Page 1

AltoLazio News Quotidiano Registrazione al Tribunale di Viterbo n. 11/10 In vendita abbinata obbligatoria con L’OPINIONE delle Libertà

Direttore Editoriale NICOLÓ ACCAME

p

Viterbo & AltoLazio Direttore Responsabile VIVIANA TARTAGLINI

Anno II N.236 - Venerdì 30 Settembre 2011 - Euro 1,00

Giudiziaria

Operazione Lions

Chiesta una nuova perizia psichiatrica per Giorgio De Vito, l’assassino di Civita

Solamente in due rimangono in carcere Per tutti gli altri concessi gli arresti domiciliari

Servizio

Servizio

a pagina 5

a pagina 5

Attualità

Al via le Feste della Castagna in molti comuni della Tuscia Servizio

a pagina 7

E’ in corso una grande operazione finanziaria per salvare l’azienda di Soriano dal fallimento

Mezzanove può salvare la Unopiù Ieri mattina un nutrito gruppo di lavoratori della Unopiù è sceso in piazza per manifestare contro l’ipotesi di chiusura della storica azienda di Soriano nel Cimino. Nel corso della manifestazione, il prefetto ha ricevuto i rappresentanti dei sindacati di categoria, Filcams (Cgil), Fisascat (Cisl) e Tucs (Uil), una delegazione di lavoratori dell’azienda e il vice sindaco di Soriano, Alessandro Troili. Il prefetto si è subito attivato per individuare una soluzione per salvaguardare il futuro dell’azienda. A guardare bene però c’è un lavoro lungo che dura da oltre un anno. L’azienda se non sarà ceduta al nuovo azionista individuato e cioè Mezzanove è destinata a fallire.

Crisi della sanità Il gruppo Ro.Ri. ha iniziato i tagli I tagli alla sanità iniziano a mietere le prime vittime. Ovviamente i primi a rimetterci sono i lavoratori e così il Gruppo Ro.Ri. Nonostante più volte avesse avanzato richieste di mantenimento dei posti letto in convenzione alla Regione Lazio ad oggi inascoltate, si è vista costretta a mettere in mobilità il personale. Domani la Polverini in città. Servizio a pagina 6

di Paolo GIANLORENZO a pagina 3

BOLSENA

Archeosub a Bolsena chiude con successo

Servizio a pagina 19

MONTEFIASCONE

Niente fondi per le persone non autosufficienti di Michele Mari a pagina 12

Stipendi a singhiozzo a Villa Paola

Tutti i segreti che fanno grande il Celebrity

L’assemblea del personale non medico che si è svolta a Villa Paola è stata decisamente sentita. Nel piazzale di fronte la clinica, gli organismi sindacali e le altre strutture IDI e San Carlo di Roma hanno discusso dei gravi disagi dovuti al ritardo nei pagamenti degli stipendi al personale. Durante gli scorsi mesi estivi e per il mese corrente, i dipendenti lavorano in uno stato di insoddisfazione e preoccupazione che loro malgrado, non può che riversare le conseguenze sul servizio offerto.

CALCIO

Viterbese ok nel Il Montefiascone Ecco i gironi test in famiglia trova il Lariano della provincia

Servizio a pagina 18

di Simona Tenentini a pagina 13

TARQUINIA

Servizio a pagina 6

CALCIO

Case popolari le spiegazioni del Comune

Assemblea animata tra lavoratori e aziende

Servizio a pagina 11

CALCIO SERIE D

VASANELLO

Servizio a pagina 20

di Valeria Sebastiani a pagina 9

VETRALLA

Consiglio fiume per approvare gli ordini del giorno di Emanuele FARAGLIA a pagina 13


& Venerdì 30 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

cronaca

3

PROTESTA - Ieri la protesta dei duentocinquanta lavoratori e l’incontro con il Prefetto. Serve però la firma dei nuovi azionisti entro domani

Per salvare la Unopiù Spa le banche ‘chiamano’ Mezzanove di Paolo GIANLORENZO

I

eri mattina, un centinaio di lavoratori della storica azienda Unopiù di Soriano nel Cimino, hanno protestato in piazza del Comune a Viterbo per essere poi ascoltati dal Prefetto e discutere della grave situazione che li vede in condizioni precarie e con il lavoro a rischio. I sindacati sono stati ricevuti dal Prefetto ed hanno esposto le loro preoccupazioni cercando l’aiuto necessario af�nché la loro situazione possa in qualche modo stabilizzarsi. Per capire i motivi della loro protesta bisogna tornare indietro nel tempo e cioè a quando la Unopiù fu ceduta dal fondo Opera al fondo Synergo. La società acquistò la Unopiù attraverso una holding che sperava, nel giro di pochi anni, di rientrare del debito fatto con le banche, che permisero a suo tempo l’operazione. Il fondo Synergo operò attraverso un meccanismo di leva �nanziaria (debito ndr) ottenuto da un certo numero di istituti bancari. Era il quattro dicembre del 2006 quando le agenzie di stampa battevano la notizia: “Il Fondo Synergo, il fondo di private equity di Gian�lippo Cuneo e Change Capital Partners, hanno rilevato dal Fondo Opera il controllo di Unopiù, una delle maggiori aziende italiane operanti nel settore

dell’arredamento per esterni. L’accordo tra Synergo e Change Capital Partners prevede che entrambe le società deterranno il 50% del capitale di Unopiù. La società, con un fatturato annuo di 73 milioni, detiene una quota complessiva del 17% nel mercato dei mobili da giardino in Italia, Francia, Germania e Spagna ed è leader di settore in Italia e Francia. Purtroppo la crisi economica ha colpito duramente la Unopiù che da un fatturato di circa 90 milioni di euro fatti registrare in bilancio l’anno della sua cessione è sceso a quasi la metà quest’anno. Duecentocinquanta posti di lavoro a rischio quindi perché forse l’azienda con quello che attualmente produce non è più in grado di sopravvivere? Padossalmente però l’azienda è sana , nel senso che è in grado di generare utili, che però non sono suf�cienti a supportare il debito erogato al momento dell’operazione di acquisizione. Il grande debito è legato alla maxi operazione di acquisto fatta dalla holding a suo tempo. Debito che sarebbe dovuto essere ripagato dall’azienda nell’arco di un periodo di qualche anno.L’incapacità dell’azienda di ripagare il debito nel giugno del 2010 l’ ha messa in default. Nell’ambito della �nanza viene de�nita come situazione di default (in italiano insolvenza) l’incapacità

Sessanta milioni di euro e la crisi economica mondiale dietro l’emergenza

Un bilancio ancora aperto nell’attesa di ricominciare lavorando al meglio

Dal 2010 l’azienda è in default senza l’accordo i libri in tribunale tecnica di un’emittente di rispettare le clausole contrattuali previste dal regolamento del �nanziamento. Il default può essere formale o sostanziale: Formale, laddove un’emittente non rispetti determinati indici di copertura o patrimoniali tali per cui il prestito potrebbe subire una signi�cativa modi�ca del proprio merito di credito; Sostanziale allorché un’emittente non sia materialmente in grado di corrispondere le rate di interesse o di rimborso del capitale alla naturale scadenza di ciascuna. A seguito di questa situazione l’azionista di maggioranza ha deciso di “commissariare”, il gruppo dirigente inviando alcuni dei massimi esperti nel campo amministrativo, �nanziario e riorganizzativo in Italia. Da dicembre 2010 ad oggi è iniziato un lungo braccio di ferro tra la Unopiù decisa a salvare un’azienda che potrebbe ancora produrre ricchezza e dare lavoro a duecentocinquanta famiglie e le banche.

Le Ferrovie dello Stato hanno speso 360 mila euro per eliminare le “opere”

L’arte di dipingere i treni... e noi paghiamo

R

imossi nei primi otto mesi dell’anno 58mila metri quadri di graf�ti dalle �ancate dei treni regionali, per una spesa di 360 mila euro. Fenomeno in aumento, quello dei writers, tant’è che quest’anno la Direzione Regionale Lazio di Trenitalia ha già speso, per tale voce, 10 mila euro in più rispetto all’intero 2010. L’area imbrattata e ripulita �no ad oggi, fa sapere Fs, equivale a 8 campi di calcio e ha un’estensione lineare di chilometri. La pulizia dei convogli necessita di almeno due giorni di stop nelle of�cine. Che possono diventare anche una settimana, come accaduto ad un Vivalto, lo scorso agosto, graf�tato con catrame nero nella stazione di Civitavecchia. Le stazioni dove è più frequente l’azione notturna dei writers sui treni in sosta sono Roma Ostiense, Roma Tuscolana, Ciampino, Civitavecchia, Nettuno e Viterbo. Le iniziative messe in campo da Trenitalia per combattere questo problema,

investono anche il versante della prevenzione e coinvolgono Protezione Aziendale che collabora con le forze di Polizia Ferroviaria . Durante l’estate la Polfer ha colto in �agranza di reato un writer spagnolo nella stazione di Roma Ostiense e 3 adolescenti a Civitavecchia. Ad agosto Protezione Aziendale di Fs Italiane ha effettuato una decina di controlli notturni mettendo in fuga almeno trenta graf�tari: 4 sono stati fermati e denunciati.

Imbrattare mezzi di trasporto costituisce reato punibile con la reclusione �no 6 mesi o con multe dai 300 ai 1.000 euro. Pene meno severe, però, di quelle comminate all’estero. Il degrado che genera il fenomeno, osserva Fs, non colpisce solo le Ferrovie Italiane. Infatti, se Fs ha l’onere economico di riparare i danni, la collettività viene penalizzata da ambienti danneggiati e minore qualità e quantità di treni in circolazione.

La via d’uscità però c’è e concreta. La formula del salvataggio è molto semplice, individuato l’acquirente, Mezzanove Capital, le banche si deve procedere con la realizzazione di una importante e pesante ristrutturazione �nanziaria. La ristrutturazione �nanziaria permetterebbe di tagliare una parte del debito di Unopiù e far entrare il nuovo investitore. Mezzanove Capital è una società nata nel 2006 che ha avuto come promotori Banca Intesa e Bi-Invest, quest’ultima di proprietà della famiglia Bonomi. Investono in aziende promettenti attraverso lo strumento del

debito “mezzanino”. Il mezzanino è una via di mezzo tra strumento di debito e capitale di rischio, con rimborsi a scadenze pre�ssate e della durata complessiva di 9-10 anni. Mezzanove Capital, prima società italiana dedicata a questa forma di �nanziamento. Mezzanove Capital, che può contare su una dotazione di 300 milioni di euro, ed è guidata guidata da Philippe Minard e da Andrea Cappuccio, provenienti entrambi dal gruppo Mediobanca. Le banche, nonostante abbiano individuato un colosso stanno perdendo incomprensibilmente tempo richiando di far venir meno il nuovo investitore

e portare l’azienda alla chiusura. Ecco la protesta dei lavoratori, che di fatto, stanno cercando di sensibilizzare gli istituti bancari af�nché investano nelle possibilità enormi di quest’azienda che tra l’altro è una grandissima risorsa della nostra provincia. Serve chiudere l’affare e va fatto senza indugio. Ieri, nel pomeriggio, la prima buona notizia. Una delle banche, probabilmente la più ragionevole, ha dichiarato la disponibilità a formalizzare la sua adesione al nuovo contratto di ristrutturazione aziendale. Le altre banche coinvolte cosa stanno aspettando?


cronaca

5

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Settembre 2011

GIUDIZIARIA - L’omicida della Rizzello tentò di uccidere un’operaio di Fabrica di Roma

Nuova perizia psichiatrica per De Vito E

’ stata disposta una perizia psichiatrica nei confronti di Giorgio De Vito, 35enne napoletano, già imputato insieme a Mariola Michta dell’omicidio di Marcella Rizzello, e oggi accusato anche del tentato omicidio a colpi di sciabola ai danni dell’operaio 40enne di Fabrica di Roma, Emiliano Liberati. Ora l’imputato si trova davanti ad una doppia perizia. La prima verrà depositata il 10 ottobre ed è quella che riguarda il caso dell’omicidio di Marcella Rizzello, avvenuto il 3 febbraio 2010. La seconda perizia è stata stabilita ieri mattina dal giudice Franca Marinelli. Dunque, delle precedenti richieste delle parti, per quanto riguarda il tentato omicidio, è stata approvata solamente quella della valutazione psichiatrica dell’avvocato difensore Enrico Valentini. Le altre richieste saranno riviste il prossimo 10 ottobre, giorno in cui sarà depositata la perizia psichiatrica per l’omicidio. In sospeso sia la richiesta del pubblico ministero Renzo Petroselli a 12 anni di reclusione, sia quella delle parti civili avvocato Carlevaro per Liberati e avvocato Roberto Fava per la polacca Mariola Henrycka Michta, ex compagna di De Vito e già condannata a 18 anni per l’omicidio Rizzello, del risarcimento pecuniario dei danni: 500mila euro richiesti per Liberati colpito da De Vito al viso, alla schiena e reso invalido alla mano destra e 5mila euro per Mariola Michta. Il giudice ha accettato la proposta di pe-

USURA - Rimangono in carcere Claudio Pezzini e Severino Cuseo

Operazione Lions, in tre tornano a casa

L’azione più cruenta della banda l’invio di una testa d’agnello ad un consigliere comunale

O

rizia preso atto del comportamento atipico dell’imputato, che in precedente udienza si scagliava contro il pm, insultandolo. Così le parti hanno nominato sei consulenti. L’accusa si è af�data a G. Battista Traverso; il giudice a Mario Morucci, capo del reparto di psichiatria dell’ospedale Belcolle, Eugenio Pascucci, andrologo e Alessandro Pinnavaglia, medico legale; mentre i consulenti di parte sono Pierfrancesco Bruno e Miria Brinchi. Il problema si porrà nel caso in cui le due perizie psichiatriche – quella per l’omicidio e quella per il tentato omicidio - risultassero contraddittorie.

perazione Lions, Pezzini e Cuseo restano in carcere. Concessi gli arresti domiciliari a 3 degli arrestati nell’ambito dell’operazione Lions svolta dai carabinieri di Monte�ascone lo scorso 9 settembre per furto in abitazione, ricettazione di opere d’arte, usura, minaccia, detenzione illecita di arma da fuoco e munizioni, uso di banconote false e spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri mattina, infatti, il gip Franca Marinelli ha depositato l’ordinanza con la quale ha concesso i domiciliari a Spartaco Pasquini, 45 anni di Bolsena e titolare dell’unica agenzia funebre del paese, Sandro Baratto, 58 anni e Sebastiano Masuero, accusato di spaccio e minacce, assistito da Marco Ricci. La richiesta dei domiciliari, invece, non è stata accolta per altri gli altri due arrestati che si trovano a Mammagialla: Severino Cuseo, 59enne e Claudio Pezzini, 58enne. Da ieri mattina al 35enne Emanuele Casasoli, nipote di Pezzini, il

56enne Marco Barbini, accusato di detenzione di arma da fuoco e Nadiya Dobrus, 40 anni, ex compagna di Pezzini, arrestata per ricettazione e il 59enne Romolo Esposito, è stata concessa la libertà con obbligo di �rma. Lo stesso provvedimento, poiché la moglie ha problemi di salute, è stato preso per 44enne di Gradoli Marco Gentile, arrestato per droga e ricettazione di opere d’arte. Questa mattina l’avvocato Marco Ricci si è recato a Roma al Tribunale del Riesame per chiedere la cessazione della misura cautelare di Sebastiano Masuero, suo assistito. L’Operazione Lions, che ha portato all’arresto di 11 persone, risale al 9 settembre a seguito di un’altra indagine dei carabinieri della compagnia di Monte�ascone, che aveva visto, Claudio Pezzini ed Emanuele Casasoli, residenti a Bolsena, nei panni di vittime del reato di estorsione da parte di un pregiudicato napoletano che era stato arrestato, in �agranza di reato, il 30 settembre

2009. Da qui una serie di fatti che avevano portato i militari dell’Arma alla scoperta di Pezzini nelle vesti di usuraio. L’uomo, infatti, aveva prestato somme di denaro ad un commerciante di Monte�ascone, chiedendone la restituzione con altissimi tassi d’interesse. A seguito di ulteriori intercettazioni telefoniche i militari erano riusciti a scoprire un furto in un’abitazione di Bolsena, i cui gioielli e diversi pezzi di argenteria portati via da una casa in provincia di Rieti, erano stati ricettati. Caso eclatante, in particolare, l’invio di una testa insanguinata di agnello, da parte del proprietario dell’impresa funebre di Bolsena, Spartaco Pasquini a un altro imprenditore ‘’concorrente’’. Sempre Pasquini, si è reso responsabile del recapito di una busta con proiettili al consigliere comunale bolsenese Maurizio Puri, nel tentativo di ottenere bene�ci per la sua attività commerciale.


politica interni

2 6

Viterbo & & Viterbo Venerdì 30 Settembre2010 2011 1 Ottobre AltoLazio AltoLazio Venerdì

SANITÁ- Il piano di ristrutturazione messo in atto dalla RO.RI. si scontra con gli ulteriori tagli applicati dalla Regione

Scaduti i contratti, tutti a casa T

ecnicamente non sono licenziamenti, perché a �ne settembre i contratti di questi lavoratori vanno a scadenza, ma queste sono solo parole, i fatti sono che questi contratti non verranno rinnovati e che questi 9 vanno ad aggiungersi ai 20 non rinnovati di maggio e che le assicurazioni fatte dai rappresentanti della regione Lazio nell’incontro di �ne maggio presso la prefettura di Viterbo, sono a tutt’oggi rimaste buone intenzioni, con cui non si compra il pane quotidiano! E questo non è che l’inizio, il piano di ristrutturazione presentato dalla RO.RI. proprietaria della clinica S. Teresa e CRA di Nepi ad aprile e successivamente sospeso proprio in virtù delle assicurazioni avute nell’incontro con il Prefetto, I Sindacati, e la Regione Lazio di �ne Maggio, prevede 81 licenziamenti, che dovrebbero avvenire entro i prossimi 30 giorni. Tutto questo avviene perché la Polverini ha deciso di potenziare la sanità pubblica a discapito di quella privata? NO, puntualizza Rocchi, qui lo smantellamento è complessivo, ed, infatti, insieme alle altre Organizzazioni Sindacali,

Il Gruppo Ro.Ri precisa: “La nostra posizione con la Regione Lazio è regolare”

abbiamo richiesto un ulteriore incontro al Prefetto per discutere di tutta la sanità nel viterbese, chiedendo l’intervento non solo della Regione e della Asl, ma anche la presenza di tutti i Politici regionali e nazionali eletti nel distretto di Viterbo. Siamo ormai all’epilogo della sanità Viterbese, ed i lavoratori del settore, sia pubblici che privati non ne possono

più, come non ne possono più i cittadini costretti ad “emigrare” negli ospedali delle regioni vicine o della capitale. Il momento delle parole è �nito, conclude Rocchi, occorrono fatti concreti, noi siamo pronti a scendere in piazza permanentemente per gridare il dissenso e la nostra contrarietà allo smantellamento della SALUTE nel Viterbese

insieme ai cittadini di tutta la provincia, chiediamo alle istituzioni, alle Amministrazioni locali, ai Sindaci dei 60 comuni, al Sindaco di Viterbo, al Presidente della Provincia, Ai Politici Eletti nel viterbese di fare la loro parte, oppure di dimettersi, lasciando ancora una volta al popolo, l’onere di conquistarsi e di non far calpestare i propri diritti.

La riunione del Distretto Provinciale conferma la linea di Andrea Scaramuccia

Impossibile trovare un punto di incontro col PD I

eri si è svolta una riunione del Direttivo Provinciale de La Destra e è stata confermata la linea già anticipata dal Segretario Provinciale, Andrea Scaramuccia (nella foto), di totale distanza dal PDL locale. E’ impossibile, allo stato attuale e con questa dirigenza, trovare il ben che minimo punto di incontro con il PDL; La Destra infatti pensa ai problemi concreti dei cittadini, mentre il PDL pensa ad una gestione del potere quantomeno discutibile. Solo per fare un esempio esempli�cativo: si pensa al decoro urbano, con tanto di articoli e fanfara, ma solo in chiave di cartellonistica ed insegne, ma nulla si fa per pulire le strade come di ogni tipo di ri�uto; tutto ciò è assolutamente risibile! E’ ovvio che questa decisio-

ne comporta un assunzione di responsabilità forte nei confronti dei cittadini, quindi il Partito La Destra dovrà essere sempre più presente sul territorio al �anco dei cittadini; per fare ciò il Segretario Provinciale Scaramuccia ha deciso di nominare Alberto Rossi vice segretario Provinciale Vicario. Questa nomina è dovuta al fatto che il Segretario spesso

è all’estero per lunghi periodi per impegni lavorativi e ciò potrebbe compromettere l’importante azione politica nella Tuscia. “La nomina di Rossi – commenta Scaramuccia – a Vice Segretario Vicario consentirà al

Partito di non avere periodi di vacanza politica. Quando sarò all’estero potrò stare tranquillo che il La Destra continuerà a lavorare e sarà retta da una persona esperta e competente come Alberto. Sono inoltro molto contento che questa nomina abbia trovato il favore della totalità della dirigenza provinciale riunitasi ieri presso la Federazione Provinciale”. Con questa nomina il Partito va ulteriormente a rafforzare la struttura di un Partito che vede ogni giorno nuovi iscritti e simpatizzanti, persone che vedono nel movimento di Storace l’unico ambiente di Destra che non sia in combutta con il potere e con la pessima amministrazioni targata PDL.

slittare di circa quindici giorni il pagamento degli stipendi al personale nei mesi estivi. Ritardo che avverrà anche nel mese corrente. E’ alta la preoccupazione di tutto il personale, unita all’amarezza perché si è in presenza di dif�coltà in un polo che per professionalità e validità di prestazioni rese è

considerato a ragione di eccellenza nell’offerta sanitaria del Lazio e non solo. Massima attenzione dei lavoratori e delle OO.SS. che li rappresentano agli sviluppi che si avranno nel confronto con la Regione Lazio per addivenire a soluzioni de�nitive e ristabilire un clima di serenità all’interno delle strutture.

VILLA PAOLA - Assemblea personale non medico

Stipendi pagati in ritardo I

eri si è svolta una partecipata assemblea di lavoratori del personale non medico nel piazzale antistante Villa Paola. L’assemblea era stata indetta dalle Organizzazioni Sindacali di categoria, in contemporanea con le altre strutture IDI e San Carlo di Roma, dalle ore 8 alle ore 12. Alla stessa hanno partecipato, oltre alle rappresentanze aziendali, Giulio Spreghini della CGIL FP, Mario Malerba della CISL FP e Lamberto Mecorio della UIL FPL.

All’ordine del giorno il dif�cile momento attraversato dall’IDI per i ritardi nelle rimesse regionali che hanno fatto

N

oi sottoscritti Roberto (nella foto ndr) e Fabio Angelucci, in proprio ed il secondo anche nella qualità di legale rappresentante della Gruppo RO.RI. S.r.l., ai sensi dell’art. 8 della L. 8 febbraio 1948, n. 47 chiediamo la retti�ca della notizia apparsa in data 26 Agosto 2011, alla pagina n.3 del quotidiano “L’Opinione di Viterbo e Lazio Nord” da Lei diretto. Nell’articolo a �rma del Sig. Paolo Gianlorenzo si legge che al centro dell’inchiesta che ci vede coinvolti sarebbe una lettera, poi risultata falsi�cata, con la quale l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio accreditava alcune strutture sanitarie e tra queste la Casa di Cura di Nepi e la clinica Santa Teresa di Viterbo, inserite in modo fraudolento tra le strutture accreditate. Tale notizia è gravemente diffamatoria della reputazione del Gruppo RO.Ri. S.r.l. e delle persone che l’amministravano (Roberto Angelucci) o l’amministrano (Fabio Angelucci). Appare necessario, pertanto puntualizzare le seguenti imprescindibili circostanze, tutte dimostrabili per tabulas. La Casa di Cura Nuova Santa Teresa di Viterbo, di proprietà della Gruppo RO.RI. S.r.l., è regolarmente accreditata per alcuni posti letto con Determina regionale N.D4382 del 23.12.2009, e perdippiù, a fronte di una nuova istanza di autorizzazione di ulteriori posti letto rimasta senza risposta alcuna; la Regione Lazio è stata condannata- dal Tribunale Amministrativo Regionale nei confronti del Gruppo RO.RI. S.r.l. La Casa di Cura Nuova Santa Teresa non è, quindi, coinvolta nell’inchiesta della quale si dà conto nell’articolo. Per la Casa di Cura di Nepi, invece, fu proposta istanza di accredita mento per la prima volta nel 1998, in seguito nel 2001 e poi nel 2004, ma la Regione Lazio

non diede risposta alcuna a tali istanze. Tuttavia la Casa di Cura risulta accreditata nella Delibera della Giunta Regionale del Lazio n. 143 del 22.3.2006 sicché di tale delibera - da tutti consulta bile trattandosi di atto normativo regolarmente pubblicato - e non invece di una fantomatica lettera falsi�cata la ASL Viterbo ha preso atto. La casa di Cura di Nepi ha svolto prestazioni riabilitative per la ASL Viterbo in regime di accredita mento solo a seguito della pubblicazione della DRG Lazio n. 143/06. Perdippiù anche prima deWaccreditamento ad opera della DGR n. 143/06 la Casa di Cura di Nepi erogava prestazioni riabilitative a favore della ASL di Viterbo come si evince dalla Delibera ASL n. 444 del 29.05.2002 e successive, sempre regolarmente retribuite dalla Regione, a prezzi minori di quelli praticati in regime di accredita mento, cosicché non è nemmeno ipotizzabile un coinvolgimento del Gruppo RO.RI. al �ne di lucrare su un illecito accredita mento. Il Gruppo RO.RI., quindi, ha agito innanzi al TAR Lazio nei confronti della Regione sia per far dichiarare l’illegittimità del decreto del Presidente in qualità di commissario ad acta che non ha incluso la Casa di Cura Nepi tra i soggetti accreditati, sia - in alternativa - per il silenzio serbato dalla Regione riguardo alle ripetute istanze di accredita mento. Mentre la mancata proposizione del giudizio teso al recupero degli ingenti crediti vantati nei confronti della Regione per le prestazioni erogate è giusti�cata esclusivamente dalla pendenza di trattative con la Regione Lazio tese data la notoria tempestività della giustizia civile italiana - alla de�nizione di tutte le controversie insorte od insorgende.


attualità

7

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Settembre 2011

Presentate, in Camera di Commercio, le numerose sagre che si svolgeranno in diversi comuni

Castagne, tutta la Tuscia è in festa C

on l’ingresso dell’autunno prendono il via anche quest’anno le Feste della Castagna della Tuscia nei Comuni di Canepina, Caprarola, Carbognano, Latera, San Martino al CiminoViterbo, Soriano nel Cimino e Vallerano. In programma oltre 150 appuntamenti tra stand enogastronomici, rievocazioni storiche, musica e spettacoli, visite guidate ai palazzi storici, cene nelle taverne e ovviamente caldarroste in piazza per tutti. Un’opportunità per turisti, visitatori e popolazione locale per trascorrere i week end autunnali degustando i prodotti tipici della Tuscia, fare passeggiate tra i monti Cimini a raccoglier ricci e apprezzare gustose ricette. “Le Feste della Castagna –dichiara Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – aiutano a mantenere vive antiche tradizioni, a scoprire e riscoprire un territorio unico, ad accrescere la diffusione di un

frutto buono da mangiare e prezioso dal punto di vista nutrizionale. Ma soprattutto sottolineano il radicamento di un prodotto che detiene il 68% della produzione regionale e oltre il 10% di quella nazionale, collocandosi in Italia tra le prime province produttrici di castagne. Un’eccellenza agroalimentare che merita di essere valorizzata così come è avvenuto con il riconoscimento comunitario della Castagna Dop di Vallerano, che comunque andrebbe estesa all’intero territorio dei Cimini, e attraverso il Marchio Tuscia Viterbese per il quale si sta predisponendo un apposito disciplinare. Ma le castagne rappresentano per la Tuscia anche un bene da tutelare, specialmente con la lotta al cinipide. In tal senso possiamo dire che in questi ultimi anni, grazie all’impegno di istituzioni locali e regionali, Università, associazioni di categoria e dei produttori, si è riusciti a portare il problema all’attenzione nazionale. Il risultato è che recentemente il

Un momento della conferenza stampa Ministero per le Politiche Agricole ha stanziato un milione di euro, in gran parte destinato al potenziamento dei Centri di moltiplicazione del Torymus sinesi. Un primo centro è stato già creato a Caprarola con risorse regionali e un secondo

dovrebbe essere realizzato a breve. E da fonti ministeriali abbiamo appreso l’intenzione di destinare altri �nanziamenti per contrastare l’emergenza, oltre alla necessità di avviare un’azione sempre più sinergica con le realtà locali”.

Sulla stessa lunghezza d’onda si è espresso l’assessore provinciale all’Agricoltura Francesco Simeone: “Anche quest’anno Provincia e Camera di Commercio hanno voluto lanciare un messaggio di sostegno al mondo agricolo attraverso l’organizzazione delle Feste della Castagna. Purtroppo tutti siamo consapevoli delle dif�coltà che il settore della castanicoltura sta vivendo ma è proprio nei momenti di dif�coltà che le istituzioni sono chiamate a fare fronte comune per dare risposte concrete ai nostri agricoltori. Quegli stessi agricoltori che sono stati capaci di rendere fruttuose le aree di collina, che hanno sempre presentato dif�coltà dal punto di vista della produzione, rendendole fertili, vigilando contro inondazioni ed incendi, e garantendo un’importante fonte di reddito al territorio. Non possiamo permetterci in nessun modo di perdere il prezioso contributo del mondo agricolo per la salvaguardia dell’ambiente. Regione, Pro-

vincia e Camera di Commercio devono rafforzare sempre di più le sinergie, valorizzando l’agricoltura non solo in chiave economica ma anche e soprattutto dal punto di vista culturale e turistico. Le Feste della Castagna rappresentano senza dubbio un fondamentale strumento di valorizzazione e promozione del prodotto e un incentivo allo sviluppo del turismo enogastronomico”. Secondo le stime fornite dal Centro Studi sul nocciolo e castagno nel 2010 la produzione di castagne nella Tuscia ha registrato rispetto alla media 2008/2009 una contrazione dell’85-90%, dipesa non solo dalla presenza del cinipide ma anche da fattori climatici. Mentre per il 2011, sempre se comparato con lo stesso periodo si prevede una riduzione del 35-40%, con una buona produzione di castagne e una forte riduzione di marroni (con punte dell’80%).Per maggiori info: ww.welcomeintuscia.it oppure sulla pagina di Facebook “Welcome in Tuscia”.

Si celebra a Viterbo la prima edizione della Giornata Regionale

In visita a Palazzo Madama, sede del Senato

V

M

Due giorni dedicati alla Polizia Locale Gli allievi Marescialli a Roma iterbo si prepara ad ospitare la Prima Giornata Regionale della Polizia Locale del Lazio. La prima edizione di un appuntamento destinato a ripetersi, che si svolge su tutto il territorio nazionale e che, in ambito regionale, partirà proprio dalla città dei papi. Due giorni per celebrare l’importante ricorrenza organizzata dalla Regione Lazio, oggi e domani. Un evento di particolare importanza che prevede la partecipazione dei Corpi della Polizia Locale di tutta la regione, ma anche di numerose autorità. Gli appuntamenti avranno inizio oggi alle 7,30 in piazzale Martiri d’Ungheria con l’arrivo e l’atterraggio di un elicottero della Polizia Municipale di Roma, che sarà poi trasferito in largo Benedetto Croce, dove rimarrà esposto �no al pomeriggio del giorno successivo. Alle ore 15 del 30 set-

tembre, presso l’Auditorium dell’Università della Tuscia, in via S.Maria in Gradi, è in programma un importante convegno, nell’ambito del quale si discuterà della legge regionale della Polizia Locale. L’incontro rappresenterà anche un’ottima occasione di confronto per i comandanti dei vari comandi. Nel pomeriggio di oggi e nella mattina di domani, in piazza dei Caduti e all’interno della chiesa degli Almadiani, saranno allestiti stand dimostrativi sull’attività della Polizia Locale con l’esposizione di mezzi, attrezzature e divise. La cerimonia uf�ciale con le autorità è prevista invece dalle 9 alle 13 di domani 1 ottobre in piazza del Plebiscito. Per l’occasione interverrà anche la Banda Musicale della Polizia Municipale di Roma. Nel corso della mattinata si procederà in�ne alla deposizione di una corona al monumento

artedì scorso, un gruppo di 51 allievi Marescialli in forza alla Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/ Comando Aeroporto di Viterbo, appartenenti al 12° Corso Onùris ed al 13° Corso Phoenix, accompagnati dal Tenente Colonnello Luigi Grassi, hanno visitato Palazzo Madama a Roma, attuale sede del Senato della Repubblica Italiana. Nell’ora trascorsa all’interno dell’antico edi�cio rinascimentale, i giovani allievi sono stati condotti attraverso il Cortile d’Onore, la maestosa Sala Maccari, con i suoi celebri dipinti ottocenteschi, la Buvette, la sala Italia, la Sala del Risorgimento e la Sala dello Struzzo per giungere in�ne nell’Aula. Un’occasione unica e particolarmente emozionante prendere posto, anche se solo per pochi minuti, su quelle poltrone che da 140 anni accolgono i membri più anziani del nostro organo collegiale legislativo. dei Caduti. “Sarà proprio Viterbo ad ospitare questa prima Giornata della Polizia Locale del Lazio – ha sottolineato il sindaco Giulio Marini -. Di questo vorrei ringraziare la presidente Renata Polverini e l’assessore regionale alle Politiche per la Sicurezza Giuseppe Emanuele Cangemi per aver scelto la nostra città come punto di par-

tenza di una così importante cerimonia. Una prima edizione di una due giorni interamente dedicata alla Polizia Locale. Un’occasione per festeggiare e celebrare tutte le donne e tutti gli uomini che, in divisa ogni giorno, sia direttamente sul campo, sia all’interno del proprio uf�cio, contribuiscono fortemente a garantire la sicurezza dei cittadini”.

Censimento, in arrivo i questionari P

oste Italiane ha avviato anche a Viterbo e provincia la consegna del questionario del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. La maggior parte delle consegne effettuate è avvenuta nel centro Italia, con un 42% delle famiglie che ha già ricevuto il questionario, seguita dal Nord con il 40% e dal Sud con un 36%. L’invio tramite posta del questionario è una delle novità più signi�cative dell’organizzazione del nuovo Censimento che passa in rassegna famiglie, individui, abitazioni, fotografando la situazione attuale per ottenere dati utili per orientare le scelte di domani. La consegna è partita lunedì 12 settembre e proseguirà �no al 22 ottobre. Le buste

oltre al questionario, contengono la guida alla compilazione, una lettera di presentazione e una busta per la restituzione del questionario compilato. A partire da lunedì 10 ottobre e �no al 20 novembre, gli 88 uf�ci postali della provincia di Viterbo, e tutti i 14mila uf�ci postali presenti in tutta Italia, saranno pronti a ricevere i questionari compilati per veicolarli poi agli uf�ci comunali di censimento, incaricati di raccoglierli e consegnarli all’Istat per l’elaborazione dei dati. La consegna dei questionari potrà avvenire, a partire dalla stessa data, anche presso i centri comunali di raccolta. Non è previsto alcun costo per la consegna dei questionari. Dal 9 ottobre, ma non prima, sarà possibile

compilare i questionari via Internet, collegandosi al sito http://censimen topopolazione.istat.it e utilizzando la password stampata sulla prima pagina del questionario che viene recapitato a casa. Ecco un breve vademecum.Una volta compilato, inserire il questionario nella busta presente nel plico ricevuto a casa. Imbustare il questionario nel verso giusto, per facilitare il recapito all’uf�cio di censimento competente. Non affrancare la busta. Non imbucare MAI i questionari nelle cassette della posta, ma consegnarli a mano presso gli uf�ci postali o i centri comunali di raccolta che rilasciano una ricevuta di avvenuta restituzione. Non consegnare il questionario prima del 10 ottobre.


regione interni

2 8

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì301 Settembre Ottobre 2010 Venerdì 2011

Nell’affollata sala Latini si discute il secondo decreto attuativo su Roma Capitale L

a Commissione consiliare speciale, Federalismo �scale e Roma capitale, presieduta da Marco Di Stefano (Pd), ha discusso sul secondo decreto attuativo su Roma capitale, ai sensi del comma 5 articolo 24 della Legge 42/09 concernente: “Delega al Governo in materia di federalismo �scale, in attuazione dell’articolo 119 della Costituzione”.

Affollata la sala riunione “Latini” che, oltre a vedere presenti i membri della commissione, ha registrato la presenza dell’assessore regionale e vice presidente della Giunta Luciano Ciocchetti (Udc), del presidente della commissione Affari costituzionali Pietro Sbardella (Udc), del capogruppo Francesco Storace (La Destra). Hanno partecipato

anche il presidente della Commissione riforme istituzionali della Provincia di Roma Piero Cucunato; il presidente riforme istituzionali per Roma Capitale del Comune di Roma Francesco Smedile; il presidente della Legautonomie Bruno Manzi; Il vice presidente dell’Anci Fabio Refrigeri; rappresentanti del Cal; il vice presidente dell’Uncem Giuseppe De

Righi; il presidente dell’Aiccre Donato Robilotta. “Di fronte alla scadenza del prossimo 21 novembre – ha affermato Marco Di Stefano – data in cui il Governo approverà il 2° decreto attuativo su Roma Capitale, come Regione siamo ad un bivio: essere passivi o protagonisti di quello che sta accadendo, personalmente non voglio restare impassibile

e va posto il problema a livello istituzionale”. Alla premessa Di Stefano ha fatto seguire la decisione di riconvocare la Commissione fra dieci giorni, tempo che sarà utile a ri�essioni tra i Consiglieri e i Gruppi consiliari per preparare una bozza di proposta, da parte della Regione Lazio, da presentare al Governo. Alla seduta, oltre al presi-

dente Di Stefano, erano presenti i due vice presidenti: Carlo De Romanis (PDL) e Luciano Romanzi (Psi). I componenti: Veronica Cappellaro (Pdl), Gianfranco Gatti (Lista Polverini), Rodolfo Gigli (Udc), Annamaria Tedeschi (Idv).

Bonessio (Verdi): “Si prepara il ricorso contro l’ordinanza di nomina del commissario

Rifiuti, ancora una fumata nera Fabrizio Santori (Pdl) dopo i recenti sgomberi Piano nomadi, un ulteriore passo verso la legalità

Gli sgomberi degli insediamenti abusivi in Via del Calicetto nel X Municipio e a Fidene, in Via Salaria, nel IV Municipio rappresentano un ulteriore passo in avanti nell’applicazione del piano nomadi volto al ripristino della legalità e del decoro urbano, elementi imprescindibili per l’avvio dei programmi di riquali�cazione dei vari quadranti della città, soprattutto quelli periferici e densamente abitati spesso vittime di vere e proprie invasioni da parte di nomadi che si accampano in ogni dove. Nessuno deve azzardarsi a giusti�care o avallare le pretenziose richieste dei nomadi sgomberati in tema di assistenza. Chi ha ri�utato il supporto dell’amministrazione capitolina, arrivando a contestare le modalità e possibilità legate all’ospitalità non ha nulla a che pretendere. Chiediamo con forza una rigorosa applicazione della normativa in materia di permanenza dei cittadini dell’Unione Europea nel territorio italiano, rendendo operativo l’allontanamento coatto ai sensi del D. Lgs. n. 30/07, come previsto dalla recente Legge n. 129/11. Solo in questo modo sarà possibile evitare che ricatti e pretese prendano il sopravvento a discapito della pubblica incolumità e della reale possibilità di accoglienza della nostra città” – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza di Roma Capitale.

Da oggi è palese che l’inerzia della Regione sta condizionando anche l’agire del Commissario, che è impostato con riferimento a un Piano Ri�uti che ancora non ha concluso il suo iter, che non è stato condiviso con le realtà locali, né tantomeno con le opposizioni, e che trova dissensi all’interno della stessa maggioranza”. Lo dichiara Nando Bonessio, presidente regionale dei Verdi in seguito all’incontro avvenuto oggi tra il Commissario straordinario alla chiusura di Malagrotta col Coordinamento Ri�uti Zero per il Lazio chiesto dal consigliere dei Verdi Angelo Bonelli che ha confermato l’elevato grado di allarme che anche ieri durante la manifestazione avevamo come Verdi del Lazio segnalato insieme a tutte le realtà che rappresentano le tante vertenze aperte sul territorio regionale.” “Il Commissario da un lato ha confermato che all’interno del suo mandato opererà per la chiusura della discarica di Mala grotta escludendo per quel comprensorio gli eventuali siti di Monti dell’Ortaccio e di Testa di Cane, ma dall’altro che ai sensi dell’articolo 2 dell’ordinanza di nomina, in relazione alla dotazione “del sistema di impianti previsto dal piano regionale ri�uti”, individuerà un sito per una disca-

rica provvisoria nelle more che le amministrazioni competenti la localizzazione per un sito de�nitivo e per un ulteriore sito per un impianto di trattamento di trattamento meccanico biologico (TMB) dei ri�uti”. “Come forza politica presente al’incontro abbiamo contestato quanto previsto dalla stessa ordinanza in quanto la Regione Lazio non dispone di un Piano Ri�uti vigente aggiornato. Come tutti sanno il Piano Ri�uti è in itinere e ben di là dall’essere approvato, e inoltre contiene una previsione di impianti di trattamento, inceneritori e discariche sovradimensionato proprio perché non punta alla riduzione della produzione di ri�uti e alla raccolta differenziata. Individuare, in regime di commissariamento, il sito per un nuovo impianto di trattamento Tmb signi�ca continuare a produrre CDR (eco balle), utili solo ad alimentare gli inceneritori e a condizionare le scelte future in quanto i prodotti contenuti nelle eco balle sono soprattutto plastica e carta che sono quelli ad alto potere combustibile, ma allo stesso tempo i prodotti nobili per la differenziata” “Si stanno gettando le basi per un disastroso futuro. A questo punto – conclude Bonessio - anche a seguito di quanto dichiarato dal Commissario, che ha speci�cato come la sua

azione sia condizionata dalle scelte del Piano ri�uti, stiamo valutando, in accordo con il Coordinamento Ri�uti Zero per il Lazio, di impugnare l’ordinanza di nomina del Commissario al �ne di costringere l’amministrazione regionale a modi�care il Piano Ri�uti e il conseguente modello di gestione. Insieme alla procedura

d’urgenza deve essere contestuale l’approvazione di norme che diano ai cittadini un segnale chiaro che si vada verso la riduzione, il riuso, il riciclo, e raccolta differenziata. Si tratta di un ricorso non per bloccare l’azione del Commissario, ma per far si che chi deve si assuma le proprie responsabilità a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini”.


& Venerdì 30 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

litorale viterbese

9

TARQUINIA - Filippo e Santo Bascer spiegano il segreto del Celebrity: cibi freschi, prezzi onesti e una pizza dieci e lode

La vera celebrità è la cucina di Valeria SEBASTIANI

E

’ un posto dove si può ancora avere il piacere di gustare una pizza fatta come vuole la tradizione: lievitata 48 ore, stesa a mano, cotta nel forno a legna, condita con ingredienti esclusivamente freschi e con vera mozzarella. La versione del paradiso secondo il palato dei golosi? No, il Celebrity. Il noto ristorante pizzeria, in via Polidori a Tarquinia, dei fratelli Bascer, anzi di Filippo e Santo, come precisano loro: “Se scrivete Bascer nessuno ci riconosce”. Già perché i due giovanissimi ristoratori ci tengono all’informalità ed essere conosciuti da tutti con i nomi di battesimo è una conquista. D’altronde l’atmosfera informale contraddistingue da sempre il Celebrity, gestito da una conduzione famigliare (ad aiutare Filippo e Santo ai tavoli e tra i fornelli ci sono le rispettive compagne) e ad essere ‘celebre’ è il cibo, com’è giusto che sia. Tarquiniesi d’adozione, i fratelli Bescer sono nati in Calabria, cercano di sposare le tradizioni della loro regione d’origine e le esigenze dei palati locali

con risultati eccezionali. “Nei nostri menù - spiega Filippo - i prodotti tipici calabresi non mancano e nemmeno quelli siciliani dato che la Sicilia è la terra del nostro cuoco. Da provare l’ antipasto della casa, veramente ricco, la carne argentina e i dolci tipici, fatti da noi artigianalmente”. Il Celebrity è

infatti anche gelateria e pasticceria. Se l’offerta del ristorante è ampia e sorprende con una cucina semplice, sana e genuina, con prodotti freschi e condimenti ‘a crudo’ come vuole la vera tradizione Mediterranea, la regina incontrastata è la pizza. Vera protagonista del Celebrity. Basta assaggiarla e si capisce il perché. “Usiamo un im-

pasto con farina di soia e di riso, altamente digeribile e pochissime dosi di lievito. Il segreto -ci confida Filippo- è nella lievitazione naturale e nella scelta degli ingredienti.”La sorpresa dopo antipasto, pizza e squisito dessert a base di cannoli e cassata è il conto. Ed è una sorpresa gradita, i prezzi sono veramente accessibili: si può cenare in due con soli 13 euro. Il locale offre poi numerose promozioni : una ‘pala’ di pizza di qualsiasi gusto può essere acquistata per dieci euro. E’ ancora una volta Filippo a spiegarci come sia possibile mantenere una così alta qualità a basso prezzo: “Non addebitiamo al cliente i costi del servizio e cerchiamo di far pagare solo quello che consuma. Ognuno decide quanto spendere consultando il menù, senza sgradevoli sorprese a fine pasto”. Niente trucchi quindi, solo tanta trasparenza e, è il caso di dirlo, onestà anche perché, ci hanno giurato i fratelli Bascer, nonostante la crisi al Celebrity i prezzi sono gli stessi da due anni e rimarranno tali nonostante l’aumento dell’Iva.


litorale viterbese

10

Viterbo & AltoLazio

Oscurato per “violazione di copyright” il canale video Youtube MaremmaOggi E ’ con profondo rammarico che segnaliamo la chiusura del canale video Youtube di MaremmaOggi ( w w w. y o u t u b e . c o m / u s e r / MaremmaOggi), gettonato giornale telematico locale attivo dal 2005 al 2010. A poco più di un anno dalla scomparsa del direttore di MaremmaOggi, Alberto Salvatelli, noto giornalista montaltese che

per anni ci ha raccontato attraverso le pagine web del suo portale i fatti e la cronaca della Tuscia con sincera passione, ecco che improvvisamente Youtube chiude il canale web TV dell’omonimo giornale a causa di “ripetute notifiche di violazione del copyright di terze parti”, motivazione questa del tutto infondata visto che, come tanti

sanno, Alberto si produceva da solo i propri video-reportage, s e n z a quindi infrangere copyright di terze parti.

Più di cento video-notizie che documentavano vi-

cende e avvenimenti locali, da quelli più frivoli dei

Venerdì 30 Settembre 2011

concorsi di bellezza, a quelli più seri delle manifestazioni nocoke, delle contestazioni popolari, delle conferenze stampa istituzionali. Oltre il rammarico, rimane soltanto da chiederci: chi può aver voluto la chiusura del canale di MaremmaOggi che dal 2009 giaceva indisturbato su Youtube, proprio adesso che il titolare non può difendersi da questa censura? (Gio Cor)

TARQUINIA - Il consigliere Meraviglia ha presentato un documento sulle presenze industriali di rilevante impatto ambientale

Salute pubblica, mozione alla Provincia di Alessandro SACRIPANTI

E

’ di Alfio Meraviglia consigliere provinciale Udc, la mozione presentata al consiglio della Provincia di Viterbo. I temi affrontati nel documento di Meraviglia vertono sul diritto alla salute, alla sicurezza e alla piena informazione dei cittadini in relazione alle presenze industriali di rilevante impatto ambientale, tra cui spiccano i casi del recente incendio avvenuto alla centrale elettrica Tvn di Civitavecchia e il possibile raddoppio del carbonile sul territorio di Tarquinia. Il consigliere Meraviglia nel testo, controfirmato anche da Fabio Bartolacci e Roberto Staccini riferisce: “La Provincia ha responsabilità di controllo per la protezione ambientale in materia di aria e di emissioni da impianti industriali.Sempre più spesso i Comuni accettando sostanziose ‘compensazioni’ economiche, tollerando ‘sistemi’ inquinanti

sui loro territori e perdono obiettività di giudizio in merito alle valutazioni delle conseguenze provocate della realizzazione di questi impianti industriali”. “La Provincia – aggiunge Meraviglia – deve accedere a tutte le informazioni al fine di garantire un controllo sulle attività di emissione di sostanze inquinanti di origine industriale e sulle istallazioni di impianti industriali per assicurare una efficace azione in difesa del territorio. La Provincia è accanto ai cittadini in sostegno della salute, e vuole piena informazione agli stessi.Occorre attenzione al problema dell’impatto sulla salute delle emissioni di impianti industriali, anche alla luce dello studio della Regione Lazio Asl del dicembre 2010, dove si legge che nel territorio di Civitavecchia, Tarquinia, Allumiere, Tolfa e Santa Marinella, Tuscania, Montalto e Monte Romano, ci sono ‘cause tumorali, tra gli uomini e le donne su vari ordini e gradi, e che si rivela un eccessodi patologie dell’apparato respiratorio’. Il pericolo

– continua Meraviglia – si amplifica anche in ragione anche dell’incidente del 26 agosto 2011 nella centrale Tvn in cui l’incendio ha provocato una fitta nube ha coperto parte del territorio, e non vi e’ stata alcuna informazione ai cittadini in merito alla possibile pericolosità e a misure precauzionali da prendere. Tra l’altro sempre più spesso si sente parlare del raddoppio del Carbonile di Tarquinia e che i cittadini hanno diritto alla piena informazione su un intervento di questo tipo.Il Consiglio Provinciale chiede la convocazione urgente di un tavolo di programmazione al quale dovranno essere presenti i responsabili Enel, i rappresentanti dell’Arpa Lazio e dell’osservatorio ambientale. Questo per valutare le strategie energetiche attuate sul nostro territorio, stimando le criticità ed esigendo delucidazioni e dati sugli avvenimenti occorsi il 26 Agosto, sui livelli di sicurezza del carbonile – conclude il consigliere provinciale Udc Alfio Meraviglia - e sullo stato d’avanzamento d’opera del suo raddoppio”.

TARQUINIA - Lo psicologo sarà giudicato per l’uso e abuso mediatico della psicologia in relazione ai grandi delitti

Premio Cardarelli, processo a Paolo Crepet Q

uest’anno l’edizione del premio Tarquinia-Cardarelli - per la critica e la poesia - per il quarto anno sotto la direzione artistica di Massimo Onofri, si segnala per la consueta quantità e qualità degli eventi. Ma veniamo agli appuntamenti clou di questa stagione, che sono i due ormai consolidati, in programmazione tra il 9 e il 10 dicembre a Tarquinia, e cioè: Il processo virtuale e mediatico ad un protagonista della passata stagione culturale (venerdì 9 dicembre, Sala consigliare del palazzo comunale) e la premiazione vera e propria (sabato 10 dicembre, Chiesa di Santa Maria in Castello). Il Processo - Come ogni anno, ad aprire le iniziative vere e proprie del Premio Tarqunia-Cardarelli sarà il 9 dicembre il Processo, la causa virtuale e mediatica ad un protagonista della stagione culturale e letteraria. La scelta della giuria è caduta stavolta su Paolo Crepet, il noto psicologo e scrittore che, come illustre esponente della sua categoria, sarà giudicato

per l’uso ed abuso mediatico che viene fatto della psicologia in relazione ai grandi delitti. A difenderlo lo spregiudicato giornalista Luca Telese mentre l’accusa sarà af�data a Massimo Raffaeli, raf�nato critico de “La Stampa” e de “Il Manifesto”. Al termine delle arringhe 300 cittadini di Tarquinia condanneranno o assolveranno il processato in modo che il presidente del tribunale possa formulare la sua sentenza. Il Premio - Sabato 10 dicembre presso la Chiesa di Santa Maria in Castello si terrà la vera e propria premiazione della X edizione del Tarquinia- Cardarelli. Il premio letterario consta di sette sezioni: critica internazionale, critica italiana, storia della letteratura e �lologia, opera prima di critica letteraria, poesia, piccola e media editoria e recensione per la scuola superiore. Il punto di forza del premio, sempre più autorevole sul piano nazionale e internazionale, sta nel fatto che, tra i pochissimi dedicati alla critica letteraria in tutte le sue articolazioni, sia l’unico a mettere insieme tutte

e quattro le sezioni – straniera, italiana, �lologia e storia della letteratura, opera prima. L’obiettivo, anche attraverso la futura istituzione di una fondazione dedicata a Cardarelli, sarebbe quello di dar vita, per i prossimi anni, e con auspici di crescita rapida, al più importante premio del settore: ma già la straordinaria rassegna stampa di questi quattro primi anni conferma che siamo davvero sulla strada giusta. Particolarmente interessante la sezione dedicata all’incoraggiamento delle attività editoriali di alta qualità culturale. Premio tanto più importante in quanto non ci risultano, a tutt’oggi, iniziative analoghe. Conferma importantissima è il premio per le migliori dieci recensioni di studenti delle scuole superiori (sia in denaro – i primi tre - che in buoni-libro – i primi dieci) di alcuni paesi e città della provincia (in particolare Tarquinia col suo Istituto superiore onnicomprensivo e Monte�ascone, col Liceo classico), che prevede l’encomiabile impegno nella preparazione e selezione degli elaborati da parte

dei docenti delle scuole e alcune lezioni sul tema della “recensione” tenute dal direttore artistico Massimo Onofri. Il libro scelto quest’anno per gli studenti è Il sorriso lento (Garzanti) di Caterina Bonvicini, che sarà presente al momento della premiazione. Di primissimo livello – ma ne sarà dato annuncio al momento opportuno - le personalità dei premiati, con qualche clamorosa presenza di sicurissimo impatto culturale e mediatico. La giuria è composta da: Massimo Onofri (presidente), professore ordinario di Letteratura italiana contemporanea presso l’università di Sassari, critico letterario, collaboratore de “La Stampa”, “Avvenire”, “Nuovi Argomenti” ed editorialista dei giornali regionali del gruppo Espresso. Al suo attivo numerosi volumi editi da Laterza, Einaudi, Donzelli, Bompiani, Mondadori, Avagliano, Gaf� e altri; Raffaele Manica, professore associato di Letteratura italiana all’Università di Roma, critico letterario, condirettore di

“Nuovi Argomenti”, collaboratore di “Alias” supplemento settimanale del “Manifesto”. Autore di numerosi volumi di saggi, ha curato per i Meridiani Mondadori la pubblicazione delle opere di Alberto Arbasino e di Enzo Siciliano; Filippo La Porta, critico letterario, autore di numerosi volumi di saggi per Feltrinelli, Gaf�, Le Lettere, Bollati-Boringhieri, Bompiani, collabora a “Il Corriere della Sera”, “Il Riformista”, “Europa”, “Il Messaggero”, “Avvenimenti”.

Il Premio è promosso dall’amministrazione comunale di Tarquinia con il patrocinio della Presidenza della Repubblica Italiana, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Lazio e della Provincia di Viterbo e con il sostegno economico della Fondazione CARIVIT, della Camera di Commercio di Viterbo, della Confindustria di Viterbo e della Cassa Edile di Viterbo.


comprensorio interni nord

2 11

Il Centro Ricerche della Scuola Sub del lago di Bolsena ci racconta le sensazioni dello scorso week end

A

nche quest’anno si è svolta nei giorni 24 e 25 settembre la manifestazione ARCHEO SUB A BOLSENA, giunta ora alla sua terza edizione. Il Centro Ricerche della Scuola Sub del Lago di Bolsena e Passione Mare di Viterbo, con il pieno appoggio del Comune di Bolsena e della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, si sono riuniti in un iniziativa volta alla valorizzazione, alla conoscenza ed al rispetto della natura e dell’ambiente. Il piccolo ma suggestivo paesino, circondato dai monti Volsini, ha offerto la sua straordinaria cornice ad un momento magico, aiutato da un sole ancora estivo che ne ha esaltato oltremodo le sue qualità. La manifestazione si è svolta in due giornate: sabato 24 ha avuto luogo una conferenza, volta a far conoscere al pubblico quali bellezze e quanti segreti celino ancora le acque del lago. Così dopo i saluti delle autorità, con la partecipazione del vice Sindaco nonché Assessore all’Ambiente, dell’Assessore alla Cultura e dell’Assessore al Turismo, che molto hanno apprezzato l’iniziativa, sono stati mostrati ai partecipanti fotogra�e e �lmati

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì301 Settembre Ottobre 2010 Venerdì 2011

I ragazzi delle scuole di sub, coloro che hanno provato l’emozione delle immersioni e quelli che sono rimasti a terra tutti hanno vissuto due fantastiche giornate

Nelle foto a fianco momenti delle giornate di sabato e domenica scorsi. Momenti all’aperto in contatto con la natura. In basso la cerimonia di presentazione

Grande successo di Archeosub a Bolsena Una suggestiva manifestazione che con la sua terza edizione ha proclamato la sua riuscita che illustravano in modo semplice ma diretto quanta storia “sommersa” si trovi avvolta dalle acque del lago. Sono stati illustrati e presentati i rinvenimenti che il Centro Ricerche della Scuola sub del lago di Bolsena, ha effettuato nella campagna del 2011, mentre una dettagliata spiegazione scienti�ca ha riguardato il relitto di punta Zingara al largo dell’isola Bisentina e, il 1° percorso Archeologico Naturalistico che vi è stato realizzato. Una suggestiva presentazione fotogra�ca ha poi concluso la conferenza tra i complimenti delle autorità e di tutti i partecipanti. Domenica 25 l’appuntamen-

to è stato invece con i subacquei, dove dal porto turistico si sono imbarcati per raggiungere il punto d’immersione sul relitto di Punta Zingara. Novità di quest’anno è stato il “battesimo dell’acqua” all’isola Bisentina per tutti coloro che hanno voluto provare l’affascinante mondo subacqueo. Chi è rimasto a terra invece, ha potuto ammirare le bellissime esercitazioni della Protezione Civile di Bolsena unità Cino�la di Salvamento o appro�ttare per una visita presso il nuovo Acquario all’interno della Rocca Monaldeschi. Naturalmente molte erano le proposte volte alla cultura, visite a Musei, aree Archeologiche,

Catacombe ecc. . Tutto si è concluso con un gustoso e prelibato pranzo a base di pesce di lago che lo chef Amedeo ha preparato appositamente per l’evento. La manifestazione è stata un successo, e tutti i partecipanti sono rimasti soddisfatti, ma ancora più dei partecipanti la soddisfazione è stata delle Autorità che hanno visto con quanta passione e quanta dedizione tutto era stato preparato. È per questo che l’Assessore all’ambiente ha voluto lanciare un messaggio che noi abbiamo già caldamente accolto: organizzare un altro evento per la pulizia delle acque. Centro Ricerche SSB

Sprea�co, il labrador Waterfriend Trumpet condotto da Manuel Waldner e la labrador Emily of Duke�eld condotta da Carlo Guggia. Nella seconda trionfo per la labrador Waterfriend Ring condotta da Stefano Martinoli. Che ha messo in �la il labrador Falkland of Duke�eld condotto da Angelo

Zoccali, il labrador Waterfriend Toy condotto da Stefano Martinoli, il labrador Of�ead Woody condotto da Angelo Zoccali, il golden Kenmillix Seasonal Spirit condotto da Valerio Ziliani, il golden Briar Red Crow condotto da Massimo Balata, il labrador Kik Valkos condotto da Marina Bortoli, la labrador Fame of Duke�eld condotta da Chiara Berzacola. Assenti per calore la labrador Of�ead Wawa (conduttore Gigi Fusci) e la labrador Of�ead Veary Coat (conduttore Massimo Fiorino). Applausoni �nali alla “padrona di casa” Rita Favero: magistrale nel curare tutta l’organizzazione logistica.

TORRE ALFINA - Prova di caccia ‘Field Trial’

All’agriturismo ‘Il Tesoro’ C

on la premiazione �nale (qui in basso, uno degli stupendi 64 scatti fotogra�ci di Nerina Aureli), si è chiusa uf�cialmente la prova di caccia 2011-2012 “Field Trial” organizzata dal “Retrivers Club Italiano” nella zona di avviamento caccia “Il Tesoro” (frazione di Torre Al�na). Per l’occasione sono state presentate le classi�che delle due batterie di gara Cacit (Certi�cato di attitudine campionato interna-

zionale trials). La prima ha visto il successo del labrador Gillygaben Dan condotta da Francesco Gislon. Alle sue spalle la labrador Waterfriend Thy condotta da Stefania Gandol�, la labrador Ol condotta da Carlo Guggia, il labrador Waterfriend Trunk Road condotto da Mirko Galli, la labrador Waterfriend Silk condotta da Francesco Massetani, la labrador Kenmilquin Josie Of Morayglen condotta da Roberta

BOLSENA - “Porti il mio saluto al mondo” N

Acquapendente, la via Francigena in 44 tappe I

l progetto di guide in cammino “Francigena: la via di Sigerico”, si avvicina a grandi passi ad Acquapendente. Daniela Pesce e Luca Berchicci ( nella foto), guide ambientali, escursionisti di professione e coordinatori rispettivamente Aigae Valle D’Aosta e Lazio, attraverseranno il centro alto viterbese, mercoledì 5 ottobre, raggiungendo la Basilica Concattedrale del Santo Sepolcro dopo 7 ore e 31,8 chilometri (partenza dalla Chiesa di San Pietro a Radicofani). Il percorso che giungerà ad Acquapendente, inizierà dalla discesa di Radicofani lungo la vecchia Cassia (uno dei tratti più belli ed emozionanti dell’intera

Via Francigena). Daniela e Luca avranno attorno a loro colline a perdita d’occhio e il Monte Amiata (dietro di loro la rocca).

Giunti a Ponte a Rigo percorreranno qualche chilometro di asfalto prima di entrare nel Lazio e percorrere una strada sterrata con splendidi panorami sulla Val di Paglia �no a Proceno. Il giorno dopo partenza dalla stessa Basilica aquesiana (visita alla cripta che ricostruisce l’omonima chiesa in Terra Santa), alla volta di Bolsena (Basilica di Santa Cristina). Con 5 ore di tragitto e

circa 22 chilometri da percorrere. La tappa proseguirà senza grandi emozioni �no a San Lorenzo Nuovo, dove le guide potranno ammirare il bel panorama del lago di Bolsena. Scesi nel cratere vulcanico, il loro percorso, fatto di strade sterrate, li condurrà a Bolsena, in un continuo saliscendi tra uliveti, prati, boschi, con lo sfondo dell’incantevole lago. Dopo aver seguito le orme di Sigerico attraversando Valle D’Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana e Lazio, (tutto a piedi ed in bicicletta per promuovere mobilità a impatto 0), Luca e Daniela porteranno a termine il viaggio nella città eterna (ben 44 tappe in totale). L’obiettivo principale

è quello di promuovere il ‘cammino’, come forma di turismo con l’ausilio della �gura professionale della guida ambientale escursionistica nel suo ruolo di interprete del territorio e di portatore di una valore aggiunto per lo sviluppo locale. L’evento è patrocinato da regione Lazio (assessorato alla cultura, arte e sport), la regione autonoma della Valle d’Aosta, Roma Capitale (assessorato alle politiche culturali e centro storico),dal parco naturale Mont Avic, dall’associazione europea delle Vie Francigene (Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa), dalla comunità montana camminate di montagna “Grand Combin” e numerosi altri partners di sostegno.

ell’ambito del progetto “Il Cammino della Dea -anno zero” (www.pontidiluce.org) e con il patrocinio del comune di Bolsena, la mostra sarà esposta al pubblico dall’ 1 al 9 ottobre 2011, nella Sala espositiva Cavour, Bolsena. Guardare le foto, leggere i testi che le accompagnano, è un invito a guardare la terra e gli uomini con occhi nuovi, ad aprire gli occhi sul nostro quotidiano e lasciarci stupire dalle meraviglie in esso presenti, a vivere nel “qui ed ora”, all’apertura di cuore e mente verso l’altro e la vita stessa. Immergersi nel percorso della mostra è come camminare da Canterbury a Roma in uno straordinario cammino sui sentieri della terra e della vita, lentamente, ogni giorno con piccoli passi, accogliendo ogni giorno ciò che la vita ci porge, pronti a cambiare i nostri piani, seguendo i segnali che la vita ci da. Ogni giorno un piccolo tratto, �no a che il nostro andare ci porterà alla meta, al centro di noi stessi, lì dove non c’è più distanza tra se e un proprio fratello. Orari: i giorni 1, 2, 8 e 9 dalle ore 10-13/15-21; i giorni dal 3 al 7 dalle ore 16 alle 21; venerdì 7, visite guidate per le scuole dalle ore 9 alle 13, previo appuntamento. Il giorno 1, ore 17 racconti dal vivo dell’autrice ed aperitivo.


montefi ascone interni

2 12

Viterbo&& Viterbo AltoLazio AltoLazio

Venerdì301 Settembre Ottobre 2010 Venerdì 2011

MONTEFIASCONE - La Regione Lazio respinge la richiesta di Cimarello per i fondi destinati alle persone non autosufficienti

Niente soldi per le famiglie di MICHELE MARI

Sindaco, non presenti all’assessorato politiche sociale e famiglia della Regione Lazio il piano distrettuale per la non autosufficienza”. È questa la particolare richiesta fatta al primo cittadino di Montefiascone dall’assessore alle politiche sociali e famiglia della Regione Lazio Aldo Forte in una lettera. La missiva è giunta in Comune il 20 settembre scorso con questa singolare richiesta e dimostra palesemente che l’assessorato non ha a disposizione le risorse necessarie per finanziare le azioni rivolte alle persone non autosufficienti. Un nuova tegola per le casse comunali ed una nuova grave problematica sulle spalle del primo cittadino. Le domande, secondo le richieste dell’assessore regionale, dovranno invece essere inviate direttamente al Governo centrale. “Egregio sindaco -esordisce così la missiva inviata a Luciano Cimarello- l’ultima manovra finanziaria del governo non ha fatto altro che aggravare

Il sindaco Luciano Cimarello una situazione già resa a dir poco preoccupante dalle precedenti. Invece, la situazione che si è determinata e si prospetta è di tale gravità che appare già nell’immediato insostenibile. Tanto da vedermi costretto a chiederle di non presentare all’assessorato politiche sociale e famiglia della Regione Lazio il piano distrettuale per la non autosufficienza”. “Questa mia richiesta -continua nella

lettera l’assessore Forte- non deriva dalla volontà di inscenare una forma di contestazione simbolica, ma da un dato di fatto allarmante: ad oggi, l’assessorato non ha a disposizione le risorse necessarie per finanziare le azioni rivolte ad assistere i minori, gli adulti e gli anziani non autosufficienti e ad aiutare i loro familiari nel loro impegno quotidiano. Sulla base di queste considerazioni, se tut-

L’assessore Aldo Forte ti i 55 distretti socio-sanitari del Lazio, compreso il suo, decidessero di non presentare il loro piano per la non autosufficienza alla Regione, ma di inviarlo direttamente al Governo centrale, ritengo che daremmo un segnale unitario, inequivocabile e forte. Un richiamo alla responsabilità nei confronti delle categorie che hanno maggiormente bisogno e che, anche a causa del taglio

lineare delle agevolazioni fiscali, sono le più colpite”. L’assessore regionale Forte spiega anche la misura dei tagli: “Per dare un’idea del ridimensionamento dei fondi statali, basti pensare che nel 2007 il Lazio ha ricevuto dalla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche sociali oltre 80 milioni di euro. Nel 2011 poco più di 20 milioni, ovvero un quarto, mentre quelli previsti per

il 2012 (6 milioni di euro) e il 2013 (3,9 milioni di euro) corrispondono rispettivamente a quanto da noi stanziato per quest’anno solo per finanziare il sostegno alle famiglie affidatarie e le emergenze sociali che si verificano nei piccoli comuni. Sorte addirittura peggiore quella riservata dal Governo centrale all’ambito della non autosufficienza. Ogni anno dal fondo nazionale il Lazio riceve 33 milioni di euro. Dal 2011 queste risorse sono state completamente azzerate, anche per gli anni a venire”. Infine la lettera conclude: “Quest’anno la Regione è riuscita a reggere l’onda d’urto investendo proprie risorse. Ma ciò nonostante gli sforzi, non sarà possibile oltremodo. I servizi sociali sono in pericolo. Ecco allora, che per salvarli le chiedo di considerare il mio invito, spiegando le ragioni di un tale atto ai suoi cittadini. I quali sono sicuro non potranno che sostenerci”. Una situazione decisamente drammatica, vedremo gli eventuali sviluppi.

ieri mattina la rimozione delle erbacce ma manca ancora l’illuminazione pubblica Il Cotom fa chiarezza sul nosocomio della città

Finalmente ripulita via Bastiglia L’ospedale non è chiuso I

eri mattina l’intera via Bastiglia(nella foto a destra un’immagine), una delle arterie più lunghe dell’intera città, è stata completamente ripulita dalla erbacce. Due operai del Comune, armati di tagliaerba, hanno tagliato le molte erbacce

che costeggiavano l’intera via che si estende per oltre un chilometro e mezzo. Infatti da molti mesi ai bordi della strada erano cresciute piante che avevano ridotto la visibilità e anche l’ampiezza della strada stessa . Dopo un’ intensa mattinata di lavoro l’intero perimetro

“ della via è stato completamente ripulito. “Un grazie -esordisce un cittadino della via- all’amministrazione, in particolare all’assessore al verde pubblico Giorgio Cacalloro, e anche agli operai del Comune”. “Via Bastiglia rimane tuttavia una delle vie più trascu-

Si può rispondere al questionario anche on-line Dal 9 ottobre si può consegnare all’Anagrafe il modello compilato del Censimento

A

partire dal 9 di ottobre sarà possibile compilare i modelli on line del quindicesimo censimento generale della popolazione e della abitazioni. Sarà possibile compilare i modelli on line al sito http://censimentopo polazione.istat.it inserendo la password che si trova nella prima pagina del que-

stionario. Invece chi sceglie di compilare manualmente i questionari cartacei che sono arrivati in tutte le case, li può consegnare, sempre a partire dal 9 di ottobre, presso gli sportelli anagrafe e dell’ufficio turistico dove si potranno anche chiedere informazioni e chiarimenti sulla compilazione. (M.M.)

rate, priva di molti servizi -continua- basta solo evidenziare che, per una buona parte, è completamente mancante dell’illuminazione pubblica; decisamente una cosa assurda. Speriamo che il Comune possa provvedere molto presto”. (M.M.)

Anche se vi erano posti letto a disposizione nel nosocomio di Monte�ascone la dirigenza della Asl ha fatto ricoverare alcune persone nelle cliniche private convenzionate” è questo il grave allarme lanciato da alcuni membri del Cotom (Comitato per la tutela dell’ospedale di Monte�ascone). Uno dei membri spiega ciò che è accaduto : “Il fatto risale al 27 settembre alle ore 20,30 quando una signora di Monte�ascone si è recata direttamente al pronto soccorso di Belcolle poiché sapeva che qui a Monte�ascone non potendo eventualmente fare ricoveri l’avrebbero portata nell’ospedale viterbese. Ma il bello della vicenda -continua il membro del Cotom- è che la signora è stata poi ricoverata e non portata a Monte�ascone nel reparto di geriatria dove vi erano disponibili 6 posti, di cui 3 per le donne, ma è stata trasferita a Villa Salus, convenzionata con la Asl. Tutto questo fa pensare -critica il Cotom- che l’ospedale vada ad esaurirsi proprio per la mancanza dei minimi

numeri. Questa disposizione sicuramente non è stata dettata in nessuna maniera dal decreto Polverini ma voluta dalla dirigenza della Asl. Infatti per la Asl all’ ospedale di Monte�ascone si fanno soltanto ricoveri programmati”. Inoltre il Cotom ha redatto anche una nota per ricordare che lo stesso nosocomio non è assolutamente chiuso. “Il Cotom tiene a precisare -esordisce la nota- che l’Ospedale di Monte�ascone non è chiuso! Si sta veri�cando infatti una situazione di disagio per la popolazione locale e non che, convinta della chiusura della struttura, vi si reca allarmata a chiedere informazioni e spiegazioni”. “L’ospedale non è chiuso -continua il comunicato- è presente un Punto di Primo Intervento, che è andato a sostituire il Primo Soccorso, dove la popolazione deve e può recarsi in caso di necessità. Invitiamo a diffondere la notizia per sfatare, una volta per tutte, questa errata convinzione che si è andata divulgando”. (M.M.)


& Venerdì 30 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

comprensorio sud

13

VETRALLA - Pioggia di interrogazioni per la maggioranza che fa passare tutti i punti salienti del giorno

Più che un consiglio una maratona di Emanuele FARAGLIA

C

onsiglio estenuante, terminato ben oltre le canoniche 14 e ricco di duri scontri tra maggioranza ed opposizione quello discusso ieri presso l’aula di piazza Umberto I del Comune di Vetralla. Ben quattordici i punti all’ordine del giorno che uniti alle numerose ed articolate interrogazioni dei consiglieri di minoranza hanno dato vita a lunghe discussioni e sentiti botta e risposta. Dopo la constatazione che il verbale della precedente seduta non era stato recapitato ai consiglieri d’opposizione, il che ha reso necessario provvedere con una copia fornita sul momento, ha preso la parola il consigliere di Sel Giulio Ferrara che per prima cosa ha ricordato il sindaco Angelo Vassallo, convinto ambientalista ucciso il 5 settembre 2010 in un attentato dalla camorra. Successivamente Ferrara ha sollecitato la modi�ca dell’orario di inizio delle Commissioni in modo da poter consentire a chi lavora di potervi prendere parte senza chiedere permessi, richiesta fatta anche da Postiglioni (PD) e Costantini (Passione Civile) il quale ha ricordato l’opportunità di convocare anche i consigli comunali in orari e giorni differenti (preferibilmente in orari pomeridiani o serali e di sabato). Altra questione sollevata è quella dei giochi per bambini dell’asilo di Cura, al momento chiuso per lavori, che “potrebbero essere utilizzati da altre strutture”. Sul punto ha risposto l’assessore alle Politiche Scolastiche e Giovanili Giulio Zelli che ha confermato come l’amministrazione si stia muovendo esattamente in quella direzione (in particolare i giochi verranno portati alla scuola di Tre Croci). Interrogazione anche per l’assessore all’Urbanistica Sensi sulla situazione del famoso parcheggio della stazione di Cura promesso da anni e mai realizzato e per l’assessore al Patrimonio Bacocco relativa ai numerosi ri�uti che infestano luoghi anche di attrattiva turistica documentati in un servizio da un cittadino

Gli assessori De Rinaldis Bacocco e Sensi In alto sindaco con Vittori nelle settimane scorse. Sul parcheggio l’assessore competente ha risposto che si tratta di un progetto già de�nito dal punto di vista urbanistico, ma che si è bloccato durante il periodo del Commissariamento: “E’ comunque un progetto che abbiamo riavviato proprio in questi giorni” (anche se, lo

spiegherà più tardi l’assessore ai Lavori Pubblici De Rinaldis, i 600mila euro inizialmente concessi dalla Regione non ci sono più ed è stata fatta richiesta di un �nanziamento per un milione e 85mila euro, cosa che ha spinto Gidari a commentare: “Di questo passo non si farà mai...”). Riguardo

i ri�uti invece l’assessore Bacocco ha spiegato: “Stiamo intervenendo non solo grazie all’operato di vigili e Guardia Forestale, ma anche grazie all’aiuto di associazioni sensibili al tema. Purtroppo c’è grande maleducazione tra i cittadini e per questo chiedo a tutti di denunciare chi non rispetta l’ambiente”. L’assessore ha poi spiegato la situazione delle Isole Gaia (i cassonetti automatizzati ed interrati mai entrati in funzione, ndr): “La ditta che le ha costruite è fallita ed è stata sostituita. Apriremo almeno tre isole, inoltre, entro �ne anno partirà la raccolta differenziata e porta a porta secondo le zone”. Sulla questione dell’antenna installata nel Parco di Cura, d’altra parte, non sembrano esserci margini per la revoca della delibera di concessione visto che, come ricordato ancora da Bacocco, il Comune si è dotato di un regolamento ad hoc nel luglio del 2008 ed il Commissario ha dato l’ok con una decisione datata marzo scorso per l’installazione dell’antenna. Due le interrogazioni di Ferrara rivolte all’assessore Zelli sul servizio mensa della scuola (“ci sarà un servizio di cathe-

ring?”) e sulle motivazioni per cui è stato pagato l’af�tto dell’ex tabacchi�cio �no a maggio se la scuola elementare dovrebbe essere pronta a gennaio. Il vicesindaco ha risposto che per avere maggiori informazioni sul servizio mensa bisognerà attendere la conclusione del bando (oggi l’ultimo termine per presentare le domande) e che comunque il servizio partirà intorno a metà ottobre, mentre sull’af�tto dei locali dell’ex tabacchi�cio ha spiegato: “Abbiamo voluto essere coperti anche in caso di eventuali ritardi nella conclusione dei lavori”. Il consigliere Pd Postiglioni si è invece soffermato, tra l’altro, sul recente divieto di sosta imposto in via Gorizia, a Tre Croci che danneggia la vita degli abitanti della zona. Una questione alla quale nessuno ha dato pronta risposta, mentre sulla vicenda relativa agli stipendi dei dipendenti della Food Italia Group che ha gestito il servizio mensa l’anno scorso l’assessore Zelli ha rassicurato: “Abbiamo liquidato tutto �no a giugno”. Lo stesso Postiglioni ha poi sollevato una polemica sui 2400 euro sborsati dal Comune per il concerto del Tuscia Opera Fe-

stival durante i festeggiamenti di Sant’Ippolito cui ha risposto l’assessore alla Cultura Vittori: “Lo stesso concerto è stato replicato a Viterbo e lì, a differenza di quanto avvenuto a Vetralla, sono stati fatti pagare anche i biglietti. Inoltre non mi pare che sull’argomento, ad eccezione di un cronista locale, ci siano state polemiche da parte dei cittadini”. In�ne il consigliere Coppari di Passione Civile ha chiesto lumi sullo stato di degrado delle fontane del centro storico, su quello di abbandono del verde della Selvarella, sulla vendita dei vecchi servizi igienici pubblici di Cura e del centro storico nonché sulla necessità di fornire la Selvarella di una fontanella dearseni�cata visto l’alto numero di residenti. Domande alle quali ha risposto in parte l’assessore De Rinaldis che ha dato rassicuranti informazioni sui vari lavori in corso. Sui servizi igienici pubblici è intervenuto invece l’assessore Sensi il quale ha spiegato che in quello stato non erano utilizzabili: “Con i proventi della vendita potremo acquistarne di nuovi e rispondenti a quanto impone la legge”. Un incontro impegnativo, ma sembrerebbe pro�quo.

VASANELLO - La giunta comunale risponde ad un’interrogazione della minoranza sullo stato di abbandono

Case popolari inutilizzate: tutta colpa della burocrazia C

ase popolari, arriva la risposta del Comune. Qualche tempo fa, era stata presentata dalla minoranza un’interrogazione con la quale si intendeva fare chiarezza sui motivi dello stato di abbandono degli alloggi di edilizia popolare, realizzati ormai da più di dieci anni e mai utilizzati. Ecco le spiegazioni della giunta al riguardo. “La struttura risulta completamente terminata ed agibile, sono ancora da ultimare la viabilità di accesso alle unità immobiliari, la sistemazione dell’area esterna ed il completamento della recinzione.” (Evidentemente dieci anni di tempo non sono stati suf�cienti n.d.r.) Di seguito sono quindi elencati i motivi, più o meno discutibili, alla base di tale ritardo: “Ciò a seguito di varie vicende burocratiche, quali il fallimento dell’impresa esecutrice dei lavori per conto della Coop. CARECA aggiudicataria dei lavori, la richiesta alla Regione

Lazio (che non ha mai risposto) per il recupero del ribasso d’asta per poter far fronte ad alcune lavorazioni impreviste ed imprevedibili che hanno comportato ulteriori e maggiori spese inizialmente non preventivate, i vari incontri e colloqui intercorsi con 1’ATER di Viterbo per cercare di risolvere le suddette problematiche, e per ultimo il �nanziamento con fondi del bilancio comunale delle suddette maggior spese.” E concludendo: “Ad oggi, per poter completare i lavori, si sta chiedendo il parere della Commissione Tecnica dell’ATER sulla perizia di variante e suppletiva. Per l’assegnazione degli alloggi come previsto per legge, sarà necessario predisporre, non appena completati i descritti lavori, un bando per la formazione di una graduatoria necessaria per l’assegnazione degli stessi.” Della serie: campa cavallo che l’erba cresce! Simona Tenentini

CIVITA CASTELLANA - Oggi si presentano le iniziative RONCIGLIONE - La cerimonia di premiazione si è tenuta martedì scorso nella Sala Consiliare

Entra nel vivo l’Anno della Ceramica Studenti meritevoli, consegnate le borse di studio G

iornata di studio, teatro, opere d’arte e mostre: entra nel vivo la celebrazione dell’Anno della Ceramica indetta dal Comune di Civita Castellana. Oggi alle 16, nell’aula consiliare, saranno presentate tutte le iniziative programmate per ottobre, mese culmine della celebrazione, alla presenza del sindaco, Gianluca Angelelli, della direttrice del Museo Archeologico dell’Agro Falisco, dott.ssa Maria Anna De Lucia e del presidente del Comitato Scienti�co dell’Anno dell’Anno della Ceramica prof. Luigi Cimarra. Saranno inoltre presenti l’associazione culturale Argilla, l’associazione 20 Chiavi e gli artisti che hanno donato le opere in ceramica per l’arredo urbano

della città. A seguire sarà presentato il libro “Ceramica Creativa” di Dino Dominicis. Domani, invece, l’associazione 20Chiavi porta il “Teatro nelle fabbriche”, con lo spettacolo “Cinquanta!”, della compagnia Teatro dell’Elce, che si svolgerà all’interno della Ceramica Flaminia. “L’anno della ceramica è un invito a ri�ettere sulla nostra storia e sulla nostra quotidianitàha affermato il sindaco, Gianluca Angelelli - La ceramica è legata a �lo doppio alla nostra città e gli eventi in programma sono l’occasione migliore per accostarci ad essa e riscoprirne il ruolo fondamentale non solo per la nostra economia, ma anche e soprattutto per la nostra cultura”.

S

ono state consegnate martedì scorso, dal sindaco di Ronciglione Massimo Sangiorgi e dall’assessore alla Pubblica istruzione Domenico Bigi, le borse di studio agli alunni meritevoli delle scuole medie e delle superiori. Alla cerimonia, che si è tenuta presso la Sala Consiliare del Comune, in rappresentanza delle scuole hanno partecipato la vicaria Luisa Bianchini per l’Istituto Comprensivo “Marianna Virgili” e la professoressa Piera Lancia per il Liceo Scienti�co “Antonio Meucci”. Per i quinti superiori premiati Emanuele Frabotta e Clarissa Screpante - che

hanno conseguito la maturità con il punteggio di 100/100 – e per le scuole medie Stefano Sanciu, Federico Moretti e Giulia Tornelli (10 il loro voto all’esame di licenza media). I criteri per l’assegnazione delle borse di studio erano stabiliti in un apposito bando, in cui erano speci�cate le modalità per l’assegnazione: residenza nel comune di Ronciglione e conseguimento del giudizio �nale di 10 per le scuole medie e almeno 97/100 per il diploma di maturità. Durante la cerimonia sindaco e assessore hanno sottolineato come “questa Amministrazione abbia voluto premiare tutti

quegli studenti che si sono distinti nel corso degli studi e degli esami �nali con il mas-

simo dei voti per l’impegno profuso e la costanza negli studi”.


cultura&spettacoli interni

2 14

Viterbo & & Viterbo Venerdì130Ottobre Settembre2010 2011 AltoLazio Venerdì AltoLazio

Due appuntamenti, uno dedicato all’artista Giulio Francesconi e l’altro all’archeologia di Fabiani

Vasanello, tra arte e scoperte I

eri sera, alle ore 21.30 la “Casa del Popolo” di Vasanello, nell’ambito del Percorso d’Arte “InVasanelloItaliaUniti” , ha ospitato la conferenza, a cura di Giorgio Felini, dedicata a Giulio Francesconi. Pittore e scultore, l’artista viareggino inizia la sua attività di ceramista nei primi anni dello scorso secolo in Francia, presso una manifattura di Oissel in Normandia. Attratto dalla grande tradizione fittile della zona, si trasferisce nella Tuscia. Giulio Francesconi ha trascorso l’intero dopo guerra a Vasanello dove, tra le tante attività da lui proposte, creò stimoli artistici e affrescò la stessa Casa del Popolo con i suoi pannelli di scene di lavoro nei campi. Giorgio Felini, studioso da anni della vita dell’artista, ha esposto alcune novità ritrovate e commentato alcune opere dell’artista che il comune ha deciso di acquistare. In questi giorni la Casa del Popolo ospita la collettiva artistica “Il lavoro, la fatica, lo sfruttamento, il compenso!”. Sempre a Vasanello, questa sera, invece, alle ore 21.30, presso l’Università Agraria, la presentazione del libro “Il Castello Amerino” di Giorgio Fabiani. Grazie alla sua passione per l’archeologia, l’autore si è trasformato in un detective del documento storico, grazie ad una metodologia ed un rigore certosino nella ricerca di documenti. Nelle sue vesti di indagatore, Giorgio Fabiani mette insieme quanto trovato e ricostruisce il puzzle identificando posizioni geografiche. Infatti, l’identificazione di “Castello Amerino come Vasanello”, è un’avventura che parte dalla “Tavola Peutingeriana”, ( l’antica carta romana che mostrava le vie militari dell’Impero) e passa per gli scritti dei

“Verde, Bianco e Rosso”, la mostra d’arte esposta alla Galleria Chigi M

aurizio Pio Rocchi già nel 2010 ha dedicato numerosi eventi all’Unità d’Italia. E così è tornato in super�cie il verde, colore che era stato abbandonato nel passaggio dal periodo dei simboli a quello astratto. Presso la Galleria Chigi di Viterbo, verranno esposti undici lavori, tutti nuovi, nei quali le fratture tendono sempre di più all’essenzialità. Nella prossima primavera, l’artista si recherà a Lisbona e Lussemburgo, dove realizzerà due performance di musica-danza-pittura presso gli Istituti Italiani di Cultura. I colori utilizzati saranno naturalmente il verde, il bianco, il rosso. Maurizio Pio Rocchi ha esposto a New York, Pechino, Tokyo, Monaco di Baviera, Copenhagen, Roma, Milano, Firenze, Catania. La mostra è stata realizzata con il patrocinio e il contributo del Comune di Viterbo Assessorato alla Cultura. L’esposizione rimarrà aperta dal 30 Settembre al 15 Ottobre 2011.

processi di Cicerone, fino ai processi di Martirio che avvenivano all’interno del tempio di Marte (sui resti di questo tempio è stata eretta la Chiesa di Santa Maria Assunta) in un tentativo di mettere insieme i pezzi estremamente coraggioso. Giorgio Fabiani, nasce a Bassanello (ora Vasanello), nel 1948, dove vive tutt’ora con la sua famiglia. Perito industriale, nel 72 è uno dei fondatori della locale sezione dell’Archeoclub d’Italia. Dal 75 all’85 è stato amministratore comunale di Vasanello. Ha lavorato per trentuno anni nelle Ferrovie dello Stato ricoprendo vari incarichi. Attualmente è imprenditore agricolo ed esercita la libera professione di perito industriale. Per hobby, nel tempo libero, scrive libri. Questo lavoro nasce dal suo amore, coltivato fin dall’infanzia, per la storia e l’archeologia.

Qda: doppio appuntamento con i corti teatrali di Fortunato LICANDRO

U

n fine settimana tutto dedicato al “Progetto Michelangelo. Infatti, oggi e domani alle ore 21, il festival Quartieri dell’Arte aprirà le porte di un luogo quasi del tutto sconosciuto ai più ma estremamente suggestivo e affascinante: quel che resta dell’ex convento di Santa Caterina in piazza Dante all’interno della nuova sede del liceo scientifico Paolo Ruffini. L’aula magna dell’istituto è infatti all’interno di un dei luoghi che ha avuto l’onore di ospitare proprio Michelangelo Buonarroti, il quale soggiornò più volte a Viterbo dove entrò in contatto con il “Circolo degli Spirituali”. La residenza del cardinale Reginald Pole a Vi-

terbo, negli anni quaranta del Cinquecento, con le riunioni del circolo, rappresenta il momento culturale più alto della città dell’ultimo mezzo millennio. Al Circolo degli Spirituali erano legati Vittoria Colonna (che a Viterbo abitò per 3 anni proprio presso il convento di Santa Caterina) e Michelangelo Buonarroti (che fece visita alla nobildonna sua amica in varie occasioni presso lo stesso convento). Gli spirituali furono i più importanti sostenitori del dialogo inter – religioso dell’epoca e gli anni quaranta del Cinquecento furono gli ultimi in cui la città di Viterbo espresse un’autentica vocazione internazionale. “Una pagina veramente poco nota della storia viterbese ma sicuramente una delle più interessanti. Recuperare alla memoria collettiva questo luogo, attraverso un festival internazionale come Quartieri dell’Arte, ha un forte valore simbolico e vuole essere d’augurio affinché Viterbo riesca a uscire dal proprio guscio e rilanciare il destino dell’intera Tuscia”. Il ‘Progetto Michelangelo’, nel rispetto del grande artista rinascimentale e nello spirito del circolo di Reginald Pole, organizza una serie di spettacoli tematici nei luoghi del Buonarroti a Viterbo e alcune residenze che mettano a confronto artisti internazionali di varia nazionalità e cultura. In questo doppio appuntamento, Quartieri dell’Arte allestisce la messa in scena dei corti teatrali di: Carlos Be, Lluisa Cunillè, Annalisa Elba & Maria Francesca Sacco, Damian Maria Rovere Femfert, Giulio Laurenti, Pau Mirò.

Il Direttore Artistico di QdA Gian Maria Cervo I testi dei corti teatrali sono tutti ispirati alle poesie di Michelangelo Buonarroti e scritti da autori italiani di varie età (dai 19 agli 84 anni). Decano del progetto sarà Giorgio Arlorio, uno dei più noti sceneggiatori della storia del cinema italiano, avendo scritto film per attori come Marlon Brando, Ugo Tognazzi, Carlo Delle Piane, Claudio Amendola, Amanda Sandrelli, Teo Teocoli, Pupella Maggio, Athina Cenci, Renato Pozzetto, Massimo Ranieri, Edwige Fenech, Arnoldo Foà, Lino Ventura, Giuliana De Sio. Ognuno degli autori ha

scritto un testo teatrale di 10 minuti ispirato ad uno dei componimenti poetici dello stesso Michelangelo. La messa in scena, nata da una collaborazione tra Quartieri dell’Arte e ‘Sala Beckett’ di Barcellona, sarà realizzata in collaborazione con un ente prestigioso come il Centro Sperimentale di Cinematografia, in particolare con il corso di recitazione di cui è responsabile Giancarlo Giannini. La regia è affidata a Marco Belocchi. Le traduzioni dallo spagnolo e dal catalano sono a cura di Laura Bernardini.


Venerdì 30 Settembre 2011 Civitavecchia & AltoLazio

cultura e spettacoli

15

SANTA SEVERA

Teatro Traiano: ultimo giorno per rinnovare gli abbonamenti A

Pyrgi, dove le arti fanno accademia G

iunta al suo secondo anno di attività, l’Accademia, promossa dalla Onlus Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, si arricchisce di nuove offerte formative. Le novità di quest’anno sono i corsi di Teatro a cura della regista Maria Cocetta Galluso, Strumenti Musicali (Scuola Lituus), Pittura su Porcellana (Nicoletta Retico), Computer-Gra�ca (Claudio Carocci), Coroplastica (Ennio Tirabassi) e Archeologia Sperimentale (Maestro Pino Pulitani). Naturalmente non mancheranno i consueti e più che collaudati corsi di Storia dell’Arte, Tecniche Artistiche curati dalla direttrice artistica dottoressa Nicoletta Retico; Restauro di Materiali Ceramici a cura del Maestro Ennio Tirabassi e Storia della Musica Antica con il Maestro Giovanni Cernicchiaro. Volete informazioni? www.accademiapyrgi.blogspot.com.

ffrettatevi, oggi al Traiano è l’ultimo giorno riservato agli abbonati alla scorsa sagione per rinnovare il proprio abbonamento per la stagione 2011-2012. Da domani �no a lunedì, invece, i fedeli del Teatro potranno cambiare il proprio posto oppure il turno degli spettacoli, ovviamente tale possibilità è riservata solamente a coloro che non hanno già provveduto a rinnovare la sottoscrizione. “Abbonarsi conviene: si spende molto meno, si hanno i posti migliori, si eliminano �le e si gode di numerosi privilegi. Chi si abbonerà a più di un cartellone godrà di un ulteriore enorme sconto”, ricorda Pino Quartullo, Direttore Artistico del Traiano.

Appuntamenti - Domani sarà presentato al Salone Nautico il libro “Nessuno resti a terra”

Tra mare e rinascita, gli Amici della Darsena Romana a Genova di ALESSANDRO D’ALESSIO

C

ivitavecchia sarà presente al 51° Salone Nautico Internazionale di Genova con libro “Nessuno resti a terra” (edizioni Nutrimenti), che verrà presentato sabato alle ore 16.00 presso il Teatro del Mare. Giovanna Caratelli, autrice del libro, racconta una storia di mare e di solidarietà: la storia de Gli Amici della Darsena Romana di Civitavecchia, l’associazione cittadina che ha saputo trasformare la passione per il mare e per la vela in qualcosa di più, condi-

gni sposa ha il suo stile: ogni matrimonio ha una differente storia da raccontare... ma alla �ne sono tutti egualmente belli ed emozionanti perchè rappresentano la storia dei protagonisti attraverso l’espressione del proprio stile e della propria personalità. Questa settimana, la Wedding Planner Raffaella Nauaui, desidera parlare di stile... e mi riferisco allo stile di lei: La sposa, vera ed unica protagonista della cerimonia. Attraverso l’abito e gli accessori trasmette il proprio leit motiv a tutto il matrimonio. Possiamo quindi individuare alcuni differenti tipi di sposa: la sposa glamour, la sposa romantica, la sposa classica, la sposa moderna, la sposa casual. La sposa glamour: se ami essere protagonista e sei amante della bella vita, del lusso, se segui le tendenze dell’ultima moda, sei sicuramente una sposa glamour. Dall’abito alla location, tutto sarà curato nei dettagli dal carattere principesco. Anche il tuo bouquet sarà sontuoso e luminoso, composto magari di �ori esotici, arricchito certamenteda gioielli e strass o da piume che contribuiranno a renderlo di grande effetto. Si propone un abito dallo stile principesco con velo lungo

oltre i tre metri portato da damigelle e paggetti. Il colore per te è il bianco avorio alternato dal blu o dal lilla. La sposa romantica: Se sei femminile, sognatrice e romantica , sentimentale, poetica amante delle favole e sontuosa sei sicuramente una sposa romantica che sposa il suo principe azzurro.Ti suggeriamo un bouquet rotondo o a cascata, un abito a sirena magari con cappello, per la location sarà adeguata la scelta di una villa con archi di �ori e tanti petali di rosa. Il colore per te è il total white o il rosa tenue. La sposa classica: se sei riservata, eterea, fuori dal tempo ma elegante sobria, aggraziata e signorile sei certamente una sposa classica. Per te la wedding planner Raffaella, propone un abito stile impero con coroncina sul capo. L’addobbo suggerito sarà caratterizzato da delicati dettagli e da tutto ciò che è tradizione, raf�nato e senza tempo. Perchè non festeggiare ad esempio in un antico maniero? La sposa moderna: aggiornata trendy, ef�ciente, semplice ma sempre chic? Sei una sposa moderna... la tua attenzione è rivolta a tutto ciò che è faschion e attuale; potresti sposarti in una biblioteca, in una galleria d’arte, in teatro o in un museo. L’abito? Minimalista ma elegante con un bouquet rappresentato eventualmente da un solo

�ore. Potresti scegliere un addobbo arricchito da vasi allungati e forme giometriche: ad esempio specchi e vetri al posto dei sottopiatti. Suggeriamo la scelta del blu e del verde. La sposa casual: se invece sei rilassata, semplice, alla mano, pura, briosa, easy, sei una sposa casual. Ami i luoghi aperti potresti scegliere una location particolare come il mariage sur l’erbe o due sposi e un veliero o perché no una spiaggia bianca? L’abito potrebbe essere corto o all’occorrenza con pantalone e giacca, magari si potrebbe associare ad un abito bianco, delle luccianti ballerine rosse. I �ori suggeriti sono orchidee, dalie, gardenie, gigli mentre per i colori suggerimento: verde acido e bianco, oppure colori tropicali come l’arancio il giallo o il rosso. E tu che sposa sei?... mandami una e-mail: nauaui@tiscali.it, ti aiuterò a scoprire il tuo stile. Per suggerimenti e info scrivi a

sorprendenti, grazie all’impegno e all’entusiasmo di associazioni come Gli Amici della Darsena Romana e il Circolo Nautico di Civitavecchia, membri dell’Unione Italiana Vela Solidale. Civitavecchia si colloca in

Scegli un’orchidea Unicef e regali una vita in Africa di BARBARA FRUCH

A

Fiori d’Arancio di Raffaella Nauaui Ti senti classica o casual? Scopri il tuo stile per le nozze

O

videndola insieme ad uomini e donne con disagio sociale, �sico o psichico. Una realtà, quella della Vela Solidale, che sempre più si va affermando e diffondendo in tutta Italia con risultati davvero

Piazzale Guglielmotti, davanti al Palazzo del Comune, domani e domenica, dalle ore 10.30 potrai acquistare l’Orchidea dell’Unicef “il �ore così prezioso che può salvare la vita di un bambino”. Come in circa 2.600 piazze italiane anche a Civitavecchia i volontari dell’Associazione umanitaria offriranno, a fronte di una donazione minima, un esemplare di orchidea phalaenopsis, detta anche orchidea farfalla, unica pianta �orita in questo periodo dell’anno, nonché pianta preziosa come la vita di un bambino e simbolo quindi della speranza di un futuro pieno di colori per tanti piccoli in tutto il mondo. I fondi raccolti sosterranno interventi salva-vita in diversi paesi dell’Africa centrale e occidentale sostenendo la “Strategia accelerata per la sopravvivenza e lo sviluppo della prima infanzia”, che prevede un pacchetto integrato di interventi, con alimenti, vaccinazioni, vitamina A, zanzariere e altri strumenti essenziali per la sopravvivenza. Con l’iniziativa dell’Orchidea si potrà contribuire direttamente all’obiettivo speci�co di salvare la vita di quasi 400.000 bambini sotto i 5 anni entro il 2014. “Un gesto che vale una vita” ricolda la Presidente Comitato Unicef locale, Pina Tarantino, la quale suggerisce di regalare proprio un’orchidea in occasione della festa dei nonni, che si terrà per l’appunto domenica. E siamo certi che anche quest’anno saranno in molti a comprare il �ore per fare oltre che un regalo, un’opera di bene.

questo senso come una come una delle città più attive e non è un caso che sia stata scelta per ospitare, nello scorso maggio, Mare Libera, il primo evento nazionale di Unione Vela Solidale. Per quanto riguarda il libro, lo sritto alterna molte voci, intrecciando quelle dei volontari a quelle dei giovani che frequentano l’antico molo di San Teofanio a Civitavecchia. Il �lo rosso della vicenda è, però, la storia di una barca a vela, la bella Eea: un’Alpa Maica che un gruppo di volontari dell’Associazione ha voluto restaurare con incredibile maestria e coraggio, contro ogni logica e buon senso, grazie ad una serie di contributi di amici e istituzioni. Eea stessa racconta in prima persona le varie fasi della sua rinascita: un abbandono di oltre dieci anni, l’attesa di una nuova vita, e �nalmente l’opportunità di far navigare tanti e tanti giovani che hanno bisogno del mare e che, con il mare e la vela, scoprono una propria rinascita. Una serie di bellissime fotogra�e fanno da corollario alla storia, insieme alla prefazione del recordman Matteo Miceli e all’ intervista a Luca Zingaretti, appassionato di vela, a cura di Carlo Romeo giornalista RAI, responsabile del Segretariato Sociale. Sarà proprio Carlo Romeo a fare da padrino alla presentazione di Genova, a cui seguirà, il 14 ottobre, una presentazione in città.

Veliero - La campagna regionale domenica toccherà Civitavecchia

In arrivo “Goletta verde nel Lazio” S

ta per arrivare sulle sponde del litorale civitavecchiese l’iniziativa “Goletta verde nel Lazio”. La campagna regionale di Legambiente Lazio, realizzata con il contributo dell’Assessorato all’Ambiente e Sviluppo Sostenibile della Regione per discutere sul problema dell’erosione costiera e per denunciare gli scempi a danno di mare e delle coste. Molteplici i temi al centro della Goletta, a bordo della quale tante e variegate attività vedranno coinvolte soprattutto le scuole. Dopo aver toccato numerose cittadine del litorale l’imbarcazione arriverà a Civitavecchia domenica, per poi ripartire nei giorni seguenti.


almanacco

16 NUMERI UTILI • Polizia di Stato 113 • Carabinieri 112 • Vigili del Fuoco 115 • Emergenza Sanitaria 118 • Guardia di Finanza 117 • Corpo Forestale ed emergenza incendi 1515 • Soccorso in mare 1530 • Telefono Azzurro 19696 • Fisco in linea (Ministero delle Finanze) 16474 • Unità di crisi (Ministero degli Affari Esteri) 06.36225 • Viaggiare Informati 1518 • Comunicazione Emergenza Salute Pubblica 1500 • Polizia Penitenziaria 1544 • Soccorso Stradale 116 • Telefono Donna 167861126 • AEROPORTO FIUMICINO -Informazioni 1478.65643 -Prenotazioni Nazionali 1478.65641 -Prenotazioni Internazionali 1478.65642 • FERROVIE DELLO STATO -Uf� cio Biglietti 0766.24975 • COTRAL -Servizio Pullman 0766.34230 • QUESTURA -Commissariato Polizia di Stato 0766.58341 • COMANDO VIGILI URBANI Centralino 0766.33444 • COMANDO CARABINIERI -Centralino 0766.596960 • COMANDO GUARDIA DI FINANAZA -Centralino 0766.679101 -Comparto operativo 0766.679102 • CAPITANERIA DI PORTO -Centralino 0766.366401 • Polmare 0766.5960 • POLIZIA FERROVIARIA -Sezione di Civitavecchia 0766.24260 • OSPEDALE SAN PAOLO -Centralino 0766.5911 -Pronto Soccorso 0766.846679 -Guardia Medica 0766.31624 -Croce Rossa 0766.23382 -Avis 0766.21280 • PRO LOCO -Informazioni 0766.20299 • COMUNE DI CIVITAVECCHIA -Centralino 0766.5901 • CAMERA DI COMMERCIO -Centralino 0766.23678 • BIBLIOTECA -Biblioteca Comunale 0766.370254 • Poste 0766.547231 • Tourist Information 0766.590792

Civitavecchia & AltoLazio

Venerdì 30 Settembre 2011

AUGURI

PREVISIONI ASTROLOGICHE 21 Marzo - 20 Aprile ARIETE In questa giornata vi sentirete molto più motivati del solito e questo vi porterà senza ombra di dubbio a dare il meglio di voi non solo in campo sentimentale ma anche in campo lavorativo. Qualcuno vi ha dato la carica o comunque qualcuno vi ha dato modo di dimostrare quanto valete ed ora ci avete preso gusto e non volete smettere!

21 Aprile - 20 Maggio TORO In questa g i o r n a t a q u a l c u n o di vostra conoscenza potrebbe fare di tutto per parlare seriamente con voi senza riuscirci. Infatti è ben possibile che questo qualcuno abbia delle cose importanti da dire e voi dovreste stare comunque prima ad ascoltare e poi magari, in un secondo tempo valutare come non interessanti quello che hanno da dirvi!

21 Maggio - 21 Giugno GEMELLI In questa giornata sarà meglio prestare la dovuta attenzione alle parole di una persona più anziana di voi che potrebbe elargire dei consigli molto utili e che a voi al momento sfuggono. Spesso non avete quella lucidità mentale per pensare ai dettagli, ma quando poi vi impegnate, riuscite a svolgere tutto alla perfezione nonostante le difficoltà.

22 Giugno - 22 Luglio CANCRO In questa giornata ci sono diversi aspetti da considerare ed ognuno di questi potrebbe portare a ad una diversa soluzione e ad una strada differente. Dipenderà molto da voi e dai vostri attuali bisogni il dare peso ad una questione piuttosto che ad un’altra, mentre per il successo da raggiungere, dipenderà dal vostro impegno!

23 Luglio - 22 Agosto LEONE Forse in questo momento avete altre cose per la testa e non riuscite bene a discernere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, comunque le persone che vi sono vicino vi stanno dando una grande mano e vi impediscono letteralmente di intraprendere strade troppo complicate o senza via d’uscita. Dovreste apprezzare invece di ritenere pesante il loro comportamento amorevole.

23 Agosto - 22 Settembre VERGINE In questa g i o r n a t a nessuno sarà così convinto del vostro successo come le persone che vi sono intorno e che vi sosterranno qualsiasi cosa accada. Vedrete che sarà possibile raggiungere un buon livello di fiducia anche grazie ai preziosi consigli elargiti da queste persone che non mancheranno di seguirvi in tutto, passo per passo e senza stancarsi.

23 Settembre - 23 Ottobre BILANCIA In questa g i o r n a t a potrete contare a l m e n o sull’affetto delle persone che vi vogliono bene se tutto intorno a voi non è di vostro gradimento ed infatti vi troverete a dover fare i conti con alcune questioni che vi stanno strette. Per fortuna però, in serata, tornerete a casa, dove vi aspetta il calore ed il sorriso di chi ci tiene davvero a voi ed alla vostra serenità!

24 Ottobre - 21 Novembre SCORPIONE La giornata di oggi potrebbe iniziare sotto i migliori auspici ma toccherà a voi poi mantenere un certo stato di cose, nel senso che vi dovrete impegnare per fare in modo che nessuno vi disturbi e che non si vengano a creare delle situazioni spiacevoli per le quali poi sareste costretti a prendere posizione ed anche a discutere con qualcuno, cosa che odiate!

22 Novembre - 21 Dicembre SAGITTARIO In questa giornata così opprimente, potreste fare un salto nel passato e non essere poi così contenti di quello che scoprirete. Non siete disposti molto d’umore e quindi ogni azione o ogni parola detta dagli altri vi sembrerà un macigno insopportabile da portare appresso. Ebbene, solo in serata capirete quanto in realtà stiate esagerando!

22 Dicembre - 21 Gennaio CAPRICORNO In questa giornata avrete il totale controllo sui vostri affari e quindi li potrete gestire come meglio credete, dimostrando a tutti che ne siete in grado ma che soprattutto, il vostro metodo, che decantavate tanto, funziona molto meglio di quello altrui e pertanto vale la pena di metterlo in pratica a discapito di ogni altra persona. I vostri interessi sono più importanti al momento.

22 Gennaio - 19 Febbraio ACQUARIO In questa g i o r n a t a avrete modo di conoscere una persona d a v v e r o ragguardevole e che sicuramente avrà delle questioni interessanti da sottoporvi. Non potete escludere di dover passare altro tempo in sua compagnia, nonostante questo vi provochi una certa ansia perché non sapete bene cosa dire o come comportarvi. Siate semplicemente voi stessi.

20 Febbraio - 20 Marzo PESCI In questa giornata ci potrebbero essere degli intoppi che riveleranno tutto il castello di carta che avevate montato. Ogni tanto infatti, montate dei progetti senza solide fondamenta, tanto per vedere se possano o meno reggere. Ebbene, non reggeranno, poiché è impossibile far reggere qualcosa sulla sabbia. Non siete stati molto accurati e neppure un po’ accorti.

Tanti auguri per i tuoi primi……anta anni All’assessora più tosta della nostra Regione,“continua per la tua strada con la caparbietà, la professionalità e la determinazione che hai dimostrato fino ad oggi. La semina è una specialità che ti appartiene raccoglierai”. vedrai i frutti che B. Oggi compiono gli anni

MAURIZIO FORLINI, SIMONE MAIO e CLAUDIA GASPARI tantissimi auguri dalla sezione

di Civitavecchia

Per i vostri messaggi, auguri e notizie liete inviate testo e foto a opinione .cv@gmail.com

FARMACIE OGGI 30 SETTEMBRE CIVITAVECCHIA SPURIO (DIURNO E NOTTURNO)

DOMANI 1 OTTOBRE CIVITAVECCHIA CAMPO DELL’ORO (DIURNO E NOTTURNO)

CORSO CENTOCELLE, 52 TEL: 0766-29965

VIALE A. DE GASPERI TEL: 0766-25612

SANTA MARINELLA CENTRALE (NOTTURNO)

SANTA MARINELLA CENTRALE (NOTTURNO)

VIA AURELIA, 304 TEL: 0766-538414

VIA AURELIA, 304 TEL: 0766-538414

TOLFA COMUNALE

TOLFA COMUNALE

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

VIA ROMA, 69 TEL: 0766-92001

ALLUMIERE COMUNALE

ALLUMIERE COMUNALE

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

VIA CIVITAVECCHIA , 39 TEL: 0766-96016

PREVISIONI METEOROLOGICHE Venerdì 30 Settembre 2011

Sabato 1 Ottobre 2011

Aria fresca in quota, ma piuttosto secca, affluisce sul Mediterraneo centrale scorrendo sul bordo orientale di un vasto anticiclone disteso dal Nord Africa fin verso l’Europa centrale. Giornata ancora una volta che si presenterà soleggiata con isolate nubi sulla dorsale laziale al pomeriggio. Temperature in lieve calo in quota e nelle massime, comunque ben superiori alle medie del periodo, punte di 27-28°C nella Valle del Tevere. Venti deboli o moderati di Grecale, sia in quota che al suolo, da Nordovest lungo le coste, mari poco mossi.

Il campo di alta pressione centrato sulla Francia continua a mantenere condizioni di tempo stabile sul Mediterraneo centrale creando i presupposti per il prolungamento di una fase di bel tempo molto anomala che dura da ormai diversi giorni. Isolate nubi nel corso del pomeriggio sulla dorsale laziale, ampio soleggiamento su coste e pianure durante tutto il corso della giornata. Temperature stazionarie su valori del tutto estivi. Venti orientali deboli, di Maestrale lungo le coste, da ENE in quota. Mari poco mossi o quasi calmi.


SPORT

� � �

17

Venerdì 30 Settembre 2011

CALCIO A 5 B - Esordio interno contro il Prato Rinaldo

Domani Cascina Orte in cerca del riscatto

D

omani seconda giornata di andata nel campionato di serie B nazionale di calcio a cinque e la Cascina Orte fa il suo esordio interno contro il Prato Rinaldo con Vespa e compagni che cercheranno di riscattare il ko subito

alla prima giornata contro l’Ariccia. Arbitreranno la sfida tra Vespa (nella foto) e compagni e il team romano Claudio Ticci di Firenze, coadiuvato da Corrado Pau di Cagliari e Davide Lampedecchia di Roma 2. Le altre sfide in programma

domani sono: Aloha - Albano; Castel Fontana Marino - Carlisport Ariccia; L’Acquedotto - Elmas; Pro Capoterra 2000 - Calcetto Paolo Agus; Rocca Massima Latina - Civis Colleferro; Zir Prato Sardo Nuoro - Alphaturris

Redazione sportiva - via Cassia Nord 12 A - 01100 Viterbo - telefono 0761-346807 e-mail: redazione@opinioneviterbo.it

MOTOCROSS

Convert Italia S.p.A e Tuscania Volley Binomio per continuare a crescere. Ricordiamo la bella storia del club

C

BASKET - Dopo Ronciglione altre iniziative in arrivo

onvert Italia S.p.A. prosegue il suo rapporto con lo sport, in particolare quello dei settori giovanili, energie rinnovate e rinnovabili per eccellenza. SPONSOR In quest’anno 2011/2012 legherà il suo marchio alla Tuscania Volley, in particolare alla squadra maschile neopromossa in serie B. Il legame di Convert con Tuscania è forte. A Tuscania è stato costruito il primo grande impianto fotovoltaico, tuttora di proprietà dell’Azienda. 800kWp realizzati sfruttando il maggior rendimento produttivo dell’inseguitore fotovoltaico MX1. Nel territorio della Tuscia Convert è attiva con numerosi progetti per la produzione di energia da biomasse agricole e da allevamento (reflui zootecnici) e con altre soluzioni tecnologiche per il mondo dell’agro-zootecnia (impianti di cogenerazione, impianti fotovoltaici, soluzioni per l’efficienza energetica). STORIA DEL CLUB La Pallavolo nasce a Tuscania nel 1966, presso l’Oratorio S. Luigi, sotto la guida di Don Pino Vit-

Al via i Centri di minibasket promossi dalla Fortitudo

C

ome annunciato dalla società, il centro minibasket inaugurato qualche settimana fa a Ronciglione non è rimasto l’unico promosso nella provincia di Viterbo dalla Nuova Fortitudo. I dirigenti del team neroarancio sono infatti pronti a dare il via ad un’identica iniziativa anche nel capoluogo, utilizzando come struttura di riferimento la Palestra dell’Istituto Tecnico Paolo Savi. I corsi saranno tenuti da

torangeli e con la spinta di Don Filippo Pocci, allora molto presente presso l’oratorio e attento a tutto ciò che poteva essere utile alla animazione giovanile. L’attività si sviluppa ed amplia negli anni. Nel 1970 inizia anche il settore femminile da cui sono usciti talenti da serie A come Anna Maria Centolani. Il settore maschile fa il salto di qualità nel 1973, anno in cui viene effettuata

la fusione con la pallavolo Barghini di Viterbo partecipando al campionato interregionale di serie D, con molto spazio dato ai giovani Tuscanesi. Nel 1975 la squadra arrivò a partecipare al campionato interregionale di serie C1 maschile. Nel 1995 si gettano le basi per un potenziamento societario in vista degli anni 2000 con la costituzione di una nuova compagine dirigenziale che

praticamente ha continuità con quella di oggi. FUTURO E anche alla luce della sponsorizzazione in atto i programmi del Tuscania Volley sono tesi ad una crescita sempre maggiore del club sia a livello di prima squadra che di settore giovanile con un club proiettato verso livelli sempre più alti

Istruttori quali�cati della Federazione Italiana Pallacanestro settore Minibasket e prenderanno il via martedì 4 ottobre alle ore 15. Nel corso delle successive settimane, gli appuntamenti saranno �ssati sempre il martedì ed il giovedì dalle 15 alle 16; la Nuova Fortitudo consentirà a tutti gli interessati e alle rispettive famiglie di provare gratuitamente per un mese, decidendo alla �ne se iscriversi o meno pagando delle quote assolutamente vantaggiose, sia per i maschi che per le femmine. La società si augura di ottenere buoni riscontri anche in questa prima stagione di attività nel settore Minibasket ed è pronta a ripetere l’iniziativa anche in altri centri importanti del territorio come già accaduto a Ronciglione. L’obiettivo è una crescita graduale nel tempo ed una presenza sempre più capillare nell’intera provincia, permettendo a tanti giovani di praticare la pallacanestro divertendosi e, perché no, di poter mettere in evidenza qualità tali da portarli a diventare dei giocatori di alto livello.

VOLLEY B2 - Soddisfatto il coach Di Marco che spera di tornare a giocare a “casa”

L’ Interporto Orte ingaggia il forte Torregiani I

n vista dell’avvio del campionato, l’Interporto Orte mette a segno un colpo di mercato importante andando ad ingaggiare il forte ed esperto libero Massimo Torregiani. Un colpo non indifferente quello messo a segno dal patron Aldo Madonna visto che l’atleta di Velletri vanta una notevole esperienza nei campionati di serie B1 e B2 e va a sistemare un

ruolo in cui la scorsa stagione, soprattutto in avvio, i biancorossi avevano notevolmente sofferto. SODDISFATTO IL COACH Ovviamente soddisfatto per l’acquisto che va a rafforzare un rooster già di primo livello coach Di Marco: “Un acquisto importante che va ad accrescere il valore del gruppo sia sotto il profilo tecnico

bene durante la stagione. Lavorare nella ‘palestrina’ coperta dell’Itcg “Fabio Besta” è sicuramente meglio che girovagare per più campi ma posso assicurarvi che non è la migliore delle cose per i giocatori che soffrono la durezza del fondo. Comunque, come detto anche la scorsa volta, credo alle parole delle autorità e spero che ci venga consegnata la “nuova casa” il più presto possibile”.

che sotto quello, molto importante dell’esperienza. Un giocatore che sicuramente potrà aiutare inoltre a crescere in modo costante e qualitativamente importante anche l’altro libero Fabio Proietti, su cui la società punta fortissimo. Credo che con questo colpo, il nostro rooster sia completo e possa competere in maniera assoluta con le altre compagini del campionato”. OBIETTIVI E QUESTIONE CAMPO Poi il tecnico è tornato sulla questione obiettivi stagionale e in modo ancor più sostenuto sul discorso legato all’impianto di gioco: “ L’obiettivo

minimo era ed è quello di migliorare la classifica della scorsa stagione e questo potrebbe voler dire conquistare almeno i playoff promozione. Il tutto

sperando di poter contare sulla nostra palestra. Sarò ripetitivo ma credo che l’impianto di gioco e soprattutto d’allenamento sia fondamentale per far

NELLE FOTO Nelle immagini di Andrea Di Palermo a sinistra la compagine dell’Interporto 2011/2012 e a destra una fase di ristrutturazione dei lavori alla palestra comunale.


� �

sport

SPORT

& Venerdì 30 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

18

CALCIO SERIE D

La Viterbese convince nel test del giovedì L’Atletico Arezzo risponde a distanza ai gialloblù e vince 10-0 contro la Juniores Foto Andrea Di Palermo

di Gianluca NATOLI

D

opo aver smaltito la sbornia del primo successo di campionato, ottenuto domenica scorsa contro la Pianese, i gialloblù di mister Conticchio sono pronti ad una nuova sfida. Tra due giorni, sempre allo stadio ‘Rocchi’, la Viterbese affronterà l’Atletico Arezzo (squadra che ha fatto molto discutere nelle ultime ore per aver violato il regolamento sugli under di categoria schierando nel match contro il Sansovino due under 1991 e due under 1993 per quattro minuti di gioco). Ieri pomeriggio la Viterbese ha svolto una partitella di allenamento contro la Juniores di Zanfardino. Il match è terminato per 6-0, a favore della prima squadra. Un altro passo avanti è stato fatto. Con il rientro dalle squalifiche di Sbaccanti e Nocerino, mister Conticchio potrà finalmente fare affidamento su un organico quasi al completo (restano fermi ancora Franzese e Mereu). “Veniamo da giorni di duro lavoro -ha dichiarato il vice di Conticchio, Ennio Cuccuini- abbiamo fatto comunque ulteriori passi avanti che ci lasciano ben sperare”. Domenica arriverà a Viterbo l’Atletico Arezzo: “Ci stiamo preparando all’appuntamento. I ragazzi hanno risposto molto bene ai duri carichi di lavoro. Se ci aiuterà il fattore campo? Spero di sì, ma come ha detto Conticchio in settimana, questa squadra per arrivare in alto deve acquisire una mentalità vincente a prescindere da dove si giochi”.

NEWS SULL’AVVERSARIO ATLETICO AREZZO IN DUBBIO BERNABEI, RASO E PECORARO In attesa di conoscere l’entità della sanzione, per aver violato le norme di gioco pochi giorni fa, quasi certa la sconfitta a tavolino per 3-0, la società amaranto ha preso una chiara posizione su quanto accaduto. Il Presidente dell’Atletico Arezzo, Gino Severini, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni in merito al disguido tecnico venutosi a creare nella partita di domenica scorsa al Comunale contro la Sansovino. Riportiamo di seguito le parole del patron, così come espresse sul sito internet ufficiale del club toscano: “La società, consapevole della regola ferrea e intransigente che riguarda le prestazioni degli under, riconoscendo il proprio errore tecnico, sportivamente ammette il marchiano errore consumato in un momento concitato della partita, tra l’altro immediatamente sanato, con la convinzione che tutto si sia realizzato in assoluta buona fede da validissimi collaboratori, ai quali il disappunto dell’occasione, servirà come esperienza per il futuro”. Intanto ieri, la partitella in famiglia al Comunale di Arezzo tra la squadra di Bacis e la Juniores di Tocci è finita 10-0 per i ‘big’ della prima squadra. Si sono allenati a parte, in palestra, Bernabei e Pecorari, mentre Raso si è dedicato per tutto il pomeriggio ad un lavoro differenziato sul campo.

CALCIO SERIE D - Il diesse della Flaminia, Vittorio Giovanale, individua il punto debole del prossimo avversario SERIE D - Ancora distacchi brevi tra i marcatori del girone E

“Il Castel Rigone è un’ottima squadra, ma ha pochi stimoli” C

osa ti manca, cosa non hai cara Flaminia? La squadra di mister Pierangeli continua a lavorare sodo nella ricerca scrupolosa di quei famosi ingredienti necessari per ottenere il primo successo stagionale. Eppure, una vittoria i rossoblù la avrebbero dovuta già ottenere, dato che dieci giorni fa contro lo Sporeting Terni a soli quattro minuti dalla �ne i civitonici dominavano per 4-2 (poi il match terminò incredibilmente 4-4). Rimpianti a parte, il tecnico Bruno Pierangeli sta continuando ad incitare i suoi ogni giorno, come è giusto che sia, af�nchè il gruppo continui a credere nelle prorpie potenzialità. Archiviata anche la brutta scon�tta di domenica scorsa, a Pierantonio, i rossoblù preparano il riscatto. Nella quinta giornata di campionato la Flaminia ospiterà in casa il Castel Rigone (capolista a nove punti in coabitazione col Voluntas Spoleto). “La vittoria tarda ad arrivare -ha dichiarato il diesse Vittorio Giovanale (nella foto)- ma questo non cancella le buone prestazioni della squadra. Restano i rimpianti per le occasioni sprecate e per il fatto di non aver ancora mai affrontato con l’organico al completo una gara

ganico si presenta sicuramente come uno dei migliori, almeno sulla carta, dell’intero girone E. Tuttavia da quelle parti il calcio si vive in modo molto tranquillo. Non so se alla �ne il Castel Rigone avrà la forza e la voglia, sul piano mentale, di salire in Lega Pro”. (Gia Nat) SERIE D - GIRONE E

uf�ciale”. Le buone notizie dall’infermeria, tuttavia, non mancano. Ieri , nella partitella in famiglia disputata in sede su tre quarti campo, si è rifatto sorporendentemente vivo Daniele Di Ludovico che ha bruciato le tappe nel suo percorso di recupero forma. A dispetto dei 40 giorni di stop, inizialmente previsti, il centrocampista ex Monterosi potrebbe tornare a disposizione del suo coach con netto anticipo, forse già da domenica. Anche Mauro Salvagno è ormai ad un passo dal pieno recupero.

Il giocatore, fondamentale per la linea mediana civitonica, ha svolto ieri pomeriggio il solito lavoro differenziato, ma già dall’inizio della settimana prossima potrebbe aggregarsi al resto del gruppo. Ancora fermi, invece, Pieri (alle prese con una distorisone di primo grado) ed il giovanissimo attaccante Di Silvio (bloccato da un fastidio muscolare). Tornando a parlare di campionato, il ds rossoblù Giovanale analizza così il prossimo match: “Incontriamo un avversario di spessore. Il loro or-

VOLUNTAS SPOLETO

9

CASTEL RIGONE

9

AREZZO

8

PIERANTONIO

7

SPORTING TERNI

6

PONTEDERA

6

TRESTINA

6

PIANESE

6

GROUP CASTELLO

6

SANSOVINO

5

ZAGAROLO

5

ORVIETANA

5

VITERBESE

4

PONTEVECCHIO

4

FLAMINIA C. CASTELLANA

3

SANSEPOLCRO

3

DERUTA

2

TODI

1

Nieto resta saldamente al comando della classifica E cco la situazione nella classifica dei bomber del girone E dopo quattro giornate di campionato. 6 gol: Nieto (Pianese). 5 gol: Majella (Pierantonio); Urbanelli (1 rig) (Pontevecchio). 4 gol: Tranchitella (C. Rigone); Gammaidoni (V. Spoleto). 3 gol: Bartoccini (Deruta), Gesuele (Sporting Terni), Menichini (1 rig) (Zagarolo). 2 gol: Capodaglio (Flaminia Civitacastellana); Marinelli (1 rig) (Group Castello); Caligiuri, Felici (Orvietana); Arrighini, Magnani (Pontedera); M. Capacci (Sansovino); De Santis, Tarpani (1 rig.) (Todi); Federici (1 rig)(Viterbese), Ingiosi, Pero Nullo (Voluntas Spoleto); Carlini (1 rig.), Galluzzo (Zagarolo). 1 gol: Morini, Aquino, Testa, Sabatino, Manini (Viterbese); Marinelli, Panichi, Gorini (Sansepolcro); Montagnoli (Pianese); Al-

terio (Orvietana); Sorrentino (Sansovino); Venerelli (Orvietana); Nolè, Carfora, Caponi (Pontedera); Pasqui, Bartolucci, Fodaroni (Group Castello); Agostinelli, Zuppardo (Castel Rigone); Martinetti (Pontevecchio); Picchioni, Alessandro, Scappito, Bagnato, Grandoni (Sporting Terni); Luciani, Sanguinetti (Flaminia Civita); Giomarelli (Pianese); Serrotti (Pierantonio); Padiglioni (Todi); Raso, Martinez, Speranza, Mencarelli, Bozzone, Piscopo (Atletico Arezzo); Ferri, Mancini, Domenichini (Sporting Trestina); Correale, Cardillo (Zagarolo).


� �

sport

SPORT

19

Viterbo & Venerdì 30 Settembre 2011 AltoLazio

CALCIO COPPA ITALIA

Il Montefiascone pesca il Lariano I sorteggi degli ottavi di finale sorridono ai gialloverdi

Mister Antolovic commenta: “Con questo cuore possiamo arrivare ovunque” PROMOZIONE - Domenica dura trasferta

di Gianluca NATOLI

C

on il cuore e grazie anche al duro lavoro, il Montefiascone accede agli ottavi di finale di Coppa Italia. Dopo aver superato agilmente l’Almas Roma due giorni fa (3-1), nel match di ritorno dei sedicesimi, i falisci sono venuti ieri a conoscenza del loro prossimo avversario del torneo. Il 12 ottobre la squadra del colle affronterà il Lariano (squadra del girone B di Eccellenza laziale, attualmente a quota sei punti in classifica come il Montefiascone). “Siamo contenti di aver strappato il biglietto per gli ottavi di finale -ha dichiarato il tecnico Daniele Antlovic- ma ciò che mi rende ancora più orgoglioso è la prova dei giovani che, due giorni fa, hanno dimostrato di essere pronti per una candidatura da titolari. Le nostre armi vincenti? Sacrificio e lavoro. Sia i più piccoli che i big si sono adattati benissimo in squadra, gettando le basi per un roseo futuro”. Eppure i meriti di Antolovic in questo progetto sono tanti: “E’ chiaro che ogni allenatore ha le proprie idee di gioco. Affinchè i risultati arrivino, tuttavia, è necessario che tutti quanti

Caninese, un primato firmato Sperduti L

insieme, giocatori in primis, recepiscano a perfezione il messaggio del tecnico. Questo gruppo mi segue passo dopo passo”. Corneto Tarquinia e Monterosi sono state eliminate dalla competizione. Resta adesso, dunque, solo il Monte�ascone a rappresentare la nostra provincia in Coppa Italia di Eccellenza. Gettando uno sguardo al campionato, il Monte�ascone domenica prossima ospiterà in casa la capolista Albalonga che vanta uno score impressionate con 14 reti fatte e zero subìte. Domenica scorsa a dover fare

largo all’Albalonga, oggi a bottino pieno con dodici punti in quattro giornate, sono stati i biancorossi di mister Lauretti. Per la quinta giornata di campionato, comunque, Daniele Antolovic recupererà gli affaticati Veneruso, Cesarini, Vittori e Grimaldi. Ancora fermo ai box, almeno per una decina di gironi, Genovesi. “I numeri sono tutti a favore dell’Albalonga -ha concluso Antolovicma questo non ci dà per vinti in partenza. La legge dei grandi numeri, infatti, non può durare in eterno”.

OTTAVI DI FINALE COPPA ITALIA GLI ACCOPPIAMENTI (ECCELLENZA) Ecco tutti gli accoppiamenti degli ottavi di finale di Coppa Italia, in programma il 12 ottobre (gare di andata) e 26 ottobre 2011 (match di ritorno): RietiLupa Frascati; Montefiascone-Lariano; PisonianoTerracina; Ostia Mare-Vis Artena; Segni-Ladispoli; San Cesareo-Guidonia; Vigor Cisterna-Sporting Real Pomezia; Tor Sapienza-Albalonga.

a Caninese continua a regalare gioie e soddisfazioni ai propri tifosi. La squadra guidata da Riccardo Sperduti, grande uomo di calcio, si conferma come la rivelazione di questo campionato, anche se, a dirla tutta, già da quest’estate si iniziava ad odorare aria di vertice. Il presidente della società, Maurizio Morosini, così come tutti i suoi collaboratori, non si sono mai nascosti. La Caninese sarebbe dovuta presto salire sul carro delle contendeti per il vertice. Ambizioni alte che, alla luce di queste prime quattro gare disputate, non sono state deluse. Dopo il sofferto, ma meritato successo sul Canepina, gli uomini di Sperduti si sono messi al lavoro in vista della delicata prossima trasferta sul campo de La Storta, distanziata per sole due lunghezze. “Se sono sorpreso da questo avvio di stagione della Caninese? Non più di tanto -ha dichiarato in tutta franchezza l’allenatore Riccardo Sperduti (nella foto)- la nostra è una squadra importante che è stata costruita per lottare fino in fondo tra le primissime posizioni”. Quest’anno il regolamento di

Promozione laziale permetterà anche alla terza classificata di giocare i playoff, aumentando quindi le probabilità di salire in Eccellenza per le top di categoria: “ Questo è un dato che ci potrebbe favorire. Oggi, tuttavia, è prematuro parlare di tutto ciò. Soltanto a partire da febbraio-marzo capiremo dove poter arrivare. L’augurio è quello di poter essere ancora lassù in quel periodo”. In giornata la squadra svolgerà una seduta di allenamento. Tutti a disposizione in casa Caninese. (Gia Nat)

CALCIO PROMOZIONE - Intervista a mister Andrea Damiani. Pianoscarano nella mani di Baggiani

“Traditi da chi non ci ha rivolto parola” di Alessandro GIULIETTI VIRGULTI

H

a cambiato pagina uf�cialmente quindi il Pianoscarano. In settimana il club si è riunito dopo la “sospensione temporanea” dei mister Simonetto - Damiani per prendere la decisione riguardo la conduzione tecnica della formazione di Promozione rinfrancata dalla vittoria in riva al lago, che ha dato l’opportunità di affrontare con toni diversi dai precedenti e di ri�ettere nella massima concentrazione, la scelta su chi avrebbe potuto portare a termine il nuovo incarico per questo campionato. Ebbene dopo un ora ecco il nome che come era nelle previsioni, è stato scelto dalla massima dirigenza del “Grifo” : Massimo Baggiani. Il tecnico viterbese, nativo di Pianoscarano, ha avuto la preferenza soprattutto per il fatto che conosce bene tutti i ragazzi della rosa e perché gradito da tutta la Società in quanto già rivestiva il ruolo di Direttore Tecnico cosa questa da non sottovalutare, avendo già avuto la �ducia da parte di tutti per un ruolo delicato e importante nell’ambito della

Prima Squadra e della Juniores Regionale. Doveroso sentire il parere dei due tecnici sollevati dall’incarico. Simonetto lo ha fatto con un ‘ampia intervista su www.calciodellatuscia.it, Andrea Damiani ci ha rilasciato questa interessante intervista. Sensazioni a freddo? “Tanta delusione per il modo in cui siamo stati trattati soprattutto a livello umano visto che chi ha deciso(e non è stato il presidente grossardi che anzi è stato il solo a metterci la faccia nonostante era

l’unico a credere nel progetto visto che la scelta iniziale l’ha fatta lui ed è stato l’unico a difenderla)persona grande e matura non ha avuto nemmeno il buon gusto di dircelo in faccia congedandoci con una sempleci lettera dove oltre ad aver inventato il termine sospesi non ha avuto neanche l’eleganza di scrivere grazie....”. La verità secondo voi dietro questa decisione? “ La verità è quella che ci è stata detta dal presidente il quale dal gran rammarico e dispiacere aveva un enorme nodo in gola e al

cuore quasi da non riuscire a parlare ma la vera realtà non la sapremo mai visto che chi ha deciso non c’ha rivolto parola”. Il rammarico più grande? “ Quello di non aver potuto �nire il lavoro iniziato con uno splendido gruppo insieme al quale eravamo certi di uscire subito da una situazione brutta cosa che poi domenica ad anguillara è successa ma oprattutto il dispiacere che ora non saremo noi a goderci i frutti che i ragazzi sono in grado di dare”. Una esperienza negativa che potrà essere utile per il futuro? “Sicuramente negativa ma anche molto positiva dalla quale abbiamo imparato tanto visto che c’ha dato l’opportunità di affacciarci ad un mondo come la prima squadra che speriamo ormai nostro”. In tutta questa storia c’è chi ha giocato sporco? “Mentre eravamo li non abbiamo mai pensato a questo e onestamente non ci sono mai state avvisaglie ma devo dire che negli ultimi giorni questa senzazione è venuta a galla e il dubbio è sempre più grande e il tempo darà le risposte adeguate....di certo dovrò

dare ragione a tutti quelli che dopo l’arrivo di........a pianoscarano mi avevano avvisato e costantemente tutti i giorni continuano a dirmi te l’avevo detto”. Cosa ti senti di dire alla squadra, alla vostra squadra? “Alla nostra squadra posso solo dire che devono continuare a lottare sempre e convincersi sempre di più di essere un gruppo fortissimo e fantastico in grado di raggiungere qualsiasi traguardo per le loro soddisfazioni e quelle del pianoscarano...e ovviamente un pizzico anche per noi”. Programmi per il futuro immediato? “Io rispetto ad Andrea ho avuto la possibilità di svincolarmi visto che non ero mai andato in panchina dato che si può scrivere un solo

allenatore in lista ora sono libero e pronto a valutare qualsiasi possibilità......chissà che la coppia Damiani-Simonetto non sia scoppiata del tutto!!!! Per chiudere il rigraziamento più grande va al presidente Grossardi uomo vero e con attributi capace di credere in noi per primo e difenderci �no alla �ne grazie dell’opportunità che ci ha dato e siamo certi che in un futuro non lontano saremo di nuovo in sieme alla guida di altro progetto”. NELLE FOTO A sinistra Simonetto, il preparatore atletico Carnevale e Andrea Damiani in una foto del pre-campionato. Sopra un’immagine della gara contro il Tolfa di domenica 18 settembre persa dai rionali per 2-1.


� �

sport

SPORT

20

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Settembre 2011

CALCIO SPECIALE

Tutti i gironi del calcio e c/5 provinciale Dalla Terza Categoria ai giovanissimi fascia B. Le giornate di esordio in Prima e Seconda Categoria e altre news

I

gironi di tutti i campionati provinciali di calcio sono serviti. Infatti ieri la Delegazione Provinciale della Figc di Viterbo ha uf�cializzato i gironi di Terza Categoria, Juniores, allievi, giovanissimi e calcio a 5 maschile e femminile. Ecco i raggruppamenti. *********************** TERZA CATEGORIA In extremis c’è stata la defezione del Faleria. Avremo quindi due gironi da 15 squadre, composto da formazioni provinciali. GIRONE A Ecco il gruppo A in base a criteri geogra�ci: Accordia Oriolo; Amatori Monte Romano; Atletico Tarquinia; Barbarano Romano; Castel Sant’Elia; Civita Castellana; Civita Castellana Calcio Giovanile; Doc Gallese; Oratorio Grandori; Oriolo Calcio; Polisportiva Cicram; Santa Maria Assunta; Tarkna 2007; Vicus Ronciglione; Virtus Corchiano. GIRONE B Ecco invece le formazioni del gruppo B in prevalenza dell’area nord del capoluogo: Arlenese, Bolsena, Bomarzo, Canino Calcio, Giglio Zepponami, Grotte Santo Stefano, Lubrianese, Onano Sport Calcio, Oratorio Madonna del Fiore, Real Monte�ascone, Real Pool Viterbo, Real Vitorchiano, Sipicciano, Sporting Bagnoregio, Virtus Acquapendente. JUNIORES Girone unico per la juniores provinciale ed è la prima volta che accade con un raggruppamento di

ben 16 formazioni: Barco Murialdina, Blera, Canepina, Caninese, Capranica, Etrusca, Montalto Calcio, Nuova Bagnaia, Nuova Sorianese, Tuscania Calcio, Vignanello, Vigor Acquapendente, Virtus Calcio Bolsena, Virtus Cimini, Virtus Pilastro e 2001 Tuscia.

e ritorno. Ecco le squadre partecipanti: Barco Murialdina, Dlf Civitavecchia, Etruria Calcio; Etrusca Calcio; Monte�ascone, Nuova Sorianese, Pianoscarano e Virtus Pilastro.

************************

GIOVANISSIMI PROVINCIALI Qui sono saltate le compagini Qui ci sono due gironi da undici squadre ciascuno. Eccoli.

ALLIEVI PROVINCIALI Qui abbiamo due gironi. GRUPPO A E composto da 12 formazioni che sono le seguenti: Accordia, Blera, Tolfa Allumiere, Canale Monterano, Cimina Ronciglione, Etrusca Calcio, Flaminia Civita Castellana, Maglianese, Nuova Sorianese, Real Monterosi, Tre Croci, Vignanello. GRUPPO B Qui abbiamo soltanto undici squadre che sono le seguenti: Etruria Calcio, Ischia di Castro, Montalto, Monte�ascone, Oratorio Grandori Calcio, Pianoscarano 1949, Polisportiva Teverina, Tuscania Calcio, Vigor Acquapendente, Virtus Marta, Virtus Pilastro. ********************** **** ALLIEVI FASCIA B CLASSE 1996 Qui abbiamo un girone unico da nove formazioni. Per il torneo provinciale Allievi Fascia B verrà effettuata una fase autunnale e primaverile con gare di andata

************************

GRUPPO A Accordia, Canale Monterano, Cimina Ronciglione, Fabrica Calcio, Flaminia Civita Castellana, Maglianese, Polisportiva Falisca, Real Caprarola, Santa Maria Assunta 2011, Vignanello, Virtus Cimini. GRUPPO B Alta Tuscia, Barco Murialdina, Calcio Tuscia, Etruria Calcio, Ischia di Castro, Montalto, Polisportiva Teverina, Real Pool Viterbo, Real Vitorchiano, Tuscania Calcio, Virtus Pilastro. GIOVANISSIMI FASCIA B Girone unico, formato da 11 squadre che sono le seguenti: Alta Tuscia; Bassa Tuscia Gallese; Tolfa Allumiere, Calcio Tuscia, Capranica, Castel Sant’Elia; Comunale Foglianese; Corneto Tarquinia; Flaminia Civita Castellana; Monte�ascone; Pianoscarano fuori classi�ca ************************ C/5 D MASCHILE Confermato il girone unico con 14 formazioni che sono le seguenti: Caprarola, Castel Sant’Elia, Civita Castellana Calcio Giovanile, Faleria, Nepi Sport Event, Polisportiva Cicram, Real Pool Viterbo, Ronciglione 2003, Sporting Vignanello, Tarquinia Calcio 5, Vasanello, Virtus Ceramica Flaminia, Virtus Corchiano 2010, Virtus Monterosi. ************************ C/5 D FEMMINILE Ed anche qui abbiamo un raggruppamento con 14 squadre, tutte della provincia di Viterbo. Ecco le formazioni: Atletico Oriolo Calcio a Cinque; Blera; Calcio Rossoblu; Canale Monterano; Caninese; Celleno; Cus Viterbo; Graf�gnano; Libertas Ellera; Lubriano; Monte�ascone; Nepi

Sport Event; Oratorio Grandori; Polisportiva Cicram; Vignanello. *********************

SOCIETA’ INATTIVE Il Comitato Regionale Laziale della Figc ha uf�cializzato le società calcistiche inattive che non hanno perfezionato l’iscrizione al campionato di competenza e pertanto vengono considerate rinunciatarie, i calciatori per le stesse tesserati sono svincolati d’autorità, ai sensi dell’art. 110 delle N.O.I.F. a far data dall’8 settembre 2011. Ecco l’elenco dei club provinciali: Atletico Viterbo F.C. (calcio a cinque); Proceno; Team Canepinese; Viterbo Pool Viterbo. *********************** OFFERTA PROMOZIONE PALLONI MOLTEN La Lega Nazionale Dilettanti, anche per la presente stagione sportiva, ha ottenuto a titolo promozionale dalla Ditta Advanced Distribution S.p.A. una fornitura di Palloni Molten, di elevata qualità, che il Comitato Regionale Lazio rigira alle Società af�liate. L’offerta prevede, la fornitura di 2 palloni da gara – modello “VG-1000A-LND” con marchio ‘FIFA approved A Quality’ (prezzo di listino cadauno € 60,60+iva), più un pallone – modello “VG-1000-TR-LND” (prezzo di listino € 30,50+iva) al costo di € 25,00 per ogni kit di 3 palloni. L’importo relativo dovrà essere versato, contestualmente al momento del ritiro, in contanti (anche tramite bancomat), o con Assegno Circolare N.T. (intestato al ‘Comitato Regionale Lazio LND’) o con Boni�co Bancario (coordinate bancarie IT20M083270339500 0000004120). Le Società potranno ritirare il materiale direttamente presso il Comitato Regionale, o presso le rispettive Delegazioni Provinciali. Offerta valida �no all’esaurimento scorte.

serio e ricordiamo il programma e gli orari del turno di esordio. Ore 11 - In orario mattutino avremo le s�de tra Cimina Ronciglione e la Castrense, stesso orario per il Monte Romano di mister Pavan e il Tuscania Calcio del tecnico Forti; in concomitanza con la Sagra delle Castagne ha deciso si giocare alle 11 anche la Nuova Sorianese che ospiterà la matricola Blera; alle 11 a Gallese avremo la s�da tra la Pol. Falisca e il Capranica e ancora alle 11 il match tra la Virtus Cimini e il Montalto Calcio sul campo in terra battuta di Caprarola. Ore 15,30 - Avremo le gare tra Doria San Martino e Latera e Virtus Calcio Bolsena-Vasanello. GIRONE D Ore 11 - Qui avremo l’esordio della nostra unica portacolori che è la Fortitudo Nepi che riceverà la visita del quotato Canale Monterano. Sempre alle 11,30 Casal Barriera-Rignano Soratte; Campagnano-Fortitudo; Castelnuovese-Sacrofano; Capena-Portuense; Ottavia-Cesano; Pro Roma-Fiano. Ore 15,30 - Un solo confronto tra Trevignano e Romulea. **********************

************************ PRIMA CATEGORIA DOMENICA L’ESORDIO NUOVI ORARI PER LA N. SORIANESE V. CIMINI A CAPRAROLA Tutto è pronto per la prima giornata nel campionato di Prima Categoria. Da domenica si fa sul

SECONDA CATEGORIA GIR. A COSI’ DOMENICA Ecco invece i confronti della prima giornata nel girone A della Seconda Categoria. Ore 11 - In programma Nuova Pescia Romana-Nuova Bagnaia; Querciaiola-Real Gradolese; Valentano-1928 Vetralla; Virtus PilastroEtrusca.

Ore 15,30 - Nel pomeriggio si giocheranno gli incontri tra Celleno e Civitella D’Agliano; FarneseBarco Murialdina; San Lorenzo Nuovo-Virtus Marta e 2001 Tuscia-Graf�gnano.

GIRONE B, LE SFIDE DEL PRIMO TURNO E questi invece sono i confronti della prima giornata del girone B dove abbiamo sei formazioni della Tuscia. Ore 11, 00 - Atletico MorlupoSporting Ronciglione; Calcio SutriForano; Casperia-Sabazia; Fabrica Calcio-Real Caprarola; Pro Calcio Anguillara-Soratte; Vejanese-Stimigliano e Vic Formello; Real Collevecchio-Bassano Romano. Nell’edizione di domani approfondimenti su questi campionati.

NELLE FOTO Nelle immagini di Andrea Di Palermo in alto la formazione 2011/2012 in occasione del recente torneo Mastrorosato-Porta giocato a Soriano nel Cimino. Sotto il team della Nuova Bagnaia di patron Bisanti, partecipante allo stesso torneo. A destra una fase di gioco e sotto il team del Vasanello 2011/ 2012 partecipante al girone A della Prima Categoria. agv


� �

sport

SPORT

& Venerdì 30 Settembre 2011 Viterbo AltoLazio

21

SPECIALE AIA

Gli arbitri della Tuscia pronti per una grande stagione

Domenica scorsa presso la Piccola Opera si è svolto il raduno sezionale con i test atletici E si fanno onore gli arbitri di Prima Categoria che sono stati impegnati nell’incontro di Palestrina

P

rofumo di campionato per gli arbitri a disposizione dell’ots. Domenica 25 a Vitorchiano, nell’hotel Piccola Opera si è tenuto il raduno sezionale con i test atletici presso il campo scuola di Santa Barbara e poi quelli tecnici. Una giornata davvero intensa che è cominciata di buon mattino, con il ritrovo nella struttura viterbese messa a disposizione dalla Fidal. Si sono svolti da subito i test fisici con le prove veloci sui 40 metri e poi il famoso yo yo che per molti sembrava uno spauracchio, ma che si è rivelato molto più semplice anche perchè gli arbitri erano molto allenati e hanno superato il test e molti di loro sono abbondantemente andati oltre il limite richiesto. Ottime le prove di alcuni di loro che sono stati elogiati dalla sezione. Poi la giornata è proseguita presso l’hotel Piccola

Opera con i graditi ospiti del mondo sortivo e istituzionale viterbese che non hanno voluto far mancare il loro affetto agli arbitri della Tuscia. Andando con ordine sono intervenuti l’assessore allo sport della Provincia Andrea Danti, che ha lodato il lavoro dei fischietti ed ha ricordato come la loro attività consenta di viaggiare e far conoscere in tutta l’Italia e portare il nome della città e della provincia viterbese. Poi è stato il turno di Sergio Insogna consigliere regionale della Figc, da sempre un amico della Sezione, e di Renzo Lucarini delegato provinciale della Federazione. Lucarini ha ricordato la composizione dei gironi di terza categoria e quelli del campionato giovanile. Tutte le società componenti sono viterbesi e non ci sono squadre di Civitavecchia. E’ intervenuto anche il giudice

sportivo Pinto con il suo sostituto Rotellini: ed anche per loro parole di elogio e stima per il lavoro della sezione. Dunque è stato il turno del padrone di casa Umberto Carbonari che ha ribadito lo spirito della nuova Aia dove emerge il concetto di meritocrazia e della difesa dell’autonomia tecnica,

concetto imprescindibile per guidare l’associazione ed essere liberi di far crescere i talenti Infine Livio Treta presidente del Coni provinciale, anch’egli un habitueè di questi raduni, che ha parlato della professionalità degli arbitri e del loro ruolo di giudici imparziali sul campo anche rischiando qualcosa.

C’era anche Enrico Preziosi componente della can D, che era a Viterbo per seguire l’arbitro che dirigeva la gara della Viterbese e che ha voluto salutare gli arbitri. Dopo il pranzo si è parlato della Circolare n° 1 anche alla presenza di Marco Sacco, componente del Cra Lazio, che ha portato i saluti del movimento arbitrale regionale. Insomma un vero e proprio successo sull’onda positiva degli ottimi risultati ottenuti negli anni passati. GLI ARBITRI DI PRIMA Si fanno onore gli arbitri di prima categoria. Nella due giorni di Palestrina hanno brillantemente superato sia i test atletici che tecnici Claudio Petrella, Stefano Segatori, Ruben Celani, Leonardo Asta, Riccardo Natili e Danilo Gioacomini.

I loro organi tecnici hanno attenzionato l’attività di tutti gli arbitri e hanno dato le disposizioni tecniche per la stagione che sta per iniziare (al via il campionato domenica 2 ottobre). Perfette la prestazioni atletiche che hanno denotato grande capacità di allenamento da parte dei sei colleghi che hanno abbondantemente superato il limite dei 16.6 per lo yo yo. Anche i test regolamentari sono stati superati rispondendo adeguatamente ai quiz proposti. Insomma la nuova avventura inizia col piede giusto per i nostri colleghi, che scalpitano per scendere in campo per mostrare tutte le loro qualità. NELLE FOTO Sopra il gruppo di arbitri viterbesi impegnati a Palestrina. Sotto due immagini dal raduno svoltosi presso la Piccola Opera.

N.S.

PROMOZIONE UMBRA - Zero punti e nessun gol segnato OLTRE IL CALCIO - L’azienda ha deciso di sostenere il club

Ortana a secco dopo tre giornate

T

re giornate, zero punti. E’ questo l’amaro verdetto per l’Ortana del patron Fabrizio Sabatini (nella foto). Una partenza ad handicap quella dei biancorossi che pur esprimendo un discreto gioco, sono ancora fermi al palo e da domenica scorsa sono anche ultimi in solitaria. Certo, nessuno sta facendo drammi in casa biancorossa anche perché l’eventualità di una partenza difficile era stato calcolato a priori nel momento in cui la società ha deciso di rinnovare la rosa e affidarsi a tanti giovani. Volendo però andare ad analizzare in modo più profondo il perché di questi risultati negativi (in sei gare tra Coppa Italia e campionato sono 5 sconfitte ed 1 pareggio) c’è sicuramente la mancanza di esperienza o il fatto che qualche giocatore non stia rendendo come pensato in estate. Problemi di condizioine fisica probabilmente, fatto sta che fino ad oggi, eccezion fatta per la prodezza balistica su punizione di Pizzi del Cerqueto, l’Ortana ha subito la maggior parte delle reti per propri svarioni più che per la bravura dei

Interessante progetto sociale del Bassano Romano in collaborazione con l’Atp Spa

B

ASSANO ROMANO – “Crediamo nel loro

propri avversari. Ai problemi difensivi va sommato poi il problema cronico del gol. I biancorossi sono una delle poche squadre in Italia a non aver ancora segnato in 6 gare ufficiali giocate. L’assurdo in questo caso però sta nel fatto che di occasioni Orazi e soci ne hanno create in quantità notevole sprecando occasioni assurde persino dopo aver scartato il portiere. Un aspetto questo che ha influito notevolmente sui risultati visto che due delle tre sconfitte sono state di misura. Per cercare di uscire da que-

sta crisi comunque il direttore sportivo Corrado Sabatini ha deciso di scendere sul mercato e la settimana scorsa si è assicurato le prestazioni sportive di Fratoni, centrocampista che ha militato una vita in serie D e che potrà sicuramente dare equilibrio e caratura tecnica maggiore a questa squadra. Almeno questo spera anche mister Livi che per quanto mostrato dal punto di vista del gioco espresso non merita sicuramente l’ultimo posto in classifica con zero punti. Ale Ursini

progetto sociale e sportivo teso alla valorizzazione dei giovani del posto e per questo abbiamo deciso di sostenere questa giovane e dinamica realtà sportiva legando il nostro marchio a quello del Bassano calcio, società molto impegnata non solo in campo ma anche e soprattutto fuori dallo stesso con iniziative sociali, umanitarie e solidali che le rendono davvero merito”. Queste le dichiarazioni di Massimiliano Di Flumeri e Marco Fiorespino, manager di ATP Spa, azienda che ha deciso di sostenere il disegno sociale della società bassanese. ATP Spa, società di ingegneria ed architettura certi�cata UNI EN ISO 9011:2008 rappresenta oggi il frutto della sinergia delle esperienze e capacità professionali tese alla piani�cazione e alla realizzazione di progetti immobiliari nel settore del terziario, dell’industria,

del commercio e del turismo. “Ringraziamo ATP Spa – ha puntualizzato Alfredo Boldorini (presidente del Bassano Romano) per aver creduto nel nostro progetto. Fa davvero piacere che un’azienda di questo livello decida di sostenere la nostra realtà segno che a livello societario abbiamo svolto in questi anni un lavoro non indifferente sia sotto il pro�lo dell’immagine che della sostanza. La collaborazione con ATP Spa non sarà solo di tipo formale ma sarà anche di natura reale: gli stessi manager hanno chiesto informazioni sul campionato, sulla rosa, sull’allenatore segno che c’è interesse intorno al nostro sodalizio e si sono detti pronti a farci visita durante le partite di campionato. Come società siamo molto soddisfatti di questa intesa”.


� �

sport

SPORT

22

Viterbo & AltoLazio

Venerdì 30 Settembre 2011

CALCIO GIOVANI

Pianoscarano ‘96 bella esperienza alla Borghesiana Mister Cecchetti: “E’ da queste giornate che si cresce. Un plauso ai miei ragazzi”

B

ellissima esperienza per i raga zzi ‘96 del

Pianoscarano ed ecco come ce la raccontano sullo splendido sito del Pianoscarano calcio, w w w. p i a n o s c a r a n o c a l c i o.com, in collaborazione con l’Opinione. “Doveva essere una gita e gita è stata, doveva essere un misurarsi con una squadra di categoria superiore, e così è stato, ma è anche stata l’occasione per visitare uno dei posti più importanti che il calcio italiani abbia in dote, il Centro Sportivo della Borghesia a Roma sede della Lodigiani Calcio, ma anche sede di raduni e di riti-

ri per le squadre della Nazionale Italiana di Calcio. I “Grifoncini” di Mister Cecchetti e mister Sposetti hanno vissuto una giornata davvero speciale nell’entrare in uno dei luoghi resi famosi da tanti giocatori che sono passati e tutt’ora giocano per i colori del nostro Paese, l’emozione, i sogni, i ricordi sono stati i protagonisti nelle ore che hanno accompagnato la permanenza fino ad arrivare al momento della gara organizzata contro la forte formazione della Lodigiani che è stata cordiale e ospitale fino all’ultimo istante. I “grifoni” dal canto loro hanno fatto foto Diego Andrea Soldini Di (Ortana) Palermo

I mister del Pianoscarano ‘96 Cecchetti e Sposetti

partita amichevole contro di loro. Il risultato non è stato mai in discussione, la loro forza è di livello superiore alla nostra, ma credo che non abbiamo sfigurato, anzi in alcuni momenti della gara siamo riusciti a creare dei pericoli importanti ai nostri avversari. Una esperienza da ripetere, siamo tornati sconfitti nei numeri ma vincenti per quello che ci porteremo con noi a livello sportivo e sociale, una giornata speciale per un gruppo speciale”. I Protagonisti della Spedizione a Roma con i Mister Cecchetti e Sposetti

PIANOSCARANO Belella, Catalin, Vigna, Campetelli, Pofi, Mazziotti, Marini, Turchetti, Bertoccini, Bonarrigo, Filippi, Vigi, Gori, Restuccia, Palumbo, Scorsoso, Fazio, Petti. LODIGIANI CALCIO Cesarini (Montagna), Panza, D’Andrea (Alessandrini), Castorini, De Vincentis, Succi, Farina (Bercolani), Aureli (Gaffi), Ranalli (Rita), Sabelli (Daullsa), Caracciolo (Acciani). Allenatore Sig. De Michele

I boys del Pianoscarano e della Lodigiani nella foto di gruppo un’ottima figura sia comportamentale che tecnica, e sicuramente sono riusciti a ricavare indicazioni indubbiamente positive da questa fantastica esperienza. La gara giocata nello splendido manto erboso di uno dei tanti campi che sono all’interno della struttura, ha visto prevalere come logica imponeva la formazione di mister De Michele, che sotto l’aspetto del palleggio e dell’organizzazione del gioco è stata davvero lodevole. I Rossoblu dal canto loro, pur dovendo far necessità virtù per qualche assenza nel reparto difensivo, sono

stati protagonisti di una prova, che se si tolgono i primi 10’ della partita, è stata di ottima intensità e di buon livello. “Abbiamo dimostrato di essere anche noi una formazione che se incontriamo squadre che amano giocare al calcio, possiamo esaltarci e dimostrare il nostro valore – dichiara mister Cecchetti – la Lodigiani non la scopriamo adesso, è una Società che possiede un Settore Giovanile tra i migliori d’Italia e per noi che nonostante tutto abbiamo una storia importante a livello ragazzi, è stato un onore giocare una

Il bravo capitano Andrea Belella

JUNIORES REGIONALI- Foglianese, Monterosi, Pianoscarano e Montefiascone al via nei fascia B

Lo splendido Corneto di mister Bonelli in cerca del tris Z

oom sui campionati juniores regionali con il Corneto Tarquinia che nell’elite si appresta a giocare la s�da della terza giornata di andata e con le compagini della juniores fascia B che domani faranno il loro esordio. JUNIORES ELITE Domani va in cerca del tris il Corneto che dopo l’esordio vincente per 2-0 in casa contro la Spes Montesacro si è ripetuta nella seconda giornata battendo per 2-1 in trasferta il Fiumicino. Sei punti che valgono il primato in classi�ca per lo splendido gruppo del bravissimo mister Renzo Bonelli che domani va in cerca del tris nel confronto interno contro il Rieti. Classi�ca - Ed ecco la graduatoria dopo due giornate: Corneto Tarquinia, Vigor Perconti, Tor di Quinto, Villanova, Giada Maccarese 6; Ostia Mare, Montecelio, Almas, Ladispoli 3; Fiumicino, Rieti, Tanas Porta di Roma, Rieti e Olimpia 1; Canale Monterano, Spes Montesacro e Settebagni 0. JUNIORES FASCIA B ALL’ESORDIO E domani parte il campionato

della Juniores Fascia B dove siamo rappresentati da quattro team della Tuscia. Esordio interno alle 15,30 per la Foglianese di mister Mariani che se la vedrà contro la compagine dei Vigili Urbani di Roma. Parte tra le mura amiche anche il Pianoscarano del giovane e bravo tecnico Riccardo Ranaldi che al “Bruni” affronta i pari età del Casal Bernocchi. Impegno interno per il Real Monterosi di mister Marco Frasca che a Mazzano Romano affronta i lidensi dell’Ostia Antica Calcio ed in�ne sarà trasferta per il Monte�ascone di Paolo Perandria che inizia con la trasferta contro la Vis Aurelia. A completare il quadro abbiamo poi i confronti tra Atletico Acilia-Fregene; Palocco-Tolfa; Santa Marinella-Pescatori Ostia e Tor dei Cenci-Città di Fiumicino. NELLE FOTO Nelle immagini a sinistra Renzo Bonelli, tecnico del Corneto Tarquinia, sotto Marco Frasca, allenatore del Real Monterosi. In alto a destra Alessandro Rosati, bomber del Corneto e sotto Paolo Perandria che quest’anno allena il Montefiascone juniores regionale.


Civitavecchia & AltoLazio

sportCivitavecchia SPORT

Venerdì 30 Settembre 2011

23

SPECIALE CALENDARI - Civitavecchia, San Gordiano e Santa Marinella si preparano ad una stagione entusiasmante

Allievi regionali: in tre pronte a stupire 1^ GIORNATA ANDATA - 2/10/11

RITORNO - 5/02/12

2^ GIORNATA ANDATA - 9/10/11

RITORNO - 12/02/12

3^ GIORNATA ANDATA - 16/10/11

RITORNO - 19/02/12

FOGLIANESE - BOREALE

ATLETICO 2000 - FOGLIANESE

ATLETICO 2000 - BOREALE

CORNETO TQ - VIS AURELIA

BOREALE - FONTE MERAVIGLIOSA

FOGLIANESE - REAL TUSCOLANO

FONTE MERAVIGLIOSA - SAN GORDIANO

CERTOSA - PRIMAVALLE

CORNETO TQ - FONTE MERAVIGLIOSA

MACCARESE - ATLETICO 2000

CIVITAVECCHIA - PRO ROMA CALCIO

MACCARESE - CERTOSA

MASSIMINA - CIVITAVECCHIA

TOR SAPIENZA - SANTA MARINELLA

MASSIMINA - SAN GORDIANO

PRIMAVALLE - REAL TUSCOLANO

REAL TUSCOLANO - MACCARESE

PRIMAVALLE - TOR SAPIENZA

PRO ROMA CALCIO - TOR SAPIENZA

SAN GORDIANO - CORNETO TQ

PRO ROMA CALCIO - VIS AURELIA

SANTA MARINELLA - CERTOSA

VIS AURELIA - MASSIMINA

SANTA MARINELLA - CIVITAVECCHIA

4^ GIORNATA

5^ GIORNATA

6^ GIORNATA

ANDATA - 23/10/11

RITORNO - 26/02/12

ANDATA - 30/10/11

RITORNO - 4/03/12

ANDATA - 6/11/11

RITORNO - 11/03/12

BOREALE - CORNETO TQ

ATLETICO 2000 - CERTOSA

BOREALE - MASSIMINA

CERTOSA - FOGLIANESE

FOGLIANESE - TOR SAPIENZA

CERTOSA - REAL TUSCOLANO

CIVITAVECCHIA - PRIMAVALLE

MACCARESE - CIVITAVECCHIA

CIVITAVECCHIA - FOGLIANESE

FONTE MERAVIGLIOSA - MASSIMINA

MASSIMINA - CORNETO TQ

CORNETO TQ - PRO ROMA CALCIO

TOR SAPIENZA - MACCARESE

PRIMAVALLE - VIS AURELIA

FONTE MERAVIGLIOSA - SANTA MARINELLA

REAL TUSCOLANO - ATLETICO 2000

PRO ROMA CALCIO - FONTE MERAVIGLIOSA

TOR SAPIENZA - ATLETICO 2000

SAN GORDIANO - PRO ROMA CALCIO

REAL TUSCOLANO - BOREALE

SAN GORDIANO - PRIMAVALLE

VIS AURELIA - SANTA MARINELLA

SANTA MARINELLA - SAN GORDIANO

VIS AURELIA - MACCARESE

7^ GIORNATA

8^ GIORNATA

9^ GIORNATA

ANDATA - 13/11/11

RITORNO - 18/03/12

ANDATA - 20/11/11

RITORNO - 25/03/12

ANDATA - 27/11/11

RITORNO - 28/03/12

ATLETICO 2000 - CIVITAVECCHIA

BOREALE - PRO ROMA CALCIO

ATLETICO 2000 - SAN GORDIANO

CERTOSA - BOREALE

CIVITAVECCHIA - REAL TUSCOLANO

CERTOSA - CIVITAVECCHIA

FOGLIANESE - VIS AURELIA

CORNETO TQ - PRIMAVALLE

FOGLIANESE - FONTE MERAVIGLIOSA

MACCARESE - SAN GORDIANO

FONTE MERAVIGLIOSA - MACCARESE

MACCARESE - CORNETO TQ

PRIMAVALLE - FONTE MERAVIGLIOSA

MASSIMINA - SANTA MARINELLA

PRIMAVALLE - MASSIMINA

PRO ROMA CALCIO - MASSIMINA

TOR SAPIENZA - CERTOSA

TOR SAPIENZA - BOREALE

REAL TUSCOLANO - TOR SAPIENZA

SAN GORDIANO - FOGLIANESE

REAL TUSCOLANO - VIS AURELIA

SANTA MARINELLA - CORNETO TQ

VIS AURELIA - ATLETICO 2000

SANTA MARINELLA - PRO ROMA CALCIO

10^ GIORNATA

11^ GIORNATA

12^ GIORNATA

ANDATA - 4/12/11

RITORNO - 11/04/12

ANDATA - 11/12/11

RITORNO - 15/04/12

ANDATA - 18/12/11

RITORNO - 22/04/12

BOREALE - SANTA MARINELLA

ATLETICO 2000 - CORNETO TQ

BOREALE - PRIMAVALLE

CIVITAVECCHIA - TOR SAPIENZA

CERTOSA - SAN GORDIANO

CORNETO TQ - REAL TUSCOLANO

CORNETO TQ - FOGLIANESE

CIVITAVECCHIA - BOREALE

FONTE MERAVIGLIOSA - CERTOSA

FONTE MERAVIGLIOSA - ATLETICO 2000

FOGLIANESE - MASSIMINA

MASSIMINA - ATLETICO 2000

MASSIMINA - MACCARESE

MACCARESE - PRO ROMA CALCIO

PRO ROMA CALCIO - FOGLIANESE

PRO CALCIO ROMA - PRIMAVALLE

PRIMAVALLE - SANTA MARINELLA

SANTA MARINELLA - MACCARESE

SAN GORDIANO - REAL TUSCOLANO

TOR SAPIENZA - VIS AURELIA

SAN GORDIANO - TOR SAPIENZA

VIS AURELIA - CERTOSA

REAL TUSCOLANO - FONTE MERAVIGLIOSA

VIS AURELIA - CIVITAVECCHIA

13^ GIORNATA

14^ GIORNATA

15^ GIORNATA

ANDATA - 15/01/12

RITORNO - 29/04/12

ANDATA - 22/01/12

RITORNO - 6/05/12

ANDATA - 29/01/12

RITORNO - 13/05/12

ATLETICO 2000 - PRO ROMA CALCIO

CORNETO TQ - TOR SAPIENZA

ATLETICO 2000 - PRIMAVALLE

CERTOSA - CORNETO TQ

FONTE MERAVIGLIOSA - CIVITAVECCHIA

BOREALE - SAN GORDIANO

CIVITAVECCHIA - SAN GORDIANO

MACCARESE - BOREALE

CERTOSA - PRO ROMA CALCIO

FOGLIANESE - SANTA MARINELLA

MASSIMINA - CERTOSA

CIVITAVECCHIA - CORNETO TQ

MACCARESE - PRIMAVALLE

PRIMAVALLE - FOGLIANESE

FOGLIANESE - MACCARESE

TOR SAPIENZA - FONTE MERAVIGLIOSA

PRO ROMA CALCIO - REAL TUSCOLANO

TOR SAPIENZA - MASSIMINA

REAL TUSCOLANO - MASSIMINA

SANTA MARINELLA - ATLETICO 2000

REAL TUSCOLANO - SANTA MARINELLA

VIS AURELIA - BOREALE

SAN GORDIANO - VIS AURELIA

VIS AURELIA - FONTE MERAVIGLIOSA


L'Opinione di Viterbo e Lazio nord - 30 settembre 2011  

30 settembre 2011

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you