Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Anno II N.129 - Mercoledì 1 Giugno 2011 - Euro 1,00

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Stroncata maxievasione fiscale di una società della Tuscia

Eolico a Piansano, seconda puntata La trasformazione del territorio

Roberto Vittori torna a casa Questa mattina atterra l’Endeavour

di Luca Appia

di Daniele Camilli

di Luca Appia

a pagina 2

a pagina 3

a pagina 4

Le fiamme gialle mettono le mani su una banda di trafficanti. A Monterosi dei banditi svaligiano il Mercatone Uno

Narcos e rapine, inferno nella Tuscia Giornata intensa per le forze dell’ordine della provincia. A Monterosi una banda di tre uomini ha fatto irruzione nel Mercatone Uno con il volto coperto dai caschie e pistole in pugno minacciando i dipendenti della gioielleria e della cassa di dargli tutto ciò che avevano. La polizia ha bloccato ogni via di fuga, ma i rapinatori si sono dileguati. Scene da �lm, invece, a Sutri dove una banda proveniente dalla Magliana ha sequestrato un colombiano, intermediario per un cartello di narcotraf�canti del Sud America. In pieno stile pulp movie i malviventi hanno tagliato un dito al narcos, poi sono stati fermati dalla guardia di �nanza che cercava di mettergli le mani addosso dal 2008.

EDITORIALE

Un sentimento da ritrovare tutti insieme di Roberto Pomi E’ stata una giornata pesante quella di ieri. L’idillio Comune-Sodalizio dei Facchini è infranto. I leoni del tre settembre lamentano una grande distrazione da parte degli amministratori nei confronti degli autori della notte più bella dell’anno viterbese. “Siamo protagonisti una sola sera, poi �niamo nel dimenticatoio”, questa la frase più gettonata in questi giorni dal presidente Massimo Mecarini. La questione ‘Cene in Piazza’ è stata risolta, in bilico la sorte del Museo del Sodalizio. Per il leader dei Cavalieri di Santa Rosa se il primo giugno non ci sono i soldi in cassa si chiude “bottega”. Non c’è l’accordo neppure per il luogo dello start up del giro delle sette chiese. L’Unione non è disponibile, il Sodalizio chiede la Sala Regia di Palazzo dei Priori e l’amministrazione risponde Teatro del Genio. Per i Facchini è un no secco. Al centro di tutta questa situazione c’è l’affare delle tribune. Gestito negli ultimi due anni dal Sodalizio e da quest’anno in balia del mercato. Così vogliono le nuove norme, in vigore pare dal 9 giugno prossimo. Quanto sta succedendo parla chiaro: non siamo più “tutti d’un sentimento”. Per la città un colpo nello stomaco, Santa Rosa non si tocca, e un’unica speranza: che torni il buon senso e si trovi un punto medio Sodalizio-Comune su cui convergere. Sotto col ciuffo, la città vi guarda.

di Luca Appia a pagina 3

POLITICA

La chiave di lettura dei ballottaggi

CRONACA - Rischia di saltare tutto: dal Museo all’incontro del tre con gli amministratori

Naufraga sulle tribune l’amore Comune-Sodalizio

I risultati di Sora e Terracina. Questi ci interessano. Perché questi avranno dei ri�essi decisivi sulle strutture del Pdl su tutto il territorio regionale. Quindi anche sugli equilibri politici che caratterizzano la Regione Lazio di renata Polverini. In attesa di una nuova sintesi che vedrà protagoniste le “province”.

L’aria che tira in città non è delle migliori. L’amministrazione comunale è ai ferri corti con un pezzo importante della viterbesità: i Facchini di Santa Rosa. Al centro dello scontro un fatto concreto l’affare delle tribune per vedere la Macchina. Negli ultimi due anni ci hanno pensato i Cavalieri di Rosa ma pare che delle nuove norme obblighino il Comune a mettere a bando l’appalto. Da qui nervi tesi e tutta una serie di “carte” che rischiano di cadere.

di Daniele Camilli a pagina 5

BASKET C MASCHILE PLAYOFF - I biancoblù devono battere Marino

di Roberto Pomi a pagina 4

SUPERBIKE

Stella Azzurra, oggi serve l’impresa

Checa non sbaglia Doppietta Althea

La Palestra della Verità sarà teatro stasera alle 20,45 del secondo atto della serie che vale la promozione in serie C Dilettanti. La Stella Azzurra Viterbo, scon�tta sabato a Marino, dovrà dare il massimo per pareggiare i conti e rinviare ogni verdetto alla terza e decisiva s�da. I ragazzi di coach Orchi avranno però bisogno di una partita quasi perfetta.

Con due manches eccellenti, Carlos Checa ha dominato l’appuntamento statunitense con il Mondiale Superbike raccogliendo il massimo dei punti nella prova disputata al Miller Motorsports. Il campione iberico non ha avuto avversari ed è sempre più leader della classi�ca mondiale, alla vigilia della gara di Misano che lo vedrà correre davanti a molti tifosi.

di Glauco Antoniacci a pagina 14

dalla Redazione a pagina 15

VALLERANO

“Giovannini in consiglio ci ha negato la parola” di Simona Tenentini a pagina 13

MONTEFIASCONE

Semafori intelligenti al via l’installazione di Michele Mari a pagina 11

VETRALLA

Ecco gli assessori della Giunta di Sandrino Aquilani di Daniele Camilli a pagina 13

TUSCANIA

Alessandra, Ilaria e Cristina le finaliste di Miss Maremma di Valeria Sebastiani a pagina 10


cronaca viterbese interni

2

Viterbo & & Viterbo Mercoledì 1 Giugno2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

Seconda puntata dell’inchiesta giornalistica dedicata al Parco di Piansano

Eolico, la trasformazione del territorio

Continuano le indagini dei vigili del fuoco

di DANIELE CAMILLI

L

a zona dove sorgeranno le torri eoliche si chiama Giraldo. Da quelle parti, una riserva dove è vietato cacciare e i ruderi di un castello medioevale. Resti d’un passato. Quando Plautianus non era ancora Piansano. E forse non lo è mai stato. Sul sito del Comune si legge: “abitato fin dalla preistoria, come dimostrano reperti di armi in selce risalenti all’età neolitica ed esposti anche al museo preistorico Pigorini di Roma, il territorio presenta abbondantissime tracce dell’età etrusco-romana, particolarmente a cominciare dalla fine del IV secolo e gli inizi del III secolo a.C.”. Probabilmente ha ragione invece Wikipedia: “Già Castrum Planzani, nell’orbita di Tuscania, fu oggetto di contese da parte di numerose signorie dell’epoca, e subì continui tentativi da parte della Chiesa per entrarne in possesso. Nel XVII secolo Piansano passò definitivamente sotto il dominio della Santa Sede e subì il medesimo destino di altri territori della zona, dati in affitto come feudi a vari signori”. Oggi queste terre – una decina di ettari al massimo per appezzamento – sono di nuovo in affitto. Contratti di venti, venticinque anni per tirar su una trentina di torri eoliche. E pare che siano già pronte le basi per 19 di esse. Due delle quali dovrebbero sorgere a breve. Accordi siglati con i proprietari dei terreni che mettono a disposizione le particelle necessarie. A gestire la nascita dell’eolico a Piansano prima la BlueWind, poi l’Etruria Energy, che di autoctono ha soltanto il nome. È infatti una srl con sede a Milano e parte del gruppo europeo Hideal Partners, costituito da ex manager di Babcok & Brown. Quarto operatore al mondo nell’eolico. Noi abbiamo visto e fotografato tre basi. Ogni base sorge poi su una piazza di

Ultimo saluto a Linda Sganappa Migliora la salute di Matteo

S

La base su cui poggeranno le torri eoliche a Piansano (fotoservizio a cura di Daniele Camilli) circa 3mila metri quadrati e sembra che il cemento necessario per installarle ammonti ad 800 metri cubi cadauna. I plinti – così si chiamano – sono poi sorretti da piloni che dovrebbero avere un diametro di due metri e procedere in profondità per almeno 25. Con una base di 4,70 metri di diametro, dovranno sorreggere un mozzo di 80 metri che tra cabina e resto porta la torre a 135 metri. Con una pala di 46,5 metri di raggio, un diametro di 90 metri e una velocità periferica che va dai 2,40 ai 2,70 Km/h. Capace – così sembra – di attirare a sé anche i rapaci. Con tutte le conseguenze del caso. Per il rapace, non per la pala…Nei pressi d’ogni piazza, quelli che sembrerebbero trincee per far passare elettrodotti e gasdotti. Perché se il vento non supera i 6 metri al secondo le torri eoliche potrebbero non partire e serve dunque qualcosa che le alimenti. Tutt’attorno stradine di campagna – quelle col ciuffetto ch’accarezza le marmitte – diven-

tate vere e proprie strade. Stradine che un tempo – ad osservarle bene – sembra siano state a tutt’altro livello rispetto alle “sorelle maggiori” che è possibile vedere attualmente. Ad occhio e croce un paio di metri più in basso. Con alcuni alberi – belli grossi – che c’avrebbero rimesso le penne. (Fine Seconda puntata. Continua)

Come saranno le torri

Come diventano le strade

i sono svolti ieri alle 16 i funerali di Linda Sganappa, l’87enne morta lo scorso sabato dopo il rugo che ha distrutto un appartamento in via Rasetti. Le esequie si sono tenute nella chiesa della Sacra Famiglia, nel quartiere Salamaro, dove erano presenti tutti i conoscenti e i parenti della donna tragicamente scomparsa. Nei giorni scorsi, inoltre, sul corpo dell’anziana è stata eseguita l’autopsia, autorizzata dal pm Stefano D’Arma nell’ambito del fascicolo aperto dalla procura per accertare le reali cause dell’incendio dell’appartamento. L’esame autoptico ha confermato la prima teoria della morte, ovvero quella per inalamento da biossido di carbonio. Un fumo che oltre ad aver ucciso l’anziana ha anche intossicato gravemente il nipotino Matteo, di soli 11 anni. Il rogo dell’appartamento di via Rasetti è iniziato intorno alle 8.30 ed è stato notato da un agente della vicina questura che ha dato l’allarme. I vigili del fuoco

una volta nell’abitazione hanno recuperato i corpi privi di sensi della donna e del bambino, portati subito in ospedale. L’anziana era nelle condizioni più disperate e dopo vari attacchi cardiaci è morta nel reparto di rianimazione di Belcolle. Matteo, invece, è stato elitrasportato all’ospedale Umberto I di Roma, anche lui intossicato dal mix letale di fumi. Le sue condizioni inizialmente erano gravissime, ma dopo qualche sudate di camera iperbarica la terapia ha dato i suoi frutti e pare che al momento l’11enne sia del tutto fuori pericolo. A detta dei medici, infatti, le condizioni del bambino migliorano di giorno in giorno e ora non ha più bisogno di entrare in camera iperbarica. Dall’altra parte continuano le indagini dei vigili del fuoco per fare luce sull’accaduto, mentre l’appartamento incendiato e i due contigui rimangono inagibili e sotto il sequestro della procura, che aspetta solamente la relazione dei pompieri per decidere il da farsi sull’accaduto. (la)

Gli alberi tagliati


& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca viterbese

3

La polizia stradale blinda le uscite da Monterosi mentre continua incessante la caccia ai tre banditi

Armati di pistola rapinano il Mercatone Uno di LUCA APPIA

A

rmati di pistola e con il volto coperto rapinano l’oreficeria del Mercatone Uno, poi scappano. E’ accaduto nella tarda mattinata di ieri a Monterosi, dove i dipendenti del negozio sono rimasti sgomenti di fronte all’improvvisa rapina messa in atto da tre uomini. Intorno alle 12.30 i tre fanno il loro ingresso nel Mercatone Uno di Monterosi, al chilometro 41 della Cassia Cimina. Si dirigono velocemente verso il reparto oreficeria del centro commerciale, come se già in precedenza avessero perlustrato la zona per conoscere meglio tutte le vie d’ingresso e di fuga. I tre hanno il volto coperto da dei caschi e improvvisamente puntano tre pistole contro i dipendenti del reparto, intimandogli di consegnare i gioielli esposti nelle vetrine. Gli impiegati rimangono per un attimo paralizzati di fronte alle armi cariche dei rapinatori, poi al secondo ordine torna a muoversi. Ancora impauriti non possono far altro che acconsentire alle richieste e consegnare i preziosi nelle mani dei ladri, che velocemente si dirigono verso l’uscita. Forse presi dall’eccitazione del momento e complice la poca clientela presente, visto che il centro

commerciale stava per chiudere, decidono di fare un’altra sosta in una delle casse del Mercatone Uno e la scena si ripete. Impugnando la pistola minacciano la cassiera per farsi consegnare i soldi, una volta ottenuto il secondo bottino escono finalmente dal negozio. Velocemente salgono su una Fiat Uno grigia e si dileguano all’orizzonte. Sul posto è immediatamente arrivata una volante della polizia stradale di Monterosi, che ha avviato le indagini sulla rapina. Alcuni agenti hanno proseguito verso la direzione di fuga dei rapinatori, trovando a pochi chilometri di distanza dal centro commerciale l’auto usata per la fuga. Ora gli investigatori sospettano che i tre possano essere arrivati in moto, visti i caschi usati per coprirsi il viso e che abbiano usato l’auto, forse rubata, per far perdere le proprie tracce. La polizia ha comunque chiuso ogni possibile via di fuga dal paese, poi è iniziata la caccia ai tre rapinatori, con tutta probabilità italiani. Per quanto riguarda il bottino della rapina, invece, la banda è riuscita a portare via circa mille euro in contanti dalla cassa del centro commerciale, ma risulta ancora difficile capire il valore dei gioielli asportati, poiché si tratta di preziosi che devono essere ancora stimati.

Sul banco dei testimoni anche la figlia di 14 anni

Denuncia l’ex convivente di percosse di EMANUELE FARAGLIA

P

ercosse, minacce e danneggiamento. Queste le accuse rivolte ad un uomo, M.P., dall’ex convivente, C.B., che ieri sono stati protagonisti di una delicata udienza di fronte al giudice di pace Faggioni. Delicata perché a testimoniare, oltre alla donna, è stata chiamata anche la �glia 14enne che, non senza dif�coltà, ha ricordato quel litigio del 4 giugno 2010 che ha spinto la madre a presentare formale denuncia alle autorità giudiziarie. L’adolescente ha affermato di non ricordare i motivi precisi della discussione con il padre, ma di aver ricevuto uno schiaffo sul braccio sinistro. A quel punto intervenne la madre che cercò di chiamare i carabinieri, ma fu privata del cellulare dall’ex compagno il quale poi arrivò a rendere lo stesso inutilizzabile. Pare che all’origine delle numerose discussioni tra padre e �glia ci fosse la frequentazione di quest’ultima al Liceo Artistico privato “Tuscia”, cosa che secondo il genitore la famiglia non si poteva permettere. Successivamente al litigio fu la stessa ragazzina a recarsi dai carabinieri, anche se non fu redatto alcun verbale perché presso la stazione non era presente il maresciallo. Dopo alcuni minuti M.P. tornò di nuovo ‘alla carica’ prima citofonando più volte poi telefonando all’ex compagna �no a minacciarla: “Stai attenta a come ti comporti altrimenti ti sventro” le terribili parole ricordate in aula dalla donna. “Quando sen-

tii quelle parole ebbi paura, perché in altre occasioni mi aveva già picchiata e, anzi, proprio le continue liti erano state alla base della nostra separazione”. Dopo quell’episodio, comunque, lo stesso M.P. tornò a frequentare il palazzo in cui abitava l’ex convivente anche se senza entrare in casa e solo per vedere il �glio o effettuare alcuni lavori in condominio. Su un aspetto in particolare si è soffermata l’avvocato dell’imputato, la dottoressa Maracci, che ha evidenziato come da un lato la donna ha parlato di uno schiaffo dato al volto della �glia, dall’altro quest’ultima ha dichiarato di aver ricevuto uno schiaffo sul braccio. La terza testimonianza, quella della madre della donna, ha comunque confermato che dopo la lite la �glia ricevette una telefonata dall’ex compagno e di aver sentito la stessa rispondergli: “Che vuoi fare? Mi vuoi ammazzare?”. Dopo le tre testimonianze il processo è stato quindi rinviato all’undici ottobre, data in cui verrà ascoltato l’imputato ed emessa la sentenza. La speranza, nel frattempo, è che i protagonisti di questa triste vicenda facciano tesoro della raccomandazione del giudice il quale ha congedato così i convenuti: “Ci vorrebbe più rispetto reciproco tra padre e �glia. Ve lo dico io che litigo quotidianamente, ovviamente senza picchiarla, con la mia. A volte una parola ragionata è più ef�cace di tante discussioni”. Parole che in ogni caso arrivano, a quanto pare, fuori tempo massimo per la coppia.

I malviventi hanno agito durante la notte

Rapina al Caaf di via Saragat Bottino di circa 3mila euro

S

coperta lo scorso venerdì una rapina ai danni della sede del Caaf Cgil di Viterbo. A rendersi conto del furto sono stati gli stessi dipendenti dell’agenzia sindacale, che la mattina del 27 entrando in ufficio hanno trovato cassetti aperti e porte forzate. L’attenzione

Una banda romana sequestra e taglia un dito all’intermediario del Sud America

Narcotrafficanti in manette in una villa di Sutri S

cene da �lm hollywodiano nella piccola Sutri, che per una giornata si è trasformata in un set cinematogra�co in stile Miami Vice di Michael Mann, con tanto di narcotraf�canti sudamericani e sequestri di persona. La vicenda accaduta ieri a Sutri mette le sue radici nel 2008, quando la guardia di �nanza di Roma ritrova all’aeroporto di Fiumicino una valigia arrivata da Caracas con dentro oltre undici chilogrammi di cocaina. La polvere bianca, secondo gli inquirenti, era diretta a una banda di narcotraf�canti che avevo messo le basi nel quartiere capitolino della Magliana, già noto per i suoi trascorsi criminosi degli anni ‘70. Da lì le �amme gialle iniziarono un �lone d’inchiesta per sgominare l’asse CaracasRoma della droga e mettere le mani sui traf�canti della zona romana. Col passare del tempo, poi, i narcos avevano evoluto il proprio sistema di

trasporto. La droga non viaggiava più in pesanti valigie imbottite, che costringevano i traf�canti ad assoldare anche dei corrieri per il trasporto. Il nuovo sistema prevedeva che la cocaina viaggiasse al sicuro nei porta vivande degli aerei, che poi sarebbero stati raccolti e consegnati da un complice impiegato nella società di catering. Il sistema è continuato

senza interruzioni per diverso tempo, poi qualcosa è andato storto. La banda di traf�canti italiana si “scorda” di pagare un carico e i colleghi del Sud America non ci stanno, così quando il complice del catering va a prendere la merce il portavivande è vuoto. Inizia un con�itto interno tra i due gruppi di criminali, che si è concluso con il sequestro dell’intermediario colombiano presente in Italia, che viene portato in una villa di Sutri. In perfetto stile cinematogra�co, anche se la cosa è accaduta veramente, la banda italiana amputa un dito al colombiano, forse per rispedirlo agli amici dentro una busta concludendo così il cliche. La tortura è stata fermata dall’arrivo della guardia di �nanza, che ha arrestato i membri della banda italiana, tutti originari di Roma, il colombiano che fungeva da intermediario e una sua connazionale, moglie del capobanda. (la)

degli impiegati della Cgil si è subito concentrata nell’unico posto dov’erano custoditi dei soldi nell’ufficio: le casse che contengono gli oneri pagati dai contribuenti per i servizi offerti dal Caaf, come la compilazione del modello 730, consulenze fiscali e compilazione Modello Unico. Arrivati alla cassa l’amara scoperta, tutti i soldi erano scomparsi nel nulla. Il bottino portato via dai malviventi si aggirerebbe intorno alle 2mila-3mila euro. I dipendenti hanno subito chiamato le forze dell’ordine per denunciare l’accaduto. Secondo una prima ricostruzione i ladri sono entrati nella sede di via Saragat da una porta di servizio, o secondo un’altra ipotesi sono rimasti nascosti all’interno fino al momento della chiusura degli uffici. Una volta rimasti soli, i malviventi hanno trovato e aperto la cassa, prendendo tutto il denaro, poi hanno provato a forzare altre porte interne e aperto i cassetti delle scrivanie, forse nel tentativo di trovare qualcosaltro da rubare. I computer presenti nell’ufficio, però, non sono stati toccati e sembra che l’unica cosa che manchi all’appello siano proprio il denaro contante presente nella cassa. Le forze dell’ordine hanno subito avviato le indagini, anche se pare che i malviventi non abbiano lasciato alcuna traccia che possa condurre gli inquirenti da loro. (la)

L’Agenzia delle Entrate mette fine a una Due giovani montaltesi, beccati con la droga maxievasione fiscale da 1 milione di euro nella loro automobile, finiscono in manette

L

’Agenzia delle Entrate scopre una maxitruffa da oltre un milione di euro messa in atto da una società viterbese. Per scoprire il truffo usato dall’azienda è bastata una veri�ca della Motorizzazione civile, che ha permesso di veri�care che le revisioni realmente effettuate erano più di quelle indicate nello studio di settore in sede di dichiarazione dei redditi. Ed è così che è scattata l’indagine della Direzione provinciale delle Entrate di Viterbo nei confronti di un imprenditore operante nel settore delle riparazioni meccaniche di autoveicoli e costruzioni. L’accertamento, che ha riguardato anche un consistente numero di fatture false emesse

per prestazioni ricevute, ha portato al recupero in adesione di circa un milione e 100mila euro. Gli ispettori del Fisco hanno riscontrato, per l’anno 2008, un maggiore imponibile Irpef e Irap pari, rispettivamente, a 977mila e 921mila euro e una maggiore Iva dovuta di 232mila euro. La fetta più grossa dell’evasione è relativa all’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, che la società avrebbe sostenuto per opere su beni ammortizzabili. I funzionari dell’Ufficio controlli di Viterbo, attraverso controlli incrociati sulle fatture emesse dalla ditta e sulle modalità di pagamento, hanno però dimostrato l’arti�ciosità dei costi sostenuti e l’indebita detrazione ai �ni Iva.

di GIOVANNI CORONA

C

ontinua la lotta dei Carabinieri della cittadina castrense contro lo spaccio di stupefacenti sul litorale. Nella serata di lunedì, intorno alle 22, i militari guidati dal comandante Sebastiano Zampone, hanno fermato una Golf Vo l k s w a g e n grigia con a bordo due montaltesi. Si tratta di una ragazza, F.D. di 32 anni e di F.T, 26enne del posto: dopo la perquisizione dell’auto, i carabinieri hanno trovato 300 grammi di hashish di vario tipo (Marocco, Afgano e Pakistano) pronti per essere suddivisi in varie dosi. Oltre alla droga, i due

avevano con loro 1.500 euro in contanti, chiaro provento dello spaccio illegale dello stupefacente. Da ulteriori controlli nelle abitazioni dei ragazzi, i militari hanno inoltre rinvenuto un bilancino elettronico di precisione ed un coltello utilizzato per separare la droga. Gli uomini di Zampone, dopo altre indagini, hanno infine trovato un terzo spacciatore: una ragazza caninese di 22 anni denunciata “in stato di libertà” per aver venduto 30 grammi di hashish ad un montaltese. F.D. e F.T. si trovano ora presso il carcere di Civitavecchia a disposizione della’Autorità Giudiziaria.


cronaca viterbese interni

2 4

Viterbo & & Viterbo Mercoledì 1 Giugno2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

L’affare delle tribune manda in pezzi l’idillio tra Palazzo dei Priori e Facchini di Santa Rosa

“Tutti d’un sentimento”? Forse sì, forse no di ROBERTO POMI

P

esante più della mole del ‘Campanile che Cammina’, questa la giornata di ieri. Un botta e risposta continuo a mezzo stampa per tutto il pomeriggio tra il presidente del Sodalizio Massimo Mecarini, l’assessore alla Cultura del Comune di Viterbo Enrico Maria Contardo e voci aggiuntive come quella di Sergio Insogna (consigliere comunale Pd). Sarebbe invece saltato, secondo indiscrezioni, proprio un incontro che intorno alle 17 di ieri doveva vedere protagonisti proprio il numero uno del Sodalizio e l’assessore di Palazzo dei Priori. Una cosa è comunque chiara. Al centro dello scontro c’è un fatto materiale, come sempre. Si tratta dell’affare tribune. Negli ultimi due anni a gestirlo è stato il Sodalizio. Da quest’anno però pare che le norme siano cambiate e per l’amministrazione c’é l’obbligo di bandire una gara pubblica. Gara a cui potrebbero partecipare anche gli stessi Cavalieri di Rosa. Si è partiti dal discorso sul Museo, tirato fuori giorni fa proprio da Mecarini, per �nire a parlare delle gradinate che ogni anno permettono a tanti di godersi lo spettacolo della Macchina comodamente seduti. I Facchini non avrebbero mandato giù il fatto che volendo Palazzo dei Priori poteva af�dare l’appalto ancora una volta a loro. Pare infatti che le nuove norme entrino in vigore dal prossimo 9 giugno. Da qui la decisione di chiudere le porte del Museo del Sodalizio dal primo giugno in caso di mancato versamente dei contributi dovuti dal Comune. Da qui il ri�uto, sempre dei Facchini, di svolgere il tradizionale saluto con le autorità (nel pomeriggio del tre settembre) all’interno del Teatro Genio. L’Unione, luogo storico dell’appuntamento,

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Direttore Editoriale NICOLÒ ACCAME Editore Altolazio News srl PresIdente Manfredi Genova Amministratore Delegato

Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI FULVIO MEDICI Grafici MARIO RAMUNDO Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.1705337 redazione@opinioneviterbo.it Centri Stampa edizioni teletrasmesse POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRATE (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 22,30

non è agibile per lavori in corso. Per l’amministrazione Marini una bella patata bollente, anche perché i tempi per una manovra d’ultimo minuto, per assegnare direttamente le tribune ai Cavalieri di Rosa, sembra impossibile. A distendere gli animi ci ha provato Contardo, costretto tra il ferro e l’incudine. Interessante leggere la sua nota uf�ciale di ieri: “Proprio per il museo avevamo stanziato 14mila euro nel 2010, quest’anno abbiamo portato la somma a 18mila euro. La delibera è stata �rmata dieci giorni fa, non essendo stato approvato il bilancio di previsione ho già dato mandato di provvedere all’anticipo di 5/12simi dell’importo. Nel corso de 2010 sono stati assegnati complessivamente 38mila euro per il Sodalizio,

per il 2011 l’amministrazione ha previsto un contributo totale di 40mila euro, 18mila del museo e 22mila da destinare alle varie iniziative dei Facchini. Anche in questo caso la delibera è stata da me già �rmata con l’anticipo dei 5/12simi del totale. Quest’anno l’unico contributo in aumento è quello per i Facchini di Santa Rosa, nonostante l’assessorato di mia competenza ha subìto tagli anche superiori al 50% in tutti i capitoli di spesa. Piazza San Lorenzo, luogo che ospita ogni anno le cene dei Facchini, è stata già assegnata come richiesto dal Sodalizio. Abbiamo anche trovato l’alternativa per il raduno dei Facchini e l’incontro con gli amministratori del 3 settembre,: il Teatro Unione è chiuso per lavori, stesso discorso

per il San Leonardo e la Sala Regia del Comune in questa occasione non può essere utilizzata, in quanto già predisposta per gli ospiti della sera. Un’ottima soluzione potrebbe essere il Cinema Teatro Genio che consente a tutti di stare seduti e organizzare l’incontro come gli ultimi anni all’Unione, è centrale e vicinissimo alla partenza per il Giro delle Sette Chiese. Da parte nostra abbiamo garantito massima disponibilità a tutte le richieste pervenute. Diversa la situazione per le tribune da cui assistere al trasporto del tre settembre. Per due anni la gestione, compresa la vendita dei biglietti, è stata af�data al Sodalizio, oggi le norme sono cambiate e ricadono nella normativa del Codice dei contratti pubblici. Non è possibile l’af�damento diretto, occorre fare un avviso pubblico per la concessione di servizi o una trattativa privata con la partecipazione di almeno cinque ditte che presentino almeno cinque preventivi, il tutto con ditte specializzate del settore. Esistono nuove regole anche per la prevenzione, la sicurezza e per questo l’assessorato sta predisponendo apposito bando di gara, nulla vieta al Sodalizio di partecipare con un’associazione temporanea d’impresa insieme a una società del settore che funge da capo�la. Da parte dell’Amministrazione Comunale e dall’Assessorato alla Cultura in particolare è sempre forte la volontà di essere tutti d’un sentimento”. Per Viterbo un pugno allo stomaco, maledette tribune.

Previsto per le 8.32 l’ultimo atterraggio dello shuttle Endeavour in Florida

Roberto Vittori questa mattina sulla Terra di LUCA APPIA

E

’ previsto per questa mattina alle 8.32 (ora italiana) l’atterraggio in Florida dello Shuttle Endeavour con a bordo l’astronauta viterbese Roberto Vittori. Lo shuttle si è staccato dalla Iss alle 3.55 del 30 maggio e ha inziato le operazioni di rientro a casa, al Kennedy Space Center della Florida. Sono stati 16 giorni di lavoro incessante per i cosmonauti internazionali, che dopo aver raggiunto la stazione spaziale internazionale a 346 chilometri dalla super�cie della Terra, hanno iniziato i numerosi esperimenti previsti dal programma sotto la guida del comandante delle operazioni Mark Kelly. Fra i progetti più in vista c’era sicuramente quello completato il 19 maggio, quando il rilevatore di raggi cosmici AMS-2 (Spettrometro Magnetico Alpha) è stato installato all’esterno della stazione spaziale con un’ultima passeggiata nello spazio. L’installazione del ‘cacciatore di materia scura’ ha richiesto tre ore di lavoro, tre lunghe ore durante le quali l’AMS è stato protagonista di una sorta di danza a gravità zero. Una volta terminata l’istallazione l’AMS ha iniziato a raccogliere dati, informazioni fornite dalle sorgenti cosmiche alla ricerca di prove della presenza di antimateria. Si conclude così l’avventura dell’Endeavour che appena toccherà il suolo inizierà i giorni della pensio-

ne, forse piazzato all’interno di qualche museo della Nasa. Anche per Roberto Vittori è la �ne di un’avventura, un nuovo volo nello spazio e un nuovo successo, da condividere con la moglie e i �gli una volta che sarà rientrato nella sua Tuscia. Questa per Vittori, membro dell’agenzia spaziale italiana, è stata una missione del tutto particolare. Prima di partire per gli states, infatti, l’astronauta viterbese ha incontrato il Presidente Napolitano, che gli ha consegnato un tricolore da portare in orbita, accompagnato da un ciuffo dei facchini di Santa Rosa. Prima della partenza, poi, fra un ritardo e l’altro lo space cowboy vi-

terbese ha incontrato il Presidente Obama e intrattenuta una piacevole conversazione con la �rst lady Michele. Una volta in orbita, poi, si è stretto intorno a Paolo Nespoli, il connazionale che da sei mesi si trovava in orbita sulla stazione spaziale internazionale. Insieme i due hanno conversato con Papa Benedetto XVI e con Napolitano. Nespoli dopo sei mesi nello spazio è tornato a casa prima di Vittori, riabbracciando i suoi cari e gustandosi �nalmente una pizza. “La qualità del cibo - ha confessato Nespoli una volta in Italia - scadente. Nello spazio, inoltre, il gusto s’indebolisce e così vengono usate molte spezie. Sognavo spesso di poter gustare una pizza. Una semplice pizza margherita”. Nespoli poi parla dell’incontro con l’amico Vittori: “Quando arriva una Soyuz o uno Shuttle è una festa, anche se cresce la mole delle cose da fare. Con Roberto ho potuto �nalmente scambiare qualche parola nella nostra lingua. Ha portato un po’ di cibo con il quale abbiamo organizzato una cena italiana per tutti. Con Vittori, poi, ho condiviso l’esperienza dei due collegamenti in diretta con il presidente Napolitano e con il Papa”. Alla �ne Nespoli, 57 anni, dice che preferisce fare la �ne dell’Endeavour e lasciare spazio ai giovani. Chissà, invece, se nel prossimo futuro di Roberto Vittori ci sia una nuova spedizione oltre l’atmosfera terrestre.

La denuncia di alcuni residenti della zona

Poggio Cavaliere senz’acqua e ricoperto dall’immondizia di LORENZO ROMANI

D

a sabato scorso quasi duecento famiglie residenti nel complesso residenziale di “Poggio Cavaliere”, a Ronciglione, si trovano costrette a rifornirsi d’acqua presso la fontana pubblica. Per eseguire interventi di manutenzione alle pompe idriche in località Santa Lucia, la fornitura d’acqua è stata interrotta per quattro giorni, e a oggi i residenti ancora non sanno quanto tempo dovranno aspettare per poter riaprire i rubinetti delle loro case. Il Consorzio Obbligatorio Poggio Cavaliere aveva af�sso i cartelli, come da norma, che avvisavano i cittadini del disservizio, che avrebbe però dovuto protrarsi solo per il weekend. Lunedì mattina, invece, le numerose famiglie hanno constatato la mancanza d’acqua, che comporta gravi disagi soprattutto per bambini e anziani. A oggi di acqua non v’è ombra. Imboccando la strada che conduce alla zona residenziale, si nota uno stridente contrasto tra la cura e la tutela di cortili e abitazioni private, con il dissesto della strada (di pertinenza del Comune) e dei servizi di smaltimento delle immondizie, assolutamente insuf�cienti. Un tempo meta di soggiorno per le vacanze e per i weekend di numerose famiglie romane, oggi Poggio Cavaliere è una zona limitrofa a Ronciglione, ma parte del territorio comunale, abitata da residenti, molti dei quali trasferitisi in loco da Roma per trovare un clima e un ambiente più rilassanti per crescere i �gli o trascorrere la pensione. Spesso i cittadini romani che si trasferiscono nelle zone di campagna orbitanti intorno alla Capitale devono scontrarsi con la penuria di servizi e la mancanza di tutela delle infrastrutture, oltre a un sensibile aumento dei costi per i beni essenziali quali l’acqua, il riscaldamento, il trasporto dell’immondizia. Le due pompe che oggi ancora non sono in funzione sono state allacciate alla zona residenziale nel 2008. Anche i contratti per le utenze sono stati regolarizzati, ma oggi gli abitanti del quartiere di Ronciglione ancora non possono contare su un ef�ciente e sicuro servizio di approvvigionamento idrico. “Il comune è assolutamente negligente. Non sono capaci, il Sindaco si è anche risentito perchè su alcuni giornali sono usciti degli articoli a riguardo”, testimonia un abitante che ha chiesto di rimanere anonimo, temendo ritorsioni. Per ovviare alle siccità causate dalla malagestione delle infrastrutture, molte delle 196 famiglie di Poggio Cavaliere hanno dovuto costruire - con notevole esborso di denaro - dei cassoni interrati nei giardini, da riempire quando si veri�cano o si prospettano

lunghe penurie d’acqua. Il Consorzio Obbligatorio, ente che si occupa della gestione del quartiere, non avrebbe nemmeno motivo di esistere, dal momento che essendo Poggio Cavaliere un quartiere a tutti gli effetti parte del territorio comunale, dovrebbe godere dei servizi pagati dai contribuenti alla pari di qualsiasi altra zona urbanistica del Comune. I residenti hanno già sporto denuncia alle autorità, ma il vero giudizio sull’amministrazione di Ronciglione verrà dato nel 2012, quando scadrà il mandato della Giunta. I residenti sono però sul piede di guerra, e non hanno alcuna intenzione di attendere un anno af�nchè la situazione venga sanata: “se non risolvono il problema andiamo a lavare i panni nella fontana comunale”. Oltre che comportare un disservizio notevole, l’incostante fornitura d’acqua si somma al problema dei ri�uti: raramente la ditta appaltatrice verrebbe a ritirare l’immondizia, che viene stipata nei cassonetti per la differenziata, accumulandosi a un livello tale da rendere impossibile la gestione separata dei composti. Come Napoli quindi, anche se le cause sono diverse e le soluzioni da imporre non sono comparabili, Ronciglione è vittima di una discutibile gestione dei residui organici e non, che si ripercuote anche sui patrimoni immobiliari: “questa immondizia, posta all’ingresso della zona residenziale, rende inappetibile anche l’acquisto delle abitazioni, qualora qualcuno volesse vendere la propria casa”. Una piccola realtà paesana, lontanissima dai ri�ettori nazionali, evidenzia l’inef�cienza delle istituzioni, spesso mancanti di volontà, o di risorse, per risolvere i problemi quotidiani dei cittadini.

Piazza del Gesù chiude per l’estate

P

iazza del Gesù off limits alle auto dal 1 giugno al 30 settembre. E’ stata siglata in questi giorni dall’assessore alla Viabilità e Traf�co Zucchi e dal Comandante di Polizia Locale Fainelli l’ordinanza per l’interdizione del parcheggio e l’istituzione del divieto di sosta con rimozione coattiva. L’adozione di tale provvedimento si è ritenuta necessaria per garantire le condizioni di sicurezza della circolazione pedonale in occasione delle numerose manifestazioni che si svolgeranno nel centro della città nel periodo estivo. I veicoli trovati in sosta verranno rimossi a spese dei proprietari. La versione integrale del provvedimento è consultabile sul sito www.comune.viterbo.it (servizi on line, albo pretorio, ordinanze).


& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

politica viterbese

5

I risultati di Terracina e Sora segneranno il futuro del Pdl. Non solo a Roma, ma in tutta la Regione

Ballottaggi, risultati di controtendenza di DANIELE CAMILLI

I

dati più interessanti dei ballottaggi non riguardano – per quanto ci riguarda – Milano e Napoli, oppure Novara. I risultati che più da vicino ci toccheranno provocando scossoni in lungo e in largo sono quelli di Terracina e Sora. Città geogra�camente lontane, ma vicine sul piano politico. Molto più vicine di quanto non sembri. Lì, le liste che si contendevano cariche da Primo cittadino e giunte erano due in entrambe le realtà cittadine. Da una parte il Pdl. Dall’altra Città Nuove, una civica sostenuta dalla Presidente della Regione Renata Polverini, a sua volta eletta Governatrice del Lazio poco più di un anno fa con i voti del centrodestra. Sebbene nel collegio romano – in assoluto il più importante e decisivo sotto tutti i punti di vista – il Pdl fosse stato escluso. Un’esclusione non da poco e con conseguenze politiche che ancora perdurano. Alla Pisana entrarono infatti e inaspettatamente le terze e quarte linee, lasciando fuori dal Consiglio le teste di serie del Partito che hanno continuato a muovere le �la, ma non i canali di �nanziamento. Fondamentali quando si accede nei palazzi della Regione. Cosa che già di per sé ha creato un primo importante squilibrio negli assetti politici romani, restii ad ogni sorta di mutamento se non quello elettorale. Equilibri che la vittoria di Nicola Procaccini a Terracina e di Ernesto Tersigni a Sora manderanno letteralmente in pezzi. Una palla da bowling lanciata a tutta velocità in mezzo a bicchieri di cristallo, quindi estremamente fragili ma al tempo stesso preziosi per quel che contengono. Semplicemente il governo del territorio in cui viviamo. Con la presentazione di due liste di centrodestra contrapposte l’una all’altra – ed arrivate per giunta in �nale – si è segnato un passo importante. Per la prima volta all’interno dei coordinamenti provinciali e regionale del Pdl si è stabilito un precedente politico dirompente e che rischia di mandare letteralmente in pezzi il partito. Per la prima volta uomini e donne del Pdl (non di

centrodestra, ma del Pdl) hanno deciso, fatto campagna elettorale e votato contro altri uomini e donne del Pdl. E i tamburi di guerra hanno cominciato a suonare a pochi minuti dagli esiti elettorali. Soprattutto quello del deputato Fabio Rampelli che ha apertamente sostenuto Procaccini e Tersigni. “Nel Lazio i risultati di Terracina e Sora premiano i volti nuovi messi in campo dal PdL, in perfetta controtendenza rispetto ai dati delle altre città. Il derby interno al centrodestra, che per nessuna ragione si sarebbe dovuto veri�care e che purtroppo è andato in onda in�iggendo un’inutile morti�cazione ai nostri elettori è stato vinto dalle stesse persone che un anno fa hanno messo a disposizione di Renata Polverini le proprie idee, il proprio entusiasmo, le proprie energie, che restano lealmente a sua disposizione, se le vorrà considerare energie utili a migliorare la sua azione di governo”. Rampelli ha dedicato anche un pensiero al Sindaco di Roma Gianni Alemanno che aveva un suo candidato nella lista Città Nuove a Terracina. “Al sindaco Alemanno dico che noi siamo destinati a combattere e a faticare, che, diversamente da altri, siamo più bravi a seminare e arare che a raccogliere, ma senza di noi circolano meno idee, c’è meno movimentismo e la destra popolare è decisamente

“Ricordati che devi morire”

A presentarla il consigliere Enrico Mezzetti

Le frazioni diventeranno Municipi? Spunta una mozione

più debole. Da oggi chi ci vuole al suo �anco deve rispettarci”. Chiaro? Quelle “idee” cui ieri mattina accennava, de�nendole nuove e ricollocandole all’interno del gruppo ex AN, l’eurodeputato Tajani (ex Forza Italia e un tempo – proprio alle ultime provinciali viterbesi – a sostegno anch’esso di candidati schierati contro quelli uf�ciali del Pdl). Poi, senza di noi chi? Il Pdl? Non proprio, ma questo è un argomento che tratteremo non oggi bensì in settimana. Oggi ci interessano le conseguenze a livello “centrale”, al livello della Capitale. Perché non stiamo parlando di persone e politici che non sanno cosa tutto questo voglia dire e quali saranno le conseguenze da gestire. La prima, un inde-

bolimento della Polverini. E non è da escludersi che alcuni consiglieri della sua lista possano passare armi e bagagli dalla parte di Berlusconi. La seconda, una reazione centrifuga con tanto di decentramento del controllo delle strutture partitiche a livello provinciale. Quelle “province” che senza la Capitale hanno preso la Regione e potrebbero rivendicare il Pdl in quanto tale. Trasformandolo in qualcos’altro rispetto a ciò che conosciamo e che a Milano e Napoli ha visto pure cadere il suo capo. La terza, la necessità di trovare nuovamente una “sintesi”. Una quadra che oggi non c’è. Non c’è a Roma. Ma forse a Viterbo, Latina, Rieti e Frosinone sì.

di FULVIO MEDICI

grammazione, anche senza la necessità che Silvio ne venisse a conoscenza diretta, probabilmente, erano d’obbligo. La tardiva presa di coscienza non farà che allontanare qualche gregario volenteroso lasciando sempre più soli, o in compagnia dei soliti noti, i dirigenti locali, causando così, il perdurare del distacco dalla politica, della ‘gente comune’. Prevedibile una riorganizzazione territoriale dell’intera compagine, che però, non debba attendere le voglie e le vendette del Cavaliere. Per ora, gli unici tentativi sono quelli relativi al consolidamento delle forze in campo, per altro �ebili e incerti. “Di-

F

inalmente è passato anche il ballottaggio. Sembrava dovesse essere la cura a tutti i mali. Il cordone ombelicale della ‘politica’, stranamente ostruito dai vari tentennamenti dirigenziali, legati al risultato elettorale. Più volte tirato in ballo anche da Viterbo, doveva garantire una sopravvivenza, già molto dubbia, prima che i vari Pisapia o De Magistris, esultassero. Le indicazioni, assenti, sino ad ora, hanno portato allo stallo del centro destra e l’onorevole sindaco, sembra essersene accorto, ma solo da qualche giorno. Miracolo a parte, dei moderni aperitivi, un minimo di consultazione e pro-

L

e frazioni saranno Municipi? Ancora è presto per dirlo ma di fatto sul tavolo dell’amministrazione comunale balla una mozione pesante, �rmata Enrico Mezzetti (Sel). Il consiglieri d’opposizione si fa promotore di una proposta su cui è chiamato a esprimesi il Consiglio di Palazzo dei Priori. Ecco il testo, che potrebbe essere in grado di compiere una vera e propria rivoluzione, particolarmente auspicata dagli abitanti di Grotte Santo Stefano, San Martino al Cimino e Bagnaia: “Premesso che con la pendiamo dalla regione che è in attesa dell’input romano, che a sua volta aspetta le decisioni nazionali del partito, che sono dirette �glie, dell’unica ‘mamma partoriente’ da anni: Berlusconi e le sue ‘invenzioni’. Nel rischio, più che concreto di una sopravvenuta ‘menopausa politica’, il pdl locale lo si farà piombare, in una anarchia senza ritorno. La guarigione della politica, resta un illusione, ma se non si con�da, nella scon�tta, se nessuno dovesse buttare la faccia e soprattutto se altri non saranno pronti a fare due passi indietro, perché uno, è….facilmente recuperabile, beh allora, non ci sarà più niente da fare!

Il sindaco pronto a presentare un’interrogazione urgente al ministro Gelmini

Proteste al liceo scientifico, Marini sta con i ragazzi

C

aso Liceo Scienti�co, Marini fa pressing sul ministro. Alcuni giorni fa abbiamo dato la notizia dei ragazzi di terza media che si sono trovati a esprimere la volontà di frequantare il liceo scienti�co Paolo Ruf�ni, indirizzo ‘Scienze Applicate’, e che per ragioni burocratiche rischiano di rimanere delusi. Questione che rischia di bissarsi con il liceo di Ronciglione. Di ieri la notizia della prossima presentazione, da parte del sindaco di Viterbo e onorevole Giulio Marini, di un’interrogazione urgente al Ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini proprio sulla vicenda. “Sono stato spinto - così Marini - a questo dall’in-

crescioso episodio avvenuto presso il liceo scienti�co di Ronciglione e il liceo scienti�co Ruf�ni di Viterbo che ha suscitato una giusta protesta da parte delle famiglie e degli studenti. In ciascuno dei due istituti della provincia di Viterbo, infatti, è stata autorizzata una sola classe del nuovo indirizzo in scienze applicate, consentendo di accogliere solo una parte delle tante iscrizioni pervenute. Ritengo legittima e motivata – afferma Marini - la protesta che si sta sollevando da parte dei genitori di fronte all’esclusione di un cospicuo numero di studenti dall’indirizzo di scienze applicate istituito presso i due licei scienti�ci di Viterbo e Ronciglione, per cui erano già pervenute diverse

domande di iscrizione, senza sapere che ci sarebbe stato un limitato numero di posti a disposizione. Circostanza che solo a posteriori è emersa. L’autorizzazione concessa solo per una classe di 27 alunni in ciascuno istituto, infatti, esclude di fatto 17 studenti che avevano richiesto di frequentare quel corso speci�co al liceo di Ronciglione e ben 95 in quello di Viterbo. Ritengo assolutamente motivata, quindi, la protesta di tutti quei ragazzi che, ignari del “dettaglio”, avevano già piani�cato il proprio percorso di studi. Per questo, proprio in queste ore, sto predisponendo un’interrogazione urgente da presentare in tempi brevissimi al Ministro Mariastella Gel-

mini, af�nché la situazione non solo si chiarisca, ma trovi al più presto la sua più naturale soluzione che può solo essere quella di consentire a tutti i ragazzi di frequentare l’indirizzo di studio prescelto.

Nell’interrogazione, chiedo, quindi, di rendere possibile l’accoglimento di tutte le richieste pervenute, mettendo a disposizione della provincia di Viterbo le risorse necessarie a questo scopo”.

riforma dell’ordinamento degli enti locali sono state soppresse le circoscrizioni di decentramento, tranne che per le città più grandi; che, pertanto, nel Comune di Viterbo, sono venuti meno gli istituti di rappresentanza territoriale anche delle frazioni più distanti dal centro, come Bagnaia, Grotte Santo Stefano e San Martino al Cimino; considerato che tali realtà hanno sempre avuto una propria speci�cità, che non è stata cancellata neanche con la soppressione dei loro comuni e con la loro conseguente fusione al capoluogo operato con Regio Decreto n° 866 del 9 aprile 1928; ritenuto che la vicenda storicogiuridica delle citate frazioni possa inquadrarsi nella previsione normativa dell’art. 16 del D.Lgs. 267/ 2000 in quanto l’odierno Comune di Viterbo risulta istituito mediante fusione di più comuni; che possa pertanto procedersi alla istituzione dei Municipi quali organi di decentramento amministrativo, partecipazione delle popolazioni e rappresentanza territoriale delle frazioni di Bagnaia, Grotte Santo Stefano e San Martino al Cimino; che può studiarsi la modalità af�nché l’attuazione di tale possibilità avvenga in un quadro di coerenza con le esigenze di contenimento del costo degli apparati amministrativi e di rispetto di tutte le norme di coordinamento della �nanza pubblica. Il Consiglio Comunale esprime la volontà di procedere alla istituzione, ai sensi dell’art. 16 del D.Lgs. 267/2000, dei Municipi nelle frazioni di Bagnaia, Grotte Santo Stefano e San Martino al Cimino; dà mandato alla Giunta Comunale di provvedere attraverso gli uf�ci, entro sei mesi dalla approvazione del presente atto, alla elaborazione di un progetto di attuazione che garantisca la istituzione di detti Municipi quali organi di decentramento amministrativo, di partecipazione delle popolazioni e di rappresentanza territoriale; di dare atto che tale attuazione debba avvenire in un quadro di coerenza con le esigenze di contenimento del costo degli apparati amministrativi e di rispetto di tutte le norme di coordinamento della �nanza pubblica; - di impegnare il Sindaco a riferire entro tre mesi a questo Consiglio sullo sviluppo di tale progetto”.


politica viterbese

6

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 1 Giugno 2011

Oltre 800 esemplari provenienti da 450 allevamenti tra i più prestigiosi sfileranno all’ombra di Palazzo Papale

Valle Faul ospita l’Esposizione Internazionale Canina D

omani il prato di Valle Faul a Viterbo ospiterà la 43esima edizione dell’Esposizione Internazionale Canina ‘Città di Viterbo’. L’iniziativa è stata organizzata dal Gruppo Cino�lo Viterbese, la rassegna vedrà quest’anno la partecipazione di 818 cani, suddivisi nelle varie razze e provenienti da oltre 450 allevamenti tra i più prestigiosi a livello nazionale e internazionale. Era il 1956 quando un gruppo di cino�li viterbesi, amanti della caccia e appassionati di allevamento di cani da caccia di varie razze, fondò il Gruppo Cino�lo Viterbese (Gcv). Negli anni il gruppo ha promosso e incentivato le cosiddette “prove di caccia”, ossia vere e proprie gare per cani da caccia in cui venivano messe in risalto le varie doti caratteriali dell’animale. Naturalmente questo ha portato lo stesso gruppo a espandere le proprie conoscenze sull’allevamento e sulla preparazione delle varie razze canine. Attualmente il Gcv continua a promuovere l’allevamento e la preparazione dei cani di razza riconosciuti dal Registro delle Origini Italiano, mediante prove di caccia, prove di utilità e difesa, prove di agility e mostre canine. Importantissimo è stato l’imprinting dato dal dott. Silvano Sorichetti, famosissimo giudice al round internazionale tra i fondatori del Gcv, seguito dalla splendida direzione dell’attuale presidente, signor Mario Venanzi. L’Esposizione Internazionale è

la più prestigiosa delle manifestazioni che un gruppo cino�lo possa organizzare. Il fatto poi che si svolga nell’arco di un’unica giornata consentirà ai visitatori - che si attendono numerosi visto l’ingresso gratuito deciso quest’anno - di poter ammirare in pratica tutte le razze partecipanti. Migliaia sono stati i cani proclamati “Aspiranti Campioni di Bellezza Internazionale” sin dalla prima edizione di questa importantissima manifestazione che, dopo aver visto i suoi albori presso lo splendido parco di Prato Giardino, per il secondo anno consecutivo viene ospitata presso il suggestivo scenario di Valle Faul su cui si affaccia lo straordinario

Continua con successo ‘Italian Call 2011’

L’Istituto Alti Studi della Difesa in visita al ‘Fabbri’ di Viterbo Palazzo Papale. Un grazie sicuramente va anche a coloro che, in tutti questi anni, hanno creduto, e continuano a credere, nel Gruppo Cino�lo, nel suo operato e nella manifestazione, ovvero: l’Assessorato alla Cultura del Comune di Viterbo, l’Assessorato alla Pub-

blica Istruzione della Provincia di Viterbo, il Coni, il M.I.U.R. - U.S.P. di Viterbo, la Banca di Viterbo, e, non ultimo, un grande sponsor tecnico, la Purina che ha compreso appieno l’importanza del lavoro effettuato in questi cinquant’anni nell’ambito cino�lo.

L’iniziativa è promossa dal Fondo Sociale Europeo, Regione Lazio e Provincia di Viterbo

Al via il corso per diventare baby sitter S

ono aperte le iscrizioni per il Corso di Formazione per “BABY SITTER” in avvio presso l’A.I.F. – Associazione Italiana per la Formazione. Il corso, promosso e finanziato da Fondo Sociale Europeo, Regione Lazio, e Provincia di Viterbo, è completamente gratuito. “Baby Sitter” ha l’obiettivo di fornire competenze necessarie per collaborare e realizzare interventi educativi sul bambino instaurando relazioni

significative, cogliendone i bisogni e intervenendo sui comportamenti al fine di fornire supporto e sostegno alla famiglia. Un mestiere delicato che ha bisogno di formazione. Al termine del corso, al superamento dell’esame finale, sarà rilasciato un attestato di frequenza valido ai sensi della Legge Quadro n.845/78 e della Legge Regionale n. 23/92. Durata: 120 ore di attività teorica e pratica Requisiti richiesti: età

minima 18 anni, diploma di scuola dell’obbligo, cittadinanza italiana o comunitaria, conoscenza della lingua italiana. La scadenza per la presentazione della domanda è stata fissata per il 10 giugno 2011. Per maggiori informazioni contattare A.I.F. – Associazione Italiana per la Formazione -, via S. Pertini 14 – 01100 VITERBO. Tel. 0761.1768401, segreteria@aiform.eu; www.aiform.eu.

V

entisei frequentatori della 62^ sessione studi dell’Istituto Alti Studi per la Difesa (IASD), accompagnati dal direttore del corso, generale di divisione Paolo Bosotti, hanno visitato ieri il posto comando nell’aeroporto “Fabbri” di Viterbo e l’area di esercitazione. I dirigenti sono stati accolti dal generale Enzo Stefanini, comandante dell’Aviazione dell’Esercito, che ha presentato, nel corso di un brie�ng, le attività operative e addestrative in atto; ai visitatori è stato inoltre illustrato l’impiego operativo degli elicotteri dell’Aviazione dell’Esercito. Lo IASD programma e conduce sessioni annuali di aggiornamento professionale che vertono sull’analisi della politica militare, sull’organizzazione delle Forze Armate e sullo studio di strategie di sicurezza e difesa, con lo scopo di aggiornare il background professionale e culturale degli Uf�ciali di alto rango e dei Dirigenti civili della Difesa nel campo della difesa e sicurezza e di curare la dif-

fusione della cultura militare e promuovere l’osmosi culturale e scienti�ca con le maggiori realtà istituzionali e produttive del Paese mediante una “Sessione Speciale”. I frequentatori dello IASD, circa 40 - 60 per sessione, dei quali almeno il 25% stranieri, sono Uf�ciali nel grado di Generale o Colonnello, Dirigenti civili del Ministero della Difesa, di altri Ministeri e Dirigenti o professionisti provenienti da differenti settori della società civile. Nell’ambito di un progetto europeo volto a realizzare una sempre più ampia integrazione fra i Paesi membri, sotto l’egida della Agenzia Europea per la Difesa, Viterbo è sede della esercitazione Italian Call 2011 condotta dal generale Luigi Francavilla e dal suo staff del Comando Aviazione dell’Esercito. L’esercitazione prevede una serie di fasi distinte, ognuna delle quali è disegnata per addestrare le Unità in speci�che attività tecnico tattiche.


& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

attualità viterbese

7

Domenica scorsa il torneo di battesimo del ‘Club Viterbo Faul’

Gli strateghi del Risiko invadono San Pellegrino di ROBERTO POMI

L

’emozione del Risiko, uno dei più noti giochi di strategia, conquista anche Viterbo. La scorsa domenica il battesimo ufficiale del costituito ‘Risiko Club Viterbo Faul’ all’interno del locale ‘La Ginestra’ di San Pellegrino, popolarmente noto come ‘Da Lucio’. Appuntamento alle 10,30 di domenica, trenta sfidanti per un totale di venti partite giocate. Una maratona andata avanti fino alle 19 del pomeriggio con tanto di siesta per il pranzo. Un esordio che ha visto protagonisti, nel tentativo di conquista del mondo tabellonato, i ragazzi del neonato club viterbese insieme al ‘Risiko Club Roma’ e il ‘Risiko Club Sabaudia’. A strappare l’ambita vittoria ci ha pensato l’etrusco Filippo Stefanini, secondo il romano Roberto Padovani e terza postazione conquistata sul campo da Andrea Vitroni (viterbese). Abbiamo intervistato Lucio Pianura (gestore insieme ad Alfredo Vitroni del locale), per capire come è nata l’idea di un Risiko Club tutto viterbese. La voglia di conquistare il mondo ha seguaci anche nella Tuscia. Come nasce il ‘Risiko Club Viterbo Faul’?

L’idea è nata qualche mese fa, durante l’organizzazione di un mini torneo che si è svolto il 20 di febbraio, successivamente replicato a un

mese preciso di distanza. Il successo riscosso da queste iniziative, unitamente alla passione che da sempre nutriamo per il gioco del Risiko ci ha spinti a intraprendere la realizzazione di un club, un’associazione culturale senza scopo di lucro. E’ importante la costituzione del club?

Per gli appassionati viterbesi sicuramente. E’ un po’ come mettere su casa. In Italia esiste un circuito di club (R.C.U. Rrisiko Club Ufficiali), riconosciuti dalla Editrice Giochi che detiene il copyright del gioco. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere i requisiti minimi per poter avanzare la richiesta per essere riconosciuti club ufficiale. Siete soddisfatti del risultato di domenica?

Quello di domenica scorsa è stato il torneo inaugurale, a cui hanno partecipato un buon numero di strateghi. E’ stata una giornata divertente, emozionante per gli esordienti e per noi organizzatori, una manifestazione ben riuscita grazie anche alla collaborazione determinante del club di Roma. Come si svolge l’attività di questo club di Viterbo? L’attività del Club comprende l’organizzazione di tornei con cadenza bimestrale (circa) e l’appuntamento settimanale del martedì, disputando partite a partire dalle ore 20:30. Per tutti i curiosi è possibile consultare i siti web: http://r1s1k0.kalicanthus.it/ risiko digital2 e http://risik oclubvt.blogspot.com

Il primo torneo di Risiko nel cuore del quartiere medioevale

‘What’s up?!’ pronto a riempire di stile tipicamente anglosassone il divertimento firmato ‘Le Saline’

Notte elettronica sotto le stelle ‘

What’s Up?!’, l’espressione tipicamente anglosassone che ha il valore di un “che succede?!” italiano prende vita sottoforma di suoni nella nightlife viterbese del primo giugno. Dopo una doppietta nella stagione invernale che ha fatto registrare il tutto esaurito al Theatrò di Viterbo, mercoledì primo giugno torna una delle one night più attese con l’house party più gettonato della Tuscia a Le

Saline Summer Club. Il party ‘What’s up?!’, contraddistinto dall’attenzione per la qualità musicale, garantisce a tutti gli amanti delle sonorità house una serata all’insegna del divertimento e dell’energia. Gli staff Nature Beat e Kitchen Boon mettono in campo per il loro terzo evento una line up di disc-jockey degna dei maggiori festival di musica house ed elettronica. Gli special guest che faranno

vibrare l’impianto de ‘Le Saline’ portano nomi sinonimo di qualità musicale e spettacolo assicurato. Questo l’elenco degli artisti presenti: Christian Burkhardt e Arado & Marco Faraone. La garanzia della qualità dell’evento è siglata dalla solidità ed estrema professionalità dei dj resident, che rendono imperdibile ogni evento contraddistinto dal marchio ‘What’s Up?!’: Adm, Alex Dk, Camillo e Rico.

Un grande abbraccio per commemorare anche il Maresciallo Luigi Carosi (Medaglia d’Argento al Valore Militare)

Gemellaggio tra l’ANC di Bagnaia e l’Associazione Gendarmi in Congedo del Vaticano G

rande evento domenica scorsa a Bagnaia con il gemellaggio tra la sezione Associazione Nazionale Carabinieri di Bagnaia (intitolata al Maresciallo Maggiore Antonio Rubuano, medaglia d’oro al valore civile) e l’Associazione Gendarmi in Congedo della città del Vaticano. L’evento è stato realizzato dai soci della sezione bagnaiola, in collaborazione con i colleghi della locale stazione Carabinieri. Oltre al gemellaggio tra le due Associazioni la giornata ha previsto

La manifestazione è proseguita con la Santa Messa, al termine della quale c’è stata la deposizione di una corona presso la targa ricordo intitolata al Maresciallo Luigi Carosi, all’interno del Comando della stazione di Bagnaia. Poi il pranzo sociale al ristorante Acquarossa sulla Teverina al termine del quale le autorità intervenute hanno sottolineato la bontà della splendida giornata che unisce e avvicina le figure dei carabinieri e dei gendarmi del Vaticano in congedo. la commemorazione del Maresciallo Luigi Carosi nel 120° anniversario della concessione della Medaglia d’argento al valore militare al quale è intitolato il Comando stazione di Bagnaia ed è intervenuto il nipote del valoroso sottufficiale. La giornata è inziaita con il raduno in via Fontana del Pegaso (presso il Comando Stazione di Bagnaia) con i bravissimo Maresciallo Failla, comandante della stazione di Bagnaia a fare gli onori di casa. Poi dopo il saluto dei presidenti delle due Associazioni c’è stato lo scambio di targhe ricordo.

NELLE FOTO Alcuni momenti della bellissima giornata organizzata con successo dalla sezone dell’Anc di Bagnaia diretta dal presidente Vice

Brigadiere Romualdo Miralli che nella foto al centro qui sotto mostra soddisfatto e commesso l’omaggio ricevuto dall’Associazione Gendarmi.


interni litorale viterbese

2 8

Viterbo & & Viterbo Mercoledì 1 Giugno2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

TARQUINIA - L’undicesima edizione dell’evento dedicato ad uno dei più amati insegnanti della città è stata un successo

Felice conclusione per il premio ‘Donati’ di ALESSANDRO SACRIPANTI

G

rande successo per il Premio Maurizio Donati che ha visto una grande partecipazione nella due giorni di premiazione. Di seguito tutti i numeri dell’evento con i protagonisti che hanno iniziato con l’inaugurazione della mostra fotogra�ca con le migliori opere in concorso. A questo è seguito il sorriso felice e commosso della signora Lidia, moglie del professor Maurizio Donati, che è stata l’immagine più emblematica della cerimonia conclusiva dell’undicesima edizione del Premio che, dal 1999 ad oggi, ricorda la �gura di uno tra i più amati insegnanti del liceo in particolare e delle altre scuole di Tarquinia. Alla cerimonia erano presenti il dirigente scolastico dell’Isis di Tarquinia, prof. Nicola Guzzone, il consigliere della Provincia di Viterbo Al�o Meraviglia, l’assessore alla cultura del Comune di Tarquinia Angelo Centini ed il presidente dell’Università Agraria di Tarquinia Alessandro Antonelli. A

questi si sono aggiunti anche le rappresentanze degli enti che hanno patrocinato il ‘Premio’, organizzato da ‘La Ripa’ Associazione Culturale in collaborazione con l’Isis di Tarquinia. La manifestazione aperta sabato 21 maggio, presso la sala Belli ha inaugurato la mostra di alcune delle fotogra�e giunte in concorso. Molto apprezzato nell’occasione il viaggio nella ‘musica zingara’ proposto e guidato in sala da Alessandro Mengali e dalle sue compagne di musica, che hanno trascinato i presenti con le melodie e le suggestioni dei Balcani. Domenica pomeriggio invece si è svolta la consegna dei premi ai vincitori, che hanno visto nella prima fascia della sezione narrativa, quella riservata agli under 19, la vittoria di Angelo Scotti, autore del racconto ‘Al ritorno dalla pesca’, la segnalazione della giuria, invece, ha premiato Erika Cannone, con ‘Prenditi cura di me’, tra i tarquiniesi si è mostrata tra le prime Francesca Carosi con ‘Fiori viola’. Nella seconda fascia, invece la vittoria è andata

ad un’altra vecchia conoscenza del Premio, Niccolò Matcovich, già meritevole, lo scorso anno, dello stesso titolo. Per la sezione della fotogra�a, invece, la giuria del Premio Donati ha dato ragione agli scatti della giovanissima Chiara Vella, in particolare il suo

Un momento di spettacolo alla sala Belli; a destra la giuria premia la giovane fotografa Chiara Vella a Matteo Edoardo Paoloni con il testo ‘Tricoteuses’. A completare un’edizione trionfale per Tarquinia, la segnalazione per Riccardo Montesi, con ‘L’improduttiva notte del signor

TARQUINIA - I consiglieri d’opposizione chiedono una commissione urbanistica

C’, di professione aspirante scrittore, mentre è di Palermo Carlo Loforti, segnalato per il racconto L’ultimo scatto. Menzione speciale per l’atto unico teatrale, con l’opera ‘Froci!’,

TARQUINIA

Sorgono problemi sul Pucg

63mila euro per S.Martino

I

I

consiglieri comunali del Popolo della Libertà, Marcello Maneschi e Silvano Olmi, chiedono al Sindaco Mauro Mazzola la convocazione di un’apposita riunione della commissione urbanistica per discutere le linee guida in vista della stesura del nuovo piano urbanistico comunale generale. Infatti, da alcuni mesi l’amministrazione ha dato l’incarico professionale per la redazione del documento preliminare di indirizzo e del piano urbanistico comunale generale (Pugc) e del regolamento edilizio comunale (Rec), al professor architetto Pier Luigi Cervellati, capogruppo mandatario del raggruppamento temporaneo di professionisti bolognesi che si è aggiudicato la gara pubblica per redigere il Pucg.

“Il nuovo strumento urbanistico è questione molto delicata – dicono i due consiglieri – che necessita la massima partecipazione di tutti i consiglieri comunali, delle parti sociali, delle realtà produttive e delle associazioni locali. Con il piano urbanistico, si ridisegna il futuro della città per i prossimi vent’anni. Per questo dobbiamo dare la possibilità a tutti di esprimersi e dare il loro contributo di idee. Qualche settimana fa, in consiglio comunale, abbiamo avanzato questa proposta che riproponiamo pubblicamente. Occorre un incontro con il progettista incaricato, nell’ambito di una commissione urbanistica aperta a tutti i consiglieri comunali. Tutto deve avvenire alla

luce del sole per garantire la massima trasparenza. Vari i problemi che devono trovare soluzione: la località San Giorgio, la viabilità, le zone di espansione e i nuovi servizi per la città.”

l Comune di Tarquinia stanzia 63mila euro per completare il restauro della chiesa di San Martino. L’importante atto, inserito nel bilancio di previsione 2011 «Il comitato di San Martino ha reso possibile il provvedimento, impegnandosi nel far trovare un accordo tra la ditta e la parrocchia SS. Margherita e Martino. – afferma il sindaco Mauro Mazzola – Entro poche settimane, quindi, i lavori potranno riprendere ed essere terminati. Sarà così realizzato anche il sogno del vescovo Chenis, che aveva più volte manifestato l’intenzione di trovare una soluzione positiva alla vicenda». Le opere di riquali�cazione riguarderanno gli spazi interni del monumento, con il recupero della pavimentazione originaria, il rifacimento dell’impianto termico, la realizzazione di un nuovo sistema elettrico e delle opere cosiddette strutturali, per garantire l’agibilità e la fruibilità dell’edi�cio.

MONTALTO - Un’insolita propaganda antinucleare

I risciò dei Radicali

di GIOVANNI CORONA

D

opo il “Fantasma della democrazia e dell’informazione sui referendum” apparso a Montalto in occasione della

TARQUINIA - Il 27 maggio si è tenuto un incontro tra Comune e Guardia Costiera per coordinare al meglio la prevenzione

Quest’estate più sicurezza in mare P

ianificare e coordinare al meglio la prevenzione per garantire un’estate sicura. Questo l’obiettivo della riunione tecnica del 27 maggio organizzata dal Comune di Tarquinia e dalla Guardia Costiera. All’incontro hanno partecipato l’assessore al Lido Renato Bacciardi, il sotto tenente di vascello della Capitaneria di Porto di Civitavecchia Giuliano D’Urso, il comandante della Guardia Costiera locale maresciallo Lamberto Alessandro, i rappresentanti delle forze di polizia, dell’Assobalneari e del SIB (Sindacato Italiano Balneari). Tra i temi trattati la sicurezza

‘L’universo di una goccia’, che l’ha spuntata su ‘Marla’, foto della romana Benedetta Ristori. Anche quest’anno il ‘Premio Maurizio Donati’ ha riscosso un notevole successo, merito dell’ottima organizzazione e della professionalità espressa nel corso dell’evento.

balneare e ambientale e le corrette modalità d’intervento da osservare in caso di emergenza in mare. Evidenziata la preziosa collaborazione degli operatori del settore e delle associazioni di volontariato, tra cui spiccano la Protezione Civile e le unità cinofile della Sics (Scuola italiana cani salvataggio), perfettamente inserite nell’attività di prevenzione e vigilanza guidata e coordinata dalla Capitaneria di Porto. Con l’occasione, la Guardia Costiera ha presentato la nuova ordinanza balneare 61/2011, mentre l’Amministrazione ha annunciato l’imminente uscita di un’ordinanza balneare comunale, che presenterà

importanti novità. «Il Comune e la Capitaneria di Porto hanno instaurato in questi anni una proficua e solida collaborazione. – afferma l’assessore Bacciardi – Collaborazione voluta dal comandante Fedele Nitrella e dal sindaco Mauro Mazzola». «Il numero istituzionale per le emergenze in mare è il 1530. – sottolinea il maresciallo Alessandro – Ricordo che la chiamata da cellulare è ricevuta dalla sala operativa di Roma, mentre da telefono fisso da quella più vicina. La Capitaneria di Porto è presente al Lido con un distaccamento fisso».

Sagra dell’Asparago Verde, L’Etruria Radicale è tornata alla carica. Nel pomeriggio di domenica infatti, tra i sorrisi divertiti di turisti e cittadini, i membri dell’Associazione hanno sfilato sul lungomare a bordo di alcuni risciò allestiti per informare in modo ironico i presenti. Con tanto di megafono i manifestanti hanno invitato tutti ad andare a votare il 12 e 13 giugno, intonando lo slogan “prima a votare, poi tutti al mare”. La volontà come sempre è stata quella di sottolineare la mancanza di informazione ed i rischi legati ad un eventuale ritorno al nucleare. I Radicali in modo spiritoso, ma non per questo poco serio, con le bandiere, gli slogan e con la loro originale iniziativa, hanno catturato l’attenzione dei presenti, che stupiti ma interessati, hanno ascoltato con piacere i messaggi lanciati loro dai “risciò radicali


& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

area braccianese

9

Lo stato di abbandono del sito etrusco è uno schiaffo al buon senso. Ed il Centro di Accoglienza che fine ha fatto?

Il tesoro perduto nella Necropoli della Banditaccia

LADISPOLI - Dopo la soppressione dell’ennesima corsa, scatta la protesta

di BRUNA DI BERARDINO

U

na semplice rete metallica, lì da tempo immemorabile, racchiude, più che proteggere il Sito etrusco della “Banditaccia” a Cerveteri (Patrimonio dell’Umanità). Una rete metallica rappresenta più che altro un motivo di separazione, un modo di dividere, rispetto al contesto del paesaggio circostante, i tumuli etruschi. E’ la creazione di un ghetto che non serve alla tutela ed alla valorizzazione delle nostre antichità. Anzi. Un squallido chiosco bar in una struttura in materiale plastico e un automezzo che funge da rivendita di cartoline, libri e riproduzioni archeologiche anche ben fatte ma poco valorizzate dell’estetica del banco; un polveroso parcheggio dissestato e poco accogliente. Tutto ciò rappresenta il biglietto da visita che si presenta allo smarrito turista, che si accinge a visitare “la Banditaccia”. L’ingresso è un piccolo locale dove oltre ai biglietti si vende di tutto meno le cartoline e altro materiale inerente alla Necropoli. E per il resto dello sterminato patrimonio archeologico del territorio cerite che cosa si fa? Appena fuori dalla recinzione, escluse da un’effettiva forma di vigilanza e controllo, rimangono gran parte della “Via degli Inferi”,

Cinquanta pendolari bloccano i treni sulla Roma-Torino di BRUNA DI BERDARDINO

I Piazza Moretti, antistante l’ingresso alla Necropoli la necropoli del “Laghetto” e le stesse tombe etrusche del “Comune” oramai ridotte ad una sterpaglia secca. Se poi ci si inoltra lungo le forre tufacee e si attraversano le fertili campagne che degradano dalle colline verso il mare non è dif�cile accorgersi che costruzioni abusive, (ma alcune sono anche debitamente autorizzate e/o condonate), opere agricole, degrado ed abbandono stanno seriamente compromettendo autentici tesori della civiltà etrusca e romana. Il faraonico ed ambizioso pro-

getto di parco archeologico, che poteva essere lustro e vanto di Cerveteri langue - non da oggi - in attesa di una seria attuazione dopo promesse, retorica di circostanza e �era opposizione di cittadini, che temono per i loro immediati interessi. Incredulità e rassegnazione viene nel pensare: perchè il Centro di Accoglienza che doveva nascere nel Campo della Fiera, non è stato realizzato? eppure era completamente �nanziato con Fondi Europei e dalla regione Lazio !

eri mattina, traffico ferroviario in tilt dalle 7,30 lungo la linea ferroviaria tirrenica, Roma-Torino, all’altezza di Ladispoli, tra Civitavecchia e Roma, una cinquantina di pendolari hanno occupato i binari della stazione ferroviaria per protestare contro i disservizi. Tutti i treni diretti e in partenza da Roma sono stati bloccati. “La protesta dei pendolari segue le richieste avanzate da tempo, dichiara - Patricia Mendes delegata del Movimento civico Civitas Levante – Infatti i treni sono perennemente sovraffolati, sporchi e spesso in ritardo , la mancanza di informazioni, le soppressioni delle corse, la sporcizia ed il sovraffollamento nelle

ore di punta. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, già colmo, è stata l’ennesima soppressione di una corsa, senza che vi sia stata adeguata informazione, che ieri mattina ha lasciato a piedi molti dei passeggeri

che dovevano recarsi nella capitale per motivi di lavoro “. Si sono registrati momenti di tensione tra i sostenitori dell’occupazione dei binari e altri pendolari che avrebbero voluto raggiungere i posto di lavoro.

BRACCIANO - In attesa del plesso di via del Pero

Emergenza scuola, in arrivo una struttura... ‘elementare’

Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬Ȁ

਀଀Ԁ̀ЀȀऀఀഀ฀฀ༀ ༀഀऀȀကȀఀ਀ЀȀ‫؀‬Ѐ̀ഀက̀‫؀‬ЀԀഀᄀᄀሀȀ‫܀‬ఀጀЀ᐀ᔀЀࠀᘀကఀ਀ЀᜀጀᔀЀԀഀᄀЀ‫܀‬ഀ᠀਀ᄀȀऀഀကఀ਀ЀԀ‫؀‬Ѐ ഀ‫᠀਀܀‬Ȁᤀ‫਀؀‬ကഀЀԀഀᄀᄀȀЀᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀᬀ

di SARAH PANATTA

L

a aule straripano, l’insuf�cienza di spazio e di personale strangola le elementari “T. Tittoni” e le risorse per ossigenare la scuola, anche laddove disponibili, restano sospese nei grovigli di procedure auto-fagocitanti. L’amministrazione braccianese, come da precedente avviso e dopo un lungo, animato incontro tenuto con insegnanti, rappresentanti dei genitori, delle istituzioni e delle associazioni locali, ha deciso di realizzare nel terreno dell’Istituto Superiore “E. Mattei” (in Via dei Lecci, zona Bracciano Nuova-Ciao Italia Village) la struttura modulare di transizione che dovrà accogliere molti alunni delle elementari del comprensorio, �nché non verrà costruito il grande plesso scolastico di Via del Pero. Il progetto per quest’ultimo, ormai frenato da più di un anno a causa degli ingranaggi difettosi della burocrazia regionale, era stato presentato nel 2010 agli uf�ci competenti e nonostante abbia ottenuto i pareri necessari agli appalti e l’erogazione dei fondi appositi (7.800.000,00 euro), ha subito una battuta d’arresto imprevista. Infatti il Comitato Regionale per i Lavori Pubblici, al quale il Dipartimento Tecnico del Comune di Bracciano aveva inviato la documentazione per richiedere il parere vincolante al via dei lavori, è scaduto nel giugno 2010 e non è stato ricostituito da allora, impedendo dunque

ĀȀ̀ЀԀ‫܀؀‬Ȁ̀ࠀऀĀȀ̀̀ȀЀԀ‫؀‬Ѐ‫ࠀ̀؀܀‬Ȁ‫਀؀ऀ܀‬ЀԀ‫؀‬Ѐ

ကᄀऀऀ Āሀጀ᐀ᄀᔀᘀሀጀᜀऀऀ ᠀ᄀᤀᤀᄀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᨀᘀᤀᬀᄀᰀᴀᘀሀऀऀ ᐀ᘀऀऀ ᠀ᘀḀᘀἀᄀḀᜀ !ᘀᄀᔀЀЀ ᰀᴀḀḀሀἀ !"#$ЀЀ %ᴀḀḀሀἀ##"&"#'ЀЀ "(#"#)*"$ᰀἀḀᴀЀЀ +ᴀ,Ѐ Ḁሀᴀ(ᴀ,-"*"$Ѐ./00ᔀЀ1ἀЀ(#ἀᰀ*"ἀ#$ЀḀἀЀ($ ἀЀ-$ +Ḁᴀ(("&ἀЀ%"Ѐࠀ"ᰀሀऀ#$ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ'ऀ%ἀЀἀ((ᴀ2ᰀἀ,ᴀЀἀЀ+,$2ᴀ##"Ѐ ᴀ%"ἀᰀ#ᴀЀ !ἀᰀ%$ᔀЀἀЀ3+,$2ᴀ##"Ѐᴀ%Ѐ"ᰀ"*"ἀ#"&ᴀЀ%"Ѐ#ᴀ,*"4Ѐ%ἀЀ,ᴀἀḀ"**ἀ,ᴀЀᰀᴀḀЀ#ᴀ,,"#$,"$Ѐ%ᴀ"Ѐ-$ )ᰀ"Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀЀȀḀḀ) "ᴀ,ᴀᔀЀ Āᴀ,&ᴀ#ᴀ,"ᔀЀ ᄀἀ%"(+$Ḁ"ᔀЀ ऀἀᰀ*"ἀᰀἀᔀЀ ऀ$ᰀ#ἀḀ#$Ѐ %"Ѐ Āἀ(#,$ᔀЀ ̀ἀᰀ#ἀЀ ऀἀ,"ᰀᴀḀḀἀᔀЀ ఀἀ,5)"ᰀ"ἀЀ ᴀЀ ఀ$Ḁ6ἀᔀЀ +ᴀ,Ѐ ḀᴀЀ 6"ᰀἀḀ"#'Ѐ ᴀЀ -$ᰀЀḀἀЀ,"+ἀ,#"*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ(ᴀ2)"#$Ѐ"ᰀ%"-ἀ#ᴀ7

per un cavillo formale ma (è il caso di dirlo) “miliare” la creazione del nuovo edi�cio in Via del Pero. Congelati i fondi e le speranze si riparte paradossalmente da zero con la partecipazione ad una gara europea e un nuovo ciclo di procedure af�nché la bramata e sempre più fantasmatica scuola abbia �nalmente un corpo. Intanto l’emergenza aule ruggisce e così le ansie delle famiglie, confuse sul futuro della scuola in un territorio già pressato dal boom demogra�co dell’ultimo decennio, e sempre più preoccupate per gli spazi angusti e la conseguente deriva delle sicurezze. Per questo l’amministrazione ha optato per una soluzione temporanea, un prefabbricato di ampia metratura per ospitare entro il 2011 gli studenti in “esubero” e

tamponare le falle grottesche di una situazione in cui l’ombra di un sì negato per negligenza, o per casuali ma pesanti lungaggini, grava beffardo sul destino dei giovani della comunità. La costruzione in Via dei Lecci dovrà avere tutti i requisiti richiesti dalle norme previste in materia e sarà caratterizzata da un ingresso principale, 5 aule scolastiche elementari di 43,5 mq ciascuna, un’aula interciclo di 42mq, un locale ad uso refettorio di 55 mq con annesso locale servizi, locali wc, di cui uno per disabili, uno spazio per le pause ricreative e l’attività �sica all’aperto. Queste stanze saranno adibite ad altre attività sociali per i giovani, gli anziani o per servizi alla cittadinanza, non appena il fabbricato di Via del Pero da miraggio si trasformi in solida realtà.

(ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀऀ ࠀ᐀" ᄀᔀᘀሀጀᜀ&ऀऀऀ ‫܀‬ᤀἀᰀ"ᔀᘀሀጀᜀऀऀऀ ᜀ Āሀᰀᴀᄀᔀᘀሀጀᜀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀ(ᄀ*"ἀᜀऀ+",,*ᘀ ᄀ&ऀ-ᜀ᐀ᘀ ᘀጀᄀऀ ᬀᰀᜀḀᜀጀἀᘀḀᄀऀᜀऀᰀᘀᄀ,ᘀ*ᘀἀᄀἀᘀḀᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀԀᰀἀᜀ&ऀԀἀἀᘀḀᘀἀ.ऀᜀऀ଀ᜀጀᘀऀ "*ἀ"ᰀᄀ*ᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀)ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀऀऀ /ሀ*ሀጀἀᄀᰀᘀᄀἀሀ&ऀऀ 0ᘀ*ᄀጀἀᰀሀᬀᘀᄀऀऀ ᜀऀ ,ᜀጀᜀ0ᘀ ᜀጀᔀᄀ ࠀ"ᰀሀ 1ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ ᨀᘀ ᜀᰀ ᄀ ( ᘀᜀጀἀᘀ0ᘀ ᄀ ᜀ 2ᜀ ጀሀ*ሀ3ᘀ ᄀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ (ᜀἀἀሀᰀᜀ Ԁᤀᤀᘀᤀἀᜀጀᔀᄀ ᄀ3*ᘀ ᄀጀᔀᘀᄀጀᘀ ࠀ"ᰀሀ ฀ഀഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᴀᄀᤀᤀᘀᴀሀ ऀऀऀ ऀ5ᘀᴀᬀሀᰀἀሀ ऀऀऀ ऀऀऀ 4 ऀ %ऀऀऀऀ฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ ऀऀऀ ऀऀऀऀऀऀ ᴀሀ ऀ ऀऀऀऀ᐀ᘀऀ ᘀऀऀऀऀ ऀऀऀ ऀᴀᄀᤀᤀ ᰀἀሀऀऀऀ ऀऀऀऀ ऀऀऀ ሀ ऀᘀᴀᬀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀ"ጀ ऀऀἀሀ ᄀ ऀऀऀ ऀᜀᰀሀ3 ऀऀऀ ऀऀऀ ऀᜀᤀᤀᜀᰀᜀ ऀऀऀ ऀऀऀ ऀऀऀऀᬀሀἀᰀ. ऀऀऀ ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ ᘀᄀᤀ "ጀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀऀऀऀऀ ऀऀ +ᜀᰀ ᜀ᐀ᘀ,ᘀ*ᜀ6ऀऀ%ऀ ऀऀ !ᘀऀऀऀऀ ᰀᘀ 4%฀ഀ%ഀഀഀ&ഀഀ% ᐀ᘀऀऀऀ ऀᤀሀᬀᰀᄀᘀጀ᐀ᘀ ᄀἀሀऀऀऀ ऀऀ ऀऀऀ7"ᜀ**ሀ ऀᤀऀऀ"ᬀᜀᰀᘀሀᰀᘀऀᄀ ऀऀ ऀऀ ऀᰀᘀ !ᘀᜀᤀἀᜀऀ ሀጀऀᘀᴀᬀሀᰀἀᘀ ऀ*ᜀ ऀऀ (ᄀᰀᄀጀጀሀऀᰀᜀᤀᬀᘀጀἀᜀ

ᄀἀЀ +,ᴀ(ᴀᰀ#ἀ*"$ᰀᴀЀ %ᴀḀḀᴀЀ ,"-1"ᴀ(#ᴀЀ %$&,'Ѐ ἀ&&ᴀᰀ",ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ Ḁἀ Ѐ -$ +"Ḁἀ*"$ᰀᴀЀ %"Ѐ )ᰀ Ѐ 3(-1ᴀ%ἀ4Ѐ -1ᴀЀ " Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ#,$&ᴀ,ἀᰀᰀ$Ѐ%"(+$ᰀ"!"ḀᴀᔀЀ)ᰀ"#ἀ ᴀᰀ#ᴀЀἀḀЀ-$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ-$ +Ḁᴀ#$Ѐ%ᴀḀ Ѐ!ἀᰀ%$ Ѐ./00ᔀЀ+,ᴀ(($ЀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ %ᴀḀḀἀЀ ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀĀἀ,"-"&ᔀЀ ("#ἀ Ѐ"ᰀЀ ଀"ἀЀ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀ Ѐ890.Ѐ:Ѐ Ā"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀᔀ Ѐἀ+ᴀ,#ἀ Ѐ"ḀЀ Ḁ)ᰀᴀ%;ᔀ Ѐ ᴀ,-$Ḁᴀ%;Ѐ ᴀЀ ЀЀᴀЀЀЀ ᰀ ЀЀ ЀЀ $ᰀ%ἀ*"$ ᨀ ЀЀᴀЀЀḀЀЀЀЀḀЀἀЀЀЀ ЀЀ % ,ᰀᴀ#ЀЀ ЀЀ ("#$ Ѐ "ᰀ#ЀЀᴀЀЀЀ "ḀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ$ % &ᴀᰀᴀ,%;Ѐ %ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ <ጀ// Ѐ ἀḀḀᴀЀ $,ᴀЀ 0.ጀᜀ/ᔀЀ $Ѐ -$ᰀ()Ḁ#ἀᰀ ЀЀ ЀЀ#ЀЀጀ ЀЀጀ" "-"& ЀЀ ,ЀЀЀЀ ЀЀᴀ-ἀ ᰀ ЀЀ ===ጀ6$ᰀ%ἀ*"$ ЀЀ ЀЀ,"ጀ ЀЀ $ Ѐ(ЀᴀЀЀ## "Ѐ"ЀЀЀ #Ѐ)##ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ +ᴀ, ЀЀ฀ऀ ЀЀ ऀऀ ฀ ऀЀЀఀഀ ЀЀ ऀऀ ЀЀऀЀЀက89က‫܀‬Ȁ Ѐ>ЀḀ Ѐ ሀЀЀ฀Ѐ฀ ЀЀ4ЀЀЀЀЀ $ ЀЀ Ѐ3Ѐ!ἀᰀ% ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ#ᴀ ᴀ(ᴀᰀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀ %ᴀᰀ*ἀЀ% Ѐ(Ѐ-ἀ Ѐ%Ѐ"ЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ,ЀЀЀЀ "ᰀᴀ ‫؀‬ḀЀЀ#ЀЀЀᴀЀЀЀ ЀЀ ‫؀‬Ѐ($22ᴀ##"Ѐ"ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"ЀἀЀ,"-1"ᴀ%ᴀ,ᴀЀḀሀἀ((ᴀ2ᰀἀ*"$ᰀᴀЀ%"Ѐ6$ᰀ%"Ѐ+ᴀ,Ѐ"ḀЀ6"ᰀἀᰀ*"ἀ ᴀᰀ#$Ѐ%"Ѐ+,$2ᴀ##"ЀЀ,"6ᴀ,"!"Ḁ"Ѐἀ"Ѐ(ᴀ##$,"Ѐ ()%%ᴀ##"ᔀЀ %ᴀ!!$ᰀ$Ѐ "ᰀ&"ἀ,ᴀЀ ḀᴀЀ Ḁ$,$Ѐ ,"-1"ᴀ(#ᴀᔀЀ ᴀ(-Ḁ)("&ἀ ᴀᰀ#ᴀЀ #,ἀ "#ᴀЀ ,ἀ--$ ἀᰀ%ἀ#ἀЀ +$(#ἀḀᴀЀ -$ᰀЀ ἀ&&"($Ѐ %" ,"-ᴀ&" ᴀᰀ#$ᔀЀ"ᰀ%","**ἀᰀ%$ḀᴀЀἀ7 ᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀĀἀ((ἀЀ%"Ѐ‫("܀‬+ἀ, "$Ѐ%"ЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀ଀"ἀЀ‫("܀‬$,2" ᴀᰀ#$ᔀЀ8?0/?0.Ѐ:Ѐ///@ᜀЀĀ"&"#ἀ&ᴀ--1"ἀЀༀ‫ऀ܀‬ᬀጀ ଀ᄀጀ᐀ሀऀఀഀ฀฀ऀ:ऀ ሀጀऀᘀጀ᐀ᘀ ᄀᔀᘀሀጀᜀऀ᐀ᜀ*ऀᤀᜀἀἀሀᰀᜀऀ᐀ᘀऀᄀᬀᬀᄀᰀἀᜀጀᜀጀᔀᄀऀ᐀ᜀ*ऀᬀᰀሀ3ᜀἀἀሀ% Ѐᰀ$ᰀ Ѐ Ѐ ЀᴀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ"ᰀ%"-ἀ#$ Ѐ ЀЀЀ Ѐ($+,ἀ Ѐ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀᴀḀḀ$ Ѐ5Ѐ ) Ѐ%Ѐ ἀЀЀЀЀЀ ЀЀЀ Ѐ%"&ᴀ,($ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀЀ $%$ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀ"#ᴀ Ѐ(+ᴀ Ѐ % ЀЀᴀЀЀЀЀЀ ἀᰀ% Ѐ%$ Ѐ ЀḀᴀ Ѐ ЀЀЀ ἀ*"$ᰀᴀЀЀЀ ,ЀЀЀЀ Ѐ Ѐ ЀЀЀЀ-$ᰀ("%ᴀ ᴀ(ᴀЀЀЀЀ"ᰀ ЀЀЀЀ+Ѐ ,ЀЀЀЀ Ѐ က$ᰀ ЀЀ ЀЀЀЀ(ἀ,ἀᰀᰀ$ ,ЀЀ +ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ἀ#ἀ Ѐ ЀЀЀЀ #ἀЀЀЀ ᴀ%ᴀ#ЀЀЀЀ Ѐ+Ѐ,ЀЀЀЀ ḀἀЀЀЀ ЀἀЀḀЀЀЀЀ ᰀ#ᴀЀЀЀ ЀЀ ᴀЀЀЀЀ ЀЀ ()Ѐ -ЀЀᴀ(("&ἀ #ᴀЀЀЀЀ Ѐ(+ᴀ% Ѐ "ЀЀЀЀ ЀЀ ḀЀЀᴀЀЀЀЀ ЀЀᴀḀ Ѐ5Ѐ) ЀᴀЀЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ*ἀ ЀЀᴀЀЀᰀ ЀЀ ᰀ Ѐἀ++ Ѐ ἀЀЀ,#ᴀ Ѐ%" Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ #ЀЀ#Ѐ$Ѐ,ᴀ (ЀᴀЀЀЀЀ Ѐ%ЀᴀЀЀḀЀЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀ ἀЀЀ*"$ᰀ" ЀЀ"Ѐ"ᰀ Ѐ% Ḁᴀ Ѐ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀЀ ЀЀᴀᰀ#" ᰀ ЀЀ -$ᰀ#ᴀ ᴀጀ ЀЀ ḀЀЀЀЀ Ѐ+$( Ѐ #ἀ Ѐ#Ѐ"ЀЀЀ !,$ЀЀЀ Ѐ"ḀЀ ЀЀЀ ЀЀ ЀЀЀ Ѐ6ЀᴀЀЀ%ᴀ ЀЀ ЀЀЀ ЀЀ 6ЀЀἀЀ,' ЀЀЀ ἀḀᴀЀ ЀЀ ЀЀ5) Ḁἀ ࠀᴀ,Ѐ #)##"Ѐ "Ѐ -1"ἀ," ᴀᰀ#"Ѐ "ᰀЀ $,%"ᰀᴀЀ ἀḀЀ -$ᰀ#ᴀᰀ)#$Ѐ %ᴀḀЀ !ἀᰀ%$Ѐ ᴀ%Ѐ ἀḀḀᴀЀ ,ᴀḀἀ#"&ᴀЀ +,$-ᴀ%),ᴀᔀЀ "Ѐ ($22ᴀ##"Ѐ "ᰀ#ᴀ,ᴀ((ἀ#"Ѐ +$(($ᰀ$Ѐ,"&$Ḁ2ᴀ,("ЀἀḀḀἀЀ(ᴀ2,ᴀ#ᴀ,"ἀЀ%ᴀḀḀἀЀᨀ$ᰀ%ἀ*"$ᰀᴀЀἀḀЀ#ᴀḀᴀ6$ᰀ$ЀᰀጀЀ/᐀AAጀᜀB.<᐀Ѐ:Ѐ/᐀AAጀ.@0᐀.ጀ ᨀ਀ကԀȀᤀ‫਀؀‬ကഀЀĀጀ‫܀‬ጀЀĀ‫؀‬Ā‫؀଀؀‬ఀȀ଀ഀĀĀ฀‫؀‬ȀЀ ‫؀‬ᄀЀࠀ‫܀‬ഀ̀‫؀‬Ԁഀကఀഀ

Ȁ&&ጀЀ଀"ᰀ-ᴀᰀ*$ЀĀἀ--"ἀ2Ḁ"ἀ


interni provincia viterbese

2 10

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 2010 Mercoledì11Ottobre Giugno 2011

TUSCANIA

Tre le tuscanesi che sfileranno per il ‘titolo’ il 25 giugno a Grosseto: Cristina Piro, Alessandra Musizza e Ilaria Granieri

Miss Maremma ha le sue finaliste di VALERIA SEBASTIANI

T

uscania ha finalmente le sue tre finaliste per Miss Maremma, il concorso di bellezza che eleggerà il 25 giugno prossimo, a Grosseto, il volto deputato a rappresentare la Maremma nel mondo.

Cristina Piro

Saranno 45 le finaliste, elette in 15 comuni di Lazio e Toscana e tra loro anche tre tuscanesi. La finale di Tuscania si è tenuta la scorsa domenica 29 maggio. In una piazza Basile gremita di pubblico, 19 splendide ragazze hanno sfilato con gli abiti messi a disposizione per la serata

Federica Cordella

da negozi di moda locali: New Loft, Ironia, F.M. Boutique e Segnali di Moda. Nella giuria il presidente della Pro Loco, associazione promotrice dell’evento, Luigi Pierdomenico, Franco Agostinelli, Stefano Ciccioli, Luigi Cardarelli, Giovanna Mancini, Arianna Pacini, Olena Zharikova, Valeria Sebastiani e gli assessori Stefano Maccarri e Franco Fiorini. Prima classificata Cristina Piro, seconda Meriam Farga e terza Elena Madalina Jiga. Soltanto Cristina Piro, delle tre finaliste elette potrà accedere alla finale di Grosseto. Meriam Farga ed Elena Madalina Jiga si sono infatti classificate nella selezione comunale alla quale potevano legittimamente partecipare, ma non possono accedere alla finale per mancanza del requisito di cittadinanza italiana, come previsto dal regolamento. Meriam infatti è di nazionalità marocchina e la Jiga, rumena, otterrà il requisito richiesto soltanto tra tre mesi. Al loro posto gareg-

TUSCANIA- Durante un’esercitazione è stato ripulito il fontanile delle ‘Mandrie’

Protezione Civile da 10 e lode D

omenica mattina 29 maggio, i volontari liberi da impegni, si sono presentati nella sede della Protezione Civile di Tuscania per dar luogo ad una esercitazione pratica all’uso di due idrovore. Dopo aver individuato la zona per effettuare l’esercitazione, l’impegno e la professionalità di questo gruppo ha fatto sì che tutto si svolgesse regolarmente. Sono esercitazioni nelle quali è importante la sinergia e l’affiatamento che alla Protezione Civile di Tuscania non mancano, quindi tutti han-

no potuto cimentarsi nelle procedure operative all’uso di tali mezzi di aspirazione acqua. Al termine ed avendo a disposizione ancora del tempo si è deciso di operare in un gesto civico esemplare. I volontari hanno svuotato tutta la grande vasca del Fontanile di Montefiascone loc. Le Mandrie Tuscania (luogo dell’esercitazione) e di pulirlo da quanto c’era dentro. Oltre alle alghe alghe, è stato tolto vario materiale edile, parecchi ‘preservativi’ e una batteria d’auto. Non c’è che dire l’inciviltà nel disfarsi dei rifiuti non

ha limiti. Prossimamente in concomitanza col periodo di pronto intervento antincendio boschivo, periodo dal 15 giugno al 30 settembre, la Protezione Civile di Tuscania promuoverà un’altra interessante esercitazione nella pratica dell’uso delle radio trasmissioni d’emergenza e prova di copertura radio nel territorio tuscanese e provinciale, il tutto con la supervisione di radioamatori e operatori radio CB. Durante l’esercitazione si avrà modo di usare diverse tipologie di ricetrasmettitori operanti su varie frequenze.

CANINO - Il nuovo primo cittadino racconta esperienza elettorale ed ambizioni future

Mauro Pucci, il sindaco della gente di GIOVANNI CORONA

D

opo la conclusione delle elezioni amministrative 2011 che hanno interessato 21 comuni della provincia di Viterbo, dallo scrutinio caninese è emerso che Mauro Pucci, della lista “Rinnovamento Caninese”, è stato eletto sindaco con 1766 preferenze, equivalenti al 49,29% dei votanti. Sindaco Pucci, si aspettava questo successo? Io sono sempre stato ottimista, ho avuto una sensazione positiva sin dall’inizio: una sensazione che si è rafforzata nel momento in cui mi sono reso conto che ero riuscito a creare una lista con ottimi candidati. Ero sicuro che con una campagna pulita ed un giusto programma la gente ci avrebbe

premiati… e così è stato. Dopo 10 anni di amministrazione del Partito Democratico, con la sua elezione è stato palese un cambio di rotta politica. Avendo fatto parte dell’opposizione per ben 5 anni, mi sono reso conto di quali sbagli la precedente amministrazione abbia commesso: credo che le persone alla �ne puniscano un’amministrazione comunale per le decisioni sbagliate che prende. Personalmente sono convinto che la cosa più importante che una maggioranza possa fare sia quella di stare vicino alla gente e capire di cosa ha veramente bisogno. Quali punti del programma elettorale intende attuare sin da subito? Puntare sulle risorse del paese:

le acque termali ad esempio, di cui si parla tanto da 50 anni e per le quali credo che ora sia il momento opportuno per riuscire a fare qualcosa di concreto. Altro obiettivo importantissimo sarà quello di rivalorizzare l’olio, che è uno dei prodotti principali della nostra terra. Ha un messaggio per suoi elettori elettori? Voglio solo dire loro che li ringrazio in�nitamente per la �ducia ed il compito che mi hanno dato attraverso il voto: spero di non deluderli. E’ mia intenzione risolvere in breve tempo tutte le mie questioni lavorative private per dedicarmi a tempo pieno al paese, perché a Canino c’è bisogno di lavorare per dare un futuro migliore ai cittadini.

geranno per il titolo di Miss Maremma Alessandra Musizza e Ilaria Granieri, quarta e quinta classificata ad un punto di differenza dalla terza. Saranno Cristina, 24 anni, Alessandra, 19 e Ilaria 16 a tenere alto il nome di Tuscania a Grosseto. Intanto a tutte le concorrenti va il ringraziamento per aver reso possibile con la loro partecipazione un evento che ha aperto alla grande l’estate tuscanese. La serata infatti è stata un successo. Le sfilate sono state intervallate da piacevoli intermezzi offerti dalle ballerine della ‘Fabrica del movimento’ di Elisabetta Francini e della scuola di flamenco di Anna del Vacchio, alla quale va anche il merito di aver condotto egregiamente la serata in qualità di presentatrice. Momenti di grande spettacolo poi, con la splendida voce di Federica Cordella. Vera star della serata, Federica, come sempre, non ha mancato di suscitare emozioni con la sua presenza scenica unica.

Alessandra Musizza

Ilaria Granieri

Gradevolissimo intermezzo anche la sfilata di bellissime tuscanesi che, fuori concorso per l’età superiore ai 26 anni, hanno dato il giusto risalto alle ‘mise’ offerte dalle boutique che hanno partecipato alla serata. Un’ organizzazione impeccabile, sottolineata dalle musiche scelte dal dj Fulvio

Franceschini ed immortalata dagli scatti dei Fotografi Renato e Renzo. Chi vorrà un ricordo dell’evento, potrà recarsi nello studio di Renato, in via Roma o, per Renzo, già fotografo di sfilate e modelle, al bar ‘S. Marco’ di Tuscania, dove sono disponibili tutti i ‘provini’ della serata.


& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

provincia viterbese

11

MONTEFIASCONE

Il sindaco Cimarello ha incontrato il responsabile Astral Di Maddalena per valutare la messa in sicurezza della Cassia

Semafori intelligenti, a breve l’installazione di MICHELE MARI

In tempi molto brevi installeremo i semafori intelligenti sulla Cassia nella frazione di Zepponami”. Così il sindaco Luciano Cimarello dopo il sopralluogo-incontro con il responsabile Astral l’architetto Di Maddalena, di cui il tratto di Cassia è di competenza, avvenuto nella tarda mattinata di ieri nei pressi della famigerata curva di Montisola teatro dell’ultimo gravissimo incidente stradale in cui ha perso la vita il giovane Marco Brigliozzi. Il Comune ha dovuto interloquire con la società Astral in quanto proprietaria della strada. Presenti, oltre al sindaco, anche il comandante dei vigili urbani maggiore Luigi Salvatori, il consigliere Nando Fumagalli, l’ingegnere Maurizio Di Giambattista, vi hanno assistito anche alcuni abitanti della zona. “Sono veramente soddisfatto

dell’incontro -ha continuato il primo cittadino- in quanto l’Astral ha dato la piena disponibilità all’installazione dei semafori intelligenti. Entro lunedì dovranno pervenire le offerte in Comune e quindi, subito dopo, si acquisteranno i macchinari che saranno a nostro totale carico di spesa, il tutto per poter risolvere quanto prima il problema divenuto ormai estremamente importante e necessario”. I due semafori intelligenti saranno installati il primo all’incrocio con via Fetoni andando da Monte�ascone verso Zepponami poco prima della curva di Montisola, e l’altro di fronte all’incrocio della stazione salendo da Viterbo. Oltre ai due semafori sarà installato anche un autovelox prima della curva di Montisola in direzione Viterbo per cercare di far rallentare ulteriormente la velocità della autovetture che transitano in discesa a velocità generalmente sostenuta. Per questo autovelox verrà fatta tempestivamente un’ulteriore richiesta all’Astral. Il sindaco ha poi consegnato al responsabile Astral due richieste di autorizzazioni a cui già è stato dato il nulla osta verbale: la prima per poter installare i semafori intelligenti, la seconda per poter ripristinare, sempre a spese del comune, la segnaletica orizzontale mancante in alcune importanti zone. “La nuova amministrazione -ha aggiunto Luciano Cimarello- ha fatto tutto quanto era possibile e necessario per rendere �nalmente sicura la strada. Ora sta anche

MONTEFIASCONE - Festa grande per la Repubblica

Il Tricolore invade il Colle M alle persone avere il buon senso di andare ad una velocità moderata”. Il consigliere (per ora perché molto probabilmente diventerà assessore nel prossimo consiglio comunale che è stato già �ssato per sabato 4 giugno dove verranno comunicate gli

assessorati con le rispettive deleghe) Nando Fumagalli ha aggiunto: “ Abbiamo cercato di risolvere questo problema della pericolosità della strada che ha causato molti incidenti mortali. Speriamo che questi interventi siano esaustivi”.

BOLSENA - L’appuntamento è uno dei più importanti nel florovivaismo nazionale

Fervono i preparativi per la Festa delle Ortensie G

iunta alla sua 9^ edizione, “La Festa delle Ortensie”, che si terrà a Bolsena dal 17 al 19 giugno prossimi, è ormai da considerare fra i grandi appuntamenti del �orovivaismo nazionale. A rimarcare questa invidiabile etichetta, non solo la qualità dei vivaisti provenienti da ogni parte d’Italia, ma lo scenario naturale in cui la manifestazione si svolge. L’esposizione ha luogo, infatti, in prossimità delle rive del lago vulcanico più grande d’Europa, all’interno di una regione, la Tuscia, situata a nord del Lazio, di grande interesse dal punto di vista artistico, archeologico, storico-religioso ed enogastronomico. Organizzata dal Comune di Bolsena, dalla Camera di Commercio di Viterbo e dall’”Associazione Amici delle Ortensie”, la rassegna è attesa con grande interesse da esperti, collezionisti ed appassionati di questo affascinante �ore. A dimostrazione dell’importanza e dello spessore che la manifestazione ha saputo conquistarsi nelle precedenti edizioni, dallo scorso anno, sponsor uf�ciale dell’evento è la Società “Linfa S.p.A. - Cura Del Verde”,

azienda di primaria importanza a livello nazionale nella produzione di articoli per la cura delle piante, concimi, anticrittogamici, ecc.. L’esposizione avverrà lungo l’intero asse viario che va da Porta Fiorentina a Piazza S. Cristina e, quindi, lungo i Corsi Cavour e della Repubblica, al centro dei quali si trova P.zza Matteotti che verrà anch’essa interamente occupata dagli stand espositivi. La tradizione dell’ortensia nell’arredamento urbano della città è molto antica, tanto che oggi il magni�co lungolago ed altri caratteristici luoghi sono letteralmente invasi da queste piante ornamentali, originarie della Cina e del Giappone, che nel periodo dell’esposizione raggiungono la massima �oritura con colori che vanno dal bianco, al rosa, all’azzurro. Nel corso della rassegna, sarà possibile visitare anche il Giardino Botanico, situato sul lungolago, che raccoglie molte delle oltre mille varietà di ortensie oggi esistenti al mondo. La catalogazione è avvenuta per famiglie e variano da quelle più originali e rare a quelle più antiche. Protagonista di questa

edizione della manifestazione sarà l’AIRC, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, che ha voluto essere presente con una iniziativa di grande interesse sociale: “Una Ortensia per la Vita” nel corso della quale verranno presentate due nuove cultivar di ortensia realizzate proprio a Bolsena. I nomi che verranno dati a queste due nuove cultivar saranno gli stessi che portano due donne, socie dell’Associazione, che hanno lottato e vinto il terribile male. L’AIRC sarà presente a Bolsena anche con un suo proprio stand dove sarà possibile informarsi sul-

le attività dell’Associazione, sulle iniziative che la stessa intraprende e sulle modalità di adesione. Nel corso della manifestazione verranno presentate altre diverse cultivar, di grande effetto visivo, provenienti da paesi esteri, quali il Giapppone, gli Stati Uniti e l’Olanda. Non mancherà il consueto itinerario enogastronomico, curato come sempre in collaborazione con lo Slow Food Condotta del Lago di Bolsena e Maremma Laziale, dove i visitatori potranno anche gustare le specialità enogastronomiche della Tuscia. (F.M.)

onte�ascone vuole celebrare alla grande il 2 giugno, con impegni continui per l’intera mattinata, per ricordare la nascita della Repubblica. “Le Associazioni di Monte�ascone –esordisce una nota a nome degli organizzatori- che già il 17 marzo, in occasione della ricorrenza del 150° anniversario dell’ unità d’ Italia, avevano promosso una iniziativa analoga, hanno inteso festeggiare la data del 2 Giugno con una manifestazione pubblica, quale naturale seguito, anche di signi�cato simbolico, per celebrare la Festa della Repubblica”. “Il programma prevede –continua la nota- la S. Messa alle ore 10.30 presso la Cattedrale di S. Margherita, la s�lata �no a Piazza Vittorio Emanuele dove si esibiranno la Banda Musicale Cittadina, la Corale S. Margherita e la Compagnia Teatrale G. Zerbini, ed una rievocazione della ricorrenza da parte di uno storico. La cerimonia terminerà, dopo un brindisi di augurio, con la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti, iniziativa già messa in programma ad opera della Pro-Loco, come conclusione comune e condivisa dei principi ispiratori della manifestazione. L’ iniziativa ,infatti, che si svolgerà sotto il patrocinio del Comune e con la partecipazione del Sindaco, vuole essere una testimonianza di presenza da parte delle Associazioni che l’hanno promossa, nonché di riconoscimento nei principi e nei valori della Costituzione della Repubblica (non a caso ai presenti sarà offerta una pubblicazione con il testo integrale della Costituzione) e di volontà unitaria di perseguimento, nell’ ambito degli scopi statutari di ciascuna Associazione, degli interessi civili generali”. Ecco le associazioni che parteciperanno alla manifestazione: Ass.ne Nazionale Carabinieri Sezione Monte�ascone, Ass.ne Fiordini Onlus, Ass.ne Nazionale Mutilati Invalidi di Guerra, Ass.ne

Culturale “G. Zerbini” Ass.ne Lirico - Sinfonica”G. Verdi”, Ass.ne Socio - Culturale “Praticamente”, Corpo Bandistico Città di Monte�ascone, Corteo Storico Falisco Monte�ascone, Corale “Santa Margherita”, Comitato festeggiamenti Parrocchia “San Flaviano”, Comitato festeggiamenti “San Pancrazio”, Comitato Festeggiamenti 1° Maggio “Le Mosse”, Comitato “Madonna SS.ma delle Grazie”, Comitato “Madonna della Vittoria”, Comitato Madonna Madre della Chiesa (Paternocchio) Pro Loco Giovani Monte�ascone, C.I.C. Circolo “ L’ A c r o p o li”, Circolo MF 80 (“Il Cantinone”), A S . VO. M . , Associazione di Solidarietà Falisca, A.V.I.S. Sezione Monte�ascone, Borgo in vetrina Associazione Centro Comm. Naturale, Confraternita “Madonna della Valle”, A.S. Monte�ascone Calcio, G.C.D. Falisco “Amici della Billa”, Club Est Est Est 500, Motoclub Centauro Falisco a.s.d. Ad ogni partecipante sarà distribuito un opuscolo della costituzione italiana offerto dalla Banca di Viterbo. Tutte le associazioni vogliono ringraziare vivamente il dottor Augusto Goletti, direttore dell’archivio di stato, per la preziosa collaborazione. Proprio per onorare questa festività l’amministrazione comunale ha voluto riempire le vie principali della città con numerose bandiere tricolori. “L’amministrazione comunale - esordisce il consigliere Renato Trapè- intende proseguire i festeggiamenti del 150esimo anniversario dell’Unità Nazionale iniziati con il commissario prefettizio. Proprio per la festività del 2 giugno tutto il centro risplenderà di tricolori. Oggi (ndr ieri) sono già stati messi i tricolori a Corso Cavour e all’inizio di via Nazionale. Poi toccherà a via Trento, via Santa Lucia Filippini e a piazza Vittorio Emanuele”. (M.M.)


2 12

interni provincia viterbese

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 2010 Mercoledì11Ottobre Giugno 2011

ACQUAPENDENTE

Primo consiglio comunale all’insegna della collaborazione futura con la minoranza

Bambini e ‘l’amministrazione partecipata’ di FULVIO MEDICI

S

i è svolto intorno alle 19,00 di lunedì scorso, il primo consiglio comunale di Acquapendente, dopo il responso elettorale dello scorso 16 maggio. Il confermato sindaco, Alberto Bambini, a presentare la squadra di maggioranza che sederà in aula consigliare. Nomine di assessori e primo confronto con i quattro dell’opposizione, capeggiata dal candidato a sindaco, Franco Ferri, della lista ‘Uniti per Acquapendente’. Tutto secondo le previsioni, già anticipate nelle nostre pagine di domenica e qualche nuova indiscrezione sulle deleghe. A ricoprire il ruolo di vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, attività produttive e sport, sarà Maicco Pifferi, Alessandra Terrosi sarà l’assessore alla cultura e turismo, Paola Sera�nelli, assessore alla sanità e servizi sociali e Claudio Speroni ricoprirà, per il secondo mandato consecutivo, l’assessorato all’ambiente, verde pubblico e gestione sostenibile del territorio. “Un caloroso benvenuto a tutti i consiglieri, soprattutto

ai nuovi”. Così Alberto Bambini, ha salutato i consiglieri di maggioranza e minoranza, presenti al completo, durante la prima seduta del nuovo consiglio comunale. Le materie non delegate espressamente agli assessori rimangono, per legge, di competenza del Sindaco con particolare riferimento ai servizi inerenti il personale. Al discorso del Sindaco hanno fatto seguito gli interventi di Anna Belardi che, come capogruppo della maggioranza in consiglio comunale, ha voluto porgere i saluti al primo cittadino e ai consiglieri confermando l’impegno di tutti a lavorare insieme per il bene della comunità. Inoltre, Bambini ha attribuito ai seguenti consiglieri gli obiettivi di programma in collaborazione con gli assessorati competenti e lui stesso: Anna Belardi, per l’attuazione di programma in materia di pubblica istruzione e scuole; Andrea Occhione, programmazione urbanistica e territorio; Claudia Pelosi, pari opportunità, politiche giovanili e rapporti con l’Università; Fabio Facciolini bilancio sociale e attività produttive (SUAP).

ACQUAPENDENTE - Riserva Naturale di Monte Rufeno

Un volume per il Parco con dedica particolare V La parola è poi passata all’opposizione, con Franco Ferri. Gli auguri alla nuova giunta, d’obbligo, come il ribadire i punti che hanno caratterizzato la campagna elettorale della propria lista, punti che saranno alla base dell’attività in seno al consiglio comunale. Trasparenza, legalità e sviluppo, questi i temi sui quali, lo stesso Ferri, insieme a Jacoponi, Bedini e Brenci, baseranno la loro attività in consiglio comunale Obiettivo principale sarà il coinvolgimento sempre maggiore della popolazione alle scelte dell’amministrazione, la parteci-

pazione dei cittadini come punto di forza del lavoro comune, “daremo voce ai cittadini – ha dichiarato Bambini –, miglioreremo gli strumenti previsti dallo Statuto comunale e faremo della partecipazione il metodo delle scelte degli obiettivi futuri” “Rinnovo gli auguri a tutti di una pro�cua collaborazione per i prossimi cinque anni – ha concluso il Sindaco -, ringrazio i cittadini presenti così numerosi, cosa che purtroppo non accade spesso di vedere alle sedute del consiglio, sperando che questo sia solo l’inizio di una nuova forma di partecipazione”.

BOLSENA - Al S. Francesco giovani attori conquistano il pubblico con le rappresentazioni conclusive del laboratorio

Rassegna teatrale ‘Arteam Jobel’ V

enerdì 27 e Sabato 28 maggio, presso il Teatro S. Francesco, si sono svolte le serate conclusive dell’Arteam Jobel Teatro Laboratorio: la scuola teatro che da anni opera sul nostro territorio formando bambini e ragazzi all’arte teatrale. Le serate hanno visto protagonisti gli allievi dei tre corsi della scuola teatro con altrettanti saggi che si sono rivelati veri e propri spettacoli. Venerdì, il Corso Intermedio, impegnato nel racconto della favola di “Cenerentola”, ha rivelato talenti e capacità ben al di sopra della giovane età degli allievi (tra i 10 e i 12 anni), che per un’ora hanno sostenuto lo spettacolo e coinvolto il pubblico in un frizzante alternarsi di

scene teatrali, coreogra�e e canti, all’interno di uno spettacolo con personaggi caratterizzati e studiati per risaltare le capacità di ogni singolo allievo. La serata di Sabato si è aperta con la favola de “Il Brutto Anatroccolo”: allievi dai 5 ai 7 anni hanno raccontato la storia dell’anatroccolo diverso dai suoi compagni che trova la sua strada diventando un meraviglioso cigno. Bene si muovono su un grande palcoscenico questi piccoli giovani attori, e commovente è la domanda che alla �ne della storia rivolgono in coro al pubblico: siamo capaci di non lasciarsi ingannare dalle apparenze? Tema quanto mai complesso e affrontato anche nello spettacolo successivo: “La

Bella e la Bestia” portato in scena dagli allievi del Corso Intermedio – Avanzato. S�da non facile per questo gruppo di ragazzi tra i 13 e i 18 anni che dall’anno scorso (con lo spettacolo “Sette spose per sette fratelli”) si cimenta con un genere così dif�cile come il Musical, dove è fondamentale riuscire a padroneggiare la recitazione, elementi di canto e di danza. La storia coinvolge il pubblico e lo porta in atmosfere lontane: in un originale paesino, in un castello dove gli oggetti parlano, danzano e cantano. Stupisce ancora una volta l’energia, la passione e la bravura di questi ragazzi che sembrano quasi attori professionisti per la capacità multiforme di stare sul palcosce-

nico. “Una scuola di teatro così deve essere l’orgoglio del nostro comune – dice a conclusione della rassegna il sindaco di Bolsena Paolo Dottarelli – dove bambini e ragazzi crescono in un ambiente sano, acquisiscono conoscenze tecniche, imparano a confrontarsi con i compagni.”

errà presto presentato il volume di 96 pagine, realizzato da Roberto Papi, Luca Luiselli e Lorenzo Rugiero, che va ad arricchire la bibliogra�a ambientale aquesiana, dal titolo: “Atlante dell’avifauna ed erpetofauna della Riserva Naturale Regionale Monte Rufeno”. All’interno la splendida dedica a Egidio Leandri guardia-parco, scomparso lo scorso settembre ed al suo amore per Monte Rufeno “Sarai sempre con noi, ti troveremo in ogni albero lassù nella foresta”, (augurandoci di veder presto intitolato a suo ricordo almeno un sentiero della riserva o meglio ancora la ‘sala Chico Mendes’, con tutto il rispetto, per il sindacalista brasiliano). Un iniziativa voluta e �nanziata da partner come, l’Agenzia Regionale Parchi del Lazio, il comune di Acquapendente, la riserva naturale di Monte Rufeno e la regione Lazio (Parchi e Riserve Naturali). “Questa pubblicazione” sottolinea il sindaco di Acquapendente e Presidente della riserva, Alberto Bambini, “ha lo scopo di contribuire ad aumentare in tutti gli aquesiani la consapevolezza di interagire con un patrimonio signi�cativo da un punto di vista naturalistico, che rappresenta una risorsa da tutelare e valorizzare in maniera partecipata con le diverse istituzioni, per far crescere la qualità della vita ma anche il benessere socio-economico”. “L’obiettivo che ci proponiamo come area protetta con questo volume che fa parte integrante della collana degli atlanti locali”, sottolinea il direttore Massimo Bedini, “consiste nel promuovere con ancora più decisione l’importanza della conservazione della biodiversità, ma in un contesto dinamico ed attivo. Attraverso una gestione in continua evoluzione, che si adegui alle trasformazioni dei

tempi e che mantenga constante l’aspirazione a superare i propri con�ni, sempre più condizionando i comportamenti pubblici e privati e le politiche territoriali”. Molti i collaboratori che hanno permesso la stesura: Marco Mattei (assessore ambiente e sviluppo sostenibile della regione Lazio), Luca Fegatelli (direttore dipartimento istituzionale e territorio della regione Lazio), Stefano Cresta (dirigente biodiversità, reti ecologiche, geodiversità, dell’agenzia regionale per i parchi), Ivana Pizziol (coordinamento del progetto ‘atlanti locali’ dell’agenzia regionale parchi), Gianluca Forti (testi), Antonella Palombi (revisione testi), Luca Colonnellli (collaborazione per la ricerca), Massimo Bellavita, Marco Capra, Sabrina Di Francesco, Matteo Faggi, Gianfranco Gelsomini, Roberto Mancini, Alice Manenti, Moica Piazzai, Claudio Strappafelci (collaborazione per la raccolta dati), Roberto Antonini, Stefano Celletti, Luciana Graziani, Angelo Meschini, Angela Rositi (fotogra�e ed illustrazioni), Raffaella Gemma (progetto gra�co ed impaginazione) e, in�ne, per la stampa, la Gra�ca Giorgetti srl. Che ha utilizzato carta ‘Ferdrigoni’, ecologica e certi�cata FSC. (F.M.)


provincia viterbese

& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

13

VETRALLA

Dopo 28 mesi dall’ultimo consiglio comunale si è insediata la nuova squadra di governo

Il primo giorno di Sandrino Aquilani... III di DANIELE CAMILLI

I

nizia così. A 28 mesi di distanza dall’ultimo consiglio comunale, quando Massimo Marconi era Sindaco e Pierluigi Marini Presidente. E si discuteva ancora di Vetralla Servizi. Oggi invece a Vetralla, sullo scranno più alto – quello del Sindaco – siedono gli oltre 3 mila voti di Sandrino Aquilani. Accanto a lui i nuovi assessori e delegati. Chiamati uno ad uno a �rmare l’incarico ricevuto. Dopo il giuramento del Sindaco, con tanto d’applauso ogni volta che qualcuno di loro s’inerpicava tra i banchi della giunta stringendo in�ne la mano al Primo cittadino. Giulio Zelli: vice Sindaco e assessore alle politiche sociali, scolastiche e giovanili. Dario Bacocco: patrimonio, agricoltura, ecologia e ambiente. Francesco Biancucci: bilancio, programmazione, tributi e politiche per l’integrazione. Maurizio Sensi: urbanistica, casa e centro storico. Santino De Rinaldis: lavori pubblici, manutenzione verde pubblico e servizi cimiteriali. Cinque assessori, di cui 3 dell’ex esecutivo di Massimo Marconi.

Le deleghe. Michele Vittori: cultura e comunicazione. Elio Ferri: sport. Mauro Patrignani: protezione civile. Giuseppe Venanzi: politiche comunitarie, personale e sempli�cazione amministrativa. Filippo Cancellieri: commercio e attività produttive. Sandro Baroni: sanità e sicurezza. Presidente del Consiglio, Venanzi. E il Vice sarà Ferri. Incarichi divisi a seconda delle aree politiche di appartenenza e al loro interno sulla base dei voti ottenuti. In mezzo, la variante Fli di Biancucci. Con un partito, il suo, al tempo stesso di maggioranza e d’opposizione. Non dimentichiamoci infatti che Roberto Santoni (presidente del Circolo Fli-Etruria) è all’opposizione. Ma Futuro e Libertà ha di per sé due anime che già in campagna elettorale – e non solo – hanno preso strade diverse. Di fronte a Sandrino, almeno una cinquantina di persone ad assistere e ascoltare. Curiosi, imprenditori, esponenti politici. Il maresciallo dei Carabinieri, Angelo Ciardiello, e il dirigente dei Vigili Urbani, Ivo Aquilani. Alla sua destra, la maggioranza di governo. Compatta anche per quel che riguarda i banchi scelti

VALLERANO - Le accuse dell’opposizione

“Sindaco Giovannini non sei democratico!” di SIMONA TENENTINI

L per sedersi. Due �le simmetriche. L’una dinanzi all’altra. In un’Aula consiliare che – dopo la riforma del numero dei consiglieri – lascia vuota qualche sedia. Alla sinistra montagnardi, giacobini e arrabbiati. Per Vetralla, Passione Civile e BeneComune. Nell’ordine: Udc, Pd, movimento e Sel. Giovanni Gidari, Carlo Postiglioni, Sandro Costantini, Franco Coppari e Giulio Ferrara. La loro è invece una disposizione asimmetrica. Davanti Gidari e Postiglioni. Dietro leggermente spostati sul-

la destra, gli altri tre. E a breve ci sarà pure un “Comitato di saggi” composto da 5 persone indicate dall’amministrazione con il compito di veri�care lo stato di attuazione del programma. Inizia dunque così il terzo mandato di Aquilani, ieri sera palesemente emozionato. Da oggi, Sindaco a pieno titolo e probabilmente il più forte sul piano politico che Vetralla abbia mai avuto. Alla �ne di una campagna elettorale persa solo dalle opposizioni.

VASANELLO - Un evento nato nell’antichità per celebrare la festa dell’Ascensione

Torna l’appuntamento con il Focarone S

i rinnova, sabato prossimo a Vasanello, la tradizione con il consueto appuntamento del Focarone. L’evento è il primo organizzato dalla classe 1972, che ha ricevuto le consegne da quella precedente lo scorso 8 maggio e che sarà impegnata, durante tutto il corso dell’anno, nella preparazione della festa di San Lanno edizione 2012. Si tratta di un’iniziativa che viene riproposta ormai da molti anni con una formula collaudata che riscuote sempre un ottimo successo. Si parte alle 17.00 con i giochi e l’animazione per bambini. Alle 19.00 apertura degli stand gastronomici e musica dal vivo. Si concluderà, alle 23.00 con la bene-

Foto Di Palermo

dizione e l’accensione della pira di legna accatastata, nei giorni precedenti, di fronte alla chiesa di San Salvatore. A seguire, un

suggestivo spettacolo pirotecnico. La festa del Focarone affonda le sue radici nei riti consacrati della religione cat-

tolica. Nel caso speci�co, ossia la ricorrenza dell’Ascensione, il fuoco sta a simboleggiare la puri�cazione e la salita al cielo di Nostro Signore. La consuetudine di celebrare questa festa con l’accensione di grandi cataste di legna era un’usanza molto in voga parecchi anni fa ed è stata poi riscoperta in questi ultimi tempi. Tutti i nonni del paese si ricordano, in proposito, le notti dei falò di quando erano giovani ed il Monte Cimino, la sera della vigilia, era puntinato dal fuoco. Il detto coniato per descrivere l’evento è: “Pe l’Ascensione manco i’ l’ucelli portano la ’mpizzata da i �ji” (“Per l’Ascensione neppure gli uccelli portano il cibo ai loro �gli”). (Sim.Ten.)

ORTE - La storica band si esibirà il prossimo 11 giugno in piazza Giovanni XXIII

Cresce l’attesa per il concerto dei Nomadi S

i terrà il prossimo 11 giugno, in piazza Giovanni XXIII ad Orte Scalo, il concerto dei Nomadi, una delle band più longeve nel panorama musicale nazionale che ha fatto la storia della discografia nazionale. Il gruppo infatti, venne fondato nel 1963 dal tastierista Beppe Carletti e dal cantante Augusto Daolio e, fino allo scorso anno, ha pubblicato cinquantacinque album, tra dischi registrati in studio o dal vivo e raccolte varie. La band conta, in media, circa 130 concerti l’anno, anche se negli anni Ottanta ha raggiunto la cifra record di ben 220 esibizioni in un anno.

Lo scorso venerdì 13 maggio è uscito nelle radio il singolo “Toccami il cuore”, che anticipa l’uscita dell’album “Cuore vivo” prevista invece per il prossimo 7 giugno. Il nuovo disco conterrà due inediti (oltre a “Toccami il cuore” c’è la nuovissima “Cosa cerchi da te”) e otto brani già pubblicati in passato, che sono però stati reincisi con il sound e le voci attuali del gruppo. C’è grande attesa, insomma, per il concerto ad Orte del prossimo 11 giugno. Sicuramente anche in questa occasione, come già successo in passato, i Nomadi riusciranno a calamitare un gran numero di persone. (Sim.Ten.)

Foto Andrea Di Palermo

a Torre Civica ha intrapreso il suo percorso di governo alla guida di Vallerano. E come debutto non è certo tutto rose e �ori. Diversi i nervi scoperti della nuova giunta. Prima la querelle sul duplice incarico per lo stesso assessorato, quello dei Lavori Pubblici, sia a Rapiti che a Mastrogregori, ora le critiche mosse da parte della minoranza sull’atteggiamento non proprio democratico del sindaco Mauro Giovannini. Questo è quanto lamentano, al riguardo, i consiglieri d’opposizione: “Durante il primo consiglio comunale, alla minoranza non è stato consentito di intervenire. Primo punto all’ordine del giorno: “Convalida degli eletti”. Il Consigliere Aroldo Mastrogregori, per ben due volte, ha chiesto la parola ma il Sindaco Giovannini, con la complicità della Segretario comunale che non è intervenuto, non l’ha concessa, con lo stupore di tutto il Consiglio e del pubblico intervenuto.” “Riteniamo che questo sia un atto molto grave - proseguoneo - che viola le regole minime della democrazia ed i principi della rappresentanza e che deve essere denunciato all’opinione pubblica: abbiamo già provveduto ad informare il Prefetto di Viterbo. Avendo constatato l’impossi-

bilità di esercitare il diritto di espressione abbiamo deciso, per protesta, di non partecipare alla votazione. Per quel rispetto che non ci è stato riconosciuto, abbiamo atteso il giuramento del Sindaco ma subito dopo, per dignità e per rispetto dei cittadini che rappresentiamo, abbiamo abbandonato la sala consigliare. Il Sindaco non pensi di intimidirci con simili comportamenti! Purtroppo si tratta dell’ennesimo atto di arroganza

che, oltre ad offendere lo stesso Consiglio Comunale, denota come il Sindaco, sempre più espressione della minoranza dei Valleranesi, continui a non rispettare gli avversari e a voler giocare sporco! Lo ribadiamo veramente un pessimo inizio e se il buon giorno si vede dal mattino!” concludono pessimisticamente i rappresentanti dell’opposizione.

FABRICA DI ROMA - Il vigile urbano si è spento domenica

Addio a Vittorio Pacelli

S

i è svolto ieri, nel duomo di Fabrica di Roma, il rito funebre di Vittorio Pacelli, vigile urbano in pensione per molti anni in servizio in paese, che si è spento domenica sera al Policlinico Gemelli di Roma, dove era stato trasportato, per le cure del caso, nel pomeriggio di domenica con l’eliambulanza per un malore improvviso. La notizia del decesso di Vittorio Pacelli, padre dell’attuale comandante della Polizia Locale, il tenente Stefano, ha sorpreso un pò tutti a Fabrica di Roma, sia per la sua notorietà, sia per la continua presenza sul territorio, che gli valse stima e rispetto. Molti lo ricordano come il vigile buono, rispettoso e comprensivo. Il Vigile Urbano, come tutti sanno è una �gura mitica, sempre sul posto per il traf�co, per un guasto all’acquedotto, per una più precisa informazione. Vittorio Pacelli, per anni ha rappresentato il Comune per il suo modo di fare ed il carattere mite. Della polizia municipale si può dire tutto il bene e tutto

il male, ma di Vittorio la guardia, come lo chiamavano, non si può dire altro che del bene. Con lui scompare una �gura tipica fabrichese, una fetta di storia paesana, un personaggio ormai incastonato nel passato della quotidianità fabrichese. Alla famiglia in lutto le nostre condoglianze. (E.M.)


SPORT

� � �

14

BASKET - Buona prova in azzurro dell’ex giocatrice viterbese

Siccardi in doppia cifra contro la Svezia H

a segnato undici punti, con 4/6 totale nel tiro dal campo compresa una tripla, dando un bel contributo al successo della nazionale femminile di basket sulla Svezia. Nella ‘sua’ Taranto, Valentina Siccardi ha

fornito una prestazione solida e concreta che ha permesso alle azzurre di Giampiero Ticchi di aggiudicarsi per 78-59 la s�da contro la Svezia, amichevole in preparazione all’Additional Round che mette in palio l’ulti-

mo posto buono per gli Europei. Nella partita numero 1000 della storia azzurra una vittoria convincente e un passo avanti per l’ex capitano della Virtus Viterbo per guadagnarsi un posto tra le convocate de�nitive.

Edizione del 1 Giugno 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

BASKET C MASCHILE PLAYOFF

La Stella punta sulla forza della Verità Biancoblù in casa stasera per pareggiare i conti nella serie promozione con Marino di GLAUCO ANTONIACCI

I

n una Palestra della Verità che si preannuncia gremita e carica di entusiasmo, la Harley Davidson scende in campo stasera per ribellarsi al pronostico e tenere ancora vive le speranze di promozione in serie C. I biancoblù attendono infatti la visita del Marino, favorita numero uno sin dai primi match di stagione, e partono dalla situazione di 0-1 nella serie dopo aver ceduto la partita di sabato sera in trasferta. Proprio da quella scon�tta la squadra di Orlando Orchi deve ripartire, come ha dichiarato lo stesso allenatore viterbese all’indomani del ko: “Dobbiamo analizzare gli errori che sono stati commessi per evitare di ripeterli. Conosciamo il valore dei nostri avversari, sappiamo di dover essere perfetti ma sono sicuro che, sul nostro campo, sarà tutta un’altra storia e possiamo pareggiare i conti. Vogliamo arrivare a gara 3 domenica sera e lì giocarci il tutto per tutto”. La ‘bella’ è nei pensieri di tutti i biancoblù che, dopo una stagione eccellente e dei

Dario Lanfaloni playoff con l’unica sbavatura al supplementare contro Alatri, ora vogliono imporre la legge della Verità, imbattuta durante i playoff e violata solo una volta nel corso della stagione, guarda caso proprio dal Marino con un canestro allo scadere. Più che la forza del fattore campo, alla Stella Azzurra servirà una maggiore precisione al tiro e meno liberi sbagliati, visto che i 14 gettati al vento all’andata sono stati una spina

nel �anco per una squadra che ha ceduto di stretta misura ed ha avuto il pallone in mano a meno di un minuto dalla �ne per rientrare �no ad un solo possesso di distanza. Cosentino e compagni non hanno ceduto di un millimetro quando si è trattato di dare battaglia, sul piano �sico, ad una squadra che ha centimetri e forza in abbondanza, tanto da sembrare già adesso un team di categoria superiore; la s�da si riproporrà anche que-

sta sera e, ancora una volta, i biancoblù dovranno tenere duro, farsi trovare pronti a sfruttare ogni occasione, perdere pochi palloni che possano favorire canestri semplici e tenere d’occhio i terminali più pericolosi, ben sapendo che Marino ha tantissime bocche da fuoco: “All’andata abbiamo contenuto bene Rhodes - ha detto Orchi - ma loro sono una squadra che sa trovare punti da molti giocatori e la prova è che, nonostante la nostra ottima difesa, sono arrivati comunque vicino quota 60 che nei playoff non sono così pochi”. Un’avvertenza in più che ci sentiamo di dare ai biancoblù, ben sapendo che si tratta di un’ovvietà; se possibile, meglio non arrivare proprio in volata perchè i giocatori di Marino sono abituati a gestire palloni che scottano, hanno esperienza da vendere e dif�cilmente si fanno battere negli ultimi giri di lancette. La palla a due è prevista alle 20,45 e la direzione del match sarà af�data alla coppia composta da Gianluca Capotorto di Palestrina e Valerio De Mattia di Trevignano Romano.

VOLLEY PUGNALONI - Netto 3-0 del sestetto neroverde

Costa San Pietro al quinto posto La Prima Equipe deve arrendersi

G

razie ad una prestazione travolgente di Daniela Galli, autrice di ben 17 dei 25 punti del secondo set, la Costa San Pietro ha superato per 3-0 la Prima Equipe (25-13 / 25-12/ 26-24) conquistando il quinto posto al Torneo di Pallavolo misto “Città dei Pugnaloni” organizzato dalla Vigor Volley di Acquapendente. Il gruppo neroverde ha letteralmente dominato i primi due set, sospinto dalle sue ragazze terribili Claudia Casoli, micidiale al servizio, e Emery Dionisi, le cui soluzioni sotto rete sono state imprendibili per gli avversari. Più equilibrato il terzo set, nel quale la Prima Equipe ha annullato lo svantaggio iniziale grazie agli otto punti consecutivi sul servizio di Claudio Cica ed alle buone giocate di Riccardo Armezzani; dal 12-12, la Prima Equipe ha tentato anche una mini fuga per merito di

Francesca Meaccini e Giorgia Pieri, brave sia in ricezione che in attacco, ma la Costa San Pietro non ha lasciato spazio alle avversarie, riacciuffando la parità sul 24-24. Una intelligente soluzione di Francesca Del Segato ha fatto calare il sipario sul match, regalando alla squadra neroverde il successo nel match e il quinto posto �nale nel torneo.

VOLLEY SERIE C - Le reazioni degli allenatori dopo le sconfitte dello scorso week-end

Tecnocopy e Tuscia, in comune c’è la delusione È

stato un week-end pieno di rimpianti, di delusione, di polemiche, di tutto quello che si accompagna di solito a una partita decisiva persa per qualche episodio. Una stagione intera racchiusa in una partita, una circostanza che porta ine-

Massimo Costanzi

vitabilmente ad ampli�care la gioia o la delusione per una vittoria o una scon�tta che, in ogni caso, rimangono l’ultimo risultato dell’anno e determinano il destino della prossima stagione. Tecnocopy Civita Castel-

lana e CB Immobiliare Tuscia hanno chiuso male la stagione, perdendo la partita che poteva valere la promozione per i civitonici e il ripescaggio sicuro per i viterbesi. Due scon�tte diverse ma ugualmente amare, �glie di tante cause ma dif�cili da analizzare, anche ora che sono trascorsi alcuni giorni. Civita Castellana ha perso 3-2 contro Marino un match deciso da un tie-break giocato contro sole: “Non si poteva giocare - commenta coach Massimo Costanzi - e noi lo abbiamo fatto presente ma nè gli arbitri, nè i responsabili del Comitato presenti a Fondi si sono presi la responsabilità di fermare la gara. Sarebbero bastati dieci minuti per far calare il sole ma non l’hanno fatto, così ci siamo trovati sotto 8-1 e a quel punto era impossibile recuperare, non ci avrebbe aiutato nemmeno un miracolo. Non voglio dire che abbiamo perso solo per quello, Marino è un’ottima squadra ed

avrebbe potuto vincere lo stesso ma certo fa male dover buttare tutta una stagione per non aver potuto giocare il quinto set decisivo in condizioni regolari. Non ho nulla da imputare alla squadra, anzi devo ringraziare ed elogiare i giocatori che hanno fatto quello che dovevano. Credo che se ci avessero detto, subito dopo aver saputo delle squali�che dei fratelli Oggiano, che saremmo arrivati a giocarci la promozione al tie-break della �nale, in pochi ci avrebbero creduto. Certo rimane l’amarezza per come è �nita ma cerco di prenderla con �loso�a e non lasciarmi andare alla rabbia, anche nella �nale il gruppo ha dimostrato coraggio e carattere, tirando fuori l’orgoglio dopo aver perso un terzo set lunghissimo e, invece di mollare, ha trovato la forza di giocarsela �no all’ultimo. Ora ci riposiamo un po’ e dopo vedremo cosa fare per il futuro”.

Steafano Cardinali Tanto amaro in bocca anche per il Tuscia Volley, scon�tto 31 dal Sales: “Il rammarico e la delusione sono forti - dichiara coach Stefano Cardinali - anche perchè è la mia prima retrocessione da allenatore. Sappiamo però di aver dato il massimo e per questo abbiamo la coscienza a posto. Il problema è che nell’ultimo mese avevamo trovato un buon equilibrio, stavamo anche giocando bene, ma proprio nella gara che decideva la stagione ci sono venuti a mancare ben tre giocatori (il centrale Ragonesi, il libero Ottaviani e lo schiacciatore Sera�ni) e questo

ci ha fatto saltare tutti i riferimenti. Siamo andati in campo con i giocatori contati sapendo che era una gara dif�cile ma ce l’abbiamo messa tutta, nel primo set siamo arrivati ai vantaggi ma abbiamo perso, con gli arbitri che ci hanno tolto due punti validi, nel secondo ci siamo ripresi e siamo andati bene, nel terzo ce la siamo giocata punto a punto ma alla �ne sono venuti fuori i limiti ed i problemi di una stagione. Ora non ci resta che aspettare e sperare che qualche società non si iscriva alla serie C e che qualche altra venga ripescata in B2”. (GA)


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

15

SUPERBIKE

Checa padrone assoluto del Mondiale

Fantastica doppietta negli Stati Uniti per il campione spagnolo del Team Althea Racing

L

o aveva detto alla vigilia ed è stato di parola: su una pista che aveva dichiarato di apprezzare moltissimo, Carlos Checa ha portato ancora una volta in alto il team Althea Racing regalando alla scuderia di Civita Castellana una fantastica doppietta e due giri veloci sul circuito di Miller Motorsports Park, sede del quinto week-end del mondiale Superbike. Il pilota iberico, in sella alla Ducati, ha così portato a casa 50 punti importantissimi isolandosi sempre di più in testa alla classi�ca iridata: sono ben 61 i punti di vantaggio rispetto a Melandri e 62 quelli su Biaggi, i suoi più immediati inseguitori che �nora hanno potuto ben poco per arginare lo strapotere del binomio Checa-Althea Racing. Le due gare del Miller Motorsports Park si sono corse su una pista asciutta anche se con un cielo coperto. Nella prima manche il pilota spagnolo, scattato ancora una volta dalla pole position, ha perso un paio

di posizioni nelle prime curve ed è transitato al quarto posto alla �ne del primo giro. Il suo ritmo è però apparso subito troppo veloce per gli avversari che sono stati in�lati in rapida sequenza; al quinto giro Checa era già in testa, al settimo ha effettuato il giro più veloce della gara e, da lì alla �ne, si è preoccupato soprattutto di gestire il margine accumulato, passando sotto la bandiera a scacchi in prima posizione con 2.766 secondi di vantaggio su Smrz e Guintoli, anche loro in sella alla Ducati 1198. Nella seconda manche il portacolori del team Althea è partito a razzo, guadagnando un secondo già nel solo primo giro; la gara si è trasformata ben presto in un monologo del campione iberico che ha stampato un giro record nella quarta tornata vedendo salire inesorabilmente il vantaggio su tutti gli altri piloti. Questa volta sono stati più di sette i secondi di margine sotto la bandiera a scacchi su Camier, che ha

sponsor in particolare UNIBAT che ha creduto nel nostro progetto. Un grazie anche a Ducati per l’ottimo materiale messeci a disposizione, e spero che questo possa motivarli ancora di piu’ per il futuro a credere in questa squadra ed i suoi magni�ci componenti”. RISULTATI: Gara 1 - 1. Checa (Ducati); 2. Smrz (Ducati); 3. Guintoli (Ducati). Gara 2 – Checa (Ducati); 2. Camier (Aprilia); 3. Biaggi (Aprilia) CLASSIFICA: Piloti – 1. Checa (Ducati) 195; 2. Melandri (Yamaha) 134; Biaggi (Aprilia) 133; 4. Laverty (Yamaha) 109; 5. Haslam (BMW) 96. Costruttori – Ducati 202; Aprilia 172; Yamaha 171; concluso in seconda posizione. Ancora più staccato Biaggi che ha completato il podio della seconda manche. Un week-end praticamente perfetto per l’iberico e per il team Althea Racing che, in questa stagione, si sta imponendo come il team più forte davanti anche a tutti i team uf�ciali dei colossi giapponesi e all’Aprilia. “Due vittorie fantastiche - ha dichiarato un soddisfattissimo Checa - soprattutto dopo quello che ci e’ successo qui l’anno scorso. In gara 1, ho girato con prudenza nei primi giri considerando le condizioni un po’ miste della pista, ma dopo qualche giro ho trovato un buon feeling che mi ha permesso di spingere maggiormente. La moto si è comportata molto bene nonostante le condizioni alquanto strane. Sono riuscito a passare quelli davanti, anche se non era facile, e poi ho incrementato il mio vantaggio. Nell’ultima fase ho controllato il margine che avevo acquisito e ce l’ho fatta. E’

stato divertente perche’ dopo la bandiera a scacchi, mentre tornavo al parco chiuso, ho visto dei tifosi con una bandiera e sono andato a prenderla, solo che il fango mi ha fermato e sono caduto; e’ stata però la caduta più bella della mia vita! Il feeling che ho avuto con la moto nella seconda manche è stato ancora migliore e mi sono davvero divertito. E’ stato bellissimo, soprattutto per il mio team e per la Ducati. Ringrazio tutti, i miei ragazzi, la Ducati e gli sponsor. Quella odierna non e’ solo una vittoria doppia ma è anche una vittoria morale”. Raggiante anche Genesio Bevilacqua, General Manager di Althea Racing: “Finalmente posso dire di essere soddisfatto. Questo appuntamento in America sembrava proibitivo per noi dopo i guai del 2010 e soprattutto dopo le prove travagliate di sabato e domenica compreso anche il warm-up di stamattina. Bene, abbiamo recuperato tutto con gli interessi. Due gare da incorniciare

dove si e’ messo in evidenza la forza della mia squadra e la maturita’ di Carlos. Torniamo a casa felici e con un distacco importante sui nostri avversari, ma lavoreremo in futuro con la consapevolezza che bisogna lottare gara per gara. Dedico le vittorie americane ai nostri

BMW 117; Honda 98; Suzuki 89; Kawasaki 69 Il Mondiale Superbike tornerà domenica 12 giugno a Misano e c’è da scommettere che i tifosi dell’Althea Racing stiano già preparando un esodo di massa per sostenere Carlos Checa e il team Althea Racing.

PODISMO - Due nomi importanti nell’albo d’oro della Maratonina ‘Centrale A.Volta’ corsa a Montalto di Castro BADMINTON - Bene il portacolori del ‘Besta’ di Orte

Rachhi e Pagliacci si meritano un ‘10’

di GLAUCO ANTONIACCI

D

oppio successo di prestigio nella decima edizione della Maratonina ‘Centrale A. Volta’ che si è disputata domenica scorsa a Montalto di Castro. La gara maschile ha fatto registrare una doppietta nordafricana con l’affermazione di Rachhi El Mostafa che ha battuto in volata Tarik Marhnaoui. Il portacolori della società Anna Baby Runner ha tagliato il traguardo al termine dei 10 km previsti con il tempo di 32’48”, precedendo di un solo secondo Marhnaoui. Sul terzo gradino del podio, primo degli italiani, si è classi�cato Stefano Musardo (Team Marathon Bike) che ha terminato la sua fatica nel tempo di 33’06”. Alle sue spalle un comunque positivo Alessandro Di Priamo (Atl. Villa Aurelia) che ha conquistato la quarta posizione

con 33’20”, precedendo di oltre un minuto Carmine Buccilli (Atina Trail Running). Nella gara femminile la protagonista assoluta è stata ancora una volta Lorella Pagliacci; l’atleta della Cus Tirreno Atletica ha colto la quinta vittoria personale con il tempo di 39’01” che le ha consentito

anche di terminare la gara al 23esimo posto assoluto. Alle sue spalle per quanto riguarda la prova femminile si sono classi�cate le bravissime Rosa Berni (Liberi Podisti Oriolo) e Antonella Bellitto (Bolsena Forum Sport) che sono transitate sotto lo striscione di arrivo rispettiva-

mente nel tempo di 42’22” e 44’28”. Quarta posizione per Micaela Brusa (Team Marathon Bike) in 45’ netti e quinta piazza per Maria Grazia Giorgetti (Bolsena Forum Sport) in 45’19”. Al termine della manifestazione ricche premiazioni per i vincitori delle varie categorie in programma e per le società che hanno partecipato con grande entusiasmo a questa gara. Sono stati ben 207 gli atleti giunti al traguardo della prova, procedendo ognuno con il suo ritmo, decretando il successo di una manifestazione che, alla sua decima edizione, è diventata ormai un appuntamento classico ed ha un posto �sso nel programma del Corrintuscia. Il circuito podistico provinciale tornerà domenica 12 giugno con la Maratonina ‘Città di Gallese’, undicesimo appuntamento previsto dal calendario degli eventi.

Luca Fornicoli chiude decimo ai Campionati Studenteschi S

i sono disputati a Riccione i campionati tricolori juniores Studenteschi di badminton, con al via ragazzi provenienti da istituti di tutta Italia. Nel settore maschile c’è da registrare il decimo posto di Luca Fornicoli che rappresentava l’Istituto Besta di Orte; Fornicoli è stato il migliore

del Lazio in una gara, quella del singolare, che ha visto il trionfo del bresciano Michael Lupatini davanti a Guido Giardini di Fano. Nel singolare femminile juniores il titolo è andato invece alla piemontese Silvia Corradi che ha avuto la meglio in �nale su Michela Grasso.


� �

sport

SPORT

16

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 2 Giugno 2011

CALCIO SERIE D

La Viterbese stringe i tempi per Palermo e Federici Flaminia, Petricca è in partenza. Il baby Cozzolino è vicinisssimo all’accordo con la società CALCIOMERCATO - Porcelli potrebbe finire alla guida del Fregene

di GIANLUCA NATOLI

M

Frateiacci attacca Zarelli ed annuncia l’addio...

ercato a 360 gradi. Viterbese e Flaminia continuano a prendere contatti con diversi giocatori da inserire nelle loro future rose. Tanti i nomi accostati in questi giorni alle due squadre della Tuscia. QUI VITERBESE A volte ritornano. Il portiere francese Jean Pierre Grandclement sembra vicino all’addio. Ad essere in discussione non sono affatto le sue ottime doti da calciatore, quanto piuttosto il carattere esuberante che alla lunga potrebbe destabilizzare certi equilibri di spogliatoio. Così ecco che si avanzano alcune ipotesi per la sua sostituzione. In pole position c’è Gioacchino Cavaliere, classe 1981 e portiere che ha già vestito la casacca gialloblù nella stagione 2004/2005 (ai tempi della C2 con Galderisi allenatore). Cavaliere vanta un curriculum di grande esperienza. L’ultima parte della stagione scorsa l’ha passata nella Maceratese in Eccellenza, ma in passato ha giocato anche in categorie superiori come la serie D (Rieti e Campobasso), la C (Ascoli, Lucchese, Varese, Salernitana, Cavese, Foggia, Viterbese ed Aversa) ed infine anche la A (Chievo Verona). A conferma dell’interesse gialloblù per il portiere sono arrivate le parole di Simone Canovi: “E’ un giocatore che stiamo seguendo come molti altri. Attualmente sono tante le ipotesi al vaglio, per cui è prematuro sbilanciarsi. In quel ruolo siamo intenzionati ad investire su gente giovane e di prospettiva. Cavaliere

I Simone Palermo (sx) e Ciro Cozzolino (dx) è un gran giocatore ma forse un pò fuori da certi parametri di età che ricerchiamo”. Il sogno proibito per i pali gialloblù risponde invece al nome di Luca Liverani, attualmente inserito nella rosa del Celano Olimpia (squadra di C2 in cui nell’ultima stagione ha colezionato16 presenze). Anche in questo caso si tratterebbe di un ritorno a casa, visto che il ventiduenne estremo difensore ha già giocato nella squadra di via della Palazzina l’anno scorso registrando ben 28 presenze complessive. Numeri importanti per un ragazzo di cui si parla un gran bene da tempo, anche se le difficoltà per la trattativa non sono poche. “E’ un portiere molto interessante. Chi ce l’ha però se lo tiene ben stretto- ha continuato Canovi- quindi mi sembra molto difficile poterlo strappare al Celano”. Per la linea mediana si continua a parlare insistentemente di Simone Palermo, ventitreenne centrocampi-

sta di origine romana ed alle dipendenze di Zeman nell’ultima stagione a Foggia (C1). Il giocatore messo fuori squadra nello scorso aprile per motivi disciplinari ha una gran voglia di cambiare area e la Viterbese sembrerebbe una destinazione più che gradita per rilanciarsi magari in Seconda Divisione. “Sarebbe un gran colpo, direi un miracolo poterlo portare a Viterbo. Ci piace moltissimo perchè è un ragazzo di assoluto livello. Ci proveremo”. Infine Daniele Federici sembra sempre più vicino alla riconferma: “Negli ultimi giorni ci siamo incontrati più volte. La volontà di entrambe le parti è quella di chiudere al più presto la trattativa. Anche se ci sono ancora delle questioni da risolvere, qualcosa in più di semplici dettagli, siamo quasi convinti che alla fine il matrimonio non si romperà”. QUI FLAMINIA Il presidente Roberto Ciappici

sembra intenzionato a stringere i tempi per le riconferme. A breve così, probabilmente nei prossimi giorni, potrebbero uscire fuori i primi nomi dei rimanenti. Solo a quel punto si sbloccherebbe il mercato anche in entrata dove nelle ultime ore circolano insistentemente alcune voci sulle piste Hernan Molinari e Ciro Cozzolino. Il primo, classe ‘82, ha passato l’ultima stagione all’Albalonga (Eccellenza) mettendo a segno ben 24 reti che lo hanno attestato come capocannoniere del girone. Il secondo invece è un under, classe ‘93 ed arruolato lo scorso anno nella Fonte Belverde. Chi invece sembra destinato a lasciare il club civitonico è il difensore Mattia Petricca, ad un passo dal Rieti dove anche lo stesso Maurizio Manfra, ex diesse della Flaminia, è ormai vicinisso alla firma. Ad aver ormai già lasciato Civita Castellana sono invece Gentili, il baby Berardi e Farrugia.

n chiave ripescaggio Foglianese e Corchiano Gallese incrociano le dita per ritornare a giocare quei campionati che il campo gli ha beffardamente tolto. A termini di regolamento però sembrerebbe difficile per entrambe le società riottenere il pass dalla porta secondaria dopo la retrocessione sul campo, in virtù del fatto che già l’anno scorso tali club avevano usufruito di questa formula per salire rispettivamente in Eccellenza e Promozione. Tuttavia non è da escludere che un miracoloso déjà vu possa ripetersi, magari superando in qualche modo quelle regole che ad oggi appaiono infrangibili, ma comunque poco chiare. Sul fronte calcio mercato tiene banco il possibile addio di Tonino Frateiacci dalla Foglianese. Il dg rossoblù è rimasto profondamente deluso dagli episodi arbitrali di Cecchina e sembrerebbe intenzionato a lasciare Vetralla. “Il mio stato d’animo è a pezzi ha dichiarato Tonino Frateiacci- così come quello del presidente. Ciò che abbiamo subìto è qualcosa che ti entra dentro togliendoti la voglia di continuare a lavorare nel mondo del pallone. Sono intenzionato a lasciare la Foglianese. Ma non il calcio. Mi piacerebbe approdare su lidi tran-

A CACCIA DI CERTEZZE - Il calcio sarebbe tanto ma tanto semplice eppure....

Tante chiacchiere, pochi fatti e regole ridicole di ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

si sentono vittime laddove c’è stata una bocciatura e si sentono paladini di chissà quale crociata da portare avanti.

che devono prendere il via il 3 agosto, scimmiottando i fenomeni della serie A che partono a metà luglio. E poi giù a giocare dalla prima domenica di settembre perchè altrimenti qualcuno si sentirebbe male. Il concetto è sempre quello del caro amato Gino Bartali: “L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare”. Il calcio potrebbe essere una legge di vita semplice, da far comprendere ai piccoli della Scuola Calcio e che nel corso delle carriere di ogni singolo atleta diventare veramente una sorta di insegnamento di Vita. Ed invece è lo specchio lampante di un caos senza argomentazioni ma dove tutti vengono messi nelle condizioni di sbraitare, di smadonnare, di imprecare, di illudersi e disilludersi.

PERCHE’ I CAMPIONATI A DICIOTTO SQUADRE? Laddove il calcio è stato investito da una crisi economica non da poco ecco che da diverse stagioni a questa parte si viaggia con le 18 formazioni nei gironi dell’Eccellenza e della Promozione tanto per complicare ancor di più la vita a tutti. Con le preparazioni

SOLTANTO I NUMERI Qui contano soltanto i numeri e alla �ne più sono numerose le mucche da mungere e probabilmente più alla �ne i conti torneranno ma stare certi che a una quantità esasperata non corrisponde altrettanta qualità. E tutto diventa un carrozzone di esasperati che perdono la trebisonda

S

e non fosse per quella fottutissima passione che anima almeno l’80/85% di persone che in questo mondo, con vari ruoli, ci gravitano dalla mattina alla sera verrebbe da dire ma chi me lo fa fare. Ebbene si, sissignori, perchè il calcio alle latitudini dei Dilettanti è stato infarcito strada facendo di una in�nità di amenità che fanno male perchè rendono quello che è lo sport più bello del mondo, un emisfero ancorato da veleni, incomprensioni, regole che hanno bisogno di un esercito di psicanalisti per comprendere come siamo venute fuori, quale mente perverse le abbiano messe su un quaderno, scrivendo del neraccio su un bianco candido. La legge dello sport dice che c’è chi vince e c’è chi perde. Che devono esserci dei verdetti che maturano sui campi di gioco e che in questo caso possono dipendere dalla bravura o dalla somaraggine dei giocatori, da un arbitraggio favorevole o sfavorevole ma che mettendo sempre al primo punto

la buona fede alla �ne fanno parte del gioco. Ed invece qui, ormai da diversi anni a questa parte è una escalation di cavilli, contro cavilli, comunicati contro comunicati, tra graduatorie, ripescaggi, coef�centi di penalità, campi di gioco, settori giovanili, moglie dei presidenti bone o racchie, 4 docce, 5 docce, 7 docce. Ma si mettiamoci un pizzico di ironia perchè non se ne esce più fuori da un labirinto di idiozie dove tutti hanno il potere di dire la loro, dove tutti

della logica per �nire ancorati in un retaggio che con lo sport a ben poco da vedere. E il livello scade, scade e continuerà a scadere. Il calcio provinciale soffre maledettamente l’emisfero capitale dove per una società che smette ce ne sono dieci che nascono perchè questo lo ripetiamo è lo sport più bello del mondo e non �nirà mai perchè ha radici profonde ma non parlateci nè di qualità, nè di ordine e nè di regole precise. Perchè non esistono, perchè chi entra in questa jungla ci resta, con le ossa rotte ma continua a restarci. Facendosi del male. ED ORA SOTTO CON I MISTER CON IL PACCHETTINO... Ed ora è il tempo (da mo’ che è il loro tempo....) del mister che si muove con il pacchettino sotto forma di sponsor e pacchetto giocatori da consegnare al presidente di turno. E anche qui c’è un esercito di allenatori che mastica rabbia e veleni, che non ha nè giocatori e nè pacchettini da mostrare e da proporre. E facciamo �nta che tutto va bene. Però facciamo �nta.

Tonino Frateiacci quilli dove i valori sportivi possano essere in grado ancora di trionfare. Se una giustizia esiste, prima o poi i responsabili dei nostri torti la pagheranno cara. Io ai giochetti politici non mi sono mai voluto prestare, ma forse stavolta sarebbe stato meglio se lo avessi fatto”. Il calcio dovrebbe basarsi sulla lealtà sportiva, ma è pur vero che davanti a certe vicende può accadere di non avere più la convinzione dell’utilizzo di certi metodi ortodossi. “Per le viterbesi stare in Eccellenza è un lusso. E a quanto pare la Federazione laziale non tutela affatto queste squadre. Avevamo appreso da Zarelli, presidente del Comitato Regionale, che in caso di sconfitta dei playout avremmo avuto ottime possibilità di poter usufruire del ripescaggio, visto che l’anno scorso eravamo saliti di categoria con quella procedura dopo aver disputato un intero campionato in Promozione, ma non essendo retrocessi dall’Eccellenza con i playout come in questa occasione. Da quarti in graduatoria per il ripescaggio siamo finiti centesimi”. Effettivamente a dare ragione alla tesi di Frateiacci ci sarebbe un comunicato (n.18) del CR Lazio datato 2/09/2010 che darebbe pieno diritto ai vetrallesi di garantirsi il quarto posto vacante in Eccellenza, previo rilascio del certificato di regolarità dell’impianto sportivo. In Promozione il Pianoscarano si trova in una fase di profonda ristrutturazione. Molti giocatori potrebbero lasciare la squadra viterbese per consentire al presidente Gianluca Grossardi di risolvere qualche magagna economica facendo cassa. Da definire anche il nuovo tecnico post-Ferretti. Dopo il suo addio e la firma di Scorsini con l’Anguillara, il cerchio inizia a stringersi. A questo punto prende sempre più quota l’ipotesi della coppia Damiani-Simonetto, anche se la sconfitta subìta dagli allievi regionali contro la Foglianese ha indotto il patron viterbese a convocare a breve una riunione in cui potrebbero delinearsi scenari sorpendenti. Pino Porcelli dopo la figuraccia del suo Corchiano Gallese nei playout contro il Cervetri ha deciso di cambiare aria. Non più percorribile la pista-Villanova, sembrerebbe che nelle ultime ore stiano salendo le chance di un accordo col Fregene, società retrocessa quest’anno in Promozione. (G.N.)


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

17

IL SALVATORE

“Stagione bestiale, ma sono felice” A tu per tu con Cristiano Giovannini, tecnico delle giovanili Foglianese

U

na stagione a tutto tondo per Cristiano Giovannini, mister della juniores della Foglianese che domenica scorsa ha esultato per la salvezza centrata nel play out dalla compagine allievi a lui affidata per superare questo difficile scoglio. Giovannini allora non è vero che nessuno è profeta in patria? “A me è andata bene e sono contento”. Alla Foglianese da due stagioni dopo un lungo pellegrinare: “E’ vero, ho girato tantissimo tra Viterbese, Nepi, Ronciglione,. Capranica, poi il ritorno a casa dove mi trovo da due anni”. Una disamina di questa stagione in cui hai fatto un po’ di tutto: “Mi sono messo al servizio della società”. La tua juniores? “Un quinto posto con 57 punti, dietro a colossi come si sono dimostrati Corneto e Civitavecchia, sei giocatori che hanno esordito in prima squadra in Eccellenza, abbiamo svolto un lavoro eccellente”. Poi a dicembre c’è stata la parentesi delle tre gare con la prima squadra in Eccellenza e sono arrivati tre pareggi. Traghettatore ma... “C’è stato un attimo in cui mi sarebbe piaciuto che la società continuasse a darmi fiducia ma alla fine è stato giusto così anche perchè ero troppo legato al gruppo della juniores e lasciarlo mi sarebbe dispiaciuto moltissimo”. Però? “In quel periodo è uscita fuori qualche parola di troppo ma poi tutto è stato chiarito ma a distanza di mesi ci tengo a ricordare che quando è arrivato Pascucci ha trovato una squadra che non stava alla frutta, Era reduce da sette risultati utili e gravitava in zona play out. Penso che anche il lavoro di De Vecchis dopo ikl difficile avvio e del sottoscritto abbia contribuito a

portare dei miglioramenti”. Poi della serie non facciamoci mancare nulla c’è stata la missione salvezza recente recente degli allievi: “Li ho diretti nell’ultimo mese sino ai play out e la loro salvezza mi ha dato una grande gioia. Abbiamo iniziato a raccogliere i cocci sparsi un po’ a destra e a sinistra, la società ha svolto un ruolo e un lavoro importante e domenica negli spogliatoi anche sotto di due gol e a un passo dal baratro ci abbiamo sempre creduto. Abbiamo lavorato per ridare identità ad un gruppo che si era un po’ smarrito”. Giovannini elogia la società in gruppo: “Dopo la Viterbese la Foglianese è la società della Tuscia ad avere il maggiore numero di squadre nelle giovanili regionali e qui in due anni è stato fatto un lavoro eccezionale e certi risultati non si raggiungono per caso”. Ma Giovannini vuole ricordare anche chi ha permesso negli anni passati certi miglioramenti: “Non deve essere sottaciuto il lavoro svolto da tecnici come Fabio Scatena che ha portato allievi e juniores alla possibilità di giocare nei regionali e ci tengo moltissimo a elogiare anche Crispino Crispini che fa parte del nostro staff per lo straordinario lavoro svolto nella stagione 2009/2010 con i 95 e quest’anno con il gruppo dei ‘98 che è un autentico gioiello”. Poi una parola di conforto per il dg Frateiacci: “La retrocessione dall’Eccellenza lo ha ferito per come è avvenuta ma lui è un leone, adesso è scoaraggiato ma dategli qualche giorno e tornerà a ruggire. E poi confidiamo nel ripescaggio”. Giovanni vuole poi ricordare lo scomparso Claudio Bucca

“Non è più tra noi per il male incurabile che ce lo ha portato

via ma a lui va un grande e vedremo. E’ stata una stagione fatiabbraccio”. Quale futuro per cosa, bestiale, intensa ma sono felice Giovannini? “Priorità assoluta alla Foglianese, adesso ci verranno dati gli incarichi per la prossima stagione

e un grosso abbraccio anche ai piccoli del ‘99 che ho seguito con tanta attenzione”. (agv)

BILANCIO - Le cifre della stagione 2010/2011. Goretti leader tra i bomber

I numeri premiano la Vigor di mister Quintarelli A

l ritorno nel “calcio che conta” dopo alcuni anni di “purgatorio”, la Vigor Acquapendente va ampiamente oltre ogni più rosea previsione della vigilia. Il mix perfetto tra esperienza e giovani “tirati su a pane e cacio” in questi ultimi anni dalla Società Sportiva Alta Tuscia Laziale, fa rima con quarto posto �nale nel Campionato di Promozione (in coabitazione con la Caninese). Nella stagione che ha visto il trionfo del Ladispoli, ogni singola voce statistica gialloblù è di assoluta ed indiscutibile qualità. TUTTI I NUMERI DELLA VIGOR Con 16 ottenute, la Vigor è la quarta compagine su diciotto (seppur appaiata alla Caninese) nel numero di vittorie. Meglio hanno fatto Ladispoli, Santa Marinella e Monte�ascone. Sempre a

Mister Quintarelli braccietto con la Caninese da condividere il settimo posto alla voce pareggi (nove in totale). Con solo nove scon�tte fa parte del cosiddetto “mucchione delle terze” ( Santa Marinella, Caninese, Tolfa e Focene). Hanno perso infatti meno gare solo Ladispoli e Monte�ascone. Il terzo attacco del Campionato (posizione da condividere con

il Focene) ha messo a segno un totale di 48 reti compreso il 3-0 a tavolino nella gara disputata a domicilio con il Ladispoli (migliori solo Ladispoli e Monte�ascone). FABIETTO GORETTI “RE” DEI BOMBER AQUESIANI Vincitore della personalissima

classi�ca marcatori dei cosiddetti “ 11 bombers” che hanno gon�ato le reti avversarie 45 volte di cui 23 in casa e 22 fuori casa, Fabio Goretti con 15 (9 in casa e 6 fuori casa) Che mette in �la alle sue spalle Ugo Francis con 14 (7 in casa e 7 fuori), Sergio Oliva con 5 (2 in casa e 3 fuori casa), Luca Cardellini con 2 (1 in casa ed 1 fuori casa), Maico Colonnelli con 2 (1 in casa ed 1 fuori casa), Filippo Fini con 2 (1 in casa ed 1 fuori casa), Valerio Bayslach con 1 (fuori casa), Matteo D’Amico con 1 (fuori casa), Andrea Lorenzini con 1 (in casa), Luca Mechella con 1 (fuori casa), Marco Mechella con 1 (fuori casa). Chicca �nale la voce reti subite. Che si allinea al sesto posto con 31 reti ( 12 in casa e 19 fuori casa) . Meglio hanno fatto Ladispoli, Monte�ascone, Santa Marinella, Caninese e Tolfa.

3ª CATEGORIA COPPA PROVINCIA - L’analisi delle sfide di andata nelle semifinali. Sabato 4 giugno alle 16,30 i retour match

Giochi aperti, con Real Caprarola e S. Ronciglione che puntano sul fattore campo

di DANILO PALUMBO

L

’andata delle semi�nali, nella Coppa Provincia di Viterbo, lascia ancora tutto aperto in vista delle gare di ritorno, in programma nel prossimo �ne settimana. LAS VEGAS SOCCER 3 S. RONCIGLIONE 2 Il Las Vegas Soccer ha sfruttato il fattore campo vincendo per tre a due contro lo Sporting Ronciglione United

ma il risultato non può lasciare tranquilli i ragazzi allenati da mister Walter Rizzo: ai cimini, che possono vantare un migliore piazzamento al termine della stagione regolare, basterà vincere per uno a zero per ottenere l’accesso alla �nalissima. Per la compagine di coach Oroni ha in questo momento un peso importante la rete segnata da Agnoletto attorno alla metà del secondo tempo, dopo che si era andati al riposo con i

In gol Agnoletto (S.Ronciglione)

tirrenici in vantaggio per tre a uno. Le due frazioni hanno avuto uno svolgimento quasi all’opposto: nel primo tempo il Las Vegas, pur trovatosi sotto dopo soli due minuti a causa della punizione di Zamperini, ha messo in mostra un’ottima manovra corale e complice dieci minuti di sbandamento nella retroguardia cimina ha segnato in serie con Ricci, Scognamiglio e Fanciulli. Dopo il cambio di campo è stato invece lo Sporting a tenere il pallino del gioco, senza tuttavia costruire occasioni clamorose almeno nei primi venti minuti. La rete di Agnoletto, che fra l’altro salterà il ritorno per una doppia ammonizione molto contestata dai cimini, ha scal�to le sicurezza dei padroni di casa che, addirittura, nel �nale hanno dovuto salvare sulla riga un colpo di testa avversario che avrebbe signi�cato il tre pari. In de�nitiva pronosticare chi in questa contesa possa spiccare il volo per la �nale appare davvero dif�cile. SIPICCIANO 1 REAL CAPRAROLA 1 Un pochino più segnata

appare l’altra semi�nale: l’uno a uno interno obbliga il Sipicciano, quarto nel girone B, a tentare l’impresa in casa del Real Caprarola, secondo del raggruppamento A. Ai caprolatti, infatti, basta non perdere per continuare il cammino. Anche in questo caso nulla è già scritto, perché le gare vanno sempre giocate, ma l’undici del presidente Francesco Mascagna appare come il logico favorito in vista dei novanta minuti di ritorno. Quelli di andata hanno visto il Sipicciano portarsi in vantaggio grazie a una zampata del solito Burla, forse partito in posizione di off-side, che ha sorpreso la difesa caprolatta priva nell’occasione del proprio centrale più veloce. Le assenze sono state, per lo meno in casa del Real, la peculiarità della gara di domenica: mister Vitaliano Natali ha dovuto fare i conti con il matrimonio di Marco Sanese che ha coinvolto nell’evento altri due-tre compagni di squadra. Non a caso gli ospiti avevano in panchina un paio di elementi che non si allenavano da diversi mesi, chiamati solo per rimpinguare le �la.

I cimini, pur in un ambiente molto caldo come il “Bonelli” di Sipicciano, hanno tuttavia saputo mantenere la calma e raggiungere il pareggio con Federico Nustriani. SFIDE DI RITORNO Squadre in campo sabato 4 giugno alle ore 16,30 con i match del girone di ritorno. Le formazioni che usciranno con la quali�cazione in tasca, sabato 11 o domenica

12 giugno si contenderanno l’ambito trofeo e la certezza del passaggio alla Seconda Categoria 2011/2012 nella �nalissima che verrà giocata in campo neutro. Ricordiamo che nel 2010 questa competizione non venne disputata mentre nella stagione 2008/2009 è stata la formazione del San Lorenzo Nuovo l’ultima compagine a sollevare al cielo il trofeo della Coppa Provincia di Viterbo.

Sipicciano


� �

NEWS DI CALCIO

E

sport

SPORT

18

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 1 Giugno 2011

C5

La Polizia di Stato mette in riga gli avvocati (3-2) Il punto sull’Interforze. Ai Pugnaloni la ‘Prima Equipe’ leader del girone A. Tutto sul torneo di c/5 Libertas Ellera Ad Orte prende il via il Memorial di c/5 ‘Gianluigi Costi’. Le sfide di oggi a Civita al ‘Casciani-Baccanari’. Nelle sfide tra studenti trionfa il ‘Leonardo da Vinci’ di Acquapendente

A

ppuntamento quotidiano con la pagina delle news inerenti le tantissime vicende del nostro calcio e calcio e calcio a cinque. FINALI REGIONALI DEL SEI BRAVO A..... VINCE LA LODIGIANI Sarà la formazione della Lodigiani 2005 a rappresentare il Lazio nella finale nazionale del torneo “Sei Bravo a Scuola di......”, edizione 2011. Il verdetto è uscito domenica dalle feste finali regionali svoltesi nella capitale e che in rappresentanza del calcio provinciale hanno visto in azione i team (classe 1998) del Corneto e del Civita Castellana Calcio Giovanile che si sono comunque ben disimpegnate. TORNEO DEI PUGNALONI UN PARI CHE HA IL SAPORE DELLE SEMIFINALI Pareggio che porta alle semifinali tra le formazioni del Gruppo Prima Equipe e il Gruppo Costa San Pietro nella sfida della quarta giornata nel girone A del torneo dei Pugnaloni in pieno svolgimento ad Acquapendente. Ecco lo score del confronto. GRUPPO PRIMA EQUIPE 2 GRUPPO COSTA S. PIETRO 2 Gruppo Prima Equipe: Spadaccia, Boggi, Dionisi, Luca Ronca, Bedini, Giacomo Marziali, Paolo Marziali, Tomassetti, Viviani, Andrea Campana, Dominici, Alberelli, Stabile, Camilli, Armezzani. Riccardo Crisanti, Leonardo Crisanti, Merli, Ceppari, Burchielli. All: Francesco Campana. Gruppo Costa San Pietro: Nardini, Piazzai, Galli, Pasquini, Tiziano Ronca, Melis, Onori, Marelli, Lupi, Paplini, Sistemini, Alessio Ottaviani, Fastelli, Roberto Ottaviani, Mariano Delli Campi, Taki Said, Todini. All: Massimiliano “Sugo” Ronca Marcatori: 18° Leonardo

Crisanti (Gruppo Prima Equipe), 41° Sistemini (Gruppo Costa San Pietro), 46° Fastelli ( Gruppo Costa San Pietro), 54° Andrea Campana (Gruppo Prima Equipe) Al termine di una gara divertente ed equilibrata, la Costa San Pietro conquista il punto utile per centrare la semi�nale. Seppur già quali�cata come prima in classi�ca, “menti e gambe” della Prima Equipe sono impegnate a “tenersi sul pezzo”, con l’obbiettivo di “mettere sempre più in palla” giocatori e schemi in vista delle imminenti s�de cruciali. Prima della rete di Leonardo Crisanti, è Ceppari ha mettersi in evidenza con una conclusione di poco fuori. Quattro minuti dopo, bello ed intelligente spunto di Dominici. Prime risposte Costa al 26° (colpo di testa di Sistemini) e Onori (calcio di punizione). Ma il giovane Alberelli non si fa trovare impreparato. Al primo affondo della ripresa la Costa colpisce con un vellutato ed intelligente colpo di testa di Sistemini. Al 46° perla su punizione di Fastelli per il vantaggio. Pareggio Prima Equipe con protesta al minuto 51. Dominici se ne va in percussione centrale e avvia un duello rusticano con un paio di difensori. L’arbitro vede un fallo al limite dell’area e concede un calcio di rigore. Scatenando le vibranti ma comunque civilissime proteste Costa. Andrea Campana è infallibile dal dischetto. Nel �nale ancora Prima Equipe: tiro alto di Dominici al 75° e percussione sull’out sinistro di Riccardo Crisanti all’80° con lotta spalla a spalla con il marcatore che l’arbitro ritiene regolare. La maggiore tecnica di Crisanti lo porta a crearsi lo spazio-tiro. Ma la conclusione �nisce alta. Classi�ca - Gruppo Prima Equipe 10; Costa San Pietro 3; Gruppo (6+6) 2. Semi�nali - Il Gruppo Prima Equipe in semi�nale affronterà la seconda del girone B mentre il Gruppo Costa San Pietro s�derà la prima del girone A.

Il portiere Spadacci (Gruppo Prima Equipe)

Mister Angelo Fioramanti (Polizia di Stato) IL LEONARDO DA VINCI DI ACQUAPENDENTE CAMPIONE “STUDENTI” Il Centro Sportivo Scolastico “Leonardo da Vinci” di Acquapendente esibisce dopo appena un anno di vita il primo trofeo sportivo. Gli alunni della squadra giovanile, si sono infatti laureati campioni provinciali presso lo Stadio del Murialdo di Viterbo. Preparati a livello �sico dai Professori Sergio Natali e Dionisi Gabriella i 18 “neocampioni” sono Mattia Baglioni (2A Operatore Elettrico), Paolo Bambini (3A Operatore Elettrico), Matteo Cesaretti (3A Operatore Elettrico), David Cherubini (3A Operatore Elettrico), Mohamed Essaadouny (2A Operatore Elettrico), Diego Galanti (2A Operatore Elettrico), Paolo Leandri (3A Operatore Elettrico), Paolo Maietto (3A Operatore Elettrico), Luca Manetti (2A Operatore Elettrico), Francesco Nutarelli (2A Operatore Elettrico), Andrea Nuvola (3A Operatore Elettrico), Francesco Onori (2A Operatore Elettrico), Jacopo Palla (3A Operatore Elettrico), Lorenzo Picchiotti (3 A Operatore Elettrico), Vincenzo Poponi (2 A Operatore Elettrico), Alessandro Temperini (2 A Operatore Elettrico), Costanzo Barberini (2B Liceo Scienti�co), Vladislav Degtyarev (3B Liceo Scienti�co). Durante la cerimonia di premiazione presso la Provincia di Viterbo al Direttore Sportivo il Prof Caudio Sensi è stata donata una targa che, come sottolineato dallo stesso, “è per l’Istituto anche un premio all’impegno degli alunni che si sono cimentati in questa disciplina”. TORNEO INTERFORZE Da lunedì è scattata l’ultima giornata della fase di quali�cazione del Torneo Interforze. Successo per 3-2 della Polizia di Stato contro il Pianeta Giustizia, con il team degli avvocati che ha comunque fatto un �gurone visto che ha giocato per quasi tutto il confronto in 10 uomini per un fallo di mani in area che ha causato l’espulsione di un suo giocatore. Polizia di Stato che sale al comando della classi�ca con 13 punti in attesa dell’ultimo confronto dell’Aeronautica che sta contendendo il primato agli uomini di mister Fioramanti. Oggi in campo - Nel pomeriggio alle 17,30 al Comunale di Soriano nel Cimino è in programma il ma-

tch tra Aeronautica Militare e Vigili del Fuoco. Venerdì - Alle 17,30 al Sasso d’Addeo di San Martino si completerà la lunga fase di qualificazione, fatta di ben 15 incontri (nella tabella in fondo a destra tutta la situazione) tra Polizia Penitenziaria e Istituto di Vigilanza Privata. LA CLASSIFICA Polizia di Stato 13 punti Aeronautica 10 punti Pianeta Giustizia 7 punti Vigili del Fuoco 2 punti Vigilanza Privata 2 punti Pol. Penitenziaria 1 punto TORNEO CALCIO A 5 ASD LIBERTAS ELLERA Si è giocata la sesta giornata del 1° torneo di calcio a 5 “Asd Libertas Ellera”, sui campi della parrocchia di S. Barbara. Le formazioni dei Blu Tiger e dell’ Asd Libertas Ellera prendono il largo seguite dal Gsd Ferentum, mentre c’è grande bagarre a centroclassifica per delineare gli accoppiamenti dei quarti di finale che si giocheranno la settimana prossima. I Blu Tiger hanno avuto ragione di misura (4-3) della formazione dell’ Aquila che come sempre sono stati protagonisti di una bella prova, ma ancora fermi a zero punti. La formazione dell’ Asd Libertas Ellera ha sconfitto l’ Idrotermica (11-5) con ben 7 reti del solito Stefano Maiorana, capocannoniere del torneo. Doppia vittoria per le due formazioni di Grotte S. Stefano. La Gsd Ferentum ha piegato la Termoidraulica Laureti per 7-2 con ben 6 reti di Marco Egidi; per gli sconfitti un gol a testa per Stefano Caciola e Simone Alberti. I New Team hanno invece avuto ragione dell’ Accademia del Viaggiatore soltanto nel finale di gara per 6-4 grazie a 4 gol di Nicola Pacifici ed una grande prestazione di Pierpaolo Lozzi; per la formazione falisca si è messo in luce Luciano Fortini con 2 reti ed una prova maiuscola al centro della propria difesa (come del resto in ogni partita). Fase finale - Questa settimana si conclude il girone all’italiana dove si sono incontrate tutte ed otto le protagoniste; la prossima settimana si giocheranno i quarti di finale martedì 7 giugno e giovedì 9 giugno sempre con inizio alle ore 20.30, in avvicinamento al gran finale di sabato 18 giugno, evento per il quale Pierpaolo Laureti sta organizzando

un pomeriggio ricco di sorprese. Come sempre siete tutti invitati a godervi il sano spettacolo del calcetto giocato sui campi della parrocchia di S. Barbara. Classifica - Ecco la classifica dopo la sesta giornata: Blu Tiger 16 punti; Asd Libertas Ellera 15 punti; Gsd Ferentum 13 punti; New Team 9 punti; Termoidraulica Laureti e Accademia del Viaggiatore 7 punti; Idrotermica 3 punti; Aquila 0 punti. Marcatori - Così tra i bomber. 36 reti Stefano Maiorana (Libertas Ellera); 18 reti Hoxha Hervis (Accademia del Viaggiatore); 17 reti Mattia Renzani (Gsd Ferentum); 16 reti Mohsine Ouardani (Blue Tiger); 14 reti Aziz Ouafiq (Blue Tiger); 13 reti Nicola Pacifici (New Team); 8 reti Marco Egidi (Gsd Ferentum); 7 reti Stefano Caciola (Termoidraulica), Stefano Gentili (Termoidraulica); 6 reti Andrea Montebove (Gsd Ferentum), Marco Cioccolo (New Team), Flavio Santella (Termoidraulica), Lulzim Gashi (Aquila); 5 reti per Simone Carboni (New Team), Nabil Zhar (Blue Tiger); Simone Alberti (Termoidraulica); 4 reti per Rajer Mourice (Asd Libertas), Said Zhar (Blue Tiger), Paolo Pecorella (Asd Libertas), Pierpaolo Lozzi (New Team); 3 reti Nica Mutu (Aquila), Andrea Satriani (Idrotermica), Roberto Giannini (Termoidraulica); 2 reti, Alessandro Marenghi (Accademia del Viggiatore), Massimo Perello (Termoidraulica) e Jon Rosca (Aquila). C/5 MEMORIAL “CASCIANI BACCANARI, LE SFIDE IN PROGRAMMA OGGI” Ha preso il via ieri sera a Civita Castellana la quarta edizione del Memorial “Federico CascianiAntonio Baccanari” di calcio a

cinque, riservato alle formazioni juniores e Pulcini. Ricordiamo il programma odierno. Juniores - Per il girone A alle 21 match tra Pink Devils e All Star e alle 22 per il girone B la s�da tra Fc Sapram e Cobra Zenith Bar. Pulcini - Alle 17 per il girone B il match tra Cimina Ronciglione e Civita Castellana A e alle 18 sempre per il girone B la gara tra Castel S.Elia e Tre Croci. C5, AD ORTE SCALO AL VIA IL MEMORIAL “GIANLUIGI COSTI” Partirà questa sera presso il campo parrocchiale “Fra’ Simone” di Orte Scalo il 4° Torneo “Gianluigi Costi” kermesse di calcio a cinque organizzato in memoria del giovane ragazzo scomparso prematuramente quattro anni fa. A partecipare alla manifestazione saranno dodici squadre che sono state suddivise in due gironi all’italiana. A superare il turno saranno le prime quattro classi�cate di ogni raggruppamento che poi, ad incrocio, si affronteranno nei quarti. Naturalmente poi le vincenti accederanno alle semi�nali e poi alla �nalissima o alla �nale di consolazione. Oggi in campo - Si parte alle 20:30 con la prima s�da del girone A che vedrà impegnate Desperados-Stoke City mentre alle 21:30 sarà di scena il girone B con il match tra Deportivo La Cantina e So’ Tutte Cose. Il torneo si disputerà tutti i giorni �no a Venerdì 10 Giugno per poi osservare qualche giorno di pausa in occasione della Festa patronale di S. Antonio da Padova. La ripresa è prevista per martedì 14 con gare previste quasi tutti i giorni �no a Giovedì 23. Sabato 25 è previsto l’inizio dei quarti di �nale. La �nalissima è prevista per Giovedì 30 Giugno. Super premio - La squadra che conquisterà il Memorial, oltre al trofeo vincerà anche un viaggio per 10 persone. (Ale Ursini)

CALENDARIO INTERFORZE (inizio gare 17,30) data

partita e campo

risultato

VIGILI DEL FUOCO - POLIZIA DI STATO (Villanova)

0-1

VIGILANZA PRIVATA - AERONAUTICA (Soriano)

0-5

PENITENZIARIA - PIANETA GIUSTIZIA (La Quercia)

0-2

PIANETA GIUSTIZA - AERONAUTICA (La Quercia)

0-3

POLIZIA DI STATO - PENITENZIARIA (Soriano)

1-0

VIGILI DEL FUOCO - VIGILANZA PRIVATA (S.Martino)

0-0

VIGILANZA PRIVATA - POLIZIA DI STATO (S.Martino)

0-1

AERONAUTICA - PENITENZIARIA (Soriano)

2-0

PIANETA GIUSTIZIA - VIGILI DEL FUOCO (S.Martino)

1-0

PENITENZIARIA - VIGILI DEL FUOCO (S.Martino)

2 - 2 (s. j.)

VIGILANZA PRIVATA - PIANETA GIUSTIZIA (Soriano)

3-3

AERONAUTICA - POLIZIA DI STATO (S.Martino)

1-1

POLIZIA DI STATO - PIANETA GIUSTIZIA (S.Martino)

3-2

oggi

VIGILI DEL FUOCO - AERONAUTICA (Soriano)

03/06

PENITENZIARIA - VIGILANZA PRIVATA (S.Martino) SEMIFINALI (Comunale Soriano)

06/06

prima contro quarta

07/06

seconda contro terza FINALE (Stadio Rocchi di Viterbo)

11/06


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

19

CITTA’ DI CAPRAROLA

Vis Aurelia

Cinquina Vis Aurelia Netto 5-2 al Civita ed è la prima finalista. Ieri sera Virtus Cimini-Pianoscarano

P

rimo verdetto per la finalissima del 3 giugno al torneo di calcio per la categoria allievi del “Città di

Caprarola”. Lunedì sera si è giocata la prima semifinale tra Vis Aurelia e Civita Castellana Calcio Giovanile con il successo

TORNEO CITTA’ DI CAPRAROLA (ore 21,00) data

partita

risultato

BARCO MURIALDINA - PIANOSCARANO

2 - 3

VIRTUS CIMINI - CIVITA CASTELLANA

2 - 0

POL. TUSCANIA BOLSENA - VIS AURELIA

2 - 4

ETRUSCA CALCIO - VIRTUS PILASTRO

0 - 1

VIRTUS CIMINI - VIRTUS PILASTRO

4 - 2

BARCO MURIALDINA - VIS AURELIA

1 - 4

ETRUSCA CALCIO - CIVITA CASTELLANA

1 - 4

POL. TUSCANIA BOLSENA - PIANOSCARANO

3 -0 (a tav.)

BARCO MURIALDINA - TUSCANIA BOLSENA

6 - 4

VIRTUS CIMINI - ETRUSCA CALCIO

3 -0 (a tav.)

PIANOSCARANO - VIS AURELIA

1 - 1

CIVITA CASTELLANA - VIRTUS PILASTRO

2 - 2

SEMIFINALI VIS AURELIA - CIVITA CASTELLANA ieri sera

5 - 2

VIRTUS CIMINI - PIANOSCARANO

FINALI 03/06

18,30 - 3°/4° POSTO) CIVITA CASTELLANA - .........

03/06

21,30 - 1°/2° POSTO) VIS AURELIA - ........................-

netto e senza ombre della formazione romana che ha battuto per 5-2 i boys civitonici. Ecco lo score del confronto. VIS AURELIA 5 C. CASTELLANA 2 Vis Aurelia: Camedda, Forconi, Benvenuto, Costantini, Giustini, Gumina, Orecchia, Sbaraglia, Palombi, Falbo, Balzani a disposizione, Mastizone, Mordacchini, Grillo, Donnini, Neri allenatore Anselmi Civita Castellana C. G.: Fallini, D’Ubaldo, Emili, Bonfiglioli, Cioccolini, De Masi, Carletti, Angelelli, Di Gianmartino, Borromei, Prosperi a disposizione, Lisco, Cavalieri, Virlan, Mazzafoglia, Santoro, Rasente, Petrocchi Marcatori: per la Vis Aurelia reti di Donnini (2) Palombi, Orecchia e Balzani, per il Civita Castellana Carletti e Angelelli. Ha quindi confermato la sua forza la corrazzata della Vis Aurelia che ha vinto la prima semifinale del torneo “Città di Caprarola” battendo

nettamente il Civita Castellana. Un torneo senza alcuna macchia sin qui quello della Vis Aurelia, reduce dalla partecipazione nel campionato regionale e che sta dimostrando di avere le carte in regola per puntare al successo finale del torneo che sta volgendo verso la fase finale. Il Cammino - Sin qui la Vis Aurelia ha battuto mettamente nella fase di qualificazione il Tuscania Bolsena ed il Barco Murialdina, ha impattato nell’ultimo match della fase di qualificazione contro il Pianoscarano e poi il trionfo di lunedì sera che le ha permesso di raggiungere la finale.

Civita Castellana

4 reti: Balzani (Vis Aurelia)

2 reti: Cristofori (Virtus Cimini); Corradini (Virtus Pilastro); Cardenas (Virtus Cimini); Petrelli (Virtus Cimini); Costantini (Vis Aurelia); Prosperi (Civitacastellana CG); Mastrangelo (Barco Murialdina); Donnini (Vis Aurelia)

3 reti: Corda (Tuscania Bolsena); Lipari (Barco Murialdina); Arcamone (Pianoscarano);

1 rete: Barbetta, Petricca, (Barcomurialdina); Cappetti (Pianoscarano); Bisti

MARCATORI Ecco la classifica marcatori della competizione dopo la sfida di lunedì.

(Barcomurialdina); Scudieri, Cosimelli (Pol. Tuscania Bolsena); Palombi (Vis Aurelia); Valgiusti (Pol. Tuscania Bolsena); Forconi , Palombi, Orecchia (Vis Aurelia); Neri (Vis Aurelia); Ciancolini (Virtus Pilastro); Mordacchini (Vis Aurelia); Bigagli (Etrusca Calcio); Rasente (Civitacastellana CG); Cavalieri, Carletti, Angelelli Civitacastellana CG).

3° MEMORIAL FILIPPO AQUILANI - Al via la kermesse del “Vincenzo Rossi. Ieri la prima sfida per i giovanissimi

V. Pilastro allievi settebellezze (7-1 all’Ortana) E

sordio travolgente della Virtus Pilastro al Memorial Filippo Aquilani; i ragazzi di mister Grazini, hanno avuto nettamente la meglio sui pari età dell’ Ortana, anche se gli ospiti erano andati in vantaggio con Pirollo che su punizione sorprendeva Mazzetti, complice una deviazione della barriera. Poi però era solo Pilastro, che prendeva in mano la partita schiacciando nella propria metà campo gli avversari, troppo rinunciatari e soprattutto poco incisivi in fase offensiva. Anche la difesa non era

troppo attenta nelle marcature e da qui il punteggio tennistico finale. Pareggio di Tardani di testa, poi ottimo inserimento di Hallulli che batteva un incolpevole Rarhi, terza segnatura per Urbani che sfruttava una indecisione dello stesso portiere. Poi nel secondo tempo uno scatenato Corradini che mette a segno la sua personale tripletta, e Tardani la sua seconda segnatura. Tra i migliori in campo Corradini, Hallulli e Sambuci per i padroni di casa, Pirollo, Furino e Monacelli per gli ospiti.

CALENDARIO GIOVANISSIMI (ore 20) data

partita

ieri sera

A) VIRTUS PILASTRO - CIVITA CASTELLANA

03/06

B) PIANOSCARANO - BARCO MURIALDINA

07/06

A) CIVITA CASTELLANA - SORIANO

09/06

MONTEFIASCONE - BARCO MURIALDINA

13/06

A) VIRTUS PILASTRO - SORIANO

15/06

B) PIANOSCARANO - MONTEFIASCONE SEMIFINALI

18/06

PRIMA GIRONE A - SECONDA GIRONE B

21/06

PRIMA GIRONE B - SECONDA GIRONE A FINALE

25/06

risultato

Classifica - Così nel girone A degli allievi, ha riposato la Nuova Sorianese: Virtus Pilastro 3; Ortana e Nuova Sorianese 0. Ecco lo score del confronto. VIRTUS PILASTRO 7 ORTANA 1 Virtus Pilastro:Mazzetti, Bottiglieri, Mancinelli, Hallulli, Sambuci, Geronzi, Schiada, Corradini, Tardani (cap), Urbani, Ciancolini, Persi, Rinaldo, Villani, Geronzi; All. Grazini Ortana: Rarhi, Maloev, Monacelli, Aroni, Furino, Biffarone, Luican, Hapa, Gavioli, Pirollo, Coerenti, Postoli, Ottavini, Roloku, Geri. All. Pirollo. Marcatori: p.t. 4’ Pirollo, 15’ Tardani, 27’ Hallulli, 33’ Urbani; s.t. 15’, 22’, 38’ Corradini, 25’ Tardani.

CALENDARIO ALLIEVI (ore 20) data

partita

risultato 7 - 1

A) VIRTUS PILASTRO - ORTANA oggi

B) PIANOSCARANO - VIRTUS CIMINI

06/06

A) ORTANA - SORIANO

08/06

B) BARCO MURIALDINA - PIANOSSCARANO

10/06

A) VIRTUS PILASTRO - SORIANO

14/06

B) BARCO MURIALDINA - VIRTUS CIMINI SEMIFINALI

17/06

PRIMA GIRONE A - SECONDA GIRONE B

20/06

PRIMA GIRONE B - SECONDA GIRONE A FINALISSIMA

25/06

IERI E OGGI IN CAMPO Ieri sera - Prima sfida per la categoria giovanissimi tra Virtus Pilastro e Civita Castellana. Ha riposato la Nuova Sorianese. Nell’edizione di domani il resconto della gara. Questa sera - Oggi alle 20 per il girone B degli allievi match tra Pianoscarano e Virtus Cimini.

Virtus Pilastro


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 1 Giugno 2011

CALCIO GIOVANILE

Pol. Real Azzurra blu-Caninese, finale baby Tutti gli altri verdetti arrivati dal Memorial ‘Alessio Socciarelli’

A

DRIBBLING SOTTO LE STELLE - Girone A

ltri verdetti dal Memorial “Alessio Socciarelli” di Grotte di Castro dopo il lungo no stop di lunedì ricco di moltissime sfide. Ecco quanto avvenuto. PICCOLI AMICI (2004-2005) Girone Unico - Giocate le ultime quattro sfide della fase di qualificazione: Fontebelverde-Pol. Real Azzurra blu 2-2; FontebelverdeCaninese 4-4; Vigor-Caninese 2-4 e Pol. Real Azzurra giallo-Pol. Real Azzurra blu 6-7. Classifica finale - Pol. Real Azzurra Blu e Caninese 7; Pol. Real Azzurra gialla e Vigor 6; Fontebelverde 2. Finali - Mercoledì 8 giugno alle 18 la �nalissima per il 1° e 2° posto tra Caninese e Pol. Real Azzurra Blu. Dalle 17 Pol. Real Azzurra gialla, Vigor e Fontebelverde disputeranno un triangolare per determinare terzo, quarto e quinto posto. PULCINI 2001 Girone A - Lunedì si è giocato il match dell’ultima giornata della fase di qualificazione tra Pol. Real Azzurra Gialla e Fontebelverde concluso 7-3. Oggi l’ininfluente sfida tra Valentano e Dlf Civitavecchia. Classifica: Dlf Civitavecchia 6; Pol. Real Azzurra Giallo 6 (e comunque seconda per aver perso contro il Dlf Civitavecchia), Fontebelverde 3 e Valentano 0. Girone B - Classifica finale: Civita Castellana 9; Calcio Tuscia 6; Vigor 3; Manciano 0. Semifinali - Mercoledì 8 giugno avremo le semifinali tra Civita Castellana e Pol. Real Azzurra Giallo e Dlf Civitavecchia-Calcio Tuscia. ESORDIENTI 2000

Bassa Tuscia Gallese e Grandori avanzano

niziano ad arrivare i verIgiovanile detti dal torneo di calcio del “Dribbling

Conclusa la fase di qualificazione con i match di lunedì. Girone A - Pitigliano-Pol. Real Azzurra giallo 0-1. Ha riposato il Piansano. Classifica: Pol. Real Azzurra giallo 6; Pitigliano 3 (dr + 4) e Piansano 0. Girone B - Fontebelverde-Cimina Ronciglione 0-10. Ha riposato la Vigor. Classifica: Cimina Ronciglione 6; Vigor 3 (dr + 5); Fontebelverde 0. Girone C - Pol. Real Azzurra BluCivita Castellana 0-5. Ha riposato il Dlf Civitavecchia. Classifica: Dlf Civitavecchia 6; Civita Castellana 3 (dr + 4); Pol. Real Azzurra blu 0. Semifinali - Lunedì 6 giugno alle 20 avremo la semifinale tra Civita Castellana (prima del girone C) contro Vigor (qualificatasi come migliore seconda) e alle 19 l’altra semifinale tra Pol. Real Azzurra giallo (prima del girone A) contro Ronciglione (prima del girone B). OGGI IN CAMPO Ecco il programma odierno. FEMMINILE Girone A - Ultima giornata della fase di qualificazione. Alle 17 San Rocco A-Pol. Real Azzurra A. Ripo-

sa la Pol. Real Azzurra B. Classifica: Pol. Real Azzurra B 6; San Rocco e Pol. Real Azzurra A 0. Girone B - Alle 18 di oggi match tra Montefiascone e Bolsena. Riposa il San Rocco B. Classifica: Montefiascone e Bolsena 3; San Rocco Pitigliano B 0. ESORDIENTI 1999 Girone A -Oggi alle 19 match tra Pol. Real Azzurra e Vigor, ultima gara della fase di qualificazione. Classifica: Pitigliano 5; Pol. Real Azzurra e Vigor 4; Vulsinia 0. Il match odierno è determinante per i giochi di semifinale. Girone B - Già conclusa la qualificazione, primo posto per il Civita Castellana e secondo del Pianoscarano.

Sotto Le Stelle” in pieno svolgimento presso il campo sportivo di Villanova. Lunedì sera si sono giocate le ultime due sfide della fase di qualificazione nel gruppo A. GIRONE A Era già qualificata per i quarti la compagine del Bassa Tuscia Gallese che dopo aver vinto le prime due sfide ha perso per 5-3 contro l’Ischia di Castro. Nell’altro match netta affermazione per 10-3 dell’Oratorio Grandori contro il Monteromano. Le ultime

due gare hanno quindi “disegnato” questa graduatoria. Classifica - Bassa Tuscia Gallese e Oratorio Grandori 6 punti; Monte Romano 3; Ischia di Castro 0. Qualificate - Accedono ai quarti di finale la Bassa Tuscia Gallese e l’Oratorio Grandori. Arriva al primo posto il Bassa Tuscia Gallese per aver vinto per 4-1 nella prima giornata lo scontro diretto contro il Grandori. ABBINAMENTI Ora nei quarti di finale lunedì 6 giugno alle ore 20 il Bassa Tuscia Gallese sfiderà

Bassa Tuscia Gallese

PULCINI 2003 Girone A -Oggi alle 17 Civita Castellana-Pol. Real Azzurra Grotte di Castro. Riposa la Vigor. Classifica: Civita Castellana e Pol. Real Azzurra 3; Vigor 0. Girone B - Alle 18 PiansanoIschia di Castro. Riposa il Vulsinia. Classifica: Ischia di Castro e Piansano 3; Vulsinia 0.

la seconda classificata del girone C mentre l’Oratorio Grandori martedì 7 giugno alle 20 sfiderà chi si classificherà al primo posto nel girone C. IL PROGRAMMA DELLA SETTIMANA Ieri sera - Queste le gare giocate ieri sera e delle quali vi daremo il resoconto nella nostra edizione di domani. Per il girone D confronto tra Corneto Tarquinia e Oratorio Villanova e per il girone B match tra Accordia e Canepina. Oggi - Il programma odierno prevede le gare dell’ultima giornata del girone C. Alle 20 la sfida tra Montefiascone e Bagnoregio e alle 21 il match tra Virtus Pilastro e Montalto. Prima della disputa di questi due confronti la classifica è la seguente: Bagnoregio 6; Montefiascone 4; Montalto 1 e Virtus Pilastro 0 (eliminato). Venerdì - Si giocheranno le ultime due sfide della fase di qualificazione. Alle 20 per il girone D Civita Castellana-Tre Croci e alle 21 per il girone B la sfida tra Pianoscarano e Calcio Tuscia.

PICCOLI AMICI AD ISCHIA - Concluso con successo il torneo dei baby

Trionfo Montalto, gloria per tutti

N

ello scorso fine settimana, in una splendida festa di amicizia e pallone tanti piccoli calciatori si sono fronteggiati ad Ischia di Castro all’insegna del sano sport e divertimento. Una ottima cornice di pubblico ha fatto da sfondo a questa manifestazione organizzata dalla Polisportiva Ischia di Castro. Sugli spalti anche il sindaco Salvatore Serra, icomponenti della giunta comuale, un rappresentante del Coni e il signor Fossati presidente della Polisportiva Ischia di Castro. Finale tra i piccoli del Montalto di Calcio e dell’Ischia di Castro. Dopo

un primo tempo combattuto la gara è stata vinta dai piccolini del Montalto di Castro che nel secondo tempo hanno dilagato per uno spettacolare 9-2 finale. Dopo le altre finaline la classifica completa è stata la seguente: 3° Capodimonte; 4°

Pianoscarano e 5° Canino. Il settore giovanile di Ischia di Castro ringrazia tutti i piccoli calciatori e quanti hanno partecipato a questo evento. NELLE FOTO I bellissimi momenti della cerimonia finale di premiazione.


� �

sport

SPORT

& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

MOUNTAIN BIKE - Organizzata dall’MTB Club Viterbo

TIRO A VOLO

FOSSA OLIMPICA - L’x campione del mondo impegnato da domani in Germania

Grazini in pedana nel Grand Prix di GLAUCO ANTONIACCI

S

ono arrivati in Germania i ragazzi della Nazionale italiana di tiro a volo che, per tutta la settimana, parteciperanno al classico Gran Premio Internazionale Juniores di Suhl. Le pedane tedesche ospitano ogni anno i migliori talenti del panorama mondiale, impegnati nelle specialità Fossa Olimpica, Skeet e Double Trap, in quello che rappresenta a tutti gli effetti un antipasto dei grandi appuntamenti estivi con Europei e Mondiali. Il Gran Prix Internazionale di Suhl è anche il primo dei tre appuntamenti che compongono la terza edizione della Shotgun Cup; i tiratori juniores si s�deranno nuovamente a Orimattila, in Fin-

21

landia, e a Porpetto, in provincia di Udine, per andare così a comporre la classi�ca generale. Della rappresentativa

azzurra fa parte anche il viterbese Valerio Grazini che, insieme a Renzo Baldinotti, Giulio Fioravanti, Carlo Mancarella, Marco Mattioli

e Carlo Zandomeneghi, sarà impegnato nella specialità della Fossa Olimpica. Per il giovane campione viterbese si tratta di una prova importante in cui andare a caccia di un risultato positivo; le sue ultime uscite sono state incoraggianti, soprattutto considerando la seconda posizione conquistata, nella specialità Fossa Universale, al Grand Prix d’Italie che è stato ospitato dalle pedane del circolo Concaverde di Lonato del Garda (BS). Oltre 200 tiratori di diversi paesi europei si sono affrontati sulla distanza dei 225 piattelli, con Grazini che ha terminato alla piazza d’onore nella prova riservata agli juniores totalizzando 192 piattelli, preceduto solamente dal padrone di casa Luca Miotto; un risultato decisamente positivo che gli è valso anche un buon piazzamento nella prova assoluta, dal momento che il vincitore, lo spagnolo Gonzales Perez, ha abbattuto solamente tre piattelli più di Grazini. A Suhl si spera di tornare ad applaudire il Grazini quasi infallibile delle stagioni migliori; da domani e �no a sabato ci saranno le serie di 25 piattelli che serviranno a delineare la classi�ca individuale ed a comporre anche la graduatoria a squadre, in cui solitamente l’Italia recita sempre un ruolo di primissimo piano.

Una bella escursione nei luoghi degli Etruschi Verranno visitati alcuni siti ricchi di fascino

P

er il decimo anno consecutivo il Mountain Bike Club Viterbo organizza un’escursione guidata, denominata ‘In mountain bike tra gli etruschi’, che vedrà i partecipanti cimentarsi su un percorso di quarantadue chilometri attraverso i siti archeologici della campagna viterbese. Un’occasione unica per gli appassionati della bici ma anche per gli amanti della natura e della storia di questi luoghi, che avranno la possibilità di godere di paesaggi di grande valore ambientale. Domani partenza dalla piazza di Blera da dove, poi, i partecipanti raggiungeranno, percorrendo strade di campagna,

il primo sito archeologico di Grotta Porcina. A seguire il trasferimento verso la seconda tappa, la necropoli rupestre di Norchia, quindi di nuovo in sella per raggiungere, attraverso sentieri, torrenti e boschi, Castel d’Asso. L’arrivo della carovana è previsto intorno alle 13,30 a via Genova per l’immancabile pranzo �nale al Toto’s Pub. Il percorso è alla portata anche dei meno preparati, a patto di avere una bici in perfetta ef�cienza. Per ulteriori informazioni ed eventuali iscrizioni ci si può rivolgere al negozio Cicli Ranaldi in via Garbini 66/72 a Viterbo; telefono 0761/340865.

CICLISMO - Tanti ragazzi si sono cimentati sul percorso allestito nel piazzale della Scuola Media P.Egidi

Gimkana dell’Ellera, quanto entusiasmo I

l piazzale antistante la Scuola Media ‘P. Egidi’ nel quartiere viterbese dell’Ellera ha ospitato la ormai classica Gimkana Ciclistica per ragazzi. Organizzato dall’Associazione culturale-ricreativa ‘S. Maria dell’Edera’ in collaborazione con Mountain Bike Viterbo e il Coni provinciale, l’evento ha richiamato un folto gruppo di ragazzi accompagnati da genitori e nonni. Sul percorso obbligato tracciato nel piazzale, Simone Nicolardi, Tancredi Mingarelli, Lorenzo Sargeni e Andrea

Pastori hanno ottenuto il miglior tempo nelle rispettive categorie. Il Presidente dell’Associazione Giancarlo Bandini ha premiato tutti i partecipanti, invitandoli poi a raggiungere il giardino della Scuola Elementare dove era stato allestito un gustoso Nutella Party. Il Comitato dei Festeggiamenti della Madonna dell’Edera, Patrona del quartiere, è stato particolarmente soddisfatto della riuscita della gimkana cui hanno assistito numerosi spettatori.


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 1 Giugno 2011

KARATE

Applausi, premi e nuove cinture per tutti

Non ci sono stati vincitori o vinti nella giornata che ha chiuso un anno con le ‘Arti marziali a scuola’

T

ante nuove cinture, tanti attestati e applausi per tutti. Ve l’avevamo promesso ed ecco dunque altre foto della bella mattinata che si è svolta presso l’Istituto Tecnico Commerciale Paolo Savi di Viterbo, dove è andata in scena la manifestazione �nale del progetto ‘Arti Marziali a scuola’ organizzato in collaborazione con la Fijlkam e la Sakura Dojo 2 Dil.ca. Gli studenti si sono dimostrati tutti meritevoli di apprezzamento per l’impegno messo nella preparazione delle rispettive esibizioni, ricevendo attestati di merito e gadgets da parte degli organizzatori, decisamente soddisfatti per la belle riuscita dell’evento.


almanacco

& Mercoledì 1 Giugno 2011 Viterbo AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

23

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

questoè un mese che vi vede splen-

21 Aprile - 20 Maggio TORO n nuovo mese, un nuovo inizio, una nuova stagione, una nuova estate, un nuovo

didi protagonisti in tutti i settori della vostra turbolenta e meravigliosa vita cari amici dell’Ariete..non dovete avere affatto paura se sentite dire che Giove se ne va..in realtà si sposta solamente e sapete dove?.. direttamente nel vostro portafogli!..riempiendolo di BEI SOLDONI!!! BEATI VOI

lavoro, un nuovo amore..tutta la vostra vita cambia e cambierà cari amici del Toro!..Giove il 4 entrerà nel vostro segno e vi coccolerà per un anno intero..e vi porterà una miriade di sorprese tutte da aprire e gustare..preparatevi!.. potrete aprire qualsiasi porta…TUTTO SARA’ MERAVIGLIOSAMENTE POSSIBILE!

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO l vento caldo dell’estate..vi sta portando via…questa era una meravigliosa canzone di

23 Luglio - 22 Agosto LEONE uesta bella luna in Gemelli che vi guarda frizzantina e simpatica vuole darvi

tanti tanti anni fa..ma vi si addice perfettamente..voi state letteralmente volando in un mare di nuove opportunità che vi sono gentilmente offerte da pianeti veloci in toro..e sappiate che dal 4 giugno anche Giove si accorgerà finalmente di voi cominciando a guardarvi con occhi nuovi e pieni d’amore..PORTANDOVI IL MEGLIO

una bella pacca sulla spalla per spronarvi a tirarvi su e a non cadere nella trappola della malinconia..daltronde non è da voi guerrieri come siete..anzi, sono certo che tutti questi cambiamenti che vi stanno un po’ disorientando in men che non si dica saranno rigirati a vostro favore..NESSUNO SA FARLO MEGLIO DI VOI

rimo giorP no di giugno.. anche

I

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA mici della bilancia siete stanchi, lo so..cercate di andare avanti passo

A

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

oi siete V uno dei segni più illu-

U

minati dai pianeti in questo periodo cari amici dei Gemelli..Mercurio è ancora in Toro e vi sta elargendo delle belle sommette di denaro che non vi dispiacciono affatto..Venere è in preparazione per rendere il vostro viso più bello che mai..siete e sarete i più belli di tutti..ricchi,a ffascinanti fortunati ma soprattutto FINALMENTE FELICI 23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

a che meM raviglia cari amici del-

Q

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

ellissimi ed intelligenB tissimi amici

la Vergine..io credo che voi non stiate più nella pelle per le cose meravigliose che vi stanno accadendo..questo meraviglioso Giove che già da qualche tempo vi sta ascaldando il cuore si metterà dal 4 giugno in una splendida posizione dalla quale vi favorirà in ogni modo, nel lavoro nella salute e nell’amore..NON MALE EH? 22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO n questi giorni si parla moltissimo di ottimismo collegandolo a delle nuove

I

passo e di finire tutto ciò che avete iniziato..dal 4 giugno con la nuova posizione di Giove inizierà per voi un nuovo ciclo molto più fortunato…quindi se negli ultimi tempi avete avuto un fallimento lavorativo o sentimentale non ve ne rammaricate e cominciate da capo..LA NUOVA STRADA SARA’ PIU’ LUNGA E PIU’ BELLA

dello Scorpione voi state passando un periodo molto particolare..è come se la vostra vita fosse passata al microscopio dai vostri capi, dai vostri colleghi, dai vostri amici e anche dal vostro grande amore..lo so..è difficile da accettare ma in questo momento da voi le stelle pretendono un cambiamento..a ssecondatele..E NON VE NE PENTIRETE

scoperte scientifiche..sicuram ente per i vari esperimenti voi siete stati i prescelti..sprizzate gioia da tutti i pori..e avete ragione a sentirvi così..le stelle infatti vi stanno potando verso nuovi splendidi lidi..tra qualche giorno per un mesetto non sarà tutto facile ma credetemi..è l’inizio di un nuovo meraviglioso cammino..SCOMMETTIAMO?

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO orza che ci siamo!.. sono le ultime fatiche..da qualche settimana sicuramente

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO o so che ancora non ci siamo, lo so che siete stanche e stressati e che non avreste

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI roppi festeggiamenti cari guizzanti pesciolini.. capisco che la fortuna va celebrata e che i primi

avete iniziato dei nuovi progetti che vi hanno portato un aumento di autostima, e questo è molto positivo, ma allo stesso tempo, le vostre tasche sono rimaste ancora un po’ vuote..beh posso garantirvi che dal 4 giugno la situazione comincerà a rigirarsi totalmente..e improvvisamente vi sentirete come PAPERON DE PAPERONI

voglia di fare niente e di vedere nessuno e non riuscite nemmeno voi a capire perché..è semplice, cari amici dell’Acquario..state crescendo..e con questo nuovo giove che dal 4 giugno si porrà in posizione dissonante dovrete crescere ancora di più..ma volete sapere una cosa?..VI PIACERA’..E MOLTISSIMO

caldi mettono sete e che voi da bravi golosoni sentiate la tentazione di buttarvi a capofitto su splendide e colorate bevande rinferescanti e piene di zucchero ma ecco che oggi Nettuno apre le sue possenti braccia per stringervi e..non ce la fa!..niente contro le balene per carità ma insomma..datevi una regolata no?Ma si in fondo che vi importa tanto siete COMUNQUE BELLISSIMI

F

BUONGIORNO

Dal noto e rinomato ristorante Acquarossa di Viterbo augura il buongiorno a tutti i lettori dell’Opinione il bravissimo cameriere Valerio Guerrini qui fotografato nel giardino del ristorante prima di una impegnativa giornata di lavoro. E Valerio invita tutti i viterbesi ad andarlo a trovare al suddetto ristorante

L

T

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Mercoledì 1 Giugno 2011

Giovedì 2 Giugno 2011

ore 00 cielo quasi sereno e vento da sud a 4 km/h. Temperatura di 13,1 °C ore 03 cielo parz. nuvoloso e vento da sud/est a 4 km/h. Temperatura di 13,2 °C ore 06 cielo poco nuvoloso e vento da sud/est a 6 km/h. Temperatura di 12,9 °C ore 09 cielo poco nuvoloso con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ est a 9 km/h. Temperatura di 18,9 °C ore 12 cielo nuvoloso con intense nubi cumuliformi e vento da sud a 11 km/h. Temperatura di 21,7 °C ore 15 cielo nuvoloso con qualche piccolo cumulo sparso e vento da sud/ ovest a 15 km/h. Temperatura di 21,2 °C ore 18 cielo poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 14 km/h. Temperatura di 20,6 °C ore 21 cielo quasi sereno e vento da ovest a 6 km/h. Temperatura di 17,3 °C

ore 00 cielo parz. nuvoloso e vento da nord a 9 km/h. Temperatura di 14,8 °C ore 03 cielo nuvoloso e vento da nord a 8 km/h. Temperatura di 14,6 °C ore 06 cielo parz. nuvoloso e vento da nord/est a 9 km/h. Temperatura di 14 °C ore 09 cielo parz. nuvoloso e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 19,4 °C ore 12 cielo poco nuvoloso con intense nubi cumuliformi e vento da nord/est a 5 km/h. Temperatura di 23,3 °C ore 15 cielo poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 14 km/h. Temperatura di 20,6 °C ore 18 cielo poco nuvoloso e vento da sud/ovest a 18 km/h. Temperatura di 15,6 °C ore 21 cielo poco nuvoloso e vento da ovest a 11 km/h. Temperatura di 13,3 °C

FARMACIE

OGGI 1 GIUGNO FILOSCIA (DIURNO E NOTTURNO) VIA VICO SQUARANO, SNC (VT) TEL: 0761-324188 DOMANI 2 GIUGNO COM. LA QUERCIA (DIURNO) P.ZZA CAMPO GRAZIANO, 37) TEL: O761-326530 TERRACINA (NOTTURNO) VIA MINCIOTTI, 35 (VT) TEL: 0761-341072


L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 1 giugno 2011  

1 giugno 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you