Issuu on Google+

Venerdì 18 Novembre 2011

Direttore Responsabile NICOLÓ ACCAME

Anno II N.279 - Euro 1,00

Politica

Cultura

Digitale terrestre, arriva la convenzione tra Provincia ed installatori

Dal buio del coma alla luce della vita l’autobiografia di De Nigris a Marta Servizio

Servizio

Regione Lazio

Stati Generali di Coldiretti Lazio L’agricoltura tra difficoltà e potenzialità Servizio

a pagina 17

a pagina 6

a pagina 9

Imbarazzante lettera della Regione Lazio che obbliga il dg ad eseguire senza discutere il piano assunzioni

Polverini, a cosa serve Pipino? Che la sanità sia un pozzo senza fondo in fatto di spesa pubblica è cosa arcinota. Che lo Stato abbia ripetutamente obbligato diverse regioni a commissariare la delega alla sanità ne sono la prova provata. Quello che non si capisce è come mai ci siano i direttori generali ai quali vengono dettate le regole da rispettare anche per una banalissima assunzione a tempo determinato di otto infermieri. Non solo Adolfo Pipino li deve assumere laddove ha deciso “Roma” ma è obbligato a trasmettere tutta la documentazione ed eseguire per �lo e per segno ciò che viene indicato dal dirigente del settore. Se le cose stanno così tanto vale risparmiare anche sui direttori generali e far lavorare gli uf�ci romani della Regione che sarebbe davvero interessante sapere se alla �ne dell’istruttoria le pratiche almeno le guardano. Un tutor che offende e che in pratica commissaria la struttura. O no?

CELLERE

La Guardia di Finanza ha sequestrato il depuratore

MONTEFIASCONE

Passeggiata in mountain bike per Noemi di Michele MARI a pagina 10

SUTRI

Il sindaco Cianti replica a Petroni: “Fuori dalla realtà”

di Paolo GIANLORENZO

Servizio

a pagina 3

a pagina 3

SCOMMESSE CLANDESTINE

Servizio

a pagina 15

GESTIONE IDRICA AL COLLASSO

Scoperta sala giochi illegale Ato regionale, nulla di fatto Talete a grandi passi verso il fallimento I militari della Guardia di Finanza di Civita Castellana hanno individuato a Fabrica di Roma una sala giochi dove veniva abusivamente esercitata un’attività di scommesse via internet. Segue a pagina 3

All’Interno

VETRALLA

In paese è sparita l’opposizione Va tutto bene?

C’era grande attesa per l’incontro di ieri mattina tra i sindaci, il presidente della Provincia Meroi ed i rappresentanti della Talete. Al termine dell’assemblea A.T.O. è stato redatto un documento nel quale si ribadiscono le ragioni per cui Talete è ancora lontana dal raggiungimento dei suoi obiettivi. Segue a pagina 16

di Emanuele FARAGLIA a pagina 16

IL GIUDICE SPORTIVO

CALCIO SERIE D

Buon test per la Viterbese a Bolsena. A segno Tomoki

Che mazzate sul Barco Murialdina

Continua il silenzio stampa a via della Palazzina, ma, fortunatamente, almeno i dirigenti gialloblù non si tirano indietro quando si tratta di rilasciare dichiarazioni. Una censura, dunque, atipica sotto certi punti di vista. Questa sembra riguardare infatti soltanto i giocatori, ed in minima parte alcuni direttori. Tra coloro che continuano a metterci la faccia con onestà e franchezza alla Viterbese, vi è il direttore generale Maurizio Donsanti. “La società sta lavorando insieme al tecnico Conticchio per individuare con accortezza i rinforzi necessari alla causa -ha dichiarato Donsanti-. A partire da dicembre, mese di apertura del calcio mercato, arriveranno le decisioni uf�ciali. Per adesso, fare nomi o fantamercato, appare non solo fuori luogo, ma addirittura destabilizzante per l’ambiente”.

Provvedimenti dei giudici sportivi a raf�ca per i campionati di calcio provinciali e regionali. Mazzate veramente pesanti sul Barco Murialdina per i fatti avvenuti al termine della gara di domenica scorsa contro il Civitella D’Agliano e mano pesante anche per il Vignanello Calcio a Cinque dopo il match dello scorso �ne settimana contro il Civita Castellana

servizio alla pagina 20

Redazione via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - Centralino 0761.346807 - Fax 0761.1705337 Email: redazione@opinioneviterbo.it

servizi alle pagine 19-22


�������� ������� ��� ��� �� ���������� ��� ������ �� ������� � ����� ��������� �� ������� �������� �������� �� ����� ��������� ��������� �� ��������� ������������� �� �� ������� ��

����� �� �����

����� ����������� � ����� �� ����� ���� ����

������� �� � �� �������� ���� �� ��������� ����� ������� ������ ��������� ������� ������������� ���������� ��������

� �

� �


cronaca

& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

La Regione Lazio fa uno sforzo ed accogliendo gli appelli sulla necessità di assumere personale Autorizza 8 nuovi ingressi ma ne detta le condizioni di contratto indica dove mandarli e soprattutto vuole verificare tutto. Perché? di Paolo GIANLORENZO

C

erto che l’arrivo di Monti alla guida del Governo non faciliterà i compiti già complicatissimi dei governatori regionali e sindaci che dovranno fare i conti con nuovi tagli. Talmente era preoccupata dell’arrivo di Monti che il governatore del Lazio Renata Polverini ha di fatto ricommisariato le Asl. Una delle prove lampanti un documento datato 2 novembre 2011 a �rma del direttore regionale professor Ferdinando Romano. Prima di riportare il contenuto della lettera bisogna capire il perché questa è stata scritta e spedita con ordine e senza discussione al direttore generale Adolfo Pipino. I fatti riguardano la richiesta di politici e sindacati di assumere personale infermieristico, almeo 60 unità ed invece non è andata bene, la deroga e l’assunzione di otto nuovi infermieri che non basta a coprire i vuoti nei reparti della sanità viterbese. Decine di infermieri ed altri operatori sanitari, quasi ogni giorno, continuano a non vedersi rinnovati i contratti di lavoro, ingigantendo il numero dei disoccupati, per alcuni sindacalisti «sarebbe stato molto più responsabile ricercare un’immediata ed univoca richiesta di rinnovo di tutti i contratti giunti a scadenza per garantire l’assistenza ai malati». Al riguardo Catalani ricorda che le 8 assunzioni per le sostituzioni delle gestanti, annunciate dal manager Pipino ed autorizzate dalla Regione, sono poca cosa a fronte degli oltre 50 infermieri mandati a casa e dei 100 infermieri pensionati, mai sostituiti. Pipino però non detto tutto annunciando queste nuove otto assunzioni in deroga. Cosa c’era da aggiungere a questo piccolo contentino inviato dalla Pisana a Viterbo? Semplice, che il professor Romano autorizzava l’assunzione a tempo determinato di otto infermieri e ne indicava anche il luogo di occupazione. In ordine al documento:

3

Aggredirono bariste Per loro niente libertà R

esteranno in carcere Emanuele Gorini, di 28 anni, Simone Mencarelli di 25, entrambi di Viterbo, e il sudamericano, Aldo Xavier Ramos Garay, 30enne residente nel capoluogo, responsabili dell’aggressione avvenuta lo scorso maggio al bar “Due Righe’’ nel quartiere di San Pellegrino a Viterbo. Lo ha stabilto il gip Franca Marinelli dopo l’interrogatorio di garanzia ed il ‘’no’’ del pm Massimiliano Siddi alla richiesta di scarcerazione avanzata, nei giorni scorsi, dalle difese. I tre erano stati arrestati lo scorso 4 novembre dagli agenti della Squadra Mobile, coordinata da Fabio Zampaglione.

Tempi duri anche per il dg Pipino alle prese con le pratiche richieste dalla Regione

Infermieri assunti direttamente da Roma

Nessuno può fare più atti senza l’autorizzazione preventiva di Romano Scoperta una bisca clandestina 1) Sala operatoria - Civita Castellana; 2) Pronto Soccorso - P.O. Civita Castellana; 3) Chirurgia Generale - P.O. Tarquinia; 4) Ematologia - P.O.C.; 5) Pediatria - P.O.C.; 6) Cardiologia - P.O.C.;

7) Ostetricia e Ginecologia - P.O.C.; 8) Anestesia e Rianimazione - P.O.C”. Romano aggiunge: “In ogni caso si chiede la trasmissione alla scrivente, entro e non oltre 7 giorni dalla data di assunzione, della seguente documentazione: a) copia dei relativi contratti in-

dividuali di lavoro, che non potranno essere superiori a mesi cinque; b) copia della documentazione attestante le assunzioni richieste effettuate da apposita graduatoria di concorso pubblico; c) copia di lettera di assegnazione del personale autorizzato, presso le U.O. di cui all’elenco della

presente autorizzazione. Si chiede, inoltre, di produrre entro e non oltre 20 novembre 2011 documentazione attestante la revisione dei contratti part-time esistenti, nonché quella dei minor aggravi ex Legge 104/1992”. A che serve allora un direttore generale? Non capiamo Polverini.

Messi i sigilli al depuratore pubblico fermo da oltre tre anni

Guardia di Finanza nel Comune di Cellere

Una segnalazione da parte di alcuni cittadini giunta negli uf�ci della Guardia di Finanza di Viterbo in via Cardarelli ha fatto iniziare le indagini dei militari sul deperutare gestistito dal Comune di Cellere. La Guardia di Finanza si è presentata negli uf�ci del Comune di Cellere già dalle prime ore di ieri mattina. A seguito della prima ispezione è stato posto sotto sequestro il depuratore, malfunzionate da circa 3 anni. Il Comune, in passato, aveva stretto un accordo secondo il quale la Talete, qualora il Comune fosse entrato a far parte dell’Ato, si sarebbe occupata delle riparazioni. Cellere, in seguito a delle scelte politiche, decise di non entrare a fare più parte dell’Ambito Territoriale del

ciclo idrico integrato; conseguenza di tale decisione fu l’interruzione del rapporto di collaborazione e quindi allo sto del funzionamento di quel depuratore. Il caso è stato af�dato all’avvocato Roberto Fava che, in difesa del Comune, avanzerà il procedimento per chiedere il dissequestro del depuratore e per iniziare la regolare prassi inerente al ripristino del servizio. Stando a quanto si è appreso, sebbene l’impianto fosse malfunzionante da ben tre anni, nessuno avrebbe mai provveduto a ripristinarlo. “E’ stato contestato l’articolo 674 c.p. (getto pericoloso di cose, in riferimento ai liquami non depurati, ndr) e il reato ambientale per lo scarico dei ri�uti”, ha spiegato il legale, aggiungendo

P

che, comunque, “in entrambi i casi sono previste solo contravvenzioni”. L’avvocato Fava, nella tarda serata di ieri, era ancora al lavoro, per “esaminare come procedere”. Essendo stato eseguito per “esigenze probatorie”, infatti, il legale era ancora indeciso sulla richiesta di

OCCUPAZIONE - Allarmanti i dati forniti dalle associazioni e dagli enti che non incassano più contributi

La vita sempre più difficile del giornalista umentano gli iscritti all’Ordine A dei giornalisti, l’anno scorso si sono superati 110mila tesserati,

ma meno di un giornalista su due è “visibile”, cioè ha una posizione contributiva attiva all’Inpgi. Gli “attivi” sono scesi al 44,5%, pari a 44906 iscritti, di cui circa 25011 nel lavoro autonomo e 19895 in quello subordinato. Sono fra i dati, aggiornati al 2010, della Ricerca Giornalismo: il lato emerso della professione, curata da Pino Rea, coordinatore di “Libertà di stampa – Diritto all’informazione”, presentata alla Federazione Nazionale Stampa Italiana nella giornata europea contro il precariato. Stando ai numeri, cresce il lavoro autonomo del 7,7% (ora è a quota

55,7%) il cui reddito, però, continua a diminuire. Cala il lavoro subordinato (-3,85%) e sparisce il turnover (-31% delle posizioni dei praticanti). “Siamo convinti che il precariato non sia strumento di sviluppo – dice Franco Siddi, segretario generale della Fnsi – che le imprese possono averne vantaggi nel tempo breve, ma non di qualificazione e crescita. Su questo punto le imprese sono sorde, poche provano soluzioni nuove. Bisognerà esaminare azienda per azienda, sfrondare i collaboratori quando necessario, ma quelli che restano devono essere pagati bene. Non c’é posto per tutti”. La ricerca mostra che oltre il 62% dei freelance dichiarano meno di

5000 euro annui e si registra un progressivo invecchiamento delle redazioni: i rapporti di lavoro, nella fascia superiore ai 50 anni salgono dal 24,40% del 2009 al 27,50% del 2010; sono in lieve crescita quelli nella fascia fra i 36 i 50 anni, (dal 49,80% al 50,50%) mentre scendono quelli sotto i 35 anni (dal 24,40% al 22%). Mentre Daniele Cerrato, presidente della Casagit, ha denunciato il calo di contribuzione e le iniziative poste in esser per fronteggiare la situazione ed allargare ulteriormente la platea ai non contrattualizzati, Andrea Camporese, presidente dell’Inpgi, ha ricordato che “ci sono 50mila giornalisti che non ci versano contributi perché o non lavorano o lavorano fuori dalle regole”.

dissequestro. “Non so ancora se presenterò l’istanza subito, certo è – ha ammesso in conclusione – che il Comune aveva già programmato speci�ci interventi di manutenzione per il corretto funzionamento del depuratore. Con il sequestro i tempi non possono che allungarsi ulteriormente”.

rosegue l’attività della Guardia di Finanza �nalizzata a veri�care il rispetto delle norme sulla prevenzione ed il contrasto all’esercizio abusivo di raccolta di scommesse e del gioco d’azzardo, con particolare attenzione al possesso dei titoli autorizzativi ed alla tutela dei minori. I �nanzieri della Compagnia di Civita Castellana, in particolare, dopo una speci�ca azione di controllo del territorio supportata da un’attenta attività informativa ed investigativa, hanno individuato a Fabrica di Roma una sala giochi dove veniva abusivamente esercitata un’attività di raccolta e gestione di scommesse clandestine via internet. Durante l’intervento i militari operanti hanno potuto veri�care che la raccolta delle puntate avveniva per il tramite di terminali elettronici presenti nella sala che permettevano di interagire con la pagina web di un noto allibratore estero. Gli scommettitori, a questo punto, potevano scegliere il ricco bouquet di scommesse proposte e che riguardavano gli eventi sportivi di maggiore rilevanza, sia nazionali che internazionali, dal calcio alla formula uno, al basket, all’ippica e così via. Al termine delle operazioni, la titolare della sala giochi, una 31enne del posto, è stata denunciata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo per esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa mentre i terminali e le attrezzatture utilizzati sono stati posti sotto sequestro.


Venerdì 18 Novembre 2011

politica

Viterbo & AltoLazio

5

GESTIONE IDRICA - Guerra di cifre tra i sindaci del Pd. Si sta procedendo a grandi passi verso il fallimento di Talete

Fumata nera per l’Ato regionale I

eri mattina, nel corso dell’Assemblea A.T.O., è stato redatto un documento che esprimeva un preciso orientamento che poi vi andremo a raccontare nel dettaglio. La verità è che i sei comuni dissidenti hanno messo in ginocchio l’intera operazione perché tra questi c’è Tarquinia che non è mai entrata in Talete pur volendone far parte e che non ha nessuna intenzione di sborzare 400mila euro che vorrebbe invece far pagare agli altri. Insomma una bagarre della quale sarà dif�cile uscire. Il presidente della Provincia Marcello Meroi ha cercato di essere d’aiuto nel dif�cile tentativo di mettere insieme tutti i sindaci o i loro rappresentanti. Il programma presentato permetterà di uscire con un bagno si sangue che sgorgherà dai portafogli dei cittadini costretti a subire aumenti di tariffe, disservizi costanti e quindi lunedì mattina, nell’ultima assemblea della Talete, se non ci sarà un’unione di intententi si andrà verso la liquidazione volontaria. Atto questo che rischierebbe di mandare in default 15 comuni con le conseguenze del caso, la prima conseguenza i commissariamenti. Ri�ettete sindaci su quel documento e il seguente orientamento: prendere atto che il programma di presa in carico delle gestioni, approvato dall’AAT.O. con atto n° 28 del 05.07.2006, predisposto al �ne di superare la frammentazione gestionale e di rendere la Talete S.p.A. (affìdataria della gestione in house dell’intero A.T.O.) in condizione di gestire adeguatamente il S.l.l. di ciascun Comune sin dal momento della presa in carico, non è stato integralmente rispettato neanche dopo che con l’atto n° 41/2009 sono state stabilite le azioni necessarie a concludere e superare il periodo transitorio a causa delle inadempienze dei soggetti segnalati più volte alla Regione lazio per l’attuazione dei provvedimenti sostitutivi, per il non ancora effettuato intervento sostitutivo della Regione Lazio e così come indicato nell’allegato A. Prendere atto che le inadempienze segnalate hanno provocato una serie di ritardi e

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile NICOLÒ ACCAME direttore@opinioneviterbo.it Editore Cooperativa Editoriale Giornalisti Poligrafici

Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

disfunzioni che impediscono al soggetto gestore dell’A.T.O. di operare in condizioni di ef�cienza, ef�cacia ed economicitàprendere atto che quanto indicato ai precedenti punti non ha consentito di completare la fase di acquisizione dei servizi in quanto la stessa si è determinata al 31.12.2010 per soli 26 Comuni (su 61) consentendo unicamente per questi Comuni di veri�care i dati reali relativi alla gestione. Prendere atto della necessità di adottare le azioni necessarie per completare il trasferimento di tutte le gestioni preesistenti alla Talete S.p.A. e la de�nizione della struttura tariffaria e stabilire tali azioni come indicato nell’allegato B; impegnare la Talete S.p.A. ed in particolare il suo Consiglio di Amministrazione ad adottare tutte le misure possibili per ridurre i costi di esercizio, ivi compresi quelli relativi al personale, di almeno il 4% per l’anno 2012 e di almeno l’1,5 % annuo per i successivi 10 anni, rispetto a quelli rapportati agli abitanti via via presi in carico; proporre ai Comuni di deliberare una moratoria alla richiesta dei proponenti delle rate di rientro

dovute da Talete S.p.A, della durata di due anni, precisando che i relativi importi potranno essere eventualmente portati in compensazione. Richiedere ai Comuni che hanno presentato ricorso al Tar del Lazio di dilazionare i termini di discussio-

ne della controversia (prevista per il 21 novembre 2011), al �ne di addivenire ad una compensazione delle rispettive posizioni e all’ingresso dei Comuni stessi in Talete S.p.A.; impegnare la Talete S.p.A. a deliberare al più presto in Assemblea dei

Soci le modi�che statutarie di cui all’atto della Conferenza dei Sindaci e dei Presidenti delle Province n° 49 del 14.06.2011; confermare le decisioni adottate con l’atto di Orientamento/Indirizzo n° 28 del 05.07.2006 e dell’atto n° 41 del

23.04.2009 per quanto non in contrasto con il presente atto; trasmettere il presente atto all’Agenzia Nazionale per la regolazione e la vigilanza in materia di acqua, ai sensi dell’art. 10, comma 11 della Legge 12.07.2011 n° 106.

L’assessore Franco Simeone ha presentato la convenzione con gli antennisti

Per il passaggio al digitale terrestre l’aiuto della Provincia

P

ronta la convenzione fra la Provincia di Viterbo, la Cna, la Confartigianato, le associazioni dei consumatori per �ssare garanzie e regole nel rapporto fra cittadini e imprese nel passaggio al digitale terrestre. La convenzione è rivolta in primo luogo al settore degli installatori e degli antennisti, le categorie artigianali maggiormente coinvolte nel passaggio al nuovo sistema di ricezione e trasmissione dei canali televisivi. A spiegare le �nalità dell’iniziativa è intervenuto l’assessore provinciale allo Sviluppo Economico Franco Simeone (foto). “Il 22 novembre si spegnerà a Viterbo e provincia il segnale analogico, sostituito da quello digitale. Lunedì 14 novembre a Palazzo Gentili si è tenuta un’apposita conferenza stampa alla quale ha partecipato il dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico Eva Spina, che ci ha illustrato alcuni speci�ci aspetti tecnici a noi non del tutto chiari. Un ruolo fondamentale nel passaggio alla nuova tecnologia lo rivestono senza dubbio gli operatori del settore radiotelevisivo, installatori ed antennisti in primo luogo, con i quali abbiamo voluto avere un confronto per stabilire un codice etico ed un tariffario di riferimento a tutela del consumatore”. Le imprese aderenti e non alla Cna e alla Confartigianato, sono così tenute a rispettare speci�ci prezzi per le prestazioni di base e ad operare tenendo conto delle prescrizioni contenute in un codice etico che �ssa adeguate disposizioni nel rapporto con il cliente. “Con la �rma della convenzione – ha aggiunto Simeone – abbiamo cercato di conciliare i legittimi interessi dei lavoratori con il diritto dell’utente ad

avere una fruizione limpida dei servizi, sia sotto l’aspetto tecnico che economico. Vogliamo evitare il rischio di facili speculazioni nel momento in cui, il passaggio al digitale terrestre provocherà, almeno per i primi tempi, degli inevitabili disagi alle famiglie. Ringrazio la Confartigianato, la Cna, le associazioni dei consumatori e quanti vorranno aderire all’iniziativa sottoscrivendo la convenzione, frutto di un pro�cuo lavoro di concertazione iniziato già nei mesi scorsi. A chi ha lamentato ritardi nell’attuazione del protocollo – conclude - faccio presente che, in accordo con le categorie, avevamo deciso di rinviare la sottoscrizione ad una data successiva alla conferenza stampa del 14 novembre, dove dovevano essere dipanate quelle nubi che rendevano incerto il quadro operativo di riferimento”.

Denunciati cinque romeni di Bagnaia dediti ai furti D

enunciati per concorso in furto aggravato e ricettazione cinque cittadini romeni, già noti alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio, colpevoli dei furti avvenuti negli scorsi giorni in appartamenti e automobili nella frazione di Bagnaia. I carabinieri della stazione locale durante un posto di controllo hanno perquisito P.V., 31enne cittadino romeno domiciliato da diversi anni proprio a Bagnaia, trovandolo in possesso di alcune catenine d’argento e oro che l’uomo nascondeva in una tasca interna del giubbotto. Successivamente i militari hanno perquisito anche l’abitazione del romeno in via Giambo-

logna, dove lo straniero abita insieme ad altri quattro connazionali, tutti di età compresa tra i 31 e 25 anni e con precedenti penali. Nell’abitazione occupata dai romeni sono stati ritrovati dai carabinieri numerosi oggetti rubati nei giorni precedenti da alcune abitazioni ed automobili nella frazione di Bagnaia. Oltre a vari monili è stata trovata una collezione di monete antiche, un monitor lcd e il frontalino di un autoradio, rubato la notte precedente da una Lancia Y parcheggiata in via Zuccari. I carabinieri hanno restituito la refurtiva ai proprietar, mentre i cinque stranieri sono stati denunciati alla Procura di Viterbo.

VERGOGNA - Ancora danni per migliaia di euro

Vandali in azione sui treni A

ncora atti vandalici sui treni regionali di Trenitalia. Ieri e due giorni fa, su 4 treni regionali (tipo Taf) della linea FR3 Roma - Viterbo sono stati infranti 40 vetri con danni per circa 25 mila euro a cui si aggiungono 4 giorni di stop necessari per le riparazioni in of�cina. “Non far circolare un treno, che in media effettua otto viaggi al giorno - spiega Fs - signi�ca ridurre l’offerta di 6.000 posti. Il fermo di quattro giorni riduce quindi l’offerta di 24.000 posti che vuol dire disagio e degrado per i viaggiatori della linea”. Solo una settimana fa, per lo stesso motivo, altri cinque convogli TAF hanno subito uno stop forzato per l’invio in of�cina che si è tradotto in una

riduzione dell’offerta di 30.000 posti e un danno di 40 mila euro. Un bilancio di novembre veramente negativo. Nella prima metà del mese sono stati registrati: 9 convogli vandalizzati, 9 giorni di stop alle of�cine e un danno complessivo di circa 65 mila euro. È comunque assidua la sorveglianza dei treni da parte degli agenti di Polizia Ferroviaria e dei capitreno. Inoltre le FS Italiane hanno aumentato i controlli con il proprio personale di Protezione Aziendale. “Tuttavia i successi per arginare il fenomeno si ottengono anche grazie al senso civico dei viaggiatori - continua Fs -. Come nel caso di alcuni giorni fa: una viaggiatrice di un

treno regionale della linea FR3 Roma -Viterbo ha segnalato atti di vandalismo al capotreno che è intervenuto con la Polizia Ferroviaria. Tre minorenni sono stati identi�cati e denunciati. Il de-

grado provocato da questi episodi non colpisce solo le Ferrovie dello Stato. Infatti, se FS ha l’onere economico di riparare i danni, la collettività si ritrova con ambienti danneggiati e con meno treni in circolazione’’.


politica

6

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 18 Novembre 2011

Il Sindaco Marini sulla mostra in onore di Mario Di Carlo L

odevole iniziativa quella che verrà inaugurata domani all’ex tribunale di piazza Fontana Grande, Ri�uti in arte. E già il titolo non avrebbe bisogno di ulteriori commenti. In tre parole racchiude un grande messaggio richiamando l’attenzione sull’importante tematica ambientale, valorizzandone l’aspetto artistico. Ma voglio evidenziare un altro elemento che va oltre la sensibilizzazione dei cittadini nell’ambito del recupero dei ri�uti e dell’arte che si cimenta con i materiali più poveri. Si tratta dell’aspetto umano, che va a rendere omaggio

alla memoria di Mario Di Carlo, attivo rappresentante della vita politica e amministrativa del territorio romano e laziale, prematuramente scomparso. In questa mostra organizzata e promossa da Ecologia Viterbo, oltre alle opere degli artisti Olga Marciano e Giuseppe Gorga di Salernoinarte e di Maria Teresa Illuminato di Brerart, ci saranno anche le sue di opere. Opere frutto della sua passione per l’arte, del suo spirito di autentico ecologista e del suo spiccato senso di civiltà e rispetto nei confronti dell’ambiente e del territorio in cui viveva.

Ecco, credo che questa mostra racchiuda ed esalti tutto questo. L’importanza di recuperare i nostri materiali non più utilizzabili, la salvaguardia del nostro ambiente promossa attraverso le opere d’arte realizzate da un uomo che ha molto amato il suo territorio. Un ulteriore plauso agli organizzatori per aver dato alla mostra una valenza didattica attraverso il coinvolgimento degli alunni e degli insegnanti delle scuole medie di Viterbo. Giulio Marini. Sindaco di Viterbo

L’assessore Danti commenta il recente riconoscimento di miglior parco italiano

Villa Lante volàno per la Tuscia “

Il riconoscimento conferito a Villa Lante come parco più bello d’Italia deve essere un punto di forza per lo sviluppo del turismo della nostra provincia”. Queste le parole pronunciate dall’assessore provinciale al Turismo Andrea Danti e dal consigliere provinciale Marco Torromacco dopo la proclamazione a miglior parco d’Italia di Villa Lante. “L’attuale amministrazione provinciale – ha aggiunto l’assessore Danti – ha da sempre creduto nelle potenzialità di questo splendido sito che può rappresentare un importante volano per il turismo del Viterbese. D’altronde si tratta di uno dei fiori all’occhiello della nostra provincia, una delle tante ricchezze che il nostro territorio può vantare e sulle quali può e deve puntare”. Le potenzialità della villa fortemente voluta dal cardinale Gianfrancesco Gambara, non sono sfuggite a Palazzo Gentili che in questi ultimi tempi ha organizzato proprio lì alcune importanti manifestazioni: “In breve tempo il parco di Villa Lante – ha aggiunto il consigliere Torromacco - ha ospitato il Buy Lazio e il Visituscia

due importanti fiere di settore, fortemente volute dall’assessorato al turismo della Provincia, che hanno contribuito a far conoscere questo tesoro a molte persone che sono giunte a Viterbo da fuori. Il tutto senza dimenticare l’appuntamento del Tuscia in Jazz con protagonisti Roberto Gatto e Fabio Zeppetella”. “Credo che il riconoscimento di parco più bello d’Italia – titolo che arriva dopo

quello, seppur indiretto, ottenuto a Cannes con la vittoria nel festival francese della pellicola The tree of life, film con Brad Pitt e Sean Penn, girato in buona parte proprio a Villa Lante – deve spingere – ha aggiunto Torromacco - ancora di più le istituzioni locali a puntare su questo sito. La Provincia lo sta facendo, auspico un intervento ancor più massiccio da parte del Comune. Unire le forze potrebbe essere la giusta via per far fare una sterzata decisiva a questo importante gioiello del territorio”. Nel frattempo si sta lavorando per il futuro: “Vogliamo far sì che Villa Lante sia maggiormente utilizzata – ha detto ancora il consigliere provinciale – e per il prossimo anno abbiamo in cantiere altre iniziative, tra cui quella di inserire la villa nel circuito della Bit di Milano. Tutte iniziative che si andranno ad aggiungere al Tuscia in Jazz che sarà confermato”. “Voglio ringraziare il consigliere Tor-

In fase di attuazione la convenzione tra Provincia e installatori per il digitale terrestre

Si fissano le regole per tutelare i consumatori P

ronta la convenzione fra la Provincia di Viterbo, la Cna, la Confartigianato, le associazioni dei consumatori per �ssare garanzie e regole nel rapporto fra cittadini e imprese nel passaggio al digitale terrestre. La convenzione è rivolta in primo luogo al settore degli installatori e degli antennisti, le categorie artigianali maggiormente coinvolte nel passaggio al nuovo sistema di ricezione e trasmissione dei canali televisivi. A spiegare le �nalità dell’iniziativa è intervenuto l’assessore provinciale allo Sviluppo Economico Franco Simeone. “Il 22 novembre si spegnerà a Viterbo e provincia il segnale analogico, sostituito da quello digitale. Lunedì 14 novembre a Palazzo Gentili si è tenuta un’apposita conferenza stampa alla quale ha partecipato il dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico Eva Spina, che ci ha illustrato alcuni speci�ci aspetti tecnici a noi non del tutto chiari. Un ruolo fondamentale nel passaggio alla nuova tecnologia lo rivestono senza dubbio gli operatori del settore radiotelevisivo, installatori ed antennisti in primo luogo, con i quali abbiamo voluto avere un confronto per stabilire un codice etico ed un tariffario di riferimento a tutela del consumatore”. Le imprese aderenti e non alla Cna e

alla Confartigianato, sono così tenute a rispettare speci�ci prezzi per le prestazioni di base e ad operare tenendo conto delle prescrizioni contenute in un codice etico che �ssa adeguate disposizioni nel rapporto con il cliente. “Con la �rma della convenzione – ha aggiunto Simeone – abbiamo cercato di conciliare i legittimi interessi dei lavoratori con il diritto dell’utente ad avere una fruizione limpida dei servizi, sia sotto l’aspetto tecnico che economico. Vogliamo evitare il rischio di facili speculazioni nel momento in cui, il passaggio al digitale terrestre provocherà, almeno per i primi tempi, degli inevitabili disagi alle famiglie. Ringrazio la Confartigianato, la Cna, le associazioni dei consumatori e quanti vorranno aderire all’iniziativa sottoscrivendo la convenzione, frutto di un pro�cuo

lavoro di concertazione iniziato già nei mesi scorsi. A chi ha lamentato ritardi nell’attuazione del protocollo – conclude - faccio presente che, in accordo con le categorie, avevamo deciso di rinviare la sottoscrizione ad una data successiva alla conferenza stampa del 14 novembre, dove dovevano essere dipanate quelle nubi che rendevano incerto il quadro operativo di riferimento”.

romacco – ha concluso poi, l’assessore Danti – in quanto da sempre mi ha sollecitato per far sì che la Provincia puntasse su Villa Lante. Le manifestazioni organizzate quest’anno hanno avuto un esito molto positivo e gli hanno dato ragione, per questo, con il suo aiuto, per il prossimo anno vogliamo aumentare le iniziative dando così nuova vita a questo tesoro della nostra terra”.

Lettera dell’assessore alle politiche sociali Daniele Sabatini a Gabriela Grassini

C

ara Gabriela, è con vivo piacere che ho appreso la notizia del prestigioso incarico a Te conferito e che Ti vedrà presiedere l’A.T.E.R. di Viterbo. Tale Ente, per �ni istituzionali si fa carico di numerosi ed importanti problemi che riguardano le fasce più deboli della popolazione e per tale motivo avrai frequenti contatti con l’Assessorato da me diretto presso il Comune di Viterbo. Ciò è per me motivo di soddisfazione e di gioia. Ti auguro un buon lavoro e che la Tua esperienza e la professionalità che da sempre hai dimostrato, siano per Te validi strumenti per operare al meglio in un ambiente di estrema importanza.

Gabriela Grassini

Salta l’appuntamento organizzato dal Pd sulle piccole e medie imprese con il Senatore Treu

R

iceviamo e pubblichiamo la seguente comunicazione del segretario provinciale del Partito Democratico, Andrea Egidi: ‘L’appuntamento sulle PMI previsto per ieri è spostato a data da destinarsi, poiché il Sen. Tiziano Treu è impossibilitato a partecipare causa voto di fiducia al Governo Monti, al Senato della Repubblica. ‘


attualità

& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

7

Oltre trecento adesioni in pochi giorni alla recente iniziativa dell’assessorato alle Politiche Giovanili

Casa delle Arti, boom di iscrizioni O

ltre trecento le iscrizioni arrivate in pochi giorni a La Casa delle Arti, la recente creatura dell’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Viterbo realizzata in collaborazione con l’associazione Juppiter e la cooperativa Universo 3000. Già avviati questa settimana tre dei laboratori in programma presso i locali completamente rinnovati del Progetto Giovani di via Cristofori nel quartiere Pilastro: ceramica, ricamo e teatro. Circa quaranta le iscrizioni per ognuno di essi. Prossima settimana partiranno invece fonia, cucina, calzoleria e lavorazione oggetti in legno. Tutti gli altri, ovvero fotogra�a, intreccio di cesti e corde, linguaggio dei segni, piante of�cinali, comunicazione e videoripresa, saranno avviati nelle prossime settimane. “In un periodo in cui i giovani vengono messi in risalto più per le malefatte di alcuni che per i meriti e i talenti di altri – ha sottolineato l’assessore Daniele Sabatini - ho ritenuto opportuno lavorare su quelle che sono le passioni dei nostri ragazzi, af�nché possano essere sviluppate in un ambito protetto e con insegnanti quali�cati. Ritengo sia dovere delle amministrazioni locali fornire opportunità ai più giovani af-

dei viterbesi e soprattutto per la qualità del progetto. “La casa delle Arti – ha aggiunto il primo cittadino - punta a divenire vero e proprio punto di riferimento per il territorio e per le nuove generazioni. Un’idea innovativa che mette insieme l’entusiasmo dei ragazzi con le arti �gurative, manuali, musicali e tradizionali. I giovani rappresentano il futuro del nostro territorio. L’Amministrazione li ha posti al centro di un progetto ambizioso ed è

�nché i loro interessi e le loro passioni possano tramutarsi, secondo volontà e inclinazioni personali dei ragazzi, anche in qualcosa di concreto per il loro futuro. Anche la scoperta delle arti manuali e dei cosiddetti vecchi mestieri va in questa direzione. Il grande interesse che i viterbesi stanno mostrando nei confronti di questo progetto, presentato a suo tempo da me insieme a Salvatore Regoli in quarta commissione consiliare, rafforza e conferma quanto certe iniziative vengano apprezzate. Al tempo stesso, la nuova

struttura nata negli spazi del Progetto Giovani sembra piacere molto alle ragazze e ai ragazzi, sia per il nuovo look dei locali, sia per i contenuti delle iniziative ideate e promosse nel rispetto delle tradizioni del nostro territorio”. “La casa delle Arti signi�ca anche accoglienza e condivisione – ha spiegato il presidente Juppiter Salvatore Regoli -. La storia di Juppiter, laicamente vicina al percorso di Don Antonio Mazzi, pone al centro delle proprie attività i ragazzi, nel rispetto del loro essere e del loro sentire ma soprattutto

promuovendo quell’aspetto educativo e di accoglienza di cui oggi c’è estremo bisogno”. E di accoglienza parla anche Barbara Paris, responsabile del progetto: “La Casa delle Arti di Viterbo ha come parola d’ordine accoglienza. Saremo aperti tutti i giorni per accogliere i ragazzi che verranno con grande passione, la stessa che gli artisti, gli artigiani e gli insegnanti dei 12 laboratori gratuiti metteranno nel trasmettere ai giovani il loro sapere e la loro arte.” Soddisfatto anche il sindaco Giulio Marini per il grande consenso da parte

bello osservare come in così tanti abbiano risposto al nostro invito”. Le iscrizioni ai laboratori della Casa delle Arti sono ancora aperte. Le richieste possono essere inoltrate online collegandosi al sito www.happyinforma.it , oppure recandosi direttamente al Progetto Giovani di via Cristofori o presso l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Viterbo in via del Ginnasio.

Museo del Bullicame a breve le visite guidate P

oste Italiane comunica l’emissione, nella giornata di oggi, di due francobolli dedicati al risparmio postale che saranno a disposizione presso tutti gli uffici postali di Viterbo e provincia. Entrambe le vignette dei francobolli riproducono i caratteristici prodotti del risparmio postale: libretto e buoni fruttiferi. Nel primo francobollo i due prodotti sono rappresentati nella loro forma antica, il secondo dentellato, invece, li raffigura nell’aspetto attuale che comprende per il libretto anche la carta magnetica per i prelievi dagli sportelli automatici.

La Rete Universitaria Nazionale si rivolge al neo ministro dell’Istruzione

Run Tuscia, gli studenti tornano a farsi sentire D

opo l’iniziativa di Run Tuscia tenutasi nei giorni scorsi a Viterbo “Libera conoscenza…diritti al futuro” che ha visto, a distanza di alcune di settimane dall’assemblea nazionale Run, riprendere le �la di un dibattito che all’interno dei luoghi del sapere, vede protagonisti gli studenti ed il proprio futuro in relazione all’università ed al mondo del lavoro, gli studenti Run tornano a far sentire la propria voce. A conclusione di quell’iniziativa - martedì scorso - RUN chiese un incontro con il futuro Ministro dell’Istruzione per discutere il futuro dell’università: FFO (fondo di �nanziamento ordinario), risorse per il diritto allo studio e per la ricerca, iter di applicazione della Riforma Gelmini e decreti attuativi. Ed è di ieri la dichiarazione degli studenti RUN dopo la nomina di Francesco Profumo al dicastero dell’Istruzione: “Abbiamo imparato a non dedurre una cosa dal suo nome: le dimissioni di Berlusconi non necessariamente coincidono con la �ne della politica di aggressione verso la scuola pubblica. Monti e il suo governo dovranno guadagnarsi la nostra �ducia, non solo quella dei mercati. Serve discontinuità rispetto alle politiche della destra, mirate a rendere l’università più piccola e più povera. Il nuovo Ministro dell’Istruzione avrà molto da fare. Ci sono i decreti attuativi della L. 240, la

normativa sul diritto allo studio e sui dottorati di ricerca, il �nanziamento di 1 miliardo di euro per gli atenei del sud. Profumo incontri il movimento, le associazioni e i rappresentanti degli studenti universitari, alla presenza delle commissioni cultura di Camera e Senato. Si avvii un processo democratico e partecipato, un confronto sulle cose da fare, sarebbe una grande novità. Auguriamo buon lavoro al Ministro Profumo.” Conclude la nota : “rivolgiamo un vivo e vibrante saluto all’ex Ministro Gelmini, che il tempo sia indulgente e la storia si dimentichi in fretta di lei.”

Apici, raccolta farmaci per le persone svantaggiate “

Nei giorni di venerdì 25 e sabato 26 del mese di novembre l’associazione A.P.I.CI., delegazione di Viterbo, in collaborazione con la farmacia Carlini sita in corso Italia 17, effettuerà una raccolta farmaci per fronteggiare i bisogni delle persone svantaggiate di Viterbo e provincia e della casa d’accoglienza

“Sacra Famiglia” di Viterbo. La raccolta è naturalmente basata su farmaci generici (antin�uenzali – antidolori�ci – soluzioni �siologiche – prodotti per bambini – etc….). Certi di una pro�cua collaborazione da parte dei cittadini, v’invitiamo a partecipare numerosi e piuttosto aiutateci ad aiutare!”.

‘Bonus Bebè’, c’è tempo fino al prossimo 31 gennaio per presentare le domande a Direzione Regionale Politiche Sociali e Famiglia L della Regione Lazio ha indetto un bando per l’erogazione del “Bonus Bebè”. Trattasi di un contributo “una

tantum” di 450,00€ in favore dei genitori residenti nel Lazio per ogni �glio nato o adottato nel corso dell’anno 2011. I requisiti per richiedere il contributo sono la residenza da almeno tre anni alla data di nascita o di adozione di uno o più �gli in un comune del Lazio; un valore ISEE uguale o inferiore a 20.000,00€ e aver partorito o adottato uno o più �gli tra il 1 gennaio 2011 e il 31 dicembre 2011. Nel caso di uno o più �gli o di parti gemellari verrà riconosciuto un bonus per ognuno di loro. Le domande, redatte in carta semplice, vanno presentate al comune di residenza entro il 31 gennaio 2012 con allegati copia del certi�cato ISEE, copia del certi�cato di nascita del �glio o di sentenza de�nitiva di adozione e la copia di un documento di identità del soggetto richiedente. Gli interessati potranno rivolgersi ai centri CAF ACLI per ogni utile assistenza.


attualità

8

Obiettivo dell’incontro è stata una ricognizione sulle potenziali tipologie di rischio a cui può essere esposto il territorio

Venerdì 18 Novembre 2011

Parte con il piede giusto ‘LItalia sono anch’io’ L ’Italia sono anch’io: buona la prima. Parte con il piede giusto e contro ogni più rosea aspettativa la campagna nazionale per i diritti di cittadinanza, che lo scorso sabato era presente a Viterbo, in piazza delle Erbe, con due gazebo. Sono oltre 400 le �rme raccolte, per le due proposte di legge, dai volontari del comitato, venuti da tutta la provincia per partecipare alla prima giornata di mobilitazione. Grande soddisfazione è

N

ella mattinata di mercoledì scorso, a Palazzo Gentili, si è riunito il Comitato provinciale della Protezione civile. Presenti, la Provincia di Viterbo, nelle persone dall’assessore Gianmaria Santucci e del consigliere Francesco Galli, i rappresentanti della Prefettura, dei Vigili del fuoco, della Guardia forestale dello Stato, della Regione Lazio, della Asl viterbese e di tre associazioni di volontariato, l’Aeop di Tarquinia, l’Apc di Marta e la Faul di Viterbo. Oggetto dell’incontro: fare il punto della situazione sul sistema provinciale di protezione civile. “Fornire un servizio ef�ciente – spiega il presidente del comitato, Francesco Galli – non può prescindere dal conoscere le potenziali tipologie di rischio cui può essere esposto il nostro territorio, i mezzi e gli uomini attualmente a disposizione al �ne di poter programmare tutte le attività necessarie per piani�care l’organizzazione di una struttura complessa ed articolata, completa, funzionale ed ef�cace, al servizio delle autorità e dei cittadini. Proprio per questo, il nostro primo obiettivo è quello di sensibilizzare tutti i sindaci della provincia, in modo che in ogni comune si prenda coscienza dell’importanza del sistema sicurezza, se ne tenga conto nella programmazione dello sviluppo e dell’utilizzo del territorio, siano costantemente monitorate le potenziali situazioni di rischio, ma soprattutto censire i rischi e predisporre i Piani comunali di Protezione civile, indispen-

Viterbo & AltoLazio

stata espressa da tutte le sigle che hanno aderito al comitato provinciale, e che stanno lavorando all’organizzazione di altri banchetti e iniziative nei maggiori comuni della Tuscia. A breve, verrà comunicato un calendario con tutte le date e i luoghi dove poter �rmare, rimanendo sempre a disposizione per qualsiasi chiarimento e informazione la pagina Facebook “L’Italia sono anch’io Viterbo” e l’indirizzo email litaliasonoanchiovt@libero.it.

La Protezione Civile fa il punto Si è tenuta a Palazzo Gentili una riunione del Comitato Provinciale sabili per elaborare il Piano provinciale”. Allo stesso tempo sta partendo un’attività conoscitiva di tutte le realtà del volontariato che già operano nel territorio: “Innanzitutto – prosegue Galli – stiamo

attivando un censimento di tutte le associazioni di volontariato che operano a livello di protezione civile, dei mezzi in dotazione, degli uomini a disposizione, del livello di formazione,

della capacità e dei settori di possibile impiego in caso di intervento. Monitoraggio indispensabile per poter integrare e sviluppare un sistema territoriale diffuso che consenta di coprire sia i rischi generici sia i rischi speci�ci cui sono soggette le diverse porzioni del territorio della nostra provincia, a partire dal sistema dei laghi, i monti, le acque interne e il litorale”. Il tutto senza dimenticare l’importanza delle attività di informazione e formazione: “Incentrate – speci�ca Galli - sui vari rischi che può presentare il nostro territorio e rivolte sia a coloro che già operano all’interno dei corpi di protezione civile, sia a chi desidera entrare a farci parte per la prima volta”. In questo senso lo sguardo del Comitato è rivolto ai più giovani, a coloro che sono ancora in età scolastica: “Guardo in particolare ai ragazzi appartenenti alla fascia di età dai 16 ai 18 anni – dice Galli – giovani che devono essere sensibilizzati e preparati per essere avviati, una volta compiuta la maggiore età, all’attività vera e propria. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo impegnarci per fare sistema con il mondo della scuola; portare la cultura del volon-

tariato, della solidarietà, della sicurezza, all’interno delle aule scolastiche, fare informazione e promuovere corsi speci�ci di formazione per gli studenti che intenderanno poi impegnarsi nelle attività di protezione civile. Con un ritorno per loro anche in termini di riconoscimento di “crediti formativi” utili ai �ni del pro�tto scolastico”. Prossimo appuntamento il 1° dicembre in Prefettura: “Incontreremo i sindaci - speci�ca il presidente - è intenzione di tutti dare vita ad incontri mensili che, step dopo step, ci possano portare alla realizzazione del programma messo in piedi”. “Ringrazio sua eccellenza il Prefetto, Antonella Scolamiero (massima autorità di Protezione Civile sul territorio) per la sensibilità con cui ha accolto la richiesta di farsi parte attiva per promuovere il prossimo incontro e tutti i partecipanti alla riunione, per il clima di collaborazione e la sensibilità con cui operano e sono sicuro opereranno in futuro. Senza dimenticare – chiude – i corpi di Protezione civile già presenti sul territorio che con il loro prezioso lavoro contribuiscono in maniera determinante al mantenimento della sicurezza in tutta la provincia”.

Nella frazione di Bagnaia

Area bambini, al via i lavori E

ntro il mese di novembre partiranno i lavori per la realizzazione dell’area per bambini a Bagnaia. Ad annunciarlo è l’assessore Vittorio Galati che spiega: “La scorsa settimana sono stati af�dati i lavori alla Cooperativa Lago di Vico, la ditta che si è aggiudicata la gara e che dovrà provvedere entro novanta giorni alla realizzazione dell’area giochi per bambini all’interno della Valle Pierina. L’opera, da me fortemente voluta e più volte richiesta dall’intera frazione viterbese, rientra nel più ampio progetto di recupero e valorizzazione dell’intera valle.Si tratta precisamente della sistemazione di un’area di circa 1200 metri quadrati, all’interno della quale verrà realizzato un campo da calcetto delimitato da recinzione, dotato di opportuno sottofondo e da una coppia di porte

regolamentari. La parte restante dell’area giochi, adibita a verde – ha aggiunto l’assessore Galati – vedrà la collocazione di panchine e cestini, la messa a dimora di alcuni alberi e l’installazione di una doppia altalena con struttura di appoggio in legno. È prevista inoltre la realizzazione di una staccionata per meglio delineare la zona che andrà ad accogliere principalmente i piccoli abitanti di Bagnaia”. Particolarmente soddisfatto l’assessore Vittorio Galati per l’imminente inizio dei lavori. “Non posso che esprimere il mio compiacimento nel veder prendere forma questo importante progetto – conclude – molto atteso dall’intera frazione viterbese. Un risultato ottenuto anche grazie al prezioso lavoro burocratico svolto in questi mesi dagli uf�ci preposti”.

Sul territorio provinciale sono stati costituiti otto distretti che si occupano anche dello smaltimento

Caccia al cinghiale, ecco i cassonetti

L

’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Franco Simeone ha incontrato i pre-

sidenti dei due ambiti territoriali di caccia della Tuscia, Giuseppe Pilli e Antonino

Corsini, per dare piena attuazione all’articolo tre del nuovo regolamento per l’esercizio venatorio della specie al cinghiale approvato dal consiglio provinciale nel luglio scorso. L’articolo in questione stabilisce che: “La gestione della specie cinghiale è attuata dagli Atc tramite la costituzione di comprensori territoriali denominati distretti di gestione”. Sul territorio provinciale sono stati costituiti otto distretti dislocati in entrambi gli Atc ai quali è demandato anche lo smaltimento dei residui da macellazione dei selvatici abbattuti dalle squadre che operano su territorio libero. Alla riunione

erano presenti anche i rappresentanti dei distretti. Nonostante un regolamento della Comunità europea consenta alle squadre di provvedere a sotterrare le carcasse sul luogo stesso dell’abbattimento in apposite buche coperte secondo precise disposizioni, abbiamo ritenuto opportuno individuare delle forme alternative. Questo – ha spiegato Simeone – per garantire quel sano e corretto equilibrio fra l’attività venatoria e il rispetto dell’ambiente ed evitare rischi di inquinamento del sottosuolo. Il nostro assessorato ha investito 20mila euro per il posizionamento di appositi cassonetti adeguatamente

dislocati negli otto distretti di gestione. Una ditta specializzata provvederà ogni settimana, per due volte, a svuotare i contenitori durante l’intero periodo dell’attività

Un provvedimento in attuazione del nuovo regolamento venatorio venatoria per la specie cinghiale, e precisamente �no al 31 gennaio 2012, smaltendo poi i residui raccolti, nelle strutture preposte. Il nuovo regolamento

provinciale – ha aggiunto l’assessore – ha voluto �ssare regole certe per conciliare l’attività venatoria, fondamentale per limitare i danni alle colture causati dal proliferare dei cinghiali, con la salvaguardia del paesaggio naturale. E’ per questo che abbiamo deciso di trovare soluzioni adeguate ad uno dei problemi maggiori, costituito proprio dallo smaltimento dei residui delle carcasse. La forte volontà di preservare il territorio dal rischio di impatti ambientali – ha concluso – ci ha spinto a ricercare, nelle pieghe del nostro esiguo bilancio, la somma necessaria a garantire questo servizio”.


& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

regione lazio

9

Gli Stati Generali di Coldiretti Lazio sono stati l’occasione per un confronto con l’Ente

Sviluppo agricolo regionale S

i sono tenuti ieri presso la sala Mechelli del Consiglio Regionale del Lazio gli Stati Generali di Coldiretti Lazio ai quali hanno partecipato l’Assessore regionale alle Politiche Agricole Angela Birindelli, il presidente dell’aula della Pisana, Mario Abruzzese e il presidente della commissione agricoltura Battistoni. L’assemblea Coldiretti, presentando una piattaforma programmatica, ha ribadito il ruolo centrale che il comparto agricolo ha avuto nei primi 18 mesi della Giunta Polverini e le tante risposte che la Regione Lazio, in un dif�cile momento di crisi come quello attuale, ha dato a molti problemi agricoli. Tra i successi menzionati dalla Coldiretti, l’accordo sul prezzo del latte bovino alla stalla, l’aver evitato il disimpegno automatico del PSR al 31 dicembre del 2010,

i risultati della lotta alla batteriosi del kiwi, la de�nizione del bando relativo alla legge 19/2009, la raccolta delle domande di aiuto per la misura del benessere animale, il ri�nanziamento del progetto “Sapere i Sapori”, la questione del futuro del settore del vino e l’attuazione del Psr. Menzionate positivamente, inoltre, la legge sulle organizzazioni dei produttori e l’ottima legge approvata nell’assestamento di bilancio con l’introduzione di nuove funzioni per i Caa (Centri di assistenza agricola). Tanto è stato fatto e tanto c’è da fare secondo Coldiretti che ha presentato all’Assessore Birindelli una piattaforma con 15 punti urgenti sui quali operare scelte rapide ed ef�caci. “Su tutti i punti presentati dalla Coldiretti che riguardano l’attività di questo Assessorato – dichiara l’assessore Birindelli

L’impegno dell’assessore Birindelli è rivolto a rendere più snella la burocrazia regionale

– ho risposto in maniera seria e fattiva. Forte di una concertazione costante con le associazioni di categoria, sto lavorando già da tempo ai problemi avanzati oggi e molti sono risolti o in fase di risoluzione. Tra le priorità della mia azione di governo c’è quella di sempli�care e velocizzare la pesante macchina amministrativa regionale. Per quel che riguarda la struttura organizzativa dell’Assessorato, tanto in questo senso è già

stato fatto e i risultati ottenuti con lo snellimento delle procedure del PSR ne sono una testimonianza tangibile. Sono consapevoli – conclude Birindelli – che tanto è ancora da fare e m’impegnerò per tramutare, al più presto, gli obiettivi politici conseguiti in azioni concrete di rilancio e di sviluppo dell’economia agricola regionale, tenendo sempre presenti esclusivamente le esigenze del mondo agricolo”.

La Regione facilitata sulla programmazione turistica grazie alle informazioni telematiche

Zappalà monitorerà i flussi con un unico sistema informativo E

’ stata approvata dal Consiglio regionale del Lazio la proposta di legge della Giunta regionale che unifica i sistemi di trasmissione delle informazioni sui movimenti dei turisti, i quali saranno gestiti direttamente dall’Assessorato al Turismo della Regione Lazio. “Grazie a questa legge – spiega l’assessore Stefano Zappalà – che consente una costante ed omogenea conoscenza di dati certi sui flussi turistici nel Lazio, riusciremo ad attuare una più attenta ed oculata programmazione e pianificazione delle politi-

che sul turismo nella nostra regione. La trasmissione dei dati per via telematica, da parte delle strutture ricettive, sui movimenti dei turisti attraverso un unico sistema informativo avrà, infatti prosegue Zappalà - ricadute positive sull’acquisizione, la gestione, l’elaborazione e la divulgazione dei dati sui flussi turistici del territorio laziale”. La normativa approvata modifica la legge regionale del 6 agosto 2007 sull’organizzazione del sistema turistico laziale, ed è coerente con le recenti riforme per

L’assessorato gestirà i dati sui flussi turistici in via telematica

la modernizzazione della pubblica amministrazione. Fino ad oggi la trasmissione dei dati era caratterizzata dall’acquisizione di informazioni dalle strutture turistiche in formato cartaceo,

e per una parte residuale da sistemi informatici locali. Sarà la Giunta adesso a dover adottare, con propria deliberazione, le linee guida sulla attuazione dell’invio telematico.

Meno ‘frammentazioni politiche’, più coerenza e riduzione dei costi

Con l’approvazione della norma sui monogruppi, anche dal Consiglio regionale del Lazio è arrivato ieri, un segnale importante per la riduzione dei costi della politica”. E’ quanto dichiara la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che ha partecipato alla seduta del Consiglio regionale. “Lo stop alla formazione di monogruppi - aggiunge consente non solo di risparmiare ma al contempo di garantire un quadro meno frammentato delle forze politiche e più coerente con il voto espresso dagli elettori. Da oggi si aggiunge, dunque, un ulteriore tassello in linea con la politica di rigore e di responsabilità già avviata dalla Giunta regionale, in ambiti importanti

come la sanità e la gestione della spesa pubblica, per eliminare sprechi e ottimizzare le risorse”.

Soddisfazione per la Persichetti sulle deleghe di Monti alle tre donne in dicasteri fondamentali Il movimento di lotta per il San Raffaele di Velletri ribadisce la gravità dell’atto di chiusura

Gioisce la consulta femminile delle pari opportunità del Lazio Al consiglio comunale per difendere la struttura “

La presenza femminile nella squadra di Governo formata dal professor Mario Monti e l’affidamento a tre donne di dicasteri fondamentali come: Interni, Lavoro e Giustizia, costituiscono un importante traguardo ed un successo su cui puntare. Riteniamo che l’assegnazione di tali deleghe di grandissimo rilievo, premi le capacità e le propensioni di donne, che già si sono ampiamente affermate sul campo professionale. Auspichiamo che questo sia l’inizio di una effettiva pari opportunità nei massimi organi di Governo, nonché la scommessa di

puntare sulle donne per allontanarsi dalla crisi ed andare verso la crescita civile, culturale ed economica dell’intera collettività”. A dichiararlo è stata Donatina Persichetti Presidente della Consulta Femminile per le Pari Opportunità del Lazio.

U

na delegazione del Movimento di lotta ieri mattina e’ stata ricevuta dalla Procura della Repubblica di Velletri. Il Movimento aveva chiesto l’incontro per fare chiarezza sulle affermazioni che la Governatrice del Lazio Polverini ha rilasciato al termine di una inaugurazione di un centro Sanitario a Trigoria che testualmente ed in modo univoco scaricavano sulla Procura della Repubblica le responsabilità della chiusura della struttura sanitaria San Raffaele Velletri. Il Movimento di lotta, aveva poi sollecitato un incontro con la Procura della Repubblica di Velletri anche per rappresentare l’insostenibile situazione dei lavoratori del S.R.Velletri co-

stretti a congedi non retribuiti e senza stipendio da settembre in attesa che il 24 p.v. si compia l’effettivo licenziamento collettivo in mancanza dell’apertura S.R.Montecompatri e della riattivazione della struttura di Velletri. La Procura della Repubblica di Velletri, nella persona del Dottor G.Patrone, ha informato la nostra delegazione che nessun atto del Tribunale ha sentenziato la chiusura della struttura S.R.Velletri, e che pertanto tale decisione è da attribuirsi solo ed esclusivamente alla Regione Lazio che se ne deve assumere perciò ogni responsabilità. Il Movimento di lotta ribadisce che la decisione di

chiudere il S.R. Velletri è grave, assurda e antieconomica e produce effetti disastrosi per i lavoratori ed i cittadini tutti. Per questi motivi lancia un appello alla regione Lazio ed a tutti gli enti interessati per una urgente e piena riattivazione della Casa di Cura San Raffaele Velletri, mantenendo con ciò per altro anche gli impegni assunti in sede contrattuale tra le parti. Il Movimento conferma la propria presenza al Comune di Velletri oggi 18/11/2011 alle ore 16:30 in concomitanza del consiglio comunale, per ribadire con forza che il San Raffaele Velletri è PATRIMONIO DELLA COLLETTIVITA’ E NON DEVE CHIUDERE.


montefiascone

10

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 18 Novembre 2011

Una passeggiata in mountain bike per raccogliere fondi a favore della bambina di Tarquinia

“Amici della Billa” per Noemi di Michele MARI

Insieme per Noemi”. È questa la passeggiata di mountain bike organizzata dal gruppo ciclistico falisco “Amici della Billa” per domenica 27 novembre nelle strade intorno Monte�ascone. L’obiettivo, molto stimolante, è raccogliere fondi per la piccola Noemi, bambina di dieci anni di Tarquinia affetta da una grave malattia e costretta ad andare negli Stati Uniti per subire una costosa operazione, di 380mila euro, che la famiglia non possiede. Il programma della passeggiata di beneficenza organizzata dagli “Amici della Billa” prevede il ritrovo alle ore 8,30 presso il Campo Boario; alle 9,30 la partenza per un percorso di percorso di circa 25 chilometri con un dislivello di 600 metri, facile e non molto impegnativo adatto a tutti, attraverso le campagne circostanti Monte�ascone. Intorno alle ore 12 è prevista la conclusione del simpatico incontro. Seguirà intorno alle ore 12,15 un gran buffet con salumi, formaggi,vino e prodotti

tipici della Tuscia. Il costo per ogni partecipante sarà di 10 euro. L’incasso verrà devoluto interamente a favore della piccola Noemi. In caso di pioggia la manifestazione si terrà la domenica successiva. L’organizzazione declina ogni responsabilità per quanto potrà avvenire durante l’escursione. Ognuno pedalerà a proprio esclusivo rischio e dovranno essere rispettate le regole del C.d.S. Tutti i partecipanti sono invitati a tenere un comportamento civile e rispettoso dell’ambiente. Inoltre il gruppo ciclistico raccomanda di indossare il casco protettivo e controllare il mezzo per prevenire incidenti e infortuni. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’email: riccardominci otti@libero.it o il seguente numero telefonico 3486024602 o visitare il pro�lo facebook“Amici della Billa”. Gli “Amici della Billa”: “Come già tanti hanno fatto nella provincia anche noi ci siamo voluti muovere a favore della piccola Noemi. Per questo motivo invitiamo tutti

L’intero incasso verrà devoluto a favore della piccola Noemi

coloro che vogliono partecipare a questa escursione in mtb per domenica 27 novembre; l’unico scopo è quello di raccogliere fondi per aiutare la famiglia di Noemi Parmigiani, bambina di dieci anni affetta da una grave malattia. Unica speranza per la piccola è una terapia in fase di sperimentazione all’MD Anderson Cancer Center di Huston, negli Stati Uniti. Terapia innovativa ma costosa per cui occorrono 380mila euro. Risorse economiche non a disposizione dei genitori”. Speriamo che all’iniziativa aderiscano più sportivi possibili partecipando così attivamente e fattivamente a questo atto di solidarietà.

Domenica mostra-mercato di artigianato, cultura, arte grafica e tempo libero

Frizzi e Lazzi a VoloDiVino “

Bits and Pieces” (frizzi e lazzi): è questa l’inedita manifestazione organizzata per domenica 20 novembre dalle ore 16,30 presso i locali dell’enoteca VoloDiVino. Infatti ci sarà una mostra-mercato di artigianato, cultura, arte grafica, tempo libero, sport ed altro ed altro ancora e sarà anche una simpatica occasione per scegliere idee regalo alternative per il Natale e non solo. Esporranno: Enrie Dantes con la collezione di borse artigianali “Amarena”; Madmad canyoning, associazione sportiva torrentismo e rafting; Giovanna Moretti, permanent make up e quadri; Edizioni Libreria Croce; Enrico Belbusti, consulente professionista nel settore bancario. Gli espositori saranno lieti di offrire l’aperitivo agli intervenuti.

Avviati i lavori di pulitura della scarpata presso lo scalo merci

Stiamo ripulendo la scarpata intorno allo scalo merci della stazione passato, solo da pochi giorni, sotto il controllo del Comune”. Così l’assessore Giorgio Cacalloro che aggiunge: “Nell’area dello scalo merci ci apriremo un adeguato parcheggio. Infatti due settimane fa è stato r a g giunto l ’ a c c o rdo tra il comune di Montefiascone, nella persona del sind a c o , e le Ferr o v i e d e l l o s t a t o per la cessione dell’area a d i a cente la stazione di Zepponami. Ques t a z o n a - c o n t i n u a l’assessore-verrà t r a s f o rmata in parcheggio così da ampliare quello piccolo precedente ed and a r e quindi incontro alle esigenze di tantissimi pendolari”. “Abbiamo iniziato -conclude Cacalloro- i lavori di ripulitura della scarpata, a cui seguirà la bonifica dell’area con l’installazione di piante e di un impianto di illuminazione. Poi una volta ultimati i lavori il piazzale sarà intitolato a Marco Brigliozzi il giovane ferroviere morto prematuramente in un incidente stradale”. L’ingegnere Claudio Baldani e il geometra Andrea Burla dell’ufficio tecnico comunale hanno seguito l’iter dell’intera vicenda portata a termine con successo.

Acquistati venti pali che andranno a sostituire quelli danneggiati

N

uovi pali per la rete pubblica d’illuminazione. Da un sopralluogo effettuato dal personale dell’uf�cio tecnico comunale sugli impianti di pubblica illuminazione, si è reso necessario sostituire diversi pali di sostegno in quanto obsoleti e fortemente corrosi a livello del terreno. Per la precisione sono stati acquistati ben venti pali della luce che andranno a sostituire quelli danneggiati, per un importo complessivo, compreso di iva, di 3mila e 194 euro. I lavori saranno effettuati in economia con personale dipendente, acquistando direttamente il materiale necessario, consistente in 10 pali del tipo conico zincato da m. 7,80 e n. 10 pali del tipo conico zincato a sbraccio da m. 8,80. Per

l’acquisto del suddetto materiale, per le vie brevi, è stato richiesto un preventivo di spesa a tre ditte di �ducia di questa Amministrazione operanti nel settore, e precisamente: Caviee srl di Viterbo, Ceal srl di Viterbo e Pali Italia spa di Parma. I migliori prezzi sono risultati quelli della ditta Pali Italia spa: per la fornitura di 10 pali del tipo conico zincato da m. 7,80, spessore mm 3, completi di morsettiera e portella, al prezzo netto di 99 euro; per la fornitura di 10 pali del tipo conico zincato a sbraccio da m. 8,80, spessore mm 3, completi di morsettiera e portella, al prezzo netto di 155 euro; e in�ne la consegna con mezzo provvisto di gru per lo scarico, per l’importo netto di 100 euro.

I migliori prezzi sono risultati quelli della ditta Pali Italia spa di Parma


& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

litorale

11

TARQUINIA - La realizzazione della moderna struttura è stata possibile grazie al contributo economico del Comune

Fisioterapia, inaugurato il nuovo reparto 5

00 metri quadri di moderna ef�cienza, una struttura moderna e all’avanguardia in grado di erogare prestazioni fisioterapiche per i pazienti ospedalieri e per gli utenti ambulatoriali. È il nuovo reparto dell’area di Fisioterapia della Ausl di Viterbo che è stato inaugurato ieri mattina presso l’ospedale di Tarquinia. All’inaugurazione erano presenti il prefetto Antonella

Scolamiero, il sindaco Mauro Mazzola, il direttore generale della Ausl di Viterbo, Adolfo Pipino, il direttore sanitario, Marina Cerimele, e il direttore dell’area �sioterapica, Sandro Zucchi. E’ stato possibile realizzare il nuovo reparto grazie al contributo messo a disposizione dall’Amministrazione comunale del litorale. La struttura, che come abbiamo già detto si estende per oltre 500

500 metri quadri, 5 box per la riabilitazione, una palestra e nuovi locali per il personale

metri quadrati, ospita al suo interno 5 moderni box per la terapia �sica e manuale, un’attrezzata palestra per la riabilitazione posturale, una sala attesa e accettazione, dei locali per il personale e i bagni. “In questi anni – ha dichiarato il sindaco di Tarquinia, Mauro Mazzola - il Comune ha investito sull’ospedale oltre 1milione e 200mila euro per acquistare macchinari e fare innovazione tecnologica, con l’obiettivo di garantire servizi più ef�cienti per i cittadini e una maggiore produttività. Non è stato facile far costruire questo reparto. L’inaugurazione di oggi dimostra ancora una volta che il

presidio non è a rischio chiusura e che, al contrario, continuerà a essere potenziato. Ringrazio il prefetto Antonella Scolamiero, la cui presenza dà ulteriore lustro a questa importante cerimonia, la direzione strategica della Ausl di Viterbo e il personale medico e paramedico. Un encomio particolare va al dottor Renzo Scolastici che ha lavorato con grande impegno insieme all’Am-

TARQUINIA - L’ assessore Gino Stella commenta le novità europee

Dal convegno Bcc, riflessioni sulla Pac “

Le novità che stanno emergendo nei processi decisionali europei sulla nuova Politica Agricola Comune 2014-2020 impongono serie e attente ri�essioni”. Questo il commento dell’assessore Gino Stella sull’ l’interessante convegno voluto dalla BCC che ha visto un grande successo di pubblico. Indispensabile modulare il regolamento per la concessione delle terre a cui stiamo lavorando in funzione di quanto sta emergendo sulla nuova PAC. L’assegnazione dei pagamenti diretti sarà uniformata sulla base di un unico criterio legato alla super�cie. Il possesso del ter-

reno ai �ni della maturazione dei nuovi titoli PAC sarà decisivo. Il meccanismo storico legato a quanto ricevuto in passato, sarà uniformato in riduzione nel 2019. La scelta di realizzare lotti compiuta dell’Ente sembra aver anticipato in maniera corretta quanto sta per accadere favorendo l’impresa agricola, ma appare ora indispensabile il superamento della quota minima di 2,7 Ha in funzione dei nuovi parametrcomuni tari.Grande attenzione alle misure di Greening ovvero alla sostenibilità ecologica che condizionerà il 30% dei sostegni agli agricoltori. In tale ottica importanti risposte e prospettive per quelle azien-

“E’ indispensabile modulare il criterio per l’assegnazione delle terre”

de che hanno già scelto il regime Biologico, nonché per i giovani imprenditori agricoli. Ancora una volta misure già selezionate nei bandi proposti dall’Università Agraria e criteri ricompresi nei regolamenti. Le preoccupazioni maggiori riguardano la limitazione del budget economico destinato all’Italia, che taglia il regime complessivo degli aiuti comunitari in maniera importante. In questa ottica fondamentale massimizzare gli utili, attraverso la rete derivante da PAC, PSR e produzione. Per le proprietà collettive c’è l’importante occasione di essere utili, motore di risorsa per i così detti agricoltori attivi, fondamentale in tale ottica che la Regione Lazio compia le necessarie pressioni af�nché le peculiarità del nostro territorio siano valorizzate in favore di scelte a carattere comunitario.

ministrazione per raggiungere questo traguardo”. “Oggi – ha aggiunto il direttore generale, Adolfo Pipino – inauguriamo un reparto che nelle nostre intenzioni vuole offrire una risposta assistenziale adeguata ai pazienti ospedalieri e agli utenti che necessitano di prestazioni ambulatoriali. Nell’ospedale di Tarquinia operano dei �sioterapisti di comprovata professionalità, in

grado di erogare diverse tipologie di prestazioni, dalla posturale alla vascolare, �no al linfedema nelle donne cha hanno subito una mastectomia. Questa è una struttura che non ha nulla da invidiare ai centri �sioterapici più avanzati e per questo voglio ringraziare l’Amministrazione Comunale di Tarquinia per l’impegno e il sostegno �nanziario messi in campo”.

TARQUINIA - A ‘Cin’è Musica e Concerto’ tributo alla canzone d’autore francese con film

U

n vero e proprio tributo alla canzone francese d’autore quello che “Cin’è Musica Concerto” proporrà il 20 novembre dalle ore 16.30 (ingresso gratuito), nella sala consiliare del palazzo comunale di Tarquinia, il concerto Vive la France e il �lm La vie en rose. Per lo spettacolo musicale si esibiranno Elena Al�eri alla voce, Pietro Pacini al piano, Angelo Rosati alla chitarra, e Fabio Caponi al contrabbasso. Tra i brani proposti La vie en rose e Les amants d’un jour, cavalli di battaglia di Edith Piaf, Le feuilles mortes, musica di Joseph Kosma e parole di Jacques Prevert, La chanson des vieux amants, di Jacques Breil, Douce France e La mer, di Charles Trenet, e C’est si bon eseguita anche da Louis Amstrong e Yves Montand. Diretta da Olivier

Dahan, la pellicola La vie en rose è la storia di Edith Piaf, il mito della canzone francese, interpretata magistralmente da Marion Cotillard, vincitrice del premio Oscar come migliore attrice. Figlia di una cantante di strada e di un padre circense, Edith Piaf seguì la strada dei genitori �nché un impresario scoprì il suo talento canoro e la fece esordire nel cabaret. Il lungometraggio narra il suo grande amore per il pugile Marcel Cerdan, morto in un incidente aereo, tutta la sua grande e indimenticabile carriera, e la sua vita sfortunata �nita nel 1963 a soli 48 anni. “Cin’è Musica

Concerto” è promosso dall’assessorato alla Cultura, su idea di Dino Al�eri, Piero Nussio e Pino Moroni. Il programma della rassegna subirà una variazione: lo spettacolo Elaborazioni sonore nel segno è stato spostato dal 27 novembre al 4 dicembre.

TARQUINIA - Kit da disegno gratuiti per immortalare gli scorci più suggestivi

Week end d’arte alla necropoli L

a necropoli di Tarquinia si è tinta dei colori più caldi e rilassanti dell’autunno e invita grandi e piccoli visitatori a godere di un fine settimana autunnale fatto di storia e, soprattutto di arte. Ed è proprio l’arte il tema conduttore della visita alle tombe dipinte, dichiarate patrimonio Unesco dell’Umanità. Arte etrusca e arte creata dai visitatori, che possono esprimere le proprie emozioni attraverso il disegno.

“Voglia d’Arte” rimane dunque valida ancora per tutto il mese di novembre. La necropoli etrusca mette a disposizione gratuitamente il kit dell’artista etrusco per tutti i visitatori che vorranno immortalare, con i propri disegni, uno tra i più affascinanti panorami dell’Etruria, rimasti intatti nel corso dei millenni. Il noleggio del kit da disegno è completamente gratuito e consiste in un cavalletto, un cartoncino formato A3 da

disegno, una matita carboncino, una matita sanguinella e una gomma pane. Per assicurarsi la possibilità di dare sfogo alla propria “voglia d’arte” consigliamo di prenotare il noleggio del proprio kit presso la biglietteria. Per informazioni: Necropoli di Tarquinia, tel. 0766.840000 Orario invernale di apertura al pubblico: 8,30 - 14,00. La biglietteria chiude un’ora prima.


litorale

12

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 18 Novembre 2011

MONTALTO - Nel ristorante del giovane imprenditore Andrea Iacorossi, questo week end si mangia ascoltando poesie

Con ‘Le Vele’ la cultura prende il largo di GIOVANNI CORONA

Piccoli imprenditori crescono”: rivisitando il titolo del famoso libro della scrittrice Luisa Alcott –”Piccole donne crescono”- non si può di certo negare come a Montalto di Castro ci sia ancora qualche imprenditore che abbia voglia di investire per un

futuro migliore con entusiasmo e slancio creativo. E’ il caso di Andrea Iacorossi, montaltese DOC, classe 1985: diplomato come geometra, Andrea è da sempre nel campo dell’imprenditoria. Insieme a suo padre infatti, è titolare di uno stabilimento balneare di successo alla marina – il Nolo Tropicana- che da anni

Il locale offre un’ ampia scelta di piatti e di iniziative culturali

offre un ottimo servizio ai turisti. Nel giugno del 2010 però Andrea decide di tuffarsi anche nel campo della ristorazione e sempre alla marina apre il ristorante pizzera “Le Vele”. Il locale offre un’ottima e variegata scelta di piatti ed è promotore di iniziative di vario genere. Da qualche mese infatti, ogni mercoledì alle 21:00, sono in tanti ad accorrere alle “Vele” per partecipare al torneo di Burraco. Questo finesettimana invece, sabato 19 –a cena- e domenica 20 –a pranzo, il

ristorante offrirà un interessante intrattenimento culturale attraverso l’iniziativa denominata “L’Angolo degli Scarabocchi”. Lo scrittore ed artista locale Massimo Scotti mostrerà i suoi quadri e reciterà ai presenti le tante poesie scritte di suo pugno. Per l’occasione saranno serviti 3 menù differenti di carne, pesce e pizza, con una riduzione del 10% alla carta. Le “Vele” e la poesia si fondono così insieme: è proprio il caso di dire che “con le Vele di Andrea Iacorossi la cultura prende il largo”. A destra, dall’alto l’insegna del ristorante ‘le Vele’; l’area lounge all’esterno, dove potersi godere l’aperitivo; a sinistra Andrea Iacorossi, giovanissimo imprenditore, titolare dello storico stabilimento Nolo Tropicana e del ristorante Le Vele, entrambi nella marina di Montalto; la veranda esterna del ristorante che offre gustosissimi e freschissimi piatti di pesce

TARQUINIA - Sabato in piazza la raccolta firme

‘L’Italia sono anch’io’

MONTALTO - In arrivo il Bonus Bebè per i nati nell’anno 2011

A

È partita anche nella Provincia di Viterbo la campagna per i diritti di cittadinanza dal titolo “L’Italia sono anch’io”. All’iniziativa partecipa anche la storica associazione tarquiniese Semi di Pace international. La campagna, partita a livello nazionale i primi di settembre, avrà una durata di sei mesi, durante i quali verranno raccolte le �rme per due proposte di legge di iniziativa popolare: la prima (Proposta di legge di modi�ca della L. 5 febbraio 1992 N. 91 “Nuove norme sulla cittadinanza) si pone come obiettivo la riforma della normativa sulla cittadinanza, che aggiorni i concetti di nazione e nazionalità, sulla base del senso di appartenenza ad una comunità, determinato da percorsi condivisi di studio, di lavoro e di socialità; la seconda (Proposta di legge per la partecipazione politica ed amministrativa e per il diritto di elettorato senza discriminazioni di cittadinanza e nazionalità) vuole riconoscere ai migranti regolari, il diritto di voto nelle consultazioni elettorali locali, quale strumento più alto di partecipazione e responsabilità sociale e politica. Sono già state raccolte in tutta Italia 10.000 �rme per entrambe le proposte; ne servono 50.000 per la presentazione in Parlamento entro il mese di marzo prossimo. A questo scopo, Sabato 20 Novembre 2011 è previsto un banchetto di raccolta �rme a Tarquinia in Piazza Cavour. La presenza di volontari presso lo stand è stata organizzata a partire dalle 10.00 �no alle 19.00 con una pausa pranzo che si effettuerà dalle 13.00 alle 15.30. Per contribuire alla campagna sarà suf�ciente mettere una �rma sull’apposito modulo predisposto presso la suddetta postazione.”

nche a Montalto di castro è arrivato il Bonus Bebé, voluto con forza dalla Regione Lazio: C’è tempo fino al 31 gennaio 2012 per chiedere il Bonus bebè per i nati nel 2011- e le domande di contributo, redatte secondo lo schema predisposto con i relativi allegati, vanno presentate dal genitore avente diritto al Comune di residenza, per le nascite o le adozioni avvenute nel periodo compreso tra il 1° gennaio ed il 31 dicembre 2011 . Per accedere al contributo si devono avere i seguenti requisiti: essere residente da almeno tre anni nel territorio della Regione Lazio alla data di nascita e riconoscimento ovvero di adozione del/i figlio/i, anche sommando il periodo di residenza in più comuni del Lazio; Possedere un indicatore della situazione economica equivalente –ISEE- uguale o inferiore ad Euro 20.000,00, determinato ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998 n. 109; aver partorito e o riconosciuto, ovvero aver adottato, secondo la normativa di legge del 4 maggio 1983, n. 184 e successive modificazioni, uno o più figli nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2011 ed il 31 dicembre 2011 nell’ipotesi di parto gemellare o plurigemellare verrà riconosciuto un bonus per ogni figlioRelativamente ai figli adottati, ai fini dell’erogazione del contributo di cui al presente provvedimento si stabilisce che: nel caso di adozioni nazionali di cui al capo IV della legge 184/1983 e nei casi in cui l’adozione internazionale si debba perfezionare dopo l’arrivo del minore in Italia ai sensi dell’articolo 35, comma 4, della legge 184/1983, l’adozione si intende realizzata nel corso del 2011 qualora, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2011 ed il 31 dicembre 2011, la sentenza che pronuncia l’adozione diventi definitiva; nei casi di adozioni internazionali in cui il provvedimento di adozione sia stato pronunciato nello stato estero prima dell’arrivo del minore in Italia ai sensi dell’articolo 35, commi 2 e 3 della legge 184/1983, l’adozione si intende

Beneficiari i possessori di Isee uguale o inferiore a 20.000 euro, residenti da 3 anni nel Lazio

realizzata nel corso del 2011 qualora: il provvedimento straniero di adozione sia stato emesso dallo stato straniero nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2011 ed il 31 dicembre 2011 e venga trascritto nei Registri italiani dello stato civile nel medesimo periodo; ovvero, nei casi in cui il provvedimento italiano di trascrizione non venga emanato entro il 2011, il provvedimento straniero di adozione sia stato emesso dallo stato straniero nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2011 ed il 31 dicembre 2011 e depositato presso la cancelleria del Tribunale dei Minorenni competente ai fini della suddetta trascrizione nel medesimo periodo. Il Comune di residenza verificherà il possesso dei requisiti da parte dei soggetti che hanno presentato domanda di contributo. La Regione Lazio si riserva inoltre la possibilità di verificare la correttezza dei requisiti dichiarati dai beneficiari del contributo. In seguito all’esito dell’istruttoria, il Comune presenterà l’elenco dei beneficiari all’Assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia – Direzione Regionale Politiche Sociali e Famiglia- entro il 28 febbraio 2012. La giunta Polverini erogherà poi le risorse in relazione alle disponibilità di bilancio, sulla base delle richieste presentate dai Comuni. (G.C.)


& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio nord

13

TUSCANIA - Ieri mattina in consiglio comunale è stato nominato il nuovo commissario Fabrizio Marziali

Commissariato il Centro Anziani di VALERIA SEBASTIANI

E

’ Fabrizio Marziali il nuovo commissario del Centro Anziani di Tuscania. La decisione del commissariamento è arrivata ieri mattina durante il Consiglio Comunale straordinario convocato proprio per decidere il futuro del centro che a pochi mesi dalle nuove elezioni , ha dimostrato di non essere ancora in grado di camminare con le proprie gambe. Una decisione sofferta, accolta con animi diversi dai soci del Centro Anziani. C’era infatti chi riteneva opportuno procedere con la ‘surroga’ che avrebbe permesso di rimpiazzare i soci dimissionari dal Comitato di Gestione con i primi dei non eletti alle ultime elezioni. Questo tipo di soluzione non è stata possibile in quanto, come

ha spiegato in aula consiliare Serenella Pallottini(consigliere del Pd) per procedere con la surroga il Commitato di Gestione avrebbe dovutio detenere almeno il 51% delle presenze, un numero impossibile da raggiungere essendosi dimessi ben 5 dei nove elementi che lo compongono: 4 soci e 1 rappresentante del Comune. Proprio su questo punto vertevano le rimosdtranze di alcuni soci che , presa la parola, chiedevano perché non si fosse proceduto con la surroga immediatamente dopo le dimissioni del rappresntante comunale Fabrizio Fava, già commissario del Centro Anziani. A rispondere il sindaco Massimo Natali che ha spiegato ai presenti come si sia cercato in tutti i modi di aspettare a prendere qualsiasi decisione nella speranza che la

La decisione, oltre alla spaccatura insanabile tra i soci è maturata per motivi tecnici

profonda spaccatura creatasi tra i soci si sanasse. Tuttavia giunti al punto nel quale si era arrivati negli ultimi giorni, con offese personali, lettere anonime e non arrivate al Comune, denunce ai carabinieri e lettere di rappresentanti legali, era chiaro che il commissariamento fosse l’unica via possibile per evitare che si potessero presentare all’interno dell’Ente episodi di ritorsioni personali verso i singoli soci dell’una o dell’altra fazione che si sono create. Una decisione alla quale si è arrivati quasi all’unanimità, soltanto il consigliere Sabatino Tuccini ha preferito astenersi al momento della votazione. Il presidente della commissione Centro Anziani, consigliere Leopoldo Liberati ha dichiarato come l’intera commissione si fosse pronunciata all’unanimità sull’opportunità di commissariare il centro, basandosi non su passioni personali ma semplicemente sugli aspetti tecnici della vicenda ammettendo tuttavia di essere rimasto negativamente impressionato dal degenerare

TUSCANIA - Domani al Rivellino tornano gli ‘Amici del Campus delle Arti’

Tutto pronto per il concerto dedicato a Rossini G

rande attesa per il nuovo evento proposto dall’associazione ‘Amici del Campus delle Arti’. Domani, alle ore 19,00, l’Associazione in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Tuscania, propone un concerto cameristico dedicato a Gioachino Rossini nella splendida cornice del Teatro Rivellino. Dopo il grande successo estivo del “Campus delle Arti” che ha portato a Tuscania più di cento giovani musicisti al seguito di docenti e concertisti di fama internazionale, gli “Amici del Campus delle Arti” tornano nella splendida cittadina etrusca della Tuscia. L’ingresso è gratuito ed è aperto a tutta la cittadinanza e a coloro che da fuori vorranno appro�ttare del concerto per visitare la bella Tuscania. Grande l’impegno del delegato al Turismo Cesare Pocci che si è speso per rendere possibile questo evento in un momento, si sa, di grande dif�coltà per la cultura italiana. Protagonisti la pianista Angela Chiofalo, il soprano Pervin Chakar, il tenore Romolo Tisano e il clarinettista Ugo Gennarini.Non tutti sanno che Rossini, il nostro “Grande” italiano, non ha scritto solo le celeberrime opere che lo hanno fatto passare alla storia, ma nella sua casa parigina amava ricevere amici musicisti per

i quali scriveva piccoli ma preziosi brani che, offuscati dalla notorietà delle sue opere, sono rimasti semisconosciuti. Il Polimnia Ensemble, gruppo cameristico fondato da Angela Chiofalo nel 1985, ha riportato alla luce queste perle rare incidendole, grazie al discogra�co illuminato Franco Bixio, per la Musikstrasse.

della situazione che travalica di gran lunga quelle che dovrebbero essere le �nalità dell’Ente. A commissariamento avvenuto, è di dovere aprire una piccola parentesi sui retroscena che hanno interessato la seduta consiliare di ieri mattina. Il

presidente del Consiglio Franco Ciccioli aveva infatti reso pubblica due giorni fa una lettera inviata al Prefetto nella quale riteneva nulla ed illegittima la convocazione, affermando anche la non sussitenza dei motivi del commissariamento per mo-

tivi tecnici. Tuttavia il Consiglio c’è stato e a quanto pare, in sede di commissione lo stesso Ciccioli si sarebbe dichiarato favorevole al commissariamento, almeno stando agli atti letti dal sindaco Natali in Consiglio. Un vero giallo.

ACQUAPENDENTE - Al Teatro Boni viaggio alla scoperta del teatro romano del ‘900 con ‘ Quattro passi tra le note’

I

l Teatro Boni di Acquapendente ospiterà domenica 20 novembre alle ore 18.00 lo spettacolo “Quattro passi tra le note” di Cesare Cesarini con la direzione musicale di Mario Focarelli. Sarà un viaggio attraverso le tappe del teatro romano del ‘900, con le interpretazioni di Gabriella Rea nei panni di Lella, di Francesca Rasi in quelli di Nina, di Cesare Cesarini in quelli di Gedeone e l’amichevole partecipazione di Alessandro Galano. L’ a c c o m p a g n a m e n t o musicale, con la direzione del Maestro Focarelli, sarà affidato alla piccola orchestra Varieté composta da Antonio Colaruotolo alla fisarmonica, Luca Mereu

al mandolino, Sergio Trojse alla chitarra, Francesco Bertipaglia al contrabbasso e Mara Recalina a percussioni e voce. Lo spettacolo fa parte della stagione 2011-2012 del Teatro Boni di Acqua-

pendente organizzata dall’Associazione Te.Bo.; per informazioni e prenotazioni telefonare al numero verde 800/411834 (interno 0) del Centro Visite del Comune di Acquapendente Torre Julia de’ Jacopo.

ACQUAPENDENTE - In gara i candidati per il Consiglio d’Amministrazione 2011-2016

Consorzio Val di Paglia, domenica le elezioni O

rmai ci siamo. Sembra che l’attesa sia giunta al termine. Con la nomina dei candidati in corsa per far parte del Consiglio d’Amministrazione del Consorzio di Bonifica Val di Paglia Superiore 2011-2016, l’Ente aquesiano si avvia a grandi passi verso la tornata elettorale che si terrà Domenica 20 Novembre dalle ore 08.00 alle ore 19.00. Candidati e consorziati, così come previsto dalla Legge Regionale 50 del 1991, sono stati suddivisi in tre Sezioni. Nella prima di cui fanno parte coloro che sono tenuti ad un contributo inferiore al rapporto contribuenza consortile totale-numero totale delle Ditte Consorziate, ricopriranno il ruolo di candidati Sergio Marabottini e Averino Sbarrini. Nella Sezio-

ne 3 (contributo superiore al rapporto contibuenza consortile totale-numero delle Ditte Consorziate), la lista dei candidati è inaugurata dal Presidente Uscente Piero Camilli. Gli altri quattro candidati sono Giuseppe Brizi, Costanzo Bramini, Giuliano Santini, Fabrizio Ronca. Mentre i candidati della seconda facenti riferimento a consorziati non ricadenti in una delle due casistiche sovracitate, sono Remo Barzi e Salvatore Di Sorte. L’elettore che si presenterà nei vari seggi con la scheda in cui viene evidenziata la sua appartenenza di sezione, avrà possibilità anche di indicare sotto appositi spazi, nominativi facenti parte anche ad altre. Ormai la parola va all’elettore che è chiamato ad esprimere la sua preferenza.

Candidati e consorziati sono stati divisi in tre sezioni, così come previsto dalla legge


& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

15

SUTRI - Il primo cittadino, Guido Cianti, torna sulla questione della revoca delle deleghe

“Il commento di Petroni è semplicistico” R

iceviamo e pubblichiamo dal sindaco di Sutri, Guido Cianti: “Ho letto sul web il commento di Vincenzo Petroni riguardo alla revoca del suo incarico di vice sindaco e assessore. Ritengo che liquidare un simile atto motivandolo con un “ a Cianti dà fastidio chi lo critica”, risulti semplicistico e fuori dalla realtà. Chi mi conosce sa bene qual è il mio carattere e quanto possa essere stato dif�cile, per me, arrivare ad un atto così forte e, sotto certi aspetti, dirompente. La mia non è stata una decisione “di getto”, ho ri�ettuto a lungo prima di prendere questa decisione. Ho ri�ettuto e valutato con la convinzione di aver dato molto all’amministrazione di questa città e specialmente nei dieci anni passati da assessore con Vincenzo Petroni Sindaco. Ho affrontato per dieci lunghi anni le problematiche sociali, della scuola, dei trasporti e dell’associazionismo sempre con il massimo impegno, cercando di sollevare il più possibile l’allora Sindaco Petroni dalle problematiche che emergevano all’interno di tale importante assessorato e comunque, mettendo sempre al primo posto la lealtà verso i colleghi e l’unità della squadra e senza far mai trapelare all’esterno le eventuali divergenze. Questo atteggiamento, ritengo adottato anche dagli altri assessori, ha portato una squadra vincente alle elezioni del 2008.

Da quando faccio il Sindaco di questa città, anche grazie all’appoggio di Vincenzo Petroni e di tutti gli altri componenti la lista, la musica è cambiata. Colpa del Sindaco Cianti che non ha avuto polso per tenere a bada tutti gli assessori ? può darsi ! Ma perché mi sarei dovuto preoccupare di tenere sotto “controllo” un assessore come Vincenzo Petroni, che dall’alto della sua esperienza poteva essere, per me, solo una risorsa ? Fin dall’inizio del mio mandato non gli ho dato soltanto �ducia. Sono convinto di non avergli negato mai niente riguardo all’assessorato che rappresentava, lasciandogli la massima libertà sulle iniziative assunte. Quando mi ha chiesto di poter andare a rappresentare la nostra Città in organi politico-amministrativi importanti come il Consiglio Regionale dell’ANCI (come consigliere), il Consiglio delle Autonomie Locali in Regione (come consigliere) ed il Gruppo di Azione Locale Etrusco Cimino (qui addirittura come presidente) ho dato il mio assenso senza nemmeno convocare gli altri membri della maggioranza. Ma, purtroppo, tutta questa �ducia non è stata lealmente ricambiata da Vincenzo Petroni. E spiego il perché con alcuni esempi .Ho trovato assurdo ed incompatibile con la �ducia prestata:aver dovuto difendere l’Associazione Proloco, dove il

SUTRI - L’Udc organizza l’assemblea pubblica “Progetto super Cassia...il futuro per Sutri”

L

a sezione Udc di Sutri ha organizzato per il prossimo 21 novembre, alle 17,30 a Palazzo Cialli Mezzaroma (piazza San Francesco) l’assemblea pubblica “Progetto super Cassia… il futuro per Sutri”. “Tutta la cittadinanza – spiega il segretario comunale dell’Udc, Ferdinando Maggini - è invitata a partecipare a questa riunione, nata proprio per dare la possibilità ai cittadini del nostro comune di condividere con gli amministratori idee e osservazioni sul progetto che verranno poi presentate in Regione”. “Per la nostra realtà – prosegue il consigliere provinciale, Felice Casini – la super Cassia rappresenterebbe un’occasione di

svolta e proprio per questo volgiamo che la cittadinanza sia parte attiva di questo progetto. Queste riunioni rivestono una grande importanza, proprio per questo è opportuno condividere questo progetto con il numero maggiore possibile di persone”. “Ringraziamo il presidente della commissione lavori pubblici, in Regione, rodolfo Gigli – chiudono dall’Udc di Sutri – per il grande lavoro che sta portando avanti e per il grande impegno che sta mettendo in campo per far sì che questo progetto, vitale per tutta la Tuscia, venga realizzato quanto prima”. All’assemblea saranno presenti gli amministratori locali dell’Udc.

Sindaco è membro di diritto, da una dif�da presso la provincia circa l’illegittimità del consiglio in carica promossa dal mio Assessore alla Cultura e Turismo Vincenzo Petroni. Di norma gli assessori alla cultura dovrebbero collaborare con la proloco o comunque non distruggerla; approvare all’unanimità una delibera di giunta che aumentava le aliquote della Tassa Ri�uti ed Acqua al �ne di equilibrare il bilancio in sofferenza e vedere il mio assessore e vice sindaco Petroni contattare immediatamente i consiglieri di minoranza per promuovere un attacco in bacheca contro il Sindaco che gli aveva fatto votare l’aumento delle tasse contro la sua volontà; essere attaccato dal vice sindaco Petroni davanti a cinquanta commercianti in una riunione, promossa da me, storica per i commercianti stessi che erano �nalmente riusciti a ricompattarsi; in quella riunione contestò anche il lavoro pubblico della ormai famosa “circonvallazione” derubricandolo ad “operetta insigni�cante” . Lui, il nuovo progetto l’ha votato. Ma il fatto che ha deteriorato de�nitivamente i rapporti tra vari consiglieri in maggioranza e conseguentemente in giunta è stata l’ indisponibilità del vice Sindaco Petroni a voler rispettare un accordo sottoscritto nell’aprile 2008 con gli altri assessori ed il sindaco, con il quale venivano distribuiti gli assessorati e divisa in due periodi la carica di Vice Sindaco con una staffetta di due anni e mezzo ad un assessore dell’UDC e due anni e mezzo ad un assessore dell’allora AN (oggi PDL). Quell’accordo non era stato sottoscritto dalle forze politiche ma

tra assessori, aveva prodotto i suoi effetti e doveva, secondo me, essere assolutamente rispettato. Lui ha invece voluto portare il problema all’interno delle forze politiche che, ovviamente, non potevano concordare su un accordo che non avevano sottoscritto. E’ bene domandarsi, però, perché quando c’era da pren-

dersi i tre incarichi suddetti, Lui non ha usato lo stesso metodo e cioè far decidere le forze politiche ? in quel caso si è preso gli incarichi e basta!! Questo atteggiamento è stato usato da Petroni per cercare di logorare costantemente i rapporti tra i vari consiglieri ed il Sindaco con un ovvio ri�esso negativo sull’azione di governo e sull’immagine del Sindaco e della Giunta. Se questo per Vincenzo Petroni non è suf�ciente per pensare di aver perso la �ducia nei confronti del Sindaco faccia pure. Io invece ritengo che un tale atteggiamento sia più devastante di qualsiasi divergenza sulle singole attività della giunta, divergenze che peraltro ci sono state, sempre più frequenti negli ultimi mesi e che, di fatto, hanno bloccato l’attività amministrativa. Altro che “critiche” qui si parla di lealtà e �ducia. Mi sono preso la responsabilità di dare un taglio a questa situazione nella speranza di

far ri�ettere tutti sulle vere motivazioni che ci portano a guidare questa città e se veramente vogliamo tutti mettere in campo azioni concrete per farla crescere. Qui le forze politiche c’entrano poco. Non voglio togliere nulla né all’UDC ne al PDL. L’equilibro deve essere assolutamente quello concordato. Dalle azioni di Petroni, sembra che abbia un’idea diversa sulle motivazioni che mi accompagnano nel guidare questa maggioranza. Vedremo, solo i fatti potranno svelare la verità. Una cosa è certa, da quando ho sollevato il problema e gli ho paventato la revoca dell’incarico per indurlo a recedere dal suo atteggiamento, mi risulta che Vincenzo Petroni si sia subito preoccupato di girare per consiglieri comunali e chiedere di mettere la �rma per dare la s�ducia al Sindaco Cianti e far cadere l’amministrazione, senza pensare ad altro. Non mi sembra che abbiamo le stesse intenzioni.

SUTRI - Santucci e Bigiotti intervengono sul ‘caso Petroni’

“Sbalorditi dall’atteggiamento di Cianti”

Siamo rimasti sbalorditi dall’atteggiamento assunto in questa vicenda dal sindaco di Sutri, Guido Cianti”. Queste le parole del coordinatore provinciale dell’Udc, Gianmaria Santucci, e del presidente provinciale del partito, Francesco Bigiotti che sono intervenuti sulla revoca a Vincenzo Petroni della delega di assessore e vicesindaco del Comune di Sutri. “Quello fatto dal sindaco Ciantnti è un atto politico grave – hanno sottolineato Santucci e Bigiotti - che rischia di mettere in seria discussione la stabilità della maggioranza, uscita trionfante dalle passate elezioni.

Una decisione da irresponsabili che potrebbe pesare, e molto, sul futuro dell’amministrazione e della coalizione”. “Allo stesso tempo – continuano – non possiamo che lodare l’operato del vicesindaco Petroni, che ha collaborato in maniera impeccabile, facendo un lavoro utile per il territorio. Insieme agli amici Felice Casini e Giuseppe Mancinelli ha sempre sostenuto le tante iniziative del Comune e sollecitato la Provincia ad intervenire ogni qualvolta si sono presentate le necessità di risolvere delle importanti problematiche”.

ORIOLO ROMANO- “La polemica sterile non favorisce i cittadini”

I

l Partito dell’IDV di Oriolo Romano è fermamente convinto che le ultime prese di posizione espresse dalla minoranza di centrodestra “Alternativa Civica per Oriolo” e “Uniti per Oriolo” uscite scon�tte dall’ultima tornata elettorale sono frutto di una strumentale quanto sterile polemica che di fatto hanno relegato il suo ruolo a quello di critica negativa e aprioristica di tutte le scelte della Maggioranza precludendosi di fatto la possibilità di formulare proposte concrete per il bene del nostro paese e dei suoi cittadini. I fatti accaduti nella seduta del Consiglio Comunale del 10 Novembre scorso, hanno dimostrato che è più facile alzarsi e uscire che intavolare una seria discussione.

Nel merito la surroga dei consiglieri comunali, fa parte di un percorso avviato e discusso da tutte le forze politiche di maggioranza, prima delle elezioni comunali del maggio scorso. Tale passaggio è stato reso necessario dal taglio previsto dalla �nanziaria dei consiglieri nei piccoli comuni come ad esempio Oriolo Romano. Il contributo che certamente deriverà dalla partecipazione di altre persone al lavoro dell’Amministrazione, sarà certamente utile e pro�cuo per la nostra piccola comunità. Tanto più se ottenuto a costo zero e non con un “notevole aggravio del Bilancio”, come ripetuto strumentalmente dalla minoranza. E’ dif�cile amministrare un paese

Il partito dell’Idv interviene sulla querelle che impazza in paese

di circa 4000 abitanti con innumerevoli realtà e problemi e con solo sei consiglieri di maggioranza. Le continue polemiche sulla zona Peep “ Zona della Chiusa” rischiano di peggiorare una situazione già di per sé complessa, ma che sarà ormai portata a una de�nitiva soluzione in tempi rapidi e nel

rispetto di chi oggi, puo farsi una casa solo a costi agevolati. In questo deleterio gioco della politica, sono stati mischiati ad arte argomenti amministrativi, scelte sul territorio, chiamando in causa persone che non avevano niente a che fare con posizioni espresse uf�cialmente.


vetralla e cimini

16

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 18 Novembre 2011

VETRALLA - L’opposizione promette battaglia sulle antenne telefoniche, ma intanto...

Clima politico soporifero in paese di Emanuele FARAGLIA

S

trano momento quello che sta attraversando Vetralla dal punto di vista politico. L’irrigidirsi della temperatura pare abbia raffreddato gli entusiasmi: da settimane ormai non si registrano più polemiche o schermaglie. Qualche defezione in Passione Civile al grido di: “Tanto ai vetrallesi le cose stanno bene così, vogliono questa amministrazione che se la tengano...”. Mentre per quanto riguarda gli altri va registrata la mozione recentemente proposta da VetrallaBeneComune sulla raccolta rifiuti, ma tutto in un’ottica costruttiva, zero polemiche. Ed allora conviene affidarsi al solito Giovanni Gidari, lui sì che scalderà

gli animi... “Abbiamo richiesto la convocazione del consiglio comunale e come Progetto Vetralla e VetrallaBeneComune abbiamo richiesto che si discuta di Piano Casa e che venga fatto il punto della situazione sulle scuole”. Tutto qui? Novità sull’installazione delle antenne telefoniche? “Beh da quel punto di vista abbiamo intenzione di proseguire la campagna intrapresa con le altre forze dell’opposizione. O v v i a mente cercheremo di evitare l’installazione di una nuova antenna presso l’area Manzotti, mentre stiamo cercando di capire se ci sono le condizioni per rimuovere l’antenna nel parco di Cura. Infine è necessario modificare il regolamento sulle antenne, in mdo da

Il consiglio comunale si terrà il prossimo 29 novembre. Si parlerà di Piano Casa e scuole

Etrusco WineBook, c’è un altro luogo di ritrovo per i giovani di Vetralla

M

usica dal vivo, libri e un buon bicchiere di vino. La formula dovrebbe essere vincente, sicuramente l’Etrusco Wine Book che ha aperto i battenti da un paio di settimane si propone come nuovo luogo di ritrovo per gli annoiati giovani di Vetralla e dintorni. Dalla proiezione di �lm all’organizzazione di eventi musicali il nuovo locale offre una valida alternativa al solito pub o alla classica discoteca. E evitare futuri disastri”. In questi ultimi giorni si è molto discusso di raddoppio della Cassia. Lei cosa ne pensa? Favorevole o contrario? “La questione non è favorevole o contrario, perché è chiaro che si tratta di un’opera necessaria, che risolverebbe un problema ormai decennale che riguarda Vetralla e soprattutto Cura dove praticamente non si transita. Il problema Cas-

poi snack, primi piatti, birre artigianali e alla spina, eventi culturali e live music jazz, blues, country-jazz e tanto altro ancora. Insomma le condizioni per creare un nuovo centro di aggregazione ci sono tutti. La speranza è che non vada a �nire come purtroppo è capitato ad altre avventure imprenditoriali... ricordate il Riverside di Marta? Posto very cool, �nito però nella polvere...

sia va affrontato ed il progetto deve andare avanti. Anzi, fortuna che s’è mossa la Regione con un progetto molto più concreto rispetto alla ventilata richiesta di fondi all’Unione Europea. Una strada quest’ultima che non avrebbe portato da nessuna parte”. Insomma di polemiche nemmeno l’ombra. Pare proprio che a Vetralla vada tutto bene così com’è. Voi cosa ne pensate?

BASSANO IN TEVERINA - Ora sarà possibile consultare sul world wide web gli atti amministrativi

On line il nuovo sito del Comune

O

n line il nuovo sito dell’Amministrazione Comunale di Bassano in Teverina (comune.bassano teverina.it).

Una vesta grafica accattivante, del tutta nuova e ridisegnata, per uno strumento che sarà di fondamentale importanza per

consolidare e migliorare la comunicazione tra Ente e cittadino ed avviare così un valido processo di E-government. Un’ampia fase di miglioramento ed ammodernamento dell’amministrazione comunale avviato dalla Giunta Romoli già dai suoi primi mesi di insediamento e che ora può vantare un portale “a misura di cittadino”. Il sito è una finestra aperta sull’ universo del world wide web che dà innumerevoli possibilità di conoscere e promuovere le bellezze del territorio bassanese. Sarà possibile consultare con più semplicità gli atti amministrativi prodotti dalla Giunta e dal Consi-

glio, verificare i bandi pubblici, ricavare in “tempo reale” gli avvisi pubblici e le comunicazioni alla cittadinanza. “Siamo convinti” sottolinea Loris Turchetti, consigliere delegato ai sistemi informatici ed E-goverment del Comune di Bassano in Teverina “di aver reso un servizio utile alla cittadinanza e totalmente accessibile; da oggi avremo uno strumento più semplice, chiaro e flessibile che ci darà modo di interagire con più velocità e completezza con tutti i cittadini bassanesi. In quest’ottica, continueremo ad arricchirlo in futuro, integrandolo e migliorandolo con vari accorgimenti, magari anche proposti dai concittadini”.

RONCIGLIONE - L’amministrazione risponde all’opposizione

Trasferimento ludoteca, critiche inutili D

al primo ottobre scorso la ludoteca comunale di Ronciglione ha cambiato sede, trasferendosi da via Solferino nei nuovi locali di via Civitavecchia, dove peraltro è già presente l’asilo nido comunale. Si sono così unificati alcuni servizi sociali destinati all’infanzia: asilo nido e ludoteca appunto, ma anche baby parking. L’operazione non solo ha riqualificato il servizio finora allocato in locali non idonei e non

conformi alla normativa regionale, ma ha abbassato i costi di gestione del servizio. Questi i numero: fino al 2010 si spendevano tra affitto, pulizia ed utenze circa 17 mila euro all’anno e ora il risparmio è di circa 7 mila euro. Secondo l’amministrazione comunale, pertanto, non hanno motivo di essere le critiche espresse dall’opposizione consiliare, visto che i vantaggi dell’operazione sono stati molteplici.

L’operazione, inoltre, è stata possibile grazie alla previsione dell’articolo 2 del capitolato di gara per l’affidamento della gestione dell’asilo nido, che prevedeva che nella struttura potevano essere realizzate altre attività collaterali e/o integrative si socializzazione rivolte all’infanzia. Da ricordare che il servizio di ludoteca comunale è attivo da 15 anni e si rivolge ai bambini di età compresa tra i 5 e 12 anni.


Venerdì 18 Novembre 2011

cultura & spettacolo

Viterbo & AltoLazio

17

Il libro autobiografico di De Nigris percorre un viaggio dal buio del coma alla scoperta della vita

“Sento che ci sei” arriva a Marta S

abato 19 Novembre alle ore 16.00 nella sala Polifunzionale “A. Bulgaresi” (Oratorio Parrocchiale) di Marta verrà presentato il Libro “Sento che ci sei” di Fulvio De Nigris (Bur Rizzoli). L’iniziativa è promossa dall’Amministrazione Comunale di Marta. Assieme all’autore Fulvio De Nigris direttore Centro Studi Ricerca sul Coma – Gli amici di Luca interverranno: Lucia Catanesi, Sindaco Comune di Marta, Andrea Filoscia Presidente Movimento per la Vita di Viterbo, Raffaele Macarone Palmieri Direttore Chirurgia Generale Ospedale Belcolle, Monia Cosimi Psicologa ASL VT/1, Luigi Cricco Direttore Geriatria Ospedale Montefiascone, Bruno Mongiardo Direttore Medicina Generale e Medicina d’Urgenza Ospedale Belcolle, Letizia Settimi Fisioterapista, Cinzia Pistoni Assessore Servizi Sociali Comune di Marta. Modera l’incontro il giornalista Beniamino Mechelli. L’esperienza del coma vissuta come rinascita, un dialogo silenzioso che si trasforma in un intenso richiamo alla vita. Il dolore e la malattia di una persona cara sono esperienze che possono portare chi le affronta a rimettere in discussione le proprie certezze, a cercare nuove forme di comunicazione e di relazione. Nel 1998 Fulvio De Nigris ha perso suo �glio Luca dopo un lungo coma: 240 giorni di attesa che De Nigris ha ri�utato di subire passivamente e che ha vissuto ora per ora, accompagnando il �glio in un dif�cile cammino e sentendolo vicino nell’apparente lontananza dello stato vegetativo. Quella voglia di reagire, che ora prosegue nelle attività dell’associazione Gli amici di Luca e della “Casa dei Risvegli Luca De Nigris” all’Ospeda-

le Bellaria di Bologna, De Nigris la racconta nel libro “Sento che ci sei”. Da poco edito da Bur Rizzoli nella collana “I libri della speranza” diretta da Davide Rondoni, Il libro punta al “risveglio dei non coinvolti”, come scrive nella prefazione Alessandro Bergonzoni, “dei sani cronici, dei fortunati dei bene-stanti, perché sono quelli che hanno gli organi dell’immedesimazione atro�zzati”. Ma il libro è un continuo dialogo con quanti hanno vissuto o stanno vivendo un’esperienza di coma, di relazione dif�cile con una persona cara, di s�da continua con la medicina e con la vita. N e l solco dell’esperienza vissuta personalmente da Fulvio De Nigris, “Sento che ci sei” vuole anche farsi momento di aiuto appellandosi alla risorsa che ognuno ha nel proprio intimo: se stesso. Per questo un’appendice importante è costituita dalle testimonianze di altri familiari che accudiscono un proprio caro, mettendo in atto giorno per giorno gli strumenti di una nuova comunicazione in un nuovo stile di vita, ripetendosi, come un mantra continuo: “Sento che ci sei!”. “Io vi ho detto quello che ho provato, che ho imparato – scrive De Nigris nelle conclusioni del libro – quello che conosco e ve l’ho donato, essendo il tramite di quello che Luca è stato e ancora è. Ora tocca a voi. Ditelo, scrivetelo, agitelo. Che abbiate

Oggi al Cinema VITERBO Cine Tuscia Village Multisala Località Pallone, Vitorchiano The Twilight Saga: Breaking Dawn Orario: 17.30 - 20.00 - 22.30

Cinema Genio Via del Teatro Genio 1 The Twilight Saga: Breaking Dawn Orario: 18.00 - 20.30 - 22.30

L’esperienza della malattia diventa una rinascita, un intenso richiamo alla vita

a Fondazione OMNIA presenta la manifestazione “OMNIA Cultura”, nell’ambito della quale saranno sviluppati un ciclo di eventi artistici, culturali e scientifici. Tutte le attività proposte nelle giornate di OMNIA Cultura riconducono ai tre settori di interesse sviluppati dalla Fondazione: la formazione, l’integrazione e la multiculturalità, l’attenzione ai problemi delle fasce deboli. A partire dal 25, data in cui sarà inaugurata presso

la Ciesa degli Almadiani la mostra fotografica “Storie di vita”, che raccoglie le immagini del primo premio di fotografia. Con tale attività si vuole celebrare la fotografia contemporanea e proporre una panoramica sulle tematiche relative i rapporti tra i giovani, gli anziani e il territorio in cui vivono. Il fine è quello di porre uno sguardo attento sulla realtà contemporanea, promuovere talenti locali e fornire alla comunità internazionale l’opportunità di scambiare

OMNIA Cultura presenta un ciclo di eventi che puntano un riflettore su settori di interesse sociale

cosa. Siate propositivi in quel gruppo che ogni giorno, ahimè, si allarga a macchia d’olio, in quella minoranza-maggioranza silenziosa che ha a che fare con la burocrazia, con una quotidianità scandita da tempi, valori, sapori diversi”. Un libro che, come scrive nella postfazione Davide Rondoni “sta tutto in un sof�o nella ricerca di Luca… un libro sospiro diviene casa, diviene vento”.

Immortals Orario: 18.00 - 20.15 - 22.30 I soliti idioti Orario: 18.00 - 20.15 - 22.30

SORIANO NEL CIMINO

VETRALLA

perduto un �glio o una persona cara, che ancora stiate vivendo il percorso di una disabilità, del c o m a e dello s t a t o vegetativo, siate portavoci della vostra storia non per un �ne narcisistico, ma per cambiare qual-

Lezioni di cioccolato 2 Orario: 18.00 - 20.15 - 22.30

Il re leone Orario: 18.00 - 20.15 - 22.30

Cinema Trieste Viale Trieste 30 This Must Be the Place Orario: 21.30

Fulvio De Nigris è il fondatore dell’associazione “Gli amici di Luca”

“Storie di Vita” L

Cinema Trento Piazza del Santuario 51a Il re leone Orario: 18.00 - 20.00 - 22.00

Scialla! (Stai sereno) Orario: 18.30 - 20.30 - 22.30

Cinema Excelsior Via Cassia 277, Cura The Twilight Saga: Breaking Dawn Orario: 17.30 - 19.40 - 22.00

CASTIGLIONE IN TEV. Cinema Tevere Via Orvietana The Twilight Saga: Breaking Dawn Orario: 21.30

TARQUINIA Cinema Etrusco Multisala Via della caserma 32

Cinema Florida Piazza Marconi 12 I soliti idioti Orario: 18.00 - 21.30

ORTE Cinema Alberini Chiuso �no a sabato 19

MONTEFIASCONE Multisala Flavia Via della Croce 1 The Twilight Saga: Breaking Dawn Orario: 21.30

The Twilight Saga: Breaking Dawn Orario: 15.45 - 17.50 - 20.00 - 22.00

Multisala Gallery Via Cardinal Salotti I soliti idioti Orario: 21.30

Lezioni di cioccolato 2 Orario: 16.00 - 18.00 - 20.00 - 22.00

Insidious Orario: 21.30

Il re leone Orario: 16.30 - 18.10 - 20.00 - 22.00 Il cuore grande delle ragazze Orario: 16.30 - 18.10 - 20.00 - 22.00

idee e nuove tendenze nel campo della fotografia. Il premio OMNIA Cultura sostiene progetti fotografici, favorendone la produzione, la pubblicazione e la comunicazione, e garantendo prestigio e visibilità ai vincitori. La manifestazione è patrocinata dal Comune di Viterbo. La mostra fotografica rimarrà aperta fino al 3 dicembre. Il giorno 26 novembre sarà possibile partecipare alla serata di premiazione del primo premio di fotografia “Storie di vita” presso l’Aula Mendel, via San Giovanni Decollato, 1, a partire dalle 16,30. Subito dopo verrà offerto un concerto di musica jazz con Rosario Giuliani Hammond Trio in collaborazione con Tuscia Jazz Festival. Il giorno 27 novembre, alle

ore 10,00, presso la sede della Fondazione OMNIA verrà organizzato un workshop fotografico per ragazzi diversamente abili a cura di Paola Binante, docente presso l’ISIA di Urbino. E’ un percorso di sperimentazione fotografica che coinvolge i ragazzi diversamente abili, un momento di socializzazione in cui i partecipanti, in piena luce senza la costrizione della camera oscura, potranno realizzare delle immagini su carta fotografica in bianco e nero del tutto uniche e personali, usando i liquidi come fossero colore con le dita o con il corpo, creando scenari figurativi o astratti dai cromatismi cangianti.

Attraverso la celebrazione della fotografia, una panoramica sulle tematiche relative ai rapporti fra giovani


almanacco

18 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Viterbo & AltoLazio

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

21 Aprile - 20 Maggio TORO

Amici del Toro finalmente arriva questo tanto sospirato sabato..ma come, oggi è ancora venerdì .che vi sto dicendo mi sono confuso?..ma certo che no, cari miei, è che voglio proiettarvi a domani quando la Luna sarà meravigliosa nel segno della Vergine e vi regalerà una giornata splendida in cui potrete anche essere protagonisti di un vero e proprio colpo di fortuna..SCOMMETTTIAMO?

Mi raccomando carissimi amici dei Gemelli cercate di r i s o l ve r e qualsiasi questione pratica entro oggi che la Luna è ancora in leone..sapete bene cosa succede quando va in Vergine, vero?..succede che vi va tutto un po’ stortignaccolo e visto che siete già nervosetti in questo periodo io vi direi proprio di soprassedere e stare più calmi possibile..MI RACCOMANDO

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

Per voi tutto va come deve andare amici del Cancro..la situazione astrale appare stabile e felice..ciò significa che potete davvero dare continuità ai progetti che vi stanno a cuore, con la certezza che tutto procederà nel migliore dei modi..potete star certi che tra poco comincerete a vedere i risultati sperati..PAROLA DI STELLE

Amici del Leone godetevi questo meraviglioso venerdì con la vostra amica Luna che questa sera preparerà le sue valigie dorate e volerà verso gli amici della Vergine..approfittate quindi della sua bontà e del raggio di fortuna che emana..potrebbe portare grandi risultati..anche finanziari…volete un c o n s i g l i o ? . . G I O C AT E . . C O N MODERAZIONE, OVVIAMENTE

Ladies and gentlemen della Vergine io so benissimo che in questo periodo siete tutti presi da mille novità in tutti i settori della vostra vita turbolenta..specialmente i nati nei primissimi giorni del segno stanno vivendo una nuova energia, una nuova sensualità..in molto casi un risveglio della sessualità..tutto ciò è molto bello ma con questa Venere che vi fa i dispetti rischiate di cacciarvi in un mare di guai..ATTENZIONE

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

Amici della bilancia, come ci si sente ad essere in balìa di tanti pianeti positivi che danzano intorno al vostro meraviglioso periodo astrologico?..beh io direi che potreste finalmente considerarvi fuori dai guai..i nati della terza decade vivono ancora qualche momento di restrizione che è comunque propedeutico alla realizzazione di importanti progetti..AVANTI TUTTA

E meno male che da stasera o al massimo da domani mattina la çLuna storta vi passa..anche se devo dire che quell’aria imbronciata unita a quella sigaretta da un aparte vi rendeva oltremodo affascinanti..e infatti le vittime del vostro sex appeal ancora girano storditi e vedono i vostri occhi in ogni dove..proprio come in un nfil di Almodovar..storie di lacrime e passioni..MA QUANTO VI PIACE!!

Amici del Sagittario godetevi questi momenti di gloria in cui vi sembra di aver risolto tutto..in realtà da domani vi si presenterà un piccolo problema che dovrete sbrigarvi a risolvere..la Luna in Vergine infatti non promette nulla di buono, e che peccato che arrivi in tempo in tempo a rovinarvi il weekend..vabbè suvvia la soluzione c’è..TROVATELA

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

Ecco su che è Venerdì..la convalescenza potrebbe essere terminata qui..domani finalmente riceverete un bellissimo aspetto dalla Luna in Vergine che vi restituirà le forze e in particolare vi restituirà quella che è la vostra principale caratteristica..che fa innamorare di voi chiunque si avvicini..la gioia di vivere..su che il mondo vi aspetta..ABBRACCIATELO!

FARMACIE

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

La luna in Leone vi rende ancora super pimpanti e finalmente si avvicina il tanto sospirato weekend..,siete così pieni di energie che chiamerete tutti i vostri amici organizzando una bella tavolata e poi subito una fantastica notte in discoteca…siete irresistibili e lo sapete..beh stasera lo sapranno anche i vostri spasimanti.. E I VOSTRI RIVALI

Ed ecco che l’ultima prova è stata abilmente superata... quella che riguardava gli affetti..quelli più profondi..questi stimolanti pianeti in Sagittario vi stanno suggerendo di lasciarvi andare alla vostra fervida immaginazione..e di vivere l’amore in maniera totale, completa, senza ansia e senza paura..e più che altro..senza gelosia..davvero credete..NON CE NE E’ MOTIVO

Venerdì 18 Novembre 2011

Per carità!..che giornata..e non parlo di oggi ma di domani quando \una luna antipatica vi subisserà di impegni e nello stesso tempo vi accorgerete che la patente per gyuidare la vostra barchetta si è rotta e allora cercheret di nuotare fino in superficie dove le correnti agitate da un terribile Marte non vi consentiranno di arrivare..ma possibile che sia tutto così catastrofico?ma no..è ovvio che scerzo…FORSE!

OGGI 18 NOVEMBRE ACQUAPENDENTE CORSO TAURELLI SALIMBENI (MATTINA E POMERIGGIO)

MONTEFIASCONE CORSO CAVOUR 21 (MATTINA E POMERIGGIO)

BASSANO ROMANO VIA LEONARDO DA VINCI 5 (MATTINA E POMERIGGIO)

ONANO P.ZZA UMBERTO I 4 (MATTINA E POMERIGGIO)

BLERA VIA DUE GIUGNO 3 (MATTINA E POMERIGGIO)

NEPI VIA ROMA 19 (MATTINA E POMERIGGIO)

BOMARZO P.ZZA B.BUZZI 6 (MATTINA E POMERIGGIO)

ORTE P.ZZA DEL POPOLO 15 (MATTINA E POMERIGGIO)

CAPRANICA SCALO VIA DELLA STAZIONE SNC (MATTINA E POMERIGGIO)

RONCIGLIONE CORSO UMBERTO 33 (MATTINA E POMERIGGIO)

CAPRAROLA VIA F. NICOLAI 141 (MATTINA E POMERIGGIO)

SORIANO NEL CIMINO VIA E. MONACI 96 (MATTINA E POMERIGGIO)

CASTEL SANT’ELIA VIA ROMA 14 (MATTINA E POMERIGGIO)

TARQUINIA VIALE IGEA 20 (MATTINA E POMERIGGIO)

CASTIGLIONE IN TEVERINA VIA ORVIETANA 5 (MATTINA E POMERIGGIO)

TESSENNANO P.ZZA PLEBISCITO 12 (MATTINA E POMERIGGIO)

CIVITA CASTELLANA VIA S. FELICISSIMA 17 (MATTINA E POMERIGGIO)

TUSCANIA VIA TARQUINIA 53 (MATTINA E POMERIGGIO)

CIVITA CASTELLANA-SASSACCI VIA TERNI 26 (MATTINA E POMERIGGIO)

VALENTANO P.ZZA CAVOUR 21 (MATTINA E POMERIGGIO)

CORCHIANO VIA CIVITA CASTELLANA 11-13 (MATTINA E POMERIGGIO)

VASANELLO P.ZZA DELLA REPUBBLICA 49-50 (POMERIGGIO)

GRADOLI VIA INDIPENDENZA 15 (MATTINA E POMERIGGIO)

VETRALLA-TRE CROCI P.ZZA EUROPA 53 (MATTINA E POMERIGGIO)

GRAFFIGNANO-SIPICCIANO P.ZZA UMBERTO I 28 (MATTINA E POMERIGGIO)

VITERBO P.ZZA VERDI 1 A (MATTINA E POMERIGGIO)

MONTALTO-PESCIA ROMANA VIA DELLE MIMOSE 12-15 (MATTINA E POMERIGGIO)

VITERBO-GROTTE S.STEFANO VIA DELLA STAZIONE 5 (MATTINA E POMERIGGIO)

PREVISIONI METEOROLOGICHE Venerdì 18 Novembre 2011

Sabato 19 Novembre

Pressione in lieve calo sull’Italia a causa di un debole sistema depressionario in arrivo dall’Atlantico. Tempo ancora ben soleggiato su tutto il settore, solo tra sera e notte nuvolosità in graduale aumento sulle coste toscane. Temperature stazionarie o in lieve aumento sul Lazio. Venti deboli variabili o da ENE, in tendenza da SO in quota. Mari poco mossi o localmente mossi al largo.

Correnti umide meridionali pilotano nubi medio alte in ispessimento da ovest, con maggiori addensamenti che interessano le coste toscane e laziali tra sera e notte. Tempo ovunque asciutto ed in prevalenza comunque soleggiato. Temperature stabili, venti deboli meridionali con rinforzi di scirocco sulle coste, deboli da SSO in quota. Mari poco mossi.


SPORT

CIRCOLAZIONE - Blocco della circolazione all’interno della Fascia Verde

Per chi domenica gioca nella capitale... D

� �

omenica 20 novembre 2011, il Comune di Roma ha disposto il blocco della circolazione all’interno della Fascia Verde. In tale occasione, verrà prevista una deroga per le auto utilizzate

per il trasporto degli atleti e dirigenti impegnati nelle gare dell’attività sportiva dilettantistica. Nel Comunicato Uf�ciale pubblicato ieri un fac-simile di attestazione da utilizzare

su carta intestata della società per usufruire della deroga sopracitata. Tale documento dovrà essere esibito, dal conducente dell’autoveicolo, dietro eventuale richiesta degli addetti alla viabilità .

Venerdì 18 Novembre 2011

19

CALCIO

Barco Murialdina in un mare di guai Pesantissime le decisioni del giudice sportivo sui rionali dopo il match con il Civitella L

e sanzioni sulle gare dei gironi A e B delle nostre provinciali in Seconda Categoria. Ammende - Multa di 500 euro al Barco Murialdina: “Perché propri sostenitori, a fine gara, rivolgevano all’arbitro espressioni offensive e minacciose. Per indebita presenza nella zona degli spogliatoi di estranei che spintonavano l’arbitro senza, tuttavia, provocargli conseguenze fisiche. L’arbitro a seguito della situazione intimidatoria che si era venuta a creare nei suoi confronti, per tutelare la propria incolumità, chiedeva l’intervento della Forza Pubblica”. 50 euro alla Querciaiola: “Per carenze igieniche nello spogliatoio arbitrale”.

I programmi sportivi di Radio Verde D

Allenatori - Due turni di qualifica per Biagio Zaccaro del 1928 Vetralla: “Per espressioni offensive nei confronti dell’arbitro”.

Le decisioni del giudice per le gare in 2ª Categoria

Dirigenti Squalifica sino al 2 dicembre 2011 per Leandro Bonasera del Valentano: “Per aver rivolto ad un calciatore avversario espressioni minacciose”.

CRONACA - Domenica Viterbese-Castel Rigone e tanto altro

Massaggiatori - Squalifica sino al 2 dicembre del 2011 per Sergio Smera del 1928 Vetralla: “ Perché, a fine gara, rivolgeva all’arbitro espressioni minacciose”.

Giocatori Espulsi - Sino al 31 dicembre 2012 squalifica per Jacopo Prestininzi del Barco Murialdina: “Perché, a seguito la realizzazione di una rete da parte della squadra avversaria, inseguiva l’arbitro proferendo al suo indirizzo espressioni offensive e lo colpiva con due calci all’altezza di un piede e successivamente, a fine gara, tentava una nuova aggressione. Il direttore di gara non ha subito conseguenze fisiche”. Sino al 30 giugno del 2012 squalifica per Alessandro Erasmi del Barco Murialdina: “Perché, a seguito

la realizzazione di una rete da parte della squadra avversaria, inseguiva l’arbitro proferendo al suo indirizzo espressioni offensive e lo spintonava; successivamente gli sferrava una manata alla schiena: Il direttore di gara non ha subito conseguenze fisiche”. Tre giornate a Marco Trevi del Barco Murialdina: “ Espulso per condotta gravemente sleale, alla notifica del provvedimento disciplinare, rivolgeva all’arbitro espressioni offensive, che reiterava a fine gara”. Una giornata a Luca

D’Orazio del Barco Murialdina, Marco Angelo Sanetti, Davice Tosini del Vetralla 1928. Non Espulsi - Sei giornate a Renato Seralessandri del Barco Murialdina: “ Per avere spintonato, a fine gara, più volte l’arbitro proferendogli espressioni offensive”. Per somma di ammonizioni un turno a Francesco Reggiani del Civitella D’Agliano; Francesco Coletti della Vejanese; Gaetano Palumbo del Valentano.

omenica 20 Novembre alle ore 14,15 continua il grande pomeriggio sportivo con Radio Verde (91.3 – 103.9 F.M.) dove torna puntuale l’appuntamento con la trasmissione “Radio Verde Sport”, nel corso della quale in collegamento con lo stadio comunale “Enrico Rocchi” di Viterbo verrà trasmessa in diretta con inizio alle 14,25 la radiocronaca dell’incontro Viterbese – Castel Rigone. Conduce in studio Luca Tofani. La radiocronaca dal “Rocchi” è invece affidata all’inviato Claudio Petricca che al termine dell’incontro raccoglierà i commenti a caldo dei protagonisti. Per lo spazio dedicato al dopo gara anche questa volta interverranno giornalisti delle varie testate locali e nazionali, addetti ai lavori, ex gialloblù, personalità politiche e

sociali di Viterbo e Provincia. Nell’intervallo e al termine della partita Nicola Guarnaccia curerà risultati, commenti, interviste ed una ampia panoramica dei campionati di eccellenza, promozione, 1° - 2° e 3° categoria e dei campionati giovanili regionali e provinciali provinciali. Gli sportivi potranno seguire l’incontro in streaming anche sul sito www.radioverde.it, w w w. l a t u a v o c e . i t , w w w. n e w t u s c i a . i t , w w w. t u s c i a w e b . i t , w w w. v i t e r b o n e w s 2 4 . i t , www.ontuscia.it , e su face book sul canale radio di Radio Verde cliccando su ascolta e su tutti gli altri siti delle testate giornalistiche Viterbesi che avranno attivato la messa in onda della trasmissione. Tante occasioni quindi per seguire l’evento.

IL GIUDICE PER LA 1ª CATEGORIA - Un turno anche a mister Raspoli

CALCIO JUNIORES - Nella gara del 20 ottobre con il Pescatori Ostia

e decisioni del giudice L sportivo sugli incontri della settima giornata

I

Castrense, multa e appiedati Ko a tavolino per il Pianoscarano proteste nei dell’arbitro”.

Giocatori Espulsi - Un t u r n o a G i a m p i e r o B u ra t t i d e l C a p ra n i c a , S e r g i o I z z i d e l l a C a s t r e n s e ; Va l e n t i n o Pa l l o t t i d e l M o n t a l t o ; A l e s s a n d r o G ra n a t i e Nicola Salipante del Monteromano, Marco S a l va t o r i d e l Tu s c a n i a Calcio.

di andata nel campionato di Prima Categoria.

Ammende - Multa di 150 euro alla Castrense: “ Pe r ch é p r o p r i s o s t e n i t o r i , n e l c o rs o d e l l a ga ra , r i vo l g e va n o all’arbitro espressioni o f f e n s i ve . Pe r ch é , a f i n e ga ra , ve n i va n o a p e r t i i c a n c e l l i adiacenti gli spogliatoi permettendo, così, l’accesso nella zona antis t a n t e g l i s t e s s i a p e rs o n e e s t ra n e e ” . 100 euro al Montalto: “ Pe r ch è p r o p r i s o s t e n i t o r i , p e r t u t t a l a d u ra t a d e l l a ga ra , i n d i r i z z a va n o all’arbitro insulti e minacce”. Allenatori - Un turno a mister Mauro Raspoli

confronti

della Castrense (nella fo t o ): “Pe r p r o t e s t e n e i confronti dell’arbitro”. Assistenti - Sino al 2 dicembre squalifica per S e b a s t i a n o B r i n ch i d e l l a C a s t r e n s e: “ Pe r ch è a f i n e ga ra r i vo l g e va a l l ’ a r b i t r o espressioni o f f e n s i ve ” S i n o a l 2 5 n ove m b r e d e l 2011 squalifica per Massimiliano Gentili della Vi r t u s Bolsena: “Pe r

Non Espulsi - Per somma di ammonizioni un turno a Stefano Arriga della Cimina Ronciglione; Roberto Pa g l i u c a d e l l a Po l . Fa l i s c a , M i ko C h i m a d e l l a Vi r t u s C a l cio Bolsena, Alessandro Sabbatini del B l e ra ; Luciano Camilli della C a s t r e n s e ; A n g e l o Tr o i l i d e l l a N u ova S o r i a n e s e ; M a r c o M a r i a n i d e l Va s a nello e Filippo Bartomiol i d e l l a Vi r t u s C i m i n i

l Giudice Sportivo Sciogliendo la riserva di cui al C.U. n° 64 del 20/10/2011 Esaminato il reclamo proposto dalla Società Pescatori Ostia con il quale si deduce che la gara non avrebbe avuto regolare svolgimento in quanto la Società Pianoscarano nel corso della gara avrebbe effettuato sei sostituzioni e non cinque come prevede la categoria Juniores. Per l’effetto chiede la vittoria a tavolino. Il reclamo è fondato. Esaminati gli atti ufficiali, l’arbitro sul proprio rapporto trascrive la sostituzione dei calciatori per entrambe le squadre. Si rileva che la Società Pianoscarano ha provveduto cronologicamente alle seguenti sostituzioni al 1° del II tempo esce il n° 2 FAIOLA Andrea ed entra il n° 13 RONCHINI Alessio; all’11 del II tempo esce il n° 6 ALINJ Ledio ed entra il n° 15 BISTI Roberto; al 12° del II tempo esce il n° 9 CELLETTI Francesco ed entra il n° 18 FROSOLINI Roberto; al 16° del II tempo esce il n° 4 ANGELUCCI Daniele ed entra il n° 16 ANDREOLI Michael; al 23° del II tempo esce il n° 11 ORIOLESI Giorgio ed entra il n° 17 CARABEI Riccardo; al 32° del iI tempo esce il n° 10 RICCI Armando ed entra il n° 14 MELONI Alessandro. In considerazione a quanto sopra esposto si evince che effettivamente la Società Pianoscarano ha provveduto ad effettuare nel corso della gara ben sei sostituzioni contravvenendo a quanto disposto dal C.U. n° 1 del 4/7/2011 capitolo 20. In virtù di tale irregolarità ed ai sensi dell’art. 34 bis delle norme

federali e 17 comma 5 del Codice di Giustizia Sportiva delibera: di accogliere il reclamo proposto dalla Società Pescatori Ostia; di infliggere alla Società Pianoscarano la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0 - 3 ; di inibire il dirigente accompagnatore Sig. Carlo Ramacciani (Pianoscarano) fino al 2/12/2011 per essersi rifiutato di firmare il rapporto di fine gara e tenuto nel contempo comportamento arrogante nei confronti dell’arbitro. Si restituisce la tassa reclamo.


� �

sport

SPORT

20

CALCIO SERIE D - Il giocatore messo fuori rosa dalla società di Fiaschetti smentisce le voci

Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo &

AltoLazio

Augustin Pinero Corral

Augustin Corral alla Flaminia? “Niente di vero” T

ra i tanti giocatori �niti fuori rosa in casa Viterbese vi è anche il centrocampista Augustin Pinero Corral. Molti hanno accostato il giocatore per motivi di fantamercato alla Flaminia Civita Castellana, ma secondo fonti accredidate (se non altro dirette), alla base di tutto vi sarebbero solo voci fantasiose e nulla di più. Il giocatore era infatti stato avvistato domenica scorsa in tribuna allo stadio ‘Madami’ di Civita Castellana, in occasione della gara

Flaminia-Group Castello. Una visita che però, a quanto pare, non ha nulla a che vedere con il calcio mercato: “Sono andato lì per vedere giocare il mio ex compagno di squadra Bricchetti- ha dichiarato Corral-. Logicamente a �ne gara ho voluto salutare il mio vecchio allenatore, Lillo Puccica. Ma nulla di più. Mi dispiace che vengano messe in giro notizie false e non aderenti alla realtà sul mio futuro”. Se la Flaminia non sarà la prossima squadra di Corral, sembra ormai certo che nep-

pure la Viterbese tratterrà il giocatore: “Fino alla �ne del mese di novembre continuerò ad allenarmi qui al ‘Rocchi’, con la professionalità che mi ha sempre contraddistinto. A partire da quel momento poi, inizierò a vagliare concretamente le varie possibilità di trasferimento. Ovviamente la priorità resta quella di avvicinarmi a casa, ossia in Veneto. Non escludo comunque altre destinazioni, qualora si presentassero richieste importanti”. L’esclusione dalla rosa della

Viterbese non è stata ovviamente presa bene dal ragazzo, che lamenta soprattutto le mancate spiegazioni della decisione da parte della società. Il cubano, già a in gialloblù la scorsa stagione, era stato richiamato alla base in extremis, �rmando il nuovo sodalizio con la dirigenza di via della Palazzina soltanto due giorni prima dell’inizio del campionato in corso. Quando la tempesta sarà passata, il ragazzo proverà, come è giusto che sia, a far luce su quanto accaduto. (gn)

Foto Andrea Di Palermo

CALCIO SERIE D: La squadra di Conticchio ha disputato ieri un test a Bolsena. Fermo Morini

C

ontinua il silenzio stampa a via della Palazzina, ma, fortunatamente, almeno i dirigenti gialloblù non si tirano indietro quando si tratta di rilasciare dichiarazioni. Una censura, dunque, atipica sotto certi punti di vista. Questa sembra riguardare infatti soltanto i giocatori, ed in minima parte alcuni direttori. Tra coloro che continuano a metterci la faccia con onestà e franchezza alla Viterbese, vi è il direttore generale Maurizio Donsanti. “La società sta lavorando insieme al tecnico Conticchio per individuare con accortezza i rinforzi necessari alla causa -ha dichiarato Donsanti-. A partire da dicembre, mese di apertura del calcio mercato, arriveranno le decisioni uf�ciali. Per adesso, fare nomi o fantamercato, appare non solo fuori luogo, ma addirittura destabilizzante per l’ambiente”. In sostanza i giocatori hanno bisogno di serenità per lavorare bene, e la scelta del silenzio stampa di qualche

Maurizio Donsanti (dg Viterbese)

Il dg della Viterbese si toglie il bavaglio e spiega: “Scelto il silenzio stampa per rispetto della gente” giorno fa sarebbe proprio da ricondurre a questo: “Vogliamo tutelare i nostri ragazzi, e soprattutto abbiamo preso tale decisione nel rispetto della gente che legge le notizie e di chi le scrive”. Insomma una linea dura, assolutamente non condivisia da parte degli organi di informazione, ma diffusa come necessaria dalla Viterbese. Tornando ora alle que-

stioni di campo, i ragazzi di Conticchio hanno affrontato ieri pomeriggio in un test amichevole il Bolsena. I gialloblù continuano a prestare fede alla tradizione, visto che abitualmente nelle partitelle che poco contano emergono sempre buoni segnali (a differenza della domenica). Anche ieri così i gialloblù si sono imposti per 4-0, grazie alle reti di Mereu, Cisterna, Tomoki ed

un autogol degli avversari. Aldilà del risultato è interessante focalizzare l’attenzione sugli uomini schierati nel primo tempo, principali indiziati per una maglia da titolare nella s�da contro il Castel Rigone, in programma domenica prossima. In campo cinque under: Comentale alla difesa dei pali, in difesa la collaudata coppia Nocerino-Corallo è stata af�ancata da Fapper-

due e Franzese sulle fasce; a centrocampo hanno trovato spazio Zagarella, Testa, Vanacore e Sabatino, mentre in attacco sono stati impiegati Mereu e Barra. Ad eccezione di Zagarella, il quale dovrebbe essere sostituito da Mereu, con Morini messo accanto a Barra, tutti gli altri dovrebbero essere riconfermati per la dodicesima giornata di campionato. Ieri il capocannoniere della Viter-

bese non si è allenato a scopo precauzionale. Il fastidio muscolare dovrebbe tuttavia essere risolto già oggi. Altre buone notizie dall’infermeria: la zanzara Aquino si aggregherà con ogni probabilità al resto del gruppo in giornata, con la speranza di poter raggiungere la condizione minima per essere almeno convocato nella prossima s�da. (Gianluca Natoli)

CALCIO ECCELLENZA - Il centrocampista Luca Pini ha segnato la svolta: “Possiamo ancora dire la nostra nel campionato”

Il Monterosi può ricominciare a sognare Dopo la vittoria contro il Tor Sapienza i biancorossi si preparano ad accogliere al ‘Martoni’ il Ladispoli

I

l Monterosi si rimette in gioco. Dopo la bella vittoria di domenica scorsa in casa del Tor Sapienza, i biancorossi hanno ritrovato il sorriso. Pensare che la crisi sia definitivamente superata potrebbe essere eccessivo, tuttavia i segnali incoraggianti per provare ad incanalare una serie di risultati utili, come nel finale

della scorsa stagione, sembrano non mancare. Un punto di forza dal quale non si può prescindere, risponde al nome di Luca Pini, esperto centrocampista ‘84 arrivato di recente alla corte di mister Lauretti. Con lui il reparto ha riattaccato la spina all’interruttore, iniziando a girare in funzione di un reparto avanzato ora

adeguatamente supportato. Non solo, Pini, ottimo anche sui calci da fermo, ha dimostrato di avere una buonissima confidenza col gol, tanto da realizzarne uno prorio domenica scorsa. “Sono davvero molto contento per il contributo che sono riuscito a dare alla squadra -ha dichiarato Luca Pini-. Più che pensare a me, preferisco tuttavia ragionare in termini di collettivo. Il Monterosi ha un ottimo organico, che mal collima con la sua classifica attuale (14 punti)”. Nel calcio tuttavia le distanze

non sono mai impossibili da colmare: “Siamo lontani dalle zone di alta classifica -ha aggiunto il giocatore napoletano- tuttavia ricordo bene che l’anno scorso, giocando col Monterondo, siamo stati recuperati dall’Aprilia dopo aver dominato per lunghi tratti il campionato. Pensare che stavolta possa accadere il con-

trario, con il Monterosi, non è poi così folle”. Pini ha nel curriculum diversi campionati dilettantistici alle spalle e qualche esperienza anche in C1 (Avellino). Un plauso particolare alla società di Cialli per l’acquisto di spesore appare doveroso. Un ingaggio importante sia dentro al

campo che negli spogliatoi per carisma. Domenica arriverà al ‘Martoni’ il Ladispoli (13 punti). Un avversario decisamente alla portata, che potrebbe consentire ai padroni di casa di festeggiare il primo successo sul nuovo sintetico: “Speriamo di poter regalare un sorriso a tutti nostri tifosi -ha concluso Pini-. Il nostro campo è davvero molto bello, e stimola ancor di più noi giocatori a provare certe geometrie”. La squadra ha disputatato ieri pomeriggio un test in famiglia, mentre oggi beneficerà di una giornata di riposo. Per domani è prevista la rifinitura pre-gara. Al momento sono tutti regolarmente a disposizione del tencico romano, tranne il difensore Simone Merelli che sarà costretto a salatare il match di domenica per squalifica. ( (G N)


� �

sport

SPORT

& Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo AltoLazio

21

DENTRO AL CALCIO Approfondimenti di alcune sfide giocate nei campionati provinciali

N

ews e approfondimenti dal nostro calcio.

IL SIPICCIANO INGAGGIA BOMBER ROSSI Inizio di campionato abbastanza positivo, calcolando che vi sono stati vari infortuni tra cui Francesco Medori e Gabriele Federici, ci siamo trovati senza attaccanti, poi c’è stata la squali�ca dell’altra punta Alius Bogdan sino al 10/05/ 2012, malgrado tutto ciò rispetto alla passata stagione abbiamo un punto in più e raggiunto il quarto posto. Il nuovo DS Francesco Moscetti porta un primo acquisto il centravanti Roberto Rossi, classe 1988, con una certa esperienza avendo già militato nella squadra di Marta. La nostra politica di dare spazio ai giovani è più che mai convincente sia come prestazioni che come risultati, rimarcando che abbiamo una rosa di 24/25 ragazzi e scendiamo in campo con vove dico nove ragazzi di Sipicciano !!! Dopo la tempesta speriamo arrivi il sereno, la Asd Sipicciano trova l’accordo per la stagione in corso con il centravanti Roberto Rossi classe 1988

Rossi con Giganti, presidente del Sipicciano

Piermartini presidente della Cicram

Poker della Sorianese juniores con la Vigor

La Cicram del presidente Piermartini si gode il successo nel derby contro la Vicus Ronciglione Monte�ascone che dopo il netto 4-1 casalingo in�itto alla Bassa Tuscia rimane meritatamente in vetta alla classi�ca del Girone. JUNIORES PROVINCIALE Super successo della Nuova Sorianese nell’ultimo impegno del campionato provinciale con il successo per 4-1 sul campo della Vigor. VIGOR ACQUAPENDENTE 1 NUOVA SORIANESE 4 Vigor Acquapendente: Leonardo Palla, Sarti, Federico Moretti, Pagliacci, Davide Moretti, Poponi, Lotti, Bigerna, Del Segato, Mansour, Zanoni, Fortunati, Niccolò Campana, Jacopo Palla, Seghetti, Baldelli, Viviani, Donatelli. All: Frelicca Nuova Sorianese: Fernando, Brachino, Dell’Otto, Filippo Nicolamme, Emini, Mastragrergori, Francesco Toni, Pallotta, Giordano, Flauto, Ferruzzi, Veneri, Simone Nicolamme, Piccioni, Alessandro Toni, Perazza, Marini. All: Cammilucci Arbitro: Bocci di Viterbo Marcatori: 18° Giordano (Nuova Sorianese Calcio), 30° Flauto (Nuova Sorianese Calcio), 75° Flauto (Nuova Sorianese), 80° Del Segato (Vigor), 83° Pallotta (Nuova Sorianese Calcio) Note: Espulso al 37° Leonardo Palla (Vigor). Ammonito

Bel p reggio per i giovanissimi dell’Alta Tuscia a Capranica

GIOVANISSIMI FASCIA B “La favola Campionato” dei Giovanissimi Fascia B Alta Tuscia “continua a fare tappe a lieto �ne”. L’imbattuta truppa di Carlo Casciani esce infatti indenne (risultato �nale 2-2) dal rognoso campo di Capranica. Protagonista per l’occasione ancora il bomber Riccardo Mincini autore di una doppietta. Sabato 19 (calcio d’inizio ore 15.00) i piccoli ritroveranno il calorosissimo abbraccio del pubblico presso lo Stadio di San Lorenzo Nuovo. Avversario di turno il

all’81° Filippo Nicolamme (Nuova Sorianese Calcio) La Nuova Sorianese Calcio espugna il Boario e vola in beata solitudine in vetta alla classi�ca. Veloci e pimpanti come non mai nelle altre espressioni casalinghe stagionali, gli aquesiani mettono in vetrina Mansour. Che dopo appena 45 secondi impegna seriamente di piede Fernando. Ma spetta a Francesco Toni fare la differenza con un paio di scorribande veloci palla al piede sull’out destro. Sulla seconda frenata solo parzialmente arriva il cross-goal per Giordano. Spetta poi a Flauto un quarto d’ora dopo a siglare il raddoppio. Ridotta in dieci per l’onestamente troppo affrettata espulsione di Leonardo Palla, la formazione di Frelicca reagisce sontuosamente sotto la spinta dell’asse Zanoni-Bigerna e mette in mostra un Fortunati reattivissimo su punizione di Pallotta. Con il doppio vantaggio in tasca e la superiorità numerica, i cimini dimostrano maturità tattica ed intelligenza tecnica nella ripresa attivando sia ottimamente il giro-palla che qualche verticalizzazione interessante sia per Giordano che per Flauto, in grado di mettere a segno la personale doppetta. Il palo di Federico Moretti, l’occasione sprecata da Pagliacci e la rete di Del Segato, dimostrano che comunque gli aquesiani hanno voglia di lottare con determinazione �no a che regge il �ato. Poi solo ospiti in cattedra: punizione vincente di Pallotta all’81°, e conclusioni di Perazza e Mastregori super respinte da Fortunati.

CALCIO TERZA CATEGORIA GIOIA CICRAM Bel successo per 3-1 nel derby della Cicram Ronciglione contro la Vicus con le reti di Rinchiusi, Tanturli e Mattei. Quinta vittoria consecutiva e primato solitario. VICUS RONCIGLIONE 1 CICRAM 3 Vicus Ronciglione: Brunelli R., Brunelli A., Capolongo, Kossolena, Angeletti, Gasparini, Chimenti, Ioncoli, Bassi, Ficoiello, Capaldi. A disp.: Narduzzi, Patrizi, Corbucci, Kamarà, Salza. All. Fiata. Cicram: Chiavaioli, Rotelli,

Baldini, Pacelli (60’ Bastianelli), Cristofori (70’ Marcucci), Cercola (75’ Andreoli), Lacatus (71’ Aramini), Olaru, Mattei (56’ Scoppa,) Tanturli. A disp.: Clementi All. Di Stefano. Marcatori: 23’ Rinchiusi, 35’ Tanturli, 55’ Mattei, 80’ Ficociello (V.) Il campo ha decreta la vincitrice: Cicram Ronciglione. Questo il verdetto uscito ieri dalla stracittadina di Ronciglione, con la Cicram dominatrice per ora di questo campionato, vincendo meritatamente sui cugini, ottenendo la 5^ vittoria consecutiva, legittimando il primato. Altro derby vinto, come lo storico dello scorso anno in rimonta sulla United. Questa volta però non vi è stato lo spettacolo del precedente ma quello che conta per i ragazzi del Presidente Piermattei è aver vinto e portato a casa l’ennesima vittoria. La settimana prederby era trascorsa in molta tranquillità, con le rispettive società che hanno dimostrato il rispetto reciproco dimostrando che con poco si può regalare ad un paese un esempio sportivo. Sebbene la Vicus de�citata in classi�ca, parte forte mettendo in apprensione la Cicram che sino al 10’ del primo tempo, riesce a contenere le avanzate avversarie senza subire gol nei primi minuti come già successo nelle precedenti gare. La Cicram segue gli ordini di Mr. Di Stefano, che lo si è visto molto teso nel pre-gara, e inizia a fare la partita con Cercola direttore d’orchestra a centrocampo assieme a Mattei, neo papà, pronto a sventolare la maglia dedicata alla piccola Azzurra. In difesa riprende il suo posto Rinchiusi e proprio dalla sua testa che la gara svolta per la Cicram. Angolo da destra ben calciato da Rotelli, svetta sul secondo palo Rinchiusi che insacca l’incolpevole Brunelli con secco fendente. Siamo al 23’ e la Cicram prende le redini del gioco. Lacatus e Olaru oggi sembrano frenanti, ma ci pensa Pacelli che al 25’ dopo essersi fatto tutta la fascia destra mette un cross perfetto per la testa di Tanturli il quale non riesce a dare forza alla palla per un nulla di fatto. La Cicram inizia a creare buone geometrie e la sua manovra sembra �uida con mai sino ad ora. Cristofori e Baldini in difesa hanno la meglio sui veloci e piccoli attaccanti della

Vicus, e riescono a far sempre ripartire Cercola che con passaggi millimetrici riesce sempre a servire il compagno smarcato. La pressione della Cicram aumenta e la Vicus si rintana nella propria metà campo senza perdere le giuste distanze. Ma al 35’ ci pensa Tanturli che da vero centravanti in girata sul proprio marcatore riesce ad in�lare la sfera nell’angolino basso difeso da Brunelli. E’ lo 0-2 per la Cicram. Sembra fatta per Di Stefano e C., ma visto il precedente derby nulla è scontato. Negli ultimi 10 minuti della prima frazione, si ha la reazione della Vicus e la Cicram quasi si ferma di correre quasi ad attendere gli eventi. Al 46’ l’ottimo arbitro decreta la �ne del 1° tempo. La ripresa riparte con la Vicus riesce ad andare al trio centralmente con Ioncoli dopo appena 20 secondi impensierendo non poco l’ottimo Chiavaioli. Al 55’ da una azione nata da Baldini sull’out di sinistra viene servito Olaru appena entrato in area il quale serve Mattei che nel girandosi riceve un calcione. Per l’arbitro è rigore. Sul dischetto va lo stesso Mattei che segna ma l’arbitro fa ripetere. Nuovamente Mattei dal dischetto: rete. Grandel a gioia del neo papà che può sfoggiare la maglia con scritto “Benvenuta Azzurra”. 0-3. La partita sembra �nita. Al 56’ standing

ovation per Manuel Mattei che lascia il posto per Pepito Scoppa. Subito è la volta di Pacelli viene sostituito con Bastianelli. La gara a questo punto diventa un po’ bruttina, con la Cicram che si limita a lavoro di rottura e la Vicus che non riesce a pungere abbastanza. Al 70’ un ottimo Cristofori lascia il posto a Marcucci e Lacatus per il vecchio leone Aramini. Al 75’ applausi per Cercola che esce per Andreoli, al suo rientro. Proprio Marcucci ha subito il suo ben da fare contro il veloce Nabi kamarà, da poco entrato. Proprio a Nabi viene �schiato un fuorigioco dubbio al 77’ che fa infuriare il pubblico della Vicus. Olaru cerca la rete personale per aumentare il suo bottino in classi�ca marcatori ma oggi ha giocato molto per la squadra e sotto porta è poco lucidio. Al 80’ da una punizione di Gasperini in area della Cicram vi è la deviazione di Ficociello lasciato tutto solo; la palla acquista una traiettoria strana e si fa ad in�iggere sul palo per rotolare alle spalle di Chiavaioli. 1-3. La Vicus ha una reazione d’orgoglio, ma la Cicram amministra molto bene i minuti �nali. Al 89’ Angeletti viene ammonisto per un fallo da tergo. Per lui è il secondo e quindi espulsione. La gara �nisce al 94’ tra gli applausi di tutti. Bel derby. Onore ai vinti e ai vincitori.

Rinchiusi, Tanturli e Mattei hanno firmato il successo della Cicram


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio Venerdì 18 Novembre 2011

DENTRO AL CALCIO Tutte le decisioni del giudice sportivo sui campionati provinciali di calcio e c/5

E

cco tutte le decisioni dei giudici sportivi del Comitato Regionale Laziale e provinciale della Figc in merito alle gare giocate nello scorso fine settimana. TERZA CATEGORIA Ecco quanto deliberato dal giudice del calcio provinciale. Allenatori Un turno a Silvano Bandiera dell’Atletico Tarquinia: “ Allontanato per proteste rivolte al direttore di gara”. Giocatori Espulsi - Due turni a Lorenzo Magini dell’Accordia ed Emanuele Grimaldi dell’Atletico Tarquinia Un turno a Fausto De Guidi dell’Amatori Canale Monterano; Claudio Vecchi della Doc Gallese; Roberto Bernabei del Real Pool Viterbo, Stefano Sabatini del Vitorchiano; Enrico Angeletti della Vicus Ronciglione; Federico Clementucci dell’Atletico Tarquinia. Non Espulsi - Un turno a Emanuele Fosci del Sipicciano.

Vignanello C/5 falcidiato Squalifiche pesantissime per i tessetati del club cimino dopo il match con il Civita fica per Leonardo Morosini della Caninese: “Poichè alla notifica del provvedimento di espulsione di un giocatore della propria squadra, entrava sul terreno di gioco, non autorizzato, proferendo frasi offensive all’indirizzo dell’arbitro. Invitato ad allontanarsi scagliava da un metro e mezzo la bandierina da assistente , al direttore di gara, colpendolo sulla tibia, e procurandogli temporaneo dolore”. Giocatori Espulsi - Sino al 27 aprile del 2012 squalifica a Matteo Morosini della Caninese: “Perchè, dopo la notifica del provvedimento di espulsione comminata ad un compagno di squadra, si avvicinava all’arbitro minacciandolo e toccandogli il collo lo spingeva indietro di tre passi, non facendolo però cadere. Tale condotta provocava al direttore di gara un dolore al collo, sia pur temporaneo. Alla notifica del provvedimento di espulsione correva all’indirizzo dell’arbitro, minacciandolo ed offendendolo. Veniva fermato dai propri compagni di squadra prima di raggiungere il direttore di gara”. Un turno a Marco Delle Monache del Barco Murialdina; Andrea Lorenzo Pallozzi del Canepina; Gianluca

Nei guai la Caninese juniores tra ammende e squalifiche a tecnico e dirigenti

JUNIORES Così per il girone unico del campionato provinciale. Ammende - Multa di 50 euro alla Caninese: “Poichè propri sostenitori, al 35° del secondo tempo, proferivano offese e minacce all’indirizzo dell’arbitro. Al termine della gara una persona, non inserita nella lista, poi identificata come Presidente della Soc. Caninese, entrava nello spogliatoio e gli proferiva frasi irriguardose”. Allenatori - Due giornate a Giovanni Vecchiotti della Caninese: “Poichè al termine della gara proferiva reiteratamente frasi irriguardose all’indirizzo dell’arbitro”. Assistenti arbitrali - Sino al 20 aprile del 2012 squali-

Di Pietro e Cristian Salvi della Caninese; Leonardo Palla della Vigor Acquapendente.

SERIE D MASCHILE Pesanti sanzioni a carico dello Sporting Vignanello nel match perso sul campo del Civita Castellana Calcio Giovanile. I fatti - Dall’esame del referto di gara, nonché dal relativo supplemento è emerso quanto segue: Al 15° del secondo tempo, l’arbitro espelleva, per somma di ammonizione, Baldassarra Mario (Soc. Sporting Vignanello). Alla notifica del provvedimento di espulsione quest’ultimo appoggiava entrambe le mani sul petto e sulla spalla dell’arbitro strattonandolo e facendo indietreggiare bruscamente; al contempo lo insultava. Immediatamente dopo, il direttore di gara veniva raggiunto dal Sig. Lisi Gianluca, allenatore della Soc. Sporting Vignanello, il quale poggiava entrambe le mani sul petto dell’arbitro spintonandolo, più volte violentemente, tanto da farlo indietreggiare dalla zona riservata alle panchine, sino all’area di rigore; ontemporaneamente urlava offese ed ingiurie all’indirizzo del direttore di gara. Quest’ultimo, nella confusione generale, veniva raggiunto al volto da un violento schiaffo sferrato da Baldassarra Mario che, nel frattempo, non aveva ancora abbandonato il terreno di gioco. A seguito di tali episodi l’arbitro, ritenendo che non ci fossero più le condizioni per proseguire la direzione della gara, ne decretava la fine. Immediatamente alcuni giocatori della Soc. Sporting Vignanello accerchiavano l’arbitro, insultandolo e minacciandolo; inoltre, nonostante la fattiva collaborazione dei dirigenti e giocatori della Soc. Civitac. Calcio Giovanile, lo schiaffeggiavano, procurandogli lieve dolore. Tra i giocatori venivano identificati Sforza Marco (capitano), Baldassarra Mario, Edoardo Mechelli ed Elsini Daniele. Nel parapiglia generale l’ar-

bitro veniva spintonato con forza, dai predetti giocatori, dal centrocampo sino alla recinzione della rete metallica; quì veniva strattonato violentemente e reiteratamente per la maglia, dai sostenitori della Soc. Sporting Vignanello, i quali lo ricoprivano, inoltre, di insulti e minacce per circa cinque minuti. Tale condotta impediva al direttore di gara di svincolarsi ed uscire dal terreno di gioco. Nella confusione generale l’arbitro veniva colpito al volto da una violenta pallonata calciata da Mechelli Edoardo che procurava all’arbitro momentaneo stordimento e forte dolore al collo (tale azione costringeva l’arbitro a recarsi, la sera dello stesso giorno, all’Azienda Sanitaria Locale di Roma D - Fiumicino, dove gli veniva diagnosticato una distrazione cervicale con prognosi di cinque giorni). Contemporaneamente il direttore di gara veniva insultato e minacciato da Lisi Gianluca ed Elsini Daniele; Infine l’arbitro poteva raggiungere lo spogliatoio, solo con l’aiuto dei tesserati della Soc. Civitac. Calcio Giovanile e successivamente, uscire dal paese grazie alla scorta della Forza Pubblica, nel frattempo chiamata ed intervenuta. Tanto premesso, considerato che la responsabilità della mancata regolare conclusione della gara deve ascriversi alla Soc. Sporting Vignanello. Visti gli artt. 17 – 18 e 19 del C.G.S. e 62 – 64 delle N.O.I.F. si decide: di irrogare alla Società Sporting Vignanello la punizione sportiva della perdita della gara con il punteggio di 0-6; - di comminare alla Società Sporting Vignanello l’ammenda di euro 300; - di squalificare l’allenatore Lisi Gianluca della Società Sporting Vignanello sino al 12/11/2013; - di squalificare i sottoelencati calciatori della Società Sporting Vignanello, come appresso specificato: Baldassarra Mario sino al 12/11/2014; Sforza Marco sino al 12/11/2014; Elsini Daniele sino al 12/ 11/2014; Mechelli Edoardo sino al 12/11/2015. Ammende - Multa di 75

G

euro alla Virtus Ceramica Flaminia: “Poichè al 32° del secondo tempo, dopo l’espulsione di un proprio giocatore, nonchè di un giocatore avversario, propri sostenitori si avvicinavano alla porta d’ingresso del campo e minacciavano di aggredire il giocatore della squadra avversaria, al contempo rivolgevano allo stesso offese ed insulti. Venivano poi bloccati dai giocatori della squadra di casa”. Dirigenti - Squalifica sino al 24 novembre 2011 per Bruno Federici del Ronciglione: “Allontanato perchè entrava sul terreno di gioco, non autorizzato, e proferiva frasi irriguardose all’indirizzo dell’arbitro”. Giocatori - Due turni a Claudio Bruni del Real Pool Viterbo e Giordano Colinelli della Virtus Ceramica Flaminia. Un turno ad Alessio Pazzetta del Nepi Sport Event.

del Graffignano. Non Espulse - Un turno per somma di ammonizioni a Cristiana Ceccariglia della Libertas Ellera. ALLIEVI Giocatori Espulsi - Due giornate a Luca Cesaretti e Alessio Sbarrini dell’Etruria Calcio Un turno a Marco Giorgi e Dario Sentiero del Tolfa Allumiere, Pierluigi Lotti dell’Ischia di Castro, Tommaso Bronco del Montefiascone. N o n Espulsi - Per somma di ammonizioni un turno a Paolo Bucci del Pianoscarano, Giovanni Zucchetto del Real Monterosi.

Negli allievi provinciali out per un turno Cesaretti e Sbarrini dell’Etruria

C/5 D FEMMINILE Così per il campionato femminile di serie D. Allenatori - Un turno ad Antonio Giuliano del Graffignano: “Per reiterate proteste, proseguite anche dopo il richiamo del direttore di gara”. Giocatrici Espulse - Un turno ad Alessandra Tardani

ALLIEVI FASCIA B E GIOVANISSIMI Nessun provvedimento a carico dei tesserati di questi campionati. GIOVANISSIMI FASCIA B Dirigenti - Inibito sino al 2 dicembre 2011 Stefano Orecchia del Capranica: “ Per essere entrato nel terreno di gioco durante la partita, senza autorizzazione dell’arbitro, e per aver insultato lo stesso direttore di gioco, dopo essere stato allontanato dal campo”


sport

SPORT

AltoLazio

Venerdì 18 Novembre 2011 Viterbo &

23

L’ EVENTO

Il bello della Libertas Pilastro Viaggio nelle foto delle protagoniste del prestigioso club rionale Si è svolto in provincia di Ascoli Piceno il Trofeo delle Città UISP di pattinaggio artistico per il solo esercizio libero, che ha visto gli atleti impegnati nella ricerca del risultato tecnico solo in funzione di una supremazia agonistica �nalizzata a contribuire, con il proprio esercizio, al raggiungimento del più alto grado di classi�ca da parte della provincia rappresentata. L’Asd Libertas Pilastro ha partecipato con sei atleti. Ottimi i risultati individuali e di squadra, tre atlete a ridosso del podio con il quarto posto di So�a Marazzi, Gaia Calisti e Federica Vico, ottimi anche gli esercizi di Francesco Mascia, Chiara Mizzelli e Maya Rossi che hanno contribuito all’ottavo posto nella classi�ca a squadre della rappresentativa di Viterbo, la piccola So�a Marazzi “prestata” alla rappresentativa di Roma ha contribuito validamente al terzo posto delle romane, vincitrice del Trofeo Grosseto seguita da Napoli.



l'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 18 novembre 2011