Issuu on Google+

Marzo 2013

NUOVA DEA

1


2 NUOVA DEA

Marzo 2013


Marzo 2013

NUOVA DEA

In Questo Numero Direttore Responsabile

Nicola Cinolo

comunicazione@nuovaidea.eu ufficiostampa@nuovaidea.eu Vice Direttore

Salvatore M. Loprete

postmaster@nuovaidea.eu Pubbliche Relazioni

Patrizia Formaro

professionista@nuovaidea.eu Produzione Artistica Video e Book

Direttore Responsabile Cronaca Abruzzese Cronaca Marchigiana Cronaca Lombarda Foto giallo romanzo Il Professionista Oroscopo del mese Annunci gratuiti La cucina e cruciverba

Pag. 4 Pag. 5 Da pag. 6 a 12 Da pag. 13 a 16 Da pag. 18 a 24 Pag. 26 Pag. 25 Pag. 27 - 28 Pag. 30

La nostra rivista la puoi trovare anche:

World Show

Fotografo Video e Post-produzione

EDICOLA

Piazza Amiani (Fano)

EDICOLA

Grafica e Web Design

GASTREGHINI CRISTIANO

grafica@nuovaidea.eu

Via Roma, 118 (Fano)

TABACCHERIA

Massimo Bastianelli

Maria Chiara Lucarelli

EDICOLA

IACCHINI GIUSEPPE

Via Girardengo Fenile (Fano)

professionista@nuovaidea.eu

EDICOLA

GIANCARLI NADIA

Lungomare Marconi, 6 Senigallia (Ancona)

Viale XII Settembre (Fano)

AF NEWS snc

EDICOLA

IL RIFUGIO DI PINOCCHIO

Via Pergamino, 42 (Fossombrone)

Responsabile Marketing

Stefano Bartolucci

marketing@nuovaidea.eu Responsabile Redazione Lombarda

Prof. Salvatore M. Loprete postmaster@nuovaidea.eu Agenti Pubblicitari

Giuseppe Canelli Rita Paci Magda Morselli Segretaria di redazione

Anna Cuccinelli

ufficiostampa@nuovaidea.eu Collaboratori

Antonio Crea, Charlie Cinolo, Chiara Serralunga, Christian Cinolo, Cristiano Colli, Lucio Casoli, Roberto Cavizzoli, Valerio Cecchini redazione@nuovaidea.eu

Per notizie e comunicazioni urgenti contattaci: Cell. 345 1671200

N. C. casa editrice

La nostra rivista cartacea è distribuita nelle seguenti regioni:

Piemonte - Lombardia - Liguria - Veneto - Emilia Romagna - Marche - Abruzzo Lazio - Campania - Basilicata - Calabria - Sicilia. Precisiamo inoltre che la rivista è distribuita FREE PRESS (GRATUITA) in tutte le attività commerciali e può essere anche sfogliata e stampata dal sito

www.nuovaidea.eu

Aut. del Tribunale di Milano 565 del 25-10-2010 - Iscrizione R.O.C. 18616 Sede Legale: Milano - Sede operativa e Amministrazione Via Flaminia, 27/A - Calcinelli di Saltara - 61030 - Tel: 0721 1797587 - Fax: 0721 1797588

3


4 NUOVA DEA

Editoriale

L’ADDIO DI TERZI

Marzo 2013

“me ne vado per salvare l’onorabilità del Paese” Il governo tecnico si spacca sul caso dei

marò. Il ministro degli Esteri Giulio Terzi annuncia in aula le sue dimissioni, il collega della Difesa Giampaolo Di Paola lo attacca e dice: “Le sue valutazioni non sono quelle del governo”. Mario Monti, più tardi, conferma le dichiarazioni di quest’ultimo e annuncia che riferirà alle Camere sulla vicenda nel pomeriggio di mercoledì, non prima di aver visto al Quirinale Giorgio Napolitano, che ha definito le dimissioni di Terzi “irrituali”. Incontro nel corso del quale Napolitano ha nominato Monti ministro degli Esteri ad interim. Il primo a riferire alla Camera, nelle prime ore del pomeriggio, è il titolare della Farnesina che, a sorpresa, annuncia di voler lasciare il dicastero a pochi giorni dalla scadenza naturale: “Mi dimetto perché

per 40 anni ho ritenuto e ritengo oggi in maniera ancora più forte che vada salvaguardata l’onorabilità del Paese, delle forze armate e della diplomazia italiana. Mi dimetto perché solidale con i nostri due marò e con le loro famiglie”. “Ero contrario al loro ritorno in India – ha aggiunto il ministro –, ma la mia voce è stata inascoltata”. “Ho aspettato a presentare le mie dimissioni qui in parlamento per esprimere pubblicamente la mia posizione: non posso più far parte di questo governo”. Nel corso del suo intervento, il ministro degli Esteri ha confermato che “tutte le istituzioni erano informate e d’accordo sulla decisione di trattenere in Italia i marò“. “La linea

del governo – ha aggiunto riferendosi alla decisione dell’esecutivo che, in un primo momento, aveva scelto di trattenere in Italia i fucilieri – è stata approvata da tutti l’8 marzo”. Una decisione che, secondo Terzi, aveva “solido fondamento giuridico e politico”. Secondo il ministro, la decisione indiana di sospendere l’immunità dell’ambasciatore italiano Daniele Mancini è stata una “palese violazione della convenzione di Vienna”, giudicata come un “atto di ritorsione platealmente illegittimo, che ha indebolito ulteriormente la credibilità del governo indiano”. Una ritorsione che ha poi determinato, di fatto, il dietrofront del governo. “È risibile e strumentale pensare che la Farnesina abbia agito autonomamente” sulla vicenda dei marò, ha sottolineato con forza il ministro. “Io ho dato informazioni a tutte le autorità di governo sugli aspetti critici del negoziato con l’India. Sono un uomo delle istituzioni che ha servito per 40 anni lo Stato. In questi giorni ho letto ricostruzioni fantasiose, in merito a iniziative che avrei assunto in modo autonomo, ma io mai avrei agito in modo autoreferenziale”. Nicola Cinolo


Marzo 2013

Cronaca Abruzzese

NUOVA DEA

Chieti: l'editore solfanelli

5

ELETTO recentemente presidente degli editori della regione Abruzzo

Solfanelli pubblica un consistente numero di libri ogni anno, tra saggi e romanzi. Fra i suoi autori più noti il sociologo Franco Ferrarotti, il decano della sociologia italiana e il politologo Giorgio Galli. Fra i suoi ultimi libri merita di essere ricordato il libro di Umberto Melotti

L’Editore Solfanelli (c.p. 34 - 66100 Chieti) è stato recentemente eletto presidente degli editori della regione Abruzzo. Il libro "Migrazioni e sicurezza" affronta in modo documentato e non conformista un tema di grande attualità. L’immigrazione è il fenomeno sociale più travolgente di questo secolo. Eppure molte questioni che le sono connesse sono ancora trascurate dagli studiosi. Una di queste è la sicurezza, che pure è diventata in tutta Europa uno dei problemi cruciali della convivenza civile. In Italia particolarmente preoccupante è il notevolissimo incremento, in termini assoluti e relativi, dei reati compiuti da immigrati. Gli stranieri costituiscono circa il 40% dei denunciati, anche se, irregolari compresi, non superano l’8% della popolazione. Ad essi si devono circa il 50% dei furti, il 40% delle violenze sessuali, il 36% delle rapine e degli omicidi. Le carceri sono ormai sovraffollate proprio per la loro crescente presenza: nel 1995 era straniero un detenuto su

sei, nel 2005 uno su tre e ora, in molte parti del Paese, uno su due.Alla criminalità si aggiungono altri gravi rischi: il terrorismo islamista, che, dopo l’11 Settembre, ha già gravemente colpito la Spagna e il Regno Unito, e la conflittualità urbana violenta, già esplosa con forza nelle inner cities inglesi e nelle banlieues francesi. Da entrambi questi pericoli l’Italia, così come altri paesi, non è affatto esente.Questo studio di Umberto Melotti, uno dei primi e più qualificati studiosi dell’immigrazione, analizza la situazione, confutando l’atteggiamento irresponsabile di quegli studiosi e di quei politici che, con assurde motivazioni, si ostinano a negare la rilevanza dell’immigrazione fra le cause dell’insicurezza e attribuiscono unicamente alla stampa le preoccupazioni sempre più diffuse nella popolazione. Il libro (pagine 160 - € 12,00) può essere direttamente richiesto all’editore, c.p. 34 – 66100 Chieti. Redazionale Prof. Salvatore Maria Loprete


Cronaca Marchigiana

6 NUOVA DEA

SENIGALLIA

Marzo 2013

Colpo al deposito bus: è “strage” di macchinette della biglietteria

È la “banda degli spicci” ad aver imperversato nella notte tra gio-

vedì 14 e venerdì 15 a Senigallia. Ignoti malviventi si sono infatti recati al deposito delle autolinee dei Fratelli Bucci, lungo la statale in via Sanzio – una zona piuttosto isolata e vicino alla campagna – e si sono introdotti all’interno del capannone dove erano parcheggiati circa trenta autobus. Una volta dentro, del tutto indisturbati, hanno forzato ad una ad una le porte dei bus scassinando le macchinette della biglietteria e rubando tutte le monete contenute all'interno: un bottino ancora da quantificare ma che, come si stima oggi sulla stampa, potrebbe superare senza difficoltà i mille euro. Ad accorgersi del furto i lavoratori dell’azienda, quando alle 6 del mattino di venerdì 15 si sono presentati al lavoro. Ora si attende l’esame dei

video di sorveglianza, per capire se riusciranno a fornire elementi utili per l’identificazione. Ma quello al deposito dei bus non è stato l’unico colpo messo a segno nella notte: ce ne è stato un secondo, che per prossimità e modus operandi spinge gli inquirenti a pensare che ad agire siano state le stesse persone. Nella piscina del Molinello, al quartiere di Vivere Verde, qualcuno è entrato e ha scassinato i distributori automatici, rubando poi anche gli spicci contenuti nella cassa. Su tutti e due i colpi indagano i carabinieri. I colpi si sommano a quelli messi a segno nella notte tra martedì e mercoledì dalla banda che ha rubato tre mezzi (due auto e un furgone) e “visitato” tre supermercati. Roberto Cavizzoli

furti in abitazione, colpo a Montignano

Nella sera del 21, approfittando della

momentanea assenza della proprietaria, dei ladri si sono introdotti in un appartamento di via Montessori, nella frazione di Montignano (Senigallia), e hanno rubato diversi monili in oro, il cui valore è ancora da quantificare. La donna era rientrata a casa intorno alle 19:30, trovando l’appartamento come lo aveva lasciato andando al lavoro. Poco prima delle 20:00, per impegni personali, è nuovamente uscita di casa, facendo ritorno intorno alle 22:30. Questa volta,

l’amara sorpresa: la porta finestra della cameretta del figlio era stata forzata da qualcuno e la sua camera da letto era stata messa a soqquadro durante la sua assenza. I ladri hanno avuto poco più di due ore di tempo per entrare dalla porta finestra della cameretta, raggiungere la camera matrimoniale e rovistare dappertutto. Roberto Cavizzoli

tafferuglio davanti alla Caritas, allontanate due persone

Una furiosa lite è scoppiata nella mattinata del 20 marzo al centro

di accoglienza della Caritas di Senigallia in piazza della Vittoria, tra alcuni cittadini stranieri. La rissa è stata sedata dall’intervento della polizia e si è conclusa con l’allontanamento forzato di due fratelli tunisini. Gli agenti sono intervenuti sul posto attorno alle 8:30, mentre numerosi cittadini extracomunitari discutevano violentemente nei pressi del centro di accoglienza. Due fratelli di nazionalità tunisina, erano particolarmente esagitati e indirizzavano

le loro minacce contro un collaboratore ghanese del centro di accoglienza colpevole, a loro dire, di non voler dar loro ospitalità presso il centro.Identificati dagli agenti, entrambi i fratelli, che risultano regolarmente soggiornanti in provincia di Trapani, sono risultati gravati da precedenti di polizia inerenti a reati contro la persona e contro il patrimonio. A loro carico è stato pertanto adottato il provvedimento a firma del Questore di Ancona che ne dispone il ritorno obbligato nel comune di residenza a causa della loro pericolosità. Roberto Cavizzoli


Cronaca Marchigiana

Marzo 2013

JESI

NUOVA DEA

fa rifornimento a spese dell'ex datore di lavoro, denunciato

Durante la notte del 20 Marzo una pattuglia di carabinieri di Jesi

ha visto, all’altezza del centro commerciale la Fornace, una persona intenta a fare un grosso rifornimento all’interno del distributore Agip di via Roma: l’uomo stava riempiendo alcune taniche, mentre una seconda persona sostava, a lato guida, all’interno di un furgone cassonato. I due sono stati identificati come B.D., classe 1967, residente in provincia di Alessandria, presente di passaggio nell’anconetano perché ospite di parenti e R.S., classe 1983, residente a Jesi, entrambi di origine rumena.Quando i militari hanno chiesto spiegazioni per quell’insolito rifornimento i due hanno raccontato che l’indomani sarebbero dovuti partire per un lungo viaggio verso il nord Italia. Gli uomini dell’arma hanno capito che qualcosa non andava e hanno chiesto perché la coppia non avrebbe potuto fare, più semplicemente, rifornimento lungo l’autostrada durante il tragitto, generando un certo nervosismo nei due. Dai controlli effettuati è emerso che B.D. nel 2012 era stato deferito in stato di libertà per il reato di furto di carte prepagate per carburanti e loro indebito

utilizzo: i carabinieri hanno allora controllato la carta con la quale l’uomo stava acquistando il carburante, risultata intestata ad una concessionaria di auto con sede ad Alzano Scrivia, presso la quale il 46enne aveva lavorato fino allo scorso luglio. Il titolare della ditta, una volta rintracciato, ha confermato di non avere mai dato a B.D. la carta di sua volontà, e che l’uomo era stato denunciato per un caso del tutto analogo con danno ad una delle ditte satellite delle quali risulta socio. La verifica dei movimenti della carta si potrebbe aggirare attorno ai 20mila euro, essendo in possesso dell’uomo probabilmente già dal mese di maggio e l’ex datore di lavoro ha già fatto sapere di voler procedere a denuncia. Di certe, per ora, ci sono due transazioni, una da 150 euro e l’altra di circa 90, effettuate pochi giorni fa ad Osimo, che si sono aggiunte alle due taniche che complessivamente avevano circa 40 litri e al rifornimento appena fatto dal valore di 150 euro. Intanto il cittadino rumeno è stato denunciato per indebito utilizzo, da non titolare, ai fini di profitto, di carte di credito o pagamento. Antonio Crea

trasformano casa in "coffee-shop", in manette padre e figlio

Sono scattate le manette per un padre 43enne, disoccupato, e per suo figlio, uno studente di 23 anni, entrambi jesini: avevano trasformato il loro appartamento in zona Murri in una sorta di coffee-shop in cui giovani e giovanissimi jesini si recavano per acquistare e fumare marijuana. Nell’appartamento è stato sequestrato oltre mezzo chilo di marijuana e materiale per il confezionamento dello stupefacente. Gli inquirenti, riporta sempre il quotidiano, stanno esaminando una rubrica piena di nomi e numeri di telefono per risalire alla lista di possibili clienti. Antonio Crea

7


8 NUOVA DEA

Cronaca Marchigiana

ANCONA

Marzo 2013

Frecciarossa: Ancona - Rimini - Milano al via dal 14 aprile

L’Alta Velocità di Trenitalia raggiunge le Marche e la Romagna. Dal prossimo 14 aprile il Frecciarossa unirà velocemente Ancona, Pesaro e Rimini con Milano, percorrendo la linea AV Bologna – Milano. I biglietti saranno in vendita dal 4 marzo. La nuova corsa di linea Frecciarossa 9592 in direzione nord partirà da Ancona alle 6.05 con fermate a Pesaro (a. 6.29 - p. 6.30), Rimini (a. 6.48 - p. 6.50), Bologna (a. 7.52 - p. 7.55) e arrivo a Milano Centrale alle 9.04. Il nuovo Frecciarossa 9591 Milano – Ancona partirà da Milano Centrale alle 17.45, con fermate a Bologna Centrale (a. 18.55 - p. 18.58), Rimini (a. 19.52 - p. 19.54), Pesaro (a. 20.12 - p. 20.14) e arrivo ad Ancona alle 20.42. I Biglietti sono acquistabili dal 4 marzo su tutti i canali di vendita Trenitalia e nelle oltre 5mila agenzie di viaggio convenzionate. Per un viaggio da Ancona, Pesaro o Rimini a Milano, biglietti SuperEconomy a partire da 19 €. Disponibile l’intera gamma di

offerte e promozioni, dai carnet per 10 viaggi con uno sconto del 20% sul prezzo base, all’offerta Familia. Inoltre, per il primo mese, promozione Cartafreccia: punti doppi per acquisti fino al 14 maggio. Trenitalia ha allo studio un potenziamento di quest’offerta Frecciarossa, a partire da giugno, con un collegamento estivo mattutino da Milano verso la costiera romagnola e marchigiana e ritorno in serata. Le due corse Frecciarossa attivate dal 14 aprile permetteranno intanto ai clienti marchigiani e romagnoli di raggiungere Milano nelle prime ore della mattina e di rientrare dalla capitale finanziaria del Paese nel secondo pomeriggio. Con la nuova coppia di Frecciarossa crescono anche i collegamenti veloci tra Milano e Bologna che diventano 53 al giorno. Chiara Serralunga

Archi: grondaia si stacca e cade in strada, colpita auto in transito

Crollo nella mattinata del 20 marzo al quartiere Archi di Ancona: attorno alle

8, con ogni probabilità a causa del vento, parte di una pesante grondaia si è staccata da un palazzo all’incrocio di via del Crocifisso, piombando in strada su un’auto in transito e provocando danni alla carrozzeria, per fortuna senza conseguenze per le persone. La paura è stata tanta perché quello è l’orario in cui passano i bimbi della scuola elementare Da Vinci per recarsi a lezione. Per fortuna l’incidente è stato visto in tempo reale da una pattuglia dei vigili urbani che era in servizio nella zona: i vigili hanno chiamato i pompieri, fermato e deviato il traffico, consigliando un diverso percorso ai pedoni per scongiurare il pericolo che qualcuno fosse colpito da qualche altro pezzo della struttura. I vigili del fuoco, dopo aver transennato l’area, hanno raggiunto il tetto e verificato la situazione: i supporti della grondaia erano gravemente usurati dal tempo e i pompieri li hanno staccati, così come hanno messo in sicurezza altri punti per evitare nuovi crolli sulla sede stradale. L’amministratore condominiale è stato immediatamente informato dell’accaduto. Chiara Serralunga


Cronaca Marchigiana

Marzo 2013

ANCONA

NUOVA DEA

9

Torrette: incendio all’ospedale regionale, evacuata Ortopedia

Un incendio è divampato la notte del 17 Marzo all'Ospedale re-

gionale di Torrette ad Ancona, nei locali delle cucine, costringendo il personale sanitario e i vigili del fuoco ad evacuare i degenti del vicino reparto di Ortopedia. Secondo i primi accertamenti il rogo, che ha provocato molto fumo ma nessun ferito, sarebbe partito da uno dei cestini della spazzatura, forse per cause accidentali. Oltre ai Vigili del Fuoco sul posto è intervenuta subito la polizia, che conduce le indagini. Chiara Serralunga

Torrette: rubavano energia elettrica dal 2007, due donne arrestate

I carabinieri di Brecce Bianche hanno arrestato per il reato di furto

aggravato due donne rom residenti in strada della Grotta, S. M. e S. S., che assieme al proprio nucleo familiare avevano messo in atto un semplice ma pericoloso sistema per alterare i misuratori Enel: si tratta del cosiddetto metodo del ponte, che consiste nel bypassare i contatori originali che nello specifico erano sigillati già da diversi anni per usufruire in maniera gratuita dell’energia elettrica mentre un terzo contatore, anch’esso manomesso, serviva per alimentare le parti comuni dell’immobile. Da un calcolo complessivo si stima che il danno totale cagionato dal 2007 (anno in cui gli immobili sono stati occupati dalle famiglie in questione) è di circa 40mila euro. Per le due donne è scattato il regime degli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima. Chiara Serralunga

Falconara: eternit abbandonato in spiaggia I

individuati i responsabili

ndividuati i responsabili dello smaltimento illecito di materiale, probabilmente eternit, in spiaggia all’altezza del cavalcavia di via Roma. È stata un’indagine lampo quella degli agenti della Polizia Municipale e degli uomini della Capitaneria di Porto che in questi giorni hanno ascoltato numerosi frequentatori della zona e pescatori proprietari di capanni, per individuare i responsabili. I soggetti che hanno abbandonate le tavole

ondulate, rinvenute e messe sotto sequestro venerdì 15 marzo, rischiano una sanzione fino a 1200 euro, oltre ai costi di smaltimento che dovrà essere effettuato secondo le procedure previste dalla normativa. Qualora l’ordinanza non dovesse essere rispettata, lo smaltimento sarà effettuato dal Comune e le spese saranno richieste ai responsabili. L’identificazione degli autori, fa sapere il Comune, ha permesso di sgravare la collettività di un costo che altrimenti sarebbe stato interamente a carico dell’Ente. Nel corso dell’indagine non sono state riscontrate segnalazioni di bivacchi, né denunce per furti e aggressioni. Appare improbabile che senza fissa dimora abbiano utilizzato le tavole per bivaccare in spiaggia nei giorni scorsi: sia per le basse temperature del periodo, sia per la fragilità del rifiuto in questione. Il consiglio del Comando di Polizia Municipale, rivolto ai cittadini, è quello di fare denunce tempestive e circostanziate.

Chiara Serralunga


10 N U O V A D E A

Redazionale pubblicitario

Marzo 2013

INTERVISTA AD “ANTONIONI SPORT”: … CACCIA E PESCA … UNO DEI PIU’ RINOMATI RIVENDITORI DI FANO E LIMITROFI

“Antonioni Sport”… andiamo a visitarlo, andiamo a curiosare nel mondo della caccia e della pesca da uno dei più conosciuti ed apprezzati rivenditori della zona e non solo. Nei giorni scorsi ci siamo appostati all’esterno per “sbirciare” il funzionamento del negozio e la sua clientela. Abbiamo fermato svariati clienti e ci siamo resi conto non provenire solo da Fano e dalle zone limitrofe, ma anche da Senigallia, Marotta e dall’entroterra. Come mai? Qual'era il motivo che li spingeva a fare diversi chilometri per raggiungere proprio quel punto vendita e non a recarsi altrove? La risposta è stata sempre la stessa: la qualità dei prodotti, la disponibilità nel servizio, la competenza nel suggerire materiali e soluzioni ed infine i prezzi! Sì, “Antonioni” offre alta qualità a prezzi concorrenziali, attirando tantissimi appassionati pronti a spendere ma con la certezza di avere tra le mani prodotti ottimi e garantiti. Appena entrati, rimaniamo esterrefatti dalla gentilezza e disponibilità del personale e meravigliati dalla vasta scelta e quantità di materiale per la caccia e per la pesca. Con cordialità chiediamo di poter parlare con uno dei titolari e poco dopo ci viene presentato il Sig. Antonioni Luca. Qui inizia la nostra lunga e piacevole chiacchierata durante la quale ci facciamo raccontare un po’ di cose sul bellissimo mondo della pesca e della caccia. Ad esempio: (Pesca) Drifiting – Traina – Spinning (Caccia) Tipi di caccia DRIFTING Il nome drifting contraddistingue la pesca dalla barca in deriva up. Le canne per questi due diversi sistemi di anche se con questo termine si intende esclusivamente la pesca recupero sono diverse per lunghezza, azione e al tonno gigante, praticata con barca in deriva oppure ancorata ed conformazione del piede. I mulinelli, adeguati utilizzando canna e mulinello. Questa tecnica è oramai largamente per potenza alle canne, devono essere solidi diffusa. Una delle particolarità del drifting è l’impiego esclusivo ed estremamente affidabili e presentare una della sarda come esca e della necessità della pasturazione conti- discreta capienza, capace di offrire una riserva nua, sempre con la sarda, si pratica anche una particolare tecni- di monofilo anche nelle situazioni più difficica, chiamata “strisciata”. Passando all’attrezzatura vera e propria, li. Altri accessori necessari per questa tecnica, sono necessarie almeno tre canne scelte in base al sistema di com- oltre a quanto già descritto, sono palloncini battimento che si vuole utilizzare o sarebbe meglio dire, a quale gonfiabili, normali piombi da bolentino di diversa grammatura ed tipo di combattimento è predisposto chi deve recuperare la preda. elastici normali da ufficio, pinza e manicotti per la costruzione dei I sistemi sono due: la sedia di combattimento o il sistema stand terminali, poi due robusti raffi . PESCA ALLA TRAINA

Questa tecnica può andare bene con qualsiasi imbarcazione. La dotazione di base è minima. L’ideale è una canna da traina con passafilo a rullino e anelli passafilo in ceramica o titanio, mulinello a tamburo rotante, completa l’attrezzatura un guadino a bocca larga, per salpare le catture. Le esche sono diverse e si adattano a differenti prede, cucchiaini minnows piume etc. Gli

ambienti marini più indicati per questa tecnica sono presenti entro le 2/3 miglia dalla costa, su fondali che possono variare tra gli 8 e i 10 mt. L’Azione di pesca consiste nel filare le lenze, dietro l’imbarcazione e trainarle in parallelo al profilo costiero con andamento lineare oppure in maniera alterna, entrando ed uscendo dalle eventuali insenature. Le ore migliori per questa tecnica sono le prime ore del mattino, dopo l’alba e le ore del tramonto.

Lo spinning è una tecnica di pesca nella quale si utilizzano esche artificiali, in metallo, legno o plastica. L'esca artificiale può essere "rotante" o "cucchiaino", che è costituito da una paletta metallica che ruota sul suo asse nel momento in cui è recuperata dal pescatore, subito dopo il lancio.L'asse attorno cui ruota la paletta è appesantito da piccoli pesi di piombo.In generale, con questo metodo di pesca, si tende alla cattura di pesci predatori, attratti dal movimento dell'esca, dal suo colore, dalla sua somiglianza a piccoli pesci di cui essi si nutrono oppure infastiditi dal passaggio dell'esca nel loro territorio di caccia.Le esche vengono lanciate e recuperate

tramite l'utilizzo di un mulinello in modo da simulare un piccolo pesce o una creatura acquatica.La tecnica dello spinning utilizza anche esche "ondulanti" (palette metalliche sagomate che non ruotano sul proprio asse, ma che hanno un movimento nell'acqua dall'alto verso il basso e viceversa) e i "minnows" (imitazioni in balsa o in plastica di piccoli pesci, di cui i predatori si nutrono). Le esche si possono dividere in: jigs, cucchiaini rotanti, cucchiaini ondulanti, jerkbait, crank bait, spinnerbait e buzzbait, esche siliconiche.

CACCIA AL CAPANNO: prevede l’allestimento di un rifugio, mimetizzato nel quale il cacciatore si apposta e spara attraverso le feritoie agli uccelli che passano. Spesso fuori dal capanno vengono disposte delle gabbie con uccelli che fanno da richiamo. Sono vietati i richiami vivi accecati ed i richiami acustici. CACCIA VAGANTE: è il tipo di caccia considerato più sportivo, perché il cacciatore vaga alla ricerca di selvaggina di ogni genere, con o senza il cane. CACCIA ALL’ASPETTO: i cacciatori si posizionano in un determinato punto e aspettano il passaggio della selvaggina; CACCIA IN BATTUTA:

i cacciatori partecipano alla battuta in gruppo, si appostano in determinati punti, detti poste; un altro gruppo di cacciatori, i battitori e le mute dei cani cercano di spingere gli animali verso le poste, con appositi rumori e richiami. CACCIA DI SELEZIONE : è un tipo di caccia programmata nel quale si decide la tipologia e le caratteristiche di animale che deve essere abbattuto, spesso per abbassare il numero dei componenti di alcuni gruppi che potrebbero causare danni all’ambiente in cui vivono, data la loro elevata quantità. Gli animali abbattuti vengono controllati da veterinari incaricati.

SPINNING

TIPI DI CACCIA


Marzo 2013

N U O V A D E A 11


12 N U O V A D E A

Cronaca Marchigiana

SENIGALLIA

Marzo 2013

AL Mamamia DI SENIGALLIA ragazzo in preda all’alcool aggredisce le forze dell’ordine… Nella tarda nottata di Sabato 23 Marzo,

i Carabinieri di Senigallia hanno tratto in arresto il ventiduenne Turla Mirko, milanese ma residente a Senigallia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Giunti nel parcheggio della discoteca grazie ad una Valerio Cecchini segnalazione da parte di alcuni ragazzi che volevano divertirsi, i Carabinieri hanno trovato il giovane a torso nudo, che urlava frasi ingiuriose indirizzate al personale addetto alla sicurezza del locale. Erano circa le 4 di notte, il ragazzo in preda all’ubriachezza ed alterazione psicofisica, veniva trattenuto dalla moglie che cercava di calmarlo e tranquillizzarlo in tutti i modi, ma all’improvviso, divincolandosi, si è scagliato dritto verso il personale addetto alla sicurezza tentando di fare del male e colpire uno degli steward. Sulla sua strada però ha trovato uno dei due Carabinieri che, avvedutosi di quello che stava per compiere, lo ha afferrato per la cintola, cercando di fermarlo. Una reazione improvvisa e violenta del ragazzo, ha scaraventato il militare

a terra, procurandogli un trauma al gomito del braccio sinistro ed una lieve ferita al labbro superiore. L’intervento del suo collega ha comunque definito l’arresto ed il giovane si è presentato Lunedì 25 Marzo dinanzi all’Autorità Giudiziaria la quale ha convalidato

l’arresto. Tuttavia il giovane è stato rimesso in libertà, ancora in attesa di un processo.

CANTAMONTE AL VIA LA MANIFESTAZIONE CANORA MONTEMARCIANO VA IN ONDA IL CANTAMONTE 2013

L’Assessore Lorenzo Socci ha fatto un bellissimo lavoro, cari lettori! Il Cantamonte è ormai da 4 anni che fa il “tutto esaurito” al Teatro Alfieri, grazie all’esperienza dell’Associazione Ensemble '88 e alla volontà dll’assessorato alla cultura e politiche giovanili del Comune di Montemarciano. L’evento, svoltosi nel weekend Valerio Cecchini pre-pasquale di venerdì 22 e sabato 23 marzo, raccoglie ormai talenti canori da tutta Italia. Ma chi non si ricorda dello splendido “Pinguino d’oro” degli anni 60? Tutti hanno negli occhi e nei loro cuori le voci dei giovani ragazzi che con straordinario talento, si esibivano con simpatia e spensieratezza negli anni più difficile per la ricostruzione del Paese. Un Paese ridotto al lastrico da una guerra che ha logorato la popolazione italiana. Questa è sempre stata fin dalla sua nascita, la festa paesana per eccellenza, dove tutti, grandi e piccoli, affrontavano la kermesse con felicità, gioia e spirito di collaborazione. Oggi, in paese, tutto è pronto: a dirigere le serate è Marta Torbidoni insieme a Claudio Zappi e Davide Caprari. Il Cantamonte si snocciola in 3 versioni diverse: la prima, è il Cantamonte Classic, riservato solo ed esclusivamente ai montemarcianesi doc, di età compresa tra i 3 e 13 anni. La seconda è il Cantamonte Teen, dove l’edizione è stata rinnovata, passando a Cantamonte Open, dove le iscrizioni sono aperte a tutti i giovani di età compresa tra i 14 e 19 anni, anche per i non residenti sul territorio montemarcianese. Nel Cantamonte Teen, la giuria presieduta da Arianna Cleri, vincitrice di “Io Canto”, la trasmissione televisiva su Canale 5, decreterà il vincitore o la vinci-

trice di questa edizione 2013, che si aggiudicherà un bel gruzzoletto: ben € 400!! Anche quest’anno la tradizione musicale del posto riflette i sani principi di una volta, riuscendo tuttavia a rinnovarsi. Le nuove generazioni e il mondo contemporaneo e contingente che avanza del 21mo millennio ha bisogno di novità. Ecco che allora si è rinnovato il format, gli ospiti, i conduttori e la giuria, mentre lo sponsor MaxiBrums ha mantenuto la fedeltà nel tempo sponsorizzando anche quest’anno l’evento insieme a tanti altri. Inolte il nuovo sito www.cantamonte.com è un canale diretto per chiunque voglia saperne di più, dal punto di vista informativo ed organizzativo ed in più, è ottimo per mantenere i rapporti tra i genitori dei bambini e i responsabili dell’organizzazione grazie ad una parte a loro dedicata. Insomma, in tutto e per tutto un evento importante, una data fondamentale per Montemarciano, il paese e i suoi cittadini per fare un salto di assoluta qualità! Valerio Cecchini


Marzo 2013

Cronaca Lombarda

N U O V A D E A 13

LA FLOTTA TEMPLARE (3° puntata)

I Templari hanno posseduto navi proprie

sin dalla fine del 1200. In origine vi era la necessità di trasportare in Terrasanta pellegrini, cavalieri, cavalli e materiali di prima necessità come armi, denaro, legname e materie prime (ferro, rame, argento, piombo) e a queste necessità risposero creando una propria flotta. Si consideri anche che le navi protette dai cavalieri diventavano un mezzo sicuro per i pellegrini. L’Ordine Templare in breve tempo divenne anche proprietario di porti e cantieri navali. Inoltre vi erano per loro dei privilegi come, con il decreto del 1234, liberava i Cavalieri dall’obbligo di dichiarare ai doganieri il carico trasportato sulle loro navi. La nave Templare più famosa fu “Il Falco del Tempio” comandata dal leggendario capitano, fratew Ruggero Da Flor. La bandiera delle navi Templari era un teschio con due tibie incrociate. A causa della crescente necessità di trasportare cavalli, i Templari crearono un tipo di nave particolare che permetteva di far salire direttamente i cavalli a bordo, con l’uso di una passerella, senza doverli imbragare e sollevare con argani. I re dell’epoca non

possedevano una flotta ma dovevano affittare le navi e si rivolgevano all’Ordine Templare e Ospitalieri. Erano innumerevoli i porti dei Templari, Montpellier, Puglia, Sicilia, Portogallo, ma anche costa fiamminga e San Giovanni Acri (Israele). Le basi Templari avevano lo scopo di facilitare le comunicazioni con i porti del Mediterraneo e la Terra Santa. Ma vi sono anche misteri irrisolti come sulle miniere di argento che i Templari avrebbero posseduto nelle Americhe e sulle basi segrete del Nuovo Mondo che avrebbero offerto rifugio dopo la caduta dell’Ordine. Si parla inoltre di un tesoro dei Templari forse messo in salvo dall’ultima flotta Templare. Un' importanza dell’Ordine di Cristo, come si denominò in Portogallo l’Ordine del Tempio

dopo il 1307, è nelle gesta delle grandi scoperte marittime come l’insegna che campeggiava sulle vele dei grandi navigatori. Sarà stato un caso che anche le Caravelle di Cristofero Colombo, le prime navi giunte ufficialmente in America, si fregiavano sulle loro vele dell’insegna Templare? Notizie: Si è svolta una cerimonia di investitura a Saliceto CN (vedi numero Nuova Idea n° 2/2013) il 16 e 17 di Marzo 2013. Interessante il percorso effettuato dallo storico e scrittore Guido Araldo che ha fatto visitare chiese e luoghi davvero impregnati di storia e di mistero. Le foto possono essere viste su http://www.novamilitiachristi.eu/galleria-fotografica-2. Redazione Milano Prof. Salvatore M. Loprete


Cronaca Lombarda

14 N U O V A D E A

Marzo 2013

MILANO

Finto tecnico truffa anziano e gli ruba tutti i risparmi

L’ennesima truffa ai danni di un anziano a Milano. È accaduto la mattina di Domenica 17 marzo. La “vittima” è stato un ottantaduenne residente in via Savona ingannato da un finto tecnico dell'Enel, l'azienda elettrica, che gli ha portato via circa mille euro in contanti e vari oggetti preziosi. Il malvivente, che aveva una pronuncia dell'Est Europa, si è presentato Redazione Milano alle 9.45 alla porta dell'anziano insieme Christian Cinolo a una donna con cappellino a visiera. È

riuscito a confonderlo e a farsi accompagnare a visionare una caldaia. Nel frattempo la sua complice è riuscita a prendere tutto ciò che poteva. Quando i due si sono allontanati, l'anziano si è accorto del furto e ha chiamato la polizia.

Droga dello stupro, scoperti dieci litri a Malpensa

Un traffico di gamma butirrolattone, la cosiddetta droga dello stupro, tra Italia e Stati Uniti, è stato individuato dalla Guardia di Finanza di Malpensa, in collaborazione con l'Antidroga americana, dopo 2 anni di indagini. Un cittadino americano è stato arrestato e sono stati sequestrati 10 litri di Gbl. L'indagine cominciò nel 2011 dopo il ritrovamento nell'area cargo di Malpensa di 10 flaconi da un litro di Gbl, proveniente da Roma e destinata negli Usa ad un cittadino statunitense. La spedizione venne intercettata dalla Gdf insieme ai funzionari della Dogana. All'arresto dell'uomo hanno collaborato le autorità

statunitensi, Dea (Drug Enforcement Administration) ed Ice (Immigration and Customs Enforcement). Il gamma butirrolattone, più comunemente noto come “la droga dello stupro”, è una sostanza chimica incolore ed inodore che, anche se assunta in piccolissime dosi, agisce sul sistema nervoso centrale provocando uno stato di assopimento con dei disturbi sulla memoria e sull'orientamento. Per queste sue peculiarità viene spesso utilizzata miscelandola in cocktail somministrati alle vittime per abusarne sessualmente.

Strappa orecchio al compagno dell'ex fidanzata

Ha staccato a morsi un pezzo d’orecchio dell’attuale fi-

danzato della sua ex ragazza, sputandolo poi sul selciato di viale Montenero, a Milano. L’episodio, che ricorda quanto accaduto sul ring tra il pugile Mike Tyson ed Evander Holyfield, è avvenuto la mattina del 16 Marzo, quando un uomo di 33 anni è stato aggredito da due persone, di cui uno era l'ex fidanzato della sua ragazza. Nel corso della colluttazione, secondo quanto raccontato alla polizia, il suo avversario gli ha morso l'orecchio ed è scappato. Poco dopo, però, il pezzo strappato gli è stato riattaccato dai medici dell'ospedale Policlinico.

Tenta suicidio in metrò MA... ci ripensa e si salva

Un uomo aveva intenzione di porre fine alla propria vita in metropolitana,

ma poi ci ha ripensato. E si è quindi salvato da sé. È accaduto presso la stazione Turati (linea gialla) alle 18 di lunedì 18 marzo, ad opera di un uomo di 52 anni che è sceso dalla banchina per andare a distendersi sui binari. È rimasto immobile per qualche secondo, con la chiara intenzione di attendere il treno in corsa. Ma poi ci ha ripensato ed è prontamente risalito sulla banchina. Lui stesso ha poi raccontato il gesto per filo e per segno al personale Atm. È stato trasportato al Policlinico per una visita. Christian Cinolo


Marzo 2013

Cronaca Lombarda

N U O V A D E A 15

Pisapia rimprovera i suoi: “Cercate di spendere di meno” Cercate

di spendere meno, è l’appello che il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, ha fatto ai suoi assessori nel corso della seduta di Giunta. In realtà le parole del sindaco, che ha anche temporaneamente la delega al Bilancio, sono un richiamo a prestare attenzione vista la non facile situazione economica che il Comune si Redazione Milano trova ad affrontare con un bilancio che Charlie Cinolo si annuncia difficile. Quella di venerdì 15 Marzo poi dovrebbe essere stata l’ultima riunione dell’esecutivo cittadino prima dell’annunciata “fase 2” del rimpasto, dopo l’ingresso di Francesco Cappelli all’Istruzione, al posto di Maria Grazia Guida, e la “promozione” dell’assessore all’Urbanistica, Ada Lucia De Cesaris, a vicesindaco. Al momento infatti rimangono vacanti ancora due caselle (quelle degli ex assessori Bruno Tabacci e Lucia Castellano, che si erano dimessi per candidarsi alle elezioni) che verranno riempite, con ogni probabilità, al massimo entro la settimana successiva. In pole position ci sono sempre l’eurodeputata Pd ed ex assessore al Bilancio di Genova, Francesca Balzani, e l'attuale capogruppo democratica, Carmela Rozza. La prima dovrebbe succedere a Tabacci al Bilancio, mentre alla se-

conda dovrebbero andare Demanio e Lavori pubblici, con la delega alla Casa che rimarrebbe definitivamente nelle mani dell’assessore al Decentramento, Daniela Benelli. Più difficile invece la soluzione se dall’eurodeputata dovesse arrivare un rifiuto. A quel punto le casse comunali potrebbero passare alla Rozza (con l’ingresso in Giunta della capogruppo della civica Per Pisapia, Anna Scavuzzo)

a meno di un nome a sorpresa “last minute”. Rimane poi ancora sospesa la carica di direttore generale, posizione che vedrà l’addio di Davide Corritore e su cui si è chiuso l’avviso per la ricerca di un sostituto (184 i curricula arrivati).

Muore e lascia la sua eredità al comune di Milano: “Per i poveri”

Prima di morire ha deciso di lascirare la sua eredità alle casse del

comune di Milano. Da un anello in oro e argento, con incastonato al centro un diamante taglio brillante irregolare (vecchia Europa) di 1,60 carati, a mobili dell’800, da un portareliquie dorato, a borsette in rettile e abiti vintage. Sono oltre 200 lotti - tra preziosi, mobili e suppellettili - quelli che vanno all’asta il 20 e 21 marzo, all’Istituto vendite giudiziarie del Tribunale di Milano, e che fanno parte di un legato testamentario che il Comune di Milano ha ricevuto di un’anziana benefattrice milanese, scomparsa nel 2011, con il mandato di venderli per destinarne il ricavato ai bisognosi. La signora, che era residente in zona Pagano e non aveva eredi prossimi, salvo alcuni parenti lontani in Sudafrica, oltre a sostenere la Federazione italiana per la Ricerca sul cancro, ha pensato infatti di aiutare i milanesi meno abbienti. Così il Comune ha dato seguito alle sue ultime volontà e, dopo aver accettato il legato testamentario, ha disposto la vendita all’asta dei beni. Il ricavato sarà utilizzato per sostenere le persone con disabilità e in parte destinato anche al conto corrente “Emergenza anziani” del Comune aperto per aiutare chi si trova in difficoltà.“Ancora una volta - sottolinea l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino - Milano mostra il suo volto più bello, riconfermando la sua tradizione di generosità e vicinanza a chi ha meno”. Charlie Cinolo

Nel nostro punto vendita potrete trovare capsule e cialde per tanti modelli di macchine alcuni esempi: A MODO MIO, NESPRESSO, MOKONA, LAVAZZA BLUE e non solo


16 N U O V A D E A

Cronaca Lombarda

MILANO VIOLENTA

Marzo 2013

In 6 mesi 9 conflitti a fuoco per strada e un’escalation di rapine sempre più sanguinarie

Dalla periferia al Duomo: la città sta spro-

fondando nella criminalità, mentre Pisapia non commenta l’accaduto. Il 21 Marzo, alle 13.20, una rapina ha messo fine alla vita di Giovanni Veronesi, storico titolare 73enne dell’omonima gioielleS. M. Loprete ria in via dell’Orso, in piena zona Brera, a due passi da piazza della Scala e Palazzo Marino. Nelle ore successive al tragico evento, l’atmosfera del quartiere è pesante: pesano i volti dei negozianti allibiti, gli interrogativi dei passanti spaventati dalla presenza della Scientifica e l’esortazione, impalpabile come la paura di chi invita il vicino commerciante a stare attento, perché “a Milano non c’è più da stare tranquilli” e tanti vorrebbero cogliere l’occasione per andarsene. Una negoziante della via commenta: “Non so perché non passino le forze dell’ordine. Immagino sia perché hanno pochi uomini, ma il risultato è che qui c’è poco controllo. Da quando c’è Area C c’è anche la metà della gente in giro. Ma proprio per questo noi commercianti ci sentiamo ancora più abbandonati”. Il Sindaco Pisapia, ripiega “diplomaticamente” condannando il gesto e augurandosi che “si faccia luce” sull’accaduto. Rispetto allo stato di gravissima insicurezza dove è venuta a trovarsi la città, il Primo Cittadino non

dice una sola parola. In questo senso, risuonano ancora nella memoria le considerazioni alla base del ritiro dei pattugliamenti misti nelle vie cittadine, quando l’attuale presidente della Commissione Sicurezza del Comune di Milano, Mirko Mazzali (avvocato storico dei centri sociali milanesi), appena insediata la nuova giunta arancione affermò: “Via i militari dalle nostre strade. Milano non è Beirut.” Intanto, i commercianti non usano mezzi termini e vogliono un aggiornamento in tema di legittima difesa. Del resto è innegabile l’escalation di rapine che ha invaso il centro città, zona da sempre percepita come specchio di perfetta vivibilità rispetto agli altri quartieri di Milano. La disperazione di dipendenti e titolari cade puntualmente nel silenzio, dimenticata da Sindaco, assessori e consiglieri politici. La situazione non migliora neanche se si parla di sparatorie, avvenute in piena strada tra cittadini completamente ignari del pericolo corso. “Dall’11 settembre 2012, data della sparatoria di Via Muratori, ad oggi – ha spiegato il vicepresidente del Consiglio Comunale Riccardo De Corato (Pdl), – per le strade di Milano si è fatto fuoco per ben 9 volte. È un record per Milano, visto che ci sono stati 4 morti e decine di feriti. Ovviamente, ad eccezione del Sindaco, della Giunta e della maggioranza di centrosinistra che sono gli unici a voler far credere e spacciare Milano come una città sicura”. Redazione Milano Prof. Salvatore M. Loprete

MANTOVA

Entra nel bar per un caffè e... ...va via con la cassaforte

Un abile ladro è riuscito a rubare la cassa-

forte dello storico bar Caravatti di Piazza Erbe a Mantova senza destare alcun sospetto. È entrato nel bar, ha consumato un caffè ed è salito al primo piano riuscendo a impossessarsi della cassaforte che conteneva 900 euro. Le telecamere del bar, pieno di clienti, lo hanno ripreso con la cassaforte sotto braccio. Quando i titolari Cristiano Colli se ne sono accorti era ormai troppo tardi. Un furto che ha dell’incredibile se si considera che nel locale sono in funzione ben quattro telecamere interne. Nonostante questo, il ladro, immortalato dalle immagini video, è riuscito a impadronirsi della cassaforte contente circa novecento euro in contanti. «Quell’uomo ha agito in grande scioltezza - commenta Giordani. È entrato nel bar una prima volta come un normale cliente. Ha consumato un caffé, si è guardato attorno e poi è uscito, per rientrare un quarto d’ora dopo. Quello che da quel momento in poi è accaduto lo sappiamo dalle registrazioni video. Si vede perfettamente che il ladro, dopo essere entrato, parla al cellulare con qualcuno. Forse con chi, conoscendo il locale, gli sta dando le informazioni necessarie per mettere a segno il colpo». L’individuo, un giovane sui trent’anni, una volta entrato nella caffetteria, percorre il locale fino

in fondo e sosta per un attimo davanti alla telecamera che lo riprende in primo piano. Con la scusa di andare in bagno sale le scale, ma si ferma davanti a un armadio chiuso. È quello il suo obiettivo. La serratura non è un ostacolo. Basta un semplice grimaldello per aprirla. All’interno si trova la piccola cassaforte contenente monete e banconote di piccolo taglio. Se ne impadronisce, ridiscende le scale e con estrema naturalezza, passando attraverso i clienti e non visto dai baristi, se ne esce con il piccolo forziere sotto braccio. Soltanto qualche ora dopo il titolare si accorgerà dell’accaduto e andando a vedere le registrazioni video, scopre chi è il ladro. «Non si è mosso a caso - commenta Giordani, che ha rilevato lo storico locale quindici anni fa - ma seguendo le indicazioni di qualcuno che conosce molto bene il nostro locale». Il barista ha ingrandito una foto del ladro e l’ha affissa all’interno del locale in modo che tutti possano vederlo e magari riconoscerlo.


Marzo 2013

N U O V A D E A 17


18 N U O V A D E A

FOTO

GIALLO

ROMANZO

"Operazione antidroga"

Marzo 2013

RIASSUNTO PUNTATE PRECEDENTI I° PUNTATA

La Vice Ispettrice ANNA SPARTO, fu convocata dal suo superiore, l’Ispettore CARLO RIZZO, che le comunicò di essere stata scelta per un’importante missione di anti droga: dovrà presentarsi urgentemente dal Questore CLAUDIO BRITTO. La stessa chiese perché proprio lei e il Questore le rispose che era stata scelta poiché molto famosa nell’eseguire le indagini pericolose. SPARTO, doveva essere fornita di documenti falsi e di una quantità enorme di denaro per ricoprire la nuova carica. Uno specialista glieli procurò. Si diresse alla redazione del giornale in cerca dell’editore CHARLIE IDEA, per la falsificazione della propria identità lavorativa. Con modi molto ortodossi, riuscì a convincere l’editore ad assumerla nella sua redazione. Nell’uscire dall’ufficio, lasciò una commissione all’usciere: rintracciare WALTER CARRASCO, noto personaggio della malavita…

II° PUNTATA

La Vice Ispettrice, uscita dalla redazione del giornale, si incamminò verso l’Hotel Corallo, dove soggiornava. Giunta in hotel, il portiere le comunicò che l’Ispettore MAURIZIO ROSSELLI, addetto all’immigrazione e al controllo degli stranieri, la stava aspettando. I due iniziarono una conversazione ove entrambi controllarono a vicenda i propri documenti. Dopo essersi salutati, SPARTO rimase nel salotto dell’hotel a pensare alle sue cose. La mattina seguente WALTER CARRASCO arrivò al ristorante Baci da Fano, sedutosi al tavolo, attese la Vice Ispettrice che si presentò puntuale come da accordi. Iniziarono a mangiare e a discutere sul motivo del loro incontro. SPARTO dopo aver parlato a lungo chiese esplicitamente a CARRASCO di aiutarla nella sua impresa… Improvvisamente nel locale entrò un uomo, l’Ispettore di polizia TOMMASO GIORDANI ...

III° PUNTATA

L’uscita del nuovo numero della rivista, riportava una strana lettera indirizzata al Direttore che annunciava il prelevamento in quattro banche di un’ingente somma di denaro a scopo di beneficenza. La cosa ancora più strana, che lasciò i lettori stupiti, era la risposta del cronista dove invitava “quel tizio” a recarsi in redazione per un’intervista. Il Tenente SARA TICINO e il Sergente MONICA SPADA, lessero quella lettera e in concomitanza, sul quotidiano, vi era un articolo che annunciava il furto in quattro istituti di credito. Sedute nel loro ufficio, iniziarono a porsi domande e interrogativi sulla questione, quando decisero di andare a parlare con la Redattrice-Capo. Giuntevi, chiesero spiegazioni e BERRI comunicò loro che l’Editore aveva assunto una nuova cronista ANNA SPARTO. Le due funzionarie andarono a conoscere questa nuova giornalista. Dopo un lungo dialogo e dopo essersi tolte alcuni dubbi circa il furto delle banche, SPARTO chiese loro di darle fiducia e di collaborare con lei.

IV° PUNTATA

La Vice Ispettrice SPARTO, dopo essersi recata negli archivi della redazione in cerca delle edizioni precedenti del giornale e aver incontrato BERRI, la quale le comunicò che da quel momento in avanti doveva fare riferimento al suo Vice Capo-Redattore ANTONIO, si diresse nel suo ufficio, dove ad attenderla, vi era proprio lui, ANTONIO. Si presentarono, si conobbero, dopo di che passarono a un discorso serio ma fatto anche di tanti interrogativi. La Vice Ispettrice iniziò con le sue furbesche domande fino a portare ANTONIO su un discorso ben preciso: il furto delle quattro banche! ANNA chiese di essere aiutata a inserirsi in determinati ambienti senza però destare sospetti e chiese informazioni circa i proprietari di quattro locali, che stranamente non furono presi in considerazione dalla polizia. Perché? Quale era il motivo? ANTONIO rispose che il titolare era un certo FABIO BALDI, uomo distinto e raffinato. I due, alla fine della loro conversazione, si fissarono un appuntamento alle dieci di sera davanti al portone della redazione per recarsi a uno dei locali…

V° PUNTATA

Si incontrarono e si incamminarono verso il locale maggiormente frequentato e il più conosciuto. Arrivati all’ingresso chiesero del sig. FABIO BALDI e dissero che lo avrebbero aspettato al bancone del bar. In attesa del proprietario, ANTONIO, fece notare a SPARTO, che in quell’occasione era una sua “redattrice”, un tavolo con quattro persone sedute; questi ultimi facevano parte del personale delle quattro banche rapinate. SPARTO, dopo aver parlato con il suo amico ANTONIO, si recò ad una cabina telefonica per chiamare il Tenente SARA TICINO e informarsi circa l’indagine in corso sul furto alle banche, dopodiché tornò da ANTONIO al bar. Da lì a poco li raggiunse BALDI, si presentò ma si trattenne ben poco dicendo che non poteva trascurare i suoi “ospiti”. SPARTO, molto attenta e dubbiosa di ciò che i suoi occhi vedevano nel locale, si insospettì quando notò che da una porta posta in fondo al salone, entravano alcuni personaggi ma non vi facevano più ritorno e decise di approfondire la questione. Salutato ANTONIO, con aria indifferente raggiunse la porta, spinse il battente e superò la soglia. Si trovò in un vasto atrio scarsamente illuminato con un lungo corridoio da una parte e dall’altra parte si trovava la toilette. La “redattrice”, intenzionata a scoprire decise di incamminarsi lungo quel corridoio, ma all’udire di voci provenienti dall’aprirsi di quella porta, si nascose in bagno e riconobbe subito chi erano quei due uomini: uno era FABIO BALDI, l’altro TOMMASO GIORDANI, ispettore di polizia…

VI° PUNTATA

Il proprietario del locale BALDI e l’ispettore GIORDANI, scomparvero nel grande salone. SPARTO, rimasta sola, decise di non perdere tempo e continuò senza indugio nelle sue ricerche. Entrò in un modesto ufficio senza però trovare nulla di interessante e avendo visto un’altra porta, la aprì…..ai suoi occhi apparve un corridoio pieno di armadi; tutte le ante si aprivano tranne una. Con un tagliacarte forzò la serratura e di colpo l’armadio si aprì facendo cadere qualcosa di molto pesante: il cadavere di una donna. Ripresasi dall’accaduto continuò imperterrita a camminare lungo quel corridoio, quando da una porta chiusa si sentivano rumori e un forte vociferare; all’interno si nascondeva un casinò frequentato da selezionati clienti. SPARTO accostò la porta e riprese il suo cammino per raggiungere ANTONIO al piano terra ma fatto pochi passi fu fermata da GIORDANI e BALDI. Raggiunto il piano terra e non trovando più Antonio, uscì e s’incamminò nella notte. Improvvisamente sentì un colpo di pistola e corse a nascondersi; quando tutto le sembrò tranquillo riprese a camminare. La mattina seguente SPARTO e ANTONIO s’incontrarono davanti alla parrucchiera “Laura Giaro”, e insieme raggiunsero la redazione del giornale. Nel pomeriggio, dopo aver risolto le loro questioni, i due se ne andarono ma SPARTO, prima di varcare la soglia fu fermata. ANTONIO, proseguì verso l’esterno quando fu freddato da una raffica di mitra…..


Marzo 2013

GIALLO

FOTO

N U O V A D E A 19

ROMANZO

VII° PUNTATA

Sparto, uscita dalla redazione, vide Antonio esamine a terra... all’improvviso sbucò CARRASCO con cui ebbe un breve dialogo, dopo di ché decise di risalire velocemente le scale e raggiungere l’ufficio del direttore CHARLIE IDEA, ma vi trovò la sua segretaria. Quest’ultima, apprese la notizia della morte di Antonio e ne rimase scioccata. Telefonò immediatamente ai grafici del giornale e ordinò loro di pubblicare la fresca notizia. Sotto gli occhi sbalorditi della segretaria, SPARTO le consegnò una busta contenente un foglio bianco, destinata al direttore, facendole credere che si trattava di un qualcosa di molto prezioso. La vice ispettrice, tornata nel suo ufficio, chiamò GIORDANI per informarlo dell’accaduto e poi ridiscese in strada. Nel frattempo fuori si era formata una folla di persone e agenti di polizia, tra cui anche il tenente TICINO e il sergente SPADA, che si avvicinarono ad ANNA, non appena la videro. Iniziò così una serie di domande circa l’amico ANTONIO. Improvvisamente si fece strada tra la gente un uomo, l’ispettore GIORDANI… Si salutarono, scambiarono qualche parola e SPARTO se ne andò….

VIII° PUNTATA

La vice ispettrice entrata nel suo albergo fu fermata dal portiere. Ad attenderla nel salone c’era una bella signorina… SPARTO, appena la vide, riconobbe subito che era la stessa persona conosciuta al locale del signor BALDI. Le due iniziarono una lunga conversazione fatta di domande, “ambasciate” e avvertimenti. ANNA, liquidata la ballerina e rimasta sola ricominciò a pensare alle prossime mosse, ad attendere i prossimi sviluppi. Ad un tratto squillò il telefono, SPARTO fece un balzo dalla poltrona, dove si era accasciata e di tutta fretta rispose… dall’altra parte della cornetta udì la voce dell’ispettore GIORDANI. Quest’ultimo comunicò la sua intenzione di fornirle delle informazioni su “quella gente” e soprattutto che si era arreso, aveva chiuso con loro… “il gioco non fa più per me” disse. Si diedero appuntamento durante la notte proprio a casa di GIORDANI….

IX° PUNTATA

Nell’attesa di andare a casa dell’ispettore GIORDANI, SPARTO si distese sul divano per riposarsi un po’, ma all’una di notte il telefono squillò di nuovo. Il portiere dell’albergo le annunciò che CARRASCO voleva essere ricevuto. Un istante più tardi il messicano era nella sua stanza. Raccontò le sue novità e la informò che “quella nave” ormeggiata al porto salperà l’indomani notte, poi si alzò e se ne andò. La vice ispettrice, rimasta sola per l’ennesima volta, si concesse un po’ di sonno prima di avviarsi all’appuntamento. Scese in strada, prese un taxi e si fece accompagnare nelle vicinanze dell’abitazione di GIORDANI. Giuntavi, guardandosi scrupolosamente intorno, con dovuta cautela, spinse il portone e salì i tre piani di scale… Bussò alla porta d’ingresso, qualcuno la aprì subito, si trovò in una semioscurità, dove faticava a vedere, sentì un fruscio alle spalle ma non fece in tempo a girarsi che qualcosa la colpì violentemente in testa. SPARTO cadde a terra, continuarono a riempirla di calci fino a quando perse i sensi. Al suo risveglio si accorse della presenza di una donna al suo fianco, il sergente SPADA ... e poco più avanti … giaceva il corpo esamine dell’ispettore GIORDANI …

X° PUNTATA

SPARTO, radunate tutte le forze, si alzò e a fatica riuscì a sedersi su una poltrona; iniziò a dialogare con il sergente SPADA, chiedendo cosa fosse successo, chi l’avesse ridotta in quelle condizioni e soprattutto chi fosse l’assassino dell’ispettore GIORDANI. Improvvisamente, mentre le due parlavano, la porta si spalancò bruscamente e apparve il tenente TICINO con due agenti della scientifica. Arrabbiatissima e con tono quasi minaccioso, rivolgendosi a SPARTO, cominciò a chiederle che cosa avesse da nascondere esigendo una collaborazione con la polizia, perché in tutti gli avvenimenti accaduti fino a quel momento, la “giornalista” era sempre presente: la morte di ANTONIO, le notizie uscite sul giornale e infine la morte di GIORDANI. SPARTO, però, con il suo solito modo e con la sua furbizia, riuscì anche questa volta a sviare i discorsi, raccontando solo che si trovava lì perché l’ispettore GIORDANI doveva consegnarle una lettera….

"Operazione antidroga" Undicesima Puntata

Soggetto, Sceneggiatura e Regia: NICOLA CINOLO

Staff

Segretaria di Edizione

Fotografo

Impaginazione

Vice Ispettrice (Anna Sparto)

Gangstar (Walter Carrasco)

Dialoghi

M. CHIARA LUCARELLI MASSIMO BASTIANELLI M. CHIARA LUCARELLI NICOLA CINOLO

PATRIZIA FORMARO

Personaggi ed Interpreti

MICHELE AFFERRANTE

Amico Carrasco (Tony) VALERIO CECCHINI

Ballerina (Ruth)

MARIA CARMELA FANELLI

Era di nuovo l’alba quando Sparto uscì dalla stradina che conduceva al porto e imboccò decisamente i moli. L'albeggiare annullava l’oscurità della notte.

Pistolero

LUCA CENERELLI

Proprietario locale (Fabio Baldi)

Casa di Produzione WORLD SHOW

Ballerina (Liza)

ANTONIA FANELLI

AUGUSTO MARTELLI

Camminò per una decina di minuti. Qui apparivano una fila di barche che si ergevano l’una accanto all’altra. Sparto vide subito quello che cercava. Una grossa barca. Ritornò sui suoi passi e mentre camminava…

...Un uomo era appoggiato al muro esterno del bar e sembrava in attesa. Quando Sparto emerse dall’ombra, le andò incontro di qualche passo e lo esaminò con diffidenza prima di esclamare.


20 N U O V A D E A

FOTO

GIALLO

Marzo 2013

ROMANZO

Non dovevate lasciarmi senza notizie per quasi 24 ore! Ero veramente in pensiero… che vi è successo?

Finalmente, capo, siete voi!

Era Carrasco il messicano, che con voce preoccupata proseguiva… Un infortunio, Carrasco, non pensarci

Entrarono in una bellissima sala antica con tavoli di legno. Dove si sedettero e siedono tuttora marinai di navi mercantili e scaricatori dei moli. Di fronte erigeva un alto bancone, dietro il quale una donna dall’aria affaticata preparava le consumazioni.

La polizia?

Anche quella… ma, entriamo. Ho sete Tony è seduto laggiù

Fecero pochi passi che li separavano dal bar “Caffè del Porto”, il locale rinomato per la lunga tradizione antichissima, dove nacque la bevanda dei marinai: la “MORETTA”. Andarono a mettersi al suo tavolo, e Sparto lo esaminò con occhio freddo.

Sparto non diede nell’occhio perché indossava un maglione sopra a un paio di pantaloni e portava un cappello di lana. Mentre Carrasco non aveva saputo rinunciare a un abbigliamento casual. Tony, evidente catechizzato da Carrasco, si affrettò ad annuire rispettosamente.

Avete avuto l’anticipo?

Sapete quello che dovete fare, vero? Carrasco, con lo sguardo, fece capire a Sparto che erano arrivate le ragazze; si alzò dicendo di dover andare via.

Piacere di averla conosciuta, ci rivedremo!

Ecco le ragazze

Si, signore

Bene. Avrete il resto a missione compiuta Due giovani donne erano apparse sulla soglia del locale.

Si udirono dei frizzi piuttosto pesanti e dei fischi ammirativi, ma le ragazze non vi badarono: dovevano esserci abituate. Il messicano si alzò molto cerimoniosamente alle presentazioni.


Marzo 2013

GIALLO

FOTO

La mia amica Sparto… le signorine Liza e Ruth, di cui purtroppo non rammento i cognomi

Che importanza hanno i nomi e i cognomi? L’importante è essere simpatici reciprocamente

N U O V A D E A 21

ROMANZO

E’ stato gentile da parte vostra aver accettato l’invito…

Già Carrasco mi ha detto che siete in partenza

Piacere a noi. È l’ultimo giorno in Italia, ci fa piacere stare in compagnia di buoni amici

Finalmente si! Non potevo più aspettare questo momento! Non si potrebbe avere una moretta?

Siete artiste, vero? Si siamo ballerine. Qualcuno si è accorto e ci ha scritturato

Siete contente di andarvene?

Certo! Contenta? Non vedo l’ora di lasciare questo Paese pidocchioso dove ho avuto solo dispiaceri! Anche per me comincerà una nuova vita

Ed io ho creato un numero da rappresentare insieme…

Bravo, ora si che si ragiona!

Quattro morette delle migliori!

Non avete bagaglio?

L’abbiamo portato a bordo ieri sera. Ed è stato appunto in quell’occasione che abbiamo incontrato il signor Carrasco che ha voluto offrirci da bere

Dove siete dirette?

In Sud America

Splendido! Le altre sono già salite a bordo?

Perché, la nostra compagnia non vi basta?

Siete più che sufficienti, per i miei gusti! Avete un buon contratto?

Liza assunse un’espressione di diffidenza e strinse le labbra.

Ci sono altre artiste con voi?

Certo! Formeremo uno spettacolo completo col quale effettueremo una lunga tournée Ehi, dico: cos’è, un interrogatorio?

Per carità! Semplice curiosità. Noi siamo dei profani e tutte le cose del teatro ci affascinano. L’idea di stare seduti al fianco di due vere artiste è eccitante!


22 N U O V A D E A

FOTO

GIALLO

Marzo 2013

ROMANZO

Liza parve raddolcita e abbozzò un sorrisetto di sufficienza.

Voi siete due simpatiche ragazze, e ci dispiacerebbe sapere che siete cadute nelle grinfie di qualche lestofante. Se ne sentono tante, sul Sud America… Non vi fate idee sbagliate. Chi ci ha scritturate non è un lestofante. Fossero tutti generosi come lui. A me personalmente, una volta… No! Basta così... Meglio così!

Sparto si alzò, salutò le ragazze e uscì all’esterno.

Sono già le dieci! Non m’ero accorta che fosse così tardi. Spero che mi scuserete, ho un impegno e devo assolutamente andare, ma si tratta di una cosa da poco. Forse tra mezz’ora sarò di ritorno. Comunque, Carrasco, vi prego: se non mi vedrete tornare per le undici, fate pure quella telefonata D’accordo Cominciò a camminare voltandosi spesso per accertarsi di non essere seguita. Ritornò verso i moli guardando tutte le barche attraccate. Al terzo canale Sparto rallentò il passo. Raggiunto l’angolo di una tettoia di cui Carrasco le aveva parlato si accostò guardandosi attorno per qualche minuto. I moli erano deserti e ad un certo punto tirò fuori la pistola che aveva sotto il maglione.

Sparto continuò a camminare si avvicinò alla barca. Dalla stessa non proveniva alcun rumore e nessuna luce filtrava dagli oblò. Respirò profondamente e si concesse ancora qualche istante prima di muoversi.


Marzo 2013

FOTO

GIALLO

ROMANZO

N U O V A D E A 23

C’era voluto del tempo per mettere insieme una documentazione adeguata su quella gente, ma ormai tutti i fili erano sulle sue mani. Sparto si arrampicò con la silenziosa rapidità di un gatto su per la scaletta poi si inginocchiò sul ponte e scrutò.

Nessun segno di vita neanche li. A prora, e sulla sinistra, in basso, una porta chiusa che conduceva agli alloggi. Impugnò la pistola nella mano destra e andò ad appoggiarsi alla parete, di fianco alla porta. Allungò il braccio sinistro, girò la maniglia, spalancò il battente e ritirò immediatamente la mano. Non poteva avere migliore ispirazione. Il rombo soffocato di tre detonazioni ruppe il silenzio, e la porta cominciò ad agitarsi come animata da una vita propria mentre i proiettili l’attraversavano e andavano a perdersi nel buio. L’arma era munita di silenziatore, o i colpi erano stati sparati attraverso un cuscino.

Poi vi fu silenzio. Sparto trattenne il respiro e si appiattì contro la parete di legno, in attesa. Passarono alcuni interminabili minuti...

Restò immobile sulla soglia, a gambe divaricate, poi avanzò di qualche passo sul ponte, con l’aria di chi cerca di captare un rumore insolito e sospetto. E serrava una rivoltella nel pugno. Guardava per terra, ora, cercando qualcosa: il cadavere di Sparto…

...quindi la porta si mosse ancora, più lentamente stavolta, e la figura di un uomo si inquadrò nell’arco della porta;

…Probabilmente, ma questo non c’era. Commise insomma una serie di errori imperdonabili… era uscito troppo in fretta, era andato troppo lontano, e voltava le spalle a Sparto.


24 N U O V A D E A

FOTO

GIALLO

Marzo 2013

ROMANZO

Questa non aspettava altro. Girò la pistola afferrandola dalla parte della canna, mosse un passo in avanti, e vibrò un colpo secco, deciso, alla nuca dell’uomo che gli stava davanti. E l’individuo cadde senza un lamento, senza essersi accorto di quanto stava per capitargli, stringeva ancora la rivoltella nel pugno.

Mentre stava uscendo, davanti a una delle cabine le giunse improvviso il rumore di una seggiola smossa.

L’amico non era morto, non ancora almeno. Avrebbe avuto bisogno di un mucchio di cure, per riprendersi. Sparto con la pistola si mosse lentamente verso il portello rimasto aperto. Si fermò in ascolto, non udì alcun rumore, e varcò la soglia. Sparto si rialzò, fece girare la maniglia e spalancò il battente, puntando in avanti la pistola. L’uomo si girò tranquillamente e non manifestò ne spavento ne sorpresa.

Sparto si chinò sul caduto e lo esaminò. Il sangue che gli colava dalla ferita gli arrossava tutto il collo. Gli voltò la testa e lo guardò in faccia: non l’aveva mai visto prima. Era giovane, aveva l’aspetto inespressivo degli sparatori di professione.

Cautamente si piegò sulle ginocchia davanti alla porta e cercò di spiare attraverso la serratura: la luce era accesa, all’interno, e Sparto vide distintamente la figura di un uomo che, voltato di spalle, sembrava intento a sistemare qualcosa in un piccolo armadio metallico.

Vi aspettavo. Non volete sedervi? Volentieri, Signor Baldi

la redazione ringrazia

Fine undicesima puntata per averci permesso, con la loro gentilezza, di girare le scene del FOTO GIALLO ROMANZO


OROSCOPO DEL MESE

N U O V A D E A 25

Aprile ti riserverà belle sorprese. Molte situazioni stanno migliorando nella tua vita e con un piccolo (o grande, in qualche caso…) sforzo vedrai che riuscirai a concludere quello che ti sta a cuore. In famiglia non mancheranno le solite discussioni, ma, d’altra parte, se non fosse così non si chiamerebbe famiglia… Per la vita sociale, per eventuali viaggi o per allargare il tuo giro di conoscenti, punta tutto sulla seconda parte del mese, quando Mercurio sarà nel tuo segno.

Ariete

Vergine

C’è odore di burrasca, questo mese. Aprile non si annuncia come un mese pacifico, ma con qualche accorgimento potrai evitare di passare intere giornate a discutere a destra e a manca. Sarai più impulsivo del solito: conta a lungo prima di aprire bocca, e se proprio non riesci a non esprimere la tua opinione, fallo con tranquillità, non come se fosse una questione di vita o di morte. Il che non significa che dovrai cedere a prepotenze e farti mettere i piedi in testa: usa il cervello, la diplomazia e l’astuzia. 21/10 20/11

Scorpione

21/05 20/06 Gemelli 21/07 20/08 21/09 20/10

21/08 20/09

rio

21/06 20/07

Aprile ti riserverà belle sorprese. Il mese inizia serenamente, in un clima favorevole e piacevole. Se ci sono tensioni in sospeso in famiglia, affrontale subito, cercando di capire la strategia migliore prima della seconda parte di aprile. In questo periodo, infatti, prima Venere, poi Marte e Sole, passeranno in Toro, esasperando i raggi tesi di Saturno. Queste giornate potrebbero essere più contradditorie, riservarti qualche difficoltà domestica o di altro tipo. Mercurio dal quattordici sarà in Ariete e ti renderà lucido, comunicativo, oltre a favorire vita sociale e dialogo.

Il mese inizia serenamente, in un clima favorevole e piacevole. Se ci sono tensioni presenti in famiglia o con gli amici, affrontale subito, cercando di capire la strategia migliore prima che Venere, Sole e Marte entrino in Toro. La prima quindicina di aprile stuzzicherà la tua voglia di partire, di conoscere nuova gente, di allargare i tuoi orizzonti. Nell’ultima invece potrebbero emergere alcune polemiche, qualche fastidio che dovrai arginare con fermezza ma senza essere troppo drastico. itta Sag

cro

Bilancia

n Ca

Leone

Una leggera nube accompagna ancora il principio del mese: Mercurio ti infastidisce, ti rende nervoso, provoca contrattempi e piccoli battibecchi in famiglia o con gli amici. Tornerà il sereno, nel tuo cuore e nella tua vita: da metà aprile progressivamente sistemerai ogni questione in sospeso. Era solo un problema di nervosismo, ti tornerà il sorriso sulle labbra. Merito dei pianeti, certo, ma anche di alcune belle notizie che stanno per rallegrarti!

21/11 20/12

Toro

Quel pizzico di nervosismo, retaggio dei mesi precedenti e di Mercurio ancora in Pesci, svanirà in fretta. Se ci sono ancora questioni in sospeso in casa, con gli amici o in altri ambiti, muoviti con prudenza nella prima metà di aprile e affrontale con astuzia nella seconda parte. Tutto sommato, però, ti aspetta un mese favorevole, piacevole, tiepido come i raggi del Sole che inizia a riscaldarsi. Dal quattordici Mercurio in Ariete ti favorisce: ok per eventuali viaggi, per allargare le tue conoscenze e vivere una vita sociale frizzante.

Aprile trascorrerà tra alti e bassi, momenti di ripensamento, riflessioni, buone notizie e qualche momento di malumore in casa. Tutto sommato, però, la tua situazione è promettente. Se ci sono tensioni in sospeso, Mercurio favorirà lucidità e chiarezza di comunicazione fino al quattordici; in seguito potrebbe creare equivoci, ma con i pianeti (Venere, Marte e Sole) che uno dopo l’altro entreranno in Toro, potrai contare su di un umore sereno e disponibile. Viaggi e vita sociale? Scatenati nella prima parte del mese!

Sei un po’ irrequieto? Colpa di Mercurio ancora in Pesci! Non preoccuparti, però: si tratta solo di qualche tensione ancora da sistemare. Quindi, se ci sono ancora questioni in sospeso in famiglia, con gli amici o in altri ambiti, non essere impulsivo durante la prima metà di aprile. Risolverai ogni faccenda con facilità nella seconda parte del mese. Ti aspetta un periodo favorevole, piacevole, tiepido come la primavera ormai arrivata. Dal quattordici Mercurio in Ariete sarà frizzante come te: benone per eventuali viaggi e vivere una vita sociale spumeggiante. Capricorno

21/12 20/01

Aprile si annuncia con una continua altalena tra momenti piacevoli e altri in cui sarai alle prese con irritanti discussioni. Preparati a fronteggiare alcune contraddizioni, farai i conti con le resistenze di persone che non vogliono ragionare o capire. Per fare luce dentro di te o per discutere contando su astuzia e comunicativa, approfitta del passaggio favorevole di Mercurio, in Pesci fino al quattordici. Prevenire è sempre meglio che curare! 21/01 20/02 Acquario

21/04 20/05

Aprile sarà un mese denso. Ci saranno notizie positive, momenti di ripensamento, discussioni, nervosismi, vantaggi e svantaggi, malinconia e allegria… La tua situazione è fluida, in evoluzione continua. Nel tuo cielo sono presenti transiti importanti che saranno ravvivati proprio dal passaggio dei pianeti in Toro (Venere, Marte ma anche il Sole). Dunque è probabile che ci sia più movimento nella seconda parte del mese. Mercurio, tuo alleato nella prime quindici giornate, favorirà la vita sociale e quella famigliare.

Aprile inizierà in maniera serena e scorrevole. Sei soddisfatto, emotivamente in pace con te stesso. Sarà a partire dal quindici, con l’ingresso prima di Venere e quindi, nei giorni successivi, di Marte e del Sole in Toro, che inizieranno a farsi strada dubbi, ripensamenti, tensioni. Dal quattordici però avrai l’appoggio di Mercurio in Ariete: questo transito indica maggiore capacità di cavartela, e anche la voglia di divertirti, di socializzare, in barba a Saturno in Scorpione che vorrebbe farti chiudere in te stesso… 21/02 20/03

Aprile ti riserverà belle sorprese. Mercurio sarà nel tuo segno fino al quattordici e, in seguito, ci saranno altri pianeti veloci che ti favoriranno, senza considerare i transiti di Plutone, Nettuno, Saturno, tutti tuoi alleati! Insomma, un ottimo quadro astrale che ti promette armonia familiare, risoluzione di vecchi conflitti, divertimento, e anche qualche gita o viaggio extra. Se speri di allargare il giro delle tue amicizie, sarai più favorito nella prima parte del mese.

Pesci

21/03 20/04

Marzo 2013


26 N U O V A D E A

Il Professionista

I CONSIGLI DEL PROFESSIONISTA

Marzo 2013

L’influenza dell’ambiente sulle competenze (2°)

Le ricerche di Albert Bandura sull'apprendimento per osservazione hanno ampliato le conoscenze sui processi di apprendimento, richiamando l'attenzione sui diversi modi in cui le esperienze sociali contribuiscono alla personalità e alla regolazione della condotta. Da questo concetto si arriva all’agenticità. (Termine necessario per comprendere l’influenza dell’ambiente). L’agenticità umana è la capacità di far accadere gli eventi a seguito delle proprie azioni e di esercitare controllo sulla natura e sulla qualità della propria vita ed è caratterizzata da cinque capacità: 1) simbolizzazione: capacità delle persone di rappresentare simbolicamente la conoscenza come ad esempio il linguaggio ovvero la capacità del soggetto di ragionare utilizzando i simboli. 2) vicaria: corrisponde alla capacità di acquisire conoscenze, abilità e tendenze affettive tramite l’osservazione o il modellamento. 3) previsione: ovvero la capacità di anticipare gli eventi futuri, è estremamente rilevante sia a livello emotivo che emozionale. 4) autoregolazione: corrisponde alla capacità di stabilire obiettivi e di valutare le proprie azioni facendo riferimento a standard interni di prestazione. 5) autoriflessione: corrisponde alla capacità, esclusivamente umana, di riflettere in modo cosciente su se stessi. Dalla combinazione delle capacità di previsione, di autoriflessione e di autoregolazione deriva il sistema del sé, che si configura come il nucleo centrale della personalità. Le valutazioni che le persone danno delle proprie capacità di mettere in atto determinati piani di azione e quindi di raggiungere deter-

minati livelli di prestazione costituiscono una determinante chiave delle loro azioni, vale a dire un elemento rivelatore della loro personalità. Le convinzioni di efficacia rivestono un ruolo importante anche per la propria vita psicologica interna: le persone con un forte senso di autoefficacia sono inclini a immaginare eventi futuri positivi, sperimentando un minor numero di emozioni stressanti e sono più capaci di organizzare le complesse abilità cognitive necessarie per far fronte ad ambienti particolarmente impegnativi.L'agenticità è intesa come una funzione riguardante gli atti compiuti intenzionalmente, indipendentemente dal loro esito. Punto di partenza nello studio di questa facoltà è la convinzione di poter esercitare attivamente un' influenza sugli eventi. La maggior parte del comportamento umano è determinato da molti fattori interagenti tra loro. Bandura identifica tre classi di cause che influenzano la condotta: 1. I fattori personali interni, costituiti da elementi cognitivi, affettivi e biologici; 2. Il comportamento messo in atto in un dato contesto; 3. Gli eventi ambientali che circoscrivono l'individuo e la condotta. Teoria Triadica (tre fattori) di Albert Bandura (C = condotta; P = personalità; A = ambiente). L'agenticità umana opera all'interno di una struttura causale interdipendente che coinvolge questi tre nuclei d'influenza in una relazione reciproca e triadica. Il peso dell'influenza dei fattori presi in considerazione varia a seconda delle attività, delle circostanze, e del tempo necessario ad un elemento per sviluppare i suoi effetti.Comprendo la difficoltà dei concetti, ma perseguiamo il motto ” ad astra per aspera” («la via che porta alle cose alte è piena di ostacoli»). Prof. Salvatore Maria Loprete

C.S.P.D.1989 – ISTITUTIMILANO S.R.L. Istruzione-Formazione-Comunicazione-Psicologia Integrata

“Se credete che l’ educazione e la cultura siano costose provate con l’ignoranza”

Per eventuali informazioni contattare la segreteria o inviare e-mail su: segreteria@cspd1989.it

Tel. 02.5455454 - fax. 02.54059269

Per visualizzare il catalogo visitate i siti: www.cspd1989.it www.cspd1989-istitutimilano.it www.nuovaidea.eu


Nazionale

Marzo 2013

N U O V A D E A 27

ANNUNCI GRATUITI OFFRO LAVORO

..Commerciale Azienda settore arredamento ricerca per la sede di Porto San Giorgio, personale dinamico da inserire nel settore commerciale (Pubbliche relazioni). Si valutano proposte part-time e prima esperienza. Per colloquio inviare C.V. Sito web: http://WWW.emozionionline.com oppure telefona al: 0734300659 ..Premontatore calzature uomo Offro posto di lavoro come PREMONTATORE CALZATURE UOMO per calzaturificio del fermano. Si richiede esperienza pluriennale nel settore. Per info contattare il numero 0734/710786 oppure inviare CV all’indirizzo email: lavoro@cardenaconsulting.it, fax 0734/719273 ....WIND BUSINESS Agenzia WIND BUSINESS. Cerca Agenti, Collaboratori o Segnalatori (con o senza partita iva) Inviare i Curricula a: job@yesbusiness.it Tel./Fax 0721 820896 ...Agenzia ENI Agenzia ENI Cod.115073 Siamo alla ricerca di Agenti - Collaboratori o semplici Segnalatori (con o senza partita iva) Inviare i curricula a: job@yesbusiness.it Tel./Fax 0721 820896 ..MICROBUSINESS Operatore italiano del mercato nazionale per il servizio di fornitura di energia elettrica e gas, finalizzato ad offrire al cliente un vantaggioso risparmio sulle bollette, ricerca personale ambosessi serio, motivato e con buona dialettica e forte predisposizione al raggiungimento degli obiettivi, spiccate doti relazionali, per vendita porta a porta di energia e gas. Verranno prese in considerazione SOLO le candidature con esperienza pregressa e comprovata nella vendita dei servizi. Si offrono: Retribuzione mensile fissa di 1.200 euro, più 50 euro a contratto. Gli interessati possono inviare la propria candidatura rilasciando specifico consenso al trattamento dei dati personali. Mail: agenti.microbusiness@gmail.com

CERCO LAVORO

...impiegato Assumibile con benefici legge 407/90, 43enne italiano, alta serietà e capacità, cerca incarico in provincia di Pesaro e limitrofe. Lunga esperienza settori acquisti, logistica distributiva, vini. Tel. 347.6009928. Antonio .OPERAIO Salve, mi chiamo Stefano, della provincia di Ancona. Cerco lavoro come operaio, settore legno, plastica, giar-

diniere, facchino, generico in genere. Potete chiamarmi al 333/1184256 o al 329/6471625

omogenee per garantire una perfetta aderenza della struttura nonché il gioco in sicurezza. E-mail: info@frac-events.it

.....BABY SITTER Salve sono una mamma di figlie 19 e 9 anni se per questo inverno vi serve una baby sitter saltuaria o qualcuno che vi porti la bambina a ginnastica o la riprenda dalla scuola nel pomeriggio sono disponibile. 3287461391

.....PORTAVIVANDE Vendo carrello portavivande in vetro e giunco nero 50 euro. 3287461391

...CERCO LAVORO Salve mi chiamo Domenico sono residente in provincia di Ancona e sono in cerca di lavoro. Cerco qualsiasi lavoro preferibilmente a Milano. Sono disponibile ad immediato trasferimento. Lascio il mio recapito telefonico 3427681947 ...consulente legale Esperto consulente in materia legale e notarile si occupa di pratiche ereditarie, successioni, amministrazioni condominiali e controversie inerenti. Costi contenuti dot.baldetti@alice.it ...MODELLISTA Sono una modellista/sarta, in provincia di Ancona, ho lavorato presso grandi marchi della moda fatto sfilate, campionari, abiti alta moda. Cerco lavoro presso aziende anche x brevi periodi, oppure lavorare da casa x aziende o privati, abiti su misura, anche riparazioni, abiti da sposa, abiti da sera. Prezzi modici. Potete chiamarmi al 3401015643

VARIE ..BICICLETTA Ragazzo appassionato di biciclette cerca vecchia bici da corsa anni 30, 40, 50. Prezzo da concordare. 3297925302 .acquista vecchie bambole Annuncio privato acquista vecchie bambole e vecchi giocattoli in latta precedenti al 1970. Tel 3336768063. E-mail sirena782001@yahoo.com .O.E.R. OPERATORI EMERGENZA RADIO Annuncio CERCHIAMO SIM ATTIVE CON PREFISSO 335 E 337 AVENTI NUMERAZIONE A 6 CIFRE (es. 335123456) per inserire in un centralino telefonico che riconosce solo queste numerazioni. Pratica cambio intestatario ed eventuale profilo tariffario ns. carico. Acquisto anche con credito residuo. Info: oerfossombrone@gmail.com

VENDO

.DragonGoal Il campetto DragonGoal è costituito da un manto in erba sintetica 32 mm, progettato per il gioco del calcio, da barriere alte 1 metro e da paletti che sorreggono una rete parapalloni conferendo alla struttura la forma di un mini stadio con un’ altezza finale di circa 3 mt. Deve essere montato su superfici piane e rigide: asfalto, terra battuta o pavimentazione

....Scarpe Vendo delle scarpe con il tacco colore nero grigio laminato numero 37 della KRIZIA POI usate pochissimo...euro 20,00 posso anche spedire...contattatemi al num. 3407460830 oppure tramite email simonafabbricatore91@hotmail.it .....Scarpe Vendo scarpe colore viola con tacco aperte davanti... usate davvero pochissimo...come si può vedere in foto...numero 37..euro 12,00...posso anche spedire! contattatemi al num. 3407460830 oppure tramite email simonafabbricatore91@hotmail.it .....Collana Vendo una collana di bigiotteria con la struttura colore oro e con cerchi colore bianco... usata pochissime volte, si può dire che è come nuova...si vede dalla foto...euro 13,00.. posso anche spedire! contattatemi tramite tel. 3407460830 oppure tramite email simonafabbricatore91@hotmail.it .....Scarpe Vendo delle scarpe colore nero con paiett sulla punta.. numero 39..con tacco..usate davvero una sola volta per un matrimonio... si può vedere dalla foto..euro 26,50 compresa di spedizione. contattatemi tramite email simonafabbricatore91@hotmail.it oppure tramite il num. 3407460830 Scarponi da sci Vendo scarponi da sci donna mod.CS 70 TECNICA CENTRIC SYSTEM numero 41 colore nero con intarsi lilla con 4 ganci. Usato solo una settimana bianca. Prezzo 70 euro. Per contatti CARLO ROBERTO tel. 333 3563956 .VENDO LEGNA DA ARDERE Si necessita del mezzo di trasporto. Tel. 3894789734 .VENDO O SCAMBIO Asini e cavalli con altri animali o attrez-

zature varie. Per informazioni telefonare al 3894789734 .RULLANTE TAMA MIKE PORTNOY MELODY MASTER 12X5 STARCLASSIC MAPLE MP125ST Vendo a 250 €!!! (pagato 450 €) - rullante praticamente nuovo, usato due volte per la registrazione di due brani in sala, assolutamente perfetto. Fusto in acciaio martellato, spessore 1 mm hardware cromato 6 blocchetti cerchi die-cast macchinetta tendi-cordiera a 3 regolazioni. Disponibile alla prova o all’invio di ulteriori foto. 329 4295102 - paajz@ yahoo.it .PRESENTATRICE AUTORIZZATA AVON Leader mondiale nella cosmesi. Vende prodotti cosmetica bellezza, makeup, cura del corpo, vestiti, orologi, biancheria intima, e altro ancora. Inoltre si cercano rappresentanti di zona: nessun investimento iniziale, massima serietà, flessibilità di orario, anche a tempo perso. In momento di crisi guadagnare qualcosa, anche se hai un lavoro, non può che far bene. Se interessati a visionare il catalogo e acquistare, telefonami al: 3348425807. Claudia .CAMPIONE DI MINERALE Pietra minerale di fluorite e calcite, pezzo unico. Grandezza naturale: cm.50,00 x cm 60,00 x h cm 36,00. Vendo. Prezzo: 4.500,00 €. Silius (Cagliari) Telefono: 070956612 ..TAGLIA SIEPE Vendo taglia siepe per chi lo fa come lavoro di giardinaggio o per chi se lo fa da solo. È nuovissimo, lo vendo causa inutilizzo. Per info chiamare il 333/6602710. ..CRISTALLI Vendo causa trasloco cristalli amanti e soci swarosky a prezzi scontati se interessati mandare mail grazie. cerbiatta.19@hotmail.it

MOBILI .VENDO CAMERA IN STILE LIBERTY Vendo camera in stile liberty del 194050 circa, in buono stato, completa di un armadio a tre ante, due cassettiere e un comodino. Prezzo trattabile. Prezzo: 500 €. Firenze (FI). Tel. 3348577537 ..CANTONALE Cantonale in pino h 117 cm, profonda 42 cm, larga 68.5 cm restaurata vendo. Cell. 328 3529777 jerrymagic@virgilio.it ..SEDIE J&J KOHN HOLESOV Vendo 2 sedie j&j kohn holesov, in perfetto stato, rarissime 500 €. Cell. 3283529777 sole se interessati jerrymagic@ virgilio.it

Per inserire GRATIS il tuo annuncio su NUOVA IDEA, compila il form sul sito www.nuovaidea.eu e (dopo averlo visionato e approvato ai sensi della legge) in breve sarà pubblicato!

annuncigratuiti@nuovaidea.eu


Nazionale

28 N U O V A D E A ..COMÓ Vendo comò direttorio noce lungo 130 cm, h.87, profondo 60 cm. cell.3283529777 jerrymagic@virgilio.it

lastronato

.COMÒ Causa inutilizzo vendo comò impero, 2 cantonali, specchio liberty, letto dell’800 già restaurati. jerrymagic@virgilio.it Giorgio Montanari 3283529777 .VETRINETTA Vendo bella vetrinetta alta 149 cm profonda 37.5 cm lunga 62 cm 250 €. Cell..3283529777

ATTIVITÀ .AGRITURISMO

Stupenda azienda agricola fra le splendide colline monferrine, con 45000 mq. di terreno coltivato. Varie possibilità di acquisto. ACE:F IPEG:295,3kWh/mq. Occasione imperdibile! Tel.0141.856252 .PANIFICIO/BISCOTTIFICIO Vendesi panificio in Introdacqua (AQ) Per informazioni, chiamare in orari serali il numero 0864/47465. Classe energetica:G

VETTURE

....AUTO Cassaintegrato cerca auto in regalo pagherò solo passaggio se avete un auto che vi resta in garage e dovete pagare il bollo questa è la vs occasione. 3336415751 ...FIAT SEICENTO HOBBY Vendo fiat seicento hobby, col.grigio metallizzato, anno 2000, 3 porte, 1100 cc benzina, chiusura centralizzata, vetri elettrici, servo sterzo, comprese catene da neve konig ed autoradio Sony. Euro 1.400 Tel.347-5786345

ELETTRONICA ...NOKIA 9110 Cellulare nokia 9110 communicator funzionante solo a display aperto vivavoce, vendo a Euro 100,00. Imballo, manuale, estensione memoria 8Mb, custodia, cd software, 2 batterie, caricatore, cavo PC, originali e perfetti. marzosilente@email.it .CONSOLLE HERCULES CDJ Consolle mp3 e2 Hercules. Incluso cd con programma virtual dj. Vendo causa inutilizzo, è completamente nuovo e nella confezione originale. Prezzo 100 € Aosta (AO). Tel. 3478948141

.MACCHINA FOTOGRAFICA Nikon F601 Macchina fotografica, obiettivo 35-70mm, flash incorporato, + flask autonomo, borsa originale Nikon. Come nuova. Prezzo: 70 €. Pontassieve (Firenze). Tel. 3482717556 ..CUFFIE Vendo bellissime cuffie da collezione avengers pepsi nuove mai usate. 20 €. Cell. 3283529777 .NINTENDO DSI NERO Nintendo dsi perfettamente funzionante, accetto scambi con playstation 3 o xbox 360. Dentro c’è micro sd, porta micro sd e pokemon diamante. Prezzo 70 € Email: lorenzocanal24@gmail.com Tel. 3476741376 ..ASSISTENZA COMPUTERS Riparazione e manutenzione computer, sia fissi che mobili,di qualsiasi marca. Tel.3926874506 mauriziomaury@tiscali.it MACCHINA DA SCRIVERE Vendo macchina da scrivere elettrica mod.ET COMPACT 60elettrica OLIVETTI tenuta bene.In omaggio praxicart 2 correctable olivetti.colore nero. Prezzo 70 euro. Per contatti CARLO ROBERTO tel. 333 3563956

CASE

...FABRIANO (AN) Fabriano (Ancona) via San Luca centro storico, euro 85.000 vendiamo appartamento sito al primo piano di piccolo condominio con: ingresso, soggiorno, angolo cottura con camino, 2 camere, bagno, ripostiglio e cantina. Da rivedere internamente. Per visione: 347.6009928 .CASTELLEONE (SUASA) Vendo appartamento al 1 piano a Castelleone di Suasa, nelle adiacenze del centro, in piccolo condominio di 6 appartamenti; l’appartamento dispone di n.2 camere da letto, soggiorno/angolo cucina, bagno in buono stato, manca l’impianto di riscaldamento; ottimo affare prezzo. Dot. Baldetti@alice.it ..PALAZZO D'EPOCA Zona centro storico, in palazzo d’epoca, vendesi appartamento panoramico al 1° piano di 150 mq con ingresso, 5 camere, 2 bagni, 5 balconi. Vista mare. € 120.000,00 Eugenia 333/6509052. AMANTEA (CS)

TERRENI ..TERRENO Vendesi terreno semi-arborativo, irrigato di circa 1 ettaro, sulla strada provinciale. € 8.000,00. Eugenia 333/6509052 IACURSO (CZ) ..BOSCO Loc. RASPA, Vendesi bosco ceduo di 4 ettari. € 18.000,00 Eugenia 333/6509052. IACURSO (CZ)

Marzo 2013

ALIMENTI

possono chiamarmi al 333/1184256 o al 329/6471625

...OLIO Da euro 8,50/litro: proponiamo olio extravergine pluripremiato, qualita’ superiore 100% italiano in bottiglie e taniche. Consegna diretta in provincia di Pesaro, Rimini, Ancona: 338.2277205 - 347.7032526

.CARTOMANZIA Studio di cartomanzia marina, consulti dei tarocchi, a basso costo, chiama con fiducia al 899199062, con carta di credito al 0423/705179.

ANIMALI

.TOPI e RATTI Da Euro 3,00/cad, dispongo di topi e ratti selezionati in varie taglie per alimentazione rettili. Consegna da concordare, disponibili in provincia di Pesaro. Info al 347.7032526. marzosilente@email.it

COLLEZIONI ..STORIA FASCISMO Vendo 3 volumi della storia del fascismo sedea editore del 1964 stampa rizzoli diretto da enzo biagi -dalla lotta al potere -gli anni dell’impero -10 giugno 1940 20 luglio 1943. € 50. Cell. 3283529777 ..RASOIO Vendo rasoio anni 60 philishave 3 con custodia tenuto benissimo ancora funzionante 30 euro. Cell. 3283529777 ..TELA Vendo tela 80.5 x 60.5 marcata bridgestone del fotografo James Moy raffigurante corsa di F1 barcellona 2003. Cell.3283529777 ..CARTOLINE Cerco cartoline fino anni ‘50, libri su Marche, Romagna, Montefeltro, album di figurine, fumetti Tex e Diabolik o anteguerra, fotografie locali. Renato, 328 0411637.

VARIE .si effettua intrattenimento bambini Con asinelli, per feste paesane, escursioni o quant’altro. Per contatti tel. 3894789734 e chiedere di Danilo .....PIANOBAR Salve, mi chiamo Stefano, abito in provincia di Ancona, faccio serate di pianobar e karaoke, per feste, matrimoni, anniversari, ecc. Tutti coloro che fossero interessati a questo genere musicale

Inserisci un annuncio gratis!! Scrivi a:

annuncigratuiti@nuovaidea.eu

INSERZIONI CATEGORIE

ABBIGLIAMENTO ALIMENTI ANIMALI ARREDAMENTO AUTO E VEICOLI AUDIOVISIVI CESSIONE E RILIEVI CAMPEGGIO CARTOMANZIA CASE AFFITTO, VENDE CASE VILLEGGIATURA CERCO AMICI COLLEZIONI CONCESSIONARI CURIOSITÀ ELETTRONICA FINANZIAMENTO FOTOTTICA GIOCHI LAVORO OFFRO, CERCO LIBRI MATRIMONI MESSAGGI PERSONALI NAUTICA SCUOLE SPORT STRUMENTI MUSICALI TERRENI UFFICI VARIE ...ULTIMISSIME


Marzo 2013

N U O V A D E A 29


CUCINA La ricetta del mese

30 N U O V A D E A

Marzo 2013

Conchiglie broccoli e salsiccia INGREDIENTI :

4 salsicce fresche di maiale 1kg di broccoli verdi 1 spicchio d'aglio 1 peperoncino piccante sale olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Eliminate le foglie dei broccoli, tagliate tutte le cimette e lavatele accuratamente. Riempite una pentola di acqua leggermente salata, portatela a bollore e lessate i broccoli. Quando saranno cotti al dente, non devono diventare troppo molli, scolateli e metteteli da parte, non buttate via l’acqua di cottura quindi scolateli con un mestolo forato e tenete l’acqua. Tagliate la salsiccia a dadini piccoli. Nella stessa acqua dove avete fatto bollire i broccoli butta-

te le “conghigliette” e seguite le indicazioni di cottura indicate sulla confezione. In una padella antiaderente mettete un filo d’olio, mettete sul fuoco lento e quando l’olio sarà ben caldo fate soffriggere uno spicchio d’aglio e un peperoncino tagliato a rondelline. Aggiungete la salsiccia e fatela rosolare un po’, poi aggiungete i broccoli con un po’ di acqua di cottura e fate saltare il tutto. Quando la pasta sarà al dente, scolatela e aggiungetela al condimento; fate saltare per circa tre minuti a fuoco vivace e servite.

Fagottini di verza ripieni INGREDIENTI: 450 gr di macinato di maiale 450 gr di macinato di manzo 1 spicchio d'aglio 1 cucchiaino di paprika 12 foglie di verza 70 gr di burro 1 cipolla formaggio grattuggiato q.b pane grattuggiato q.b sale q.b.

Preparazione:

Mischiate in una ciotola il macinato di maiale con il macinato di manzo, aggiungete l’aglio tritato finemente, salate e aromatizzate con un pizzico di paprika. Portate a bollore una pentola di acqua leggermente salata, e tuffateci le foglie di verza, scottatele due minuti poi toglietele dall’acqua e stendetele su un canovaccio ben pulito. Con l’aiuto di un cucchiaio disponete su ogni foglia il composto di carne. Avvolgete delicatamente le foglie e ricavate un fagottino. Legatelo come un pacchettino con dello spago da cucina. Tagliate una cipolla a fette abbastanza grosse, in una padella antiaderente a fuoco lento fate fondere il burro, aggiungete la cipolla e fatela rosolare un po’ fino a quando non si ammorbidisce, ora eliminate la cipolla e adagiate nel sugo di cottura i fagottini di verza e fateli cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo un cucchiaio di brodo di tanto in tanto. Prima del termine della cottura spolverizzate con formaggio grattugiato e con un po’ di pan grattato, chiudete con un coperchio, completate la cottura e poi servite ben caldi, irrorandoli con il sughetto di cottura.

ORIZZONTALI: 1. Arretrato nei pagamenti 6. C'è quella speculativa 10. Garantire con una firma su un pagherò 12. Forma abbreviata di questi 14. Comune francese situato nel dipartimento degli Alti Pirenei 15. Secondo Esiodo, figlia di Eris 17. Il ... romanesco 18. Casa regnante del Regno d'Italia 20. Nel foro 21. Iniziare di nuovo 24. Uova cotte nove minuti 25. Lo era Attila 26. Gabbia per polli 28. Un tipo di teatro 29. Sorta di calzamaglia elasticizzata senza piede 33. Il contrario di off 34. Relativa ad un popolo di origine semitica 35. Targa di Terni 36. Il re francese 38. Le torri nella valle dell'Arve 39. Cortile per polli 40. Podgorica nel Montenegro 43. Possedimenti, patrimoni 44. Ben ventilati VERTICALI: 1. Un notissimo Francesco del ciclismo 2. La televisione pubblica 3. Nel covo 4. Salume di forma allungata 5. Si distribuiscono ai fedeli la domenica delle Palme 6. Codice per software 7. Oppure inglese 8. Il nome della Massari 9. Università 11. Il re della foresta 13. L'amore di Isotta 16. Curve molto strette 18. Miscelata con acqua di soda 19. Piccolo giardino fiorito 22. Nota catena di negozi 23. Diffonde... notizie 26. Borsa larga e robusta a due manici 27. Figlio di Dedalo 28. Membrane seriose che rivestono i polmoni 30. Pronti per la semina 31. L'ultima... greca 32. Comune della Puglia 37. Andate in breve 39. Il nome della scrittrice Negri 41. Simbolo dell'Iridio 42. Andata e Ritorno

Soluzione cruciverba (N°2)

Cruciverba

SUDOKU

Serie logica con lettere

Sul periodico del paese Mario legge un quesito che riesce a risolvere in breve tempo. Ecco di cosa si tratta! Osservate attentamente questa serie logica composta da 5 lettere. UDTQC Sapreste indicare le altre 2 lettere che seguono?


Marzo 2013

N U O V A D E A 31


Marzo 2013

32 N U O V A D E A

impaginazione grafica

da

I. N O I N A N TO

. . vari tipi di esche

Bastianelli M

- da altomare tutto per la pesca... - da riva, scogli - acqua dolce - pasture varie

...tutto per la caccia armi munizioni

Presentando questo

"Coupon" Via Flaminia,76 Rosciano di Fano (PU)

Nel Nostro punto vendita *escluso esche e munizioni


nuova idea n3 2013