Issuu on Google+

����������

p

������������������������������������������������������������� �������������� ���������� �������������������������� �������������������

��������������������� SABATO 7 APRILE 2012

Anno III N. 79 - Euro 1,00 �����������������������

���������������������������������������� Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO

Politica

Sicurezza, numerosi cittadini approvano la “linea dura” di Emanuele Faraglia

Regione

Cultura & spettacolo Una Pasqua alla scoperta delle meraviglie della Tuscia

Renata Polverini presenta gli investimenti Trenitalia: nuove carrozze per i pendolari

di Sabrina Morbidelli

Servizio

a pagina 5

a pagina 17

a pagina 9

Brillante operazione dei carabinieri che hanno tratto in arresto tre cittadini di nazionalità nigeriana

Dentro gli “ovetti” tre etti di cocaina

CIVITA CASTELLANA

Sono rinchiusi, l’uomo a Mammagialla e le due donne a Civitavecchia, i tre nigeriani che i carabinieri della compagnia di Ronciglione hanno arrestato nel corso di una vasta operazione, denominata “Ovuli di Pasqua”, mirata alla repressione del traf�co di droga nella Tuscia. I militari, coordinati dal maggiore Trombetta, hanno sequestrato anche una consistente quantità di cocaina purissima ancora chiusa in ovuli stagni (per la precisione 48, ognuno contenente 7,2 o 7,4 grammi di sostanza stupefacente). Era da qualche tempo che i militari del Nucleo Radiomobile della compagnia agli ordini dell’aiutante Giuseppe Donato e quelli del Nucleo Operativo diretti dall’aiutante Angelo Fazi, tenevano sotto stretto controllo il movimento di tre nigeriani, il 29enne J.D., la sua compagna di 39 anni, D.I. (entrambi residenti a Fabrica di Roma) e la loro babysitter O.R., di 29 anni, residente a Corchiano.

Esplode ordigno Infiltrazioni mafiose davanti un garage il sindaco conferma a Fabrica di Roma Un’ordigno è stato fatto esplodere l’altra sera nel centro di Fabrica di Roma. Il fatto è accaduto intorno alla mezzanotte in via IV Novembre: ad essere stato preso di mira, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe un imprenditore di Fabrica che ha il suo magazzino nella palazzina davanti alla quale è stato posizionato l’ordigno. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco di Civita Castellana e i carabinieri di Fabrica, che ora stanno indagando sull’esplosione: tutte le ipotesi sono al vaglio degli investigatori, ma quella più accreditata è che si sia trattato di atto di ritorsione nei confronti dell’imprenditore.

Servizio a pagina 4

Servizio a pagina 4

Terranova, per il giudice Zappa, i quattro romeni non venne diffamato... erano una vera banda

di Simona Tenentini a pagina 15

TUSCANIA

“Secco No alla politica energetica del Comune” di Valeria Sebastiani a pagina 12

TARQUINIA

Mazzola sicuro della riconferma di Daniele Girardi a pagina 11

CAPRAROLA

Ecco l’associazione “Vico Vivo” di Mario Migneco a pagina 2

Servizio a pagina 4

SPORT - Le cronache e gli eventi della provincia

Calcio D Per Viterbese e Flaminia, sabato di vera “passione” Servizio a pagina 20

Calcio Giovani I “simpatici” boys del Tre Croci

Basket Oggi Defensor nella tana del Napoli

Servizio a pagina 22

Redazione Via Piave, 8 - 01100 Viterbo - Centralino 0761.1890827 - Fax 0761.1890811 E-Mail: redazione@opinioneviterbo.it

Servizio a pagina 23

di Elisabetta Giovanforte a pagina 14


cronaca

2

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

TRIBUNALE DI VITERBO - Il giudice Leonardo Colonnello lo ha assolto con formula piena perché il fatto non sussiste

Gianlorenzo non diffamò Terranova di Mario MIGNECO

A

ssolto con formula piena perché il fatto non sussiste. Questa la decisione del giudice di pace Leonardo Colonnello che ha concluso ieri il processo a carico del nostro direttore Paolo Gianlorenzo accusato di diffamazione nei confronti dell’ex segretario comunale di Viterbo Rosario Terranova. I fatti risalgono al 29 aprile del 2008 quando l’onorevole Giulio Marini venne eletto sindaco di Viterbo. Durante i festeggiamenti in piazza e soprattutto all’interno di Palazzo dei Priori i supporters del neo sindaco si lasciarono andare a cori da stadio che prendevano in giro un po’ tutti ed in particolare l’ex segretario comunale che era in rotta con il sindaco uscente Giancarlo Gabbianelli. Terranova non la prese bene e decise di prendersela non con tutti gli astanti ma bensì con il solo Paolo Gianlorenzo. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro quindici giorni dal giudice che ha evidentemente accolto sia le testimonianze a favore di

Avvocato Marco Russo

Gianlorenzo che le tesi della difesa. L’avvocato Marco Russo durante la sua requisitoria ha ripercorso le varie fasi di quei giorni ma soprattutto del perché si era arrivati a quella elezione con così tanta tensione. La soddisfazione dell’avvocato Marco Russo è stata sottolineata dal fatto che,

il giudice, ha ritenuto inutile produrre ulteriori prove come l’integrale ripresa video di quei momenti effettuata da ViterboTv dove era evidente e palese come Gianlorenzo non fosse solo e che tutti erano coinvolti in quel momento di euforia a schernire i politici e tutti coloro che in quei giorni elettorali erano stati protagonisti.

Rosario Terranova


Sabato 7 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

il punto

3

C

on un articolo a tutta pagina, nell’edizione di ieri, il Nuovo Corriere Viterbese di proprietà, è bene ricordarlo, della famiglia Angelucci, ha raccontato ai suoi lettori delle cene che il giornalista Paolo Gianlorenzo ha fatto, tra l’altro, con vari personaggi della politica viterbese sia di destra che di sinistra, addirittura dal 2009. E’ stata una lettura amena, ma poco interessante dal lato giornalistico in quanto crediamo che ai lettori poco interessi con chi vanno a cena le persone, a meno che queste cene non siano organizzate con �nalità malavitose. In questo caso le �nalità malavitose vanno provate con dati e riscontri inoppugnabili. Cosa che il Nuovo Corriere Viterbese si è guardato bene dal fare intingendo la penna in un inchiostro di sole supposizioni capziose. Al contrario il suddetto quotidiano che, lo ripetiamo, è di proprietà della famiglia Angelucci attraverso la società RO.RI. srl, come speci�cato nella gerenza del giornale, si è dimenticato, come sempre, di raccontare ai suoi lettori le note vicende delle tangenti alla Asl viterbese che vedono coinvolti Roberto e Fabio Angelucci (padre e �glio), guarda caso Amministratori avviccendatisi della Società

RO.RI. srl che edita il Nuovo Corriere Viterbese, con accuse che vanno dalla truffa alla turbativa d’asta, corruzione �no alla concussione con relativa richiesta di arresti, da parte della Procura della Repubblica di Viterbo, insieme a Mauro Paoloni, Giuseppe Maria Aloisio ed altri. Per sopperire a questa clamorosa disattenzione, noi che veniamo descritti come il male assoluto solo perché abbiamo voluto conoscere, e che lo pretendiamo ancora oggi, che cosa ne è stato fatto del danaro pubblico della Asl viterbese sotto la gestione di Aloisio & C., mettiamo a disposizione dei signori Roberto e Fabio Angelucci, visto che non lo fanno sul loro Nuovo Corriere Viterbese, questa intera pagina del nostro quotidiano, che lasciamo volutamente in bianco, af�nchè raccontino all’opinione pubblica le loro cene, i loro incontri con Aloisio, Paoloni ed altri e tutto ciò che riterranno opportuno riferire sulla vicenda Asl di Viterbo che li vede indagati. Ciò al fine anche di permettere il risparmio di qualche euro di carta visto che, economicamente, non è solo il nostro giornale a passarsela piuttosto maluccio. Se Sparta piange, Atene non ride. Hungry People


cronaca

4

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

Il gruppetto è stato fermato dai carabinieri di Ronciglione, in casa avevano più di tre etti di cocaina

Tre nigeriani in manette per spaccio di droga

Gli aggressori di Zappa erano a tutti gli effetti una banda di ladri

di Mario MIGNECO

G

ianluca Dell’Agnello sta avendo ragione sull’ondata criminale che si sta abbatendo su Viterbo. Il Colonnello alla guida del Comando provinciale dei carabinieri ha dato ordini precisi: intensi�care al massimo i controlli e il presidio sul territorio. Un normale posto di blocco ha permesso così di arrestare tre nigeriani trovati in possesso di un ingente quantitativo di cocaina purissima. I tre viaggiavano a bordo di una Nissan Almena di colore bianco quando sono stati fermati. Non hanno saputo dare spiegare il motivo per il quale si trovavano a Viterbo. Il tutto è cominciato quando i militari hanno visto la vettura aggirarsi con fare sospetto. E’ stata seguita per tutta la giornata e alla �ne è venuta fuori la droga addosso ad uno de tre occupanti, due donne e un uomo. Nel corso delle conseguenti perquisizioni domiciliari veniva recuperata altra cocaina importata in Italia dai cosiddetti “ovulatori”.

H

anno commesso altri furti nel viterbese. Abitazioni private, locali con solt machines e videopoker, strutture dotate di distributori automatici di bevande ed istituti scolastici. Erano questi i bersagli preferiti dei ventenni arrestati con l’accusa di aver ridotto in �n di vita il professor Ausonio Zappa. L’uomo è ancora ricoverato nel reparto rianimazio-

Si tratta di soggetti che ingoiano degli involucri pieni di cocaina, di soloti di forma ovoidale, per poi espellerla tramite le feci. In totale sono stati 47 recuperati ovuli di cocaina purissima circa 350 grammi il peso copmplessivo. Intanto sono in corso ulteriori indagini al �ne di stabilire il grado di coinvolgimento di costoro in un più ampio circuito criminale internazionale.

Armi e ricettazione, gioielliere nei guai U

n noto gioiellire di Tarquinia è stato arrestato pe ricettazione e possesso di armi abusivo. I carabinieri della locale stazione, guidati dal Luogotente Girelli, avevano notato uno strano via vai dal negozio “Compro Oro”. I militari hanno quindi tenuto sott’occhio la situazione. Resisi conto che qualcosa non andava gli uomini di Girelli sono entrati nell’esercizio commerciale per un primo controllo. Nel corso del quale sono stati trovati alcuni gioielli in oro, impegnati da diversi avventori, non ancora segnati sul re-

gistro di pubblica sicurezza. Ad inguaiare ulteriormemte il professionista, però, è stata la presenza di un manganello telescopico e di un revolver a tamburo, privo di matricola e completo di munizioni, entrambi detenuti illegalmente. Il materiale non in regola è stato sequestrato e la gioielleria immediatamente chiusa, avviando la procedura di revoca della licenza. Il gioielliere, dopo le formalità di rito, è stato portato nel carcere di Civitavecchia. Sono in corso accertamenti per stabilire la provenienza dei gioielli rinvenuti, ma non registrati.

L’operazione è stata condotta dagli uomini della Compagnia di Ronciglione nella serata di giovedì. I nigeriani, come è noto negli ambienti criminali, hanno due specializzazioni. La prima, senza ombra di dubbio, è il favoreggiamento della prostituzione. Spesso si tratta di donne fatte arrivare in Italia con la promessa di un lavoro, ma che poi vengono brutalizzate, ridotte in schiavitù, e costrette a stare su un

ne del Belcolle in condizioni gravissime. A carico di Petrit Cosmin Ofrea, Adrian Nicusor Salicir, Daniel Ionel Ofrea, Alexander Petrica Trifan i carabinieri hanno raccolto prove schiaccianti. Elementi che si vanno ad aggiungere al materiale elettronico sequestrato la sera dell’arresto nel loro rifugio di via della Palazzina.

marciapiede. In secondo luogo, i nigeriani gestiscono un enorme rete di spaccio, relativa alla cocaina. Al vaglio dei militari ci sono ora i telefoni e gli strumenti informatici utilizzati dal sodalizio. C’è il timore che i tre siano soltanto una cellula di una organizzazione radicata nel Lazio e nelle vicine città più affollate dell’Umbria e della Toscana.

La deflagrazione è avvenuta intorno a mezzanotte in via IV Novembre

Bomba esplode in pieno centro a Fabrica di Roma I

l frastuono dell’esplosione ha svegliato il paese che stava dormendo. Un’ ordigno è stato fatto esplodere giovedì notte veroso poco prima delle 24 nel centro di Fabrica di Roma. La bomba è stata piazzata in un edi�cio di ia IV Novembre (nella foto la seracinesca divelta). Secondo quanto appurato dagli investigatori si tratterebbe di un atto intimidatorio ai danni di un conosciuto imprenditore di Fabrica. Il suo magazzino, infatti, è situato proprio difronte alla palazzina nella quale è stato fatto brillare

l’esplosivo. Dopo la de�agrazione, sono immediatamente

arrivati i vigili del fuoco di Civita Castellana e i carabinieri

della locale stazione. I danni, tuttavia, sono stati limitati: la saracinesca dell’uf�cio divelta, i vetri dell’edi�cio in frnatumi e l’arredo andato in fumo. La struttura è comunque agibile. Tanta paura quindi, anche perché l’episodio sarebbe potuto trasformarsi in una tragedia. Per fortuna non è abitato e nelle vicinanze non c’era nessun passante. Un’altra circostanza che ha evitato la catastrofe, l’ora dello scoppio, avvenuto di notte, dal momento che di giorno lì c’è una fermata dell’autobus.


Sabato 7 Aprile 2012

politica

Viterbo & AltoLazio

5

“Acqua all’arsenico? Basta con l’emergenza”. Il Pd si mobilita, da oggi il gazebo “

Acqua all’arsenico? Basta con l’emergenza”. Oggi dalle 10 alle 13, a Viterbo, in viale Bruno Buozzi verrà predisposto un gazebo del Pd per dare il via a una nuova campagna informativa su un problema che deve trovare, entro l’anno, una soluzione, a meno che il sindaco non intenda far trovare, dal 1° gennaio del prossimo anno, intere zone della città in una situazione di non potabilità dell’acqua. L’iniziativa, primo appuntamento di una serie di dibattiti su temi speci�ci, è organizzata dal Circolo del Pd “Gemma Piacentini” con il gruppo alla Regione Lazio e dall’Associazione degli Ecologisti

Democratici della Tuscia, che l’8 maggio, a conclusione di un mese di incontri con i cittadini, terranno una tavola rotonda, alla quale saranno invitati anche i rappresentanti dei consumatori e delle categorie economiche, come hanno spiegato, nel corso di una riunione tenutasi ieri sera, il coordinatore del Circolo, Roberto Innocenzi, e quello degli Ecodem, Paolo Felice. “Dal 1° gennaio 2013, potrà essere erogata solo acqua con una presenza di arsenico non superiore a 10 microgrammi/litro, nel rispetto dei limiti �ssati dall’Unione Europea. La Regione Lazio (la presidente Renata Polverini è, da

più di un anno, “commissario delegato per il superamento dell’emergenza”) ha �nora previsto l’installazione di dearseni�catori solo laddove la concentrazione di arsenico supera i 20 microgrammi. L’operazione è gestita attraverso un mega appalto i cui tempi non sono ancora noti - si afferma in una nota del Circolo del Pd e degli Ecodem - Buio �tto, invece, sulle misure che si intende adottare per affrontare il problema in presenza di valori oscillanti tra i 10 e i 20 microgrammi, come del resto è emerso anche dalla recente riunione del consiglio provinciale. Su questo punto, va fatta chiarezza immediatamente, sia da parte della Regione che degli amministratori

comunali, perché il problema riguarda diverse zone della città”. Nel febbraio del 2011, il Circolo “Gemma Piacentini” e gli Ecodem avevano tenuto un convegno. “Si evitino toppe e scorciatoie. Anziché cercare deroghe e rinvii o ricorrere a palliativi, Comune e Regione si assumano le loro responsabilità, adottando le migliori tecnologie che abbiamo a disposizione, per garantire il diritto all’acqua potabile”, si era detto in quell’occasione. Un anno dopo, invece, non si capisce ancora come il problema sarà risolto. “Si corra ai ripari. Non c’è da perdere altro tempo”, è l’appello del Pd.

Tanti i viterbesi che hanno inviato le proprie riflessioni sulla questione sicurezza

I cittadini stanno con Lega Federalista di EMANUELE FARAGLIA

D

opo il consiglio straordinario sulla sicurezza chiesto da Lega Federalista e la pubblicazione integrale dell’intervento del consigliere Maurizio Pinna alcuni cittadini ci hanno inviato le loro considerazioni in merito. Dalle risposte inviate al nostro giornale e al consigliere Maurizio Pinna, addirittura da un viterbese attualmente in Giappone per motivi di lavoro, emerge anche un dato interessante che dimostra quanto la lotta forte e decisa alla delinquenza, nel caso speci�co, proveniente da paesi comunitari ed extracomunitari, debba essere una garanzia per gli stessi cittadini onesti provenienti da quelle stesse regioni dal quale fuggono anche i criminali più violenti per venire a vivere e delinquere in Italia. Non una forma di razzismo, dunque, ma una forma di grande rispetto e tutela dei cittadini più onesti provenienti da quegli stessi Paesi, ma che si sono

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile Paolo GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici amministratore unico Viviana TARTAGLINI

Iscrizione ROC n. 20469 Alessandro Giulietti Virgulti Simona Tenentini Valeria Sebastiani Emanuele Faraglia Viviana Tartaglini Fulvio Medici Andrea Di Palermo Michele Mari Giovanni Corona Mario Migneco capo redattore Antonio Brancadoro Sede operativa 01100 VITERBO - VIA PIAVE, 8

TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) 0863.997451 - 06.55261737 Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Per la pubblicità

Coop. Editoriale Giornalisti Poligrafici TEL. 0761.1890827 FAX 0761.1890811 GRUPPO EDITORIALE STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

saputi inserire con capacità e onestà nella nostra società, offrendo il loro valido contributo. Questi alcuni scritti ricevuti. “E’ indispensabile applicare le leggi che già esistono in materia, prima di pensare a nuove soluzioni che allungherebbero i tempi di intervento.Uno dei motivi principali di questa criminalità, è la ricerca di un benessere immediato da parte di persone non abituate al lavoro, al sacri�cio al rispetto della vita altrui e completamente privi di moralità. Anche se comunitari, queste persone vanno preventivamente espulse dal nostro territorio, senza possibilità di rientro per nessun motivo, se non sono in grado di dimostrare di avere un lavoro lecito e continuativo non con�ittuale con le esigenze del nostro mercato del lavoro. Qualunque sia la loro etnia queste persone sono dannose non solo per noi, ma ancora di più per i loro connazionali onesti, integrati e moralmente sani. Se non si danno segnali forti ed immediati, ci sarà una recrudescenza di questi crimini, quando entreranno a far parte dell’Unione Europea altri popoli con problemi interni di razzismo e di nazionalismo esasperato, come la Serbia. Tutti i popoli hanno delinquenti e criminali propri, non c’è bisogno di importarli”. P.P.M.

- - - *** - - “Grazie di nuovo per ciò che stai cercando di fare per Viterbo. Sono decisioni e posizioni dif�cili da prendere, ma a costo di sfociare nel razzismo qualcosa si deve pur fare. Qua in Giappone se non hai un motivo per restarci, più di tre mesi non puoi stare. Allo scadere del visto di tre mesi ti cacciano e rientrare diventa molto complicato, per non dire impossibile”. D.M. - - - *** - - “Concordo con il cons. Pinna. Io sono dell’idea che le carceri non debbano servire a integrare ma debbano servire a punire. Se fosse

per me i carcerati li userei per fare i lavori gratis di manutenzione di strade e strutture. Se fosse per me ci farei la Salerno Reggio Calabria. Se fosse per me manderei tutti questi gran parlatori a provare le stesse identiche situazioni che ha provato la famiglia Zappa. Altro che integrazione”. B.P. - - - *** - - “Ho letto con grande interesse l’articolo sull’Opinione, gli elementi di condivisione sono tantissimi se non tutti, abbiamo lo stesso modo di pensare che poi è quello di ogni persona per bene che vorrebbe stare a “casa propria” sereno e girare anche

Volpara, 100 ettari a disposizione di privati per creare nuova occupazione U

n terreno di 100 ettari per rilanciare l’economia locale, pensando soprattutto all’occupazione giovanile. E’ l’intento del sindaco Giulio Marini e dell’assessore all’Urbanistica Claudio Ubertini che ieri mattina hanno illustrato le ragioni e le finalità del bando di manifestazione d’interesse per 37 ettari (successivamente verranno messi a disposizione anche i restanti) di terreno alla Volpara. Terreno che potrebbe essere sfruttato da imprenditori pubblici e privati per iniziative di interesse comune. In particolare i terreni, situati in una zona “appetibile” all’incrocio della trasversale tra Civitavecchia e Orte e le pozze di San Sisto, potrebbero essere utilizzati per zone di esposizioni, mostre mercati, centri multimediali, attività di produzione locale, culturali, commerciale sino alla logistica. D’altra parte il ricorso ai privati appare una delle poche strade perseguibili dai Comuni in un periodo di grande difficoltà economica e Viterbo non fa certo eccezione. Le proposte saranno valutate dall’am-

ministrazione comunale assieme ai curricula dei soggetti interessati, dopodiché si deciderà a chi concedere i terreni. “Non vogliamo vendere per arricchire le casse comunali - assicura il sindaco Marini - lo scopo è incentivare la creazione di attività per aumentare l’occupazione, soprattutto quella giovanile”. La delibera è già pronta e verrà portata in consiglio giovedì 12 aprile per la discussione e l’eventuale approvazione.

per le strade di Sanpellegrino, tanto per fare un esempio, anche alle 3 di notte, se non fosse che tra ubriaconi e stranieri nottambuli forse non è il caso di passare. Purtroppo il populismo e perbenismo di molti dirigenti della politica ci ha portati ad un clima di “tutto è possibile” dove le persone a posto si sentono in gabbia seppur nella loro città, non fosse altro per evitare di trovarsi coinvolto in risse, scazzottate e coltellate. Approvo la linea del cons. Pinna e della Lega Federalista e la sostengo, in nome di una città libera, dove gli extracomunitari che lavorano e pagano le tasse possano integrarsi accettando i nostri e non i loro costumi, ma colpendo inesorabilmente con espulsioni e altri provvedimenti coloro i quali delinquono e non hanno forma di sostentamento. Il progetto delle forze armate per strada ha già dato ottimi risultati, perché non utilizzarlo? E’ una strategia condivisibile e da mettere in atto con tempi certi e rapidi nell’interesse di tutti”. R.U. - - - *** - - “Caro Maurizio, il problema della violenza e della criminalità purtroppo lo conosco bene. Esso è nutrito dall’assenza di interventi di prevenzione controllo e

repressione. La prevenzione - programma a lungo termine - inizia nelle scuole e nei comuni con l’attenzione ai minori. Un oceano di lavoro per questo Paese. Il controllo del territorio lascia a desiderare. Non si tratta solo di poche forze dell’ordine ma di cattiva organizzazione. Non è suf�ciente la pena certa (che manca) ma a questa va af�ancata la pena veloce come negli altri Stati. Se a un bambino che combina un guaio invece di parlare e di dare una salutare sculacciata ti avvicini e dici “ tra una settimana discuteremo del fatto e può darsi che tra un anno prenderei una sculacciata” che effetto otterrai. Comprendi l’enormità del problema ? I partiti, la magistratura .... E’ necessario muoversi con ponderazione, fermezza con passi piccoli ma sicuri. Sei consigliere e uomo di pensiero. Come primo non ricercare l’impossibile ma cerca tra le persone di buona volontà il fare pratico (non ti aspettare riconoscenza da nessuno). Come secondo scrivi, denuncia, non ti stancare. “La legge morale dentro di me il cielo stellato sopra di me” E.K. D.G.

Massimo D’Alema a Tarquinia e Montalto per sostenere Mauro Mazzola e Paola Peruzzi

M

artedì 10 Aprile l’Onorevole Massimo D’Alema sarà ospite del PD viterbese per sostenere la campagna elettorale dei candidati a Sindaco del centrosinistra di Tarquinia e Montalto di Castro. Il pomeriggio dell’On. D’Alema comincerà alle 15,30 con una visita al Parco di Vulci dove avrà occasione di incontrare gli operatori del mondo della cultura e della struttura operativa del Parco, uno dei centri più signi�cativi rispetto alla storia degli Etruschi. Alle 17,30 il Presidente della Fondazione Italianieuropei farà visita a Tarquinia per un incontro con i giornalisti presso il Comitato elettorale “Mazzola Sindaco” e, successivamente, per un incontro pubblico nella splendida cornice dell’Alberata Dante Alighieri.

Prima di lasciare la Tuscia l’On. Massimo D’Alema tornerà a Montalto di Castro, alle 19, per partecipare presso il complesso Regina Pacis ad una manifestazione pubblica con Paola Peruzzi ed i suoi sostenitori. Un pomeriggio che Paola Peruzzi e Mauro Mazzola passeranno insieme anche a conferma di un lavoro unitario per la crescita e lo sviluppo delle due cittadine del litorale della Tuscia.


attualità

6

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

Si traccia un primo bilancio della presenza a Vinitaly a pochi giorni dalla chiusura

I vini della Tuscia vanno oltreconfine

A

distanza di qualche giorno dalla chiusura del Vinitaly, il Salone Internazionale del vino e dei distillati svolto a Verona dal 25 al 28 marzo scorso, è tempo di bilanci per i produttori della Tuscia che rispetto all’edizione di quest’anno nutrivano grandi aspettative sia per veri�care gli effetti della crisi nel settore vinicolo, sia per lo spostamento dell’inizio della manifestazione dal giovedì alla domenica, in linea con eventi simili internazionali più orientati agli operatori professionali che ai visitatori occasionali. Sergio Mottura, titolare dell’omonima azienda di Civitella d’Agliano, commenta: “Siamo molto soddisfatti per la qualità dei contatti. È stato certamente un Vinitaly meno affollato ma dove hanno trovato spazio iniziative collaterali di gran pregio che elevano il livello di questa manifestazione. Dal punto di

vista commerciale conferme sono giunte dai mercati per noi tradizionali come il Nord Europa e il Nord America. In �essione invece le visite di operatori nazionali dove la crisi si fa sentire. Tuttavia abbiamo riscontrato un nuovo interesse di ristoratori e distributori della Capitale, un mercato molto allettante perché da solo rappresenta il 10% del consumo nazionale”. È d’accordo con Mottura Laura Verdecchia della Tenuta La Pazzaglia di Castiglione in Teverina: “Oltre alle dif�coltà economiche contingenti sul mercato nazionale, a cui destiniamo il 70% della nostra produzione, scontiamo la scarsa conoscenza delle qualità dei vini laziali, come dimostrano i contatti avuti con potenziali acquirenti del Nord Italia che, superato lo scetticismo iniziale, dopo la degustazione dei nostri vini rimanevano positivamente colpiti dalle peculiarità del

prodotto”. Nell’analisi si spinge oltre Roberto Trappolini di Castiglione in Teverina: “I vini del Lazio qualitativamente sono cresciuti molto, ma a ciò non è corrisposta un’adeguata affermazione sul piano nazionale. Credo che sia giunto il momento di concentrare gli sforzi e compiere delle scelte strategiche per una promozione più incisiva del prodotto Vino del Lazio. In attesa che ciò avvenga con la nostra cantina ci stiamo muovendo molto sui mercati internazionali con scelte commerciali che in due anni hanno portato a movimentare sull’export il 75% della produzione, soprattutto in Europa e Stati Uniti. Rispetto allo spostamento delle date del Vinitaly, per quanto ci riguarda è una buona formula che ha portato a meno visitatori, ma abbiamo guadagnato in contatti commerciali”. “Anche noi abbiamo riscontrato una minor af�uenza – segnala Andrea Occhipinti di Gradoli – e in qualche modo ne abbiamo risentito. Ma al Vinitaly non si può mancare perché è un punto di ritrovo irrinunciabile per produttori, clienti e fornitori. In crescita, come sottolineato da altri, le esportazioni in particolare verso gli Stati Uniti dove da qualche anno stiamo proponendo il nostro aleatico vini�cato in bianco”. Ai mercati internazionali e soprattutto all’Europa e al Nord America guarda con grande interesse Giovanni Palombi della Tenuta Sant’Isidoro di Tarquinia: “Questa edizione del Vinitaly è stata per noi tra le più riuscite, in quanto ci ha permesso di consolidare contatti già in essere e di sviluppare nuove opportunità come il mercato statunitense e quello giapponese”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche da Fabio Brugnoli, presidente della Cantina sociale di Monte�ascone: “I buyer internazionali si sono mostrati molto interessati alle cantine sociali perché, proprio in questa fase di crisi, possiamo offrire prodotti dall’ottimo rapporto qualità/prezzo”. Chi punta con decisione sui mercati nazionali e quello romano in particolare è Gennaro Esposito della Tenuta Ronci di Nepi: “Siamo arrivati a questo appuntamento programmando con cura gli incontri con i nostri contatti, tutti puntualmente confermati. Per il resto nulla di più. Forse andrebbe rivisto qualcosa nell’organizzazione”. Positivo il commento di Clarissa Botti dell’azienda Trebotti di Castiglione in Teverina, che ha visto premiato l’impegno sulla sostenibilità ambientale: “Abbiamo registrato una grande af�uenza al nostro stand di esperti e profani, grazie all’interesse per il progetto Vini 3S, il vino senza sol�ti aggiunti Manzoni Bianco, il progetto di

recupero e riutilizzo dei materiali che prevede uno sconto sugli acquisti successivi ai clienti che restituiscono la bottiglia e il packaging”. “Da queste prime indicazioni – commenta Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – emerge un quadro su come le nostre imprese stiano reagendo alla crisi senza rinunciare alle loro speci�cità. Faremo tesoro di alcuni loro suggerimenti coinvolgendo anche le istituzioni locali e regionali af�nché si possano intraprendere adeguate operazioni di marketing sul piano nazionale. Nel contempo come Ente camerale stiamo lavorando per valorizzare quei ristoranti e agriturismo della provincia di Viterbo che s’impegnano a inserire nelle loro carte dei vini i bianchi e i rossi della Tuscia”. Complessivamente sono 16 le aziende vitivinicole della Tuscia che hanno preso parte alla 46a edizione del Vinitaly, all’interno del padiglione Lazio, grazie al sostegno della Camera di Commercio di Viterbo unitamente

alla Direzione Regionale Agricoltura della Regione Lazio, Unioncamere Lazio, le Camere di Commercio e le Province laziali. Questo l’elenco completo: Antica Cantina Leonardi (Monte�ascone), Cantina di Monte�ascone, Cassano (Canepina), Falesco (Monte�ascone), Fattoria Madonna delle Macchie (Castiglione in Teverina), Isabella Mottura (Civitella d’Agliano), Mazziotti (Bolsena), Occhipinti (Gradoli), Paolo e Noemia D’Amico (Castiglione in Teverina), Sergio Mottura (Civitella d’Agliano), Tenuta la Pazzaglia (Castiglione in Teverina), Tenuta Ronci (Nepi), Tenuta S. Isidoro (Tarquinia), Trappolini (Castiglione in Teverina), Trebotti (Castiglione in Teverina), Viticoltori dei Colli Cimini (Vignanello). A queste si aggiungono le aziende olivicole Cerrosughero (Canino), Colli Etruschi (Blera) e Cooperativa Olivicola di Canino, presenti al Sol, il Salone internazionale dell’Olio extravergine di qualità, organizzato negli stessi giorni nei padiglioni adiacenti.

L’azienda Olisys di Andrea Selvaggini ha donato cinquecento euro

Consorzio biblioteche, nuovi fondi in arrivo A

ncora una donazione per il Consorzio delle biblioteche di Viterbo che ieri mattina ha ricevuto cinquecento euro dall’azienda informatica Olisys di Andrea Selvaggini. Si tratta della quarta in meno di due settimane dopo quella dell’impresa di traslochi Roberto Grazini, delle assicurazioni Segantini e dell’Ugl. Duemila euro complessivi interamente impegnati per l’acquisto di più di cento volumi, divisi tra la sede degli Ardenti di piazza Verdi, e la Anselmi di viale Trento. Numeri che rendono bene l’idea della disponibilità, del-

la sensibilità e della vicinanza del mondo imprenditoriale viterbese nei confronti della cultura e del nuovo corso del Consorzio delle biblioteche, inaugurato appena tre mesi fa. “Ci tengo a ringraziare tutti coloro che stanno contribuendo alla crescita ed allo sviluppo del cultura e del territorio – dice il commissario straordinario Paolo Pelliccia – si tratta di un momento particolarmente dif�cile per le imprese eppure non fanno mancare il loro sostegno. Grazie quindi ad Andrea Selvaggini ed alla Olisys”.


Sabato 7 Aprile 2012

Viterbo & AltoLazio

attualità

7

L’avvocato Massimo Meloni, esperto in diritto bancario, torna a parlare di anatocismo

Le banche avranno un nemico in più L

’avvocato Massimo Meloni esperto in diritto bancario torna a parlare di anatocismo. Meloni non ponteva non dire la sua dopo che la suprema Corte ha dichiarato incostituzionale parte della legge numero 10 del 2011. Il legale viterbese è stato un pioniere in questo campo, il primo che ha ottenuto la condanna di un a banca per anatocismo. Di seguito pubblichiamo la nota inviataci da Massimo Meloni. “La legge 10 2011 era un vero aiuto alle banche.Oltre che un vero abominio giuridico. La Corte Costituzionale con sentenza 78 del 5.4.2012 ha dichiarato incostituzionale la parte della L. 10 2011 che interpreta il termine di decorrenza della prescrizione del diritto alla restituzione degli interessi passivi pagati alle banche dai correntisti. In

pratica il Governo precedente aveva varato la legge n. 10/ 2011 che “interpretava l’art 2935 c.c. dichiarando che il termine di dieci anni, previsto per il diritto di restituzione degli interessi passivi pagati in più, decorreva dalla singola annotazione in conto. Essendo l’anatocimo trimestrale di fatto abolito dal 2000, in quanto pariteticamente applicato agli interessi attivi il correntista nulla poteva. Viceversa la Corte Costituzionale ha stabilito che la decorrenza della prescrizione è dalla chiusura del conto e vale per l’ intero rapporto. Insomma, si riapre la partita. Da notare che gli interessi anatocistici sono una componente minima in quanto sui rapporti vecchi, la parte del leone la fa il tasso ultralegale pagato. La differenza tra tasso legale e tasso applicato sul-

l’intero periodo deve essere restituito al correntista. Vero è che il tribunale di Roma già con sentenza di sei mesi fa, ha dichiarato che la 10 2011, quella interessata dalla sentenza della Corte Costituzionale, non applicabile ai contratti di conto corrente accesi prima della

entrata in vigore della legge stessa. Ma più chiarezza vi è, meglio è , in una materia che vede un contenzioso enorme. Insomma, sotto con le cause”. E secondo il legale, di cause potrebbero esserne intentate parecchie.

Nenche a dirlo le preghiere erano rivolte alla Curia di Viterbo: “Non chiudetelo” In dieci anni erogati dalla Camera di Commercio oltre due milioni di euro

Un funerale per il cinema Trieste Forte sostegno alle imprese A

lla prima riunione del Cominato Cinema Trieste Aperto hanno partecipato in molti. Tutti con un unico obiettivo: convicere la curia a non togliere la sala ai fratelli Sessa che la gestiscono da venti anni. Ecco cosa scrivono i ragazzi del movimento. “Un funerale per la cultura. È quello che il Comitato Cinema Trieste Aperto ieri sera riunito al cinema Trento ha deciso di celebrare per le strade di Viterbo. Più di cinquanta persone hanno dato vita alla riunione dell’assemblea del Comitato Cinema Trieste Aperto nato nei giorni scorsi dopo la riconsegna delle chiavi della

struttura nelle mani della Curia Vescovile di Viterbo. Erano presenti tante persone, le associazioni che da circa 20 anni conducono attività teatrali e cinematogra�che a Viterbo che sono cresciute all’interno della struttura, l’Arci di Viterbo, l’Aucs, Teatro di Carta, cittadini e nessun politico in carriera. C’era però il gestore, Michele Sessa che ha ringraziato per la passione dimostrata da chi era presente. “Questa è la goccia che fa traboccare il vaso! Un capoluogo di provincia non può perdere l’ultimo spazio teatrale agibile ed un importante cinema di quartiere!”. Queste le parole spese da

più persone per commentare quanto successo. Il Trieste era ormai l’ultimo baluardo di una Viterbo che non si vuole arrendere all’indifferenza e alla triste caduta di tutti gli spazi dedicati alla cultura. Dopo la chiusura di tutti i cinema, la possibile trasformazione del Genio in teatro, l’inaccessibilità del San Leonardo, la soppressione del Cinema Trieste è davvero troppo! Inutili tutti i tentativi di mantenere la struttura in vita fatti sia da Michele Sessa che dalle associazioni che senza troppa cortesia né tanto meno gratitudine sono stati liquidati dai proprietari dopo 20 anni di attività teatrali e cinematogra�che che hanno coinvolto centinaia di bambini e adulti. Alla luce dei fatti, poco chiari, si è così formato un Comitato spontaneo di cittadini al �ne di informare la popolazione, sensibilizzare e diffondere il disagio per chiedere con forza la restituzione alla cittadinanza di un contenitore di teatro, cinema, musica, danza, corsi, rassegne, saggi e per l’aggregazione dei più giovani. I prossimi appuntamenti vedranno l’organizzazione di un sit-in di sensibilizzazione all’argomento con il prosieguo della raccolta �rme, la richiesta uf�ciale di un confronto diretto con il Vescovo, e la celebrazione, laica e simbolica, di un funerale alla Cultura con tanto di corteo funebre che raggiungerà e racconterà gli spazi di Viterbo chiusi o in via di chiusura storicamente adibiti al cinema e al teatro. Per questo motivo il Comitato chiede la massima collaborazione da parte di tutti i lavoratori dello spettacolo, compagnie teatrali, musicisti e di tutti i cittadini che vogliano partecipare attivamente all’iniziativa.

L

a Camera di Commercio di Viterbo conferma nel 2012 il suo sostegno alle imprese per le Certi�cazioni di Qualità, Gestione ambientale, Responsabilità sociale, attestazioni SOA o per la predisposizione di un piano di controllo per la produzione di fabbrica. Anche quest’anno gli imprenditori della provincia di Viterbo potranno richiedere contributi a fondo perduto pari a 180mila euro. Un importo che se sommato con quanto erogato negli ultimi 13 anni, s�ora i due milioni di euro di cui hanno bene�ciato oltre 500 imprese. In particolare delle 780 domande presentate dal 1999 al 2011, 300 sono state relative alle certi�cazioni ISO 9001 e 369 alle attestazioni SOA, mentre 21 domande hanno avuto per oggetto altre tipologie di certi�cazioni (FPC, ISO 14001 e Responsabilità Sociale). “Fin dall’inizio – dichiara Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo, nella foto – abbiamo voluto offrire alle aziende uno

stimolo per acquisire strumenti operativi e mezzi di valorizzazione �nalizzati a elevare il loro standard qualitativo. In questo modo possono essere più competitive e accedere a quei mercati che, altrimenti, gli verrebbero preclusi. Per questo motivo, nonostante le minori risorse a disposizione, abbiamo voluto mantenere sostanzialmente integro il capitolo dedicato ai contributi alle imprese per le Certi�cazioni”. L’accesso ai contributi per le Certi�cazioni dal 2012 è disciplinato dal nuovo Regolamento che rispetto al passato prevede tra l’altro l’introduzione di contributi per la Certi�cazione dei Sistemi di Gestione della Sicurezza sul Lavoro in base alle norme OHSAS 18001. La domanda può essere presentata da microimprese, piccole e medie imprese o da consorzi. I criteri di ammissione, le modalità di presentazione delle domande e le modalità di erogazione dei contributi sono dettagliatamente indicati nel Regolamento, disponibile

sul sito dell’Ente camerale vt.camcom insieme alla relativa modulistica.

Librimmaginari, bene la prima I

l festival Librimmaginari ha inaugurato sabato scorso la prima mostra con grande successo. Diarimmaginari, progetto espositivo di 40 diari visivi realizzati da illustratori, artisti e designer, ha visto la partecipazione di un pubblico molto numeroso che si è soffermato a sfogliare le pagine dei diari disegnati dagli artisti. Vista la grande af�uenza, gli organizzatori hanno pensato di prolungare l’apertura della mostra �no al 12 aprile. Subito dopo la chiusura di Diarimmaginari sarà la volta della mostra Il libro �uttuante: dal disegno

al corto di animazione, in cui verranno esposti i disegni e le animazioni di allievi vecchi e nuovi della Scuola del libro

di Urbino. Il tema di questa edizione di Librimmaginari, infatti, è proprio il libro in movimento. Nella mostra sarà presente anche Mauro Caramanica, autore di cinema di animazione, che terrà un workshop sulle tecniche di animazione dal titolo “Modi�care la realtà” presso il Circolo Arci Jesce Sole dall’11 al 13 Aprile. Negli stessi giorni Caramanica effettuerà anche un workshop con le persone detenute nella Casa Circondariale di Viterbo, in collaborazione con Arci Solidarietà Viterbo e Cooperativa Passaggi.


Sabato 7 Aprile 2012

regione

Viterbo & AltoLazio

9

Trasporti, la Governatrice Renata Polverini presenta i nuovi mezzi alla stazione Termini e promette anche treni più moderni e dignitosi

Nel Lazio arrivano 75 nuove carrozze per i pendolari I

n arrivo 75 nuove carrozze per i pendolari. Lo ha annunciato oggi la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, durante la presentazione alla Stazione Termini dei nuovi treni per i pendolari consegnati da Trenitalia alle Regioni. All’evento sono intervenuti anche l’ad di Fs, Mauro Moretti, il ministro per le Infrastrutture, Corrado Passera, il presidente di Fs, Lamberto Cardia. “Le carrozze - ha detto Polverini - saranno consegnate entro il 2012, le altre entro il 2013. Saranno inoltre disponibili 97 carrozze di media distanza completamente ristrutturate e 11 convogli metropolitani per i quali è stata sbloccata la gara inizialmente ferma a causa dei minori fondi del governo per il Tpl. Grazie all’accordo raggiunto abbiamo potuto sbloccare la gara”. I nuovi treni sono esemplari di seconda generazione dei Vivalto, convoglio ad alta capacità a doppio piano.

Formazione, i conti del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 sono assolutamente esatti “

Al termine della presentazione, la presidente Polverini ha visitato il nuovo treno e successivamente ne ha inaugurato la partenza, bagnando la locomotiva, insieme a Moretti, con dello spumante. L’assessore alla Mobilità e Tpl della Regione Lazio, Fran-

Presentata legge anti usura P

resentata questa mattina alla Pisana dal presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, la proposta di legge “Interventi regionali per prevenire e combattere il fenomeno dell’usura”. Ad illustrare i contenuti del testo, di iniziativa della Giunta regionale, l’assessore ai Rapporti con gli enti locali e sicurezza, Giuseppe Cangemi. Hanno partecipato il presidente della commissione Enti locali, Stefano Galetto e il consigliere regionale di minoranza Luciano Romanzi. La proposta intende uniformare l’attuale sistema di aiuto ai soggetti vittime di usura o che versino in condizioni di sovraindebitamento. L’iniziativa vuol rendere la normativa maggiormente incisiva e in linea con i tempi e le nuove esigenze socio-territoriali. Un “fondo economico” sarà destinato a �nanziare una serie di linee di intervento nella lotta contro l’usura. Tra di esse misure di sostegno per il sovra indebitamento, con facilitazioni �nanziarie per chi si trovasse in tali condizioni e la concessione di garanzie per prestiti personali diretti

cesco Lollobrigida, ha sottolineato che “il primo nuovo treno in Italia è stato consegnato al Lazio. Si tratta di un risultato rilevante perché dimostra quanto questa Regione abbia assunto importanza anche nei confronti di Trenitalia”.

Sferzata del Ministro Clini . “Serve un piano adeguato: Regione e Comune puntino sul riciclo”

Rifiuti, la Capitale non è al passo con standard europei “

al riequilibrio �nanziario della gestione economica dei bene�ciari. “Per la prima volta – ha sottolineato Cangemi nella sua relazione – la Regione riconosce il danno sociale subito dalle vittime dell’usura, attribuendo un indennizzo alle persone �siche, alle famiglie nonché alle piccole e medie imprese vittime conclamate di tale reato, secondo la certi�cazione rilasciata dalla competente autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 335 del codice di procedura penale”. Previste anche misure per favorire la competitività e l’inclusione. L’obiettivo è quello di favorire nei circuiti �nanziari legali dei soggetti vittime dell’usura, che intendono riavviare l’attività aziendale con progetti quali�cati. In questo contesto sono previsti programmi di micro�nanza per le imprese costituite da cittadini stranieri.

I conti sono esatti e l’assessore Smeriglio triennio 2011-2013, compreso il secondo lo sa bene. PET alle Province, la decisione, sempre della Il Fondo Sociale Europeo 2007-2013 del precedente Giunta, di anticipare l’utilizzo valore di 736 milioni di euro, la cui �nalità dell’annualità del 2013 del Fondo Sociale è stabilita già nel titolo della Delibera 38 Europeo, del valore di 111 milioni di euro, del 28 marzo 2007, ovvero “Competitivi- al 2010. Queste decisioni hanno ridotto ben tà regionale e occupazione”, e prevede un oltre le previsioni del 2007 la quota �nantrasferimento alla cinque province laziali ziaria di Fondo Sociale Europeo a disposidi circa 148 milioni di zione per il triennio euro attraverso il Piano 2011-2013, senza Esecutivo Triennale modi�care, invece, 2007-2010”. gli impegni amminiE’ quanto dichiara strativi previsti dallo l’assessore al Lavoro e stesso. Formazione della ReOgni attività, in gione Lazio, Mariella particolar modo la Zezza. formazione di giova“Nel febbraio 2009 ni e lavoratori svan– sottolinea Zezza – la taggiati, non solo si è Regione Lazio ha sotsvolta regolarmente, toscritto un impegno di ma addirittura è stata 220 milioni di euro a diffusa e potenziata. valere sul Fondo SociaAnche senza la le Europeo, di fatto il cornice del secon30% dello stanziamendo Piano Esecutivo to statale per sostenere Triennale 2011le imprese in crisi del 2013, è stata totalMariella Zezza nostro territorio. mente trasferita alle Non mi sembra di Province la cifra staaver rilevato osservabilita nel 2007”. zioni di sorta su quell’atto sottoscritto dalla “Inutile precisare – sottolinea Zezza – che Giunta precedente, ma forse non è stato cal- ogni singola voce, iniziativa o decisione viecolato che quella cifra così ingente andava ne sottoposta al vaglio della Commissione sottratta dalla dotazione iniziale del FSE. A Europea che, ogni anno, in occasione del ridimensionare ulteriormente le risorse che Comitato di Sorveglianza da me presieduto, avrebbero dovuto assicurare l’attività nel ha espresso parere favorevole”.

Da 40 anni, Roma si adagia su una grande discarica, ma il 50% di differenziata non è un sogno». Così il ministro dell’Ambiente Corrado Clini parla della questione ri�uti nella Capitale, che proprio tra pochi giorni dovrà decidere di chiudere la grande discarica di Malagrotta, detta anche «l’ottavo colle di Roma», e trovare soluzioni alternative puntando sempre di più sulla raccolta differenziata. Proteste contro le discariche.

“L’Italia ricorre ancora troppo alle discariche, specie da Roma in giù” ha spiegato il ministro intervenendo alla trasmissione “Prima di Tutto” di Rai Radio1. “Le discariche devono invece rimanere uno strumento residuale. Abbiamo già una pesante procedura di infrazione da parte dell’Ue, Roma è una città simbolo per l’Italia, non possiamo permetterci il lusso che non sia al passo con gli standard delle altre capitali europee nella gestione dei ri�uti”. “Abbiamo chiesto alla Regione Lazio e al Comune di Roma di puntare su recupero e riciclo - ha aggiunto il ministro - Roma si è adagiata da 40 anni su una gestione dei ri�uti attraverso una grande discarica. Ma la Capitale, con un piano adeguato, può rapidamente arrivare a differenziare il 50% dei ri�uti, non è il libro dei sogni”. Alla domanda se la

Gianni Alemanno e il ministro Clini discarica di Riano si farà il ministro ha dichiarato: “L’autorità di bacino del �ume Tevere ha detto chiaramente che Corcolle e Quadro alto (ndr: il sito identi�cato per la nuova discarica vicino a Riano) non hanno le caratteristiche idonee e previste dalle direttive europee”. Secco poi il commento sull’emergenza ri�uti a Palermo e alle ricorrenti crisi

di Napoli. “Palermo è una situazione preoccupante e nota da tempo - ha affermato - come a Napoli si è pensato di poter agire con procedure d’emergenza, con la nomina di commissari che sostituiscono la gestione ordinaria delle amministrazioni. Ma questa è una strada che non va da nessuna parte”. Fonte Roma Online


ASSOCIAZIONE VOLONTARI ITALIANI DEL SANGUE

6 6 5 0 4 6 6 2 900

I

D E I R L E G N E E C T S S O S

Compilando le apposite sezioni Sez.Com. “R.MILIONI” di

730 - UNICO - CUD

Viterbo

90026640566

LE SCELTE “8 e 5 PER MILLE” NON SON0 IN ALCUN MODO ALTERNATIVE FRA LORO

Donare sangue .... fa bene a te stesso, ma .... soprattutto agli altri Avis Comunale Viterbo Via E. Fermi, 15 Tel/Fax. 0761/236914

E-Mail avis.comunale@asl.vt.it www.aviscomunaleviterbo.it


Sabato 7 Aprile 2012

litorale

Viterbo & AltoLazio

11

TARQUINIA - Previsioni ottimistiche per la corsa al secondo mandato del primo cittadino durante la presentazione ufficiale all’elettorato

Mazzola:“vinceremo al primo turno” di DANIELE GIRARDI

L

a sede scelta per la presentazione uf�ciale al pubblico della candidatura a sindaco del primo cittadino uscente Mauro Mazzola è la sala dell’hotel “Brizi Country Chic”, nuovissima e adatta ad ospitare le numerose persone venute ad assistere alla prima uscita in campagna elettorale. Il pubblico entra inizialmente alla spicciolata, poi come un �ume in piena riempie l’ampio salone, messo a disposizione gratuitamente perché “Vogliamo fare una campagna elettorale a costo zero” le prime parole di Mazzola “E poiché non vogliamo buttare via i soldi, specie in questo periodo di crisi, per cene o simili, ci siamo af�dati alla gentilezza dell’hotel Brizi.” A battere il calcio d’inizio, alcuni giovani candidati voluti appositamente dal sindaco Mazzola, per parlare dei problemi e dei lavori che avevano più a cuore.: Marco Gentili, candidato nella lista PD, Matteo Pompei della lista “Mauro Mazzola Sindaco, Luca Castignani e Nicola Salzano della lista “Polo Civico Sinistra” e Federica Cappellacci della lista “Polo dei Moderati”. Il primo a prendere la parola è stato Marco Gentili, che sottolinea la sincerità di Mazzola uomo, e l’onestà del politico. “Tarquinia è una terra da preservare, e l’amministrazione uscente si è altamente prodigata in tal senso.” afferma Gentili. “Nonostante abbiamo contro il popolo del “no”, che va fermato e smentito, si vuole salvaguardare l’ambiente attraverso l’osservetorio ambientale, che

da due anni monitora la situazione dei nostri territori, e con il raggiungimento della quota del 50% di raccolta differenziata, Tarquinia è ora un comune virtuoso che quindi non può che opporsi alla costruzione di una discarica presso Allumiere. Per quanto concerne l’autostrada” conclude, “È si vero che verranno espropriati alcuni terreni, ma in virtù di questo vanno sottolineate le possibilità di lavoro che saranno offerte.” Il sindaco ha successivamente aggiunto con profondo orgoglio una breve lista di lavori portati a termine dalla sua squadra, snocciolando una signi�cativa sequenza di numeri: “Abbiamo dato il via libera a 36 ettari di zona industriale, che porterà migliaia di posti di lavoro.” afferma il primo cittadino, che prosegue incalzato dalla sua stessa foga nel voler dichiarare quanto di

buono è stato fatto. “Abbiamo sbloccato il progetto per l’ampliamento del campo di golf, su cui ci saranno fatti investimenti privati per 80.000.000 di euro. Abbiamo approvato il progetto di riquali�cazione della località San Giorgio. Stiamo lavorando al nuovo PUCG, dopo 40 anni di attesa, e abbiamo realizzato 11 piani integrati.” Dopo è la volta di Matteo Pompei, rappresentante di “Mazzola sindaco”: “L’obiettivo di noi giovani deve essere quello di capire i bisogni di Tarquinia.” comincia il ragazzo, “Rendere il lido zona turistica per poter sfruttare a pieno tutte le sue potenzialità, e ringiovanire o comunque incentivare il turismo attraverso l’adattamento delle strutture esistenti e la creazione di nuove aree per bambini e per lo sport, e con il rilancdegli le manifestazioni già affermate e la promozione di eventi naziona-

li attraverso l’immagine di ospiti di rilievo.” Dopodiché tocca a Luca Castignani, per il “Polo Civico Sinistra” che da il via al suo intervento citando l’articolo 32 della costituzione italiana: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”, ed è per questo motivo che il nostro sindaco Mauro Mazzola si è adoperato per mantenere aperto l’ospedale di Tarquinia, investendo 1.200.000 euro, cosicché i nostri �gli continueranno a nascere a Tarquinia.” Ha sottolineato Castignani. “E’stato istituito un Registro Tumori e sono stati pubblicati i dati dell’Osservatorio Ambientale. In�ne.” conclude. “è doveroso ricordare che Mazzola è stato l’ultimo ad accettare il contributo per la servitù energetica dall’Enel, dopo essersi battuto a difesa del nostro

territorio.” Nicola Salzano invece, sempre dal “Polo Civico Sinistra”, apre il suo discorso con l’articolo 3: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale”, ed elend’altro interventi fatti dal sindaco: “L’amministrazione si è impegnata nelle politiche sociali e per uscire dalla crisi sono stati pensati incentivi alle famiglie disagiate e progetti per le pari opportunità. Bisogna poi lodare il servizio gratuito reso dagli anziani alla protezione civile, e ricordare che durante questi cinque anni, Mazzola ha puntato molto sull’educazione civica nelle scuole.” D’altronde, come più tardi ha evidenziato il candidato a sindaco: “Abbiamo assegnato 35 case popolari e investito nei servizi sociali oltre 800.000 euro.” In ultimo ha preso la parola Federica Cappellacci, per il Polo dei Moderati, che ha fatto presente la nuova �loso�a delle amministrazioni moderne, più lontane dai partiti e più attente a dare ascolto a giovani e donne: “La politica di ieri è superata. Oggi giovani e donne danno importanti contributi.” sottolinea poi l’incremento dello sport, le migliorie alle infrastrutture, e termina soddisfatta e carica: “Tarquinia è pronta per offrirsi al turismo, ma il lavoro è un tasto dolente e bisogna assolutamente pensarci.” Finiti gli interventi dei giovani è cominciato lo show di Mauro Mazzola, che non ha resistito a togliersi qualche sassolino dalla scarpa e a lanciare numerose frecciate ad alcuni avversari: “Noi ci siamo e vinceremo al primo turno, perché siamo uniti mentre gli altri litigano e sono spaccati su tutto.” ha detto Mauro Mazzola.

“Come possono pensare di amministrare una città se non sono in grado di mettersi d’accordo sull’uso di un simbolo o su un candidato a sindaco unitario?” e assicura: “Siamo pronti a continuare ad amministrare Tarquinia con onestà, trasparenza e chiarezza.” Non può ovviamente non elencare i lavori promossi da lui e dai suoi collaboratori: “Abbiamo realizzato oltre 200 opere pubbliche, investendo 18.000.000 di euro. Abbiamo portato la raccolta differenziata superando il 50%, con il porta a porta al 70%, e costruito 20 chilometri di acquedotti e reti fognarie.” Orgoglioso, giudica positivamente il suo operato: “Tarquinia è diventata la città della cultura, la città del turismo, la città dei giovani, la città dello sport e la città degli eventi.” È un Mazzola sicuro di sé e dei suoi mezzi, quello che si mette in mostra alla presentazione, e la certezza di vincere, più volte richiamata, è data anche dalle spaccature degli avversari, e nondimeno dai trascorsi politici di alcuni candidati, che “Salgono sul carro del vincitore per poi tradirlo puntualmente con migliori offerenti.” Conclude con un monito molto sentito sia da lui che dal pubblico che apprezza e applaude: “Non permetteremo che la città torni in mano alle lobby dei soliti noti. Mettiamoli de�nitivamente da parte, perché invece che pensare alla collettività sono solo in grado di badare a loro stessi.” E al grido di “Non fermiamoci ora!” ringrazia i presenti e termina così la prima uscita uf�ciale del candidato sindaco Mazzola.

TARQUINIA - L’associazione “La Lestra” ha curato l’esposizione degli artisti Perticarari, Passeri e Moriconi

MONTALTO - Elezioni, il Psi presenta la sua lista

L’arte tarquiniese in mostra all’ex lavatoio

E

ra stato già annunciato, ma ormai la notizia è uf�ciale: il Partito Socialista ha presentato una prossima lista autonoma per partecipare alle elezioni comunali di Montalto di Castro. Ad intervenire sulla notizia, i Responsabili Provinciali degli Enti Locali e delegati dal Nazionale, Fernando Bucci ed Ernesto Di Settimio. “Come avevamo già ampiamente anticipato nei giorni scorsi – si legge nella nota inviata da Bucci e Di Settimio – il Partito Socialista a Montalto è uscito dalla Coalizione che fa riferimento a Paola Peruzzi e alle prossime elezioni parteciperà con una lista propria e autonoma. Quello che è avvenuto – prosegue la nota – nella fase preparatoria della lista di Centro Sinistra, ha dell’inverosimile in quanto nessun candidato iscritto al Psi è stato inserito in lista. Si è cercato – incalzano Bucci e Di Settimio – con un atteggiamento arrogante e personalistico da parte del PD locale e con la complicità avvilente di qualche esponente della nostra Federazione di Viterbo, di distruggere la presenza Socialista sul territorio. E’ per questo che è nata la lista del Psi, per riaffermare una presenza nel rispetto della tradizione storica del nostro partito, fatta da sempre di autonomia, dignità e rispetto. Tutto ciò non può essere né liquidato, né svenduto da alcuno con giochetti di basso pro�lo che danneggiano la dignità e l’immagine del Partito e che non hanno nulla a che vedere con la politica, che deve essere sempre al servizio di tutti e non a vantaggio solo di alcuni. S aremmo stati anche d’accordo – incalzano an-

cora – ad un rinnovamento totale di tutta la classe politica locale ma, non eravamo e non siamo d’accordo ad un apparente rinnovamento dove, dietro la faccia di bravi ragazzi e brave ragazze, si celano i soliti noti. Inoltre, non avremmo voluto rispondere a Filosa, il quale sulla stampa ha evidenziato che i candidati Socialisti nei Comuni, compreso Montalto, sono solo quelli indicati nelle liste di Centro Sinistra, ma per chiarezza, siamo costretti a farlo. Pertanto chiediamo: il signor Filosa si è accorto che a Montalto, nella lista di Paola Peruzzi, non vi è nessun candidato iscritto al Psi? O che a Montalto è stata presentata una lista autonoma di Partito con il simbolo del Partito Socialista? Bé, a volte, l’insipienza politica gioca brutti scherzi. Nella lista che abbiamo presentato a Montalto – concludono Bucci e Di Settimio – il candidato Sindaco sarà il nostro Assessore uscente, nonché importante riferimento locale del Partito, Gabriele Rossi; mentre il resto della lista è composta da candidati che con entusiasmo vogliono contribuire a riaffermare una presenza e confermare un riferimento importante per Montalto e Pescia Romana nella prossima Consigliatura”.

Da sx: Teresa Moriconi, Angelo Perticarari e Donatella Passeri

I

naugurata mercoledì pomeriggio la mostra di tre artisti tarquiniesi. Infatti, le pittrici Donatella Passeri e Teresa Moriconi e l’artista del legno Angelo Perticarari, hanno pensato di esporre insieme le loro opere nel centro storico cittadino, presso la sala dell’ex-lavatoio gestito dall’associazione “La Lestra”. Donatella Passeri è un’artista molto conosciuta, di-

pinge acquarelli e attraverso la pittura esprime le proprie emozioni interne. “Sono cose – dice – che riguardano l’anima e riflettono l’inconscio.” Teresa Moriconi ha 38 anni, ha frequentato l’accademia delle belle arti di Roma e dipinge con la tecnica a olio. Prepara da sola le tele dei suoi quadri. Tra le sue opere in esposizione in questa mostra è particolarmente suggestiva una

crocifissione. Angelo Perticarari è un manovale in pensione di 67 anni. Ama lavorare il legno e di recente ha riscoperto questa passione realizzando alcune riproduzioni di torri medievali e un imponente palazzo comunale. La mostra rimarrà aperta fino a mercoledì 11 aprile, con orario 17-19.30 e nei festivi anche 10.30 - 12.30.


comprensorio nord

12

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

“Bocciamo la politica energetica del Comune” Il Patto per Tuscania-Udc torna ad attaccare l’amministrazione comunale in merito agli impianti per la produzione di energia alternativa di VALERIA SEBASTIANI

T

orna all’attacco il “Patto per Tuscania-Udc”, la lista civica rappresentata in Consiglio Comunale dal consigliere di minoranza Regino Brachetti, mettendo nuovamente nel mirino l’Amministrazione comunale sulla questione delle fonti rinnovabili: “dopo anni di politica dello struzzo, il sindaco Natali e quello che resta della sua giunta hanno scoperto che Tuscania è al centro di una attenzione abnorme, per quanto riguarda la realizzazione di impianti energetici da fonti rinnovabili. Malgrado gli allerta che, spesso in solitudine, abbiamo lanciato sui pericoli di una proliferazione incontrollata di tali attività, solo oggi, anche sotto la spinta dei movimenti spontanei che si sono costituiti nel frattempo, l’Amministrazione scopre i rischi che corre il territorio, convocando addirittura tavoli e riunioni, quando, �no a ieri, continuava a professare la propria incompetenza in materia, cercando di diffondere rassicurazioni che non hanno mai rassicurato nessuno.” Altra questione che il Patto per Tuscania-Usc pone in evidenza è quella dell’impianto di

compostaggio. “Per quanto riguarda questo ultimo aspetto, affermare, come ha fatto il sindaco, per altro dopo due anni e mezzo di sollecitazioni, che la puzza non è nociva per la salute è semplicemente vergognoso. Ci mancherebbe altro che lo fosse – prosegue la nota – viceversa, un’Amministrazione seria e responsabile, che tiene nella giusta considerazione la qualità della vita dei suoi cittadini, avrebbe, da tempo,

dovuto mettere in atto tutti i provvedimenti necessari a sanare una situazione incresciosa. Questa necessità si rende ancor più impellente oggi, in presenza di autorizzazioni che consentiranno all’impianto di triplicare le proprie capacità di smaltimento. Arrivati a questo punto, non servono le battaglie contro i mulini a vento, ma, attraverso gli strumenti che la legge offre agli amministratori, oc-

corre pretendere, da chi svolge legittimamente la sua attività, l’adozione di tutte le misure in grado di evitare i gravi disagi da questa causati. Se l’impianto di compostaggio deve essere fornito di �ltri capaci di bloccare completamente la puzza, come accade per impianti analoghi, questi vanno dunque imposti, e non servono certo le dif�de a tacitare un malumore che, quando è generalizzato, non può essere ignorato da

nessuno. Un analogo ragionamento va fatto per quanto riguarda i campi fotovoltaici autorizzati e da autorizzare, pari a una super�cie di quasi 200 ettari di terreno agricolo di particolare pregio. Pure in questo caso non ci si può svegliare dopo anni di assordante silenzio, sostenendo che il “crescente numero di richieste di impianti è motivo di crescente preoccupazione”, perché nel frattempo il problema ha cambiato aspetto, lasciando più di un dubbio non solo sull’effettiva realizzazione dei campi, a causa della diversa normativa sugli incentivi, mentre i terreni dove erano state avviate le attività restano brulli e incolti, ma anche sulla reale economicità degli interventi, visto anche quello che è successo a Montalto. Ma tant’è: così, mentre sembra aver perso, almeno per il momento, interesse la centrale a biomasse, a causa di una redditività incapace di reggere il confronto con le altre energie alternative, e in presenza di una valutazione di impatto ambientale per un campo eolico da 28 pale che lambisce il territorio di Tuscania, l’unico atto formale adottato dal Comune è l’approvazione della sciagurata convenzione con la società Terna, subentrata, guarda caso, ad una società

che doveva realizzare una centrale al servizio del fotovoltaico, per la realizzazione di una sottostazione elettrica su una super�cie di 9 ettari, di cui 4 completamente cementi�cati. Si tratta di una struttura dall’impatto enorme, anche dal punto di vista dell’inquinamento elettromagnetico, da cui non si sa chi ci salverà, contro la quale pende un ricorso al Tar presentato dal nostro capogruppo Regino Brachetti, che verrà discusso il prossimo 19 aprile. Tutto ciò, in cambio di 740.000 euro virtuali (da corrispondere in più soluzioni a condizione che l’intervento venga completato in cinque anni, pena la restituzione delle somme erogate), di cui solo 148.000 sembrano il reale vantaggio, perché il restante importo propinato come compensazione, come se la salute si potesse monetizzare, da utilizzare per la scuola, sarebbe stato comunque assicurato da un �nanziamento regionale. Ce n’è abbastanza, quindi, per bocciare senza appello la politica energetica del Comune di Tuscania, - concludono - la cui manifesta incapacità, nonostante i tentativi di riposizionamento delle ultime settimane, rischia di mettere a repentaglio l’intero sistema socio-economico e ambientale del territorio.”.

S.LORENZO NUOVO - Contro Benedetto XVI concede il Giubileo Straordinario l’Aids “adotta” un bonsai BOLSENA - L’evento si terrà in occasione del 750esimo anniversario del Miracolo Eucaristico

B

olsena diventa centro della fede cattolica. “Ogni parola è del tutto superflua a descrivere l’emozione immensa che la cittadina di Bolsena sta provando” : questo il commento del sindaco, Paolo Dottarelli, alla recente notizia, pervenutagli direttamente dalla Santa sede, sul Giubileo straordinario che si terrà, con l’apertura della Porta Santa delle Basiliche di Orvieto e di Bolsena, a gennaio del prossimo anno, per il 750° anniversario del miracolo eucaristico. Il decreto ufficiale, consegnato giovedì 5 aprile da monsignore vescovo di

Orvieto, Giovanni Marra, al sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli, rende noto che in vista del 750° Anniversario del Miracolo Eucaristico di Bolsena (1263) e della Bolla “Transiturus” del Papa Urbano IV (1264), la Penitenzieria Apostolica, per mandato del Sommo Pontefice Benedetto XVI, con Rescritto del 13 marzo 2012, ha autorizzato la celebrazione di un Giubileo Eucaristico straordinario durante il quale i fedeli e i pellegrini possono ottenere l’Indulgenza Plenaria, come per gli anni giubilari. Il Giubileo Eucaristico – informano dalla Santa

sede - avrà inizio nel mese di gennaio del 2013 e si concluderà nel mese di novembre del 2014. Inoltre, con distinti decreti, la penitenzieria apostolica, in forza del mandato del Sommo Pontefice, concede al Vescovo di Orvieto-Todi, o al Vescovo o al Cardinale che presiede la solenne liturgia di apertura e di chiusura delle Porte Sante di Orvieto e di Bolsena, la benedizione papale con annessa Indulgenza Plenaria alle consuete condizioni (Confessione sacramentale, Comunione Eucaristica e Preghiera secondo le intenzioni del

Sommo Pontefice). “Con enorme soddisfazione – spiega l’assessore Roberto Basili – siamo qui oggi a dare notizia di un evento a dir poco straordinario. Un anno fa abbiamo chiesto l’incontro con il vescovo di Orvieto per manifestargli questa volontà e oggi, finalmente, ne possiamo dare pubblicamente notizia. Da questo momento procederemo a organizzare un programma, in collaborazione con la cittadina di Orvieto, che avrà come punti di riferimento i luoghi dove sono avvenuti gli eventi storici”.

L

’Anlaids Onlus promuoverà oggi in Piazza Europa, la piazza centrale del paese, un’iniziativa nazionale di raccolta fondi, denominata “Bonsai 2012”, durante la quale, a fronte di una piccola offerta verranno distribuite delle piante “bonsai”. L’iniziativa, nel Comune di San Lorenzo, è realizzata in collaborazione con la sede locale dell’Avis. Chi vorrà acquistare le piante e dare il suo contributo, potrà farlo dalle ore 8 della mattina. “Bonsai 2012” è un’iniziativa che già da ieri e �no a domani, è presente in

ben 3000 piazze italiane per informare i cittadini sulle tematiche della prevenzione dell’infezione da HIV, della ricerca e della lotta allo stigma.

Il Comune di Acquapendente sostiene gli studenti I

l Comune di Acquapendente ha emanato un bando (scadenza Lunedì 30 Aprile) per fornitura totale o parziale libri di testo e borse di studio a sostegno della spesa delle famiglie per l’istruzione (anno scolastico 2011-2012). Potranno accedere al bando le famiglie che presenteranno la Certificazione Situazione Economica Equivalente (ISEE) – redditi 2010, rilasciata gratuitamente dai Centro Assistenza Fiscale presenti nei vari sindacati locali non superiore ad € 10.632,93. Ad essa dovranno essere allegati documenti di spesa

(fatture ricevute fiscali) specificando sulla fattura il nome dello studente-classe frequentata ed Istituto, dichiarazione resa ai sensi del DPR 445 / 2000 attestante il requisito di residenza e della frequenza alla scuola primaria ed all’Istituto di Istruzione secondaria di 1° e 2° grado od al 1° ed il 2° anno dei percorsi sperimentali dell’istruzione e formazione professionale, e copia del documento in corso di validità del soggetto richiedente che firma l’istanza del contributo. I genitori potranno reperire il modello C per inoltrare il tutto presso

l’Ufficio Scuola del Comune (Rossella Lombardelli – Telefono 0763 – 7309205).


Sabato 7 Aprile 2012

montefiascone

Viterbo & AltoLazio

13

Stipulata la convenzione con l’associazione ‘Lo sportello del cittadino’ per aiuto e teleassistenza ai più deboli

È

stata approvata la convenzione con l’associazione “Lo sportello del cittadino” per l’attuazione e gestione sul territorio comunale di un servizio di assistenza per dare risposta alle necessità dei cittadini in particolare anziani e disabili. A stabilirlo è la delibera di giunta numero 48 con la quale l’amministrazione approva la convenzione. “Vista la proposta avanzata dall’Associazione Lo Sportello del cittadino -spie-

ga la delibera- con sede in Orvieto, con cui si comunica l’intenzione di attivare nel territorio Comunale mediante la stipula di apposita convenzione con questo Ente un servizio di teleassistenza, rivolto in modo particolare a persone anziane anche sole e disabili in condizioni di autonomia per agevolare la possibilità per gli stessi di rimanere nel proprio ambiente familiare”. La delibera aggiunge: “Il servizio offre ascolto

e fornisce risposte immediate in favore degli anziani e dei disabili che durante tutto l’anno vivono in stato di solitudine o di difficoltà relazionale costante” e “l’intervento vuole permettere alle persone sole o in stato di disagio di ottenere risposte in grado di migliorare la loro qualità della vita e in un’ottica di prevenzione offrire interventi necessari per rispondere, in modo concreto ed immediato, ai loro bisogni di quotidianità

anche attraverso il recupero delle possibilità di intervento dei familiari, degli amici e dei vicini, fornendo e incentivando le varie forme di solidarietà”. “L’iniziativa proposta continua l’atto- costituisce per il territorio e la cittadinanza una valida occasione per migliorare la rete dei servizi sociali offerti e si integra funzionalmente con essa senza oneri aggiuntivi per questo Comune”. M.M.

I lavori hanno interessato oltre trenta chilometri di strade bianche. Create diverse piste ciclabili

‘Ristrutturate le strade della Valle Perlata’ di Michele MARI

L

e strade di campagna della Valle del Lago sono state finalmente sistemate e rimodellate. I lavori sono ormai alla conclusione. Sono stati creati diversi percorsi ciclabili e pedonali che portano dalla stessa Valle del Lago alla città e più precisamente congiungendosi in via dei Pini a ridosso del Belvedere e via Bandita. Di questi tanto attesi interventi, che hanno ridato un nuovo volto alle strade rurali, il primo attore è stato l’assessore alle strade di campagna e verde pubblico Giorgio Cacalloro che li ha voluti fortemente e li ha seguiti nel loro concretizzarsi: “Abbiamo ultimato la sistemazione delle strade rurali della Valle del Lago. Complessivamente sono stati sistemati oltre trenta chilometri di strade bianche all’interno della splendida ed incantevole Valle”. Cacalloro aggiunge: “Nella ristrutturazione

delle arterie e della Valle abbiamo creato anche dei percorsi ciclabili e pedonali ed entro la fine del mese installeremo anche diverse panchine. Poi verrà predisposta una cartina con la pianta di tutte le varie strade, percorsi e posti di riposo. Abbiamo anche installato le insegne in ognuna di queste strade proprio per

rendere più agevole il passaggio delle persone e dei ciclisti. Le strade sistemate arrivano addirittura fino al Belvedere in pieno centro della città. Complessivamente sono stati spesi 80mila euro derivati esclusivamente da un finanziamento della Regione Lazio”. Analizza poi dettaglia-

tamente tutti gli interventi che hanno interessato la Valle del Lago: “Abbiamo rifatto -spiega l’assessore Cacallorole cunette, il manto stradale ed ora chiediamo a chi vi transita di tenerle più pulite possibile e mantenere gli sbocchi dell’acqua aperti e funzionanti”. Per quanto riguarda invece gli interventi inerenti altre strade bianche l’assessore continua: “Negli ultimi due mesi sono stati molti gli interventi per la sistemazione delle strade rurali di Montefiascone come le strade Pisello Lemme, del Poggio delle Lastre, della strada Moma e Cipollone. Anche in queste strade abbiamo rifatto il manto stradale e le cunette laterali”. L’instancabile Cacalloro termina con una primizia “Tra qualche giorno presenteremo il Psr (Piano Sviluppo Rurale) in Regione che interessa tutte le strade rurali”.

Numerose iniziative culturali per la settimana Santa La tradizionale manifestazione enogastronomica alla scoperta della cultura contadina

Appuntamenti pasquali Torna a Zepponami la Sagra della Ricotta A

ppunti culturali per Pasqua e Pasquetta. L’assessorato alla cultura del Comune di Monte�ascone Renato Trapè ha organizzato per lunedì 9 aprile, giorno di pasquetta, il “Concerto di Pasquetta” che avrà luogo alle ore 21 presso la Rocca dei Papi. Ad esibirsi sarà la band “To shock Project” composto dal quartetto Voce, Violino, Chitarra, Violoncello con la partecipazione straordinaria della cantante Kay Mc Carthy. Il programma prevede brani tratti dal repertorio pop/rock internazionale rivisitati per questo insolito organico. L’evento è a cura dell’Associazione Musicale Enarmonia e l’ingresso è libero. Inoltre l’amministrazione rinnova l’appuntamento con la mostra “Monte�ascone Innevata” presso la sala consiliare che rimarrà aperta �no a giovedì 12 aprile dalle ore 08 alle ore 14.00 e dalle 16 alle ore 19.30. Per i giorni di Pasqua e Pasquetta la mostra avrà il seguente orario: dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 16. alle ore 19.30. M.M.

T

orna la tradizionale Sagra della Ricotta tra folklore e gastronomia a Zepponami. In una nota gli organizzatori spiegano: “Protagonisti dell’evento saranno, come sempre, ricotta e formaggi. La ricotta fresca è un prodotto tipico per eccellenza della Tuscia Viterbese. La tradizione contadina locale ha sviluppato nel corso degli anni una forte specializzazione nel settore dell’allevamento degli animali da latte e della produzione di formaggi di varia natura, da quelli freschi e consumabili pochi giorni dopo la produzione, a quelli che richiedono una breve, media o lunga stagionatura. In breve tempo la ricotta si è affermata come prodotto non solo locale, conquistando il palato di numerosi estimatori. Oggi la ricotta della Tuscia Viterbese è conosciuta ovunque e trova apprezzamento anche oltre i con�ni regionali”. La nota degli organizzatori continua: “Lo straordinario successo di questi prodotti ha offerto lo spunto per la creazione di una sagra ad essi dedicata, che è diventata uno degli appuntamenti gastronomici più apprezzati dell’Alto Lazio. Giunta alla quinta edizione, la Sagra atti-

ra ogni anno un gran numero di visitatori a Zepponami, località al km 95 della Cassia, nel Comune di Monte�ascone ed il suo straordinario successo ha spinto gli organizzatori a portare a due le giornate dedicate ai prodotti tipici locali derivati dal latte. La Sagra si offre anche come appuntamento folkloristico, culturale e gastronomico di ampio respiro, proponendo non solo la degustazione e la vendita di ricotta preparata sul luogo e di formaggi a breve, media e lunga stagionatura, ma anche un “viaggio” in grado di far scoprire le varie facce della cultura contadina locale”. Il programma prevede: di buon mattino l’inizio della mescita presso l’Oratorio di Zepponami e l’apertura degli stand dedicati ai prodotti caseari.

A seguire, per tutta la giornata, i “caciari” locali si alterneranno nella preparazione “live” della ricotta con relativa degustazione. La nota conclude: “Appuntamento quindi, per lunedì 9 (lunedì di pasqua) e domenica 22 aprile dall’alba al tramonto, per la 5^ edizione della Sagra della Ricotta in località Zepponami”. M.M.


vetralla e cimini

14

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

CAPRAROLA - Parla il presidente dell’associazione che riunisce i proprietari terrieri della zona

È nata “Vico Vivo”

di ELISABETTA GIOVANFORTE

D

a pochi giorni è nata l’Associazione di volontariato “Vico vivo” che raggruppa i proprietari terrieri della caldera del Lago di Vico e ha sede legale a Caprarola. “E’ un’associazione apolitica senza scopo di lucro” tiene a precisare il Presidente Piero Chiossi, “ci siamo riuniti per soddisfare la primaria esigenza di difendere le coltivazioni attorno al lago e tutte le attività del comparto agro-alimentare. Non siamo appestatori in quanto agricoltori, ci sta a cuore l’ambiente più di ogni altra persona, poichè è dall’ambiente che traiamo le nostre risorse e tutta l’economia dell’hinterland”. Per Chiossi è fondamentale la regolamentazione delle politiche agricole: “Occorre generare una regolamentazione condivisa seriamente da tutti. Se la Riserva Naturale di Vico è verdeggiante e con un certo assetto idrogeologico, lo si deve in primis agli agricoltori che conservano l’ambiente. I noccioleti che fanno paesaggio non sono lì per

caso, dietro c’è il sudore ed il lavoro di tantissime persone”. L’associazione Vico vivo raggruppa ben ottanta soci che sono proprietari di circa quattrocento ettari di terreno della caldera, vale a dire boschi che generano nocciole e castagne, una vera e propria ricchezza economica. “Tutti i noccioleti sono coltivati a pratino per contenere la dispersione dell’acqua in caso di pioggia. Non si può sostenere un ambientalismo estremo dove si fa economia, è come dire se le auto inquinano, perchè non lasciarle in garage. Tutti gli agricoltori sono pronti ad una pratica ecocompatibile nel rispetto dell’ambiente e nella difesa dell’indotto. Basti pensare che il guadagno dei nocciolicoltori si riversa in tutte le altre attività della zona, se c’è ricchezza c’è per tutti, per il commercio in primis e poi per il turismo. Noi vogliamo fermamente la promozione del territorio mediante la realizzazione di prodotti di alta qualità attraverso le nuove tecniche di coltivazione nel rispetto dei regolamenti comunitari”.

Sergio Orlandi chiarisce “Sono stato sempre coerente”

I

n merito alla pubblicazione delle list elettorali dove per un refuso il nome del signor Sergio Orlandi è stato inserito a Ronciglione nella lista del Pdl lo stesso ci ha inviato una nota con la quale ci chiede di rettificare che lui milita nelle fila dell’Udc. Sergio Orlandi candi-

dato alle elezioni comunali nella lista “Ronciglione cambia” di Sandro Giovagnoli, tiene inoltre a precisare che nella precedente tornata elettorale fu già candidato a fianco di Sandro Giovagnoli: “Questo per confermare la mia coerenza politica”, ha dichiarato “sempre fondata sugli stessi principi”.

Va evidenziato l’impegno di Vico Vivo nella promozione di commissioni di studio e ricerca per la soluzione di problemi tecnici in collaborazione con organi statali, regionali e locali competenti, nonchè di Istituti di ricerca. “I noccilicoltori - ha concluso il Presidente Piero Chiossi - non sono untori del territorio, essi lo difendono perchè fonte della loro sussistenza”.

VETRALLA - L’Assessore alle Politiche Giovanili Zelli ha informato la cittadinanza

Consiglio dei giovani, elezioni rimandate al 19 maggio D

if�cile stabilire se la decisione di posticipare le elezioni del consiglio dei giovani sia riconducibile alle polemiche sorte sulla questione, ma fatto sta che l’Assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Vetralla Giulio Menegali Zelli Iacobuzi ha inviato un comunicato con cui informa la cittadinanza: “Richiamato il proprio decreto del 20 marzo 2012, con il quale venivano indette le elezioni per il Consiglio Comunale dei Giovani per il giorno 5 maggio 2012, considerato che la presentazione delle liste elettorali cadrebbe nei giorni immediatamente successivi alle festività pasquali e nell’intento di consentire la più ampia partecipazione giovanile, il Sindaco indice le elezioni suddette per sabato 19 Maggio. Le liste elettorali dovranno essere presentate entro le ore 12,00 del giorno 26 aprile 2012. Istituito dal Comune ai sensi della

Legge Regionale 7 dicembre 2007 il Consiglio è un organo democratico di rappresentanza riservato ai ragazzi di età compresa tra i 15 e i 25 anni, il suo scopo è quello di promuovere la partecipazione dei giovani alla vita sociale, politica e culturale del paese. Sono elettori del Consiglio tutti i giovani residenti a Vetralla, di età compresa tra i 15 e i 25 anni. L’Assessorato alle Politiche Giovanili ha provveduto con congruo anticipo a dare divulgazione all’indizione e ha promosso la partecipazione alle elezioni del Consiglio presso le istituzioni scolastiche del territorio interessate per fasce d’età degli studenti alla formazione dello stesso. Tutti i giovani interessati possono ottenere ulteriori informazioni collegandosi al sito del Comune di Vetralla o direttamente presso l’Assessorato competente in Piazza San Severo 2, durante gli orari di uf�cio.

RONCIGLIONE - Successo della riunione di Accademia Kronos con lo studioso Antonino Galloni sulla situazione economica italiana

U

na sala gremita di pubblico quali�cato ha partecipato all’ultimo dei giovedì culturali che solitamente organizza Accademia Kronos a Ronciglione, questa volta il tema era incentrato sull’attuale situazione economica italiana, sulle sue origini e sugli scenari futuri. Con l’occasione i dirigenti di Accademia Kronos hanno presentato lo sportello sulla green economy and society che presto entrerà in funzione per il pubblico, ma soprattutto per aiutare gli amministratori dei vari comuni della Tuscia nel settore dell’ambiente e delle energie. L’invitato di punta, che il pubblico numeroso era venuto ad ascoltare, era il prof. Antonino Galloni, economista di chiara fama internazionale. Prima della conferenza del professore, però, si è tenuta una breve relazione sul Costarica, nazione con la quale Accademia Kronos gestisce alcuni progetti in aree naturalistiche. Il Costarica ha puntato le sue risorse sull’ambiente naturale e tra qualche anno sarà la prima nazione al

mondo ad emissioni CO2 zero. La relazione tenuta del naturalista Francesco Rossi è stata allietata da belle immagini delle foreste e degli animali del piccolo Stato del Centroamerica. La conferenza del prof. Galloni ha affrontato i problemi iniziali della crisi del capitalismo occidentale, partendo dalla �ne del 1980 �no a giungere ai giorni nostri. Dalla interessantissima relazione è emerso in maniera inequivocabile che la grande crisi si è innescata dopo il 2001 grazie al fallimento della”�nanza virtuale” statunitense che ha �nito per mettere in crisi le proprie banche le quali, a loro volta, hanno trascinato nel vortice anche l’Europa. Ma la notizia che ha sconvolto tutti i presenti è stata quella di aver appreso che l’operazione euro aveva da una parte lo scopo di riequilibrare la situazione �nanziaria tedesca, �nita a pezzi durante e dopo la riuni�cazione e, nello stesso tempo, dare ossigeno alle banche francesi che continuavano a riempirsi dei famosi derivati “mondezza” degli USA. Fin qui poco male, ma poi è arrivata la notizia sconvolgente e cioè che lo sco-

po dell’invenzione dell’euro era anche quello di mettere fuori gioco l’Italia le cui banche non avevano il problema di quelle francesi e tedesche e, cosa sollecitata dai nostri cugini d’oltralpi, far crollare l’esportazione italiana, soprattutto quella enogastronomica, su tutti i mercati internazionali. Quindi l’invenzione dell’euro era esclusivamente a vantaggio delle grandi �nanze tedesche, francesi, olandesi e in parte inglesi. Una manovra subdola e scorretta perpetrata alle spalle di noi “ingenui” italiani. L’allora governo Prodi, benché menti illuminate avevano consigliato per qualche anno l’uso della doppia moneta, è �nito nella trappola entrando con “tutti i due piedi”nell’Euro. L’attacco �nanziario per far crollare l’Italia è iniziato con il diversivo Grecia, la nazione più debole, e poi attaccandoci frontalmente come abbiamo vissuto emotivamente alcuni mesi fa. Gli uomini “grigi” del capitalismo USA e Nord Europeo pensavano di vedere l’Italia fallire in pochi mesi e invece la sorpresa: l’Italia ha resistito! Ma questa situazione non deve rassicuraci più di

tanto, ha affermato Galloni, perché la resa dei conti avverrà tra sette o otto mesi, quando il nostro PIL dovrebbe dare segni di ripresa, in senso contrario sarebbe la vera �ne perché i mercati e gli speculatori �nanziari internazionali potrebbero sferrare su di noi la mazzata �nale. Per evitare questo drammatico scenario, ha continuato Galloni, nel silenzio più attento della platea, serve ora trasferire un pò di ricchezza alle medie e piccole imprese e soprattutto ai cittadini, pensionati e lavoratori, in questo modo si consentirà alla gente di ricominciare a comprare non solo cose necessarie, ma anche voluttuarie. Il tutto a bene�cio di un economia interna che riprenderebbe a girare e, di conseguenza, far innalzare i valori del PIL. Oggi invece l’economia interna è bloccata, soffocata e aggredita dal �sco, una situazione che deve rapidamente cambiare oppure sarà la catastrofe. Galloni ha auspicato che il Governo Monti ora inizi, non più a “torturate gli italiani”, ma a dare loro speranze nel futuro e, soprattutto, disponibilità di denaro da spendere non solo per tasse e

bollette, ma anche per altre cose di utilità personale. A quel punto dal pubblico si è levato un commento: “Certo, certo, belle parole, ma il signor Monti con la stangata del conguaglio IMU di dicembre prossimo sa che le tredicesime saranno tutte impegnate a pagare questo nuovo gabello, più nessuno entrerà nei negozi per acquistare qualche regalo di Natale? E allora?”. Galloni ha risposto che: “Monti sa quel che fa, �n’ora ha operato bene. É riuscito in pochi mesi a fermare l’accerchiamento degli “uomini grigi”della �nanza internazionale contro di noi ed ora si appresta a dare ossigeno all’economia interna italiana. Se non fosse così, ha concluso, allora sarebbe veramente la catastrofe”. La serata si è conclusa con la promessa di Accademia Kronos di organizzare ulteriori giovedì culturali sul tema della grande crisi e dell’apertura alla green economy, che al momento sembrerebbe essere una delle soluzioni concrete per uscire de�nitivamente fuori dalla recessione.


& Sabato 7 Aprile 2012 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

CIVITA CASTELLANA - Dopo un mese di silenzio, Angelelli rende nota la vicenda ai mass media

Il sindaco conferma le infiltrazioni mafiose di SIMONA TENENTINI

E

ra il 10 marzo scorso, quindi quasi un mese fa, quando, da queste colonne riportavamo che: “Un �tto mistero avvolge la vicenda dell’appalto per il servizio di gestione delle aree di sosta a pagamento a Civita Castellana. Un mistero che riguarda, in particolar modo, l’Ati, ovvero l’associazione temporanea d’impresa costituita tra l’Aj Mobilita’ e il consorzio Urbania Vivere la Citta’. Su entrambe le societa’, infatti, gravano delle circostanze poco chiare.....Per quanto riguarda il Consorzio Urbania, i sospetti sono ancora piu’ preoccupanti, visto che, recentemente la societa’ e’ stata raggiunta da un’interdittiva antima�a a Latina, dove gestisce il parcheggio a pagamento nel centro storico ....L’interdittiva antima�a mette a fuoco amicizie e contiguita’ in ambienti criminali, impedendo alle ditte su cui gravano indizi di avere rapporti contrattuali con la pubblica amministrazione. Proprio per questo motivo la prefettura di Napoli nei prossimi giorni potrebbe inoltrare la comunicazione alla Prefettura di Latina e al Comune di Latina che in quel caso non potrebbe far altro che sciogliere il contratto in danno del Consorzio”.... Ad aggravare la posizione della ditta Urbania, il fatto che quello di Latina non e’ un episodio isolato. La stessa interdittiva antima�a, infatti, e’ stata emessa, nei confronti della societa’, anche in altri comuni dove la stessa gestisce il servizio di sosta a pagamento: da Aversa a San Giorgio a Cremano, a Somma Vesuviana

�no, addirittura a Rimini.” Ora, a distanza di un mese, trascorso nel più assoluto silenzio, il sindaco �nalmente si è degnato di estromettere la società Urbania dal servizio. Per trenta giorni, quindi, i cittadini con il pagamento del ticket hanno continuato, presumibilmente, a �nanziare loschi traf�ci, viste le pesanti accuse che gravano sulla ditta incriminata. Inoltre, il primo cittadino, non ha pensato nemmeno di rendere noto il fatto con un consiglio comunale aperto ai cittadini, che avevano tutto il diritto di sapere, ma ha divulgato la notizia attraverso i mass media. E nemmeno tutti. In�ne, la vicenda non è stata nemmeno chiarita in toto. Sempre un mese fa, infatti, la Destra presentava un’interrogazione con la quale si chiedeva di fare chiarezza sui fondi ricevuti dall’altra società facente parte dell’Ati, ovvero l’Aj Mobilità. Su questo punto, tuttora, regna il mistero più �tto. Proprio ieri è stata dunque presentata, al riguardo, un’altra interrogazione. “PREMESSO CHE In data 2/04/2012 , il Vicesindaco e Assessore alla viabilità Antonio Innocenzi rispondeva alla nostra interrogazione comunale asserendo: “che alla data di riferimento della manifestazione (XXI Civitafestival) di cui all’interrogazione in oggetto, lo scrivente non aveva ancora ricevuto l’incarico di Assessore competente” . Nell’ interrogazione de “La Destra” oltre neo�ta Vicesindaco Innocenzi , erano stati chiamati in causa a fornire risposte e chiarimenti , anche altri due al�eri principi dell’am-

SORIANO NEL CIMINO “Dove sta il debito se i lavori non sono stati fatti?” D ministrazione comunale , ossia il Sindaco Angelelli e l’Assessore al Turismo Alessandrini, ben presenti in quel periodo nella vita comunale , come dimostra la Deliberazione Giunta comunale n 147/2009 (Civita Festival 2009). IN CONSIDERAZIONE CHE: Le risposte fornite dall’amministrazione comunale risultano non esaustive, evanescenti e soprattutto incomplete. SI INTERROGANO Il Sindaco Angelelli, L’Assessore alla Viabilità Innocenzi, l’Assessore al Turismo Alessandrini PER CONOSCERE Se risponde al vero che con Deliberazione di Giunta Comunale n 280/2009, l’amministrazione Angelelli ha espletato atti di propria competenza per l’aggiudicazione de�niva del servizio. Se ritengono che sia stato opportuno chiedere ed ottenere

una sponsorizzazione per il XXI Civita Festival (deliberazione di Giunta Comunale 147/2009) ad una società (AJ Mobilità) che stava partecipando ad una gara per l’af�damento della gestione di un servizio comunale. Se ritengono che il fatto possa aver in�ciato la regolarità della procedura in relazione alle condizioni di partecipazione degli altri concorrenti. Se risponde al vero quanto riportato dal quotidiano L’Opinione sabato 10 marzo u.s. che titolava :“Civita Castellana – Dubbi sulle società che gestiscono i parcheggi a pagamento . Al Comune di Civita Castellana sospetti di ma�a”. Qualora quanto scritto dalla stampa locale su presunte in�ltrazioni malavitose nella gestione delle aree di sosta a pagamento risultassero veritiere chiediamo di conoscere le azioni che intende adottare l’amministrazione comunale al riguardo.

CIVITA CASTELLANA - Ennesima vittoria dei rugbisti civitonici

Gli Old Rugby trionfano ancora L

’ennesima vittoria dei rugbisti civitonici ormai non fa più notizia e questa volta a farne le spese è un’altra squadra romana, l’Appia Rugby. Sabato scorso, appena dopo una settimana dalla vit-

toriosa trasferta di Foligno, i rugbisti falisci si ripetono sul terreno di casa nonostante una bella ed attrezzata squadra romana e vincono per tre mete a zero. Una vittoria nata dalla grande prova del pack di

mischia che ha sospinto gli avversari con il classico “carrettino” �n dentro la linea di meta come in occasione della spettacolare meta del sardo-rignanese Silverio Lussu, oppure quando la terza linea Pietro Sera�ni ha schiacciato

la palla in terza fase di gioco oltre la linea di meta con un imperioso balzo; molto bella inoltre e stata la meta d’ astuzia di Francesco Vincenzi detto chiquita, che ha sof�ato la palla ovale all’avversario con un’ azione di gioco chiamata “intercetto”, un gesto da vero giocoliere. Indipendentemente dal risultato �nale, l’Appia Rugby, a detta di tutti, è l’avversario che tutte le squadre vorrebbero incontrare, un collettivo solido e ben impostato e atleti che fanno della correttezza sportiva un valore a cui non si può prescindere, per questo a �ne partita la squadra di casa ha donato una maglietta della società come premio fairplay al giocatore romano Massimiliano Pandolfo, distintosi per la sua lealtà sportiva in alcune concitate fasi di gioco. Molti iniziano a pensare che dopo la lunga sequela di vittorie gli old civitonici siano ormai diventati un fenomeno da studiare e si fanno le ipotesi più disparate: dalla notevole concentrazione di arsenico presente nell’acquedotto cittadino ai potenti riti iniziatori e scaramantici

opo essere stato “tirato in ballo”, su un quotidiano locale per la questione della metanizzazione, Francesco Sensini, ex sindaco di Soriano, ha voluto dire la sua sulla vicenda. “E’ noto come la disinformazione, o peggio ancora, l’informazione distorta in�uenzi in modo sbagliato il convincimento delle persone, purtroppo dietro la vetrina della democrazia si riesce ad estorcere, senza farsene accorgere, il consenso ai cittadini. E’ quello che si è fatto con un articolo apparso su un quotidiano locale riguardante la metanizzazione del territorio comunale fatta nella metà degli anni 80, in esso si parla di un debito del comune di Soriano per lavori che debbono essere ancora effettuati, mi chiedo : dove sta il debito se i lavori debbono essere ancora fatti? Intervengo come ex sindaco, poichè sono stato chiamato in causa, e non intendo assolutamente subire insinuazioni di sorta, peraltro anonime, ma facilmente riconducibili ad amministratori che, forti della loro debolezza amministrativa continuano a sparlare mischiando concetti e generalizzando gli argomenti ben sapendo di non dire ancora una volta le cose come stanno. Intando c’è da dire, ad onor del vero, che la scelta fatta a suo tempo, di gestire la metanizzazione in forma diretta ha portato nel corso degli anni al comune risorse pulite pari a circa sei miliardi delle vecchie lire. Va da sè, comunque che tale scelta avrebbe portato dopo un certo numero di anni 29, al rifacimento della rete di distribuzione del metadell’allenatore Angelo Proietti, soprannominato il guru, anche se l’ipotesi più accreditata è la dieta di tipo anglosassone instillata da James, londinese naturalizzato civitonico, basata sul consumo di birra e sullo straordinario potere della pianta dell’Humulus Lupulus o pianta lupo utilizzata per produrre il luppolo, elemento base della birra; come si sa, la pianta lupo è una pianta che cresce libera sulla terra ed è rimasta sempre selvaggia come i nostri eroi; infatti ultimamente frequentano spesso il birri�cio civitonico “Itineris”, noto produttore di birra artigianale di proprietà di Claudio Conti, neorugbista per caso… e come se non bastasse anche il torneo del 5 maggio, organizzato a Civita Castellana, è stato denominato ITINERIS CUP;

no a spese del gestore, in questo caso il comune. Nell’articolo si parla di mancati accantonamenti annui per garantire la copertura �nanziaria dell’intervento, ma Menicacci ed i suoi si sono chiesti con cosa avrebbero dovuto essere �nanziati questi fantomatici accantonamenti? La risposta è semplice: o con tagli ai servizi o con aumenti di tasse locali, se poi questo concetto di gestione �nanziaria lo trasferiamo a tutte le opere che debbono essere effettuate, avremmo avuto la paralisi amministrativa, a meno che, la squadra del sindaco Menicacci, coadiuvata da tecnici contabili del comune non riesca a fare come il prestigiatore SILVAN, non aumentare le tasse, migliorare lo standard dei servizi erogati ed accontanore tutte le quote di ammortamento per tutte le opere che debbono essere fatte. D’altronde in campagna elettorale si parlava che Menicacci avrebbe portato ricchezza a Soriano, ora è il caso di farlo senza piangersi addosso e cercare scuse puerili ad ogni minima dif�coltà. Sarebbe basta un po più di attenzione per evitare tutte queste polemiche, il recente decreto sulle liberalizzazioni prevede che anche questo servizio sarà gestito da privati con conseguente accollo delle spese. Purtroppo la voglia dell’amministrazione Menicacci di infangare chi l’ha preceduta è talmente forte da renderla tanto cieca da non farle vedere nemmeno le norme che continuamente cambiano la realtà del nostro paese. sarà forse il consumo massiccio di birra il segreto nascosto dei giocatori civitonici? Chi berrà vedrà. I giocatori divisi per ruolo: piloni: Daniele De Lorenzi, Bruno Becchetti, Silverio Lussu; tallonatori: Maurizio Savi, Sergio Rughi; seconde linee: Antonio Sini, Nicola Ulisse; terze linee: Giancarlo Mariani, Domenico Zonetti, Pietro Sera�ni, Umberto Antonini; mediano di mischia: Antonio Angeletti; mediani di apertura: Irmo Santori, Giorgio Rauco; centri: Sandro Adamo, Angelo Urbano Caon; ale: Francesco Vincenzi, Federico De Lorenzi, Franco Cristaldi; estremo: James Skeate; oltre alla presenza di due cari amici come Marcone di Colleferro e Marco di Oriolo, esiliati in terra Falisca.


orvieto eventi

16

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

I Pullman utilizzati dai visitatori della città non potranno entrare nel centro storico con alcune eccezioni

Al via la sperimentazione ‘bus turistici’ I

n ottemperanza ai provvedimenti già approvati dal Consiglio Comunale, dal recente “Piano per la disciplina della mobilità sul territorio del comune di Orvieto” varato il 30 gennaio scorso, la Giunta da avvio in forma sperimentale alla prima fase del programma di gestione dei �ussi di bus turistici in entrata nella città di Orvieto. Più precisamente: tutti i bus turistici in arrivo vengono indirizzati verso il parcheggio di Piazza della Pace (Orvieto Scalo) con corrispondente divieto di accesso al centro storico; In Piazza della Pace, i bus turistici dovranno circolare e sostare nell’area appositamente predisposta, previo pagamento della tariffa giornaliera di € 30,00 da corrispondersi all’ingresso del parcheggio stesso; Sono esentati da tali obblighi e divieti i bus muniti di voucher rilasciato da attività ricettive e/o di somministrazione operanti nel centro storico; La riscossione della tariffa sarà effettuata, dopo un primo periodo di sperimentazione con cassa manuale, mediante la predisposizione in loco di un sistema automatizzato di gestione della sosta a pagamento di tipo sempli�cato. I competenti dirigenti comunali dovranno predisporre tutte le azioni necessarie alla realizzazione del suddetto programma. Già con delibera consiliare del 3 maggio 2010 il parcheggio di Piazza della Pace venne inserito nell’ambito delle

Prorogata a giugno la mostra ‘Citazioni archeologiche. Luciano Bonaparte archeologo’

A

aree da destinare alla sosta a pagamento, prevedendo in particolare l’applicazione di una tariffa differenziata tra autobus turistici ed autoveicoli e con la previsione di particolari facilitazioni nei confronti dei pendolari. Inoltre, con atto di Giunta Comunale giungo scorso, sono state approvate le tariffe relative al sistema di “check-point” per gli autobus turistici in riferimento ai “Sistemi di Mobilità alternativa - disciplina della circolazione e sosta degli autobus turistici”. La sperimentazione del provvedimento tiene conto del fatto che la maggior parte degli automobilisti che utilizzano il parcheggio di Piazza della Pace è costituita dai pendolari

che raggiungono in treno il posto di lavoro, nei confronti dei quali l’Amministrazione Comunale intende operare tutte le scelte possibili per ridurre al minimo i disagi ed i costi. Inoltre, le imminenti festività pasquali costituiscono una valida occasione per operare, senza procedere alla installazione di apparecchiature �sse, una prima sperimentazione del sistema in vista anche del prossimo anno del Giubileo Eucaristico (2013/2014) annunciato in questi giorni dalla Diocesi Orvieto/Todi. Di qui la decisione dell’Amministrazione Comunale di avviare in forma sperimentale la prima fase di attuazione del progetto, introducendo inizialmente la tariffa per i soli

autobus turistici, attraverso la predisposizione di un sistema di gestione automatizzata del parcheggio di tipo sempli�cato, da installarsi nella sola area riservata ai bus turistici,dopo un primo periodo di gestione sperimentale con cassa manuale. Al �ne di non penalizzare le attività economiche della città basate sul turismo, nell’ambito di questa fase sperimentale vengono esentati dall’obbligo del pagamento della tariffa tutti i bus muniti di voucher rilasciato da attività ricettive e/o di somministrazione operanti nel centro storico ai quali verrà consentito l’accesso �no a Piazza Cahen senza obbligo di pagamento.

seguito delle numerose richieste è stata prorogata al 10 giugno la chiusura della mostra “Citazioni archeologiche. Luciano Bonaparte archeologo. Nuove acquisizioni” allestita dal 3 dicembre 2011 nei suggestivi spazi del Museo “Claudio Faina”. Con questa scelta la Fondazione Faina offre così un’opportunità ulteriore per conoscere una delle �gure più interessanti della vita politica e culturale dei primi decenni dell’Ottocento: le cui vicende romanzesche arrivarono ad interessare il grande scrittore Stendhal. Dal 16 giugno prenderà avvio invece la mostra “Omaggio agli Etruschi. Le opere dell’artista Yayoi Tsuji” in collaborazione con l’Istituto Giapponese di Cultura a Roma (sino al 26 agosto 2012). La nota artista presenterà opere ispirate al mondo etrusco conosciuto attraverso un attento esame del loro artigianato artistico in bronzo: un

suggestivo incontro tra antico e contemporaneo. L’impegno del Museo Faina sarà indirizzato nei prossimi mesi anche verso la didattica e nella notte del 26 maggio prossimo verrà riproposta - per la terza volta - l’esperienza della ‘notte al museo’. I ragazzi avranno la possibilità di conoscere da vicino le opere che vi sono conservate e - in una qualche maniera - di custodirle per un’intera notte. Il Museo Faina resterà aperto durante le prossime festività pasquali con un orario continuato dalle ore 9.30 alle 18.00 cercando di venire incontro alle esigenze turistiche della città.

Successo al VinItaly con importanti prospettive L’opera prima di Paolo Giannini un romanzo tra Etruschi e Medioevo

Nuovi mercati per il Doc orvietano Kantharos: Alle origini del Sacro Graal U

n’edizione più che positiva per il Consorzio Vini di Orvieto quella del Vinitaly 2012 che si è da poco concluso, facendo registrare oltre 140.000 presenze, con operatori del settore provenienti da 120 Paesi e una percentuale di stranieri che ha raggiunto il 35% del totale. “Da Verona arrivano segnali incoraggianti per l’Orvieto le cui aziende hanno assistito ad un buon af�usso di visitatori, italiani e stranieri - afferma il presidente del Consorzio Vini di Orvieto, Luigi Barberani - abbiamo anche constatato un livello di attenzione molto alto sia da parte degli addetti ai lavori sia da parte dei consumatori, attratti dalla qualità della nostra produzione”. Grande interesse, dunque, per l’Orvieto Classico Superiore e per

le Muffe Nobili, ma anche per il resto della produzione. Lo spazio, allestito dal Consorzio presso lo stand della regione Umbria (Padiglione 7B), è stato, infatti, l’occasione per proporre al mercato italiano e internazionale tutte le nuove annate e le anteprime più interessanti di Orvieto, Orvieto Classico, Orvieto Superiore e Rosso Orvietano Doc. Personale addetto ha proposto in degustazione i vini, fornendo informazioni su tutte le cantine consorziate, alcune delle quali erano presenti, come ogni anno, anche tramite un proprio stand. Da segnalare le importanti prospettive che si aprono per l’Orvieto nei nuovi mercati in crescita di Polonia, Ungheria, Ucraina e Russia, con particolare riferimento a quest’ultima.

D

al 25 gennaio scorso è in libreria, edito da Annulli Editori, l’opera prima di narrativa di Paolo Giannini dal titolo ‘Kantharos, Alle origine del sacro Graal’. Un romanzo fra storia e fantasy; una narrazione che attraversa luoghi e tempi che vanno dal periodo etrusco sino al medioevo, seguendo le vicende dell’origine e della scomparsa del calice più famoso della storia occidentale cristiana: il Graal. Le vicende narrate nel romanzo ruotano infatti attorno al calice usato da Gesù Cristo nel corso dell’ultima cena che, nei secoli, ha dato origine a leggende, studi e ricerche senza �ne, ove spesso la fantasia supera e stravolge la realtà. Il sacro Graal è il calice nel quale il vino aspro della Giudea mutò sostanza per volere del �glio di Dio divenendo il Sangue umano e divino di Yehoshua ben Joseph. Per suo volere si è perpetuato poi nei secoli un rito divenuto l’essenza stessa della religione cristiana. Il libro di Giannini si aggiunge a tanti altri libri sullo stesso tema ma con uno sviluppo della narrazione molto personale. Con�uiscono in esso sto-

ria e mito, leggende e realtà, che la fantasia dell’autore lega in un modo del tutto inusitato. E se è pur vero che la narrazione focalizza gli avvenimenti in luoghi diversi e tra loro distanti, nel procedere delle vicende storiche, tende tuttavia a concentrarsi in una determinata regione del centro Italia: la Tuscia ed in particolare nella città di Viterbo di essa capoluogo. Questa città che nei decenni centrali del XIII secolo è stata la seconda Roma , la città dei Papi. Lungo è l’arco cronologico del sacro Graal, tanto da divenire, nel periodo più antico, quello etrusco, una sorta di anticipazione della Salvezza incarnata sulla terra dal Figlio di Dio. Uno spirito profetico aleggia nel primo capitolo nel pieno sviluppo (VI sec.a.C.) della civiltà e cultura etrusca nel territorio della Tuscia. Il secondo capitolo è una realistica rappresentazione delle ultime vicende terrene di Gesù Cristo quale si può evincere dagli stessi vangeli canonici. In seguito emergono di volta in volta personaggi storici (papa Pasquale II, Ugo di

Payns, papa Giovanni XXI, i cavalieri Templari, il pittore Mattia Preti), ed avvenimenti reali (assedio di Viterbo nel 1243, miracolo eucaristico di Bolsena, stendardo dell’Abbazia cistercense di S. Martino al Cimino) e luoghi che la fantasia dello scrittore riunisce e collega sotto il comune denominatore del sacro

Graal. Lo stile narrativo chiaro e piacevole induce il lettore a proseguire la lettura di capitolo in capitolo alla scoperta di un mistero che mistero non è, ma che prende forma e consistenza nei vari personaggi storici ai quali viene attribuita un dimensione umana altrimenti sconosciuta.


Sabato 7 Aprile 2012

cultura & spettacolo

Viterbo & AltoLazio

17

In occasione delle gite pasquali si possono percorrere suggestivi itinerari tra natura, arte, cultura e sublime cucina

Una passegiata nella terra della Tuscia di Sabrina Morbidelli

incorporate poi da quelle di età medievali un mitreo successivamente incorporato dalla Chiesa della Madonna del Prato e l’an�teatro romano costruito nel I secolo a.C. ed il I secolo d.C.. In�ne non possiamo dimenticare la tipica e suggestiva Calcata, a pochi km da Roma, sorge questa splendida cittadina che domina la valle del �ume Treja. Di notevole interesse è la cit-

I

n questo periodo di Pasqua, si sente la necessita di evadere e di respirare un’aria primaverile, quindi perchè non appro�ttare di conoscere il nostro territorio? Fatto di paesi che muoiono, necropoli etrusche,chiese rinascimentali e grandi parchi naturali? Basta poco per trovarsi fuori dalla propria città ed immergersi in un territorio antico fatto di storie e leggende ancor vive nella nostra cultura. La Tuscia, una terra di Etruschi, romani, longobardi, Carolingi e Chiesa. Una terra che vi farà immergere non solo nelle sue acque solfuree, citate da Dante, ma in un passato misterioso, che vi farà dimenticare la vita frenetica della città. Una terra affascinante in ogni stagione ricca di vegetazione di varie specie. Qui potrete vedere, paesi come Bagnoregio, dalle origini etrusche con i suoi siti archeologici e le tombe diffuse nel territorio, fra cui la celebre Grotta di S.Bonaventura, utilizzata dal Santo per raccogliersi in preghiera. Bomarzo famosa per il suo Parco dei Mostri. Il complesso Monumentale è situato alle pendici di un vero e proprio an�teatro naturale, fu fatto costruire da Vicino Orsini nel XVI secolo. Nel parco vi sono monumenti che raf�gurano animali e mostri mitologici. Il giorno di Pasquetta è tradizione recarsi al Santuario di Montecasoli nella vicina Riserva omonima per il tradizionale pranzo sul prato ,nel magni�co scenario dell’altopiano, con canti e balli. Tuscania, sorge su un territorio tufaceo, secondo la leggenda a fondarla sarebbe stato il �glio di Enea, oppure tusco �glio di Ercole. Qui si possono visitare tombe etrusce.Il Borgo medievale le sue

tà vecchia che si erge su di uno sperone tufaceo. Dal paese si può accedere a diversi percorsi naturalistici percorribili a piedi o a cavallo che attraversano il Parco Regionale Valle del Treja. La Tuscia non è solo famosa per la sua storia e i suoi angoli suggestivi, ma anche per la sua tipica cucina, ancora quella “di una volta”. Per deliziare il palato ecco i

lombrichelli, scamorrita tocchie, minestre di legumi,insalate di mazzocchi, cresione o ferlenghi, bruschette (crostini) e pizza con gli sfrizzoli.I suoi prodotti doc come l’olio e vino Est Est Est di Monte�ascone. l’Aleatico di Gradoli la Cannaiola di Marta... Il tutto fa un buon ingrediente per trascorrere una Pasqua serena e indimenticabile.

Per il tradizionale appuntamento tra i boschiun uovo pasquale di 30 kg chiese romaniche di S. Maria Maggiore e S.Pietro, situate su un colle che domina la valle circostante. Monte�ascone dove potete degustare il vino EST EST EST, nome dato nel 1111. Città sorta nell’alto medievo e poi entrata nei domini della Chiesa, fu famosa per la sua residenza estiva dei Papi. La Rocca, qui nel 1074 vi soggiornarono. La contessa Matilde di Canossa, l’imperatore Enrico V, nel 1185 l’imperatore Francesco Barbarossa e nel 1210 l’imperatore Ottone IV. Dalla Rocca si può ammirare il paesaggio circostante, da una parte le montagne e dall’altra il Lago di Bolsena, con le sue isole. Bolsena affacciata sul lago che prende il suo nome, è famosa per essere denominata “la città del miracolo eucaristico”dando origine al Corpus Domini. Il Castello medievale è il quartiere più antico della Tuscia. La chiesa di S:Cristina XI secolo, in stile romanico patrona della città. Gradoli, terra dell’Aleatico doc, qui si trova il Palazzo Farnese realizzato da Antonio di Sangallo il Giovane. Il Palazzo era residenza estiva di Papa Paolo III e dei Farnesi. Lasciando il lago di Bolsena, arriviamo al mare ,Tarquinia, importante città etrusca il suo nome �no al 1922 era Corneto.

Qui nacquero Tarquinio Prisco, Servio Tullio e Tarquinio il Superbo. Non si può dimenticare di visitare la Necropoli etrusca con le sue tombe a tumolo affrescate che ci testimoniano la vita quotidiana di questo popolo misterioso. Il grandioso Palazzo Vitelleschi (1480-1490) sede del Museo Nazionale e per un relax una passeggiata a Tarquinia marittima. Per chi ama la montagna la Tuascia offre i suoi Monti Cimini con il suo lago di Vico, è un lago di origine vulcanica e vanta il primato di altitudine tra i grandi laghi italiani con i suoi 510 metri sul livello del mare. Per le sue peculiari caratteristiche naturali è incluso tra le aree di particolare valore naturalistico del Lazio. Arroccata su uno sperone tufaceo, posta tra le vie consolari (Cassia-Farnese) ecco Caprarola, con il suo Palazzo Farnese, edi�cato nel XVI secolo sul progetto di Jacopo Barozzi da Vignola a pianta ottagonale ideata da Antonio da Sangallo il Giovane, su ordine del cardinale Alessandro Farnese. Non può mancare nel nostro viaggio nella terra della Tuscia, Sutri, città antichissima che domina ancor oggi la Cassia. Qui è possibile ammirare la necropoli etrusca formata da decine di tombe scavate nel tufo

XIV Settimana della Cultura a Bolsena con Baccanali a Volsinii e modernità dell’antico S

abato 21, nel Museo Territoriale del Lago di Bolsena (Rocca Monaldeschi della Cervara), dalle 16 alle 18 il pubblico sarà accompagnato lungo un percorso virtuale che, attraverso la rievocazione storica degli avvenimenti legati al Senatusconsultum de Bacchanalibus del 186 a.C., ricostruirà quanto avvenne a Volsinii e ten-

terà di collegare tra loro due celebri reperti che sono la testimonianza del culto locale tributato a Bacco (il “Trono delle Pantere” e il “Sarcofago dionisiaco”), mettendone in evidenza gli aspetti di modernità e, quindi, lo stretto rapporto di dipendenza del presente rispetto all’antico: un rapporto testimoniato anche da altri reperti esposti nel museo. La partecipazione al percorso virtuale è gratuita.

“Merenne” bolsenesi, tutto pronto per l’appuntamento del 10 Aprile M

artedì 10 aprile, al Parco di Turona. Un’organizzazione �glia, oramai da 5 anni, dell’Associazione Idea di Bolsena. A Bolsena, questa tradizione di replicare anche il giorno successivo del lunedì dell’Angelo, pranzi e spuntini all’aria aperta, ha radici lontane. Tante le iniziative di questa quinta edizione: a partire dal classico pranzo al sacco, pensando anche alla forma �sica con l’ eco-corsa; per poi nel pomeriggio tornare a gustare salsicce e carne arrosto con la “merenna barbecue” a cura dell’ Associazione Fontana. Un momento di incontro e convivialità che riunirà, su un unico prato, tutti i cittadini. Ad animare e coordinare i giochi durante la giornata, che comprenderà anche la rottura dell’Ovone(circa 30kg) ci sarà l’esplosivo show master live di Fabio D’amanzio. Parteciperanno per rendere ancora più divertente e particolare la giornata, i Cavalieri del Centro Ippico Valdilago. L’amministrazione comunale, nella �gura del sindaco Paolo Dottarelli, considerato l’ottimo lavoro

svolto dalle associazioni convolte, sostiene e promuove l’iniziativa. “Ormai da qualche anno – spiega il consigliere con delega all’organizzazione di eventi e manifestazioni, Luca Marandola – si è consolidato, e af�nato, il lavoro delle associazioni locali, le quali in collaborazione con la Pro Loco e sotto la supervisione dell’amministrazione comunale, riescono a proporre con professionalità, e vera devozione, iniziative di vario genere e rivolte a tutte le fasce di età”. Tutti sono invitati a partecipare.


almanacco

18 NUMERI UTILI

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

Oggi al Cinema

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Fortunato

SORIANO NEL CIMINO

• Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

21 Marzo - 20 Aprile Ariete

Sotto il tiro della Luna che vi blocca sul fronte dei viaggi e della comunicazione, qualche delusione o intoppo appare inevitabile. Grazie alle vostre risorse nascoste, incassate bene i colpi e vi attivate per cercare soluzioni adeguate ai problemi! Un pettegolezzo arriva alle orecchie del partner, e apriti cielo. Dovrete farvi in quattro per convincerlo che sono tutte bugie.

22 Giugno - 22 Luglio Cancro

Disorientati dalla Luna dissonante, oggi perdete in razionalita’ e senso pratico, ma guadagnate in adattabilita’ e pazienza. Non si escludono colpi di scena e sbalzi d’umore del partner, che provocatoriamente misureranno il vostro tasso di tolleranza. Per scaricare la tensione e alleviare il nervosismo, ricorrete a tisane di tiglio, musica ed esercizi di ginnastica biodinamica.

23 Settembre - 23 Ottobre Bilancia

21 Aprile - 20 Maggio Toro

Il giorno si profila denso di soddisfazioni su piu’ fronti: ogni vostra aspettativa sara’ gratificata. Siete su di giri e avete una gran voglia di stare in mezzo alla gente e, magari anche trovare stimoli nuovi, interessi improvvisi che possano regalarvi un brivido d’insolito piacere. Astri molto positivi portano molto brio nel rapporto di coppia, buone opportunita’ per chi e’ solo.

23 Luglio - 22 Agosto Leone

Gli astri vi garantiscono il buonumore e una vita sociale giocosa, effervescente; si prevedono scambi d’idee brillanti, incentrati su tematiche d’ampio spessore. Allegria e chiasso, entro le regole del buon gusto! A gonfie vele la vita di coppia. Chi e’ solo, provi caute manovre d’avvicinamento, facendo leva sulla simpatia, sulla comunicativa e su un pizzico di faccia tosta.

24 Ottobre - 21 Novembre Scorpione

In staffetta con Venere, La Luna nel vostro segno promette meraviglie, soprattutto sul piano amoroso. Entusiasmo, allegria, disinvoltura. La vita sociale e’ entusiasmante, l’amore effervescente: cosa volete di piu’ dalla vita? Chiedetevelo. In vista di una festa, un evento mondano, uno spettacolo, per stare bene nei vostri panni adottate uno stile casual. Sarete perfetti!

Giornata adatta ad accrescere le vostre esperienze, approfondendo tematiche appassionanti e allacciando contatti con persone nuove e interessanti. Saprete tenere saldamente in pugno qualsiasi situazione! La Luna nel segno, nel pomeriggio, porta momenti di grande intensita’ emotiva: vi scalda il cuore e vi spinge a realizzare, con il vostro partner, i desideri piu’ intimi.

22 Dicembre - 21 Gennaio Capricorno

22 Gennaio - 19 Febbraio Acquario

Se siete cosi’ sfasati, inconcludenti, poco motivati, con la testa fra le nuvole, la colpa e’ della Luna dissonante in Bilancia. Evitate prudentemente ogni mossa che non sia ben ragionata e rimandate di qualche giorno tutte le decisioni di una certa importanza. In ambito sentimentale cercate di non perdere la “bussola”, se non tutto andra’ come desiderato. Non male la serata.

FARMACIE (reperibilità)

Avete l’argento vivo addosso, con la Luna in trigono. Idee rapide, seguite da azioni altrettanto tempestive. Decisioni vincenti e viaggi al riparo da rischi; ottime performances in citta’ come in vacanza, nello sport come in camera da letto. La conversazione con la persona del cuore scorrera’ fluida e affettuosa: parlerete a cuore aperto dei vostri reciproci sentimenti, senza imbarazzo.

Cinema Florida Piazza G. Marconi, 12 Ghost Rider. Spirito di Vendetta3D Orario: 18,00 - 20,00 Quasi Amici Orario: 22,00

21 Maggio - 21 Giugno Gemelli

Cari amici dei Gemelli q u e s t a g i o r n a t a s a r à all’insegna dell’intraprendenza e del dinamismo: energia, rapidita’ e abilita’ vi consentono di portare a termine tutti gli impegni in agenda. Scelte importanti e decisioni istantanee si riveleranno vincenti; viaggi e vacanze sono al riparo da rischi. Una conoscenza potrebbe trasformarsi in qualcosa di piu’ consistente con vostro divertito stupore. Lasciate che sia.

23 Agosto - 22 Settembre Vergine

Per raggiungere un obiettivo sarete disposti veramente a tutto, anche a compiere qualche manovra spericolata e non del tutto lecita, pur di ottenere quello che desiderate. Con gli astri che vi ritrovate sopra il capo, poco favorevoli, tenete sotto controllo l’umore e d’occhio il denaro in uscita. Fate uso di discrezione se non volete urtare la suscettibilita’ di qualcuno.

22 Novembre - 21 Dicembre Sagittario

Approfittando di una situazione a s t r a l e favorevole e dell’atmosfera p a s q u a l e conoscerete persone nuove e vi divertirete moltissimo. Organizzate una serata indimenticabile con la persona del cuore o con gli amici piu’ cari. State all’erta se siete single, liberi come l’aria: una persona dolce e sensibile entrera’ lentamente nei vostri pensieri, facendovi innamorare perdutamente.

20 Febbraio - 20 Marzo Pesci

Organizzate come meglio potete questa giornata e riuscirete a fare, in maniera piu’ che egregia, tutto quello che avete programmato.In ambito sentimentale, sarete tentati di spaziare al di fuori dei confini della coppia, ma attenzione: ai primi sospetti il partner intensifichera’ la vigilanza! Viaggi e contatti con persone lontane. Avrete l’aiuto prezioso, senza richiederlo, di un amico.

TARQUINIA

Cinema Etrusco - Multisala

VITERBO

Cinema Genio Via Del Teatro Genio, 16 Buona Giornata Orario: 18,30 - 20,30 - 22,30 Cinema Trento Piazza Del Santuario, 51/A Romanzo di Una Strage Orario: 17,00 - 19,30 - 22,00 Cinema Trieste Viale Trieste, 30 CHIUSO

BAGNOREGIO

Cinema Alberto Sordi Via G. Matteotti, 2 RIPOSO

CASTIGLIONE IN TEV.

Cinema Tevere Via Orvietana

RIPOSO

CIVITA CASTELLANA

Cinema Florida Via Del Forte, 26 Quasi Amici Orario: 17,30 - 19,30 - - 21,30

MONTEFIASCONE

Cinema Gallery - Multisala Via Cardinal Salotti, s.n.c. The Raven Orario: 17,30 - 22,00 Cesare Deve Morire Orario: 17,30 - 22,00 Multisala Flavia Via Della Croce, 1 Pirati! Briganti Da Strapazzo Orario: 17,00 Quasi Amici Orario: 17,00 - 22,00

Pirati! Briganti Da Strapazzo 3D Orario: 18,00 La Furia Dei Titani Orario: 20,00 - 22,00 Romanzo Di Una Strage Orario: 17,30 - 19,45 - 22,00 Biancaneve Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00 Buona Giornata Orario: 18,00 - 20,00 - 22,00

VETRALLA

Cinema Excelsior Via Cassia, 277 - Cura di V. Titanic 3D Orario: 17,30 - 21,30

VITORCHIANO

Cine Tuscia Village - Multisala Multisala Località Pallone, Vitorchiano Buona Giornata Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Magni�ca Presenza Fer. e Pref.: 18,00 Fest.: 15,45 Ghost Rider. Spirito di Vendetta3D Fer. e Pref.: 20,15 - 22,30 Fest.: 18,00 - 20,15 - 22,30 La Furia Dei Titani 3D Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 Romanzo Di Una Strage Tutti i Giorni: 17,30-20,00-22,30 E’ Nata Una Star Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30 The Raven Fer. e Pref.: 18,00 - 20,15 - 22,30 Fest.: 15,45 - 18,00 - 20,15 - 22,30

ORTE

Cinema Alberini Via Del Plebiscito, 10 John Carter Orario: 17,00 E’ Nata Una Star? Orario: 21,45

Inviate le Vostre Programmazioni a: redazione@opinioneviterbo.it

PREVISIONI METEOROLOGICHE

OGGI 7 APRILE

ACQUAPENDENTE Via Marconi, 6 (09,30-12,30 e 16,30-20,00)

CASTIGLIONE IN TEVERINA Via Orvietana, 5 (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

MONTEFIAS. - ZEPPONAMI Via Cassia, 95 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

TESSENNANO Via Umberto Primo, 19 (09,30-13,00 e Notturna)

BASSANO ROMANO Via Leonardo Da Vinci, 5 (09,00-13,00 e Notturna)

CIVITA CASTELLANA Via Vincenzo Ferretti, 95 (Diurna e 16,25-20,00)

NEPI Via F. Giannelli, 3 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

TUSCANIA Piazza Italia, 12 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

BLERA Via Due Giugno, 3 (09,30-13,00 e Notturna)

CORCHIANO Via Civita Castellana 11/13 (08,35-13,00 e Notturna)

ONANO Piazza Umberto I, 4 (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

VALENTANO Piazza Cavour, 21 (08,30-13,00 e 17,00-20,00)

BOMARZO Piazza B. Buzzi, 6 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

FABRICA DI ROMA Via Porta Vecchia, 25 (Diurna e Notturna)

ORTE SCALO Via G. Garibaldi, 52 (08,30-13,00 e 16,30-20,00)

VASANELLO Piazza Della Repubblica, 49/50 (09,30-13,00 e 17,00-20,30)

CAPRANICA Via Padre L. M. Monti, 7 (08,30-13,00 e Notturna)

GRADOLI Via Indipendenza, 15 (09,00-13,00 e 17,00-20,00)

RONCIGLIONE Corso Umberto I, 6 (08,30-12,55 e Notturna)

VETRALLA Via San Michele, s.n.c. (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

CAPRAROLA Viale Caduti Sul Lavoro, 39 (09,00-13,00 e 16,30-20,30)

GRAFFIGNANO Piazza Del Comune, 10 (09,00-13,00 e 16,30-19,30)

SORIANO NEL CIMINO Piazza Vittorio Emanuele, 22 (08,24-13,00 e 16,30-20,00)

VITERBO Via Castel Vetulonia, 20 (08,35-13,00 e 16,30-20,00)

CASTEL SANT’ELIA Via Roma, 14 (09,00-13,00 e 16,30-20,00)

MONTALTO DI CASTRO Via Aurelia, 30 (08,45-13,10 e 16,30-20,00)

TARQUINIA Corso Vittorio Emanuele, 37 (08,30-13,00 e 17,00-20,24)

VITERBO - S. MARTINO AL C. Piazza Buratti, 2/3 (09,00-13,00 e Notturna)

Sabato 7 Aprile

Domenica 8 Aprile

La saccatura sull’Iberia pilota un impulso perturbato che determina una giornata diffusamente instabile, con rovesci diffusi, anche temporaleschi, più probabili su alta Toscana, Umbria e Lazio in genere; i fenomeni saranno più intensi a ridosso dei rilievi e in nottata sull’alta Toscana. Solo dalla notte schiarite tra bassa Toscana e alto Lazio, perturbato su Toscana centrorientale. Temperature in calo nei massimi. Venti moderati da OSO, con rinforzi su alta Toscana, al largo delle coste e sul Lazio, da SSE su arcipelago toscano, moderati da SO in rotazione a O in quota, mari inizialmente mossi, tendenti a molto mossi o agitati alto Tirreno e al largo.

La saccatura si muove verso l’Egeo pilotando entro sera correnti di maestrale che determinano un deciso miglioramento del tempo che tende a rasserenare da coste toscane. In giornata instabile su Toscana ed Umbria con rovesci diffusi fino al pomeriggio, sul Lazio tempo più asciutto. In serata migliora da Toscana, passaggio di rovesci su interne laziali. Temperature in ulteriore lieve calo nei massimi, freddo in montagna con rovesci di neve anche fino a 1200m. Venti moderati o tesi da OSO sul Lazio, ma in rotazione a maestrale da Toscana e per la sera ovunque, anche in quota. Mari agitati con moto ondoso in attenuazione sulla Toscana.


SPORT

� � �

19

Sabato 7 Aprile 2012

SOLIDARIETA’

L’Associazione Cuore di Mamma di Ronciglione dalla Lazio I bambini sono stati accolti dai giocatori Rocchi, Brocchi e Mauri

R

onciglione, come è noto, è nata da alcuni anni l’Associazione no pro�t “Cuore di Mamma” che si pre�gge l’obiettivo di accogliere, all’interno di alloggi confortevoli, bambini costretti a cure mediche presso le strutture mediche della provincia o in quelle limitrofe nonché sostenere logisticamente i genitori nel percorso di assistenza sanitaria. Per riuscire a centrare tale obiettivo gli organizzatori stanno cercando di reperire un immobile da destinare a questa iniziativa sociale. Un progetto ambizioso che nonostante necessiti di un sostegno economico rilevante non scoraggia i propri promotori che trovano la solidarietà di numerosi sostenitori. Tra questi meritano una particolare menzione Gaetano e Orlando Orlandi, titolari dell’Agenzia Immobiliare Uno Holding di Ronciglione che sono riusciti a portare dalla parte dei ragazzi di Cuore di Mamma nientemeno che i giocatori della SS Lazio come Tommaso Rocchi, capitano della squadra biancoceleste ed i centrocampisti Stefano Mauri e Cristian Brocchi giocatori che hanno vestito anche la maglia della nazionale italiana. Come oramai avviene da alcuni anni, in prossimità delle

festività Pasquali infatti, una rappresentanza della citata agenzia, accompagnata da Sergio Orlandi, si sono recati a Formello presso l’accogliente centro sportivo della SS Lazio dove sono stati accolti dai giocatori a cui hanno esposto e fatto conoscere le �nalità dell’Associazione no pro�t “Cuore di Mamma” riconosciuta recentemente anche ONLUS. Dopo il consueto scambio di doni gli Orlandi, utilizzando le innate capacità dialettiche di convincimento, hanno strappato una promessa ai giocatori della Lazio ovvero quella di partecipare, nel prossimo futuro, ad una raccolta fondi che sarà organizzata a Ronciglione a favore dell’Associazione Cuore di Mamma. Gaetano Orlandi ha preannunciato un evento in grande stile organizzato con cura e dettaglio mettendo a disposizione dei ragazzi di Cuore di Mamma tutta la mia esperienza professionale e la struttura amministrativa della Uno Holding per consentire a questa iniziativa bene�ca di raggiungere lo scopo. Della stessa lunghezza d’onda Sergio Orlandi che ha sottolineato l’esigenza di favorire lo sviluppo delle Associazioni impegnate nel sociale.

La Uno Holding Ronciglione agenzia immobiliare vicina all’associazione

CALCIO - Sarà presente anche il presidente della FIGC Abete

La 4ª Conferenza FIFA sul Calcio Femminile a Roma

R La foto ricordo scattata a Formello

Tragico incidente a Fiumicino per il giovane Mirko Fersini; il difensore laziale è in coma irreversibile all’Ospedale San Camil o

U

n tragico incidente stradale rischia di costare la vita a Mirko Fersini, giovane giocatore della S.S. Lazio. Ferzini si trovava a Fiumicino quando si è schiantato con il suo motorino su un cassonetto: inutili i tentativi di rianimarlo presso l’Ospedale San Camillo di Roma, essendo rimasto vittima di un edema celebrale non operabile che lo ha fatto cadere in un coma irreversibile. Classe 1995, Fersini è compagno di squadra del viterbese Cristiano Lombardi, e militava nella categoria Allievi Nazionali guidata da Simone Inzaghi. Ieri pomeriggio avrebbe dovuto prendere parte insieme ai compagni alla

Mirko Fersini (a destra)

seconda partita del “Memorial Manlio Scopigno” a Rieti. Si parla di una possibile distrazione da parte del ragazzo come la causa dell’incidente, data l’assenza di tratti sconnessi sulla strada percorsa da Fersini. E’ la seconda brutta no-

tizia per la Lazio, che già domenica aveva pianto la scomparsa dell’ex bandiera degli anni Settanta Giorgio Chinaglia. Riportiamo infine il comunicato della società capitolina in merito alla vicenda: “La S.S. Lazio, appresa la notizia del grave incidente in cui è rimasto coinvolto Mirko Fersini, tesserato con gli Allievi Nazionali biancocelesti, si stringe intorno alla famiglia, in un momento di dolore e di speranza.” Le speranze però sono esigue data la gravità dell’incidente. La redazione dell’Opinione si stringe attorno al dolore dei familiari e degli amici del giocatore.

oma per quattro giorni sarà la Capitale del Calcio femminile mondiale. Dall’11 al 13 aprile l’Hilton Rome Airport hotel di Fiumicino ospiterà la 4ª Conferenza FIFA sul Calcio Femminile, sessione europea che segue le edizioni svolte a Johannesburg (novembre 2011), Kuala Lumpur (dicembre 2011) e Vancouver (gennaio 2012). Il calendario dell’evento, organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Giuoco Calcio, prevede 3 giornate di dibattiti e confronti che vedranno tra i protagonisti alcune tra le principali personalità del calcio mondiale, tra cui Giancarlo Abete Presidente FIGC e Vice-presidente UEFA, i delegati e i Commissari tecnici delle 53 Nazionali di calcio femminile europee. Il programma culminerà nella manifestazione conclusiva promossa dal-

la FIGC sabato 14 aprile allo Stadio Flaminio (ore 9.45-12.30), il “Women’s Football Day”: in calendario tantissime attività ludiche e atletiche dedicate alle bambine, oltre al concorso didattico “Live your Goals” per riflettere ed evidenziare i valori educativi del calcio. Obiettivo della conferenza è quello di proporre un confronto approfondito e condiviso dalle 53 Federazioni calcistiche europee sulle strategie di sviluppo del calcio femminile, partendo dall’analisi dei fattori chiave del successo correlati alla Coppa del Mondo Femminile FIFA Germania 2011. In dettaglio saranno inoltre presi in esame i parametri strutturali e operativi della Federazione Calcistica Giapponese (JFA) Campione del mondo femminile, le competizioni femminili per club e infine i programmi dedicati all’attività di base.


� �

sport

21

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

CALCIO

Biagioni chiama a raccolta i tifosi gialloblu La ‘nuova’ Viterbese’ chiede strada al Sansepolcro. Per la Flaminia sarà fondamentale uscire indenni da Deruta di LEONARDO CUTIGNI

O

ggi alle ore 15,00 scatta il turno prepasquale della serie D. Ecco le designazioni arbitrali della trentesima giornata: Viterbese - Sansepolcro dirige il signor Alessandro Accomando di Olbia, Deruta - Flaminia Civitacastellana dirige il signor Pierantonio Perotti di Legnano, Pianese - Città di Pontedera dirige il signor Marco Serra di Torino, Sporting Club Trestina Castel Rigone dirige il signor Daniele Marchi di Bologna, Voluntas Spoleto - Sporting

Terni dirige il signor Marco Cesaroni di Pesaro, Pontevecchio - Orvietana dirige il signor Niccolò Sprezzola di Mestre, Pierantonio - Zagarolo dirige il signor Claudio Camardi di Genova, Atletico Arezzo - Todi dirige il signor Giovanna Farinelli di Roma 1, Sansovino Group C.Castello dirige il signor Giuseppe De Luca di Ercolano. Gli assistenti di linea delle nostre portabandiere saranno Damiano Margani Latina, Simone Zanella Latina per la partita interna dei gialloblu, mentre per quanto riguarda

SERIE D GIRONE E - 30ª GIORNATA VITERBESE - SANSEPOLCRO

15:00

DERUTA - CIVITACASTELLANA FLAMINIA

15:00

PIANESE - PONTEDERA

15:00

TRESTINA - CASTEL RIGONE

15:00

VOLUNTAS SPOLETO - SPORTING TERNI

15:00

PONTEVECCHIO - ORVIETANA

15:00

PIERANTONIO - ZAGAROLO

15:00

AREZZO - TODI

15:00

SANSOVINO - GROUP CITTA’ DI CASTELLO

15:00

Foto Andrea Di Palermo Settimana di lavoro intenso per la Viterbese di Biagioni il Civitacastellana Flaminia saranno Giovanni Guglielmi Albano Laziale, Simone Maria Menicocci Albano Laziale. Sarà dunque l’esordio al Rocchi per Oberdan Biagioni che inquadra così il match: “I ragazzi hanno lavorato duro in settimana, abbiamo la volontà di fare bene e garantisco che ce la metteremo tutta.” Tanti esordi nella tua carriera, come vivrai la prima uscita viterbese?

“Quandi si entra nel proprio stadio per la prima volta c’è sempre un pizzico di emozione. Mi auguro di far divertire il pubblico e di bagnare il mio esordio con un successo.” Sabatino sarà riproposto sulla corsia difensiva? “Certamente. Il ragazzo ha nelle sue corde il ruolo del terzino, mi garantisce sia esperienza che posizione.” Majella invece? “Ripeto, in settimana hanno tutti fatto un bel lavoro. La formazione titolare la comuni-

cherò oggi stesso.” Questo il probabile undici titolare: Santi a porta. Vanacore, Sabatino, Fapperdue, Lispi in difesa. Cristiano, Testa, Storani, Di Marco a centrocampo. Morini, Vegnaduzzo in attacco. A disposizione ci sarà: Scarsella, Majella, Manini, Cisterna, Mereu, Barra, Nocerino. In casa Flaminia sarà fondamentale uscire indenni dalla trasferta di Deruta come sottolinea il tecnico Lillo Puccica: “Siamo pronti. Stiamo ritrovando la gamba migliore e sento che i giocatori hanno ritrovato la giusta autostima. Il Deruta non è una squadra che predilige il gioco offensivo quindi dovremo essere bravi a leggere le varie fasi della partita. Questa trasferta non sarà decisiva, ma non poerdere oggi ci metterà in una posizione di vantaggio rispetto alle altre.” Qualche dubbio sulla formazione? “Rientrano Pieri ed Eramo ma perdiamo Luciani e Simmi. Probabile la conferma di Camerlingo a centrocampo.” La Flaminia scenderà in campo con questo undici: Russo tra i pali.

SERIE D - GIRONE E PONTEDERA

66

AREZZO

56

PIANESE

47

CASTEL RIGONE

44

SPORTING TERNI *

43

VOLUNTAS SPOLETO

40

PIERANTONIO

40

DERUTA

39

VITERBESE

39

SANSEPOLCRO

39

ORVIETANA

36

TRESTINA

36

TODI

36

PONTEVECCHIO

34

FLAMINIA

34

SANSOVINO

25

ZAGAROLO

25

GROUP CASTELLO

23

Bricchetti, Eramo, Morini in difesa. Camerlingo, Pieri, Lazzarini, Buono a centrocampo. Scardini, Capodaglio, Cini in attacco.

ECCELLENZA - PROMOZIONE A s p e t t a n d o l a r i p r e s a u s i a m o i r a g g i X

Un’analisi delle nostre formazioni InPromozioneuna stagioneditutto rispetto. In Eccellenza sorpresa falisca

U

na Domenica senza pallone è come una stada senza lampione. Eppure tra maltempo, neve, Natale ed oggi Pasqua la ventottesima giornata di Eccellenza e Promozione sarà posticipata a Mercoedì 11. Classifica alla mano la giornata, per quanto riguarda il campionato di Eccellenza, sarà utile per il Montefiascone (alla caccia dei quaranta punti),

stimolate per il Real Monterosi (se eventualmente rallentassero le formazioni di vertice) e terribilemente fondamentale per il Corneto Tarquinia (ospite della capolista Ostia Mare). Tre partite con tre lietmotiv quindi. In casa Montefiascone, matricola d’oro del torneo, c’è la volontà di confermare il Fontanelle come bunker ed allo stesso tempo favorire i cugini

ECCELLENZA GIRONE A - 28ª GIORNATA (11/04)

tarquiniesi nella disperata lotta salvezza. A Monterosi il discorso è similare. Dopo un inizio di stagione incerto, dove il fattore campo è stato più volte sconfessato, la formazione di Lauretti ha invertito la rotta grazie ad un ritrovato Stefano Maestà. A lui vanno i meriti, unitamente al resto del gruppo, della cavalcata post nevone che li ha proiettati dalla zona play out al quinto posto. Discorso diametralmente opposto invece per il

Corneto Tarquinia. La stagione dei rossoblu può essere inquadrata come un’altalena con l’ultimo periodo in fase regressiva. Dopo un avvio a rilento è seguito un periodo di forte rilancio (culminato col successo interno contro l’allora capolista Pisoniano) per poi giungere all’attuale momentaccio, culminato con l’esonero del tecnico Nazzareno Gufi. Servirà un prodigioso colpo di reni da parte dei giocatori di Granato ed una flessione di Ladispoli e Fontenuovese per evitare l’insidia play out. In Promozione, finalemente, assitiamo ad una stagione in cui le nostre portabandiere stanno facendo la voce grossa. Tra le prime cinque ben tre sono della Tuscia. Ad aprire le danze è la Caninese di mister Sper-

PROMOZIONE GIRONE A - 28ª GIORNATA (11/04)

ALBALONGA - VILLANOVA

BRACCIANO - CASALOTTI

GUIDONIA - CECCHINA

CANEPINA - SANTA MARINELLA

LA SABINA - DIANA NEMI

CANINESE - ISCHIA DI CASTRO

GIADA MACCARESE - FIUMICINO

CITTÀ DI CERVETERI - GRIFONE MONTEVERDE

MONTEFIASCONE - FONTENUOVESE

FOCENE - FREGENE

OSTIA MARE - CORNETO TARQUINIA

FOGLIANESE - VIGOR ACQUAPENDENTE

PISONIANO - RIETI

FUTBOLCLUB - TOLFA

REAL MONTEROSI - TOR SAPIENZA

LA STORTA - PIANOSCARANO

REAL POMEZIA - LADISPOLI

OLIMPIA - ANGUILLARA

ECCELLENZA - GIRONE A

PROMOZIONE GIRONE A

OSTIA MARE

57

GRIFONE MONTEVERDE

54

PISONIANO

52

CANINESE

53

ALBALONGA

48

FREGENE

52

RIETI

48

VIGOR ACQUAPENDENTE

51

REAL MONTEROSI

41

ISCHIA DI CASTRO

49

VILLANOVA

39

PIANOSCARANO

45

CECCHINA

38

CASALOTTI

42

MONTEFIASCONE

37

FOCENE

38

TOR SAPIENZA

37

BRACCIANO

37

GUIDONIA

37

OLIMPIA

36

REAL POMEZIA

36

LA STORTA

35

FONTENUOVESE

34

TOLFA

34

LADISPOLI

33

FUTBOLCLUB

34

FIUMICINO

29

CITTÀ DI CERVETERI

33

CORNETO TARQUINIA

29

ANGUILLARA

33

DIANA NEMI

26

SANTA MARINELLA

28

GIADA MACCARESE

24

FOGLIANESE

12

LA SABINA

14

CANEPINA

8

duti. Segue la Vigor Acquapendente di mister Quintarelli. Di seguito l’Ischia di Castro di Gasperini. Ci sarebbe stato spazio anche il Pianoscarano di Baggiani, ma l’ultimo mese complice un temperamento a volte al limite, ha pregiudicato i sogni di gloria. Ultime e straultime invece il duo Canepina - Foglianese. Se da un lato forse è si

paga il frettoloso salto di categoria, dall’altro non sipuò dire lo stesso. La Comunità Foglianese infatti era reduce dalla retrocessione della passata stagione, ora si prepara a vivere la seconda. Il Canepina come precedentemente detto ha forse pagato il passaggio di categoria. Lo stadio c’era e c’è ma mantenere una squadra di Promozione richiedeva evidentemente altro.


Viterbo & AltoLazio

� �

sport

21

SPORT

Sabato 7 Aprile 2012

CALCIO

La tregua pasquale prima del gran finale Il 15 Aprile numerose sfide per scrivere i capitoli finali del campionato: la Castrense riceve la Virtus Bolsena di GABRIELE LUDOVICI

L

a sosta per le feste di Pasqua servirà alle squadre di 1ª e 2ª Categoria per ricaricare le batterie e trovare la concentrazione e le motivazioni necessarie per chiudere in bellezza il campionato e raggiungere gli obiettivi prefissati. E chissà che qualche compagine, nell’uovo di cioccolato, non riesca a trovare qualche sorpresa insperata e la possibilità di spiccare il volo come una colomba, assaporando il dolce sapore della vittoria invece di.. abbacchiarsi. Esauriti i riferimenti pasquali, andia-

ne. La Castrense, dopo aver quasi ipotecato l’accesso alla finale di Coppa Lazio, vorrà chiudere il prima possibile la situazione in campionato e stappare lo spumante della vittoria. La Nuova Sorianese, inseguitrice dei grottani, invece farà un salto a Ronciglione per provare a strappare l’ottava vittoria esterna stagionale sul campo di una Cimina che veleggia placida a metà classifica. A seguire la Pol. Falisca, quarta in classifica, che riceverà un Monte Romano affamato di punti salvezza, ma che soffre un po’ di saudade lontano dalla Fontana del Mascherone, visto che non ha mai vinto una

PRIMA CATEGORIA GIRONE A - 22ª GIORNATA (15 Aprile)

PRIMA CAT. GIRONE A

Marco Pompei (Nuova Sorianese), goleador rossoblu PRIMA CATEGORIA GIRONE D - 22ª GIORNATA (15 Aprile)

PRIMA CAT. GIRONE D

CASTRENSE

68

FIANO ROMANO

50

NUOVA SORIANESE

54

CAPENA

49

VIRTUS BOLSENA

42

FORTITUDO ROMA

48

POLISPORTIVA FALISCA

37

REAL PORTUENSE

46

CAPRANICA

36

TREVIGNANO

42

LATERA

35

CASAL BARRIERA

38

CIMINA RONCIGLIONE

34

ROMULEA

37

DORIA SAN MARTINO

33

CANALE MONTERANO

33

BLERA

32

CAMPAGNANO

32

MONTALTO

29

RIGNANOSORATTE

31

TUSCANIA

28

PRO ROMA

30

MONTE ROMANO

28

OTTAVIA

28

VALLERANESE

26

CASTELNUOVESE

27

CASTRENSE - VIRTUS BOLSENA

11.00

CAMPAGNANO - CAPENA

11.00

VIGNANELLO

21

SACROFANO

26

CIMINA RONCIGLIONE - NUOVA SORIANESE

11.00

CANALE MONTERANO - REAL PORTUENSE

11.00

VIRTUS CIMINI

16

FORTITUDO NEPI

10

DORIA SAN MARTINO - VIGNANELLO

16.00

CASTELNUOVESE - FORTITUDO NEPI

11.00

VASANELLO

13

CESANO

7

LATERA - VASANELLO

11.00

FIANO ROMANO - RIGNANOSORATTE

11.00

MONTALTO - TUSCANIA

11.00

FORTITUDO ROMA - OTTAVIA

11.00

POLISPORTIVA FALISCA - MONTE ROMANO

11.00

PRO ROMA - ROMULEA

11.00

VALLERANESE - BLERA

11.00

SACROFANO - CESANO

11.00

VIRTUS CIMINI - CAPRANICA

11.00

TREVIGNANO - CASAL BARRIERA

16.00

sabbie mobili. Il Vasanello è quasi spacciato e farà visita al tranquillo Latera per interrompere il momento-no, mentre Montalto e Tuscania si giocano tre punti di platino per restare lungi dalle brutte sorprese di fine campionato. Capranica - Virtus Cimini conclude il quadro della giornata, con gli ospiti che hanno bisogno come il pane della seconda vittoria in trasferta per continuare a sperare nella salvezza.

Vasile Tupu (San Lorenzo Nuovo), il bomber dell’Est mo a vedere nello specifico i temi caldi della 25ª Giornata delle squadre viterbesi impegnate Domenica 15 Aprile. Nel Girone A di Prima Categoria, la Castrense, anche nota come la Squadra Imbattuta, ha la promozione quasi in tasca: a tentare di sgambettare i Raspoli’s boys ci proverà la Virtus Bolsena, compagine con il sorriso sulle labbra dopo aver disputato fino ad ora un’ottima stagio-

partita fuori casa. La lotta per non retrocedere infuria senza sosta: il Vignanello, dopo il brutto k.o. interno con la Virtus Cimini, deve fare di tutto per sbancare il campo della Doria San Martino, che però in casa non teme rivali avendo perso una sola volta tra le mura amiche. A seguire la Valleranese, che si trova a +5 dalla zona retrocessione, e per chiudere la questione proverà a battere un Blera lontano dalle

SECONDA CATEGORIA GIRONE A - 23ª GIORNATA (15 Aprile)

Nel Girone B, la sfortunata Fortitudo Nepi affronterà tra le mura amiche la Castelnuovese, con la grande dignità ed impegno che hanno mostrato nelle ultime partite nonostante la compagine bianco e verde sia praticamente retrocessa. Passiamo alla Seconda Categoria; nel Girone A il San Lorenzo Nuovo, reduce dal k.o. contro la 2001 Tuscia, proverà a rimettersi in marcia verso la promozione affrontando la Virtus Pilastro; il Valentano, a -4 dai sanlorenzani, affronterà la Nuova Pescia Romana, squa-

dra che necessita di ulteriori punti per salvarsi. Il duello San Lorenzo - Valentano si è riaperto un pochino, tanto basta per rimettere parzialmente in discussione il primato. La sorprendente 2001 Tuscia del bomber Giuseppe Latini farà visita al Vetralla 1928: la parola d’ordine è concentrazione, per mantenere la terza posizione insidiata a -3 dalla Civitella D’Agliano, che invece dovrà vedersela con la Nuova Bagnaia. Parafrasando Winston Churchill possiamo parlare di lacrime, sudore e sangue riguardo alla lotta per non retrocedere: l’Etrusca, dopo la Caporetto di domenica scorsa contro il Barco Murialdina, affronterà in trasferta la Real Gradolese per provare ad agganciare/ superare la Nuova Pescia Romana al quartultimo posto. La Querciaiola, la prima delle tre squadre che si trovano nell’ascensore che punta in Terza, riceverà la Virtus Marta per continuare a sperare dopo la bella vittoria sul campo del Celleno nell’ultimo turno. I cellenesi, dopo il brutto pesce d’apri-

SECONDA CATEGORIA GIRONE B - 23ª GIORNATA (15 Aprile)

BARCO MURIALDINA - GRAFFIGNANO

11.00

ATLETICO MORLUPO - PRO CALCIO ANGUILLARA

11.00

CIVITELLA D’AGLIANO - NUOVA BAGNAIA

16.00

CALCIO SUTRI - FABRICA CALCIO* (Sabato 14 Aprile)

16.00

FARNESE - CELLENO

16.00

CASPERIA - VIC FORMELLO

11.00

QUERCIAIOLA - VIRTUS MARTA

11.00

FORANO - REAL COLLEVECCHIO

16.00

REAL GRADOLESE - ETRUSCA

16.00

MAGLIANESE - REAL CAPRAROLA

11.00

SAN LORENZO NUOVO - VIRTUS PILASTRO

16.00

SABAZIA - BASSANO ROMANO

11.00

VALENTANO - NUOVA PESCIA ROMANA

11.00

STIMIGLIANO - SORATTE

11.00

VETRALLA 1928 - 2001 TUSCIA

11.00

VEJANESE - RONCIGLIONE UNITED

11.00

le rimediato dai biancoblu, proveranno a ripartire dalla trasferta di Farnese per troncare sul nascere i brutti pensieri. Infine per il Graffignano sarà importante vincere sul campo del Barco Murialdina, che pur avendo un piede nella fossa non ha alcuna intenzione di gettare la spugna e sfilarsi i guantoni. Per la serie last ma non

-1 dal cancello del Paradiso delle squadre salve. Il Calcio Sutri invece riceverà la Fabrica Calcio per continuare a passeggiare sul sicuro sentiero della metà classifica; il Bassano Romano dovrà affrontare una difficile trasferta sul campo della Sabazia. Con una vittoria i ragazzi di Mele potrebbero aggiungere un altro mattone per

SECONDA CAT. - GIRONE A

SECONDA CAT. - GIRONE B

SAN LORENZO NUOVO

57

RONCIGLIONE UNITED

56

VALENTANO

53

STIMIGLIANO

52

2001 TUSCIA

47

REAL COLLEVECCHIO

47

CIVITELLA D’AGLIANO

44

SABAZIA

41

FARNESE

39

VEJANESE

38

VIRTUS PILASTRO

38

FABRICA CALCIO

37

VETRALLA 1928

37

PRO CALCIO ANGUILLARA

34

NUOVA BAGNAIA

37

FORANO

34

REAL GRADOLESE

32

CALCIO SUTRI

31

VIRTUS MARTA

28

MAGLIANESE

30

GRAFFIGNANO

27

BASSANO ROMANO

27

N. PESCIA ROMANA

23

CASPERIA

24

ETRUSCA

22

VIC FORMELLO

23

QUERCIAIOLA

19

SORATTE

22

CELLENO

18

ATLETICO MORLUPO

20

BARCO MURIALDINA

10

REAL CAPRAROLA

18

necessariamente least. Nel Girone B invece il duello tra Ronciglione United e Stimigliano si arricchirà di un nuovo capitolo; la capolista, guidata dal bomber Menichini, è attesa da una difficile trasferta a Vejano per mantenersi a +4 dallo Stimigliano. Questi ultimi proveranno a recuperare il terreno perduto ospitando il Soratte, ma non sarà certo una sfida facile visto che la squadra di Sant’Oreste è a

edificare il rifugio della salvezza, edificio ancora in fase di tardivo work in progress per il Real Caprarola. Gli ultimi in classifica del girone hanno però ancora qualche chance, visto che sono a -5 dalla salvezza e mancano ancora sei match al fischio finale definitivo del torneo: sarà però vitale nel prossimo turno battere la Maglianese in trasferta e confermare ciò che di buono aveva fatto domenica fermando il più quotato Stimigliano sul 2-2.


� �

sport

Viterbo & AltoLazio

SPORT

22

Sabato 7 Aprile 2012

CALCIO- Dopo la sosta pasquale riparte la lotta per la promozione dalla 3ª Categoria

La Virtus vuole il primato e punta il Bomarzo

S

eppur con una �essione nel mese di Marzo (persi inaspettatamente punti al cospetto di formazioni di caratura tecnica interiore), il calcio aquesiano festeggia la Pasqua con cinque squadre su nove in grado di lottare per la vittoria �nale del Campionato. Quarta in classi�ca ma a solo tre punti dalla vetta nel Campionato di Promozione, la Vigor Acquapendente è attesa dal match esterno infrasettimanale contro la Foglianese e dalla gara casalinga di Domenica 15 Aprile contro il Focene. Conquista-

re sei punti sembra davvero possibile. Nel caso di vittoria oggi pomeriggio sul campo della Real Monte�ascone 2004 nella gara di recupero, la Virtus Acquapendente sarà a solo quattro punti dalla capolista Bomarzo. E la trasferta sul campo del Giglio Zepponami (Sabato 14 Aprile alle ore 16) non appare sulla carta proibitiva. Seconda a pari merito con il Montalto, la Categoria Juniores Vigor Acquapendente è distante solo un punticino dalla capolista Virtus Pilastro. La gara casalinga contro il Tuscania

Calcio (Sabato 14 Aprile alle ore 16) potrebbe portare in carniere altri tre punti. Medesima situazione per gli Allievi Vigor Acquapendente, chiamati Domenica 15 Aprile alle ore 11 ad uno scontro diretto quasi da “dentro o fuori”. Il tutto sul campo della Nuova Sorianese calcio (seconda con gli aquesiani a quota 38). Guida il gruppo il Monte�ascone a 39. Distante solo due punti la vetta per la Categoria Giovanissimi Alta Tuscia (Calcio Tuscia uber alles a quota 34). Prevista trasferta non proprio

proibitiva in quel di Ischia di Castro (calcio d’inizio Domenica 15 Aprile ore 11). Per chi non ambisce a sogni di estrema gloria, gli stimoli non mancano. E’ il caso del Calcio a 5 Vigor ripiombato tra il quartetto delle squadre che dovranno affrontare i play-out salvezza nell’ambito del Campionato umbro di calcio a 5 di Serie C2. Lo stuzzicantissimo e sentitissimo derby con il Castelgiorgio (terzo in classi�ca) in programma Venerdì 13 Aprile alle ore 21.00 si trasforma in una gara da non sba-

Graziano Pani (Bomarzo), bomber del Girone B gliare. Per una Polisportiva Oratorio Madonna del Fiore travolgente tra le mura amiche attesa per l’arrivo dello Sporting Bagnoregio. La gara in programma Domenica 15 Aprile avrà inizio alle ore 11.

Per i Giovanissimi Fascia B con tanta voglia di riscatto dopo le ultime opache prestazioni prevista alle ore 9 di Domenica 15 Aprile trasferta complicata sul campo del Flaminia Civitacastellana.

Mister Zaccaro con i Pulcini gialloblu

CALCIO A maggio si riparte con le nuove iscrizioni

I

l S.S.D. Tre Croci è una importante realtà del calcio giovanile della Tuscia; abbiamo voluto fare il punto della situazione con Marco Mazzarella, dirigente della società trecrociara: “Quest’anno siamo partiti con quattro settori. I Primi Calci, guidati da Daniele Biviglia, quest’anno non hanno potuto partecipare ai Giochi previsti tra marzo e maggio; vanno bene invece i Pulcini di Biagio Zaccaro, che hanno migliorato il loro rendimento nel ritorno. Purtroppo sono solo in 15 a causa delle decisioni di alcuni genitori. Anche gli Esordienti di Enrico Pasquinelli hanno iniziato benino per poi disputare la seconda parte del torneo alla grande, contando che sono inseriti in un girone dif�cile. Riguardo gli Allievi, i ragazzi di Antonio Mandato non hanno giocato bene la prima parte del campionato, poi a cavallo tra il girone di andata e di ritorno hanno vinto 7 partite su 8, intervallate dallo stop contro il Pianoscarano.” I vetrallesi

Gli Allievi scesi in campo nel vittorioso confronto con la Civita C.

Mazzarella: “Il Tre Croci è in fermento”

Il dirigente trecrociaro annuncia le novità della prossima stagione del club stanno piani�cando anche il futuro, dopo aver dovuto fare i conti con delle situazioni dif�cili, a cui però la società gialloblu ha saputo tenere testa: “L’anno scorso avevamo 90 elementi ma in questa stagione non siamo riusciti a formare la squadra Giovanissimi, essendo saltato un accordo di prestito di alcuni giocatori dalla Foglianese, ma stiamo già lavorando per la prossima stagione e da maggio partiranno le nuove

anche Luca Cepparolo, difensore centrale di grande personalità e determinazione; Luca Aquilani invece è un centrocampista dotato di un gran tocco di palla. Sempre a centrocampo spiccano Michele Tomassini, veterano della nostra squadra, e Oscar Daniel Gonzales Laso. Altre rivelazioni sono state Riccardo Polidori, che inizialmente aveva poco spazio, Federico Cuzzolini ed il bomber Lorenzo

iscrizioni. All’orizzonte c’è anche una futura collaborazione con il Vetralla.” Gli Allievi sono il �ore all’occhiello dei trecrociari: attualmente occupano la 7ª posizione nel Girone A dei Provinciali viterbesi. Sono tanti i giovani prospetti citati da Mazzarella: “In primis il portiere Daniel Di Giannantonio, decisivo nelle ultime partite e maturato molto grazie al nuovo preparatore dei portieri Fausto Menniti. Bravo

Altomare. Riguardo le ultime due scon�tte, sono state causate da un pizzico di sfortuna e dalla mancanza di alcuni elementi.” In�ne, la società cambia qualcosa nell’assetto dirigenziale: “Ci sarà un rinnovo delle cariche a �ne stagione, faremo un assemblea e valuteremo quali saranno le new entry per sostituire degnamente il presidente Vito Tocchi, che vuole lasciare la società in buone mani. Vogliamo tornare

grandi a livello giovanile, e abbiamo deciso di sposare la �loso�a del nuovo preparatore dei portieri dei Pulcini, Francesco Aquilani, la cui parola d’ordine per la nuova Tre Croci dovrà essere Fermento.” Non ci resta che augurare al Tre Croci di raggiungere tutti gli obiettivi �ssati per la prossima stagione, che si prospetta importante e ricca di novità. di Gabriele Ludovici

iL

L

L

CALCIO - I biancoblu sono a -4 dal San Lorenzo a sei giornate dalla fine

Spano vola basso, ma il Valentano può farcela

Mister Spano, il suo Valentano è ancora in corsa

N

el Girone A di 2ª Categoria, il discorso primato si è riaperto dopo la sconfitta del San Lorenzo Nuovo sul campo della 2001 Tuscia. Il Valentano di mister Marco Spano, con la vittoria esterna sulla Virtus Pilastro, si porta a -4 dalla vetta e può ancora sperare in un sorpasso che sarebbe da raccontare ai nipotini. Dopo la sosta, il primo ostacolo dei valentanesi

sarà una Nuova Pescia Romana a caccia di punti salvezza e reduce dalla pesante sconfitta interna rimediata contro la compagine farnese: “Siamo già pronti per la partita – ci ha detto mister Spano – ci stiamo allenando regolarmente sia oggi che domani e poi disputeremo un’amichevole. Noi siamo fiduciosi e speranzosi, e sappiamo di affrontare una squadra ostica; tuttavia, in casa dobbiamo assolutamente

Il calendario sembra dare una mano al team di Marco Spano vincere.” Il campionato sembrava quasi chiuso, con i sanlorenzani che avevano accumulato un buon vantaggio sulle inseguitrici. Adesso però i biancoblu possono tornare a credere nel “colpaccio” trovandosi a pochi punti dal primo posto: “Al primo posto non ci pensavamo più, eppure siamo riusciti ad arrivare a questo punto. Sarà molto difficile perché mancano poche giornate alla fine del campionato,

e anche se il San Lorenzo Nuovo ha perso qualche punto per strada credo che riuscirà a rimettersi in sesto ed uscire dal momento critico.” Comunque vada sarà un successo, per una squadra che ha ottenuto risultati davvero importanti e sorprendenti: “Gli obiettivi sono stati superati, e nonostante tutti i problemi ancora abbiamo la possibilità di ottenere la promozione. Anche noi, come le altre squadre di 2ª Categoria, abbiamo pochi giocatori ed è difficile a volte arrivare ad undici, ma non mi posso lamentare visto che è un problema che accomuna tutti.” La squadra infatti ha un organico ben costruito, con dei talenti importanti per questi livelli. Tuttavia,

l’unità del gruppo sembra la ricetta vincente dei valentanesi: “Difficile fare i nomi dei singoli. Ci sono giocatori come il portiere Kalon Gadevsky, il difensore Elvis Kadic e l’attaccante Daniel Boninsegna (miglior marcatore della squadra con nove reti, ndr) che fanno la differenza, ma il gruppo è unito e riesce anche a sopperire alle loro assenze. Ora dobbiamo concentrarci per finire bene la stagione, poi penseremo al futuro.” A sei giornate dal termine si prospetta un rush finale senza esclusione di colpi tra il San Lorenzo Nuovo ed il rientrante Valentano. Dopo la Nuova Pescia Romana, la squadra di Spano affronterà Celleno,

Querciaiola, Farnese, Virtus Marta ed infine proprio i sanlorenzani, in quello che in prospettiva potrebbe diventare uno spareggio per conquistare la testa della classifica. Prima dello scontro diretto la formazione biancobul dovrà affrontare molte squadre agguerrite in cerca degli ultimi tasselli per comporre il mosaico della salvezza. Ma per ora sono solo voli pindarici: dopo Pasqua si riapriranno le ostilità. Il Valentano è ora secondo con 53 punti in classifica, frutto di 16 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte. La squadra ha la miglior differenza reti del campionato, con un +28 che risulta dai 46 gol fatti ed i 18 subiti. G.L.


sport

SPORT

Viterbo & AltoLazio

Sabato 7 Aprile 2012

23

SPORT VARI

Oggi a Corchiano il trofeo “Montanini” Importante appuntamento per i ciclo amatori della nostra provincia Gli approfondimenti del nostro sport alla vigilia della Santa Pasqua. CICLISMO: TUTTO SUL TROFEO “CICLI MONTANINI” Oggi, sabato 7 aprile, torna il Trofeo Cicli Montanini, giunta quest’anno alla sua nona edizione. C’è grande attesa a Corchiano (Viterbo) per questa gara che rappresenta un appuntamento classico della provincia di Viterbo a livello amatoriale all’ inizio della stagione. L’organizzazione è af�data all’Asd Fortitudo Nepi-Ciclismo di Amedeo Formica con la collaborazione tecnica della Cicli Montanini Alice Ceramica Frw di patron Arnaldo Montanini. Il ritrovo e le iscrizioni avranno luogo a partire dalle 8,00 presso il negozio Cicli Montanini a Corchiano in località Pantalone mentre sono previste due partenze per fasce d’età giovani (ore 9,20) e meno giovani (ore 10,50). La gara

si svolgerà su un tracciato interamente pianeggiante di 4,5 chilometri - attorno la zona industriale di Quartaccio studiato con l’obiettivo di venire ancora incontro alla preparazione che gli atleti stanno compiendo in questo primo scorcio di stagione agonistica. La manifestazione, aperta agli amatori di tutti gli enti, è valida come quarta prova del Gran Premio Viterbese 2012 e gli organizzatori hanno previsto ricchi premi di categoria con prodotti alimentari dai più giovani a quelli meno: i primi 15 della fascia 15-39 anni, 8 della fascia 40-47 anni, 7 della fascia 48-55, 5 della fascia 56-62 e 3 della fascia 63-75. Il comitato organizzatore dell’Asd Fortitudo Nepi-Ciclismo intende ringraziare gli sponsor FCU Trasporti, Cicli Montanini, Alice Ceramica e Le ClercConad.

BASKET DONNE: OGGI LA DEFENSOR IN CAMPO Niente vacanze per la Defensor che, in questo sabato di Pasqua, scende in campo a

Napoli per il recupero di una gara valida come quinta di ritorno del campionato di serie A2 nazionale. La s�da contro la Saces Dike, inizialmente prevista per il 12 febbraio, era stata rinviata a causa dell’ondata di maltempo che aveva colpito le regioni del centro Italia, così le due formazioni si affronteranno in questo week-end, in cui il campionato avrebbe invece dovuto regalare un turno di riposo a tutte le squadre. Si tratta dell’ultima gara rimasta da recuperare, quindi dopo la sua conclusione si avrà la nuova classi�ca aggiornata a sole due giornate dalla �ne. La Defensor, con due punti da recuperare sulla Consum.it Siena per migliorare il suo piazzamento in chiave playout, scenderà in campo a Napoli con l’obiettivo di ritrovare la vittoria che manca ormai da un mese, consapevole però delle dif�coltà che l’attendono contro un’avversaria con tante giovani di talento che sa esaltarsi specialmente in casa.

La migliore, statistiche alla mano, è la romena Elizabeth Pavel, pivot che realizza 14,7 punti e cattura quasi 10 rimbalzi di media a partita. Molto bene anche la guardia Sara Bocchetti, classe 1993, che si attesta sui 13 punti a partita e sta dimostrando, a suon di ottime prestazioni, di essere pronta anche per il grande salto in serie A1. Ad un organico già valido, con altre giovanissime come Di Costanzo, Cupido e Orazzo af�ancate ad atlete solo di poco più ‘mature’ come la lunga Emilia Bove e l’ala Liliana Miccio, è stata aggiunta in corso Felicita Zerella, ex Battipaglia, che garantisce solidità e sostanza sotto i tabelloni e sta producendo sei punti con quasi dieci rimbalzi a partita. Un’avversaria temibile per la Defensor che, all’andata, seppe cogliere proprio contro le partenopee la prima vittoria della sua stagione. Decisivo un ottimo secondo tempo e la grande prestazione offensiva di Yordanova, autrice di 23 punti e 8 rimbalzi, ben coadiuvata però da Richter e Spirito e da tutto un gruppo che seppe reagire alle dif�coltà tirando fuori una grande

Nel basket femminile Defensor di scena sul campo del Napoli prova d’orgoglio. Anche in questa occasione ci sarà bisogno di una prestazione super, con coach Scaramuccia che ha chiesto alle sue ragazze di dare il massimo per portare a casa almeno un successo nelle tre partite rimaste ancora da disputare. La settimana ha permesso allo staff della Defensor di lavorare senza particolari problemi e il tecnico dovrebbe avere a disposizione l’intero organico per questa s�da. Anche Boi, assente in settimana per motivi di lavoro, si aggregherà al gruppo in tempo per raggiungere Napoli mentre a referto nelle dieci dovrebbe andare anche la giovanissima Martina Gasbarri. La palla a due dell’incontro

è in programma alle 19 e a coppia arbitrale sarà composta da Nunzio Spano di Sannicandro di Bari e Christian Mottola di Taranto. CICLO PELLEGRINI SULLE STRADE DI SAN BENEDETTO Un’iniziativa originale per festeggiare la ricorrenza del 21 marzo, giorno in cui le Comunità benedettine di

Norcia, Subiaco e Cassino hanno ricordato la morte del loro Santo Patrono Benedetto. Il presidente dell’Associazione Ora et Labora Palombo Carmelo, nonchè presidente dell’Associazione Ciclistiche del Lazio Meridionale ha appro�ttato dell’evento per cementare i rapporti con il sindaco di Norcia e Subiaco in vista di prossime manifestazioni: “Un’ottima riuscita della manifestazione, sicuramente è servita per gettare le basi per un futuro importante” ha commentato entusiasta il presidente dell’Associazione Anima Bike Gianfranco Caporuscio. Dopo la consegna della maglie commemorative, il ciclopellegrinaggio è partito e si è svolto senza nessun problema e in due giornate splendide dal punto di vista metereologico, tutti i partecipanti hanno accolto con favore ed emozione le benedizioni dei frati di Norcia, Subiaco ed in�ne quella dell’abate di Montecassino, ed anche il benvenuto delle autorità dei paesi attraversati: nell’ordine Norcia Cascia, Leonessa, Rieti, Poggio Moiano, Orvinio, Vallinfreda, Arsoli, Agosta, Subiaco, Af�le, Guarcino, Alatri, Veroli, Ceprano, Aquino e Cassino. La città di Ceprano, in modo particolare, ha voluto accogliere i ciclopellegrini con un

ristoro molto gradito ed un saluto da parte del vicesindaco con relativa foto di gruppo. All’arrivo a Cassino la comitiva è stata accolta dal sindaco e dall’assessore allo sport che, elogiando lo spirito dell’iniziativa, si è complimentato con tutti. Durante il pastaparty �nale, i ciclopellegrini hanno ricevuto l’attestato di partecipazione. CALCIO: TORNEO DELLE REGIONI JUNIORES KO Finisce anche l’avventura della squadra Juniores nel Torneo delle Regioni. La Rappresentativa non è riuscita a vincere con le Marche ed ha fallito l’ingresso in semi�nale. C’è da dire che la prova della squadra guidata da Maurizio Rossi è stata contrassegnata da una decisione arbitrale che ha lasciato numerose perplessità e che, al tirar delle somme, ha inciso sull’esito della gara. Il gol annullato alla Rappresentativa del Lazio, sul risultato di uno a uno, a �ne primo tempo, avrebbe infatti potuto spostare l’ago della bilancia a favore dei ragazzi di Maurizio Rossi. Era stato an-

cora Perrella (autore del momentaneo vantaggio laziale) a segnare con un colpo di testa che, ad avviso del direttore di gara, sarebbe stato viziato da un fallo sfuggito a molti. Così com’era successo un anno fa a Fiuggi, dunque, il Comitato Regionale Lazio perde per strade due pezzi prima delle semi�nali. E sono i due pezzi più importanti, i vertici del movimento giovanile del calcio a 11 e del calcio a 5, una situazione che sicuramente nelle prossime settimane porterà a fare delle ri�essioni sul valore, non tanto tecnico quanto caratteriale, dei ragazzi delle categorie Juniores (per il calcio a 11) e Under 21 (per il calcio a 5). “Resta il fatto che il Lazio conferma quattro squadre in semi�nale”, spiega Vincenzo Calzolari, che maschera il pizzico di delusione per il nuovo stop alla squadra Juniores con la soddisfazione per il risultato complessivo maturato dalle Rappresentative del Lazio. “E’ la conferma che il movimento giovanile regionale ha acquisito un suo spessore che, al confronto con altri movimenti più grandi, riesce ad imporsi sia sul piano tecnico che agonistico”. Non a caso, il Lazio è l’unica regione, delle quattordici che con almeno una squadra hanno superato la fase a gironi, ad aver promosso quattro rappresentative. La Lombardia, il Veneto e la Toscana, che hanno numeri superiori a quelli laziali, sono riusciti a portare nelle semi�nali soltanto due squadre. E’ vero che, al tirar delle some, nell’albo d’oro resta soltanto il nome di chi vince, ma l’ottimo risultato viene comunque a premiare il lavoro di un’intera stagione, confermando che le scelte operate sono state quelle giuste.

Calcio: nel torneo delle Regioni nulla da fare per la juniores



L'Opinione di Viterbo - 07.04.2012