Issuu on Google+

09/12

Edizione Settembre 2012 _ foto by Sambataro Giuseppe _ prezzo Euro 4,50

Drink joy ! Gano Excel: Diffondere L’opportunità di Gano Excel In Europa 7/8

DONNE E IMPRESE: ESPERIENZE A CONFRONTO 11 NUTRILITE E MILANLAB : I COLORI DEI CAMPIONI 17 MonaVie: brevettata la Formula dei suoi Succhi, Adesso sono protetti da imitazioni 23/24

ORGALEADER: 1.000.000 DI PW IN DOWNLINE, IL TUTTO IN 6 MESI DI STORIA DA RACCONTARE!!! 25/26

Gano Excel

this is my C

! e e f f o

NTW Network Marketing Italy


09/12

Edizione Settembre 2012 _ foto by Sambataro Giuseppe _ prezzo Euro 4,50

Drink joy ! Gano Excel: Diffondere L’opportunità di Gano Excel In Europa 7/8

DONNE E IMPRESE: ESPERIENZE A CONFRONTO 11 NUTRILITE E MILANLAB : I COLORI DEI CAMPIONI 17 MonaVie: brevettata la Formula dei suoi Succhi, Adesso sono protetti da imitazioni 23/24

ORGALEADER: 1.000.000 DI PW IN DOWNLINE, IL TUTTO IN 6 MESI DI STORIA DA RACCONTARE!!! 25/26

Gano Excel

this is my C

! e e f f o


2

2

st edition

NTW Network Marketing Italy


BIANCA

NTW magazine Italy, nella sua prima edizione si pone come uno strumento di formazione e di informazione del circuito e della realtà del Network Marketing ed Vendita Diretta. Si tratta di un sistema economico che può fare sognare lauti guadagni pur rimanendo con i piedi per terra. Le aziende che adottano il Network oggi sono in grado di sopperire ai bisogni economici che la società e il mercato richiedono. Il nostro magazine vuole dare più visibilità ai suoi nuovi orizzonti che si aprono a livello mondiale. Infatti, alcune aziende presenti su NTW magazine Italy sono ramificati su settanta paesi, cifre che, con altri sistemi di

MARCO

BIANCA

vendita non sarebbero neanche ipotizzabili. Noi rappresentiamo uno scrigno dove all’interno si possono ammirare le perle del Network mondiale, conosceremo i Top manager delle aziende più produttive, andremo a scoprire le novità sui prodotti più interessanti e avremmo uno spazio dedicato alle interviste degli esperti per conoscere a fondo le qualità di alcune linee, inoltre, le news dei testimonial saranno direttamente intervistate da noi.

EDITORIALE

2

n

SALVO

personaggi più carismatici ed originali del mondo NTW.

Salvo e Marco Bianca hanno realizzato NTW magazine Italy perché credono nelle buone idee, nella serietà delle aziende e contribuiscono realizzando in collaborazione con i manager e con le varie aziende che aderiranno all’iniziativa, alcuni eventi (spettacoli con ospiti vip, sfilate di moda, meeting, stend informativi e di arruolamento , serate di gala). NTW magazine si avvale della All’interno delle aziende realizzeremo re- preziosa partecipazione dell’Associazione portage con relativi Book fotografici e in culturale l’Eco dell’Etna che conosceremo ogni edizione ci sarà un autobiografia sui all’interno di NTW.

NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy

2


2

2 5

Edizione Settembre

2012 _ foto by Scierre

09/12

Giuseppe _ prezzo Euro

4,50

st edition Drink j oy!

EDITORIALE

GAN DIFFONDERE L’OP O EXCEL: PORTUNITÀ DI GANO EXCEL IN EUROPA 7/8

Mary D’Arrigo: ragazza copertina

NTW Magazine

DONNE E IMPRESE: ESPERIENZE A CON FRONTO

7

GANO EXCEL: diffondere l’opportunità di

NUTRILITE E MILA NLAB : I COLORI DEI CAM PIONI 17

Gano Excel in Europa

9

MONAVIE: BREVETTATA LA FORM ULA DEI SUOI SUCCHI, ADESSO SONO PROTETTI DA IMITAZIONI 23/24

GANODERMA LUCIDUM: come funziona il

ORGALEADER: 1.000.000 DI PW IN DOWNLINE, IL TUTTO IN 6 MES I DI STORIA DA RACCONTARE !!!

Ganoderma Lucidum? Componenti di Ganoderma

MANAGER ROSA 11

DONNE E IMPRESE: esperienze a confronto

12

DONNE MANAGER: Meg Whitman

13 Un riconoscimento alle manager rosa 14

LE DONNE MANAGER SONO LE MIGLIORI:

15

3 DONNE MANAGER PER CRESCERE: Reda

lo dicono le statistiche

in Cina punta sulla donne

16

TOP 50 DONNE MANAGER: Marcegaglia

unica italiana

3

NTW Network Marketing Italy

11

Gano Ex

cel

this is my

25/26

!

Coffee

SPORT E STORIA 17

NUTRILITE E MILANLAB: i colori dei campioni

secondo NUTRILITE E MILANLAB

18

NUTRILITE TENNIS CHALLENGE – ADIDAS CUP

19

STORIA LR AHLEN

20

TANIA CAGNOTTO: Herbalife è il fornitore

21

per fondazione Milan

ufficiale della campionessa di tuffi

XanGo e Real Salt Lake condividono le luci

della ribalta


indice 22

LEADERSHIP: imparare ad essere un buon

LEADER

SUCCESSI E RISULTATI

MONA VIE: ha brevettato la Formula dei suoi Succhi. Adesso sono protetti da imitazioni

25

ORGALEADER LR: con 1.000.000 di PW in

23

downline, il tutto in 6 mesi di storia da raccontare

FORMAZIONE E LEADERSHIP 27

IL PRODOTTO DEL PRODOTTO: che cosa vuol

dire essere il prodotto del prodotto?

28

L’importanza della Reputazione

29

se fate parte di un attività di Network Marketing, non siete stati

sponsorizzati

30

I Nemici del tuo successo

31

Migliorare l’immagine

32

La Gestione del Tempo: pianificare il tempo

nel Network Marketing

33

20 ANNI FULL TIME

NTW Network Marketing Italy

4


mary d’arrigo Ragazza copertina Mary D’Arrigo

NTW Magazine

Diciotto anni appena compiuti, la ragazza copertina del magazine NTW vive a Nicolosi (in provincia di Catania), è solare e ama la vita. La bella Mary ha partecipato a svariati concorsi di bellezza, aggiudicandosi sempre il primo posto. Tra questi, il prestigioso concorso nazionale “La Stella di Sicilia e d’Europa”, presentato da Alba Parietti. Nel tempo libero, oltre al lavoro che svolge nella pizzeria di famiglia e di cui va fiera, si dedica ai concorsi di bellezza e alle sfilate di moda, calcando le passerelle con grinta e sicurezza. La Miss catanese ama le emozioni forti ed è affascinata dal mondo del cinema. Ha deciso di incarnare la ragazza copertina di NTW sperando che sia un trampolino di lancio verso il grande schermo, in cui vorrebbe interpretare ruoli da “cattiva ragazza”.

5

NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy


NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy NTW

6


Gano Excel

Gano Excel, l’azienda Malese ha aperto il suo primo mercato in Europa con Romania nel 2008 e ha fin dall’inizio ad oggi raggiunto notevole successo. In Romania ha lanciata con caffè infuso di ganoderma, un drink per iniziare la giornata, che risulta particolarmente favorevole alla salute. “Gano Caffè” sta emergendo come una delle bevande più popolari a livello mondiale - con oltre 4 miliardi di tazzine consumate in tutto il mondo!

7

NTW Network Marketing Italy


Diffondere l’opportunità Gano Excel in Europa. Fondamentale in questo successo è la forte gestione del team “Gano Excel International”, guidata dal Signor Lewnegie, Direttore Esecutivo di “Gano Excel International”, e il top Generale Manager Internazionali, Signor Eugene TNG, Signor Yogesh, La Signora Maureen Yeoh e La Signora Lim Soo Ling, e molti altri sono sparsi intorno al globo è spingendo Gano Excel verso l’alto con il loro lavoro straordinario. L’azienda non ha solo messo radici in Europa, era anche in grado di posizionarsi saldamente sui mercati in tutti gli angoli del globo, grazie ai suoi ottimi prodotti. Buona reputazione di Gano Excel come un leader di mercato per botanicamente e organicamente coltivati prodotti Ganoderma e come incredibile opportunità in mezzo l’attuale clima economico è stimolare l’azienda verso alto. Ora, “good ole Europa” è aperto. Il vantaggio per i networkers in Europa è che Gano Excel non è più un’azienda giovane che appena iniziato, Gano Excel è già un player globale che ha costante crescita. Gano Excel ha decenni di esperienza e ha superato tutti i tipi di sfide in tutti i paesi, in tutto il mondo. Il networkers europeo ora può beneficiare di questa enorme ricchezza di esperienza come Gano Excel che ha appena iniziato la sua enorme espansione europea in paesi come Germania, Italia, Francia, Paesi Bassi, Spagna, Portogallo, Romania, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Austria, Belgio, Turchia e Gran Bretagna. Insieme alla visionaria ricerca e sviluppo di Ganoderma e realizzazione del micologo, Presidente e fondatore Signor Leow Soon Seng e i co-fondatori di Gano Ex¬cel Signor Lew Soon Kiak (CEO) e signor Ooi Kheng Seng, Presidente di Gano Excel Malaysia, l’azienda non è praticamente un-brain-er per dirigenti esperti. Le forze trainanti che comprendono la visione, il generoso piano di marketing e l’integrità della gestione aziendale sono state le garanzie per il successo fin dalla Fondazione di Gano Excel nel 1995. Gano Excel ha fatto il suo nome in tutto il mondo attraverso queste forze. Il continuo impegno dell’azienda è in armonia con l’ardente desiderio di condividere la salute e la ricchezza con i paesi europei, di fare esperienze cambiano la vita e per celebrare il successo senza precedenti. Gano Excel stesso ha preparato ottimamente per l’Europa. Il sito è stato tradotto nelle rispettive lingue, facile registrazione online, un’intera libreria di informazioni sui prodotti è sono disponibile, gli strumenti di marketing sono disponibili in 11 lingue e il piano di marketing collaudato,

generoso che assicura il successo finanziario. I magazzini del prodotti strategicamente preparati per la consegna efficiente e affidabile. Uno stile di vita sano è una necessità in questi giorni e Gano Excel ha impostato il punto di riferimento nel soddisfare i desideri dei consumatori. L’azienda offre quindi prodotti qualitativi sotto forma di integratori alimentari così come bevande così che il cliente può scegliere saggiamente dai vari prodotti. Con l’attuale espansione in Europa, Gano Excel si è impegnata per la futura crescita del business con i dedicati distributori di avere successo. Per i prossimi tre anni, più di 20 nuovi paesi saranno aperto, consentendo di partner di distribuzione a partecipare a questa industria miliardaria in dollaro del benessere. I dirigenti della societàsono armati per assumere un ruolo attivo di cooperare con i distributori e i leader per garantire gli obiettivi di lungo termine di diffondere l’opportunità di Gano Excel in Europa. Gano Excel attualmente sta mobilitando i piani di espansione in tutta Europa, in cui l’azienda dimostrerà l’arrivo inconfondibile in Europa. Ora è giunto il momento per i “networkers” lungimiranti, di gettare le basi per il loro successo. È sempre i pionieri che amano il trionfo più memorabili e diventano i più grandi successori. I Networkers europei, che si rendono conto che sono “al posto giusto e al momento giusto” con la giusta compagnia, Gano Excel. Potrebbe essere scritta la propria storia di successo negli anni a venire, storia che la rivista NTW è già impaziente di pubblicare.

NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy NTW

8


9

NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy


NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy

10


DONNE MANAGER Il colore rosa del business Guidano con profitto aziende multinazionali e sono ai primi posti delle classifiche internazionali.

DONNE E IMPRESE: esperienze a confronto In Italia, il 70% delle persone vede con favore il fenomeno dell’autoimprenditorialità e il 36,5% ritiene di poter avviare un’attività in proprio. Tale propensione, tuttavia, risulta più forte negli uomini che nelle donne: mentre il 66% dichiara di avere un’opinione favorevole, solo il 31%, infatti, riesce a immaginarsi imprenditrice. AMWAY, leader mondiale nel settore della Vendita Diretta, da sempre sensibile ai temi della cultura d’impresa in Europa e, in particolare, a quella femminile, ha organizzato presso il Museo Mille Miglia di Brescia una tavola rotonda dal titolo: “Donne e Imprese: esperienze a confronto”. Protagonisti dell’incontro importanti nomi del mondo politico, delle istituzioni locali e dell’imprenditoria al femminile, che hanno dato vita a un vivace dibattito sulle principali criticità che le donne incontrano nel “fare impresa” oggi in Italia e su quali potrebbero essere le possibili soluzioni per incrementare le imprese “rosa”. La tavola rotonda ha visto la partecipazione di: Senatrice Maria Ida Germontani, membro della Commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato; Anna Maria Gandolfi, Consigliera di Parità Provinciale di Brescia; Giovanna Mantelli, Comitato Imprenditoria femminile Camera di Commercio di Brescia; Monica Milone, Direttore Corporate Affairs di Amway Italia; Patrizia Sbardolini, Membro di Presidenza Confesercenti; Daniela Bandera, Presidente EWMD International sezione di Brescia. I dati emersi dalla ricerca AMWAY hanno permesso di presentare un’interessante panoramica sull’autoimprenditorialità in Europa, dedicando particolare attenzione al caso italiano con focus al femmilnile. Ciò ha rappresentato un importante punto di partenza per la discussione. Nonostante negli anni il numero delle imprese al femminile sia aumentato costantemente in tutta Europa, nel nostro Paese si registra tuttora un notevole “pessimismo” quando si tratta di avviare un’attività in proprio. Risulta infatti diffusa l’opinione di non avere un adeguato background economico, le capacità o le conoscenza “giuste”, lamentando anche una scarsa offerta pubblica in materia di formazione. Un ruolo fondamentale sembra anche giocarlo il timore di non riuscire a conciliare la carriera con gli impegni famigliari, prioritari per il 70% delle italiane. Secondo i dati, l’opinione e l’approccio delle donne sul fenomeno, cambiano in base alla regione di appartenenza: nel Nord Est Italia vivono le donne con maggiore spirito imprenditoriale, il 75,1% ha un’opinione positiva del fenomeno e il 41,3% si dichiara favorevole ad avviare un’attività autonoma.

11 NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy

Gli aspetti che spingono le donne italiane a preferire un lavoro in proprio, sono innanzitutto l’indipendenza (38,7%) e la possibilità di autorealizzazione (35,4%). Al terzo posto, la compatibilità tra carriera e famiglia (26,5%), che, comunque, a domanda specifica risulta importante per l’universo femminile italiano: lo confermano infatti il 70% delle donne intervistate (73,7% nel caso delle donne del Nord Est). Dai risultati della ricerca emerge, infine, come la stragrande maggioranza delle donne (70%) consideri fondamentale la formazione e l’educazione finanziaria per intraprendere un’attività in proprio e come solo il 29% si senta adeguatamente preparata. Il 67,8% delle donne intervistate, inoltre, ritiene che l’offerta pubblica di tali programmi sia insufficiente. “Per uscire dalla recessione dobbiamo individuare e mettere in campo tutte le azioni utili a sostenere il rilancio dell’economia. In questo quadro, non deve essere dimenticato il mondo delle donne e delle imprese”, ha dichiarato la Senatrice Maria Ida Germontani. “Un nuovo strumento, gli ‘WOMEN BOND’, potrebbe essere creato proprio per aiutare l’imprenditoria femminile, in particolare le mamme che vogliono rientrare nel mondo del lavoro e hanno un progetto da realizzare. Le imprese femminili, infatti, resistono e continuano a crescere: nel 2011 rappresentavano il 23,5% di quelle italiane e il loro numero continua a salire a ritmi superiori a quelli medi dell’imprenditoria nazionale. ” “Le donne devono avere facile accesso agli strumenti necessari per avviare un’attività imprenditoriale”, sottolinea Monica Milone, Direttore Corporate Affairs di Amway Italia. “Inoltre, è importante essere a conoscenza del fatto che esistono anche valide alternative, come quelle offerte dalla Vendita Diretta, che offrono la possibilità di cimentarsi in attività in proprio, non richiedono importanti investimenti e danno accesso a formazione professionale gratuita e continua. Queste «palestre» di imprenditorialità possono aiutare le donne ad avviare un’attività su misura rispetto alle loro esigenze familiari.” Amway in breve. Amway, leader mondiale nel settore della vendita diretta, commercializza i propri prodotti tramite una rete di Incaricati alle Vendite presenti in oltre 80 paesi in tutto il mondo. Nel 2011 ha registrato un fatturato di 10,9 miliardi di USD. L’azienda è presente in Italia dal 1985 e conta 30.000 Incaricati alle Vendite su tutto il territorio nazionale. I principali marchi Amway comprendono i prodotti della gamma nutrizione e benessere NUTRILITE™ e i prodotti per il trattamento della pelle ARTISTRY™.


Quando Meg Whitman è stata nominata amministratore delegato di Hewlett Packard gli analisti non si sono scossi più del necessario. Da gennaio sedeva nel board del produttore di computer e poi era pur sempre la manager che in dieci anni ha portato eBay da 30 a 15 mila dipendenti, moltiplicando il fatturato di una ventina di volte. Sempre lei ha contribuito alla fortuna di colossi tipo Walt Disney, DreamWorks, Procter & Gamble e Hasbro. Chiusa la parentesi politica con cui sperava di succedere ad Arnold Schwarzenegger al governo della California, Whitman è tornata nel business portando quel tratto femminile che in questi tempi d’incertezza può rivelarsi carta vincente. Hp esce da una stagione di vacche piuttosto magre, nell’ultimo anno, sotto la direzione di Leo Apotheker, il valore del titolo è sceso del 43 per cento, ma è bastato far girare il nome di Whitman sulla stampa finanziaria perché le azioni facessero un balzo in avanti del 3%. L’ex candidata repubblicana è solo una delle rappresentanti di una generazione di donne che da Wall Street alla West Coast stanno gentilmente mettendo a soqquadro i canoni classici della dirigenza maschile. Senza quote rosa. Guadagnano decine di milioni di dollari l’anno, sono ospiti fisse delle classifiche di Forbes, dei forum di economia internazionale e si trovano a loro agio nelle liste di fine anno di Time. Indra Nooyi è amministratore delegato Pepsi dal 2007, quando il board si è reso conto che nel ruolo di Cfo aveva fatto lievitare il fatturato del 72% in sei anni. Nata 55 anni fa in India, Nooyi ha iniziato la sua carriera nella sede indiana di Johnson & Johnson, dove in poco tempo ha potuto mostrare le sue capacità manageriali. Il grande passaggio arriva nel 1994: Pepsi la chiama per riorganizzare la strategia globale dell’azienda. Con una sontuosa ristrutturazione riesce a scaricare la zavorra che impedisce di volare e allo stesso tempo pianifica nuovi investimenti per la crescita. L’affare fondamentale è il merge con Quaker Oats Company, che porta Gatorade nella seconda compagnia di bevande analcoliche del mondo. E l’azienda torna a crescere su ritmi simili a quelli di Coca-Cola. Per cinque anni Nooyi ha guidato senza sforzo la classifica Fortune delle 50 donne più potenti d’America, ma all’inizio di ottobre è stata scalzata da Irene Rosenfeld, che dal 2004 al 2006 ha guidato Frito-Lay, controllata di Pepsi che ha costruito la sua fortuna sul lancio di prodotti orientati alla salute. Per questo Kraft Foods ha nominato la 58enne di Brooklyn – con ascendenze romene e tedesche – amministratore delegato, forse nemmeno osando sperare che l’azienda avrebbe visto una crescita di quelle proporzioni: nel 2010 il fatturato di Kraft è salito del 43% e Rosenfeld ha in cantiere ormai da anni un frazionamento dell’azienda che dovrebbe migliorare le performance. Con un modello statistico ha valutato una via per accrescere il fatturato di un’azienda che ha 127 mila dipendenti in 170 Paesi. «Sono qui per aiutare l’azienda a raggiungere i suoi obiettivi e non sono i dipendenti che lavora-

an m t i h W g Me

no per fare ciò che io dico loro». L’amministratore delegato di Archer Daniel Midland, Patricia Woertz, si definisce una outsider: «Sono fuori dalla compagnia, fuori dall’industria, fuori dalla famiglia, fuori dalle aspettative di una figura maschile». E in effetti non aveva nulla a che vedere con il colosso dell’Illinois che lavora prodotti agricoli da un centinaio d’anni, l’azienda che negli anni Novanta è passata dalle colonne finanziarie a quelle scandalistiche per lo scandalo del controllo dei prezzi della Lisina, episodio che ha ispirato il film The Informant! di Steven Soderbergh. Alla Adm è arrivata da Chevron, azienda non completamente estranea al suo attuale ruolo: Woertz sta puntando sui biocarburanti per diversificare la produzione e aprire nuovi mercati. A fine anno la 57enne porta a casa una cifra vicina ai 12 milioni di dollari. Anche a Facebook, per definizione patria di nerd e geek, dunque ambito di competenza tipicamente maschile, la presenza femminile non manca. La dipartita di Randi Zuckerberg, sorella di Mark, ha destabilizzato gli investitori soltanto fino a quando non è stato chiaro che la giovane si stava muovendo per accrescere ulteriormente il prestigio della casa madre. A Palo Alto è rimasto però il chief operative officer Sheryl Sandberg, donna fra le più potenti d’America che ha costruito una carriera fra politica e tecnologia. Zuckerberg l’ha incontrata nel 2007 a una festa di compleanno, quando Sheryl era vicepresidente di Google. Per Mark era stato un colpo di fulmine. Qualche mese più tardi il ceo di Facebook annunciava al mondo che Sandberg sarebbe stata il suo braccio destro. La vita della Sheryl è completamente cambiata nei primi anni Novanta, quando durante gli studi ad Harvard ha incontrato il professor Larry Summers, che presto è diventato il suo faro nella giungla accademica e il suo relatore della tesi alla Business School. L’ha introdotta lui alla World Bank e quando Bill Clinton nel 1996 lo ha nominato segretario del Tesoro lui le ha offerto il posto di capo di gabinetto. Nel gioco dei destini incrociati i due si sono ritrovati in California, lei manager del social network, lui consulente economico di Marc Anderseen, creatore di Netscape e angel investor della Silicon Valley. Ellen Kullman dimostra che non sono solo le aziende di nascita recente ad affidarsi alle donne.DuPont è un’istituzione del panorama americano. Nel 2008 Kullman è stata nominata presidente e amministratore delegato dell’azienda che tuttora risiede nella sua città natale, la placida Wilmington. Lei, ingegnere meccanico prestato al management con un passato di rilievo a General Motors, ama lo stile dimesso: «Non sono sicura che il fatto di essere donna aggiunga o tolga qualcosa. Credo che il mio stile manageriale sia particolare, direi unico, ma io cerco solo di continuare a guidare la strategia dell’azienda». E gli impegni di questo prestigioso mastodonte americano non le hanno impedito di dedicarsi a Maggie, Stephen e David, i figli che ha avuto assieme al marito Mich.

NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy NTW

12


Un riconoscimento alle manager rosa. I risultati alla fine di novembre. Un riconoscimento alla tenacia e alle idee delle donne modenesi. E’ questo lo scopo che si prefigge il sesto ‘Premio per l’imprenditoria femminile nella provincia di Modena’, promosso dalla Camera di Commercio, dalla Provincia e dal Comitato imprenditoria femminile. Il concorso è aperto alle imprenditrici in attività da almeno 8 anni che si siano distinte per innovatività e qualità dei prodotti e dei servizi, per i processi utilizzati e l’organizzazione adottata, e per l’adozione di politica di pari opportunità portata avanti in azienda. Le iscrizioni al corso sono gratuite e possono essere inviate alla Camera di Commercio da oggi al 16 luglio. La premiazione, dopo il vaglio delle candidature da parte di una giuria si sceglie una vincitrice per ognuna delle 5 categorie in gara, è prevista per la fine di novembre. “Con questo premio – ha spiegato Catia Allegretti, presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile – vogliamo fare emergere un tessuto importante del nostro territorio e valorizzare le imprese al femminile, che rappresentano il 20% delle aziende modenesi. Un dato che è in continua crescita”

13 NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy


...e non servono le quote, ma le aliquote rosa. può aumentare con le quote rosa perché hanno costi elevati per le imprese. Servono le aliquote. Il che significa una riduzione fiscale a favore delle donne che lavorano, che significherebbe per lo Stato una perdita di gettito molto limitata perché l’offerta di lavoro femminile risponde molto più di quella maschile a variazioni del salario netto. Quindi una riduzione delle aliquote sulle donne farebbe crescere l’occupazione femminile aumentando la corrispondente base imponibile. Basterebbe, dunque, aumentarle.

Le donne manager e imprenditrici sono le migliori: lo dicono le statistiche. I numeri dell’occupazione femminile in Italia sono ancora molto distanti dai numeri di quella maschile. Le quote rosa non bastano, servono le aliquote rosa. La donna, quella figura profondamente amata, venerata e protetta, a volte ancora oggi però anche discriminata. Ma lei lotta, combatte e si impegna per primeggiare. E la strada del successo, nonostante le di fficoltà, sembra potersi compiere. Se la donna vince nell’amore, nei sentimenti, nella dolcezza, nella vita, è meno fortunata (o forse lo era) nelle sue ambizioni lavorative, in Italia. Il tasso di occupazione delle donne nel nostro

Paese è, infatti, fra i più bassi dei paesi Ocse e al di sotto della media europea eppure, secondo le ultime statistiche realizzate in giro per il mondo, le aziende, imprese, società che vedono ai loro vertici una figura femminile sono proprio quelle che vantano maggiori successi. Basti poi inoltre pensare che negli Stati Uniti e nel Regno Unito le donne in media guadagnano il 2530% in meno degli uomini, mentre questa cifra scende al 1020% in vari paesi del Centro e Nord Europa, fino a un 10% in Italia e negli altri paesi del Sud Europa. Come mai, nonostante la tanto acclamata parità dei sessi, nonostante i passi (concreti o meno) compiuti perché il cammino della donna nel mondo del lavoro potesse affermarsi esattamente come quello dell’uomo, siamo ancora così indietro? La risposta sembra piuttosto semplice: perché l’occupazione femminile non

Se il lavoro femminile costa meno, il datore di lavoro troverà conveniente assumere più donne e più donne lavorerebbero. L’imposizione di quote rosa, invece, è troppo rigida perché non permette al mercato di assestarsi al punto il cui il valore della produttività del lavoro femminile è uguale al suo costo (ridotto appunto dallo sgravio fiscale). Ciò che serve, dunque, è far crescere la partecipazione femminile al mercato del lavoro e al tempo stesso abbattere la discriminazione contro le donne al momento delle promozioni ai livelli più alti. Del resto, i numeri parlano chiaro: le imprese che hanno almeno il 30% di donne nel consiglio di amministrazione continuano a essere stabili negli anni attorno (sotto) al 12% e i dati dimostrano che le aziende che raggiungono tali livelli vanno meglio di altre e dimezzano le probabilità di insolvenza quando il ruolo di presidente e amministratore delegato è deputato ad una donna. Se poi si volge lo sguardo alle società più sviluppate, emerge che sono soprattutto le società a controllo familiare e le aziende della moda e del lusso ad avere una quota importante di donne in consiglio. Si tratta di figlie di imprenditori e manager del tessileabbigliamento, e non sono poche le amministratrici delegate e le consigliere di amministrazione, come per Diesel (Daniela Riccardi, ad), Lvmh Italia (Gabriella Scarpa, ad) e Dolce & Gabbana (Cristiana Ruella, direttore affari generali e consigliera di amministrazione). Frida Giannini ha portato all’apice del successo Gucci, Miuccia Prada si è imposta nel mercato mondiale come leader indiscussa della moda femminile, la direttrice di Vogue America, Anna Wintour, nonostante critiche e polemiche, è decisamente la giornalista di moda più conclamata del mondo. Oriana Fallaci è stata una delle più grandi scrittrici del nostro tempo, Alda Merini le ha tenuto compagnia nella poesia, e cresce il numero delle donne attive in politica, dal Parlamento all’esempio della presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. Giusto per citare qualche nome. Le donne mettono a disposizione del mondo del lavoro una curiosità, un’originalità, unmodo di pensare proprio ‘in rosa’ che non è schematizzato in precise organizzazioni, regole da seguire, compiti da assegnare, ma che è elastica, che risponde a quei criteri che si pongono a metà strada fra le competenze e conoscenze tecniche, necessarie per poter al meglio praticare il loro lavoro, e l’umanità tipica del mondo femminile. Perché allora continuare a creare differenze fra uomini e donne, perché non valorizzare risorse, perché continuare a non privilegiare sistemi di lavoro che rendono molto?

NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy NTW

14


Reda in Cina punta sulle donne

3 MANAGER ROSA PER CRESCERE IL GIGANTE ASIATICO È DIVENTATO IL TERZO MERCATO DI SBOCCO PER L’AZIENDA TESSILE DOPO ITALIA E GERMANIA E A SHANGHAI I VERTICI HANNO UNA FORTE PRESENZA FEMMINILE “PIÙ DETERMINATA E AFFIDABILE” Milano. Il tre ha l’aria di essere un numero speciale per Reda, l’azienda leader nella produzione di tessuti pregiati in pura lana per abiti da uomo che ha puntato su un patrimonio costruito pazientemente in più di un secolo e mezzo, basato sui valori dell’eccellenza. Tre sono le fattorie in Nuova Zelanda, tre le pecore impiegate per realizzare i tre metri di tessuto necessari per fare un abito; tre i mesi di tempo per passare dal vello al tessuto, e ancora tre le superdonne ai vertici dello staff Reda in Cina, oggi dopo Germania e Italia il terzo mercato, quello che sta crescendo con ritmi più veloci: «La prima donna è stata scelta da mio padre, Roberto Botto, quasi per caso, per istinto, confermandosi poi quella giusta — racconta Ercole Botto Paola, a.d. di Reda — lavora con noi da una decina di anni, un record per un cinese; abbiamo preferito puntare su figure femminili, perché capaci di una determinazione più concreta; gli uomini sono più motivati dal miraggio di grandi guadagni da raggiungere in tempi stretti, e per questo disposti a spostarsi da un’azienda all’altra; le donne invece dimostrano un maggior concetto di fedeltà per i loro progetti di lavoro». E’ del 2002 il primo ufficio di Shanghai aperto con personale cinese: poi Reda ha pensato di rafforzare la sua immagine e ha fatto i primi investimenti nella comunicazione, e nel 2009 si sposta nel prestigioso Soho Building di Shanghai, aprendo anche lo showroom. Scelte giuste perché in quegli anni il mercato cinese dell’azienda tessile è cresciuto da quota 0,003% al 10%: «Il cinese non apprezza chi arriva con l’idea di fare l’affare, noi abbiamo pensato a loro come ai nostri partner nella nuova avventura — aggiunge Botto — non ci siamo presentati come dei colonizzatori, abbiamo continuato a produrre in Italia, forti dei 150 anni di esperienza nel fare un prodotto di lusso, custodi di quella cultura italiana nata nel Rinascimento, del saper fare bene le cose. Vogliamo conservarla e diffonderla, ed è il motivo per cui investiamo in iniziative in Italia e in Cina con artisti come Omar Galliani, un esempio contemporaneo del saper fare bene, con un talento che parte dalla base, nel suo caso, dal disegno. Lui usa la tela, noi diamo il tessuto, il confezionista lo trasforma nell’abito, per noi nasce quasi un’opera d’arte: tutt’e due sono fatte a mano». La cultura del prodotto eccellente è premiata anche dai numeri: Reda, azienda con 350 dipendenti, rimasta interamente in mano alla famiglia Botto Paola, nel 2011 ha fatturato 65,6 milioni, con un incremento annuo del 23%. Investe il 10% del fatturato in tecnologia, mantenendo le origini: tradizione e profonda esperienza artigianale.

15 NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy


TOP 50 DON N Marcegaglia E MANAGER unica italian a Tra le 50 dOnne manager più potenti del mondo c’è anche un’italiana, è Emma Marcegaglia, l’unica donna nella classifica stilata dal Financial Times. L’ad del gruppo Marcegaglia e presidente di Confindustria conquista il 29° posto. Il quotidiano finanziario britannico rende omaggio anche ai suoi soprannomi : da “Lady d’acciaio” a “Black & Decker”, sottolineando così la forza e la tenacia di una donna che è anche la prima donna a guidare Confindustria nei 100 anni di storia dell’associazione. In una recente intervista al quotidiano britannico, Marcegaglia aveva detto che la sua migliore qualità manageriale era di “assumere le persone giuste”. In cima alla lista del Financial Times troviamo Indra Nooyi, amministratore delegato di PepsiCo, seguita da Andrea Jung, alla guida del noto colosso della cosmetica Avon Products, Guler Sabanci di Sabanci Group e Irene Rosenfeld di Kraft Foods. Ma le quattro leader, nota il Ft “sono sotto pressione da parte di new entry e sfidanti che si stanno affermando rapidamente”. “Un numero crescente di donne si sta affermando nei consigli di amministrazione di tutto il mondo”, esordisce l’articolo di Andrew Hill, intitolato “Rivoluzione di genere nella sala consiglio”. “Considerati gli ostacoli che molte hanno dovuto superare per raggiungere posizioni chiave e la differenza che stanno già facendo nel modo in cui funziona il mondo del business, il loro successo è di per sé motivo di celebrazione. Allo stesso tempo la loro affermazione alimenta le aspirazioni di milioni di donne o

ragazze che si vedono come future leader”. Nonostante le critiche che,in modo evidente, Emma Marcegaglia ha a volte rivolto al governo Berlusconi, il premier l’ha, tuttavia, pubblicamente invitata ad accettare il posto di ministro, dopo le dimissioni di Claudio Scajola. Non mancano i famosi premi di consolazione,se così ironicamente li vogliamo definire, per altre italiane. In una seconda lista “alternativa” del Financial Times di 50 donne che hanno potere, compare Daniela Riccardi, neo amministratore delegato del gruppo Diesel, controllato da Renzo Rosso, fondatore della casa madre di Diesel, Only The Brave. Tocca poi a Monica Monardini, ad del Gruppo Editoriale L’Espresso, controllato dal gruppo Cir e Patrizia Grieco, ad di Olivetti, controllata da Telecom Italia. Ft: “Il solo paese europeo con meno donne in posizioni executive è la Germania”. Il Financial Times punta l’attenzione su Daniela Riccardi, che dopo 25 anni alla Procter & Gamble (era responsabile del gruppo in Cina) ha deciso di passare a Diesel. La sua storia alla Procter & Gamble (che ha molte donne in posti dirigenziali, ma non una donna nel top management team formato da cinque persone) mette in evidenza,secondo il Ft, un tema comune. “Molte donne in un ruolo di leadership”, nota il Ft, “hanno passato decenni presso organizzazioni globali, in genere con sede negli Usa, che avevano politiche progressiste quando sono entrate negli anni 80. In cambio sono rimaste leali, arrivando a posizioni senior invece di optare per un posto di amministratore delegato altrove”.

Emma M arcegagli a

NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy NTW

16


I COLORI DEI CAMPIONI SECONDO NUTRILITE E MILANLAB Il benessere fisico ha una grande influenza sulle prestazini di un atleta e un’alimentazione bilanciata ha un ruolo chiave nell’aiutare gli sportivi a raggiungere la loro forma ottimale. Avreste mai pensato che anche i colori avessero un ruolo in tutto ciò? I colori sono importanti nella vita di tutti i giorni. Nelle nostre case, in ufficio, in ogni istante ci ritroviamo attorniati da un’infinità di colori. Molto spesso i colori finiscono per condizionare non soltanto il nostro look, ma anche il nostro benessere fisico e mentale attraverso l’alimentazione. Molto spesso, però, ognuno di noi finisce per sottovalutare la reale importanza dei colori dei cibi sulle nostre tavole. Gli esperti di MilanLab, il centro di ricerca scientifica interdisciplinare ad alto contenuto tecnologico dell’AC Milan, e di NUTRILITE, marca numero uno al mondo nella produzione di integratori alimentari, si sono confrontati quest’oggi allo stadio di San Siro, svelando il ruolo fondamentale dei colori nell’alimentazione e nella vita di tutti i giorni. Tra i cibi principali che circolano sulle nostre tavole, frutta e verdura sono gli alimenti “colorati” per eccellenza e contribuiscono in maniera determinante a preservare l’organismo, donando energia e vitalità utili ad affrontare al meglio le nostre giornate. Gli esperti NUTRILITE hanno illustrato come frutta e verdura siano gli alimenti che contengono i fitonutrienti, composti organici che si trovano nelle piante che, oltre a dare colore e a proteggere i vegetali dall’azione degli agenti atmosferici, assumono un ruolo chiave per la protezione dell’organismo umano grazie alle elevate e molteplici proprietà antiossidanti che li caratterizzano. “I fitonutrienti sono importanti almeno quanto le molto più note vitamine” dichiara il Dr Thomas Kurscheid, esperto NUTRILITE. “Numerosi studi recenti hanno dimostrato che, per avere un effetto positivo sulla salute, queste sostanze di origine naturale devono essere presenti nella nostra alimentazione in misura notevole e in grande varietà. Solo il 20% delle persone, tuttavia, riesce normalmente a seguire la raccomandazione di assumere fra le 5 e le 10 porzioni di frutta e verdura ogni giorno. Per questo motivo gli integratori alimentari contenenti fitonutrienti possono ricoprire un ruolo importante nella moderna alimentazione e in particolar modo nell’ottenere performace sportive di alto livello”. Si stima che in natura siano oltre 30.000 i fitonutrienti

17 NTW Network Marketing Italy

esistenti, che vengono sintetizzati nello “spettro dei fitonutrienti” ed associati a 5 colori principali: verde, bianco, giallo/arancione, rosso, blu/viola. Se un’alimentazione bilanciata e l’assunzione di un quantitativo equilibrato di fitonutrienti è di per sé fondamentale per ognuno di noi, lo è a maggior ragione per chi punta a raggiungere l’eccellenza nello sport. Quali sono, allora, i colori che stanno alla base dei successi sportivi dei campioni dell’AC Milan? “La componente alimentare è un fattore fondamentale per il mantenimento di uno stato di salute ottimale e lo è ancor di più per il benessere e quindi il miglioramento prestazionale di un atleta professionista” sostiene il Dr Alberto Dolci, Area Biochimica MIlanLab. “Una dieta bilanciata deve tenere conto dell’importanza dei fitonutrienti e deve includere frutta e verdura di tutti i colori. Insieme a NUTRILITE, che grazie ai suoi prodotti ci permette di completare e ottimizzare il regime nutrizionale dei nostri calciatori, stiamo facendo un percorso che ha già evidenziato ottimi risultati”. Gli esperti NUTRILITE, mediante una tecnica denominata cromatografia, sono in grado di individuare e misurare la presenza di vitamine, minerali e fitonutrienti nelle piante. Da qui la produzione di integratori alimentari specifici che hanno permesso di sviluppare un programma nutrizionale personalizzato per ogni calciatore del Milan. NUTRILITE™ è la marca numero uno al mondo nella produzione di vitamine e integratori alimentari2 ed è la linea di prodotti più venduta da Amway a livello globale. NUTRILITE è l’unica l’azienda di integratori alimentari in grado di garantire l’intero processo produttivo: dalla coltivazione al raccolto delle piante, fino al prodotto finito. NUTRILITE è inoltre la sola azienda produttrice di vitamine e minerali a coltivare, raccogliere e lavorare piante che provengono dalle proprie coltivazioni biologiche. NUTRILITE è la marca di Integratori Alimentari Ufficiale dell’AC Milan. I prodotti NUTRILITE sono distribuiti in esclusiva da Incaricati alle vendite Amway.


O AMWAY leader mondiale nel settore della vendita diretta, commercializza i propri prodotti tramite una rete di Incaricati alle Vendite presenti in oltre 80 paesi in tutto il mondo. Nel 2011 ha registrato un fatturato di 10,9 miliardi di USD. L’azienda è presente in Italia dal 1985 e conta 30.000 Incaricati alle Vendite su tutto il territorio nazionale. I principali marchi Amway comprendono i prodotti della gamma nutrizione e benessere NUTRILITE e i prodotti per il trattamento della pelle ARTISTRY™.

NUTRILITE TENNIS

L’A.C. Milan da oltre un secolo è sinonimo di calcio, spettacolo, passione e vittorie: la Società Rossonera è il Club che ha conquistato in assoluto il maggior numero di trofei internazionali al mondo. Dal 1899, anno della fondazione, l’AC Milan ha conquistato, tra gli altri, i seguenti titoli: 18 Scudetti, 1 Fifa Club World Cup, 3 Coppe Intercontinentali, 7 Coppe dei Campioni, 5 Supercoppe Europee, 2 Coppe delle Coppe. Il Milan di oggi è una moderna Entertainment Company che produce eventi mediatici in grado di coinvolgere milioni di persone in tutto il mondo.

CHALLENGE –

ADIDAS CUP PER FO In occasione della gi NDAZIONE MILAN ornata di apertura de l “NUTRILTE Tenn campi dell’Aspria H is Challenge – adid arbour Club di Mila as Cup” tenutasi su no, NUTRILITE e Euro alla Polisporti i Fo ndazione Milan hann va Europa di Napol i. o donato 30.000 L’obiettivo della racc olta fondi di NUTRI LITE e Fondazione tiva Europa di Nap Milan è quello di so oli e realizzare unN stenere la PolisporUTRILITE Soccer vivono nei quartieri C am p per un centinaio di Sanità e Poggiore di bambini che ale. Il progetto prev di studio sportive an ede inoltre il finanzia nuali. m en to di 20 borse Grazie al contribut o di tutti i partecipa nti al torneo, sono TE, title sponsor de stati raccolti 15.000 ll’evento, ha raddop Euro che NUTRILI piato a 30.000 Euro I fondi raccolti perm . etteranno di dare co ntinuità al Progetto grazie all’impegno “Insieme per i bim di NUTRILITE, av bi di Napoli”, che, eva reso possibile lo sportivo polifunzio scorso anno la costr nale nel quartiere di uz ione di un campo Poggio Reale. Grande il successo ottenuto anche in fatto di presenze. N dello spettacolo e de umerosi i personag llo sport che hanno gi di spicco del mon partecipato alla man Conti, Ale&Franz, do ifestazione, tra loro Omar Camporese, Paolo Maldini, Ugo Paolo Canè, Zvonim ir Boban, Mario Ie lpo e Carlo Pellega tti.

NTW Network Marketing Italy


STORIA LR AHLEN Il Rot Weiss Ahlen e.V. è una società calcistica tedesca di Ahlen, Renania Settentrionale-Vestfalia. Nella stagione 2011-2012 ha militato in Oberliga, la quinta serie del calcio tedesco. Fino al 2006 fu nota come LR Ahlen, denominazione derivata dallo sponsor LR Health & Beauty Systems. Il club trae le sue origini dalle squadre di calcio fondate da minatori nei primi anni del 1900. La più importante, il Freie Sportclub Union (FSCU), fu fondata nel 1917 e in poco tempo divenne una delle più conosciute della regione. L’avvento del Nazismo in Germania nel 1933 però, fece smantellare questa e molte altre squadre formate da individui politicamente indesiderabili. Sempre nello stesso anno fu formato il Tus Germania Ahlen, che successivamente si unì al Wacker Ahlen per creare la più grande associazione calcistica della città. Alla fine della Seconda guerra mondiale, otto squadre locali formarono il TuS Ahlen. La nuova società giocò per decenni nelle leghe regionali in terza e quarta divisione fino a quando, nel 1991, non andò incontro ad una grave crisi finanziaria e di risultati. Contemporaneamente Hel-

19 NTW Network Marketing Italy

mut Spikker, proprietario della LR Health & Beauty Systems, multinazionale attiva nella cosmetica, si fece avanti per acquistare la società. Con questo sponsor il Tus Ahlen iniziò ad inanellare una serie impressionante di successi partita nel 1992 in Berzirksliga Westfalen (VII) e terminata nel 1996 con la promozione in Regionalliga West/Südwest (III). Sempre nel 1996 il TuS Ahlen si unì al Blau-Weiß Ahlen per formare l’LR Ahlen (ufficialmente Leichtathletik Rasensport Ahlen). L’ascesa verso la Zweite Bundesliga fu sospesa per degli anni, nonostante fossero stati acquistati nel campionato 1998-1999 giocatori con passata esperienza in Bundesliga. Nel 2000 la squadra terminò al secondo posto la stagione e grazie alla vittoria per 2-1 contro l’Union Berlino si guadagnò l’accesso in seconda divisione. L’Ahlen restò in Zweite Liga per sei stagioni, ottenendo come miglior risultato il sesto posto al suo primo campionato disputato. Nel 2006 la squadra retrocesse in Regionalliga e perse anche lo sponsor principale. Di conseguenza, il 1º giugno 2006 la società assunse la denominazione di Rot.


TANIA CAGNOTTO HERBALIFE è il Fornitore Nutrizionale Ufficiale della Campionessa di tuffi Tania Cagnotto per la stagione 2010-2011. In squadra la chiamano “Tan”, perché suona orientale e lei è forte come le temutissime cinesi. Ma la prima tuffatrice italiana ad aver conquistato una medaglia ai mondiali e tre ori in uno stesso Europeo si sente più latinoamericana. E quando vince festeggia ballando la salsa. Figlia di Giorgio Cagnotto, un mito dei tuffi azzurri che ora ricopre la carica di CT della nazionale italiana, e Carmen Casteiner anche lei tuffatrice di prestigio, Tania Cagnotto era predestinata a diventare una grande del mondo dei tuffi, una campionessa che ha già vinto tanto e tanto ancora vuole vincere. La campionessa bolzanina ha la fortuna di

essere allenata dal padre, dal quale cerca di carpire più segreti possibili per continuare a migliorarsi e raggiungere traguardi sempre più prestigiosi. Ma oltre ai tuffi ci sono anche altre cose importanti nella vita di Tania, l’amicizia che lei ritiene fondamentale, la famiglia, la felicità nell’essere quello che si desidera. Una ragazza umile, leale, di sani principi che fa della determinazione la sua arma vincente e dell’eleganza la sua virtù. Questa è Tania Cagnotto, la regina dei tuffi azzurri. Tania Cagnotto: “Mi è subito piaciuto l’obiettivo di Herbalife di diffondere i principi della buona nutrizione. Adottare sane abitudini alimentari è fondamentale per uno sportivo: è il primo passo per sentirsi in equilibrio e riuscire a dare il massimo in gara. La disciplina dei tuffi richiede molta concentrazione e forza muscolare ed io sto pian piano scoprendo come molti integratori Herbalife, quali la bevanda isotonica H30 Pro e il Liftoff, possano essere di grande aiuto nelle lunghe sedute di allenamento”.

NTW Network Marketing Italy

20


XanGo e Real Salt Lake Condividono le luci della ribalta internazionale nel Campionato della Major League Soccer. XanGo, sponsor della pettorina della maglietta, si congratula con il Real Salt Lake per la Prima Coppa MLS del franchise. LEHI, UT – Oltre tre anni fa XanGo, LLC e Real Salt Lake hanno festeggiato per la prima volta nella storia degli sport professionali del Nord America, firmando la sponsorizzazione della

pettorina delle magliette. Oggi XanGo e Real Salt Lake (RSL) festeggiano di nuovo, poiché RSL ha portato allo Stato dello Utah il suo primo titolo sportivo dopo oltre 40 anni. Il personale di XanGo, i dirigenti, i fondatori e gli incaricati si uniranno a tutta Salt Lake City allo stadio Rio Tinto oggi pomeriggio alle 17:00 per il Rally di festeggiamento della MLSCup 2009. Sabato sera, a Seattle, la Real Salt Lake, scesa in campo con il ruolo di

perdente, ha sconfitto clamorosamente nella MLS Cup la superfavorita Los Angeles Galaxy, nella quale giocano i più famosi campioni. “Siamo consapevoli della tenacia, dell’autostima e del duro lavoro che ha contribuito all’insperata partecipazione al campionato e ci congratuliamo con loro per aver conquistato

il titolo di Campioni MLS” ha detto il fondatore e Presidente di XanGo Aaron Garrity. “Sono molti i modi in cui il campionato riflette l’ascesa di XanGo al vertice dell’industria della vendita diretta e i risultati raggiunti dai nostri Incaricati, i campioni della nostra società”. Solo qualche settimana prima XanGo aveva portato circa 10.000 incaricati a Salt Lake City per festeggiare la crescita e il successo di XanGo in

21 NTW Network Marketing Italy

occasione del suo convegno annuale. Il convegno si è concluso con la partecipazione di oltre 3.000 incaricati XanGo alla finale stagionale del RSL. Indossando con orgoglio magliette e sciarpe del RSL stampate con il logo di XanGo, hanno applaudito quella che sarebbe diventata la partita della vittoria finale. Di fronte a una folla di 46.011 persone al Qwest Field e a un pubblico televisivo con uno share di 0,9 – le cifre più alte mai raggiunte in quattro anni di partite MLS Cup – il RLS si è battuto allo stremo nel secondo tempo per arrivare ai tempi supplementari. Grazie alle riprese di un’ emittente televisiva internazionale, la ESPN, la MLS Cup e il logo XanGo stampato sulla pettorina delle magliette del RSL sono stati visti in programmi televisivi di 122 paesi. “La visibilità internazionale del Real Salt Lake e di XanGo grazie alla finale della MLS Cup ha rappresentato una grande occasione per i nostri incaricati (oltre 1 milione in tutto il mondo) per potersi riunire e festeggiare la collaborazione con RSL e il successo di XanGo degli ultimi anni”, ha detto Garrity. Il RSL ha battuto il Los Angeles Galaxy, con le sue star internazionali David Beckham e Landon Donovan, per 5 a 4 in uno spareggio dopo un risultato di pareggio 1 a 1 ai tempi regolamentari. Il RSL era arrivato al campionato con un punteggio di 11-12-7, il più basso di tutte le squadre. A giugno di quest’anno XanGo ha rinnovato per altri tre anni il contratto di sponsorizzazione della pettorina delle magliette – firmato per la prima volta nell’ottobre del 2006 – assicurando così che la collaborazione continuerà a crescere di pari passo con l’importanza del soccer (calcio) in Nord America.


Imparate ad essere un buon Leader. “Se il vostro comportamento sprona gli altri a... imparare di più, fare di più e a migliorarsi, allora siete un Leader”. John Quincy Adams (sesto Presidente degli Stati Uniti). L’affermazione di John Quincy Adams calza a pennello per l’attività del Network Marketing. Ma ci suggerisce qualcosa in più. Non solo i nuovi Incaricati hanno bisogno di essere incoraggiati a imparare e fare sempre di più, ma anche i Leader già affermati. Infatti anche quando siete dei Leader avete bisogno di continuare a imparare e a crescere. Non dovete pensare che sia tutto cosi facile quando avete raggiunto il successo. Non dovete pensare di non aver più nulla da imparare quando tutti vi colmano di lodi e di onori e siete all’apice del successo. Non è che non vi meritiate le lodi e gli onori. Vi spettano perchè avete compiuto grandi sforzi per raggiungere le vostre qualifiche. Ma nell’attività del Network Marketing continuano a non badare solo al successo, e anche alla potenzialità dei Leader, per raggiungere il prossimo obiettivo. Ci sono molte cose che potete considerare come opportunità per imparare. Tutti noi

dobbiamo considerare a posteriori le nostre esperienze e, se è il caso, ammettere “Bene, in questa circostanza abbiamo sbagliato”, oppure “questo progetto non ha funzionato come doveva”... Questo va benissimo. Ma poi bisogna imparare dai propri errori e impegnarsi a utilizzare per il futuro quello che abbiamo imparato, per ripromettersi “Troverò il modo per migliorare ancora di più. Troverò il modo per essere un Leader migliore, per lavorare meglio con la mia azienda”. In qualità di Leader o di potenziale Leader, potete influenzare molte persone che vi vedono come un modello da imitare. Avete nelle vostre mani il loro futuro. Ecco perchè è ancora più importante lavorare sodo per stare un passo davanti a tutti. Se stai leggendo queste righe è proprio perchè sei sulla strada giusta, apprezzo le qualità di Leadership che stai dimostrando e che utilizzi per svolgere la tua attività. Il modo con cui gestirai la tua attività del Network Marketing contribuirrà allo sviluppo di una reputazione che ti renderà molto orgoglioso.

NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy

18 22


ATTENZIONE! Monavie non e’ un medicinale, e’ un alimento, e come tale non intende trattare, curare, prevenire e/o diagnosticare nessun tipo di malattia. In caso di allergie, intolleranze alimentari o particolari condizioni di salute, come ad esempio donne in stato di gravidanza, consultare il proprio medico prima di assumere Monavie.

23 NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy


Mona Vie MonaVie ha brevettato la Formula dei suoi Succhi. Adesso sono protetti da imitazioni. Protezione della proprietà intellettuale. Acavie: Mona Vie ha brevettato il suo processo di lavorazione e le sue miscele di ACAI, e ne ha registrato il nome a livello mondiale. D’ora in poi vedrete sull’etichetta di tutti i prodotti Mona Vie il marchio con il termine “Acavie”, che si riferisce al suo unico e solo processo che protegge le caratteristiche salutari dei suoi prodotti da duplicazione e imitazioni. E’ importante notare che una società non può ricevere un brevetto a meno che il suo processo e il suo prodotto non siano veramente unici. Adesso MonaVie non solo ha un processo indicato essere univoco da parte dell’ufficio brevetti degli Stati Uniti, ma ha anche la possibilità di vantarsi che il suo prodotto offre qualcosa che nessun altro prodotto e’ in grado di fornire! Enlivenox: Questa miscela esclusiva offre una quantita’ di polifenoli dieci volte piu’ dell’ Acai tradizionale. Nessun’altra azienda può vantare questo! Nuovi superfrutti. Jaboticaba: Chiamata anche Uva brasiliana, il frutto è nero violaceo, con una polpa bianca, ora’s ara’ contenuta in tutti i prodotti MonaVie.

Jucara: La palma jucara (Euterpe edulis Mart), è conosciuta come la cugina dell’ Acai tradizionale, gli scienziati concordano sul fatto che la polpa dei suoi frutti e’ assolutamente ricca di sostenze salutari e benefiche per l’organismo. Ora è contenuta in tutti i prodotti MonaVie! Maqui: Alcuni studi hanno recentemente dimostrato che la bacca maqui e’ uno dei più salutari superfrutti, nutrizionalmente ricco di sostanze benefiche ed è ora incluso nei prodotti MonaVie, gia’ inserita come ingrediente nei prodotti EMV Lite, è ora inclusa anche nel prodotto EMV, così come in tutte le altre miscele di succo MonaVie! Aumentata la quantita’di Fibre. Mona Vie ha inoltre registrato il marchio Fibersol, che ha valorizzato tutti i prodotti aggiungendo una maggiore quantita’ di fibre. Vitamine fortificanti. MonaVie ha fortificato i succhi di frutta con vitamine supplementari A, B e C, così come quella complessa B, comprese la B6 e la B12. Queste nuove miscele hanno un gusto incredibile ed aumentano l’efficacia del prodotto ad ogni sorso... Il tutto mantenendo il prezzo ai livelli attuali!

NTW Network Marketing Italy 24 NTW Marketing Italy NTWNetwork Network Marketing Italy


Ricevuto il set di partenza mi trovai di fronte ad un quesito da risolvere e mi chiesi: ”adesso che faccio con tutti questi prodotti? dove mi presento dopo 22 anni passati come funzionario di società fornitrici di telecomunicazioni ed informatica a mamma SIP e poi Telecom Italia? Che cos’è l’Aloe Vera Barbadensis?” Booh!!! Sempre più testardo mi feci accompagnare dal mio “ei fu’” mai presente sponsor a casa della Ani Ivanova, soltanto 600 km tra andata e ritorno. Fu fatta luce su tutto, talmente chiaro che mi rinchiusi per due giorni in casa a convincermi per capire, come fosse stato possibile farsi regalare una Porsche per formare 10 gruppi di persone part-time che fatturavano circa 8000 euro a testa. Alla fine dovetti convincermi che i conti a me non tornavano ma alla LR sì, e così iniziai con molta pazienza e bagno di umiltà a scrivere quello che richiedeva il sistema: fare la lista nomi e tutto partì da quel mio primo nome in capo alla fi-

“Tutto è fatto, tutto è compiuto...” ORGALEADER con 1.000.000 di PW in downline, il tutto in 6 mesi di storia da raccontare!!! Sembra una sceneggiatura tratta dalle riga di una libro di qualche autorevole scrittore quella che vi vado a raccontare cari amici, colleghi tutti e partner LR, invece no, è semplicemente la sintesi della mia storia dalle prime ore in LR iniziata per puro caso il 22 dicembre del 2009… quando invitato alla cena di fine d’anno, organizzata dalla società per cui lavoravo da poco più di 6 mesi nel settore della distribuzione diretta di macchine da caffè, nel ritirare un piccolo premio di riconoscenza per il discreto lavoro eseguito in così breve periodo, un commensale al tavolo a cui ero seduto mi chiese se ero interessato a scrivere la storia di una neo azienda tedesca sconosciuta al mercato italiano… A dir del vero in tutta sincerità, io quella sera lì in quella sala ricevimenti a quella premiazione non dovevo mai esserci stato, semplicemente per un motivo molto triste forse non adatto al tema di questa lettera: ogni anno dal 1996 il 22 dicembre ricorre l’anniversario della perdita

25 NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy

della donna che mi ha dato i natali; ma quella sera volli uscire per una volta dai ricordi tristi che segnano la vita di qualsiasi essere vivente l’anti vigilia di ogni Santo Natale. Tornando al tema della lettera il mio secondo nome è ”SFIDE”, e senza averne capito nulla dissi ok ci stavo a saperne di più, chiedendo così il prima possibile di spiegarmi il piano compensi ed eventuale carriera se mai ce ne fosse stata la possibilità... Beh tanto breve non fu, perché per capirne qualcosa dovetti farmi inseguire telefonicamente, da quel noto ingegnere chimico ex informatore scientifico dall’accento italo-bulgaro-napoletano, nota a tutti come Ani Ivanova, la quale dopo la settima o ottava telefonata riuscì a farmi stare ad ascoltarla. Ancora una volta senza capirci ancora nulla pur di accontentarla, dissi ok e così il 14 gennaio del 2010 nacque il codice attività a mio nome nell’olimpo della LR WOLD.

la. Vi chiederete quale? Bene si chiamava PASCUALE … Beh fu semplicemente l’acronimo delle iniziali che significavano la strada da percorrere per l’avvio della mia impresa: Parenti, Amici, Scuole frequentate, Comitive e Circoli sportivi frequentati, Università, Associazioni varie, Lavoratori disoccupati, Extra comunitari regolari … in poche parole TUTTI. Di lì iniziai come il programma di lavoro richiedeva e feci subito il FAST START, poi a Maggio 2010 il corso base a Belgirate (con autista dall’ aereoporto ed auto riservata) da Manager, cosi da finire a raggiungere sempre in quel mese il traguardo dei mitici 12.000 PW … il 21%. ALLELUIA gridai!!! Tutto bene fin qui? A parole sì, ma a fatti no, a causa di alcuni avvenimenti spiacevoli, cedimenti e abbandoni di persone, mi fecero crollare nel dubbio se potevo continuare o meno con questa società a vedere lontano. Cosa successe di così tanto strano da farmi credere che potevo farcela e perseverare su questa strada? Tre cose semplici: il Credo nel progetto e nella società appena neonata per l’Italia, la Costanza nell’applicare quotidianamente quelle semplici azioni del caro ”PASCUALE”, ed il Metodo che era scritto con risultati esaltanti, da chi prima di me lo aveva


applicato, senza inventarmi nulla di più, come spesso succede per bruciare le tappe. Conobbi in quei mesi di battaglia nel modo dell’Aloe Vera nella terra di Puglia invasa da alcuni “irregolari mercenari” in un meeting ufficiale il ns. Direttore Generale Roberto Barbatiello; il quale nella sua semplicità mi raccontò la sua storia di giovane neo laureato che iniziò 20 anni prima, una delle storie forse mai scritte nei libri, ma tra le più esemplari ed uniche da ascoltare, per chi vuole fare di questo sistema, il lavoro della propria vita. In quella sede a Bari all’ombra di un luglio torrido ed umido con 40 gradi ed pranzo a crudo di mare, gli giurai fedeltà sia all’uomo che all’ azienda che egli stesso rappresentava, così da continuare la mia corsa sempre piena di imprevedibili cadute dolorose; al punto di arrivare alla decisione nel mese di settembre, di abbandonare tutto rinunciando anche al viaggio in Germania da Junior Team Leader ad Ahlen per gravissimi problemi familiari accaduti in quei giorni drammatici. Non saprei dirvi in merito cosa mi successe in questo periodo dell’estate del 2010, di nero totale intorno a me al punto tale di essere abbandonato da tutti gli amici e colleghi, non percepire dei compensi arretrati dalla precedente azienda a cui avevo prestato servizio come dipendente, la rottura del nucleo familiare in cui credevo fortemente da cristiano cattolico; non saprei minimamente cosa stava succedendo di tanto drammatico, ma mi venne in memoria quanto fece Hèrman Cortes l’esploratore, navigatore e condottiero spagnolo del 1500: bruciai tutte le mie navi come la storia ci racconta, e decisi che l’unica strada da percorrere fosse stata andare solamente avanti e obbligare me stesso alla sola vittoria pur se dura da ottenere ma certa da raggiungere … doveva essere un ciak cinematografico buona solo la prima, senza possibilità di seconda chance…non ne avevo. Altri mesi di calvario fino al compimento del mio primo anno di attività LR a gennaio 2011 con un resoconto da incubo sia come guadagni che come struttura fidelizzata: solo la follia rispetto alla razionalità mi avrebbe fatto continuare. Vinse la follia carica di perseveranza. Sicuramente fece molto la festa a sorpresa nel meeting di Lecce il 30 gennaio 2011 per il mio compleanno, così da ricominciare da quelle poche persone che mi erano rimaste vicine nel momento della raccolta dei cocci rotti.

Concludendo con la storia che fa la STORIA avvenne quello che gli specialisti del network-marketing chiamano il MOMENTUN: 1 febbraio 2011 - 31 luglio 2011: superata la soglia del 1.000.000 di PW in down-line con record mondiale di qualifica da ORGALEADER, prenotazione della Mercedes classe C Coupè Avangarde allestimenti AMG; ma quello che fa più la differenza prima su tutto, una enorme grazie ai quasi 1000 partners in struttura, Junior Manager, Manager, Junior Teamleader in quantità, con un plauso speciale per Francesco M. , Antonella D. e Francesca C. per il migliore show-room LR in Italia a Capurso (BA) allestito a regola d’arte modello boutique forse il più elegante sulla piazza LR mondiale, Teamleader in varie regioni, un paio di Orgaleader in qualifica ed un BRAVO alla prima linea l’attuale Orgaleader Oro in qualifica il grande record-man LR del Team Record Roberto Pastoressa con signora, a cui ebbi nel marasma del caos della mia vita come sopra citavo nel maggio 2010, la volontà ed il coraggio in una cena tra amici di mettergli davanti agli occhi sul suo tavolo il piano marketing della LR… con tutto il seguito del suo grande percorso di successo e di risultati dal lui raggiunti sino ad ora già noti a tutti. Mica male allora se qualcuno ci risponde NO alla ns. attività e non compra i ns. prodotti?

YES, WE CAN!!! SI PUO’ FARE … Parola di Barack Obama, ricordate come andata a finire la sua storia? Dedico concludendo a tutti coloro che leggeranno queste riga che apprezzeranno o giudicheranno a proprio piacimento questa mia storia, una delle frasi del mio libro guida della mia vita, che leggo da molti anni senza mai assuefarmi della sua trama: “Su questa terra non vi è felicità, né sventura per ognuno di noi; vi è solo il paragone d’uno stato con l’altro, nulla più. Solo colui che ha potuto provare l’estrema sofferenza dalla sventura, potrà un giorno godere la suprema felicità che gli sarà donata”… tratto finale del libro “IL CONTE DI MONTECRISTO” scritto da A. Dumas. Auguro a tutti il mio più sincero buon lavoro in LR WORLD pieno di Lusso, Ricchezza, Salute e Benessere dal mio più profondo del cuore.

Con stima EDMOND DANTES … al secolo Giuseppe D’Alessio detto “Pino” ORGALEADER ITALIA onorato di esserlo, con orgoglio di rappresentarlo, …da BARI Capurso (BA), 31 luglio 2011

NTW NTWNetwork NetworkMarketing MarketingItaly Italy

26


il prodotto del prodotto

Forse avrete sentito che per avere successo in un attività di Network Marketing bisogna essere un prodotto del prodotto, ma cosa si vuole davvero intendere con queste parole? Sicuramente conoscerete ottimi venditori di auto magari che lavorano per una concessionaria FIAT e tranquillamente vanno in giro con la loro Audi. Se consigliamo ad una persona un paio di scarpe magari convincendola che sono ottimne in fatto di qualità,comodità ecc... La prima cosa che il nostro interlocutore farà sarà quella di abbassare lo sguardo e notare quale paia di scarpe stiamo indossando in quel momento. E’ naturale quindi che il distributore stesso

faccia uso di questo prodotto e che quando ne parli sappia benissimo quali caratteristiche esso abbia. Infatti ogni distributore di successo nasce prima di tutto come cliente davvero soddifato del proprio prodotto. Il Network Marketing lavora tramite il passaparola la più forte metodologia di Marketing al mondo non puoi consigliare un prodotto che tu stesso non utilizzi o un prodotto nel quale non credi ciecamente. Provate ad immaginare di avere un attività che conta milioni di persone, le quali non credono nel prodotto per il quale lavorano e non ne fanno utilizzo, nessuna di queste persone farà acquisto di prodotto, quindi la tua attività non sarà di sicuro redditizia.

Massimo Del Moro 27 NTW Network Marketing Italy


L’importanza della Reputazione

Non sottovalutate il valore della reputazione. Fate tutto il possibile perchè le persone che incontrate giorno per giorno riconoscano in voi l’ottima reputazione che volete presentare loro. Non date loro mai modo di dubitarne. La commedia di John Guare, noto drammaturgo americano, Sei Gradi di Separazione (Six Degrees of Separation) ci ricorda che per quanto sia grande il mondo, bastano solo sei persone per mettere in discussione la vostra reputazione e portarvi alla rovina. Potreste pensare “Non posso controllare quello che pensa la gente”. Forse no, ma potete “fare in modo” che abbiamo di voi e della vostra attività un’opinione favorevole. “Chi mi ruba il denaro non mi deruba di nulla. Era mio e ha reso schiavi migliaia di persone. Ma colui che si impadronisce della mia reputazione, mi priva di qualcosa che non lo arrichisce, ma impoverisce me inevitabilmente.” Otello-William Shakespeare. Quelle stesse sei persone possono rappresentare un valido mezzo grazie al quale accrescere le vostre entrate e la vostra attività. Sappiamo tutti cosa possono provocare le chiacchiere. Siamo stati un pò tutti vittime di pettegolezzi, sia in ambito personale sia professionale. Fortunatamente,

nessuno di noi le ha favorite, anche se, a nostra insaputa, avremmo potuto farlo. La reputazione di un’azienda o di una persona, può essere seriamente compromessa dalla capacità persuasiva dell’insinuazione. La migliore difesa contro tutto ciò è: 1. Considerare seriamente i commenti anche quando possono sembrarvi ridicoli 2. Negare immediatamente le affermazioni infondate 3. Procurarsi una gran quantità di prove tangibili che smantiscano le dicerie 4. Esporre la verità in modo convincente a chiunque sia a conoscenza del pettegolezzo. Difendete la vostra reputazione e se avete commesso qualche errore di cui vi siete pentiti, ammettetelo immeditamente. Niente spegne la polemica più in fretta dell’umile ammissione e dell’impegno a migliorare. Alexander Pope, uno dei maggiori poeti inglesi del XVIII secolo, ha scritto: “L’uomo non dovrebbe mai temere di ammettere il proprio errore, o in altre parole, l’uomo è molto più saggio oggi di quanto lo fosse ieri.”

massimodelmoro.it NTW Network Marketing Italy

28


Se fate parte di un attività di Network Marketing, non siete stati sponsorizzati Ricordate il giorno in cui vi hanno presentato la vostra opportunità? Magari vi trovavate al bar con un amico che voleva sponsorizzarvi? Oppure eravate ad un seminario, ed avete ascoltato dei Leader che raccontavano come questa attività avesse cambiato la loro vita? O forse vi trovavate a casa vostra ed un incaricato vi è venuto a trovare per presentarvi il prodotto o l’attività. Qualunque fosse il momento o il luogo sono certo che non lo scorderete mai, come non scorderete mai la persona che vi ha portato a conoscenza di questo straordinario mondo che è ilNetwork Marketing. Per quale motivo? Per lo stesso per cui il Network Marketing è un po’ diverso dalle altre opportunità: è proprio un’attività fatta di Persone. Le basi della vostra attività, vanno a posarsi appunto su quello che viene definito l’approccio personale! Parlando e lavorando con le persone, scoprite e condividerete quali sono il loro obiettivi, e le aiuterete a fare in modo che loro stesse li realizzano. Sia che stiate spiegando loro il Piano Marketing, o aiutando un vostro incaricato nel proprio lavoro o mostrando semplicemente ad un cliente le caratteristiche di un prodotto, il vostro obiettivo è che il vostro approccio con tali persone sia Unico. Ma cosa intendo per Unico? Con questa parola voglio appunto spiegarvi un concetto che se applicherete ogni volta che tratterete con nuove o vecchie conoscenze vi cambierà la vita. La Mappa non è il Territorio! - (Alfred Korzybski) Che cosa vuol dire che La Mappa non è il Territorio? Gli input che le persone ricevono dal mondo reale vengono percepiti soggettivamente da ognuno di noi, quindi percepiamo in modo diverso quello che vediamo e che sentiamo attraverso i sensi, MA SOPRATTUTTO ognuno di noi dopo aver recepito, descrive soggettivamente attraverso parole che hanno un significato diverso per ognuno di noi. Vi sarà di certo capitato di parlare con una persona e accendere una discussione per arrivare dopo un bel po di ragionamenti alla conclusione che sin dall’ inizio eravate d’accordo o dicevate entrambi la stessa cosa. Provate ad esempio a chiedere alla prima persona che incontrate di scrivere 10 parole che gli vengono in mente

Massimo Del Moro 29 NTW Network Marketing Italy

pensando alla parola LIBERTA’, e fatelo anche voi senza consultarvi. Confrontando le parole che avete scritto vi accorgerete che ne avrete poche in comune, se estendete l’ esercizio con una decina e poi ventina di persone rimarrete stupiti nel vedere che forse non avrete nemmeno una parola in comune con ognuno di quelle venti persone. Questo vuol dire che la Mappa cioè quello che pensiamo e che esprimiamo, è diverso per ogni persona da quella che è la Realtà collettiva cioè il Territorio! Ogni volta che trattate quindi con i vostri collaboratori o vostri clienti ricordate che ogni parola che usate potrebbe esprimere un concetto che non è uguale per entrambi gli interlocutori nella comunicazione, anche se il vostro prodotto insieme al piano marketing e l’attività sono ottimi, la vostra motivazione per la quale siete entrati a far parte di tale progetto potrebbe non essere appunto il motivo per il quale lui ne vorrebbe far parte. Quindi, a questo punto è davvero giusto dire che siete stati sponsorizzati? Con questa domanda voglio dirvi che: “Se fate parte di un attività di Network Marketing, non siete stai sponsorizzati, ma Voi Avete Sponsorizzato Voi Stessi”


I Nemici del tuo successo

Sostanzialmente i nemici del tuo successo si dividono in due categorie: nella prima categoria rientrano quelle persone che non hanno realmente cattive intenzioni, anzi spesso sono quelle persone che ti vogliono solo proteggere, eppure nel darti un consiglio si rivelano dei Pessimi Consiglieri, questo è dovuto alla loro ignoranza in materia. Voglio farvi un esempio quando nel 1990 decisi di impiegare il mio tempo per iniziare la mia prima attività di Network Marketing senza alcuna esperienza imprenditoriale di Pessimi Consiglieri nè ho avuti molti ad iniziare dalla mia famiglia, mi dicevano che non era un lavoro sicuro soprattutto per il fatto che non avevo uno stipendio fisso, invece continuando a lavorare come autista per mio zio avrei avuto sicuramente 1 milione e 200 mila Lire al mese. Queste persone di certo non volevano che io non avessi successo però nella loro non consapevolezza di come stanno le cose volevano solo difendermi dal farmi male, e in questo tentativo di proteggermi mi davano Pessimi Consigli. Bhè esattamente due anni dopo decisi di lasciare il mio lavoro tradizionale quando guadagnavo con la mia attività di Network una cifra tre volte superiore a quella che guadagnavo da mio zio.

Se alcuni fossero stati già creati, avrebbero impartito consigli a Dio per la creazione. (Christian Friedrich Hebbel) Quello che voglio dirvi con questo è che non sempre il consiglio può essere giusto per voi, quindi dovete imparare a prendere le vostre decisioni da soli.

Vi è poi una seconda categoria di nemici del successo che sono i Pessimi Consiglieri cheSembrano vostri amici.

Perchè dico sembrano? Bene ve lo spiego davvero in pochissime parole: queste persone sono consapevoli quando vi danno un cattivo consiglio semplicemente perchè non vogliono che voi abbiate successo! Ma questo perchè? Perchè il vostro successo,sarà la conferma del loro fallimento! Quindi badate bene di stare alla larga da questi tipi di Consiglieri che si mascherano da amici ma non lo sono. Tutto ciò perchè queste persone non accettano il fatto che eravate uguali eppure voi siete riusciti ad avere successo e loro no. Molto spesso i loro consigli iniziano proprio con una frase del tipo “Guarda che parlo per il tuo bene, stai attento a...”. Prendi tu le decisioni in modo da non farti influenzare da tali persone ma soprattutto se vuoi un consiglio chiedilo proprio alle persone che nè anno avuto abbastanza esperienza e sanno almeno di cosa stai parlando esattamente.

massimodelmoro.it NTW Network Marketing Italy

30


Migliorare l’immagine

“Cinque iniziative per il successo” che si possono considerare le fondamenta su cui tutti noi possiamo lavorare per migliorare il nostro futuro. Molti prodotti, servizi, società e, anche attività,vengono contraddistinte dal proprio Brand(marchio). Questo non è solo un nome, ma rappresenta la “personalità” di un prodotto (di un servizio, o altro) e viene creato proprio per comunicarne il significato. Solitamente quando si pensa al prodotto si pensa a qualcosa che è stato creato in fabbrica, mentre il marchio è quello che viene acquistato da un consumatore. Un marchio rappresenta l’insieme della fiducia, della fedeltà e dell’importanza che il consumatore attribuisce al prodotto.

Per fare un esempio, una marca di automobili potrebbe comunicare, attraverso il suo prodotto, “il modo più sicuro di viaggiare per la famiglia”, un altra marca potrebbe invece comunicare “l’ultimo ritrovato in fatto di lusso e prestazioni” eppure entrambi le marche hanno lo stesso prodotto. Quindi i marchi possono realmente contraddistinguere un prodotto rispetto ad un altro e le aziende sperano che il proprio marchio spinga i consumatori ad acquistare i loro prodotti. La rispettabilità di un marchio si misura in base alla percezione che i consumatori hanno di quel brand. Usando l’esempio dell’automobile, per una certa marca l’immagine può essere negativa, in quanto l’auto si rompe spesso e ha bisogno di frequenti riparazioni, un’altra può averne una positiva perchè le qualità è ottima e perchè l’azienda investe in sponsorizzazioni locali di molti eventi. Naturalmente, “la reputazione del marchio può influenzare il grado del successo”. Ciò che è davvero importante quindi è l’immagine che un

Massimo Del Moro 31 NTW Network Marketing Italy

determinato marchio riesce ad attibuirsi specialmente nelle aziende di Network Marketing. Ecco perchè pensiamo sia fondamentale stabilire una reputazione positiva, lavorare per una azienda che ha un brand di grande qualità e una immagine che dà fiducia al consumatore è davvero essenziale per avere successo! In questo modo, svolgere un business di Network Marketing è davvero molto favorevole. La strategia di successo per lavorare tenendo alta l’immagine e la reputazione del marchio è questa: - Visibilità, presentare alle persone, i prodotti, l’opportunità commerciale e l’azienda, con uno stile attuale, vivace ed entusiasmante ma sempre formale. - Collaborazione e disponibilità nei confronti dei mezzi di comunicazione, in modo da essere aggiornati sull’azienda e la sua attività. - A conferma della tradizione e di affidabilità, deve sostenere validi programmi presso le comunità locali e dimostrare il contributo significativo degli Incaricati, aiutando le persone a migliorare la loro qualità di vita. Naturalmente anche voi avete un ruolo fondamentale in tutto questo! Ogni Incaricato è ambasciatore di questa attività. Le persone spesso si fanno un’idea attraverso i rapporti che creano con gli Incaricati, siamo potenziali clienti, clienti o semplicemente conoscenti. Quindi il modo in cui voi gestite la vostra attività può influenzare il modo con cui vengono percepiti tutti gli Incaricati e l’attività in generale. Ecco perchè è importante che ogni singola azione che svolgete come sponsorizzare un Incaricato, supportare il vostro gruppo, partecipare attivamente alle iniziative della vostra comunità sia un’esperienza positiva. Inoltre, una buona immagine può darvi un grande vantaggio sulla concorrenza, nel momento in cui presentate i prodotti o le opportunità. L’obiettivo principale rimane quindi quello di lavorare con professionalità sempre! in modo tale da permettere che l’immagine dell’azienda possa solo crescere piuttosto che svalutarsi!


La Gestione del Tempo nel Network Markeitng Pianificare il tempo nel Network Marketing

La pianificazione del tempo è molto importante per costruire un’ attività di successo sia che si tratti di un business di Network Markeitng o di altri generi. Pianifica la tua attività partendo dalla fine ossia prima di tutto fissati un obiettivo ad esempio quello di guadagnare 2000 euro mensili in 5 mesi di attività, per fare ciò devi avere chiaro quanto guadagnerai durante il primo, il secondo, il terzo e il quarto mese di attività. A questo punto la domanda sorge spontanea: Quanto tempo devo dedicare a questa attività per raggiungere i miei obiettivi mensili?

Per rendere te stesso più efficente e focalizzato nella attività puoi usare diverse strategie, la prima consiste nel usare un planner quotidiano (ad esempio una tabella con la prima colonna contenente le ore della giornata e la prima riga contenente i giorni della settimana, avrai quindi un planner settimanale). Porta a termine ogni ora dedicata alla tua attività imprenditoriale cosi come descritta nel tuo planner, in tal modo sarai ogni ora più vicino di un passo al tuo obiettivo. Escludi prima di tutto le aree di ogni giornata in cui sei imegnato in altre cose che non siano il tuo business (es. la palestra, un lavoro, faccende ecc...), il tempo che rimane è quello che hai a disposizione per costruire il tuo business. Inserisci in queste aree tutte le attività che devi svolgere settimanalmente come acquisizione dei contatti, telefonate, presentazioni, vendita di prodotti e incontri di formazione. In più aggiungi una mezz’ ora il sabato sera per pianificare la settimana successiva. Molto probabilmente i primi planner non saranno realistici quindi avrai bisogno di un paio di settimane prima di realizzare un planner dettagliato che realmente descriva tutte le tue attività che svolgerai durante la settimana al dettaglio.

Quindi diventa necessario iniziare a pianificare la tua settimana, in modo da raggiungere gli obiettivi settimanali, mensili e trimestrali... Bene! Quindi cosa bisogna fare adesso? Devi innanzi tutto conoscere tre cose: - Quante persone devo portare in attività ogni settimana - Quante persone devo contattare ogni giorno per portale in attività - Quanti nuovi contatti devo acquisire ogni settimana per generare le persone da contattare

Il planner indica precisamente quello che devi fare per raggiungere il tuo obiettivo se non lo farai rimarrai indietro. I veri leader mettono in atto il loro programma da subito, lasciando da parte le scuse. Paragona poi l’attivita che hai programmato con quella che hai davvero svolto se queste corrispondono allora vuol dire che sei sulla pista giusta per raggiungere il tuo obiettivo oltre ad essere molto più motivato e positivo. Ricorda sempre se credi di farcela lo farai, se credi di non riuscire probabilmente hai ragione!

massimodelmoro.it NTW Network Marketing Italy

32


NTW Network Marketing Italy


T

W

N

e

t

w

o

r

k

M

a

g

a

z

i

n

e

I

t

a

l

M

Hanno collaborato a questo numero: Massimo Del Moro, LR Healt & Beauty Systems, Gano Excel Italia, Aldo Parisi, Alfio Greco OrGano Gold Italia, L’Eco Dell’Etna, Feel thetrend Italia, Dr. Umberto Borellini Mary D’Arrigo

N

T

W

N

e

t

w

o

Sito internet www.ntw-magazine.it

k

Telefono 349.41.04.820

r

Sede: Via Largo Dei Vespri 10 Nicolosi, 95030 (CT)

a

g

Fondatore & Ceo Salvo & Marco Bianca

a

NTW Magazine Italy

z

i

n

e

I

t

a

l

y

N

Il Network Marketing nasce nella preistoria e accopagnerà l’umanità fino agli orizzonti economici ancora non immaginabili. NTW Network Marketing Italy

y


e h t e r a s r u Yo e v ’ l s e y e sweetest ever seen


NTW MAGAZINE SECONDA EDIZIONE