Page 1

N. 11/2017

Intervista alla fotografa di moda

U n g i o va n e t a l e n t o e u n vero e propri o fe n o m e n o m e d i a t i c o

Incontriamo

Francesco Francia

L' i m porta n za d el l a fo r m a z i o n e p e r r i s u l t a t i p r o fe s s i o n a l i

Vi v i e n n e B

MODELS LIFE Mariela Ballesteros

PHOTOGRAPHERS Mauro Lorenzo Riccardo Lancia


"Spring breeze" Foto di Nicolò Occhipinti Modella Irina Make-up artist Sofy Lviv

Direzione editoriale

Nicolò Occhipinti info@nicoloocchipinti.it

Redazione

Elena Scalia Fashion e media designer elena.scalia@rimlight.it

© 2017 Nicolò Occhipinti Photography. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta in alcun modo, in ogni genere o linguaggio, per via di qualsiasi tipo di sistema meccanico, elettronico o di memorizzazione delle informazioni, salvo previa autorizzazione da parte dell'Editore, a eccezione di brevi passaggi e recensioni, purché con obbligo di citazione della rivista. Il diritto morale d'autore dei testi e di tutte le immagini è sempre attribuito al redattore o al fotografo, così come previsto dalle vigenti leggi in materia di proprietà letteraria, diritto d'autore ed editoria. Rimlight non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornata senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001


Editoriale Che negli ultimi anni sia radicalmente cambiato il modo in cui i fotografi promuovono il proprio lavoro e comunicano coi propri clienti e fan è ormai evidente a tutti. Ogni volta che intervistiamo uno di loro, immancabilmente ci sentiamo rispondere che l’uso dei social media, oltre al proprio sito web, è fondamentale per farsi conoscere e ottenere nuovi lavori. Chi non si adegua a questi nuovi strumenti o non li usa in modo efficace, rischia facilmente di perdere opportunità lavorative talvolta a prescindere dalle capacità professionali o artistiche. Viceversa, c’è chi è riuscito a sfruttare appieno le potenzialità di questi nuovi strumenti di comunicazione, tanto da diventare vero e proprio fenomeno mediatico. È il caso, ad esempio, della fotografa di moda Nima Benati: pensate che Nima può vantare oltre 200.000 follower sulla sua pagina Facebook e 389.000 su Instagram, un popolo di seguaci interessati a seguire le sue attività sia come fotografa, ma anche come modella. Infatti Nima ha posato anche come testimonial per diverse campagne pubblicitarie. Abbiamo avuto il piacere di intervistarla per In copertina: Fotografa Nima Benati Modella Luisa Bianchin MUA Nicolò Grossi Hair Stylist Chiara Bonaccina

conoscere meglio il modo in cui opera e per capire come è riuscita a scalare il successo in così poco tempo anche grazie ai social. Le successive pagine ospitano l’intervista e le immagini di Francesco Francia, fotografo pubblicitario e di moda di notevole bravura. Le sue capacità tecniche e creative gli hanno consentito di vedere le sue foto su oltre 25 copertine di importanti riviste, fra le quali Playboy, Donna, La Pelle e Fotografare, e di avere incarichi da Master per gli eventi Nikon Live e Photoshow. Ci addentreremo poi nell’universo incantato di VivienneB, fotografa fine art di talento: i suoi ritratti femminili, che sembrano uscire fuori da un sogno, sono anche lo specchio della sua personalità e del suo modo di interpretare la realtà con gli occhi di un’artista di grande sensibilità. Ritornando alla fotografia di moda, conosceremo meglio anche Mauro Lorenzo, bravissimo fotografo che si distingue per la capacità di armonizzare scenari monumentali e architettonici con le modelle e il loro outfit; avremo inoltre modo di ripercorrere la carriera della modella argentina Mariela

Nicolò Occhipinti Direttore editoriale www.nicoloocchipinti.it info@nicoloocchipinti.it

Ballesteros, che da alcuni anni lavora ormai in Italia con grandi marchi della moda, e di ammirarla nelle foto di Alex Alberti; infine, le belle immagini fine art e l’intervista al fotografo ritrattista Riccardo Lancia. Buona lettura!

Website www.rimlight.it Email redazione@rimlight.it Facebook rimlightmagazine Twitter @rimlightmag Flickr rimlight Google+ RimlightIt

RI MLI GHT Models & Photographers Magazine è un progetto


VUOI APPARIRE SU RIMLIGHT?

La

red a zi on e

è

in

cerca

di

m od elle/i ,

fotog ra fi ,

m a ke

up

a rti st, styli st ch e d esi d era n o fa r con oscere i l propri o ta len to a i lettori d i Ri m li g h t. I n vi a

la

ca n d i d a tu ra

n om e,

età ,

pa g i n a

fa cebook

a

con ta tti , e

su bm i ssi on s@ ri m li g h t. i t i n clu d en d o breve

a lm en o

bi og ra fi a , tre

d elle

li n k

tu e

al

tu o

m i g li ori

si to foto

ba ssa ri solu zi on e.

Ph. Nicolò Occhipinti

Sa ra i con ta tta to per u n ' i n tervi sta o per m a g g i ori d etta g li .

www. ri m li g h t. i t

o in


iNDICe 6 18 28

6

38

Photographers

38

Nima Benati

Photographers

48

Francesco Francia Photographers

58

VivienneB

Photographers

Mauro Lorenzo Models life

Mariela Ballesteros Photographers

Riccardo Lancia

18

28

48

58


Giovanissima ma con talento da vendere, Nima B enati racconta a Rimlight le principali tappe della su a carriera che l' hanno portata ad affermarsi cosĂŹ rapidamente nel mercato della fotografia di moda.

Fotografa e MUA Nima Benati Modella Angela Nasti


PHOTOGRAPHERS


Fotografa Nima Benati Modella Francesca Nironi


Fotografa e MUA Nima Benati Modella Francesca Lodo

A soli 24 anni hai già ottenuto importanti copertine e hai lavorato per prestigiosi brand. Quali sono i caratteri distintivi delle tue immagini che ti hanno consentito di ottenere questo successo? Penso che il merito vada alla ricerca della “bellezza”. Nel mio lavoro sono alla continua ricerca della perfezione e quando fotografo le modelle, le ragazze e le donne che chiedono un servizio fotografico, ricevo da loro un feedback positivo: nelle mie foto si piacciono. Penso sia questa la chiave della mia fortuna, le persone sono felici di come si vedono rappresentate dalle mie fotografie, probabilmente ambendo a voler essere cosi nella vita reale di tutti i giorni.

dalle riviste patinate. Mi innamoravo dei vestiti, dei colori, delle luci, dei gioielli, delle modelle, delle espressioni sui loro visi, di tutto ciò che per me incarna la bellezza. Ma solo cinque anni fa ho scoperto come potevo catturare tutto quel mondo fantastico e farlo mio, costruire la mia realtà da zero. Per gioco ho iniziato a scattare delle foto alla mia migliore amica con una Nikon D40 e, grazie a Facebook, ho iniziato a ricevere decine di richieste per scattare con persone sconosciute. Un anno dopo ho aperto il mio studio fotografico... ed eccomi qui oggi, a sognare di vedere una mia foto su quelle riviste che guardavo con tanta ammirazione.

il mio percorso professionale deriva dalla mia passione. Ho imparato per “prove ed errori”, con tanti tentativi e correzioni in itinere fino a che raggiungevo il risultato che mi ero prefissata, giorno dopo giorno con tanta caparbietà. Ogni giorno dedico 12 ore al mio lavoro, a volte di più. Probabilmente dovrei essere molto più capace di quel che sono, ma senza una guida, apprendere è un processo lentissimo!

Come fai a trovare sempre nuove idee, da dove trai ispirazione?

Mi sono accorta che penso sempre a tutto ciò che mi circonda attraverso il velo della fotografia. Guardo immagini, leggo libri, ascolto musica, compro riviste di Sei autodidatta o hai frequentato moda, incontro persone, passeggio Quando hai cominciato ad scuole specifiche? Come hai per strada. Mi lascio ispirare da avvicinarti alla fotografia? sviluppato la tua tecnica? tutto ciò che mi circonda, per Fin da bambina sono stata attratta No, non ho mai studiato fotografia, cercare di variare sempre ed RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 9


Fotografa Nima Benati Modella Giulia Manini Stylist Fabio Mercurio

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 10


evolvermi, perché mi sento soffocare e mi perdo quando non ho la brillante sensazione di progredire.

Fo t o g r a f a N i m a B e n a t i M od el l a G i u l i a M a n i n i S t yl i s t F a b i o M e r c u r i o

Qual è stato il punto di svolta, il momento più importante della tua carriera?

Non ho dubbi perché è ben impresso nella mia memoria, ho toccato il cielo con un dito: è stato quando ho fotografato Gigi Hadid per Maybelline. Quei pochi attimi che ci hanno separati dal nostro incontro mi hanno consentito di crescere professionalmente: è stato enormemente difficile affrontare una situazione imprevista in cui mi avevano dato veramente cinque minuti di orologio per scattare, senza nessuna preparazione sulle luci, sul set e sulla location. Alla fine, con mia grande sorpresa, ho tratto tanta soddisfazione da quell'esperienza, e ora affronto con più serenità queste “opportunità lampo”. Recentemente, sempre in circostanze fortuite, ho avuto l’onore di immortalare David LaChapelle con Renzo Rosso e Nicola Formichetti in una location londinese. Sono stata chiamata all’ultimo momento per scattare in dieci minuti e altrettanti dieci per post produrre, perché dovevano andare in stampa.

Quali sono i tuoi maestri di Quali schemi di luce e quali Quale aspetto del workflow riferimento? obiettivi usi più frequentemente? fotografico ritieni più importante Sono da sempre profondamente Utilizzo la Canon 5DS con un 24-70 per il risultato finale? innamorata professionalmente di Giampaolo Sgura. Ammiro il modo in cui lavora, i ritmi incessanti a cui si sottopone per scattare un giorno a Los Angeles ed un giorno a Tokio, riuscendo sempre a garantire la massima qualità dei lavori. Inoltre, ho sempre adorato Mert & Marcus, Steven Meisel, Mario Testino e Rankin.

Per quanto riguarda l’illuminazione, quando è possibile utilizzo Profoto con tutti gli accessori legati al mondo della fotografia. Tendenzialmente il mio kit base comprende tre monotorce profoto, un softbox o un octa e in base alla luce che voglio ottenere un beauty dish argentato o la semplice luce riflessa sui pannelli di varie misure.

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 11

Sinceramente penso che l’aspetto più importante sia un team affiatato, composto da validi professionisti che operano nel trucco, parrucco e styling, modelle e modelli, che creano sinergie per rappresentare al meglio ciò che il committente vuole trasmettere. Quando inizio a lavorare, ho ben precisi i miei obiettivi e opero con


Fotografo Luca Di Fazio Modella Corinne Piccolo Outfit Davide Monaco Assistente Vicky Reder

una certa testardaggine per raggiungerli. Altra cosa che ritengo importante è il ritmo. Quando lavoro non amo le pause, vorrei che tutti fossero instancabili per stare al passo con le idee che mi vengono continuamente in mente. Mi rendo conto solo la sera quanto tutto ciò sia faticoso: non bevo, non mangio e saltello da una scena all’altra con la mia macchina da tre chili in mano.

Hai un successo strepitoso sui social. Su Instagram puoi vantare addirittura oltre 389.000 follower e su Facebook oltre 200.000 fan! Come hai ottenuto questi risultati e in quanto tempo? Sarò banale o deludente ma non ho mai scritto qualcosa sui social con lo scopo di diventare famosa ma semplicemente perché ho desiderio di condividere qualsiasi cosa mi succeda. Sono una persona estremamente insicura, timida e spaventata dal mondo, ma invece di rispondere a questo malessere, chiudendomi in me stessa, ho questa strana reazione di aprirmi agli altri apparendo audace ed esibizionista!

Fotografa Nima Benati

Modelle Monic Marie, Lily Rose Cameron,

Laissa Medeiros MUA Nicolò Grossi Hair stylist Chiara Bonaccina

rendendo conto di aver bisogno di una persona a cui affidarmi. La parte social è quella più importante, il mio veicolo principale di pubblicità e direi che mi impegna il 75% della giornata.

Quale strumento di comunicazione ti ha consentito di ottenere maggiori risultati per il tuo lavoro?

Instagram sicuramente! Credo che la mia popolarità sul web sia una conseguenza della mia esperienza nel mondo della fotografia e della moda. Forse non si era mai vista una ragazza così giovane appassionarsi con tanta dedizione a un lavoro simile e perciò credo di aver suscitato curiosità nelle persone: Credo sia un pò come Ti occupi personalmente tu della comunicazione un piccolo ‘Truman show’, le persone possono vedere in online e quanto tempo ti impegna? tempo reale quale direzione prende la mia vita e il Ho sempre fatto tutto da sola anche se mi sto lavoro, i miglioramenti e gli ‘scivoloni’. RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 12


Fotografa Nima Benati Modella Sophia Wassermann MUA Nicolò Grossi Hair stylist Chiara Bonaccina Stylist Fabio Capuano Sei la dimostrazione pratica che, anche in un mercato così competitivo come quello della fotografia di moda, si può ancora emergere e distinguersi. Quali aspetti consiglieresti di curare maggiormente a chi volesse intraprendere la tua carriera?

anni: scattare la copertina di Vogue. Ciò che non dico mai è che quella copertina non è solo una fotografia: significa viaggiare in tutto il mondo, conoscere personalità geniali, respirare arte, vivere con passione, vivere cercando giornalmente una crescita personale. Il mio personale consiglio è sempre quello di scattare Traguardo più vicino invece potrebbe essere la nascita tantissimo perché è così che si migliora; più si lavora, di una nuova collaborazione che spero lasci tutti senza più foto girano fra gli amici e sui social, promuovendo fiato, me compresa. così il proprio nome.

Prossimi traguardi?

Per maggiori informazioni:

La risposta a questa domanda è sempre la stessa da

nimabenatiph.com

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 13


Fotografa Patrizia Burra Modella Tatiana Rapotez

Fotografa Nima Benati Modelle Celine Amalie Boesen & Leebo Freeman


RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 16


Fotografa Nima Benati Modella Erika Labanauskaite MUA Nicolò Grossi Hair stylist Chiara Bonaccina RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 17


PHOTOGRAPHERS


Francesco Francia

A fianco: Fotografo Francesco Francia Model Ilenia Sculco MUA Cinzia Broccucci Hairstylist Alessandro Scattolini

Fotografo professionista, insegnante di fotografia e comunicazione visiva, master Nikon School, vanta oltre 25 copertine di riviste nazionali ed internazionali tra cui Playboy, Donna, La Pelle, Fotografare e pubblicazioni editoriali e pubblicitarie su riviste come Vanity Fair, Chi, Vero, Eva 300, Mistero.

Dopo tutti questi anni di esperienza non solo come fotografo pubblicitario e di moda, ma anche come docente, come definiresti oggi la fotografia? La fotografia, come tutte le forme artistiche, trova la sua massima espressione nella possibilità di evolvere in base ai cambiamenti che investono la società e quindi gli artisti stessi. È proprio oggi che la fotografia trova la sua massima espressione di dinamicità in quanto è la nostra compagna quotidiana, ad esempio sui social media. Se proprio devo dare una definizione, direi che la fotografia di oggi “una storia sulla bocca di tutti”. Fermo restando che non tutti sono bravi in ugual modo a raccontare la stessa storia.

Come sta evolvendo secondo te? Ci saranno tempi migliori o peggiori per chi opera in questo settore?

È una forma di linguaggio che man mano diventa sempre più popolare. Se vent'anni fa scattare una foto a pellicola era una pratica riservata a pochi appassionati, oggi chiunque può dilettarsi con mezzi professionali e non nell’arte dello scrivere con la luce. Tuttavia, non è sufficiente esprimersi con questo linguaggio in maniera corretta, ma bisogna farlo RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 19

Fotografo Francesco Francia Model Simona Agostini Stylist Romina Magrini MUA Ambra Francia


In questa pagina: Fotografo Francesco Francia Modella Sandy Yu MUA Cinzia Broccucci

A fianco, a sinistra: Modella Ilenia Sculco a destra: Modella Jennifer Kelly Garvey MUA Ambra Francia, Barbara Dolci


Fotografo Giuseppe Attanasio Modella Antonia Marrone

@Clarence Model Management MUA Marianna Marfella Stylist Anna Chiara Mormile

anche con uno scopo, altrimenti si rischia di non mandare all’interlocutore alcun messaggio. Mi immagino un futuro in cui sarà ancora più semplice scattare fotografie, ma per evolvere veramente il fotografo dovrà sempre sviluppare nuove idee e progetti, come è sempre accaduto nella storia.

Ci capita spesso di intervistare fotografi emergenti o già affermati che, nonostante gli ottimi risultati, confessano di non avere mai effettuato specifici studi, ma di avere imparato direttamente sul campo e grazie all'intuito. Ma molto dipende dal genere fotografico. Quanto è importante la formazione tecnica nella foto di moda e in quella pubblicitaria?

L’intuito è una gran cosa: unita a un’esperienza sul campo, magari di molti anni, porta a dei buoni risultati. I problemi nascono quando colui che non ha mai studiato fotografia e comunicazione visiva, incontra un ostacolo mai visto prima; l'esperienza non può aiutare molto in situazioni nuove, e l'intuito potrebbe non essere sufficiente. In queste situazioni, la tecnica imparata sui libri e in corsi strutturati e specialistici è essenziale per risolvere la totalità dei problemi. Credo inoltre che tecnica non vada vista come un ostacolo alla creatività ma anzi un impulso in più: se la padroneggiamo abbiamo solo una migliore gestione del set, più tempo a disposizione per sperimentare cose nuove e soprattutto possiamo avere degli

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 21

spunti, come quelli offerti da una consapevolezza della luce in fotografia.

Prima di diventare fotografo professionista ti sei anche laureato in economia, indirizzo marketing: che vantaggio ti ha offerto questa laurea nel tuo lavoro di fotografo? L’università mi ha dato, oltre che una laurea, una forma mentis utile e spendibile in qualsiasi campo. Considerando spesso le mie foto come un prodotto da vendere, è naturale che il mio modo di proporle al committente è contaminato dagli studi che ho condotto. Inoltre il modo di impostare il lavoro del fotografare qualcosa con la finalizzazione di un prodotto mirato ad un determinato target di riferimento


Fo t o g r a f o F r a n c e s c o F r a n c i a M od el l e Li v Le n o i r, La n d i a n a C e rci u H a i rs tyl i s t C o n te s ta - Ro ck- H a i r M a s te r L' ò re a l Pro fe s s i o n n e l RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 22


ci aiuta anche quando fotografiamo per nostro piacere, a fare una produzione fotografica più strutturata, organica ed efficace nell’intento comunicativo.

Fotografo Francesco Francia Atleta Riccardo Romano

Qual è stato il trampolino di lancio per la tua carriera? Il mio è stato un percorso graduale, segnato da una malattia dalla quale sono stato subito contagiato: la passione viscerale per la fotografia che mi ha spinto a perseverare sempre negli studi e nella sperimentazione e mi ha assorbito totalmente. Poi una serie di eventi hanno contribuito di concerto al traguardo della professione. Ne cito uno in particolare: la cover e i servizi per “Fotografare”, una rivista che fin da ragazzo vedevo come un mondo di cui volevo far parte. Un altro più recente, deriva sicuramente dalla fiducia che Nikon School, nella persona di Roberto Bachis, ha riposto in me come docente, dandomi l’incarico come Master e come relatore per diversi eventi nazionali come il Nikon Live e il Photoshow.

Fotografa Gaia Franciosi Modella Caterina Cavallini

Parliamo del tuo workflow fotografico. Quale fase incide maggiormente nel determinare il tuo stile e quale ti appassiona Quale lavoro ricordi con illuminatori a batteria che maggiormente? maggiore piacere? Puoi spingono il fotografo a essere La fase che mi appassiona raccontarci come si è svolto? veloce nella realizzazione delle maggiormente è lo studio del set e in particolar modo la progettazione dei sistemi di illuminazione, ovvero la scelta dei corpi illuminanti, la loro disposizione, il dosaggio e la selezione dei modellatori che struttureranno il set fotografico. Questo naturalmente con il fine ultimo di concretizzare l’atmosfera più idonea alla scena che ho progettato e che ho previsualizzato molto prima di iniziare a scattare.

Un editoriale stile Playboy anni novanta scattato nei pressi di una location fantastica sul Terminillo. I l set si svolgeva in parte sulla neve e in parte in una baita di montagna. Fu tanto difficoltoso quanto entusiasmante: il freddo metteva in difficoltà la modella che doveva posare completamente nuda, la mancanza di corrente elettrica poneva l’ostacolo di scattare con

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 23

proprie idee. Ricordo che nella baita non vi era alcuna luce e dovetti usare due dozzine di candele e specchi per ottenere un’illuminazione calda e avvolgente, cui ho affiancato poi la luce flash. In condizioni impervie e proibitive per la maggior parte dei fotografi trovai spunto per uno dei più stimolanti set della mia carriera che alla fine mi portò sulle copertine di Playboy.


Fotografo Francesco Francia Model Brizi MUA Cinzia Broccucci Stylist Paola Tinarelli


Fotografo Francesco Francia Modella Astrid Pinero Herrara MUA & Hairstylist Jora

Fotografo Francesco Francia

Modelle Ilenia Sculco , Rossella Gambi MUA Francesca Caputo Hairstylist Franco Zaccaro

Fai ampia promozione di te stesso online e offline: sono impazienti di ricevere consensi o, come spesso quale strumento di comunicazione hai riscontrato accade a chi vuol crescere, critiche. Un'altra domanda essere più efficace per raggiungere i tuoi clienti? che mi viene spesso rivolta riguarda l'uso di alcune Il palcoscenico reale, non quello digitale, mi ha dato maggiori soddisfazioni. Durante gli eventi Nikon live la gente ha avuto modo di vedere e sperimentare direttamente la mia fotografia: alla fine di ogni workshop, mi contattano molte persone per saperne di più. Io amo il contatto con le persone, e la condivisione per me è un motore fondamentale della mia fotografia. In queste occasioni di incontro sono anche io ad imparare molto dal confronto. Sicuramente, nel palcoscenico digitale, Facebook vince dal punto di vista della diffusione capillare.

strumentazioni ritenute spesso non fondamentali o peggio ancora superflue dopo l'avvento del digitale, come ad esempio l'esposimetro che uso sempre nei miei set.

Che consiglio daresti loro per riuscire veramente ad avere successo?

La stessa cosa che consiglierei a un atleta che volesse intraprendere la carriera agonistica: studiare le basi del proprio sport, scegliersi un bravo allenatore, frequentare master di specializzazione sulla specialità scelta, allenarsi costantemente e in modo Come docente, quali sono le domande che ti efficace, sperimentare nuove tecniche e, non ultimo, vengono rivolte più spesso dai tuoi allievi? essere costantemente aggiornato sulle opportunità La più frequente in assoluto è quella sull'effettiva che possono concretizzare la propria passione ed il utilità della luce flash anche fuori dallo studio proprio talento in una professione. fotografico. Inoltre, mostrandomi i loro scatti, mi chiedono spesso quali sono degni di essere Per maggiori informazioni: pubblicate sui social media o sui siti web: hanno www.francescofrancia.com un’impellente voglia di comunicare con il mondo, RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 25


Fotografo Francesco Francia Modello Riccardo pattuglia RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 26


Fotografo Francesco Francia Modella Francesca De Marco Stylist Cristina Cozzolino

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 27


PHOTOGRAPHERS

Self Portrait Fotografa VivienneB


VivienneB

Mossa da una passione e da un amore immenso per la natura e la bellezza che la circonda, ma anche ermetica, non le piace molto raccontare in parole la sua arte: per lei parlano giĂ le sue splendide foto.


Fotografa VivienneB Modella Beatrice Simion


Fotografa VivienneB Modella Valentina Chiapello

Basta dare uno sguardo alle sue foto e si viene catturati dall’atmosfera magica di un mondo cristallizzato, dove i soggetti ripresi sembrano appartenere a un’altra dimensione, risultano irreali anche quando illuminati dalla luce piena del sole. VivienneB ha la capacità di rappresentare l’elegante sensualità delle sue modelle come solo una donna può fare, inserendole in scenografie studiate apposta per armonizzarsi piacevolmente col soggetto o, al contrario, per evidenziarne la bellezza mediante forti contrasti, tanto da far quasi

percepire le sensazioni di caldo o con la mente, tralasciando le freddo o di ruvidità delle superfici apparenze dei sensi. sulla pelle delle sue evanescenti muse. Sei figlia di artisti e hai studiato

all’Accademia delle Belle Arti di Cosa rappresenta per te la Torino. Quanto ha inciso la tua fotografia? formazione artistica nel caratÈ la materializzazione in chiave terizzare il tuo stile fotografico e in poetica e allegorica del mio che modo? subconscio. Principalmente, il mio modo per essere in connessione con la “Luce” e l'impressione che ne so cogliere. Un modo per fermare attimi che in realtà si muovono in costante divenire, in assenza di tempo e spazio. È tutto. La verità è ciò che vediamo

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 31

La sensibilità artistica mi è stata donata dai luoghi in cui sono nata. Dalla natura, dal vento, dall'acqua, dalle storie che le fronde degli alberi bisbigliano, dai profumi del glicine e del lillà. Quale grande maestosità e

perfezione a cui aspirare, se sai


Fotografa VivienneB Modella Alessia D'Andrea ascoltare e vedere con l'occhio alla post-produzione? dell'anima. Solitamente lo shooting parte da un'immagine che appare nella mia Perché ritrai soprattutto soggetti mente. Mi muovo così nel cercare la femminili? location e poi successivamente la Ritraggo soggetti femminili modella, la cui figura deve sposarsi perché sono il mio alter ego, con essa. Abiti e make up vanno a dar trasposizioni di me stessa. rilievo al tutto. Ma questo è vero fino ad un certo punto. Tutto dipende Come scegli le tue modelle, cioè anche dalla sintonia con la modella. E come e dove le individui e le lì avviene la magia: a volte mi capita di selezioni? realizzare cose che in realtà non Essendo me, le scelgo come se erano previste, ma che mi fossero delle tele bianche su cui sorprendono ancora di più. La parte di lasciar correre le emozioni del mio me più profonda prende il cuore. Trovo che sia un atto sopravvento, va oltre il controllo d'immenso amore nei miei ri- razionale, e scatta ciò che in realtà guardi . sento, senza maschere. Scatta ciò che sono. La post-produzione svolge Ci racconti come realizzi soli- anch'essa un ruolo importante tamente uno shooting, dal concept perché, a seconda del mio stato

d'animo, varia la calibratura del colore e della tonalità. Il risultato è quindi una stratificazione.

Quali sono le tue fonti di ispirazione? La mia ispirazione è improvvisa. Un guizzo, uno scintillio di luce, un vortice, una necessità impellente.

Quali emozioni vuoi stimolare maggiormente con le tue opere? Non voglio stimolare emozioni, ma regalarle.

Ci puoi commentare la foto cui sei maggiormente affezionata, quella che ti ha dato maggiori soddisfazioni?

Sono le foto che ancora non ho scattato.

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 32


Fotografa VivienneB

Modella Magdalena Rzazewska Fashion Stylist Agostino Porchietto MUA Marco Piras RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 33


Fotografa VivienneB Modella Valentina Chiapello

Cosa c’è della personalità di Vivienne nelle tue foto?

Vivienne è ovunque nei miei scatti. La mia fedele anima.

Quali consiglieresti daresti a chi volesse diventare fotografo fine art?

Il mio consiglio è di non ascoltare nessuno, di non A quali progetti stai lavorando adesso? scimmiottare nessuno, di non svilirsi, di non sminuirsi. Di I miei progetti ora vertono principalmente essere coraggiosi ed eroici di essere semplicemente se sull'insegnamento e sulla fondazione di una scuola stessi. fotografica, e sulla realizzazione di una campagna fotografica per una casa di moda. Inoltre alla realizzazione Per maggiori informazioni: di un mio nuovo modo di esprimermi attraverso la vivienne-b-photography.format.com macchina fotografica. RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 34


Fotografa VivienneB Modella Anna Per


Fo t o g r a f a e s t y l i s t V i v i e n n e B M o d e l l a La u r e n G a r n e r RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 36


Fotografo Alessandro Luoni Fotografa VivienneB Modella Nailyasha Salyahova Modella Ylenia La Verde MUA Giulia Ronzoni RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 37


PHOTOGRAPHERS

Fotografo Mauro Lorenzo Modella Alexandra Friberg@NoLogo Fashion Agency Stylist Masterclass Fashion photography & styling Teamwork Cordella Fashion school


Ricerca e sperimentazione su forme, colori e concetti, elementi architettonici e trend commerciali. Ăˆ lo stile del fotografo di moda Mauro Lorenzo.


Fotografo Mauro Lorenzo Modella Isabella Esposito Stylist Carol Cordella MUA Kristina Tu


Fotografo Mauro Lorenzo

Stylist Masterclass Fashion photography & styling Teamwork Cordella Fashion school Modella Alexandra Friberg@NoLogo Fashion Agency Come nasce la tua passione per la fotografia?

Sgura, Tim Walker, Richard Avedon, Steven Meisel, Nasce dall'ambiente in cui sono cresciuto, da una Steve McCurry, Paolo Roversi a Steven Klein. forza di volontà alcune volte sopra le righe e da un pizzico di casualità. Sono stato influenzato da mio Cos’è per te la creatività? padre, ex insegnante di storia dell'arte e grande Mi piace pensarla come quel mix tra storia e realtà amante della pittura e dell'arte a 360 gradi, e da mio quotidiana, la creatività per me è la capacità che nonno pittore, visionario e sperimentatore. E già a 16 ognuno di noi può avere nella ricerca di nuove idee dal anni, un'esperienza con un grande team di produzione passato, di dar vita a qualcosa tramite il reale o il fotografica mondiale, conosciuto tramite mio cugino, fantastico, allo stesso modo. mi ha acceso un fuoco per la fotografia di moda.

Chi sono stati i tuoi maestri?

Primo su tutti, Hervè Haddad, noto fotografo di moda di Parigi che ha scattato per marchi come Lanvin, Louis Vuitton e per magazine come Vogue: è stato il mio mentore nella primissima fase formativa. Inoltre, Kristian Schuller, che con la sua visione teatrale mi aiuta l'osservazione nel nel colore e nella tecnica fotografica sul “movimento e le lunghe esposizioni”; David LaChapelle, che con la sua visione fotografica mi regala spunti innovativi, fantastici, surreali, complessi e mai scontati o banali ; e poi Giampaolo

Riesci a dare pieno sfogo alla creatività con la fotografia di moda?

Non sempre! Molte volte la ricerca e l'aspettativa commerciale del committente si scontra con la creatività e la voglia di osare. Credo però sia la vera forza di un ottimo fotografo di moda, poter mediare tra le parti ed essere creativo allo stesso modo centrando l'obiettivo richiesto. La soddisfazione di un committente ripaga la fatica della suddetta mediazione. Mi riservo degli spazi durante l'anno, in cui scattare a mio piacimento e sperimentare ciò che la mia creatività richiede in quel momento. Credo

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 41


Fotografo Mauro Lorenzo

Stylist Masterclass Fashion photography & styling Teamwork Cordella Fashion school Sopra: Modella Alexandra Friberg@NoLogo Fashion Agency Sotto: Modella Patricia Contreras

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 42


Fotografo Marc Evans Modella

Fotografo Mauro Lorenzo Art director Carol Cordella Modella Gaia Pomponi infine che a volte una buona dose soddisfazioni internazionali e tanti di controllo della propria creatività sorrisi e ricordi indelebili per tutti può regalare la chiave vincente per coloro che parteciparono. nuovi punti di vista lavorativi.

Quale lavoro ricordi con maggior piacere? Un editoriale scattato a Venezia un anno fa, dal nome LOVEnice, con un team di grandissimi professionisti, una modella che per bellezza e professionalità ha rappresentato al meglio il nostro mood e concept. Vi fu un inizio disastroso dal punto di vista logistico, problemi durante la trasferta e acquazzoni che ci hanno bagnato tutti i capi e l'attrezzatura e reso impossibile lo shooting per molte ore. Dal giorno seguente, tuttavia, si trasformò in un lavoro ben fatto, che ci regalò

indicazioni dettagliate alla modella. Nella post-produzione procedo per fasi di perfezionamento successive, partendo dalla Ci descrivi il tuo workflow tipico, selezione e un primo sviluppo per dal concept alla post-produzione? poi passare alle correzioni e Sono una persona maniacale sulla rifiniture in Photoshop. fase lavorativa. Ho creato un team affiatato col quale collaboro da Quali schemi di illuminazione usi circa tre anni. Inizio con una serie più spesso? di riunioni per definire il mood In esterna adoro miscelare luce fotografico, quello degli outfit, naturale e flash e scattare fronte degli accessori, makeup, ecc. e, in luce, contrastando il tutto con flash seguito, preparo dei documenti su modella e location. Dove posso, che descrivono lunghezze abiti, ricerco il flare che si viene a creare tipologia tessuto ed eventuali capi opponendo alla fonte di luce dura modificabili in fase scatto. Infine, parecchia potenza. In studio o creo sempre un piano lavoro per interni utilizzo molto la luce flash e avere tempi e limiti di riferimento. tantissimi schemi luce che Durante lo shooting seguo prevedono quasi sempre dai 3 ai 4 assolutamente ogni singolo flash. Mi piace sperimentare anche passaggio pianificato e fornisco con macchine del fumo, vicino a

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 43


Jessica Guazzotti Fotografo Marco Leonardi

Fotografo Mauro Lorenzo Stylist Carol Cordella Modella Patricia Contreras

finestre o porte, ricreando ed criteri scegli le location e, in esaltando i raggi di luce naturale generale, gli sfondi? che entrano da quest'ultime. Credo che alla base della scelta ci sia il mio amore per la storia Le tue foto sono spesso scattate dell'arte in generale. In secondo nelle cittĂ e frequentemente sullo luogo, mi piace la sfida di sfondo sono presenti elementi rappresentare al meglio un singolo architettonici che valorizzano abito davanti a tanta bellezza ulteriormente la composizione e i architettonica presente nel nostro tuoi soggetti. In base a quali Paese. RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 44


al confronto mediante eventi, sfilate ed incontri con chi fa parte del fashion system. Credo più nelle recensioni dei grandi nomi sui social che i semplici “like”.

Che futuro intravedi per la fotografia di moda, come evolverà secondo te?

Credo che la qualità dei lavori prodotti ultimamente dai grandi nomi e magazine sia cresciuta in maniera esponenziale, sono passati a un livello superiore. Da diverso tempo noto una fortissima presenza della grafica nelle pubblicazioni di alto livello, disegni e texture si insinuano nella fotografia dando nuove visioni e una freschezza che a me piace davvero molto.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Sono tantissimi: sviluppare la Masterclass di fotografia di moda e styling, presso l'accademia internazionale di Moda Cordella, a Lecce; continuare un nuovo format sul lavoro in team e le potenzialità che questo offre, con il nome di Style Lab; accrescere le mie esperienze editoriali in giro per il mondo, nelle più belle capitali; e infine dei lavori importanti di fashion advertising per i prossimi mesi. Adoro potere inserire l'alta moda accanto a riferimenti iconici per storia e monumentalità, mi piace accostarli per provare a dar loro lo stesso significato ed importanza.

social sono un canale fondamentale per veicolare il proprio lavoro. Instagram, Pinterest, Facebook e, non per ultimo come importanza, il proprio sito internet rappresentano la Che ruolo hanno internet e i grande vetrina per ingaggi e a volte social media per promuovere il grandi svolte. A tutto ciò tuo lavoro? sicuramente deve essere Un ruolo importantissimo. Ormai i affiancata un’ottima propensione RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 45

Per maggiori informazioni:

www.maurolorenzo.com


Fotografo Mauro Lorenzo Stylist Carol Cordella Hair Stylist Davide Calò Modelle Marta Spedicato, Indrè Matutytè


Models LIFE

In questa pagina e a fianco: Fotografo Alex Alberti Modella Mariela Ballesteros Abiti Martin Alvarez


Mariela Ballesteros Ha lavorato per Moschino, Malo, Marni, Belstaff. La modella argentina Mariela Ballesteros racconta la sua carriera professionale e la sua trasformazione in imprenditrice nel settore della moda. Foto di Alex Alberti Ci racconti quando e come hai deciso di diventare modella?

In realtà nasce tutto come un gioco, in occasione delle selezioni per il concorso di Miss Argentina. Mia zia vede l'annuncio e, senza dirmi nulla, invia le mie foto agli organizzatori. Dopo una settimana ricevo una telefonata da un selezionatore che mi comunica che sono stata ammessa alle prime prove. Poi è un crescendo di vittorie che mi ha portato alla finale. Sono stati gli organizzatori del concorso a insegnarmi come diventare una modella, prima non avevo alcuna esperienza in questo settore. Mi sono innamorata di questo lavoro e, finito il concorso, ho ricevuto subito proposte da diverse agenzie che mi volevano rappresentare.

Perché ti sei trasferita dall'Argentina, tuo paese natale, a Milano?

L’ho fatto per amore: il padre dei miei figli è di Milano. Ho iniziato a fare la pendolare da Buenos Aires a Milano, era un periodo in cui RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 49


In questa pagina e a fianco: Fotografo Alex Alberti Modella Mariela Ballesteros Abiti Martin Alvarez


lavoravo tantissimo e venivo in Italia ogni volta che potevo per stare con lui. Poi ho deciso di iniziare a lavorare a Milano, ho cercato un’agenzia e sono rimasta definitivamente qui.

avevo smesso di lavorare quando ho avuto i figli, ma poi, grazie a delle persone che conoscevo, ho avuto altre opportunità di lavoro e così ho ricominciato a posare come modella freelance.

Che differenze hai trovato nel tuo settore Cosa ti piace di più del tuo lavoro? professionale tra Italia e Argentina? Sicuramente che ogni giorno è diverso da precedente: La differenza è notevole: in Argentina si lavora veramente tanto nel settore pubblicitario, si girano moltissimi spot. Qui invece si lavora di più con l’alta moda, con le sfilate. In Argentina giravo almeno tre pubblicità a settimana, un lavoro che mi piace veramente tanto perché è sempre diverso e non annoia mai.

sono una persona che si annoia molto facilmente se il lavoro diventa una routine. L’attività di modella mi permette di fare esperienze nuove in continuazione.

Cosa ti piace, invece, di meno?

Quello che mi piace di meno e la competizione. A volte non è facile sentirsi dire di no, che non vai bene per un determinato lavoro, ma fa tutto parte del gioco e ci si Come hai sviluppato le tue capacità, hai frequentato abitua.

scuole specifiche?

La mia scuola è stata Miss Argentina: gli organizzatori mi hanno insegnato assolutamente tutto quello che serve per poter diventare una vera modella. Poi ho anche seguito delle lezioni di recitazione che mi hanno permesso di crescere ancora di più.

A quale shooting sei particolarmente affezionata? Puoi raccontarci come si è svolto?

Non dimenticherò mai il primo che ho fatto: mi capita di riguardare le foto e vedere quanto sono cresciuta come esperienza in tutti questi anni. Ricordo che non sapevo ancora bene come mi dovevo muovere, cosa Sei freelance o sei rappresentata da un'agenzia? dovevo fare e il fotografo ha scattato tantissimo per In questo momento sono freelance, ma non per scelta: riuscire ad avere la foto giusta. Adesso mi capita RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 51


spesso di fare pochissimi scatti e di avere già la foto giusta. Ma credo sia una cosa normale al inizio! Invece ricordo che quando ho sfilato per la prima volta in passerella mi sono sentita subito a mio agio, come se lo avessi fatto da una vita, ed è stato bellissimo.

Non solo modella: sei anche imprenditrice, proprietaria della casa di moda Family First Milano. Come è nata? Sì, da modella per diversi brand sono passata poi a selezionare modelli per il mio brand di moda. Ho sempre voluto avere il mio marchio: sono cresciuta con questa passione, vengo da una famiglia in cui vivevo in mezzo ad aghi e fili. Il marchio Family First Milano esisteva già, e con il mio ex marito abbiamo deciso di entrare nella gestione come soci e cominciare questa nuova avventura. Non è impresa facile, ma quando vedi i vestiti della tua marca addosso a qualcuno per strada è bellissimo. Ora sto progettando un nuovo brand solo per donna, spero possa prendere vita il prima possibile.

Che rapporto hai con gli strumenti di comunicazione online e in particolare i social media? Sono secondo te fondamentali per promuovere il tuo lavoro? i social in questo momento sono importantissimi, hanno soppiantato tante altre forme di comunicazione. La prima cosa che fa la gente quando vuole sapere di più di un marchio è cercarlo sui social. Mi occupo personalmente di gestire i canali social del mio brand e di altri marchi: è un’attività che impegna tanto, si devono pubblicare contenuti ogni giorno e far vedere tutte le novità.

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

Ne ho tanti di nuovi che vorrei realizzare, ma il mio principale obiettivo sono i miei figli: voglio essere una brava mamma e dar loro tutto l'amore del mondo. Voglio godermi ogni istante con loro perché crescono in fretta e non si torna indietro

Per maggiori informazioni:

instagram.com/marie_balli

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 52

Sopra e a fianco: Fotografo Alex Alberti Modella Mariela Ballesteros Abiti Martin Alvarez


RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 53


Fotografo Alex Alberti Modella Mariela Ballesteros Abiti Martin Alvarez RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 54


: Fotografo Alex Alberti Modella Mariela Ballesteros Abiti Martin Alvarez


Fotografo Alex Alberti Modella Mariela Ballesteros Abiti Martin Alvarez RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 56


RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 57


Photographers

Fotografo Riccardo Lancia Modella Elsa Facchin


Riccardo Lancia Il primi scatti solo sette anni fa, diventa in breve tempo fine ritrattista e abile “narratore della realtĂ â€?, come lui stesso ama definirsi. Incontriamo Riccardo Lancia, emergente fotografo alla ricerca delle stanze nascoste dell'animo umano.


Fotografo Riccardo Lancia Modella Alessandra Giulia


Fotografo Riccardo Lancia Modella Erika Albonetti

Cosa hai trovato nella fotografia ha varie sfaccettature che la rende fotografi e di altri meno noti ma di che altri mezzi d’espressione non attraente, offre possibilità di alto livello. Sono stato fortunato a hanno saputo darti? espressione maggiori. Sto conoscere alcuni fotografi affermati La fotografia a differenza delle altre attività fatte precedentemente nella vita, cioè il preparatore atletico e il giocatore di poker professionista, mi permette di poter continuare a interagire con le persone, ma in più mi consente di far ricerca su me stesso. Apprezzo molto altri mezzi di espressione come la musica o la pittura, cerco di tenermi aggiornato e di studiare il più possibile nel tempo libero facendo ricerca anche di vecchi autori e artisti.

scoprendo in questi ultimi due anni la fotografia analogica, ho realizzato ancora poco, ma nel prossimo futuro mi dedicherò a progetti interamente a pellicola. È come se stessi iniziando oggi stesso, ho lo stesso entusiasmo del primo giorno. La fotografia per me è come un libro con pagine infinite: ce ne sono alcune già scritte, che servono per imparare, e altre bianche, da riempire con le proprie creazioni.

Come hai sviluppato le tue capacità e il tuo stile?

Ma con la fotografia è stato Ho scattato tantissime foto, ho differente dal primo scatto... visto tante mostre, sfogliato libri di Sì, infatti. La fotografia a mio parere fotografia, visitato siti di grandi

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 61

e ho iniziato facendo l'assistente per alcuni shooting. Ho organizzato nella mia città dei corsi base e quindi li ho anche seguiti, ho seguito workshop di illuminotecnica, post produzione, di ritratto e altri. Il mio stile credo che sia ancora in fase di costruzione, sono fortemente attratto da tante cose a livello visivo e cerco di mettere del mio in ogni scatto, anche se non è semplice cambiando spesso tipo di luce usata, ambientazione e altro. Diciamo che tendo a focalizzarmi sul concetto da esprimere in foto piuttosto che alla semplice estetica dell’immagine.


Quali sono le tue fonti di maggiore ispirazione?

Ho un rapporto di odio e amore con il cinema, mi piace osservare nei vari film l’uso delle luci, le inquadrature e l’uso colori. Come fotografi ne potrei citare molti, ma faccio i nomi di alcuni che mi hanno aiutato a crescere a livello visivo: Graziano Panfili, che è un grande fotografo e mio amico con cui ho l’opportunità di parlare spesso; Oleg Oprisco, che con il suo linguaggio riesce a creare scene di forte impatto visivo; Gregory Crewdson, che ritengo il migliore sulla gestione del set.

Fotografo Riccardo Lancia Modella Ilaria Muccio

Ci racconti come in genere prepari e realizzi uno dei tuoi shooting?

Solitamente quando mi viene un’idea la scrivo su una piccola agenda, poi la sviluppo tenendo conto di diversi fattori. Scatto quasi sempre ritratti che richiamano il mio stato d’animo che ho in quel momento. Appena mi sento pronto per lo shooting, cerco la location e, quando possibile, faccio almeno un sopralluogo nell'ora in cui ho intenzione di scattare e cerco di immaginare i possibili set. Osservo i colori presenti, gli oggetti, le linee, tutto ciò che può aiutare la composizione e la valorizzazione della scena. Passo quindi alla scelta dell'outfit da fare indossare, soprattutto pensando a i colori: ragiono sull'impatto emotivo che lo scatto deve generare, e cerco di immedesimarmi nella scena. Tutti i ritratti che fotografo sono introspettivi; sotto molti aspetti li considero quasi degli autoritratti.

Le emozioni sono una cosa molto personale, non pretendo che un’immagine faccia lo stesso effetto a me e agli altri. Mi è capitato di parlare di questo aspetto con gente che ha osservato le mie foto durante alcune esposizioni e apprendere che molti avevano provato emozioni diverse dalle mie. Ciò mi ha reso fortemente soddisfatto: se un osservatore fa “sua” in qualche modo una mia foto, Quali emozioni vuoi stimolare con mi sembra di aver raggiunto il mio le tue immagini? scopo.

Preferisci la luce ambiente o artificiale? Ho sempre preferito la luce ambiente, anche se nell’ultimo anno ho iniziato a usare tanto anche le luci artificiali. La luce ambiente è spesso più facilmente gestibile, a mio parere, se si cerca il momento giusto e il posto giusto dove scattare, dà molta libertà. La luce artificiale, dal canto suo, se utilizzata a dovere, può aiutare a creare scene che altrimenti non si ha la possibilità di costruire con la

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 62


Fotografa Lucia Mondini Modella Sara Sonnessa

sola luce naturale. Diciamo che amo la luce naturale però la luce artificiale, quando capisco come usarla, è una grande arma.

Quali obiettivi frequentemente?

usi

più

Sicuramente il 50mm ma in genere uso 3 lenti fisse: 35mm, 50mm, 85mm. Le preferisco perché mi costringono a muovermi e quindi a ricercare l’inquadratura migliore. Ovviamente anche la grande luminosità che hanno è un grosso punto a loro favore (f/1.4 o 1.8) però sicuramente lo stimolo a muoversi è la cosa che mi spinge ad usarle molto spesso. Uso meno frequentemente altre lenti,17-40 e 70-200, e difficilmente per il ritratto.

Quali criteri adotti per la selezione delle modelle?

Un buon servizio ha bisogno di una buona modella ma soprattutto di quella adatta al mood scelto. Anche in questo caso, la scelta dei colori è fondamentale, quindi seleziono in base ai toni della carnagione e al colore dei capelli. Poi osservo il suo portfolio per valutare le sue capacità espressive, per capire se può realizzare l'idea che ho in mente. A quali progetti stai lavorando

Ti dedichi a diversi generi, anche se si vede che quello da te preferito è il ritratto fine art. Quale però ti dà maggiori soddisfazioni dal punto di vista economico?

adesso?

Sto realizzando diverse serie di ritratti, di cui una sarà esposta in una mostra tra qualche mese nella provincia di Frosinone. Poi avvierò una serie di interessanti progetti Mi piacciono diversi generi, ma usando la pellicola: un ritorno negli ultimi due anni soprattutto all’analogico che spero stimoli nuovi ritratti, per i quali gradualmente spunti creativi. ricevo sempre più richieste. Al momento, i lavori principali sono Per maggiori informazioni servizi di ritratto e di reportage per facebook.com/ alcune aziende e matrimoni. RiccardoLanciaPhoto

Fotografo Riccardo Lancia Modella Beatrice Simion


Fotografo Riccardo Lancia Modella Nina Orlandi

Foto di Nicolò Occhipinti Make-up artist Jana Foldova Modella Myroslava Svitlenko

Fotografo Mario Caponi Modella @Marta Moriggi MUA @Kristel Zevini

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 64


RIMLIGHT Models & Photographers Magazine n. 11/2017 - 65


Fotografo Riccardo Lancia Modella Barbara Roccoi


www.rimlight.it Per essere sempre aggiornato sulle ultime novitĂ o se vuoi ricevere un avviso per le prossime edizioni, seguici sui social network: Facebook rimlightmagazine (clicca su Mi piace) Twitter @rimlightmag (clicca su Segui) Flickr rimlight (clicca su Segui) Google+ RimlightIt (clicca su Segui) Iscriviti inoltre alla nostra newsletter! Se vuoi candidarti per un'intervista, scrivi a submissions@rimlight.it includendo nome, etĂ  e contatti, breve biografia, link al tuo sito o pagina facebook e almeno tre delle tue migliori foto in bassa risoluzione

Profile for Nicolò Occhipinti Photography

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine – N. 11/2017  

In questo numero: intervista a NIMA BENATI, giovane talento della fotografia e fenomeno mediatico; incontriamo il fotografo FRANCESCO FRANCI...

RIMLIGHT Models & Photographers Magazine – N. 11/2017  

In questo numero: intervista a NIMA BENATI, giovane talento della fotografia e fenomeno mediatico; incontriamo il fotografo FRANCESCO FRANCI...

Advertisement