Issuu on Google+

AltoLazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

p

Viterbo & Lazio Nord Anno I N. 48 - Martedì 14 Dicembre 2010

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

L’EDITORIALE

La tomba del Papa Alessandro IV come il Codice da Vinci di Roberto POMI

S

i riaccende il sogno di ritrovare la mitica sepoltura di Papa Alessandro IV. Un ponte�ce importantissimo per la storia viterbese al punto che gli stessi cittadini per paura di saccheggio della salma l’hanno nascosta così bene che ancora non è stata rinvenuta. Il tutto a distanza di 800 anni. Ma intorno alla �gura di questo straordinario Papa, che di fatto “inventò” il trasporto di Santa Rosa si districa una mappa di segni così intrigati e affascinanti da con�gurare un vero e proprio Codice da Vinci. Avete presente il bestseller? Beh! Anche Viterbo ha una storia avvincente a quei livelli. L’ha scritta un appassionato viterbese che si è messo sulle tracce di Alessandro IV insieme all’Indiana Jones spagnolo Alberto Pichiardo. Mercoledì mattina saranno, insieme a monsignor Del Ciuco (storico “Indiana Jones” viterbese), a Palazzo dei Priori. E’ infatti in programma una conferenza stampa bomba. Una novità importante intorno alla �gura di Alessandro IV verrà rivelata. Al momento è impossibile sapere di più, nulla trapela. Tutti i curiosi non devono fare altro che recarsi in Comune alle 11,30. Per sabato invece la Sala Regia ospita un convegno dove si parlerà di tutta la spedizione archeologica che Alberto Pichardo si appresta a condurre. I lavori di rilevamento e scavo inizieranno ad anno nuovo: il 3 gennaio. Intanto si è parlato già della spedizione archeologica su Alessandro IV su qualcosa come 120 testate giornalistiche spagnole e statunitensi.

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Inizia il processo alla sanità corrotta di Paolo GIANLORENZO

S

POLITICA

CRONACA

Reperti etruschi Camilli contro restituiti al museo Equitani Ieri mattina i carabinieri, su indicazione del procuratore Pazienti, hanno ceduto al Museo Etrusco Nazionale alcuni reperti archeologici sequestrati.

Duro il giudizio su Equitani del Presidente del Consiglio provinciale Piero Camilli. “Una gestione troppo egocentrica e fatta probabilmente male”. di Daniele CAMILLI

di Roberto POMI servizio a pagina 3

servizio a pagina 6

CIVITAVECCHIA

SPORT - TENNIS

Messo in sicurezza Quinto sigillo l’edificio litoraneo del Tc Viterbo Questa mattina è stato finalmente messo in sicurezza l’edificio parzialemtne crollato la scorsa primavera. Presenti all’intervento alcuni degli inquilini ancora senza dimora. di Pietro COZZOLINO

Battendo 3-0 il Tc Prato nella �nale di Rovereto, il Tennis Club Viterbo si è laureato campione d’Italia per la quinta volta consecutiva, entrando di diritto nella leggenda. di Glauco ANTONIACCI

servizio a pagina 14

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro

servizio a pagina 14

i inizia con un rinvio, ovviamente. Difetto procedurale ma poco importa. Si inizia e si spera che la prossima udienza sia �ssata a breve. Si parla di corruzione, tangenti, di persone �nite in carcere per non aver fatto il proprio dovere. Uno spaccato della sanità viterbese corrotta che ebbe il suo apice scandalistico lo scorso anno. Si comincia con personaggi minori, persone che sono veramente marginali nell’imponente cloaca corrotta sulla quale stanno indagando gli uomini della Procura ormai da quasi due anni. E’ sempre un inizio. Speriamo buono. servizio a pagina 3


2

p

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

MartedĂŹ 7 Dicembre 2010


Martedì 14 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

cronaca

p

3

Inizia con un primo rinvio il processo alla Sanità viterbese Isa e Ausl Roma H alla sbarra per tangenti di Paolo GIANLORENZO

I

nizia, manco a dirlo, con un rinvio il processo alla sanitopoli viterbese. Un primo �lone della maxi inchiesta che ha visto coinvolti alcuni dirigenti della Ausl Roma H, della Ausl di Viterbo e dirigenti della società privata Isa spa. Alla sbarra l’ex direttore generale della Ausl Roma H, Luciano Mingiacchi (nella foto), la dirigente dottoressa Patrizia Sanna responsabile del SITI (servizio informatico) della Ausl di Rieti e uno dei soci della Isa spa Riccardo Perugini. Alfredo Moscaroli è attualmente fuori dal procedimento perché il giudice per le indagini preliminari Salvatore Fanti, su indicazioni dei pubblici ministero Stefano D’Arma e Fabrizio Tucci, hanno deciso di procedere separatamente. Tutto inizia con una falsa partenza perché la noti�ca a Mingiacchi non è stata fatta nei termini di legge. Lo cercavano a casa per noti�cargli l’avviso di comparizione ma lui

Arrestati rapinatori che colpivano i tir

R

apine a tir alimentari, sgominata banda. I carabinieri del Nas di Bari hanno scoperto una banda che, stando agli accertamenti, derubava tir e autocarri che trasportavano alimentari e �tofarmaci. Il gruppo avrebbe messo a segno diversi colpi in tutta Italia, anche a Viterbo. I provvedimenti di custodia cautelare emessi dal gip del tribunale di Bari sarebbero trentacinque.

Ruba ma le telecamere la incastrano

Q

uarantenne di Civitavecchia ruba all’interno di un’auto parcheggiata all’interno del Comando dei Carabinieri di Tarquinia, arrestata. E’ stata tradita dalle telecamere e da una vistosa fasciatura alla mano che ha permesso ai carabinieri del Comando Stazione di Tarquinia, comandati dal Maresciallo Girelli, di identi�carla. Riscontrato il furto i carabinieri hanno proceduto a veri�care le immagini catturate dalle telecamere. Così facendo hanno notato che lo stesso era stato commesso da una donna non conosciuta dall’Arma locale, che presentava una vistosa fasciatura sulla mano sinistra. Immediatamente, i Carabinieri si attivavano presso il pronto soccorso cercando di capire se, in orario o in data antecedente al fatto, avessero prestato cure a una donna che corrispondesse alla �sionomia dell’autrice del furto. Bingo. La quarantenne è stata quindi fermata nei pressi del centro storico di Tarquinia e successivamente si è proceduto a una perquisizione personale e domiciliare, durante la quale sono stati rinvenuti gli oggetti asportati dall’autovettura.

era detenuto a Mammagialla. I reati contestati vanno dalla corruzione alla turbativa d’asta. La falsa partenza permetterà comunque alle difese di presentare la lista dei testi da ascoltare. Antonio Rizzello, avvocato di Mingiacchi, presenterà una lista di oltre sessanta persone. Tra queste ci sono anche Giuseppe Antonio Maria Aloisio, Ferdinando Selvaggini e tantissimi altri funzionari. Una fase processuale importante ed imponente che sfocerà sicuramente anche su altri lidi. Mingiacchi ha subito, secondo il suo punto di vista, una vera e propria ingiustizia. Le responsabilità addossate a lui sono decisamente inferiori a quelle che invece avrebbero avuto altri funzionari suoi pari grado. Sarà infatti interessante la ricostruzione dei fatti. Dall’incontro avvenuto nell’uf�cio di Aloisio, all’incarico af�dato sia alla Isa da parte della Ausl di Viterbo che a quella di Roma. Una matassa così intricata sarà dif�cile da dipanare con poche udienze ma è certo che i colpi di

scena non mancheranno. Molte le intercettazioni telefoniche che saranno “ascoltate” per la prima volta alla luce del sole. Tanti nomi saranno tirati in ballo e molti di questi, �no ad oggi, rigorosamente celati dagli omissis degli inquirenti. Luciano Mingiacchi ex direttore generale della Ausl Roma H

Furto di legname da ventimila euro In tre denunciati dalla Squadra Mobile

L

e indagini, condotte dalla Squadra Mobile coordinata da Fabio Zampaglione, hanno portato alla denuncia di tre persone per ricettazione, a seguito di un furto di circa 20mila euro di legname ai danni di un’azienda viterbese sulla Cassia Nord. Tutto è iniziato con la segnalazione di una volante che, nel pomeriggio di sabato scorso, aveva fermato sulla Teverina un tir che trasportava travi di legno.

Parte del carico, infatti, evidentemente mal �ssato, era caduta dal camion, occupando la carreggiata. Gli agenti hanno intimato l’alt al conducente, che ha spiegato che il trasporto gli era stato commissionato da un uomo, che, in seguito, è risultato essere il collaboratore di un noto imprenditore viterbese. La polizia, però, aveva anche notato un’automobile che, tenendosi a poca distanza, seguiva il tir. I due uomini a bordo dell’autovettura, ovvero l’uomo che aveva predisposto la commissione di legname e un operaio della stessa azienda viterbese dalla quale provenivano le travi, hanno provato invano a scappare. I due, il primo viterbese, il secondo extracomunitario, sono stati denunciati per ricettazione, insieme ad un altro imprenditore di Civitavecchia, arrivato, in serata, alla questura di piazzale Romiti. Dopo il camion fermato sulla

Teverina, infatti, gli agenti della Polizia ne hanno trovato un altro, sempre carico di legname, diretto in un’azienda di Civitavecchia, luogo in cui le travi avrebbero dovuto essere scaricate. Le indagini della polizia, però, hanno confermato che, anche per il secondo mezzo fermato, il legno proveniva dal rivenditore viterbese e che anche questo trasporto era stato commissionato dal collaboratore dell’imprenditore, denunciato nel pomeriggio. Dopo la routine formale, è quindi scattata la denuncia per ricettazione anche per il titolare dell’azienda civitavecchiese. Come detto, nel complesso il valore del bottino si aggira intorno ai ventimila euro; il proprietario dell’azienda, però, aveva registrato negli ultimi mesi un ammanco di legname pari a circa centomila euro. Si tratta di capire, ora, se i tre uomini denunciati sono coinvolti anche in questi altri furti.

64enne accusato di stalking da una giovane Ieri l’uomo è stato ascoltato in tribunale

C

ontinueranno le indagini sul caso di stalking denunciato dall’infermiera trentenne, molestata da un suo paziente. L’uomo, 64enne, che dopo la perdita della moglie ha subito un forte crollo emotivo e mentale, è stato ascoltato ieri presso il Tribunale di Viterbo. “In un clima più che tranquillo – come ha spiegato Michele Ranucci, difensore dell’imputato – il mio assistito ha ammesso di avere un’ossessione per la ragazza”. Insomma, un po’ perché ha frainteso l’atteggiamento espansivo dell’infermiera, un po’ perché si è innamorato perdutamente di lei, perdendo il raziocinio e la

giusta misura, l’uomo ha preso una ‘cantonata’ ed “è cosciente di aver esagerato”. Comprensibile la reazione della donna, che, però, sembra non voler abbandonare quella linea dura adottata nei confronti del suo ‘persecutore’ bonaccione che l’ha aiutata, insieme al suo avvocato, a produrre tutte le testimonianze e le prove necessarie ad agire contro l’uomo. Per lui permane il divieto di avvicinarsi alla casa, al luogo di lavoro e ai posti abitualmente frequentati dalla donna, decisione del GIP del Tribunale di Viterbo; contestualmente continueranno le indagini sulla vicenda che porteranno al rinvio a giudizio.

I carabinieri affidano al Museo i reperti etruschi sequestrati

di Roberto POMI

R

eperti etruschi posti sotto sequestro dai carabinieri della Compagnia di Viterbo consegnati ieri mattina al Museo Etrusco Nazionale. Dalle mani del tenente Martu� a quelle della dottoressa Valeria D’Atri, direttore del museo. Questo il momento simbolico che ha consacrato la restituzione di un “pezzo” del patrimonio artistico-archeologico della Tuscia agli abitanti di questa terra e a tutti gli appassionati del mondo. I reperti archeologici erano stati rinvenuti, proprio dal tenente Martu�, all’interno di un capannone di un artigiano a Grotte Santo Stefano. I militari dell’Arma avevano fatto irruzione nella struttura per una operazione antidroga. Operazione che ha visto le manette ai polsi di quattro persone: tre romani e il viterbese titolare dell’attività. In pratica il capannone era il luogo adibito allo spaccio per rifornire alcuni operai della zona artigiana di cocaina per il week-end. Proprio nel corso della perquisizione del locale del 12 novembre scorso, �nalizzata al rinvenimento dello stupefacente, il tenente Martu� ha rinvenuto, accuratamente occultati, diversi oggetti antichi. Il titolare dell’attività è in seguito risultato appassionato di reperti archeologici e al centro di un commercio clandestino di beni archeologici. La consegna dei reperti al Museo Nazionale Etrusco

è stata disposta dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo, Dott. Alberto Pazienti. “Un gesto importante per il territorio che simboleggia la sensibilità dell’Arma e la costante presenza dei carabinieri nella difesa del patrimonio archeologico di cui la Tuscia è ricca”, così il capitano Raffaele Gesmundo. “Oggi è un giorno importante - così il direttore del museo -. Riceviamo questi reperti, alcuni dei quali di grandissimo valore. I più signi�cativi sono risultati, a un primo esame, un cratere di notevoli dimensioni con raf�gurate �gure alate e un balsamario. Si tratta di oggetto sicuramente fabbricato in oriente e dif�cilmente ne sono stati ritrovati di così ben conservati. Detti reperti, rinvenuti nei pressi del municipio romano di Ferento ,sottolineano ancora una volta la ricchezza del territorio viterbese, con le sue ampie edarticolate necropoli, da sempre, purtroppo, oggetto di attenzioni illecite”. I reperti ora verranno ulteriormente studiati dagli esperti per poterne con certezza de�nire l’autenticità e l’origine e distinguere i pezzi autentici da quelli falsi. Infatti è diffusa tra i tombaroli l’abitudine di raggirare i ricchi clienti del mercato nero dei reperti archeologici, proponendo loro vendite di lotti di reperti nei quali sono ricompresi, tra i pochi pezzi di valore, molti pezzi realizzati da abili falsari. Fotoservizio di Alberto Zadro.


cronaca

p

4

Viterbo & Lazio Nord

Gli autisti Francigena sul piede di guerra

INPS verso il collasso

“Mettiamo la faccia sugli errori della politica”

Negligenze e problematiche nel Trasporto Pubblico Locale di Viterbo”, questo l’oggetto di una dura lettera �rmata genericamente Operatori d’Esercizio della Società Francigena. Tradotto: autisti degli autobus. Destinatari: prefetto, sindaco di Viterbo, gli assessori ai Trasporti, Società Partecipate, Viabilità e Traf�co, presidentye Francigena, consigliere delegato Trasporto Pubblico Locale, sindacati confederali: Cgil, Cisl, Uil, Ugl, Faisa Cisal. Contenuto: “I sottoscritti Operatori d’Esercizio della Società Francigena s.r.l. sono stu� e stanche d’essere oggetto continuo di critiche e aggressioni da parte d’utenti e di vari operatori del commercio. Ci sentiamo abbandonati da tutti, specialmente da chi come noi opera sulla strada. Come sempre mettiamo la faccia sugli errori della politica e sulle incompetenze

che, accantonando qualità e capacità, calpestano il principio del rispetto. La ciliegina delle ultime novità segnerà la �ne del servizio se non saranno coordinati e seguiti con qualità i lavori quotidiani. A nulla servono i servizi a vuoto, addirittura prendendo a nolo autobus, per le festività. Fateci lavorare in modo serio mettendo in evidenza le nostre professionalità che state distruggendo. Non è necessario rivolgersi ad altre società o titolari di progetti che non conoscono le realtà interne e il territorio. Chi è competente e capace alla Francigena c’è, mettetelo nelle condizioni di poter intervenire ed è quello che chiediamo e vogliamo”. Questo lo sfogo degli autisti che arriva come un fulmine a cielo sereno, o almeno a cielo apparentemente sereno. Una presa di posizione abbastanza dura da parte degli au-

In manette banda di romeni con precedenti per furto

B

anda di romeni messa in manette dagli uomini dell’Arma guidati dal capitano Trombetta della Compagnia di Ronciglione. Tutti e tre avevano precedenti penali ma in particolare uno di loro, 40enne, era ricercato per furto aggravato. Un

Altolazio News srl Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO piggi@opinioneviterbo.it Redazione Centrale di Viterbo GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI MICAELA ROTELLI Grafici MARIO RAMUNDO In attesa di registrazione ROC Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredino Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Sede di Viterbo 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it donn@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30

reato commesso a Roma nel luglio del 2007 e per il quale era stato condannato a 8 mesi di reclusione. Gli altri due erano stati raggiunti da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale per motivi urgenti di sicurezza pubblica, emesso nell’anno in corso dal Prefetto di Roma, e sempre a seguito di numerosi reati commessi contro il patrimonio. Nel dettaglio, i carabinieri della Stazione di Capranica, diretti dal Maresciallo Bevilacqua, sono intervenuti in un bar di Capranica a seguito della richiesta d’intervento pervenuta all’utenza 112 della Centrale Operativa dei Carabinieri di Ronciglione da parte del gestore, in quanto segnalava la presenza all’interno del locale di tre stranieri che, una volta ordinata la consumazione, si erano messi a guardare l’interno della struttura, in maniera accurata e tale da insospettire ed allarmare il gestore. Immediatamente sul posto è giunta una pattuglia della locale Stazione e i sospetti del gestore si sono dimostrati assolutamente fondati. Il 40enne è stato tradotto presso la casa circondariale di Viterbo, mentre gli altri due, peraltro fratelli, di 36 e 38 anni, sono stati accompagnati presso un centro di prima accoglienza per il successivo allontanamento dal territorio nazionale. Si sospetta che i tre rumeni stessero facendo un “sopralluogo” nel locale per poi nei giorni successivi perpetrarvi un furto. Sono in corso ulteriori indagini al �ne di veri�care se i prevenuti siano possibili autori di altri reati.

tisti dei pullman che arriva in conseguenza degli ultimi stravolgimenti inseriti sul piano del traf�co dei mezzi pubblici urbani. Stravolgimenti che in città non sono stati accolti sempre positivamente.

Scapigliati: “Siamo stupiti di questa posizione e pronti ad ascoltare, come sempre, i lavoratori” di Roberto POMI

E

’ un Guido Scapigliati, al secolo consigliere delegato Francigena al Trasporto Pubblico Locale, stupito quello che raggiungiamo telefonicamente per un’intervista in merito alla lettera firmata dagli autisti dei bus. Consigliere, cosa pensa di questa presa di posizione da parte dei lavoratori? Francamente rimango stupito. Come cda abbiamo sempre manifestato grande apertura verso il personale di Francigena. Tutti gli autisti hanno il mio numero di telefono personale e possono chiamarmi per qualunque problema. Non li abbiamo mai lasciati solo, anzi li abbiamo sempre difesi e lo faremo sempre. Allora come si spiega un simile sfogo? Non me lo spiego. Credo che tra gli autisti stessi ci sia una “scollatura”. Soprattutto l’azienda è costantemente in contatto con i loro rappresentanti sindacali e c’è un clima continuo di ascolto, comprensione e voglia di risolvere qualsiasi forma di attrito possibile. Forse questa lettera è figlia di una parte degli autisti che probabilmente agisce sotto strumentalizzazione. In questo periodo c’è un certo nervosismo per la questione di via Marconi e il comportamento dei com-

mercianti, stando a quanto mi è stato riferito dagli autisti stessi, non è spesso dei migliori. Comunque l’azienda ha sempre tutelato il proprio personale. Per quanto riguarda la questione del bus gratuito è la politica che si è inventata di fare questo regalo ai viterbesi. Non ci sembra comunque lesivo per l’azienda e soprattutto non capisco quali possono essere gli elementi negativi per il nostro personale. Quale sarà la posizione di Francigena nei loro con-

Finisce davanti al Gip l’infermiera accusata di furto di Micaela ROTELLI

È

stata denunciata da una paziente che si era accorta dei suoi strani movimenti, l’infermiera del Belcolle accusata di derubare i suoi assistiti. La donna si era giusti�cata dicendo di “aver utilizzato il bagno della stanza” in cui si trovava la paziente che, insoddisfatta della spiegazione addotta, ha chiamato la polizia. Gli agenti, perquisendo l’armadietto dell’infermiera, hanno trovato il marsupio rubato alla paziente e del denaro

nascosto in un guanto di lattice. L’infermiera, difesa dall’avvocato Remigio Scilia, si è presentata ieri davanti al GIP del Tribunale di Viterbo, presieduto dal giudice Marinelli, ed è stata sottoposta all’interrogatorio di garanzia. In questa sede la donna ha fornito la propria ricostruzione dei fatti, opponendosi decisamente alle accuse mossegli. La misura cautelare degli arresti domiciliari è stata confermata, malgrado l’opposizione della difesa che farà ricorso al Tribunale del Riesame.

Martedì 14 Dicembre 2010

fronti? Dialogo e massima aperttura possibile. L’azienda sta vivendo una fase positiva. Quest’anno riusceremo a chiudere il bilancio in pareggio. E’ un risultato fondamentale e importante. Non possiamo permetterci di rovinare tutto per dissapori inutili. Siamo consapevoli del valore del nostro personale e nostro compito è quello di metterlo nelle condizioni per poter operare al meglio. Personalmente ritengo che è proprio questo quello che stiamo facendo.

Siamo all’anno zero. Riconoscimento invalidità civili, assegno di accompagnamento, applicazione legge 102/2009 (permessi per i familiari �no al terzo grado che assistono in maniera continuativa e in casa persone non autosuf�cienti), a Viterbo è il nulla”, così la denuncia del presidente delle ACLI di Viterbo Renzo Salvatori, contenuta in una lettera inviata al direttore provinciale dell’INPS di Viterbo, all’Ordine dei medici, al direttore generale e al presidente dell’Inps, alla ASL e al prefetto di Viterbo, ai parlamentari eletti nella Tuscia. “Le categorie di cui ci stiamo occupando sono tra le più bisognose di attenzione: persone non autosuf�cienti che necessitano di assistenza continua e di supporti economici e sanitari che le leggi dello Stato garantiscono. Ma se l’applicazione della legge avviene con i tempi biblici come a Viterbo, di fatto è come se le norme non esistessero”. Dopo la premessa Salvatori passa a sfogliare il cahier de doleances compilato dalle ACLI. “La concessione del permesso di congedo straordinario a favore di un famigliare che si rende disponibile ad assistere il parente malato, che tra l’altro, consentono un notevole risparmio economico allo Stato evitando che il malato venga ricoverato in struttura assistenziale pubblica, dovrebbe essere de�nita nel giro di pochi giorni. Invece capita che passano mesi. In molti casi riconoscimento viene comunicato quando l’anno di concessione è già scaduto o il malato è deceduto. La legge 102/2009 – aggiunge Salvatori - impone l’invio telematico dei certi�cati medici e �ssa un tempo massimo di 120 giorni per la liquidazione delle prestazioni. Ma i tempi non vengono assolutamente rispettati. In questi giorni - sottolinea – sono state convocate a visita persone che hanno presentato domanda ad Aprile. Per di più l’INPS ha comunicato che ‘dal 1 settembre 2010 i verbali relativi all’invalidità civile con provvidenza economica, potranno subire una sospensiva da parte della commissione medico legale per accertamenti diretti sulla persona. Per il certi�cato medico da inviare telematicamente all’INPS alcuni medici di famiglia o non sono abilitati o si sottraggono all’incombenza, indirizzando il paziente ad altro medico ‘certi�catore’ che richiede per la prestazione �no ed oltre i cento euro. Spesso chi avanza richiesta di riconoscimento di invalidità civile appartiene alla classe dei poveri assoluti, con oggettive dif�coltà economiche. Occorre che si stabilisca una tariffa decorosa, equa accessibile e possibilmente uguale per tutti”. Secondo il presidente provinciale delle ACLI anche il pagamento delle indennità di accompagnamento sta avvenendo con ritardi enormi, vani�cando l’utilità della stessa provvidenza che, a volte, è l’unica fonte di entrata o comunque dovrebbe concorrere a sostenere la spesa per l’aiuto al malato. Siamo a conoscenza di casi risolti positivamente, con avvenuta richiesta di documenti da setteotto mesi e non ancora liquidati”. Pensioni in scadenza. “In questo caso – argomenta Salvatori – avviene che alla scadenza dei termini viene sospesa la pensione in attesa della veri�ca, che viene effettuata sistematicamente dopo i 180 giorni �ssati dalla legge. Intanto, i malati restano mesi senza ricevere la pensione”. In�ne, le visite per il riconoscimento dell’invalidità per patologie gravi. “La legge – conclude Salvatori - assegna il termine di 15 giorni per la chiamata a visita e la de�nizione della pratica. A Viterbo è disattesa”.


Martedì 14 Dicembre 2010

politica

Viterbo & Lazio Nord

p

5

Pochi gli studenti in piazza contro la Gelmini

Oggi sono a Roma per la sfiducia al Governo

C

ontro la riforma Gelmini, studenti ancora in piazza a Viterbo. Ma la manifestazione non riesce. Pochi infatti gli universitari - in tutto pare non fossero più di 150 - che si sono dati appuntanto sotto la sede della Prefettura in Piazza del Comune per poi scendere verso il Sacrario e, da via Marconi, risalire a Piazza delle Erbe dove s’è discussa una proposta di riforma “alternativa” dell’università. Gli slogan? “Gelmini, Tremonti, ridateci i fondi” oppure “Lei (riferito al Ministro dell’Istruzione) ha le borse �rmate e noi neanche quelle di studio”. Intanto questa mattina una delegazione viterbese è partita alla volta di Roma per partecipare alla manifestazione nazionale di mobilitazione convocata in coincidenza con la discussione e la votazione della mozione di s�ducia presentata contro il Governo Berlusconi. “Il 14

- scrive in una nota il Coordinamento Link Tuscia - il Parlamento voterà la �ducia a questo governo, arte�ce di quella che chiamano ‘riforma dell’università’ ma che alla luce dei fatti risulta essere solo una scellerata mannaia nei confronti di alcuni dei diritti fondamentali garantiti dalla nostra Costituzione: la cultura e la ricerca scienti�ca. Tali decisioni - spiega il comunicato - conducono verso un’istruzione sempre più elitaria e riservata a pochi portando alla morti�cazione dei desideri di e delle aspirazioni di chi non potendosi permettere una formazione economicamente dispendiosa sarà costretto a rinunciare. In una società in cui la precarietà è sempre più manifesta crediamo sia importante lottare per difendere il nostro futuro di studenti e di cittadini. Per questo - sottolineano gli studenti - chiediamo l’immediato ritiro del ddl che di fatto uccide l’istruzione pubblica a favore di quella privata; chie-

I prodotti agricoli viterbesi sbarcano a Fiumicino

A

perto ieri, presso gli arrivi internazionali dell’aeroporto di Fiumicino, il nuovo spazio espositivo dell’Enoteca regionale Palatium tutto dedicato alla promozione del patrimonio enogastronomico tipico e di qualità del Lazio. Tra i prodotti, anche quelli del viterbese. “Una vetrina straordinaria dell’enogastronomia del Lazio – ha detto l’assessore regionale all’agricoltura, Angela Birindelli – in un luogo strategico, come lo scalo di Fiumicino, in grado di intercettare un target molto ampio di turisti in arrivo nel Lazio alla ricerca degli aspetti più caratteristici e autentici dei nostri territori.” Lo stand, in un’area di 12 mq, ospita il meglio della produzione

agricola laziale: circa 50 etichette di vini certi�cati DOC e IGT, tra bianchi, rossi, i tipici liquori del Lazio quali il nocino, la genziana, il castagnino e la sambuca. Ad accompagnare i vini ci sono inoltre i prodotti tipici e di qualità delle migliori imprese agricole del Lazio. Imprese che, coniugando tradizione e innovazione, oggi rappresentano le migliori opportunità di sviluppo per il settore e un volano per tutta l’economia regionale. Tra i protagonisti, sul banco d’esposizione, si possono trovare una gran varietà di salumi, legumi tipici, sott’oli, nocciole dei Monti Cimini, pasticceria secca, cereali, pasta di grano duro, miele e una scelta di biscotti preparati secondo la tradizione kasher.

diamo un sistema di Welfare che difenda i diritti degli studenti, attraverso agevolazioni nei trasporti e soprattutto diritto allo studio, da questa �nanziaria estremamente ridotto”.

Il Pdl di Viterbo contro la sfiducia, a sostegno del Presidente Berlusconi

Un nutrito gruppo di viterbesi si è recato domenica a Roma, alcuni col treno ma la maggior parte con la macchina, per partecipare alla manifestazione regionale indetta dal popolo della Libertà a sostegno di Berlusconi e del suo Governo, come è del resto avvenuto nelle altre regioni italiane”. Lo dichiara in una nota il consigliere comunale del Pdl, Andrea Marcosano. “Dopo il gazebo di sabato, a cui tantissimi cittadini si sono avvicinati per mettere la loro �rma a sostegno del Presidente Berlusconi, domenica si è svolta la manifestazione a cui erano stati invitati a partecipare i cittadini della nostra Regione”. Col sindaco Giulio Marini, erano infatti presenti diversi rappresentanti dell’amministrazione viterbese, tra cui gli assessori Arena e Muroni, i consiglieri Federici, Marcosano, Ubertini, Micci nonché Mauro Fapperdue. Per le donne, l’assessore regionale Angela Birindelli e

la “pasionaria” azzurra Rosetta Virtuoso. Anche una delegazione di Orte, ben rappresentata da giovani emergenti ed impegnati. “Il Palazzo dei Congressi – prosegue Marcosano – nonostante l’atrio fosse stato allestito con sedie e schermi giganti, non è stato suf�ciente a contenere le tante persone che, giunte dalle varie province del Lazio, si sono dovute accontentare di sostare all’esterno, sulle gradinate, non avendo possibilità di accedere nel salone”. Il gruppo dei viterbesi è stato in�ne accolto anche dall’on. Tajani, che, insieme ad altri parlamentari e rappresentanti istituzionali, ha preso la parola dopo che il presidente Berlusconi aveva inviato, in collegamento video con tutte le sedi collegate, il suo saluto e il suo invito a sostenere l’operato del Governo, “pur ribadendo – conclude il consigliere – la sua convinzione che molti, facendosi carico della responsabilità nei confronti dell’elettorato e degli italiani, il 14

S

non �rmeranno la s�ducia, ma sosterranno il Governo democraticamente in carica”.

Signorelli (Ugl): “mai detto che il Sinfub è un sindacato di comodo”

Ai sensi della legge sulla stampa, il sottoscritto Piergiorgio Signorelli, segretario provinciale dell’Ugl Credito di Viterbo, chiede la smentita del titolo dell’articolo apparso sul vostro giornale (l’Opinione di Viterbo e Lazio Nord ndr) il giorno 09/12/2010 a �rma Daniele Camilli pubblicando la seguente nota: “Dichiaro di non aver mai

detto che il Sinfub è un sindacato di comodo, ho solo espresso forti perplessità sulla �rma del Cia (Contratto Integrativo Aziendale ndr) della Banca di Viterbo, che noi unitamente alle altre sigle presenti non abbiamo sottoscritto, in quanto non rispondente alle aspettative dei dipendenti e, tantomeno, approvato in assemblea”. Piergiorgio Signorelli

Fli, successo per il convegno sulle Pari Opportunità

Prendiamo atto della smentita di Signorelli. Nonostante ciò, siamo convinti che il virgolettato, riferito all’articolo citato e smentito dal segretario provinciale dell’Ugl Credito, corrisponda a quanto da noi distintamente udito durante l’intervista telefonica. Forse il senso che Signorelli voleva dare all’espressione era quello di “interlocutore di comodo”, ma nostro diritto e dovere è di virgolettare fedelmente quanto ci viene detto. (dc)

uccesso di pubblico per il convegno sulle Pari Opportunità che si è svolto sabato scorso presso la sede del Comitato Etruria di Futuro e Libertà di Viterbo. Ad apprezzare l’iniziativa anche l’assessore al bilancio del Comune di Viterbo, Claudio Taglia, che nel suo intervento si è complimentato per la buona riuscita della manifestazione. I partecipanti hanno potuto confrontarsi ed ascoltare un modo diverso di fare politica e affrontare alcune tematiche sociale sulle quali è d’obbligo fare delle ri�essioni. Durante il dibattito, al quale sono intervenute associazioni di volontariato e di categoria come CNA, Confesercenti e Confcommercio, si è discusso dei problemi della famiglia, delle donne, dei giovani, degli anziani e dei diversamente abili. “Nessuno degli oratori si è messo in cattedra – dichiarano dal Comitato Etruria – chi ha assistito lo ha fatto da partecipante e non da spettatore, potendo così esprimere le proprie opinioni e portando le proprie esperienze personali. Siamo convinti che in Italia sia necessario un nuovo Umanesimo che ponga al centro l’uomo, con le sue passioni, i suoi ideali, i suoi sentimenti e i suoi problemi, in una società in cui si vale per quello che si appare, per quello che si possiede. E non per quello che si è, si pensa o si conosce”.


6

politica

p

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

“Gestione egocentrica e fatta probabilmente male” Duro il parere di Camilli su Equitani di Daniele CAMILLI

Quella di Paolo Equitani è una gestione troppo egocentrica e fatta probabilmente male. Sarebbe opportuno che coinvolgesse tutti nelle sue decisioni senza procedere in solitaria”. A dichiararlo – contattato telefonicamente – è Piero Camilli, presidente del consiglio provinciale di Palazzo Gentili. Sott’accusa il modo di procedere rispetto all’eolico di Piansano e alla questione dell’arsenico. Non sarebbe poi stata digerita da tutti nemmeno l’apertura al termovalorizzatore nella Tuscia. Pare anche che, come riportato da un quotidiano locale, vi sia addirittura una lettera in cui il “j’accuse” contro l’assessore all’ambiente della Provincia di Viterbo sia stato messo nero su bianco. “Qualcosa ci sarebbe”, dice Camilli. Qualcosa ci sarebbe, ci confermano altre fonti. Tuttavia sembra che il testo – un vero e proprio documento e non una semplice missiva – non sia mai stato consegnato al Presidente Marcello Meroi. Sebbene fosse stato scritto e circolato tra i consiglieri di maggioranza. Nelle

indiscrezioni trapelate sulla stampa si fa inoltre riferimento a 5 consiglieri di maggioranza che avrebbero apposto la loro �rma sulla lettera in questione. Tant’è vero che ieri Alessandro Cuzzoli, Bruno Capitoni, Salvatore Serra e Roberto Staccini – sentitisi forse chiamati in causa – hanno inviato un comunicato alle redazioni dei giornali smentendo le notizie “relativamente a dissidi con il vicepresidente e assessore all’ambiente Paolo Equitani”. Anzi “è assolutamente falso che i consiglieri provenienti da Forza Italia contestino l’operato dell’assessore Equitani. Al contrario, gli stessi rinnovano la piena �ducia nei confronti dell’assessore al quale riconoscono professionalità e straordinario impegno quotidiano nel portare avanti l’attività del proprio Assessorato. Per quanto riguarda la vicenda dell’eolico a Piansano – proseguono i 4 – va precisato che l’assessore Equitani ha agito di concerto con la maggioranza. Respingiamo pertanto il maldestro tentativo di gettare discredito sull’operato di Equitani, chiamando in causa in modo del tutto falso e strumentale i consiglieri provinciali che con

forza e convinzione sostengono la sua azione e quella della giunta provinciale”. Cuzzoli, Capitoni, Serra e Staccini. Quattro e non più cinque. Anzi, forse tre. Perché qualcuno, tra i corridoi di Via

Saf�, avrebbe sollevato dubbi sulla �rma del consigliere Capitoni. “Non ne siamo affatto al corrente – ci confermano fonti a lui molto vicine – fra l’altro in questo momento si trova fuori Viterbo e non

Difficoltà politiche anche per “dantino”

D

if�coltà politiche in Provincia. Non solo per Equitani, ma anche per l’assessore al turismo Andrea Danti. Entrambi dell’Udc. Entrambi forse in contrasto con la

maggioranza di centrodestra. Forse proprio con il Pdl che non avrebbe gradito l’emendamento, promosso dall’Unione di Centro, in cui si proponeva una deroga in merito alla scuola di Monte�ascone – il “Corpus Domini”- tagliata dal Piano di dimensionamento della rete scolastica presentato da Palazzo Gentili alla Regione Lazio. Un emendamento su cui rischiava di convergere l’opposizione, mettendo in minoranza il Popolo della Libertà. Nonostante che il Piano presentato dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Paolo Bianchini, fosse già stato licenziato all’unanimità dall’omonima commissione presieduta da Francesco Bigiotti.

rientrerà prima di mercoledì. Sarebbe comunque intenzionato a favorire un incontro del gruppo Pdl per capire e chiarire le posizioni di tutti”. Torniamo in�ne a Piero Camilli. Sempre per telefono, Un provvedimento che Bigiotti stesso ha poi ritirato durante la seduta del Consiglio “per senso di responsabilità”. Non solo, ma ad incidere sarebbe pure l’attuale crisi di governo e la mozione di s�ducia, presentata anche dall’Udc, che rischia di far cadere Berlusconi, traghettando il Paese verso un nuovo esecutivo o nuove elezioni. E questo farebbe intuire che un’eventuale caduta del Presidente del Consiglio potrebbe avere serie ripercussioni politiche anche nel viterbese, scatenando uno scontro in seno alla maggioranza di centrodestra che amministra la Provincia. Detto ciò, voci di corridoio relative proprio all’emendamento sulla scuola di Monte�ascone, parlano di un Danti amareggiato dal taglio dato al Corpus Domini. Amareggiato al punto da scrivere una mail al gruppo consiliare dell’Udc paventando le proprie dimissioni.

gli leggiamo il comunicato di smentita appena citato, facendogli notare che ci sono le �rme di quattro consiglieri. La sua risposta? “E gli altri sette dove stanno?”. Sentito sull’argomento Bigiotti smentisce, parlando però di “dissapori, subito risolti”. “Certo – prosegue il consigliere Udc – Danti il taglio non l’ha preso bene perché sulla questione s’era impegnato tantissimo. Tuttavia assieme al Presidente della Provincia si recherà a breve dalla Novelli per vedere come poter recuperare la situazione”. Ma le dif�coltà politiche per Danti non �nirebbero qui. Fonti interne al Pdl parlano infatti di un altro fronte che si sarebbe aperto. Quello delle elezioni amministrative della prossima primavera che vedranno coinvolto anche il Comune di Monte�ascone di cui l’assessore al Turismo è stato Sindaco. A quanto è dato sapere in territorio falisco “la possibilità di ricompattare il centrodestra ci sarebbe pure, a patto che – dicono le fonti – il candidato a sindaco non sia Danti”. (dc)


Martedì 14 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

attualità

p

7

“Chiarinelli è stato un esempio di come stare tra la gente” Marcello Meroi omaggia il vescovo che ha accolto il Papa nella Tuscia

I

l presidente della Provincia Marcello Meroi interviene con una lettera sulla nomina del nuovo vescovo della Diocesi di Viterbo: “E’ con molto piacere che saluto e accolgo l’arrivo di Monsignor Lino Fumagalli al vertice della Diocesi di Viterbo, auspicando una fattiva collaborazione per la guida di una comunità che sia il più possibile concorde e salda, grata a Dio e ricca di speranza per il futuro del nostro territorio. La lieta notizia della nomina di Monsignor Fumagalli mi porta anche, come cittadino di questa terra, come amministratore e soprattutto come credente, a fare una riflessione sull’eccellente operato di Monsignor Lorenzo Chiarinelli, a cui mi unisce da tempo un solido legame di profonda stima. Uomo di raffinata cultura, ha ricoperto incarichi prestigiosi grazie alla sua elevatissima qualità intellettuale. In questi tredici anni Monsignor Chiarinelli ha saputo guidare la Diocesi di Viterbo con umanità, generosi-

tà, disponibilità e spirito di servizio nei confronti del prossimo. Un compito non certo facile in un contesto storico e culturale nel quale per chi ha donato la propria vita

a Dio le gratificazioni e i riconoscimenti non sempre sono numerosi come invece si meriterebbe. Durante il suo mandato, Viterbo e Bagnoregio hanno avuto l’immensa gioia e il gran-

Torna ‘TuYou-Tuscia Young’ per mettere al centro i giovani

D

opo il grande successo del primo appuntamento dello scorso 9 novembre, giovedì 16 dicembre 2010 alle ore 9 torna, nella sala conferenze ‘Franco Benedetti’ di Palazzo Gentili, ‘TuYou – Tuscia Young’, il meeting provinciale dedicato alle politiche giovanili organizzato dall’assessorato alla Gioventù della Provincia di Viterbo, in collaborazione con il Ministero della Gioventù, l’Agenzia nazionale giovani, l’Unione Province Italiane, Gioventù Protagonista, Euroguidance, Rete Iter, e Informagiovani. Dopo un esordio legato

ai grandi temi riguardanti i giovani, l’appuntamento del 16 dicembre sarà invece un evento dedicato alla Tuscia e al nostro Paese, e avrà come tema ‘Le politiche giovanili nel contesto nazionale e territoriale’. Interverrano l’assessore alla Gioventù Paolo Bianchini, che presenterà il nuovo nome e il nuovo logo delle politiche giovanili della Provincia di Viterbo; il consigliere del Ministro della Gioventù, Mauro Rotelli, che svelerà lo stato di attuazione della programmazione 2007/2009 e le linee d’indirizzo future; la responsabile dell’area Welfare dell’Unione Province

Italiane (UPI), Samantha Palombo, che parlerà de “L’esperienza delle Province Italiane e le politiche giovanili”; il coordinatore nazionale di Informagiovani, Alberto Sera�n, che si occuperà di “Informazione e comunicazione sociale nei confronti delle nuove generazioni”; Martino Rebonato della Rete Iter, che relazionerà su “Partecipazione e crescita: il Piano Locale Giovani”. Alla manifestazione sono stati invitati gli alunni delle scuole della Tuscia, le associazioni la cui attività si esplica a stretto contatto con il mondo dei ragazzi, e i rappresentanti

dei consigli comunali dei giovani di tutte le amministrazioni del territorio provinciale. Coloro che interverranno alla manifestazione avranno a disposizione il materiale informativo riguardante gli argomenti trattati durante il convegno.

dissimo onore di ricevere la visita di Papa Benedetto XVI, un evento che resterà nella storia e nelle coscienze dei cittadini di una terra dalle profondissime radici cattoliche. Ma credo che la grande qualità dell’attività episcopale viterbese del Vescovo Chiarinelli verrà ricordata soprattutto per le piccole cose di tutti i giorni, per il pensiero costante in sostegno ai bisognosi, per la saggezza, la fermezza, la rettitudine, la dedizione, l’amore e l’onestà intellettuale con cui ha governato il gregge di Cristo in questa città. Proprio per la sua capacità di portare la parola del Signore tra la gente della nostra provincia voglio ringraziarlo, augurandogli di cuore ogni bene e invitando i cittadini della Tuscia a seguirne l’esempio”.


attualità

p

8

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

Tetraedro trasforma Viterbo nel Paese delle Meraviglie La città dei Papi “rapita” dalla magia di questi ragazzi

Interruzione del flusso idrico in alcuni quartieri

di Roberto POMI

E

’ stato un sabato di magia, quello appena trascorso in città grazie ai ragazzi di Tetraedro. I viterbesi hanno trovato una città completamente diversa, investita di un’atmosfera magica. I ragazzi di Francesco Cerra hanno confermato di saperci fare e con un’allegria unica hanno portato il sorriso in ogni angolo del centro storico per tutta la giornata. Un’impresa veramente eccezionale, degna del miglior Lucio Dalla. Artisti di strada e teatro per la gioia di tanti ragazzini ma anche per l’emozione e il divertimento dei più grandi. L’iniziativa è legata al festeggiamento dei cinque anni dalla nascita della compagnia, all’interno della quale gravitano veramente tanti giorni. Ultimamente i giovani di Tetraedro sono riusciti a darsi anche una sede: lo spazio di via Chigi. Un mondo fantastico dove custodiscono il loro tesoro fatto di sogni e di capacità di far sognare. In tantissimi, anche tra i titolari di attività commerciali, hanno sostenuto l’idea e insieme ai ragazzi di Cerra hanno contribuito a spegnere le candeline su una torta di compleanno talmente grande da interessare tutta la parte storica della città. La magia ha iniziato a scorrere tra i sanpietrini già la mattina molto presto con

C

omunicazione Talete: “Si comunica che a causa di lavori urgenti sulla condotta adduttrice alla città di Viterbo Dm 400 mm. dovrà essere interrotto il �usso idrico in località Poggino. Di conseguenza dal giorno mercoledì 15 dicembre alle 8 al giorno giovedì 16 dicembre alle 18 (salvo imprevisti) si potranno

Rinnovo pass parcheggio per i residenti del centro appositi spettacoli destinati ai più piccoli. Anche il momento del pranzo è stato caratterizzato da delle splendide iniziative: la lettettura

di poesie all’interno del Blitz Cafè. Raccontano di un pollo al cherry leggendario. La festa di Tetraedro si è conclusa a notte fonda, anzi

Alla guida del reparto la dottoressa Patrizia Frittelli

Nasce la nuova Senologia

al mattino della domenica, con una grandissima festa tra amici. Tutti insieme hanno brindato al compleanno e alla festa regalata a tutta la città. Presente anche il fotografo Daniele Vita, gruppi di danzatori e tanto tanto divertimento.

C

omunicazione della Polizia Locale: “La Polizia Locale comunica che i permessi per l’accesso, il transito e la sosta nella ZTL del centro storico di tutte le tipologie , con scadenza al 31 dicembre prossimo, si intendono

tacitamente rinnvati fino al 31 dicembre 2011 fatto salvo il permanere delle condizioni e dei requisiti che ne hanno consentito il rilascio agli aventi diritto ai sensi delle previsioni del vigente regolamento sulla circolazione e sosta nel centro storico”.

CENA E MUSICA - Appuntamento giovedì a via della Cava

Food & Songs by Padrino

di Simona TENENTINI

U

na sala affollatissima, quella delle grandi occasioni, con l’accoppiata Marini-Meroi e la squadra della Defensor di basket femminile al gran completo, ha accolto ieri la nascita del nuovo dipartimento di Senologia dell’ospedale di Belcolle, diretto dalla dottoressa Patrizia Frittelli. “In realtà – come ha dichiarato il dott. Cimarello si tratta di un reparto già in funzione, ma com’è nostra abitudine, il taglio del nastro viene fatto quando già il servizio è attivo e funzionante da tempo.” Insomma una sorta di consacrazione di un’ef�cienza e di un dipartimento che, visti gli ottimi numeri e le donne seguite e curate attentamente, non può essere sacri�cato sull’altare dei tagli alla spesa sanitaria imposti dalla presidente Renata Polverini. Un tema caro anche al direttore generale Pipino che ci tiene a sottolineare come: “In tempi di crisi e di ridimensionamenti in realtà il nosocomio di Belcolle è in controtendenza: da noi non si chiude nessun reparto, al massimo si rimodulano i servizi.” Un riferimento, più o meno

veri�care abbassamenti di pressione, o mancanza d’acqua e lievi intorbidamenti alle utenze site nei seguenti Quartieri, vie e zone limitrofe: Villanova – Pilastro – Palazzina – Riello – Via Garbini – Piazza della Rocca – Via Gorizia – Piazzale Gramsci – Piazza San Faustino. Ringraziando, porgiamo distinti saluti”.

C velato, alle polemiche che si sono scatenate in questi giorni relative ai drastici provvedimenti imposti dalla Regione Lazio per il contenimento della spesa pubblica, che comprenderebbero, come da più parti si è ventilato, anche la serrata di alcuni dipartimenti tra cui appunto questo di Senologia. Il leit-motiv della controtendenza è stato quindi ripreso anche da Marini e Meroi che hanno sottolineato il dato positivo ed importante della sanità viterbese che si riesce ad imporre come polo d’eccellenza nel panorama nazionale. Insomma, sembrano essere tutti soddisfatti di questi risultati raggiunti. Tutti, tranne Stefania Taborri, presidente dell’associazione Beatri-

ce Onlus che tanta parte ha avuto nell’apertura di Senologia. Queste le sue parole franche e dirette, con tanto di proposta �nale, all’indirizzo di Pipino: “Siamo seriamente preoccupate dalle voci che circolano sulla chiusura della struttura, provvedimento che, tra l’altro, non comporterebbe nemmeno un bene�cio a livello di riduzione dei costi. Chiediamo pertanto di ri�ettere a lungo sulla misura da adottare, e per evitare dei drastici ridimensionamenti mettiamo noi a disposizione, �no a quando la situazione non si sarà stabilizzata, i fondi necessari per pagare lo stipendio ad un eventuale altro medico a supporto del servizio”. Fotoservizio Alberto Zadro

laudia e Carlo hanno deciso di rilanciare le favolose serate anni ‘70/’80 presso il ristorante da loro gestito, la rinomata taverna dal Padrino. Si inizia giovedì 16 con il numero 0 di una serie di serate/evento delle quali parleremo spesso. “Food & Songs” quindi propone musica e canzoni. La musica sarà curata e mixata da Chicco dj. Cosa si mangerà per l’occasione? Si inizierà con gli antipasti tipici della casa a buffet (pizze rustiche, affettati, formaggi e stuzzichini vari). Cena, ovviamente servita al tavolo, con un bis di primi a sorpresa suggeriti dallo chef. Una superba tagliata al rosmarino per secondo, accompagnata da un contorno di patate al forno e verdure di stagione. Dolci natalizi a scelta. Vino rosso e bianco a volontà con un avvertimento, chi guida non deve bere.

viterbesi. Nelle sue sale sono passati tutti gli attori e musicisti giunti nella città dei Papi a vario titolo. Ha sempre saputo trasformare la sua taverna in un punto di ritrovo artistico e musicale. Per info e prenotazioni telefonare al 0761.342743. Il prezzo è �sso: 25 euro.

FINCASA

Musica. Tanta musica, come detto curata da Chicco che spazierà nei meravigliosi anni ‘70 e ‘80. Musica che farà cantare e ballare. Una serata all’insegna del divertimento che, di fatto, aprirà la nuova stagione del Padrino che, con la gestione di Claudia e Carlo, si rilancia e prova a prendere l’eredità dello storico ed inossidabile, intramontabile Ivo Gobbino, il vero re delle serate

Ricerca personale ambosessi, età max 30 anni, automuniti, per agenzia in Viterbo, franchising del credito. Si richiede spirito d’intraprendenza e serietà. Contattare i seguenti numeri: - 328.3266237 - 345.9535464 - 0761.324906


Martedì 14 Dicembre 2010

provincia

Viterbo & Lazio Nord

p

9

S.LORENZO NUOVO

Il Circolo delle Libertà raccoglie consensi in piazza Moltissime le firme a sostegno del governo Berlusconi, unica nota stonata l’ostruzionismo di alcuni politici locali

S

i sono concluse con una buona af�uenza di Sanlorenzani e non, le due giornate organizzate dal Club della Libertà locale per raccogliere �rme a sostegno del governo Berlusconi. Un gazebo per la raccolta �rme al quale tantissimi cittadini non hanno avuto timore ad avvicinarsi manifestando apertamente l’appoggio al governo di cui oggi si decideranno le sorti. Grande la soddisfazione degli organizzatori che ricordano ogni episodio e gesto di sostegno esprersso dalle persone arrivate al gazebo per esprimere il loro “SI”. “Ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, diciamo che i SanLorenzani hanno dimostrato che nel paese ci sono ancora molte persone liberali che credono nella libertà e in questo governo. La nota stonata della manifestazione è stata la mancanza di partecipazione di coloro che in piazza e nelle bacheche dicono di appartenere al PDL ma che al gazebo, nelle due giornate non si sono presentati. Questi sbandieratori usati da qualcuno

Panorama di San Lorenzo Nuovo (Foto Di Palermo) per i propri �ni, non sono stati capaci di non farsi condizionare e di pensare con la propria testa, di valutare in questo momento quale fosse la cosa più utile da fare per tutti. Chiamati dai dirigenti e dal leader di centro destra alla mobilitazione, hanno preferito di fatto schierarsi con l’opposizione antagonista al governo, pensando bene di far mancare

il loro appoggio ovvero il “SI” a Berlusconi, se non come persona, come capo di un Governo da loro stesso scelto ; (e poi non si dicono �niani....sic! ). Costoro non ci vengano a raccontare che sono andati a porre la loro �rma in altri luoghi perché non ci crediamo. Siamo convinti che tutti costoro, parenti e simpatizzanti, abbiano ricevuto l’ordine di scuderia

di non partecipare in nessuna forma ai gazebo organizzati dal C.D.L. a sostegno del P.D.L. e del governo. Questi personaggi di chi o di che cosa hanno paura ? siamo alle soglie del 2011 e per fortuna oggi è legittimo dissentire, criticare e soprattutto si è liberi di scegliere, di non consegnare il proprio cervello all’ammasso, all’ordine di coloro che per interesse personale tramano e manipolano le volontà dei più deboli. Tirando le conclusioni delle due giornate passate ai gazebo, diciamo un grazie a tutti coloro che hanno partecipato, dandoci ancora una volta di più lo stimolo per continuare a lottare per le idee in cui crediamo. Le idee espresse tanto bene in Forza Italia e poi nel Popolo della Libertà da Silvio Berlusconi e vogliamo invitare tutti i parlamentari eletti con i voti dei Pidellini a pensarci bene prima di tradire il mandato degli elttori. Un ultimo invito lo rivolgiamo al nostro leader Berlusconi: “Sii determinato con quelle persone che non credono e che non ti sostengono con i fatti”.(V.S.)

TUSCANIA

Realizzato da Tosi e Pantalei, verrà presentato venerdì

Arriva il nuovo sito web del Comune di VALERIA SEBASTIANI

V

errà presentato all’intera cittadinanza, venerdì 17 dicembre alle ore 17,30 il nuovo sito web del comune di Tuscania. Realizzato dai dipendenti comunali Claudio Tosi e Piero Pantalei con la collaborazione del Prof. DOnato Limone, per comunicare ed erogare servizi ai cittadini e alle imprese nel rispetto dei criteri della trasparenza, della economicità, della imparzialità, della pubblicità dell’azione amministrativa. Il sito, che andrà a sostituire quello già esistente,

S. Lorenzo Nuovo - Il Pdl chiede i conti del PUCG VETRALLA - Scomparsi i fogli della petizione sul trasferimento dei servizi sanitari

Ma quanto ci costi? E’ giallo sulle firme della Sestito di FULVIO MEDICI

S

i scalda la polemica sulla battuta d’arresto del Piano Urbanistico Comunale Generale, proposto dall’attuale amministrazione, in�itta dai pareri emessi da Provincia e Regione. I consiglieri di minoranza Pdl Bottarini, Bambini, Grassini, Brasili aspettano delle risposte dal Sindaco, risposte che, dicono, continuano a non arrivare: “Noi consiglieri di opposizione, attraverso le bacheche politiche, avevamo sollecitato il Sindaco af�nché facesse sapere alla cittadinanza chi avrebbe rimborsato alle casse comunali i soldi spesi per questa singolare iniziativa (variazione PUCG). Il Sindaco Zannoni si è guardata bene dal fornire una risposta chiara e trasparente. Quindi ci vediamo costretti a rivolgerci ai giornali af�nché questo partico-

lare aspetto del problema trovi soluzione, un problema che sta a cuore a tutta la cittadinanza. Ci piacerebbe sapere uf�cialmente quanto sta costando a San Lorenzo Nuovo l’elaborazione del PUCG, un piano del quale nessuno sentiva assolutamente il bisogno, visto che il Piano Regolatore vigente è stato approvato solo lo scorso anno. Riteniamo assurdo che il Sindaco abbia cercato di rimettere tutto in gioco dilapidando soldi pubblici che, in questo momento di dif�coltà economica avrebbero potuto soddisfare altre esigenze più urgenti e sentite dalla popolazione, quali l’esonero dei ticket per la mensa dei bambini dell’asilo e/o quello delle persone anziane, oppure la riduzione dell’aliquota IRPEF. No, caro Sindaco Zannoni, non ci sembra sicuramente questo il modo di amministrare per il bene dei cittadini”.

di DANIELE CAMILLI

G

iallo su alcune �rme raccolte da Teresa Sestito(nella foto) del Pdl contro l’ipotesi di trasferimento dei servizi sanitari da Vetralla a Ronciglione. “Voglio far presente che le �rme avrebbero potuto essere anche più del previsto, se in un bar di Cura qualcuno – non si sa bene chi – non le avesse ‘ritirate’ prima di me e logicamente senza il mio consenso”. Sarebbero dunque scomparse. E non se ne capisce bene la ragione. Cosa vuol dire “ritirate”? Si sarebbero perse oppure “qualcuno” se l’è prese senza avvertire la Sestito portandosele via? Per quale motivo? Contattata telefonicamente, l’ex consigliere comunale del Pdl ha fatto presente che “l’ultima volta che ha visto i fogli della petizione in discussione, le �rme apposte erano almeno una ses-

santina”. Fatto sta che ieri mattina la promotrice dell’iniziativa ha “consegnato al protocollo (n. 22958) del Comune di Vetralla” la petizione. “In tutto 1.176 �rme per un totale di 47 fogli”. Un risultato notevole, se si considera che il lavoro è stato fatto solo su Vetralla, Cura – “la frazione che più di tutti ha risposto all’appello”

– e La Botte. “Una partecipazione imponente che denota quanto la popolazione sia disposta a difendere �no in fondo i suoi diritti fondamentali”. La Sestito porterà inoltre “le �rme non solo all’attenzione del Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, e al Direttore Generale delle Ausl, Adolfo Pipino, ma anche al Prefetto di Viterbo Carmelo Aronica. In tal caso per fargli presente che, laddove l’ipotesi di trasferimento dovesse ripresentarsi – la popolazione di Vetralla è disposta a dare battaglia perché il servizio non deve mancare”. “Sempre al loro �anco – ha poi concluso la dirigente del Pdl vetrallese – anche contro qualsiasi indicazione politica proveniente dall’alto” e “pronta a tutto per la difesa del territorio anche a continuare la battaglia nella stessa casa politica cui appartengo”.

realizzato anch’esso da Tosi e Pantalei, è stato progettato e realizzato secondo le norme in materia di siti istituzionali (art. 43 e 45 del Codice dell’Amministrazione Digitale e delle linee guida pubblicate a cura del Dipartimento della Funzione Pubblica, aprile 2010). Un sito completamente nuovo non più solamente consultativo: il cittadino e le imprese potranno accedervi per consultare delibere della Giunta e del Consiglio, le determinazioni dei responsabili dei servizi, i regolamenti, i bandi di appalti e i concorsi pubblici; potranno presentare istanze per i procedimenti amministrativi conoscendo il nome dei responsabili dei procedimenti, la durata degli stessi, le norme di riferimento. L’accesso sarà possibile tramite diversi “canali” per rendere facile la ricerca delle informazioni e l’erogazione dei servizi. Un “modo nuovo di amministrare”: con procedure trasparenti, con la possibilità di seguire l’iter delle pratiche, con la certezza di avere risposte concrete; tramite il sito il cittadino potrà veri�care come opera la burocrazia comunale. “Il sito- dichiara il Sindaco Natali- è stato realizzato totalmente con risorse interne del Comune, in attuazione del nostro programma politico che considera fondamentale la revisione della macchina burocratica per garantire servizi di qualità al cittadino”. Gli inviti alla presentazione saranno recapitati alle associazioni, ai parroci, ai Presidi delle scuole, e sono invitati a parteciparvi tutte le realtà commerciali ed imprenditoriali con il �ne di fare del sito uno strumento di reale pubblica utilità e una vetrina pubblicitaria e turistica per il paese.


10

provincia

p

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

MONTEFIASCONE

Il padiglione del Made in Italy a Shangai è falisco Un successo il progetto realizzato per l’esposizione mondiale dallo studio Pagliaccia di IMPERO GIANLORENZO

I

l Commissariato Generale del Governo italiano, con il contributo del comitato organizzatore cinese, ha identi�cato il progetto presentato da Giampaolo Imbrighi, architetto romano, docente all’Università di Roma “Sapienza” e quello dell’architetto Pagliaccia tra i primi trenta progetti meritevoli di pubblicazione e menzione internazionale tra quelli proposti per la realizzazione del padiglione italiano che dal 1 maggio al 31 ottobre 2010 è stato visitato da oltre 6 milioni di cinesi. L’architetto Alfredo Pagliaccia ha inviato il progetto alla commissione giudicatrice per partecipare con i più grandi studi di architettura italiani al : “Concorso idee progettazione padiglione italiano per l’Expo 2010 a Shangai” che ha superato l’esame della Commissione composta dal Prof. Quintieri Beniamino, Università Tor Vergata Professore ordinario di Economia Politica; Gaetano Caputi Magistrato dell’ Uf�cio Legislativo Ministero Economia e Finanza; Agostino La Bella specializzato in Ingegneria dei Sistemi e il prof.

arch. Carlo Mezzetti (allievo dell’archietto Ludovico Quadroni) docente della Cattedra di Disegno nella Facoltà di Ingegneria di Roma. Progetto realizzato dal pool di architetti falisci che fanno capo ad Alfredo Pagliaccia, i �gli Paolo, giovane architetto con la moglie (anche lei archietto) Simona Piccioni ed il giovane Pagliaccia, laureando in architettura. Gli elaborati del Progetto di notevole e quali�cante portata tecnico-innovativa, sono stati redatti nello studio d’architettura Pagliaccia di Monte�ascone che ha redatto planime-

trie e volumi, disegni completi di studi di geotecnica e impiantistica, realizzati in maniera avveniristica, come si conveniva ad una mostra mondiale come quella di Shanghai 2010 Il concorso di idee è servito per selezionare il progetto dello studio d’architettura Pagliaccia per realizzare il Padiglione Italiano presso l’Esposizione Universale di Shanghai 2010 (1 Maggio – 31 Ottobre 2010) che aveva per oggetto il tema “Better City, Better Life”. Il padiglione ha costituito una vetrina delle eccellenze italiane relative alla qualità della vita nelle aree urbane.

L’area a disposizione dell’Italia ha una estensione di 6.000 mq l’altezza massima del padiglione di 20 m. Il padiglione, dell’architetto Pagliaccia, oltre allo spazio espositivo, conteneva al suo interno aree riservate a: eventi promozionali, convegnistica, attività multimediali, informazione, bar e ristoranti, negozi, uf�ci, magazzini, servizi e tutte le installazioni necessarie per lo svolgimento ottimale delle attività. Particolare attenzione è stata riservata alla sicurezza dell’edi�cio secondo la regolamentazione �ssata dal Comitato Organizzatore di Shanghai. Il tipo architettonico e gli intendimenti dei progettisti dello studio d’architettura Pagliaccia hanno fatto riferimento alle architetture mobili, in ragione della localizzazione della particella del padiglione italiano in una posizione privilegiata, tale da far godere alla struttura di una grande visibilità dal �ume e dai quartieri antichi di Shanghai sulla riva opposta, hanno deciso di declinare l’intervento secondo le due diagonali del lotto, individuandone gli accessi principali ed il fronte più rappresentativo, in direzione del molo e del ponte Nampu.

ZEPPONAMI

5 i feriti nello scontro tra due vetture di domenica sera, a rischio la sicurezza dei cittadini

Ancora un incidente alla “curva della morte” T

erribile incidente sulla “curva della morte”,il tratto di strada così chiamata perché nel passato vi hanno perso la vita ed altri si sono gravemente feriti, diversi automobilisti e pedoni. Domenica 12 dicembre, verso le 21, è avvenuto un altro terribile incidente automobilistico, all’altezza del chilometro 95.200 al bivio sulla statale Cassia, per la stazione ferroviaria di Zepponami, subito dopo la curva della chiesa parrocchiale della Madonna del Giglio, nel quale sono state coinvolte due auto. Cinque feriti, di cui due in gravi condizioni. La causa dell’incidente automobilistico, ancora in fase di accertamento, è forse dovuta ad un eccesso di velocità del veicolo che procedeva da Montefiascone in direzione di Viterbo. Il mezzo, condotto da una ragazza di 25 anni, ha sbandato in prossimità di una curva, all’altezza dell case popolari di Zepponami, ha sbandato invadendo la corsia opposta e travolgendo un’auto che procedeva in direzione opposta. Nel terribile impatto tra le due vetture sono volati pezzi di lamiera e perfino il motore della Opel Corsa, una delle due vetture,

si è staccato dalla scocca, rotolando sulla strada per una decina di metri e finendo sull’ingresso della rivendita di materiali edili Pagliaccia. Sul posto sono tempestivamente intervenuti i carabinieri di Montefiascone, i Vigili del Fuoco e i sanitari del 118 con quattro ambulanze, di cui una giunta da Capodimonte, che hanno subito soccorso i cinque feriti, due dei quali sono apparsi subito in condizioni critiche e tutt’ora si trovano in prognosi riservata all’ospedale Belcolle di Viterbo. La più grave, una giovane ragazza, che i vigili del fuoco hanno estratto dalle lamiere con-

torte dell’auto, con l’uso di cesoie idrauliche. Nell’impatto una ragazzina di 15 anni è rimasta seriamente ferita ed è stata ricoverata in prognosi riservata al Belcolle. Gli altri quattro feriti sono stati anche loro condotti in ospedale con diverse prognosi. Sono anni che i residenti di Zepponami, la più grande frazione del colle falisco, attraversata dalla statale Cassia che collega Montefiascone a Viterbo e Bolsena, lamentano la pericolosità del traffico che causa incidenti stradali, sbandate e capottamenti di auto, anche mortali, e lesioni ai fabbricati per le

continue vibrazioni cui sono sottoposte. Dopo Zepponami e prima della zona commerciale di Pian di Monetto, è stato posizionato un segnale luminoso di pericolo per il rallentamento della velocità delle auto in transito. Segnale insufficiente a garantire la sicurezza dei pedoni che attraversano a piedi o in bicicletta la frazione “gigliata”. Ogni volta che qualche pedone attraversa la strada Cassia e tenta di raggiungere il marciapiede opposto, deve stare attento a non essere travolto, perchè le auto in transito corrono fino ai 100 Km all’ora. La velocità è quasi sempre la causa principale degli incidenti, soprattutto quelli che avvengono il sabato notte, molti dei quali, ripetiamo, anche mortali. Spetta al commissario straordinario del comune di Montefiascone, dottor Francesco Tarricone provvedere a far installare ulteriori segnali luminosi di pericolo all’ingresso e uscita della frazione di Zepponami per limitare la velocità di transito delle auto, per ridurre il numero e la gravità degli incidenti stradali che si verificano puntualmente sulla Cassia che attraversa la “ frazione gigliata”. (i.g.)

ACQUAPENDENTE

La Onlus ha presentato il progetto “mercatino di Natale”

Continuano le iniziative della Casa di Lazzaro

di FULVIO MEDICI

N

el fine settimana appena trascorso, presso la Casa di Lazzaro Onlus, dove Suor Amelia e Suor Livia, hanno accolto le relique di Santa Geltrude Comensoli di cui sono figlie spirituali, durante la celebrazione religiosa officiata da Don Enrico Castauro, è stata tracciata brevemente la figura di Chi, come la Santa, entrata nel 1866 nella Compagnia S’Angela Merici, ha ideato l’Istituto delle Suore Sacramentine di Bergamo. Prima del trasferimento delle reliquie della Santa nella Parrocchia di Le Piazze, i fedeli presenti all’appuntamento hanno potuto osservare e toccare con mano i risultati raggiunti dall’Istituto aquesiano, che a partire dal 2002 è diventato luogo d’incontro spirituale, ma soprattutto, luogo di sostegno delle famiglie. Prima dei rituali saluti, i responsabili della Casa di Lazzaro Onlus, hanno presentato il progetto del mercatino di Natale 2010. Negli ampi locali di via Roma, verranno infatti esposti i prodotti del laboratorio della Casa di Lazzaro, dove vengono prodotti gli oggetti, impreziositi dall’amore e dalla maestria della manifattura, semplici nella loro delicatezza. Prodotti, di ricamo, decoupage, ceramica, legno, che verranno messi in vendita e il cui ricavato contribuirà al sostentamento della struttura e di nuovi progetti di fratellanza e solidarietà. Un regalo da donare ai nostri cari che ha il valore aggiunto della sensibilità verso chi non passerà un Natale fortunato come quello di molti altri cittadini.

LATERA

Torna la “poesia a braccio” di VALERIA SEBASTIANI

S

i terrà domenica 19 dicembre, alle ore 17,00 il settimo incontro interregionale di poesia a braccio. Location dell’evento che ormai è entrato di diritto nelle agende degli appassionati al genere letterario �glio della più stretta tradizione popolare, il Museo della terra di Latera, promotore dell’iniziativa. All’importante manifestazione parteciperanno i poeti laziali Franco Finocchi, Mario Monaldi e Donato de Acutis. Per la Toscana dove la tradizione della poesia a braccio è ampiamente diffusa, è prevista la presenza del poeta Emilio Meliani. L’incontro sarà presentato da Antonello Ricci. A conclusione dell’evento, come vuole la tradizione della poesia a braccio che in passato accompagnava, quando facendo da sottofondo, quando invece imponendosi come protagonista, le “merende”in trattorie ed osterie paesane, dove i lavoratori-poeti trovavano riposo alla fatica quotidiana, sarà offerto a tutti i partecipanti un gustoso spuntino. Per informazioni: tel 3290649330.


Martedì 14 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

provincia

p

11

NEPI

Il Vescovo Rossi e le sue riflessioni “a tutto tondo” Da anni alla guida della Diocesi di Civita Castellana, Sua Eminenza svela il suo rapporto con la comunità ed i giovani di EMANUELE RICUCCI

I

n occasione delle prossime feste natalizie e del clima che si sta sviluppando in questi giorni, abbiamo ascoltato le opinioni, il pensiero, alcune brevi ri�essioni del Vescovo della Diocesi di Civita Castellana, S.E. Romano Rossi, in merito alla sua comunità, al futuro. Una persona molto disponibile e cordiale, ironica, aperta al dialogo, di ampia mentalità, seppur oberato di impegni di vicinanza alla gente, alla comunità, ha accolto con piacere le nostre domande. Eccellenza, i giovani, la società odierna e il futuro. Quale la posizione della Chiesa? La Chiesa si pone in un duplice aspetto alla questione: testimonia una sorta di “debolezza” ed una sorta di “vantaggio”. Per quanto riguarda il primo punto, essa non compete, per diversi fattori, con altri

“richiami”quotidiani, di generazione, per i ragazzi. Al contempo, però, ha il “vantaggio”, la ricchezza di essere alternativa, educativa e “gratuita”, di porre il ragazzo al centro, come �ne e non come mezzo; esalta i valori e li amalgama in una comunità unita e di condivisione di vita e di esperienze. Un’apertura mentale che trova sostegno e complemento anche nel confronto, col supporto di educatori laici validi. La realtà di Nepi, il suo avanzare a pieni passi verso il futuro. Quali le sue ri�essioni? Nepi è una realtà in crescita, in evoluzione costante. Ha un’anima caratterizzata da un forte fervore religioso, di grande profondità tradizionale e spirituale. Ha un humus, un terreno fertile su cui lavorare ogni giorno, una comunità attiva da sostenere, a cui stare a �anco che ha voglia di futuro, aspetto testimoniato anche dalla visione urbanistica della

Il vescovo di Civita Castellana, S.E.Romano Rossi città, ben delineata, chiara, ampia. La comunità nepesina, attira molto la mia attenzione, la mia curiosità e soprattutto la mia �ducia. Il 19 dicembre, sarò presente proprio a Nepi, alla “Chiesa della Sacra Famiglia”per una giornata di incontro, interamente dedi-

cata alla comunità nepesina, soprattutto in vista del Santo Natale. I grandi passi della comunicazione nell’era della tecnologia, la sua sempre più grande importanza nella vita quotidiana. Quale il punto di vista della Chiesa? Anche qui mi piace denotare

FABRICA DI ROMA - Un lettore denuncia un atteggiamento poco chiaro del comitato per la sicurezza pubblica

Un’assemblea poco democratica R iceviamo e pubblichiamo volentieri la lettera che un lettore ha inviato, il quale, per opportunità, chiede l’anonimato, facendo chiarezza sulla riunione convocata dal giornalista Franco Bucarelli per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli ultimi reati di furto, minacce, aggressioni, incendi. Dicevamo chiarezza perché, altre notizie apparse sui quotidiani, a parere del lettore, non

rispondono alla verità. Notizie troppo compiacenti, che scantonano sia sull’intento dell’assemblea, sia sugli argomenti trattati. Scivolando inesorabilmente nella politica spicciola da “boccio�la” del tutto gratuita che, potrebbe aver mal disposto alcuni cittadini verso una o l’altra fazione politica. Ecco il testo della missiva: “ L’altro giorno nella sala della biblioteca si è tenuta l’annunciata “assemblea popolare per la sicurezza

e contro il degrado a Fabrica”. C’è stata molta partecipazione. L’argomento scottante evidentemente ha destato interesse. In apertura il presidente del comitato per la sicurezza di Fabrica di Roma, Franco Bucarelli, ha subito annunciato lo scioglimento del comitato stesso, avendo raggiunto, secondo lui, gli scopi per i quali era stato costituito, ossia, l’arrivo di un maresciallo e due carabinieri in più in forza alla stazione e la fre-

quenza più assidua della volante, aliquota radiomobile di Civita Castellana, con la garanzia del controllo per tutte le 24ore. Purtroppo, non c’è stato contraddittorio, né un minimo di dialogo con gli astanti in quanto il dott. Bucarelli ha dichiarato all’inizio che avrebbe parlato solo lui, nonostante il volantino distribuito ed il manifesto af�sso recitasse:”il comitato ha indetto una assemblea popolare per discutere quali contromisure si debbano prendere per restituire a Fabrica un clima di tranquillità”. Forse, sarebbe stato più giusto dire Comunicazioni del presidente. E’ stata molto criticata dal presidente del comitato l’amministrazione comunale per la mancata presenza, di un rappresentante o delegato all’assemblea, e per il lassismo che ha portato al degrado e per la parentopoli che si veri�ca al Comune. Qualcuno dei presenti avrebbe voluto conoscere la composizione del comitato ormai sciolto, ma non è stato possibile data la negazione di interloquire fra il relatore ed il pubblico. Ad un dato punto, il discorso del dott.Bucarelli ha assunto un aspetto politico, quasi da comizio, avendo dichiarato con una certa enfasi che “il governo Berlusconi prima cade e meglio è” ed ha rimarcato positivamente la presenza di alcuni rappresentanti di una lista civica già pronta per le elezioni amministrative della prossima primavera. Per la cronaca è doveroso precisare che il manifesto si concludeva così: partecipate compatti a questa importante assemblea che non è patrocinata da alcun partito politico. Questo incontro ha forse” involontariamente” dato inizio ad una campagna elettorale che si preannuncia molto intensa e ricca di liste civiche, politiche o personali. Concludiamo con un vecchio detto popolare: a bel veder ci corre poco!

due ri�essioni di base. La prima vede la Chiesa sicuramente pronta ad entrare nell’era delle nuove comunicazioni di massa per stare vicino alla gente, per poter parlare ed arrivare a tutti, essere di sostegno e supporto a tutti anche tramite questi innovativi mezzi. I giovani preti, soprattutto, dimostrano un’apertura mentale e una facilità di utilizzo e ricezione delle nuove tecniche comunicative che fa arrossire “noi”delle vecchie generazioni. Senza dubbio un complemento molto importante alla vita della Chiesa ma di tutti. Dall’altra parte, però, la seconda ri�essione, ovvero sia, la capacità involontaria dei nuovi mezzi di comunicazione, di poter essere una s�da, una “minaccia” alla libertà, soprattutto dei più giovani: ti può rendere più vivo come può renderti schiavo. Molto spesso ci si nasconde dietro le nuove forme comunicative,

diventandone dipendenti; esse possono essere, infatti, una nuova dipendenza del nuovo millennio. L’aumento della capacità e potenza di comunicare deve essere proporzionale ad un aumento della libertà e viceversa; solo in questa modalità si ha una comunicazione, innovativa, costruttiva e complementare alla vita di tutti i giorni....a questo punto possiamo affermare che la Chiesa di oggi accetti la s�da delle “nuove comunicazioni? Assolutamente si! L’intervista si interrompe, nonostante fossero in previsione altre domande, causa l’enorme mole di impegni quotidiani del Vescovo verso la sua Diocesi, comunità, costringendolo a dedicarci esiguo tempo. Immediatamente dopo, Sua Eccellenza, si congeda velocemente, sorridendo, scusandosi con me ed augurandomi buon lavoro.

CIVITA CASTELLANA

Sul tema si è tenuto un consiglio comunale specifico

Problema arsenico qualcosa si muove di MASSIMO CIRIONI

I

l 09.12.2010 si è svolto un consiglio comunale con la presenza del presidente della provincia Meroi, avente come tema la salubrità dell’acqua potabile in merito alla recente direttiva Ue, che ha stabilito di porre �ne alle deroghe dei parametri consentiti per la potabilità �ssati a 10 microgrammi per litro, che oggi in virtù di queste deroghe sono innalzati �no a 50 microgrammi per litro. Il presidente Meroi ha messo subito in evidenza che il problema è di natura geologica. Dalla discussione è emerso che Civita è servita da tre acquedotti, a parte le frazioni di Borghetto e Sassacci che attingono da pozzi che non presentano però, valori preoccupanti di arsenico. I tre acquedotti sono quello di San Lorenzo, quello del Barco in territorio di Caprarola e quello di Faleri. La quantità di arsenico in questi acquedotti è molto consistente, tra le più alte della provincia, varia da un valore medio di circa 40 microgrammi per litro, a picchi di 50 microgrammi per litro. Tuttavia pare che in regione abbiano già approntato un piano di intervento che prevede la deaserni�cazione dell’acqua in tutti e tre gli acquedotti, con un abbattimento dell’arsenico che lo dovrebbe portare sotto la soglia dei 10 microgrammi per litro. I tempi di realizzazione sono stati previsti al massimo in sei – otto mesi. Ciò nonostante, l’impressione che si è avuta, è stata quella, di minimizzare il problema. Il consigliere Angeletti del gruppo che fa riferimento al partito dell’on. Sto-

race, ha perciò avuto l’opportunità di punzecchiare il sindaco e il vicesindaco, ricordando di quando dall’opposizione tuonavano fulmini e saette contro la giunta Giampieri, accusata di sottovalutare il problema dell’arsenico nell’acqua, salvo poi, una volta alla guida della città, fare esattamente come la passata amministrazione, cioè niente per risolvere quello stesso problema. In buona sostanza tutti in quell’assise, si sono impegnati a sminuire il problema, come a dire “L’arsenico c’è sempre stato nella nostra acqua, da sempre l’abbiamo bevuto, perciò non preoccupiamoci più di tanto. In qualche modo il problema si risolverà”. Una voce fuori dal coro c’è stata però, quella del dott. Mecarocci, quando, dati alla mano, ha informato l’assemblea e i cittadini che l’arsenico è considerato dall’Organizzazione Mondiale della sanità un elemento tra i più cancerogeni e invitava il sindaco e il presidente della provincia ad attuare tutte le iniziative e le risorse per dearseni�care al più presto l’acqua dei rubinetti. Eppure per risolvere il problema arsenico a Civita, sarebbe bastato negli anni scorsi, guardare non molto lontano, quando a Nepi il sindaco Vita, zitto zitto, ha realizzato, senza aspettare direttive o decreti ministeriali, un impianto di dearseni�cazione che già da parecchio funziona nella sua cittadina. Al consiglio era presente anche l’ing. Fraschetti in rappresentanza della Talete, che ha illustrato la situazione da un punto di vista tecnico.


litorale

p

12

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 8 Dicembre 2010

TARQUINIA

“Non esistono guerre interne nel Pdl” La coordinatrice del Pdl, Mimma Arpini, smentisce le polemiche in merito agli incarichi locali di Alessandro SACRIPANTI

Non c’è stata nessuna discussione interna al Popolo della Libertà di Tarquinia per gli incarichi locali”. Lo riferisce con determinazione la coordinatrice locale Mimma Arpini smentendo alcune voci emerse nei giorni scorsi. “Allo stato attuale e �no ai nuovi congressi che saranno indetti dagli organi della direzione nazionale, nessun nuovo incarico può essere autonomamente assegnato”. Con queste dichiarazioni la Arpini mette a tacere le numerosi allusioni che stavano aleggiando intorno al centrodestra riguardanti addirittura un ‘ribaltone’ interno. “Sono apparse sulla stampa locale alcuni articoli circa un presunto golpe, avvenuto in casa Pdl. Sono notizie che non corrispondono assolutamente al vero, anzi sono privi di ogni

fondamento. Va innanzitutto chiarito – aggiunge la Arpini - che nella riunione di lunedì 6 dicembre non era in discussione e all’ordine del giorno a l c u n a nomina riguardante il coordinatore locale”. E su questo la coordinatrice del Pdl ribadisce –” Nessun nuovo incarico può essere autonomamente assegnato”. Dietro a queste motivazioni uf�ciali e quindi sino a nuova determinazione congressuale i coordinatori del Popolo della

Libertà di Ta r q u i n i a restano M i m m a Arpini e Annarita Camillucci, mentre i membri del coordinamento provinciale rimangono Franco Trippanera e Marco Fiaccadori. La Arpini aggiunge –”Considerando che ero la sola presente alla riunione, in assenza degli altri coordinatori, sarebbe stato impossibile e illegittimo provvedere a nomine di esclusiva competenza nazionale. La stessa Iacobini successivamente è rimasta sconcertata

della notizia stampa non rispondente assolutamente alla realtà. In merito alla citata riunione politica vi è inoltre, da precisare che in quella sede è stata ritenuta l’opportunità di individuate una �gura, con il compito di collaborare nella segreteria amministrativa con gli attuali responsabili politici locali ed i consiglieri comunali e dell’Università Agraria. Per questo incarico – continua la Arpini - è stata unanimemente individuata la prof.ssa Ada Iacobini. Questa l’unica realtà dei fatti. Ogni tentativo inteso a destabilizzare il partito del Pdl o a mettere confusione fra gli iscritti è da rigettare con assoluta fermezza. Comunicare agli organi di stampa notizie tendenziose – conclude la coordinatrice locale Mimma Arpini - non fa altro che innescare polemiche ad esclusivo danno del Popolo della Libertà”.

TARQUINIA

Volontari, ottimo successo dei corsi di formazione

L’assessore Gino Stella annuncia l’arrivo delle uniformi per i dipendenti

L’Università Agraria si veste di nuovo TARQUINIA - Continua la diatriba sui ferlenghi

No alle lezioni di Maruccio D

ura replica dell’Università Agraria alle polemiche dei giorni scorsi relative ai funghi ferlenghi. “L’Assessore Maruccio non faccia il Professore di bon ton. Delle sue lezioni di stile ed eleganza facciamo volentieri a meno. Quanto a chi non sa leggere lettere e documenti, prendiamo atto che non siamo alla sua altezza divinamente capace di criticare e stigmatizzare anche ciò che non ha mai letto. Di bassa e scomposta c’è solo la reazione della casta dei politici di Civitavecchia, la loro fama li ha per fortuna preceduti ed essere criticato da quei nomi è un onore, segno tangibile della nostra onestà morale ed intellettuale. Non ci hanno colto nel vivo, al contrario ci danno maggior vigore per tutelare i legittimi interessi dei nostri concittadini. Ottanta ettari su seimila, i numeri parlano chiaro e dimostrano il nostro intento propositivo verso la nostra comunità e decisamente non punitivo verso Civitavecchia. Strano che l’Avvocato e Assessore Alessandro Maruccio, non abbia impugnato un provvedimento che de�nisce assurdo, davanti alle sedi opportune, ad esempio il TAR, scegliendo invece la scorciatoia delle conoscenza

politiche. Noi abbiamo �ducia nei giudici, perché crediamo nelle motivazioni a fondamento dei nostri provvedimenti. Oltre i proclami sarebbe stato un atto concreto a difesa dei suoi cittadini, una sentenza avrebbe dimostrato chi tra i due prende abbagli. La sua caduta di stile in merito alle nostre capacità di lettura, la rigettiamo al mittente. Faccia sfoggio del suo prezioso vocabolario e cerchi la parola competenza. Scoprirà che noi non dobbiamo né giusti�care, né spiegare nulla al Comune di Civitavecchia. Quanto all’appello alle altre istituzioni locali, non siamo abituati ai commissariamenti e sarà nostra cura continuare a lottare, anche in perfetta solitudine, per far valere un diritto che appartiene alla storia della nostra comunità. Commentiamo le sole parole dell’Assessore Maruccio perché tra i nostri detrattori è l’unico degno di stima, siamo pronti ad affrontare la vicenda in un pubblico confronto. Solo i politicanti di Civitavecchia sono rimasti a fare cagnara sulla vicenda. Quanto alle de�nizioni siamo orgogliosi di essere chiamati Etruschi. (S.T.)

L

’Università Agraria si veste di nuove uniformi e per questo ha consegnato il nuovo vestiario per i dipendenti del centro aziendale della Roccaccia. A darne notizia è l’assessore delegato Gino Stella che riferisce –”Con questa azione si chiudono le recenti polemiche dei giorni scorsi, ed è volta proprio a rendere ancor più professionale il centro aziendale, ma anche a dimostrare la considerazione che l’ente ha per i suoi dipendenti. Si tratta dell’ennesima dimostrazione della politica dei fatti concreti portati avanti da questa amministrazione – aggiunge Stella - che, senza far polemiche con i pretestuosi attacchi della minoranza, in poco tempo ha invece pensato, deliberato e realizzato questo passaggio. Ai dipendenti è stato consegnato un essenziale ma utile guardaroba da indossare nelle differenti mansioni svolte durante l’anno, che vanno dai lavori manuali alla rappresentanza. Non è stata una scelta �ne a sé stessa – sottolinea l’assessore dell’ente di via Garibaldi - ma un passaggio aziendale

essenziale per poter aumentare il senso di appartenenza e migliorare l’immagine dell’ente”. Anche il direttore del personale Daniele Ricci evidenzia l’importanza del provvedimento –”Il nuovo vestiario entra all’interno di una vera e propria riforma pensata per gli stessi, per i quali sono state apportate modi�che sostanziali per quanto riguarda la loro gestione e le mansioni che ricoprono, come razionalizzare le risorse umane per rendere i lavoratori partecipi delle loro attività. Da sempre i dipendenti del centro aziendale rappresentano un risorsa che affonda le sue radici nell’antica epopea dei butteri di uomini mai dimenticati. Il vestiario infatti – aggiunge Ricci - è stato molto apprezzato anche dai dipendenti”. Dall’Università Agraria indicano che non è solo vestiario, il nuovo look del centro aziendale passa per mansioni chiare con obiettivi precisi per la crescita di livello dell’intera azienda, in un’operazione di immagine che guarda in particolare all’ef�cienza. (A.S.)

E

’ stato un grande successo quello registrato sabato 11 dicembre durante il corso per ‘addetto alle segnalazioni aggiuntive’ della scorta tecnica delle competizioni sportive e ciclistiche. Organizzato dall’A.E.O.P., Associazione Europea Operatori Polizia Tarquinia, in collaborazione con la Polisportiva sezione Ciclismo e con G.S. Progetti Scorta di Ravenna, il corso si è tenuto presso la sala riunioni dell’Università Agraria. Un incontro di formazione per volontari, che ha affrontato le tematiche della viabilità, ma anche rivolto all’insegnamento delle normative del codice della strada. A dare maggiore rilevanza all’evento è stata la presenza nel pomeriggio dei funzionari della Polizia Stradale del Lazio che, oltre ad assistere ai lavori, hanno anche veri�cato le presenze. In funzione di questo controllo, infatti, la Polizia Stradale rilascerà quanto prima l’attesa abilitazione A.S.A. ai partecipanti che hanno superato l’esame. “Tutti e 60 i partecipanti hanno superato l’esame e quindi avranno diritto all’ambito ‘tesserino’ – ha esordito il presidente dell’Aeop Alessandro Sacripanti – tra l’altro, abbiamo saputo che il nostro corso, organizzato a Tarquinia, è l’unico nel Lazio organizzato negli ultimi due anni. Abbiamo avuto la sala al massimo della capienza con adesioni di volontari arrivati da Roma, Colleferro, Cerveteri, Viterbo, Vignanello, Vallerano, Monterosi e, chiaramente, Tarquinia. Avendo ricevuto molte richieste, pensiamo di replicare l’evento anche per il 2011”. Nel corso della manifestazione è intervenuto anche

il presidente dell’Università Agraria, Alessandro Antonelli, che ha riferito –”Il nostro ente è sempre disponibile a dare supporto ad attività di formazione come queste. Il corso di scorta tecnica organizzato dall’Aeop aumenta la professionalità dei volontari che, durante l’anno, svolgono attività di supporto ad eventi e manifestazioni sportive. La nostra soddisfazione – ha aggiunto Antonelli – è anche quella di vedere presenti oltre alla Protezione Civile anche �gure del mondo sportivo locale. Sono eventi come questo che tendono a creare sinergie e aggregazioni tra le molte realtà del volontariato”. Parole di soddisfazione anche dal presidente della Polisportiva sezione Ciclismo, Pietro Anzellini, – “questa lezione sulla viabilità consentirà ai partecipanti di conseguire l’abilitazione per la segnalazione aggiuntiva su strada e rendere più sicura l’attività che andremo a svolgere durante le gare ciclistiche, che stiamo organizzando”. (A.S.)


Martedì 14 Dicembre 2010

civitavecchia

Viterbo & Lazio Nord

p

13

In sicurezza la palazzina di Thaon De Revel

S

i respirava un clima di comprensibile tensione per i risvolti legali che la vicenda ha inevitabilmente avuto, ieri mattina intorno alle 09.00, presso il Lungomare Thaon De Revel, dove tecnici comunali ed operai delle ditte all’uopo incaricate stavano approntando il necessario intervento di messa in sicurezza della palazzina al civico 24. Palazzina, quest’ultima, in parte crollata lo scorso 9 aprile mentre, nelle immediate adiacenze, era in opera un cantiere. Ciò, per

mera fortuna, senza che vi rimanesse fisicamente coinvolta alcuna persona.

Un intervento, quello di cui sopra, rapido quanto coordinato, con ad agire,

nell’opportuna rimozione dei segmenti pericolanti, un potente mezzo cingolato, supportato da un’autocisterna atta a fornire dei consistenti getti d’acqua. Il tutto davanti agli occhi ancora attoniti degli ex inquilini, i quali, salvo che per gli iniziali dodici giorni in cui sono stati ospitati presso un hotel a spese del Comune, ormai da oltre otto mesi vivono, con tutti i disagi che ciò può comportare, in affitto altrove o “appoggiati” dai parenti. (p c)

Stasera al Teatro Traiano il “Natale per Mondo Nuovo”

Crisi idrica egregiamente “tamponata”

Un impegno importante Q

uattro interventi a bene�cio di un tratto lungo un chilometro, previamente quanto tempestivamente intercettato su di un totale di 20, tamponando segmenti �no a 12 metri; 14 conduttori di impianti sempre reperibili ed un Geologo costantemente in loco, stante un fronte franoso esteso in 60 metri di larghezza e 350 di lunghezza; mezzi cingolati

Un segmento della condotta interessata

e gommati (2 escavatori ed una terna) con il supporto di 40 unità di personale tecnico mai dome; 11 autobotti continuamente a viaggiare, altresì nottetempo, per garantire il prezioso approvvigionamento in città, avendo all’uopo già raddoppiato i punti di carico. Questi, solo alcuni dei numeri dell’importante impegno “H24” (ventiquattrore su ventiquattro) profuso sulle

“Un tributo al riscatto umano” “

Una delle consistenti rotture

condotte Hcs e comunali attraversanti Casale Ciccognale (località peraltro impervia ed assai dif�cile da raggiungere) ed egregiamente ovviante alla crisi idrica di recente veri�catasi ai danni di diverse zone cittadine, in particolare di quelle più a nord. Quanto detto, monitorando costantemente, operando i necessari controlli preventivi sulla qualità organolettica dell’acqua (messa a rischio dal reiterato ingresso di fango susseguente alle rotture ed ai detti interventi a tampone) e consistenti disinfettazioni a

suon di cloro. E per il futuro, di concerto con Hci, l’adoperarsi a che il succitato, ultratrentennale impianto venga ulteriormente potenziato, dotato di pannelli fotovoltaici e di “pompe intelligenti di sollevamento” in più grazie all’apporto �nanziario degli Enti sovraordinati (da quest’oggi, l’avvio degli inerenti incontri, ndr). Fermo restando, la richiesta per poter far rientrare quanto sopra descritto (e patito...) nella de�nizione di calamità naturale e dunque poter bene�ciare di un ulteriore sostegno. (Pietr. Cozz.)

Vorrei che il Natale portasse un po’ di serenità alla mia famiglia e a tutti noi. Vorrei avere la possibilità di poter far felici, anche per un giorno, quei bambini e quelle persone che hanno veramente bisogno. Vorrei...vorrei trovare un po’ di pace con me stesso e dare un senso alla mia vita. Buon Natale”. Questa, nelle parole di Alessandro, la premessa al sof�o all’indifferenza che si propone di dare il “Natale per Mondo Nuovo” che si svolgerà stasera, con inizio alle ore 18.00, presso il Teatro Traiano. Uno spettacolo, quello poc’anzi citato, dedicato ai bambini che farà divertire anche i grandi, ma soprattutto di bene�cenza. L’intero incasso, infatti, sarà destinato all’acquisto di una nuova cucina industriale per il Centro “Villa Paradiso” di

Tarquinia, dove gli ospiti in programma di recupero hanno iniziato un nuovo percorso formativo/riabilitativo specializzandosi nella produzione di dolci e in particolare dei panettoni, in questi giorni in vendita presso i Centri dell’omonima Comunità. “Natale per Mondo Nuovo”, oltre che per dare gli auguri a tutti i ragazzi di Sandro Diottasi, potrà essere, grazie alla consueta sensibilità dei civitavecchiesi, “un omaggio all’intelligenza individuale e alla capacità di tutti i giovani caduti nella droga e nell’emarginazione, di inseguire mete e sogni; un piccolo tributo al riscatto umano”. La serata, come da tradizione presentata dai simpaticissimi Mauro De Socio e Mary Diottasi, sarà inoltre allietata da danza, canti natalizi ed imperdibili sketch. (Co. Pi.)

Due le iniziative in memoria del grafico e pittore civitavecchiese

Ti ricordi il “Sor Remo”? S

aranno presentati oggi pomeriggio alle ore 17.00, presso la Sala Conferenze della Biblioteca comunale sita in Piazza Calamatta, la Mostra documentale ed il libro a cura dello storico Carlo De Paolis omaggianti la figura del “Sor Remo”, ossia l’artista Remo Sagnotti, di cui il prossimo 24 dicembre ricorre il ventennale della scomparsa. Un’esposizione, quella allestita all’ex Chiesa di San Giovanni di Dio e ad ingresso libero da domani fino al 22 (con orari 10.0012.00 e 16.00-19.00), raccogliente parte delle opere con a soggetto la Civitavecchia “scomparsa”, quella prima della distruzione causata dai bombardamenti del 1943. Un occasione, quella di cui sopra, bella ed al contempo culturalmente gratificante, nel sentito ricordo di un grafico e pittore per troppo tempo, ingiustamente dimenticato. Il tutto, all’interno di un’iniziativa finanziata dalla Fondazione Cariciv, con il Patrocinio dell’Ente comunale.

Alcuni ragazzi della comunità di recupero


SPORT

Calcio - Serie D amara

Basket - Serie C regionale

� �

Pari deludenti per le nostre

Belli e Harley volano altissimo

di Emanuele FARAGLIA

di Glauco ANTONIACCI

servizio a pagina 16

servizi a pagina 21

Edizione del 14 Dicembre 2010

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

TENNIS

Cinquina da leggenda per il Tc Viterbo Le ragazze gialloblù si sono confermate campionesse d’Italia grazie al 3-0 rifilato al Tc Prato di GLAUCO ANTONIACCI

D

alla storia alla leggenda in un giorno: il Tc Viterbo, vincendo il suo quinto scudetto consecutivo nella serie A femminile ha compiuto un’impresa mai riuscita a nessuno, trasformando la bella cittadina di Rovereto in una frazione della città dei papi, tutta colorata di giallo e blu e pronta ad esplodere dopo il 3-0 ri�lato al Prato. Il team guidato dal Maestro Paolo Ricci era favoritissimo sin da prima che iniziasse il campionato ed ha tenuto fede al pronostico, dimostrando compattezza e maturità anche in �nale. Se infatti la �rma più prestigiosa è stata quella di Francesca Schiavone, cui la Federazione ha consegnato un premio speciale a Rovereto per la sua stagione impreziosita dal titolo del Ro-

land Garros, la strada verso il trionfo è stata costruita passo dopo passo da giocatrici come Tathiana Garbin (bilancio di 51 in singolare e 4-0 in doppio), Anna Floris (5-1 in singolare e 4-1 in doppio) e Valentina Sulpizio (4-0 in singolare e 1-0 in doppio), che hanno condotto per mano il Tc Viterbo sino alla �nale e che, almeno nel caso di Floris e Sulpizio, rappresentano la continuità con il passato e i simboli di questo club. Viterbo ha vinto ancora, mantenendo il suo gruppo storico e premiando un progetto che è partito da lontano e che ha visto crescere le sue atlete anno dopo anno, merito del lavoro fatto proprio sui campi del circolo cittadino, in cui Anna Floris è migliorata al punto di migliorare più volte il suo best ranking. Ora è giusto che tutti, dal presidente Sabatini al capitano Paolo Ricci, dalle giocatrici ai

ALBO D’ORO 2003

TC PARIOLI

2004

TC PARIOLI

2005

TC PARIOLI

2006

TC VITERBO

2007

TC VITERBO

2008

TC VITERBO

2009

TC VITERBO

2010

TC VITERBO

soci del club, si godano questo trionfo, ma di sicuro si sta già lavorando per il futuro e per mantenere il Tc Viterbo nel posto che occupa ormai da cinque anni. Potrebbero cambiare i nomi ma non cambierà la �loso�a del circolo, basata sulla serenità e l’amicizia. Queste sono le armi vincenti per trasformare una bella storia in leggenda.


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

p

15

PALLAVOLO

Il Volley Club Orte segue la regola del tre Contro il Casal de Pazzi arriva il terzo successo di fila che allontana la zona retrocessione Volano Tuscania, Tecnocopy e Civita, il tie-break sorride al Nepi ma è crudele con il VBC

F

ine settimana a tinte alterne per i team provinciali di volley, partendo da Orte in serie B2 nazionale e passando attraverso le categorie regionali di serie C e D. SERIE B2 Cala il tris di vittorie consecutive il Volley Club Orte di coach Di Marco che in casa batte netto per 3-0 il Casal de Pazzi. Un successo mai in discussione quello dei biancorossi che hanno tenuto sempre sotto controllo sia nel gioco che nel punteggio la gara. Tre punti che permettono alla compagine ortana di salire ulteriormente in classi�ca e di allontanarsi de�nitivamente dalla zona retrocessione. Match mai in discussione dicevamo con Gori e compagni che si sono imposti nel primo set per 25-20, nel secondo per 25-18 e nel terzo ed ultimo parziale per 25-21. “Man of the match” il solito Gregorio Guzzago che ancora una volta ha trascinato i propri compagni alla vittoria annientando sul nascere le iniziative bellicose dei capitolini. Basti pensare che nel secondo set l’opposto milanese in battuta ha “devastato” la difesa romana con un secco 7-0. Oltre a Guzzago però una menzione particolare la merita anche il giovane Di Muzio, autore di una buonissima partita sia in chiave offensiva che difensiva.

Molto soddisfatto capitan Mattia Madonna: “Un successo strameritato arrivato al termine di una gara mai in discussione in cui siamo stati bravi ad approcciare e poi a giocare un volley su buoni livelli. Se a questo sommiamo la forza devastante di Greg, ecco spiegata la netta affermazione. Terza vittoria di �la che dimostra come la squadra stia crescendo di settimana in settimana e come le tre scon�tte di un mese fa siano solo un brutto ricordo. Ora però non dobbiamo abbassare l’attenzione, dobbiamo continuare a lavorare con impegno e rimanere concentrati anche perché sabato prossimo abbiamo una gara molto dif�cile in casa di quella che al momento è la capolista del campionato”. (AU) SERIE C Il pronostico della vigilia non poteva che essere confermato: tra due squadre specialiste del tie-break come Casal de Pazzi e VBC Viterbo si è arrivati al quinto set, ma per una volta non sono state le gialloblù di Jacopo Iacovacci a chiudere vittoriosamente. Il team viterbese ha infatti perso il primo parziale per 25-23, poi però ha avuto una reazione molto ef�cace e ha letteralmente cancellato dal campo per i successivi due set le padrone di casa, imponendosi per 25-20 e 25-

La Coldwell Banker Immobiliare Tuscia 11 e capovolgendo completamente il match. Come spesso succede in questi casi, però, le partite possono rapidamente cambiare volto ed è quello che si è veri�cato anche stavolta. Le padrone di casa si sono scosse, pareggiando i conti nel quarto set (25-20) e rimandando il verdetto al più che atteso tie-break. Il VBC ci è arrivato con una statistica di cinque vittorie su cinque nei precedenti ti-ebreak stagionali, ma questa volta non ha saputo opporre resistenza al Casal de Pazzi che si è imposto 15-7 portandosi a casa i due punti e lasciandone solo uno alle gialloblù. Nel girone A maschile nessun problema per Tuscania, vittoriosa 3-0 ai danni dell’Anguillara. Tutto facile per

i ragazzi di coach Timpanaro che hanno vinto i primi due set 25-17 ed il terzo 25-15, senza un particolare dispendio di energie, rimanendo così in scia alla capolista Virtus Roma. Il sestetto capitolino ha ri�lato lo stesso trattamento alla CB Immobiliare Tuscia, passando al PalaVolley di Viterbo con un netto 3-0. La formazione di Stefano Cardinali ha provato a contrastare la più quotata avversaria ma non ci è riuscita, arrivando al massimo a 20 punti nel terzo set. Una battuta d’arresto preventivabile nel primo di due match durissimi che vedranno il team viterbese impegnato contro squadre di altissima classi�ca. Bene invece la Tecnocopy Civita Castellana che non

RUGBY - Gialloblù battuti 7-5 dal Cus Roma in un match che poteva far recuperare terreno in classifica

Prime Sigma, non riesce il salto in alto di DANILO PALUMBO

S

econda partita del mese di dicembre e seconda scon�tta per la Prime Sigma ma se contro il Cus Perugia si era parlato chiaramente di occasione persa, nei commenti dopo la partita con il Cus Roma prevale la sensazione che la squadra abbia fatto il possibile soprattutto alla luce delle tante sofferenze nelle fonti di gioco. È questo il

CLASSIFICA ROMAGNA (-4)

40

CAPITOLINA

37

VASARI AREZZO

26

CUS ROMA

25

CUS PERUGIA

24

PRATO SESTO

21

COLORNO #

21

TIRRENO

15

PRIME SIGMA VITERBO

15

IMOLA

11

LIONS AMARANTO (-4)

11

PESARO #

7

# UNA PARTITA IN MENO

caso del capitano Andrea Menghini: “Non considero questa una scon�tta, perché ho visto i miei compagni lottare davvero sino all’ultimo istante di gioco. Dopo un primo tempo in cui ci siamo appiattiti sui bassi ritmi imposti dai romani, siamo scesi in campo nella ripresa decisi a dare un’impronta diversa al match e non siamo riusciti per poco a ribaltare il risultato. Considerando che abbiamo sofferto la maggiore organizzazione avversaria in mischia ordinata e rimessa laterale, siamo stati bravi a tenere aperta la contesa sino agli ultimi secondi. Certo non possiamo permetterci però di fallire l’appuntamento di Livorno, lì dobbiamo assolutamente tornare con almeno quattro punti in tasca”. Il capitano giallo-blù rientrava contro i cussini dopo un mese e mezzo, a seguito dello strappo muscolare rimediato nel match interno contro il Colorno; per sua fortuna la pausa del campionato, per i test match della nazionale, gli ha permesso in realtà di saltare tre sole gare: “Nel primo tempo i coach Scorzosi e Racean hanno deciso di impiegarmi a centro; non è andata male, non mi sembra di aver commesso errori nelle salite difensive, l’aspetto in cui mi sento meno a mio agio quando gioco in quel ruolo.

Inutile la meta di Pompei nei minuti finali Capitan Menghini guarda avanti Complessivamente, nonostante le assenze che ancora ci penalizzano, vedo il collettivo in crescita e sono �ducioso per il futuro”. Tornava a disposizione dopo un problema muscolare anche Andrea Agostini, utilizzato a terza linea dopo che la prima parte di stagione lo aveva visto schierato soprattutto a tre quarti centro: “Si è trattata di una soluzione ideale, ho giocato nel mio ruolo naturale e ciò mi ha consentito di rientrare con meno pressione addosso. La squadra ha dato una buona risposta in campo, peccato perché i colpi di fortuna non sono mai dalla nostra parte e mi riferisco a quel paio di calci di punizione che se messi fra i pali ci avrebbero probabilmente dato la vittoria. Una forma di recriminazione risiede nel non aver sfruttato a fondo la linea arretrata, lo abbiamo fatto solo a sprazzi

nel secondo tempo mentre è lì che avremmo dovuto cercare di fare la differenza”. Sulle numerose occasioni lasciate per strada dall’inizio della stagione, e conseguentemente sui tanti punti persi che avrebbero potuto già dare tranquillità alla Prime Sigma, Agostini pensa positivo: “È un motivo per allenarci con ancora più impegno e per crescere tutti insieme, la squadra è giovane ma piena di entusiasmo, si tratta purtroppo di episodi che ci stanno con una età media così abbassata rispetto alla scorsa stagione”. La gara contro il Cus Roma ha rappresentato il debutto per l’ex Capitolina Roma Franco Spazzolini, che ha avuto parole di elogio a �ne gara per i suoi nuovi compagni: “Ho visto una squadra che senza possesso per ampi tratti della partita, a causa delle dif�coltà nelle fonti di gioco, ha mostrato tanto cuore. È su touche e mischia ordinata che dobbiamo focalizzarci per avere il pallone fra le mani e mettere in mostra le qualità che la squadra indubbiamente possiede. Contro i cussini abbiamo fallito due calci di punizione e una trasformazione, per un totale di otto punti che avrebbero potuto regalarci un epilogo diverso”. In fatto di esperienza il centro tren-

ha dovuto faticare troppo per piegare la resistenza del Sales. Anche in questo caso il pronostico della vigilia è stato confermato e il team di coach Costanzi si è preso tre punti ottimi per conservare la quinta posizione in classi�ca, in piena zona playoff. SERIE D Prosegue la risalita inesorabile delle ragazze del Civia Volley che hanno scon�tto per 3-1 il Volley 4 Strade cogliendo il quinto successo consecutivo. Primi due set controllati in maniera autorevole dal team della presidente Avolio che si è portata avanti mettendo subito un’ipoteca sulla vittoria. Le ospiti hanno accorciato le distanze con il 25-18 del terzo set ma Civita ha risposto aggiudicandosi il quarto per 25-19 e meritandosi tre punti in più in classi�ca. Le ragazze allenate da coach Rita hanno raggiunto in terza posizione il Poggio Mirteto e continuano la caccia alle capolista al Gb Vico e al S.Giorgio; sabato prossimo ci sarà proprio GB Vico-Civita Volley e la vetta della classi�ca cambierà nuovamente volto. Nel girone A maschile è arrivata la bocciatura per la Dea Clima Tarquinia nel big match sul campo della Talete; i padroni di casa si sono imposti per 3-0 con parziali anche abbastanza netti, dimostrandosi superiori e consoli-

dando la prima posizione in classi�ca. Niente da fare per il gruppo di coach Lamberti che ha perso contatto con la vetta ma resta in quinta posizione, pronto a giocarsi �no in fondo un posto per la Coppa Lazio che premierà le migliori sei classi�cate al termine del girone di andata. I tirrenici si trovano in compagnia dell’Isoltermica Civitavecchia che ha dovuto alzare bandiera bianca nella trasferta contro la Fortitudo Nepi. Il sestetto di Giuseppe Poscolieri ha tirato fuori gli artigli per riprendere una partita che sembrava ormai persa, con gli ospiti avanti due set a zero; la spinta decisiva per la rimonta è arrivata da un terzo parziale al cardiopalma, chiuso solamente ai vantaggi con il risultato di 29-27 per i padroni di casa. I nepesini hanno pareggiato con un quarto set da 25-22, poi hanno chiuso i conti al tie-break per 15-12 ed ora sono quarti, con due punti di distanza da Apsia e Ladispoli. Segnali di vita in�ne dalla Nic Design Civita Castellana che, pur perdendo nell’impianto della Pallavolo Tor Sapienza, ha conquistato il primo set della sua stagione, per l’esattezza il terzo, vinto per 26-24. Non è bastato per fare punti o addirittura vincere la partita, ma si è trattato comunque di un segnale positivo per il prosieguo della stagione. (GA)

RUGBY SERIE B 9ª DI ANDATA PRIME SIGMA VITERBO - CUS ROMA

5-7

PESARO - ROMAGNA

18 - 40

CAPITOLINA - VASARI AREZZO

36 - 5

TIRRENO - COLORNO

13 - 17

IMOLA - LIONS AMARANTO

13 - 15

PRATO SESTO - CUS PERUGIA

5 - 10

tasettenne può dare davvero molto, tanto è vero che i tecnici della Prime Sigma non hanno esitato a lanciarlo in campo dopo appena qualche allenamento con il resto del gruppo: “Comprendo l’attesa attorno a me ma sono conscio di dovermi guadagnare il posto allenandomi con costanza come gli altri, del resto per entrare nei meccanismi di squadra ci vuole tempo. Sicuramente fa piacere essere circondato da tanti giovani e cercherò di mettere a disposizione l’esperienza che possiedo. Nel frattempo sto vivendo una seconda giovinezza anche per motivi personali, ho perso qualche chilo e con gli allenamenti nel corso della pausa natalizia potrò migliorare lo stato di forma. Comunque, pur conscio di non disporre delle gambe di qualche anno fa, sono deciso a giocarmi le mie carte; non sono qui solo per fare da chioccia ai giovani, se sarò chiamato a giocare mi assumerò �no in fondo le mie responsabilità sia in attacco che in difesa”.

TABELLINO PRIME SIGMA CUS ROMA

5 7

Prime Sigma Viterbo: Cecchetti (58’Spazzolini), Del Tosto, Canestro, Menghini, Bonucci, Zappi, Ricci (40’ Paoletti), Mengoni, Palumbo (43’ Agostini), Bonavia (70’ Pompei), Bocchino (65’ Turchetti), Pastori, Perandria (50’ Clementini), Cencioni, Desana. A disp. Menicocci. All Racean – Scorzosi. Cus Roma: Lorenzotti, Ravagnoli, Borsetti, Alibrandi (25’ Stella), Giannoni, Manzo, Loughnan, Tisi, Pettinelli, Guerrisi, Scaletta, Olleia, Barbato, Veraldi (70’ Ngomffo), De Silvestro. A disp. Bifanno, Giammo, De Vico, Gnanni. All. Salsano. Arbitro: Pecoraro di Prato. Marcatori: 20’ meta Barbato tr. Manzo. 80’ meta Pompei nt.


sport

Viterbo & Lazio Nord

SPORT

p

16

Martedì 14 Dicembre 2010

� �

SERIE D GIRONE G - Come temuto anche il Tavolara porta via punti preziosi E mister Puccica se la prende con l’arbitro “E’ stato lui a tenerli in vita”

Viterbese,un amaro stop

di EMANUELE FARAGLIA

Senza dubbio possiamo parlare di occasione persa”. Mister Puccica va dritto al nocciolo della questione: il pareggio con il Tavolara non può in nessun modo essere considerato un risulato positivo. Anche se in questo caso il tecnico capranichese individua, oltre

GIRONE G MONTEROTONDO

35

VIRIBUS UNITIS

29

APRILIA

27

BACOLI

26

ZAGAROLO

25

VITERBESE

24

ASTREA

24

FIDENE

24

PORTOTORRES

23

ANZIOLAVINIO

21

SANLURI

19

ARZACHENA

19

SELARGIUS

18

CYNTHIA

17

BUDONI

16

GUIDONIA

16

TAVOLARA

11

CASTIADAS

11

Moreno Esposito alle responsabilità dei suoi, anche altri fattori decisivi: “In altre gare le nostre colpe erano più evidenti, qui c’è la compartecipazione dell’arbitro che ha annullato un gol regolarissimo ad Esposito”. Poi passa ad individuare cosa è mancato alla Viterbese per portare a casa l’intera posta in palio. “Per 30 minuti abbiamo fatto la stessa prestazione del Bacoli, abbiamo fatto un gran bel gol, abbiamo segnato il 2 a 0 e ci siamo mangiati altre due reti con Mezzotero e Palumbo. Insomma non c’era partita. La nostra colpa è quella di non essere riusciti a mantenere la stessa intensità anche nella ripresa: c’è stato un calo ma non credo sia

stato di tipo fisico. Abbiamo dato ai nostri avversari la possibilità di farsi vivi e noi siamo stati costretti ad abbassarci. Gli abbiamo concesso l’opportunità e loro l’hanno sfruttata. Purtroppo paghiamo un prezzo più alto delle nostre colpe”. E ancora una volta contro una piccola... “In realtà il Tavolara è piccolo solo nella classifica, perché hanno sia le individualità che i colpi, di sicuro pagano altre situazioni, non certo carenze tecniche. Comunque resto convinto che sia stato l’arbitro a tenerli in vita. Il gol di Esposito è stato prima convalidato, poi annullato”. La capolista se ne è an-

data... “Secondo me il campionato resta apertissimo, non a favore nostro, ma ci sono tante squadre che possono ambire al titolo dall’Aprilia allo Zagarolo al Viribus. Per quanto riguarda la Viterbese questa squadra non ha fatto vedere nemmeno la metà del valore che ha. Se riusciamo a dare quell’intensità per 60-70 minuti allora la musica cambierà”. Come sono andati i nuovi, Gay e Massimo Esposito? “Sebastian ha fatto 30 minuti bellissimi, poi ha avuto un calo anche perché veniva da alcuni giorni di influenza e poi credo che l’emozione del ritorno si sia fatta sentire. Il suo valore comunque è indiscutibile. Esposito invece

Il centrocampista Cadeddu è partito un po’ teso, poi ha fatto un’ottima gara. La verità è che c’è il rammarico di non essere riusciti a chiudere la gara quando ne abbiamo avuto l’oppor-

SERIE D girone “G” - 16ª DI ANDATA ANZIOLAVINIO - MONTEROTONDO

1-2

APRILIA - CYNTHIA

3-1

ARZACHENA - SELARGIUS

1-1

ASTREA - FIDENE

2-0

BACOLI - PORTOTORRES

0-0

BUDONI - CASTIADAS

1-0

GUIDONIA - ZAGAROLO

2-2

SANLURI - VIRIBUS UNITIS

0-2

VITERBESE - TAVOLARA

1-1

SERIE D GIRONE E - Settimo pareggio per gli uomini di mister Rossi che scivolano a metà classifica

Flaminia incapace di far male I

l settimo pareggio in stagione segna il momento della Flaminia che si ritrova a metà classifica e non riesce a fare il fatidico salto di qualità. Nessun altra squadra del girone ha totalizzato un numero così alto di segni “X” e ancora una volta i civitonici chiudono i 90 minuti senza essere riusciti a bucare la porta avversaria. Soltanto

Deruta (12), Sestese e Monteriggioni (13) hanno segnato meno di Farrugia e soci e questo è un dato che la dice lunga sul reale potenziale di questa squadra. Detto questo mister Rossi chiarisce: “Non è stato un punto d’oro per noi, ma per gli altri. La Sestese era una squadra modesta, ma noi eravamo decimati. Però è inutile parlare di queste

SERIE D girone “E” - 16ª DI ANDATA ATL. AREZZO - G. CITTA’ DI CASTELLO

1-2

CASTEL RIGONE - DERUTA

4-0

ORVIETANA - SPORTING TERNI

0-0

PERUGIA - MONTEVARCHI

4-1

PIANESE - SANSEPOLCRO

2-2

PONTEVECCHIO - MONTERIGGIONI

3-0

SESTESE - FLAMINIA

0-0

TODI - SCANDICCI

1-0

VOLUNTAS SPOLETO - FORTIS JUVENTUS

1-0

cose. C’è rammarico per come sono andate le ultime due partite contro avversari alla nostra portata. Tra l’altro abbiamo anche rischiato di perdere visto che l’arbitro ci ha messo del suo concedendo un generoso calcio di rigore che per fortuna la Sestese ha sbagliato. Al di là di quell’episodio però abbiamo fatto un assedio: Menichini ha preso un incrocio e si è mangiato un gol a due metri dalla porta; c’erano due rigori netti, uno su Minocchi ed un altro per un tocco di mano eclatante in area e nel finale sul colpo di testa di Okoroji il loro portiere ha compiuto un vero e proprio miracolo. Dobbiamo e possiamo fare meglio, ma sotto il profilo del gioco non posso muovere troppi appunti a questa squadra”. Ancora una volta l’attacco è rimasto a secco: cambiano gli interpreti ma il risultato è sempre lo stesso. Perché? “E’ colpa nostra, creiamo

tunità. Abbiamo spesso la percezione di essere superiori però poi non riusciamo a concretizzare”. Insomma una Viterbese frustrata ed incapace di approfittare di un turno tutto sommato agevole, almeno sulla carta. Per fortuna che le altre, ad eccezione di Monterotondo ed Astrea non ne hanno approfittato mettendo in fila pareggi che hanno lasciato la classifica pressoché invariata. Il prossimo turno, l’ultimo prima della sosta, vedrà i gialloblù opposti all’altro fanalino di coda, il Castiadas reduce dalla sconfitta di Budoni. Dunque un’altra piccola all’orizzonte: Testa e compagni sono avvisati

GIRONE E CASTEL RIGONE

36

TODI *

35

PERUGIA *

33

SANSEPOLCRO

28

MONTEVARCHI

26

VOLUNTAS SPOLETO *

24

PONTEVECCHIO

24

G. CITTA’ DI CASTELLO

24

PIANESE *

22

FLAMINIA

22

SPORTING TERNI

21

SCANDICCI

20

ORVIETANA

16

DERUTA

14

SESTESE

12

ATL. AREZZO

12

MONTERIGGIONI

10

FORTIS JUVENTUS

10

* PARTITE IN MENO Massimiliano Farrugia tanto ma concretizziamo poco. Sinceramente con la Sestese però abbiamo avuto sfortuna. Farrugia sta recuperando dall’infortunio e speriamo che la pausa gli

possa servire. Menichini è entrato da poco e sta facendo il massimo, ma gli ci vorrà del tempo per integrarsi al meglio. Teniamo presente comunque che veniamo da

due trasferte e che non è mai facile. Loro inoltre le hanno tentate tutte per perdere tempo. Insomma, ora recuperiamo diversi elementi come Scardala, Gentili, Palmigiani e Rossi e andiamo avanti”. (E F)


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

p

17

ECCELLENZA

La Foglianese inizia a risalire Il Monterosi s’è bloccato

E il Corneto strappa un buon punto col Palestrina

G

iornata in chiaroscuro per le viterbesi nel girone A d’Eccellenza. La Foglianese festeggia la prima vittoria casalinga, il Corneto si ritrova dopo il ko di Torrenova mentre il Monterosi conferma il momento no con la terza scon�tta in tre gare per mister Cacciatori. “CI SIAMO ANCHE NOI” Una prova d’orgoglio, una prova per dimostrare che il campionato è ancora tutto da giocare e che la Fogliane-

ECCELLENZA PISONIANO

35

RIETI

34

N. TOR TRE TESTE

30

ALBALONGA

30

PALESTRINA

29

CIVITAVECCHIA

28

GIADA MACCARESE

25

REAL POMEZIA

25

FONTENUOVESE *

21

OSTIA MARE

21

MONTEROSI

18

CORNETO

17

CECCHINA AL.PA.

14

FIUMICINO

11

FOGLIANESE *

10

FREGENE

10

PESCATORI OSTIA

7

TORRENOVA

7

* PARTITE IN MENO

se vuole fare la sua parte. Le due reti ri�late al Torrenova di Amici sono un segnale chiaro, per di più in una situazione di emergenza per la squadra di De Vecchis. “Finalmente, dopo tanto tempo abbiamo festeggiato la prima vittoria al San Paolo - commenta soddisfatto uno dei migliori elementi a disposizione dei rossoblù, Mattia Grimaldi - negli ultimi due mesi stiamo facendo bene. Peccato che il campo ci penalizzi visto che noi cerciamo sempre di giocare. Domenica abbiamo dominato la ripresa e siamo riusciti a portare a casa il risultato”. Il pessimo avvio di stagione sembra ormai un brutto ricordo o no? “Sono stati fatti degli errori, ma ora abbiamo voltato pagina. I risultati ci danno ragione: abbiamo vinto in trasferta con la Pescatori, pareggiato a Fregene contro una squadra che ha fatto soffrire non poco il

Pisoniano. E poi non dimentichiamo che abbiamo una gara da recuperare”. Non serve qualche rinforzo? “Avevamo preso Nori, ma non so che �ne abbia fatto. Comunque il gruppo c’è, all’inizio abbiamo subito anche diversi sgarbi. Ora però la squadra si sta dimostrando tosta, non è facile per nessuno affrontarci. Dobbiamo fare come il Corneto che riesce ad ottenere punti ovunque e contro squadre ben più blasonate. Certo bisogna restare coi piedi per terra, ma piano piano possiamo risalire”. “PAREGGIO SODDISFACENTE” E’ un buon punto quello conquistato dal Corneto contro il forte Palestrina come ci conferma lo stesso Simone Verde, al primo anno con la maglia dei tarquiniesi: “E’ stato un buon pareggio,

Grimaldi (Foglianese) e Maestà (Monterosi)

sostanzialmente giusto anche se con un pizzico di fortuna in più avremmo potuto pure vincere. Sotto il pro�lo agonistico è stata una partita molto dura, cosa che dà ancora maggior valore alla nostra prova”. Dopo la scon�tta di Torrenova avete dato una bella risposta... “Sì, in effetti avevamo un po’ il timore di strascichi dopo quella scon�tta, invece c’è stata la reazione da parte di tutti. La squadra ha dimostrato di saper lottare contro chiunque. Non è la prima volta che facciamo punti al cospetto di una formazione sulla carta favorita. Anche con Albalonga e Pisoniano abbiamo preso un punto”. Insomma il Corneto sta facendo il suo dovere o no? “Sicuramente sì e non si tratta di un campionato semplice. Bisogna riconoscere i giusti meriti alla società che pur con risorse limitate sta facendo di tutto per disputare onorevolmente la stagione”. “CI E’ MANCATA LA FORTUNA” Tre su tre. Non si può dire che mister Cacciatori sia partito col piede giusto. Domenica è arrivata la terza scon�tta su tre gare, dunque un mezzo disastro. A sentire Stefano Maestà, però, la situazione non è così disperata: “Domenica ci ha detto male, non siamo riusciti a segnare nonostante le tante opportunità. Parate miracolose, il pallone che esce di due milli-

PROMOZIONE - Quarta vittoria per la Fortitudo Nepi di Carloni che esulta “Chi si ferma è perduto”

Montefiascone e Caninese avanti tutta PROMOZIONE MONTEFIASCONE

32

LADISPOLI

30

ANGUILLARA

30

S. MARINELLA *

27

VIGOR ACQUAPENDENTE

26

TANAS CASALOTTI

26

CANINESE **

25

FOCENE

25

LA STORTA *

21

REAL MONTEVERDE

17

CERVETERI

17

FORTITUDO NEPI

17

TOLFA ***

15

TREVIGNANO

15

PIANOSCARANO

14

ATLETICO VESCOVIO

13

CORCHIANO GALLESE *

12

VIRTUS CIMINI

1

* PARTITE IN MENO

I

l Monte�ascone fa suo il derby con la Vigor, appro�ttando del pareggio tra Santa Marinella e Ladispoli e ritrovandosi così solo al comando. Decisive le reti di Cianfana e Vittori che consegnano a mister Antolovic ed i suoi una vittoria di platino che fa il paio con quella ottenuta in Coppa ma che è molto più importante. Sorride anche la Caninese di mister Mirto che strappa tre punti sul campo del Real Monteverde confermandosi squadra temibile anche se il tecnico di Maccarese invita tutti alla calma: “Il nostro obiettivo è soltanto uno: divertirci. Non siamo una squadra costruita per vincere e non siamo abituati a subire certe pressioni. Non vorrei che i ragazzi soffrissero di mal d’alta classi�ca”. Mister fuori casa andate forte, mentre tra le mura amiche fate più fatica: come mai? “Evidentemente troviamo dif�coltà a sfondare il muro eretto da squadre che si chiudono. E da

Mirto “Pensiamo a divertirci”

Carloni “Gruppo eccezionale”

questo punto di vista si fa sentire l’assenza di Paoloni, per noi un elemento importante. Ora però abbiamo superato un momento di dif�coltà caratterizzato dal pareggio con l’ultima in classi�ca. D’altra parte già contro il Tolfa avevo visto segnali incoraggianti. Nonostante il risultato abbiamo avuto quattro o cinque palle gol, mentre loro hanno sfruttato tutte le occasioni avute. Certo sono

rimasto deluso per il risultato, ma la prestazione era stata positiva. E contro il Real Monteverde ci siamo confermati”. Vi ponete dei limiti o no? “Il nostro problema principale è il gol. Quando ritroveremo Paoloni sarà tutta un’altra storia anche perché potremo af�ancargli un giovane interessante come Bastianelli, �no ad allora è meglio volare bassi. Andiamo avanti per

Mariano Fioravanti (Foglianese)

ECCELLENZA GIR. A - 15ª GIORNATA CECCHINA - FONTENUOVESE

0-1

FOGLIANESE - TORRENOVA

2-0

GIADA MACCARESE - FIUMICINO

3-1

OSTIA MARE - PESCATORI OSTIA

1-0

PISONIANO - FREGENE

4-3

CORNETO TARQUINIA - PALESTRINA

1-1

RIETI - ALBALONGA

5-3

REAL POMEZIA - CIVITAVECCHIA

0-0

NUOVA TOR TRE TESTE - MONTEROSI

1-0

metri, insomma, tante episodi contrari”. Ma la prestazione come è stata? “Secondo me è stata ottima. Abbiamo tenuto il pallino del gioco quasi sempre noi e siamo arrivati al tiro con una certa facilità. Purtroppo abbiamo commesso degli errori sotto porta, ma abbiamo fatto dei passi avanti rispetto alla gara col Maccarese”.

Tutte queste scon�tte, però, non fanno bene al gruppo e rendono ancora più dif�cile il lavoro di mister Cacciatori... “Ci vuole del tempo, piano piano miglioreremo. Già domenica siamo tornati al 4-4-2, evidentemente alcune soluzioni provate non andavano bene. Ma ripeto, secondo me abbiamo fatto dei progressi”. (EF)

Simone Verde (Corneto)

Fabio Bisozzi (Corneto)

PROMOZIONE GIR. A - 15ª GIORNATA ANGUILLARA - PIANOSCARANO

3-2

CITTA’ DI CERVETERI - TANAS CASALOTTI

1-1

FOCENE - ATLETICO VESCOVIO

1-0

FORTITUDO NEPI - TREVIGNANO

2-0

REAL MONTEVERDE - CANINESE

0-1

S. MARINELLA - LADISPOLI

1-1

TOLFA - CORCHIANO GALLESE

rinv.

VIGOR ACQUAPENDENTE - MONTEFIASCONE

1-2

VIRTUS CIMINI - LA STORTA

0-2

la nostra strada. Non siamo né il Monte�ascone, né il Ladispoli o il Santa Marinella. E a proposito di giovani: sento un gran parlare ma noi domenica avevamo in campo un ‘92, un ‘93, due ‘90 ed un ‘91. Credo che per una realtà come la Caninese questo sia un vanto”. E non si ferma neppure la Fortitudo Nepi di mister Carloni che ha ri�lato due gol al Trevignano e guadagnato punti fondamentali in classi�ca generale: “Chi si ferma è perduto - scherza mister Carloni - abbiamo disputato una buona gara, con questo gruppo eccezionale potremo toglierci belle soddisfazioni. Quattro vittorie e due scon�tte credo che rappresentino un ottimo bottino. Ora possiamo

guardare il campionato con un’ottica diversa. Il tutto senza dimenticare il rispetto per gli avversari perché per tornare giù basta una scon�tta”. Contento di averi ritrovato Mariani? “Contentissimo, per noi è un giocatore fondamentale e domenica ha anche segnato. L’avevamo perso, poi con tutto quello che è successo ad Anguillara fortunatamente è rientrato alla base”. Su chi dovete fare la corsa? “Su nessuno, dobbiamo pensare solo a noi stessi. Con questo piglio la salvezza è possibile, o magari i play out, a �ne stagione vedremo. Ora pensiamo a recuperare Santini e Cristofari, il resto lo scopriremo strada facendo”. (e f)


� �

sport

SPORT

p

18

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

1ª CATEGORIA

Rilancio Lubriano, corrazzata Ischia Canepina e Latera bloccate sul pari Al Morera continua a volare il Capranica con i gol di Pecci. Ritorno dell’A. Tarquinia e tra i bomber sale al comando Capocecera

L

’Ischia di Castro si conferma la squadra del momento nel giorone A della Prima Categoria. AL VERTICE Sfrutta in pieno il turno di calendario che le assegnava l’impegno interno contro il Pilastro assolto con un super 6-0 dal quale si intravede la forza del potenziale offensivo (De Cillis e Sfasciotti hanno incomnciato a integrarsi alla grande) e guadagna due punti su tutte le rivali d’alta classi�ca. Canepina e Latera hanno impattato sullo 0-0 nelle rispettive trasferte (tuttaltro che semplici) di Grotte di Castro e Montalto. Canepina con il freno un po’ tirato nelle gare esterne dove non riesce ad esprimere la stessa forza d’urto delle gare interne e la dimostrazione lampante viene fuori dallo score dei cimini che a parte la passeggiata da salute della prima giornata sul terreno della Nuova Sorianese (0-2) hanno poi vinto per 1-0 a Valentano e pareggiato per 0-0 contro Tuscania Bolsena. Monte Romano e Grotte di Castro e perso per 1-0 a Montalto. Rilancio per le zone alte della classi�ca da parte del Lubriano di mister

2ª CATEGORIA A

Baggiani che ha affossato per 4-0 un fragile Valentano e del Capranica sempre spietato tra le mura amiche dove ha ottenuto la bellezza di 16 dei suoi 19 punti. E la legge del Morera ha piegato anche la resistenza del Monte Romano per 2-0. LE ALTRE A completare il quadro di questa 12esima giornata abbiamo avuto il ritorno al successo del Tuscania Bolsena che ha battuto per 2-0 una Valleranese che era reduce da due vittorie interne e segnali di risveglio per l’Atletico Tarquinia che è tornato a far punti battendo per 2-1 un Vasanello eternamente soft in trasferta dove continua a non combinare nulla di buono. Ma il colpo da novanta a dimostrazione della perestroika voluta dal presidente Torroni e dal suo staff è la rinascita Nuova Sorianese corsara a Vignanello per 3-1 e che per la prima volta dall’inizio della stagione non è più fanalino di coda. Posto lasciato alla Virtus Pilastro. SUB JIUDICE Classi�ca del tutto parziale visto i 10 recuperi e il match sub jiudice tra

2ª CATEGORIA B

VIRTUS BOLSENA # #

28

C. RONCIGLIONE

29

DORIA SAN MARTINO # #

26

T.C. ANGUILLARA

26

SAN LORENZO N. # #

23

CALCIO SUTRI *

22

VITERBO POOL # #

22

ATLETICO MORLUPO *

22

ETRUSCA

15

MAGLIANESE *

17

NUOVA BAGNAIA #

15

REAL COLLEVECCHIO *

16

FARNESE # #

14

VEJANESE *

15

BARCO MURIALDINA #

13

BLERA # *

13

VITORCHIANO # #

12

VETRALLA 1928 *

12

CELLENO # #

11

2001 TUSCIA # *

10

CIVITELLA D’AGLIANO #

11

SORATTE * #

10

GRAFFIGNANO #

11

MANZIANA * #

9

QUERCIAIOLA #

10

BASSANO ROMANO * #

8

TRE CROCI #

10

STIMIGLIANO * #

7

PESCIA ROMANA # #

8

CIVITA CASTELLANA

5

VIRTUS MARTA

8

# GARE DA RECUPERARE

I

n archivio la dodicesima giornata di andata nei gironi A e B della Seconda Categoria. GIRONE A E la Virtus Calcio Bolsena ha un’anima. Ebbene si, dopo 9 vittorie consecutive la capolista si è fermata sull’1-1 a Celleno ed onore alla squadra di casa del tecnico Spolverini per essere riuscita nell’impresa. Recupera due punti alla battistrada il Doria che ha superato con un’autorete di Buffetti il Viterbo Pool mentre ha perso una ghiotta opportunità per rifarsi sotto il San Lorenzo Nuovo che in casa si è fatto sorprendere sul 2-2

* HANNO RIPOSATO # GARE DA RECUPERARE

da un Civitella D’Agliano in ripresa. E attenzione perchè questi sono punti che alla lunga possono pesare. Nell’altro campionato, riservato alle formazioni che sono al di sotto della soglia delle prime quattro posizioni turno interlocutorio con ben tre pareggi per 1-1 scaturiti dai confronti tra Barco Murialdina e Tre Croci, EtruscaQuerciaiola e Graf�gnanoNuova Pescia Romana. Si rilanciano con due belle vittorie interne la Nuova Bagnaia che ha battuto per 2-0 il Farnese e in primis la Virtus Marta che ha liquidato per 5-1 il Vitorchiano con uno scatenato bomber Vincenti, autore di una tripletta.

1ª CATEGORIA. 13ª andata (19/12)

1ª CATEGORIA

orari

CANEPINA - ISCHIA DI CASTRO

11,00

LATERA - CAPRANICA

11,00

Capocecere

MONTE ROMANO - GROTTE DI CASTRO

11,00

NUOVA SORIANESE - VASANELLO

14,30

Castro); Sfasciotti (2 rigori) Ischia di Castro;

TUSCANIA BOLSENA - ATLETICO TARQUINIA

11,00

VALENTANO - MONTALTO

11,00

VALLERANESE - LUBRIANO

11,00

VIRTUS PILASTRO - VIGNANELLO

11,00

Vasanello e Vignanello dove l’1-0 del campo verrà tramutato sicuramente in un 0-3 a tavolino. RECUPERI Ricordiamo quelli che sono i dieci recuperi che mancano all’appello nel girone A di Prima Categoria. 2 giornata: Grotte di Castro - Lubriano (22 Dicembre) 8 giornata: Valentano-Latera (22 dicembre); ValleraneseMonte Romano (22 dicembre); Grotte di Castro-Vignanello: 9 giornata: Canepina-Lubriano; Latera-Valleranese; Vignanello-Ischia di Castro; Monte Romano-Tuscania Bolsena; Valentano-Atletico Tarquinia; Vasanello-Grotte di Castro.

I BOMBER Cambio al vertice con Capocecera, autore di una doppietta contro il Valentano che supera Gaska il quale non riesce più a muoversi da quota 7 gol. Questa tutta la situazione, sempre più in alto De Cillis, Sfasciotti dell’Ischia e Cristian Pecci del Capranica

4 reti - M. Mariani (Vasanello); Carrinton (2 rigori, Tuscania Bolsena); Daniele (Canepina); 3 reti - Nobile (Grotte di Castro); Boninsegna (Valentano); Pantarelli (Lubriano); L. Trebisondi (Monteromano): Pokoropek (Valleranese); Pompei (Latera); Citti (Valleranese); Cicconi (Valentano 1 rigore): Pau (2 con il Monteromano, 1 con il Tuscania Bolsena)

6 reti - A. Taratufolo (Canepina); Fileni (3 rigori) Vasanello; Pacenza (Grotte di Castro);

2 reti - Baccello (Lubriano); Maculani (Canepina, 1 rigore); Amin, (Vignanello); Di Luca (Monteromano): Morice, Varesano (Grotte di Castro); Bocci, Bonucci (Latera); Mingione (V.Pilastro); Cardoni, Ligi (Montalto); R. Brizi (Ischia di Castro); C. Marini (1 con il Capranica e 1 con il M. Romano); Mastrogiovanni (Tuscania Bolsena); M. Salvitti (Capranica); Gianola (1 rigore, Nuova Sorianese); Cecchelin (Altetico Tarquinia)

5 reti - Incalcaterra (Canepina); C. Pecci (Capranica); De Cillis (2 con il Vignanello, 3 con l’Ischia di

1 rete - Stella, Fraticello, Santarelli (Lubriano); Matricardi, Campari, Pallotti, Alberti, Grieco

8 reti - Capocecera (Lubriano); 7 reti - Gaska (2 rigori) Latera

CANEPINA #

24

LATERA # #

21

ISCHIA DI CASTRO #

21

CAPRANICA

19

LUBRIANO # #

18

VASANELLO #

17

MONTE ROMANO # #

17

TUSCANIA BOLSENA #

16

GROTTE DI CASTRO # # #

15

MONTALTO CALCIO

13

VALLERANESE ##

11

VALENTANO # #

11

VIGNANELLO # #

10

NUOVA SORIANESE

8

ATLETICO TARQUINIA #

8

VIRTUS PILASTRO

5

# GARE DA RECUPERARE Maccioni, Salvatori (Montalto Calcio), Piccioni, Arditi, Fratini, Ercolini, Perugini e Mastrangeli (Valleranese); Damiani, Ghigi, Valente (Monte Romano); L. Brizi , Governatori, Carli, Bozzini, A. Biondelli (Ischia di Castro); Caiazza, Romano (Canepina); Guarisco, Catini, Seripa, Moncelsi (Atletico Tarquinia); Brinchi, Puri (Grotte di Castro); De Gortes, Mancini, Bartolacci (Tuscania-Bolsena); Calistri, Cruciani, Clarioni, Lamanda, Barduani (Vignanello); Marini, S. Salvitti e Rossini (Capranica); Costantini, Falsarano (Vasanello); Taf�, Fapperdue (Valentano); Cesaretti, Freddiani, (Latera); Federici, Gasponi, Obinna, Petruccetti, Borghesi, Grieco e Santini (Nuova Sorianese); Cappuccini, Materazzini (Virtus Pilastro); Poleggi, Creta (Vasanello); M. Pecci (Capranica).

2ª CATEGORIA A/B - Il punto dopo le sfide della dodicesima di andata

La Virtus Bolsena ha un’anima. E pareggia!

SITUAZIONE RECUPERI Ottava giornata: Doria S. Martino-N. Pescia Romana, Farnese-Bolsena, San Lorenzo N.-Barco Murialdina, Vitorchiano-Pool Viterbo, Civitella-N. Bagnaia. Nona giornata - Farnese -Graf�gnano, N. Pescia Romana - San Lorenzo Nuovo, Querciaiola - Celleno, Tre Croci - Doria San Martino, Virtus Bolsena - V. Marta. Undicesima giornata - Viterbo Pool-Celleno GIRONE B E qui è ciclone Cimina Ronciglione che vince per 60 il derby casalingo contro il Calcio Sutri in cui si scatena l’artiglieria pesante della formazione di mister Gavazzi in

Nel gruppo B l’uragano Ronciglione sul Sutri gol con le reti di Tiberti, la tripletta di Biguzzi e i sigilli di Temperini e Foglietta. Calcio Sutri annientato e dimostrazione di forza della capolista che adesso dovrà aspettare sino al 9 gennaio per tornare in campo visto che domrenica osserverà la sosta. Le speranze e i desideri di rilancio del Blera si infrangono nel durissimo ko subito sul terreno di un Tugurio Calcio Anguillara che si pone come

2ª CATEGORIA GIR. A 13ª (19/12) orari

la rivale più pericolosa della Cimina Ronciglione. Tra le provinciali la penultima giornata del 2010 ha confermato il buon livello della Vejanese corsara per 4-12 a Stimigliano con la doppietta di Piacentini e le reti di Sterpa e G. Schinelli e udite udite in zona Cesarini è arrivato il primo successo del Bassano Romano che ha battuto per 2-0 il Civita Castellana in un derby dove la posta in palio valeva moltissimo in chiave salvezza. Bella prova anche del Vetralla 1928 che con una rete di Riccucci ha vinto a Manziana per 1-0. I RECUPERI Ricordiamo che sono tre i

Tripletta di Vincenti confronti da recuperare. Ottava giornata - Il match tra Blera e Soratte Nona giornata - Le sfide tra 2001 Tuscia-Stimigliano e Bassano Romano-Manziana

2ª CATEGORIA GIR. B 13ª (19/12) orari

CIVITELLA D’AGLIANO - ETRUSCA

14,30

BLERA - MORLUPO

14,30

FARNESE - CELLENO

14,30

C. SUTRI - T.C. ANGUILLARA

14,30

QUERCIAIOLA - BARCO MURIALDINA

11,00

CIVITA CASTELLANA - 2001 TUSCIA

14,30

14,30

TRE CROCI - NUOVA PESCIA ROMANA VIRTUS CALCIO BOLSENA - DORIA SAN MARTINO

14,30

REAL COLLEVECCHIO - STIMIGLIANO

11,00

VIRTUS MARTA - GRAFFIGNANO

14,30

SORATTE - MAGLIANESE

14,30

VITERBO POOL CALCIO - SAN LORENZO NUOVO

14,30

VEJANESE - MANZIANA

11,00

VITORCHIANO - NUOVA BAGNAIA

11,00

1928 VETRALLA - BASSANO ROMANO

11,00

Riposa la Cimina Ronciglione


sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

p

19

CALCIO GIOVANILE

Pilastro allievi e giovanissimi ok Successi nel fine settimana per i due team della società biancorossa 3ª CATEGORIA

Finisce 1-1 il super derby di Ronciglione Vince l’Oratorio Domenica si sono giocati i due posticipi nel girone B del campionato di calcio di Terza Categoria. C’era attesa per il derby di Ronciglione tra la Cicram e lo Sporting �nito con un 1-1 che alla �ne ha fatto felice le altre formazioni di alta classi�ca e in primis la capolista Real Gradolese. Nell’altro confronto della domenica, sempre per il girone B abbiamo avuto la conferma della forza dell’Oratorio Madonna del Fiore formato casalingo che si è imposta per 2-1 sul Bomarzo conquistanto la quinta vittoria interna in altrettanti confronti tra le mura amiche. Ed ecco la nuova classi�ca del girone B Real Gradolese Bassano in T. Pol. Oratorio Sp. Ronciglione Proceno Cicram Canino Giglio Zepponami Sipicciano Real Monte�ascone Sp. Bagnoregio Onano Bomarzo Grotte S. Stefano

24 22 21 19 18 14 12 11 10 9 9 8 7 0

Nell’edizione di domani ulteriori approfondimenti sui due gironi provinciali dopo la nona di andata.

F

ine settimana dorato per le squadre giovanili della Virtus Pilastro.

ALLIEVI La Virtus Pilastro non inciampa nello scoglio Oratorio Grandori e di aggiudica nettamente l’intera posta in palio. Partita senza storia tra due squadre con organici troppo distanti, e con diversi obiettivi stagionali. I ragazzi di mister Grazini, alla ricerca di una migliore posizione di classi�ca, hanno avuto nettamente la meglio sui pari età di mister Caroleo, che viceversa sono alla prima esperienza nella categoria, e lottano tenacemente nelle parti basse della classi�ca. La cronaca vede come previsto il dominio territoriale degli ospiti che vanno alla prima segnatura con Halluli al 6’, poi è capitan Tardani che mette a segno la sua personale doppietta. Poi nella ripresa la musica non cambia, con l’innesto della panchina da entrambi le parti. Pilastro che non demorde e va a segno con Schiada, Mancinelli, Rueca per due volte e Bottiglieri. Sempre nella ripresa impennata d’orgoglio dei ragazzi di Mister Caroleo che vanno vicini al goal della bandiera con Pietroni, che su una prima punizione colpisce il palo e nella seconda battuta termina di poco al lato. Quindi pratica archiviata con una buona prestazione della Virtus Pilastro, che ha messo in mostra belle giocate, e buone geometrie, agevolata però dalla poca esperienza dei padroni di casa. Mister Grazini soddisfatto sia per il risultato che per il gioco, e domenica prossima è la volta del fanalino di coda Oratorio Villanova: altra occasione per i tre punti prima del rush di �ne girone. Per l’Ora-

L’undici di Grazini batte l’Oratorio Grandori nel derby. La squadra di Settimi supera con un netto 8-0 i pur bravi pari età della N. Bagnaia torio Grandori altra giornata di esperienza e di divertimento nell’attesa di tempi migliori. ORAT. GRANDORIO 0 VIRTUS PILASTRO 8 Oratorio Grandori: Testa, Pignaroli, Costoli, Pietroni, Marazzi, Parenti, Petrillo, Martini, Merlani (cap), D’Ascenzi, Stagnini, Piscopo, Corvino; All. Caroleo V. Pilastro: Mazzetti, Ahmed, Mancinelli, Halluli, Sambuci, Geronzi, Schiada, Teodori, Tardani (cap), Persi, Rinaldo, Ciancolini, Rueca, Urbani, Ze�, Bottiglieri; All. Grazini Arbitro: Papacchini Vasco della sezione Aia di Viterbo. Marcatori: p.t. al 6’ Hallulli, 16’ e 21’ Tardani, s.t. 6’ Schiada, 14’ Mancinelli, 20’ e 35’ Rueca, 28’ Bottiglieri. GIOVANISSIMI Per non essere da meno della squadra allievi, anche la compagine dei giovanissimi si è imposta con lo stesso punteggio, sul campo del Bagnaia, mentre a pochi metri di distanza, sul campo de La Quercia, gli allievi s’imponevano con lo stesso punteggio con l’ Oratorio Grandori. I ragazzi di mister Settimi fanno di tutto per non perdere di vista la vetta della classi�ca, dove Montalto e Sorianese si danno battaglia per il primato. La cronaca è senza storia con lo scatenato Papalini che mette a segno una quaderna, per poco imitato da Bernardini che si

ferma a tre segnature; poi la solita punizione di Geronzi che arrotonda il risultato. Bagnaia troppo D’Onofrio si danno da fare per limitare i danni, e per mettere a segno il meritato goal della bandiera, ma la Virtus Pilastro non fa sconti, con Casella ritornato in cabina di regia difensiva, che chiude tutti gli spazi. Comunque il divertimento non è mancato per tutti vincitori e vinti, nell’ottica che il calcio è un gioco fatto per divertirsi prima che per vincere o perdere. Prossime gare di diverso spessore per la Virtus Pilastro che al Vincenzo Rossi, incontrerà la Vigor Acquapendente, per contendersi il terzo posto in classi�ca, riposa il Bagnaia. BAGNAIA 0 VIRTUS PILASTRO 8 Bagnaia: Bruno, Traili Gemini, Milioni, Sera�ni, Taromacco, Bragaglia, Zena, Colonna, Sera�ni, Cherubini, Di Luigi, Gatti, De Angelis, Mangino, Koci; All. D’Onofrio Antonio. Virtus Pilastro: Terenzi, Bianchi, Sensi, Ranocchiari, Casella, Grossi, Pastori (cap), Farris, Papalini, Bernardini Geronzi, Lattanzi, Addabbo, Celestini, Cristiano, Graziotti, Settimi, Villani All. Otello Settimi. Arbitro: Sig. Cannone Alessio della sezione Aia di Viterbo Marcatori: p.t.;al 4’, 11’, 29’ Papalini, 15’, 24’ Bernardini, 20’ Geronzi, s.t. 15’ Papalini, 27’ Bernardini..

CALCIO A 5 D DONNE - Classifica immutata al vertice dopo la nona di andata. Risultati e classifica

Per il Grotte fa tutto Sara Micci C5 D FEMMINILE CANALE MONTERANO

27

F. CIVITAVECCHIA

27

VIRTUS PILASTRO

24

ACCORDIA ORIOLO

18

BASSANESE

18

GROTTE S. STEFANO

18

MONTEFIASCONE

18

CELLENO

18

CANINESE

15

CUS VITERBO

10

BLERA

6

GRAFFIGNANO

6

VIGNANELLO

4

F. CIVITA CASTELLANA

4

MONTEROSI

1

V.C. BOLSENA

0

T

utto il quadro completo della nona di andata nel campionato femminile di calcio a 5 di serie D provinciale. Ancora a punteggio pieno Canale Monterano e Femminile Civitavecchia e sulla loro scia con tre punti di ritardo rimane la Virtus Pilastro. Questi tutti i risultati.

Serena Tirante, Viola Tornato e Giorgia Tosoni tutte autrici di doppiette.

tanzi (2), Giorgia Prosperini (2), Michela Proietti e Maria Vetrallini.

Blera-Virtus Pilastro 01 - Si impone di misura la squadra del capoluogo che passa a Blera con la rete di Romina Pacitti.

Celleno-Monterosi 9-0 - Tutto semplice per il Celleno che strabatte il Monterosi con le reti di Francesca Bignotti (3), Noemi Lattanzi (2), Sara Artemi, Alessandra Corbucci, Nicoletta Lattanzi e Lia Marianeschi.

Vignanello-C. Monterano 0-7 - Successo in terra cimina per la capolista con le reti di Sabrina Brotta (2), Gaia Guiducci (2), Veronica Di Stefano, Viriginia Leoni e Stefania Taranta.

Caninese-Accordia 2-1 - Altro confronto in bilico sino alla fine che ha visto l’ottima Caninese di questa stagione avere la meglio sulla valida Accordia Oriolo con la doppietta di Tiziana Mazza. Per le sconfitte gol di Cristina Caporali.

F. Civitavecchia-V. C. Bolsena 11-1 - Replica delle tirreniche che hanno vita facile contro le lacuali con le reti di Francesca Baldasseroni (3), Lucia Droghini,

M o n t e f i a s c o n e - G ra f f i gnano 14-4 - Tutto facile per le falische che dilagano contro un fragile Graffignano con le reti di Gloria Rebichini (8), Chiara Lat-

Grotte S. Stefano-Bassanese 5-2 - Per la vittoia del team grottano fa tutto Sara Micci con cinque reti, per le sconfitte gol di Myriam Leonardi e Chiara Morichelli. F. Civita Castellana-Cus Viterbo 1-1 - Giusto pareggio con reti di Viviana De Santis tra le padrone di casa e Anna Pintus per le ospiti. (agv)

La panchina della Virtus Pilastro Giovanissimi

PROMOZIONE UMBRA

Ortana a bocca asciutta alle Fonti del Clitunno di ALESSANDRO URSINI

N

iente da fare a Clitunno per l’Ortana di mister Luigi Bernabei che nonostante una buona prestazione si inchina ad Antonini, il capocannoniere del campionato, che a pochi minuti dalla fine trova il jolly che regala i tre punti agli umbri. 3-2 il finale di una gara bella e ricca di emozioni in cui i biancorossi hanno avuto la forza di rimontare due volte e la capacità di esprimere ancora una volta il loro consueto bel gioco. Una battuta d’arresto che fa scivolare l’Ortana nella parte centrale della classifica a sette lunghezze dalla zona playoff e a + 4 su quella playout. Il tutto con una gara da recuperare. A realizzare le due reti odierne per gli ortani sono stati i due attaccanti Sciommeri e Cianfanelli, a dimostrazione di un feeling pienamente ritrovato con con il gol. Feeling che però, nell’ultima settimana con tre gare disputate, ha portato solo due punti nella casse dei viterbesi. Proprio questo è il rammarico più grande del bomber Sciommeri: “In questa settimana abbiamo giocato tre gare di grandissimo livello non riuscendo però a raccogliere quanto dovuto. A Sferracavallo contro la Federico Mosconi abbiamo dato lezione di calcio ma una prodezza balistica di Pimpolari aveva riaperto il match, mercoledì scorso con l’Amerina, pur giocando solo un tempo, abbiamo avuto almeno 4-5 palle gol nitide su cui il loro numero uno si è esaltato ed oggi, a Campello sul Clitunno, al termine di un match in cui abbiamo dimostrato di essere almeno alla pari

CLASSIFICA CAMPITELLO

25

REAL VIRTUS

26

BASTARDO

22

SAN VENANZO ##

22

GRIFO ATTIGLIANO #

21

FEDERICO MOSCONI #

20

CLITUNNO #

19

SUBASIO

18

ORTANA #

18

GM 10 #

15

BEVAGNA #

15

PANTALLA #

12

MASSA MARTANA

12

PETRIGNANO

11

AMERINA

7

JULIA SPELLO #

4

# PARTITE IN MENO dei perugini, ci ritroviamo sconfitti. Purtroppo sta girando in questo modo. Ora è importante non lasciarsi andare però, continuare a lavorare ancora con maggior impegno cercando di giocare sempre come abbiamo fatto fino ad ora. Così facendo sono certo che torneremo a vincere molto presto”. RECUPERO Intanto la Figc Umbra ha ufficializzato per il giorno 6 Gennaio al “Gildo Filesi” il recupero del match interrotto due settimane fa contro il San Venanzo. CEGLIA SALUTA Capitan Ceglia lascia l’Ortana. Il forte difensore di Faleria infatti ha manifestato la volontà di lasciare la maglia biancorossa e, seppur a malincuore, è stato accontentato dalla dirigenza ortana. Per lui si parla di un possibile passaggio in forza alla Grifo Attigliano.


� �

ALLIEVI (elite)

ALLIEVI (regionali)

sport

SPORT

p

20

ALLIEVI (fascia B ecc)

GIOVANISSIMI (elite)

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

GIOVANISSIMI (reg)

GIOVANISSIMI (fascia B ecc)

N. TOR TRE TESTE

32

MONTESPACCATO

31

ROMA

34

URBETEVERE

30

AURELIO

34

ROMA

34

URBETEVERE

22

FREGENE

28

LAZIO

32

SAVIO

29

SAN PAOLO OST.

27

LAZIO

27

FUTBOL CLUB #

21

VIGILI URBANI

22

SAVIO

25

TOR DI QUINTO

27

C. FOGLIANESE #

21

LODIGIANI

26

OSTIA MARE

21

LA STORTA

22

VIGOR PERCONTI

23

LADISPOLI #

25

PIANOSCARANO #

20

URBETEVERE

24

MONTEROTONDO #

18

SAN GORDIANO

21

TOR DI QUINTO

23

VITERBESE #

21

CIVITAVECCHIA #

20

N. TOR TRE TESTE

24

LADISPOLI

17

FOCENE

19

NUOVA T.TRE TESTE

18

OSTIA MARE

19

MONTEFIASCONE #

19

SAVIO

24

SPES MONTESACRO

17

ALMAS

19

ATLETICO ROMA

18

TOTTI SOCCER S

18

REAL MONTEROSI

18

VIGOR PERCONTI

19

RIETI

17

VIS AURELIA # #

19

TOTTI SOCCER S

18

DELLE VITTORIE

18

FREGENE

18

FUTBOL CLUB

18

DELLE VITTORIE

16

MASSIMINA #

16

OSTIA MARE

14

SPES ARTIGLIO

16

PESCATORI OSTIA #

17

FROSINONE

16

16

SAN PAOLO OST.

13

SAN PAOLO OSTIENSE

12

TOR DEI CENCI #

16

ETRUSCA #

17

VITERBESE

15

12

PIANOSCARANO #

12

URBETEVERE

12

ROMULEA

14

PIAN DUE TORRI #

13

AURELIO

14

12

C. FOGLIANESE #

10

MONTEROTONDO

11

OTTAVIA

13

CORNETO TARQUINIA #

10

APRILIA

13

AURELIO

12

ETRUSCA #

10

VITERBESE

11

RIETI #

8

MACCARESE

7

TOR DI QUINTO

11

VILLALBA

11

MACCARESE

9

APRILIA

7

VIS AURELIA

7

BARCO MURIALDINA

6

PRO ROMA

8

T. SOCCER SCHOOL

10

CIVITA CASTELLANA

7

PRO ROMA

5

OLIMPIA

4

C. CASTELLANA C.G . #

6

ANZIO LAVINIO

4

CIVITAVECCHIA

9

PALOCCO

1

DELLE VITTORIE

4

FOCENE

3

SAN GORDIANO #

1

PRO CALCIO

-3

VITERBESE OTTAVIA # PESCATORI OSTIA #

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

Per i boys della Viterbese è quasi en-plein Tre successi e ottimo pari dei ‘95 contro il forte Savio

T

utto il quadro delle nostre giovanili regionali dopo le sfide del fine settimana, penultimo del 2010. Avanti tra alti e bassi. JUNIORES ELITE Nella penultima di andata nulla da fare per il Pianoscarano che impegnato nel confronto casalingo contro la capolista Ostia Mare ha dovuto cedere per 2-0. Lidensi che si sono imposti con le reti di Metta al 17’ del pt e di Nicoletti al 10’ della ripresa. Tanto impegno da parte dei ragazzi di mister Damiani non è servito per evitare il ko. Nei bassifondi della classifica ha recuperato un punto ai rionali il team del Maccarese che ha pareggiato a Fregene per 2-2.

Nella juniores fascia B Corneto sempre razza padrona e bomber Rosati arriva a 14 centri Riscatto del Monterosi Bonelli sulla seconda che è il Civitavecchia. Il Corneto ha fatto 12 su 12 (vittorie) battendo a domicilio per 1-0 con una rete del solito Rosati (14 centri dall’inizio della stagione) un valido Montefiascone che ha ben impegnato la prima della classe. La Foglianese in casa contro il Montespaccato non è andata oltre lo 0-0. Riscatto Monterosi corsaro per 2-0 sul terreno della Vis Aurelia con le reti di Arnaud e Bonomi.

JUNIORES FASCIA B Resta sempre di un corposo + 11 il vantaggio della formazione del Corneto Tarquinia di mister

ALLIEVI ECCELLENZA Ulteriori segnali di crescita arrivano dalla Viterbese di mister Massimo Bertini che nel confronto interno della 12esima giornata ha battuto 2-1 al Cec-

JUNIORES (elite)

JUNIORES (fascia B)

OSTIA MARE

37

CORNETO TARQUINIA

36

N. TOR TRE TESTE

31

CIVITAVECCHIA

25

FOOTBALL CLUB

31

PESCATORI OSTIA

23

VIGOR PERCONTI

31

SANTA MARINELLA

21

FIUMICINO #

26

C. FOGLIANESE

20

OTTAVIA

21

PALOCCO

20

CANALE MONTERANO

19

TOLFA

19

SETTEBAGNI

18

MONTESPACCATO #

18

VILLANOVA

17

FORTE AURELIO

15

FREGENE

15

MONTEROSI

14

TANAS CASALOTTI

15

VIS AURELIA

13

LADISPOLI

14

PIAN DUE TORRI

13

OLIMPIA

13

CASAL BERNOCCHI #

9

PIANOSCARANO

11

MONTEFIASCONE

9

MACCARESE #

8

LA QUERCIA 88

8

LA SABINA

4

REAL MONTEVERDE

2

# DEVONO RECUPERARE

# DEVONO RECUPERARE

cacci di Bassano la pericolosa formazione della Spes Montesacro e lo ha fatto con un finale tutto cuore e grinta con le reti di Guerrini al 35’ del secondo tempo e di Menci al 3’ di recupero che hanno ribaltato l’iniziale rete ospite firmata da Buzzo. Tre punti d’oro per i gialloblu. ALLIEVI FASCIA B DI ECCELLENZA Davvero una bella prova per la Viterbese ‘95 di mister Valentini che ferma la marcia del Savio, terzo in classifica impoenendogli un pareggio per 1-1. Il confronto si è giocato al Comunale di Vitorchiano. Rete degli ospiti con Ottobre e poi nell’arrembaggio finale la Viterbese ha raggiunto il pareggio con il guizzo vincente di Erasmi. ALLIEVI REGIONALI Qui del nostro quartetto provinciale esulta soltanto l’Etrusca corsara per 2-0 nella trasferta sul campo del fanalino di coda Palocco con le reti di Bonino e PierCamilli. La Comunale Foglianese ha reagito ai recenti ko giocando una grande partita e fermando sul 2-2 il quotato team del Fregene, reti di Spolverini e Calevi. Ko il Pianoscarano battuto per 3-1 nella trasferta romana contro i Vigili Urbani (rete di Frosolini) per i rionali e sconfitta interna per 2-0 del Civita Castellana battuto a domicilio dal San Gordiano. ALLIEVI FASCIA B REGIONALI Brutto ko per 1-0 in uno

scontro diretto per la salvezza per il Pianoscarano sconfitto nella trasferta contro il Città di Cerveteri. Rionali che restano al penultimo posto con due punti, che vedono allungare il distacco dalla terz’ultima a 5 punti e che in 9 gare giocate non sono riusciti a vincere un solo match. Classifica - Al comando Ottavia e Aurelia 21 punti; Vis Aurelia 20; Ladispoli 17; Pescatori Ostia 16; Civitavecchia e La Storta 14; Atletico Acilia e Focene 13; Montespaccato 10; Fregene 8; Città di Cerveteri 7; Pianoscarano 2; Petriana 0 ALLIEVI FASCIA B DI ROMA Goleada e conferma per la Foglianese che si impone per 9-0 sul campo del Real Boccea. Frena il Barco Murialdina battuto per 43 nella trasferta contro il Massimina (domani il recupero contro Il Grifone), pareggio per 2-2 tra Aranova ed Etrusca ed infine il Tre Croci si è imposto contro il Santa Marinella per 2-1 con reti di Figliolini e Tomassini. E sabato ci sarà il derby tra Foglianese e Tre Croci al campo de La Botte. Classifica - Questa la graduatoria parziale: Foglianese 22; Massimina e San Gordiano 19; Santa Marinella 16; Ladispoli 15; Barco Murialdina e Aranova 13; Cerveteri Soccer 12; Tre Croci 9; Etrusca 5; Sabazia 4; Il Grifone 3 e Real Boccea 0. GIOVANISSIMI ELITE Bel riscatto della Viterbese al ko del giorno dell’Immacolata. I boys di mister Conticchio hanno vinto per 2-0 sul campo della Spes Artiglio con le reti di Bonaventura e Cuscunnà e si rilanciano in zona play off considerando anche che devono recuperare un incontro.

Alessandro Rosati

Allievi regionali, la Foglianese blocca sul pari il valido Fregene Nei giovanissimi blitz esterni nei derby per Etrusca e Montefiascone GIOVANISSIMI REGIONALI Nella dodicesima di andata pareggio “frizzante” in Real Monterosi e Foglianese che finisce 1-1 con reti di Valentini per i rionali e di Rizzo per il Real; l’Etrusca va a vincere per 2-0 sul campo del Pianoscarano (1 solo punto nelle ultime 3 gare) con le reti di Rocchi e Franco, rionali in flessione e che nelle ultime due gare hanno finito per pagare a caro prezzo l’assenza di un portiere di ruolo, dovendo sempre improvvissare con altri giocatori il numero uno. Bene il Montefiascone che riscatta il ko del preceedente turno vincendo per 2-0 sul campo del Barco con le reti di Selvi e Bianchi. Buon punto per il Civita Castellana che impatta 0-0 sul campo del Pian Due Torri e finisce 0-0 il match tra Corneto e Fregene. Al comando vola l’Aurelio che conquista un’altra vittoria vincendo per 31 sul terreno del Pescatori Ostia.

GIOVANISSIMI FASCIA B DI ECCELLENZA Primo successo esterno e stop alla mini crisi per la Viterbese ‘97 di mister Vincenzo Rossi che riscatta le ultime opache prove andando a vincere per 3-0 sul campo dell’Aurelio con le reti di Provenzano, Ceparano e Parker e fa un bel passo in avanti in classifica. GIOVANISSIMI FASCIA B Bel successo per i ‘97 del Pianoscarano che hanno sbancato il campo del Casalotti per 4-2 con la tripletta di Mangialardi e il gol di Capocaccia tornando ad assaporare i tre punti. Benissimo anche l’Etrusca corsara per 3-0 sul terreno dell’Urbe Roma con la tripletta di Federici. Classifica - Questa la graduatoria dopo la nona di andata: Fregene e Ladispoli 22; Olimpia, Etrusca e Ostia Mare 18; Montespaccato 17; Civitavecchia, Vis Aurelia 12; Città di Cerveteri 10; Pianoscarano, Atletico Acilia 9; Casalotti 7; Petriana 4 e Urbe Roma 1. (agv)


� �

sport

SPORT

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

p

21

BASKET D - I biancorossi battono 49-32 Ladispoli in una gara contraddistinta da errori e lunghi periodi senza canestri segnati

Santa Rosa vittorioso e secondo in classifica U

n’altra giornata con una vittoria e una scon�tta, come accadeva spesso nella prima parte della stagione. Santa Rosa che vince senza brillare, in una partita che si potrebbe de�nire brutta temendo di farle un grosso complimento; Sovil che perde senza poter fare troppo di più, incassando un passivo troppo pesante per quello che aveva fatto vedere. SANTA ROSA OK ALLA FIERA DEGLI ORRORI Potrà sembrare eccessivo, ma è dif�cile de�nire altrimenti una gara che si è chiusa 49-32 con il Ladispoli che è rimasto oltre dieci minuti senza segnare nemmeno un punto. Roba da minibasket, dove i bambini fanno talvolta fatica a raggiungere con i loro tiri il canestro ma vengono comunque applauditi dagli spettatori, di solito

genitori e amici. Qui, invece, in campo c’erano degli omaccioni grandi e grossi che però hanno dovuto fare i conti

con un canestro su cui sembrava esseresi materializzato un tappo. Il Santa Rosa, decisamente abitto a partite a

basso punteggio, ha fatto quello che doveva per vincere, appro�ttando di un Ladispoli privo del suo giocatore migliore (Colaci) ed evidentemente privo di mira. Servivano due punti per proseguire la marcia iniziata nel giorno del successo su Colle�orito, ma anche per non vani�care il blitz esterno con gli Ostia Sharks; sono arrivati, completando una settimana perfetta da tre vittorie su tre, ed ora si può pensare ad una classi�ca sempre più lusinghiera che vede Corbucci (nella foto) e soci al secondo posto alle spalle del Master Roma. CADE LA SOVIL DEI TANTI ASSENTI Guardando il risultato �nale (9753) il primo pensiero è che sia tornata la vecchia Sovil, quella che prendeva imbarcate quasi ogni settimana, infrasettimanali compresi. In realtà la

Una Sovil dimezzata tiene bene per 20’ poi cala alla distanza e viene travolta 97-53 storia del ko contro il Basket Pontino è diversa, a partire dagli attori che l’hanno recitata: rispetto alla vittoria centrata contro Palocco, mancavano Cammillucci, Peroni, Giorgi e Carioti, così coach Bitetto è stato obbligato a portarsi solo otto giocatori tra cui il giovanissimo Lepinzan. Finchè il quintetto di partenza (Gasbarri, Isidori, Sabatini, Negroni e Raducan) è stato in campo con buone energie, la squadra viterbese non solo è rimasta bene in partita, ma ha anche guidato

BASKET A2 DONNE - Dopo il 13° turno di andata

BASKET C

È una corsa appassionante tra playoff, salvezza e playout A

Belli CGT, batti il cinque! Anche l’Alfa Omega va ko di GLAUCO ANTONIACCI

A

�ne partita la squadra si è tuffata su un buffet allestito all’interno del PalaMalè (vedi foto) dimostrando di avere ancora energie da vendere; sarà stata l’euforia per la quinta vittoria consecutiva, o magari il richiamo dello stomaco che verso le 20 si fa sentire, ma anche nel post gara si è capito che qualcosa è cambiato in casa Belli CGT. Non sono solo i risultati a dimostrare lo stato di salute della squadra di coach Fausto Cipriani (a proposito, a lui gli auguri di pronta guarigione visto che si è presentato al PalaMalè ingessato dopo un incidente a bordo del suo scooter, ndr); il gruppo è più solido,

nel punteggio, come dimostra il 19-15 esterno di �ne primo periodo. A metà gara i padroni di casa erano ‘solo’ a +9 (36-27) e in avvio di terza frazione la Sovil è tornata �no al -3, ma poi sono arrivate alcune triple dei padroni di casa che, unite all’inevitabile calo �sico di tre gare in sette giorni e rotazioni ridotte al minimo, hanno condannato i neroarancio. Il Basket Pontino ha continuato ad insistere con il piede sull’acceleratore, segnando 61 punti nel secondo tempo di cui 32 nel quarto conclusivo, maturando un +44 del tutto ingiusti�cato per come si era svolto il match. Meglio lasciarsi alle spalle questo ko e pensare al derby di domenica sera contro il Santa Rosa: ci dovrebbero essere Cammillucci e Peroni e con loro anche Giorgi e Carioti. In casa Sovil sono convinti che sarà tutta un’altra storia.

c’è armonia e le vittorie sono la conseguenza di valori tecnici di prim’ordine che ora si sono �nalmente trasformati in una squadra. A farne le spese per ultime è stata l’Alfa Omega Ostia, pimpante all’inizio con un buon Arisci ma schiacciata poi dai muscoli e dalla classe di Werther Pigliafreddo. Nel primo quarto, con gli esterni apparentemente dalle polveri bagnate, è stato lui a tenere banco creando problemi a tutto il reparto lunghi avversario. Nel secondo tempo, quando anche Carbone ha iniziato ad in�ammarsi (si sa che il carbone ci mette un po’ a prendere fuoco...), per gli ospiti la partita si è trasformata in una rincorsa senza speranze nei confronti di una avversaria sempre più lontana.

La difesa, elemento fondamentale per coach Cipriani, ha tolto ossigeno ai portatori di palla ospiti, e in area è stato dif�cile anche solamente entrare quando a presidiarla c’era Pigliafreddo. Non che le cose siano andate meglio per gli ospiti con in campo Marano e Milani, entrambi positivi, così alla �ne sono anche saltati i nervi agli ospiti che hanno pensato più a protestare che a giocare. La Belli CGT non si è mai voltata indietro, ha tenuto i

ritmi alti e applaudito nel �nale i canestri di Rizzi e Bagaglini, anche loro iscritti di diritto alla festa neroarancio. Una piccola ombra c’è e riguarda le condizioni di Guido German; l’ala argentina ha accusato un dolore al ginocchio durante il secondo quarto e non è più rientrato, ci saranno da valutare le sue condizioni in vista del match esterno di sabato contro Vigna Pia, test decisamente attendibile per una squadra che ormai ha davvero la ‘S’ maiuscola.

metà di un mese di Dicembre con ben cinque partite in due settimane, la classi�ca della A2 femminile girone 2 è sempre più de�nita e, tutto sommato, sembra sorridere alle ragazze della Defensor. La sofferta vittoria contro College Italia ha permesso al team gialloblù di raggiungere quota dodici punti in classi�ca e di conservare l’ottava posizione, l’ultima utile per i playoff che, pur non essendo l’obiettivo dichiarato di inizio stagione, sembrano comunque alla portata delle viterbesi. La rivale diretta dovrebbe essere la Risorseimmobiliari.it La Spezia, battuta dalla Defensor due settimane fa ma capace di superare nell’ultimo turno Orvieto. C’è poi la Saces Napoli che ha patito le classiche pene dell’inferno per battere 58-57 Rende e potrebbe far valere il +26 ri�lato alle gialloblù alle pendici del Vesuvio, mentre Ancona, oltre ad avere già quattro punti in meno del team di Carlo Scaramuccia, dovrà anche giocare al PalaMalè nel girone di

CLASSIFICA

TERMO LA SPEZIA #

22

CUS CHIETI

20

SIENA

18

ORVIETO

16

ALCAMO

18

RAGUSA

16

BATTIPAGLIA #

16

DEFENSOR VITERBO

12

RISORSE LA SPEZIA

10

NAPOLI

10

ANCONA

8

FIRENZE

6

RENDE

4

POMEZIA

4

COLLEGE ITALIA

2

# DEVONO RIPOSARE

ritorno dopo essere stata scon�tta in casa. Da questi quattro nomi dovrebbero uscire playoff, salvezza diretta e playout.

BASKET C - I biancoblù si impongono 78-73 in trasferta al termine di un match con tante polemiche arbitrali

Harley Davidson, superato anche l’esame Cisterna D

i solito si dice che, se un arbitro scontenta entrambe le formazioni, probabilmente è perchè ha diretto bene. Vale per il calcio ma vale anche (moltiplicato per due come gli arbitri) se si parla di basket. A quanto raccontano però le cronache della gara tra Fortitudo Cisterna e Stella Azzurra, disputata domenica, la direzione di gara è stata davvero sconcertante, con falli tecnici distribuiti a caso e una gestione scriteriata dell’aspetto disciplinare. Polemiche che, tuttavia, rimangono �ni a se stesse perchè l’unica cosa che conta è il risultato e, sotto questo fronte, non ci sono polemiche: la

Stella Azzurra si è presa due punti di platino contro una diretta concorrente per la corsa ai playoff, chiudendo sul 78-73 una gara dai mille capovolgimenti di fronte e confermando di avere risorse �siche e mentali davvero importanti. In vantaggio di 14 punti a metà gara (45-31), i biancoblù, penalizzati da una lunga serie di �schi negativi, sono andati in barca nel terzo periodo, incassando un parziale di 29-9 che avrebbe potuto standere anche la più esperta e smaliziata delle squadre. Non è però questo il caso della Stella Azzurra che si aè aggrappata alle sue certezze e ai suoi ritorni, come nel caso

di Zena che ha segnato qualcuna delle sue bombe d’autore contribuendo a ribaltare di nuovo il punteggio e a far perdere la calma ai padroni di casa. Il �nale è stato deciso da un singolo episodio, una tripla messa a segno quasi

allo scadere da Tosolini che avrebbe rinviato il verdetto al supplementare. I due �schietti però l’hanno annullata per un’infrazione di passi e le proteste sono diventate veementi, costando anche un fallo tecnico e il successivo 2/ 2 dalla lunetta di Pasqualini (nella foto) che ha sugellato il 78-73 �nale. In questo momento, ed in attesa dell’esito del ricorso sullo 0-20 e sul punto di penalizzazione relativo al match contro Pamphili, sembra assodata una realtà: la Stella Azzurra, pur nel suo ruolo di matricola della categoria, è l’alternativa più credibile alla capolista Marino, alla corazzata che non perde mai e che

continua a veleggiare da sola in testa alla classi�ca. Nel prossimo turno i biancoblù andranno a far visita alla Virtus Praeneste mentre Marino ospiterà proprio la Fortitudo Cisterna (che potrebbe subire qualche sanzione in settima-

na dal Giudice Sportivo), poi i fuochi d’arti�cio dell’ultimo turno del girone di andata con il match tra Stella Azzurra e Marino alla Palestra della Verità. Non è ancora detto che il campionato abbia un unico padrone.


22

cultura

p

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 14 Dicembre 2010

L’ EVENTO

Tutto esaurito per il concerto de “I Fiori Neri” Si è svolto sabato sera al teatro Il Rivellino di Tuscania l’omaggio alla storica band dei Nomadi

S

i è svolto sabato sera presso il teatro Rivellino di Tuscania con un tutto esaurito il concerto a favore dell’Associazione “Augusto per la Vita”.La manifestazione, è stata interamente organizzata, dalla famosa cover band dei Nomadi “I Fiori Neri”, complesso totalmente made in tuscia doc, con ; alla voce Stefano Sanapo, alla chitarra acustica Davide Bracchi, alla chitarra elettrica Giovanni Neri, al basso Andrea Concarella e alla batteria Massimo Stendardi.Il ricavato della serata è stato devoluto interamente alla suddetta Associazione, (che ha sede a Novellara (RE)), che encomiabilmente e in silenzio, lavora, organizza e aiuta la ricerca contro il cancro, �nan-

zia l’acquisto di alcuni macchinari idonei alla ricerca e si prodiga per l’aiuto a chi ha lotta comunque per patologie tumorali La Signora Rosanna Fantuzzi(nella foto in basso a destra), presidente dell’Associazione Augusto per la Vita”, compagna del compianto Augusto Daolio, deceduto nel 1992 per una forma di cancro ai polmoni e fondatore, insieme a Beppe Carletti, della mitica Band dei Nomadi, era presente al concerto e durante il suo intervento, ha espresso parole di elogio per come la band e gli amici della band, hanno saputo organizzare e stare vicino, come ormai da tre anni a questa parte, agli amici dell’Associazione di Novellara (RE).Alla manifestazione di ieri sera, erano

presenti graditi e prestigiosi ospiti, come Don Giosy Cento, sacerdote cantautore, famoso in tutto il mondo per il suo peregrinare e cantare in musica parole di evangelizzazione cristiana, Don Giosy è intervenuto cantando due pezzi del suo ultimo CD “Sarebbe Bello”.Molto bella e molto attesa, anche l’esibizione del coro Gospel di Tuscania, diretta dal maestro Mario Stendardi che, per questa serata, è stato accompagnato da due mostri sacri della musica italiana. Alla batteria il maestro Luca Capitani, famoso insegnante di batteria e fondatore delle scuderie Capitani, scuole di batteria con sede in tutta Italia nonché batterista di alcuni personaggi americani del rock. Al Basso elettrico, il

grande Cesare Chiodo, musicista, arrangiatore e direttore artistico di alcuni più grandi della musica italiana, come Pausini, Morandi, Celentano, Raf, Masini e ultimamente in studio anche per Vasco Rossi. Il tutto contornato da un pubblico meraviglioso che, oltre a contribuire per lo scopo bene�co, ha cantato e animato, insieme ai Fiori Neri, la splendida serata. Augurandoci che questo possa diventare un appuntamento annuale, i Fiori Neri, comunicheranno, tramite la loro pagina Facebook “FIORI NERI” e tramite notizia stampa, il totale del denaro raccolto che sarà consegnato, da parte dei Fiori Neri, personalmente alla signora Rosanna Fantuzzi.


Martedì 14 Dicembre 2010

Viterbo & Lazio Nord

almanacco

Si è conclusa trionfalmente la prima edizione all’Officina Belushi

Palco Aperto 2010 vincono gli EtruSka Band di FORTUNATO LICANDRO

S

i è conclusa venerdì 10 dicembre la prima edizione di “Palco Aperto”. Vincitori: EtruSka Band. Dopo due mesi di esibizioni musicali, che hanno portato tanti artisti e gruppi dello scenario musicale sul palco dell’Of�cina Belushi, il verdetto della giuria e del pubblico ha proclamato come vincitori assoluti della manifestazione gli EtruSka Band, gruppo piansanese cover degli spagnoli Ska P. Gli undici di Piansano si sono piazzati al primo posto nella fase eliminatoria, primi nelle semi�nali e, come era prevedibile, sono stati i primi ad essere acclamati come vincitori per la prima edizione di “Palco Aperto”. Ci sono riusciti non soltanto con le loro capacità tecniche, ma anche grazie alla loro presenza scenica ed il coinvolgimento trasmesso al pubblico. Secondo posto per “Spaziale e gli Egiziani matti”, i quali hanno fatto un’entrata ad effetto portando a spalla il loro leader vestito da faraone per poi esibirsi con il loro rock demenziale, terzo per i “Symbyax”, band pop rock soft, e quarto per i “Rosso Tiziano”, gruppo folk rock considerato comunque tecnicamente il più valido. Questi i risultati dopo la scrematura iniziale dei ventuno gruppi di partenza. Gruppi

Farmacie OGGI 14 DICEMBRE COMUNALE S. BARBARA (DIURNO E NOTTURNO) VIA PORSENNA, SNC (VT) DOMANI 15 DICEMBRE RICCARDI (DIURNO E NOTTURNO) VIA PALAZZINA, 195 (VT)

a cura di Luca

21 Marzo - 20 Aprile e ieri S non siete riusciti a

riprendervi dalle cosiddetti fatiche di un weekend prenatalizio oggi è la giornata giusta per cominciare la settimana con la straripante energia che di solito vi contraddistingue. Una bellissima Luna entra infatti nel vostro segno alle ore 10,00 permettendovi di portare segno qualche colpo grosso. GIOCATE CON MODERAZIONE!

uesto Q weekend appena trascor-

con un repertorio che ha spaziato da cover di formazioni già famose a pezzi originali, soddisfacendo ogni tipo di palato. La giuria, composta da Matteo Marini, Mario Venanzi, Maria Letizia Riganelli e Stefano Mecorio, ha sicuramente avuto il suo bel da fare. Una manifestazione, quella tenutasi all’Of�cina Belushi, nata dalla necessità di dare uno spazio alle esibizioni musicali e, perché no, aiutare gli artisti ad uscire dall’anonimato dando loro la possibilità non solo di suonare ma anche di mettere in contatto stili musicali e culture differenti. L’evento, organizzato dall’associazione culturale “Peter Pan”, ha ottenuto ottimi risultati (la sola serata di venerdì ha registrato più di trecento presenze), al punto che gli organizzatori hanno già annun-

Museo Civico Viterbo Piazza Crispi Tel 0761.340810

museocivico@comune.viter bo.it Orario invernale 9.00 - 18.00 Chiusura: ogni lunedì, 1° gennaio, 25 dicembre Ingresso: Euro 3,10

Museo Ceramica MUSEO DELLA CERAMICA MEDIEVALE E RINASCIMENTALE VITERBO Palazzo Brugiotti Via Cavour, 67 Tel 0761.346136

VITERBO Piazza San Lorenzo 8AE-Mail: museocollede lduomo@libero.it Per info e prenotazioni: 3477010187 3381336529 3207911328

Sodalizio Santa Rosa

Museo Nazionale Etrusco VITERBO Rocca Albornoz Piazza della Rocca, 21b Telefono: 0761/325929 Orario: 8,30 - 19,30 Chiuso a Natale, Capodanno, e tutti i lunedì Ingresso: 4,00 euro

ciato l’edizione 2011 di “Palco Aperto”. Finalmente delle buone notizie sul fronte. Un quadro che rende onore

alla scena musicale viterbese, una realtà spesso bistrattata ma che ha fatto capire di essere viva e pulsante.

OGGI NELLE SALE CINEMATOGRAFICHE

23

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI

21 Maggio - 21 Giugno

Museo Colle del Duomo

VITERBO Facchini di Santa Rosa Via S. Pellegrino, 60 Tel. + 39 0761 345157 Orari: 1 ottobre - 31 marzo (venerdì, sabato e domenica ore 15.00 - 17.30) 1 aprile - 30 settembre (dal mercoledì alla domenica ore 10.00 - 13.00 / 16.00 - 19.00) Ingresso gratuito

p

so vi ha riportato alla mente alcuni episodi tristi veri�catisi nell’ultimo anno. E’ stata tutta colpa di una fastidiosa Luna in Pesci che ha spento la vostra solita verve creandovi non pochi problemi. Beh, date �ato alle trombe e suonate la vostra vittoria perché da oggi è tutto molto ma molto più bello. Inizia per voi un nuovo e bellissimo �lm.CIAK SI GIRA! 23 Luglio - 22 Agosto d eccovi E di nuovo così belli e forti

21 Aprile - 20 Maggio a luna che L stamattina fa capolino nel

segno dell’Ariete vi porta a riconsiderare le vostre questioni lavorative e �nanziarie. A tal proposito, un Mercurio solido e stabile vi sorride dal segno del Capricorno, elargendo a piene mani l’energia e l’acume necessari a individuare e scon�ggere un nemico che, già da tempo, ordisce trame alle vostre spalle. Quando volete scoprire qualcosa di nascosto siete infallibili. A voi oggi l’appellativo di MARTIN MYSTERE. 22 Giugno - 22 Luglio a quanti M dolcetti avete spizzicato

in questo ultimo weekend, cari amici del Cancro? ...Sicuramente vi siete divertiti, avete fatto le ore piccole…insomma, sembrava già Natale, vero?..Beh, oggi mettetevi sulla Bilancia e guardate cosa avete combinato!!Che disastro!!!. La luna, che da questa mattina vi guarda sbieca dal segno dell’Ariete non ha pietà e vuole a tutti i costi farvi arrabbiare! Allora voi af�datevi a Venere e Giove che vi rendono belli e desiderabili ALLA FACCIA DI CHI VI VUOLE MALE!

23 Agosto - 22 Settembre nche per A voi l’ultimo weekend non

VITERBO Cinema Azzurro Film: Benvenuti al Sud (18,30-20,30-22,30) Via C. Cattaneo, 44 - Tel. 0761.220019 Cinema Lux Film: A Natale mi Sposo (18,30-20,30-22,30) Viale Trento, 1 - Tel. 0761.340848 Teatro Genio Film: La Donna della mia Vita (18,30-20,30-22,30) Via Teatro Genio, 16 - Tel. 0761.343041 Cinema Trieste Film: The Social Network (20-22) Viale Trieste, 30 - Tel. 0761.307083 Cinema Trento Film: Rapunzel l’Intreccio della Torre (22.00) La Quercia - P.zza Santuario, 51 - Tel. 0761.307759

da sembrare addirittura regali, cari amici del Leone. Con questa Luna che dalle prime ore del mattino vi guarda sensuale e ardente dal segno dell’Ariete riconquisterete lo scettro che avevate perduto negli ultimi giorni. Sarete di nuovo arditi, impetuosi… ma anche un tantinello strafottenti! MI RACCOMANDO!!

è stato del tutto rilassante. Forse siete rimasti bloccati nel traf�co proprio prima che i negozi chiudessero e magari il vostro amore vi stava aspettando per impachettare il regalino da portare alla vostra terribile nipotina che non si accontenta di nulla. Ecco, da oggi tutto �la liscio, potrete dedicarvi allo shopping sicuri di scegliere le cose migliori. Il Lavora lasciatelo stare, ci pensa Mercurio al posto vostro. DIVERTITEVI!

23 Settembre - 23 Ottobre

24 Ottobre - 21 Novembre

VITORCHIANO Cine Tuscia Village Via Marmolada Tel: 333/8005007 Film: A Natale mi Sposo (18-20,15-22,30) Film: Harry Potter e i Doni della Morte (18-22) Film: Incontrerai l’uomo dei tuoi Sogni (18,30-20,30-22,30) Film: La Donna della mia Vita (18,30-20,30-22,30) Film: Rapunzel - L’intreccio della Torre in 3D (18-20,15-22,30) Film: L’Ultimo Esorcismo (18,30-20,30-22,30)

itorno R alla dura realtà, dolci ed

TARQUINIA Etrusco Via Della Caserma 32 0766/856432 Film: The Killer Inside Me (16-18-20-22) Film: Noi Credevamo (18,00-21,00) Film: Incontrerai l’uomo dei tuoi Sogni (16-18-20-22) Film: Precious (16,-18-20-22) MONTEFIASCONE Flavia Multisala Via Della Croce 1 0761/826611 Film: Incontrerai l’uomo dei tuoi Sogni (21,30) Film: Harry Potter e i Doni della Morte (21,30) Gallery Via Cardinal Salotti 0761/824342 Film: A Natale mi Sposo (21,30) Film: La Donna della mia Vita (21,30) BOLSENA Moderno Film: A Natale mi Sposo (21,30) Via Guglielmo Marconi 0761/799186 CANINO La Pineta Film: Harry Potter e i Doni della Morte (21,30) Via Montalto 8 CIVITA CASTELLANA Florida Film: A Natale mi Sposo (21,30) Via Del Forte 26 0761/598165 CURA DI VETRALLA Excelsior Film: A Natale mi Sposo (19,40-22,00) Cura Vetralla - Via Cassia, 277 - Tel. 0761.483340 Colombo Film: A Natale mi Sposo (21,30) Valentano - Via Montegrappa 16 0761/453138 Alberini Film: Harry Potter e i Doni della Morte (21,30) Orte - Via Del Plebiscito 6 0761/403585 Florida Film: Cattivissimo Me (21,30) Soriano Nel Cimino - Piazza Marconi 12 0761/759649 Boni Film:Dalla vita in poi (21,30) Acquapendente P.za Costituente 9 Tel: 0763/730052;730065

equilibrati amici della Bilancia. Oggi la giornata è un po’ pesante, con questa Luna in Ariete che vuole caricarvi di lavoro. E pensare che negli ultimi giorni avevate accarezzato l’idea di abbandonare tutto e partire con il vostro amore per un posto lontano lontano…Su, non siate pessimisti, in fondo siete più forti di quello che credete. Perseverate e vedrete che avrete ragione di tutto. SATURNO STANCA, MA ALLA FINE PREMIA! 22 Novembre - 21 Dicembre a cosa M succede stamattina, amici

ono siS curo che voi amici dello

Scorpione invece di affannarvi con regali e pacchetti preferite stare nascosti a godervi il meritato clima idilliaco che questa Venere alta nel vostro cielo vi sta regalando già da un po’. Se a tutto questo aggiungete una bella Luna che dall’Ariete vi porta ad essere più seducenti del solito, beh, allora il gioco è fatto. AMORE PROIBITO 22 Dicembre - 21 Gennaio opo un D weekend di tut-

del Sagittario?Ieri eravate tristi, spigolosi ed arcigni mentre ora siete di nuovo pimpanti, allegri e luminosi. Questo è l’effetto della Luna che passando in Ariete porta ancora più fuoco alla vostra passione regalandovi così tanta energia che potreste far marciare a pieno ritmo tutte le giostre di un Luna Park. Attenti solo a che qualche carrozza non si stacchi. Giove ancora non vi ama. Niente paura…NEL 2011 VI ADORERA’!!!

to riposo ed un Lunedì che vi ha visto tornare al lavoro con la vostra consueta tenacia ecco che i primi problemi cominciano ad arrivare. Un collega si lamenta per un turno o il vosto capo non è mai contento…Niente paura…è altamente probabile che con questo Mercurio che vi guarda stratosferico il prossimo capo sarete voi. AVANTI TUTTA!

22 Gennaio - 19 Febbraio

20 Febbraio - 20 Marzo

oi conV tinuate a crogiolarvi

nel trend tutto sommato piacevole che nell’ultimo periodo vi vede viaggiare, correre, organizzare feste, andare a vernissage, prendere appuntamenti..insomma la vostra solita vita mondana…ma il vostro amore?...non trascuratelo, mi raccomando..Venere non è poi così tenera..IN GUARDIA!

probabile, È che per voi, questo ap-

pena trascorso sia stato uno dei più piacevoli weekend dell’anno cari Pesciolini e Pescioline…ricordatevi che entro il 26 gennaio del 2011 le stelle si sono ripromesse di farvi una bella sorpresa..Continuate quindi a �uttuare nel mare degli incontri che Giove ed Urano vi propongono in continuazione..tra questi ci potrebbe essere quello che vi acchiappa nella rete..e allora sarete MERAVIGLIOSAMENTE FRITTI!



L'Opiniuone di Viterbo e Lazio nord - 14 dicembre 2010