Issuu on Google+

L’evento che tutti aspettavate!

SOMMARIO: L’EVENTO

1

11° EDIZIONE del MMMFEST

2

IL NUOVO BOLLETTINO

2

GET A LIFE! nr. 1

3

ANTEPRIMA GET A LIFE! nr. 22

3

“DIGITAL” MARTIN MYSTERE

4

CATALOGO GADGET AMYS

7

“I MILLE VOLTI DEL BVZM”

7

COME ISCRIVERSI AD AMYS

7


PAGINA 2

Il grande ritrovo per tutti i “Mysteriani”.

Fitto calendario di incontri per Alfredo Castelli a Lucca Comics & Games 2013. Si parte subito Giovedì 31 Ottobre alle 15 a Palazzo Ducale con il dibattito “Oltre il fumetto d’autore e il fumetto popolare”. Alle 16,30 Alfredo continuerà ad animare la giornata con la celebrazione degli 80 anni di “Brick Bradford, tra avventura e mysteri”. Venerdì 1 Novembre alle 15,30 il BVZA terrà una “Lectio magistralis”, sempre a Palazzo Ducale, coordinata da Giulio Cesare Cuccolini.

Finalmente ci siamo! Come avrete visto nella pagina di apertura del nostro Bollettino, Sabato 23 Novembre si terrà l’undicesima edizione del Martin Mystère Mystery Fest. A distanza di un anno esatto dalla precedente edizione tenutasi a Lucca, i mysteriani invaderanno Bologna. Il programma è ancora in via di definizione soprattutto per quanto riguarda gli orari, ma alcune anticipazioni possiamo già darle. L’evento inizierà nel primo pomeriggio nel centro di Bologna, dove Luca, Pietro, Paolo, Gigi, Melissa e Daniele accoglieranno tutti i partecipanti. Insieme si partirà per il Tour Mysterioso della città. Ci sposteremo poi al Circolo Arci di San Lazzaro di Savena dove si terrà la conferenza, alla quale hanno già dato la propria adesione Alfredo Castelli, Sergio Badino, Giuseppe Palumbo, Antonio Sforza, Alessandro Poli e Lola Airaghi. A questi molto probabilmente se ne aggiungeranno altri, così da avere la più imponente presenza di autori mai vista ad un Fest.

La giornata si concluderà con la rituale cena, sempre al Circolo Arci, durante la quale i disegnatori saranno a disposizione per realizzare sketch. Non mancheranno le sorprese per tutti i nostri amici: avremo disponibile in anteprima il nr. 1 di GET A LIFE!, le litografie realizzate dai vari autori e un menu’ davvero appetitoso. Chissà che Alfredo non ci stupisca con qualcosa d’altro… Contattate fin da subito AMYS a questo indirizzo: ass.cult.amys@gmil.com per dare la vostra adesione. Ricordiamo che i Soci che parteciperanno non dovranno versare nessuna caparra né per il Tour né per la cena (è uno dei privilegi di essere iscritti all’Associazione). Per gli altri partecipanti è previsto il versamento di una caparra di euro 25,00 alle coordinate che vi forniremo quando ci scriverete. L’Associazione si interesserà anche a trovare una sistemazione per chi intenderà pernottare in città la notte del Sabato. Stay Tuned!

Cambia volto l’organo ufficiale dell’Associazione.

Il nostro Presidente l’aveva scritto nella mail di accompagnamento del numero uno che Il Bollettino non sarebbe stato solo il mezzo per portare a conoscenza delle novità di AMys, ma ambiva diventare il punto di riferimento per tutte le iniziative legate a Martin Mystère. Ebbene, da questo numero Il Bollettino cambia leggermente la grafica e inserisce al suo interno un articolo di approfondimento sulle APP per iPad dedicate al BVZM. L’autore, il nostro Paolo Mignone, ha ricostruito la storia di questo ambizioso progetto ideato da Alfredo Castelli. Nei prossimi mesi appariranno an-

che articoli di approfondimento legati al collezionismo, tentando di scrivere una cronologia del Detective dell’Impossibile raccontata da un nuovo punto di vista. Altri collaboratori si uniranno al progetto, raccontandoci del Forum, del sito PostCardCult, della Mailing List, del Blog. Grazie alla gentilezza e disponibilità di Luca Del Savio della Sergio Bonelli Editore, avremo la possibilità di informarvi tempestivamente di tutte le iniziative legate a Martin Mystère. E si parla anche di una striscia a fumetti mensile realizzata dai nostri Luca Salvadei e Daniele Busnelli.


PAGINA 3

Prosegue la pubblicazione del Fan Comic ufficiale di Martin Mystère.

Ecco il tris d’assi che AMys cala per questa uscita invernale di Get A Life! in versione cartacea. I primi due racconti, “Mystero a Mohenjo Daro” e “Il segreto del teschio di cristallo”, ci sveleranno finalmente dopo tre decenni i mysteri che Martin non ci ha mai raccontato. Il terzo, “Il teatrino della memoria corta”, vedrà protagonista assoluto l’Ispettore Travis, inaugurando una serie di avventure con la rilettura di tutte le storie del BVZM viste dall’ottica di Doppio Ti, l’Impossibile Detective, ad opera del bravo

Cristian Di Biase. Get A Life! nr. 1 sarà un albo spillato di 40 pagine, che oltre alle tre storie pubblicherà il redazionale di Alfredo Castelli, le note di spiegazione di Franco Villa, sketch inediti e avrà una copertina inedita disegnata per l’occasione dal grande Alfredo Orlandi. L’albo sarà in distribuzione a partire dalla Mostra Mercato di Reggio Emilia del 14 e 15 Dicembre, ma sarà disponibile in anteprima per i partecipanti al MMMFEST di Bologna.

La presentazione mensile della serie on-line.

In Get A Life! n. 23 (Novembre 2013), Kut Humi scopre che le pagine dell'Akaschi stanno cambiando sotto i suoi occhi. C'è in agguato un nuovo nemico, che possiede tutto il potere necessario per riscrivere la realtà. Purtroppo, quello che gli manca è il buon gusto. E’ "Il paradosso del libero arbitrio"! Storia di Franco Villa. Disegni di una nuova artista femminile: Chibi-Stella.

Sempre a Lucca verrà presentato il volume dedicato a “Il Dottor Oss”, che raccoglie le storie del personaggio apparse negli anni ’60 sul Corriere dei Piccoli realizzate da Mino Milani e Grazia Nidasio. Alfredo Castelli ne ha curato l’introduzione.


PAGINA 4

Una piccola storia di un grande progetto.

Nell’estate del 2012, nel pieno dei festeggiamenti per i 30 anni dalla nascita di Martin Mystère, sul nr. 322 della serie regolare “Congiura nei cieli” Alfredo Castelli spiazza tutti sostituendo al classico risguardo a cui ci aveva abituato fin dall’inizio della bimestralità, una vista dello studio del BVZM attraverso un iPad. Il motivo del cambiamento è legato al lancio sul mercato della prima “App” dedicata al Detective dell’Impossibile, destinata per il momento all’iPad e intitolata semplicemente “Martin Mystère”.

Il fatto che sia il mondo della Mela a celebrare il Trentennale del fumetto creato da Alfredo Castelli non è un caso. Il Detective dell’Impossibile è da sempre un utente Apple: sin dal primo albo troviamo infatti nel suo studio un Apple II su cui cataloga i risultati delle sue ricerche. Nel 1984 il computer diventa un Mac, e la presenza dei dispositivi Apple è rimasta una costante col passare degli anni.

Le copertine dei primi 5 albi digitali disponibili gratis sull’eBook Store di Apple.

Quella del BVZM costituisce sicura-

mente una delle più sontuose applicazioni gratuite del mondo di iPad: contiene, infatti, materiali da leggere, schede sui personaggi, curiosità, filmati, la mostra “I cent’anni di Martin Mystère”, una gallery di tutti gli albi a fumetti del BVZM apparsi in edicola e molto altro. L’App, realizzata da Andrea Artusi e Fulvio Massini (con la supervisione del BVZA), permette di immergersi nel mondo di Martin Mystère e verrà periodicamente aggiornata con nuovi contenuti.

Grazie ad iPad possiamo per la prima volta visitare lo studio di Martin Mystère nella sua completezza, sia in versione diurna che notturna, riprodotto in una “bubble view”, cioè uno spazio sferico che può essere percorso per tutti i suoi 360°, con viste in 3D realizzate da Carlo Velardi.

Apposite aree sensibili permettono, tra l’altro, a partire dal mese di Ottobe 2012, di scaricare sempre gratuitamente 5 albi: il nr.1, il nr. 121 uscito in occasione dei dieci anni della serie), il nr. 241 (uscito in occasione dei vent’anni), l’Indice Analitico, rea-


PAGINA 5

lizzato all’epoca e che ripercorreva i primi due decenni di vita del personaggio, e l’albetto speciale “Doc Robinson”.

Oltre all’App dedicata al trentennale del personaggio, viene realizzata la versione sia per iPad che per iPhone di un vecchio programma intitolato “Martin Mystère Mystery Database”, creato esattamente venti anni fa su supporto HyperCard.

Questo sistema di programmazione, ormai purtroppo impossibile da utilizzare con gli attuali computer, è stato ricompilato da Fulvio Massini riadattandolo per i moderni sistemi operativi Apple e conterrà un prologo a colori in cui compare anche Nathan Never, in cui si narra della riscoperta del database e di HyperCard. Si tratta di una vera e propria operazione di archeologia informatica, in cui lo stack è stato trasferito da floppy ad un Mac d’epoca (un Quadra 700) e poi via rete trasferito ad un iMac di ultima generazione.

Fa un certo effetto vedere HyperCard tornare sullo schermo di un iPhone, e, se non fosse per la grafica a 1 bit, i segni dell’età non sarebbero così evidenti. Il database contiene un archivio di tutti i luoghi “misteriosi” visitati da Martin e come ogni “restauro” che si rispetti si è cercato di mantenere la maggior fedeltà possibile all’originale. Con queste due Applicazioni, Martin Mystère non ha mancato di farsi notare dai possessori di iPad e dintorni, suscitando curiosità ed apprezzamenti. Stessi pareri incoraggianti, e talvolta entusiasti, hanno ricevuto i primi 5 albi omaggio. Buona parte dei commenti ricevuti in proposito, incitavano ad averne altri. A dicembre 2012 Alfredo Castelli mette a disposizione un altro albo omaggio a tema natalizio, riproponendo l’avventura originariamente uscita sui nr. 80 e 81 della serie regolare, “Santa Claus 9000”, sceneggiata da lui e disegnata da Corrado Roi. La Redazione di AMys ebbe il privilegio di far visita al BVZA nel suo studio in Bonelli proprio nel periodo in cui stava per essere pubblicato questo albo nell’iBook Store. Alfredo era indeciso se utilizzare come copertina quella con sfondo oro oppure un’altra con sfondo azzurro: a maggioranza votammo per quella oro. Sempre a ridosso delle feste natalizie esordiscono i primi 3 albi digitali a pagamento: per iniziare nel migliore dei modi la Bonelli decide di proporre i numeri “centenari” della collana interamente a colori.

Il ritratto a olio realizzato da Lucio Filippucci che si può ammirare qui sopra (realizzato per il nr. 200) appare in tutto il suo splendore grazie ai colori brillanti dello schermo del tablet Apple.

Le copertine dei 4 albi digitali disponibili a partire da Dicembre 2012: il primo è scaricabile gratuitamente, il secondo e il terzo (di 96 pagine) sono acquistabili a 0,99 Euro l’uno e il quarto (di 160 pagine) a 1,49 Euro.


PAGINA 6

Nel mese di Aprile 2013 l’app dedicata al BVZM si sdoppia. Viene infatti resa disponibile la versione “Martin Mystère 30”, realizzata per i possessori di vecchi modelli di iPad (incredibile come in pochi mesi un apparecchio elettronico diventi obsoleto), su cui non possono girare contenuti troppo recenti, in quanto programmabili con “strumenti” incompatibili. L’app contiene tutti i materiali presentati fino a Dicembre 2012, e non verrà più aggiornata.

Sopra le copertine degli ultimi 2 albi digitali disponibili a partire Giugno 2013: il primo (di 156 pagine) è acquistabile a 1,49 Euro e il secondo (di 97 pagine) a 0,99 Euro. Sotto una divertente tavola tratta da una delle cinque storie del Martin Mystère Bufo disponibili con l’ultimo aggiornamento.

La seconda novità tutta da leggere (e da ridere!) è rappresentata dall'inclusione delle strisce di Martin Mystère Bufo, il Detective del Poco Probabile scritto e disegnato da Francesco Artibani: puntando sulla statuetta dell'Omino Bufo che ora campeggia sul davanzale della finestra dello studio, potete leggere cinque storie cariche di nonsense, nella migliore tradizione "bufa".

Tramite l’iBook Store è possibile scaricare due nuovi volumi martinmystèriani. Il primo è l’albo “Anni 30”, uscito ad Aprile 2012 nella serie regolare, che si affianca a quelli del decimo e del ventesimo anniversario in un vero e proprio “ciclo degli albi decennali”. Chi possiede modelli di iPad più recenti può invece utilizzare l’app “Martin Mystère”, continuamente arricchita di contenuti e sorprese (tra queste, una mappa interattiva che permette di scoprire tutti i luoghi misteriosi visitati dal BVZM nel corso delle sue avventure). Altre novità “digitali” vengono proposte a Giugno. La prima riguarda l’ennesimo aggiornamento dell’app “Martin Mystère”, con l’arrivo degli “Oggetti mysteriosi” manipolabili in 3D, ognuno accompagnato da schede esplicative. Ecco il Santo Graal, l’Arca dell’Alleanza, la Lancia di Longino, la mitica Excalibur e il Murchadna, la storica arma a raggi del nostro eroe.

Il secondo è la versione a colori del nr. 148 di Martin Mystère “Decameron!” (precedentemente presentata soltanto tra le pagine di un volume cartonato, edito da Mondadori parecchi anni addietro), accompagnata da una copertina rivista e colorata per l’occasione. L’albo esce in contemporanea con le celebrazioni per il settecentesimo anniversario della nascita di Boccaccio. Le due uscite sono disponibili per iPad, iPhone e iPod touch, anche se, per godere al massimo della spettacolare resa dei disegni, si consiglia di non perdere la versione per il tablet allargato.


PAGINA 7

Completato anche l’ultimo catalogo delle produzioni AMys. Le uscite “Mysteriane” in collaborazione con: E’ stato un lavoro imponente, ma ci voleva. Finalmente siamo riusciti a catalogare tutto il materiale disponibile presso AMys suddividendolo nelle varie categorie. Accanto a quelli già realizzati e disponibili delle LITOGRAFIE, delle CARTOLINE, delle CARD e delle

PUBBLICAZIONI, è finalmente disponibile in pdf il catalogo dei GADGET, dove potrete trovare le magliette del Fest di Ferrara del 2011, le tazze, i menù e l’oramai introvabile DVD realizzato della televisione privata “Supernova Amici” con il resoconto del MMMFEST di Frosinone del 2004.

www.sergiobonellieditore.it

“I mille volti di Martin Mystère”: la storia editoriale del BVZM.

Storie di Altrove nr. 16: “Il vampiro che fece la Rivoluzione” Sceneggiatura di Carlo Recagno / disegni di Alfredo Orlandi.

In contemporanea con la biografia di Martin Mystère realizzata dal nostro Jinx e che sta apparendo a puntate sul Blog, dal mese prossimo il Bollettino racconterà la storia editoriale del personaggio. Lo faremo dal punto di vista del collezionismo, utilizzando estratti di pubblicazioni dell’epoca e inserendo immagini inedite o poco viste. Cominceremo con il narrare le origini del Detective dell’Impossibile (che risalgono fino al 1967!), utilizzando stralci di interviste, testimonianze e articoli dell’epoca. State per scoprire “I mille volti di Martin Mystère”.

Iscriversi ad AMys, Associazione Culturale Nipoti di Martin Mystère, è molto semplice e non comporta alcun obbligo: basta fare un bonifico bancario o una ricarica postepay di euro 15,00. L’adesione da diritto alla tessera annuale, ai gadget di benvenuto, agli sconti sul materiale realizzato dall’Associazione, a partecipare ai MMMFest senza versare nessuna caparra d’anticipo,a comprare materiale realizzato da altri con sconti riservati solo a noi. Per chi era già iscritto ma si era smarrito, può recuperare rinnovando la quota per euro 12,50.

Martin Mystère nr. 329: “La minaccia di Allagalla” Sceneggiatura di Luigi Mignacco / disegni di Enrico Bagnoli e Maurizio Gradin.

Contattaci al seguente indirizzo: ass.cult.amys@libero.it e ti daremo tutte le indicazioni del caso. Puoi seguire le nostre attività attraverso queste piattaforme: Mailing List: groups.yahoo.com/group/bvzm FaceBook: facebook.com/groups/107757175927578

Web: postcardcult.com/martinmystere Forum: agarthi.forumfree.net Blog: fandommartinmystere.blogspot.it

Prossimamente: Martin Mystère Nr. 330: “Il matrimonio di Sergej Orloff”


Da un’idea di : Luca “Jinx” Salvadei e Paolo Mignone Realizzazione grafica, testi e ricerca materiale documentaristico: Paolo Mignone


Il bollettino di amys nr 4 2013