Page 1


vanitose. Pulite. Come l’amore. Immediate. Come il “Sì” sperato. Scegliersi è bello. Questo è l’sms. Scegliersi è una favola. Questo è il senso. È come tornare fanciulli. Un’altra volta. Anzi, è come se l’età andasse all’incontrario, all’indietro. E chi si ama non ha alternative. Perché se si gioca troppo a far calcoli “come gli adulti”, sarà difficile scegliersi. Se si sogna a occhi aperti, invece, come sa fare solo un bambino, sarà lieve il passaggio. Dolce e delicato il vostro “Sì”. “Nuovo Magazine SpoSì”, quest’anno più che mai, è un monumento all’ottimismo e alla fiducia. È il vostro primo vero inventario per il giorno più desiderato, più atteso. Creato e immaginato per voi. Sfogliando ogni pagina, potrete iniziare a costruire, mattone su mattone, quel grande cuore che sarà il vostro focolare.

DI VINCENZO PAT I C C H I O

Tra immagini e parole, potrete innalzare il tetto sicuro dove sognare un domani diverso. Dove guardarsi negli occhi sarà una sinfonia. Dove le carezze e le coccole saranno un’ode all’amore. Disegnare il gran giorno e tutti quelli a seguire è un’emozione da vivere. Una trepidazione da non delegare. Un affare di cuore. Di quelli da vivere obbligatoriamente in due. Da soli. Come da soli vi sussurrerete un “Sì” lungo lungo, bello bello, forte forte. Benvenuti, allora, nel “Nuovo Magazine SpoSì”. Patinato e intrigante. Complice e fedele. Anche quest’anno noi ci siamo perché ci siete

C’è da barrare una casella. C’è da scegliere tra due

voi. Perché a voi pensiamo per un anno intero nella

opzioni. C’è da prendere una decisione importante.

faticosa selezione di aziende che accanto al prestigio

La nostra casa: un cuore rosso. Il nostro tempo: tutta

assicurino serietà, competenza e qualità. E quel

la vita che c’è davanti. Ma anche quella che c’è dietro.

pizzico di leggerezza che non guasta mai.

Quella che ci riconsegna alla memoria del nostro

Non perdetevi nulla. Non lasciate nulla al caso. E

banco di scuola, quando nell’aula da libro “Cuore”,

soprattutto godetevi questi attimi di serenità e di

volavano, sui fogli strappati dal quaderno, le prime

piacere. Immaginatevi sulla soglia di una chiesa.

dichiarazioni d’amore. Quando al bimbo o alla bimba,

Penserete a questo giorno e strizzerete l’occhio a

futuri principe azzurro e principessa rosa, batteva

tutti sicuri di aver organizzato tutto, per tempo e nel

forte il petto in attesa di conoscere la risposta.

modo giusto. Il vostro “Sì” è importante quanto una

“Ti vuoi mettere con me?”. “Ti vuoi sposare con

vita. Di più, quanto due vite. Di più, quanto tutte le

me?”. Domande a bruciapelo. Istantanee. Semplici.

vite che vorrete regalare al mondo. E voi per il primo

Quasi ingenue. Leggere ma incisive. Dipinte

giorno di questa grande storia meritate il massimo.

con colori a pastello, esitanti ma intensi. Calde e

Non lasciatevelo sfuggire. Auguri.

n

5


6


8

Sì SPOSA ITALIA 2013

60

SPOSARSI IN MASSERIA

18

CARLO PIGNATELLI

66

L’OSPITE PRIMA DI TUTTO

24

L’ABITO DEI SOGNI

70

AD OGNI SPOSA IL SUO BOUQUET

40

QUEL CHE NON SI VEDE

74

QUANDO L’INFISSO ARREDA

44

IL DIAMANTE

76

LE IMMAGINI DEL GIORNO PIù BELLO

46

L’UOMO GIUSTO

86

EMOZIONI INTORNO AL MONDO

52

TEMPO DI FESTEGGIARE

90

PASSIONE E COMPETENZA ALLA SCOPERTA DEL MONDO

Le tendenze bridal da Milano verso il mondo Ricerca e innovazione made in Italy Consigli pratici per essere la più bella di sempre La lingerie da indossare il giorno più bello Intervista ad Enrico De Carlo Il look per lo sposo

La cura delle piccole cose

Il fascino chic della ruralità più autentica Intervista a Massimo Di Donfrancesco Creatività e fantasia per sognare tra i fiori

La connessione interni/esterni sfiora il design Scatti d’amore

Per cominciare a sognare insieme

Intervista ad Antonio Crusi

7


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n SÌ SPOSA ITALIA

sì sposa italia fieristico Fieramilanocity, ha offerto la vetrina più ricca e completa in fatto di tendenze e novità. Il salone della sposa quest’anno si è dedicato a quanto c’è di italiano nello stile internazionale, un concetto ampio e profondo che ha ricercato i valori della sartorialità e dell’originalità dettati dal made in Italy anche nelle firme di produzione oltreconfine. ncora una volta giugno si conferma il mese della moda per il settore bridal e Milano ne diventa centro nevralgico. La città cuore della moda lancia in anteprima le tendenze per la moda sposa 2014 in occasione del salone internazionale Sì Sposaitalia Collezioni, imperdibile appuntamento annuale per gli addetti al settore e riferimento assoluto per tutti coloro che si apprestano a compiere il passo più importante della vita. Ancora una volta Milano si è vestita di bianco, ma non solo, e in quattro giorni, nei padiglioni del quartiere

8

Ed erano tanti gli spazi dedicati alle firme estere, affiancati ai nomi storici della moda sposa italiana con qualche nuovo ospite. I lunghi corridoi bianchi dalle gioiose moquettes rosa, sui circa 16.000 metri quadrati


9


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n SÌ SPOSA ITALIA

di superficie espositiva, lasciavano scorrere gli avventori

edizione, tantissimi gli ospiti internazionali grazie

della quattro giorni, compratori e fashion addicted,

anche al programma hosted buyer in collaborazione

mentre negli spazi in vetrina si avvicendavano sottili

con l’ICE, l’agenzia di promozione all’estero e

modelle a mostrare le nuove collezioni.

l’internazionalizzazione delle imprese italiane, che ha

Sono state ben 171 le collezioni presentate, circa undici

portato in fiera compratori dal Giappone, Australia,

punti percentuali in più rispetto alla scorsa edizione del

Emirati Arabi Uniti, USA, Iran, Libano, Oman, Corea del

salone, tra quelle dedicate alla sposa, quelle dedicate

Sud, Inghilterra, Irlanda, Austria, Germania, Polonia,

allo sposo, cerimonia, accessori, scarpe, bijoux, intimo e

Russia, Hong Kong e Kazakistan. A conferma che la

headpieces (le acconciature per i capelli).

sartoria italiana, il gusto italiano e, più in generale, il

6.798 gli operatori registrati, Sposaitalia Collezioni si è

made in Italy restano valori su cui investire soprattutto

confermata momento di eccellenza, ricco di contenuti

in un momento di recessione.

di qualità e anticipatore di tendenze. Una base solida

Italian touch, che si sostanzia nelle più ricercate creazioni

per la prossima edizione che si prepara ad anticipare le

dei produttori nazionali: artigianalità ed estro, uniti ai

sue date: nel 2014 Sposaitalia Collezioni si terrà dal 23 al

materiali più pregiati, danno vita ad una linea d’alta

26 maggio, sempre a fieramilanocity.

gamma, ritrovabile soltanto nella proposta del salone

Tante le lingue parlate da Sì Sposaitalia in questa

milanese. E accanto alle produzioni italiane di qualità,

10


non manca l’offerta delle icone di stile e design estere. Puglia, Sicilia e Calabria si confermano le tre regioni che, grazie a un’avviata politica di sistema, coprono gran parte della produzione tradizionale di abiti da sposa. Proprio ai compratori, il Salone ha dedicato quest’anno uno spazio riservato per le pubbliche relazioni e le trattative, assoluta novità: l’area si chiama “Vip Club”, con accesso riservato esclusivamente a compratori di comprovata affidabilità, con postazioni comode, divani e bar esclusivo. Per gli avventori del “Vip Club” anche degustazioni di prodotti tipici, caffè ma, soprattutto, il vino delle pregiate aziende del circuito “Wine&Wedding”, con un angolo dedicato e allestito per l’occasione. Novità anche per l’allestimento scenografico dell’area dedicata alle sfilate, con proiezioni maxi che hanno personalizzato le quinte grazie a piccoli stratagemmi tecnologici. Molte le firme in vetrina, rientra nello spazio fieristico Acquachiara Collection, esclusivo atelier milanese riferimento per i compratori esteri. Confermano l’eclettismo di design Giuseppe Papini e Danilo Fedrighi e i marchi storici Tosca Spose, Dalin, Valentini e Nicole. E tra le firme straniere, molto gettonati, il coreano Yi Ju, il giapponese Lusan Mandongus, lo spagnolo Raimon Bundò e il norvegese Sadoni. Archetipo, Maestrami Cerimonia, Andrea Versali Cerimonia, Gai Mattiolo, Petrelli Uomo sono solo alcune delle firme “men’s wear”; per la cerimonia donna anche Musani, Silva Ernesti, Bagatelle, Gatti Nolli Couture e Isabel Sanchis. Lunga la cordata di firme e produttori di accessori, Acconciature Carla, Guido la Rocca, Loriblu, Anna Bella, Penrose. Le sfilate. Contenitore dinamico e modaiolo di eventi e sfilate, Sì Sposa Italia ha ospitato, nell’area allestita, i defilè di alcune tra le firme più importanti del settore

11


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n SÌ SPOSA ITALIA sinuosi e romantici. Tinte unite, motivi geometrici e tanta ironia per la nuova collezione Cleofe Finati by Archetipo, che presenta abiti dalle superfici metalliche, pieghe e sgualciture ad hoc. Molti dei filati sono di origine biologica, riciclati e realizzati in modo ecosostenibile. Abiti ampi, voluminosi, sontuosi arricchiti di piume e cristalli, come vere e proprie principesse per la collezione della siciliana Amelia Casablanca, che cede però anche a tessuti moderni e trasparenze. Marchio storico pugliese, Giovanna Sbiroli ha rappresentato ancora una volta lo stile italiano della moda sposa, abiti

sposa. Sullo sfondo di poetici e romantici filmati, immagini e proiezioni, hanno sinuosamente camminato le splendide modelle con indosso gli abiti di punta delle nuove collezioni. Piccoli e esclusivi eventi a tema curati in ogni dettaglio. Per la prima volta a Sì Sposaitalia il giapponese

Lusan

Mandongus,

abiti

sofisticati

arricchiti da dettagli preziosi, girocolli e maniche in pizzo, abiti peplo, seta, organza, tulle, chiffon e pizzi francesi dal sapore vintage per una sposa femminile, elegante e raffinata. Dedicata a Venezia la collezione di Toi Couture, lavorazioni artigianali per abiti sontuosi,

12


perfetti ma non impossibili, grazie al team di ricamatrici,

sulla gonna e superarne lo strascico. Tra i tessuti, i più

modelliste e sarte. Eleganza, leggerezza e leggiadrìa

tradizionali, campeggia, in gran moda, il pizzo con

per la collezione Giuseppe Papini, con romantici e

inserti, dettagli, o lascia incantare con il total look,

femminili abiti. Volumi ridimensionati e tessuti leggeri

con leggere trasparenze, suggestioni vintage e forme

senza rinunciare all’attuale pizzo.

attillate. Attualissime anche le acconciature preziose,

Le tendenze. Intramontabili gli abiti romantici

la tiara ma, anche, piccoli fermagli luminosi, piume e

riconfermano la presenza nelle collezioni bride,

paillettes, declinate nel bianco e nelle sue sfumature,

proponendo bustier e ampie gonne, arricchite di

e con audaci proposte di colori accesi come blu, rosso

dettagli brillanti e tessuti preziosi. Si cerca però

e bordeaux. Tra le scarpe, tessuto, pizzo, plateau e

l’essenzialità delle forme, con abiti lineari e scivolati, seta

tante, tantissime ballerine, da indossare anche per il

e chiffon, a favore di accessori preziosi. Torna assoluto

dopocerimonia. Per l’uomo lo stile elegante riconferma

protagonista il velo, lungo, corto, essenziale o ricco

l’aplomb più tradizionale, cedendo a sperimentazioni

di merletti e pizzi. Non poche le sartorie specializzate

di tessuti cangianti, melting pot di tessuti e colori,

in veli, cappelli e accessori per la testa in vetrina nel

richiami alla tappezzeria barocca, tagli audaci nello

salone internazionale. Il velo, simbolo di purezze,

sfiancato o nelle code lunghe. Camicia diplomatica,

diventa accessorio di gran moda, ironico e rivelatore,

non necessariamente bianca e dettagli preziosi negli

sbuffa sui capelli o si poggia sulla crocchia per scivolare

accessori, dal cravattino ai gemelli.

n

13


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

14

n SÌ SPOSA ITALIA


Sfilata: Amelia Casablanca

15


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

16

n SÌ SPOSA ITALIA


Sfilata: Toi

17


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n L’INTERVISTA

carlo

pignatelli a reinventato il concetto di eleganza,

RICERCA E INNOVAZIONE M A D E I N I TA LY

ha

dettato

le

regole

dello

stile

cerimonia maschile, il suo ingegno e la sua creatività hanno portato il made in Italy oltre i confini. Da ben quarant’anni Carlo Pignatelli insegna lo stile agli italiani, proponendo modelli glamour secondo i valori della sartorialità più esigente. Leader nel settore per fascino e raffinatezza delle proposte, originale nei contenuti, lo stilista è oggi il punto di riferimento per la moda cerimonia e sposo.

Reinterpretazione dell’eleganza classica della cerimonia uomo: cosa ispira le creazioni Carlo Pignatelli? Le ispirazioni per le collezioni arrivano dai viaggi che faccio, dai film che vedo, dai libri che leggo, ma

18


19


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

7

n L’INTERVISTA


soprattutto dall’evoluzione societaria. Per me, ogni

comode, così mi sento a mio agio e rispecchio la

stagione è stimolante cercare nuove idee da poter

mia personalità.

riportare in collezione. Lo stile Pignatelli ha restituito allo sposo la stessa Da dove nasce la passione per sartoria e moda?

importanza della sposa, in fatto di stile. Cosa ha

La passione della moda, ma ancor prima per la

fatto al differenza? Quale è stata l’intuizione?

sartoria, nasce dall’esigenza dei miei genitori di

All’inizio sperimentavo tanti abbinamenti di tessuto,

tenermi occupato il pomeriggio, quando tornavo

sino a realizzare delle giacche da uomo con tessuti

da scuola, per non stare per strada a perder tempo;

da donna, poi invece ho fatto realizzare dei tessuti

così avevano pensato di mandarmi in sartoria ad

ad hoc e in esclusiva, per realizzare delle giacche

imparare un mestiere, al tempo, qualunque. Da lì,

importanti, così da rendere lo sposo importante

mi sono appassionato alla sartoria ed oggi son qua.

come la sposa. Oggi non mancano occasioni dove lui è più importante di lei.

Qual è l’abito ideale che indosserebbe Carlo Pignatelli?

Dieci parole per l’uomo della collezione 2014.

L’abito ideale è il look che indosso ogni giorno,

Sartoriale, elegante, innovativo, unico, ricercato,

t-shirt, pullover blu e jeans con delle scarpe

colorato, ambito, emozionante, forte, deciso.

n

21


Lecce

Via Duca degli Abruzzi, 56 +39 0832 305651

San Vito dei Normanni S.S. 16 per Carovigno +39 0831 951736

Putignano

Via Estramurale a Levante, 178/180 +39 080 4911052

Taranto

Corso Umberto I, 67/E +39 099 4593662

www.ideasposa.it


Abito Yolan Cris


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n L’ABITO PER LEI

C O N S I G L I P R AT I C I PER ESSERE LA PIÙ BELLA DI SEMPRE

un sogno che si culla per tutta la vita, sin da bambine si immagina quel giorno proiettando desideri e aspettative, cullate dalla nuvola di stoffe bianche, merletti e raso. L’abito bianco, anche se oggi non è necessariamente bianco, è il tassello fondamentale delle nozze, il contributo necessario alla bellezza della sposa, che per un giorno è protagonista, regina dell’evento. Scegliere quello giusto è la chiave di riuscita e per compiere una scelta cosciente e ponderata è necessario rivolgersi ad un atelier riconosciuto, che possa mettere a disposizione lo staff di sarti e una

24


25 8


competenza in merito a moda, artigianalità e unicità che renderà tutto semplice e naturale. Accessorio per molte irrinunciabile è il velo, tornato nelle collezioni 2013-2014 che contribuisce a rendere romantica e misteriosa la sposa, e nei modelli in

pizzo pregiato dona un alone di

raffinatezza tradizionale impareggiabile: può essere fermato e adattato all’acconciatura attraverso dei pettinini o degli spilloni preziosi, più corto sul davanti, ha una coda variabile che non deve però superare i tre metri. Sì Sposa Italia a giugno ha dettato le tendenze per il prossimo anno, delineando la moda sposa e stabilendone parametri e stili. Seppure l’abito nuziale

costituisca

l’elemento

classico

per

antonomasia, ogni stagione porta con sé delle tendenze e dei ritorni, dettati dalle case di moda e dagli atelier. Il made in Italy resta un valore che ispira anche il mercato internazionale, il modo di pensare la sposa nel segno della qualità, dell’esperienza, della creatività e dell’eccellenza. Per il nuovo anno ritorno al romanticismo, l’intramontabile stile “principessa” con l’esaltazione di tutto ciò che il concetto reca con sé: tulle, organza, velluto e tantissimo pizzo, tessuto di gran moda non solo per la sposa. Le spose Pronovias e St.Patrick hanno scollature a cuore e giochi di trasparenze, nel bianco di corsetti e bustier. Silhouette di abiti a sirena da capogiro ricamati da pizzo e dettagli preziosi. Ma la parola d’ordine è “corto”. Ridondanza, nei dettagli, nei tessuti, nelle forme, sempre senza mai dimenticare il buon gusto, assicurato sempre dalle sapienti mani dei sarti degli atelier. Gonne ampie e vaporose somigliano a nuvole d’eccezione, in una mossa veloce si tolgono via per lasciare

7


scoperte le gambe e osare con gonne corte a tubino o a sbuffo. Anche le linee piÚ scivolate si impreziosiscono di inserti preziosi, pietre e cristalli, pizzo sangallo, seta pura. Intramontabile torna l’abito a due pezzi, con bustier e gonna, primo pezzo preziosissimo e gonna indossata con numerosi strati di sottogonne e cerchi rigidi. Non solo bianco, per accontentare tutte, ma sempre nelle declinazioni cromatiche piÚ delicate, rosa cipria, verde acqua, azzurro polvere, inserti oro e argento impercettibili.

27


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

28

n L’ABITO PER LEI


In alternativa per le piÚ originali, lo stile vintage continua a farla da padrone, abiti anni Cinquanta, corti al polpaccio, tagliati in vita con ampie scollature e fermate da cinte e gonne a palloncino, tanto tulle e tanto pizzo. Gli abiti corti si propongono in varie declinazioni, tra cui la riuscitissima versione con gonna corta davanti e lunga dietro. Anche spalle e schiena nuda sono sempre piÚ di moda, tocco femminile e sensuale che nulla toglie all’eleganza nubenda. Di gran moda il mono-spalla, con spallina preziosa e adornata. Per i dettagli cromatici: viola, blu e rosso. Particolari che richiamano piante e fiori, con tagli di busti e gonne come foglie o petali. Modelli eterei ed eleganti, con nuances delicate che culminano nel rosa cipria, come la sposa Blumarine,

29


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

30

n L’ABITO PER LEI


Foto: Wemake Studio

per coloro che amano sentirsi protagoniste con sobrietà o preziosa e sofisticata come la sposa Valentini. Non mancano modelli che accontentano anche le più riservate, con tagli minimal chic, come la sposa Giovanna Sbiroli, che esaltano la semplicità e la geometria delle linee, fino alla proposta del semplice, intramontabile, versatile tubino. L’abito della vita, quello della scelta definitiva è rappresentato dalle collezioni Alberta Ferretti, con modelli rigorosamente bianchi, ricchi di decorazioni e ricami, fascinosi nelle linee essenziali. Femminilità, leziosità, colori, tessuti preziosi con toni freddi che si mescolano ai toni caldi, volant e ispirazioni gitane o orientali, la sposa 2014 suscita forti emozioni.

n


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n LA SPOSA•ADV

una

favola d’

amore Campi Salentina (LE) Via Novoli, 36 Te l . 0 8 3 2 7 917 3 0 chiaraeffesposa.it

ipario su sontuose dame dagli abiti ottocenteschi: si aprono le danze in una luminosa sala da ballo, volteggiano le principesse nei loro strascichi, un simpatico gnomo intona una musica sul suo tamburello prima di tramutarsi, per incanto, in un grillo e volare via per posarsi sulla rosa più bella. La rosa è la rosa di ChiaraEffe Couture. La magia delle favole più belle si tramuta in realtà. E’ dalle favole più emozionanti che nasce l’immagine della collezione 2014 di ChiaraEffe Couture, suggestioni che provengono da racconti dell’infanzia, culla dei primi sogni di principesse

Foto: Wemake Studio


33


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

7

n LA SPOSA•ADV


e grandi amori, dove si annida il desiderio di ogni

Donna pragmatica e versatile che però, spesso,

sposa.

non rinuncia al romanticismo e cede alla forza della

I volumi sono vaporosi nelle gonne leggere

fantasia contemporanea, con gonne dalla linea

sovrastate dai corpetti armonici, nuvole di bellezza

scivolata e audaci scollature, per delineare il profilo

per vestire ogni donna regalandole la gioia di vedere

di una sposa contemporanea, dolce e decisa.

avverarsi il sogno della vita: ritrovarsi, più bella che

Tessuti pregiati e preziosi, disegni pensati per

mai, tra le braccia del proprio principe azzurro.

modelli inediti, familiarità delle forme e tonalità

Non è a caso che la collezione si chiami proprio

stupefacenti:

“Favola”, ed è dedicata a tutte le sognatrici, a tutte

indimenticabile, vestita dell’abito dal taglio intero o

coloro che scelgono per un giorno di vestire i panni

con bustier e gonna.

dei desideri più dolci coltivati per anni, volando

Chiara Effe disegna l’abito giusto per vivere un

sulle ali delle proprie emozioni più autentiche.

giorno da ricordare per tutta la vita.

Principi e principesse moderne, le coppie dei

la

sposa

ChiaraEffe

è

bella

e

(A cura di Chiara Effe - la stilista Francesca)

nostri tempi inventano una vita in condivisione, costruendo mattone dopo mattone la felicità a partire dal giorno delle nozze. Ed è in quel fatidico giorno che devono sentirsi perfettamente adatti all’abito che hanno scelto. Chiara Effe, grazie all’abilità sartoriale e ad un particolare gusto per le forme estetiche, disegna l’abito giusto, quello che è meglio rappresenta la personalità di chi lo indossa e ne racconti anche al storia d’amore. Una maestria senza pari che tramuta in realtà dettagli, appunti e disegni raccolti per una vita e custoditi in un cassetto; mani fatate che danno alito e vita ad aspirazioni e bellezza. L’abito appartiene a chi lo indossa, è nei sogni di ciascuna donna da sempre. Dalla profondità dell’anima diventa creazione sartoriale per restare indimenticabile. E’ una donna anche profondamente sensuale, quella pensata da Chiara Effe, voluttuosa, femminile ed elegante, sobria ed originale, perfettamente a suo agio nelle linee attuali e audaci.

Foto: Wemake Studio

35


Abito Javier

LECCE / SS 613 BR/LE Km 32 Zona Industriale tel. 0832.240076 / 338.1602374 www.dimmidisi.biz


Abito La Sposa

LECCE / SS 613 BR/LE Km 32 Zona Industriale tel. 0832.240076 / 338.1602374 www.dimmidisi.biz


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n LA SPOSA•ADV

atelier delle meraviglie l’

V i a Gi otto 15 a n g . V i a Don a tel l o - Noh a Ga l a t i n a - L E P h . + 3 9 0 8 3 6 6 0 2 915 Fa x + 3 9 0 8 3 6 6 0 2 915 annaprimiceri.it info@annaprimiceri.it

antica tradizione della sartoria su misura, magistralmente interpretata da un personaggio speciale, Anna Primiceri, esperta di moda, propone alle ragazze di tutto il mondo arte e creazioni originali. Una

38


esclusivi:

fiori colorati, ricami e decori. Tutti

realizzati a mano. Linee semplici ed essenziali che raccontano una storia fatta di piccoli dettagli e tessuti leggeri e impalpabili, senza rinunciare alla solennità e all’ importanza della ricorrenza. Modelli ampi e volumi vaporosi, ricchi di particolari, pensati per una sposa senza tempo, romantica e sontuosa, immersa nella dimensione del sogno e della fantasia. Cordialità e gentilezza sono al massimo: le future spose vogliono essere aiutate in una scelta tanto importante, perché non acquistano solo l’abito, ma soprattutto un sogno, un’emozione. Infine sarà cura della stilista vestire la Sposa nel giorno del Sì, impreziosendo ogni dettaglio, per farla uscire di casa più bella che mai… Nulla deve essere lasciato al caso: la signora Anna è una vera esperta a cui affidarsi con fiducia, saprà rendere unica ogni donna…

n

inesauribile volontà e una costante ricerca di realizzare capi unici e innovativi, rendono ogni Sposa affascinante, e ancora più bella nel giorno più importante della sua vita. Ogni

abito

è

confezionato

artigianalmente:

ispirandosi ai modelli base della collezione,

la

Stilista crea l’abito assolutamente originale e personalizzato secondo i desideri della cliente, cucito e rifinito rigorosamente a mano in ogni particolare. Tessuti e pizzi dei più prestigiosi setifici italiani e ricamifici francesi rappresentano la principale fonte di ispirazione creativa. E’ sufficiente accarezzare un esile lembo di tessuto perché l’opera cominci a materializzarsi, per poi emergere definitivamente in tutta la sua maestosità. Abiti in organza, mikado, duchesse e pizzi francesi nei quali sono soprattutto i dettagli a renderli

39


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

LA LINGERIE DA INDOSSARE IL GIORNO PIù BELLO

on si vede, è vero, ma fa la differenza: si tratta della lingerie per la sposa, accessorio che merita una duplice trattazione; la biancheria intima che va indossata sotto l’abito e quella riservata alla prima notte con il neo marito. La lingerie destinata alla prima notte può cedere a pizzi e merletti nello spirito della seduzione che ogni donna ha verso il proprio compagno di vita. Anche se sensuale, ciascuna deve rispettare la solita regola, sentirsi a proprio agio, quindi che si scelga uno

40

n LA LINGERIE


stile romantico, sexy o fashion, il comfort è la parola

Lo stile può invece essere Fifties, per le donne che

d’ordine. E per questo è bene rivolgersi a firme che

adorano il vintage, con colori brillanti, decorazioni nei

utilizzano tessuti naturali, cuciture in cotone e pizzi non

toni del rosa, del rosso, del blu e per coloro che hanno

sintetici.

la carnagione più scura anche il beige.

Fiocchi, raso, chiffon, la giusta mise fa intravedere,

Per quelle che amano osare di più, ci si può orientare

non svela troppo, esalta le forme e non rinuncia mai

verso i colori appena accennati, ghiaccio e crema, e

all’eleganza e allo stile.

tessuti come il pizzo, lo chiffon e la seta per guepiére,

Bianco su bianco, un vero e proprio must, con

parigine, autoreggenti e babydoll.

reggiseno a balconcino, giarrettiere in pizzo o sottovesti

Discorso più approfondito e complesso riguarda la

in raso di seta, con bordini ricamati e bustier stringati.

biancheria che va indossata sotto l’abito da sposa che

41


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

42

n LA LINGERIE


e funzionali, senza cuciture. Meglio sceglierli di tessuti naturali per evitare pruriti e irritazioni spiacevoli durante una giornata tanto importante. La lingerie modellante, detta shaping, minimizza i difetti ed esalta i punti di forza, ed è confortevole anche se indossata un giorno intero sotto l’abito da sposa. Spesso un sano regime alimentare e un po’ di sport non sono sufficienti per correre ai ripari e una biancheria modellante diventa la manna dal cielo per sentirsi belle nel giorno più importante. Lo shaping, da sempre usato dalle dive del cinema e del teatro, è invisibile perché senza cuciture, è push up ma anche contenitivo allo stesso tempo. La soluzione perfetta per le ore di festa senza lo stress della scomodità.

n (Immagini fornite da Penrose)

deve essere comoda, invisibile e rendere perfetta la vestibilità dell’abito. La scelta oculata deve essere guidata da un esperto: gli abiti sono quasi sempre senza spalline ed è necessario trovare una lingerie che modelli la vita, sostenga il seno e renda affascinanti le scollature più profonde. Se l’abito ha scollatura sulla schiena è perfetto il corpetto lungo realizzato in tessuti non pesanti, leggermente contenitivo per sostenere le forme sul davanti e modellare i fianchi. Per gli abiti dallo stile impero senza spalline va bene il corpetto corto, mentre gli abiti con bustier steccati hanno bisogno del classico body in pizzo o liscio. Per quanto riguarda i colori, è chiaro che non c’è una scelta troppo ampia, dal bianco al nudo, al beige tenue; i tessuti devono essere leggeri e lisci, un po’ contenitivi


NUOVO MAG AZINE SPOSÌ

n GIOIELLI

il

diamante I N T E RV I S TA A D ENRICO DE CARLO

i realizza il sogno di ogni donna, il matrimonio è alle porte, un momento da sottolineare con un gioiello degno di questo nome, capace di esaltare la bellezza della sposa e di rendere indimenticabile l’evento. Quanti dubbi e perplessità si scatenano nella mente di chi lo dovrà acquistare, essendo in genere un uomo, probabilmente non avrà mai pensato di avvicinarsi alle problematiche legate a questo tipo di scelta. Abbiamo quindi pensato di aiutare i nostri promessi sposi, rivolgendoci ad un esperto del settore, il Sig.

Sig. De Carlo qual è il gioiello più richiesto dalle spose?

Enrico De Carlo, titolare delle gioiellerie Lavinia site

Sicuramente l’anello solitario con diamante nelle sue

rispettivamente in Via Salvatore Trinchese a Lecce e

varie versioni e carature, seguito dalle verette a 5 o più

presso il centro commerciale Mongolfiera di Surbo

pietre e dai trilogy.

(LE), la sua lunga esperienza nel settore e la sua nota partecipazione a varie trasmissioni televisive sul tema,

Ma come destreggiarsi nell’acquisto?

ci garantiscono competenza e professionalità.

Gli anelli a solitario, come anche le verette e i trilogy, di

44


solito montano dei diamanti taglio brillante rotondo, è

tra le mani, per apprezzare tutte le caratteristiche

bene sapere che di diamanti esistono varie qualità e di

qualitative delle gemme e la finitura della montatura,

conseguenza vari prezzi. Le caratteristiche qualitative si

impossibile affidarsi ad acquisti telematici che non

possono riassumere in quelle che gli Inglesi chiamano

offrono ovviamente questa opportunità. L’acquisto in

le “4C” cioè: Carat (peso), Clarity (purezza), Color (colore)

una gioielleria di comprovata serietà e professionalità,

e Cut (taglio). Il peso della pietra, ovvero la sua massa,

offre garanzia di effettuare la migliore scelta al giusto

come è facile immaginare, è uno dei principali motivi di

prezzo, oltre al servizio postvendita necessario per la

variazione del prezzo, dato che più è grossa la pietra più

cura nel tempo del gioiello.

n

varrà, naturalmente a parità delle altre caratteristiche qualitative. Anche la purezza incide parecchio sul valore, dato che il diamante viene definito puro (IF o LC) quando osservato con una lente a 10 ingrandimenti non presenta inclusioni visibili, a seguire VVS, VS, SI o P man mano che le inclusioni diventano più visibili, ovvio dire che maggiore purezza corrisponde a maggior rarità in natura e in questo caso a maggior valore. Il colore è una delle caratteristiche più considerate da parte degli acquirenti, essa varia per convenzione da un massimo definito D (bianco extra eccezionale +) a seguire E, F, G, H fino a quelle fortemente tinte, anche in questo caso, colore più alto corrisponde a maggior bellezza e rarità e quindi valore. Ultima caratteristica, ma non per importanza: il Taglio. Anticamente, data la sua eccezionale durezza, il diamante veniva lasciato nella sua forma originale o a malapena si riusciva ad abbozzare una qualche forma di finitura; risale ai primi decenni del secolo scorso il taglio brillante moderno, che sino ad oggi non è stato superato per validità. Detto taglio, se rispettato in tutti i suoi parametri, riesce a restituire tutta la luce che riceve all’occhio dell’osservatore.

In conclusione? Il diamante è sicuramente la pietra più bella e desiderata da ogni donna; è impensabile scegliere un gioiello senza poterlo osservare da vicino, rigirarlo

45


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n L’ABITO PER LUI

IL LOOK PER LO SPOSO

onostante sia meno coinvolto dai preparativi è protagonista, assieme alla sposa, delle nozze; è lo sposo, che deve cimentarsi ugualmente nella scelta dell’abito giusto, degli accessori giusti, cercando di abbinarsi allo stile dell’abito di lei, senza vederlo in anticipo. Vanità e senso estetico ormai sono appannaggio anche, e forse soprattutto, dei maschietti: poche regole anche per lui ma essenziali per una buona riuscita del total look. Il 2014 suggerisce anche per l’uomo un ritorno alla tradizione più classica, ma con taglio slim che Abito: Carlo Pignatelli

46

enfatizza il punto vita, senza rinunciare a tagli e


47


Abito: Pal Zileri

Abito: Carlo Pignatelli

Abito: Carlo Pignatelli

48

Abito: Pal Zileri


tessuti audaci, anche patchwork, broccati e colori

risvolti in seta, due file di bottoni ornamentali poste

sgargianti. Anche l’uomo è stato protagonista di

obliquamente alla giacca, fazzoletto da taschino in

Sì Sposa Italia, a giugno a Milano: nuovi tessuti,

seta bianca, pantaloni senza piega né risvolti con

nuovi disegni per inseguire l’originalità e l’eleganza,

due fasce di raso lucido laterali in lunghezza. La

osando talvolta ma con richiami alla storia.

camicia ha colletto inamidato, polsini coi gemelli,

Il tight resta l’abito da cerimonia per eccellenza,

cravatta a nodo o papillon.

in fresco lana, con giacca a code lunghe e che

Sobrietà ed eleganza e qualche audacia translucida,

segna la vita, fascia i fianca, sempre abbottonata.

come per l’uomo Pal Zileri.

Le calze lunghe, in cotone, seta o filo di Scozia, le

Oggi è ormai diffusa l’abitudine per lo sposo

scarpe rigorosamente stringate, fiore all’occhiello

di indossare l’abito a tre pezzi, soprattutto se

(gardenia, garofano, camelia o un fiore del bouquet

le cerimonie sono informali e festaiole. Gilet

della sposa). Le cerimonie molto formali, serali,

facoltativo, comodo anche perché può essere

richiedono il frac: giacca nera con code di rondine e

facilmente riutilizzato, in tessuto di lana o fresco

Abito: Pal Zileri

Abito: Carlo Pignatelli

49


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n L’ABITO PER LUI

Abito: Pal Zileri

Abito: Carlo Pignatelli

lana in estate, mai in tessuti sportivi o spigati.

Eleganza raffinata e cura dei dettagli, come i bottoni

Tra gli accessori, concesso l’orologio da polso,

gioiello, cravattoni, papillon in sintonia con gli abiti

soprattutto se è un regalo di suocera o futura sposa,

e polsini ricercati. La presenza dei toni scuri cede

l’orologio da taschino, elegantissimo, i gemelli alla

alla mescolanza di tradizione e innovazione, con

camicia, un fermacravatta o uno spillone, purché

particolari effetti di luce. Piccole variazioni concesse

sobri, un cappotto classico, se ci si sposa durante

tra il look classico con lana e fresco-lana e quello

i mesi freddi, ma non durante la cerimonia. Vietato

indirizzato a party serali, per un uomo sempre

qualunque altro gioiello.

elegante ma a volte eccentrico.

Permangono suggestioni barocche, decorazioni

Shantung in seta anche per l’uomo, ricercata,

rinascimentali,

rigorosa e intramontabile, con effetti di colore

inserti

cangianti,

pantaloni

a

sigaretta, tessuti lucidi per uno sposo giovanile che

degradè.

non rinuncia alla sartorialità, come quello disegnato

Tanta attenzione al total look, immagine di uno

da Carlo Pignatelli.

sposo che difficilmente passerà inosservato.

50

n


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

di

tempo

festeggiare LA CURA DELLE PICCOLE COSE

ondividere il cibo è una delle tradizioni più lontane nella storia dell’uomo, per celebrare gli eventi più importanti e condividerne la gioia con i cari. In particolare per le nozze è indispensabile, dopo la cerimonia in chiesa o in municipio, festeggiare con amici e parenti. Parte irrinunciabile del rito a cui si dedica gran parte delle energie durante il periodo dedicato ai preparativi. La scelta della location è il primo passo, e segue naturalmente lo stile di tutta la cerimonia.

52

n IL RICEVIMENTO


53


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n IL RICEVIMENTO

Il banchetto di nozze non è più un’ostentazione

pregiati scritti con calligrafia, oggettini ricordo,

inadeguata di abbondanza, ma con l’aiuto degli

caramelle a forma di fedi. Metterci il proprio tocco

esperti diventa una buona valorizzazione dei prodotti

personalizza ma è sempre bene, al momento giusto

tipici italiani, un’occasione per qualche degustazione

lasciarsi guidare da chi è esperto e coi matrimoni ha

internazionale, un pretesto per assaggi raffinati e

davvero familiarità. Ed infine: il taglio della torta.

pietanze dagli accostamenti inconsueti.

Tutti i festeggiamenti consueti si concludono con

Personalizzare il matrimonio contribuisce a renderlo

lo scenografico taglio, mano nella mano, seguito

originale e unico. Elegante, informale, etnico, floreale,

dal brindisi a due. La wedding cake, tradizione che

a tema di colori, tutto può far parte di un disegno

abbiamo importato dai vicini inglesi, generalmente è

prestabilito che con l’aiuto di esperti può essere

composta da più piani, di cerchi concentrici impilati

realizzato. Un bravo wedding planner penserà a tutto.

o le più moderne con cubi sovrapposti, in cima

Particolare che rende il ricevimento unico è l’utilizzo di

vanno posizionati gli sposini di zucchero o ceramica

segnaposti a tema sui tavoli: a forma di fiore, cartoncini

o legno, più o meno divertenti e stilizzati. Guarnita

54


55


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

56

n IL RICEVIMENTO


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n IL RICEVIMENTO

di creme, decorazioni di pasta di mandorle, di pan di

rotonda semplice gigante, a forma di pacco regalo, con

spagna, millefoglie, con bignè, finti pacchetti regalo,

decorazioni di pois o motivi geometrici. Con candele

fedi di cioccolata, alle creme o alla frutta. Negli scorsi

lunghe scintillanti, bastoncini con cuori, piume, boa

anni rigorosamente bianche di panna montata, oggi

colorati e lecca lecca. La torta nuziale, per le dimensioni

si predilige la decorazione più pulita ed essenziale

e per il rilievo che ha, è sistemata su un piccolo tavolo

realizzata con copertura di pasta di zucchero o di

apposito, a volte sotto un gazebo liberty o in nicchie

mandorle che può essere colorata a piacere. Le forme

suggestive, con veli e tulle a racchiuderla e sostenerla,

sono delle più strane e originali, la classica a più piani,

illuminata da candele e luci ad hoc.

58

n


Atomsfera blu gruppo musicale

Gli Atmosfera Blu sono una formazione di 9 elementi che, a seconda delle esigenze, lavora anche in duo, trio, quartetto o band di sei elementi. Il repertorio e l’organizzazione dell’evento vengono adattate alle varie esigenze delle coppie tanto per le esibizioni da farsi durante i buffet, quanto durante il servizio in sala ed eventuale live dance e/o divertentismo per il dopocena. Nei casi in cui per il ricevimento vengono utilizzati ambienti diversi all’interno della location, gli Atmosfera Blu sono soliti ad organizzare postazioni musicali in tutti gli ambienti dell’itinere. Offrono inoltre la possibilità di scelta degli strumentisti e delle quattro voci a loro disposizione, oltre che un’eventuale animatore/cabarettista nonché un valido ed esperto DJ. Trattasi sicuramente di una delle band più affermate e versatili del momento.


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n TENDENZE

in sposarsi masseria il fascino chic della ruralit à pi ù autentica

ocation molto speciali che profumano di storia, di casa e di genuino. Sono le masserie, una delle forme architetturali rupestri più diffuse in Puglia, fattorie fortificate spesso immerse nel cuore delle aspre campagne di uliveti, hanno rappresentato il cuore pulsante dell’economia proveniente dalla grande proprietà terriere e dei latifondi per una regione che si è retta sulle attività agricole. Residenze delle famiglie borghesi, erano organizzate come veri e propri villaggi autosufficienti, avevano lo schema di una casa con la corte, il recinto fortificato a protezione dai briganti, e varie costruzioni

60


61


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n TENDENZE

destinate al lavoro e al ricovero degli animali. La

location dei vip di tutto il mondo per celebrare le

maggior parte delle masserie aveva al suo interno

proprie nozze.

anche una piccola cappella.

Puglia come tradizione del matrimonio, esplosione

Da alcuni anni le masserie vengono recuperate

di folklore e meta d’eccezione per una festa in

per essere destinate ad attività ricettive o per

campagna tutt’altro che cheap. Justin Timberlake

farne location prestigiose ed originali per eventi e

e Jessica Biel nell’agro di Fasano, Michele Placido

cerimonie. Del resto, si prestano allo svolgimento

e Federica Vincenti a Cisternino, Mirko Vucinic e

della cerimonia in toto, dalla chiesa sino al

Stefania Scoditti a Mesagne hanno scelto la Puglia

ricevimento, e molte di esse dispongono anche di

per le proprie nozze ma sono in tanti coloro che

camere per ospitare parenti ed amici.

eleggono a buen retiro le masserie e sempre più

Sempre più scelte per chi opta per un matrimonio

spesso nel Salento, dove alla storia e alla tradizione

fuori dai canoni, le masserie sono sempre più

si aggiungono servizi, eventi e quella qualità della

spesso sulle pagine dei rotocalchi perché prediletta

vita che punta alla lentezza, all’essenza e al contatto

62


Loc. Casalabate Lecce - Via Provenzani 102 ang. Via Giacomo Monticelli www.masseriaprovenzani.com


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n TENDENZE

con la natura e il buon cibo.

non è escluso che chi si occupa degli allestimenti

Le masserie restaurate spesso sono gestite da società

e il floral designer possano utilizzare oggetti e

di catering che si occupano di allestimenti e cibo,

complementi che vengono dal riuso di cose e

ma anche quando sono beni di famiglia, rivolgersi

materiali, per non dimenticare l’aspetto verde.

ad esperti nel banqueting diventa necessario.

Un gusto un po’ retrò ma che esalta l’anima del

Tutt’altro che shabby quindi, sposarsi in masseria,

posto, lasciando respirare una magia che proviene

ma molto chic, soprattutto se si declina all’ambiente,

dal passato e si colora di moda e tendenza. Anche

all’ecologia e al chilometro zero.

l’abito per la sposa può poi essere in stile, romantico

Gli spazi esterni si prestano ad allestimenti

ed etereo, con pizzi pregiati e tessuti che vengono

indimenticabili con lanterne di carta e candele,

dalla tradizione sartoriale pugliese, celebre in tutto

lungo percorsi di erbetta curata, siepi fiorite e

il mondo e a cui tutti i brand si rifanno.

sassolini a indicare la strada. Anche il menu può

I pezzi di arredamento della masseria possono

essere scelto a tema, con prodotti locali, tradizionali

essere impreziositi e decorati di nastri e fiori, sedie

e sapori genuini, e uno chef all’altezza sarà capace

in paglia, panche di legno, tavoli e poltrone.

di realizzare prelibatezze abbinando la tradizione

Così allo stesso modo le bomboniere possono

alle tendenze culinarie più attuali. Anche la

essere a tema, usando come decorazioni essenze

sistemazione dei tavoli può diventare divertente,

profumate, i fiori spontanei, piccole composizioni

scegliendo ad esempio delle lunghe tavolate con

con il legno d’ulivo, e abbinarli a oggetti preziosi,

tovagliato bianco ricamato a mano. Tutto è ricercato

porcellane e cristalli che paiono provenire dalla

nei minimi dettagli, in apparenza lasciato al caso, e

vetrina dei ricordi.

Foto: Wemake Studio

64

n


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n CATERING

I ntervista a M assimo D i D onfrancesco

rofessionalità e gusto, ingredienti che miscelati sapientemente all’amore per la terra danno come prodotto una delle realtà più affermate nel Salento nel settore catering e banqueting: Di Donfrancesco. Massimo Di Donfrancesco, a capo dell’azienda, lungimirante e umile, racconta i segreti che hanno reso il suo marchio uno dei più riconosciuti del territorio.

Come nasce Di Donfrancesco Catering? Quali le esperienze di vita ispiratrici? Dietro al nome c’è una storia di famiglia. Ho scelto questo mestiere da ragazzino, a quindici anni ho ini-

66


ziato a lavorare nella pasticceria già avviata dai miei genitori. Quello che allora rappresentava il ricordo del profumo delle brioche appena sfornate che accompagnava la mia giornata, oggi rappresenta per me l’impegno quotidiano sin dalle prime ore dell’alba.Tutto quello che ho imparato me lo ha insegnato mio padre Antonio incoraggiandomi nelle scelte. Lui per primo ha creduto nell’evoluzione dell’azienda, che si proponeva nella nuova veste di Catering e Banqueting. Quali sono i principi irrinunciabili per un catering/ Qualità ed efficienza: due aspetti fondamentali per

banqueting perfetto per una festa di nozze?

un’azienda che si occupa di catering. Quali sono i

Sicuramente la disponibilità dello staff già dal primo

segreti per ottenerle?

contatto con il cliente. La Cerimonia rappresenta il ter-

La scelta di prodotti enogastronomici del nostro terri-

mine ed il risultato di un percorso, spesso lungo diversi

torio e una lavorazione artigianale ad opera dei nostri

mesi, che ci piace fare insieme alle nostre coppie di fu-

chef fanno sì che ogni piatto sia un trionfo di colori,

turi sposi. I sogni possono essere realizzati solo in pre-

sapori e odori raffinati e genuini. E ancora poter con-

senza di tanta esperienza ed è questo che noi offriamo

tare sulla professionalità di collaboratori affidabili e

per realizzare le aspettative del giorno più importante.

capaci. Durante lo svolgimento di qualsiasi evento è

L’originalità delle richieste per una cerimonia sempre

di fondamentale importanza avere a disposizione un

più personalizzata potrà essere soddisfatta con una

team che tenga sotto controllo ogni singolo aspetto,

proposta che sia un mix di tradizione ed innovazione.

dagli allestimenti all’accoglienza degli invitati, alle diverse esigenze che possono presentarsi prima e du-

Qual è la location ideale per una cerimonia indimen-

rante il ricevimento.

ticabile? Non vi è una location ideale, la scelta è del tutto perso-

Qual è la filosofia che contraddistingue il vostro ser-

nale ed è legata ai gusti e alle singole esigenze logisti-

vizio?

che e di budget. Una location deve essere innanzitut-

Non credo si possa parlare di una vera e propria filo-

to capace di parlare degli sposi e di raccontare il loro

sofia che sia alla base del nostro servizio. Quarant’anni

sogno rendendolo unico ed indimenticabile. Fortuna-

di esperienza nel settore, che ci vede impegnati in un

tamente il nostro territorio e lo sviluppo che il settore

territorio che va ben oltre i confini della nostra provin-

legato alle cerimonia ha assunto permette una variega-

cia, ha radicato in noi la sicurezza e la consapevolezza

ta proposta in termini di tipologie. Suggestivi Castelli,

di offrire un prodotto di alta qualità che riesce a sod-

Dimore storiche, Masserie ristrutturate e le ultime ten-

disfare le esigenze più ricercate di un consumatore

denze rappresentate da romantiche spiagge attrezzate

sempre più consapevole.

soddisfano ogni genere di richiesta.

67


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n CATERING

Che consigli darebbe a una coppia che deve organiz-

piatti della cucina tipica salentina rivisitati quel tanto

zare una festa di nozze?

da avere un discreto tocco di originalità. È importan-

Nel pianificare il grande giorno spesso ci si sente con-

te la creazione del menu, buona parte del successo

fusi per le troppe cose da fare, il mio consiglio è di valu-

dell’evento dipende dalla soddisfazione che gli ospiti

tare e affidarsi ad aziende che offrano servizi adeguati

manifestano nei confronti della ristorazione. I menu e

a dare un valore aggiunto in termini di esperienza e

le ricette vanno create ad hoc secondo le stagionali-

professionalità. È necessario tenere presente anche la

tà dei prodotti e prevedendo preparazioni speciali per

tipologia dei loro ospiti e cercare di creare un ambiente

ospiti intolleranti e menu con una buona componente

ospitale. Un ricevimento riuscito è quello in cui ognuno

di preparazioni vegetariane.

si è sentito a proprio agio. Cinque parole per descrivere il catering perfetto. Quale il menu che sceglierebbe, a suo gusto perso-

Professionalità, disponibilità, eleganza, cordialità ed ef-

nale?

ficienza. Sono le caratteristiche indispensabili per ga-

Personalmente sceglierei un menu della tradizione con

rantire ai nostri clienti un servizio di qualità.

68

n


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n I FIORI

C R E AT I V I T à E FA N TA S I A PER SOGNARE TRA I FIORI

na composizione floreale può suggerire un universo di emozioni, se alla sua bellezza e al linguaggio simbolico dei fiori si aggiungono cura e passione nella scelta e nell’accostamento. E’ quanto accade per il flower designer Donato Chiriatti che ad Aradeo, nel cuore del Salento, da anni contribuisce con la sua creatività a rendere unici momenti importanti come le nozze o ogni altro evento, che viene impreziosito dalla presenza di fiori. La sua è una vera e propria passione, quasi una vocazione ed un’eredità. Figlio d’arte, Chiriatti, sul solco dell’esperienza dei genitori, cura le

70


sue creazioni dallo stile inconfondibile, unendo

è uno scrigno di oggetti, decori per la tavola e

eleganza, armonia di colori e inventiva. Dal bouquet

complementi di arredo di gusto, tutti legati, in

alle decorazioni e agli addobbi per ville, gazebi

qualche modo, al mondo dei fiori e dei matrimoni;

e chiese, è tutto ricercato nei minimi dettagli e

ma la fucina creativa è il laboratorio, dove talento

soprattutto personalizzato. Ogni composizione

e manualità si coniugano per dare vita a piccoli

racchiude un paesaggio romantico in miniatura

capolavori floreali. A volte basta semplicemente

e ad ogni sposa corrisponde un unico, inimitabile

essere in sintonia con il paesaggio che circonda

bouquet, perché non è solo la scelta dei fiori a fare

alcuni dei luoghi nei quali l’arte floreale di Donato

la differenza ma sicuramente l’armonia che si deve

Chiriatti trova espressione.

creare con l’abito e la stessa figura femminile.

E così ogni cerimonia diventa un possibile mondo

Lo sa bene Donato che riesce ad armonizzare il

da inscenare, tutto da raccontare, con stupore ed

tutto, conferendo alle sue composizioni un senso

incanto.

di elegante semplicità e leggerezza. Lo showroom

Come wedding planner ha potuto organizzare

71


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n I FIORI

una molteplicità di matrimoni, in luoghi bellissimi.

damigelle alla scelta dei segnaposti, dal coordinato

Ma se di scelta di un fiore si vuole parlare, Chiriatti

fra le partecipazioni e le bomboniere alle alzatine

non ha dubbi: sono i fiori più semplici quelli da

per la tavola e alla varietà di addobbi e composizioni

prediligere, come l’alstroemeria in tutte le sue

realizzate, anche, con perle, strass, rafia, carta di riso,

sfumature e tonalità. E come colori, in allestimenti

nastro, e persino esili fili di ferro.

da favola, prevalgono il bianco, simbolo della sposa

E così ogni materiale contribuisce a rendere ancora

e della purezza e i toni pastello dal verde, al rosa, al

più bella ogni creazione dietro la quale si cela una

glicine. Questo è un lavoro fatto di innata passione

piccola storia sempre diversa e tutta da svelare.

ed eleganza, così come è stato spesso raccontato

Un allestimento non potrà mai essere uguale ad un

da importanti riviste di settore come Vogue sposa,

altro, così come accade per l’immancabile bouquet,

Sposabella, IO Donna, solo per citarne alcune.

composto di fiori freschi, l’oggetto che la sposa

Niente è lasciato al caso: dallo studio del tableau

porterà in mano tutto il giorno.

mariage ai tappeti di petali, dalle coroncine delle

Le dimensioni e la forma devono adattarsi al

72


modello dell’abito ma anche alla corporatura della sposa, per quanto riguarda la forma, invece, la scelta è davvero vastissima, e può essere arricchita anche di gemme, perle, fili, piume. Il bouquet diventa protagonista quando, come la tradizione vuole, la sposa lo lancia alle ragazze in età da marito, augurando prossime nozze. A ciascuna sposa il suo: da quello a cascata, molto scenografico, con fiori dalle grandi corone e steli carnosi a quello a fascio, per spose meno formali e un po’ più casual. Il bouquet a mazzolino, colorato è una variante di quello rotondo classico, formale ed elegante, ma si può anche scegliere quello mignon con la prevalenza di tanti fiorellini. Ancora, fiori confezionati singolarmente e uniti in un bouquet unico, prevalenza del bianco, doppio colore, delicatezza dei fiori più preguati. E in ultimo, un’altra possibilità è data dal bouquet pomander da polso, spesso usato per piccole damigelle, oltre che per la sposa. Per un bouquet “eco”, invece, la scelta ricade su fiori che esprimano freschezza, semplicità eleganza e il territorio, a km 0. Questo è un altro elemento che caratterizza le composizioni firmate Donato Chiriatti, in quanto l’ispirazione parte sempre dal territorio pugliese e dalle sue diverse icone: i trulli di Alberobello o la complessa armonia delle forme del barocco leccese. Ad ogni stagione corrispondono nuovi bei fiori e ogni fiore può essere abbinato a semplici elementi decorativi come cestini di rafia, persino bottiglie di vetro verdi che evocano il senso di trasparenza o, ancora, tronchetti di acero bianco. Si potrà scoprire la magia di queste composizioni, per le occasioni rare e i giorni più belli.

n


NUOVO MAG AZINE SPOSÌ

n ABITARE

L a connessione tra interni ed esterni è il pretesto per sfiorare il design

on sono propriamente uno di quegli

richiedono manutenzione periodicamente, ormai

elementi a cui si pensa immediata-

non più troppo spesso grazie alla continua innova-

mente quando si costruisce la propria

zione per il trattamento dei materiali e per tipologia

casa, ma costituiscono invece uno degli aspetti a cui

di colorazioni, e in definitiva sono gradevoli e ren-

prestare più attenzione: le finestre e le porte.

dono accogliente e caldo ogni ambiente. Gli infissi

Passaggio tra esterni e interni, coordinano armo-

in pvc oggi sono quelli coloratissimi, ma il risultato

nicamente gli ambienti, funzionali per il risparmio

ottimale per coniugare design e funzionalità è rag-

dell’energia termica, se ben progettati e scelti sono

giunto da quelli in legno con telaio in alluminio.

elementi di arredo in linea con le ultime tendenze

Le porte, sempre in legno o pvc, possono essere a

in fatto di design e sono responsabili di una perfet-

una o più ante, per gli ambienti piccoli sono molto

ta coibentazione. Utile e dilettevole, l’infisso deve

pratiche quelle scorrevoli a scomparsa, impreziosite

durare nel tempo, assecondare di certo il gusto

da maniglie pregiate in linea con lo stile architetto-

estetico, ma senza osare troppo. Quelli in legno,

nico della casa. Infissi e serramenti contribuiscono

tradizionali ed essenziali, possono essere persona-

anche alla sicurezza della casa se scelti blindati e

lizzati grazie a ricchissime gamme di colori, duraturi,

con vetri anti-sfondamento.

74


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

S C AT T I D’AMORE

Foto articolo: Andrea Epifani - Lecce

er il giorno più bello scegliere a chi affidarsi per il servizio fotografico non è scelta facile né può essere affrettata, deve rispondere, in ogni caso, alle esigenze dei due soli protagonisti della giornata, i due sposi, e render loro semplice il compito e la delizia di essere ritratti. Una giusta commistione di tecnica ed estro è la chiave per una scelta indovinata. L’album, ad esempio, oggi si trasforma: non più tradizionale ma, grazie al digitale, può diventare fotolibro, con copertina cartonata, pagine di carta più pesante con la stampa delle foto, rilegato a colla o a punti cuciti. In alternativa la stampa offset, che

76

n FOTOVIDEO


77


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n FOTOVIDEO

somiglia tanto alle riviste patinate, con carta lucida e

molte più immagini degli invitati, spesso informali, ma

leggera, copertina non in pelle, personalizzabile con

decisamente divertenti che aggiungeranno un poco di

una stampa degli sposi o con una copertina di lino o

pepe al servizio fotografico professionale.

di fibre naturali e poi la sovracopertina con una stampa

Molti sposi scelgono, in accordo con i fotografi, di

degli sposi.

posizionare un set giocoso nella sala ricevimenti per

Un bravo fotografo ha l’impegno di ritrarre i due sposi

divertirsi con amici e parenti, diventando soggetti

durante i momenti salienti della giornata, intermedi

di foto divertenti, utilizzando piccoli travestimenti e

a questi ci sono gli scatti più o meno artistici dei due

scenografie da cartoon.

sposi con amici e parenti, in giro per centri storici della

Se i fotografi sono attrezzati, possono munirsi

propria città o al mare, e tutto ciò che si avrà piacere di

di stampante durante la festa e regalare estem-

ricordare e rivivere anche a distanza di molti anni. Sarà

poraneamente agli invitati immagini sul genere

così possibile anche rivedere particolari sfuggiti.

polaroid che ritraggono gli sposi con gli invitati, così da

Ormai sempre più diffusa l’abitudine di disporre su ogni

lasciare a tutti un ricordo il giorno stesso delle nozze.

tavolo una macchina fotografica usa e getta o digitali

Il digitale ha modificato anche l’idea del video del

compatte perché gli stessi ospiti possano immortalare

giorno delle nozze, non più interminabili riprese

volti e momenti della giornata, in modo imperfetto

dell’intera giornata, ma piccoli frammenti dei momenti

ma divertente. Questo permette di potere avere

salienti, che con un montaggio sapiente diventano un

78


79


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n FOTOVIDEO

film, leggero, divertente, commovente, accompagnato dalle musiche che si sceglieranno insieme. È possibile poi caricare video e foto su un sito dedicato al proprio matrimonio per permettere anche ad amici e parenti lontani di vivere quel giorno indimenticabile, commentando e condividendo. A posteriori saranno gli

sposi stessi a scegliere le foto che desiderano stampare e stabiliranno insieme i tempi di consegna. Può essere un’idea divertente anche coinvolgere un caricaturista e regalare qualche ritratto simpatico agli ospiti che si presteranno a posare, per ricordare col sorriso un giorno di festa fuori dalle righe.

80

n


Lecce

via Maremonti,15 tel. 0832 306489

www.epifanifoto.it


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

82

n FOTOVIDEO


Foto: Wemake Studio

83


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n WEDDING•ADV

il del

romanzo vostro amore CANDY WEDDING CREA IL LIBRO DELLA VOSTRA STORIA: EMOZIONI DA LEGGERE

i piacerebbe che la vostra storia d’amore

e a terra, nella Chiesa della Madonna dell’Altomare,

diventasse un romanzo? Chiedetelo a

ad Otranto. Ha pubblicato libri di poesia e di

Candy Wedding e lei saprà racchiudere

narrativa che sono diffusi in tutta Italia e sono stati

in uno scrigno di pagine intense e poetiche il vostro

tradotti anche per l’estero.

incontro, il primo bacio, il progetto di vita insieme.

Un bel giorno, questa mescolatrice di parole ed

Ascoltando i vostri racconti, sfogliando i vostri

emozioni ha deciso di diventare Candy Wedding,

album fotografici, parlando con parenti ed amici,

la prima Wedding Novelist pronta a scrivere le più

lei scriverà la storia unica ed irripetibile del vostro

belle storie d’Amore. Solo gli innamorati, dell’Amore

amore, creando un libricino che può diventare

e della Vita, la possono incontrare …

un’originale bomboniera per le vostre nozze.

La potete contattare tramite la sua pagina facebook

Candy Wedding è lo pseudonimo di una giornalista e

all’indirizzo:

scrittrice campana di nascita e pugliese d’adozione.

oppure potete inviarle una mail a candywedding@

Si è sposata due volte con lo stesso uomo: sott’acqua

libero.it

84

www.facebook.com/weddingnovelist

n


Foto: Wemake Studio

85


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n LA LUNA DI MIELE

emozioni intorno al

mondo PER COMINCIARE A SOGNARE INSIEME

opo un giorno speciale come quello delle nozze, la luna di miele è il momento in cui per i due novelli sposi si prospetta l’intimità, la condivisione, il relax dopo il periodo concitato dedicato ai preparativi. Una opportunità di evasione e scoperta di nuovi mondi, nuove culture e nuovi modi di vivere. Un piccolo assaggio della vita a due, per chi non ha convissuto prima delle nozze, che permette di affacciarsi su nuove sperimentazioni del rapporto di coppia, prima di tuffarsi nella quotidianità della propria casa e delle nuove abitudini. La destinazione per la luna di miele è quella che

86


si è sempre desiderato raggiungere, è in qualche modo “il viaggio della vita”, pertanto va scelta oculatamente e nei tempi giusti, almeno sei mesi prima per approfittare di offerte speciali. Rivolgersi ad una agenzia viaggi con esperienza è assolutamente necessario per evitare brutte sorprese, per non spendere troppo e per avere un viaggio pianificato. Anche coloro che amano partire, per così dire, all’avventura, possono essere affiancati da esperti tour operator e avere il minimo indispensabile delle raccomandazioni per non incorrere in cattive sorprese. Curiosità,

spirito

di

adattamento,

senso

dell’avventura, rispetto per l’ambiente e le diversità sono le prerogative di viaggiatori felici. Dopo le spese affrontate per la festa di nozze, sostenere quelle per il viaggio non è sempre semplice, ma ormai diffusa abitudine è farsi aiutare da amici e parenti che possono regalare delle quote viaggio anziché acquistare degli oggetti della lista nozze. Si può chiedere all’agenzia di pubblicare il proprio viaggio on line, l’itinerario viene quindi differenziato per tappe e ciascun invitato può acquistare e regalare una parte del viaggio, invece che versare solo una quota, operazione che ai più non piace perché anonima e sterile: un massaggio, un pernottamento, un biglietto aereo. Inoltre agli sposi viene comunicato del regalo con un messaggio di auguri via mail al momento stesso dell’acquisto. La scelta della meta richiede tante idee, e può essere anche protratta nel tempo: molte sono le coppie che non partono nei giorni immediati al ricevimento ma attendono una stagione più propizia, anche in relazione ai tempi del lavoro.

87


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

88

n LA LUNA DI MIELE


Viaggio culturale, di relax, avventuroso e romantico?

C’è chi ama il mare e le mete calde e chi invece

Dipende solo dai gusti della coppia, l’importante

preferisce le destinazioni fredde e nevose, magari

è organizzare un itinerario completo, sicuro e

vicino ai Poli, in slitta in Groenlandia, in Finlandia,

perché no, indimenticabile. Per gli amanti del relax

Svezia, Islanda alla scoperta di paesaggi mozzafiato

e del mare intramontabile è la crociera, sulle coste

tra cascate, ghiacciai e aurore boreali.

mediterranee, verso mete esotiche, nei mari del

Le più attuali e preferite però restano le grandi

Nord, le compagnie offrono molteplici opportunità

metropoli americane, prima fra tutte New York,

e pacchetti speciali per gli sposi.

viaggio alla scoperta di una cultura che si mescola

In alternativa si può optare per le isole del Pacifico,

con le suggestioni cinematografiche, e ancora

le Seychelles, Tahiti, Le Fiji, o spingersi verso le

Washington, Philadelphia, Chicago, Miami, Los

Maldive, l’Indonesia, il Madagascar, le Hawaii.

Angeles e Las Vegas.

Per gli amanti delle culture orientali sono suggestivi

Altra destinazione affascinante è il Sud America,

i viaggi in Cina, Giappone o India, esperienze

intensa e contraddittoria, dall’Argentina a Cuba.

indimenticabili sotto ogni punto di vista. Sempre

Nostra ma mai fuori moda l’Italia, in ultimo ma non

più scelto il deserto nelle sue terre africane, o i

ultima, la penisola è così ricca di borghi, città e storia

parchi e i safari della Tanzania e del Kenya. O le terre

che è impossibile averla visitata tutta, è sempre

avventurose tra monasteri tibetani fino alle cime dei

una scoperta piacevole con il vantaggio di parlare

monti più alti. Non passano mai di moda le più belle

la propria lingua, mangiare cibo mediterraneo e

città europee, da Parigi a Berlino e Copenaghen,

non sentire troppo quelle differenze di costume e

incursioni nell’Europa dell’Est con Praga e Vienna,

abitudini che agli italiani costano sempre un po’ di

Bucarest e Varsavia, attraverso i canali fluviali.

fatica.

n

89


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

I N T E R V I S TA AD ANTONIO CRUSI

ntonio Crusi, nonostante la giovane età, è da oltre venticinque anni nel settore turismo ed è oggi Presidente degli Agenti di Viaggio della Provincia di Lecce aderenti a Confcommercio e Direttore dell’omonima agenzia in Piazza Sant’Oronzo a Lecce, storico riferimento per i viaggiatori salentini. Viaggi di ogni tipo e per ogni esigenza e, tra gli altri, è esperto nella proposta di viaggi di nozze personalizzati alle coppie di sposi, seguendo i valori dell’affidabilità e dell’originalità.

90

n L’INTERVISTA


91


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

n L’INTERVISTA Il viaggio di nozze è il momento del matrimonio nel quale gli sposi si concentrano finalmente sulle esigenze personali. Perché una coppia di futuri sposi si dovrebbe rivolgere ad un’agenzia viaggi? Una coppia, rivolgendosi ad un’agenzia, non dovrà sopportare alcuna maggiorazione di costi in quanto i margini commissionali destinati all’agenzia saranno esclusivamente a carico dei diversi prestatori di servizi (compagnie aeree e marittime, villaggi ed alberghi, ecc.). Inoltre il bagaglio di esperienza acquisito nell’espletamento dell’attività, con viaggi “educational” nelle più disparate aree del mondo, grazie ai quali si è potuto testare la qualità dei servizi proposti, e l’assistenza in loco di fidati corrispondenti preservano i viaggiatori da imprevisti e contrattempi. Infine, non di minore importanza, la garanzia assicurativa obbligatoria copre la responsabilità civile causata da eventuali disservizi. A tal proposito, è bene diffidare da offerte, spesso “on line”, prive di un chiaro riferimento ad una organizzazione tecnica da parte di un’agenzia viaggi e, pertanto, prive di qualsiasi autorizzazione.

Data la sua esperienza, qual è l’approccio più comune con il quale una coppia si rivolge a voi agenti di viaggi? Di solito le coppie arrivano in agenzia senza mete prestabilite e ci chiedono suggerimenti e consigli. La nostra professionalità consiste nell’individuare le reali esigenze di ogni singolo viaggiatore; poiché il viaggio di nozze si fa necessariamente in due, a volte è necessario mediare tra le richieste, spesso molto diverse e addirittura contrastanti. Se poi la coppia ha un particolare desiderio, un viaggio al di fuori delle proprie possibilità, l’agente può consigliare

92


l’apertura di una “lista viaggio di nozze” nella quale

mare sull’isola di Mnemba, isoletta prospiciente la

parenti ed amici contribuiscono, con le loro quote, al

più nota Zanzibar. Il tour comprendeva soggiorni in

coronamento del sogno. Nella nostra agenzia è spesso

lussuosi lodge che erano delle vere e proprie palafitte-

accaduto che, anche grazie alle quote versate “on line”,

suite, dislocate nelle foreste, ancorate agli alberi e

visibili in tempo reale dalla coppia, si siano raggiunti

rialzate di quel tanto che era necessario per non

budget molto superiori a quelli previsti per il viaggio

ostacolare gli abituali percorsi degli animali.

organizzato, permettendo alla coppia di disporre a proprio piacimento delle somme residue.

Per finire, a suo avviso, qual è l’ambito in cui deve muoversi un agente di viaggio nella pianificazione di

Qual è stato il viaggio di nozze più esclusivo che ha

un matrimonio?

confezionato?

L’agente di viaggi si può paragonare ad un sarto che,

Quello che ho confezionato per un giovane banchiere

con sapiente accuratezza artigianale, “cuce” su misura il

leccese che sposava la figlia di un nobile diplomatico

viaggio di nozze sulla coppia, impegnandosi a rendere

spagnolo. Si trattava di un tour Tanzania più estensione

indelebile negli anni il piacevole ricordo.

n

93


NUOVO MAGAZINE SPOSÌ

94

n L’INTERVISTA


Foto: Wemake Studio

95


EDITORE Salentomio S.r.l. DIRETTORE RESPONSABILE Vincenzo Paticchio REDAZIONE Jessica Niglio COORDINAMENTO Giuseppe Crusi Antonella Serra Annette Passion IDEAZIONE E REALIZZAZIONE GRAFICA plusadv.it PUBBLICITÀ Salentomio S.r.l. Lecce - Via G. D’Annunzio 33 Tel. 0832.492544 IMMAGINI Wemake Studio Andrea Epifani STAMPA Grafica 080

Nuovo Magazine SpoSì Anno III - N° 1 In copertina: Elisabetta Rampino e Marco Vernile indossano abiti ChiaraEffe Couture foto Wemake Studio Iscritta al n. 21 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 16 ottobre 2012 Gli articoli contrassegnati con la scritta “ADV” sono da considerarsi pubblicitari È vietata la riproduzione parziale o totale di articoli e immagini senza la preventiva autorizzazione scritta da parte dell’editore

96


n i i t s i e l z a z i o c N Spe i d i g g Via


con salvini i tuoi momenti pi첫 belli brillano per sempre.

DISPONIBILE PRESSO

Nuovo Magazine Sposi 2013  
Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you