Page 1

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Anno III N. 8 - Euro 1,00 �����������������������

Politica

Regione

Progetto Itet, la maggioranza va sotto e l’opposizione va in conferenza stampa Servizio

MERCOLEDI’ 11 GENNAIO 2012 ���������������������

Curiosità

Renzo Arbore a spasso per Viterbo ma prima era in “visita” a Belcolle

Auto blu con autista ancora sotto accusa

Servizio

di ViTa75

pagina 5

a pagina 7

a pagina 9

Con un buon conto in banca o con un prestito le liste d’attesa vengono improvvisamente azzerate

Sanità pubblica a caro prezzo CIVITA CASTELLANA

ULTIMA ORA

Ragazzina di 10 anni pubblica su Facebook una sua foto nuda e non vuole toglierla

Polemiche sulle spese del Comune

Una foto scattata con un telefonino cellulare, che la ritrae nuda in bagno, è stata pubblicata sul pro�lo Facebook di una bambina di 10 anni, residente in una cittadina del litorale laziale. La pagina è stata immediatamente oscurata dalla polizia postale, ma l’immagine, nel frattempo, era stata vista da migliaia di persone e commentata sui blog di tutta Italia. Gli investigatori, anche se al momento non sarebbe stata presentata alcune denuncia all’autorità giudiziaria, stanno tentando di accertare se ad inserire la foto sia stata la stessa bambina o qualcun altro. Qualora si concretizzasse la seconda ipotesi, resterebbe da capire come un estraneo sia potuto entrare in possesso dell’immagine. Secondo quanto si è appreso, però, gli investigatori seguirebbero la seconda pista solo per scrupolo. La stessa bambina, infatti, ha risposto al portale Notizie.it, che la sollecitava a rimuovere la foto e che ha diffuso la notizia: “Se la levo �nisce sta barzelletta?”. Lo stesso sito aveva provveduto a pubblicare e, ovviamente a celare, l’immagine dell’incauta minore. Se questo è il futuro che ci prospettano i nostri ragazzi dobbiamo veramente avere paura e chiederci anche a quali modelli si ispirino.

di Simona Tenentini a pagina 15

TARQUINIA

Furto nella Chiesa del Suffragio di Alessandro Sacripanti a pagina 10

VETRALLA

a pagina 3

Parte la raccolta firme contro la casta

Acquapendente Col somaro e il basto due moderni pellegrini

Servizio

di Fulvio Medici a pagina 12

a pagina 14

In Italia abbiamo il grande privilegio di poter usufruire dei servizi della sanità pubblica. Le Asl danno la possibilità a tutti i cittadini di accedere ai servizi sanitari pagando una tassa comune a tutti gli utenti decisa dai governi regionali. E giustizia è fatta...Magari! In realtà, in tutto questo c’è un ingranaggio che inceppa il meccanismo: per abbattere le lunghissime liste d’attesa per interventi, analisi e visite specialistiche, pagando un “piccolo” surplus, si può accedere agli stessi servizi in tempi molto più rapidi. Questo è il servizio regolamentato dalle Asl chiamato “intramoenia”. L’unica perplessità che sorge è che gli operatori che offrono i servizi di intramoenia sono gli stessi del servizio sanitario pubblico. Viene normale chiedersi: perché lo stesso servizio, offerto negli stessi ambienti ospedalieri, dallo stesso personale medico riesce ad abbattere miracolosamente i lunghissimi tempi d’attesa solo dietro il pagamento di quel famoso “surplus” ? di Paolo Gianlorenzo

Montalto di Castro Il sindaco Salvatore Carai stizzito replica ad Alternativa Democratica di Giovanni Corona a pagina 11

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio Bomber di serie D ed Eccellenza Servizio a pagina 20

Promozione Patron Morosini è contento per la Caninese

Pattinaggio Festa grande per il Galà della L. Pilastro

Servizio a pagina 20

Servizi alle pagine 22-23

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it


cronaca

& Mercoledì 11 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

3

Altro che liste d’attesa lunghe mesi, basta mettere mano al portafogli e le sale operatorie si liberano che è una bellezza

Belcolle = clinica privata? di Paolo GIANLORENZO

S

i chiama attività “intramoenia”, ma in termini più immediati, si tratta della libera professione all’interno delle Asl. A Viterbo è stata attivata diversi anni or sono, in seguito alla riforma sanitaria voluta dall’allora ministro Rosy Bindi (era il 1999, ndr). Le prestazioni erogate sono state migliaia, caratterizzate da centinaia di ricoveri con un ammontare di proventi complessivi di svariati milioni di euro. Di questa cifra, solo l’11,2 per cento è destinata alla copertura dei costi della struttura mentre il 9,9 per cento va al personale di supporto (infermieri, ferrista e anestesista). L’attività “intramoenia” consente ai medici dell’Asl di svolgere la libera professione in seno alla stessa struttura, dedicandosi alla libera professione dopo avere esaurito gli orari di attività da destinare al servizio pubblico. Ciò signi�ca però che può accadere che uno specialista, con liste di attesa lunghe settimane se non mesi in ambito pubblico, in regime di libera professione possa fornire la stessa prestazione a pagamento, pochi giorni dopo la richiesta di prenotazione. Da qui le polemiche scaturite proprio dal fatto che ciò possa avvenire in seno all’Asl, che è il presidio principale del Servizio Sanitario nazionale, cioè della sanità pubblica. Il discorso sull’annosa questione dell’intramoenia e del conseguente, spesso poco limpido, intreccio che si viene a creare nelle corsie tra lavoro pubblico e privato dei medici. La questione solleva da sempre polemiche e divide sia il mondo medico che quello politico tra i fautori del mantenimento di questa prerogativa dei medici (gli unici pubblici dipendenti ad avere il diritto di esercitare la loro professione anche in forma privata) e chi vorrebbe invece abolire questa possibilità. Di ragioni ne hanno gli uni e gli altri. Anche se a prevalere, da parte di entrambi gli schieramenti, sembra persista una forte ipocrisia ideologica, ma anche di comportamento. La tesi principale portata avanti da chi vorrebbe abolire l’intramoenia è che con essa si legalizzerebbe una lista d’attesa preferenziale per i pazienti solventi, a discapito di chi non può permettersi di pagare di tasca propria. Vero. Ma se questo vale in assoluto, allora dovremmo vietare qualsiasi forma di sanità privata in base allo stesso principio di uguaglianza di accesso e trattamento. Che differenza c’è, infatti, dal punto di vista “etico” tra un paziente solvente che si rivolge a un’azienda ospedaliera del servizio sanitario nazionale e un altro paziente che si rivolge a una clinica privata? In ambedue i casi c’è il riconoscimento del diritto del cittadino (un diritto limitato evidentemente a chi se lo può permettere) di scegliersi medico e ospedale che

preferisce. Quindi, o si abolisce qualsiasi sanità privata oppure si �nisce col discriminare la possibilità delle aziende ospedaliere nazionali di valorizzare i loro medici e i loro reparti più prestigiosi o comunque più richiesti dai pazienti. E questo senza eliminare l’ovvia disparità di accesso alle cure tra chi paga e chi non può permetterselo, che resterebbe intatta nel settore della sanità privata. Del resto se non si può scegliere il medico e concordare con lui i tempi dell’intervento, perché mai lo si dovrebbe pagare? Il problema è invece la trasparenza del rapporto tra l’attività pubblica e quella privata di un medico: per questo esistono già norme che prevedono regole molto chiare e anti abusi. Un business da 1,25 miliardi di euro, ma anche un’opportunità per i medici e per i cittadini, che possono scegliere da chi farsi curare. In sostanza una miniera d’oro per alcune strutture sanitarie, che però rischia di essere vani�cata da una regolamentazione ancora poco chiara, con il conseguente rischio di scarsa trasparenza degli introiti e delle spese e da macroscopiche differenze regionali. Secondo l’analisi dell’Agenas (l’agenzia regionale per i servizi sanitari regionali), l’80% dei ricavi di una struttura sanitaria per le prestazioni erogate deriva dalla libera professione che i medici esercitano in intramoenia (in media il 95% di tutti i camici bianchi, in ogni Regione). La legge attuale, pubblicata in G.U. nell’agosto del 2007 (Governo Prodi), che prevede che l’esercizio dell’intramoenia sia svolto all’interno di strutture pubbliche o private convenzionate, che le prenotazioni delle prestazioni in regime libero-professionale siano sempre gestite da per-

L’intramoenia dovrebbe abbattere le liste d’attesa ma sembra che crei solo delle corsie preferenzial

sonale dell’azienda sanitaria, e che gli onorari per l’attività libero professionale siano sempre riscossi sotto la responsabilità dell’azienda e concordati tra azienda e medici. L’intramoenia nel Lazio ha un giro d’affari da capogiro. L’attuale gestione dell’attività professionale intramoenia contribuisce decisamente all’allungamento dei tempi d’attesa. Le ragioni sono note considerato che la legge 120/2007, riferendosi espressamente al con�itto d’interessi, stabilisce la necessità di prevenire situazioni di concorrenza sleale. Occorre pertanto rivedere la gestione dell’attività intramoenia, subordinandone la concessione al conseguimento effettivo della riduzione delle liste di attesa, come vuole la legge. Inoltre la legge 120/2007 ha imposto alle realtà locali di garantire con piani ad hoc, tariffe sotto controllo e spazi adeguati per l’attività intramoenia. Purtroppo, ad oggi, non tutte le Asl sono adempienti. E’ un paziente su 3, infatti, che ha ricevuto un ricovero programmato, a dichiarare che prima di essere ricoverato ha dovuto farsi visitare privatamente o intramoenia dal medico dell’ospedale, pur avendo già ricevuto l’indicazione del ricovero da un altro medico. Ma quanto costa per un cittadino una visita in intramoenia? Ovviamente dipende dalla prestazione sanitaria e dallo specialista che andrà ad eseguirla. Possiamo comunque affermare che per una visita specialistica senologica si spenderà mediamente intorno ai 150 euro, per una visita cardiologica 100 euro, per una visita oculistica intorno ai 130 euro, per un’ecogra�a dell’addome anche 200 euro. Cifre da capogiro soprattutto in considerazione del fatto che le visite specialistiche si

I malati ricorrono spesso ai finanziamenti per essere operati in pochi giorni. La salute vale una cambiale?

svolgono tutte all’interno di una Azienda sanitaria pubblica. Nella tabella a �anco abbiamo riportato l’intramoenia di Belcolle riferita solo ed esclusivamente agli interventi chirurgici. Se da un lato ci sono gli stakanovisti della sanità pubblica che non fanno intramoenia come Macarone Palmieri, dall’altra vediamo come l’urologo Antonio Rizzotto o il chirurgo vascolare Domenico Alberti “arrotondano” lo stipendio base con decine di interventi “privati” che, leggendo i costi, non sono certo accessibili a tutti. Se un cittadino viterbese con problemi alla prostata vuole farsi operare da Rizzotto facendo una tra�la normale ha una lista d’attesa che lo vedrebbe operato dopo sette-otto mesi. Se invece sceglie di farsi operare in regime di intramoenia ecco che la cosa si risolve nel giro di poche settimane. C’è un utilizzo decisamente anomalo di questo servizio perché l’intramoenia doveva servire ad abbattere drasticamente le liste d’attesa cosa che puntualmente non avviene. Se questo è vero perché allora questo tipo di attività non viene svolta direttamente nelle cliniche private dove i cittadini sono consapevoli che per avere un servizio sono costretti a pagarlo? Come la può prendere un cittadino in cura all’ospedale di Belcolle che dopo mesi di attesa e forse danni peggiorati dalla malattia si vede superare da chi ha la fortuna di poter spendere soldi? Non è vero neanche questo perché, purtroppo, essendo la salute fondamentale per ogni individuo, ci sono persone che si indebitano ricorrendo anche ai �nanziamenti di banche o di istituti �nanziari. C’è qualcosa che non funziona e sarebbe il caso che il direttore generale Adolfo Pipino desse delle spiegazioni in tal senso facendoci capire come mai a Belcolle si ricorre all’intramoenia con frequenza infernale solo in urologia e chirurgia vascolare e d’urgenza. Domani parleremo ancora dell’argomento con ulteriori novità.

Alla Ausl di Viterbo primeggiano interventi alla prostata e alle vene varicose, come mai?

Unità Operativa

Descrizione intervento

Costo

Chirurgia d’urgenza

Ernia+Plastica

€ 6.757,59

Chirurgia d’urgenza

Ernia+Plastica

€ 6.757,59

Chirurgia d’urgenza

Tiroidectomia

€ 7.072,35

Chirurgia d’urgenza

Ernia+Plastica

€ 7.657,59

Chirurgia generale day surgery

Ernia

€ 3.362,95

Chirurgia Monte urgenza

Ernia inguinale

€ 3.372,95

Chirurgia Obesità

By pass gastrico

Chirurgia Vascolare

Intervento SAFENA

€ 5.906,71

Chirurgia Vascolare

Vene arti inferiori

€ 2.504,48

Chirurgia Vascolare

Varici

€ 5.302,03

Chirurgia Vascolare

Varici

€ 5.989,81

Chirurgia Vascolare

Safenectomia

€ 5.057,82

Chirurgia Vascolare

SAFENA

€ 5.906,71

Chirurgia Vascolare

Vene arti inferiori

€ 2.540,48

Chirurgia Vascolare

Varici

€ 5.302,03

Chirurgia Vascolare

Varici

€ 5.989,81

Chirurgia Vascolare

Safenectomia

€ 5.057,35

Chirurgia Vascolare

Interventi maggiori sistema cardiovascolare

Chirurgia Vascolare

SAFENA

€ 5.906,71

Chirurgia Vascolare

Intervento arti inferiori

€ 2.540,48

Chirurgia Vascolare

Varici

€ 5.302,07

Chirurgia Vascolare

Varici

€ 5.989,81

Chirurgia x urgenza

Colicistecomia+ernia

€ 32.954,97

Chirurgia x urgenza

Colicistecomia

€ 12.750,55

Neochirurgia

Microdiscectomia lombare

€ 7.622,56

Ostetricia

Parto cesareo

€ 4.807,05

Ostetricia

Isteroscopia

€ 6.013,12

Ostetricia

Parto cesareo

€ 4.414,51

Ostetricia

Parto cesareo

€ 4.807,05

Senologia

Quadrectomia e biopsia linfonodo sent.

€ 10.770,50

Senologia

Quadractomia e biopsia linfonodo

€ 11.870,50

Urologia

Prostactomia radicale

€ 28.047,24

Urologia

Ureterolitotrissia

€ 15.120,24

Urologia

Cistectomia radicale con ureterocistoscopia

€ 47.248,39

Urologia

TURP

€ 16.316,15

Urologia

TURP

€ 16.288,18

Urologia

Int. Ricostruttivi app. riproduttivo femminile

€ 15.472,53

Urologia

Prostactomia

€ 34.213,30

Urologia

Nefrectomia parziale

€ 19.716,21

Urologia

TURP

€ 27.250,62

Urologia

Adenoctomia T.V.

€ 15.657,71

Urologia

TURV

€ 14.218,62

Urologia

Ureterolitotrissia

€ 20.231,25

Urologia

Tielocitotomia

€ 17.842,10

Urologia

Ureterolitotrissia

€ 20.445,25

Urologia

TURV

€ 18.462,49

Urologia

Cistectomia

€ 23.091,86

Urologia

Prostactomia radicale

€ 28.047,24

Urologia

Ureterolitotrissia

€ 15.120,24

Urologia

Cistectomia radicale con ureterocistoscopia

€ 47.248,39

Urologia

TURP

€ 16.316,15

Urologia

TURP

€ 16.288,18

Urologia

Ernioplastica

€ 21.691,59

Urologia

TURV

€ 16.858,62

Urologia

Prostactomia radicale

€ 28.047,24

Urologia

Ureterolitotrissia

€ 15.120,24

Urologia

Cistectomia radicale con ureterocistoscopia

€ 47.248,39

Urologia

TURP

€ 16.316,15

Urologia

TURP

€ 16.288,18

Totale

€ 11.686,50

€ 26.083,75

€ 872.271,13


cronaca

4

Viterbo & Mercoledì 11 Gennaio 2012 AltoLazio

VITERBO - Avverte un malore in casa e nonostante l’intervento del 118 non arriva ad aprire la porta d’ingresso e muore

Anziani dimenticati che muoiono di solitudine Rintracciato il pirata della strada che investì un ciclista

di VIVIANA TARTAGLINI

A

causa di un probabile malore è deceduta ieri mattina intorno alle 10 e 30 la signora Anna Maria Pulzoni di 76 anni. La donna a quanto avrebbero accertato i medici si è sentita male nella sua abitazione di Viterbo in Via Francesco Baracca ed ha chiamato il 118. L’ambulanza, partita da Villa Benedetta ha impiegato un minuto e mezzo a raggiungere l’abitazione, ma purtroppo ai paramedici non è stato possibile entrare perché la signora evidentemente non era in grado di raggiungere la porta d’ingresso. Prontamente sono stati chiamati i Vigili del Fuoco che, subito intervenuti in soli 4 minuti, hanno aperto la porta di casa, ma nonostante la rapidità di tutti gli interventi non è stato possibile salvare la vita dell’anziana donna. Dopo trenta minuti di rianimazione e nonostante due tentativi di de�brillazione all’arrivo del medico legale è stato constatato il decesso. La prontezza dell’intervento non ha potuto evitare una morte probabilmente perché la signora Pulzoni viveva oltre che sola, anche in solitudine: senza l’assistenza e la vicinanza di amici o familiari. Lo si evince anche dalle condizioni di trascuratezza ed abbandono in cui versa l’abitazione della donna. Gli stessi paramedici hanno dichiarato una forte dif�coltà a raggiungere il corpo di Anna

H

Maria in quanto intralciati dal caos della casa. In una società come la nostra, ossessionata dal mito della giovinezza e della ef�cienza, nella quale gli «over 65» vengono sollecitati a frequentare (e spesso frequentano per loro fortuna) palestre e crociere, cinema e musei, in una società come la nostra nella quale Sean Connery (classe 1930) e Sophia Loren (classe 1934) vengono offerti al pubblico come sex symbol, la presenza di uomini e donne vecchi e soli appare come un controsenso, è spiazzante. Eppure dobbiamo prenderne atto. Non tutti gli «over 65» sono come quelli che popolano

Altolazio News

Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Vice-Capo Redattore Emanuele Faraglia Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

N

on �niscono mai i guai per Catello Miotto, l’ex ballerino della trasmissione Amici di Maria De Filippi in onda su Canale 5. Dopo l’accusa di violenza sessuale, fatta dalla moglie di un suo amico nel 2010, adesso deve comparire di nuovo davanti al Tribunale di Viterbo con l’accusa di rissa e resistenza a pubblico uf�ciale. Lunedi scorso c’è stata la prima udienza, ma è subito

stata rinviata al prossimo 3 maggio a causa dell’assenza del poliziotto che doveva testimoniare. Miotto, infatti, fuori da un noto locale viterbese, venne alle mani con il cognato. Durante la colluttazione sarebbe stato rotto lo specchietto di una vettura parcheggiata nelle vicinanze. I poliziotti, chiamati sul posto, intimarono all’ex ballerino di seguirli in Questura. Ma lui si sarebbe ri�utato e per questo è scattata la denuncia per resistenza a pubblico uf�ciale e rissa. Su quest’ultima accusa alcuni testimoni sentiti al processo, hanno dichiarato che nello scontro non sarebbero intervenute altre persone. Ci sarebbe stato solamente il tentativo, da parte di alcuni presenti, di sedare la zuffa tra i due.

di quanti stavano transitando sulla Cimina al momento del tamponamento. Tra i vari resoconti quello di un uomo, residente nel Viterbese, che avrebbe fornito una descrizione del pirata nonché molti dei numeri e delle lettere della targa della Golf responsabile dell’incidente. E di questa sono stati ritrovati alcuni frammenti di carrozzeria, staccatisi durante l’urto. I poliziotti del comandante Federico Zaccaria, grazie a questi dettagli, sono riusciti a risalire all’identità dell’automobilista. Dai primi riscontri effettuati nel corso di una perquisizione all’interno della casa dei genitori del sospettato, la polizia avrebbe accertato un tentativo di riparazione delle parti danneggiate della Golf, probabilmente, fatto dallo stesso conducente, che, inoltre, aveva chiesto e ottenuto dal proprio datore di lavoro alcuni giorni di ferie. “Non fermarsi in occasione di un incidente – dichiara il comandante Zaccaria - oltre ad essere un comportamento contrario al senso di civiltà e solidarietà, costituisce un reato e come tale punito dal codice della strada che, nei casi più gravi, prevede anche la possibilità dell’arresto”.

Notizie flash - Notizie flash Droga, 30 arresti

La picchia e l’abbandona in strada

Ancora nei guai Catello Miotto E

Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it

le pubblicità televisive, arzilli vecchietti e vecchiette che giocano con i nipotini (o forse i pronipoti) su improbabili prati perfettamente pettinati. Dobbiamo prenderne atto quando, uscendo dall’ anonimato e dalla non visibilità cui li condanniamo, qualcuno di questi vecchi entra prepotentemente nella cronaca. Muoiono da soli, in casa. Questo è successo alla signora Pulzoni. Per lei, ieri mattina, a versare una lacrima commossa e a fare una preghierina fuori la porta di casa, solo una sua vicina, la signora Mafalda Capponi, che con questo gesto generoso e delicato le ha dato l’ultimo addio.

a un nome il pirata della strada che il 5 gennaio scorso provocò un incidente sulla statale Cassia bis Cimina. Nel sinistro rimasero coinvolte tre donne, tra le quali anche una bambina di poco più di un anno. Al termine di una lunga serie di indagini la Polizia Stradale di Viterbo è riuscita a dare un n ome al pirata della strada e lo ha denunciato per fuga e omissione di soccorso. Si tratta di F.F. 31 anni operaio dipendente di una ditta del Viterbese. Secondo le ricostruzioni l’uomo, mentre percorreva la Cimina in direzione Viterbo, a causa dell’alta velocità e di un sorpasso azzardato non sarebbe riuscito a evitare una macchina che lo precedeva intenta a svoltare a sinistra per raggiungere un distributore. Nello scontro i passeggeri della macchina tamponata rimasero feriti. La conducente F.A., quarantenne originaria di Oristano ma residente a Valleranno e la madre di quest’ultima una donna del 1932 anch’essa originaria di Oristano, riportarono lesioni giudicate guaribili in tre giorni e in sette giorni. La bimba, invece, rimase fortunatamente illesa. Gli agenti hanno raccolto le testimonianze

nnesimo episodio di violenza sulle donne. Una signora di Monte�ascone è stata, infatti, trovata in lacrime sul ciglio di una statale Cassia nord, all’altezza del bivio per la Motorizzazione. Ve d e n dola in quello stato e piangente alcuni automobilisti si sono fermati allertando i Carabinieri. Una volta giunti sul posto i tutori dell’ordine hanno immediatamente chiamato il 118 e la poveretta è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Belcolle. La donna a quanto pare stava viaggiando a

bordo di un’auto condotta dal suo compagno. Durante il viaggio tra i due è scoppiato un violento litigio tanto che l’uomo al culmine della baruffa avrebbe fermato la macc h i n a e fatto scendere la donna, abbandonandola sul bordo della carreggiata. I n tanto i militari hanno aperto un’indagine. L’uomo, originario della provincia di Roma ma residente anche lui nella cittadina falisca da diverso tempo, è stato rintracciato.

S

mantellata una rete di criminali dedita al traf�co di stupefacenti. L’operazione, nome in codice “Porsea” che ha impegnato oltre 250 agenti delle forze dell’ordine ha interessato anche la provincia di Viterbo. Trenta le persone �nite in manette. Coordinata dal sostituto procuratore distrettuale antima�a Paolo De Angelis, l’inchiesta è stata condotta dai Carabinieri del Comando provinciale e della Compagnia di Oristano, dalla Squadra Mobile della Questura della stessa cittadina sarda e dai Carabinieri della Compagnia di Viterbo. Il traf�co partiva dal Venezuela arrivando poi in Campania e Sardegna, passando per il Portogallo, l’Inghilterra e l’Olanda. I corrieri ingerivano gli ovuli con la droga, eroina e cocaina, che poi recuperavano una volta giunti in Italia. Il boss della banda, Dziphengo Hamis Juma Rama, 46 anni, originario del Kenia, dopo il suo arresto è stato tradotto nel carcere di Viterbo.


politica

& Mercoledì 11 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

5

Pd, Sel e Udc gridano allo scandalo dopo la bocciatura della maggioranza in terza commissione

“Progetto Itet, il centrodestra è imploso” di EMANUELE FARAGLIA

Non lasciamo il futuro della città in mano ai palazzinari”. Questo in sostanza il messaggio lanciato ieri pomeriggio in conferenza stampa dai consiglieri Pd, Udc e Sel che hanno voluto evidenziare il “�op” della maggioranza in terza commissione sul progetto Itet. Otto i voti contrari, con l’opposizione compatta assieme al presidente di commissione Chicco Moltoni, quattro favorevoli e tre assenze per il trasferimento dalla zona Zitelle al Barco di 120 mila metri cubi da destinare non più ad una struttura ricettiva ma a strutture residenziali. “L’opposizione è compatta - ha dichiarato il vicecapogruppo del Pd in Comune Alvaro Ricci - sull’idea di sviluppo da dare alla città. E assieme a Udc e Sel abbiamo sempre puntato forte sulla necessità di sfruttare le potenzialità termali di Viterbo. Ed invece il centrodestra cosa fa? Cancella in modo arbitrario il progetto di costruire un complesso turistico termale, cambiando la destinazione d’uso in struttura residenziale, dunque

300 appartamenti da costruire alla Palanzana, una zona tra l’altro che non può essere considerata adatta all’uso. Tra di noi dicevamo ‘non è possibile...’ invece è quello che hanno tentato di fare. Fortunatamente in commissione gli è andata male, ma c’è da credere che in consiglio comunale la maggioranza ritrovi la compattezza. Noi saremmo disponibili ad una zona compatibile come la Volpara, visto che non si farà più Tuscia Expò, ma a condizione che non cambi la destinazione d’uso”. “Oggi abbiamo vinto - le parole di Mauro Innocenzi, consigliere Sel - ma è stato un incidente di percorso, dobbiamo tenere duro. Questa città ha bisogno di tutto tranne che di altri trecento appartamenti”. “La cosa incredibile - ha precisato invece il segretario Udc Maurizio Tofani - è che c’era condivisione tra maggioranza e opposizione espressa in due precedenti ordini del giorno votati all’unanimità sullo sviluppo turistico termale della città. Addirittura già il Piano Regolatore del ‘74 prevedeva lo sfruttamento

delle risorse termali della città (e il gettito d’acqua sulfurea nella zona delle Zitelle è di dieci litri al secondo, lo stesso a disposizione per le Terme di Chianciano, ndr)”. “Sono anni che insistiamo sul termalismo - ha concluso Fabrizio Fersini del Pd - poi, in totale contrarietà con quanto deciso in consiglio comunale si tenta di massacrare la città. Da parte nostra c’è un atto di coerenza che rappresenta il futuro dei nostri �gli, siamo di fronte all’implosione del centrodestra che non riesce più a dare un’idea di sviluppo alla città”. “Viterbo - chiosa in�ne Roberto Talotta dell’Udc - è la città dei furbi e dei palazzinari, altro che città dei Papi...”. Insomma, un’opposizione agguerrita che non ha mancato di evidenziare un altro aspetto “particolare” della vicenda: “Dovremmo suggerire noi alla Itet un’altra zona dopo che per trent’anni, pur avendo tutte le licenze del caso, non ha mosso un dito nella direzione del progetto termale?” la domanda retorica di Alvaro Ricci.

Foto Andrea Di Palermo

In alto da sin. Alessandro Romoli, Roberto Talotta, Paolo Barbieri (Udc), Alvaro Ricci e Fabrizio Fersini (Pd)

Mauro Innocenzi (Sel)

Maurizio Tofani (Udc)

Il sindaco di Vitorchiano Olivieri risponde alle accuse rivoltegli

Il Movimento Nonviolento festeggia i suoi 50 anni

I

“Baglioni ha perso le staffe” E’ davvero singolare la capacità di ribaltare la realtà che ha il consigliere Massimiliano Baglioni”. Inizia così il comunicato stampa diffuso dal Sindaco di Vitorchiano Nicola Olivieri (nella foto a destra) in merito alle accuse rivoltegli dall’esponente dell’opposizione Baglioni. “Niente di più falso – spiega il primo cittadino – se c’è qualcuno che ha cominciato ad urlare è stato Baglioni, la mattina di domenica 8 gennaio a perdere le staffe durante una conversazione in piazza, mentre stava distribuendo del materiale cartaceo. Del resto si sente sempre in campagna elettorale permanente, qualcuno dovrebbe dirgli che le elezioni le ha perse. E’ un suo diritto, ci mancherebbe altro, ma visti i risultati i suoi consiglieri gli dovrebbero dire di cambiar metodo. Gli ho solo chiesto con la

massima tranquillità quello che gli chiedo ogni volta che lo vedo: ho appreso da alcuni quotidiani locali che è stato indagato per stalking e, a quanto pare, è stato rinviato a giudizio. Lui dice da mesi che non è vero, che ne ha le prove e che le mostrerà a me e soprattutto ai cittadini: bene, gli chiedevo queste prove, che so, un atto del tribunale. E gliele chiedo ancora, visto che per ritagliarsi il ruolo di grande moralizzatore una persona deve essere al di sopra di ogni sospetto”. “A quel punto – prosegue Olivieri nel suo comunicato stampa - si è messo ad urlare, insultandomi pesantemente.

Anche per tutelare la carica che rivesto stiamo valutando la possibilità di ricorrere alle vie legali, ma a quanto pare non ce ne sarà bisogno: mi risulta che lui intenda denunciarmi per l’episodio, citando dei testimoni a riguardo. Faccia pure, vedremo chi avrà ragione”. Il Sindaco Olivieri, poi, conclude toccando un altro argomento in merito alle dichiarazioni del consigliere di minoranza Baglioni: “Ho il dovere istituzionale di difendere il mio ruolo, quello della giunta e dell’intera maggioranza: il consigliere Baglioni sappia che non può infangare il lavoro che stiamo facendo, parlando di in-

“Stiamo valutando la possibilità di ricorrere alle vie legali, ma non ce ne sarà bisogno”

teressi personali. Se ha le prove che ci sono, le porti o stia zitto e la smetta di strumentalizzare e misti�care la realtà dei fatti “. Conclude il sindaco di Vitorchiano: “Abbiamo sempre agito nell’interesse del paese. Aspetto invece quelle prove che provano la sua presunta estraneità alle accuse che gli sono state mosse”.

l 10 gennaio 1962 fu costituito il Movimento Nonviolento. Ieri è stata festeggiata la ricorrenza per il cinquantesimo anniversario della fondazione, avvenuta il 10 gennaio 1962, del “Movimento Nonviolento”. In questi cinquant’anni l’iniziativa si è sempre più rafforzata e radicata in Italia ed e’ stata una presenza di importanza fondamentale nella vita civile del nostro paese. Alle amiche e agli amici del Movimento Nonviolento in questa occasione ancora una volta esprimiamo la gratitudine nostra e di tutte le persone di volonta’ buona.

Il 24 settembre 1961, come si ricorderà, dopo la marcia Perugia-Assisi “per la pace e la fratellanza dei popoli”, Aldo Capitini ritenne necessario costituire il Movimento Nonviolento per dare continuita’ all’azione per la pace e la fratellanza dei popoli (ovvero per la giustizia e la liberta’ fondate sulla solidarieta’ e la responsabilita’ comune) nell’unico modo adeguato: la nonviolenza. Quel piccolo “seme” è cresciuto diventando un albero maestoso che ogni anno spande i suoi frutti in una società che, soprattutto in questo momento, ne ha tanto bisogno.

Dall’Associazione Italiana Medici per l’ambiente - Isde di Viterbo

Solidarietà ad Afesopsit da Cgil, Cisl e Uil “Sbagliato ridurre fondi e servizi al comparto sanità” N

ei giorni scorsi rappresentanti della Cgil, Cisl e Uil di Viterbo, unitamente alle rispettive categorie della Funzione Pubblica e dei Pensionati, hanno discusso sulle varie problematiche, ormai croniche, della sanità viterbese. Tra i vari temi affrontati, particolare attenzione è stata rivolta all’attuale situazione dell’assistenza ai malati psichici ed alla giusta protesta in piazza da parte dell’A.fe.SO.psi.T. (associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici della Tuscia) che attende ancora un confronto con la Regione Lazio. Per questi motivi, i Sindacati solidarizzano con la protesta in atto in Piazza del Comune a Viterbo e ribadiscono unanimemente la propria adesione alle giuste rivendicazioni e chiedono alla Regione Lazio che il confronto con l’A.fe.SO.psi.T. avvenga rapidamente.

D

all’Associazione italiana medici per l’ambiente – Isde di Viterbo riceviamo e pubblichiamo: Esprimiamo piena solidarietà e pieno sostegno all’azione di protesta e denuncia dell’Associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici della Tuscia - Afesopsit. Questa associazione con un sit-in, che si sta svolgendo ininterrottamente dal 2 gennaio 2012 nella piazza del Comune a Viterbo, chiede che non vengano ridotti ed eliminati servizi pubblici essenziali per la prevenzione, diagnosi e cura delle forme di disagio psichico che, come noto, sono in costante aumento. L’Associazione italiana medici per l’ambiente rinnova in questa occasione l’appello alla presidente della Regione, agli assessori, ai consiglieri regionali perché non siano ridotti fondi e servizi destinati al comparto sanità e attraverso rigorose e serie politiche sanitarie si metta finalmente fine ai tanti e decennali sperperi di denaro pubblico, in modo da assicurare maggiori risorse per l’assistenza e la cura dei malati del Lazio e delle loro famiglie”.


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 11 Gennaio 2011

Donne scarlatte, consegnati i fondi raccolti D

al palcoscenico al sociale. Dal teatro alla bene�cenza. E così i fondi raccolti in occasione della tre giorni dedicata al noir di Augusto Scano sono stati consegnati all’associazione Murialdo. Un assegno dell’importo di mille euro è stato recentemente donato alla coordinatrice educativa, rappresentante della casa famiglia viterbese Diana Dimonte da parte di Valerio Zafferani, presidente dell’Associazione E�t Foundation, partner della manifestazione Donne scarlatte e uomini neri. L’evento, svoltosi nei giorni 15 e 16 dicembre presso l’auditorium dell’Università degli Studi della Tuscia per poi trasferirsi la sera successiva presso il refettorio della Domus a La Quercia e patrocinato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Viterbo e dell’Accademia di Belle Arti di Terni, ha rappresentato un condensato di arte, nell’accezione più ampia del termine. Liberamente ispirato all’omonimo romanzo di Augusto Scano, lo spettacolo

teatrale e le iniziative collaterali che hanno fatto da cornice alla manifestazione, hanno puntato alla valorizzazione dell’arte. Soddisfatto per la riuscita dell’evento l’ideatore-autore, che al termine dell’avventura artistica ha commentato: “Credo e mi auguro sia stata un’affascinante esperienza per tutti coloro che hanno lavorato alla realizzazione di questo appuntamento, ognuno nel proprio ambito. Claudia Tassi per la danza, Fabio Barili, nonchè Francesco Ciocca, Francesco Pecorari e l’intero Ensamble Tacet per la musica, Igor Borozan, Giorgio D’Ottavio, Maurizio Pio Rocchi, Walter Selva, Elisa Rotellini, Rubinia per le arti �gurative, sezione diretta artisticamente da Beatrice Ceci, Riccardo Grattarola per la parte video, e naturalmente il regista dell’intero spettacolo Fabio D’Avino e tutti gli attori coinvolti: i viterbesi Chiara Palumbo e Paolo Manganiello, nonché Dona Amati, Leonardo Bordoni, Dario De Francesco, Gloria Di Maria, Monica Fattore, Alla Kraso-

vitzkaya, Chiara Lollo, Giovanni Pannozzo, Giorgia Piracci, Emilse Porven, Roberto Proietti Barsanti, Antonietta Puri�cato, Andrea Rega, Silvia Tagliavento, Valerio Violetti, Gianluca Lombardi, Flavio Capotosto, Simone Lambertini. Visto il tema affrontato durante la rappresentazione – aggiunge Scano - grazie alla partecipazione dei due psichiatri Antonio Bisogno e Paolo Cioni e del �sioterapista Domenico Micarelli, ho volutamente creare un momento di ri�essione attraverso un dibattito sui principali disagi dei nostri giorni. La consegna all’associazione viterbese Murialdo dei fondi raccolti durante lo spettacolo è stato l’epilogo di questa esperienza che vorrei ripetere nei prossimi mesi anche in alcuni spazi teatrali della Tuscia, del Lazio e dell’Umbria”. In occasione della manifestazione è stato attivato il sito www.don nescarlatteeuominineri , curato da Azione Digitale, con tutti i dettagli dello spettacolo, dei protagonisti coinvolti e della trilogia �rmata dall’autore viterbese.

Trenta persone per lo spazzamento manuale P

ilastro, Ellera e Paradiso, Carmine, Cappuccini, Grotticella, Barco, centro storico, Valle Faul, Santa Barbara: queste le zone in cui ogni giorno, da qualche mese, viene effettuato il servizio di spazzamento manuale. Un intervento promosso dall’Assessorato ai Lavori Pubblici e da quello alle Politiche Sociali, reso possibile grazie al bando pubblicato dall’amministrazione comunale la scorsa primavera, che prevedeva lo svolgimento di prestazioni di lavoro occasionale di tipo accessorio, remunerate mediante buoni lavoro (i cosiddetti voucher). Oggi a portare avanti sul territorio comunale la serie di interventi previsti dal bando, tra cui appunto lo spazzamento delle strade, sono circa 30 persone, uomini e donne, di cui alcune disoccupate e inoccupate, ma anche numerosi giovani, nonché lavoratori con contratto part-time (non di-

pendenti del Comune di Viterbo), cassintegrati o percettori di prestazioni integrative del salario o sostegno al reddito. “Questa iniziativa – ha spiegato l’assessore alle Politiche Sociali Daniele Sabatini – è nata da un’attenta valutazione dello stato di incuria di alcune zone di Viterbo. Da qui l’idea di coinvolgere direttamente la città, fornendo al tempo stesso ai viterbesi un’opportunità occupazionale. Muniti di apposita pettorina, contraddistinta dallo stemma del Comune di Viterbo, ogni giorno i trenta viterbesi impegnati nello spazzamento manuale, curando la pulizia di molte strade, assicurano un servizio, la cui retribuzione offre loro un vantaggio economico. Ritengo sia un’iniziativa propositiva che mi piacerebbe ripetere anche in altri ambiti del sociale”. Il servizio avviato lo scorso autunno, dopo alcuni giorni di sosta, è ripreso regolarmente a �ne dicembre.

Corso gratuito disegnatori Cad iscrizioni fino al 7 febbraio

I

nteressante offerta formativa per aspiranti professionisti della progettazione solida e del disegno CAD in 2D e 3D, con una buona conoscenza dei sistemi di animazione 3D. Sono aperte, �no al prossimo 7 febbraio, le iscrizioni al corso gratuito per disegnato-

ri CAD promosso e approvato dalla Provincia di Viterbo, �nanziato dal Fondo Sociale Europeo, dalla Regione Lazio e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’organizzazione è a cura di Cna Sostenibile, struttura del sistema Cna accreditata per la formazione.

L’Organismo di mediazione dei Geometri potrà gestire anche la conciliazione I

l Ministero della Giustizia ha iscritto nel Registro degli Organismi di Conciliazione l’Organismo di Mediazione del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Viterbo con il compito di gestire il procedimento di conciliazione di cui al D.Lgs. 28/2010 nei limiti della materie di propria competenza. Gli Uf�ci si trovano nei locali del Collegio Provinciale, in Viterbo Via Luigi Galvani n.10, e lo Statuto, il Regolamento di Procedura, il Codice Etico e la Tabella delle indennità sono

a disposizione del pubblico nel sito internet del Collegio www.geometri.vt.it. Il Presidente del Collegio e dell’Organismo nonché i membri del Consiglio Direttivo hanno profuso notevoli sforzi per l’istituzione e l’accreditamento dell’Organismo, al �ne di mettere a disposizione la nota professionalità dell’Ordine al servizio della nuova procedura di conciliazione che farà risparmiare ai cittadini le lungaggini dei procedimenti giudiziari. Cos’è la conciliazione. La mediazione è l’attività professiona-

le svolta da un terzo imparziale, e �nalizzata ad assistere due o più soggetti sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa. La mediazione può essere: facoltativa, quando è scelta dalle parti; demandata, quando il giudice, cui le parti si siano già rivolte, invita le stesse a tentare la mediazione; obbligatoria, quando, per poter procedere davanti al giudice, le parti debbono aver tentato senza successo la mediazione. Tale

ultimo uf�cio diventerà, come nelle intenzioni del Legislatore, obbligatorio e preliminare a qualsiasi controversia civile. Il procedimento di mediazione ha costi �ssi, trasparenti ed approvati dal Ministero della Giustizia, ed i tempi sono certi, brevi e rispettosi delle esigenze organizzative delle parti. L’intero procedimento si potrà concludere con uno o più incontri, e comunque non potrà durare più di quattro mesi. La parte che intende avviare la mediazione può farlo depositando

la domanda di avvio presso la sede dell’organismo. La relativa modulistica è stata predisposta sia in forma on line e pubblicata sul sito www.geometri.vt.it / sportello di conciliazione, sia in forma cartacea da richiedere alla segreteria dell’organismo, tel. 0761.1702117, indirizzo email collegio@geometra.vt.it. Si ritiene importante segnala-

re che il procedimento di mediazione è coperto da riservatezza in tutte le sue fasi. Chiunque presta la propria opera o il proprio servizio nell’Organismo o comunque nell’ambito del procedimento di mediazione è tenuto all’obbligo di riservatezza rispetto alle dichiarazioni rese e alle informazioni acquisite durante il procedimento medesimo.


attualità

& Mercoledì 11 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

7

UNIONCAMERE - Al via il concorso “Ercole Olivario” che premierà i migliori produttori di olio

“Orii del Lazio” alla diciannovesima edizione G

iunge alla 19a edizione “Orii del Lazio”, il concorso indetto da Unioncamere Lazio in collaborazione con le Camere di Commercio associate, per l’assegnazione dei premi regionali ai migliori oli extra vergine di oliva. L’iniziativa, nata come procedura di selezione del prestigioso concorso nazionale “Ercole Olivario”, ha poi assunto un’identità propria affermandosi sempre più come un appuntamento molto apprezzato dalle imprese, come testimoniato dal crescente numero di partecipanti. “La premiazione e le iniziative di marketing legate al concorso – dichiara Ferindo Palombella, Presidente della Camera di Commercio di Viterbo – consentono alle aziende vincitrici di valoriz-

zare concretamente i loro prodotti e di promuoverli nella Capitale. Per le nostre produzioni, che possono vantare anche le due DOP Canino e DOP Tuscia, ci sono ottime possibilità di ben �gurare così come avvenuto negli scorsi anni. Per questo invito i produttori a partecipare, confrontandosi con gli oli delle altre province laziali”. Il concorso è aperto agli olivicoltori produttori in proprio, agli olei�ci cooperativi, alle organizzazioni di produttori come consorzi, cooperative, reti d’impresa con sede nella regione, per il prodotto proveniente da oliveti del Lazio e anche a tutti i soggetti sottoposti al sistema dei controlli detentori, nella relativa zona di origine, di prodotto pronto per

l’immissione al consumo con certi�cazione DOP. Verranno premiati oli extravergine d’oliva di qualità ottenuti da olive prodotte nelle zone a denominazione d’origine, già riconosciute in ambito comunitario e anche gli oli ottenuti da olive prodotte nei diversi ambiti territoriali italiani. La premiazione per ogni categoria nominerà i vincitori delle varie sezioni i cui oli potranno accedere al Premio nazionale “Ercole Olivario”. La domanda di partecipazione deve essere presentata entro il 25 gennaio 2012. Tutta la modulistica è disponibile sul sito: www.vt.camcom.it. Per ulteriori informazioni contattare l’Uf�cio Agricoltura della Camera di Commercio di Viterbo, Viale Trieste n. 127 - Viterbo, tel. 0761.290954.

Curiosità

Renzo Arbore in giro turistico o per una “visita” nella Città dei Papi?

Invito per gli scolari della terza media in visita per avere indicazioni sul loro futuro S

Porte aperte sabato e domenica al Liceo Classico Buratti

S

cuola aperta sabato 14 e domenica 15 gennaio al liceo ginnasio Buratti di Viterbo. Per gli alunni della terza media è giunto il momento della prima scelta importante che condizionerà per molti di loro la vita futura dal punto di vista professionale. La scelta del tipo di scuola superiore è fondamentale per una buona prosecuzione degli studi futuri-esordisce la preside Paola Moscucci - molti alunni sono ancora indecisi e disorientati per gli innumerevoli indirizzi che possono scegliere. A tredici anni se non si è

ben guidata dagli insegnanti e dai genitori si rischia di scegliere solo sulla spinta emotiva dell’amico del cuore o del fratello maggiore. Ogni alunno ha delle attitudini ben precise e ha sicuramente delle predisposizioni per un determinato indirizzo. Non tenere conto di questi fattori può pregiudicare il buon andamento degli studi futuri. Per aiutare in questa scelta il liceo aprirà alle famiglie il prossimo week-end, all’incontro saranno presenti anche i docenti sia dell’indirizzo classico che linguistico e saranno a disposizione per tutte le

informazioni necessarie. Durante gli incontri si terranno delle lezioni dimostrative in modo da dare una visione reale e più completa delle attività che si svolgeranno a scuola. La nostra scuola è attenta a far conoscere tutte le potenzialità didattiche che offre un liceo classico-linguistico , ma non trascura tutte quelle attività che concorrono alla formazione globale del ragazzo. Mi riferisco - conclude la preside - al laboratorio di teatro, agli stages linguistici, ai corsi di informatica, alle attività sportive, alle certi�cazioni della lingua straniera, ai viaggi di istruzione.

orprende di questi tempi, passate da poco le festività natalizie, incontrare personaggi del mondo dello spettacolo in giro turistico a Viterbo. Per le vie del centro è stato avvistato, fermato e fotografato lo straordinario musicista napoletano Renzo Arbore. La sorpresa è stata bella, si è scoperto dopo, anche per i ricoverati nel reparto di ortopedia di Belcolle dove Arbore si era recato per incontrare il dottor Carlo Gigli per una consulenza. La direzione sanitaria ne ha appro�ttato per salutarlo e chi dice poi che la sanità viterbese è così poco conosciuta? Dopo qualche ora in città ha ripreso la via di casa, ovviamente!

La cerimonia si è svolta alla presenza del vescovo Fumagalli

Maestro Fardo, svolta la premiazione S

abato 7 gennaio 2012, alle ore 17.00, presso il Centro Congressi Domus la Quercia, alla presenza di S. E. Mons. Lino Fumagalli, si è svolta la premiazione dei vincitori della 14 edizione del PREMIO MAESTRO FARDO, premio alla virtù civica e solidarietà, promosso da Legambiente, Fondazione Carivit E Admo, In collaborazione con Avis, Cna, Lega Delle Cooperative, i quotidiani viterbesi. Questi i nomi dei vincitori: PIERO BRUNI (associazione Lago di Bolsena) di Capodimonte , ADA BERALDO (cuoca volontaria) di Vitorchiano, PIETRO DI BELLA (associazione ETA BETA) di Viterbo , GIUSEPPE AQUILI (UNICEF) provinciale, STEFANIA BERNARDINI (associazione Semi di Pace) di Tarquinia , DANILO FALCI (farmacista) di Bagnaia, ROSELLA VINCENTI (clown di corsia) di Viterbo. Una pergamena alla memoria verrà consegnata ai parenti di DARIO GUERRINI, recentemente scomparso, emblema degli eroi di tutti i giorni che cerchiamo di scovare per ringraziarli del loro impegno a favore degli altri esseri viventi,

umani e non del nostro mondo. La cerimonia è stata presentata e condotta dalla compagnia teatrale “I Giovani” alla presenza si S.E. Mons. Lino Fumagalli che – come ricordato dalla presidente del Premio Pieranna Falasca – ha confermato che i vincitori del premio maestro Fardo sono solo alcune gocce di un mare grande, fatto di persone magni�che; eroi di tutti i giorni, persone, adulti e bambini, che si impegnano per la salvaguardia e la conservazione del nostro patrimonio storicoculturale e delle nostre tradizioni, che hanno compiuto o compiono quotidianamente un gesto, anche piccolo, ma signi�cativo, a favore di altri esseri viventi, umani e non, grandi e piccoli, della comunità e dell’ambiente naturale. Di seguito le motivazioni. Ada Beraldo I suoi deliziosi manicaretti sono il carburante materiale per i tanti giovani religiosi del convento di sant’antonio. Per loro da molti anni cucina instancabile, con amore e maestria invece di godersi la meritata pensione continua a conciliare tutti i suoi impegni, compresi quelli di

mamma e nonna come solo una gran donna sa fare. Piero Bruni Raccoglie �rme, organizza convegni, monitorizza l’inquinamento delle acque, pubblica opuscoli divulgativi. Tutto per far conoscere le bellezze del lago di bolsena e salvaguardare il suo ecosistema. Dagli anni 60, lui, ingegnere �orentino, e’ la sua sentinella. Senza perdersi in chiacchere ma parlando con tutti. Noi siamo certi che i tanti ostacoli che incontra non lo faranno desistere e siamo con lui. Danilo Falci All’interno della farmacia di famiglia mette la sua professionalita’ a disposizione di tutti, senza distinzione di razza, genere o censo. E’ punto di riferimento per coloro che hanno bisogno di un consiglio, di un parere e non solo sulla scelta dell’antibiotico. La comunita’ gli vuole cosi’ bene che se anche aprisse una parafarmacia nei paraggi tutti continuerebbero a rivolgersi a lui. Stefania Bernardini Insegnante di scuola elementare e’ riuscita negli anni a

coinvolgere colleghi, famiglie e bambini nelle molteplici attivita’ umanitarie della sua associazione “semi di pace”, dal “servizio aquilone “, al sostegno a distanza per bambini sfortunati. Memorabile la sua capillare raccolta di tappi di bottiglia poi rivenduti per �nanziare un progetto di una comunita’ di donne nel Nicaragua. Raro caso in cui la plastica ha fatto del bene. Pietro di Bella Vicepresidente dell’associazione eta beta, pratica il volontariato come un dovere morale e civile, un piacere personale oltre che un tributo all’arte di esistere. Costanza, trasparenza, onesta’ e af�dabilita’ sono le doti che lo caratterizzano nei molteplici campi culturali in cui si impegna. Ma anche quando cucina per centinaia di ragazzi ai grest i risultati sono… gustosi . Giuseppe Aquili Esaurito il suo impegno professionale ha messo a disposizione totale del comitato unicef la sua intelligenza, la sua esperienza E la sua solidale sensibilita’.In modo discreto ma ef�ciente coor-

dina tutte le iniziative di raccolta fondi a favore dell’infanzia piu’ diseredata del mondo. Perche’ si puo’ essere utili anche dietro una scrivania e rispondendo al telefono. Rosella Vincenti Presidente dell’associazione “goji vip Viterbo” ha un compito improbo: tenere a freno i suoi indisciplinati e chiassosi amici. Ma l’attivita’ che preferisce e’ calarsi nei panni di puzzy, clown di corsia, e, negli ospedali, nelle case di riposo e di accoglienza ce la mette tutta per far ridere chi vorrebbe solo piangere. Questo si’ e’ un compito dif�cile e faticoso, ma se riesce fa bene al cuore di tutti.Non solo al suo.

Riconoscimento alla memoria: Dario Guerrini E’ stato uno dei tanti volontari di quel magni�co esercito paci�co, silenzioso e anonimo di donatori di sangue, che ogni mattina si recano al centro trasfusionale. Ma aveva un gruppo sanguigno raro e gli si e’ chiesto di piu’. Lui non si e’ mai tirato indietro anche quando veniva chiamato all’ultimo momento. Ha avuto tanti riconoscimenti questo eroe di tutti i giorni, anche importanti. Ma il premio Maestro Fardo viene dal cuore dei suoi cittadini, da chi lo ricorda anche come donatore di allegria, con le sue battute e la sua gioia di vivere.


Mercoledì 11 Gennaio 2012

regione

Viterbo & AltoLazio

9

Polverini pro e contro: Battistoni loda e Montino bastona ironicamente “

Se il Lazio risulta al quinto posto nella classi�ca di gradimento dei governatori italiani allora signi�ca che il lavoro della Presidente Polverini viene riconosciuto ed apprezzato dai cittadini”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale Francesco

Battistoni (Pdl) in merito all’indagine Monitoregione di Datamonitor che enumera i primi dieci governatori per indice di gradimento. “Lo studio dimostra l’apprezzamento per l’operato della Presidente – prosegue Battistoni - tra l’altro l’unica governatrice in Italia ad essere presente in classi�ca. Un gradimento che deriva dall’impegno, dalla serietà e dalla discontinuità di questa Giunta rispetto alla precedente”

L

a comunicazione della Giunta regionale dei vitalizi deve aver scambiato la Regione Lazio per la Corea del Nord e Renata Polverini per il Comandante Supremo, genio dei genii, Kim Jong-un. Manca solo il documentario apologetico di Renata Polverini su www.regione.lazio.it, ormai ex sito istituzionale ridotto a manifesto elettorale permanente su cui si tessono le lodi e le gesta della Presidente”. Così in una nota il capogruppo Pd alla Regione, Esterino Montino. “Basta andare all’elenco delle news per avere 20 titoli di una Polverini star indiscussa di tutte le giornate. Invece di visitare impianti industriali come fa il giovane Kim, la Presidente visita

i camper della sanità , invece di andare a cavallo, premia i piccoli pittori, invece di presenziare alla s�lata del grande esercito nord coreano, partecipa al Golden Circus di Liana Orfei - continua Montino - Il tutto debitamente documentato dal suo fotografo personale nonché responsabile del supporto tecnico per i »Grandi Eventi« che la Regione retribuisce con un contratto da più di 75 mila euro l’anno. Non è propria la stessa cosa, anche perchè Kim Jong-un dispone di mezzi �nanziari scon�nati, ma l’impronta è senza dubbio quella. Eppure tra le notizie da diffondere su un sito istituzionale potrebbero esserci anche le iniziative degli assessori. Ma forse i magni�ci 14 ci hanno rinunciato in

cambio del vitalizio. Intanto qui sulla terra del Lazio i cittadini sono impegnati a capire come pagare entro Gennaio un salatissimo bollo auto aumentato del 10% grazie alla ultima tassa regionale. O come evitare di stazionare per ore su una barella nei Pronto soccorso degli ospedali. Bazzecole da comuni mortali. Di loro non si cura il culto della personalità che, come è noto, non ama ombre o pensieri”

L’assessore Buontempo “pizzicato” con la macchina istituzionale e l’autista in gita per il week end dell’Epifania

A spasso per l’Italia con l’auto blu a spese di... L’assessore regionale per la Casa Teodoro Buontempo

I

l regolamento della regione parla chiaro: “E’ vietato trasportare sui mezzi persone estranee all’amministrazione regionale”. In questi giorni di feste, l’assessore per la Casa della Regione Lazio Teodoro Buontempo ha deciso di passare il giorno della Befana anche con la famiglia. Così venerdì 6 gennaio è partito per Perugia dal paese dove risiede a sud di Roma, Montecompatri, con la moglie, la �glia e l’autista che la Regione gli mette a disposizione per il suo ruolo istituzionale. Il problema è che di istituzionale nella trasferta in auto blu a spese dei contribuenti sembrava ci fosse ben poco,

e infatti si è trincerato dietro un generico: “devo vedere delle persone con le quali devo parlare di lavoro”. Chi fossero le persone però non ci è dato di sapere. Sicuramente era fuori la sede della Regione – chiusa per le feste – e sembra in compagnia del consigliere regionale Pdl Rocco Valentino. I due si conoscono da una vita, visto che condividono un passato nel comitato centrale

del Movimento sociale in cui per anni ha militato Buontempo. Nel tardo pomeriggio il solerte assessore riparte con l’autista della Regione in direzione di Roma. Più che di incontri istituzionali o di rappresentanza, sono parsi appuntamenti improvvisati al solo scopo di giusti�care il viaggio di famiglia con auto blu e autista nel giorno della befana. Mentre in questi giorni in parlamento si discute sui compensi della politica, a Natale nella regione Lazio è arrivato un dono inaspettato: nella finanziaria approvata dal consiglio regionale è stato esteso il vitalizio anche agli assessori esterni, come Buontempo. “Pensioni” che �no a ieri non sarebbero spettate a chi non è stato eletto ma solo nominato. Considerando che 14 su 15 non sono eletti, sembra proprio una norma confezionata su misura. ViTa75

Difficile resistere alle lusinghe del potere... ma almeno assessore un po’ di discrezione

Inevitabile la richiesta di spiegazioni sull’uso improprio del parco macchine della Regione I

l Segretario Nazionale Assotutela.net Bardoscia La nostra Associazione per la tutela del cittadino chiede una risposta immediata dalla Presidente della Giunta Regionale del Lazio On.Renata Polverini sull’eventuale uso improprio delle auto blu compiuto da alcuni Assessori Regionali i quali, a quanto sembra, l’hanno usata per andare in vacanza insieme alla propria famiglia. Se la notizia fosse realmente vera sarebbe un atto gravissimo, specie dopo le polemiche sul vitalizio deciso per costoro in piena notte. Inoltre vorremmo avere maggiori informazioni sulla villa di rappresentanza usata dalla Regione Lazio “saccheggiata” di argenteria e mobili di antiquariato da chi, secondo le sue dichiarazioni, l’ha preceduta; è ora – prosegue il Segretario Nazionale Assotutela.net Bardoscia – che i politici si assumano le responsabilità per gli atti che compiono e le dichiarazioni rilasciate; se in questo caso si riscontrasse realmente un eventuale atto illecito, è giusto punire il responsabile o i responsabili con la reclusione. La nostra Associazione per la tutela del

cittadino chiede una risposta immediata dalla Presidente della Giunta Regionale del Lazio On.Renata Polverini sull’eventuale uso improprio delle auto blu compiuto da alcuni Assessori Regionali i quali, a quanto sembra, l’hanno usata per andare in vacanza insieme alla propria famiglia. Se la notizia fosse realmente vera sarebbe un atto gravissimo, specie dopo le polemiche sul vitalizio deciso per costoro in piena notte. Inoltre vorremmo avere maggiori informazioni sulla villa di rappresentanza usata dalla Regione Lazio “saccheggiata” di argenteria e mobili di antiquariato da chi, secondo le sue dichiarazioni, l’ha preceduta; è ora – prosegue il Segretario Nazionale Assotutela.net Bardoscia – che i politici si assumano le responsabilità per gli atti che compiono e le dichiarazioni rilasciate; se in questo caso si riscontrasse realmente un eventuale atto illecito, è giusto punire il responsabile o i responsabili con la reclusione.

A Fiumicino esce acqua Gianni Alemanno nel mirino dei Verdi Gasparini e Bonessio mista a sabbia dai rubinetti G N I

l Presidente dei Verdi, Angelo Bonelli, chiede legittime spiegazioni in merito ad una situazione che si protrae ormai da troppo tempo: l’acqua potabile che esce dai rubinetti delle case degli abitanti di Fiumicino sembra un miscuglio fangoso. “La situazione di Fiumicino, ed in particolare della frazione di Aranova, dove da 3 mesi esce acqua mista a sabbia dai rubinetti è molto grave. E’ inammissibile che sia potuto accadere, per questo abbiamo chiesto con una interrogazione urgente all’assessore all’Ambiente, e alla presidente Polverini, che è anche Commissario sanitario, di chiarire i perché di questa situazione”dichiara il presidente Bonelli. “E’ necessario che vengano effettuati tutti i controlli possibili per accertare le cause di questa anomalia, e assicurare ai cittadini la potabilità dell’acqua, e il ripristino di una situazione normale in tempi rapidi e certi. Riteniamo – conclude Bonelli -, che la presenza di sabbia possa non rendere accettabili colore e sapore dell’acqua, parametri questi che rendono l’acqua non potabile”.

ianni Alemanno si è recato ieri a Ostia per la cerimonia d’inaugurazione della targa toponomastica “Giardino Alberto Giaquinto”. Andrea Gasparini portavoce dei Verdi XIII Municipio ha avuto un commento da fare che di seguito pubblichiamo “Con la visita di oggi a Ostia del Sindaco Alemanno si è persa un occasione per ricordare tutte le vittime del terrorismo senza nessuna distinzione di appartenenza politica ed in particolare per celebrare quei servitori dello Stato che si sono immolati a difesa delle Istituzioni per contrastare chi invece le voleva abbattere. Penso che il capitano di P.S. Francesco Straullu e l’agente Ciriaco Di Roma,

entrambi medaglia d’oro al merito civile, che trovarono la morte in questo territorio per mano del terrorismo neo fascista, abbiano il diritto di essere ricordati dalle istituzioni alla pari dei caduti per la violenza politica di ogni colore. È chiaro, però, che così facendo verrebbe meno lo scopo di queste iniziative di Alemanno, tese soprattutto a recuperare “credibilità” politica, in vista delle elezioni, verso le frange più estreme del centrodestra”.

ando Bonessio, presidente dei Verdi del Lazio esprime il suo disappunto per l’operato del Sindaco capitolino Gianni Alemanno in merito alla decisione di espiantare 25 alberi ad alto fusto in via Giulio Agricola a Roma per procedere con i sondaggi del terreno, così come è stato in Via Enrico Fermi. “Si tratta di un’assurdità, dal momento in cui se dovessero essere trovati reperti, i cantieri non potrebbero mai aprire, e quindi nessuno potrebbe restituire a questo viale i suoi meravigliosi platani” “Il sindaco, che disattende tutte le richieste di moratoria sui

Pup e di riaprire il confronto con i cittadini, deve immediatamente fermare questo scempio. Questa Giunta, peraltro continuando un percorso già avviato dalle precedenti amministrazioni, sta accrescendo le tensioni sociali in città; è incredibile vedere come tante persone, in tanti quartieri di Roma siano costrette a scendere in strada perché dopo 20, 30 e anche 50 anni di presenza, vedono in

pericolo i loro alberi.”. “Quella in corso è una vera e propria strage di alberi, che va subito fermata. Chiediamo ancora una volta – conclude Bonessio -, una moratoria per tutti i Pup nella Capitale, che così come concepiti sono solo un danno per i cittadini, e un affare per i privati. Si torni al tavolo delle trattative, e si rivedano tutti i progetti. Servono parcheggi di scambio in corrispondenza delle stazioni della metropolitana, e non box sotterranei che sarebbero usati come magazzini e non risolverebbero minimamente il problema traf�co”.


litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 11 Gennaio 2012

Triste sorpresa per Volfango Viola, uno degli autori dei presepi che ogni anno per Natale vengono esposti al pubblico all’interno della bellissima chiesa del Suffragio a Tarquinia. Arrivato il momento di smontare le opere il cittadino tarquiniese si è accorto del furto di alcune statuine. All’appello manca anche la cassetta con le offerte. di ALESSANDRO SACRIPANTI

L

e feste natalizie si sono da poco concluse e anche i numerosi presepi realizzati in città vengono riposti nel cassetto, e con essi anche le soddisfazioni per le visite ricevute durante i giorni di apertura. Tra questi però ce né uno che oltre ad avere visite di pubblico, ha subito anche un furto. Stiamo parlando del noto ‘Presepio’ realizzato da Volfango Viola, allestito all’interno della Chiesa del ‘Suffragio’ in piazza Matteotti. Uno straordinario Presepe con i suggestivi scorci del centro storico della città, con tutti particolari curati nei minimi dettagli, una ricostruzione natalizia che si può classificare come ‘opera d’arte’. Infatti ogni pezzo presente nel Presepe è stato realizzato artigianalmente come si veniva fatto una volta. Viola la realizza ogni anno in questa Chiesa con una tradizione che si ripete nel tempo e che viene tramandata per essere fruibile ai numerosi cittadini durante le feste natalizie. Ma a rovinare questo clima di armonia e soprattutto ad amareggiare Volfango Viola e la sua famiglia, ci ha pensato qualche ‘ladro’ che in barba al luogo sacro, ha portato via la cassetta con le offerte e alcune sta-

Qui accanto Volfango Viola posa accanto al suo presepe artigianale all’interno della chiesa del Suffragio

Furto nella chiesa del Suffragio

Rubate la cassetta delle offerte ed alcune statuine del presepe artigianale di Volfango Viola tuette con i personaggi del Presepio. Viola ha scoperto la malefatta in questi giorni, quando finito tutto nel giorno della Befana, aveva deciso di smantellare l’esposizione che era ad ingresso libero e a volte come succede nelle chiese, senza nessuna custodia. Nelle parole di Volfango Viola l’amarezza per quanto accaduto, ma anche la voglia di ringraziare quanti hanno apprezzato il suo ‘Presepio’ andandolo a visitare. “Mi dispiace aver trovato questa spiacevole sorpresa, non avrei immaginato che potessero ancora accadere certe cose, in particolare dentro una Chiesa. In famiglia – continua Viola – siamo molto amareggiati, ma salutiamo lo stesso quelle persone che hanno compiuto questo insano gesto”. Rimane comunque la soddisfazione di poter affermare che quello di Viola, è stato uno dei ‘Presepi’ più visitati e apprezzati in questo periodo natalizio.

TARQUINIA - Anche un 19enne tra i bracconieri fermati alla Roccaccia da guardie campestri e carabinieri

“Beccati” altri tre cacciatori di frodo P

er i bracconieri non c’è scampo. Infatti nei giorni scorsi tre cacciatori di frodo sono stati bloccati all’interno della riserva della Roccaccia grazie al tempestivo intervento della Guardia giurata campestre dell’Università Agraria e dei Carabinieri. Tutto è successo lunedì mattina, quando a seguito di un normale controllo effettuato dal Guardia parco dell’Agraria, lo stesso ha notato all’interno della zona protetta i tre bracconieri che svolgano attività venatoria illegale. La guardia, dopo aver accertato l’infrazione, ha immediatamente chiamato a supporto i Carabinieri di Tarquinia diretti dal Luogotenente Stefano Girelli, che in pochi minuti si sono precipitati sul posto. I militari hanno quindi proceduto ad effettuare il fermo dei bracconieri trovati in fragranza di reato. I tre cacciatori di frodo, tra cui uno di 19 anni, uno di mezza età e un altro adulto, cacciatore esperto, sono stati fermati e con loro avevano al seguito

dei cani e due fucili. Quella zona è considerata protetta in quanto area di ripopolamento e parco naturale nel quale vige il divieto assoluto di caccia. Per tre bracconieri è subito scattata la denuncia per attività venatoria illegale, e per tutti è stata anche richiesta la revoca del porto d’armi. I militari hanno inoltre sequestrato i fucili e alcune radio utilizzate per la caccia. Adesso i tre cacciatori ‘beccati’ dovranno affrontare un processo penale per le infrazioni commesse. Non è la prima volta che sul territorio vengono scoperte azioni di bracconaggio, infatti sembra che questa sia una pratica diffusa tra alcuni cacciatori, che vogliono andare oltre le regole. Ma è chiaro che ormai i controlli in materia sono aumentati e le autorità sono poco clementi con i cacciatori di frodo che vengono scoperti. Dalla vigilanza venatoria fanno sapere che i controlli continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni.

TARQUINIA - Il presidente di “Tarquinia Viva” ha raccolto numerose proteste tra i commercianti

Leoncelli chiede chiarezza sulla tassa per le pubbliche affissioni I

l presidente dell’Associazione commercianti e artigiani Tarquinia Viva, Maurizio Leoncelli, torna sulla vicenda della tassa sulle af�ssioni e pubblicità. Circostanza che il mese scorso aveva gia innescato diverse polemiche tra gli utenti della città a cui era pervenuto un bollettino di pagamento e l’amministrazione comunale, in particolare verso il consigliere delegato Mauro Bonifazi. Oggi Leoncelli, vuole vederci chiaro soprattutto a seguito delle numerose richieste che gli sono arrivate dai suoi associati e da altri esercenti gestori di attività commerciali. “Ci sono delle anomalie e il metodo attuato è poco chiaro – è questo il commento determinato del presidente di Tarquinia Viva sull’avvenimento in questione - è di pochi giorni fa la notizia che a molti artigiani, commercianti ed imprenditori è pervenuto un bollettino dove viene riportata la tassa sulla pubblicità, la quale – continua Leoncelli - viene richiesta dalla società ‘Duomo Gpa srl’ in maniera ‘esattoriale’. Questa ditta infatti si è aggiudicata la gara per il servizio accertamento e riscossione della tassa occupazione di spazi ed aree pubbliche, e del servizio di accertamento e riscossione dell’imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche af�ssioni oltre a quelle per l’espletamento del servizio delle pubbliche af�ssioni, il tutto per il periodo che va dal 01.04.2011 al 31.12.2013. Fino a qui nulla da riprendere – aggiunge Leoncelli - visto che tutto è stato fatto secondo le norme dei bandi pubblici. Il problema però – sottolinea il presidente dei commercianti - si presenta quando la soc. Duomo, in base al nuovo regolamento deliberato a marzo 2011,

attua il sistema in modo poco chiaro. Si è notato infatti – prosegue Leoncelli - che fra tutti i malcapitati (quelli che hanno ricevuto la cartella di pagamento) emergono delle anomalie che secondo la nostra Associazione devono essere rivedute e corrette”. Ma Leoncelli pone un dubbio molto pesante sulla vicenda e aggiunge parlando della Soc. Duomo – “Emette dei bollettini di pagamento con interessi moratori. Andiamo però per gradi perché non è la legge in se stessa che non è esatta, ma il modo in cui viene applicata. Intanto sarebbe stato più elegante e corretto che l’amministrazione o chi per lei, si fosse preso la bega di comunicare agli interessati che la nuova società avrebbe fatto degli accertamenti conformi. Invece - continua Leoncelli - è successo che qualcuno macchina fotogra�ca alla mano, ha immortalato ‘i cartelli’ dell’eventuale inadempienza alla tassa sulla pubblicità. Oltre ha emettere l’importo della tassa dovuta ‘che nessuno nega’ si è aggiunto un ulteriore aggravio, del 150 per cento, ‘come se non bastasse la manovra Monti’. L’Associazione Tarquinia Viva – tuona il presidente - da subito ha chiesto all’amministrazione di contattare la Soc. Duomo, e trovare una soluzione al problema, che in alcuni casi ci sembra, superi l’eccesso. Ad oggi – conclude Maurizio Leoncelli a difesa dei suoi associati - nulla è stato fatto e tra pochi giorni scadrà il tempo massimo per il ricorso, speriamo che si arrivi ad una conclusione bonaria accelerata senza essere costretti nostro malgrado ad andare per vie legali”. A.S.


litorale

& Mercoledì 11 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

11

MONTALTO - Il sindaco e il dirigente scolastico replicano alle accuse di Alternativa Democratica

Scuole, “non accettiamo lezioni da nessuno” di GIOVANNI CORONA

Sulla scuola non accettiamo lezioni da nessuno”: queste le parole del sindaco Salvatore Carai(nella foto) dopo il comunicato del gruppo civico Alternativa Democratica sulla questione della scuola dell’infanzia a Pescia Romana, in merito agli alunni che erano dovuti ritornare a casa a causa delle aule sporche in seguito ad alcuni lavori di manutenzione della struttura scolastica. “Un inconveniente per altro derivato da cause non imputabili all’amministrazione comunale – afferma Carai - diventa motivo di polemica elettorale da parte del gruppo di Alternativa Democratica”. Sulla vicenda interviene anche il dirigente scolastico Maria Grazia Olimpieri, facendo Chiarezza su quanto avvenuto. “I lavori richiesti dall’amministrazione -tinteggiatura delle aule, sostituzione di 2 porte scorrevoli con relative tramezzature nella scuola primaria di Pescia Romana, posizionamento delle tende in aule e uf�ci della scuola secondaria di Montalto di Castro- sono stati realizzati nei termini concordati. Il personale della scuola, nonostante la prevista chiusura degli edi�ci, si è attivato per la pulizia e la risistemazione degli arredi. Le aule sono state tutte pulite e risistemate per tempo mentre nella scuola dell’Infanzia si è veri�cato un ritardo di qualche ora nel riposizionamento degli arredi e dei giochi, prontamente affrontato con misure organizzative ed alternative: accoglienza degli alunni nell’aula video della scuola dell’infanzia e predisposizione di altri ambienti”. Sempre da parte del dirigente scolastico ar-

riva poi la spiegazione sulle cause dei disagi: “Di fatto, però – aggiunge la dottoressa Olimpieri – probabilmente a causa dello sciopero del personale della scuola programmato per il giorni 9 e 10 gennaio e regolarmente comunicato dal dirigente scolastico, sono stati pochissimi gli alunni che hanno raggiunto la scuola con lo scuolabus e sono stati accolti nell’aula video della scuola dell’Infanzia mentre alcuni genitori che hanno accompagnato personalmente i �gli hanno preferito non farli fermare. Le lezioni – conclude la preside – si sono comunque svolte regolarmente per gli alunni presenti ed è stato assicurato loro il servizio mensa ed il trasporto”. “Ringrazio la dottoressa Olimpieri – continua Salvatore Carai – per il suo giusto e puntuale chiarimento in merito alle presunte disfunzioni createsi alla scuola di Pescia Romana. Già con questa precisazione l’argomento potrebbe dirsi chiuso, voglio però dire – parte al contrattacco il sindaco – a questi signori che si celano dietro una sigla restando nell’anonimato che è scorretto usare in modo strumentale argomenti che riguardano la scuola per avere una propria visibilità politica. Vorrei sapere – continua il Primo Cittadino– a che titolo questa fantomatica associazione interviene nel dibattito, e chi sono. Inoltre in merito alla vicinanza al mondo della scuola non accetto lezioni da nessuno, tantomeno da persone che non �rmano con il proprio nome i comunicati stampa. Il nostro impegno nella scuola – sottolinea il sindaco – è nei fatti e sotto gli occhi di tutti, siamo sempre solleciti ad ogni richiesta. Questi lavori erano stati programmati per

“E’ scorretto usare in modo strumentale argomenti sula scuola per avere visibilità politica”

questo periodo di chiusura natalizia e sono stati realizzati. Voglio chiarire ulteriormente che il piano formativo presentato dal dirigente scolastico non deve essere obbligatoriamente �nanziato dalla amministrazione municipale ma è una scelta propria del Comune af�nché i nostri ragazzi possano avere a disposizione

ogni elemento necessario ad un sempre maggiore apprendimento. A questi signori –conclude Carai- che mi sembra vogliano confrontarsi su questioni che riguardano la nostra comunità ricordo che questo si ottiene nei luoghi appropriati e non certo facendosi propaganda sui giornali”.

A Tarquinia l’assessore Di Simone incontra le realtà agricole È

da poco il nuovo assessore all’agricoltura e già è scesa in campo per ascoltare gli interessi degli agricoltori. La dottoressa Loretta Di Simone(a sinistra)durante la mattina del 10 Gennaio, ha partecipato a una riunione con sindacati, cooperative e produttori locali per studiare i problemi del settore. Era presente anche il sindaco Mauro Mazzola(a destra), che ha presentato il suo nuovo assessore e ha portato i saluti di tutta l’amministrazione. “Era giusto partire dalla base, direttamente dalla terra, per capire e cercare di difendere le istanze di voi agricoltori.” Ha cominciato la Di Simone, che si è proposta come tramite tra i suoi “assistiti” e gli enti locali: Comune, Provincia, Regione, Università Agraria e Consorzio di boni�ca della Maremma etrusca. Ha voluto quindi conoscere le questioni più urgenti per poterle affrontare con l’aiuto degli agricoltori, e una problematica importante si è rivelata essere quella del ripristino degli impianti d’irrigazione nei terreni espropriati per i

lavori dell’autostrada. A riguardo si è espresso l’ingegnere Sergio Pisarri, direttore del Consorzio di boni�ca della Maremma etrusca, che ha rassicurato tutti impegnandosi ad aggiornare gli agricoltori sull’evolversi della vicenda dato che se ne sta occupando. Daniele Girardi

MONTALTO - All’Istituto Comprensivo numerose iniziative per aiutare i bambini dello Zimbabwe e la piccola Noemi Parmigiani

Un Natale di solidarietà, pace e amore C

ome ogni anno all’istituto comprensivo di Montalto di Castro le festività natalizie sono state l’occasione per intraprendere iniziative di solidarietà e diffondere valori di pace e multiculturalità, un fondamento imprescindibile nel percorso di formazione e di crescita del “cittadino del mondo”. In questa ottica è stata avviata la raccolta di fondi per aiutare la piccola Noemi di Tarquinia, la bambina che deve sottoporsi ad un delicato e costosissimo intervento chirurgico negli USA, muovendosi con anticipo rispetto al Natale poiché l’urgenza del caso lo richiedeva e riuscendo a raccogliere circa cinquemila euro. Lo spettacolo “I colori del Natale”, realizzato dalla scuola primaria di Montalto, era appunto stato concepito a tal �ne. I bambini,

il 22 dicembre alle 17 presso la centrale Enel “A.Volta”, hanno recitato poesie, danzato e cantato insieme canzoni natalizie tradizionali e multietniche. Gli alunni hanno indossato abiti di colori diversi per formare, tutti uniti, l’arcobaleno della pace. Le classi 2^ A e B hanno realizzato lavori di vario tipo messi poi in vendita in una mostra di bene�cienza svoltasi il 20 dicembre nel complesso di San Sisto in collaborazione con l’associazione “Alba della Speranza” da sempre presente in Africa per sostenere i bambini dello Zimbabwe. Per gli alunni della Scuola Primaria di Pescia Romana quest’anno il Natale è stato un “Girotondo intorno al mondo” e, infatti, proprio questo è stato il titolo dello spettacolo che, al Palatenda, ha visto protagonisti

i bambini di tutte le classi mercoledì 21 dicembre. Poi è stata la volta degli anziani del centro di Villa Ilvana per i quali la scuola ha effettuato la replica il giorno successivo. Attraverso canti, balli e racconti il pubblico è stato “preso per mano” e portato in giro per il mondo, alla scoperta di usi, tradizioni e leggende di popoli che, ad ogni latitudine, festeggiano quella che è per grandi e bambini la festa più bella dell’anno. È stato così augurato, in tante lingue: “Feliz Navidad”, “Merry Christmas”, “Joieux Noel”, “Frohliche Wehinachten”, “Sarbatori Vesele”, “ Srozhdestvom Kristovym”.... ovvero un “Buon Natale” per tutti. Nella scuola dell’Infanzia di Pescia la manifestazione al Palatenda del 21 dicembre è stata ricca di canti natalizi, di

contenuti e di coreogra�e. Inoltre lo spettacolo “E’ accaduto un fatto strano” si è coperto di magia perché Babbo Natale, che preparava i giocattoli con gli aiutanti folletti, è stato derubato dalla strega Sconsolata. Ma poi, quest’ultima, grazie all’intervento di un mago, è diventata buona e ha restituito tutti i giochi rasserenando e rallegrando tutti i bimbi. Alla scuola dell’infanzia di Montalto le recite sono state varie, legandosi alla creatività e all’ispirazione delle insegnanti, ma tutte fondate su valori comuni, con sentimenti di pace, speranza e amore. Un presepe vivente lasciato alla spontaneità dei bambini, un Babbo Natale che ha rassicurato i piccoli dando loro certezze. Poi gli auguri sotto l’albero, trepide attese del Natale, danze di pace o a tempo

di rap hanno sorpreso e allietato genitori e parenti.Per le scuole secondarie dell’Istituto non poteva mancare il tradizionale appuntamento con il “Coro di Natale” nell’auditorium della centrale Enel nei pomeriggi del 20 e del 21 dicembre quando gli studenti si sono esibiti con successo suonando e cantando brani musicali classici ed emozionanti tra i quali ‘Imagine’ di J.Lennon o ‘Jingle Bells’ ma anche altri meno tradizionali

reinterpretati in maniera originale. La Tombola del 22 dicembre alla secondaria di Pescia ha divertito gli alunni che come ogni anno hanno portato a casa ricchi doni grazie agli sponsor locali che hanno offerto generosi premi.Alla �ne un grande successo per il quale si deve ringraziare l’ente locale e la centrale Enel “Alessandro Volta” e tutte le associazioni con le quali la scuola ha collaborato per un Natale colmo di signi�cato.


comprensorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 11 Gennaio 2012

ACQUAPENDENTE - Partiti da Lucca con un asino al seguito, due giovani pellegrini vanno a Roma con un sogno nel cassetto

Direzione S. Pietro, la storia di Edoardo e Umberto di FULVIO MEDICI Ieri mattina lunga la ex statale Cassia all’altezza della zona industriale, Ponte Gregoriano, ad Acquapendente abbiamo avuto il piacere di incontrare due giovani pellegrini. Vestiti di un rudimentale saio di iuta e con ai piedi sandali aperti percorrevano, lungo il ciglio della strada, il percorso che da Centeno, frazione di Proceno, ultimo loro ricovero, conduce ad Acquapendente. Al loro �anco un semplice e artigianale carretto trainato da un piccolo somaro. Ci siamo fermati e abbiamo scambiato con loro alcune battute. Edoardo ed Umberto, rispettivamente 34 e 20 anni, il primo agricoltore e il secondo giovane musicista con il sogno di diventare regista, sono partiti da Lucca, dal Santuario di Santa Gemma Galgani con destinazione San Pietro. Quindici tappe per il momento hanno caratterizzato il percorso che proseguirà lungo la via Francigena. Prossima

tappa quella prevista ieri mattina al risveglio: direzione Bolsena. Il loro saio in onore e memoria di San Francesco. E sempre seguendo le orme di povertà dei francescani, af�dati unicamente alla Divina Provvidenza, senza alcun avere in tasca, vivendo di sola carità altrui, hanno intrapreso il loro pellegrinaggio. Unico comfort il telefono cellulare e per il giovane Umberto due piccole telecamere per documentare il viaggio a Roma, con il sogno che tutto questo possa anche diventare la sua prima pellicola. Ci tengono a ringraziare tutti coloro che durante il tragitto li hanno aiutati, �no alla pattuglia dei carabinieri di Proceno, che ieri mattina li ha consigliati per trovare un pasto caldo e un luogo dove passare la notte. “Voglio dedicare il mio viaggio a due persone speciali”,che Edoardo ci chiede affettuosamente di poter menzionare nell’articolo, “alla mia nipotina Vittoria di 8 mesi e all’amico Paolo detto il ‘potino’.” Buon viaggio…

Vestiti col saio, sandali ai piedi e telecamera al seguito per riprendere la grande avventura

Il Pd di Acquapendente torna alla carica con un manifesto pubblico

“Ospedale: le bugie hanno le gambe corte” “

Ospedale: le bugie hanno le gambe corte”, è l’incipit con il quale il Partito Democratico di Acquapendente da anima e corpo nella prima mattinata di Martedì ad un comunicato rivolto a tutta la popolazione. “Meno di dieci giorni”, sottolineano dalla Sede di Piazza Girolano Fabrizio, “sono bastati per far cambiare idea al Pdl aquesiano sulla questione dell’Ospedale. Si è passati infatti dalla linea Battistoni di Venerdì 23 Dicembre del “tutto va bene” a quella della minoranza consiliare di Lunedì 2 Gennaio del “tutto va male”. A noi non ci importa dire che avevamo ragione. Ma prendiamo atto positivamente che “i nostri” si stanno accorgendo di cosa sta accadendo. E quindi ci viene spontaneo chiedere a tutti i cittadini: e Battistoni adesso cosa dice? Il Pdl aquesiano ed i suoi rappresentanti in Consiglio Comunale, se vogliono essere credibili, chiedano che in Consiglio Regionale di discuta quanto prima e si approvi la mozione presentata dal Consigliere Parroncini sull’Ospedale montano e la Presidente della Giunta Regionale prenda atto dell’errore commesso e modifichi i decreti emessi e si ritorni al sostantivo “Ospedale”. Con fatti. E non parole, abbaiando alla luna”.

Sopra Edoardo, 34 anni, e Umberto, 20, con il carretto e l’asino che li accompagna nel pellegrinaggio verso Roma. Sono partiti dal santuario di S.Gemma Galgani, a Lucca.

TUSCANIA - Sabato 28 gennaio la casa editrice “Penne e Papiri” presenta il libro di Patrizia Chiatti

Angelo Tartaglia, la biografia del condottiero S

abato 28 gennaio, la casa editrice “Penne e Papiri” di Tuscania presenta, presso la chiesa di Santa Maria della Rosa, il libro “La biogra�a del condottiero Angelo Tartaglia”, dell’autrice Patrizia Chiatti. Prima di inziare la presentazione è prevista una breve visita della cappella del Tartaglia, annessa alla chiesa di Santa Maria della Rosa. Durante l’evento verranno proiettate (per la prima volta a Tuscania) immagini della chiesa e della cappella, realizzate dal fotografo Marco Scataglini con la tecnologia QTVR. Angelo Tartaglia era �glio naturale di Raimonda del Balzo di casa Orsini, Principe di Taranto. Nacque a lavello nel 1350. Si dette alle armi sotto la scuo-

la del celebre condottiero Broglio da Torino che lo adottò per �glio, ereditando alla sua morte, vessillo, armi e famiglia. Per l’ingegno, il coraggio, la perizia nel comando delle truppe e il valore dimostrato, giovanissimo divenne capitano di ventura. Era coetaneo di Braccio da Montone e di Muzio Attendolo Sforza, altri celebri comandanti di milizie mercenarie. Prese parte con la sua compagnia a molti fatti d’armi e ad avvenimenti italiani dell’epoca, distinguendosi molto, ma nello stesso tempo, suscitando nei suoi avversari invidie e gelosie. Fu al servizio dei Fiorentini, dei Senesi, di Ladislao re di Napoli. Restò vittima di orribile tradimento concertato dal papa Martino V, di Casa Colonna, e da Attendolo Sforza, allorché fu inviato in aiuto del re Luigi II d’Angiò. Fu infatti arrestato mentre era in Aversa e ucciso, a 70 anni nel 1420. Fu signore di Lavello, perchè �glio naturale di Raimondo del Balzo (conte di Lavello) e creò

un suo feudo a Toscanella, odierna Tuscania. La città conserva ancora oggi numerose tracce della sua permanenza e ricorda la sua esistenza con una rievocazione storica del processo a suo carico. Valeria Sebastiani

A destra la copertina del libro che verrà presentato il 28 gennaio; sopra lo stemma di Angelo Tartaglia nella torre che porta il suo nome, a Tuscania. In alto un dipinto ad olio conservato a Lavello


montefiascone

& Mercoledì 11 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

13

Il consigliere Umberto Contestabile spiega l’importanza della partecipazione alle fiere per il turismo

Comune in giro per l’Europa di Michele MARI

Montefiascone partecipa attivamente da ieri alla Fiera del turismo allestita a Utrecht in Olanda”. È questa la notizia del consigliere di maggioranza con delega al turismo Umberto Contestabile. Inoltre il Comune di Montefiascone sarà presente anche alla Fiera di Anversa e a quella di Goteborg in programma tra pochi giorni. “Tramite il Consorzio dei Comuni del comprensorio del lago di Bolsena abbiamo allestito uno stand di tutto il territorio dei comuni del lago di Bolsena e anche Montefiascone ha così la possibilità di sfruttare questa importante promozione turistica”. Il consigliere Contestabile sta partecipando a questa fiera, che è iniziata nella giornata di ieri e si protrarrà fino a domenica 15 gennaio, come rappresentante del comune di Montefiascone. “Grazie al consorzio -continua Contestabile- tutto il territorio del lago di Bolsena sarà ben rappresentato in queste fiere del turismo. La prima questa di Utrecht, poi a quella di Anversa dal 14 al 22 gennaio ed infine a quella di Goteborg dal 27 gennaio al 6 febbraio. Questo consorzio è attivo da tre anni proprio per rinnovare le sinergie al fine di promuovere il territorio. Sarò presente come rappresentate

Prodotti tipici in esposizione pronti per le fiere del turismo del comune di Montefiascone nelle fiere di Utrecht ed Anversa. Abbiamo cercato delle risorse per promuovere il territorio con i vari rappresentanti del Consorzio. Tutti insieme abbiamo raccolto dei fondi proprio per promuovere il territorio nel suo insieme e quindi avere maggiore valenza turistica. Abbiamo coordinato in maniera ottimale tutte le nostre forze. Inoltre abbiamo deciso, attraverso un

proprio contributo, di installare uno stand ed abbiamo predisposto del materiale illustrativo”. Inoltre il consigliere Umberto Contestabile spiega l’importanza di questi incontri “Queste fiere hanno un’importanza fondamentale per il nostro turismo. Infatti con la partecipazione a questi convegni si allacciano rapporti con i tour operator per portare turisti in vacanza nelle nostre località.

È un momento fondamentale della progettazione turistica. Queste tre fiere a cui parteciperemo seguono la partecipazione a quella di Praga, Made Travel Market, a cui abbiamo aderito con un nostro apposito stand del comune di Montefiascone con l’aiuto e la partecipazione di molti operatori locali, come ristoranti, strutture ricettive, aziende vinicole, oleifici e con la partecipazione dell’Istituto di Credito Artigiano”.

Il sindaco, alcuni consiglieri e assessori vicini agli ospiti della casa di riposo durante le Feste

L’amministrazione fa visita a Villa Serena L

’amministrazione comunale ha voluto partecipato attivamente alle varie festività del periodo natalizio a Villa Serena. Infatti il sindaco Luciano Cimarello, con il vice sindaco Ferdinando Fumagalli ed altri assessori e consiglieri come Domenico Batinelli e Giorgio Cacalloro, sono stati in visita alla struttura a più riprese. Nella foto sono stati ritratti il sindaco, il suo vice e i due assessori all’interno della Casa di Riposo. Nel corso delle lunghe festività sono stati molti gli eventi organizzati da varie associazioni ed anche dalla struttura stessa per far festeggiare anche ai “vecchietti” un felice Natale. Sono stati allestiti spettacoli teatrali, numerose tombolate e giornate con tanta

musica. In particolare da ricordare il pomeriggio di musica e ballo a cura del Centro Anziani di Monte�ascone; i pomeriggi di musica del “Duo Sandy” �no ad arrivare alle tombolate organizzate dalla Croce Rossa Italiana, dalla parrocchia di San Flaviano, dall’associazione Lions, dagli alunni dell’istituto Barbarigo di Monte�ascone e dall’associazione Praticamente, dalla parrucchiera Rita per �nire con le altre tombolate organizzate dallo stesso personale della struttura. Particolarmente intenso è stato il pomeriggio del 23 dicembre con lo scambio di auguri da parte della dirigenza dell’azienda cui è seguita l’inaugurazione della mostra di pittura della signora Eva Marziantonio, ospite della struttura, che ha ottenuto unanimi consensi e poi la mostra dei lavori effettuati nel laboratorio artigianale dagli stessi ospiti di Villa Serena.

Durante i giorni delle festività natalizie molti componenti della giunta hanno fatto visita agli anziani ospiti

Primo Galà dello sportivo organizzato sul colle falisco dall’associazione ‘Sei3Sei’

S

uccesso per il 1° Galà dello sportivo organizzato dall’associazione “sei3sei”. L’evento si è tenuto nella sala consiliare del Comune alla presenza di centinaia di persone comprendenti atleti di ieri e di oggi e tanti cittadini. Sono stati consegnati a tutti gli atleti di Monte�ascone diplomi e medaglie; inoltre ben 44 coppe, un trofeo e 14 targhe. Presenti all’evento il sindaco Luciano Cimarello, il vice sindaco ed assessore allo sport Ferdinando Fumagalli e l’assessore Giorgio Cacalloro. Il presidente dell’associazione “sei 3 sei”, Angelo Merlo: “Come presidente della neonata associazione culturale “sei3sei” voglio ringraziare tutti gli enti pubblici e privati che con la loro collaborazione hanno permesso all’associazione di poter realizzare questo importante evento. In primis chi ci ha ospitato: il sindaco Luciano Cimarello, l’assessore alla sport Ferdinando Fumagalli, tutta l’amministrazione comunale, la banca del Credito Cooperativo di Roma rappresentata dal dottor Goffredo Ricci, il Coni rappresentato da Livio Treta, la Provincia di Viterbo e tutti gli atleti di ieri e di oggi. Ho notato -ha aggiunto Merlo- con stupore ma soprattutto con grande soddisfazione, la presenza di tanti giovani impegnati nella varie attività sportive nel nostro paese e ciò mi ha fatto molto piacere. Con il primo galà ‘Lo sportivo dell’anno’ abbiamo voluto premiare gli atleti che si sono messi in evidenza nell’anno 2011 in ambito provinciale, regionale e, in alcuni casi, anche nazionale. Ci auguriamo di aver fatto cosa gradita e speriamo che questo sia solo l’inizio di una pro�cua collaborazione con l’amministrazione e con tutte le altre associazioni presenti sul territorio al �ne di rendere ancora più noto ed apprezzato il nostro paese”. Vogliamo ricordare che il consiglio direttivo dell’associazione “Sei 3 sei”è così composto: Angelo Merlo, Franco della Rosa, Oreste Bendia, Stefano Tosti, Mirco Marianello, Andrea Lupino e Dimitri Felici. Ecco gli atleti premiati nel corso dell’evento:

Davide De Paolis, Michele Proietti, Daniele Panichi, Massimo Vezzosi, Daniele Mocini, Luca Brinchi, Guido Zezza, Francesco Paoletti, Serena Pagliaccia, Martina Ferri, Valeria Baglioni, Lorenzo Senzaquattrini, Saverio Febbriu, Andrea Rastrello, Federico Fanali, Luca Bronzetti, Marco Marianello, Pierluca Dandolo, Stefano Sensi, Sandro Fetoni, Alessandro Bisti, Federica Carotenuto, Luca Colagé, Ivan Verdecchia, Fabiana Baldi, Michele Maccafeo, Valentino Carelli, Carlo Ciucci, Davide Mammanco, Emanuela Andol�, Riccardo Menghini, Paolo Bronzetti, Michele Cesarini, Michele Sensi, Emanuele Gianlorenzo, Alice e Carlo Menghini, Asia Ranucci, Pietro Bologna, Alessandro Quami, Carlo Chiodo e Nicola Bonelli. Erano presenti anche campioni del passato; due addirittura a livello mondiale come Sante Ranucci e Livio Trapé rispettivamente campione mondiale di ciclismo dilettanti nel 1955 e campione olimpionico, medaglia d’oro e d’argento, a Roma nelle olimpiadi del 1960. Gli altri due Gianni Mezzetti, ex calciatore degli anni sessanta, e Peppe Viola campione di baseball ed atletica leggera. Il premio di sportivo dell’anno è andato a Gino Giusti, il noto pasticciere della città, che nel tempo libero si dedica con ottimi risultati al tiro della carabina. Giusti ha conquistato il titolo di campione d’Italia nel tiro segno specialità lingchamps retromarcia da 250 metri dominando per l’intera stagione. M.M.

Consiglio comunale aperto per discutere sull’ospedale È Inoltre, sempre il 23, presso il salone della casa di riposo di Villa Serena, è stata celebrata dal cappellano Don Giuseppe Trapè la tradizionale Messa natalizia. È stata animata dal coro degli ospiti di Villa Serena diretto dal maestro Tommaso Mariottini. A completare la stupenda giornata, in attesa del S. Natale, è intervenuta la prestigiosa Corale di Santa Margherita con un vasto e molto apprezzato repertorio. In�ne il 5 gennaio lo spettacolo teatrale “Un giorno al vicinato” della Compagnia I piccoli Burloni che ha riscosso un ottimo successo. M.M.

in programma un consiglio comunale aperto, entro la �ne del mese, per discutere le problematiche dell’ospedale argomento di fondamentale importanza per la città. A ribadire questa notizia, emersa nel consiglio comunale del 22 dicembre scorso, è il primo cittadino Luciano Cimarello. “Faremo, come detto, -ha aggiunto il sindaco- un consiglio comunale aperto per discutere la tematica dell’ospedale con la dirigenza della Asl di Viterbo e il direttore generale

Adolfo Pipino entro il mese di gennaio”. Intanto per quanto riguarda la situazione del nosocomio Cimarello aggiunge: “Stiamo monitorando la situazione di tutta la struttura per vedere se le varie promesse verranno mantenute”. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & Mercoledì 11 Gennaio 2012 AltoLazio

VETRALLA - E’ iniziata la raccolta per adeguare alla media europea gli stipendi dei politici

Una firma contro i privilegi della Casta E

’ iniziata uf�cialmente, in tutta Italia ed anche a Vetralla, la raccolta �rme per rendere “illegale” il trattamento privilegiato della classe politica. Ai sensi degli articoli 7 e 48 della legge 25 maggio 1970 n. 352 la cancelleria della Corte Suprema di Cassazione ha annunciato, con pubblicazione sulla GU n. 227 del 29 settembre 2011, la promozione della proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo: “Adeguamento alla media europea degli stipendi, emolumenti, indennità degli eletti negli organi di rappresentanza nazionale e locale”. L’iniziativa, nata in modo trasversale ai partiti e promossa dal gruppo Facebook “Nun Te Regghe Più”, dal titolo della famosa canzone di Rino Gaetano, ha come obiettivo la promulgazione di una legge di iniziativa popolare formata da un solo articolo: “I Parlamentari italiani eletti al Senato della Repubblica, alla Camera dei deputati, il Presidente del Consiglio, i Ministri, i Consiglieri e gli Assessori regionali, provinciali e comunali, i governatori delle Regioni, i Presidenti delle Province, i

Sindaci eletti dai cittadini, i funzionari nominati nelle aziende a partecipazione pubblica ed equiparati, non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi, indennità, tenuto conto del costo della vita e del potere reale di acquisto nell’Unione Europea, più della media aritmetica europea degli eletti degli altri Paesi dell’Unione per incarichi equivalenti”. La raccolta �rme viene effettua-

ta tramite appositi moduli vidimati depositati negli uf�ci dei comuni italiani, qui l’elenco aggiornato in tempo reale dei comuni nei quali è già possibile andare a �rmare: http: //www.leggentrp.it/comuni.php E’ possibile �rmare nel Comune di Vetralla presso l’Uf�cio Anagrafe, Piazza Umberto I n° 1 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.00 oppure presso gli uf�ci della CAF CIA Via Cassia n° 57.

L’obiettivo è quello di poter raccogliere le �rme di tutti gli italiani stanchi di mantenere i privilegi di una classe politica capace solo di badare ai propri interessi personali. Una �rma non costa molto, continuare a restare indifferenti costa molto di più. L’invito, da parte degli organizzatori, è quello di andare a �rmare ognuno nel proprio comune e non farlo da soli. I referenti territoriali per il comune di Vetralla sono: Emiliano Ricci, Sandro Costantini di Passione Civile e Brendan Chierchiè del movimento Vetralla a Cinque Stelle.

VETRALLA - Simpatica iniziativa del motoclub cittadino

I “Diavoli della Tuscia” colpiscono ancora A

ncora una volta i “Diavoli della Tuscia” hanno fatto centro. Nei giorni scorsi, come ormai consuetudine, i bikers su due ruote hanno infatti accompagnato la Befana e regalato ai bambini caramelle e dolcetti. Un’iniziativa diventata tradizione. Il Motoclub “I Diavoli della Tuscia” è nato più di dieci anni fa, grazie alla passione per le due ruote che ha unito un gruppo di amici. Ogni anno il gruppo è cresciuto e attirato nuovi soci, organizzando varie manifestazioni (le uscite di Babbo Natale, dell’Epifania e motoraduni a Vetralla) e facendo conoscere le nostre zone a centinaia di persone che vengono da tutta italia. Nel 2005 il motoclub è diventato uf�cialmente af�liato alla F.M.I. (Federazione Motociclistica Italiana), dunque

un ulteriore attestato di crescita. Durante il motoraduno che si svolge ogni anno nel mese di giugno a Vetralla viene ricordato con un memorial “ A l d o Onofri” un motociclista scomparso dieci anni fa. “La compattezza dei nostri soci, le persone che collaborano con noi - spiega Roberto Montecolli, uno dei soci - e credono in noi, fanno sì che questo motoclub continui ad organizzare eventi, a crescere e fare anche beneficenza. Anche quest’ anno come tutti gli anni, il giorno dell’Epifania, abbiamo inforcato le nostre moto e abbiamo accompagnato la Be-

Numerose le iniziative del gruppo, dalle uscite con Babbo Natale ai motoraduni

fana all’appuntamento con i bambini che con molto entusiasmo ci hanno accolto alla Madonna della Folgore, Villa San Giovanni in Tuscia, a Cura di Vetralla, a Tre Croci ed in Piazza del Comune a Vetralla). Il presidente Alfredo Vergaro e il direttivo ringraziano tutti quelli che ci sostengono e credono in noi. Un ringraziamento particolare va all’ attuale amministrazione comunale”.

A Ronciglione i Verdi incontrano Sel e Idv per discutere di programmi

C

lima sempre più caldo in vista delle elezioni amministrative di Ronciglione. Per il momento a tenere banco sono gli incontri e le discussioni all’interno del centrosinistra visto che tutti i partiti di questa estesa area hanno deciso di candidarsi insieme. Ovviamente prima di fare pronostici bisognerà attendere l’esito delle primarie. Intanto, però, la segreteria dei Verdi e quella dell’Idv provinciale si sono incontrate per approfondire la conoscenza dei due nuovi partiti, per discutere di programmi e della situazione politica attuale. “E’ previsto per le prossime settimane un ulteriore incontro per valutare la possibilità di lavorare insieme per il bene del paese” ha fatto sapere il segretario dei Verdi Diego Piermattei. Altro incontro interlocutorio è quello avvenuto lunedì pomeriggio tra rappresentanti dei Verdi e di Sel durante il quale è emersa la posizione neutrale di Sel nei confronti dei tre candidati alle primarie. Incontro particolarmente fruttuoso è stato invece quello tra Verdi e Psi: “I Verdi hanno illustrato il programma dove si evince la grandissima volontà a risolvere il problema acqua potabile già nel primo anno di amministrazione, la bonifica del lago di Vico, a sostenere con forza la riapertura della ferrrovia Civitavecchia-Orte e la realizzazione della Circuncimina. Il psi ha preso atto della volontà dei verdi su questi punti programmatici, ritenendoli indispensabili per il nostro paese” le parole affidate ad una nota del segretario dei Verdi Diego Piermattei.

Gli studenti del Liceo “Buratti” di Bassano alla scoperta della realtà carceraria S

i è tenuto questa mattina presso il Liceo di Scienze umane e linguistiche “Mariano Buratti” di Bassano Romano, diretto dal Prof. Zanetti, l’atteso incontro di educazione alla legalità “Carcere, se lo conosci lo eviti” promosso dall’associazione Vo.Re.Co onlus di Roma e dalla cooperativa sociale Infocarcere. “Carcere, se lo conosci lo eviti” è una campagna di comunicazione messa in atto per sensibilizzare i giovani studenti al fenomeno del bullismo facendoli interagire con persone che provengono dal settore penitenziario quali il cappellano, l’ispettore di polizia penitenziaria, il detenuto e l’ex detenuto, il volontario, lo scrittore, lo psicologo, il magistrato.

Numerosi gli studenti che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa riempiendo il questionario realizzato per veri�care il grado di conoscenza del mondo penitenziario e delle problematiche a esso legate e partecipando alla rappresentazione teatrale “Lettera a un giovane detenuto”. Quest’ultima in particolare ha destato l’interesse degli studenti, i quali, guidati dal loro insegnante di Sociologia Carmelo Stridi, hanno partecipato attivamente calandosi nei ruoli dell’agente di polizia penitenziaria, del detenuto, del Giudice, del Pubblico Ministero e dell’Avvocato e dei membri della Giuria Popolare. In tal modo, attraverso la formula del gioco, i giovani hanno potuto apprendere come funziona un processo, come si

effettuano i controlli sulle persone fermate, quanto sia delicata la funzione di giudice e quanto sia importante capire le fasi processuali per giungere a condannare oppure ad assolvere una persona. Scroscianti applausi sono stati indirizzati al termine della rappresentazione al ballerino Tommaso Avezzano Comes, al tecnico audio e video Enrico D’Onofrio, e all’autore-regista nonché interprete di “Lettera a un giovane detenuto”, Luigi Giannelli, Ispettore Superiore di polizia penitenziaria presso il carcere romano di Rebibbia Nuovo Complesso. L’iniziativa “Carcere, se lo conosci lo eviti” è attuata su scala regionale e prevede il contatto con circa 10 mila studenti di diversi istituti superiori.


& Mercoledì 11 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

CIVITA CASTELLANA - Gli artisti che hanno donato le opere retribuiti con 5000 euro ciascuno

Centro storico, 25mila euro per le installazioni di SIMONA TENENTINI

N

ello scorso mese di novembre, i commercianti del centro storico di Civita Castellana, al �ne di incentivare una politica di promozione della città, inviarono al sindaco Angelelli una missiva nella quale erano elencati diversi suggerimenti attraverso i quali cercare di raggiungere quest’obiettivo. Nell’ordine le priorità elencate erano: realizzazione di nuovi parcheggi, riapertura al traf�co verso Corso Bruno Buozzi, maggior decoro, presenza costante di un vigile in piazza Matteotti, elaborazione di una strategia di marketing da parte dell’assessorato al Turismo. Di tutte le proposte contenute nel documento, in realtà, non è stata portata a termine nemmeno una. In compenso però, l’amministrazione comunale ha pensato bene di realizzare una promozione del centro storico attraverso l’installazione di cinque opere di artisti locali.

L’ultima, in ordine di tempo, è visibile da qualche giorno in via Santi Giovanni e Marciano. Si tratta di un pannello in monocottura stile falisco rea-

lizzato dal maestro Vincenzo Dobboloni, in arte Mastro Cencio. L’opera, alta quasi tre metri e larga cinque, si va ad aggiungere alle tre in ceramica già

installate e �rmate da Franco Giorgi in piazza Matteotti, da Fausto Mancini in corso Bruno Buozzi e Dino Dominicis in piazza delle Fosse Ardeatine. Un nuovo pannello in ceramica, �rmato da Franco Valeri, verrà installato tra non molto, anche all’ingresso di corso Buozzi. Al riguardo, l’assessore al Centro Storico, Giancarlo Contessa ha commentato: “Si sta per chiudere il progetto in cui è prevista la donazione di opere in ceramica da parte di cinque artisti locali che vanno ad abbellire alcuni scorsi particolari del nostro centro storico. Ne sono state commissionate altre cinque sempre agli stessi artisti”. Alla luce di simili affermazioni, l’attenzione si è concentrata sul signi�cato del termine “donare”, con il quale l’assessore ha de�nito la realizzazione delle opere di arredo urbano. Se effettivamente si tratta di un ‘dono alla città’, come mai con determinazione n.690del 27 settembre 2011 viene

CIVITA CASTELLANA- La Regione Lazio sulla dearsenificazione

Potabilizzazione, assegnati i lavori I

l sindaco Gianluca Angelelli interviene a seguito della comunicazione da parte della Regione Lazio in merito ai lavori per la dearseni�cazione delle acque destinate al consumo umano. “Rendo noto con piacere che la Regione Lazio ha comunicato di aver aggiudicato i lavori per la potabilizzazione dell’acqua nel nostro comune – ha affermato il sindaco di Civita Castellana, Gianluca Angelelli - con una lettera del 30/05/2011 comunicavo a tutti i cittadini di Civita l’intenzione dell’Amministrazione di attendere sino al 31/12/2011 per valutare l’operato della Regione Lazio e decidere,

quindi, se intervenire o meno con azioni e fondi della nostra comunità per risolvere il problema della presenza dell’ arsenico nell’acqua. Ebbene, in data 21.12.2011 – continua il Sindaco - il Commissario delegato al superamento dell’emergenza arsenico in alcuni comuni della Regione Lazio ha comunicato all’Ente, alla Talete S.p.A. ed alla ATO 1 Lazio Nord che i lavori per la potabilizzazione dell’acqua sono stati aggiudicati e che si è provveduto ad autorizzare la direzione lavori a procedere con la consegna. Nei prossimi giorni, quindi, la società aggiudicataria, la Sideridraulic System S.p.A.,

dovrà prendere contatti con il comune per l’esecuzione delle opere. Continuerò ad aggiornare direttamente i cittadini su

questo importantissimo tema, in attesa che sia una volta per tutte superato con la costruzione dei dearseni�catori per la nostra città”.

disposta lo stanziamento di 5000 euro per ogni artista, per un totale di 25000 euro? Senza contestare l’effettivo valore delle opere, tale somma non avrebbe potuto essere utilizzata diversamente per una valorizzazione più adeguata del centro storico? Ed inoltre, quali sono stati i criteri di selezione degli artisti coinvolti? Non c’è traccia di bando pubblico che avrebbe garantito una maggiore democraticità e sicuramente una partecipazione più massiccia

all’iniziativa. Si presume quindi, che sia stato utilizzato il metodo della chiamata diretta. Uno stanziamento di venticinquemila euro, se può apparire congruo al lavoro e al livello delle opere, lo è un pò meno riguardo all’effettiva promozione del centro storico che si intendeva perseguire. Chissà che ne pensano, al riguardo, i commercianti di Piazza Matteotti, morti�cati da una crisi senza precedenti e da un inizio dei saldi decisamente deludente?

VASANELLO Bandiera arancione, continua lo sperpero di denaro pubblico

S

ulla questione Touring Club, la minoranza consigliare di Vasanello ha scritto al sindaco. “Rispondiamo alla sua lettera del 24.10.2011 prot. 157 per contestare l’ennesimo sperpero di denaro pubblico operato a tutto danno dei contribuenti di Vasanello. Dobbiamo, purtroppo, constatare come ci sia una poco edi�cante continuità tra la vecchia e la nuova amministrazione, ma dato che invertendo l’ordine dei fattori il risultato non cambia … Sono stati letteralmente gettati al vento soldi pubblici per l’ottenimento della “Bandiera arancione” attraverso l’applicazione del Modello di Analisi Territoriale (MAT) da parte del Touring Club. Non tanto perché il riconoscimento di “Bandiera arancione” al comune di Vasanello non sarebbe importante, anzi sarebbe un ottimo strumento turistico, ma perché bastava fare una rapida ed anche poco approfondita navigazione sul sito www.bandierearancioni.it per rendersi conto che il nostro

comune non aveva i parametri necessari per accedervi. Bastava semplicemente leggere il modulo di adesione per capire che tanti punti richiesti per diventare Bandiera arancione non erano in possesso del nostro comune, tanto che le osservazioni avanzate dall’esaminatore nella pratica sulle carenze turistiche di Vasanello, potevano essere facilmente pronosticabili. Perché, allora buttare 2.800,00 € per farsi bocciare? Le chiediamo, Sig. Sindaco: se fossero stati soldi suoi, li avrebbe spesi così inutilmente? Perché è questa domanda che dovrebbe guidare l’azione di ogni amministratore: spenderei i soldi pubblici allo stesso modo di come li sto spendendo se quei soldi fossero i miei ? se la faccia questa domanda Sig. Sindaco, almeno ogni tanto. Porteremo a conoscenza della cittadinanza di Vasanello questo ennesimo sperpero e vigileremo ed opereremo af�nché, prima o poi, termini questo stillicidio di soldi (pubblici) buttati.

SUTRI- Asilo nido, il sindaco risponde al Fli I

l sindaco Cianti risponde al Circolo Fli sul tema dell’asilo nido. “Ho letto l’articolo del circolo di Fli di Sutri del 04/01/2012 sulla questione asilo nido e non posso fare a meno di rispondere, innanzi tutto per evidenziare il metodo con il quale si interessano dei problemi di Sutri i suoi componenti che, come tutti sappiamo, sono costituiti da poco tempo e non sono, giustamente, a conoscenza del perché di alcune scelte fatte in questi anni dagli amministratori comunali, Sindaco Cianti in testa.Dovete sapere che Milo Maggini, Presidente di

Fli Sutri lo stesso giorno che è uscito con l’articolo contestando le scelte sull’asilo nido ha presentato al protocollo del comune la richiesta di documentazione per conoscere lo stato dei fatti sull’opera asilo nido. Logica vorrebbe, specialmente per un rappresentante della politica locale, che prima si fosse letto le carte e magari avesse chiesto informazioni, se non al Sindaco perché troppo “compromettente”, almeno al responsabile del procedimento che gli avrebbe spiegato che :l’asilo nido comunale è un progetto portato avanti dall’allora assessore ai servizi sociali

Guido Cianti (giunta Petroni), che prese una prima tranche di �nanziamento e poi dal Sindaco Guido Cianti che nell’ ottobre 2008 ottenne dalla Regione Lazio il secondo �nanziamento, il massimo �nanziamento ottenibile per quel bando; che l’asilo nido comunale è stato previsto a Colle Diana perché li era situato l’unico terreno già di proprietà del Comune e già destinato urbanisticamente a quell’opera (dal 1966); ricordo che il terreno il Comune non lo ha pagato ma gli è stato trasferito dal lottizzatore rispondendo a degli obblighi di convenzione; Colle Diana non è una lottizzazione chiusa e credo non lo sarà mai, ma se qualcuno dovesse un giorno decidere in merito, per esempio per ragioni di sicurezza (che ben vengano), il Comune è uno dei tanti proprietari e potrà far entrare chi vuole,

specialmente chi dovrà usufruire di un così importante servizio pubblico; avendo già il terreno a disposizione il Comune non ha speso soldi pubblici, è stato facilitato nel prendere il �nanziamento Regionale e non ha dovuto fare varianti urbanistiche prima della progettazione; la scuola materna a Monte del Sole è un progetto ed un �nanziamento arrivati dopo, nel 2009, su un terreno che il Comune non aveva a disposizione (ma da espropriare) e con una dinamica di gestione che nulla centra con quella di un asilo nido; per ultimo, cosa succederà all’attuale edi�cio della scuola materna, credo che lo sapremo solo dopo che la nuova sarà costruita. A quel tempo l’asilo nido comunale a Colle Diana sarà già �nito di costruire e spero funzioni (a nemmeno un Kilometro dal centro urbano).

Quindi secondo la logica dei rappresentanti del Fli di Sutri, che hanno comunque scritto che l’asilo nido comunale è un opera da fare, gli amministratori di allora avrebbero dovuto rinunciare ad un �nanziamento Regionale uscito per gli asili nido tra il 2006 ed il 2008, sapendo di ottenere un �nanziamento nel 2009 per una scuola materna (consultando magari la palla di vetro) in modo da destinare l’attuale edi�cio della scuola materna ad asilo nido (chissà con quale fondi). E intanto sarebbero passati cinque anni. Invece, oggi, dopo cinque anni almeno abbiamo un asilo nido �nanziato in costruzione. Non mi sembra così malvagia come scelta amministrativa. Ma capisco che in questi giorni è urgente attaccare gli amministratori di maggioranza, con

qualsiasi arma, anche non conoscendo a priori i fatti o magari recependo notizie frammentarie da qualcuno al quale , in questo momento, gli amministratori di maggioranza non piacciono molto. Comunque voglio chiudere questa mia con un appello ai responsabili del Fli sui quali ripongo invece �ducia almeno per il fatto che si vogliono impegnare, con spirito critico, su temi di politica locale (almeno questo mi hanno fatto capire) : sono disponibile a discutere su temi che riguardano il futuro, per i quali c’è ancora possibilità di confrontarsi e questo credo sia l’obiettivo di un nuovo movimento come il Vostro. Discutere oggi sulle scelte fatte sull’asilo nido comunale con il cantiere aperto mi sembra inutile, peraltro su un servizio pubblico così importante per l’economia familiare.


cultura e spettacoli

16

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 11 Gennaio 2012

Carlo Giuffré e la grande tradizione teatrale napoletana in scena sabato prossimo in prima nazionale

I Fantasmi di Eduardo al Mancinelli U

na prima nazionale d’eccezione quella che si appresta ad ospitare il Teatro Mancinelli. Dopo varie presenze nei cartelloni delle passate Stagioni Teatrali del teatro orvietano (dove è stato applaudito l’ultima volta nel 2009 con “I

casi sono due”), un graditissimo ritorno per un grande artista come CARLO GIUFFRE’, che continua l’opera paziente e meritoria nel riproporre il repertorio della nobile tradizione teatrale napoletana. Sabato 14 gennaio alle ore 21 in scena il capolavoro

di Eduardo De Filippo QUESTI FANTASMI, interpretato e diretto dall’inossidabile 83enne Giuffrè, maestro e decano del teatro italiano che presenta ad Orvieto la sua ultima fatica. Per far fronte alle numerosissime prenotazioni, è stata aggiunta una Recita straordinaria, domenica 15 gennaio alle ore 17. Lo spettacolo è già in allestimento al Mancinelli. Attore di teatro di grande talento, conosciuto al grande pubblico anche per il suo sodalizio artistico con il compianto fratello Aldo, durante la sua intensa e lunghissima carriera Carlo Giuffrè ha interpretato la maggior parte delle commedie napoletane del grande

Eduardo, grazie alle quali ha manifestato le sue doti di attore dall’indiscutibile vocazione comica. Del repertorio dell’autore ha messo in scena, anche come regista, commedie come Le Voci di dentro, Napoli milionaria!, Non ti pago e la celeberrima Natale in casa Cupiello. Numerose sono anche le sue interpretazioni cinematogra�che e in �ction televisive. Accanto a Giuffrè un cast straordinario: Piero Pepe, Maria Rosaria Carli, Claudio Veneziano, Antonella Lori, Giuseppe Piacquadio, Francesco D’Angelo, Pina Perna, Paolo Giovannucci, Antonella Cioli. Le scene e i costumi sono di Aldo Terlizzi, le musiche di Francesco Giuffrè, le luci di Umile Vainieri. Spettacolo comico ma al tempo stesso amaro, “Questi Fantasmi” (1945), che ha saputo raccogliere un eccezionale successo di pubblico, fu la prima commedia di Eduardo De Filippo ad essere rappresen-

tata all’estero, a Parigi. In modo magistrale Carlo Giuffrè interpreta il personaggio di Pasquale Lojacono, “anima in pena” che dopo mille mestieri accetta, per sbarcare il lunario, di occupare un palazzo notoriamente abitato da fantasmi, allo scopo di dimostrarne l’abitabilità. Suggestionato dai racconti del portiere, Pasquale s’imbatte in Alfredo, amante della moglie, scambiandolo per un fantasma. Questo non è che il primo di una serie di equivoci e fraintendimenti, tutti basati sulle radicate superstizioni partenopee. La recita di sabato 14 sarà

preceduta, al Foyer del Teatro alle ore 20, da un BUFFET a cura di Champagneria e della Pasticceria Adriano. Per informazioni e prenotazioni tel. 0763.340493. Per ulteriori informazioni sullo spettacolo www,teatromancinelli.it

Prima iniziativa del 2012 dedicata al ricordo della figura del pittore Livio Orazio Valentini L’Università della terza età riparte dopo le vacanze

Convegno dell’Istituto storico artistico orvietano Conferenze a tema V

enerdì 13 gennaio alle ore 17,30 presso la Sala Incontri di Palazzo Coelli in piazza Febei ad Orvieto, si terrà la conferenza sul tema: “Ricordo di Livio Orazio Valentini”. L’appuntamento fa parte del programma di attività culturali per l’anno accademico 2011/2012 dell’ISAO che, per la sezione “Orvieto nella storia e nell’attualità” riferita a personaggi e tematiche di interesse locale, dedica la prima iniziativa del 2012 alla figura di Livio Orazio Valentini. A cura dell’Istituto Storico Artistico Orvietano e della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, interverranno: Alberto Satolli “L’amico Livio”, Aldo Lo Presti “Livio Orazio Valentini il pittore di Orvieto” e Antonio Carlo Ponti “L’avventura artistica di Livio Orazio Valentini”. Livio Orazio Valentini è stato, ed è, il pittore di Orvieto perché ha colto come pochi l’essenza della sua città: un’essenza poliedrica, a tut-

L

to tondo, come l’esperienza di Valentini che è cresciuta nella pittura, nella scultura, nella ceramica e nella grafica. Esperienza artistica unitaria, al di là delle tecniche: ha fatto pittura con la ceramica e scultura con la pittura. Se tutte le tecniche artistiche possibili hanno sorretto la sua poeticità, il suo ideale di artista, mai stanco né soddisfatto, ha cercato man mano il mezzo e la chiave espressiva. Valentini ha sempre rifiutato un’etichetta che lo contraddistinguesse nel difficile e contradditorio universo dell’arte del ‘900: semplificò la sua identità artistica uscendo e rientrando volutamente dalla contrapposizione figurazione-astrattismo. Ha superato questa dicotomia perché ha percorso entrambi quei binari, e ne ha compreso i limiti: la sua è la poetica dell’uomo-artista, libero dai condizionamenti dei critici e dalle logiche commerciali delle gallerie.

a sede dell’Università delle Tre Età di Orvieto è di nuovo attiva, dopo la pausa uf�ciale per le festività; anche se le attività ludico-ricreative sono comunque continuate, con il pomeriggio di musica e giochi di società (particolarmente frequentato ed apprezzato) organizzato nel periodo natalizio. Dal mese di gennaio 2012 è prevista l’attivazione di ulteriori corsi: Religioni Monoteiste; · Lingua Inglese; · Laboratorio di tessitura; · Italiano per stranieri; · Arte. Presso la sede di Piazza del Popolo 17, sono previste tre conferenze di elevato interesse collettivo, a cui si invita

l’intera cittadinanza: Venerdì 13 gennaio, alle ore 16,00, “La sessualità delle varie fasi della vita”, a cura della dott.ssa Urbani; Lunedì 16 gennaio alle ore 16,00, “Le frodi alimentari: conoscerle per evitarle e combatterle”, a cura del dott. Attioli; Giovedì 19 gennaio alle ore 16,00, “Maometto e la nascita dell’Islam” con la partecipazione del prof. Iacovello, docente di lingua araba presso l’Università di Roma. Sempre dal mese di gennaio 2012, la segreteria dell’UniTre sarà aperta il lunedì e il mercoledì, dalle ore 10 alle ore 12 (tel.0763 342234).

A lato una serigrafia dell’artista

L’Orvieto Ipogea’ di nuovo in mostra al centro studi città di Orvieto sul sottosuolo della città sulla Rupe

La Fondazione Faina pronta a ripartire nella ricerca archeologica L

a mostra didattica e fotogra�ca dal titolo “Orvieto Ipogea - il sottosuolo della città dagli Etruschi ai giorni nostri” è stata riallestita presso il Centro Studi Città di Orvieto, dove aveva inizialmente debuttato nel mese di Agosto; era stato preventivato di chiuderla al termine del periodo delle festività natalizie ma potrebbe essere estesa per altre tre settimane

visto l’interesse che ha suscitato nei numerosi turisti che transitano per piazza Duomo ed anche negli Orvietani che riscoprono così un tassello della loro storia. La mostra, organizzata da Speleotecnica in collaborazione con il PAAO, è corredata da un video che punta la sua attenzione al complesso sistema idrico che caratterizzava la città di Velzna, l’Orvieto del periodo etrusco. I pannelli didattici realizzati dall’Architetto Simone Moretti Giani riescono a spiegare in maniera comprensibile a tutti ma scienti�camente ineccepibile come funzionassero i cunicoli e le cisterne

che si trovavano al disotto del tessuto abitativo della città antica. Una città che si era strutturata attentamente seguendo uno sviluppo per assi ortogonali, che ritroviamo specularmente riprosti nella città dei morti ai piedi della rupe, dove i monumenti funerari sembrano appunto case divise per isolati. Già dal VI secolo a.C. gli abitanti di Orvieto avevano compreso che al disotto dello zoccolo di roccia vulcanica sulla quale sorgevano gli edi�ci, si trovava la falda acquifera che poteva garantire la sopravvivenza e per raggiungerla, senza dover uscire dal pianoro, scavarono veri e propri

pozzi a sezione quadrangolare muniti di quelle intacche che consentivano di salire e scendere “comodamente”; concettualmente bisogna aspettare il Cinquecento per vedere opere simili, il pozzo della Rocca e quello della Cava. Altre strutture ipogee d’epoca etrusca aspettano di essere indagate più in dettaglio ed è per questo che è stata inoltrata una domanda di concessione di scavo da parte della Fondazione per il Museo “C. Faina” la quale, in collaborazione con atenei esteri, diviene di nuovo protagonista nella ricerca archeologica orvietana. Fonte Orvieto news


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Giggi 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Di certo la giornata di oggi potrebbe evolversi in senso positivo per voi ma non è detto che inizi nel migliore dei modi. Dovrete quindi apprezzare l’excursus delle varie situazioni che velocemente cambieranno nel corso della giornata e che vi metterà a disposizione qualche rara opportunità. La fortuna vi ha nuovamente baciato!

I monti potrebbero essere innevati in questa gior nata, proprio come la vostra mente. Più che altro sarà la foschia a prevalere tra i vostri pensieri, poiché non riuscite a distinguere nitidamente quale sia la strada che la vostra razionalità vi suggerisce. Perché non ci riuscite? Semplice, è il vostro cuore che ve lo impedisce e ve lo impedirà a lungo!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Scaldatevi in questa giornata con un po’ di affetto, anche se non sentite freddo! Infatti non è detto che anche al caldo non si voglia avvertire una sensazione di piacevole torpore come quella di un abbraccio. Da quanto tempo non abbracciate più il vostro partner, vostro figlio o i vostri genitori? Ebbene, quest’oggi avete una ragione in più per farlo!

Ogni tanto bisogna pur darci un taglio ed in questa g i o r n a t a dovrà essere il vostro primo pensiero quello di scartare dalla vostra vita situazioni, sentimenti e relazioni che non vi porteranno a nulla di concreto per il vostro futuro. Già prenderne coscienza sarà un gran passo in avanti, poi in seguito tutto verrà da sé.

Se in mattinata vi accorgerete di non avere la grinta giusta, non è impossibile che durante la giornata non possiate acquistarla. Basterà anche un caffè o una spremuta per darvi la carica giusta. Non è tanto trovare l’alimento giusto che vi risolverà la situazione, quanto piuttosto l’effetto placebo che questo riuscirà a fare sul vostro fisico!

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Ritrovarvi a dover pensare ad una sorpresa da fare significa che già in partenza avete sbagliato qualcosa, poiché una sorpresa dovrebbe venirvi spontanea e non essere organizzata a tavolino. Sarebbe quindi meglio riflettere bene sul perché si provino in questo periodo certe sensazioni e questo in quanto in futuro, senza chiarezza, potrebbe non migliorare la situazione!

Ovviamente vi trovate in una situazione di confusione che non riuscite a gestire così come vorreste perché vi siete presi troppi impegni e le vostre problematiche personali passano in secondo piano, nonostante sapete benissimo essere più urgenti. Fermatevi e resettate tutto. Avrete modo di riprendere ogni discorso iniziato singolarmente e finirlo, ma solo in futuro.

L’amicizia è un fiore che va coltivato d i c e v a qualcuno. Voi ne fate sbocciare continuamente di nuovi e questo perché ce l’avete scritto nel dna! Non è mai difficile instaurare un rapporto con voi visto che siete aperti e pieni di energia tanto da fare una trasfusione anche agli altri. Scoppiate di frizzantezza e chiunque potrebbe invidiarvi.

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

In questa g i o r n a t a d o v r e s t e mettere in atto una strategia un po’ più precisa poiché tutti saranno alquanto impressionati dal vostro modo di condurre i giochi ma soprattutto potrebbero capire le vostre mosse nel momento in cui svelerete alcuni particolari. Dovreste al contrario evitare di divulgare i vostri segreti e spacciarvi per unici!

FARMACIE (reperibilità)

Cercherete in ogni modo di raggiungere un obiettivo o meglio cercherete di provocare una situazione per poi avere delle conseguenze. Infatti volete un po’ smuovere la vostra vita, quindi avete probabilmente deciso di agire con fermezza e rendervi protagonisti piuttosto che spettatori. Realizzerete tutto secondo i vostri piani e ne uscirete vittoriosi.

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Nella giornata che ci si appresta ad affrontare abbiate un pochino di cura e cautela nel momento in cui vi troverete a raffrontarvi con persone più adulte o molto diverse da voi poiché la loro sensibilità potrebbe essere ben diversa dalla vostra e quello che avete da dire potrebbe non interessarli oppure potrebbe addirittura infastidirli se espresso in termini poco lusinghieri.

I vostri progetti lasciati a metà non sono più lì che vi aspettano, quindi anziché ricominciare da dove li avevate lasciati sarete costretti a ripartire da zero. Consci di questo dovreste ormai saper fare una cernita nella quale scegliere solo quelle strade che sapete avere uno sbocco e che siete in grado di percorrere fino alla fine senza perdere interesse!

Mercoledì 11 Gennaio 2012

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Immaturi. Il viaggio Orario: 18,30-20,30-22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 Il gatto con gli stivali Orario: 18,30 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Orario: 20,30 - 22,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00 Immaturi 2. Il viaggio Orario: 17,30 - 19,40 - 22,00

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana Immaturi. Il viaggio Orario: 21,30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 J. Edgar Orario: 17,00 - 19,30 - 21,45 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Le idi di Marzo Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Immaturi. Il viaggio Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano Immaturi. Il viaggio Orario F.+P.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30 Vacanze di Natale a Cortina Orario Fer.: 18,00 Pref. e Festivi: 15,45 - 18,00 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Il gatto con gli stivali 3D Orario F.+P. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Finalmente la felicità Orario F.+P.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45-18,00-20,15-22,30 J. Edgar Tutti i Giorni: 17,00-19,45-22,30 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario F.+P. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via Giacomo Matteotti 2 RIPOSO

SORIANO NEL CIMINO

Cinema Florida Piazza Marconi 12 Immaturi 2. Il viaggio Orario: 21,30

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti, s.n.c. Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 21,30 Le idi di Marzo Orario: 21,30 Multisala Flavia Via della Croce, 1 Immaturi. Il viaggio Orario: 21,30 Capodanno a New York Orario:21,30

ORTE Cinema Alberini Via del Plebiscito 10 Finalmente la felicità Orario: 21,30

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 11 GENNAIO

ACQUAPENDETE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e 16,00-19,00)

CIVITA CASTELLANA Via Vincenzo Ferretti, 95 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

MONTEROSI Via Roma, 51 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

BARBARANO ROMANO Via IV Novembre, 31/C (09,30-13,00 e Notturna)

CIVITA CAST. - SASSACCI Via Terni, 26 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-13,00 e Notturna)

VETRALLA Via S. Michele, s.n.c. (09,00-13,00 e Notturna)

BASSANO IN TEVERINA Via Giuseppe Mazzini, 3 (Diurna e 16,00-19,00)

CIVITELLA D’AGLIANO Piazza Cardinal Dolci, 21 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

ORIOLO ROMANO Via Claudia, 109 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

VIGNANELLO Via Roma, 2/D (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

BOLSENA Via A. Gramsci, 38 (Diurna e 16,00-19,30)

FABRICA DI ROMA Piazzale Degli Eroi, 10 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

ORTE SCALO Via Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO Corso Italia, 37 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CAPODIMONTE Via G. Marconi, 70 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

LATERA Viale I Maggio, s.n.c. (09,00-12,40 e 16,00-19,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

VITERBO - S. MARTINO AL C. Piazza Buratti, 2/3 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRANICA Via Padre L. M. Monti, 7 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

MONTALTO DI CASTRO Via Aurelia, 30 (08,45-13,10 e 16,00-19,30)

SORIANO NEL CIMINO Piazza Vittorio Emanuele, 22 (08,24-13,00 e 16,00-19,30)

CELLERE Via G. Marconi, 13/A/B (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

MONTEFIASC. - ZEPPONAMI Via Cassia, 95 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

TARQUINIA Corso Vittorio Emanuele, 37 (08,30-13,00 e 16,00-19,24)

Mercoledì 11 Gennaio

Giovedì 12 Gennaio

Alta pressione in ulteriore rinforzo favorisce tempo stabile e soleggiato su tutti i settori, salvo residui addensamenti al mattino su Umbria orientale e dorsale laziale, in rapido assorbimento; torna qualche foschia o banco di nebbia nella notte sulle vallate tosco-umbre. Temperature in rialzo in quota, sensibile sulla Toscana; scarse variazioni o in lieve aumento nei bassi strati. Venti fino a moderati settentrionali in quota, deboli al suolo salvo rinforzi da NNE su Maremma e al largo del Lazio. Mari poco mossi sottocosta, mossi al largo i settori laziali, ma in attenuazione.

Alta pressione di matrice subtropicale sul Mediterraneo centrale ma in progressivo indebolimento. Centrali tirreniche ancora favoriti con cieli sereni su tutti i settori al mattino ma con prime nubi sulle coste toscane. Giungono infatti correnti di Libeccio che determinano un aumento della nuvolosità su tutta la Toscana fino a cieli molto nuvolosi o coperti in serata sui settori settentrionali, quando saranno possibili locali pioviggini. Su Umbria e Lazio nubi in contenuto aumento solo dalla sera. Temperature in lieve calo nei massimi sulla Toscana settentrionale, stabili o in ulteriore lieve aumento altrove. Venti in progressivo rinforzo da Libeccio sulla Toscana. Mari poco mossi, tendente a mosso o molto mosso l’alto Tirreno entro sera.


SPORT

� � �

Mercoledì 11 Gennaio 2012

19

BASKET

Soriano Virus, successo al fotofinish I cimini si impongono per 56-54 nel sentito match contro la Fortitudo dopo una “battaglia”

Q

uale purgante dopo l’abbuffata festaiola, il perfido calendario propinava il derby viterbese per l’effimera supremazia cittadina del girone D, tanto per solleticare l’onore decaduto dopo frotte di panettoni e cotechini. In un incontro che nemmeno gli aficionados più alleprati crediamo conserveranno nella memoria dell’hard disc domestico, ha vinto la squadra che ha dimostrato di aver digerito meglio, ovvero i padroni di casa dei Soriano Virus (non è un errore di stampa, è goliardia), bravi a tenere i nervi saldi in un finale che, mutuando il gergo della pedata, vorremmo scrivere convulso, ma che, dobbiamo callidamente confessarlo, sarebbe più appropriato definire arruffone. Formazioni, come si confà dopo la pausa, con le classiche defezioni di troppo; Soriano si presenta da parte sua orbato di Angrisani ( e del talentino Iacarelli, che, come ogni talentino che si rispetti, sbaglia il giorno e l’ora della partita, facendosi sorprendere a bisbocciare in quel di Perugia quando i grigi già zufolano per la palla a due. Dove i locali partono senz’altro più tosti, con il mad bomber Bocci a tirare tutto quello che passa dalle sue

parti, Isidori ad allentare il morbidone felpato laterale, marchio di fabbrica d.o.c., Boschi ad amministrare saggiamente l’arancia ed i bruise brothers Catalani – Bellachioma a spiegare le ruvidezze paesane a ‘sti signorotti viterbesi, speranzosi di ricevere ben altra accoglienza nella gitarella fuori porta. Succede infatti che sotto canestro si contenga benissimo il temuto Giacci, grazie ad un Catalani stoico nel sacrificare il corpaccione su chi torreggia di più di qualche centimetro ed un Bellachioma lesto a beneficiare di un sapido contropiede di Bocci, et voila’ i nostri volano ratti sul 9-2. Tuttavia, Viterbo rientra a poco a poco in partita, sfruttando le penetrazioni svolazzanti di Sabatini, che segna e fa segnare, e qualche distrazione di troppo nei passaggi da parte dei sorianesi, che contro il pressing tremano più di uno scolaretto impreparato, tanto che al primo intervallo gli autoctoni riescono a mantenere il nasino avanti per la minima incollatura (11-10). Identico spartito viene suonato nel secondo quarto, dove Soriano, come l’omerica Penelope, fa e disfà in successione: Catalani allenta il treppiede, Cardoni pulisce i tabelloni e banchetta

CALCIO - Il punto tra sfide giocate e da giocare

L’intero panorama del pianeta aquesiano

Padroni di casa bravi nel tenere i nervi saldi nelle concitate fasi che hanno deciso il match

nella statica zonetta, Bocci mette un altro jump laterale, ma mercé le percentuali da marinaio ubriaco dei ragazzi di Bitetto, che sbagliano diversi tiri. L’inizio del terzo quarto è tutto di marca sorianese: gli ospiti si attardano evidentemente negli spogliatoi e i locali vanno in fuga emuli di Pantani sul Tour Male’: Bocci fa due volte cherry picking, come manco il Ceballos dei bei dì, Risoluti manda a segno il triplone con esultanza drazenpetroviciana inclusa,

mentre Tzouramanis, fin lì piuttosto cheto, si scatena con triple, penetrazioni svolazzanti (immaginate un greco irsuto di 90 kg abbondanti che segna in hesitation subendo fallo e piombando poi al suolo come un quattro di bastoni) e rimbalzoni nel traffico, conditi da traiettorie ardite che sarebbero piaciute al menestrello Battisti. Finisce con un donnesco 56-54, con i cardiopatici sugli spalti che finalmente possono staccare il defibrillatore.

CALCIO 3 CATEGORIA - Nel gruppo B resta al comando lo Sporting Bagnoregio

Pol. Cicram leader del girone A. Il gran momento dell’Onano Sport I

l punto dopo la dodicesima giornata di andata nei gironi A e B della Terza Categoria e zoom sulla scatenata compagine dell’Onano che nel gruppo B si è avvicinata alle battistrada che hanno entrambe pareggiato. Settimana da incorniciare per l’Onano Sport Calcio, per effetto delle vittorie di Arlena ed in casa con il Pool Viterbo, ben cinque punti “rosicchiati” alle battistrada, Sporting Bagnoregio e Bomarzo, fermate sul pareggio i primi dal Canino in casa ed i secondi a Sipicciano. L’Onano scende in campo con una formazione rimaneggiata, per effetto della squalifica di Ercoli L. e soprattutto per l’assenza di Simone Orsini che ad Arlena, in uno scontro di gioco, ha riportato la lesione del crociato del ginocchio sinistro, finendo anzitempo la propria stagione sportiva. L’approccio Onanese alla partita non è dei migliori, un po’ per effetto delle fatiche di mercoledì ed un po’ forse per una sbagliata

sottovalutazione del valore degli avversari, fatto sta che nel primo quarto d’ora l’Onano non riesce a dare alla propria manovra la solida fluidità, permettendo agli avversari di manovrare con relativa facilità e creare qualche bella occasione. Dopo il primo quarto d’ora, l’Onano comincia a prendere le giuste misure alla gara e comincia

a creare qualche bella azione da rete prima con Mancini Ivan, poi con Ottaviani A., sempre splendidamente lanciati a rete da Mancini Luigi. Al minuto 30, dopo una bella azione sviluppata sulla trequarti, Guidi Guido si ritrova da solo davanti al portiere in uscita, pallonetto e palla sulla traversa. Il primo tempo si conclude con la supremazia della

squadra di casa, che però non riesce a creare chiare occasioni da rete, anche grazie all’ordinata difesa dei viterbesi. Nella ripresa, grazie anche agli innesti di Castiello G. e soprattutto del capocannoniere Sforza L., partito dalla panchina per effetto di una non perfetta forma fisica, entra in campo un’altra squadra che comincia da subito a macinare gioco ed occasioni da gol a ripetizione ed al minuto 10 riesce a sbloccare il risultato con un gol realizzato dal centrale di difesa Sgrò N. I viterbesi non si demoralizzano e provano a giocare con più convinzione creando qualche grattacapo alla difesa Onanese che, grazie anche dal filtro realizzato a centrocampo da Frosoni D., riesce però a fermare tutte le occasioni lasciando agli ospiti solo la possibilità di qualche tiro da fuori. Al minuto 30 arriva il raddoppio, corner dalla destra, palla alta in mezzo all’area dove riesce a “svettare” su tutti Castiello G., alla seconda segnatura stagionale. A questo punto la partita scorre verso la fine

Testa 2012 quasi rasentante la perfezione calcistica” in chiave strettamente aquesiana. Crea molto ma purtroppo concretizza poco nel Campionato di Terza Categoria la Polisportiva Oratorio Madonna del Fiore (1-1 sul campo di Grotte Santo Stefano con rete di Antonio Neri). Il ritorno al Boario coinciderà per il team di Andrea Colonnelli con l’arrivo della “sorpresissima Onano Sport calcio” (2-0 casalingo alla Real Pool Viterbo). Calcio d’inizio Domenica 15 Gennaio alle ore 11.00. Nel Campionato Juniores la Vigor Acquapendente del Tecnico Luca Frelicca espugna per 2-0 il campo della Virtus calcio Bolsena (reti di Simone Lotti e Gabriele Bigerna). Sabato 14 Gennaio (calcio d’inizio ore 15.00) arriverà ad Acquapendente il Blera (pesante sconfitta interna per 3-0 con il Barco Murialdina nella prima uscita 2012). Affermazione esterna per la Torrese di Mister Alberto Tiberi (nel 3-1 inflitto alla A.C.D. Sporting Bagnoregio tripletta per Daniele Galli). E nel prossimo turno (calcio d’inizio Sabato 14 Gennaio alle ore 15.00) arriverà nella Frazione aquesiana il Pianeta Giustizia di Viterbo (sconfitto a domicilio per 2-0 dal Real Ischia senza particolari acuti da parte di nessuna delle compagini in campo, permettendo all’Onano di portare a casa la settima vittoria consecutiva stagionale che lancia i verde blu in maniera sempre più convinta verso la vetta della classifica. Pubblico delle migliori occasioni, ca. 150/200 spettatori. Dell’arbitraggio, forse, è meglio non parlare, dico solamente che la federazione dovrebbe porre maggiore attenzione agli arbitri che designa, perché prima di permettere a questi “ragazzini” di arbitrare, queste partite con una posta in palio pur sempre importante, dovrebbe essere sicura dell’effettivo valore degli stessi. La scalata alla vetta degli Onanesi passa ora attraverso due difficilissime partite, il derby, quello vero, con L’ OMDF, per la nota rivalità sportiva tra le due squadre e soprattutto l’impegno casalingo con il Bomarzo, che ci sarà tra quindici giorni. Solo alla fine di questa serie infernale, si potranno misurare effettivamente le ambizioni di vertice della squadra onanese.

di Castro). “Ranghi completi a livello di gare” dal prossimo fine settimana. Riprenderà da Miriano la rincorsa del Calcio a 5 Vigor verso la salvezza nel Campionato umbro di Serie C2. Per il team di Carlo Fioravanti avversario un Acli che dopo il pareggio casalingo per 4-4 con l’Ortana calcio è stato risucchiato nelle zone medio-basse della classifica. Calcio d’inizio alle ore 18.00 di Sabato 14 Gennaio. Ulteriore giornata di riposo per la Categoria Allievi Vigor Acquapendente del Tecnico Marco Pasquini. In attesa di ritornare in campo Domenica 22 contro il modesto Oratorio Grandori, occhio alle gesta di Montefiascone e Nuova Sorianese calcio principali avversarie per il titolo. In campo invece i Giovanissimi Alta Tuscia del Tecnico Angelo Pagliacci. Alle ore 10.30 di Domenica 15 Gennaio avversaria presso il “Vitali” la formazione del Real Vitorchiano 1971, sconfitta a domicilio per 4-0 dall’Ischia di Castro nell’ultima uscita 2011. Voglia di far bene, infine, per i Giovanissimi fascia B del Tecnico Carlo Casciani. Alle ore 17.00 di Sabato 14 prevista trasferta sul terreno di gioco di un Pinaoscarano 1949 sconfitto per 3-1 nell’ultima gara del 2011 sul terreno di gioco del Bassa Tuscia Gallese.

CLASSIFICA GIRONE A Ecco la classifica del girone A della Terza Categoria dopo gli incontri dello scorso fine settimana. Pol. Cicram 27; Virtus Corchiano 25; Oriolo 24; Barbarano Romano 22; Doc Gallese 21; Tarkna Tarquinia 20; Civita Castellana e S. Maria Assunta 27; Monte Romano 15; Castel S.Elia 13; Accordia Oriolo 11; Vicus Ronciglione, Civita Castellana Calcio Giovanile 7; Atletico Tarquinia 5; Oratorio Grandori 1. CLASSIFICA GIRONE B Sporting Bagnoregio 26; Bomarzo 25; Onano Sport 24; Virtus Acquapendente 20; Sipicciano e Lubrianese 16; Arlenese 14; Bolsena e Real Montefiascone 13; Oratorio Madonna del Fiore 11; Giglio Zepponami 10; Grotte Santo Stefano 9; Canino e Real Vitorchiano 8; Real Pool Viterbo 7.


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & Mercoledì 11 Gennaio 2012 AltoLazio

CALCIO - La compagine maremmana sta dimostrando di avere le carte in regola per il primato

Il presidente Morosini carica l’ottima Caninese

U

na società solida, in cui si respira un clima da buona famiglia. Ecco il segreto di una Caninese che sta viaggiando col vento in poppa e che dista solo due lunghezze dalla zona play off. Un cammino che rispetta le attese di inizio stagione come sottolinea il presidente Maurizio Morosini: “Stiamo confermando le attese. Domenica abbiamo vinto con pieno merito e per di più con diversi assenti. È stata una buona partita, sono pienamente soddisfatto anche se ci siamo mangiati qualche gol di troppo.”

Merito del lavoro societario e dell’allenatore: “Divido i meriti tra società, allenatore e giocatori. Siamo una famiglia unita che naviga unita nella stessa direzione.Al momento stiamo attraversando una buon momento, le gambe girano al ritmo giusto e ciò vuol dire che il lavoro settimanale è stato svolto nel migliore dei modi.” Girone d’andata chiuso bene, ci si può aspettare qualcosa in più nel ritorno? “Il girone d’andata si è chiuso con un bilancio positivo. Nella fase di ritorno mi aspetto di confermare il ritmo tenuto fin ora e magari

raccogliere qualche risultato importante.” Ci pensate alla classifica? “Al momento pensiamo a fare bene. Se a Maggio saremo in lizza per la corsa play off proveremo a cogliere questo straordinario obiettivo, ma ripeto, ora come ora dobbiamo pensare solo alla partita successiva senza pensare agli altri.” Qualche elogio in particolare? “Vorrei fare un plauso all’arbitro Pizzoli. Devo dire che sin d’ora è stato di gran lunga il migliore che abbiamo avuto. Veramente bravo e con la giusta autorità nel dirigere i momenti caldi.”

E tra i suoi? “Intanto faccio un grande in bocca al lupo a Marcoaldi che purtroppo ha chiuso la stagione in anticipo data la rottura dei legamenti. Voglio confermargli la mia stima e ribadire che è e farà parte sempre della nostra società. Tra i giocatori metto in cima alla lista il nostro portiere che credo sia il migliore del girone, dopo tutto ha parato ben cinque rigori. Si può dire che molti dei nostri punti passano anche attraverso le sue mani, come gli ultimi tre contro il Futbolclub. Speriamo che continui così fino alla fine e con lui il resto della squadra.” (L.C.)

CALCIO D Il punto tra i goleador del girone

A

rchiviata la diciottesima giornata di campionato è ora di bilanci per la serie D. diamo un occhio a quella che è la classi�ca capo cannonieri del girone E: 13 reti: Majella ( 11 Pierantonio- 1 Viterbese) 11 reti: Urbanelli ( Pontevecchio) 10 reti: Tranchitella ( Castel Rigone)- Gammaidoni ( Voluntas Spoleto)- Nieto ( Pianese) 9 reti: Gesuele ( Sporting Terni)- Marinelli ( Group Città di Castello)-Carlini ( Zagarolo) 8 reti: Alessandro ( Sporting Terni)- Altiero ( Orvietana)Caligiuri ( Orvietana) 7 reti: Gorini ( Sansepolcro)- Scardini ( Flaminia Civitastellana)- Raso ( Atletico Arezzo)- Martinez ( Atletico Arezzo) 6 reti: Capodaglio ( Flaminia Civitacastellana)- Montagnoli ( Pianese)- Morini ( Viterbese)- Magnani ( Pontedera)- Arrighini ( Pontedera) 5 reti: Luciani ( Flaminia

Majella e Capodaglio

Majella resta in vetta tra i bomber

Ripresi gli allenamenti di Viterbese e Flaminia in vista dei match di domenica Civitacastellana)- Bartoccini ( Deruta)- Pero Nullo ( Voluntas Spoleto)- Mancini ( Trestina)Cissé ( Atletico Arezzo)- Martinetti ( Pontevecchio) 4 reti: Bagnato ( Sporting Terni)- Rebuchini ( Atletico Arezzo)- Giomarelli ( Piane-

se)- Carfora ( Pontedera)- Vegnaduzzo ( Viterbese)- Regoli ( Pontedera)- Capacci ( Sansovino) 3 reti: Sabatino ( Viterbese)Federici ( Viterbese) 2 reti: Sanguinetti ( Flaminia Civitacastellana)- Cini (

Flaminia Civitacastellana) 1 rete: Zagarella ( Viterbese)- Testa ( Viterbese)- Manini ( Viterbese)- Aquino ( Viterbese)- Bartolini ( Viterbese)- Mereu ( Viterbese)- Di Marco ( Viterbese)- Vanacore ( Viterbese)- Taverna ( Flaminia

Civitacastellana)- Piva ( Flaminia Civitacastellana)- Buono ( Flaminia Civitacastellana) Dalla classi�ca si può evincere come la Viterbese trovi il gol con diversi giocatori, anche se ultimamente l’innesto di Vegnaduzzo insieme a Majella

sta dando una �sionomia ben chiara al reparto offensivo. La Flaminia Civitastellana invece, numeri alla mano, fa buon gioco delle sue punte, servirebbe tuttavia valorizzare maggiormente gli inserimenti dei centrocampisti.

iL

ECCELLENZA- Nei recuperi successi per Pisoniano e Rieti dopo la finale di Coppa

Dai “nostri” si attende qualche gol in più Al comandoToscano dell’Ostia con il forte Metta e Marcheggiani

E

cco, al seguito della diciottesima giornata, ricordando che Cecchina-Rieti e Tor Sapienza-Pisoniano non sono state disputate causa rinvio per l’impegno di Rieti-Pisoniano di �nale di Coppa Italia terminata con il successo del Rieti per 2-1 in rimonta, la classi�ca marcatori del torneo: 10 reti: Gianluca Toscano ( A.S. Ostia Mare)- Gianluca Metta ( A.S. Ostia Mare)- Francesco Marcheggiani ( Rieti) 9 reti: Alessandro Spaziani

(A.S.D. Sporting Rela Pomezia)Riccardo Guidi ( A.S.D. Tor Sapienza) 8 reti: Ivo Bez ( A.S.D. Albalonga)- Ciro Di Fiandra ( Pol.D. Cecchina Al.Pa.)- Manuel Cavallari ( F.C. Rieti)- Daniele Meloni ( A.S.D. Villanova Calcio)- Yuri Fazi ( A.S.D. Pisoniano), Dario Spirito ( A.S.D. Corneto Tarquinia) 6 reti: Mattia Grimaldi ( Monte�ascone)- Stefano Maestà ( Real Monterosi) 4 reti: Gravina ( Corneto Tar-

quinia) 3 reti: Poggi ( Corneto Tarquinia)- Vittori ( Monte�ascone)- Di Ludovico ( Real Monterosi) 2 reti: Tamalio ( Corneto Tarquinia)- De Paolis ( Monte�ascone)- Sera�ni ( Monte�ascone)Cesarini ( Monte�ascone) 1 rete: Bordo ( Corneto Tarquinia)- Panunzi ( Corneto Tarquinia)- Martelli ( Corneto Tarquinia)- Franchitti ( Real Monterosi)- Marrocco ( Real Monterosi)- Ceglie ( Real Monterosi)- Bufalini ( Real Monterosi)Pini ( Real Monterosi)- Piergentili ( Real Monterosi)- Borniggia ( Real Monterosi)- Merelli ( Real Monterosi)- Cappetti ( Monte�ascone)Buoncompagni ( Monte�ascone)

Un dato complessivo che mostra come le nostre portabandiera si af�dino molto al lavoro collettivo. Mancano le forti individualità che possono determinare gli incontri da soli, ma dopo tutto se si segna in tanti non ci si può certo lamentare. Se di necessità bisogna far virtù, viene da se chiedere a Corneto Tarquinia- Monte�ascone e Real Monterosi di af�nare la mira sottoporta e di chiedere l’ultimo sforzo ai propri gioielli per migliorare la classi�ca anche sotto questo punto di vista. Un compito non certo facile per gli allenatori, anche perchè il campo non sempre rispecchia il lavoro svolto in settimana. La salvezza è un traguardo possibile anche se molto passa dalla capacità realizzativa in campo, coadiuvata da una difesa solida. RECUPERI DI ECCELLENZA Capitolo recupero campionato Eccellenza. Le due �naliste di Coppa Italia hanno entrambe vinto nel recupero della diciottesima giornata. Il Rieti, fresco vincitore della Coppa, ha in-

dossato i panni del corsaro in quel di Cecchina imponendosi per 1-2 con marcature di Monaco su calcio di rigore e Tagliabue. Nell’altro recupero il Pisoniano torna a dettar legge con un perentorio 0-3 contro il Tor Sapienza con reti di Roversi,

Fazi e Ranieri. Il Pisoniano quindi dopo, la delusione in �nale col Rieti, torna in vetta alla classi�ca portandosi a quota 40, uno in più della giustiziera del Monte�ascone Ostia Mare. (L.C.)


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

21

SPORT

Mercoledì 11 Gennaio 2012

CALCIO E C/5

L’emozione del 51enne Fazioli (Vasanello) in campo

Il successo della Virtus Acquapendente sul Bolsena e tutto il resoconto del campionato amatori del Centro Sportivo Italiano

N

ews e approfondimenti dal nostro calcio e calcio a cinque.

IL RITORNO IN CAMPO DEL 51ENNE FAZIOLI Probabilmente non avrà creduto ai suoi occhi chi domenica scorsa era a Vasanello ad assistere alla gara valevole per il campionato di Prima Categoria tra i padroni di casa e il Tuscania. Nell’undici schierato da mister Libriani infatti c’era un nuovo arrivato, un acquisto dell’ultimo minuto. Un nuovo giocatore che risponde al nome di Mario Fa-

zioli, centrocampista classe 1960. No, non ci siamo sbagliati. Nell’ultima gara disputata sul terreno di gioco del “Filesi-Pieri-Minella” è tornato infatti a giocare uno dei più forti talenti (nonostante per scelta personale non abbia avuto una vera carriera ndr) che la provincia viterbese abbia cresciuto. Un giocatore vecchio stampo, capace di trattare la palla come pochi e dotato di un tiro micidiale e potentissimo. Un giocatore che a suo tempo, dopo aver fatto tutta la tra�la delle giovanili della Ternana, decise, come ribadiamo per scelta personale, di dire no al Milan per rimanere nella sua terra. Oggi, a 51 anni e qualche mese, e a 15 anni di distanza dall’ultima gara uf�ciale disputata, il forte ed ancora in forma centrocampista vasanellese ha deciso di rimettere gli scarpini e di tornare in campo per dare una mano alla squadra del suo paese, in piena lotta per cercare di evitare la retrocessione. Condizione �sica più che accettabile, senso tattico eccellente e piedi che non hanno mai dimenticato come si tratta la palla, ecco riassunta la prima uscita che ha strappato gli applausi del pubblico presente nonostante alla �ne il Vasanello sia stato costretto al pari dagli ospiti. Ultima nota di colore, nelle �la del bianco-blu

gioca anche il ‘talentuoso’ Marco Fazioli, �glio del citato calciatore. CALCIO TERZA CATEGORIA IL SUCCESSO DELLA V. ACQUAPENDENTE Testa 2012 strameritatamente vincente” per la Virtus Acquapendente contro un Bolsena Asd che mostra solo nel quarto d’ora la propria potenzialità. V. ACQUAPENDENTE 3 ASD BOLSENA 2 Virtus Acquapendente: Dionisi, Rocchi, Boggi, Giacomo Marziali, Federico Galli, Ronca, Camilli, Filippo Galli, Piazzai,

Crisanti, Eugeni, Pelosi, Paolo Marziali, Sauro Pasquini, Piazzai, Ceppari, Lombardelli. All: Paci�ci Asd Bolsena: Corazzini, Marco Pasquini, Puri, Frigeri, Lolli, Prosperini, Casciani, Ferlicca, Marianello, Capretto, Simulete, Briscia, Reggi, Dottarelli, Bordini. All: Tomassi Arbitro: Lo Iacono di Civitavecchia Marcatori: 1’ Federico Galli, 21’ Piazzai, 27’ Eugeni, 85’ Simulete, 93’ Bordini “Testa 2012 strameritatamente vincente” per la Virtus Acquapendente contro un Bolsena Asd che mostra solo nel quarto d’ora la propria potenzialità. 80 minuti irrisoriamente semplici per gli aquesiani, che su un campo appesantito dalla gelata notturna mettono subito in mostra le doti di Boggi. Al minuto 11 la rete sbloccagara: punizione di Crisanti e testata vincente di Federico Galli. Dieci minuti dopo sontuoso eurogoal di Piazzai dalla distanza. Il tris di Eugeni arriva al minuto 27 (inutili le proteste lacuali per una presunta posizione di fuorigioco). Ottimo intervento al 31° di Corazzini ancora su tiro di Eugeni. Ed undici minuti dopo quello di piede di Dionisi su Simulete. Il tiro di Eugeni fuori di poco su

Nel calcio a cinque ottimo momento della Cascina Orte che batte l’Ariccia cross di Crisanti, il bel colpo di testa di Federico Galli e la conclusione di Sauro Pasquini su assist di Eugeni, confermano nella ripresa l’indiscutibile superiorità dei locali. Che il �nale tutto cuore degli ospiti non può scal�re nella propria integrità. Arrivano le reti di Simulete e Bordini e le belle giocate di Dottarelli, Marianelli e Capretto. Belle ma purtroppo tardive. Per gli aquesiani prevista ora trasferta sul campo della Lubrianese uscita con le ossa rotte dalla trasferta di Arlena (scon�tta per 3-0). Calcio d’inizio previsto per le ore 14.30 di Sabato 14 Gennaio. CALCIO A 5 BELLA RIPRESA DELLA CASCINA ORTE Vittoria da infarto per La Cascina Orte di mister Simone Pierini che al “PalaDiVittorio” di Terni piega 5-3 la Carli Sport Ariccia grazie ad una fantastica rimonta nella parte �nale del match. Proprio così perchè gli ortani a 7’ dalla �ne erano sotto 3-1 e sembravano avviati verso una amara scon�tta poi la reazione di carattere, il pari a 3 dalla �ne ed il sorpasso nell’ultimo minuto quando la squadra giocava anche in inferiorità numerica a causa del rosso rimediato da De Angelis. Un espulsione che avrebbe potuto affossare i viterbesi freschi di pareggio ma che invece ha prodotto l’effetto contrario andando a quintuplicare le energie dei ragazzi in campo con Carpinelli e Costantini ‘muri invalicabile’, Moreno Diaz imprendibile e Manzali ancora una volta decisivo. Tre punti, quelli conquistati, pesanti anche a livello di classi�ca visto che, in virtù dei risultati delle altre, Unfer e compagni hanno allungato in modo prepotente sulle retrocesse dirette (ora a -8 ndr) rimanendo inoltre in scia all’Elmass e all’Acquedotto, formazioni quest’ultima che al momento occupa la prima posizione utile per la salvezza diretta. Tornando

alla s�da giocata, dopo una partenza ottima ma con troppi errori sottoposta degli ortani, a passare in vantaggio erano i romani con Borsato bravo ad appro�ttare di una corta respinta di Carpinelli. La Cascina non ci stava però e reagiva in modo veemente non riuscendo però, anche per le parate di Vailati, a trovare il pari nella prima frazione. Pareggio che arrivava ad inizio ripresa con lo spagnolo Moreno Diaz che sul secondo palo trovava la deviazione vincente. L’equilibrio tiene �no a metà ripresa nonostante entrambe le due squadre si rendano pericolose più volte. Poi al 9’ Carpinelli prova un rilancio veloce, gli ospiti però intercettano e con Angiletta si portano sul 2-1. Vantaggio che aumenta ancora 1’ dopo grazie a Richartz che sfrutta nel migliore dei modi un errore in fase di impostazione dei ortani. Nonostante il passivo l’Orte non ci sta e si butta nuovamente In avanti trovando a 5’ dalla �ne il 3-2 con Moreno Diaz e a 3’40” il pari con Manzali. Neanche il tempo di pensare a vincere che De Angelis lascia i suoi in 4. La Carli ci prova, La cascina si difende a denti stretti ma ad 1’ dal

termine sfrutta un grave errore difensivo degli ospiti e passa in vantaggio ancora con Moreno Diaz. Gli ultimi secondi sono da brivido, romani avanti a testa bassa e biancazzurri a difesa della vittoria. successo messo al sicuro a 35’m dalla �ne quando Manzali ruba palla, si fa tutto il campo, salta il portiere e deposita nella porta vuota facendo esplodere il palazzetto. CALCIO AMATORI DEL CENTRO SPORTIVO ITALIANO Ecco quanto avvenuto nelle gare della decima giornata di andata del campionato amatori di calcio del Centro Sportivo Italiano. GIRONE A Prosegue a punteggio pieno la sua marcia il fortissimo team dell’Asa Allumiere che ha vinto per 2-1 il big match in trasferta contro il S.Agostino Aurelia. Negli altri confronti: A. Bracciano-Blera 2-4; Voglia di Calcio Tarquinia-Vejanese 3-1; Fc Oriolo-Real Tarquinia 3-1; Trevignano-Tolfa 1-0; Mondo Nuovo-Fc

Bracciano 2-7. Classi�ca: Asa Allumiere 27; S.Agostino Aurelia 22; Fc Bracciano 21; A. Trevignano 19; A. Tolfa 17; Fc Oriolo 12; Vejanese 10; Voglia di Calcio Tarquinia e Blera 8; Real Tarquinia 5; Mondo Nuovo 3; A. Bracciano 1 GIRONE B Qui conserva il primato il team del Vetralla 1928 che ha vinto in casa per 3-0 contro l’Atletico Vallerano. Negli altri confronti: Vignanello-Stella Azzurra 2-2; Pol. Sevas-Calcio Sutri 1-1; Bassano Romano-Atletico Viterbo 0-0; A. Capranica-Deportivo Civitonico 2-0; Atletico Falisco-Sassacci 2-2. Classi�ca - In vetta il Vetralla con 25 punti, a seguire: Bassano Romano 19; Atletico Viterbo 17; Vignanello, Atletico Falisco, Deportivo Civitonico e Calcio Sutri 13; Stella Azzurra 11; Amatori Capranica 10; Atletico Vallerano 9; Sevas e Sassacci 4. GIRONE C Prosegue il duello tra Aurora Viterbo e Fulgur Tuscania. La prima ha battuto in casa per 2-1 nel derby la Nuova San Faustino, per il Tuscania vittoria per 3-0 nel derby contro il Piansano. Nelle altre gare V. Marta-N. Pescia Romana 1-2; Etrusca-Valentano 0-2; Sporting Bagnoregio-Torrese 1-3; Pianeta Giustizia ViterboIschia di Castro 0-2. Classi�ca - Aurora Viterbo e F. Tuscania 22; Pianeta Giustizia e Valentano 19; Real Ischia di Castro 13; Nuova Pescia Romana 12; Virtus Marta 11; Torrese, Nuova San Faustino e Asd Etrusca 10; Aurora Piansano 7; Sporting Bagnoregio 1. NELLE FOTO In alto l’esperto Fazioli costretto a scendere in campo domenica con il suo Vasanello all’età di 51 anni. A sinistra il tecnico della Cascina Orte Calcio a Cinque mister Pierini. Qua sotto il team dell’Atletico Falisco del campionato amatori Csi


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & Mercoledì 11 Gennaio 2012 AltoLazio

L’EVENTO

Libertas Pilastro, un galà con i fiocchi Tutto esaurito presso il Centro Sportivo Parrocchiale del Sacro Cuore in un clima gioioso

P

ubblico delle grandi occasioni venerdì 6 gennaio per il Galà del Pattinaggio presso il Centro Sportivo Parrocchiale Sacro Cuore, che era gremito in ogni angolo, sono state due ore di spettacolo ove si sono esibiti tutti i ragazzi della Libertas Pilastro e graditi ospiti. Il bon ritmo delle esecuzioni ha tenuto sempre desta l’attenzione del pubblico, che ha partecipato calorosamente applaudendo i vari esercizi che i ragazzi, negli splendidi costumi hanno presentato, dai più piccoli emozionatissimi, ai più grandi, e che hanno interpretato le favole e �lm d’animazione con molta grinta tutti i numeri molto spettacolari, con le ottime coreogra�e ideate dagli istruttori. Come sempre brava e perfetta Martina Tosini, molto apprezzata anche l’esibizione della coppia artistico di nuova formazione, con l’atleta di casa Federica Vico e Andrea Laurenzi dello S.C. Anguillara, spettacolo nello spettacolo le esibizioni di Anna Remondi-

ni e Alessandro Spigai sia in singolo che in coppia, inoltre Francesco e Livia Sof� due ex atleti, dopo tanti anni, hanno voluto essere presenti con una simpatica esibizione dei loro ricordi. Molto bravi i presentatori Luisa Stella e Alessandro Colecchi che hanno condotto il Galà con molta professionalità. Non poteva mancare la Befana che ha distribuito a tutti i bambini la calza, a seguire la grande torta e spumante per festeggiare i 20 anni della Libertas Pilastro ’92 team pattinaggio. Erano presenti alla manifestazione il consigliere comunale Luigi Maria Buzzi, Roberto Paci�ci e Raffaele Berretta del Centro Sportivo Provinciale Libertas e il dott. Luigi Celestini Dirigente sportivo della Provincia. Uno spettacolo che avrebbe meritato senz’altro un Palazzetto dello Sport. Per informazioni, comunicati, notizie, curiosità e foto www.libertaspilastro.it o facebook Libertas Pilastro Pattinaggio.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 4 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

23

FOTO RICORDO

E la grande festa continua.... Le altre bellissime immagini del Galà della Libertas Pilastro Pattinaggio


L'Opinione di Viterbo - 11 Gennaio 2012  

L'Opinione di Viterbo - 11 Gennaio 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you