Issuu on Google+

AltoLazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

p

Viterbo & Lazio Nord Anno II N. 8 - Mercoledì 12 Gennaio 2011

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

EDITORIALE

Se il lavoro nobilita l’uomo... meglio vivere da plebeo di Viviana TARTAGLINI

E

’ vero che di lavoro non ce n’é molto. E’ vero che la crisi economica mondiale ha reso dif�cile garantire un posto di lavoro �sso ed a tempo indeterminato sul quale poter costruire la certezza del futuro. E’ vero pure che le società più ricche e strutturate hanno delegato l’esecuzione dei lavori più faticosi, precari, umili e peggio retribuiti a lavoratori che spesso vengono da paesi stranieri più disagiati. Queste persone, nei loro paesi d’origine, non hanno nemmeno il miraggio delle opportunità di lavoro che possono trovare in Italia e perciò si accontentano di iniziare a salire la scala sociale dai gradini più bassi, cosa che i nostri giovani sembrano non aver più voglia di fare. Infatti, nonostante sia innegabile che l’ opportunità di svolgere lavori “comodi” e ben retribuiti si è ristretta notevolmente, è altrettanto vero che i nostri ragazzi non sentono più l’esigenza di salire quei famosi primi gradini. Le famiglie nel nostro paese danno loro la sicurezza di poterli scavalcare garantendogli una quotidianità più o meno tranquilla dal punto di vista economico. Contribuiscono così a ritardare l’ingresso dei loro �gli nel mondo del lavoro, aggravando quell’atteggiamento di presunzione per cui i giovani non sono più disposti a fare la gavetta e ad accettare l’idea del lavoro inteso come sacri�cio. In società in cui i giovani sono più abituati a lasciare il “nido” e rendersi autosuf�cienti in età più precoce, non si parla certo di “Bamboccioni”, ma di ragazzi che si mettono presto alla prova nel percorso di vita. Ma nonostante il fenomeno dei bamboccioni in Italia sembri un male necessario alla sopravvivenza, viste le dif�coltà oggettive, un po’ di intraprendenza in più e un po’ di voglia di sporcarsi le mani non guasterebbe.

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Allarme infiltrazioni Arriva la Dia di Palermo di Paolo GIANLORENZO

E

Civita Castellana - Massimiliano Fuksas

Su Rai 3 la nostra inchiesta sul cimitero

Approda su Rai 3 l’inchiesta de “l’Opinione di Viterbo e Lazio Nord” sul Cimitero nuovo di Civita Castellana realizzato dall’architetto Massimiliano Fuksas. Oggi, alle 7 e trenta di mattina, ad occuparsene sarà infatti “Buongiorno Regione “ con un servizio curato dal giornalista Fausto Pace. Nel pomeriggio, alle

17.30, toccherà invece a Radio Popolare Roma che dedicherà alla questione un intero spazio all’interno della trasmissione “Caffè scorretto”. Intanto, sia Fuksas che il sindaco di Civita Gianluca Angelelli, hanno dato la propria disponibilità ad incontrarsi per avviare il recupero degli edi�ci - vere e proprie opere d’arte - costruite dall’architetto romano tra il 1985 e il 1992.

POLITICA

’ giunto il momento di fermarsi e ri�ettere su quanto sta accadendo intorno a noi. Si parla di tutto troppo e quello su cui si dovrebbe parlare davvero si tace. Viterbo e provincia sono invase da persone af�liate a famose organizzazioni criminali. Da mesi c’è una caccia all’uomo senza quartiere da parte degli uomini della Dia e del Gico. Nessuno sa niente o vede niente. Sul territorio però si ricicla denaro, tanto, ovviamente sporco. Sottovalutare le grida d’allarme fatte in passato è stato un errore che pagheremo caro. Scoprite chi è che acquista terreni o negozi. Quando non sono loro hanno gli occhi a mandorla e dove trovano tutti questi soldi? servizio a pagina 3

PROVINCIA

CIVITAVECCHIA

SPORT

“Seguiamo Alemanno”

Avvistato un Ufo Oggi i funerali Sgnaolin sfoglia sulla Litoranea di Cristina la margherita

Il rimpasto di giunta a Palazzo dei Priori è una necessità non rimandabile. Il clima dentro il Comune di Viterbo si è surriscaldato troppo. Contardo, capogruppo Pdl, si fa portavoce del “maggioranza-pensiero”: “Seguire l’esempio Alemanno”.

Ufo, un nuovo avvistamento nei cieli di Tarquinia. L’episodio risale allo scorso 6 gennaio quando due distinti testimoni, giudicati attendibili, hanno affermato di aver visto una sfera allungata, molto luminosa solcare la via Litoranea in direzione Civitavecchia. Ora il Cun aprirà un’inchiesta.

di Roberto POMI

servizio a pagina 5

Questa mattina alle ore 10 Civitavecchia si ferma per rendere omaggio a Cristina Mencarelli, la giovanissima deceduta il 2 gennaio scorso all’ospedale San Filippo Neri di Roma. I funerali si svolgeranno presso la chiesa del Gesù Divino Lavoratore.

Da una parte il legame con la città, la vicinanza a casa e il lavoro. Dall’altra le incertezze societarie. Abbiamo chiesto ad Andrea Sgnaolin, terza base del Baseball Grosseto, se rimarrà in Toscana o accetterà una delle tante offerte arrivate.

di Pietro COZZOLINO

di Glauco ANTONIACCI

servizio a pagina 11

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro

servizio a pagina 12

servizio a pagina 13


2

primo piano

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

L’artista viterbese ha realizzato un’opera in memoria dei morti nella missione Onu

Dormino ricorda le vittime di Haiti di SIMONA TENENTINI

nel progetto, si sono appassionati e lo sentono loro. Questo lavoro s�da il tempo, lo spazio e la gravità, esattamente come fa questo popolo disperato che va protetto e ricostruito». Davide Orlandi Dormino, nato a Udine nel 1973, vive e lavora tra Roma e Milano. E’ docente di Scultura presso la Libera Accademia di Belle Arti di Roma. Espone in mostre personali e collettive presso gallerie, musei, sedi istituzionali. Tra le opere pubbliche che ha realizzato: Memoria, Piazza Unione, Pescara; Migrazione, Nisa, Portogallo. Il fratello di Dormino, Marco, fotografo dell’Unicef, si salvò per un colpo di fortuna dalla catastrofe di un anno fa, uscendo dall’edi�co dell’Onu una manciata di secondi prima che l’edi�cio si sbriciolasse. “Con questo lavoro – aggiunge l’artista - posso anche ringraziare un destino che, se con altri è stato terribile, ha tuttavia risparmiato, fortunatamente, la vita di mio fratello”.

U

n anno fa la tragedia. Era con queste parole che Davide Orlandi Dormino, viterbese doc, raccontava la sua paura per il fratello ed il padre ad Haiti �agellata da un terribile terremoto. “Distruzione, morte e disperazione. Questo lo scenario che si presenta al mondo tre giorni dopo le tremende scosse hanno quasi raso al suolo Portau-Prince.” Sembrano passati anni, ma invece di giorni ne sono passati solo 365 e la gente lotta ancora, con tutte le forze, per ripristinare una parvenza di normalità nella località dei Caraibi martoriata. Ed ora, a distanza di un anno esatto dal sisma che uccise circa duecentocinquantamila persone, Davide Dormino ha deciso di tornare sul posto e ricordare, con una sua opera, denominata “A Breath” le 102 vittime della missione Onu. Secondo l’artista, infatti: “Le ong fanno un gran lavoro, ma ci sono ancora tendopoli dappertutto e la diffusione del colera fa paura”. E pone l’accento poi sui drammi ancora irrisolti. «Quello che ti colpisce è che nonostante sia passato un anno Port au Prince è ancora una città di miasmi e tendopoli. Le strade sono piene di voragini, maiali capre e galline

frugano costantemente nella spazzatura. Mangiano e prima o poi verranno mangiati. Facile capire come sia quasi impossibile fermare il colera». Davide dipinge quindi uno scenario fantasma, quasi surreale nella sua drammatictà tangibile: «Per le vie ci sono macerie, macchine abbandonate. Gli abitanti si fabbrica-

no negozi come possono per tirare a campare. Ho visto un ragazzo su un banchetto con la macchina da scrivere. Dormiva ed aspettava che qualcuno gli chiedesse di scrivere una lettera. Vive così». «Ma la città – continua Dormino – è anche viva e pieni di colori sgargianti, gialli bellissimi, rossi supremi che sulla pelle di bronzo di questa gente sembra avere un magnetismo diverso». L’opera. A Breath, che verrà inaugurata oggi, a un anno esatto dal terremoto, sorgerà all’interno della base logistica della Minustah (Onu). Si tratta di una serie di lastre di ferro su basamento di cemento. Su una delle lastre, a mò di pagine sono scritti, con lettere di bronzo, i 102 nomi dei caduti delle Nazioni Unite. «Ho voluto che fossero nomi senza cognomi e non in ordine alfabetico perché quando la morte arriva non ha importanza che ruolo tu abbia avuto nella società. Così si può trovare il nome di Luiz (da Costa, capo della missione) accanto a quello di un soldato semplice haitiano, e tutti quelli che cer-

cheranno il nome dell’amico saranno “costretti” a leggere dall’inizio questa lista prima di trovare il nome della persona che hanno perso».

All’opera hanno collaborato circa dieci haitiani. «I primi giorni sono stati dif�cili – continua Dormino - ma in seguito sono riuscito a coinvolgerli

FOTO Accanto l’artista Davide Dormino con la sua opera; nelle altre due A Breath vista lateralmente e di fronte


Mercoledì 12 Gennaio 2011

Viterbo & Lazio Nord

cronaca

p

3

Le mani della Camorra e ‘ndrangheta sulla Tuscia

La DIA di Palermo indaga su Viterbo È

estremamente allarmante la relazione della Direzione Investigativa Antima�a circa le in�ltrazioni ma�ose a Roma e nel Lazio e per questo serve una reazione forte delle Istituzioni a sostegno delle battaglie in atto, di legalità, condotte dalle forze dell’ordine e dalla magistratura. Nelle prossime settimane approfondiremo le questioni, ma il quadro che emerge mette in relazione diverse indagini già note mentre in alcuni casi emergono fatti nuovi e inquietanti. Dagli interessi nei lavori per la riconversione a carbone della centrale di Torre Valdaliga nord a Civitavecchia, alle attenzioni lungo il litorale laziale, ad alcuni importanti appalti nella zona di con�ne Orte-Terni e soprattutto delle grandi novità proprio dove uno non penserebbe mai, la città di Viterbo. Nella relazione semestrale della Dia si legge testualmente: “La discovery di rilevanti investigazioni ha confermato come le organizzazioni macrocriminali, oramai radicate nel Lazio, soprattutto nella Provincia di Latina, siano protese a stringere

alleanze �nalizzate ad aggredire in maniera sempre più stringente, strategie volte a imporre un vero e proprio monopolio in alcuni settori commerciali”. Sul litorale laziale ed in città hanno operato, senza dare troppo nell’occhio, gli uomini del reparto speciale della Guardia di Finanza del Gico. Adesso, sono giunti anche gli specialisti della Direzione Investigativa Antima�a di Palermo. Se c’è tutto questo interesse da parte della Dia evidentemente c’è qualcosa di grosso che bolle in pentola. Tante, tantissime le segnalazioni delle varie associazioni, quelle più circostanziate della “Caponnetto”. Estorsioni, usura e riciclaggio sono il piatto forte che la tavola viterbese offre alle organizzazioni criminali. L’aver sottovalutato i pericoli di in�ltrazione sul nostro territorio di camorra o ‘ndrangheta costerà molto caro alle generazioni future. Ci sono af�liati che hanno già investito pesantemente nell’edilizia. Il fatto che la Dia stia seguendo delle tracce è segno evidente che qualcosa sia accaduto sul nostro

territorio senza che nessuno si sia accorto di nulla o quasi. Si parla di operazioni �nanziarie ciclopiche e all’apparenza del tutto regolari. Operazioni che passerebbero inosservate ai profani ma anche ai più esperti. L’abilità della criminalità organizzata è proprio quella di sapersi rinnovare a seconda delle esigenze. Hanno professionisti eccellenti che riescono ad eludere controlli di qualsiasi genere. L’enorme numero di sportelli bancari sulla nostra città e nella provincia lasciano intendere un grande circolo di denaro. Ci sono alcune aziende che non sembrano essere lambite dalla crisi e enti pubblici decisamente conniventi su alcune operazioni poco chiare. La Procura di Viterbo, probabilmente, sta indagando su qualcosa ma se la Dia ha deciso di muoversi autonomamente è segno evidente che le cose procedono troppo a rilento. Dopo il Gico e la Dia di Roma anche quella di Palermo vuol capire di più su cosa succede nella quiete della Città dei Papi. Molti sono convinti che il confronto con queste organizzazioni sia già perso da tanto tempo.

Spacciatore colto con le mani nel sacco spintona un carabiniere e tenta di scappare di LUCA APPIA

A

rrestato un 45enne siciliano per spaccio di droga. Era da tempo che i carabinieri di Ronciglione erano sulle tracce di un giro di droga dalle parti di Sutri. Accurate indagini condotte nel paese avevano anche permesso di

individuare il possibile sospettato che si nascondeva dietro quel circolo di stupefacente. Così, per coglierlo con le mani nel sacco, avevano iniziato a tenere sotto controllo i movimenti dell’uomo, �no al giorno della de�nitiva cattura. L’operazione si è concretizzata poche sere fa nella stessa Sutri, dove il 45enne

Condannato l’ex sindaco di Graffignano e altre tre persone per aver chiamato i familiari con i cellulari del Comune

C

ondannati ieri mattina nel tribunale di Viterbo l’ex sindaco di Graffignano Fabrizio Marchini, l’ex vice sindaco Ennio Cuccuini, il consigliere Giancarlo Vassalli e il geometra Torquato Nisi, accusati di peculato. I quattro erano stati accusati nel 2004 da un consigliere di minoranza, che aveva segnalato alla Procura un uso fraudolento dei telefonini comunali fatto dai quattro soggetti. Secondo le accuse formulate il primo

cittadino, il suo vice, il consigliere e il geometra municipale, usavano i telefoni forniti gratuitamente dal Comune, con il quale potevano chiamarsi gratis tra loro, per chiamare numeri esterni senza pagare alcuna tariffa. Le indagini della Procura hanno confermato che i quattro hanno usufruito dei cellulari dal novembre 2004 all’agosto 2005 e che oltre alle chiamate interne, fatte ad altri consiglieri o assessori del comune, erano stati usati anche per fare

chiamate privati. I legali dei quattro accusati hanno basato la difesa sul fatto che la spesa, per quelle chiamate extra, era minima. Un massimo di cinquanta euro a testa per i nove mesi in cui è durato il servizio. Inoltre, due di loro avrebbero anche rimborsato il Comune per il servizio. Altro punto d’appoggio per la difesa è che le chiamate non furono mai intercettate e registrate, ed è quindi impossibile saperne il contenuto. Alla fine del processo

anche il pm titolare delle indagini, Renzo Petrosselli, ha chiesto al giudice che i quattro fossero assolti dalle accuse a loro carico, ma non è bastato neanche questo. Il collegio presieduto dal giudice Fanti, ha infatti condannato i quattro imputati a scontare 18 mesi, con pena condonata perché i fatti risalgono al 2004, all’interdizione dai pubblici uffici sempre per 18mesi e alla confisca di cinquanta euro per ciascuno degli imputati. (la)

PROVINCIA INQUIETA - Dopo i recenti fatti di cronaca da nord a sud dove le forze dell’ordine non “funzionano” si deve cambiare...

Minchia signor tenente e siamo qui con queste divise, che tante volte ci vanno strette specie da quando sono derise da un umorismo di barzellette e siamo stanchi di sopportare quel che succede in questo paese dove ci tocca farci ammazzare per poco piu’ di un milione al mesee e c’è una cosa qui nella gola una che proprio non ci va giu’ e farla scendere e’ una parola se chi ci ammazza prende di piu’ di quel che prende la brava gente. Minchia signor tenente lo so che parlo col comandante ma quanto tempo dovra’ passare per star seduto su una volante la voce in radio ci fa tremare che di coraggio ne

abbiamo tanto ma qui diventa sempre piu’ dura quando ci tocca di fare i conti con il coraggio della paura”.... Sanremo 1994, cantava Giorgio Faletti. Un testo sulla dura vita di chi indossa una divisa, un testo che 17 anni dopo è decisamente di moda. E i recenti fatti di cronaca nera avvenuti ad inizio anno nella nostra provincia ci invitano ad una ri�essione serena ma sentita sulla realtà della Tuscia. Nei giorni scorsi il sindaco di Grotte di Castro Piero Camilli sottolineva come nel centro dell’alta Tuscia sia venuta a mancare la tranquillità al vecchietto che va alla Posta per ritirare la pensione. Nelle

ultime ore la riprova si è avuta a Nepi dove un signore che si era recato al bancomat per fare un prelievo è stato rapinato. Considerare la Tuscia terra tranquilla è una bugia di quelle che fanno diventare il naso lungo lungo. Dire che le forze dell’ordine dormano è un’altra bugia visto che il loro lavoro non è assolutamente semplice. Ma ciò che non è bugia è sostenere che fra i tutori dell’ordine c’è chi rende e chi fa risultati e l’arresto del rapinatore da parte dei carabinieri di Nepi e della Compagnia di Civita Castellana è lampante e chi invece dà la sensazione di prendersela troppo con comodo.

I VERTICI Dai vertici dell’Arma, da chi monitorizza continuamente il territorio ci aspettiamo delle risposte nei confronti di quelle stazioni dove l’impressione generale è che si sottovaluti tutto e il contrario di tutto. E il Comando Generale sa bene quelli che sono i punti deboli del loro “pianeta”. E la legge della vita dice che chi non rende deve cambiare aria. Un maresciallo dei Carabinieri non avrà più il potere e il fascino di un tempo ma deve agire, deve farsi sentire, deve avere un ruolo”. Solo così squadra che vince non si tocca. Altrimenti è doveroso cambiare.

a.g.v.

sospettato abitava da qualche tempo. Intorno alle 23 l’uomo è uscito di casa, ma ad aspettarlo c’erano i militari, pronti a seguirlo dovunque andasse. Il siciliano è salito in macchina ed è partito, �nché non si è fermato in una zona molto appartata della città. I carabinieri che l’avevano seguito a quel punto hanno deciso di aspettare che l’uomo facesse qualcosa, o magari arrivasse qualcuno per comprare della droga, cogliendolo con le mani nel sacco. Mentre il tempo trascorreva, però, l’uomo rimaneva fermo in auto. Dopo un po’ di attesa gli uomini dell’Arma hanno deciso di prendere in mano la situazione e andare a controllare cosa stesse succedendo. Una volta vicina alla macchina del sospetto, i militari hanno richiamato la sua attenzione e lo hanno fatto scendere dal veicolo. Vistosi scoperto e in preda al panico il 45enne ha deciso di tentare il tutto per tutto. Dopo qualche risposta fugace alle domande dei militari, il 45enne ha spintonato uno dei due carabinieri e si è dato alla fuga a piedi. Il 45enne ha iniziato a correre velocemente, per sfuggire alle manette dei militari, e mentre scappava ha avuto anche l’arguzia di lanciare via un involucro. Immediatamente i militari hanno iniziato l’inseguimento dell’uomo che, sfortunatamente per lui, non è stato così veloce da riuscire a darsela a gambe ed è stato ben presto bloccato dai carabinieri. Il sospetto è stato subito arrestato e portato nella stazione dei carabinieri, dove è stato identi�cato come un 45enne di origine siciliano. Nel frattempo sul posto della cattura è sopraggiunta un’altra pattuglia dei militari, che ha aiutato i colleghi nelle ricerche dell’involucro lanciato dal siciliano. Il pacchetto, poco dopo, è stato rinvenuto sopra il tetto di una casetta disabitata, e al suo interno è stata ritrovata marijuana per 100 grammi. Addosso all’uomo, in�ne, è stato anche recuperato un coltello di grossa dimensione, usato per il taglio della droga.


4

cronaca

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Scoperta nella casa dell’arrestato una vera e propria piantagione di marijuana

Duecento grammi di droga in un pandoro di LUCA APPIA

I

l Natale è ormai dietro le spalle, ma negli scaffali dei supermercati è ancora facile vedere i dolci tipici delle feste come pandori e panettoni, spesso a prezzi ridotti rispetto a qualche settimana fa. I carabinieri però, pochi giorni fa hanno scoperto un “particolare” tipo di pandoro dal valore insolito, in cui il proprietario aveva scambiato la classica bustina di zucchero a velo, con una molto più “originale” di marijuana. A fare la scoperta sono stati i militari di Orte, guidati dal maresciallo Lo Giudice, che impegnati in un posto di controllo all’uscita del casello autostradale dell’A1, hanno fermato l’auto di un 39enne di Terni. Dopo un primo controllo sui documenti dell’uomo, sono emersi vari precedenti a suo carico in materia di droga, così i carabinieri hanno deciso di approfondire

le indagini sul veicolo. Dopo una prima perquisizione è subito saltata fuori una busta con 5 grammi di marijuana, mentre nascosta all’interno di una scatola di un pandoro ne ha saltata fuori una seconda con dentro altri 200 grammi della stessa droga. L’uomo è stato immediatamente fermato ed è quindi iniziata anche la perquisizione nell’abitazione. Con loro grande sorpresa, i militari hanno scoperto nel sottotetto dell’abitazione una vera e propria serra per la coltivazione di una piantagione domestica, con tanto di impianto di irrigazione e faretti a calore per stabilizzare la temperatura e favorire la crescita delle piante. Gli uomini dell’Arma hanno messo sottosequestro l’intero impianto, oltre a 15 piante in avanzato stato vegetativo, 220 grammi di marijuana in via di essiccazione, 100 semi di canapa indiana pronti per essere piantati e un bilancino di precisione.

Lo aggrediscono e derubano Alla sbarra coppia di Gallese di MICAELA ROTELLI

S

L’uomo, in�ne, è stato arrestato per produzione e detenzione di sostanze stupefacenti ai �ni di spaccio, ed è stato associato al carcere di Viterbo. Ieri mattina, inoltre,

è stato processato per direttissima dove è stato condannato ai domiciliari. Il lavoro dei carabinieri, però, continua per capire dove fosse diretta quella grande mole di droga.

Rissa nel Natale del 2005 Condannato l’aggressore Udienza rinviata al 12 aprile dell’anziano di Nepi

E

’ stato processato per direttissima nella mattinata di ieri, presso il tribunale di Viterbo, il 30enne romeno che domenica scorsa ha aggredito e derubato un anziano che stava prelevando dei soldi da un bancomat di via Matteotti a Nepi. L’uomo, che dopo l’aggressione si era dato alla fuga, è stato bloccato e arrestato lunedì sera dai carabinieri di Civita Castellana che, durante la perquisizione, hanno trova-

T

orna nel palazzo di giustizia di Viterbo il processo a carico dei quattro ragazzi, che sembrerebbero appartenenti ad un gruppo di naziskin, che la sera del 25 dicembre 2005 hanno aggredito due persone all’interno di un pub viterbese. Una storia questa che inizia nel più banale dei modi: una parola e forse un bicchiere di troppo, un gesto eccessivo e dalla richiesta di un accendino in prestito è scoppiata la rissa. L.C., M.J., F.P. e M.C. sono i quattro imputati per lesioni aggravate ai danni di M.Z. e D.V.. Benché il diverbio fosse originariamente scoppiato tra L.C. e un altro giovane presente nel locale, al quale aveva chiesto un accendino, le vere vittime della vicenda sono stati M.Z., intervenuto per placare gli animi, e D.V. che, dopo aver visto la prima vittima con il viso pieno di sangue, si è gettato nella rissa per aiutare l’amico. Il gruppo di presunti naziskin era, stando anche alle

dichiarazioni rilasciate ieri dal proprietario del locale, di una decina di ragazzi che “nel giro di pochi minuti” si sono spostati sulla strada, trascinando anche i due malcapitati, dove hanno continuato a suonarsele di santa ragione. Uni dei quattro imputati, L.C., è un volto noto a Viterbo, soprattutto grazie al particolare tatuaggio che ha sulle palpebre degli occhi. Sia L.C. che gli altri 3 compagni devono, dunque, rispondere del reato ascrittogli, mentre l’accusa di furto è decaduta. Durante la rissa, infatti, è stato strappato dal collo di M.A., amico delle due persone offese, un porta cellulare. Il ragazzo, convinto di essere stato derubato dell’apparecchio telefonico, sporse denuncia e chiarendo solo onegli ultimi giorni che, in realtà, il cellulare era rimasto in macchina per tutto il tempo. Il processo è stato rinviato all’udienza del 12 aprile per l’audizione dei testi della parte civile e delle difese e per l’esame degli imputati. (mr)

to negli slip del romeno i 500 euro sottratti allo sventurato 87enne, che a seguito dell’aggressione ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni, ed un coltello. Gli altri soldi e il portafoglio della vittima sono poi stati trovati nascosti sotto il letto del romeno. Imputato per furto e porto abusivo dell’arma da taglio, il giovane è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione, oltre al pagamento di 1800 euro di multa.

i è tenuta ieri, presso il tribunale di Viterbo, l’udienza del processo a carico di M. D. e G. S., imputati rispettivamente per lesioni aggravate e furto. I fatti risalgono al 2 giugno scorso quando un uomo è stato aggredito da M.D. durante la notte in via delle Croci a Vignanello. Il tutto è nato da una questione economica. La signora G.S., infatti, proprietaria dell’appartamento presso il quale l’aggredito aveva abitato dall’aprile 2009 al maggio 2010, chiedeva da tempo all’ex af�ttuario il pagamento della rata del mese di maggio. Rata, però, che, stando alle dichiarazioni riportate dall’uomo, era già stata pagata il 18 dello stesso mese, ultimo giorno di permanenza nella casa. La richiesta di denaro è andata avanti nei giorni successivi, �no a che la sera del 2 giugno, l’ex inquilino è stato intercettato all’uscita di un bingo viterbese dalla signora G.S. e da M. D. che volevano parlare con lui in merito alla questione. L’uomo, che uscendo dal bingo non ha trovato la sua macchina, della quale per altro una copia delle chiavi era in possesso di G.S., non ha accettato il dialogo, facendosi invece accompagnare a Vignanello, dove abitava presso un altro suo amico, con il quale era uscito a divertirsi quella sera. Giunti in via delle Croci, i due si sono accorti di essere seguiti dalla punto blu di M.D. nella quale erano presenti anche

G.S. e I. G., mamma del primo. A questo punto la situazione è degenerata drammaticamente con M.D. che ha aggredito �sicamente la vittima, bloccandolo sul portone di ingresso della palazzina prima che potesse rifugiarsi all’interno. Durante la colluttazione tra i due uomini il portone dello stabile è stato danneggiato da “una zampata” di M.D. che, preso dalla foga, ha trascinato sulla strada l’uomo prendendolo per i piedi, per poi s�largli il portafogli e scappare con la punto blu. Il maresciallo Antonio Bruscino, intervenuto in via delle Croci a seguito della richiesta d’aiuto del malcapitato, ha raccontato ieri in aula di aver trovato la vittima e l’amico, ancora scossi dagli avvenimenti. I due, dopo aver raccontato i fatti, hanno accompagnato gli uf�ciali presso l’abitazione della signora G.S., a Gallese Scalo, dove hanno trovato la proprietaria di casa, l’aggressore e sua mamma. All’interno del portafoglio della signora G.S., il maresciallo ha trovato i 450 euro sottratti all’ex af�ttuario, prova dell’avvenuta sottrazione forzata. Malgrado le affermazioni della madre di M.D. che ieri ha detto che il �glio “non ha aggredito nessuno e che l’uomo ha detto che è caduto e che l’hanno menato ma non è vero niente!”, G. S. e M. D. devono rispondere dei reati di furto e lesioni aggravate. Il processo è stato rinviato all’udienza dell’8 febbraio prossimo per l’esame dei testi della difesa e dei due imputati.

Ladri in azione nella scuola elementare Nuovo capo La questura sulle tracce dei malviventi alla Polstrada

L

a scuola elementare Alessandro Volta, nella zona del Pilastro, presa di mira dai ladri. Nuovo colpo all’interno dell’istituto scolastico viterbese nella notte tra domenica e lunedì. I ladri si sarebbero introdotti nella scuola da una finestra dell’edificio in piena notte, per passare inosservati agli abitanti del quartiere. Una volta all’interno della struttura, i ladri si sono potuti muovere con tutta tranquillità, avendo il tempo per forzare le porte delle aule e prendere quello che volevano. A mancare nella scuola è il computer dei bidelli e i soldi custoditi all’interno dei distributori automatici di bevande. A dare l’allarme lunedì mattina è stato uno dei bidelli, che entrano nella scuola alle 7.20 si è trovato davanti le macchinette distrutte e le porte danneggiate dai malfattori. L’uomo ha subito chiamato la questura che immediatamente ha inviato una volante sul posto. Gli agenti dopo aver

S

ascoltato le dichiarazioni del bidello, hanno iniziato a effettuare gli accertamenti sul posto per cercare di capire se i ladri avessero lasciato delle tracce. Attualmente le indagini della questura continuano incessantemente per capire chi sono gli autori di

questo gesto. La scuola elementare, però, sin dall’inizio dell’anno scolastico sembra essere presa di mira dai ladri. Lo scorso ottobre, infatti, i malviventi entrarono già una volta all’interno dell’edificio portando via altra roba. (la)

i è insediato pochi giorni fa il nuovo comandante della polizia stradale di Viterbo, Federico Zaccaria, 36enne di Roma. Il dirigente ha preso il posto di Roberto Di Cesare, che ieri si è insediato come nuovo capo di gabinetto e vice questore aggiunto della polizia di stato ad Arezzo. Il funzionario non è nuovo alla questura di Arezzo, dove alla �ne degli anni ‘90 aveva ricoperto vari incarichi, tra cui, di rilievo, quello di dirigente dell’Uf�cio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico. Negli ultimi anni lo stesso Funzionario ha potuto maturate notevole esperienza nel delicato settore dell’ordine pubblico, nonchè delle tematiche legate all’immigrazione, dirigendo, tra gli altri, il Commissariato di polizia stradale di Crema e l’Uf�cio Immigrazione della questura di Viterbo. Si è occupato, inoltre, di formazione del personale in quali�cati centri di addestramento della polizia di stato e presso l’Istituto Superiore di Polizia.


Mercoledì 12 Gennaio 2011

politica

Viterbo & Lazio Nord

p

5

Ecco il “maggioranza pensiero”: “Rimpasto subito”

Contardo: “Seguiamo il modello Alemanno” di ROBERTO POMI

S

eguire l’esempio dato da Gianni Alemanno, è il nuovo credo della maggioranza di Palazzo dei Priori. La scelta del sindaco romano di azzerare la giunta - motivata dal bisogno di aprire una seconda fase di governo della capitale, caratterizzata da maggiore slancio - ha illuminato gli occhi dei consiglieri locali. La missione a questo punto consiste nell’evangelizzazione del primo cittadino Giulio Marini. Nel ruolo dell’annunciatore Enrico Maria Contardo, noto in città come capogruppo in Comune del Pdl. “Ormai il buonsenso dice di seguire l’esempio dato da Alemanno - così Contardo -. Di rimpasto a Roma non se ne era mai parlato. E’ arrivato tutto come un fulmine a ciel sereno. Qui a Viterbo la questione è stata posta dalla scorsa primavera, dalle votazioni per le provinciali che hanno messo in evidenza un quadro politico mutato rispetto al 2008. Viterbo e Roma hanno un’amministrazione comunale arrivata al giro di boa. Ancora metà mandato è davanti tanto agli occhi di Alemanno quanto a quelli di Giulio Marini. E

se la capitale ha bisogno di slancio figuriamoci il capoluogo della Tuscia”. Contardo mette in evidenza l’esistenza di un “maggioranza-pensiero”. “Tutti i consiglieri - sottolinea il capogruppo Pdl - chiedono a Marini di rifare la squadra. Giovedì il sindaco sarà a Viterbo e al termine della prima commissione ci recheremo da lui per affrontare la questione del rimpasto. Tutte le correnti presenti in consiglio sono convinte della necessità della manovra. Anche i consiglieri di fede “mariniana” stanno spingendo in questa direzione. La volontà è quella di procedere in tempi brevi e di non riunirsi più nella sala d’Ercole fino a che Marini non trarrà il dado. I consiglieri sono stanchi della situazione attuale, stufi di rapporti inesistenti con alcuni assessori e del piattume politico in cui il governo della città sguazza già da troppo tempo”. Sulla stessa linea di Contardo anche il capogruppo di Lega Federalista Lazio (l’altra costola importante della maggioranza) Umberto Fusco: “Sono convinto che Viterbo non merita questa situazione. Serve ridare slancio all’azione politica per il bene dei viterbesi”

Futuro e Libertà in difesa della necropoli di Norchia

Norchia peggio di Pompei”, così Marco Ciorba, membro del coordinamento regionale di Futuro e Libertà. “Il crollo di Pompei - continua Ciorba - non è niente in confronto allo stato di degrado e completa distruzione delle necropoli etrusche, una fra tutte la stupenda Norchia nel comune di Viterbo. Norchia per la sua vastità costituisce la più grandiosa e spettacolare necropoli rupestre d’Italia. In questo monumentale sito archeologico un intero �anco di una valle ospita immense e ri�nite tombe etrusche disposte su tre ordini ricavate direttamente nella roccia, centinaia di tombe sono dislocate nell’intera area, una spettacolare tagliata etrusca lunga più di quattrocento metri con pareti a picco alte �no a dodici metri, l’antica via Clodia e emergenze archeologiche medievali come la chiesa romanica di San Pietro e i resti del castello dei Di Vico, lo rendono unico al mondo. Lo scrittore inglese George Dennis, dopo aver visitato Norchia, così la descriveva “il primo sguardo crea una suggestione e uno stato di incredibile meraviglia, molto superiore a ogni aspettativa. Solennità e mistero, più che in qualsiasi luogo etrusco, sono qui presenti”. Ma oggi questo patrimonio dell’umanità descritto dal Dennis, nonostante le ripetute denuncie inascoltate negli anni, rischia di scomparire per sempre. Questa testimonianza della civiltà etrusca, si trova nel più totale abbandono, da decenni la vegetazione spontanea la sta inghiottendo, le radici stanno penetrando nelle rocce distruggendo tutto e provocando smottamenti, un intero settore della necropoli da anni è crollato

nella totale indifferenza, mentre i profanatori di tombe la fanno da padroni. Sarcofaghi deturpati, tombe allagate e piene di ri�uti rendono Norchia la vergogna della cultura italiana. Carenza di segnaletica, mancanza di servizi e totale impraticabilità dell’intera area scoraggiano anche i più temerari avventori, lasciando questa meraviglia fuori da qualsiasi circuito turistico, nel dimenticatoio più assoluto, come sono lasciati nello stesso modo altre centinaia di siti archeologici. I responsabili della tutela del nostro patrimonio sono occupati a ogni livello ad attribuire agli altri la colpa del disastro o nascondersi dietro la solita cantilena della carenza di fondi. La totale mancanza di una politica di programmazione capace di tutelare, valorizzare e mettere in rete i siti archeologici dell’Etruria, evidenzia l’incapacità di chi governa. Difendere i nostri beni culturali è un obbligo costituzionale e per questo che noi di Futuro e libertà chiediamo le dimissioni del Ministro per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi, per totale e reiterato menefreghismo del patrimonio culturale italiano, e non ci vengano a raccontare che non è anche colpa sua perché in due anni e mezzo alla guida del suo dicastero nulla è stato fatto per preservare la monumentale Norchia. Se vogliamo consegnare alle future generazioni le testimonianze dei nostri avi, dobbiamo immediatamente “de-Bondi-zzare” il nostro patrimonio culturale o ne resterà solo la polvere. Vogliamo ripartire da Norchia come emblema dell’Italia dimenticata, per non considerare il nostro patrimonio culturale un peso economico ma una risorsa”.

Sempre più insistenti le voci che lo vogliono fuori dal Pd

Beppe Fioroni in odore di Udc?

G

iuseppe Fioroni all’Udc? La voce gira da tempo e potrebbe avere un suo perché. Inizialmente, per chi ha lunga memoria, la notizia era comparsa come pesce d’aprile sulle note colonne web di un giornale cittadino. Chi la politica la conosce bene aveva commentato nelle private stanze: “Siamo sicuri che si tratti di un vero scherzo?”. Poi è passato del tempo e

Giulio Marini secondo Mario Quintarelli “Non ha fatto niente per Viterbo”

G

iulio Marini è il sindaco più amato del Lazio. E’ quanto emerge dal sondaggio annuale di Governance Poll, pubblicato dal Sole 24 ore come ogni anno. La notizia è di due giorni fa ma di ieri è il commento di Mario Quintarelli, consigliere comunale in forza al Partito Democratico: “A questo punto viene spontaneo rispondere ‘�guriamoci come sono gli altri’”. Quintarelli continua, snocciolando tutta una serie di passaggi: “Cercherò di essere più chiaro nella mia esposizione: forse se c’è un sindaco che negli ultimi cinquant’anni non ha fatto niente per Viterbo è proprio l’On. Giulio Marini nonché sindaco di Viterbo. Da quando è stato eletto nell’anno 2008 non ha fatto che esternalizzare servizi comunali e vendere gioielli di famiglia (immobili) del Comune nonché dei viterbesi. L’ultimo caso eclatante è quello sulla pubblicazione del bando per l’appalto dei servizi cimiteriali di Viterbo e frazioni, nonostante sia stata presentata una mozione al riguardo a �rma del collega consigliere Insogna e dello scrivente ancora inserita nell’O.d.g. del Consiglio e mai discussa. Così come i lavori dell’apposita Commissione Consiliare dove tale argomento è stato discusso ben due volte e non si è ancora deciso al riguardo. Queste sono scelte tecniche e non politiche come �no a oggi sono costume di questa Amministrazione. Forse il sindaco dimentica spesso che anche i consiglieri comunali di minoranza rappresentano i cittadini, non solo, ma anche gli appelli dei cittadini stessi in materia di Cimiteri e non solo non sono mai stati ascoltati ma nemmeno considerati per eventuali suggerimenti

o correzioni. A questo punto è naturale pensare che al sindaco di Viterbo dei viterbesi non gliene importa niente. Mi sembra d’obbligo, visti i risultati di questi anni raggiunti dal sindaco più amato del Lazio, fare un appello a tutti i concittadini “sbrighiamoci a trovare cittadinanza presso altre città del Lazio e d’Italia perché presto l’amato sindaco provvederà ad esternalizzare o a vendere i cittadini viterbesi. Vorrei poter elencare le molteplici criticità che af�iggono la nostra città, ma occorrerebbero giornate di scrittura tali da riscrivere una nuova Treccani. Con la disoccupazione ormai arrivata al 30% l’Onorevole sindaco ancora non ha provveduto alla nomina di un assessore all’Urbanistica. Sono anni che a Viterbo l’edilizia è ferma. Sono molti gli appelli fatti dalle varie categorie per sbloccare tale situazione, ma �no a oggi niente e non si saprà �no a quando questa situazione ristagnerà, con la conseguenza di perdita di posti di lavoro, di incassi da parte dell’Amministrazione e di sviluppo per la città. La maggioranza non fa altro

che parlare di aeroporto (che come tutti sappiamo non si farà mai). Di termalismo si è parlato in una seduta dedicata al consiglio comunale (voluta dal P.D.) senza arrivare ad alcuna conclusione. Basti guardare alla nuova scuola di Tobia, inaugurata e mai funzionante per problemi strutturali. La scuola di S. Barbara iniziata con lo sbancamento del terreno e poi interrotta, però si prendono in af�tto locali spendendo migliaia di euro. La Valle di Faul è ingessata, senza una programmazione concreta atta a recuperare l’intera area, ma viene data in concessione al Tuscia Opera Festival per vari anni con elargizione di migliaia di euro di contributi. E che dire sulla pulizia della città, nonché sulla raccolta dei ri�uti solidi urbani, Viterbo sporca e dissestata come in questi anni non c’è stata mai. Questi sono alcuni aspetti minimali della gestione di questa Amministrazione Comunale. Sindaco cominci a dare ascolto ai cittadini e ai consiglieri comunali, anche se di minoranza. Cominci a fare qualche cosa di politico non si limiti solo ad ascoltare i dirigenti”.

alla vigilia del 14 dicembre si è fantasticato su un ingresso di Fioroni nel Pdl, con tanto di ministero pronto per l’unico viterbese riuscito a salire su cotanta poltrona. Archiviata, sebbene per un pugno di voti, la caduta del governo Berlusconi la voce su Beppe Fioroni è mutata. C’è chi lo dà lanciato verso un passaggio con il gruppo di Casini. Sul Corriere della Sera di ieri Fioroni parla ancora, naturalmente da uomo del Partito Democratico. Così il passaggio del CorrSera: “Dal Pd, Beppe Fioroni vuol vedere il bicchiere mezzo pieno: “E’ la prima volta che Casini parla dell’ipotesi di dar vita a un’alleanza di governo tra Udc e Pd”. Sta di fatto che all’interno del Partito Democratico i popolari sono un po’ sofferenti. Su Viterbo poi la situazione è veramente all’acme. Un segnale forte è stato rappresentato dal brindisi di fine anno che ha visto il neo segretario Andrea Egidi alzare il calice davanti alla poltrona vuota di Beppe Fioroni. E’ quindi nel prossimo futuro un ritorno alla casa d’origine dell’ultimo democtistiano sindaco di Viterbo? Quanto le sirene del centrosinistra riusciranno ancora a sedurre l’unico viterbese riuscito nell’impresa di venire nominato ministro? I giochi sono aperti, anche la fantapolitica. (R.P.)


politica

p

6

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Lo rivela la sua pagina sul sito Open Parlamento

Sposetti è il parlamentare più “ribelle” di Viterbo di Daniele CAMILLI

U

go Sposetti è il parlamentare più “ribelle” del viterbese. Non perché un tempo avesse in tasca Unità e tessera del Pci. È semplicemente l’onorevole che più di tutti ha votato contro le indicazioni date dal Partito Democratico alla Camera dei Deputati. In totale, 83 “voti ribelli” su 5316 “votazioni nominali” dall’inizio della legislatura. A testimoniarlo la sua pagina sul sito Open Parlamento che sotto la voce “voto ribelle” spiega: “un parlamentare è considerato ribelle quando esprime un voto diverso da quello del gruppo parlamentare a cui appartiene. Si tratta di un indicatore puramente quantitativo del grado di ribellione alla ‘disciplina’ del gruppo”. “Ribelle” in assoluto? No, non scherziamo. Lo è soltanto in rapporto ai suoi colleghi della Tuscia: Giulio Marini, Donatella Ferranti, Giuseppe Fioroni e Laura Allegrini (Pdl). Quest’ultima, la più disciplinata e, contrariamente agli altri 4, in forza al Senato. Per lei, soltanto 16 voti. Superata di poco dal Sindaco di Viterbo (17, Pdl) e distaccata di molto dalla Ferranti (80, Pdl) e da Fioroni (53, Pd). Nella classi�ca generale, Sposetti è però al 126° posto su 630 deputati. Nulla a che vedere con Furio Colombo (Pd) cui va invece la medaglia d’oro degli “indisciplinati”. L’ex direttore de l’Unità ha infatti collezionato una cosa come 594 voti contrari al suo Partito. Seguito a distanza da Elisabetta Zamparutti (446, Pd) e Maria Antonietta Farina Coscioni (441, Pd),

Altolazio News srl Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO piggi@opinioneviterbo.it Redazione Centrale di Viterbo GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI MICAELA ROTELLI Grafici MARIO RAMUNDO In attesa di registrazione ROC Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredino Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Sede di Viterbo 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it donn@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30

la deputata che nel 2009 promosse un’interrogazione parlamentare sul Campo di Concentramento di Vetralla chiedendo al Ministro Bondi di valutare la possibilità di farne un “luogo della memoria”. Tuttavia, nessuno dei voti dell’ex tesoriere dei Ds è mai stato decisivo per spostare l’ago della bilancia in favore della maggioranza del Presidente Berlusconi. Tra i voti espressi da Sposetti in disaccordo con il Pd, �gurano “l’emergenza ri�uti in Campania” (Pd favorevole), “interventi urgenti in materia

di funzionalità del sistema giudiziario” (Pd favorevole), “misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anticrisi il quadro strategico nazionale” (Pd favorevole), “misure per migliorare la salute delle donne” (Pd contrario) e “delega al Governo” sulla “Riforma Brunetta della Pubblica Amministrazione” (Pd favorevole). Ugo Sposetti è dunque pure lui un “ribelle”. Ma l’assenza di “disciplina” non sempre è una negatività.

Consiglio dei Giovani di Tarquinia

Talvolta è anzi sintomo di autonomia intellettuale. Di capacità di scelta. Non è infatti un caso che all’articolo 67 della Costituzione italiana stia scritto che “ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”. Di certo, non un “ribelle” come quelli cantati da Demetrio Stratos e da Eugenio Finardi. Però chissà, magari anche lui, come Freak Antoni degli Skiantos, prima di esprimersi contrariamente al suo Partito telefona a Bersani e di fronte alle sue possibili rimostranze concluda la chiamata dicendo...”adesso basta/sono un ribelle, l’ho deciso/e non m’importa di essere capito”.

Chi è

Lotta all’arsenico nelle acque

Ciancolini all’avanguardia

rsenico, il Comune di Vitorchiano non se ne sta certo “con le mani in mano”. Firmato: Gemini Ciancolini, Sindaco. Niente “inutili allarmismi”, ma occorre tuttavia evitare la “strategia del ‘prendere più tempo possibile’ esponendo le popolazioni a rischi inutili”. “Riteniamo indispensabile infatti – rammenta Ciancolini – come anche imposto dall’UE, che i cittadini siano costantemente informati su quale sia la situazione attuale per poter prendere i provvedimenti più opportuni”. Quali sono allora quelli presi dal Comune di Vitorchiano? Innanzitutto, la “sottoscri-

zione di una speci�ca convenzione con l’Istituto di Ricerca sulle Acque del CNR che aiuterà la nostra amministrazione a valutare e scegliere le tecnologie più appropriate che �nora ci sono pervenute per l’abbattimento del carico di arsenico nell’acqua”. Lo stesso Istituto si è poi “reso disponibile ad af�ancare i tecnici in servizio presso l’impianto per veri�care l’ef�cacia della tecnologia prescelta effettuando analisi ad hoc nell’acqua trattata con frequenza quindicinale per un periodo di sei mesi”. Inoltre, “in collaborazione con il Codacons è prevista, per il giorno 13 gennaio alle ore 17 presso la sala consiliare, un’assemblea pubblica dove verranno illustrate le modalità per presentare un ricorso collettivo per ottenere il risarcimento dei danni causati da questa emergenza arsenico”. In sintesi il “Comune quindi concretamente impegnato a risolvere de�nitivamente tale questione e comunque provvederà anche a mezzo stampa, ad informare adeguatamente i cittadini su tutti i passi compiuti nel senso della trasparenza e della correttezza dell’azione amministrativa”.

’ iniziata martedì 11 gennaio l’opera di rimozione di tutti i cartelli obsoleti ancora af�ssi sui muri di Civita Castellana. L’assessorato alla Viabilità del Comune di Civita Castellana, insieme al comando della Polizia Municipale e con l’ausilio degli operai comunali, dopo un sopralluogo in tutta la città, ha iniziato ad eliminare i cartelli e i segnali stradali non più a norma o arrugginiti. La prima parte della città interessata è il centro storico, dove si è già lavorato su via Panico, via Don Minzoni, via delle Palme e via di Corte e dove si continuerà a largo Cavour, via del Forte, via Gramsci, piazza Marconi e piazza San Clemente. Un’operazione per ridare lustro ad uno dei centri storici più importanti della Tuscia. Tra i monumenti presenti al suo interno, la chiesa di San Gregorio, quella del Carmine, la Fontana dei Draghi e la Cattedrale di Santa Maria Maggiore. Quest’ultima, opera dei Cosmati - celebre famiglia di marmorari romani (XII-XIII secolo) - iscrizioni romane e medioevali, affreschi e dipinti murali di grande valore storico e artistico. La rimozione dei cartelli proseguirà poi con tutta la

parte nuova della città per restituire maggiore decoro a tutto il centro abitato. I cittadini possono segnalare alla Polizia Municipale la presenza di segnaletica obsoleta, arrugginita o comunque in condizioni non decorose, anche telefonicamente al numero 0761590412.

Ugo Sposetti A S posetti è nato a Tolentino (MC) il 21 gennaio del 1947. Parlamentare per oltre 11 anni, ha militato prima nel Pci per poi aderire al Pds e successivamente ai Ds e al Pd. Eletto alla Camera dei Deputati, dal maggio del 2008 è componente della Commissione Finanze. E’ inoltre capogruppo del Pd al consiglio comunale di Viterbo.

Ospedale Acquapendente

Mazzola s’è dimenticato di noi Parla un cittadino Civita Castellana, centro storico “ Operazione decoro urbano E “

L’Amministrazione Comunale si è dimenticata di aver istituito il Consiglio dei Giovani”. Ad alzare la voce contro il Sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola è Manuel Catini, Presidente del Consiglio comunale dei Giovani. E a sostegno della sua ipotesi porta la “notizia che il Comune inaugurerà una struttura completamente dedicata al tempo libero per i ragazzi”. Il tutto senza che “nessun” giovane “consigliere, compreso il Presidente, fosse stato precedentemente interpellato o, per lo meno, informato”. Un’iniziativa che per Catini solleva pure qualche perplessità. Primo, “si tratta di una struttura che avrà bisogno di un controllo costante in quanto dotata di una strumentazione piuttosto costosa, inoltre è necessario che sia garantita a tutti i ragazzi la medesima possibilità di accedere alla stessa, evitando che vi sia un gruppo ristretto che ne prenda in qualche modo

possesso esclusivo”. Secondo, a chi hanno “chiesto consulenze” per i “titoli dei videogiochi PS3 più adatti per una larga utenza”. Catini pone in�ne a Mazzola alcuni interrogativi. “Perché, sebbene un documento che si chiama ‘Regolamento istitutivo del Consiglio Comunale dei Giovani’, sottoscritto dall’attuale amministrazione, preveda che il Presidente debba essere invitato alle riunioni di Giunta che abbiano all’ordine del giorno la discussione di tematiche che riguardano i giovani, ciò non è mai accaduto? Possibile che, nonostante il 2010 sia stato ‘venduto’ come l’anno dei giovani, durante lo scorso anno non vi sia stata in giunta nemmeno una delibera che riguardasse i giovani? Forse avere seduto all’eminente tavolo un ragazzo politicamente schierato altrove dà fastidio?” Il Presidente dei Giovani chiede in�ne, “a nome di tutti i Consiglieri e di tutti i ragazzi di Tarquinia che l’Amministrazione Comunale tenga presente che ci siamo, che siamo stati eletti, che loro hanno voluto istituire l’organo che presiedo utilizzando, in oltre, l’evento per farsi pubblicità. Rimane solo da chiedersi - conclude - come sarebbero andate le cose e quale sarebbe stata la considerazione rispetto al Consiglio dei Giovani se il Presidente fosse stata un’altra ipotetica persona”.

Procedere ad una radicale ristrutturazione dell’ospedale acquesiano in termini positivi, eliminando senz’altro le parti inef�cienti o improduttive, ma anche valorizzando e mettendo a pro�tto le professionalità d’eccellenza esistenti in campo medico, diagnostico e soprattutto geriatrico, già oggi pienamente riconosciute ed utilizzate non solo dall’utenza laziale ma anche da quella delle vicine zone di Umbria e Toscana”. A chiederlo, con una lettera inviata alle redazioni dei giornali, è Luigi Nardini. Cittadino di Acquapendente e manager organizzatore di eventi. Intanto proprio oggi alle 12, presso la Cittadella della Salute di Viterbo, è prevista la conferenza stampa del Direttore Generale della Ausl Adolfo Pipino sull’Atto Aziendale, in questi giorni al centro di numerose polemiche. “Sarebbe così possibile – prosegue Nardini – integrare e supportare un valido presidio sanitario del territorio con un sostanziale allargamento del bacino dell’utenza geriatrica anche verso le regioni con�nanti con indubbi vantaggi per i pazienti, per le casse della sanità laziale, per l’occupazione e per l’economia locali”. “Capisco che le mie osservazioni sono elementari e sommarie – conclude in�ne – e me ne scuso, ma talvolta il conto della serva è più realistico delle più elaborate congetture”.


Mercoledì 12 Gennaio 2011

attualità

Viterbo & Lazio Nord

p

7

Correva il 17 gennaio 1944 e si racconta che in quel giorno piansero anche gli angeli

Viterbo Bombardata, il Comune ricorda pando con il proprio Gonfalone alla celebrazione religiosa officiata dal vescovo Lorenzo Chiarinelli presso la Basilica di San Francesco e deponendo una corona presso il monumento in piazza San Francesco, il cippo di piazzale Gramsci e presso la chiesa degli Almadiani. Presenti per l’occasione in sala

Regia, oltre all’autrice della pubblicazione letteraria Rosanna De Marchi e una delle memorie storiche viterbesi come Francesco Morelli, anche il sindaco Giulio Marini e l’assessore alla Cultura Vito Guerriero. “Come nel gennaio del 2010 – ha spiegato l’assessore – Palazzo dei Priori ospiterà uno dei

momenti della commemorazione. Già lo scorso anno insieme al sindaco Marini avevamo coinvolto i giovani in questo progetto. Quest’anno lo faremo passando direttamente dalle scuole. E’ infatti nostra intenzione far arrivare direttamente sui banchi di scuola il libro che presenteremo per l’occasio-

ne, le cui pagine riportano le vive testimonianze di tanti viterbesi che hanno vissuto quella guerra sulla propria pelle. Nei giorni che seguiranno la presentazione lavoreremo per organizzare una serie di incontri tra l’autrice della pubblicazione, i protagonisti della sua opera e gli studenti viterbesi”.

CURIOSITA’ - A celebrare l’unione gli ‘Scienziati di Viterbo’

Matrimonio “da ridere” in Comune di ROBERTO POMI

M

V

iterbo bombardata. Dopo il successo e il consenso ottenuto lo scorso anno in occasione della commemorazione delle vittime del bombardamento che colpì la città il 17 gennaio 1944, anche quest’anno l’amministrazione comunale vuole rendere omaggio alla

storia. Lo farà in due giorni, sabato 15 gennaio in Sala Regia (ore 16) con la presentazione del libro ‘17 gennaio 1944... In quell’attimo anche gli angeli si misero a piangere...’ di Rosanna De Marchi, presidente dell’associazione La Palma e il Leone, e lunedì 17 gennaio (ore 15), parteci-

atrimonio tutto da ridere all’interno della Sala delle Bandiere di Palazzo dei Priori. Come potete vedere dalla foto qui a �anco a celebrare il rito sono intervenuti i mitici ‘Scienziati di Viterbo’. Diventati noti grazie a Youtube, La 7 e Radio Deejay Stefano e Cristiano hanno celebrato, sabato 8 gennaio, quello che passerà alla storia come il matrimonio più divertente del mondo. Ne hanno combinate di tutti i colori,

Il 15 gennaio a Villa Sofia Il lungo pomeriggio di via Montello

‘Risate e risotti’ Preselezioni per Miss Mondo “

Risate e Risotti”, a Villa So�a la conferenza stampa di presentazione dell’appuntamento. La prima puntata è in calendario per il 15 gennaio. Presenti Luca Puzzuoli, ideatore e realizzatore della manifestazione, titolare della “Multiservice Meeting & Eventi, Gianluca Antoniella, titolare della Champagneria di Orvieto e responsabile per la manifestazione del “food and beverage”, Cristina Caporali, responsabile della pubbliche relazione, della scelta delle location e del rapporto con gli sponsors, Giuliana D’Angelo consulente della “pierre lang”, bijoux di alta moda, sponsor, che per la serata a Viterbo, mette in palio dei preziosi oggetti della collezione, che saranno estratti a sorte tra le signore che parteciperanno, Randa Romero, psicologa e presidente dell’associazione genitori italiani di Orvieto, Massimiliano Benicchi collaboratore sia della Multiservice che dell’enoteca “La Loggia” di Massimo Vittori, sponsor unico della fornitura dei vini per l’intera manifestazione, che dopo la data del 15 si sposterà a Orvieto per dieci appuntamenti all’insegna della buona cucina a base di riso e della comicità, con gli spettacoli dei vari volti più o meno famosi di Zelig e Colorado Cafè. Splendida la cornice dell’Hotel Villa So�a diretto da Salvo Lo Castro in collaborazione con Carlo Gobbino.

La famiglia Belella che ha accompagnato la �glia

G

iornata di preselezione in preparazione della tappa viterbese di Miss Mondo. Abbiamo inviato il nostro fotoreporter Alberto Zadro sul set di via Montello, dove hanno s�lato diverse giovani ragazze. Molte di loro accompagnate

dai genitori hanno s�lato con eleganza davanti ai selezionatori. La serata uf�ciale delle selezioni è prevista entro la �ne del mese in un noto locale di Viterbo. Un’occasione importante e un sogno per molte ragazze viterbesi.

I selezionatori Antonella Polini e Mario Scopoioli (Foto Zadro)

facendo letteralmente “piegare” dalle risate i presenti. Grazie a un’apposita delega del sindaco Stefano ha unito in matrimonio civile una coppia di amici viterbesi. Purtroppo, nel rispetto della legge, soltanto uno dei due fratelli ha potuto celebrare le nozze. Chi c’era racconta che Stefano, per omaggiare la sposa di origini francesi, si è presentato con la fascia azzurra, bianca e rossa. Uno strappo alla regola non tollerato. Messa da parte la fascia d’oltralpe si è quindi “accomodato” su un nostrano tricolore. L’altro

“scienziato”, of�ciante al lato, è comunque intervenuto nel corso della celebrazione con una serie sterminata di “sfondoni”. Gli “scienziati” si sono presentati in Comune con il loro solito look. Giubbotto in pelle

bello aderente e stile molto friendly. Tutti attendono il video su Youtube, annunciato come vero e proprio �lmato comico. Auguri agli sposi, soprattutto per l’originalità e simpatia della cerimonia voluta.


provincia

p

8

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

TUSCANIA

Ai Magazzini della Lupa “Sulla mia strada”, mostra fotografica di Luciana Franci A ppuntamento ai Magazzini della Lupa di Tuscania sabato 15 gennaio alle ore 17 con il vernissage della mostra fotografica “Sulla mia strada” di Luciana Franci. Debutto fotografico per la tuscanese Luciana Franci. Da anni appassionata di fotografia Luciana, titolare di un agenzia di viaggi, ha l’occasione di immortalare gli angoli di mondo più remoti e disparati, da quelli a vocazione turistica a quelli più insoliti. Ecco che sulle

sue foto appaiono paesaggi, volti, colori capaci di stupire e far sognare l’osservatore. Scatti unici che oggi finalmente l’artista decide di condividere con la sua città. Viaggiatrice instancabile che da anni percorre strade e terre straniere con avventura ed entusiasmo, cercando di coniugare il lavoro con la passione del viaggio, Luciana Franci ha trovato nella fotografia la forma più congeniale per trasmettere emozioni ed impressioni. Le sue fotografie, come un diario di bordo, emanano

l’energia e la simultaneità delle impressioni che lei stessa instaura tra obiettivo, gente e luoghi ritratti. Vediamo i colori, i gesti tipici di individui colti nella loro quotidianità, le pose naturali e le smorfie di un bambino africano, il sorriso di un anziano indù o il momento collettivo e sacrale dell’abluzione. “La fotografia predilige l’essere umano nella sua naturalezza e nella sua istintività dato che la bellezza emerge al di là di ogni codice puramente estetico”.

La strada di Luciana s’incrocia con le strade del mondo. “Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati.” “Dove andiamo?” “Non lo so ma dobbiamo andare” (Jack Kerouac). Il sentimento appagante di una libertà gioiosa sopraggiunge in ogni istante fotografico nel tentativo di cogliere e catturare l’essenza di un popolo, le sue ragioni e le sue credenze. Come dire, ogni scatto di Luciana Franci coglie il particolare per poi donarci l’universale.

TUSCANIA

Sulla vicenda Montebello il Patto per Tuscania svela nuovi retroscena

Ma quale Brachetti, la lottizzazione risale al ‘71 di VALERIA SEBASTIANI

C

ontinua la polemica sulla lottizzazione di Montebello. Ormai il botta e risposta tra comune e Patto per Tuscania è collaudato e c’è da scommeterci finirà per trovare sede al prossimo consiglio comunale. Alcuni giorni fa i chiarimenti di Natali sulla vicenda sembravano aver messo la parola fine alla sequela di dichiarazioni ma il gruppo dei costituenti la lista civica capeggiata da Brachetti è di tutt’altro avviso. “Non ci stupisce la convergenza di maggioranza e parte dell’opposizione sul sì alla lottizzazione di Monte-

bello: questa situazione, del resto, non fa altro che ricalcare quanto avvenne già in campagna elettorale, quando il primo obiettivo delle liste in campo, oltre alla nostra, fu di sconfiggere Regino Brachetti. - dichiarano dal Patto per Tuscania-Ma valutazioni politiche a parte, ciò che va rilevato, in questa vicenda, è l’ennesimo tentativo del sindaco Natali di manipolare e mistificare la verità, arte in cui pensa di eccellere, venendo smentito puntualmente dai fatti, col risultato di scadere nel ridicolo”. Prezioso l’intervento del Patto per Tuscania che svela nuovi particolari sulla vicenda che chissà perché crediamo non saranno gli ultimi.

“La lottizzazione in questione nasce dal Prg post-terremoto del ’71. L’ amministrazione Brachetti, ritenendola superflua, tentò di eliminarla in sede di Variante ma, a causa dell’opposizione dei proprietari, arrivò, nel marzo 2001, quindi a pochi mesi dalla fine della legislatura, ad un accordo, per evitare le già avanzate richieste di danni e di risarcimenti. Fu, successivamente, l’amministrazione Peruzzi, a dare il via libera alla lottizzazione. E bene fece, allora, Peruzzi ad approvare il piano. Ciò che Natali dimentica di dire, è che da allora sono passati 10 anni, e che non solo le condizioni socio-economiche dell’area sono cambiate, ma

L’espoenente di Patto per Tuscania Regino Brachetti anche che le amministrazioni che si sono succedute, compresa quella Cappelli, si sono ben guardate dal riesumare la pratica. E men che meno si pronuncia sull’ipotesi di riduzione delle cubature. La sua, del resto, non è che l’ennesima prova dell’ approssimazione e dell’inca-

pacità con la quale amministra la città: un atteggiamento che, a causa della evidente inadeguatezza, fa pensare ad una volontà politica di punizione dei tuscanesi, che per trent’anni gli hanno negato il loro consenso, ottenuto solo in virtù della concessione di un simbolo, quello del Pdl, senza il quale la sua av-

ventura sarebbe finita prima di cominciare. Ironizzi pure, Natali, se è questo che lo fa felice: purtroppo i cittadini hanno ben poco da scherzare, per colpa di un sindaco che sta soffocando nell’incuria e nella sciatteria una delle città più belle e vitali del Viterbese” conclude la nota del Patto per Tuscania.

CANEPINA

TUSCANIA

Nel ventennale della scomparsa una mostra per ricordare l’artista tuscanese Il Comitato Santa Corona presenta 12 mesi illustrati dalla pittrice Martina Benedetti

In memoria di Moreno Lucchetti L

’assessore alla cultura Giovanna Perugini in collaborazione con la biblioteca comunale vogliono ricordare nel ventennale della scomparsa, con una mostra dedicata alle sue opere che si terrà presso la sala conferenze G. Cesetti in piazza Basile, Moreno Lucchetti, artista e personaggio tra i più amati della cittadina che cessava di vivere il 14 gennaio 199. Il programma dell’evento, che ha per titolo “Dedicato a Moreno Lucchetti a venti anni dalla scomparsa” prevede per venerdì 14 alle ore 18 la presentazione con proiezione di immagini su Moreno e i suoi quadri e l’inaugurazione della Mostra delle opere messe a disposizione

dai suoi collezionisti. La rassegna sarà visitabile �no a domenica 17 gennaio dalle ore 15 alle 20,00. “Moreno Lucchetti nasce a Tuscania il 19 dicembre 1952 –scrive in una nota Enio Staccini. Conduce una infanzia semplice presto minata dalla malattia che ne causerà la morte a poco più di 38 anni. Non si sposò, non ebbe �gli, non fece tante cose cosiddette normali, eppure tutti quelli che lo conobbero gli vollero bene. Umile, discreto, appartato, riservato, nonostante ciò ci resta un ricordo splendido di lui. Perché? Perché era un artista. Un pittore. Egli visse d’arte. Se ne nutrì, nella ventina di anni della sua attività, regalandoci le sue emozioniquel sentire intimo,

particolarissimo, espresso in lavori che sono una continua ricerca. Disegnava e dipingeva su quanto poteva permettersi, spesso carta e cartoncino; non escluse delle tele. Dagli incerti quadri dei primi anni Settanta, ai variopinti ritratti di ragazze, agli evanescenti e mistici disegni femminili, passando per i personaggi ripiegati su loro stessi, �no agli eterei dipinti quasi bianchi come a voler scomparire, giungendo negli ultimi anni a pitture indurite nei colori e nei tratti, segno di una sua personalissima sofferenza, per concludere il suo breve viaggio terreno assieme ai suoi argonauti: �gurine su navicelle a vela sperdute negli spazi in�nti”.

Un calendario dedicato al centro storico U

n calendario che vuole riscoprire le bellezze del centro storico di Canepina, attraverso i disegni della pittrice Martina Benedetti: è quello che è stato presentato sabato scorso, nella sala consiliare del Comune, dal Comitato Festeggiamenti di Santa Corona, nel corso di una cerimonia cui hanno preso parte il sindaco di Canepina Maurizio Palozzi, assessori e consiglieri, e i membri del Comitato stesso, guidati dal presidente Livio Fiorentini. Si tratta di un’iniziativa ormai istituzionalizzata, visto che è il secondo anno consecutivo che si tiene “e continuerà di sicuro anche negli anni prossimi – spiega Palozzi – quando proporremo al nuovo

comitato di fare un calendario unico, insieme al Comune. Ora però godiamoci questo e le belle immagini di Martina: un grazie molto sincero va a lei e al Comitato, anche perché si va a valorizzare e riscoprire una parte del paese, il centro storico appunto, su cui abbiamo molto investito”. Alcuni dipinti che raf�gurano scorci di Canepina sono stati appesi proprio nell’aula consiliare e il Comitato di Santa Corona ha fatto dono del calendario ai presidenti delle varie associazioni presenti a Canepina. “La collaborazione tra Amministrazione e Comitato è sempre molto pro�cua – continua il sindaco – e il lavoro dei ‘festaroli’ è molto importante per la promozione del nostro paese”.


Mercoledì 12 Gennaio 2011

Viterbo & Lazio Nord

provincia

p

9

VEJANO

Apre la nuova scuola di volo La Asso Roma Flight gestita dall’associazione dilettantistica Alenia Volo sull’aviosuperficie AliTuscia di VALERIA SEBASTIANI

GROTTE DI CASTRO

A

rriva la nuova scuola di volo sull’aviosuperfice Alituscia a Vejano. La scuola AssoRomaFlight gestita dalla A.S. Alenia Volo. Una scuola di volo animata dalla passione, fondata sulla professionalità e sulla sicurezza. “E’ per questo semplice motivo che i nostri istruttori si dedicano con serietà ed entusiasmo all’insegnamento del volo ai propri allievi.-dichiarano dalla AssoRomaFlightInsegnare a volare e fare dei propri iscritti piloti qualificati è il nostro primo obiettivo, nel pieno rispetto delle attitudini e delle necessità personali, con possibilità di programmare in base ai propri impegni le lezioni di volo grazie alla notevole disponibilità di orari e giorni dedicati all’attività di volo.Vi invitiamo a diventare nostri piloti e affrontare conentusiasmo e piacere questaaffascinante attività che, in tutta sicurezza, può regalare grande libertà di movimento ed emozioni indimenticabili”.L’ Associazione Sportiva Dilettantistica Alenia Volo ha tra

Tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo supermercato Incoop T

i propri scopi quello di effettuare attività di propaganda del volo, di promuovere la formazione e la cultura aeronautica. Per perseguire tali scopi, l’Associazione Alenia Volo propone al pubblico la possibilità di effettuare voli di ambientamento che hanno la finalità specifica di avvicinare il pubblico al volo e all’aviazione in generale, di dimostrare e far conoscere

le tecniche di pilotaggio, gli aspetti tecnici del volo e di promuovere l’iscrizione ai corsi di pilotaggio. La scuola è aperta alle visite dei curiosi il martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica, dalle ore 10,00 al tramonto. I visitatori potranno conoscere gli istruttori e vedere da vicino la flotta costituita da mezzi Coavio DF 2000 Top 100 Hp. La Coavio S.r.l. opera da oltre un decennio nel settore aeronautico “leggero”; progetta, costruisce e produce velivoli ad alte prestazioni e di innovativa concezione, con una costruzione interamente aeronautica dai materiali impiegati alla tipologia costruttiva. Tutti i mezzi ricevono ogni 100 ore di volo un’ispezione della struttura e del motore eseguita in officine specializzate e certificate che registrano le manutenzioni ordinarie e straordinarie sul libretto del velivolo e del motore in modo da garantire la costante efficienza del mezzo scuola.

Acquapendente - Il circolo Aleph presenta “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”

utto è pronto per l’apertura del nuovo supermercato Incoop di Grotte di Castro che verrà inaugurato giovedì 13 gennaio alle ore 10. “Come Unione amiatina – afferma il Presidente Giuseppe d’Alessandro - si tratta di una importante acquisizione in una zona, il Viterbese, che noi giudichiamo importante per la nostra strategia di mercato. Noi siamo già presenti a Canino e nel mese di giugno dovremmo aprire anche a Bolsena, tutto questo in accordo con le amministrazioni locali e con i nostri vertici regionali”.

Errata corrige L’associazione di forze di Polizia Argos onlus precisa che in merito alla festa dell’Epifania svoltasi il 6 gennaio 2011 a Nepi l’organizzazione è stata curata dall’associazione Lacoonte e dall’associazione Insieme per L’Umanità e non dall’associazione Argos Onlus. Che è stata invitata ed ha portato il saluto dei poliziotti aderenti sia in campo nazionale che internazionale.

Il sindaco Piero Camilli “In questi giorni è stata inviata a tutti i cittadini di Grotte di Castro una lettera dove si comunica la riapertura in via del Mortaro n. 2 al posto del negozio Sma e si invitano ad intervenire all’inaugurazione, consapevoli che la ristrutturazione ha creato dei disagi che “saranno compensati dal progetto Coop”. Questo il programma della manifestazione: ore 10,00 saluto del presidente Coop Unione Amiatina, Giuseppe d’Alessandro e del Sindaco di Grotte di Castro, Piero Camilli ed a seguire la benedizione di don Tancredi. Alle ore 11,00 è prevista la visita al supermercato e fino alle 19,30 la vendi-

ta al pubblico con orario continuato. Non mancherà l’aspetto ludico della manifestazione a partire dalle 16,00 con una festa per i piccoli con musica, zucchero filato e palloncini ed un piccolo buffet per tutti.

Grotte Santo Stefano- Micci interviene sulla decisione del Cev

In biblioteca si legge Saramago “Ridateci i cassonetti dei rifiuti” di FULVIO MEDICI

D

omani pomeriggio (N.d.r. Giovedì 13 Gennaio 2011), presso la biblioteca comunale di Acquapendente, il circolo Aleph e il Comune di Acquapendente, presenteranno il primo appuntamento annuale di rilettura critica dei maggiori best-seller della letteratura contemporanea. Insieme ai lettori che parteciperanno al progetto, verrà discusso il libro “Il Vangelo Secondo Gesù Cristo”, romanzo storico scritto da Josè Saramago,(nella foto) pubblicato nel 1991 e tradotto da Rita Desti in lingua italiana

per la Casa Editrice Einaudi. Il capolavoro narrativo dell’autore nato a Azinhaga il 16 novembre 1922 e morto a Tias il 18 giugno scorso, faciliterà il confronto nei riguardi di un testo che per snocciolare la vita di Gesù Cristo e dei suoi contemporanei, attinge a piene mani sia dall’Antico che dal Nuovo Testamento. Una sorta di “intervento” con spirito talvolta razionalista e critico, talvolta volutamente dissacratorio, per modi�care gli eventi tramandati dai Vangeli canonici e contestualizzando l’intero racconto con la ricostruzione della quotidianità della Palestina del I° secolo Dopo Cristo.

R

iceviamo e pubblichiamo la segnalazione del consigliere comunale Elpidio Micci in merito alla riduzione dei cassonetti dei rifiuti sul territorio comunale che stà creando non poca agitazione e confusione in paese. “Con grande incredulità e sgomento mi trovo costretto a lamentare una situazione a dir poco incresciosa che si sta verificando a Grotte Santo Stefano e che riguarda la raccolta dei rifiuti. Come di incanto, nei giorni scorsi, in molte vie della frazione sono spariti i cassonetti. Spariti non per magia, ma

perchè semplicemente rimossi dal personale Cev. Una decisione che sinceramente non comprendo e che, in linea con i miei concittadini, mi vede assolutamente in disaccordo con la scelta fatta dalla società preposta alla gestione del servizio. Il mio disappunto scaturisce dal grave disagio creato a molti abitanti di Grotte, anche e soprattutto agli anziani che si vedono costretti a percorrere centinaia di metri per disfarsi dei propri rifiuti. La drastica riduzione del servizio, forse collegata all’estensione della raccolta porta a porta che partirà tra

pochi giorni all’interno delle mura del capoluogo viterbese, sta creando numerosi problemi. Per evitare ulteriori disagi alla popolazione grottana ho voluto contattare i responsabili della società Cev e l’assessorato competente del Comune di Viterbo. Ad oggi voglio rinnovare il mio personale appello affinchè chi di competenza provveda al ripristino dei contenitori rimossi. Confido nel buon senso degli organi preposti e mi auguro che a breve il territorio di Grotte Santo Stefano possa riavere almeno all’inizio di ogni via i propri cassonetti”.


10

provincia

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

SORIANO NEL CIMINO

Sorgerà a Chia, nei luoghi in cui l’artista ha vissuto

Un Parco culturale a Pier Paolo Pasolini di SIMONA TENENTINI

U

n’interessante proposta è stata approvata all’unanimità in questi giorni dal Consiglio comunale di Soriano nel Cimino, su richiesta su richiesta delle associazioni culturali “G.A.I.

Roccaltia” e “ANSPI”, con sede a Chia. Il progetto prevede l’istituzione di un Parco Culturale di tipo letterario che sarà dedicato a Pier Paolo Pasolini e sarà de�nitivamente istituito tramite una Convenzione siglata tra la Regione Lazio, il

comune di Soriano nel Cimino ed eventuali altre amministrazioni pubbliche. Sarà il primo esempio in Italia di Parco Culturale di tipo letterario regolamentato da una speci�ca legge. Il Parco, ovviamente, sorgerà a Chia, un luogo in cui Pasolini ha vissuto e che ha amato particolarmente. L’obiettivo è quello di inquadrare la �gura dell’artista, attraverso una “narrazione” del rapporto accadimenti/ opere/siti, e di riproporre una nuova rivisitazione di questi luoghi, utilizzando molteplici forme artistiche. Nel parco si prevede sia la realizzazione di luoghi dedicati ad attività ricreative di tipo “libero a carattere estensivo”, sia di altri, più appartati, nei quali svolgere eventi culturali unici, ed in�ne di spazi in cui svolgere didattica, sperimen-

A sinistra La Torre di Chia, sopra Pier Paolo Pasolini tazione culturale ed attività creative. Previsti, in�ne, due importanti percorsi tematici – i luoghi di Pasolini e della cultura materiale – ed un polo culturale a Chia, che ospiterà un centro dedicato a Pasolini, che daranno una forte identità alla struttura del parco. Naturalmente, data la complessità della ‘�gura Pasolini’ e le relazioni che ha saputo stabilire con il territorio ed il sociale, che costituiscono poi la base ispiratrice delle opere dell’artista (del resto, molti

personaggi che compaiono nei suoi �lm sono stati reclutati nei luoghi di realizzazione), presuppongono l’attivazione di un progetto complesso ed articolato che vedrà il coinvolgimento di più soggetti istituzionali e culturali ma in prima istanza sociali, e che per volontà di Pasolini dovrà “..difendere qualcosa che non è sanzionato, non è codi�cato, che nessuno difende, che è un’opera del popolo…”. Per dare impulso all’istituzione del parco culturale sono stati

realizzati nell’ultimo anno dalle associazioni promotrici una serie di eventi nelle adiacenze della torre di Chia: la quarta edizione della “Passeggiata al chiaro di luna” e “I luoghi di Pier Paolo Pasolini - da Casarsa a Chia” ed è in corso la predisposizione degli spazi presso la biblioteca di Soriano e la scuola di Chia, futuro polo culturale, per ospitare alcune opere di Pasolini donate dagli eredi. Queste iniziative in futuro saranno ricomprese nell’attività dell’istituendo Parco.

CORCHIANO - La rappresentazione sacra si rinnova, anno dopo anno, da quarantuno edizioni, riscuotendo sempre ottime critiche

Presepe Vivente, un successo annunciato di ERNESTO MALATESTA

L

usinghiero successo della sacra rappresentazione a Corchiano. A dirlo è il presidente della Pro-loco Quinto Prosperi (foto), responsabile da almeno 10 anni, del presepe vivente. “Benché in provincia pullulino presepi, statici o plastici, viventi, quadri singoli recitati, noi della Pro-loco, dobbiamo dirci molto soddisfatti per il successo ottenuto, ancora una volta, con il presepio vivente” E continua “abbiamo riscon-

trato una notevole af�uenza di qualità, i veri estimatori del Presepe. Molti dei quali si sono dichiarati sorpresi per la scelta del luogo, per la precisione e l’accortezza quasi maniacale impiegata nei costumi, nelle luci, insomma per tutto l’insieme”. La �gurazione della Natività, realizzata in tanti paesi con forme, ambienti, musiche e tutto l’apparato scenico, tuttavia, non esce dai parametri che Corchiano ha codi�cato dai 41 anni che viene rappresentata. Siamo convinti che il Presepe

di Corchiano, il più antico e il più bello in assoluto in tutta la provincia, debba avere un riconoscimento che va ben oltre il francobollo evocativo che le Poste Italiane gli ha voluto dedicare in occasione del ventennale. Nel colloquio con il presidente Prosperi azzardiamo una domanda sul riconoscimento per immortalare de�nitivamente il Presepe. Cosa si potrebbe fare per la futura memoria della sacra rappresentazione della natività? “Nel momento,mi balenano

molte idee, una semplice, semplice, potrebbe essere quella di �lmare, registrare e incidere su DVD le scene salienti, le voci fuori campo o narranti, la musica per ricreare quella atmosfera rarefatta di religiosità. Oppure avere un riconoscimento tangibile di autorità religiose, del quale fregiarsi per sempre”. Nella realtà, il motivo di tanto successo va ricercato nel continuo spirito innovativo che gli arte�ci apportano ogni anno all’intera organizzazione. Per esempio da almeno quattro anni è stato cambiato il

NEPI

sito, le voci narranti sono di personaggi dello spettacolo, la musica del compositore Nicola Piovani, poi quest’anno si è aggiunto un piccolo ristoro per i visitatori, che è stato molto apprezzato. Un bilancio, in de�nitiva, incoraggiante sia per le presenze in netto aumento, sia per l’indice di gradimento. Al presidente Prosperi ancora una domanda secca. Ci sarà per l’anno prossimo qualche innovazione? “certamente sì. E’ nel nostro stile adoperare la parola novità”

FABRICA DI ROMA

Presto un nuovo edificio scolastico in paese Torna la festa di S.Antonio di EMANUELE RICUCCI

P

roseguono le novità circa il polo scolastico di Nepi. Infatti, dopo la recente conferma del passaggio di consegne e direzione del liceo linguistico e scienti�co nepesino dal “Colasanti” al “Midossi”, sempre di Civita Castellana, il Comune rende noto che c’è l’intenzione di edi�care un nuovo edi�cio scolastico da destinare allo scopo. Un accordo sembra essere stato raggiunto, in merito, proprio tra la Curia vescovile e una rappresentanza della provincia, capeggiata dal presidente Meroi insieme agli assessori provinciali Fraticelli e Vita, sindaco di Nepi. (nella foto) Il sunto della questio-

ne vede un compromesso accordato tra le parti, con l’intento, da parte della Curia, di costruire �sicamente l’edi�cio scolastico, in paese, mettendolo a disposizione della Provincia, che pagherà l’af�tto dello stesso per uno speci�co numero di anni. Viene segnalato, inoltre, che non vi è aumento dei costi di locazione previsti in quanto la Provincia già paga un canone sugli edi�ci, appartenenti alla Chiesa, per l’utilizzo attuale dei licei nepesini. Questo compromesso, sicuramente costruttivo, nasce anche da esigenze primarie e di risparmio della Provincia stessa, la quale non dispone attualmente delle somme necessarie per costruire, di per sé, un edi�cio scolastico tout court da destinare agli studenti.

La ricchezza dell’Italia ha tante sfaccettature: tradizioni, piatti tipici, arte e paesaggi. Certamente, qualcosa si perde, si ritrova, si mette al centro dell’attenzione, si ama e si rispetta come le tradizioni. Già, le tradizioni perdute come quella di S. Antonio abate, protettore degli animali. Un tempo, al solo vedere la sua statua portata da robusti contadini metteva forza e speranza. Oggi a Fabrica c’è il ritorno al passato, alcuni “cavallari” i capi contrada, le congregazioni e qualche allevatore hanno riproposto di celebrare Sant’Antonio, quello protettore degli animali, la cui festa cade il 17 di gennaio. Si rivedranno fuori la chiesa tanti animali da cortile, da carne e da latte, da soma e da lavoro come una volta? Speriamo. Ma non si può pretendere più di tanto. Il tempo è trascorso e non si recu-

pera più. Ci dovremo accontentare di quadrupedi nobili come i cavalli, qualche asino, cani e gatti e nulla più. Domenica 16 fuori del Duomo ci saranno uomini e bestie. Ci saranno gli amici del cavallo di Civita Castellana, i contradaioli di Fabrica e tutti gli altri. Il parroco del Duomo Don Chicco, per gli amici, impartirà la benedizione dopo la messa di mezzogiorno, e poi come vuole la tradizione, nei giardini pubblici qualche salsiccia e vino caldo, mente i ragazzi distribuiranno il pane di Sant’Antonio. A Fabrica c’era questa usanza. I ricchi per disobbligarsi della povertà o i benefattori offrivano la farina e i fornai la trasformavano in pane, caldo fragrante per tutti. Questa è poesia nostalgica? Si! Ben sia se serve a riportare in auge una tradizione dimenticata. (E.M)


Mercoledì 12 Gennaio 2011

litorale

Viterbo & Lazio Nord

p

11

TARQUINIA

Ufo: nuovo avvistamento sulla Litoranea il giorno dell’Epifania

È

stato avvistato un Ufo sul litorale. Il fenomeno osservato da due testimoni nella mattina del 06 gennaio sulla strada Litoranea in direzione Civitavecchia è stato poi segnalato al C.U.N. Centro Ufologico Nazionale per le opportune indagini. A riferirlo è il Coordinatore regionale del C.U.N. Alessandro Sacripanti che è stato tempestivamente informato dell’ennesimo avvistamento sul territorio, il primo registrato nel 2011 nella Tuscia. “A seguito della segnalazione abbiamo aperto un indagine

per veri�care l’attendibilità del fenomeno osservato. Due testimoni di indubbia attendibilità ci hanno raccontato che alle ore 05.38 del 06 gennaio, mentre percorrevano la ‘Litoranea’ per dirigersi al lavoro hanno notato in direzione mare, una ‘sfera’ allungata molto luminosa che ha tracciato il cielo per pochi secondi, scomparendo successivamente alla vista dei due testimoni. Dopo l’avvistamento i due testimoni – continua Sacripanti – si sono confrontati chiedendosi cosa fosse stato quell’insolito fenomeno.

Si sono rivolti al Centro Ufologico Nazionale per segnalare l’evento, che non è nuovo in quella zona. Quello che dobbiamo fare adesso – continua l’ufologo – è raccogliere tutte le informazioni e cercare per esclusione tutte le ipotesi convenzionali. Intanto dalle prime attente indagini possiamo dire che non si tratta di satelliti o di aerei. I nostri esperti hanno veri�cato tramite alcuni programmi, che su quello spazio aereo non vi è traccia del passaggio di questo tipo di aeromobili.

Ci concentreremo anche sul comportamento del fenomeno e su questo poteremo avanti le nostre indagini. Questo nuovo caso – continua Sacripanti - si va ad aggiungere alle numerose testimonianze che arrivano mensilmente al Centro Ufologico Nazionale che lo scorso anno in Italia ha registrato oltre 400 avvistamenti. E sul nostro territorio ricordiamo l’avvistamento del 06 settembre 2009 accompagnato da prova fotogra�ca, osservato sull’Aurelia bis nei pressi di Tarquinia in direzione Viterbo dove è stato osser-

vato un oggetto luminoso di forma ovoidale posizionato in verticale e stazionario. Poi l’avvistamento multiplo di sette persone che la sera del 27 agosto 2009, hanno visto sfrecciare nei cieli del litorale una sfera rossa molto luminosa che si è fermata, cambiando direzione e moto, come il caso di Montalto di Castro segnalato da una signora che si trovava sulla Castrense quando all’improvviso, di sera ha notato per circa sei minuti una ‘Palla di fuoco’ che ha solcato il cielo per poi scomparire verso la Toscana.

MONTALTO

TARQUINIA

Ennesimo incidente allo stop di via Castrense

Trattamenti diversi per le società che utilizzano il palazzetto dello Sport

Sport locale figli e figliocci di DILETTA ALESSANDRELLI

M

olte ombre calano sullo sport tarquiniese, proprio in questi giorni infatti

alla Provincia di Viterbo si dovrebbe decidere in merito al futuro del palazzetto dello sport, di proprietà della Provincia e che si vocifera dovrà essere donato al Comune di Tarquinia. Tale Palazzetto però, come anche la palestra comunale di via Bruschi Falgari, detta “del consorzio”, sono gestite da anni quasi esclusivamente dalla società Basket Pegaso Tarquinia, facente capo all’assessore Anselmo Ranucci. L’amministratore infatti è stato presidente della società �no al 2007, anno della sua elezione in consiglio comunale e della sua successiva nomina ad assessore. Il testimone, nell’ avvicendamento alla carica di presidente sembra essere passato poi alla moglie dell’assessore Ranucci. Il fattaccio però non risiede tanto in queste annotazioni, ma appunto nella gestione

delle palestre di cui sopra. La loro gestione infatti è af�data interamente alla società Basket Pegaso, che per gentile concessione ne lascia limitatamente l’uso ad altre società, come una seconda squadra di basket costretta ad allenarsi la sera e la pallavolo che con la Pegaso dovrebbe dividere l’uso del palazzetto dello sport ma che in realtà in quella struttura viene trattata da ospite. Le utenze di acqua e riscaldamento in quella struttura sono divise per le due società, ma mentre il Comune di Tarquinia liquida quelle relative al Basket Pegaso, la pallavolo assolve direttamente al pagamento, per non parlare delle feste annuali nei locali del comune e la pompa magna con le quali vengono celebrate. Chi �gli e chi �gliocci insomma nello sport locale, chi può avvalersi di strutture

I

L’assessore Ranucci

e �nanziamenti diretti ed indiretti, addirittura gestendo autonomamente le pubblicità af�sse all’ interno delle strutture, e chi invece non ha spazi, non ha fondi e rischia di dover dire addio alla pratica del proprio sport preferito. Insomma per fare sport a Tarquinia sembra necessario avere in tasca la tessera del Pd, o comunque manifestare simpatie per l’amministrazione comunale ed il suo operato. Chi sa se l’amministrazione provinciale vorrà continuare a garantire l’uso della struttura del palazzetto

TARQUINIA - Un tema che è stato trattato non solo nel suo significato religioso

Record di presenze per ‘Adorazione’ di ALESSANDRO SACRIPANTI

È

Il fenomeno degli Ufo – aggiunge Alessandro Sacripanti – non è solo un argomento per appassionati, siamo di fronte ad un discorso che interessa anche le classi istituzionali, e il notevole rilascio di ‘�les’ sugli Ufo, da parte di molti governi è la dimostrazione che per molti anni il fenomeno Ufo è stato seguito attentamente. Dal Centro Ufologico Nazionale invitano a contattare attraverso la mail centroufol ogiconazionale@gmail.com per qualsiasi riferire altri dettagli sul recente o su altri avvistamenti della zona.

stato un vero successo quello registrato nel corso della mostra-concorso di pittura, scultura e fotogra�a dal titolo ‘AdOrazioni un natale tra contemplazione e provocazione’, conclusa domenica scorsa. La manifestazione rimasta aperta dal 23 dicembre al 9 gennaio, si è tenuta presso il Monastero delle Benedettine con la possibilità di vedere giovani nomi ed artisti affermati confrontarsi sul tema dell’adorazione, andato oltre il suo signi�cato religioso. L’evento si è realizzato grazie alla sinergia tra l’Università Agraria di Tarquinia e il suo presidente Alessandro Antonelli con l’Associazione Culturale La Lestra e l’Associazione

Umanitaria Semi di Pace, nel suggestivo scenario del Monastero delle Benedettine. notevole il numero di partecipanti, di diversa provenienza, dalla Toscana, alla Provincia di Viterbo come dalla Provincia di Roma, �no ad opere provenienti dalla lontana Cuba. Importante l’allestimento, come da tradizione delle mostre marchiate ‘AdOrazioni’, che rimarrà a disposizione della città di Tarquinia af�nché simili investimenti non vadano perduti. Dietro a questo evento si è rinnovata la voglia di rendere la cultura ed il suo linguaggio artistico prossimo alla gente comune, senza �ltri e mediatori, cercando comunque qualità nel modo di porre i sentimenti di ciascun uomo che senza de�nirsi artista possa trasportare emozioni.

Totale è stata la soddisfazione degli organizzatori, con l’Università Agraria in testa. “Sollecitare il tessuto vivo di Tarquinia appare di fondamentale interesse – hanno riferito – ‘AdOrazioni’ non è più sola, Tarquinia infatti nel periodo natalizio si è popolata di mostre e rassegne, che per lo più sono sorte dalla vitalità di Associazioni culturali locali, sempre con grande cura e attenzione ai minimi dettagli”. Anche l’Università Agraria non si è di certo tirata indietro, dal respiro internazionale di una mostra come ‘Genesis’, svolta presso la Chiesa di Santa Maria in Castello, come al festival Jazz curato dall’Associazione Zinghereria, �no alla rappresentazione del Presepe Vivente, in cui come sempre l’ente di via Garibaldi ha svolto un ruolo di primo piano.

dello sport a chi per anni vi ha fatto il bello ed il cattivo tempo sempre spalleggiato dalla politica,utilizzando lo sport come una fucina per fabbricare voti, oppure vorrà garantire un pò di pluralismo almeno per l’uso di strutture pubbliche nate allo scopo di dare ai ragazzi la possibilità di coltivare la proprie personali passioni agonistiche. Con ciò non ci si augura la defenestrazione della Basket Pegaso dalle strutture pubbliche, ma un corretto uso delle stesse e uguali opportunità per tutte le discipline praticate sul territorio.

l bilancio è lieve ma fornisce l’occasione per riproporre, ancora una volta, il tema della pericolosità dell’incrocio nei pressi di via Castrense. Ieri mattina, infatti, si è verificato l’ennesimo incidente all’altezza dello stop proprio in via Castrense, nell’intersezione con via Aurelia. L’episodio, che si è verificato intorno alle otto di mattina, ha visto coinvolte un’ Opel Zafira e una Lancia Y, che, per motivi da chiarire, si sono scontrate frontalmente. L’incidente non ha provocato nessun ferito grave, il tutto si è concluso con qualche escoriazione e contusione in testa per gli occupanti delle due autovetture. E’ stato tuttavia necessario l’intervento del 118 e della Misericordia di Montalto per trasportare i feriti all’ospedale di Tarquinia. I primi rilievi sul posto sono stati effettuati dalla polizia stradale di Tarquinia. La causa dello scontro sarebbe da attribuire al fatto che, una delle due autovetture, non ha rispettato lo stop in Via Castrense andando ad impattare inevitabilmente con l’altra automobile. L’incrocio in questione è pericoloso non solo per gli automobilisti ma anche per gli stessi pedoni. Essendo infatti situato vicino al capolinea dei pullman, ci sono sempre moltissimi studenti che prendono i mezzi pubblici per recarsi a scuola. Si tratta, dunque, di un’area ad alta densità di traffico. Del resto non è la prima volta che si verifica un incidente in questo punto. Lo stop ‘incriminato’ si trova lontano dal centro dell’incrocio e quindi gli automobilisti sono costretti ad avanzare sporgendosi sulla strada per riuscire a vedere chi proviene da sinistra, esponendosi maggiormente al rischio di potenziali scontri. (S.T.)


12

civitavecchia

p

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Sconcertante scoperta all’interno della cosidetta ‘area di cantiere’

‘Ghost Town’, accessibili anche i sotterranei Mercato, i lavori avanzano... anzi no

C

onfessiamo d’aver avuto un vero e proprio fremito, quasi un sussulto, quando, sulla nostra ‘mail’, abbiamo ricevuto, altresì con largo anticipo sin dal giorno precedente, la convocazione ufficiale ad una Conferenza stampa, fissata per lunedì scorso alle 12.30, in cui il Sindaco, Gianni Moscherini, avrebbe dichiaratamente illustrato, presso l’Aula Cutuli, “alcune novità sull’avanzamento del pro-

getto Mercato”. Un fremito forte, il nostro, inoltre considerando l’inspiegabile empasse di ben quattro mesi di fatto registratosi in riferimento all’area interessata. Ma poi, ad un’oretta dal tanto atteso, “fatidico” incontro, eccone l’inatteso annullamento “a causa di alcuni impegni istituzionali sopraggiunti all’ultimo istante”. I lavori suddetti, insomma, avanzano...anzi no. E quale sarebbe mai, in tal senso, la novità? (PC)

di PIETRO COZZOLINO

S

i è fatto un gran parlare, anche e sopratutto di recente a livello nazionale, di ragazzine scomparse nel nulla, da mesi; anni. Oppure di altre; vittime di stupri o di quant’altro di orrendo si possa perpretare, crudelmente in�erendo, ai danni di creature innocenti quanto indifese. Eppure, quando il pericolo sussiste, in tutta la sua evidenza, anche sotto casa (se non al proprio naso), c’è sempre chi non vede o, peggio ancora, fa �nta di non vedere. Quasi facesse niente; come se non la cosa non lo riguardasse; magari nell’illusinoe (palese) che la stessa non potrebbe mai e poi mai riguardargli. Allora “è normale” che un cantiere (ma si può realmente chiamarlo tale?), inizialmente recintato in tutta fretta e poi, del tutto inspiegabilmente, riaperto per settimane al traf�co veicolare e

pedonale, nonchè offrente spazio da adibire ad abusivo parcheggio, possa trasformarsi in emblema del pericolo suddetto, peraltro prestando il �anco alle orride sfaccettature del medesimo. Torniamo a parlare della “Ghost town” mercatale, di quell’area“cantierata”, ma a nostro avviso sempre più inquietantemente “fantasma”, all’interno di quello che, un volta, era l’Antico mercato rionale e che ora, tra inde�nibili aleggiamenti, si sostanzia di carcasse varie; tristi resti dell’esercire che fu. Un’area in cui, almeno a detta dei tanti proclami amministrativi risalenti ormai a diversi mesi fa, si sarebbe dovuto dare nel breve (ed il condizionale è maledettamente d’obbligo) operativo avvio alla tanto sospirata (e strombazzata) ristrutturazione. Ed invece, con un commercio locale ormai ridotto allo stremo, in più previamente s�ancato da una delocalizzazione avvenuta proprio sotto il periodo

Oggi l’ultimo saluto a Cristina

delle Festività Natalizie, nulla si muove. Ed in proposito, tutto tace. Salvo, ovviamente, il lamentarsi di qualche “spirito” tuttora albergante le fatiscenti strutture in oggetto, quotidianamente a comporre un contesto, appunto, a dir poco spettrale. E come se non bastassero gli inenarrabili rischi cui è esposta la cittadinanza nel passarvi attraverso (cosa, quest’ultima, possibile in lungo ed in largo), ecco a far “bella” mostra di sè, il “tugurio”, anch’esso facilmente accessibile, individuabile nei sotterranei dello storico Palazzo del Pesce ora in disuso. Ebbene, date un occhio alle fotogra�e a

corredo, e provate ad immaginarvi dentro uno dei vostri cari in più tenera età, foss’anche capace, il medesimo, d’urlare a squarciagola. Ed a seguire, un consiglio: non dimenticate di correre ad abbracciarlo; e ad abbracciarlo forte. Un gran parlare, dicevamo in apertura; vieppiù condito da una marea, sovente incontrollata ed incontrollabile, di chiacchiere; vere e proprie. Ed agli animi più sensibili, nel mentre, non resta che pregare. Oppure no; nel rispolverar di dentro un barlume d’amor proprio ed orgoglio. E magari anche una buona dose di senso civico.

Ottimo successo per la compagnia ‘Pancrisia’

Assaggiare Alle 10 presso la chiesa del Gesù Divino Lavoratore “Il veleno del teatro” H S

i svolgeranno questa mattina, a partire dalle 10.00 presso la Chiesa del Gesù Divino Lavoratore, i funerali di Cristina Mencarelli, sedicenne civitavecchiese volata in Cielo lo scorso 2 gennaio dopo il terzo intervento di neurochirurgia

subìto a causa di un adenoma ipofisario. Tuttora aperte l’indagine interna all’Ospedale San Filippo Neri e l’inchiesta della Procura della Repubblica di Roma susseguente ad un esposto presentato, nell’occasione, presso i Carabinieri di Monte Mario, dai famigliari della giovane. Nel mentre, il Presidente della Commissione parlamentare sugli errori sanitari, On. Leoluca Orlando, ha scritto al Governatore della Regione Lazio con Delega alla Sanità, Renata Polverini, a che si faccia pienamente luce sull’intera, drammatica vicenda di cui sopra. “La Commissione d’inchiesta che presiedo, senza pregiudizio per le indagini in corso - si legge nell’urgente nota inviata dal medesimo - intende acquisire ogni dato utile a conoscere lo

svolgimento dei fatti, sia in merito ad eventuali criticità organizzative riscontrate, che in ordine ad iniziative amministrative, sanzionatorie e/o cautelari assunte

a fronte di eventuali responsabilità individuali”. Ma ora, per quest’ultimo saluto, stringiamoci tutti, affettuosamente attorno ai cari di Cristina. (pc)

a riscosso un ottimo successo, lo spettacolo “Il veleno del teatro” di Rodolf Sirera, portato di recente in scena, dalla Compagnia civitavecchiese “Pancrisia”, presso la Chiesa sconsacrata di Sant’ Angelo a Barbarano Romano (Viterbo). La rappresentazione detta, in un atto unico della durata di un’ora, è ambientata nel 1700 e si svolge all’interno dell’abitazione di un importante quanto equivoco Marchese che ivi convoca una nota attrice, Gabrielle Du Beaumont, a che interpreti un’opera classica. L’artista stessa, manipolata ed in�ne dominata dal nobile, dovrà interpretare il testo propostogli, in modo estremamente realista, seguendo le precise indicazioni del medesimo. Il che, la trascinerà �no alle estreme conseguenze. “Nell’occasione, si è inteso rappresentare quella certa idea dell’attore e della verità, ora affannosamente cercata, ora

Ancora un prestigioso riconoscimento per l’atleta della Vis Cordis

Donatello Fraticelli ‘no limits’! I

l prestigioso Premio Cip è andato, per il terzo anno consecutivo, all’atleta della ‘Vis Cordis’, Donatello Fraticelli (nella foto). Questa, la straordinaria quanto grati�cante notizia che ci giunge da “Una giornata con il Campione Cip della Regione Lazio”, evento organizzato, presso il “Pala Cavicchi” di Roma, con la collaborazione di Assessorato competente, Inail e Redazione di “No Limits-Sportivamente Abili”. Moderato da Marco Gaviglia di ‘Gold Tv’, lo stesso si è aperto con l’intervento del Presidente, Pasquale Barone, sottolineante l’importanza dello Sport nel recupero del benessere psico-�sico della persona disabile. Spazio poi alle emozioni, con la proiezione di un video sulle Paraolimpiadi di Pechino 2008. A sua volta, il Direttore dell’Istituto nazionale di cui sopra, Antonio Napolitano, ha invece ricordando la Conven-

zione stipulata tra il medesimo ed il Comitato suddetto sì da offrire un contributo concreto all’intero movimento. Ribadito da tutti, l’impegno nella promozione, altresì mettendo a disposizione strutture, strumenti e personale sempre più quali�cato. A seguire, sono stati gli atleti a conquistare il centro della scena, premiati dal Presidente della Commissione provinciale, Giuseppe Battaglia. Ciò, a partire da due eccellenze internazionali quali la tuffatrice Maria Marconi, bronzo agli Europei di Budapest ‘08 e di Torino ‘09, ed il primatista italiano dei 400m piani, Andrea Barberi, entrambi appartenenti al Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle. E dopo le note di “Senza te o con te” cantata dal vivo da Annalisa Minetti, artista ed atleta disabile, si è passati alla premiazione dei Campioni nazionali e regionali, tra cui, appunto, il nostro e sempre più sorprendente

Donatello. Il tritone civitavecchiese, nello speci�co, è stato premiato per gli ottimi risultati conseguiti agli ultimi Campionati di Nuoto individuali e per Società che hanno permesso alla ‘Vis’ di classi�carsi tra le prime cinque. La Presidente della stessa, Maria Rita Colucci, ringraziando l’Assessorato regionale che da anni supporta economicamente il sodalizio, nonchè gli amici della ‘Co.Ser Nuoto’ mettenti l’impianto a servizio per gli allenamenti, ha sottolineato come l’evento sopra decritto abbia offerto una preziosa occasione per trascorrere insieme una giornata all’insegna della solidarietà e del divertimento, inoltre accendente i ri�ettori su di una realtà positiva, spesso ingiustamente relegata nell’ombra, che ha riconosciuto il valore di tutti coloro che, a vario titolo, promuovono e danno lustro allo Sport Disabili”. (Pi.Co)

lasciata nelle pieghe della �nzione - si legge nelle curate note di regia a �rma Margherita Macor - L’inganno delle apparenze porta anche l’uomo più intelligente ad essere prigioniero di schemi e convenzioni sociali. E neanche le proprie raf�nate capacità e l’esperienza salveranno Gabrielle da una �ne inesorabilmente “teatrale”. Quanto detto, altresì grazie a Valentina Politi, nella parte della stessa commediante, Gabrielle du Beaumont, e Fabio Leopizzi in quella del Servitore nonchè del Signor Marchese. Tecnico audio e luci, Maurizio Brunori. (Co.Pi.)


SPORT

CICLOCROSS - Vasanello

Grande show al Master Cross

PALLAVOLO - Serie B2

La Comal resta in vetta

di Glauco ANTONIACCI

di Simone FANTASIA

servizio a pagina 20

servizio a pagina 18

Edizione del 12 Gennaio 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

BASEBALL

SUPERBIKE

Sgnaolin decide il suo futuro Voci insistenti lo vedono lontano da Grosseto: “Aspetto notizie dalla società” di GLAUCO ANTONIACCI

V

iterbese, classe 1984, la passione per il baseball nel sangue e otto anni di militanza a Grosseto, in una delle roccaforti nazionali del ‘batti e corri’. Per Andrea Sgnaolin, nato e cresciuto nella città dei Papi, su quel diamante del G. Massini che lo ha visto centrare, nell’ormai lontano 1999, lo scudetto Cadetti con la maglia dei Rams, è arrivato il momento di fare una scelta. Voci insistenti lo vedono lontano dalla sua città d’adozione, spinto dai problemi economici della società maremmana e dalle sirene di altri team che si sono prontamente fatti avanti. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente per sapere se ha già preso una decisione: “Sto aspettando che la società faccia le sue mosse - ci ha risposto - e mi riferisco in particolare a questioni economiche da risolvere. Non è una cosa che riguarda solo me ma tutta la squadra, c’è da saldare tutto il pregresso del 2010, nessuno di noi ha mai voluto alzare la voce ma è chiaro che non è una situazione piacevole e non ti fa giocare tranquillo”. “Io la mia decisione l’avrei già presa - prosegue Sgnaolin - perchè

Checa si sta preparando ad una stagione di vertice I

n casa Althea Racing si guarda con �ducia all’approssimarsi della stagione 2011, quella che vedrà la scuderia del team manager Genesio Bevilacqua presentearsi al via del Mondiale Superbike quasi con i gradi di ‘team uf�ciale’ Ducati. Il ritiro, per una stagione, della casa madre di Borgo Panigale ha trasformato la scuderia civitonica nel team più quotato a difendere i colori della moto italiana, in virtù di un 2010 eccellente. In sella alla moto con cui ha otenuto buoni risultati la passata stagione, ci sarà ancora Carlos Checa (nella foto) che, dopo un periodo natalizio trascorso a casa con i parenti e un Capodanno in montagna con amici a sciare, ha rilasciato un’intervista, pubblicata sul sito internet della scuderia (www.althearacing.it), in cui ha parlato della preparazione che sta effettuando e delle prospettive per il futuro. “Durante l’inverno faccio della preparazione �sica in palestra, preparazione aerobica e poi vado a fare sci di fondo o bici; mi piace motocross e trial. Mi piacciono anche gli sport

a Grosseto ho un lavoro (in una società �nanziaria, ndr), posso giocare in A1 e sono vicino casa. Se le cose si sistemeranno come dice la società rimarrò volentieri, ma servono interventi rapidi e idee chiare per il futuro”. Alcune mosse concrete sembra che siano state fatte, dalla riorganizzazione delle cariche societarie all’ingaggio di un campione come Abraham Nunez: “E’ un nome di prestigio per tutto il movimento - concorda il terza base viterbese ma mi è dispiaciuto molto che non sia stato confermato Danny Sandoval: un grandissimo giocatore, tra i più forti in battuta e difensore straordinario. Si era ambientato benissimo, conosceva il campionato ed era fondamentale nel gruppo. Nunez ha giocato tanti anni in MLB e sul suo valore non si discute, ma l’ambientamento potrebbe non essere così scontato visto che in Italia il baseball è molto diverso rispetto agli Stati Uniti”. “So che la società si riunisce domani (oggi, ndr) e credo che entro la �ne della settimana ci comunicheranno qualcosa”, conclude Sgnaolin. Noi aspettiamo notizie, e con noi anche quei team, come Bologna e Rimini (e pare anche Nettuno) che vorrebbero assicurarsi il giocatore.

estremi, sono andato a sciare in montagna e in dicembre ho fatto enduro cross country”. Si è poi parlato dell’attesa per il 2011: “La squadra sta lavorando molto bene. Personalmente mi sento molto �ducioso di poter lottare per il titolo, anche se ci sono dei piloti molto forti, cominciando con Biaggi. Credo che, rispetto al 2010, un incremento in potenza sarebbe molto utile per essere ancora più competitivi”. Alla �ne di gennaio, a Portimao, si svolgerà il test Infront e Checa, velocissimo lo scorso anno all’esordio a Phillip Island, ha già fatto sapere che vuole cominciare anche il 2011 in modo simile e lanciare subito la sua s�da a tutti i protagonisti del Mondiale. (GA)

BASKET UNDER 17 - Biancoblù ko nella ripresa BASKET SERIE C - Il ricorso ha restituito un punto ma non la vittoria sul campo con Pamphili

La Stella regge un tempo contro la capolista Lazio STELLA AZZURRA VT 41 LAZIO BRACCIANO 75 Stella Azzurra Viterbo: Piazzolla, Paglialunga, Ciriello , Marsili 4, Caniello 5, Baldelli, Carra 15, Sera�ni, Veleno 5, Baleani 2, Rocchetti, Ripamonti 5 Coach : Lillo Ferri Lazio Bracciano: Gonnelli 1, Gentile 2, Caiazzo 4, Niyonkuru 12, Lanzafame 18, Fregolent 8, Francicanava 9, Baldi 2, Zoccali 7, Simonazzi Coach: Cioce Arbitri: Silvestro di Viterbo e Billi di Monte�ascone Parziali: 11-13, 23-29, 30-50

L

a Stella under 17 inaugura il 2011 con una scon�tta interna contro la capolista imbattuta Lazio basket. Senza Paolocci e con Ripamonti appena rientrato, i biancoblù partono bene mentre gli avversari sfruttano il predominio nel pitturato per controllare i rimbalzi. Gli ospiti vanno al primo riposo sul +2 ed anche nel secondo quarto devono fare i conti con una Stella Azzurra molto determinata, anche se sprecona ai

liberi, e con Ciriello che recupera tanti palloni ma non riesce a �nalizzare i contropiede. La Lazio alza i toni offensivi con il colored Niyonkuru che fa valere le sue doti �siche nell’1 contro 1 ma la Stella rimane in corsa attaccata alle giocate di Veleno e Carra. Baldelli, unico lungo di ruolo, sbaglia qualche facile canestro da sotto e così si va al riposo con gli ospiti in vantaggio di 6 punti. Nel secondo tempo cambia tutto, la Lazio chiude bene in difesa e realizza spesso in contropiede o in transizioni offensive, sfruttando anche una panchina sicuramente più lunga di quella di coach Ferri. Il break è pesante (21-7) e la partita prende de�nitivamente la strada degli ospiti; i laziali spingono ancora e appro�ttano di una Stella in evidente dif�coltà, specialmente con le guardie. La partita si conclude con il pesante passivo di – 34 per i ragazzi della Stella, bravi comunque a rimanere vicini per metà gara ai primi della classe. Prossima partita venerdi in casa del Polaris Roma appaiata ai viterbesi in classi�ca.

Solo mezzo sorriso per la Harley Davidson R

e Salomone deve avere ammiratori o seguaci nella Commissione Giudicante Regionale. L’organo di giustizia del basket laziale, chiamato a pronunciarsi sul ricorso presentato dalla Stella Azzurra per la gara contro Pamphili, ha

CLASSIFICA MARINO

26

HARLEY DAVIDSON VT

18

EUROBASKET

18

MONTEROTONDO

16

ALATRI

16

F. CISTERNA

14

S, PAOLO OSTIENSE

14

TERRACINA

14

VIRTUS VELLETRI

12

PAMPHILI

12

SMG LATINA

10

VIRTUS PRAENESTE

8

SABAUDIA

2

VIRTUS FRUSINO

2

Il dirigente Fabrizio Gatti confermato lo 0-20 ai danni dei biancoblù, restituendo loro però il punto di penalità. Una decisione salomonica, appunto, accolta con freddezza dalla società viterbese: “Dal punto di vista giuridico toglierci il punto di penalizzazione era il minimo - commenta il dirigente responsabile Fabrizio Gatti - perchè il regolamento prevede che venga comminato solo in caso di reiterazione del reato, cosa che non è chiaramente successa. Per quanto riguarda la questione nel merito, il regolamento è contraddittorio

perchè in un articolo equipara l’allenatore al rilevatore statistico, che per andare in panchina basta che sia tesserato per la società, in un altro dice che serve anche la quali�ca: Lillo Ferri ha la quali�ca di allenatore, è tesserato per tutte le nostre società giovanili ma non per la serie C e questo ci è costato la scon�tta 20-0. Riconosciamo la nostra leggerezza ma credo anche che sia assurdo sovvertire il risultato del campo. Noi siamo stati corretti, avremmo potuto dire semplicemente che Ferri era stato segnato erroneamente come aiuto allenatore mentre in realtà era un rilevatore statistico

ed avremmo pagato solo una multa di 75 euro. Ritengo che in questi casi il buon senso dovrebbe prevalere ma, a quanto pare, non sempre è così ed è strano che si sia aspettato tre mesi prima di emettere un verdetto sul nostro ricorso. Spero che venga usato lo stesso metro con tutti e soprattutto che vengano fatte regole più chiare, per il resto prendiamo atto della sentenza e pensiamo al girone di ritorno con tanta voglia di confermare il secondo posto. Quei due punti ci avrebbero fatto comodo, ma pensate cosa sarebbe successo se avessimo vinto con Marino”. (GA)


� �

sport

SPORT

p

14

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

CALCIO SERIE D

Viterbese, manca la striscia vincente “Serve continuità” dice mister Puccica e ha ragione. I gialloblù non hanno mai vinto tre gare di seguito Inoltre i tre punti non sono arrivati per sette settimane e la coppia Federici-Palumbo ancora non decolla di EMANUELE FARAGLIA

l’Aprilia (Foderaro e Branicki sono a quota 19), del Monterotondo (Cirillo e Parasmo sono a 18), del Bacoli (Manzo e Mendil 18), dell’Anziolavinio (Antonelli e Zanni 17), dell’Arzachena (Figos e Hasa 17), del Sanluri (Fanni e Mirabet 14), dell’Astrea (Di Iorio e Simonetta 14), del Fidene (Zirilli e Polverino 13). A questo punto, e solo a questo punto, arriva anche la coppia gialloblù, quella composta da Federici (9) e Palumbo (4) che insieme hanno fatto centro 13 volte. Troppo poco per poter ambire alle primissime posizioni. Domenica Palumbo è tornato al gol. La speranza è che il dono ricevuto dalla retroguardia sarda basti a ridare la spinta a quella che �nora è stata la ‘spalla’ di bomber Federici...

L

a recente vittoria sulla Portotorres ha ridato energia ad una Viterbese piuttosto scossa dal ko di Zagarolo. Ora la zona playoff è ad un solo punto di distanza, ma soprattutto i gialloblù hanno trovato un nuovo modulo su cui poter contare, il 4-3-3 che promette di garantire maggior solidità. Un campionato �no ad ora a fasi alterne che vede la Viterbese incapace di conquistare quella serie di vittorie consecutive che permetterebbero di fare il pieno di autostima oltre che di punti. UN PO’ DI NUMERI Tra i dati del campionato in

Il centrale Corral

L’esterno Mezzotero

Vincenzo Palumbo corso spica quello relativo alla difesa: la Viterbese ha subito 20 reti in 19 giornate, risultando la seconda retroguardia del girone assieme a quella del Monterotondo (meglio hanno fatto Viribus, Aprilia, Portotorres e Budoni con 19). La squadra di mister Puccica vanta poi la seconda miglior serie di risultati utili consecutivi essendo arrivata a quota 12 gare senza perdere. Più a lungo è durata l’imbattibilità di Portotorres e Monterotondo (14 partite senza scon�tte). Quello che è mancato ai gialloblù, si diceva, è una striscia di vittorie consecutive. E dunque non fa scalpore il fatto che per ben sette settimane (dall’ottavo turno al quattordicesimo) la Viterbese sia stata incapace di conquistare i tre

punti andando incontro a cinque pareggi e due scon�tte, tra l’altro consecutive contro Guidonia in casa ed Aprilia fuori casa. Ecco quindi il dato che fa la differenza con le prime della classe: nella graduatoria delle serie di vittorie consecutive spiccano le cinque di Monterotondo e Viribus, le quattro del Cynthia, le tre di Zagarolo, Aprilia, Bacoli e Fidene e soltanto due per la Viterbese che condivide questo scarno record con Guidonia e Budoni, ovvero squadre destinate a tutt’altro campionato. Considerando in�ne un ultimo dato si comprende ancor di più la distanza dal Monterotondo e le altre. Le coppie del gol più proli�che sono quelle dello Zagarolo (Amassoka e Carlini hanno totalizzato 26 reti), del-

L’esterno Moreno Esposito

ECCELLENZA - Dopo il ko col Fiumicino mister Cacciatori si prende un giorno di... ferie

“Monterosi, tutto sotto controllo”

Il direttore sportivo Angelini respinge le insinuazioni di un’atmosfera pesante

Tutto sotto controllo, non c’è nessun caso Cacciatori”. A parlare è il direttore sportivo del Monterosi Lorenzo Angelini che dopo la scon�tta interna con il Fiumicino ha

inteso diraradare le nubi comparse attorno alla squadra e soprattutto attorno al tecnico Davide Cacciatori. Quest’ultimo si era infatti lasciato andare a giudizi particolarmente critici subito dopo il match perso

Stefano Maestà

a Mazzano Romano. Bersaglio delle sue critiche il gruppo storico, i senatori biancorossi con Stefano Maestà in testa. Lo stesso bomber, a ben guardare, era apparso più che rammaricato, diremmo ‘stranito’ alla richiesta di commentare la gara. E questo magari proprio per le critiche ricevute nello spogliatoio dal tecnico Cacciatori. Supposizioni. Ma proprio ieri, alla ripresa degli allenamenti, il tecnico Cacciatori non ha rilasciato dichiarazioni e non ha diretto la seduta chiedendo anzi un giorno di riposo al presidente Cialli. Pausa accordata e dubbi che crescono. Non appena contattato il ds però tutte le nubi sono diradate: “Il mister aveva da fare e ha chiesto un giorno al presidente. Nessun problema. La squadra si è allenata regolarmente alle dipendenze del preparatore atletico Fantoni”.

Non è che la scon�tta ha lasciato qualche strascico? “Siamo dispiaciuti ovviamente, siamo rammaricati per la scon�tta. Non possiamo permetterci altri passi falsi. Non possiamo permetterci il lusso di perdere o pareggiare di nuovo. Perché il campionato è lungo, d’accordo, ma è lungo non solo per noi, anche per chi sta dietro”. Il giudizio di mister Cacciatori sullo scarso impegno di alcuni senatori è stato piuttosto pesante o no? “Il mister ha dato la sua versione, la squadra e lo staff non dico che devono adeguarsi ma sicuramente il suo giudizio va preso in esame”. Dunque un’atmosfera non proprio giuliva in quel di Monterosi dopo una scon�tta che non è stata affatto digerita, sia per il modo in cui è maturata sia per le critiche dirette di mi-

Emanuele Bufalini ster Cacciatori a chi secondo lui avrebbe potuto e dovuto dare qualcosa in più. E ieri, tanto per aggiungere un po’ di mistero, la richiesta accettata di un giorno di pausa. “Aveva delle cose personali da fare” ha spiegato il ds Angelini. Ma il tecnico, contattato, ha preferito non

rilasciare dichiarazioni. Perché? Forse mister Cacciatori medita decisioni clamorose? Dif�cile a dirsi. Di sicuro il Monterosi è atteso da una trasferta durissima ad Albano Laziale alla ripresa dei giochi. E servirà l’apporto di tutti per portare a casa punti ed un po’ di serenità. (e f)


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

p

15

CALCIO E C5 NEWS

Le 700 panchine di Ivano Piccato nel calcetto La storia del popolare dirigente del nostro futsal che domani compie i suoi magnifici 60 anni In questa stagione è l’accompagnatore dell’Active Network Cus. I suoi ricordi tra numeri, bomber, trionfi e sconfitte

S

erie di news e approfondimenti dal nostro calcio e calcio a cinque a tutte le latitudini. ZOOM SULLA 3ª CATEGORIA CHE DA SABATO TORNA A PIENO REGIME In attesa della ripresa generale, �ssata per sabato 15 e domenica 16 gennaio, alcune squadre della Terza Categoria sono scese in campo nel �ne settimana scorso per i recuperi relativi alla decima giornata di andata. Torniamo sui risultati scaturiti che senza dubbio pesano sulla �sionomia attuale della classi�che in entrambi i gironi provinciali. Girone A - Ben tre delle quattro s�de riguardavano il raggruppamento A con: Virtus Corchiano-CSL Soccer, Fabrica Calcio-Team Canepinese e Real Caprarola-Accordia. Balza all’occhio la prima scon�tta stagionale della capolista CSL Soccer che prima di sabato era stata capace di ottenere sette vittorie e un solo pareggio, maturato a sorpresa sul non inespugnabile campo della Vicus Ronciglione lo scorso 4 dicembre. E dire che sono stati i tirrenici ad aprire le marcature al Santa Maria di Corchiano prima di subire la rimonta e il sorpasso degli avversari con un crescere di nervosismo costato due espulsioni nel �nale, fra cui quella dell’allenatore Brunori. I virtussini dal canto loro hanno dato prova di compattezza e profondità della rosa, visto che sono stati capaci di fermare la prima della classe senza il centrocampo titolare: mancavano per vari motivi Oliverio, Meraglia e Olivieri. Presidente felice - “Davvero una bella soddisfazione – commenta il presidente della Virtus Corchiano Stefano De Vincenti – la squadra ha disputato una grande gara. In questa stagione abbiamo dimostrato un po’ di inesperienza all’inizio, poi dalla seconda giornata nessuno è più stato capace di vincere sul nostro terreno. Sono alla prima esperienza da presidente e vedo con piacere che siamo stati capaci di allestire una squadra competitiva e che mostra una bella manovra. I complimenti sotto questo pro�lo vanno soprattutto ai bravi tecnici Vaccarelli e Nardi”. Canepinese in salute - Da non sottovalutare anche la vittoria esterna del Team Canepinese in casa del Fabrica Calcio del presidente Carlo Patriarca. La chiave della partita è stata la migliore condizione atletica della squadra di Canepina che, dopo aver chiuso sotto di una rete il primo tempo, ha ribaltato la situazione nella ripresa grazie alle reti di Giacomo Fanelli e Luciano Renzoni. Un aspetto messo in evidenza nell’immediato post gara dal tecnico ospite Bernardino Renzoni: “Fra riposi e gare saltate noi avevamo disputato solo novanta minuti

Lo zoom sulla Terza Categoria che dopo le sfide dei recuperi torna a pieno regime La grande gioia della V. Corchiano uf�ciali nell’ultimo mese; i ragazzi tuttavia si sono impegnati al massimo nel corso della sosta natalizia e i risultati si sono visti. Nel secondo tempo ho visto il Fabrica piuttosto in dif�coltà sotto il pro�lo �sico, noi invece abbiamo cambiato passo anche grazie agli innesti di Giuseppe Pavarozzi e Gino Fanelli. Sono state provvidenziali le due amichevoli organizzate in questo periodo contro il Vasanello e una compagine juniores”. Per il Team Canepinese si tratta di un successo ancora più prezioso perché ottenuto con le assenze importanti di Ramacci, Matteo Ottavianelli e Simone Fanelli: “Era davvero importante vincere questo match per continuare a coltivare certi discorsi di alta classi�ca – dichiara mister Renzoni – comunque prima di noi, oltre alla CSL, vi sono compagini importanti come Accordia, Las Vegas e Virtus Corchiano. I punti in palio sono ancora molti, noi non dobbiamo regalare niente a nessuno e poi si tireranno le somme”. Il programma dei recuperi del girone A è stato chiuso domenica mattina dalla s�da fra Real Caprarola e Accordia: a conferma delle dif�coltà delle grandi in questo inizio di anno è arrivata la scon�tta per tre a due della seconda forza del girone. La compagine di Oriolo resta così ferma a diciotto punti e comincia a sentire il �ato sul collo delle tre squadre a quota quindici: Virtus Corchiano, Tarkna Tarquinia e Las Vegas Soccer. Quest’ultima sarà di scena al Comunale di Oriolo proprio sabato in un’attesa s�da diretta. Girone B - L’unico match del raggruppamento B riguardava invece Canino Calcio e Cicram. La squadra ospite, per la prima volta guidata dalla panchina da Di Stefano che ha preso il posto nelle settimane scorse di Ribelli, è stata messa a mal partito dalla partenza del Canino, capace di costruire tre occasioni da rete nei primi cinque minuti prima di sbloccare il risultato grazie a un’autorete attorno al ventesimo. Il raddoppio della squadra di casa è poi giunto nel secondo tempo con Claudio Benella che ha sfruttato un servizio in profondità con uno stop a seguire e un conseguente diagonale sull’uscita del portiere della Cicram. La squadra di mister Federico Fio-

Il dirigente storico del Cus Viterbo, Ivano Piccato rentini ha dimostrato dunque una bella vivacità offensiva nonostante l’assenza dell’attacco titolare: non erano infatti presenti le due punte Asquini e Albani e il fantasista Gaddi oltre al difensore centrale Cannucciari. Danilo Palumbo

JUNIORES FASCIA B IL MONTEFIASCONE SI LECCA LE FERITE E’ l’unico team in sofferenza nella grande famiglia del Monte�ascone Calcio. Stiamo parlando della juniores fascia B che nell’ultimo confronto di campionato ha perso per 2-1 in casa contro il Pescatori Ostia. Questo lo score del confronto. MONTEFIASCONE 1 PESCATORI OSTIA 2 Monte�ascone: Mattei; Barcarolo, Burla; Ianiro, Vignanelli, Cepparotti; Colombi, Proietti, Celletti, Lattanzi, Arriga. All. F. Cerci. A disp. Mocini, Paniro, Lilli, Donati, Alessandrucci, Baggiani, Rosetto. Pescatori Ostia: Vallone; Falco, Pira;Picchi, Peresempio, Pulejo, De Persio; Ercolani,Ascione, Vecchio,Cozzolino. All. R. Farago. A disp. Bondani, Curtilli, Andol�. Arbitro: Sig. Mariani di Tivoli

Marcatori: Celletti 21°pt., Ascione 16°st., Vecchio 39° st.. Ammoniti: Pulejo, Cozzolino, (Pescatori Ostia); Barcarolo, Vignanelli, Cepparotti, Arriga (Monte�ascone). Ancora una scon�tta in casa per i ragazzi della Iuniores allenata da mister Cerci. Una scon�tta che si poteva evitare. Una scon�tta frutto di una gara condotta dai ragazzi falisci senza schemi, senza giuoco e con moltissimi errori. I ragazzi di mister Farago sono andati in rete a seguito di due dei molteplici errori, sia collettivi che individuali, commessi dai locali specialmente nella seconda frazione di giuoco. Stesso ed identico copione di tutte le gare giuocate �no ad ora dai ragazzi di Cerci. La gara è iniziata sul campo B delle Fontanelle alle quindici e dieci, in un clima mite, con un campo asciutto ma leggermente allentato, alla presenza di un discreto pubblico. I locali sono scesi in campo abbastanza determinati e così, dopo il primo quarto d’ora, su calcio d’angolo battuto da Arriga, sono andati in rete con Celletti e, pochi minuti dopo, Arriga coglieva il palo su calcio di punizione da posizione favorevole. Gli ospiti tentavano una reazione, piuttosto rabbiosa, e l’estremo difensore Mattei con tre interventi di alto pro�lo ha negato loro la rete

del pareggio. Le squadre rientravano negli spogliatoi con i padroni di casa in vantaggio. Ripresa la seconda frazio-ne di giuoco gli ospiti si gettavano disperatamente in avanti per recuperare il risultato così met-tevano in seria dif�coltà la compagine di Cerci che faceva emergere tutti i suoi, ormai cronici. I locali perdevano il �lo del giuoco, in verità mai esistito, ed incappavano in una lunga serie di gros-solani errori, con i quali, al sedicesimo hanno concesso ad Ascione di segnare la rete del pareggio ed al trentanovesimo a Vecchio quella del raddoppio. Mister Cerci ha molto da lavorare per recuperare la maggior parte dei punti perduti e tirarsi fuori dal terzultimo posto della classi�ca in cui si trova la squadra. Tre meritati punti preziosi per la Pescatori che le consentono di restare tra le prime della classi�ca avendo dimostrato anche a Monte�ascone di essere una buona formazione con idee chiare sulla meta da raggiungere ed un giuoco molto redditizio e concreto. Una formazione che mira alla rete con molta determinazione senza troppi fronzoli e leziosità pronta a colpire come si rende conto che la squadra contraria non gira a modo e capace nello sfruttare gli errori altrui. Pietro Brigliozzi

CALCIO A 5: PICCATO VENERDI’ FESTEGGIA LE 700 PANCHINE E DOMANI IL 60° COMPLEANNO Settecento panchine e non sentirle. Alzi la mano chi nella provincia di Viterbo vanta uno score di 700 panchine in un’attività sportiva. Il record spetta a Ivano Piccato, storico dirigente del calcio a cinque, in questa stagione in forza all’Active Network Cus Viterbo. Ed è lui stesso che ci racconta cosa accadrà venerdì 14 gennaio alle ore 21. “Festeggerò le mie 700 panchine nel calcio a cinque come dirigente. Lo farà in occasione del confronto che giocheremo alle ore 21 al Palacus contro la Virtus Ceramica Flaminia. E sono felicissimo di questo traguardo”. Passione Adulta - Piccato torna indietro nel tempo: “Per me quella del calcetto è stata una passione adulta, accesasi all’età di 40 anni. Era il 7 settembre del 1991 il giorno della mia prima panchina. Gara di esordio nella Coppa Italia di serie B con il Viterbo.

Negli juniores Fascia B continua a soffrire il team del Montefiascone reduce dal brutto ko casalingo contro la Pescatori Ostia Mister Bernardino Renzoni (Team Canepinese)

Vincemmo a Rieti per 10-3 contro la Texas Instruments. Ad oggi nelle varie Coppe le panchine sono state 78 con un trionfo a livello regionale e uno nazionale quando sono stato dirigente del Nepi. Poi ci sono le 98 gare del Campionato Universitario, di cui 37 partite nelle fasi �nali, con tre ori, 2 Argenti, e 2 Bronzi. Nei campionati la partita di venerdi sarà la numero 524. Le formazioni di cui sono stato dirigente hanno giocato contro 194 squadre di tutta Italia, ed in tutti i campionati, dalla Serie A, 77 gare in due anni, passando per la Seria A2 26 gare un solo anno, quasi 300 partite in Serie B in dodici anni, e poi serie C Unica e Serie C2 e per �nire il Campionato attuale in Serie D. Bilancio Totale - 699 Partite, 360 Vinte, 100 Pareggiate, 239 Perse Reti Fatte 2991 e Reti Subite 2430. Compleanno - E domani sarà anche il giorno del suo fantastico 60esimo compleanno. “Ora un giorno dopo, i miei 60 anni, festeggio questo bellissimo traguardo e mi vengono in mente, splendidi momenti vissuti con i miei favolosi atleti. Tra questi mi piace ricordare, un altro 14 Gennaio. Eravamo a Cagliari, contro il Del�no Cagliari,in Serie A, era il lontano 1995, vincemmo 7-1 e tutto il pubblico si alzo in piedi ad applaudirci, che emozione! I suoi team - Queste tutte le sue squadre: Cus Viterbo 608 gare e 17 anni; As Nepi 2000 anno 2001/2002, solo due scon�tte in 47 Gare, anno 2006/2007 prima in Serie C Unica Umbra con l’Ortana Cus Viterbo, 12 partite e poi in Serie D Provinciale con la Fc Ronciglione 2003 con 21 Gare. Ultima esperienza quella attuale del 2010/2011, con l’Active Network Futsal Cus: sinora 9 vinte, 1 pareggiata e una persa con 44 reti all’attivo, e solo 16, miglior difesa al passivo, secondo posto con 28 Punti. Omaggio ai suoi bomber - Per �nire un omaggio ai goleador, in totale 150 diversi, ma solo sette, sopra le 100 reti, di cui tre stranieri. Davanti a tutti Maculani con 193 gol, poi Vespa con 181, al terzo posto Gualtieri con 146 e a seguire Ouada Mourad 115, Eklic 112, Camera 106 e Hayashi 103. Amante dei numeri - E come si è potuto notare i numeri, le date, le statistiche sono la sua autentica passione. Poi ci sono anche una in�nità di panchine nel calcio prima dei suoi 40 anni ma questa è un’altra storia. Impiegato presso l’Università di Viterbo il buon Piccato non ha peli sulla lingua, non perdona ai suoi le scon�tte dopo un confronto giocato senza grinta e ancor di più non perdona un dirigente di una squadra del suo campionato che gli comunica un risultato errato, ad esempio un 6-1 al posto di un 7-1 lo manda al manicomio. Tante felicitazioni per questo importante traguardo sportivo e ancor di più per il compleanno di domani con i suoi super 60 anni. (agv)


� �

Il quadro completo di juniores allievi e giovanissimi provinciali Le classifiche dopo i recuperi

ALLIEVI A

sport

SPORT

p

16

ALLIEVI B

Viterbo & Lazio Nord

GIOVANISSIMI A

GIOVANISSIMI B

Mercoledì 12 Gennaio 2011

GIOVAN. FASCIA B

MONTEROSI

26

V. ACQUAPENDENTE

30

ACCORDIA ORIOLO * #

24

N. SORIANESE *

27

DLF CIVITAVECCHIA *

24

CANALE MONTERANO

26

N. SORIANESE

25

CANALE MONTERANO *

CORNETO

22

25

TOLFA ALLUMIERE *

22

24

MONTALTO CALCIO

MANZIANA

19

VIRTUS CIMINI

22

MONTEFIASCONE

22

TOLFA ALLUMIERE *

21

VIRTUS PILASTRO *

18

REAL MONTEROSI

18

TOLFA ALLUMIERE

19

TUSCANIA BOLSENA

18

DLF CIVITAVECCHIA *

18

P.R.A. GROTTE DI CASTRO *

16

C. FOGLINAESE *

15

BARCO MURIALDINA

16

LUBRIANO

15

VIGNANELLO *

16

V. ACQUAPENDENTE *

15

CIVITA CASTELLANA *

14

VIRTUS PILASTRO

14

ETRUSCA

15

MAGLIANESE *

13

BAGNOREGIO *

15

BARCO MURIALDINA *

14

REAL MONTEROSI

13

CANINESE

12

SANTA MARINELLA *

12

VIRTUS MARTA *

10

SAN GORDIANO *

14

BLERA

13

GROTTE S. STEFANO

11

CORCHIANO GALLESE * #

ISCHIA DI CASTRO *

10

P. R.A,. GROTTE DI CASTRO

9

10

CORNETO TARQUINIA *

11

9

SAN PIO X CALCIO TUSCIA

10

MONTALTO

7

VIRTUS CIMINI *

6

CALCIO TUSCIA *

6

TRE CROCI *

7

FABRICA CALCIO 2010

5

VULSINIA BOLSENA

5

CANEPINA *

1

V. BOLSENA *

3

C. RONCIGLIONE *

6

ORATORIO GRANDORI

3

ATLETICO TARQUINIA

5

BLERA

1

NUOVA BAGNAIA

3

MANZIANA *

-1

ORATORIO VILLANOVA

-1

BASSANO IN TEVERINA

0

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

# UNA GARA IN MENO

Si torna sulla giostra.Titoli d’inverno in palio Capranica e Montalto favoriti negli juniores provinciali di ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

T

orneranno a pieno regime nel prossimo �ne settimana i campion ati giovanili di calcio. La Delegazione Provinciale di Viterbo del presidente Lucarini ha confezionato quasi al 100% tutta la situazione recuperi durante le festività natalizie e di �ne anno e in tutti i campionati ci sono soltanto due confronti da effettuare. Ma andiano per ordine. JUNIORES Sabato verranno assegnati i titoli d’inverno con Capranica favorito nel girone A e Montalto che si giocherà il platonico ma ambito riconoscimento nello scontro diretto contro l’Atletico Tarquinia nel girone B. Questo il programma completo. GIRONE A Prossimo Turno - Salvo variazioni sabato 15 gennaio alle ore 15 avremo le seguenti s�de: Bassano Romano-F. Nepi; Compagnia Portuale-Virtus Cimini; Corchiano Gallese-San Pio X; Vasanello-Monte Romano e 2001 Tuscia-Capranica. Riposa il Blera. Capranica quindi che insegue i punti per confermare il suo primato nel match esterno contro il 2001 Tuscia e non è un match semplice e che cercherà di trarre giovamento dallo scontro diretto tra le inseguitrici Compagnia Portuale e Virtus Cimini. Recuperi - Come vi abbiamo raccontato nell’edizione di domenica sabato scorso si è giocato il recupero tra Capranica e Compagnia Portuale concluso sull’1-2 per la formazione civitavecchiese. Brutte scene nel �nale di match per scontri tra giocatori in campo sui quali si pronuncerà il giudice sportivo in settimana. Nell’altro recupero giocato sabato scorso tutto facile per la Virtus Cimini che ha vinto per 7-0 in casa contro il Bassano Romano. Resta da recuperare la s�da tra Monte Romano e Corchiano Gallese. GIRONE B Qui durante la lunga sosta non c’erano recuperi da giocare. Si riparte quindi con i confronti dell’ultima di andata nel contesto di

Ancora tre le giornate che mancano per arrivare al giro di boa negli allievi Giovanissimi big match Accordia-Oriolo. Allungo Sorianese? una classi�ca che resta cortissima visto che dai 18 punti del Montalto Calcio di mister Vigorosi ai 12 del Barco Murialdina di mister Milani, ottavo in classi�ca ci sono soltanto sei punti e può veramente succedere di tutto in un girone di ritorno tutto da giocare. Prossimo Turno - Così nelle gare di sabato 15 gennaio, ultima di andata, tutte in programma alle 15: Barco Murialdina-Nuova So-

rianese; Lubriano-Tuscania Bolsena; Montalto-Atletico Tarquinia; Vigor Acquapendente-Etrusca; Virtus Pilastro-Valentano. Riposa la Caninese. ALLIEVI Torna il campionato allievi e qui c’è da attendere per l’assegnazioni dei titoli d’inverno visto che sono ancora tre le giornate da

Primo match ed è caos.. Peggior inizio però non poteva esserci in questo 2011 nel calcio giovanile provinciale. Sabato 8 gennaio, recupero della gara tra Capranica e Compagnia Portuale categoria juniores, af�data tra l’altro al bravo ed esperto Ennio Mariani e subito si è iniziato nel peggiore dei modi. Ultimi secondi di gioco, gli ospiti conducono per 2-1, un giocatore del Capranica commette un brutto fallo nei pressi della bandiera dell’angolo ai danni di un avversario.

Parte dalla sua porta il numero uno della Portuale e mette benzina sul fuoco, poi nel giro di pochi secondi in mezzo al campo entra gente che stava sugli spalti e che è passata da un cancelletto stranamente aperto. Minuti di tensione anche se non sembrano volati colpi di quelli che mandano all’ospedale. Di certo non è la strada giusta per iniziare un nuovo anno. Di certo non è calcio. Di certo c’è da chiedersi il perchè. Ancora una volta il perchè... (agv)

JUNIORES A

JUNIORES B

CAPRANICA *

22

MONTALTO *

18

VIRTUS CIMINI *

20

ATLETICO TARQUINIA *

17

COMP. PORTUALE *

18

BLERA

16

NUOVA SORIANESE *

16

FORTITUDO NEPI *

15

LUBRIANO *

16

SAN PIO X *

13

CANINESE

15

2001 TUSCIA *

12

VIGOR ACQUAPENDENTE *

15

CORCHIANO GALLESE * #

8

VIRTUS PILASTRO *

14

VASANELLO *

5

BARCO MURIALDINA *

12

BASSANO ROMANO * #

3

VALENTANO *

7

MONTE ROMANO * #

0

TUSCANIA BOLSENA *

7

ETRUSCA *

3

# DEVONO RECUPERARE * HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

La formazione della Virtus Cimini Juniores giocare prima della conclusione dell’andata. GIRONE A Recuperi giocati - Durante la sosta si sono giocati due incontri di recupero che hanno visto il Canale Monterano battere per 5-1 il Fabrica Calcio e la Virtus Cimini confermare la sua posizione d’alta classi�ca battendo in trasferta per 4-0 un Calcio Tuscia che ha �nito per pagare a caro prezzo la giornata no del suo numero uno. Prossimo Turno - Questi i confronti della 11esima di andata in programma nel prossimo �ne settimana. Sabato 15 gennaio - Alle 15 si giocheranno le s�de tra Fabrica Calcio e Blera, Oratorio Grandori-Barco Murialdina; Real Monterosi-Oratorio Villanova. Alle 16,30 Virtus Cimini- Canale Monterano. Domenica 16 gennaio - Alle 9 gara tra Monterosi e Manziana, alle 10 San Pio X-Virtus Pilastro e alle 11 s�da tra Tolfa AllumiereCalcio Tuscia. GIRONE B Recuperi giocati - Qui sono stati tre i recuperi giocati durante la sosta. Successo dell’Etrusca per 4-2 contro il Vulsinia Bolsena, il Monte�ascone ha battuto per 3-2 proprio l’Etrusca e domenica scorsa pareggio per 1-1 nel match tra Lubriano e Pol. Real Azzurra Grotte di Castro. Prossimo Turno - Ecco quello che ci attende alla ripresa della undicesima di andata. Sabato 15 gennaio - Alle 15 si giocheranno i match tra Corneto Tarquinia-Montalto; Pol. Real Azzurra Grotte di Castro-Bassano in Teverina; Tuscania BolsenaMonte�ascone.

Domenica 16 gennaio - Alle 10,30 a Capodimonte la s�da tra Etrusca e Grotte Santo Stefano e sempre alle 10,30 la capolista Vigor Acquapendente ospiterà il Lubriano, alle 11 si giocheranno le restanti gare tra Atletico Tarquinia-Caninese e Vulsinia BolsenaNuova Sorianese. GIOVANISSIMI E torna anche il campionato giovanissimi provinciali che al pari della juniores metterà in palio i titoli d’inverno visto che si giocheranno gli ultimi confronti del girone di andata. GIRONE A Super confronto tra le due attuali leader Canale Monterano e Accordia. Sabato 15 gennaio - Alle 15 si giocherà proprio il super match tra Canale Monterano e Accordia Oriolo Romano e stesso orario per Virtus Cimini-Tolfa Allumiere. Domenica 16 gennaio - Alle 10,30 le s�de tra Corchiano Gallese e Canepina e Vignanello-Santa Marinella e alle 11 il match tra Dlf Civitavecchia e Maglianese. Riposa il Blera. Da recuperare - Il match tra Accordia Oriolo e Corchiano Gallese. GIRONE B Qui è duello al vertice tra la straordinaria Nuova Sorianese che sin qui ha fatto il pieno di vittorie con un 9 su 9 e il Montalto Calcio con il gruppo di Francesco Peris che sembra l’unica compagine in grado di tenere testa al forte team cimino. Amichevole ok - Nuova Sorianese che sabato scorso ha giocato una interessante amichevole

battendo per 3-1 il Pianoscarano ‘97 partecipante al campionato dei Giovanissimi Regionali Fascia B con le reti di Selvaggini (2) e del capitano Catalani. Prossimo Turno - Questo quello che ci attende nel prossimo �ne settimana. Sabato 15 gennaio - La capolista Nuova Sorianese giocherà alle 15 sul campo dell’Ischia di Castro, stesso giorno e stesso orario per la Virtus Marta di mister Sposetti contro il Bagnoregio e per Vulsinia Bolsena-Virtus Pilastro. Domenica 16 gennaio - Alle 10,30 le altre due s�de tra Pol. Real Azzurra Grotte di Castro contro Calcio Tuscia e Vigor Acuapendente-Nuova Bagnaia. Riposa il Montalto e quindi occasione per allungare per la Nuova Sorianese. Recupero - Nei giorni scorsi si è giocato il recupero tra Bagnoregio e Ischia di Castro �nito con un netto 9-1. GIOVANISSIMI FASCIA B Ultima di andata nel campionato dei Giovanissimi Fascia B che ha già assegnato il titolo d’inverno al forte team del Dlf Civitavecchia. Prossimo Turno - Tutte di sabato 15 gennaio le gare dell’ultima giornata di andata. Alle 15 avremo Tolfa Allumiere-Cimina Ronciglione; Civita Castellana Calcio Giovanile-Dlf Civitavecchia; Manziana-Barco Murialdina; San Gordiano-Corneto Tarquinia e il derby Tre Croci-Comunale Foglianese. Recuperi - Nei giorni scorsi successo del San Gordiano sul campo del Ronciglione e sabato scorso netto 7-0 della Foglianese sul fanalino di coda Manziana.


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

p

AMATORI A ASA ALLUMIERE S. AGOSTINO AURELIA

Risultati classifiche e decisioni del giudice sportivo

AMATORI B 27

BASSANO ROMANO # *

25

VIGNANELLO # * ATLETICO FALISCO * AMATORI CAPRANICA * # POL. SEVAS * VETRALLA *

17

AMATORI C 22

VIRTUS ACQUAPENDENTE * #

22

19

VALENTANO #

21

19

AURORA PIANSANO * #

19

18

FULGUR TUSCANIA *

18

18

N.S. FAUSTINO 2010 *

18 15

TREVIGNANO

21

AMATORI TOLFA

20

ANONIMA BRACCIANO

18

17

AMATORI MONTEFIASCONE * #

MONTE ROMANO

16

AURORA VITERBO * # #

14

VIRTUS C. BOLSENA * #

14

REAL CANALE

13

VEJANESE * #

14

VIRTUS MARTA

11

11

ATLETICO VITERBO *

10

ETRUSCA CAPODIMONTE * #

9

9

STELLA AZZURRA *

10

PIANETA GIUSTIZIA *

7

DEPORTIVO CIVITONICO #

9

TORRESE *

6

SAN FAUSTINO * #

8

ISCHIA DI CASTRO * #

5

SASSACCI *

0

N. PESCIA ROMANA #

5

ACCORDIA ORIOLO MONDO NUOVO REAL TARQUINIA

9

FC ORIOLO

9

VOGLIA C. TARQUINIA

6

Gregori (Nuova San Faustino 2010)

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

# GARE DA RECUPERARE

# GARE DA RECUPERARE

Allumiere campione d’inverno. Frenata Valentano Colpacci esterni per Sevas e Vetralla. I risultati dei recuperi

D

opo il walzer dei recuperi è tornato il campionato amatori di calcio del Centro Sportivo Italiano con le s�de della undicesima di andata. Questo il quadro completo della situazione nei tre raggruppamenti, compresa tutta la situazione dei recuperi. GIRONE A Si laurea campione d’inverno ma frena l’Allumiere che nella trasferta contro il Real Tarquinia non va oltre l’1-1. Recuperano due punti le inseguitrici con il S. Agostino Aurelia che si impone per 5-0 sul Real Canale, il Trevignano che in�la per 7-0 il Mondo Nuovo, l’Amatori Tolfa vittoriosa per 5-0 sul Fc Oriolo e l’Anonima Bracciano che per non essere da meno batte per 5-1 in trasferta l’Accordia. A completare il quadro abbiamo avuto il successo esterno per 1-0 del Trevignano contro la Voglia di Calcio Tarquinia. Recupero - Nell’unico recupero che mancava giocato durante la sosta successo per 2-1 della Fc Oriolo sul campo del Real Tarquinia. IL GIUDICE Queste tutte le sanzioni adottate dal giudice sportivo. Squali�che: Monarca Stefano (FC Oriolo) 1 gg. offesa all’arbitro (già scontata); Mariani Massimo (Real Tarquinia) 1 gg. fallo ultimo uomo. Annibali Angelo (Asa Allumiere) 1 gg. offesa all’arbitro. Patania Nazzareno (Monte Romano) 1 gg. quarta ammonizione. Burcul Mile (Comunità M.N.)1 gg. quarta ammonizione. Ammende - € 5.00 una gior-

nata di squali�ca (FC Oriolo – Real Tarquinia – Allumiere – Monte Romano – Comunità M.N.); € 15.00 liste mal compilate (S. Agostino A.) GIRONE B Così nelle gare della undicesima giornata del girone A dove abbiamo ancora diversi match da recuperare. Ha riposato la capolista Bassano Romano. Tra le formazioni di alta classi�ca l’Atletico Falisco ha vinto per 5-3 sul terreno della Stella Azzurra, pareggio per 1-1 tra Vignanello e Aurora Viterbo, netto successo esterno per 3-0 della Sevas a Capranica e bene la Vejanese che si è imposta per 3-1 sul San Faustino. Negli altri confronti nettissimo 5-1 tra Deportivo Civitonico e Sassacci e grande affermazione esterna dell’Amatori Vetralla che ha vinto per 3-0 sul terreno dell’Atletico Viterbo. Questa la cronaca del match. ATLETICO VT 0 A. VETRALLA 3 Nello scontro diretto per rimanere tra le grandi di questo girone, i ragazzi di mister Mancini (V) riescono meritatamente ad avere la meglio su un agguerrito Atletico Viterbo.Poche le emozioni avute nei primi 40 minuti di gioco, da sottolineare soltanto il grande gesto di Fair-play del veterano Biancucci(V), che si fa annullare il gol, realizzato con l’aiuto di una mano, dopo che l’arbitro lo aveva convalidato.Nella ripresa mister Mancini pesca il jolly dalla panchina, dentro il neo acquisto Turilli (V) per Biancucci. Il nuovo entrato riesce, grazie alla sua velocità, a mandare

GIRONE A 1ª RITORNO 22-23 Gennaio

in tilt la difesa di casa che in un paio di occasioni si salva grazie a delle dubbie segnalazioni di fuorigioco.All’ 11° minuto della ripresa proprio Turilli avvia l’azione che Monacelli (V) ri�nisce per la testa di Mabilia (V), che fa 1 a 0.Tre minuti dopo arriva il raddoppio sempre di Mabilia, che anticipa il portiere capitalizzando un delizioso assit di Turilli. I padroni di casa provano a reagire ma, nel �nale, un contropiede orchestrato ancora da uno scatenato Turilli porta al de�nitivo 3 a 0 di Mabilia, che �rma una splendida tripletta personale salendo a quota 7 dopo il poker ri�lato al Sassacci alla prima giornata di campionato. A �ne gara un raggiante mister Mancini rilascia un commento a caldo: “questa è la mentalità giusta che spero la mia squadra inizi ad esprimere da qui �no in fondo, poi si vedrà!” (Antonio Frateiacci) Recuperi - Questo il quadro completo di tutti i recuperi giocati durante la sosta: Atletico Falisco-Deportivo Civitonico 1-1; Stella Azzurra-Aurora Viterbo 4-3; Capranica-Bassano Romano 1-0. Altri recuperi - Questi invece gli altri recuperi che si devono giocare e che sono stati già �ssati: domenica 16 gennaio in occasione della sosta del campionato alle 10,30 Bassano Romano-Vignanello. Sabato 15 gennaio alle 14,30 avremo il recupero tra Aurora Viterbo e Deportivo Civitonico. IL GIUDICE Squali�che: Grasso Andrea (Stella Azzurra) 1 gg. doppia ammonizione (già scontata); Crocicchia Daniele (A.

La formazione del Valentano Capranica) 2 gg. espressione blasfema. Ammende - € 5.00 una giornata di squali�ca (Stella Azzurra); € 10.00 due giornate di squali�ca (Capranica); € 15.00 ritardata presentazione liste (Dep. Civitonico - recupero)- (Dep. Civitonico); € 15.00 liste mal compilate (Vejanese) GIRONE C Qui al momento c’è un cambio della guardia al vertice con la Virtus Acquapendente che battendo per 3-0 la Virtus Marta ha superato il Valentano fermato sullo 0-0 dalla Fulgur Tuscania. Negli altri match della undicesima giornata: pareggio per 2-2 tra Nuova San Faustino e Virtus Bolsena, altro 2-2 in Ischia di Castro e Pianeta Giustizia. Bel 4-0 dell’Etrusca Capodimonte sulla Torrese e vince bene anche la Nuova Pescia Romana che supera 3-1 l’Amatori Monte�ascone. Ha riposato l’Aurora Piansano. I Recuperi - Nei recuperi

GIRONE B 12ª ANDATA 22-23 Gennaio

giocati durante la sosta abbiamo avuto il successo per 1-0 dell’Aurora Piansano sulla Nuova San Faustino 2010, la vittoria per 2-0 della Virtus Calcio Bolsena ai danni del Valentano. Altri Recuperi - Queste le gare ancora da giocare e che sono state già �ssate: sabato 15 gennaio alle 15 avremo Valentano-Monte�ascone. Domenica 16 gennaio alle 10,30 Pescia Romana-Capodimonte e alle 11,15 Aurora PiansanoVirtus Acquapendente. IL GIUDICE Squali�che: Marianello Giuliano (V. C. Bolsena) 1 gg. quarta ammonizione (da scontare); Porroni Gian Luca (SSD Valentano) 1 gg. quarta ammonizione (da scontare); SaraConi Stefano (SSD Valentano) �no al 23/01/11 entrava in campo protestando; Rizzuti Federico (N. Pescia Romana) 1 gg. offesa all’arbitro. Fiorelli Fabio (N. Pescia Romana) 2 gg. colpiva volontariamente

l’avversario; Briscia Manolo (V.C. Bolsena) 1 gg. quarta ammonizione.Ferlicca Alessandro (V.C. Bolsena) 2 gg. ripetute offesa all’arbitro. Ammende: € 5.00 una giornata di squali�ca (V.C. Bolsena); €15.00 tre giornate di squali�ca (N. Pescia Romana - Bolsena); € 20.00 squali�ca (SSD Valentano). LE PARTECIPANTI ALL’XI EDIZIONE DEL MEMORIAL GIOVANNI SORGE Mercoledì 19 gennaio alle 18,30 presso la sede del Comitato Provinciale, si svolgerà la riunione per il XI° Memorial di calcio “Giovanni Sorge”. In sede di riunione si andranno a formare i gironi, le società che hanno aderito al torneo sono : Real Tarquinia; Asa Allumiere; Comunità Mondo Nuovo; F. Tuscania; Vignanello; Vejanese; V. Acquapendente; Bassano Romano; Capranica; A. Bracciano; Atletico Falisco. La presenza è obbligatoria.

GIRONE C 12ª ANDATA 22-23 Gennaio

VOGLIA CALCIO - FC ORIOLO

AURORA VITERBO - BASSANO ROMANO

VIRTUS MARTA - AURORA PIANSANO

TOLFA CALCIO - REAL CANALE

SAN FAUSTINO - VIGNANELLO

MONTEFIASCONE - VIRTUS ACQUAPENDENTE

S. AGOSTINO AURELIA - MONDO NUOVO

ATLETICO VITERBO - VEJANESE

TORRESE - PESCIA ROMANA

TREVIGNANO - AMATORI BRACCIANO

VETRALLA - POLISPORTIVA SEVAS

PIANETA GIUSTIZIA - ETRUSCA CAPODIMONTE

ACCORDIA ORIOLO - ASA ALLUMIERE

ATLETICO FALISCO - CAPRANICA

VIRTUS BOLSENA - ISCHIA DI CASTRO

MONTE ROMANO - REAL TARQUINIA

SASSACCI - STELLA AZZURRA

FULGUR TUSCANIA - N. SAN FAUSTINO 2010

RIPOSA: DEPORTIVO CIVITONICO

RIPOSA: VALENTANO


� �

sport

SPORT

p

18

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

CICLOCROSS/1

Una gara spettacolare per soli Master Nomi prestigiosi tra i vincitori dell’appuntamento di Vasanello con oltre 100 ciclisti al via

B

en 115 corridori al via, raggruppati in tre classi�che e nelle varie categorie di appartenenza. Di questi, solo due si sono ritirati lungo il percorso perfettamente preparato dalla società ASD Bike di Vasanello; numeri alla mano, la gara del XIV Roma Master Cross disputata domenica scorsa nella cittadina cimina è stata un successo, grazie anche ad una bellissima mattinata dal clima più primaverile che invernale, scenario perfetto per una competizione così interessante. Gli atleti, arrivati da tutto il Lazio, hanno potuto portare a termine la loro fatica e non ci sono stati incidenti di particolare rilievo durante la corsa. Foto Andrea Di Palermo

Il primo posto assoluto nella prima gara e il successo nella categoria A9 è andato a Mauro D’Alessio, mentre Marco Lombardi si è imposto nella categoria A1/A2 e Fausto Cecconi ha tagliato il traguardo per primo nella classi�ca degli A10. Da sottolineare l’impresa di Paolo Casconi, campione italiano Vigili del Fuoco, che ha trionfato nella seconda gara e nella categoria A7 nonostante una rovinosa caduta che avrebbe potuto costargli anche il primo posto; Casconi è stato bravissimo a tenere duro e ad amministrare il vantaggio �no al traguardo, meritando in pieno il successo. Armando Mattacchioni ha vinto tra gli A8 mentre la classi�ca femminile è andata alla campionessa italiana Maria Adele Tuia, la bravissima atleta di Civita Castellana che ha imposto ancora la sua classe. La terza gara ha avuto come vincitore assoluto niente meno che Massimo Folcarelli, campine italiano, europeo e mondiale della categoria A5; gli altri vincitori sono stati Jeferson Benato (A3), Carlo Greco (A4), Paolo Tempestini (A6), Monica Bellachioma (Esordienti F), Federico Proietti (Esordienti M) e Antonio Folcarelli (G6). Le premiazioni, alla presenza dell’assessore allo sport del comune Francesco Ricci, si sono svolte presso la palestra di Vasanello subito dopo un bel rinfresco che ha ristorato tutti i partecipanti. (GA)

CICLOCROSS/2 - Gara tricolore under 23 CICLOCROSS/3 - L’atleta viterbese si è piazzato ottavo agli Italiani Allievi

Elena Spadaccia Meritato riposo per Michael Capati chiude al quinto posto Qualche giorno di relax prima di prepararsi alla stagione su strada F A di GLAUCO ANTONIACCI

lla �ne è arrivato un quinto posto, pagando la stanchezza nella seconda parte di gara, ma si tratta pur sempre di un risultato importante ottenuto nel Campionato Italiano. Elena Spadaccia ha gareggiato nella rassegna tricolore di ciclocross che si è svolta all’ippodromo Capannelle di Roma, terminando in quinta posizione nella classi�ca riservata alla categoria under 23. L’atleta di Grotte di Castro, tesserata per la società lucana della Loco Bikers, è stata a lungo in terza posizione, alle spalle del duo composto da Elena Valentini e Stefania Vecchio che, come prevedibile, ha fatto gara a sè. Nei giri �nali, però, la ragazza viterbese ha accusato la fatica di un percorso che, pur essendo sostanzialmente piatto, ha creato selezione con un fondo molto insidioso e sabbioso. La Spadaccia è stata così superata da Francesca Cauz e beffata proprio nel �nale da Valentina Dal Bon che l’ha pre-

ceduta di un solo secondo. Nella classi�ca senior c’è stato il titolo tricolore di Vania Rossi, tornata a sorridere dopo le note vicissitudini legate a storie di doping. L’atleta dell’Esercito, già campionessa italiana tre anni fa, ha preceduto sul traguardo la bravissima Francesca Cucciniello (Selle Italia Guerciotti Elite) ed Eva Lechner, visibilmente soddisfatta per aver contribuito alla vittoria della compagna di squadra. Tra le juniores Maria Giulia Confalonieri ha battuto le due compagne di squadra della Fiorin Despar Alice Arzuf� e Chiara Vannucci, componenti di un team diventato campione d’Italia per la quarta volta in cinque anni. Questa è la classi�ca �nale delle under 23: 1. Elena Valentini (Gs Cicli Fiorin-Despar Asd) in 43’58”; 2. Stefania Vecchio (Selle Italia Guerciotti Elite) a 27”; 3. Francesca Cauz (Verso L’Iride Maccari Spumanti) a 2’04”; 4. Valentina Dal Bon (Cristoforetti Cordioli Costruzioni) a 3’18”; 5. Elena Spadaccia (Loco Bikers) a 3’19”.

ine settimana di riconoscimenti e buoni piazzamenti per Michael Capati, il giovane ciclista viterbese in forza al Time Bike Alto Lazio civitavecchiese che disputa la stagione del ciclocross con la maglia dell’Iron Metal Cicli Protek. Capati è stato infatti premiato, presso l’Ippodromo Le Capannelle di Roma, per il secondo posto nella classi�ca generale Allievi del Giro d’Italia, un risultato eccellente grazie a prestazioni costanti ad

alto livello nelle varie tappe previste dalla corsa rosa. Sbrigate le ‘formalità’ dei premi, Capati è poi salito sulla sua bici per partecipare ai campionati italiani; una batteria di trenta minuti e una gara combattutissima che ha visto al via 34 atleti, i migliori d’Italia. Capati ha dimostrato di far parte del gruppetto dei più forti, chiudendo la sua fatica con un più che lusinghiero ottavo posto. Dopo l’ottimo inizio di stagio-

ne come allievo di secondo anno, Capati può ora godersi un breve periodo di riposo dalle gare ma riprenderà a breve gli allenamenti su strada, in vista della stagione con il Time Bike Alto Lazio. Di seguito ecco l’ordine d’arrivo dei campionati Italiani ciclocross categoria Allievi: 1 Gioele Bertolini (DD Team Della Bona) 2 Nadir Colledani (Jam’s Bike Team Buja) 3 Gabriele Bellan (Cicli Fiorin

Despar) 4 Michele Gallo (Loco Bikers) 5 Federico Barri (TX Active Bianchi) a 55”. 6 Durante Davide (MoroViotto-Bicycle line) 7 Sannino Giuseppe (Loco bikers) 8 Capati Michael (IRON METAL CICLI PROTEK) 9 Boffelli Cristian (Tx Active Bianchi) 10 Bennati Riccardo ( S:C: Cadrezzate)


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Il lanciatore di Sutri ha ricevuto oltre 400 preferenze da atleti, tecnici e dirigenti

Zocchi numero uno del Lazio D

della Colavene Alto Lazio che potrà annoverare il meglio del movimento atletico provinciale, sia a livello giovanile che assoluto. Proprio fra gli Allievi, in particolare, la Colavene ripone infatti quest’anno ambizioni di promozione nella serie superiore, lanciando gradualmente la ricostruzione dei settori assoluti che, in questo ultimo periodo, hanno dovuto registrare inevitabilmente qualche partenza che ha indebolito la qualità complessiva dell’organico. I rinforzi però sono pronti e la speranza è di essere ancora più competitivi nelle stagioni a venire. (GA)

Prime Sigma, bisogna risalire subito la china Turchetti sicuro: “Abbiamo ancora molte opportunità” di DANILO PALUMBO

L

Davide Zocchi e l’allenatore Antonio Ernesti

ATLETICA/2 - Bilanci positivi per la stagione 2010 della Marcia

In casa Finass regna l’ottimismo T empo di bilanci per la marcia regionale che, in attesa di dare il via alle gare del 2011, guarda con ottimismo alla stagione appena conclusa, soprattutto pensando agli ottimi risultati conseguiti dalle giovani atlete della Finass Assicurazioni Atletica Viterbo. Le ragazze viterbesi si sono disimpegnate molto bene nel trofeo regionale F.Villa, centrando il 3° posto nella classi�ca �nale del Trofeo A. Rizzato in cui vengono sommati i punteggi ottenuti nelle sette prove del circuito dalle categorie Esordienti, Ragazze e Cadette. Il collaudatissimo trio composto da Flavia Facchinetti, Maria Vagnoni e Gina Pascal ha ottenuto già quest’anno il 4° posto nel Campionato Italiano di società e le tre ragazze si sono

classi�cate anche tra i primissimi posti della classi�ca individuale. Ai risultati delle tre cadette si sono aggiunti quelli della talentuosa valleranese Delia Pala che, al primo anno di attività, ha fatto registrare prestazioni interessanti sui 2Km. Da non dimenticare anche i risultati dei giovanissimi Esordienti Alice Garside e Alessandro Ferri. Dalle altre categorie è poi arrivato un contributo sostanzioso ai risultati della Finass che ha chiuso all’8° posto assoluto nella classi�ca �nale su 25 squadre presenti. Tutte le atlete sono seguite dalla responsabile della marcia, prof. Rossella Lodesani, che da anni promuove, sostenuta dalla Fidal provinciale, questa bellissima specialità dell’atletica a tutti i livelli, interessandosi anche del nuovissimo settore del Fitwalking.

a speranza è che la scon�tta interna contro l’Imola segni il picco negativo della stagione della Prime Sigma Viterbo e che da domenica prossima, con l’inizio del girone di ritorno, possa esserci spazio solo per la risalita. Allo stato attuale i gialloblù occupano uno degli ultimi due posti in graduatoria, quelli che a �ne stagione conducono in serie C: occorre una reazione nelle prossime settimane che abbia risvolti immediati sulla posizione di classi�ca. Il prossimo turno in casa del Pesaro, un’altra delle pericolanti, offre l’opportunità di un pronto riscatto ma gli aspetti da sistemare, come evidenziano le dichiarazioni dopo la gara con l’Imola, sono numerosi. Cominciamo con le parole di Matteo Zappi: “A mio avviso non c’è il giusto rapporto tra le parole e i fatti. Si parla tanto, ci sono buoni propositi ma poi i risultati sul campo non si vedono. È un discorso generale che riguarda tutti, non voglio sottrarmi a questa analisi, ma appena giunge un episodio negativo la squadra accusa il colpo. Manca la �ducia nei propri mezzi e chiaramente il problema si allarga dal singolo al collettivo”. Per quanto concerne aspetti più strettamente tecnici così si esprime il mediano di apertura della Prime Sigma: “Abbiamo sbagliato qualche salita difensiva di troppo. È vero che le mete dell’Imola sono arrivate in seconda o in terza fase per er-

RUGBY GIOVANILE - Notizie positive nel primo impegno del 2011 RUGBY SERIE C - Settimana in chiaroscuro

Una bella doppietta per ripartire Amatori oltre quota 100 Ecco la ricetta dei Lions under 16 Ruota ko con il Frascati G I di GLAUCO ANTONIACCI

l ritorno in campo dalle festività natalizie è stato decisamente positivo per le formazioni Lions Alto Lazio rugby giovanile, società nata dalla collaborazione fra Viterbo, Civita Castellana e Montevirginio; ad eccezione dell’under 18, che ha potuto usufruire di un’altra settimana priva di gare uf�ciali, ma ha affrontato in amichevole a Perugia il Cus, gli altri due team, impegnati nel campionato regionale under 16, sono regolarmente scesi in campo ed hanno portato a casa due vittorie importanti, pur se maturate in modo molto diverso. La prima squadra, inserita nel girone 2, è scesa in campo al Sandro Quatrini di Viterbo per affrontare il Fiumicino ed è riuscita ad imporsi per 15-10 al termine di una gara estremamente tirata e sempre in bilico. Tre le mete realizzate dalla squadra allenata da Medori e Cardoso, due quelle degli aeroportuali che hanno provato �no alla �ne a ribaltare

19

RUGBY SERIE B - I commenti dopo il ko con Imola

ATLETICA/1

avide Zocchi è stato eletto atleta regionale dell’anno per quanto riguarda la categoria Cadetti A. Sono state quasi 400 le preferenze, arrivate attraverso il concorso della FIDAL regionale Lazio, che hanno premiato il giovanissimo lanciatore sutrino, le cui imprese non sono evidentemente passate inosservate (e sarebbe stato davvero dif�cile) agli occhi degli altri atleti, di tecnici e dirigenti, non solo viterbesi. Un giusto premio per la stagione straordinaria del pesista della società viterbese della Finass Assicurazioni Atletica Viterbo, sugellata dal titolo italiano conquistato a Cles. Pur partendo con la terza misura di accredito, Zocchi si è lasciato alle spalle i favoriti stabilendo il suo nuovo record personale con 16.55, terza misura dell’anno nelle graduatorie nazionali. La notizia del premio assegnato a Davide Zocchi è stata accolta con grande soddisfazione da parte di tutti i compagni di squadra della Finass, dal presidente della società prof. Misuraca, e soprattutto dal suo allenatore Antonio Ernesti, che lo segue con grande passione e competenza da 2 anni. Quest’anno Zocchi farà il suo esordio nella categoria Allievi, ed entrerà a far parte, insieme a molti compagni di squadra della Finass, della compagine

p

Una mischia dell’under 18 il risultato, scontrandosi però con la grinta dei viterbesi che hanno difeso con i denti una vittoria molto importante nella rincorsa verso le zone nobili della classi�ca. Nessun problema, invece, per l’altra squadra dei Lions; anche il gruppo di Ascantini e Amicucci era impegnato in casa, questa volta a Montevirginio, e non ha dato scampo al

Pomezia rugby, travolto con un eloquente 48-10. Troppo evidente il divario fra le due squadre, con i viterbesi padroni del campo per tutto il match e capaci di andare in meta ben sette volte; i cinque punti conquistati rappresentano certamente il modo migliore di iniziare il 2011 e garantiscono un���altra settimana in vetta alla classi�ca.

iornata trionfale in serie C per l’Amatori Civita Castellana; l’avversaria dei ragazzi civotonici nell’undicesimo turno di campionato, ultimo del girone di andata, non era certo irresistibile, trattandosi del Vantaggio Rugby che occupa la penultima posizione, ma segnare oltre 100 punti resta comunque un’impresa signi�cativa. La formazione di mister Fabiani ha infatti concluso la partita con il larghissimo punteggio di 102-0, mettendo a segno ben sedici mete; quasi tutti i giocatori dell’Amatori si sono concessi la soddisfazione di andare in meta, con la parte del leone che è toccata a Pichilli con tre segnature, mentre Brunelli, Pro�li, Cavalieri, Scaglione e Soldateschi hanno schiacciato due volte ciascuno il pallone oltre la linea di meta. Non è andata altrettanto bene al Ruota Oriolo Tolfallumiere che, impegnato sul dif�cile campo del Frascati, ha rimediato una scon�tta per 31-14. Due le mete messe a se-

CLASSIFICA

AMATORI TIVOLI (11)

45

CRC CIVITAVECCHIA (11)

43

FRASCATI (10)

36

FIUMICINO (10)

32

CIVITA CASTELLANA (10)

31

CORSARI ROMA (10)

28

RUOTA (9)

27

NOTABILA (11)

24

SPARTACO (11)

11

ALL REDS ROMA (11)

11

VANTAGGIO (11)

4

LUISS (11)

-8

(LE GARE GIOCATE)

gno dal Ruota che però non ha potuto nulla per contrastare i padroni di casa, a segno in cinque occasioni. Domenica prossima via al girone di ritorno con due match non impossibili sulla carta per le nostre: l’Amatori ospiterà lo Spartaco Rugby mentre il Ruota, sul campo di Montevirginio, se la vedrà col fanalino di coda Luiss. (GA)

CLASSIFICA CAPITOLINA

46

ROMAGNA (-4) #

45

CUS PERUGIA

29

VASARI AREZZO #

26

CUS ROMA

25

COLORNO # #

25

PRATO SESTO #

21

TIRRENO

19

IMOLA

17

LIONS AMARANTO (-4)

15

PRIME SIGMA VITERBO

15

PESARO #

15

# PARTITE IN MENO

rati ripiazzamenti ma all’origine vi sono dei movimenti difensivi non eseguiti a dovere. Un aspetto tra l’altro che andrebbe analizzato e provato meglio nel corso della settimana”. Ricche di spunti interessanti anche le dichiarazioni di Danilo Turchetti: “Al di là delle assenze pur importanti, c’è ancora tempo per risalire la china. Dobbiamo focalizzarci sull’organizzazione collettiva perché ci manca la necessaria tranquillità nelle fonti di gioco, touches e mischie ordinate in primis. Il potenziale della squadra, pur indiscutibile, si perde quando non riusciamo ad armonizzare i movimenti in campo. Da non sottovalutare poi l’abuso del gioco al piede che a tratti ci contraddistingue. Le ultime due scon�tte, contro Livorno e Imola, sono pesanti ma questo collettivo ha dimostrato di valere; mi riferisco alle scon�tte di misura con Cus Roma e Cus Perugia che sono ben più in alto di noi in graduatoria”. Nonostante il momento critico la terza linea, utilizzabile a seconda delle necessità anche nel ruolo di tre-quarti centro, non perde la �ducia: “La situazione è dif�cile, le assenze restano di peso ma il cammino è ancora lungo e ci sono tante opportunità di raccogliere punti. La squadra è a posto sotto il pro�lo atletico, occorre sistemare l’organizzazione di gioco”. Ecco invece la seconda linea Andrea Cecchinelli, che è tornato a vestire la maglia gialloblù a distanza di circa un anno dopo vari impegni personali: “Scontiamo il fatto che non si sia ancora creato il giusto mix fra giovani ed elementi di esperienza. Occorre mettere a posto certi aspetti che, se vogliamo, hanno la priorità rispetto a ogni discorso tecnico. I ragazzi saliti dalla giovanile sono molto promettenti però non li vedo ancora ben amalgamati; si tratta di un gruppo per altro molto numeroso come dimostra anche il quindici di partenza contro l’Imola. Per loro sarebbe stato auspicabile un utilizzo più graduale in serie B ma qualche infortunio ai giocatori più anziani ha reso impossibile un rodaggio progressivo. Dal punto di vista personale devo ancora migliorare la condizione atletica, dopo qualche mese di inattività, ma l’importante era tornare in campo”.


� �

sport Civitavecchia

SPORT

p

20

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Volley D - Il Natale ha fatto bene Basket B - Alla Valentino manca solo un pizzico di fortuna all’Isoltermica. Battuto il Breda

T

rascorsa la pausa natalizia, utile per ricaricare le batterie dopo la brutta serie di scon�tte, l’Isoltermica torna alla vittoria battendo il Breda, in trasferta, per 3-0 (17-25, 23-25, 23-25 i parziali). Il primo set scorre abbastanza agevolmente e la superiorità dell’Isoltermica è evidente anche dai numeri. Marino utilizza il suo opposto come terminale offensivo privilegiato e Di Pietro si fa rispettare mettendo a terra 7 punti solo nel primo parziale (18 nel corso del match). Nel secondo parziale i romani tengono il passo dei civitavecchiesi e le due compagini si affrontano ad armi pari. I locali riescono sul �nale di set ad ottenere un esiguo vantaggio che sembrerebbe suf�ciente ad aggiudicarsi il set

(anche grazie ad un clamoroso errore arbitrale su mani e fuori di Cesarini). Ma la tenacia, la determinazione e lo spirito di squadra degli ospiti consente loro di mettere in atto la rimonta e conquistano la seconda frazione. Nell’ultimo set le formazioni rimangono pressoché invariate con l’unica eccezione di Patrizio Lemme, che entra nel ruolo di schiacciatore. Anche questo parziale sembra ricalcare il precedente, e si lotta per conquistare almeno un break di vantaggio. Ci riesce il Breda sul 23-21, ma una serie positiva di battute, condita da alcuni spunti individuali di Gabelli (subentrato a Di Pietro nella fase �nale della partita) e di Arcadi (che chiude il match) portano �nalmente l’Isoltermica al successo. (sf)

G

ara strana vinta da Viareggio contro una sempre viva Valentino. Gara che si presenta con un basket �uido nel 1° quarto con possessi alternati che producono un 18-16 a favore delle padrone di casa. In questa frazione si mette in mostra una Del Vecchio in grande spolvero con 11 punti (alla �ne il suo bottino personale sarà di 17 punti). Secondo semi-tempo che inizia con la Valentino che dopo un minuto è in vantaggio: 18-20 esterno. Primo tecnico a suo danno per coach Precetti. A 4’ e 50” dalla �ne, Viareggio avanti di sette lunghezze che conserverà �no all’intervallo lungo. Si riprende dal 36-27 e ci

si rende conto presto che le ragazze di Santa Marinella, hanno ancora molte frecce al loro arco. I punti di svantaggio diventano 2 (41-39): 2° tecnico, questa volta per De Fraia che non fa in tempo ad accorgersi del suo quarto fallo che si accomoda in panchina con il quinto fallo proprio per la penalità accessoria. Ancora parziale recupero delle ospiti per la chiusura del periodo su un ancora accettabile 44-42. Sul parziale di 8-15 per la

VOLLEY B2 DONNE

L

a Comal Civitavecchia Volley supera il Divino Amore ed inizia con il piede giusto il 2011. C’era grande attesa, sabato pomeriggio al palasport di Tolfa per la prima s�da del nuovo anno che vedeva in campo la prima e terza in classi�ca del girone F. Una gara che prometteva spettacolo e così è stato per il numeroso pubblico presente sugli spalti. Quattro set molto combattuti che alla fine hanno comunque premiato la squadra allenata da Milo Di Remigio che si è aggiudicata la sfida per 3 a 1 (questi

i parziali: 25-29, 25-18, 2325, 25-18). Partono subito bene le rossonere che sembrano avere una marcia in più rispetto alle capitoline; bene in ricezione e un gioco, soprattutto in attacco molto �uido. Primi due set che scivolano via senza grossi problemi per le civitavecchiesi sempre avanti. Partita �nita? Neanche per sogno perché il Divino Amore riordina le idee e fa suo il terzo set per 25-23; la squadra di Aldo Pisani sbaglia poco o nulla ed appro�tta invece di un evidente calo di tensione delle padrone di casa. Momento negativo che prosegue anche nel quarto set, dove il Divino Amore parte alla grande �no al parziale di 7 a 1 che

Basket C - Sfida caldissima stasera tra Se.Gi e Foresta Rieti

Q

uesta sera la Se.Gi Cestistica recupera la gara con la Foresta Rieti valida per la nona giornata del campionato di serie C2 maschile di basket. Appuntamento delicato alle 20,30 alla palestra Riccucci di San Gordiano per i rossoneri di Mauro Tedeschi che peraltro si presenteranno in campo orfani di Boccalato e Crisostomi, che hanno entrambi deciso di interrompere la loro attività sportiva. Essendo appaiate ad otto punti, e dunque a stretto contatto con la zona calda, entrambe la squadre hanno l’esigenza di conquistare la vittoria. (SF)

a carico di Moretti a 32” dalla fine. Semplicemente cronaca di una gara particolare, dove non è emersa la differenza netta che il risultato �nale farebbe supporre. Episodi negativi registrabili solo da una parte. Chi ha visto la gara ha comunque ricevuto buone sensazioni anche dalla Valentino e non si è accorto della differenza di punti e di classi�ca delle due formazioni, né rispetto alla prova delle singole atlete, né da quella del gioco, della preparazione agonistica, del carattere, della maturità che, in una serata particolarmente penalizzante per le molte infrazioni a tabellino, potrebbe essere messa in dubbio. (fan sim)

RUGBY SERIE C - Secco 43-0 sugli All Reds

Crc ad un passo dalla vetta

La Comal fa fuori il Divino Amore e resta al comando di SIMONE FANTASIA

Valentino di Santa Marinella, incide non poco una Bolognesi che deve essere davvero immarcabile: 11 punti personali nella frazione con 17 punti �nali anche per lei. Ultimo periodo nel quale si registrano 30 tiri liberi per il Viareggio, di cui 18 realizzati, l’uscita dal campo di Francesca Bolognesi (nella foto) al 34° per quarto fallo e penalità per fallo tecnico sul 4946, e ad un altro tecnico

I

costringe Di Remigio al time out; la strigliata del tecnico fa bene alla squadra che piazza un secco 8 a 0 per arrivare con il morale alle stelle al primo time out tecnico. Sulle ali dell’entusiasmo, la Comal torna quella dei primi due set e chiude la gara tra gli applausi del pubblico presente. Tre punti pesanti con cui la Comal Civitavecchia mantiene il primo posto in classi�ca e può guardare con

ottimismo al proseguo della stagione. “E’ stata davvero una bella partita – ammette il diggì Carlo Gasparri – contro un’ottima squadra. Molto bene i primi due set dove non abbiamo sbagliato nulla, poi c’è stato un calo nel terzo, dove però va detto il Divino Amore è cresciuto tantissimo. Il Quarto era iniziato malissimo, c’è poi stata una bella reazione e alla �ne i tre punti sono meritatissimi”.

l Crc vince e vede la vetta sempre più da vicino. Nell’ultima di andata del campionato di serie C regionale girone 1 i biancogiallorossi hanno strapazzato al Moretti Della Marta gli All Reds chiudendo la partita su di un eloquente 43-0.Ttuttavia la notizia più importante è arrivata da Fiumicino, dove gli aeroportuali hanno superato per 17-8 la capolista imbattuta Tivoli. Di conseguenza, con i 5 punti conquistati, i civitavecchiesi si sono portati a quota 43, ad appena due lunghezze dai tiburtini. Al Casaletto Rosso è bastato un tempo per chiudere la pratica con i romani. Durante la gara lo show l’ha fatto Athos Onofri: per il �anker quattro mete. Nel primo tempo ne ha segnate tre, con in mezzo la marcatura del solito capitan Cicoria (due delle quali trasformate da Berni). Nella ripresa un’altra, oltre a Rodriguez e D’Antonio (una trasformazione di Giannini). Il Crc giocherà domenica la prima di ritorno in trasferta, esattamente a Tor Tre Teste contro la Notabila, già scon�tta facilmente all’andata. A pagina 19 la classi�ca aggiornata. (sf)

Hockey in Line

Vittoria sofferta per i Pirati

I

nizia nel modo migliore l’anno per i Pirati Civitavecchia. La formazione allenata da Stefan Bendula ha infatti superato in trasferta il Monleale per 2 a 1. Una partita molto combattuta, considerando che la compagine avversaria era a caccia di punti salvezza, il che ha reso la s�da molto più complicata del previsto per i civitavecchiesi. Sono i padroni di casa a passare in vantaggio, al 4’, con Bartheldy. Senza Doran e Campbell, la formazione di Stefan Bendula fatica a dare le solite accelerate, ma allo scoccare della prima frazione trova la rete del pareggio con Kucera (25’). Nella seconda frazione è Sigillo, al 30’, a portare i Royal Bus in vantaggio. Poi è una battaglia, �no alla �ne. (Si. Fa.)

Pallanuoto A2 - Cariciv, un esordio incoraggiante

I

nizia con il piede giusto l’avventura della Cariciv Coser nel campionato di serie A2 femminile di pallanuoto. Le gialloblù guidate da Cattaneo hanno infatti superato per 7-5 il Gifa Palermo (0-1, 2-0, 2-2, 3-2 i parziali). Partita equilibrata che ha visto il sette di Cattaneo sbagliare qualche gol di troppo nel primo tempo. Poi Tusculano e compagne si sono svegliate riuscendo a chiudere il match nel finale. “Una bella vittoria – commenta il tecnico civitavecchiese – in cui ho visto una bella reazione nel

finale che ci ha consentito di portare a casa l’intera posta in palio. Un successo per guardare con grande ottimismo al proseguo della stagione”. TABELLINO Cariciv Coser: Fraticelli, Galli, Bruno, Cattaneo 1, Tortora 3, Cicoria, Mangiola 1, Billi, Gabelli 2, Mameli, Di Giacinto, Tusculano. All. Cattaneo. Gifa Palermo: Maggio, Alaimo, Mascari, Scalice, Amato, Finocchiaro Messina, Moriconi, Bologna 1, Di Gaetano, Montaino, Alberti 4 (1 rig.). All. Allucci. Arbitro: Ricciotti.


Mercoledì 12 Gennaio 2011

cultura

Viterbo & Lazio Nord

p

21

All’Auditorium tornano i “Sentieri d’Ascolto”

Quindicesima edizione con un ospite d’eccezione: Goldoni

di FORTUNATO LICANDRO

T

dell’Università degli Studi della Tuscia. Il 7 marzo alle ore 10.30, la compagnia ‘Le belle bandiere’ presenterà un allestimento in versione ridotta de “La locandiera” diretta da Elena Bucci. A seguire Elena Bucci e Marco Sgrosso (fondatori della compagnia e ideatori del progetto) narreranno la loro esperienza sull’opera di Goldoni. Introduce Paolo Manganiello. La rassegna si chiuderà il 22 marzo, alle ore 10.30, con Gabriele Vacis (regista) che presenta il suo nuovo allestimento di “Rusteghi - I nemici della civiltà”. A seguire verrà proiettata la video opera “In villeggiatura con Carlo Goldoni” di Nico Garrone (1993). Il video documento racconta l’opera teatrale e la poetica di un gruppo importante, i suoi sotto testi, i percorsi interpretativi e le diverse varianti possibili: Gabriele Vacis e il Laboratorio Teatro Settimo si trasferiscono per due mesi in una Villa palladiana per riprodurre idealmente le atmosfere delle villeggiature delle famiglie borghesi a cui Goldoni si ispirava per la sua “Trilogia della Villeggiatura”. Lo sguardo di Nico Garrone, partecipe �n dall’inizio della residenza, coglie i momenti più poetici e più espressivi, anche più ludici, dentro e fuori la pratica teatrale. L’iniziativa è frutto della cooperazione tra A.T.C.L. (Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio) e Università degli Studi della Tuscia Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne. L’ingresso agli appuntamenti è gratuito.

Continua nel capoluogo l’infituazione per la Pop Art

Il Blitz Cafè ospita la personale dell’artista Emiliano Terenzi di ELISABETTA SORIANO

C

ontinua a Viterbo la rassegna di mostre dedicate alla Pop Art al Blitz Cafè, in via della Sapienza. Nel locale, che già ospita l’opera “Campbell soup chiken noudle” di Andy Warhol, è stata inaugurata venerdi 17 dicembre l’esposizione di pittura di Emilio Terenzi denominata “…And even pop”, a cura di Francesco Cerra. L’artista espone 10 opere, grandi tele di ispirazione pop che rappresentano pienamente il sogno di Terenzi di potersi esprimere liberamente, senza vincoli o delimitazioni pre�ssate, senza dover fare troppo i conti con i margini; da qui la scelta di grandi supporti, di quadri di enormi dimensioni. L’artista adotta �gure di natura fumettistico – giornalistica, caratterizzate da colori forti e vivaci, e si serve di inquadrature frontali e dall’alto verso il basso; Terenzi pone i soggetti su sfondi

omogenei e riprende la tecnica del collage, grazie alla quale riesce a partecipare alle tensioni artistiche di cose ed eventi contemporanei. Emiliano Terenzi nasce a Cassino nel 1971 e, subito dopo aver conseguito il diploma artistico, si appassiona a libri e illustrazione,

proprio per approfondire questa sua passione si iscrive alla Scuola Romana dei Fumetti, dove si diploma nel 1998 in Disegno e Tecnica del Fumetto. Da quel momento inizia il suo percorso lavorativo nel settore artistico come allestitore di mostre, realizzatore di scenogra�e,operatore di riprese cinematogra�che e montatore. L’artista maturò in seguito anche una forte esperienza nel campo gra�co e nel 1998 pubblicò la sua prima miniserie a fumetti. Dal 2001 è docente di Disegno e Tecnica del Fumetto presso la scuola medesima di Cassino frequentata in passato dal pittore e contemporaneamente espone le sue opere nelle maggiori gallerie d’Italia. Le opere di Emiliano Terenzi esprimono con grande armonia e professionalità la sua vasta esperienza artistica, diversi�cata ma sapientemente unita, nel campo dei fumetti, del cinema e della pittura. L’esposizione dell’artista rimarrà al Blitz Cafè �no a sabato 15 gennaio.

spettacoli

televisione

di FORTUNATO LICANDRO

di ELISABETTA SORIANO

di ELISABETTA SORIANO

Il dottor Anton (Mikael Persbrandt), che opera in un campo profughi in Africa, torna a casa nella monotona tranquillità di una cittadina di provincia. Qui si incrociano le vite di due famiglie e sboccia una straordinaria e rischiosa amicizia tra i giovani Elias (Markus Rygaard) e Christian (William Jøhnk Nielsen). Il secondo non ride e non perdona mai. Rimasto orfano si trasferisce in Danimarca con il padre, nella nuova scuola incontra Elias, timido, pestato dai bulli d’ordinanza, genitori perfetti sul lavoro e meno nella coppia: mentre suo padre, un “medico senza frontiere” idealista, è impegnato a salvare vite in Africa e sua madre por ta avanti la separazione I due scolaretti cominceranno insieme un cammino verso il male sotto gli occhi impotenti dei pur coscienziosi genitori. La solitudine, la fragilità e il dolore, però, sono in agguato e presto quella stessa amicizia si trasformerà in una pericolosa alleanza e in un inseguimento mozzafiato in cui sarà in gioco la vita stessa dei due adolescenti. Candidato danese per la corsa agli Oscar 2011 e “Gran Premio della Giuria” all’ultimo Festival del cinema di Roma, “In un mondo migliore” è l’ultimo film di Susanne Bier, una delle registe scandinave più famose. Allieva di Lars Von Trier, il marchio di fabbrica del suo maestro si nota grazie alle zoomate improvvise nei momenti cruciali e quel contenuto raggelante e intenso tipico della filmografia danese. Film attuale di rara intensità e coinvolgimento emotivo.

Continua la nostra selezione di spettacoli concentrati sulla Capitale. Segnaliamo il musical dei musical “La bella e la bestia” al Teatro Brancaccio alle 20,30, ed in programmazione fino al 30 gennaio. Interpreti principali Arianna nel ruolo della Bella e Antonio Angiolillo nel ruolo della Bestia, protagonisti di una storia senza tempo, diventata famosa soprattutto grazie al film di animazione della Disney. La favola narra dell’amore tra Belle e la Bestia, che nonostante le diversità del loro aspetto riescono a riconoscersi e ad innamorarsi, ciò spezzerà l’incantesimo che aveva fatto trasformare il bel principe in bestia e riporterà pace e amore nel castello. Altro spettacolo che segnaliamo a Roma è “A rotta di collo” da Caino a Abele a Fini e Berlusconi, che si terrà stasera alle ore 21 al Teatro Salone Margherita e proseguirà fino al 27 febbraio. La piéce è di Pier Francesco Pingitore ed è interpretata da Martufello, Pippo Franco e Monica Riva. Altro spettacolo da vedere a Roma è “Rugantino”, messo in scena da Enrico Brignano ed interpretato dal grande mattatore stesso nel ruolo di Rugantino, Maurizio Mattioli nel ruolo di Mastro Titta, Emy Bergamo nel ruolo di Rosetta e Paola Tiziana Cruciali nel ruolo di Eusebia. E’ difficile dire se sia più famosa la maschera romana che il personaggio della commedia musicale di Garinei e Giovannini; “Rugantino” è uno spettacolo storico ma non vecchio, anzi sempre più attuale con una gran voglia di divertire e commuovere, con i suoi personaggi in bilico tra bontà e mascalzonaggine, simpatia e boria: Rugantino ossia uno sbruffone, chiacchierone, vigliacco, tenero e dolce; Rosetta cioè l’incarnazione della Venere romana, bella ed irraggiungibile ma così umana, Mastro Titta invece il boia, l’uomo buono sempre in giro con il pesante fardello della sua professione; ed infine Eusebia dalla ruspante simpatia. Tutti questi personaggi vi aspettano per intrattenervi e divertirvi.

Se rimaniamo a casa ecco la tivvù

cinema

Musical, teatro e divertimento

Un mondo migliore visto dal cinema

orna la rassegna teatrale “Sentieri d’Ascolto”, presso l’Auditorium di Santa Maria in Gradi. Si tratta delle quindicesima edizione della manifestazione che per l’occasione porta il sottotitolo di ‘Goldoni a teatro’. Infatti, lo scopo di quest’anno è ricordare il drammaturgo veneziano e rileggerne il lavoro. Quattro appuntamenti, tra gennaio e marzo, per avventurarsi all’interno di un autore considerato tra i padri della commedia moderna. Goldoni inoltre è annoverato tra le così dette “quattro coroncine”, insieme a Giovanni Meli, Carlo Porta, Giuseppe Gioacchino Belli (da af�ancare alle “tre corone” della letteratura Dante, Petrarca e Boccaccio). Un sentiero interessante e ricco che avrà luogo negli spazi messi a disposizio-

ne dalla Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Unitus. Incontri, letture, proiezioni e ospiti esperti. Ieri, martedì 11 gennaio, alle ore 10:30, la rassegna si è aperta con Giancarlo Cobelli (regista) e Mascia Musy (attrice)che hanno raccontato dei celebri allestimenti de “La locandiera”, diretti da Cobelli nel 1979 e nel 2007. A seguire il regista Antonio Zavatteri e gli attori Lisa Galantini e Filippo Dini hanno presentato il lavoro della compagnia Gank su “La bottega del caffè”. L’evento è stato introdotto dal Prof. Maurizio Giammusso critico, giornalista e docente universitario. Il prossimo appuntamento è per il 18 gennaio alle ore 10.30, sempre all’Auditorium della Facoltà di Lingue, con la proiezione di “Memoires” di Maurizio Scaparro. Introduce Paolo Manganiello, assistente alla Cattedra di Storia del Teatro

Mercoledì sera ricco di appuntamenti nel palinsesto televisivo. Rai1 alle 21,10 propone il meglio della trasmissione condotta da Carlo Conti “I migliori anni”: una sorta di riassunto di ciò che è successo nel corso delle quattordici puntate del programma, un viaggio per ricordare con gioia e divertimento come eravamo, attraverso cinquant’anni di musica, televisione, cinema, cronaca e costume dell’Italia. Serata di calcio su Rai2 alle 20,55 con gli ottavi di finale della Tim Cup; in campo allo stadio Meazza di Milano si disputerà la partita Inter – Genoa. Novità in panchina per l’Inter con l’arrivo dell’ex tecnico rosso-nero Leonardo al posto di Rafael Benitez e grande attes per la prova del bomber Samuel Eto’o. Su Rai3 alle 21,05 torna l’appuntamento con la trasmissione “Chi l’ha visto?”, dopo una breve pausa natalizia; la conduttrice Federica Sciarelli torna ad occuparsi dei casi delle persone scomparse in Italia, avvalendosi dell’aiuto dei telespettatori. A seguire il talk show di Serena Dandini “Parla con me”. Su Canale5 alle 21,10 risate a non finire con la trasmissione “Paperissima”, condotta da Gerry Scotti e Michelle Hunziker: protagoniste le papere e gli errori tv dei personaggi famosi ma anche delle persone comuni. A seguire alle 23 il talk show “Kalispéra!” condotto da Alfonso Signorini , con Elena Santarelli e Margherita Antonelli. Italia1 alle 21,10 propone due episodi del telefilm “CSI: New York” intitolati “Epilogo” e “La lista nera ( con la partecipazione del becchino)”. A seguire alle 23 in prima tv il telefilm “Fringe”. Serata western su Rete4 alle 21,10 con il film “Quel treno per Yuma” interpretato da Russell Crowe e a seguire alle 23,45 una prima tv: il film “Il treno per Darjeeling”, interpretato da Owen Wilson. Buona visione a tutti.


cinema

p

22

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

La banda dei Babbi Natale

Che bella giornata

Natale in Sud Africa

The Tourist

Rapunzel

Totale € 20.653.205

Totale € 18.647.479

Totale € 18.449.292

Totale € 10.667.750

Totale € 10.333.265

Cinema Azzurro

Cinema Lux

Teatro Genio

Cinema Trieste

Hereafter

Natale in Sudafrica

Che bella giornata

The Tourist

Viterbo Via C. Cattaneo, 44 Tel. 0761.220019 16,00-18,10-22,30

Viterbo Viale Trento, 1 Tel. 0761.340848 17,30-19,15-20,50-22,30

Viterbo Via Teatro Genio, 16 Tel. 0761.343041 16,30-18,30-20,30-22,30

Viterbo Viale Trieste, 30 Tel. 0761.307083 18,30-20,30-22,30

Cinema Trento

Cine Tuscia Village

Le cronache di Narnia

Natale in Sudafrica

Che bella giornata

Megamind in 3D

La Quercia (Vt) P.zza Santuario, 51 Tel. 0761.307759 16,00-18,10-20,20

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cinema Etrusco

La Banda dei Babbi Natale

The Tourist

Tron Legacy

La Banda dei Babbi Natale

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,30-20,30-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 17,30-20,00-22,30

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (16,00-18,00-20,00-22,00)

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Flavia Multisala

La bellezza del somaro

Natale in Sudafrica

Tron Legacy

Hereafter

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (18,00-20,00-22,00)

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (16,00-18,00-20,00-22,00)

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 (15,30-17,50-20,00-22,00)

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Flavia Multisala

Cinema Gallery

Cinema Gallery

Cinema Tevere

Che bella giornata

Tron Legacy

The Tourist

The Tourist

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 domani: 22,00

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 domani: 22,00

Castiglione in Teverina via Orvietana, 37 Tel. 0761.948915 21,30

Cinema Alberini

Cinema Florida

Cinema Excelsior

Cinema Colombo

Che bella giornata

Che bella giornata

Che bella giornata

Le cronache di Narnia

Orte Via del Plebiscito, 6 Tel. 0761.403585 21,45

Civita Castellana Via del Forte, 26 Tel. 0761.598165 17,30-19,30-21,30

Cura di Vetralla Via Cassia, 277 Tel. 0761.483340 18,00-20,00-22,00

Valentano Via Monte Grappa, 16 Tel. 0761.453138 21,30


almanacco

Viterbo & Lazio Nord

Mercoledì 12 Gennaio 2011

• Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

O

g g i siete i più forti dello Zodiaco, e conoscendovi bene, sono sicuro che farete man bassa di tutto ciò che la fortuna vi offre . La luna splende nel segno e promette faville in campo affettivo e lavorativo anche grazie a Mercurio e Venere…insomma…PER GIOVE!!!...COSA VOLETE DI PIU’? 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

N

on ci s i a mo amici miei…invece di godervi questo ultimo transito di giove che vi sorride dal segno dei Pesci voi non fate altro che intristirvi pensando al lavoro, ai colleghi antipatici, alla dieta che è pesante…datemi retta…vivete con più leggerezza e vedrete che improvvisamente…QUALCOSA ARRIVERA’ 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

D

olci e tenere anime della Bilancia, so bene quanto stiate soffrendo in questo particolare momento astrologico..e specialmente oggi con questa Luna in Ariete non sarete nemmeno al top della forma �sica.. Ma come? possibile che vada proprio tutto cosi male??? M assolutamente no!!! Siete voi che ve la tirate! Scuotetevi e REAGITE!!! 22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

L

a luna in Ariete di sicuro non vi aiuta a rilassarvi e nemmeno a far quadrare i vostri conti che sono momentaneamente un po’ in rosso…è strano che proprio voi, parsimoniosi come siete vi troviate ad affrontare un momento un po’ così.. Le spese sono state tante…ma Saturno vi aiuta a guardare molto bene ciò che dovete tagliare.

LOTTO E SUPERENALOTTO

C

ì sì si..una bella giornata anche oggi riposatissimi amici del Toro. Con questo Marte che vi offre uno splendido trigono dal segno del Capricorno la gente vi guarda passare per strada e vi trova atletici, belli e sexy…e di conseguenza una bella Venere in Sagittario vi offre in�nite prede. APPROFITTATENE!!!!

ontinua la s�lza di colpi bassi che Venere, Mercurio e Giove si divertono a giocarvi. Pagate i conti in sospeso, prestate attenzione alle cause legali, mostratevi affettuosi con il vostro amore anche se vi girano le scatole e…tra pochi giorni, come per magia, vi prometto che la vostra vita cambierà. E SARA’ BELLISSIMA!!

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

llora!! L u n a A in ariete vi

l bello deve anI cora arrivare

spalanca qualsiasi porta come se foste Madonna o Johnny Depp.. Mercurio in Sagittario che vi regala rotoloni di euro come se foste Bill Gates. E per �nire Venere, sempre in Sagittario che fa cadere tutti alle vostre zampe, pardon, ai vostri piedi come se foste George Clooney o Nicole Kidman… Insomma basta!!!FATE INVIDIA!! 24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

L

amici della Vergine, ve lo dico tutti i giorni...cercate di guardare il positivo…se un matrimonio è solido, Mercurio e Venere non possono far più di tanti danni. E inoltre questo Marte splendido dal Capricorno vi dà l’opportunità di mostrare al mondo intero quanto siete resistenti alle intemperie . SUVVIA CHE MANCA POCO!! 22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

M

a luna c o n tinua a favorirvi dal segno dell’Ariete amici dello Scorpione e come ieri potrete �nalmente tiare un sospiro di sollievo e godervi il meritato dono che Giove vi ha portato..sono sicuro che qualcosa che bolle in pentola per voi c’è..ed è sicuramente qualcosa di molto buono..APRITE E GUSTATE!

i c a male questo periodo per voi cari amici del sagittario.. le frecce al vostro arco sono infuocate di passione con questa Luna che vi ILLUMINA e Mercurio che vi fa �nalmente avere i tanto agognati risultati in campo lavorativo..non solo! Venere vi rende stupendi e tra un po’ quando arriverà anche Giove che cosa farete? BOOM!!!!

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

ncora A u n a giornata

piacevole da passare in compagnia del vostro ritrovato amore che dopo un periodo in cui tanto vi ha fatto penare si è �nalmente ricordato di voi.. e anche alla grande visto che con questa Venere in sagittario il vostro charme risulterà accentuato rendendovi particolarmente magnetici agli occhi di tutti .GRANDI CONQUISTE

A

ncora o g g i una giornata bella e piacevole sotto tutti i punti di vista cari amici dei pesci..è vero.. Mercurio in Sagittario vi crea qualche antipatia nell’ambiente di lavoro e Venere vi fa le boccacce facendo sparire per un po’ il vostro grande amore…non preoccupatevi..GIOVE STA LAVORANDO PER VOI

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conser va reper ti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Car te Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più impor tanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al traspor to della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reper ti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787

PREVISIONI METEOROLOGICHE

81

23

49

13

Mercoledì 12 Gennaio 2011

Giovedì 13 Gennaio 2011

32

42

56

55

40

38

85

8

2

89

15

33

38

20

90

35

62

8

36

75

85

30

33

89

42

23

37

15

16

7

29

37

85

87

79

53

59

82

43

64

6

70

32

12

89

25

64

11

59

47

ore 00 cielo coperto con deboli precipitazioni e vento da sud a 5 km/ h. Temperatura di 7 °C ore 03 cielo quasi sereno o poco nuvoloso con possibili deboli precipitazioni e vento da est a 10 km/h. Temperatura di 4,6 °C ore 06 cielo poco nuvoloso e vento da est a 15 km/h. Temperatura di 4 °C ore 09 cielo quasi sereno e vento da nord/est a 14 km/h. Temperatura di 6,6 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord/ est a 14 km/h. Temperatura di 9,9 °C ore 15 cielo sereno e vento da nord a 9 km/h. Temperatura di 9,8 °C ore 18 cielo sereno e vento da nord a 11 km/h. Temperatura di 7 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord a 11 km/h. Temperatura di 4,9 °C

ore 00 cielo sereno e vento da nord a 8 km/h. Temperatura di 4 °C ore 03 cielo sereno e vento da nord a 5 km/h. Temperatura di 3,1 °C ore 06 cielo sereno e vento da nord a 6 km/h. Temperatura di 1,8 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord a 4 km/h. Temperatura di 6 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord/ovest a 4 km/h. Temperatura di 11 °C ore 15 cielo sereno e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 10,3 °C ore 18 cielo sereno e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 6 °C ore 21 cielo sereno e vento da ovest a 4 km/h. Temperatura di 4,1 °C

Martedì 11 Gennaio 2011

31

S

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

2

5

13

21 Aprile - 20 Maggio TORO

69

71

77

49

18

23

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca

NUMERI UTILI

12

p

FARMACIE

OGGI 12 GENNAIO PETROSELLI (DIURNO E NOTTURNO) VIA CARLO CATTANEO, 32A (VITERBO) DOMANI 13 GENNAIO FORTINI (DIURNO E NOTTURNO) VIA CAIROLI, 14 (VITERBO)



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 12 gennaio 2011