Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

DOMENICA 8 GENNAIO 2012 ���������������������

Anno III N. 6 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Attualità

Strage di Acca Larentia Vittima dell’odio anche un tuscanese di Valeria Sebastiani

Personaggi

Regione

A Viterbo è arrivata Katia Ricciarelli

Un aiuto sostanzioso per i malati del morbo di Alzheimer

di Viviana Tartaglini

Servizio

a pagina 6

a pagina 16

a pagina 9

Ultimo spunto di polemica le dichiarazioni dell’onorevole Ugo Sposetti ma sugli altri colleghi?

Contro la Casta è ormai una crociata TARQUINIA

BEFANE DI PROVINCIA

Tutte le feste porta via

Per la differenziata ora c’è Igenio

Grande la partecipazione a tutte le rappresentazioni di questi ultimi giorni di festa in occasione della ricorrenza dell’Epifania. Befane vecchie, brutte, belle, colorate, spiritose, giovani, ma soprattutto contente di condividere ed incarnare lo spirito della festa e donare un sorriso ai bambini della provincia che hanno partecipato numerosissimi a tutti gli appuntamenti nei vari paesi della Tuscia. Il momento della rivelazione, il momento del dono, chiude per tradizione tutte le feste natalizie. Adesso i bimbi a scuola e i grandi a concentrarsi sulle attività abituali con la speranza di portarci dietro un po’ di quella magia legata al Natale. ViTa75

di Daniele Girardi a pagina 11

VASANELLO

San Lanno è festa doppia Servizio a pagina 15

VETRALLA

Lo scempio di Foro Cassio di Emanuele Faraglia a pagina 14

Le recenti interviste di Ugo Sposetti hanno agitato gli animi soprattutto all’interno del Pd. In particolare le dichiarazioni che riguardavano i così detti “privilegi” della casta. In effetti, il deputato del Pd di cose sui costi della politica ne ha dette ultimamente. Le posizioni del partito sul taglio agli sprechi sono spesso diverse e contrastanti. Da una parte c’è il tesoriere dei Ds che difende la casta e dall’altra una parte del Pd che è in rivolta (o fa �nta di esserlo per accrescere consensi). In controtendenza alle dichiarazioni di Ugo Sposetti, infatti, sono intervenuti prima il suo segretario comunale, Alvaro Ricci, poi il consigliere comunale Francesco Serra e il segretario del circolo Gemma Piacentini, Roberto Innocenzi , l’intero circolo di Bomarzo con una proposta referendaria e in�ne il consigliere provinciale Gemini Ciancolini. Tutti a favore dei tagli dei costi della politica. Posizioni che Sposetti de�nisce “rispettabili”, ma sulle quali preferisce non intervenire. Tra tutti ecco adesso la voce di Sergio Insogna e Ennio La Malfa. Nessuno parla però di Laura Allegrini, Giuseppe Fioroni etc. etc. etc. a pagina5

Montefiascone Resistenza a pubblico ufficiale, due arrestati dai carabinieri

Viterbo Afesopsit la protesta è ancora in piazza

Servizio a pagina 3

Servizio a pagina 4

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Viterbese e Flaminia “ripartono” Servizio a pagina 20

Servizio

Basket La Belli cerca il successo a Rieti

Promozione Si torna in campo con la 1ª di ritorno

Servizio a pagina 19

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 21


ISTAT_MOB_SP_PROFCALCIO_N.indd 1

19/10/11 16:27


cronaca

& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

3

Tanti gli interventi di questi di questi primi giorni del 2012 tra i quali e sempre per abuso di alcolici un tunisino di 41 anni e un minorenne

H

anno avuto un bel da fare i carabinieri di Monte�ascone in questi primi giorni del 2012. I militari sono dovuti intervenire diverse volte, soprattutto a causa di fatti legati all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti. E’ noto, le festività natalizie sono il periodo dove la richiesta di droghe è maggiore ed più facile alzare il gomito. Il primo episodio si è veri�cato a Grotte di Castro. Una romena di 33 anni, da residente nella cittadina, la mattina di capodanno, in evidente stato di ebbrezza, ha preso a molestare gli avventori di un bar. Gli uomini della locale stazione, per primo il maresciallo Dal Canto, sono intervenuti per tranquillizzare la romena, ma hanno ottenuto l’effetto opposto. La donna alla vista dei militari si è scagliata contro di loro, insultandoli e gridando

Alcol e droga, gli interventi dei carabinieri

A Montefiascone i militari hanno tratto in arresto due persone per minaccia, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale minacce. Sono stati costretti ad arrestarla. La 33enne è stata condannata a tre mesi di reclusione per violenza e resistenza, ma Tornata in libertà grazie alla condizionale. Il secondo episodio è avvenuto a Monte�ascone. Un viterbese di 39 anni , alle prime luci dell’alba del giorno dell’Epifania, si è andato a schiantare contro un palo della luce sulla via

A dare in escandescenza una romena di 33 anni e un viterbese di 39 tutti e due ubriachi fradici

Verentana. Un’unità del radiomobile è intervenuta per prestare soccorso, ma l’uomo, in evidente stato di ebbrezza, ha dato in escandescenza ed ha cominciato a prendere a calci e pugni i carabinieri. E’ stato necessario chiamare di un’altra pattuglia di supporto. Il 39enne, nonostante l’arrivo dei rinforzi, ha continuato a colpire tutto ciò che si è trovato intorno. La sua furia si è placata soltanto dopo l’intervento del 118. I sanitari lo hanno dovuto sedare e trasferirlo al Belcolle, dove lo stesso si trova ancora ricoverato, in stato di arresto. Dovrà rispondere di minaccia, resistenza,

Tuscania, “molestatore” ancora libero N

ell’immaginario collettivo è impressa l’immagine di un uomo che passeggiando mostra le sue nudità aprendo di colpo il suo cappotto. Un gesto diventato l’archetipo di tutte le Candid Camera e delle burle televisive. Ma a Tuscania in una situazione per certi versi molto simile si è passati direttamente dallo scherzo alla paura. Uno strano personaggio vestito con maschera e guanti bianchi si è aggirato per il cimitero della cittadina spaventando le signore che si recano a visitare i propri defunti. Paura che ha spinto molti

cittadini ad evitare di andare a far visita ai propri cari ormai scomparsi. E sono state diverse le segnalazioni di questo misterioso “attentatore”. In paese, da giorni, è caccia all’uomo e l’argomento ha monopolizzato ogni discussione da bar. La popolazione senza considerare la possibilità di una diffamazione, aveva già individuato il colpevole facendo circolare delle voci a riguardo. Ad occuparsi del caso è la polizia municipale, che intanto ha smentito un coinvolgimento dell’uomo accusato dalla cittadinanza.

oltraggio a pubblico uf�ciale, danneggiamento volontario e, se le analisi cliniche lo confermeranno, di guida in stato di ebbrezza. Ma non è �nita, dopo il riscontro positivo degli esami di laboratorio, è stato denunciato un 41enne tunisino, residente a Orvieto, che, in dicembre aveva provocato un incidente stradale a Castiglione in Teverina. Stessa sorte per un minorenne di Monte�ascone coinvolto con il proprio motociclo in un altro sinistro a Monte�ascone a novembre, è risultato positivo all’assunzione di sostanze stupefacenti.

Studentessa in Afghanistan

E

’ un’ex studentessa universitaria di Viterbo, laureata in scienze organizzative e gestionali e dirige logistica di una base militare italiana a Bakwa in Afghanistan. Silva, questo il nome della ragazza, si è anche iscritta al corso di laurea magistrale in imprese e pubblicità all’Università di Viterbo. A settembre è entrata nel Reggimento San Marco e ha preso stanza nel

186esimo Reggimento paracadutisti della Folgore. “La sensazione? Tanta carica, tanta grinta, voglia di fare esperienza all’estero”, racconta. E in merito al rapporto con i militari dice: “sono cinque anni che lavoro con loro, sono abituata ad averli accanto. L’impressione è positiva. E’ bello lo spirito di gruppo, condividere emozioni, è un’esperienza bellissima”.


cronaca

4

Viterbo & Domenica 8 Gennaio 2012 AltoLazio

VITERBO - L’associazione sostenitrice dei sofferenti psichici ha chiesto un incontro con la Polverini da ormai cinque mesi

Afesopsit, protesta ad oltranza C

ontinua ad oltranza il sit-in dell’Afesopsit, associazione familiari e sostenitori sofferenti psichici, che invita a tenere alta l’attenzione. L’invito è rivolto alle forze della società civile, affinché guadino con attenzione agli sviluppi di questa lotta per il diritto alla salute. La protesta dell’associazione è diretta a fermare la chiusura di alcuni dei centri di accoglienza per i sofferenti psichici della Tuscia, come quello di Acquapendente o l’altro di Orte. L’Afesopsit ha inviato un comunicato stampa per ringraziare tutte quelle redazioni e quei giornalisti che con il loro lavoro stanno sostenendo rafforzando l’iniziativa. E’ dal due gennaio che questi cittadini sono scesi in piazza e continueranno a rimanerci fino ad oltranza fino a quando il presidente della Regione Lazio non fisserà un incontro per ricevere

una loro delegazione. Alla Polverini è rivolto un disperato appello: “Quando eri sindacalista scendevi in piazza a lottare con la gente - hanno scritto su di un manifesto - Ora che sei arrivata al potere

ti sei dimenticata di tutto? Ti abbiamo chiesto un incontro dal 12 agosto 2011. Non rispondi e costringi le famiglie a pernottare in questa piazza”. Vito Ferrante, presidente dell’Afesopsit spera che nel

più breve tempo possibile la governatrice Polverini accetti di presentarsi ad un tavolo di confronto con la Asl, le associazioni e i dirigenti dei centri d’accoglienza.

Entra alle Poste per pagare una bolletta e scatta l’allarme

BASSANO ROMANO - Nelle casse comunali entreranno circa cinquemila euro

Elevate le prime multe per chi va con le “lucciole” L

’ordinanza antiprostitutzione emessa dal sindaco di Basssano in Teverina comincia a dare i primi frutti. Le prime multe sono state elevane nei primi giorni del 2012. Sono infatti una decina in tutto gli automobilisti colti con le mani nel sacco e sanzionati per essersi intrattenuti con le prostitute. Il provvedimento deciso da Alessandro Romoli, primo cittadino in quota Udc, vieta a chiunque di “contrattare prestazioni sessuali su strada e di fermarsi anche solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano l’attività consistente in prestazioni sessuali. La multa può arrivare fino a 500 euro”. In totale, dalle contravvenzioni potrebbero entrare nelle casse del Comune circa cinquemila euro. E se la “voce” tra gli abitué non verrà diffusa, le multe sa-

ranno ancora di più. Ecco il testo dell’ordinanza: ‘’Da tempo alla diffusione della prostituzione sulle strade di interesse territoriale, conseguono situazioni di disturbo alla quiete pubblica, di offesa al pubblico decoro, fino alla compromissione della serena vivibilità dei residenti

nei luoghi maggiormente esposti al problema. Per di più – come è ancora scritto nella nota - il fenomeno della prostituzione, oltre a rappresentare un messaggio diseducativo, comporta un serio pericolo sulla sicurezza stradale a causa dei comportamenti gravemente impru-

denti ed in violazione del codice della strada da parte dei soggetti in cerca delle prestazioni sessuali. Non ultimo e di rilevante importanza, i papabili avventori sono esposti alla contrazioni di gravi malattie per le scarse norme igieniche sanitarie che vengono adottate’’. Nella guerra alla prostituzione di Alessandro Romoli le prime “vittime” sono automobilisti non residenti a Bassano Romano, che non essendo a conoscenza del divieto hanno pagato molto caro il loro “passatempo”. “L’ordinanza – ha detto Alessandro Romoli - è stata adottata per prevenire e contrastare la prostituzione su tutto il territorio comunale al fine di garantire una maggiore sicurezza alla viabilità e il libero utilizzo degli spazi pubblici”.

Due automobili fuori strada sulla Umbro-Casentinese I

ncidente stradale, intorno alle 16,30 di venerdì pomeriggio, sulla Umbro-Casentinese all’altezza del bivio per la strada Capraccia nei pressi del distributore Icm in direzione Montefiascone . Due auto, per cause ancora in corso di accertamento, si sarebbero scontrate finendo fuori strada. I carabinieri di Montefiascone sono giunti sul posto insieme ai vigili del fuoco e ai sanitari del 118.

U

n singolare episodio si è veri�cato a Canino nel giorno della Befana. Un uomo è entrato nell’uf�cio postale di via Giuseppe Garibaldi, facendo scattare l’allarme e l’immediato intervento di diverse pattuglie dei carabinieri. Ma arrivate sul posto le forze dell’ordine non hanno trovato nessun segno di effrazione, nessuna banda di criminali, tutto era perfettamente in ordine e niente era stato trafugato. Giovedì pomeriggio, gli impiegati delle Poste avevano dimenticato di chiudere le porte d’ingresso e di abbassare le serrande prima di lasciare il posto di lavoro. Un cittadino romeno, da tempo residente nel Comune maremmano, avendo visto le porte aperte aveva ben pensato di andare a pagare un bollettino. Ma una volta messo piede nel locale sono scattati i sistemi di sicurezza antirapina e le pattuglie dei carabinieri si sono precipitate a sirene spiegate in via Garibaldi. Gli uomini della locale stazione pensavano di avere davanti agli occhi un malvivente, un ladro, una pericolosa banda di criminali. Si sono dovuti ricredere perché al contrario di fronte a loro c’era una persona con una bolletta in mano. L’uomo, dopo un grande spavento, è riuscito a spiegare ai militari il motivo della sua presenza all’interno dell’uf�cio. E questi gli hanno creduto, dal momento che nessun segno di scasso è stato trovato. Per fortuna solo questo signore ha notato la “svista”.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Vice-Capo Redattore Emanuele Faraglia Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

politica

5

CRISI DELLA POLITICA - Non perdete le lettere di Insogna e La Malfa

Crociata contro la Casta tutti contro Ugo Sposetti E

nnio La Malfa, presidente di Accademia Kronos, ha inviato una lettera di considerazioni e riflessioni che si tramutano in una proposta all’on.le Sposetti e a tutti i parlamentari per aiutare le famiglie in difficoltà in Italia. “Ammazza che bei viterbesi che siete!!!” - Questo è stato il commento di un associato torinese di Accademia Kronos che questa mattina mi ha telefonato per commentare le posizioni in difesa dei costi della politica e della casta esposte dall’on. Ugo Sposetti in alcune recentissime trasmissioni TV. Io gli ho risposto che l’on. le Sposetti è una mosca bianca, forse contestato dal suo stesso partito e, quindi, non può fare testo. Ma il socio di rimando mi ha detto: -”Ma se questo è un rappresentante del PD che va in TV, vuol dire che è stato autorizzato e che quindi tutto il PD la pensa allo stesso modo!!” - A quel punto ho dovuto incassare il colpo e tacere. Paradossalmente, pur non essendo del PD, mi sono trovato a difenderlo. Mi meraviglio come le affermazioni pubbliche di Sposetti non siano ancora state contestate dall’alta dirigenza del partito. Pertanto al vertice del partito chiedo: -” con tante persone intellettuali, acculturate e di carisma del PD perché in TV ci avete mandato proprio Sposetti?”- Certamente sotto le feste di Natale eravamo un pò tutti distratti e, quindi, forse non si è pensato che certe affermazioni scandite da un funzionario di partito, di quel partito che storicamente ha sempre sostenuto la gente in difficoltà e combattuto i privilegi “zaristi”, suscitassero tanto clamore e rabbia. Mi viene anche da pensare che sia stata una sottile operazione di qualche “illuminato”per denigrare in un sol colpo il PD e tutti i politici sia a livello nazionale che europeo. Chi ha programmato questa trappola, se tale è stata, ha colto nel segno, nel senso di far crescere ancora di più l’indignazione pubblica. Ma

oltre a ciò, certamente in buonafede, il nostro Sposetti è riuscito anche a danneggiare l’immagine di noi uomini della Tuscia ... Quell’amico torinese che mi ha telefonato, alla fine rispecchia il pensiero di buona parte dei telespettatori che hanno dovuto assistere alle performance sul costo della politica di Sposetti. Cosa dire allora all’amico Sposetti? Dimettersi subito dal partito e così dimostrare al pubblico che la difesa della casta era solo una sua posizione e non di tutto il PD? Oppure fare qualcosa di eccezionale, capace di dare sia a Sposetti che a tutti noi della Tuscia una nuova immagine positiva. Questo che ora propongo a Sposetti automaticamente lo propongo a tutti i parlamentari nazionali e regionali, nonché ai membri di altre caste italiane che ogni mese incassano quanto un povero operario a stento ottiene in un anno. E cioè adottare famiglie italiane in difficoltà, concedendo loro un vitalizio mensile di almeno 1000 euro, e questo almeno per un anno, oppure fin quando questa drammatica situazione economica italiana non sarà superata. Del resto se ci troviamo in questa situazione disperata non è per colpa nostra, ma solo dei nostri politici, che abbiamo votato e a cui abbiamo delegato il nostro futuro, e che invece non hanno saputo proteggerci da questo disastro. Quindi se ogni parlamentare adottasse una famiglia in difficoltà ed altrettanto facessero notai, giudici, alti dirigenti dello Stato, calciatori di seria A, ecc. ecc., faremmo del bene ad almeno 100.000 famiglie in Italia. Per molti degli umani fortunati 1000 ero di meno al mese vorrebbero dire solo rinunciare a qualche abito di moda, a qualche serata in ristoranti super, a qualche uscita di meno con la propria barca, a rinunciare a qualche giorno in più per le vacanze sulla neve, ecc. ecc. Ma per queste famiglie in grave difficoltà invece vorrebbe dire sopravvivenza!!

Se questa proposta fosse accettata da tutti i membri delle caste più agiate e dai ricchi solitari, 100.000 famiglie italiane direbbero grazie all’on. Ugo Sposetti per essere stato lui, anche senza volerlo, ad avviare questa “controrivoluzione illuminata” ( Il ricco aiuta il povero) a favore delle famiglie più bisognose in Italia. Un esempio di civiltà che gli italiani, cioè quelli che superano come stipendi e pensioni i 4000 euro al

mese, offrirebbero al mondo intero, dando così uno schiaffo morale anche alla signora Angela Merkel che ci vorrebbe annichilire pur di salvare le banche tedesche”. A questo segue Sergio Insogna: “Caro Ugo ho appena letto la lettera informativa che hai inviato ai tuoi colleghi parlamentari allo scopo di renderli edotti sulla reale entità delle competenze nette mensili percepite da ognuno di voi. Mi sembra di aver letto e capito che la somma totale netta mensile oscilla tra 13.468/00 e 13.782/00 euro. A me poco importa se poi alla fine prendete meno o più dei vostri colleghi europei citati nel documento, quello che invece emerge con chiarezza, ed è un dato incontestabile, è che quelle competenze lì sono esagerate ed eccessive rispetto alla attuale situazione economica e sociale di milioni di famiglie e milioni di cittadini in grave difficoltà economica. A me interessa questo dato, non voglio menzionare neanche i diversi dati che sono contenuti nella Commissione Giovannini consegnata al Governo Italiano recentemente. Caro Ugo permettimi di dire che tali somme, quelle che tu hai documentato sono comunque tante, sono troppe e non sono più sostenibili e giustificabili dal sistema economico del paese, e voi parlamentari dovete urgentemente porvi il problema di ridurle drasticamente. Come dovrete ridurre necessariamente il numero dei parlamentari e ed il numero di tutte le strutture ed infrastrutture politiche legate ai partiti ed alla politica, i partiti e la politica spendacciona che insieme hanno creato enormi emorragie di danaro pubblico. Riguardo la tua lettera ai colleghi deputati ho seri dubbi sul fatto che molti di loro la comprenderanno come tu ti sei auspicato, vista la loro poca competenza, la evanescente professionalità e la scarsa cultura

non solo in questa materia, ma su tutte le materie derivanti dal loro importante mandato elettorale. Ma in fondo poco conta essi sono stati eletti dai partiti e non dai cittadini. La cosa certa è che questo tuo atto convinto di informazione sarà utile a consolidare la loro convenienza politica. Per cui dopo che il Governo preso atto della relazione della Commissione Giovannini ha deciso che sarà il Parlamento stesso a stabilire eventuali decurtazioni delle indennità dei parlamentari; possiamo stare tutti tranquilli, i deputati ed i senatori interverranno sulla questione e nulla verrà modificato !!!!! Penso che uno dei principali doveri ed una delle principali funzioni educative ed etiche di chi fa politica sia quella di dare il buon esempio ai cittadini. Ed il buon esempio si deve dare specialmente in momenti di profonda crisi economica e sociale, come stiamo vivendo oggi e vivremo ancora per i prossimi mesi , e quindi prima di chiedere ulteriori sacrifici economici, a chi già li sta facendo da tempo, gli amministratori ed i politici responsabili e seri debbano dare loro per primi il buon esempio ed iniziare a diminuire le posizioni, le situazioni di privilegio e le entità economiche delle varie indennità che, così come sono, risultano essere un pesante pugno nello stomaco a chi è in reale e concreta difficoltà esistenziale e sociale. Altra cosa che vorrei sottolineare, e che poi scandalizza e fa indignare ancora di più, non solo il sottoscritto ma tutti i cittadini, è l’odioso fenomeno del cronico assenteismo parlamentare di moltissimi tuoi colleghi, il che significa che questi signori, chiamati anche onorevoli, prendono quelle belle e corpose indennità non partecipando ai lavori della Camera e del Senato. Questo è un fatto gravissimo e purtroppo consentito e tollerato, di questo atteggiamento irrispettoso ed offensivo, oltre che truffaldino, questi onorevoli dovrebbero realmente vergognarsi e chiedere scusa agli italiani; è un delitto politico prendere soldi senza aver fatto il proprio dovere di rappresentanza, di tutela e di garanzia. Penso che tu abbia sbagliato tempi e modi dei tuoi interventi mediatici, anche se magari le tue intenzioni erano altre ma l’effetto che ne è scaturito è dannoso e devastante per il PD. Dico questo sapendo che probabilmente di quello che, su queste questioni, pensa Sergio Insogna ad Ugo Sposetti poco possa importare, ma è anche vero che quello che, in questa materia delicata e pericolosa, ha detto e fatto Ugo Sposetti possa non essere condiviso da Sergio Insogna. Sono arciconvinto che la quasi totalità dei tanti amministratori locali, degli iscritti, dei simpatizzanti

e degli ipotetici elettori del Pd nazionale e locale non abbia ancora ben compreso il beneficio ed il vantaggio che il nostro partito dovrebbe ottenere da queste uscite pubbliche di difesa di situazioni e numeri indifendibili. Oltre questo c’è da dire che non si può condividere affatto questa posizione, questa strategia e questa scelta politica, che ancora non ho ben capito se è la tua personale oppure è l’espressione della posizione e della scelta dell’intero gruppo dei deputati e dei senatori PD. Ultima cosa che crea imbarazzo è rappresentata dal fatto che tu, caro Ugo sei anche il mio capogruppo al Comune di Viterbo, non so cosa pensino e provino, in merito, gli altri colleghi del gruppo. Però per chi ha scelto, come me, di fare politica per passione e spirito di servizio autentico sta diventando un serio problema la condivisione e la convivenza politica, rispetto a quanto il partito non sta facendo per riacquistare chiarezza, credibilità e dignità politica nei confronti di quanti, e sono tanti, sicuramente non si aspettano da noi PD la difesa della casta politica e della pessima gestione del danaro pubblico, in cui i costi della politica incidono notevolmente, ma si aspettano azioni virtuose ed eque. Pochi ricordano però che l’ufficio di presidenza ha approvato la modifica del regolamento interno della Camera dei Deputati che, a partire dal primo gennaio 2012, permetterà a ciascun deputato di rinunciare al proprio vitalizio, cosa oggi non possibile. Inoltre ciascun deputato potrà concordare per sé l’applicazione di un regime meno favorevole di quello in vigore. Quindi tutti i parlamentari che hanno tuonato contro la casta, adesso dovranno passare dalle parole ai fatti e rinunciare personalmente al vitalizio parlamentare se ne avranno il coraggio, come ad esempio potrebbe fare l’ex senatore Michele Bonatesta. Adesso viene il bello!! Ora la demagogia dietro la quale tanti assurdi e presunti “deputati anticasta” si scioglie come neve al sole. Pensate gli stenografi del Senato al massimo livello retributivo arrivano a sfiorare uno stipendio lordo di 290 mila euro. Solo 2mila meno di quanto lo Stato spagnolo dà a Juan Carlos di Borbone, 50 mila più di quanto, sempre al lordo, guadagna Giorgio Napolitano come presidente della Repubblica: 239.181 euro. Quasi il doppio degli stessi senatori. Insomma una casta nella casta. Questi signori incassano non solo la tredicesima, la quattordicesima e la quindicesima, ma anche la sedicesima. Una sola parola: vergogna.


attualità

6

Viterbo & Domenica 8 Gennaio 2012 AltoLazio

Una spirale di morte e odio politico nasce nella notte del 7 gennaio 1978 quando di fronte alla sede dell’MSI di via Acca Larentia vengono uccisi due giovani. Più tardi, durante uno scontro con i carabinieri, ne morirà un altro di VALERIA SEBASTIANI

E ti svegli una mattina e ti chiedi cosa è stato rigettare i tuoi pensieri sulle cose del passato, prendi un fazzoletto nero che conservi in un cassetto. Cominciava tutto un giorno, forse un giorno maledetto frequentando certa gente di sicuro differente, è un battesimo di rito con il fiato stretto in gola, quando già finiva a pugni sui portoni della scuola”. Potrebbero bastare i primi versi di “Generazione ‘78” la canzone di Francesco Mancinelli, a raccontare gli anni di piombo. Del piombo che uccise tante, troppe giovani vite, a destra e a sinistra. Ma c’è una pagina nella storia di quegli anni alla quale bisogna dedicare un racconto a parte. Una pagina, che racconta della periferia romana, di ragazzi uniti dagli stessi ideali, divisi dalla politica, gli uni contro gli altri in un’assurda guerra nella quale non ci furono ne vinti ne vincitori, solo tanto dolore. Acca Larentia è il nome di una piazzetta incastonata tra le vie di Roma, nel quartiere Appio Latino e quello di una sezione dell’MSI aperta li nella metà degli anni ’70. Acca Larentia era il nome della madre adottiva di Romolo e Remo, due fratelli che la leggenda vuole divisi da un odio assurdo, come Abele e Caino, come i protagonisti della strage che

Nella foto a destra le vittime Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni

Acca Larentia, 34 anni dopo Tra le vittime della violenza innescata negli anni di piombo anche il tuscanese Stefano Cecchetti si consumò qui la sera del 7 gennaio di 34 anni fa. Nella sezione dell’Msi quella sera erano rimaste cinque ragazzi, si era fatto tardi e si apprestavano a chiudere. Avevano già spento la luce, erano sulla porta Franco, Francesco, Maurizio, Giuseppe e Vincenzo, ridevano scherzavano, come tutti i ragazzi di vent’anni. Poi all’improvviso gli spari: sei o sette killer, il volto coperto dal passamontagna, fanno fuoco con una calibro 9 e con una mitraglietta Skorpion che uccide, mandando a segno i suoi colpi, Franco Bigonzetti e Francesco Ciavatta. Franco muore subito, Francesco riuscirà a rivolgere proprio all’amico che vede a terra accanto a lui le sue ultime preoccupazioni poco prima di esalare l’ultimo respiro. Parole raccolte dagli altri tre amici che riescono miracolosamente a scampare alla strage riuscendo a chiudersi dentro alla sezione. Ma Acca Larentia vedrà altro sangue quella notte.

... ma Acca Larentia vedrà altro sangue quella notte. Non basterà quello versato sul lastricato

Non basterà quello già versato sul suo lastricato. La notizia della mattanza si diffonde rapidamente per Roma, sono molti coloro che accorrono sul luogo del fattaccio, camerati e curiosi e carabinieri. C’è un clima di tensione altissimo, di rabbia, di confusione. E’ un attimo. Per un incidente da nulla si accende la rissa, spuntano spranghe. I carabinieri lanciano lacrimogeni. E’ il finimondo, spunta qualche pistola. I Carabinieri iniziano a sparare in aria, poi, a un certo punto, un capitano punta la sua pistola ad altezza d’uomo, spara ma l’arma si inceppa, allora prende quella del suo attendente e fa fuoco. La pallottola centra in mezzo alla fronte un giovane di appena diciannove anni. E’ Stefano Recchioni. Stefano non era armato, come si cercherà in un primo momento di far credere e non lo erano neppure Franco e Francesco. Stefano non era nemmeno iscritto all’Msi. Tre vittime dell’odio politico che uccide intenzionalmente ragazzi disarmati dei quali non conosce nulla se non, forse, l’appartenenza ad un partito, odio che ne avrebbe innescato dell’altro. Quella maledetta notte era destinata a non finire. Lunga,

La folla radunata sul luogo dell’attentato. Tra gli altri Giorgio Almirante

L’ex sede dell’MSI di via Acca Larentia e nel riquadro Stefano Cecchetti una delle più lunghe della Repubblica. Un anno dopo, in occasione del primo anniversario della strage, Roma è ancora sotto il piombo incrociato. I Nar attaccano una radio per difendere l’onore di Ciavatta, raid di destra e di sinistra si susseguono ininterrotti. Il 10 gennaio durante un attacco di neofascisti alla sede della Dc muore uno di loro: Alberto Giaquinto, 22 anni, colpito a morte da un poliziotto. Poche ore dopo davanti al bar Urbano, in via Rovani, Maurizio Battaglia, Alessandro Donatone e Stefano Cecchetti vengono feriti da una raffica di colpi calibro 7.65 e calibro 9 sparati da una Mini Minor verde con tre uomini a bordo. Stefano Cecchetti, 19 anni, muore nella notte. Non era un neofascista, non era un militante, ma bastava poco in quegli anni per essere identificato, marchiato come nemico. Stefano

aveva ai piedi i camperos e frequentava il bar Urbano, ritrovo di molti neofascisti, tanto bastò al manipolo di Lotta Continua per decretare la sua condanna a morte. La famiglia di Stefano è fatta di gente onesta che lavora, vengono dalla provincia di Viterbo, da Tuscania. Hanno un figlio Stefano che frequenta il liceo e una figlia, Carla che studia Giurisprudenza, sarà lei a identificare il corpo del fratello, a vestirlo per il suo funerale, con le Clarks, simbolo di appartenenza alla sinistra, che Stefano si era fatte portare da Londra. Carla è diventata poi avvocato, come Giuseppe, uno dei sopravvissuti alla strage di Acca Larentia, la

sera del 7 gennaio 1978. A lui lasciamo le ultime parole su questa storia. Sono quelle dell’intervista rilasciata a Luca Telese per il libro “Cuori Neri”: “Chi è stato è stato, a me non interessa più. Sono solo convinto che chi ha potuto fare una cosa simile, all’epoca non doveva provare sentimenti. Io però non posso più odiare, perché so bene che è proprio l’odio politico che ci ha colpito. Mi interessa molto di più esser certo che un giovane d’oggi non possa ripetere gli errori di allora. Vorrei avere la certezza di aver fatto tutto il possibile perché questo accada. Se gliela racconto, la nostra storia, è solo perché mi illudo che possa servire a questo”.

“Chi è stato è stato a me non interessa più. Io non posso più odiare. E’ l’odio che ci ha colpito”


& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

attualità

7

La pro loco ha organizzato una vera e propria festa a cui hanno partecipato davvero tutti

La “vecchietta sulla scopa” arriva anche a Bagnaia L

a Befana ha fatto tappa anche a Bagnaia. Una miriade di festanti bambini ha accolto oggi l’arrivo della simpatica vecchina in piazza XX Settembre, dove si è intrattenuta l’intera giornata, divertendoli e allietandoli con la distribuzione di generose calzette piene di cioccolate e caramelle posizionate in un apposito stand. Un regalo che ha portato il sorriso a tutti i bimbi presenti nella piazza di Bagnaia, che ha avuto una Befana tutta sua, e che nasce dall’iniziativa e dall’impegno della pro loco. Il comitato locale, promotore dell’evento, insieme al consigliere provinciale, Marco Torromacco, ha curato l’organizzazione, incontrando in questo il pieno supporto dell’amministrazione comunale, sempre disponibile a sostenere le proposte di valorizzazione e promozione di tutte le frazioni. La Befana bagnaiola è arrivata puntuale nella piazza principale, trasformata in un grande parco giochi per bam-

bini che si sono divertiti lanciandosi lungo un gigantesco scivolo gon�abile e salendo in groppa a dei pony. “Ringraziamo il Comune di Viterbo per il sostegno dato, nelle persone del sindaco Giulio Marini e dell’assessore Vittorio Galati. - dice la presidente della pro loco Annarosa Cepparotti - Un particolare ringraziamento anche alla Provincia, nella �gura del consigliere Marco Torromacco che ha seguito da vicino ogni attimo dell’attività organizzativa di questa giornata dedicata a tutti i bambini, assicurandoci puntualmente la sua presenza. Un saluto va anche al consigliere comunale delegato alla frazione di Bagnaia, Marco Milioni, e al parroco don Franco per l’aiuto offertoci”. “L’amministrazione comunale apprezza e sostiene con grande favore ogni proposta di promozione proveniente dalle frazioni – dichiara l’assessore Vittorio Galati - poiché denota un senso di appartenenza avvertito dalla popolazione residente verso

La piazza di Bagnaia trasformata in un grande parco giochi per tutti i bimbi presenti

il proprio territorio, espressa con la volontà di valorizzarlo, ma anche di caratterizzarlo sotto il pro�lo della storia e delle tradizioni locali”. “Ho seguito passo passo la predisposizione di questa iniziativa con grande piacere e tutta la mia disponibilità – aggiunge il consigliere provinciale Marco Torromacco – perché insieme alla pro loco volevamo che anche Bagnaia si contraddistinguesse con un proprio contributo nell’ambito del ricco calendario di iniziative che si sta svolgendo in questo periodo in tutta la provincia”. Soddisfatto anche il Sinda-

co Giulio Marini: “Iniziative come questa sono il segnale evidente di una volontà di partecipazione alle tradizioni e alla vita pubblica cittadina manifestato dalle frazioni che va incoraggiata e sostenuta. Di recente stiamo registrando un crescente fermento proveniente da questi territori più decentrati che accogliamo con grande favore e che siamo pronti a recepire con grande spirito di collaborazione e una doverosa predisposizione all’ascolto, af�nché sia rappresentato il contributo di tutti nell’ambito della de�nizione delle politiche dell’amministrazione comunale”.

Oltre trecento persone hanno gremito il cinema Trieste

La Befana dell’Ellera fa il pienone quale sono stati messi in palio diversi premi consistenti, questa volta, in graditi prodotti di profumeria. Nel saluto recato dal Consiglio Direttivo per la voce del Presidente Giancarlo Bandini, è stato auspicata una maggiore partecipazione di volontari alla realizzazione di un più corposo programma per il 2012, il tutto �nalizzato a vivacizzare ancor più il quartiere. Un abbondante rinfresco aperto a tutti ha chiuso la simpatica manifestazione, che ormai è diventata tradizionale e attesa con trepidazione da grandi e piccini.

O

ltre trecento persone hanno gremito, venerdì mattina, il Cinema Trieste per la 5^ edizione della “Befana all’Ellera”. Tantissimi bambini, accompagnati da genitori e nonni hanno partecipato in un clima festoso al tradizionale evento messo in alto dall’Associazione Culturale – Ricreativa “S. Maria dell’Edera” in collaborazione con la Direzione Didattica del terzo Circolo e la Scuola Media “P. Egidi”. Dopo che una effervescente Befana ha distribuito doni a tutti i bambini presenti, s’è svolta la classica tombolata, che ha richiamato, a questo punto, l’attenzione dei più grandi. Quindi una lotteria, nella


regione

& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

9

Gianni Alemanno e Regione Lazio uniti per aiutare il Policlinico a migliorarsi sempre di più S

olidarietà e vicinanza ai bambini ricoverati in ospedale, per non dimenticarsi di loro anche una volta finite le vacanza natalizie. Ieri mattina il sindaco di Roma Gianni Alemanno ha visitato i reparti del Dipartimento ad Attività Integrata (Dai) di pediatria del Policlinico Umberto I, un tour fra i corridoi e le stanze di degenza insieme al rettore dell’Università La Sapienza Luigi Frati e al delegato capitolino allo Sport Alessandro Cochi. “È impressionante - ha affermato Alemanno - il livello di eccellenza internazionale del Policlinico Umberto I.

La qualità dell’ospitalità, della degenza e del livello scientifico è eccezionale e c’è da andare fieri: anche le strutture pubbliche possono raggiungere livelli di questo genere. Dobbiamo aiutare il Policlinico a risolvere tutti i propri problemi strutturali per portare tutti i reparti a questo livello”. Il sindaco ha poi sottolineato che «sono necessari nuovi investimenti. Il Comune, insieme alla Regione Lazio, è pronto a fare tutti gli sforzi urbanistici necessari per aiutare il Policlinico a svilupparsi”

Il Sindaco di Roma in visita ai bambini del reparto di pediatria

22 milioni di euro dalla Giunta Polverini per realizzare servizi di sostegno anche per i familiari

Fondi per cura e assistenza ai malati di Alzheimer

L’assessore alle politiche sociali e famiglia Aldo Forte

Stanziati 2,2 milioni di euro per potenziare i servizi di assistenza e cura ai malati di Alzheimer su tutto il territorio regionale”. Questo il �nanziamento della Giunta Polverini, comunicato in una nota dall’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte.

“Nel Lazio, come nel resto del Paese, - aggiunge Forte – cresce la popolazione anziana. Oggi una persona su cinque ha più di 65 anni, parliamo del 30 per cento della popolazione attiva. Nel prossimo futuro questa percentuale è destinata a crescere. Un innalzamento dell’età

media che porta con sé anche un aumento delle patologie legate all’invecchiamento. Tra queste le demenze e l’Alzheimer, che nel Lazio contano già rispettivamente oltre 55 mila e 33 mila casi. Numeri di fronte ai quali è imperativo superare il modello di cura incentrato sull’ospedale e realizzare un’assistenza quali�cata diffusa sul territorio. Questa è la direzione verso la quale ci stiamo muovendo. I 2,2 milioni dello stanziamento, infatti, serviranno a realizzare servizi di assistenza domiciliare altamente specializzati in tutte le province del Lazio”. “Parliamo – aggiunge Forte – di un intervento strutturale, che nasce per durare nel tempo, cancellando le disparità che si sono create in passato tra i territori a causa della distribuzione a macchia di

leopardo dei centri e dei servizi sull’Alzheimer. In più, con questo provvedimento, ancora una volta mettiamo al centro la persona e umanizziamo la cura, grazie a un tipo di assistenza che sostiene i familiari nella presa in carico, permettendo al paziente di continuare a vivere tra i propri cari”. Un aiuto importante questo vista la gravità della malattia in questione e le terribili conseguenze che ne derivano. Il morbo di Alzheimer, detta anche demenza senile di tipo A l z h e i m e r, demenza degenerativa primaria di tipo Alzheimer o semplicemente di Alzheimer, è la forma più comune di demenza degenerativa invali-

Il morbo di Alzheimer è una patologia sempre più diffusa che necessita di un valido sostegno

dante ad esordio prevalentemente senile (oltre i 65 anni, ma può manifestarsi anche in epoca presenile - prima dei 65 anni). La sua ampia e crescente diffusione nella popolazione, la limitata e comunque non risolutiva ef�cacia delle terapie disponibili, e le enormi risorse necessarie per la sua gestione (sociali, emotive, organizzative ed economiche), che ricadono in gran parte sui familiari dei malati, la rendono una delle patologie a più grave impatto sociale del mondo. Anche se il decorso clinico

della malattia di Alzheimer è in parte speci�co per ogni individuo, la patologia causa diversi sintomi comuni alla maggior parte dei pazienti. I primi sintomi osservabili sono spesso erroneamente considerati problematiche “legate all’età”, o manifestazioni di stress La malattia (o morbo) di Alzheimer è de�nibile come un processo degenerativo che pregiudica progressivamente le cellule cerebrali, rendendo a poco a poco l’individuo che ne è affetto incapace di una vita normale e provocandone alla �ne la morte. In Italia ne soffrono circa 800.000 persone. La crescente incidenza di questa patologia nella popolazione generale in tutto il mondo è accompagnata da una crescita equivalente del suo enorme costo economico e sociale, facendolo divenire uno degli oneri con maggior impatto economico per i sistemi sanitari nazionali e le comunità sociali dell’intero pianeta[20]. Per questo l’importanza di �nanziare la ricerca scienti�ca e i servizi di assistenza.

L’appello del consigliere del Pdl Augusto Santori per una regolarizzazione equa degli ambulanti

Sembrerebbe che ad oggi ogni segnalazione per quel che concerne eventuali irregolarità riscontrate nell’ambito del commercio cadano nel vuoto proprio in attesa della redazione del nuovo Regolamento che dovrà redigere la Regione Lazio per recepire quanto previsto per le liberalizzazioni dal decreto Salva Italia e, in tal senso,

l’auspicio è che si possa regolamentare il commercio degli ambulanti con la dovuta cautela onde evitare gravi effetti sul commercio in sede �ssa ma non solo”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV. “Il riferimento è naturalmente agli ambulanti che ad oggi hanno goduto di previsioni di orari e spazi ben de�niti – insiste Santori – che spero non vengano meno in un contesto di liberalizzazione, soprattutto perché ciò signi�cherebbe penalizzare gravemente chi risiede in sede �ssa e di fatto paga un af�tto di mura salato per poter svolgere la propria attività.

Non pensare di regolamentare gli ambulanti, infatti, potrebbe comportare gravissimi ripercussioni sulle attività dei mercati rionali e dei negozi di quartiere, soprattutto per quel che concerne le attività di somministrazione di cibi e bevande. Anche altre attività relative a diverse tipologie merceologiche potrebbero però rappresentare un problema, riferito in questo caso al decoro della città e soprattutto agli effetti sulla mobilità, tutti elementi di cui appare assolutamente necessario tener conto in sede di regolamento”. “Se le liberalizzazioni da una parte potranno favorire sia i commercianti che i consumatori – conclude la nota di Santori – e in ter-

mini di maggiori margini di redditività e per un miglior servizio erogato, la cautela non deve essere mai troppa sia nella considerazione dei dipendenti che vedranno le attività in cui sono impegnati essere aperte h24 sia nella tutela del tessuto sociale urbano, che subirà indubbiamente importanti modi�che ma che dovrà allo stesso tempo essere sensibilmente monitorato e quindi governato con rigore ed equità”.


Domenica 8 Gennaio 2012

litorale

Viterbo & AltoLazio

11

TARQUINIA - Una struttura mobile composta da sette vasche diverse per il conferimento dei rifiuti

Differenziata, ecco Igenio

di DANIELE GIRARDI

T

utto pronto per la partenza della raccolta differenziata nel centro storico di Tarquinia, che avverrà utilizzando la struttura mobile “Igenio”, composta di sette vasche diverse per il conferimento dei ri�uti divisi tra vetro con alluminio, plastica, carta, oli esausti di tipo alimentare, pile, umido e indifferenziato.

Per gettare la propria immondizia basterà aprire le vasche poggiando sopra dei sensori la propria chiavetta elettronica, la quale è tuttora ritirabile direttamente presso l’uf�cio istituito in Vai Felice Cavallotti n°2 �no

al 21 Gennaio, poi successivamente previa chiamata al numero verde 800 804 333. “Siamo ad un punto di svolta nella gestione dei ri�uti” ha proclamato il sindaco Mauro Mazzola. “Con “Igenio” nel centro

Per gettare l’immondizia sarà sufficiente poggiare una chiavetta sui sensori

storico e la raccolta porta a porta negli altri quartieri sono stati raggiunti ottimi risultati circa la pulizia della città.” L’amministrazione è pronta ad ascoltare le istanze e i consigli dei cittadini per migliorare il servizio, ma nel frattempo fa i complimenti alla cittadinanza per l’impegno che da un anno dimostra nel portare avanti questo progetto. “Per i negozianti abbiamo in programma la raccolta a domicilio, dato che le attività commerciali non sono di numero elevato, e questo permetterà di svolgere il servizio con molta più ef�cienza.” Spiega l’assessore Sandro Celli. “In questo modo cambieranno usi e abitudini, il tutto per migliorare l’ambiente.” La struttura “Igenio”, di cui sono state acquistate quattro unità, verrà posta alla Barriera San Giusto, nel parcheggio vicino alla chiesa di San Francesco, a piazza Belvedere, in viale Bruschi Falgari, via dell’Orfanotro�o e via della Ripa. Per coloro che non avessero partecipato alle riunioni organizzate dal comune per spiegare il funzionamento del sistema, niente paura. Ogni isola ecologica sarà dotata di fogli esplicativi e nelle prime settimane del personale addetto aiuterà i cittadini ad usare correttamente “Igenio”.

SANTA MARINELLA - Una manifestazione organizzata dall’associazione Chiave di Violino

Tutto pronto per la Regata della Befana S

i terrà oggi la tradizionale Regata della Befana che ogni anno l’Associazione Chiave di Violino organizza in collaborazione con l’ Associazione Sportiva Dilettantistica Pescatori Sportivi Santa Marinella. “Le condizioni meteorologiche erano troppo dif�cili – spiega Stefano Fantozzi presidente dell’Associazione Pescatori – quindi abbiamo deciso di rinviare”. Ma non è solo la regata dell’Epifania ad animare in questi giorni il porticciolo di Santa Marinella, chi ama osservare il mare, infatti avrà notato le piccole vele bian-

che dei laser, piccole barche monoposto che costituiscono una specialità olimpica, rincorrersi e giocare nel lucente mare di Santa Marinella. “Abbiamo organizzato questo raduno di allenamento dal 2 al 7 gennaio, con circa trenta ragazzi provenienti da tutta Italia, allenatori di primo livello, come Giacomo Bottali e Fabrizio Lazzerini, e veri campioni che si sono allenati con le promesse della vela” prosegue Fantozzi “sono stati ospitati, infatti nella foresteria dell’Associazione Silvia Gennaro campionessa mondiale di classe Europa e Luca

Antoniali, campione nazionale e terzo classi�cato ai mondiali”. Una realtà, questa dei laser che sta crescendo ogni giorno di più. Sono imbarcazioni piccole dove conta molto la preparazione atletica, ma anche la strategia il gioco di squadra. L’effetto scenogra�co è straordinario le piccole vele si muovo con grande velocità e agilità mettendosi in competizione tra loro. L’ Associazione Sportiva Dilettantistica Pescatori Sportivi Santa Marinella si sta specializzando in questo settore e sta diventando un punto di riferimento per tutti gli appas-

sionati. Il campionato invernale ospita oltre cento concorrenti provenienti da tutto il centro Italia. “La nostra aspirazione però – conclude il presidente Stefano Fantozzi - è di creare un’attenzione da parte dei giovani di Santa Marinella e non solo. Il 15 gennaio ci sarà una regata del campionato invernale, invitiamo i nostri concittadini a venire a vedere è davvero uno spettacolo incredibile. Vorremo veder crescere i nostri ragazzi in questo clima sano e sportivo e, perché no, magari portare qualche giovane della città sul podio”.

CERVETERI - “Il dearsenificatore sarà una delle prime richieste alla Regione Lazio” R

iceviamo e pubblichiamo dal candidato sindaco di Cerveteri, Bruna di Berardino, circa i primi interventi che saranno richiesti alla Regione Lazio in caso di vittoria. “Dopo i primi due dearseni�catori che verranno istallati nella regione Lazio e nello speci�co si tratta delle località Montecchio (Bagnaia) e zona Campo Sportivo (San Martino al Cimino), sto già prendendo contatti con la regione Lazio al �ne di sensibilizzare l’assessore regionale all’Ambiente M. Mattei, af�nchè dia la stessa attenzione a quell’ area del comune di Cerveteri con seri problemi di potabilità. Nei mesi scorsi l’ On. Mattei ha rispettato gli impegni presi con il comune viterbese,

infatti, l’Assessore regionale, non appena sorta la questione del superamento di concentrazione di arsenico nelle acque destinate al consumo umano in alcune zone della Tuscia, si è attivato per l’istallazione dei dearseni�catori, che è possibile grazie allo stanziamento di fondi regionali, e che andrà a risolvere la problematica direttamente alla fonte e in modo de�nitivo. Un tecnico specializzato nel settore, della mia (eventuale) amministrazione comunale, dovrà fornire i principali dettagli su questo urgente e necessario primo intervento per la potabilizzazione delle acque, nelle zone che superano i limiti di concentrazione di arsenico consentiti per legge.

MONTALTO - “San Sisto doveva già essere un museo”

di GIOVANNI CORONA

D

opo la scoperta della tomba principesca risalente al 550 A.C. il sindaco Salvatore Carai aveva espresso l’idea di creare un nuovo museo all’interno dell’ex chiesa di San Sisto, allo scopo di promuovere il turismo legato al Parco naturalistico-archeologico di Vulci. Eleonora Sacconi, leader del gruppo civico Leali per Montalto e �glia dell’ex sindaco della cittadina castrense –Roberto Sacconi- risponde a tono al Primo Cittadino. «Abbiamo la possibilità di allestire un museo all’interno del complesso monumentale San Sisto –dichiarava Carai - struttura che potrebbe ospitare i preziosi reperti archeologici che stanno venendo fuori dagli scavi”. “Il Primo Cittadino –replica Eleonora Sacconi- forse non si ricorda che San Sisto, secondo il progetto �nanziato,

approvato e realizzato doveva essere un Museo ed una delle due Porte del Parco Di Vulci –insieme al museo nel castello Dell’Abbadia. Così lo aveva pensato mio padre, Roberto Sacconi, mentre era sindaco e così lo aveva progettato l’Architetto Enrico Lupidi nel 1998. Mi chiedo come mai San Sisto sia invece poi stato trasformato in biblioteca e sala conferenze. Il fatto che oggi Carai esca allo scoperto con l’idea riciclata di fare un museo archeologico nell’ex chiesa di San Sisto è un palese segno che la campagna elettorale è già iniziata e che qualcuno cerca di fare le solite promesse al solo scopo di racimolare qualche consenso in più. Quanto ho appena affermato –conclude il leader de LeAli- è rafforzato dal fatto che nel programma elettorale dell’amministrazione del quinquennio 2007-2012 in nessun punto è prevista la realizzazione del suddetto museo”.


comprensorio nord

12

All’estremo nord della provincia di Viterbo sta prendendo forma un’importante gruppo del Movimento a cinque stelle di Beppe Grillo. Uno dei ‘seguaci aquesiani’ del comico genovese ci concede alcune battute e ci annuncia la costituzione di un’associazione fedelmete ‘grilliana’

Domenica 8 Gennaio 2012

Il servizio di tesoreria del Comune di Acquapendente passa al Credito Artigiano

S

i comunica che, a seguito della procedura di gara svolta il giorno 21.12.2011 e della successiva determinazione di aggiudicazione n. 938 del 28.12.2011, l’istituto CREDITO ARTIGIANO S.p.A. è risultato aggiudicatario del servizio di tesoreria comunale per i prossimi 5 anni subentrando alla Banca di Credito Cooperativo di Pitigliano. Sul territorio comunale il servizio verrà

di Fulvio MEDICI

A

nche ad Acquapendente sembra essere rappresentato il movimento a cinque stelle di Beppe Grillo. Fino ad oggi non se n’era sentito ancora parlare, ma da alcune veri�che e indiscrezioni sugli ‘af�liati web’ del comico genovese, molti sono soprattutto giovani, i fedelissimi del blog e simpatizzanti del Grillo pensiero. Ne abbiamo intervistato uno, che sembra avere le idee molto chiare e che, come caratteristica dei molti seguaci ci tiene a rimanere nell’anonimato. Signor Luca, (questo il nome convenzionale) anche ad Acquapendente si è formato un gruppo del movimento a cinque stelle? Ad Acquapendente, come in tutta Italia. Il numero del movimento è sempre in crescita e il popolo del web sarà sempre più numeroso. Quì da noi siamo molti a pensarla

Viterbo & AltoLazio

svolto dalla locale agenzia della Banca Cattolica – Rete Commerciale del Credito Artigiano – in Via Cassia 71.

Beppe Grillo ‘Aquesiano’

Nascerà presto nella cittadina all’estremo nord della provincia un’associazione ‘Grillina’ come Grillo e presto ci riuniremo in una sorta di associazione per promuovere e dedicarsi ad attività di ogni genere. Un nutrito numero allora? Beh, a parte alcuni amici con i quali da tempo si condividono gli stessi pensieri, soprattutto riguardo alcune tematiche, su ambiente e rappresentanza politica, ci siamo accorti che molti altri ‘sono fedeli’ al blog e da molti anni condividono le varie battaglie promosse da Beppe Grillo e portate avanti da tante persone. Come nel caso di altre realtà, anche ad Acquapendente ci sono moltissimi che pur essendo grilliani, non si sono ancora esposti ma sono certo che presto si aggregheranno e allora risulteremo più di quanti si immagini. Quali obiettivi vi pre�ggete?

I dictat nazionali non cambiano e perciò ci daremo da fare per tutti gli obiettivi del movimento a cinque stelle, poi, andremmo a cogliere le problematiche locali più importanti e impellenti e sul territorio, ci daremo da fare per denunciare ogni situazione di cattiva amministrazione e proporremo alcune ‘cure indispensabili’ per riuscire a risollevare come nel resto d’Italia le sorti del nostro Paese. Che dire, i salvatori della patria? Non vorrei sembrarle troppo sicuro di me, ma le assicuro che per far meglio della classe politica attuale, non servono certo dei salvatori della patria. Bisogna solo scegliere gente onesta, che si metta al servizio dei cittadini, come dovrebbe essere, e senza guardare al proprio tornaconto, faccia le scelte più giuste per oggi e soprattutto per il futuro dei nostri �gli. Allora buon lavoro e a quando l’uf�cialità del movimento aquesiano? Grazie per il buon lavoro e vedrà che tutto sarà molto chiaro al massimo tra due mesi.

BOLSENA - Concerto di beneficienza al San Francesco

La ‘Befana’ a favore della Misericordia

I

l giorno della Befana alle ore 15 e 30 presso il teatro San Francesco di Bolsena, si sono esibiti i ragazzi del Centro Musicale per un concerto a favore della Misericordia. Il teatro completamente pieno per l’occasione, ha ospitato i giovani del Maestro Stefano Belardi, che hanno per l’ennesima volta dimostrato tutto il loro valore e la loro preparazione. Il centro Musicale del presidente Paolo Papini, che con tanta passione si impegna, riuscendo a ricoprire un ruolo di rilevanza sociale non indifferente, affermando nei giovani bolsenesi la passione per la musica e

il canto. Il Sindaco Dottarelli, nell’occasione ha comunicato ufficialmente l’attivazione del servizio 118, chiarendo altresì, l’importanza della stessa Misericordia nel lavoro di collaborazione con il servizio regionale. Molti i ringraziamenti, sia per il lieto pomeriggio, che per il lavoro svolto fino ad oggi dalla Misericordia, con il particolare tributo al lavoro dell’attuale governatore dell’associazione di volontari, Giovanni Vanni. Un plauso da parte del Sindaco a tutti coloro che

operano con la Misericordia con l’altruismo e la dedizione tipica degli encomiabili volontari. F.M.

BOLSENA - Fino al 15 gennaio sarà possibile richiedere gli abbonamenti CELLENO - Ultimo giorno per poter ammirare le ‘opere natalizie’

Parcheggi low cost per i residenti Chiude oggi la mostra dei Presepi D

al primo gennaio a Bolsena, presso l’ufficio relazioni con il pubblico, è possibile sottoscrivere l’abbonamento parcheggi’ per tutti i residenti della cittadina lacustre. Al prezzo di euro 14 all’anno i cittadini potranno parcheggiare in qualunque degli spazi a pagamento dislocati nel territorio comunale. Grazie a questa formula ormai collaudata, per i residenti sarà possibile risparmiare diversi euro all’anno. Il Sindaco invita coloro che non avessero già provveduto a recarsi negli uffici preposti prima del 15 gennaio, termine ultimo, per ora fissato, per attivare il proprio tagliando-abbonamento. Per la sottoscrizione e il ritiro del tagliando, si dovranno presentare un documento valido e la tar-

L

ga dell’autoveicolo presa dal libretto di circolazione

dello stesso.

F. Medici

’Associazione “Presepi a Celleno” informa che domani domenica 8 gennaio chiude l’VIII edizione della mostra di Presepi a Celleno. L’edizione di quest’anno si è tenuta nel suggestivo chiostro seicentesco dell’ex-convento San Giovanni Battista a Celleno Vecchio. La nuova sede della mostra, ben più spaziosa della precedente, ha consentito di accogliere un eccezionale numero di visitatori che hanno apprezzato la grande varietà e originalità delle opere presepiali esposte. Accanto ai consueti presepi che si sono ispirati agli scorci più suggestivi del Borgo antico di Celleno e al suo Castello, sono presenti presepi giunti dalla Sardegna, dalla Sicilia e un pregiato presepe napoletano. I visitatori sono rimasti particolarmente colpiti dal

presepe multietnico, da quelli realizzati da bambini delle scuole di Celleno e soprattutto dall’originale presepe situato nel vano del motore di una vera Fiat 500, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia. A c canto all’esposizione dei presepi si visita a n c h e l’originale mostra fotografica sul Natale “Quelli che…fotoamano” curata da Ombretta Ercolani, dove sono esposte, n e l l o

splendido abside della Pieve di San Giovanni Battista, opere di alcuni giovani fotografi viterbesi. La mostra, il cui ingresso è gratuito, rimarrà aperta nell’ultimo giorno dalle ore 15 alle 19.


montefiascone

& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

13

Per far parte dell’Associazione Solidarietà Falisca c’è tempo ancora fino alla fine di febbraio

Cittadini tesseratevi tutti! di Michele MARI

C

ontinua il tesseramento per divenire “Cittadino sostenitore” dell’Associazione Solidarietà Falisca; è iniziato il primo novembre e si protrarrà fino alla fine di febbraio. La quota è di 25 euro anche per nuclei familiari di una o più persone. Chi aderisce ha la priorità nell’usufruire dei servizi rispetto a chi aderisce in ritardo o a chi non aderisce affatto. Coloro che volessero contribuire con un maggiore importo lo potranno naturalmente effettuare. Chi diventerà “Cittadino sostenitore” potrà usufruire dei servizi nell’ambito dell’intera provincia. Infatti l’Associazione “Solidarietà Falisca” dal lontano 1991 svolge, per la cittadina di Montefiascone, il servizio di ambulanza e, dal 2003, opera anche nel campo sociale con un mezzo specifico. È divenuta fondamentale a sostegno della sanità locale. A parlare dei servizi offerti è la dinamica presidente Angelina Monachini: “Ricordo l’importanza del tesseramento il quale dà diritto all’uso dell’ambulanza sul territorio della provincia di Viterbo e per i servizi fuori provincia verranno effettuati con un supplemento di contributo volontario.

Lettera di un cittadino falisco “Problemi da risolvere subito”

U Altre associazioni prestano i servizi dietro richiesta del pagamento a chilometri. A tutto il personale che opera con noi viene fatto eseguire un corso specializzato anche per il caricamento del traumatizzato. Speriamo che anche quest’anno i cittadini sostenitori siano molti, poiché questi fondi sono essenziali per la vita

dell’associazione”. Per facilitare l’adesione si potrà versare il contributo presso gli Uffici Postali e presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma sul c/c bancario n. 168 o presso la Banca Cattolica sede centrale o Agenzia di città n°2 sita in Via Cardinal Salotti 5 tramite il c/c bancario n° 5039/92.

La Presidente Angelina Monachini ricorda l’importanza del tesseramento che permette anche l’uso dell’ambulanza

In questi centri bancari i servizi saranno gratuiti. Inoltre si può versare la quota anche in ben sette punti diversi coprendo così l’intero territorio della città. Ecco i punti: Frutteria da “Roberta” di Zepponami, Macelleria “Mezzetti” presso la frazione Mosse, Alimentari “Market Cipriani Luciano” in Via Grazie, Parrucchiere “Franco Ceccobello” in Via del Pino, Farmacia “Braguti” in Via Verentana, Mini Market “Marenghi” in Corso Cavour ed infine la Tabaccheria “Fiorina” in Via Cardinal Salotti.

Una piacevole sorpresa il grande successo che ha riscosso l’iniziativa

Il Giardino delle Idee...idea grandiosa! T

ra le tante manifestazioni del programma natalizio è emersa una grossa e piacevole novità: Il Giardino delle Idee. È stata una splendida mostra artistica inaugurata nei primi giorni di dicembre e che si è protratta �no al termine dell’anno; è stata organizzata da un gruppo di intenditori d’arte e posta nell’arteria principale della città il Corso Cavour. Tante le creazioni originali realizzate e presentate con materiali più disparati: dalla ceramica, alla porcellana, dal vimini, alla lana, alla stoffa con produzioni inusuali e particolari. Si sono potuti ammirare bellissimi quadri, acquarelli e raf�nate porcellane delle

Una splendida mostra organizzata da amatori dell’arte che ha destato interesse e attenzione

ormai affermate artiste locali Carla Bartoli e Rossana Mari che hanno colto negli ultimi anni un’in�nità di premi e riconoscimenti in tutta Italia. Poi i lavori di David Lisei ed Andreina Bartoleschi con diversi modelli di canestri, cesti e ghirlande, di Maria Teresa Mari con ceramiche, pitture e ricami, di Maura Orzi con lavori di lana come cappelli, collane, sciarpe, orecchini, maglie dai colori brillanti, di Rossella Bacchiarri con i gatti di stoffa. Una mostra che si è evidenziata per l’originalità dei prodotti presentati tanto che gli artisti hanno ricevuto riconoscimenti ed apprezzamenti a non �nire. Qualcosa di veramente originale che ha destato molta curiosità ed attenzione. Gli artisti, così grati�cati, hanno deciso di creare una vera associazione e di

bike: biglietto 5253. Quarto premio tablet. biglietto 6754 quinto premio borsa 48 ore: biglietto 449; Sesto premio televisore 19 pollici biglietto 3565; Settimo premio Tom Tom biglietto 6216; Ottavo premio trapano bi-

vi è un lampione semi oscurato da un nido di un piccione che ogni anno fa la sua casetta proprio lì. Infatti il piccione entra dentro il lampione e grazie alla luce della lampadina sta caldo ma al tempo stesso non fa fuoriuscire la luce e un tratto di strada rimane praticamente al buio”. In�ne il cittadino spiega la terza problematica: “L’ultimo problema riguarda le scalette che collegano l’ospedale al Campo Boario. Infatti la scalinata è corrosa e si vedono i cavi di acciaio della gettata. Molte persone non vi transitano più proprio perché molto pericolose”. Con poco si potrebbero sistemare ma nello stesso tempo non facendolo potrebbero causare gravi danni.

Commercianti soddisfatti continuare il percorso iniziato con tanto successo. Lo stesso sindaco Luciano Cimarello, intervenuto all’inaugurazione insieme al suo vice Fernando Fumagalli, è rimasto sorpreso dalla qualità e bellezza dei lavori. Sentiremo di certo ancora parlare de Il Giardino delle Idee.

Tutti i biglietti vincenti e premi della lotteria E cco di seguito i numeri vincenti dei premi relativi alla lotteria dell’ ASD Monte�ascone calcio estratti il 6 gennaio: Primo premio Fiat 500: biglietto 5319. Secondo premio tapisroulant: biglietto 4337. Terzo premio mountain

n cittadino A.M., m o l t o sensibile, lamenta tre grossi problemi di Monte�ascone. Il primo riguarda il m a n t o stradale di fronte alla chiesa di San Francesco nei pressi dell’ospedale. Il cittadino spiega: “Questa piccola piazzetta ha ormai il manto stradale corroso tanto che si vedono le pietre sotto l’asfalto. Inoltre in quel punto vi è anche la fermata dell’autobus e le persone che vi transitano rischiano seriamente di cadere. Sembra di essere a Beirut; l’amministrazione deve intervenire”. Il secondo problema lamentato dal cittadino riguarda l’illuminazione di via Bixio più comunemente detto Borgonicchio. “Qui -spiega il cittadino-

glietto 2217. I premi dovranno essere ritirati entro trenta giorni (30 gg) presso l’ASD Monte�ascone Calcio (tel. 0761830073 – 3395339504-3485148969. Per il primo premio sono a carico del vincitore l’IVA, l’IPT, e la messa su strada.

La Befana del Pompiere è stata una festa ben riuscita”. Così esordiscono alcuni commercianti di Corso Cavour dopo la manifestazione, che ha ottenuto un grande successo di pubblico, effettuata in piazza Vittorio Emanuele il 5 gennaio, alle ore 17, da parte del comando dei Vigili del Fuoco di Viterbo. “Un grazie -continuano i commercianti- va ai Vigili del Fuoco e all’organizzazione per la befana: festa ben riuscita con i cittadini che sono venuti numerosi al centro storico. Questo è un esempio

per tutti, amministrazione e commercianti, che con pochi soldi si fa una festa che crea interesse da parte dei cittadini che tranquillamente risalgono il corso a piedi e con il freddo di gennaio. È stato un bell’esempio da seguire”.


vetralla e cimini

14

Viterbo & Domenica 8 Gennaio 2012 AltoLazio

VETRALLA - Un cittadino documenta la situazione di degrado di una delle zone di maggior valore storico

La vergogna di Foro Cassio di EMANUELE FARAGLIA

T

ra gli obiettivi prioritari dell’attuale amministrazione deve senza dubbio essere annoverata anche la valorizzazione deibeni archeologici e naturali a disposizione di un territorio vasto come quello di Vetralla. E non è più tollerabile assistere allo scempio che annualmente caratterizza la zona di Foro Cassio. A gridarlo non è l’opposizione o un cronista rompiscatole, ma sono gli stessi cittadini, stu� di registrare il sempiterno disinteresse degli amministratori verso delle ricchezze che invece potrebbero divenire veri e propri attrattori turistici e culturali. Per non parlare dell’inciviltà degli autori di questi gesti di assoluto sfregio verso le più basilari regole di convivenza civile. Il tutto a pochi giorni dall’apertura del nuovo ed ef�ciente ecocentro comunale. Uno schiaffo in faccia a chi comunque la buona volontà ce la mette. Stavolta a fotografare una situazione a dir poco vergognosa è stato Simone Colageo, un ragazzo che risiede a poche centinaia di

Nelle foto la situazione a poche decine di metri da Foro Cassio metri dal luogo del misfatto. Il “servizio”, pubblicato sulle pagine del noto gruppo Facebook Striscia Vetralla, ha provocato un vespaio di commenti e polemiche. “Il massimo del degrado” dice Domenico, “E’ veramente uno schifo, e lo dice uno che ci abita” fa Francesco, “... che vergogna” le parole di Tatiana e via di questo

passo. E queste invece sono le parole di Simone che ci ricordano il valore della zona: “Duemila anni di storia, una città romana ancora tutta da scoprire, una chiesa del X secolo con due dipinti murali di Masaccio e altri affreschi sepolti da una lieve patina di bianco, una campagna ricca di prodotti agri-

coli, un’offerta turistica di qualità e tanto altro; insomma, un vero e proprio patrimonio di ricchezze storiche, artistiche, archeologiche, agricole e ambientali. Tutto questo è Foro Cassio, una piccola località nel comune di Vetralla alle pendici del bosco di Montefogliano (oltre 1000 ettari di verde), a pochi passi da Viterbo e a una settantina di chilometri da Roma. Lo scorso anno , sono stati ultimati i lavori per la messa in opera del marciapiede, per aggevolare il passaggio dei Pellegrini, dato che ci troviamo sulla famosa Via Francigena ove non vi è neanche una segnaletica adeguata, però il marciapiedi è stato fatto... Dato che ci troviamo sulla Francigena, i pellegrini sono all’ordine del giono in visita sul nostro territorio... e dovrebbero trovare un paese decoroso, o almeno si spera. Invece, possiamo vedere i secchioni dell’immondizia colmi di... Eternit (tra latro tutto spezzettato e può essere un riscio per chi vi passa vicino perchè come ben si sa provoca tumori), materiali edili di ogni tipo e genere, frigoriferi, telefoni e materiale vario”. Serve aggiungere altro?

CANEPINA - Soddisfatto il sindaco Palozzi per gli eventi organizzati sotto le feste

Un moto d’orgoglio dopo l’alluvione C

on l’arrivo della Befana alla ludoteca comunale si sono conclusi venerdì 6 gennaio gli appuntamenti con le festività natalizie. La “vecchina” ha distribuito a tutti i bambini doni, giochi e caramelle, per un evento che ormai nel centro cimino si ripete da anni. Il giorno prima, invece, c’è stata la presentazione del nuovo calendario distribuito dal comitato di Santa Corona, realizzato anche quest’anno in collaborazione con il Comune di Canepina. Per il sindaco Maurizio Palozzi “in questi giorni siamo riusciti a realizzare alcuni eventi significativi, a partire dal concerto

gospel del 19 dicembre, del quale ringrazio ancora il Prefetto di Viterbo Antonella Scolamiero. Tra le tante iniziative mi piace ricordare anche la realizzazione e la distribuzione del calendario, che vede ancora insieme il Comune e il Comitato di Santa Corona. Ricordo ancora il grande impegno messo in campo per rendere agibile la cantina dopo l’alluvione del 19 settembre, quando in poche ore hanno restituito alla comunità un bene che è di tutti. Tra le pagine del calendario voglio far notare quegli aspetti dedicati alla raccolta differenziata porta a porta, con l’indicazione giornaliera della tipologia di rifiuto. Sempre a proposito di raccolta differenziata, c’è da sottolineare l’importante percentuale raggiunta: il 70,4%, che ci fa uno dei comuni più virtuosi della regione”.

Presentato il nuovo calendario del comitato di Santa Corona

Il sindaco di Canepina Maurizio Palozzi

La Befana della Gioia ha consegnato i doni a L’Aquila e a Roma A

lla �ne la campagna “Regaliamo sorrisi - La Befana della Gioia” ha dato i suoi risultati ed una allegra e colorata carovana ha raggiunto tutti gli obiettivi �ssati. Grazie infatti alla collaborazione della Scuola di Pace di Italo Cassa sono state predisposte, come di consueto, due giornate di consegna dal signi�cato molto profondo. La raccolta, che da oltre 10 anni vede protagonista il Motoclub CIZ MATAN nella provincia di Viterbo, dal 2009 si è avvalsa anche della collaborazione della Protezione Civile con APC Radio e Non Solo Monterosi e per le feste 2011/2012 ha visto allargare la partecipazione anche ad altre realtà del mondo del volontariato della Protezione Civile. Il 5 gennaio è stata effettuata, per il terzo anno consecutivo, la distribuzione presso la tensostruttura della centrale Piazza Duomo all’Aquila. Qui,

A Vitorchiano è polemica aperta sulle “connivenze” tra sindaco e Asd Dimensione Nuoto

ai limiti della zona rossa e con ancora molto evidenti i segni del sisma del 2009, si sono ritrovati i mezzi della Scuola di Pace, delle associazioni di Protezione Civile ed i motociclisti aderenti all’iniziativa. Rilevante il successo e la partecipazione dei bambini che, complice anche la bellissima giornata di sole, in poche ore hanno ricevuto migliaia di giocattoli. Quest’anno l’evento ha altresì assunto anche una connotazione molto importante per la presenza di alcune autorità del viterbese; infatti hanno voluto dare il loro concreto appoggio presenziando alla consegna l’assessore Gianmaria Santucci della provincia di Viterbo, gli assessori del comune di Viterbo Daniele Sabatini e Giovanni Bartoletti e l’assessore Andrea Bomarsi del comune di Monterosi. In particolare Andrea Bomarsi, in collaborazione con l’APC RNS Monterosi, ha effettuato una

donazione alla scuola dell’infanzia “Vetoio” dell’Aquila con i fondi raccolti per le popolazioni colpite dal sisma dal Comune di Monterosi, consegnando l’assegno nelle mani delle maestre della scuola. Il 6 gennaio la carovana si è spostata a Roma dove i mezzi della Befana della Gioia ed i mezzi della Protezione Civile hanno fatto tappa prima a piazza Vittorio e subito dopo a Torpignattara a Largo della Maranella dove la consegna ha avuto un notevole successo per la numerosa partecipazione della popolazione di etnie diverse facendo, per un attimo, dimenticare i tragici fatti di sangue appena accaduti in zona. Nei prossimi giorni continuerà ancora la distribuzione in altre realtà del territorio laziale e per tutti l’appuntamento è all’edizione del prossimo anno!

Il sindaco segue sempre le procedure di legge” parole del sindaco Nicola Olivieri. A quanto pare, però, non tutti la pensano allo stesso modo. E così ecco che i consiglieri Raffaele D’Orazi, Sante Fabbri e Massimiliano Baglioni hanno voluto replicare: “Allora il sindaco vorrà spiegare alla popolazione perché non fa rispettare la legge ai suoi amici o operatori commerciali, come li chiama lui. L’ultimo documento presentato dalla ASD Dimensione Nuoto, unica volta dal 2004, contravvenendo a quanto stipulato nel contratto di convenzione, è una chiara presa in giro e offesa a tutti i residenti vitorchianesi. Un listino gon�ato ad arte dove non vengono rispettate neanche le più semplici regole di matematica (70x3mesi=244; 70x4=300 e la scuola calcio più cara della provincia di Viterbo 437,50€) con prezzi fuori mercato per far sembrare ‘regolare’ lo sconto del 5% anziché del 20% applicato ai residenti rispetto ai non residenti come invece prevede la convenzione stipulata con il Comune. Fa davvero ri�ettere questa connivenza sospetta tra l’asd Dimensione Nuoto e il Sindaco che invece di proteggere e tutelare gli interessi dei propri cittadini fa �nta di non vedere o puntualmente non sa. Alla richiesta di chiarimenti, Baglioni, D’Orazi e Fabbri, venivano liquidati in tutta fretta senza nemmeno essere ascoltati. Altro punto da chiarire è come la asd Dimensione Nuoto abbia eseguito diversi lavori senza avere i permessi di legge. Perché questi ed altri operatori commerciali hanno avuto l’arroganza di fare i loro comodi senza dover chiedere le autorizzazioni di legge? Perchè l’amministrazione non vigila e non fa rispettare le leggi? Secondo il contratto, al Sindaco ora non rimane altro da fare che togliere la convenzione a Federico e Cecilia che prendono in giro tutti, vitorchianesi e non, soprattutto in questo periodo di crisi economica che vede i succitati signori unici bene�ciari di questa situazione;ci sembra assai strano che nessuna tracciabilità sia data alle operazioni poste in essere dall’associazione Dimensione Nuoto sia rispetto ai prezzi che ai molti annessi e connessi, non dovremo mica farci venire il dubbio che qualcuno ci si sia bagnato? Se ciò non verrà fatto, sicuramente l’autorità giudiziaria alla quale abbiamo chiesto di far luce su questi strani numeri ci toglierà il dubbio… e magari anche il Sindaco?”.


& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

VASANELLO - Scritto da Sebastiano Mariani, da tempo se ne erano perse le tracce

S.Lanno, ritrovato un oratorio a quattro voci T

ra le manifestazioni religiose di Vasanello, legate al protettore S. Lanno, vi è quella che si celebra oggi e che si svolge con una processione a ricordo dell’intercessione del Santo nel corso di una calamità naturale che si era abbattuta sulla popolazione. Quest’anno la festa è coronata dal ritrovamento di un oratorio a quattro voci, di cui si erano perse le tracce ed i più ne ignoravano addirittura l’esistenza. L’oratorio, scritto da Sebastiano Mariani, dedicato alla duchessa di Bassanello D. Vittoria Salviati, sposa del duca di Bassanello e Principe di Carbognano, Francesco Maria Colonna, ha avuto ben due signi�cative rappresentazioni e pubblicazioni. Nella prima venne posto in musica dal musicista Giovanni Antonio Rolli, cantato il giorno festivo del Santo il 5 di maggio del 1715 e pubblicato in Roma nella stamperia di Antonio de’ Rossi. La seconda rappresentazione avvenne in Bologna, nella chiesa de’ MM. RR. P.P. dell’oratorio di S. Filippo Neri, detti della Madonna di Galliera, la terza domenica di quaresima, posto in musica da Annibale Pio Fabbri (Fabri) accademico �larmonico e pubblicato in Bologna per Costantino Pisarri

nell’anno 1720. Immagine del Santo riportata nel frontespizio del libretto dell’oratorio La stesura musicale e rappresentazione dell’oratorio, in entrambi i casi, è legata all’ordine dei Filippini in quanto il padre del duca Francesco Maria, il

Principe don Egidio Colonna, con istrumento rogato notaio Pietro Celli di Orte il 3 giugno 1682, eresse nella chiesa e parrocchia di S. Maria Assunta in Cielo di Bassanello una Cappellania di San Filippo Neri. Pio Annibale Fabri (Balino) in una caricatura dell’epoca

In Bologna la trascrizione in musica è del compositore Annibale Pio Fabbri, detto anche Annibalino od anche Balino, ed uno dei più rappresentativi tenori del suo tempo, dominato dai castrati. Nel 1711 aveva iniziato la carriera a Roma, dove probabilmente venne a conoscenza del libretto che ne suscitò l’interesse, per poi estendersi a Bologna, Venezia, Bologna e Mantova. Si iscrisse all’Accademia Filarmonica bolognese, quale compositore di oratori e, nel corso degli anni della seconda decade del ‘700, raggiunse le più alte vette dei cantanti italiani del tempo, creando il ruolo della Didone delirante di Alessandro Scarlatti. Nel 1729 raggiunse Handel a Londra con il quale lavorò strettamente per due stagioni, debuttando in Lotario e cantando molte altre sue opere. Il suo ritiro dalle scene sembra sia avvenuto intorno al 1750, quando divenne membro della Cappella reale di Lisbona dove rimase �no alla morte giunte nel 1760. Il libretto è scritto da Sebastiano Mariani, di un ramo della famiglia Mariani che poi si è estinto; non si conosce molto della sua persona, soltanto che tra gli anni 1715 e

NEPI - Un’iniziativa mirata a favorire l’integrazione con gli immigrati

Corsi informatica, consegnati gli attestati A

lla presenza del Sindaco Franco Vita, dell’Assessore ai Servizi Sociali Roberto Faggioli e del Vice Sindaco di Castel S.Elia, sono stati consegnati lo scorso 15 dicembre gli attestati del Corso di Informatica per cittadini italiani ed immigrati, presso la Sala Nobile del Comune di Nepi, un corso iniziato a maggio 2010 e terminato ad ottobre 2011, che prevedeva fra l’altro il conseguimento della Patente europea, un corso Cad (disegno Tecnico bidimensionale) e un corso base in informatica. L’adesione iniziale ai diversi corsi ha riguardato un totale di 185 alunni (34% stranieri)

e dopo una selezione iniziale 111 studenti sono stati così ripartiti: 16 studenti patente europea, 7 studenti per il Cad a Civita Castellana, 19 per il corso base a Corchiano, 46 a Nepi e 23 Castel S. Elia . Il progetto è stato svolto in collaborazione con l’Arci, il Comune di Nepi (comune capo�la Distretto VT5), Civita Castellana, Corchiano, Castel S.elia e gli alti Comuni del distretto, oltre che con l’Istituto Tecnico di Civita Castellana (in qualità di ente formatore) e le scuole di Nepi e Corchiano. Lo scopo - afferma l’Assessore ai Servizi Sociali Roberto

Faggioli - è stato quello di garantire l’integrazione di questi nuovi cittadini sia a livello culturale –sociale e lavorativo. L’informatica può essere un valido punto di partenza per la formazione professionale – conclude l’assessore Faggioli - soprattutto per chi è in cerca di una specializzazione o di prima occupazione, infatti una delle condizioni per una duratura integrazione oltre la conoscenza della nostra lingua, delle nostre leggi e tradizioni è l’inserimento nel mondo del lavoro e queste iniziative sono sicuramente una buona occasione d’integrazione.

l consigliere Casini risponde al Pdl. “Dopo le esternazioni del Comitato PDL di Sutri nei mei confronti, vorrei manifestare la mia totale e pacata tranquillità . Per trovare una sintesi credo sia meglio una mossa tardiva(anche se nessuno ha dato una scadenza??), che un immobilismo nei confronti di chi non solo ha contribuito con forza alla vittoria elettorale ma che ha anche spianato la strada all’elezioni di Guido Cianti, facendo un passo indietro al momento opportuno, anche avendo la metà del proprio partito avverso a questa scelta. Infatti non tutti condividevano la scelta della candidatura di Guido Cianti, ma questo ci tengo a dirlo non per polemizzare, ma

solo per fare chiarezza. Voglio ricordare agli amici pdellini che dal 7 dicembre né il sindaco né il PDL si sono degnati di alzare il telefono per richiedere un incontro all’UDC La mia richiesta di una riunione estesa agli organi partitici provinciali nasce da un duplice scopo: In primis, perché rivestendo una doppia responsabilità sia in Comune che in Provincia, ho ritenuto un tavolo provinciale sede più opportuna per dipanare qualsiasi malinteso; e secondo, perché dopo più di un mese, non essendosi sentito nessuno a livello locale, non sarebbe mai stata accordata una riunione con le segreterie. Non è vero che le mie dimissioni da assessore avrebbero potuto portare

un commissariamento politico, questa è pura fantasia dettata da qualche maligno: infatti per far cadere una amministrazione o ci sono le dimissioni di 9 consiglieri oppure si vota una mozione di s�ducia. Per cronaca vi informo che il giorno prima delle mie dimissioni, al pranzo della banda “R. Caffarelli”, parlando con Guido Cianti, gli ho comunicato serenamente che le mie dimissioni erano solo un pretesto per azzerare la Giunta (come era sua intenzione di fare, tantè che lo aveva scritto lui stesso in una lettera anche al segretario UDC Ferdinando Maggini), e poi ci saremmo messi intorno ad un tavolo per trovare una soluzione. Questo perché dopo le elezioni vinte nel 2008,

per aiutare il neo sindaco Cianti, è stato fatto un accordo politico in barba all’accordo elettorale sottoscritto dai partiti. E proprio in questo accordo si era stabilito tra le varie cose, che la carica di vice sindaco doveva essere divisa due anni e mezzo all’UDC e due anni e mezzo ad AN. Ci tengo a ricordare che lo scenario politico in questi ultimi anni è notevolmente cambiato: AN e FI sono con�uite nel PDL Premesso e ribadisco che per me gli accordi sottoscritti vanno mantenuti. Mi chiedo, ma come mai, se il vice sindaco era cosi vitale per qualcuno , la revoca non è stata fatta allo scadere dei 2 anni e mezzo? E perché il Sindaco garante della coalizione non ha fatto rispettare l’accordo?

tito. Come pure esito negativo hanno dato le ricerche presso i Padri Filippini in Roma a Piazza della Chiesa Nuova, per quanto riguarda la versione musicata dal Giovanni Antonio Rolli della cui opera si conosce ben poco. Ma i tentativi non si sono arrestati e procedono in altre direzioni. La musica, infatti, venne adattata anche per un altro Oratorio dedicato ad un famoso santo bolognese, San Poliuto, ed il cui libretto è similare a quello su S. Lanno; basterebbe ritrovare lo spartito del primo ed estenderlo al secondo. Essendo quasi irrealizzabile una riproposizione dell’Oratorio a breve termine, si potrebbe tentare di allestire, con la collaborazione della attuale Deputazione Festeggiamenti di S. Lanno Classe 1972, una versione recitata dell’opera che per Vasanello riveste un indubbio valore storico e religioso. I quattro personaggi (le quattro voci) oltre S. Lanno, sono un angelo, S. Ilario e Diocleziano. La prima parte si svolge presso le campagne di Faleria, per spostarsi presso il tempio di Marte e quindi nel secondo atto in un carcere e nel luogo del martirio, nei dintorni di Bassanello. Antonino Scarelli

CIVITA CASTELLANA “Distretto industriale, occorre tenere alta l’attenzione”

I

SUTRI - “Nè il sindaco nè il Pdl hanno chiesto un incontro con l’Udc” I

1728 è vissuto fuori Bassanello, probabilmente a contatto con gli ambienti musicali romani. Padre di don Tommaso, curato all’epoca della parrocchia di S. Salvatore di Bassanello, muore intorno al 1736, dopo aver ospitato nella propria casa altri due religiosi don Laertio Clarioni, cognato della �glia Elisabetta, ed il proprio nipote Don Gregorio. Copie del solo libretto dell’Oratorio sono consultabili in Roma, presso la Biblioteca Nazionale centrale e presso l’Archivio Storico Capitolino; in Bologna, presso la Fondazione del Monte, le biblioteche dell’Archiginnasio, della Musica e della Filarmonica. Prima pagina dell’oratorio con dedica Purtroppo la nota negativa è che, noto il libretto, non si riesce a rintracciare lo spartito. Ricerche assidue fatte dallo scrivente presso la Fondazione del Monte di Bologna che ha avuto in carico tutto l’archivio dei Filippini, presso l’Accademia Filarmonica bolognese e presso il Conservatorio Martini di Bologna, hanno dato esito negativo. Infatti, parte del materiale dei Filippini andò distrutto con l’arrivo delle truppe napoleoniche e quasi probabilmente lo stesso spar-

dati aggiornati al 2012 sulla crisi del distretto industriale di Civita Castellana sono assai signi�cativi. Fino ad oggi su 2670 addetti, distribuiti su 46 aziende ceramiche, ben 1925 usufruiscono degli ammortizzatori sociali. Precisamente: 851 lavoratori sono in cassa integrazione ordinaria, 328 in cassa integrazione straordinaria, 297 in cassa integrazione in deroga, 432 in mobilità e 48 in solidarietà. Un vero esercito di operai e di dipendenti che sta pagando amaramente una crisi industriale ed economica che non accenna a diminuire. Sulla base di questi dati oggettivi, Mauro Vaccarotti, segretario organizzativo provinciale della Filctem Cgil, commenta:”Purtroppo dobbiamo registrare, rispetto allo scorso anno, un incremento della richiesta della cassa integrazione di circa 300 unità. Ciò vuol dire che le aziende sono in una fase di stallo negli ordini, nonostante i discreti contatti registrati al Cersaie di Bologna. I magazzini sono pieni di merce e se non c’è lavoro è normale che si veri�chi un’impennata della cassa integrazione”.Che importanza assume l’accordo del 29 dicembre stipulata con la regione Lazio?” Si tratta di un accordo po-

sitivo che è stato �rmato dalle categorie sindacali ed imprenditoriali per favorire la mobilità.Con questo accordo si è deciso l’innalzamento del reddito dell’ISEE da 14 mila euro a 18 mila euro, favorendo così la possibilità di usufruire della mobilità in deroga a una fascia molto più ampia di lavoratori del settore della ceramica. La �rmataria della CGIL è stata la segretaria regionale Tina Balì che verrà a Civita Castellana mercoledì 11 gennaio alle ore 15.30. invito tutti i lavoratori a partecipare all’incontro con la Balì che nell’occasione spiegherà nei dettagli il contenuto dell’accordo”.Una nota veramente dolente è l’innalzamento dell’età pensionabile da 40 anni a 42 anni stabilito dal Governo Monti.” Contro questa decisione la CGIL si è subito mobilitata proclamando e partecipando allo sciopero di tre ore indetto lo scorso mese di dicembre. Il Governo Monti ha reso noto la sua disponibilità ad intavolare serie trattative su questo spinoso, ma delicato argomento. Noi siamo disposti a discutere. Nel caso in cui però non si dovesse arrivare ad una soluzione ragionevole, allora siamo già pronti ad una nuova e più ef�cace mobilitazione”


spettacolo

16

Viterbo & Domenica 8 Gennaio 2012 AltoLazio

E’ arrivata la “Katia nazionale” a Viterbo Ad accoglierla con doni ed omaggi floreali il primo cittadino Giulio Marini e l’assessore Enrico Maria Contardo di VIVIANA TARTAGLINI

K

atia Ricciarelli guarda alla sua vita attraverso la lente dell’amore. Quello passato accanto agli uomini importati che hanno segnato alcuni momenti della sua esperienza. Come la lunga relazione con il tenore Josè Carreras, durata 13 anni, oppure il matrimonio con Pippo Baudo, dal quale si è separata nel 2004. C’è sempre l’amore che l’ha portata a vivere intensamente le sue passioni e il suo lavoro. La Ricciarelli ha parlato di questo durante la conferenza stampa a Palazzo dei Priori di ieri pomeriggio prima del concerto. Un’esibizione con la quale ha avuto inizio la stagione teatrale 2012. L’amore, dovrebbe essere stato il �l rouge dei brani cantati dal soprano ieri sera all’Auditorium dell’Università della Tuscia. Alla conferenza hanno partecipato anche il sindaco Giulio Marini, l’assessore alla cultura Enrico Maria Contar-

Foto Andrea Di Palermo do, e Giovanni Arena. Il primo ha regalato alla cantante dei �ori e un libro sul trasporto della Macchina di Santa Rosa. Mentre il secondo il testo “Viterbo nei

suoi monumenti” di Andrea Scriattoli. La Ricciarelli ha molto apprezzato la nostra città e la calorosa accoglienza riservatale ed ha promesso che

tornerà presto. Sicuramente in occasione di Santa Rosa e inoltre sarà per lei un piacere fare un concerto inaugurale al termine della ristrutturazione del Teatro dell’Unione.


cultura & spettacolo

& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

17

Il 13 gennaio all’Auditorium di Santa Maria in Gradi primo concerto della stagione viterbese dove si esibirà Fabrizio Bosso

Si aprano le danze: inizia il “Tuscia in jazz” con i 5 giorni di giugno dal 6 al 10, con oltre 12 concerti gratuiti che vedranno come protagonisti: Rick Margitza, Enrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Rosario Giuliani, Jim Rotondi, Jesse Davis, Antonio Ciacca e tanti altri. Durante questo periodo presso la sede della provincia nell’ambito della manifestazione Incontri Gentili si terrà una serie di concerti aperitivo dedicati ai prodotti della Tuscia e dunque anche ai dischi prodotti nella Tuscia. Massimo Davola, Giorgio Rosciglione, Leonardo Corradi e Lucio Ferrara saranno i protagonisti di questi incontri dove saranno anche presentati i dischi prodotti dalla nostra etichetta. Ma ci sarà anche spazio per i giovani. Grazie alla collaborazione con il Blitz Caffè con gli appuntamenti Around Midnight e all’Osteria dell’Orologio Vecchio con il Jazz Dinner verrà dato spazio ai giovani talenti del jazz come Sebastian Marino trio, Clarissa Vichi duo, Enrico Mianulli trio e Dario Panza trio. Ovviamente non mancheranno le nostre consuete jam session”. Tornando ai concerti del 13 gennaio con Fabrizio Bosso e il 9 marzo con Francesco Ca�so, gli unici due a pagamen-

to in programma, i biglietti si possono acquistare presso l’uf�cio turistico di via Ascenzi a Viterbo o direttamente sul sito www.ciaotickets.it e su www.tusciainjazz.it allo shop. Anche la città di Tuscania entra a far parte del vasto programma del Tuscia in Jazz. Con la new entry di Tuscania salgono a 9 i comuni coinvolti nel progetto. Qui il festival avrà luogo da 27 al 29 aprile 2012 presso il teatro il Rivellino e il centro storico della bellissima città viterbese. Grandi artisti coinvolti in questo nuovo progetto. Si partirà il 27 aprile con Riccardo Arrighini ed il suo progetto in piano solo “Effetto Mozart”, il 28 aprile sarà la volta dello show man Gegè Telesforo ed il suo quartetto e si chiuderà il 29 aprile con Maurizio Giammarco e Giorgio Rosciglione quartet con il loro tributo al grande Duke Ellington. A questi grandi concerti il festival intende af�ancare una serie di eventi come conferenze e concerti nei ristoranti della città. IlTuscia in Jazz che da gennaio a dicembre 2012 porterà nella provincia di Viterbo le grandi star del jazz mondiale e centinaia di giovani da tutto il mondo ai suoi corsi di perfezionamento.

Il Festival porterà a Viterbo numerose celebrità di fama internazionale

I

l 13 gennaio presso l’auditorium di Santa Maria in Gradi alle 21,15 con il concerto di Fabrizio Bosso meets Corradi e Valeri si inaugurerà uf�cialmente il Viterbo in Jazz la nuova tappa del Tuscia in Jazz Festival. Da gennaio a giugno una serie di concerti ed eventi porterà �nalmente il Tuscia in Jazz, uno dei festival più importanti d’Europa, nel capoluogo viterbese. Fortemente voluto dall’amministrazione comunale e dall’assessore alla cultura Contardo l’evento che prevede oltre 15 concerti arricchirà la città dei Papi di un altro ed importante evento culturale. “Sono grato all’assessore Contardo – ha dichiarato Italo Leali direttore del festival – per aver �nalmente portato nel capoluogo il Tuscia in Jazz. Non poter contare Viterbo nelle location del festival era

un assurdità. Il Tuscia in Jazz rappresenta il nostro territorio ed è conosciuto nel mondo, che Viterbo non fosse in cartellone era una mancanza grave sia per il festival che per il capoluogo. Grazie all’assessore Contardo questa anomalia è �nalmente risolta. Inoltre l’adesione al progetto della presidenza e dell’assessorato alla cultura della provincia lo hanno reso un evento di prim’ordine. Poco tempo fa ci siamo incontrati con il presidente Meroi, l’assessore Fraticelli e l’assessore Contardo per unire le nostre forze e donare alla città un evento jazz degno di essa. Già da questa prima edizione sono tante le star di prim’ordine che abbiamo chiamato. Si partirà appunto a gennaio con Fabrizio Bosso, si continuerà a marzo con Franceco Ca�so e si chiuderà

Fuori Provincia...

I

golosi si affrettino: la “Festa del Cioccolato” è in scena a via Trieste a Civitavecchia solo per questa domenica. Iniziata giovedì scorso si svolge durante tutto ponte dell’Epifania, per la gioia di grandi e piccini. Cioccolato, allegria e divertimento con la Befana sono le più signi�cative espressioni di questo evento, che farà da ponte fra l’Italia e il sud America, patria del cioccolato. La manifestazione vanta il patrocinio del Comune e in particolare dell’assessore al Turismo Alessandro Maruccio. E’ prevista la presenza di diverse aziende leader di cioccolato artigianale provenienti da più parti d’Italia, che racconteranno la vera storia del cioccolato e metteranno un luce tutte le particolarità di

questo alimento. In particolare, il cioccolato italiano è giudicato il migliore in Europa: i nostri maestri cioccolatai propongono migliaia di ricette, molte delle quali sono ancora sconosciute a gran parte del pubblico. Una vera e propria festa, in grado di coniugare elementi diversi e dare vita a corsi dedicati, eventi speciali e degustazioni. La �era sarà aperta dalla mattina alla sera, ad orario continuato, �no ad esaurimento dei visitatori.

Ultimo giorno per viziarsi con la dolcezza della cioccolata

Inizia il 10 gennaio l’iniziativa “Pomeriggi favolosi in città”

A

l via il laboratorio libri animati e pop-up e di lettura ad alta voce con Isabella Christina Felline.

L a rassegna “Pomeriggi favolosi in città” di Aucs propone un laboratorio creativo di libri animati e pop-up e di lettura ad alta voce tenuto dalla Dottoressa Isabella

Christina Felline. L’appuntamento è per martedì 10 gennaio, alle 17, al

centro di documentazione di Aucs-Facoltà di Agraria- in Via de Lellis a Viterbo. Per l’occasione sarà presentato il libro “Animali Di Versi” – edito da Uovonero- con i testi di Isabella Christina Felline e le illustrazioni di Roberta Angeletti. L’ A s s o c i a zione universitaria per la cooperazione e lo sviluppo nel corso del 2011 ha realizzato una serie di iniziative del Progetto Polo formativo/informativo di educazione e formazione sui temi dello sviluppo sostenibile dell’intercultura e dei beni

comuni con l’obiettivo di sviluppare l’approccio all’educazione emotiva e interculturale attraverso la narrazione e la valorizzazione degli spazi di lettura. Il progetto prevede momenti di partecipazione attiva dei bambini, dei giovani e degli adulti, stimolando la ri�essione e l’approfondimento sui temi della diversità e dell’alterità, per individuare e destrutturate stereotipi e pregiudizi, per incontrare, conoscere, riconoscere le culture altre, per educare a comprendere la globalità dei processi

Laboratori creativi di libri animati insieme alla dottoressa Isabella Christina Felline

e delle problematiche che ci riguardano. Isabella Christina Felline è una biblio�la giramondo. Attualmente vive sul lago di Bolsena con un marito domatore di lombrichi, due �gli ed un gatto. E’ consulente bibliotecaria, lavora con la promozione e pedagogia della lettura. Referente del progetto Nati per Leggere e giocoliera di parole è convinta che i libri abbiano poteri straordinari nel migliorare le persone. L’iniziativa si svolge in sinergia con la Rete Nati per Leggere, la Ludoteca

Arci Solidarietà Viterbo e la libreria Giunti al Punto dell’Ipercoop di Viterbo. Con il contributo di Laziodisu e di Adisu Viterbo.


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Cominciamo bene signori miei..no no non sono ironico!!..è proprio che avete fatto il pieno di pianeti..ma dove volete arrivare?..e rilassatevi!..ora avete anche Mercurio che vi facilità nei contatti lavorativi mentre questo splendido e mirabolante Giove vi porta dritti dritti al successo..solo l’amore è ancora un po’ latitante..ma arriverà presto… MOLTO PRESTO!!

Belli, simpatici carini divertenti e per la prima volta anche razionali ed organizzati!.. beh le prime tre siete voi ma l’ultima siete sicuri?..ma certo che sì..oggi finalmente Mercurio inizia un transito costruttivo per la vostra carriera dopo avervi rotto le scatole per più di due mesi..è un degno inizio di questo meraviglioso 2012..EVVIVA!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Sì e no!..questa è la giornata di oggi per voi cari amici del Cancro..sì perché la luna in questo 2012 di grande ripresa entra per la prima volta nel vostro segno proprio oggi vi porta delle occasioni di fortuna da prendere al volo..potrebbe trattarsi di un nuovo colloquio se siete in cerca di lavoro..però attenti ad un Mercurio confusionario che vi rende poco lucidi..FORZA!

..Ecco amici del leone..è arrivato il momento di rilassarvi un po’!..lasciate per un momento lo scettro di Re della giungla..tanto nessuno riuscirà a togliervelo!..pensate piuttosto a staccare un po’ la spina nel lavoro e dedicatevi a risolvere gli ultimi bisticci in corso con il vostro amore di sempre..riconquistatelo un po’..NE VALE LA PENA!

Evvai!!! È arrivato il momento!! Il vostro momento!! Mercurio, signore degli affari e della comunicazione ritorna in aspetto splendido per gli affari e i contatti sociali dopo avervi fatto innervosire per più di due mesi..sarà il caso di festeggiare stasera..prima con il vostro amore poi con tutti i vostri amici!!AUGURI!

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Un po’ di nuvole nel vostro cielo amici della Bilancia.. l’Epifania tutte le feste ha portato via e vi è rimasta un po’ di tristezza nel cuore..e Mercurio, come se non bastasse comincia un transito che fa rallentare i vostri progetti..datemi retta..utilizzate questi prossimi giorni per programmare il vostro 2012 che, ve l’ho detto e ve lo ripeto..da aprile in poi sarà un susseguirsi di MAGNIFICHE SORPRESE!

Una bella giornata per voi amici dello Scorpione..una g i o r n a t a segnata da una bellissima Luna in Cancro che vi permette di essere più lucidi ed intuitivi nel giudicare chi vi sta accanto..e nel capirne le reali intenzioni..e , cosa non da poco, questo nuovo mercurio nel segno del Capricorno vi sarà utile per chiarirvi definitivamente con il vostro partner..IN BOCCA AL LUPO.

Cari miei!! Cominciate a contare i soldini che queste feste hanno lasciato nel vostro cassetto!..sì perché ora Mercurio vi ha lasciato dopo oltre due mesi di buona sorte e potete finalmente controllare minuziosamente tutto ciò che vi ha portato..fatevi un esame di coscienza e vedrete che non dovrete più lamentarvi..MI RACCOMANDO.

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

WOW!!!! Era ora!!!..è arrivato Mercurio, signore dei soldi, degli affari, dei contatti, deicontratti!..ecco che improvvisamente tutto ciò che avete seminato nel 2011 comincia finalmente a prendere forma!!!magari non proprio oggi e domani con questa fastidiosetta Luna in Cancro che vi rende malinconici ma tra due giorni comincerete finalmente a capire che la vostra vita sta prendendo il verso giusto…FORTUNA!!!

FARMACIE (reperibilità)

Simpaticissimi a m i c i dell’Acquario!.. la luna in Cancro vi rende stranamente dolci e sensibili..intendiamoci non che voi siate cinici, tutt’altro però in genere siete più simpatici e cerebrali che sensuali e appassionati..oggi invece accade proprio il contrario..per la gioia del vostro partner che vi vede con occhi diversi..lo state sorprenden do..MERAVIGLIOSAMENTE.

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

Ooops!..attenti a dove mettete i pied..no!!..non l ì ! . . s i scivol..aaahhh!! ecco lo Sapevo la frittata è fatta..e sì perché avete anche rotto le uova che avevate nella busta della spesa..cosa?avete dimenticato le chiavi della macchina alla cassa?..correte che sicuramente le ritroverete..ah mannaggia che Luna storta..ma quanto finisce?..DOPODOMANI!

E finalmente p o t r e t e continuare a nuotare in mare aperto!! Erano già due mesi che trovavate squali di qua e piranha di la e invece oggi cominciate a trovare la vostra traiettoria per arrivare lì dove ha promesso Giove..e se vi farete guidare da Nettuno son sicuro che sotto qualche scoglio troverete un magnifico tesoro..AUGURI!!!

Domenica 8 Gennaio 2012

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Immaturi. Il viaggio Orario: 16,30-18,30-20,30-22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 Il gatto con gli stivali Orario: 16,30 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00 Immaturi 2. Il viaggio Orario: 17,30 - 19,40 - 22,00

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana Immaturi. Il viaggio Orario: 22,00

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 J. Edgar Orario: 17,00 -19,30 - 21,45 Il gatto con gli stivali Orario: 16,30 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Le idi di Marzo Orario: 20,00 - 22,00 Capodanno a New York Orario: 16,00 - 18,00 Immaturi. Il viaggio Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano Immaturi. Il viaggio Orario F.+P.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30 Vacanze di Natale a Cortina Orario Fer.: 18,00 Pref. e Festivi: 15,45 - 18,00 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Il gatto con gli stivali 3D Orario F.+P. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Finalmente la felicità Orario F.+P.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45-18,00-20,15-22,30 J. Edgar Tutti i Giorni: 17,00-19,45-22,30 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario F.+P. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via Giacomo Matteotti 2 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Orario: 21,30

SORIANO NEL CIMINO

Cinema Florida Piazza Marconi 12 Immaturi 2. Il viaggio

Orario:18,00 - 20,00 - 22,00

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00 - 18,00 - 20,00 - 22,00 Le idi di marzo Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Multisala Flavia Via della Croce, 1 Immaturi. Il viaggio Orario: 15,30-17,30-19,45-22,00 Capodanno a New York Orario:15,30-17,30-19,45-22,00

ORTE

Cinema Alberini Via del Plebiscito 10 Il gatto con gli stivali Orario: 15,30 Finalmente la felicità Orario: 17,45 - 21,30

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 8 GENNAIO

ACQUAPENDETE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e 16,00-19,00)

CIVITA CASTELLANA Via di Corte, 3/5 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

MONTEROMANO Via Vittorio Emanuele, 45 (09,00-13,00 e 16,30-19,00)

TARQUINIA LIDO Via Delle Sirene, 20 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

CANEPINA P.le Cad. e Disp. 2a Guerra M., 1 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

FALERIA Piazza G. Garibaldi, 16 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

TUSCANIA Piazza Italia, 12 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CANINO Via G. Garibaldi, 30 (08,35-13,00 e 16,30-19,30)

GRAFFIGNANO Piazza Del Comune, 10 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

ORTE SCALO Via Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VEJANO Via Umberto, 53 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

CAPRANICA Via Padre L.M. Monti, 7 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

ISCHIA DI CASTRO Via Caporossi, 15 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

PIANSANO Via Roma, 16 (09,00-12,30 e 16,00-19,00)

VETRALLA - CURA DI V. Via Cassia, 38/A (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

CAPRAROLA Viale Caduti Sul Lavoro, 39 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

LUBRIANO Via G. Marconi, 1 (08,30-13,00 e 16,30-19,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

VITERBO Via Castel Vetulonia, 20 (08,35-13,00+D. e 16,00-19,30)

CARBOGNANO Via S. Filippo, 8 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

MONTALTO DI C. LOC. MARINA Via Del Palombaro, 11 (09,00-12,00 e 16,00-19,00)

SAN LORENZO NUOVO Piazza Europa, 22 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

VITERBO Via C. Cattaneo, 30 (08,35-13,00 e 16,00-19,30

CELLENO Piazza Della Repubblica, 3 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

MONTEFIASCONE Via Cardinal Salotti, 48 (08,30-13,00 e 16,00-19,35)

SORIANO NEL CIMINO Piazza Vittorio Emanuele, 22 (08,24-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO - BAGNAIA Viale Fiume, 6 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

Domenica 8 Gennaio

Lunedì 9 Gennaio

Si confermano condizioni di tempo stabile e soleggiato grazie all’alta pressione e a correnti settentrionali in quota. Qualche addensamento al mattino tra Toscana ed Umbria, e in giornata sull’arcipelago pontino. In serata causa l’arrivo di aria più fredda balcanica è atteso il transito di nuvolosità variabile in movimento da nord verso sud con maggior interessamento di Umbria e Lazio associata a piovaschi su dorsale laziale e basso Lazio tra tarda sera e prima notte. Temperature stabili, in lieve calo in montagna dalla notte. Venti deboli o moderati di maestrale al largo, deboli variabili sulle coste in rotazione e rinforzo serale da NNE, fino a tesi da NNO anche in quota. Mari mossi al largo i bacini laziali e l’alto Tirreno, poco mossi sottocosta.

Il tempo è dominato da correnti settentrionali e dall’alta pressione che avan z a ver s o l evan t e. Te m p o s o l e g g i a t o, salvo addensamenti tra dorsale umbra e laziale nonchè su basso Lazio con qualche velatura in transito s e r a l e s u l l a To s c a n a . Te m p e r a t u r e stabili, in calo in montagna, specie settori laziali. Ve n t i moderati da N N E s u l L a z i o, d e b o l i in To s c a n a , tesi settentrionali in quota. Mari mossi al largo e sul L a z i o, poco mossi sottocosta e in To s c a n a .


SPORT

� � �

Domenica 8 Gennaio 2012

19

BASKET

Belli CGT, non perderti nella... Foresta La capolista fa visita ai sabini di coach Di Fazi che punta sul trio Petrucci-Amedei-Davico

D

if�cile trasferta per la Belli CGT che, in questa domenica pomeriggio, chiude il girone di andata del campionato di serie C regionale di basket. Il quintetto neroarancio fa tappa nell’impianto de La Foresta Rieti dove troverà ad attenderlo un’avversaria decisamente temibile, intenzionata ad interrompere la striscia di successi consecutivi che dura ormai dall’inizio della stagione e che ha lanciato il quintetto viterbese in testa alla classi�ca. I sabini, stabilmente in zona playoff, hanno avuto �nora un rendimento piuttosto altalenante come dimostrano in maniera esauriente le ultime due partite disputate; il gruppo allenato da coach Di Fazi ha prima scon�tto un’altra big annunciata come il Pamphili, rendendosi protagonista di una prestazione eccellente, poi è caduto a sorpresa e piuttosto nettamente sul campo del Montesacro, team che lotta per evitare la retrocessione. In casa però il La Foresta non ha mai sbagliato, aggiudicandosi importanti scontri diretti e dimostrandosi un’autentica schiacciasassi, un motivo in

più per la Belli CGT di affrontare questo match con la massima concentrazione. L’attacco, con 70 punti di media a partita, è uno dei punti di forza della squadra reatina e si basa principalmente sui canestri di un trio di giocatori che occupano le posizioni di vertice della classi�ca marcatori del girone: Petrucci è secondo, Amedei è sesto e Davico è dodicesimo, insieme combinano per quasi 47 punti a partita e metteranno a dura prova la tenuta difensiva della Belli CGT, capaci �nora di imporre la qualità della propria difesa contro tutte le avversarie che le si sono presentate davanti. Lasciato alle spalle il periodo degli allenamenti a singhiozzo durante le feste natalizie, la formazione di coach Cipriani è tornata a lavorare secondo i ritmi abituali in quest’ultima settimana, disputando anche un’utile amichevole contro la Cestistica Civitavecchia. Le sedute di avvicinamento verso la trasferta di Rieti sono servite a ritrovare una certa brillantezza �sica e, soprattutto, hanno consentito a chi è arrivato da poco come

CALCIO - Ortana in casa del Cerqueto

Sciommeri ci crede: “Serve il massimo per la salvezza”

Neroarancio con la voglia di mantenere l’imbattibilità

Francesco De Martino e a chi ha recuperato da un lungo infortunio come Angelo Mulè, di migliorare progressivamente il proprio inserimento nei meccanismi offensivi e difensivi della squadra, con la certezza che il loro contributo non potrà che diventare ancora più prezioso nelle prossime gare. La condizione �sica del gruppo è apparsa complessivamente buona anche nella seduta di ri�nitura del venerdì e coach Cipriani do-

vrebbe proporre i seguenti giocatori a referto per la gara contro La Foresta: Peroni, Bitetto, Ottaviani, Pigliafreddo, Mariani, Dragojevic, Mulè, De Martino, Caiazza, Carrisi. La palla a due della s�da, in programma presso il Palacordoni di Rieti, è prevista alle 18,30 e gli arbitri saranno i signori Massimo Gammella di Ardea (RM) e Stefano Gigantino di Fiumicino (RM).

BASKET - Dopo la bella vittoria sul Frascati i ragazzi guidati da Orchi vanno a Valmontone

Ilco Stella Azzurra, una scossa all’Elettrica2000 G

iro di boa nel girone G del campionato DNC, e la ILCO Stella Azzurra, dopo la bella vittoria del 5 gennaio contro Frascati, è pronta ad affrontare oggi domenica 8 gennaio alle 18 la non facile prima gara del girone di ritorno sull’ostico campo dell’Elettrica2000 Valmontone. “Siamo al giro di boa – afferma coach Orlando Orchi, visibilmente soddisfatto dopo l’ultima prova dei suoi -, si ricomincia con il girone di ritorno e lo affrontiamo con spirito positivo. Veniamo da una vittoria importante contro Frascati, una gara in cui, al di là del risultato, ho notato buoni segnali da parte di tutta la squadra. Anche il nuovo arrivato, il play Andrea Innocenti, si è presentato nel migliore dei modi, si è integrato perfettamente e in allenamento, nonostante il poco tempo che abbiamo

avuto a disposizione, ha mostrato di assimilare bene i nostri schemi”. In casa Stella, tuttavia, non sono tutte rose e �ori. “Siamo ancora in emergenza – continua Orchi -, anche se questa condizione spesso e volentieri ci spinge a giocare meglio. Capitan Baliva sconterà il secondo dei

tre turni di squali�ca, Andrea Cosentino è rimasto a riposo dopo aver preso una botta al ginocchio e Toselli è dolorante per una storta alla caviglia. Siamo un po’ acciaccati, ma con�do nella straordinaria capacità della mia squadra di reagire con vigore di fronte alle dif�coltà”.

Valmontone è comunque un avversario tosto. “Dobbiamo andare là convinti dei nostri mezzi e con la consapevolezza che certamente ci troveremo ad affrontare una gara diversa rispetto all’ultima in casa con Frascati – ammette l’allenatore biancostellato –. Dobbiamo bissare il successo di Ciampino e l’incontro intenso con la Tiber, dove purtroppo abbiamo perso solo per degli episodi nel �nale, giocando comunque una buona partita. Valmontone è una squadra strutturata, ha un quintetto valido ma una panchina corta, e su questo noi partiamo avvantaggiati. Cerchiamo, perciò, di giocare una partita concentrata – conclude -, con convinzione e con intensità”. I CONVOCATI Federico Zena, Pasquali, Angelo

Matteo Toselli,

N

on sarà un appuntamento semplice quello che aprirà il 2012 dell’Ortana di mister Paolo Livi. I biancorossi infatti, nella gara valevole per la seconda giornata del girone di ritorno, saranno ospiti del Cerqueto, compagine perugina in piena lotta per ottenere la salvezza diretta. Alla ricerca di punti utili alla permanenza in Promozione c’è anche la formazione viterbese che però al momento è molto staccata da quel sestultimo posto che garantisce la salvezza senza passare per l’inferno dei play-out, al momento l’ipotesi che più si sposa con l’attuale situazione dei biancorossi. TANTE ASSENZE - Una gara che oltre alle dif�coltà dovute al valore degli avversari, vedrà gli ortani con numerose e pesanti defezioni. Per squali�ca infatti non saranno della gara l’attaccante Gammino (che deve scontare 3 giornate) e i centrocampisti Carlaccini e Piciucchi. Oltre ai tre giocatori citati però mancheranno per infortunio anche l’attaccante esterno Macino, il centrocampista offensivo Carvetti e capitan Orazi (per lui ‘strappo’ muscolare un mesetto fa) che sta accelerando i tempi di recupero ma che ancora dovrà guardare almeno un paio di gara dalla

tribuna. ALL’ANDATA - Il match del ‘Gildo Filesi’ vide i biancorossi soccombere immeritatamente per 1-0 al termine di una gara maledetta in cui S�njari e compagni crearono molto ma per errori di mira, sfortuna e parate del portiere avversario non riuscirono a trovare la via della rete. Gol che invece realizzarono a pochi minuti dal termine gli ospiti in una delle rare avanzate offensive. VIGILIA DEL MATCH – A parlare della s�da che attende i biancorossi è l’attaccante Patrizio Sciommeri: “C’è tanta voglia di ripartire e di farlo nel modo giusto. In queste settimane abbiamo lavorato �sicamente e mentalmente per cercare di dare il meglio in questo girone di ritorno. Crediamo ancora nella salvezza diretta e ci batteremo per ottenere il massimo in tutte le s�de. Contro il Cerqueto sappiamo che non sarà semplice, soprattutto perché abbiamo tantissime assenze, ma dobbiamo cercare in tutti i modi di ottenere un risultato positivo per rilanciarci in classi�ca a cospetto di una diretta concorrente alla salvezza. Sono certo e siamo tutti convinti che con 3-4 risultati utili consecutivi si aprirebbero scenari �no ad ora impensabili”.

Pierpaolo Pasqualini, Andrea Innocenti, Valerio Giganti, Simone Rogani, Andrea Cosentino, Gionata Bizzarri,

Riccardo Ripamonti. Arbitrano Nicola Conterosito di Matera e Bernardino Dimonte di Bernalda (MT).


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & Domenica 8 Gennaio 2012 AltoLazio

CALCIO SERIE D

La Viterbese torna al Rocchi con il Deruta

Per la Flaminia di mister Puccica trasferta umbra nella tana del Trestina dalla Redazione Sportiva

Foto Andrea Di Palermo

SERIE D - GIRONE E

D

opo la pausa per le festività natalizie riparte questo pomeriggio contro il Deruta il campionato dei gialloblù di mister Conticchio. Squadra umbra che tenne a battesimo il campionato di Nocerino e compagni, una prima di campionato che terminò con il punteggio di 1-1 ma che sicuramente cambiò la storia della stagione della Viterbese che dopo quella partita, per disguidi con il Presidente cambiò il tecnico Raffaele Sergio, per poi modificare anche la propria fisionomia durante il mercato di Dicembre. QUI VITERBESE La squadra che affronterà oggi il Deruta infatti è solo una lontana parente di quella che a Settembre riuscì a recuperare il match a pochi minuti dal termine con un calcio di rigore realizzato da Federici. Da Novembre in poi infatti i gialloblù, esclusa Pontedera, hanno inserito la marcia superiore riuscendo ad incanalare una serie di risultati positivi che hanno allontanato la squadra dalla zona pericolosa riportandola a sole due lunghezze dai play-off e in semifinale di coppa Italia. Passando alla gara, i padroni di casa non avranno a disposizione capitan Nocerino, squalificato per un turno dal giudice sportivo, e il centrocampista Sabatino mentre hanno recuperato a pieno gli altri due centrocampisti Piccolo e Cristiano. Qualche dub-

bio invece per il difensore Fabio Fapperdue che ha recuperato solo ieri. Proprio la presenza o non in campo di quest’ultimo, potrebbe modificare l’undici che scenderà in campo. Se il centrale viterbese scenderà in campo fin dall’inizio infatti mister Conticchio dovrebbe schierare Santi in porta, Vanacore a destra, Fapperdue e Lispi centrali e Cherubini a sinistra. Linea mediana composta da Franzese, Piccolo e Testa mentre davanti dovrebbe agire quello che tutti sperano sia il trio meraviglia ovvero Morini, Vegnaduzzo e Majella. Nel caso in cui il giovane centrale viterbese non dovesse partire titolare invece la squadra potrebbe modificarsi con Santi in porta, Pucino a destra, Testa e Lispi centrali e Cherubini a sinistra. A metà campo

in questo caso agirebbero sempre Franzese e Piccolo con la novità Va n a c o r e che verrebbe riportato al proprio ruolo naturale. Davanti tutto immutato. A dirigere la sfida del “Rocchi” ci sarà una terna arbitrale di Termoli composta dal direttore di gara Sig. Luca Massimi coadiuvato dagli assistenti Campitelli e Pellilli.

nitivamente dalla zona a rischio. Una zona pericolosa che va strettissima ai rossoblù che anche per quanto mostrato anche nel derby contro la Viterbese, meritano sicuramente una posizione diversa. Proprio così perché da quando il patron Ciappici ha deciso di affidare la squadra al tecnico di Capranica e ha effettuato insieme a lui il mercato di riparazione, la squadra ha cambiato completamente marcia e soprattutto ha iniziato a raccogliere punti mostrando un gioco armonioso e piacevole. Volendo andare a guardare il pelo nell’uovo, sicuramente i civitonici devono migliorare nei mo-

Tutto il programma della prima giornata del girone di ritorno

QUI FLAMINIA Prima di ritorno a Trestina per l’undici di mister Piccica che dopo aver chiuso in crescendo il 2011, proveranno a ripartire subito con il piede giusto per risalire posizioni in classifica e allontanarsi defi-

vimenti del reparto difensivo, soprattutto sugli esterni, da dove arrivano cioè i maggiori pericoli per la porta rossoblù. La gara di Trestina sarà tutto fuorché semplice per la Flaminia visto che in casa i perugini sono la classica squadra “scorbutica” che con le buone e a volte con le ‘cattive’ cerca di farsi valere

PONTEDERA

36

AREZZO

33

SPORTING TERNI

30

VOLUNTAS SPOLETO

26

PONTEVECCHIO

26

CASTEL RIGONE

25

DERUTA

25

VITERBESE

24

PIANESE

23

SANSOVINO

22

PIERANTONIO

22

GROUP CASTELLO

22

TRESTINA

19

ORVIETANA

18

FLAMINIA

17

SANSEPOLCRO

17

ZAGAROLO

16

TODI

14

e rispettare. Un Trestina che all’andata fu capace di bloccare sullo 0-0 i laziali che nonostante una buona predominanza territoriale non riuscirono ad imporsi.

SERIE D GIRONE E - 18ª GIORNATA (oggi, 14,30) AREZZO - GROPU CITTA’ DI CASTELLO CASTEL RIGONE - TODI PIANESE - VOLUNTAS SPOLETO PIERANTONIO - PONTEDERA PONTEVECCHIO - SANSOVINO SPORTING TERNI - SANSEPOLCRO SPORTING TRESTINA - FLAMINIA CIVITA C. VITERBESE - DERUTA ZAGAROLO - ORVIETANA


� �

ECCELLENZA

E

sport

21

SPORT

& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

PROMOZIONE

Montefiascone nella tana dell’Ostia Mare In Promozione derby tra Canepina e Ischia di Castro. Trasferta a Fregene per il Pianoscarano di A. Giulietti Virgulti

S

i torna in campo con i confronti della prima di ritorno nei campionati di Eccellenza e Promozione. Ecco quello che attende le nostre formazioni in questa prima domenica di calcio del 2012. ECCELLENZA Trasferta per il Montefiascone, impegni interni

per Corneto Tarquinia e Real Monterosi.

ECCELLENZA - GIRONE A

Ostia Mare-Montefiascone - Match dall’alto coefficente di difficoltà per un Montefiascone che si reca nella tana della formazione lidense, seconda in graduatoria e problemi per i padroni di casa che devono rinunciare a Di Luca, Valerio, Piro e Chiodi infortunati. Montefia-

ECCELLENZA GIRONE A - 18ª GIORNATA

PISONIANO

37

OSTIA MARE

36

ALBALONGA

28

TOR SAPIENZA

28

REAL POMEZIA

27

CECCHINA

27

VILLANOVA

25

FONTENUOVESE

24

MONTEFIASCONE

24

RIETI

24

REAL MONTEROSI

22

CORNETO

21

LADISPOLI

19

CECCHINA - RIETI

14,30

CORNETO TARQUINIA - REAL POMEZIA

11,00

DIANA NEMI - LADISPOLI

11,00

FIUMICINO - FONTENUOVESE

11,00

GUIDONIA - MACCARESE

11,00

FIUMICINO

17

LA SABINA - ALBALONGA

11,00

DIANA NEMI

17

OSTIA MARE - MONTEFIASCONE

11,00

MACCARESE

15

REAL MONTEROSI - VILLANOVA

11,00

GUIDONIA

11

TOR SAPIENZA - PISONIANO

14,30

LA SABINA

10

Pronostico - Segno 1

PROMOZIONE GIRONE A GRIFONE MONTEVERDE

34

FREGENE

33

V. ACQUAPENDENTE

31

PIANOSCARANO

31

CANINESE

29

CASALOTTI

28

ISCHIA DI CASTRO

28

FOCENE

25

LA STORTA

22

TOLFA

22

ANGUILLARA

22

OLIMPIA

22

BRACCIANO

21

FUTBOL CLUB

20

CITTA’ DI CERVETERI

18

SANTA MARINELLA

18

FOGLIANESE

11

CANEPINA

8

scone senza Lorenzo Burla e Lamorgese squalificati e con il tecnico Antolovic che ha sottolineato come ci vorrà il miglior Montefiascone per frenare lo slancio dei padroni di casa. Arbitro - Marco Tambolleo di Formia (Moretti e Nasta di Formia) Pronostico - Segno 1x Corneto Tarquinia-Real Pomezia - Riparte dalle mura amiche il Corneto di mister Gufi che sta disputando un campionato in linea con le sue aspettative. Il tecnico del Corneto ha chiamato i suoi alla massima concentrazione: “Riceviamo una compagine che in particolare in trasferta riesce ad esprimersi al meglio”. Tra gli ospiti è assente il solo Moi, infortunato. Arbitro - Tommaso Impenna di Rieti (Caretti di Roma 1 e Morlacchetti di Roma 2)

Real Monterosi-Villanova - Nessun problema di formazione per un Real Monterosi al completo e che mister Lauretti spera di riproporre sugli alti livelli con i quali ha concluso l’annata 2011. “Ho grande rispetto del Villanova e ai ragazzi ho detto di darci dentro con grande impegno”. Villanova al completo con mister Di Loreto che alla vigilia ha elogiato il trainer del Monterosi per le sue capacità. Arbitro - Alessio Angiolari di Ostia Lido (Affronti di Ostia Lido e Giuberi di Ciampino) Pronostico - Segno 1

PROMOZIONE Ed anche qui siamo alla prima di ritorno. Zoom sugli impegni delle provinciali e i match di cartello sono quelli che attendono l’ottimo Pianoscarano di mister Baggiani in quel di Fregene e il confronto tra Canepina e Ischia di Castro.

Fregene-Pianoscarano - Tra i locali out Roberti, Mazza e Pietrini ed esordio tra i pali di Di Martino. Qualche problema per mister Baggiani che deve verificare le condizioni di Chiarabini, Ricci, Malagigi e Peparello. Tirrenici che vorranno rifarsi dl ko subito nel finale nella gara di andata. Arbitro - Emiliano Guglielmi di Roma 1 (Sclavo di Roma 1 e Cazzorla di Aprilia) Pronostico - Segno x

di Tivoli (Pasquali e Ciuffreda di Roma 2) Pronostico - Segno 2 V. Acquapendente-Casalotti - In casa Vigor mister Quintarelli deve fare a meno di P e d e t t a , Bedini, Cardellinui e Colonelli squalificato. In casa Casalotti, team che all’andata superò la Vigor assente il solo Busatto per guai fisici. Arbitro Francesco Rizzotto di Roma 2 (Bellantoni di Roma 2 e Lega di Aprilia) Pronostico - Segno 1

Rosa al completo per il Real Monterosi di Lauretti che ospita il Villanova

Canepina-Ischia di Castro - Derby che torna al Palozzi con il team di mister Mimmi Gasperini decisamente favorito nella sfida tra provinciali e che confida sul fatto che le scorie del fine 2011 (un po’ negativo) siano state messe definitivamente alle spalle. Per mister Proietti assenza di Cutigni squalificato. nell’Ischia out Bozzini che ha lasciato il team per motivi di lavoro. Arbitro - Fabio Lertua

PROMOZIONE GIRONE A - 18° GIORNATA (8 gennaio) SANTA MARINELLA - BRACCIANO FUTBOL CLUB - CANINESE VIGOR ACQUAPENDENTE - CASALOTTI ANGUILLARA - CITTA’ DI CERVETERI FOGLIANESE - FOCENE TOLFA - GRIFONE MONTEVERDE CANEPINA - ISCHIA DI CASTRO OLIMPIA - LA STORTA FREGENE - PIANOSCARANO

Fubol Club-Caninese Trasferta nella capitale per la Caninese di scena sul

campo del Futbol Club che in grossa difficoltà viste le assenze di Delli Muti, Iacovacci e Casanova. Per la Caninese c’è un Marcoaldi fuori per tutta la stagione, si confida nella presenza quanto meno in panchina di Paoloni e del centrocampista Perugini. Arbitro - Claudio Pizzoli di Ostia (Madeddu e Aversa di Latina) Pronostico - Segno x2 Foglianese-Focene - All’andata la Foglianese ottenne contro il Focene la prima dell due sole vittorie. Match senza alternative per il team di mister Giovannini in grandissima difficoltà. Tutti a disposizione gli effettivi in casa rossoblu mentre il Focene deve rinunciare a Commentucci. Arbitro - Pietro Esposito di Aprilia (Civintega e Biron di Roma 2)


� �

sport

SPORT

& Domenica 8 Gennaio 2012 Viterbo AltoLazio

23

L’EVENTO

Time City per Noemi, obiettivo raggiunto La partecipazione di tutti è stata encomiabile e generosa, tutta a favore della piccola Noemi na splendida seU rata trascorsa in un’atmosfera rilassata e

gioiosa, all’insegna della solidarietà, sulle note della simpatia e dell’allegria che ha saputo destare il noto cabarettista locale Alessio Avitabile. La partecipazione di tutti è stata encomiabile e generosa: il gesto di ognuno è stato evidentemente rivolto alla piccola Noemi piuttosto che al proprio interesse personale. A suggellare il successo dell’evento è stata la presenza in sala di diverse rappresentanze istituzionali tra le quali: il Sindaco di Viterbo, Giulio Marini, accompagnato dall’ex Assessore Arena, oggi presidente dell’ARPA; la segretaria dell’Associazione “Semi di Pace” che si sta preoccupando di raccogliere la somma necessaria alla piccola Noemi; la

segretaria dell’ADMO ed il presidente del Centro Sociale il Pilastro, cuore dell’Organizzazione della Calza più lunga del Mondo. In particolare, è stato molto toccante l’intervento del sindaco di Viterbo Giulio Marini, il quale, nel portare il saluto dell’intera cittadinanza viterbese, ha colto appieno gli scopi della serata e commosso ha riconosciuto l’importanza vitale di queste iniziative, in quanto dimostrano con i fatti la sensibilità e la prontezza di azione dei viterbesi nel rispondere a certe problematiche sociali. Gli oggetti invenduti resteranno a disposizione di quanti volessero ancora partecipare all’iniziativa presso la Boutique della Vip Lounge della Sala Giochi Timecity in via Falcone Borsellino. Rivolgersi al Direttore di Sala Di Palma.

Foto Andrea Di Palermo



L'Opinione di Viterbo - 8 Gennaio 2012