Issuu on Google+

Servizi per le Organizzazioni d u e m i l a d o d i c i

Simone Cordioli

-

Antonio Nocera


Catalogo Servizi CNC 2012 2

Chi siamo Simone Cordioli, Dottore in Psicologia del lavoro, consulente, formatore e counsellor professionista, da anni collaboratore di organizzazioni nazionali ed internazionali, esperto di formazione manageriale, sviluppo organizzativo e servizi one-to-one, Cultore della Materia per l’insegnamento di “Psicologia del Lavoro” presso l’Università degli studi di Verona, Dipartimento di Filosofia, Pedagogia e Psicologia. Antonio Nocera, Psicologo del lavoro, iscritto all’albo degli Psicologi della Regione Veneto, da anni consulente organizzativo e formatore, Professore a contratto di “Psicologia del Linguaggio” presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia e di “Psicologia Sociale” presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Verona, autore di molti scritti sul tema della formazione, dei gruppi e dei rischi psicosociali. Per la gestione della nostra attività professionale, ci avvaliamo della collaborazione di una rete di consulenti esperti, formatori senior e Professori universitari in discipline economiche e psicosociali.

La nostra Mission Favorire l’efficacia e il benessere delle Persone e delle Organizzazioni in cui esse operano, facilitando lo sviluppo e l’espressione degli individui e dei gruppi. L’incontro fra gli obiettivi di un’organizzazione ed i bisogni e i desideri delle persone che vi appartengono è, per noi, l’unica possibilità per una crescita continua e sostenibile.


Catalogo Servizi CNC 2012 3

Le aree di nostro intervento

1. FORMAZIONE e INTERVENTI PSICOSOCIALI • Formazione rivolta a manager • Formazione specifica per ruolo • Interventi di team building e socializzazione organizzativa • Interventi di orientamento e motivazione 2. FORMAZIONE per il COMMERCIALE • Formazione rivolta ai capi • Formazioni per venditori • Formazione per i customer service 3. COACHING • Individual coaching • Coaching di squadra 4. VALUTAZIONE e ASSESSMENT • Bilanci di competenze • Assessment individuale e di gruppo • Valutazioni attitudinali, del potenziale, di personalità, valoriali e motivazionali • Costruzione di business game e strumenti di valutazione personalizzati 5. INDAGINE di CLIMA ORGANIZZATIVO • Indagini di clima organizzativo con utilizzo di strumenti ready-made • Costruzione personalizzata di strumenti di indagine tailor-made • Valorizzazione di indagini già effettuate attraverso elaborazioni statistiche avanzate 6. BENESSERE e VALUTAZIONE del RISCHIO STRESS LAVORO-CORRELATO • Supporto organizzativo alla prevenzione e alla gestione dei rischi psicosociali • Valutazione preliminare del rischio stress lavoro-correlato (D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81) • Valutazione approfondita del rischio stress lavoro-correlato (D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81) • Adeguamento di valutazioni obsolete o inadeguate ad adempiere al dettato normativo 7. SICUREZZA e FATTORE UMANO • Interventi formativi di promozione di una cultura per la sicurezza • Supporto individuale e di gruppo all’analisi delle variabili umane connesse alla sicurezza • Supporto alla realizzazione di un sistema BBS (Behavioral Based Safety).


Catalogo Servizi CNC 2012 4

La formazione "Si è sempre constatato che una mente creativa sopravvive a qualunque tipo di educazione." (Anna Freud)

La nostra formazione, di contenuto e processo, si propone di interessare tre dimensioni: 

Cognitiva

Emotiva

Esperienziale

Al fine di produrre un cambiamento coerente con ciascuna dimensione, le nostre attività formative vengono progettate in modo personalizzato ed estremamente flessibile, offrendo una sempre efficace combinazione di metodi attivi e momenti di riflessione e lezione tradizionale. Tra le tecniche maggiormente usate: il gruppo di discussione, le esercitazioni analogiche, le simulazioni, il metodo dei casi, gli eventi critici ed i role-playing. I diversi approcci alla formazione sono sintetizzabile nella formazione per competenze, nella formazione per il cambiamento e nella formazione per lo sviluppo personale. Si realizzano, per ciascun approccio:  analisi dei bisogni e dei desideri formativi  consulenza alla pianificazione di attività formative  progettazione didattica e sviluppo di percorsi  realizzazione di corsi personalizzati e a catalogo  percorsi di formazione per formatori  valutazione delle attività formative ( valutazione della qualità percepita, dell’apprendimento, del trasferimento e degli impatti della formazione)

Si realizzano anche: outdoor training (convenzione con Busatte Adventure Park), teatro d’impresa e business games. A consolidamento degli obiettivi colti in aula e per promuovere l’auto-formazione, ad ogni partecipante ai nostri percorsi viene consegnato un manuale di sviluppo inerente gli argomenti trattati. Di seguito i dettagli di alcuni interventi formativi che intendiamo esemplificativi e non esaustivi della tipologia dei corsi erogabili.


Catalogo Servizi CNC 2012 5 FORMAZIONE e INTERVENTI PSICOSOCIALI Principali Obiettivi A parlare non sono buoni tutti: per una comunicazione efficace

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • utilizzare efficaci tecniche di comunicazione interpersonale, ascolto attivo ed assertività; • interpretare i segnali paraverbali e non verbali in modo consapevole; • utilizzare il linguaggio, i segnali paraverbali e non verbali in modo appropriato; • costruire o migliorare le relazioni con colleghi e collabori; • gestire, all’interno del proprio ruolo, le relazioni “difficili”. Il corso consentirà ai partecipanti di sviluppare una consapevolezza sul proprio modo di comunicare individuando per ognuno le aree di forza e le indicazioni di sviluppo.

Così non andiamo da nessuna parte: negoziazione e gestione del conflitto

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • gestire proficuamente le relazioni in caso di dissenso o conflitto; • valutare soluzioni negoziali per comprenderne i costi ed i benefici; • utilizzare conosciute tecniche di negoziazione per produrre soluzioni efficaci; • favorire un conflitto generativo. Il corso consentirà, in sintesi, di apprendere e sperimentare alcune tecniche per gestire le relazioni negoziali e conflittuali in maniera fruttuosa e soddisfacente.

Come risolvo una volta per tutte? Strumenti per il Problem Solving

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • individuare e circoscrivere un problema lavorativo; • approfondire le cause di un problema attraverso strumenti come l’albero delle cause o il diagramma di Ishikawa; • definire gli interventi possibili per la soluzione del problema; • utilizzare tecniche di pensiero divergente; • valutare la bontà delle soluzioni con strumenti come l’analisi SWOT; • scegliere consapevolmente attraverso una corretta presa di decisione. Il corso, di matrice esperienziale, fornirà ai partecipanti strumenti e metodi utili ad impostare e risolvere i problemi.

Leadership: l’autorevolezza ben oltre l’autorità

Favorire lo sviluppo consapevole delle capacità di: • comprendere i fenomeni che avvengono in un gruppo e gestirne le criticità; • tendere al raggiungimento degli obiettivi; • facilitare la collaborazione ed il buon clima; • motivazione dei propri collaboratori; • valutare le prestazioni dei collaboratori; • comprendere il proprio stile di leadership e valorizzarlo. Il corso permetterà ai partecipanti di costruire uno stile di leadership rispettoso della propria personalità e coerente con le aspettative dell’organizzazione.

Chi, cosa e come: la valutazione dei collaboratori

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • costruire, in maniera strutturata, gli obiettivi quantitativi e qualitativi per le proprie risorse; • impostare un sistema di valutazione delle prestazioni; • comunicare gli obiettivi ai collaboratori (cosa); • impostare la modalità di raggiungimento degli obiettivi (come); • valutare e restituire evidenze e considerazioni sui risultati. Il corso permetterà ai partecipanti di apprendere come impostare e implementare un sistema di


Catalogo Servizi CNC 2012 6 valutazione basato su obiettivi complessi. Per una delega necessaria e a vantaggio di tutti

Favorire lo sviluppo consapevole delle capacità di: • utilizzare la delega per cogliere obiettivi complessi e valorizzare i collaboratori; • assegnare in modo chiaro e senza equivoci “responsabilità” e autorità ai propri collaboratori; • fornire feedback puntuali all’interno del processo di delega; • monitorare lo stato di avanzamento di un progetto, individuando momenti di controllo in corrispondenza delle fasi critiche; Il corso consentirà ai partecipanti anche di sperimentare le inefficienze generate da una cattiva o mancata delega.

Project Management: la gestione e la coordinazione di progetti

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • Identificare gli obiettivi, gli scopi, i requisiti e le limitazioni del progetto; • coordinare le diverse esigenze e aspettative dei vari co-interessati al progetto, compresi i membri del team, i manager delle risorse, il managemnt aziendale, i clienti e gli sponsor; • pianificare, eseguire e controllare le attività, le fasi e i risultati finali del progetto sulla base degli obiettivi e degli scopi di progetto identificati; • chiudere il progetto quando è completo e acquisire nuove conoscenze. Il corso fornirà ai partecipanti le principali conoscenze ed i più importanti strumenti, metodologici ed operativi di Project Management, necessari per pianificare, monitorare e controllare un progetto, sotto il profilo sia tecnico che economico.

Teoria e tecniche del colloquio di selezione

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • impostare un adeguato setting di selezione ed accogliere i candidati; • curare gli aspetti di efficacia e prevenire i più comuni errori nello stile di conduzione; • esplorare e valutare le esperienze pregresse; • indagare le motivazioni soggiacenti le risposte a “domande chiave”; • valutare il possesso ed il livello di competenze specifiche; • analizzare alcuni tratti di personalità; l corso permetterà ai partecipanti di apprendere alcune tecniche di selezione del personale e di impostare un’intervista di selezione strutturata e finalizzata prevalentemente all’esplorazione delle competenze.

La Formazione dei formatori

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • condurre un’analisi dei bisogni; • progettare un percorso di formazione efficace e coerente con le strategie aziendali e le reali necessità dei partecipanti; • favorire la comunicazione generativa in aula; • gestire un gruppo in formazione, generando apprendimento interattivo; • utilizzare sofisticate metodologie didattiche e formative; • valutare, a più livelli, l’efficacia di un corso e di un percorso formativo. Il corso consentirà ai partecipanti di apprendere metodologie didattiche e relazionali proprie degli esperti della formazione degli adulti.


Catalogo Servizi CNC 2012 7

Il Teamwork: insieme si può fare (e si può stare bene)

Favorire lo sviluppo consapevole delle capacità di: • lavorare sulla costruzione del sentimento di fiducia nel team; • collaborare, in modo produttivo, con le persone appartenenti al proprio team; • comprendere gli elementi di conflitto all’interno dei gruppi di lavoro; • riconoscere e correggere i comportamenti “tossici” all’interno del team; • scambiarsi i feedback con l’obiettivo di generare valore. Il corso consentirà ai partecipanti di contribuire alla costruzione di cultura della collaborazione all’interno di team funzionali ed interfunzionali:

Ehm… ehm: il Public Speaking

Favorire lo sviluppo consapevole delle capacità di: • fissare gli obiettivi dell’intervento; • costruire la struttura della presentazione; • preparare un’apertura efficace e coinvolgente; • utilizzare il linguaggio, i segnali paraverbali e non verbali in modo appropriato; • affrontare domande e obiezioni; • gestire la stato emotivo. Il corso consentirà ai partecipanti di sperimentare e sviluppare la propria efficacia nella comunicazione in pubblico.

Tre ore e siamo punto e a capo: la gestione delle riunioni

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • fissare gli obiettivi delle riunioni; • preparare i partecipanti alla riunioni e assegnare loro eventuali argomenti da preparare; • stipulare un contratto tra i partecipanti; • gestire i tempi e i contenuti in coerenza con la partecipazione; • assegnare azioni per ogni punto all’ordine del giorno; • analizzare il processo della riunione conclusa; Il corso permetterà ai partecipanti di apprendere contenuti, metodologie e strumenti funzionali ad una produttiva gestione delle riunioni.


Catalogo Servizi CNC 2012 8 Alle azioni presentate precedentemente aggiungiamo, a titolo di esempio, alcuni corsi esplicitamente rivolti alle funzioni commerciali.

FORMAZIONE per il COMMERCIALE Formazione rivolta a manager Principali Obiettivi Orientare la motivazione dei propri venditori: creare una squadra sana e competitiva

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • aumentare, nei collaboratori, la consapevolezza delle proprie capacità; • infondere un senso di efficacia e “protagonismo commerciale”; • individuare e sviluppare le competenze di ruolo del proprio team; • costruire piani di sviluppo strutturati per il breve/medio e lungo periodo. Il corso permetterà di sperimentare alcune tecniche utili a promuovere lo sviluppo delle capacità dei collaboratori nella direzione di una adeguata autonomia; durante la formazione si tratterà il tema del coaching con l’obiettivo di rinforzare la motivazione e le capacità commerciali dei venditori.

La gestione della performance dei propri venditori: costruire risultati eccellenti

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • costruire, in maniera strutturata, gli obiettivi quantitativi e qualitativi per i venditori; • impostare un sistema di valutazione delle prestazioni, creando indicatori diretti e indiretti; • comunicare gli obiettivi ai collaboratori (cosa); • impostare la modalità di raggiungimento degli obiettivi (come); • valutare e restituire evidenze e considerazioni sui risultati e sui dati di vendita. Il corso permetterà ai partecipanti di apprendere come impostare e implementare un sistema di valutazione basato su obiettivi complessi.

Formazione per venditori Principali Obiettivi Coustomer care: è tutto un altro gioco

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • utilizzare la prosodia del linguaggio in modo consapevole; • aprire efficacemente una telefonata; • curare gli aspetti di relazione e di contenuto nelle varie fasi del colloquio telefonico; • affrontare la criticità costituita da un reclamo da un problema; • gestione le proprie emozioni; • agire proattivamente in fase di vendita. Il corso permetterai partecipanti di rinforzare le capacità di comunicazione telefonica, gestione del cliente, presa in carico e risoluzione dei problemi, gestione delle obiezioni e promozione dell’azienda.

Negoziare nella trattativa di vendita: chi domanda comanda”

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • gestire proficuamente le relazioni in caso di dissenso o conflitto; • valutare soluzioni negoziali per comprenderne i costi ed i benefici; • utilizzare conosciute tecniche di negoziazione per produrre soluzioni efficaci; • favorire un conflitto generativo. Il corso consentirà, in sintesi, di apprendere e sperimentare alcune tecniche per gestire le relazioni negoziali e conflittuali in maniera fruttuosa e soddisfacente.


Catalogo Servizi CNC 2012 9 FORMAZIONE per la SICUREZZA Principali Obiettivi La Valutazione del Rischio Stress Lavoro-correlato: metodologia e strumenti per condurla adeguatamente

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • riconoscere le variabili organizzative potenzialmente correlate allo stress da lavoro; • condurre l’analisi degli “eventi sentinella” della propria azienda; • predisporre l’analisi del contenuto del lavoro; • predisporre l’analisi del contesto del lavoro; • elaborare i dati e le informazioni raccolte in fase preliminare; • stendere un report di valutazione coerente con le richieste di legge. Il corso consentirà ai partecipanti di sviluppare una competenza nella conduzione della fase preliminare della valutazione rischio stress lavoro correlato. Durante il corso saranno analizzati e studiati strumenti di supporto alla valutazione come questionari, checklist e tracce di interviste strutturate.

Costruire nel tempo la sicurezza: leadership e cultura della prevenzione in azienda

Favorire lo sviluppo consapevole delle capacità di: • comprendere il proprio stile di leadership e valorizzarlo; • comprendere i fenomeni che avvengono in un gruppo e gestirne le criticità; • esplorare le motivazioni soggiacenti ai comportamenti non sicuri; • tendere al raggiungimento di obiettivi per la sicurezza; • motivare i propri collaboratori all’assunzione di comportamenti sicuri; • valutare le prestazioni dei collaboratori in termini di sicurezza. Il corso permetterà ai partecipanti di costruire uno stile di leadership per la sicurezza, rispettoso della propria personalità e coerente con le aspettative dell’organizzazione.

… ma perché non mi ascoltano mai? Comunicare adeguatamente per promuovere la sicurezza lavorativa

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • utilizzare i segnali verbali, paraverbali e non verbali in modo appropriato; • costruire o migliorare le relazioni attraverso cui promuovere i comportamenti sicuri; • gestire, all’interno del ruolo, le relazioni “difficili”; • utilizzare efficaci tecniche di comunicazione interpersonale, ascolto attivo ed assertività; • individuare e superare le resistenze al cambiamento. Il corso consentirà ai partecipanti di sviluppare una consapevolezza sul proprio modo di comunicare individuando per ognuno le aree di forza e le indicazioni di sviluppo nell’area della comunicazione per la sicurezza.

“Lo stress al lavoro”: individuare e contrastare i rischi psicosociali, insieme si può.

Fornire le conoscenze e gli strumenti necessari per: • comprendere il fenomeno dello stress, del mobbing e del burnout; • riconoscere le variabili organizzative potenzialmente correlate allo stress da lavoro; • individuare le variabili personali collegate al disagio; • escogitare nuove strategie di fronteggiamento delle situazioni portatrici di stress. Il corso consentirà ai partecipanti di sviluppare una competenza nella gestione del rischio stress lavoro-correlato.


Catalogo Servizi CNC 2012 10

Il coaching “L'uomo che non coltiva l'abitudine di pensare perde il più grande piacere della vita." (Thomas Alva Edison)

Utilizzando il coaching individuale e in gruppo, ci proponiamo di aiutare le persone e i team a raggiungere un alto livello di espressione delle proprie capacità di performance. Il nostro coaching prende forma in un’attività di training personalizzato, rivolto prevalentemente a Imprenditori, Dirigenti e Quadri direttivi, in cui la persona viene supportata, attraverso colloqui individuali, nella comprensione della propria situazione professionale e nella gestione autonoma e responsabile del problema. Tra gli obiettivi dei percorsi: 

favorire lo sviluppo e il potenziamento di competenze organizzative e manageriali;

individuare precisi comportamenti e modi di agire da rimuovere o modificare;

espandere le strategie di gestione del ruolo;

far accrescere la consapevolezza delle proprie motivazioni e della propria relazione con il cambiamento;

sostenere nel migliorare i risultati di performance.

Le aree di intervento: •

il sostegno a scelte difficili

l’empowerment

la conflittualità

la demotivazione

la gestione del tempo

la mancanza di concentrazione

la resistenza al cambiamento

la scarsa produttività

le difficoltà relazionali

lo stress


Catalogo Servizi CNC 2012 11

La Valutazione "In teoria non c'è differenza fra la teoria e la pratica. Ma in pratica c'è." (Yogi Berra)

Riteniamo che una valutazione sistematica delle persone sia l’unica via da percorrere per conservare e valorizzare il talento umano all’interno delle organizzazioni, oltre che per garantire la percezione di equità nei lavoratori. In coerenza con queste convinzioni, forniamo un supporto all’utilizzo della valutazione del personale con obiettivi connessi all’acquisizione e alla gestione delle persone: •

la gestione delle risorse umane, con la corrispondente definizione dei programmi di compensazione legati a stipendi, premi, incentivi;

lo sviluppo delle risorse umane, con la progettazione di interventi di formazione e crescita professionale.

Gli obiettivi di un’efficace valutazione sono, in sintesi, verificare il possesso e il livello delle competenze necessarie a svolgere un tipo di attività professionale, ma anche esplorare attitudinali, potenziale, personalità, valori e motivazioni, con il fine di produrre una conoscenza spendibile in termini di la presa di decisioni. Attraverso una corretta valutazione è possibile effettuare scelte fondate, riducendo in tal modo il margine di errore nell’individuazione delle persone collocare o ricollocare nell’organizzazione, favorendo così l’incontro tra obiettivi dell’organizzazione e le competenze, le attitudini, i bisogni e i desideri delle persone. Si realizzano: 

Bilanci di competenze (valutazione del possesso e del livello di competenze specifiche)

Assessment center (prove di gruppo con finalità di valutazione)

Development Center (prove di gruppo con finalità di valutazione e sviluppo)

Valutazioni attitudinali, del potenziale, di personalità, valoriali e motivazionali

Business game (simulazioni analogiche con finalità di valutazione)

Gli strumenti utilizzati a supporto della valutazione sono di massima qualità per contenuto scientifico, aderenza al contesto socioculturale ed innovatività, allo scopo di soddisfare ogni esigenza di assessment organizzativo. Siamo in possesso delle qualifiche richieste dalla legge per l’utilizzo di qualsiasi test psicodiagnostico.


Catalogo Servizi CNC 2012 12

Il clima organizzativo

Credersi felice vuol dire esserlo, ritenersi infelice significa diventarlo." (Anonimo)

Le organizzazioni non sono fatte solo da norme e da strutture; sono fatte anche da stati d’animo, da emozioni, percezioni, motivazioni e da aspettative e il “clima” è la somma e il prodotto di questi elementi psicologici. Il clima è l’atmosfera sociale, quel sistema di percezioni e attribuzioni di significato che le persone hanno sviluppato nel tempo. L’analisi di clima costituisce un’indagine su come le persone percepiscono alcuni aspetti come la disponibilità e la chiarezza delle informazioni, il coinvolgimento del lavoro, l’equità, la leadership, la coesione di gruppo, etc.; per i membri che abitano l’organizzazione è un segnale di grande importanza, il segnale che vi è una volontà politica di prestare attenzione a tutti i componenti dell’organizzazione. Tra gli elementi di utilità per l’organizzazione vi sono che l’indagine: 

costituisce un importante momento di diagnosi organizzativa;

è un indicatore attendibile della soddisfazione lavorativa;

è un buon predittore del “turn-over”;

fornisce un feed-back sull'attività di coordinatori/responsabili;

costituisce una documentazione oggettiva che permette la pianificazione di azioni migliorative;

se condotta secondo criteri di efficacia, è un'azione in grado di generare coinvolgimento e partecipazione.

Le peculiarità del processo di valutazione del clima richiedono che vi sia un esperto con conoscenze teoriche e abilità operative nell’utilizzo di strumenti psicodiagnostici di scientificità provata e nel gestire, elaborare e interpretare adeguatamente le informazioni raccolte. Curiamo, per le organizzazioni, indagini di clima organizzativo utilizzando strumenti sofisticati come focus group e test che rispettano criteri scientifici di validità e attendibilità e che permettono di effettuare analisi facendo riferimento a parametri, condizioni e statistiche nazionali. Se necessario, costruiamo questionari di analisi di clima ad hoc, personalizzati sulle specifiche esigenze ed effettuiamo elaborazioni statistiche avanzate partendo da dati e informazioni raccolte in precedenza.


Catalogo Servizi CNC 2012 13

Benessere e valutazione del rischio stress “Tutto considerato, lavorare è meno noioso che divertirsi.” (Charles Baudelaire)

Gli effetti che i contesti organizzativi possono esercitare sull’equilibrio psicologico dei lavoratori (effetti identificati comunemente nello stress, nel burn-out e nel mobbing) rappresentano sicuramente uno dei principali interessi attuali della psicologia del lavoro che si è spesso confrontata con i temi relativi alla qualità della vita nelle organizzazioni e all’efficienza organizzativa. Dati recenti forniti dall’Agenzia Europea per la Sicurezza e Salute sul Lavoro dicono che, nell’Unione Europea, più di un lavoratore su quattro soffre di stress legato all’attività lavorativa e che tale stress è tra le principali cause di problemi di salute dell’aumento dell’assenteismo e della riduzione della produttività. Il nostro interesse per lo studio del benessere in campo lavorativo deriva soprattutto dalla consapevolezza che le persone che si sentono bene oltre a manifestare benefici in termini di salute e longevità, lavorano in modo più produttivo, aumentando il benessere organizzativo. Ci impegniamo da anni in interventi di riconoscimento, prevenzione e contrasto del mobbing e dei rischi psicosociali seguendo linee guida rigorose e scientifiche. Con l’inizio del 2011 le aziende hanno dovuto dare avvio al processo di valutazione del rischio stress lavorocorrelato, obbligo richiesto dall’art. 28 del D. Lgs.81/08 e ribadito dalla lettera Circolare 23692 del 18.11.2010 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; tale valutazione si concentra su aspetti dell’organizzazione che possono rappresentare pericoli per la salute dei lavoratori. Non esistono criteri predittivi che possano escludere a priori un’azienda e chi non si adeguerà rischierà pesanti sanzioni penali e pecuniarie. L’introduzione di questo nuovo obbligo ha portato ad un’esagerata offerta di strumenti sbrigativi e a basso costo (per lo più software e check-list), purtroppo inadeguati e insufficienti ad ottemperare l’obbligo di legge. La natura del rischio stress lavoro-correlato, diverso da altri rischi occupazionali affrontabili con metodi e strumenti di misura standardizzati, richiede l’utilizzo di strumenti integrati, la competenza di uno psicologo del lavoro (per ciò che concerne l’approfondimento della valutazione) e il coinvolgimento dei diversi attori del sistema di prevenzione e protezione interno (Datore di lavoro, Dirigenti, Preposti, RSPP, Medico Competente e RLS). Per rispondere a questo specifico bisogno, offriamo un servizio di valutazione del rischio stress lavorocorrelato che soddisfa, per intero, le richieste del Decreto Legislativo 81/2008, e dell’Accordo Europeo sullo stress lavoro-correlato dell’ottobre 2004, offrendo al contempo una preziosa opportunità di miglioramento e sviluppo.


Catalogo Servizi CNC 2012 14

La Sicurezza “Poco era il giorno e molto era il lavoro: la falce è grande, ma più grande il prato." (Giovanni Pascoli)

La formazione alla sicurezza viene sempre più spesso utilizzata come strumento per la gestione dei rischi negli ambienti di lavoro; il nostro contributo concilia buone prassi e vincoli organizzativi, seguendo tre direttive principali: •

il modello della partecipazione o della motivazione alla sicurezza;

la teoria delle comunicazioni dei climi e delle influenze interpersonali e sociali;

l’intervento sulle attitudini, le capacità soggettive, gli atteggiamenti e le competenze.

Oltre alla formazione di gruppo, offriamo un supporto completo per le organizzazioni che scelgono di implementare un sistema di gestione della sicurezza BBS. La BBS (Behavior Based Safety) è l’applicazione di un metodo “scientifico” (derivante dalla Behavioral Science) ai comportamenti sul luogo di lavoro con il fine di promuovere efficacemente la sicurezza. La Sicurezza Basata sui Comportamenti fonda la sua ragion d’essere su una base ben documentata di esperienze che ne comprova l’efficacia. Alla base dei sistemi BBS vi è il processo di osservazione dei comportamenti messi in atto dai lavoratori all’interno della loro area professionale. I componenti di base di un sistema BBS sono riassumibili nei seguenti: 

osservazione regolare del comportamento sul lavoro;

feedback basati sui dati di osservazione;

obiettivi di miglioramento;

riconoscimenti per il miglioramento.

Gli elementi presentati appaiono così semplici e comuni che molte organizzazioni sottostimano la difficoltà insita nel creare un sistema sostenibile di sicurezza comportamentale. La realizzazione concreta di un intervento di BBS segue un iter molto rigoroso, la cui applicazione è lasciata in buona parte agli stessi lavoratori sotto la supervisione attiva della direzione aziendale ed un contenuto supporto della consulenza. Nell’implementazione di un sistema avanzato di BBS si è consapevoli che non si sta agendo solo sui comportamenti poiché, nella misura in cui si sta incidendo su essi, è perché sono state interessate anche altre variabili quali, ad esempio, l’autostima, l’autoefficacia, lo spirito di gruppo, la competenza, le relazioni fra colleghi, il clima e la cultura organizzativa.


Catalogo Servizi CNC 2012 15

Alcune nostre collaborazioni Agfa

Akzo Nobel

Alcatel

ALTIS

Associazione Ambiente e Lavoro

ATB Riva Calzoni

Azienda Trasporti Milanese

Banca Del Gottardo

Banca Intesa San Paolo

Beretta

Capgemini

Carcere Di San Vittore

Cardif Gruppo BNP Paribas

Coldiretti

Comune di Verona

Eismann

  

Glaxosmithkline

Gruppo Levante Gruppo Lombardini

Gruppo Norman

Hydac

Ina Assitalia

Johnson Control

Mondadori Printing

Mutua Cesare Pozzo

Rete Ferroviaria Italiana Rewe Group

Saint Gobain Vetri

SI.EL.CO.

 

Sparim Gruppe Südtiroler Sparkasse AG 

Südtiroler Sparkasse AG Technogym

  

Tenaris Dalmine

Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano 

Università degli Studi di Trento

Università degli Studi di Verona 

FIAT

Finmeccanica

Enel

Europlan

Università Iulm di Milano

Università Telematica Internazionale Uninettuno Vedior

 

Velux

Vodafone

Yamamay


Catalogo Servizi CNC 2012 16

Contatti Brochure virtuale

www.cnc.com

Per informazioni

info@cnc.com

Dott. Simone Cordioli

(+39) 328.70.29.136

simone.cordioli@cnc.com

Dott. Antonio Nocera

(+39) 347.96.82.488

antonio.nocera@cnc.com


Catalogo Servizi CNc 2012