Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

VENERDÌ 13 APRILE 2012 ���������������������

Anno III N. 83 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Attualità

Palombella: “Per il rilancio delle imprese serve semplificazione amministrativa” Servizio

Regione

Cultura

Settimana della cultura, l’Archivio di Stato di Viterbo punta il riflettore sul primo grande mistero italiano

Camera di Commercio, Pmi e Regione ascoltano le imprese sui danni del maltempo

di Sabrina Morbidelli

Servizio

a pagina 6

a pagina 17

a pagina 9

Ieri l’autopsia sul corpo del professore. Intanto il figlio Marco interviene: “Le nostre case depredate da razzisti”

Oggi i funerali di Ausonio Zappa

O

ggi pomeriggio alle 16, nella basilica di Santa Maria della Quercia, i funerali di Ausonio Zappa, l’anziano docente morto dopo dieci giorni di agonia a seguito della brutale aggressione avvenuta per mano di una banda di quattro romeni. Ieri pomeriggio l’autopsia. Questa è stata richiesta dall’autorità giudiziaria per conoscere �no in fondo tutte le lesioni provocate dalle violenti percosse e soprattutto per cambiare il capo di imputazione ai quattro banditi in omicidio volontario. Nel pomeriggio di ieri il �glio minore del professore, Marco Zappa, ha rilasciato un’intervesta ai colleghi di ViterboNews24 che riportaimo integralmente grazie alla loro concessione:

Scoperta finta invalida

Avrebbe percepito oltre 110 mila euro

VITERBO - Una donna, una 71enne di Tuscania, benché giudicata “cieca assoluta” dalla commissione medica della di Viterbo, è stata smascherata dalla Guardia di Finanza mentre si muoveva perfettamente a proprio agio e senza alcun bisogno di assistenza o ausilio necessari per i soggetti non vedenti. I �nanzieri viterbesi hanno seguito e �lmato la falsa cieca per giorni ed in diversi orari della giornata scoprendo che svolgeva senza alcuna dif�coltà le attività di giardinaggio e le numerose faccende domestiche presso la sua abitazione al punto che, tra lo stupore degli investigatori, è stata vista individuare e recuperare con particolare precisione, e senza alcuna incertezza, degli oggetti caduti a diversi metri di distanza.

Servizio a pagina 4

Servizio a pagina 3

MONTEFIASCONE

Acqua, arrivano rincari in bolletta di Michele Mari a pagina 13

ACQUAPENDENTE

Riconoscimento IGP alla patata viterbese di Fulvio Medici a pagina 12

TARQUINIA

Nessun abuso Rinviata la discussione sull’affare Itet, Palazzo dei Priori Per il Cinema Trieste aspetta il parere della Soprintendenza per i Beni Culturali si mobilitano i vip d’ufficio per Mazzola Doveva essere il primo punto all’ordine del giorno del consiglio comunale di ieri. Già dalla mattina di ieri, tuttavia, si erano rincorse le voci di uno slittamento. E così è stato. Della pratica Itet se ne riparlerà quando la Soprintendenza per i Beni Culturali avrà stilato il parere su quei reperti archeologici dei quali il Barco dovrebbe essere ricco. Per ora, quindi, lo spostamento della lottizzazione dalle Zitelle al Barco-Murialdo, rimane una ipotesi. Sembra infatti che anche dai banchi della maggioranza qualcuno sia restio a dare il proprio assenso.

Servizio a pagina 11

VETRALLA

Cena di solidarietà per “Aid for Life” di Mario Migneco a pagina 5

Servizio a pagina 7

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D La Viterbese e la Flaminia nella corsa salvezza Servizio a pagina 20

Calcio L’appello di Zarelli contro la violenza

Nuoto Domenica le gare del circuito “Propaganda”

Servizio a pagina 20

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 23

di Emanuele Faraglia a pagina 14


Venerdì 13 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

Oggi alle 16 nella basilica di Santa Maria della Quercia le esequie dell’anziano professore, deceduto dopo dieci giorni di agonia. Ieri si è svolta l’autopsia disposta dalla Procura di Viterbo

O

ggi pomeriggio alle 16, nella basilica di Santa Maria della Quercia, i funerali di Ausonio Zappa, l’anziano docente morto dopo dieci giorni di agonia a seguito della brutale aggressione avvenuta per mano di una banda di quattro romeni. Ieri pomeriggio l’autopsia. Questa è stata richiesta dall’autorità giudiziaria per conoscere �no in fondo tutte le lesioni provocate dalle violenti percosse e soprattutto per cambiare il capo di imputazione ai quattro banditi in omicidio volontario. Nel pomeriggio di ieri il �glio minore del professore, Marco Zappa, ha rilasciato un’intervesta ai colleghi di ViterboNews24 che riportaimo integralmente grazie alla loro concessione: “Premetto che noi non siamo affatto razzisti. Riteniamo invece che i veri razzisti siano loro. Quegli esseri bestiali, assimilabili a quelli che un tempo venivano de�niti ‘barbari’, che agiscono con modalità ormai tristemente note: reiterati casi di stupro, pestaggi violentissimi e casi sempre più frequenti di omicidio. Un comportamento che denota un disprezzo misto a odio verso gli italiani. Ecco perché diciamo che i razzisti sono loro’’. Parte da questa premessa la spiegazione dell’iniziativa a livello nazionale intrapresa da Marco Zappa, apprezzato pittore e scultore, �glio di Ausonio Zappa, il fondatore delle Accademie di Belle Arti di Milano e Viterbo, vittima di un selvaggio pestaggio nella sua villa a Bagnaia durante un rapina compiuta da quattro giovanissimi romeni. Si tratta di una sorta di “manifesto’’ in 12 punti, intitolato “Movimento d’identità nazionale’’, �nalizzato a sollecitare alle istituzioni una serie di interventi necessari a restituire tranquillità alle famiglie, a promuovere l’integrazione degli immigrati “che vivono onestamente tra noi la realtà del lavoro quotidiano ed assistono con vergogna e imbarazzo alle brutali gesta

A fianco la basilica dove si terrano nel pomeriggio i funerali del professor Ausonio Zappa

“Le nostre case depredate da razzisti” Così Marco Zappa, figlio di Ausonio, nell’intervista rilasciata a ViterboNews24 continente europeo. Perché lei ritiene che ci siano bande criminale che prediligono l’Italia per le loro scorribande? “Perché conoscono bene le nostre leggi, la cronica incapacità del nostro Paese a rendere effettive le pene in�itte, la tentazione irresistibile delle nostre classi dirigenti a discernere le ragioni sociologiche, antropologiche, psicologiche o �loso�che che sottintendono tali comportamenti. Disquisizioni che �niscono

di una esigua minoranza di loro connazionali’’, e a colpire con durezza e determinazione chi delinque. Perché ha scelto proprio la pubblicazione di un “manifesto’’ per porre all’attenzione dell’opinione pubblica la sua iniziativa? “E’ un tentativo, forse ingenuo ma sentito, di svegliare tutti noi dal torpore del perbenismo, dall’ignavia e dall’ipocrisia dilagante che hanno corrotto le nostre coscienze. Ammesso e riconosciuto lo scadimento etico della nostra società, a partire dalla carenza educativa della famiglia e la ricerca di vani ideali, tanto ef�meri quanto super�ciali, dobbiamo pur registrare un fenomeno sconosciuto a noi italiani, che ci

ha trovato impreparati, quindi privi di difese. Mi riferisco alla massiccia invasione di immigrati comunitari dell’Est europeo, in primo luogo romeni, e di extracomunitari di varie provenienze che sta destabilizzando la qualità della nostra vita e, soprattutto, le abitudini consolidate da secoli di sviluppo culturale che hanno sancito la grandezza del nostro Paese. Un’invasione che ha dato buoni frutti di integrazione e rispetto reciproco, ma che ha anche generato una spirale di violenza brutale ad opera di frange criminali giunte in Italia al solo scopo di delinquere’’. L’immigrazione è un fenomeno che riguarda tutto il

per occultare la verità, cioè che tale furia bestiale non nasce da situazioni contingenti o casuali, me è ben studiata e premeditata, e trova facile attuazione in una realtà, qual è la nostra, retta da leggi risibili, cavilli. Sanno bene che ad ogni episodio di violenza noi ci indigniamo, gridiamo vendetta, ma poi aspettiamo il prossimo caso per ricominciare daccapo e pieghiamo la testa. Proprio come vogliono loro’’.

Non teme che la sua iniziativa possa travolgere anche gli immigrati onesti, che sono la stragrande maggioranza, e innescare una spirale di odio anche contro di loro? “No. Conosciamo bene i meriti degli stranieri onesti. A loro chiediamo di istituire comitati o rappresentanze cittadine per segnalare subito alle forze dell’ordine gli elementi pericolosi, af�nché possano essere subito espulsi dal nostro Paese’’.


cronaca

4

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 13 Aprile 2012

Una donna di 71 anni ha indebitamente percepito l’indennità di accompagnamento ed una pensione di invalidità per oltre 30 anni

Falsa cieca smascherata dai finanzieri U

na donna di 71 anni residente a Tuscaina è stata smascherata dai militari della Guardia di Finanza intenti ad effettuare dei controlli in materia di spesa previdenziale ed assistenziale. La donna è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria perché giudicata falsa invalida. La 71enne, infatti, benché giudicata “cieca assoluta” dalla competente commissione medica della ASL di Viterbo si muoveva perfettamente a proprio agio e senza alcun bisogno di assistenza o ausilio necessari per i soggetti non vedenti. I �nanzieri viterbesi hanno seguito e �lmato la falsa cieca per giorni ed in diversi orari della giornata scoprendo che svolgeva senza alcuna dif�coltà le attività di giardinaggio e le numerose faccende domestiche presso la sua abitazione al punto che, tra lo stupore degli investigatori, è stata vista individuare e recuperare con particolare precisione, e senza alcuna incertezza, degli oggetti caduti a diversi metri

di distanza. Ed anche lontano dalle mura domestiche è stato veri�cato che l’anziana donna si muoveva con disinvoltura sia presso gli esercizi commerciali, ove sceglieva i capi di abbigliamento che successivamente acquistava, sia presso i mercati all’aperto della zona. Dalle indagini, svolte anche con l’ef�cace collaborazione dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale di Viterbo, è risultato che la persona individuata dai militari del Corpo ha percepito senza averne titolo, e per oltre trenta anni - dal 1979 ad oggi - sia l’indennità di

Traffico di droga, arrestato giovane 26enne romano

E

’ stato arrestato per possesso e spaccio di stupefacenti dai carabinieri di Tuscania un giovane 26enne romano. Già colpito da un’ordinanza di custodia cautelare il ragazzo era agli arresti domiciliari perché precedentemente trovato in possesso, sempre da parte dei carabinieri del Norm di Tuscania circa un mese fa, di un notevole quantitativo di hashish e marijuana sufficiente a confezionare oltre 850

I militari hanno seguito e filmato la donna per giorni ed in diversi orari

accompagnamento sia la pensione di invalidità civile per un danno complessivo all’erario di oltre 110 mila euro. A conclusione delle attività la falsa cieca è stata segnalata alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Viterbo per il reato di truffa aggravata ai danni dello Stato. Contestualmente sono stati avviati anche ulteriori approfondimenti della sua posizione economica e �scale.

Ladri in azione a Tarquinia Colpiti un bed & breakfast e due villette in località Piano

I

l bottino formato da denaro, gioielli e preziosi ha un valore di oltre seimila euro. Sono entrati in azione nella notte durante le festività pasquali i ladri che hanno preso di mira un bed & breakfast e due villette in località Piano a Tarquinia. Ma sarebbe andata ancora “meglio” se i malviventi non avessero deciso di lasciare la vettura nuova rubata poco prima. I clienti del bed & breakfast non si sono accorti di nulla. Poco dopo i ladri hanno svaligiato anche due villette situate a poca distanza utilizzando lo stesso metodo. Si tratterebbe di professionisti che tramite arnesi da scasso sono riusciti ad entrare dalle �nestre e a portar via denaro, gioielli ed argenteria. Una delle due villette era già stata presa di mira in passato ed anche allora il bottino era stato consistente. Non è ancora chiaro se la stessa banda sia colpevole di altri furti avvenuti negli ultimi tempi sul litorale. Intanto le forze dell’ordine stanno passando in rassegna le immagini video delle telecamere di sorveglianza, ma individuare i colpevoli non è affatto semplice vista la qualità non eccelsa delle riprese notturne. In ogni caso l’ondata di furti che ha caratterizzato gli ultimi tempi sul litorale e non solo ha spinto numerose famiglie a ricorrere a sistemi di allarmi più o meno tecnologici. Anche se non sempre basta questo a fermare i malintenzionati.

dosi. Il provvedimento, emesso dalla Procura di Roma, va a colpire il sempre fiorente e mai sopito traffico di sostanze stupefacenti tra la capitale e la provincia viterbese. Una battaglia, quella portata avanti dalle forze dell’ordine, che ogni giorno porta risultati importanti, ma che sembra ben lungi dall’essere vinta, priva com’è di ogni sorta di soluzione di continuità.

La lettera minatoria è stata consegnata il 2 aprile: “Se non ti togli di mezzo il 10 maggio sei morto”

Pacco con proiettile per il sindaco di Ronciglione U

na busta destinata al sindaco Massimo Sangiorgi contenente un proiettile calibro 9 è stata consegnata al Comune di Ronciglione lo scorso 2 aprile. La vicenda è stata svelata solo ieri perché lo stesso primo cittadino, in accordo con le forze dell’ordine aveva deciso di non diffondere la notizia per non creare allarmismi. La lettera indirizzata al sindaco Sangiorgi, ma aperta da un’impiegata e dal segretario comunale, conteneva un messaggio minatorio con la seguente frase: “Se non ti togli di mezzo il 10 maggio sei morto”. “Ho massima fiducia nell’operato delle forze

dell’ordine e della magistratura - ha spiegato Sangiorgi - e spero che si faccia piena luce sull’accaduto”. “Escludo assolutamente - conclude il sindaco - che questo fatto sia legato in qualche modo alla campagna elettorale: Ronciglione è una cittadina tranquilla. Ci sono stati certo elementi di animosità tipici di una competizione, ma si è trattato di schermaglie tipiche tra partiti”. Non è comunque la prima volta che il sindaco Sangiorgi riceve delle minacce: “Credo si tratti del gesto di qualche sciocco, una cosa che non deve destare preoccupazione”. Di certo, però, la dura battaglia pre-elettorale

I Carabinieri di Montefiascone fermano due romeni colpevoli di furto

D

ue cittadini romeni di 23 e 29 anni sono stati arrestati dai Carabinieri di Montefiascone guidati dal maresciallo Fucito con l’accusa di furto in concorso. Pare infatti che i due giovani si siano introdotti all’interno di un autodemolitore sulla Cassia tra Montefiascone e Viterbo ed abbiano trafugato sette cerchi in lega per il valore di 500 euro. Dopo il furto i due si sarebbero allontanati a gran velocità in direzione del centro falisco a bordo di un furgone. Ricevuto l’allarme dal proprietario dell’autodemolitore, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radio-

mobile della Compagnia di Montefiascone, comandati dal Luogotenente Lauretti, hanno iniziato tempestive ricerche del veicolo in fuga, che veniva rintracciato di lì a poco, da un equipaggio dell’aliquota radiomobile. All’interno del furgone veniva ritrovato il maltolto che è stato ovviamente restituito al proprietario. I due, che hanno passato due giorni nelle camere di sicurezza della caserma di Montefiascone, ieri mattina, a seguito di convalida dell’arresto, sono stati condannati con giudizio direttissimo alla pena detentiva di quattro mesi di reclusione.

I due sono stati condannati ieri mattina a quattro mesi

caratterizzata a Ronciglione da attacchi trasversali e critiche feroci, per giunta aggravata da una situazione ammini-

strativa per nulla semplice negli ultimi mesi, non aveva certo bisogno di un evento del genere. E. F.


Venerdì 13 Marzo 2012

politica

Viterbo & AltoLazio

5

Una protesta contro il tartassamento imposto dal Governo Monti,“la prima casa è un bene primario” è lo slogan da urlare

Trenta minuti contro l’Imu, La Destra in piazza I

l 30 aprile la federazione viterbese de La Destra scenderà in piazza. Una manifestazione di protesta contro l’Imu. “La prima casa è un bene primario” lo slogan 0che verrà urlato davanti a Palazzo dei Priori per soli ma lunghissimi trenta minuti dalle 19 alle 19,30. “Il malumore sta montando e la gente si sta rendendo conto che questa imposta potrebbe rappresentare, per molti, un balzello difficilmente onorabile. Il governo delle Banche dice Andrea Scaramuccia de La Destra - ha prima raggiunto accordi con i maggiori istituti di credito, rei di aver eluso il �sco, abbonando oltre un miliardo e cinquecento milioni di euro, poi ha deciso di non insistere sui conti correnti gratuiti per i pensionati (ed infatti si pagano),

in�ne ha determinato di fare un ultimo regalo ai sempre più tutelati istituti di credito: ha tolto l’Imu sulle proprietà delle fondazioni bancarie perché, si legge, esse non sono a scopo di lucro. E’ inutile sottolineare come in altri Paesi europei tale imposta stia trovando forte opposizione dei cittadini e di molti partiti politici. In Irlanda, ad esempio – spiega - la popolazione si sta ribellando e l’Imu potrebbe essere tolta, questa è la dimostrazione che se il popolo da “bue” diventa protagonista le cose possono cambiare. In Italia, invece, stanno tutti zitti ad eccezione di qualche “indoramento della pillola” fatto ultimamente da parte di Alfano. Anche in Italia è giusto far sentire la voce di tanti cittadini esasperati dalle malversazioni del governo,

Gli uomini di Storace manifesteranno il 30 aprile davanti alla Piazza del Comune

anche a Viterbo – prosegue Scaramuccia - è un obbligo civile e morale dare la voce alle persone che non tollerano di dover pagare, dopo tanti sacri�ci, un af�tto esoso allo Stato per la propria abitazione. Se le fondazioni non sono a scopo di lucro, cosa dovremmo dire delle nostre case acquistate con il sudore di una vita? Come è possibile che si agevolano i fautori della grande crisi mondiale e non si tutelano i cittadini? I viterbesi sanno che con il cosiddetto Fondo Salva Stati si sta nuovamente facendo un favore alle banche private che, così, controlleranno ancora di più le economie tutta Europa? Su questi interrogativi La Destra intende rispondere per far conoscere alla popolazione la verità! E’ per questo che abbiamo deciso di incontrarci il 30 aprile a Piazza del Comune a Viterbo per informare la popolazione e sottoporre all’attenzione dei nostri concittadini le iniziative che intendiamo intraprendere a tutela degli “invisibili”.

Chiediamo ai viterbesi 30 minuti del loro tempo – chiosa - per venire ad informarsi e per sostenere una battaglia di legalità e giustizia. Dalle 19 alle 19.30, infatti, faremo un sit in durante il quale si raccoglieranno le �rme e si diffonderà materiale informativo riguardo l’Imu. La settimana successiva – annuncia

- verrà presentato un ordine del giorno in Consiglio Comunale per sollevare il problema e per far sì che il Comune si faccia promotore, con un azione forte e provocatoria, del malcontento generale nei confronti di queste misure inique. Chiederemo al Comune di dire a Monti che l’Imu sulla prima casa non va pagata e che, per

compensare le minori entrate, i soldi se li facciano dare dalle banche e dalle fondazioni bancarie – conclude - applicando loro un’aliquota straordinaria sugli immobili. Trenta minuti del tempo dei viterbesi sono pochi se questo signi�ca impiegarli per il futuro di tutti e soprattutto dei nostri �gli”.

I consiglieri comunali Rotelli, Talucci, Peruzzi e Buzzi, lanciano l’allarme

Itet, manca il parere della Soprintendenza “La crisi non deve uccidere la cultura” “

La crisi non deve uccidere la cultura”. I consiglieri comunali del Pdl Mauro Rotelli, Giuseppe Talucci Peruzzi e Luigi Maria Buzzi hanno inviato alla stampa una nota nella quale lanciano l’appello per salvare quello che rimane della Cultura a Viterbo. “Negli ultimi tempi la città sta vivendo sulla sua pelle gli effetti della crisi economica

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Sede operativa 01100 VITERBO VIA PIAVE 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

che ha ormai invaso tutti i settori. La cultura, purtroppo, non è riuscita a rimanerne fuori. Le dif�coltà – dicono i tre - crescono di giorno in giorno. Gli aiuti pubblici diminuiscono in maniera a dir poco critica e fare cultura diventa sempre più complicato anche in una città come Viterbo che avrebbe moltissimo invece da offrire per quanto riguarda il patrimonio storicoculturale di cui è ricca”. Secondo i consiglieri di Palazzo dei Priori, tuttavia, non fare cultura sarebbe assurdo. “Al contrario è strettamente necessario mettere in campo tutte le forze possibili af�nché la cultura non sia subordinata a logiche di mercato, ecomomiche o di altro genere e si trovi invece una soluzione concreta per aiutare chi ancora fa cultura, sostenendo anche tutto ciò che orbita intorno a questa, inteso sia come indotto che come strutture che non possono sparire ma, anzi, devono svilupparsi il più possibile. E’ necessario – prosegue l’accorato appello - smuovere le coscienze della gente, non soltanto per

trovare sponsor in grado di reperire soldi e �nanziamenti, ma anche per ‘reclutare’ soggetti interessati al settore, che si mettano in gioco sotto l’aspetto organizzativo, nella ricerca di contenuti, per eventi, manifestazioni; in poche parole si mettano in gioco in prima persona”. Nella prossima assise il tema sarà prepotentemente dibattuto allo scopo di approfondire le problematiche e da queste riuscire a trovare una soluzione. Le ri�essioni dei tre consiglieri sono state abbracciate e condivise anche dall’assessore alla cultura del Comune di Viterbo Enrico Maria Contardo, che ha dichiarato: “L’articolo dei Consiglieri Rotelli, Buzzi e Talucci Peruzzi con il quale vogliono porre l’attenzione sulla ‘crisi’ che sta vivendo la cultura nella nostra città, non può non essere condiviso. Concordo, quindi, nella presentazione dell’ordine del giorno aggiuntivo per portare il problema all’attenzione del consiglio comunale per una visione ed un coinvolgimento più ampio”.

L

a discussione sull’affare Itet era il piatto forte del consiglio comunale di ieri. Ma a Palazzo dei Priori di Itet se ne è parlato giusto il tempo per rinviare la pratica �no a quando sarà disponibile il parere della Soprintendenza per i Beni Culturali. Pare necessario perché sembra che sotto l’area della nella quale dovrebbe essere spostata la lottizzazione Itet ci siano dei reperti archeologici. Si tratta di una pratica

articolata e complessa che riguarda lo spostamento della cubatura dalle Zitelle, area nella quale inizialmente dovevano essere realizzati circa 90mila metri cubi con destinazione d’uso turistica, al Barco e con destinazione diventata ora residenziale. Insomma tutto rinviato. Ma sull’affare Itet le onde vanno a rompersi un po’ su tutti i lidi con tempeste sopratutto in quelli dell’opposizione. Una vicenda che pare

sia mal digerita anche da alcune sponde della maggioranza. Non è proprio il tempo per cercare un sicuro approdo in porto. La lottizzazione al Barco-Murialdo aprirebbe problematiche su più di un fronte: viabilità, approvvigionamento idrico e i lavori per adeguare la rete fognaria, per citarne solo alcuni. Senza contare il costo elevatissimo che la collettività dovrà sostenere per la realizzazione di tutta quella serie di opere pubbliche necessarie per garantire i servizi più elementari ai nuovi residenti. L’assise di ieri è stata comunque interessante per il ventaglio di temi trattati. Tra questi vanno menzionati il cordoglio per la morte del professor Ausonio Zappa ricordato dal presidente del consiglio Giancarlo Gabbianelli, la questione aeroporto, e sopratutto la tremenda crisi che attanaglia la cultura. C’è stato anche un passaggio sulla manifestazione Viterbo in Fiore che si terrà il 18 e il 19 maggio.

Dura l’arringa del consigliere regionale Parroncini che dà l’addio anche a “Nitriti di Primavera”

Viterbo in Fiore slitta al 18 maggio, monta la polemica L

a manifestazione slitta al week end del 18 e 19 maggio. Lo ha annunciato l’assessore alla cultura di Palazzo dei Priori Enrico Maria Contardo ieri durante il consiglio comunale. La vicenda di Viterbo in Fiore, da sempre svoltasi nel giorno della festa dei lavoratori, ha sollevato qualche polemica. La novità è che nel quartiere San Pellegrino, il teatro delle opere �oreali, quest’anno passeranno anche le auto della rievocazione storica della Mille Miglia. Causa dello slittamento i fondi della Regione che arriveranno in ritardo. Fondi che purtroppo l’assessorato alla cultura del Comune non può distogliere da altri progetti. Sulla questione il consigliere regionale Giuseppe Parroncini ha diramato agli organi di

stampa una piccata arringa. “Con la giunta Polverini siamo al colmo dell’improvvisazione” ha detto il consigliere del Pd che è tornato a lamentare il comportamento – fatto di poche attenzioni secondo Parroncini – della Pisana nei confronti della Tuscia viterbese. “La forte incertezza che ruota intorno a Viterbo in �ore – dice Parroncini – conferma ancora una volta l’abbandono del nostro territorio da parte della Regione. C’è grande insicurezza negli operatori: tra mille dif�coltà cercano di organizzare eventi che aiutino il turismo e valorizzino le produzioni locali, ma da un anno all’altro non hanno più alcun punto fermo. Dal �nanziamento di 100.000 euro dello scorso anno – continua Parroncini – si rischia

di passare a zero. E non si capisce neppure chi dovrebbe dare i fondi e quanto: signi�ca che non è stato programmato nulla da nessuna parte”. Per un evento che rischia, a un altro si dà l’addio. “Nitriti di primavera, la �era del cavallo italiano che si teneva a Tuscania – conclude Parroncini - non si farà più anche per il disimpegno della Regione, la quale guarda caso ha adottato la scelta strategica di concentrare ancora tutto su Roma. Nitriti di primavera era radicata profondamente nel territorio viterbese, forte del cavallo maremmano e di tutto un movimento che vi ruota intorno fatto di manifestazioni e associazioni che tengono alta la bandiera. Ecco la proverbiale sensibilità della giunta Polverini”.


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 13 Aprile 2012

Palombella a Roma sostiene la semplificazione amministrativa per il rilancio delle imprese

Palombella:“Meno oneri burocratici per le imprese” P

er favorire la crescita delle imprese è necessario partire dalla semplificazione amministrativa. Questo il messaggio di Ferindo Palombella(nella foto) che in qualità di vicepresidente vicario di Unioncamere, nonché presidente della Camera di Commercio di Viterbo, è intervenuto oggi a Roma al convegno “Buone Pratiche di Semplificazione tra Pubblica Amministrazione e Sistema Produttivo: Il progetto Semplifica di Unindustria”. “Oggi gli imprenditori pongono in cima alle criticità – ha detto Palombella – l’eccessiva burocratizzazione, considerata un logorio permanente che trattiene lo sviluppo delle imprese e purtroppo talvolta spegne loro le ultime speranze di sopravvivenza. Purtroppo la soluzione non è né semplice né immediata ma richiede un lavoro certosino, da compiere con pazienza, competenza, coinvolgendo tutte le forze in campo. In tal senso Unioncamere e l’intero sistema delle Camere di Commercio negli ultimi tre anni hanno investito sulla semplificazione complessivamente risorse proprie per oltre 3,5 milioni di Euro (e per il futuro l’impegno non verrà meno), allo scopo di favorire l’unificazione degli interlocutori istituzionali e spostare tutte le procedure sul canale telematico attraverso ComUnica e lo Sportello Unico per le Attività

Produttive”. Grazie a ComUnica oggi tutte le imprese presenti nella provincia di Viterbo, oltre 38mila, al pari di quanto avviene in Italia dialogano via internet direttamente con il Registro delle Imprese e accedono agli archivi di Inps, Inail e Agenzia delle Entrate. Per dare un’idea della mole di lavoro, in due anni nella Tuscia sono state oltre 35mila le pratiche transitate esclusivamente sul canale telematico anziché in forma cartacea. Così come lo Sportello Unico per le Attività Produttive è divenuto a livello provinciale una realtà presente nel 90% dei Comuni, di cui 5 delegati alla Camera di Commercio di Viterbo, su cui ricadono il 95% delle imprese (dati superiori al trend nazionale). Un risultato che ha visto impegnato l’Ente camerale fin dal 1999 attraverso il Progetto Sportello Unico Tuscia, divenuto strumento di informazione, consulenza e formazione rivolto specificatamente ai funzionari comunali attraverso incontri, seminari, newsletter con aggiornamenti continui sulle novità normative. “Certamente ci sono ancora molti tasselli da mettere a posto – ha aggiunto Palombella – tuttavia quanto è stato fatto deve essere interpretato come il contributo delle Camere di Commercio a una grande e silenziosa

riforma delle Amministrazioni Pubbliche, per spirito di servizio e soprattutto per fornire alle imprese una piattaforma telematica in grado di operare nel senso della semplificazione, della riduzione degli oneri burocratici per l’esercizio delle attività economiche. Anche se credo che il cambiamento sostanziale sia nella profonda e capillare diffusione di una diversa cultura nella Pubblica Amministrazione che ribalti il rapporto con cittadini e imprese rispetto ai quali offrire innanzitutto un servizio”.

Elisoccorso, firmata la convenzione tra Ares 118, Comaves ed Elitaliana S

iglata tra ARES 118, COMAVES di Viterbo e Elitaliana, la convenzione che nelle prossime settimane darà vita al progetto M.A.L.S.: Medevac Advanced Life Support (corso di evacuazione e assistenza medica avanzata). A confronto le esperienze dell’elisoccorso civile - che nel Lazio vede collaborare da oltre un decennio 118 ed Elitaliana - e le esperienze di evacuazione medica con elicottero in ambito bellico del Comando Aviazione dell’Esercito. Nel particolare il personale delle Forze Armate effettuerà un tirocinio formativo presso le strutture dell’Elitaliana e presso l’ARES 118 per la relativa parte di formazione sanitaria. A tale periodo potrà, compatibilmente con le esigenze di servizio del personale militare coinvolto, seguire un tirocinio pratico di 12 ore settimanali a bordo degli elicotteri Elitaliana in qualità di osservatore. La finalità del corso MALS è quella di comparare l’esperienza del personale HEMS (Helicopter Emergency Medical Service), acquisita nell’ambito della gestione preospedaliera ed intraospedaliera del paziente critico, con quella dell’Aviazione dell’Esercito. L’idea è appunto quella di mettere a confronto le due diverse esperienze, civile e militare, col fine ultimo di limitare le perdite di vita a quelle

inevitabili. Il team di elisoccorso civile, impegnato quotidianamente in questa attività, ha maturato nel corso degli anni una straordinaria esperienza lavorativa, ottenuta e mantenuta attraverso continui percorsi formativi, sviluppando un’eccellente capacità gestionale dell’emergenza che può essere messa a disposizione dell’Aviazione dell’Esercito impegnata ad affrontare la gestione della “patologia trauma”, sia pure in contesti geografici diversi e con traumatismi peculiari, quali ferite da armi da fuoco o da esplosione, con sempre maggiore frequenza e difficoltà. A siglare l’accordo, ieri presso la sede romana della Elitaliana S.p.A., il Comandante Gen. C.A. Enzo Stefanini per conto del Comando Aviazione dell’Esercito (COMAVES), il Direttore Generale dell’ARES 118 Dr. Antonio De Santis e il Direttore Generale di Elitaliana Dr. Giampiero Pedone.

La Provincia seleziona trenta musicisti per partecipare ai corsi di formazione del Cet di Mogol

“Viterbo rock - Viterbo pop”, ai nastri di partenza la II edizione

T

orna “Viterbo rock - Viterbo pop”, il bando varato dalla Provincia di Viterbo per ricercare trenta giovani autori, compositori o interpreti musicali di età compresa tra i 18 e 35 anni, residenti nel Viterbese, ai quali destinare voucher formativi per la partecipazione ad un corso di perfezionamento musicale presso l’istituto culturale Centro Europeo di Toscolano (C.E.T.), fondato e diretto dal maestro Giulio Rapetti, in arte Mogol(nella foto), in Umbria. “Siamo alla seconda edizione del bando – dichiara l’assessore alla Formazione della Provincia di Viterbo, Paolo Bianchini –, e sono certo che questa volta ci sarà una partecipazione maggiore rispetto al 2011, anche grazie al passaparola che al riguardo effettueremo sui social network, oltre che sui canali tradizionali di comunicazione. Ho voluto �nanziare nuovamente un processo formativo di questo tipo per dare ancora a tanti ragazzi viterbesi che

hanno un evidente talento musicale la possibilità di studiare e di perfezionarsi nell’istituto di un mostro sacro della musica italiana. Voglio anche ringraziare l’Università della Tuscia per la collaborazione”. Il bando selezionerà trenta giovani in possesso di spiccate peculiarità tecnico-artistiche nel campo della produzione musicale, per l’accesso ad un seminario di valutazione e orientamento (della durata di 16 ore) �nalizzato all’individuazione di dieci destinatari di altrettanti voucher formativi che prevedano la partecipazione ad un corso di perfezionamento musicale presso la sede operativa del C.E.T ad Avigliano Umbro (TR). Il Seminario di valutazione e orientamento sarà tenuto dai docenti indicati dal Centro Europeo di Toscolano. Ai bene�ciari dei voucher formativi che avranno frequentato almeno l’80% delle ore totali previste dal percorso formativo (110 ore oltre alle esercitazioni pratiche), sarà rilasciato un attestato di frequenza da parte del C.E.T., altresì valido ai �ni del riconoscimento di 10 CFU presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi della Tuscia. Sono ammessi al seminario di selezione e orientamento i soggetti in possesso dei seguenti requisiti: età compresa tra i 18 e i 35 anni, compiuti alla data di pubblicazione dell’avviso; possesso di laurea specialistica ai sensi del vigente ordinamento, ovvero diploma di laurea secondo il previgente ordinamento universitario (titolo equipollente se conseguito anche all’estero); possesso del diploma di scuola media superiore (titolo equipollente se conseguito anche all’estero); cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;

residenza in uno del Comuni della Provincia di Viterbo; conoscenza della lingua italiana (per stranieri); non aver riportato condanne penali né avere procedimenti penali in corso; godimento dei diritti civili e politici. Le domande di partecipazione devono pervenire alla Provincia di Viterbo entro il termine perentorio delle ore 12 del 23 aprile 2012), pena esclusione. La graduatoria con l’elenco dei trenta candidati ammessi sarà indicata con apposito avviso pubblicato sul sito internet della Provincia di Viterbo, www.provincia.vt.it, nella sezione albo pretorio online, il giorno 27 aprile 2012. Il seminario di selezione e orientamento si svolgerà, invece, il 3 maggio 2012 presso l’auditorium dell’Università della Tuscia nel complesso di Santa Maria in Gradi. “Abbiamo lavorato mesi su questo secondo bando ‘Viterbo rock - Viterbo pop’ – conclude Bianchini –, rinnovando il legame che ormai unisce la Provincia di Viterbo al C.E.T di Mogol attraverso nuove opportunità offerte a ragazzi talentuosi che meritano questa possibilità. Il 3 maggio si svolgeranno le selezioni, e con il maestro Mogol siamo già d’accordo per organizzare, la sera di quello stesso giorno alle 20,30, anche uno spettacolo aperto al pubblico, realizzato come saggio di �ne corso dai dieci ragazzi che hanno frequentato la prima edizione delle lezioni ad Avigliano Umbro”. Per informazioni e chiarimenti è possibile rivolgersi al Servizio formazione professionale della Provincia di Viterbo, via della Verità 12, 01100 Viterbo, tel. 0761/313487 r.bonucci@p rovincia.vt.it, oppure tel. 0761/313592 c.schiaf�no@provincia .vt.it, oppure consultare il sito www.provincia.vt.it .


Venerdì 13 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

attualità

7

Il noto volto di Striscia la Notizia ha detto che “è terribile che Viterbo non abbia più un cinema”

Ezio Greggio difende il Cinema Trieste di Mario MIGNECO

Veronesi: “Difendiamo fino in fondo il Cinema Trieste senza mollare” Difendiamo il “ Cinema Trieste �no in fondo

I

l Cinema Trieste come il Valle? Perché no. L’indignazione sale e le truppe degli a�cionados della storica sala si organizzano ed è molto probabile una paci�ca occupazione. Il “Movimento Cinema Trieste Aperto” ha iniziato a raccogliere �rme e sul web, da facebook a twitter ha scatenato un pandemonio – leggasi mobilitazione di protesta - coinvolgendo a vario titolo volti noti e meno noti del piccolo e del grande schermo. Una protesta aperta al dialogo che potrebbe a breve tramutarsi in grido di battaglia se la Curia, proietaria dei locali del Trieste, facesse muro alle richieste dei vari attori che animano la vicenda. “Ridiamo ai viterbesi luoghi d’incontro e difendiamo gli spazi culturali e d’aggregazione esistenti”, è il messaggio portato dalla Lega Federalista. Messaggio carico di amerezza se alla morte del Trieste si sommano i decessi del Lux, dell’Azzurro e del Metropolitan, altre sale che via via hanno chiuso i battenti nel giro di pochi anni. “Chiediamo di aprire la via del dialogo af�nché il Trieste non �nisca per diventare il simbolo della crisi culturale di questa nostra città dei Papi. Vogliamo - hanno

detto ancora quelli della Lega federalista - che il Trieste diventi il simbolo del dialogo in questa provincia”. Si corre il richio che questo simbolo del dialogo diventi, nella sua metamorfosi, l’emblema dell’incomuinicabilità alla stregua di un totem posto al con�ne tra due mondi che ne ribadisce l’impermeabilità. Su facebook il gruppo “Cinema Trieste aperto”conta già più di mille iscritti. Tante le proposte come questa: “Perché non aiutiamo nel frattempo il parroco dell’Ellera a trovare un luogo

di culto più adatto per i suoi fedeli – scrive un membro del gruppo -, anziché fargli guerra a scoppio? Il cinema è svelare punti di vista sempre nuovi e portare luce un po’ come la stessa fede! Cosa ne pensate? Sarebbe un’azione condivisa e sostenibile in tempi di dif�coltà e austerity per tutti”. Il culto e il cinema potrebbero comunque coesistere nella medisima struttura, basta pensare ai cori, alle rappresentazioni teatrali sulle sacre scritture, alla catechesi, per questo tipo di attività gli spazi del Trieste sarebbero perfetti.

L’occupazione, come quella del teatro Valle di Roma, è ormai una delle ipotesi più plausibili per tentare l’ultimo salvataggio. Il noto regista Giovanni Veronesi spinge per questa soluzione come del resto il mitico Ezio Greggio di Striscia la Notizia. “E’ terribile – ha detto Greggio -, anzi, catastro�co che Viterbo non abbia un cinema e peggio ancora un teatro! E’ mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini! Nun ze po’ fa! Lo segnalo alla redazione di Striscia e in particolare a Valerio Staffelli che ci facciano un servizio”.

senza mollare. Non lasciatelo morire”. Questo il commento sulla vicenda postato su twitter da Giovanni Veronesi uno dei più autorevoli registi del panorama italiano. “E’ un vero scandalo che sia proprio la Curia a farlo”, ha aggiunto il cineasta che ha rilasciato più di una intervista. “Occupare il Cinema Trieste? Va bene tutto, purché la cosa non cada nel silenzio. Fate in modo di salvare il Trieste – ha detto rivolgendosi alla Curia – Non ci facciamo ridere dietro”. Veronesi ha fatto anche un appello al sindaco della Città dei Papi Giulio Marini: “Non deve mollare, anzi, si schieri con chi difende la struttura. Sarebbe un segnale importante alla città”. La partecipazione accorata con la quale si sta tentando di far morire per sempre il Trieste ha

commosso la famiglia Sessa che da venti anni gestisce la sala. “Sono contento per l’ampia mobilitazione che è in corso”. “La chiusura del Trieste è l’ultimo tassello di un domino culturale che è crollato”, ha dichiarato Alfonso Antoniozzi, uno dei fondatori del movimento. “Non siamo contro né in polemica con qualcuno. Il nostro intento è quello di sensibilizzare i cittadini su un problema fondamentale per tutta la città. Nessuno di noi – ha detto ancora Antoniozzi - ha mai parlato di occupazione”.


Venerdì 13 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

regione

9

Alla Pisana un incontro congiunto incentrato sulla necessità di intervenire su un settore già provato gravemente dalla crisi economica

Confronto con le imprese sui danni da maltempo A

udizione congiunta della commissione Pmi, commercio e artigianato con quella Sviluppo economico, ricerca e innovazione, turismo, del Consiglio regionale del Lazio, per ascoltare i rappresentanti di categoria delle attivita’ produttive, le associazioni dei consumatori e le grandi aziende fornitrici di servizi, sulle cause dei disagi provocati dalle nevicate di febbraio. Numerosi gli interventi dei partecipanti all’audizione, tutti incentrati sulla necessita’ di intervenire a sostegno di un settore gia’ provato dalla crisi economica, sul quale gia’ pesano i crediti non pagati dalle amministrazioni pubbliche e, ora, anche i danni provocati dalle abbondanti nevicate del febbraio scorso e dai conseguenti disagi che hanno colpito le reti energetiche e i collegamenti stradali. Su questo punto i rappresentanti delle grandi aziende fornitrici di servizi hanno spiegato come si sono attivate in quei giorni di maltempo per ripristinare il regolare funzionamento delle reti e dei servizi. Sandro Cecili, presidente Acea Ato2 (Roma), ha parlato di evento assolutamente straordinario, tanto da far dichiarare lo stato di calamita’ naturale in alcune regioni, tra cui il Lazio, che ha causato la mancanza di energia elettrica soprattutto nei piccoli comuni. Cecili ha lanciato poi una proposta: ‘’Integrare i piani di emergenza di tutte le aziende interessate e attuare sinergie con la Regione e gli enti locali’’. D’accordo sulla straordina-

rieta’ dell’evento calamitoso Francesco Amadei, Responsabile Regolatorio e Antitrust di Enel Distribuzione, secondo il quale l’abbondante neve caduta in quei giorni ha appesantito non solo i conduttori ma anche tanti alberi che, cadendo, hanno colpito i �li e provocato le interruzioni di corrente. “A questo si aggiunga - ha detto Amadei - la dif�colta’ di intervenire rapidamente per il ripristino del servizio a causa del blocco dei collegamenti stradali’’. Spiegazioni che non hanno convinto i rappresentanti delle associazioni dei consumatori. Ivano Giacomelli (Codici) ha infatti chiesto di ‘’evitare di spiegare solo cosa sia stato fatto durante e dopo l’ondata di maltempo, ma di indagare piuttosto su cosa non sia stato fatto prima per evitare che tale emergenza causasse cosi’ tanti disagi a cittadini e aziende, in alcuni casi costretti a stare senza corrente elettrica anche per otto giorni’’. Giacomelli ha puntato il dito contro la carenza di manutenzione e di monitoraggio da parte delle aziende for-

nitrici di servizi e, insieme a Gianluca Di Ascenzo, vicepresidente Codacons, ha chiesto che di attivare il fondo di 200 mila euro della Regione Lazio destinato alle class action per risarcire gli utenti. Andrea Di Palma (Adiconsum) ha chiesto invece l’istituzione di una commissione d’inchiesta per accertare le responsabilita’ dei disagi e per predisporre un sistema di prevenzione piu’ ef�ciente, onde evitare il ripetersi di simili disservizi. Sulla questione e’ intervenuto il presidente della commissione Sviluppo economico, ricerca e innovazione, turismo, Giancarlo Miele, il quale ha sottolineato come l’audizione odierna sia un punto di partenza per un continuo e costruttivo confronto con tutte le associazioni di categoria. ‘’Del resto - ha aggiunto Miele - vorrei ricordare che la Presidente Polverini, anche grazie all’interessamento del vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani, si e’ attivata per chiedere all’Unione europea di intervenire con il Fondo di Solidarieta’ a disposizione

degli Stati membri. Ora spetta a noi portare avanti un ragionamento permanente con tutte le societa’ fornitrici di servizi primari: non e’ possibile che nel 2012 centocinquantamila utenze vadano fuori uso per una nevicata. Le aziende devono prevedere piu’ investimenti per fronteggiare le emergenze, anche se queste si presentassero ogni 20 anni’’. Per quanto riguarda invece le richieste di sostegno da parte delle associazioni delle attivita’ produttive, Francesco Saponaro, presidente della commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato, ha annunciato che mercoledi’ prossimo, 18 aprile, ci sara’ una seduta straordinaria del Consiglio regionale, per discutere proprio della crisi economica delle imprese laziali e dell’emergenza occupazionale. Sono intervenuti anche i consiglieri Mario Mei, Annamaria Tedeschi, Luigi Abate e Luciano Romanzi. Tutti hanno ribadito la necessita’ di stanziare piu’ risorse per la prevenzione e per i controlli, di veri�care a fondo le cause dei tanti disagi scaturiti dall’ondata di maltempo dei febbraio scorso e, in�ne, di integrare maggiormente i piani di emergenza delle aziende con quelli degli enti locali, in modo da creare una gestione coordinata delle situazioni di crisi. A tal proposito Romanzi ha annunciato che dalla prossima settimana in commissione Affari istituzionali inizierà l’iter legislativo che portera’ all’ approvazione di una nuova legge sulla protezione civile, che prevede anche l’istituzione di un’Agenzia regionale.

Agricoltura, Coldiretti di Frosinone e Regione su Piano di Sviluppo rurale “

L’incontro che promuoviamo presso la Camera di Commercio di Frosinone intende rappresentare un’occasione importante e utile per fare il punto della situazione relativamente ai fondi del Piano di sviluppo rurale e alle altre azioni da porre in essere a vantaggio delle imprese agricole del territorio”. Lo ha dichiarato Paolo De Cesare (nella foto), direttore della Coldiretti di Frosinone, presentando la riunione in programma venerdi’ 13 aprile 2012, con inizio alle ore 10.00, nella sede storica del palazzo della Camera di Commercio in via De Gasperi a Frosinone. Si tratta di un momento di confronto voluto da Coldiretti che permettera’ all’assessore regionale alle politiche agricole della Regione Lazio, Angela Birindelli e dal presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, di prendere atto della situazione attuale, degli obiettivi a medio e lungo periodo, e del quanto e come la Regione Lazio stia lavorando alle varie problematiche lanciate da Coldiretti nei mesi scorsi.

“Il progetto di �liera per un’agricoltura tutta locale - ha aggiunto De Cesare - rappresenta anche nella nostra regione, un’opportunita’ da cogliere per offrire alle nostre imprese momenti di rilancio in un periodo certamente critico per la nostra economia. Diversi i problemi per i quali Coldiretti Frosinone tornera’ a chiedere attenzione per la propria piattaforma, come continuare a eliminare la burocrazia che frena processi importanti, operare contro il disimpegno automatico delle risorse comunitarie, avvio della legge 19. Tutto cio’ tramite una sana concertazione che contraddistingue la nostra organizzazione”

Abbruzzese presenta a Cassino Nel Lazio previsti corsi di lingua e cultura italiana per gli immigrati il campionato di scherma under 21 “

Presto partiranno nel Lazio 81 corsi di lingua e cultura italiana per i cittadini immigrati’’. Lo ha dichiarato l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte, intervenuto al convegno “La mediazione interculturale nei servizi pubblici e privati’’, organizzato dall’Associazione nazionale oltre le frontiere presso il palazzo provinciale di Frosinone. Presenti operatori, associazioni, immigrati e le cooperative che ospitano circa 700 rifugiati nella provincia di Frosinone. “Nel Lazio, la Giunta Polverini sta costruendo un modello di accoglienza quali�cata, - ha aggiunto Forte - per non rispondere solo all’emergenza ma realizzare anche l’integrazione. Partire dalla conoscenza della nostra lingua e’ indispensabile perche’ l’integrazione, oltre che sul piano sociale e lavorativo, deve realizzarsi prima di tutto su quello culturale.

Da qui, l’importanza dei mediatori interculturali che costituiscono quel ponte umano tra il paese di origine e il nostro, capace di risolvere non solo i problemi legati alla lingua, ma anche tutti i problemi connessi a un contesto fatto di usi, di tradizioni, di norme e di opportunita’ sconosciute’’. “Nel 2011, - ha comunicato Forte - in 165 sessioni, sono stati oltre 6.300 i cittadini immigrati che hanno superato il test di lingua italiana nel Lazio (il 16 per cento a livello nazionale, dove il dato e’ stato di 37.712), 300 quelli che non l’hanno superato, mentre 8.400 le richieste complessive. Numeri che lasciano emergere un grande divario tra le richieste e le presenze alle prove, frutto di due criticita’: la prima riguarda la ricezione della comunicazione da parte del cittadino immigrato, la seconda le dif�colta’ che lo stesso incontra nell’ottenere il permesso da parte del datore di lavoro. Ecco perché abbiamo rea-

L

L’assessore Aldo Forte

lizzato un nuovo sistema interistituzionale di governance per la formazione linguistica degli immigrati. Un sistema di qualita’ che mette in rete Regione, Uf�cio scolastico regionale, i 37 Ctp del Lazio e le associazioni’’. “I corsi di lingua si rivolgeranno a tutti i cittadini immigrati regolarmente presenti nel Lazio, inclusi i titolari o richiedenti protezione inter-

nazionale. Permetteranno il conseguimento di una conoscenza della lingua italiana attestata a livello A2, che garantisce al cittadino immigrato l’esonero dal test per l’ottenimento del permesso di soggiorno. Si tratta di un intervento strutturale, - ha concluso Forte - perché l’immigrazione è un elemento ormai strutturale e un fattore di sviluppo della nostra regione’’.

’appuntamento per i Campionati italiani di scherma under 23 e’ al Palasport Citta’ di Cassino il 13, 14 e 15 aprile prossimi. L’evento è sato presentato ieri dal presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, nella sala Mechelli alla Pisana alla presenza del presidente della Federazione italiana scherma Giorgio Scarso e del presidente del Club Roma Scherma Sergio Brusca. Durante l’incontro Abbruzzese ha consegnato un riconoscimento al campione del mondo di spada Paolo Pizzo, dell’aeronautica, a Lorendana Trigilia, campionessa paralimpica agli europei di Shef�eld 2011 nella categoria �oretto e a Brusca. “La scherma e’ uno sport che comunica importanti valori che conta in Italia 15 mila addetti e 300 società - ha detto Abbruzzese -.

La Regione Lazio per favorire gli sport ha predisposto un piano �nanziato con 20 milioni di euro per migliorarne le strutture. E’ un motivo di orgoglio, di vanto e soddisfazione ulteriore il fatto che questo evento si svolga a Cassino, la mia citta’”. “La scherma - ha aggiunto Abbruzzese - e’ una disciplina che educa i giovani ad un confronto e ad un comportamento corretto. Questa e’ un’iniziatva che pone in risalto la presenza del Consiglio Regionale del Lazio nel confronto per sostenere le discipline sportive nella regione”.


Venerdì 13 Aprile 2012

litorale

Viterbo & AltoLazio

11

TARQUINIA - Una lista di candidati giovani e motivati quella schierata dal Pdl a sostegno del candidato a sindaco dell’ Udc

Il Popolo della Libertà: Meraviglia è il cambiamento A

lessandrelli Diletta detta “Diletta”, Bicchierini Riccardo, Calandrini Luigi, Caporiccio, Angelo Antonio, D’Arrigo Lidia, De Alessandris Anna Rita, Dolfi Alberto, Gambetti Alessio, Iacobini Ada, Maneschi Marcello, Morgantini Angelo, Moscetti Anna, Moscia Patrizio, Tardioli Pietro, Sbarrato Giovanni Natale, Zacchini Stefano. Sono questi i 16 candidati della lista del Popolo della Libertà di Tarquinia che sostiene la candidatura a sindaco di Alfio Meraviglia. Una lista che si dice fatta “di persone giovani, competenti e soprattutto motivate pronte a lavorare al servizio dei cittadini per un serio e profondo cambiamento nel segno della discontinuità con cinque anni di amministrazione Mazzola fatta di opere inutili, spreco di denaro pubblico e per non aver creato un posto di lavoro con 15 mln di euro dell’Enel, alla faccia delle tante promesse del 2007 vedi la riapertura del Conservificio”. “Quello di cui Tarquinia ha bisogno – spiegano i componenti della lista ed il Popolo della Libertà di Tarquinia - è soprattutto di avere amministratori che si mettano al servizio del cittadino, che siano capaci di puntare energie e risorse a loro disposizione, per uno sviluppo economico della città capace di

creare benessere sociale per tutti e che sappia contrastare una crisi economica mondiale che attanaglia nel profondo le nostre famiglie e le nostre imprese. Puntiamo e lavoriamo insieme per lo sviluppo della zona industriale rispettosa dell’ambiente; creazione di un polo agroalimentare di qualità perché di qualità sono i nostri prodotti agricoli; sviluppo del turismo a 360° gradi dal turismo culturale al turismo balneare passando per le forme come l’agriturismo; implementazione del P.I.N. del Lido fiore all’occhiello del turismo balneare; riutilizzo degli ex impianti industriali dismessi, vedi la ex cartiera, la polveriera ed altre aree per la creazione di nuove opportunità occupazionali; si al turismo crocieristico verso la nostra splendida Tarquinia; si ad un teatro comunale; tavolo permanente con il mondo delle associazioni di categoria, commercio, artigianato, sport e cultura; l’I.M.U. agricola e per i fabbricati rurali all’aliquota minima; si all’accesso ai fondi derivanti dalla P.A.C. e dal P.S.R. con supporto ed assistenza agli agricoltori; valorizzazione della pratica sportiva con interventi che diano disponibilità degli spazi pubblici a tutti; sostegno alla filiera agroalimentare, favorendo la filiera corta sostenendo le produzioni biologiche con

TARQUINIA-Elezioni,mercoledi si è teuto l’incontro con la lista “Autonomia del territorio” S

la creazione di un mercato comunale per i prodotti a km zero; supporto alla cantina sociale di Tarquinia indispensabile per la lavorazione dell’ottimo prodotto vitivinicolo che i nostri produttori locali ormai da anni producono; tutela e valorizzazione delle Saline di Tarquinia recuperando uno spreco di denaro pubblico immenso; valorizzazione della Necropoli Etrusca della Monterozzi dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità insieme ad una attenta politica di interventi per la valorizzazione del Museo Nazionale Etrusco di Tarquinia; si alla tutela dell’ambiente e

alle energie rinnovabili; si al porto turistico. Abbiamo e volgiamo sostenere supportandolo, un programma che sia fatto insieme e capace soprattutto, di creare sin da subito le giuste sinergie con le diverse realtà sociali ed economiche del nostro comprensorio”. “Chiediamo il tuo sostegno per cambiare passo, per una Nuova Tarquinia – l’appello della lista - che sappia ripartire dal cittadino e lo rimetta al centro della vita amministrativa, il 6 e 7 maggio 2012 vota barrando il simbolo del Popolo della Libertà per Alfio Meraviglia Sindaco”.

Successo per la Pasquetta nell’azienda dell’Università Agraria

TARQUINIA - Nessun abuso d’ufficio a carico di Mazzola, il pm da ragione al sindaco I

l sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola(nella foto) non ha commesso alcun atto di abuso di ufficio. In merito alla vicenda del concerto di beneficenza dell’associazione Semi di Pace, il pubblico ministero, dott. Del Giudice, ha già formalmente presentato il provvedimento contenente richiesta di archiviazione per insussistenza dell’ipotesi di reato lo scorso 22 febbraio. Il procedimento (rg gip Nespeca n. 870/2012) è in attesa della formale archiviazione. “Posso affermare che quanto apparso sul Corriere di Viterbo del 12 aprile 2012 - dichiara il primo cittadino - rappresenta il tipico esercizio di cattivo giornalismo. Si pubblica una notizia preistorica senza procedere ad alcuna verifica di aggiornamento né ad alcun riscontro coinvolgendo le persone direttamente interessate, che invece ben avrebbero potuto essere fonte di completamento della notizia. E’ molto evidente l’intendimento strumentale”. E’ contestabile che le indagini siano state coordinate dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia, perché il comandante Bartoli ha inoltrato alla Procura una de-

nuncia contro il Sindaco per abuso di ufficio. Il Pubblico Ministero Dott. Del Giudice, quale atto dovuto, ha iscritto il nominativo di Mazzola nel registro degli indagati e, non essendoci bisogno di altre indagini poichè la denuncia di Bartoli era sul piano formale del tutto esaustiva, ha notificato al Sindaco l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, così mettendolo a conoscenza della denuncia, rendendogli accessibile il fascicolo in Procura e l’esercizio del diritto di difesa. Mazzola, a mezzo del suo difensore, ha estratto copia degli atti e ha depositato la convincente memoria difensiva che ha indotto il Pubblico Ministero a richiedere l’archiviazione. In questa memoria difensiva, sulla scorta della corretta rappresentazione dei fatti (anche all’esito di atti di indagine difensiva), della corretta indicazione delle norme giuridiche da applicare e sulla base della citazione di numerosi precedenti giurisprudenziali, si è dimostrato che la condotta del Sindaco Mazzola è stata assolutamente specchiata e rispettosa sia delle norme sulla formale distribuzione della competenza tra organi politi-

i è tenuto mercoledì presso la sede del comitato elettorale di Tarquinia l’incontro dei rappresentanti della lista “Autonomia del territorio”promossa da Paolo Giordani, formata da Tarquinia Vola e Movimento per le Autonomie, a sostegno di Alfio Meraviglia sindaco. Una lista che si propone come obiettivo principale quello della promozione del territorio, del rilancio delle attività produttive e del turismo, soprattutto con il contributo dei giovani. L’incontro è servito a fare il punto sulla situazione politica all’indomani della presentazione delle liste e per presentare programmi e obiettivi futuri. “Cinque i punti sui quali ci soffermeremo con forza – ha concluso Paolo Giordani - cinque punti che rappresentano i settori principali dell’economia locale. E cioè sviluppo, occupazione, turismo, agricoltura e commercio. Cinque settori vitali, rafforzando i quali si può immaginare di costruire un futuro migliore per la città, dando la possibilità a tutti, giovani e meno giovani, di dare un loro prezioso contributo. Sviluppo che porta con sé occupazione con la creazione anche di nuove forme di lavoro, per questo bisogna creare incentivi, abbattendo gli oneri fiscali locali, per quelle imprese che o presenti sul territorio o che abbiano interesse a farlo siano disposte al reclutamento di personale a tempo indeterminato in proporzione alla dimensione degli oneri pubblici di cui vengono discaricate. E a questo bisogna aggiungere anche lo sviluppo delle attività turistico-commerciali che possono rappresentare un volano molto forte di sviluppo economico e conseguente promozione occupazionale”.

La Roccaccia e i pic-nic L

co-amministrativi e organi tecnicodirigenziali, sia delle norme di diritto sostanziale, così dimostrando anche che la denuncia era inficiata da una non corretta e fuorviante rappresentazione dei fatti, nonchè da una grossolana e sbagliata indicazione delle norme giuridiche di cui fare applicazione. Nella sostanza, il Sindaco aveva adottato un provvedimento corretto sul piano formale, poichè coerente con le norme sulla competenza, e corretto sul piano sostanziale, poichè volto a rimuovere una contravvenzione amministrativa sbagliata ed elevata dalla Polizia al di fuori dei casi consentiti.

a Pasquetta al Centro Aziendale della Roccaccia, piace alle famiglie. Centinaia le persone che hanno usufruito dell’area pic-nic, dei bracieri messi a disposizione dall’Università Agraria e gestiti dal personale della stessa, dei percorsi naturalistici nel bosco, una giornata di vera festa. “Un’iniziativa che vogliamo portare avanti e non riservare alla sola festività della Pasquetta – spiega il Vice Presidente Pierangelo Conti – l’area pic-nic immersa nel verde della Roccaccia, un luogo ideale per le buone vecchie scampagnate all’aria aperta, in totale sicurezza, rivolto alle famiglie e non solo per ritrovare momenti aggregativi a contatto diretto con la natura, vivendo l’ambiente in modo sano, un modello da imitare. Doveroso il ringraziamento a tutti gli operatori volontari, in particolar modo l’associazione Aeop di Tarquinia, e alle forze dell’ordine che nonostante il giorno di festa si sono messi a disposizione.

Unica nota stonata, il tentativo di strumentalizzare politicamente, ma del resto in campagna elettorale non si salvano nemmeno le feste, addebitando alle amministrazioni locali le responsabilità per i controlli effettuati nei boschi nei giorni antecedenti a Pasqua, controlli legittimi che hanno perseguito gli eccessi senza inficiare il rito della scampagnata di Pasquetta, come dimostrato dai fatti. Alcuni dimenticano che il bosco è materia viva, un incendio pregiudica l’ambiente in cui viviamo e toglie verde per generazioni chi specula su questo non fa certo una bella figura.


comprensorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 13 Aprile 2012

A quando il prossimo consiglio comunale?

Ad Acquapendente la minoranza consiliare richiede invano le sedute su diversi importanti argomenti di FULVIO MEDICI

D

a molto, troppo tempo, non si riunisce il consiglio comunale di Acquapendente. Se non andiamo errati, l’ultima seduta è datata 13 dicembre 2011, e cioè ben quattro mesi or sono. Che dire? Le cose sono due: o non ci sono argomenti da dibattere, oppure in molti casi il massimo organo di rappresentanza popolare viene ‘sostituito’, in sostanza dalla Giunta. In entrambi i casi denota

una certa malfunzione. Viene spontaneo domandarsi il perché! Alcuni ‘maligni’ sostengono che la maggioranza preferisce evitare pubblici incontri, o scontri, con la minoranza, tanto è vero che, sebbene ripetutamente e talvolta incessantemente, sollecitata da quest’ultima, nelle poche volte che il consiglio si è riunito, l’informazione alla popolazione si è limitata soltanto al ‘sito’ del Comune, come se lo stesso possa essere fruibile da tutti i cittadini sicuramente in molti casi non in grado di utilizzarlo. Quando poi, si è tenuta l’unica seduta aperta, presso la biblioteca comunale, sempre su richiesta della minoranza e su un argomento importante come l’Ospedale, la gente presente era davvero poca e la publicizzazione della seduta praticamente inesistente, se si escludono le copie del nostro giornale di quel giorno. “Resta, poi, ancora inevasa la promessa del Sindaco Bambini (foto a sinistra) di fare una pubblica assemblea sullo

ACQUAPENDENTE - Appuntamento al teatro Boni

IGP per la patata dell’alto viterbese

A

‘scabroso’ tema della T.I.A. (tariffa igiene ambientale)”, come ci viene riferito dalla minoranza consiliare, che è in trepida attesa, essendo ‘scaduto’ anche il termine della Pasqua, come abbiamo peraltro letto sull’edizione di gennaio-febbraio dii Acquapendente Notizie. Risulta, infine, che sempre la minoranza, fin dal 13 marzo 2012 ha richiesto la convocazione del consiglio comunale per dibattere in merito al grave problema della Casa di Riposo San

Giuseppe, e che analoga richiesta è stata formulata in data 19 marzo per dibattere in merito alla questione Ospedale, a seguito dell’incontro presso la sala consiliare in data 17 marzo, e che, in entrambi i casi, sono state formulate specifiche e circostanziate proposte, ma anche se il regolamento prescriva dei termini rigorosi, che sono ampiamente scaduti, il consiglio comunale non è stato ancora convocato. E allora, che dire?!

d Acquapendente, lunedì 16 aprile alle ore 11.30 presso il Teatro Boni, si terrà la riunione di ‘Pubblico Accertamento’ per il riconoscimento IGP della Patata dell’Alto Viterbese organizzata da CO.P.A.VIT. (Consorzio Pataticolo Alto Viterbese) e dalla Riserva Naturale Monte Rufeno. Saranno presenti all’evento funzionari e dirigenti del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, funzionari e dirigenti dell’Arsial e rappresentanti politici regionali, provinciali e locali. “L’iniziativa”, sottolinea nella prima mattinata di giovedì il Signor Egidio Canuzzi Presidente del Copavit, “prevista dal Protocollo per l’assegnazione del marchio IGP è l’ultima fase del processo nazionale prima che la pratica venga inviata a Bruxelles per l’approvazione da parte degli organi comunitari.” L’ areale di produzione previsto nel disciplinare riguarda i territori compresi nei seguenti Comuni: Acquapendente, Bolsena, Gradoli, Grotte di Castro, Latera, Proceno, Onano, San Lorenzo Nuovo e Valentano. Per ottenere il marchio IGP basta una sola caratteristica di distinzione o la reputazione del

prodotto proveniente da una zona solo “delimitata”. “Pertanto solamente il prodotto che proviene dall’ areale sopracitato potrà usare la denominazione “Patata dell’Alto Viterbese”, come ribadito dal presidente Canuzzi. Durante l’evento verrà letto il disciplinare di produzione della Patata dell’Alto Viterbese in modo che tutti i presenti, in particolar modo gli agricoltori, siano informati sul dettato dello stesso e possano, se riterranno opportuno, suggerire eventuali modi�che a detto testo. Una volta ottenuto il marchio IGP, sarà una garanzia sia per i produttori che per il consumatori. Il Copavit al quale aderiscono le Cooperative agricole della zona maggiormente interessate alla produzione della patata (Corav, Etruria e Centro Agricolo Alto Viterbese) promotrici dell’iniziativa insieme alla Riserva Naturale Monte Rufeno che ha curato e seguito l’istruttoria tecnica del processo IGP, prevedono che detto riconoscimento possa in futuro valorizzare e promuovere questo importante prodotto ed essere veicolo promozionale del territorio dell’alto viterbese. F.M.

TUSCANIA - Vivituscania presenta le lezioni di De Gregorio BOLSENA - Chiude la stagione teatrale del San Francesco

Come diventare ‘scrittori di qualità’ Premiazione della VII rassegna ‘Il Sipario’ C

he cosa differenza uno scrittore “dilettante” da un professionista? E’ la risposta che l’associazione culturale ViviTuscania e www.sculadiscrittura.com daranno ai partecipanti al corso di scrittura creativa che si terrà il 27 e 28 aprile nella sede dell’associazione tuscanese a palazzo Maccabeo Maccabei in via Lunga n°7. Le lezioni saranno tenute da Andrea Di Gregorio, consulente editoriale, co-autore della collana uscita per il Corriere della Sera, ‘Io Scrivo’ dedicata agli esordienti, e docente di Scrittura Creativa. Inoltre è traduttore dall’inglese e dal greco moderno di autori quali Petros Markàris, de�nito il “Camilleri greco”. Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono imparare a muoversi nel mondo dell’editoria, a valutare la qualità

della scrittura, e a potenziare le qualità di scrittore. A tutti coloro che hanno provato a mandare un loro romanzo a qualche casa editrice, ricevendo un garbato, ma fermo ri�uto o che ancora non hanno avuto il coraggio di farlo vedere in giro, ma vorrebbero farlo in modo da non correre troppi rischi. Le lezioni si svolgeranno: venerdì 27 Aprile dalle ore 15,00 alle ore 18,00 e sabato 28 Aprile dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 18,00. Il costo è € 97,00 iva compresa, e il corso verrà attivato solo al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Le iscrizioni si ricevono presso l’Associazione “ViviTuscania”, sia in loco, sia telefonando al n. 334 654 40 80 entro domenica 22 Aprile . Per informazioni, andrea.di.g regorio@rcm.inet.it. Cell. 347 49 72 202. info@vivituscania.it Andrea Di Gregorio sarà inoltre disponibile su appuntamento nei giorni di venerdì e sabato per una consulenza personalizzata agli esordienti. Si prega di prenotare presso l’Associazione ViviTuscania. Il costo della consulenza privata è di € 30,00, ridotta a 20,00 per gli Under 21, gli Over 65 e per i partecipanti al corso. V.SEBASTIANI

U

na stagione teatrale, quella del San Francesco di Bolsena, ricca di successi e prolifera di grandi soddisfazioni. Colorata, variegata, divertente e, per certi aspetti, profonda. Si sono succeduti, nel corso dei mesi: volti, costumi di scena e note musicali, di tutti i generi. Il Teatro San Francesco è giunto all’ultima serata della sua programmazione. Domani, sabato 14 aprile, alle ore 21.00, con la premiazione della VII^ Rassegna Teatrale “Il Sipario” e il contributo della Compagnia Teatro di Castel Giorgio in “Twist” di Clive Exton si chiuderà la stagione. Il Gruppo Teatrale di Castel

Giorgio inizia a muovere i primi passi alla �ne degli anni Ottanta grazie alla passione del regista e attuale direttore artistico dell’Associazione, Mario Facchini. L’attività iniziale è stata quella di allestire spettacoli teatrali in stile dialettale, anche rielaborando copioni di importanti autori nazionali e internazionali. Negli anni il movimento teatrale castelgiorgese inizia a raccogliere successi, soprattutto dopo un’attività di “Scuola teatrale” con la quale vede aumentare gli appassionati e soprattutto il movimento di attori e collaboratori. Nel corso della “Serata di Gala” verrà onorata, con un premio messo a disposizione

dall’amministrazione comunale di Bolsena, la migliore compagnia che ha avuto il piacere di varcare la soglia del Teatro San Francesco; Per la valutazione si è usato un metodo derivato dalla somma di diversi requisiti tecnici: miglior attore protagonista, e non; i costumi, la scenogra�a, l’adattamento, la recitazione e la regia. “Con grande soddisfazione e orgogliosi dell’apprezzamento dimostratoci dal pubblico– commenta il presidente dell’Associazione Teatro San Francesco, Alessandra Equitani – salutiamo questa stagione teatrale, con la motivazione e lo stimolo di pensare già alla prossima”. Concorde il direttore artistico Fabio D’Amanzio: “Le

nostre aspettative – ha aggiunto – sono state sposate, appieno, dal consenso delle persone che ci hanno seguito nel corso della nostra programmazione. Il teatro San Francesco, uno dei più belli della provincia, è riuscito a godere del suo massimo splendore grazie ai tanti volti e sorrisi che le persone ci hanno regalato. I nostri sacri�ci sono stati ripagati totalmente”.

ACQUAPENDENTE - Al via la VI edizione dell’Antica Fiera delle Campanelle’

La mostra-concorso per gli amanti della ceramica D

omani, alle ore 17.00 presso il Museo della Città di Acquapendente, si terrà l’inaugurazione della sesta edizione della mostra-concorso “Antica Fiera delle Campanelle”. Sarà possibile ammirare le campanelle arrivate per partecipare al concorso nelle tre categorie previste: quella dei “ceramisti” per opere interamente prodotte dal concorrente, dalla forgiatura fino alla cottura finale; quella dei “decoratori e amanti della ceramica”, per la sola decorazione dell’opera; quella dei “bambini” fino ai 13-14 anni (classe 3°- scuola media). Una Giuria, nominata dalla Dire-

zione del Museo e che conterà tra i suoi membri esperti nel campo artistico e artigianale, giudicherà i lavori in maniera definitiva e inappellabile valutando le opere oltre che per il pregio artistico e artigianale, anche per l’originalità della forma, degli ornamenti e delle decorazioni, nonché per il suono prodotto. A tutti i bambini che avranno partecipato sarà comunque consegnato un piccolo riconoscimento. Le opere premiate diverranno proprietà e resteranno a far parte delle collezioni del Museo della Città, che potrà disporne a suo piacimento, in special modo in occasione di mostre, esposizioni e pubblicazioni, senza che l’autore dell’opera

possa reclamare alcun tipo di diritto. Sarà comunque interesse e cura del Museo citare l’autore dell’opera esposta e/o pubblicata. Le campanelle non premiate rimarranno di proprietà dell’artista e potranno essere ritirate una volta terminata la mostra temporanea di cui faranno parte. Le opere non ritirate entro tre mesi dalla fine della manifestazione annuale, resteranno di proprietà del Museo della Città, come quelle vincitrici dei premi. La mostra delle campanelle resterà aperta fino a domenica 27 maggio 2012, nei giorni di venerdì, sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00.


montefiascone

& Venerdì 13 Aprile 2012 Viterbo AltoLazio

13

La Talete ha comunicato le nuove tariffe al Comune, ci sono maggiorazioni fino a dieci centesimi di euro per metro cubo

Acqua, nuovi rincari in bolletta di MICHELE MARI

“Solidarietà Falisca” domenica l’assemblea dei soci

L

a Talete ha inviato al comune di Monte�ascone, e lo ha fatto anche a tutti gli altri 27 comuni dell’Alto Lazio nord Viterbo, una lettera con la quale si comunicano le nuove tariffe per questo anno 2012. I nuovi parametri dovranno essere trasmessi a tutti gli utenti mediante degli appositi avvisi. Si passerà da una tariffa agevolata di 0,60 euro al metro cubo a 0,70; per la tariffa base si passerà da 0,92 euro al metro cubo a 1,07 euro. Inoltre per le tariffe di eccedenza ecco i rincari: per la prima eccedenza da 1,06 euro al metro cubo a 1,22 euro; per la seconda eccedenza da 1,20 a 1,39 euro; per la terza eccedenza da 1,50 a 1,74 euro. Rimarranno invece stabili le tariffe della fognatura (0,13 euro al metro cubo) e quella per la depurazione (0,33 euro al metro cubo). Nella missiva originale si legge: “Il giorno 21 Novembre 2011 nella sede dell’Amministrazione Provinciale di Viterbo, la Conferenza dei Sindaci e dei Presidenti delle Province, con atto di Orientamento/ Indirizzo n° 53 ha stabilito un nuovo regime tariffario, salvo conguaglio, con la seguente articolazione per l’anno 2011: Tariffa Agevolata 0,60 €/mc; Tariffa base 0,92 €/mc; Tariffa 1^ Eccedenza 1,06 €/mc; Tariffa 2^ Eccedenza 1,20

L

€/mc; Tariffa 3^ Eccedenza 1,50 €/mc; Tariffa Fognatura 0,13 €/mc; Tariffa depurazione 0,33 €/mc”. Invece per l’anno 2012: “Tariffa Agevolata 0,70 €/mc; Tariffa base 1,07 €/mc; Tariffa 1^ Eccedenza 1,22 €/ mc; Tariffa 2^ Eccedenza 1,39 €/mc; Tariffa 3^ Eccedenza 1,74 €/mc; Tariffa Fognatura 0,13 €/mc; Tariffa depurazione 0,33 €/mc”. La missiva inoltre recita: “Il conguaglio di tariffa per l’anno 2011 sarà ripartito in quote uguali sulle prime tre fatturazioni trimestrali di acconto per l’anno 2012, sulle quali sarà applicato il nuove regime

tariffario previsto dall’atto 53/ 2011 per l’anno 2012 e in ogni emissione trimestrale in acconto (1°-2°-3°) verranno emessi due Mav bancari (privi di spese di commissioni presso ogni �liale bancaria) per agevolare l’utente dando la possibilità di pagare l’importo trimestrale in due rate mensili”. Inoltre sono state comunicate ai vari comuni anche le fasce di consumo che fortunatamente sono rimaste invariate. Ecco le varie fasce di spesa per il consumo domestico per utenti residenti: “da mc 0 a 60 Tariffa Agevolata; da mc 61a 116 Tariffa base; da mc 117 a

mc 174 Tariffa 1° Eccedenza; da mc 175 a 232; Tariffa 2° Eccedenza oltre a mc 232 Tariffa 3° Eccedenza” con una quota �ssa di 24 euro all’anno. Invece per gli utenti non residenti: “da mc 0 a 116 Tariffa base; da mc 117 a 174 Tariffa 1° Eccedenza; da mc 175 a 232 Tariffa 2° Eccedenza; oltre a mc 232 Tariffa 3° Eccedenza” con una quota �ssa pari a 60 euro all’anno. Abbiamo così ancora un nuovo rincaro che andrà maggiormente a gravare sulle casse delle famiglie che ormai sono prese di mira in maniera sembra inarrestabile.

’associazione Solidarietà Falisca ha indetto, per domenica 22 aprile, l’assemblea ordinaria annuale dei soci. La prima convocazione è per le ore 9,30 e la seconda si terrà alle ore 10,30 presso la sede operativa dell’associazione in via Giuseppe Contadini (Ex mattatoio). All’ordine del giorno sono stati posti i seguenti argomenti: relazione del presidente, approvazione del bilancio 2011, varie ed eventuali. Da ricordare che la Solidarietà Falisca è un’associazione che da anni effettua servizi di trasporto infermi e feriti, assistenza sanitaria, collabora con il 118 di Viterbo, risponde alle chiamate dell’Ospedale Civile di Monte�ascone, della Casa di Riposo “Villa Serena” e della Clinica Villa “S. Margherita” di Padre Luigi Monti. La caratteristica che la rende unica nell’intera Provincia di Viterbo è il fatto che è attrezzata in caso di rimozione per gli ordigni bellici. M.M.

Massimo Ceccarelli critica l’amministrazione Il Comune di Montefiascone ha stilato una convenzione con quello di Viterbo “Le osservazioni al Ptpr sono illegittime” È Stefano Quintarelli in nuovo dirigente di “ragioneria” I

l consigliere di opposizione Massimo Ceccarelli(nella foto) torna sul problema del Ptpr criticando l’amministrazione in merito ai consigli comunali di dicembre e di marzo. “Dopo aver esaminato attentamente -esordisce Massimo Ceccarelli- la documentazione circa il Ptpr non posso tacere su quanto avvenuto nello scorso consiglio comunale di marzo, al quale ero assente per gravi motivi familiari. La maggioranza ha, infatti, approvato l’osservazione al Ptpr di un privato, inserita già nel voto consigliare del 22 dicembre scorso. In quell’occasione però la maggioranza si era dimenticata di votarla così ha pensato bene di proporre un’integrazione della stessa osservazione a marzo, non rendendosi conto che la votazione su quell’osservazione era già stata effettuata”. Ceccarelli inoltre spiega: “Nel consiglio di dicembre l’osservazione, precisamente la numero 7539, era stata votata sotto altro nome e

con una differente motivazione; adesso c’è una seconda votazione sullo stesso terreno, precisamente la particella 301 397, con il nome di un privato diverso e con una motivazione che non è più quella precedente del rispetto dell’area stradale ma quella dell’area boschiva. Un fatto gravissimo e per questo chiedo ora al presidente del consiglio, perché è stata portata in consiglio un’interrogazione della medesima osservazione con motivazione diversa e sotto nome di un diverso privato”. “Inoltre ho chiesto spiegazioni -prosegue Ceccarelli- al tecnico responsabile; la sua risposta è stata che le osservazioni non devono essere corredate da parere perché questo è un atto politico. Domando ora al tecnico, cosa intende per atto politico? Quello di avvisare solo tredici persone? Gli ricordo, semmai se ne fosse dimenticato, che la legge numero 24 del 1998, articolo 23, prevede espressamente che l’osservazione deve essere preceduta obbligatoriamente da istruttoria. La norma prevede infatti che a corredo di ogni osservazione deve essere eseguita una istruttoria dall’uf�cio tecnico, che l’ente referente per la presentazione delle osservazioni è il comune che le raccoglie e le trasmette alla Regione unitamente ad una relazione istruttoria approvata con deliberazione del consiglio comunale. Mancando ciò, le osservazioni sono tutte illegittime, anche per questo motivo”. Il consigliere di opposizione conclude: “Quando ho chiesto al sindaco come mai non fossero stati riaperti i termini per presentare le osservazioni al Ptpr per tutta la cittadinanza, mi sono sentito rispondere che questa non è una prerogativa del comune ma competenza esclusiva della Regione e che quest’ultima, avendo appreso della giacenza delle osservazioni del 2008, aveva sollecitato l’adempimento. Chi ha sollecitato l’adempimento? Per quale motivo? Sono tutte domande sulle quali attendo risposte”. M.M.

D

al 1 aprile il Dottor Stefano Quintarelli gestisce, per un giorno a settimana, il servizio ragioneria del Comune ed è l’unico responsabile. Il suo incarico sarà per il periodo strettamente necessario alla predisposizione e approvazione del Bilancio di previsione 2012 e del Rendiconto di gestione 2011 e comunque non oltre il 30 settembre di questo anno. A stabilirlo è la delibera numero 63 con la quale si prende atto “della delib. 118 del 30/03/2012 del Comune di Viterbo con la quale, in accoglimento alla richiesta

di questa Amministrazione ha deciso di comandare il Dr. Stefano Quintarelli a prestare servizio, per un giorno a settimana, presso questa Amministrazione comunale a decorrere dal 1 aprile e per il periodo strettamente necessario e comunque non oltre il 30 settembre 2012”. L’incarico a Quintarelli è stato indispensabile perché “il Responsabile degli uf�ci Finanziari è stato collocato in pensione lo scorso mese di dicembre” e “nella dotazione organica di questo Ente non vi è personale suf�ciente ed idoneo per poterlo sostitui-

re”. “Considerata la straordinaria necessità ed urgenza di ricorrere ad una professionalità che possa garantire -aggiunge la delibera- il buon funzionamento di tali uf�ci e quindi una corretta gestione amministrativa dell’Ente è stato richiesto al Comune di Viterbo la disponibilità a comandare il Dr. Stefano Quintarelli, responsabile degli uf�ci �nanziari del Comune medesimo, per un giorno la settimana, con impegno a farsi carico agli oneri economici per i giorni di servizio che verranno prestati a favore di questo Comune”. Il Comune di Monte�ascone dovrà rimborsare il trattamento economico corrisposto al dipendente, ed i relativi oneri, per i giorni che presterà servizio in posizione di comando, secondo le modalità e la tempistica che dovranno essere successivamente concordate con il Dirigente del Servizio personale e con il Servizio gestione economica del personale. Una soluzione temporanea ma necessaria e quali�cativa. Si spera che, quanto prima, si abbia un responsabile del settore all’altezza della situazione. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 13 Aprile 2012

Fogne e liquami a cielo aperto in via delle Fortezze La denuncia di una cittadina esasperata

F

ogne e liquami a cielo aperto, serve un intervento urgente. A protestare con veemenza - e con tutte le ragioni del caso - è Palmira Delle Monache che dalle colonne del gruppo facebook Striscia Vetralla denuncia una situazione divenuta ormai insostenibile come si può ben vedere dalla foto a sinistra. “Buonasera striscia... vorrei riferirmi alla foto mandata sulla tua pagina il 3 aprile 2012 inerente alla fogna ben in vista con tanto di schifo posta in via delle Fortezze. Oggi 11 aprile non voglio dire quello che è

uscito e visto che io abito nelle villette di fronte non voglio neanche commentare quello che mi sono trovata davanti la mia abitazione. Mi domando ma possibile che il Comune dopo mille richiami fatti ci risponda che non è compito loro?!? Allora se gli spazzini non puliscono la strada siamo completamente al buio. Mi chiedo perché devo pagare immondizia, acqua e quant’altro se poi qui in questa zona siamo isolati da tutti. Presto chiamerò l’uf�cio di igiene e farò denunce in comune poi vediamo. Qui ci sono bambini piccoli e io per uscire devo fare lo sla-

lom tra la m....a. Comunico che abbiamo sollecitato con lettere e tesimonianze il Comune con tanto di foto... e si procede con denunce... Mi dispiace non saremmo voluti arrivare a questo ma purtroppo qui nessuno ci ascolta e dobbiamo agire. Voglio aggiungere che se ti dimentichi di pagare una bolletta magari perché non ci si arriva a �ne mese il comune si scapicolla ad avvisarti con tanto di ricevuta di ritorno. Sono veramente schifata. Spero che adesso qualcuno mi ascolti... anche se non ci credo”.

VETRALLA - In occasione del quarto anniversario della costituzione presso la sede della Pro Loco

Domani la cena di Aid for Life Finalmente iniziati i lavori di riparazione in via Etruria

S

ono passati due mesi e mezzo dalla segnalazione di una grave perdita d’acqua in via Etruria e �nalmente hanno avuto inizio i lavori di riparazione. Non è ancora chiara la ragione del guasto, ma nelle settimane scorse le lamentele dei cittadini erano state numerose, spesso af�date al noto gruppo facebook Striscia Vetralla. L’acqua è fuoriuscita in quantità davvero elevata e ciò, oltre a provocare un rischio per i passanti rappresentava un possibile fattore di ulteriori danneggiamenti al manto stradale. Come si suol dire, meglio tardi che mai.

di EMANUELE FARAGLIA

U

na cena per conoscere l’attività di Aid for Life e, magari, decidere di far parte di questa grande famiglia. Domani sera presso la sede della Pro Loco in via Paquini si terrà una cena in occasione del quarto anno di vita di Aid for Life Onlus, l’associazione che si occupa di combattere la fame e la povertà in uno dei paesi meno fortunati al mondo, il Burundi in Africa. “Più di un miliardo di persone - fanno sapere Vanessa Renato e Marco Sciarpa - vive con meno di un euro al giorno, 852 milioni di esseri umani non riescono a soddisfare la loro fame, oltre un miliardo e mezzo di individui non dispone di acqua potabile. Sono le cifre della vergogna a cui si rischia di assuefarsi ma ognuno di noi, nel nostro piccolo, può e deve fare qualcosa;

Giovedì 19 aprile in Comune il secondo incontro delle associazioni sportive con l’assessore Ferri

quella goccia nell’oceano di cui parlava Madre Teresa”. Aid for Life è ufficialmente nata nel 2008 dall’idea di due agronomi Marco Sciarpa e Andrea Vitali e l’adesione di un gruppo di giovani vetrallesi che si sono impegnati nella lotta contro la fame e la povertà. “Da allora l’associazione opera in uno dei paesi più poveri al mondo, nel cuore dell’Africa,in Burundi,dove il 90% della popolazione vive di agricoltura di sussistenza e il 70% di essa presenta purtroppo problemi di denutrizione. Sembrano semplici cifre - dicono alcuni degli organizzatori - in realtà sono lo specchio drammatico di una realtà che abbiamo vissuto e toccato con mano. Ognuno di noi può e deve fare qualcosa, fosse anche quella goccia nell’oceano di cui parlava Madre Teresa, vi assicuro che per loro fa la differenza! Oltretutto si tratta di un popolo di bambini dato che il 50% della popolazione ha meno di 15 anni. Secondo

In Burundi il 70% della popolazione soffre problemi di denutrizione

Due cooperative viterbesi al forum “Qui da noi” ’erano anche due rappresentanti viterbesi ieri al forum sull’agricoltura “Qui da noi” tenutosi a Piacenza. Al fianco del Consorzio Valori e Sapori della Tuscia la Cooperativa Olivicoltori di Vetralla con il direttore generale Paolo Ruggeri. La Cooperativa Olivicoltori di Vetralla (www.olivicoltori.com),

ancano solo sei giorni al secondo atteso incontro delle associazioni sportive di Vetralla con l’assessore allo Sport Elio Ferri. Giovedì 19 aprile alle ore 17 presso la sala consiliare del Comune di Vetralla presidenti e rappresentanti delle realtà sportive del territorio potranno proseguire quel cammino di fattiva collaborazione e conoscenza reciproca intrapreso lo scorso 15 marzo. Lo scopo dell’incontro è quello di formare un calendario di eventi che sia il più adatto possibile alle esigenze di ciascuna associazione. Durante

la prima riunione grande soddisfazione è stata espressa dall’assessore Ferri per la partecipazione raggiunta. Sarà un’occasione anche per comprendere le criticità di un movimento, quello sportivo, che ovviamente ha bisogno di strutture adeguate per poter essere attivo e sfruttare realmente tutte le proprie potenzialità.

alle Famiglie (che ospitano gli orfani di Kirundo), Sostegno Scolastico e Villaggio Avvenire Bambini”. Insomma un’occasione da non mancare.

Presente a Piacenza anche la Coop. Olivicoltori di Vetralla

C

M

alcune stime si tratta del paese col maggior numero di orfani al mondo, 800 mila cioé il 10% della popolazione. Per questo abbiamo attivato i nostri progetti: Sostegno Agricolo Alimentare

fondata nel 1947, si caratterizza per la vendita di Olio extravergine d’Oliva Tuscia DOP, Oli extravergine di oliva aromatizzati al limone e arancio e paté di olive anche aromatizzati. Il Consorzio Valori e Sapori della Tuscia (www.valorisapor idellatuscia.it), nato nel 2011, è un progetto di Fedagri/ Confcooperative Viterbo che ha visto tutto il settore agricolo coordinarsi per la creazione di un’organizzazione leader della cooperazione agricola del territorio, testimoniando in tal modo il ruolo determinante svolto dalla cooperazione agroalimentare nell’accorciare la filiera, avvicinare il produttore al consumatore e garantire origine, qualità e sicurezza dei prodotti e dei luoghi della Tuscia. “La giornata - ha dichiarato Bruna Rossetti, presidente di Confcooperative Viterbo - è stata

l’occasione per continuare a promuovere il patrimonio del nostro territorio, la sua storia e la sua cultura costruendo al tempo stesso nuovi e importanti sbocchi commerciali. Tenendo ben presente che acquistare un prodotto cooperativo significa innanzitutto condividerne i valori di solidarietà e responsabilità propri di una cooperativa: soggetto di inclusione e coesione sociale che valorizza persone, ambiente, sapori e tradizioni”. Un forum molto partecipato che ha visto la presenza di 60 cooperative provenienti da tutta Italia per 151 punti vendita e più di 10 mila soci in tutto, “un momento per confrontare le diverse esperienze di marketing ed arricchire la propria offerta con l’interscambio di prodotti per migliorare qualità e competitività” il commento della presidente Rossetti.

Presenti ben 60 cooperative per 151 punti vendita ed oltre 10mila soci


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 13 Aprile 2012

In esclusiva ad Orvieto l’emarginazione raccontata dalla grande regista e drammaturga palermitana

‘La Trilogia degli Occhiali’ di Emma Dante I

l viscerale, poetico e lacerante universo teatrale di Emma Dante, pluripremiata regista e drammaturga nota alle platee nazionali ed europee, approda al Teatro Mancinelli di Orvieto: l’affascinante e complessa opera ‘La Trilogia degli Occhiali ‘sarà in scena domani alle ore 21 (cap. 1 Acquasanta) e domenica 15 aprile alle ore 17 (cap. 2 il castello della Zisa – cap.3 Ballarini). Con questo trittico dalla vibrante carica espressiva, la Dante, una delle rappresentanti più signi�cative del nuovo teatro, vincitrice nel 2004 del premio Gassman come migliore regista italiana e del premio della Critica per la regia e la drammaturgia, torna al Mancinelli per affondare il suo sguardo tagliente, ma denso di delicatezza e commozione, sul mondo degli emarginati e degli esclusi. La Trilogia degli occhiali è composta da tre spettacoli diversi e autonomi (per un totale di 3 ore circa di spettacolo), ma legati da temi di marginalità come povertà, vecchiaia e malattia, che percorrono questo lavoro interpretato da Carmine Maringola, Claudia Benassi, Stéphanie Taillandier, Onofrio Zummo, Manuela Lo Sicco, Sabino Civilleri. I protagonisti delle storie sono un mozzo che non ha più la sua amata nave, un ragazzo catatonico e una coppia di anziani che rivive il proprio amore. Con il suo teatro �sico, talvolta selvaggio e immerso in un’atmosfera di melanconica solitudine, la regista palermitana ripercorre vicende in cui tutti i protagonisti, malinconici e alienati, sono contraddistinti dalla necessità di

inforcare occhiali, una chiara metafora della dif�coltà di vedere il mondo e di immaginare un futuro. La Trilogia degli occhiali è un’opera vulcanica, dolce e paradossale, che ci parla della nostra capacità (o incapacità) di vedere. Dello spettacolo Emma Dante �rma anche i testi, i costumi e le scene (in collaborazione, queste, con Carmine Maringola). Prodotto dal Teatro Stabile di Napoli, Compagnia Sud Costa Occidentale, Crt Centro di Ricerca per il Teatro, con la collaborazione del Théâtre du Rond-Point di Parigi, La Trilogia di Emma Dante è uno spettacolo non convenzionale e di sicuro impatto, dove ciascuno dei personaggi e le storie in scena hanno una forza emotiva dirompente, capace di originare un susseguirsi di emozioni. In occasione dello spettacolo, stasera alle ore 18 verrà proiettato al Ridotto del Teatro Mancinelli il �lm

documentario “Emma Dante – Sud Costa Occidentale” di Clarissa Cappellani. Oltre a ripercorrere la carriera artistica e gli spettacoli

(tra cui la Trilogia degli occhiali) della pluripremiata regista e drammaturga, il documentario racconta il metodo di ricerca che Emma Dante usa per creare, attraverso l’improvvisazione attoriale, le sue opere. Si tratta dell’unica opera audiovisiva sull’artista, dunque una rarissima chiave di accesso all’interno della sua poetica e delle sue prove, sempre chiuse al pubblico. L’ingresso al documentario è libero. Per ulteriori informazioni : www.teatromancinelli.it Tel. 0763.340493

Al Teatro Mancinelli martedì 17 aprile alle ore 21,00 Con Nadia Tiezzi e Silvia Araceli

Gli appuntamenti di RadiOrvietoWeb ‘Slow Food Orvieto’ organizza al Palazzo del Gusto

Stasera alle 22 e 30 ‘Gli Sprassolati’ Master of Food sul formaggio “

Dopo le vacanze pasquali, un doppio appuntamento con ‘Arrivano gli Sprassolati!’, la trasmissione che sta alla canzone d’autore come ‘l’olio ma ‘llume”. “Allora, segnate in agenda: oggi, alle 22.30 c’è un grande appuntamento, davvero imperdibile: il primo dei due speciali dedicati alla Rassegna della Storica e nuova Canzone d’Autore “Fabrizio De Andrè”, andata in scena a La Spezia il 30

e il 31 marzo. Radio Orvieto Web ha infatti seguito, in esclusiva nazionale, tutta la rassegna che ha visto esibirsi cantautori storici che hanno marchiato a fuoco la stagione meravigliosa degli anni ‘70. Nella prima puntata, ascolteremo le registrazioni e le interviste di Claudio Rocchi e Renzo Zenobi, oltre ai contributi dati dagli artisti emergenti. Il tutto a cura di Andrea Kappa Caponeri, presente sul campo. Replica il sabato e la domenica alle ore 15.00. Infine, anche se c’è tempo, un’anticipazione: venerdi’ 20 aprile Gli Sprassolati suoneranno live per “Venti Ascensionali”, uno spettacolo di un’ora circa con repertorio in buona parte rinnovato dedicato, come da tema della manifestazione, alla diversità, all’essere quadrati in un mondo tondo. E chi meglio di noi?”

L

a condotta SlowFood di Orvieto organizza un ciclo di quattro incontri sulla produzione casearia italiana, con rimandi a quella europea, dal formaggio di malga al grande prodotto industriale. Gli incontri (venerdì 20 e 27 aprile e 4 e 11 maggiodalle ore 18.00 alle 20.00 presso il Palazzo del Gusto in via Ripa Serancia, 16) si baseranno su delle lezioni che forniranno le basi teorico-pratiche per riconoscere e valutare le diverse tipologie di formaggio: dagli strumenti della degustazione alla descrizione del latte e delle razze, fino alle tecnologie, alla legislazione, alla conservazione e i suggerimenti per il miglior uso gastronomico del formaggio. Il corso è rivolto a tutti i soci SlowFood e Terra Madre. E’ possibile associarsi anche durante la prima lezione. Costi: soci SlowFood e Terra Madre euro 100,00 / soci under 30 euro 90,00. Info: Carla Lodi (fiduciaria Slow Food Orvieto) 329.6509986 master@slowfoodorvieto.org


Venerdì 13 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

cultura & spettacolo

17

L’Archivio di Stato di Viterbo organizza un evento sul primo mistero della Repubblica italiana in occasione della settimana della cultura

Si ricorda la “Strage di Portella della Ginestra” di Sabrina Morbidelli

Sabato... in breve tutti gli appuntamenti

I

n occasione della Settimana della Cultura del Mibac, dal 10 al 22 aprile 2012, l’Archivio di Stato di Viterbo,in collaborazione con L’Università della Tuscia, la Fondazione di Vittorio, e la Cigl Roma e Lazio organizza un evento su quello che viene sonsiderato il primo mistero della Repubblica “La Strage di Portella della Ginestra”. La strage di Portella della Ginestra, 1 maggio 1947, ha profondamente segnato la storia dell’Italia repubblicana e la memoria del sindacato, dando vita a un acceso dibattito tra gli storici e a una signi�cativa produzione letteraria e cinematogra�ca. Il sessantacinquesimo anniversario della strage di Portella della Ginestra è un’ occasione per analizzare il panorama degli studi, ricostruire le reazioni del mondo politico e sindacale, ripercorrendo le tappe principali del processo di Viterbo contro la banda di Salvatore Giuliano. Può essere utile guardare nello stesso tempo ai linguaggi della comunicazione politica e istituzionale, mettendo a confronto il discorso pubblico, le rappresentazioni della cultura, del cinema e della televisione e le celebrazioni uf�ciali. E’ soprattutto fondamentale per le nuove generazioni creare eventi che attraverso la testimonianza documentata possano “formare”una memoria storica. Lo spazio espositivo scelto, l’aula dei dibattimenti dell’ex Tribunale di Viterbo, è particolarmente importante e di grande impatto, in quanto si tratta del luogo dove effettivamente si svolse il citato processo e in seguito anche il set cinematogra�co di numerose pellicole che hanno presentato un ciclo di proiezioni cinematogra�che e incontri con gli autori. Il progetto ha i seguenti

obiettivi: contribuire alla ricostruzione di una verità storica condivisa, contribuire alla crescita della cultura storica del Paese, promuovere la partecipazione democratica alla vita delle Istituzioni e la cittadinanza attiva, diffondere e valorizzare il patrimonio culturale. PROGRAMMA: 17 aprile : Portella della Ginestra sullo schermo, ore 9,30 introduce Gina Annunziata (Università degli studi della tuscia). Intervengono: Miranda Perinelli (Segretario Generale Cigl di Viterbo) placido Rizzotto Proiezione �lm Salvatore Giuliano F: Rosi/1961; proiezione contenuti extra dvd Salvatore Giuliano ore 16,30 proiezione �lm: Segreti di Stato, P:Benvenuti/ 2003 18 aprile: Giornata di studio la Strage di Portella della Ginestra il processo di Viterbo: politica, memoria, uso pubblico della storia (1947-2012) Presiede e coordina: Lorenzo mazzoli, segretario generale Funzione Pubblica Cgil Roma e Lazio ore 9,30 indirizzi di saluto Augusto Goletti, Archivio di Stato di Viterbo Sergio Flasmigni, Centro Documentazione Archivio Flamigni Claudio Di

Berardino, Segretario Regionale Cgil Roma e Lazio. Presentazione del Progetto Manuela Claudiani, Archivio di Stato di Viterbo;Ugo Gallo, F:P: Cigl gruppo di lavoro Sante Cruciani Università della Tuscia Relazioni: il panorama degli studi e il dibattito storiogra�co, Edmondo Montali, Fondazione di Vittorio; gli avvenimenti del 1 maggio 1947 e le reazioni del mondo politico e sindacale Massimo Piermattei, Università della Tuscia. Il processo di Viterbo la sentenza della Corte di Appello di Roma negli atti giudiziari e nei rotocalchi italiani, Guido Panvini, Università la Sapienza La strage di Portella della Ginestra nelle carte della Commissione antima�a, Alexander Hobel Università di Napoli L’uso pubblico della storia tra arti visive, letteratura, cinema e televisione, Sante Cruciani,Università della Tuscia. La memoria e le celebrazioni uf�ciali, Maria Paola Del Rossi, Fondazione di Vittorio. Relazioni: la memoria e le celebrazioni uf�ciali, Maria Paola Del Rossi, Fondazione di Vittorio ore 15,30 Inagurazione della mostra Multimediale. Politica, memoria, uso pubblico della storia (1947-2012) a cura di : Sante Cruciani, Ma-

Sabato 14 Aprile 2012 - ore 16,00 Ristorante Italia - piazzale Roma – Monte�ascone La donazione del sangue del cordone ombelicale CONVEGNO: Moderatore dott. Giuseppe Bartoleschi ore 16,30 Apertura dei lavori - Saluto delle autorità ore 16,50 dott. Fernando Ricci - La donazione in Italia ore 17,10 dr.ssa Patrizia Benigni - Il cordone ombelicale: legame tra la mamma ed il bambino ore 17,30 dr.ssa Stefania Stefani - Il counseling e il consenso informato ore 17,50 dr.ssa Stefania Bibbiani - La procedura per accedere alla donazione dello SCO (Sangue Cordone Ombelicale) ore 18,10 un volontario della Croce Rossa Italiana - Il ruolo delle Associazioni di Volontariato ore 18,30 dr. Giulio Trapé - Le possibilità di reimpiego del sangue del cordone ombelicale ore 19,00 Dibattito Lions Club Alessandro Menghini tel. 328.7521052 F.I.D.A.P.A. Viviana Verlinghieri tel. 336.630197 C.R.I. Carla Pepponi tel. 347.5232892 Sabato 14 Aprile 2012 - ore 21,00 Chiesa di S. Andrea – Piazza del Plebiscito - Monte�ascone Concerto di �auto-chitarra DUO CHIOVELLI-TABARRINI Ingresso libero ria Paola Del Rossi, Edmondo Montali. Partecipano: Ilaria Moroni,rete degli archivi per non dimenticare Miranda Perinelli, segretario generale Cgil di Viterbo; Maurizio Calà, segretario generale Cgil di Palermo ore 16,30 tavola rotonda:

Sabato 14 Aprile 2012 - ore 17,00 riserva naturale selva del lamone museo civico f. rittatore vonwiller, sala conferenze – Farnese Per un lettura del paesaggio nella Preistoria dell’Alto Lazio Dott. Diego Mantero, direttore della riserva Naturale Selva del Lamone Ingresso libero Sabato 14 Aprile 2012 - ore 18,00 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA TUSCIA - Viterbo Auditorium di S. Maria in Gradi - Via Sabotino 20 Musiche migranti… Un suggestivo racconto tra parole, musica e tango con Roberto Mattioni, voce, chitarra classica e chitarra battente, Alberto Poli, violino, Cleo Galiani, �sarmonica e mandolino info 348 7931782 – delrosa@unitus.it ingresso 9,00 euro Sabato 14 e domenica 15 aprile - ore 21.00 Teatro Boni - Acquapendente Peter Pan il Musical La compagnia Retropalco torna in scena con il Viaggio all’isola che non c’è… Lo spettacolo, per la regia di Valentina Izzo e la direzione artistica e aiuto regia di Manuel Dionisi, è realizzato in collaborazione con l’Associazione Te.Bo. Il biglietto è di 12,00 euro l’intero e 10,00 euro il ridotto in prevendita presso il Centro Visite Torre Julia de’ Jacopo. info 800/411834 - info@teatroboni.it

L’Italia repubblicana, l’uso pubblico della storia, il mondo del lavoro. Presiede e coordina: Carlo Ghezzi, presidente Fondazione di Vittorio. Partecipano: Rossana Rummo, Direttore Generale Archivi Francesco M:Biscioni,strorico,

Francesco Petrotta, storico, Jolanda Bufalini, giornalista del quotidiano l’Unità. Intervengono: Mario Nicosia, testimone dei fatti di Portella Francesco Rosai, regista. Chiusura lavori: Susanna Camusso, segretario Generale Cgil.


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema SORIANO NEL CIMINO

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Come avrete capito fiutando l’aria, non e’ questo il momento di andare allo sbaraglio ma, al contrario, dovete muovervi con molta concretezza. Iniziative solide ed affidabili: cosi’ facendo, la vostra immagine professionale non correra’ rischi. Se per dare prova di coraggio non sfiderete la sorte correndo inutili rischi, i guai e i malanni si terranno a debita distanza da voi.

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Passaggio disarmonico ma non preoccupante, quello della Luna in Capricorno, fautrice di dubbi e confusione sul fronte domestico e finanziario. La vostra immagine professionale rischia di essere “lesa” dalla vostra impulsivita’. Non marcate stretto la persona amata, specie se la relazione e’ iniziata da poco. Lasciate che sia il tempo a farla crescere e a fortificarla.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Un ponte solido unisce il lavoro e l’amore: dividendo equamente le attenzioni, riuscirete con successo su entrambi i fronti. Se vi piace dilettarvi in cucina, e’ il giorno giusto per sperimentare una nuova ricetta, per voi e le persone a voi care. Decisioni importanti da prendere e iniziative coraggiose vi attendono sul lavoro. Anche negli investimenti si segnala una gradita ripresa.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

Farete bene a declinare per tempo un invito degli amici, dal momento che al lavoro si prevede una “giornatina” piuttosto lunga e pesante. Dopo le tensioni respirate nell’ambiente di lavoro, ci vogliono un bagno rilassante e un lungo sonno. Modificare un po’ le abitudini e’ sufficiente per avere un’immediata sensazione di benessere. Introducete nuove consuetudini.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

Sara’ perche’ siete stressati o perche’ la Luna in Capricorno ha sempre il potere di irritarvi, fatto sta che apparite fiacchi e immusoniti. Piccoli problemi domestici da affrontare con un’insofferenza che, naturalmente, complica la situazione. Per amore a volte bisogna scendere a compromessi; ma da questo orecchio proprio non ci sentite e non vi muovete dalle vostre posizioni.

Pur senza rinunciare alla vostra autonomia, nel lavoro vi rendete disponibili e aperti alla collaborazione. Ottimo! Scelte determinanti per il futuro della coppia. Cercate casa? Consultate un’agenzia immobiliare. Intesa affettiva perfetta, complicita’ a tutto tondo. Il guaio e’ che il vostro sensualissimo fascino conquista non solo la vostra dolce meta’. Notizie importanti.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

La Luna nel segno si fa garante di intuizioni e di un’ottima intesa di coppia. Tutto e’ in ordine. I progetti professionali avanzano sicuri, le vostre antenne sono molto sensibili: percepite a pelle persone e situazioni. L’alimentazione ha bisogno di una “raddrizzata” soprattutto se avete perso il controllo della situazione concedendovi frequenti strappi alle regole.

FARMACIE (reperibilità)

In serata la Luna passera’ nel vostro segno. Avrete cosi’ la possibilita’ di vivere i rapporti interpersonali in maniera piu’ tranquilla, senza l’assillo che qualcuno si stia dimenticando di voi. Avrete anche un modo di reagire molto piu’ veloce di quanto accaduto recentemente. Per ora, pazientate e fate pazientare! Ritagliatevi del tempo per voi stessi, per il riposo e il relax.

Titanic 3D Orario: 21,30

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

Luna nel settore astrologico ottavo. Notizie rassicuranti sul fronte economico consentono di risolvere problemi e investire denaro nei nuovi progetti. Atmosfera cordiale nel lavoro. Gli influssi astrali positivi vi agevolano non solo nella professione: anche per l’amore fanno la loro parte. Percettivita’ e sensibilita’ oggi vi faranno capire al volo certe situazioni delicate.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Giornata ideale per acquisire “visibilita’”, sbaragliare i concorrenti e portare avanti con impegno le vostre iniziative fino a centrare l’obiettivo. Viaggio di lavoro ricco di opportunita’. Tenete nella giusta considerazione il parere di un esperto. Se una conquista amorosa vi sfugge, non rinunciate; passate all’attacco con mosse audaci e dirette. La passione e’ un’arma vincente!

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

Approfittate di questo giorno per far notare la vostra bravura a qualcuno che si ostina a pensare che non siete nella giusta condizione di spirito per affrontare alcune questioni. Sia nella professione, sia nella vita privata, potete essere sulla cresta dell’onda. Il denaro occupera’ molti dei vostri pensieri, e per qualcuno ci sara’ anche un’occasione decisamente fortunata.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

Con Luna e Nettuno favorevoli, potete pensare a come migliorare la vostra vita: la vostra creativita’ innata e’ accresciuta dai transiti astrali di queste giornate e vi permette di intraprendere attivita’ nuove con il migliore stato d’animo. L’intesa con la persona amata virera’ verso l’incantevole. Amori nuovi e fulminanti potranno comparire all’orizzonte di quanti tra voi sono single.

Venerdì 13 Aprile 2012

TARQUINIA

Cinema Etrusco - Multisala

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 Act Of Valor Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30

Battleship 3D Orario: 17,30 - 19,45 - 22,00 Biancaneve Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Titanic 3D Orario: 17,30 - 21,00 Bel Ami Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A Titanic 3D Orario: 17,00 - 21,00

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V.

Cinema Trieste Viale Trieste, 30

Titanic 3D Orario: 17,30 - 21,00

CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 RIPOSO

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26

RIPOSO

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. La Furia Dei Titani Orario: 21,30 Act Of Valor Orario: 21,30 Multisala Flavia Via Della Croce, 1 Romanzo Di Una Strage Orario: 21,30 Quasi Amici Orario: 21,30

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 RIPOSO

VETRALLA

VITORCHIANO

Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano Battleship Feriali: 20,00 - 22,30 Pref. e Mer.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,10 - 17,30 - 20,15 - 22,30 Titanic 3D Feriali: 21,30 Pref. e Mercoledì: 18,00 - 21,30 Fest.: 15,00 - 18,30 - 22,00 Pirati! Briganti Da Strapazzo Feriali: 20,15 Pref. e Mercoledì: 18,00 Fest.: 15,45 - 18,00 La Furia Dei Titani 3D Feriali: 22,30 Pref. e Mercoledì: 20,15 - 22,30 Fest.: 20,15 - 22,30 Biancaneve Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Bel Ami. Storia Di Un Seduttore Feriali: 20,15 - 22,30 Pref. e Mer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Buona Giornata Feriali: 20,15 Pref. e Mercoledì: 18,00 - 20,15 Fest.: 15,45 - 18,00 Act Of Valor Feriali Pref. e Mercoledì: 22,30 Fest.: 20,15 - 22,30 Inviate le Vostre Programmazioni a:

redazione@opinioneviterbo.it Fax 0761.1890811

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 13 APRILE

ACQUAPENDENTE Corso Taurelli Salimbeni, 1 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CELLERE Via G. Marconi, 13/A/B (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

MONTALTO - PESCIA ROM. Via Delle Mimose, 12/15 (09,00-12,30 e 17,00-20,00)

SORIANO NEL CIMINO Via E. Monaci, 96 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

BARBARANO ROMANO Via IV Novembre, 31/c (09,30-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CASTELLANA Via S. Felicissima, 17 (08,30-13,00 e 16,25-20,00)

MONTEFIASCONE Via Verentana, 8 (08,30-12,55 e 17,00-20,30)

TARQUINIA Viale Igea, 20 (08,30-13,00 e 17,00-20,24)

BASSANO IN TEVERINA Via Giuseppe Mazzini, 3 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

CIVITA CAST. - SASSACCI Via Terni 26 (Diurna e 16,30-20,00)

MONTEROSI Via Roma, 51 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

TUSCANIA Via Tarquinia 53 (08,35-13,00 e 17,00-20,30)

BOLSENA Via A. Gramsci, 38 (08,30-12,30 e 16,30-20,00)

CIVITELLA D’AGLIANO Piazza Cardinal Dolci , 21 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

NEPI Via G. Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VETRALLA - TRE CROCI Piazza Europa, 53 (09,00-13,00 e 16,05-19,00)

CAPODIMONTE Via Marconi, 70 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

FABRICA DI ROMA Via Roma, 79 (08,30-13,00 e 17,00-20,30)

ORIOLO ROMANO Via Claudia, 109 (09,30-13,00 e 17,30-20,30)

VIGNANELLO Via Rma, 2/D (09,00-13,00 e 17,00-20,30)

CAPRANICA SCALO Via Della Stazione, s.n.c. (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

GRAFFIGNANO - SIPICCIANO Piazza Umberto I, 28 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

ORTE Piazza Del Popolo, 15 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VITERBO Via Castel Vetulonia, 20 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CAPRAROLA Via F. Nicolai, 141 (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

LATERA Viale 1° Maggio, s.n.c. (09,00-12,40 e 17,00-20,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto, 33 (08,30-12,55 e 16,30-20,00)

VITERBO - GROTTE S. STEF. Via Della Stazione, 5 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

Venerdì 13 Aprile

Sabato 14 Aprile

Persiste una vasta configurazione ciclonica che abbraccia il Mediterraneo centrale, colma di aria fresca. Per oggi un vortice in movimento dalla Sardegna verso il medio Tirreno condiziona il tempo di Umbria, Lazio e bassa Toscana dove attendiamo piogge diffuse dal primo pomeriggio, ai margini l’alta Toscana ove il tempo è più asciutto fino a sera. Nella notte pausa asciutta da coste laziali. Temperature in calo nei massimi, su valori inferiori alle medie stagionali. Venti moderati da SE con rinforzi sul basso Lazio al mattino, ma in rotazione entro sera a ENE ad eccezione del medio basso Lazio, moderati da SSE in quota. Mari mossi, in tendenza molto mossi o agitati i bacini laziali.

Le centrali tirreniche sono sempre abbracciate da una vasta circolazione ciclonica, colma di aria molto fresca, con il minimo al suolo e in quota in movimento dal Lazio al versante adriatico.Pertanto si attivano temporanee correnti di maestrale in un contesto di tempo autunnale con cieli coperti e piogge a carattere debole ma persistente, sopratutto sui settori interni e sulla dorsale.Nevicate anche sotto i 1500m su dorsale toscana, sui 1600-1700m altrove. Solo in nottata cessano i fenomeni sui litorali. Temperature stazionarie o in lieve ulteriore calo nei massimi, su valori ampiamente inferiori alle medie stagionali. Venti fino a moderati in prevalenza di maestrale al largo delle coste, da NE in quota sulla Toscana in rotazione a NO. Mari mossi, molto mossi o agitati i bacini laziali.


SPORT

� � �

19

Venerdì 13 Aprile 2012

BASKET

Rams Viterbo, “work in progress” in vista del campionato Il team di Massini ospiterà il Fano il 29 Marzo; rammarico per la sconfitta in Coppa Italia di GABRIELE LUDOVICI

L

a Rams Baseball Viterbo A.S.D. è pronta ad affrontare la nuova stagione agonistica con alcune novità e molta voglia di far bene. Facciamo il punto sulla situazione del club attraverso le parole del Manager Alberto Massini: “Gli allenamenti stanno andando bene, i giovani sono presenti e si sono integrati alla perfezione; hanno voglia e lavorano, non ci resta che aspettare la loro crescita sul campo da gioco. In Coppa Italia hanno avuto più spazio, visto che per regolamento non si possono schierare giocatori non italiani; nella s�da con il Padula hanno ben �gurato e siamo rimasti in partita �no al 6-6 prima del loro fuori campo decisivo.” La Rams tra poche settimane inizierà il campionato ed è inserita nel Girone C della Serie B Federale: “Ci attendono due amichevoli esterne nei prossimi �ne settimana; affronteremo la Lazio ed il Castiglione della Pescaia. Il girone sembra piuttosto equilibrato e cercheremo di fare bene; la prima s�da sarà contro il Fano e potremo mettere in campo di nuovo

i nostri stranieri, in attesa di vedere come matureranno i nostri talenti. Fortunatamente il calendario ci ha permesso di preparare al meglio il campionato: sarebbe stato dif�cile passare direttamente dal lavoro in palestra al campo.” La Rams avrebbe dovuto iniziare il campionato il 6 Aprile contro il Padule, ma il Fano ha chiesto l’anticipo della partita del 22 Luglio. Quindi l’appuntamento è al campo “Giancarlo Massini” domenica 29 Marzo, alle ore 11.30 e 15.30. Alberto Massini, fratello dell’indimenticato Giancarlo, ci ha raccontato la propria carriera nel baseball: “Sono cresciuto a Grosseto, una città che vive di questo sport, giocando da bambino in strada come tanti miei coetanei. I primi guantoni che usavamo erano quelli cuciti dalle nostre mamme, ma ci divertivamo ugualmente! In seguito ho giocato per il Grosseto prima di chiudere la carriera da giocatore a Viterbo nel 1997. L’anno dopo ho iniziato ad allenare la Rams: ormai sono un bel po’ di anni e mi sento quasi come Alex Ferguson... Assieme allo staff tecnico, io ed il Pitching Coach Claudio Vaglio siamo riusciti sempre a fare un bel lavoro, ed è da qui

CALCIO- Terribile lutto nel mondo del calcio

Mirko Ferzini non ce l’ha fatta: è morto dopo sei giorni di coma

A Il cubano Alexander Guillen è una delle stelle della Rams che sono partiti talenti come Alessandro Vaglio ed Andrea Sgnaolin, che ora militano in IBL. Attualmente stiamo coltivando alcune promesse che potrebbero avere un grande futuro grazie al lavoro dei tecnici dei Ragazzi, Alessandro Bertollini e Raffaele Gentili, e degli Allievi, Livio Quatrini e Claudio Sireci. Stiamo mantenendo così un buono standard, contenendo i costi ed evitando di acquistare giocatori da fuori. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere l’autosuf�cien-

za, ma in questo dovrebbe aiutarci anche il Comune; in particolare desideriamo che ci dia una mano nella manutenzione del terreno di gioco, essenziale per proseguire bene il nostro lavoro.” Aggiungiamo che sarebbe doveroso da parte di Viterbo, nominata “Città dello Sport 2012”, onorare questo titolo dando il massimo sostegno possibile alla Rams, società che con pochi mezzi da anni si impone come una bella realtà del baseball italiano.

bbiamo sperato fino all’ultimo in un miracolo: dopo l’incidente in moto di venerdì scorso, Mirko Ferzini era caduto in coma con gravissimi danni cerebrali. Ma nonostante le preghiere ed il sostegno morale di tanti appassionati di sport e non, il giovane calciatore della S.S. Lazio ieri mattina è morto dopo sei giorni di ricovero nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Camillo di Roma. A stroncare la vita di Mirko un brutto incidente stradale avvenuto a Fiumicino, mentre era bordo della sua moto. In questi sei giorni si sono susseguite notizie contraddittorie sulle condizioni del 17enne, in alcuni casi persino ottimistiche, nonostante purtroppo in realtà non aveva mai dato segni di miglioramento prima della ferale notizia di ieri mattina.

Mirko Ferzini militava nella categoria Allievi della società biancoceleste, allenati da Simone Inzaghi. Lo stesso ex attaccante di Lazio e Piacenza era stato vicino al suo giovane terzino in questi giorni di terribile agonia. La famiglia Ferzini ha deciso di autorizzare l’espianto degli organi di Mirko: un bel gesto per far si che dalla tragedia possa scaturire un aiuto vitale per altre persone. Come detto, negli ultimi giorni c’erano state molte iniziative di sostegno nei confronti di Mirko, anche da parte della tifoseria laziale, che aveva dedicato allo sfortunato giovane degli striscioni per invitarlo a non mollare. La redazione dell’Opinione si stringe attorno al dolore dei familiari e degli amici di Mirko, un ragazzo d’oro a detta di tutti. G.L.

BASKET- Disegnamo il quadro della situazione per la Stella

Gli Esordienti della ILCO sbancano il campionato I vittoriosi Esordienti allenati da Lillo Ferri

E

’ primavera ed escono i primi verdetti dei campionati giovanili di basket. Ne approfittiamo anche per riportare i risultati delle squadre Under è parlare dei prossimi avversari della prima squadra. Per la Stella Azzurra arriva il successo nella categoria Esordienti per nati negli anni 2000/01. La formazione guidata da coach Lillo Ferri godeva dei favori del pronostico e ha collezionato, infatti, sette vittorie ed una sola sconfitta di

un punto sull’ostico campo del Pegaso Tarquinia, unico vero avversario che però nella partita di ritorno ha subito un passivo di 21 punti, consegnando così di fatto il titolo ai ragazzi della Stella. I bianco stellati nelle altre partite hanno, infatti, battuto sia all’andata che al ritorno con distacchi importanti Ants Viterbo, Santa Rosa Viterbo e Virtus Capranica. Ecco l’elenco degli atleti impegnati: Filoscia Cristhian, Banci Lorenzo, Trotto Davide, Piazzolla

Stefano, Bernini Alessandro, Muti Federico, Orchi Lorenzo, Lanzi Davide, Addio Federico, Pesci Federico, Paolocci Francesco, D’Agostino Federico, Gasbarri Enrico, Cesarini Lorenzo. Riportiamo di seguito anche la situazione delle altre rappresentative giovanili dell’ILCO Stella Azzurra. L’Under 19 è reduce dal successo sulla Pallacanestro Marino per 70-62, con Ripamonti in evidenza (21 punti). Partita vivace e decisa nell’ultimo quarto di gioco; la squadra di Baleani ha ora in programma la sfida ad Albano. Importante successo della ILCO Under 17 nella trasferta disputata a Palocco; vittoria conquistata al termine di una partita ben giocata da entrambe le

in testa alla classifica e con una sola partita persa.

Mister Orchi istruisce i ragazzi della Stella Azzurra formazioni e che permette ai ragazzi di Lillo Ferri di mantenersi saldamente al secondo posto in classifica generale, a pari punti assieme al Torvaianica. Il turno successivo prevede proprio lo scontro diretto contro i

torvaianichesi. Vittoriosa anche la rappresentativa Under 15, che batte 72-64 i pari età della Pass Roma. Partita decisa all’overtime e che permette ai ragazzi di Calfapietra di concludere la prima fase della stagione

Per quanto riguarda la prima squadra della Stella Azzurra, il quintetto di mister Orchi è atteso dalla trasferta sul campo della Iris Gaeta, capolista del campionato. La squadra della provincia di Latina allenata da Nardone ha nel 29enne Antonello Lillio il miglior realizzatore con 533 punti (20.5 di media). I gaetani hanno un ruolino di marcia di 21 vittorie e sole 5 sconfitte, e si trova a +4 dalle inseguitrici. La palla a due è fissata alle ore 19 di domenica 15, gli arbitri saranno Valerio De Mattia e Giuseppe Pio Ringoli. La Ilco è nona con 26 punti, frutto di 13 vittorie e 13 sconfitte. Recordman di punti Valerio Giganti con 345.


� �

sport

Viterbo & AltoLazio

SPORT

20

Venerdì 13 Aprile 2012

APPELLO MELCHIORRE ZARELLI - Lettera appello indirizzata alle società sportive

La violenza è una sconfitta per tutti C

omunicazione alle società da parte del Comitato Regionale Lazio: “Desidero, rivolgere un sentito appello a tutti coloro che hanno a cuore il futuro del nostro sport. E’ con profonda amarezza che debbo rilevare un preoccupante aumento degli episodi di violenza, nei campionati di Prima e Seconda Categoria e nei campionati minori, sia nei confronti degli arbitri che nei confronti di altri tesserati. E’ ora di dire basta a de-

gli atteggiamenti intollerabili nel mondo dello sport ! Gli arbitri, alcuni molto giovani, svolgono una funzione di servizio alle società ed all’intero movimento calcistico e non è concepibile che nell’assolvimento di tale funzione, anziché essere aiutati, si metta in pericolo la loro incolumità. Nessun errore arbitrale, anche il più palese, può mai giustificare un’aggressione fisica. Anche tra tesserati deve prevalere il rispetto per l’avversario, i campi di

calcio non sono arene da combattimento. Il danno che tali comportamenti causano all’intero movimento è devastante. L’immagine del calcio, sport fatto di passione e partecipazione, ne esce fortemente danneggiata, ed in questo particolare momento nel quale, a causa di altri comportamenti scorretti, la credibilità del nostro sport è fortemente minacciata si avverte la necessità che soprattutto il calcio dilettantistico dia dimostrazione di maturità. Lo dobbiamo

alle generazioni future. Si sta avvicinando l’epilogo dei campionati; l’invito che rivolgo a tutti e’ di stemperare i toni agonistici e riportare serenità nel nostro mondo. Le società, sempre sensibili su queste tematiche, intensifichino l’ opera di prevenzione sia nei confronti dei propri tesserati che nei confronti del pubblico. I dirigenti accompagnatori e gli allenatori, che per il loro ruolo sono presenti nel recinto di giuoco siano vigili nei confronti dei pro-

Melchiorre Zarelli pri calciatori e si adoperino con decisione per placare gli animi. La violenza è una sconfitta per tutti.” Melchiorre Zarelli

Un accorato appello a tutte le società sportive, ma per quanto visto in questa stagione l’invito dovrebbe essere esteso anche alle categorie di Promozione ed Eccellenza.

SERIE D Lo Zagarolo potrebbe alleggerire il cammino

T

ra due giorni esatti le nostre portabandiere Viterbese e Flaminia scenderanno in campo per la trentunesima giornata di campionato. I dati poco confortanti dell’ultimo periodo ci costringono a guardare ai prossimi impegni come dei veri e propri spartiacque, quindi cominciamo a fare dei calcolil virtuali su come giungere all’agoniata salvezza per ambo le società. Per i gialloblu, reduci dalla miseria di due punti nelle ultime quattro giornate, serviranno almeno due pareggi ed un successo per tirarsi fuori dalla zona calda, magari centrando già dal prossimo impegno con l’Orvietana i primi tre punti di questa ipotetica tabella. In casa Civitacastellana Flaminia invece i punti da

Foto Andrea Di Palermo

Il cammino verso la salvezza ai raggi X Ai gialloblu dovrebbero bastere cinque punti, al Civitacastella Flaminia otto dover raccogliere saranno necessariamente otto se non addirittura dieci. L’appuntamento col fanalino di coda Sansovino lascia ben sperare anche perchè gli avversari si presenteranno al Turiddu Madami con un biglietto da visita che recita quattro sconfitte nelle ultime quattro giornate.

Ma la salvezza potrebbe arriva anche grazie allo Zagarolo di Paolo Negro. Il regolamento infatti prevede che se tra la prima formazione in lotta per non retrocedere e la terzultima ci siano nove o più punti di distacco la squadra occupante la sedicesima posizione retrecede matematicamente senza istituire la

roulette russa dei playout. Occorre dunque gettare uno sguardo sui futuri impegni dello Zagarolo. Domenica partita casalinga col Trestina, fermo a quota trentanove (come la Viterbese) e quindi per nulla salvo. Difficoltà cinque su una scala di cinque, anche perchè il Trestina è reduce da

due vittorie e due pareggi. La sfida successiva li vedrà di scena nella trasferta di Terni. Anche qui cinque su cinque, dato che lo Sporting Terni è piena corsa per un posto play off. La penultima giornata ancora trasferta ed ancora con una squadra in corsa play off, ossia il Castel Rigone.

Si evince dunque che il cammino verso la salvezza diretta sia piuttosto in discesa a patto di non commettere suicidi collettivi in stile Viterbese delle ultime quattro apparizioni, Coppa Italia compresa. Il derby nell’ultima giornata dovrebbe essere utile solo per scambiarsi gli auguri di fine stagione.

iL

L

L

GIUDICE SPORTIVO - Respinto il reclamo del Sipicciano, sconfitta confermata

OmologatoilrisultatodellasfidaBagnoreggio-Sipicciano La Commissione Disciplilnare non fa sconti al caldo Sipicciano

R

ECLAMO DELLA SOCIETA’ SIPICCIANO AVVERSO IL PROVVEDIMENTO DI PERDITA DELLA GARA SPORTING BAGNOREGIO – SIPICCIANO del 3.3.2012 La Società SIPICCIANO, con il reclamo a margine, si doglie delle decisioni del Giudice di prima istanza e contesta la motivazione della sospensione dell’incontro – inferiorità numerica da parte della ricorrente – poiché all’atto della �ne anticipata della gara la squadra si trovava ancora con sette calciatori in campo e l’espulsione del quinto giocatore

sarebbe avvenuta dopo la sospensione. La Società SIPICCIANO desume poi che la decisione della sospensione sarebbe dovuta al comportamento di un Dirigente e del Massaggiatore della Società SPORTING BAGNOREGIO il quale, entrando indebitamente sul terreno di gioco e rivolgendo minacce ed offese al portiere avversario, avrebbero determinato un clima di tensione tale da non consentire la continuazione dell’incontro. A motivo di quanto sopra e di presunti errori tecnici dell’arbitro, il quale non avreb-

be controllato che il Dirigente di cui sopra, dopo il conseguente allontanamento, avesse effettivamente lasciato il terreno di gioco e avrebbe consentito al citato massaggiatore di entrare in campo, la reclamante chiede che venga in�itta alla Società SPORTING BAGNOREGIO la perdita della gara, in quanto responsabile dei fatti che hanno condotto alla �ne anticipata dell’incontro. Tale istanza è stata ribadita in sede di audizione durante la quale la Società ha rinunciato alla richiesta subordinata della ripetizione della gara espressa originariamente nel reclamo.

Dall’esame degli atti uf�ciali – fonte primaria di prova (art. 35 del C.G.S.) non si è rilevata alcuna traccia di quanto dedotto dalla reclamante. Infatti, nel proprio rapporto, assai lineare, l’arbitro descrive puntualmente le circostanza che hanno causato la sospensione della gara per inferiorità numerica da parte della Società SIPICCIANO: al 36mo del II tempo, dopo la convalida di una rete a favore della Società BAGNOREGIO, il Dirigente della stessa, BURLA ROBERTO, entrato sul terreno di gioco, insultava pesantemente il portiere della squadra avversaria e veniva conseguentemente allontanato.Dopo l’allontanamento, il BURLA rientrava in campo continuando ad offendere il portiere il quale reagiva colpendolo con un forte calcio e veniva, quindi, espulso. Dopo l’allontanamento del massaggiatore della Società SPORTING BAGNOREGIO, Sig. ARCANGELI ALESSIO, che

entrato in campo ooffendeva lo stesso portiere, il calciatore della Società SIPICCIANO, AGULLI FABRIZIO, offendeva l’arbitro e veniva anch’egli espulso. A tal punto la Società SIPICCIANO che contava già 4 espulsioni compresa quella del MAURINI, veniva a trovarsi con 6 calciatori in campo,

per cui l’arbitro sospendeva de�nitivamente l’incontro al 37mo del II tempo. Appaiono prive di fondamento le doglianze della ricorrente, per cui questa Commissione DELIBERA: Di respingere il reclamo avanzato dalla Società SIPICCIANO, confermando la decisione impugnata.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

21

SPORT

Venerdì 13 Aprile 2012

CALCIO

Si riparte: la Castrense riceve la Virtus La Nuova Sorianese attesa a Ronciglione; in Seconda, il San Lorenzo Nuovo affronta la Virtus Pilastro di GABRIELE LUDOVICI

D

opo la sosta pasquale, le squadre di Prima e Seconda Categoria sono pronte per tornare in campo e disputare la 24ª Giornata di campionato. I giochi sono ancora aperti sia nell’ambito della promozione che in quello della salvezza, e queste ultime giornate offriranno gli ultimi punti in palio per definire le gerarchie della stagione 2011/2012. Vediamo qual è la situazione delle compagini viterbesi nel dettaglio di ogni girone. Nel Girone A di Prima Categoria, la questione

Emidi per cercare la settima vittoria esterna del campionato. La Castrense, unica squadra imbattuta del campionato, ormai è ben distante dalla seconda classificata. La Nuova Sorianese è infatti a -14, e domenica è attesa dalla trasferta sul campo della Cimina Ronciglione. Due gli squalificati, uno per parte: i sorianesi non potranno contare su Bayslach, mentre i padroni di casa saranno privi di Cremarossa. Il Monte Romano di Legittimo cercherà gli ultimi punti salvezza in casa della Polisportiva Falisca. I monteromanesi non hanno mai vinto in

PRIMA CATEGORIA GIRONE A - 22ª GIORNATA (15 Aprile)

PRIMA CAT. GIRONE A

Mister Raspoli sorride: la Castrense è inarrestabile PRIMA CATEGORIA GIRONE D - 22ª GIORNATA (15 Aprile)

PRIMA CAT. GIRONE D

CASTRENSE

68

FIANO ROMANO

50

NUOVA SORIANESE

54

CAPENA

49

VIRTUS BOLSENA

42

FORTITUDO ROMA

48

POLISPORTIVA FALISCA

37

REAL PORTUENSE

46

CAPRANICA

36

TREVIGNANO

42

LATERA

35

CASAL BARRIERA

38

CIMINA RONCIGLIONE

34

ROMULEA

37

DORIA SAN MARTINO

33

CANALE MONTERANO

33

BLERA

32

CAMPAGNANO

32

MONTALTO

29

RIGNANOSORATTE

31

TUSCANIA

28

PRO ROMA

30

MONTE ROMANO

28

OTTAVIA

28

VALLERANESE

26

CASTELNUOVESE

27

CASTRENSE - VIRTUS BOLSENA

11.00

CAMPAGNANO - CAPENA

11.00

VIGNANELLO

21

SACROFANO

26

CIMINA RONCIGLIONE - NUOVA SORIANESE

11.00

CANALE MONTERANO - REAL PORTUENSE

11.00

VIRTUS CIMINI

16

FORTITUDO NEPI

10

DORIA SAN MARTINO - VIGNANELLO

16.00

CASTELNUOVESE - FORTITUDO NEPI

11.00

VASANELLO

13

CESANO

7

LATERA - VASANELLO

11.00

FIANO ROMANO - RIGNANOSORATTE

11.00

MONTALTO - TUSCANIA

11.00

FORTITUDO ROMA - OTTAVIA

11.00

POLISPORTIVA FALISCA - MONTE ROMANO

11.00

PRO ROMA - ROMULEA

11.00

VALLERANESE - BLERA

11.00

SACROFANO - CESANO

11.00

VIRTUS CIMINI - CAPRANICA

11.00

TREVIGNANO - CASAL BARRIERA

16.00

Mister Zinna, condottiero della 2001 Tuscia promozione è ormai conclusa da un pezzo, con la Castrense che ha concrete possibilità di realizzare uno storico double vincendo sia il campionato, accedendo così alla Promozione, sia la Coppa Lazio. Nel turno di domenica però la formazione di Raspoli ospiterà la Virtus Bolsena, terza in classifica e rivelazione del campionato. La squadra di mister Centaro dovrà fare a meno dello squalificato

trasferta, collezionando solo 4 punti in 12 sfide lontani da casa; per la Falisca invece con una vittoria c’è la possibilità di avvicinarsi al terzo posto. Il Capranica dovrà invece giocare sul campo della Virtus Cimini; i caprolatti sono reduci dal tris rifilato al Vignanello, e per sperare ancora nel raggiungimento della zona playout non possono esimersi dal vincere. In casa, la Virtus ha conquistato

SECONDA CATEGORIA GIRONE A - 23ª GIORNATA (15 Aprile)

9 dei propri 16 punti in classifica ma il Capranica è squadra da trasferta: i ragazzi di Asquini hanno raccolto 21 punti su 36 proprio lontani dal Manlio Morera. In coda alla classifica, il Vasanello ha un piede e mezzo nella fossa ma proverà ugualmente a fare il colpaccio a Latera. Montalto – Tuscania è invece una sfida tra due compagini che cercheranno di iniettare nelle vene della classifica le ultime piastrine della salvezza. La Valleranese, la prima squadra fuori dalla retrocessione diretta, cercherà di battere un Blera quasi salvo; per il Vignanello, a -5 dalla zona playout, l’onere di dover superare la Doria a San Martino. Nel Girone B, la Fortitudo Nepi è ormai ad un passo dalla retrocessione. Gli sfortunati biancoverdi, che ultimamente hanno raccolto pochi punti in proporzione a quello che avrebbero meritato sul campo, sono attesi da una trasferta sul campo della Castelnuovese. Sicuramente venderanno cara la pelle,

come hanno fatto fino ad ora. Trasferiamoci nel mondo della Seconda Categoria, dove la lotta per la promozione è entrata nel rush finale. Nel Girone A, la caduta del San Lorenzo Nuovo ha riaperto la corsa al primato in favore dei valentanesi. I sanlorenzani proveranno a ribadire il concetto “vogliamo arrivare primi” nella sfida contro la Virtus Pilastro, squadra che lontano da Viterbo soffre un po’. Proprio nell’ultimo turno la Virtus ha perso 1-4 contro il Valentano; la squadra del Monte Starnina riceverà la Nuova Pescia Romana per continuare a credere nella grande rimonta. Dopo il trionfo sulla capolista, la 2001 Tuscia proverà a proseguire il trend positivo sul campo del Vetralla 1928, per conquistare la quinta vittoria esterna del campionato. In quarta posizione naviga la Civitella D’Agliano, altra outsider che vuole raggiungere il gradino più basso del podio e sarà impegnata nella sfida

SECONDA CATEGORIA GIRONE B - 23ª GIORNATA (15 Aprile)

BARCO MURIALDINA - GRAFFIGNANO

11.00

ATLETICO MORLUPO - PRO CALCIO ANGUILLARA

11.00

CIVITELLA D’AGLIANO - NUOVA BAGNAIA

16.00

CALCIO SUTRI - FABRICA CALCIO* (Sabato 14 Aprile)

16.00

FARNESE - CELLENO

16.00

CASPERIA - VIC FORMELLO

11.00

QUERCIAIOLA - VIRTUS MARTA

11.00

FORANO - REAL COLLEVECCHIO

16.00

REAL GRADOLESE - ETRUSCA

16.00

MAGLIANESE - REAL CAPRAROLA

11.00

SAN LORENZO NUOVO - VIRTUS PILASTRO

16.00

SABAZIA - BASSANO ROMANO

11.00

VALENTANO - NUOVA PESCIA ROMANA

11.00

STIMIGLIANO - SORATTE

11.00

VETRALLA 1928 - 2001 TUSCIA

11.00

VEJANESE - RONCIGLIONE UNITED

11.00

casalinga contro la Nuova Bagnaia, reduce dall 1-0 contro la Real Gradolese ed ormai virtualmente salva. La lotta per non retrocedere coinvolge un bel po’ di squadre; dopo la cocente sconfitta casalinga patita contro il Barco Murialdina, l’Etrusca dovrà per forza fare risultato a Gradoli per evitare di venire risucchia-

vacanze. Infine, nel Gruppo B lo Stimigliano cercherà di fermare la fuga del Ronciglione United ricevendo il terzultimo Soratte. I ronciglionesi sono attesi da una difficile trasferta contro la Vejanese, con lo scopo di difendere i quattro punti di vantaggio sulla seconda. La Fabrica Calcio dovrà invece

SECONDA CAT. - GIRONE A

SECONDA CAT. - GIRONE B

SAN LORENZO NUOVO

57

RONCIGLIONE UNITED

56

VALENTANO

53

STIMIGLIANO

52

2001 TUSCIA

47

REAL COLLEVECCHIO

47

CIVITELLA D’AGLIANO

44

SABAZIA

41

FARNESE

39

VEJANESE

38

VIRTUS PILASTRO

38

FABRICA CALCIO

37

VETRALLA 1928

37

PRO CALCIO ANGUILLARA

34

NUOVA BAGNAIA

37

FORANO

34

REAL GRADOLESE

32

CALCIO SUTRI

31

VIRTUS MARTA

28

MAGLIANESE

30

GRAFFIGNANO

27

BASSANO ROMANO

27

N. PESCIA ROMANA

23

CASPERIA

24

ETRUSCA

22

VIC FORMELLO

23

QUERCIAIOLA

19

SORATTE

22

CELLENO

18

ATLETICO MORLUPO

20

BARCO MURIALDINA

10

REAL CAPRAROLA

18

ta nel vortice della retrocessione. La Querciaiola infatti dopo il 3-0 esterno di Celleno si è portata a -3, e domenica riceverà la Virtus Marta per continuare a sperare nella salvezza. Il Celleno invece, a -4 dal “checkpoint”, è attesa da una complicata trasferta a Farnese. Conclude il programma la sfida tra Barco Murialdina e Graffignano, con gli ospiti a caccia degli ultimi punti per stare tranquilli e prenotare le

giocare a Sutri per difendere il sesto posto, mentre il Bassano Romano cercherà gli ultimi punti salvezza sul campo della Sabazia. In coda, il Real Caprarola non potrà più concedersi distrazioni e dovrà vincere in casa della Maglianese per provare ad abbandonare l’ultima posizione e puntare il quartultimo posto occupato dalla Vic Formello. La squadra è reduce dall’incoraggiante 2-2 conquistato in casa con lo Stimigliano.


ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE

6 6 5 0 4 6 6 2 900

I

D E I R L E G N E E C T S S O S

Compilando le apposite sezioni Sez.Com. “R.MILIONI” di

730 - UNICO - CUD

Viterbo

90026640566

LE SCELTE “8 e 5 PER MILLE” NON SON0 IN ALCUN MODO ALTERNATIVE FRA LORO

Donare sangue .... fa bene a te stesso, ma .... soprattutto agli altri Avis Comunale Viterbo Via E. Fermi, 15 Tel/Fax. 0761/236914

E-Mail avis.comunale@asl.vt.it www.aviscomunaleviterbo.it


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 13 Aprile 2012

23

SPORT VARI

Ecco i nuovi assistenti bagnanti Dopo il corso organizzato dalla Ssd Nuoto Club di Viterbo”

G

li approfondimenti del nostro sport.

I NUOVI ASSISTENTI BAGNANTI Si è concluso mercoledì scorso il 5° Corso di formazione per Assistenti Bagnanti F.I.N., organizzato dalla Piscina “Società Sportiva Dilettantistica Nuoto Club di Viterbo” Tennis CLUB. Al corso iniziato il 13 febbraio scorso, sono stati ammessi 19 allievi su 32 domande di partecipazione, 19 allievi che il 4 aprile sono stati sottoposti all’esame �nale teorico e pratico superando a pieni voti ogni prova. Il corso è stato diretto dal Maestro di Salvamento F.I.N. e Istruttore per le attività subacquee Gianfranco Sacco, coadiuvato dall’istruttore di nuoto Mattia Sacco e dalla coordinatrice assistente bagnante Sara Dionisi. Per la Commissione esaminatrice sono intervenuti il dott. Riccardo Capri, Fiduciario Regionale Lazio di salvamento - F.I.N, il Prof. Gianni Baleani, responsabile dell’attività agonistica di salvamento “S.S.D. Nuoto Club Viterbo”, la professoressa Roberta Costantini, Coordinatore Scuola

Nuoto “S.S.D. Nuoto Club Viterbo”, e il Maestro di Salvamento Gianfranco Sacco. L’aspetto relativo alla responsabilità civile e amministrativa dell’assistente bagnante ha visto come docente l’avvocato Roberto Rossi. Tra gli argomenti di studio che hanno impegnato i giovani allievi si spazia dalla �gura dell’assistente bagnante alla collaborazione con il sistema di Protezione Civile, dall’inquinamento ambientale e la sua prevenzione alla gestione delle operazioni all’interno dell’impianto, dai cenni di anatomia e �siologia del sistema nervoso del sistema respiratorio e cardiocircolatorio allo stato di coscienza e la perdita di coscienza, dalle attività per un soccorso rapido ed ef�cace alle tecniche di rianimazione di base per annegamento e per problemi connessi all’attività subacquea, �no ad arrivare alle prove di resistenza e all’insegnamento delle tecniche di nuotata per il recupero dell’infortunato in acqua e sul fondale, per citarne soltanto alcuni. Questi i nomi dei neo Assistenti Bagnanti: Jacopo Busatto, Daniele Serapica, Alessandro Serapica, Emilio Mario Basile, Cristian Marzoli, Elisa Mancini, Marco Beldinanzi,

Luca Ceccobelli, Andrea Turchetti, Matteo Muzzi, Claudio Coluccia, Alessandro Becattini, Cristian Pedone, Matteo Simoncini, Gregorio Bellinzomi, Gabriele Paci�ci, David Severini, Gabriele Benedetti e Simone Miscioscia. NUOTO PROPAGANDA V TROFEO CENTRO NUOTO VITERBESE L’ A.S.D. Scuola Federale Centro Nuoto Viterbese, in collaborazione con il CONI Comitato Provinciale di Viterbo, organizza per Domenica 15 Aprile 2012 il 5° Trofeo “CNV-CONI VT” gare di nuoto propaganda, che si svolgeranno presso la piscina coperta dell’ Aeronautica Militare di Viterbo , Piscina SMAM sulla strada Tuscanese, in vasca da 25 metri per 6 corsie, con cronometraggio automatico. E’ ammessa la partecipazione di atleti/e della Scuola Nuoto Federale Centro Nuoto Viterbese e della Scuola Nuoto della S.M.A.M. allievi nati negli anni 1996 al 2006 che si s�deranno in gare individuali nelle specialità dello stile libero,dorso, rana, del�no su una distanza di 25m. e 50m. Il Trofeo inserito nel

cartellone della “Primavera dello Sport, Cultura e tempo libero” è stato voluto fortemente dal presidente del CONI di Viterbo prof. Livio Treta per offrire l’opportunità anche ai partecipanti della Scuola Nuoto di confrontarsi con il mondo dell’agonismo, di s�dare se stessi e gli altri dimostrando le varie tecniche natatorie apprese, di fronte a parenti ed amici che sicuramente accorreranno numerosi per incitare e festeggiare i propri cari. Le gare Coordinate dal prof. Gianfranco Proietti dallo STAFF Tecnico del CONI e dai responsabili del CNV vedranno in acqua alle ore 09,00 i ragazzi nati negli anni 1996-19971998-1999-2000, e alle ore 11.00 i ragazzi nati negli anni; 2001-20022003-2004-2005-2006 per un totale di circa 300 allievi. A tutti gli atleti saranno consegnate medaglie di partecipazione e gadget ma anche medaglie oro, argento e bronzo per i primi tre classi�cati di ogni categoria, offerti dal CONI Comitato Provinciale di Viterbo. Alla manifestazione parteciperà con alcune dimostrazioni tecniche la Squadra Agonistica del CNV reduce dal Campionato Regionale Propaganda svoltosi a Frosinone, 26 febbraio e 18

La triste retrocessione dell’Ortana in 1ª Categoria marzo 2012 gare valide come Campionato Regionale e selezione per i Campionati Italiani del settore Propaganda. Articolato su 2 giornate la manifestazione con circa 1200 atleti e 39 società ha visto la partecipazione di 7 atleti del CNV: Riccardo BELLITTO, Matteo CANNATA, Alessia CORINTI, Simone MENDITTO, Ilaria MOSCHINI, Federica PARENTI, Giorgia PIERGIOVANNI dove Ilaria MOSCHINI si è resa veramente protagonista conquistando il 1°posto sui 50 rana (Campionessa Regionale) il 2°posto sui 50 del�no e il 3° posto sui 100 Misti, Alessia CORINTI conquista il 2° posto ai 50 dorso e il promettente atleta Matteo CANNATA conquista il 2° posto ai 50 st. libero il 2° posto 50 rana e il 2° posto ai 100

Misti. Oltre ai medagliati, gli altri 4 atleti si sono tutti quali�cati alle �nali nazionali di Pescara del 12 e 13 maggio c.a. Alla premiazione è stato invitato il Comandante della Scuola Marescialli Aeronautica Militare di Viterbo il Col. Antonio Gaetano Coppola sempre vicino al mondo sportivo e il Presidente della ASD Centro Nuoto Viterbese Salvatore Politi che vuole cogliere

l’occasione per sottolineare l’importante collaborazione tra le amministrazioni sportive e militari che permettono a tanti viterbesi e dei comuni limitro� di usufruire della piscina della SMAM e proprio per questo la F.I.N. Federazione Italiana Nuoto già da alcuni anni ha individuato sul territorio Viterbese la ASD Centro Nuoto Viterbese come Scuola Nuoto Federale per sottolineare l’alto grado di preparazione raggiunto dai Dirigenti e dagli Istruttori e come sede per organizzare corsi per Assistenti Bagnanti ,per Istruttori di Nuoto , per Subacquei, per Acqua �tness corsi pre/ post partum, e tante altre attività certi di trovare solo professionisti del settore acqua. Quindi appuntamento da non mancare per passare una domenica all’insegna dello Sport e del divertimento per tutti. CALCIO PROMOZIONE ORTANA VERSO UNA TRISTE RETROCESSIONE La settimana più lunga e probabilmente brutta degli ultimi 10 anni. L’Ortana del patron Fabrizio Sabatini si avvia infatti verso la gara che potrebbe sancire la matematica retrocessione del club biancorosso in Prima Categoria. Ad Orazi e soci infatti potrebbe anche non bastare vincere perché se Castiglionese e Vis Amerina Attigliano faranno bottino pieno la retrocessione sarebbe comunque certa. Una situazione non semplice quindi da

affrontare per mister Livi ed i suoi ragazzi che comunque, come fatto tra l’altro �no ad oggi, metteranno sul terreno di gioco tutto l’impegno possibile per onorare comunque la maglia e la regolarità del campionato. Ortana che non retrocede in campionato dal lontano 19961997 quando chiuse all’ultimo posto della classi�ca del campionato dell’Eccellenza Umbra vinto in quell’edizione dal Gubbio. Per risalire alla presenza dei biancorossi in Prima categoria invece bisogna tornare indietro di almeno 25 anni. A sancirela retrocessione dei biancorossi potrebbe essere il Federico Mosconi che si sta giocando la migliore posizione possibile in chiave play-off. Al “Filesi” comunque gli umbri non troveranno una compagine allo sbando e l’attaccante Antonio Gammino lo lascia intendere chiaramente: “Sappiamo di essere condannati alla retrocessione ormai ma venderemo comunque cara la pelle. Questa stagione è andata storta ma noi abbiamo dato sempre il massimo impegno e continueremo a farlo �ne alla �ne. Perché quest’ultimo posto? Credo non dipenda da un solo fattore ma dalla somma di tante cose messe insieme.

CALCIO A 5 SERIE C2 UMBRA Dopo la lunga pausa di due settimane, tornerà in campo que-

sta sera l’Ortana del duo tecnico Impenna e Sciarrini. I biancorossi, quinti in classi�ca, saranno ospiti del Massa Martana, compagine impelagata nella lotta per evitare i play-out. Un match importante per i viterbesi che devono gestire quattro lunghezze di vantaggio sull’Omnia sesta in classi�ca e prima inseguitrice. Certo, nella gara di questa sera sarà importante capire quanto la pausa può aver in�uito sulla condizione mentale e �sica delle due squadre che sicuramente avranno ricaricato un po’ d’energia ma che comunque hanno perso il ritmo partita. PRIMA DELLO STOP L’ultima gara disputata in data 23 Marzo aveva avuto esito totalmente opposto per le due squadre con l’Ortana che conquistò i tre punti contro la Libertas Tacito 8-4 grazie ad una super rimonta nella seconda frazione. Pari e patta e due punti gettati al vento invece per i rossoblù umbri che non sono riusciti ad andare oltre il 4-4 contro il fanalino di coda Clusium. SQUADRA AL COMPLETO Sarà un Ortana al gran completo quella che tornerà in campo questa sera. Tutti i giocatori infatti sono in buone condizioni e quindi toccherà al duo tecnico fare delle scelte su chi convocare e chi lasciare in tribuna. UN GIRONE FA La s�da del “Polivalente” fu combattutissima con l’Ortana che riuscì a spuntarla solo nel �nale grazie ad una prodezza di Roberto Pieri dopo che il vantaggio siglato da Bacchiocchi nella prima frazione era stato pareggiato ad inizio ripresa dalla rete di Gubbiotti. PRE PARTITA A parlare della gara è il forte difensore centrale Cesare Treppini: “Durante questo stop di 15 giorni abbiamo lavorato sodo per mantenere una buona forma e per proseguire la nostra corsa verso gli spareggi promozione. Vogliamo riprendere da dove abbiamo lasciato ossia con una vittoria. Certo, la gara non sarà per nulla semplice visto che il Massa Martana è una squadra sempre ostica da affrontare ed inoltre è impelaga nella lotta per non retrocedere e quindi venderà carissima la pelle. Detto ciò, conosciamo le nostre qualità e sappiamo di poter ottenere comunque un risultato positivo”.



L'Opinione di Viterbo - 13.04.2012