Issuu on Google+

gennaio 2012

Rivista Mensile Free Press - Anno 2 - Numero 6 - 30 Gennaio 2012


Studio Legale

gennaio 2012 3

Civile Penale Amministrativo Servizi: - Assistenza legale in materia contrattualistica - Assistenza gestione udienze - Predisposizione atti e pareri

Studio Legale C.N.

Sede Legale - Milano Sede Operativa ed Amministrativa - Via Gramsci, 74 - 61030 - Calcinelli di Saltara - PU Tel: 0721 580548 - Fax: 0721 580549 E-mail: avvocato@cnrecuperocrediti.it - studiolegalec.n@pec.it www.cnrecuperocrediti.it


gennaio 2012

3

LETTERA APERTA AL SIG. PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Illustrissimo presidente onorevole Giorgio Napolitano I

llustrissimo Onorevole Presidente della Repubblica, sul sito del nostro giornale, la rivista Nuova Idea (www.nuovaidea.eu), abbiamo proposto la sottoscrizione di una petizione alla quale hanno aderito numerosissimi, è stata sottoscritta da 5757 persone, con questa lettera siamo sicuri di interpretare la volontà di tutti gli italiani anche di quelli che non sono a conoscenza della sottoscrizione. Riguarda il caro benzina e più specificatamente la decisione del Governo Monti, per altro con effetto immediato, di aumentare le accise sui carburanti, che ha portato un aumento di benzina pari a 9,9 centesimi e da 13,5 centesimi per il gasolio con aumenti anche più alti in alcune Regioni. Perché aumentare la benzina ed ancora di più il gasolio, più usato da chi quotidianamente è costretto ad usare la macchina per andare a lavorare: i camionisti, gli agenti di commercio, i tir o più semplicemente chi deve spostarsi da un piccolo centro ad un altro, non servito dal servizio di trasporto urbano (in Italia ce ne sono tanti, non esistono soltanto le grandi metropoli come Roma e Milano). Le sembra che questa possa essere la manovra corretta per risollevare il Paese? Porterà l’esito sperato? Abbiamo seri dubbi ma la certezza che gli effetti possono essere soltanto negativi, che si ripercuoteranno sul nostro sistema economico, sui consumi, è infatti il consumatore finale che paga le spese per l’aumento dei costi di trasporto. Secondo una stima di Coldiretti la spesa per la benzina supera quella per il cibo! Così riduciamo il debito ma quale è la prospettiva di crescita per il nostro Paese? Siamo Italiani, quindi si ai sacrifici, per salvare l’Italia tutti siamo disposti, ma non a questo prezzo! Perché colpire la gente che paga già tante tasse? Perché non cominciare a colpire la “Casta”? Questi sono i tagli che vogliono vedere gli Italiani: ridurre drasticamente il numero di Deputati e Senatori ed i loro benefits. I nostri Parlamentari risulterebbero i più pagati in Europa. E’ a conoscenza di tutti che riducendo i Deputati da 630 a 300 ed i loro stipendi e privilegi da 16.900 a 2.500 euro si risparmierebbero 118 milioni l’anno; riducendo i Senatori da 315 a 140, gli stipendi e privilegi da 15.900 a 2.300 euro si risparmierebbero 56 milioni annui; riducendo il numero delle auto blu da 630 mila (circa 7 volte più degli USA) a 30 mila avremmo un risparmio di 20 miliardi l’anno. Perché l’aumento delle tasse ed i tagli a pensioni e sanità sono stati approvati in poco tempo ed il taglio degli stipendi da capogiro ai Parlamentari richiede tempo ed accurate indagini? Questa è la manovra che si aspettano gli Italiani, sono questi i tagli che sperano gli Italiani, quindi Sig. Onorevole Presidente della Repubblica, Le chiediamo con massimo rispetto ed umiltà di poter spiegare e dire qualcosa in merito, al fine di poter tranquillizzare tutti i nostri sottoscrittori, ci appare auspicabile il Suo intervento in un momento cruciale come quello che sta vivendo il nostro Paese. Si precisa che la cifra indicata e relativa alle sottoscrizioni, aumenta di giorno in giorno. Con osservanza, l’Avvocato della rivista Nuova Idea in nome e per conto del Direttore Responsabile Nicola Cinolo.

www.nuovaidea.eu

Avvocato Virginia Bencivinni

Aut. del Tribunale di Milano 565 del 25-10-2010 - Mensile Free Press Direzione e Amministrazione - Via Gramsci 74, - Calcinelli di Saltara - 61030 Direttore Responsabile Nicola Cinolo

comunicazione@nuovaidea.eu ufficiostampa@nuovaidea.eu Capo Redattore Salvatore M. Loprete

ufficiostampa@nuovaidea.eu redazione@nuovaidea.eu Segretaria di Redazione Anna Cuccinelli

ufficiostampa@nuovaidea.eu redazione@nuovaidea.eu

Grafica, Impaginatori, Web Design Luè Verri Giovanni Agostini Giacomo

grafica@nuovaidea.eu

Responsabile Marketing/ Pubblicità Formaro Patrizia

marketing@nuovaidea.eu pubblicita@nuovaidea.eu Fotografo Gino Labrocca

professionista@nuovaidea.eu

Collaboratori Lavarini Roberto Jonghi Bertuccelli Luca Malcangi Rosa Maria Loprete A. Lorenzo

redazione@nuovaidea.eu

Stampa La Pieve Poligrafica Produzione Artistiche World Show Amministratrice Facebook Formaro Patrizia


gennaio 2012

4

In Questo Numero Lettera aperta Direttore Responsabile Cronaca di Milano Nazionale Oroscopo del mese Il professionista Cronaca Generale Cronaca delle Marche (carnevale) Anteprima del fotoromanzo Il Concordia Annunci gratuiti La cucina e cruciverba

Pag.3 Pag.4 Pag.5-6 Pag.8 -18 Pag.9 Pag.10-11-12 Pag.14 - 15 Pag.16 -17-23 Pag.20 - 21- 22 Pag.24-25-26-27 Pag.28-29 Pag.30

I gabbiani di Fano

Editoriale

L

Donne Cougar

crea grazie al sesso più che all’atto sessuale in sè. e quarantenni di oggi? Non Il più delle volte però queste fantasie sessuali rehanno proprio nulla delle ca- stano quello che sono, e cioè meri sogni da alisalinghe disperate di un tem- mentare solo a livello cerebrale; spesso il gusto po, anzi! Molte rientrano sotto per l’esibizionismo si traduce in un blando spola definizione Cougar: donne gliarello sexy e privato davanti agli occhi del partancora nel fiore dell’ età che ner, e i brividi da sesso estremo vengono stimolaprevedono uomini anche mol- ti semplicemente legandolo alla testiera del letto. to più giovani di loro, per istruirsi sulle arti del ses- Il sito, specializzato in incontri tra panterone matuso e rivivere i piaceri delle prime frivole avventure re e uomini-pulcino, è zeppo di annunci di donne dei tempi in cui erano anch’esse libere e inesper- apparentemente molto disinibite, singles oppure te. Ma il sesso per loro come dovrebbero essere? sposate, in cerca di avventura senza impegni, opIl portale web CougarItalia.com sostiene che le don- pure di una stuzzicante Samantha di Sex and the ne di oggi spaziano molto con la fantasia, insce- City: lei rappresenta la donna in carriera, in granando situazioni erotiche curate nei dettagli: spesso do di far capitolare qualunque uomo o ragazdesiderano identificarsi per gioco con una escort, zo le passi davanti e la attragga almeno un pò. ed essere pagate per le loro prestazioni sessuali, Di certo, le Cougar non ci tengono ad apparteneoppure sognano dei giochini sadomaso di domi- re a nessuna categoria definita: non avranno più nio e sottomissione, e altre pratiche bondage. In- vent’anni, è vero, ma hanno ancora molti sogni somma, danno più importanza all’atmosfera che si e desideri da soddisfare, e per loro non c’é fretta! Nicola Cinolo


gennaio 2012

5

Cronaca di Milano

I comitati chiedono delle decisioni al nuovo governo cittadino

S

ono loro, i comitati milanesi di cui fanno parte oltre 12.300 attivisti che hanno avuto un ruolo fondamentale nelle elezioni amministrative per la non elezione di Letizia Moratti, adesso sono pronti a presentare la lunga lista dei problemi irrisolti della loro città, alla nuova amministrazione, indicendo un’assemblea al quartiere Figino. Da parte sua, il Sindaco Pisapia ha assicurato la presenza ma chidendo anticipatamente i temi della discussione, il Presidente del comitato ha risposto che le tematiche da discutere saranno tante ed ha anche indetto un’assemblea generale dei comitati. Adesso i comitati non vogliono più aspettare e sperare, vogliono delle risposte concrete! Crapanzano, il presidente dei comitati ha affermato che le iniziative di Pisapia sono piaciute ai comitati, prevedendo anche un rapporto di collaborazione con questa ammministrazione, sostenendo di non essere legati ad un partito politico. Ma corrisponde alla realtà il proclamarsi non appartenente ad un partito? E’ noto a tutti che in campagna elettorale, erano numerosi gli slogan a favore di Pisapia e di critiche per la Moratti da parte dei tanti gruppi dei comitati.

I problemi che affliggono la città e i cittadini sono numerosi e le tematiche varie: dai tram rumorosi, alla prostituzione che affligge alcune zone, e questione alquanto discussa è la presenza dei campi rom e la convivenza con la gente del luogo, ed anche da non sottovalutare l’incremento delle linee dei mezzi pubblici o l’aumento delle scuole materne. Da tenere in conto anche il disagio degli abitanti dei quartieri in cui si tiene il Salone del mobile e durante le settimane della moda, altra questione molto cara ai comitati riguarda i consigli di zona a cui vorrebbe dare un ruolo più importante al fine di avvicinare il Comune ai cittadini. Tante le speranze dei comitati, di ricominciare a collaborare con l’amministrazione, collaborazione che dalla Giunta Moratti era stata interrotta quando nel 2008 si era parlato di un atteggiamento ostile da parte dei comitati, oggi i comitati ritengono di avere un’apertura alla collaborazione, e alla risoluzione dei problemi cittadini. L’ adesione al progetto di Pisapia ed il suo staff a risolvere tutti i problemi, che i comitati gli porranno? Considerata l’importanza dei problemi, delle soluzioni e delle richieste, la soluzione non apparirebbe cosi immediata. Redazionale

Dove parcheggiamo la macchina a Milano?

A

Milano, come probabilmente in tutte le città d’Italia, c’è una forte carenza di parcheggi per le auto. Si, forse ci sono troppe auto, macchine che circolano in città, ma pochi parcheggi liberi, e troppi posteggi a pagamento, sia nelle adiacenze delle zone delle metropolitane che in centro città. Ci troviamo dunque di fronte a un grosso problema di circolazione e viabilità, e, dal 16 gennaio 2012 verrà anche estesa la zona ECOPASS cosidetta AREA C, (ovvero il ticket di ingresso a cinque euro nel centro città che dovranno pagare quasi tutte le auto) con un conseguente aumento sostanziale dei prezzi per ogni accesso a tale zona. Il Sindaco sottolinea come “Area C” na-

sca in primo luogo per rispettare il volere dei cittadini, che hanno votato Sì ai referendum del 12 e 13 giugno 2011. Sarebbe anche una buona notizia, se solo non avessero aumentato i prezzi dei biglietti dell’A.T.M. e se il servizio di trasporto pubblico fosse più efficace, il Comune non avrebbe avuto nessun riscontro negativo da parte dei cittadini milanesi se avesse contestualmente incrementato autobus e tram agevolando in ogni caso la gente a prenderli a qualunque ora per poter andare e tornare dal lavoro, e non solo. Pisapia, inoltre, in una sua lettera ai cittadini dice che: “Tutti gli introiti che deriveranno da “Area C”, infatti, saranno destinati a interventi a favore della mobilità dolce: dalle piste ciclabili alle zone pedonali, fino al potenziamento del trasporto pubblico sia in città sia di collegamento tra Milano e l’hinterland”. Sarà vero? Luca Bertuccelli


Cronaca di Milano

6

M

gennaio 2012

Vivere a Milano

ilano mi è sempre piaciuta. Arrivato molti anni fa per motivi di studio, allora le università al Sud si contavano sulle dita di una mano, Milano mi ha affascinato. Si affascinato, con le sue fabbriche, con le sue zone, sempre piene di nuove scoperte, e come dimenticare la zona dei Navigli, sempre piena di angoli da scoprire, sia il Pavese che la Martesana. Mi ricordo ancora i barconi e sembrava essere in un posto d’altri tempi. Poi come non ricordare il Duomo e i dintorni della Borsa, cuore economico d’Italia. La Scala e i mercati come quello di Sant’Ambrogio, che allora era internazionale con bancarelle estere. Insomma una

tà è ormai impossibile. Milano che costruisce palazzi orribili in zona Fiera al posto delle manifestazioni. Milano quasi sinonimo di solitudine con i tanti anziani abbandonati a se stessi senza conforto dei servizi sociali. Milano con le lunghe liste d’attesa per i nidi. Milano spogliata della sua bellezza. E’ vero che il tempo passa per tutti gli esseri umani facendoli in-

vecchiare, ma una città dovrebbe ringiovanire non invecchiare. Le amministrazioni, di destra, sinistra, di centro, invece di favorire il ringiovanimento favoriscono l’invecchiamento precoce. Certamente tutte le grandi città hanno i loro problemi, ma come mai a Milano il turista è una cosa rara mentre altre città d’Italia hanno un notevole afflusso ? Certo i locali, di qualsivoglia gusto, non mancano, ma non sono certo centri di aggregazione, tutt’altro. Una occasione città viva, una città che si faceva amare. Anche la neve per rilanciare Milano sarà l’Expo del 2015, ma ci si era bella a Milano. Certo si era molto più giovani, più rende conto che mancano tre anni per questo avvespensierati sempre pieni di risorse e di voglia di fare. nimento importante e i lavori devono ancora iniziare E ora? Milano grigia, con il problema dello smog, e perché commissariamenti e litigi politici non permetfosse solo quello il problema. Milano dell’Ecopass e tono di dare il via? Diceva una canzone “Addio Miora della zona C (sembra quasi di parlare di punti lano bella…” e questo la dice lunga su quello che stimolativi anatomici). Milano sempre caotica e ru- le persone che hanno vissuto la bella Milano pensino morosa con bancarelle dove cercare la novità o rari- della nuova Milano. Salvatore Maria Loprete

AZIENDA LEADER NEL SETTORE IMMOBILIARE SELEZIONA GIOVANI ANCHE PRIMA ESPERIENZA da inserire nel proprio organico per ampliamento e to, crescita professionale ed economica. O ffriamo

Per info 02/2896860 oppure invio di un curriculum vitae via fax allo 02/26892161, via mail a milanovenini@tempocasa.it


gennaio 2012

Cronaca di Milano

o n i t se v an l o errai v e a trovarci con questo avr n o i z ai un o sconto o una valuta % mag giore del tuo oro del 5

COMPRO ORO

PA G O I N C O N TA N T I

Gioielli nuovi e usati a prezzi mai visti!

OUTLET DELL’ORO

www.comprororimini.it www.comprororimini.it

www.comprororimini.it

RIMINI Via Carlo Cignani, 2 ang. Via Circ. Meridionale Tel. 339 8659308


8

gennaio 2012

Cronaca Nazionale

Tasse... Tasse... Tasse

T

ASSE, TASSE ed ancora TASSE: ci voleva questo governo di tecnocrati, banchieri e professoroni con la puzza sotto il naso, per trovare questa “geniale ed innovativa” soluzione alla crisi economica-monetaria, causata, e bene ricordarlo, solo dalle infami speculazioni private dell’alta finanza mondialista! TASSE sulla casa (anche sulla prima!) con esorbitante aumento delle rendite catastali, TASSE sulle macchine e sulle barche; aumento della benzina e dei bolli; TAGLI invece a pensioni, sanità, scuola ed enti locali. E per qualsiasi operazione economica sopra i 300 euro, non potremo più usare i contanti ma saremo costretti a servirci degli “strumenti bancari” e, attenzione, pare non sia finita: si parla ancora di prelievi forzosi ai conti correnti ed ai depositi titoli. Si tratta di una manovra infame ed ingiusta che colpisce, ancora una volta, le famiglie italiane, i giovani ed i pensionati, il ceto medio e la sana borghesia produttiva del nord, come sempre! Questa manovra è peggio di una patrimoniale, è un ladrocinio legalizzato sulla casa e sui risparmi del popolo italiano, una manovra che blocca i consumi, che impone una

tracciabilità stalinista da “grande fratello orweliano” e che obbligherà tanti imprenditori, artigiani, commercianti, consumatori e risparmiatori onesti, per naturale e legittimo istinto di sopravvivenza, a diventare “fuorilegge”, evadendo le tasse e facendo più nero! Se il PDL sosterrà questa manovra, perderà, almeno in Lombardia e nel nord Italia, la metà del suo elettorato. La base, gli iscritti ed i militanti del Popolo della Libertà sono in rivolta, soprattutto in internet, sui blog e sui social network. Mentre i dirigenti (nominati e non eletti!) del PDL pensano principalmente a pararsi il culo, a salvare se stessi, a mantenere le proprie poltrone, inventandosi scuse puerili, ipocrite e tragicomiche; la borghesia produttiva del nord, la stessa che ha sostenuto per anni Berlusconi, oggi, è delusa, disgustata ed incazzata nera! In tanti siamo pronti a scendere in piazza a contestare il governo dei banchieri e dei poteri forti ma anche il vergognoso servilismo dei politicanti, anche di quelli di centrodestra! Se sarà necessario, siamo pronti a manifestare la nostra rabbia anche davanti alla sede del PDL milanese, in Viale Monza, e, già in tanti sono pronti a stracciare la tessera appena fatta, per aderire a La Destra o alla Lega Nord: meglio la secessione della padania, che morire dissanguati per colpa del governo dei banchieri! Dott. Roberto Jonghi Lavarini

Chiusa la linea ferroviaria: FANO-URBINO Il decreto ministeriale n. 430 del 15/12/2011 ratificato il 03/01/2012 e firmato dal ministro per lo sviluppo economico Corrado Passera, ha disposto la dismissione della linea ferroviaria Fano-Urbino. Il comitato “Ferrovia Val Metauro” sostenitore della riutilizzazione di tale struttura, non si arrende ed il Fronte Azione popolare Pesaro-Urbino continuerà a battersi per la riapertura della tratta a fianco del comitato.

Questo argomento verrà trattato nel prossimo numero.


gennaio 2012

OROSCOPO MENSILE

Ariete

nati tra il 21 Marzo e il 20 Aprile

Toro

nati tra il 21 Aprile e il 20 Maggio

Gemelli

nati tra il 21 Maggio e il 21 Giugno

Cancro

nati tra il 22 Giugno e il 22 Luglio

Leone

nati tra il 23 Luglio e il 22 Agosto

Vergine

nati tra il 23 Agosto e il 22 Settembre

Il periodo è di quelli buoni per fare nuove conoscenze ed approfondire rapporti lasciati in sospeso. La vostra disponibilità e comprensività di questo periodo vi sta indubbiamente aiutando nei vostri rapporti con gli altri, e la vostra vicinanza alle persone si fa spesso apprezzare. Questo febbraio sarà il mese della vostra rinascita. Lavorativamente parlando siete davvero al top e non avete nulla da invidiare a nessuno. Cercate di non eccedere in orgoglio e date attenzione quando qualcuno ve ne fa richiesta, senza per questo dovervi sentire utilizzati e sfruttati. Il mese è quello giusto per dedicarvi a voi stessi e ad un breve periodo di relax. Il vostro oroscopo febbraio 2012 non può che raccomandarvi di prestare particolare attenzione al vostro aspetto fisico e alla cura dell’estetica: in questo periodo potreste essere osservati più di quanto non pensiate. Avete piena coscienza dei vostri obiettivi e state pianificando in modo concreto per puntare ad essi. Cercate di affrontare le questioni che vi si porranno passo dopo passo, senza eccedere in fretta e non semplificando questioni che meritano la vostra attenzione. Non trascurate l’attività fisica. Il periodo è di quelli intensi, ma dovrete usare tutta la forza di cui siete capaci per non farvi sopraffare dallo stress e dalla fatica che ultimamente si sta un po’ facendo sentire. Abbiate cura di voi stessi e cercate di non parlare troppo quando non sarebbe il caso. Ascoltate chi vi sta attorno e i consigli che vi vengono dati. L’anno 2012 continua secondo le vostre previsioni e il mese di febbraio 2012 non potrà che costituire la prova tangibi-

le di questo. L’ottimismo e l’impegno nelle vostre attività pervadono le vostre giornate e il buon umore fa da padrone. Cercate di essere anche un po’ critici con voi stessi, quando è il caso.

Bilancia

nati tra il 23 Settembre e il 23 Ottobre

Scorpione

nati tra il 24 Ottobre e il 21 Novembre

Questo febbraio 2012 sarà per voi della bilancia un mese senza particolari impegni, forse un po’ noioso a tratti, ma il vostro sapervi sempre inventare qualcosa sarà d’aiuto: prendete iniziative senza timore e abbiate la dovuta fiducia in voi stessi. Prestate attenzione alle vostre frequentazioni. Gli impegni dei mesi passati sono ormai venuti meno e questo febbraio 2012 sarà il periodo giusto per ridare un po’

di spazio a chi vi sta attorno ed alla vostra famiglia in primis. Avete forse qualcosa da farvi perdonare nei confronti di qualcuno, e per questo cercate di agire con tatto.

Sagittario

nati tra il 22 Novembre e il 21 Dicembre

Capricorno

nati tra il 22 Dicembre e il 20 Gennaio

Acquario

nati tra il 21 Gennaio e il 19 Febbraio

Pesci

nati tra il 20 Febbraio e il 20 Marzo

Questo inverno si sta chiudendo per voi del sagittario al top della forma. Ultimamente siete davvero brillanti e cercate sempre, con successo di non farvi mancare proprio nulla. Pacati e calmi quando serve sapete anche darvi a feste e divertimento se opportuno. Sempre a tema con gli eventi. Un mese nella norma che non porterà con sé alcuna frizzante novità, ma proseguirà nella routine che a lungo andare potrebbe annoiarvi. Cercate di essere voi gli artefici delle vostre giornate e i vostri intrattenimenti e non fatevi coinvolgere in passatempi che non vi entusiasmano. Un periodo davvero buono in cui si stanno radicando brillanti e colorite aspettative per i mesi futuri. Lavorate con costanza per perseguire i vostri scopi e non abbiate paura di fare qualche concreto passo in avanti in direzione degli stessi. Avete le carte in regola per raggiungere tanti dei vostri obiettivi a breve termine. Questo febbraio 2012 è sicuramente a voi favorevole, ma sarete voi dei pesci a dover saper cogliere tutto quello che di positivo questo mese porta con sé. Non rimanete inerti di fronte alle tante e ghiotte occasioni che vi si presenteranno, ma fate valere il vostro spirito senza eccedere in esuberanza.


10

Il Professionista

gennaio 2012

I CONSIGLI DEL PROFESSIONISTA Cari lettori, In questa pagina riservata e dedicata al professionista, avrete l’opportunità di formulare quesiti di vario genere e di raccontare episodi di vita quotidiana dai possibili risvolti “legali”. Sarò a vostra disposizione nell’offrirvi ogni possibile soluzione a problematiche inerenti il diritto civile, penale e amministrativo, affrontando, caso per caso, l’analisi delle questioni e delle tematiche ad esse sottese. Potrete sollevare i Vostri dubbi e formulare i Vostri quesiti scrivendo alla mail: professionista@nuovaidea.eu oppure collegandovi al sito della rivista www.nuovaidea.eu. Resto in attesa di leggerVi presto, Virginia Bencivinni professionista@nuovaidea.eu

Applicazione della sanzione in caso di mancata consegna del censimento

S

i ringraziano i lettori di Nuova Idea che hanno formulato i quesiti giunti in redazione che ci permettono di affrontare e cercare una soluzione alle numerose problematiche poste alla mia attenzione. In questo numero risponderò alle tante richieste di chiarimenti sulla applicazione delle sanzioni in caso di mancata risposta al questionario inviato dall’Istat, riguardante il quindicesimo censimento della popolazione 2011. Il censimento è la rilevazione della popolazione di un Paese in un determinato momento ed è disciplinato legislativamente sia dalla normativa europea che nazionale. Il questionario recapitato alle famiglie dall’Istat va compilato e consegnato, sono stati fissati dei termini di chiusura delle operazioni diversi a seconda delle dimensioni del Comune (31/12/2011 per i Comuni con meno di 20.000 abitanti, 31/01/2012 per i Comuni con 20.000/150.000 abitanti e il 29/02/2012 per i Comuni con oltre 150.000 abitanti). Dopo tali termini le famiglie non rispondenti ed abitualmente dimoranti nel Comune interessato potranno consegnare il questionario solo presso gli UCC creati appositamente presso il Comune di residenza o presso il rilevatore. A chiusura delle operazioni di confronto censimento – anagrafe, ciascun Ucc dovrà procedere all’accertamento delle eventuali violazioni dell’obbligo di risposta secondo la procedura stabilita dalla circolare Istat. Tale circolare stabilisce che il censimento è previsto dal programma statistico nazionale ed inserito nell’elenco delle rilevazioni che comportano l’obbligo di risposta per i sog-

getti privati a norma dell’art. 7 D. Legs. 322/89 e successive modifiche. L’accertamento dell’illecito amministrativo in ambito statistico consiste nelle attività poste in essere dal responsabile del competente ufficio di accertare l’avvenuta violazione dell’obbligo di risposta, i soggetti destinatari di tale procedimento sono: per le famiglie, l’intestatario del foglio di famiglia e per le convivenze, la persona che la dirige. Il responsabile dell’UCC ove riscontri che siano stati esperiti tutti i tentativi per adempiere dispone l’avvio della procedura di accertamento della violazione che si articola nelle seguenti fasi: redazione della diffida, ( atto che informa il non rispondente sulle conseguenze della mancata risposta) la diffida produce un obbligo nella sfera giuridica dell’interessato di fornire la risposta entro un termine indicato cui poi sono collegati degli effetti giuridici, la notifica della diffida all’interessato, la redazione del verbale di accertamento della violazione dell’obbligo se persiste la mancata risposta e la trasmissione all’Istat. Se dopo la diffida persiste l’inadempimento, l’Istat provvederà a notificare al trasgressore la contestazione dell’infrazione secondo il procedimento di cui alla legge 689/81(legge di depenalizzazione), indicando l’ammontare della sanzione che è stabilita da 206,00 a 2.065,00 euro, avvertendo il trasgressore che può pagare in misura ridotta. Nel caso in cui il trasgressore non paghi, il procedimento prosegue e l’Istat redigerà un rapporto e lo trasmetterà al Prefetto presso l’ufficio Territoriale del Governo in cui è stata commessa la violazione ai fini della emanazione della ordinanza di cui all’art. 18 della legge 689/81. Tale articolo prevede che entro 30 giorni dalla notifica della violazione gli interessati possono far pervenire scritti difensivi.


gennaio 2012

11

Il Professionista

L’autorità competente esaminati tutti gli atti inviati e gli scritti difensivi, se ritiene fondato l’accertamento determina con ordinanza motivata la somma dovuta per la violazione e ne ingiunge il pagamento insieme con le spese all’autore della violazione, se in caso contrario non ritiene fondato l’accertamento emette ordinanza di archiviazione e la trasmette all’Istat. Il pagamento è effettuato all’ufficio indica-

S

to nell’ordinanza ingiunzione entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento, l’ordinanza costituisce titolo esecutivo. La mancata risposta comporta oltre che l’applicazione della sanzione anche la cancellazione dalle liste anagrafiche. Pertanto si sollecitano tutti coloro che non avessero provveduto a consegnare il questionario, al fine di ridurre l’applicazione delle sanzioni. Avvocato Virginia Bencivinni

L’istruzione

e credete che l’istruzione e la cultura siano costose…Provate con l’ignoranza. Questo detto, che porta la firma “Il Saggio”, è emblematico per il momento che viviamo, ma possiamo dire che questo vale in tutti i periodi della storia. Certo l’analfabetismo in Italia è quasi scomparso, diremo fortunatamente. L’ultima riforma della scuola è stata avviata, a partire dalle prime classi del nuovo a.s. 2010-2011, ma questa è l’ultima della serie. Altre riforme si sono avute negli anni precedenti, anche se alcune norme rimangono ancora legate all’epoca fascista. Di certo un paese civile deve dare all’Istruzione l’importanza che merita con, non solo le riforme, ma anche le strutture e il personale idoneo a farla funzionare. Certo gli aspetti dell’Istruzione, in senso lato, sono molteplici. Ci sono aspetti organizza-

tivi, psicologici, del personale, di ubicazione e tanti altri. Ma la scuola la fanno gli insegnanti dall’impegno e dall’interesse che hanno nel formare le future menti. “Insegnanti si nasce e non si diventa” e questo significa avere la passione in quello che si fa. In Italia le scuole possono essere pubbliche e private e nelle private rientrano tutte quelle scuole che, pur seguendo i programmi didattici ministeriali, non ricevono alcuna sovvenzione economica dallo Stato.

Proprio queste scuole sono spesso qualitativamente migliori di altre in quanto, essendo l’allievo non solo discente, ma anche colui che paga il servizio, sia l’aspetto didattico, psicologico, metodologico, di attenzione portano a risultati di riuscita migliori di altri. Certo non bisogna “comprare” a scatola chiusa ma informarsi e parlare con i responsabili, sapere chi è il corpo docente, quale metodologia viene usata e quale percorso viene attuato nel caso dei recuperi di anni scolastici. Alcune di queste scuole nascono proprio dal desiderio di dare quei servizi carenti o inadeguati che qualsiasi allievo, giovane o adulto, ha diritto per arrivare all’obiettivo di primario diritto della sua Istruzione. Proprio in questi giorni a Fano sta nascendo un centro, collegato ad una scuola di Milano che opera dal 1989, che intende essere un punto di riferimento per tutti coloro che devono conseguire un diploma, oppure una laurea riconosciuta dalle leggi italiane, ma anche una sede di camera di conciliazione. Quindi un vero e proprio punto dove le persone del luogo possono rivolgersi perchè il detto del “saggio” non siano sono parole.

Prof. S.M.L

Per la tua pubblicità sulla rivista e sul web manda una mail a:

pubblicita@nuovaidea.eu


Il Professionista

12

gennaio 2012

Autunno caldo 2011 (1^parte)

M

i ritorna in mente, in questo frangente storico, un concetto studiato anni fa sui banchi di scuola. Mi riferisco al concetto vichiano della Storia. Secondo Vico la storia è caratterizzata da un andamento progressivo, non nel senso che tutto quanto accade dopo sia meglio del prima, ma nel senso del procedere della storia, al corso progressivo di ogni civiltà che, giunto all’apice, si arresta ed entra in crisi. Corsi e ricorsi. E mi viene facile paragonare l’attuale periodo appunto, ad altri autunni caldi, gli anni della contestazione studentesca, delle lotte per l’emancipazione, delle rivendicazioni dei diritti, delle lotte sindacali. Mi riferisco agli anni che dal ’68 in avanti hanno portato all’emanazione di leggi importanti quali la Legge sul divorzio, sull’aborto, sull’università …allo Statuto dei lavoratori! Ed è innegabile ritenere che le motivazioni, le priorità, i conflitti, gli obiettivi salvistici del nostro Paese di allora sono, per certi versi, oltremodo attuali. Il riferimento alla legge dello Stato approvata il 20 Maggio del 1970 n. 300 recante “norme sulla tutela della libertà

e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell’attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento”, nota come “Statuto dei lavoratori”, non è casuale, tale norma scaturiva dalla necessità democratica di normare e garantire i lavoratori in quella fase di strutturazione del periodo che dal dopo guerra aveva visto mutato il contesto sociale e, in special modo, delle dinamiche tra datore di lavoro e lavoratore. Erano gli anni dell’industrializzazione, dell’abbandono dell’attività agricola a favore dell’attività industriale ed edile, della migrazione dai centri rurali ai grandi centri urbani. Erano gli anni del “boom economico”. Anni in cui era necessario rivedere e limitare il potere discrezionale di cui avevano fin lì goduto i datori di lavoro in ambito delle scelte e delle strategie aziendali anche in virtù di crescita di nuove ed emergenti figure professionali. A distanza di 40 anni, nonostante il proliferare di norme in ambito lavoristico, sui luoghi di lavoro, di deroghe, di riforme, di libri “bianchi”, di concertazioni, ci si ritrova a parlare dell’art.18 – articolo portante sui licenziamenti contenuto nello Statuto dei lavoratori – della necessità di rivedere, anche alla luce delle mutate esigenze del periodo, l’intero “sistema lavoro”…. Ma, di questo, parleremo nel prossimo articolo! Rosa Maria Malcangi – Consulente del Lavoro

www.nuovaidea.eu Free Press - Mensile Quanti di voi sognano di diventare famosi, di poter sfondare nel mondo dello spettacolo? Dopo anni di programmi televisivi che portano alla celebrità ma che restano un privilegio per pochi, perché non puntate al web che vi permette di diventare qualcuno con pochi click? NUOVA IDEA permette a te che ci stai leggendo di essere lanciato nel mondo virtuale (e non solo) giocandoti così la tua chance di diventare famoso. Gli altri utenti possono anche votare le loro aspiranti star preferite, consentendo a te di scalare così la vetta della Top 100! Non perdete quest’occasione! Mandateci il vostro CV accompagnato da una foto e verrete contattati al più presto dallo staff per partecipare ad un casting preselettivo!


gennaio 2012


14

Cronaca Generale

gennaio 2012

Essere vegan: siamo ciò che mangiamo.

F

ino a qualche anno fa era raro sentir parlare di veganismo e di vegani, oggi si tratta di termini entrati a far parte sempre di più del lessico comune, andando ad identificare le persone che hanno deciso di vivere una vita coerentemente coi propri principi etici. A prima vista potrebbe sembrare una scelta curiosa fatta semplicemente di privazioni: non solo rinunciano a carne e pesce, ma, i vegani, non si nutrono e non utilizzano alcun prodotto proveniente dallo sfruttamento animale (quindi uova, latticini, miele, vestiti in pelle, pellicce, ecc) Ma quali sono le motivazioni profonde di questa scelta? Lo sfruttamento animale è ben radicato nella nostra società, ed è alla base della nostra civiltà da ancora prima che cominciasse ciò che chiamiamo “storia”, queste sue caratteristiche lo hanno reso una costante immutabile nei secoli che hanno visto gli esseri umani allontanarsi dalle pianure erbose africane per spingersi ed instaurarsi in ogni angolo

Un maialino appena nato fotografato in un allevamento intensivo dal gruppo Nemesi Animale (www.nemesianimale.net) Questi animali non conosceranno altro che pavimenti di plastica, sbarre di metallo e luci al neon. Il sovraffollamento li farà impazzire portandoli a fenomeni di cannibalismo e autolesionismo. La loro vita finirà in un macello perchè le loro carni siano vendute come cibo.

del globo. Nasciamo e cresciamo circondati da cadaveri di animali utilizzati come cibo, come vestiti, animali imprigionati e torturati per il nostro divertimento, per la nostra curiosità, siamo portati forzatamente a pensare che tutto ciò sia “normale” e introiettiamo fin dalla culla la logica del dominio che ci porta a considerare l’esistente in funzione solo ed unicamente degli esseri umani. Il numero di invidui fatti nascere, torturati e poi uccisi ogni singolo giorno è davvero incalcola-

Una foto scattata in un allevamento di polli a terra nel mese di ottobre 2011 dal gruppo essereAnimali (www.essereanimali.org) Questi animali, in natura, stringono relazioni sociali molto complesse e nuclei familiari duraturi. Amano spiccare balzi fra gli alberi e farsi bagni di sabbia. Negli allevamenti non possono far altro che mangiare, ingrassare e morire.

bile, le forme dello sfruttamento animale sono moltissime e qui manca lo spazio per una disamina completa ed efficace, ma la distanza che abbiamo creato fra noi e gli altri animali ce li fa vedere come semplici oggetti, e siamo impossibilitati a renderci conto come dietro i loro occhi imperscrutabili si nascondano esseri senzienti con la nostra stessa voglia di vita e di libertà. Questa distanza, talvolta, viene annullata da alcuni eventi illuminanti, diversi per ciascuno (ad esempio la visione di un video o di una foto raccolte nei luoghi dove lo sfruttamento animale raggiunge il suo apice più violento, come allevamenti, macelli o laboratori di sperimentazione, luoghi tenuti sempre ben lontani dalla consapevolezza delle persone), ma da quando si aprono gli occhi su ciò che sono costretti a subire gli animali per causa umana, scatta un’irrefrenabile volontà di non essere più parte di questo mondo di sfruttamento, e la scelta vegan è il primo piccolo pas-


gennaio 2012 so per poter far sì che questo accada. Essere vegan non significa rinunciare a determinati cibi, significa accrescere la propria consapevolezza, entrare in contatto profondo con sé stessi e il mondo che ci circonda, significa fare la propria parte nella creazione di una società e un mondo diversi, dove non si dispone della vita del più debole solo perchè lo si può fare. Le accezioni più pratiche della scelta vegan possono sembrare, inizialmente, problematiche. Può sembrare difficile pensare che sia possibile evitare

Cronaca Generale di ritrovarsi nel piatto carne, uova e formaggi, eppure è davvero di una semplicità disarmante. Le alternative sono moltissime, e l’unico limite è la fantasia: esistono diversi siti internet e ricettari dedicati completamente alla cucina vegan; la dieta mediterranea, universalmente riconosciuta come la più sana, è composta unicamente di alimenti di origine vegetale (legumi, cereali, verdura, frutta) e vale la pena di ricordare che i nutrizionisti sono d’accordo nel valutare la dieta vegana come bilanciata e adatta a tutte

15 le età (questa è la posizione espressa dall’ADA, l’associazione dei dietologi d’America). Vi invito ad informarvi autonomamente e non lasciare che l’abitudine, la pigrizia e l’egoismo prevalgano sulla vostra coscienza, miliardi di esseri viventi prigionieri di allevamenti aspettano una vostra scelta. Dal momento che noi siamo tombe viventi di animali, come possiamo aspettarci condizioni di vita ideali sulla terra? - George Bernard Shaw A. L. Loprete


16

Cronaca delle Marche

gennaio 2012

IL CARNEVAL

S

Carro allegorico di Viareggio intitolato “Se io fossi...”

eppure l’etimologia della parola sia ancora discussa, in quanto deriverebbe da Carnalia, feste romane in onore di Saturno o dall’espressione carne-levare riferito al periodo quaresimale in cui iniziava il periodo di astinenza dalle carni, le origini sono antiche. Il Carnevale affonda le proprie radici nel mondo romano dove si svolgevano delle feste in onore del dio Bacco, i baccanali appunto, nell’antica Roma i festeggiamenti avvenivano lungo le vie cittadine con l’uso di maschere, da ricordare anche i saturnali, dedicati a Saturno che duravano 7 giorni caratterizzati dal capovolgimento dei rapporti gerarchici in ambito societario e numerosi spettacoli tra cui quello dei gladiatori; e i Luper-

Viareggio 2003 carro vincente

cali, considerate feste della fecondità. Subì poi una trasformazione nel Medioevo per effetto della tradizione pietistica e della pratica mistica, Lorenzo il Magnifico, si ispirò alla tradizione del Carnevale per le sue composizioni che venivano cantate su carri addobbati, da compagnie di uomini mascherati, ricordiamo il trionfo di Bacco ed Arianna, (chi vuol esser lieto sia del doman non v’è certezza……). Il carnevale è di certo un periodo magico di bagordi, oggi ha ripreso forza recuperando anche le numerose tradizioni popolari, con un grande lavoro imprenditoriale fino al punto da valorizzare alcune città italiane, e diventare per queste un’attrazione turistica. Tanti i carnevali italiani famosi: Venezia, Viareggio, Sciacca, Ivrea, Putignano.


gennaio 2012

17

Cronaca delle Marche

LE IN ITALIA I

FANO

l primato del Carnevale italiano più antico spetta a Fano, il primo documento conservato presso l’archivio storico comunale in cui sono descritti i festeggiamenti carnevaleschi risale al 1347. Ha sicuramente un fascino indiscutibile ed un coinvolgimento totale con sfilate di carri allegorici realizzati in cartapesta dai maestri carristi, gruppi folcloristici, spettacoli per bimbi, previste anche sfilate di mini carri, animazione e laboratori, spettacoli pirotecnici. Caratteristica del Carnevale di Fano è il getto, lancio dei dolciumi dai carri che la gente attende a mani levate, quest’anno in collaborazione con la Perugina (autore dei manifesti dei baci fu un grafico fanese del 900). Le sfilate dei carri si concludono con il giro della luminaria, una festa di luci e colori con i carri che si illuminano nel buio e la “Musica Arabita”, uno spiritoso complesso musicale.

La sfilata, prevede 3 momenti: il primo passaggio in cui vengono presentati i carri, durante il secondo giro è previsto il getto ed il terzo è il famoso giro della luminaria. I carri sono preceduti da un carro con il Pupo, in dialetto “Vulon” si tratta di una maschera che rappresenta sotto forma di caricatura i personaggi più in vista della città e rappresenta una lunga tradizione nella storia del Carnevale di Fano; l’ultimo giorno il “Vulon” viene condotto nella piazza cen-

trale su un rogo e le sue fiamme pongono fine al Carnevale. Fano è la “città del Carnevale” per eccellenza, che coinvolge l’intera città in una serie di iniziative, è uno dei pochi Carnevali con ingresso gratuito ed è la più grande manifestazione carnevalesca della regione Marche. Redazionale

D o m e n i c a 5-12-19 febbraio 2012 INGRESSO GRATUITO Sfilate di carri allegorici gruppi folcloristici musicali mascherate getto di 200 quintali di dolciumi

dalle ore 15:00 suggestiva luminaria e spettacolo pirotecnico Viale Gramsci e zona Pincio


18

Cronaca Nazionale

gennaio 2012

Sud rimane sud ..... A CATANZARO

L

a vertenza Phonemedia giunge all’epilogo. Una truffa da 60 milioni di euro pagata solo dai lavoratori. È quanto afferma, in una nota, la Slc Cgil Calabria.

Il 31 dicembre, di questo triste e oramai concluso anno, per oltre 1500 lavoratrici e lavoratori calabresi rappresenta la fine della loro esperienza lavorativa in quella che figurava come una tra le aziende private più grandi della nostra regione. Con oltre 2500 dipendenti tra Vibo Valentia e Catanzaro, le 3 aziende calabresi del

dei contribuenti. Una storia fatta di illusioni, speranze, prospettive fugaci, conclusasi, seppur con ampio preavviso, nel peggiore dei modi. L’inizio del nuovo anno per circa 1500 famiglie calabresi significherà vedere i propri cari andare a riempire le interminabili liste di disoccupazione, subissando di ulteriori 1500 persone il già stracolmo elenco sconfinato di calabresi senza un posto di lavoro. Seppur atteso questo istante, seppur consapevoli di essere parte di una vertenza già estinta circa due anni fa, l’ufficialità, quel pezzo di carta che ha formalizzato la fine, ha comunque rappresentato un brutto colpo per gli oramai ex lavoratori delle aziende Multivoice, WCCR e Soft4Web. Eppure, quella di Phonemedia non è solo una storia di call center in crisi: è l’ennesimo caso di multinazionale che viene nel Mezzogiorno ad attaccarsi alla mammella dei finanziamenti pubblici. Già, perché erano lo Stato e l’Unione europea a pagare una parte degli incentivi per mantenere il lavoro. Un’azienda che ha giocato per anni sulla pelle dei lavoratori per incamerare soldi pubblici col ricatto occupazionale. Una truffa consumata ai danni di impiegati costretti a “produrre, produrre, produrre” per avere in cambio un salario misero. Lavoratori usati e gettati senza ritegno perché «bisogna vendere... vendere... essere competitivi».

Un capitalismo di rapina fatto di scatole cinesi (ben sei) costituite per arraffare danaro. Per poi esternalizzare, delocalizzare, spostare la produzione all’estero. Spremendo altri lavoratori, in altri sud del mondo. Una truffa da 34 milioni di euro. Il business di Phonemedia è rappresentato sopratUn’azienda che aveva già manifestato la sua scarsa se- tutto dalla formazione. Nel sito di Catanzaro, ad esempio, rietà dagli albori, quando priva di commesse rilevanti e di l’ingente guadagno proviene dai finanziamenti per l’assunprospettive industriali aveva fatto razzia di fondi pubblici zione dei lavoratori svantaggiati e da progetti regionali per per la formazione. Un’azienda privata, quindi, ma che di la formazione, erogati senza che nessuno vigilasse sul loro investimenti reali e concreti nel territorio calabrese ne ha effettivo utilizzo. Solo nel 2008, per 680 lavoratori a Cafatti ben pochi, ma che in realtà ha razziato e depredato tanzaro e 170 a Vibo, entrarono nelle casse della società speranze e prospettive di migliaia di lavoratrici e lavoratori, ben undici milioni. Come al solito il Sud rimane Sud. oltre che saccheggiato e devastato milioni di euro di soldi Salvatore Maria Loprete gruppo Phonemedia sicuramente rappresentavano un’importante realtà produttiva per la regione. Un così imponente gigante, rivelatosi con il tempo dai piedi di argilla, sgretolatosi sul finire del 2009 come neve al sole.


gennaio 2012 8

19


gennaio 2012

20

Foto

Gi

o l al

romanzo

P

er arricchire e rendere più interessante la nostra rivista e coinvolgere ulteriormente voi lettori, abbiamo pensato di proporvi anche una storia raccontata con parole e immagini, cioè un fotoGIALLOromanzo che vi sorprenderà! Che cosa si intende però per fotoGIALLOromanzo? Come potete leggere nel box informativo, a partire dagli anni ’60 il fotoromanzo era rosa e narrava vicende amorose e passionali a lieto fine dedicato soprattutto ad un pubblico femminile. Invece con questa nuova definizione si intende sempre rappresentare dei fotoromanzi, ma i soggetti da rosa quali erano, ora diventano dei gialli e da un lato vi ricorderanno i romanzi del genere, anche se oltre alle parole potrete vedere le immagini, e dall’altro saranno come delle fiction poliziesche che invece di essere televisive, sono cartacee. Dal prossimo numero avrete dunque modo di seguire “Operazione antidroga” che, pur mantenendo e sfruttando le caratteristiche principali del genere, rappresenta sotto diversi punti di vista un ribaltamento dei codici prestabiliti. Vista la nostra innovazione, oltre a chiamarsi fotoGIALLOromanzo, la storia vi sarà raccontata da attori non professionisti perché anche in questo vogliamo dare spazio alla gente comune in cui il lettore può identificarsi. Fermo restando che la pubblicazione sarà a puntate, concatenate le une alle altre secondo una successione temporale, il ruolo di rilievo della protagonista e l’intreccio a tinte forti arricchito con un discreto numero di personaggi, situazioni, colpi di scena e inaspettati capovolgimenti, vi terranno avvinti e interessati, oltre che coinvolti emotivamente. Le sue potenzialità espressive le sfruttiamo e l’intrattenimento è garantito.

Alessia Katini LA STORIA del fotoromanzo «Il fotoromanzo è un tipo di racconto per immagini in cui i personaggi sono rappresentati da attori veri, specialmente del cinema. Il racconto è costituito da fotografie scattate su un set simile a quello cinematografico. Per questo è spesso definito un film statico». Questo è quanto si legge in wikipedia alla voce fotoromanzo. Vediamo un po’ di storia… Il fotoromanzo è un’invenzione italiana, nata a metà degli anni 40, cioè in pieno dopoguerra, che con pubblicazioni come Sogno e Bolero riveste un ruolo importante, anche didattico, insegnando a leggere a molte ragazze italiane con tematiche prevalentemente “rosa” e di narrativa popolare. A partire dagli anni ’60 il genere si sviluppa anche al di fuori del nostro Paese, fino ad arrivare negli Stati Uniti, facendo nascere una vera industria del genere. Successivamente, negli anni ’70, la tecnica dell’uso del colore rivoluziona il concetto stesso di fotoromanzo inteso come racconto per immagini. A partire dalla seconda metà degli anni '80, forse anche a causa dello sviluppo di un nuovo tipo di prodotto commerciale (quello televisivo), l’importanza del fotoromanzo comincia a diminuire. Attrici del calibro di Laura Antonelli e Francesca Dellera devono la loro nascita grazie ai loro inizi avvenuti proprio all’interno di questo genere.

NON PERDETEVI ... nel prossimo numero il Foto

Giallo

Romanzo


gennaio 2012

21

Salve, siamo i grafici di Nuova Idea e del fotogialloromanzo che usciranno a partire dal prossimo numero. Sei una studentessa o uno studente? Sei un’impiegata o un impiegato? Qualsiasi lavoro tu faccia, se vuoi diventare un’attrice o un attore...

La rivista mensile L’ATTORE POTRESTI ESSERE TU!

Inviaci le tue foto e un curriculum e sarai chiamata/o al più presto e parteciperai ad un casting preselettivo... Perchè noi scegliamo gente comune


22

I protagonisti del Foto

Giallo

romanzo

Patrizia Formaro

Vanessa Tarantino

Simona Formaro Simona Katini

Anna Brocchini

gennaio 2012

Alessia Katini


gennaio 2012

Cronaca delle Marche

RIVIERA ADRIATICA: FANO

23

APPELLO............ ........ILLUSTRISSIMO SIG. SINDACO “STEFANO AGUZZI”

F

ano, una delle località balneari più rinomate e più frequentate della riviera, che ogni anno richiama flussi enormi di turisti per i suoi litorali che sono considerati anche adatti alle famiglie. A Fano, che dal 1989 viene riconosciuta la bandiera blu, testimonianza di mare pulito ed elevata qualità della vita, ma come è possibile che il suo lungomare, sia così trascurato da essere ridotto in queste condizioni? Abbiamo ricevuto svariate segnala-

zioni dai cittadini, tranquillizzati da noi, che sicuramente avremmo segnalato un intervento al Sindaco della città. Le foto si riferiscono alla zona Sassonia e mostrano incuria e degrado. Innanzitutto a doppio senso di viabilità stretta, crea notevoli disagi nel caso in cui due macchine si incro-

ciano, o peggio ancora nel periodo estivo l’incontro di due camper, allora perché non pensare di allargarla? Per non parlare poi della poca sicurezza e degli infortuni a cui va incontro il ciclista o chi ha la fortuna di poter praticare jogging. Il manto stradale è coperto da buche anche enormi, insidiose appunto per biciclette, anziani o bambini che desiderano fare una passeggiata sul meraviglioso lungomare. Perché non intervenire con una corretta manutenzione stradale e una messa in sicurezza?

Incuria, sporcizia, è una situazione imbarazzante oltreché pericolosa per i cittadini e per i turisti abituali e non, che ogni anno visitano la nostra meravigliosa città ed il suo mare. Allora Sig. Sindaco (è ritenuto uno dei migliori amministratori negli ultimi 10 anni) ci rivolgiamo a Lei (sicuri) del suo intervento, non pensa che si possa intervenire per consegnare ai fanesi ed anche ai turisti, un lungomare degno della città? I cittadini lo meritano e lo aspettano. Redazionale

PANE - PIZZA e DOLCI via S.Anna, 165 - LUCREZIA Tel. e Fax 0721.897458


24

Cronaca Nazionale

gennaio 2012

MINUTO X MINUTO 22:06 - Il primo allarme. I carabinieri di Prato contattano la Capitaneria di porto di Livorno. La madre di una passeggera ha riferito di problemi a bordi di una nave da crociera Costa: durante la cena il soffitto del ponte sul ristorante è caduto ed è stato dato l’ordine di indossare i giubbotti di salvataggio. I carabinieri chiamano la passeggera che conferma l’accaduto. Il primo allarme, dunque, viene lanciato da una passeggera, non dall’equipaggio. 22:14 - “Solo un blackout”. La capitaneria contatta la Costa Concordia chiedendo ragguagli. L’ufficiale che risponde parla di un blackout che va avanti da 20 minuti, ma sostiene che tutto si risolverà in breve. Nega il cedimento del soffitto e l’ordine di indossare giubbotti salvagente. 22:16 - La motovedetta della Finanza. La motovedetta G104 della Guardia di Finanza si offre di portarsi presso la nave. La Capitaneria di porto risponde affermativamente. La G104 sarà determinante per il coordinamento delle operazioni di soccorso. 22:17 - Il dubbio. La Capitaneria di porto esprime dubbi sul fatto che il problema della Concordia sia limitato a un blackout: “Potrebbe avere ben altre problematiche”. 22:26 - La prima ammissione. La Capitaneria di porto insiste e richiama la nave. Risponde il comandante Francesco Schettino, che finalmente riferisce di una falla aperta sul lato sinistro della nave. Secondo Schettino, non ci sono feriti e la Concordia ha bisogno solo di un rimorchiatore. Ciò nonostante, la Capitaneria ordina immediatamente a tutte le navi presenti in zona di raggiungere il luogo dell’incidente. 22:44 - “La nave è arenata”. La motovedetta G104, arrivata sotto la nave, aumenta il livello di allarme: la Costa Concordia è arenata sul fianco destro. A questo punto l’operazione di soccorso e di recupero dei passeggeri è in pieno svolgimento. Arrivano in continuazione le comunicazioni di unità sul posto. Ancora nessuno riferisce di persone in mare. 22:45 - “Non è vero, navighiamo”. La Capitaneria contatta il comandante, che nega: “La nave è in galleggiamento e sta navigando”. Vuole portarsi sottocosta per gettare l’ancora. 22:48 - Scatta l’emergenza. La Capitaneria chiede alla Concordia se vo-

IL CON

gliono ordinare l’abbandono nave. La risposta è: “Stiamo valutando”. A queste parole, la Capitaneria inizia le procedure per l’accoglimento di eventuali naufraghi e invia elicotteri di soccorso. 22:58 - “Abbandonate la nave”. Schettino, contattato di nuovo dalla Capitaneria, comunica di aver disposto l’abbandono nave utilizzando le scialuppe di salvataggio della Concordia. 23:23 - “Ci stiamo inclinando”. Dalla Concordia riferiscono di avere un “grosso sbandamento sul lato di dritta”: la nave si sta inclinando su un fianco. Chiedono se è possibile essere tirati dal lato sinistro. Nessuna nave sul posto è in grado di soddisfare una richiesta del genere. Nel frattempo, alla Capitaneria arrivano le comunicazioni di decine di navi che stanno convergendo sul Giglio per dare una mano. 23:37 - “Ancora 300 a bordo”. Schettino, contattato dalla Capitaneria, dice che a bordo ci sono ancora 300 persone da sbarcare. Un dato che viene confermato anche dalla motovedetta della Finanza. 00:05 - Migliaia di naufraghi. La Capitaneria prova a contattare via filo il comandante a bordo della Concordia. Nessuno risponde. Nella mezz’ora successiva, in un crescendo di comunicazioni, la Capitaneria apprende di persone in acqua, scialuppe in difficoltà, naufraghi imbarcati sulle moto-

navi. La prefettura di Grosseto spiega che l’Isola del Giglio non può ospitare più di tremila persone e i naufraghi saranno trasferiti sulla terraferma. 00:34 - Schettino sulla scialuppa. Il comandante Schettino ammette di trovarsi a bordo di una scialuppa “lato dritto” e comunica di vedere “tre persone in acqua”. 00:36 - A bordo anziani e bambini. La motovedetta G104 chiede con urgenza elicotteri per recuperare “70/80 persone tra anziani e bambini” che sono bloccate a bordo. 00:42 - “Torni a bordo!”. Schettino riferisce che tutti gli ufficiali si trovano con lui su una scialuppa. Il comandante De Falco ordina che risalgano a bordo per coordinare lo sbarco dei passeggeri. Nel frattempo, la Capitaneria fa scendere sulla nave un aerosoccorritore che individua 100 persone ancora a bordo e cerca di farle spostare perché possano essere recuperate dagli elicotteri. 01:15 - Allarme inquinamento. Primo contatto con il ministero dell’Ambiente per l’invio di una unità navale anti inquinamento. 01:46 - De Falco insiste. A un’ora di distanza dal primo richiamo, Schettino non è ancora tornato a bordo. De Falco insiste: “Risalga tramite la biscaglina e ci faccia avere un resoconto della situazione”. Intanto si prepara l’invio dei vigili del fuoco sulla nave. La Capitaneria cerca di contattare ripetu-


gennaio 2012

Cronaca Nazionale

tamente l’aerosoccorritore, l’unico in grado di riferire il numero di persone ancora a bordo. 02:53 - “Schettino sta andando in porto”. I finanzieri della motovedetta G104 salgono a bordo della Concordia tramite la biscaglina e riferiscono che invece il comandante Schettino è ancora sulla scialuppa diretto in porto. 03:05 - Le prime vittime. La motovedetta della Finanza comunica le prime vittime: “Da bordo dicono di avere 5 feriti e 3 defunti”. 03:17 - Schettino fermato dai carabinieri. Schettino è sbarcato al Giglio. I carabinieri dell’isola comunicano di averlo “isolato senza ammanettarlo”. 03:56 - Il dramma a bordo. L’aero-

25

soccorritore lancia un nuovo allarme: L’allarme non è cessato, anzi. I vigili 50 persone sono ancora a bordo. Si del fuoco, da bordo, comunicano: “Le trovano a poppa, mentre i soccorritori condizioni di ricerca sono difficili”. e i sub sono a prua per aiutare una persona fratturata. 04:31 - Torna un ufficiale. De Falco ordina che un’unità prelevi dal porto uno degli ufficiali della Concordia e lo riporti a bordo della nave. 04:46 - La prima lista. Il trasbordo dei naufraghi è terminato, ma sarà necessaria un’ispezione approfondita della nave per capire se a bordo ci sia ancora qualcuno. L’armatore Costa fornisce la prima lista ufficiale di passeggeri e membri dell’equipaggio: sono 4754 persone. 06:15 - Si profila la tragedia. E’ l’alba. Soccorsi della nave Concordia

CORDIA

Art. 1097 codice della navigazione Abbandono di nave o di aeromobile in pericolo da parte del comandante

Il comandante, che, in caso di abbandono della nave, del galleggiante o dell’aeromobile in pericolo, non scende per ultimo da bordo, è punito con la reclusione fino a due anni. Se dal fatto deriva l’incendio, il naufragio o la sommersione della nave o del galleggiante, ovvero l’incendio, la caduta o la perdita dell’aeromobile, la pena è da due ad otto anni. Se la nave o l’aeromobile è adibito a trasporto di persone, la pena è da tre a dodici anni.

Immagine dello squarcio di 70 m della Costa Concordia, lato sinistro della poppa


26

Cronaca Nazionale

Conversazione tra De Falco e Schettino

gennaio 2012

Rotta corretta Rotta effettuata

De Falco Gregorio

De Falco: Pronto, sono De Falco da Livorno, parlo con il comandante?. Schettino: Sì, buonasera comandante De Falco. De Falco: Mi dica il suo nome per favore. Schettino: Sono il comandante Schettino, comandante De Falco: Schettino? Ascolti Schettino. Ci sono persone intrappolate a bordo. Adesso lei va con la sua scialuppa sotto la prua della nave lato dritto. C’è una biscaglina. Lei sale su quella biscaglina e va a bordo della nave, va a bordo della nave e mi riporta quante persone ci sono. Le è chiaro? Io sto registrando questa comunicazione, comandante Schettino.... Schettino: Allora, comandante le dico una cosa... De Falco: Parli a voce alta, a voce più alta. Metta la mano davanti al microfono e parli a voce più alta, chiaro?. Schettino: Comandà, in questo momento la nave è inclinata.... De Falco: Ho capito. Ascolti: c’è gente che sta scendendo dalla biscaglina di prua. Lei quella biscaglina la percorre in senso inverso, sale sulla nave e mi dice quante persone e che cosa hanno a bordo! Chiaro? Mi dice se ci sono bambini, donne o persone bisognose di assistenza e mi dice il numero di ciascuna di queste categorie. E’ chiaro? Guardi Schettino che lei si è salvato forse dal mare ma io la por-

Schettino Francesco

to... veramente molto male... le faccio passare l’anima dei guai. Vada a bordo, cazzo! Schettino: Comandante, per cortesia... De Falco: No, per cortesia... lei adesso prende e va a bordo. Mi assicuri che sta andando a bordo.... Schettino: Io sto andando qua, con la lancia dei soccorsi, sto sotto qua, non sto andando da nessuna parte, sono qua... De Falco: Che sta facendo comandante? Schettino: Sto qua per coordinare i soccorsi... De Falco: Che sta coordinando lì? Vada a bordo. Mi coordini i soccorsi da bordo. Lei si rifiuta? Schettino: No no, non mi sto rifiutando... De Falco: Lei si sta rifiutando di andare a bordo comandante?? Schettino: No, no... De Falco: Mi dica quale è il motivo per cui non ci va? Schettino: Non ci sto andando perché ci sta l’altra lancia che si è fermata.... De Falco: Lei vada a bordo, è un ordine. Lei non deve fare altre valutazioni. Lei ha dichiarato l’abbandono nave, adesso comando io. Lei vada a bordo. E’ chiaro? Schettino: Comandante... De falco: Non mi sente? Vada, mi chiami direttamente da bordo. C’è il

mio aerosoccorritore lì. Schettino: Dove sta il suo soccorritore? De Falco: Il mio soccorritore sta a prua. Avanti. Ci sono già dei cadaveri Schettino. Avanti. Schettino: Quanti cadaveri ci sono? De Falco: Non lo so.. Uno lo so. Uno l’ho sentito. Me lo deve dire lei quanti ce ne sono, Cristo! Schettino: Ma si rende conto che qua è buio e qui non vediamo nulla .... De Falco: E che vuole tornare a casa Schettino? E’ buio e vuole tornare a casa? Salga sulla prua della nave tramite la biscaglina e mi dica cosa si può fare, quante persone ci sono e che bisogno hanno. Ora. Schettino: Comandante, sono assieme al comandante in seconda... De Falco: Salite tutti e due allora. Come si chiama il secondo? Lei e il suo secondo salite a bordo, ora. E’ chiaro?. Schettino: Comandà, io voglio salire a bordo, semplicemente che l’altra scialuppa qua... ci sono gli altri soccorritori, si è fermata e si è istallata lì, adesso ho chiamato altri soccorritori.... De Falco: Lei è un’ora che mi sta dicendo questo. Adesso va a bordo, va a bordo. E mi viene subito a dire quante persone ci sono. Schettino: Va bene comandante. De Falco: Vada, subito.


gennaio 2012

Cronaca Nazionale

ESCLUSIVO: DE FALCO

Gregorio De Falco, capo della Capitaneria di porto di Livorno racconta cosa è successo la sera in cui la nave Concordia ha avuto l'incidente. "La mia vocazione è il soccorso e non sono soddisfatto se non porto tutti a casa, purtroppo ci sono stati morti" "Non è la prima volta che i comandanti di navi, in situazioni di difficoltà, tendono a sminuire e ad essere per così dire silenziosi e reticenti". A parlare è Gregorio De Falco, capo della sezione operativa della Capitaneria di porto di Livorno, quasi vent'anni di esperienza alle spalle. Pare incredibile ma più di un comandante, quando si trova in affanno, tende a sminuire la gravità della situazione a cui si trova di fronte. Proprio come ha fatto Francesco Schettino, comandante della Concordia, la nave naufragata al Giglio: di

“Si capiva dal tono che il capitano mentiva” fronte alle telefonate e alle ti dei morti". Insieme a lui, domande incalzanti di De in sala operativa, c'erano Falco e dei militari della il capoturno, un operatore Guardia costiera di Livorno radio, l'operatore dell'appache gli chiedevano che cosa recchiatura Port approach stesse accadendo a bordo, control (Pac), l'ufficiale di Schettino più volte ha rispo- ispezione e l'ufficiale opesto che era tutto a posto e rativo, De Falco appunto. che c'era solo un guasto Una vera e propria catena elettrico. E invece la nave di comando. già imbarcava acqua per Cosa è successo quella aver urtato una scogliera. sera? Di origini napoletane, De "Nella nostra sala operatiFalco s'è arruolato in Mari- va abbiamo una complessa na nel settembre del 1993 strumentazione che ci pered è arrivato in città nel mette di monitorare le navi 2005. Venerdì sera era a passo dopo passo. È quelcapo della sala operativa lo che abbiamo fatto dopo della Capitaneria e coordi- che ci è arrivato l'allarme da nava un team di cinque per- una passeggera della Consone, "il migliore che potessi cordia, tramite i carabinieri. avere - dice De Falco emo- E così ci siamo accorti che zionato - cio nonostante la nave era molto vicina alla non siamo riusciti a portare costa, che stava rallentando a termine fino in fondo il no- e già procedeva a velocità stro dovere, quello di salva- molto lenta. Inoltre, il fatto re tutti. La mia vocazione è che il comandante parlasse il soccorso e non sono sod- di guasto elettrico non tordisfatto se non porto tutti a nava con l'invito ai passegcasa. Purtroppo ci sono sta- geri di indossare i giubbotti

27

di salvataggio. Un comandante serio non può far preoccupare inutilmente i suoi passeggeri facendo loro indossare i giubbotti se non è necessario". Da cosa avete capito che il comandante della Concordia stava mentendo? "Più delle parole ci ha preoccupato il tono. Per questo abbiamo approfondito la cosa. Siamo abituati ad andare a fondo alle questioni". Quale è stato il ruolo della Capitaneria? "Abbiamo fatto solo il nostro dovere, cioè portare a regime il soccorso. La Capitaneria è un'istituzione sana, bellissima, semplice: io sono innamorato del lavoro che faccio". Lei ha usato toni duri e decisi nei confronti del comandante. "Posso solo dire che il nostro scopo in quel momento era quello di mettere tutti al sicuro: era questa la nostra unica priorità".


28

gennaio 2012

Nazionale

ANNUNCI GRATUITI OFFRO

ELETTRONICA

VEICOLI

Mini cooper 1300 8.000 € Venditore: Privato Anno: 1990 Km: 104000 Benzina, Trasm.: Manuale nera/bianca, iscritta Asi, completamente restaurata sia esternamente che internamente, sedili in pelle, cerchi 13, pack sport, carburatore weber 40, motore revisionato, scarico completo modificato. Telefona al: 3297205742

Imac g5 350 €, IMac g5 con schermo da 17 pollici dotato di processore Power PC a 1,8 GHz con unità ottica perfettamente funzionante, disco rigido da 160 GB, memoria RAM da 2 GB, scheda WI-FI, 3 porte USB 2.0, 2 porte FireWire, VGA composito, Airport, altoparlanti stereo, connettore Ethernet 10/100 sistema operativo installato Leopard. Viene fornito con mouse e tastiera e scatola originale. Telefona al: 3465116136

Mercedes A 180 CDI elegance Comune: Montegranaro (Fermo) Modello: Mercedes-Benz Classe A Anno: 2007 Km: 68000, Diesel Trasm.: Manuale, immatricolata 27 dicembre 2007, perfetta, valuto permuta. 3358388025 / 0734891169 nazziconiauto@libero.it Ducati monster 696+ 5.000 € Modello: Ducati monster 696 plus con kit scarichi (termignoni inox) centralina, filtro ducati performance portatarga corto cavalletto fisso e includo tutti i pezzi originali sempre tagliandi ducati, batteria nuova, bollo pagato fino a maggio 2012, sempre box mai pista. Vendo causa scarso utilizzo. Telefona al: 3479386147

Nike Total 90 Shoot III x h.80 con segni di usura per bar con 2 stecche e lampada tripla originale prezzo 25 € Comune: Bresso (Milano) Vendo un paio di Nike Total 90 Shoot III come da inserzione 1100 euro possibilità di fornire/sostituire il tappeto nuovo pre- (misura 42,5) a 25euro. Usate solamente una volta. Le vendo perchè sono troppo montato con ulteriori 500 euro A disposizione per ulteriori info possi- grandi. Se interessati contattatemi tramite e-mail: hbk_78@hotmail.it bilità di rilasciare regolare fattura. n.b. il trasporto e il montaggio nel raggio di 50/100 km. lo organizziamo noi! si offre e pretende massima serietà Scambio perseo da polso Telefona al: 3924425795 120 € Comune: Castelfidardo (Ancona) Scambio orologio perseo con orologio da taschino, sempre (perseo) il mio perseo carica manuale bellissimo esemplare per chi ama il vero e classico orologio da collezionare posso anche scambiare con orologio perseo da taschino, telefona al: 3389046718

OGGETTISTICA

SPORT Panca multifunzione 140 €, Comune: Pesaro (Pesaro / Urbino) Panca multifunzione seminuova ottima Blackberry 8700 40 €, caricabbatteria compreso e cu- per sviluppo muscolare di tutto il corstodia in pelle. funzionante con scheda po, usata veramente poco telefona al: sim...ma il telefono pò essere sbloccato. 3483969686 Telefona al: 3472230660

IMMOBILIARE

Ibanez btb 205 150 € Comune: Ascoli Piceno (Ascoli Piceno) Vendo per esubero strumentazione basso in ottime condizioni, invio foto solo ad interessati, prezzo non trattabile, spese di spedizione a carico dell acquirente. no scambi no permute Telefona al: 3402213431

Cedesi avviato negozio abbigliamento Macerata. Negozio con arredamento e merce, di abbigliamento, pelletteria, argenteria, bigiotteria, zona centrale mq 18 affitto mensile 235 euro scadenza contratto locazione 2017 tel 3471777760 ARREDAMENTO E MERCE 15000 EURO. Telefona al: 3471777760

OPEL Corsa 1.3 CDTi 90CV Sport 9.880 €, Modello: Opel Corsa Anno:2009, Km: 50000, Diesel, Trasm.: Manuale, Tipo: Berlina, Potenza: 66 kW (90 CV), Colore: Nero, Climatizzazione: Climatizzatore manuale, Numero di porte: 2 o 3, Metallizzato, Cerchi in lega, Chiusura centralizzata, Alzacristalli elettrico, Antifurto Immobilizer, Servosterzo, ABS, ESP, Filtro antiparticolato Ulteriori accessori: Lettore CD, Fendinebbia, Cronologia tagliandi, Controllo trazione, Climatizzatore, BoardcompuTavolo biliardo stecca carambola ter, Autoradio, Airbag Passeggero, Ai1.100 € Comune: Fano (Pesaro / Urbirbag laterali, telefona al: +393356668470 no) Ex bar cede per chiusura attività n. 2 tavoli da biliardo e stecca regolamentari professionali, n.1 biliardo boccetta con Moto Suzuki buche italiana completo di lampadario 2.000 €, Modello: Suzuki gsxr 600, 105 triplo, piano riscaldato, bocce, birilli, secv, anno 1997, km 39.500, marmitta gnapunti manuale e segnapunti digitale completa arrow, perfetto stato. misure 310 x 175 x h. 78 perfetto belTel. 3316020323 lissimo come nuovo oggetto di valore si offre assistenza per montaggio e trasporScooter Yaling km circa 4500 x qualsiasi informazione to prezzo 3500 euro, n.1 tavolo biliardo da stecca carambola misure 145 x 255 telefonare al numero 3296180317

Attività di Ristorante-Country House Causa irrinunciabile offerta di lavoro all’estero, cedesi gestione di avviata attività di ristorante - country house a prezzo introvabile. Telefona al: 3667155849

Phantom f12 50cc 450 € phantom 50cc in ottime condizioni, mai incidentato monta i pezzi originali, vendo per inutilizzo. Per altre foto o informazioni chiamatemi. Il prezzo è trattabile, telefona al: 3272839127

VARIE

Scarpe calcio n.40 e 2/3 mizuno 12 € Comune: Porto San Giorgio (Fermo) Vendo scarpe calcio marca mizuno numero 40 - 41. praticamente nuove, svendo per inutilizzo. ritiro in zona o, se volete, spedisco. le spese di spedizione + 7 euro. Telefona al: 3398177877

Affitto monolocale arredato 400 € Comune: Bergamo (Bergamo) Appartamento, Locali: 1, Mq: 40, arredato, Cell 3484925475, classe g, ipe. 199.97 Affitto 700 €, Comune: Milano/San Siro/Fiera, Appartamento, Locali: 1, Mq: 35, Ristrutturato, arredato. Prezzo mensile spese condominiali incluse. CE G 156,22 KWH/MQA. Telefona al: 024987902 Bilocale arredato Ristrutturato sito a 100mt. dalla mm Pasteur (linea rossa) in stabile ben abitato con portineria. L’appartamento si trova al 1° piano ed è composto da: ingresso,

Per inserire GRATIS il tuo annuncio su NUOVA IDEA, compila il form sul sito www.nuovaidea.eu e (dopo averlo visionato e approvato ai sensi della legge) in breve sarà pubblicato!

annuncigratuiti@nuovaidea.eu


gennaio 2012 soggiorno con cucina a vista e balcone, bagno e camera da letto matrimoniale. Canone pari a Euro 620 mentre le spese condominiali sono pari a Euro 130 e comprendono anche il riscaldamento. Contratto regolare 4+4, minimo di permanenza 2 anni, richiesti 3 mesi di cauzione e pagamento dell’affitto mensile. Telefona al: 3334679477

OFFRO LAVORO

Ragazze immagine bella presenza Comune: Civitanova Marche (Macerata) Contratto: Temporaneo, Discoteca club, seleziona ragazze immagine per feste a tema il sabato sera , retribuzione a fine serata, si richiede professionalità altezza minima 172, chi fosse interessata può inviare foto e contatti, gradita esperienza. lhcgroup2010@gmail.com Selezioniamo Segretaria Comune: Grottammare (Ascoli Piceno), Contratto: Progetto, Agenzia di vendita sita in San Benedetto del Tronto, seleziona segretaria con mansione di inserimento dati, Ottima conoscenza pacchetto Office e Windows. Età massima 27 anni Madrelingua italiana, Ottimo utilizzo del computer e velocità di scrittura con la tastiera. Dinamismo e propensione all’apprendimento. Titolo di studio: diploma di maturità. Zona di lavoro: San Benedetto del Tronto. Inviare cv via email o contattare il numero: 0735/430008. Impiegato/a Azienda Commerciale settore Cosmetica ricerca impiegato/a commerciale con mansioni di relazione con la propria clientela per lo sviluppo del proprio portafoglio clienti e di sostegno alla rete vendita. Sede di lavoro è JESI (AN). Il candidato ideale è laureato con esperienze di lavoro aziendale, con capacità di relazioni interpersonali e disposto a lavorare in team. Si richiede disponibilità immediata e full-time. Inviare il C.V. a info@emyluna.it cuoco Pizzaiolo e camerieri per nuova apertura su Salò. Ristorante e pizzeria, telefona al: 3401529998 Comune: Salò (Brescia)

CERCO LAVORO

29

Nazionale di Ancona e provincia....SONO AUTO- costruire una relazione felice e leale e MUNITO E HO GIA’ FATTO VOLAN- poi, magari, una famiglia! Ag. Meeting TINAGGIO PER ALTRE 2 AZIENDE.. Alba - Tel. 0173/229140 Dunque per chi avesse bisogno puo’ contattarmi al 3319888435 MAURO... GRAZIE MARCO, 40 ANNI, IMPIEGATO E ALLENATORE DI CALCIO PER BIMBI! Scopo Matrimonio/Convivenza 37ENNE Sesso Uomo Serio, distinto, bella presenza, cerca Ciao, sono MARCO, ho 40 anni, sono compagna residente a Monza e zone li- celibe e sono impiegato. Adoro i bambimitrofe, per seria relazione finalizzata ni e alleno una squadra di calcio. Cerco alla convivenza/matrimonio. Graditi sms una ragazza socievole, sensibile e dolce Cell.329-9083496, Nazione:Italia Pro- con cui instaurare una seria relazione di vincia: MILANO coppia per costruire una famiglia! Ag. Meeting Alba - Tel. 0173/229140 SONO SENSIBILE E PREMUROSO MATTEO, 29 anni, celibe, ingegnere di ROBERTO, 37 ANNI, professione. Cerco di vivere la mia vita GIORNALISTA al massimo inseguendo i miei sogni. Scopo Matrimonio/Convivenza Altrimenti che senso avrebbe? Spero Sesso Uomo di poter costruire un rapporto duraturo Mi chiamo ROBERTO, ho 37 anni. Ho con una ragazza sincera e comunicativa. una laurea in filosofia, un lavoro per un Sono sensibile ed attento. Sono premuro- noto quotidiano, una sana passione per la so e cerco di dare il meglio quando vivo musica e per il teatro. In apparenza non una relazione. Insomma, provo ad assa- mi manca nulla! Invece si...il mio cuore porare ogni attimo della vita, ma vorrei ha bisogno di essere riempito! Ag. Meefarlo con Te! Ag. Meeting di Alba - tel. ting Alba - Tel. 0173/229140 0173/229140, Nazione:Italia, Provincia: CUNEO, Comune: CUNEO, Cap:12100 SONO LUCA, HO 36 ANNI E Scopo Matrimonio/Convivenza. ADORO LA MUSICA! Scopo Matrimonio/Convivenza OTTIMISTA RAGAZZO 26ENNE Sesso Uomo Ciao! Mi chiamo LUCA ed ho 36 anni, Scopo Matrimonio/Convivenza. Edoardo, 26 anni, ottimista, estroverso. sono celibe, insegno. Mi ritengo una perIn Amore si definisce dolce e romanti- sona buona, generosa, molto dinamica e co..forse inizialmente un pò timido, ma brillante. Amo gli animali anche se non comunque pronto a seguire il suo cuore. ne possiedo, adoro la musica e mi piace Cerca una ragazza semplice come lui, leggere. Vorrei incontrare la Donna della sensibile e desiderosa di formare una mia vita...potresti essere Tu... Ag. Meefamiglia! Ag. Meeting tel. 0173/229140 ting Alba - Tel. 0173/229140 Nazione: Italia, Provincia:CUNEO Comune: BRA, Cap:12042. GIANNI, 35 ANNI, LAUREATO Scopo Matrimonio/Convivenza UNA VITA TRANQUILLA Sesso Uomo Scopo Matrimonio/Convivenza Sesso Donna Ho una vita tranquilla e Ciao, mi chiamo GIANNI, ho 35 anni, serena ma mi manca un compagno che sono celibe, laureato, un pò timido, ma la renda perfetta. Marina 45 anni nubi- molto dolce. Cerco una ragazza seria e la, impiegata, dolce. Se sei un uomo sincera che creda in me, nei valori delromantico, gentile, affettuoso e anche la famiglia, dei figli e del matrimonio. tu hai voglia di innamorarti chiamami al Chiamami! Ag. Meeting Alba - Tel. 3348590740. Nazione: Italia Provincia: 0173/229140 MILANO Cap:20100 HO 33 ANNI E SONO UN RAGAZZO SCHIETTO! SONO MARTINA, HO 29 ANNI E Scopo Matrimonio/Convivenza VOGLIO IL TUO CUORE! Sesso Uomo Scopo Matrimonio/Convivenza Sono un ragazzo schietto e allegro. Sono Sesso Donna Il mio nome è MARTINA, ho 29 anni e molto alto ed ho sempre praticato sport. sono stanca di guardarmi intorno e vede- Lavoro nella scuola e sono molto soddire solo gente che non crede più nei veri sfatto. Ho casa di proprietà ed amo fare valori della vita. Cerco un Uomo che regali. Cerco una ragazza con cui costruvoglia crearsi una famiglia, che abbia ire il mio futuro, sposarci e, magari, metvoglia di una relazione stabile e che sia tere su famiglia. Mi chiamo MATTEO, in grado di donarmi il suo cuore senza ho 33 anni e sono del segno dell’Ariete. remore. Chiamami! Ag. Meeting Alba - Conosciamoci! Ag. Meeting Alba - Tel. 0173/229140 Tel. 0173/229140

ANIME GEMELLE

Ragazzo 25 Salve mi chiamo Daniele di Cingoli, cerco lavoro come idraulico ho esperienza di 1 anno inoltre sono adatto a fare il beby sitter a bambini e il dog sitter poichè amo i bambini e animali. Zone di lavoro Cingoli e Macerata. Inoltre disponibile a lavorare ristoranti possiROBERTA, OCCHI CHIARI E bilmente della zona con turni. Telfonare SORRIDENTI 331 3081977 Scopo Matrimonio/Convivenza Sesso Donna Volantinaggio o distribuzione mate- Roberta ha 27 anni, un buon lavoro, riale pubblicitario è bionda con occhi chiari e sorridenti. Comune: Ancona (Ancona) Cerco lavoro Solare e generosa d’animo, vuole inconpart-time come volantinatore o distribu- trare un Lui serio, affettuoso, responsatore di materiale pubblicitario nella zona bile...un Uomo che, come lei, desideri

Ciao a tutte! Sono Piergianni... 30 anni Scopo Matrimonio/Convivenza Sesso Uomo Sono Piergianni e sono impiegato. Ho 30 anni, gli occhi verdi, un fisico atletico, carattere responsabile e sensibile. Sono davvero stanco di perdere tempo con ragazze frivole e vanitose, vorrei incon-

trare una donna di bella presenza, dolce, curata, che desideri costruire una bella famiglia. Se hai voglia di incontrarmi contatta la Meeting. Ag. Meeting di Alba - Tel. 0173/229140 MIRKO 34 ANNI CELIBE Scopo Matrimonio/Convivenza Sesso Uomo Mi chiamo MIRKO, ho 34 anni e sono celibe. Ho un buon lavoro stabile e la mia bella casetta di proprietà. Dicono di me che ho un bel carattere, sempre allegro e disponibile. Cerco una ragazza che sia sincera e tranquilla per creare una bella famiglia. Spero di conoscerti presto, dipende da te:chiamami! Ag. Meeting Alba - Tel. 0173/229140 Sono GIORGIO ed ho 31 anni! Scopo Matrimonio/Convivenza Sesso Uomo Ciao, mi chiamo GIORGIO, ho 31 anni e lavoro nel settore del mobile. Mi ritengo una persona piacevole, responsabile, affidabile e, nonostante abbia un divorzio alle spalle, sono pronto a mettermi in gioco di nuovo. Chiamami! Ag. Meeting Alba Tel. 0173/229140

CATEGORIE INSERZIONI

ABBIGLIAMENTO ANIMALI ARREDAMENTO AUTO E VEICOLI CESSIONE E RILIEVI CAMPEGGIO CASE AFFITTO, VENDE CASE VILLEGGIATURA CERCO AMICI COLLEZIONI CONCESSIONARI CURIOSITA’ FINANZIAMENTO FOTOTTICA, AUDIOVISIVI GIOCHI ELETTRONICA LAVORO OFFRO, CERCO LIBRI MATRIMONI MESSAGGI PERSONALI NAUTICA SCUOLE SPORT STRUMENTI MUSICALI TERRENI UFFICI VARIE ...ULTIMISSIME


30

CUCINA La ricetta del mese

Spaghetti

profumo di mare

- 300 gr. di spaghetti neri - 250 gr. di vongole - 200 gr. di gamberetti - 200 gr. di polpo - 2 pomodori freschi - 30 gr. di curry - pepe q.b. - 80 gr. di panna - sale q.b. - olio d’oliva q.b. - prezzemolo - uno spicchio d’aglio

R I C E T T A

Oggi vongole! Le vongole sono molto apprezzate e usate nella cucina mediterranea, ma si tratta di molluschi molto delicati che devono essere consumati velocemente: dal momento dell'acquisto si possono tenere in frigorifero non più di un giorno, preferibilmente avvolte in un panno umido e già pulite. Per togliere la sabbia si consiglia di mettere le vongole in acqua salata con sale grosso per almeno 2 ore: in questo modo le vongole spurgheranno. Infine, per ultimare la pulitura, basterà risciacquarle in acqua corrente, strofinandole leggermente con uno spazzolino. Procedimento Mettere l'acqua a bollire in una pentola e salare. Rosolare uno spicchio d'aglio intero in una padella e toglierlo una volta che si è dorato. Aggiungere le vongole dopo averle aperte, il polpo tagliato a pezzettini, il pomodoro a dadini, il sale, il pepe e il curry, e far cuocere il tutto a fuoco medio per 10 minuti circa. A fine cottura aggiungere i gamberetti e cuocere per altri 5 minuti. Nel frattempo, quando l'acqua bolle, buttare gli spaghetti neri e lasciare cuocere 10 minuti. Una volta cotta la pasta, scolarla e metterla nella padella insieme al condimento che si è preparato. Aggiungere la panna, il prezzemolo e amalgamare il tutto. Se necessario unire un po' d'acqua della cottura della pasta e... Buon appetito!

Cruciverba

VERTICALI

1. Pancio Villa combatté per la loro indipendenza 2. Salire con corde e chiodi 3. Segmenti perimetrali 4. La cittadina della Ciociaria in cui era nato Vittorio De Sica 5. Un ottimo formaggio del Piemonte 6. In mezzo alla guaina 7. Iniz. di Dante 8. Furono avversari dei Fiorentini 9. Il nome della Bartoli 10. Una materia plastica 11. Conosciuto 12. Lo dice chi è sorpreso 14. Distingue l’artista 15. La indossano gli astronauti 18. S’installa nell’officina 20. È fra Ventimiglia e Montecarlo 22. Uno storico Filiberto 23. Uno spiazzo del palazzo 24. Scarsamente illuminata 25. Si accendono sulla torta del compleanno 27. Devono quadrare 30. Un locale con i... litri 31. L’immobilità dello sguardo di chi è.. imbambolato 32. È famoso quello di Delfi 36. Il vagone unito alla locomotiva 38. Una pianta rampicante 41. Produce grappoli 44. Ci sono quelli cotogni 45. Le attrici che recitano a gesti 46. La cittadina vicina a Venezia con la stupenda Villa Pisani 48. Il Boone cantante 50. 90 romani 52. Officine Meccaniche 53. Trento

ORIZZONTALI

2. Sono... doppie nell’assillo 4. Lo subisce chi esce dalla retta via 13. Gli sportivi che... devono avere pazienza 16. La lingua di Maometto 17. L’ettometro 19. Si misura alle reclute 21. Una Musa con la lira 22. È caratteristica della persona mingherlina 23. È accanto alla scrivania 25. Iniz. della Cardinale 26. La dannunziana figlia di lorio 27. Succinti, laconici 28. Il “de” scozzese 29. Un legno per i violini 31. Uno che è... nato con la camicia 33. Nobil Uomo 34. La fine della settimana 35. Permettono di spegnere i piccoli incendi 37. Si dividono il patrimonio 39. La... metà d’una coppia 40. Il “pick-up” del giradischi 42. Un grande porto dello Yemen 43. Esercito Italiano 44. Si publica dodici volte all’anno 45. Si forma nel carburatore 47. Il “cigno di Busseto” 48. Firmano con il pennello 49. Indica... quel che fu! 51. Contento 53. Un conquistatore mongolo 54. Senza sottintesi 55. Le vocali in alto

1

2

13

3

4

14

5

6

7

9

10

11

20

26

17

24

25

27

30

34

28

31

35

32

36

39

37

40

43

18

21

23

22

29

12

16

15

19

41

44

45

47

49

8

33 38

42

46

48

50

51

52

53

54

55

.25

31

. 27.

24 23 26 .

28. 30

.32

.

.

29.

36.

.35 .33 .34

. .22

.21

15.

12.

.20

.37 .38

.19 .18

.17

UNIRE con un tratto di penna i punti da 1 a 38

.16

.14 .7 .8 .13 .5 .6 . 11 4. .9

.10

3. .2 .1 Soluzione nel prossimo numero

neri curry e Ingredienti per 4 persone:

gennaio 2012


gennaio 2012


gennaio 2012


nuovaidea n.6