Page 1

Viterbo & Lazio Nord

DL353/2003 (conv. in L 27/02/04 n. 46) art.1 comma 1 - DCB - Roma Tariffa ROC Poste Italiane Spa Spedizione in Abb. postale

Direttore editoriale: Arturo Diaconale

MAMMAGIALLA

Il carcere di Viterbo pieno di detenuti Adesso non basta più

Sabato 16 ottobre 2010

Direttore responsabile: Paolo Gianlorenzo

Giallo di Tarquinia, gli investigatori sulla pista del regolamento di conti

L’uomo trovato morto a SantAgostino sarebbe stato ucciso altrove

I

l problema del sovraffollamento delle carceri non riguarda solo Viterbo ma tutto lo stivale. Non c’è una cella che non sia occupata da due o più persone. Del resto chi commette reati è giusto che venga punito. Non è questo l’argomento che vogliamo trattare ma tutt’altro. Cioè il disagio delle famiglie nel poter incontrare i propri cari, le difficoltà nel portare roba da mangiare, quella nello scrivere e ricevere corrispondenze. Insomma tutta una serie lunga di disagi che vengono vissuti da entrambe le parti. Adesso però stiamo indagando su altre cose. Sui commerci che qualcuno ci dice essere presenti all’interno della casa circondariale. Di quale commercio ci hanno parlato? Di diverse attività, e tutte all’apparenza illecite. Ci stiamo informando, stiamo cercando riscontri. Non sempre quello che viene raccontato da chi lascia quel posto è vero. Però qualcosa ci ha turbato. Qualcosa di quanto fin qui raccolto ci ha stupiti. Indubbiamente c’è qualcosa che non quadra. Come in tutte le carceri del mondo, il contrabbando tra i detenuti esiste. A differenza del resto del mondo però, si parla delle carceri italiane solo quando si suicidano i detenuti, quando il numero dei detenuti é due o tre volte superiore a quello dovuto o se c’è qualche rivendicazione sindacale da parte di quelli che lì hanno scelto di lavorare. Insomma un bel lavoro ci aspetta. Un lungo lavoro che cercheremo di completare in concomitanza dell’uscita del quotidiano cartaceo. Non dubitate, cari lettori, scopriremo insieme nuove realtà della nostra città che non abbiamo mai conosciuto o pensato esistessero. Dal numero dei detenuti alla “qualità” di essi. Dal 41Bis ai reparti riservati ai detenuti accusati di orribili reati come la pedofilia. Insomma, un bel cocktail di esseri umani che hanno comunque il diritto di vivere in modo dignitoso. piggi

Gradoli

Ascoltati in aula il medico Naddeo e altri testi

Servizio a pagina xx

A

ncora ombre sul caso del cadavero rinvenuto nella mattina di ieri nella zona di Sant’Agostino, a Tarquinia. Man mano che passano le ora la nebbia che fino al giorno di rinvenimento avvolgeva la vicenda sembra si stia diradando, e stanno venendo a galla le prime indiscrezioni. Innanzitutto è stato svelato il mistero sull’identità dell’uomo, che era rimasta per ore sconosciuta anche grazie al fatto che i documenti che portava in tasca erano usurati dal tempo e dalla forte umidità. L’uomo sarebbe un romeno di 32 anni, residente a Santa Marinella. L’identità è venuta a galla dopo l’attenta ricostruzione dei documenti da parte degli investigatori, che sono riuscito a portarli nella giusta direzione. Inoltre, come già si era evinto dalle prime indagini preliminari sul cadavere pare che l’uomo fosse morto già da qualche tempo prima del ritorvamento, ma la novità in questa vicenda è che sembra che l’uomo non sia morto lì. A PAGINA 5

Basket

Calcio

Defensor al PalaMalè Tutti i match contro un Battipaglia di Prima, Seconda a caccia di punti e Terza Categoria

Con due vittorie già all’attivo, la Defensor va a caccia del tris in questo ottimo avvio di serie A2. Oggi al PalaMalè arriva Battipaglia, protagonista annunciata della stagione ma partita con due sconfitte nei primi due incontri e quindi desiderosa di riscatto. Servizio a pagina 21

Si parte al gran completo con i confronti anche della prima giornata di Terza Categoria nel calcio provinciale. Ed oggio avremo subito ben 10 delle 13 sfide in programma. Spunti, arbitri, riflessioni e orari sul turno di campionato che si preannuncia molto interessante. Servizi alle pag. 15-16-17


politica

2

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

INCHIESTA

Dai giovani poca fiducia nel Comune e nella scuola Emerge da un’indagine della Regione

I

giovani viterbesi considerano il vandalo uno stupido” o “chi fa danni senza sapere perché”, ma si fidano di più dei Vigili del Fuoco piuttosto che della Polizia Locale o di scuola e Comune. E’ quanto emerge dall’indagine svolta nell’ambito del progetto “Viterbo città sicura e sodale” finanziato dalla Regione Lazio e presentato due giorni fa presso la Sala Regia del Palazzo dei Priori dal professor Francesco Mattioli del Dipartimento comunicazione e ricerca sociale dell’Università La Sapienza di Roma. Assieme al Sindaco di Viterbo, Giulio Marini, presenti presidi e insegnanti delle scuole medie e superiori che hanno partecipato al progetto che ha coinvolto circa 400 intervistati tra i 14 e i 20 anni. Uno studio focalizzato appunto sulle nuove generazioni, “principali fruitori della città”, come sottolinea lo studio presentato l’altro ieri. Le scuole che hanno aderito all’iniziativa sono le Medie Statale “P. Egidi” e “P. Vanni”, l’Istituto Comprensivo di Grotte Santo Stefano, l’Istituto Professionale di Stato per il Commercio “F. Orioli”, l’Istituto Tecnico Commerciale per Geometri “P. Savi”, l’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato, il Liceo Scientifico Statale “P. Ruffini”, il Liceo Classico Statale “M. Buratti” e l’Istituto Statale “S. Rosa”. E’ invece “un peccato – riporta la sintesi dello studio – che qualche altro istituto non abbia ritenuto di fornire la collaborazione gentilmente richiesta dal Comune di Viterbo e dall’Università ‘La Sapienza’ di Roma, su un tema come quello della sicurezza che riguarda non solo la qualità della vita urbana ma anche l’educazione delle nuove generazioni”. “Particolarmente dolorosa” viene poi giudicata “la rinuncia dell’Istituto Tecnico Industriale Statale, per la numerosa presenza di giovani viterbesi in grado di fornire ulteriori informazioni sui problemi della sicurezza cittadina”. “Risultati per alcuni tratti sorprendenti”, ha commentato il Sindaco Marini, “ma che indubbiamente costituiscono un valido indirizzo per rendere più efficace la nostra azione in merito di politiche giovanili e di sicurezza e offrire risposte concrete al bisogno di sicurezza che ci comunicano le giovani generazioni”. “Dopo i dati raccolti sulla percezione della sicurezza da parte delle categorie più deboli, come anziani soli, disabili, immigrati”, ha detto il prof.Mattioli, “siamo passati ai ragazzi, poiché il loro

modo di rapportarsi alla città è particolare e ci permette di ottenere dati significativi. Guardando ad esempio la classifica riguardo a cosa li preoccupa di più, al primo posto c’è la serenità in famiglia e all’ultimo la sicurezza: una posizione che cambia in positivo man mano che aumenta l’età degli intervistati. Più grandi, più consapevoli e meno disposti a demandare ad altri la loro sicurezza”. Piuttosto sorprendente il dato secondo cui un quarto dei ragazzi individua come soluzione all’aumento della criminalità un incremento dei controlli. Una percentuale alta, per un dato che sarebbe stato più normale rilevare negli adulti e negli anziani. Un altro punto messo in evidenza dai giovani sta nel traffico, individuato, in percentuali significative,

Oltre il 39% degli intervistati non ha a cuore i problemi cittadini come “minaccia” alla loro sicurezza. “I giovani”, ha proseguito Mattioli, “sono fruitori dei mezzi pubblici, utilizzano le due ruote, si muovono a piedi: hanno una maggiore sensibilità rispetto alle problematiche del traffico, che nelle relative sezioni della nostra indagine occupa sempre le prime posizioni”. Nella parte riguardante la percentuale di fiducia nelle istituzioni e forze dell’ordine, al primo posto troviamo i Vigili del Fuoco; impopolare la Polizia Locale, che viene vista un po’ come “spauracchio”

dai ragazzi; poca fiducia viene inoltre riposta, altro dato interessante, nella scuola e nel comune. Il vandalo, per i ragazzi, è “uno stupido” o “chi fa danni senza sapere perchè”. Parte degli intervistati confessa comunque di aver compiuto qualche piccolo gesto di vandalismo o bullismo, ma quasi sempre per seguire il gruppo. Segnali allarmanti riguardo alla violenza: la condanna è unanime, ma per una buona percentuale, è giustificato ad esempio “farsi giustizia da soli” e “odiare per motivi di razza o religione”. Anche in questo caso, gli studenti invocano, quale soluzione, una maggiore educazione, rispetto e più controlli. Interventi repressivi e più severi. Altri dati che colpiscono sono quelli relativi ai comportamenti “di fronte a situazioni di criminalità e di pericolo”. Dinanzi a fenomeni come l’inquinamento ambientale, le barriere architettoniche, le strutture pericolanti e gli episodi di razzismo, hanno risposto “non me ne occuperei” rispettivamente il 39,7%, il 39,8%, il 25,6% e il 18,6%. Daniele Camilli

OPERE PUBBLICHE

Approvata la variazione del programma triennale

I

l Consiglio provinciale ha approvato la variazione al programma triennale delle opere pubbliche 2010-2012 dell’amministrazione provinciale. Si tratta di un intervento di quasi 2milioni di euro (per la precisione 1.947.487 euro) per la messa in sicurezza di molte strade della provincia. Si tratta di lavori che riguarderanno la sistemazione di tratti franati e quindi la messa in sicurezza delle strade, il cui finanziamento avverrà per metà con fondi ministeriali, mentre l’atra porzione sarà coperta da risorse provinciali. Entrando nel dettaglio, questi gli interventi che verranno effettuati con i fondi ministeriali: sistemazione tratto in frana al km 5 della Sp Lamone; sistemazione dei tratti in frana sulla Sp Tarquiniese; lavori di consolidamento e messa in

sicurezza della parte tufacea della Sp Tuscanese al km 19,1; sistemazione tratti in frana sulla Sp Ronciglionese dal Km 12,7 al km 13; sistemazione frana sulla Sp Bomarzese dal Km 3,150 al Km 3,2 (all’interno del centro abitato di Bomarzo); sistemazione tratto in frana sulla strada Bagnorese al Km 11. Mentre i finanziamenti del mutuo richiesto dalla Provincia verranno utilizzati per la messa in sicurezza delle Strade provinciali: Magliano in Sabina, dal Km 12,4 al 13,6 e dal 16,825 al 17,32; Vitorchianese, dal Km 0,1 al Km 4; Sorianese; Tarquiniese; Tuscanese, dal km 3 al km 7 e dal km 10 al km 13; Commenda, dal km 8,5 al Km 12; Teverina e Verentana, dal Km 6,3 al km 9; oltre che per la realizzazione della rotatoria in piazzale Trieste a Tuscania.

Per Santucci garantirà lo sviluppo del territorio viterbese attorno alle infrastrutture dell’aeroporto

Al via l’iter per l’approvazione del piano casa

Entusiasmo quasi unanime, solo una parte dell’opposizione ha forti dub-

I

nizierà la prossima settimana l’iter del Piano Casa della Regione Lazio che secondo l’assessore provinciale Gianmaria Santucci “garantirà lo sviluppo del territorio viterbese” soprattutto attorno alle infrastrutture che verranno create in occasione dell’apertura dello scalo aeroportuale, come ha dichiarato nei giorni scorsi in occasione della visita dell’assessore regionale Luciano Ciocchetti. Primo passaggio, il prossimo 22 ottobre in commissione Urbanistica. Una seduta dedicata all’illustrazione della proposta di legge da parte di Ciocchetti. Alla relazione seguiranno un dibattito generale e poi le audizioni con le associazioni di categoria, gli ordini professionali, le associazioni

interessate. “Ho rilevato un clima di collaborazione da parte di tutti i consiglieri - ha dichiarato il Presidente della commissione Urbanistica del Consiglio regionale del Lazio, Roberto Buonasorte - Dovremo coniugare la volontà della maggioranza di arrivare quanto prima ad approvare queste norme che correggono la precedente legge, con l’esigenza, espressa da tutti, di un confronto ampio”. Per l’opposizione Claudio Moscardelli (Pd) ha parlato di “volontà di contribuire a migliorare la legge” da parte del suo gruppo. I Verdi, come ha annunciato il capogruppo Angelo Bonelli, hanno invece “depositato un proprio testo di legge su questo tema”. Anche la sezione romana di Italia Nostra ha chiesto

alla Regione di modificare alcuni articoli del Piano varato dalla Giunta Polverini. Tre gli articoli della legge sui cui si concentrano le critiche dell’associazione per la tutela dei patrimoni culturali e paesaggistici: il 2, il 3 ed il 9. “La nuova norma – spiega il responsabile dell’ufficio legale di Italia Nostra, Emanuele Montini – consente ad un imprenditore che ha un capannone industriale di ottenere un cambio di destinazione d’uso, può chiudere la sua fabbrica e realizzare delle villette su quel terreno, è un fatto grave”. Montini critica inoltre le norme che a suo avviso “allentano le maglie sugli interventi nei centri storici, su cui prima c’era una preclusione”. D.C.

Gianmaria Santucci


Sabato 16 Ottobre 2010

primo piano

Viterbo & Lazio Nord

3

Il proprietario del Four Roses di Orvieto

Il padre: “Mio figlio ha fatto bene altr imenti ci avrebbe por tato via tutto”

L’ex datrice di lavoro di Ala Ceoban

“Tatiana voleva scappare da Gradoli e farla pagare a Paolo Esposito” La dichiarazione rilasciata dal medico Naddeo di Roberto Pomi

N

on ci sono i corpi, non c’è l’arma del delitto e quindi si procede con testi su testi, a pioggia. Questo è il processo per il giallo di Gradoli. Sul piatto un’accusa di duplice omicidio e occultamento di cadavere a carico di quelli che sono stati battezzati gli “amanti diabolici”. Ieri testimonianze interessanti in aula. Essenzialmente due i testi di maggiore significato per le loro deposizioni: il medico

di famiglia degli Esposito, al secolo Gerardo Naddeo e l’ex datrice di lavoro grossetana di Ala Ceoban. Una deposizione fiume quella del medico Naddeo, amico d’infanzia di Paolo Esposito, come lui stesso ha dichiarato, e depositario di interessanti “sfoghi” ricevuti da Tatiana e dal padre dell’imputato Enrico Esposito. La prima dichiarazione importante di Naddeo: “Questa estate a luglio ho avuto modo di parlare con Enrico del processo. Mi ha detto che stava andando bene. Poi ha continuato

Il medico Naddeo

Gradoli, interessanti deposizioni dei testi con una frase che mi ha lasciato perplesso: ‘Paolo ha fatto bene a fare quello che ha fatto, altrimenti quella ci avrebbe portato via la casa e la bambina’. Mi sentii in obbligo di raccontare ai carabinieri il fatto (come da verbale 23 luglio 2010 n.d.r.), poi commisi l’ingenuità di farlo presente anche alla stampa e la questione finì su tutti i giornali”. Seconda dichiarazione interessante: “Tatiana mi confidò che sarebbe sparita. Mi disse che già lo aveva fatto.Sapeva tutto della relazione in corso tra il suo compagno e Ala. Mi raccontò che ormai vivevano da

separati in casa e che aveva paura che Paolo le portasse via Erika. Un giorno era molto triste e mi fece una confessione: ‘Voglio allontanarmi da Gradoli, voglio sparire e fargliela pagare”. A confermare i rapporti tesi tra Tatiana e Paolo, soprattutto sul versante delle figlie Erika ed Elena (frutto di una precedente relazione di Tatiana) un ulteriore racconto portato in aula da Naddeo: “Un giorno venne da me Paolo con Elena. La bambina, che all’epoca faceva le medie, era stata “picchiata” dalla madre per un comportamento scorretto avuto a scuola. Paolo la

portò da me chiedendomi un certificato dove era specificato che la ragazzina era stata picchiata dalla madre. In maniera superficiale compilai e firmai quel certificato”. Un elemento interessante che potrebbe lasciare trasparire le intenzioni di Paolo di utilizzare quel certificato in favore di un suo eventuale contenzioso con la compagna per l’affidamento di Erika. L’ex datrice di lavoro di Ala a Grosseto ha confermato in aula che la sera del 30 maggio 2009 la ragazza non rientrò a casa della madre dove prestava servizio di badante. Ha confermato

che Ala non aveva con sé il telefonino e che è rientrata a Grosseto solo il 31 maggio, avvisando il pomeriggio del 30 che si sentiva poco bene e non sarebbe rientrata. In aula anche i proprietari della discoteca ‘Four Rose’ di Grosseto Marina, dove Ala ha raccontato di essere stata la sera del 30 maggio, giorno della scomparsa di Elena e Tatiana. Per i gestori del locale Ala non è mai stata da loro, visto e considerato che quella sera il locale era chiuso al pubblico ed era aperto solo per una festa privata di 18enni. La prossima udienza è stata fissata per venerdì 22.


cronaca

4

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

Dario Torni fa il bis e dal carcere prende una seconda laurea

D

al carcere di Mammagialla, Dario Troni fa il bis e consegue la sua seconda laurea. Dario Troni, ex mafioso e ora condannato all’ergastolo da scontare presso il carcere di Viterbo, è stato ritenuto colpevole degli omicidi di Savatore Assenza e Angelo Garofalo, eseguiti il 7 e il 18 aprile del 1992. Quando fu arrestato, Dario Troni, non aveva neanche 20 anni ed era già ritenuto uno degli astri nascenti del clan mafioso siracusaro UrsoBottaro. Al momento è dete-

nuto in carcere da 20 anni, e nei giorni scorsi ha conseguito la sua seconda laurea. Troni si era già laureato nel 2007 in Economia e Commercio con una tesi su “Il recupero del detenuto: una prospettiva economica” con il voto di 110 su 110. Nei giorni scorsi ha preso una laurea in Scienze e Tecniche della Comunicazione, alla facoltà di Scienze Politiche di Viterbo, con una seconda tesi dal titolo “Dal vecchio mondo al nuovo continente: interconnessioni e complementarità nella sto-

ria della Mafia” e ottenendo il voto di 110 e lode. Nel 2007 Torni è stato il primo laureato del carcere di Mammagialla, ed ha dato il via ad una catena grandiosa. Sono dieci, infatti, i detenuti del penitenziario che oggi si stanno laureando presso l’Università della Tuscia. I compagni di corso del carcere, per l’occasione, gli hanno donato una targa con scritto “L’amore per la cultura e l’impegno nel lavoro riscattano l’uomo di buona volontà e lo rendono libero per sempre”.

Stretti nel dolore per la perdita di Mario

Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati nella nostra redazione dopo la morte dell’imprenditore edile

A

ncora grande dolore e commozione all’indomani della morte di Mario Corinti, imprenditore edile 58enne, che è deceduto giovedì in seguito ad un incidente in strada Signorino, dove stava lavorando all’asfaltazione della via. Mario Corinti è morto in seguito alle gravi lesioni riportate dalla caduta di un braccio metallico di una betoniera. La corsa in ospedale è stata inutile: le lesioni su volto, braccia, cranio e torace erano troppo gravi, ed è deceduto. Già dal giorno della morto a Viterbo è iniziato il grande lutto. Erano in molti, infatti, quelli che lo conoscevano e amavano, non solo come grande imprenditore edile della zona, ma soprattutto come presidente dell’Aurora Viterbo, la nota formazione amatoriale della città, che ne piange tristemente la scomparsa. Ma oggi la nostra redazione si è letteralmente riempita di messaggi di cordoglio per la scomparsa di Mario Corinti; messaggi che dimostrano un profondo legame con il mondo sportivo, che andava al di là della semplice partita, e si trasformava in vera e sincera amicizia. Rosario Sorge Presidente del Csi Proprio nella gionata di ieri e’ venuto a mancare un amico di tutti , corinti mario presidente dell’aurora viterbo, ci ha lasciato in silenzio. Il comitato provinciale di viterbo porge alla famiglia Corinti e a tutti i ragazzi dell’Aurora Viterbo la piu’ sentite condoglianze. Lo ricordo innanzitutto come un amico, quante volte abbiamo discusso sempre con rispetto ed educazione, oggi mi sento un grande vuoto dentro, quando una persona ci lascia non e’ piu’ qui e non possiamo sentire la sua voce... sembra scomparsa per sempre. ma un affetto sincero non morira’ mai. il ricordo di Mario vivra’ per sempre nei nostri cuori ; piu’ forte di qualsiasi abbraccio, piu’ importante di qualsiasi parola. E’ nel momento del dolore che la fede in dio ci rende piu’ forti.

TRIBUNALE

Crollo BMW, ascoltato l’architetto Cardarelli

Amatori Capranica 1981 Il sottoscritto, unitamente a tutti i miei ragazzi del Capranica, esprimo il mio più sentito cordoglio per la scomparsa dell’amico Mario. Vivendo e respirando calcio da sempre è stata una collonna portante del calcio provinciale amatoriale. Pertanto porgo le più sentite condoglianze alla Famiglia Corinti, ai suoi figli e a tutti i ragazzi dell’Aurora Viterbo. Al CSI propongo di far osservare nelle partite della prossima 1 giornata di campionato, un minuto di silenzio in ricordo del Presidente Mario. (Mastrantoni Luciano) Nuova San Faustino La Nuova San Faustino, insieme a tutti i suoi tesserati, con la morte nel cuore per l’immatura e tragica scomparsa dell’amico Mario porge il suo più sentito cordoglio alla famiglia Corinti e ai suoi figli. Giunga il cordoglio ai suoi ragazzi del Team Aurora.La Nuova San

Faustino si accoda alla richiesta del Sig. Mastrantoni per il minuto di silenzio. SSD Valentano Anche la SSD Valentano si associa nel porgere il suo più sentito cordoglio alla famiglia Corinti e ai ragazzi dell’Aurora Viterbo Bassano Romano Amatori Gli Amatori Calcio Bassano Romano 1989, partecipano al dolore per la prematura scomparsa del Presidente Corinti. Anonima Bracciano L’ASD ANONIMA BRACCIANO partecipa anch’essa al dolore per la scomparsa del Presidente della Aurora Viterbo. Le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici più cari da parte di tutta la nostra Associazione. Aurora Piansano Tutti i ragazzi dell’Aurora Piansano si stringono intorno

alla famiglia Corinti e ai ragazzi dell’Aurora Viterbo e porgono le più sentite condoglianze. Virtus Calcio Bolsena Anche la Virtus Calcio Bolsena esprime le condoglianze a tutta la Famiglia Corinti ,standole vicina in questo triste momento.Pregando insieme, affinchè la sua anima riposi nella pace eterna. (Il Vice Presidente Riccardo Adami) Se ne va così uno dei fondatori dell’Aurora Viterbo, amato e compianto da tutti. Nei prossimi giorni ci sarà il funerale, nel quale parenti, amici e conoscenti potranno dare l’estremo saluto a Mario Corinti. Nel frattempo c’è la possibilità che le forze dell’ordine avviino un’inchiesta sull’incidente che ha colpito l’imprenditore, anche perchè pare che la betoniera che ha causato la tragedia sia vecchia e molto usurata.

C

rollo dello stabile Natili Bmw, ieri ascoltato in aula l’allora direttore dei lavori architetto Cardarelli. L’imputato ha sostenuto il pieno rispetto dei progetti nelle realizzazione dei lavori di ampliamento della struttura. Il pm Pacifici si è soffermato sulla questione dei puntelli non applicati al soffitto di cartongesso. Per l’architetto si sarebbe trattato di elementi non necessari. Al centro dell’udienza di ieri i rapporti tra Euro Edilizia, l’impresa a cui venne affidato l’appalto del soffitto, e la Mapo, ditta incaricata di effettuare il lavoro. Sembra infatti che in un primo momento i tecnici della Mapo si sarebbero rifiutati di effettuare la copertura esprimendo perplessità sulla sostenibilità strutturale. In un secondo momento però rivisitarono i calcoli e accettarono di procedere. Tali calcoli, secondo quanto dichiarato da Cardarelli, avrebbero

riguardato la struttura preesistente, il rinforzo di solai e pilastri. Gli elementi portanti della struttura sono stati oggetto di perizie proprio perché si pensa non furono messi adeguatamente in sicurezza. Altro punto controverso quello degli alveoli presenti all’intersezione tra le travi. “Elementi strutturali che devono essere riempiti – ha precisato l’architetto – per un metro e mezzo circa. Quelli del capannone Bmw, secondo le perizie, sono risultati riempiti di cemento per più di due metri, comportando così un peso maggiore sulla struttura sottostante ma il fatto non è dimostrabile”. Cardarelli ha inoltre precisato come l’evacuazione della struttura al momento del posizionamento dei travi non fosse compito suo, raccontando tra l’altro che proprio quella maledetta mattina del crollo anche lui era stato per più di un’ora con la testa sotto quel soffitto.


Sabato 16 Ottobre 2010

cronaca

Viterbo & Lazio Nord

5

Cercatore di funghi smarrito e ritrovato dopo un’ora

V

a a cerca di funghi sui Cimini e non riesce più a orientarsi per uscire dal bosco. E’ successo ieri mattina quando un signore ha telefonato ai Vigili del Fuoco spiegando che non riusciva più a trovare la strada per uscire dalla boscaglia.Subito la macchina dei soccorsi si è attivata ma dopo circa un’ora e mezza di ricerche l’uomo

è riuscito a raggiungere un’abitazione, avvisando immediatamente i Vigili del Fuoco. Va precisato che l’uomo non ha mostrato alcun problema o ferita ma semplicemente aveva perso la strada per tornare alla macchina e dopo diverse ore di giri a vuoto tra gli alberi, preso dal panico e non sapendo come fare, ha ritenuto opportuno chidere aiuto. xxxxx

Iniziati gli interrogatori a familiari ed amici Secondo la ricostruzione degli investigatori la vittima non sarebbe morta nel campo ma qualcuno l’ha trasportata lì per far perdere le sue tracce

A

ncora ombre sul caso del cadavero rinvenuto nella mattina di ieri nella zona di Sant’Agostino, a Tarquinia. Man mano che passano le ora la nebbia che fino al giorno di rinvenimento avvolgeva la vicenda sembra si stia diradando, e stanno venendo a galla le prime indiscrezioni. Innanzitutto è stato svelato il mistero sull’identità dell’uomo, che era rimasta per ore sconosciuta anche grazie al fatto che i documenti che portava in tasca erano usurati dal tempo e dalla forte umidità. L’uomo sarebbe un romeno di 32 anni, residente a Santa Marinella. L’identità è venuta a galla dopo l’attenta ricostruzione dei documenti da parte degli investigatori, che sono riuscito a portarli nella giusta direzione. Inoltre, come già si era evinto dalle prime indagini preliminari sul cadavere pare che l’uomo fosse morto già da qualche tempo prima del ritorvamento, ma la novità in questa vicenda è che sembra che l’uomo non sia morto lì. Avanza quindi sempre più prepotentemente l’ipotesi dell’omicidio: dalle indagini condotte dai carabinieri pare che l’uomo sia, infatti, morto in un altro luogo, poi qualcuno lo ha spostato nel campo di Sant’Agostino, forse per cercare di occultarlo alla bene e meglio. Altro dato che fa protendere verso l’ipotesi dell’omicidio è il fatto che sul corpo dell’uomo sarebbero state riscontrate diverse echimosi, segno evidente di una colluttazione. Forse il giovane romeno è stato vittima

di un’aggressione o forse durante un diverbio e una rissa le cose sono andate male, e l’uomo è morto. A quel punto sarebbe stato semplice per l’aggressore prendere il corpo dell’uomo, caricarlo su un mezzo e portarlo molto lontano dal luogo dell’omicidio, per far perdere le proprie tracce. L’idea dell’assassino era forse quella di sotterrare il cadavere nel campo, ma qualcosa può essere andato storto, forse gli spari dei cacciatori in lontananza potrebbero avere spaventato l’assassino che ha lasciato il cadavere a terra, senza preoccuparsi di nasconderlo. Ma queste sono solo ipotesi. Il fatto certo è che anche gli investigatori si stiano muovendo sulla pista dell’omicidio. Negli ultimi due giorni, infatti, i carabinieri hanno iniziato ad interrogare i familiari, gli amici e i conoscenti del romeno, per cercare di capire cosa ha fatto la vittima nelle ore prima della morte, chi sia stato l’ultimo a vederlo vivo, e cercare di dare un senso a questo rompicapo. Al momento del ritrovamento il romeno era vestito con un paio di pantaloni corti, una maglietta e un paio di scarpe da ginnastica: abbigliamento inconsueto per la stagione autunalle, e che forse può dare qualche indizio alle forze dell’ordine per risolvere questo caso. La pista dell’omicidio sembra comunque quella più accredita, ma il giallo è ancora fitto di ombre e misteri, che forse l’esame autoptico che si eseguirà a breve riuscirà ad eliminare almeno in parte.

L.A.

Cadavere ritrovato a Tarquinia Tutto fa pensare a un omicidio CARABINIERI

Operazione Denario, smantellata organizzazione per la ricerca e la ricettazione di materiale antico

D

ue persone sono state arrestate e tre sottoposte a misure cautelari personali al termine dell’operazione “Denario”, svolta tra Roma, Camaiore, Pontecurone (AL), Mantova e Vetralla (VT), dai militari del Reparto Operativo Tutela Patrimonio Culturale, in collaborazione con personale dell’Arma territoriale, tra cui i militari della stazione vetrallese. Le persone coinvolte erano referenti di un’associazione criminale finalizzata alla ricerca illecita, all’impossessamento e alla ricettazione di reperti archeologici provenienti da scavo clandestino. Altre 35 persone, collegate a vario titolo con il gruppo criminale, sono state deferite in stato di libertà. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno

permesso l’individuazione del gruppo criminale grazie a una serie di pedinamenti, controlli alle mostre e servizi di osservazione. Le cinque persone colpite dai provvedimenti dell’autorità giudiziaria si avvalevano di referenti locali, soprattutto nel Lazio, in Puglia e in Campania, e ricevevano reperti e monete grazie a una vasta rete di «tombaroli» e «cercatori». Questi venivano poi rivenduti a collezionisti e mercanti nazionali (in particolar modo in Piemonte e Lombardia) ed esteri (principalmente in Svizzera e San Marino). Recuperate oltre 5000 monete antiche di varia epoca e tipologia, 1000 reperti archeologici di diversa natura e 38 metal detector. Il tutto per un valore complessivo di oltre tre milioni di euro. Secondo le indagini, la struttura cri-

minale era molto articolata. Oltre ai “cercatori”, pare vi siano soggetti che avevano il compito di detenere i reperti illecitamente acquisiti; artigiani che producevano monete false da mescolare alle autentiche; esperti di materiale elettronico; infine,

professionisti e appassionati che acquistavano gli oggetti archeologici. Tra i reperti recuperati, denari in argento di età repubblicana, le serie monetali di Selinunte in Sicilia (V e IV sec. a.C.) e monete medievali di città italiane (XII-XIV sec.).


attualità

6

EVENTI

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

Luigi Malè in mostra all’Otium Cafè Il taglio del nastro oggi alle 18

L

uigi Malè protagonista di una mostra fotografica. L’idea viene da tre ragazzi viterbesi: Emanuela Moroni, Roberto Pomi e Glauco Antoniacci, che hanno recentemente pubblicato un libro sul pugile viterbese dal titolo ‘L’ho buttato giù con un destro. La storia del campione Luigi Malè’. Oggi, sabato 16, alle ore 18 l’avventura di quello che la cronaca sportiva dell’epoca definì l’alfiere dello sport viterbese riprende vita su sei pannelli di foto , ritagli di giornale e testi esposti all’Otium Café, locale molto in voga tra i giovani viterbesi e non solo. “La scelta dell’Otium, spiegano i tre organizzatori, è un omaggio che vogliamo fare a Luigi Malè nel suo quartiere natale: Pianoscarano. Un luogo di Viterbo che il pugile amò tantissimo e da cui non sapeva stare lontano. C’è poi un ulteriore ragione. L’Otium è un locale molto frequentato dai giovani e allestire una mostra su Malè all’interno è un modo efficace per raccontare anche alle giovani generazioni l’esempio di vita di una persona forte, sempre capace di battersi fuori e dentro il ring per valori sani”. La mostra ‘Polvere, cazzotti e gloria’ ripercorre la vita del campione: dalla giovinezza fino alla vita fuori dal ring. Scatti degli incontri e dei cazzotti più belli ma anche dei momenti felici con la famiglia e gli amici di sempre. Tutta le storia del pugile viterbese raccontata dalle immagini più belle. Gli incontri con i pugili più grandi, da Scortichini a Loi, i suoi viaggi, dall’Australia allo stadio della Regina a Londra. E i titoli a tutta pagina dei giornali più importanti. Tutto questo

con nel cuore l’amore per la boxe, la famiglia, gli amici e Pianoscarano. La mostra fotografica raccoglie il meglio delle foto conservate dallo stesso campione e messe a disposizione di questi giovani viterbesi che si stanno da fare per riscoprire questo grande viterbese direttamente dalla famiglia del campione e dagli amici di sempre, in primis il commendatore Alberto Ciorba. L’iniziativa resterà all’Otium per una settimana per poi ripetersi in altri locali cittadini. Questo per ripercorrere quando accade nel 1950 quando, dopo la vittoria del titolo italiano dei leggeri, Malè ricevette un simile omaggio in diversi locali pubblici viterbesi che esposero le

sue foto da campione e i ritagli dei giornali che raccontavano l’incontro di Milano contro Valdè Fusaro. Anche questa volta la gloria di Malè, rispolverata dal recente libro che ne riaccende il mito, verrà portata ai viterbesi che stanno mostrando grande attaccamento e interesse. A seguito del taglio del nastro sarà offerto ai presenti un aperitivo. L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’appoggio della Presidenza del Consiglio Comunale Viterbo, Coni Provinciale, Pianoscarano Calcio e una serie di sostenitori privati: Ottica Milioni, Re Panino, I Viaggi del Professore, Latini 84, Vivai Fratelli Paparozzi e Officina Belushi.

Vincenzo Latronico conquista il pubblico di ‘Quartieri dell’Arte’

V

incenzo Latronico conquista il pubblico di ‘Quartieri dell’Arte’. Grande successo alle Scuderie di Palazzo Farnese a Caprarola per ‘Linee guida sulla ferocia’, il lavoro teatrale tratto da ‘Ginnastica e rivoluzione’, scritto dal giovane talento ed edito da Bompiani. Una due giorni, quella di martedì e mercoledì a Caprarola, con una grande risposta di pubblico

e caratterizzata dalla presenza dello stesso Latronico. ‘Linee guida sulla ferocia’ commissionato dal Napoli Teatro Festival Italia – il più prestigioso festival teatrale del Bel Paese – è stato proposto in prima mondiale da ‘Quartieri dell’Arte’ e messa in scena da Franco Eco anche lui 26enne, regista che già lo scorso anno ha curato per QdA una esilarante riscrittura de ‘Il pozzo

e il pendolo’ di Poe. ‘Linee guida sulla ferocia’ è un testo teatrale che parla, in senso ampio, di lavoro. Un lavoratore disabile prossimo al reintegro, un laureato con un master aziendale e una giovane laureata in scienze umanistiche si trovano nello stesso ambiente aziendale per essere selezionati nel mondo del lavoro. Compito fittizio dei tre è quello di compiere una selezione del personale attraverso i curricula vitae che arrivano tramite e-mail. Le selezione di loro (Donato, Alfredo e Carla) è ardua e spietata e i tre devono ambientarsi nel microcosmo sociale dell’azienda per sopravvivere il più possibile. Selezionatore è un tale che si chiama “il domatore”, anch’egli persona decaduta nel suo intimo, ma feroce e ottimista nel mestiere. Per sopravvivere Donato, Alfredo e Carla devono tessere e sciogliere alleanze, solo il più adatto alle condizioni dettate dal domatore riesce a ottenere il posto di lavoro. Un lavoro sul darwinismo sociale capace di mettere in scena uno spaccato della vita attuale davvero “imbarazzante”.


Sabato 16 Ottobre 2010

Viterbo & Lazio Nord

provincia sud

7

VASANELLO - L’assessore ai Servizi Sociali, Alberto Mastromichele, interviene sul Centro H

“I disabili devono aspettare, una soluzione si troverà” “Mentre noi siamo al lavoro, c’è chi combatte battaglie a fini promozionali” Simona Tenentini

L

’assessore ai Servizi Sociali di Vasanello, Alberto Mastromichele, non ci sta ad essere pubblicamente accusato di lassismo ed oggi (ieri n.d.r.) arriva puntuale la sua replica. “Sul centro H e questa campagna mediatica che viene portata avanti anche su Facebook sono state dette molte inesattezze - afferma - e sinceramente ora sono un pò stufo di essere trattato per quello che non sono”. Mastromichele si riferisce all’interruzione del servizio trasporto disabili che si è verificata qualche tempo fa, la quale ha avuto gravi ripercussioni sui familiari dei ragazzi che risultano pesantemente provati da tale circostanza. Il pulmino che veniva usato per questo scopo era messo a disposizione dalla società sportiva di Gallese e serviva quattro Comuni: Vasanello, Vignanello, Fabrica e Corchiano, accompagnando gli utenti all’ormai famoso centro H di Gallese, una struttura allestita con finalità socioriabilitative. Con lo scioglimento della società sportiva è venuto a mancare anche il fondamentale servizio di trasporto e, ad oggi, non

sono state trovate ancora delle soluzioni alternative. Il risultato? I ragazzi rimangono a casa e i familiari si sentono abbandonati, soprattutto dalle isituzioni preposte. E’ questo il caso di una di loro, Franca Maria, che si è fatta portavoce di una battaglia ad oltranza per cercare di ripristinare lo status quo ante. Una delle maggiori problematiche direttamente scaturite dalla circostanza è, secondo lei, l’indifferenza di coloro che si dovrebbero occupare di trovare una soluzione, in primis l’assessore competente, colpevole di non aver preso parte alle riunioni indette per la discussione del caso. Diverso è il punto di vista di Mastromichele che invece si dichiara perennemente impegnato per una pronta risoluzione della vicenda: “Non sono certo situazioni che possono eveolvere da un momento all’altro - dichiara- in realtà stiamo lavorando tutti per trovare una soluzione al problema e, prima o poi, salterà fuori.” (la tempistica non è stata specificata n.d.r.). “Io ricopro quest’incarico da circa dieci anni e la prima cosa che ho a cuore è proprio il benessere delle persone che soffrono. Ciò emerge anche dal fatto che

VIGNANELLO - Il Pdl incalza Grattarola

A quando la differenziata? L

e beghe per il sindaco Grattarola sono all’ordine del giorno, oggi è la volta della raccolta differenziata. I cittadini non ce la fanno più e sono ormai stanchi di questo continuo procrastinare la data d’inizio della campagna, che dovrebbe portare anche un alleggerimento delle imposte sulla raccolta rifiuti. Il gruppo del Pdl si è fatto portavoce dei malumori cittadini e, sull’argomento, ha inviato una nota molto eloquente. ‘i miei ragazzi’, tra cui lo stesso Peppe, mi vengono a trovare tutti i giorni e mi cercano sempre con affetto.” L’altra circostanza che intendo chiarire - continua - è che non è stato il Comune a proporre il centro anziani come possibile alternativa al centro H, ma la stessa Asl e anche per questa eventualità bisognerà comunque attendere i necessari tempi tecnici del caso, oltre all’indispensabile parere favorevole dei diversi soggetti coinvolti.”

“Voglio concludere con un indispensabile distinguo: il mio intervento non ha assolutamente un fine promozionale, visto che non intendo ricandidarmi, ma solo quello di rettificare delle inesattezze che girano incontrollate sul web e sui giornali. Non so se lo stesso tipo di discorso si possa fare nei confronti di Franca maria, visto che ogni articolo è stato linkato nel suo sito personale. Una bella pubblicità per chi di secondo lavoro fa anche l’artista, non trova?”

BAGNOREGIO - Dopo quarant’anni si concretizza il progetto

La cantina didattica è una realtà “

Un successo straordinario per il quale questa amministrazione comunale si era impegnata a fondo sin dall’insediamento. Si tratta di un atto che riporta nella disponibilità dei bagnoresi un’area di grande valore. Ringrazio il Presidente Meroi, per avere mantenuto un impegno assunto con la città già in campagna elettorale, ringrazio

l’Assessore al patrimonio Danti, il Presidente della commissione Fracassini e tutti i miei colleghi consiglieri di maggioranza per aver capito l’importanza che questa operazione significa per il territorio, sia in termini di impatto ambientale che per l’immagine negativa che questo “ecomostro” trasmette agli oltre 150.000 turisti che ogni anno visitano il nostro

ORTE - Oggi l’incontro sui Cappuccini

I

n occasione della manifestazione storica, che in questi giorni si terrà al Palazzo dei Papi di Viterbo, il Comune di Orte ha deciso di realizzare un seminario su “Francesco da Castello, tra presenze e ritrovamenti”. Un incontro con esperti del settore che ripercorreranno la storia della città, alla ricerca delle tracce lasciate dai Cappuccini nel territorio. Tante, infatti, sono le testimonianze che ci arrivano dal passaggio dei frati in terra ortana. Fra le più importanti troviamo le stupende opere d’arte, conservate a Orte all’interno del Museo Diocesano. Opere di una bellezza unica, realizzate tra il XVI e il XVIII secolo a Orte da Francesco da Castello e i suoi confratelli, a testimonianza del loro passaggio nella Tuscia.

Oggi alle 10, all’interno del Palazzo Roberteschi, si svolgerà questa conferenza per illustrare le tante testimonianze lasciate dai Cappuccini; accompagnati da esperti storici del settore, inizierà un viaggio nei secoli e nella storia della città. L’iniziativa di Orte si unisce, come detto, alla manifestazione storica che in questi giorni si svolgerà a Viterbo, all’interno del Palazzo dei Papi, dove i paesi della provincia espongono al pubblico le opere, i reperti e le testimonianze del passaggio dei Cappuccini, e che si protrarrà fino al prossimo 7 novembre con conferenze, appuntamenti e mostre sulla vita e le opere dei frati nel territorio viterbese. Al termine della conferenza di domani a Orte, gli organizzatori offriranno agli intervenuti un aperitivo di commiato.

paese; ringrazio infine tutti i tecnici della Provincia che hanno lavorato, senza risparmiarsi, a questa operazione. Ora dovremo essere bravi a trovare le risorse economiche e progettuali per trasformare uno scempio, che si è perpetuato per troppi anni, in una opportunità di sviluppo e di crescita per Bagnoregio e per i cittadini di tutta la Teverina”. E’ questo il commento del sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, al via libera dato oggi dal Consiglio provinciale al trasferimento al Comune dell’immobile di proprietà della Provincia, realizzato, e mai utilizzato, su una superficie che si affaccia davanti a Civita. Il grande edificio, costruito negli anni 70, doveva ospitare, allora, tra le altre ipotesi, una cantina didattica annessa all’Istituto Agrario. Tra vicissitudini e impacci burocratici l’immobile non è stato mai utilizzato, diventando un monumento al degrado e allo sperpero dei soldi pubblici. “In virtù del provvedimento adottato da questa amministrazione provinciale, di cui mi onoro di far parte, ora abbiamo la possibilità di ipotizzare un futuro per questa struttura – aggiunge il sindaco Bigiotti – la mia amministrazione ha già avuto dei contatti con rappresentanti istituzionali e

referenti di altre amministrazioni pubbliche con i quali si è cominciato a parlare dell’impiego della ex cantina. L’alienazione, infatti, è il primo passo: ora dobbiamo lavorare per dare un futuro all’immobile a vantaggio della comunità. Nei tempi e con i modi opportuni renderemo pubblici i progetti che stiamo ipotizzando per l’intera area interessata. Sono consapevole, tuttavia, della grande responsabilità che da oggi, come Sindaco, mi sono assunto. L’atto votato dal Consiglio provinciale è solo il primo importante “step” di un percorso, tutt’altro che facile, per raggiungere lo scopo finale che dovrà necessariamente prevedere, come è giusto che sia, la pubblica utilità e l’interesse della Provincia di Viterbo. Ho fortemente voluto questa operazione nonostante la consapevolezza delle grandissime difficoltà che da ora dovremo iniziare ad affrontare. Sono convinto che un pubblico amministratore corretto debba sempre prendere in carico, e tentare di risolvere, anche i gravi problemi che gli altri, prima di lui, gli hanno lasciato in eredità e questo senza eludere mai le responsabilità con pretesti di comodo”.

“Smentita ancora una volta dai fatti la promessa di iniziare a Settembre la raccolta differenziata porta a porta. Questi gli annunci che si sono succeduti nel corso dei mesi: Vignanello –” Partirà a Marzo/ 2010 la Raccolta Differenziata.” Vignanello - “Giugno/2010 Porta a porta” tutto pronto.” Vignanello – “partirà a Settembre/ 2010 la raccolta differenziata porta a porta.” Questo scriveva l’amministrazione Grattarola su alcuni quotidiani provinciali, un tormentone iniziato in agenda del Sindaco ben 7 anni fa, usato anche come cavallo di battaglia per la campagna elettoralei, ma, ancora una volta, nulla di fatto. c Un compleanno di tutto rispetto, dopo 7 anni di propaganda siamo uno dei pochi paesi della provincia, che, arrivato ormai al 2010, paga per un servizio veramente inadeguato pur non godendo ancora della raccolta differenziata. Il problema è sotto gli occhi dei cittadini, e Vignanello, che si è fatto addirittura capofila per la Raccolta Differenziata di un gruppo di comuni che dovrebbero conferire l’immondizia nell’Isola Ecologica di Centignano, è diventato, per assurdo e per volontà di pochi, un termine di paragone vergognosamente in negativo. La poca attenzione per le inevitabili conseguenze che certe decisioni determinano a livello di politica ambientale, l’assenza di una pianificazione e di un coordinamento, la mancata definizione di indicatori tematici per una corretta programmazione, sono tra le cause principali dell’attuale situazione, con forti ripercussioni sia sul territorio che sulla popolazione. Ci sono cittadini che da anni riferiscono di non essere serviti nè da uno spazzamento manuale nè da uno meccanico sulla propria via e pertanto sono costretti a provvedere personalmente. Altri ancora lamentano che ci sono dei giorni in cui risulta difficile addirittura camminare

su alcune strade per via delle numerose deiezioni canine presenti. E’ ormai risaputo che da tempo non si effettuano più il lavaggio e la disinfezione dei cassonetti; e scarsa è diventata la pulizia delle piazzole e delle aree di alloggiamento dei contenitori. I cittadini sono ormai stanchi di sentirsi rifilare sempre la stessa solfa dagli amministratori: “non ci sono nè soldi nè mezzi”. Dunque è vero che il comune di Vignanello ha le casse vuote? Comunque non si possono pagare servizi che non esistono, come non si possono tacere i diritti dei cittadini sanciti dalla nostra costituzione, dalle leggi e dai regolamenti. Non ci dimentichiamo che molte sono anche le persone che lamentano il fatto di pagare la TARSU non per la reale produzione del rifiuto, ma in base ai metri quadri di casa, poiché soli o in due. Questo lo abbiamo anche portato come mozione in Consiglio Comunale, “ pagare per ciò che produciamo” la votazione della maggioranza è stato un bel NO. Comunque non ci stancheremo mai di rammentare a questa amministrazione che: sono obblighi primari del sindaco, non solo disporre, ma soprattutto realizzare una serie di misure atte a ridurre sensibilmente l’impatto negativo della situazione esistente, per l’incolumità pubblica, il decoro urbano, l’igiene e la salvaguardia dell’ambiente. Per concludere, in considerazione del fatto che non si risponde alle nostre interrogazioni con risposta immediata e scritta, poniamo pubblicamente al primo cittadino alcuni interrogativi: - quando partirà formalmente e ufficialmente la raccolta differenziata? - quali sono state le ragioni ostative che ad oggi hanno impedito l’apertura dell’Isola Ecologica? - come verranno utilizzati, e da chi, i mezzi dati in comodato d’uso dalla Comunità Montana dei Cimini, fermi da 2 anni; e chi pagherà le spese di assicurazione obbligatoria furto e incendio? - i cittadini che conferiranno in discarica rifiuti differenziati, potranno ricevere un bonus da scomputare poi sulla tariffa? - quale sarà il futuro ( inserimento lavorativo ) degli attuali addetti al servizio di igiene urbana dipendenti del comune? - quando si passerà dalla TARSU alla TIA, perché si possa finalmente affermare di pagare per ciò che si produce?” Sim. Ten.


montefiascone

8

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

Il tenete dei vigili urbani Lanzi non ha ancora un posto stabile nell’organico comunale

L’ odissea di un vigile urbano Oggi incaricato della sorveglianza del comune, forse sarà traferito all’Inps I

l tenente dei vigili urbani Valerio Lanzi, non riesce a trovare un posto nella pianta organica comunale, nonostante esistano quattro posti liberi e disponibili. Al vigile Valerio Lanzi, inserito nei quadri “direttivi”, fino ad ora non gli è stato assegnato nessuno dei quattro posti disponibili nella pianta organica comunale: all’ufficio tributi (lasciato vacante da Alessandro Sciuga passato all’assistenza sociale), all’ufficio anagrafe (posto lasciato libero da Giuliana Frilicca trasferito all’ufficio personale), all’ufficio pensioni (vacante dopo che Emilio Moricansa è andato in pensione) e all’ufficio assistenza sociale. Il commissario Tarricone, d’intesa con il comandante dei vigili urbani Luigi Salvatori, ha disposto che il vigile urbano Valerio Lanzi, sia “temporaneamente” incaricato della sorveglianza e sicurezza interna al comune e del suo ufficio, in quanto la commissione medica

ha certificato che “fisicamente” non è in grado di svolgere servizio esterno. L’ufficio personale del comune ha proposto al vigile urbano Valerio Lanzi di occuparsi dello sportello informazioni Inps, quando la sede Inps di piazza Vittorio Emanuele sarà trasferita a Viterbo. lavorando insieme agli uffici di vigili urbani (capo settore e comandante Luigi Salvatori) e assistenza sociale (capo settore Alessandro Sciuga) che saranno trasferiti a fine anno nel palazzo dell’ex Carivit-Inps di proprietà comunale, non appena gli uffici e impiegati della sede distaccata dell’Inps saranno rientrati a Viterbo. Per legge e contratto nazionale di lavori dei dipendenti enti locali, il comune deve esperire tutti i tentativi di collocare un suo dipendente in uno dei posti liberi in pianta organica purché il posto da occupare non sia superiore al grado e qualifica dell’impiegato da trasferire da

un ufficio all’altro. La lotta del vigile urbano Valerio Lanzi con l’amministrazione comunale è di vecchia data e risale al 1998, quando fu assolto dall’ex pretore Eugenio Turco, attuale giudice al tribunale di Viterbo, che lo assolse con formula piena dall’accusa di omessa custodia della pistola di servizio, ai sensi dell’articolo 20 comma 1 delle legge 110/76. Per il vigile urbano falisco, difeso dal noto avvocato penalista Giorgio Barili, anche il Pubblico Ministero Spadoni chiese l’assoluzione perché ritenne che il fatto addebitato al vigile falisco non costituiva reato. Il fatto che accadde l’8 agosto 98 quando sul lungolago falisco, quando scoppiò un violento nubifragio estivo che sconvolse tutto il tratto di arenile tra il ristorante la Carrozza d’Oro e il Faro fin oltre la spiaggia di Marta. In quell’occasione, causa il maltempo e nubifragio il vigile smarrì la sua pistola Beretta. Poi qualche anno dopo,

quando lo stesso vigile urbano, dopo sei anni di causa e contenzioso sindacale sostenuto dalla Uil, è riuscito finalmente a vincere la causa di lavoro ed ottenere, dal collegio di conciliazione del ministero del lavoro, il giusto inquadramento nel grado, qualifica e retribuzione economica arretrata, calcolata in circa 20.000 euro, che gli erano stati negati e preclusi. In un sol colpo dall’undicesimo posto è balzato al terzo della graduatoria gerarchica con il gradi di “tenente” ed ora soltanto il comandate (maggiore Luigi Salvatori) ed il vice comandante (capitano Roberto Sciamannini) dei vigili urbani, sono più alti di lui in grado e qualifica. Tutto ebbe inizio nell’anno duemila quando il vigile urbano Valerio Lanzi, inquadrato nella categoria “C”, assistito dal sindacato Uil, il 9 gennaio 2000, ricorse al tribunale di Viterbo, contro il comune di Montefiascone, per farsi riconoscere le mansioni e qualifica superiore, ed ovviamente lo spettante livello economico-retributivo, che spetta a coloro che sono promossi nella categoria superire “D”. La sentenza del giudice del tribunale di Viterbo Vilma Passamonti, emessa il 14 ottobre 2005, cinque anni dopo la presentazione del ricorso del vigile urbano, ha condannato il comune di Montefiascone a riconoscere: “in parziale accoglimento del ricorso presentato da Valerio Lanzi, si dichiara il diritto del ricorrente, agli effetti giuridici ed economici, al passaggio e posizione economica superiore, spettante alla categoria “D”, ai sensi dell’art. 29 del Ccnl della categoria”. Ed ora, nonostante tutti i titoli, grado e qualifica, il comune non trova un posto in cui collocare al lavoro il vigile urbano Valerio Lanzi pur essendoci quattro posti liberi e disponibili nella pianta organica comunale. i.g.


Sabato 16 Ottobre 2010

provincia nord

Viterbo & Lazio Nord

9

TUSCANIA

La Parrocchia del Centro Storico ricorda la Beata Chiara Badano Festa al Duomo il 29 ottobre, data della nascita

A

nche Tuscania si unirà il 29 ottobre ai festaggiementi per la Beata Chiara “Luce” Badano, a darne notizia il Parroco Don Fedoro Spadavecchia che insieme al movimento dei Focolarini di Tuscania, di cui è responsabile, ha organizzato una S. Messa in suo onore ed addirittura una festa presso la Concattedrale di S. Giacomo (Duomo). Chiara Badano è stata beatificata lo scorso 25 settembre con una cerimonia che si è tenuta presso il Santuario del Divino Amore, a Roma, alla presenza del prefetto per le Cause dei Santi, Sua Eccellenza Mons. Angelo Amato, appositamente dAnche Tuscania si unirà il 29 ottobre ai festaggiementi per la Beata Chiara “Luce” Badano, a darne notizia il Parroco Don Fedoro Spadavecchia che insieme al movimento dei Focolarini di Tuscania, di cui è responsabile, ha organizzato una S. Messa in suo onore ed addirittura una festa presso la Concattedrale di S. Giacomo (Duomo). Chiara Badano è stata beatificata lo scorso 25 settembre con una cerimonia che si è tenuta presso il Santuario del Divino Amore, a Roma, alla presenza del prefetto per le Cause dei Santi, Sua Eccellenza Mons. Angelo Amato, appositamente delegato da

Papa Benedetto XVI. Vi hanno assistito circa 25.000 persone sopratutto giovani, provenienti dai 5 continenti. ,Ma chi era Chiara Badano? Chiara nace il 29 ottobre 1971 a Sassuolo Ligure, paesino appartenente alla diocesi di Acqui, dopo che i genitori l’hanno attesa per 11 anni. Per chi la ricorda da bambina Chiara aveva occhi limpidi e grandi, il sorriso dolce e comunicativo, era intelligente e volitiva, vivace, allegra e sportiva. Fin da piccola i genitori, devoti alla vergine delle Rocche la educano a parlare con Gesù attraverso la parola contenuta nel vangelo ed ha rispondere sempre affermativamente alla sua volontà. È sana, ama la natura e il gioco, ma si distingue fin da piccola l’amore verso gli «ultimi», che copre di attenzioni e di servizi. A 9 anni entra come Gen nel Movimento dei Focolari e a poco a poco vi coinvolge i genitori. Da allora la sua vita sarà tutta in ascesa, nella ricerca di «mettere Dio al primo posto». A 17 anni, mentre è occupata con gli studi al Liceo Classico le viene diagnosticato a seguito di lancinanti dolori ad una spalla un osteosarcoma: sarà l’inizio di un lungo calvarioo che durerà tre anni. Nonostante la terribile sentenza dei medici Chiara non perde la sua fede, dopo aver appreso

la Giovane, morta per tumore, è stata beatificata il 25 settembre la notizia pronuncia una frase che ll’avrebbe accompagnata durante tutta la malattia: «Se lo vuoi tu, Gesù, lo voglio anch’io». Non perde il suo luminoso sorriso; mano nella mano con i genitori, affronta cure dolorosissime e trascina nello stesso Amore chi l’avvicina. Soprannominata “LUCE” dalla Lubich, con la quale ha un intenso e filiale rapporto epistolare fin da piccina, ora è veramente luce per tutti, sopratutto per i giovani ai quali andava spesso il suo pensiero: «...I giovani sono il futuro. Io non posso più correre, però vorrei passare loro la fiaccola come alle Olimpiadi. I giovani hanno una vita sola e vale la pena di spenderla bene!». Chiara non ha avuto mai paura di moire, ha pregato per la sua guarigione sempre mettendo il suo destino nelle mani di Dio. La giovane muore nella sua casa all’alba del 7 ottobre 1990, dopo una notte molto sofferta. Da allora, ogni anno in quella triste data, i giovani e le persone presenti alla Messa

in suo suffragio sono aumentate sempre di più. Vengono spontaneamente e si invitano a vicenda per partecipare al rito che, come voleva lei, è un momento di grande gioia, preceduto da anni dall’intera giornata di “festa”: con canti, testimonianze, preghiere…ed è in questo spirito che la Parrocchia del Centro storico dedicherà la domenica del 29 ottobre, data della nascita di Chiara e data scelta per i festeggiamenti della beata, a questa giovane eccezionale la cui “fama di santità” si è estesa in varie parti del mondo. La scia luminosa che Chiara “Luce” ha lasciato dietro di sé porta a Dio nella semplicità e nella gioia di abbandonarsi all’Amore. E’ un’esigenza acuta della società di oggi e, soprattutto, della gioventù: il significato vero della vita, la risposta al dolore e la speranza in un “poi”, che non finisca mai e sia certezza della “vittoria” sulla morte

Acquapendente non abbandona la protesta

Dopo la manifestazione del 13 ottobre a Roma continua la raccolta di firme Lo spettacolo teatrale è prodotto dal Consorzio Biblioteche R

Oggi, in scena a Bolsena “Sor Monzzignore mio..”

O

ggi pomeriggio, alle ore 17,00 presso il Piccolo Teatro Cavour andrà in scena “ Sor Monzziggnore mio..”. La rappresentazione è un oercorso poetico musicale sui sonetti “clandestini” e sulla vita di Giuseppe Gioachino Belli, con Cesare Cesarini, Tenorattore; Gabriella Rea, vocalist e Luca Mereu, chitarra e mandolino.Lo spettacolo è prodotto dal Consorzio delle Biblioteche del lago di Bolsena. Sistemi bibliotecari, sono associazioni di più biblioteche di un’area geografica circoscritta, nati per offrire ai cittadini di quel territorio la possibilità di accedere ad un patrimonio librario, audiovisivo o multimediale

molto più ampio rispetto a quello che potrebbe offrire la biblioteca del proprio paese, anche se molto fornita. Il Sistema bibliotecario del Lago di Bolsena comprende i Comuni di Acquapendente (referente del Sistema), Bolsena, Capodimonte, Gradoli, Grotte di Castro, Ischia di Castro, Marta, Montefiascone e Valentano. Nato alla fine degli anni 80, si è costituito in Associazione intercomunale nel 1995 ed è oggi un organismo cooperativo che so occupa della promozione ed il coordinamento delle attività culturali. L’ingresso allo spettacolo di questo pomeriggio è libero e gratuito.

Vale. Seb.

La Pro Loco presenta vita, guerra e morte di un capitano di ventura

Valeria Sebastiani

La cittadina resta unita per difendere l’ospedale dal decreto Polverini

esta alta ad Acquapendente l’attenzione e la mobilitazione a difesa dell’ospedale. Dopo la partecipazione alla manifestazione del 13 ottobre a Roma, continua la raccolta delle adesioni al “Comitato pro ospedale Acquapendente” e la distribuzione ai cittadini di materiale informativo. È importante infatti che la popolazione sappia bene cosa significherebbe l’attuazione del piano sanitario presentato dalla Polverini, quali drastiche conseguenze porterebbe non solo per Acquapendente ma per tutto il territorio circostante.Le posizioni dell’Amministrazione Comunale restano ferme sulle richieste imprescindibili fatte alla Presidente della Regione Lazio: il ritiro del decreto e l’apertura di un tavolo di confronto per garantire il diritto alla salute. E si propone: il mantenimento dell’ospedale per acuti (con reparto di medicina, chirurgia anche in day hospital, servizi di diagnostica e poliambulatorio); un pronto soccorso che garantisca l’emergenza; il rafforzamento dell’as-

TUSCANIA -Una giornata dedicata al “Tartaglia”

sistenza domiciliare; l’integrazione tra i servizi ospedalieri e quelli territoriali. L’Amministrazione Comunale ringrazia i numerosi cittadini che hanno partecipato alla manifestazione del 13 ottobre e quanti stanno dando il loro appoggio alle varie azioni di mobilitazione. È necessario restare uniti per sostenere la difesa dell’ospedale di Acquapendente.

D

omani 17 ottobre, alle ore 15,30, la Pro Loco di Tuscania presenta la terza edizione del Corteo Storico con il relativo processo e decapitazione del Capitano di Ventura Angelo da Lavello, detto “IL TARTAGLIA”. Così la storia: “Nei primi anni del XIV° secolo la città di Tuscania passò sotto il dominio del papato. Bonifacio VIII° le mutò il nome in “TOSCANELLA” e Martino V° la dichiarò Contea investendone il Capitano di Ventura Angelo Tartaglia. Nato a Lavello nel 1370 fu uomo duro, ambiguo e ambizioso. Nel dicembre del 1421, in seguito a fraudolente operazioni volte contro il papato, fu catturato e sottoposto a tortura. Confessò il suo tradimento e sulla piazza del pubblico mercato di Aversa ebbe mozzata la testa”. Il Corteo partirà dalla chiesa di Santa Croce alle ore 15,30 ed arriverà in Piazza Italia dopo aver attraversato le vie del centro stoprico; qui avverrà la ricostruzione storica dello scontro tra i soldati dello Sforza e i soldati di Toscanella, quindi l‘arresto del Tartaglia. Il corteo si sposterà poi in piazza torre di Lavello dove nell’anfiteatro si svolgerà il rito proces-

suale, preceduto da un corteo in costume che accompagnerà il condannato in catene fino al patibolo. Il processo si effettuerà secondo le regole del tempo e i vari personaggi storici saranno impersonati dai seguenti attori locali: Fabrizio Ferranti – Tartaglia; Olena Zharikova – Agnesella Monaldeschi, moglie del Tartaglia; Alberto Puri – Giudice supremo; Fiorenzo De Stefanis – Avvocato accusatore; Renzo Zecchini – Avvocato difensore; Luigi Paparozzi – Cancelliere; Claudio Patrizi – Primo testimone; Massimiliano Dezi – Secondo testimone; Volfango Maccarri – Confessore; Elio Garofoli – Boia. Al termine del processo si procederà alla esecuzione della cruenta sentenza, con il taglio della testa, come avveniva in tutte le corti del Quattrocento. E così „Toscanella“ ritornò sotto il dominio del Regno Pontificio. La Pro Loco ringrazia l‘avv. Luigi Pierdomenico, Presidente ed ideatore del processo. Ringrazia altresì la Regione Lazio, il Comune di Tuscania e tutti gli organizzatori che in vario modo hanno contribuito alla realizzazione dell‘evento. Tutta la manifestazione sarà ripresa dalla TV.

V.S.


10

xxxxxxxxxxxx

Viterbo & Lazio Nord

Martedì 5 Ottobre 2010

������������������

� � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � � �� �

����������������������������������������������������������������������������������������������������� �������������� ���������� ������������������������������������������������������������������������������������������������������������ ����� ������������������������������������ ������������������������ ������������������������������������������������������� ������������������������������������������������������������� �������������������������������������� ����


Sabato 16 Ottobre 2010

Viterbo & Lazio Nord

litorale

11

POLITICA - Il giovane esponente del Pd, Marco Gentili, critica la proposta della Tarzia

“Dopo gli ospedali toccherà ai consultori”

Non sarebbe più utile se la Riforma puntasse a migliorare le strutture esistenti?

M

arco Gentili giovane esponente del Pd e consigliere all’Università Agraria critica la proposta regionale della Tarzia. “Dopo gli Ospedali Provinciali sono presi di mira i Consultori – esordisce Gentili - se il buongiorno si vede dal mattino, per la proposta di legge sulla disciplina dei consultori nella Regione Lazio si annuncia un percorso estremamente travagliato. Noi Giovani Democratici di Viterbo non approvando i tagli agli Ospedali Provinciali, prendiamo atto, e non ci piace affatto, la proposta di legge regionale di Olimpia Tarzia. E’ un tentativo per oscurare definitivamente i Consultori Familiari Regionali. La proposta di legge Tarzia – continua Gentili - punta a riformare la disciplina dei Consultori laziali riconoscendo le strutture private attive sul territorio, costituite da associazioni familiari o che fanno capo alle diocesi e finanziandole con risorse pubbliche se sono accreditate. Non sarebbe più logico, invece, potenziare le strutture già esistenti ma fatiscenti e mal funzionanti con questi finanziamenti? E’ previsto inoltre – aggiunge Gentili del Pd - un asse-

LA CNA INFORMA

C

gno di sostegno mensile rinnovabile fino al raggiungimento del quinto anno di età del bambino, nel caso in cui la donna scelga di non abortire e abbia un reddito non superiore alla soglia di povertà. La proposta vuole privatizzare i Consultori e punta a erogare fondi pubblici ad associazioni confessionali, inoltre cancella l’indipendenza e la competenza degli operatori. Sul testo – sottolinea il giovane consigliere del Pd

- si legge che i consultori devono diventare strutture non più deputate a fornire servizi sanitari, bensì a sostenere la famiglia e i valori etici di cui è portatrice. Si parla poi di importanti principi a tutela del figlio concepito visto già come effettivo membro della famiglia, ai quali l’attività dei consultori è chiamata a conformarsi. Insomma – prosegue Gentili - è un chiaro riferimento agli aborti ed ad una posizio-

ne di contrarietà riguardo tale pratica ed un’accusa indiretta alla funzione dei Consultori. Crediamo che Olimpia Tarzia non ha bene a mente i dati che ci dicono che il 50% delle interruzioni di gravidanza passano da ospedali e medici di famiglia, mentre – conclude Marco Gentili - i consultori malgrado l’attacco che si vuole imporre, tutelano laicamente in piena coscenza la donna”. Alessandro Sacripanti

ambiano le leggi, e la Cna la Confederazione nazionale degli artigiani di Tarquinia, le illustra agli imprenditori attraverso un incontro che si è svolto la settimana scorsa. Un nutrito numero di rappresentanti del mondo del lavoro tarquiniese ha preso parte al seminario dove è stato illustrato il nuovo piano straordinario contro le mafie, con particolare riguardo alla norma sulla tracciabilità dei flussi finanziari, gia in vigore dallo scorso 7 settembre. A dare spiegazioni dell’argomento erano presenti per la Cna le fiscaliste Federica Viscarelli e Maila Menichetti, e il responsabile della sede Attilio Lupidi. Ad aprire i lavori anche il presidente della sede territoriale Cna di Tarquinia Pierluigi Suriano che durante l’evento ha riferito

–”L’iniziativa vuole dare una risposta al bisogno delle imprese di essere informate su un provvedimento tanto complesso, che introduce importanti novità e sul quale, purtroppo, mancano ancora molte indicazioni interpretative”. Anche se molto diverse dalla normative vigenti sono state molto apprezzate dai presenti, le relazioni sulla legge 136/2910, tenute da Federica Viscarelli e Maila Menichetti, dell’Area fisco della Cna. Sono intervenuti al seminario della Cna in rappresentanza del Comune di Tarquinia, Stefano Poli che è il responsabile funzionario direttivo del settore bilancio e programmazione economico finanziaria, e Maria Luisa Ziccardi, istruttore amministrativo del Settore lavori pubblici del Comune.

Ale. Sac.

MONTALTO DI CASTRO - Si amplia l’offerta per gli studenti del litorale TARQUINIA - Lo affermano i familiari del medico che ha salvato molte vite

Restauro, i nuovi corsi di laurea Nonno Ezio merita una via D

a quest’anno accademico l’offerta formativa dell’Accademia di Belle Arti Lorenzo da Viterbo si amplia con il corso di diploma di II Livello (laurea specialistica) in restauro, con sede anche a Montalto di Castro, dando così l’opportunità agli studenti di completare l’intero ciclo didattico necessario al conseguimento del titolo di restauratore (diploma di I e II livello). La sede montaltese del corso di laurea è stata inaugurata nel novembre del 2009. Anche per l’Anno Accademico 2010-2011, il diploma di I livello (laurea triennale)di laurea in Restauro è aperto a tutti coloro che sono in possesso del diploma di scuola secondaria di 2 ‹ grado; la durata è di tre anni (180 crediti formativi) e prevede tra le materie di insegnamento, oltre alle discipline storico-teoriche anche numerose materie

specialistiche: dal restauro della ceramica a quello dei metalli, dalle opere da

cavalletto al restauro della carta e delle opere lignee. Le lezioni avranno inizio a novembre 2010, con l’avvio del nuovo anno accademico.

I laureati possono inoltre accedere al Master di I Livello in Conservazione e Restauro dei Beni Archeologici, che prevede tra le materie formative Metodologie del Restauro Archeologico, Legislazione dei Beni Archeologici e restauro del legno, dei metalli, della ceramica, restauro pittorico e dei materiali lapidei. Le informazioni e la modulistica è on line sul sito www.vulci.it . Le pre- iscrizioni si raccolgono presso la segreteria della Mastarna srl , Via della Volta Buia 2/A, dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 (info : www.vulci.it; tel.0766.879942; formazion e.mastarna@gmail.com).

N

on si ferma la polemica e l’azione della famiglia Poleggi verso l’amministrazione comunale per intitolare una via al nonno Ezio, noto ‘medico’ che in passato ha salvato molte vite, e ancora oggi è molto ricordato in città per le sue azioni. E’ proprio per voce della nipote Eleonora Poleggi che arrivano nuove rimostranze in merito –”Bisogna ricordare degnamente la figura di mio nonno Ezio Poleggi (nella foto). Nel novembre del 2002 – riferisce Eleonora - morì il grande artista cileno Sebastian Matta, che rese partecipe la città della sua arte. Nella piazza antistante il palazzo comunale è presente un bellissimo mosaico che ricorda l’artista, e una sua opera è esposta permanentemente nella sala del consiglio comunale. Ancor prima di Matta – aggiunge la Poleggi nell’aprile dello stesso anno morì Ezio Poleggi. A distanza di otto anni dalla sua scomparsa non è stato istituito, ancora, alcun ricordo alla sua memoria. Mio nonno era un vero missionario – sottolinea la nipote dell’illustre medico - parlando con la gente, tutti mi raccontano aneddoti su di lui un uomo umanamente e professionalmente impavido nel salvare vite umane, rispettoso verso il

prossimo e verso la condizione di sofferenza, determinato a vincere sul morbo e sulla morte. Un uomo innamorato della sua professione e dell’essere umano, e le persone si commuovono nel ricordare la figura del ‘dottor Ezio’. Adesso – continua Eleonora Poleggi - senza togliere nulla all’artista cileno, mi domando se è più importante donare una tela a Tarquinia che ridonare la vita, il futuro, la gioia a decine di

migliaia di persone che sembrava no averla persa. Dinnanzi alla vita, nessuna opera d’arte, per quanto bella, può avere lo stesso valore. Nessuno ha mai risposto ad una sola delle mie missive, è non è stata intitolata una via alla memoria di mio nonno. E vorrei ricordare - conclude la nipote Eleonora Poleggi - che tutto nato da un idea non certo di noi familiari ma dalle stesse autorità”.

Ale.Sac.


12

civitavecchia

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010


Sabato 16 Ottobre 2010

Viterbo & Lazio Nord

civitavecchia

13

Allagamenti e sporadici interventi L’Assessore alle Manutenzioni Campidonico pronto a rivolgersi alla Procura A muso duro con Rfi e Cento Stazioni Spa, “Scarsa collaborazione nonostante i reiterati inviti”

Si deve stigmatizzare il comportamento di scarsa disponibilità nel voler affrontare e risolvere congiuntamente la questione riguardante i fenomeni di infiltrazione di acqua all’interno del sottopasso ferroviario, che nell’ultimo periodo ha peraltro toccato picchi insostenibili per l’utenza”. Inizia così una dura lettera recentemente inviata dall’Assessore comunale alle Manutenzioni, Mauro Campidonico, e dal Dirigente al settore, Ing. Carlo Marta, alle Società ‘Cento Stazioni’ Spa e ‘Rfi’ del Gruppo Ferrovie dello Stato. <<Ai reiterati inviti inoltrati dall’Amministrazione comunale - tosto rincarano i due - si è dato riscontro soltanto attraverso sporadici interventi finalizzati solo al ripristino dell’impianto di sollevamento asservito al sottopasso medesimo, in caso di mancanza di alimentazione di energia elettrica>>. <<Nelle more

Mauro Campidonico

Presumibile, dalle richieste. il rapido arrivo a quota 1.500

Teatro Traiano, nuovo record di abbonamenti B

dei provvedimenti tecnici risolutivi, per i quali è stata dimostrata piena disponibilità da parte nostra - continua Campidonico - si invita pertanto chi di competenza a procedere, con la massima tempestività, almeno all’installazione di allarmi acustici e visivi presso il detto impianto sì da consentire, al personale in servizio presso la Stazione, di inoltrare celere segnalazione agli Organi preposti. Non meno importante, ancora a seconda dell’Assessore competente, lo stress che subirebbero le pareti interne a seguito delle infiltrazioni di acqua piovana, in riferimento alle quali il Comune si riserva <<di chiedere il risarcimento delle spese sostenute per

gli interventi urgenti>>. <<Per il futuro - si legge sul finire della missiva di cui in apertura - nei casi in cui tali fenomeni possano rappresentare nocumento alla pubblica incolumità, l’Amministrazione stessa potrà chiudere il sottopasso al transito ed eventualmente segnalare la problematica alla Procura della Repubblica>>. Ringraziata la Polizia Ferroviaria per la fattiva collaborazione finora dimostrata, in conclusione, da parte del rappresentante dell’Esecutivo, si è rivolto un invito alle parti al fine di un incontro urgente a riguardo. Servizio e foto di Pietro Cozzolino

ella quanto confortante la notizia or ora giuntaci dalla Direzione Artistica del Teatro comunale Traiano. Presso il botteghino del medesimo si stà infatti dichiaratamente raggiungendo quota 1500 abbonati. Risultato, quest’ultimo, parziale e peraltro in ascesa altresì considerate le numerose richieste. Inoltre, da martedì 19, a partire dalle 10.00, inizierà in loco la prevendita dello spettacolo “le Allegre comari di Windsor” scritto da William Shakespeare con protagonista, nell’occasione, il grande Leo Gullotta. Pertanto, non si dimentichi, il giorno precedente sarà l’ultimo per acquistare i detti abbonamenti, valevoli

Il Comandante Nitrella tira le somme di un’anno denso di operatività

Mare sicuro, grazie alla Capitaneria di Porto Soccorsi in calo stante il programmato aumento dei controlli preventivi

Q

uella non appena trascorsa, non è stata certo un’estate facile per gli uomini della locale Capitaneria di Porto. Ciò, in considerazione del fatto che la stessa ha visto ancora il verificarsi di troppi incidenti in mare, molti dei quali si sarebbero potuti evitare ponendo una maggiore attenzione ed utilizzando un pò di buon senso. Tra questi, infatti, ne figurano numerosi verificatisi per cause futili e, appunto, evitabili, magari, preventivamente ascoltando un bollettino meteorologico o controllando i livelli di carburante, oppure ancora, attendendo il tempo necessario per la digestione prima di entrare in acqua. <<Ho chiesto tanto ai miei uomini e tanto ho ottenuto è stato il soddisfatto esordio in merito del Comandante, Fedele Nitrella (nella foto), nel corso di una apposita Conferenza stampa di recente tenutasi presso i locali della Capitaneria medesima. Conferenza, quest’ultima, in cui lo stesso Nitrella ha dettagliatamente diffuso i

Stato e le Associazioni di volontariato al fine di razionalizzare, in funzione di un contenimento della spesa pubblica, le già limitate risorse finanziarie all’uopo disponibili>>.. Pie. Coz.

dati dell’Operazione ‘Mare Sicuro 2010’, dai quali è emerso come, con l’aumento del numero dei controlli, anche preventivi (quest’anno 21.543 contro 17.566 del 2009) si sia ottenuto un calo, seppur leggero, del numero delle persone e delle unità soccorse in mare (rispettivamente 70 e 24). Tutto il personale presente nei mesi di luglio e agosto, periodo culmine dell’estate, che con spirito di sacrificio ha operato pattugliando, altresì via terra, gli oltre 80 chilometri

di costa operativamente rientranti sotto la specifica giurisdizione. Più di 50 uomini operativi, nonchè tutti i mezzi a disposizione, hanno vieppiù permesso controlli maggiormente incisivi in materia ambientale, originando, inoltre, un sensibile calo dei verbali amministrativi e delle notizie di reato (197 e 11). <<Tutto ciò - ha concluso il Comandante sopracitato - è stato possibile in più grazie alla fattiva collaborazione con le altre Amministrazioni dello

Leo Gullotta

per la grande Stagione di Prosa 2010 -2011 e comprendenti 11 spettacoli di qualità. Dalla Direzione suddetta in più ricordano come ne siano rimasti

a disposizione 64 per il Turno ‘A ‘e 48 per il Turno ‘C’; mentre il Turno ‘B’ risulta già esaurito. Per ciò che concerne i Titoli d’ingresso, sono in più a disposizione, per lo sbigliettamento, 80 posti in relazione ad ognuno dei tre Turni suddetti La Campagna abbonamenti per il Turno ‘U’ (ossia quello relativo alla novità rappresentata dalle “nuove creatività”) andrà invece avanti fino al 3 novembre prossimo. E’ un dato oggettivo come, in controtendenza rispetto agli altri Teatri, anche grazie a tali numeri, Civitavecchia rappresenti un caso straordinario non soltanto in ambito regionale ma anche nazionale. P. C.


Sport Vetrina

14

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

DESIGNAZIONI ARBITRALI - Serie D 7ª di andata I nostri assistenti Lamoratta e Argentieri a Genzano

Viola al Rocchi e Mancini al Madami L

e terne arbitrali per i gironi G ed E della serie D valevoli per la settima giornata di andata in programma domani. GIRONE E APRILIA - ANZIO LAVINIO Arbitro: Trasarti Gabriele di Teramo Collaboratori: Urbano Massimiliano di Lanciano - Berini Fabrizio di Chieti ASTREA - CASTIADAS Arbitro: De Filippis Giuseppe di Vasto Collaboratori: Pellilli Giovanni di Termoli - Campitelli Domenico di Termoli BACOLI - ARZACHENA Arbitro: Colarossi Valerio di Roma 2 Collaboratori: Petrillo Massimiliano di Albano Laziale - Barbetta Francesco di Albano Laziale CYNTHIA - FIDENE Arbitro: Loni Maurizio di Cagliari Collaboratori: Lamoratta Maurizio di Viterbo - Argentieri Davide di Viterbo GUIDONIA - SANLURI Arbitro: Guarino Salvatore di Caltanissetta Collaboratori: Chiocchi Marco di Foligno - Apruzzese Alessandro di Foligno PORTOTORRES - VIRIBUS UNITIS Arbitro: Ortuso Massimiliano di Ciampino

Collaboratori: Tusa Marco di Cagliari - Libasci Francesco di Cagliari TAVOLARA - SELARGIUS Arbitro: Martire Luigi di Grosseto Collaboratori: Benedettino Matteo di Bologna - Malacchi Filippo di Perugia VITERBESE - BUDONI Arbitro: Viola Stefano di Bari Collaboratori: Risa Cristian di Roma 2 - Procopio Luca di Roma 1 ZAGAROLO - MONTEROTONDO Arbitro: Pinzone Vecchio Antonio di Genova Collaboratori: Fieri Leonardo di Terni - Antonsambetta Alessandro di Terni GIRONE E ATLETICO AREZZO VOLUNTAS SPOLETO Arbitro: Di Roberto Carmine di- Nocera Inferiore

Collaboratori: Rondina Marco di Vercelli - Perron Filippo di Biella FLAMINIA CIVITACASTELLANA - DERUTA Arbitro: Mancini Emanule di Fermo Collaboratori: Giampieri Eleonora di Jesi - Giardini Silvio Flavio di Jesi CITTA’ DI CASTELLO SCANDICCI Arbitro: Ceccato Piero di Bassano Del Grappa Collaboratori: Forte Luca di Cervignano Del Friuli - Adamo Omar di Cervignano Del Friuli MONTERIGGIONI MONTEVARCHI Arbitro: Cocciolo Dario di Roma 2 Collaboratori: De Meo Roberta di Formia - Devanna Arcangelo di Ciampino ORVIETANA - PERUGIA Arbitro: Bichisecchi Gianni di Livorno Collaboratori: Battistella Paolo di Lanciano - Lauria Maurizio di Potenza PONTEVECCHIO - CASTEL RIGONE Arbitro: Rugini Fausto di Siena Collaboratori: Agostini Alessandro di Frosinone - Santoro Gian Marco di Frosinone SESTESE - FORTIS JUVENTUS Arbitro: Marchesini Paolo di Legnago Collaboratori: Pugi Alessandro di Prato - Di Lorenzo Davide di Prato

CLASSIFICA D girone “E”

CLASSIFICA D girone “G”

TODI

14

PORTOTORRES

14

CASTEL RIGONE

13

BACOLI SIBILLA

14

MONTEVARCHI

11

VITERBESE

12

PERUGIA

11

ANZIOLAVINIO

11

PIANESE

11

ARZACHENA

10

SANSEPOLCRO

11

ASTREA

9

SCANDICCI

11

MONTEROTONDO

9

VOLUNTAS SPOLETO

10

FIDENE

8

PONTEVECCHIO

10

SELARGIUS

8

FLAMINIA

9

ZAGAROLO

8

DERUTA

8

SANLURI

7

FORTIS JUVENTUS

6

BUDONI

7

SPORTING TERNI

5

CASTIADAS

7

ORVIETANA

4

VIRIBUS UNITIS

6

MONTERIGGIONI

4

APRILIA

5

SESTESE

3

TAVOLARA

4

CITTA’ DI CASTELLO

3

GUIDONIA

4

ATLETICO AREZZO

2

CYNTHIA

2

SPORTING TERNI - SANSEPOLCRO Arbitro: Di Tano Danilo di Bari Collaboratori: Scala Danilo di

Torre Del Greco - Oliviero Francesco di Ercolano TODI - PIANESE Arbitro: Formato Paolo di Benevento

Collaboratori: Squarcia Stefano di Roma 1 - Grisci Manuel di Tivoli Red. Spor.

JUNIORES NAZIONALI - Oggi i confronti della quinta di andata

La Viterbese ci prova a Battipaglia Per la Flaminia trasferta romana con l’Astrea CLASSIFICA FIDENE

10

APRILIA

8

ASTREA

8

GAETA

8

VITERBESE

7

BATTIPAGLIESE

5

MONTEROTONDO

4

ZAGAROLO

4

BOVILLE ERNICA

3

ANZIOLAVINIO

3

GUIDONIA

3

VENAFRO

3

FLAMINIA

2

CYNTHIA

2

T

ornano in campo nel pomeriggio le formazioni juniores di Viterbese e Flaminia e lo fanno dopo il precedente turno che ha segnato una resa casalinga per entrambe le formazioni dalle quali si attende quindi una risposta importante, in particolare dalla Viterbese che gravita ancora nei quartieri medio alti della classifica con Cisterna e compagni che in questo avvio di stagione hanno dimostrato di potersela giocare ad armi pari con tutte, a parte la sbandata di sabato scorso. VITERBESE Trasferta in terra campana per i gialloblu che si recano nella tana di una Battipagliese dal rendimento sin qui discontinuo e che in questo mesetto

JUNIORES NAZIONALE 5ª ANDATA (oggi) BATTIPAGLIESE - VITERBESE VENAFRO - CYNTHIA FIDENE - BOVILLE ERNICA ANZIOLAVINIO - GUIDONIA GAETA - APRILIA ASTREA - FLAMINIA MONTEROTONDO - ZAGAROLO di incontri ha alternato ottime prestazioni ad altre che hanno lasciato a desiderare. Viterbese quindi super motivata per tornare dalla Campania con un risultato utile per riprendere la corsa che è stata interrotta sabato scorso dal Fidene. FLAMINIA Diverso il discorso per il Flaminia che ha mostrato limiti piuttosto

evidenti in questo inizio di stagione e il compito del suo staff tecnico è quello di riportare il gruppo su livelli congeniali per poter essere più competitivi. L’esame odierno è severo visto che l’Astrea è una delle migliori compagini del girone e ha il morale altissimo dopo il blitz del turno precedente sul terreno del Boville Ernica.

Mister Mauro Viviani (Viterbese)


sport - calcio Quelle matricole all’assalto I bomber di Prima ed altro P E Sabato 16 Ottobre 2010

iccole squadre crescono. E già perchè il calcio non è mai una scienza esatta. E di certo l’equazione “spendere-rendimento” è un discorso che lascia il tempo che trova. Per carità, dopo due turni diventa difficile avere un’analisi certa e definitiva ma va sottolineato come le prime due giornate di Prima Categoria hanno dato delle belle etichette a formazioni dove non è il Dio quattrino a muovere le fila ma le finalità e le motivazioni che le spingono ad andare ben oltre sono altre. LO SPIRITO E in questa ottica il pensiero va a dei club come sono l’Atletico Tarquinia che ha usufruito del ripescaggio in sede estiva attraverso la graduatoria e che ha le sembianze di una grande famiglia dove ciascuno cerca di

Viterbo & Lazio Nord

mettere esperienza, saggezza e determinazione. E il team del presidente Benedetto Lenzo (nella foto) ha dato la conduzione della squadra al valido e “carico” Blasi e il gruppo sta rispondendo alla perfezione. Stesso discorso per il Valentano, altra neo promossa che con il suo gruppo sanguigno che preferisce la spada al fioretto ha

15

caratteristiche di spessore per interprepare i confronti con la giusta carica come ha dimostrato all’esordio quando ha fatto saltare il banco nella vicina Ischia di Castro dove una formazione molto più quotata ha pagato dazio sotto i colpi della squadra dei tecnici Billi e Crisostomi. E in queste considerazioni ci fa piacere inseirre anche la voce Lubriano dove nel giro di un’estate è nato quello che nessuno avrebbe mai immaginato credere che potesse nascere e il discorso non è legato soltanto al team di Prima Categoria ma anche all’assemblamento delle formazioni di calcio giovanile che sono uscite fuori e che da questo fine settimana entrano in azione. E di sicuro un solco dal club del presidente Riccini è stato solcato e la sensazione è che la strada giusta sia proprio questa.

cco la classifica dei marcatori aggiornata dopo il 2° turno.

con i gol mancano ancora pezzi pregiati del campionato e tra gli altri possiamo ricordare i vari Morice. Marini, Pecci, Giordan, De Cillis, campione nella classifica dei bomber nella precedente stagione con la casacca della Fortitudo Nepi.

2 reti - Boninsegna (Valentano) e A. Taratufolo (Canepina) 1 rete - Capocecera (nella foto), Stella e Baccello (Lubriano); Cardoni (Montalto Calcio), Piccioni (Valleranese); Damiani, Pau e Di Luca (Monte Romano); L. Brizi , Carli e R. Brizi (Ischia di Castro); Maculani, Daniele, Romano e Incalcaterra (Canepina); Guarisco (Atletico Tarquinia); Pacenza (Grotte di Castro); Mastrogiovanni (Tuscania-Bolsena)

nate ricordiamo che si è segnato pochissimo con 8 reti nei sette incontri giocati della prima giornata e con una media che si è alzata un pochino nel secondo turno quando negli otto match in programma si sono realizzati 14 gol.

ANEMICI Nelle prime due gior-

IN ATTESA E all’appuntamento

IMBATTUTI Nel reparto portieri imbattuti sotto con la lista che vede ancora impenetrabili gli estremi difensori Mastrorosato (Latera), Casadidio (Vignanello), Marzi (Monteromano, con una partita in meno), Sabatini (Canepina), Ercolani (Atletico Tarquinia) e Nikocevic del Vasanello anche lui con una partita in meno giocata.

Grotte di Castro-Lubriano, mister Baggiani tocca ferro T

erzo atto di una Prima Categoria che sinora ha sancito la superiorità di Canepina e Lubriano ma attenzione perchè 180 minuti davanti ai 2520 che ancora mancano sono una inezia. Ed allora sotto con verifiche e accorgimenti tecnico-tattici in attesa del mercato che verrà perchè in effetti c’è già chi si è reso perfettamente conto che c’è qualcosa da rivedere e da sistemare in più di un team. ARBITRI Sino a ieri pomeriggio dal sito dell’Aia le designazioni arbitrali non sono state annunciate ed allora per il momento si naviga a vista e vedremo nelle prossime ore se qualcosa si muoverà in tal senso. Andiamo a scrutare le sfide, nella tabella sottostante gli orari dei singoli match ma la cosa è presto detta perchè a parte i match di Soriano e Vasanello tutti i confronti avranno inizio alle ore 15,30. Grotte di Castro-Lubriano - E’ indubbiamente il confronto più atteso che dovrà dirci la forza di un Lubriano che sin qui sornione sornione è balzato solitario al comando della classifica grazie alle due vittorie ottenute sul campo di Montalto e domenica scorsa in casa contro il Capranica. Mister Baggiani tocca ferro perchè i

Contro Raspoli sempre in difficoltà Turno favorevole al Canepina Pronostici e numeri della terza giornata

Massimo Baggiani

suoi precedenti con il tecnico e collega Raspoli non lasciano dormire sonni tranquilli. Grotte di Castro atteso da un risveglio anche perchè con quel po’ po’ di potenziale offensivo che si ritrova il golletto segnato in campionato in 180 minuti appare decisamente poco e c’è un bomber Morice che scalpita con il suo fratellino del gol Pacenza che un sigillo lo ha messo a segno proprio domenica scorsa. Pronostico: 1x

1ª CATEGORIA 3ª ANDATA (domani) CANEPINA - ATLETICO TARQUINIA ( ore 11,00) CAPRANICA - MONTALTO (ore 11,00) GROTTE DI CASTRO - LUBRIANO (ore 11,00) ISCHIA DI CASTRO - TUSCANIA BOLSENA (ore 11,00) NUOVA SORIANESE - LATERA (ore 15,30) VASANELLO - VALENTANO (ORE 15,30) VIGNANELLO - VALLERANESE (ore 11,00) VIRTUS PILASTRO - MONTE ROMANO (ore 11,00)

Canepina-A. Tarquinia - Cimi superstar sinora ma fu vera gloria? La cronaca dice di si perchè Maculani e compagni contro Nuova Sorianese e Virtus Pilastro non hanno sbagliato praticamente nulla e le sei reti messe a segno e lo 0 nella casella dei gol subiti sono un dato, pardon un doppio dato che non può passare inosservato. Domani una bella verifica contro il gruppo che vien dal mare e che è partito lancia in resta molto ma molto forte manifestando uno spirito di gruppo non da poco. Ed allora cimini favoriti ma serve la testa e la concentrazione. Pronostico 1. Vasanello-Valentano - E’ uno dei confronti del pomeriggio. Locali rattristati dalla perdita di bomber Mariani, infortunio al ginocchio e mister Alessandro Tosti sa benissimo che significa perdere un giocatore dal potenziale di una quindicina di gol a salire. Ma la forza di questo Vasanello denominato sin dalla scorsa estate l’Atletico Bilbao de noi altri è quella di una compagine tosta come il nome del suo mister e che fa dello spirito di gruppo la sua caratteristica numero uno. Qualità queste che la fanno assomigliare molto al Valentano coniato da mister Billi che non ha perso le caratteristiche della passata stagione. Bella sfida tra due team ancora imbattuti anche se il Vasanello ha giocato una partita in meno. Pronostico 1 Vignanello-Valleranese - E’ il derbone della giornata. Un confronto che torna ad

Luciano Camilli

appassionare dopo che i cimini di casa hanno ottenuto la promozione alla Prima. Il fattore campo potrebbe incidere poco in un match che i tecnici Camillucci e Patrizi hannoi preparato cercando di sfruttare al meglio le caratteristiche delle loro compagini e Vignanello che deve fare attenzione alle qualità di una Valleranese che in questo tipo di partire sa tirare fuori sempre qualche coniglio dal cilindro. Entrambe alla ricerca del loro primo successo. Pronostico 1/2 Ischia di Castro-Tuscania Bolsena - Rilanciata dalla vittoria di Vallerano la formazione ischiana di mister Gasperini cerca 3 punti contro un Tuscania Bolsena imbattuto, (due pareggi) e che ha mostrato segni di grande solidità. Ischia che deve togliersi dalla testa, anche se molti interpreti sono cambiati rispetto alla scorsa stagione, quella frenata psicologica che non la vede più sfruttare al meglio il fattore campo. E la storia ci racconta che portare via punti da Ischia era quasi una impresa. Tornerà ad essere così dopo la sbandata dell’esordio contro il Valentano. Pronostico 1 Virtus Pilastro-M. Romano - La forza dei baby rionali di mister Cesare Rondini al cospetto dell’esperienza del gruppo di Tossio che ha caratura e forza fisica per essere nel

raggio delle migliori del torneo. Confronto che si presenta quindi con caratteristioche ben differenti tra i due team con la società pilastrina del presidente Pacchiarotti che in settimana non ha drammatizzato più di tanto sulla netta sconfitta (nella ripresa) di Canepina anche perchè se ai giocani biancorossi dovrebbe venire meno l’entusisasmo diventerebbe difficile colmare il gap con le rivali. Pronostico x N. Sorianese-Latera - Entrambe devono vincere. Entambe devono segnare un gol. Sta meglio decisamente il Latera che se non altro ha due punti in classifica generale contro lo 0 dei cimini sui quali mister Romano Floccari sta mettendo a fuoco quello che è il suo verbo calcistico e sta cercando di trsmettere ai suoi quella che era la sua incredibile carica quando rappresentava la bandiera in campo della Sorianese che ha fatto la storia del calcio dilettantistico. Latera che ha tra le altre le assenze di Guernier (e l’ex trottolino della Viterbese ai tempi di Attardi) non è uno sui quali si può rinunciare a cuor leggero e di Baiocco ancora squalificato. Gioca davanti al pubblico di casa il portierone Mastrorosato che è ancora imbattuto e che difende i colori del Latera. Pronostico x2 Capranica-Montalto - Ultimo confronto di questa terza

1ª CATEGORIA CANEPINA

6

LUBRIANO

6

VALENTANO

4

ATL. TARQUINIA

4

MONTE ROMANO *

3

ISCHIA DI CASTRO

3

LATERA

2

TUSCANIABOLSENA

2

GROTTE DI CASTRO

2

VIGNANELLO

2

VALLERANESE

1

CAPRANICA

1

VIRTUS PILASTRO

1

VASANELLO *

1

MONTALTO

0

N. SORIANESE

0

* UNA PARTITA IN MENO

di andata tra due compagini affamate di punti e che devono alzare la testa dopo un inizio con il freno a mano tirato. L’impressione è che un risultato roboante possa sbloccarle ma chi riuscirà in questo intento. Pronostico 1x (agv)


sport - calcio

16

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

2ª CATEGORIA A/B - Match e arbitri del nuovo turno. Torna anche Civitella-Graffignano

Derby a go-go nella terza di andata Querciaiola-Pool, Etrusca-Marta, Bassano-Sutri e 2001 Tuscia-Blera E

’ la domenica dei derby nella Seconda Categoria sia nel girone A che nel gruppo B. E andiamo a vedere quello che ci attende partendo con la nostra disamina di presentazione e partendo questa settimana dal gruppo B caratterizzato da due super derby. GIRONE B Al comando i team di Atletico Morlupo e Soratte che guidano a punteggio pieno e che domani sono attese dalle trasferte di Magliano in Sabina e Civita Castellana. Nelle gabbie sotto gli orari delle sfide. Maglianese-A. Morlupo Confronto severo per il Morlupo nella tana di una Maglianese che dopo aver messo paura nella prima giornata alla Cimina Ronciglione è andata a vincere per 2-1 sul campo del Tugurio Anguillara e vuole proseguire il suo ottimo avvio di stagione. Pronostico 1x, arbitro Mattia Carnevale, sez. Civitavecchia. Civita Castellana-Soratte - Che panni indosseranno stavolta i giovani di mister Paolo Livi. Quelli del lupi famelici che hanno vinto 4-1 all’esordio contro la Vejanese o quelli degli agnellini che sette giorni dopo si sono fatti sbranare dal Real Collevecchio? Al campo il responso nel confronto contro la capolista Soratte che è partita fortissima. Pronostico x2, arbitro Luigi

San Lorenzo, Virtus Bolsena, Pool Viterbo e Celleno vogliono proseguire la loro super marcia Trappola Manziana per il Ronciglione Magliulo di Civitavecchia. Manziana-C. Ronciglione - Verifica di sicuro valore per il team cimino di mister Domenico Gavazzi che in settimana ha dichiarato alla stampa come il suo team deve essere bravo a calarsi nella mentalità di questo campionato. La riprova se ci saranno stati progressi in questo senso l’avremo domani al Marcozzi contro un Manziana che è partito molto bene e che ha il morale alto dopo il blitz di Sutri. Pronostico 2, arbitro non comunicato. 2001 Tuscia-Blera - E’ uno dei derby più attesi che si gioca domani alle 15,30 al Comunale di Villa San Giovanni in Tuscia e che torna dopo oltre 10 anni. A bomber Giuseppe Latini e soci il compito di trafiggere quel grande portiere che risponde al nome di Luca Mazzarani e Blera che vuole dare continuità al suo ottimo avvio di stagione. “E’ un confronto tosto - ci ha detto il team manager del 2001 Tuscia Claudio Latini - loro sono una gran bella squadra, noi faremo del nostro meglio per dimostrarci al loro pari”. Arbitro non

comunicato. Pronostico x Bassano Romano-C. Sutri - E’ l’altro derby di questa terza di andata. Una sfida che mette a confronto due formazioni che hanno il dente avvelenato. Il Bassano Romano per la falsa partenza, ancora 0 punti dopo due turni e il Calcio Sutri per l’inopinata sconfitta casalinga nell’anticipo di sette giorni fa contro il Manziana. Pronostico 1/2, arbitro Fabio Liberatori di Roma 2. Vetralla-Real Collevecchio - Premesse interessanti per il match del Raparelli tra due ottime formazioni che potrebbero recitare un ruolo importante. Enrico Pasquinelli dopo il pari di Vejano ha chiesto più tutela nei confronti del gioiellino Andrea Fa, Collevecchio che quindici giorni fa da queste parti ha perso cedendo per 1-0 sul campo del 2001 Tuscia e che cercherà di evitare il bis. Pronostico 1x, arbitro Federico Ventura, sezione di Civitavecchia. Vejanese-Mazzano Romano - Occasione da sfruttare per il Mazzano contro il fanalino di coda del girone in quello che è il secondo impegno interno consecutivo di questo avvio di stagione.Mazzano partito male con 7 gol al passivo in 180 minuti. Pronostico 1, arbitro Federico Ventura, sezione di Civitavecchia. Stimigliano-Tugurio Anguillara - Ultimo confronto della terza di andata nel girone B tradue formazioni ancora al palo e che sinora non hanno lasciato traccia. Pronostico 1, arbitro Nicola Silvano Lassandro di Roma 2.

Luca Mazzarani

2ª CATEGORIA GIR. A 3ª ANDATA (domani)

LA SCHEDINA Gioca la sua personale schedina per l’Opinione il team manager del 2001 Tuscia Claudio Latini: Bassano Romano-Calcio Sutri x; Civita Castellana-Soratte 1; Maglianese-A. Morlupo 1; Manziana-C. Ronciglione x2;

Stimigliano-T. Calcio Anguillara 1; Vejanese-Mazzano Romano 1; Vetralla-Real Collevecchio 2; 2001 Tuscia-Blera 1x2. GIRONE A Questo invece quello che ci offre la terza di andata nel girone A dove abbiamo a punteggio pieno il quartetto formato da San Lorenzo Nuovo, Virtus Bolsena, Celleno e Viterbo Pool. Dirigono i match gli arbitri della sezione di Viterbo. San Lorenzo N.-N. Bagnaia - Chi fermerà la scatenata Nuova Bagnaia? Bella domandina per una formazione come quella del presidente Marricchi che sta andando a mille e che non vuole femrarsi sul più bello. Tupu Vasile e company dovranno fare attenzione però ad una Nuova Bagnaia che ha trovato belle risposte dal confronto ben giocato domenica contro il Doria e che ha fatto dimenticare tutte le ansie e perplessità dopo il brutto eosrdio contro il Celleno. Pronostico 1, arbitro Claudio Petrella.

2ª CATEGORIA A

2ª CATEGORIA B

S. LORENZO NUOVO

6

ATLETICO MORLUPO

6

CELLENO

6

SORATTE

6

VIRTUS BOLSENA

6

1928 VETRALLA

4

VITERBO POOL

6

C. RONCIGLIONE

4

DORIA S. MARTINO

4

MAGLIANESE

4

FARNESE

4

BLERA

4

CIVITELLA D’AGL.

4

MANZIANA

4

QUERCIAIOLA

3

CIVITA CASTELLANA

3

ETRUSCA

3

CALCIO SUTRI

3

TRE CROCI

1

2001 TUSCIA

3

BARCO MURIALDINA

1

REAL COLLEVECCHIO

3

NUOVA BAGNAIA

1

VEJANESE

1

VIRTUS MARTA

0

STIMIGLIANO

0

N. PESCIA ROMANA

0

BASSANO ROMANO

0

GRAFFIGNANO

0

T. ANGUILLARA

0

VITORCHIANO

0

MAZZANO

0

Tre Croci-Virtus Bolsena - E’ durissimo il compito che attende il team locale di mister Zaccaro contro la Virtus Bolsena del suo collega Enrico Centaro che vuole la promozione alla Prima e che ha mezzi importanti per provarci. Tre Croci sicuramente più indigeno e che si affiderà alla sua grinta e determinazione per sovvertire il pronostico che sulla carta la vede sfavorita. Pronostico 2, arbitro Ennio Mariani. Querciaiola-Viterbo Pool - Il derby classico è quello tra Querciaiola e Nuova Bagnaia ma anche questo ha tutti i crismi del super derby e al Santa Maria domenica mattina è previsto il pubblico delle grandi occasioni. Mister Zucchi dopo il black-out contro il Civitella D’Agliano ha esortato i suoi ad una importante reazione, dall’altra parte il tecnico del Pool Paolo Guerrini non può che essere soddisfatto dopo i successi di Pescia e in casa contro il Tre Croci in cui la squadra ha dimostrato di essere ben equlibrata con l’amalgama in crescita. Pronostico x2, arbitro Danilo Giacomini. Doria S. Martino-Celleno - Sfida che si preannuncia inte-

2ª CATEGORIA GIR. B 3ª ANDATA (domani)

BARCO MURIALDINA - VITORCHIANO (ore 11,00)

BASSANO ROMANO - CALCIO SUTRI (ore 11,00)

CIVITELLA D’AGLIANO - GRAFFIGNANO (ore 15,30)

CIVITA CASTELLANA - SORATTE (ore 15,30)

DORIA S. MARTINO - CELLENO (ore 15,30)

MAGLIANESE - ATLETICO MORLUPO (ore 11,00)

ETRUSCA - VIRTUS MARTA (ore 11,00)

MANZIANA - CIMINA RONCIGLIONE (ore 11,00)

NUOVA PESCIA ROMANA - FARNESE (ore 11,00)

STIMIGLIANO - TUGURIO ANGUILLARA (ore 11,00)

QUERCIAIOLA - VITERBO POOL (ore 11,00)

VEJANESE - MAZZANO (ore 11,00)

S. LORENZO NUOVO - NUOVA BAGNAIA (ore 15,30)

1928 VETRALLA - REAL COLLEVECCHIO (ore 11,00)

TRE CROCI - VIRTUS BOLSENA (ore 15,30)

2001 TUSCIA - BLERA (ore 15,30)

Giuseppe Latini

ressantissima quella di domani pomeriggio a San Martino al Cimino. Ai locali del tecnico Corradini e del presidente Borgi il compito di togliere qualche connvinzione in più al super Celleno di questo inizio stagione ben diretto da Alessio Spolverini e trascinato dai gol di Nami. Pronostico 1, arbitro Mirko Benedetti. Etrusca-Virtus Marta - Derby del lago che ritorna. Sta meglio l’Etrusca di mister Di Virgilio con i suoi tre punti ma attenzione perchè la Virtus Marta ha affrontato i “colossi” Doria e San Lorenzo Nuovo e non è di certo un gruppo che merita di stare a 0 punti in classifica. Pronostico x, arbitro Renato Mazzi. N.Pescia Romana-Farnese - Match inedito per il campionato di Seconda. Tanta voglia per i tirrenici di dare un colpo al loro campionato dopo un inizio in sordina, fatto di due sconfitte e ben poche soddisfazioni, Farnese felice per i suoi 4 punti ottenuti in due giornate e i ragazzi del tecnico Fioramanti

vogliono mantenere l’imbattibilità. Pronostico 1/2, arbitro Jasmin Burek. Civitella-Graffignano - E’ un altro dei tanti derby e di che tinta vista la rivalità che accomuna i due club e i rispettivi centri distanti soltanto 7 chilometri. Civitella gasato dai 4 punti anche se privo della sua bandiera Lauro, Graffignano con ben altro affanno per lo 0 in classifica e per qualcosa che ancora non quadra come dovrebbe. Che vinca la sportività con i due team che onoreranno il gioco. Pronostico 1x, arbitro Francesco Oddo. Barco Murialdina-Vitorchiano - E’ l’ultimo confronto della giornata tra due formazioni in evidente difficoltà e che vogliono dare una accelerazione al loro inizio stentato. Per il Barco c’è anche da metabolizzare il dopo mister Claudio Perandria, Vitorchiano che ha mostrato limiti evidenti nelle prime uscite sui quali bisognerà correre ai ripari. Pronostico 1, arbitro Angelo Poli agv


Sabato 16 Ottobre 2010

Viterbo & Lazio Nord

sport - calcio

17

TERZA CATEGORIA

Gradolese e Montefiascone chi sarà la più Real(e)? Sfide e arbitri della prima giornata

S

i parte con il campionato di Terza Categoria di calcio. Un campionato rinnovato nei suoi due gironi, con molte new entry e con una stagione che si preannuncia interessantissima e divertente e con una Coppa Provincia di Viterbo che è stata estesa nuovamente a chi si piazzerà dal secondo al quinto posto come abbiamo pubblicato nell’edizione di ieri. E andiamo a vedere quello che ci offre questo primo turno con ben 10 sfide delle 13 in programma che si giocheranno oggi pomeriggio.

Castel S.Elia-Csl Soccer Anche qui calcio d’inizio alle 15,30 e grandi aspettative da parte del team di Castello del presidente Valentini che vuole un campionato da super protagonisti. Prima avversaria una delle due squadre di Civitavecchia. Pronostico 1

GIRONE A E’ una prima giornata interamente di sabato con le sfide che sono dirette da arbitri della sezione di Civitavecchia i cui nominativi non sono stati ufficializzati. Questi gli incontri, tutti tranne uno con inizio alle 15,30.

Fabrica Calcio-Virtus Corchiano - Anche qui gara tra due news di zecca in rappresentanza dei centri di Fabrica e Corchiano. E’ un derby che promette subito emozioni. Appuntamento a La Cesa di Fabrica oggi alle 15,30. Pronostico 1x

Barbarano Romano-Tarkna Tarquinia - Squadre in azione alle 15,30. Il Barbarano rinnovato, splendido finalista della Coppa Provincia nel 2009/2010 affronta il tream tarquiniese dai trascorsi nel campionato Amatori Csi. Pronostico x

Las Vegas RonciglioneVicus Ronciglione - Si gioca al Fattori oggi alle 14,30. E’ una sfida che si rinnova tra due formazioni vecchie conoscenze del campionato. Las Vegas forte del fattore campo. Pronostico 1

Doc Gallese-Team Canepinese - Sfida inedita tra due formazioni che sono del tutto nuove. Si gioca al Dino Nelli di Gallese alle 15,30. Confronto tutto da scoprire con due compagini molto giovani. Pronostico 1x

Oggi pomeriggio si giocano ben 10 incontri dei tredici in programma Murialdina 2003-Accordia Oriolo - Calcio d’inizio alle 15,30 al San Giuseppe del Murialdo. Locali che sul loro campo hanno sempre fatto bene nelle ultime stagioni, soffrendo in trasferta. Accordia che è una novità da scoprire. Pronostico 1x Riposa: in questo turno riposa il Real Ca-

prarola del Mascagna.

presidente

GIRONE B Così invece nella giornata di esordio del girone B con 4 incontri in programma oggi e tre domani. Dirigono gli arbitri della sezione di Viterbo dei quali abbiamo i nominativi.

Bomarzo-Proceno - Sfida tra vecchie conoscenze che si ritrovano oggi alle ore 15,30 al campo del Pinetti. Il match è diretto dal signor Alessio Lilla. Pronostico: x2 Giglio Zepponami-Grotte S, Stefano - E’ uno dei match più attesi. Calcio d’inizio oggi alle 15,30 a Zepponami tra i locali che militavano nel Csi e il Grotte Santo Stefano del presidente Menichelli che punta ad una stagione importante. Arbitra Giovanni Garofalo. Pronostico x2. Real Gradolese-Real Montefiascone - Si gioca oggi alle 14,30 a Gradoli e vedremo chi fra le due sarà più Real. Confronto che si ripete dopo le sfide della passata stagione. Il match è diretto dal signor Domenico Venanzi. Pronostico 1x

Sporting RonciglioneBassano in Teverina - Calcio d’inizio alle 17 e andiamo a scoprire questa novità dello Sporting che è una delle tre formazioni di Ronciglione. Arbitra Cristiano Zappi. Pronostico x DOMANI E si giocano le restanti tre sfide che presenteremo nell’edizione di domani. Ricordiamo orari e arbitri. Alle 11 Cicram Ronciglione contro Sporting Bagnoregio (arbitro Gianluca Iannoni), alle 10,30 a Trevinano la novità della Pol. Oratorio Madonna del Fiore di don Castauro ospita il Canino Calcio (arbitro Alessandro Spadafora) e alle 15,30 attesa per l’esordio casalingo del Sipicciano contro l’Onano Sport Calcio (arbitra Luigi Robello) agv

GIOVANILI PROVINCIALI - Dopo la lunga attesa si ricomincia

Ecco chi fischia nei match di esordio Il quadro completo dalla Juniores ai giovanissimi fascia B

F

inalmente è giunta l’ora della partenza per tutti i campionati giovanili provinciali. Ecco le sfide del fine settimana e gli arbitri designati laddove sono stati comunicati e si tratta di fischietti dell’Aia di Viterbo. JUNIORES Ventidue formazioni inserite in due gironi da 11 squadre ciascuno e di volta in volta un team riposerà. Girone A - I cinque match in programma si giocano tutti oggi alle 15,30. Si affrontano il Capranica contro il Blera arbitra Riccardo Delle Monache, al Mercante Nuovo la Fortitudo Nepi ospita la Compagnia Portuale, arbitra Fabio Cerafogli, sfide poi tra Monte Romano e Calcio Bassano Romano e San Pio X contro Vasanello dirette da arbitri della sezione di Civitavecchia e Virtus Cimini contro 2001 Tuscia a Caprarola e arbitra Ruben Celani. Riposa il Corchiano Gallese. Girone B - Questo invece il quadro della prima giornata nel gruppo B. Alle 15,30 si oggi match tra Atletico Tarquinia e Lubriano diretto da un arbitro

della sezione di Civitavecchia, sempre alle 15,30 abbiamo Etrusca contro Barco Murialdina, dirige Mirian Agata Orecchia, il programma si completa poi con Tuscania Bolsena-Vigor Acquapendente al Maccarri, arbitra Daniele Bellanova e Valentano contro Caninese, dirige Riccardo Natili. Il match tra Nuova Sorianese e la Virtus Pilastro per il quale era tsato designato Massimiliano Allegrucci è stato rinviato al prossimo 27 ottobre. Riposa il Montalto Calcio.

ALLIEVI Così nella prima giornata del campionato provinciale con 28 formazioni inserite in due raggruppamenti. Girone A - Oggi pomeriggio abbiamo un solo confronto alle 17 a Mazzano Romano tra il Real Monterosi e il Fabrica Calcio 2010. Arbitra Alessio Maurizi. Domani si giocano le restanti sfide. Alle 9 Manziana contro Tolfa Allumiere, arbitro di Civitavecchia, sempre alle 9 abbiamo Monterosi-Virtus Pilastro di-

retta da Giorgio Lanzi. Alle 10,30 il match tra Blera e l’Oratorio Grandori di mister Caroleo diretto da Emanuele Bernini e alle 11 le sfide tra il Calcio Tuscia del tecnico Violetti e il Barco Murialdina di mister Cremarossa, arbitra Giuseppe Zappia e Canale Monterano-San Pio X, arbitro di Civitavecchia. Il match tra Oratorio Villanova e Virtus Cimini è stato rinviato al 27 ottobre (arbitro designato Leonardo Cherubini). Girone B - Oggi alle 15,30 le gare tra Bassano in Teverina e Tuscania Bolsena, arbitra Simone Adriani e Corneto Tarquinia contro la Nuova Sorianese di Stefano Del Canuto, arbitro di Civitavecchia. Domani alle 10 Montalto contro Etrusca, arbitro di Civitavecchia, si gioca alle 10,30 la gara tra Lubriano e Vulsinia Bolsena, arbitra Michele Baldi; alle 11 Atletico Tarquinia-Pol. Real Azzurra Grotte di Castro (arbitro di Civitavecchia) e Caninese contro Vigor Acquapendente, arbitra Vasco Papacchini. Rinviato al 27 ottobre alle 15,30 il match tra Grotte Santo Stefano e Montefiascone (designato Pasquale Curci).

GIOVANISSIMI Due gironi con 11 formazioni ciascuno. Così nelle gare del primo gruppo. Girone A - Oggi alle 15,30 esordi per Canepina-Canale Monterano, arbitra Cristian Costantini, Maglianese-Virtus Cimini, dirige Alessandro Scorsino e Blera-Vignanello diretta da Davide D’Angelo. Alle 16,30 il confronto tra Accordia e Santa Marinella, arbitra Luca Cesari. Domani alle 11 il match tra Tolfa Allumiere e Corchiano Gallese, arbitro di Civitavecchia. Riposa il Dlf Civitavecchia. Girone B - Così nel turno di esordio del girone B. Oggi alle 15,30 si giocano Bagnoregio-Montalto (arbitra Paolo Bianco), Calcio Tuscia-Ischia di Castro (dirige Marco Cavallaro), Nuova Bagnaia-Vulsinia Bolsena (fischia Alessio Canno-

ne), Nuova Sorianese-Virtus Marta (arbitra Ciro Ordura) e Virtus Pilastro-Pol. Real Azzurra Grotte di Castro (dirige Salvatore Fucito). Riposa la Vigor Acquapendente. FASCIA B Nel girone unico dei giovanissimi fascia B si parte oggi alle 15 con C. Foglianese-Civita Castellana Calcio Giovanile a La Botte ( arbitra Zielinski Kacper Mikolaj), alle 15,30 Barco Murialdina-Tre Croci (arbitra Valeriu Adrian Hincu) e alle 15,30 anche Corneto-Tolfa Allumiere, arbitro di Civitavecchia. Domani alle 9,30 Dlf Civitavecchia-Real Monterosi, arbitro della sezione locale. Rinviata al 27 ottobre la sfida tra C. Ronciglione e Manziana (designato Riccardo Torrigiani). Riposa il San Gordiano.


sport - calcio

18 ALLIEVI (elite) URBETEVERE MONTEROTONDO T. SOCCER S. N. TOR T. TESTE RIETI SPES MONTESACRO VILLALBA LADISPOLI VITERBESE OSTIA MARE DELLE VITTORIE AURELIO FUTBOL CLUB OTTAVIA PESCATORI OSTIA CIVITAVECCHIA

6 4 4 4 4 3 3 3 3 2 1 1 1 1 1 1

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

ALLIEVI (regionali)

ALLIEVI (fascia B ecc)

GIOVANISSIMI (elite)

GIOVANISSIMI (reg)

GIOVANISSIMI (fascia B ecc)

MONTESPACCATO FREGENE VIGILI URBANI ALMAS FOCENE SAN GORDIANO C. FOGLIANESE VIS AURELIA PIANOSCARANO C. CASTELLANA LA STORTA MACCARESE MASSIMINA SAN P. OSTIENSE PALOCCO ETRUSCA

LAZIO ROMA V. PERCONTI N.T. TRE TESTE TOTTI S. SCHOOL ATLETICO ROMA MONTEROTONDO PRO ROMA SAVIO TOR DI QUINTO URBETEVERE VITERBESE SAN P. OSTIENSE OSTIA MARE APRILIA DELLE VTTORIE

DELLE VITTORIE TOR DI QUINTO LADISPOLI TOTTI SOCCER S. SAVIO URBETEVERE OTTAVIA OSTIA MARE SPES ARTIGLIO VITERBESE ROMULEA VIS AURELIA RIETI OLIMPIA TOR DEI CENCI FOCENE

S. PAOLO OSTIENSE CIVITAVECCHIA FREGENE AURELIO PESCATORI OSTIA CORNETO TARQ. FOGLIANESE PIANOSCARANO MONTEFIASCONE ETRUSCA PIAN DUE TORRI REAL MONTEROSI C. CASTELLANA BARCO MURIALD. SAN GORDIANO MACCARESE

ROMA SAVIO LAZIO AURELIO FROSINONE URBETEVERE LODIGIANI APRILIA VIGOR PERCONTI VITERBESE N. TOR TRE TESTE TOR DI QUINTO PRO ROMA ANZIO LAVINIO FUTBOL CLUB PRO CALCIO

6 6 6 4 4 4 3 3 2 1 1 1 1 1 0 0

6 6 6 4 4 3 3 3 3 3 3 1 1 0 0 0

6 6 4 4 4 4 3 3 3 3 3 1 1 0 0 0

6 4 4 4 4 4 3 3 3 3 3 2 1 0 0 0

6 6 4 4 4 4 4 3 3 3 3 1 0 0 0 -1

Juniores B, il Corneto chiede strada al Monterosi Sfide e arbitri nei campionati giovanili regionali

S

fide e incontri dei nostri team nei campionati giovanili regionali che con l’inizio degli allievi e giovanissimi Fascia B e allievi sperimentali fascia B sono finalmente al gran completo. Andiamo a ricordare i confronti e i direttori di gara laddove sono stati comunicati. JUNIORES ELITE Siamo alla quinta di andata e dopo aver raccolto tre pareggi e una sconfitta il Pianoscarano di mister Damiani oggi pomeriggio si reca nella tana dell’Ottavia che ha i suoi stessi punti. Scontro diretto quindi per cercare punti utili per risalire la corrente. Si gioca alle 15 sul campo dell’Ottavia in terra battuta. Arbitro non comunicato. JUNIORES FASCIA B Qui siamo alla terza di andata. Il confronto più atteso è quello delle 15 al Martoni dove il Monterosi dello squalificato mister Andrea Pedica ospita il lanciato Corneto Tarquinia del tecnico Bonelli capolista a punteggio pieno con 6 punti. Gara che si preannuncia interessantissima. Oggi alle 15 importante verifica per la Comunale Foglianese di Cristiano Giovannini che dopo il successo netto contro il Palocco va in cerca di conferme nella trasferta romana con la Vis Aurelia. A chiudere il quadro abbiamo il Montefiascone di mister Cerci ancora al palo. Oggi alle 15 per Tassoni e compagni gara interna al Comunale contro il Montepsaccato capolista del girone. Gli arbitri della giornata non sono stati comunicati. ALLIEVI Partiamo come sempre dalla categoria più importante degli allievi d’eccellenza con la Viterbese di mister Massimo Bertini. Eccellenza - Domani alle 10,30 per la Viterbese gara casalinga a Bassano in Teverina contro l’Ostia Mare con la voglia matta di confermare il bel successo esterno di sette giorni

Nei giovanissimi eccellenza la Viterbese di Conticchio nella tana della Vigor Perconti Primo turno per i Fascia B fa a Civitavecchia. Lidensi imbattuti con due pareggi sin qui conseguiti. Arbitro di Civitavecchia non comunicato. Regionali - Questo il quadro della terza giornata di andata. Derby domani alle 10,30 a Trevignano tra la comprensoriale formazione dell’Etrusca partita con la sconfitta subita per 2-0 a Montespaccato e il Pianoscarano di mister Celestini, reduce dallo 0-0 interno contro La Storta. Arbitra Andrea Ancora di Roma 1. La Comunale Foglianese smaniosa di riscattare il pesante ko casalingo di domenica contro i Vigili Urbani alle 10,30 di domani sarà di scena sul terreno del Maccarese, arbitro non comunicato ed infine per il Civita Castellana Calcio Giovanile alle 10,30 trasferta durissima nella capitale proprio contro il forte team dei

JUNIORES (elite)

Vigili Urbani al comando con Fregene e Montespaccato. Fascia B Eccellenza - Oggi alle 15 per la Viterbese di mister Mauro Valentini importante verifica nella capitale contro la Vigor Perconti per cercare di riscattare la pesante sconfitta casalinga subita sette giorni fa contro la Nuova Tor Tre Teste alklo stadio Enrico Rocchi. Gara tosta contro una delle capoliste. Arbitra il match il signor Andrea Azzolina della sezione di Ostia Lido. Fascia B - Qui siamo alla prima giornata di campionato. Abbiamo una unica rappresentante che è la compagine del Pianoscarano ‘95 e per De Grandis, Bronco (nella foto) e compagni la partenza è fissata per oggi pomeriggio con il

JUNIORES (fascia B)

N.T. TRE TESTE

12

CORNETO TARQUINIA

6

FIUMICINO

9

FORTE AURELIO

6

VILLANOVA

9

CIVITAVECCHIA

4

OSTIA MARE

9

CASAL BERNOCCHI

4

FUTBOL CLUB

8

MONTESPACCATO

3

FREGENE

6

PALOCCO

3

CANALE MONTERANO

6

TOLFA

3

TANAS CASALOTTI

6

PESCATORI OSTIA

3

VIGOR PERCONTI

5

SANTA MARINELLA

3

SETTEBAGNI

4

FOGLIANESE

3

MACCARESE

4

MONTEROSI

3

LADISPOLI

3

PIAN DUE TORRI

2

PIANOSCARANO

3

VIS AURELIA

1

OTTAVIA

3

LA QUERCIA 88

1

OLIMPIA

1

REAL MONTEVERDE

0

LA SABINA

0

MONTEFIASCONE

0

confronto interno contro la Vis Aurelia. Arbitro non ufficializzato. Sperimentali - E parte anche il campionato degli Allievi Fascia B Speriementali della Delegazione di Roma. Si parte domani alle 9 con il confronto tra Etrusca e Comunale Foglianese, per il Barco Murialdina di mister Giorgio Alessandrini domani alle 16,15 la prima trasferta è a Roma contro Il Grifone ed infine abbiamo il team del Tre Croci allenato da Marcello Scorsini che fa il suo esordio sul terreno del San Gordiano alle ore 9. Arbitro non comunicato. GIOVANISSIMI E sotto con il quadro di tutti i nostri team nei campionati giovanissimi regionali. Eccellenza - La Viterbese di mister Alessandro Conticchio dopo aver incassato la sconfitta interna contro l’Urtevere che di fatto ha un po’ cancellato la roboante vittoria della prima giornata sul terreno della Romulea insegue il riscatto domani alle 9 sul terreno della Vis Aurelia. Peccato per la squalifica inflitta a Ghezzi che di certo non meritava due turni di squalifica. Arbitra Alessandro Rastelli della sezione di Ostia Lido.

Nei giovanissimi regionali c’è il derby tra C. Castellana e Barco Murialdina. Inizia l’allievi sperimentali Regionali - Così nei confronti della terza di andata. Il Corneto Tarquinia di mister Nazareno Gufi che al momento ha la leadership provinciale alle 9,30 di domani è di scena a La Magliana contro il Pian due Torri, fanalino di coda del girone. Arbitro non comunicato. Insegue il riscatto al ko di domenica la Comunale Foglianese che alle 9,30 al campo de La Botte ospita l’Aurelio. Arbitra Ciprian Herchea della sezione di Viterbo. Derby al Sassacci tra Civita Castellana Calcio Giovanile e Barco Murialdina entrambe ancora alla ricerca della prima vittoria. Arbitra il confronto Vincenzo Boccia della sezione di Viterbo e si gioca alle 11. Orario delle 9,30 per il Pianoscarano che visto il concomitante impegno della prima squadra si sposta al Sasso Daddeo di San Martino al Cimino dove riceve la quotata formazione del Pescatori Ostia, arbitro non comunicato. Abbiamo poi il Montefiascone che alle 9,30 al Fontanelle 2 ospita il Fregene, arbitro non comunicato e il quadro si esaurisce con i

match delle 10 tra Civitavecchia 1920 ed Etrusca e delle 11 tra il Real Monterosi e il San Paolo Ostiense diretto da Ioan Cutigni della sezione di Viterbo. Fascia B Eccellenza - Oggi alle 15 impegno interno al campo del Cus per la Viterbese ‘97 di mister Vincenzo Rossi che vuole riscattare la prestazione di sabato scorso con il ko per 3-0 contro la Lodigiani nel confronto che l’attende con la Pro Roma che è ancora ferma a 0 punti. Arbitro non comunicato. Fascia B - E infine primo turno nel campionato dei giovanissimi fascia B dove abbiamo in nostra rappresentanza il Pianoscarano di mister Simonetto e la comprensoriale Etrusca. Per il Pianoscarano oggi alle 17 esordio interno contro l’Atletico Acilia al Carmine nella gara diretta dal signor Gabriele Mazzetti della sezione di Viterbo. L’Etrusca invece parte con il match esterno sul terreno dell’Olimpia, oggi alle 15. Arbitro non comunicato. agv


sport - calcio a 5

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

19

Serie C 2 Laziale - Terza giornata maschile e quinta nella femminile Sarà questa la volta buona? Interrogativo d’obbligo per un Fescennium Corchiano che dopo due turni nel campionato di serie C2 regionale laziale si ritrova ancora a secco di punti e Antonazzi ed i suoi uomini sanno

benissimo come perdere il treno giusto in avvio di stagione sia un rischio sin troppo grande. Ed allora si confida in un riscatto che si spera possa arrivare sin da oggi pomeriggio nella tana di un Futsal Guidonia che dopo due turni è

ancora imbattuto ma che ha un organico ridotto all’osso per via delle tante squalifiche rimediate in settimana dopo la gara di sabato scorso. Serve quindi una prova importante per incominciare a muovere una classifica a dir poco preoccupante anche se siamo solo all’inizio.

Fescennium Corchiano contro un Futsal Guidonia in grande emergenza C2 DONNE E nel pomeriggio gioca nella capitale anche la formazione della Real Collevecchio (nella foto) che è di scena sul terreno della Futsal Lazio. Da riscattare il netto ko del turno precedente subito a domicilio una settimana fa con la Virtus Ciampino capolista. La parola d’ordine è crederci!

SERIE C2 GIRONE B 3ª DI ANDATA (oggi) ROMA C5 - FENICE

14,30

CASAL TORRACCIA - FUTBOLCLUB

15,00

FUTSAL GUIDONIA - FESCENNIUM CORCHIANO

15,00

IVO ROMA - VIRTUS CENTOCELLE

15,00

OLIMPUS - REAL BALDUINA

15,00

ALGIAN VIAGGIA - ARCA

15,00

TENNIS CLUB PARIOLI - ANGUILLARA

15,30

SERIE C2 VIRTUS CENTOCELLE

6

IVO ROMA

6

FENICE

6

CASAL TORRACCIA

4

FUTSAL GUIDONIA

4

FUTBOL CLUB

3

OLIMPUS

3

T. C. PARIOLI

3

ANGUILLARA

2

REAL BALDUINIA

1

ALGIAN VIAGGI

1

F. CORCHIANO

0

ROMA C5

0

ARCA

0

SERIE B

Orte C5, l’attesa è finita oggi la sfida alla capolista SERIE B CIVITANOVA

9

MIRACOLO PICENO

9

ORTE C5

7

R. MONTURANO

7

C5 FORLI’

7

CAMERANESE

6

ACLI S.G. JESI

4

CUS ANCONA

4

MAKKIA URBINO

3

PALEXTRA FANO

3

VIRUS CASTELLO

1

VIRTUS GUALDO

0

COAR ORVIETO

0

TRE COLLI

0

Serie D Il calendario ha regalato subito la gara più sentita da tutti e due i quintetti

S

catta questo pomeriggio il campionato provinciale di serie D umbra che vedrà impegnate due formazioni ortane ovvero l’Orte Futsal e l’Ortana C5. Una partenza di quelle con il botto verrebbe da dire visto che le due compagini si troveranno subito faccia a faccia in un derby all’esordio che onestamente tutti avrebbero volentieri evitato. Due formazioni diverse ma altamente competitive che potranno dire la loro fino alla fine per la conquista della

Mister Nesta sereno: “Sicuramente hanno da perdere più loro che noi” Da valutare l’impiego di Caetano

E

’ il giorno della super sfida per l’Orte C5 di mister Luciano Nesta (nella foto) Questo pomeriggio alle ore 16 infatti al PalaCiconia di Orvieto, Vespa e compagni affronteranno il Civitanova capolista nel big match della quarta di campionato. Un match sicuramente difficile per gli ortani ma anche dal fascino non indifferente. Un match che servirà ancora di più a far capire dove i biancazzurri ortani potranno arrivare in questa stagione. Inutile nascondere che i tifosi ed in parte anche la squadra, seppur con l’umiltà di chi è neo-promosso, sperano tutti nel colpaccio che oltre ad altri tre punti in graduatoria potrebbe voler dire anche primato in classifica. L’ATTESA- A provare a spegnere gli entusiasmi come è giusto che sia ci pensa mister Nesta: “Ci attende una sfida davvero molto difficile. Il Civitanova è una grande squadra, attrezzata per giocarsi la vittoria finale del torneo

ed con moltas più esperienza di noi nella categoria. Da parte nostra, c’è tutto l’entusiasmo di una compagine neopromossa che è partita bene e che è consapevole di potersi giocare tutte le gare alla pari con i propri avversari. Inoltre, in tutta onestà, abbiamo anche meno da perdere rispetto a loro. Una nostra sconfitta infatti rientrerebbe nella normalità mentre per loro, un passo falso sarebbe analizzato diversamente. Anche questa è un aspetto che dovremo saper sfruttare. Per il resto, credo che ci vorrà una prestazione maiuscola sia a livello di concentrazione, che di attenzione. Dovremo essere bravi a sbagliare il meno possibile e ad assumere fin da subito il giusto atteggiamento tattico e mentale. Servirà una prova molto simile se non superiore di quella disputata contro il Forlì. Sono comunque molto sereno, so quello che può dare la squadra e non vedo l’ora che inizi la partita”.

CAETANO IN FORSE - Proverà fino all’ultimo secondo del riscaldamento pre-gara Vitor Caetano, il forte brasiliano dell’Orte uscito per infortunio sabato scorso dopo un intervento assassino da parte di un giocatore della Coar. La botta rimediata alla caviglia infatti sembrava abbastanza seria ma negli ultimi giorni le condizioni sono migliorate profondamente tanto da lasciar pensare che con una bendatura apposita il talento carioca possa anche scendere in campo. Alessandro Ursini

SERIE B 3ª DI ANDATA (oggi) TRE COLLI ANCONA - MAKKIA URBINO

15,00

JESI - VIRTUS CASTELLO

15,00

PALEXTRA FANO - COAR ORVIETO

15,00

MIRACOLO PICENO - FORLI’

15,30

VIRTUS GUALDO - NUMANA CAMERANESE

15,30

ORTE C5 - CIVITANOVA

16,00

REAL MONTURANO - CUS ANCONA

16,00

Orte Futsal-Ortana, è subito derby vittoria finale. Ma scopriamole meglio anche in vista di questo big-match che oggi (inizio ore 15:30) si disputerà presso la “Pinetina” di Petignano.

che sono andati ad aggiungersi all’ossatura forte del team che la scorsa stagione chiuse al terzo posto in classifica venendo poi eliminata ai play-off.

ORTE FUTSAL I gialloblù in estate hanno apportato delle modifiche a livello di staff tecnico con il duo Maisano-Martellino che è subentrato all’ex tecnico Walter Orazi e al suo collaboratore Danilo Corona. Oltre al cambio in panchina, sono arrivati anche dei nuovi giocatori ovvero Giordano Lelli, Filesi Simone, Lisciarelli Giuliano e Alessio Trombetta. Quattro innesti

ORTANA C5 Partiamo con il dire che i biancorossi sono una delle favorite, se non la favorita principale, per la conquista della serie C2. Una C2 che capitan Fabrizi (nella foto) e soci veramente avevano mantenuto sul campo la scorsa stagione ma che per questioni societarie assurde non è stata mantenuta lo scorso fine Luglio al momento

della scadenza delle iscrizione ai campionati. Ortana che è rimasta molto simile per organico e che, oltre all’avere il dente avvelenato, cosa non da poco, ha aggiunto anche un paio di rinforzi notevoli (Lucio Mazzoni e Daniele Camilli ndr). Il tutto in attesa del recupero di Cristian Antonini, jolly di assoluto livello, e del tesseramente di un ulteriore giocatore. ARBITRO A dirigere la stracittadina ortana sarà Cannata Matteo della Sezione Aia di Terni. A. U.


sport - volley

20

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

B2 MASCHILE - Nella prima di campionato (a Civita Castellana ore 18) i biancorossi ospitano il Tivoli

Volley Club Orte, si parte Ortani al gran completo. Capitan Madonna, “E’ importante iniziare con il piede giusto”

D

opo tanta attesa parte finalmente questo pomeriggio il campionato maschile di pallavolo serie B2 ossia quello che vedrà impegnati i biancorossi del Volley Club Orte. Un esordio che vedrà la compagine di coach Di Marco affrontare tra le mura amiche (inizio ore 18) del “PalaSmargiassi” di Civita Castellana (come già detto più volte, l’impianto ortano non è al momento utilizzabile poiché in fase di rifacimento ndr) il Tivoli. Un match che non sembra impossibile per i padroni di casa ma che come sempre, quando si tratta della prima gara, nasconde numerose insidie. ROSA AL COMPLETO La prima buona notizia per gli ortani in questo avvio di torneo viene dall’infermeria che finalmente è tornata completamente a svuotarsi. I vari malanni fisici accusati dai giocatori durante il pre-campionato e la coppa Italia infatti sono svaniti e anche

se qualcuno, vedi Nulli Pero e Guzzago, non sono ancora al 100%, tutti saranno presenti a questa prima stagionale. PRE PARTITA Ad analizzare la situazione della squadra e la gara che attende l’Orte è il capitano dei viterbesi Mattia Madonna: “Una gara da prendere con le molle come tutte le prime giornate. Il Tivoli è una buona squadra e sicuramente

verrà a giocarsi la sua gara con l’entusiasmo di chi non ha nulla da perdere e affronta in trasferta una compagine blasonata come la nostra. Per quanto ci riguarda, onestamente non siamo ancora la top della forma. Qualche infortunio di troppo sommato al fatto di doversi allenare sempre su superfici di gioco e luoghi diversi, sicuramente non ci ha aiutato. Detto questo, andremo in campo per

conquistare subito la prima vittoria consapevoli che per riuscirci ci vorrà una prova corale di livello in tutte le fasi di gioco a partire dalla ricezione che fino ad ora è stato uno dei nostri problemi maggiori. Credo che ci siano tutti i presupposti per partire con il piede giusto e portare a casa punti utili alla lotta per la salvezza che è il nostro obiettivo principale”. Ale. Urs.

LA FORMULA

Ecco un veloce promemoria per seguire meglio il torneo C

on l’inizio del campionato, ricordiamo a tutti i meccanismi della serie B2 per quanto riguarda l’assegnazione dei punti al termine dei match, le promozioni e le retrocessioni. Nei campionati italiani vengono assegnati 3 punti alla squadra che vince 3-0 o 3-1, alla squadra perdente vanno 0 punti. Inoltre ricordiamo anche il sistema di assegnazione punti per la regular-season ovvero: alla squadra che vince al Tie-Break (il set finisce al 15) vengono assegnati 2 punti, alla squadra perdente un solo punto. I criteri di classificazione in caso di parità di punti in classifica riguardano generalmente nell’ordine: il maggior numero di vittorie, il quoziente dei set (i set all’attivo divisi per i set al passivo), e il quoziente dei punti(anch’essi mediante divisione). PROMOZIONI E RETROCESSIONI Il girone F (quello del Volley Club Orte) come tutti gli altri 8 gironi tra l’altro, si compone di 14

Qui sopra Mattia Madonna, a destra coach Gian Paolo Di Marco

squadre che si affrontano in match di andata e ritorno. Alla fine della regular season, la compagine prima classifica sale direttamente in serie B1. La seconda e la terza in classifica invece accedono ai play-off promozione. Play-off

Una promozione diretta in serie B1 Due posti playoff e quattro in C che così vedono al via 18 team. Da queste sfide arriveranno altre tre promozioni. Per quanto riguarda le retrocessioni invece, il discorso è molto più semplice in virtù del fatto che scendono di categoria le ultime quattro classificate di ogni girone.

Riprendono in questo fine settimana i principali campionati regionali maschili e femminili Serie C e D In campo gli otto sestetti viterbesi alla scoperta di una stagione Tuscia Volley-Tuscania è il clou, attesa per la matricola Galassia che presenta rinforzato dalla campagna andrà per capire il suo reale alle 17,30 a Fiumicino, inizia acquisti, ma guai a sottovaluvalore. una stagione alla quale chiemolte incognite tare l’entusiasmo dei giovani de di non dover soffrire più

Riflettori puntati sul derby ma occhio anche al VBC

F

initi i tornei di preparazione e gli impegni amichevoli, anche i campionati regionali di volley di serie C e D sono pronti a partire, con il loro carico di attese, la curiosità di capire come hanno lavorato le varie formazioni e la voglia di scoprire, pur se ancora in maniera affrettata, chi potrà ambire ad una stagione di vertice. Otto squadre della Tuscia sono schierate al via di questa prima giornata che, tanto per gradire, riserva subito un derby ed un ‘quasi derby’, destinati ad infiammare la vigilia. SERIE C MASCHILE Qui si gioca il derby, tra il Tuscia Volley che però, sul sito del Comitato Regionale, trovate indicato come Pallavolo Civita a causa dell’accordo estivo che ha coinvolto le due società e Orte, e il Tuscania di coach Ruben Timpanaro. Sulla carta dovrebbe essere favorito il Tuscania, uscito

viterbesi. Si gioca questo pomeriggio alle 18 al PalaVolley del capoluogo. La terza portacolori della pallavolo provinciale impegnata è la Galassia Civita Castellana, all’ennesimo salto in avanti dopo la promozione arrivata quest’estate. Il sestetto dello Junior è stato affidato in panchina al confermato Massimo Costanzi, affiancato da Marco Giovannetti che è reduce da una stagione con le ragazze del Civita Volley. La società è ambiziosa e cercherà di non pagare lo scotto dell’esordio da matricola, anche in virtù di un organico affidabile con diversi elementi di esperienza. L’esordio avverrà in trasferta, questo pomeriggio alle 18,30 nella Capitale, contro la Pol. Roma7. Trattandosi della prima uscita stagionale ci sono tanti punti interrogativi, sia per i civitonici che per gli avversari, ma partire con un risultato positivo sarebbe fondamentale in un campionato che rappresenta l’ultimo gradino prima

Marco Giovannetti

Jacopo Iacovacci

di arrivare nell’Olimpo dei tornei nazionali.

giocatrici importanti e con esperienza nella categoria, ma la chiave della stagione gialloblù sarà sempre il rendimento delle tante giovani interessanti cresciute nel vivaio della società. Il Torneo Test e le altre amichevoli precampionato hanno fornito elementi interessanti al tecnico viterbese, consapevole delle difficoltà che attendono la sua squadra. Una prima verifica importante arriverà domani alle 18 sul campo della Spes Mentana, dove il VBC Città dei Papi

SERIE C FEMMINILE Anche in questo campionato la Tuscia schiera una matricola, il VBC Città dei Papi Viterbo, che il diritto a partecipare al massimo torneo regionale se l’è guadagnato sul campo, disputando una stagione eccezionale in serie D. La formazione di coach Iacovacci si è rinforzata con l’arrivo di Elisabetta Pisanu e Viola Pizzinelli, due

SERIE D MASCHILE Qui c’è il quasi derby di cui parlavamo, vale a dire la sfida tra Civitavecchia e Tarquinia in programma domani pomeriggio alle 18. I ragazzi di Lamberti, sempre più concentrati sulla linea verde, hanno messo da parte la delusione per la retrocessione dalla serie C, in parte preventivata alla vigilia, e sperano di poter ripartire da zero in questa stagione. Attesa anche la prova della Pallavolo Civita dopo lo scambio di titoli con il Tuscia Volley che ha portato i viterbesi in serie C. Anche per la società del presidente Maurizio Conti la priorità è dare spazio ai giovani e farli crescere nell’ottica di un miglioramento di squadra; il primo impegno è previsto questo pomeriggio alle 17,30 a Ladispoli da dove arriveranno, forse, le prime indicazioni interessanti. La terza portacolori del volley provinciale a scendere in campo è la Fortitudo Nepi di Giuseppe Poscolieri che sempre oggi,

come gli scorsi anni. In sede di precampionato, il tecnico ha pronunciato anche la parola magica ‘playoff’, un’ambizione che oggi verrà subito messa alla prova. SERIE D FEMMINILE La grande amarezza per un ripescaggio che non è arrivato, nonostante la vittoria nei playout, ha condizionato l’estate del Civita Volley che però ora è pronto a dare l’assalto alla categoria con tutta la grinta che serve. Le ragazze della presidente Marcella Avolio hanno vinto di recente il Memorial Aldo Di Marco, dando così buone indicazioni al tecnico Nando Rita che lavorerà in collaborazione con Emiliano Giandomenico. Questa sera alle 21, alla Palestra Smargiassi, il primo test ufficiale con i tre punti in palio per Lazzarini e compagne sarà contro Poggio Mirteto, avversaria tutta da scoprire. Glauco Antoniacci


sport - basket

Viterbo & Lazio Nord

Sabato 16 Ottobre 2010

21

Serie C - Masini prova a fare lo sgambetto alla Harley Davidson

P

er rimanere in testa alla classifica c’è da battere un ‘vecchio’ amico, uno che a Viterbo conoscono tutti gli appassionati di basket. Andrea Masini, allenatore e prima ancora giocatore per tanti anni nella città dei Papi, è il coach del Monterotondo che questo pomeriggio proverà a

fermare la marcia della Harley Davidson. I biancoblù, entrati in serie C dalla porta di servizio del ripescaggio, si sono subito accomodati al tavolo dei signori del campionato, quello dove siedono solo le squadre imbattute. Masini non ha mai nascosto di ritenere la Stella Azzurra una delle grandi del campio-

SERIE C2 GIRONE B 3ª ANDATA VIRTUS FRUSINO - SMG LATINA (oggi)

18,00

PAMPHILI - FORTITUDO CISTERNA (oggi)

18,30

VIRTUS PRAENESTE - S. PAOLO OSTIENSE (oggi)

18,30

SABAUDIA - MARINO (oggi)

18,30

EUROBASKET - ALATRI (oggi)

19,00

MONTEROTONDO - HARLEY DAVIDSON VT (oggi)

19,30

VIRTUS VELLETRI - TERRACINA (domani)

18,00

nato e lo conferma anche oggi: “Mi piace come squadra, anche se non basta vedere una partita per esprimere giudizi. Noi veniamo da una batosta su un campo duro, dove credo che in tanti faranno fatica. Ci sono ancora tanti meccanismi da sistemare ma in casa vogliamo fare risultato a tutti i costi. Per me ci sarà un po’ di emozione ad affrontare una squadra di Viterbo, tante persone che conosco o ragazzi che ho allenato, ma nei 40 minuti della gara penserò solo a portare a casa il risultato per la mia squadra”. Scontati ormai gli addii a Bertoldo e Fabi, qualche speranza di accordo c’è ancora con Castiglioni anche se il mercato sempre aperto offre molte alternative. In casa Harley Davidson c’è invece un allarme che riguarda Sacripanti: il lungo biancoblù non si è allenato questa settimana per un attacco febbrile che l’ha costretto

Biancoblù a Monterotondo contro il tecnico viterbese Allarme per Tullio Sacripanti a ricorrere agli antibiotici, ma coach Orchi spera di recuperarlo in tempo e non vederlo aggiungersi a Latini, sicuramente indisponibile perchè reduce da un leggero intervento chirurgico. “Speriamo di dare a coach Masini una conferma delle belle cose che dice su di noi - commenta Orchi - noi ci siamo preparati a questa gara come se Monterotondo fosse al gran completo, anche con Bertoldo, Fabi e Castiglioni, ma sappiamo che dovessero mancare ancora, gli altri moltiplicherebbero le energie per non farli rimpiangere. Noi abbiamo lavorato per mettere a punto alcuni meccanismi difensivi che non avevano funzionato, ma soprattutto cercheremo di stringere subito le maglie difensiva dal primo periodo, senza concederci interi periodi di latitanza. In questo campionato ogni partita è una battaglia e bisogna farsi trovare pronti”. Gla.Ant.

CLASSIFICA HARLEY D. VT

4

MARINO

4

F. CISTERNA

4

ALATRI

4

EUROBASKET *

2

V. PRAENESTE

2

MONTEROTONDO

2

TERRACINA *

2

PAMPHILI

2

V. FRUSINO

0

SMG LATINA

0

S. PAOLO O.

0

SABAUDIA

0

V. VELLETRI

0

* UNA GARA IN MENO

A2 DONNE

Provaci ancora Defensor Per il tris c’è Battipaglia CLASSIFICA DEFENSOR VT

4

SIENA

4

ORVIETO

4

ALCAMO

4

BASKET CLUB SP

4

NAPOLI *

2

FIRENZE

2

RAGUSA

2

CUS CHIETI

2

BATTIPAGLIA

0

VIRTUS SP *

0

COLLEGE ITALIA

0

RENDE

0

ANCONA

0

POMEZIA

0

* HANNO RIPOSATO

Dopo due vittorie il team gialloblù ospita il temibile quintetto campano Bonafede out, Coraducci in dubbio

S

e il vecchio adagio popolare ‘non c’è due senza tre’ avesse una validità scientifica, il risultato della gara di oggi pomeriggio tra Defensor e Ciplast Battipaglia sarebbe già scritto. Le viterbesi hanno vinto le prime due partite, le campane le hanno perse, sempre di stretta misura ed in volata, ma le hanno perse. Siccome però si tratta, per l’appunto, di un adagio popolare e non certo di un teorema dimostrato dagli scienziati, ecco che in casa gialloblù sono autorizzati gli scongiuri, anche con riti di dubbia moralità. La realtà è che, ad inizio stagione, era praticamente impossibile prevedere una simile situazione di classifica per le due squadre alla terza di campionato, non per scarsa fiducia nei con-

fronti della Defensor ma per la convinzione, piuttosto diffusa, che Battipaglia fosse tra le outsider da non sottovalutare in chiave primi posti. Ecco allora che le due sconfitte delle ospiti vanno lette in modo opportuno, riconoscendo, ad esempio, che a Napoli la squadra è scesa in campo con un elemento fondamentale come Chesta aggregato al gruppo da soli tre giorni, mentre in casa con La Spezia le campane si sono trovate di fronte un’avversaria che ha tirato 8/10 da tre punti. Indicazioni che coach Scaramuccia, dall’alto della sua esperienza, ha già tratto senza bisogno di suggerimenti: “Guardare la classifica e pensare ad una partita facile sarebbe ridicolo – commenta – noi dobbiamo invece

SERIE C “Dobbiamo crescere ma abbiamo il talento per arrivare lontano”

C

apitano coraggioso, sta giocando sopra il dolore per una piccola ernia che potrebbe portarlo sotto i ferri ma, quando si tratta di dare l’esempio, non si tira mai indietro. Alessandro Ottaviani (nella foto) è l’anima della Belli Cgt, la squadra che si è rinnovata profondamente nel corso dell’estate ma che non può fare a meno del suo capitano, uno dei confermati rispetto alla passata stagione.

guardare al valore dell’avversaria e sappiamo che ci attende una sfida impegnativa. Loro hanno un quintetto molto forte e tanti punti nelle mani, quindi la chiave potrebbe essere la difesa per tenere le nostre avversarie

sotto i sessanta punti. L’inizio di campionato è stato positivo e vogliamo continuare così, anche se in settimana abbiamo avuto qualche problema di troppo con cui fare i conti”. I problemi cui si riferisce il tec-

SERIE A2 DONNE 3ª ANDATA COLLEGE ITALIA - ANCONA (oggi)

18,00

RISORSE LA SPEZIA - FIRENZE (oggi)

18,30

DEFENSOR VITERBO - BATTIPAGLIA (oggi)

19,00

TERMO LA SPEZIA - RAGUSA (domani)

18,00

SACES NAPOLI - POMEZIA (domani)

18,00

CUS CHIETI - RENDE (domani)

18,00

ALCAMO - ORVIETO (domani)

18,00

RIPOSA: SIENA

nico viterbese riguardano soprattutto Monica Bonafede, costretta ad altri dieci giorni di riposo per l’infortunio al ginocchio che già l’ha tenuta fuori contro Firenze. Anche Camilla Coraducci ha avuto problemi al piede ed è rimasta ferma fino a ieri, quando ha provato nella rifinitura svolta a Tarquinia. La sensazione è che sarà comunque a referto, dove dovrebbero andare quindi le stesse dieci viste a Firenze, ma se anche la giovane bolognese dovesse dare forfait ci sarà spazio per Gaia Di Battista. L’appuntamento con la palla a due è alle 19 al PalaMalè, dove la direzione di gara sarà affidata a Galasso di Siena e Papini di Firenze. Glauco Antoniacci

Capitan Ottaviani carica la Belli Cgt La vittoria di domenica contro la Pallacanestro Cassino ha fugato qualche nuvola già pronta ad oscurare il cielo neroarancio, ma Ottaviani avverte: “Ancora non abbiamo fatto niente, siamo una squadra nuova e dobbiamo crescere tantissimo. Di sicuro è stata una vittoria importantissima, ci ha ridato morale e fiducia anche perchè era la prima gara di fronte al nostro pubblico. Ora sta a noi continuare così, iniziando dalla partita contro Borgo don Bosco. Finora hanno una vittoria e una sconfitta come noi, in casa sono andati bene e sarà una gara difficile, ma per noi sarebbe deter-

minante prenderci due punti in trasferta”. “In squadra c’è armonia prosegue Ottaviani - il gruppo si sta formando bene e ci vediamo anche la sera, organizzando cene per stare insieme coinvolgendo tutti”. Servirà anche questa armonia per togliersi le soddisfazioni che la società spera di ottenere: “E’ una stagione di cambiamenti, anche a livello regolamentare, e ci vorrà un po’ di tempo per assimilare le novità. Onestamente credevo che il livello del campionato fosse più alto, ad esempio in un torneo precampionato abbiamo incontrato Vigna Pia

che è considerata la favorita del girone ma non mi ha fatto una grandissima impressione. Credo che noi abbiamo abbastanza talento per fare tutto, la squadra è coperta in tutti i ruoli e può arrivare lontano. Sta solo a noi riuscirci”. Domani la prima verifica, nella trasferta contro il Borgo don Bosco. Intanto Rafael Carbone si sta sottoponendo a controlli medici, anche lui per un problema inguinale. La società voleva tesserarlo ma sta aspettando di capire se ci siano problemi fisici che ne rendano impossibile l’utilizzo. G.A.


sport

22

Si scaldano i motori per il Formula Challenge resce l’attesa per tutti gli C appassionati di motori che domani, presso il circuito

Internazionale di Viterbo, potranno assistere alla finale del Formula Challenge, trofeo basato su tre appuntamenti che vivrà la sua ultima tappa proprio nel capoluogo della Tuscia. Dalle ore 8,30 verifiche sportive e tecniche, a seguire le prove libere del percorso. La manifestazione agonistica prenderà il via gia dalla tarda mattinata (programma visibile

sul sito www.scuderiatuscia.it). Tra le vetture al via ci saranno Fiat, Peugeot, Opel, Alfa Romeo e Lancia, con i migliori driver della zona e non solo; da segnalare tra gli iscritti la Lancia Delta S4 ex ufficiale Team Martini rally (ora Team Motori & Motori) che verrà portata in gara dal gentlemen driver Mauro Durante, non nuovo a questi appuntamenti e vincitore assoluto dei due precedenti Formula Challenge organizzati all’Aereoporto di Viterbo, sempre con la Delta S4.

Viterbo & Lazio Nord

Pugilato - Podda fuori nei quarti ai Mondiali militari

È

finita nei quarti di finale l’avventura di Luca Podda ai Campionati Mondiali militari di pugilato in corso a Jacksonville, negli Stati Uniti, dove la Nazionale italiana si è presentata con l’allenatore Alfonso Pinto e sotto la direzione del Maggiore Giuseppe Minissale. L’atleta tarquiniese, tesserato da poco per il Gruppo Sportivo Esercito, era impegnato nella categoria fino a 75 kg ed aveva esordito in maniera positiva, regolando per 11-5 l’indiano Brarthal con sufficiente autorità ed imponendo la sua tecnica. Nel match che avrebbe

potuto spalancargli le porte della zona medaglie, però, Podda è stato sconfitto per 3-0 dall’olandese Peter Mullenberg, avversario valido ma non certo irresistibile. Qualche colpo portato ma non segnalato ha certamente fatto la differenza tra vittoria e sconfitta, dal momento che si è trattato di un match estremamente tattico e senza azioni particolarmente incisive o spettacolari andate a segno. Un pizzico di rammarico resta, quindi, considerando che il talentuoso atleta tirrenico aveva la possibilità concreta di andare ancora avanti e magari lottare per il podio più prestigioso.

Podismo

TENNIS

Sfida per atleti veri con la 2ª edizione della Salifaggeta

Il Tc Viterbo prepara il quinto assalto

S

Oggi la presentazione ufficiale della squadra che vuole restare in possesso del titolo tricolore puntando su un gruppo affiatato

M

ancano due settimane al via del campionato di serie A1 di tennis femminile, quello che, ormai da quattro stagioni, è terreno di caccia esclusivo del Tennis Club Viterbo. Il circolo cittadino, pronto a schierarsi ai nastri di partenza ancora una volta con il ruolo di grande favorito potendo contare su un gruppo affiatato e su una stella come Francesca Schiavone, presenterà ufficialmente la sua squadra oggi pomeriggio, alle 15,30 presso le strutture del club in strada Tuscanese. Si alzerà quindi il sipario su un team che non nascon-

Sabato 16 Ottobre 2010

de l’ambizione di essere ancora il punto di riferimento per questo campionato, pur avendo perso per strada pezzi pregiati come Flavia Pennetta e, quest’anno, Sandra Zahlavova, entrata ormai stabilmente tra le prime cento giocatrici del mondo. Si punterà su atlete affidabili come Anna Floris e Valentina Sulpizio, su una giocatrice esperta e molto legata al Tc Viterbo come Tathiana Garbin, la cui disponibilità verrà valutata ogni settimana, e su una stella come Francesca Schiavone che, ovviamente, non potrà essere disponibile per tutti i match visti i suoi impegni. Ma si punterà anche su

ragazze viterbesi come Martina Alabiso che avranno l’opportunità di giocare per il circolo in cui sono cresciute e, c’è da giurarci, moltiplicheranno le energie per portare punti pesanti alla causa gialloblù. Ci sarà anche Valentina Sulpizio che è reduce dalla finale nel doppio dell’Itf di Settimo San Pietro. Insieme alla cagliaritana Elisa Salis ha affrontato la coppia olandese composta da Baumgarten e Podda, già sconfitta la settimana prima nell’Itf di Cagliari dove è poi arrivato il titolo. Questa volta però le cose sono andate

diversamente, il primo set è stato estremamente equilibrato ma si è concluso per 7-5 in favore delle due ‘orange’. Il secondo parziale è stato a senso unico, le tenniste azzurre hanno infatti ceduto di schianto non riuscendo a racimolare nemmeno un game e lasciando così via libera alle avversarie. Una piccola delusione, in una stagione che ha comunque visto la Sulpizio protagonista su tutto il circuito Itf, in particolare nel doppio dove sarà fondamentale anche per le sorti del Tc Viterbo, a caccia del pokerissimo tricolore. Gla.Ant.

RUGBY GIOVANILE - Domani programma fitto di impegni tra campionati e concentramenti

In campo tutto l’esercito dei piccoli gialloblù S

arà una domenica a tutto rugby per le formazioni viterbesi, presenti al gran completo nelle rispettive categorie. Oltre alla Prime Sigma di coach Donato Scorzosi, in campo alle 15,30 contro la capolista Prato Sesto, nel programma di domani svettano i match di tutti i team del settore giovanile. La copertina la dedichiamo ai più piccini delle categorie under 8 e under 10 che domani mattina, dalle 9,30 alle 12,30 circa, animeranno il prato del Sandro Quatrini

con il loro entusiasmo, dando vita ad un concentramento con altri team regionali. La under 18, impegnata nel campionato Elite, sarà in campo a l’Aquila alle 13 contro il team abruzzese; si trata di una trasferta proibitiva sulla carta, contro una squadra che lo scorso anno ha vinto il campionato e ha disputato le fasi finali per il titolo italiano. Il pronostico sembra segnato, ma i ragazzi di Grassotti cercheranno comunque di dare il massimo e disputare una buona gara.

Esordio in casa per le due under 16. Il gruppo allenato da Alessio Ascantini sarà in campo a Montevirginio alle 11 contro il Latina per cercare di dare un seguito all’ottimo esordio esterno contro il Tivoli. Per i ragazzi di Amicucci e Medori l’ostacolo è rappresentato invece dal Cus Roma; la gara si giocherà a Civita Castellana sempre alle 11 e sarà l’occasione per riscattare il debutto negativo contro Civitavecchia. G.A.

i svolgerà domani, con partenza alle 10 da Soriano nel Cimino, la seconda edizione della Salifaggeta, gara podistica competitiva su strada di 9,2 km che, tra i quasi duecento iscritti, annovera i più bei nomi del podismo viterbese. La gara si prevede serrata ed interessante, con un percorso tutto in salita e un dislivello notevole: la partenza è a quota 450 metri, l’arrivo ai del piazzale della Faggeta.. La corsa in salita nasce da un’idea dell’Atletica C i m i n a , l’associazione sportiva che cura l’organizzazione e sta lavorando per allestire la gara, in collaborazione con Confartigianato Viterbo. Per la partecipazione alla gara è necessario aver compiuto entro domani i 18 anni. L’iscrizione è aperta ai tesserati Fidal in regola con il tesseramento 2010, ai tesserati a enti di promozione sportiva ed altre Federazioni riconosciuti dal Coni, con tessera in corso di validità. Queste ultime devono essere state rilasciate in base alle norme di legge sulla tutela sanitaria per le attività sportive agonistiche e nel rispetto delle convenzioni stipulate con la Fidal. Gli atleti che non sono tesserati con alcuna associazione sportiva, dovranno presentare copia del certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica. Non è previsto un tempo massimo per la conclusione della gara, è però necessario arrivare a metà percorso entro le ore 10,40 per consentire la riapertura al traffico della provinciale Colonnetta nel tratto che conduce a Soriano. Il ritorno alla partenza sarà assicurato da automezzi del servizio pubblico forniti dall’amministrazione comunale di Soriano. In alternativa e per non dover attendere gli ultimi arrivi, gli atleti potranno organizzarsi con due auto (partenza-arrivo). Il traffico veicolare riprenderà normalmente dopo il passaggio dell’ambulanza. La corsa fa parte del circuito podistico “Corrintuscia 2009” e prevede premi per i primi tre classificati (maschile e femminile) e per i primi 10 di ognuna delle categorie. Il livello dei partecipanti, a giudicare dai podisti dello scorso anno (nel 2009 ad iscriversi furono in 157), dovrebbe essere molto elevato. Per informazioni ed iscrizioni: 347 9833467; 328 4111110; 333 4914620, fax: 0761 1760266


Sabato 16 Ottobre 2010

Viterbo & Lazio Nord

sport - civitavecchia

23

VOLLEY D MASCHILE- Alle 18 al PalaSport di Tolfa parte l’avventura dei rossoneri di coach Tonino Lemme

Trasferta a Tarquinia per l’Isoltermica Per la neopromossa l’obiettivo è la salvezza tranquilla. Confermato buona parte del roster della scorsa stagione

I

PODISMO - Dopo tante voci è arrivata la conferma

nizia domani pomeriggio alle 18 l’avventura nel campionato di serie D maschile per l’Isoltermica Cv Volley. La formazione allenata da Tonino Lemme debutterà al palasport di Tolfa contro il Tarquinia; subito un impegno interessante per la neopromossa compagine rossonera che vuole iniziare nel modo migliore la stagione in cui l’obiettivo principale è quello di una salvezza tranquilla. Gruppo che è praticamente rimasto quello della passata stagione in cui è stata raggiunta la promozione, a cui la dirigenza ha operato alcuni innesti tra cui, proprio dal Tarquinia, quello di Mauro Ceccarini. “Abbiamo conquistato questa categoria – afferma la presidentessa Viviana Marozza – e ci teniamo a mantenerla, anche perché rappresenta un punto di

Niente Mezzamaratona ora è proprio ufficiale

VOLLEY B2 FEMMINILE - Coach Di Remigio conta in una buona partenza

La Comal alla scoperta del San Paolo E

sordio in terra sarda per la Comal Civitavecchia Volley che, oggi pomeriggio alle 16 sarà di scena sul campo del San Paolo Cagliari. Dopo la bella esperienza in Coppa Italia, in cui le rossonere hanno centrato sei vittorie in altrettante gare è arrivato il momento della stagione vera e propria e dei tre punti che contano tantissimo. Tutto da scoprire l’avversario odierno, neopromosso dal campionato regionale ma di cui si parla un gran bene; insomma subito un test interessante per la giovane for-

mazione allenata da Milo Di Remigio. “Ho studiato al video il San Paolo – commenta il tecnico rossonero – è una squadra molto giovane e piuttosto alta che poi potrà contare anche sul fattore campo, giocando in una struttura molto piccola. Da parte nostra abbiamo preparato bene questo incontro, consapevoli che servirà una prestazione positiva e senza cali di tensione. Iniziare bene sarebbe una bella iniezione di fiducia per tutto l’ambiente in vista di un campionato che si annuncia impegnativo”. S.F.

partenza per portare avanti un progetto di crescita per quanto concerne il settore maschile. Il gruppo è rodato e poi in panchina c’è un tecnico competente come Tonino Lemme”. Proprio il coach rossonero, di nuovo in campo dopo aver guidato due stagioni fa l’Asp in serie B2 parla degli obiettivi di un campionato tutto da scoprire. “Da neopromossa dovremo avere l’atteggiamento giusto, l’umiltà per affrontare al meglio ogni partita. Le amichevoli hanno dato delle indicazioni incoraggianti, ma c’è ancora molto da lavorare per un gruppo decisamente giovane ma dalle ottime potenzialità”. Sim. Fan.

BADMINTON - L’atleta civitavecchiese vestirà ancora la maglia dalla Mediterranea Cinisi

Federica Panini sogna un altro tricolore “Siamo consapevoli che servirà dare il massimo e anche qualcosa di più”

P

er Federica Panini sta per iniziare un’altra stagione impegnativa con la maglia della Mediterranea Cinisi, ancora una volta a caccia del tricolore nel badminton femminile. Per la civitavecchiese la voglia di continuare a vincere, anche se non mancano le avversarie di grande esperienza. «Inizia un’altra stagione lunga e impegnativa - afferma - e sia a livello personale che di squadra c’è voglia di far bene, ma la consapevolezza che per riuscirci servirà dare il massimo e anzi qualcosa di più». L’esordio in campionato è previsto il 21 novembre sul campo della neopromossa Olimpia Casteldaccia e poi sei giorni dopo la prima in casa, alla palestra comunale di Cinisi, contro la quotata Fenice Palermo mentre i match clou, quelli che potrebbero essere l’antipasto della finale-scudetto, con l’Acqui Badminton ed il Bc Milano sono fissati rispettivamente il 15 gennaio ed il 12 febbraio. «E’ cambiata la formula – anticipa la Panini – da questa edizione non ci sarà più la suddivisio-

ne per fascia geografica con il girone sud e nord, ma un gruppo unico con gare di sola andata che daranno vita alla regular season dalla quale scaturirà la griglia dei play off che decideranno lo scudetto». Secondo la civitavecchiese dovrebbe aumentare il livello di difficoltà: «Il girone sud era meno impegnativo, ma poi comunque ai play off trovavamo le squadre del nord. Credo che le sfide saranno molto interessanti». Prima del campionato Federica scenderà in campo nel circuito del doppio che prevede la seconda tappa a Bressanone dopo quella di Palermo, che ha dovuto saltare per un problema logistica: «Sarò in campo – afferma – nel misto con Giovanni Traina e nel femminile con Erica Stich, che sono miei compagni di squadra nella Diesse Mediterranea». Nel frattempo sta vedendo concretizzarsi un suo vecchio pallino. Insieme a Michela Marzi, campionessa degli anni 90, ha infatti riportato il badminton a Civitavecchia dopo dieci anni di assenza.

Federica Panini «Siamo riusciti ad ottenere una palestra scolastica, quella di via Papacchini a San Gordiano, - spiega la campionessa locale - ed in meno di un mese abbiamo avuto già una risposta soddisfacente in termini di iscritti anche se si tratta di perlopiù amatori visto che la

fascia oraria a nostra disposizione è quella dalle 20 alle 22 del lunedì e del mercoledì. Dal prossimo anno vorremmo proprio ricreare una scuola di badminton per ragazzi e cercheremo di trovare degli spazi pomeridiani». Simone Fantasia

D

opo quindici edizioni consecutive, la Mezzamaratona di Civitavecchia quest’anno non si farà. La notizia che circolava da diverse settimane, ha trovato una conferma ufficiale ieri con le dichiarazioni di Giuseppe Orsini, il patron del Cu.Sport.2000 che aveva creato e organizzato la competizione dal fino allo scorso anno. E non si tratta del tradizionale grido di allarme che da diversi anni a questa parte proprio in questo periodo veniva lanciato quando in preda alle difficoltà economiche si paventava ad un mese dalla competizione, che si svolgeva sempre la seconda domenica di novembre, l’organizzazione sottolineava le difficoltà nel portare avanti la manifestazione senza il sostegno del Comune, che di anno in anno aveva ridotto drasticamente il suo contributo. «Non è un grido di allarme - conferma Orsini - quest’anno la Mezzamaratona non ci corre». I motivi sono sia personali (il patron del Cu.Sport2000 lo scorso giugno a subito un grave lutto familiare) sia di natura economica perchè appunto quando Orsini si era tirato indietro, la ‘‘patata bollente’’era passata alla Tirreno Atletica che aveva risposto all’appello del Comune di portare avanti ugualmente una manifestazione che ha regalato un importante ribalta alla città.

«La Tirreno ha avuto qualche problema - riprende Orsini - e comunque il contributo del Comune era davvero basso ed erano sorte delle difficoltà anche i finanziamenti regionali. Negli ultimi anni si era fatta dura anche per me, ma avevo stretto i denti ed ero riuscito a portare avanti la kermesse». Niente Mezzamaratona, ma la Cu.Sport 2000 si augura che possa essere solo un anno sabbatico: «La beffa è che nonostante sul notro sito internet sia comunicato da mesi che la gara non si farà stanno arrivando centinaia di adesioni per una gara che grazie anche al fatto che era valida come campionato italiano dei dipendenti degli enti pubblici, sfondava ormai abbondantemente quota mille iscritti. Ora - conclude Orsini - se c’è la volotà di portare avanti la kermesse serve un lavoro sinergico tra la nostra associazione e le istituzioni per reperire quei fondi necessari a far ripartire la Mezzamaratona e considerando che ad esempio che i bandi regionali usciranno presto è una decisione che va presa al più presto». L’impressione è che non ci si debba pensare su troppo e restituire alla città una manifestazione che le regalava lustro e rispondeva ai canoni di quel turismo-sportivo di cui tanto ci si riempe la bocca.


Offerte Imperdibili Terra delle Donne, Vi propone Cesto di carne suina: Dietro alla nostra azienda pulsa la storia delle donne, la - Spezzatino 800 gr forza dell’imprenditoria femminile, le peculiarità di chi, - Pancetta tesa 500 gr coniugando la famiglia e il lavoro, forma il sapere locale e - Fettine prosciutto 700 gr lo trasmette nel tempo. - Salciccia fresca 1 Kg La forza della “terra delle donne” consiste proprio nel voler - Braciole 1 Kg - Spunature 1 Kg conservare le tradizioni, preservando il territorio e l’ambiente, utilizzandoli in modo adeguato e rispettoso. euro 50,00 ----------------------------------------------------------------Proponiamo un nuovo modello di “fare impresa” ove, oltre -ai connotati di natura economica, sono presenti anche sensi- Cesto misto: bilità, attitudini e attenzioni verso le tematiche della soste- Spezzatino 800 gr nibilità ambientale e della cura del territorio. - Pancetta tesa 500 gr I valori di tale modello costituiscono un patrimonio imma- Fettine prosciutto 700 gr teriale che risponde in pieno ai nuovi bisogni della società: - Salciccia fresca 1 Kg la qualità della vita, l’identità, il benessere, il tempo della - Braciole 1 Kg natura ed i suoi ritmi, la responsabilità sociale. - Salcicce secche 1/2 Kg A tali valori attingiamo per offrire ai nostri clienti prodotti - Salami 1/2 Kg qualitativamente superiori che possono essere acquistati: euro 50,00 �������������������������������������������������������������� ----------------------------------------------------------------constatare da vicino l’intero ciclo di trasformazione della -materia prima Cesto carne bovina: ��������������������������������������������������������������- Ossobuco Kg 0,250 mentari tipici - Bollito Kg 1,00 �����������������������������������������������������������- Spezzatino Kg 0,350 delledonne.itIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve - Macinato Kg 0,800 abilitare Javascript per vederlo , con consegna diretta presso il domicilio del cliente. - Bistecche Kg 0,500 - Fettine olio Kg 0,750 AGRISAGE SRL SOCIETA’ AGRICOLA - Fettine pizzaiola Kg 0,250 Sede legale Via s. Barbara, 3 01100 VT - Fettine cotoletta Kg 0,250 Sede operativa Tuscania (VT) loc. Montebello loc. Ciuffa - Bistecca disossata Kg 0,350 ���������������������������������������������������� ���������������������������������� Prezzo offerta euro 70,00 ������������������ -----------------------------------------------------------------

L' opinione di Viterbo e Lazio Nord-16 ottobre 2010  

edizione on line del 16 ottobre 2010

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you