Issuu on Google+

p

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile VIVIANA TARTAGLINI

Anno II N.224 - Sabato 17 Settembre 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Il 26 ottobre parte il processo contro l’infermiere Piergentili

Nepi in lutto per la morte dell’ingegnere in Bolivia

Prende fuoco un capanno accanto al Semianello

di Luca Appia

dalla Redazione

dalla Redazione

a pagina 4

a pagina 3

a pagina 3

Prima vittima della truffa accertata dalla Guardia di Finanza il ginecologo Francesco Felici

Km85, le macchine acquistate sotto sequestro Acquistare una macchina, pagarla magari indebitandosi con qualche finanziaria e vedersela portare via deve far girare le scatole parecchio. Figuriamoci poi pagarla e vederci andare in giro il vecchio proprietario, anch’esso vittima del raggiro, che per mesi ha lottato per riaverla e se la ritrova più vecchia o usurata. Sta accadendo questo a Viterbo. Tra l’incredulo e la rabbia il primo a vedersi sequestrare una macchina, una mercedes bianca nuova fiammante, è stato il ginecologo viterbese Francesco Felici. Lui pensava che pagare una vettura era sufficiente per detenerne il possesso. Così non è stato per lui e non sarà per altre decine di persone.

L’inchiesta sui cunicoli approda sulla stampa nazionale Citato anche Di Prospero E’ prossima la presentazione del libro di Gianluca Di Prospero ‘Viterbo Custode Segreta’. Appuntamento previsto per questo 24 settembre. Intanto sia il libro che l’inchiesta de L’Opinione sui cunicoli viterbesi finisce sulla stampa nazionale. Precisamente il tutto è stato oggetto di un articolo uscito negli scorsi giorni sul giornale nazionale ‘Il Riformista’. Un bel colpo. di Roberto Pomi a pagina 10

di Viviana Tartaglini a pagina 3

Mammagial a, ancora un atto La camorra ‘bussa’ alle porte della Tuscia di autolesionismo. Ugl, “ora basta” Importante operazione antiriciclaggio condotta a Perugia

Sieropositiva aggredisce medici e infermieri dalla Redazione a pagina 3

Un clan collegato ai Casalesi che a Perugia aveva stabilito la base operativa per riciclare denaro sporco e immettere nei circuiti economici locali capitali pronti per esser investiti nel settore alberghiero, nella ristorazione e nell’edilizia, è stato sgominato con l’operazione Apogeo condatto da Ros e Gdf. di Daniele Camilli a pagina 4

Vuoi diventare giornalista? Se vuoi diventare giornalista pubblicista questa è la tua grande occasione. Senza troppo impegno, senza troppi disagi, solo con la voglia di scrivere ed imparare un mestiere nuovo. Se questo è un tuo desiderio, volontà o voglia di provare non esitare e invia un tuo curriculum al seguente indirizzo di posta elettronica: direttore@nuovoviterbooggi.it

Un detenuto a “quattro zampe” che urla, scappa lungo il corridoio e poi si schianta contro una �nestra del carcere. E’ quanto succede a Mammagialla. A confermare la notizia, il delegato regionale dell’Ugl Danilo Primi che parla anche degli obiettivi della manifestazione del 19 settembre.

QdA, stasera in scena un nuovo spettacolo dalla Redazione a pagina 7

BASKET

di Daniele Camilli a pagina 6

MOTORI

Interessante test Coppa del Cimino per la Belli CGT è già tutto pronto

di Glauco Antoniacci a pagina 27

dalla Redazione a pagina 25

VASANELLO

Rilevatori censimento resa nota la graduatoria di Simona Tenentini a pagina 15

MONTEFIASCONE

Il consigliere Ceccarelli elogia l’operato del Cotom di Michele Mari a pagina 18

ACQUAPENDENTE

La minoranza iperattiva tiene impegnato il sindaco di Fulvio Medici a pagina 11

MONTALTO

Porcellum, il Pd promuove la raccolta firme di Giovanni Corona a pagina 14


cronaca viterbese

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

Anche ieri tanti clienti davanti gli uffici speranzosi di trovare i loro certificati di proprietà. Niente da fare. Trenta auto saranno poste sotto sequestro nei prossimi giorni e i timori aumentano

In fiamme baracche e sterpaglie a ridosso del Semianello viterbese F

iamme sulla parete esterna del Semianello di Viterbo. I vigili del fuoco sono intervenuti nella tarda mattinata di ieri vicino all’uscita per il quartiere Ellera del Semianello. Ad essere interessate dalle �amme almeno tre baracche e diverse sterpaglie che lambiscono la strada. I pompieri, subito sul posto, sono riusciti a domare immediatamente l’incendio almeno per quello che riguarda il costone di arbusti che bruciava vicino alla carreggiata. Ora i vigili del fuoco stanno continuando a lavorare sulle baracche con una motopala per metterle del tutto in sicurezza. L’incendio pare che si sia propagato con facilità perché le piccole strutture andate a fuoco erano piene di ri�uti e materiale facilmente in�ammabile.

di Viviana TARTAGLINI

E

rano le 17 e 30 quando davanti gli uf�ci della concessionaria plurimarche di auto Km85 c’erano decine di persone in attesa che la segretaria della società arrivasse. “Siamo preoccupati. Non ci hanno consegnato i certi�cati di proprietà delle vetture che noi abbiamo regolarmente pagato con �nanziamenti e leasing - ci dice una giovane donna alquanto arrabbiata. Stiamo aspettando la segretaria che al telefono ci ha detto che tutto è regolare ma qui non si è vista e non sapiamo più cosa fare”. Non sanno cosa fare perché sono iniziati i primi fermi da parte del’autorità giudiziaria alla quale molti proprietari di auto si sono rivolti per rientare dei soldi. La prima vittima è persona illustre e conosciuta in città, si tratta del ginecologo Francesco Felici. La sua mercedes è stata cari-

3

Bufera alla concessionaria Km 85

Bloccate alcune auto vendute irregolarmente. Prima vittima il dottor Felici cata, dopo l’avvenuta noti�ca dell’uf�ciale giudiziario, sul carroattrezzi della ditta Cencioni e portato nel deposito giudiziario. Ovviamente nella situazione del medico ci sono altre decine di persone. Fino ad oggi sono già stati emessi circa trenta fermi giudiziari e questi sfortunati dovranno intraprendere un’azione legale per cercare di recuperare o l’auto sequestrata o i soldi pagati cash o attraverso un �nanziamento. Il tutto è comunque iniziato con una denuncia per furto a

Abusava sulle pazienti narcotizzate

carico dei proprietari della concessionaria e sulla quale hanno lavorato gli uomini della Guardia di Finanza di Viterbo. Le indagini sono state condotte dal maggiore Marco Pioli il quale ha raccolto, oltre le denunce di alcune persone truffate, una serie in�nita di testimonianze. A seguito delle indagini espletate dalle �amme gialle la Procura di Viterbo ha dato il via alle varie esecuzioni che porteranno ad un lavoro lungo e minuzioso. Gli ex clienti della Km85 adesso vivono nell’incertezza e

Donna sieropositiva aggredisce medici ed infermieri e la polizia... B rutto episodio di ordinaria follia ieri pomeriggio nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Belcolle. Una donna, in evidente stato di ebbrezza, era stata condotta al pronto soccorso. Visto che aveva anche delle escoriazioni ed essendo sieropositiva era stata trasferita per le cure del caso nel reparto di malattie infettive per ricevere

Pesanti condizioni di lavoro nella zona del Sacrario

Caso Piegentili, si parte il prossimo 26 ottobre S S i è tenuta ieri mattina la prima udienza del processo per rito abbreviato nei confronti di Giovanni Piergentili, l’infermiere dell’Andosilla accusato di violenza sessuale su una paziente dell’ospedale. Udienza a porte chiuse con il Gup Franca Marinelli, che ha indetto l’inizio della discussione per il prossimo 26 ottobre. Intanto, ieri, la presunta vittima degli abusi sessuale, difesa dagli avvocati Paolo Delle Monache e Alfredo Perugi, e la Ausl di Viterbo hanno formalizzato la costituzione in parte civile per il processo contro l’infermiere. Piergentili, intanto, si trova in carcere dallo scorso 8 marzo, data in cui gli uomini della squadra mobile di Fabio Zampaglione lo hanno arrestato alle prime luci dell’alba nella sua abitazione di Grotte Santo Stefano. L’accusa contro di lui è di violenza sessuale su una 38enne nel febbraio del 2011. Secondo la testimonianza della presunta vittima, quel giorno lei si trovava all’Andosilla per una visita endoscopica. Dopo l’esame era stata portata in una stanza a smaltire l’effetto dell’anestetico e si sarebbe risvegliata mentre l’infermiere la stava palpando. Dopo l’episodio la donna ha sporto denuncia e un mese dopo è arrivato l’arresto. Un caso, quello di Piergentili, da sempre controverso. Dopo l’arresto, infatti, si diceva che altre donne avessero sporto denuncia, donne che ora non si sa che �ne abbiano fatto. Intanto il personale del nosocomio civitonico ha mostrato una grande solidarietà per il collega, che dicono “non sarebbe mai stato capace di tali gesti”. Stessa solidarietà gli è arrivata dai compaesani, che hanno manifestato pubblicamente contro la carcerazione dell’infermiere 57enne con una �accolata per le vie del paese.

cioè non sanno se la macchina acquistata è realmente di loro proprietà o meno. Anche il registro automobilistico di Viterbo ha fornito una serie di riscontri e la mancata consegna dei certi�cati di proprietà può essere proprio la logica conseguenza dell’azione giudiziaria in corso. Le evidenti dif�coltà economiche dei proprietari non esclude però che essi possano in qualche modo sanare la situazione attraverso rimborsi e il pagamento delle pendenze sin qui riscontrate.

Trasporto urbano, autisti sul piede di guerra icurezza nel trasporto pubblico locale, gli autisti chiedono rispetto per il proprio lavoro. Per rafforzare la propria posizione si sono af�dati alla sigla sindacale FAISA-CISAL. I lavoratori, tramite il sindacato, hanno richiesto al consiglio d’amministrazione di Francigena di veri�care le condizioni di prevenzione e sicurezza del lavoro e del trasporto presso Piazza Martiri D’Ungheria, dove vengono parcheggiati i mezzi del trasporto pubblico urbano in partenza e in arrivo. Nella richiesta hanno evidenziato che: 1) vengono effettuate, durante la giornata, manovre pericolose a causa delle presenza di vari autobus nell’area di parcheggio in assenza di fermate prestabilite, intralciando la

corsia di tutti gli altri veicoli di passaggio e causando disagio ai passanti. 2) La mancanza di una corretta organizzazione del parcheggio costringe spesso gli autisti a invitare gli utenti, che aspettano sulla fermata, ad attraversare la strada, passando sullo spartitraf�co con preoccupazione e pericolo. 3) La maggior parte degli autobus che circolano sono sprovvisti di aria condizionata. A conferma di tutti questi problemi anche un verbale di sopralluogo della Ausl di Viterbo. A oggi niente è stato fatto, da parte della società, per mutare lo stato delle cose. Per i lavoratori ogni giorno è un’avventura dif�cile. (Ro.Po.)

Carabinieri - Denunciati due ladri di nocciole a Gallese

Ruba uno scooter, in manette S

ono stati i carabinieri del Norm di Civita Castellana, nell’ambito di servizi predisposti per prevenire i furti, ad arrestare un pregiudicato di nazionalità romena proveniente dalla Capitale e deferire a piede libero altri due suoi connazionali. Nella prima circostanza, i carabinieri, durante un posto di controllo alle porte del comprensorio civitonico, a tarda notte, hanno intimato l’alt ad uno scooter di grossa cilindrata il cui conducente era sprovvisto di casco. Una volta fermato, hanno constatato che i documenti di proprietà erano intestati a tutt’altra persona, che, a dire del romeno gli aveva temporaneamente prestato il motociclo. Insospettiti, i militari hanno svolto tramite i colleghi di Roma Cassia i dovuti accertamenti presso il domi-

cilio dell’intestatario del veicolo, che, una volta andato a controllare, si è reso conto del furto subito. Appurata la situazione e ricevuta la denuncia dal malcapitato, per lo straniero, accusato di furto aggravato, si sono aperte le porte del carcere di Viterbo, visti anche gli ulteriori pregiudizi speci�ci in materia emersi a suo carico. Nella seconda circostanza, invece, durante l’attività di pattugliamento delle campagne di Gallese, all’interno di un terreno privato, sono stati sorpresi un uomo e una donna intenti ad asportare alcuni sacchi di nocciole, prodotto “prezioso” durante questo periodo. Colti con le mani nel sacco, i due sono quindi stati denunciati a piede libero con l’accusa di furto. In tutti e due i casi la refurtiva è stata sottoposta a sequestro.

La municipale sequestra lo zaino di uno spacciatore L

a polizia locale sequestra uno zaino pieno di droga. Massima attenzione da parte del comando di polizia locale al problema dell’utilizzo di sostanze stupefacenti. A questo proposito, nei giorni scorsi, nell’ambito di un intervento di routine nel centro storico, una pattuglia ha sequestrato uno zaino contenente della droga. Gli agenti, sono stati chiamati per la presenza di alcuni giovani che, secondo le ricostruzioni, stavano recando disturbo in una via cittadina. Una volta arrivati sul posto, i vigili hanno trovato lo zaino, che sarebbe stato lasciato dagli stessi giovani che, nel frattempo, si erano allontanati. Al suo interno, tra le varie cose, gli agenti hanno trovato sostanze che sembravano essere cannabinoidi. Il successivo accertamento, eseguito con l’ausilio della sezione scienti�ca della Questura di Viterbo, ha confermato il sospetto. Subito è scattato il sequestro della droga, circa trenta grammi, messo poi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

le cure del caso. La donna in tutta risposta ha iniziato a dare in escandescenze. Ha aggredito la dottoressa di turno nel reparto e gli infermieri che cercavano di calmarla. Subito è scattato l’allarme e chiamata la polizia per immobilizzare la donna e provare a sedarla. Altre discussioni feroci questa volta tra il personale medico e gli uomini della polizia che sembra si siano ri�utati di intervenire contro la donna sapendo il suo stato di salute ed evitare conseguenze peggiori. Alla �ne la donna si è calmata e tutto è tornato alla normalità ma le polemiche tra medici e poliziotti continueranno.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile VIVIANA TARTAGLINI direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Sabato 17 2011 1 Settembre Ottobre 2010 AltoLazio AltoLazio Venerdì

Riciclaggio di denaro - Operazione di Ros e Gdf in Umbria, colpito a Perugia un clan collegato ai Casalesi

La camorra a due passi da casa nostra di Daniele CAMILLI

U

n clan collegato ai Casalesi che a Perugia aveva stabilito la base operativa per riciclare denaro sporco e immettere nei circuiti economici locali capitali pronti per esser investiti nel settore alberghiero, nella ristorazione e nell’edilizia. Il tutto attraverso società inesistenti o costituite all’estero. In Umbria, a pochi chilometri di distanza dalla Tuscia. Anzi, al confine con essa. L’operazione antiriciclaggio, cosiddetta “Apogeo”, è stata condotta dai Ros e dalla Guardia di Finanza del capoluogo Umbro il 13 settembre scorso e ha portato a 16 ordinanze di custodia cautelare emesse in carcere e al sequestro preventivo di oltre 100 milioni di euro tra beni mobili e immobili, coinvolgendo anche le province di Caserta, Ancona, Firenze, Padova e Pesaro. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal Gip del Tribunale di Perugia su richiesta della direzione distrettuale antimafia. I 16 indagati sono accusati a vario titolo di truffa aggravata, riciclaggio, bancarotta fraudolenta, emissione di fatture per operazioni inesistenti. “Il sistema – spiega Norma Ferrara su Libera Informazione (osservatorio sull’informazione per la legalità e contro le mafie) – era più o meno simile a quello delle scatole cinesi: con i soldi del clan dei Casalesi si compravano aziende ridotte al lastrico (da crisi economica e/o sfortuna imprenditoriale), attraverso queste società si potevano acquistare attività commerciali, alberghi e appartamenti. Circa 300 le case di proprietà

dell’organizzazione formata da siciliani e campani, e collegata alla camorra, nella frazione di Ponte San Giovanni (PG). Durante la conferenza stampa nella quale Ros e Gdf hanno illustrato i risultati dell’operazione, sono state sottolineate soprattutto ‘la vocazione imprenditoriale’ dei Casalesi e il rischio che l’Umbria corre in questa fase in cui le mafie cercano luoghi lontani in cui ripulire soldi - nonostante - sia stato precisato anche ‘che di assalto della camorra al territorio non si può parlare. I nostri dati infatti parlano di episodi numericamente limitati’. Tuttavia, sono anni che “magistrati, istituzioni e società civile hanno alzato il livello di allerta rispetto ad un fenomeno, ancora in crescita e che si muove sottotraccia, come quello del riciclaggio. Un allarme lanciato, alcuni mesi fa, dal procuratore di Perugia, Giacomo Fumu, che - in una intervista rilasciata a Libera Informazione e contenuta nell’estratto dal dossier ‘Il covo freddo’ - aveva affermato: ‘In Umbria è in atto un fenomeno di infiltrazione mafiosa, soprattutto sotto il profilo del riciclaggio. Vengono riciclati i soldi degli investimenti del narcotraffico o i reinvestimenti di questi proventi. Questo è un fenomeno che deve essere monitorato e contrastato dagli organi della prevenzione. E’ compito di tutti: dei cittadini, delle associazioni, degli ordini professionali, sindacati, imprenditoriali. [...] I clan oggi investono in grandi esercizi commerciali dove si creano nuovi posti di lavoro per i giovani, si trova merce a buon prezzo, si possono cominciare a scambiare favori. Fare prestiti e poi riuscire a procurare

Rapinarono 30mila euro alle Poste di Cellere Arrestati quattro romeni dopo un anno e mezzo

E

Una base operativa per riciclaggio di denaro sporco e investimenti

Droga in caserma - Rilasciato il maresciallo

Benfante, revocati i domiciliari S

ono stati revocati gli arresti domiciliari all’ex maresciallo dei carabinieri di Grotte di Castro, Angelo Benfante, accusato insieme al fratello dj, Enzo, di detenzione e coltivazione illegale di droga. Angelo Benfante, dopo essere stato rilasciato, è partito per la Sicilia, sua regione natale, mentre la moglie e i �gli hanno fatto ritorno nell’alloggio della caserma di Grotte di Castro. Benfante, era il comandante da 10 anni della stazione dei carabinieri locale, e lo scorso 17 agosto è stato arrestato dai colleghi della compagnia di Monte�ascone a seguito di indagini su un giro di droga in cui sarebbero stati coinvolti dei personaggi a suo tempo indagati dallo stesso maresciallo. Durante la perquisizione domiciliare, i militari avevano trovato 17 piante di marijuana in un locale attiguo all’appartamento della caserma. Pochi giorni dopo l’arresto, il maresciallo si era difeso sostenendo di aver prestato la mansarda dell’abitazione di servizio al fratello Enzo per svolgere il suo mestiere da dj e che solo in un secondo momento si era accorto della piantagione di marijuana.

favori alle amministrazioni locali. Ormai la mafia si caratterizza per questa capacità di insinuarsi in maniera impercettibile nella società; non c’è più la mafia con la coppola storta e la lupara”. Sempre nell’intervista, il procuratore ricordava anche l’importanza della legge antiriciclaggio in vigore

riusciti ad acciuffare i malviventi, assicurandoli alla giustizia: il tribunale di Viterbo, su richiesta dei carabinieri di Cellere, ha emesso quattro misure cautelari nei confronti altrettanti pregiudicati romeni. Si tratta di uomini e due donne (L.V., M.M.A., S.C.C., L.D.) di età compresa tra i venti ed i quarant’anni, tutti specializzati in reati contro il patrimonio e gravitanti nella zona dei Colli Albani. Alle prime luci dell’alba di ieri, coordinata dalla Compagnia di Tuscania, ha preso il via l’operazione “Stongbox”, che ha impegnati oltre trenta carabinieri coadiuvati dalle stazioni di Velletri, Ostia, �no ad Olbia. L’attività, oltre che a Velletri e sulla costa romana, si è infati sviluppata infatti anche in Sardegna dove da poco dimorava uno dei quattro malviventi.

Pratogiardino abbandonato, la gente si lamenta

L

e condizione del parco numero uno in città non sembrano essere delle migliori. Una nota positiva, suonata quest’anno dall’amministrazione Marini, è sicuramente la riapertura serale di Prato Giardino. Rimane però il problema della poca cura per questo polmone verde, incastonato tra i palazzi a due passi dal centro storico. In questi ultimi giorni, ci sono giunte in redazione una serie di segnalazioni che riguardano proprio la vicenda della

Nepi è in lutto dopo la notizia della morte in Bolivia del biologo Piermaria Paoletti

E

’ già lutto a Nepi dopo la notizia della morte di Piermaria Paoletti, il 27enne biologo morto a causa di un incidente nelle foreste della Bolivia. La notizia della disgrazia è stata data solo ieri ai genitori e ai due fratelli dai carabinieri della stazione di Nepi. La madre e il padre, un uf�ciale dell’esercito in pensione, sono immediatamente partiti per l’America Latina dove dovranno epletare le pratiche necessarie al rimpatrio della salma ed eseguire il riconoscimento uf�ciale del corpo. Il cadavere del giovane sarebbe stato trasportato Santa Cruz de la Sierra, nella parte orientale del paese. Paoletti era partito per la Bolivia pochi giorni fa e sarebbe dovuto tornare in Italia dopo circa un mese. Tantissime le persone di Nepi, soprattutto giovani, che in questi giorni si sono recati nell’abitazione dei genitori per esprimere cordoglio e vicinanza. Commosso anche il sindaco di

troppo spesso non applicata, nonostante sia stata approvata nel 2007, imponendo l’obbligo della segnalazione. Una situazione che non riguarderebbe solo l’Umbria, ma tutto il Centro - Nord “dove i clan continuano ad investire con il minimo rischio e massimo rendimento”.

ra la notte tra il 13 e il 14 maggio dello scorso anno quando i soliti ignoti riuscirono a mettere a segno un bel colpo ai danni dell’uf�cio postale di Cellere. I “nostri”, a bordo di un autocarro rubato poco prima nel paese, si recarono al civico 3 di via Tevere e, dopo aver forzato la serranda di ingresso, si intrufolarono all’interno dei locali riuscendo ad asportare la cassaforte tutta intera. Dopodichè caricarono il forziere sull’autocarro e, con la complicità del buio, di dileguarono indisturbati con sottobraccio un bottino da almeno trentamila euro. Qualche giorno, in località Ascarelle, i carabinieri della stazione locale rinvennero autocarro e cassaforte. Svuotata, of course. Oggi, a distanza di poco più di un anno, gli uomini del colonnello Gianluca dell’Agnello sono

paese, Franco Vita, che conosceva e apprezzava Piermaria. E’ probabile che il giorno in cui saranno celebrati i funerali venga proclamata una giornata di lutto cittadino. Intanto dopo la divulgazione della notizia sono state due le ipotesi della morte di Piermaria: la prima causata dal tronco di un albero mentre la seconda provocata a seguito di un incidente stradale. L’altra sera, dal Consolato italiano in Bolivia, è arrivata la comunicazione uf�ciale che ad uccidere Paoletti sia stata proprio la caduta di un grosso ramo.

sporcizia. Diversi nonni si sono lamentati, invitandoci a rendere il tutto di dominio pubblico, per il notevole numero di bottiglie e rifiuti vari disseminati tra aiuole e pratini. “Ho portato mio nipote piccolo ma dopo poco ho deciso di ritornare a casa. Prato Giardino non è più come una volta. Chiedo che l’amministrazione comunale e in particolare il sindaco Marini intervengano a difesa di questo spazio importante per la cittadinanza. Uno spazio per i più piccoli e per gli anziani, tanto caro ai viterbesi”, così uno dei signori che ci ha contattato per segnalare il problema. Siamo andati a verificare di persona ed effettivamente la pulizia del parco è tutt’altro che impeccabile, forse è il caso che il buon Giulione mandi gli operatori ecologici. (R.P.)

Foto Alberto Zadro

Gli inquirenti riaprono la villetta di Esposito Si ustiona bruciando ma questa volta non c’entra il doppio omicidio la paglia, ferito 84enne S S i riaprono le porte della cosidetta “villetta degli orrori”, la casa di Cannicelle a Gradoli dove Paolo Esposito viveva con la scomparsa Tatiana Ceoban e la figlia Elena. Ieri gli investigatori hanno nuovamente tolto i sigilli della residenza Esposito a Gradoli, dove si presume sia avvenuto il duplice umicidio di madre e figlia. Dopo la condanna all’ergastolo in primo grado per lui e per Ala Ceoban, sorella di Tatiana e amante di Paolo, il caso è stato momentaneamente archiaviato in attesa del secondo grado. Intanto, però, i corpi delle due don-

ne non sono stati ancora recuperati e da tempo si gira in lungo e in largo per trovarli. Questa volta, però, i militari non si occuperanno della scomparsa di Elena e Tatiana Ceoban per la quale Paolo e Ala sono in carcere condannati all’ergastolo per duplice omicidio, ma del presunto furto di elettricità da parte di Esposito. “Gli inquirenti – spiega Mario Rosati, legale di Esposito – torneranno nella villetta solo per la questione elettricità. Si tratta nello specifico di prendere visione del contatore e dei cavi per capire se e come sia stato messo in atto il furto”.

i ustiona bruciando la paglia, ferito 84enne di Civita Castellana. E’ successo nella tarda mattinata di ieri in via Palombara a Civita Castellana. Stando alle prime ricostruzioni, un uomo sull’ottantina si sarebbe ustionato su quasi tutto il corpo mentre stava dando fuoco alla paglia. Per la gravità delle sue condizioni, l’ottantenne è stato trasportato all’ospedale Sant’Eugenio di Roma con l’eliambulanza. Sul posto, oltre i sanitari del 118, sono intervenuti anche i carabinieri di Civita Castellana che stanno indagando sull’accaduto.


politica viterbese interni

2 6

Viterbo & & Viterbo Sabato117Ottobre Settembre2010 2011 AltoLazio AltoLazio Venerdì

Mammagialla- Il 19 settembre la manifestazione indetta dall’Unione Generale del Lavoro con l’adesione di altre sigle sindacali

Carcere, un altro atto di autolesionismo Danilo Primi (Ugl), “è ora di dire basta” di DANIELE CAMILLI

E

nnesimo atto di autolesionismo nel carcere di Mammagialla. Pare che qualche giorno fa un detenuto si sia messo “a quattro zampe” e abbia cominciato a urlare e “ringhiare”. Appena aperta la cella, per prestargli soccorso, sarebbe poi scappato lungo il corridoio schiantandosi in�ne contro un vetro. Contattato telefonicamente, il delegato regionale dell’Ugl Polizia Penitenziaria, Danilo Primi – fra l’altro poliziotto all’interno del penitenziario viterbese – ha confermato quanto accaduto. È vero quanto ci hanno raccontato? Gli abbiamo chiesto. “Sì tutto vero. Già in passato, in un altro istituto, lo stesso detenuto ha preso a morsi un suo compagno di cella procurandogli una ferita. Per ricucirla ci sono voluti trenta punti di sutura”. Come vi comportate di fronte agli atti di autolesionismo? “Cerchiamo innanzitutto di calmare il detenuto, poi se gli atteggiamenti ne mettono a rischio la vita lo portiamo in una cella priva di oggetti che possano essere utilizzati per procurarsi lesioni. Dopodichè dovrebbero intervenire i medici”. Ecco, a proposito di presidio psichiatrico, come siete messi a Mammagialla? “Ci sono solo poche ore di assistenza psichiatrica e ne servirebbero di più. Anzi, servirebbe proprio un presidio psichiatrico �sso e costante. Anche perché la polizia penitenziaria non solo è sotto organico, ma sta vivendo una situazione di carico eccessivo con un notevole appesantimento del lavoro quotidiano. Uno stress

continuo, frutto del sovraffollamento e dell’assenza di personale. Dire che non ce la facciamo più è un eufemismo”. Quanti sono i pazienti psichiatrici del carcere? “Circa 150, ma almeno altri 400 sono problematici”. Che vuol dire problematici? “Che prendono i farmaci, dal valium agli psicofarmaci”. Il 19 settembre l’Ugl ha indetto una manifestazione davanti ai cancelli di Mammagialla con l’adesione di altre sigle sindacali, quali sono gli obiettivi del sit-in? “Essenzialmente tre: vogliamo un nuovo direttore, più personale e la soluzione al problema del sovraffollamento, soprattutto per quanto riguarda la promiscuità tra detenuti Alta Sicurezza e detenuti comuni”. Sul tema del sovraffollamento nel carcere viterbese, è intervenuto anche il consigliere regionale Francesco Battistoni in visita ieri a Mammagialla dove ha incontrato il Responsabile sanitario e il Comandante della Polizia penitenziaria. “Il sovraffollamento resta il problema principale – ha detto – Se ciò determina, da una parte, una pessima condizione ‘abitativa’, dall’altra pone seri problemi di sicurezza. A ciò si aggiunge la grave carenza di organico addetto alla vigilanza e alla cura sanitaria dei detenuti. Visto l’alto numero di presenze, occorrerebbero oltre 500 agenti di polizia penitenziaria: oggi sono circa 300. Questo signi�ca che non solo non si riesce a garantire un adeguato livello di sicurezza, ma si genera anche un costante stress degli addetti a questo delicato compito. Stessa cosa per il personale sanitario, necessario in un carcere di que-

ste dimensioni”. “Il carcere – ha concluso il consigliere – deve infatti rappresentare un percorso di recupero e riabilitazione verso un comune senso civico di appartenenza ad una collettività, il cui rispetto è garanzia della libertà propria e altrui”. Prevista in�ne per il 21 la sessione straordinaria del Senato per parlare dei problemi della giustizia e del carcere, mentre il 22 la Polizia penitenziaria scenderà in piaz-

za anche a Roma in occasione di una manifestazione unitaria indetta da Osapp, Sinappe, Ugl, Cgil, Fp e Cnpp contro “il sovraffollamento, la promiscuità, la violenza e la progressiva riduzione del personale in servizio e degli stanziamenti”; “il risultato – dichiarano in una nota – di errori grossolani e scelte politiche sbagliate, che hanno svilito il mandato istituzionale af�dato al sistema penitenziario”.

Il carcere di Mammagialla

La Provincia di Viterbo anticipa il contributo per la creatività

L

a Giunta provinciale ha approvato una delibera presentata dall’assessore alle Attività Produttive Franco Simeone con cui si dà mandato all’Ufficio Finanziario di anticipare l’accesso al Fondo della Creatività delle piccole e medie imprese. La Provincia di Viterbo, al fine di sostenere la

creazione o lo sviluppo di nuove imprese, ha pubblicato a fine 2010 un bando per consentire l’accesso al fondo per la creatività concesso dalla Regione Lazio per un importo complessivo di 50mila euro. Ha poi provveduto ad approvare la graduatoria dei progetti presentati e la suddivisione

del contributo in relazione alla validità e al costo complessivo dell’idea imprenditoriale proposta. La Regione allo stato attuale non ha ancora provveduto ad erogare il contributo assegnato nonostante i soggetti beneficiari abbiano già da tempo consegnato tutta la documentazione necessaria all’ottenimento del finanziamento. Da qui quindi la necessità per la Provincia di trovare nelle pieghe del bilancio la somma di 50mila euro come anticipo di cassa, in attesa che la Regione eroghi quanto dovuto. L’assessore Simeone rammaricandosi per i ritardi della Regione ha tuttavia manifestato l’intenzione di portare avanti l’idea al fine di sostenere la nascita

di nuove attività imprenditoriali. “In un momento di crisi generale è importante dare segnali di speranza e di incoraggiamento a quei giovani che hanno buone idee e soprattutto la volontà di creare un’attività imprenditoriale. Abbiamo ritenuto di dover velocizzare i tempi di erogazione dei contributi, mettendo mano al portafoglio dell’ente in attesa che dalla Regione si decidano a farci avere le risorse che ci sono state assegnate. Spero che l’idea del Fondo della Creatività venga riproposta anche in futuro dal momento che ha trovato un riscontro positivo sul territorio. E’ importante – conclude Simeone – non far morire l’ingegno e la capacità creativa dei nostri giovani”.

La Cna annuncia il ritorno del servizio Sistri che era stato inizialmente sospeso

A febbraio 2012 torna la tracciabilità dei rifiuti L

a manovra di ferragosto lo aveva soppresso, quella di settembre lo ha ripristinato. Il Sistri diventerà operativo il 9 febbraio 2012 per tutte le imprese interessate, ad eccezione dei produttori di ri�uti speciali che hanno �no a 10 dipendenti. Per questi ultimi soggetti, la data di avvio non sarà antecedente al 1° giugno 2012. Siamo dunque al nuovo capitolo della tormentata storia del sistema informatico per la tracciabilità dei ri�uti, che, entrato in vigore il 14 gennaio del 2010, avrebbe dovuto iniziare l’effettiva operatività il 13 luglio dello stesso anno, ma non è mai partito, perché procedure farraginose e costose, gravi lacune tecniche e ritardi nel rilascio dei dispositivi Usb alle imprese e nell’installazione delle black box sui veicoli hanno reso necessarie diverse proroghe. “Nel mese di agosto, nel dare notizia dell’abrogazione del nuovo sistema, quindi della cancellazione dell’obbligo dell’applicazione, dal 1° settembre, per gli autotrasportatori e per le imprese produttrici di ri�uti con più di 500 dipendenti, aggiungemmo comunque che non potevano essere escluse

ulteriori clamorose modi�che. Pochi giorni fa, in sede di conversione del decreto legge ferragostano, il Sistri è stato riesumato -afferma Luigia Melaragni, segretaria della Cna Associazione Provinciale di Viterbo-, nonostante con le altre associazioni imprenditoriali avessimo sollecitato il governo a un serio confronto per mettere �nalmente a punto un sistema di tracciabilità sostenibile dalle imprese. Questa del Sistri è una vicenda travagliata, la cui gestione da parte del governo ha creato disorientamento tra le imprese e contribuito ad alimentare s�ducia nella certezza delle norme”, osserva Melaragni, ricordando che nella Tuscia si sono iscritte al Sistri, oltre agli autotrasportatori, 1.542 imprese (tra produttori e gestori di ri�uti), che hanno ricevuto dalla Camera di Commercio le chiavette Usb per l’accesso al sistema. “E che hanno versato contributi per un sistema mai attivato e investito in formazione”, sottolinea. Nel testo della manovra è previsto per il Sistri un periodo di prova (da chiudere entro il 15 dicembre 2011) che servirà per valutare, in collaborazione

con le principali associazioni di categoria, le componenti hardware e software del sistema informatico, allo scopo di introdurre sempli�cazioni. Il Ministero dell’Ambiente dovrà altresì de�nire la pericolosità di speci�che tipologie di ri�uti. “Adesso, come ha detto con chiarezza Rete Imprese Italia al ministro Stefania Prestigiacomo, bisogna lavorare per apportare tutte le modi�che necessarie all’attivazione di un sistema che abbia modali-

tà semplici, per garantire una gestione ef�ciente e poco costosa, realmente ef�cace nella lotta contro le ecoma�e. Ci auguriamo che stavolta -dice la segretaria provinciale della Cna- le ragioni delle associazioni di rappresentanza trovino ascolto. Per ciò che ci riguarda, da sempre denunciamo che il Sistri, così come è stato concepito, oltre che complesso nella gestione e con costi elevati, risulta inadeguato nel contrastare il traf�co illecito dei ri�uti”.

Il presidente del movimento Paolo Caravello si unisce alle critiche e offre aiuto per arrivare al referendum

Futuro e Libertà: “Emilinare la legge elettorale Porcellum” “

In occasione della raccolta delle �rme per l’effettuazione del referendum contro l’attuale legge elettorale, ho dato chiara ed inequivocabile indicazione ai nostri ascritti di recarsi a �rmare”. Queste le parole del presidente del movimento d’opinione Futuro Tuscia Paolo Caravello il quale continuando afferma: “In questo paese si parla tanto di democrazia, poi è in vigore una legge elettorale (porcellum) che preclude ai cittadini di scegliere il proprio rappresentante politico”. “Essere nominati invece di eletti non costa nessuna fatica, basta avere un buon “padrino” che t’inserisca nella lista elettorale

del partito, magari in una posiziona sicura, ed il gioco è fatto! E’ il solito “trucchetto” della casta dove, anche nell’ultima manovra �nanziaria, i parlamentari si sono ben guardati dal ridurre in maniera incisiva i privilegi acquisiti. Siamo governati da una classe dirigente politica composta da nominati che nella maggior parte dei casi non hanno nessun riferimento con il territorio e comunque certamente non sono espressione della volontà popolare, ma, di quella dei partiti. Una vergogna, altro che democrazia. Credo che poter scegliere personalmente chi ti deve rappresentare nelle istituzioni sia come applicare

una sorta di �ltro, un’ulteriore garanzia che ci deve necessariamente ricondurre verso la buona politica. All’ultima consultazione referendaria gli italiani hanno dato un segnale d’incredibile partecipazione, a testimonianza di un forte malessere sociale che, a mio avviso, si sta diffondendo in maniera pericolosa in buona parte del paese. Mi auguro che anche in quest’occasione i cittadini dimostrino in maniera responsabile e concreta la volontà di abrogare una scandalosa legge elettorale non più tollerabile, per tornare ad essere veramente elettori liberi in una grande nazione democratica, l’Italia”.


& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

cultura&spettacoli

7

La follia del lavoro ai giorni d’oggi Più che nella realtà sembra di trovarsi all’interno del circo dei folli e senza “armi” Quartieri dell’Arte è pronto per un sabato sera (Giardini di Ararat ore 21) emozionante. In scena ‘Il vettore forza e il vettore spostamento’, un testo di Vincenzo Latronico per le regia di Sante Paolacci. Latronico, nonostante la giovane età, è un autore Bompiani molto noto. Sante Paolacci è tra l’altro di Viterbo, precisamente vive a Vetralla. Attualmente è attore della Compagnia del Teatro Eliseo ne “Le Allegre Comari di Windsor” con Leo Gullotta. Oltre alle partecipazioni nelle fiction tv si prova nella conduzione radiofonica con il programma culturale “Funamboli” di Radio Verde. In questo spettacolo c’è la mano di altri tre viterbesi. In primis Emanuela Moroni, nel ruolo di aiuto regista. Margherita Gullì e Marco Pagliaccia hanno invece curato i disegni di scena. Le musiche sono della band ‘Camillocromo’. ‘Il vettore forza e il vettore spostamento’ è una metafora dal sapore scientifico che incuriosisce e disorienta allo stesso tempo. Disorienta come l’apparenza oggettiva e asettica di un sistema, o meglio del “sistema”, come piace a noi chiamare la nostra attualità in declino. Perché proprio tale metafora?Perché in fisica - come solo chi ben istruito può sapere - il prodotto delle suddette grandezze dà il lavoro. E dunque l’autore, rifacendosi a una modali-

Nella prima foto Vincenzo Latronico (autore) più a destra Sante Paolacci (regista)

Stasera in scena uno spettacolo di Latronico

Ai Giardini di Ararat grande attesa per ‘Il vettore forza e il vettore spostamento’ tà comunicativa a doppio taglio, attribuisce un titolo così splendidamente in accordo col nostro sistema: pretesa di scientificità e oscurità comunicativa...Non solo. Nel testo si accenna alla fisica sociale: una teoria figlia dell’atmosfera piena di fiducia e ottimismo che fu il Positivismo, ma che produce ancora numerose aberrazioni. Il risvolto della medaglia, si potrebbe chiamare molto semplicemente. L’altra faccia della tanto osannata razionalità. Di qui, anche la società diventa oggetto della scienza esatta… come la natura. Leggi, metodi, fenomeni... ma l’aspetto umano? Non si vede, quindi non è un fenomeno, che, come dice la parola, è ciò che si vede...l’umano, di contro, è quanto di più indescrivibile e inconoscibile, se non tramite l’aspetto intuitivo della ragione. Che paura l’intuizione e tutto il polpettone di cose che la scienza rifiuta in

EVENTI

L

a Corale Polifonica San Giovanni diretta da Maria Loredana Sera�ni si esibirà in concerto domani alle ore 19, nel cortile di Palazzo Gentili in via Saf� n. 49 nell’ambito della rassegna culturale ‘Incontri Gentili’, organizzata dalla Provincia di Viterbo. Il programma del concerto prevede l’esecuzione dei seguenti brani: Viva la Fata da “Il Bravo” di Mercadante; Non ti scordar di me di De Curtis; Intermezzo e Gli aranci Olezzano dalla “Cavalleria

Rusticana” di Mascagni; La Vilja da “La Vedova Allegra” di Lehar; O Fortuna da “Carmina Burana” di Orff; Tace il labbro da “La Vedova Allegra” di Lehar; Were diu werlt alle min da “Carmina Burana” di Orff; Tu che mi hai preso il cuor da “Il Paese del Sorriso” di Lehar; Coro delle Singarelle e coro dei Matadori da “La Traviata” di Verdi; Per Incanto e Per Amore di Bastianini. Si esibiranno: Al pianoforte Ferdinando Bastianini

quanto non si vedono. Ma ci sono. E la fisica sociale le nega. A esempio, un concetto così semplice quale la selezione naturale, trasferito nell’ambito della società fa scaturire le aberrazioni di cui si parlava. Chi non ce la fa...va bene così. C’è un motivo razionale, quindi accettabile, quindi vero, quindi giusto. ‘Il vettore forza e il vettore spostamento’ non è un testo prettamente teatrale, di certo. Ma ben congegnato affinché ne emerga dalla sua struttura il contenuto. Sussiste artisticamente. Non è una critica esplicita come lo sarebbe un comizio o una predica... Ma il significato trapela da un gioco di richiami interni e di relazioni. Una doppia storia, l’una metafora dell’altra: una logica, l’altra illogica, ma che, per contiguità strutturale all’interno del testo, collimano sino ad assimilarsi l’una all’altra... Così

funziona: una dice l’altra per somiglianza strutturale. Cioè le parti di una sono in relazione tra di loro, come lo sono le parti dell’altra tra di loro. Per riutilizzare il tanto amato linguaggio scientifico, c’è una corrispondenza biunivoca tra gli elementi del dominio e quelli del codominio. Purtroppo l’arte non ha di questi mezzi per fare capire le cose. Non è lucida e sintetica come la scienza. Quella tradizionale e accademica. Ma va oltre. E tramite accostamenti e corrispondenze, qualsiasi cosa si dica e qualsiasi linguaggio si usi, riesce a parlare. Perché ciò che conta è proprio la sua “costruzione. E qui Latronico eccelle nell’accostamento del dominio e del codominio: la storia più normale, trita e quotidiana, corrisponde all’assurdo. Ergo, ciò che percepiamo come normale -in questo caso il “sistema”- non lo è affatto.

Domani sera serata di grande livello all’interno del cortile della Provincia

A ‘Incontri Gentili’ la Corale di San Giovanni

e al violino Wanda Folliero; soprano solista è Liana Panarella. Le coreogra�e sono di Cinzia Ana Cortejosa. La Corale Polifonica San Giovanni di Bagnaia si è costituita nel febbraio del 1988 per volere del direttore M. Loredana Sera�ni, ed è composta da circa 35 elementi. Il suo repertorio presenta composizioni tratte dalla polifonia sacra e profana del periodo rinascimentale, barocco, romantico e contemporaneo. Si è esibita in molte manifestazioni artistiche sul territorio nazionale compiendo, negli ultimi anni, tournée all’estero con la partecipazione al Festival internazionale delle corali tenutosi a Monaco di Baviera nel marzo 2010. Organizza dal 1990 la Rassegna Corale a carattere nazionale ‘Castrum Balneariae’ giunta quest’anno alla XVI° edizione.

Dal dicembre del 1988 organizza inoltre la Rassegna ‘Aspettando Natale’ incentrata sui vari repertori natalizi. Convinta della valenza educativa della musica nella formazione culturale e umana dell’individuo, promuove lezioni-concerto nelle scuole per sensibilizzare i giovani alla ‘musica colta’ e per divulgare il repertorio corale. In occasione del 75° anniversario della Provincia di Viterbo ha eseguito presso il Teatro Unione, insieme alla Camerata Polifonica Viterbese, i Carmina Burana di Carl Orff con un organico completo di due pianoforti, ottoni e percussioni. Ha partecipato a rassegne di carattere nazionale e internazionale. Tutte le manifestazioni della rassegna “Incontri Gentili” sono realizzate con il contributo di Enel e Banca di Viterbo-Credito Cooperativo.


attualità interni

2 10

Viterbo & & Viterbo Sabato117Ottobre Settembre2010 2011 AltoLazio AltoLazio Venerdì

L’APPUNTAMENTO - Il libro sarà ufficialmente raccontato il 24 settembre alla Sala Regia di Palazzo dei Priori

Presto la presentazione di ‘Viterbo Custode Segreta’ di ROBERTO POMI

Viterbo Custode Segreta’, il libro di Gianluca Di Prospero sui misteri della città dei Papi sta per essere presentato uf�cialmente. Non è passato tanto tempo dallo scorso 13 luglio, quando all’interno del festival Caffeina Cultura il ricercatore viterbese ha presentato un libro già scritto ma ancora in cerca di editore. A conferma che Caffeina funziona, proprio dopo quella presentazione l’intraprendente editore Claudio Lattanzi (Intermedia Edizioni) ha deciso di incontrare l’autore e insieme hanno concordato di dare alle stampe il libro.

nell’arco di Tito proveniente dal saccheggio di Gerusalemme, della palma stemma della città di Ferento e importante simbolo cristiano, dei cavalieri Templari e ancora del Santo Graal, di San Sisto II Papa e San Lorenzo custodi della sacra coppa, della loro presenza a Viterbo, del mistero legato all’ubicazione della tomba di Papa Alessandro IV, sepolto nel Duomo di S. Lorenzo a Viterbo e le sorprese che il sepolcro potrebbe celare. Il Graal e l’Arca dell’Alleanza, San Lino Papa, Tito, Flavia Domitilla, San Sisto, iI Papa, San Lorenzo e la città di Viterbo. Il mistero legato alla distruzione di Ferento, e la decimazione dei suoi abitanti da parte dei viterbesi, perché accusati di adorare Gesù sulla Croce, rappresentato “non morto”, con gli occhi aperti. I Cavalieri Templari, i loro possedimenti nella Tuscia e le tombe nascoste di due Gran Precettori Templari nella Tuscia San Bernardo Di Chiaravalle, ispiratore e mentore della regola dei Cavalieri Templari, in transito a Viterbo, salva il fratello ridotto in �n di vita, con un miracolo. I tesori nascosti durante l’assedio del 1243, quelli ritrovati e quelli che potrebbero ancora essere sepolti. Il Castello di Federico II i ruderi e il mistero legato ai sotterranei, ancora oggi inesplorati. I cunicoli che collegano la Chiesa Templare di S. Maria della Carbonara con il Duomo e il Palazzo Papale di Viterbo. I segnali e i simboli nascosti negli affreschi e nelle chiese di Viterbo e della Tuscia. Fontana Grande, anticamente det-

ta “Fons sine pari” ovvero “Fonte senza pari” opera templare? Quale segnale nascondono i Graal raf�gurati negli affreschi di S. Maria Nuova? Cosa tiene in mano il Bambino nell’affresco di S. Antonio in Valle? Cosa nasconde tra le mani San Giuseppe d’Arimatea nell’affresco di S. Francesco?

La scoperta dell’immagine di Papa Alessandro IV e altri segreti che la città di Viterbo ancora oggi nasconde, come quelli legati ai Cavalieri Templari. Questi sono solo una parte degli interrogativi a cui si tenterà di dare una risposta nel libro. Una ricerca-indagine che ha portato a una serie di incredibili ritrovamenti e scoperte.

Un viaggio sui misteri dell’antica storia viterbese

La presentazione ‘Viterbo Custode Segreta’ sarà presentato sabato 24 settembre alle ore 17 presso la Sala Regia di Palazzo dei Priori. All’incontro interverranno il sindaco Giulio Marini, l’assessore alla Cultura Enrico Maria Contardo, il presidente del Sodalizio dei Facchini Massimo Mecarini, il dirigente della Polstrada di Viterbo Romualdo Luzi, lo storico Stefano Nazzaro (voce della nota trasmissione televisiva Rai di Voyager), Cristina Pallotta (giornalista) e Daniele Camilli (giornalista). Il libro Si tratta di un’opera che mette in luce i misteri che ancora oggi avvolgono la città dei Papi. Si parla dell’Arca dell’Alleanza, presente

In mostra all’ex Tribunale la mostra ‘Preziosi Ricami’

Foto Alberto Zadro

S

i è aperta il 15 settembre la mostra ‘Preziosi Ricami’, organizzata dall’associazione culturale ‘Fusi con Arte’, in collaborazione con la Confartigianato, il Comune di Viterbo e altre associazioni del luogo. Questa rassegna, che si terrà fino a domani presso l’ex tribunale, nell’ex convento dei Carmelitani Scalzi, avrà come protagonista il ricamo, visto come una forma d’arte che nasce dalle mani femminili. Sono moltissime infatti, le associazioni italiane di ricamo che hanno voluto partecipare a questa bellissima iniziativa. Dopo il taglio del nastro, la mostra è stata presentata, e con lei tutti i

suoi protagonisti. Quadri, torte artistiche, gioielli e bellissimi abiti fanno parte insieme ai merletti e ai ricami, della mostra che ha in programma laboratori di ricamo e serate musicali come il concerto dei ‘The Sappiot’. ‘Preziosi Ricami’ ha scelto di destinare i ricavati della mostra in aiuto dell’associazione onlus ‘Maria Madre della Vita’, che aiuta e sostiene le mamme in difficoltà. Presso il centro di accoglienza, vengono accolte mamme anche minorenni, in gravidanza e con bambini fino ai tre anni di età, che spesso sono vittime di violenze.

Gianluca Di Prospero

L’inchiesta sui cunicoli finesce su ‘Il Riformista’ per riciclare denaro sporco.

L

a città dei Papi, quando la si prende per il verso giusto può fare notizia. A comprovarlo il fatto che lo scorso tre settembre a parlare di Viterbo sia stato il giornalista de ‘Il Riformista’ Luca Mauri. A interessare il quotidiano nazionale la questione dell’immenso potenziale storico-archeologico viterbese e la sua condizione. Situazione che ha permesso il proliferare di una più recente frontiera della criminalità: le archeomafie. Nell’articolo, intitolato ‘L’archeomafia di Viterbo’, riportato anche sul prestigioso portale ‘PatrimonioSOS’, si parla

appunto della ricchezza del capoluogo della Tuscia e di quanto sia poco valorizzato e proprio per questo esposto ai saccheggi. Nel pezzo viene ripresa e citata anche l’inchiesta giornalistica, condotta negli scorsi mesi dai giornalisti Daniele Camilli e Roberto Pomi, sui cunicoli viterbesi. Al tempo stesso si parla anche del libro di Gianluca Di Prospero, intitolato ‘Viterbo Custode Segreta’. Riportiamo una parte dell’articolo firmato da Luca Mauri: “La criminalità gestisce il giro d’affari dei tombaroli, spesso anche come intermediaria con gli acquirenti. Il settore è un canale

Custode segreta e saccheggiata. Viterbo, città di Papi andati e tombaroli che ne scavano le viscere. Viterbo, un’ottantina di chilometri a nord dalla Capitale. Nel cuore della Tuscia attraversata da etruschi, romani e longobardi. Nei secoli dei secoli. Storia, arte e archeologia. Patrimonio per alcuni, petrolio per altri. Mani nel ventre di una città nottetempo saccheggiata. Cunicoli che corrono sotto i piedi dei suoi abitanti. Meta invisibile e sotterranea. Gianluca Di Prospero nel libro Viterbo custode segreta, edito da Intermedia Edizioni e a breve sugli scaffali delle librerie, ne racconta fascino e mistero: dall’epoca dei consoli romani all’arrivo nel viterbese della sezione delle SS addetta alla ricerca del Graal. Dieci anni di ricerche. Non un romanzo, ma una raccolta di documenti. Un percorso che altri ancora possono battere. Indizi per avere prove. Perché i nazisti cercavano la coppa dell’Ultima Cena proprio a Viterbo? Dov’è la tomba di Papa Alessandro IV di cui s’è persa memoria dal XVI secolo? Domande in attesa di una pubblicazione prevista perla seconda metà di settembre. Risposte che si potrebbero tuttavia trovare nell’intensa attività di scavi clandestini che caratterizzano i sotterranei viterbesi. Almeno una trentina quelli testimoniati da un’inchiesta condotta qualche mese fa da due giornalisti, Daniele Camilli e Roberto Pomi

dell’Opinione di Viterbo. Tra il colle del Duomo e i suoi due millenni di storia. Una zona che si affaccia sull’antichissima Valle di Faul e dove sorge il duecentesco Palazzo dei Papi e la cattedrale della città dedicata a San Lorenzo. Pale, guanti, torce, setacci, secchi, pezzi di ceramiche e muri sfondati per far prima e creare nuove vie d’accesso. Carotaggi di precisione. Non strumenti da campeggio, ma da scavo. Scavi con accanto bottiglie di birra, lattine di Coca Cola e sigarette per dissetarsi e allentare la tensione. Una via dei topi che si inabissa a decine di metri di profondità. Arriva fin sotto le piazze storiche cittadine e il Palazzo della Provincia. Fin dentro l’Ospedale Vecchio, una struttura che fino a qualche anno fa ospitava malati e reparti. Restano alcuni archivi, completamente abbandonati a ratti, piccioni e predoni. Centinaia di metri in linea d’aria e la possibilità di avere accesso anche all’interno di abitazioni private, associando magari oggetti antichi a valori decisamente più moderni. E nella Viterbo sotterranea c’è di tutto. Fontane ed archi medioevali, gallerie, acquedotti romani, pozzi etruschi e tombe, rifugi anti-aereo della Seconda guerra mondiale, butti e carretti dell’immondizia di 50 anni fa. Graffiti, vecchi impianti della luce e torce. Persino un forno affrescato degli anni ‘30. Trovare un piatto del ‘300 potrebbe significare mettersi in tasca dai 60mila euro in su [...]”

Il sindaco Giulio Marini ha incontrato il presidente della Federazione Ciclistica Europea

Una città nuova, a portata di bicicletta I

l sindaco Marini pensa al cicloturismo. Un’idea che si fa sempre più spazio in una città come Viterbo e che viene condivisa e supportata anche da esperti del settore. E a proposito di esperti, il primo cittadino ha recentemente ricevuto il presidente della Federazione Ciclistica Europea Manfred Neun e Moreno Fioramanti, presidente Coliped, l’associazione europea che riunisce i produttori di componenti e accessori dei veicoli a due ruote. Al centro dell’incontro avvenuto a Palazzo dei Priori, tematiche strettamente legate alla mobilità ciclistica e in particolar modo alla bicicletta come mezzo di trasporto urbano e per il tempo libero. “Da qualche tempo – ha spiegato il sindaco Giulio Marini - è in corso un graduale cambiamento per migliorare la vivibilità cittadina. Il nostro intento è quello di sensibilizzare i viterbesi all’utilizzo della bicicletta come veicolo alternativo alla propria auto. Stiamo portando avanti una serie di iniziative tese a modi�care le abitudini dei viterbesi all’interno del centro storico. Centro storico che dovrà essere sempre più vissuto dai cittadini e meno dalle macchine”.


& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

acquapendente

11

Per il sindaco Bambini un settembre infuocato per le numerose richieste e proposte avanzate dall’opposizione

Una minoranza costruttiva di FULVIO MEDICI

U

n settembre iniziato con il consiglio comunale del 5, dove l’abbandonare l’aula da parte dei consiglieri di minoranza, Bedini, Ferri, Iacoponi e Brenci, ha alimentato non poche polemiche che continuano a trascinarsi e non solo nella piazza cittadina. I giorni seguenti, pur se le temperature invitavano al prolungamento delle vacanze il gruppo consiliare di minoranza non è stato di certo a guardare e ha inviato alcune lettere al primo cittadino. Gli argomenti trattati sono diversi: di notevole interesse quella relativa alla strada regionale Cassia, denunciando lo stato di cattiva manutenzione dell’importante arteria che collega a nord con Siena e a sud con la capitale, un cattivo stato che interessa il tratto nel comune aquesiano e nei dintorni, non solo in riferimento alle banchine laterali, ma soprattutto alla situazione del manto. In modo particolare desterebbe preoccupazione il tratto che da Porta Fiorentina giunge �no al Ponte Gregoriano, tratto di strada di circa quattro chilometri, dove i numerosi smottamenti, dovuti anche al terreno argilloso sottostante, possono far presagire un’eventuale interruzione dell’ar-

teria, con le conseguenze per la cittadina, chiaramente intuibili. Nella medesima lettera viene altresì posta l’attenzione su un altro tratto di strada sempre sulla Cassia che costeggia il centro cittadino, nei pressi dello stadio comunale, sulle curve che venendo da sud anticipano il bivio per le strutture sportive, l’alto muro che costeggia la strada sia a destra che a sinistra, sotto la via Castagno d’Onano, versa in condizioni precarie a rischio smottamento e conseguenti frane che inevitabilmente interesserebbero la carreggiata. Già sollecitati in più occasioni sia l’Ente Provincia che il Comune, da alcuni anni il continuo scaricarsi di responsabilità non giova di certo alla sicurezza, pertanto la minoranza chiede perlomeno che venga effettuata dall’uf�cio tecnico del comune un sopraluogo per scongiurare problematiche maggiori ed eventualmente sollecitare la Provincia per intervenire. Un’altra lettera si riferisce alla situazione di via Marconi. Questo gradevole ‘corso cittadino’, ricco di attività commerciali, anche di recentissima apertura è a tutti gli effetti, la più bella via di Acquapendente, per garantirne un corretto e gradevole utilizzo andrebbe chiusa in alcuni orari e comunque in accor-

do tra commercianti, amministrazione, associazione di cittadini e consumatori, andrebbero ricercate le soluzioni migliori per assicurare in primis ai mezzi di soccorso di poter passare a dispetto delle soste indiscriminate di auto, in una via già non troppo larga, e ai pedoni di poter passeggiare senza correre il rischio di essere travolti. Sempre il 15 settembre, la minoranza ha inviato al sindaco Bambini, una lettera con all’oggetto la Casa di Riposo San Giuseppe, nella breve nota, gli stessi assicurano una piena disponibilità per partecipare a un ulteriore incontro, nel quale poter fare le proprie proposte, in seno alle problematiche speci�che della struttura, al momento commissariata. Dello stesso giorno è la richiesta di una relazione sui residui di bilancio, sia attivi che passivi, del Comune, richiesta

Sulla rivendicazione del primo cittadino si apre un’altra diatriba

Adunanza pubblica: “Adesso si può?” A

che la minoranza ha inviato al dottore commercialista, Maggi, revisore dei conti del Comune di Acquapendente. La relazione richiesta oltre che riportare il totale delle insorgenze all’anno 2001, mentre per il periodo 2001-2010 le medesime in maniera circostanziata per ogni singolo anno.

Mentre si pensa di poter decidere sul futuro dell’ospedale la direzione sanitaria declassa i PS

Tutte le urgenze a Belcolle M

entre il Comune di Acquapendente è impegnato tra lotte interne e discussioni varie tra minoranza e maggioranza su come e quando affrontare il problema ospedale, la direzione sanitaria ,imperterrita, va avanti sulla propria strada, agevolata dalle richieste scellerate passate, che di certo non prevedevano alcuna tutela del pronto soccorso, ma che miravano alla salvaguardia di quei pochi posti in più del reparto di medicina, e addirittura rischia di far bella figura per quello che fa apparire come una ‘dolce pillola’ a confronto delle ‘esigenze

regionali’. Pertanto convoca i primari di pronto soccorso, anestesia, chirurgia e day surgery, il direttore sanitario Bifulco e annuncia che una volta ottenuta la disponibilità dell’Ares 118 per la postazione medicale presso l’ospedale, declasserà il pronto soccorso in primo intervento di tipo c, che come il primo intervento di tipo a dell’ospedale di Montefiascone, devono in presenza di urgenze di tipo ‘giallo o rosso’ trasferire immediatamente il paziente presso Belcolle. Siamo giunti in definitiva a ciò che era stato paventato e le domande continuano

a essere le stesse: Riuscirà l’ospedale di Viterbo a far fronte a tutte le richieste che come precisato dalla nota di ieri della Responsabile, dottoressa Cerimele, dovranno indifferentemente essere evase anche in assenza di posti letto? E soprattutto, vista la situazione delle nostre strade e i tempi di percorrenza per giungere a Belcolle dal PP aquesiano, a quando le prime tragiche denuncie per la carenza in seno all’assistenza per le urgenze e non solo chirurgiche? Ai posteri, ahi noi, l’ardua sentenza... F.M.

volte sarebbe meglio non assumere certe prese di posizioni! L’affermazione non vuole essere offensiva ma rispecchia a pieno la realtà dei fatti: il sindaco di Acquapendente, Alberto Bambini, adirato per il comportamento della minoranza, che al consiglio comunale del 5 settembre ha abbandonato l’aula consiliare perché l’ordine del giorno non comprendeva l’adunanza pubblica, in merito alle problematiche dell’ospedale cittadini, adunanza richiesta (o consigliata) dalla stessa minoranza il 20 luglio 2011, invia con data 08/09/2011, al protocollo 9256, una lettera ai consiglieri , con all’oggetto, ‘convocazione consiglio comunale aperto sull’ospedale-richiesta del 20/07/2011’. La missiva a �rma del primo cittadino recita testualmente: ‘Si comunica che è mia intenzione convocare come richiesto, un consiglio comunale aperto sull’ospedale quanto prima, comunque successivamente alla conferenza dei servizi che verrà convocata da questa amministrazione, sempre sullo stesso argomento, prima della �ne del mese di settembre, in quanto, dopo questo incontro ci saranno nuovi argomenti da trattare… .ect. Nella lettera si ribadisce la totale contrarietà in merito agli accadimenti del 5 settembre e non si risparmia di precisare che nessuno a parte il primo cittadino è nel diritto di convocare un consiglio pubblico, meglio de�nito come adunanza. La domanda nasce spontanea: Solo a distanza di due mesi, il sindaco si è reso conto dell’importanza dell’argomento da trattare in sede di pubblica assemblea? E se così fosse, per quale motivo ribadire che l’atteggiamento della minoranza non è da ritenersi consono? E

Teatro diffuso ‘Anima e Terra’ presenta il laboratorio di ceramica Tredici classi previste per gli aspiranti artisti

Forno primitivo per la cottura Al via la scuola di musica

S

abato 17 settembre si svolgerà ad Acquapendente il laboratorio “Il forno di carta” con Luciano Rocco, presso l’Orto dei Frati di S. Francesco. L’appuntamento si inserisce all’interno del calendario della quinta edizione del

Teatro Diffuso Anima & Terra, l’iniziativa che coinvolge i Comuni di Acquapendente, Bolsena, Cellere, Farnese, Gradoli, Latera, Museo del Brigantaggio (Cellere), Museo della Terra (Latera), Museo della Città e Museo del Fiore di Acquapendente, Biblioteca Comunale di Acquapendente, Museo Territoriale del Lago di Bolsena, Biblioteca Comunale di Bolsena, Università della Tuscia, Riserva Naturale Monte Rufeno e Riserva Naturale Selva del Lamone. L’evento si svolgerà in due fasi distinte: la mattina alle ore 9.00 il laboratorio di ceramica, alle ore 10.00 la coloritura del lavoro, alle ore 10.40 la costruzione del forno che si protrarrà �no alle ore 13.00; la sera, a partire dalle ore 19.00 e �no alle ore 22.00, ci sarà

l’accensione del forno, intervallata da letture dialettali e musica dal vivo, poi la cottura del lavoro all’interno del forno e la presentazione dello stesso. “L’utilizzo del forno primitivo o di carta – dichiara Luciano Rocco – viene da me utilizzato per �ssare i colori tramite il fuoco in carenza di ossigeno. Questo metodo mi permette di realizzare lavori di notevole altezza e volume per quanto riguarda l’utilizzo della terra”. Il Teatro Diffuso 2011 è organizzato dall’Associazione Teatro Boni di Acquapendente con il contributo della Fondazione Carivit, Stosa Cucine, I.C.C. (Inerti Calcestruzzi Centeno). Per informazioni: tel. 0763/730246, www.teatrodiffu so.com - info@teatroboni.it. Ingresso libero a tutti gli spettacoli.

I

l Comune di Acquapendente (assessorato alla cultura) ha rati�cato uf�cialmente l’apertura delle iscrizioni alla scuola comunale di musica per l’anno scolastico 2011-2012. Tredici le classi previste: Coro di voci bianche e coro polifonico; Chitarra classica ed elettrica; Fisarmonica classica e leggera; Didjeridoo; Organo; Pianoforte classico e amatoriale; Propedeutica vocale; Sax e clarinetto; Strumenti a indirizzo bandistico; Tastiere elettroniche; Teoria, solfeggio e dettato musicale; Violino e canto lirico. Tutti coloro che vorranno farlo potranno iscriversi il lunedì e il venerdì dalle ore 10.00 alle ore 14.00 e il martedì e il giovedì dalle ore 15.30 alle ore 18.00 presso l’Uf�cio Cultura del Comune di

Acquapendente (0763-7309205). Per avere ulteriore informazioni sullo svolgimento dei corsi che saranno attivati con almeno tre allievi, contattare il 339.472.4956. Mercoledì 28 Settembre alle ore 16.30 presso la Via di Santa Maria Maddalena si svolgerà una riunione sull’organizzazione generale della scuola.

inoltre, per quale motivo nella lettera di convocazione dell’adunanza pubblica del 08/09/2011, continua anteporre alla sostanza, alcuni vizi di forma irrilevanti? Anche perché, caro sindaco, se l’unico a poter convocare un’adunanza pubblica è lei, il non averlo fatto, anche dopo il ‘consiglio’ della minoranza, la nota consegnatagli in data 20 agosto in risposta al comitato pro ospedale e al volantino redatto in occasione della festa contadina, non va di certo ne a suo favore ne tantomeno a sua giusti�cazione. Ed inoltre l’eventuale conferenza dei servizi, seppur nella limitazione oggettiva di eventuali provvedimenti postumi, che neanche la sua �gura istituzionale potrebbe attuare, avrebbe, di certo, elementi in più, su cui basarsi, derivati anche dall’adunanza pubblica e non viceversa, per ovvi motivi, almeno di competenza. Intanto la convocazione della conferenza dei servizi è stata indetta per lunedì 26 settembre, alle ore 10.00 presso la sala Consiliare, la Conferenza di Servizi. All’incontro sono stati invitati la Regione Lazio, la Provincia di Viterbo, la ASL di Viterbo, l’ARES 118, i Sindaci dei Comuni del comprensorio �rmatari di un documento condiviso, il Prefetto di Viterbo, il Presidente della Conferenza dei Sindaci di Viterbo, il Capogruppo di minoranza in Consiglio Comunale della lista Uniti per Acquapendente. “La convocazione di questa Conferenza si è resa necessaria”, recita la nota del Comune, “ alla luce degli ultimi sviluppi che riguardano la vicenda dell’ospedale di Acquapendente ed il suo futuro, in base al riassetto della rete ospedaliera della Regione Lazio. Infatti, dopo l’incontro avuto dal Sindaco di Acquapendente Alberto Bambini lo scorso 5 agosto in Regione, durante il quale sono stati consegnati il documento di richiesta di istituzione del Distretto Socio Sanitario Montano per l’ospedale di Acquapendente (sottoscritto dalla conferenza dei Sindaci il 1° agosto 2011) e le osservazioni all’atto aziendale �rmate da 14 Sindaci del territorio il 21 febbraio 2011, e dopo la nota del Direttore generale del 5 settembre scorso con cui chiede la convocazione di un tavolo tecnico per trattare la problematica delle emergenze-urgenze, è stata quindi convocata la Conferenza di Servizi.” “È importante la convocazione di questa Conferenza – dichiara il Sindaco Bambini – perché crea un momento di confronto tra le varie istituzioni che, messe adeguatamente a conoscenza della situazione locale, potranno decidere un piano di interventi che risponda in maniera giusta ai bisogni sociosanitari del territorio”.


comprensorio interni nord

2 12

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì Ottobre 2010 Sabato 171 Settembre 2011

TUSCANIA - Paolo Equitani e Roberto Staccini hanno effettuato un sopralluogo presso l’antica fonte

Sant’Angelo: i soldi ci sono di VALERIA SEBASTIANI

TUSCANIA - La coppia festeggia oggi il 60° anniversario di nozze

I

eri mattina l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Viterbo, Paolo Equitani ha effettuato un sopralluogo, accompagnato dal Vicesindaco di Tuscania e Consigliere Provinciale Roberto Staccini e dalla Dirigente del settore Ambiente della Provincia Flaminia Tosini nei pressi della fontanella di Sant’Angelo, una delle fonti più antiche della città, nel cuore della Riserva Naturale di Tuscania. Alcuni giorni fa avavamo segnalato proprio dale pagine del nostro giornale lo stato d’abbandono palese nel quale versa ormai la fontana da diversi anni. Ultimamente poi, l’acqua ha smesso addirittura di fuoriuscire dalla cennella e si disperde invece tutt’intorno per un probabile guasto di natura idraulica dato che il �usso sembra mantenere sempre la stessa portata. Veri�cato lo stato attuale dell’opera sia Equitani che la Tosini sono stati concordi nel sostenere che per il restauro della struttura saranno suf�centi i 15.000 euro già accantonati a questo scopo dalla Provincia. I due hanno infatti confermato l’esistenza di un progetto in essere realizzato dall’ex assessore

Tanti auguri a Ettore e Geltrude Q

ual’è la coppia di sposi che non si augura di raggiungere insieme il fatidico traguardo delle nozze d’oro? Bene c’è chi questo traguardo, non solo l’ha ampiamente raggiunto ma di gran lunga superato. Un matrimonio da record quello di Ettore Maccarri (26/ 07/1927) e Geltrude Sassara(10/ 02/1931) che oggi si apprestano a festeggiare il 60° anniversatio di nozze. Di cose ne sono cambiate dal giorno del loro matrimonio, il 17 settembre 1951(nella foto): un ‘Italia da rifare, la vita durissima del dopoguerra, la ripresa economica, i figli, i nipoti. Ne ha passate di avventure questa splendida coppia, ma sempre insieme. Questa la loro forza! E a loro, persone eccezionali, vanno oggi gli auguri del figlio, la figlia e del genero ma anche quelli di tutta la nostra redazione.

Sant’Angelo. Roberto Staccini e Paolo Equitani Tolmino Piazzai . I 15.000 euro necessari per intervenire sulla fontana sarebbero stati inseriti nel progetto per la realizzazione del depuratore, attualmente in fase di appalto. Presto quindi la situazione potrebbe essere risolta. Per quanto riguarda il guasto idraulico sarà il caso invece di provvedere repentinamente alle

dovute veri�che. Negli ultimi anni il problema si sarebbe già veri�cato più volte. Si potrebbe tentare di trovare una soluzione che possa permetterne una volta per tutte la risoluzione. Tutti i presenti sono sembrati dello stesso avviso ed il sopralluogo di ieri mattina non può che farci ben sperare.

TUSCANIA - Prova aperta al pubblico dello spettacolo di Valeria Moretti con Daniela Poggi

LATERA - Inaugurata qualche giorno fa

Al teatro Il Rivellino ‘L’amore impaziente’ Benvenuta Piazza Italia D

omani, 18 settembre presso il Teatro il Rivellino di Tuscania (Vt), alle ore 17 andrà in scena una prova aperta al pubblico, con ingresso gratuito, dello spettacolo “L’amore impaziente”, di Valeria Moretti con Daniela Poggi(nella foto) per la regia di Silvio Peroni. L’amore impaziente è tra i vincitori de i Teatri del Sacro – promosso dal Servizio nazionale per il progetto culturale della CEI, dalla Fondazione Comunicazione e Cultura e la Federgat – il progetto artistico e culturale dedicato alle intersezioni, sempre più diffuse, fra il teatro e la ricerca spirituale e religiosa e debutterà in prima nazionale il prossimo 20 settembre alle ore 22,15 a Lucca presso la Chiesa di San Cristofaro. L’Amore impaziente è l’amore di una donna nei confronti di un uomo e l’amore di una mistica nei confronti del divino. Questo rimando speculare si protrae durante lo spettacolo senza mai svelarsi completamente. Sotto i nostri occhi si dispiega, attraverso questo personaggio femminile, un universo a sé, coinvolgente e impervio, fragile e duro, ossessivo e malinconico.Il percorso mistico verso l’Amato non conosce né tregua né riposo, è un amore impaziente, smisurato, esclusivo, ostinato che si dà senza risparmio. Completamente aperto, visceralmente teso verso l’in�nito. E’una precipitazione, una folgorazione questo andare verso l’Altro, qualcosa che muovendo dalla totalità vuole addirittura superarla. Un amore che varca la misura. Un amore che ha bisogno di “dirsi”, di dichiararsi. A tratti siamo tentati di accusare la nostra protagonista di visionarietà, di follia, di masochismo. Ma non è forse un po’ visionario, talvolta un po’ folle e talvolta masochista chi ama senza riserve?C’è un corpo pieno e un corpo vuoto.Il primo ri�uta il cibo e sceglie la macerazione.Il secondo aspira all’unione totale, alla congiunzione, all’Amore che illumina.Immaginiamo una donna, senza soffermarsi sull’oggetto del suo amore; immaginiamola semplicemente e lasciamoci trasportare dal �usso delle sue parole perennemente sospeso tra realtà ed immaginazione, tra sogno e veglia, tra illusione e disillusione, tra luci e ombre..Una donna, nel chiuso della sua stanza assapora e testimonia il piacere della ribellione, l’in�nitezza del desiderio, la voluttà del sacri�cio, il

Q colore della solitudine. E’ intenta a inventariare i propri pensieri e i propri oggetti come se dovesse partire o come se dovesse abbandonare qualcosa… L’oniricità che percorre il lavoro è spontaneamente af�uita, certo suggerita dall’argomento che non prescinde da una ricca documentazione su monachesimo e santità femminile. Il viaggio della protagonista non si arresta, infatti, alla morte, ma la ingloba e la oltrepassa. Per congiungersi all’Amato è chiamata a varcare l’aldilà. Ma è proprio qui, alle soglie del mistero, che tutto si riapre, tutto si discute, tutto si reinventa in un gioco sottile e perturbante, dove l’incontro con l’Altro coincide soprattutto con l’incontro con il proprio Desiderio. In �ligrana, durante lo spettacolo, l’eco di una sof�tta speciale: quella descritta nei “Quaderni” da Simone Weil. Spazio che segna una delle sue esperienze mistiche. Luogo di amore e di conoscenza, di �nitezza e di tensione verso l’Assoluto, dove si esplorano gli abissi e le vette del cuore.

GROTTE DI CASTRO - ‘Annulli Editori’ a Porano La vita contadina della Tuscia nelle opere letterarie di Maria Assunta Scarino e Roberto Minervini

P

orano (TR) 17/18/19 settembre 2011, Villa PaolinaNell’ambito della Mostra mercato “Pomi & Galline” di Porano (Tr) che si svolge da oggi fino al prossimo lunedì la casa editrice di grotte di Castro ‘Annulli Editori’ di Leonardo Annulli regala al pubblico ben due appuntamenti che hanno come trait d’union il mondo agricolo e contadino tipico della Tuscia. Il primo oggi pomeriggio alle ore 16,00. Lo scrittore Antonio Quattranni presenterà il libro di M.Assunta Scarino “Viaggio

nella civiltà contadina. Pane e companatico.” Il volume è una preziosa ed utile ricerca sulla cultura e la vita contadina nella Tuscia sino agli anni ‘60 del secolo scorso. Domani, 18 settembre alle ore 15,00 lo scrittore P. Luigi Leoni presenterà il libro di Roberto Minervini “E venne primavera.” Quello di Minervini è un Romanzo che narra con lievità e nostalgia del tramonto di un mondo contadino tradizionale intessuto di storie sentimentali e di scene di caccia.

ualche giorno fa, il piccolo paesino di Latera ha visto l’inaugurazione di una nuova piazza, Piazza Italia, situata proprio all’entrata del centro urbano, in prossimità dei giardini pubblici. Il nome è senz’altro signi�cativo, visto che l’inaugurazione della suddetta ricorre proprio nel centocinquantesimo anniversario dell’unità d’Italia (scelta adottata anche dalla stessa città di Viterbo che ha nominato la nuova piazza costruita quest’anno proprio Piazza dell’Unità). Questa “innovazione urbanistica” sorge su un sito non fondato ex-novo naturalmente, ma nasce dalla

rivalutazione di un’area urbana adibita a parcheggio occasionale, il cui manto stradale non versava certo in ottime condizioni. La pavimentazione ora apportata esprime invece appieno la voglia di rinnovamento e modernità che percorre la colonna vertebrale di questo piccolo paesino arroccato tra le verde colline dell’Alto Lazio. Tutta la comunità, capeggiata ovviamente dal Sindaco Luigi Fiorucci, i rappresentanti della Giunta comunale e dal parroco, è stata partecipe all’inaugurazione, in occasione della quale la piazza è stata adornata di tavoli imbanditi a festa!

infa

BOLSENA - Gli scatti ritraggono il territorio del lago

Le scuderie di Palazzo Cozza ospitano la mostra del fotografo Plinio De Martiis e scuderie di palazzo Cozza Caposavi a Bolsena ospiL teranno la mostra fotogra�ca del fotografo Plinio de Martiis. Scatti realizzati nella tenuta estiva del gallerista sui

colli del lago di Bolsena. De Martiis fondò a Roma nel 1954 la celebre Galleria La Tartaruga che strinse rapporti con New York grazie alle collaborazioni degli artisti Cy Twombly e Salvatore Scarpitta. De Martiis riuscì nei suoi scatti ad immortalare tutti iprotagonisti del mondo artistico di quegli anni sia italiano che internazionale.


& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

litorale

13

TARQUINIA - Secca risposta del sindaco alle critiche piovute sul progetto della Tirrenica

L’autostrada e il consigliere Tosoni “

Comunico al consigliere comunale Marco Tosoni, se non lo sapesse, che il tracciato autostradale ha già superato tutte le fasi autorizzative compresa quella del CIPE. Se vuole vedere una copia del progetto, non deve far altro che prendere una copia in comune, oppure chiami e chieda la documentazione alla SAT, società titolare del progetto. Qui non ci sono segreti”. Questa la risposta del sindaco Mauro Mazzola alla richiesta del consiglio comunale aperto a voce anche di Marco Tosoni del gruppo Per il bene di Tarquinia. “Lo smemorato Tosoni – aggiunge il primo cittadino – si dimentica che abbiamo già fatto un consiglio comunale dove sono state decise tutta una serie di prescrizioni per salvaguardare Tarquinia ed i suoi abitanti”. Il sindaco, ha poi portato le richieste del Consiglio Comunale alla Conferenza dei Servizi, presso il Ministero delle Infrastrutture, alla presenza del Ministro Matteoli (PDL). “Per ricordare tutto ciò a Tosoni – continua il sindaco – nelle prescrizioni da noi presentate è previsto: 4 svincoli

MONTALTO - Obiettivo Comune invita il primo cittadino ad aderire “Protestiamo contro la manovra dei tagli” R iceviamo e pubblichiamo da Sergio Caci, rappresentante di Obiettivo Comune: “Protesta contro la pesante manovra finanziaria particolarmente penalizzante nei confronti delle istituzioni territoriali. Invitiamo il comune di Montalto di Castro ad aderire alla Protesta dell’Associazione Nazionale Comuni Itialiani ANCI di chiudere simbolicamente l’ufficio Anagrafe e stato civile così come ha fatto il Sindaco di Roma e tanti altri comuni. su Tarquinia, di cui uno che collega direttamente la zona commerciale e artigianale; i residenti non devono pagare il pedaggio dell’autostrada; la sistemazione di tutte le strade secondarie e dei fossi e l’installazione di rotatorie sulla strada Litoranea. Ma la richiesta che abbiamo fatta ed è stata anche essa accettata, è quella di portare il tracciato autostradale il più possibile vicino alla preesistente S.S.Aurelia,

ed in alcuni punti alla sua sovrapposizione. Ricordo poi che rispetto al primo progetto abbiamo risparmiato ettari ed ettari di territorio dall’esproprio. Abbiamo ben operato quindi a salvaguardia del territorio”. “Ebbene detto ciò – conclude il sindaco Mauro Mazzola – tutto ciò è stato già fatto. Tosoni o fa finta di non capire o non vuol sentire, oppure è già iniziata la campagna elettorale”.

A fronte degli sprechi della politica dove vediamo ex senatori e deputati riscuotere a vita l’assegno previdenziale mensile di 3.108 euro per qualche mese trascorso in parlamento, ci vengono tolti contributi fondamentali per il corretto funzionamento delle realtà comunali. Tutto ciò mentre il vitalizio versato alla casta ammonta ad un totale di 11.998.460,00 euro (lordi) al mese”.


litorale interni

2 14

Viterbo & & Viterbo Sabato117Ottobre Settembre2010 2011 AltoLazio AltoLazio Venerdì

Impianto sportivo scolastico, Obiettivo Comune analizza i costi della ristrutturazione L a scuola è iniziata e il comune ha da poco deliberato di ristrutturare l’impianto sportivo inserito all’interno della scuola media di Montalto. Dopo le nostre perplessità espresse qualche giorno fa sulla tempistica dei lavori, oggi vogliamo esaminare le cifre contemplate all’interno del progetto. Leggendo la delibera di giunta n° 193

del 26.08.2011 vediamo che sono stati stanziati ben 375.000 Euro per il “risanamento e la ristrutturazione dell’impianto sportivo scolastico in via G. Cesare”. Un onesto Montaltese direbbe : “Accidenti con questa cifra sono sicuro che a scuola mio figlio troverà ogni ben di Dio!!!! palestra, campetti tennis, spogliatoi.....”.

E qui però casca l’asino!! Infatti a legger bene ved i a m o che per mettere a posto le strutture, l’Ufficio Tecnico Comunale fa un progetto preliminare, calcola i lavori da fare per

un totale di 270.000 Euro e stabilisce di dover assegnare il progetto esecutivo ad un tecnico esterno al comune per un costo totale di ben

105.000€ tra parcella e varie !!!!! Ci si domanda : 1) ma l’uf�cio tecnico a cosa serve se non sa progettare neanche un

intervento di manutenzione?; 2) chi sarà il fortunato o la fortunata che incasserà la somma 105.000 Euro per dire come devono tagliare l’erba?; 3) chi sarà la fortunata impresa ad incassare 270.000 Euro? I più maligni, si potrebbero chiedere in�ne come mai l’amministrazione abbia lasciato il centro sportivo abbandonato a sé stesso, nonostante, come più volte denunciato a mezzo stampa, molte sono state le lamentele tra alunni, cittadini e professori.

MONTALTO - Soddisfazione per la quinta edizione della manifestazione appena conclusa

Tutti “Matti per il calcio”, un gran successo di GIOVANNI CORONA

S

i è conclusa ieri sera al Palazzetto dello Sport -con la premiazione di tutte le squadre- la quinta edizione di “Matti per il Caclio”. Organizzata dalla Uisp e dalla Polisportiva Montalto, con il patrocinio del Comune e la collaborazione dell’Enel, la rassegna nazionale di quest’anno ha visto la partecipazione di ben 21 squadre di calcio a sette formate da utenti e operatori dei Centri e dei Dipartimenti di salute mentale di tutta Italia. Formazioni che già durante

tutto l’anno partecipano ai tornei ed ai campionati organizzati dalla Uisp su tutto il territorio italiano e si ritrovano a fine estate in una festa di sport e socialità. Complessivamente sono state impegnate circa 600 persone con partite non stop dalla mattina alla sera. Da Torino a Oristano, da Reggio Calabria a Roma, sono stati messi sullo stesso campo pazienti, psichiatri, infermieri: storie e testimonianze di vita, percorsi di cura, persone che hanno completato la terapia ma che continuano a rimanere “nel giro”, per amicizia. “Matti per il calcio” ci racconta di un calcio diverso, che agisce come strumento di integrazione, per superare l’isolamento, socializzare e riconquistare un equilibrio con il proprio corpo. “A Montalto di Castro c’è un’atmosfera festosa – ha dichiarato Simone Pacciani, presidente nazionale della Lega calcio Uisp – Rispetto ai primi anni è stato temperato lo spirito agonistico: i partecipanti alla rassegna hanno abbracciato il vero spirito dell’iniziativa im-

te più adatto a questo ruolo, di scendere in campo al fianco degli altri. Un ruolo di responsabilità nel nome dell’integrazione”. Nella Mattinata di ieri poi, intorno alle 11: 00, presso il centro informazioni delle centrale Enel Alessandro Volta si è svolta la conferenza stampa di chiusura della manifestazione alla quale hanno preso parte, oltre a Simone Pacciani, il Presidente nazionale Uisp Filippo Fossati, Daniela Rossi –responsabile del progetto “Sportivamente”, nato nel 2009 per studiare l’evento Matti per il calcio” e mi-

gliorarlo di anno in anno-, il Presidente della Polisportiva Montalto Massimo Miaetto e gli assessori comunali Renzi e Rossi. Nel corso del dibattito è stato inoltre proiettato un filmato realizzato durante l’anno dai ragazzi della usl di Palermo e sono stati molti i partecipanti al torneo che hanno preso la parola per raccontare la loro esperienza. Il Presidente della Polisportiva Massimo Maietto ha infine espresso un particolare ringraziamento ad Enel per il contributo dato all’ottima riuscita della manifestazione.

no Prodi: “Per abrogare la legge Calderoli ben venga un referendum che, ripristinando il Mattarellum, solleciti il Parlamento a sostituirla per tornare ad un sistema rispettoso dei diritti dei cittadini e coerente con una democrazia bipolare. E’ arrivato il tempo di restituire ai cittadini italiani il diritto di scegliere i propri

rappresentanti in parlamento”. Prodi ha anche illustrato le ragioni del suo endorsement: “Tutti hanno toccato con mano quanti guasti abbia prodotto un Parlamento di nominati che ha determinato una forte perdita di credibilità delle istituzioni ed il loro allontanamento dai cittadini”.

prontata alla socialità e al divertimento. La novità di quest’anno è che abbiamo avuto cinque squadre in più rispetto alle passate edizioni: ben ventuno rappresentative in campo. Inoltre, nella veste di arbitri, ci sono anche alcuni pazienti che provengono dai Centri di salute mentale. Come Uisp abbiamo deciso di allargare ulteriormente la partecipazione e in questi anni abbiamo avviato corsi di formazione per arbitri che consentano a chi si sen-

MONTALTO - Fino alla fine del mese sarà possibile esprimere il proprio giudizio sulla legge elettorale

Il Pd raccoglie le firme per abrogare il “porcellum” di GIOVANNI CORONA

C

’è tempo �no alla �ne del mese: la scadenza della raccolta �rme per indire il referendum abrogativo dell’attuale legge elettorale è �ssata per il 30 settembre 2011. Manca davvero poco e se pensate di �rmare è meglio non aspettare. Il porcellum va abrogato, cancellato. Il circolo del Partito democratico di Montalto di Castro e Pescia Romana ha predisposto due punti di raccolta per dare l’ultimo slancio a questa nuova battaglia referendaria. Sabato 17 settembre dalle 17:30 alle 19:00 in Via Aurelia Tarquinia a Montalto e domenica 18 dalle 10:00 alle 12: 30 in Piazza delle Mimose a Pescia Romana. E’ curioso sapere che il nomignolo porcellum è stato dato alla legge direttamente dal suo estensore, quel Roberto Calderoli, ministro leghista della sempli�cazione, che nell’appellarla a quella maniera e

de�nendola lui stesso una porcata, ha con tutta evidenza tratto ispirazione dalle sue tante af�nità con il nobile animale più volte tirato in ballo. La calderoniana porcata ha tolto ai cittadini il diritto di scegliere chi mandare al governo del Paese,

ed ha dato vita ad un parlamento di nominati, di questuanti, di amici, di segretarie ed amanti, di avvocati ad personam, per non parlare delle tante bagasce che affollano i vari consigli regionali e le altre istituzioni.

A così pochi giorni dalla scadenza l’attenzione su questa nuova consultazione non è altissima: quotidiani e telegiornali latitano, e sulla rete il messaggio del comitato promotore “Firmo, Voto, Scelgo” non ha avuto la stessa viralità di quelli dei referendum dello scorso giugno. Per questa ragione abbiamo deciso di dare il nostro contributo: invitiamo tutti i cittadini ad apporre il loro preziosissimo sigillo sui moduli della raccolta. La nuova mobilitazione popolare ha il �ne di eliminare l’obbrobrio leghista e ritornare al Mattarellum, ossia alla legge elettorale che c’è sempre stata: così facendo i cittadini riavranno la possibilità ed il sacrosanto diritto di scegliere direttamente i propri candidati, esprimendo una preferenza nominale su coloro che si desidera vedere al governo, senza che il partito vincitore decida al posto suo. Il circolo del Pd di Montalto e Pescia si rifà alle parole di Roma-


provincia sud

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

15

VASANELLO - Reso noto l’elenco di coloro che hanno fatto domanda: ben otto persone

Rilevatori censimento, c’è la graduatoria di SIMONA TENENTINI

che forma parte integrante del presente bando, dovranno pervenire al Comune di Soriano nel Cimino – Uf�cio del Censimento – Anagrafe Piazza Umberto I, n.12 entro e non oltre le ore 12 del giorno del giorno 17 settembre 2011 con le seguenti modalità: a) consegna diretta presso il

M

eglio tardi che mai. A distanza di due mesi esatti dalla ‘pubblicazione’ dell’avviso di selezione per aspiranti rilevatori di censimento, è stata �nalmente resa nota la graduatoria di tutti coloro che hanno presentato domanda. Ben otto persone, in tutto il paese, hanno colto quest’opportunità ampiamente pubblicizzata dal comune di Vasanello. La risonanza dell’opportunità lavorativa, è stata tale che, tra gli stessi dipendenti comunali molti ne erano all’oscuro e, addirittura chi è stato selezionato afferma tranquillamente: “Io non sapevo affatto di questa possibilità, l’ho appreso per caso da un mio amico, anche perchè in Comune non avevo notato nessuna af�ssione in merito.” Potere del passaparola? Allo stato dei fatti evidentemente sì, anche perchè, �no a tre giorni fa, (14 settembre n.d.r.) sul sito istituzionale del comune di Vasanello non �gurava alcun riferimento alla ricerca di aspiranti rilevatori, nè, tantomeno, alla già avvenuta stesura della

front-of�ce “Punto Comune”, p.zza Umberto I n. 12, dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.00; b) inviata con Raccomandata A.R.; c) inoltro alla casella di posta elettronica PEC del

RONCIGLIONE

Luciano Mariti presenta il libro ‘La Giudiata’ graduatoria. Per chi volesse comunque cogliere quest’opportunità, si consiglia di recarsi a Soriano nel Cimino. Così si legge infatti sul sito del Comune: Avviso pubblico di selezione: Per la formazione di un elenco di persone idonee da cui attingere per il conferimento di incarichi esterni di lavoro autonomo di natura occasionale di: Rilevatore istat per la realizzazione del 15°censimento Generale della

popolazione e delle abitazioni - 2011 Ai sensi e per gli effetti della legge 10 aprile 1991, n. 125 È garantita: La pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso alla posizione ricercata. Art. 3 – Modalita’ di presentazione della domanda E’ fatto obbligo al candidato, pena esclusione, di presentare le domande di ammissione alla selezione debitamente compilate utilizzando il modello allegato,

S

abato 24 settembre a Ronciglione, alle ore 17,30, nella Sala del Collegio, in corso Umberto I, 32 verrà presentato il libro “La Giudiata” di Luciano Mariti. Il libro è edito dal Centro Ricerche e Studi Ronciglione nell’ambito della collana “Le Stamperie” e sarà presentato dal prof. Quirino Galli. Parteciperanno gli attori de La Giudiata che interpreteranno alcuni brani, scelti fra i più signi�cativi, dell’opera. La Giudiata è il titolo di uno spettacolo anonimo che da secoli si rappresenta a Ronciglione tratto dalla nota vicenda biblica di “Giuseppe ebreo, venduto dai fratelli e divenuto governatore dell’Egitto”. È uno spettacolo che si è trasmesso oralmente, ma che è derivato da una sacra rappresentazione di tipo “�orentino”,

BLERA - La richiesta dell’Università Agraria alla Polverini dopo le dichiarazioni sulla tartufaia

Comune di Soriano nel Cimino all’indirizzo puntoco munesoriano@pec.it. Che dire: l’ef�cienza si commenta da sola, come pure il fatto che le due amministrazioni sono state nominate nella stessa tornata elettorale, quella dello scorso mese di maggio.

pubblicata la prima volta a Firenze 14901495, poi edita a Ronciglione nel 1688 e nel 1695. Un tipo di spettacolo tuttavia presente nel viterbese già nel 1466. Lo studio di Luciano Mariti, che accompagna l’edizione critica del testo, analizza i molteplici aspetti di questa tradizione ancora in vita. Un teatro fatto da attori che sono gli stessi spettatori. Un teatro il cui valore è dif�cile cogliere dall’esterno perché nutrito da anni e anni di relazioni sociali... Ma per chi vive nel paese questo spettacolo sembra ancora oggi trattenere un brusio sotterraneo di voci, un’eco che viene da lontano e che riesce ancora a plasmare la fantasia del presente.

FABRICA DI ROMA - A sostegno della Costituzione

Battistoni sia rimosso dalla sua carica La Fabbrica delle Donne a Roma R

iceviamo e pubblichiamo: “L’Università Agraria di Blera ha scritto alla Presidente Polverini per suggerirle la rimozione del Consigliere Francesco Battistoni dalla carica di Presidente della Commissione Agricoltura della Regione Lazio. Molti cittadini si sono sentiti offesi dalle dichiarazioni che il Consigliere Francesco Battistoni, Presidente della Commissione Agricoltura, ha rilasciato sulla richiesta di certi�cazione di una tartufaia controllata promossa dall’Università Agraria di Blera. Dichiarazioni inerenti un tema che il Consigliere Battistoni dovrebbe conoscere bene e che invece, per i loro contenuti, hanno creato confusione nella cittadinanza, paventando lo spettro “di tutta una serie di privazioni” (così aveva dichiarato) per la collettività. L’istituzione di una tartufaia controllata, a differenza di quanto sostiene il Consigliere Battistoni, non esclude il pascolo, che è anzi necessario per una migliore fruibilità delle tartufaie naturali, né comporta privazioni per i cittadini. L’unica attività incompatibile con la gestione di una tartufaia controllata è quella venatoria che, come noto, non si con�gura né come uso civico, né come attività imprenditoriale da cui si possa trarre un pro�tto lecito. Ed in ogni caso va detto che pure con l’istituzione della tartufaia (440 ettari) resterebbero cacciabili, a Blera,

oltre 8.500 ettari. In merito ai problemi di legittimità del provvedimento dell’Università Agraria di Blera sarebbe necessario che il consigliere Battistoni non prendesse per oro colato le delibere del Comune di Blera e desse una corretta lettura, oltre che una giusta interpretazione, della normativa speci�ca e della documentazione in essere. Restando in tema, il Sindaco Francesco Ciarlanti e l’Assessore Angelo Peruzzi hanno portato in Consiglio comunale un regolamento sulla raccolta riservata dei tartu� che già il settore legislativo della Regione Lazio, per un altro comune, aveva ritenuto essere “privo di fondamento giuridico”. Sempre in materia di raccolta di tartu�, sperando di fare cosa utile ai soggetti in causa, si segnala che l’Area Consulenza e Assistenza Giuridica della Regione Lazio ha recentemente chiarito “che la possibilità di costituire zone di raccolta riservata di tartu� è limitata ai conduttori di tartufaie controllate o coltivate”, cosa di cui l’Università Agraria di Blera, diligentemente, ha preso atto. In�ne, entrando nel merito politico della questione, non si capisce per quale motivo ci sia tanto accanimento contro la tartufaia controllata dell’Università Agraria di Blera. Le due maggiori sagre estive, che richiamano decine di migliaia di persone a Blera e Civitella Cesi, vedono il tartufo quale prodotto di punta, con

un incontestabile bene�cio per la pubblicizzazione del nostro olio extravergine di oliva e della carne. È così scandaloso voler migliorare e implementare il settore tartu�colo? Si tratta di temi che dovrebbero essere cari agli amministratori locali. Ma evidentemente il cruccio di qualcuno che non potrà più ammazzare gli amati, o a questo punto odiati, cinghiali, è più forte degli interessi della collettività. Questo è il vero problema. Un ultimo pensiero per il Consigliere Battistoni, spesso visibile dalla cittadinanza di Blera in occasione di feste e sagre su invito del Sindaco Ciarlanti

e dell’Amministrazione comunale. Sarebbe opportuno che le sue dichiarazioni di vicinanza all’agricoltura del territorio, fatte durante le presenze conviviali, si traducessero poi in fatti concreti. Ad oggi, e senza alcun invito, risulta che solo l’Assessore alle Politiche Agricole Angela Birindelli si sia adoperata in favore degli allevatori blerani, operatori in zona svantaggiata. Ci auguriamo quindi che il Consigliere Battistoni, nel futuro immediato, possa prendere spunto da simili, virtuosi, comportamenti; così facendo, forse, sarà più utile al nostro paese.

S

abato prossimo, un treno proveniente dal Nord ed uno dal Sud, porterà le Donne Italiane a Roma per presidiare il Parlamento a difesa della Costituzione. L’iniziativa, promossa dalla “Rete delle Donne Siciliane Per la Rivoluzione Gentile”, ha trovato l’immediata adesione di innumerevoli associazioni che condividono il progetto e le �nalità, tra cui l’associzione di Fabrica di Roma, la Fabbrica delle Donne. Le donne vogliono essere portatrici di legalità, giustizia e laicità e per questo si impegnano a difendere la nostra Carta Costituzionale che è garanzia imprescindibile per l’affermazione di questi prin-

cipi. Questa battaglia vogliono farla insieme donne con uomini e con quanti hanno a cuore la difesa della Costituzione repubblicana. La iniziativa del Treno delle donne per la Costituzione è stata già accolta con grande entusiasmo non soltanto da moltissime donne, ma anche dagli uomini che condividono gli obiettivi di salvaguardia della nostra Carta costituzionale, considerata ancora oggi, a distanza di oltre 60 anni dalla sua approvazione, una delle più progredite ed equilibrate del mondo. Chi vuole partecipare può mettersi in contatto con Fab(b)rica delle Donne tel. 3297946535. Email: fabbr icadelledonne@gmail.com

CIVITA CASTELLANA - Completati i lavori di ristrutturazione che si erano resi necessari dopo alcuni cedimenti

La scuola XXV Aprile è stata consegnata ad alunni e docenti C

on l’apertura della scuola è stata consegnata ad alunni e docenti della scuola XXV Aprile di Civita Castellana l’ala ristrutturata di recente dall’Amministrazione comunale in seguito a cedimenti strutturali. I lavori hanno interessato una parte dell’edi�cio nella quale erano presenti i bagni e due aule. “Sono molto felice di questo intervento e dei tempi in cui è stato realizzato – ha dichiarato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli - Siamo riusciti a consegnare la parte ristrutturata prima dell’inizio della scuola in modo che gli alunni ne potessero usufruire

da subito”. Nell’ala della scuola che era stata dichiarata inagibile, a causa della mancanza di fondazioni e della fognatura, sono stati effettuati degli interventi di sottofondazione con le pali�cazioni, sono stati consolidati i solai ed è stato realizzato un intonaco armato sulle pareti. Inoltre è stato dato seguito al progetto di abbattimento delle barriere architettoniche dell’edi�cio con la messa a norma dei bagni sia nella scuola dell’infanzia al piano terra sia nel piano superiore e è stato effettuato il collegamento degli scarichi in fognatura. “Nel complesso abbiamo

investito 200.000 euro – ha affermato l’assessore ai Lavori Pubblici, Gianluca Cerri - Voglio sottolineare che anche questi interventi contribuiscono alla riquali�cazione del nostro centro storico perchè è proprio tutelando e salvaguardando gli edi�ci e le fun-

zioni pubbliche che possiamo continuare a dare una rete di servizi ai cittadini e mantenere viva questa parte di città. Nei prossimi giorni verranno effettuati ulteriori interventi di manutenzione richiesti dal personale scolastico durante la visita di martedì scorso”.


montefi ascone interni

2 18

Viterbo & & Viterbo Sabato117Ottobre Settembre2010 2011 AltoLazio AltoLazio Venerdì

“Le sue azioni a tutela dell’ospedale sono ammirevoli. Il sindaco avrebbe dovuto contribuire con un’ordinanza di chiusura dei negozi” di MICHELE MARI

Il Cotom è stato eroico ed ha avuto un comportamento esemplare”. Così il consigliere di minoranza Massimo Ceccarelli nonché capogruppo della lista Foscarini in Comune. “Le sue azioni - continua- per la tutela dell’ospedale sono state veramente ammirevoli. Sono ormai da anni che semplici cittadini si adoperano con tutto quello che hanno a disposizione e spendono il loro tempo libero per cercare di proteggere il nostro nosocomio. Tutte le loro azioni sono state, senza esagerare, eroiche ma, nostro e loro malgrado, non hanno portato assolutamente a nulla. Hanno combattuto con grande impegno e dedizione -continua Ceccarelli- purtroppo contro dei mulini a vento. La grande, e tanto sperata, mobilitazione dei cittadini è mancata completamente ed è stata scarsa specialmente nell’ultima manifestazione che si è tenuta martedì scorso di fronte all’ospedale per protestare contro il depotenziamento del primo soccorso in punto di primo intervento gestito dalla guardia medica”. Per quanto riguarda nuove azione Ceccarelli: “Ora bisogna unire tutte le forze, parlo ora come capogruppo della lista Foscarini, di ogni gruppo politico per fare nuove azioni, decisamente forti e se occorre anche clamorose. Un’altra cosa logica, per salvare l’ospedale, è fare un’ azione legale con ricorso al Tar. Credo che sia l’unico modo ef�ciente per ottenere i tanto augurati risultati. Infatti in altri paese toscani, sempre alle prese con que-

“La manifestazione, per avere maggiori adesioni doveva essere organizzata dal Comune stesso”

Ceccarelli: il Cotom è stato eroico Il consigliere di minoranza elogia il comportamento del comitato stioni sanitarie e di chiusura di servizio, molti paesi hanno vinto il ricorso ed hanno visto far valere le loro richieste e soprattutto i loro diritti. Questa è l’unica strada da percorrere.

Dobbiamo sensibilizzare tutti i cittadini su questo importante tema che tocca prima o poi tutte le famiglie”. Ceccarelli aggiunge: “Le azioni del Cotom sono state eroiche, ci tengo a ri-

badirlo di nuovo, però ora dobbiamo unire tute le forze e fare un’ azione legale corredata da grandi manifestazioni”. Il consigliere sulle azioni del Comune: “Critico anche l’operato del Comune. Per

Avvisi pubblici o segnali pedagogici? di GIUSEPPE BRACCHI

C

hissà se fa ancora bella mostra di sé quell’avviso af�sso dal Comune falisco, credo proprio all’ingresso dei rinnovati giardini pubblici ed in prossimità dei giuochi e che pressappoco suona così: “Vietato l’ingresso ai maggiori di età se non accompagnati da minori di anni 12”? Caspita! Di fronte ad un divieto simile in tanti si stropiccerebbero gli occhi: sogno o son desto? Che senso ha un avviso del genere buttato in faccia ad un adulto e che suona più come una provocazione che come un divieto vero e proprio? Eppure a pensarci

bene questo avviso, con la sua forma provocatoria, da un lato ha tutta l’aria di avere un sapore squisitamente pedagogico, dall’altro lato la perentorietà dell’invito e la decisione di un Amministrazione comunale di renderlo in bella mostra sono un segno dei tempi. Il motivo che sottende un avviso del genere credo che sia sotto gli occhi di tutti. Ci sono degli imbecilli, ancorché vandali, che affetti dalla sindrome di Peter Pan, tardano a crescere e come il genietto delle favole si divertono a cavalcare i giuochi dedicati ai più piccoli, con l’evidente �nalità di renderli inservibili o di renderli inagibili.

Una misura contro imbecilli affetti dalla sindrome di Peter Pan Di qui l’avviso del Comune che può – sì - suonare come un offesa ma che, allo stesso tempo, dovrebbe far ri�ettere i cosiddetti adulti. Un tempo gli avvisi intimavano al contrario (o meglio: in senso giusto!): dall’ascensore al cinema, dallo stadio al luna park e quant’altro erano gli adulti a farsi garanti dei minori in tutti i sensi. Perché, ovviamente, erano gli adulti che dovevano dare l’esempio e offrire alle giovani generazioni modelli di

Il Comune ricorrerà in giudizio innanzi al Tar l Comune ricorrerà in giudizio innanzi al Tar del Lazio per sospendere l’ef�cacia e chiedere l’annullamento dell’avviso pubblico per il rinnovo dell’Albo dei soggetti accreditati per l’erogazione del servizio di Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I) nel Distretto Socio-Sanitario VT/ 1. A stabilirlo è una delibera di giunta (numero 75) in cui il Comune ha deciso di ricorrere al Tar promuovendo il ricorso presentato da Cooperative Unione Provinciale di Viterbo, Confcooperative Unione Regionale del Lazio, Confederazione generale Italiana del Lavoro, Funzione pubblica (Cgil, Fp), Unione Italiana del lavoro e Federazione Poteri locali (Uil, Fpl). Nell’atto si delibera: “Di au-

solo un centinaio. Il Cotom andava aiutato anche con un atto del sindaco come un’ ordinanza di chiusura dei negozi cercando di rendere partecipi più persone possibili”.

I cartelli affissi ai giardini hanno una chiara funzione educativa

Un provvedimento per sospendere l’efficacia e l’annullamento dell’albo dei soggetti accreditati all’assistenza domiciliare

I

questa ultima manifestazione doveva essere organizzata dallo stesso Comune e non lasciare solo il Cotom che tuttavia, nonostante gli sforzi, non è riuscito a portare in piazza migliaia di persone ma

torizzare il Sindaco a resistere in giudizio, in nome e per conto del Comune, avverso il ricorso promosso, innanzi al T.A.R. Lazio” e di “demandare al Responsabile del V Settore l’adozione degli adempimenti inerenti e conseguenti alla presente deliberazione, tra cui l’af�damento dell’incarico della difesa e rappresentanza legale dell’Ente nel giudizio medesimo”. Inoltre c’è da ricordare che il 10 agosto scorso è stato noti�cato all’Ente il ricorso, presentato dalle varie associazioni e sindacati. In�ne nella delibera si legge che l’amministrazione ha deciso di ricorrere al Tar del Lazio “al �ne di tutelare i propri interessi e le proprie ragioni”. M.M.

comportamento adeguati da tenere in pubblico. Quando portavo i calzoni alla zuava, bastava che un adulto ci guardasse con lo sguardo corrucciato o ci rivolgesse un rimprovero, perché il rossore si impadronisse delle nostre guance o ilo capo si chinasse in senso di vergogna e di colpa. Oggi, invece, chi si sognerebbe di rimproverare un adolescente? Rimbrotti e sberle sono così passati di moda che in Svezia l’hanno per�no fatti diventare fattispecie di reato. E in Scozia dove forse l’amore (?) genitoriale ha preso �n oltre il sopraven-

to le autorità hanno deciso di rendere i �gli obesi orfani di cotanto amore sottraendoli all’abbraccio mortale. Bene? Male? Non lo so. Di confusione di ruoli, di immoralità, di corruzione dei costumi e di maleducazione ce n’è così tanta che per orientarsi ci vorrebbe altro che un navigatore!| Restano i segni dei tempi. E quel cartello, se ancora dovesse esistere, ha molto da insegnare agli adulti. C’è solo da sperare che la lezione venga assimilata al più presto.

A Zepponami sarà interrotto il flusso idrico

C

ausa urgenti lavori di riparazione alla condotta idrica principale in località Caversa nella frazione di Zepponami, lunedì 19 settembre verrà interrotto il �usso idropotabile dalle ore 8 �no al termine dei lavori (presu-

mibilmente intorno alle ore 12). Pertanto la Talete inforna che verrà meno l’erogazione idrica o si veri�cheranno abbassamenti della pressione nell’intero abitato di Zepponami. (M.M.)


SPORT

� � �

19

Sabato 17 Settembre 2011

BADMINTON - L’atleta di Vignanello ko all’esordio nel Belgian International

Allegrini sorpresa dalla tedesca Schnaase E

liminazione a sorpresa per Agnese Allegrini nel primo turno del Belgian International di badminton. La giocatrice di Vignanello, testa di serie numero cinque, ha perso in tre set con la tedesca Schnaase ed

ha così detto addio in anticipo alla possibilità di conquistare punti preziosi nel ranking mondiale. Perso il primo set 21-15 dopo essere stata avanti 8-5, la Allegrini ha vinto il secondo per 22-20 pur avendo

sprecato quattro set point sul 20-16. Nel parziale decisivo l’azzurra è stata in vantaggio sino all’8-7, poi ha incassato un parziale molto pesante ed ha ceduto di schianto per 2111. (GA)

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

TENNIS

Anna Floris dura un set, poi cede alla Barthel Nell’Itf di Mestre si interrompe il cammino della giocatrice gialloblù, sconfitta dalla testa di serie numero uno TENNIS - Presentata ufficialmente la Scuola Federale

di GLAUCO ANTONIACCI

U

n set, il primo, di grande battaglia. Un set in cui non si è assolutamente vista la differenza di circa cento posizioni in classi�ca, tanto che entrambe le giocatrici hanno avuto molte possibilità di aggiudicarselo. Come spesso succede im questi casi, però, è stata l’atleta più quotata a portarlo a casa e, da quel momento, il match è cambiato completamente. Si può riassumere così l’andamento dell’incontro tra Anna Floris, portacolori del Tennis Club Viterbo, e la tedesca Mona Barthel, attuale numero 99 del mondo, avversarie ieri nei quarti di �nale della Venice Challenge, torneo Itf di Mestre con un montepremi di 50mila dollari complessivi. In palio c’era la semi�nale e per un set l’incontro è stato sui binari dell’equilibrio, con la tedesca reduce da una stagione eccellente e decisamente in una fase brillante della carriera, e la Floris (nella foto) a caccia di un successo di prestigio di fronte ad una top100, oltre che all’inseguimento di una semi�nale particolarmente prestigiosa. Il tie-break del primo set non ha però lasciato scampo alla Floris, testa di serie numero sei del tabellone di

Nuovi progetti di qualità per il circolo aquesiano

I

singolare, che si è dovuta inchinare per 7 punti a 2. Sulla scia del successo ottenuto nel primo set, la Barthel è andata via anche nel secondo e per la Floris è stato impossibile contenerne l’accelerazione. Il secondo parziale è andato in archivio con un veloce 6-1 e, con esso, si è spenta anche la possibilità di accedere alla semi�nale, dove avrebbe potuto dar vita ad una s�da decisamente intrigante con Sandra

Zahlavova. Le due giocatrici, ex compagne di squadra con i colori del Tc Viterbo, hanno vinto insieme molti scudetti tricolori e sarebbero state rivali per una volta con una ricca posta in palio. Malgrado l’eliminazione resta comunque la buona impressione destata in questo torneo dalla Floris che può ancora cercare di ottenere qualche altro bel risultato da qui al termine della stagione.

l Circolo Tennis Acquapendente ha presentato uf�cialmente la sua Scuola Federale di Tennis, approvata da Coni e Federazione Italiana Tennis con l’appoggio del Comune di Acquapendente. Il club guidato dal presidente Enrico Barberini (nella foto) organizzerà alcuni corsi per principianti, di perfezionamento, di avviamento agonistico e agonistici, che saranno tenuti dal Maestro Andrea Casari (per contatti 380-1607635) e dai suoi collaboratori presso i tre campi in Località Boario, due con fondo in terra rossa e uno in sintetico, tutti provvisti di copertura per la stagione invernale, e presso l’impianto in terra battuta all’aperto situato allo Stadio Comunale Dario Dante Vitali. Il circolo disporrà anche di due progetti di qualità, il primo dei quali è rivolto a ragazzi tra i 5 ed i 18 anni ed è suddiviso in tre distinti settori con vari corsi per migliorare l’apprendimento tecnico differenziato secondo l’età ed il livello dei partecipanti. Gli obiettivi pre�ssi sono lo sviluppo di tutte le capacità coordinative ed in particolare

la strutturazione spazio-tempo e la prontezza di ri�essi, ma anche un progresso nelle capacità condizionali. A livello psichico si lavorerà su attenzione e concentrazione. Si vuole inoltre stimolare la creatività con lo sviluppo bilaterale sia dell’azione del ragazzo che dell’esprimersi attraverso un’ampia possibilità di soluzioni motorie; ulteriore obiettivo è favorire la socializzazione all’interno del Circolo, partecipando a giochi, tornei e gare a squadre. Il tennis è altresì uno strumento per facilitare l’apprendimento di altri sport, importante premessa per avvicinarsi a tante discipline sportive. Legato ai piani integrati d’area, il secondo progetto di qualità prevede un corso propedeutico di minitennis per giovanissimi a partire dai 5 anni che vogliono scoprire il tennis in maniera corretta e divertente con l’utilizzo anche di racchette palmari. Il corso prevede un’attività ludica volta a sensibilizzare e ad ampliare l’apprendimento motorio del bambino, migliorando le capacità coordinative. Il progetto ‘Centro avviamento allo sport del Tennis’

comprende corsi per principianti mentre il progetto ‘Centro Agonistico’ è costituito da corsi di preparazione all’attività agonistica. Entrambi prevedono una sospensione per le vacanze di Natale e di Pasqua e termineranno il 30 Maggio 2012 ma sono già previsti corsi e campus anche nei mesi di giugno, luglio e agosto. “Per avvicinare gli sportivi a questa specialità - sottolinea il presidente Barberini - da Lunedì 19 a Venerdì 23 settembre dalle 14 alle 18 organizzeremo corsi-promo gratuiti per tutti coloro che vorranno avvicinarsi in maniera simpatica e divertente. Saranno cinque giornate divertenti e le racchette le forniremo noi”.

TENNIS - Prosegue il programma del tabellone di quarta categoria al Trofeo Antenna Adsl di Viterbo

Bianco e Profili volano al terzo turno T

anti match e diverse sorprese nel Trofeo Antenna Adsl, il torneo Open che si sta disputando sui campi in terra battuta del Tennis Club Viterbo. Tra i risultati decisamente interessanti c’è stato il successo di Agostino Rossi che ha avuto la meglio su Rosario Flaminio in due set (6-3 7-5) mentre grande equilibrio ha contraddistinto la sfida tra Roberto Micarelli e Marco Novella, vinta dal primo per 6-3 3-6 6-4. Sempre per quanto riguarda il primo turno, Angelo Chiavarino ha sconfitto per 7-5 6-3 Ermes Battaglini che pure ha una classifica migliore della sua (4.4 contro 4.6). Andrea Trabalzini si è guadagnato il passaggio al turno successivo senza nem-

meno scendere in campo, dal momento che il suo avversario annunciato, Matteo Mazzoni, non si è presentato. Grande battaglia e conclusione al tie-break del terzo set fra Alessandro Palombi e Giuseppe D’Angelo; si è imposto Palombi che, dopo aver dominato 6-1 il primo set, aveva ceduto il secondo per 6-3. Si sono però disputati anche alcuni match di secondo turno, e nemmeno qui sono mancate le sorprese, guardando alla classifica dei giocatori impegnati; Luigi Bianco si è infatti sbarazzato di Roberto Bruno in due rapidi set con il punteggio di 6-0 6-4 mentre Andrea Profili ha tenuto fede al pronostico battendo per 6-4 6-1 Marzeddu. (GA)


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Sabato 17 settembre 2011

CALCIO SERIE D

Viterbese e Flaminia, umbre da azzannare Le news per gialloblu e rossoblu attese dalle sfide contro Spoleto in trasferta e Sporting Terni al Madami

D

omani si giocano i confronti della terza giornata del Campionato Serie D, in programma domenica 18 settembre alle ore 15.00, si apre con un corposo carnet di anticipi che si giocheranno sabato 17 allo stesso orario.

TUTTI GLI ANTICIPI Nel girone A scendono in campo Asti-Bogliasco, Chieri-Villavernia, LavagneseNovese e Santhià-Naviglio Trezzano. Nel B RudianeseAlzano Cene (stadio comunale di Calcio-Bg), nel girone C Sanvitese-Pordenone, infine nel G Astrea-Monterotondo prenderà il via alle ore 13.00 per consentirne la trasmissione in diretta su RaiSport 1 con la telecronaca di Lucio Michieli e il commento tecnico di Franco Peccenini. Spostandoci alle gare della domenica tutte le sfide inizieranno alle ore 15.00 ad eccezione di Pomigliano-Arzachena (G) il cui calcio d’inizio è stato anticipato alle ore 14.00. Si registrano tre cambi di campo, St.Georgen-Montebelluna (C) si disputa al comunale di San Giorgio di Brunico (Bz), Virtus Pavullese-Ravenna (D) andrà in scena al comunale “Caduti di Superga” di Sanzio di Vignola (Mo) mentre Sanso-

Terni che appare alla sua portata.

Foto Andrea Di Palermo

IL PROGRAMMA E GLI ARBITRI Girone E Pontedera-Zagarolo (Andrea Mei di Pesaro), Deruta-Atletico Arezzo (Vecchio Pinzone di Genova), Flaminia-Sporting Terni (Fabrizio Ferrara di Palermo), Città di Castello-Pierantonio (Antonello Balice di Termoli), Orvietana-Todi (Niccolò Baroni di Firenze), Pianese-Pontevecchio (Marco Minotti di Roma 2), Sansepolcro-Castel Rigone (Giuseppe Strippoli di Bari), Sansovino-Sporting Trestina (Marco Castello di Potenza), Spoleto-Viterbese (Antonio Di Martino di Teramo).

Una formazione della Flaminia

Il tecnico della Viterbese Alessandro Conticchio vino-Sp Trestina si giocherà allo stadio comunale “Città di Arezzo” di Arezzo. QUI VITERBESE LE NEWS Dopo la vittoria di Marino allenamento leggero questo pomeriggio per i gialloblù di mister Conticchio. Coloro che hanno giocato il match di Coppa hanno effettuato poco più

di un defaticante mentre gli altri hanno effettuato lavoro atletico più intenso e partitella finale. Infermeria - Fermi ai box Cascella (rottura setto nasale a Marino), Mereu, riacutizzarsi di un vecchio dolore ad un ginocchio che lo aveva già tenuto fermo 3 settimane, Franzese, stop precauzionale dopo il trauma cranico di domenica scorsa. Squalificato invece Sbaccanti.

La squadra partirà alla volta dell’Umbria oggi pomeriggio con la società che nonostante la vicinannza della città umbra ha fortemente voluto la possibilità di andare in ritiro per consentire al neo tecnico Conticchio di stare il più possibile vicino al gruppo e di trasmettergli il suo verbo calcistico.

QUI FLAMINIA LE NEWS Ed oggi rifinitura anche per la Flaminia galvanizzata dal pareggio di domenica scorsa sul difficile campo dell’Arezzo e che ha dato ulteriore fiducia alla compagine di mister Pierangeli. E’ una Flaminia che adesso dopo due pareggi vuole conquistare il primo successo stagionale ed ha i mezzi per farlo contro uno Sporting

RADIOVERDE E domani pomeriggio ricordiamo la programmazione di RadioVerde con il lungo no stop con la radiocronaca di Spoleto e gli aggiornamenti sulla gara della Flaminia ed il completo resoconto della domenica sportiva con i risultati dai campionati di Eccellenza e Promozione e sui confronti della Coppa Lazio di Prima e Seconda Categoria. agv

JUNIORES - Al via anche l’elite. il Corneto ospita la Spes ARBITRI - Eccellenza e Promozione

Senza mister Valentini, Viterbese a Zagarolo A Pianoscarano c’è una... Potenza

P

rende il via la corsa allo scudetto Juniores 2011/ 2012, sabato 17 settembre alle ore 16.00 si gioca la 1^ giornata del campionato nazionale riservato agli under 18. La competizione che vede impegnata la “meglio gioventù della D” è divisa in undici gironi che comprendono 154 squadre espressione dei settori giovanili dei club di Serie D. La mission della manifestazione è sempre la stessa da più di dieci anni, far crescere le nuove leve in un campionato di livello per dare una base solida alle società contenendo i costi. Così in questa stagione prenderanno

parte al torneo i ragazzi nati dal 1 gennaio 1993 in poi o quelli che comunque hanno compiuto almeno il 15esimo anno di età. Ad eccezione della fase �nale (Play Off di girone, triangolari, ottavi, quarti, semi�nali e �nali) sono ammessi anche dei fuori-quota, al massimo tre calciatori, di cui due nati dal 1 gennaio 1992 in poi e uno senza limite d’età. Un campionato che abbraccia tutta l’Italia (i club di Sardegna e Sicilia partecipano ai regionali per poi rientrare in gioco nelle fasi �nali nazionali) con la regular season che terminerà il 6 aprile per poi dare spazio alla Corneto 2010/2011

fase �nale (dal 28 aprile) a cui accedono le prime classi�cate degli undici gironi, le migliori del campionato regionale juniores Sicilia e Sardegna e le vincenti i Play Off (dal 14 al 21 aprile partecipano la 2^, 3^, 4^ e 5^ classi�cate). Una corsa al titolo nazionale che si snoderà attraverso i Triangolari (28 aprile, 1 e 5 maggio), i Quarti di Finale (19 e 26 maggio rispettivamente andata e ritorno) e la fase �nale a concentramento in sede unica con le semi�nali (30 maggio) e la �nale (1 giugno). GIRONE H Città di Marino-Salerno, Civitavecchia-Boville Ernica, Cynthia-Astrea, Sora-Fidene, Monterotondo-Gaeta, Palestrina-Anziolavinio, ZagaroloViterbese. JUNIORES ELITE Ed oggi prende il via anche il campionato della juniores Elite e per il Corneto Tarquinia c’è l’impegno interno contro la Spes Montesacro che rappresenta il battesimo dei rossoblu nel prestigioso campionato, ritrovato grazie alla straordinaria vittoria della scorsa stagione negli juniores fascia B.

E

CCELLENZA Così per le sfide di domani.

Albalonga-Maccarese - Marco Dante di Roma 1 (Antonaglia e Pitturiti di Roma 1) Fiumicino-Real Monterosi - Andrea Cattaneo di Civitavecchia (Marini di Ciampino e Pediani di Civitavecchia) Fontenuovese-Diana Nemi - Dario Di Matteo di Roma 2 ( Cocco e Rocco di Roma 2)

Real Pomezia-Ostia Ladispoli-Tor Sapienza Mare - Arbitro dal Cai - Vincenzo Marino di For- (Barnabei e Zamporlini di mia (Assante e Foglietta di Roma 1) Frosinone) Villanova-Cecchina Montefiascone-Guidonia Emanuele Giancola di LaMontecelio - Arbitro dal Cai tina (Notarangelo di Cassi(Todisco di Ciampino e Sa- no e Morena di Latina) maritano di Ostia Lido)

Ischia di Castro-Vigor - Tommaso Impenna di Ostia Lido (Mangino e Rinaldi di Roma 1) La Storta-Foglianese Pietro Esposito di Aprilia (Cazzorla e Girolami di Aprilia)

Pisoniano-La Sabina PROMOZIONE Domenico Fontemurato di Ed ecco le terne per gli Roma 2 (Abukar di Aprilia e impegni delle nostre forD’Ottavi di Roma 1) mazioni in Promozione.

Pianoscarano-Tolfa Gabriele Potenza di Roma 1 (Faggiano di Civitavecchia e De Carolis di Ciampino)

Rieti-Corneto Luca Caninese-Focene - ClauD’Aquino di Roma 1 (Caret- dio Pizzoli di Ostia Lido ti di Roma 1 e Paladino di (Anselmo e Benvenuti di Ostia Lido) Roma 2)

Fregene- Canepina Emanuele Yoshikawa di Frosinone (Scopa e Paolucci di Frosinone)


� �

sport

SPORT

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

21

CALCIO NEWS

Il Pianoscarano attende il Tolfa con molta serenità Condoglianze a mister Raspoli. Super gli amatori del Vetralla. Ad Orte impazza il derby del calcio a cinque

N

ews del nostro calcio e calcio a cinque a tutte le latitudini.

LE NOSTRE CONDOGLIANZE A RASPOLI L’intera redazione dell’Opinione si stringe attorno al dolore del tecnico della Castrense Mauro Raspoli per la scomparsa dell’adorata mamma Umile (detta Tota) Cucchiari, deceduta nella giornata di ieri a 75 anni all’ospedale di Belcolle.Al tecnico e ai suoi famigliari si stringe anche tutto lo staff dirigenziale e tecnico e il parco giocatori della Castrense. I funerali della signora Cucchiari verranno celebrati oggi alle 17 nella Chiesa Parrocchiale di Valentano. IL PIANOSCARANO CALCIO ATTENDE CON SERENITA’ IL TOLFA Cresce l’attesa della gara con il Tolfa prossimo avversario dei “Grifoni” Rossoblu al Comunale O.Bruni di Viterbo domenica alle ore 11.00, la squadra del Presidente Giuseppe Marocchi che è riuscita domenica ad avere la meglio dell’ ottimo Casalotti, sicuramente rappresenterà un cliente scomodo per Simonetto e Damiani che in questa settimana hanno dovuto lavorare sulla testa del gruppo dopo la non prevista battuta d’arresto nella città dell’Alto Lazio. Pochissime le possibilità di avere a disposizione Gentili che insieme a Capocecera non saranno della partita e da verificare anche la possibilità di impiego per il fantasista Mandro alle preso con

un problemino al collo del piede. Dovrebbe invece essere della contesa il nuovo acquisto Nori che andrà a prendere posto in caso di impiego dal primo minuto proprio di Mandro, con la possibilità di far coppia con il motorino Lucci che sembra scalpitare per una maglia da titolare. La formazione è naturalmente top – secret in virtù della rifinitura di quest’oggi e la verifica finale dell’intera rosa con le risposte che i stessi giocatori dovranno dare per la loro partecipazione a questo importante appuntamento. “Abbiamo lavorato con qualche modifica rispetto al programma che avevamo previsto – dichiara mister Simonetto – quando si subisce una sconfitta figlia di una prova incolore come quella di Acquapendente c’è bisogno di analizzare in modo perfetto quanto accaduto, e con mister Damiani abbiamo pensato di ricorrere a qualche cambiamento tecnico – tattico, quello di stasera sarà un allenamento dove prenderemo in considerazione alcune situazioni nuove, insieme ai ragazzi le proveremo e vediamo se contro il Tolfa avranno i risultati sperati, è certo che la gara per noi riveste un particolare importanza, quindi la perfezione è d’obbligo”. Attesa dunque per la lista dei convocati dopo la seduta e attesa per quanto riguarda il modulo iniziale che i tecnici adotteranno contro una formazione che sempre è riuscita a giocare una bellissima partita contro i colori del “Grifo”. CALCIO AMATORI PRIMA AMICHEVOLE E LA LOVER VETRALLA

BATTE IL TEAM DI SECONDA Un’amichevole combattuta e giocata sul filo dell’equilibrio fino al 90esimo. Il test di giovedì sera tra i Lovers di mister Mancini ed il Vetralla 1928 guidato da Biagio Zaccaro ha lasciato sul campo molti spunti da analizzare per i due tecnici e ha rappresentato una verifica attendibile sulle rispettive condizioni atletiche. Alla fine a spuntarla sono stati gli amatori di capitan Marco Cento, capaci di resistere nei momenti di maggior pressione degli avversari protagonisti soprattutto nella fase centrale del match. E dire che ad andare in vantaggio erano stati i ragazzi di mister Zaccaro grazie ad un efficace tap-in dell’immortale Enrico Pasquinelli, ancora una volta in grado di dimostrare che passione e impegno possono far dimenticare la carta d’identità. Prima dell’intervallo ci pensava il coriaceo Roman, difensore centrale di esperienza e grande prestanza fisica, che insaccava con un bel tiro di sinistro la porta difesa da Luca Tocchi. Nella ripresa, mentre il Vetralla 1928 effettuava alcuni cambi, i Lovers restavano pressoché immutati, segno evidente che mister Mancini intendeva verificare la tenuta degli uomini scesi in campo dall’inizio. A rompere nuovamente gli equilibri erano di nuovo i giocatori del Vetralla 1928 che grazie ad un penalty di Bruno si riportavano in vantaggio. Col passare dei minuti i Lovers mettevano in campo forze fresche, mentre purtroppo c’erano da registrare alcuni infortuni la cui entità verrà valutata nei prossimi giorni: out sia Turilli che Marco Cento, usciti malconci dopo alcuni contrasti piuttosto energici. Quando il Vetralla sembrava ormai in grado di controllare la gara ecco la svolta: saliva in cattedra il giovane Giuseppe Piozzi che, in attesa di inforcare di nuovo gli sci, seminava il panico tra gli avversari siglando prima il pareggio e firmando poi il vantaggio del definitivo 3 a 2 sempre al termine di azioni personali caratterizzate da velocità e fiuto del gol. Per i Lovers insomma una bella iniezione di fiducia, anche se la strada per una condizione ottimale è ancora lunga, mentre per il Vetralla 1928 il segnale che per amalgamare gli elementi provenienti da due squadre (dopo la fusione con il Tre Croci) ci vorrà ancora del tempo. (ef) LA PRIMA PARTITA DA 18ENNE DEL MITICO PARRI

Sarà il primo week-end agoniostico per Giovanni Parri, rampante 18enne del Montefiascone con l’etichetta di maggiorenne visto che in settimana ha brindato e festeggiato per questo importante traguardo circondato dall’affetto degli adorati genitori, del fratellino e dei suoi nonni che sono i suoi primi tifosi. Al bravo Giovanni Parri seppur con un leggero ritardo i più grandi auguri da parte dell’intera redazione dell’Opinione. SPAZIO CALCIO A 5 E’ il giorno del derby ad Orte. Questo pomeriggio infatti, presso la Pinetina di Petignano, Orte Futsal e Ortana si sfideranno per la conquista della supremazia locale. Dopo il grande spettacolo offerto la scorsa stagione in serie D sia in campionato che nella semifinale play-off infatti le due compagini si andranno ad affrontare per la prima volta in serie C2. Un match che ancora una volta promette scintille e soprattutto emozioni. Da una parte la voglia di riscatto dei gialloblù di capitan Sorbara, sconfitti nella semifinale prima citata, dall’altra la voglia dei biancorossi di capitan Fabrizi di mantenere la supremazia locale e di continuare la striscia positiva nelle sfide con i “cugini”, QUI ORTE FUTSAL Mister Martellino, che dovrà far fronte all’assenza di Lisciarelli squalificato, è carico e concentrato: “Ci attende un match molto difficile contro una buona squadra composta da giocatori forti e che in alcuni casi hanno sicuramente molta più esperienza dei miei. Da parte nostra c’è tanta voglia di fare bene, di muovere la classifica e di vincere quel derby che lo scorso anno ai play-off ci è sfuggito di un non nulla. Per farcela dovremo disputare la gara perfetta, mantenendo la concentrazione sempre ai massimi livelli e sbagliando il meno possibile. Sono abbastanza fiducioso anche se non nascondo che sarà una sfida difficilissima. QUI ORTANA C’è fiducia ma anche molto rispetto per l’avversario nelle parole di coach Andrea Impenna: “Non sarà un match semplice. L’Orte è una buonissima squadra, composta da giocatori di ottima caratura e le due coppe vinte nel finale della scorsa stagione sono nella loro bacheca a dimostrarlo. Per conquistare il bottino pieno servirà una grande prestazione, una prova simile a quelle disputate in coppa con il Chiusi ed in campionato con il GM10. Do-

vremo entrare in campo con il piglio giusto e la consapevolezza nei nostri mezzi che, nonostante la squadra in parte sia nuova, sono notevoli. In settimana abbiamo lavorato molto bene e sono convinto che potremo fare molto bene. Vogliamo i tre punti, vogliamo prenderci il derby e iniziare subito a scalare la classifica per non rimanere insabbiati nelle zone delicate”. EX DI TURNO Per alcuni dei protagonisti che scenderanno in campo questo pomeriggio non sarà una partita come le altre. Nelle fila delle due squadre infatti ci sono tre ex freschi freschi di trasferimento ossia Michele

Montanucci e Daniele Camilli, che dall’Ortana sono andati all’Orte Futsal e Simone Filesi che ha fatto il viaggio inverso. Chi sicuramente “sentirà” di più questa situazione a livello sentimentale sarà Montanucci che per la prima volta sfiderà da avversario quei compagni e quella maglia con cui ha sudato e lottato per tanti anni. NELLE FOTO Nelle immagini in pagina in alto a destra mister Raspoli, sotto il neo 18enne Giovanni Parri e in fondo alla pagina mister Martellino. A sinistra il forte Lucci del Pianoscarano e in basso il team dell’Ortana calcio a cinque 2010/2011.


� �

sport

SPORT

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

23

SPECIALE

Al Vasanello il Memorial Mastrorosato-Porta Bella serata di sport al Comunale di Soriano. Si impongono i biancazurri di mister Serafini

B

ella serata di sport giovedì al Comunale di Soriano nel Cimino con il triangolare organizzato dalla Sorianese del presidente Torroni nel contesto del Memorial “Porta-Mastrorosato” in omaggio al compianto dirigente e giocatore della Sorianese prematuramente scomparsi. LE SFIDE Classico triangolare in cui si è imposta la formazione deel Vasanello di mister Francesco Serafini che ha pareggiato per 0-0 contro la Nuova Sorianese per poi imporsi ai calci di rigore per 3-1. Poi nel secondo confronto la Nuova Sorianese ha vinto per 2-0 contro la Nuova Bagnaia del tecnico Carlo Vittori con le reti di Pompei e di Bonucci ed infine nel terzo confronto successo del Vasanello ai calci di rigore contro la Nuova Bagnaia per 4-2 dopo i calci di rigore. CLASSIFICA FINALE Alla luce di questi risultati ecco la classifica

finale. Vasanello punti 4 N. Sorianese punti 4 Nuova Bagnaia punti 1 Prima classificata la compagine del Vasanello per aver vinto lo scontro diretto contro la Nuova Sorianese. NELLE FOTO DI ANDREA DI PALERMO E in pagina ecco alcune foto della bella serata. In alto a sinistra la formazione del Vasanello, a destra il team della Nuova Sorianese. Sotto a sinistra la nuova compagine della Nuova Bagnaia e a chiudere alcune foto di gioco e i momenti che hanno preceduto l’inizio del torneo quando ai famigliari di Luigi Mastrorosato e del dirigente Porta, papà scomparso del portiere della Sorianese Cristian sono stati donati dei mazzi di fiore in ricordo ed omaggio della loro memoria. Sotto a sinistra, mister Romano Floccari guida le operazioni di conduzione del suo team dalla panchina. agv


� �

sport

SPORT

24

Viterbo & AltoLazio

Sabato 17 Settembre 2011

AUTO STORICHE

Coppa del Cimino tra presente e futuro Nel week-end l’edizione numero 39 della celebre corsa in salita ma già si pensa al 2012 di MAURIZIO PINNA

P

La locandina della prima edizione

Massimo Natili

oche ore ancora ed avrà inizio la 39^ Coppa del Cimino, gara automobilistica di velocità in salita riservata alle sole auto storiche e valida come prova del Campionato Italiano della Montagna 2011. Una gara che, domani, alle ore 9,30, vedrà sventolare la bandierina del via al km 4+500 della S.P. Cassia Cimina, per concludersi presumibilmente intorno alle ore 14,30 al Passo del Cimino. Nella giornata di oggi, invece, si procederà alle prove tecniche sul percorso a partire dalle ore 15. La prima edizione della Coppa del Cimino, come è noto, risale al 12 ottobre del 1930, organizzata dall’allora Reale Automobile Club d’Italia, sezione di Viterbo. Non tutti, però, ricordano che il record mai più superato appartiene a Massimo Natili, noto imprenditore e sportivo viterbese nativo di Ronciglione, famoso in tutto il mondo per gli innumerevoli trofei conquistati in pista, che vinse l’edizione del 1967 su Ford De Sanctis F3, con un tempo di 4’47” ed una media di 127, 44 km/h. Raggiunto telefonicamente, Natili conferma: “Il percorso storico della Coppa del Cimino ha subito, nel corso degli anni, lo spostamento della linea di partenza che all’epoca corrispondeva all’ingresso di Santa Maria in Gradi. E’ semplicemente per questo motivo che il mio record non potrà più essere rimesso in gioco”. E con l’occasione della telefonata abbiamo scoperto che la notorietà del pilota Natili è sempre in auge, tanto che domani non potrà essere presente alla nostra Coppa del Cimino perché invitato dal sindaco di Frascati a tagliare il nastro di partenza in occasione della rievocazione storica della cronoscalata

Vermicino-Rocca di Papa che compie 90 anni dalla prima edizione (1921). Ma tornando al nostro appuntamento automobilistico, mentre l’organizzazione procede a ritmo serrato tenendo tutto sotto controllo, in attesa di questa domenica che vedrà trasformare il rilassante percorso della Cassia Cimina in un autodromo d’altri tempi, siamo andati alla ricerca delle ultime battute e delle ultime curiosità. “Ancora oggi la Coppa del Cimino, che allora era riservata alle auto sportive ed oggi, come ben sappiamo, alle sole auto storiche, non smette di esercitare il suo fascino visto che, ogni edizione, richiama oltre centoventi iscritti. - afferma il presidente dell’Automobile Club di Viterbo, dottor Sandro Zucchi - Non sono ancora partiti i motori iscritti a questa competizione, che noi siamo già impegnati ad organizzare la 40^ edizione nel contesto di Viterbo Città dello sport 2012, nella speranza che la Regione ci aiuti con un grosso contributo, soprattutto perchè con i soli aiuti del Comune, della Provincia e della Fondazione Carivit non riusciamo a sopperire alle ingenti spese che la Coppa del Cimino comporta, questo perché – ha aggiunto il presidente Zucchi - mentre la Regione snobba la nostra corsa, sovvenziona in modo particolare la reatina Coppa Carotti”. La conferma della mancanza di contributi arriva anche dall’assessore alla Cultura e Turismo di Viterbo, Enrico Maria Contardo, che auspica in un diverso atteggiamento della Regione Lazio. Gli onori di casa, però, spettano al sindaco di Viterbo, Giulio Marini: “Con grande entusiasmo saluto questa trentanovesima edizione della Coppa del Cimino, congratulandomi con gli

organizzatori di questa longeva iniziativa e soprattutto con i piloti che ogni anno, puntualmente, regalano alla Città una grande emozione, guidando le proprie auto nei suggestivi tornanti montani viterbesi”. Analogo è stato il pensiero espresso dal presidente della Provincia, Marcello Meroi, che evidenzia, inoltre: “Importante è anche l’aspetto turistico di questo appuntamento che, durante la tre giorni, tra prove e gara uf�ciale, riesce a riversare sul percorso numerosi spettatori, una buona parte di essi provenienti anche da fuori provincia”. Sport, competizione, promozione turistica, passione, ricordi e, non per ultimo, amore per quei bolidi d’altri tempi che

hanno già scritto la loro storia ma che, instancabili, continuano a primeggiare nelle manifestazioni di carattere nazionale. Ma chi dobbiamo ringraziare, oltre ai piloti e personaggi più in vista, se certe manifestazioni raggiungono una tale impeccabile organizzazione? Certamente il personale dell’Uf�cio sportivo dell’ACI di Viterbo, riconducibili a Luca Marcucci, Daniela Gatto, Sabrina Conti e al vicedirettore dell’ACI, Felice Mancinelli. Una �gura, quest’ultima, certamente tra quelle più note e con funzioni direttive, ma come i suoi collaboratori, ligio e instancabile lavoratore che mira dritto ai migliori risultati puntualmente raggiunti.

SUPERBIKE - Due giorni molto positivi a Misano MOTOCROSS - Il tracciato francese di St. Jean d’Angely è teatro della classica sfida tra Nazioni

Anche i test danno fiducia a Checa e al Team Althea A

lthea Racing e Carlos Checa, protagonisti assoluti del Mondiale Superbike, hanno effettuato due giorni di prove al World Circuit di Misano insieme ad altri team. Nonostante il gran caldo, la squadra civitonica si è messa al lavoro di buona lena, provando alcune nuove soluzioni di gomma fornite dalla Pirelli. Insieme ai suoi tecnici, Checa ha lavorato duro, registrando tempi molto interessanti durante la giornata. Anche la seconda giornata è stata pro�cua, con cinque nuove soluzioni di gomma posteriore messe alla prova. Il team ha anche dedicato un po’ di tempo ad af�nare il set-up della moto e Checa ha completato circa 120 giri, con un miglior tempo (non-uf�ciale) di 1’36”, più veloce rispetto al suo miglior giro in gara a Misano qualche mese fa.

A test conclusi, l’attenzione è tornata sul prossimo round del campionato Mondiale Superbike, in programma ad Imola dal 23 al 25 settembre. “Siamo soddisfatti dei risultati delle prove - ha dichiarato Checa -. Pirelli ci ha portato delle nuove soluzioni molto performanti e abbiamo potuto girare costantamente veloci. Faceva abbastanza caldo e le condizioni erano simili alla gara di giugno con circa 44 gradi di asfalto. Le gomme però si sono comportate benissimo e siamo riusciti a mantenere un ottimo passo per molti giri. Abbiamo passato forse l’80% del tempo a lavorare con le gomme e per il resto abbiamo provato qualche assetto della moto, sempre positivo. Abbiamo addirittura terminato il programma prima del previsto”.

Lupino e l’Italia sognano il podio di GLAUCO ANTONIACCI

P

er molti piloti la stagione uf�ciale è �nita ma per qualcuno resta ancora una gara, e per giunta decisamente importante, da disputare. Il mondiale motocross si è concluso la scorsa settimana a Fermo, con i titoli già assegnati e messi al sicuro da Cairoli e Roczen, ma per i più forti ci sarà in questo week-end un’ulteriore occasione di s�da grazie al Motocross delle Nazioni. Teatro della s�da il circuito francese di St. Jean d’Angely: ogni Paese potrà schierare tre piloti nelle cilindrate Mx1, Mx2 e Open, dando vita a tre manches che contribuiranno ad assegnare punti con cui verrà stilata la classi�ca �nale. Nell’Italia ci sarà anche Alessandro Lupino, il pilota viterbese che,

proprio nel �nale di stagione con la Mx2, ha saputo entrare per due volte fra i primi dieci nelle gare mondiali. In assenza di David Philippaerts, il trio azzurro dovrebbe essere completato da Toni Cairoli (anche se ha subito un grave lutto pochi giorni fa) e da Davide Guarneri. I favoriti? Naturalmente gli Stati Uniti, storicamente nazione leader nel cross, con l’Europa, in particolare i padroni di casa della Francia, che cercheranno in ogni modo di contrastare con forza gli americani. Il Belgio, altra nazione molto quotata, dovrà rinunciare a tre big come Desalle, Ramon e Van Horebeek e questo apre il campo alla massima incertezza nella battaglia per il podio, con l’Italia di rincorsa ma non certo tagliata fuori dalla lotta.


� �

sport

SPORT

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

25

AUTO STORICHE

Già effettuate le prime verifiche tecniche Ieri pomeriggio sono arrivate alcune delle vetture che prenderanno il via nella Coppa del Cimino La Prefettura ha già individuato percorsi alternativi negli orari di chiusura al traffico della strada

In queste immagini alcune delle fasi di verifica effettuate ieri pomeriggio all’officina Cencioni (Foto Zadropress)

P

resso l’autof�cina Cencioni di Viterbo è andato in scena il primo atto della Coppa del Cimino, non ancora agonistico ma già signi�cativo. Le prime vetture arrivate a Viterbo per prendere parte alla manifestazione si sono già sottoposte alle veri�che tecniche, passaggio obbligato per essere poi ammesse alle prove e alla gara. Di fronte ai responsabili dell’organizzazione, con in testa il presidente dell’ACI Viterbo Sandro Zucchi, e ai commissari incaricati dei controlli, i partecipanti si sono sottoposti di buon grado alle veri�che, riguardanti le caratteristiche della macchina e tutti i requisiti da rispettare per poter essere inseriti nella lista dei partenti. Le veri�che tecniche non si sono concluse ieri ma proseguiranno anche questa mattina,

mentre nel pomeriggio inizieranno le prove sul percorso che, lungo la Cassia Cimina, si snoderà per sei chilometri di tornanti e brevi rettilinei. La Prefettura ha disposto la chiusura della circolazione, sia per oggi che per domani, della strada provinciale Cassia Cimina: oggi la strada sarà bloccata dalle 14 alle 19 e domani dalle 8.30 alle 15.30, sempre dal Km 3,500 al Km 11,500. Sono stati individuati dei percorsi alternativi: per Roma (via Ronciglione): Str. Sanmartinese per Croce di San Martino, Lago di Vico, Rio Vicano, Ronciglione, Monterosi; per Soriano nel Cimino: SS. 675 Umbro Laziale, Ortana; per Canepina: Viterbo, Bagnaia, Strada Romana, Canepina.


� �

sport

SPORT

26

Viterbo & AltoLazio

Sabato 17 Settembre 2011

VOLLEY

Giornata d’esordio per le tre provinciali La Coppa Italia di serie B2 offre subito il derby Tuscania-Orte e il match casalingo di Civita con Orvieto VOLLEY - Appuntamento presso la Sala Consiliare del Comune

di Glauco ANTONIACCI

P

rimi match ‘uf�ciali’ per le formazioni viterbesi di serie B2, chiamate oggi a fare il loro esordio nel girone di Coppa Italia che le comprende tutte e tre. Tuscania, Orte e Civita Castellana daranno sempre vita, per sei turni, ad un derby e a s�de che, senza particolari assilli di risultato, serviranno soprattutto come utile veri�ca del lavoro svolto �nora. Ad aprire il programma ci sono le gare odierne TuscaniaOrte e Civita Castellana-Orvieto, con gli umbri a recitare il ruolo di ‘quarto incomodo’ rispetto alle provinciali. La s�da che andrà in scena al Palazzetto dell’Olivo tra Tuscania e Orte è quella tra una squadra molto rinnovata, anche nella guida tecnica, rispetto a quella che aveva vinto la B2, ed un team come l’Interporto Orte che riparte dal buon campionato della passata stagione per cercare di fare ancora meglio. I problemi di impianto di Orte, divenuti cronici a causa dei ritardi nei lavori alla Palestra, non autorizzano sogni di grandezza, tant’è vero che la squadra cara al presidente Aldo Madonna dovrà disputare i match interni di questa prima fase di Coppa a Civita Castellana, ma la trasferta a Tuscania è certamente interessante per vedere all’opera questi due team. C’è attesa anche per l’esordio casalingo, alla Palestra Smargiassi, della nuova Civita Castellana di coach Massimo Costanzi: “Affrontiamo un’ottima squadra - ci ha detto l’allenatore civitonico - e sarà di sicuro un bel test. Dobbiamo fare i conti con qualche proble-

Oggi la presentazione ufficiale dell’Interporto Centro Italia Orte di Alessandro URSINI

Q

ma di formazione già noto, mi riferisco in particolare a Perfetti che si sta riprendendo da un incodente motociclistico, e al centrale Geloso che ha impegni di lavoro e sarà fuori ancora tre settimane. Il libero sarà Fabio Ciarroni e non Millozzi, anche lui assente, ma io sono soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto. Ora aspetto di confrontarmi con queste altre squadre e vedere a che punto siamo, nel gruppo c’è entusiasmo e sicuramente stiamo crescendo, queste partite ci aiuteranno anche perchè giocheremo diversi match ravvicinati e ci servirà per migliorare ulteriormente la qualità del nostro lavoro”. Entrambe le gare avranno inizio alle ore 18.

L’Oratorio propone i suoi corsi C

on la presentazione dei corsi la Polisportiva Oratorio Madonna del Fiore, sezione volley, inaugura uf�cialmente la stagione sportiva 2011-2012. La società aquesiana ha dato appuntamento a tutti gli appassionati presso il Palazzetto dello Sport a partire da Lunedì 3 Ottobre, rivolgendosi in particolare a bambini e bambine dagli 8 agli 11 anni ma anche a tutti i ragazzi e ragazze dai 12 anni in poi, che vedranno protagonisti allenatori quali�cati Fipav di esperienza pluriennale.

Tutti coloro che vorranno iscriversi ai corsi organizzati dall’Oratorio Madonna del Fiore potranno farlo presso il Negozio Euronics (Via Cassia n°47) richiedendo informazioni contattando Grazia (338-1801274) o Gabriella (349-6640934). Si tratta di una bella occasione, per chi non ha ancora provato la pallavolo, di avvicinarsi a questa disciplina sportiva che conta milioni di praticanti in Italia e che, proprio in questi giorni, sta disputando la rassegna continentale con gli Azzurri ammessi alle semi�nali.

uesta mattina sarà il grande giorno dell’Interporto Centro Italia Orte. Dalle 11,30 presso la Sala Consigliare del Comune di Orte infatti, la compagine biancorossa militante nel campionato di serie B2 Maschile sarà presentata alle autorità locali, ai politici e alla cittadinanza tutta. Sarà un occasione importante questa per rendere omaggio ad una delle realtà più importanti sia del territorio ortano che della provincia di Viterbo di cui l’Interporto Orte e da questa stagione il Civita Castellana, tengono alto il blasone. Una presentazione che avverrà sotto gli occhi anche del presidente dell’Interporto di Orte, il Dott. Mariani che fortemente ha voluto questa importante partnership tra la compagine pallavolistica. Oltre al Dott. Mariani e ai suoi collaboratori, presso il Comune di Orte saranno presenti anche il Presidente Provinciale Fipav Sig. Centini Roberto, nonché il Presidente della Pallavolo Civita Castellana Sig. Conti Maurizio. Felice per l’iniziativa patron Aldo Madonna (nella foto): “E’ un grande piacere poter avere con noi a questa presentazione le alte cariche comunali nelle

persone del Sindaco Dino Primieri e dell’Assessore allo sport Bobboni, il presidente dell’Interporto Dott. Mariani, quello della Fipav provinciale Dott. Centini e tutti gli ospiti che saranno presenti. Abbiamo deciso di presentare la squadra qui all’interno delle mura comunali per sancire ulteriormente il legame con il Comune che rappresenta. Ci accingiamo ad iniziare una stagione che tutti speriamo sia ricca di soddisfazioni anche grazie all’impegno profuso dal Dott. Mariani per unire il “suo nome a quello di questa storica società di cui il sottoscritto è Presidente”.

BASEBALL - I falisci ospitano il temibile Cesena

RUGBY - Si parte con il Memorial Eraldo Gabrielli, domani il ricordo di Domenico Gasparini

D

C

Green Sox, c’è la Coppa Quante emozioni con il Torneo del Capitano

ai playoff di campionato alla gara che può valere un posto nella Final Four di Coppa Italia. Cambia il diamante e cambia la competizione, ma non cambia l’importanza del match che attende questo pomeriggio alle 15,30 il Tuscia Green Sox Monte�ascone. La squadra di Mirco Di Francesco riceve oggi la visita della Elephas Cesena, squadra che, al pari dei falisci, sta disputando anche i playoff per la promozione in serie B e che quindi, in linea di massima, avrà nelle gambe la stessa stanchezza dei falisci. Entrambi i team sono reduci da un pareggio nel primo week-end di playoff, sempre ottenuto in trasferta, e saranno dunque caricati dal vedere vicino l’obiettivo promozione. Sul diamante del ‘Porroni’, i Tuscia Green Sox puntano però a far valere il fattore campo: “Ci siamo allenati bene in settimana - afferma Di Francesco - anche con una seduta serale. Complessivamente stiamo bene e il pareggio a

Grosseto è stato un eccellente risultato. Non sappiamo molto di Cesena, a parte che in trasferta si sono trovati spesso privi di qualche giocatore importante ma sono sicuro che, per una gara di questo valore, chiederanno a tutti di fare uno sforzo e si presenteranno al gran completo”. I Green Sox hanno comunque le carte in regola per agguantare anche questo traguardo e per rimanere in corsa su due fronti. (GA)

ome in ogni mese di settembre da sei anni a questa parte, RugbyLife e Union Rugby Viterbo si ritrovano insieme per quello che è diventato l’appuntamento classico di inizio stagione della palla ovale viterbese. Si disputa infatti la sesta edizione del Torneo del Capitano, dedicato alla memoria di Domenico Gasparini e articolato nuovamente in due giornate distinte. Questo pomeriggio dalle 15,30 prenderà il via il Memorial Eraldo Gabrielli, un triangolare che vedrà coinvolte le formazioni Old di Viterbo, Foligno e i Beerbanti di Ascoli. Il torneo sarà anche l’ultimo test per i ‘ragazzi’ degli Old Rugby Viterbo prima del torneo internazionale che si svolgerà la prossima settimana a Monaco di Baviera, in concomitanza con l’Oktoberfest. Domani invece, dalle 14,30 sempre al Sandro Quatrini, ci sarà spazio per la prima squadra di Donato Scorzosi, impegnata nel Memorial Do-

menico Gasparini, capitano del Rugby Viterbo che 10 anni fa ha tragicamente perso la vita in un incidente stradale. I ragazzi di Andrea Menghini si contenderanno il trofeo con Vasari Arezzo e Civita Castellana; particolarmente interessante sarà proprio la partita contro i civitonici, prossimi avversari anche nel campionato di serie C, che prenderà

il via il 9 ottobre. Nell’ambito del torneo del Capitano ci sarà anche la consegna di tre borse di studio, intitolate a Domenico Gasparini, Eraldo Gabrielli e Giuseppe Mascolo, che andranno ad un giocatore per ciascuna categoria (under 18, under 16 e under 14) in base soprattutto ai risultati scolastici ottenuti lo scorso anno.

Sempre domani, a partire dalle 13, sul manto verde del Sandro Quatrini si esibiranno anche i Lions under 20 che, nella gara di andata del barrage di quali�cazione al campionato Elite, se la vedranno con il Colleferro-Segni. Avversaria pontina per i Lions under 16 che giocheranno alle 12 sul campo di Montevirginio contro il Rugby Latina. (Gla.Ant.)


� �

sport

SPORT

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

27

BASKET

Belli CGT alla prova del Memorial Primo Michelini Al PalaMalè la squadra neroarancio affronta alle 20 il Civitavecchia. Nell’altra semifinale di fronte Lazio e Villa Pamphili BASKET - La società biancoblù è attiva su più fronti mentre si avvicina l’esordio in campionato

di GLAUCO ANTONIACCI

D

opo la presentazione di mercoledì presso lo sponsor BL Slot, per la Nuova Fortitudo Belli CGT è tornato il momento di scendere in campo. La squadra neroarancio, in piena preparazione precampionato, organizzerà e sarà impegnata in un interessante quadrangolare che si svolgerà tra oggi e domani al PalaMalè. La società viterbese ha allestito un Memorial dedicato a Primo Michelini, indimenticato uomo di sport e soprattutto di basket, prematuramente scomparso qualche anno fa; proprio dalla fusione tra la squadra che portava il nome di Primo Michelini e la Fortitudo arrivò, lo scorso anno, la possibilità per i neroarancio di partecipare al campionato di serie C regionale. Il Memorial vedrà la partecipazione, oltre ai ragazzi di coach Fausto Cipriani, anche della Lazio Riano che milita nella Divisione Nazionale C, del Villa Pamphili che sarà avversario della Belli CGT anche in campionato ed è annunciata come una delle rivali più temibili e del Civitavecchia che è inserita

Stella Azzurra, impegno rafforzato sulle giovanili Presto anche una rinnovata veste grafica del sito

L

nell’altro girone di serie C regionale. Il programma prevede nel pomeriggio di oggi alle 18 la prima semi�nale tra Lazio e Villa Pamphili mentre alle 20 si affronteranno Belli CGT e Civitavecchia. Domenica, negli stessi orari, sono in programma la s�da per il terzo e quarto posto e, a seguire, la �nalissima per assegnare la vittoria nel Memorial. Tutte le gare si disputeranno al PalaMalè di via dei Monti

Cimini. Si tratterà certamente di un test prezioso in questa fase della preparazione, in cui è fondamentale migliorare l’intesa in campo con i nuovi arrivi e smaltire i carichi di lavoro tipici del precampionato. La squadra ci tiene comunque a fare bene e cercherà anche la vittoria in un torneo organizzato per ricordare con affetto un uomo che ha dato tanto alla pallacanestro viterbese.

a Stella Azzurra prosegue anche quest’anno il suo grande impegno nel settore giovanile. Il lavoro dei numerosi allenatori, Lillo Ferri in testa, ha portato ottimi risultati con squadre giovanili iscritte ormai da anni ai campionati regionali di fascia “Open”, oggi “Elite” e �nalmente una piccola ma agguerrita pattuglia di atleti delle giovanili aggregata alla prima squadra che disputa un campionato nazionale. Una soddisfazione per i ragazzi, per i loro allenatori e la dirigenza, ma anche la dimostrazione della qualità dei corsi “made in Stella”. Tutte le squadre del vivaio saranno iscritte ai campionati regionali mentre la juniores parteciperà all’èlite. Lillo Ferri da quest’anno è il direttore sportivo delle giovanili e l’allenatore della squadra ‘96; Andrea Baleani, vice di coach Orchi in prima squadra, allenerà anche la Juniores, Carlo Calfapietra sarà il coach dei ‘97 e Tullio Sacripanti l’allenatore dei ‘98. Lillo Ferri, inoltre, manterrà anche la responsabilità dei corsi di minibsasket,

PATTINAGGIO - Bella esibizione nella grande kermesse sportiva di Rimini

Libertas Pilastro, una trasferta di cui essere Fiera L

’ASD Libertas Pilastro ’92 pattinaggio ha ripreso gli allenamenti dopo la trasferta di Rimini dove, dal 9 all’11 settembre, ha partecipato allo Sports Days, la manifestazione organizzata dal CONI Servizi e Rimini Fiera con tutte le discipline sportive e la partecipazione di quasi tutte le Federazioni Sportive Nazionali e degli enti di Promozione Sportiva. La società presieduta da Vera Turchetti ha partecipato in rappresentanza del Centro Nazionale Sportivo Libertas, ricevendo congratulazioni dal Presidente dell’Ente dott. Luigi Musacchia e del Segretario Generale Rag. Nildo Rapiti. Alla Fiera di Rimini erano presenti Sara Turchetti responsabile nazionale del pattinaggio Libertas, la presidente della Libertas Pilastro, il vice Carlo Turchetti, gli istruttori Maurizia Burioni, Elena Tosini, Martina Tosini, Alessia Marchetti, Jacopo Sapronetti, e gli atleti Gaia Calisti, Lorenzo Turchetti, Chiara Mizzelli, Chiara Stavagna, Maya Rossi, Francesco Mascia, Brenda Crisostomi, Federica Vico, Rachele Cerica, Marika Fontana, Verdiana Agostini, Ludovica Del�no, Erica Rosetto, Serena Calamanti, e le piccole Laura Calfapietra, Elettra Pallotta, Flavia e Liana Frittelli con alcuni genitori al seguito. Nel corso della manifesta-

zione gli atleti si sono esibiti, negli immensi padiglioni della Fiera, in alcuni numeri preparati per l’occasione dagli istruttori. All’interno del padiglione del CONI EmiliaRomagna sono stati offerti al pubblico, composto in larga parte da giovani, momenti di grande spettacolo con le performance di Sara Venerucci/ Danilo Decembrini, Anna Remondini/Alessandro Spigai, Sincro Roller, Gruppo Folk Viserba Monte oltre alla partecipazione entusiasta di atleti delle Società UP Persicetana, Pontevecchio Bologna, Pattinaggio Artistico Riccione e Sport Life Rimini. La trasferta di Rimini ha voluto essere, da parte dei dirigenti che l’hanno sostenuta, un momento di svago, spen-

sieratezza e socializzazione per gli atleti e istruttori, che si sono divertiti ai parchi acquatici di Aquafan e Oltremare di Riccione, oltre aver provato nei vari padiglioni della Fiera altre discipline sportive. La spedizione è stata possibile grazie alla collaborazione di Banca di Viterbo, Mondo Convenienza e Coffee Break di Mario Fiorentino. Sono intanto riprese le attività di pattinaggio presso il Centro Sportivo parrocchiale Sacro Cuore, dove chiunque si può avvicinare a questa bellissima disciplina sportiva. Per informazioni, comunicati, notizie, curiosità e foto www.libertaspilastro.it o facebook Libertas Pilastro Pattinaggio.

coadiuvato da Igor Iacarelli e Augusto Venarucci. La Stella Azzurra ha anche intensi�cato i contatti con le realtà cestistiche di tutta la provincia, sull’esempio positivo di Capranica, dove anche quest’anno il referente sarà Daniele Baldi. Per informazioni ed iscrizioni ci si potrà rivolgere ad allenatori e dirigenti tutti i pomeriggi, dalle 18 alle 19,30, presso la palestra della

Verità, in via Oslavia 2 a Viterbo (tel. 0761-306946). Per la prossima stagione i fans della Stella potranno contare anche su un merchandising bianco stellato e su un aggiornamento della veste gra�ca del sito internet uf�ciale www.stellazzurra.vt.it, con a breve tutte le informazioni, le notizie aggiornate e le curiosità su squadre e giocatori.


almanacco

& Sabato 17 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

31

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE Capisco che il Weekend parte molto bene con una bella Luna in Toro che vi

21 Aprile - 20 Maggio TORO Probabile cambiamento di temperatura domani amici del Toro..aria fresca arriverà..e voi ve

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI Un sabato tutto da vivere all’insegna del rinnova,mento cari gemellini…finalmente

regala qualche colpo di fortuna inaspettato..e chissà se proprio voi..amanti del sabato sera non proverete un colpo al cuore per un incontro speciale tra una luce stroboscopica e l’altra…se ciò dovesse succedere cercate però di ragionare anche con la testa..ok?.VENERE NON PERMETTE SBAGLI

la godrete alla grande con la vostra grande metà..le donne del segno poi capiscono finalmente di essere amate come non mai..e se è un nuovo amore quello che stanno vivendo, avranno la dolce e netta sensazione di aver trovato la persona giusta..Cosa volete di più?..un meraviglioso e scintillante inverno?AVRETE ANCHE QUELLO! PROMESSO!!

infatti questa bellissima Venere in Bilancia alleggerisce la vostra situazione sentimentale rendendovi pronti a vivere momenti fantastici con il vostro partner..e chisseneimporta se fisicamente non vi sentite proprio al mas simo..recupererete!..per oggi lasciatevi andare…VITA ALLA GRANDE!!!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO Voi che amate crogiolarvi al sole potreste avere una sorpresa non del tutto gradevole

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Va tutto bene cari Re della foresta, veramente non avete nulla da

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE Complimenti!.. avete vinto anche oggi la Palma d’oro..e sì perché voi siete davvero

tra oggi e domani visto che l’Estate sembra aver deciso andare in pensione..l’arrivo dell’autunno infatti vi regala un po’ di malinconia..e Venere e Saturno come se non bastasse vi fanno venire in mente strani pensieri..cercate di pensare che per voi questo sarà un nuovo inizio…e sarà ilo preludio ad UN MERAVIGLIOSO INVERNO

temere..a patto che non sia proprio oggi il giorno in cui dovete dare spettacolo..e sì perché questa Luna un po’ ballerina potrebbe giocarvi qualche scherzetto poco piacevole..perché non rimandate tutto a lunedì?..oggi riposate..IN COMPAGNIA DEL VOSTRO AMORE

delle grandi attrici e meritereste di stare a Cannes…certo però che una volta là sulla Croisette nessuno vi lascerebbe in pace..vi si mangerebbero con gli occhi..e siete così sicure che vi darebbe tanto fastidio?..io credo proprio di no..ah dimenticavo!..il film con cui avete vinto è LA VITA E’ UNA COSA MERAVIGLIOSA!

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA situazione in netta risalita per le vostre quotazioni amici della Bilan-

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE E no sui !.per favore..non mi ricominciate con le vecchie

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO S i e t e stanchi per il troppo lavoro cari amici del s a g i t t a r i o. . I l Sole che è

cia. .mentre tutte le borse crollano la gente urla e le proteste incombono voi siete belli e tranquilli a godervi i vostri meritati introiti..e cosa potrei dirvi di meglio io che sono un semplice interprete stellare?..beh sì, un consiglio ve lo do..cercate di amministrare bene il vostro successo…PER FARLO DURARE

abitudini.. ancora non è arrivato nemmeno il primo fresco che già voi per reazione avete messo in moto i vostri bollenti spiriti..caspita che tempismo..proprio di sabato sera poi..e vabbè tanto siete incorreggibili e allora vi auguro una notte di divertimenti ok?..attenzione a tutto mi raccomando..CHIARO??

l’elemento primario che gestisce la forma fisica in questo momento per voi non brilla al massimo del suo splendore..e gli impegni invece incalzano senza lasciarvi un attimo di tregua.. cercate di resistere ancora un pochettino..poco poco ok?..e tutto sarà più semplice..FORZA E CORAGGIO!!!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO Su non vi lamentate se ancora non è arrivato ciò che stavate aspettando..è

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO Certo che quando ci si mettono ci si mettono tutte insieme eh’..proprio ora che vi eravate

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI Ma insomma io dico..oggi è sabatooo!!! E domani è domenica!!.

questione di poco lo sapete..sto parlando d’amore ovviamente..a non vi importa?..beh sì, può essere..questa Venere in bilancia vi rende un po’ freddi..vabbè come non detto allora e buttatevi sul lavoro..che dà e darà grandi soddisfazioni..E UN MUCCHIO DI SOLDONI

preparate già di tutto punto..profumo di legni e incensi per rendervi morbide e sexy, tacchi altissimi magari di Jimmy Choo o di Manolo Blanick !ecco che improvvisamente puff!!.. la festa non si fa più..ma su non vi preoccupate..è solo arimandata a lunedì..o martedì..o mercoledì..insomma a parte oggi e domani TUTTI I GIORNI SARANNO OTTIMI

.volete riposarvi?..guardate che poi vi devo avvertire ce con l’arrivo dell’autunno anche le correnti fredde per la vostra grotta non saranno mica uno scherzo eh?..volete abbracciarvi al vostro bel Nettuno una volta pèer tutte sì o no?..è proprio vero..chi ha il pane non ha i denti…MEDITATE!

visitando Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Sabato 17 Settembre 2011

Domenica 18 Settembre 2011

ore 00 cielo sereno e vento da nord/ovest a 8 km/h. Temperatura di 19,4 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord a 5 km/h. Temperatura di 17,8 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord a 6 km/h. Temperatura di 17,2 °C o r e 0 9 c i e l o s e r e n o e ve n t o d a n o r d a 5 k m / h . Te m p e ra t u ra d i 21,7 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord/ovest a 5 km/h. Temperatura di 27,3 °C ore 15 cielo sereno e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 28,5 °C ore 18 cielo sereno e vento da ovest a 13 km/h. Temperatura di 25,5 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da ovest a 9 km/h. Temperatura di 20,4 °C

ore 00 cielo sereno e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 17,9 °C ore 03 cielo sereno e vento da ovest a 4 km/h. Temperatura di 16,7 °C ore 06 cielo sereno o quasi e vento da sud/ovest a 3 km/h. Temperatura di 16,1 °C ore 09 cielo poco nuvoloso con moderate nubi cumuliformi e vento da sud/est a 6 km/h. Temperatura di 21,4 °C ore 12 cielo nuvoloso con intense nubi cumuliformi e vento da sud a 13 km/h. Temperatura di 24,9 °C ore 15 cielo parz. nuvoloso con intense nubi cumuliformi e vento da sud a 20 km/h. Temperatura di 24,5 °C ore 18 cielo parz. nuvoloso con intense nubi cumuliformi e vento da sud a 21 km/h. Temperatura di 23,4 °C ore 21 cielo nuvoloso e vento da sud a 15 km/h. Temperatura di 22 °C

FARMACIE

OGGI 17 SETTEMBRE CAPPUCCINI (DIURNO E NOTTURNO) VIALE VICENZA, 40A (VT) TEL: 0761-342630 DOMANI 18 SETTEMBRE MONTALBOLDI (DIURNO E NOTTURNO) PIAZZA VERDI, 1A (VT) TEL: 0761-341902



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 17 settembre 2011