42

FIUMICINO

36

SANTA MARINELLA

38

GIADA MACCARESE

33

C.D. FOGLIANESE

16

LA SABINA

16

CANEPINA

9

in caso arrivo alla pari con la sola Caninese, in virtù di una migliore differenza reti, o per distacco da ambo le avversarie. Forse anche solo per scaramanzia lo stesso tecnico Gasperini ha rilasciato queste dichiarazioni in settimana: “Il Grifone Monteverde sceglierà l’avversario più debole e non siamo certo noi.” A fugare i dubbi come sempre sarà il campo. In Eccellenza, dove ormai tutto è scritto, rimane la sola

incognita su chi disputerà la partita dei paly out in casa. In vantaggio risulta essere il Corneto Tarquinia che per confermare tale verdetto dovrà espugnare l’insidioso campo del Pisoniano. Il Real Monterosi, dopo la scoppola interna con la Fontenuovese, proverà a chiudere in bellezza in quel di Guidonia. Il Monte�ascone festeggerà la salvezza conquistata con il proprio pubblico affrontando il Tor Sapienza.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

SPORT

14

Domenica 20 Maggio 2012

CALCIO A 5 DONNE - Nonostante i 211 gol il Montefiascone è secondo alla Libertas Ellera

L’officina del gol non raggiunge la vetta

I

n attesa dei risultati delle ultime due giornate, nel girone viterbese di Serie D (Calcio a 5 femminile) si è disputata quasi per intero la 28ª Giornata di campionato. La capolista Libertas Ellera mantiene la vetta della classi�ca conquistando un successo esterno sul campo dell’Atletico Oriolo. Il risultato �nale è di 84, con le ospiti che sono andate in rete grazie a Pancianeschi (4), Rigoli (2), Ceccariglia e Fanali. Per le padrone di casa invece Guiducci (2), Ferrini e Rossini. Le viterbesi, che hanno una partita in meno, sono tallonate

a -3 dal Monte�ascone, che ha superato 7-3 la Polisportiva Cicram grazie ad una cinquina della solita Gloria Rebichini. La falisca guida la classi�ca marcatrici con 84 gol ed una media di tre sigilli a partita, roba da far impallidire Cristiano Ronaldo! Le altre giocatrici del Monte�ascone (squadra che ha complessivamente ha realizzato 211 gol stagionali) andate in gol contro la Cicram sono Crocetti e Zarate, mentre per le ronciglionesi Bel�, De Santis e Stefani. La Libertas chiuderà il torneo contro CUS Viterbo e

Lubrianese (in trasferta) oltre a due recuperi, mentre per le falisce il calendario prevede la trasferta di Celleno e due recuperi. In terza posizione troviamo il Nepi Sport Event, che ha vinto 13-2 sul campo del malcapitato Graf�gnano ultimo in classi�ca. Bene anche il Canale Monterano, che ha vinto 7-4 a Lubriano con l’aiuto delle doppiette di Botta e Leoni: le canalesi superano provvisoriamente in classi�ca le ragazze dell’Oratorio Grandori, che giocheranno la s�da di questo turno giovedì 24

alle ore 21 sul campo del CUS Viterbo. Il Blera non fa prigionieri e batte 9-0 il Calcio Rossoblu in trasferta. Cancellu (5 gol) e Caporali (tripletta) sono le mattatrici delle blerane; in�ne, la Caninese ha scon�tto 7-0 il Vignanello con una grande prestazione di Mazza, cinque gol anche per lei. In questo turno il Celleno ha osservato il riposo. Classi�ca provvisoria: Libertas Ellera 74 pt., Monte�ascone 71, Nepi Sport Event 64, Celleno 56, Canale Monterano Calcio 43, Oratorio Grandori Cal-

Michela Proietti e Gloria Rebichini (Montefiascone) cio 42, Caninese 41, Lubriano 36, CUS Viterbo ed Atletico Oriolo Calcio a 5 35, Blera 31, Polisportiva Cicram 21, Calcio Rossoblu 14, Vignanello 6 e Graf�gnano 3. Diamo uno sguardo anche alla classi�ca marcatrici: dopo

la super Rebichini troviamo Arianna Rigoli (Libertas Ellera) a 49 gol, Tiziana Mazza (Caninese) ed Elena Rossi (Oratorio Grandori) a 46 e Liliana Mercedes Zarate (Monte�ascone) a 43. Gabriele Ludovici

CALCIO GIOVANILE Un mese di grande calcio con tanti giovani atleti

L

o sport è da sempre il motore pulsante della socialità dei giovanissimi che apprendono così valori che, se ben canalizzati, sapranno guidarli nelle scelte di vita importanti. Educare alla sana competizione i più piccoli è quindi non solo occasione di sano divertimento, ma anche di corretta abitudine alla vittoria o alla scon�tta. In quest’ottica sabato 19 maggio 2012 ha avuto ufficialmente inizio il I° Torneo “Città di Viterbo”, un torneo federale interamente organizzato dal Pianoscarano Calcio 1949 e che coinvolgerà ben quattro categorie giovanili: ragazzi nati dal gennaio 1996 per la categoria allievi, dal gennaio 1998 per la categoria giovanissimi, dal gennaio 2000 per la categoria esordienti e dal gennaio 2002 per la categoria pulcini. Calcio d’inizio alle ore 19.00 al campo sportivo

Piccoli Johan Crujiff sono pronti a spiccare il volo

Davvero tante le società che entreranno in azione per il torneo

Si parte con il I° Torneo “Città di Viterbo” In campo molte rappresentative giovanili della Tuscia per una nuova rassegna “Oliviero Bruni” tra “esordienti” Gsd Pianoscarano e Calciotuscia. Un mese di calcio giovanile e di eventi paralleli organizzati con l’aiuto del “Comitato Festeggiamenti Pianoscarano”, che coordinerà lo stand gastronomico associato alla manifestazione. Tutte le sere

sarà infatti possibile usufruire dei servizi messi a disposizione dallo stand, anche nelle serate in cui non si svolgeranno le partite del Torneo. Il “Comitato Festeggiamenti Pianoscarano” ha infatti preparato un calendario di manifestazioni parallele, come serate a tema e possibilità di organizzare

incontri di calcio a tema speci�co, come ad esempio il triangolare di calcio Femminile. Si ringrazia quanti hanno contribuito al dif�cile percorso di un evento così complesso: il comune di Viterbo, la Figc, il Coni di Viterbo, la sezione di Viterbo della A.I.A., il Comando dei vigili

del fuoco di Viterbo, il Cash & Carry Prime, il salumi�cio SAVI, il bar Carmine, ma anche tutti coloro che saranno vicini alla buona riuscita della manifestazione. Altre informazioni sul sito www.pi anoscaranocalcio.com, pagina evento su Facebook o gruppo Pianoscarano.

Le società partecipanti sono ASD La Sabina, USD Montalto, ASD Barco Murialdina, GSD Pianoscarano 1949, Real Caprarola, ASD Pol. Teverina, Sporting Terni, AS Viterbese, USD Montalto, Virtus Ortana, SSD Calciotuscia, Bassa Tuscia Gallese, e Fabrica Calcio.

ULTIM’ORA - Nel Girone A di Terza Categoria il San Lorenzo perde il primato

Clamoroso al Felceti: il Valentano vince 3-1 ed è promosso!

Mario Fiorentini, autore del 2-0

D

omenica scorsa, la finale di Eurolega di pallacanestro ha regalato una sorpresa incredibile: l’Olympiacos, sotto di 19 punti alla fine del terzo quarto, è riuscita a rimontare ed a superare il CSKA Mosca all’ultimo secondo con il canestro di Printzesis, destinato ad entrare nella storia. Quello che ha fatto il

Valentano ieri pomeriggio al “Felceti” è similare, ma riguarda l’andamento di tutto il campionato. La compagine allenata dal tandem Pacchiarelli-Bonasera era infatti rimasta “vittima” della bruciante partenza del San Lorenzo Nuovo, che ne aveva vinte quattordici su quattordici senza lasciare spazio a cedimenti strutturali.

E’ stato proprio il Valentano ad infliggere il primo k.o. alla squadra di Cozza, che dopo non è più riuscita a riprendere il ruolino-killer della prima parte del campionato. Invece i valentanesi hanno chiuso in bellezza, con dieci vittorie di fila inclusa l’ultima, decisiva, proprio contro i rivali. La partita è infatti finita 3-1: duplice vantaggio dei padroni di casa con le reti di Boninsegna e Fiorentini e dopo l’intervallo terzo gol realizzato ancora da Boninsegna. Vana la rete della bandiera dell’esperto Morice. Per il San Lorenzo Nuovo, la delusione è ovviamente cocente ma il danno forse non irreparabile: in caso di (tutt’altro che improbabile) ripescaggio, la squadra potrebbe comunque accedere alla Prima Categoria: sareb-

be davvero un peccato che una formazione così forte, che ha avuto in elementi come Morice, Tupu, Pieri e Tiberi alcuni tra gli elementi migliori, non potesse cimentarsi in una divisione superiore. Dal canto loro, i valentanesi hanno ovviamente avuto il merito di crederci fino in fondo ed un pizzico di fortuna che non guasta: basti pensare alla vittoria a tavolino di domenica scorsa contro i martani. Probabilmente il momento decisivo della stagione è stata la sconfitta del San Lorenzo nell’ultimo turno: l’opaca prova interna contro il Farnese è costata i tre punti che avrebbero chiuso il campionato in loro favore con un turno di anticipo. Qualche settimana fa il tecnico valentanese Spano, poi dimissoniario, ci aveva

Daniel Boninsegna, una doppietta memorabile confidato di credere ancora nella possibilità del sorpasso, anche se lo scetticismo degli esperti era palpabile; d’altronde chi aveva visto in azione la capolista non poteva che essere rimasto colpito dalla forza dei gialloblu. Tuttavia le partite si giocano sul campo, e come

ci hanno insegnato Valentano ed Olympiacos, a volte a fare la differenza sono la concentrazione e l’ostinazione nel cercare di raggiungere l’obiettivo. Che sia il trono d’Europa di basket o il campionato di Seconda Categoria! G.L.


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Domenica 20 Maggio 2012

15

CALCIO GIOVANILE

Pianoscarano ‘96, altro trionfo

Prosegue la bella favola del valido gruppo che ha iniziato il suo ciclo tre stagioni fa Altro trionfo per il gruppo ‘96 del Pianoscarano che ha vinto le due fasi del campionato allievi fascia B provinciale. Una stagione importante, seppur nel contesto di un torneo decisamente “svilito” dalle decisioni della

Figc di far disputare due fasi della competizione con un numero circoscritto di squadre. Il Pianoscarano dei tecnici Cecchetti (che poi strada facendo ha dovuto interromnpere il suo impegno per motivi lavorativi) e del mister

Sposetti ha dimostrato la sua superiorità con un percorso eccellente in cui capitan Belella e compagni hanno messo in evidenza tutto il loro valore. Prosegue quindi il cammino di un gruppo praticamente “storico” per il club

rionale e capace nella stagione 2009/2010 di vincere ex-aequo con l’Etrusca il campionato degli allora giovanissimi fascia B regionale e poi nel 2010/ 2011 di ottenere una tranquilla salvezza nel competitivo campionato dei giovanissimi regionali. Un ciclo che adesso con i dovuti correttivi proseguirà nella prossima stagione nel canpionato degli allievi provinciali con questo gruppo che ha tutte le potenzialità per continuare a primeggiare e farsi onore. Un plauso ai tecnici, dirigenti e ai ragazzi del Pianoscarano 1996 che adesso in questa fase finale della stagione sono impegnati in una serie di tornei dopo che nei giorni scorsi hanno vissuto la bellissima esperienza di recarsi in quel di Perugia dove hanno disputato una bella amochevole contro una formazione locale in fase di allestimento per la partecipazione al prossimo campionato nazionale di categoria. (agv)

Campioni!!!! Goliardia....

La maglia del trionfo

Mister e dirigente felici

Sotto i ... tifosi

Gioia a non finire

Consigli del mister

La foto ricordo


CA**0!

����������������������������������������

����������������������� ��������������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������������������� ��������������������������������

�������������������������������������������������������������������������������������

���������������������������������������������������������


L'Opinione di Viterbo - 20.05.2012