Issuu on Google+

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Viterbo & AltoLazio Anno II N.75 - Mercoledì 30 Marzo 2011

Direttore Editoriale ARTURO DIACONALE

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO

Cronaca

Cronaca

Attualità

Carai, “nessun danno amministrativo e ho chiesto la sospensiva”

Destinati alla Tuscia centinaia di profughi della Libia

Santa Maria in Gradi nasconde la tomba di Raniero Capocci

di Daniele Camilli a pagina 4

di Roberto Pomi a pagina 2

di Roberto Pomi a pagina 7

EDITORIALE

Un Governatore che piace proprio a tutti

La raggiunge sul posto di lavoro e la prende a calci e pugni di fronte ai colleghi increduli

Lei vuole lasciarlo e lui la picchia Di nuovo una violenza domestica, di nuovo una donna che vuole abbandonare una relazione che non esiste più e di nuovo il ri�uto della parte maschile, che reagisce mostrando i muscoli. E’ accaduto a Corchiano, dove la vittima lavora in una nota fabbrica ceramica. L’uomo si è presentato sul posto di lavoro per chiarire degli aspetti della loro relazione, ma lei è rimasta ferma sui suoi passi e lui non ci ha visto più. L’ha presa a calci e pugni, di fronte ai colleghi increduli, che hanno chiamato i carabinieri. Preso dalla rabbia, l’uomo ha minacciato anche i carabinieri che tentavano di allontanarlo dalla moglie, che ha riportato lesioni in volto con una prognosi di sette giorni. All’uomo è stato vietato di avvicinarsi a Corchiano e al luogo di lavoro della donna.

di Paolo Gianlorenzo Un presidente, un Governatore, una donna, Renata Polverini. Ieri a Viterbo è venuta a presentare un progetto insieme ad altre due donne, le “assessore” Birindelli e Zezza. La sala gremita l’ha applaudita quando ha detto che festeggiava un anno dal suo insediamento. Forse già dalla mattina sapeva che sarebbe stata una giornata calda di sole e d’affetti. Era in grande forma e lo si e’ capito dall’abbigliamento e dalla grinta con la quale ha in�ammato la platea. In sala tutto il mondo agricolo e quello delle istituzioni viterbesi. Non mancava nessuno. In mezzo a loro, tantissimi agricoltori e giovani imprenditori che hanno accettato una s�da importante: rilanciare l’agricoltura e il suo sviluppo. E’ motivata, la presidente Polverini, ha voglia di fare, di portare a termine i progetti, di trovare soluzioni de�nitive anche con il rischio di essere impopolare. Ama la gente e lo dimostra da come l’affronta. Ha toccato temi importanti, sanità, lavoro, infrastrutture. L’ha fatto a braccio, non aveva bisogno di un discorso scritto. Non aveva necessità di farsi ricordare le cose fatte o da fare. E’ piaciuta a tutti. Destra o sinistra, a fronte della necessità dei cittadini, devono essere unite in un unico interesse, quello della comunità. Se dopo un anno e tutti gli eventi che si sono succeduti ha ancora questa grinta siamo convinti che una piccola speranza di avere qualcosa indietro dalla politica e dai politici rimane. Non c’è dubbio, vuole raggiungere gli obiettivi che si è pre�ssa e secondo noi può farcela.

di Luca Appia a pagina 3

VALLERANO

Antonio Mastrogregori è il secondo candidato del centrosinistra di Simona Tenentini a pagina 10

TARQUINIA

Accessi ‘clandestini’ nel sito dell’Extra oggi una conferenza di Diletta Alessandrelli a pagina 11

TUSCANIA

POLITICA - Apprezzati anche gli interventi degli assessori Birindelli e Zezza CIVITAVECCHIA Esumazioni, si fa

Entusiasmo Polverini

Sull’antico mercato appello al Presidente Tidei va giù dura della Repubblica

Una mattinata da non dimenticare quella di ieri alla Sala Regia di Palazzo dei Priori. Tre donne al centro della scena. il governatore Renata Polverini e gli assessori regionali Birindelli e Zezza. Hanno presentato una soluzione per contrastare il lavoro sommerso in agricoltura, che nel Lazio coinvolge il 35% del totale degli addetti, e promuovere l’occupazione.

“Non sapendo quale situazione proporre ad una situazione tanto ingarbugliata il sindaco ha pensato bene di proporre una Commissione mista, non si sa bene per fare cosa”. La consigliera del Pd Marietta Tidei non usa giri di parole per manifestare tutto il suo dissenso rispetto alla gestione di una vicenda che ha ormai esasperato gli animi di tanti, troppi cittadini.

di Fulvio Medici e Daniele Camilli a pagina 5

di Pietro Cozzolino a pagina 12

Sport

Sport

Dopo i due titoli italiani giovanili della prima giornata, Fabio Laugeni ha raccolto altri due ori ai campionati di nuoto in corso a Riccione. Il giovane portacolori della Larus ha vinto i 100 dorso e la 4x100 stile libero ed oggi può migliorare ancora il suo bottino.

Rolando Di Marco è un nome che tutti gli appassionati di podismo e gli sportivi conoscono. L’atleta viterbese, già più volte campione italiano in diverse specialità, ha aggiunto alla collezione il titolo tricolore Master della corsa campestre ed ora sogna l’Europeo.

di Glauco Antoniacci a pagina 13

di Glauco Antoniacci a pagina 18

Fabio Laugeni Ancora un titolo sale a quattro ori per Di Marco

In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE DELLE LIBERTA’ a 1 euro

di Valeria Sebastiani a pagina 8

VETRALLA

Un parco archeologico nelle scuole

di Daniele Camilli a pagina 8


interni cronaca

2

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

Saranno ospitati in piccole strutture sparse per la provincia

Centinaia di profughi libici in arrivo nella Tuscia di ROBERTO POMI

D

omani si terrà un importante incontro tra il ministro dell’Interno Roberto Maroni e i prefetti d’Italia. Al centro l’emergenza libica. Un vero e proprio fiume di persone continua ad accalcarsi lungo le coste del Paese del colonnello Gheddafi e, mentre nella Cirenaica e Tripolitania si continua a combattere, la gente scappa. Lampedusa è in grave difficoltà e ora sono iniziati gli sbarchi anche in Liguria, effetto diretto del pugno duro - verso i profughi - assunto dal governo di Parigi. All’incontro con Maroni anche il prefetto di Viterbo Antonella Scolamiero. La Tuscia è chiamata a giocare il suo ruolo nell’accoglienza dei disperati. Circa 5mila profughi libici sono stati assegnati dal piano del governo al Lazio. Roma non ne vuole sapere e circa 3mila di loro saranno distribuiti nella provincia romana. Il resto deve essere diviso tra Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo. Morale della favola, a conti fatti, arriveranno in terra etrusca alcune centinaia di fuggiaschi. La prefettura di Viterbo in questi giorni ha lavorato alla compilazione di una lista di luoghi da utilizzare per fronteggiare l’emergenza e rispondere a quanto richiesto dal ministero. La linea guida di tutta l’operazione è quella di evitare di ammassare i profughi

Altolazio News Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10

Direttore Responsabile PAOLO GIANLORENZO direttore@opinioneviterbo.it Servizi grafico-giornalistici forniti dalla Coop. Ed. Gior. e Pol. GLAUCO ANTONIACCI LUCA APPIA ROBERTO POMI DANIELE CAMILLI EMANUELE FARAGLIA ALESSANDRO GIULIETTI VIRGULTI

VALERIA SEBASTIANI VIVIANA TARTAGLINI SIMONA TENENTINI Grafici MARIO RAMUNDO Editore Altolazio News srl Pres.te Manfredi Genova A.D. Ferdinando Guglielmotti Iscrizione ROC n. 20469 Sede operativa 01100 VITERBO VIA CASSIA NORD 12A

TEL. 0761.346807 FAX 0761.341539 redazione@opinioneviterbo.it Tipografia L’OPINIONE S.P.A.VIA DEL CORSO 117 ROMA

Centri Stampa edizioni teletrasmesse EDITORIAL M.P.A S.R.L. SENAGO (MI) POLIGRAFICO SANNIO S.R.L. ORICOLA (AQ) Distributore Nazionale PRESS DI S.R.L. (GRUPPO MONDADORI) VIA CASSANESE 224 SEGRETA (MI) Concessionaria esclusiva per la pubblicità STUDIO 1 srl VIA ROSSI DANIELLI 19, 01100 VITERBO TEL. 0761.345252 FAX 0761.345355 info@studio-1.it CHIUSO IN REDAZIONE CENTRALE ORE 21,30

in un’unica area. La strategia è quella della distribuzione di piccole unità di disperati in diversi centri, in maniera tale da non creare eccessivi allarmismi presso la popolazione e rendere più facile la gestione e l’accoglienza dei profughi. Da quello che è trapelato saranno utilizzate strutture di accoglienza in mano ai religiosi e ad associazioni. Nel confronto di giovedì verranno confrontate le diverse posizioni e si andrà al conteggio effettivo delle disponibilità di posti letto per ogni singolo capoluogo di provincia. La maggior parte dei profughi destinati al viterbese

saranno accolti da strutture fuori Viterbo. Al momento presso la popolazione locale non c’è particolare allarme, piuttosto c’è consapevolezza che questi disperati vanno aiutati e bisogna farlo nel migliore dei modi, per loro e per le popolazioni residenti. Una delle linee guida dell’azione del governo sarà l’esclusione dall’accoglienza di tutti quei profughi di cittadinanza non libica. I fuggiaschi di altre parti del Maghreb e dell’Africa in generale, che stanno approfittando del conflitto per entrare in Europa, verranno infatti rispediti nel proprio Paese d’origine.

Una vergogna chiamata Strada Ponte Sodo D oveva servire per togliere il traffico dal Carmine, congiungendo il quartiere e le relative strade di scorrimento con la Cassia Sud. A oggi l’unica cosa a cui è servita la “costruenda” Strada Ponte Sodo è stata rendere impossibile la vita di circa quaranta famiglie viterbesi. Impantanati nel fango da mesi, in attesa di una ripresa dei lavori a marzo che non c’è mai stata, i residenti di questa zona della città sono arrivati sull’orlo di una crisi di nervi. Sul tavolo balla anche una denuncia dei “disperati” di Ponte Sodo contro l’amministrazione comunale. La questione ha dunque preso una via legale ma, nonostante tutto, la condizione della strada non cambia. Fango che si trasforma puntualmente in una trappola per ogni mezzo

che cerca di attraversarlo per raggiungere il cancello di casa. Quando piove i residenti sono costretti a muoversi a piedi, impossibile fare altrimenti se non si vuole correre il rischio di dovere chiamare i pompieri per farsi aiutare. Una situazione che si è verificata più volte. Più volte sono stati anche chiamati sul posto i carabinieri, per fare prendere atto alle autorità delle condizioni in cui un Comune non si vergogna di tenere i propri cittadini. Dalle parti di ponte Sodo tutti si domandano quando completeranno la strada ma al momento dal Comune arriva soltanto silenzio. Forse è il caso che l’assessore Arena ci vada a mettere il naso, quantomeno per evitare che prima o poi si ritrovi la fila di gente infangata fuori la porta dell’ufficio. (rp)

Guerra finita con l’Amministrazione dopo l’incontro svoltosi ieri

Polizia locale, raggiunto l’accordo M

unicipale vs Amministrazione: è arrivato l’accordo. Dopo un periodo di botta e risposta tra la polizia locale e il Comune, �nalmente ieri mattina si è arrivati a una conciliazione tra le parti, che �nalmente sancirà la �ne della lotta intestina che stava logorando Viterbo. L’Amministrazione comunale, dopo aver tenuto duro a lungo, è stata costretta a scendere a patti con i sindacati, mentre loro sono stati costretti ad abbassare un po’ il tiro. Ma il risultato è quel che conta e ora, �nalmente, la guerra è �nita. Una lotta che durante l’ultima Fiera dell’Annunziata aveva portato dei risvolti catastro�ci, con decine di venditori ambulanti fuori dalla porte della sede di via Monte Cervino per chiedere spiegazioni. Agli ambulanti, infatti, doveva essere assegnato il posto dagli agenti della

Mondialtufo, i quaranta lavoratori ancora in bilico

N

uovi problemi per i lavoratori della Mondialtufo di Corchiano, che fino a poco fa pensavano che la loro storia fosse finalmente arrivata a una felice conclusione. Peccato che “dopo l’incontro

Squarciate le gomme dell’auto di Raimondo Chiricozzi

S

molto prodigato nell’interesse della collettività, a favore di tutti i cittadini, perché fosse compreso il diritto all’acqua potabile e all’ambiente sano e pulito. Ciò probabilmente ha dato fastidio a qualche “ben pensante” che preferisce continui l’avvelenamento dei cittadini tramite l’acqua con-

il sindaco ha accordato buona parte delle richieste. Secondo l’articolo 208 del codice della strada, infatti, il 3% del provento delle sanzioni dovrebbe andare a creare un fondo pensionistico per i vigili urbani, cosa che a quanto pare a Viterbo non accadeva, ma che da oggi in poi sarà rispettata. Questo, hanno sottolineato sia Amministrazione che municipale, non signi�ca che gli agenti siano in nessun modo incentivati a elargire multe a destra e a manca. Sul piano dei buoni pasto, invece, il Comune ha concesso i ticket alla polizia locale, a patto che vengano rilasciati solo agli agenti che effettuano una ben precisa fascia di orario lavorativo, che coincide appunto con il pranzo. L’accordo, quindi, c’è e pare sia già stato rati�cato dalle sigle sindacali, che esultano la grande vittoria ottenuta per i diritti dei vigili urbani. (la)

La Filca Cisl accusa il Comune di Corchiano di non aver ancora inviato la documentazione

Si sospetta un atto intimidatorio contro il presidente del comitato Acqua Potabile quarciate le gomme dell’auto di Raimondo Chiricozzi, presidente del comitato Acqua Potabile, e si inizia a sospettare che possa essere stato un atto intimidatorio. Chiricozzi, infatti, da tempo si prodiga alla lotta all’arsenico e all’alga rossa nel lago di Vico, veleni che appestano le condotte idriche della provincia. A pensarla così è anche il comitato da lui presieduto, che ha risposto all’atto con un comunicato stampa. “Nella notte di venerdì 25 marzo 2011, sotto la propria abitazione, sono stati squarciati gli pneumatici della macchina di Raimondo Chiricozzi, presidente del Comitato Acqua Potabile. Iniziativa incomprensibile di uno scalmanato o intimidazione? Il comitato acqua potabile tramite il suo portavoce si è

municipale, che dalle 7 alle 10 hanno effettuato un’assemblea sindacale, impedendo ai venditori di piazzarsi nel centro storico. A rimetterci, quindi, sono stati proprio gli ambulanti che hanno letteralmente perso un’ottima occasione per lavorare, visto il centro storico gremito di persone proprio per l’evento annuale. Mentre speriamo che casi del genere non si ripetano più, soprattutto se ad andarci di mezzo è chi non c’entra nulla, l’accordo tra Comune e Polizia Locale è arrivato questa mattina, durante l’incontro convocato dal sindaco Marini, che aveva accolto le richieste dei sindacati di categoria. I rappresentanti, comunque, giorni prima erano stati avvertiti che, nonostante l’incontro, l’Amministrazione non fosse disposta ad accettare le loro richieste. Previsione che si è rivelata inesatta, visto che ieri

tenente arsenico e altri veleni, fra cui la microcistina cancerogena prodotta dall’alga rossa. Nonostante sia ormai impossibile farlo, c’è chi vorrebbe ancora nascondere la colorazione di rosso del lago, che è la prova evidente che la planktotrix rubescens ha trovato il suo habitat nelle acque di Vico. Nell’esprimere la solidarietà a Ramondo Chiricozzi, tutti i componenti il comitato lo invitano a continuare la battaglia di civiltà intrapresa per l’informazione corretta e veritiera, per la tutela della salute dei cittadini e per la difesa dell’ambiente naturale. Il comitato acqua potabile invita tutti coloro che si sentono di essere cittadini liberi e non coatti, attraverso il dialogo costruttivo, ad azioni coerenti per rivendicare il diritto all’acqua potabile”.

con le parti sociali, avvenuto a Palazzo Gentili lo scorso 7 marzo, alla presenza dell’assessore provinciale, Paolo Bianchini, il Comune di Corchiano, ancora ad oggi non ha inviato alla Regione Lazio i chiarimenti che la stessa aveva richiesto nel mese di dicembre scorso”. A denunciarlo è Fabio Turco, segretario generale Filca Cisl, che da sempre segue il caso dei 40 lavoratori della Mondiatufo, che rischiano di rimanere senza lavoro. “Apprendiamo,inoltre aggiunge Turco - che nella giornata di ieri, 28 marzo, la stessa Amministrazione comunale ha notificato alla Soc. Mondial Tufo srl, l’avvio del procedimento di autotutela “al fine di verificare l’eventuale emissioni di provvedimenti in autotutela di annullamento o revoca relativamente all’iter autorizzativi della cava.” Tra provvedimenti e ricorsi quaranta lavoratori rischiano il loro posto di lavoro. Ribadiamo nuovamente che non è nostra intenzione addentrarci in ambiti di pertinenza legale e amministrativa. Intendiamo, al contrario, attivare l’attenzione e la sensibilità delle Istituzioni, facendo ascoltare difficoltà e preoccupazioni

di azienda e lavoratori, valutare e condividere proposte e possibili soluzioni, volte a scongiurare un ulteriore impoverimento dell’economia del comprensorio del Distretto Industriale di Civita Castellana, ancora pesantemente provato dagli effetti della crisi. A tal proposito, di concerto con la Federlazio di Viterbo, abbiamo richiesto un incontro con l’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Pietro Di Paolo, per l’attivazione urgente di un tavolo regionale per esaminare e sciogliere definitivamente i nodi burocratici della vertenza. Su queste linee, infatti, deve realizzarsi una forte, convinta e convergente azione da parte di tutti gli attori interessati”.


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

cronaca

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 3

Si presenta sul luogo di lavoro della donna poi l’aggredisce di fronte ai colleghi increduli

Botte alla moglie che voleva lasciarlo di LUCA APPIA

N

egli ultimi giorni si sono drasticamente moltiplicati i casi di violenza sulle donne. Sempre più spesso sulle colonne dei quotidiani locali, compaiono notizie di abusi, soprattutto domestici. Secondo le statistiche più recenti, la violenza sulle donne non ha tempo né con�ni, è endemica e non risparmia nessuna nazione o paese, industrializzato o in via di sviluppo che sia. Non conosce nemmeno differenze socio-culturali, vittime ed aggressori appartengono a tutte le classi sociali, perché al di là di quello che tutti i giorni viene mostrato dai media il rischio maggiore sono i familiari, mariti e padri, seguiti dagli amici, vicini di casa, conoscenti stretti e colleghi di lavoro. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, una donna su cinque ha subito, nella sua vita, abusi �sici o sessuali da parte di un uomo. Nel viterbese l’ultima vittima in ordine di tempo, è una donna di Corchiano, che da qualche tempo stava organizzando la separazione dal marito. La violenza è avvenuta proprio a causa di questo desiderio della donna di rifarsi una vita, lontano dalle oppressioni di un uomo che, probabilmente, non amava più. Il fatto è accaduto qualche giorno fa a Corchiano,

all’interno di una nota ditta del settore ceramico, dove la donna lavora. I colleghi della vittima, testimoni involontari dell’accaduto, hanno riferito che l’uomo, G.B., 40enne e disoccupato, si sarebbe presentato nella fabbrica, con tutta probabilità per chiarire qualche aspetto della relazione con la moglie. La donna, però, è rimasta ferma sulle sue decisioni. A quel punto il marito, infastidito dalle risposte, è passato dalle minacce ai fatti, picchiando la donna di fronte ai suoi colleghi, che sconvolti hanno chiamato il 112. Sul posto sono immediatamente arrivati i carabinieri, che hanno cercato di fermare l’uomo, che intanto continuava a prendere a calci la moglie. Su tutte le furie, l’uomo ha anche minacciato i militari intervenuti, che per tutta risposta hanno tirato fuori le manette e gliele hanno messe ai polsi, accusandolo di resistenza e minacce a pubblico uf�ciale. La donna, subito dopo, è stata portata all’ospedale di Civita Castellana, dove è stata medicata e giudicata guaribile in 7 giorni per le lesioni portate al volto. Il marito, nel frattempo, ha trascorso due notti nelle camere di sicurezza dei carabinieri, �no all’udienza in cui è stato convalidato il fermo, emesso un divieto di frequentazione del Comune di Corchiano e del luogo di lavoro dell’ex moglie, al �ne di evitare che fatti del

L’avvocato: “Aspettate a chiamarlo orco”

Violenza su minore, l’arrestato oggi comparirà di fronte al gip

E

genere si ripetano ancora. Ancora una volta a causa di una separazione fra due coniugi, di una storia che ormai è �nita e non riesce ad andare avanti, si è assistito a scene di assurda e gratuita violenza, in cui le donne, pare, sono le vittime prede�nite. Non sono valsi a nulla, quindi, i tanti appelli fatti pochi giorni fa, durante l’8 marzo, dalle donne della politica e delle associazioni, che hanno chiesto

a gran voce la cessazione di ogni forma di violenza, cancro della nostra società civile, che ci impedisce di crescere come umanità, ponendo sempre la donna come “componente debole” della famiglia. Finché stalker, molestatori e mariti violenti non smetteranno di perseguire questi atteggiamenti, la parità tra uomo e donna rimarrà solamente un miraggio lontano.

’ previsto per oggi l’interrogatorio di garanzia dell’uomo di Orte, arrestato domenica scorsa per violenza sessuale sulla figlia della convivente. L’uomo, è stato accusato di aver violentato ripetutamente per tre lunghi anni la figlia della convivente, che quando i fatti sarebbero iniziati avrebbe avuto 6 anni. Rimane titubante, però, sulle accuse l’avvocato dell’uomo: Giuseppe Picchiarelli, che nei prossimi giorni potrebbe presentare un’istanza di scarcerazione. Al momento, comunque, il legale non si scuce sulla linea difensiva che adotterà durante l’interrogatorio di garanzia di oggi, ma fa un monito alla stampa che definisce “orco” il suo assistito: “prima di descrivere l’arrestato come un orco, bisognerebbe fare il processo e, soprattutto, fare luce su alcuni aspetti che,

al momento, non sembrano molto chiari”. Secondo Picchiarelli, infatti, i rapporti tra l’accusato e la donna dell’Est con la quale conviveva, negli ultimi tempi sarebbero diventati molto tesi e conflittuali, anche prima che la bambina raccontasse alla madre dei presunti abusi sessuali. Dall’altra parte, però, ci sono proprio i racconti della bambina di 9 anni, venuti a galla durante un audizione protetta alla questura di Viterbo. Il tutto è partito quando la madre, preoccupata, si è rivolta al centro antiviolenza Erinna, a causa degli strani comportamenti della figlia, avuta da un precedente matrimonio. Dal centro si è arrivati in questura, dove la bambina con difficoltà avrebbe raccontato tutto, anche attraverso alcuni disegni, interpretati dagli psicologici come sintomi di un grande disagio.

Il medico legale non anticipa ancora i risultati Sfocia nel penale il processo per le inadempienze delle società Bhumi e Ariani

Pistella, eseguita l’autopsia Falso in bilancio, tre imprenditori alla sbarra E

’ stato eseguito lunedì pomeriggio l’esame autoptico sul corpo di Ippolito Pistella, l’anziano trovato morto sabato scorso dentro il suo camino acceso. A trovare il cadavere dell’uomo, fu il �glio 41enne che lo aiutava con i lavori domestici. L’uomo era appena arrivato a casa con la spesa, quando ha visto il corpo del padre riverso a terra all’interno del camino. Una volta tirato fuori dal fuoco, l’uomo ha notato che il padre era già semi-carbonizzato e per lui non c’era più speranza. Ha comunque chiamato in fretta carabinieri e 118, che sono arrivati sul posto. Le circostanze della morte di Pistella, comunque, sono apparse subito particolari, anche se l’ipotesi più accreditata era quella dell’incidente domestico o del malore. L’anziano, ultrasettantenne, da qualche tempo aveva problemi di deambulazione, a causa di un incidente che gli aveva lesionato la colonna vertebrale. Si è comunque deciso di proseguire con le indagini, af�date al procuratore Conti. Da un primo esame, il dottor Lazzari ha rinvenuto delle piccole lesioni simili a segni di decomposizione, che potrebbero essere riconducibili alle “manovre di soccorso”. Il medico legale non si è spinto troppo oltre con i particolari, per rispetto della famiglia, ma ha detto che le ipotesi fatte dagli investigatori sull’incidente potrebbero essere corrette. Le cose potrebbero cambiare

di EMANUELE FARAGLIA

F

se, nei polmoni dell’anziano, fossero rinvenute tracce di fuligine. L’autopsia, comunque, era stata disposta dal pm, proprio a causa di quelle “lesioni simili a segni di decomposizione”, che avevano incuriosito il procuratore. L’esame è stato quindi effettuato nel pomeriggio di lunedì dall’equipe del dottor Ricci, dell’istituto di medicina dell’Università di Siena. Il medico, comunque, ha deciso di non divulgare per ora i risultati dei test, che al momento sarebbero solamente preliminari e non garantirebbe la piena certezza dei fatti. Il dottor Ricci, infatti, prima di pronunciarsi e depositare il referto sulla scrivania del pm Conti, intende fare ulteriori veri�che sul corpo dell’uomo, per capire a fondo la dinamica della morto dell’anziano. L’ipotesi dell’incidente domestico, quindi, rimane quella più accreditata, anche dalle prime analisi sul cadavere, nonostante la particolarità degli avvenimenti. (la)

also in bilancio e appropriazione indebita. Sono i capi di imputazione per tre persone che tra il 2004 ed il 2005 sono state al centro della creazione di due società, la Bhumi e l’Ariani che per mesi hanno creato una struttura aziendale con diverse lacune e inadempienze sul piano civile. Il processo, ora, è sfociato nel penale e proprio ieri sono stati ascoltati gli ultimi testi del pubblico ministero Paci�co. Due testimonianze particolarmente importanti che hanno permesso di comprendere alcuni meccanismi, micidiali, innescati precipuamente con la nascita delle due società. L’avvocato Bevilacqua di parte civile è apparso particolarmente combattivo nei confronti della

rappresentante dell’Ariani. “Il 29 settembre del 2004 ha creato l’Ariani, l’8 ottobre ha acquisito il 99% della Bhumi e nel 2005 chi ha venduto a chi?”. Il vuoto è apparso negli occhi e nella mente della donna che non ha saputo rispondere. “Nell’ottobre del 2010 la società è stata posta in liquidazione – ha poi proseguito l’avvocato Bevilacqua – ma dove ne era stata registrata la nascita?”. “Da un notaio a Roma” ha dichiarato la stessa tornando a riprendere il �lo del discorso. Come spesso accaduto anche in altre udienze l’intervento di Paci�ci ha poi chiarito almeno un punto, anche se l’effetto sulla tenuta emotiva della rappresentante della Bhumi è stato forse anche perggiore: “Nel gergo si usa dire testa di legno un soggetto che appare essere realmente rappresentante

di una società, ma che in realtà non lo è...”. “Mi sta dando della testa di legno?!?” la risentita risposta della donna. Tempestivo ed ef�cace l’intervento della giudice Marinelli: “Il pubblico ministero vuole intendere che è stata usata come una testa di legno”. Nel proseguio dell’udienza la stessa testimone ha chiarito di non aver provveduto ad alcun tipo di pagamento dall’ottobre 2004 all’ottobre 2005 “anche perché mi sono resa conto che era una perdita continua...” ha speci�cato la rappresentante dell’Ariani. Ben diversa la deposizione della commercialista di Potenza che ha posto in essere la liquidazione delle due società a seguito dei documenti relativi alle rispettive assemblee dei soci. La stessa è apparsa infatti pienamente consapevole dei limiti e dei

Nuova nata nel centro storico. Spunta un fiocco rosa in via Ascenzi

S

punta un �occo rosa in via Ascenzi, una vera e propria notizia in epoca di nascite zero soprattutto nel centro storico. La nuova viterbese doc si chiama Olimpia Nava ed è venuta al mondo lo scorso 24 marzo. Olimpia è peraltro �glia di una giovanissima coppia, Emanuela e Tiziano, sotto i 25 anni. Quel �occo rosa di via Ascenzi sembra proprio un vero miracolo. Provate a fare mente locale, quanto tempo è che non ne vedete uno nella parte storica della città? “Sarebbe il caso che il Comune istituisse una sorta di premio per chi, giovane, decide di avere un �glio. Senza bambini non c’è futuro. Sarebbe carino se il sindaco Marini bussasse a casa Nava per salutare la giovane viterbese verace Olimpia.

compiti professionali svolti, ma ciononostante la situazione resta piuttosto confusa dal punto di vista �scale tant’è che la dottoressa ha spiegato: “Il signor G.A. mi ha inviato solo una documentazione frammentaria via mail”. Insomma una situazione ingarbugliata resa ancor più problematica dal fatto che la Bhumi è una società fondata da Hare Krishna che sarebbe dovuta entrare in una Confederazione. “Il punto è che all’ingresso dei nuovi proprietari ci si è resi conto che mancavano i nominativi sul libro dei soci”. Per la prossima puntata di questa intricata vicenda bisognerà attendere �no al 18 ottobre, data in cui il collegio presieduto dal giudice Centaro ascolterà i testi della difesa e cercherà di fare piena luce sulle responsabilità dei tre imputati.

Guasto alla condotta Rio Trai senza acqua

R

iceviamo e pubblichiamo una comunicazione della società Talete, sul servizio idrico nella zona di Rio Trai. “A causa di una rottura della condotta da parte di un privato, tutta la zona servita dalla condotta idrica comunale Rio Trai (Strada Ortana, Strada Montecchio e zone limitrofe), è momentaneamente priva di erogazione idrica. Stiamo effettuando un intervento di riparazione sulla suddetta rete e prevediamo il ripristino del servizio a breve”.


interni cronaca

2 4

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

Sulla condanna della Corte dei Conti arriva la risposta del sindaco di Montalto Salvatore Carai

“Non c’è stato alcun danno erariale” di DANIELE CAMILLI

Non ho firmato alcuna carta e non c’è nessuna delibera di giunta in merito. Si trattava invece di una determina che metteva a disposizione una certa cifra, un prestito completamente restituito e non a fondo perduto”. Pertanto “dov’è il danno erariale? Il danno erariale non c’è”. A parlare è il sindaco di Montalto di Castro, Salvatore Carai. La vicenda? La sentenza della Corte dei Conti dell’aprile 2010 che ha condannato lui e il responsabile comunale dei servizi sociali, Vittorio Esposito, a pagare 15mila euro “quale danno da disservizio subito dal comune a seguito della loro inopinata condotta”. Settemila e 500 euro ciascuno per aver destinato un sussidio comunale “alle famiglie di alcuni giovani accusati di violenza sessuale” su una minore. “Con delibera n. 191 del 26.6.2007 del responsabile servizi sociali del Comune, sig. Esposito – si legge infatti nella sentenza – veniva disposta la spesa complessiva di € 30.000 quale contributo economico di € 5.000 a favore di ognuna delle famiglie richiedenti, tra cui quella di un presunto parente del sindaco, parentela che non

risulta smentita secondo la Procura, (che risulta comunque aver rinunciato al sussidio con lettera in atti)”. “Una storia vecchia – così la definisce Carai – di cui spero prima o poi si veda la fine. Anche perché sono passati ormai cinque anni e alcuni dei ragazzi coinvolti sono diventati pure maggiorenni”. Una condanna per la quale il sindaco ha chiesto “la sospensiva da quasi un anno e non ho ancora avuto risposta”. Dunque, i 7mila e 500 euro che Carai deve al Comune di Montalto non sono ancora stati pagati. In attesa che la Corte dei Conti si pronunci di nuovo. “Non posso pagare per un danno che non ho commesso”, aggiunge. “E anche il danno all’immagine dell’Amministrazione è venuto meno”. Gli chiediamo poi della lettera che il Tribunale dei minori indirizzò al sindaco e con la quale si chiedeva “l’aiuto dell’ente per ogni iniziativa per il sostegno e il recupero dei minori stessi”. Un sostegno che secondo la Corte non avrebbe dovuto essere di natura economica. Con la missiva, ci spiega il sindaco, “si invitava l’amministrazione a prestare attenzione a queste famiglie. Io non ho fatto altro che passarla ai servizi sociali. Inoltre soltanto 5 delle 8

Profonda crisi nel gruppo Tosinvest

Villa Buon Respiro rischia di chiudere entro il 15 aprile

L

Il sindaco di Montalto, Salvatore Carai famiglie coinvolte hanno beneficiato del sussidio”. Condanna però quanto accaduto alla ragazza? “Quanto accaduto non andava fatto – conclude Ca-

rai – ma purtroppo le cose succedono. Il fatto si condanna comunque da solo. E non c’è bisogno che lo condanni io”.

a sanit�� nel Lazio rischia il collasso, con la conseguente perdita di 3000 posti di lavoro e 2000 letti per i pazienti. In cima a tutto questo ci sono i problemi �nanziari della società Tosinvest, che è dietro al marchio degli ospedali San Raffaele. L’annuncio della chiusura delle strutture sanitarie del Lazio, è stato dato dal presidente della società e dall’amministratore delegato, attraverso una lettera inviata al Premier Berlusconi e a molte altre istituzioni, nella quale si legge che “pur apprezzando la volontà espressa dalla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, di voler affrontare le problematiche riguardanti la riorganizzazione del Gruppo San Raffaele, ci troviamo costretti, per causa dell’inerzia di alcuni funzionari regionali, alla luce del collasso �nanziario ormai venutosi a determinare, a preannunciare la cessazione

di tutte le nostre attività sanitarie, con conseguente rammarico”. In tutta la regione sono 17 le strutture sanitarie che dal prossimo 15 aprile potrebbero chiudere i battenti, fra le quali potrebbe esserci anche Villa Buon Respiro, unica struttura nella Tuscia del gruppo San Raffaele. Del caso ieri si è interessato anche il Presidente della Commissione Parlamentare d’inchiesta sugli errori in campo sanitario e i disavanzi sanitari regionali, Leoluca Orlando, che ha iniviato una richiesta di relazioni alla Presidente Polverini. “Le Asl laziali - ha affermato Orlando dovranno prendere in carico i 2.283 assistiti ricoverati nelle numerose strutture del gruppo. Oltre al licenziamento, sembra, di 3.171 lavoratori la ventilata chiusura delle strutture del gruppo comporterebbe seri problemi di tipo organizzativo dal punto di vista dell’assistenza sanitaria”. (la)

A Vejano in manette un barista, a Civita Castellana un marocchino

Carabinieri, lotta senza pietà alla droga C

ontinua senza sosta la lotta allo spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Viterbo. Dopo l’arresto di quattro giovani e la denuncia di una minorenne, avvenuta la scorsa domenica a Corchiano, perché in possesso di 450 grammi di droga fra hashish e marijuana, i militari della zona hanno continuato le loro operazioni. A Vejano i carabinieri della stazione locale hanno messo le manette ai polsi di un 33enne, G.P., del posto. L’uomo, che gestisce un bar nel paese, è stato colto con le mani nel sacco dai militari di Vejano, che durante una perquisizione personale gli hanno trovato addosso 5 grammi di hashish. La droga era già stata divisa in sette dosi e imbustata, pronta per essere spacciata in giro per la zona. Dopo l’arresto il barista è stato portato in caserma per gli accertamenti di rito e arrestato. L’uomo, infine, è comparso davanti al giudice per la direttissima, nella quale è stato convalidato l’arresto e condannato a sei mesi di reclusione. Un altro arresto è avvenuto a Civita Castellana, dove i militari della compagnia locale stavano effettuando un posto di blocco di routine. Poco dopo sulla strada passa l’auto di un marocchino 29enne, residente a Viterbo, che viene fermato dai carabinieri per un normale con-

trollo. Insospettiti, però, dai comportamenti del giovane, gli uomini dell’Arma hanno voluto approfondire la cosa, effettuando una perquisizione all’uomo e al veicolo. Ben presto i militari sono riusciti a far saltare fuori 50 grammi di hashish, messi immediatamente sotto sequestro. Sono

quindi scattate le manette per il marocchino, che è stato accompagnato alle camere di sicurezza della compagnia di Civita Castellana, dove ha passato la notte. La mattina dopo, l’uomo ha incontrato il giudice con il rito direttissimo, che ha convalidato l’arresto.

Violenza sessuale su un bambino di 7 anni Si avvia a conclusione il processo di Calcata

B

attute �nali in tribunale per il processo contro P.P., l’uomo di calcata accusato di violenza sessuale su un bambino di 6 anni a Calcata. I fatti risalgono alla notte di Halloween del 2005, quando la presunta vittima si trovava in compagnia di alcuni amici per festeggiare la ricorrenza. Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe avvicinato il gruppo in una zona verde del paese e convinto il ragazzino a seguirlo in un capanno, dove lo molestò sessualmente. I testimoni della difesa, compreso il sindaco del paese, scagionano in pieno l’uomo, de�nendolo “una persona traquilla e un padre di famiglia”. Durante l’udienza sono stati ascoltati altri testi della difesa, tutti convinti che P.P. sia completamente innocente. Alcuni amici, addirittura, hanno riferito che dopo le accuse contro di lui non hanno impedito ai loro �gli di

frequentare la casa dell’uomo. Pare, infatti, che molti ragazzi d’estate usassero con tranquillità la piscina dell’uomo a Calcata, compresa la vittima degli abusi, che comunque viene de�nito “un ragazzino sereno”. Nelle passate udienze il confronto tra la perizia psichiatrica svolta dalle due consulenti di parte Filomena Astore e Rosaria Damiani sull’imputato, ha evidenziato la sostanziale sanità mentale dell’uomo, escludendo alcun tipo di turba psichica. Il pubblico ministero che segue il caso, Giorgio Petroselli, ha dichiarato di essere abbastanza “sorpreso”, comunque, di come tante persone possano ricordare così tanti particolari di quel 31 ottobre 2005 a distanza di parecchi anni. Il prossimo 16 ottobre, in�ne, si tornerà in aula per la conclusione de�nitiva della vicenda, che vedrà il collegio dei giudici esprimersi sulle sorti di P.P.


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 Ottobre 2010

politica Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 5

Renata Polverini, Angela Birindelli e Mariella Zezza protagoniste ieri alla Sala Regia

“Con voi festeggio il primo anno da governatore” di DANIELE CAMILLI & FULVIO MEDICI

FotoZadroPress

U

na festa e, in Sala Regia, una platea piena di gente. Cia, Coldiretti, Confagricoltura, tutto il mondo sindacale. E soprattutto loro, gli agricoltori. In particolar modo i giovani. Quelli che per la prima volta hanno accettato la s�da di una realtà dif�cile, fatta di sacri�cio e speranze. Che guarda più al passato, ma punta dritta sul futuro. L’agricoltura, appunto. L’occasione era importante. A Viterbo, c’era Renata Polverini, Governatore della Regione Lazio. Il titolo del convegno: “Nel Lazio il lavoro VO.LA”. Con lei, l’assessore regionale alle politiche agricole, Angela Birindelli, quello alle politiche sociali, Mariella Zezza, e il sindaco di Viterbo Giulio Marini. A chiudere la giornata, Francesco Battistoni, presidente di Commissione alla Pisana. Tra il pubblico, il capo dell’esecutivo a Palazzo Gentili, Marcello Meroi, e le

Il sindaco Marini, la presidente Polverini e l’assessore Birindelli istituzioni politiche viterbesi: da Giancarlo Gabbianelli a Giovanni Arena, da Paolo Equitani a Paolo Bianchini. Festa doppia per la Polverini. Un anno fa, proprio di questi tempi, conquistava la Regione Lazio. Quando le possibilità sembravano esser scarse, se non addirittura nulle. Nel collegio romano – snodo fondamentale per vincere

le elezioni regionali – la lista del Pdl era stata esclusa. E il contributo delle province, quella viterbese forse su tutte, fu a dir poco decisivo. Ed è a Palazzo dei Priori che la Presidente l’ha voluto ricordare. Con l’emozione e lo charme che l’accompagna. Il sorriso che ogni volta la contraddistingue. “A quest’ora lo scorso

Il sindaco Marini soddisfatto del contributo per San Pellegrino in Fiore

“Abbiamo dato visibilità al nostro territorio”

R

iceviamo e pubblichiamo - Ringrazio la Regione Lazio per aver scelto Viterbo come sede per la presentazione di questa importante iniziativa. In questa sala oggi abbiamo dato visibilità a quanto questo territorio con forte vocazione agricola può offrire in termini di occupazione. Lo strumento che questa mattina è stato presentato riguarda da vicino proprio un segmento dell’economia di fondamentale importanza come quello dell’agricoltura ed è teso a contrastare il lavoro irregolare e incentivare e fa-

Giulio Marini vorire un futuro previdenziale e assicurativo più concreto ai giovani. Appro�tto inoltre della presenza della Regione Lazio per ringraziare uf�cialmen-

te l’assessore all’agricoltura Angela Birindelli per aver permesso al Comune di Viterbo di poter bene�ciare del contributo di 100mila euro da destinare all’organizzazione della prossima edizione di San Pellegrino in Fiore, soluzione che ha determinato la certezza dello svolgimento di questa manifestazione che ogni anno fa registrare alla nostra città un enorme successo in termini di visibilità e presenze di viterbesi, visitatori e turisti provenienti da tutta Italia e non solo. Giulio Marini Sindaco di Viterbo

anno – ha ricordato a rigor di logica – stavo consumando l’asfalto di via del Corso a Roma, che ho percorso da mattina a sera qualche centinaio di volte”. Ed è stato il suo valore aggiunto. Girare in lungo in largo non solo la Capitale, ma l’intero regione. Da candidata, ma con lo stile e l’impegno di quella sindacalista ch’è sempre stata. La politica è infatti come una fabbrica. La si ha in pungo solo se si sta accanto ai lavoratori – in tal caso i cittadini – e ai loro bisogni. “Il mio telefono non squillava più – ha poi aggiunto – Ho scoperto dopo come tutti pensavano a una mia scon�tta e quindi nessuno aveva il coraggio di chiamarmi. Poi, coi risultati delle province del Lazio, il risultato si è invertito”. La Polverini delinea scenari e mette sul tavolo i risultati raggiunti e una regione che ha trovato “più indebitata del nostro Paese”. Tanto che “nessuna banca era più disposta a �nanziarci”. Non dimentica niente: sanità, bilancio e arsenico. Per�no l’aeroporto viterbese. L’oggetto dell’incontro erano i voucher in agricoltura. “Un’opportunità – ha detto la Birindelli – sia per i datori di lavoro, che possono acquisire prestazioni accessorie perfettamente in regola e in sicurezza, grazie alle previste coperture assicurative e previdenziali, sia per i lavoratori appartenenti alle fasce più deboli della popolazione”. I bene�ciari di questa iniziativa sono i giovani “i giovani, �no a 25 anni, i pensionati, le casalinghe, i lavoratori parttime, gli extracomunitari con permesso di soggiorno, ma anche i lavoratori disoccupati, in cassa integrazione o in regime di mobilità. Un’iniziativa che permetterà inoltre “di ottenere importanti risultati anche grazie alla consistente sempli�cazione degli adempimenti amministrativi previsti”.

“In agricoltura è stato fatto molto – ha sottolineato in�ne Battistoni, riferendosi alle due leggi approvate e a quelle in via di approvazione, così come al raggiungimento dell’obiettivo di spesa del Psr – e ancora tanto faremo negli anni a venire. Grazie all’impegno dell’Assessore Birindelli a breve saranno aperti nuovi bandi del PSR per oltre 100 milioni di euro di spesa. E inoltre dall’assessorato al Lavoro arriveranno ulteriori 2 milioni di euro di fondi (in aggiunta ai circa 700mila euro già stanziati) per �nanziare il nuovo programma regionale di formazione a sostegno delle imprese agricole”.

Il pubblico presente

L’intervento del presidente della Provincia Meroi

“I voucher sono uno strumento innovativo e ricco di vantaggi”

R

iceviamo e pubblichiamo questo intervento del Presidente della Provincia, Marcello Meroi: “In una provincia a grandissima vocazione agricola come quella di Viterbo, occasioni per parlare di occupazione, formazione e sicurezza in agricoltura sono davvero molto importanti perché riguardano una copiosa fetta di territorio. Ringrazio, quindi, la Regione Lazio per aver organizzato questo incontro che ci dà possibilità di parlare delle opportunità offerte dai voucher, strumento innovativo volto a facilitare l’assunzione regolare di lavoratori impegnati per un periodo di tempo limitato in particolari settori produttivi e subordinati a particolari contratti. Questa particolare tipologia di prestazione di lavoro offre indubbi vantaggi sia per il datore di lavoro, che può quindi bene�ciare di prestazioni nella completa legalità, con copertura assicurativa Inail per eventuali incidenti senza dover stipulare

Marcello Meroi per forza alcun tipo di contratto, sia per il lavoratore, che grazie al sistema dei voucher può integrare le sue entrate attraverso prestazioni occasionali il cui compenso è esente da ogni imposizione �scale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato. Promuovere l’utilizzo dei voucher in agricoltura è una buona strategia di contrasto del lavoro irregolare, �nalizzata al rilancio occupazionale del settore agricolo e, soprattutto, dei lavoratori e degli imprenditori impegnati in questo settore”.


interni politica

2 6

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

L’assessore defenestrato scrive una lettera bomba al sindaco: “Il tuo governo della città non è trasparente”

Continua la ‘guerra’ Taglia-Marini C

ontinua la “guerra” a distanza tra il defenestrato assesssore Claudio Taglia e il sindaco di Viterbo Giulio Marini. Dopo “i sassolini dalla scarpa”, che il primo cittadino ha deciso di togliersi durante la presentazione alla stampa del Marini Secondo, è arrivata puntuale la risposta del �niano. Ecco la lettera aperta �rmata da Taglia e indirizzata a Marini: “ Sindaco Marini, è irragionevole il tuo risentimento in merito all’esposto che ho inoltrato alla Corte dei Conti, (peraltro regolarmente protocollato nei registri del Comune), circa alcune gravi irregolarità che sono state riscontrate nello sfruttamento delle acque termali. Nelle tue fumose dichiarazioni mi sembra di capire che, secondo il tuo giudizio, sarebbe stato meglio non portare in piazza i panni sporchi, anziché investire dell’incresciosa vicenda la Corte dei Conti. Caro Marini, tenere la gente all’oscuro di ciò che accade nel palazzo non si addice a chi pretende di gestire la cosa pubblica. Per quanto mi riguarda, avrei commesso una gravissima mancanza se, come assessore con delega al termalismo, avessi taciuto illecite situazioni. Come è del tutto evidente, stando così le cose è irragionevole accusarmi “di un fatto gravissimo nei confronti della �ducia verso il sindaco”. Nel caso di specie, mi si passi l’espressione, la �ducia nei confronti del sindaco c’entra come i cavoli a merenda. La questione da me sottoposta al vaglio della Corte dei Conti è in sé gravissima. Su questo punto credo possia-

S’infiamma il clima in vista delle elezioni

A Vetralla la politica è “engagèe” Q

Claudio Taglia mo essere d’accordo. Ma dove le posizioni divergono è quando affermi che l’esposto che ho inoltrato alla Corte dei Conti, previa regolare annotazione all’uf�cio protocollo del Comune, costituirebbe “un fatto gravissimo nei confronti della �ducia verso il sindaco”. Infatti, anziché far sentire “il tuo peso speci�co” nell’accertamento dei fatti denunciati e nell’individuazione delle eventuali responsabilità, mi accusi assurdamente di aver commesso un “fatto gravissimo nei confronti della �ducia verso il sindaco”. Comunque, dal signi�cato delle tue affermazioni sembrerebbe di capire che, anche a livello locale, nel gestire la cosa pubblica c’è chi è convinto che si dovrebbe avere più riguardo alla cura dei rapporti privati piuttosto che all’interesse della gente, che, giova ricordarlo, paga �or di contributi perché il Comune sia amministrato nell’interesse di tutti alla luce del sole. Ma secondo

me i cittadini hanno il sacrosanto diritto di sapere come viene speso il denaro pubblico, e, soprattutto, che non venga sperperato. Circa il merito della questione che è stata posta all’attenzione della Corte dei Conti, saranno i giudici a valutarne il peso e/o la rilevanza. Sul punto, le valutazioni personali del signor sindaco, comprensibilmente connotate da acrimonia nei confronti del sottoscritto, lasciano il tempo che trovano. Comunque, il peso e la caratura del sindaco Marini i cittadini potranno agevolmente desumerli per facta concludentia dalla mia estromissione dalle funzioni di assessore. In effetti, il sindaco, in spregio alla volontà dei Viterbesi che mi hanno votato, così contribuendo, nel contempo, alla sua elezione, ha ritenuto di sollevarmi dall’incarico per ragioni che solo lui conosce [...]”. Una bella doccia d’acqua bollente.

uando il clima s’infiamma, prima ancora che lo faccia la politica, a parlare sono spesso gli intellettuali. Il “quinto stato”, come li definì un tempo Giorgio Manganelli ne “La letteratura come menzogna”. In tal caso, fortunatamente, si tratta però di editori. Uno in particolare, Davide Ghaleb. Un tempo fotografo oggi libraio. La sua è una lettera aperta. Il tema, sono le comunali vetrallesi. Quelle per cui non è stata ancora presentata mezza lista, se non qualche velato intento qua e là. Suo il monito a pensar bene “a chi dare il voto”. A guardar “bene le facce dei candidati impresse sui manifesti”. A cercar bene “di leggere nei loro occhi, specchio dell’anima”. Scegliendo infine “con piena libertà di coscienza”. Per i vostri figli e nipoti. “Che almeno loro” – santo iddio – “possano un giorno vivere in una città migliore di quella che i nostri padri ci hanno lasciato!”. “A Vetralla – scrive l’editore – a meno di due mesi dalle elezioni amministrative, si cominciano a delineare ipotetiche liste elettorali, pseudo alleanze, e nomi di eventuali papabili a sindaco, tra cui anche alcuni debuttanti. Per i primi si tratta perlopiù di trasformisti, salta fossi e ricicloni, i secondi si propongono invece come nuovi sal-

vatori, ma con poca storia alle spalle e un curriculum politico assai scarso. Una corsa alla poltrona come in un film dove si conosce già la fine e la trama è purtroppo scontata”. Nessun futuro, dunque, per la povera, martoriata e smemorata Vetralla. Se non il solito vecchio assillo della“cultura”, angoscia di intere generazioni di contadini e braccianti che hanno conosciuto solo “l’agricoltura”, fatta di zappe e non di libri, sacrificandosi infine per far studiare e non “sudare” i figli. Affinché non si torcessero più il cappello tra le mani davanti al notabile di turno che della cultura faceva la sua arte. Quella dello sfruttamento. Vetralla che s’è dimenticata pure, ci fa notare Ghaleb, che “siamo l’unico Comune in Italia ad avere un museo, di recente proprietà dell’Università della Tuscia, che non è neanche citato nel sito web del Comune stesso e della locale Pro Loco”. “Disattenzione? – si chiede l’editore – “No, scarsa conoscenza e in qualche caso avversione per coloro che, il defunto Enrico Guidoni in testa, quel museo l’hanno strappato alla speculazione e all’incuria che sovrasta i nostri beni artistici. Eppure questo museo è la prima cosa visibile, navigando su Google Earth, avvicinandosi a Vetralla”. Manca infatti un Museo Civico di proprie-

Dal rimpasto ha ottenuto due nuove deleghe

Arena più forte solo in Comune?

Giovanni Arena

G

iovanni Arena è uscito rafforzato dal recente rimpasto di giunta. Sul suo tavolo, il sindaco Giulio Marini ha posto due deleghe in più: Edilizia Scolastica e Verde Pubblico. Era tutta “roba” gestita da Vito Maria Guerriero e non ereditata nella successione da Enrico Maria Contardo. Un rafforzamento di deleghe che Arena ha accettato di buon grado, con il solito mix di compostezza e slancio fattivo. Dopo tanti anni da amministratore è di fatto una sorta di colonna portante dell’amministazione Marini, l’uomo su cui si può fare affidamento. Qualcuno, ironizzando nei corridoi, ha riportato in auge un antico spot pubblicitario della nota

marca produttrice di carni bianche: “Sempre un po’ di più Arena ti dà”. Ma se da una parte il Giovannino cittadino ha di che rallegrarsi dall’altra, quella del versante Arpa, non c’è nessuna svolta. La prospettata presidenza dell’importante ente regionale tarda ad arrivare e anche se Arena è veramente tenuto in considerazione c’è una situazione di “battaglia” legale tra la Regione e l’attuale commissario. Questione che rischia di mandare all’aria la nomina del viterbese. Forse il rinforzo di deleghe, deciso da Giulio Marini, va proprio guardato nella prospettiva del “risarcimento”, per una presidenza all’Arpa che non scatterà mai. (Ro.Po.)

tà comunale e non semplicemente uno passato poi all’Università. C’è però la “Casa Museo”, quella non manca. Anch’essa “uno dei rari e primi esempi esistenti, in Italia, di abitazione contadina dell’800, donata” – manco a dirlo – “da Enrico Guidoni al Comune di Vetralla”. E ci sono pure, secondo Ghaleb Editore, amministratori che non sono stati in grado di amministrare il paesaggio, strade “occupate e devastate da enormi cartelloni pubblicitari che nascondono le bellezze del nostro territorio”, biblioteche rimaste chiuse, “decine di assessori, che nell’arco di un ventennio, non sono riusciti a mettere in piedi un piano strutturale che possa far rinascere il commercio e che incentivi il turismo”, “capipopolo” che trascinano in piazza i vetrallesi interessati a sapere come mai la pavimentazione del centro storico andava per le lunghe mentre le attività commerciali chiudevano i battenti. E infine chi raccoglie le firme per far riaprire al traffico un tratto di strada del borgo antico.“Ma ci rendiamo conto dell’idiozia?”, dice Ghaleb. Insomma, tutti sul banco degli imputati con la “cultura” a far da Pubblico Ministero. Quanti anni prevede la pena? Ma su una cosa l’editore ha soprattutto ragione. Ce l’ha, quando si domanda: noi che abbiamo fatto? Che abbiamo fatto, quando a Vetralla l’acqua è mancata per mesi e le persone si lavavano in campagna o in cantina? Che abbiamo fatto, oltre a chiuderci in Comitati salva questo o quest’altro e a partecipare a commissioni comunali senza alzare nemmeno un filino di voce quando i cittadini non ne potevano più? Che cosa facciamo ora, oltre a parlare di trasformisti, salta fossi e salvatori senza curriculum perché se ce l’avessero avuto a ‘sto punto sarebbero stati anch’essi ricicloni? Invitiamo a votare secondo coscienza? Oppure invitiamo a non farlo per niente, magari proprio per il futuro dei nostri figli e nipoti? Perdete ogni speranza o voi che votate, cari vetrallesi. Perché la storia tanto non cambia, secondo alcuni sarebbe sempre la stessa. Corsi e ricorsi. Da tragedia a farsa. Ma non si sa bene di chi, e chi senza dubbio l’alimenta. Ma forse ha ragione Chesterton quanto dice che “senza istruzione corriamo il rischio di prendere sul serio le persone istruite”. Ed è di questo che i vetrallesi dovrebbero tener conto quando andranno a votare. (Dan.Ca.)

Risposta ‘velenosa’

Tuscia Vola replica a Sposetti

T

uscia Vola fa quadrato intorno a Bartoletti e replica a quanto dichiarato da Sposetti: “E’ opportuno dare qualche numero sulla sua attività parlamentare da 11 anni e 258 giorni; indice di produttività pari a 54,7 che lo pone in classi�ca al 550° posto su 630 deputati; presenze in aula 68,57% ; assenze dall’aula 31,43%” .


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

attualità

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 7

La ricca tomba dello storico cardinale scomparsa dentro Santa Maria in Gradi

Nascosta anche la sepoltura di Raniero Capocci di ROBERTO POMI

L

a città dei Papi custodisce nel proprio sottosuolo e all’interno di edi�ci e chiese antiche un vero e proprio patrimonio storico-archeologico. Tra le sepolture illustri che non sono mai state riportate alla luce merita sicuramente interesse la tomba del cardinale Raniero Capocci. Tutti i viterbesi conoscono la via a lui dedicata, quel tratto di Cassia che costeggia le mura cittadine prima di arrivare a Porta della Verità. Lo stesso tratto di mura che lo stesso Raniero Capocci volle edi�care distruggendo il palazzo imperiale di Federico II di Svevia, suo acerrimo nemico. Proprio il cardinale Raniero Capocci guidò le truppe papali verso la vittoria e la cacciata dalla città dell’imperatore. Al cardinale si deve anche l’edi�cazione del complesso di Santa Maria in Gradi. Correva l’anno 1244 quando il monaco viterbese la donò ai domenicani. Proprio a Santa Maria in Gradi pare che l’alto prelato abbia avuto sepoltura. A rivelarci la curiosità l’appassionato di misteri viterbesi Gianluca Di Prospero. Un argomento, quello della misteriosa tomba di Raniero Capocci, che trova

spazio proprio all’interno del libro di Di Prospero, �glio di circa dieci anni di ricerche tra antichi testi e all’interno dei luoghi più nascosti e carichi di mistero della città di Viterbo. Sarebbe interessante andare a studiare, con le moderne tecnologie, anche la struttura di Santa Maria in Gradi, un luogo importantissimo per la storia della chiesa. Basta pensare che nel chiostro, recentemente restaurato, venne incoronato Papa Urbano IV e trovà sepoltura il Pontefice Clemente V. Con tutta probabilità la sepoltura di Raniero Capocci racchiude un corredo funebre di notevole valore storico-artistico. Attualmente gli edi�ci di Santa Maria in Gradi sono passati sotto la proprietà dell’Università della Tuscia che potrebbe “cavalcare” l’interesse che si è accesso in questi ultimi tempi - grazie al progetto di ricerca legato alla storica �gura di Papa Alessandro IV - per fare di Viterbo una città modello, a livello internazionale, per gli studi storico-archeologici. Considerando anche la grande presenza di necropoli intorno a Viterbo e in diversi comuni della Tuscia sarebbe fantastico trovare le risorse necessarie per valorizzare a pieno questo patrimonio.

Gianluca Di Prospero, in alto il Chiostro di S. Maria in Gradi

Con dei buoni studi e il recupero delle zone archeologiche più interessanti sarebbe possibile costruire un business capace di fare uscire dalla crisi l’intero territorio provinciale. Costruire intorno agli etruschi anche un decimo di quello che in Egitto sono stati in grado di fare con gli antichi egizi costituirebbe una svolta epocale. Tornando alla �gura di Raniero Capocci, ritrovarne la sepoltura potrebbe servire a Viterbo come pretesto per recuperare la storica �gura di Federico II e dedicargli un museo. Avete idea di quanti turisti si recano ogni anno a visitare Castel Belmonte, di Federico II, in Puglia?

Giovani Democratici condannano CasaPound

Un tumore inarrestabile

ichele Bassanelli, segretario provinciale Giovani Democratici, e Bianca Cherubini, segretario Circolo Viterbo Giovani Democratici, sono intervenuti a proposito della recente azione �rmata Casapound. “L’azione �rmata Casapound Viterbo all’iniziativa di Rifondazione Comunista, Arci e Anpi, lo scorso venerdì alla Sala Gatti, non può e non deve passare in sordina. Quello che è stato giustamente de�nito un ‘raid fascista’ è inaccettabile in una società civile. La politica dovrebbe mirare a facilitare un dialogo costruttivo, un confronto sano tra idee e posizioni differenti. Tuttavia, questo non sembra avvenire troppo spesso. L’associazione Casapound è stata segnalata più volte per atti di violenza e intolleranza politica. Lo stesso copione di venerdì scorso è stato ripetuto, come si ricorderà, due anni fa quando l’attore Ascanio Celestini era a Viterbo per il suo spettacolo sul razzismo. Anche in quell’occasione, non mancarono scritte offensive sui muri e attacchi. Ciononostante, all’associazione di estrema destra sono stati concessi anche spazi – di recente, la stessa Sala Gatti – per propri spettacoli e iniziative. Nulla

ssere di destra o essere di sinistra, talmente diversi da azzuffarsi. Diversi per questioni passate, mai veramente comprese e sempre puntualmente strumentalizzate, da una parte e dall’altra. Strumentalizzate da apprendisti stregoni con una grossa fame di costruirsi eserciti con cui andare ad azzannare il potere. Ideologie, sempli�cazioni buone per contrapporre, a volte anche per dare un senso a vite che altrimenti suonerebbero vuote, senza sapore. Questo è il trucco. Non ci sono vittime e non ci sono “cattivi ragazzi”, tutti sono burattini dello stesso indecoroso spettacolo. Quanto successo in via Saf�, all’analisi di un occhio attento, ha radici altrove. Vi ricorda niente il nome Silvio Antonini? E’ il presidente Anpi che pochi giorni prima ‘il giorno del ricordo’ ha pensato bene di mettere in dubbio la natura storica di vittima delle foibe del viterbese Celestini. Quello che è stato, da sinistra, de�nito raid è la diretta conseguenza. Gli uni “sputano” sugli infoibati (giusti�cando in qualche modo i titini) e gli altri sui partigiani. Il ruolo di provocato e provocatore si alternano e nessuno ha ragione. Quella è altrove ma il cancro della faziosità ci divora gli occhi. (Ro.Po.)

“Comune e Provincia limitino la propria disponibilità verso questa associazione”

M

Scontri destra-sinistra - Le foibe continuano a fare vittime di strano, anzi, completamente legittimo se le manifestazioni si svolgessero regolarmente. Purtroppo però, bisogna riscontrare numerosi incidenti, rivendicati poi dalla stessa Casapound. Sulla scia di quanto detto lunedì in Consiglio Comunale da vari consiglieri, tra cui Enrico Mezzetti e Linda Natalini, riteniamo che l’amministrazione comunale e quelle della Provincia limitino la disponibilità verso tale associazione. Non concedere più spazi pubblici ad associazioni o gruppi potenzialmente pericolosi signi�ca dare alla città una maggiore sicurezza. Costruire spazi di dialogo è poi quanto dovrebbero ricercare partiti e associazioni. Presentarsi a

iniziative di diverso orientamento politico con volantini, gridare insulti pesanti e andarsene quando si è invitati a discutere delle proprie posizioni non è segno di un confronto politico sano e civile. Noi come Democratici, prima ancora che come Giovani, condanniamo completamente e categoricamente atti di questo tipo. La nostra organizzazione nasce con lo scopo primario di far partecipare i giovani al dibattito politico. Difendere le proprie idee, avere dei contrasti su delle posizioni con altri di diverso avviso è il segno di una vera partecipazione democratica, che non prevede in alcun modo la violenza e gli assalti squadristi, che ci auguriamo non capitino mai più nella nostra città”.

E


interni provincia

2 8

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

TUSCANIA

Le sepolture rimosse in questi giorni beneficiavano di concessione perpetua

Esumazioni, una cittadina ha presentato ricorso di VALERIA SEBASTIANI

C

he la storia delle ‘esumazioni’ fosse una triste storia lo sapevano tutti, amministrazione compresa. Che qualcuno si sarebbe opposto, c’era da immaginarselo. Così è stato. Appreso che il comune avrebbe proceduto alle esumazioni nel corridoio d’ingresso del cimitero, una cittadina di Tuscania ha chiesto di poter ricomprare il loculo per poter conservare la sepoltura di uno zio, caduto durante la prima guerra mondiale e dei bisnonni. Alla richiesta è stata data risposta negativa. I loculi infatti servono per ospitare nuove sepolture quindi bisogna rimuovere i defunti’vecchi’. L’unica

possibilità che rimane ai posteri è quella di deporre quel che resta dei corpi esumati in una cassettina in ferro e tumularli nuovamente all’interno di una tomba più recente sulla quale apporre, quando lo spazio lo consenta, la foto. Una soluzione che la cittadina in questione non ha apprezzato: “Conservare la memoria dei defunti è un nostro dovere-Ci ha spiegato, preferendo rimanere nell’anonimato per semplici motivi di riservatezza- Le tombe sono quel che rimane della vita passata, delle nostre origini, la testimonianza dei nostri avi, la prova dell’esistenza delle tante storie che abbiamo udito su di loro pur magari non avendoli mai conosciuti.” Già, le tombe come testimonianza, come conforto, come tra-

mite privilegiato per quella ‘corrispondenza di amorosi sensi’ cantata da Foscolo. Le tombe come patrimonio storico. Il tempo travolge tutto però anche l’ultima dimora. Sfrattati per scadenza del contratto d’affitto, un contratto non più rinnovabile. Tanto un morto come può far valere i propri diritti? Si perchè i diritti ci sono, eccome! I loculi acquistati prima del 1971 erano infatti venduti in concessione perpetua. Fino alla soppressione del cimitero stesso e quando anche si fosse verificata tala ipotesi, ai defunti sarebbe stata garantita sepoltura nell’eventuale cimitero nuovo per un tempo non inferiore a 90 anni. Alla faccia della concessione perpetua. In base al contratto di ven-

dita la cittadina di cui sopra ha presentato una lettera con le proprie motivazioni al Comune. La risposta dell’Ente, pur riconoscendo la richiesta come motivata, è stata negativa. Il Comune non dispone di loculi per ospitare le nuove sepolture quindi via le vecchie. Ora la signora, determinata a far valere i diritti dei propri cari, ha presentato ricorso al Presidente della Repubblica e attende risposta nei prossimi giorni. Nel frattempo l’esumazione è stata sospesa, almeno per il caso da lei perorato mentre prosegue per gli altri defunti.

Il sindaco Massimo Natali ha cercato di creare il minor danno possibile dando ordine di conservare lapidi ad arredi funebri rimossi e decidendo di preservare le sepolture di alcuni notabili della cittadina: un avvocato ed un farmacista. Un segnale di sensibilità che ha evitato gli scempi perpetrati in passato quando venne travolta, tra le altre, durante l’operazione di esumazione, la tomba monumentale dell’Ingegner Tosoni, costruttore del cimitero. Ciò nonostante rimane da sciogliere il dilemma della concessione perpetua. Come

interpretarla? I tribunali di diverse regioni si sono già pronunciati in merito, in passato, su casi analoghi, a volte riconoscendo la validità dei ricorsi. La legge potrebbe dare ragione alla cittadina che in quel caso riuscirebbe a salvare le sepolture degli avi dando una bella ‘gatta da pelare’ all’amministrazione comunale combattuta tra senso civico e penuria dei loculi. Tutto questo a causa del paradosso del cimitero nuovo(nella foto) che nato per dare ‘respiro’ a quello vecchio non è già più in grado di assolvere al suo compito.

VETRALLA - La nuova proposta del Circolo Didattico locale per allestire mostre, concerti e avvenimenti culturali

Scuola: Santoni, un Parco Archeologico per la città di DANIELE CAMILLI

Maria Gabriella Scapaticci e Roberto Santoni

Ne siamo sempre più convinti: la scuola è un’ istituzione culturale che può dare un importante contributo allo sviluppo della città, attraverso proposte, suggerimenti, idee innovative. In questo senso va la proposta di costruire un piccolo ‘parco archeologico’ nell’area che circonda la scuola dell’infanzia di Vetralla, proprio a ridosso del centro storico”. E’ il progetto del Direttore del Circolo Didattico di Vetralla, Roberto Santoni. Uno dei tanti, forse tra i più belli e interessanti. “L’idea – dice Santoni – è condivisa anche dalla Soprintendenza per i beni archeologici del-

ACQUAPENDENTE - A disposizione della terza età servizi per le piccole ‘fatiche’ quotidiane

Assistenza domiciliare ‘leggera’ per gli anziani di FULVIO MEDICI

I

l Comune di Acquapendente ha rati�cato con un apposita delibera di giunta l’approvazione de�nitiva del progetto “assistenza domiciliare leggera”. L’obiettivo è quello di soddisfare le richieste di sostegno e di recupero delle persone in stato di bisogno, con particolare attenzione ai problemi degli anziani. Proposto dall’associazione nazionale terza età, attività per la solidarietà (Anteas) della sede di Viterbo, svilupperà un insieme di servizi quali l’accompagnamento per piccole spese o per il disbrigo di pratiche burocratiche, passeggiate, compagnia, lettura dei giornali. L’Anteas

è un’associazione di volontariato promossa dalla Federazione Nazionale Pensionati. Nata nell’aprile del 1996, promuove e sostiene le organizzazioni di volontariato volte a realizzare servizi e interventi di aiuto, con particolare attenzione agli anziani. Le aree più signi�cative di impegno e servizio sono: prevenzione e tutela della salute, assistenza nelle situazioni di solitudine e di malattia , trasporto anziani e disabili, assistenza e/o animazione nelle case di riposo, segretariato sociale, assistenza domiciliare, centri ascolto telefonici, miniambulatori infermieristici, centri sociali e di attività culturali, attività ricreative, mantenimento e cura

del verde pubblico, servizi nei musei e nelle biblioteche. Inoltre è signi�cativa la sua azione nelle attività di formazione e informazione mirate agli operatori del settore.

l’Etruria Meridionale, dopo un attento sopralluogo effettuato dalla dott.ssa Maria Gabriella Scapaticci. Gli ambienti ipogeici scavati nel tufo, si legge nella nota della Soprintendenza – inviata a seguito della segnalazione della Direzione Didattica – ‘facevano parte dell’antica Rocca medioevale di Vetralla, purtroppo per la maggioranza andata distrutta nel suo alzato, nel corso dell’ultimo conflitto mondiale’. Secondo la Soprintendenza le strutture rappresentano infatti “ambienti di servizio e cantine per la conservazione di vino, olio e derrate agricole”; gran parte degli ambienti, oggi, sono pieni di spazzatura e rifiuti. Ma la

caratteristica di trovarsi nel centro storico e in una zona particolarmente panoramica e suggestiva induce a prevedere “un’adeguata conservazione e valorizzazione delle stesse strutture ipogeiche, che fanno parte integrante della storia del fortilizio di Vetralla”. Naturalmente il primo passo da compiere – spiega il Direttore – “è la messa in sicurezza dell’area e una rimozione della spazzatura, in modo da rendere agibile l terrazzo- giardino e gli ambienti sotterranei. L’area potrebbe essere utilizzata per l’ allestimento di mostre, concerti, presentazioni di libri, avvenimenti culturali per una crescita di tutta la collettività”.

La struttura sotterranea


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

provincia

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 9

MONTEFIASCONE

A poco più di un mese dalla chiamata alle urne tra i cittadini si nota una crescente insofferenza politica

Scema l’interesse per le elezioni di GIUSEPPE BRACCHI

C

’è da restare sconcertati di fronte all’assenza della politica a Monte�ascone ad appena un mese, giorno più giorno meno, dall’appuntamento con le elezioni per il rinnovo del consiglio comunale. Se chiediamo ad un qualunque cittadino residente sul Colle cosa si aspetta dalle prossime elezioni amministrative per la crescita del Paese, sono sicuro che ci prenderebbe per matti o per dei poveri idealisti a caccia di.... colpi di scena. Oppure farebbero spallucce come in un gesto di pacata rassegnazione, per signi�care che ben poche cose si aspetterebbero o cambierebbero, considerando che �no ad oggi si è parlato soltanto di poltrone e ben poco di programmi. Una smentita rincorre l’altra. Alleanze che �no al giorno prima sembravano delineate e ben de�nite, si sciolgono il giorno successivo come neve al sole. Il motivo o i motivi della lite sono forse i programmi? Giammai! Poltrone, poltrone e sempre

poltrone. Il Tizio che piace a Caio, non piace a Sempronio, forse perché Mevio sarebbe il candidato più indicato... su quali basi, intorno a cosa? Boh! Vacci a capire qualcosa. Certo per governare ci vogliono i numeri. Ma siamo sicuri che in democrazia ed in politica - quella seria ovviamente! - sia suf�centi soltanto i numeri per reggere le sorti attuali e future

di una cittadina di 15000 abitanti, dettarne le priorità e la crescita economica e sociale, assicurare prosperità e benessere agli amministrati? La storia recente di questo paese dovrebbe aver insegnato più di qualcosa in merito, anche ai più ottimisti. Poi, possiamo sbizzarrirci come vogliamo sulle tante verità in circolazione in merito alla... caduta degli dei dall’Olimpo! La

verità è che quando in politica - ripeto: quella seria, ovviamente! - non si hanno le idee chiare, si vive alla giornata o sulla base dei soli numeri o di accordi raffazzonati, i risultati possono portare, prima o poi, solo ad un commissariamente del comune. Quando la politica perde di vista il bene comune e guarda soltanto al bene delle poltrone, il rislutato, prima o poi, ma più prima che poi, può essere soltanto il fallimento di una giunta e di un gonsiglio comunale. Perché volenti o nolenti, chi regge le sorti politiche ed amministrative di una cittadina non può assolutamente pensare di basare il consenso su di una sorta di autoreferenzialità arrogante e spocchiosa. Ci vuole ben altro. E la riposta, nel permetterci un modesto consiglio, potrebbe arrivare ai nostri stanchi maitre a penser locali o per coloro .- e sono tanti - che difettano di idee e di originalità (fatta qualche debita eccezione che in passato ho già segnalato, leggi Renato Trapè(nella foto)), dal Mani-

festo del Movimento Cristiano Lavoratori che, in una recente riuninone nazionale, ha cercato attraverso l’elaborazione di un documento politico di trasmettere proprio una scossa alle realtà locali. Dopo aver analizzato l’attuale crisi politica ed economica, come il risultato di una crisi ben più profonda, vale a dire, crisi culturale e dei valori, il Manifesto ha richiamato l’attenzione di tutti i politici sull’urgenza e la necessità di riscoprire la politica, secondo la recente ma sempre attuale de�nizione di Paolo VI, come “la più alta forma di Carità”. Ma per questo la politca, a

cominciare proprio dal territorio e dai Comuni, piccoli o grandi che siano, deve tornare a parlare al cuore della gente promuovendo i valori fondanti della comunità civile intorno a quel Bene comune, che non è una pura esemplice sommatoria di beni, di maggioranze o di numeri, ma bensì valori irrinunciabili e fondanti come “la famiglia, la vita, la linbertà di educazione e di culto, la sussidiaretà, la solidarietà, la responsabilità, un nuovo senso del dovere”. Ecco, tutto il contrario di una politica concepita e gestita come autoreferenzialità arrogante e spocchiosa. Buon lavoro a tutti!!

MONTEFIASCONE - Domenica 3 aprile MONTEFIASCONE - Le piazzole di carpfishing fruttano al Comune 8000 euro l’anno

E’ tempo di assemblea per i soci della Solidarietà Falisca

di MICHELE MARI

L

’associazione Solidarietà Falisca ha �ssato, per domenica 3 aprile l’assemblea ordinaria dei soci. La prima convocazione è per le ore 9,30 e la seconda terrà alle ore 10,30 presso la sede la sede operativa dell’associazione in via Giuseppe Contadini. All’ordine del giorno sono stati posti i seguenti argomenti: relazione del presidente, approvazione del bilancio 2010, varie ed eventuali. Nell’assemblea dei soci dello scorso anno erano state af�date le seguenti cariche: Algerina Monachina (Presidente), Giancarlo Silvi (Vicepresidente e competenza al Personale autista), Monia Smafora (Vicepresidente e competenza al Personale infermieristico), Rossana Bartolozzi (Segretario e competenza ai Servizi Socia-

li), Massimo Mocini (Cassiere). Ecco gli altri componenti del Consiglio Direttivo: Enzo Coralloni, Minelvio Ferlicca, Gianluca Ferri e Pasquale Fois. Questi invece i componenti del Collegio Sindacale : Lodovico Cecchini, Daniele Marianello e Aldo Terazzi. Il Medico Responsabile dell’Associazione è Luigi Cricco. Da ricordare che la Solidarietà Falisca è un’associazione che da anni effettua servizi di trasporto infermi e feriti, assistenza sanitaria, collabora con il 118 di Viterbo, risponde alle chiamate dell’Ospedale Civile di Monte�ascone, della Casa di Riposo “Villa Serena” e della Clinica Villa “S. Margherita” di Padre Luigi Monti. La caratteristica che la rende unica nell’intera Provincia di Viterbo è il fatto che è attrezzata in caso di rimozione per gli ordigni bellici.

Arriva l’enduro di pesca alla carpa I

l carp�shing continua ad essere una piccola importante realtà della città di Monte�ascone. Le ventiquattro piazzole attive sul lungolago saranno interessate dal 28 aprile al 1 maggio dall’enduro di pesca alla carpa organizzato dal team Big Carp Team, di Roma. La gara di pesca occuperà tutte le piazzole di Monte�ascone ed anche quelle di Gradoli. Secondo gli organizzatori saranno presenti dalle 35 alle 50 coppie che pescheranno per ben 70 ore continuative. La manifestazione è organizzata con il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Viterbo e del Comune di Monte�ascone. Alle 8,30 del 28 aprile si terrà il raduno e poi verrà dato il via alla gara. Da ricordare che le piazzole sono attive, sul lungolago di Monte�ascone, dal novembre 2009 ed hanno ottenuto un crescente sviluppo. In un anno di attività sono stati raccolti oltre 8mila euro. Molti sono stati i raduni e le gare di pesca che hanno interessato questi spazi di pesca riservati.

Le piazzole operative sul lungolago monte�asconese dal novembre 2009 sono ben ventiquattro e sono di due tipi: quattordici “rosse” che sono situate nella zona balneare e non utilizzabili nel periodo estivo; e dieci “verdi” utilizzabili tutto l’anno. Inoltre per i residenti delle provincia anche un privilegio: uno sconto del 50% decisamente non indifferente le tariffe: per due giorni e una notte € 20,00; per tre giorni e due notti € 35,00; per quattro giorni e tre notti € 45,00; per cinque giorni e quattro notti € 55,00; per sei giorni e cinque notti € 65,00; per sette giorni e sei notti € 70,00 in�ne per quindici giorni e quattordici notti € 120,00. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’uf�cio pesca del Comune di Monte�ascone ai numeri 0761-832048 e 0761-832037 o via e-mail: m.tantillo@comune.monte�as cone.vt.it e m.agnoletti@comune.monte�a scone.vt.it nei giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 09,00 alle 13,00, o al fax 0761824745 (M.M.)

MONTEFIASCONE - Centinaia di atleti saranno in città per il campionato regionale

Al Palazzetto dello Sport le gare di ginnastica artistica D omenica 3 aprile 2011 si svolgeranno a Montefiascone, presso il Palazzetto Comunale dello Sport, le gare regionali di Ginnastica Artistica. L’importante manifestazione sportiva alla quale parteciperanno centinaia di atlete/i provenienti da tutta la Regione è organizzata dalla Polisportiva Libertas Montefiascone in collaborazione con la Federazione Ginnastica d’Italia (Comitato Regionale Lazio). Parte-

ciperanno le migliori Società di Ginnastica della nostra Regione, gareggeranno alla presenza dei giudici federali che assegneranno i loro voti per le specialità: corpo libero, trampolino, trave, volteggio ed anche parallele per i maschi. La manifestazione sportiva, riuscirà sotto tutti gli aspetti, ne sono certi il prof. Alessandro De Dominicis (Responsabile Tecnico Federale) ed il prof. Roberto Accili (Presidente della Federazione Regionale di

Ginnastica) che hanno ancora voluto questa grande manifestazione a Montefiascone, considerata l’eccellente organizzazione delle edizioni precedenti. La Libertas Montefiascone con la Prof.ssa Teresa Fossati, il Presidente Lodovico Mocini e gli altri dirigenti, consapevoli della grande aspettativa che viene posta sulla manifestazione, sono all’opera perché tutto si svolga alla perfezione e si possa superare i già lusinghieri precedenti risultati. (M.M.)


interni provincia

2 10

VALLERANO

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

SORIANO NEL CIMINO

Giornate Fai, la minoranza E Rifondazione propose Mastrogregori chiede spiegazioni Nel centrosinistra spunta una nuova candidatura accanto a quella di Vanessa Ercoli di SIMONA TENENTINI

L

a calma apparente che �nora sembrava caratterizzare la vita politica di Vallerano è ormai solo uno sbiadito ricordo, visto i recenti sviluppi che si sono veri�cati, in maniera improvvisa, negli ultimi giorni. Quando infatti sembrava ormai tutto deciso, ecco che sono arrivati degli scossoni inaspettati che hanno fatto saltare tutti gli equilibri consolidati. Prima, lunedì, l’annuncio della nascita del Terzo Polo tra Api, Fli ed Udc, che ha avviato le fasi di consultazione sul territorio (ancora non si capisce bene se �nalizzate alla costituzione di una lista civica) e ieri, l’annuncio di una nuova candidatura nel centrosinistra, quella di Antonio Mastrangeli proposto da Sel e Rifondazione Comunista. Ecco quindi che, in pochi giorni, si è ‘strappato il velo’sull’apparente unità tanto decantata nello schieramento e, accanto alla venticinquenne

Vanessa Ercoli spunta anche il nome di un altro candidato sindaco. “In realtà - come spiega lo stesso Mastrogregori - la mia candidatura è stata messa a disposizione di tutto il centrosinistra, ed è la naturale conseguenza di una fase d’immobilismo che va avanti ormai da troppo tempo. Il partito che rappresento, per superare lo stallo in cui si era impantanato il Pd, che �no a qualche tempo fa non riusciva a ‘trovare la quadra’, ha proposto anche le

elezioni primarie, in modo tale da far sì che fossero gli stessi elettori a decidere. Nemmeno questa proposta è stata però accettata ed ora siamo stati quasi ‘costretti’ ad accettare una candidata che non è il frutto di un dialogo tra le varie componenti, ma una somma di debolezze, poichè si è deciso con una serie di veti incrociati che non rappresentano certo la massima espressione di democrazia. Ciò non signi�ca assolutamente che non condividiamo la persona - continua

Mastrogregori - ma il metodo con la quale è stata scelta. Siamo però disponibili a dialogare ulteriormente per elaborare una candidatura condivisa, anche se i tempi si riducono sempre di più. Se l’accordo non si dovesse trovare, come ritengo che sia, non ci spaventerebbe nemmeno concorrere, come già successo in passato, con una lista tutta ‘nostra’. Del resto ci caratterizziamo per dei punti programmatici che potrebbero farci ottenere un buon risultato - conclude Mastrogregori - a partire dalla difesa dell’ambiente ed in particolare delle coltivazioni locali, come il castagno. A questo proposito voglio sottolineare come sia importante diffondere il divieto dell’uso di trattamenti chimici per salvaguardare i nostri raccolti, anche se, purtroppo l’amministrazione attuale non sa nemmeno dove sta di casa la tutela dell’ambiente. Al riguardo basti pensare alla proposta del sindaco Giovannini di realizzare un inceneritore per capire come stiamo messi in questo settore.”

VASANELLO - Un lettore denuncia: mi è stata recapitata la corrispondenza di altre persone

Poste Italiane, ancora disagi per i cittadini A

ncora disagi nell’uf�cio postale di Vasanello. Qualche giorno fa, raccogliendo le lamentele di alcuni residenti era stato affrontato il problema della corrispondenza consegnata su richiesta. I cittadini al riguardo avevano fatto presente che, nel momento in cui erano andati direttamente allo sportello per protestare per il servizio carente, il giorno successivo erano stati letteralmente ‘inondati’ di decine di missive, raccomandate e bollette già scadute. Ora è la volta dello ‘scambio di persona’. Un lettore affezionato ha in-

fatti sollevato un altro problema che si è veri�cato sempre nello stesso uf�cio postale, tra l’altro l’unico del paese. Praticamente qualche giorno fa gli è stata recapitata la corrispondenza di persone sconosciute, per di più residenti nel comune di Vignanello. Tra queste lettere ce n’erano alcune di fondamentale importanza, come delle comunicazioni dell’Inail, che, molto probabilmente i destinatari staranno ancora aspettando. La cosa ancora più strana è che la posta è stata addirittura inserita in una cassetta senza alcun nominativo, usata dai proprietari solo a scopo orna-

mentale. Come dire, la prima buca che trovo quasi quasi ci in�lo le lettere, tanto chi se ne accorge? In realtà qualcuno se ne è accorto, e ha fatto presente il disguido all’uf�cio postale di Vasanello. La risposta? “Non siamo responsabili delle inadempienze dei postini, che tra l’altro non vediamo quasi mai. Se volete fare reclamo dovete rivolgervi a Ronciglione.” Della serie: bisogna continuare a tollerare vicende assurde e grottesche senza nemmeno lamentarsi, tanto a che serve? (Sim.Ten.)

Foto Di Palermo

N

on accennano a placarsi le polemiche riguardo l’annullamento delle Giornate Fai di Primavera che si sarebbero dovute svolgere a Soriano durante lo scorso week end. Il programma, predisposto dal Fondo per l’Ambiente Italiano, prevedeva l’apertura eccezionale di monumenti di solito chiusi al pubblico. Nel caso speci�co Palazzo Chigi e Fonte di Papacqua. Quando già era stato tutto predisposto per l’evento, con relativa promozione e distribuzione di volantini, all’improvviso, a pochi giorni di distanza, tutto è stato cancellato, con un laconico comunicato in cui non si forniscono spiegazioni sull’accaduto. I cittadini, però, non hanno accettato tanto di buon grado il provvedimento ed hanno organizzato una manifestazione popolare domenica scorsa per chiedere delucidazione direttamente agli amministratori locali. Le risposte, purtroppo, sono state tutt’altro che esaustive. Com’era prevedibile, infatti, le responsabilità della circostanza sono state addossate tutte ai responsabili del Fai che, a sentire i rappresentanti del Comune, avrebbero annullato la manifestazione in programma da mesi senza alcun motivo. Molti sono, tuttavia, gli spunti di ri�essione che vengono offerti ad un attento osservatore che sappia leggere i fatti

al di là dell’esteriorità. Innanzitutto, la strumentalizzazione tanto vituperata dall’amministrazione ma che, in realtà, si pro�la ampiamente nell’operato posto in essere domenica scorsa. Infatti, seppur era stato annullato l’evento del Fai, ne è stato organizzato uno, parallelo da parte del Comune. A far bella mostra di sè quindi, davanti all’ingresso di Palazzo Chigi, domenica scorsa, c’erano moltissimi assessori, consiglieri ed anche il vicesindaco, il che, in aperta campagna elettorale, ‘puzza’ molto di propaganda gratuita. Altrimenti perchè, dopo vent’anni in cui il palazzo è chiuso al pubblico è stata scelta proprio una data in concomitanza con le Giornate di Primavera? Una cosa è certa, come hanno dichiarato gli stessi rappresentanti del Fai: in diciannove anni che si organizza tale evento a livello nazionale, è la prima volta che si veri�ca una situazione del genere. Del ritorno d’immagine e della visibilità ottenuta potranno dunque bene�ciare solo 659 comuni italiani: ovvero tutti tranne Soriano nel Cimino. E di questo gli amministratori saranno chiamati a dare delle risposte giovedì prossimo, quando, nel corso del consiglio comunale, è previsto proprio uno speci�co intervento della minoranza su tale questione. (Sim.Ten.)

CAPRAROLA - Iniziato un corso per l’analisi sensoriale del ‘nettare delle api’ CAPRAROLA - Uno strumento indispensabile per il rilancio dell’edilizia

Alla scoperta dei segreti del miele Adottato il nuovo Piano Urbanistico

P

er il quarto anno consecutivo, ha avuto inizio lunedì mattina presso i locali del LABTER della Riserva Naturale “Lago di Vico” a Caprarola un corso di introduzione all’analisi sensoriale dei mieli. Rivolto agli studenti del locale Istituto Alberghiero A. Farnese, il corso si inserisce nel programma di sistema dell’Agenzia Regionale per i Parchi denominato “Salviamo la Regina”. Il miele, prodotto principale dell’alveare, costituisce in questo caso l’occasione per veicolare l’importanza del ruolo indispensabile che le api svolgono nella conservazione dell’ambiente. Guidati dalla dottoressa Lucia Piana esperta di fama internazionale nel settore, gli studenti

impareranno a riconoscere ed apprezzare i sapori e le qualità dei vari mieli e di conseguenza la possibilità di un loro utilizzo nella preparazione di piatti originali. Avranno comunque l’occasione di scoprire chi e come da sempre produce in maniera così meravigliosa e naturale il dolce alimento che vanno conoscendo. Allo scopo, il corso è stato preceduto durante la settimana passata, da due lezioni di introduzione all’apicoltura tenute dalla dottoressa Rita Campanelli dell’ARSIAL e dal coordinatore del progetto Angelo Belli, della Riserva Naturale “Lago di Vico”. L’impegnativo e affascinante percorso didattico, che prevede anche una visita ad una azienda apistica, si

concluderà il 14 maggio con un banchetto dimostrativo presso l’Istituto Alberghiero di Caprarola, dove agli studenti verrà consegnato un attestato riconosciuto dall’Albo Nazionale degli Esperti in Analisi Sensoriale del Miele.

R

iceviamo e pubblichiamo. “Adottato il 24 Marzo scorso in Consiglio Comunale il nuovo Piano Urbanistico Comunale Generale. Un’altra promessa mantenuta, una delle tantissime che si sono susseguite negli ultimi 10 anni, dall’Amministrazione Cuzzoli. Maggioranza che anche in questi 5 anni, nonostante le oggettive dif�coltà attraversate da tutti gli Enti Locali e alla Crisi Economica che ha colpito tutta l’economia mondiale, si è contraddistinta per l’attivismo ed i tanti obiettivi centrati a vantaggio della collettività caprolatta. Il nuovo Piano Regolatore è soltanto l’ultimo dei tanti impegni assunti e portati a compimento dalla maggioranza di Centro-Destra guidata dal Sindaco Cuzzoli. Enorme la sod-

disfazione dello stesso Sindaco Cuzzoli (nella foto)che terminerà naturalmente il suo decennale mandato di Sindaco il prossimo 15 maggio, per lo strumento urbanistico adottato: dopo un pro�cuo e quali�cato lavoro di tecnici dalle riconosciute professionalità, dopo aver portato a termine le consultazioni con tutte le associazioni di categoria ed aver recepito le indicazioni di Regione e Provincia, �nalmente Caprarola ha il Piano Regolatore che serviva per rilanciare l’edilizia, rendere realizzabili muove infrastrutture, soprattutto quelle sportive e turistiche, e far sorgere una nuova zona artigianale e industriale che dia le adeguate risposte alle attività produttive e ad i piccoli imprenditori presenti sul territorio e non soltanto.”


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 Ottobre 2010

litorale Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

interni

2

11

TARQUINIA

Sul sito di informazione locale sono comparsi commenti offensivi provenienti dai pc del Comune

Extra, una conferenza per fare chiarezza di DILETTA ALESSANDRELLI

L

’Extra, noto sito d’informazione locale, molto frequentato dai tarquiniesi e abusato dagli amministratori comunali, ha deciso di fare chiarezza sulle notizie inquietanti che stanno rapidamente circolando ed ha indetto per oggi alle 15.30 una conferenza stampa alla Sala Belli, dietro la chiesa di S.Pancrazio. Tutta la cittadinanza è invitata ad intervenire, visto che ormai da giorni si sono diffuse scottanti informazioni che sollevano molte questioni e alimentano altrettante curiosità. Questi i fatti. A seguito di interessanti dibattiti proposti dalla redazione del sito su temi molto importanti per la città, sono apparsi molti commenti di scherno derisione e offesa verso cittadini che riportavano le proprie opinioni spesso non in linea con l’operato degli amministratori. In un interessante articolo la

redazione dell’ Extra, fa notare come grazie ad una veri�ca sugli indirizzi IP si sia scoperto che questi commenti provenissero tutti quanti da uno stesso protocollo internet, quello del Comune di Tarquinia. Chi lasciava dunque questi commenti, sempre rigorosamente anonimi, usando i computer e la connessione del Comune di Tarquinia a qualsiasi ora del giorno e della notte? Eh si, perchè i commenti risultano postati anche in orari in cui il palazzo comunale avrebbe dovuto essere chiuso e quindi ad orari improbabili per gli impiegati comunali. La notizia sta generando, comprensibilmente, inquietudine tra i cittadini per diversi ordini di motivi, il primo è la sensazione di essere continuamente sorvegliati dagli amministratori comunali che ormai sempre più si servono degli strumenti messi a disposizione dalla rete per comunicare con i cittadini, e più spesso per sondarne gli umori. È così che non solo lo spazio ai commenti messo a disposizione

dall’ Extra viene costantemente monitorato alla ricerca di dissidenti, ma è ormai costantemente frequentato da uno o più anonimi, forse molto conosciuti, che si divertono ad offendere tutti quelli che osano criticare l’operato degli amministratori pubblici. Ma anche Facebook, noto social network, pullula di politici che costantemente scrutano i cittadini spesso rasentando l’invadenza, altre volte l’ignoranza, altre ancora la grossolanità come, ad esempio, quando non molto

TARQUINIA - Domani si svolgerà il secondo appuntamento della rassegna

Tornano gli ‘Incontri sul Risorgimento’ S

econdo appuntamento con “Incontri sul Risorgimento - I giovani interrogano gli storici”, iniziativa promossa dal Comune di Tarquinia, dall’Università Agraria e dalla Fondazione Etruria Mater, con la collaborazione degli istituti scolastici ISIS e San Benedetto, nell’ambito dei festeggiamenti dei 150 anni dell’unità d’Italia. La sala consiliare del palazzo comunale di Tarquinia ospiterà il 31 marzo, alle ore 9, la proiezione della pellicola Allonsanfan, presentata e commentata dal professore Maurizio Ridolfi, preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università della Tuscia. Il film, scritta e diretta da Paolo e Vittorio Taviani, è ambientato negli anni della Restaurazione (18151830) e vede protagonista l’aristocratico lombardo Fulvio Imbriani, ex giacobino

ed ex ufficiale di Bonaparte che, dopo una lunga prigionia nelle carceri austriache in quanto membro della setta dei Fratelli Sublimi, viene rilasciato. Nella villa di famiglia in cui si rifugia, viene raggiunto dalla sua donna, Charlotte, che, insieme agli ex compagni di lotta, lo convince a partecipare a una spedizione rivoluzionaria nel Meridione. Fulvio considera l’impresa fallimentare e non impedisce a sua sorella Esther di denunciare i congiurati. La trappola non scatta e sfuggiti all’arresto i confratelli si ritrovano per seppellire Charlotte, rimasta uccisa nel conflitto a fuoco con i gendarmi. Fulvio è ancora fra loro, nonostante i tentativi di sottrarsi a quello che intuisce essere un fallimento. Arrivato nel Sud, egli troverà la morte insieme ai suoi compagni, massacrati dai soldati e dai contadini.

tempo fa sotto la ri�essione di un cittadino in merito all’assegnazione del mandato per il progetto della costruenda piscina comunale, un noto assessore si è lasciato andare a litigi e diverbi molto accesi con la cittadinanza arrivando a commentare la risposta di un commerciante con il pro�lo di un suo collega di giunta. Un Errore? sembra dif�cile considerando che per accedere al social network è indispensabile inserire un nome utente ed una password, non si può quindi entrare con il pro�lo di un’ altra persona per sbaglio. Tra i cittadini si avverte la preoccupazione di aver perso la possibilità di potersi esprimere in tranquillità senza temere di riceverne insulti o sentirsi limitati nella privacy. Un’ altra questione non meno trascurabile è l’insofferenza sempre più manifesta verso chi, con arroganza, pretende di poter disporre della cosa pubblica come meglio crede, spesso a scopi privati e contro i cittadini, come nel caso della connessione internet del Comune, pagata da tutti e usata da pochi privatamente, insieme ad attrezzature, server e fornitura elettrica. C’è anche un’ altra questione non trascurabile sollevata già dalla redazione dell’ Extra “ Nel caso in cui qualche utente, ritenendosi ingiuriato o diffamato dalle parole che gli ignoti commentatori hanno inviato al nostro sito dal palazzo comunale, quereli gli autori dei commenti l’ente comunale verrebbe coinvolto nel procedimento? Il Comune dovrebbe sobbarcarsi anche le spese legali per difendersi da qualche impiegato scorretto? O nell’ipotesi in cui sia qualche amministratore ad accedere ai computer, questi coinvolgerebbe l’intero apparato nelle sue dissennate escursioni sul web?” Il problema sollevato dall’ Extra con la diffusione della notizia è di importanza e gravità inaudita, pone all’attenzione di tutti e forse anche della procura della Repubblica una questione di sicurezza non trascurabile.

MONTALTO DI CASTRO

Nasce il comitato antinucleare di MARIO MIGNECO

M

onta la protesta. I cittadini hanno fondato il comitato antinucleare di Montalto di Castro e Pescia Romana. Sono stati i giovani a promuovere l’iniziativa e sono loro che promettono battaglia. Il comitato è costituito da cittadini liberi che ci tengono a sottolineare: “non abbiamo alle spalle nessun partito”. Poi i promotori puntualizzano: “Ci riuniamo in una sede del SEL per una semplice questione logistica e per questo li ringraziamo”. I ragazzi ritengono che la nascita del comitato sia stato un atto “doveroso, visto che a Montalto verranno costruiti 2 reattori e ciò comporterà inevitabilmente la distruzione dell’economia del territorio. In questi anni infatti, sia Montalto di Castro che Pescia Romana – dichiarano - hanno puntato gran parte della loro economia sul turismo, sull’agricoltura e sul ramo immobiliare”. Cosa succederà dopo la costruzione di una centrale nucleare? Gli sforzi del comitato, per ora, sono orientati a trovare risposte a questa ed ad altre domande: “chi verrà a mangiare i non più sani cibi degli agriturismi? Chi verrà a fare il bagno

nelle stesse acque che vengono usate per la centrale? chi comprerà case?”. La risposta è “nessuno”. Ci sono anche altre ragioni per opporsi alla costruzione di una centrale nucleare, come “i tumori e le leucemie infantile che aumentano più del doppio nei territori vicini alle centrali”. Una delle ragioni della nascita del comitato è “battersi contro la disinformazione – dichiarano - che, nonostante il disastro giapponese, continua a persistere. Due sono i punti da scardinare: la centrale nucleare da lavoro e secondo. abbiamo le centrali in Francia, tanto vale averle a Montalto. Alla Prima rispondiamo che le energie rinnovabili possono dare lavoro 15 - 20 volte di più e comunque anche se la centrale nucleare desse lavoro per 10 anni, vale la pena spendere gli stipendi guadagnati in medicine? Per quanto riguarda la Francia, non dobbiamo importare le centrali nucleari, ma dobbiamo essere noi ad esportare la concezione dell’energia da fonti rinnovabili”. Il prossimo passo del comitato sarà quello di prendere contatto con tutti le associazioni di cittadine del territorio e organizzare congiuntamente delle iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica.


interni civitavecchia

2 12

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

La consigliera del Pd Marietta Tidei all’attacco dopo l’ennesima quanto inutile riunione

“Sull’antico mercato un penoso scaricabarile” di PIETRO COZZOLINO

Quanto sta avvenendo sulla preannunciata ristrutturazione dell’Antico Mercato da l’esatta dimensione di questa Amministrazione”. Va giù subito dura la Consigliera del Pd, Marietta Tidei, in merito a quella che ormai sta assumendo, in città, i toni di una vera e propria

“telenovela”. “Non sapendo quale soluzione proporre ad una situazione tanto ingarbugliata �n dall’inizio, il Sindaco ha infatti pensato bene di proporre una Commissione mista da riunire ogni settimana; non si sa bene per fare che cosa. Personalmente - continua - avevo espresso perplessità su tale metodo di lavoro, che serve solo ad allungare il brodo e confondere ulteriormente.

Nell’assemblea con il mercatali all’Aula Pucci - ricorda - il medesimo aveva assicurato che il 17 marzo la questione dell’autorizzazione si sarebbe risolta. L’autorizzazione, invece, ancora non c’è ed anche i problemi relativi alla gestione del momento, che gli stessi operatori hanno più volte posto con forza, non sono tuttora stati risolti. Ed a tutt’oggi non è stata neanche risolta quella dell’ampliamento dei bagni o della segnaletica per i turisti. Non capisco allora - tuona - a cosa serva far perdere tempo agli stessi commercianti in riunioni completamente inutili. Si cominci piuttosto a dare loro le risposte, almeno in merito a quelle cose su cui si può intervenire. Le dette riunioni andrebbero bene se in quella sede, ogni volta, Gianni Moscherini, o chi per lui, si presentasse con un problema risolto. Un’Amministrazione non può limitarsi ad ascoltare senza proporre soluzione alcuna. Quanto poi affermato dal

Presidente della Commissione Commercio, Fabrizio Reginella, che oggi si dissocia dal percorso individuato ma che �no a due giorni fa è stato tra i più strenui difensori della linea amministrativa, è gravissimo. E’ evidente - conclude decisa - che i tempi saranno ancora lunghissimi, si eviti però di prendere oltremodo in giro gli operatori con questo scaricabarile tra Assessori e Tecnici che sta diventando veramente penoso”. Nel mentre, assente all’ultimo incontro “a tema”, lo stesso Primo cittadino, nella mattinata di ieri, forse inoltre sollecitato dall’ennesima, indignata reazione “mercatale”, ha ivi operato un altro sopralluogo, accompagnato da un addetto comunale. Ciò, altresì interagendo con diversi esercenti ai quali, però, egli stesso, non ha potuto fornire data certa sull’inizio dei lavori in oggetto. Intanto, di sicuro, a �ne mese, scadrà il termine per il pagamento della rata trimestrale della Tosap.

PalaGalli, altro ‘no’ alla nuova denominazione Decisa presa di posizione di Alessio Gatti (Rete dei Cittadini)

N

on si placa il susseguirsi di interventi sull’eventuale cambio di denominazione dello Stadio del Nuoto. “Riguardo alla sua intitolazione al grande Campione e concittadino, Marco Galli - sottolinea Alessio Gatti (Rete dei Cittadini) - penso si possa dire, con assoluta certezza, che la stessa riscuote l’appoggio incondizionato di tutti i civitavecchiesi, sportivi e non. Invece, sull’opportunità di affiancarvi o meno quello dell’Enel, credo sia necessario fare alcune considerazioni; altresì sul metodo. Non condivido la nuova intestazione - rimarca deciso - poiché rientrante, a quanto mi è dato di sapere, in un accordo di sponso-

Alessio Gatti, consigliere del Gruppo Misto rizzazione tra la citata Spa e la Snc. Quindi il nome dello sponsor va affiancato a quello delle squadre di Pallanuoto, non della strut-

tura di proprietà comunale. Inoltre, cosa più importante, intestare è appunto competenza del Comune che, di norma, esprime la

propria volontà attraverso una Delibera di Giunta. Ritengo pertanto che gli Uffici comunali possano aver espresso solamente un parere sull’installazione delle bandiere ma di sicuro non autorizzato quanto detto. Chiedo dunque a Sindaco, Assessore allo Sport e al detto Esecutivo di assumere una decisione definitiva nel merito. Comunque, in assenza della deliberazione suddetta - ribadisce concludendo - la nuova denominazione è da considerarsi soggetta ad esposti e ricorsi”. Una questione, quella descritta, in più portata all’attenzione del Consiglio tramite una Mozione a firma Gianfranco Iacomelli (Mpa), figurante al punto 18 dell’Allegato “A” della seduta odierna. (P.C.)

Prevista per domani la commissione tecnica mista

Via i Sili, arriva il Marina Yachting!

S

i svolgerà domani, sotto l’egida del Commissario straordinario, Fedele Nitrella, la Commissione tecnica mista inerente il futuro del Porto Storico, altro passo del programma comune di recente “messo in pista” dall’Amministrazione cittadina, dalla stessa Autorità Portuale e dai concessionari interessati. Una Commissione, quella poc’anzi richiamata, atta a valutare il da farsi in merito al Marina Yachting ivi prospettato ed il “timing” relativo al medesimo. “Una realizzazione, quest’ultima, che per circa tre anni occuperà stabilmente moltissimi giovani - ha preannunciato il Sindaco, Gianni Moscherini - Tra gli obiettivi, quello di demolire i Sili del grano delocalizzazandone tutte le attività, in alternativa transitoria, presso la Banchina 26. Ciò, in modo che il Comune si riappropri dell’intera area demaniale ivi compresa la Darsena Romana, con tanto di incasso degli oneri connessi”. Quanto detto, con le movimerntazioni doganali altrove, a coniugarsi con il Forte Michelangelo e la Marina (una volta completata) quale significativa attrazione turistica d’assieme. Il tutto, confidando nell’approvata Variante generale al Prg (nonchè nella Via) ed in risposta a coloro che, “strumentalmente, ne hanno bloccato il prosieguo preferendo un ricovero per barchette ad un Porticciolo di fama mondiale”. (PC)

BRACCIANO - Nel centro cittadino troppe le violazioni del codice stradale, poca la vigilanza

Piazza Dante, un ‘incrocio’ dove regna l’anarchia di SARAH PANATTA

A

Bracciano, tra la centralissima Piazza Dante, a pochi metri dalle scuole elementari e da alcuni uf�ci comunali nevralgici, e Via Ettore Latini, la seconda traversa a destra della via maestra della cittadina, Via Principe di Napoli, si materializza ogni mattina, prima delle 8.00, un vero e proprio incrocio fantasma. Molti automobilisti, appro�ttando della chiara assenza di qualsiasi tipo di vigilanza, ignorano infatti deliberatamente le barriere e le indicazioni stradali. Anziché girare obbligatoriamente a sinistra e continuare su Via Principe di Napoli il proprio percorso,

attraversano rapidamente e si immettono, con manovre azzardate e pericolose anche per i pedoni colti alla sprovvista, a destra, in Via Ettore Latini, come tuttavia esplicitamente vieta il cartello posto in bella vista sull’estremità est di Piazza Dante. Non solo questi silenziosi pirati dell’asfalto infrangono le norme stradali e i segnali lampanti che bloccano il passaggio sulla destra, ma abbandonano qualsiasi scrupolo, correndo il rischio di urtare le auto che giungono ignare dalla salita a senso unico di Via Principe di Napoli, le quali si trovano a dover improvvisare brusche frenate per evitare una collisione con i furbetti scavezzacollo che creano a loro uso e consumo, sul posto,

un incrocio invisibile. Prima dell’apertura delle scuole il traf�co, soprattutto tra le 7.00 e le 8.00, incrementa notevolmente ma paradossalmente non si scorge neppure l’ombra di un vigile o di un ausiliario del traf�co (che in altri momenti “morti” fanno ronde nel centro anche in piccoli

gruppi di due o tre persone) che impedisca i numeri circensi degli spericolati guidatori del mattino (e non di rado del primo pomeriggio). Sorge quindi spontaneo chiedersi se non sia necessario rivedere e ricon�gurare i turni della polizia urbana per un controllo più serrato a ridosso di zone “inquiete” come questa, dove guidatori irresponsabili scrivono le proprie regole per volanti da far west cittadino. Sarebbe utile deterrente un servizio di videosorveglianza, munire gli edi�ci di Piazza Dante di telecamere comunali che possano riprendere i trasgressori af�nché siano almeno sanzionati, anche se la prevenzione, al volante, è molto più tempestiva e salvi�ca di un occhio virtuale.

ARSENICO

“Soddisfazione per le deroghe”

I

l Presidente del Consorzio “Medio Tirreno”, Franco Grassi, ha accolto con “soddisfazione” il recente Decreto a �rma del Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, sul rinnovo delle deroghe ai valori delle sostanze disciolte nell’acqua potabile. “Il risultato ottenuto - spiega Grassi - va a premiare il lavoro che abbiamo svolto in questi ultimi tempi al �ne di ottenere tale riconoscimento a difesa e tutela della salute dei cittadini. Ed anche se i controlli inerenti l’arsenico all’interno delle nostre condotte sono al limite dei 10 microgrammi / litro, elaboreremo, entro la data prevista dalla Comunità Europea (il 30 giugno 2012) un progetto per abbatterne le concentrazioni. Per quanto riguarda il cloro, invece - continua - ritengo doveroso ribadire che già siamo al di sotto dei parametri previsti dalla normativa. Comunque sia, per le zone da noi fornite, rimangono in vigore, per maggior sicurezza, le norme già comunicate dall’Azienda Sanitaria locale e dall’Assessorato comunale alle Manutenzioni. Ciò, con particolare riguardo alla raccomandazione di non somministrare acqua per scopi potabili ai bambini al di sotto dei 3 anni di età ed alle gestanti. Ad ogni modo - conclude - i nostri Uf�ci rimangono a disposizione per ogni, eventuale chiarimento” (pc)

GIUDIZIARIA

Coltello in Tribunale fermato un 37enne

A

ncora una denuncia per possesso di coltello vietato, ieri mattina presso il Tribunale di Civitavecchia. Durante i normali controlli che vengono effettuati all’ingresso della struttura di via Terme di Traiano, l’appuntato della Union Delta Diego Castellani, in servizio presso il metal detector, scovava un coltello con lama di sette centimetri circa in possesso di un 37enne campano. L’uomo veniva fermato per la identi�cazione ma lo stesso risultava, tra l’altro, privo di documenti; erano poi i carabinieri della stazione San Gordiano ad occuparsi dell’uomo che risultava avere diversi precedenti penali anche piuttosto gravi. Sono diversi i denunciati dall’inizio dell’anno per il possesso di coltelli vietati dalla legge, il che conferma anche l’ottimo lavoro svolto dai vigilantes della Union Delta, a cui viene af�dato il compito di sorveglianza, ormai da anni, della struttura giudiziaria civitavecchiese.


SPORT

� � �

13

MOTOCROSS - Internazionali

Timidi progressi per Ale Lupino di Glauco ANTONIACCI servizio a pagina 19

RUGBY - Serie B

La Prime Sigma ci crede ancora di Danilo Palumbo

servizio a pagina 20

Edizione del 30 Marzo 2011

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

NUOTO

Laugeni ha già calato il poker e non è finita

Altre due medaglie d’oro per l’atleta viterbese ai Tricolori Giovanili in vasca corta di Riccione che si chiudono oggi di GLAUCO ANTONIACCI

I

l personaggio dei Campionati Italiani Giovanili di nuoto in vasca corta è sempre più Fabio Laugeni. La categoria juniores 1994 sta salutando ogni giorno qualche nuovo exploit del campione di San Martino al Cimino che, ad una giornata dalla �ne della rassegna tricolore di Riccione, aveva già messo insieme un bottino di tutto rispetto. Dopo le due medaglie d’oro della prima giornata (50 dorso e 4x100 stile libero), il portacolori della Larus ha concesso il bis, nel senso che ha aggiunto alla sua collezione altri due titoli italiani, uno individuale ed uno in staffetta. portando a quattro il bottino dei titoli tricolori già nel cassetto in questa edizione, la prima che lo vede gareggiare fra gli juniores. La giornata si è aperta con i 100 dorso, una delle gare preferite del talentuoso ragazzo viterbese che, naturalmente, non ha

Fabio Laugeni tradito le attese. E’ partito bene nelle prime due vasche, andando poi via in progressione al suo tradizionale rivale, il pistoiese Niccolò Bonacchi. Laugeni ha toccato la piastra d’arrivo nel tempo di 53”25, nuovo record della manifestazione, staccando

di oltre un secondo Bonacchi e di più di due secondi Giorgio Gaetani, salito sul terzo gradino del podio. Un dominio assoluto nel dorso che promette bene anche per la gara odierna dei 200metri, in cui cercare una splendida tripletta individuale.

Sempre nel corso della mattinata, Laugeni è tornato in vasca come secondo frazionista della staffetta 4x100 stile libero, gara che ha regalato un altro titolo italiano alla Larus e, di conseguenza, al nuotatore viterbese: pur schierando tutti ragazzi del 1994 e uno del 1995 (il fortissimo D’Arrigo) contro formazioni composte quasi esclusivamente da nuotatori del 1993, la Larus ha sbaragliato il campo e Laugeni ha nuotato un ottimo 50”33, contribuendo all’oro della sua staffetta. Nel pomeriggio si sono disputati anche i 200 stile libero ma Laugeni, che aveva nuotato 1’49”89 lanciato in staffetta, questa volta non ha saputo ripetersi sugli stessi livelli, terminando con un crono di 1’55”42. Oggi la grande chiusura con i già citati 200 dorso e con la staffetta 4x100 mista che vedrà la Larus tra le pretendenti al successo. Chiudere con sei ori rappresenterebbe un bel bottino per un ragazzo che non smette di migliorare e che tutti aspettano stabilmente a livello assoluto.

BASKET ASCSA UISP - Battuta l’OVM nella decisiva ‘bella’

L’Olimpia fa sua gara 3 Sarà finale con Manciano

La formazione dell’Olimpia Viterbo

PATTINAGGIO - Il Trofeo delle Stelle ha visto esibirsi al centro Sacro Cuore circa 170 giovanissimi di sei diverse società

Una festa di sport e amicizia con premi per tutti I

l centro sportivo parrocchiale Sacro Cuore di Viterbo ha ospitato domenica il 2° Trofeo delle Stelle, con la partecipazione di circa 170 atleti dai 4 ai 16 anni divisi per anno e grado di dif�coltà. C’erano rappresentanti delle società P.A. Fiumicino, ASD Canossa di Roma, Veloce Club di Rieti, Libertas Tacito di Terni e, naturalmente, delle due società viterbesi Tuscia S.C. S. Barbara e Libertas Pilastro. Una sana giornata di sport giovanile, in cui tutti i partecipanti hanno dimostrato voglia di pattinare e di stare insieme, nel pieno rispetto dello spirito Liber-

tas perfettamente sintetizzato dallo slogan “lo sport per tutti...lo sport di tutti”. La società organizzatrice e l’Assessorato allo Sport dell’Amministrazione Provinciale hanno offerto a tutti gli atleti un piccolo trofeo in ricordo di questa manifestazione, così come dei gadget sono stati offerti dal CONI provinciale di Viterbo. Hanno presenziato alla premiazione la sig.ra Luciana Biaggi in Biscetti, il consigliere comunale Francesco Moltoni, il presidente provinciale Libertas Roberto Paci�ci e il responsabile nazionale del pattinaggio Libertas Sara Turchetti. Il quartetto cadetti Lady Bugs della Libertas Pilastro, formato da Verdiana Agostini, Rachele Cerica, Ludovica Del�no e Greta Maggini, accompagnato dall’istruttrice Sara Turchetti è tornato dal Campionato Italiano federale per gruppi dove si è posizionato a metà classi�ca con una buona prestazione. Il prossimo appuntamento presso il centro sportivo Sacro Cuore è previsto sabato 16 aprile alle ore 15.30 per la Pasqua dello Sportivo con la Santa Messa of�ciata da S.E. Mons. Lino Fumagalli Vescovo di Viterbo a cui tutti gli sportivi sono invitati a partecipare.

S

arà l’Olimpia Viterbo ad affrontare il Manciano Basket nella �nalissima del campionato Ascsa Uisp di pallacanestro. Questo il verdetto arrivato dalla terza e decisiva s�da del derby di semi�nale che opponeva i viterbesi all’OVM Peugeot, prima classi�cata al termine della regular season, terminata con il punteggio di 67-54. Dopo due match molto combattuti, anche gara tre non ha tradito le attese, godendo anche della cornice di un pubblico particolarmente numeroso e rumoroso sulle tribune della Palestra dell’Istituto Paolo Savi. L’Olimpia è partita meglio (8-2), mantenendo un margine ampio ma non di sicurezza per tutta la durata dei primi due quarti. In avvio di terza frazione, Bagaglini e soci hanno dato l’impressione di poter scappare (40-20) ma la risposta dell’OVM, trascinata da un ottimo Graziotti, è stata immediata e la situazione di punteggio è tornata in bilico. Si è così arrivati ad un �nale infuocato, in cui alcuni �schi arbitrali avversi hanno suscitato le proteste dell’OVM, sfociate in un paio di falli tecnici che hanno tolto al quintetto di coach Ferrara ogni speranza di riequilibrare l’incontro. Unica nota stonata della serata per l’Olimpia, l’infortunio al polso di Stefano Paparozzi che sarà costretto a saltare la �nale contro l’ottima formazione toscana del Manciano.


� �

interni sport SPORT

2 14

Viterbo & AltoLazio

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

CALCIO SERIE D

Test per tutti i gusti Domani Scoppetta e soci ad Oriolo col Real Monteverde, Flaminia oggi al Rasi contro la Juniores di Mutalipassi di EMANUELE FARAGLIA

D

oppia seduta a Soriano e morale bello alto. La Viterbese di mister Sergio si gode il momento magico e si appresta ad affrontare due allenamenti sul sintetico in vista del match di domenica al Comunale di Guidonia. Senza Vincenzo Palumbo ancora alle prese con uno stiramento al polpaccio ed in attesa della squali�ca di Moreno Esposito per doppia ammonizione i gialloblù sono ben consapevoli di poter fare risultato pieno anche contro la formazione di mister Alvardi. I romani sono reduci da quattro partite senza riuscire a segnare, nonché dal ko con la capolista che ha confermato una situazione di classi�ca a dir poco traballante. Occhio però ai due ex, lo ‘storico’ Alessandro Lolli (salutato nel 2009) ed il bravo Marongiu, un classe ‘89 che in avvio di stagione ha fatto vedere cose egregie con la maglia della Viterbese. Da tenere d’occhio tra gli avversari anche De Lucia (5 gol) e Mereu (4). Da valutare

Occhio all’ex Marongiu ora al Guidonia

Lazzarini in gol domenica contro il Città di Castello

l’entità dell’infortunio che pare sia capitato all’altro avanti giallorossoblù, Cini. Domani è prevista un’amichevole con il Real Monteverde, squadra che milita nel girone A di Promozione, sul sintetico di Oriolo Romano. Calcio d’inizio �ssato per le 15,30.

bra avviarsi verso un �nale non proprio entusiasmante la squadra di mister Roberto Rossi ha comunque l’intenzione di onorare �no alla �ne gli impegni. Dopo la convincente vittoria contro il Città di Castello Scardini e compagni affronteranno quest’oggi l’amichevole con la Rappresentativa Juniores che si sta formando in vista dell’ormai imminente Torneo Delle Regioni (dal 15 al 26 aprile a Fiuggi). I giovani convocati dal commissario tecnico Mutalipas-

OGGI TEST DI LUSSO AL RASI: LA FLAMINIA OSPITA LA JUNIORES DI MUTALIPASSI Se la stagione regolare sem-

ECCELLENZA - Nel girone A il match al Comunale

Oggi alle 16 il recupero Cecchina-Real Pomezia L

a grande occasione per il Cecchina si chiama Real Pomezia. Oggi, infatti, alle ore 16 si disputerà la gara di recupero di campionato e la formazione di mister Pedini è obbligata a vincere per non scivolare ancor più in basso. Il successo di domenica scorsa sul Fiumicino ha dato di nuovo �ducia ad un ambiente in grande dif�coltà. Ghiotta dunque, l’occasione di agganciare la Foglianese a quota 27 punti. Certo, l’impresa di ottenere la salvezza diretta sembra ormai remota, ma almeno tentare di piazzarsi meglio, è doveroso. Solo così, infatti, si potrebbe rendere meno amara la “pillola play-out”.

Davvero avvincente, di qui alla �ne, si preannuncia la lotta salvezza. Lanciando un occhio al calendario molti sono gli scontri diretti, che alla �ne risulteranno decisivi. La sosta, tra il 10 Aprile e l’1 Maggio, consentirà a a tutti di ri�atare e prepararsi ad un dispendioso rush �nale. Statistiche alla mano, fra le squadre in zona play-out, la Foglianese sembra essere quella più in forma. Viene da cinque risultati utili consecutivi e il gruppo di Pascucci sembra davvero aver trovato la quadratura del cerchio. Non conosce timori, la riprova è l’ottima prestazione di due settimane fa ad Albalonga, dove è andata a s�orare persino i tre punti. Il Fiumicino,

si dovranno presentarsi alle ore 14 presso l’impianto di Rignano Flaminio in via Falisca snc. Ecco la lista dei giocatori che, come ha ricordato il comunicato uf�ciale di giovedì scorso, se non dovessero presentarsi senza comprovato motivo potrebbero addirittura scontare squali�che in gare uf�ciali nei rispettivi club (ex art.76 comma 2 delle NOIF): Daniele Di Stefano e Domenico Arcobelli (Città di Marino), Francesco Rolfo (Fregene), Davide Macellari (Futbolclub), Luca Ubicini (Giada Maccarese), Mario Sibilia (Calcio Sora), Francesco Chiavelli (Lariano), Valerio Pucci e Daniele Crescenzo (Nuova Tor Tre Teste), Roberto Dolci (Olimpia), Gianluca Lupino (Ostia Mare), Alessio Pralini e Ezequiel Melillo (Palestrina), Angelo De Santis (Rieti), Emanuele Simboli (San Cesareo), Mamadou Kanoute Yaye (Tor di Quinto), Francesco Per�li (Tor Sapienza), Tommaso Taverna (Vigor Perconti), Roberto Romagnoli e Thomas Cherubini (Vis Artena).

ECCELLENZA

nonostante si trovi a quota 31, ha perso in malo modo due scontri diretti, contro Foglianese e Cecchina. Un calo di condizione, o forse una sicurezza venuta meno. Fatto sta, che ora rischia di complicarsi la vita e chiudere con eccessivi patemi. In�ne rimangono come fanalini di coda Fregene e Pescatori Ostia, oltre il Torrenova ormai spacciato. Francamente, allo stato attuale delle cose, sembra azzardato attendersi un risveglio delle squadre marittime, poiché i risultati stentano ad arrivare, e i rispettivi calendari non promettono nulla di buono. (GN)

PALESTRINA

66

CIVITAVECCHIA

65

PISONIANO

59

ALBALONGA

57

RIETI

54

OSTIA MARE

46

N. TOR TRE TESTE

45

REAL POMEZIA #

42

MONTEROSI

41

FONTENUOVESE

39

GIADA MACCARESE

37

CORNETO

36

FIUMICINO

31

FOGLIANESE

27

CECCHINA AL. PA #

24

FREGENE

22

PESCATORI OSTIA

19

TORRENOVA

12

Tim Cup Primavera Q

uesta sera alle 20,30 il buon Federico Viviani torna in campo per disputare il ritorno della Tim Cup Primavera contro la Fiorentina. La Roma di mister De Rossi parte dal positivo pareggio dell’andata (1-1) e con tanta voglia di conquistare il primo titolo di una stagione dominata. Per il centrocampista di Grotte di Castro (nella foto con la maglia dell’Under 19 all’esordio di giovedì scorso al Rocchi, ndr) altra prova di maturità da superare nella splendida cornice dell’Olimpico e con il supporto di due pullman carichi di concittadini pronti a dare il loro contributo di colori e calore. Chissà se stavolta Viviani jr riuscirà a soddisfare anche i palati più �ni... eh Arrigo?

PROMOZIONE - Oggi alle 16 il recupero

La Vigor a Tolfa per salire ancora

Q

uando meno te lo aspetti, la soddisfazione più grande arriva. Squadra rivelazione del campionato di Promozione,è sicuramente la Vigor Acquapendente. Neo promossa dalla prima categoria, a poche giornate dalla �ne, si ritrova in quinta posizione. E può ancora ambire più in alto. Oggi alle 16 occasione propizia con il match del recupero in quel di Tolfa, s�da tra due formazioni tranquille. L’allenatore Massimo Quintarelli (nella foto), infatti, sembra non accontentarsi e chiede il massimo sforzo ai suoi: “Siamo ad un solo punto dall’Anguillara, quarta in classi�ca. Sarebbe un peccato non tentare l’aggancio ad una posizione così prestigiosa”. Può dirsi soddisfatto per la stagione di quest’anno? “Sono molto entusiasta, perchè la società ha investito fortemente sui giovani, e �nalmente stiamo raccogliendo i meriti di quattro anni di duro lavoro, iniziato da parte mia con la Juniores. Abbiamo raggiunto la salvezza, con un girone di anticipo...” Come giudica il lavoro della

# oggi il recupero

“Se perdo i playoff rosico, ma ho fatto il mio lavoro” V purtroppo è una situazione che conosco bene, ma è inutile lamentarsi. Sono soddisfatto che Grandicelli si sta allenando da due settimane con la prima squadra, si tratta di un risultato che inorgoglisce tutti, da Silvano Petri ad Ennio Cuccuini al sottoscritto”. A suon di gol il bravo Manuel si è conquistato uno spazio meritato. Ma tornando alla stagione? “Non dobbiamo guardare gli altri, serve solo una vittoria contro il Guidonia (ultimo in classi�ca con 10 punti e 60 gol subiti in 25 gare). Certo se dovessi perdere all’ultimo turno i playoff mi roderebbe, ma ai ragazzi non posso rimproverare

assolutamente nulla. Se qualcuno ci avesse detto che all’ultima giornata avremmo avuto ancora una chance per fare le fasi �nali avrei �rmato”. Un dirigente dell’Astrea a suo tempo disse: “Hanno tolto la spina dorsale alla Viterbese Juniores”. Si riferiva al trasferimento di Pieri, Toli e Manini al Corchiano Gallese... “Beh, aveva ragione. A gennaio venivamo da sette vittorie consecutive e sinceramente abbiamo perso tre elementi importanti. Senza nulla togliere a tutti gli altri compagni. E comunque sono convinto che se la società ha fatto una scelta del genere lo ha fatto pensando al bene dei ragazzi. Le scelte strategiche non

spettano al sottoscritto”. Sarebbe servito a questo punto un certo Luigi Mechilli, tornato alla Foglianese? “Caspita! Ma il ragazzo ha fatto una scelta di vita. Mi ha detto che

LADISPOLI

66

MONTEFIASCONE

59

S. MARINELLA

52

ANGUILLARA

49

VIGOR ACQUAPENDENTE #

48

FOCENE

46

CANINESE

44

TOLFA #

43

LA STORTA

38

REAL MONTEVERDE

38

TANAS CASALOTTI

35

ATLETICO VESCOVIO

35

CITTA’ DI CERVETERI

33

PIANOSCARANO

32

CORCHIANO GALLESE

27

TREVIGNANO

25

FORTITUDO NEPI

23

VIRTUS CIMINI

13

# oggi il recupero

sua società? “Fantastico. Hanno lavorato tutti in modo molto serio, con grande attenzione alle spese e al bilancio. Si è puntato molto sul vivaio locale. E il fatto che anche gli Allievi siano in testa dalla prima giornata nel loro campionato, è la riprova che possiamo crederci davvero”. Si può pensare in “grande” per la prossima stagione? “Cercheremo sicuramente di confermare quanto di buono abbiamo fatto. Se ci riusciremo, son convinto che potremo toglierci soddisfazioni immense”. (GiaNat)

JUNIORES NAZIONALI - Il tecnico dei leoncini commenta la stagione e ammette

ivere una stagione da protagonista e rischiare di perdere tutto all’ultima giornata. E’ il destino di mister Mauro Viviani e dei suoi ragazzi sempre in zona playoff �no all’imprevedibile capitombolo di Boville, un poker che ha relegato in sesta posizione il gruppo dei ‘93, una formazione partita con l’obiettivo di far bene ma che ha stupito tutti partita dopo partita in un campionato dove non è facile mantenersi in forma a causa dei soliti problemi di organico. “Basta che qualcuno si prenda un’in�uenza che si fa fatica a svolgere una seduta d’allenamento,

PROMOZIONE

non riusciva a gestire i quattro allenamenti con la scuola e non ho potuto far nulla. Ho provato a dirgli più volte di tener duro, ma posso cercare di essere un fratello maggiore per loro, non un padre,

non mi permetteri mai”. Ed allora meglio pensare positivo, aspettando un sabato più caldo che mai, senza polemiche ma sperando di poter rimettere tutto a posto. (E F)


sport

SPORT

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 30 Marzo 2011

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

interni 15

NEWS DI CALCIO E C5

Prestininzi strega il Pilastro nel derby con il Barco. Goleada Montefiascone N

ews e approfodimenti del nostro calcio a tutte le latitudini con le cronache dei confronti giocati nel fine settimana nei vari campionati e che hanno riservato come sempre belle emozioni GIOVANISSIMI REGIONALI Bel successo per il Montefiascone del duo Santucci-Fumagalli che nella 25esima di campionato ha battuto per 9-0 la vice cenerentola del campionato Maccarese. MONTEFIASCONE 9 G. MACCARESE 0 Montefiascone: Stella, Ianiro, Salvatori, Panichi, Veneri, Rubeca, Governatori, D’Alessio, Bianchi, Ceccarini, Selvi. All. D. SantucciFumagalli. A disp. Tontoni, Ferri, Cojocar, Mancini, Aronne, Leonardi, Brozzetti. Giada Maccarese: Mauro; Murgo, Valioni; Pucci, Dari, Antignano; Giannella, Coccioletti, Cirillo, Fabiani, Razza. All. Nigro. A disp. Meija, Semeraro, Serocca, D’Onofrio, Aiola. Arbitro: Settembre di Viterbo. Marcatori: pt 10’ Selvi, 13’ Ceccarini, 18’ Bianchi; st 11’ Selvi, 18’ Brozzetti, 21’ Governatori, 22’ Aronne, 26’ Bianchi, 31’ Brozzetti Montefiascone che entra in campo determinato e che prende in mano le redini della gara impossessandosi del centro campo e gestendolo poi, per tutta la gara, in maniera ottimale. Il match si sblocca al 10’ con il gol di Selvi. Gli ospiti non si sono demoralizzati, hanno cercato di spingersi in avanti alla ricerca del pari, mentre i locali hanno seguitato a pressare, così, pochi minuti dopo, hanno raddoppiato per opera di Ceccarini. A questo punto i locali sono veramente saliti in cattedra mentre gli ospiti non hanno più trovato il bandolo della matassa con un gioco poco redditizio senza riuscire ad impensierire Stella. I locali percepivano la difficoltà degli avversari così, al diciottesimo, aumentavano il loro bottino con Bianchi. Sul tre a zero la gara non aveva più storia. Nel secondo tempo le tattiche di giuoco rimanevano invariate così i locale spinti in vanti mentre gli ospiti cercavano di salvare il salvabile ma al all’undicesimo era Selvi a realizzare la quarta rete e qui la partita sembrava veramente chiusa anche se la realizzazioni di altre reti era prevedibile. Era Brozzetti che, al diciottesimo, metteva il pallone in rete e, pochi minuti dopo, al ventunesimo, Governatori realizza vada facile posizione. Pochi minuti ed ecco che al ventitreesimo era Aronne ad aumentare il bottino. Con gli ospiti in balia di se stessi, al ventiseesimo era di nuovo Bianchi depositare il pallone in rete ma non era finita perché al trentatreesimo Brozzetti con un tiro violento e teso da fuori area metteva di nuovo il pallone in fondo alla rete. Al fischio finale grande soddisfazione per i locali ed un pesante inaspettato numero di reti per gli ospiti. Nella ripresa la girandola di sostituzioni con tutti gli atleti che sono scesi in campo. Prosegue l’ottimo campionato dei falisci. (Pietro Brigliozzi) JUNIORES PROVINCIALI Zoom sul derby del girone B del campionato juniores provinciale che si è giocato sabato scorsotra Barco Murialdina e Virtus Pilastro.

Catalani e Selvaggini firmano il tris dei giovanissimi della Nuova Sorianese contro la Vigor. Auguroni a mister Floccari per il suo compleanno. Torneo di c/5 Csain al Quadrifoglio di Tuscania. Buon pari del Doc Gallese con Las Vegas. Ko gli allievi del Pilastro BARCOMURIALDINA 1 VIRTUS PILASTRO 1 Barco Murialdina: Morbidelli, Ercoli, Pascucci, Prestininzi, Alberti, Peruzzi, Guerrini, Cantarini, Brito, Andreoli, Fabbri, Ambrosini, Cutigni, Fortini, Bernardini, Delle Monache, Carbonari. All. Milani Virtus Pilastro: Mecali, Acampora, Moga, Calin, Ceccarelli, Caciola, Cristofari, Taratufolo, Miniucchi, Rempicci, Menicacci, Bellacima, Selvaggini, Mingione, Giannini, Pietrolungo, Ricciarelli. All. Bonelli. Marcatori: p.t 25’ Caciola; s.t. 45’ Prestininzi E’ pari e patta il classico derby del campionato juniores, tra Barcomurialdina e Virtus Pilastro. I ragazzi di mister Bonelli cercano la vittoria per tenere lontano il Montalto e per il successo finale, mentre non ha più grosse ambizioni di classifica il Barco, se non quello di ben figurare in questa fase finale del torneo. La fase iniziale della partita non è entusiasmante, troppa la paura di perdere piuttosto che la voglia di vincere. Prima occasione al 8’ per Taratufolo, che spara dal limite verso l’angolo basso alla sinistra di Morbidelli, che si distende e devia in angolo. Niente di esaltante fino al 26’, quando Caciola su punizione dai venti metri, porta in vantaggio gli ospiti, che sembrano avere qualche marcia in più degli avversari. Poi il Barco si sveglia, e tira fuori dal cilindro l’orgoglio necessario per poter mettere in difficoltà gli ospiti. La prima occasione per pareggiare al 34’ per Andreoli che al volo dal limite sfiora il palo. Poi è la volta di Guerrini che manda di poco al lato. Nella ripresa mister Bonelli tenta di dare maggior slancio ai suoi ed inserisce Mingione per Miniucchi. La musica non cambia, con il Barco proteso in avanti alla disperata ricerca del pareggio, e ospiti in difficoltà che giocano di rimessa, ma le poche occasioni a disposizione non sono ben sfruttate. Il Barco invece ci crede, e va vicino al pareggio prima con Brito, al 23’ e poi con Cantarini al

Barco Murialdina Juniores

29’. Quando per il Pilastro sembra fatta arriva la beffa finale: siamo al 45’, rinvio corto della difesa e palla intercettata nella tre quarti ospite da Peruzzi che la rimette in area, deviazione di Delle Monache e palla a Prestininzi, che, in solitudine, forse anche in posizione di off-side, batte imparabilmente Mecali. Grandi proteste degli ospiti per la posizione dell’attaccante, ma niente da fare è pareggio che forse non serve a nessuna delle due squadre. Quindi beffa finale per i ragazzi di mister Bonelli, che pensavano già di aver portato a casa i tre punti, e non avevano fatto i conti con la caparbietà dei padroni di casa. In realtà il pareggio è il risultato più giusto: meglio il Pilastro nella prima parte di gara, anche se, più per un predominio a centrocampo che per le conclusioni a rete; seconda parte della gara ad appannaggio dei ragazzi di mister Milani, che non anno mai mollato, prendendo possesso del centrocampo ed andando più volte vicino alla conclusione, anche se con troppa imprecisione. Tra i migliori in campo Alberti, Andreoli e Brito per i padroni di casa, Caciola, Cristofari e Rempicci per gli ospiti. Buono l’arbitraggio. (Ran. Ger.) ALLIEVI PROVINCIALI Nulla da fare per la Virtus Pilastro sconfitta per 1-0 nella difficile trasferta contro il Tolfa Allumiere che sta lottando per la conquista del podio finale. MANZIANA 1 VIRTUS PILASTRO 0 Manziana: Cocco, Fedeli, Fiorucci, Ceccacci, Rossi, Lucidi, Onesti, Vighi, Pettinari, Mariani (cap.), Maestri, Monterosso, Cozzuto, Scarpari. All. Pettinari. Virtus Pilastro: Mazzetti, Addabbo, Mancinelli, Halluli, Sambuci, Geronzi, Schiada, Corradini, Tardani (cap), Rinaldo, Urbani, Mazzotta, Ciancolini, Villani, Pastori, Persi. All. Grazini Arbitro: Gookooluk della sezione Aia di Civitavecchia.

Marcatori: p.t. 18’ Pettinari. Non riesce il colpaccio dei rionali, che escono sconfitti dal comunale di Manziana con il minimo scarto, ma con una buona prestazione, con una delle prime della classe, dotata di un buon organico e di buona qualità su tutti i reparti, in special modo difesa e centrocampo. Da par suo i rionali, con qualche assenza di troppo, hanno cercato in tutti i modi di evitare la sconfitta, ed il pareggio forse sarebbe stato il risultato più giusto. Partita equilibrata, con i ragazzi di mister Grazini che partono bene e ribattono colpo su colpo alle incursioni avversarie. Il risultato cambia su un’ingenuità della difesa ospite, che permette a Pettinari di andare in goal direttamente da calcio d’angolo per un incomprensione tra il portiere Mazzetti e Schiada posizionato a difesa del primo palo. Il Pilastro tenta di recuperare al 26’ con un’azione in velocità Corradini, Schiada e Tardani con quest’ultimo che dalla destra sfiora il palo. Ma poco dopo risponde Mariani che in area batte a colpo sicuro, ma Mazzetti risponde deviando in angolo. Poche le azioni degne di rilievo da entrambe le parti, con i locali che cercano di più la giocata manovrata, mentre gli ospiti optano per lanci lunghi a sfruttare la velocità di Tardani. Nella ripresa entrambe le squadre giocano a viso aperto, chi alla ricerca del goal della sicurezza, chi alla ricerca del pareggio. Pareggio che potrebbe arrivare al 25’, quando ancora Schiada batte una punizione che Cocco non trattiene, la sfera sembra superare la linea bianca, ma non è così per l’arbitro Gookooluk, che a dire il vero è bene appostato dentro l’area. Poco dopo gli ospiti recriminano per un fallo di mano di Ceccacci che sembra all’interno dell’area, ancora una volta, però l’arbitro sanziona una punizione dal limite, che Tardani batte sfiorando la traversa. Risponde il Manziana con Scarpari, subentrato a Maestri, che al 33’ non sfrutta a dovere un cross dalla sinistra, e mette fuori di testa. I ragazzi di mister Grazini calano fisicamente, soprattutto nella zona di centrocampo, e non riescono più ad impostare azioni offensive di rilievo, per cui il Manziana riesce a concludere il match senza altri pericoli. Buono l’arbitraggio del signor Gookooluk. Quindi i Manziana si conferma seconda forza del campionato, una buona compagine ben equilibrata su tutti i reparti. Tra i migliori in campo Rossi, Lucidi e Pettinari. Per gli ospiti una buona prestazione, soprattutto di carattere, che, però non è stata sufficiente per

Romano Floccari evitare la sconfitta. Tra i migliori in campo Geronzi, Urbani e Mancinelli. (Ran. Ger). GIOVANISSIMI PROVINCIALI Prezioso successo esterno della Nuova Sorianese di mister Masini che domenica scorsa ha conquistato tre punti d’oro nella trasferta di Acquapendente e resta in corsa per il successo �nale visto che è seconda con un punto di ritardo dal Montalto ma ha già osservato il turno di riposo. VIGOR ACQUAPEND. 1 N. SORIANESE 3 Il primo tempo si è concluso sull’1-1. Sorianese che parte bene e che fallisce tre reti nei primi 15 minuti con le conclusioni di Giacomo Gentili, Emanuele Pallotta e Andrea Selvaggini. Al 25’ sul filo del fuorigioco parte Selvaggini che viene travolto dal portiere della Vigor. Rigore che lo stesso Selvaggini trasforma per lo 0-1. Al 30’ arriva il pareggio della Vigor con una conclusione dalla lunga distanza. Nella ripresa gli ospiti scendono in campo ancora più decisi, conspaevoli che la possibile vittoria del campionato passa da questo confronto. E sale in cattedra il super capitano Francesco Catalani che con un tiro da una trentina di metri e con un’azione personale segna una superba doppietta che di fatto chiude la partita perchè da quel momento sino alla conclusione la Nuova Sorianese controlla la situazione senza grossi problemi. In campo - Questo l’undici iniziale della Sorianese: S. Pallotta, Buzi, Carosi, Bellachioma, Burratti, Centofanti, Gentili, Menè, E. Pallotta, Catalani, Selvaggini. TERZA CATEGORIA TRAVAGLINI BLOCCA IL LAS VEGAS, BUON PARI PER IL DOC GALLESE Ancora lui, sempre più lui. E’ proprio il caso di dirlo, Luca “Giacio” Travaglini nuovamente trascinatore del Doc Gallese e in questo caso vero e proprio salvatore della patria. Gara difficile quella di sabato scorso per i biancorossi locali, contro quel Las Vegas Soccer che all’andata, a Civitavecchia, si era imposta con un secco 3-0. Mister Quattrini, privo di capitan Pallozzi squalificato,

Virtus Pilastro Juniores

parte con Andrea Magrini spostato a centrocampo e la linea difensiva composta da Vecchi, Paternesi, Zallocco e Alessandro Magrini. In mediana anche Ranfone, Mariani e più avanti Novaili a supporto del tandem Micci-Travaglini. Dopo una fase iniziale a totale appannaggio del Doc Gallese, che però non riesce a concretizzare numerose occasioni, al 39’ ospiti in vantaggio al primo vero tiro in porta con una stoccata indirizzata sotto il “sette” da Nasti. Alla ripresa il Las Vegas tenta di congelare il risultato, talvolta con possesso palla ma spesso e volentieri con sceneggiate e perdite di tempo al limite della platealità, evidentemente marchi di fabbrica delle compagini civitavecchiesi. Il pari arriva sempre per mano, o meglio, “per piede” del già citato “Giacio” Travaglini, con un pallonetto che scavalca l’estremo difensore ospite Pirina, al 44’ del secondo tempo, per l’apoteosi dei tifosi locali euforici per un pareggio ormai insperato. Il “Dino Nelli” tira dunque un sospiro di sollievo, l’imbattibilità stagionale è salva. Ancora una volta, come già in altre occasioni, non convince pienamente l’operato dell’arbitro, signor Mazzi della Sezione di Viterbo; critica prettamente tecnica ci mancherebbe, come si criticano un attaccante per un gol mangiato oppure un portiere per una papera. E’ ovvio: tutti possono sbagliare, l’importante è non perseverare; sarebbe, come dire…diabolico. Nota di merito invece per la prova di Andrea Magrini, alla prima da capitano e con il n.4 dell’idolo Zanetti sulle spalle, di più non poteva proprio chiedere. Gradito rientro del difensore Stefano Piersanti dopo un lungo infortunio, prestazione incoraggiante anche per lui che sicuramente farà molto comodo a Quattrini da qui alla fine del campionato. In classifica i “galletti” occupano ora il 5° posto, con Las Vegas ad un punto e il Tarkna, battuto a Castel S. Elia e terzo, distante cinque punti. Nell’edizione di domani pagina speciale sul campionato di calcio di Terza Categoria (Emanuele Pace) AUGURONI A MISTER ROMANO FLOCCARI Festeggia oggi il suo compleanno Romano Floccari mister della Nuova Sorianese al quale inviano i più sentiti auguri tutti gli amici di Soriano nel Cimino, gli sportivi, dirigenti, tecnici e atleti del club cimino. Si associa anche la redazione dell’Opinione di Viterbo. TORNEO DI C/5 CSAIN A TUSCANIA Si sta organizzando a Tuscania presso il Centro Sportivo Il Quadrifoglio il primo torneo di calcio a 5 del circuito Csain. Premi in palio il trofeo Csain e una vacanza Iperclub di una settimana per tutti i componenti della formazione che si aggiudicherà la competizione. Iscrizioni - Scadono il 9 aprile 2011. Inizio del torneo fissato per l’11 aprile. Per iscrizioni e informazioni telefonare ai signori Corona 3457733070 e Doschi 338125424


� �

JUNIORES PROV. A

JUNIORES PROV. B

interni sport SPORT

2 16

ALLIEVI PROV. A

Viterbo & AltoLazio

ALLIEVI PROV. B

GIOVAN. PROV. A

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

GIOVAN. PROV. B

VIRTUS CIMINI

51

V. ACQUAPENDENTE

56

TOLFA ALLUMIERE *

47

NUOVA SORIANESE

49

40

MONTALTO CALCIO

MANZIANA

46

MONTEROSI

46

CORNETO TARQUINIA #

49

ACCORDIA ORIOLO *

39

N. SORIANESE *

45

43

MONTEFIASCONE #

42

CANALE MONTERANO *

39

VIRTUS PILASTRO *

39

28

TOLFA ALLUMIERE BARCO MURIALDINA

42

36

VIRTUS MARTA

29

27

TUSCANIA BOLSENA

DLF CIVITAVECCHIA *

LUBRIANO *

42

CANALE MONTERANO

41

LUBRIANO

37

SANTA MARINELLA *

32

P.R.A. GROTTE DI CASTRO *

26

23

CANINESE

27

VIRTUS PILASTRO

33

P. R. A. GROTTE DI CASTRO

31

VIGNANELLO

31

VIGOR ACQUAPENDENTE *

26

21

ATLETICO TARQUINIA

26

BLERA

32

CANINESE

28

MAGLIANESE

31

BAGNOREGIO *

24

REAL MONTEROSI

23

ETRUSCA

24

SAN PIO X

21

CORCHIANO GALLESE *

ISCHIA DI CASTRO *

GROTTE S. STEFANO

24

12

21

CALCIO TUSCIA

20

MONTALTO CALCIO

13

VIRTUS CIMINI *

10

CALCIO TUSCIA *

15

FABRICA CALCIO 2010

17

A. TARQUINIA

9

CANEPINA *

6

V. BOLSENA *

6

ORATORIO GRANDORI

6

VULSINIA BOLSENA

9

BLERA

3

NUOVA BAGNAIA

3

ORATORIO VILLANOVA

-2

BASSANO IN TEVERINA

2

VIRTUS CIMINI *

42

VIRTUS PILASTRO

34

COMP. PORTUALE *

40

MONTALTO *

33

BLERA

35

VIGOR ACQUAPEND. *

28

CAPRANICA *

34

N. SORIANESE *

FORTITUDO NEPI *

24

SAN PIO X 2001 TUSCIA VASANELLO *

20

BARCO MURIALDINA *

25

CORCHIANO GALLESE *

12

TUSCANIA BOLSENA *

17

BASSANO ROMANO *

8

VALENTANO *

11

MONTE ROMANO *

-1

ETRUSCA *

7

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

# DEVONO RECUPERARE

Le volate finali per il campionato juniores provinciale

Virtus Cimini e Montalto Calcio favorite su Compagnia Portuale e Virtus Pilastro. Le ultime tre giornate

V

iaggio nei nostri campionati giovanili provinciali che sono alle battute finali. Partiamo con la disamina dei due raggruppamenti della juniores provinciale. JUNIORES GIRONE A Nessuna sorpresa nelle sfide dell’ottava giornata di ritorno con la Virtus Cimini che seppur di misura ha vinto per 2-1 sul terreno del Corchiano Gallese e la Compagnia Portuale che le rimane a due punti dopo aver strabattuto per 7-1 un malmesso 2001 Tuscia. Sale al terzo posto il Blera che ha vinto a Bassano per 3-0 ed ha superato il Capranica fermato per 1-1 a Vasanello. Successo per 1-0 del San Pio X contro la F. Nepi nel turno in cui ha riposato il Monte Romano. Volata finale - Ormai per il successo finale è corsa tra Virtus Cimini e Portuale. Nelle restanti tre gare la Virtus Cimini giocherà in casa contro il Vasanello, poi trasferta contro il Bassano Romano e ultima di campionato in casa con il big match contro la Portuale. Il team di Civitavecchia nelle ultime tre giornate giocherà a Blera, poi riceverà il Capranica e infine trasferta con la Virtus Cimini decisamente favorita per il successo finale. Prossimo Turno - Così nelle gare di sabato 2 aprile, terz’ultima di ritorno. Alle 16 avremo Blera-Portuale; F. Nepi-Corchiano Gallese; Monte Romano-San Pio X e Virtus Cimini-Vasanello. Alle 16,30 Capranica-Bassano Romano. JUNIORES GIRONE B Qui favori del pronostico per il successo finale al Montalto Calcio. Nelle gare della quart’ultima di campionato di sabato scorso hanno frenato tutte le prime. La Virtus Pi-

GIOVAN. FASCIA B DLF CIVITAVECCHIA *

37

SAN GORDIANO *

36

TOLFA ALLUMIERE *

34

REAL MONTEROSI

31

C. FOGLIANESE *

30

BARCO MURIALDINA *

28

CORNETO TARQUINIA

23

CIVITA CASTELLANA *

22

C. RONCIGLIONE

16

TRE CROCI *

10

MANZIANA *

0

* HANNO RIPOSATO

Negli allievi frena la Virtus Cimini nel gruppo A mentre continua il fantastico volo della Vigor. Tutta la situazione e i prossimi match. Super lotta nel girone A dei giovanissimi provinciali mentre nel B resiste il Montalto ma la Nuova Sorianese è la leader virtuale lastro ha pareggiato 1-1 sul campo del Barco (servizio nella pagina precedente), il Montalto ha pareggiato tra le mura amiche per 2-2 contro la Nuova Sorianese e la Vigor ha perso in casa per 2-1 con la Caninese (servizio nella pagina accanto). Negli altri match netto 4-1 dell’Atletico Tarquinia sull’Etrusca, 4-0 dell’ottimo Lubriano sul Valentano. Ha riposato il Tuscania Bolsena. Volata finale - Per il titolo è corsa a due tra Montalto e Virtus Pilastro con la prima favorita avendo giocato una gara in meno. Nelle ultime tre giornate il Montalto si recherà sul campo dell’Etrusca, poi il match interno contro il Tuscania Bolsena e poi la trasferta con l’Atletico Tarquinia. La Virtus Pilastro sabato osserverà il riposo, poi match interno con la Caninese e trasferta a Valentano. Prossimo Turno - Ecco le sfide del prossimo turno. Sabato 2 aprile alle 16 Caninese-Barco; EtruscaMontalto; Tuscania Bolsena-Atletico Tarquinia e Valentano-Vigor. Alle 17,30 Nuova Sorianese-Lubriano. Riposa la Virtus Pilastro, ALLIEVI PROVINCIALI Cinque turni alla fine del campionato provinciale con Virtus Cimini nel girone A e Vigor Acquapendente nel gruppo B decisamente favorite per il successo finale. GIRONE A Nell’ottava di ritorno la Virtus Cimini ha tirato un po’ il freno pareggiando in casa per 2-2 contro il San Pio X. Ne ha approfittato il Manziana che battendo per 1-0 la Virtus Pilastro (altro servizio nella pagina accanto) ha recuperato due punti alla battistrada. Terzo posto del Monterosi reduce dal 2-1 sul Calcio Tuscia e quarto del Tolfa Allumiere che nell’ultimo impegno ha vinto per 7-2 contro l’Oratorio Grandori. Slancio frenato per il Barco che nella trasferta contro il Fabrica non è andato oltre il 2-2 e per il Canale Monterano che ha impattato per 1-1 contro il Real Monterosi. Successo esterno per 4-1 del Blera nella trasferta con il fanalino di coda Oratorio Villanova. Prossimo Turno - Salvo variazioni ecco il programma della nona di ritorno.

Domenica 3 aprile - Alle 9 Manziana-Oratorio Villanova. Alle 10 San Pio x-Tolfa Allumiere. Alle 10,30 Blera-Real Monterosi e Virtus Pilastro-Oratorio Grandori. Alle 11 delicata trasferta per la Virtus Cimini sul campo del Barco Murialdina e si giocano inoltre Calcio Tuscia-Fabrica e Canale Monterano-Monterosi. GIRONE B Qui campionato saldamente nelle mani della Vigor Acquapendente. Un passo indietro per ricordare quanto avvenuto nei recuperi della scorsa settimana. Recuperi - Nei tre match giocati la scorsa settimana ecco quanto è avvenuto: Pol. Real Azzurra Grotte di Castro-Tuscania Bolsena 3-2; Corneto Tarquinia-Vulsinia Bolsena 9-1 e Caninese-Grotte Santo Stefano 5-1. Questo invece il quadro dell’ottava di ritorno in cui la forte Vigor Acquapendente ha battuto il Vulsinia Bolsena per 4-1. Alle sue spalle successi del Corneto Tarquinia per 8-1 sul Grotte Santo Stefano, per la Nuova Sorianese vittoriosa a Montalto per 1-0 e del Tuscania Bolsena corsaro per 3-0 sul campo dell’Etrusca. Colpo grosso della Pol. Real Azzurra che dopo il successo nel recupero contro il Tuscania Bolsena ha battuto per 3-1 il quotato Montefiascone. Nelle altre sfide: ok il Lubriano

2001 Tuscia (Juniores Prov) che ha vinto 1-0 a Tarquinia contro l’Atletico e netto 5-0 della Caninese sul Bassano in Teverina. Prossimo Turno - Così nelle sfide della nona di ritorno: sabato 2 aprile: alle 16 Bassano in TeverinaAtletico Tarquinia e Grotte Santo Stefano-Pol. Real Azzurra Grotte di Castro. Domenica 3 aprile: alle 9,15 Montefiascone-Vigor; alle 10 Montalto-Caninese; alle 10,30 Lubriano-Corneto (a Bagnoregio) e Nuova Sorianese-Tuscania Bolsena. Alle 11 Vulsinia Bolsena-Etrusca. Recupero - Il 7 aprile si recupera il match tra Montefiascone e Corneto. GIOVANISSIMI GIRONE A Nell’ottava giornata di ritorno ha riposato la capolista Tolfa Allumiere che resta al comando grazie al ko dell’Accordia battuta con un netto 4-1 nella trasferta contro la Dlf Civitavecchia.. Sale al secondo posto il Canale Monterano corsaro per 3-1 contro il Corchiano Gallese.

Nelle altre sfide secondo successo stagionale del Canepina che vince a Blera per 2-0, prosegue il suo bel campionato la Maglianese che ha vinto per 2-0 contro il Vignanello e pareggio per 0-0 tra la Virtus Cimini e il Santa Marinella. Prossimo Turno - Salvo variazioni ecco i confronti della terz’ultima di ritorno. Sabato 2 aprile alle 16 Accordia-Virtus Cimini; Canepina-Dlf Civitavecchia. Domenica 3 aprile: alle 9 S. Marinella-Corchiano Gallese, alle 10,30 Vignanello-Canale Monterano e alle 11 Tolfa Allumiere-Blera. Riposa la Maglianese. GIOVANISSIMI GIR.ONE B Qui tutto immutato tra Montalto e Nuova Sorianese con i cimini che hanno giocato una gara in meno avendo già riposato e sono quindi virtualmente primi. Nelle gare dell’ottava di ritorno il Montalto ha vinto per 1-0 sul campo della

Nuova Sorianese (Giovanissimi Prov)

Pol. Real Azzurra Grotte di Castro e la Nuova Sorianese è passata per 3-1 sul terreno della Vigor Acquapendente (altro servizio nella pagina a accanto). Negli altri tre confronti successi in trasferta per 6-1 del Calcio Tuscia con la Nuova Bagnaia e per 2-0 del Bagnoregio contro il Vulsinia Bolsena. Pareggio per 1-1 tra Ischia di Castro e Virtus Marta. Ha riposato la Virtus Pilastro. Prossimo Turno - Per la nona di ritorno sabato 2 aprile alle 16 si giocheranno questi confronti: Bagnoregio-Pol. Real Azzurra Grotte di Castro; Calcio Tuscia-Vigor Acquapendente; Montalto-Ischia di Castro; Nuova Sorianese-Vulsinia Bolsena e Virtus Pilastro-Nuova Bagnaia. Riposa la Virtus Marta. GIOVANISSIMI FASCIA B Campionato che si è riaperto alla grande dopo il tonfo del Dlf Civitavecchia per 2-1 sul campo del Tolfa Allumiere che ora è a meno tre dal primato. Si è portato ad un solo punto dalla capolista il San Gordiano che ha battuto per 3-2 la Foglianese. Negli altri incontri pareggio per 0-0 tra Corneto e Barco, il match ManzianaReal Monterosi si è concluso sul 2-2 e vittoria esterna per 3-2 del Civita Castellana a Tre Croci. Ha riposato la Cimina Ronciglione. Prossimo Turno - Ecco gli incontri della nona di ritorno. Sabato 2 aprile alle 16 Barco-San Gordiano; Cimina Ronciglione-Corneto e Foglianese-Tolfa Allumiere. Domenica 3 aprile alle 9 Real Monterosi-Tre Croci (a Mazzano Romano) e alle 9,30 Dlf Civitavecchia-Manziana. Riposa il Civita Castellana Calcio Giovanile. agv


sport

SPORT

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 30 Marzo 2011

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

AMATORI A

Risultati classifiche e decisioni del giudice sportivo

interni

2

17

AMATORI B

AMATORI C

S. AGOSTINO AURELIA

53

ATLETICO FALISCO *

39

VIRTUS ACQUAPENDENTE

48

ASA ALLUMIERE

46

AMATORI CAPRANICA *

39

VALENTANO #

36

AMATORI TOLFA

42

AURORA VITERBO

38

FULGUR TUSCANIA #

32

ANONIMA BRACCIANO

40

VIGNANELLO

38

NUOVA SAN FAUSTINO 2010 *

32

39

BASSANO ROMANO

37

AURORA PIANSANO

TREVIGNANO

30 27

27

34

V. C. BOLSENA *

MONTE ROMANO

AMATORI VETRALLA *

27

25

31

AMATORI MONTEFIASCONE *

REAL CANALE

POL. SEVAS *

21

23

28

ISCHIA DI CASTRO *

MONDO NUOVO

VEJANESE * ATLETICO VITERBO *

ETRUSCA CAPODIMONTE # *

20

FC ORIOLO

19

19

19

VOGLIA C. TARQUINIA

14

18

PIANETA GIUSTIZIA VT # # *

STELLA AZZURRA *

VIRTUS MARTA

16

14

DEPORTIVO CIVITONICO

13

N. PESCIA ROMANA * #

REAL TARQUINIA

13

SAN FAUSTINO *

15

TORRESE * # #

12

13

ACCORDIA ORIOLO

SASSACCI

0

# DEVONO RECUPERARE

* HANNO RIPOSATO

* HANNO RIPOSATO

Bagarre nel girone B con cinque squadre in due punti Oggi due posticipi nel gruppo C. E da sabato al via il Memorial Sorge. Calendario e team partecipanti

A

ppuntamento del mercoledì con la pagina del calcio amatoriale del Centro Sportivo Italiano. A seguire tutta la situazione nei tre raggruppamenti. GIRONE A Campionato già vinto dalla scorsa settimana dalla fantastica formazione del Sant’Agostino Aurelia che nella penultima giornata ha battuto per 4-1 la Fc Oriolo. Vincono anche le inseguitrici con l’Asa Allumiere che conferma il suo secondo posto con il netto 5-1 al Monte Romano, il Tolfa resta terzo con il 6-0 alla Voglia di Calcio e molto bene anche Anonima Bracciano che vince 2-1 in trasferta contro il Real Tarquinia e Trevignano con il 7-1 sul Real Canale. Unico pareggio nel match tra Accordia e Mondo Nuovo terminato 2-2. IL GIUDICE Queste le decisioni del giudice sportivo. Ammonizioni: Loffredi Marco (Tolfa) – Rignano Francesco (S.Agostino) – Rossi Ivan (FC Oriolo) – Rimedia Riccardo, Brocco Massimo, Morra Sandro, Catena Angelo (Real Canale) - Morucci Daniele (Accordia) – Senigagliesi Alberto, Testaguzzi Massimiliano, Cerrotto Alberto (Real Tarquinia) – Panaccio Roberto (Bracciano). Squalifiche: Morra Sandro (Real Canale)1 gg. quarta ammonizione; Catena Angelo (Real Canale)2 gg. offese all’arbitro. Multe: € 15.00 tre giornate di squalifica (Real Canale) GIRONE B E’ il raggruppamento più ingarbugliato con ben cinque formazioni racchiuse nel giro di due punti quando mancano ancora cinque giornate alla conclusione. Questo quanto avvenuto nell’ottava di ritorno in cui ha riposato la capolista Atletico Falisco. Il big match tra Amatori Capranica e Aurora Viterbo è terminato 1-1. Prosegue il suo momentaccio il

Bassano Romano scon�tto per 1-0 nella trasferta di Vetralla. Sei punti in quattro giorni per il Vignanello che si rilancia alla grande grazie al successo per 2-0 nel recupero della scorsa settimana contro il Sassacci e poi con la vittoria per 2-0 sul terreno della Vejanese. Negli altri match dell’ottava di ritorno successo esterno per 2-1 della Polisportiva Sevas contro il Sassacci, pareggio per 1-1 tra Deportivo Civitonico e Atletico Viterbo e �nisce 1-1 anche la s�da tra Stella Azzurra e San Faustino. IL GIUDICE Questo quando deliberato. Ammonizioni : Torricelli Federico, Bacci Romano, Fabretti Danilo, Bravi Dino (Bassano R.) – Roman Emanuel, Turilli Massimiliano (Vetralla) – Merlini Roberto, Percossi Vladimiro, Cimarra Riccardo (Deportivo Civitonico) – Pesci Claudio, Narducci Damiano (Atletico Viterbo) - Carolini Claudio (Sevas) – Pierlorenzi Mario (Vejanese) – Piccioni Emiliano, Stefani Marco (Vignanello) – Russo Emiliano, Temperini Giacomo (Capranica) – Silvestri Antonio, Anselmi Claudio, Casagrande Sergio (Aurora Viterbo). Squalifiche: Pesci Claudio (Atletico Viterbo) 1 gg. quarta ammonizione; Narducci Damiano (Atletico Viterbo) 1 gg. quarta ammonizione; Papacchioli Pasquale (Vejanese) 2 gg. colpiva volontariamente avversario; Feliziani Giuseppe (Vejanese) fino al 10.04.11 proteste all’arbitro Piccioni Emiliano (Vignanello) 1 gg. quarta ammonizione; Corinti Arcangelo (Aurora Viterbo) 3 gg. proteste + espressione blasfema; Silvestri Antonio (Aurora Viterbo) fino al 29.05.11 colpiva con un calcio l’arbitro Ammende: € 5.00 una giornata di squalifica (Vignanello); € 10.00 due giornate di squalifica (Atletico Viterbo); € 15.00 tre giornate di squalifica (Vejanese); € 55,00 per squalifiche (Aurora Viterbo)

GIRONE A 11ª RITORNO 9-10/04/2011

GIRONE C Anche qui si sono giocate le gare della ottava di ritorno e sono ancora cinque le giornate che mancano. Altra conferma per la capolista Virtus Acquapendente corsara per 3-1 a Pescia Romana. Pareggio per 1-1 tra Etrusca Capodimonte e Aurora Piansano. Bene la Nuova San Faustino 2010 che vince per 2-1 contro l’Amatori Montefiascone e termina 0-0 la sfida tra Ischia di Castro e Virtus Marta. Posticipi - Non si sono giocati due confronti dell’ottava di ritorno che sono stati posticipati a oggi quando con inizio alle 19,30 avremo le gare tra Fulgur Tuscania e Pianeta Giustizia Viterbo e Valentano-Torrese. Recuperi - Sabato avremo alle 14,30 a San Martino Pianeta Giustizia Viterbo-Etrusca Capodimonte e alle 15 si giocherà il recupero tra Torrese e Nuova Pescia Romana. IL GIUDICE Questo quanto stabilito per i quattro confronti giocati nello scorso fine settimana. Ammonizioni: Scoparo Mario (A.Montefiascone) – Ingenito Roberto (Nuova S. Faustino) – Piazzai Riccardo (Acquapendente) – Zampetta Eraldo (N.Pescia Romana). Squalifiche: Piazzai Riccardo (Acquapendente)1 gg. quarta ammonizione Ammende: € 5.00 una giornata di squalifica (Acquapendente); €20,00 per spogliatoio arbitro sporco (Etrusca Capodimonte) TUTTO SULLA XI EDIZIONE DEL MEMORIAL “GIOVANNI SORGE” Dal prossimo fine settimana prende il via la undicesima edizione del Memorial Giovanni Sorge in concomitanza con la sosta dei campionati. Ecco i gironi e il calendario con tutti i confronti. GIRONE A Partecipanti - Qui abbiamo le formazioni di Fulgur Tuscania,

La formazione dell’Amatori Capranica Virtus Acquapendente, Asa Allumiere, Comunità Mondo Nuovo, Capranica e F. Vignanello. Questo il calendario. Prima Giornata - Domenica 3 aprile alle 10,30 Fulgur TuscaniaCapranica, alle 11 Virtus Acquapendente-Mondo Nuovo (ad Onano). Sabato 2 aprile alle 18,30 Allumiere-Vignanello. Seconda Giornata - Mercoledì 27 aprile alle 20,30 Mondo Nuovo-Asa Allumiere (campo Dlf Civitavecchia); alle 20,30 Capranica-Virtus Acquapendente e sempre alle 20,30 Vignanello-F. Tuscania. Terza giornata - Mercoledì 4 maggio alle 20,30 V. Acquapendente-Tuscania: alle 20,30 Mondo Nuovo-Vignanello. Giovedì 5 maggio alle 20,30 Allumiere-Capranica. Quarta giornata - Mercoledì 11 maggio alle 20,30 si giocheranno Capranica-Mondo Nuovo; Tuscania-Allumiere e Vignanello-V. Acquapendente. Quinta giornata - Sabato 21 maggio alle 17,30 Capranica-Vignanello; alle 19,15 Mondo Nuovo-

GIRONE B 9ª RITORNO 9-10/04/2011

Tuscania e alle 18,30 Allumiere-V. Acquapendente. GIRONE B In azione - Le squadre iscritte al girone B sono Tolfa, Vejanese, Atletico Falisco, A. Bracciano, Atletico Viterbo e Bassano Romano. Di seguito il calendario del gruppo B. Prima Giornata - Domenica 3 aprile si giocheranno alle 10,30 Tolfa-Bracciano e Atletico ViterboBassano Romano; alle 11 VejaneseAtletico Falisco. Seconda Giornata - Martedì 26 aprile il confronto tra Atletico Falisco e Atletico Viterbo alle 20,30. Mercoledì 27 aprile, sempre alle 20,30 Bracciano-Vejanese e Bassano Romano-Tolfa. Terza Giornata - Martedì 3 maggio alle 20,30 Atletico Falisco-Bassano Romano. Giovedì 5 maggio alle 20,30 Vejanese-Tolfa e Atletico Viterbo-Atletico Falisco (campo dell’Ellera) Quarta giornata - Mercoledì 11 maggio alle 20,30 Bracciano-Atleti-

co Falisco e Bassano Romano-Vejanese. Giovedì 12 maggio alle 20,30 Tolfa-Atletico Viterbo. Quinta giornata - Sabato 21 maggio alle 17,30 Atletico FaliscoTolfa. Domenica 22 maggio alle 10,30 Atletico Viterbo-Vejanese; alle 11 Bracciano-Bassano Romano. SEMIFINALI E FINALI Passano alla fase successiva del 29 Maggio 2011 tutte e quattro le squadre come segue: ·La prima classificate del girone A contro la seconda classificata del girone B. ·La prima classificata del girone B contro la seconda classificata del girone A. Passano alla fase finale del 5 Giugno 2011 come segue: ·La vincitrice tra la prima classificate del girone A contro la seconda classificata del girone B. La vincitrice tra la prima classificata del girone B contro la seconda classificata del girone A. La finale si giocherà a Viterbo presso il campo di Balletti Park Hotel di San Martino al Cimino il giorno 5 Giugno 2011 alle ore 09,30. (agv)

GIRONE C 9ª RITORNO 9-10/04/2011

ASA ALLUMIERE - REAL TARQUINIA (and. 1-1)

ATLETICO FALISCO - SASSACCI (and. 2-1)

V. BOLSENA - FULGUR TUSCANIA (and. 1-1)

A. BRACCIANO - ACCORDIA ORIOLO (and. 5-1)

POL. SEVAS - DEPORTIVO CIVITONICO (and. 1-2)

PIANETA GIUSTIZIA - VALENTANO (and. 2-3)

MONDO NUOVO - TREVIGNANO (and. 0-8)

ATLETICO VITERBO - STELLA AZZURRA (and. 2-2)

TORRESE - NUOVA SAN FAUSTINO (and. 1-1)

REAL CANALE - S. AGOSTINO AURELIA ( and. 0-2)

SAN FAUSTINO - CAPRANICA (and. 1-2)

MONTEFIASCONE - ISCHIA DI CASTRO ( and. 1-0)

FC ORIOLO - TOLFA CALCIO (and. 2-5)

AURORA VITERBO - VETRALLA (and. 2-3)

VIRTUS MARTA - ETRUSCA CAPODIMONTE ( and. 1-2)

MONTE ROMANO - VOGLIA DI CALCIO (and. 1-0)

BASSANO ROMANO - VEJANESE (and. 0-0)

A. PIANSANO - PESCIA ROMANA (and. 3-1)

RIPOSA: VIGNANELLO

RIPOSA: V. ACQUAPENDENTE


� �

interni sport SPORT

2 18

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 1 30 Ottobre Mercoledì Marzo2010 2011

PODISMO

Trionfo tricolore per Rolando Di Marco L’atleta viterbese ha vinto i Campionati Italiani di corsa campestre nella categoria MM60 Battuti Azzalin e Lovanio che potrebbero essere i suoi compagni di squadra all’Europeo di GLAUCO ANTONIACCI

Q

uando si vince sempre si rischia di non fare più notizia e, per chi scrive o commenta, c’è quasi la tentazione di dare troppe cose per scontate. Dietro ogni vittoria, però, ci sono allenamenti quotidiani, fatica, impegno costante e desiderio di mettersi sempre in gioco. Rolando Di Marco, in questo senso, è un esempio per tanti giovani atleti che magari fanno fatica ad avere la stessa etica del lavoro. Il podista viterbese, quasi ‘abbonato’ ormai al podio nelle

Gli organizzatori puntano a migliorare i numeri del 2010

manifestazioni che assegnano titoli italiani, ha messo il suo sigillo anche sui Campionati Italiani Master di corsa campestre che si sono disputati domenica scorsa ad Ugento, in provincia di Lecce. Di Marco ha battuto un rivale agguerrito come il piemontese Luigino Azzalin, favorito in questo tipo di gara e deciso a portarsi a casa il titolo. Invece l’atleta viterbese è partito subito alla grande, ha imposto un ritmo molto elevato alla gara staccando gli altri concorrenti e, al termine dei 6 chilometri previsti dal percorso, è transitato sotto lo striscione dell’arrivo con il terzo posto assoluto nella gara riserva-

Podistica della Liberazione è già conto alla rovescia A

ta agli MM55 ed oltre, ma con il successo nella sua categoria degli MM60. Con una condotta di gara perfetta ha preceduto sul traguardo Azzalin e Sergio Lovanio che si è piazzato terzo. Dopo la presentazione con tanto di passerella e ricordo delle innumerevoli vittorie conquistate, per Di Marco c’è stata anche la passerella trionfale con la premiazione e la notizia, in parte inaspettata, che i suoi avversari ad Ugento potrebbero diventare i suoi compagni di squadra tra un mese e mezzo agli Europei. L’evento, in programma a Thionville in Francia, si aprirà il 13 maggio con i 10000 metri

MARATONINA DI TARQUINIA

De Dominicis e Bellitto successi da dominatori

U

na bella giornata di sole ha fatto da cornice all’edizione numero 22 della Maratonina di Tarquinia, valida anche come Memorial Romano Governatori e inserita nel Circuito Corrintuscia 2011. Una bella giornata di sport lungo le strade della cittadina tirrenica che ha esaltato Antonella Bellitto e Luca De Dominicis, vincitori delle classi�che femminile e maschile. La gara si è svolta davanti a numerosi spettatori che hanno visto transitare i circa 230 partenti decisi a dare il massimo per portare a casa il successo. I due vincitori hanno messo in atto una strategia di gara simile, partendo subito alla grande e dominando la corsa sin dalle prime battute. De Dominicis s’è presentato in testa già al termine del primo dei tre giri previsti, per un totale di 11,6 km, ed ha poi incrementato il vantaggio nei passaggi successivi. L’al�ere dell’Anna Baby Runners Civitavecchia ha chiuso in 38’58” precedendo di quasi un minuto Luca Scardetta, bravo a regolare in volata il montaltese Giorgio Cesarini. Nella gara femminile c’è stato il dominio del Bolsena Forum, con Antonella Bellit-

to, già vincitrice a Tarquinia nel 2010 che ha fatto corsa solitaria chiudendo in 48’11” e precedendo la compagna di squadra Maria Grazia Giorgetti. Terzo posto per la livornese Nicoletta Ferretti. Oltre ai vincitori, tra i più soddisfatti c’è stato anche Massimo Perugini, presidente di Atletica ’90 che ha organizzato anche quest’anno la gara. “Voglio ringraziare tutti coloro che hanno collaborato con noi – ha spiegato – a partire dai volontari di Atletica ’90, passando per la Protezione civile, l’Aeop, la Croce Rossa e, naturalmente, le forze dell’ordine: polizia, carabinieri e polizia locale. Un pensiero speciale, poi, è per gli sponsor: la Tenuta Sant’Isidoro, l’Outlet del Gioiello e Zona Olimpica Viterbo sono sostenitori preziosi, ma anche dei nostri grandi amici”. Da parte di Atletica ’90 non è mancato, poi, un pensiero per l’amministrazione comunale e per l’Università agraria, enti patrocinatori dell’evento. Il sindaco Mauro Mazzola, presente alla premiazione, si è poi augurato un ritorno a Tarquinia della Maratona degli Etruschi, saltata l’anno scorso per la mancanza di �nanziamenti.

e si chiuderà il 15 con la mezza maratona; Di Marco doveva partecipare a queste due gare ma la Federazione Italiana gli ha chiesto di indossare la maglia azzurra, insieme proprio ad Azzalin e Lovanio, per partecipare alla prova di corsa campestre del 14 maggio, che assegnerà il trofeo a squadre. Tre atleti validi e di livello omogeneo potrebbero regalare all’Italia il titolo europeo, per questo Di Marco dovrebbe rinunciare alla mezza maratona (ma farà quella del 17 aprile a S. Benedetto del Tronto) e dare la caccia ad un altro risultato di prestigio da aggiungere alla sua collezione.

cquapendente si prepara ad ospitare la ventisettesima Edizione della Podistica della Liberazione. La gara, in programma domenica alle 10, è organizzata dal Comune aquesiano, Assessorato Sport e Turismo, in collaborazione con l’Atletica Di Marco Sport di Viterbo, e si svolgerà su un percorso di Km 7,2 da ripetere tre volte, tutto all’interno del centro storico. In gara 9 Categorie maschili (dai 18 ai 34 anni, dai 35 ai 39, dai 40 ai 44, dai 45 ai 49, dai 50 ai 54, dai 55 ai 59, dai 60 ai 64, dai 65 ai 69 e dai 70 in poi) ed una Categoria femminile unica. Per i primi tre classi�cati assoluti, maschili e femminili, i premi saranno cronometro, accappatoio e K-way. Per le Categorie maschili e femminili giaccone per i primi due classi�cati, felpa per i terzi, borsa sportiva per i quarti ed i quinti, cronometro per i sesti ed i settimi e due paia di calzini tecnici per gli ottavi, i noni ed i decimi.

Tutti i classi�cati riceveranno un premio ricordo della gara e ristoro gastronomico �nale. Gli organizzatori puntano a superare gli eccellenti numeri dello scorso anno, con ben 125 atleti al via e trionfo in campo maschile di Jacopo Boscarini (Gruppo Sportivo Porto Santo Stefano) con il tempo di 23’20” e in campo femminile di Antonella Bellitto (Bolsena Forum Sport) con il tempo di 29’20’’. A seguire si svolgerà una minipodistica per bambini, dalla materna alle scuole medie, cui lo scorso anno parteciparono 270 ragazzi. Per ricevere informazioni si può contattare telefonicamente il negozio Di Marco Sport in Piazza della Rocca a Viterbo (0761220197) oppure inviare un fax al numero 0761-345657 o una e-mail a dimarcosport@libero.it. In alternativa si può contattare il Comune di Acquapendente (Sergio Pieri Mek) allo 0763 – 7309206.

ATLETICA - A Rieti sono arrivati due titoli regionali che fanno ben sperare per il futuro

Schertel e Carvetti saltano altissimo R

isultati positivi per gli atleti viterbesi impegnati domenica scorsa nel Criterium Regionale indoor/outdoor, valido anche come campionato regionale categoria Ragazzi e Ragazze. Presso lo stadio Raul Guidobaldi di Rieti si sono dati appuntamento molti talenti del movimento regionale e i portacolori dell’Alto Lazio Colavene e della Finass Viterbo hanno ben �gurato, confermandto la validità di un movimento sempre molto dinamico e con giovani interessanti. Per quanto riguarda l’Alto Lazio da segnalare l’exploit di Valeria Carvetti che si è laureata campionessa regionale di salto in alto con la misura di 1,40m. L’atleta falisca ha mancato di un sof�o l’1.43 che sarebbe stato il suo primato personale. Grande soddisfazione ovviamente fra i tecnici Giorgio Cimarra, Antonella Calcinari e Manila Pazzaglia che contavano in un risultato di valore e sono stati accontentati, anche la giovane Carvetti non ha potuto partecipare ai 60 piani per una concomitanza di orario con l’Alto. Buone notizie sono arrivate anche dalle altre due giovani in gara a Rieti; Marti-

Ludwig Schertel na Turco e Chiara Marini, alle prime gare dopo il passaggio di categoria, non si sono limitate a fare bella �gura ma hanno ottenuto piazzamenti di prestigio. Martina Turco, ad esempio, si è piazzata al 5° posto assoluto nel salto in lungo con l’ottima misura di 3,86 ed ha effettuato un salto nullo alla �ne che avrebbe potuto proiettarla oltre la barriera dei 4 metri. La Turco è stata la migliore fra le atlete del primo anno di categoria, precedendo una grintosa Chiara Marini che ha saltato 3,48 con una serie molto regolare. Le due ragazze della Colavene hanno preso parte anche ai 60 metri

Valeria Carvetti ostacoli, chiudendo rispettivamente al 16° (Turco) e 17° (Marini) posto con tempi di 11,69 e 11,76. I colori dell’atletica viterbese sono stati portati in alto anche da Ludwig Schertel della Finass Assicurazioni che ha vinto la gara di salto in alto con 1,57 (primato personale) e si è piazzato terzo nel Peso con un lancio a 13,69. Evidenti i miglioramenti tecnici e atletici del giovane che si allena con la madre Monica Condurelli e con il prof. Buratti. Sul podio anche Alice Garside, quarta nel Peso con 10,17m. Indicazioni interessanti sono arrivate anche

nella velocità con Giacomo Bagordo che ha corso i 60m. in 9”24 ed i 60Hs. in 10”90; Beatrice Mercuri ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 9”81 nei 60m. ma ha anche saltato 1,25 nell’Alto; Flavia Goletti ha ottenuto 11”11 nei 60m. e 1,25m nell’Alto; nelle stesse due gare Claudia Locchi ha ottenuto un tempo di 9”42 nella corsa e la misura di 1,20m nell’Alto. Miriana Perlorca ha partecipato anche lei ai 60m correndoli in 10”02 ed ha saltato 3,58m mentre Delia Pala e Claudia Capati, iscritte ai 60m, hanno tagliato il traguardo rispettivamente in 10”32 e 10”81.


sport

SPORT

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

Mercoledì 30 Marzo 2011

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

MOTOCROSS

La Husqvarna del pilota viterbese non è ancora al top ma cresce “Ci è stato promesso che il motore nuovo arriverà fra poche settimane” di GLAUCO ANTONIACCI

stato assicurato che, nel giro di due o tre settimane al massimo, avremo il nuovo motore. So che ci saranno a breve anche dei progressi per quanto riguarda le centraline e questo mi fa essere ottimista per il futuro”. Un futuro che potrebbe vedere Lupino ed il suo team in gara anche domenica a Mantova, sede di una prova del campionato italiano: “Finora abbiamo corso poco e per noi più gare facciamo e meglio è” conclude il centauro viterbese, ansioso di poter superare questi problemi ed essere competitivo per la vittoria.

P

Checa e il team Althea non si fermano più Il centauro iberico in gran forma a Donington Con un 1° e un 3° posto è ancora leader iridato

L

a Superpole conquistata sabato aveva fatto capire che Carlos Checa sarebbe stato in lotta per la vittoria, una sensazione confermata poi dalle due manches della domenica. Nell’anno in cui la ‘casa madre’ Ducati ha rinunciato al suo impegno diretto nel Mondiale Superbike, i bolidi di Borgo Panigale sembrano ancora più competitivi del solito, merito anche dell’impegno di team come il civitonico Althea Racing e del talento di campioni come Checa, tornato da Donington con 41 punti, frutto di una vittoria in gara due e del secondo

BASEBALL - Piegata 18-8 la Libertas Perugia che domenica incontrerà il Tuscia Green Sox

Sonante rivincita per i Black Hawks A

Saverio Fabbri (Black Hawks Tuscia)

vrebbe dovuto essere un mini girone da quattro squadre, invece si è ben presto trasformato in un raggruppamento a tre, con una sola gara ogni �ne settimana e un team che riposa. Il girone S della Coppa Italia di serie C di baseball ha perso prima ancora di iniziare gli umbri della Marconi Spoleto, così è rimasta solamente la Libertas Baseball Perugia a contrastare il cammino di due team della Tuscia. I primi due match disputati si sono chiusi entrambi per manifesta superiorità al settimo inning; nella prima gara, il derby tra Tuscia Green Sox Monte�ascone e Black Hakws Tuscia, c’è stato il successo per 19-2 dei giocatori

falisci che hanno dominato l’incontro contro i giovani avversari. I Black Hawks si sono però presi una bella rivincita domenica scorsa, quando hanno affrontato e battuto in maniera altrettanto netta (18-8) proprio la Libertas Perugia, formazione certamente più esperta ma che nulla ha potuto di fronte alla grinta e alla determinazione della formazione che lo scorso anno ha partecipato al campionato Cadetti coon un gruppo composto da atleti di Viterbo e Monte�ascone. L’ultimo match del gironcino è previsto domenica prossima alle 14,30 a Perugia e vedrà fronteggiarsi la Libertas e i Green Sox, favoritissimi per superare il primo turno di Coppa Italia.

BASEBALL - Massini tiene fuori Guillen e Feliz ma la squadra doma 5-3 i Mastiff Arezzo e resta imbattuta in Coppa Italia

Pianeta Benessere vincente anche senza stranieri S

econda vittoria per il Pianeta Benessere Rams Viterbo nella Coppa Italia di serie B. Questa volta una vittoria senza ricorsi pendenti o riserve scritte, perchè ottenuta rinunciando agli stranieri come richiede il regolamento della manifestazione. Come la settimana prima contro il Jolly Roger Castiglione, anche stavolta i ragazzi del manager Massini hanno incontrato una prossima riva-

interni 19

SUPERBIKE

Lupino, qualcosa è cambiato iccoli passi avanti, ma soprattutto rassicurazioni per il futuro. Alessandro Lupino e il suo team Ricci Racing sono usciti forse un po’ più sereni dalla quarta ed ultima tappa degli Internazionali d’Italia di motocross, anche se il risultato non è stato all’altezza delle aspettative. La Husqvarna ha evidenti difetti di gioventù, deve lavorare molto per avvicinarsi al livello delle moto di riferimento nel mondiale MX2, ormai prossimo all’inizio, e a Gazzane di Preseglie, sede dell’ultimo round degli Internazionali, tutti questi difetti sono emersi nuovamente. Alessandro Lupino, il pilota viterbese di Ilario Ricci, aveva girato bene nelle prove, centrando il secondo tempo della MX2, ma in gara uno ha subito accusato dei problemi tecnici sulla sua moto che lo hanno costretto al ritiro. Nella seconda manche è partito bene, si è trovato in buona posizione ma la moto non era ancora perfettamente a posto, così ha perso posizioni �no a concludere settimo di categoria e ventesimo assoluto nella prova vinta dal francese Frossard che partecipa alla categoria MX1. Nonostante questo piazzamento di retrovia, Lupino si è detto comunque abbastanza contento: “C’è grande impegno da parte del team, inoltre ci è

2

le in campionato, vale a dire i Mastiff di Arezzo. Il punteggio �nale ha dato ragione ai viterbesi per 5-3, al termine di un match che ha visto il team di casa sempre in vantaggio ma mai con un margine di sicurezza. Massini ha messo in campo una formazione priva dell’interbase dominicano Rodolfo Feliz e del fortissimo battitore cubano Alexander Guillen, una scelta che ci ha spiegato così:

“La vittoria a Castiglione della Pescaia ha suscitato molte polemiche, soprattutto perchè il risultato è stato regolarmente omologato dal Giudice vista l’assenza di un ricorso esplicito dei nostri avversari. Non vogliamo passare per chi non rispetta le regole o le aggira per vincere. Per evitare situazioni spiacevoli andremo avanti con la squadra priva degli stranieri”. Tornando alla gara contro i Mastiff, il ‘nove’ viterbese ha fornito una prestazione solida, mettendo in mostra una buona preparazione sia in attacco che in difesa. Sul monte di lancio, vista l’assenza di Fanali e Ciampelli, si sono alternati Lorenzo Romani, Claudio Magnoni e Giovanni Pagliei che hanno lavorato molto bene, lasciando pochissime battute al line up toscano. In difesa da segnalare le prestazioni dell’esterno Federico Morini, di Ivano Licciardi nel ruolo di interbase e quella di Emiliano Conti e Filippo Attriti che si sono scambiati i ruoli di ricevitore e di prima base. Le

La panchina di Viterbo, a sinistra Alberto Massini (FotoZadroPress) valide sono state otto per parte ma la difesa viterbese non ha commesso errori mentre quella degli aretini ne ha piazzati due in momenti importanti. “In difesa siamo andati bene - conferma Massini - e in attacco abbiamo battuto quando serviva, segnando punti importanti. Venivamo da una settimana con tre allenamenti e siamo ancora in fase di carico, ma le indicazioni sono positive. Ora andiamo a giocare a Net-

tuno, sempre senza lanciatori, e vediamo cosa succede”. In palio domenica c’è il passaggio del turno, un risultato non preventivato all’inizio della stagione ma che, a questo punto potrebbe essere vicino. Più importante è però migliorare i meccanismi di squadra in vista del campionato che scatta il 17 aprile, in casa contro Pesaro, quando ogni vittoria ed ogni scon�tta avranno un peso decisamente maggiore (GA)

posto in gara uno, e con il primato consolidato nella classi�ca mondiale dopo la doppietta di Phillip Island. In gara uno sul tracciato inglese, Checa ha perso parecchie posizioni in partenza, transitando undicesimo al termine del primo giro, ma ha subito iniziato una bella rimonta superando, in sequenza, Corser, Rea e Camier. A quattro giri dalla �ne, il portacolori del team Althea si è trovato in quarta posizione a tre secondi da Haslam, un divario che sembrava eccessivo ma che lo spagnolo ha cancellato con tre passaggi sul passo di 1’29”. Haslam non ha potuto resistere ed è stato in�lato alla penultima curva dell’ultimo giro, cedendo così il suo posto sul podio. In gara due, Checa ed i suoi tecnici hanno optato per una gomma più morbida, anche per far fronte ad una temperatura dell’asfalto aumentata leggermente; la partenza è stata ottima, Checa si è ritrovato secondo alle spalle di Haslam ma l’ha in�lato dopo soli due giri, aumentando il ritmo �no a scavare un solco profondo fra lui e i suoi seguitori. Negli ultimi giri Checa ha dovuto fare i conti con una gomma posteriore abbastanza usurata ma, dall’alto della sua esperienza, ha saputo gestire al meglio la situazione, passando sotto la bandiera a scacchi in prima posizione, con 3”3 di vantaggio su Melandri (Yamaha), e si è aggiudicato anche il premio Pirelli per il giro veloce in gara con un crono di 1’28”988 che è anche il nuovo record della pista. Euforico Genesio Bevilacqua, General Manager di Althea Racing: “Una grande prestazione, un grande lavoro da parte del team ed un grande Carlos che riesce ad adattarsi anche alle piste più dif�cili come quella di Donington. Questo circuito rappresentava per lui uno scoglio dif�cile da superare a causa del gravissimo incidente del quale era stato vittima nel corso della gara della MotoGP nel 1998; oggi ha superato questo tabu’. Grazie a lui per aver creduto in noi e nei nostri consigli. La prestazione di oggi ha confermato che abbiamo un pacchetto moto/pilota/team molto forte e continueremo la nostra impresa, inserendoci nella lotta per il titolo. Ringrazio tutti i nostri sponsor che ci sostengono e ringrazio la Ducati che ci fornisce ottimi materiali. Grazie a tutti quelli che credono in una piccola impresa come la nostra”. RISULTATI: Gara 1 – 1. Melandri (Yamaha); 2. Smrz (Ducati); 3. Checa (Ducati). Gara 2 – 1. Checa (Ducati); 2. Melandri (Yamaha); 3. Camier (Aprilia) CLASSIFICA: Piloti – 1. Checa (Ducati) 91; 2. Melandri (Yamaha) 72; 3. Haslam (BMW) 53; 4. Biaggi (Aprilia) 49; 5. Smrz (Ducati) 42; Costruttori – Ducati 95; Yamaha 74; Aprilia 66; BMW 53; Honda 38; Kawasaki 32; Suzuki 27


� �

interni sport SPORT

2 20

Viterbo & AltoLazio

RUGBY B

RUGBY GIOVANILE

La Prime Sigma spera ancora Tutti d’accordo dopo il ko con il Romagna: “Possiamo salvarci”

Lions battuti nettamente dalla corazzata Capitolina Gli Under 18 Elite non riescono a fermare la capolista

N

di DANILO PALUMBO

D

omenica gli spettatori presenti al “Sandro Quatrini” hanno applaudito lungamente la Prime Sigma Viterbo al termine della gara con il Romagna: un riconoscimento per la grande prestazione messa in campo al cospetto della prima in classi�ca. Sfortunatamente il trentuno a dodici conclusivo non lascia nulla se non una massiccia iniezione di �ducia verso il rush �nale, in cui i viterbesi saranno chiamati a compiere il miracolo chiamato salvezza. Davvero un peccato soprattutto se si considera che i gialloblù, dopo aver marcato per primi, sono rimasti in partita sino a meno di cinque minuti dal termine: solo al 36’ della ripresa, infatti, i romagnoli hanno segnato la meta della sicurezza che ha tolto ai padroni di casa il punto di bonus. Tutta la squadra dei coach Scorzosi e Racean ha giocato bene, brillando in ordine e aggressività specialmente nella prima frazione di gioco, ma fra i più positivi può essere senza dubbio citato Marco Bonavia. È stato lui a portare avanti i suoi dopo venti minuti con un’autentica invenzione: calcio a seguire con conseguente recupero del pallone e meta in mezzo ai pali. Chiamato a commentare la splendida segnatura il giovane �anker, come nel suo carattere, sposta l’attenzione sui meriti collettivi: “Tutto frutto della presenza della squadra, quando ci si dispone bene in campo poi le occasioni vengono da sole. Ci voleva una prestazione come questa, vogliamo pensare positivo e sperare che per noi ci sia un nuovo

Venerdì Ottobre Mercoledì1 30 Marzo2010 2011

Marco Bonavia e Matteo Zappi (FotoZadroPress) inizio. Abbiamo accusato ancora dei cali di concentrazione, come nel caso delle due mete conclusive concesse al Romagna che ci hanno privato del punto di bonus ma la squadra ha risposto colpo su colpo per tutta la partita. Non so se i nostri avversari avessero sottovalutato inizialmente l’impegno, ma devo dire che dopo una ventina di minuti in sordina hanno tirato fuori le unghie e la cosa non fa che valorizzare ancora di più la nostra scon�tta di misura”. Pensa decisamente positivo anche Simone Bucci, alla prima apparizione sul terreno di casa dopo numerose presenze in trasferta: “La partita è andata bene, siamo usciti a testa alta contro un collettivo fra i più forti dell’intera serie B. Si è visto contro la prima in classi�ca il vero valore della Prime Sigma. Sono piuttosto contento anche dal punto di vista personale, in primis perché ho compiuto il mio debutto casalingo e poi

perché mi sento di dire che, con questa partita, sia rinato il Rugby Viterbo”. La seconda linea rende quindi ancora più chiaro il suo pensiero: “Gli allenamenti stanno andando molto bene, se si prosegue su questa linea si può pensare seriamente alla salvezza, per quanto dif�cile. Abbiamo, soprattutto, trovato nuovo spirito di squadra, sento �nalmente la giusta atmosfera all’interno dello spogliatoio. Sono molto ottimista verso il �nale di stagione e le gare che restano, che per altro si presentano molto più abbordabili rispetto a quella con la corazzata Romagna”. Chiudiamo con il punto di vista di Matteo Zappi, che alle prese con un menisco sofferente è dovuto restare in tribuna ad osservare i propri compagni: “Per la prima volta in stagione ho visto la squadra entrare in campo con il giusto atteggiamento mentale e i risultati in campo si sono fatti apprezzare. L’ennesima conferma di come il

Viterbo tenda ad adattarsi all’avversario che ha di fronte, un aspetto positivo quando si gioca con squadre forti ed ordinate come il Romagna, un bel problema quando si affrontano compagini più deboli”. Come sia possibile che in una situazione quasi disperata di classi�ca i giallo-blù siano stati capaci di disputare una partita di tale spessore, contro il quindici più forte del girone, resta un vero mistero: “Ciò rappresenta un bel punto di domanda – conferma l’apertura del Viterbo – per assurdo con le spalle ormai al muro, in una situazione da dentro o fuori la squadra ha giocato in maniera eccellente contro un avversario di spessore. Probabilmente in un momento così dif�cile tutti hanno cercato di dare quel qualcosa in più, la speranza è che lo stesso avvenga a partire da domenica nella trasferta di Arezzo quando ci sarà da andare a caccia di punti pesanti”.

essuno si aspettava un risultato positivo ed in effetti il campo non ha fatto altro che confermare il pronostico. Era davvero dif�cile chiedere ai Lions che partecipano al campionato under 18 Elite di fare punti sul campo della regina del girone, quella Capitolina che, in dodici partite, aveva ottenuto undici vittorie a fronte di una sola scon�tta. La formazione romana, largamente in testa alla classi�ca con un buon margine sull’unica inseguitrice rimasta, il Sannio, ha imposto la propria legge di fronte ai ragazzi allenati da Ruggero Grassotti e Antonello Notarangelo, imponendosi al termine degli ottanta minuti per 47-5. Troppo evidente la superiorità della Capitolina, per di più contro una squadra costretta ancora una volta a

fare i conti con una lunghissima lista di assenze che hanno ridotto all’osso il gruppo di giocatori disponibili. Proprio queste defezioni hanno impedito nell’ultimo periodo ai Lions di andare a caccia di una vittoria spesso sfumata per pochi centimetri o per pochi secondi in questa stagione di esordio nel campionato Elite. Ora non resta che un ultimo impegno, non impossibile ma comunque dif�cile; domenica prossima la formazione che raggruppa i ragazzi di Viterbo, Civita Castellana e Montevirginio sarà infatti attesa da un’altra trasferta, questa volta contro la Lazio. La speranza è quella di recuperare qualceh infortunato e provare a chiudere con una buona prestazione e un bel risultato una stagione dif�cile. (GA)

RUGBY C - Vincono le due provinciali che domenica si affronteranno nel derby RUGBY C - Bella prova dei civitavecchiesi che possono pensare ai playoff

Amatori e Ruota a tutto gas Il Crc allunga in vetta alla classifica di GLAUCO ANTONIACCI

di SIMONE FANTASIA

G

iornata ampiamente positiva per i due team provinciali che partecipano al campionato di serie C regionale di rugby. Nonostante il calendario proponesse due match insidiosi, Amatori Civita Castellana e Ruota Oriolo hanno portato a casa vittorie importanti per affrontare con rinnovato entusiasmo le due gare che restano nella stagione regolare. Il quindici civitonico, allenato da coach Fabiani, ha travolto fuori casa per 34-5 il Frascati e, appro�ttando del ko dei Corsari contro la capolista Civitavecchia, ha praticamente messo al sicuro la terza posizione �nale. Gli Amatori sono riusciti ad andare a segno ben cinque volte, ottenendo così anche il punto di bonus con grande autorità e determinazione. Il Frascati è riuscito ad andare in meta una sola volta, dimostrando di non avere armi per contrastare lo strapotere dei civitonici.

Mancano due giornate alla �ne del campionato, ce le vogliamo giocare al meglio e poi penseremo ai playoff”. E’ ancora concentrato alla regular season il tecnico del

RUGBY SERIE C

Buona prestazione anche per il Ruota Oriolo che ha avuto ragione del Fiumicino per 18-7; la formazione guidata da Romagnoli, reduice dal ko nel recupero del derby contro l’Amatori Civita Castellana, si è prontamente riscattata grazie alle due mete di Lunedini che hanno indirizzato decisamente la gara dalla parte dei padroni di casa e di cogliere la vittoria contro un’avverrsaria che si è era rivelata sempre ostica.

Nel prossimo week-end si disputerà il penultimo turno del campionato, con un gustoso anticipo al sbato tra Frascati e Amatori Tivoli; l’attenzione degli appassionati provinciali sarà però incentrata sul derby che si disputerà domenica a Montevirginio; visto il fresco ricordo della gara di andata, recuperata la scorsa settimana, c’è da scommettere che sarà una partita molto combattuta e vibrante.

CRC CIVITAVECCHIA

84

AMATORI TIVOLI

78

CIVITA CASTELLANA

68

CORSARI

62

FIUMICINO

55

RUGBY FRASCATI

51

RUOTA ORIOLO

51

NOTABILA

46

ALL REDS

39

SPARTACO

22

VANTAGGIO

0

LUISS

-3

Crc Civitavecchia Michele Mazzarini che si gode il primato e la bella prova offerta dalla sua squadra, domenica scorsa, contro lo Spartaco Roma e vinta con un secco 31 a 0. Un successo che ha consentito ai civitavecchiesi di conquistare anche il bonus e quindi di allungare sul Tivoli, con la possibilità di iniziare a pensare alla seconda fase del campionato. “E’ stata una buona prova – ammette Mazzarini – al di

là del risultato �nale e dei valori in campo, ovviamente diversi vista la classi�ca, mi è piaciuta la voglia della squadra di giocare con la giusta mentalità, affrontando con grande attenzione l’avversario. Il gruppo si sta allenando bene in vista dei playoff ma ripeto prima la stagione e c’è voglia di chiuderla nel modo migliore, anche perchè stanno rientrando diversi giocatori, �no a questo momento infortunati”.


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

cultura

Venerdì 1 Ottobre 2010

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

interni

2

21

Riparte la stagione ai Magazzini della Lupa

Fotografia, musica, pittura e cultura per tutti i gusti di FORTUNATO LICANDRO

I

lo spettacolo di danza “Vortice – Epifania”: per Vortice in scena la coreografa danzatrice Melissa Lohman in una danza che ripercorre lo spazio della memoria; per Epifania, il danzatore Flavio Arcangeli si propone in un totale svelamento della propria anima assecondando la rivelazione del corpo. Sabato 21 maggio alle ore 17, vernissage della mostra artistica di installazioni, video e fotografia “Il giorno delle piccole cose” di Hans Hermann Koopmann. “Tra il macro e il micro c’è l’uomo. L’universo con distanze di 16 miliardi di anni e il nostro DNA con il filo sottilissimo come chiave della vita. Con questo progetto vorrei dare una visione dell’uomo libero dalla gabbia delle dimensioni” afferma l’artista. Sabato 11 giugno alle ore 17 inaugurazione della mostra “Sindrome di Stendhal” di Martin Figura. Nella serie Sindrome di Stendhal vengono usate fotografie di mostre e musei che raccolgono opere di pittura e scultura. I diversi elementi delle immagini sono interpretati in modo nuovo; tendono a compenetrarsi e a perdere i contorni. A seguire alle ore 19 presentazione dei libri “L’odore del nulla o l’eresia del Cristo scomposto” del poeta, scrittore e giornalista Maurizio Gregorini (Ed. Del Cardo, 2011) con postfazione di Agostino Raff e “Elitra diafana – Partitura” della poetessa Raffaella Belli (Ed. Del Cardo, 2011), con postazione di Maurizio Gregorini. Coordina Vincenza Fava.

In scena il 10 aprile ore 17,30 al Teatro Palarte di Fabrica di Roma

La donna al centro del palcoscenico di ELISABETTA SORIANO

A

rriva sul palco del teatro Palarte di Fabrica di Roma alla �ne della prossima settimana, il provocatorio testo di Eve Ensler, scrittrice, sceneggiatrice, regista, poetessa e docente di Drammaturgia all’Università di New York, intitolato “I monologhi della vagina”. A presentarlo è l’Associazione Fab(b)rica delle Donne della cittadina, che opera già da tre anni nel territorio della Provincia di Viterbo con lo scopo sia di stimolare la partecipazione delle donne nella vita sociale, amministrativa e politica, che di far conoscere il loro pensiero e punto di vista sia nella vita pubblica che privata. Il testo è nato dall’elaborazione di oltre 200 interviste che l’artista ha fatto a donne di differenti età, estrazione sociale, razza e religione, sugli argomenti della sessualità, del parto, della violenza e in generale della coscienza del proprio corpo, per ricordare loro

quanto sia importante smettere di vergognarsi del proprio sesso e della propria sessualità. “I monologhi della vagina” ha ricevuto nel 1997 il prestigioso premio “Obie Award” ed è stato messa in scena con grande successo dapprima in America e in Inghilterra e poi successivamente in ogni parte del mondo, sia da grandi che da più piccoli gruppi teatrali. Il testo non narra di donne, ma lascia loro parlare: donne di tutte le età ed estrazione so-

ciale, bambine, anziane signore, donne liberate e depresse, donne maltrattate, stuprate come quelle bosniache, che si raccontano agli altri. Il testo è decisamente coraggioso in quanto affronta argomenti inquietanti e provocatori, aspetti inconsueti e trascurati della vita delle donne in modo ironico, anticonvenzionale, con toni spesso intensi e toccanti. A rappresentare questa singolare opera sul palco sarà la compagnia “Il Teatro dei 90”, che l’ha già più volte interpretata all’Auditorium di Santa Cecilia di Perugia, al Centro Sociale “Of�cina 99” di Napoli, nelle Marche in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura di Apecchio e nel Lazio, in collaborazione con il Comune di Cisterna. Lo spettacolo si terrà domenica 10 aprile alle ore 17,30 ed è decisamente singolare, da non perdere, adatto non soltanto alle donne ma anche e soprattutto agli uomini, che potranno conoscerne lati a loro �no ad ora sconosciuti.

spettacoli

televisione

di FORTUNATO LICANDRO

di ELISABETTA SORIANO

di ELISABETTA SORIANO

Domani, alle ore 21 al Teatro Boni di Acquapendente, il Cineclub Rosebud presenta: “L’amico americano” di Wim Wenders, thriller esistenziale tratto dal romanzo “Ripley’s Game” di Patricia Highsmith. Dallo stesso libro nel 2002 la regista italiana Liliana Cavani ha tratto “Il gioco di Ripley”. Il protagonista dell’opera è Jonathan Zimmermann, un corniciaio di professione interpretato da Bruno Ganz (“Il cielo sopra Berlino”, “La caduta - Gli ultimi giorni di Hitler”, “The Manchurian Candidate”), che si ritrova, suo malgrado, immerso in una vicenda torbida, a contatto con la malavita. In questa intricata storia due trame si intrecciano: la prima è costituita dal mercante americano di quadri (Dennis Hopper) che cerca di vendere le opere del suo protetto ad un prezzo “gonfiato”, grazie alla trovata di spacciarlo per morto; la seconda è la costrizione che subisce il corniciaio a fare il killer per sopravvivere. I piani dell’organizzazione malavitosa falliranno grazie alla sorprendente amicizia sorta fra il mercante e Jonathan. La Highsmith non amò il film soprattutto perché vide il suo soave Ripley divenire un tormentato esistenzialista alcolizzato. In questo thriller non contano tanto i fatti, ma il malessere che suscitano, il ritratto dei personaggi e l’analisi dei loro rapporti, l’energia mescolata alla malinconia e all’umorismo, a mezza strada tra Hitchcock e Fuller (il quale compare nel film insieme ad altri registigangster). Un film che riflette sulla morte, sull’amicizia e guarda al cinema americano con “occhi europei”. Come in altre sue opere, anche qui Wenders, affronta il tema a lui particolarmente caro, ovverosia l’enigma della vita.

Ecco gli spettacoli ed eventi vari che si terranno oggi e domani a Viterbo e in provincia. Si terranno oggi nei comuni di Viterbo e Tarquinia due appuntamenti dedicati alla “Titanium Art”: in particolare nel capoluogo ci saranno interventi di land art stamattina alle 10, presso la Necropoli di Norchia, mentre nella cittadina della maremma si terrà alle 21, presso il D.O.T. Cafè in Piazza del Duomo, l’evento “Seratein… Esposizioni artistiche”. La serata sarà ripetuta anche domani con stessi orari, location e modalità. Si terrà domani mattina a Viterbo, dalle 9 alle 12,30 presso l’Aula Magna del complesso Santa Maria in Gradi, il convegno dal titolo “Imparare il tedesco: una necessità europea”, un incontro tra giovani, istituzioni tedesche, esponenti dell’imprenditoria laziale e l’Università della Tuscia. Segnaliamo inoltre l’incontro sul tema “Le passioni della storia e della politica nel Secondo Dopoguerra”, che si terrà domani alle 17,30 a Viterbo, presso la sala Conferenze di Palazzo Gentili, in occasione della presentazione del libro intitolato “Storia politica dell’Italia repubblicana”, di Maurizio Ridolfi, docente di Storia all’Università della Tuscia. Lo stesso professore sarà presente nella mattinata dello stesso giorno a Tarquinia, presso la sala Consiliare del Palazzo Comunale, dove si terrà alle 9 la proiezione del film “Allonsanfan” di P. e V. Teviani e successivamente l’incontro con il docente Ridolfi.

Se rimaniamo in casa ecco la tivvù

cinema

Viterbo invasa dalla Titanium Art

Un classico del cinema al Teatro Boni

l 2 aprile riparte la stagione dei Magazzini della Lupa di Tuscania. Sabato alle ore 18, il Corso di Fotografia tenuto da Daniele Vita; l’insegnamento verterà all’apprendimento delle tecniche e degli strumenti fondamentali della fotografia in 25 incontri. Sabato 9 aprile alle 21 e 30 appuntamento musicale con “Viaggio nella memoria”, concerto del sassofonista Nicola Alesini, un viaggio sonoro plasmato con lo stile evocativo ed onirico di questo musicista. Sabato 16 aprile dalle ore 17 alle ore 20 Serafino Amato e William Pettit ci presentano “Four easy pieces /Quattro

pezzi facili” una mostra di Pittura & Fotografia – Musica & Video realizzata più di venti anni fa. La mostra è accompagnata da un testo di Yvonne Dohna, storico e critico d’arte. Venerdì 29 aprile alle ore 21 e 30 la compagnia NEURòSPASTOS porta in scena “Caligola’S Boudoir, nel Buio, dal Buio, con il Buio” un’opera scritta e diretta da Tiziano Panici, accompagnamento alla drammaturgia Ilaria Drago, scenografie virtuali Andrea Giansanti, ambienti sonori Marco Guidi, disegno luci Javier Delle Monache, costumi Alessandra Muschella. Sabato 30 aprile alle ore 17 vernissage della mostra artistica “Il silenzio dell’albero”. Sabato 14 maggio alle ore 21 e 30 appuntamento con

Rai1 alle 21,15 trasmetterà “Centocinquanta”, programma che il canale dedica all’anniversario dell’Unità d’Italia, condotto dalla coppia d’eccezione Vespa – Baudo che traghetteranno il pubblico in un viaggio attraverso l’Italia dal 1861 ad oggi. Rai2 alle 21,10 propone la commedia del 2005 “Herbie – il supermaggiolino”, un divertente film della Disney interpretato da Lindsay Lohan, Matt Dillon, Justin Long e Michael Keaton che racconta la storia del mitico maggiolino Volkswagen, dal carattere libertino e dalla mente molto autonoma. Seguirà alle 23 “Base Luna”, un nuovo programma dedicato alla comicità, condotto dal rapper G-Max. Rai3 alle 21,10 trasmetterà il programma “Chi l’ha visto?”, condotto da Federica Sciarelli, dedicato al ritrovamento delle persone scomparse. Seguirà alle23,15 il talk show “Parla con me”, condotto da Serena Dandini. Canale5 alle 21 propone la serie in prima tv “Non smettere di sognare”, interpretata da Giuliana De Sio, Fabio Farnesi e Katy Saunders (la protagonista), che racconta la storia di giovani artisti che sognano di entrare nel cast di un talent show per vincere e diventare famosi e in particolare la favola di Giorgia. Seguirà alle23,30 la trasmissione “Matrix”, condotta da Alessio Vinci. Italia1 alle 21,15 trasmetterà “Le Iene show”, presentato dal duo Andrea e Paolo e la bella Ilary Blasi. Seguirà alle 00,00 il programma “Saturday Night live”, con Elenoire Casalegno. Rete4 alle 21,10 propone il film d’azione del 1999 “Attacco al potere”, interpretato da Annette Bening, Denzel Washington e Bruce Willis. Seguirà alle 23,40 il thriller del 2003 “Secret Window”. Buona visione.


interni appuntamenti

2 22 Cinema Azzurro

Cinema Lux

Teatro Genio

Viterbo & AltoLazio

Cinema Trieste

Amici Miei

Sotto il vestito niente

Nessuno mi può giudicare

I ragazzi stanno bene

Viterbo Via C. Cattaneo, 44 Tel. 0761.220019 16,00-18,10-20,20-22,30

Viterbo Viale Trento, 1 Tel. 0761.340848 18,00-20,20-22,30

Viterbo Via Teatro Genio, 16 Tel. 0761.343041 20,30-22,30

Viterbo Viale Trieste, 30 Tel. 0761.307083 21,30

Cinema Trento Gnomeo e Giulietta

La Quercia (Vt) P.zza Santuario, 51 Tel. 0761.307759 18,00-20,00

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

- Il Rito - Rango

Nessuno mi può giudicare

Amici miei

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 - 18,00-20,15 - 22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,30-20,30-22,30

Cine Tuscia Village

Sotto il vestito niente

-Gnomeo e Giulietta - Dylan Dog

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,30-22,30

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 -18,00-20,15 -22,30

Cinema Etrusco

Cine Tuscia Village

Cine Tuscia Village

Venerdì 1 30 Ottobre Mercoledì Marzo2010 2011

Cinema Etrusco

Sucket Punch

Amici miei

Vitorchiano Via Marmolada, 44 Tel. 333/8005007 18,00-20,15-22,30

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,15-22,30

Cinema Etrusco

Cinema Etrusco

Flavia Multisala

Gnomeo e Giulietta

Il Rito

Nessuno mi può giudicare

Nessuno mi può giudicare

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,00

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,00

Tarquinia Via della Caserma, 32 Tel. 0766.856432 18,00-20,00-22,00

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Flavia Multisala

Cinema Gallery

Cinema Gallery

Cinema Tevere

Rango

Amici Miei

Sotto il vestito niente

Nessuno mi può giudicare

Montefiascone Via della croce, 1 Tel. 0761.826611 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Montefiascone Via Cardinal Salotti Tel. 0761.824342 21,30

Castiglione in Teverina via Orvietana, 37 Tel. 0761.948915 21,30

Cinema Alberini

Cinema Florida

Cinema Excelsior

Cinema Colombo

Amici Miei

Amici miei

Nessuno mi può giudicare

Amici miei

Orte Via del Plebiscito, 6 Tel. 0761.403585 21,30

Civita Castellana Via del Forte, 26 Tel. 0761.598165 17,30-21,30

Cura di Vetralla Via Cassia, 277 Tel. 0761.483340 20,00-22,00

Valentano Via Monte Grappa, 16 Tel. 0761.453138 21,30

Giovedì 31 marzo

Venerdì 1 aprile

Palazzo Comunale, Sala Consiliare, Tarquinia “Incontri sul Risorgimento – I giovani interrogano gli storici”: proiezione del film Allonsanfan di P. e V. Taviani e incontro con il Professor Maurizio Ridolfi (Università della Tuscia). Inizio ore 9 Palazzo Gentili, Sala Conferenze (Via Saffi 49), Viterbo “Dal Risorgimento alla Repubblica”: incontro sul tema Le passioni della storia e della politica nel secondo dopoguerra e presentazione del libro Storia politica dell’Italia repubblicana del Professor Maurizio Ridolfi. Inizio ore17 e 30 Teatro Boni, Acquapendente “Cineclub Rosebud”: proiezione del film “L’amico americano” di Wim Wenders. Inizio spettacolo ore 21. Ingresso 2 euro più tessera iniziale di 10 euro.

Sala Gatti (Via Macel Gattesco), Viterbo “Confine orientale italiano”: incontro sul tema Crimini di guerra in Jugoslavia. Inizio ore 17.

Cine Tuscia Village, Vitorchiano “Giovedì Cinema”: proiezione del film “127 ore” di Danny Boyle con James Franco e Kate Mara. Inizio spettacolo ore 18 e ore 21 e 30. Ingresso 5 euro.

Palazzo della Prefettura, Sala Coronas (Piazza del Plebiscito), Viterbo “Le donne viterbesi nel XV secolo”: conferenza sul tema “Le donne viterbesi nel XV secolo. Moda e costumi.” . Relatrice: Rober ta Bernini. Interviene Giuseppe Pagano (presidente onorario Archeotuscia). Inizio ore 17 Blitz Caffè (Via della Sapienza 1), Viterbo “Incontri al buio: uno sguardo cieco”: inaugurazione della mostra di pittura di Marco Marini. Inizio ore 19. Ingresso gratuito.

Sabato 2 aprile Sala Gatti (Via Macel Gattesco), Viterbo “Confine orientale italiano”: incontro sul tema Il carattere internazionalista della Resistenza nei Balcani e in Italia. Inizio ore 17 Palazzo Soliano, Sala Emilio Greco, Orvieto Tr “Dodecapoli”: inaugurazione della mostra “Dodecapoli. Multiscritture del femminile per un Grand Tour contemporaneo”. Installazione fotografica con narrazioni a cura di Ambra Laurenzi e Laura Ricci. Inizio ore 17 Libreria del Teatro (Piazza Verdi 5/B), Viterbo “Un caffè con l’autore”: presentazione del libro “Basta che non parliamo d’amore” di Marco Presta. Inizio ore 17 e 30

Auditorium S. Maria in Gradi, Viterbo “Stagione Concer tistica Unitus”: concer to per pianofor te di Massimo Spada. Inizio concer to ore 18. Ingresso 9 euro, ridotto 4 euro. Chiesa di San Francesco, Orte “Musica da sonar”: concerto di strumenti a fiato. Gli strumenti della collezione del sacro Convento di San Francesco d’Assisi. Inizio concerto ore 18 e 30. Ingresso gratuito Teatro Boni, Acquapendente “Cineclub Rosebud”: buffet e proiezione del film “La corazzata Potemkin” di Sergej M. Ejzenstejn. Accompagnamento musicale di Arturo Annechino. Inizio spettacolo ore 19. Ingresso 12 euro più tessera iniziale di 10 euro. Necessaria la prenotazione 0763 - 730246


Mercoledì 30 Marzo 2011

Viterbo & AltoLazio

NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale 1515 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Porta Fiorentina 0761.3161 -Uf� cio Biglietti 0761.316550 -Porta Romana 0761.303429 -Orte Scalo 0761.40281 • COTRAL -Ferrovia Roma - Viterbo 0761.307679 -Autolinee Riello 0761.344914 -Servizio Taxi 0761.340777 • QUESTURA -Passaporti e Permessi 0761.3341 -Vigili Urbani 0761.228383 -Aci 0761.344806 • OSPEDALE BELCOLLE -Centralino 0761.3391 -Pronto Soccorso 0761.308622 -Guardia Medica 0761.324221 -Croce Rossa 0761.304033 -Avis/Aido 0761.342890 • APT -Informazioni 0761.304795 -S. Martino al Cimino 0761.291003 • COMUNE DI VITERBO -Centralino 0761.3481 • PROVINCIA DI VITERBO -Centralino 0761.3131 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0761.29221 -Cefas 0761.345974 • BIBLIOTECHE -Ardenti 0761.340695 -Anselmi 0761.228162 • UNIVERSITÀ -S.Maria Gradi 0761.3571 -Agraria 0761.357544 -Scienze Matematiche 0761.347112 -Beni Culturali 0761.357606 -Economia 0761.357801 -Lingue 0761.357646

Venerdì 1 Ottobre 2010

Viterbo & AltoLazio

2

21 Marzo - 20 Aprile ARIETE

ole MerS curio e Giove sono

splendidi nel vostro segno già di per se ammaliante e sfavillante e capace di azioni generose..se avete un partner oggi sicuramente riceverete un regalo..questa nuova Venere infatti vuole gratificarvi riempiendovi di attenzioni e di belle sorprese..cosa si può volere di più?..un sacco di soldi?..CHISSA’! 22 Giugno - 22 Luglio CANCRO

ià da G qualche giorno

avete finalmente adottato la strategia vincente per voi cari cancerini, che è proprio quella di buttarvi tra le braccia del vostro amore dimenticando tutto il resto..continuate così..le noie sul lavoro fatevele scivolare..e vedrete che tutto prenderà un’altra piega..LA PIEGA GIUSTA 23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA

a Luna L che per voi oggi è una

compagna meravigliosa vi offre su un piatto d’argento una notizia che sembra più un inaspettato e gradito regalo..sicuramente è il vostro amore che vedendovi stressati oltremodo vi propone una cena romantica al lume di candela in un bel ristorantino un po’ lontano da tutti…MA CHE MERAVIGLIA! 22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO

a luna in L Acquario è molto

stimolante e sicuramente vivacizza il vostro carattere di per se un po’ ombroso, se non proprio musone..so benissimo che i cambiamenti improvvisi vi danno più fastidio dell’orticaria, a voi che siete così metodici ma credetemi..alla fine vi accorgerete che saranno tutti A VOSTRO FAVORE

iego Tessicini, classe ‘86, energico e possente difensore centrale della Foglianese ha ottenuto appena una settimana fa un traguardo davvero importante. Il giovane si è infatti laureato in Ingegneria Gestionale conquistando un bel 110. La lode? Niente. Quella arriverà solo con la salvezza dei ragazzi di mister Pascucci. Nel frattempo congratulazioni vere. Perché studiare è più importante di dare quattro calci ad un pallone. Ma se riesci a fare entrambe è meglio. Fate come Tex.

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI

21 Aprile - 20 Maggio TORO

a che M bella Venere cari

er forP t u n a che questa

sognanti amici del Toro..adesso

magnifica e munifica Luna in Acquario

che sentite nell’aria odor di novità che si concretizzeranno da giugno in poi, avete tutto il tempo per dedicarvi al vostro grande amore..che saprà riempirvi di affetto proprio come piace a voi..rilassatevi e godetevi questo meraviglioso inizio di primavera..LASSU’ QUALCUNO VI AMA

vi solleva dal torpore e dal nervosismo che ultimamente sembra trasparire dal vostro volto un po’ tirato..non siate impazienti cari gemellini perché questo per voi tra pochissimo comincerà ad essere uno degli anni più fortunati della vostra vita..AVRETE DI TUTTO DI PIU’

23 Luglio - 22 Agosto LEONE

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE

ovete D resistere ancora fino

a domani sera per far passare il fastidio di questa bruciante Luna in Acquario..con i rinnovamenti che stato dando alla vostra vita in quest’ultimo periodo rischiate di fare un po’ di confusione a causa del vostro carattere a volte un po’ troppo impetuoso…DATEVI UNA CALMATA 24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE

i n a l mente F più quieti

i n a l F mente una bella Luna in Acquario vi solleva dalle

incombenze e da un fastidio di un bellicoso Marte che decide di farvi la guerra..il rischio è che tutto il vostro nervosismo di questo ultimo periodo cada addosso al vostro grande amore che tutto vuole meno che essere vittima dell’ennesima vostra scenata..SORRIDETE!! 22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO

a luna in L Acquario vi rende inclini

e tranquilli di qualche giorno fa..è l’effetto di questa meravigliosa venere che dal segno dei Pesci convince l’oggetto dei vostri desideri a farvi quella dichiarazione d’amore che da tanto stavate aspettando..non fate però come al solito che quando ottenete una cosa non la volete più…SIATE PIU’ MATURI

ad accettare le scuse del vostro amore che ultimamente vi ha trattato un po’ dall’alto in basso.. non prendere prendete però per oro colato tutto ciò che vi dice e anzi pretendete delle spiegazioni più dettagliate sul suo recente comportamento..a volte serve una lite per chiarirsi e poi FARE MERAVIGLIOSAMENTE PACE

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI

dell’Acquario sapete cosa vuol dire quando Venere , Dea dell’amore e della piccola fortuna, transita nel segno successivo al vostro?..significa che la sfera finanziaria della vostra vita potrebbe essere scossa da improvvisi colpi di fortuna..e allora?..PIATTO RICCO MI CI FICCO!!

rati pesciolini. tutti presi nel vortice delle emozioni che si forma nel vostro meraviglioso mare… ..perdetevi gioiosamente tra le correnti e i mulinelli e siate pur certi che nulla di male potrà mai accadervi..siete troppo belli per occuparvi dei problemi pratici..NUOTATE NEL MARE DELL’AMORE!!

impatici S e bellissimi amici

interni 23

visitando

PREVISIONI ASTROLOGICHE DI OGGI a cura di Luca

LAUREA

D

almanacco Venerdì 1 Ottobre 2010

a chi vi M fe r m a più miei ado-

Bagnaia VILLA LANTE Tipico esempio di sfarzo rinascimentale, è tra i più famosi più famosi giardini italiani a sorpresa manieristici del XVI secolo. La sua ideazione si deve a Jacopo Barozzi da Vignola. Al suo interno sono presenti due casini di caccia con decorazioni del Cavalier d’Arpino, Raffaellino da Reggio ed Antonio Tempesta. Info: 0761/288008 Barbarano Romano MUSEO ARCHEOLOGICO DELLE NECROPOLI RUPESTRI Il museo conserva reperti di ceramica e bronzei ma anche sarcofagi, obelischi di tufo e altri oggetti che vanno dalla Preistoria al Medioevo. Info: 0761/414531 0761/414601 Bolsena MUSEO TERRITORIALE DEL LAGO DI BOLSENA Ospitato nella Rocca Monaldeschi della Cervara, possiede una vasta gamma di documentazione sulla storia del distretto vulcanico e le varie fasi insediative sulle sue sponde, che vanno dalla preistoria sino alle più recenti manifestazioni della cultura locale. Info: 0761/798302 0761/798630 0761/798679 Bomarzo PARCO DEI MOSTRI Il famoso parco ideato Jacopo Barozzi da Vignola nel XVI nel quale è possibile ammirare fontane e sculture non ordinarie e consuete. Info 0761/924029 Caprarola PALAZZO FARNESE Realizzazione a pianta pentagonale di Jacopo Barozzi da Vignola. Contiene al suo interno numerosi affreschi di Raffaellino da Reggio, Taddeo Zucchi e Giovanni Antonio da Varese tra i quali anche la stanza delle Carte Geografiche. San Martino al Cimino PALAZZO DORIA PAMPHILIJ Il Palazzo è stato edificato nel XVII secolo presenta suggestivi soffitti a cassettoni decorati. Il palazzo, ricco di decorazioni a fregio, viene spesso adibito a centro congressuale. Info: 0761/291000 Tarquinia MUSEO NAZIONALE ETRUSCO Considerato tra i più importanti in Italia, contiene materiale archeologico di grande rilievo. Info: 0766/856036 Viterbo MUSEO DELLA MACCHINA DI SANTA ROSA Testimonianze dell’attività del Sodalizio e documentazione riguardo al trasporto della Macchina di Santa Rosa. Info: 0761/345157 Vulci PARCO NATURALISTICO ARCHEOLOGICO All’interno del museo sono ospitati i ricchi corredi delle tombe di Vulci, secondo un percorso che dall’epoca più antica (III millennio A.C.) giunge ai reperti archeologici di epoca romana, passando attraverso eleganti vasi etruschi e raffinati vasi greci figurati. Info: 0761/437787 Fabrica di Roma A Falerii Novi, mura etrusco romane del III sec. a.c. e la porta Giove si possono visitare sempre. L’Abbazia Cistercense di Santa Maria di Falerii del sec.XII da marzo a Novembre i sabati e le domeniche dalle ore 9 alle 13. In altri giorni per gruppi e scolaresche contattare il 0761/ 569101 ufficio cultura.

PREVISIONI METEOROLOGICHE Mercoledì 30 Marzo 2011

Giovedì 31 Marzo 2011

ore 00 cielo parz. nuvoloso e vento da ovest a 4 km/h. Temperatura di 6,3 °C ore 03 cielo nuvoloso e vento da sud/ ovest a 4 km/h. Temperatura di 5,9 °C ore 06 cielo molto nuvoloso o coperto e vento da sud/est a 4 km/h. Temperatura di 6,6 °C ore 12 cielo molto nuvoloso con intense nubi cumuliformi, possibilità di piovaschi sparsi o deboli rovesci e vento da sud/est a 5 km/h. Temperatura di 14,5 °C ore 15 cielo molto nuvoloso o coperto con intense nubi cumuliformi con possibili deboli precipitazioni, possibilità di piovaschi sparsi o deboli rovesci e vento da sud/ovest a 11 km/h. Temperatura di 13,7 °C ore 18 cielo poco nuvoloso con qualche piccolo cumulo sparso e vento da ovest a 11 km/h. Temperatura di 9,1 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord/ ovest a 4 km/h. Temperatura di 6,7 °C

ore 00 cielo poco nuvoloso e vento da nord/ovest a 6 km/h. Temperatura di 8,2 °C ore 03 cielo quasi sereno e vento da nord a 8 km/h. Temperatura di 7,1 °C ore 06 cielo poco nuvoloso e vento da nord a 6 km/h. Temperatura di 7,5 °C ore 09 cielo sereno e vento da nord/est a 6 km/h. Temperatura di 9,9 °C ore 12 cielo sereno e vento da nord a 5 km/h. Temperatura di 14,6 °C ore 15 cielo sereno e vento da nord/ovest a 9 km/h. Temperatura di 16,4 °C ore 18 cielo sereno e vento da nord/ovest a 12 km/h. Temperatura di 14,6 °C ore 21 cielo sereno e vento da nord/ovest a 11 km/h. Temperatura di 9,9 °C

FARMACIE

OGGI 30 MARZO PETROSELLI (DIURNO E NOTTURNO) VIA CARLO CATTANEO, 32A LA QUERCIA (VITERBO) TEL: 0761-324240 DOMANI 31 MARZO TERRACINA (DIURNO E NOTTURNO) VIA MINCIOTTI, 35 (VITERBO) TEL: 0761-341072



L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 30 marzo 2011