Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

SABATO 7 GENNAIO 2012 ���������������������

Anno III N. 5 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Attualità

Una viterbese sarà il nuovo vice sindaco di Salemi? di Simona Tenentini

Attualità

Solidarietà

Paolo Pezzato espone alla Sala Anselmi

Tuscia Vola e Giovane Tuscia portano doni ai bambini aquilani

Servizio

Servizio

a pagina 7

a pagina 6

a pagina 5

Una classe politica e dirigente da cambiare una magistratura più incisiva e decisa contro la corruzione

2012 anno di rivincite e di Giustizia TARQUINIA

LOTTERIA ITALIA

Occhio al biglietto

La differenziata attira i cittadini

Gli italiani confermano di essere un popolo di grandi giocatori ma smemorati. Dall’edizione del 2002 ad oggi - come ricorda l’Agenzia dedicata al mondo dei concorsi e delle scommesse Agicos - non sono stati infatti riscossi premi della Lotteria Italia per oltre 17 milioni di euro. In particolare spiccava il premio da 5 milioni di euro, vale a dire il premio vinto a Roma. Ma il giocatore romano non è l’unico smemorato “d’eccezione” della Lotteria Italia 2008/ 2009. Un altro appassionato di Civitella d’Agliano, in provincia di Viterbo, non richiese il premio da 1,2 milioni di euro entro i 180 giorni previsti dal regolamento.

di Daniele Girardi a pagina 10

VETRALLA

Parroncini invita a salvare Ghaleb di Emanuele Faraglia a pagina 14

CIVITA CASTELLANA

Dove sono finiti “I miei tesori” di Simona Tenentini a pagina 15

Servizi alle pagine 20-21

di Paolo Gianlorenzo a pagina 5

Montalto Rubano camion ad Arezzo fermati dai carabinieri

Orte Attentati a Vecchi si indaga in una precisa direzione

Servizio a pagina 3

Servizio a pagina 4

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio Tutti gli arbitri delle prime sfide nel 2012

Sembra vederci chiaro, il neo ministro alla giustizia Paola Severino, su i nessi tra riforme economiche e riforma della giustizia. Per stimolare “la leale concorrenza tra le imprese”, ha detto in un’intervista, occorre, innanzitutto, “incidere sulla corruzione”, il cancro che divora gran parte dell’economia italiana. In più, bisognerà “dare una forte accelerazione e una specializzazione al processo civile per materie di forte impatto economico”. Il ministro fa sapere che si agirà da una parte sulla prevenzione e dall’altra sulle sanzioni. Come quelle sull’abuso di uf�cio che subiranno un forte inasprimento. Si moltiplicheranno, inoltre, i controlli “�ssando delle procedure trasparenti, un percorso cadenzato con tempi certi e poi monitorando se le regole vengono rispettate”, al �ne di “ridurre l’area grigia di discrezionalità dove la corruzione si annida”. Speriamo che questo serva a ripulire la provincia di Viterbo

Basket La Ilco Stella Azzurra umilia il Frascati

Calcio Giovani Tutte le verità in casa Foglianese

Servizio a pagina 19

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 23


ISTAT_IST_SP_PROFCALCIO_N.indd 1

20/10/11 15:55


Sabato 7 Gennaio 2012

Viterbo & AltoLazio

cronaca

3

Entrerà subito nel vivo il dibattimento grazie alla richiesta di giudizio immediato avanzata dal Pm Stefano D’arma e accolta dal Gip Franca Marinelli

I

l 7 febbraio comincia il processo che ha avuto origine dall’operazione Lions. In carcere finirono 11 persone (in foto due degli arrestati) per reati come lo spaccio di droga e il furto in appartamento, la ricettazione di opere d’arte, insieme all’usura, alle minacce, la spendita di banconote false e la detenzione illecita di arma da fuoco e munizioni. Processo che entrerà subito nel vivo, grazie alla richiesta di giudizio immediato, avanzata dal pm Stefano D’Arma e accolta dal gip Franca Marinelli. In questo modo è stato possibile saltare l’udienza preliminare. Solo otto degli imputati andranno a giudizio, mentre la posizione Nadiya Dobrus, Emanuele Casasoli e Marco Barbini è stata

Operazione Lions, subito il processo

Il 7 febbraio avrà inizio il dibattimento per 8 degli 11 imputati stralciata e archiviata. Il solo ancora agli arresti è Claudio Pezzini, antiquario 5 8 e n n e di origini bolognesi accusato di usura, furto e ricettazione di opere d’arte. Il suo avvocato, Vincenzo Dionisi potrebbe presentare l’istanza di scarcerazione. Mentre a Spartaco Pasquini, è stato

Usura, spaccio, furto, detenzione di armi da fuoco e ricettazione i reati contestati

tolto l’obbligo di firma in caserma. L’operazione Lions, coordinata dal sostituto procuratore Stefano D’Arma, viene avviata nel 2009 a conclusione di attività di indagine dei carabinieri di Montefiascone. Tra i fatti contestati anche alcuni atti intimidatori commessi da un 45enne imprenditore d0i pompe funebri di Bolsena, che mise davanti alla serranda di un suo concorrente una testa d’agnello mozzata. Questo inviò anche due buste contenenti proiettili inesplosi ad un carabiniere, per

farlo desistere dal proseguire le indagini sul suo conto, ed ad un consigliere comunale di minoranza che aveva proposto di cambiare il bando per l’affidamento dei servizi cimiteriali. Una rete di persone, quella sgominata dalle forze dell’ordine, unita soltanto dalle tante esperienze criminali. Come detto erano specializzati ne racket delle estorsioni e dell’usura, passando per la detenzione illegale di armi e droga, il business della ricettazione di opere d’arte e oggetti e mobili d’antiquariato.

Rubano un autocarro ad Arezzo, bloccati sull’Aurelia A

vevano rubato un autocarro ad Arezzo ed erano diretti a tutta velocità al porto di Civitavecchia. Ma per due tunisini l’avventura è �nita sulla Statale Aurelia, tra Montalto di Castro e Tarquinia. Una pattuglia dei carabinieri del radiomobile di Tuscania ha notato il mezzo che procedeva troppo velocemente e l’ha quindi bloccato. Come detto, i due tunisini che erano a bordo in un primo momento hanno dichiarato

di essere in viaggio verso lo scalo civitavecchiese dove avrebbero dovuto portare a termine dei lavori in muratura. Ma i militari non hanno creduto a quanto detto in prima battuta dai due soggetti ed hanno incominciato a fare domande sempre più precise. Incalzati dagli uomini dell’arma i tunisini alla �ne hanno confessato. Avevano rubato il camion in una cittadina nei pressi di Arezzo, ed erano pronti ad imbarcarsi

su una nave in partenza per la Tunisia. Una volta giunti nel loro paese d’origine avrebbero poi rivenduto il veicolo al miglior offerente e sarebbero tornati in Italia col bottino. Gli stranieri, dopo aver attraversato mezza Toscana senza alcun inconveniente, credevano di farla franca, hanno incontrato gli uomini della compagnia di Tuscanica e per loro si sono aperte le porte del carcere di Civitavecchia.

Fiorita a giudizio

P

arte il processo a Gianfranco Fiorita (nella foto), il dentista viterbese latitante da più un anno e mezzo. L’accusa per il professionista è di appropriazione indebita. Il processo avrà inizio il 19 luglio prossimo. In questo modo, dopo la causa civile �nita con il sequestro dei suoi beni, approda in Tribunale la vicenda dell’uomo fuggito da Viterbo e trasferitosi in Sudamerica. Fiorita offriva ai suoi clienti la possibilità di pagare tramite �nanziamenti le prestazioni professionali. Dopo la stipula del contratto con i pazienti, si faceva pagare subito dalle �nanziarie. Le società, a loro volta, avrebbero dovuto essere rimborsate a rate dai clienti del

dentista. Questo è il modo con il quale Fiorita avrebbe avuto la possibilità di accumulare elevate somme di denaro. Secondo il sostituto procuratore Stefano D’Arma, Fiorita sarebbe scappato con 659mila 188 euro e 72 centesimi. Gli sono state addebitate le aggravanti previste dall’articolo 61 del codice penale. Il medico avrebbe infatti “appro�ttato di circostanze di tempo, di luogo o di persona, anche in riferimento all’età, tali da ostacolare la pubblica o privata difesa”. Abusando del “rapporto di prestazione d’opera” tra lui e i suoi clienti, e della loro buona fede. La Procura ha aperto un’inchiesta per truffa e spiccato un mandato di cattura internazionale.


cronaca

4

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

ORTE - Gli investigatori escluderebbero collegamenti con il passato lavorativo dell’uomo

Attentati a Vecchi, c’è una pista Q

uattro gravi atti intimidatori in sei anni: Mauro Vecchi, ex alto dirigente dell’Eni, ha dovuto convivere con l’incubo che qualcuno attentasse alla sua vita e a quella dei suoi cari. L’ultima grave minaccia nei suoi confronti è stata compiuta tra il 26 e il 27 dicembre scorsi con l’effrazione nel suo casolare nelle campagne di Orte. La sua camera da letto fu data alle �amme e una bombola del gas fu lasciata aperta. Per fortuna non ci fu nessuna esplosione. Inoltre sul davanzale di una delle �nestre della sua casa furono lasciati dei ceri funerari. Ora gli inquirenti stanno seguendo una pista che porta nel cuore della cittadina. Si scava nella vita dell’ex dirigente alla ricerca di tracce che possano essere utili per individuare l’autore o gli autori degli episodi criminosi. Per ora le indagini tendono ad escludere un collegamento tra il passato lavorativo del Vecchi e le persecuzioni iniziate sei anni fa. Tutto

Rubano due risciò a Montalto, ma vengono individuati dai Carabinieri vevano pensato di salutare A il nuovo anno a bordo di due risciò.

Ma è �nita male per sei ragazzi romani, pizzicati e denunciati per furto dai carabinieri di Montalto di Castro. Gli uomini al comando del Maresciallo Sebastiano Zampone, li hanno “beccati” la notte di San Silvestro mentre scorrazzavano allegramente per le vie di Montalto Marina. Una bravata che gli è costata cara. I militari in pattuglia per i regolari servizi di controllo è cominciato con il primo tentativo di far esplodere la sua residenza in campagna: in questo caso furono tagliati i tubi del gas. Poi, un centinaio di alberi da frutto della sua azienda agricola vennero segati di netto. Il due novembre scorso,

infine, nel cimitero di Orte, apparvero scritte con minacce e insulti al Vecchi e all’indirizzo di un suo collaboratore. Gli inquirenti stanno cercando di capire se chi ha commesso l’ultimo attentato sapesse se l’uomo fosse partito per alcuni gior-

ni di vacanza. In questo caso l’obiettivo sarebbe stato farlo colpire da una deflagrazione causata dal gas della bombola lasciata aperta. Da quanto si è appreso sembra che gli investigatori si stiano orientando verso una direzione precisa.

del territorio, hanno notato la recinzione del deposito di questi mezzi in parte divelta ed hanno dato il via alle ricerche. Rintracciati in poco tempo, i sei ragazzi, dei quali due minorenni, sono stati portati in caserma, dove hanno passato il primo giorno del 2012. Dovranno rispondere di una denuncia per furto aggravato in concorso di fronte al Tribunale di Civitavecchia e a quello dei minori di Roma. I veicolo sono stati riconsegnati al legittimo proprietario.

Truffe on line a danno dei viterbesi dalle Seychelles

Il giovane Giovanni Tumino è ricoverato al Gemelli di Roma

Fuori pericolo il ciclista investito sulla Teverina E

’ ricoverato al Policlinico Gemelli di Roma, ma non si trova in pericolo di vita. Giovanni Tumino, il sedicenne investito sulla Teverina, è una giovane promessa del ciclismo siciliano, atleta della Libertas Ibla di Ragusa. L’incidente è avvenuto durante un allenamento, quando il ragazzo ha perso il controllo della bici ed è caduto sull’asfalto invadendo la corsia di marcia opposta. In quel preciso momento sopraggiungeva un suv che, nonostante la brusca frenata per evitare di travolgerlo, l’ha preso in pieno. I medici hanno diagnosticato diverse fratture, tra le quali quelle al bacino, femore e spalla. La prognosi è ancora riservata, ma come detto il giovane

S

si trova fuori pericolo di vita. Mercoledì, sulla Gallesana, si è verificato un altro incidente di un cicli-

sta. Le cause sono ancora in fase di accertamento, la l’uomo sembra essere finito fuori strada mentre era

in sella alla sua bicicletta. Trasportato al Belcolle dal 118 avrebbe riportato la frattura di un femore.

ZTL, il rinnovo permessi entro il 31 marzo I

permessi veicolari in corso di validità per l’accesso, il transito e la sosta nella Zona a Traf�co Limitato del centro cittadino dovranno essere rinnovati per l’anno 2012. Al �ne di assicurare agli interessati un congruo periodo di tempo per la presentazione della domanda di rinnovo nonché per lo svolgimento delle relative procedure da parte dell’uf�cio competente, la validità degli stessi è stata prorogata �no al 31 marzo 2012, ai sensi dell’ordinanza n. 411 del 2\12\2011, fatto salvo il

permanere delle condizioni e dei requisiti che ne hanno consentito il rilascio. Dallo scorso 2 gennaio i cittadini possono presentare la richiesta di rinnovo presso l’uf�cio permessi del Comando di Polizia Locale, in largo Monte Cervino 1, con il seguente orario: lunedì, martedì e venerdì dalle 9 alle 13; giovedì dalle 15 alle 18. Il comando è comunque a disposizione dell’utenza per qualsiasi informazione ai seguenti recapiti: uf�cio permessi 0761 348 508, fax 0761 348 510.

ono centinaia i cittadini di Viterbo e provincia �niti nella rete dei truffatori della Estesa Limited, società con sede alle Seychelles titolare del sito internet www.italiaprogrammi.net. Il sito offriva la possibilità di scaricare apparentemente gratis, diversi programmi per computer. In realtà si trattava di una truffa. L’utente che compilava la registrazione veniva automaticamente abbonato ad un servizio. E dopo pochi giorni arrivavano ripetute comunicazioni cartacee e via mail in cui si invitava, anche con delle minacce, a pagare la quota di 96 euro all’anno per l’abbonamento dell’uso dei prodotti informatici. Coinvolti anche alcuni minori, tra i quali un dodicenne viterbese a cui è stato chiesto un conto di quasi mille euro. L’Antitrust, l’autorità garante della comunicazione e del mercato, ha elevato nei confronti della Estesa Limited sanzione da un milione e cinquecentomila euro. L’autorità ha anche affermato nella sentenza di condanna che la pagina di registrazione del sito riportava i termini dell’abbonamento “con un’evidenza gra�ca non suf�ciente ad una loro immediata comprensione”. L’azienda che non si è nemmeno difesa nel procedimento, non ha intrapreso le vie legali nei confronti dei consumatori vittime dei raggiri che non hanno pagato quanto da essa richiesto.

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco Vice-Capo Redattore Emanuele Faraglia Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30


Sabato 7 Gennaio 2012

Viterbo & AltoLazio

politica

5

Basta con il servilismo verso i politici che non hanno portato benefici sul nostro territorio. Attese anche le chiusure delle tante indagini aperte da anni che riguardano corruzione e malaffare

C

om’è stato il 2011? E’ stato un anno lungo e dif�cile. Complesso, potremmo dire. In realtà è durato tanto quanto gli altri anni, ma è stato un anno molto intenso. Ci sono state morti eccellenti - cinque su tutte: Amy Winehouse, Osama bin Laden, Omar Ghedda�, Steve Jobs e Kim Jong Il – ma anche nascite signi�cative: gli esseri umani sulla terra sono diventati sette miliardi nell’autunno scorso ... e siamo destinati, anche, ad aumentare. Ma è stato anche l’anno delle rivoluzioni arabe che nessuno aveva previsto, del ritorno dell’incubo nucleare nel momento in cui in molti volevano investire in questa fonte energetica, della rinascita dei governi tecnici, delle varie crisi - economica, sociale, religiosa, politica e, magari, anche privata. Le parole del 2011 sono spread, rating, tripla A, crescita, eurobond, Fukushima, rivoluzione dei gelsomini, Lampedusa. L’inizio del nuovo anno è sempre l’occasione per nuovi e miglior propositi. Per ri�ettere sull’anno appena trascorso, sulla propria vita, sulla società nella quale viviamo e su come poterla migliorare. Uno stanco rituale, sempre di moda, e puntualmente non rispettato. L’anno che viene, il 2012, sembra essere destinato ad essere quello della riscossa, della svolta, della ripresa: dell’euro, dell’Europa e dell’Italia. Ma se ci pensate bene è sempre così: l’anno che inizia è annunciato sempre come migliore del precedente. Il 2012 è un anno che porta con sé un tratto apocalittico che eccita tanti (troppi) catastro�sti e apocalittici ... e, poi, è bisestile, e così anche i superstiziosi hanno il loro argomento da utilizzare nelle conversazioni pubbliche e private. In ogni caso il 2012 è stato

2012 tra politica e giustizia

Sarà davvero l’anno della svolta per la nostra città? L’ottimismo è d’obbligo considerato, spesso, come un anno dalle congiunture astrali, si fa per dire, sfavorevoli. Il 2012 sarà un anno cruciale e ci auguriamo possa diventare l’anno in cui la società civile si riappropri di quegli spazi che lo Stato ha occupato nel corso degli anni, senza che nessuno glielo abbia chiesto. La società civile, ovvero “la somma di tutte le associazioni naturali e volontarie” – però – dovrebbe rendersi conto che per tornare ad essere protagonista deve sottrarsi al giogo della “società politica”, familiarmente chiamata casta. Quest’ultima, occupando lo Stato ne ha fatto strumento di oppressione, aumentando a dismisura le sue funzioni, le sue prerogative, le sue azioni, le sue pretese. Oggi, e parliamo del paese che abitiamo, la nostra azione economica – la nostra libertà insomma – è intermediata da una classe di burocrati e parassiti che interferisce in ogni nostra attività. C’è sempre una norma che qualcuno pretende venga rispettata. C’è sempre un politico demente, e incapace, che pretende di far approvare una norma per circoscrivere qualche altro ambito della nostra esistenza. Per questa ragione, il 2012 dovrebbe essere l’anno dell’elogio dell’antipolitica, l’anno in cui – senza por tempo in mezzo e senza patemi d’animo – il politico va delegittimato.

Basterebbero i fatti, quelli che le cronache riportano quotidianamente, per comprendere che “i governi sono il problema e non la soluzione”. Delegittimare la casta però signi�ca porre �ne all’idea che “il rappresentante del popolo” sia quel “semi-dio” che è sceso sulla terra per risolvere i nostri problemi. Preso atto di ciò, appare dunque necessario, anzi moralmente doveroso, comportarsi come segue: a) Considerare che ognuno di noi ha pari dignità di un qualsiasi “eletto”, in caso di confronto e/o dibattito ogni timore reverenziale va messo da parte. b) Considerare che essere liberi signi�ca essere respon-

sabili, mai chiedere favori ad un politico, al contrario va preteso che non interferisca nella vostra vita (forzandovi a presenziare a convegni o eventi e quando non basta pretendere tesseramenti al partito per “riconoscenza); c) Considerato che la schiavitù è spesso un abito mentale, mai legittimare il ruolo di un politico, mai invitarlo ad incontri nei quali farlo apparire come colui al quale “ci appelliamo con umiltà” per risolvere i nostri problemi. Il cittadino è consapevole che una società è tanto più libera quanto meno dipende dall’arbitrarietà di un gruppo di potere. Questo sarà l’ultimo anno di vita della Provincia e la

domanda che sorge spontanea non è se la società civile potrà sopravvivere a questo ma dove andranno tutti quei consiglieri provinciali che perderanno la poltrona? Analizziamo ora invece tutto ciò che riguarda la giustizia che in questi ultimi anno ha svolto una intensa attività investigativa soprattutto sul fronte della corruzione ma, ad oggi, ha prodotto risultati scarsi e che non hanno in alcun modo arrestato il sistema. I comportamenti illegali si possono impedire aumentando il rischio, percepito dai potenziali criminali, di essere arrestati, condannati e vedere con�scati i propri proventi illeciti, e riducendo le opportunità che ne facilitano la realizzazione. Ciò signi�ca che è necessario un sistema di giustizia penale ef�cace, quanto di un ambiente normativo e sociale in cui siano presenti trasparenza, semplicità amministrativa, cultura della legalità, coesione tra i cittadini, senso delle istituzioni. Negli ultimi cinque anni sono state aperte inchieste importanti, corpose ma delle quali non si sa più nulla. Cosa è emerso dalle indagini? Quali sono stati i risultati di cinque anni d’attività di forze di polizia e magistratura? La corruzione nella nostra provincia è diminuita? La corruzione cambia continuamente forme perché è stret-

tamente legata alla società, alle sue consuetudini e pratiche sociali; la corruzione è spesso messa in atto da soggetti che ricoprono ruoli rilevanti e che sovente hanno un elevato prestigio sociale. La corruzione è dif�cile da studiare perché è sommersa e raramente viene alla luce in modo spontaneo, dato che non è interesse di coloro che vi partecipano denunciarla. Se i codici di condotta delle pubbliche amministrazioni sono realmente operativi, cioè se il non rispettarli (e questo non vuol dire per forza partecipare in operazioni di corruzione) comporta serie sanzioni sul piano del rapporto di lavoro, col tempo si svilupperanno comportamenti conformi ad un’etica e al senso delle istituzioni. Il 2012 dovrà essere, per forza di cose, l’anno delle risposte da parte della Giustizia viterbese. Dimostrare che tutti questi anni di laborioso lavoro abbia prodotto risultati concreti. L’Italia è un paese di prescritti: alcuni innocenti, alcuni colpevoli. Persone accusate di reati anche gravissimi , talvolta condannate in primo grado e persino in appello. Ma il tempo previsto per giudicarle è scaduto prima che si arrivasse al verdetto de�nitivo: il processo buttato via. Una pacchia per i criminali, un supplizio per gli onesti. piggi

SOLIDARIETÀ - Una delegazione di bambini di Tuscia Vola e Giovane Tuscia hanno portato doni ai loro coetanei

LOTTERIA ITALIA - A Viterbo venduti 56 mila biglietti

L

I

Befane viterbesi per i bambini de L’Aquila In attesa della Dea Bendata ’Aquila una delegazione di ragazzi di Giovane Tuscia e Tuscia Vola per donare ai bambini abruzzesi un sorriso e un dono in occasione della festività dell’Epifania. L’iniziativa, alla quale hanno aderito numerose associazioni della Tuscia, è stata promossa e magistralmente organizzata dal presidente della protezione civile di Monterosi Mauro Elefante e sostenuta dal presidente della Prociv di Viterbo Fabio Orsimarsi. Questo evento ha voluto rappresentare un gesto di amicizia e vicinanza tra i bambini della Tuscia e i loro coetanei abruzzesi; centinaia di giovanissimi sono accorsi a scegliersi un giocattolo in Piazza del Duomo dove, nel coloratissimo stand, erano presenti anche due befane viterbesi. All’iniziativa hanno partecipato anche gli assessori del Comune di Viterbo Daniele Sabatini e Giovanni Bartoletti che non hanno fatto mancare il loro convinto appoggio alla meritoria iniziativa.

l Lazio ancora una volta si dimostra la regione che più segue la tradizione della Lotteria Italia, con 1,66 milioni di biglietti venduti, cifra che tuttavia ha fatto segnare un -20,4% rispetto ai dati dello scorso anno, quando i tagliandi staccati furono poco meno di 2,1 milioni. Il 79% dei biglietti - in pratica più di tre su quattro - sono stati venduti a Roma: la Capitale, come riferisce Agipronews, l’Agenzia di stampa che si occupa del mondo dei giochi e delle scommesse, guarda tutti dall’alto con 1,31 milioni di tagliandi. Nessun’altra città italiana ha fatto meglio: Roma precede a livello assoluto Milano (520 mila biglietti) e Napoli (328 mila). Tra le altre province del Lazio si distingue Frosinone, con oltre 185 mila biglietti.

Seguono Latina (57 mila), Viterbo (56 mila) e Rieti (49 mila). Poco più di 600 mila biglietti della Lotteria Italia 2011 sono stati venduti in Toscana: il dato è in calo del 20,4% rispetto ai 754 mila tagliandi della precedente edizione. In provincia di Firenze, riferisce ancora Agipronews, �essione più contenuta, con un terzo del venduto su base regionale: poco più di 200 mila biglietti, in calo del 17% sui 241 mila dell’anno scorso. La seconda provincia per biglietti venduti è Arezzo, 93 mila, in calo del 30% sui 133 mila del 2010. Calano del 20,4% le vendite dei biglietti della Lotteria Italia in Abruzzo. Nell’edizione del 2010 erano stati staccati 278.320 tagliandi, per l’edizione 2011 sono 221.320.


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

Primo piano sull’Epifania a Viterbo Ad aprire le danze la Fanfara dei Bersaglieri, poi tante calze alle centinaia di bambini presenti U

na piazza del Plebiscito stracolma ha salutato l’arrivo della Befana scesa dal cielo direttamente dalla Torre dell’Orologio. Erano davvero tantissimi i bambini presenti ieri pomeriggio tutti accorsi per vivere l’ultimo giorno di festa prima del ritorno alla solita routine. E a rendere la manifestazione ancora più entusiasmante ci hanno pensato i Bersaglieri della Fanfara che hanno intrattenuto gli spettatori con un miniconcerto durante il quale hanno eseguito brani come il Silenzio, a richiesta del pubblico, e l’Inno di Mameli. Poi, assieme alla Befana, a consegnare le calze ai bambini ci hanno pensato il sindaco Giulio Marini ed il presidente dell’Arpa Giovanni Arena. Proprio una giornata coi �occhi.

Foto Andrea Di Palermo

Presenti i giocatori della Viterbese, tra i lotti anche una maglia di Leonardo Bonucci

Asta di beneficenza per Noemi al Time City C

i si aspettava un maggior numero di persone all’asta di beneficenza organizzata al Time City dall’Associazione Semi di Pace per la piccola Noemi. E’ stato comunque un evento seguito con interesse e che ha visto quaranta lotti andare all’astra tra cui il pezzo pregiato rappresentato dalla maglia della Juventus di Leonardo Bonucci griffata dal difensore viterbese. Presenti all’asta anche i giocatori della Viterbese che hanno messo a disposizione alcune maglie gialloblù. E per Noemi si avvicina, anche se a piccoli passi, il traguardo dei 380mila euro.

Foto Andrea Di Palermo

Le opere di Pezzato in mostra alla Sala Anselmi F

ino al 31 gennaio presso la Sala Anselmi è possibile visitare un’interessante mostra dell’artista Paolo Pezzato, unica nel suo genere, in quanto realizzata con strutture lignee in versione tridimensionale, attraverso l’unione di fotogra�a, artigianato, pittura, in stile pop art. A volere la mostra presso la sala della Provincia di Viterbo in via Saf� è stato l’assessore alla Cultura Giuseppe Fraticelli che ieri ha visitato personalmente l’esposizione. Fraticelli ha infatti molto apprezzato una precedente mostra allestita da Pezzato presso la Rocca dei Papi a

Monte�ascone dove, alla presenza del Cardinale Angelo Sodano, già Segretario di Stato Vaticano, e del Vescovo di Viterbo Lino Fumagalli è stata inaugurata l’ultima opera dell’artista dedicata al beato Giovanni Paolo II. Sono diciassette le opere esposte alla Sala Anselmi, di carattere religioso e laico, ognuna realizzata in legno massello, sfruttando diversi colori. Pezzato si de�nisce un artigiano e spiega che il suo scopo è essenzialmente quello di pubblicizzare questa nuova tecnica artistica, ottenuta sfruttando uno sfondo nero sopra al quale vengono rita-

gliati ritratti in legno bianco di pioppo, lungo uno spessore di circa 4 cm. Questa tecnica, che parte sempre dallo studio della luce di una fotogra�a, crea degli effetti unici: fornisce una tridimensione all’immagine; vista da vicino l’opera appare come un disordinato ammasso di legno messo a caso; vista da lontano appare invece come una perfetta immagine fotogra�ca, un negativo contrario (bianco e nero, luce e ombra). “Sono molto contento che Pezzato abbia accettato di esporre le sue opere presso la Sala Anselmi accogliendo il mio invito – ha commentato

Fraticelli – anche perché credo che sia giusto e doveroso valorizzare e promuovere la qualità artistica, specie laddove si manifesta come tecnica nuova, originale ed unica esaltando l’artigianato. La mostra, inaugurata il giorno di Capodanno, ha già visto un’ampia partecipazione di pubblico e molti sono entrati proprio perché colpiti dall’unicità del prodotto artistico offerto. Anch’io quando ho visitato una precedente mostra a Monte�ascone sono rimasto a bocca aperta, profondamente colpito dall’abilità artigianale dell’artista abbinata alla fotogra�a e alla pittura.

Ho ritenuto quindi – conclude Fraticelli - che un’esposizione come questa, meritasse una location adeguata nel centro storico del nostro Capoluogo”.

L’ingresso è libero ma eventuali offerte saranno raccolte e devolute all’Associazione Adulti e Bambini con Malattie di Cuore, ABC Onlus di Viterbo.


Sabato 7 Gennio 2012

attualità

Viterbo & AltoLazio

7

Centinaia le domande giunte a Salemi per ricoprire l’ambito incarico

La vicesindaco di Sgarbi sarà di Viterbo? di SIMONA TENENTINI

P

rovengono anche da Viterbo le domande per partecipare alla selezione pubblica, indetta da Vittorio Sgarbi, per ricoprire la carica di vice-sindaco di Salemi, città della quale il critico d’arte è primo cittadino. Sgarbi ha deciso di ricorrere a questa procedura, una volta constatata la dif�coltà della maggioranza consiliare a indicargli dei nominativi per ricoprire l’importante incarico che, a quanto pare, risulta essere anche molto ambito. All’indirizzo di posta elettronica vittoriosgarbi@cittad isalemi.it indicato per l’invio delle candidature, �no a ieri erano arrivate, infatti, già oltre 200 curricula. Da ogni parte d’Italia e anche d’Europa. Londra, Roma, Milano, Firenze, Trento,

Bari, Napoli, Trieste, Spalato (Croazia), Catania, Bergamo, Matera, Cavarzere (Venezia), Modena, Campomarino (Campobasso), Palermo, Medigli (Milano), Pozzuoli, Melissano (Lecce), Francavilla Fontana (Brindisi), Locana (Torino), Vittoria (Ragusa), Caltagirone, L’Aquila, Triggiano (Bari), Quarto (Napoli), Monfalcone (Gorizia), Verona e, appunto Viterbo. Tra le aspiranti Vice Sindaco, oltre ad avvocati, ingegneri, architetti, �gura anche una una giornalista di un importante quotidiano di sinistra. Per presentare la propria candidatura c’è tempo �no al 20 gennaio. I soli vincoli decisi dal sindaco sono l’età, tra i 25 e i 45 e non essere iscritti ad alcun partito politico. Nel frattempo, però, è montata immediata la polemica.

Immediate le reazioni polemiche per l’iniziativa del primo cittadino

Il referente siciliano dell’associazione “Se non ora quando”, Alessandra Notarbartolo ha commentato l’iniziativa dichiarando: «A parte la evidente incostituzionalità, i criteri di ammissibilità al concorso sono vergognosi. Trovo gravissimo che il sindaco Sgarbi possa fare impunemente una dichiarazione del genere». Non si è fatta attendere la replica di Sgarbi: «Nella mia visione, in democrazia si può fare “impunemente” qualunque dichiarazione. Le “punizioni” per le dichiarazioni sono tipiche dei regimi totalitari, che evidentemente, tale Notarbartolo, rimpiange. Dal punto di vista dell’opportunità, invece, sarebbe meglio evitare dichiarazioni che manifestano ignoranza della materia di cui si parla, per le quali la “punizione” viene soltanto dal giudizio delle persone competenti. Non c’è, infatti, nessuna “evidente incostituzionalità” nella mia, pur provocatoria, richiesta di disponibilità. Infatti nello scegliere gli assessori il sindaco non ha alcun vincolo, come dimostrato dalla quantità di

assessori modesti e privi di “titolo professionali” che si vedono in molti comuni. Si tratta infatti non di un lavoro ma di un incarico �duciatrio. E la decisione spetta soltanto al sindaco, al quale nessuno può impedire di esprimere le più ampie ricerche per allargare la conoscenza e veri�care le disponibilità. Se la Notarbartolo - aggiunge Sgarbi - non vuole fare l’assessore, è suf�ciente che non manifesti la sua candidatura. Per tutte le altre non può essere previsto alcun titolo, se non quello, analogo all’arruolamento nell’esercito, che riguarda i limiti di età per evitare di avere come Vice Sindaco un pensionato». «La commissione di valutazione -spiega ancora il sindaco di Salemi - deve soltanto esprimere delle opinioni valutando, senza pregiudizi, i curricula nei quali ogni candidata mostrerà le sue capacità. Nella perfetta libertà di decidere quali: la laurea (che non sempre signi�ca merito e non è prevista per alcuna attività politica: abbiamo avuto ministri dei Beni Culturali, come Veltroni e

Un laboratorio creativo di libri animati presso la Facoltà di Agraria

Arrivano “Pomeriggi favolosi in città” L

a Rassegna “Pomeriggi favolosi in città” di AUCS propone un laboratorio creativo di libri animati e pop-up e di lettura ad alta voce tenuto dalla Dottoressa Isabella Christina Felline. L’appuntamento è per martedì 10 gennaio 2012, alle ore 17, presso il Centro di Documentazione di AUCS -Facoltà di Agraria- in Via de Lellis a Viterbo. Per l’occasione sarà presentato il libro “Animali Di Versi” - edito da Uovonero- con i testi di Isabella Christina Felline e le illustrazioni di Roberta Angeletti. L’Associazione Universitaria per la Cooperazione e lo Sviluppo nel corso del 2011 ha realizzato una serie di iniziative del Progetto POLO formativo/informativo di

educazione e formazione sui temi dello sviluppo sostenibile dell’intercultura e dei beni comuni con l’obiettivo di sviluppare l’approccio all’educazione emotiva e interculturale attraverso la narrazione e la valorizzazione degli spazi di lettura. Il progetto prevede momenti di partecipazione attiva dei bambini, dei giovani e degli adulti, stimolando la ri�essione e l’approfondimento sui temi della diversità e dell’alterità, per individuare e destrutturate stereotipi e pregiudizi, per incontrare, conoscere, riconoscere le culture altre, per educare a comprendere la globalità dei processi e delle problematiche che ci riguardano. L’iniziativa si svolge in sinergia con la Rete Nati per

Rutelli, non laureati), esperienza manageriale, le capacità organizzative, l’uso delle lingue. Fatta una vasta campionatura

Cresce l’attesa per la festa di Sant’Antonio a Bagnaia

D

omenica 22 gennaio tutti in piazza per il tradizionale appuntamento della festa di S.Antonio. Il maneggio La Casaccia, in compagnia dei butteri del Viterbese, proporrà i propri animali per la consueta benedizione. Don Ivo benedirà gli animali in piazza del Plebiscito insieme alla celebrazione, che si terrà nella chiesa di S.Angelo in Spatha. Questo il programma della manifestazione: Ore 9: incontro dei cavalieri presso il parcheggio di Porta Faul; ore 9.30: sfilata a cavallo per le vie del centro; Leggere, la Ludoteca Arci Solidarietà Viterbo e la libreria Giunti al Punto dell’Ipercoop

di Viterbo. Con il contributo di Laziodisu e di Adisu Viterbo.

Oggi l’inaugurazione di “Sculture e opere su carta”

Taglio del nastro per Crocetti

S

i inaugura oggi alle 15,30 presso l’ex Chiesa di San Giovanni Battista degli Almadiani in Piazza dei Caduti, la mostra di Venanzo Crocetti, “Sculture e opere su carta dal 1934 al 1998”. L’evento espositivo è curato dalla Fondazione Museo Crocetti di Roma e promosso dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici del Lazio, dal Dipartimento di Sienze dei Beni Culturali dell’Università della Tuscia e dal Comune di Viterbo. La mostra con opere in bronzo e disegni propone un’esauriente panoramica dell’attività creativa di uno

dei più noti scultori italiani del XX secolo, già presentata nel prestigioso Palazzo Zenobio di Venezia e nei prossimi mesi ospitata in Giappone. L’esposizione si configura come un primo omaggio al Maestro in previsione delle significative iniziative che saranno a lui dedicate in occasione della celebrazione nel 2013 del centenario della sua nascita. La mostra rimarrà aperta fino al 29 gennaio 2012. Gli orari d’apertura della mostra sono: da lunedì a venerdì 9-13; sabato e domenica 10-13 e 15-18

delle inclinazioni il sindaco, in assoluta autonomia, deciderà. Com’è ovvio, “impunemente”».

ore 11.30: benedizione degli animali in piazza del Comune; ore 13: rientro a Porta Faul e raduno. Chiunque fosse interessato a partecipare all’evento dovrà indossare un abbigliamento consono al proprio tipo di monta. Per informazioni e iscrizioni contattare i seguenti numeri: 328/1574455 (Amedeo) e 349/776556. Per l’eventuale partecipazione al pranzo occorre contattare tre giorni prima dell’evento i numeri sopra indicati.


Sabato 7 Gennaio 2012

regione

Viterbo & AltoLazio

9

Il Consiglio Regionale riapre i battenti con un’attenzione particolare alle tematiche dell’agricoltura L

e attività del Consiglio Regionale del Lazio riprendono martedì 10 gennaio 2012, con la convocazione della commissione Agricoltura, presieduta da Francesco Battistoni (Pdl), alle ore 11.30 (sala Etruschi). All’ordine del giorno, un’audizione di approfondimento sulle tematiche di agricoltura sociale, a partire dagli sviluppi futuri delle proposte di legge 196 e 197 del 2011 su questo argomento. Mercoledì 11 è prevista la riunione della conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari (ore 12), chiamata a stilare il programma delle sedute d’Aula per il mese in corso. Mercoledì 11 gennaio alle ore 11, sala Latini, è inoltre convocata la commissione Urbanistica, presieduta a Roberto Buonasorte (La Destra).

All’ordine del giorno: proposta di deliberazione consiliare n.39 del 6 luglio 2011 concernente: “Consorzio per lo sviluppo industriale Roma-Latina. Variante al Piano regolatore territoriale (Prt), agglomerato industriale di Santa Palomba. Deliberazione Assemblea Generale Consortile n.5, del 29 luglio 2009”; proposta di legge n. 125 del 9 dicembre 2010 concernente: “Modi�ca alla legge regionale 10 novembre 1997 n. 41 sulla realizzazione di avio-super�ci e campi di volo”; proposta di legge n. 143 del 26 gennaio 2011 sulla “Conservazione e riquali�cazione agricolo-ambientale dell’Agro Romano”. Giovedì 12 gennaio, alle ore 15, sala Etruschi, è convocata la commissione Piccola e media impresa, commercio e artigianato, presieduta da Francesco Saponaro (Lista Polverini).

All’ordine del giorno,un’audizione sulla valutazione dei progetti dei consorzi industriali. Sono stati invitati i presidenti di: Consorzio sviluppo industriale Sud Pontino, Consorzio sviluppo industriale provincia di Rieti, Cosilam, Consorzio sviluppo industriale Frosinone, Consorzio sviluppo industriale RomaLatina. Eventuali integrazioni e modi�che saranno pubblicate sul sito www.consiglio.regione.lazio.it.

Il Presidente della Confesercenti di Viterbo fotografa il momento nero per il commercio locale

Vincenzo Peparello sui saldi: vendite in picchiata

S

econdo il calendario previsto dal Governo regionale, lo scorso 5 gennaio sono iniziati i tanto attesi saldi invernali. Quelli che una volta si chiamavano “saldi di �ne stagione” adesso vengono sempre più anticipati nell’intento e nella speranza di dare ossigeno alle casse dei negozianti che

possono sperare di intascare i rimasugli delle tredicesime dei lavoratori non spese per i banchetti natalizi. La realtà si prspetta però diversa da come diversa. La situazione attuale di crisi economica sempbra infatti frenare la spinta allo shopping sia dei più accaniti consumatori sia di coloro che aspettano

proprio questo momento per lasciarsi andare a qualche spesa extra. Anche Vincenzo Peparello (nella foto), presidente provinciale di Confesercenti, esprime il suo rammarico rispetto ad una così desolante situazione Secondo lui infatti, il “peggio per il commercio deve ancora venire”.’ “Impossibile valutare l’andamento dei saldi il primo giorno. Tuttavia riteniamo che sarebbe illusorio sperare in una stagione positiva. La nostra organizzazione ha previsto un calo complessivo del 15-18% degli incassi rispetto all’anno passato, che non fu esaltante”“ Te m i a mo anche – dice ancora – che stia per iniziare una grave moria di esercizi commerciali, con gravi ripercussioni dal punto di vista

occupazionale. Negli ultimi anni, a causa del costante acuirsi della crisi economica, molti commercianti, pur di mantenere l’attività, hanno dato fondo ai risparmi, spesso vendendo parte del loro patrimonio personale. Ora non hanno più fondi. Speriamo nella cosiddetta manovra ‘Cresci Italia’ annunciata dal governo Monti”. Ad avviso di Peparello, la molta gente che nel primo giorno di saldi si è vista in giro non è un criterio di valutazione obiettivo e attendibile. “Le persone – spiega – girano, guardano le vetrine, entrano nei negozi, ma questo non si tramuta sempre in acquisti. Anzi, il più delle volte serve sono a rendersi

Al via i saldi invernali Tante aspettative deluse da un calo delle vendite che va dal 15 al 18%

conto delle merce in saldo. Solo a termine della ricognizione, e non tutti, decidono dove e cosa acquistare”. Un freno ulteriore alla capacità di spesa delle famiglie, secondo Peparello, è dovuta agli aumenti scattati ad inizio anno. “I rincari di carburanti, corrente elettrica, gas, l’aumento dell’Iva, il ritorno dell’imposta sulla prima casa e l’in�azione costeranno ad ogni famiglia oltre 2mila euro. E chi è costretto a spaccare il centesimo per far quadrare i conti ha poca voglia di saldi”.

Il presumibile andamento negativo dei saldi, che �nora hanno costituito oltre il 20% del fatturato dei commercianti, �nirà per coinvolgere anche il turismo. “Una famiglia che decidesse di fare una gita – argomenta Peparello – deve mettere in conto il costo del pieno del carburante, dell’Iva e via dicendo. Quindi, non potrà che ridurre il numero dei viaggi. Il mancato introito per ristoranti, pizzerie, bar, negozi di souvenir è facilmente immaginabile”. In�ne, Peparello afferma che anche la grande distribuzione sta attraversando un dif�cile momento. “I margini di guadagno – conclude – si vanno assottigliando continuamente a causa dell’effetto combinato dell’aumento dei costi di gestione e dell’af�evolimento della capacità di spesa delle famiglie. E la grande distribuzione, al contrario dei piccoli esercenti, ha un approccio meno ‘sentimentale” della piccola. Se non ci sono utili si chiude”.

Continua il sostegno ai disabili con il progetto multilaterale della Regione “Presidio del Lazio”

Aldo Forte

Via libera da parte della Giunta Polverini alla prosecuzione per tutto il 2012 dei servizi del Presidio del Lazio in favore dei disabili”. Ad annunciarlo l’assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio,

Aldo Forte. “Stiamo parlando di un progetto che ha dato prova negli anni della sua validità, - aggiunge Forte – contribuendo ad abbattere le barriere architettoniche e mentali sulla disabilità presenti nella nostra regione. E a migliorare le condizioni di vita delle persone disabili, offrendo ascolto e orientamento gratuito tanto alle famiglie quanto agli operatori del settore. Un progetto realizzato in buona parte da disabili per i disabili e per questo doppiamente importante, dal momento che oltre a quello sociale agisce anche sul fronte

dell’inserimento lavorativo”. Il Presidio del Lazio è un Centro servizi a valenza regionale che svolge attività d’informazione, consulenza, orientamento e sensibilizzazione in materia di disabilità, nonché di promozione della vita indipendente dei disabili. Tra i tanti, il progetto ‘Viaggiare informati’, che rileva l’accessibilità delle strutture turistiche regionali e realizza corsi rivolti agli operatori interessati a quali�care la loro offerta per una clientela con disabilità. Le attività sono gestite dal CO.IN. Cooperative Integrate Onlus, un’associazione non lucrativa di utilità sociale a cui aderiscono 48 cooperative sociali integrate ed enti �nalizzati all’inserimento lavorativo di persone disabili. Il Centro servizi è presente nel Lazio con una sede centrale, uno sportello telefonico, un sito internet e

33 sedi collegate distribuite nelle cinque province. Nelle diverse attività coinvolge 93 operatori, di cui oltre il 50 per cento sono persone con disabilità. Sulla prosecuzione del progetto interviene anche il presidente CO.IN., Maurizio Marotta, che dichiara: “Si tratta del segnale del buon lavoro svolto con l’amministrazione regionale. In un periodo caratterizzato dai forti tagli statali al sociale, mantenere in vita le attività del Presidio del Lazio è un fatto molto importante per gli operatori che vi lavorano e, soprattutto, per i tanti disabili che ne hanno usufruito in questi anni. L’augurio – conclude Marotta – è che il Presidio possa costituire in futuro un servizio sempre più stabile nell’ambito del sistema socio-assistenziale regionale”.


litorale

10

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

TARQUINIA - Numeroso il pubblico che ha affollato la città aspettando l’arrivo della “magica vecchietta”

Tutti in piazza per la Befana di DANIELE GIRARDI

È

stata una manifestazione festosa molto ben accolta dai cittadini ed in particolare dai bambini, quella che la mattina del sei Gennaio ha visto volare sopra le teste delle persone nella piazza antistante il comune, la Befana in sella alla immancabile scopa. Per il volo della simpatica vecchietta porta doni è stato necessario il prezioso contributo dei vigili del fuoco del comando provinciale di Viterbo, che si sono dimostrati molto professionali.

“Un ringraziamento speciale va proprio ai vigili del fuoco” le parole del primo cittadino. “Hanno dimostrato grande professionalità e soprattutto umanità.” Grazie alla loro collaborazione, la Befana si è potuta calare dalla torre Dell’orologio del comune, planando tra la folla festante accolta dalla m u s i c a della banda Setaccioli e da sindaco e assessori, con i quali ha successivamente distribuito dolci e caramelle. L’arrivo della Befana era stato preceduto dalla passeggiata non competi-

L’arrivo della Befana è stato preceduto dalla passeggiata non competitiva “Corri per la Befana”

tiva “corri per la Befana”, organizzata dall’associazione sportiva Atletica ‘90, con il patrocinio del comune e il sostegno di “Tarquinia Viva”, il tutto per la felicità dei più piccoli all’interno di una giornata caratterizzata non solo da sport ma anche da beneficenza, essendo stati raccolti fondi per la famiglia di Noemi Parmigiani. Sopra: la Befana arriva in piazza in sella alla sua scopa accolta dal pubblico festante sotto la supervisione dei vigili del fuoco; Nelle foto accanto, partendo da sinistra: la Befana si cala sulla folla dalla torre dell’orologio; bimbi curiosi ammirano la calza piena di dolciumi lunga 160 metri

TARQUINIA - Numeroso il pubblico che ha partecipato alla seconda riunione informativa sulla raccolta dei rifiuti nel centro storico

La “differenziata” suscita interesse nei cittadini I

cittadini hanno risposto con numerosissime presenze all’invito del comune a partecipare all’ultima riunione illustrativa della raccolta differenziata nel centro storico. Il progetto della differenziata partirà dal nove Gennaio, giorno in cui verranno finalmente tolti i vecchi secchi dell’immondizia che saranno rimpiazzati con “Igenio”. Igenio è una pratica attrezzatura mobile dotata di sette vasche dove gettare i ri�uti (vetro e alluminio, plastica, carta, umido, indifferenziato, oli esausti di tipo alimentare e pile). Per utilizzarlo basterà servirsi di una piccola chia-

vetta elettronica da poggiare sopra dei sensori in modo da aprire le vasche e buttare i propri sacchetti. Il tutto è perfettamente illustrato da fogli informativi, e per le prime settimane i cittadini saranno aiutati da operatori ambientali presenti nei punti di raccolta, che saranno alla Barriera San Giusto (ore 5.45-8.45, 9.30-13.15, 14-16), nel parcheggio vicino alla chiesa di San Francesco (ore 11.45-15.15, 17.30-19.45), a piazza Belvedere (ore 15.1519.15), in viale Bruschi Falgari (ore 6.30-9.30, 10.15-14, 14.45-16.45), via dell’Orfanotro�o (ore 7.15-10.15,

Dal 9 gennaio verranno tolti i vecchi secchi dell’immondizia per far posto a “Igenio”

11-14.45, 16.45-18.45) e via della Ripa (ore 8-11, 1618.15). Per ritirare la propria chiavetta basterà recarsi presso l’uf�cio di via Felice Cavallotti, aperto straordinariamente �no al 21, o più tardi chiamando il numero verde 800 804 333. Tutto il sistema sarà in�ne dotato di telecamere di sicurezza per

prevenire atti vandalici e controllare il corretto utilizzo di “Igenio”. Il comune invita tutti i cittadini a dare il loro contributo, sfruttando questa bella opportunità di rendere più pulita la città e, se necessario, di offrire suggerimenti per evitare problemi e disagi, migliorando il servizio. D.G.


Sabato 7 Gennaio 2012

Viterbo & AltoLazio

tuscania

11

L’associazione, che conta 50 iscritti di giovanissima età, ha organizzato una vera e propria festa in occasione della Befana con dolci e regali per i più piccoli ma anche premi per i grandi, tra sorprese e musica. di VALERIA SEBASTIANI

C

e l’hanno fatta anche quest’anno quelli di “Tradizione Maremma” ad organizzare la festa dell’Epifania giunta ormai alla seconda edizione. Nonostante la crisi e alcuni inconvenienti sorti all’ultimo momento, ad averla vinta è stata la caparbietà dei giovani soci dell’associazione e la disponibilità del sindaco, della polizia municipale e della dirigente dell’Uf�cio Cultura che hanno dato una mano signi�cativa nell’organizzazione. E così anche quest’anno Tuscania ha potuto avere la sua “Befana”. Anzi, le sue “befane”, giovanissime e, a dire il vero, forse un po’ troppo carine ma che hanno dimostrato di saper essere credibili. L’anima della manifestazione sono state proprio loro, in grado di coinvolgere grandi e piccini in una vera e propria festa regalando caramelle, dolci e piccoli regali ma anche sorrisi e buon umore. A fare il resto i carretti trainati da una dolcissima asina e un pony ben contenti di godere le carezze dei piccoli ospiti: i bambini, veri vip del pomeriggio. Al passo di musica il piccolo serraglio ha percorso le vie del centro storico sostando nelle principali

Qui accanto le giovani “bafane” di Tradizione Maremma; sotto alcune immagini della festa: i carretti con dolci e ragali trainati da asini e pony e le befane in posa con i piccoli ospiti

La festa dei bambini

Per la Befana“Tradizione Maremma” ha regalato un intero pomeriggio ai più piccoli piazze, una puntatina in viale Trieste e piazza Italia, poi tutti al Duomo �no alle 7 di sera. Nel corso del pomeriggio sono state raccolte offerte per l’organizzazione della festa dei Santi Martiri di quest’estate, alla quale Tradizione Maremma sta già lavorando. L’appuntamento con la Befana è per il prossimo anno. “E’ un appuntamento al quale non mancheremo.-fanno sapere dall’associazione- Un momento di festa che ci riempie di soddisfazione perché dedicato ai più piccoli e che ci auguriamo di poter trasformare in una consuetudine per la nostra bellissima città.”


comprensorio nord

12

Dopo le polemiche di un cittadino di Tuscania sul cattivo odore dell’acqua del distributore siamo andati noi stessi a prenderla. In effetti giovedì era imbevibile e emanava una ‘puzza’ penetrante e chimica. Speriamo sia stato solo un errore nel dosaggio del disinfettante che viene messo nell’impianto delle fontanelle...

Sabato 7 Gennaio 2012

Al Garden Blue di Acquapendente 1° Remember Discoteca ‘Golden Drop’

S

tasera, presso, il Garden Blue in località Campo Morino ad Acquapendente, è stata organizzato il primo ‘remember discoteca Golden Drop’. Nella sala da ballo inaugurata a marzo 2010 si rivivranno note e sensazioni dei primi anni ottanta, quando la discoteca Golden Drop di Acquapendente era uno dei punti di aggregazione della maggior parte dei giovani della zona. Atmosfere fantastiche e un pizzico di nostalgia, per rivedersi, come 30 anni fa e magari confrontarsi con le nuove generazioni sui balli di ieri. Unico punto fermo,

di Valeria SEBASTIANI

L

’acqua della fontanelle dearseni�cate ha uno strano odore. Un odore cattivo, penetrante, “chimico”. Insomma l’acqua puzza. O almeno puzzava giovedì pomeriggio. Dopo la segnalazione di un cittadino ci siamo recati personalmente alla fontanella installata in Piazza dei Bersaglieri ed abbiamo prelevato un litro e mezzo di acqua naturale. Il cittadino aveva ragione. E’ bastato annusare il contenuto della bottiglia in plastica che avevamo usato come contenitore, per averne certezza. Impavidi abbiamo voluto assaggiarla, un piccolo sorso ovviamente tanto per non correre rischi ma che comunque è bastato per appurare che anche il sapore era piuttosto strano. Come al solito presso la fontanella era in �la una piccola”processione” di tuscanesi con bottiglie a taniche al seguito, tanto che abbiamo atteso per un bel po’ prima che arrivasse il nostro turno. Nessuno si è premurato di annusare l’acqua o assaggiarla dato che �no ad oggi sembra non si sia mai veri�cato un simile problema. Immaginiamo la sorpresa di quanti giovedì sera a cena si siano trovati nel bicchiere un’ acqua che di puro sembra avere ben poco. Ripetiamo, �no ad oggi nessuno si è mai lamentato delle proprietà organolettiche dell’acqua dearseni�cata ma a quanto pare c’è sempre una prima volta. Abbiamo fatto annusare l’acqua a diversi testimoni che hanno confermato quanto scriviamo. Che cosa è successo? Quale è la

Viterbo & AltoLazio

come allora, il ‘sempreverde’ Dj Gerardo (foto) che come allora sarà alla consolle, anche perchè lui di mixare dischi non ha mai smesso! F.Medici

L’acqua dearsenificata “puzza”!

Sconosciute le cause dell’”ncidente” verificatosi giovedì nell’impianto di piazza dei Bersaglieri causa del cattivo odore e sapore? C’è chi ipotizza che possa trattarsi di sostanza disinfettanti usate direttamente alla fonte, chi sostiene possa essere imputabile alla manutenzione delle fontanelle. Probabilmente non è nulla di grave o dannoso per la salute ma invitiamo chi di competenza a veri�care e vigilare in tal proposito. E magari a comunicare alla popolazione la causa reale dell’ “incidente” di giovedì. Alcuni cittadini sul social network FaceBook hanno lanciato la proposta che il Comune renda pubblici i dati sull’acqua fornita in piazza dei Bersaglieri. Valori come il residuo �sso, la quantità di sodio presente così come quella di altri minerali o metalli. Dati che permetterebbero anche a chi deve seguire una particolare dieta per motivi di salute, di sapere se possono usufruire del servizio. Altra questione poi

quella del costo dell’acqua. A Tuscania infatti si paga anche quella naturale. Un prezzo bassissimo, appena cinque centesimi per litro e mezzo, ma che ha fatto sorgere non poche polemiche. D’altronde se l’acqua naturale non si pagasse sarebbe impossibile monitorare chi dovesse abusare del servizio. Immaginiamo che le “chiavette”con microchip, mai consegnate ai cittadini, servissero proprio a tale scopo.

ACQUAPENDENTE - Nuovi progetti per l’anno didattico 2012

L‘Ape Regina’ insegna il rapporto uomo-natura N

ello sfogliare le oltre 20 pagine del nuovo catalogo didattico presentato dalla Cooperativa aquesiana “L’Ape Regina” e rivolto prioritariamente a tutti i complessi scolastici, indubbiamente si nota un radicale cambiamento, in merito alle idee e ai progetti rispetto al 2011. E’questo ciò che balza immediatamente agli occhi. Il nutrito pacchetto della Riserva Naturale di Monte Rufeno-Museo Naturalistico del Fiore dimostra come tutte le attività previste tendono ad offrire ancora più spunti innovativi rispetto al passato. I particolar modo alle varie scolaresche per una visione ancora più consapevole del rapporto uomo-natura.

Stimolatori una originale struttura museale ( spunti per conoscere il mondo del �ore a 360 gradi) e le bellezze mozza�ato dell’area protetta stessa punto di riferimento per la scoperta di percorsi unici: �ora e fauna, ecosistema bosco, tradizione dei Pugnaloni, usi artigianali e domestici del bosco, interpretazione multiscala dell’ambiente, scoperta del paesaggio, Mulino del Subissone, Oasi astronomica ed il Casale Felceto. La proposta di tipo prettamente archeologico punterà, invece, tutto sul Museo della Città. Con programmi che hanno l’obiettivo di accostare docenti e studenti a rendere concreti i concetti studiati sui libri. Gli itinerari porteranno alla Torre Julia

de Jacopo, al Palazzo Vescovile, alla scoperta del vivere, della lingua e della scrittura medievale, delle bellezze rinascimentali, degli stemmi vescovili, dell’era etrusca.

SAN LORENZO NUOVO - Un consiglio comunale convocato ‘all’aperitivo del cenone’ e ricco di polemiche da parte della minoranza

Fuochi d’artificio all’interno della sala consiliare poche ore prima del nuovo anno P

ubblichiamo la nota pervenutaci dai consiglieri comunali di minoranza di San Lorenzo Nuovo, relativa al Consiglio Comunale dello scorso 31 dicembre: “Dopo le dif�coltà incontrate nel consiglio del 28 novembre 2011, quando 5 membri di maggioranza si astennero dal votare l’approvazione di un P.U.A. proposto dal Sindaco, il

31 dicembre il consiglio comunale si è trasformato per la maggioranza in una vera e propria �guraccia, anticipando, letteralmente, i botti di mezzanotte. Di seguito i fatti: Per le ore 17.00 del 31 dicembre il Sindaco Zannoni convoca il Consiglio Comunale; la scelta di data ed orario non è sicuramente delle più (con)geniali ma la minoranza si fa comunque trovare pronta e preparata come al solito. Cinque i punti all’ordine del giorno. Dopo l’appello il primo colpo di scena: la minoranza fa presente che secondo il regolamento pubblicato sull’albo pretorio on-line, alle sedute consiliari di prima convocazione, per essere valide, devono intervenire almeno 9 componenti il consiglio di cui almeno un assessore

in carica se consigliere. Poiché tra i due assenti della maggioranza vi è proprio l’unico assessore consigliere di questa Amministrazione, per giunta Assessore al Bilancio, per la minoranza il consiglio non può essere valido. A questo punto il Segretario, Franco Colonnelli fa presente che il regolamento pubblicato non è quello in vigore, che invece prevede requisiti diversi; secondo l’art. 22 dello statuto infatti le sedute del Consiglio Comunale sono valide quando in prima convocazione sono presenti <la metà più uno dei membri del consiglio dei consiglieri> de�nizione che complica ancor di più la situazione; per la minoranza, che comunque non abbandona mai l’aula, questo signi�ca che se nel computo si considerano tutti i membri del consiglio, ivi compreso il sindaco, la metà più uno non viene ugualmente raggiunta. A questo punto Sindaco e Segretario Comunale, dopo lungo confabulare, chiedono di sospendere il consiglio per appro-

fondire la questione. E’ comunque evidente che con una variazione da rati�care inderogabilmente entro il 31 dicembre, un rinvio del Consiglio sarebbe stato per il Sindaco e la sua maggioranza una gravissima scon�tta da impedire ad ogni costo. Comunque, dopo una sospensione di oltre mezz’ora, come per magia, si vede apparire in aula uno dei due consiglieri assenti; ora la maggioranza può vantare 7 consiglieri più il Sindaco; è al sicuro da ogni modalità di conteggio delle presenze e, quindi, il Consiglio può iniziare; la validità delle delibere è in salvo. Rimane la pessima �gura fatta nei confronti di tutti; pessima �gura per un consiglio convocato alle 17.00 del 31.12 (l’ultimo giorno utile per rati�care un’importante delibera di giunta) senza avere la certezza di poter contare su numeri legali e favorevoli, ; pessima �gura perché si è resa necessaria la sospensione di un consiglio per diversi minuti (caso assai raro per il piccolo Comune); pessima �gura perché

nel corso del Consiglio verranno evidenziate, a più riprese, errori vistosi e grossolani nonché gravi incertezze , ed il punto 5 <Approvazione PUA> in quanto la pratica risultava carente di alcuni pareri e comunque, clamorosamente, la documentazione resa disponibile al Consiglio non era quella relativa al PUA in questione ma ad una precedente richiesta, addirittura vecchia di oltre tre anni. Nel corso della discussione la minoranza aveva modo di rimarcare il peso degli errori che hanno determinato le retti�che, in particolar modo una delle due (risalente a giugno!) era ritenuta particolarmente grave perché riferita addirittura all’esito di una votazione, e che votazione !!!! Era quella con cui l’Amministrazione concedeva il suo parere favorevole al nuovo Piano Urbanistico Comunale Generale (PUCG). Per quanto riguarda la Rati�ca deliberazione di Giunta Municipale nr. 72/2011 - variazione di bilancio, la minoranza esprimeva il proprio voto contrario in quanto

la variazione al bilancio risultava essere stata effettuata nello stesso giorno e alla stessa ora (altra svista colossale?) dell’ultimo Consiglio Comunale (28 novembre 2011 ore 19.00); pertanto si ritiene che tale variazione avrebbe dovuto essere adottata con delibera di consiglio così come previsto dal comma 2 dell’art. 175 del D.Lgs. 267/2000. Tra l’altro la minoranza esprimeva le forti perplessità su alcune importanti voci di bilancio per i loro ri�essi sulla vita dei cittadini come quella relativa alla mensa scolastica o le ennesime variazioni relative all’autovelox. Un ultimo dell’anno, quindi, con fuochi d’arti�cio anticipati alle 17.00 che riteniamo rimarrà a lungo nella memoria della maggioranza, della popolazione di San Lorenzo Nuovo e, soprattutto, della minoranza che nell’esprimere forte disappunto per l’inef�cienza dell’attuale amministrazione appare, soprattutto, visibilmente preoccupata per il futuro del Paese e della sua gente.”


Sabato 7 Gennaio 2012

montefiascone

Viterbo & AltoLazio

13

Tempestivi interventi del 118, dell’eliambulanza e dei medici per soccorrere un uomo con una grave insufficienza respiratoria

Un caso di ‘buona Sanità’ di Michele MARI

L

a famiglia Terzoli vuole ringraziare vivamente l’operato del 118 di Montefiascone, gli operatori dell’eliambulanza e i dottori del reparto di medicina di Belcolle per la loro perfetta tempestività ed efficacia dimostrata. Questa volta possiamo evidenziare finalmente un caso di buona sanità. Infatti il signor Remo Terzoli, di 76 anni, il giorno di Natale, ha avuto un malore ed è stato immediatamente assistito dagli operatori sanitari che gli hanno salvato la vita. A raccontare la vicenda è la figlia Agnese Terzoli e lo fa a nome di tutta la famiglia: “Voglio ringraziare -ha dichiarato la donna- gli operatori del 118 di Montefiascone, gli operatori dell’eliambulanza Pegaso ed i medici dell’ospedale di Belcolle. È grazie a tutti loro che mio padre è stato salvato. Infatti mio padre ha avuto, nella mattina di Natale, un’ insufficienza respiratoria. Dopo aver avvertito con difficoltà mia sorella sono stati chiamati gli operatori del 118 di Montefiascone. Nel giro di pochissimi minuti è arrivata l’ambulanza nei pressi di Via della Rocca e gli operatori del 118 hanno eseguito i vari massaggi cardiaci. Ha perfino perso conoscenza ma grazie al pronto inter-

Corsi di degustazione vino e pasticceria all’enoteca VoloDivino orsi di degustazione C di vini e di pasticceria di base. Sono queste le

L’ambulanza del 118 di Montefiascone che ha soccorso l’uomo vento del 118 è stato stabilizzato”. La signora Agnese continua: “Per questo voglio ringraziare i due operatori del 118 intervenuti dall’ospedale di Montefiascone che sono Giuseppe Chindamo e Antonio D’Appolito che si sono dimostrati veramente efficienti in termini di prestazioni che di immediatezza nell’intervento. Inoltre è stata allertata l’eliambulanza Pegaso che è atterrata in pochi minuti al campo della Fiera non potendo at-

terrare nel piazzale Urbano V perche non vi era spazio sufficiente. Da casa i sanitari hanno portato mio padre all’eliambulanza e nel giro di cinque minuti è arrivato a Belcolle e lì è stato curato efficacemente dai medici del reparto di medicina come il dottor Giovanni Valeri. Siamo rimasti stupefatti dall’intervento nonostante fosse la mattina di natale, un giorno di festa nel quale anche i ranghi medici sono molto ridotti”. La signora

Agnese conclude: “Questo è stato un lampante esempio di come sia fondamentale mantenere una postazione del 118 a Montefiascone con un primo soccorso efficiente. Infatti se non vi erano questi addetti del 118 pronti ad intervenire in pochissimi minuti mio padre sarebbe morto. Per questo è importante per tutta la popolazione cercare di preservare il nostro ospedale con tutte le sue specializzazioni”.

ultime particolari iniziative proposte dall’enoteca VoloDiVino. Per quanto riguarda il corso di pasticceria ci sarà una serata, lunedì 13 febbraio, dalle ore 19,30 alle ore 22,30, per conoscere le tecniche base per la preparazione di creme e creare dolci semplici ma creativi. Per quanto riguarda il corso di degustazione di vini si imparerà a degustare il vino, riconoscerne la qualità, gli stili e gli abbinamenti gastronomici.

Verranno svolte quattro facili lezioni per capire un po’ meglio l’affascinante mondo del “nettare di Bacco”. Ecco le date delle lezio ni: 16, 23, 30 gennaio e 6 febbraio, dalle ore 19,30 alle 22,30. Per il corso di degustazione dei vini se non verrà raggiunto un minimo di iscritti sarà rinviato a data da destinarsi. Per ulteriori informazioni riguardo ai costi e le date dei corsi è possibile contattare info@volodivino.it oppure telefonare 0761/ 830039 entro sabato 14 gennaio. M.M.

La discesa della ‘vecchietta’ è avvenuta il 5 gennaio in piazza Vittorio Emanuele

Successo per la Befana del pompiere È

discesa lentamente, acclamata da centinaia di bambini tra due ali di folla, dalla torre campanaria del Comune, portando tanta gioia la befana organizzata, impeccabilmente, dai Vigili del Fuoco di Viterbo. La riuscita manifestazione, ormai è divenuta una vera e propria tradizione che si ripete da dieci anni, si è tenuta nella centralissima piazza Vittorio Emanuele il cuore della città il 5 gennaio. Nel corso del pomeriggio, una decina di pompieri, di cui cinque effettivi e cinque in pensione, tutti a titolo gratuito, alcuni dei quali residenti nella città di Monte�ascone, hanno predisposto le funi, legate ad una jeep del comando alla balaustra campanaria posta ad una quarantina di metri di altezza, con cui successivamente la befana si è calata

dal campanile distribuendo calzette piene di dolci. Anche l’amministrazione comunale ha voluto partecipare all’evento con i massimi rappresentanti il sindaco Luciano Cimarello e il suo vice Ferdinando Fumagalli. Era allestito anche uno stand in cui i pompieri in congedo hanno raccolto dei fondi attraverso la vendita del calendario redatto dal Comando Provinciale di Viterbo e delle “pigotte” dell’Unicef. Intorno alle 17,45 il pompiere, acclamato da una folla che ha riempito l’intera piazza, travestito da befana, legato con delle funi ha iniziato la discesa. Una volta arrivato in piazza ha distribuito i dolci a tutti i presenti con l’aiuto degli altri vigili del fuoco tra acclamazioni dei più piccoli bambini. Gli uomini del comando provinciale di Viterbo: “Tutti i pompieri che oggi si sono adoperati sono stati spinti da una grande voglia di fare del bene. Siamo stati molto grati�cati dal gran numero dei presenti. È un onore per noi fare effettuare questa manifestazione, che si ripete da anni, e che riscuote un enorme successo di pubblico; abbiamo anche un secondo incarico: vendere le pigotte dell’Unicef in qualità di ambasciatori”. Tutti i pompieri, vogliamo evidenziarlo, erano liberi dal lavoro. Il costo della manifestazione è stato praticamente zero. “Il comando -continuano i vigili del fuoco- ha messo a disposizione i due mezzi e i vari materiali per poter realizzare la discesa. Per noi è stato, oltre ad un momento di gioia, anche un momento di addestramento. Queste tecniche di calo sono uno delle nostre specializzazioni e con queste manifestazioni

Grande affluenza per l’ormai tradizionale appuntamento di piazza accompagnato da una calda cioccolata...

La Befana ‘gira’ in 500 in piena sicurezza ci addestriamo con le procedure standard di discesa”. Hanno anche nel loro curriculum un’ abilitazione dello Speleo Alpino Fluviale per poter effettuare salvataggi in zone di dif�cile accessibilità. I Vigili di Viterbo, nel corso dei giorni 5 e 6 gennaio, hanno fatto discendere la befana in ben dieci comuni della provincia. Concludono: “Speriamo di ripetere l’evento il prossimo anno. Ci sono giunte richieste anche da molti altri paesi; quest’anno la festa della befana l’abbiamo realizzata in ben dieci comuni. Da parte nostra c’è la massima disponibilità a ripetere questa manifestazione che è ormai divenuta a Monte�ascone una vera e propria tradizione molto sentita”. A completare positivamente il pomeriggio anche uno stand per la distribuzione della cioccolata calda; il giornalista Pietro Brigliozzi ha intrattenuto ef�cacemente i presenti come speaker prima della discesa della befana. In�ne un ringraziamento alla Solidarietà Falisca che ha messo a disposizione l’ambulanza per eventuali necessità. M.M.

L

a mattinata dell’Epifania Monte�ascone è stata allietata dalla manifestazione “La befana in 500” organizzata dal club “Cin Cin 500” della città. A s�lare per tutte le principali vie del paese sono state una quindicina delle mitiche Fiat 500 con ognuna ospitante un’ accattivante e simpatica befana. Intorno alle ore 12 il gruppo di auto si è fermato in piazza Vittorio Emanuele dove tutte le befane con i loro autisti si sono intrattenute con i bambini presenti, non molti in verità a causa del freddo pungente. Qui è iniziata anche una continua distri-

buzione di caramelle e dolciumi ai più piccoli accompagnati dalle loro famiglie. Poi tutte le befane sono risalite sulle 500 e si sono dirette in giro per la cittadina. Questa manifestazione è giunta al secondo anno consecutivo e si distingue per la sua particolarità. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

VETRALLA - Il consigliere regionale ha acquistato uno stock di libri presso la casa editrice a rischio chiusura

Parroncini dà una mano alla Ghaleb di EMANUELE FARAGLIA

C

hissà, magari non basterà, ma intanto è già qualcosa l’impegno del consigliere regionale Parroncini verso la casa editrice Davide Ghaleb. In questi giorni la notizia della probabile chiusura della nota casa si è diffusa in fretta e numerosi sono stati gli attestati di solidarietà. Il fatto però che la cultura sia un bene immateriale non significa che possa sopravvivere d ’ a r i a . Tutt’altro. Servono azioni concrete. E così ben vengano gli acquisti di libri come quello fatto da Parroncini. “Quando si rischia di perdere un pezzo di cultura nel territorio, la solidarietà non

può essere solo a parole, ma concreta”. E’ per questo che ieri mattina il consigliere regionale del Pd, Giuseppe Parroncini, ha incontrato Davide Ghaleb a Vetralla e visitato la sede della sua casa editrice che rischia di chiudere. Ma soprattutto ha acquistato uno stock di libri per rispondere all’appello lanciato dallo stesso editore. “ S o n o estremamente convinto della bontà del lavoro portato avanti da Ghaleb in questi anni – dice Parroncini – che ha prodotto oltre cento pubblicazioni sulla storia e le bellezze della Tuscia viterbese. Un lavoro che, anche attraverso il legame con il Museo della città e del territorio, permette di tenere vivo un

“Invito istituzioni e cittadini a fare altrettanto per non perdere una realtà importante”

patrimonio di conoscenze che altrimenti potrebbe andare perduto”. Dopo l’appello di Ghaleb, Parroncini ha deciso di ascoltare di persona la situazione della casa editrice e si è messo a disposizione per cercare di evitarne la chiusura. Prima però ha voluto dare il proprio sostegno, concreto, “attraverso l’acquisto di uno stock di libri. Invito istituzioni e cittadini – conclude il consigliere regionale del Pd – a fare altrettanto: un libro può servire non solo a preservare un pezzo di cultura, ma anche a non perdere una realtà importante per tutta la Tuscia”. A questo punto non resta che aspettare, sperare e contare i giorni. Entro la fine di gennaio si conoscerà il destino della casa editrice. E magari, prima di allora, arriveranno anche segnali dalla sonnacchiosa amministrazione comunale. E’ chiedere troppo?

L’editore Davide Ghaleb ed il consigliere regionale Giuseppe Parroncini

VETRALLA - Lunedì scatta “l’ora X” promessa dal Comune

Scuole, a che punto sono i lavori?

Il sindaco di Vitorchiano Olivieri interviene sulla questione polizze assicurative

S

arà riuscito il Comune a mantenere la promessa fatta quest’estate a genitori e cittadini di riconsegnare per il 9 gennaio la Scuola Elementare agibile? Beh, lo scopriremo presto. Intanto a ricordarci che l’appuntamento con la fatidica “ora X” è davvero vicino ci pensa il sito di Passione Civile, dove campeggia un enorme countdown che segna le ore ed i minuti che ci separano dalla data di “consegna” della scuola promessa da Comune a suo tempo. Una vicenda che ha reso

ancora più calda l’estate vetrallese, con accuse pesanti dall’opposizione, ritardi dovuti alla scoperta di nuovi problemi al solaio e giorni di concertazione con nascita di comitati spontanei per evitare che i propri figli fossero costretti a fare decine di chilometri in più per andare a scuola. Alla fine è stata trovata la soluzione meno dolorosa, con locali trovati in Comune. I disagi comunque non sono mancati e a questo punto si spera che, come promesso, i bambini possano tornare a scuola magari già da lunedì.

L’inagibilità della scuola ha già provocato numerosi disagi

Un’altra questione sollevata prima delle feste dal presidente della squadra di calcio amatoriale di Vetralla Enrico Piozzi e che investe la competenza dell’assessore ai Lavori Pubblici De Rinaldis riguarda l’illuminazione del campo sportivo della Villa Comunale. Al momento la stessa è ancora guasta e, stando alle ultime indiscrezioni, sembra che l’amministrazione non

abbia intenzione di intervenire. Un problema di minore importanza, senza dubbio, ma comunque una questione ancora irrisolta. E, sebbene l’anno nuovo sia appena iniziato, è indiscutibile che il giudizio della cittadinanza sull’attuale amministrazione verrà formulato anche sulla base delle soluzioni a tali problematiche. E. F.

Non è vero che i costi per le polizze assicurative del Comune di Vitorchiano sono dimezzati, come affermano i consiglieri d’opposizione. E il motivo è semplice: non c’è da dimezzare un bel niente, visto che paghiamo il prezzo più basso praticato dal mercato. L’opposizione ha le idee confuse”. Così Nicola Olivieri, sindaco di Vitorchiano, in merito a quanto dichiarato da Massimiliano Baglioni, Raffaele D’Orazi e Sante Fabbri. Spiega il sindaco: “Prima di parlare bisognerebbe informarsi: il sindaco non è stato costretto a seguire le procedure di legge grazie al lavoro dell’opposizione, il sindaco segue sempre le procedure di legge. E magari il lavoro dell’opposizione portasse al dimezzamento di tutti i costi di gestione del Comune: anzi, invito i consiglieri

Baglioni, D’Orazi e Fabbri a presentare dei preventivi più bassi, sicuramente seguiremo il loro consiglio”. Olivieri interviene poi a proposito del mezzo utilizzato per trasportare gli abitanti del paese dal centro al cimitero. “Anche qui sono state dette delle inesattezze, spero in buona fede. Il servizio non è affatto sospeso, è stato attivo �nché c’è stata richiesta. Anche oggi se ci fossero richieste il servizio sarebbe svolto, ma con un mezzo diverso: per i cittadini non cambia nulla, per l’amministrazione c’è un risparmio sull’assicurazione, sul bollo e sui costi di manutenzione”. Conclude Olivieri: “Siamo pronti al dialogo e al confronto con tutti, ma sulla base di fatti concreti e non di semplici illazioni”.

Dopo il successo dell’appuntamento di Natale la corale diretta dal Maestro Bastianini concede il bis

“Il Contrappunto” di Viterbo in concerto domani N

on è ancora tempo di lasciarsi alle spalle i festeggiamenti. Un ultimo affascinante appuntamento è infatti previsto per domani, domenica 8 gennaio, alle ore 18 presso il Duomo di Sant’Andrea. Dopo il grande successo del Concerto di Natale, infatti, l’Associazione XXI secolo di Viterbo replica l’appuntamento a Vetralla in una cornice affascinante per salutare in musica le festività appena trascorse. Il programma proposto è un concerto per coro, soprano solista e organo: in repertorio gli immancabili classici brani natalizi (da Adeste Fideles a White Chri-

stmas), nelle elaborazioni del Maestro Fabrizio Bastianini, eseguiti dall’Ensemble vocale “Il Contrappunto” di Viterbo con il soprano Mariangela Rossetti ed il M° Ferdinando Bastian i n i all’organo. L a direzione sarà affidata al Maestro Fabrizio Bastianini, poliedrico musicista, violinista, direttore d’orchestra, compositore, attuale Coordinatore della

Scuola Musicale Comunale di Viterbo. La manifestazione sarà anche l’opportunità per proseguire nella raccolta di fondi a sostegno del progetto dell’Associazione Semi di Pace Onlus per la piccola Noemi Parmigiani che non ha ancora raggiunto la fatidica somma di 380mila euro. Manca poco, ma solo a quel punto si potranno garantire alla piccola tarquiniese le cure che potranno consentire un sensibile aumento delle aspettative di vita della bambina.

Un concerto per coro, soprano solista e organo nella splendida cornice del Duomo


Sabato 7 Gennaio 2012

Viterbo & AltoLazio

comprensorio sud

15

CIVITA CASTELLANA - Il progetto, lanciato un anno fa, doveva portare in città tour operator internazionali

Che fine hanno fatto “i miei tesori”? E

’ trascorso un anno esatto dal lancio del progetto turistico “Ti presento i miei tesori” presentato dal Comune di Civita Castellana nel mese di dicembre 2010. L’iniziativa, �nanziata con con un contributo di 8000 Euro dalla Regione Lazio, nelle intenzioni del sindaco Angelelli, dell’allora vicesindaco Corazza e dell’assessore Alessandrini doveva portare in città tour operator e mass media nazionali e internazionali, anche grazie alla collaborazione di Big One, agenzia specializzata nella promozione turistica. Un appuntamento circondato da notevoli aspettative, visto che, all’epoca l’assesssore Alessandrini dichiarava: “Questo appuntamento si pone a cavallo tra il 2010, anno dedicato alla celebrazione dei Cosmati, e il 2011, che sarà l’Anno della Ceramica. Speriamo quindi che ci aiuterà a promuovere il turismo non solo legato alle bellezze storico, artistiche e naturalistiche di cui è ricco il territorio, ma anche al patrimonio altrettanto importante per la nostra città che è quello della ceramica, sia industriale che artistica. Quando parliamo di turismo dobbiamo anche te-

bilità nazionale, il prossimo anno sarà dedicato alla ceramica e dal 1 al 3 febbraio 2011 prossimo, un quali�cato gruppo di operatori del turismo e delle comunicazioni di massa avrà quindi il piacere di conoscere la storia, il territorio, le tipicità produttive, in particolare artigianali, di uno dei dieci comuni dell���area della Valle del Treja e della Via Amerina.” La domanda che sorge spontanea, ad un anno di distanza è: ma il progetto “Ti presento i miei tesori” è mai

ner presente il nostro distretto industrile, anch’esso una realtà da conoscere e da scoprire per chi visita la nostra città. Non dimentichiamoci che il nostro distretto industriale, per quanto riguarda il settore igenico sanitario, produce l’85% del prodotto nazionale, e costituisce di per se solo il 51% del Pil della Provincia. Civita Quindi è una delle realtà più importanti della provincia che viene spesso sottovalutata e messa da parte. Noi dobbiamo risollevare il nostro distretto industriale, e anche con il Turismo abbiamo

una possibilità di farlo. Possiamo far conoscere al turista le modalità di produzione dei prodotti ceramici, che vi assicuro è una cosa veramente affascinante da scoprire. Per non parlare del nostro artigianato tipico, anch’esso molto importante da proporre al turista. Da non dimenticare poi che abbiamo dei monumenti naturali splendidi che dobbiamo saper sfruttare. Inoltre sarà realizzato il simbolo identi�cativo di questo territorio, cosa che sino ad ora non è mai stata fatta da quando esiste , ossia 10 anni.

E tutto ciò lo faremo con i nostri fondi senza l’aiuto di nessuno. Abbiamo le forze per farlo , abbiamo le potenzialità per far fermare i turisti anche per più di una settimana. Nel raggio di 30Km abbiamo molto da far vedere ”Il sindaco Angelelli aggiungeva: “Per promuovere la nostra città anziché rivolgerci direttamente ai turisti, abbiamo sentito la necessità di puntare su chi fa turismo”. Dopo il successo conseguito dalle iniziative per l’Anno dei Cosmati, che ha dato a Civita Castellana una maggior visi-

SUTRI - Il Pdl risponde alle dichiarazioni rilasciate dal consigliere Casini

“L’Udc dà l’ennesima prova di arroganza” I

l Pdl di Sutri risponde all’Udc sulla situazione politica in paese. “Vorremmo tranquillizzare il Consigliere UDC Felice Casini, preoccupato tardivamente per la continuità Amministrativa di questo Comune, così come evidenziata nell’articolo apparso su Tuscia Web. Il fatto che non ci siano più i rappresentanti dell’UDC in giunta è cosa nota a tutti, così come note sono le ragioni del perché. Fatta eccezione per la revoca del Sindaco a Vincenzo Petroni, vi siete dimessi, disinteressandovi delle conseguenze che avrebbero potuto portare

Sutri al commissariamento, con conseguente immobilità amministrativa. Avete tentato un ricatto ignobile, con richiesta di contropartite politiche (leggi poltrone), in cambio del rispetto di un accordo sottoscritto, che sono state rigettate al mittente con più forza e determinazione delle richieste. Altro che passo indietro per portare serenità, caro Felice. La verità è che non avevate messo in conto la nostra capacità di dialogo con tutte le forze politiche in campo. La capacità di trovare partner politici, con cui portare a compimento quel programma elettorale per cui la gente ci ha

votato ed eletto. Come vedi, non è necessario che tu perda il sonno, preoccupandoti di cosa succederà a questo Comune. Sarà regolarmente amministrato, sostituendo chi si è fatto indietro con chi ha voglia di fare, nell’interesse della popolazione di Sutri. Mi dispiace sinceramente invece, per quella parte sana dell’UDC che, incapace ad esprimersi nelle sedi appropriate, paga una divisione dalla destra Sutrina, per tutelare gli interessi politici di qualche soggetto. Appellarsi poi alle Segreterie Provinciali, per fare indagini sulla condotta del PDL a Sutri, è l’ennesima

prova dell’arroganza con cui siete abituati a condurre i rapporti politici. Se l’intento è quello di barattare le nostre posizioni locali, con altre richieste a livello provinciale o regionale, sappi che non piegheremo mai la schiena al ricatto politico, né tantomeno saranno censurati dai dirigenti nazionali del PDL i nostri atti amministrativi che abbiamo già condiviso con loro. Ci auguriamo sinceramente che questa lettera possa esserti d’aiuto, per ritrovare la serenità e la tranquillità che un ragazzo come te, agli inizi della propria carriera politica, non deve mai perdere.

CIVITA CASTELLANA- Tutto pronto per il Carnevale C

ivita Castellana si appresta a vivere uno degli eventi più attesi dalla cittadinanza, il Carnevale è infatti alle porte e in Comune fervono i preparativi per rendere impeccabile la manifestazione. “Siamo al lavoro già da tempo su questo importantissimo evento- ha spiegato l’assessore al Turismo, Alessio Alessandrini – che ancora una volta ci fa capire quanto il nostro sia uno dei più bei carnevali d’Italia. Lo stile civitonico è arrivato al Carnevale di Cento, grazie al gruppo dei Forchettoni. I loro costumi sono stati scelti per la s�lata

che quest’anno è stata nominata Carnevale d’Europa. La sartoria carnevalesca made in Civita e la passione dei nostri concittadini sta dimostrando di essere degna dei carnevali maggiori e più conosciuti”. Il Carnevale Civitonico si svolgerà il 12, il 19 e il 21 febbraio prossimi. Lunedì 9 gennaio si svolgerà il sorteggio per decidere l’ordine di s�lata, mentre il 17 gennaio ci sarà l’apertura uf�ciale del Carnevale con il Puccio in piazza Matteotti, il fantoccio di cartapesta che quest’anno sarà donato dall’Associazione Carnevale.

“Quest’anno il percorso si svolgerà nelle stesse vie delle due precedenti edizioni, soltanto che invertiremo il senso di s�lata – spiega ancora Alessandrini – I carri si schiereranno lungo via Petrarca, per poi percorrere via Minio, via Mazzini, via San Gratiliano, arrivare a piazza della

Liberazione e de�uire su via Quattro Giornate di Napoli. Questo nuovo senso consentirà ai carri di s�lare nelle via meno illuminate con la luce del primo pomeriggio, inoltre renderà unico il passaggio in piazza della Liberazione, dove la musica intratterrà le maschere che si fermeranno”.

partito? In caso affermativo sarebbe da aggiungere alla lista dei �op, visto che, a memoria d’uomo, nessuno in città se ne ricorda. In caso negativo, invece, un ulteriore interrogativo nascerebbe spontaneo in tutti i contribuenti civitonici: che �ne hanno fatto gli 8000 euro stanziati per l’iniziativa, considerato che di turisti in città non se ne è vista nemmeno l’ombra? SIMO.TEN.

BOMARZO Rinnovare la politica ecco le proposte del Pd

R

iceviamo e pubblichiamo dal circolo Pd di Bomarzo. “In riferimento alla decisione del Consiglio Regionale del Lazio di estendere il vitalizio anche agli assessori esterni e in un momento in cui anche a livello nazionale si sta affrontando il tema della riduzione dei costi della politica, il Circolo del Partito Democratico di Bomarzo nel corso di un incontro del Direttivo ha ritenuto opportuno avviare una iniziativa politica che nasca dai circoli territoriali della Provincia di Viterbo che non sia fatta soltanto di buoni propositi e appelli. Consapevoli che occorre mettere un freno alle spese elevate che l’apparato politico produce, soprattutto in un momento di grande dif�coltà e crisi economica che la nostra Nazione sta vivendo, ma convinti al tempo stesso che l’esercizio dell’attività politica debba essere pubblicamente sostenuto. Riteniamo che la riduzione dei costi della Politica in questo momento sia un segnale importante al Paese e un modo per dare il buon esempio e restituire alla politica il suo ruolo di promotore di giustizia e bene comune. Pertanto riteniamo opportuno approvare il seguente ordine del giorno: 1. Abolizione immediata dei vitalizi a partire dalla legislatura corrente 2010-2015 (E non inspiegabilmente a partire dal 2015 ossia dalla prossima legislatura senza una giusti�cata motivazione tecnica e legislativa come approvato dalla Giunta Polverini) 2. Riduzione del 50% delle Commissioni Consiliari (da 19 a 10) (Come previsto nelle seguenti Regioni: Lombardia n°8, Toscana n°10, Emilia Romagna n°8, Piemonte n°6 e Campania n°8) 3. Modi�ca dell’articolo 42 comma 1 dello statuto

Regionale af�nché non siano nominati assessori esterni ai membri eletti nel Consiglio Regionale (Rispettando in questo modo la scelta degli elettori contenendo al tempo stesso i costi della politica) Crediamo fortemente che un confronto aperto e continuo con i cittadini, sia critico che propositivo, potrà continuare a far crescere i nostri territori e per questo proponiamo: a. Il REFERENDUM ABROGATIVO degli articoli 6bis e 6ter (Indennità di fine mandato) e l’articolo 8 (Assegno Vitalizio) della Legge Regionale 2 Maggio 1995; b. La modifica dell’articolo 42 comma 1 dello Statuto Regionale (Assessori esterni) e la modifica degli articoli 1414bis-14ter-14quater del Regolamento del Consiglio Regionale (Commissioni), invitando i Consiglieri Regionali del Partito Democratico del Lazio a farsi promotori di tale richiesta; Invitiamo i circoli territoriali a sostenere il presente documento con una votazione del direttivo, chiedendo alla direzione provinciale di attivare una campagna di mobilitazione a sostegno dell’iniziativa politica proposta. Siamo convinti che con l’approvazione di questi atti, i CITTADINI ritorneranno ad avere fiducia nei POLITICI, generando contestualmente economie di spesa importanti, le quali, sicuramente non saranno sufficienti a risolvere la crisi che attraversa il NOSTRO PAESE ma restituirebbero credibilità alla classe POLITICA PRESENTE E FUTURA. Il presente documento è stato approvato all’unanimità dal Consiglio Direttivo del Circolo di Bomarzo in data 4 Gennaio 2012


cultura e spettacoli

16

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

ORVIETO - Il successo di UJW è anche figlio dell’incredibile atmosfera che si respira in città a capodanno

Quei giorni magici delle Feste Natalizie di Fulvio MEDICI

N

on è solo una questione di musica, di evento internazionale dell’importanza di Umbria Jazz Winter, giunto alla sua diciannovesima edizione. Nulla forse potrebbe essere

più adatto ad esaltare qualcosa di magico e gradevole. Quella magia, quell’atmosfera unica che per le feste Natalizie si respira sulla Rupe. Orvieto, bella e affascinantre sempre, in quei giorni mostra ancor più evidente la sua natura. Di città vivibile e

vissuta, di internazionalità, di pulito e caretteristico, di antico e di Sacro. Luci, colori, vetrine addobate. I volti che incontri sembrano diversi, anche degli orvietani, un’euforia tangibile, evidente. Un orgoglio, qualche volta mascherato che timidamente si affaccia nei vicoli e nelle piazze quasi a volersi far vedere ma non troppo, per non offendere i tanti turisti e non solo quelli venuti apposta ad ascoltare i big nazionali e internazionali del Jazz, ma anche coloro che dai paesi limitro� popolano il corso e decidono, sempre più volentieri di trascorrere le serate (non solo di capodanno) nella splendida città del Duomo. Quel Duomo che li aspetta alla �ne della via, dopo che le migliaia di persone hanno goduto della sempre ricca e caratteristica cucina,

dei vicoli ricchi di storia e gusto architettonico, dei bar affollati e ‘vivaioli’, austero, imponente e sempre delicatamente raf�nato, elegante, quasi dovesse trasmettere una sacralità redentrice per le folle pagane che rispettosamente, lo ammirano. Una cittadina fantastica e viva, alle prese con polemiche continue e con i pro-

blemi amministrativi abbastanza comuni, ma che spesso si dimentica, insieme agli orvietani, di quanto sia bella e particolare. Di quanto sia importante possa continuare ad essere a dimensione d’uomo, di quanto sia indispensabile possa continuare ad essere artistica, nel vero senso del termine. Culla di cultura, soprattutto dello spettacolo e della musica, come da sempre vuole fortemente essere. Un desiderio irrefrenabile, che inizia al Liceo Artistico, punto di riferimento di un intero territorio, �no ad arrivare ai numerosi festival, alle manifestaszioni comico/curinarie, come ‘Risate e Risotti’ �no al laboratorio Teatro Orvieto, per poi permetterci di farci gustare

gli eventi, sempre unici del magni�co Teatro Mancinelli. Questa è Orvieto! Che ne dicano i pessimisti, i politicanti, i vari comitati anti rumore. Questo si respira sulla Rupe e in quelle serate, non vorremmo che arrivasse mai il giorno...

TUSCANIA - Sul palco Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey in ‘Non c’è tempo amore’ VITERBO E PROVINCIA DURANTE IL WEEK END

Il Rivellino inizia la stagione con una prima nazionale Appuntamenti in breve

G

rande attesa e curiosità per l’apertura della nuova stagione teatrale del “Rivellino”. Un debutto strepitoso che vedrà calcare il palcoscenico tuscanese niente meno che mostri sacri della recitazione del calibro di Amanda Sandrelli e Blas Roca Rey in compagnia di Edy Angelillo e Lorenzo Gioielli nella prima nazionale della commedia: “Non c’è tempo, amore”. Inutile dire che l’attesa è incentrata sulla coppia Sandrelli-Rey, uniti nella vita e nella �nzione della storia di Edoardo Massimi, un medico generalista di mezz’età che legge il pensiero. Per lui, scapolo ostinato, avere una relazione duratura è praticamente impossibile. Un suo vecchio amico, Rudy Sottile, un giorno chiede di farsi visitare in quanto sua moglie Gemma è convinta soffra di satiriasi (eccessivo appetito sessuale). Effettivamente l’uomo sembra amare molto il mondo femminile e ha un’amante. Nel frattempo Edoardo incontra casualmente una donna di cui non riesce a leggere il pensiero. Sembra �nalmente che abbia trovato l’amore ma lei ri�uta di sposarlo, gettandolo nello sconforto. Gemma, intanto, si occupa della sua scon-

solata amica Nora, le cui intense ma sfortunate relazioni sentimentali si concludono, al massimo, dopo tre mesi. È proprio di Rudy l’idea di far incontrare il dottor Massimi e Nora ad una cena in casa propria, sperando di avviare una conoscenza fra i due. Ma la serata non andrà esattamente come previsto e svelerà molti segreti che cambieranno per sempre la vita dei quattro personaggi. Una commedia brillante sul tema del sesso, del tradimento, dell’amore e di tutto quello che si è perduto e che nessuno può restituirci. “Non c’è tempo, amore” descrive il sommesso rimpianto di una gioventù perduta e mai vissuta �no in fondo. Insomma un’apertura in grande stile per la stagione teatrale 2012, presentata uf�cialmente lo scorso 22 dicembre, che sarà curata dall’associazione viterbese Athanor Eventi, già organizzatrice della Stagione Teatrale “Sipario Aperto” di Viterbo, rassegne che rappresentano le due manifestazioni teatrali più importanti dell’Alto Lazio. A sottolinearlo è direttamente il direttore artistico delle due stagioni Stefano Porri, che spiega: “Il

nuovo circuito teatrale di Viterbo e Tuscania costituisce un’importante novità nell’ambito della tradizione teatrale della Tuscia. La gestione di queste due stagioni teatrali da parte dell’Athanor Eventi è il raggiungimento di un obiettivo molto signi�cativo: un’unica gestione, un denominatore comune che ha tra i principali obiettivi la differenziazione dell’offerta culturale e la promozione dell’arte della commedia e della musica non solo verso l’Alto Lazio, ma anche nelle regioni limitrofe”.

Gli altri appuntamenti previsti per quest’anno riserveranno altrettante piacevoli sorprese al pubblico del Rivellino. Non rimane che tener d’occhio il cartellone. Info: Teatro “Il Rivellino” Piazza F. Basile, 3 01017 Tuscania – VT teatrorivellinotuscania@gmail.com - w.w.w.athanoreventi.it - Telefono: 0761.445099 - 0761.4454217 – 0761.4454243 Cell. 347/6721959; 327/ 9705115 Facebook: teatrorivellino. Valeria SEBASTIANI

Sabato 7 gennaio 2021 – ore 21,00 Cattedrale di Viterbo Concerto Gospel Happy Day Gospel Singers Ingresso gratuito

Domenica 8 gennaio 2012 – ore 17,00 Teatro “Il Rivellino” - Piazza F. Basile 3 - Tuscania Non c’è tempo, Amore Regia di Lorenzo Gioielli con AMANDA SANDRELLI, BLAS ROCA REY, EDY ANGELILLO e LORENZO GIOIELLI info: elisabetta.salta@comune.tuscania.vt.it - patrizia.brachetti @comune.tuscania.vt.it 0761.4454217 – 0761.4454243 - teatrorivellino@gmail.com - 0761.445099 Domenica 8 gennaio 2012 Calcata Tra il Treja ed il Soratte Splendida escursione invernale nel Parco Valle del Treja che, attraverso un percorso ad anello immerso nella lussureggiante vegetazione dell’area protetta, ci permetterà di ammirare una grande varietà di ambienti. Programma -ore 10.00: ritrovo (massima puntualità) ai nuovi parcheggi di via Mandolina a Calcata (VT); -ore 10.15: inizio escursione guidata; -ore 13.30: pranzo al sacco; -ore 16.30: saluti. Contributo: € 8,00 (gratis < 14 anni) Prenotazioni: 329.8194632 - info@avventurasoratte.com www.avventurasoratte.com

BAR DUOMO ORVIETO


Sabato 7 Gennaio 2012

cultura & spettacolo

Viterbo & AltoLazio

17

All’Auditorium di Santa Maria in Gradi si inaugura la stagione teatrale 2012 all’insegna della grande arte musicale

Sipario Aperto inizia con Katia Ricciarelli sioni di una voce che sembra scolpita nel tempo e che regala, con i suoi virtuosismi, sensazioni che fanno vibrare la mente ed il cuore. Uno spettacolo all’insegna della grande arte, ma anche un percorso della memoria, che rievoca i cambiamenti di un secolo, il Novecento, che ha segnato i destini dell’umanità. La scena si fonde e si confonde con la raf�natezza, l’eleganza e lo “charme” di Katia Ricciarelli, per ricreare un’atmosfera particolare, immaginata, ma mai vissuta. Il passato, quindi, prende forma e diventa presente, coinvolgendo ed appassionando, annullando lo spazio e de�nendo i contorni delle più nascoste emozioni. Un repertorio un po’ retrò, un po’ liberty, come un romanzo dei sentimenti, per ripensare, “con un tuffo al cuore”, ai mutamenti avvenuti di decennio in decennio, af�dati alla musica, alla canzone, espressioni immediate della cultura e del gusto del momento. Così, le note si trasformano in versi e la voce volteggia tra la poesia di una storia iniziata tanto tempo fa ma mai �nita, in un contesto che la fantasia fa diventare surreale come una �aba. “Katia Ricciarelli – ha sottolineato Stefano Porri, direttore artistico della stagione teatrale - è un’artista di livello internazionale, che ha rappresentato all’estero la grande cultura lirica italiana e, insieme a Francesco Zingariello, giovane tenore ma con alle spalle una esperienza che l’ha visto protagonista nei più importanti teatri italiani, ed il maestro Corlianò, direttore dell’Orchestra della Puglia e Basilicata, costituiscono un trittico di indiscutibile qualità artistica. Dalle splendide voci della Ricciarelli e di Zingariel-

lo, il pubblico dell’Auditorium di S. Maria in Gradi di Viterbo potrà ascoltare e apprezzare alcune delle melodie classiche del repertorio natalizio come “White Christmas” e “Adeste Fideles”, ma anche un repertorio speciale come “Pensieri e Parole” di Battisti e “Overjoyed” di Steve Wonder ed altri brani ormai famosi da considerasi immortali”. “Come già annunciato in occasione della conferenza stampa sulle iniziative natalizie dell’amministrazione comunale – ha spiegato l’assessore alla Cultura Enrico Maria Contardo – lo spettacolo Non aspettarmi per cena di e con Piermaria Cecchini è stato annullato. Il Concerto di inizio anno che ci propone un’artista come Katia Ricciarelli saprà sicuramente richiamare l’attenzione e l’interesse del pubblico. Un pubblico che sta mostrando spettacolo dopo spettacolo tutto il proprio gradimento per questa stagione teatrale in una nuova struttura. Tutto esaurito negli spettacoli precedenti, con richieste superiori alla disponibilità. Un segnale che testimonia e conferma la qualità degli appuntamenti e soprattutto la professionalità degli artisti che si esibiscono sul palco”. Anche questo quarto appuntamento ha inizio alle 21,15. I biglietti sono in vendita presso Underground (via della Palazzina) e attraverso il circuito autorizzato Green Ticket, tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle 17 alle 20. I biglietti potranno essere acquistati anche la sera di ogni spettacolo, due ore prima dell’inizio, presso il botteghino dell’Auditorium in Santa Maria in Gradi (ingresso via Sabotino, ampio parcheggio interno).

Dalle melodie classiche di Natale a brani ormai storici e famosi considerati “immortali”

K

atia Ricciarelli aprirà l’anno 2012 della stagione teatrale Sipario Aperto con il Concerto di inizio anno. L’appuntamento in programma questa sera gennaio presso l’Auditorium dell’Università degli Studi della Tuscia è il quarto spettacolo della stagione teatrale 2011-2012 del Comune di Viterbo, curata dall’associazione Athanor Eventi. Quello che proporrà il soprano Katia Ricciarelli con il tenore Francesco Zingariello e con Roberto Corlianò al pianoforte sarà uno spettacolo suggestivo e di grande intensità artistica, uno straordinario incontro musicale con la ma-

gia di un’artista che ha calcato le scene dei più grandi teatri del mondo. Un viaggio affascinante, ricco di emozioni, nel mondo della canzone, dalle arie del tipico repertorio natalizio più celebre all’ebbrezza dei musical, dal sentimento prorompente della chanson francese alla melodia del repertorio classico napoletano. Un excursus tra le note ed i motivi più famosi, interpretati con l’arte e con la passione della voce di Katia Ricciarelli, una delle grandi protagoniste della lirica di tutti i tempi. “Concerto di inizio anno” ripercorre anche la storia del progresso sociale, di costume, di pensiero, attraverso le scan-

Un’artista internazionale che ha esportato all’estero la grande musica lirica italiana

Leggendo...

FRANCESCO GUCCINI INEDITO” è titolo del nuovo e-book del giornalista professionista e scrittore Giancarlo Padula che la casa editrice URBONE PUBLISHING. Pubblica nella settimana dal 2 al 5 gennaio 2012, al prezzo di 4euro.99 cent, e che presenta ai lettori Francesco Guccini, uno dei più grande cantautori italiani, oltre che abile autore di libri, in una veste piuttosto inedita. Padula, (Terni 1953), tra l’altro, “Premio Astro Nascente 2005” per una trilogia di libri sul �lm di Mel Gibson “La Passione di Cristo”, scava, come ogni buon cronista, scopre tra le pieghe, fa opera di “investigazione”, scruta nei versi, allude a citazioni, pensieri, dichiarazioni, parole carpite, ed offre un’immagine inconsueta di quello che rimarrà per sempre un monumento della canzone d’autore italiana, ma anche della letteratura. Pur proclamandosi agnostico, il “vate” di Pavana Pistoiese esprime suo malgrado concetti cristiani, si pone la domanda del senso della vita, si pone l’interrogativo di sempre dell’ “homus religiosus” : “Chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo”? Il cantautore per eccellenza canta, per esempio, in Signora Bovary: “Ma che cosa c’è proprio in fondo in fondo, quando bene o male faremo due conti, e i giorni goccioleranno come i rubinetti nel buio e diremo “...un momento, aspetti...” per non essere mai pronti….” Semi del “Verbo”? Un inconsapevole cristiano? Almeno così lo ha descritto lo zio Antonio Prandi, uno dei primi aderenti ai “focolarini”, fondati da Chiara Lubic. E fu proprio a Loppiano, ad ovest del Comune di Incisa Val d’Arno, a 20 chilometri da Firenze, cittadella del Movimento cattolico dei Focolari, con milioni di aderenti, in ogni parte del globo. Un esempio di vita evangelica in questo mondo, che Francesco Guccini cantò per la prima volta in pubblico la mitica “Dio è morto”, (Album Folk Beat n° 1 – Emi, 1967), bandiera di più generazioni, censurata dalla Rai, ma accolta con entusiasmo da Radio Vaticana. La prefazione è di Don Backy uno dei massimi autori italiani di canzoni, attore, scrittore, fumettista.

I festeggiamenti per i primi 450 anni di vita di Oriolo Romano

D

omenica 8 gennaio alle ore 16:00 si terrà a Palazzo Altieri presso la

Sala degli Avi la cerimonia di apertura delle celebrazioni per i 450 anni dalla fondazione di Oriolo Romano. Nel 1562 infatti Giorgio III Santa Croce, con l’intento di dare vita al paese ideale, compì la fondazione dell’abitato, assegnando le terre a diverse famiglie di boscaioli e di contadini provenienti

da numerosi paesi dell’Italia Centrale. Oggi, 450 anni dopo, si proverà a ripercorrere le felici intuizioni che secoli fa segnarono le linee principali dello sviluppo del paese, e si cercherà di sviluppare gli insegnamenti del passato per affrontare al meglio le s�de del futuro. Durante la cerimonia di domenica 8, dopo i saluti del Sindaco Graziella Lombi, del Presidente della Provincia Marcello Meroi e del consigliere alla cultura Patrizia

Valentini si terranno gli interventi dello storico Enzo Prudenzi, dell’Architetto Rosa Gemma Cipollone, d e l l a Professoressa Elisabetta De Minicis; inoltre il Presidente del Comitato presenterà il calendario d e l l e manifestazioni in programma da domenica �no a �ne anno. A seguire, porteranno un’importante testimonianza sette dei Sindaci dei paesi di fondazione, e in�ne un concerto di musica classica

Alla presenza delle autorità locali l’intervento di storici ed intellettuali tra musica e buon cibo

del gruppo Brass Quintet concluderà la manifestazione. Sarà inoltre possibile visitare il Museo di Palazzo

Altieri e degustare i prodotti tipici locali. Un appuntamento imperdibile.


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Giggi 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Se state aspettando qualche notizia che non vuole proprio arrivare, in questa giornata cercate di distrarvi e soprattutto cercate di procedere oltre. Avete imparato con l’esperienza che attendere troppo intensamente qualcosa non fa altro che rallentarlo. Non siate troppo negativi, qualsiasi cosa vi riservi il futuro la saprete accettare!

Incoraggiate le persone che sono intorno a voi in questa g i o r n a t a poiché soltanto in questo modo troveranno il coraggio di fare un passo avanti verso di voi. Le idee possono anche non essere delle migliori ma è importante provarci e soprattutto è importante per voi tentare di approvare qualche volta queste idee. Le qualità altrui non possono essere sottovalutate!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

In questa giornata avrete molto da fare soprattutto se avete da gestire una famiglia, dei figli e probabilmente anche una casa. Le vostre azioni potrebbero riverberarsi sulle vostre prossime relazioni, non solo sentimentali ma anche affettive, quindi sarebbe opportuno tentare una migliore organizzazione dei vostri impegni.

In questa giornata sarete molto soddisfatti dei vostri piani e soprattutto sarete molto soddisfatti del vostro modo di affrontare le problematiche grazie all’organizzazione che avete saputo dare a tutti i vostri impegni. Conciliare tutto non è mai semplice ma voi lo avete saputo fare con grande maestria e scaltrezza e ne otterrete presto i benefici.

Le vostre abilità potranno certamente e s s e r e apprezzate in questa giornata ma soltanto se avrete la possibilità di metterle in atto. Qualche volta non vi volete esporre per paura di sbagliare qualcosa ma questa volta non nessuno vi metterà i bastoni tra le ruote e vi farà venire dubbi, quindi potrete andare dritti verso il vostro obiettivo.

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Le esperienze che spesso condividete con le p e r s o n e che avete intorno di cer to non possono essere al pari con quelle provate con le persone che amate. I vostri segreti potete confessarli soltanto a coloro che vi fanno provare più sentimenti e anche senza sentirvi in colpa, poiché avrete sempre accanto qualcuno che vi approverà!

Se avete delle attitudini troppo spiccate a cacciarvi dei guai allora d o v r e t e sicuramente cercare di trattenervi in questa giornata dal fare cose prive di senso che potrebbero alterare l’armonia dei vostri rapporti. Non pensate troppo a voi stessi in questo periodo, piuttosto cercate di riprendere in mano tutte quelle questioni che sono andate male per colpa della vostra impulsività.

Quando le persone intorno a voi vi dicono che potete osare di più probabilmente è perché si aspettano di più! Avete quindi campo libero in questa giornata e potrete davvero stupire tutti coloro che amate per non sentirvi mai più dire” potevi fare di più”. E’ proprio la vostra occasione per dimostrare il vostro amore e la vostra dedizione nei confronti di chi vi è riconoscente tutti i giorni.

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

Se sarete molto veloci nelle vostre deduzioni in questa giornata sicuramente riuscirete a venire a capo della questione che vi sta facendo perdere il sonno da un po’ di giorni. La vostra concentrazione fino ad oggi è stata molto scarsa, ma la ritroverete improvvisamente quando capirete che potete ottenere quello che volete in un batter d’occhio.

FARMACIE (reperibilità)

In questa giornata è probabile che qualcuno vi voglia confidare qualcosa ma che non siate esattamente in grado di sostenere quello che vi verrà detto. Tra l’altro la vostra situazione sentimentale potrebbe essere alquanto in sospeso, quindi sarà bene risolvere le varie questioni una per volta e poi trovare la propria giusta dimensione!

VITERBO

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

In questa giornata dovreste provare ad usare i vostri sensi in modo tale da avere una percezione completa di quello che vi sta accadendo intorno e non fermarvi soltanto all’apparenza. Dovreste innanzitutto cercare di fidarvi di coloro che vi sono vicino e poi dovreste anche cercare di ascoltare. In questo modo potrete anche mantenere il controllo senza per questo dover essere impulsivi.

I vostri piani per la giornata potrebbero essere un t a n t i n o cambiati dalle persone che vi amano e che probabilmente penseranno di farvi un favore. Tuttavia potreste sempre cercare di spiegare i motivi per i quali per voi è importante seguire e mantenere i vostri piani così come li avete organizzati. Apprezzeranno la vostra sincerità.

Sabato 7 Gennaio 2012

Cinema Genio Via del Teatro Genio 16 Immaturi. Il viaggio Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza del Santuario 51/A Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00 Cinema Trieste Viale Trieste 30 Il gatto con gli stivali Orario: 16,30 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 15,30 - 17,00 Immaturi 2. Il viaggio Orario: 18,30 - 19,40 - 22,00

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana Vacanze di Natale a Cortina Orario: 21,30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32 J. Edgar Orario: 17,00 -19,30 - 21,45 Il gatto con gli stivali Orario: 16,30 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Le idi di Marzo Orario: 20,00 - 22,00 Capodanno a New York Orario: 16,00 - 18,00 Immaturi. Il viaggio Orario: 16,00-18,00-20,00-22,00

Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano Immaturi. Il viaggio Orario Fer. 17,30 - 20,00 - 22,00 Fest.: 15,30 - 17,30 - 20,00 - 22,30 Vacanze di Natale a Cortina Tutti i Giorni: 18,00 Festivi: 15,45 - 18,00 Sherlock Holmes. Gioco di ombre Tutti i Giorni: 20,15 - 22,30 Il gatto con gli stivali 3D Orario Fer. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Finalmente la felicità Orario Fer.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 J. Edgar Orario Fer.: 17,00 - 19,45 - 22,30 Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario Fer. : 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via Giacomo Matteotti 2 Riposo

SORIANO NEL CIMINO

Cinema Florida Piazza Marconi 12 Immaturi 2. Il viaggio

Orario:15,30-17,30-19,30-21,30

MONTEFIASCONE Multisala Gallery Via Cardinal Salotti Alvin Superstar 3. Si salvi chi può! Orario: 17,00 - 22,00 Vacaze di Natale a Cortina Orario: 17,00 Le idi di marzo Orario: 22,00 Multisala Flavia Via della Croce, 1 Immaturi. Il viaggio Orario: 15,30-17,30-19,45-22,00 Capodanno a New York Orario:15,30-17,30-19,45-22,00

ORTE

Cinema Alberini Via del Plebiscito 10 Il gatto con gli stivali Orario: 15,30 - 17,30 Finalmente la felicità Orario: 21,45

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 7 GENNAIO

ACQUAPENDETE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e 16,00-19,00)

CIVITA CASTELLANA Via di Corte, 3/5 (08,30-13,00 e Notturna)

MONTEROMANO Via Vittorio Emanuele, 45 (09,00-13,00 e 16,30-19,00)

TARQUINIA LIDO Via Delle Sirene, 20 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

CANEPINA P.le Cad. e Disp. 2a Guerra M., 1 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

FALERIA Piazza G. Garibaldi, 16 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

TUSCANIA Piazza Italia, 12 (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CANINO Via G. Garibaldi, 30 (08,35-13,00 e Notturna)

GRAFFIGNANO Piazza Del Comune, 10 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

ORTE SCALO Via Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,00-19,30)

VEJANO Via Umberto, 53 (09,30-13,00 e 16,00-19,00)

CAPRANICA Via Padre L.M. Monti, 7 (08,30-13,00 e Notturna)

ISCHIA DI CASTRO Via Caporossi, 15 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

PIANSANO Via Roma, 16 (09,00-12,30 e Notturna)

VETRALLA - CURA DI V. Via Cassia, 38/A (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

CAPRAROLA Viale Caduti Sul Lavoro, 39 (09,00-13,00 e 16,00-20,00)

LUBRIANO Via G. Marconi, 1 (08,30-13,00 e 16,30-19,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e Notturna)

VITERBO Largo Africa, 14 (Loc. Pietrare) (08,35-13,00 e 16,00-19,30)

CARBOGNANO Via S. Filippo, 8 (09,00-13,00 e Notturna)

MONTALTO DI C. LOC. MARINA Via Del Palombaro, 11 (09,00-12,00 e 16,00-19,00)

SAN LORENZO NUOVO Piazza Europa, 22 (08,30-13,00 e 15,55-19,30)

VITERBO - BAGNAIA Viale Fiume, 6 (09,00-13,00 e 16,00-19,30)

CELLENO Piazza Della Repubblica, 3 (09,00-13,00 e 16,00-19,00)

MONTEFIASCONE Via Cardinal Salotti, 48 (08,30-13,00 e 16,00-19,35)

SORIANO NEL CIMINO Piazza Vittorio Emanuele, 22 (08,24-13,00 e 16,00-19,30)

Sabato 7 Gennaio

Domenica 8 Gennaio

Correnti settentrionali fredde, seppur in temporanea attenuazione, insistono sul Centro Tirreno, determinando una giornata ben soleggiata ovunque, ma con clima freddo specie in montagna e al mattino sulle pianure. Qualche nube sparsa in formazione sulla dorsale toscana esposta ad ovest nelle ore serali e notturne. Temperature in calo nei minimi al suolo, in lieve aumento in montagna sulla dorsale toscana. Venti moderati settentrionali in attenuazione e rotazione tra O e ONO, tesi da NNO in quota, mari ancora molto mossi al largo ma con moto ondoso in diminuzione.

Si confermano condizioni di tempo stabile e soleggiato grazie all’alta pressione e a correnti settentrionali in quota. Qualche addensamento al mattino tra Toscana ed Umbria, e in giornata sull’arcipelago pontino. In serata causa l’arrivo di aria più fredda balcanica è atteso il transito di nuvolosità variabile in movimento da nord verso sud con maggior interessamento di Umbria e Lazio associata a piovaschi su dorsale laziale e basso Lazio tra tarda sera e prima notte. Temperature stabili, in lieve calo in montagna dalla notte. Venti deboli o moderati di maestrale al largo, deboli variabili sulle coste in rotazione e rinforzo serale da NNE, fino a tesi da NNO anche in quota. Mari mossi al largo i bacini laziali e l’alto Tirreno, poco mossi sottocosta.


SPORT

� � �

Sabato 7 Gennaio 2012

19

CALCIO

La Ilco Stella Azzurra sbriciola il Frascati Confronto di fatto già chiuso dopo la prima frazione con il team di Orchi avanti di 17 punti

L

a ILCO Stella Azzurra dilaga nell’ultima gara del girone di andata contro un Frascati che, arrivato a Viterbo dopo uno scorcio di campionato in ascesa, viene letteralmente strapazzato dai viterbesi. ILCO STELLA AZZURRA 99: Zena 25, Bizzarri 17, Giganti 14, Innocenti 10, Rogani 10, Cosentino 7, Pasqualini 7, Toselli 6, Pasquali 3, Ripamonti. Coach: O. Orchi. A. All.: A. Baleani G AG G I O L I FRASCATI 41: Giammo’ 9, Sperduto 8, Grossi 7, Tizi 6, Gugliotta 5, Manzotti 5, Di Pasquo 1, Calascibetta, Pannozzo, Roselli. Coach: M. Polidori. A. All.: V. Libutti Arbitri: A. Zaccarelli di Sermoneta e A. Sansone di Aprilia Parziali: 34-17/ 19-10/ 23-10/ 22-4.

infila uno strepitoso 6/7 da oltre l’arco nel giro di 5 minuti e gli ospiti sono già a -15. Coach Polidori cerca di raddoppiare la marcatura sul tiratore viterbese, ma un’ottima e rapida circolazione di palla sotto la regia del nuovo play bianco stellato Andrea Innocenti non permette a Frascati di riavvicinarsi. E’ invece ancora la transizione e la precisione del neo papà Pasqualini, ad ampliare ancora di più il divario ed a permettere ad un ispirato Cosentino di realizzare due bei canestri dal pitturato. Giganti concede al pubblico un paio di jumper mancini e Toselli si fa subito rispettare con una conclusione che chiude metà gara sul 53-27. In avvio di terzo quarto Bizzarri imperversa sotto la plancia di attacco ed infila una serie di cinque canestri, inframmezzata dall’ennesima bomba di Zena. Entra “baby” Rogani che recupera subito un paio di rimbalzi sopra il ferro e piazza una bella conclusione dalla media. Pasqualini ed Innocenti mettono altri punti a referto ed un 2/2 di Rogani portano la Stella sul 76-37 a 10’ dalla sirena finale. Una tripla ciascuno di Cosentino e Pasquali porta a +50 i padroni di casa. Innocenti, subito a

CALCIO A 5 - Squadra al completo per mister Pierini

La Cascina Orte torna in campo contro Ariccia

opo la lunga pausa per le D festività natalizie tornerà in campo questo pomeriggio al Pa-

Team in salute ed ora si pensa alla trasferta di Valmontone

Orchi chiama in campo Zena, Pasqualini, Giganti, Bizzarri e Pasquali che sostituisce lo squalificato Baliva. La parità dura solo tre minuti, dopo che Giammo’, Gugliotta e due triple di Sperduto equilibrano le realizzazioni di Giganti, Bizzarri e Zena, ma quando le mani di Federico si scaldano non esiste più partita: Zena, molto ben servito da Pasquali,

proprio agio negli schemi biancoblu, taglia la difesa avversaria con il suo primo passo in entrata che lascia sul posto l’avversario diretto. Veramente positivo l’esordio del nuovo play viterbese che è molto piaciuto al suo primo impegno stellato. Orchi mette in campo anche l’under 19 Ripamonti, altro prodotto delle giovanili biancostellate, che realizza un potenziale bel gioco da tre, immotivatamente annullato dall’arbitro per un incomprensibile sfondamento. Ma gli ultimi due minuti sono

puro spettacolo per gli spettatori in tribuna: Rogani prima affonda una poderosa schiacciata in contropiede e poi esalta i presenti con un fantastico alley oop, che gli regalano una prolungata standing ovation. Alla fine è festa per la Stella che, seppure di fronte ad un avversario certamente non irresistibile, dimostra di essere pronta anche dopo la pausa natalizia e preparata, domenica prossima, ad affrontare la prossima e non facile prima di ritorno sull’ostico campo di Valmontone.

laDiVittorio di Terni La Cascina Orte del patron Massimiliano Brugnoletti che, nella sfida valida come prima giornata del girone di ritorno, affronterà la Carli Sport Ariccia. Un match quello contro i romani pieno di insidie, ma che i biancazzurri vogliono a tutti i costi portare a casa per allungare la striscia di risultati positivi conquistati nel mese di Dicembre e per mantenere la scia di Elmass e Acquedotto. UN GIRONE FA - L’esordio in campionato non fu certamente dei più esaltanti per i viterbesi che ad Ariccia incassarono la prima scon�tta stagionale. 5-2 fu il �nale a favore dei padroni di casa che dopo una prima frazione equilibrata presero il sopravvento nella ripresa quando Unfer e soci, sembrarono incapaci di reagire caratterialmente alla verve agonistica dei romani. SQUADRA AL COMPLETOSarà una Cascina Orte al gran completo e con un Manzali sicuramente più brillante dal punto di vista �sico (sotto porta non si discuteva neanche con pochi allenamenti

nelle gambe ndr) quella che tornerà in campo quest’oggi. ACQUISTO - Per rincorrere questa salvezza intanto la società ortana non si sta risparmiando e dopo Manzali il dg Luciano Nesta è riuscito a riportare in Italia un proprio ex ovvero quell’Alex Sant’Ana che tanto bene aveva fatto nelle due passate stagioni. Il forte laterale è già ad Orte e si sta allenando per integrarsi quanto prima con i suoi nuovi compagni. PRE PARTITA- Ad analizzare la s�da alla vigilia del match è il tecnico Simone Pierini: “Ripartiamo con la stessa voglia e lo stesso entusiasmo con cui abbiamo terminato l’anno e il girone d’andata. La squadra sta bene �sicamente e mentalmente ed è pronta ad affrontare questa gara che sarà sicuramente molto dif�cile. Detto ciò, ho piena �ducia nei ragazzi e sono convinto che scendendo in campo con la gista concentrazione e determinazione potremo ottenere un nuovo risultato positivo. In questo girone di ritorno abbiamo l’obiettivo di fare più punti possibili in modo da conquistare la salvezza diretta”.

STORIE DI CALCIO - Denuncia del presidente del Bassano Romano BASKET DONNE - Appuntamento alle 19 al PalaMalè

“Ci hanno vietato l’uso del campo” Oggi derby per la Defensor “

Non consentirò a nessuno di intralciare il nostro lavoro: ciò che è successo ieri sera è un fatto gravissimo che mi ha lasciato di stucco”. Così il Presidente del Bassano calcio, Boldorini, all’indomani dello spiacevole e grave episodio veri�catosi presso il locale campo sportivo. Dove un membro della Polisportiva (un’altra squadra operante sullo stesso campo), pur essendoci spazio sul terreno di gioco, ha vietato inspiegabilmente l’ingresso ai calciatori del Bassano rei, a suo dire, di non essere autorizzati per la seduta di allenamento. “In primo luogo – replica Alfredo Boldorini - non è assolutamente vero visto che io stesso prima della sosta ho spedito a tutte le altre società calcistiche il calendario con i nostri allenamenti. Quindi tutti sapevano della nostra seduta. Polisportiva compresa. Che non ha fatto obiezioni al calendario medesimo. Tant’è che avevamo

a disposizione sia lo spogliatoio che la nostra metà campo per la seduta atletica. In seconda battuta mi chiedo, fatto molto rilevante questo, a che titolo questo signore abbia tentato di impedire l’ingresso ai nostri atleti. Chi è costui? Che incarico comunale ha ricevuto per regolare il �usso presso l’impianto di proprietà di Piazza Umberto I? Il Sindaco Bettucci lo ha forse nominato assessore allo sport? E’ per caso di sua proprietà il campo sportivo? Non mi risulta neppure che questa Polisportiva detenga la gestione dell’impianto. Quindi quello che questo signore, con il gentile avallo di altri suoi dirigenti, ha compiuto ieri sera costituisce intralcio alla nostra organizzazione e preparazione per la dif�cile s�da di domenica contro il Soratte. Non consentirò a nessuno di intromettersi in questo modo nella nostra vita di sodalizio, non consentirò a nessuno di intromettersi nei nostri affari. Mi metterò al rapporto in primis dal Sindaco �no ad arri-

vare a tutti quegli organismi atti alla salvaguardia e alla valorizzazione della pratica dello sport. Terrò sempre alta l’attenzione e denuncerò altri eventuali analoghi comportamenti �n tanto che la legalità ed il rispetto non prevalgano in un impianto dove per anni la serenità ed la disponibilità erano di casa. Negli anni precedenti nessun episodio simile è stato mai registrato. In conclusione condanno con forza questi comportamenti da medioevo, questi comportamenti contrari allo sport, alle minime regole di vita civile. Ciò che mi rattrista di più è il fatto che nonostante i nostri tentativi di stabilire rapporti civili con questa esordiente realtà calcistica parrocchiale tutto venga strumentalizzato con lo scopo di gettarla sempre in rissa ed in polemica. Fino ad arrivare all’episodio di ieri sera. Che ha raggiunto il culmine (in negativo) e che di fatto ha chiuso ogni rapporto collaborativo”.

I

n questo sabato pomeriggio, la Defensor di coach Carlo Scaramuccia cerca due punti preziosi per la propria classi�ca ospitando al PalaMalè un’avversaria molto quotata come la Ceprini Costruzioni Orvieto. Le umbre occupano infatti la quinta posizione solitaria in classi�ca, con un bilancio �nora di otto vittorie e quattro scon�tte, e non dovrebbero avere problemi a raggiungere i playoff. Il gruppo guidato da coach Angelo Bondi è reduce dall’importante affermazione casalinga contro il Cus Chieti, in cui si è evidenziata ancora una volta la grande ricchezza di alternative di cui dispone in tecnico; ben sette giocatrici, infatti, hanno chiuso quell’incontro con almeno sei punti a referto ed anche le statistiche complessive di questa prima metà di stagione regolare sottolineano la distribuzioni di punti che contraddistingue la Ceprini Costruzioni. La mi-

gliore realizzatrice è infatti l’ala Francesca Mariani con 12,7 punti a partita ma poco lontane ci sono anche la lettone Lauma Reke, rimbalzista numero uno della squadra con 6,1 palloni recuperati, e Ada Puliti, anche lei in doppia cifra di media. Da tenere d’occhio anche Lisa Tripalo che realizza oltre 8 punti per gara ma soprattutto è tra le migliori dell’intero campionato in fatto di assist, con 3,2 passaggi smarcanti a partita. Sotto canestro ci sono i centimetri di Licia Filippetti e dalla panchina esce una giocatrice di talento come Alessandra Tava, vista a Viterbo con la maglia della Virtus. Minuti importanti anche per Angela Ratti, Sara De Biase e Veronica Perini, con coach Bondi che ruota molto le sue giocatrici per tenere alta l’intensità difensiva, come dimostra il dato dei punti subiti che pone le umbre al primo posto nell’intero girone. Per la Defensor sarà

soprattutto la gara delle tante ex, visto che proprio nel corso dell’estate ci sono state ben tre atlete che hanno lasciato la squadra umbra indossando la maglia gialloblù. Tra loro Roksana Yordanova, top scorer della Defensor con quasi 15 punti a partita, e Lorenza Spirito che cercherà di tornare incisiva in attacco come accaduto spesso all’inizio della stagone. In dubbio invece la presenza di Silvia Scoscia, Coach Scaramuccia spera di poterla recuperare in extremis per avere a disposizione un’altra atleta importante nel reparto delle esterne, sicuramente sottoposto a grande pressione da parte della difesa ospite. team a quota otto punti prima di un girone di ritorno che proporrà importanti scontri diretti da disputare in casa. La palla a due è prevista alle 19 e la direzione di gara sarà dei signori Luca Santilli di Recanati (MC) e Valerio Grigioni di Roma.


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

CALCIO - Pisoniano in vantaggio con Fazi, poi ci pensano Ippoliti e Marcheggiani

Rieti soffre, rimonta e festeggia la sua prima Coppa E

’ del Rieti il primo successo nel 2012 ed è un successo storico. Il club di patron Palombi ha infatti scritto per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro della Coppa Italia d’Eccellenza grazie al successo per 2 a 1 in rimonta sul Pisoniano. Al gol di Yuri Fazi in chiusura di primo tempo hanno risposto nella ripresa Ippoliti e Marcheggiani. Una �nale inedita che ha visto la squadra di mister Berti protagonista nella prima frazione di gioco con un gol s�orato in apertura di gara

da N’diaye su punizione e poi capace di colpire al 45esimo, dopo un gol annullato per off-side ai sabini, con Fazi bravo a sfruttare l’assist del centrocampista coloured ed in�lare Mennini con un destro chirurgico. Il secondo tempo, però, è di marca amarantoceleste con Ippoliti che già al quarto d’ora trova il pareggio dopo una bella giocata individuale dal limite dell’area. Il Pisoniano recrimina su una spinta a Fazi in area, ma al 40esimo è ancora il Rieti a colpire stavolta con Marcheggiani che in contropiede arriva davanti a Criscuolo e

lo batte con un preciso diagonale. 2 a 1 e festa grande per il popolo reatino che torna a sognare palcoscenici più importanti. A seguire il tabellino dell’incontro.

Marcheggiani, Ippoliti (31’st Monaco di Monaco), Tagliabue (16’st Di Lorenzo). A disp.: Natali, Marcangeli, Petrongari, Delle Monache. All.: Paris. ARBITRO: Luciani di Roma 1. ASSISTENTI: Foglietta di Frosinone e Todisco di Ciampino. MARCATORI: 45’pt Fazi (P), 13’st Ippoliti (R), 40’st Marcheggiani (R). NOTE: Spettatori: 2600 circa. Ammoniti: Lumicisi, Nadiaye, Fazi, Salvi, De Simone, Marcheggiani. Recuperi: 1’pt, 5’st. Calci d’angolo: 5-3 per il Pisoniano.

PISONIANO: Criscuolo, Limicisi, Ansini, De Angelis, Guacomini, Ilari, Scorpio (15’st D’Andrea), Cesaro (15’st Giacani), Valdastri, Ndiaye (43’st Deodati), Fazi. A disp.: Branaba, Di Brango, Cesareo, Roversi. All.: Berti RIETI: Mennini, Pucino, Bonifazi, Beccarini, Salvi, Panitti, Cavallari, De Simone (43’st Iachetti),

LA RIPRESA I gialloblù salutano le feste al Time City

L

a Viterbese ha definitivamente chiuso il periodo di sosta ritrovandosi al Time City nel tardo pomeriggio scorso. Saluti, abbracci e molta determinazione in una sala preparata ad hoc. Si è respirata l’aria di chi vuole compiere un’impresa, o quanto meno tentarla a partire da Domenica contro il Deruta. Domani mister Alessandro Conticchio sciglierà le ultime riverse riguardanti il pacchetto arretrato, dove, in caso di forfait di Fabio Fapperdue, potrebbe arretrare nel ruolo di centrale Testa. Si andrebbe a formare un’inedita coppia composta da Testa e Lispi, ma stando alle buone sensazioni del giovane centrale viterbese, in campo dovrebbero scendere Fapperdue con Lispi, con Testa dirottato a centrocampo. Ancora qualche nodo da sciogliere a centrocampo con il rientrante Cristiano

Foto Andrea Di Palermo

Pronti a dare battaglia

Per la Viterbese da sciogliere gli ultimi nodi in difesa e a centrocampo pronto a mordere il campo. L’ultima decisione anche in questo caso spetterà al mister che valuterà nel lavoro di rifinitura la sua presenza da titolare o meno. Intrigo a corte in attacco. La società ha messo a disposizione

del tecnico cellenese una potenza di fuoco che nel girone ha pochi equali ma bisogna trovare la giusta alchimia per non soffrire troppo in fase difensiva. Occorre evitare di subire i contropiedi avversari, quin-

di possesso palla e pressing devono coincidere. Tutto ciò sarà possibile solo se le punte avranno nelle gambe e nella testa la volontà di sacrificarsi, ma sotto questo punto di vista, sia Vegnaduzzo, che Morini, hanno

già dimostrato di potercela fare. La novità sarà vedere il bomber Majella. La parte finale della sfida con il Civitacastellana Flaminia non poteva certo essere un test credibile, mentre l’amichevole con l’Agnonese ha

destato buone impressioni. Qualora Conticchio lo gettasse nella mischia sin dal primo minuto allora potremmo trarre le prime conclusioni sulla sua effettiva affidabilità nel tridente delle meraviglie.

iL

ECCELLENZA E PROMOZIONE - Per il Montefiascone c’è Tambolleo di Tivoli

Gli arbitri per le sfide della prima di ritorno Il derby tra Ischia e Canepina diretto da Fabio Lertua della sez. di Tivoli La Sabina-Albalonga Luca Ragone di Ciampino (Marini di Ciampino e Madeo di Roma 2)

E

cco tutti gli arbitri delle gare di domani valide per la prima di ritorno nei campionati di Eccellenza e Promozione.

Diana Nemi-Ladispoli - Matteo Cesarini di Civitavecchia (Pantanella di Frosinone e Zuin di Roma 2)

ECCELLENZA Così nelle s�de di domani.

Fiumicino-Fontenuovese - Enrico Leo di Roma 2 (Costantini di Roma 2 e Santostefano di Viterbo)

Corneto-Real Pomezia Tommaso Impenna di Rieti (Caretti di Roma 1 e Morlacchetti di Roma 2)

Guidonia-Maccarese - Alessandro Garelli di Ciampino (Vettorel e Mari di Latina)

Anguillara-C. di Cerveteri - Matteo Matera di Roma 1 (D’Ottavi di Roma 1 e Lo Martire di Roma 2) Canepina-Ischia di Castro - Fabio Lertua di Tivoli (Pasquali e Ciuffreda di Roma 2) Foglianese-Focene - Pietro Esposito di Aprilia (Civitenga e Biron di Roma 2)

Ostia Mare-Monte�ascone - Marco Tambolleo di Formia (Moretti e Nasta di Formia)

Fregene-Pianoscarano Emiliano Guglielmi di Roma 1 (Sclavo di Roma 1 e Cazzorla di Aprilia)

Real Monterosi-Villanova - Alessio Angiolari di Ostia Lido (Affronti di Ostia Lido e Giuberi di Ciampino)

Futbol Club-Caninese - Claudio Pizzoli di Ostia Lido (Madeddu e Aversa di Latina)

PROMOZIONE Così invece per i confronti della 18esima giornata, prima di ritorno della Promozione.

Olimpia-La Storta - Fabio Robustelli di Albano Laziale (Leonarduzzi e Maccarri di Ciampino) S.

Marinella-Bracciano

- Andrea Longo di Aprilia (Pasquariello e Filannino di Ostia Lido) Tolfa-Grifone Monteverde - Daniele De Tommaso di Rieti (Abukar e Girolami di

Aprilia) Vigor Acquapendente-Casalotti - Francesco Rizzotto di Roma 2 (Bellaontoni di Roma 2 e Lega di Aprilia)


� �

sport

21

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

CALCIO

Le magìe di Adelli contro il colosso Castrense Tutte le sfide e le direzioni arbitrali nelle gare di Prima e Seconda Categoria in programma domani T

utti in campo per i primi impegni ufficiali del 2012 con le gare della 14esima di andata in Prima e Seconda Categoria. Ed ecco quello che ci offre il programma di domani con gli arbitri che sono stati ufficializzati dalle varie sezioni. PRIMA CATEGORIA GIRONE A Fari puntati sul match che attende la straordinaria capolista Castrense nel testa coda contro la Virtus Cimini nel più classico dei testa coda. Ecco tutte le sfide e gli arbitri del turno

di domani. C. Ronciglione-Capranica - Davide Cieri di Ciampino Doria S. Martino-Pol. Falisca - Gabriele Elisino di Ostia Lido Monte Romano-Valleranese - Mario Perri di Roma 1 N.Sorianese-Montalto Calcio - Davide Silverio di Roma 1 Vasanello-Tuscania Calcio - Fabrizio Bonanni di Roma 2

1ª CATEGORIA GIRONE A - 14ª GIORNATA (8 gennaio)

ni

Nel recupero di giovedì Barco ko in casa contro il Pescia (1-3). Big match tra Fabrica e Stimigliano

Querciaiola-Vetralla Daniele Bellanova

Valentano-Virtus Marta - Maurizio Lamoratta

dina - Riccardo Delle Monache Farnese-San Lorenzo Nuovo -Mirko Benedetti Graffignano-Etrusca Vincenzo Boccia

-

-

N. Pescia Romana-Real Gradolese - Simone Adria-

Virtus Pilastro-Civitella D’Agliano - Michele Baldi Recupero - Intanto ricordiamo che giovedì sera si è giocato il posticipo della 13esima di andata tra Barco Murialdina e Pescia Romana concluso con l’affermazione esterna della squadra tirrenica per 3-1.

2ª CATEGORIA GIRONE A - 14ª GIORNATA (8 gennaio)

2ª CATEGORIA GIRONE B - 14ª GIORNATA (8 gennaio)

CIMINA RONCIGLIONE - CAPRANICA

11,00

CELLENO - BARCO MURIALDINA

14,30

BASSANO ROMANO - SORATTE

11,00

DORIA SAN MARTINO - POL. FALISCA

14,30

FARNESE - SAN LORENZO NUOVO

14,30

CALCIO SUTRI - S. RONCIGLIONE

11,00

MONTE ROMANO -VALLERANESE

11,00

GRAFFIGNANO - ETRUSCA

14,30

CASPERIA 2006 - A. MORLUPO

11,00

NUOVA SORIANESE - MONTALTO

14,30

NUOVA PESCIA ROMANA - REAL GRADOLESE

11,00

FABRICA CALCIO - STIMIGLIANO

11,00

VASANELLO - TUSCANIA CALCIO

14,30

QUERCIAIOLA - 1928 VETRALLA

11,00

PRO CALCIO ANGUILLARA - MAGLIANESE

14,30

VIGNANELLO - LATERA

11,00

VALENTANO - VIRTUS MARTA

11,00

REAL COLLEVECCHIO - REAL CAPRAROLA

11,00

VIRTUS CALCIO BOLSENA - BLERA

14,30

VIRTUS PILASTRO - CIVITELLA D’AGLIANO

10,30

VEJANESE - FORANO

11,00

VIRTUS CIMINI - CASTRENSE

11,00

2001 TUSCIA - NUOVA BAGNAIA

14,30

VIC FORMELLO - SABAZIA

11,00

Nelle foto a sinistra il team della Polisportiva Falisca, sopra a sinistra il tecnico De Mattia e sotto mister Forti che sta facendo un ottimo lavoro alla guida del Tuscania

1ª CATEGORIA GIRONE D - 14ª GIORNATA (8 gennaio)

1ª Categoria girone A CASTRENSE

37

NUOVA SORIANESE

25

VIRTUS BOLSENA

24

MONTALTO

22

C. RONCIGLIONE

21

BLERA

20

CAPRANICA

20

TUSCANIA

18

VALLERANESE

17

LATERA

17

POL. FALISCA

17

DORIA S. MARTINO

16

MONTE ROMANO

11

VIGNANELLO

9

VASANELLO

7

VIRTUS CIMINI

6

Vignanello-Latera - Giacomo Cesarini di Civitavecchia

CASAL BARRIERA - C. MONTERANO

11,00

CAMPAGNANO - ROMULEA

11,00

CASTELNUOVESE - TREVIGNANO

11,00

CESANO - RIGNANO SORATTE

11,00

C. CAPENA - FIANO ROMANO

11,00

FORTITUDO NEPI - SACROFANO

11,00

OTTAVIA - REAL PORTUENSE

11,00

PRO ROMA - FORTITUDO CALCIO

11,00

1ª Categoria girone D

2ª Categoria girone A

REAL PORTUENSE

29

SAN LORENZO N.

39

CAPENA

27

VALENTANO

27

TREVIGNANO

26

VIRTUS PILASTRO

26

V. Cimini-Castrense Jacopo Andrea Cataldi di Roma 2

FORTITUDO ROMA

24

NUOVA BAGNAIA

23

FIANO ROMANO

21

CIVITELLA D’AGLIANO

23

PRIMA CATEGORIA GIRONE D Qui ricordiamo il direttore di gara del confronto che attende la F. Nepi sul campo amico.

CANALE MONTERANO

19

FARNESE

22

ROMULEA

19

2001 TUSCIA

19

RIGNANO SORATTE

18

VIRTUS MARTA

17

CAMPAGNANO

17

VETRALLA 1928

16

V. Calcio Bolsena-Blera - Edoardo Fabbro di Roma 1

F. Nepi-Sacrofano - Stefano La Malfa di Roma 1 SECONDA CATEGORIA GIRONE A Sono tutti della sezione di Viterbo gli arbitri delle gare della 14esima giornata nel girone A. 2001 Tuscia-N. Bagnaia - Francesco Oddo Celleno-Barco

Murial-

CASAL BARRIERA

17

REAL GRADOLESE

15

CASTELNUOVESE

16

QUERCIAIOLA

12

SACROFANO

15

PESCIA ROMANA

14

PRO ROMA

14

CELLENO

11

GIRONE B Sino a ieri non sono stati comunicati gli arbitri delle gare del girone B che dovrebbero essere comunque delle sezioni di Roma 1 e di Civitavecchia. Ricordiamo i confronti con la partitissima in programma a La Cesa tra i locali del Fabrica Carbognano e la capolista Stimigliano. Ecco tutti i confronti in programma. Bassano ratte

Romano-So-

Calcio Sutri - Ronciglione United Casperia -A. Morlupo Fabrica gliano

Calcio-Stimi-

P.C. Anguillara-Maglianese Real Collevecchio-Real Caprarola

OTTAVIA

13

GRAFFIGNANO

11

CESANO

6

ETRUSCA

9

Vejanese-Forano

FORTITUDO NEPI

6

BARCO MURIALDINA

3

Vic Formello-Sabazia

2ª Categoria girone B STIMIGLIANO

31

VEJANESE

29

RONCIGLIONE UNITED

28

FABRICA CALCIO

26

SABAZIA

24

REAL COLLEVECCHIO

24

CALCIO SUTRI

21

MAGLIANESE

20

BASSANO ROMANO

13

P.C. ANGUILLARA

12

SORATTE

12

FORANO

12

CASPERIA

11

VIC FORMELLO

11

FORANO

9

REAL CAPRAROLA

8


� �

sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Gennaio 2012

23

CALCIO GIOVANI

“Alla faccia di chi dice Foglianese allo sbando” Lettera del dirigente Petrelli: “Nei nostri confronti una infinità di menzogne”

D

al responsabile del settore giovanile della Foglianese Massimiliano Petrelli riceviamo e pubblichiamo: “Ritengo che in questo periodo si siano fatte tante chiacchere e dette tante di quelle menzogne da parte di tanti che veramente sono rimasto sbalordito, chiacchere e menzogne sull’andamento societario ed economico lette, intese dire o meglio viste su �lms di fantascienza tanto per ciarlare, nessuno sa come stanno veramente le cose al di fuori dei diretti interessati percui invito tutti coloro che continuano a scrivere e a parlare della Foglianese calcio di parlarne per cio’ che

questa rappresenta nel panorama calcistico giovanile della nostra provincia ovvero una realta’ seria e reale con programmi e progetti ben precisi in parte raggiunti e in gran parte da raggiungere perche ancora il bello deve arrivare. A qualcuno l’invidia fa brutti scherzi ma noi sappiamo bene come difenderci da questi personaggi. Abbiamo per il 90% piani�cato tutta la prossima stagione a dispetto di chi ci vorrebbe ormai chissa’ dove in tutti o quasi i suoi particolari e a qualcuno questo non fara’ piacere, di certo oggi rappresentiamo un modello da seguire e imitare abbiamo tut-

to per diventareuna realta’ di settore giovanile veramente importante e ho il dovere di premiare chi ha creduto in questa realta e allora lavorero’ anzi lavoreremo per una grande realta’, ho intavolato collaborazioni con societa’ professionistiche da circa tre anni che mi hanno aiutato a migliorare . Tanto e seguendo i loro metodi una volta entrate nella nostra realta’ organizzativa ci hanno fatto i complimenti, per non parlare dei nostri tecnici a partire dall’attivita’ di base che per metodi e programmazione li hanno impressionati per non parlare delle strutture uniche per il solo settore giovanile, insomma noi i fatti gli altri.....resto del parere oggi piu’ che mai che se vuoi avere settore giovanile devi fare una scelta e noi abbiamo avuto il coraggio di farla e chi collabora con me da anni ormai sa che e’ sempre stato un mio credo quello di lasciare fare le prime squadre a chi se le puo’ permettere noi lavoreremo per fornire a questi giocatori e atleti pronti ma la destinazione sara’ decisa solo per la valorizzazione del ragazzo e non per false illusioni alle quali troppi credono e poi ritornano dicendo avevi ragione”. NELLE FOTO Nelle immagini in pagina alcune immagini relative alle formazioni della Foglianese



L'Opinione di Viterbo - 7 Gennaio 2012