Page 1

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Anno III N. 7 - Euro 1,00 �����������������������

Politica

Attualità

Teatro dell’Unione, ovvero la storia di un appalto infinito Servizio

MARTEDÌ 10 GENNAIO 2012 ���������������������

Duomo di Viterbo

Festeggiati i trent’anni del Ceis con gli Happy Day Gospel Singers

La Tuscia ospiterà la Borsa del Turismo

di Viviana Tartaglini

Servizio

pagina 5

a pagina 17

a pagina 7

Il famoso ex giocatore di basket sposato a Viterbo dopo la separazione non ha più pagato gli alimenti e si è ripreso casa

Larry Middleton “sfratta” la ex moglie MONTALTO

I membri dell’associazione dei sofferenti psichici non demordono

Aspettiamo ancora Renata Polverini

Forti polemiche sul museo di S.Sisto

Non bastava stare all’addiaccio e protestare in piazza ai membri dell’associazione dei malati psichici che chiedono da giorni un incontro con il Governatore del Lazio Renata Polverini. Ieri, dopo i tagli alla sanità che li ha spinti in piazza del Comune è arrivato anche il “taglio” dell’albero di natale che era diventato anche il loro simbolo, il loro ritrovo. Implacabile la ditta incaricata dal Comune gli ha tolto una compagnia ma non per questo demorderanno.

di Giovanni Corona a pagina 10

SUTRI

Crisi in Comune incontro Pdl-Udc Servizio

di Viviana Tartaglini

a pagina 15

VETRALLA

Il segretario Pd “rimanda” la Giunta di Emanuele Faraglia a pagina 14

a pagina 4

RONCIGLIONE Il centrosinistra guarda alle elezioni

Bassano Romano Educare i giovani al rispetto e legalità

Servizio a pagina 5

Servizio a pagina 5

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Per Viterbese e Flaminia occasioni perse Servizio a pagina 20

Basket La Belli Cgt domina anche a Rieti Servizio a pagina 19

Calcio Il punto sui campionati dilettantistici Servizi a pagina 21-23

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Domattina, intorno alle 11, l’uf�ciale giudiziario del Tribunale di Viterbo darà seguito allo sfratto chiesto ed ottenuto dall’ex stella “viterbese” del basket italiano Larry Middleton. Era sposato con una viterbese, Rosetta Giannetti. Dopo l’amore la seprazione e le liti in Tribunale. Nonostante due sentenze di due diversi tribunali l’americano non ha mai versato l’assegno di mantenimento. A nulla sono valse le richieste, le istanze e le denunce presentate dalla ex moglie. Una storia da leggere tutta d’un �ato per capire se e chi ha ragione. Soprattutto da capire il meccanismo della giustizia viterbese che, ancora una volta, appare ricca di contraddizioni. Non perdetevi la storia perché è solo l’inizio. Servizio a pagina 3


ISTAT_MOB_SP_PROFCALCIO_N.indd 1

19/10/11 16:27


cronaca

& Martedì 10 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

3

Finisce in “rissa” la separazione tra l’ex campione del basket Larry Middleton e la moglie viterbese Rosetta

Quando l’amore finisce sul ferro D

omattina, intorno alle 11, l’uf�ciale giudiziario incaricato dal Tribunale Civile di Viterbo, Cristina Viali, sgombrerà un appartamento nel cuore di San Pellegrino occupato da Rosetta Giannetti e da sua madre (83enne ed invalida al 100%). In questi tempi notizie del genere sono frequenti e spesso a chiedere lo sfratto sono proprietari che non vengono pagati o banche che hanno espropriato immobili prima pignorati. La storia di Rosetta però è molto diversa. Lei, viterbese, conosce, si innamora e sposa un campione dello sport. Un campione vero, del basket, americano. Larry Middleton. Una carriera imponente, importante, invidiabile e ricca di soddisfazioni personali. Il giocatore di colore ha girato l’Italia militando in squadre famose, blasonate, come Pesaro, Rimini e Siena per poi �nire ad Avellino dove conoscerà anche uno stop perché trovato positivo al doping (non sappiamo come �nì poi la storia). Lei, Rosetta, diversi anni al suo �anco in giro per l’Italia. Più grande di lui e lui follemente innamorato di lei. Un tenore di vita sicuramente sopra la media in un periodo d’oro per il basket dove gli ingaggi non scherzavano, anzi! Larry Middleton ama Viterbo. Acquista una casa nel cuore di San Pellegrino. Un palazzetto di due piani. Lo dona alla sua donna. Un mutuo per fare i lavori e le migliorie per rimetterlo in sesto. Poi, nel 2005, quell’amore �nì e lo loro strade si separarono. Inizia, come in quasi tutte le separazioni, un lungo braccio di

ferro tra i due. Nel frattempo l’americano si era trasferito in pianta stabile ad Avellino dove conobbe un’altra donna dalla quale ha avuto diversi �gli. Rosetta, invece, rimane da sola a Viterbo. Chiede al Tribunale di

com-

petenza un assegno mensile di mantenimento di 8mila euro. Il Tribunale accolse in parte quella richiesta e le vennero riconosciuti solo 2mila perché, comunque, aveva usufruito e godeva di un bene da lui donato e cioè la casa di San Pellegrino. Passano i primi mesi ma i soldi stabiliti dal tribunale di Avellino non arrivavano. L’avvocato di Rosetta, Anna Camilli, su esplicita richiesta

della

cliente, sporge denuncia contro l’ex marito perché non pagava gli alimenti. Lui, per tutta risposta, ricorreva al Tribunale di Napoli perché quelle 2mila euro non poteva pagarle e soprattutto perché lei, a differenza di lui, godeva di un bene importante quale la casa. Il Tribunale di Napoli accolse le istanze del giocatore e ridusse ulteriormente quell’assegno portandolo a 900 euro mensili. Da quel momento ad oggi ancora niente. Cioè nessun assegno è stato mai versato a Rosetta che, confidando nella giustizia, ha continuato a sporgere denunce penali contro l’ex marito che non rispettava le condizioni dettate dai giudici. Non solo: nel frattempo la donna iniziò a sporgere denun-

ce più mirate come l’indebito arricchimento per i 120 mila euro mai versati nel corso degli anni e perché il mutuo che avrebbe dovuto pagare lui della casa data in donazione, aveva �nito di saldarlo lei con annessi e connessi per ulteriori 115mila euro. Va ricordato che tutte le istanze promosse dalla donna per avere giustizia in tempi rapidi ancora non hanno avuto luogo mentre invece il campione del basket, evidentemente ben assistito dall’avvocato Ietti di Avellino (non avrà mica a che fare o legami di parentela con l’ex presidente della Corte Suprema di Cassazione per oltre 40 anni a Roma?) è andato oltre l’immaginario. Infatti, mentre i tribunali ancora non hanno deciso chi deve pagare e quanto, il colored Larry Middleton si recava dal notaio per revocare la donazione fatta a suo tempo alla moglie Rosetta e girarla ai suoi �gli nati dalla nuova relazione. Cambiati i nomi della donazione e chiedere lo sfratto per la ex moglie, è stato praticamente un tutt’uno. Il Tribunale di Viterbo, respingendo tutte le eccezioni e i ricorsi promossi dalla donna ha accolto le richieste dell’uomo e stabilito che domani, alle 11 in punto, dovrà farsi trovare fuori dalla porta insieme alla mamma 83enne invalida al 100% pronta a traslocare armi e bagagli lasciando libero l’immobile (hanno comunque garantito la presenza di una autoambulanza per muovere in sicurezza la nonnina). Tutto questo sta avvenendo, paradossalmente, quando ancora il Tribunale Civile di Viterbo non ha deciso cosa fare delle denunce per appropriazione indebita, risarcimento dei danni, minacce

e chi più ne ha ne metta promosse da una donna che, a torto o ragione, da quando si è separata, forte di due sentenze emesse da Avellino e Napoli, non ha mai avuto l’assegno di mantenimento subendo, altro non viene da pensare, un danno economico e morale.

Tutto questo mentre a pochi chilometri di distanza, uno sfratto esecutivo, legittimo e legittimato da anni a Viterbo nessuno riesce ad eseguire. Parliamo del centro termale Pianeta Benessere. Misteri della vita o misteri della Giustizia? Paolo Gianlorenzo

La carriera di Larry

F

isico tonico, gambe potenti e occhi sorridenti, Larry Middleton nasce il 20 luglio 1965 a Canton nello stato dell’Ohio negli Stati Uniti. Inizia a giocare seriamente a basket tra il 1983 e il 1985, negli anni del College e dell’università, prima al Los Angeles Valley Junior e poi alla Clemenson University. Nel 1887 viene selezionato nella Cba Draft dai Savannha Spirtis. Ma lascia il professionismo americano per approdare in Italia dove avrà una lunghissima carriera nel ruolo di guardia. Nel 1989 è alla Stefanel Trieste: nella prima delle tre stagioni segna 586 punti portando la squadra triestina nella massima serie. Poi la Marr Rimini. Nel 1994 gioca nella Illycaffè Trieste. Nella stagione ’95 si traferisce in Francia dove è un giocatore della squadra Limoges. Dal 1997 il lungo periodo in Toscana. Gioca nella Fontanafredda Siena prima e Ducato Siena �no al 2000. Arriva alla Scovolini Pesaro dove rimane sino al 2002, ma a �ne campionato passa alla Air Avellino, squadra con cui darà l’addio alla serie A, alla bellezza di 37 anni, nel 2005. Ed è qui, all’inizio del campionato del 2002/2003, che sulla sua formidabile storia agonistica si posa la prima e unica macchia: ai controlli antidoping effettuati dopo una partita, Middleton risulta positivo.

Il campione aveva assunto della cannabis. In serie A ha segnato la bellezza di 8.920 punti, con una media di quasi 20 a partita. E’ stato in campo 15.423 minuti, ovvero quasi 11 giorni �lati di permanenza sul parquet, 24 ore su 24 e senza un attimo di pausa. La sua carriera non è �nita dopo il ritiro del 2006. Larry giocherà ancora in formazioni delle categorie minori. E’ stato Team Manager dell’AIR Scandone Avellino�no al giugno 2009. Attualmente è supervisore della squadra femminile di Avellino ACSI Basket ‘90.


cronaca

4

Viterbo & AltoLazio

Martedì 10 Gennaio 2012

PROTESTA - L’associazione dei sofferenti psichici ancora in piazza. Privati anche dell’albero natalizio, non demordono

Afesopsit, ancora attesa la Polverini di VIVIANA TARTAGLINI

L

a befana non ha portato regali ai manifestanti dell’ Associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici della Tuscia”.che sono in Piazza del Plebiscito ormai da una settimana. La loro protesta al momento non è stata ancora ascoltata. Nulla si muove, nonostante ieri si attendessero risposte da parte delle autorità più volte sollecitate a risolvere il grave problemi dei tagli alla sanità che coinvolge i pazienti affetti da disagi mentali e le loro famiglie. Sono proprio le associazioni genitori che stanno manifestando ininterrottamente al freddo di Piazza del Comune che ad oggi, sembra ancora più gelida e desolante. Infatti, il conforto e il calore che poteva dare la presenza dell’abete natalizio tutto illuminato adesso non c’è più. I “solerti” operai della Daniel Plants hanno provveduto a tagliarlo via e con esso hanno tagliato via una visibilità che invece faceva gran comodo alla causa di queste persone che da giorni mangiano, dormono, si danno il cambio cercando solidarietà nella popolazione nella speranza di risolvere un problema così grande. Il Presidente dell’Associazione Genitori Vito Ferrante ci ha spiegato che da parte delle autorità investite del problema non c’è ancora stato un concreto e sensibile interessamento. La Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini è stata invitata personalmente sul luogo del presidio per poter prendere contatto diretto con il problema. Probabilmente impegnata in altre faccende durante le festività non ha ancora dato cenni di risposta. L’unica indicazione dalla

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Vice-Capo Redattore Emanuele Faraglia Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

Regione per essere ascoltati è stata la richiesta di un documento nel quale venissero espresse istanze e proposte formulate dall’associazione. Il documento è stato debitamente preparato con chiare proposte e necessità, argomentato secondo le esigenze del territorio. In sintesi l’associazione chiede un rinforzo del personale medico e infermieristico che negli anni ha subìto una drastica riduzione ed un aiuto concreto alle strutture nei vari presidi provinciali, oltre alla richiesta �nale di una rapida chiusura degli O.P.G. (Ospedali Psichiatrici Giudiziari) che in Italia tuttora ospitano, in condizioni disumane, circa 1570 persone. Il documento è stato inviato l’8 gennaio e la Regione a tutt’oggi non ha dato risposte. A livello locale, Ferrante è stato ricevuto dalla Dottoressa Marina Cerimele Direttore Sanitario della Ausl di Viterbo con cui ha avuto un incontro di circa un’ora durante il quale ha mostrato e promesso un serio interessamento alla questione. Anche Marcello Meroi, presidente della Provincia sensibilizzato al problema, ha inviato una nota alla presidente Polverini nella quale sollecita la possibilità e l’importanza di un incontro con i rappresentanti dell’Associazione e i familiari dei malati. “Senza entrare nel merito delle proposte avanzate, ritengo sia opportuna l’apertura di una discussione costruttiva, per trovare una forma di collaborazione utile a superare i disagi e le dif�coltà che i sofferenti e i loro parenti incontrano nelle loro attività quotidiane. Con la presente sono quindi a chiederLe la disponibilità di ricevere, appena Le sarà possibile, il presidente Ferrante ed una delegazione dei familiari degli assistiti, per dare loro la possibilità di illustrarLe personalmente le loro esigenze” Le parole di Meroi rappresentano in pieno l’opinione comune di chiunque apra la propria sensibilità alle sofferenze che i malati e le loro famiglie stanno affrontando a seguito dei tagli alle forme di assistenza. Ci auguriamo che la stessa sensibilità dimostri Renata Polverini.

Intensa attività dei Vigili del Fuoco

G

iornata impegnativa per i vigili del fuoco che domenica sono dovuti intervenire diverse volte. In via Sant’Andrea, nel quartiere Pianoscarano a Viterbo, un 30enne ha rischiato di incendiare il suo appartamento. Una coperta è andata a fuoco, probabilmente perché vicina ad una fonte di calore, e l’abitazione si è riempita di fumo. L’uomo è stato trasportato al Belcolle dagli uomini del 118 per una lieve intossicazione. Nel pomeriggio invece, i pompieri hanno domato, prima l’incendio di due cassonetti dell’immondizia a Civita Castellana, e poi quello di una vettura sull’autostrada A1, al km 505, nel territorio di Magliano Sabina.

Notizie flash dalla provincia - Notizie flash dalla provincia Uomo trovato impiccato a Faleria Si è impiccato nel garage della propria abitazione nel centro storico di Faleria. Il fatto è avvenuto domenica 8 gennaio. Si tratta di un 49enne del luogo. A scoprire il cadavere la madre dell’uomo che lavorava nel campo edile. Per uccidersi ha utilizzato una corda che si è legato intorno al collo dopo averla agganciata ad un trave. I soccorsi non hanno potuto fare niente. I carabinieri ora stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’avvenimento. Nella cittadina è forte lo sgomento tra gli abitanti che si interrogano sulle cause del suicidio. Tra queste potrebbero esserci problemi di na-

Tredicenne scappato di casa viene ritrovato a Barletta

E

ra scappato di casa sabato 7 gennaio ed è stato trovato domenica 8 a Barletta. Si tratta di un 13enne viterbese che con la scusa di passare una giornata da un suo compagno di scuola si è fatto 500 km di treno per arrivare nella cittadina pugliese all’insaputa dei genitori. I carabinieri di Viterbo, coordinati dal luogotenente Iannaccone, con l’ausilio dei colleghi del Norm di Barletta dopo una notte di ricerche sono riusciti a rintracciarlo e riaf�larlo alla famiglia. A dare l’allarme il padre e la madre del 13enne nella notte di sabato 7. Dopo aver scoperto che il ragazzo non era andato dal proprio coetaneo e che da diverse ore era irraggiungibile al cellulare i due si sono rivolti ai militari. Sono state diramate le ricerche a tutti i comandi della provincia. In poche ore i carabinieri, grazie anche ai fratelli del 13enne, accedendo al suo computer personale, hanno ricostruito tutti i contatti

che lo stesso aveva avuto negli ultimi giorni con alcuni suoi coetanei sui vari social network della rete. Dopo aver scartato l’ipotesi che il ragazzo si potesse trovare a Perugia, dove risiede una sua cara amica, i carabinieri hanno notato che il giorno precedente era stata aperta una pagina web con le informazioni sugli orari dei treni che collegano Viterbo con Barletta. Su un noto social network, inoltre, i militari hanno veri�cato che il 13enne aveva stretto da poco un’amicizia virtuale con una ragazza residente proprio nella città pugliese e con buone probabilità hanno dedotto che il minorenne fosse scappato di casa per raggiungerla. Dopo aver trasmesso una sua fotogra�a ai colleghi di Barletta, domenica 8 gennaio alle 9,30, il ragazzino è stato rintracciato nei pressi della stazione ferroviaria ed accompagnato in caserma, dove nel primo pomeriggio è stato consegnato alla propria famiglia.

tura economica e la mancata concessione di un mutuo che avrebbe permesso al 49enne di mettere in ordine le sue �nanze. In casa non è stata trovata nessuna lettera che potesse far luce sul motivo del gesto. *** Civita Castellana, imbrattato il comune Sabato notte qualcuno ha imbrattato la facciata del Comune di Civita Castellana. La scritta “boia infami” è stata scoperta domenica mattina. Un atto deplorevole che testimonia quanto il livello di agitazione sociale sia diventato alto. Una manifestazione di odio politico che è la cifra di come la �ducia nelle istituzioni stia crollando. Immediato

Chiarezza sull’incidente che coinvolse ciclista

l’intervento di polizia locale e carabinieri, giunti sul posto per effettuare i rilievi del caso. Le scritte sono state fotografate dalle forze dell’ordine e in pochissimo tempo saranno cancellate. I militari della stazione locale sono sulle tracce dei vandali. *** Operazione antidroga Una vasta operazione antidroga contro una organizzazione che reclutava corrieri di origine africana è in corso dall’alba nelle province di Viterbo, Oristano, Cagliari, Caserta, Modena, Genova, Milano e Reggio Emilia. All’operazione partecipano 250 tra poliziotti e carabinieri. Diciassette persone arrestate in Italia, oltre a tre corrie-

In aula l’assessore Zucchi per l’aggressione alla figlia

’ ricoverato al PolicliE nico Gemelli di Roma E in gravissime condizioni. Giovanni Tumino. Il ciclista 16enne rimasto ferito in un incidente sulla Teverina, non è ancora fuori pericolo. Il Time Bike Altolazio ha inviato una nota di precisazione agli organi di stampa per alcune rettifiche. “Va smentita – come scrive il Time Bike Altolazio - la ricostruzione secondo cui il ciclista sarebbe improvvisamente caduto sull’asfalto, invadendo la corsia opposta; e subito dopo, sarebbe stato travolto da un’autovettura Suv che, sopraggiungendo proprio in quell’istante, nonostante la frenata, non sarebbe riuscito a evitarlo. Sui fatti realmente accaduti – spiega il Time Bike Altolazio – sono, infatti, ancora in corso tutti gli accertamenti del caso.

ri fermati tra Inghilterra e Portogallo. L’organizzazione, con basi in Italia, portava la droga in Sardegna da Sud America, Portogallo, Inghilterra e Olanda. Il traf�co di eroina avveniva attraverso corrieri ovulatori, principalmente extracomunitari di etnia africana che ingerivano ovuli contenenti la sostanza, poi in seguito recuperata a destinazione. Nel corso dell’indagine si è assistito a un’evoluzione del modus operandi dell’associazione. Infatti per i trasporti oltre con�ne, gli africani venivano gradualmente sostituiti da cittadini italiani privi di precedenti penali ai quali era consentita la libera circolazione in area Schengen.

ra il 2009 quando l’assessore Sandro Zucchi ha ricevuto la telefonata agghiacciante della �glia sconvolta che lo avvisava di aver subìto un’aggressione. Dopo una serata passata con la moglie si concretizzò l’incubo di ogni genitore: ricevere “quella telefonata” che preannuncia una disgrazia capitata ai �gli. In realtà l’incidente stradale in cui era stata coinvolta la ragazza lungo la strada che costeggia il lago di Vico all’altezza del Ristorante Fiorò, era di poco rilievo. Qualche danno agli specchietti retrovisori e niente più. La situazione però è degenerata quando la giovane è scesa dall’auto per recuperare i pezzi della vettura. Il conducente dell’altro veicolo e la sua accompagnatrice, l’hanno letteralmente aggredita, tanto

da far intervenire le forze dell’ordine. I Carabinieri, così come suo padre immediatamente recatosi sul luogo dell’incidente, la trovarono “sanguinante e con il reggiseno strappato”, come ha dichiarato ieri mattina in aula il Dottor Zucchi chiamato a testimoniare sulla vicenda. L’assessore non ha potuto nascondere in aula il manifesto disinteresse delle forze dell’ordine di fronte ad una vicenda che ha avuto un così drammatico epilogo, che ha visto una giovane donna “sconvolta e dolorante”. Questa la testimonianza resa in aula ieri da Sandro Zucchi, ancora visibilmente scosso dall’episodio. Il 22 marzo, data della prossima udienza, l’avvocato Paolo Delle Monache presenterà i testimoni a difesa dei due coniugi.


politica

& Martedì 10 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

5

RONCIGLIONE - La segreteria del Psi alza la voce in vista delle prossime elezioni amministrative

“Il centrosinistra deve coinvolgere i cittadini nell’elaborazione del programma” “

La coalizione di centro sinistra, per essere credibile e diversa, deve puntare al coinvolgimento dei cittadini per la elaborazione dei programmi amministrativi”. E’ quanto hanno concluso la segreteria della Federazione provinciale del PSI e i compagni della sezione PSI di Ronciglione riunitisi per esaminare la situazione politica in preparazione delle elezioni amministrative del centro viterbese. Tutti valutano positivamente la indizione delle primarie per la scelta del candidato a Sindaco della coalizione di centro sinistra, ma nel contempo esprimono disappunto per il fatto che la bozza di programma, non sia stata ancora portata in discussione nella assemblee pubbliche come da impegno preso e sottoscritto dai partiti (Sinistra Ecologia Libertà, Partito Democratico, Rifondazione Comunista, Verdi, Italia dei

Valori, Alleanza per l’Italia e Partito Socialista Italiano). “Il PSI - comunicano dalla segreteria - ha cercato d’impostare fin dall’inizio il confronto, con le altre forze politiche, sulla ricerca della condivisione dei programmi, in considerazione che la convergenza fra le forze politiche non può essere aprioristica. La presentazione in discussione della coalizione di documenti politici programmatici firmato il primo dai Verdi, PSI, IDV e il secondo dal PSI, e dall’API, precedentemente confrontati con i componenti del Comitato acqua potabile e del comitato per la riapertura della Ferrovia Civitavecchia Capranica Orte, e di altre associazioni culturali, è stata la fase importante di partenza per una bozza di programma condivisa, fatta propria da tutta la coalizione. Riteniamo, infatti, prioritario l’approfondimento di specifici punti programmatici. Fra questi, in primis, la

questione acqua potabile e il problema della salvaguardia del lago di Vico. Abbandono del prelievo dell’acqua dal lago di Vico, fino a quando non saranno risolti i problemi derivanti dal suo inquinamento. La bonifica effettiva del Centro Nucleare Batteriologico e Chimico, la tutela piena del lago di Vico e il disinquinamento delle sue acque. Screeneng su tutta la popolazione, per la indivi-

duazione e la cura degli eventuali danni alla salute derivanti dalla esposizione e ingestione dei veleni, compresi quelli nell’acqua. Strenua battaglia per il mantenimento, almeno degli attuali servizi, dell’Ospedale S. Anna. Quindi l’impegno per il riassetto del territorio con la creazione di un sistema territoriale area TusciaEtruria - Umbria, capace di portare sviluppo economi-

co a tutto il comprensorio e contrastare la tendenza del territorio viterbese a rimanere la periferia della periferia di Roma. L’approvazione della legge per Roma capitale, infatti potrebbe maggiormente accentuarla. Per le infrastrutture e la mobilità, battersi decisamente per la riapertura della Ferrovia “Civitavecchia Capranica Orte” e per la realizzazione dell’anello ferroviario “Circumcimina” con la creazione di una fermata all’Ospedale Belcolle. Quindi piani urbanistici di recupero zonali per la dotazione di servizi, parcheggi e verde pubblico, in zone realizzate e cresciute senza regole. L’effettiva depurazione delle acque reflue prima dell’immissione nel Rio Vicano. La salvaguardia dei beni culturali e ambientali, la realizzazione del Museo di archeologia industriale e del Parco archeologico ambientale del Vallone del Rio Vicano, la realizzazione del

Parco dei Cimini. La salvaguardia del sociale, la lotta alle emarginazioni. Altro punto irrinunciabile è la ricerca del bene del paese. Affermazione scontata, ma alla luce di quanto abbiamo verificato fin’ora, necessaria. Non è fuori di luogo dire, quindi, che gli eletti nel prossimo consiglio comunale, dovranno operare esclusivamente per il bene della collettività, senza abusare o permettere abusi del potere, senza il favoritismo di clientele e/o interessi personali. La trasparenza dovrà essere alla base di ogni atto amministrativo. Queste le proposte che vorremmo fossero discusse con i cittadini in assemblee indette dalla coalizione di centro sinistra, solo dopo passare alla scelta dei candidati. Ronciglione merita di tornare alla politica trasparente e nell’interesse esclusivo dei suoi cittadini”.

Iniziativa per educare alla legalità al Liceo Buratti di Bassano Romano

“Carcere, se lo conosci lo eviti” E

ducare alla legalità creando momenti di dialogo e relazione diretta con chi vive la realtà carceraria. E’ questo lo scopo dell’incontro che si terrà questa mattina con inizio alle ore 11.15 presso il Liceo di Scienze umane e linguistiche “Mariano Buratti” di Bassano Romano. “Carcere, se lo conosci lo eviti”, questo il nome dell’iniziativa promossa

dall’associazione Vo.Re.Co onlus di Roma e dalla cooperativa sociale Infocarcere. Si tratta di una campagna di comunicazione messa in atto per sensibilizzare i giovani studenti al fenomeno del bullismo facendoli interagire con persone che provengono dal settore penitenziario quali il cappellano, l’ispettore di polizia penitenziaria, il detenuto e

Interverranno il cappellano, l’ispettore di polizia penitenziaria, detenuti e volontari

l’ex detenuto, il volontario, lo scrittore, lo psicologo, il magistrato. Il progetto prevede la raccolta di un questionario, precedentemente distribuito agli studenti, per verificare il grado di conoscenza dei discenti del mondo penitenziario e delle problematiche ad esso legate. L’iniziativa è attuata su scala regionale e prevede il contatto con circa 10mila studenti di diversi istituti superiori. Nel corso dell’incontro si terrà la realizzazione della rappresentazione teatrale “Lettera a un giovane detenuto”.

VITERBO - Il vice-capogruppo Pd in Comune Alvaro Ricci presenta una nuova interrogazione sull’annosa vicenda

“Teatro dell’Unione, storia di un appalto infinito” I

La facciata del Teatro dell’Unione

l vice-capogruppo comunale al Pd di Viterbo Alvaro Ricci interviene in merito ad un’annosa questione cittadina, ovvero i lavori per l’adeguamento degli impianti tecnologici del teatro comunale dell’Unione. “1.500.000 euro l’importo dei lavori posti a base di gara �nanziati interamente dalla Regione Lazio, nel 2007, governata dal centro sinistra. Pubblicato il bando nel 2008, pervenute le offerte delle imprese, un anno per esaminarle e per arrivare alla conclusione, nel dicembre del 2010, di non procedere alla aggiudicazione, uf�cialmente perché le offerte presentate non sono state ritenute vantaggiose. Un particolare di non poco conto: tale decisione è stata resa pubblica il 13 gennaio del 2010. Vale dire a oltre un anno dall’inizio delle procedure. E qui subito scatta la prima domanda: perché tempi così dilatati? Quali sono stati gli ostacoli e, soprattutto, di quale natura, che hanno impedito di affrontare l’appalto

con maggiore celerità? Nel 2010, anno nuovo, bando nuovo. Esattamente il 23 aprile del 2010 viene pubblicato un nuovo bando di gara. Dunque, si ricomincia da capo, ma non in quanto a tempistica. Per il semplice fatto che vengono fatti trascorrere ulteriori dodici mesi per concludere le procedure di gara e formalizzare la aggiudicazione de�nitiva, pubblicata il 28 aprile del 2011. Domanda retorica: quanti mesi sono trascorsi da quell’aprile? Ad oggi, appena (si fa per dire) dieci mesi, che non si sa a cosa siano serviti. Basta andare a piazza del Teatro per toccare con mano che l’Unione è ancora lì, chiuso, abbandonato, incustodito, addirittura con una porta aperta al piano terreno e con vetri rotti al livello del loggione superiore. Nel frattempo la città

è stata privata del suo splendido teatro e delle attività culturali e di spettacolo connesse, fatta salva la cortese ospitalità assicurata dall’Università della Tuscia con il suo auditorium di Santa Maria in Gradi che, peraltro, è stato realizzato per ben altre funzioni e attività. Sulla questione ero già intervenuto chiedendo notizie e, proprio un anno fa, avevo ricevuto assicurazioni dal sindaco Giulio Marini che entro la fine del 2011 sarebbero iniziati i lavori. Sono costretto a presentare una nuova interrogazione sull’argomento al Sindaco affinché possa rendere pubbliche le motivazioni che hanno comportato e continuano a comportare così gravi ritardi nella esecuzione dei lavori di ristrutturazione del Teatro”.

“Il sindaco aveva assicurato che entro fine 2011 sarebbero iniziati i lavori”


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Martedì 10 Gennaio 2012

A Viterbo il sindaco della prima eco-città mondiale di SIMONA TENENTINI

S

i chiama si chiama Arno Zengerle ed è il sindaco di Wildpoldsried. Ai più magari il suo nome non dirà niente ma, nel mondo dell’ambientalismo, si tratta di una vera e propria istituzione. Wildpoldsried, infatti, è un paese di 2500 abitanti nel cuore della Bavaria che è riuscito a diventare una comunità energeticamente indipendente. La cittadina tedesca produce energia per il 321% in più rispetto alle sue necessità, creando circa 4 milioni di euro di fatturato annuo. Un risultato stupefacente per una piccola e modesta comunità agricola che è stata in grado di investire in infrastrutture energetiche pubbliche. Sulla base di quest’esempio, non solo la Germania annuncia di voler chiudere le sue centrali nucleari nei prossimi anni, ma inoltre, su scala nazionale, si assiste ad importanti progetti di rilancio del settore energetico. Anno dopo anno, in Germania, la progettazione di case a basso consumo si è spostata verso la realizzazione di interi villaggi a ridotto impatto energetico, o, addirittura comunità attive in grado di produrre enormi quantità di energia. Ed il piccolo paese di Wildpoldsried ne è diventato l’emblema già dal 1997, quando il consiglio comunale decise che ogni nuova attività dovesse portare nuove entrare al comune e non creare debito. Negli ultimi 14 anni la comunità si è dotata

così di nove grandi edi�ci con impianti fotovoltaici, quattro impianti a biogas ed un parco eolico composto da sette pale, mentre alcuni quartieri già bene�ciavano di tre piccole centrali idroelettriche. Come risultato del successo, Wildpoldsried ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. Il consiglio comunale, per tale motivo, ospita spesso visite guidate di altre delegazioni comunali su come avviare programmi per la conservazione dell’energia mentre il sindaco si reca spesso all’estero per promuovere la realtà della sua cittadina. Come ha spiegato alla rivista Biocycle, queste “iniziative devono essere intraprese da una parte dagli organi istituzionali e dall’altra dai cittadini. Il modello non può essere forzato da un solo lato. Ci ritroviamo a spendere molto tempo per parlare ai consigli comunali degli amministratori che ci fanno visita perché molto spesso non sono aggiornati rispetto ai cittadini. Mostriamo così un modello migliore di pratiche concrete e molti rimangono esterrefatti dai bene�ci immediati delle azioni che intraprendiamo.” Nell’ambito di questi ‘tour promozionali’, il sindaco Zengerle sarà in visita nella Tuscia il 18 e 19 gennaio prossimi e, in un incontro pubblico, conoscerà i sindaci della zona. L’evento è organizzato dall’Accademia Kronos. Il 20 gennaio in Campidoglio a Zengerle sarà assegnato il premio Un bosco per Kyoto.

Tutte di rosso le “Forme della Tuscia”

G

iunge alla sesta edizione, a Viterbo, la mostra concorso di artigianato artistico organizzata dalla Cna, con la collaborazione della Cooperativa Girolamo Fabrizio, nelle sale del Museo della Ceramica della Tuscia. Il tema è sempre lo stesso, “Forme e colori della terra di Tuscia”, ma stavolta dovrà essere declinato in “tutti i toni del rosso”, come hanno stabilito gli artigiani della presidenza di Cna Artistico e Tradizionale. L’evento è in calendario dal 20 aprile al 6 maggio. Sono aperte, �no al 29 febbraio, le iscrizioni alle tre sezioni, riservate due agli addetti delle imprese artigiane -”artigianato artistico tradizionale” e “artigianato artistico innovativo”-, una agli studenti degli Istituti con indirizzo artistico -”artigianato artistico quale terreno di ricerca e sperimentazione per la Scuola”-. In base al regolamento, il manufatto in concorso “dovrà

essere inedito e dimostrare elevata capacità tecnica esecutiva. Il rosso sarà espresso attraverso l’uso dei materiali e/o il decoro e/o altri elementi”. “L’appuntamento di primavera con i mestieri d’arte si è consolidato, nel tempo, sia per il numero importante delle partecipazioni e per l’alto livello qualitativo delle opere presentate, sia per l’attenzione, ogni anno più forte, manifestata dal pubblico -afferma Daniela Lai, presidente provinciale di Cna Artistico e Tradizionale-. Abbiamo visto confermati da un lato il risveglio di interesse per l’artigianato artistico, anche se molta strada c’è ancora da fare sul piano della comunicazione del valore del pezzo fatto a mano, dall’altro la grande energia e la professionalità di un settore che ha una funzione strategica per il rilancio dell’economia, soprattutto quale attrattore di turismo”. “Stiamo lavorando per arricchire il programma della mostra concorso.

Libri animati e laboratori alla Facoltà di Agraria

L

E’ previsto, tra l’altro, un convegno che -anticipa Lai- farà il punto sulle politiche di promozione dei settori artistici, più che mai necessarie in tempi di crisi”. Anche Luigia Melaragni, segretaria provinciale della Cna, parla di “impegno rafforzato dell’associazione per l’artigianato d’arte”, auspicando “piena consapevolezza dell’importanza di questa risorsa da parte delle istituzioni. Devo ringraziare -sottolinea- la Fondazione Carivit, in particolare il presidente, Francesco Maria Cordelli, per

l’interesse mostrato verso la nostra iniziativa, tanto che ci è stata rinnovata l’opportunità di esporre le opere a Palazzo Brugiotti, e per gli interventi a sostegno delle attività artistiche e culturali, non ultimo l’ingresso della Fondazione nell’Osservatorio dei Mestieri d’Arte”. La partecipazione alla mostra concorso è gratuita. Informazioni e adesioni presso la Cna di Viterbo, in via I Maggio 3, e le sedi territoriali. Telefono 0761.2291, numero verde 800437744.

a Rassegna “Pomeriggi favolosi in città” di AUCS propone un laboratorio creativo di libri animati e pop-up e di lettura ad alta voce tenuto dalla Dottoressa Isabella Christina Felline.L’appuntamento è oggi alle ore 17, presso il Centro di Documentazione di AUCS -Facoltà di Agraria- in Via de Lellis a Viterbo.Per l’occasione sarà presentato il libro “Animali Di Versi” - edito da Uovonero- con i testi di Isabella Christina Felline e le illustrazioni di Roberta Angeletti. L’Associazione Universitaria per la Cooperazione e lo Sviluppo nel corso del 2011 ha realizzato una serie di iniziative del Progetto POLO formativo/informativo di educazione e formazione sui temi dello sviluppo sostenibile dell’intercultu-

ra e dei beni comuni con l’obiettivo di sviluppare l’approccio all’educazione emotiva e interculturale attraverso la narrazione e la valorizzazione degli spazi di lettura. Il progetto prevede momenti di partecipazione attiva dei bambini, dei giovani e degli adulti, stimolando la riflessione e l’approfondimento sui temi della diversità e dell’alterità, per individuare e destrutturate stereotipi e pregiudizi, per incontrare, conoscere, riconoscere le culture altre, per educare a comprendere la globalità dei processi e delle problematiche che ci riguardano. L’iniziativa si svolge in sinergia con la Rete Nati per Leggere, la Ludoteca Arci Solidarietà Viterbo e la libreria Giunti al Punto dell’Ipercoop di Viterbo.

“Le streghe di Montecchio” diventano un premio letterario “

Le Streghe di Montecchio” diventa anche un premio letterario. Dopo il libro omonimo di Pier Isa della Rupe e mentre sta per nascere il Parco a tema nella zona di Bagnaia (Viterbo), Fefè Editore ha dato il via ad un concorso letterario per racconti sulle streghe L’iniziativa, denominata “le streghe di montecchio” è riservata a testi di narrativa sul tema: Streghe d’Italia, o presunte tali, ieri e oggi. Il Premio è riservato a sole

opere di narrativa originali e inedite. I testi partecipanti devono attenersi al tema. Possono partecipare al Premio tutti i cittadini italiani e non. Ciascun partecipante può inviare uno o più racconti, ogni racconto deve avere una lunghezza compresa tra 30.000 e 40.000 battute (spazi inclusi). Le opere devono essere presentate in forma dattiloscritta e in lingua italiana. Per ciascun racconto partecipante al Premio devono

essere inviate quattro copie dattiloscritte entro il 15 aprile 2012 al seguente indirizzo postale: Premio Letterario “le Streghe di Montecchio” - c/o Fefè Editore - Via Antonio Gramsci 48 - 00197 Roma. Le ulteriori modalità - tutte vincolanti per la regolarità della partecipazione - sono sul sito www.fefeeditore.com o possono essere richieste direttamente all’editore all’indirizzo e.mail fefe.editore@tiscali.it oppure ai numeri 06.3201420 e 338.3733845


Martedì 10 Gennaio 2012

attualità

Viterbo & AltoLazio

7

Nella Tuscia si terrà la Borsa del Turismo S

i terrà a Viterbo, dal 3 al 6 marzo 2012, la XII edizione della Borsa del Turismo Sociale e Associato (BTSA). La manifestazione, collocatasi fra le più rappresentative Borse di prodotto del turismo nazionale, è organizzata dalla Società IN Rete, titolare dei marchi “Target MarketBorsa del Turismo Sociale e Associato” e dal CAT (Centro Assistenza Tecnica Sviluppo Imprese Viterbo) e vede come partner la Regione Lazio, l’Unioncamere Lazio, la Camera di Commercio di Viterbo, l’Assessorato al Turismo della Provincia di Viterbo, l’Amministrazione Comunale della Città dei Papi e l’Enit/Agenzia Nazionale per il Turismo. Il Workshop, che si terrà lunedì 5 marzo, vedrà

protagonisti circa 100 buyers (cral, dopolavori, associazioni culturali, circoli e associazioni sportive, parrocchie, ecc.) e più di 350 sellers (agenti di viaggio, tour operator, enti di promozione turistica, consorzi, compagnie aeree, ferroviarie e marittime, società di trasporto pubbliche e private, società di servizi, aziende del ricettivo alberghiero ed extra alberghiero, ecc.). Tra i buyers è prevista la partecipazione di una folta delegazione di operatori stranieri provenienti dai mercati di lingua tedesca (Germania, Austria e Svizzera), del nord Europa (Inghilterra e Paesi Scandinavi) e dell’Europa dell’Est (Polonia e Repubblica Ceca). Viene ripetuta in sostanza l’esperienza degli

scorsi anni, visto il grande successo riscontrato presso gli operatori dell’offerta. BTSA rafforza così il suo ruolo di punto di riferimento riconosciuto per l’industria turistica nazionale rivolta a questo speci�co segmento e lo conferma ancor di più con le molte novità di questa edizione che cambia location, trasferendosi nella sede della Domus La Quercia, ampliando la super�cie per accogliere più comodamente buyer e seller e aumentando le presenze straniere, a conferma di una sempre maggiore internazionalizzazione della manifestazione. Sarà un appuntamento completamente riservato alle contrattazioni. Il consueto Convegno sul Turismo Sociale nel corso del quale veniva presentato

l’annuale Rapporto Nazionale sul Turismo Sociale, anche per consentire all’Osservatorio di elaborare i dati relativi al 2011, è stato spostato al mese di aprile. “Negli ultimi anni, ha dichiarato Vincenzo Peparello, Presidente del Cat-Confesercenti Viterbo, il Turismo Sociale e Associato, si è imposto all’attenzione degli operatori come un vero e proprio fenomeno, capace di competere con i canali più tradizionali all’interno del più vasto sistema dell’ospitalità, con il vantaggio non indifferente di diversi�care i periodi e di prolungare la durata dei soggiorni. Per questo segmento, infatti, lo “short break”, la vacanza breve, quella del weekend, non sembra essere congeniale”.

S

Franco Angeli, Mimmo Rotella e alcuni inediti di Andy Warhol. Alcune opere sono anche edpsoste al New Dada Ristorante di via Sant’Antonio. La mostra collettiva “… la Pop Art”, organizzata dal Comune di Viterbo in collaborazione con i.Media s.a.s. e Pubbliwork Eventi, continua a registrare molte presenze ed è meta di visite di esperti, studiosi e studenti. In un mondo dominato dal consumo, la Pop art respinge l’espressione dell’interiorità e dell’istintività e guarda, invece, al mondo esterno, al complesso di stimoli visivi che circondano l’uomo contemporaneo: il cosiddetto “folclore urbano”. E’ infatti un’arte aperta alle forme più popolari di comunicazione: i fumetti, la pubblicità, i quadri riprodotti in serie. Il fatto di vo-

Pop Art, la mostra continua ette giorni per guardare da vicino opere di una delle espressioni artistiche più importanti del Novecento. Sono cento le opere della Pop Art esposte da sabato �no a domenica 15 gennaio alla Rocca Albornoz di Viterbo, sede del Museo etrusco. Saranno in mostra opere uniche (serigra�e, offset, installazioni) del pittore e writer statunitense Keith Haring (Reading, 4 maggio 1958 – New York, 16 febbraio 1990), uno degli esponenti più singolari del graf�tismo di frontiera per quei suoi lavori capaci di rappresentare la cultura di strada della New York degli anni Ottanta. ma anche lavori prodotti da altri personaggi di spicco dell’”arte popolare”: dagli americani Roy Fox Lichtenstein e Robert Rauschenberg, agli italiani Mario Schifano,

Nell’ambito della Biennale espone il maestro Alberto Morucci

ler mettere sulla tela o in scultura oggetti quotidiani elevandoli a manifestazione artistica si può idealmente collegare al movimento svizzero Dada, ma completamente spogliato da quella carica anarchica e provocatoria. La critica alla società dei consumi, degli hamburger, delle auto, dei fumetti si trasforma presto in merce, in oggetto che si pone sul mercato (dell’arte) completamente calato nella logica mercantile. Ciò nonostante gli artisti che hanno fatto parte di questo movimento hanno avuto un ruolo rivoluzionario introducendo nella loro produzione l’uso di strumenti e mezzi non tradizionali della pittura, come il collage, la fotogra�a, il cinema, il video. La sfrontata merci�cazione dell’uomo moderno, l’ossessivo

martellamento pubblicitario, il consumismo eletto a sistema di vita, il fumetto quale unico, residuo veicolo di comunicazione scritta, sono i fenomeni dai quali gli artisti pop attingono le loro motivazioni. In altre parole, la Pop Art attinge i propri soggetti dall’universo del quotidiano - in specie della società americana - e fonda la propria comprensibilità sul fatto che quei soggetti sono per tutti assolutamente noti e riconoscibili. La mostra presso il Museo della Rocca Albornoz di Viterbo resterà aperta �no al 15 gennaio L’orario di visita: dal lunedì al venerdì: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19,30. Sabatoe domenica:: dalle 10 alle 19,30 con orario continuato.

L’arte del viterbese in evidenza a Torino

Nascite in crescita all’ospedale Belcolle

È

I

stato lo stesso curatore Vittorio Sgarbi a voler rappresentare con Alberto Morucci il contributo di Viterbo all’arte contemporanea italiana nell’ambito della Biennale di Torino. La Biennale propone il Padiglione Italia della Biennale di Venezia, visto anche a Viterbo a novembre nelle sale di Palazzo Alessandrini, integrandolo con nuovi contributi tra i quali quello del Mastro Morucci. Nella spettacolare Sala Nervi di Torino Esposizioni L’uomo con labirinto descrive l’uomo di oggi, con tutto il peso e le incognite della vita contemporanea. Alberto Morucci vive e lavora a Marta. Proveniente da una famiglia di artisti, esordisce nel 1978 con la personale di scultura installata alla sala Anselmi di Viterbo. Seguono poi altre per-

sonali: nel 1981 a Roma, presso la Galleria/Libreria Remo Croce; nel 1985 presso la Galleria Astrolabio Arte, di Viterbo; nel 1990 al Palazzo degli Alessandri di Viterbo; ancora nel 1991 a Palermo presso il Centro di Etnostoria e a Correggio per il Centenario della Scuola; a Genova nel 1992 al Palazzo Ducale in occasione delle Colombiadi; nel 2003 al Museo Civico di Viterbo. Dal 2001 Alberto Morucci ha una sua esposizione permanente nel quartiere San Pellegrino di Viterbo in via Macel Maggiore 8. Dopo aver sperimentato varie tecniche ed essere passato per i vari “ismi” di rigore, è approdato ad una propria forma espressiva e metafisica attraverso il colore del legno, un legno povero residuato da imballaggi e oggetti in disuso che conserva la sua superficie ruvida.

dati uf�ciali in possesso della Ausl di Viterbo, per quanto riguarda i primi tre trimestri del 2011, sono abbastanza chiari: è in atto un trend di crescita di parti effettuati nelle Unità operative di Ostetricia e ginecologia di Viterbo e Tarquinia. Ecco i numeri: a Belcolle, da gennaio a settembre 2011, sono stati registrati 962 parti, con una previsione che dovrebbe attestarsi intorno alla cifra di 1280 parti annui, contro i 1206 del 2010; a Tarquinia, invece, si sono recate 313 mamme nei primi nove mesi dell’anno, con una proiezione che si dovrebbe attestare sui 420 parti, contro i 402 uf�ciali del 2010. Per quanto riguarda la provenienza delle donne che si sono af�date alle strutture aziendali, tendenzialmente vengono confermati tutti i dati del 2010 per quanto riguarda le residenti provenienti dai distretti sanitari, ad eccezione del distretto 5,

in lieve diminuzione. Un dato interessante riguarda, poi, le partorienti provenienti da fuori provincia che si attestano intorno al 15% del totale. Quindi le Ostetricie della Ausl di Viterbo, in maniera signi�cativa quella di Belcolle e ancora più notevole quella di Tarquinia, godono di �ducia anche fuori dei con�ni provinciali. ...Nello speci�co, essendo stato evidenziato da più organi di informazione locale la tendenza crescente da parte dei genitori nel rivolgersi presso l’ospedale Santa Maria Stella di Orvieto, i dati in possesso della Ausl di Viterbo citano 202 parti effettuati nel 2009 e 177 nel 2010. Anche in questo caso si tratta di numeri costanti, che si ripetono da anni e che si riferiscono, in maggioranza, a mamme provenienti da paesi limitro� al comprensorio di Orvieto: Castiglione in Teverina, Civitella d’Agliano, Bagnoregio e via dicendo.


regione lazio

Martedì 10 Gennaio 2012 Viterbo &

AltoLazio

9

Una impresa agricola “al femminile” del Lazio è stata scelta come esempio di multifunzionalità del settore

Grandi successi per l’agricoltura “in rosa” “

Ci riempie di orgoglio sapere che un’impresa agricola ‘in rosa’ del Lazio è stata scelta dall’autorevole New York Times come uno dei migliori esempi di multifunzionalità nel settore agricolo”. Lo dichiarano in una nota il presidente della Commissione agricoltura Francesco Battistoni e il consigliere regionale Gina Cetrone in riferimento all’articolo del noto quotidiano sull’azienda ‘La mia Terra’ di Pontinia (Lt), condotta da Tiziana Lauretti in collaborazione con sua madre Iolanda e sua nonna Maria. Nata come ‘contadina’, l’azienda è stata capace di crescere finoa diventare un’ impresa di successo. “Tutto questo ha un senso – spiega Battistoni – Significa che la nostra agricoltura viene riconosciuta a livello mondiale come eccellente e capace di ‘rinnovarsi’ anche attraverso lo sviluppo del carattere multifunzionale e la creazione di servizi utili ai cittadini. Un atteggiamento virtuoso e che la Regione Lazio intende sostenere e incoraggiare”. A tal fine la Commissione agricoltura sta lavorando ad

alcune proposte di legge in materia di fattorie didattiche, agricoltura sociale e a breve sarà possibile erogare i fondi stanziati dalla legge sui confidi, nata per favorire l’accesso al credito alle aziende agricole. “Si tratta di un’azienda che va avanti da generazioni e lo fa con un forte protagonismo delle donne – ha sottolineato il consigliere Gina Cetrone. – Il ruolo del genere femminile in agricoltura continua ad avere un importante peso specifico. Anzi – prosegue la consigliera – il più delle volte sono proprio le donne ad intraprendere la sfida di creare nuove aziende o a dar vita ad attività connesse all’agricoltura”, come ad esempio, nel caso specifico dell’impresa ‘La mia Terra’, l’agriturismo. La mia soddisfazione – ha sottolineato la Cetrone – deriva anche dal fatto che si tratta di un’azienda del mio territorio; un territorio che ben conosco e che, se trattato con amore, non manca di regalarci suoi migliori frutti”.

Soddisfatti il presidente Commissione Agricoltura Battistoni e il consigliere regionale Gina Cetrone

L’iniziativa della Regione a sostegno delle famiglie e del merito

Trasporto “scontato” per gli under 30 L

a Regione Lazio, per l’anno 2012, promuove agevolazioni dei costi per l’uso dei mezzi pubblici attraverso la campagna “Me lo merito” pensata a sostegno delle famiglie e del merito. La “card” 2012 è destinata ai giovani fino ai 30 anni e si prevedono riduzioni dei costi dal 50 al 90 per cento in base al reddito, alla composizione del nucleo familiare, alla distanza dal luogo di studio o di lavoro. “Abbiamo deciso da quest’anno di elevare a 30 anni l’età per beneficiare delle agevolazioni perché oggi, in una società strutturalmente cambiata, sono ancora tanti i giovani a carico delle famiglie. Allo stesso tempo abbiamo anche introdotto criteri di merito: chi si impegna nello studio, nel lavoro o nel sociale, riceve maggiori incentivi da parte della Regione a proseguire sulla via intrapresa. La Regione garantisce in questo modo il proprio intervento nel settore del trasporto pubblico locale che non rinuncia ad essere parte integrante del processo formativo. Sosteniamo i giovani per garantire il futuro di tutti” - dichiarano Renata Polverini Presidente della Regione del Lazio e Francesco Lollobrigida Assessore regionale alle Politiche per la Mobilità e il Trasporto Pubblico Locale Per informazioni numero verde 800.00.11.33 e info.melom erito@regione.lazio.it

Sopra Francesco Battistoni; In alto a destra Tiziana Lauretti titolare dell’azienda “La mia terra” con la nonna Maria e la madre Iolanda

Sulla liberalizzazione degli orari dei negozi, incontro positivo con Confcommercio e Confesercenti

Polverini: “Verificheremo i presupposti per fare ricorso” L

a presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ha incontrato questa mattina presso la sede della Giunta regionale i presidenti di Confcommercio e Confesercenti, Giuseppe Roscioli e Valter Giammaria, in merito alla liberalizzazione degli orari degli esercizi commerciali. “Le associazioni – ha spiegato Polverini al termine dell’incontro - hanno rinnovato la richiesta alla Regione di ricorrere contro il provvedimento del governo e stiamo veri�cando con l’avvocatura regionale se effettivamente ci siano i presupposti per fare il ricorso ed eventualmente vincerlo. Questa è la nostra posizione – ha aggiunto - nel frattempo le associazioni, rispetto a questo impegno della Regione, hanno sospeso la serrata, una buona notizia perché non ci vogliamo trovare, soprattutto in periodo di saldi, in condizioni così problematiche. Ci sono alcuni presidenti di Regione

che hanno già deciso di ricorrere ha proseguito Polverini - altri come noi che stanno valutando. Perché il con�ne è tra un intervento sulla normativa che regola il commercio, di esclusiva competenza regionale, e quella sulla concorrenza, che è nazionale. Bisogna valutare se ricorrendo ci sia la possibilità di vincere, perché indubbiamente tutti cerchiamo di fare questo. Ciascuno di noi si incontrerà con le associazioni, come abbiamo fatto noi, per tentare di scongiurare le serrate o comunque posizioni troppo forti da parte dei commercianti. Posizioni che possono veramente mettere in dif�coltà i consumatori. In ogni caso una soluzione la troveremo”. La governatrice del Lazio, che ha giudicato “positivo” l’incontro al quale ha partecipato anche l’assessore alle Attività produttive Pietro Di Paolo, ha poi annunciato: “Sto inviando una lettera al sindaco di Roma Capitale perché c’è stata

forse una tempestività eccessiva rispetto all’applicazione della norma da parte del Comune, che rischia di mettere in dif�coltà le Pmi, che invece in questo settore sono importanti per il nostro territorio e vanno tutelate”. Polverini ha inoltre riferito che è stato insediato un tavolo sulla legge 33 sul commercio “attraverso cui individuare un percorso soddisfacente rispetto a quello in corso sulle liberalizzazioni, ma che nel frattempo garantisca con regole certe l’attività degli esercizi commerciali”. Il 18 gennaio, ha continuato, “andremo in aula in Consiglio regionale per l’approvazione del Piano ri�uti, immediatamente dopo lavoreremo insieme alla commissione competente per arrivare il più presto possibile a una nuova legge 33 che dia le risposte che i commercianti oggi cercano da noi. Questo tavolo - ha concluso - può essere la risoluzione di tutti i problemi”


litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Martedì 10 Gennaio 2012

L’idea della creazione di un museo archeologico ha innescato una reazione a catena di proteste da parte dell’opposizione che vede nell’iniziativa dell’amministrazione comunale una mera mossa politica in vista delle elezioni di GIOVANNI CORONA

D

opo le affermazioni del sindaco Salvatore Carai riguardanti l’idea di trasformare San Sisto in un museo contenente i reperti archeologici del Parco di Vulci e la risposta del leader di LeAli e �glia dell’ex sindaco di Montalto, Eleonora Sacconi –che spiegava come Carai avesse riproposto l’idea del museo, bocciata da lui stesso in precedenza e vecchio pallino dell’ex sindaco Roberto Sacconi- anche il consigliere Sergio Caci ed il suo gruppo Obiettivo Comune dicono la loro sulla vicenda. “Carai e la sua amministrazione –tuona Caci- danno ogni giorno prova della loro incapacità, approssimazione e non pensano al futuro. E’ chiaro che è importante fare il Museo, ma è altrettanto chiaro che si tratta di un’uscita elettorale. Non si spiegherebbe, se Carai e company avessero pensato al futuro, la modi�ca al progetto dell’Arch. Lupidi che già prevedeva il museo a San Sisto. Modi�ca che è costata denaro ai cittadini visto che fu dato un nuovo incarico, se non vado errato all’Architetto Silvia de Paolis, che all’epoca usciva appena scon�tta dalla tornata elettorale. Furono quindi riprogettati gli interni e abbandonata l’idea del Museo. Oltre al danno economico –continua il leader di O.C.- anche quello culturale perché avremmo avuto già da dieci anni un Museo Etrusco a Montalto. Come ricorda bene Eleonora Sacconi –conclude Caci- non si trova traccia del Museo neanche nel programma elettorale del PD, prova inconfutabile che solo la scoperta delle tombe ha costretto il Sindaco a fare un’uscita del genere. Mi chiedo se sia veramente

Qui accanto la sfinge ritrovata a Vulci alcuni giorni fa. Altri ritrovamenti nel territorio comunale hanno spinto il sindaco alla decisione di costruire un museo archeologico

Museo di San Sisto, è polemica

“Obiettivo Comune” attacca il sindaco di Montalto Carai sul progetto dell’area espositiva contento o se invece avesse preferito non trovare nulla nella zona industriale per poterla ampliare e renderla ancora più desertica e morta di quella già esistente.” “Cara Eleonara Sacconi –aggiungono i membri del direttivo di Obiettivo Comune-: ci risulta che l’ex sindaco Roberto Sacconi credeva molto nello sviluppo del parco di Vulci come attrattore turistico e forte volano dell’economia locale. Ed è proprio per questo che aveva previsto altri spazi espositivi in funzione di eventuali ritrovamenti. Uno di questi era proprio a San Sisto e doveva essere un piccolo museo di introduzione al Parco; l’altro spazio era invece localizzato all’interno del Palazzo Comunale e doveva servire come spazio per poter esporre i ritrovamenti effettuati a Vulci ed in attesa di essere posizionati nei musei. Questo spazio –concludono- ha ospitato un’esposizione di pezzi di rara bellezza che hanno richiamato molti visitatori e acceso i ri�ettori su Montalto. Carai però ha pensato di eliminare anche questo luogo della cultura e riciclarlo nello stesso modo di San Sisto, cioè trasformandolo in uf�ci comunali”.

MONTALTO - La lista di Di Maio e Natali critica la creazione del museo

Anche Passione Civica si unisce al coro R

iceviamo e pubblichiamo: “Passione Civica” vuole ricordare ai propri elettori i tempi delle legislature di alcuni nostri politici locali. Tempi che durano svariati anni senza che trovino mai soluzione di continuità. E così scopriamo che il Sindaco Roberto Sacconi è rimasto attaccato sulla poltrona per otto anni avendo come vicesindaco Salvatore Carai. La poltrona del Sindaco Salvatore Carai dura da dieci anni avendo come vicesindaco Angelo Brizi. A questo punto la domanda sorge spontanea, ma in diciotto anni possibile che a questi signori, oltre tutto, non sia mai venuto in mente di costruire uno straccio di museo? E’ plausibile che questa fulminante idea sia giunta a destinazione nella mente di così illuminati personaggi politici proprio a ridosso delle elezioni? E non ci si venga a raccontare che l’idea, partorita oggi, della realizzazione del museo sia dipesa

dalla scoperta delle tombe etrusche e della s�nge. A Montalto, come dicono i napoletani “ccà nisciune è fesse”. Siamo, altresì, curiosi di sapere, se le eccelse menti, partoriranno, sempre in vista delle elezioni amministrative della primavera prossima, la realizzazione del porto turistico, o altre strabilianti e faraoniche strutture. I montaltesi ed i pesciatini sono stanchi di sopportare certe Amministrazioni , sono stanchi di assistere alle compravendite, tipo quella dell’area ex Esso dove è sorto il Teatro monumentale “La Scala” dove ancora non si conosce la �ne ed i costi sia dell’area che della sua realizzazione . A questo punto non ci rimane altro che invitare gli elettori di Montalto di Castro e Pescia Romana a ricordare e ri�ettere su quanto scritto, perché solo con il voto si potrà cambiare la nostra realtà e conoscere ciò che non viene portato alla ribalta dell’opinione pubblica.


litorale

& Martedì 10 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

11

TARQUINIA - Un pubblico da record ha invaso la città nei giorni del 26 dicembre, 1 e 6 gennaio

Il Presepe Vivente registra 15mila presenze di ALESSANDRO SACRIPANTI

I

l Presepe Vivente di Tarquinia sfiora le 15 mila presenze. Sono questi i numeri registrati dagli organizzatori a conclusione dell’ultimo atto svolto nel giorno della Befana, dopo quello del 1 gennaio e del 26 dicembre scorso. Soddisfazione collettiva per l’ottima riuscita dell’evento che quest’anno ha superato ogni aspettativa. A dare maggior forza a questa tesi sono state le dichiarazioni dell’assessore al turismo del Comune Sandro Celli, che sopra il palco in piazza Cavour nel momento conclusivo della manifestazione ha riferito –” E’ stato un anno di lavoro per tre giorni eccezionali, vedere così tanta gente è una grande soddisfazione. All’inizio della nostra avventura non avremmo mai immaginato si potesse realizzare in così poco tempo, per questo devo ringraziare il ‘coreografo’ dell’evento Sirio

Rotatori, che ringrazio a nome personale e dell’amministrazione comunale per la professionalità con cui ha diretto il Presepe Vivente”. Ma la terza edizione del Presepe Vivente di Tarquinia, si è conclusa con un finale da capogiro, la cittadina gremita, infatti ha accolto i Re Magi per le strade del centro storico, vedendo sfilare un maestoso corteo capeggiato da soldati a cavallo, legionari romani ed una biga ‘vera’ del film ‘Il Gladiatore’, i quali scortavano i Re Magi ed i loro doni, in sella a tre magnifici dromedari. Il suggestivo spettacolo è proseguito poi con il consueto appuntamento con il presepe tra i vicoli ed i più di 350 figuranti che questo anno sono riusciti a portare in scena una manifestazione di altissimo livello e che hanno salutato tutti i visitatori in una sfilata finale che ha invaso le vie del centro, portando i colori del presepe anche al di là delle splendide scenografie inserite nel percorso.

L’ evento ditretto da Sirio Rotatori si è conquistato uno speciale anche su Rai 1

Al termine della serata, il Direttore artistico Sirio Rotatori ha voluto ringraziare il pubblico e la città, gli sponsor e le associazioni che ne hanno permesso che l’evento si realizzasse, tra cui l’Associazione Commercianti ‘Tarquinia Viva’, l’Associazione Anziani con l’Hobby del Modellismo, la Pro Tarquinia, il Comitato San Martino, l’Università Agraria, l’Info Point di Tarquinia, il Comitato dei Giovani, la Bcc Tuscia e la Diocesi Civitavecchia-Tarquinia. Un ringraziamento particolare è andato anche ai volontari della Protezione Civile, l’Aeop, la Croce Rossa. “Ma soprattutto - ricorda Rotatori - a tutti coloro che collaborano alla messa in opera di un evento straordinario, ma impegnativo nella sua realizzazione”. Parole di ammirazione ed apprezzamenti hanno accompagnato quella che, a detta di molti, è stata la migliore delle tre

MONTALTO - La denuncia di Alternativa Democratica: al rientro dalle vacanze di Natale gli alunni non hanno potuto riprendere le lezioni

Niente scuola per i bambini di Pescia Romana I

eri mattina al rientro dalle vacanze alcuni bambini di Pescia Romana non hanno potuto seguire le consuete lezioni per problemi di manutenzione. Il gruppo civico Alternativa Democratica dice la sua in merito all’accaduto: "Lo avevamo detto –commentano- ma non per questo ci sentiamo soddisfatti. Perché, quando si realizza un disagio annunciato per i cittadini, specie se si tratta di bambini, non c’è nulla di cui esser felici. Ieri mattina gli alunni della Scuola dell'Infanzia di Pescia Romana, tornando in classe dopo le vacanze natalizie, hanno trovato le aule

sporche e coperte di polvere, prive dei banchi e delle porte divisorie e sono stati pertanto costretti a tornare a casa. Alcuni bambini, giunti con la scuolabus, sono stati invece sistemati in un'aula non utilizzata della Scuola Elementare. Una situazione sgradevole da addebitare ai lavori di manutenzione effettuati durante la pausa natalizia, lavori che si erano resi necessari per risolvere guasti e disagi già segnalati da tempo dai genitori, lungamente ignorati dall’Amministrazione e presi in considerazione solo quando noi ed altri gruppi politici

L’inconveniente a seguito di alcuni lavori di manutenzione svolti nel periodo natalizio

abbiamo acceso i riflettori sulle condizioni degli edifici scolastici. Avevamo –continuano- infatti parlato della necessità di luoghi consoni allo svolgimento delle lezioni e la risposta fu un lungo, quanto improprio, elenco di piani formativi che sono stati proposti dal Collegio dei Docenti e che il Comune doverosamente finanzia con i soldi della comunità. In seguito abbiamo sottolineato il carattere elettorale e vagamente isterico di lavori prima ignorati e poi frettolosamente cantierati dall'Amministrazione per mascherare la propria assenza dalla scuola, ma non abbiamo ricevuto risposta. Ora, onestamente, siamo disinteressati a quale saranno le scuse che l’Amministrazione avanzerà riguardo questo triste rientro dalle vacanze. La verità

è sotto gli occhi di tutti i cittadini. Senza una condotta coerente ed una precisa programmazione –concludono i membri di A.D.- guasti e disagi si ripeteranno ancora e nessuna pezza frettolosa ed improvvisata potrà coprire il vuoto causato dall’incapacità" Giovanni Corona

edizioni ed anche i numeri danno ragione all’organizzazione, infatti bisogna ricordare che l’evento è ‘sbarcato’ su Rai1 con uno speciale sul Presepe Vivente di Tarquinia. Quello che si può affermare con certezza che è stato un successo grandioso, che non può che continuare a crescere ancora. Un saluto speciale nella giornata conclusiva è stato rivolto a Sergio Benedetti, ad un anno dalla sua scomparsa. Il consigliere comunale aveva creduto e sostenuto il Presepe Vivente ed è anche grazie a persone come lui che oggi è possibile vivere realtà come quella a cui abbiamo assistito ieri, in cui la cooperazione dei cittadini e la loro partecipazione tengono unito il paese e ne fanno la sua bellezza e ricchezza. Sirio Rotatori di fronte al numeroso pubblico salutando l’evento ha rivolto l’invito alla città per la prossima edizione.


comprensorio nord

12

Molteplici le soddisfazioni per la Parrocchia del Santo Sepolcro di Acquapendente che oltre alle ‘classiche’ attività legate alla solidarietà e al sociale ottiene grandi successi anche con la polisportiva ‘Madonna del Fiore’

Martedì 10 Gennaio 2012

Presentato il nuovo maestro di tennis al circolo di Acquapendente

N

on c’era il pubblico delle grandi occasioni alla cena del tennis club di Acquapendente del Presidente Enrico Barberini (foto) per l’ennesima presentazione del maestro di tennis che si occuperà dell’insegnamento a grandi e piccini dei corsi. Almeno un 50% in meno della scorsa di Agosto. Il terzo maestro che in poco più di sei mesi si avvicenda nella guida dell’imponente struttura dedicata allo sport dei famosi Federer e Nadal. Non sembra, comunque, debba finire la telenovela

di Fulvio MEDICI

L

a Parrocchia del Santo Sepolcro di Acquapedente nel giorno dell’Epifania, rinnovando il messaggio dalla lettera di San Paolo Apostolo agli Efesini, “Fate dunque molta attenzione al vostro modo di vivere, comportandovi non da stolti ma da saggi, facendo buon uso del tempo, archivia splendidamente il 2011, facendo un bilancio dell’attività svolta e dedicando in primis, un ricordo a coloro che non sono più tra noi. “Mi piace soffermarmi nel ricordare”, sottolinea il Parroco Don Enrico Castauro, “i 65 parrocchiani saliti in cielo. Ad essi ed alle loro famiglie va la nostra preghiera ed il nostro ricordo, Perché i loro nomi sono scritti nel libro della vita. Ai papà ed alle mamme dei 40 bambini battezzati auguri per aver rimpinguato la Famiglia dei “Nuovi Figli di Dio”. Accompagniamo con la preghiera i 43 bambini della Prima Comunione , i 25 della Confermazione, e le 7 coppie che si sono unite cristianamente in matrimonio. Ogni Lunedì pomeriggio presso la Chiesa di Santo Stefano un bel gruppo di persone ha recitato con fervore la coroncina della Divina Misericordia. Mentre l’ultimo Lunedì di ogni mese i Cavalieri di Sant’Ermete ed i Confratelli di San Rocco hanno commentato presso l’Ufficio Parrocchia-

Viterbo & AltoLazio

degli avvicendamenti, visto che l’attuale maestro (Giuseppe) venuto da Bibbiena (Arezzo) ha dato la propria disponibilità solo per sei mesi. Probabile cena a luglio? F.M.

‘Parrocchia super attiva’ Grazie all’impegno del Parroco don Enrico Castauro e di tutti i suoi collaboratori le il Vangelo di Marco. Grazie all’opera svolto dal locale Movimento della Vita oltre 100 bambini nel mondo sono sostenuti dalla bontà della comunità. Grazie al progetto Gemma hanno permesso di venire al mondo ad una nuova vita che altrimenti sarebbe abortita. Ogni 11 del mese il Gruppo Unitalsi si incontra presso la Chiesa di San Lorenzo animando il Santo Rosario e facendoci rivivere le emozioni di Lourdes organizzando una bella processione serale con canti e luci. In molti so sono ritrovati durante la settimana per la “Lectio Divina” sulle letture della liturgia e grazie ad una quarantina di catechiste bambini e ragazze portano avanti un serio cammino spirituale. Si è ridata vita all’Azione Cattolica che insieme alla nostra Società Sportiva Parrocchiale ed all’Oratorio è diventata luogo di

incontro per ragazzi e ragazze. Il coro dei bambini e delle famiglie ha allietato le liturgie. Assieme ai recitanti il Rosario. La devozione di uomini e donne ha portato ha custodire, pulire ed ordinare meravigliosamente le Chiese. I collaboratori Don Giovanni, Don Fortunato, Suor Amelia e Don Nazareno sono stati punti di riferimento spirituale per i tanti ospiti e lavoratori presso la Casa di Riposo San Giuseppe. Chiudendo con particolarissimo saluto al nostro Vescovo Lino affinchè il Signore lo assista nel suo Ministero di pastore e maestro della nostra Diocesi, abbiamo sontuosamente dimostrato “di essere una foresta che cresce. E se qualche albero talvolta fa un po’ di rumore non dimentichiamoci mai, della Foresta che stà crescendo”.

GROTTE DI CASTRO - Deliberati gli acquisti di alcuni arredi

Migliorie all’interno del Museo Civico

A

ll’interno dell’ex palazzo comunale di Grotte di Castro, il Museo Civico che è stato inaugurato nel 1993 con l’allestimento di una mostra didattica, divenuta in seguito permanente, incentrata sulle scoperte effettuate dalla Sovrintendenza Archeologica per l’Etruria Meridionale in collaborazione con i volontari del locale Archeoclub necessita di una ulteriore allestimento. Dopo la prima trance di spesa, con la somma di 300mila euro, di cui il 90% da �nanziamento regionale, per completare la struttura, si è provveduto alla determina comunale per un’ulteriore spesa per acquisto di materiali di arredo (rocce arti�ciali, vetrine e pannelli di plastica) che serviranno alla de�nitiva ultimazione della prestigiosa

location. I locali in cui è ubicato il Museo sono stati acquistati a proprie spese dall’Amministrazione Comunale di Grotte di Castro nel 1983 e ristrutturati in vista della nuova destinazione, grazie ai �nanziamenti accordati dalla Regione Lazio, sulla base della L.R. 65/’85. Corrispondono al piano terra e al piano seminterrato di un edi�cio storico che nel XVIII secolo era adibito a palazzo del Podestà. Il palazzo costruito intorno al 1400, presenta nelle stanze adibite a museo i resti murari da attribuire alla struttura difensiva: si può vedere la sala d’armi che conserva il camino e la feritoia per il controllo del ponte levatoio. Entrambi i locali furono modi�cati circa un secolo fa ed adattati ad

accogliere un mulino ad olio, di cui si conserva ancora in situ una grande macina a due ruote, inserita nell’esposizione museogra�ca. La struttura museogra�ca è divisa in due sezioni principali che hanno il compito di illustrare i due momenti storici più signi�cativi di Grotte di Castro: quello etrusco (al piano superiore) e quello medievale (al piano inferiore).

ACQUAPENDENTE - Al centro del dibattito i rapporti con una coop locale

ACQUAPENDENTE - Gianni Delogu sarà il ‘Signore 2012’

E

I

Polemiche su un blog per la gara del Comune Tutto pronto per la festa di S. Antonio ’ di alcuni giorni fa una polemica su un blog locale relativa alla gara indetta dal comune di Acquapendente per la gestione dei musei aquesiani.

La cooperativa che ha gestito in questi ultimi anni le strutture, risulterebbe secondo il blogger, favorita palesemente dai requisiti richiesti dall’Ente.

La polemica a dire il vero, non sembra incentrarsi troppo sullo specifico di questa gara indetta peraltro, il 16 dicembre con scadenza 31 dello stesso mese. La critica, evidente e in più occasioni condivisa da altri, è riferita in generale ad un modus operandi che anche se spesso rispettoso dei dictat burocratici, tende a favorire realtà locali, magari legate sempre alla stessa linea di pensiero politico. Con l’ardire di salvaguardare posti di lavoro si rischia invece di favorire una pericolosa staticità progettuale e strategica di coloro che partecipano, di non dare la possibilità ad altri di cimentarsi nelle varie gestioni ‘parallele al comune’ e soprattutto di non valutare obiettivamente l’operato di chi resta a dispetto, talvolta di scadenti risultati. F. Medici

n attesa del Carnevale e dei Pugnaloni ma, soprattutto, delle nuove strategie organizzative della Pro Loco targata Renzo “Pensierino” Pieri, spetta alle celebrazioni in onore di S.Antonio Abate inaugurare la stagione folkloristica 2012 il giorno 14 gennaio. Il Signore Gianni Delogu, “diventerà il

tramite” di una venerazione verso il Santo nato a Quiman al’Arus (Egitto) nell’anno 1251, sbocciata nell’alto viterbese nella cosiddetta “notte dei tempi”. Come conferma il ritrovamento di tre volumi datati in arco temporale 1434-1694. Con la questua (contributo in donazione da parte delle famiglie per far fronte alle spese) inizieranno in settimana le “tappe di avvicinamento” all’evento. Che toccheranno l’apice nella tre giorni voluta dal Signore stesso (da Domenica 15 a Martedì 17) in cui alterneranno eventi tradizionali a cascata. Gli “aiutanti” dello stesso (chiamati festaroli), avranno il compito di preparare e distribuire la cosiddetta “minestra di legumi” (fave o ceci) preparata nella caratteristica callara in una stanza limitrofa alla Chiesa dedicata al Santo e il caratteristico biscotto (foto). In contemporanea sotto il loggiato comuna-

le di Piazza Girolamo Fabrizio a partire dalle ore 14.30 di domenica 15 gennaio verrà offerto alla popolazione un rinfresco gratuito con prodotti tipici. Al consueto appuntamento religioso della processione che porterà la statua del Santo stesso �no alla Concattedrale del Santo Sepolcro seguirà quello più festoso della s�lata delle carrozze e dei cavalli nel centro storico. Il tutto in attesa dell’evento �nale, quando il sacerdote celebrante uscirà sul sagrato della stessa Concattedrale impartendo la benedizione al popolo ed agli animali con le parole : “Dio, autore e largitore di tutti i doni, che anche dagli animali tra un sostegno per le fatiche e le necessità degli uomini, fa, te ne preghiamo, che per intercessione di S. Antonio Abate queste tue creature, necessarie al nostro sostentamento, ci siano anche di valido aiuto nelle varie occorrenze della Nostra Vita”


montefiascone

& Martedì 10 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

13

Il sindaco Luciano Cimarello presenta le due fontanelle dislocate nel territorio comunale

Acqua dearsenificata per tutti di Michele MARI

Sono entrate in funzione le fontanelle per l’acqua dearsenificata”. È questa la bella notizia di inizio anno che il sindaco Luciano Cimarello ha riferito, con legittima soddisfazione, alla popolazione. “In questi giorni sono entrate in funzione -ha commentato il primo cittadino- le due fontanelle per l’erogazione dell’acqua dearsenificata, come promesso, dislocate sul territorio comunale. Infatti la Talete ha finalmente installato ed allacciato i contatori e ora sono operative a tutti gli effetti. I cittadini potranno prelevare l’acqua tramite delle schede prepagate da venti euro che sono in vendita in diverse attività commerciali, a ridosso delle aree limitrofe alle due fontanelle”. Da ricordare che i due impianti per l’erogazione dell’acqua potabile sono state installate una nel piazzale antistante la caserma dei carabinieri in via Cardinal Salotti e la seconda nel piazzale di fronte la chiesa del Corpus Domini nella frazione di Coste. Cimarello continua: “Tutti i cittadini muniti di bottiglie potranno prendere l’acqua al costo di cinque centesimi ogni litro e mezzo di acqua sia essa naturale che frizzante.

Cinque lezioni per un interessante corso di fotografia dell’associazione ‘Montefiascone Astrofili’

L

’associazione “Monte�ascone Astro�li”, capeggiata dall’astro�lo Dott. Angelo Cempanari, ha organizzato un “corso semplice di fotogra�a”. Gli ambiti trattati saranno i seguenti: astronomia, paesaggistica, naturalismo, �no ad arrivare alla fotografa analogica, digitale, con compatte, re�ex e nozioni di fotoritocco. Sono in programma cinque lezioni per cinque settimane e inizieranno mercoledì 11 gennaio, alle ore 21, presso la sala multimediale della scuola elementare di Zepponami.

Cane ritrovato in via del Lago cerca disperatamente il proprio padrone

“ Da sinistra il consigliere delegato Marco Tisbo e il sindaco Luciano Cimarello Le fontanelle, voglio ricordare, sono state installate nelle zone in cui le analisi hanno evidenziato i valori di arsenico più alti come per l’appunto la località Coste e in una zona, quella di fronte a via Cardinal Salotti, che sono entrambe facilmente accessibili”. “Voglio ringraziare -con-

tinua il sindaco- il consigliere delegato Marco Tisbo, che si è occupato di tutto l’iter procedurale, dai contatti, ai progetti fino all’installazione e al funzionamento delle fontanelle. Un plauso va proprio a lui che ha risolto il tutto con efficienza e nel migliore dei modi possibili. Vedremo nel tempo come

queste due fontanelle funzioneranno”. Dai primi riscontri sono già molte le persone che si sono servite delle fontanelle, da ricordare che quasi sicuramente verranno, nei prossimi mesi, installate delle altre per cercare di coprire adeguatamente l’intero territorio.

Aiutatemi cerco disperatamente il mio padrone.” È la richiesta di un piccolo cane che è stato ritrovato l’altro ieri sera in via del Lago.

L’assessore Cacalloro ‘pubblicizza’ l’impianto di alberi autoctoni nei pressi degli svincoli

Ripristinate le aiuole negli incroci C

Per ulteriori informazioni è possibile contattare i seguenti recapiti telefonici: 0761824551 e 0761832024.

ontinua instancabilmente l’operato dell’assessore al verde pubblico Giorgio Cacalloro che ha voluto pubblicamente fornire delucidazioni sugli ultimi interventi effettuati nelle aiuole di via delle Grazie e di via Cardinal Salotti all’incrocio sulla Cassia, di fronte alla Banca Cattolica. “L’ultimo intervento di cui mi sono occupato riguarda l’avvio di una serie di sistemazioni ed ammodernamenti degli svincoli principali della nostra cittadina; sono quelli in via delle Grazie

di fronte al santuario e quello di fronte alla Banca Cattolica che interessa la via Cassia. Si è scelto di dare attuazione a questi lavori perché le potenziali rotatorie che potevano essere realizzate, oltre ad avere un costo esorbitante per le casse del comune, sarebbero state di dimensioni non idonee e non conformi alle leggi dettate per tali opere. Un altro problema che si sarebbe presentato per le rotatorie è che le vie di comunicazione ricadono sotto la tutela provinciale e quindi qualsivoglia intervento avrebbe avuto bisogno di un piano di studio e di un progetto condiviso che non riguarda quindi la specifica nostra volontà”. “Per questo, -continua l’assessore- presi in esame tutti i pro e i contro, si è scelto l’intervento a costo zero di abbellimento e ammodernamento degli svincoli esistenti. Parlo di costo zero perché non parago-

“Si cercano i proprietari”. È questo il successivo l’annuncio di Caterina Berardi, nota giornalista di Montefiascone, che ha lanciato l’appello su Facebook. Il cane è stato ritrovato da suo fratello in via del Lago. Da un primo esame non ha microchip, né tatuaggio. L’unico indizio è il collare di cuoio che indossa. Attualmente è al sicuro in casa di colui che l’ha ritrovato ma si vorrebbe riconsegnarlo ai legittimi proprietari. Per informazioni è possibile chiamare: 347-1817644; 349-6454268.

Distrugge una recinzione con l’auto e si dà alla fuga

Olivi e viti al posto dei costosi cipressi nelle aree verdi in concomitanza dei principali svincoli della cittadina

A

nabile alle molte migliaia di euro che sarebbero servite per la realizzazione delle rotatorie”. Cacalloro chiarisce anche l’intervento sui pini marittimi che sono stati tagliati nelle aiuole: “Altro provvedimento che ha suscitato molto scalpore è stato quello di togliere le piante (pini marini). Nulla è stato fatto di anormale. Tali alberi, oltre che essere pericolosi per la circolazione, erano stati attaccati dalla processionaria e quindi anche pericolosi per la salute di quelle persone affette da allergie”. M.M.

utomobilista esce di strada e fugge. È questo quanto è accaduto, e comunicato da una concittadina, domenica 8 gennaio, dalle ore 4 alle ore 7, in via del Lago. Infatti un’auto è �nita fuori strada, all’altezza del deposito Manzi Petroli distruggendo parte di una recinzione di un’ abitazione privata, ed un’ auto posteggiata. La cittadina ha comunicato il gesto su facebook sul pro�lo del comune dicendo: “Vorrei comunicare che domenica 08/01/2012, tra le 4.00 e le 7.00 della mattina, alla strada del lago... qualche nostro allegro concittadino è andato fuori strada all’altezza del deposito Manzi Petroli!!! Vorrei ricordare al suddetto che, voglia il ghiaccio sulla strada, voglia un “goccetto”

di troppo.... dopo l’incidente se l’è �lata. Capita a tutti di sbandare.... ma non si abbandona la macchina di un lavoratore distrutta sul ciglio della strada”. Questa nostra concittadina chiede giustizia. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & Martedì 10 Gennaio 2012 AltoLazio

VETRALLA - Il segretario del Pd locale Emanuele Trevi giudica l’operato dell’amministrazione

“In attesa di risultati concreti” di EMANUELE FARAGLIA

Siamo in attesa, non facciamo la guerra a priori”. Le parole del giovane segretario del Pd locale sembrano quasi invitare l’attuale amministrazione alla conciliazione. Anche se lo stesso Emanuele Trevi fa presto ad aggiungere: “Certo adesso ci aspettiamo elementi tangibili delle tante promesse fatte dalla Giunta Aquilani. A cominciare dalla scuola elementare che avrebbe dovuto essere pronta per gennaio. Non giudichiamo a prescindere, ma è chiaro che se i risultati non si dovessero vedere ci dovremmo chiedere il perché. Fino ad ora non abbiamo avuto motivo per giudicare benissimo l’azione di governo cittadino, ma non ho visto neppure disastri, ad essere sincero”. “Proseguiamo nell’azione di

monitoraggio e continuiamo ad essere vigili - dichiara Trevi - di sicuro in consiglio non ci andiamo mai scoperti. Come nel caso della Super Cassia, dove abbiamo chiesto che oltre al valore catastale degli immobili nei pressi dei quali passerà la strada a quattro corsie ai cittadini venga riconosciuto anche un valore per i disagi arrecati. Ed inoltre è stato chiesto che venisse abolito lo svincolo vicino al passaggio a livello. Insomma, il nostro è un atteggiamento vigile, non di guerra a prescindere”. Pa s s a n d o alle singole questioni: sulla raccolta differenziata si è fatto abbastanza? “Mi pare che non sia stato fatto nulla.Questo è uno degli argomenti più importanti. Ad oggi non c’è nulla di concreto, auspichiamo che l’amministrazione riservi una maggiore attenzione alla questione. Speriamo si faccia al

“Sulla questione acqua mi aspettavo interventi massicci. Ora situazione disumana”

più presto qualcosa. Anche perché sull’argomento sono molti i punti di contatto tra maggioranza ed opposizione”. Un problema senz’altro secondario ha riguardato l’illuminazione del campo sportivo... “Voci di corridoio sostenevano che al più presto l’illuminazione verrà ripristinata. Certo che anche in questo caso si è proceduto con ritardo. Non dimentichiamo che il campo è l’unico luogo di aggregazione ‘disinteressato’ per i giovani”. Questione acqua: l’amministrazione ha fatto il possibile? “Non credo. Mi aspettavo interventi massicci da parte di un’amministrazione di centrodestra che sicuramente avrà dei collegamenti diretti con Provincia, Regione e �no a qualche tempo fa con il governo nazionale. Con le fontanelle siamo tornati indietro di cento anni. E’ una condizione disumana”. Lasciamo le questioni vetrallesi e passiamo ad una

Il Comune rende noti i giorni nei quali sarà attivo

Controllo velocità a Soriano, ecco le date I

l problema della sicurezza stradale e dei controlli alle norme del codice della strada è diventato impellente e, da tempo, numerose amministrazioni, si sono dotate di sistemi di controllo elettronico della velocità, dei semafori, degli accessi e della sosta. In un’ottica di trasparenza il Comune di Soriano nel Cimino comunica che verrà eseguito il controllo elettronico della velocità presso la Strada Statale 675 nei giorni 12, 26 e 31 gennaio 2012 dalle ore 8 alle ore 13.

Un modo per invitare gli automobilisti a moderare l’andatura rispettando i limiti e prevenire così gli incidenti. Si raccomanda, cosa c h e d o vrebb e essere semp r e effettuata, d i m o derare la velocità non solo per la presenza di un misuratore di velocità, ma ancor più importante per la salvaguardia e la sicurezza di tutti.

Sulla Strada Statale sarà ‘bollino rosso’ nei giorni 12, 26 e 31 gennaio

Da sin. il vicesindaco Zelli, l’ass. De Rinaldis, il sindaco Aquilani e gli ass. Bacocco e Biancucci polemica tutta interna al Pd: che ne pensa della difesa di Sposetti degli stipendi dei parlamentari? “Qui da un lato c’è la banalizzazione del discorso. ‘Sono tutti uguali, mandiamoli tutti a casa’ che ovviamente non mi trova d’accordo. Dall’altro lato però bisogna ricordare che il percorso sul taglio agli stipendi è lungo e �no a quando non verrà completato ci vorrebbe maggior

sobrietà, sensibilità e rispetto nei confronti dei cittadini anche da parte di Sposetti. Non credo fosse il momento adatto per fare certi discorsi. Detto questo sia chiaro che non è azzerando lo stipendio dei parlamentari che si risolvono i problemi del paese. Per farlo bisogna colpire l’evasione �scale, gli sprechi della pubblica amministrazione, della sanità e del settore militare”.

A chi dà fastidio Striscia Vetralla? Critiche all’amministratore Giardino

S

e siamo arrivati a questo punto mi viene quasi voglia di chiudere il gruppo e lasciar perdere tutto...”. Si sfoga così Gennaro Giardino, ideatore ed amministratore del noto gruppo facebook Striscia Vetralla, visibilmente infastidito dalle critiche - a volte per�no offensive - ricevute nei giorni scorsi in seguito ad alcune discussioni con singoli iscritti al gruppo: “Discussioni che non fanno bene e che non servono a nessuno - prosegue Gennaro - Personalmente ho solo ripreso alcune persone che volevano pubblicizzare i loro siti su Striscia Vetralla. Anche se si tratta di siti dove si possono fare segnalazioni esattamente come sul nostro gruppo, mi sarebbe piaciuto prima parlarne in privato. Invece non è avvenuto. Tanto è

bastato per essere accusato di essere un dittatore, un antidemocratico... quasi quasi delego un legale di controllare quanto viene scritto sui vari siti e se necessario di querelare chi mi offende. D’altronde facebook è una �nestra sul mondo...”. Insomma verrebbe quasi da aggiungere: “Vai a fare del bene al tuo paese...” E va bene che il sottotitolo di Striscia Vetralla è “na strisciata de chiacchiericcio”, ma qui si è andati un po’ fuori dal seminato. In ogni caso è indubbio che il gruppo abbia creato interesse e spinto tante persone ad essere più attive, a sviluppare un maggior senso civico. La competizione con altri siti o blog è, ahinoi, solo una conseguenza collaterale... E. F.

“Tornando alle questioni vetrallesi - chiude Trevi - vorrei sottolineare il bel gesto di Parroncini che ha acquistato presso la casa editrice Ghaleb uno stock di libri. Non è stato certo un atto dovuto. E la casa editrice è un laboratorio culturale che per anni ha rappresentato un archivio storico per il nostro paese. Se chiudesse sarebbe una grave perdita per tutti noi”.


& Martedì 10 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

SUTRI - Il segretario provinciale dell’Udc, Alessandro Romoli, disponibile ad un tavolo di concertazione

Crisi in Comune, incontro Pdl-Udc D

ebutto al tavolo provinciale per la “questione Sutri” . Sabato scorso si è tenuta, su espressa richiesta dell’UDC sutrina, un incontro, presso la sede provinciale UDC, tra le segreterie provinciali dei due partiti per aprire un tavolo di confronto sulla dif�cile situazione che si è venuta a creare dopo la revoca dell’ex Vicesindaco Vincenzo Petroni, le susseguenti dimissioni dalla carica di Assessore di Felice Casini e, in�ne, la volontà espressa dal gruppo consiliare UDC di garantire comunque l’appoggio esterno all’amministrazione Cianti. Dall’incontro è emersa una grande compattezza dell’UDC di Sutri intorno alla �gura del segretario locale e del nuovo direttivo eletti recentemente al congresso comunale. Sul tavolo della trattativa la possibilità, come richiesto dall’UDC sutrino, di valutare un nuovo confronto tra i due partiti per individuare un percorso condiviso atto ad affrontare la dif�cile situazione

creatasi nell’interesse esclusivo della Città di Sutri, soprattutto dei tanti elettori che hanno sostenuto lo schieramento di centro destra alle elezioni amministrative del 2008. Un atteggiamento, questo, che delinea la profonda responsabilità e spirito di servizio dei dirigenti e del gruppo consiliare UDC di Sutri.

Il segretario provinciale Alessandro Romoli non ha potuto che sottolineare più volte durante l’incontro il comportamento sempre coerente del gruppo consigliare UDC di Sutri composto da amministratori qualitativamente capaci e attenti alle esigenze del territorio. “non è nostra intenzione

subire processi sommari ad personam, ne tantomeno vincolare le nostre scelte di partito a convenienze contingenti” puntualizza Romoli “piuttosto ribadiamo fortemente l’unità granitica del partito a Sutri, in piena coerenza con gli elettori che hanno sostenuto la lista di centro destra vincitrice delle ultime amministrative” Mi lascia perplesso e amareggiato” conclude il segretario provinciale “il mancato coinvolgimento del segretario locale Maggini e del direttivo del partito ad una fase consultiva che avrebbe dovuto essere avviata già prima di porre in essere provvedimenti amministrativi pesanti e pressoché irreversibili.” In chiusura dell’incontro, l’UDC provinciale ha manifestato la disponibilità ad aprire un tavolo di concertazione tra le forze che compongono l’attuale maggioranza sutrina per valutare la possibilità di addivenire ad una soluzione condivisa che riporti una sana e coerente azione di governo alla guida della città di Sutri.

BOMARZO “Il nostro fine non è quello di alimentare divisioni interne”

Il circolo Pd di Bomarzo ha inviato una nota definita ‘di chiarimento’. “Egregio direttore, sono rammaricato dalle interpretazioni che qualcuno ha voluto leggere erroneamente in un documento che è chiaro nei sui contenuti e intenzioni. Il nostro fine non è certo quello di alimentare divisioni interne, ma restituire credibilità e dignità alla politica attuale e futura. Accolgo favorevolmente il contributo di chi sosterrà la nostra iniziativa, come spinta al cambiamento e rinnovamento della politica. In tal senso accolgo con

favore le dichiarazioni fatte da Enrico Gasbarra in merito al documento approvato dal nostro circolo e per questo lo ringrazio a nome del direttivo di Bomarzo. Viste le finalità del documento mi aspetto un momento di riflessione anche al di fuori del Pd”.

VALLERANO- L’appello lanciato in apertura del Concerto di Natale

“Una tradizione da mantenere viva” G

rande successo per il concerto di Natale “Tuscia Brass” a cura dell’associazione culturale naninoOltre un’ora di musica divertente e di ottima qualità con brani di genere diverso dal classico al moderno. Il pubblico presente è rimasto affascinato dal suono di un quintetto di ottoni con arragiamenti perfetti. Trombe: Giuseppe Troncarelli e Duilio Fanelli; Corno: Massimiliano Cesaretti; Trombone: Massimiliano Achilli; Tuba: Fausto Coppa. Questo il discorso tenuto in apertura della serataL’Associazione Culturale e Musicale Giovanni Maria Nanino di Vallerano si pre�gge, nelle diverse e ambiziose espressioni, di voler costituire il �ore all’occhiello del Paese e

dell’intera Provincia. I tre pilastri fondamentali sono: La Scuola Musicale “Otello Benedetti”che vanta insegnanti diplomati presso Conservatori Statali ed è propedeutica per accedere presso un Conservatorio o per una carriera musicale e attività bandistica. La Banda Musicale “G.M.Nanino”, con scuola bandistica-musicale che si ispira all’ antica tradizione del paese iniziata dal maestro A. Floridi, (purtroppo in questi ultimi anni assente in manifestazioni religiose o eventi dell’Anno coincidenti a quelli di altri paesi, per mancanza di fondi per i diversi musicisti forestieri, causa l’esiguo numero dei nostri compaesani musicisti. L’Aspetto Culturale e Musi-

cale, per es. ha già presentato, in questi ultimi tre anni, lo Statuto Farnesiano tradotto da padre Filippo Piccioni, il Concerto Conferenza su G. M. Nanino, Concerti della Banda musicale (per questi eventi si trasforma in orchestra di �ati) a Vallerano, a Villa d’Este Tivoli, all’Auditorium di Santa Maria in Gradi di Viterbo. Tra vari gli obiettivi c’è anche quello di costituire un centro dove creare dei Master Class, Concerti, manifestazioni culturalmusicali. Occorre tuttavia sottolineare che per poter promuovere tali attività e portare a compimento le varie proposte occorrono le strutture necessarie sia come punto di riferimento che di svolgimento fattivo. In questo senso ci auguriamo che il Comune, nella

persona soprattutto dell’Assessore alla Cultura, si faccia portavoce di questa istanza sentita, accogliendo in tal senso tutti quei suggerimenti atti a promuovere un paese che vanta una lunga tradizione storico-culturale-musicale, di cui espressione massima dei nostri antenati è l’aver voluto nel Santuario Maria SS.ma del Ruscello, un Organo monumentale ora �nalmente in restauro. Per tale motivo questa sera potrete godere di un Concerto di Natale solo di un Quintetto di Ottoni. Colgo l’occasione per augurare a Vallerano e ai suoi abitanti e non solo, Buone Feste all’insegna della collaborazione e solidarietà. Un abbraccio Giuseppe Troncarelli

VITORCHIANO - “Il confronto politico è diventato una guerra” R

iceviamo e pubblichiamo dal consigliere d’opposizione Massimiliano Baglioni. “Domenica mattina 9 gennaio a Vitorchiano il Sindaco Nicola Olivieri giunto in piazza, veniva informato del comunicato dell’opposizione appena uscito relativo alla non proprio trasparente gestione della piscina comunale da parte di privati, a seguito del quale non ha mancato di dare sfoggio di un’arroganza e di una maleducazione senza pari. In�schiandosene del ruolo istituzionale che ricopre ha insultato, senza RISPARMIO di �ato, il consigliere Massimiliano Baglioni presente a

pochi metri di distanza. Un comportamento moralmente indegno di un Sindaco (anche se non di tutti) che,dopo un innocuo scambio di battute con lo stesso, sentendosi verbalmente sopraffatto non riuscendo ad argomentare con la stessa ironia, lo ingiuriava pesantemente davanti a numerosi testimoni tanto da venire allontanato da un suo simpatizzante con energia. E’ incredibile che i consiglieri di opposizione vengano bersagliati da minacce sempre più pesanti e insulti dovuti al fatto che cerchino di riportare al centro dell’attenzione l’interesse pubblico

e non la mera salvaguardia dell’interesse personale degli amici del potere. Il confronto politico, che è il sale della DEMOCRAZIA, si è purtroppo trasformato in una guerra personale immotivata. Sono molto deluso dal comportamento di Olivieri che, dopo la bellissima lettera di solidarietà che aveva �rmato per il danneggiamento della bacheca della minoranza, ha dato indubbia prova della reale sostanza che si cela dietro le parole ….. come dire alle parole non sembrano seguire fatti coerenti. Un Sindaco si dimostra all’altezza del proprio ruolo quando governa bene la cosa

pubblica, quando sceglie le persone giuste per svolgere incarichi di responsabilità, e quando riesce a rappresentare l’intera cittadinanza usando capacità di ascolto e rispetto pure verso chi non lo ha votato e non la pensa come lui. Su tutti e tre questi fronti Olivieri continua a dare pessima prova di sé, rendendo sempre più evidente la necessità di un cambiamento. Forse sente troppo la pressione relativa alle indiscrezioni che interessano la sua non più salda maggioranza ma questo non è un buon motivo per scagliarsi verso i suoi antagonisti politici .”


cultura & spettacolo

16

Viterbo & Martedì 10 Gennaio 2012 AltoLazio

TUSCANIA - “Non c’è tempo per l’amore” ha riscosso un successo inaspettato

Tutto esaurito alla prima nell’incanto del Rivellino “N

on c’è tempo...” per l’amore. Una prima da “tutto esaurito” ha inaugurato la nuova stagione teatrale del Rivellino a Tuscania. Athanor Eventi si è dimostrata, come sempre, all’altezza delle aspettative regalando al pubblico uno spettacolo di qualità interpretato da grandi nomi della recitazione nazionale. “ N o n c’è tempo amore” ha letteralmente conquistato i tuscanesi. Una commedia brillante, un interpretazione indiscutibile. Fin dall’ingresso sul palcoscenico Amanda Sandrelli, Blas Roca Rey, Edy Angelillo e Lorenzo Gioielli hanno saputo interagire con il pubblico in sala, coinvolgendolo in un altalenarsi di stati d’animo. Quattro personaggi, una scenogra�a minima. Un enorme orologio a fare da sfondo, a segnalare costantemente il tempo che passa, ad incombere sulle vite umane, ma un orologio rotto, con i numeri distribuiti casualmente sul quadrante, con i meccanismi a vista. Un tempo che non può essere controllato neanche quando se ne colgono i segni evidenti sul corpo che invecchia, sui sogni di gioventù diventati inconfessabili rimpianti. E ci prova a controllarlo Rudy, (Blas Roca Rey) che da anni si impone una “tabella” di marcia sulla quale regola le sue e le altrui giornate, gli appuntamenti dedicati al lavoro ma anche quelli della vita privata. L’amore ha un tempo, quello del sesso consumato con l’amante Ma-

rianna( una splendida Amanda Sandrelli) dalle 14 alle 15 di ogni martedì o con la moglie Gemma (Edy Angelillo) che cerca di sfuggire ad un ruolo impostole dallo scorrere inesorabile degli eventi �nendo a letto con Eduardo (Lorenzo Gioielli)amico di Rudy. Una routine che si inceppa quando cade una sedia, durante una lite tra marito e moglie, una delle solite “liti apparenti” che non lasciano “tempo” a dialoghi profondi con l’altro ma che servono solo a consolidare un ruolo. Sarà quella sedia a riportare i due coniugi ad un diverso livello di consapevolezza. A voler provare a ritrovarsi:”Ricominciamo?” chiede Rudy a Gemma. Ma non è possibile spostare le lancette della vita a proprio piacimento e così �nisce che nel tentativo maldestro di farlo i quattro personaggi �nalmente si incontrano, per la prima volta tutti assieme, ad una cena. Finisce così il primo atto. Il secondo scorre altrettanto velocemente e piacevolmente. Le vite dei quattro personaggi continuano ad incrociarsi tra mille battute, dialoghi brevi e monologhi concisi che si intrecciano gli uni agli altri, uno conseguenza dell’altro: nulla è �ne a se stesso come nella vita reale e proprio come nella vita reale non c’è un unico protagonista ma tante comparse, non c’è un �nale ma un “non �nale”. La parola “�ne” è solo per le favole ma nella vita perché tutto accada non può esserci “�ne”. Valeria Sebastiani

Un’affascinante intrigo di storie e passioni e un orologio a dettarne i tempi. Davvero bello

La coppia Rey-Sandrelli conquistata da Tuscania G

li attori hanno incontrato la stampa per una breve intervista prima del debutto nazionale. Abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey. I due attori, coppia sulla scena e da diversi anni anche nella vita, ci hanno confessato di conoscere già Tuscania. La Sandrelli era già stata qui per girare alcune scene di un suo �lm qualche anno fa. Il centro storico del paese, ammirato per pochi istanti, ha conquistato i due attori che hanno mostrato l’intenzione di ritornare potendo dedicare più tempo ad una visita delle bellezze paesaggistiche, architettoniche e storiche della città. Dopo la tournee di “Non c’è tempo amore” Amanda Sandrelli sarà di nuovo impegnata in teatro con un ruolo che la vedrà protagonista, fatto di lunghi mono-

loghi indirizzati ai bambini e che sarà sulle scene dal prossimo anno. Non con i ritmi stressanti di una tournee però dato che

il ruolo di mamma la chiama agli impegni famigliari. “Poi tra qualche anno, chissà- ci ha con�dato- potrei tornare in tivù”.

Con i �gli più grandi e meno tagli alla cultura, i fan dell’attrice potranno tornare ad ammirarla anche sul piccolo e grande schermo.


Martedì 10 Gennaio 2012

cultura & spettacolo

Viterbo & AltoLazio

17

Il gruppo Happy Day Gospel Singers si è esibito per celebrare il trentesimo anno di vita del Ce.I.S. San Crispino

Solidarietà e spiritualità al Duomo di Viterbo

di VIVIANA TARTAGLINI

S

i è svolta sabato scorso, 7 gennaio, la serata dedicata al trentesimo anno di vita del Ce.I.S. San Crispino di Viterbo, la Comunità terapeutica di recupero di ragazzi tossicodipendenti creata e gestita da don Alberto Canuzzi. Il Duomo di Viterbo ha ospitato il gruppo Happy Day Gospel Singers a celebrare la spiritualità che chiunque viva situazioni di dif�coltà e disagio sociale ha bisogno di trovare nel prossimo e dentro di sé . L’appuntamento con i cori Gospel di don Alberto in occasione delle festività natalizie è ormai una lunga tradizione, iniziata con “Viterbo con Amore”e poi proseguita indipendentemente e

con le sole e poche risorse del Ce.I.S.. Sorprendente è stato entrare in una chiesa così gremita di gente “incantata” dalle voci degli otto protagonisti dell’ensamble statunitense. Momenti di intenso raccoglimento e ri�essione celati in canti gioiosi, ritmi scatenati e balli trascinanti che altro non volevano essere che un’ode al Signore. Ognuno tra i presenti ha trovato il proprio signi�cato e la propria motivazione per ringraziare e lodare il Signore in una serata così intensa di emozioni, di vita, ma anche

di qualità canore, artistiche e d’interpretazione. Presente anche il Vescovo Lino Fumagalli che al termine della rappresentazione ha ringraziato don Alberto per lo splendido spettacolo offerto e per il suo impegno che da trent’anni continua a profondere nonostante l’ingresso nella sua “seconda giovinezza”. Parlando con Don Alberto invece, si evince che i reali ringraziamenti vanno ai ragazzi della Comunità, come ha detto nella presentazione dell’evento di sabato, grazie ai quali è stato possibile far arrivare a Viterbo un gruppo

Una tradizione lunga trent’anni celebrata dai canti Gospel nella Cattedrale

di così alto livello. Infatti, data la mancanza di fondi, tutti i residenti della Comunità si sono adoperati nella raccolta delle olive e nella produzione e vendita dell’olio il cui ricavato ha �nanziato la serata. Questo il loro impegno, un segno di collaborazione con l’instancabile lavoro del sacerdote che, contento e soddisfatto per la grande partecipazione del pubblico, con la sua solita modestia, ha voluto rendere merito a tutti quei giovani che nel tempo sono passati nella struttura della Quercia vivendo l’esperienza del recupero pur con alterne fortune. Ci dice infatti Alberto, che “la percentuale di recupero è del 35%, ma questo non è un dato che scoraggia, perché in realtà salvare anche solo una vita è un 100% di successo”. E’ così che lavora don Canuzzi con il suo staff: nell’ombra, sotto traccia, nel nascondimento perché “lavorare per la vita non ha bisogno di pubblicità, è come il lavoro di una mamma alla quale, alla �ne della giornata nessuno dice grazie perché quello è il suo dovere, come questo sento essere il mio”. Poche parole per spiegare trent’anni vissuti in nome di questa �loso�a. “E’ una storia senza protagonisti, dove però l’entusiasmo e il sacri�cio di molti ha prodotto in questi anni storie di vita e di valori”. I festeggiamenti per i trent’anni del Ce.I.S. avranno il loro culmine a giugno, quando verrà pubblicato il secondo libro di fotogra�e e di poesie dei ragazzi che del Ce.I.S. hanno fatto e scritto la storia.

S

Don Alberto Canuzzi soddisfatto al termine del concerto

Il saluto del Vescovo Lino Fumagalli

La “FILOSOFIA”

iamo qui perché non c’è alcun rifugio dove nasconderci dea noi stessi. Fino a quando una persona non confronta sé stessa negli occhie e nei cuori degli altri scappa. Fino a che non permette loro di condividere i suoi segreti, non ha scampo da questi. Timoroso di essere conosciuto né può conoscere se stesso né gli altri, sarà solo. Dove altro se non nei nostri punti comuni possiamo trovare un tale specchio? Qui insieme una persona può alla fine manifestarsi chiaramente a se stessa, non come il gigante dei suoi sogni né il nano delle sue paure, ma come un uomo parte di un tutto con il suo contributo da offrire. Su questo terreno noi possiamo tutti mettere radici e crescere non più soli come nella morte ma vivi a noi stessi e agli altri.


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

E per voi è tutta festa con questo nuovo mercurio, cari amici del Toro..non crucciatevi se oggi e domani vi sentirete un po’ giù o se avrete qualche piccolo litigio in famiglia..è solo la Luna un po’ ballerina che vi fa i dispetti dal segno del Leone..per il resto va tutto bene..anzi ottimamente oserei dire..con questo nuovo Mercurio associato a Giove FARETE FAVILLE!!

E finalmente cari gemellini si comincia a sentire aria di primavera!..no no..non sono matto..è la primavera in anticipo..se guardate bene qualche fiorellino nel vostro giardino segreto sta già spuntando..e da qui in poi vedrete cosa succederà..una miriade di fiori colorati e bellissimi coroneranno i vostri successi il vostro denaro in aumento e l’arrivo o il consolidamento DEL VOSTRO GRANDE AMORE!!!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Ma che tristezza nuovamente sui vostri volti cari amici del Cancro..ma perché?.ah ho capito..è questo nuovo Mercurio che si diverte a scombinare un po’ i vostri piani..beh guardate che forse una bella notizia in tutto questo potrebbe esserci…che ne dite di una sana arrabbiatura con qualcuno che vi sta sulle scatole?..oggi potreste davvero levarvelo finalmente di torno..E NON E’ POCO!

Che bella L u n a ! ! ! . . e improvvisamente p o t r e b b e risolversi anche qualche grana in amore..ma sì non avete visto che da qualche settimana la vostra dolce metà vi trova un po’ freddi e un po’ spenti? ..beh cercate allora di organizzare una bella cenetta con il vostro amore..vi desidera.. vi vuole come sempre.. RE DELLA FORESTA.

Ma su siate fe l i c i ! ! . . s i e t e sempre un po’ nervosi e invece non d o v r e s t e esserlo cari amici della Vergine..un favoloso Mercurio si è finalmente instaurato in Capricorno e vi porterà nuove conoscenze utili per la vostra carriera che come vi ho già detto avrà un bellissimo balzo in avanti..e con questo marte poi..CHI VI FERMA PIU’?

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Sì lo so che non è il caso di fare investimenti azzardati, lo so che non è il caso di spendere troppo e so anche che non vi sentite così carichi di energia a causa di questo antipatico Mercurio in capricorno..però è sicuramente il caso di sorridere al futuro con tutte le sorprese che vi porterà! E già che ci siete, con questa meravigliosa Venere sorridete al vostro amore…che è GRANDE GRANDE GRANDE.

Oggi non vi sentite un granché..è colpa della Luna contraria in Leone e diciamocelo francamente, anche questa Venere che ancora vi infastidisce dal segno dell’Acquario non è proprio il massimo..ma come al solito voi troverete una via d’uscita a questa tristezza che vi attanaglia..UNA SANA E PROSPEROSA SENSUALITA’!!

Ma che bella Luna avete oggi cari amici del Sagittario.. proprio la g i o r n a t a ideale per tornare al lavoro rilassati e felici!—e anche più ricchi, oserei dire..beh lo so bene che con questo Mercurio che vi ha protetto per due mesi avete guadagnato un sacco di soldini..o perlomeno avete trovato nuove opportunità lavorative..ALLA GRANDE.

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

Festeggiate amici del Capricorno..la stagione è ancora quella del vostro compleanno e questo meraviglioso Mercurio che è venuto a trovarvi rimarrà per voi ancora parecchio tempo e vi porterà tante di quelle opportunità che non potete nemmeno immaginare!..mettetevi in moto per ottenere degli avanzamenti di carriera o semplicemente il primo lavoro per chi è ancora in cerca..siete inossidabili..OLTRE LA CRISI.

FARMACIE (reperibilità)

Che bello questo amore che già da due settimane illumina le vostre esistenze cari amici dell’acquario..siete leggeri e vivaci come dei quindicenni alla prima cotta..anche se avete superato di parecchio gli anta..come?..oggi non vi sentite così?..beh certo con questa Luna..ma non preoccupatevi..è una piccola défaillance che dura solo fino a dopodomani..e poi TUTTA VITA!

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Buongiorno cari irascibili ma simpatici amici dell’Ariete!!! oggi forse si paleserà un problema di tipo legale o forse più semplicemente vi troverete a dover spendere qualche soldino in più di quello che avevate preventivato…non importa, prendete tutto con filosofia e con il sorriso sulle labbra..avete tutte le armi per risolvere qualsiasi tipo di problema..E ANCHE UNA LUNA MERAVIGLIOSA.

Mi raccomando c a r i pesciolini..non siate come al solito i peggiori amici di voi stessi..le cose vi vanno bene e miglioreranno pure.. lasciate quindi da parte la vostra ansia e il vostro incredibile nervosismo che rischia di mandare all’aria tutti i vostri piani..siate calmi ..tranquilli..paciosi..e vedrete che tutto vi andrà bene..ANZI BENISSIMO.

Martedì 10 Gennaio 2012

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Immaturi. Il viaggio Orario: 18,30-20,30-22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 Il gatto con gli stivali Orario: 18,30 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Orario: 20,30 - 22,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Immaturi 2. Il viaggio Orario: 19,40 - 22,00

CASTIGLIONE IN TEV. Cinema Tevere Via Orvietana Immaturi. Il viaggio Orario: 21,30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 J. Edgar Orario: 17,00 - 19,30 - 21,45 Il gatto con gli stivali Orario: 18,00 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 20,00 - 22,00 Le idi di Marzo Orario: 20,00 - 22,00 Capodanno a New York Orario: 18,00 Immaturi. Il viaggio Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano Immaturi. Il viaggio Orario F.+P.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30 Vacanze di Natale a Cortina Orario Fer.: 18,00 Pref. e Festivi: 15,45 - 18,00 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Il gatto con gli stivali 3D Orario F.+P. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Finalmente la felicità Orario F.+P.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45-18,00-20,15-22,30 J. Edgar Tutti i Giorni: 17,00-19,45-22,30 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario F.+P. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via Giacomo Matteotti 2 Non Pervenuto

SORIANO NEL CIMINO

Cinema Florida Piazza Marconi 12 Immaturi 2. Il viaggio Orario:21,30

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti RIPOSO Multisala Flavia Via della Croce, 1 Immaturi. Il viaggio Orario: 21,30 Capodanno a New York Orario:21,30

ORTE Cinema Alberini Via del Plebiscito 10 Finalmente la felicità Orario: 21,30

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 10 GENNAIO

ACQUAPENDETE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e Notturna)

CELLERE Via G. Marconi, 13/A/B (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

MONTALTO DI CASTRO Via Aurelia, 30 (08,45-13,10 e 16,00-19,30)

TARQUINIA Corso Vittorio Emanuele, 37 (08,30-13,00 e 16,00-19,24)

BARBARANO ROMANO Via IV Novembre, 31/C (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

CIVITA CASTELLANA Via Vincenzo Ferretti, 95 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

MONTEFIASC. - ZEPPONAMI Via Cassia, 95 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

TUSCANIA Via Tarquinia, 53 (08,35-13,00 e Notturna)

BASSANO IN TEVERINA Via G. Mazzini, 3 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

CIVITA CAST. - SASSACCI Via Terni, 26 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

MONTEROSI Via Roma, 51 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

VETRALLA Via S. Michele, s.n.c. (09,00-13,00 e 15,30-19,30)

BOLSENA Via A. Gramsci, 38 (08,30-12,30 e 16,00-19,30)

CIVITELLA D’AGLIANO Piazza Cardinal Dolci, 21 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VIGNANELLO Via Roma, 2/D (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CAPODIMONTE Via G. Marconi, 70 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

FABRICA DI ROMA Piazzale Degli Eroi, 10 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

ORIOLO ROMANO Via Claudia, 109 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

VITERBO Via Delle Fabriche, 2 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRANICA Via Padre L. M. Monti, 7 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

GRAFFIGNANO Piazza Del Comune, 10 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

ORTE SCALO Via Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO - S. MARTINO AL C. Piazza Buratti, 2/3 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRAROLA Viale Caduti Sul Lavoro, 39 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

LATERA Viale I Maggio, s.n.c. (09,00-12,40 e 16,00-19,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

Martedì 10 Gennaio

Mercoledì 11 Gennaio

Tempo in prevalenza stabile sul medio Tirreno grazie alla presenza di un promontorio anticiclonico da Ovest, pur con cieli solcati da innocue velature o stratificazioni entro il pomeriggio. Tuttavia un rapido impulso freddo dai Balcani riproporrà temporanea variabilità sul Lazio in serata, specie sul settore meridionale, ma senza fenomeni degni di nota. Tenderà comunque a rasserenare nella notte. Temperature senza particolari variazioni o in lieve aumento sulla Toscana settentrionale. Venti fino a moderati settentrionali in quota, inizialmente deboli al suolo ma con rinforzi tra NNO e Nord su coste, mare e arcipelago nella seconda parte della giornata. Mari poco mossi ma tendenti a mossi entro sera soprattutto al largo.

Alta pressione in ulteriore rinforzo favorisce tempo stabile e soleggiato su tutti i settori, salvo residui addensamenti al mattino su Umbria orientale e dorsale laziale, in rapido assorbimento; torna qualche foschia o banco di nebbia nella notte sulle vallate tosco-umbre. Temperature in rialzo in quota, sensibile sulla Toscana; scarse variazioni o in lieve aumento nei bassi strati. Venti fino a moderati settentrionali in quota, deboli al suolo salvo rinforzi da NNE su Maremma e al largo del Lazio. Mari poco mossi sottocosta, mossi al largo i settori laziali, ma in attenuazione.


SPORT

� � �

Martedì 10 Gennaio 2012

19

BASKET

Grande successo esterno della Belli Cgt Ottimo Mariani che mette a segno la bellezza di 21 punti. Difesa impenetrabile

L

A FORESTA RIETI 51 BELLI CGT VITERBO 84 Rieti: Davico 9, Massacesi 2, Petrucci 22, Amedei 3, Lilli, Giovannelli, Vio 2, Petroni 6, Colantoni 4, Iacoboni 3. All: Di Fazi Belli CGT: Peroni 3, Bitetto 13, Ottaviani 8, Pigliafreddo 16, Mariani 21, Dragojevic 9, Mulé 2, De Martino 7, Caiazza 5, Carrisi. All: Cipriani Arbitri: Gammella di Ardea e Gigantino di Fiumicino Parziali: primo quarto 2026, secondo quarto 24-46, terzo quarto 40-67 La Belli CGT inizia col botto il 2012, espugnando in modo perentorio il parquet del La Foresta Rieti, mai violato quest’anno, e completando un girone d’andata condotto in maniera esemplare e senza nemmeno una sbavatura nel difficile campionato di serie C regionale. La squadra di coach Fausto Cipriani parte bene in attacco, trovando con grande facilità la via

del canestro, ma concede qualcosa di troppo in difesa ai padroni di casa che, trascinati da Petrucci, rimangono a contatto chiudendo i primi dieci minuti sul -6. Il secondo periodo è praticamente perfetto per i viterbesi: la difesa diventa impenetrabile mentre in attacco sono soprattutto Mariani e Pigliafreddo a creare problemi al team di casa, costretto ad incassare un pesantissimo parziale di 20-4 e a rientrare negli spogliatoi sul -22. Il quintetto di Cipriani non molla la presa, tutti i giocatori chiamati in campo dal tecnico dimostrano buona condizione fisica e tanta voglia di fare bene, così il punteggio rimane ampiamente favorevole alla Belli CGt che incrementa il vantaggio fino alla sirena conclusiva. Nove i giocatori a referto per coach Cipriani che può godersi una delle

PROMOZIONE UMBRA - Deluso il centrocampista Sfinjari

Pesante ko per l’Ortana ed è sempre più crisi

N

Prosegue a punteggio pieno la marcia dello scatenato team viterbese

migliori prestazioni stagionali della sua squadra ma pensa già alla gara del prossimo turno, un’altra trasferta insidiosa sul parquet di Terracina. I numeri di questo girone d’andata esaltano in ogni caso i neroarancio, imbattuti in vetta alla classifica e capaci di arrivare al giro di boa con ben dieci lunghezze di margine

sulle più immediate inseguitrici. Con il recupero a pieno regime di Mulè e l’inserimento di De Martino, la squadra ha ancora più armi nel proprio arsenale e vuole continuare sulla strada intrapresa sin dall’inizio della stagione, anche se le avversarie promettono di dare battaglia ogni settimana.

BASKET DONNE - Il team di Scaramuccia lotta ad armi pari ma deve cedere

Derby amaro per la Defensor, battuta in casa dall’Orvieto D

EFENSOR VITERBO 50 CEPRINI ORVIETO 58 Defensor: Scoscia (0/2), Boi 8 (1/3,2/2), Yordanova 16 (3/6,3/6), Badini ne, Romagnoli, Baiocco ne, Richter 6 (3/5,0/2), Sera�ni 6 (2/ 4), Scimitani 8 (4/12), Spirito 6 (3/7). All. Scaramuccia Orvieto: Cochi ne, Mariani 15 (3/9,2/2), Perini 10 (1/3,2/ 2), Puliti 4 (0/3,1/5), Filippetti 9 (3/6), Tripalo 5 (2/6,0/1), Reke 10 (2/4,2/5), Ratti ne, Martella, Tava 5 (2/5,0/1). All. Bondi Arbitri: Santilli di Recanati e Grigioni di Roma. Note: Tiri liberi Defensor 3/8, Orvieto 11/17. Rimbalzi Defensor 37 (Scimitani 10), Orvieto 31 (Filippetti e Tripalo 6). Parziali 10’ (16-10), 20’ (22-24), 30’ (32-41). Uscite per 5 falli Spirito e Yordanova (Defensor) La Defensor lotta �no alla �ne ma deve cedere 58-50 di

fronte a Orvieto, rinviando così l’appuntamento con la prima vittoria del 2012. Buona partenza da parte delle padrone di casa, e sono proprio le ex a mettersi in evidenza; Spirito è la prima ad andare a segno ma la più incisiva è Yordanova che, grazie anche a due conclusioni pesan-

ti, realizza otto punti in pochi minuti lanciando la Defensor sul 10-6 nonostante il talento di Mariani che segna sia dalla lunga che dalla media distanza. L’ala bulgara, due stagioni per lei a Orvieto, sforna anche preziosi passaggi alle compagne e con una bella conclusione di Richter, le padrone di casa sal-

gono al massimo vantaggio sul 16-8, riuscendo a difendere un interessante +6 al suono della sirena che segnala la �ne di un primo quarto decisamente piacevole e con poche interruzioni. Nel secondo quarto Viterbo smarrisce la via del canestro e rimane a secco per lunghi minuti, così le ospiti di coach Angelo Bondi ne appro�ttano per recuperare, siglando il pareggio a quota 16 con Perini. Tre punti consecutivi di Alessandra Tava danno alla Ceprini il 16-19 e bisogna aspettare sei minuti e mezzo per vedere i primi due punti della Defensor, siglati dalla lunetta da Chiara Sera�ni. Le umbre alzano visibilmente l’intensità difensiva ed aumenta il livello dei contatti, specialmente in area, con Scimitani che si fa trovare pronta all’appuntamento e mette canestri importanti. Orvieto però rientra negli spogliatoi

on parte nel migliore dei modi il 2012 dell’Ortana di mister Paolo Livi che a Cerqueto cede ai padroni di casa per 4-2. Una scon�tta che costa ulteriori punti sulla zona salvezza visto che i perugini erano una delle squadre ancora immischiate nella lotta per non retrocedere. Ortana che si è presentata al match con numerose e pesanti assenze ma che nonostante questo ha cercato di fare la propria partita tanto da riuscire a portarsi anche in vantaggio in apertura grazie ad una punizione dalla distanza di Mancini su cui nulla può l’estremo difensore locale. Il vantaggio da coraggio ai viterbesi che si difendono con ordine e cercano di ripartire in modo pericoloso quando ce n’è occasione. Una tattica che paga �no a 5’ dalla �ne della prima frazione quando Monarchi chiude in rete una buona iniziativa dei padroni di casa. Sul punteggio di 1-1 le due squadre rientrano negli spogliatoi. La ripresa parte ancora in modo equilibrato ma tra il 10’ e il 12’ i padroni di casa piazzano un doppio colpo che cambia il volto. A siglare le due reti è Pecci che prima, sulla verticalizzazione di Donati supera Nikovecic

in uscita con un tocco morbido e poi realizza dal dischetto dopo un fallo subito da Betti. L’Ortana accusa il colpo e rischia di subire la quarta rete in varie occasioni ma al 31’ accorcia un po’ a sorpresa il match con Tiri�li. A questo punto i biancorossi vorrebbero crederci ma la squadra è sulle gambe e non riesce a rendersi mai veramente pericolosa subendo addirittura nel recupero la rete del 4-2 ad opera di Vinciotti. POST PARTITA Ad analizzare il match è il centrocampista S�njari: “Ancora una volta ci troviamo ad analizzare una scon�tta purtroppo. Oggi eravamo partiti bene, abbiamo trovato il vantaggio con Mancini e stavamo controllando nel migliore dei modi, poi è arrivato il loro pareggio e sono crollate alcune nostre sicurezze. Nella ripresa poi abbiamo commesso degli errori come purtroppo ci capita spesso e siamo stati puniti severamente. Comunque non c’è tempo per piangersi addosso, dobbiamo già guardare oltre e pensare alla prossima s�da dove, se vogliamo provare a salvarsi, dovremo fare per forza bottino pieno nonostante la forza dell’avversario”.

sul +2 grazie all’energia di Tava e a qualche errore di troppo delle gialloblù che non riescono a capitalizzare a dovere l’ultimo possesso offensivo. Coach Bondi tiene a rapporto le sue ragazze a lungo e i primi minuti del terzo parziale sono favorevoli alle umbre che piazzano una tripla con Puliti e allungano sul 22-28 con un libero di Tripalo. La Defensor questa volta è più veloce a sbloccarsi in attacco, Scimitani riceve palloni invitanti sotto canestro a sa metterli a frutto ma Mariani, rimasta a secco per tutto il secondo periodo, si riaccendo con una tripla e quando anche Reke e Perini puniscono la zona viterbese, Orvieto scappa sul +9 (28-37) con poco meno di tre minuti da giocare nella terza frazione. Viterbo è costretta ad inseguire e coach Scaramuccia deve richiamare in panchina Spirito, gravata di quattro falli.

Yordanova torna a segnare e le padrone di casa limitano i danni, ma con dieci minuti da giocare le umbre sono sul +9 (32-41) e sembrano in controllo delle operazioni. La Defensor però non ci sta, subisce i canestri di Perini e Reke ma risponde con Yordanova e Boi e, soprattutto, pressa a tutto campo per cercare di creare dif�coltà alla circolazione di palla del quintetto di Bondi. L’effetto però dura poco, la Ceprini è molto lucida nel gestire il pallone e trova sempre la giocatrice smarcata, spesso Mariani, per il puntale canestro che sembra chiudere i conti. L’ultimo sussulto arriva con due triple di Boi e un gioco da tre punti di Yordanova ma un �schio molto contestato su uno sfondamento della giocatrice bulgara chiude di fatto i conti, costringendo alla scon�tta una Defensor brava ma non troppo fortunata.


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Martedì 10 Gennaio 2012

CALCIO SERIE D

Viterbese-Flaminia, una X agro-dolce I gialloblù gettano al vento tre punti , la Flaminia guadagna un punto salvezza di LEONARDO CUTIGNI

Foto Andrea Di Palermo

SERIE D - GIRONE E

A

nno nuovo vita nuova? Macchè. Per la Viterbese l’anno incomincia pari-pari al precedente, dove il pari non è un gioco di parole. Due situazioni differenti ma ennesimo risultato. Questa volta infatti, c’è da rendere onore alla volontà di ribaltare un avvio sciagurato. Operazione riuscita allo scadere di una prima frazione pazzesca ma, come già troppe volte visto, le partite hanno il vizio di durare 90’e non 60’-70’. Nella ripresa ci aspettava la conferma, se non l’ampliarsi del vantaggio ed invece, puntulale, è arrivato il pareggio avversario, con l’aggravante dell’uomo in più. Il Deruta, infatti, aveva subito nell’intervallo l’espulsione del proprio numero 11 Ventanni per proteste. C’erano dunque tutti i presupposti per portare a casa i primi tre punti dell’anno, per di più contro una diretta concorrente, ma col passare dei minuti la condizione finisca è venuta meno, con una Viterbese attenta nel possesso palla ma poco incisiva in attacco. Emblematici gli ultimi 20’ dell’incontro quando il Deruta si è chiuso nell’aria di rigore lasciando libertà di manovra ai gialloblù. Grande circolazione di palla, ma per vie orizzontali e mai verticali. Inoltre è mancato il coraggio di portare in area avversaria più uomini, il che lascia spazio a due soli possibili interrogativi. O la benzina era finita oppure la gestione del pareggio era il primo obiettivo. Stando alle dichiarazioni di fine partita la volontà di vince-

re non mancava, allora per esclusione sale in cattedra l’opzione della stanchezza. Stanchezza emersa soprattutto negli uomini chiave, ossia Majella e Morini con il primo che ha lasciato il campo stremato. Capitolo a parte per l’altro bomber. Vegnaduzzo infatti ha tenuto botta sino alla fine, ma non si poteva chiedere di più a chi, oltre ad inventarsi il 3-2, ha giocato di sponda per far salire la squadra. Sono mancati piuttosto i rifornimenti sulle fasce e gli inserimenti in area dei centrocampisti. L’ingresso di Cristiano ha dato geometrie a centrocampo, ma ha indebolito il fuoco offensivo. Purtroppo la scelta era obbligata per Conticchio. Testa aveva esaurito le pile e dunque il cambio oltre ad essere logico era anche necessario. La domanda quindi è la seguente: Quand’è che i nostri leoni affonderanno

il coltello per 90’ ed oltre?. Ci auguriamo presto altrimenti addio sogni di gloria. A parziale giustificazione va sottolineata la carente prova del direttore di gara Massimi di Termoli che nella ripresa ha lasciato più di un dubbio nell’occasione del secondo rigore per gli ospiti ed ha lasciato interdetti i più nell’occasione dell’ammonizione di Majella ormai lanciato a rete. Ma come detto è solo una parziale giustificazione poiché non si può faticare come matti per riportare il risultato nei giusti binari per poi farsi riacciuffare nella ripresa. È mancata la volontà di gettare il cuore oltre l’ostacolo, di rischiare il tutto per

tutto. Anche la panchina al momento del secondo penalty per gli avversari ha destato l’impressione di arrendersi al fato, ma chi sa, forse è stata solo un’impressione. Quel che è poco ma è sicuro è che d’ora in avanti servirà solo vincere, lasciando a casa l’idea di convincere. Tre punti, belli o brutti, serviranno già da Domenica col Sansovino. Stesso risultato ma diverse conclusioni per il Civitacastellana Flaminia. La X finale con il Trestina arriva al termine di una sfida ad armi pari, dove la squadra di Puccica ha ingabbiato gli avversari nel migliore dei modi senza mai soffrire l’iniziativa del duo Cecchignoli-

Viterbese, il cuore non basta per 90’. Prova di carattere per i ‘Puccica’ boys

Menichini. L’importante era non uscire sconfitti e dunque un pareggio può dirsi soddisfacente. È mancato l’acuto del trio Scardini-Capodaglio-Taverna, ma muovere la classifica fuori casa era la cosa più importante, date le sconfitte di Zagarolo e Sansepolcro. Domenica sarà dura arginare la furia dell’Arezzo, reduce da un ro-

PONTEDERA

39

AREZZO

35

SPORTING TERNI

33

PONTEVECCHIO

29

VOLUNTAS SPOLETO

27

CASTEL RIGONE

26

DERUTA

26

PIANESE

26

VITERBESE

24

SANSOVINO

24

PIERANTONIO

22

ORVIETANA

21

TRESTINA

20

GROUP CASTELLO

20

FLAMINIA

18

SANSEPOLCRO

17

ZAGAROLO

16

TODI

15

boante 4-0 contro il Città di Castello, ma l’esperienza di Puccica unita alla voglia di non mollare mai dei suoi giocatori può lasciare spazio a qualche piacevole sorpresa.

SERIE D GIRONE E - 18ª GIORNATA AREZZO - GROPU CITTA’ DI CASTELLO

4-0

CASTEL RIGONE - TODI

1-1

PIANESE - VOLUNTAS SPOLETO

1-0

PIERANTONIO - PONTEDERA

1-2

PONTEVECCHIO - SANSOVINO

1-0

SPORTING TERNI - SANSEPOLCRO

2-1

SPORTING TRESTINA - FLAMINIA CIVITA C.

0-0

VITERBESE - DERUTA

3-3

ZAGAROLO - ORVIETANA

2-3


Viterbo & AltoLazio

� �

ECCELLENZA

E

sport

21

SPORT

Martedì 10 Gennaio 2012

PROMOZIONE

Grimaldi “rassicura” il Montefiascone, dopo il ko di Ostia Harakiri Monterosi, buon punto per il Corneto. In Promozione bene Vigor, Caninese e Ischia di Leonardo Cutigni

P

rima giornata di ritorno del campionato di Eccellenza. La scon�tta del Monte�ascone contro l’ Ostia Mare è stata già assorbita, anche se qualche rammarico rimane. Così il bomber gialloverde Mattia Grimaldi: “Peccato. Abbiamo tenuto bene il campo amministrando i ritmi per più di un tempo ma non è stato suf�ciente. C’è

rammarico nel risultato però la prestazione non è da cancellare, anzi.” Dopo tutto avevate un avversario ostico di fronte: “L’Ostia Mare si giocherà il campionato �no alla �ne. Uscire dal loro campo indenni forse era troppo. Nella ripresa sono venuti fuori i campioni, come nell’occasione del rigore guadagnato da Alfonsi. Ha fatto veramente un gran numero. Dopo il gol hanno giocato in scioltezza e per noi

ECCELLENZA - GIRONE A

ECCELLENZA GIRONE A - 18ª GIORNATA

OSTIA MARE

39

PISONIANO

37

ALBALONGA

31

TOR SAPIENZA

28

REAL POMEZIA

28

VILLANOVA

28

CECCHINA

25

RIETI

24

MONTEFIASCONE

24

FONTENUOVESE

24

REAL MONTEROSI

22

CORNETO

22

LADISPOLI

20

CECCHINA - RIETI

oggi

CORNETO TARQUINIA - REAL POMEZIA

1-1

DIANA NEMI - LADISPOLI

1-1

FIUMICINO - FONTENUOVESE

2-1

GUIDONIA - MACCARESE

2-1

FIUMICINO

20

LA SABINA - ALBALONGA

1-2

DIANA NEMI

18

OSTIA MARE - MONTEFIASCONE

2-0

MACCARESE

15

REAL MONTEROSI - VILLANOVA

2-3

GUIDONIA

14

TOR SAPIENZA - PISONIANO

oggi

LA SABINA

11

PROMOZIONE GIRONE A FREGENE

36

GRIFONE MONTEVERDE

35

V. ACQUAPENDENTE

34

CANINESE

32

ISCHIA DI CASTRO

29

PIANOSCARANO

31

CASALOTTI

28

FOCENE

26

OLIMPIA

25

TOLFA

23

ANGUILLARA

22

LA STORTA

22

BRACCIANO

21

CITTA’ DI CERVETERI

21

SANTA MARINELLA

21

FUTBOL CLUB

20

FOGLIANESE

12

CANEPINA

8

è stata dura.” Comunque ve la siete giocata: “Si. Al triplice �schio siamo usciti arrabbiati, ma solo per il risultato. Dopo tutto avevamo delle assenze pesanti in mezzo al campo, soprattutto negli under. D’ora in avanti dobbiamo raccogliere il più possibile e salvarci il prima possibile, anche perché le ultime partite sono sempre un’incognita.” Parlando degli avversari per la corsa salvezza, ti ha sorpresa la scon�tta del Monterosi? “Devo ammettere che sono rimasto sorpreso. Il Monterosi stava attraversando un buon momento e certamente non mi aspettavo una scon�tta. Comunque il Villanova è una squadra tosta, anche noi abbiamo sofferto contro di loro. Fuori casa hanno un rendimento incredibile e purtroppo per il Monterosi si sono confermati come una formazione da trasferta.” Che obiettivi ti proponi? “Personalmente non mi pongo traguardi, mi interessa

più salvarmi con diverse giornate d’anticipo.” Rispetto alla scorse stagione sei migliorato molto, merito di Antolovic? “Saluto e ringrazio la Foglianese, ma qui a Monte�ascone ho trovato la mia posizione. Mister Antolovic mi ha ritagliato un ruolo che si addice alle mie caratteristiche. Amo vedere la porta e servire i miei compagni. Nella passata stagione stavo troppo lontano dall’area avversaria, mi ero adattato al ruolo per il bene della squadra. Adesso sono più libero di esprimermi ed a parte qualche gol mangiato posso ritenermi soddisfatto per quanto fatto, anche se riconosco che posso migliorare.” È dunque il Monterosi la sorpresa in negativo della giornata. La formazione di Lauretti non ha saputo raccogliere il vantaggio maturato nella prima metà della ripresa, facendosi agguantare e sorpassare negli ultimi 10’ dell’incontro. Una scon�tta che potrà pesare, dato il successo del Fiumicino ed il pareggio del Ladispoli, ora a sole due di distanza. Speriamo che già da Domenica si possa invertire la rotta. Pareggio tutto sommato giusto per il Corneto Tarquinia che ferma il Real Pomezia

dopo lo svantaggio subito ad inizio ripresa. La squadra di mister Gu� ha lottato �no alla �ne, s�orando la vittoria nei minuti �nali con una punizione di Spirito, autore del gol del pareggio sempre su punizione. Qualche rammarico rimane, ma dopo un avvio di stagione pesante, essere fuori dalla zona play out è già un traguardo. Occorre mantenere alta la concentrazione, ma l’esperienza accumulata nel girone d’andata ritornerà sicuramente utile.

il Tanas Casalotti con una rete del sempre verde Fabio Goretti. La punta, subentrata nella ripresa regala i tre punti ai suoi che ora possono sognare un aggancio alla vetta. Chi affonda nel baratro è invece il Canapina. Il 0-4 subito ad opera dell’Ischia di Castro offusca con probabilità le ultime speranze di salvezza oramai distante dodici lunghezze. Per l’Ischia da incorniciare la prova degli attaccanti grazie alla doppietta di uno scatenato Aquilani, con Loiseaux e Ballacima a completare il quadro dei marcatori. In prospettiva la formazione di Gasperini sembra la più accreditata nell’inseguimento delle tre fuggitive di vertice. Colpo grosso per la Caninese di Sperduti che regola un Futbolclub alla disperata

Ritorno al gol per Fabio Goretti nel successo contro il Casalotti

PROMOZIONE La prima di ritorno del campionato di Promozione prova a mettere in chiaro quelle che saranno le formazioni a contendersi un posto nella corsa all’Eccellenza. Il Pianoscarano, infatti, non riesce nell’impresa di rallentare la corsa del Fregene capolista e presumibilmente dice addio ai sogni di gloria. Inutile per i rossoblu il tentativo di accorciare le distanze nel �nale con Faiola. Chi invece ride è la Vigor Acquapendente che mantiene il ritmo delle prime regolando

PROMOZIONE GIRONE A - 18° GIORNATA (8 gennaio) SANTA MARINELLA - BRACCIANO

1-0

FUTBOL CLUB - CANINESE

0-1

VIGOR ACQUAPENDENTE - CASALOTTI

1-0

ANGUILLARA - CITTA’ DI CERVETERI

0-1

FOGLIANESE - FOCENE

1-1

TOLFA - GRIFONE MONTEVERDE

1-1

CANEPINA - ISCHIA DI CASTRO

0-4

OLIMPIA - LA STORTA

3-2

FREGENE - PIANOSCARANO

2-1

ricerca di punti con un penalty di Feola. Per la Caninese la zona play off è a sole due lunghezze, lecito quindi farci un pensiero. Chiude il quadro delle nostre formazioni la Foglianese che porta a casa un punto utile per il morale. Serviva una vittoria ma, dato il dif�cile momento della società, aver riportato in parità l’incontro dopo lo svantaggio di rigore subito a metà ripresa può essere considerato un successo, soprattutto considerando l’avversario. Il Focene infatti poteva travestirsi da boia, invece l’orgoglio dei rossoblu è riemerso. Otto punti sono tanti da recuperare, ma il carattere e l’orgoglio, se ritrovati, potranno fare la differenza. NELLE FOTO In alto Mattia Grimaldi del Monte�ascone, a sinistra Merelli del Monterosi e qui sotto il bomber Goretti della Vigor Acquapendente


� �

sport

23

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Martedì 10 Gennaio 2012

CALCIO

Meraviglie di Castrense e San Lorenzo Nuovo Entrambe hanno i campionati in tasca dopo gli ennesimi successi. Al Capranica il derby di Ronciglione

I

l punto sui campionati di Prima e Seconda Categoria dopo la penultima di andata.

PRIMA CATEGORIA GIRONE A Tutto nel segno dei pronostici per le prime due della classe. Continua l’incredibile volo della Castrense di patron Vincenzo Camilli che passa a Caprarola contro la Virtus Cimini con il 2-0 �rmato dalla coppia Pacenza e Scatena (primo gol in gialloblu). Ed i numeri della battistrada continuano ad essere impressionanti con un 13 vittorie ed un pareggio che la dicono davvero lunga sulla forza della regina del torneo.

Torna al successo la Sorianese che consolida il suo secondo posto grazie al sofferto successo casalingo per 3-2 contro il buon Montalto Calcio �rmato dai gol di Pellegrini, Gentili e Bonucci. Per i tirrenici reti di Trebisondi e Tomassetti. E Sorianese che ha rafforzato il suo secondo posto per il concomitante pareggio interno della Virtus Bolsena che si fa imporre il pari interno per 2-2 (rimonta dallo 0-2) dal Blera. Negli altri confronti bel successo per 1-0 del Capranica che passa sul campo della Cimina Ronciglione in un derby sempre molto sentito con la rete di Doraci. Negli altri confronti pareggio per 2-2 in Vasanello contro Tuscania, una x che fa

1ª CATEGORIA GIRONE A - 14ª GIORNATA

Nel girone A di Seconda 13esimo centro per bomber Latini nel successo del 2001 Tuscia lentano di mister Spano. Per la capolista magistrale doppietta di Pinzi ed ennesimo trionfo di un campionato sin qui stellare. Alle spalle della battistrada trova il secondo posto il Valentano che con le reti di Billi e Virtuoso batte la Virtus Marta e allunga sulla Virtus Pilastro scon�tta in casa dal Civitella D’Agliano che passa con le

reti di Jan e di Trebisondi. Passo falso grave per i rionali. Negli altri match divertente il 4-4 �nale tra Querciaiola e Vetralla 1928. Un pari che alla �ne fa più felice la squadra ospite. Super Giuseppe Latini che raggiunge quota 13 gol e contribuisce al 2-1 con il quale il 2001 Tuscia stende una Nuova Bagnaia alla quale non porta fortuna l’arrivo di mister Petretti. Prima volta del Barco Murialdina del bravo mister Milani che stende per 2-1 in trasferta il Celleno e prova a dare un senso al suo dif�cile campionato e conferma il suo trend in miglioramento il Graf�gnano di mister Samà che nella corsa alla salvezza

2ª CATEGORIA GIRONE A - 14ª GIORNATA

2ª CATEGORIA GIRONE B - 14ª GIORNATA

CIMINA RONCIGLIONE - CAPRANICA

0-1

CELLENO - BARCO MURIALDINA

1-2

BASSANO ROMANO - SORATTE

3-1

DORIA SAN MARTINO - POL. FALISCA

1-0

FARNESE - SAN LORENZO NUOVO

0-2

CALCIO SUTRI - S. RONCIGLIONE0

0-2

MONTE ROMANO -VALLERANESE

1-0

GRAFFIGNANO - ETRUSCA

1-0

CASPERIA 2006 - A. MORLUPO

3-1

NUOVA SORIANESE - MONTALTO

3-2

NUOVA PESCIA ROMANA - REAL GRADOLESE

1-1

FABRICA CALCIO - STIMIGLIANO

1-2

VASANELLO - TUSCANIA CALCIO

2-2

QUERCIAIOLA - 1928 VETRALLA

4-4

PRO CALCIO ANGUILLARA - MAGLIANESE

1-1

VIGNANELLO - LATERA

0-1

VALENTANO - VIRTUS MARTA

2-0

REAL COLLEVECCHIO - REAL CAPRAROLA

4-2

VIRTUS CALCIO BOLSENA - BLERA

2-2

VIRTUS PILASTRO - CIVITELLA D’AGLIANO

1-2

VEJANESE - FORANO

1-2

VIRTUS CIMINI - CASTRENSE

0-2

2001 TUSCIA - NUOVA BAGNAIA

2-1

VIC FORMELLO - SABAZIA

3-0

Nelle immagini in alto a destra altra esultanza per il patron della Castrense Vincenzo Camilli e il dirigente Cordelli. Sotto a sinistra mister Valentini, tecnico della Sorianese e a destra il super Latini del Tuscia

1ª CATEGORIA GIRONE D - 14ª GIORNATA

1ª Categoria girone A CASTRENSE

40

NUOVA SORIANESE

28

VIRTUS BOLSENA

25

CAPRANICA

23

MONTALTO

22

BLERA

21

C. RONCIGLIONE

21

LATERA

20

DORIA S. MARTINO

19

TUSCANIA

19

POL. FALISCA

17

VALL4ERANESE

17

MONTE ROMANO

14

VIGNANELLO

9

VASANELLO

8

VIRTUS CIMINI

6

più felice la formazione ospite. Vittorie interne di misura per 10 del Doria San Martino contro la Pol. Falisca, gol di Goddi e del Monteromano che con un rigore di Pau liquida la Valleranese sempre scostante. Colpaccio del Latera che sta avendo dei grossi progressi dalla conduzione di Aquilio e dall’ingaggio di Pantarelli, ancora in gol nella vittoria esterna per 1-0 a Vignanello. In coda si fa sempre più complicata la situazione di Virtus Cimini, Vignanello e Vasanello. PRIMA CATEGORIA GIRONE D Qui altro disco rosso per una F. Nepi sempre più fanalino di coda che perde in casa contro il Sacrofano per 1-0- Ed il ko porta alle dimissioni del tecnico Gasperini per una classi�ca che ormai sembra decisamente compromessa. SECONDA CATEGORIA GIRONE A Campionato praticamente chiuso con il San Lorenzo Nuovo che fa 14 su 14, Batte in trasferta il Farnese e porta a + 12 il suo vantaggio sul Va-

CASAL BARRIERA - C. MONTERANO

2-1

CAMPAGNANO - ROMULEA

4-3

CASTELNUOVESE - TREVIGNANO

2-0

CESANO - RIGNANO SORATTE

0-4

C. CAPENA - FIANO ROMANO

0-1

FORTITUDO NEPI - SACROFANO

0-1

OTTAVIA - REAL PORTUENSE

0-1

PRO ROMA - FORTITUDO CALCIO

1-1

1ª Categoria girone D

2ª Categoria girone A

REAL PORTUENSE

32

SAN LORENZO N.

42

CAPENA

27

VALENTANO

30

TREVIGNANO

26

VIRTUS PILASTRO

26

FORTITUDO ROMA

25

CIVITELLA D’AGLIANO

26

FIANO ROMANO

24

NUOVA BAGNAIA

23

RIGNANO SORATTE

21

FARNESE

22

CAMPAGNANO

20

2001 TUSCIA

22

CASAL BARRIERA

20

VIRTUS MARTA

17

CANALE MONTERANO

19

VETRALLA 1928

17

CASTELNUOVESE

19

REAL GRADOLESE

16

ROMULEA

19

PESCIA ROMANA

14

SACROFANO

18

GRAFFIGNANO

14

OTTAVIA

16

QUERCIAIOLA

13

PRO ROMA

15

CELLENO

11

CESANO

6

ETRUSCA

9

FORTITUDO NEPI

6

BARCO MURIALDINA

6

trova tre punti d’oro dal match interno contro l’Etrusca. In�ne pari e patta in Nuova Pescia Romana e Real Gradolese che termina 1-1. SECONDA CATEGORIA GIRONE B Il big match tra Fabrica e Nuova Pescia Romana è terminato 1-2 ma i locali recriminano e non poco per la pessima direzione arbitrale. Stimigliano che conserva il primato, balza al secondo posto in classi�ca la Cimina Ronciglione corsara per 2-0 nel derby contro il Calcio Sutri con la doppietta di Farricelli. Le feste di Natale hanno invece gatto male alla Vejanese scon�tta in casa per 2-1 dal Forano. Ok il Bassano Romano che batte 3-1 il Soratte con le reti di D’Achille, Moroni e Fravolini. Scon�tta netta per il Real Caprarola di mister Renzoni nella trasferta con il Real Collevecchio e classi�ca sempre più a rischio con il club intenzionato a raffrozare l’attuale rosa per provare a venire fuori da una situazione complicatissima.

2ª Categoria girone B STIMIGLIANO

34

RONCIGLIONE UNITED

31

VEJANESE

29

REAL COLLEVECCHIO

27

FABRICA CALCIO

26

SABAZIA

24

MAGLIANESE

21

CALCIO SUTRI

21

BASSANO ROMANO

16

FORANO

15

CASPERIA

14

VIC FORMELLO

14

ANGUILLARA

13

SORATTE

12

MORLUPO

11

REAL CAPRAROLA

8


L'Opinione di Viterbo - 10.01.2012  

L'Opinione di Viterbo - 10.01.2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you