Page 1

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO 2012 ���������������������

Anno III N. 30 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

Sposetti e Sel attaccano l’amministrazione sulla gestione dell’emergenza neve Servizio

Giudiziaria

Regione

Renata Polverini visita le zone di maggiore criticità

Inizia subito con un rinvio il processo Lions ai bolsenesi

Servizio

Servizio

a pagina 5

pagina 9

a pagina 3

Le scorte di sangue stanno per terminare, appello di Ausl e Avis ai cittadini: “DONATE”

Sale operatorie aperte solo per le urgenze CIVITA CASTELLANA

Sale operatorie dell’ospedale di Belcolle aperte solo per le emergenze. Il motivo è molto semplice, non c’è più sangue. Il direttore generale della Ausl Adolfo Pipino ha prima trasmesso una circolare interna e poi ha comunicato alla stampa l’appelo ai cittadini di fare un ulteriore sacri�cio e di recarsi al centro trasfusionale per donare sangue. Anche l’Avis ha messo in moto i propri iscritti invitati a fare un ulteriore sforzo. Insomma un vero e proprio allarme giusti�cato con il fermo dell’autoemoteca bloccata dalla neve. Tre giorni per far scattare l’allarme e bloccare le sale operatorie e rinviare decine di interventi già programmati. Qui non c’è da tagliare fondi alla sanità ma tagliare la testa a chi ha rubato per anni.

Critiche da “Giovane Italia” Il Comune ha mal gestito l’emergenza neve Come tutti i comuni della provincia, anche Civita si è trovata a fronteggiare i disagi causati dalla neve. L’amministrazione ha comunicato una sorta di “ok emergenza” che non sembra rispecchiare la realtà della situazione illustrataci dai comunicati della “Giovane Italia”. Per il Comune i “giovini” fanno praticamente demagogia invece di contribuire a risolvere i problemi creati dal maltempo. Dal canto loro i “giovini” rispondono che una semplice nevicata è stata presentata come una catastrofe che sarebbe bastato affrontare con meno chiacchiere e più interventi concreti.

di Simona Tenentini a pagina 15

Servizi alle pagine 3 e 6

Ancora neve e gelo e la paura cresce in tutto il capoluogo La paura non è il freddo polare ma quella di rimanere isolati, senza acqua, senza beni di prima necessità e con la macchina dei soccorsi che se paragonata ad un animale terrestre è stata più lenta di un bradipo assonnato. Tra ritardi nei soccorsi, quartiere completamente abbandonati a loro stessi, sale centellinato perché le scorte si sono esaurite ben presto il fatto che il tempo possa peggiorare sta creando talmente tanta apprensione che il centralino del Comune di Viterbo è stato sommerso dalle telefonate di invito a tenere chiuse le scuole. Se si pensa che ci sono paesi in Europa che vivono per settimane, mesi con temperature al di sotto dello zero anche per decine di gradi la domanda sorge spontanea, come fanno le macchine a circolare? Come fanno i supermercati ad essere sempre riforniti? E, soprattutto, come fanno le scuole a rimanere aperte? Servizi all’interno

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Per il Viareggio rinviato il match della Viterbese Servizio a pagina 20

Calcio La Figc di Viterbo alle prese con i “recuperi”

Volley Montefiascone alle stelle dopo il derby

Servizio a pagina 20

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 23

TUSCANIA

Famiglia in camper, l’impegno dell’Ater di Valeria Sebastiani a pagina 12

MONTEFIASCONE

Scoppiano le tubature chiusa l’Alighieri di Michele Mari a pagina 13

VETRALLA

E’ ancora bufera sull’acqua pubblica di Emanuele Faraglia a pagina 14

MONTALTO

Raccolta firme contro il dissociatore di Giovanni Corona a pagina 11


cronaca

Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo &

AltoLazio

Il Corpo Forestale dello Stato ha raddoppiato i turni di lavoro I

Centocinquanta interventi di vero soccorso “alpino”

l Corpo Forestale dello Stato durante l’emergenza neve verificatasi nei giorni scorsi, in particolare dal 3 al 6 febbraio ha intensificato la propria attività arrivando a triplicare nei giorni di sabato e domenica il numero delle pattuglie messe in campo e coprendo l’intero arco delle 24 ore, impegnando sui diversi turni un totale di 80 pattuglie. Innumerevoli sono stati gli interventi su tutto il territorio provinciale, oltre 150, con varie tipologie d’intervento, quali: soccorso degli autoveicoli in panne o andati fuori strada, viabilità segnalando agli Enti competenti la pericolosità al percorrere alcune strade, si è provveduto a trasportate persone ferite alle strutture ospedaliere o por-

tando gli stessi medici e operatori sanitari presso persone bisognose di soccorso e cure, sono stati altresì trasportati viveri e generi di primo conforto in luoghi non raggiungibili dai normali mezzi dando aiuto agli abitanti delle case o nuclei più isolati in ambito rurale, è stato effettuato servizio di scorta ai mezzi pesanti adibiti al trasporto del sale per raggiungere le località e i paesi più colpiti come Soriano nel Cimino. Inoltre si è collaborato con il soccorso alpino per il recupero di alcune persone rimaste bloccate nelle proprie abitazioni dalla neve senza i servizi primari quali acque, luce e riscaldamento.

Alla sbarra undici persone con accuse di spaccio, usura, furto e ricettazione d’opere d’arte

Rinviato al 3 aprile il processo Lions D oveva cominciare ieri mattina, ma la prima udienza del processo scaturito dall’operazione Lions è stata rinviata al 3 aprile. Nel blitz del settembre scorso furono arrestate 11 persone con le accuse di usura, spaccio di droga, furto, ricettazione di opere d’arte e minacce. Per otto di queste il Pm Stefano D’Arma aveva chiesto e ottenuto il rito immediato. Ma per colpa di noti�che errate o non recapitate agli imputati e per l’assenza di alcuni avvocati della difesa che a causa della neve non hanno raggiunto l’aula, il processo è slittato. Alla sbarra ieri mattina dovevano esserci l’antiquario 59enne di Bolsena Claudio Pezzini; il 46enne Spartaco Pasquini,

monopolista bolsenese di pompe funebri;Marco Gentile, 45enne di Gradoli;Romolo Esposito, 60enne di Vetralla; Sebastiano Masuero, 47enne calabrese residente a Soriano. Ci sono anche Enea Antoci,Severino Cuseo e Sandro Baratto, arrestati a Voghera, Porto Santo Stefano e Sarzana (La Spezia). Tutto partì da una estorsione ai danni del Pezzini e del nipote. I carabinieri, indagando, scoprirono dei fatti dove era coinvolto l’an-

CLAMOROSO - Tre giorni di neve e stop alle sale operatorie

Allarme rosso di Paolo GIANLORENZO

A tiquario: un furto in una casa a Bolsena, un caso di usura e nella ricettazione di alcune opere d’arte di grande valore.

������ �������������� ������� ����������� ������������������������ ��������� ������������������ ������������������������������ ���������������������������������� ���������������������������������� �������������������������������������� ��������������������������������������� ���������������������������������������� �����������������������

������������ �����

���� ���������� ��������������������������������������� �������������������������������������� ������������������������������� �������������

3

������������������� �������

lla pagina 6 del nostro quotidiano potrete leggere gli appelli della Ausl e dell’Avis all’intera cittadinanza di recarsi presso i centri prelievi perché le scorte di sangue sono praticamente esaurite. Chiuse le sale operatorie per gli interventi di routine ed aperte solo per le emergenze. Una situazione questa davvero drammatica e anche noi invitiamo anche i cento militari giunti a Viterbo per aiutare il Comune a spalare la neve a dare una mano alla disastrata sanità viterbese. Taglia di qua, taglia di la, se alla �ne non ci si rivolge come al solito al buon cuore dei cittadini la grande macchina dei soccorsi va in panne. La domanda sorge spontanea, se tre giorni di neve hanno messo in crisi le sale operatorie tanto da impedire ai medici di svolgere il loro lavoro. Proprio ieri mattina il primario di ortopedia Gaudenzi si è recato personalmente presso la direzione sanitaria urlando e minacciando tutti per questo assurdo blocco. Blocco comunicato uf�cialmente con una lettera a tutti i reparti. Reparti stracolmi di gente in particolare proprio in quello di ortopedia dove a causa delle cadute “da ghiaccio” hanno costretto i medici del reparto a mettere letti lungo i corridoi. Non solo, per tamponare l’emergenza straordinaria il direttore sanitario di Belcolle (visto anche spingere un’autombulanza e spalare la neve, ndr) ha pratica-

mente precettato tutti i medici e chiamato in servizio tutto il personale reperibile. Turni massacranti di lavoro e personale praticamente ridotto all’osso. Di questa situazione dobbiamo ringraziare chi ha depredato la sanità arricchendosi sulle spalle dei cittadini. Paghiamo noi e pagano quelli ancora in servizio presso le strutture le ruberie di anni ed anni di persone senza scrupoli e che spesso sono riusciti a farla franca con la giustizia. Una situazione come questa dovrebbe spingere i magistrati, lenti come un’auto che monta le catene su una strada asciutta a dare dei segnali che invece non arrivano e forse non arriveranno

mai. Sta di fatto che molte persone che avevano preso le ferie e programmato interventi chirurgici magari anche importanti si sono visti spostare lo stesso a data da destinare perché, giustamente, il sangue serve per le urgenze e di certo non sono mancate e non mancheranno nei prossimi giorni. In questo caso non ce la sentiamo di accusare nessuno tra medici, infermieri ed impiegati, soprattutto di Belcolle che hanno dimostrato abnegazione e sacri�cio per il proprio lavoro. Questa situazione deve far ri�ettere coloro che con la sanità hanno giocato sempre sulla pelle degli altri.


cronaca

4

Il meteo non promette niente di buono ma adesso il vero problema è il ghiaccio, così duro che in alcuni punti non basta nemmeno l’intervento delle ruspe

L

a Tuscia è ancora dentro l’emergenza. Il meteo non promette niente di buono, da domani e �no a domenica sono previste altre nevicate della stessa porta di quelle che hanno messo nel caos diverse zone della provincia compreso il capoluogo. Alcuni Comuni sono ancora isolati, i treni della tratta Vi t e r b o - R o m a sono stati sostituiti da dei bus, nelle campagne la situazione è critica. Dopo la tregua di 48 ore l’allarme maltempo potrebbe continuare a suonare. “Siamo lontani dal cessata emergenza – spiega l’assessore provinciale ai lavori pubblici e alla viabilità Gianmaria Santucci – viste anche le previsioni, noi proseguiamo col nostro lavoro. A oggi le nostre strade sono percorribili a eccezione della Bolsenese – spiega - aperta e poi richiusa a causa del vento, l’Acquarossa e la Capraccia a Bagnoregio. Il ghiaccio in alcuni punti è talmente duro che nemmeno le ruspe e gli spazzaneve riescono a toglierlo”. Palazzo Gentili sta facendo di tutto per affrontare

Viterbo & Mercoledì 8 Febbraio 2012 AltoLazio

Si ribalta con la macchina salvata dai carabiniei di Caprarola I

carabinieri di Caprarola hanno messo in salvo una donna uscita di strada e cappottata con la propria auto. E’ accaduto nella mattinata del 4 febbraio intorno alle 07.30. La donna si recava a lavoro e a causa della strada innevata e ghiacciata ha avuto l’incidente. Non riuscendo ad uscire dal veicolo ha chiamato il 112, che grazie alla conoscenza del territorio ha localizzato il luogo dell’evento, inviando sul posto una la pattuglia della locale stazione. I

A lato uno scatto del Sacrario il giorno della nevicata più grande degli ultimi 20 anni

militari giunti sulla SP “Croce di San Martino” hanno trovato l’auto che grazie ad un albero aveva evitato di finire nella scarpata. Gli uomini dell’Arma, non potendo chiedere il soccorso di altri mezzi, sono riusciti a tirare fuori la signora facendo da contrappeso al veicolo che rischiava di capovolgersi ulteriormente. La vittima è stata trasportata dagli stessi militari all’ospedale di Ronciglione, dove è stata refertata con 10 gg per varie contusioni.

Ancora dentro l’emergenza Da giovedì la situazione potebbe peggiorare a causa di altre nevicate il disagio dei cittadini e le condizioni di pericolo. “Abbiamo un centinaio di uomini noi, 150 provenienti da ditte private e 22 gruppi della protezione civile con cui ci siamo convenzionati, un migliaio di persone in tutto e un centinaio i mezzi di cui possiamo disporre. Ogni giorno – continua l’assessore - spargiamo 1200 quintali di sale, in più ne diamo circa 300 quintali sempre ogni giorno ai comuni che ce ne fanno richiesta perché sono rimasti senza. Nelle zone isolate inviamo tre o quattro mezzi oltre a inviare quando possibile squadre della protezione civile non più impegnate nei Comuni”. Le scuole a

Viterbo sono state chiuse anche ieri, come a Civita Castellana, Vignanello e Vallerano, Canepina, Capranica e Vetralla, ma è probabile che l’ordinanza venga estesa per altri giorni. I vigili del fuoco e i volontari della Prociv, sono intervenuti per soccorrere famiglie rimaste isolate, senza elettricità e acqua. “Rimane l’obbligo del transito con le catene o gomme termiche – conclude Santucci – perché seppure il 99% delle arterie sono libere, ci sono punti in cui il vento ributta la neve in mezzo alla carreggiata e si formano lastre di ghiaccio, anche piccole, estremamente pericolose”.

Chiusa in casa per cinque giorni C

inque giorni chiusa in casa con due bambini. E’ successo ad una donna con due bambini residente a Settevene, una frazione di Nepi. “Da venerdì scorso – dice la signora - siamo sepolti dalla neve. La parziale rimozione della coltre bianca è stata fatta ad opera di privati cittadini di buona volontà che hanno messo a disposizione il loro trattore per sgomberare un

po’ le strade”. Poi aggiunge: “Di sale non se ne è visto neanche un granello. L’amministrazione comunale latita. Settevene, zona industriale e nucleo abitativo – spiega - viene citata come risorsa per il Comune grazie alla sua vicinanza con Roma (quando fa comodo) ma in questi casi diventa estrema periferia del territorio comunale e viene rapidamente dimenticata. Ho

rischiato di cadere più volte solo per andare a prendere un litro di latte a piedi - denuncia - le strade sono un’unica lastra di ghiaccio, da cinque giorni sono chiusa in casa con due ragazzini e l’unica notizia avuta (tramite passaparola) è stata che le scuole sarebbero state chiuse lunedì e martedì. Disgustata”. Una brutta esperienza che per fortuna è �nita.


& Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo AltoLazio

politica

5

L’ATTACCO - L’opposizione accusa l’amministrazione di incompetenza e pressapochismo nei giorni del maltempo

Emergenza neve, Pd e Sel criticano Marini S

mette di nevicare, ma piovono le polemiche. Sulla gestione dell’emergenza neve arrivano le stilettate all’amministrazione di Pd, per voce di Ugo Sposetti, e Sel, direttamente dal circolo locale. E se a Roma la diatriba tra Alemanno e Protezione Civile ha assunto le proporzioni di una questione nazionale a Viterbo si parla comunque di interrogazioni in Comune e critiche feroci. Il capogruppo del Partito Democratico a Palazzo dei Priori Ugo Sposetti è lapidario: “La neve da emergenza a Viterbo si è fatta scandalo: il Comune si è dimostrato del tutto impreparato ad affrontare la situazione perché privo di mezzi ma soprattutto per aver sottovalutato i rischi connessi a un simile evento, straordinario quanto preannunciato”. Gli fa eco il circolo viterbese di Sinistra Ecologia e Libertà: “Il caso Viterbo è stato citato a livello nazionale: ovviamente come esempio in negativo.

L’ennesimo biglietto da visita che la città invia al mondo. Ma ancora oggi è del tutto evidente che qualcosa non ha funzionato e continua a non essere plausibile l’atteggiamento del sindaco e degli assessori preposti che confermano di aver fatto tutto il possibile. Nei prossimi giorni il gruppo consigliare di Sel in Comune promuoverà una interrogazione speci�ca, nella quale verranno riproposte all’amministrazione alcune domande: su come sia stato possibile - in generale - rimanere senza un piano di intervento predisposto anticipatamente a fronte delle indicazioni della protezione civile”. Poi si passa a parlare di situazioni di concreto disagio. Sposetti attacca: “A tre giorni di distanza dalla nevicata il centro storico di Viterbo, molte vie degli altri quartieri cittadini e le frazioni risultano ancora sommerse dalla neve trasformata dalle basse temperature in una lastra di ghiaccio. Ancora oggi risultano isolate diverse famiglie tra San Martino e Tobia. Ieri la

situazione a Belcolle non era tornata alla normalità: la rampa d’accesso per le autoambulanze era completamente ghiacciata. Ma la vera vergogna è stata raggiunta nel non aver garantito da subito accesso al pronto soccorso. Non solo le strade sono rimaste per decine di ore impraticabili ma il Pegaso, l’elicottero per le emergenze, che è dovuto atterrare nel parcheggio visto che l’elisuper�cie era completamente ghiacciata”. In�ne Sel rivolge al sindaco una serie di domande: “Corrisponde al vero che le scorte di sale erano �nite prima ancora che la nevicata cessasse? Corrisponde al vero che non erano (e non sono) state predisposte le comunicazioni e le informazioni sui media comunali e sui servizi? Corrisponde al vero che nessun contatto è stato preventivamente preso con operatori privati, le municipalizzate per i trasporti e i servizi, le associazioni di volontariato e con la protezione civile stessa?

Due immagini di Viterbo sotto la neve. A destra mezzi spargi-sale Corrisponde al vero che il fondo per la emergenza neve era stato azzerato?”. Domande che siamo certi verranno nuovamente poste in seno al Consiglio comunale in forma di interrogazioni. E. F.

Il consigliere Talotta plaude alla valente attività dei Vigili del Fuoco

ISTRUZIONE - A Viterbo un haker crea scompiglio facendo credere che in città per gli studenti sarà “festa” D

Ancora scuole chiuse in provincia H

acker modi�ca ordinanza del Comune di Viterbo e fa girare su facebook la notizia falsa della chiusura delle scuole per l’8 febbraio. Istituti chiusi invece a Soriano nel Cimino, Caprarola, Canepina, Fabrica di Roma, Faleria, Castel Sant’Elia, Vignanello e Ronciglione, a Corchiano �no al 9 febbraio.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737

Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

E’ ripreso a nevicare sulla zona dei monti Cimini, in particolare a Canepina, Soriano nel Cimino e Vallerano. La nevicata non è forte come nei giorni scorsi, ma sembra essere costante. Qualche �occo di neve si è visto in serata anche a Viterbo. A causa della situazione meteo i sindaci di Soriano nel Cimino, Caprarola, Canepina, Fabrica di Roma, Faleria, Castel Sant’Elia, Vignanello e Ronciglione hanno proprogato l’ordinanza di chiusura delle scuole per oggi, mercoledì 8 febbraio. A Corchiano gli istituti scolastici resteranno chiusi �no a giovedì 9 febbraio. A Viterbo, invece, le scuole saranno aperte. Nel pomeriggio di ieri, come detto in apertura, un hacker ha violato il sito uf�ciale del Comune e ha scritto che le

Viterbo - parcheggio del Sacrario scuole sarebbero rimaste chiuse anche oggi. “Se dovesse nevicare anche in città - ha detto il vicesindaco Enrico Contardo - emetteremo l’ordinanza di chiusura. Per il momento, resta in vigore la precedente ordinanza di apertura’’.

In compenso sempre il Comune e la società Francigenza hanno comunicato che il parcheggio al Sacrario sarà nuovamente disponibile ma a pagamento. Fino a ieri che era gratuito potevano parcheggiare solo gloi spazzanenve viste le condizioni in cui versava.

opo le tante polemiche che hanno caratterizzato questi giorni di eccezionale ondata di maltempo sul viterbese, ritengo doveroso sottolineare l’encomiabile comportamento di tanti uomini che si sono prodigati in azioni di soccorso e di assistenza alle numerose persone coinvolte nell’emergenza neve dentro e fuori la città”. Inizia così il comunicato stampa inviatoci dal consigliere Udc Roberto Talotta a margine di giornate caratterizzate da maltempo, disagi e ovviamente critiche all’amministrazione più o meno giusti�cate. “Un ringraziamento particolare è rivolto alle Forze dell’Ordine, ai Carabinieri, alla Polizia, ai Vigili Urbani, ai Volontari, ai Militari ed ai Vigili del Fuoco e, proprio a quest’ultimi, mi sento di attribuire un apprezzamento ancora più sentito per il soccorso che hanno prestato ieri, verso la mezzanotte, ad un automobilista rimasto bloccato davanti al “Campo Scuola” in località Santa Barbara. Mi trovavo per caso a transitare proprio in quella zona e la strada non era più praticabile per la grande quantità di neve accumulata dal forte vento di tramontana; un ammassamento di neve che ha bloccato il transito alle auto e a nulla sono valsi i tentativi per rimuovere la macchina ormai impantanata; non restava altro che chiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco, prontamente accorsi e in grado, in poco tempo, di tirare fuori dai guai lo sfortunato automobilista. Sembrava di stare nell’occhio della bufera ed il recupero compiuto dai valenti “vigili del fuoco” ha evitato complicanze ben più gravi. Per questo intendo esprimere grande considerazione per i componenti di questa squadra e delle tante persone che, in questi giorni di freddo inconsueto, con sacri�cio ed abnegazione, hanno bilanciato le carenze organizzative evidenziate nell’emergenza neve che ha interessato anche la città di Viterbo”.

Meroi ringrazia l’Enel per l’accoglienza ai camionisti I

l presidente Marcello Meroi ha inviato una lettera ai dirigenti della Centrale ENEL di Montalto di Castro, al direttore Fausto Tongiorgi e al vicedirettore Alberto Angeloni, per ringraziarli del supporto fornito nei giorni del maltempo. ENEL ha infatti aperto gli spazi della Centrale per accogliere i tir in transito sull’Aurelia impossibilitati a proseguire a causa della neve. Oltre ad ospitare i camionisti, su richiesta della Provincia si è adoperata anche per fornire loro cibo, bevande e assistenza.

“Con la presente – scrive Meroi ai due dirigenti - sono a ringraziarVi per il prezioso supporto fornito in occasione dell’emergenza neve. Un plauso in particolare per aver dato accoglienza ai camionisti in transito sull’Aurelia, bloccati a causa dell’impraticabilità del manto stradale. Un ringraziamento sentito, unito alla stima per il lavoro che Enel svolge quotidianamente sul territorio e per la sensibilità sempre dimostrata nelle situazioni di maggiore necessità ed urgenza”.

La centrale “Alessandro Volta” di Montalto di Castro


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 8 Febbraio 2012

Stamattina, dalle 8.30 alle 11.30 una navetta in piazza del Plebiscito farà la spola con il centro trasfusionale

Urge sangue, l’appello dell’Avis L

a Ausl di Viterbo comunica che, in queste ore, si sta verificando un’emergenza sangue presso il Complesso ospedaliero centrale di Belcolle. La scarsità di sangue, necessario per i pazienti in attesa di un intervento chirurgico, si è verificata a causa delle eccessive precipitazioni nevose che hanno interessato il Viterbese nei giorni scorsi e che hanno impossibilitato l’erogazione del servizio di autoemoteca in molti centri del territorio. Le procedure a carattere di urgenza sono state prontamente attivate. Prima tra tutte l’allerta segnalata alla sezione comunale dell’Avis di Viterbo che ha inviato a tutti gli iscritti un sms personalizzato affinché si rechino a donare il sangue in tempi brevi. La Ausl di Viterbo, inoltre, fa appello a tutti i viterbesi e agli abitanti della Tuscia, chiedendo loro di recarsi al Centro trasfusionale dell’ospedale di Belcolle per donare il sangue. Il Centro è aperto al pubblico tutte le mattine, dalle 8 alle 11.

“L’appello parla chiaro”. Il consigliere Federici incoraggia i donatori D

Per tutti i cittadini residenti nel centro storico di Viterbo, infine, è stato attivato un bus navetta che stamattina, grazie anche all’impegno messo in campo dai volontari avisini della città dei papi, dalle 8,30 alle 10,30, con partenza da Piazza del Comune ogni mezz’ora farà

la spola con l’ospedale di Belcolle e condurrà presso il Centro trasfusionale i viterbesi che si renderanno disponibili alla donazione di sangue. La Ausl di Viterbo ringrazia di cuore e anticipatamente tutti coloro che vorranno aderire all’invito.

a piazza del Comune, dalle 8,30 alle 10,30, una navetta condurrà i donatori presso il centro trasfusionale di Belcolle. Un’iniziativa importante vista la delicata situazione denunciata dall’Avis. “C’è bisogno di sangue. L’appello lanciato dall’Avis parla chiaro. Le precipitazioni nevose di questi giorni hanno impedito la regolare erogazione del servizio di autoemoteca in molti centri, provocando una forte carenza di sangue, necessaria anche ai numerosi pazienti in attesa di un intervento chirurgico. Tra le tante iniziative messe in campo da Ausl e Avis vorrei ricordare quella prevista per oggi 8 febbraio. In piazza del Plebiscito, dalle 8,30 alle 10,30, sarà a disposizione una navetta che ogni mezz’ora condurrà direttamente al centro trasfusionale dell’Ospedale Belcolle tutti coloro che vorranno donare il proprio sangue. Il mio invito è rivolto a tutti, sia ai donatori abituali, ma anche a tutti quei cittadini che vorranno compiere un nobile gesto in questo momento di grande emergenza”.

Queste le parole del consigliere comunale Maurizio Federici(nella foto), presidente del Gruppo Donatori di sangue in Consiglio Comunale a seguito della richiesta d’aiuto da parte dell’Avis. Chiunque vorrà donare dovrà presentarsi a digiuno.

“L’assenza di sintomi fa sottovalutare il problema” osservano gli esperti

“Macchine Complesse” al via Infertilità maschile, in crescita le infezioni batteriche il corso per il patentino L e infezioni batteriche sono sempre più causa di problemi di infertilità maschile. Spesso senza sintomi, vengono scoperte solamente in occasione di un desiderio di paternità che stenta a concretizzarsi. “Sono sempre più i casi di uomini con problemi di infertilità dettati da infezioni”, spiega Manuel Pensis, referente del laboratorio di andrologia di ProCrea, centro di Medicina della Riproduzione di Lugano (Svizzera). “In particolare, registriamo un aumento di pazienti con HPV, E.coli e Clamidia: infezioni che sono asintomatiche, ma che possono provocare infertilità o comunque danneggiare la qualità del liquido spermatico”. Le capacità riproduttive nell’uomo sono in calo: negli ultimi due decenni è stata riscontrata un diminuzione della quantità media degli spermatozoi prodotti

con anche un signi�cativo calo della motilità. Continua Pensis: “Quantità e motilità sono anche tra i due indicatori più importanti che possono dare delle informazioni utili sulle capacità riproduttive in un uomo.Andando a danneggiarne una, oppure entrambe, ci troviamo davanti a una condizione di infertilità maschile”. Decisamente in aumento sono i casi di uomini nei quali è stato diagnosticato il papillomavirus senza che gli stessi ne fossero a conoscenza. 2Oltre al rischio di provocare il cancro alla propria partner, l’HPV nel liquido seminale può da un lato diminuire la fertilità: sull’apparato riproduttivo maschile questo virus può provocare l’astenozoospermia, ovvero ridotta o assente motilità degli spermatozoi che è una frequente causa di infertilità nell’uomo». Prosegue il responsabile del

E

laboratorio: “Per quanto molto diffuso, il batterio E.coli rappresenta a sua volta un rischio per la fertilità dell’uomo: se arriva all’apparato genitale, può in�uire sulla qualità del liquido spermatico, quindi in�uire sul grado di fertilità”. Anche la clamidia è una infezione asintomatica che, se non curata, può portare all’infertilità nell’uomo. Riscontrata in misura minore «rappresenta però sempre un elemento che in�uisce negativamente sulle capacità fertili di un uomo», osserva Pensis. Conclude Michael Jemec, specialista in Medicina della Riproduzione del centro ProCrea: “Il problema maggiore è quello della mancata prevenzione. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità il 30% dei nuovi casi di malattie sessualmente trasmissibili riguarda persone al di sotto dei 25 anni. Occorre puntare

sempre più sulla prevenzione: se da una parte registriamo una maggior sensibilità dei medici di famiglia e dei ginecologi nei confronti della salute riproduttiva maschile, troppo spesso gli uomini si sottopongono a controlli ancora tardi”. ProCrea - Con una lunga esperienza nel campo della medicina della riproduzione, ProCrea è il maggiore centro di fertilità della Svizzera ed è un polo di riferimento internazionale. ProCrea è composto da un’équipe professionale di medici, biologi e genetisti specialisti in �siopatologia della riproduzione. Unico centro svizzero ad avere al suo interno un laboratorio accreditato di genetica molecolare (www.procrealab.ch), ProCrea esegue analisi genetiche per lo studio dell’infertilità con tecniche d’avanguardia. La sede principale è a Lugano in via Clemente Maraini, 8. www.procrea.ch.

’ stato �ssato per il mese di marzo l’avvio del corso di formazione di 56 ore per il conseguimento del patentino abilitante all’uso delle “macchine complesse” nel settore delle perforazioni nel sottosuolo e dei consolidamenti. Lo rende noto Cna Sostenibile, che, nell’organizzazione di questa attività, af�anca Prevenzione e Formazione Lazio (organismo paritetico e Scuola edile aderente a Formedil). Per poter continuare a lavorare, le imprese che effettuano lavori connessi alla categoria OS 21 -”opere strutturali speciali”-, devono avere al loro interno

operatori in possesso del patentino, conforme alle normative vigenti negli Stati dell’Unione Europea. Cna Sostenibile offre dunque una importante opportunità. Sono “macchine complesse”, per esempio, le sonde di perforazione e le macchine per l’esecuzione di pali (trivellati e battuti), di paratie e diaframmi. La partecipazione al corso è gratuita per le imprese iscritte a Edilcassa e in regola con la contribuzione. Per le iscrizioni, ci si deve rivolgere a Cna Sostenibile. La sede è a Viterbo, in via I Maggio 3. Telefono 0761.176831.


& Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo AltoLazio

attualità

7

Tantissimi appuntamenti a partire dal 18 febbraio

Città europea dello Sport parte il conto alla rovescia di BENEDETTA FERRARI

U

na sala d’Ercole letteralmente gremita quella di ieri mattina in occasione della presentazione alla stampa di “ Viterbo città europea dello sport”. Presenti il sindaco Marini, il neo assessore comunale ai rapporti con l’Università e con le istituzioni europee Chiara frontini, il prof. Stefano Grego, delegato alle relazioni internazionali dell’ Università della Tuscia, gli assessori allo Sport di Provincia e Comune rispettivamente Andrea Danti ed Enrico Maria Contardo, il segretario generale della Camera di Commercio Francesco Monzillo, il consigliere comunale nonché coordinatore del comitato organizzativo Luigi Maria Buzzi e ospite d’onore l’europarlamentare Marco

Scurria che ha creduto �n da subito nel progetto portandolo in Europa. 67 le manifestazioni inserite nel cartellone che si svolgeranno durante tutto il 2012, a carattere regionale, nazionale e internazionale che spazieranno verso tutte le discipline: dalla capoeira di cui quest’anno si festeggia il trentennale, al minirugby, dall’ecomaratona sui monti Cimini all’esibizione di wrestling, e ancora, musical, convegni, tornei di tutte le specialità e addirittura il campionato di Braccio di Ferro. Soddisfatto il sindaco di Viterbo che dopo aver ringraziato l’onorevole Scurria ha lasciato la parola a Contardo: “ Ringrazio tutte le associazioni e le scuole che hanno partecipato alla realizzazione di questa iniziativa con contributi veramente minimi. Uno

dei prossimi appuntamenti sarà l’adozione della “carta etica dello sport”, perché le buone pratiche sportive sono fondate su valori riconosciuti universalmente”. Il prof Grego dell’Università della Tuscia, visibilmente entusiasta ha dichiarato: “L’università è �era di partecipare a questo importante progetto che ci vede a braccetto con il Comune di Viterbo grazie ad una convenzione siglata dalle due istituzioni riguardo la stesura e partecipazione a progetti comunitari. Integrazione e cittadinanza europea sono le parole d’ordine di questi programmi”. Dal piglio deciso la nuova assessora Frontini ha ringraziato l’Università della Tuscia per il know how fornito, facendo presente che sono in cantiere altri progetti europei riservati ai giovani. La parola è passata poi all’eurodeputato Marco Scurria “ E’ presente qui tutta la città: imprenditori, politici, associazioni, scuole e giornalisti, in merito al mio impegno, citato dal sindaco, ho solamente fatto ciò che dovrebbe fare un europarlamentare cioè portare l’Europa nelle nostre città e nelle nostre strade. Abbiamo messo in contatto le istituzioni viterbesi con l’ Associazione città europee sport (Aces) della Commissione europea e il progetto presentato è stato ritenuto valido, un progetto presentato da voi a cui va tutto il merito. Sorprendente il pro�lo che si è dato alla manifestazione

molto aperta al territorio con il coinvolgimento di imprese, scuole e gran parte del tessuto sociale cittadino. Un esempio di sussidiarietà ammirevole”. Per un anno Viterbo ospiterà atleti provenienti da tutta Europa, una grande opportunità di crescita e di sviluppo per la nostra città anche dal punto di vista economico e ricettivo. Il 18 febbraio alle 9 e 30 presso il PalaMalè ci sarà la cerimonia di apertura.

Dopo il colpo di stato l’Aduc fornisce indicazioni per i turisti

In partenza per le Maldive? Ecco qualche utile consiglio L

’Aduc, dopo il colpo di stato alle Maldive, fornisce alcune informazioni sui comportamenti da seguire che sicuramente saranno utili anche ai numerosi turisti in partenza dalla Tuscia per le bellissime isole. “Con il colpo di Stato in corso, nonostante le comunicazioni del nostro ministero degli Affari Esteri rispetto alla limitatezza dei problemi alla capitale Male’ (1), a nostro avviso e’ bene non rischiare. Chi e’ gia’ li’ sara’ sicuramente assistito dalle nostre autorita’, ma chi deve ancora partire, a nostro avviso, e’ bene che prenda in considerazione l’annullamento del viaggio. Non si sa come la situazione si evolvera’, anche se le notizie di agenzie stampa che giungono parlano di una situazione sotto controllo da parte dell’esercito... ma per l’appunto l’esercito, cioe’ militari che rispondono a logiche militari e non civili. Un contesto in cui, prima di in�larcisi, sara’ bene essere consapevoli di cosa potrebbe accadere. Per questo consigliamo a chi ha prenotato un viaggio alle Maldive di optare per al-

tra destinazione, e comunque disdire il viaggio in quelle isole dell’Oceano Indiano. Ci si potra’ rivolgere alla propria agenzia di viaggi o tour operator per i dovuti

rimborsi e/o cambi di destinazione. Nel caso in cui l’organizzatore del viaggio non dimostri disponibilita’ a modi�che ma insista per la partenza, si do-

vra’ procedere ad intimare il dovuto con una raccomandata A/R di messa in mora: http://sosonline.aduc.it/ scheda/messa+mora+diffida_ 8675.php”

Rischio amianto, un concorso nazionale per la prevenzione S

econdo gli ultimi dati Inail, nel solo 2010 sono state denunciate 2.300 malattie correlate all’amianto con un trend in continua crescita: si registra infatti un incremento di circa il 7% rispetto all’anno precedente, del 21% nell’ultimo quinquennio (erano 1.900 nel 2006) e di ben il 53% nell’ultimo decennio (erano 1.500 nel 2001). Per portare all’attenzione questo fenomeno, che sta interessando la popolazione civile e quindi non solo i lavoratori, l’Anmil e la sua Fondazione “Sosteniamoli subito”, in collaborazione con il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza, ha inteso lanciare un concorso nazionale per la realizzazione di una campagna di sensibilizzazione sul tema dell’amianto e di fund raising per �nanziare progetti di ricerca sulla prevenzione e la cura delle malattie asbesto-correlate. L’appello è rivolto a universitari, laureandi e laureati di qualsiasi Facoltà (dal 1° gennaio 2009 in poi) e studenti di Scuole Specializzate in Comunicazione e arti visive invitati a mettere a disposizione la propria creatività, presentando una campagna completa di piani�cazione media e tutto ciò che può contribuire concretamente alla divulgazione della cultura della prevenzione e della cura

delle malattie degli esposti all’amianto. Gli elaborati che dovranno essere spediti entro il 6 marzo, saranno selezionati da una Commissione composta da: il Presidente della Fondazione Anmil “Sosteniamoli Subito”, Antonio Sechi; il Direttore del Coris, prof. Mario Morcellini; la Responsabile dell’Uf�cio Comunicazione e Relazione Esterne Anmil, Marinella De Maffutiis; il Consigliere Civ Inail, Giuseppe Turudda; il Prof. Marco Stancati, docente di Piani�cazione dei Media nelle strategie d’impresa; la Prof.ssa Paola Panarese, docente di Pubblicità e Strategie di Comunicazione Integrata; il Direttore creativo Fausto Nieddu e l’Art Director Carla Leveratto dell’Agenzia di Comunicazione Roncaglia e Vikijander. Per la migliore campagna è previsto un premio di 1.500,00 euro, mentre per gli autori dei progetti più interessanti ci saranno menzioni speciali e possibilità di stage sia presso l’Anmil che presso l’agenzia Roncaglia e Vikijander. Il Bando con regolamento, scheda di partecipazione e documento di brief saranno scaricabili sul sito dell’Anmil www.anmil.it a partire da oggi. Per chiarimenti in merito al Concorso, è possibile inviare una mail all’indirizzo segreteriafond azione@anmil.it


Mercoledì 8 Febbraio 2012

regione

Viterbo & AltoLazio

9

Bic Lazio e Roma Capitale a Siviglia per mostrare i risultati del progetto europeo “Know Man” S

i tiene a Siviglia da oggi al 10 febbraio un incontro per illustrare i risultati del progetto europeo “ K n o w Man”, che mira a migliorare le politiche di sviluppo regionale attraverso lo scambio

ed il trasferimento di competenze e strumenti di “knowledge network management”. Sarà l’occasione per BIC Lazio e Roma Capitale di presentare l’avvio della sperimentazione di una piattaforma on line il cui obiettivo è promuovere l’incontro tra esperti nel campo del trasferimento tecnologico e le imprese. Nel corso della giornata verrà lanciato l’evento “Capitale Conoscenza”, che si terrà nel mese di giugno in collaborazione con le agenzie che

operano nel campo dell’innovazione tecnologica ed in particolare con il Parco Scienti�co Romano. Si tratterà di un percorso di progettazione il cui �ne è creare una rete locale di promotori di innovazione. Prendono parte al progetto Know Man, �nanziato dall’Unione Europea nell’ambito del Programma Interreg IVC: BIC Lazio, Roma Capitale, Veneto Innovazione; il Governo di Berlino, WISTAManagement GmbH e l´Università

Humboldt Berlino per la Germania; Voivodato della Bassa Slesia, Parco tecnologico Wroclaw, EUROREG-Università di Varsavia per la Polonia; il Comune di Prevalje, il Centro di ricerca di Koroška, la Camera di industria e commercio di Koroška per conto della Slovenia e per �nire IDEA-Agenzia di innovazione e sviluppo di Andalusia, Parco scienti�co e tecnologico

di Cartuja per la Spagna.

Renata Polverini chiede meno polemiche e promette più fatti per fronteggiare i gravi disagi previsti con la nuova ondata di gelo

Continua lo stato di emergenza nel Lazio Continua la lotta dei lavoratori della “Sigma Tau”

V

entiduesimo giorno di lotta dei lavoratori dell’azienda farmaceutica Sigma-Tau. In centinaia continuano a presidiare h24 i cancelli della fabbrica di Pomezia, l’attenzione dei media sembra crescere di giorno in giorno e ieri è stata la volta degli inviati di Striscia la notizia. A crescere è anche la rabbia dei lavoratori cassaintegrati e in attività, che si oppongono al licenziamento di 569 dipendenti e al piano di dismissione aziendale. “Il partito della Rifondazione Comunista, con i militanti dei circoli di Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno e Aprilia, continua a portare solidarietà attiva preparando pasti caldi nella cucina da campo allestita nel piazzale antistante la fabbrica”. E’ quanto rendono noto il capogruppo regionale della Federazione della Sinistra, Ivano Peduzzi e il responsabile lavoro Prc, Claudio Fiorella schierati a �anco dei lavoratori per impedire che la Sigma-Tau �nisca come altre aziende di questo territorio, gravemente colpito da una crisi industriale che sta calpestando diritti fondamentali dei lavoratori”.

É Offerte di Lavoro MAGAZZINIERI, SEGRETERIA, ADDETTI ALLA VENDITA Società a Viterbo, per nuova apertura seleziona ambosessi per mansioni di Magazzino, Segreteria e Adetti alla Vendita. Anche prima esperienza!! Riferimento: Data annuncio: 27/01/2012 Richiesta: Magazzinieri, Segreteria, Addetti alla vendita Settore: Sede lavoro: Viterbo Contratto: Titolo di studio: Requisiti: Età 20/45 anni. Residenza in provincia di Viterbo. Conoscenze informatiche. Patente di guida “B”. PER CANDIDATURE: Tel. 0761.253159 ______________________________ JOB DESCRIPTION Azienda di Viterbo ricerca ambosessi (L. 903/77): Estetista da inserire part-time all’interno del proprio organico in qualità di responsabile reparto dermocosmetico. Requisiti richiesti: età compresa tra i 35 e i 45 anni, attestato di specializzazione professionale in Estetica, competenza in materia di cosmesi e di make-up, buona conoscenza del pacchetto Office, disponibilità immediata, entusiasmo, serietà e determinazione. È gradita la conoscenza della lingua inglese. Non è richiesta esperienza diretta nel settore. L’Azienda offre contratto a tempo determinato e le condizioni economiche previste dalla contrattazione collettiva di riferimento. Le persone interessate possono inviare il proprio CV con l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003, al seguente indirizzo e-mail: selezioneconsulenza@gmail.com. Nel messaggio di risposta è gradita l’indicazione di un numero di telefono fisso (se disponibile).

ancora emergenza nel Lazio per la bufera di neve che si è abbattuta in molti paesi. La giunta del presidente Renata Polverini ha proclamato lo stato di calamità naturale e intanto a Filettino, il paese più a nord del Lazio sono stati avvistati dei lupi. Purtroppo la situazione invece di migliorare continua a persistere se non a peggiorare: in 22mila senza luce e acqua. "Non bisogna abbassare la guardia perché le previsioni dicono che ci saranno

ancora nel �ne settimana dei ritorni di neve. “E noi non lo faremo” ha detto la Polverini. “Abbiamo ancora 22.660 utenze disabilitate solo nel Lazio” ha aggiunto. “Sono i dati aggiornati alle 7 di ieri mattina”, ha precisato, spiegando che si tratta di "quasi 15.000 utenze nella provincia di Frosinone e quasi 7.000 nella provincia di Roma. Parliamo di persone che sono senza luce da venerdì”. “Senza luce signi�ca non solo il buio, non solo il freddo - ha continuato la presidente ma anche senza acqua”.

Renata Polverini in visita a Sora per illustrare il piano interventi I ncolumità della popolazione, ripristino della viabilità, funzionamento del sistema sanitario, riattivazione delle forniture elettriche e cura dell’agricoltura e degli allevamenti. Queste le priorità verso le quali si stanno muovendo le attività della Regione Lazio nella situazione di emergenzaneve che ha colpito duramente tutto il territorio regionale. A parlare del piano di interventi è stata la Presidente

Renata Polverini che stamani ha visitato il Comune di Sora. Dopo un sopralluogo presso l’Ospedale SS. Trinità, la Governatrice, insieme al Sindaco Ernesto Tersigni, ha voluto un incontro con gli organi di informazione. Nel corso della conferenza stampa, che si è svolta presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale alle ore 12.00, Renata Polverini ha assicurato che la task forze istituita dalla Regione Lazio giovedì pomeriggio sarà attiva h24 e a disposizione della popolazione �no alla �ne dell’emergenza. Attualmente la situazione è costantemente monitorata dalla Protezione Civile e dal personale regionale.

La zona più disagiata del Lazio rimane il Frusinate, dove la Direzione regionale dei vigili del fuoco del Lazio ha inviato dal comando di Roma un elicottero con relativo personale oltre al Nucleo Cino�li ed il Nucleo Tas (Topogra�a Applicata al Soccorso), specializzato nello studio del territorio grazie a mappe collegate a segnalatori Gps dove è possibile capire l' esatta posizione dei soccorritori, il tutto al �ne di potenziare ed ottimizzare il coordinamento delle forze impiegate. Troppe polemiche e reti infrastrutturali non moderne. Queste le due cose che secondo Polverini non hanno funzionato nella macchina mobilitata contro l'emergenza maltempo.

“Ho voluto visitare Sora perché l’Ospedale SS. Trinità è un esempio della tenuta del sistema sanitario regionale. Le attività non si sono mai interrotte grazie ai gruppi elettrogeni messi a disposizione dalla Protezione Civile e dall’Esercito. Ringrazio il personale della struttura per l’alto senso di responsabilità dimostrato – ha detto la Presidente Polverini – Ringrazio, poi, il Sindaco di Sora Ernesto Tersigni per come ha affrontato l’emergenza. È uno dei sindaci con il quale sono entrata immediatamente in sintonia e so che ha più volte contattato il numero verde della Protezione Civile per coordinare gli aiuti. Ho visitato il centro di accoglienza, istituito presso la Scuola Elementare Achille

“L'abbiamo buttata un po' troppo in polemica - ha detto Polverini -. Non hanno funzionato le reti infrastrutturali, in particolare l'energia elettrica e gli assi ferroviari, che non sono in linea con quello che è un paese moderno”. Incolumità della popolazione, ripristino della viabilità, funzionamento del sistema sanitario, riattivazione delle forniture elettriche e cura dell’agricoltura e degli allevamenti. Queste le priorità verso le quali si stanno muovendo le attività della Regione Lazio nella situazione di emergenza-neve che ha colpito duramente tutto il territorio regionale. La Governatrice ha espresso preoccupazione per la nuova ondata di maltempo che si abbatterà sul Lazio nel �ne settimana: “Per fronteggiare le prossime nevicate stiamo facendo arrivare sul territorio 50 tonnellate di sale che invito ad usare nel modo corretto per evitare dispersioni delle scorte".

Lauri, ed invito tutti i sindaci dei comuni colpiti dall’emergenza neve ad attivare centri analoghi per accogliere quanti hanno dovuto abbandonare le proprie case. Ringrazio i giovani ed i tanti volontari che si sono dati da fare con un alto spirito di collaborazione che invito a mantenere anche in vista del peggioramento delle condizioni meteorologiche. La priorità è ora la riattivazione delle forniture elettriche: ho incontrato il Prefetto di Frosinone Paolino Maddaloni per fare il punto della situazione. Delle 9000 utenze staccate una buona parte dovrebbe essere riattivata entro oggi”. Il Sindaco Tersigni ha ringraziato la Presidente Polverini per l’attenzione dimostrata verso la città di Sora.


litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 8 Febbraio 2012

Ha già avuto 25.000 spettatori in soli sei mesi la mostra itinerante “Etruschi in Europa” che dopo Trento e Bruxelles porterà a Stoccolma la bellezza delle tombe dipinte della necropoli di Monterozzi, patrimonio mondiale dell’umanità. di DANIELE GIRARDI

D

opo Trento e Bruxelles, con 25 mila visitatori in sei mesi, è la volta di Stoccolma ad ospitare le tombe dipinte della necropoli Monterozzi, dichiarata dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Questa mostra multimediale itinerante è ideata e organizzata dall’associazione Historia, con la collaborazione dell’unità di ricerca 3DOM della Fondazione Bruno Kessler e il sostegno di importanti enti tra cui il Comune di Tarquinia. Questa volta toccherà al Medehavsmuseet, uno dei più prestigiosi musei della capitale svedese, ospitare questo importante evento, dall’11 Febbraio al 2 Settembre, che servirà anche da volano per la promozione turistica, come ha orgogliosamente spiegato l’assessore al turismo Sandro Celli: “Etruschi in Europa”, questo il titolo della mostra, “rappresenta per la città una importante vetrina, oltre ad essere un’esperienza unica, in quanto evento culturale che unisce all’indagine archeologica le più moderne tecnologie di realtà virtuale”. Già, perché questo antico popolo è raccontato all’interno di un percorso allestito in sei sale, in cui monitor e schermi mostrano spettacolari filmati e animazioni in due e tre

Nella foto accanto la tomba dei “Leopardi” a Tarquinia; in basso l’assessore al turismo Sandro Celli

Gli “Etruschi in Europa”

Sandro Celli: “ La mostra che approderà a Stoccolma è un’importante vetrina per il nostro territorio” dimensioni. Così, grazie ad una grande postazione, si può passeggiare per la necropoli Monterozzi, tramite una realizzazione multimediale basata su immagini, che permettono di avere una visione complessiva del sito archeologico e di accedere alle tombe, per essere a faccia a faccia con i meravigliosi dipinti. Per maggiori informazioni basta consultare il sito www.medelhavsmuseet.se.

TARQUINIA - Le riflessioni di Antonio Vicari sulla nascita del “Terzo Polo”

Come si diventa autorevoli esponenti dell’Udc? S

ulla fromazione del Terzo Polo a Tarquinia, in vista delle prossime elezioni comunali, arrivano le prime reazioni. Quella che riportiamo di seguito è una lettera di Antonio Vicari in tal proposito: “Ho letto dell’importante riunione dove i vertici locali, o meglio, figure autorevoli del panorama politico territoriale dell’Udc hanno sancito e ufficializzato la formazione del Terzo polo di Tarquinia. Questi autorevoli personaggi hanno anche ribadito che nessun accordo elettorale è stato stipulato con l’attuale sindaco Mazzola. Una domanda mi sorge spontanea: come si diventa autorevoli personaggi dell’Udc di Tarquinia? Io ho partecipato, con un modesto contributo, alla rinascita dell’Udc a Tarquinia, avvenuta alle scorse elezioni comunali e se la memoria mi sorregge io di questi autorevoli personaggi non ne ricordo nessuno. Ma dove erano? Io ricordo solo chi

ha dato impulso a ricreare un movimento politico ormai tramontato a Tarquinia e questo è certamente Renato Bacciardi. La politica di Renato e dei suoi amici ha certamente ravvivato un partito ottenendo risultati più che soddisfacenti. Meraviglia, Piroli, Guarisco e Riccardi dove eravate? Io non vi ho mai visto quando i numeri non confortavano una attiva partecipazione all’interno dell’Udc. E ora, grazie alle tessere (grande invenzione questa) vi sentite talmente forti che volete dettare legge a chi ha saputo far crescere, anche con le giuste alleanze e ad una concreta collaborazione, un movimento voluto per il vero futuro di Tarquinia. Cari autorevoli personaggi locali a noi non servono le tessere per contare nell’Udc, per noi è sufficiente la nostra sincera voglia di fare e non quella di contare.”

TARQUINIA - La città è pronta a festeggiare con “Carnevalando” 2012

Tutte le anticipazioni del Carnevale T

orna il carnevale dopo l’esperienza positiva dello scorso anno, con l’edizione 2012 di Carnevalando, la festa in maschera tarquiniese. Il comune ha organizzato la manifestazione assieme all’associazione Tarquinia Allegra, in collaborazione con il Comitato del Quartiere Madonna dell’Ulivo e la partecipazione del centro commerciale Top 16, del Borgo dell’Argento e di Tarquinia Viva. Tutti quanti hanno dato il loro contributo, e ognuno di questi enti ha tenuto a ringraziare lo spirito di collaborazione messo in campo per realizzare al meglio questa manifestazione. La provincia ha espresso viva soddisfazione per il carnevale tarquiniese, attraverso le parole di Meraviglia, che ha sottolineato l’impegno doveroso che le istituzioni devono profondere in favore di eventi che riguardano il sociale: “La provincia ha elargito un contributo diretto a Tarquinia Allegra di 1500 euro, per contribuire a capitalizzare l’esperienza dello scorso anno.” Meraviglia si è poi soffermato sull’importanza che può avere il carnevale per la città di Tarquinia, vedendolo come un volano per il turismo locale e un viatico in favore dell’aggregazione sociale. Ha concluso il suo intervento proponendo di consegnare pubblicamente un riconoscimento simbolico a chi ha lavorato duramente per porre in essere l’intera manifestazione. A tal proposito gli ha fatto eco il presidente di Tarquinia Allegra Stefano Zacchini: “L’unica cosa che chiediamo è il supporto delle istituzioni, così da permetterci di organizzare un carnevale che possa bissare il successo ottenuto col galeone l’anno scorso. Sono venticinque giorni che lavoriamo senza sosta, e con grande sforzo personale abbiamo pagato coriandoli, pubblicità e abbiamo allestito il nostro carro.” Assieme al comitato del quartiere Madonna dell’Ulivo, Zacchini e Zerbini (presidente del comita-

to), hanno voluto rilasciare qualche anticipazione su percorso e sullo svolgimento della parata: “La s�lata partirà come nel 2011 dall’incrocio del palazzotto dello sport, e passerà per Via Veio proseguendo dalla chiesa di Santa Lucia così come successo un anno fa, andando verso il piazzale, poi per la circonvallazione Cardarelli e in�ne concludendosi in Piazza Matteotti dopo essere passata per il Corso.” Sono stati svelati inoltre i nomi dei carri organizzati da Tarquinia Allegra e dal comitato Madonna dell’Ulivo, con cui hanno collaborato fattivamente il Top 16 e il Borgo dell’Argento: il primo sarà “I Buf�”, mentre il secondo avrà per nome “Vaffa... Spread”. “Avremo un inedito Mario Monti sul nostro carro” spiega Zerbini, “Ed anche la Merkel, e posso promettere che conieremo e distribuiremo gratuitamente tante banconote da 1000 euro.” Buono a sapersi: sarà il loro ringraziamento per il permesso accordato dal comune a far svolgere la s�lata di Giovedì Grasso al PEEP, con conclusione al Top 16.“Al carnevale parteciperanno poi altri due carri allegorici organizzati da Stefano Pascucci e “Er Caciara””, tiene a speci�care Zacchini, “E in più avremo tre gruppi a terra e la presenza della Banda Setaccioli per Domenica 19.” Il presidente ha poi anticipato un piccolo scoop, ossia che probabilmente nell’estate ventura avremo nuovamente il carnevale estivo, questa volta forse con un appendice anche al paese. Gli organizzatori hanno voluto inoltre ringraziare Tarquinia Viva e il consiglio dei giovani (orans sciolto), senza il quale il carnevale forse non sarebbe tornato dopo anni che mancava dall nostra città. Non resta che segnarsi sul calendario le date del 12, 16, 19 e 21 e prepararsi a partecipare alla festa più folle dell’anno. D.G.


Mercoledì 8 Febbraio 2012

litorale

Viterbo & AltoLazio

11

MONTALTO - Domani il raduno di Obiettivo Comune, Pescia Libera, LeAli per Montalto e comitato antinucleare

Raccolta firme contro il “dissociatore” di GIOVANNI CORONA

L

a vicenda del dissociatore molecolare che potrebbe essere installato nel territorio del comune di Canino, al confine conla città di Montalto di Castro, presso la località di Ponte Sodo, sta facendo parlare da settimane. Dopo l’ass e m b l e a pubblica di qualche giorno fa presso la sala conferenze del comune di Canino, il neo nato comitato locale “No Dissociatore” ha iniziato una raccolta firme per ribadire il secco “NO” all’eventualità della realizzazione di questo impianto considerato pericoloso per la salute dei cittadini. Anche a Montalto i gruppi civici, i comitati e le associazioni hanno deciso di aderire all’iniziativa. Domani, giovedì 9 feb-

MONTALTO - I consiglieri di minoranza sostengono la petizione contro l’impianto di Pontesodo

braio, infatti e nei giorni successivi, “Obiettivo Comune”, “LeAli per Montalto”, “Pescia Libera” ed il “comitato antinucleare” locale si raduneranno in Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa e raccoglieranno le firme contro il dissociatore molecorale durante lo svolgimento del mercato settimanale, dalle 9:00 alle 13:00. “La possibilità di avere un dissociatore a Ponte Sodo –affermano i componenti dei vari gruppi civici di Montalto e Pescia- va combattuta con ogni mezzo perché la salvaguardia della salute dei cittadini dev’essere la priorità per ognuno di noi. Faremo –concludonoogni passo necessario per sventare questa ennesima minaccia ambientale, dopo quella nucleare.

“Il dissociatore molecolare di Pontesodo va combattuto con ogni mezzo per tutelare la salute dei cittadini”

R

TARQUINIA - Il servizio di via Umberto I rimarrà sospeso per circa una settimana

La biblioteca è chiusa causa trasloco L

a Biblioteca Comunale di Via Umberto I rimarrà chiusa per circa una settimana. Il servizio infatti è sospeso dallo scorso lunedì a causa di un trasloco in corso. Terminato il trasloco, l’ accesso alla biblioteca comunale sarà poi garantito dall’ ingresso della Sala Grande della biblioteca (Barriera San giusto). “Successivamente - spiegano dal Comune - la biblioteca sarà trasferita all’interno di Palazzo Bruschi, in cui avrà sede anche il Museo Civico con i reperti medievali e rinascimentali, oggi custoditi in una parte del Museo Archeologico Nazionale.”Numerose novità quindi per il servizio che riprenderà, nonostante il disagio momentaneo, molto meglio di prima.

iceviamo e pubblichiamo dai consiglieri d’opposizione del comune di Montalto di Castro: “I consiglieri di minoranza di Montalto di Castro Fabiola Talenti, Sergio Caci, Marco La Monica e Vincenzo Liberatore, sostengono la raccolta di firme contro il progetto di dissociatore molecolare –inceneritoredella cartiera di Pontesodo. La raccolta delle firme inizierà giovedì, dalle 9 alle 13, a Montalto di Castro in piazza Carlo Alberto dalla Chiesa -angolo via Latina- durante il mercato settimanale. Seguiranno altre iniziative del genere che saranno rese note nei prossimi giorni. I consiglieri, nella seduta di venerdì scorso, hanno chiesto al sindaco di Montalto di Castro di portare

in votazione, nel prossimo consiglio comunale, una mozione che esprima piena opposizione alla costruzione dell’inceneritore. Un atto di doveroso sostegno al diniego del Comune di Canino e della Provincia di Viterbo, enti che si sono già espressi contro questo progetto. In piazza sarà ubicato un gazebo, nel quale oltre ai consiglieri saranno presenti i gruppi “Obiettivo Comune”, “Comitato Antinucleare”, “Pescia Libera” e “Le Ali”. I consiglieri Talenti, Caci, La Monica e Liberatore, invitano i concittadini a partecipare alla raccolta delle firme, che dia vigore a una doverosa difesa dell’incolumità pubblica, dell’agricoltura, del turismo e di tutte le attività che si svolgono nel territorio”.


comprensorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 8 Febbraio 2012

TUSCANIA - L’assegnazione degli alloggi la fa il Comune, non l’Ater ma la Grassini si è impegnata per una celere soluzione

Maria Gabriela Grassini: “un alloggio subito”

Tutta la solidarietà e l’impegno del presidente dell’Ater alla famiglia che vive in camper di VALERIA SEBASTIANI

D

opo la segnalazione del sito internet “www.toscanella.it” e gli articoli apparsi sui quotidiani si è creata una vera e propria catena di solidarietà per la famiglia che con le temperature polari di questi giorni è costretta a vivere all’interno di un camper avendo perso la propria abitazione in seguito ad uno sfratto esecutivo lo scorso 20 gennaio. Ieri il sindaco Massimo Natali ci aveva spiegato come in realtà fosse a conoscenza della situazione e si stesse impegnando per trovare una rapida soluzione al problema. La famiglia ha presentato richiesta per un alloggio popolare ed è quasi prima nella graduatoria per le assegnazioni che viene periodicamente aggiornata dal Comune. Gli alloggi sono di proprietà dell’Ater ma l’Ente si occupa soltanto di consegnare le chiavi degli appartamenti ai proprietari una volta che gli stessi vengono assegnati. Procedura che, ci ha spiegato direttamente il presidente dell’Ater di Viterbo Maria Gabriela Grassini, esponente di spicco del Pdl, spetta al Comune e non all’Ente. “Sono stata messa al corrente della spiacevole situazione nella quale si trova a vivere la famiglia tuscanese da Mauro Fapperdue - ci ha detto la Grassini - e subito mi sono attivata per cercare una soluzione. Dando dei suggerimenti al sindaco Massimo Natali su alcune procedure da adottare per facilitare le assegnazioni”. Un compito che, ci teniamo a precisare, non spetta alla Grassini né all’Ater ma il presidente non è

rimasta sorda di fronte all’accorato appello della famiglia disagiata con la quale ha parlato al telefono. “ Li ho rassicurati, spiegando loro come non saranno lasciati soli”. Una bella prova di solidarietà da parte dell’Ater. La Grassini ha infatti richiesto dei soldi all’Ente per poter procedere urgentemente ai lavori di restauro di un appartamento, lasciato in condizioni invivibili dai precedenti proprietari, nel quartiere ex Gescal ora proprietà dell’Ater. Si tratta di 20.000 euro con i quali ripristinare in�ssi e servizi sanitari. La situazione nella quale si è trovata suo malgrado la sfortunata famiglia ha riaperto le polemiche sulle assegnazioni degli alloggi popolari. La graduatoria infatti ha dei criteri ben precisi. Non tiene conto soltanto del reddito ma anche del numero dei componenti il nucleo familiare e della metratura degli appartamenti. Una famiglia prima in graduatoria si vede scavalcare da nuclei familiari più numerosi qua-

Ad Acquapendente la neve resta a fare da cornice grazie alle rigide temperature di questi giorni

I

l comune di Acquapendente all’indomani delle giornate caratterizzate dalla copiosa nevicata si risveglia ancora con i tetti completamente imbiancati e le zone di campagna che appaiono ancora come scorci di un fantastico Presepe. La neve posatasi sul terreno ancora intatta complici soprattutto le rigide temperature che non h a n n o permesso al candido manto bianco di sciogliersi. Diversa la situazione di tutta la rete viaria, che grazie all’intervento degli operai del Comune, del Consorzio Val di Paglia e soprattutto della locale Protezione Civile sono state ben presto liberate, garantendo un dignitoso traffico, per fortuna molto limitato dalla coscienza dei cittadini, sin dalle prime ore seguenti le precipitazioni. I n e v i tabili i disagi ma il coro comune dei cittadini è di piena soddisfazione per il buon lavoro svolto. Da segnalare nella nottata di giovedì, un intervento da parte della Protezione Civile, nella provinciale Torrese, che ha permesso di trarre in salvo due donne che a bordo della loro auto erano rimaste completamente bloccate lungo la strada in direzione della frazione, provenienti da Castelgiorgio nell’adiacente provincia di Terni. F.M.

lora si vengano a liberare alloggi con metrature ampie. E’ un problema del quale avevamo già parlato in passato. C’era una persona sola che da anni in cima alla graduatoria non riusciva ad ottenere un appartamento perché tutti gli alloggi liberi prevedevano l’insediamento di nuclei familiari con più persone. Purtroppo le case del quartiere ex Gescal sono grandi, troppo, secondo i criteri per l’assegnazione, per famiglie di 2 o 3 componenti. E allora cosa dovrebbe fare la famiglia che vive nel camper? “Ho suggerito al sindaco - ci ha spiegato Maria Gabriela Grassini - di adottare una

procedura d’urgenza e di assegnare loro un appartamento in deroga. Si può anche procedere con le veri�che sulle occupazioni degli alloggi quindi con gli sfratti per chi non vi avesse diritto ma ovviamente è un percorso che richiede più tempo”. Il tempo, proprio quello che rema contro gli occupanti del camper. E’ chiaro che con questo dispiegamento di forze la famiglia avrà presto un alloggio ma passeranno comunque dei giorni, settimane e nel frattempo? La Grassini ha convenuto con noi che il camper non rappresenta e non può rappresentare nemmeno lontanamente una soluzione, se pur temporanea. “Quella non è una sistemazione abitativa. Dobbiamo cercare di offrire loro un alloggio, in un albergo magari o in un altro appartamento, durante il tempo necessario perché le procedure burocratiche per l’assegnazione vadano a buon �ne. Ho dato la

mia parola alla famiglia e al Comune sulla totale disponibilità che metto al loro servizio, ben oltre le mie competenze e quelle dell’Ente. Questa è una storia di quelle che non vorremmo mai dover sentire e che richiedono prima di tutto

solidarietà e impegno personale da parte di tutti”. E la Grassini di impegno ce ne sta mettendo tanto. Non si è tirata indietro, come politico, come dirigente e soprattutto come persona.

ACQUAPENDENTE - In questi difficili giorni si avverte l’esigenza di un ospedale funzionante

Venite a rendervi conto del...‘diritto alla salute’

I

n questi giorni il comprensorio nord della provincia, intorno al territorio comunale di Acquapendente è sotto un manto di neve, prima, e di ghiaccio, dopo, che rendono tutto dif�cile per la ‘povera gente’, in modo particolare per le persone anziane. Avere bisogno, in questi giorni, di un’assistenza ospedaliera, sia medica che chirurgica, è il minimo che possa capitare. E allora è �n troppo facile immaginare la situazione di tanti ‘poveri cristi’ che, abitando nel procenese, nella frazione di Trevinano e nel comu-

ne di Acquapendente, oltre agli altri dei paesi limitro� (San Lorenzo Nuovo, Grotte di Castro, Gradoli, Bolsena e ancora gli altri della vicina Umbria che dell’altrettanto vicina Toscana), quale calvario avrebbero dovuto affrontare se l’ospedale di Acquapendente avesse già subito tutti gli ulteriori tagli, che sono ancora sospesi, in aggiunta a quelli già attuati. E’ in giorni come questi che ‘chi di dovere’ dovrebbe far visita a questi territori e rendersi conto di persona di cosa si sta parlando, anziché starsene comodamente seduti in comode poltrone in quel di Roma o di Viterbo. ‘Alzate le vostre terga e fate i sopralluoghi necessari per farvi rendere conto dei tanti perché i cittadini dell’Alto viterbese, stanno da tempo combattendo’. ‘Venite a toccare con le vostre

delicate manine, perché la gente insiste a chiedere un ospedale funzionante, in queste zone situate in aree considerate impervie o disagiate, tipicamente in ambiente montano o premontano con collegamenti di rete viaria complessi e conseguente dilatazione dei tempi di percorrenza, dove alle peculiari dif�coltà, spesso si aggiungono condizioni metereologi che impediscono del tutto il trasporto dei pazienti urgenti anche per periodi temporali molto lunghi, con ampio superamento dei tempi previsti per un servizio di emergenza ef�cace, con l’aggravante, peraltro, della non presenza di una elisuper�cie funzionante. Venite a comprendere perché si ritiene indispensabile: un reparto di almeno 20 posti letto di medicina generale, con proprio organico di medici ed infermieri, una chirurgia elettiva che effettua interventi in day surgery ed eventualmente in week surgery, con possibilità di appoggio nei letti di medicina (disponibilità del 30% dei posti letto per i casi imprevi-

sti) per coloro che non possono essere dimessi in giornata, con copertura di turni di pronta disponibilità da parte dell’equipe chirurgica che deve garantire un supporto speci�co in tutti i casi risolvibili in loco, un Pronto Soccorso presidiato da un organico medico dedicato all’emergenza ed urgenza integrato al dea di riferimento, sevizi diagnostici e di laboratorio, attività di specialistica (ortopedia, oculistica, ostetricia e ginecologia, otorino, cardiologia e di assistenza infermieristica, ect), terminando, magari l’ala iniziata ormai da anni (foto). E’ proprio in questi giorni che queste necessità trovano la loro concreta prova di indispensabilità, se non si vogliano assumere le responsabilità degli inevitabili decessi di ‘poveri cristi’ che hanno il diritto di vivere come gli altri, anche se non hanno i mezzi necessari, di tipo privato, ma hanno sempre avuto �ducia nel diritto alla salute per tutti, costituzionalmente garantito. Meditate gente…meditate. F.Medici

‘A Bagnoregio l’emergenza neve non è proprio stata risolta come dicono’

N

el territorio comunale di Bagnoregio e soprattutto nelle provinciali che lo collegano con i Comuni circostanti, il problema neve ha creato non pochi disagi. A differenza di quello che è stato scritto su alcuni articoli sulla stampa locale, molte polemiche riguardano proprio le zone circostanti il Comune del sindaco Bigiotti. Probabilmente il riferimento alle arterie principali del centro della piccola cittadina, sgombrate abbastanza velocemente, devo-

no aver tratto in inganno coloro che hanno scritto dell’assenza di situazioni problematiche. Alla nostra redazione sono giunte numerose lamentele che contrastano completamente con le bonarie dichiarazioni di una sorta di ‘è tutto ok!”, che invece sembravano chiaramente trasparire dall’ articolo. Infatti solo dopo un giorno e mezzo è stata riaperta la provinciale bagnorese che collega il pic-

Un privato cittadino ha sgomberato la provinciale con il proprio trattore

colo centro con Bolsena mentre la strada che va da Bagnoregio a Monte�ascone è stata liberata solo ieri mattina da un privato cittadino con l’ausilio del suo trattore, inoltre nella principale via di collegamento con Viterbo il continuo vento ha permesso alla neve accumulata di tornare

a occupare la carreggiata rendendola praticamente impercorribile. Insomma, le dif�coltà, i tempi di ripristino esoprattutto la situazione generale non ci sembrano proprio rosee, come confermano la foto a lato, scattata solo ieri mattina. F.M.


Mercoledì 8 Febbraio 2012

montefiascone

Viterbo & AltoLazio

13

Il dirigente De Benedetti ha disposto l’immediata chiusura del “Dante Alighieri”

Scoppiano i tubi dell’acqua a scuola di MICHELE MARI

I

nagibile la scuola delle Mosse. Sono scoppiati improvvisamente dei tubi dell’acqua nel plesso della scuola “Dante Alighieri” della frazione delle Mosse con conseguenze immediate per il funzionamento della scuola stessa. Infatti a causa del freddo pungente i tubi dell’acqua all’interno della scuola, che ospita oltre 100 studenti sia della scuola primaria che della scuola dell’infanzia, si sono rotti e sono praticamente e letteralmente esplosi. L’immediata conseguenza è che la scuola è stata chiusa. La stessa chiusura dovrebbe prolungarsi per altri due o tre giorni dopo una prima stima dei danni. Il dirigente scola-

stico dell’istituto comprensivo “Anna Molinaro” Vincenzo De Benedetti: “A causa del freddo pungente, alcuni tubi della condotta idrica si sono rotti. Per questo vi è una grave inagibilità nell’istituto. Infatti la rottura è avvenuta in alcuni tubi posizionati sotto il pavimento di un’aula. Dalla forza della rottura sono state divelte anche alcune mattonelle. Interessate anche altre tre aule; l’aspetto più grave è l’assoluta mancanza di acqua e di conseguenza neanche l’impianto di riscaldamento può essere azionato”. “ P e r questo - ha continuato De Benedetti - abbiamo deciso oggi di chiudere la scuola. Ora stiamo valutando insieme ai tecnici del comune come meglio risolvere la situazione. Probabilmente l’istituto verrà,

La forza dell’esplosione ha divelto alcune mattonelle. Interessate in tutto tre aule

per forza di cose, chiuso almeno per altri due o tre giorni; il tempo strettamente necessario per effettuare le riparazioni; ma al tempo stesso stiamo valutando se sospendere tutta l’attività didattica e di spostate gli alunni con le insegnanti alla sede centrale cioè nella sede centrale dell’istituto Odoardo Golfarelli. L’unico problema è quello di spostare i banchi e le sedie. Stiamo valutando il da farsi per avere meno disagi possibili”. Nel plesso della scuola delle Mosse vi sono attualmente oltre cento alunni, ottanta circa della scuola primaria di tutte e cinque le classi dalla prima alla quinta e trenta di una sezione di scuola dell’infanzia. Le insegnanti ed il personale Ata che vi lavorano sono una decina circa. Nel corso della mattinata di ieri i tecnici del comune, hanno effettuato un sopralluogo per valutare la reale entità del danno.

Un’immagine della scuola “Dante Alighieri”

Il vicesindaco Fumagalli si congratula per la gestione dell’emergenza

Encomiabile la Protezione Civile e gli operai

Salvata dalla Prociv un’anziana rimasta bloccata in casa

N

È stato encomiabile il lavoro effettuato dalla Protezione Civile, dagli operai del Comune, dai Carabinieri della stazione di Monte�ascone e dagli stessi cittadini che hanno collaborato nel togliere la neve”. Così esordisce il vice sindaco Nando Fumagalli in merito all’emergenza di questi giorni a Monte�ascone. “Arrivano ancora chiamate di intervento da parte dei cittadini – continua Fumagalli - Stiamo cercando di risolvere i vari problemi ed i tanti disagi il prima possibile ed in maniera ottimale. Il problema più grande rimane tuttavia il ghiaccio sulle strade causato delle temperature freddissime. La neve rimasta è gelata ci sono tante vie ancora ghiacciate. Inoltre in alcune strade gli operatori della protezione civile e gli operati hanno operato con dif�coltà a causa delle strade

lastricate, cementate o composte di sanpietrini”. “Rimaniamo comunque sempre in contatto – continua il vicesindaco- con la sala operativa della Protezione civile. Il territorio di Monte�ascone è vastissimo e dove non si è ancora intervenuti e dove ci sono ulteriori richieste stiamo provvedendo il prima possibile in base alle possibilità. A complicare la situazione della neve vi è stato il problema delle temperature freddissime”. Per quanto riguarda i disagi di questi giorni Fumagalli spiega: “La situazione è stata difficile

non tanto per la neve ma per il ghiaccio e la mancanza di acqua potabile dovuta a due rotture delle rete idrica. Inoltre in alcune zone è mancata anche l’energia elettrica e di conseguenza i riscaldamenti sono rimasti spenti. In diversi casi abbiamo anche, congiuntamente con la Protezione civile, portato l’acqua nelle case isolate. A causa di queste bassissime temperature si era gelata anche una fontanella che eroga l’acqua dearseni�cata ed in poco tempo, tuttavia, siamo riusciti a ripristinata”. In conclusione Fumagalli aggiunge: “Complessivamente

“Stanno ancora arrivando chiamate e richieste di intervento”

è andato tutto bene; poteva andare anche molto peggio, sentendo le notizie a livello nazionale. Un ringraziamento va alla Protezione Civile, agli operai comunali, ai Carabinieri ed anche ai singoli cittadini che si sono dati da fare nelle pulizia delle strade. Fino a domenica vi è ancora allerta per le temperature molto basse”. M. M.

el corso della mattinata di domenica un’ anziana signora, di 77 anni, è stata salvata in via Bastiglia dal tempestivo intervento degli uomini della Protezione Civile. Decisamente l’intervento dei volontari è stato risolutorio. Infatti questa anziana donna è rimasta bloccata in casa dalla neve ed è rimasta senza acqua corrente per due giorni ma per sua fortuna è stata soccorsa ed adeguatamente assistita. Infatti l’anziana donna, vedova, a causa delle abbondanti nevicate di questi giorni, non riusciva ad uscire dall’ingresso della sua abitazione, per i grandi cumuli di neve ghiacciata che si erano formati e così, ha chiesto via telefono aiuto ai Carabinieri della stazione locale, i quali hanno girato immediatamente il contatto alla Protezione Civile.

Così i volontari sono intervenuti ed hanno, dapprima spalato la neve liberando la porta dell’abitazione, quindi hanno portato soccorso alla vedova. L’Asvom, oltre a pulire le strade, ha dovuto portare soccorso a non poche persone della città risolvendo in maniera adeguata ogni situazione.

Tempi accettabili sulla Viterbo-Or te-Roma anche con il maltempo

Soddisfatti i pendolari dell’Alto Lazio I

n questi giorni di freddo intenso e gelo abbondante, tra i tanti problemi anche quelli dei trasporti pubblici tra cui spicca il settore del trasporto su ferro. Viterbo ed il suo Alto Lazio gode di ben due direttrici: la via Capranica ritenuta da tutti gli utenti e politici, sia locali che regionali, come la più af�dabile e conveniente, la via Attigliano-Orte ritenuta da tutti gli utenti la migliore ma volutamente dimenticata dai politici locali e da quelli regionali. Nel caso delle pessime condizioni atmosferiche di questi giorni in cui l’inverno si è fatto veramente sentire è stata proprio la linea ferroviaria via Attigliano-Orte ad essere la più ef�ciente, valida e funzionale nonostante il discutibile servizio quotidiano che viene offerto su di essa. Venerdì, giorno del forte freddo, tanto per citare qualche fatto, gli utenti viterbesi dei treni della via Capranica, nella serata, sono rimasti impantanati in aperta campagna nei

dintorni di Roma causa il blocco dei treni per lunghe ore. Gli utenti della via AttiglianoOrte-Roma sono giunti a Monte�ascone e Viterbo con circa un’ora di ritardo. Un tempo, comunque accettabile, ed accettato dai pendolari, vista la situazione che si era venuta a creare, che comunque esprimono un apprezzamento positivo nei confronti di Trenitalia per aver gestito al meglio tutta la situazione. Venerdì al pomeriggio molti treni locali, in partenza da Roma Termini sono stati cancellati, compresi i diretti per Viterbo, via Orte, causa la caduta di alcuni alberi lungo la linea. Il treno delle 17,23, partito da Termini, in ritardo intorno alle 18,00, utilizzato dai pendolari alto laziali e dai viterbesi ben pensanti, è giunto ad Orte intorno alle 19,00. Ad Orte era pronto un bus che ha portato i pendolari a Viterbo percorrendo la super strada in condizioni pietose invasa da neve e ghiaccio richiedendo una guida prudente che ha comportato una

percorrenza di circa un’ora. A Viterbo un ulteriore cambio su un pulmino con catene che ha portato alcuni pendolari a Monte�ascone ed altri a Grotte S. Stefano ove sono giunti intorno alle venti e quindici. Si può pensare ad un’Odissea, in realtà no, considerando tutto, i tempi sono stati ristretti a confronto di quelli dei pendolari che sulla Capranica sono rimasti per ore fermi con tutte le conseguenze che la stampa locale ha ampiamente riportato. Questo fatto deve far ri�ettere tutti nella considerazione che la linea ferroviaria Viterbo-Orte-Roma Orte è, e rimane comunque, la più ef�ciente e valida del Viterbese e di tutto l’Alto Lazio. Una linea sulla quale si deve puntare verso la sua riquali�cazione verso un suo miglior utilizzo tenendo conto che nel nodo di Orte si ha la possibilità di collegarsi verso Est con l’Umbria, e Marche �no ad Ancona, verso Nord con tutto il Nord. PIETRO BRIGLIOZZI


& Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo AltoLazio

vetralla e cimini

14

VETRALLA - Cittadini polemici con l’amministrazione, mentre una ditta privata ha proposto un ciclo di incontri pubblici

Acqua, il gelo mette fuori uso le casette di EMANUELE FARAGLIA

La lettera inviata alle amministrazioni della Tuscia per organizzare incontri informativi sull’acqua

E

’ di nuovo polemica sulle casette dell’acqua. La recente gelata ha infatti messo fuori uso le fontanelle d’acqua dearsenizza (anche se l’Arsenico è presente in misura di 6-7 microgrammi al litro, ndr) e così la cittadinanza è tornata a discutere del problema piuttosto animatamente. Per il momento lo ha fatto sul gruppo facebook Vetralla Parla, ma è chiaro che la questione interessa l’intera popolazione. C’è chi come il signor Paolo ha compiuto dei veri e propri ‘viaggi della speranza’: “Dopo aver girato per tutto il territorio comunale alla disperata (e vana) ricerca di una colonnina per la distribuzione di acqua dearsenificata funzionante (in condizioni di guida precarie a causa di neve e ghiaccio, considerato anche che le colonnine sono poste in luoghi non proprio facilmente raggiungibili, specie quelle di Vetralla e di Tre Croci), alla fine ho dovuto rinunciare e andare a comperare acqua minerale in bottiglia al supermercato. Poi sono dovuto anche andare a pagare il secondo bollettino della Talete, seconda rata, €130, perché era in scadenza. La tentazione di non farlo, naturalmente, è stata forte. O,

E

cco la lettera inviata a tutte le amministrazione comunali della provincia dalla ditta di depurazione acqua per organizzare incontri informativi. A cui nessuno ha dato risposta. “Io sottoscritta sig.ra Roberta Calce, responsabile del punto vendita Gajarda di Civitavecchia (RM), offre tutta la propria disponibilità per un incontro con codesta spettabile Amministrazione, rappresentanti di categoria , e plessi scolastici . Durante tale incontro verranno trattati argomenti riguardanti uno dei temi più caldi e fondamentali per la vita dell’uomo: l’acqua. La Gajarda srl da oltre dieci anni si occupa di trattamento acqua, ossia di tecnologie idonee a rendere l’acqua conforme ai parametri di utilizzo. Abbiamo all’attivo più di duemila clienti in portafoglio con esigenze molto diverse come possono essere quelle di una abitazione privata o di un’amministrazione comunale, un ristorante o un villaggio turistico. Questo ci consente di poter affrontare tale argomento non tanto da un punto di vista teorico quanto nel suo aspetto pratico, di poter sempli�care per un pubblico non esperto questioni intorno alle quali esiste un grande caos. E , soprattutto, trattare il tema con i giovani , insegnando loro come leggere un’etichetta per esempio , di non far uso delle bottiglie di plastica ecc ecc.Se fosse possibile usufruire anche di una palestra , e far partecipi anche i genitori . Questi incontri voglio sottolineare che saranno a titolo informativo e assolutamente gratuito. Temi che verranno trattati: 1. Il ciclo dell’acqua 2. La depurazione (aspetti generali) 3. Arsenico 4. Impianti di depurazione domestici 5.Varie ed eventuali.

Sopra una casetta dell’acqua, sotto il sindaco Aquilani e l’assessore all’Ambiente Bacocco quantomeno, di dedurre la spesa per la benzina consumata in questi vani “viaggi della speranza” alla ricerca della colonnina funzionante, nonché quella per l’acquisto dell’acqua minerale... Ma è mai possibile che in questo Comune si debba sempre e solo pagare senza mai ricevere in cambio un servizio decente?”. Ciò che lascia l’amaro in bocca - oltre all’arsenico - è che effettivamente sia stata fatta poca informazione sulle problematiche legate all’acqua. Ebbene, diverso tempo fa, una ditta privata ha proposto all’amministrazione comunale di organizzare degli incontri pubblici (a destra la lettera inviata al sindaco Sandrino Aquilani) sul tema. Purtroppo alla lettera non è seguita alcuna risposta. Forse è meglio puntare sulle casette dell’acqua nonostante le problematiche già evidenziate? E che ne sarà della dearsenificazione alla fonte richiesta

Interverranno durante tale incontro dottor Simone Alfonsini e il dottor Maurizio Mazzuoli e la dottoressa Roberta Calce come coordinatrice e organizzatrice di tali incontri oltre al personale addetto e specializzato in tecniche per il trattamento delle acque. Con la speranza che tale iniziativa potrà avere un riscontro, cogliamo l’occasione per porgere i nostri saluti”. dalla legge entro il 31 dicembre 2012? Il Comune sta facendo qualcosa? Domande che restano per il momento inevase (ma presto le faremo direttamente all’assessore Bacocco, ndr). A proposito di polemiche e richieste, proprio l’assessore Bacocco nell’ultimo intervento sull’acqua delle casette affermò che si faceva troppa polemica sull’acqua pubblica e nessuna sull’acqua in bottiglia. Ebbene eccolo accontentato, per la gioia di chi vuole la verità a tutti i costi, anche se fa male... La tanto decantata acqua di Nepi contiene infatti sostanze tossiche la cui pub-

blicazione sulla bottiglia non è richiesta dalla legge. Per questa nota acqua minerale (gruppo San Benedetto) il valore anomalo riscontrato è stato quello del Berillio (una sostanza molto tossica, classificata tra le sostanze cancerogene di classe A dall’Environmental Protection Agency – USA – che non dovrebbe superare i 4 mcg/l), nella quantità di 4.69 mcg/litro (non esistono attualmente dei limiti per questa sostanza in Italia nè in Europa). A questo si aggiunge anche una eccessiva presenza di Alluminio (237 mcg/l contro i 200 mcg/l consentiti per le acque potabili) e di Fluoro (1.64 mg/l

contro 1.5 mg/l consentiti per le acque potabili e per la prima infanzia). A riferirlo in un comunicato la giornalista Roberta Calce, che si interessa di problematiche legate all’acqua e gestisce assieme a Mario Liciarelli una ditta specializzata in depurazione acqua per scopo alimentare. Proprio quest’ultimo, sul sito www.latuavoce.it, ha informato gli spesso ignari cittadini: “Quando l’acqua bolle la parte leggera va nel vapore e la parte pesante si raggruppa nell acqua rimasta... si raddoppia si triplica ecc. (ci possono essere 167 tipi di metalli pesanti nell’acqua) e non tutti sanno

Sabato in biblioteca la presentazione di “Vedessi, Aurelia, che serata” L

a storia di un maestro partito dall’Italia per la Dalmazia e mai più tornato. Inghiottito dalle foibe. E’ il tragico destino di un maestro elementare di Marega, ucciso dai partigiani di Tito in Dalmazia, raccontato, attraverso le ricerche di una nipote, nel libro edito da Il Calamo: “Vedessi Aurelia che serata! Lettere da Zirona Piccola di Severino Scarabello e la scuola italiana a Spalato dal 1941 al ‘43”. E proprio per presentare il libro al pubblico la biblioteca comunale di Vetralla “Alessandro Oistella” orga-

nizzerà sabato 11 alle 17 un incontro ad ingresso libero e gratuito. Oggi quell’insegnante avrebbe 86 anni. Era nato e viveva in via Codalunga: poi negli anni ‘30 si era spostato a Roma per trasferirsi a Zirona Piccola, in Dalmazia, dove aveva cominciato ad insegnare. Nell’agosto del 1943 venne rapito e con ogni probabilità fucilato. Ad oltre sessant’anni dalla sua morte sulle tracce del maestro s’è messa Eleonora Scarabello. Il primo obiettivo della 32enne romana era quello di recuperarne la salma, sepolta chissà

dove e a tutt’oggi non ancora ritrovata. Poi la tenacia e la passione l’hanno portata a ricostruire la vita di suo nonno, riconsegnando alla memoria una delle molte e anonime tragiche storie di quel periodo che si intreccia con il capitolo oscuro delle foibe durante il con�itto mondiale. Un ex collega disse di averlo visto fucilare. “Fu uno dei primi segnali di quello che sarebbe poi accaduto a settembre”, spiega la nipote, “ma a nessuno è stato ordinato di rientrare per la paura che l’Italia facesse la �gura della scon�tta”.

che quello che determina la qualità dell’acqua è la conducibilità elettrica da 20 a 130 ha un effetto depurativo ottimale,poi andando avanti passiamo di peggio in peggio sino ad arrivare a 1830 di un acqua minerale molto publicizzata che stà nella fascia preoccupante effetto depositante”. A diversi mesi dallo stop della Comunità Europea all’acqua nelle case quanti cittadini sono informati su simili dati? Siamo davvero sicuri che sia stato fatto tutto il possibile per evitare disagi e garantire la cittadinanza contro i rischi della disinformazione? Ai lettori l’ardua sentenza.


& Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

CIVITA CASTELLANA - La Giovane Italia risponde per le rime ai comunicati di Pd e Prc

“Una criticità dovuta all’inettitudine” di SIMONA TENENTINI

Sottolineiamo venerdì e sabato. Domenica, se proprio lo vuole sapere, invece di spalare ci siamo goduti la scena del nostro sindaco operaio in giacca e cravatta che passeggiava con dei mocassini in Piazza Matteotti. I vigili chiusi nell’auto di servizio con i vetri appannati che giravano per ore non curanti neanche della gente sbracciante che cercava di fermarli per una semplice informazione (se le scuole sarebbero state aperte lunedì). Le ricette vecchie ce l’avete voi. Nel 2012 un cittadino può spalare il vialetto di casa sua e non le strade pubbliche gestite da lei perchè ha s�ducia nel suo operato. Basta prenderci in giro, basta prendere in giro la cittadinanza. Smettetela di vantarvi dei vostri errori, non ne avete indovinata una. Inizia ad essere ridicola la situazione perchè al più dei civitonici è già evidente da tempo. Accusate noi sulla pulizia delle strade di competenza provinciale quando l’unico rappresentante provinciale di Civita

D

isagi e maltempo: a Civita Castellana continua la polemica sulla gestione dell’emergenza. Dopo l’analisi impietosa, ma alquanto realistica, tracciata dalla Giovane Italia, si sono susseguiti comunicati a raf�ca in difesa dell’operato dell’amministrazione comunale. Prima è intervenuto il Pd, e quindi, subito a ruota, il circolo di Rifondazione Comunista. Entrambi, più o meno, sullo stesso tenore. Ovvero: i “giovini” pensino a spalare la neve piuttosto che limitarsi a criticare. Alle accuse di ‘populismo’ la Giovane Italia ha reagito duramente con un nuovo comunicato. “Crediamo che i comunicati di PD e PRC nei nostri confronti siano solo delle burle dettate dall’aria carnevalesca civitonica. Noi ribattiamo facendo �nta di esserci caduti. La forte criticità a Civita Castellana è stata dettata dalla Vostra totale inettitudine. La crisi da voi millantata è una scusa da quarta elementare dietro la quale ancora vi state rifugiando anche a distanza di giorni. Dovreste essere voi a crescere allora. La situazione è stata gestita in modo davvero affannoso come se fosse la nevicata del 1985. Pale e picconi, non uscire di casa, aprite i pani�ci anche la domenica. Avete fatto un terrorismo psicologico vergognoso riducendo in catastrofe una dura nevicata.

A distanza di giorni c’è gente ancora impossibilitata a prendere l’auto, neve alta 50 centimetri a fare da spartitraf�co su molte vie principali, diverse strade sono pulite per 100 metri e per gli altri 100 è una lastra di ghiaccio, la gente ancora cammina a passetti per la paura di scivolare, avete chiamato l’esercito neanche fosse un terremoto. Non scherziamo. Un mezzo di movimento terra ha un costo che varia dai 30 ai 50 euro di media all’ora. Con circa 2000€, in 6 ore Civita Castellana sarebbe

stata ripulita alla grande già sabato in mattinata. Scusi Sig, Sindaco ma facciamo i calcoli basandoci sull’ottimo operato di comuni limitro�. Per i mezzi “porta porchetta” della manifestazione chiediamo soldi alle fabbriche, e per quelli spazza neve speriamo nella volontà dei cittadini? Ma se poi era tutto questo stato di allerta estrema, se la catastrofe fosse stata vicina, il punto di raccolta sicuro come da piano di protezione civile, è stato il primo ad essere sgomberato? Perchè questo comune avrà certamente

un piano di protezione civile approvato dalla regione. E ovviamente prima di spalare accessi all’ospedale a caso ha seguito la procedura. No perchè se vuole possiamo strumentalizzare questo (come allude il PD). Noi venerdì sera e sabato mattina abbiamo spalato per molte ore in Via Roma e a San Giovanni come semplici cittadini e senza pubblicizzare la cosa come è normale che sia. Tutta fatica sprecata dato che un bobcat avrebbe fatto il lavoro di 10 ragazzi in 10 minuti.

VALLERANO - Due squadre di volontari stanno lavorando in maniera instancabile da giovedì scorso

Emergenza, prezioso l’aiuto della Protezione Civile “

Instancabili” Basta un unico termine per definire i volontari della Protezione Civile di Vallerano che, in questi giorni di emergenza, si stanno prodigando in maniera encomiabile per aiutare i loro concittadini. Un servizio prestato con altruismo e generosità, ventiquattr’ore su ventiquattro, senza mai mostrare un minimo segno di cedimento e di stanchezza. Tantissimi gli interventi di soccorso prestati alle persone in difficoltà in questi giorni di disagio e maltempo. Già dalle prime ore di giovedì scorso, due squadre di quattro volontari ciascuna, si stanno dando da fare in diverse attività di soccorso. Il primo intervento è stato quello di ripulire l’intero centro storico dalla neve, realizzando delle vie d’accesso alle abitazioni per permettere l’ingresso e l’uscita delle persone. Subito dopo, con l’ausilio

di ruspe e mezzi adeguati, sono state liberate le vie di transito principali. Numerosi gli interventi di soccorso a famiglie isolate. Addirittura, i volontari sono riusciti a raggiungere una famiglia in località Mastrano, dove la neve ha toccato un metro d’altezza e hanno portato materiale combustibile ad un’altra, in località Pantaniccio, che era rimasta senza riscaldamento. I soccorsi hanno riguardato anche un mezzo della Ausl rimasto bloccato che doveva portare alcune persone in dialisi all’ospedale Belcolle di Viterbo. Insomma, un lavoro prezioso che non conosce soste, visto che, ancora oggi, i volontari continuano ad impegnarsi per ripulire le poche vie che non sono state completamente sgombrate. Grazie, ragazzi! SIMO.TEN.

Castellana è il Consigliere PD Alessandro Angelelli. Bastava ammettere i propri limiti in tempo senza fare i comandanti come ha fatto il nostro Sindaco in scialuppa, ehm scusate, panda bianca. Dobbiamo invece ringraziare la Provincia nelle �gure dell’Assessore Santucci e del Capogruppo PDL Mantuano che si sono attivati su richiesta del nostro referente locale PDL Alberto Cataldi per liberare dai “ghiacci” tutta la zona del Quartaccio che risultava ancora isolata. Siamo una comunità e noi ci crediamo a differenza vostra. Comunque facciamo notare che sono passati oltre 4 giorni e le macchine �niscono ancora nelle cunette ai bordi delle strade, la neve è ancora da spalare nei pressi di incroci importanti e al centro della carreggiata. Inoltre è presente parecchio ghiaccio dovuto alla neve non spalata bene. Ci pensa il comandante Angelelli o ce la spaliamo da soli? Sennò potremmo anche aspettare la primavera o i fantastici quattro.”

VIGNANELLO - “Da quattro giorni siamo senz’acqua”

A

Vignanello è emergenza idrica. “nella zona di via dell’Ospedale - raccontano alcuni residenti - sono ormai quattro giorni che siamo senz’acqua.” “E’ una situazione divenuta insostenibile continuano - che si va a sommare alle numerose problematiche dovute alle abbondanti nevicate di questi giorni. Il problema, oltre a quello reale dei rubinetti ‘ a secco’ è anche quello dell’indifferenza delle istituzioni preposte. I dipendenti comunali ai quali ci siamo rivolti per avere informazioni ed un minimo di assistenza, come sarebbe normale, ci hanno liquidato sbrigativamente e, tra l’altro, anche in maniera maledu-

cata, dicendo che ci dobbiano rivolgere alla Talete che gestisce il servizio.” “Il colmo dell’assurdo - proseguono - è che ai numeri di telefono che ci hanno fornito non risponde mai nessuno, nemmeno al riferimento preposto alle emergenze.” “Una cosa è certa, ci sentiamo abbandonati da quest’amministrazione che, a distanza di quattro giorni, non si è nemmeno degnata di spalare la neve davanti alle nostre abitazioni. Nel 2012 non si può de�nire civile un paese che rimane quattro giorni senz’acqua nella più totale indifferenza di chi, invece, dovrebbe essere il primo garante del benessere dei cittadini. SIMO.TEN.


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 8 Febbraio 2012

Al Mancinelli sabato 11 risate assicurate con il grande showman romano. Replica straordinaria domenica 12

Maurizio Battista e ‘il suo secondo matrimonio’

A

l Teatro Mancinelli di Orvieto attesissimo appuntamento con l’irresistibile comicità di Maurizio Battista, che sabato 11 febbraio alle ore 21 tornerà a far ridere il suo pubblico con “IL MIO SECONDO MATRIMONIO”, racconto sarcastico e ironico sulla vita coniugale, scritto dallo stesso Battista e da Riccardo Graziosi. Visto il grande successo della prevendita dei biglietti, gli organizzatori dell’evento, l’Associazione TeMa in collaborazione con AR Spettacoli di Alessandro Rossi, hanno deciso di programmare una recita straordinaria dello spettacolo domenica 12 febbraio alle ore 17. L’atmosfera romantica e suggestiva della scena iniziale, che ritrae gli sposi inginocchiati davanti al sacerdote in procinto di

pronunciare il fatidico “sì”, viene infranta dal tentennamento della sposa. Al prete che le chiede “Vuoi tu sposare...?”, lei domanda a sua volta “E tutte le altre...?”. Maurizio Battista smette

allora i panni dello sposo e interrompe la cerimonia, per sfoderare la sapiente gestualità, la mimica facciale e l’esuberante romanità che lo caratterizzano, per spiegare chi sono le altre.

Attraverso il racconto delle storie precedenti, delle peculiarità e manie delle donne che hanno animato la sua vita, il mattatore coglie l’occasione per disegnare con le armi affilate del sarcasmo e dell’ironia la vita di coppia. Il racconto sulle sue ex si snoda e prende vita, percorrendo il delicato terreno delle debolezze e delle paure umane, con un tributo speciale alla grande nemica, la solitudine, fino ad arrivare al brillante finale con Francesca Nunzi, Lallo Circosta e Riccardo Graziosi, preziosi compagni di scena di un

travolgente Battista. Lo spettacolo di sabato 11 sarà preceduto, alle ore 20, da un aperitivo al

foyer a cura della Norcineria Oreto. Per info e prenotazioni 0763.340493

Del territorio orvietano impossibile raggiungere la provincia nord del Lazio

No all’accorpamento dell’istituto Comprensivo di San Venanzo

L

D

Bloccate le strade da e per Viterbo

e strade della provincia di Viterbo confinanti con l’Umbria e che interessano i territori dell’Orvietano sono chiuse per gelo, ad eccezione della Maremmana (che collega il comune di Castel Giorgio a San Lorenzo), riaperta solo per il traffico leggero. Nel territorio del Comune di Orvieto permane, intanto la chiusura per gelo della strada da Torre San Severo al bivio di Bolsena. Solo questa mattina alle 10,30 i mezzi e gli uomini della Protezione Civile di Orvieto hanno potuto raggiungere l’abitazione di una anziana 88enne, la Sig.ra Dolcissima Caccavello in località Sambuco nella frazione di Torre San Severo. La signora, che vive da sola, sta bene e in questi giorni di neve e gelo è rimasta chiusa in casa con il camino acceso

e le provviste necessarie; intanto, nella stessa località, sta per essere raggiunta un’altra famiglia con anziani, rimasta isolata. Da questa mattina presto i mezzi e le squadre della Protezione Civile insieme a quelli del Centro Servizi Manutentivi del Comune che da tre giorni stanno lavorando in maniera continuativa, stanno rimuovendo cumuli di neve riportati dal vento sulla strada delle Caccavelle in zona Torre San Severo e in località Bubbola al confine tra i comuni di Orvieto e Porano. Nella giornata di ieri Protezione Civile e Vigili Urbani hanno trasportato ripetutamente la Guardia Medica per consentire i prelievi sanitari alle persone anziane ed hanno accompagnato gli operatori dell’assistenza domiciliare. La Protezione

Civile e la Polizia Stradale raccomandano a tutti la massima prudenza e l’obbligo di viaggiare con gomme

termiche, da neve o catene a bordo, oltre ovviamente a mettersi in viaggio solo se strettamente necessario.

Durante il tesseramento per il nuovo anno anche il rinnovo delle cariche sociali

Grande festa per i quarant’anni della Fisar L

a delegazione storica della Fisar di Orvieto festeggia 40 anni (1972 – 2012) con la festa del tesseramento e con il rinnovo delle cariche sociali del direttivo. Orvieto è “Delegazione Storica” in quanto sorta tra le prime in Italia, quando la FISAR muoveva i suoi primi passi. Alcuni sono soci �n dalla fondazione e ancora oggi, con parecchi lustri alle spalle, attivamente partecipanti alle iniziative enogastronomiche. Questo dimostra che il vino ........fa bene (se degustato con moderazione, ovvio). Vista l’occasione sarà organizzata una vera e propria “Festa del Tesseramento”. L’obiettivo è quello di confermare le tessere di tutti e, possibilmente, di avere nuovi iscritti.

Questo è l’anno del rinnovo delle cariche, sia locali che nazionali e possono votare solo coloro che sono in regola con il pagamento della tessera 2012 (sempre Euro 60). Tutti coloro che sono soci, possono presentare la propria candidatura entro e non oltre il 10 marzo. La Festa si svolgerà sabato 18 Febbraio, dalle ore 17 alle ore 21, presso “SFIZIO Restaurant Food & Beverage” di Orvieto - Via Garibaldi (di fronte all’Hotel Aquila Bianca) e siete tutti graditissimi ospiti della Delegazione (Occore dare conferma entro il 16 febbraio). Il Direttivo della Delegazione di Orvieto si rinnoverà sabato 17 marzo con riunione presso il “Palazzo del Gusto” e con il seguente ordine del giorno: - ore 10,30 / 12,30: Assemblea dei Soci; ore 14,00 / 19,00: Apertura del seggio, cui seguirà lo scrutinio aperto ai Soci.

opo il rinvio da parte del Consiglio Regionale nella seduta del 1 febbraio 2012, dell’atto n. 716/bis avente per oggetto “Piano Regionale dell’Offerta Formativa e della Programmazione della Rete Scolastica - Anno 2012/2013”, il Comitato spontaneo dei cittadini di San Venanzo non “abbassa la guardia” sulla difesa dell’autonomia scolastica per un anno, “tempo necessario - afferma il Comitato in un comunicato stampa - per valutare razionalmente altre possibili soluzioni più rispondenti alla nostra territorialità ed alle stesse linee guida �ssate dalla Regione”. “La non ammissibilità dell’accorpamento dell’Istituto Comprensivo di San Venanzo con la sede di Baschi - continua la nota - è stata pronunciata dalla 3° Commissione Permanente Consiliare della Regione Umbria, la quale ha accolto la protesta presentata dal Comitato nell’audizione del 24 Gennaio, con un voto pressoché unanime: sette consiglieri favorevoli e un astenuto. Ad ispirare questa decisione ha giocato un ruolo determinante sia la petizione sostenuta da ben 700 �rme, con la quale veniva chiesto per l’Istituto sanvenanzese fosse mantenuta l’autonomia scolastica per un anno, e per il futuro la naturale integrazione

al bacino della Media Valle del Tevere; sia la palese violazione dei criteri previsti dal Piano di Razionalizzazione Regionale messa in atto dalla Provincia di Terni. Il mancato rispetto del requisito di “af�nità territoriale nello sviluppo delle verticalizzazioni”, così come richiesto espressamente dal Piano Regionale, fa sì che San Venanzo e Baschi, già separati dal Monte Peglia e dal Lago di Corbara, risultino inaccorpabili proprio per de�nizione. Un’intera comunità fatta da genitori, artigiani, commercianti, associazioni di volontariato e comuni cittadini, con la imponente raccolta di �rme, ha voluto richiamare la Regione al senso di responsabilità verso una decisione che scongiurasse de�nitivamente un esodo di iscrizioni scolastiche e di famiglie da un territorio già pesantemente penalizzato dalla perdita di posti di lavoro, conseguente anche alla recente chiusura della Comunità Montana. A questo punto il Comitato attende il pronunciamento de�nitivo del Consiglio Regionale del prossimo 7 Febbraio, con�dando in un esito scontato, ammonendo però di essere già pronto ad intraprendere la via di un ricorso amministrativo qualora il verdetto della Commissione fosse inopinatamente rimesso in discussione”.


Giovedì 8 Febbraio 2012

cultura & spettacolo

Viterbo & AltoLazio

17

Tutti i talentuosi scrittori possono partecipare al concorso bandito dalla casa editrice viterbese che pubblicherà il libro del vincitore

Concorso letterario per le Edizioni Archeoares E

dizioni Archeoares, casa editrice viterbese nata da Archeoares s.n.c., ricerca nuovi talenti e lo fa bandendo un concorso letterario aperto a tutti, purché maggiorenni. Il concorso è partito il 2 Febbraio e scadrà il 27 Aprile. Chi verrà decretato vincitore avrà la possibilità di vedere pubblicato il proprio libro in modo totalmente gratuito. Edizioni Archeoares provvederà a dotare l’opera di un apposito codice ISBN e ad inserirla nel catalogo di opere in vendita sia online che negli spazi a disposizione del gruppo editoriale. Lo scritto vincitore verrà anche pubblicizzato, attraverso il web, per mezzo di un articolo dedicato all’esito del concorso e pubblicato su www.tafter.it, e la premiazione avverrà contestualmente al festival Caffeina, manifestazione

estiva che si tiene annualmente a Viterbo. Per accedere al concorso, le opere dovranno essere romanzi brevi o racconti lunghi (massimo 80 cartelle) e potranno appartenere a qualunque genere, esclusi erotico, trash, pulp e contenuti violenti o volgari. Un fattore da tenere presente per poter mirare alla vittoria del concorso è la presenza, all’interno dell’opera, di almeno uno di questi elementi: la descrizione di elementi artistici, architettonici o ambientali; l’ambientazione viterbese, anche se solo come sfondo della storia o di parte della storia; il richiamo a elementi culturali

caratteristici della Tuscia. Per avere maggiori dettagli e scaricare il bando integrale http: //www.tafter.it/2012/02/02/27-0412-concorso-letterario-archeoares/. Il materiale dovrà essere spedito via posta elettronica all’indirizzo archeoares@libero.it, sia in formato pdf sia in doc: insieme all’opera, il concorrente dovrà inviare anche una breve sinossi (massimo 2 cartelle) dello scritto, il proprio curriculum vitae in formato europeo, una lettera di presentazione di sé stesso e dell’opera di non più di due cartelle e la scheda di partecipazione al concorso, debitamente compilata, �rmata e scannerizzata. La scelta del vincitore sarà decisione insindacabile della giuria composta da Stefano Monti, Professore incaricato di Management Culture Industries presso lo IULM di Milano, e da Gianpaolo Serone, Francesco Aliperti e Bruno Blanco, soci fondatori di ArcheoAres snc. Per reperire ulteriori informazioni sulla società, sulle sue attività, su Edizioni ArcheoAres o sul bando in questione è possibile consultare i siti www. archeoares.it e www.edizioniarche oares.it, le relative pagine sui social network Facebook, Twitter e Linkedin e scrivere all’indirizzo di posta elettronica archeoares@libero.it

Poche istruzioni e regole per accedere al concorso e tutte le informazioni per partecipare

Appuntamento “Giovedì Cinema” Oggi in sala il film “Offside” P

rosegue l’edizione 2012 di Giovedì Cinema, la rassegna invernale del Tuscia Film Fest, giunta al decimo anno. Oggi al CineTuscia Village di Vitorchiano sarà proiettato Offside di Jafar Panahi, premiato con l’Orso d’argento al 56° Festival di Berlino. Come di consueto, previsto un doppio spettacolo, alle ore 18 e 21.30. L’ingresso è di 5 euro . La storia: Iran. In un angolo di un autobus pieno zeppo di tifosi urlanti diretti allo stadio se ne sta seduto in silenzio un ragazzino un po’ strambo. In realtà è una ragazza che si traveste da uomo perché diversamente non potrebbe coltivare la sua passione per il calcio. Ma prima del calcio d’inizio la ragazza viene arrestata e rinchiusa in una specie di recinto, proprio accanto alla stadio, insieme ad altre donne, come lei, tutte travestite da uomini. Dopo la partita saranno consegnate alla buoncostume. Ma prima di allora verranno addirittura sottoposte alla tortura: saranno infatti costrette ad ascoltare ogni grido d’incitamento e applauso provenienti dall’interno dello stadio, senza poter vedere con i propri occhi ciò che succede in campo. Ma cosa ancor peggiore, dovranno ascoltare una sorta di radiocronaca minuto per minuto fatta da un soldato che non capisce nulla di calcio. Nonostante questo, le ragazze non molleranno. E ricorreranno a qualunque stratagemma pur di riuscire ad assistere all’incontro. Un’altra prima visione per la Tuscia. Un �lm di qualità che non trova spazio nella programmazione ordinaria nelle sale locali. In circa dieci anni sono state proiettate oltre duecento importanti opere.


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

Ogni giorno che passa potrebbe essere quello giusto per voi per fare q u a l c o s a di nuovo, ma non dovete aspettarvi ogni volta grandi imprese e grandi innovazioni, ma nemmeno di ottenere grandi risultati tutti in una volta. Dovete imparare ad essere più pazienti ed a coltivare i vostri progetti con grande caparbietà nonostante le piccole sconfitte.

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

21 Aprile - 20 Maggio TORO

In questa g i o r n a t a g i o r n a t a ci saranno d i v e r s e s fa c c e t t a t u r e da considerare nei discorsi dei vostri colleghi, poiché è ben possibile che questi vi vogliano dire qualcosa ma che non ne abbiano fino in fondo il coraggio e pertanto ve lo facciano soltanto intuire. Spetterà a voi agguzzare l’ingegno e trovare la chiave dell’eventuale inganno.

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

In questa g i o r n a t a s a r e t e particolarmente a p e r t i alle novità e soprattutto sarete molto curiosi quindi andrete a scavare in tutto quello che vi verrà detto, insegnato e fatto percepire. Anche se avrete altre questioni da valutare, di certo le lezioni di vita che potreste imparare oggi non vi sfuggiranno per nulla al mondo.

In questa g i o r n a t a particolare avrete delle questioni irrisolte da affrontare che vi converrà risolvere prima di andare avanti con ulteriori progetti i quali potrebbero restare in bilico fino a che non avrete quella lucidità mentale per costruire qualcosa. I vantaggi verranno fuori solo nel momento in cui vi sarete libertati dai vostri pesi.

Se crederete fer mamente in quello che state facendo in questa giornata è probabile che anche altri si convincano dello stesso e che vi aiutino a perseguire i vostri obiettivi nonostante l’improbabilità della riuscita. Se vi troverete in questa situazione e qualcuno vorrà aiutarvi, tentate di essere pazienti, perché è anche possibile che qualcuno non abbia ben capito il vostro intento.

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Non impor ta quanto questa g i o r n a t a p o s s a r i s u l t a r e grigia e priva di stimolo, poiché voi avrete il dovere di continuare a fare il vostro dovere, sia come lavoratori che come amici, che come mariti, mogli e genitori. Il vostro umore potrà essere non molto aper to ed allegro, tuttavia non c’è ragione di farlo pesare agli altri.

E’ tempo or mai di sfidare se stessi e di mettersi di impegno per cercare di raggiungere il più possibile il traguardo. Basta temporeggiare, le responsabilità che compor tano le vostre scelte le avevate già chiare all’inizio, quindi inutile tor nare ora sui propr i passi, quando invece è tempo di spingere.

Probabilmente non siete ancora in grado di capire esattamente c o s a comportino i vostri sogni, ma comunque è bene intanto iniziare a perseguirli come se potessero essere possibili. Non ci sono infatti problemi di sorta nel voler essere dei sognatori, ma è bene comprendere anche quali siano i propri limiti. Forse con uno sforzo sarebbe possibile anche superarli!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

Q u e s t a giornata dal punto di vista sentimentale p o t r e b b e non essere esattamente come ve lo aspettavate ma sicuramente dal punto di vista lavorativo potrebbe essere davvero soddisfacente, nonostante gli ostacoli appena affrontati. La bilancia della vita questa volta propende per il lato economico, magari domani sarete più fortunati anche in amore!

FARMACIE (reperibilità)

In questa g i o r n a t a scendere a compromessi p o t r e b b e essere una buona opportunità per voi di raggiungere un primo obiettivo per poi proseguire con le proprie gambe. Qualche volta, per il bene della sopravvivenza delle proprie idee è giusto tentare una via alternativa senza per questo continuare poi sulla stessa.

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

In questa g i o r n a t a avver tirete dentro di voi molti sentimenti contrastanti l’uno con l’altro e non sempre riuscirete a metterli d’accordo, tanto che anche le persone che vi sono più vicino si accorgeranno del vostro disagio. Probabilmente vi lasceranno in pace fino a che non riuscirete a riemergere da soli dal vostro stato confusionale.

Probabilmente se farete un incubo durante la notte, nella mattinata non avrete proprio un risveglio dei più sereni. Tuttavia se vi sentirete un pochino in ansia sarà normale in quanto la vostra mente probabilmente elaborerà delle sensazioni che non vi faranno stare tranquilli, tuttavia con il tempo svaniranno e non ci penserete più!

Mercoledì 8 Febbraio 2012

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano Benvenuti al Nord Fer. e Pref.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Benvenuti al Nord Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A Hugo Cabret 3D Orario: 17,00 - 19,30 - 22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 The Help Orario: 18,30 - 20,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura

Hugo Cabret 3D Orario: 17,00 - 19,30 - 22,00

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 Mission: Impossible. Protocollo F. Orario: 21,40 Hugo Cabret Orario: 19,00 - 21,30 Millenium: Uomini Che Odiano... Orario: 18,15 - 21,15 Pina 3D Orario: 18,00 - 20,00 A.C.A.B. Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

A.C.A.B. Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Hugo Cabret 3D Fer. e Pref.: 17,30 - 20,00 - 22,30 Fest.: 15,20 - 17,30 - 20,00 - 22,30 I Muppet Fer. e Pref.: 18,00 Fest.: 15,45 - 18,00 The Artist Feriali: 20,15 - 22,30 Millenium. Uomini Che Odiano.... Tutti i Giorni: 17,00-19,45-22,30 Mission Impossible. Protocollo F. Tutti i Giorni: 17,00-19,45-22,30

CIVITA CASTELLANA Cinema Florida Via Del Forte, 26 CHIUSO CAUSA MALTEMPO FINO AL 10 FEBBRAIO COMPRESO

SORIANO NEL CIMINO Cinema Florida Piazza Marconi 12 A.C.A.B. Orario: 21,30

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti, s.n.c. Benvenuti al Nord Orario: 21,30 The Help Orario: 21,30 Multisala Flavia Via della Croce, 1 RIPOSO

ORTE Cinema Alberini Via del Plebiscito, 10 Benvenuti al Nord Orario: 21,30 Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 8 FEBBRAIO

ACQUAPENDENTE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e 16,00-19,00)

CELLERE Via G. Marconi, 13/A/B (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

MONTALTO - PESCIA ROM. Via Delle Mimose, 12/15 (09,00-12,30 e Notturna)

SORIANO NEL CIMINO Piazza V. Emanuele, 22 (08,24-13,00 e 16,00-19,30)

BARBARANO ROMANO Via IV Novembre, 31/C (09,30-13,00 e Notturna)

CIVITA CASTELLANA Via S. Felicissima, 17 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

MONTEFIASCONE Via Verentana, 8 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

TARQUINIA Via Igea, 20 (08,30-13,00 e 16,00-19,24)

BASSANO IN TEVERINA Via G. Mazzini, 3 (Diurna e 16,00-19,00)

CIVITA CAST. - SASSACCI Via Terni, 26 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

MONTEROSI Via Roma, 51 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

TUSCANIA Piazza Italia, 12 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

BOLSENA Via A. Gramsci, 38 (Diurna e 16,00-19,30)

CIVITELLA D’AGLIANO Piazza Cardinal Dolci, 21 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-13,00 e Notturna)

VETRALLA - TRE CROCI Piazza Europa, 53 (09,00-13,00 e 16,35-19,30)

CAPODIMONTE Via G. Marconi, 70 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

FABRICA DI ROMA Via Porta Vecchia, 25 (Diurna e Notturna)

ORIOLO ROMANO Via Claudia, 109 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

VIGNANELLO Via Roma, 2/D (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRANICA Via Padre L. M. Monti, 7 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

GRAFFIGNANO Piazza Del Comune, 10 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

ORTE SCALO Via G. Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VITERBO Via Delle Fabriche, 2 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CAPRAROLA Viale Caduti Sul Lavoro, 39 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

LATERA Viale I Maggio, s.n.c. (09,00-12,40 e 16,00-19,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e 16,00-19,30)

VITERBO - GROTTE S. S. Via Della Stazione, 5 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

Mercoledì 8 Febbraio

Giovedì 9 Febbraio

Le centrali tirreniche sono sempre interessate da correnti balcaniche, da oggi in attenuazione sotto il profilo termico. Addensamenti nuvolosi estesi sulla dorsale, ampie schiarite prevalenti da alta Toscana, nuvolosità innocua su Umbria e Lazio. Per sera sereno in Toscana e sulle coste, nuvolosità variabile sulla dorsale e sul basso Lazio. Temperature in aumento nei massimi più sensibile sul Lazio ma anche in montagna, al mattino punte di -4/-6° su zone interne. Venti moderati da NE, da ENE in quota. Mari mossi o poco mossi sottocosta, molto mossi o agitati al largo in attenuazione, poco mosso l’alto Tirreno.

Correnti di grecale solo in temporanea attenuazione, infatti un altro nocciolo di aria polare si approssima alle Alpi, richiamando dalla sera temporanee correnti umide mediterranee. Giornata soleggiata salvo nubi sparse sulla dorsale e sul basso Lazio a tratti importanti, tra sera e notte nubi in aumento su tutte le regioni con nevischio sulla dorsale toscane ed umbra da 400m, ma anche sul basso Lazio a partire da 600m. Temperature minime in calo, massime in lieve temporaneo aumento, al mattino punte di -6/7° su interne toscane ed umbre. Venti deboli o moderati da NE in rinforzo notturno sulla Toscana, temporaneamente da OSO sulle coste laziali, da N a ONO in quota. Mari poco mossi sottocosta, da mossi a temporaneamente poco mossi al largo.


SPORT

� � �

Mercoledì 8 Febbraio 2012

19

CALCIO

Il Vasanello si coccola i suoi gioiellini Strepitoso sin qui il cammino del gruppo Esordienti ‘99-2000 che non ha mai perso un incontro

L

NOVITA’ - Lo ha dichiarato l’assessore Fabiana Santini

a Categoria Esordienti del Vasanello 9c9 rimane imbattuta nel Torneo “Fase Invernale” Categoria Esordienti – Misti Girone “A” dei nati negli anni 19992000, ottenendo su nove gare 6 vittorie e 3 pareggi segnando la bellezza di 35 reti e subendone 4, qui di seguito la rosa completa:

Il Lazio già attivo per una nuova Governance dello sport

A

Portiere: Mecocci Matteo. Difensori: Ercoli Matteo, Pace Paola, Mariottini Francesco, Filesi Niccolò, Pomi Claudio, Creta Mauro, Narduzzi Federico, Sestili Lorenzo, Tretta Matteo. Centrocampisti: Salvatori Alessandro, Fochetti Manuel, Costanzi Marco (Cap.), Pieri Gabriele. Attaccanti: Formoso Lorenzo, Dzaferi Zeno, Andrei Eduard Dorel, Nacioglu Sebastian Madal. Marcatori: 15 Reti Formoso Lorenzo, 15 Reti Costanzi Marco, 4 Reti la Grandissima Femminuccia Pace Paola, 1 Rete Fochet-

ti Manuel. Allenatore: Libriani Vincenzo, Responsabile: Tretta Giuseppe. E la società biancazzurra quindi esaltà le qualità e le capacità di questi giovani ragazzi che con

tanto impegno ed entusiasmo si dedicano alla loro passione preferita. E nella foto eccoli con il campione “nostrano” Leonardo Bonucci che nei mesi scorsi si è intrattenuto con i bambini in occasione di una sua cordiale visita presso la società sportiva del Va-

sanello. Adesso il gruppo continua ad allenarsi (inevitabile la sosta in questi giorndi di maltempo) per prepararsi alla fase primaverile dello stesso campionato in cui cercherà di ottenere sempre risultati lusinghieri, con il principio del divertimento (agv)

bbiamo accolto con grande favore la volontà del Ministro dello Sport Piero Gnudi di convocare a breve il Tavolo nazionale di governance dello sport – ha dichiarato l’assessore allo Sport della Regione Lazio Fabiana Santini, al termine dell’incontro tra il ministro Gnudi e gli assessori regionali allo sport – Condividiamo infatti il percorso, proposto oggi, incentrato sul confronto e sul dialogo tra le varie Istituzioni competenti in materia di sport, che costituisce indubbiamente il modo migliore per ottimizzare i processi decisionali e per pianificare gli interventi nei vari ambiti in cui si articola lo sport. Un percorso virtuoso che la Giunta Polverini ha già attivato rispetto alla redazione del nuovo testo unico in materia di

sport e che riteniamo sia l’unica strada percorribile se si vogliono trovare sintesi e contemperamenti tra le diverse istanze ed interessi in ballo. Perfetta sintonia si è raggiunta anche rispetto a quelle che saranno le tematiche da affrontare nel Tavolo nazionale e che rappresentano le linee tratteggianti il nuovo testo unico sul quale stiamo lavorando: l’impiantistica sportiva, la tutela sanitaria in ambito sportivo, la diffusione dei valori educativi dello sport, la sottolineatura della centralità dello sport non solo quale “perno” essenziale per il benessere psicofisico e per l’aggregazione sociale, ma anche per lo sviluppo civile e sociale”. Una iniziativa che quindi merita di essere seguita con molta attenzione

OLTRE IL CALCIO - Ieri allenamenti i presso la palestra dei f.lli Malè MOUNTAIN BIKE - Prossimo impegno il 26 febbraio a Pomezia

Idea Pianoscarano Neve e gelo, salta la prima prova del Trittico Laziale C

A

iutati che Dio di aiuta. Così avrà pensato il Pianoscarano calcio di Massimo Baggiani (nella foto) che per non far perdere ritmo e tono muscolare ai suoi calciatori ha provveduto ad istituire una seduta di allenamentoi presso la palestra Fitness Palace situata nell’ex complesso commerciale OK. Il lavoro in palestra non è una novità nel mondo del calcio, ma dirottare un’intera seduta di allenamento in una struttura privata per la realtà viterbese è siucramente un evento raro. Un plauso quindi a quanti hanno marcato presente all’iniziativa. Vedremo se porterà frutti.

ausa il prolungarsi del maltempo, del forte gelo che sta imperversando in questi giorni e delle previsioni meteo non ottimistiche per il week-end, si comunica che il campo sportivo comunale di Trevignano Romano (Roma) è stato reso non disponibile dall’amministrazione comunale per domenica 12 febbraio. Anche la Protezione Civile non ha dato la disponibilità per la gara del Trittico in quanto impegnata a fronteggiare l’emergenza in corso e pronta per un bollettino meteo critico previsto per questo venerdì. A fronte di tale situazione, per la sicurezza di tutti i bikers partecipanti, addetti ai lavori e per non imbattersi in possibili disagi, l’Asd Cicli Montanini Alice Ce-

IL PROGRAMMA DEL TRITTICO LAZIALE MTB 2012 Domenica 12 febbraio: Trevignano Romano (Roma); organizzazione Cicli Montanini; campionato regionale CSI a squadre – GARA RINVIATA

ramica Frw ha ufficializzato il rinvio della prima prova del Trittico Laziale a data da destinarsi. “A causa delle avverse condizioni metereologiche presenti questa settimana nel nostro territorio, sicuri che il nostro e il vostro primo traguardo

sia il divertimento e la sicurezza in mountain bike, vi aspettiamo alle prossime gare del Trittico e alla Marathon Lago di Bracciano del 15 aprile” ha affermato l’organizzatore Arnaldo Montanini.

Domenica 26 febbraio: Pomezia (Roma); organizzazione Emporio del Ciclo; prima prova del campionato provinciale CSI Roma a squadre Domenica 11 marzo: Cerveteri (Roma); organizzazione Cicli De Simone e Cicli Due Erre; seconda prova del campionato provinciale CSI Roma a squadre


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & Mercoledì 8 Febbraio 2012 AltoLazio

PERICOLO RINVIO Domani summit del Comitato Regionale Lazio per un eventuale ed ulterioere rinvio

Renzo Lucarini:“A forte rischio le partite nellaTuscia”

La situazione è critica. Domani faremo il punto della situazione con il Comitato Regionale Lazio e decideremo sul da farsi. Quel che è certo è che molti dei campi sportivi situati nella Tuscia sono impraticabili, quindi proporremo un ulteriore rinvio dei campionati.” Così il presidente della Delegazione Provinciale di Viterbo per lo sport Renzo Lucarini che, soffermandosi sulle eventuali conseguenze, muove anche delle possibili ipotesi:

“Il rinvio avrebbe come conseguenza la chiusura posticipata di due settimane per le varie categorie, come la Prima e Seconda. Questo non sarebbe un grave problema, ma pensate alle categorie di Eccellenza o ai Juniores. Una tardiva chiusura farebbe slittare le date dei Play Off, dei Play Out e delle fasi finali delle Coppe. Però non si può neanche mettere a rischio la salute e l’incolumità degli atleti che, oltre a giocare, devono anche raggiungere i diversi campi con tutte le

difficoltà del caso.” Eventualmente si potrebbe giocare in notturna? “Tra le soluzioni al valio potrebbe esserci quella delle gare in nottura. È una possibilità remota ma al momento può rappresentare un’alternativa, anche se alcune società non hanno gli impianti idonei per questi tipi di eventi.” Qualora il Comitato Regionale Lazio non rinviasse la giornata, come si procederebbe? “A quel punto credo che saranno gli arbitri a sancire la non praticabilità dei campi a rischio.

Dato l’elevato numero di terreni convolti confido nel rinvio generale, altrimenti si valuterà caso per caso.” Il meteo potrebbe risolvere ogni dubbio, ma non sono previsti miglioramenti: “Ci vorrebbe un bell’acquazzone per liberare definitivamente i manti dalla nave. Mi auguro che presto la situazione torni alla normalità.” La protezione civile ha allertato Roma e dintorni per questo weekend, servirà altro al Comitato per prendere una saggia decisione?

SERIE D I gialloblu attesi da un vero e proprio tour de force

L

a richiesta di rinvio per la sfida di Domenica tra Arezzo e Viterbese ha trovato accoglimento. Il comunicato della formazione aretina era il seguente: “L’Atletico Arezzo comunica di aver fatto richiesta ufficiale alle Lega Nazionale Dilettanti per avere l’autorizzazione a rimandare la partita interna con la Viterbese in programma il 12 febbraio al Comunale, poiché, essendo il calciatore amaranto Salim Cissè impegnato nel torneo versiliano, la Società ha la facoltà di richiedere lo spostamento ad altra data per tutti gli incontri che cadono in concomitanza con il Torneo Carnevale di Viareggio”. In più la società toscana non avrebbe potuto contare neanche su Fabbri, Macellari e Pucci impegnati con il Liac di New York e Caddeu con il Poggibonsi. Il reclamo quindi, oltre che fondato, è parso leg-

Un’altra domenica senza calcio

Accolto il reclamo dall’Arezzo, si recupere il 22 Febbraio. Slitta la Coppa gittimo e come da regolamento il Dipartimento Interregionale ha annullato l’incontro. Niente campionato dunque per i gialloblu che, sommando la precedende sosta, arriveranno alla bellezza di ventuno giorni di stop prima di scendere

nuovamente in campo per una sfida ufficiale. Non una buona notizia per il tecnico Alessandro Conticchio che vede infittirsi il calendario dato che il recupero del match è stato fissato per il 22 Febbraio, posticipando quindi l’andata della semifinale di Coppa

al 7 Marzo. Comunque a ben vedere, la sosta forzata permetterà ai gialloblu di giungere alla fondamentale sfida con il San Antonio Abate con una gamba migliore, forse affaticata, ma pur sempre rodata. Il meteo intanto non fa sconti e probabilmente,

stando ai bollettini rilasciati dalle autorità competenti, non migliorerà in tempi brevi, con i campi che risultano e risulteranno essere impraticabili. La società, in accordo con lo staff ha optato per l’utilizzo dell’impianto situato al Cus, dove tornerà per il

proseguo della settimana. Stessa situazione per i vari settori giovanili che stanno trovando enormi difficoltà per svolgere i regolari allenamenti. Passando al capitolo squalifiche nessun reclamo per i rossi infiltti a Sabatino e Nocerino.

iL

L

L

PROMOZIONE - La Vigor sembra avere le carte in regola per giocarsi le chances di vittoria finale

Tutto il fascino di un campionato indecifrabile Foglianese e Canepina verso la strada della retrocessione di MATTEO FAREGNA

C

ome tutti i campionati della nostra regione, anche la Promozione si è dovuta fermare a causa dell’ondata di neve e gelo che ha colpito tutto il territorio provinciale e che ha reso impraticabili la maggior parte dei campi del Lazio. Con il comunicato di lunedì, il Comitato Regionale della Figc ha reso noto che le gare della 5^ giornata del campionato di Promozione, che si sarebbero dovute disputare domenica 5

febbraio, saranno recuperate mercoledì 15 febbraio. L’inattesa sosta permette di fare il punto della situazione su di un torneo che si sta dimostrando particolarmente avvincente. In particolare, è la zona alta della classi�ca ad essere maggiormente interessante. Le prime cinque della classe, delle quali tre sono viterbesi, sono infatti racchiuse nel ristretto spazio di cinque punti. Al comando, con 42 punti, troviamo il Grifone Monteverde, che nelle ultime giornate è

sembrato però tirare il �ato. Ad un solo punto di distanza segue la Vigor Acquapendente, reduce da una netta e importantissima vittoria sul campo del Fregene, che le ha permesso di scavalcare proprio la squadra tirrenica, ora terza a 39 punti. A quota 38 c’è la coppia Pianoscarano-Caninese, entrambe vincenti rispettivamente contro Anguillara e Canepina. Si prospetta quindi una lotta per il primo posto molto equilibrata, che lascerà società e tifosi con il �ato sospeso �no all’ultima giornata. Rimanendo nel gruppo di testa

è da notare la forte ripresa della Vigor Acquapendente, che dopo un periodo di appannamento è prepotentemente tornata a lottare per il vertice grazie ai 17 punti conquistati nelle ultime otto gare, ben sette in più di Monteverde e Fregene. A poca distanza, troviamo un’altra formazione viterbese, l’Ischia di Castro, sesta a 35 punti, reduce da alcune prestazioni al di sotto del suo normale rendimento che l’hanno allontanata dalla testa del torneo. Per quanto riguarda invece la parte bassa della classi�ca, gli ultimi due posti sono stabilmente occupati, purtroppo, da due portacolori provinciali: Canepina, ultima ad otto punti, e Foglianese, penultima a quota dodici punti. La squadra cimina, nonostante l’impegno che ha sempre dimostrato durante tutto il corso del campionato, non sembra in grado di raggiungere nemmeno

i play-out, rischiando seriamente di tornare in Prima Categoria dopo appena un anno di permanenza in Promozione. Anche la Foglianese naviga in acque agitate; dopo un discreto inizio di campionato, in cui aveva ottenuto sette punti in quattro gare, ha inanellato una lunga serie di risultati negativi che ora rendono sempre più concreto lo spettro della

seconda retrocessione consecutiva Il terzultimo posto, l’ultimo che consente di accedere ai playout, è occupato dal Cerveteri a 21 punti ed è piuttosto distante dalle due compagini viterbesi. Il campionato, tuttavia, è ancora lungo ed entrambe hanno ancora il tempo necessario per recuperare lo svantaggio accumulato in questa prima parte del torneo.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo AltoLazio

21

CALCIO GIOVANI

I talenti della Viareggio Cup

Viaggio tra le promesse del prestigioso torneo di calcio che si gioca in Versilia

S

i sono aperte le porte del Torneo di Viareggio e per i club di tutta Europa parte la caccia ai fenomeni del calcio del futuro. Dopo anni di buio i settori giovanili italiani hanno ripreso a lavorare con intensità spinti anche dalla crisi economica che sta togliendo ai molti club la capacità d’investire sui grandi campioni. Ecco dunque che salgono alla ribalta numerosi ragazzi di qualità, molti suddivisi fra centrocampo e attacco, a riprova dell’epoca di “vacche magre” che vive la storica scuola di portieri e difensori del Bel Paese.

Lezzerini un prospetto da tenere in debita considerazione. Peccato che nella Fiorentina gli venga preferito il più maturo lituano Svedkauskas.

PORTIERI - Il talento del futuro si chiama Luca Lezzerini della Fiorentina. Classe 1995 il giovane viola è un protagonista assoluto dell’Under17 di Zoratto con la quale ha già messo a referto 10 presenze. Fisico possente e buone capacità di piazzamento fanno di

CENTROCAMPISTI - Negli ultimi anni i settori giovanili italiani hanno regalato numerosi prospetti interessanti per la linea mediana. Forse è per questo che i tre nomi nuovi che vedremo protagonisti al Viareggio vestono già le maglie di

DIFENSORI - Immancabile la citazione per la coppia di centrali difensivi della Nazionale Under18 composta da Daniele Rugani 17enne dell’Empoli e Luca Piana della Sampdoria (1994). Sul palcoscenico estero da tenere in considerazione anche Jordan Lukaku, terzino sinistro dell’Anderlecht fratello di Romelu attaccante del Chelsea.

grandi club come Fiorentina, Juventus e Roma. Per quanto riguarda il club gigliato c’è da tenere in considerazione il brasiliano Gustavo Campanharo. Arrivato lo scorso anno a Firenze per rinnovare la compagine Primavera, il giovane sudamericano ha subito messo in mostra grande eleganza e qualità nel gioco offensivo. Unica pecca il suo rendimento altalenante. In casa Juventus gli occhi sono invece tutti puntati su Andrea Schiavone, centrocampista di quantità che alcuni addetti ai lavori paragonano per la dinamicità del suo gioco al grande Iniesta. Con la maglia giallorossa della capitale Federico Viviani è, infine, il giocatore forse più pronto al grande salto nel calcio professionistico. Nato a Lecco nel 1990, il centrocampista capitolino è già entrato nelle rotazioni della prima squadra guidata da Luis Enrique.

Tecnicamente molto valido Viviani ha anche un gran tiro dalla lunga distanza. ATTACCANTI - Per i bomber del futuro è un vero e proprio derby d’Italia fra Milano e Roma. Nel capoluogo lombardo Milan e Inter si dividono equamente il valore di due ragazzi come David Speziale (1994) e Samuele Longo (1992) entrambi già nel giro delle nazionali giovanili. Tutta esterofila la batteria di attaccanti della Roma di Alberto De Rossi. Il più quotato è l’uruguaiano Nicolas Lopez, appena approdato in Italia dal Nacional Montevideo. Altro neo acquisto è Jonathan Ferrante, centravanti italo-argentino classe 1995, arrivato dal Piacenza. In chiusura da non dimenticare l’ivoriano Gadji Celi Carmel Junior Tallo, 19enne dal fisico possente in prestito dal Chievo Verona.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 8 Febbraio 2012 Viterbo AltoLazio

23

VOLLEY

Asd Volley Montefiascone corsara in Umbria Bel successo per il team falisco allenato da Marianello che si è imposto con il punteggio di 3-1

L

’Asd Volley’88 Montefiascone espugna il parquet di Acquapendente nell’ultima giornata prima dello stop forzato per neve, mantenendo saldamente la testa della classifica. Cinque errori per parte caratterizzano i primi dieci punti del primo set, prima di un micro strappo dell’Asd Volley Castelgiorgio (Vigor Volley Acquapendente), che si realizza sull’onda dei muri di Bernardis e Stella e sui virtuosismi sotto rete di Ferretti, Mazzocchini, Rocchini e Sugaroni. A partire dal 16 pari arriva quello decisivo ospite. A guidarlo Ceccobello, Giuseppe Morleschi, Piergiorgio Morleschi, Fumagalli e soprattutto Tassoni (un muro e due schiacciate da incorniciare). Gara ancora più sottocontrollo ospite nel secondo, con vantaggio-punti dall’inizio alla fine. “Mattoncini di qualità per la casa successo” griffati Ceccobello, Piergiorgio Morleschi, Rastrello, Scarino, Tassoni ed, “uber alles” Giuseppe Morleschi (tra schiacciate vincenti). In casa aquesiana

oltre al muro griffato Stella, colpi vincenti sotto rete per Ferretti, Mazzocchini, Rocchini e Sugaroni. Il capolavoro umbro-aquesiano giunge nel terzo parziale. A strappare ai capoclassifica della graduatoria il primo set di tutto il Campionato, ci pensano i servizi ficcanti di Ferretti, ed il predominio a rete del trio Bernardis, Rocchini e Stella che rende inutili le giocate di qualità di Fumagalli, Rastrello e Tassoni oltre che del mai domo Giuseppe Morleschi (per lui muri e schiacciate da incorniciare). La reazione ospite è immediata e da grande squadra. Un paio di muri e colpi chirurgici sotto rete griffati Tassoni lanciano il trionfo finale che trova qualità anche nei colpi della coppia Giuseppe MorleschiRastrello. Quota 19 punti per i locali con Bernardis, Mazzocchini, Rocchini, Stella, Rocchini e Sugaroni superlativi a 360 gradi. Per il team di Strappafelci ora trasferta in quel di Tuscania. Dove Giovedì 2 Febbario alle ore 18.45 li attende il

rognoso team Adp. Ancora più gasato dopo il successo esterno per 3-1 (25-20 / 14-25 / 25-21 / 25-10) sul parquet dei Ferentum Boys di Grotte Santo Stefano. ASD VOLLEY CASTEL GIORGIO ASD VOLLEY ’88 1-3 (19-25 / 18-25 / 25-18/ 19-25) ASD VOLLEY CASTEL GIORGIO: Bacchi, Bernardis, Della Marta, Fabbretti, Ferretti, Mazzocchni, Rocchi, Rocchini, Stella, Strappafelci, Sugaroni, Tomassoni ALLENATORE: Strappafelci ASD VOLLEY’88: Benedettucci, Ceccobello, Ciucci, Fumagalli, Marianello, Maurizi, Giuseppe Morleschi, Piergiorgio Morleschi, Rastrello, Scarino, Silvi, Tassoni ALLENATORE: Marianello ARBITRO: De Masi Comitato Fipav di Viterbo


L'Opinione di Viterbo - 08.02.2012  

L'Opinione di Viterbo - 08.02.2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you