Page 1

SV

LASTAMPA GIOVEDÌ 24 APRILE 2008

L’incendio di Spotorno resterà senza firma il caso CLAUDIO VIMERCATI SAVONA

L’inchiesta sul tragico rogo finisce in archivio SAVONA

E’ destinata a finire in archivio, senza colpevoli, l’inchiesta sull’incendio che nel settembre del 2006 a Spotorno ha distrutto 400 ettari di bosco e si è portato via la vita dell’artigiano edile Domenico Tarzia, intrappolato in mezzo alle fiamme, mentre cercava di fuggire insieme con il genero, Cesare Ciabarri, rimasto a sua volta gravemente ustionato. A distanza di più di un anno e mezzo le indagini sono arrivate a un punto morto, senza via di uscita. Le analisi sul campo, compiute dagli 007

L’auto di Domenico Tarzia e Cesare Ciabarri distrutta dall’incendio

del Niab di Roma, il nucleo investigativo antincendi della Forestale, per scoprire quale tipo di miscela incendiaria sia stata usata dal piromane o i piromani, non hanno dato gli esiti sperati. Gli investigatori hanno lavorato per giorni sulla collina interessata dal rogo, hanno analizzato le tracce rimaste sul terreno, scrutato centimetro per centimetro l’area che si estende per un centinaio di metri,

scattato fotografie, raccolto campioni di terra. Ma non hanno trovato nulla. Non un indizio per capire che tipo di miscela contenesse la bottiglietta molotov, lanciata dal cavalcavia dell’autostrada, una cinquantina di metri più in alto. Fra tutte le ipotesi prese in considerazion, quella che il rogo sia stato provocato da una bottiglietta incendiaria, resta la più credibile. «Non può essere stato - hanno

In breve Pietra Ligure

Pietra Ligure

Giovane arrestato a un mese dal furto

Commercianti in aiuto del Tibet

A inizio marzo è entrato di nascosto nei corridoi dell' ospedale Santa Corona, sottraendo dalle sale materiale elettronico per un valore commerciale di alcune migliaia di euro. Il pregiudicato pietrese Davide Mattia, 25 anni, è stato arrestato ieri mattina dai carabinieri, che lo hanno identificato dopo un'indagine durata oltre un mese.

I

Finale Ligure

Il Pdl festeggia con Franco Orsi Festa per il successo elettorale del Popolo della libertà e della Lega Nord al dancing El Patio (ore 21). Sarà presente il neo senatore savonese Franco Orsi. L’invito è esteso agli iscritti e ai simpatizzanti.

I

Manifestazione di solidarietà al Tibet. Un gruppo di cittadini sta distribuendo ai negozianti e ai residenti nel centro storico cartelli con la scritta «Free Tibet». L’iniziativa è patrocinata dal Comune.

I

Pietra Ligure

File pedopornografici Tassista patteggia Era stato visto più volte, nel suo taxi fermo alle stazioni di Loano e Pietra, a visionare sul pc portatile immagini porno. Immagini scaricate da Internet, molte delle quali a soggetto pedofilo. M.T., 36 anni, boissanese, era stato denunciato e ieri, ad Albenga, il suo avvocato Vito Anobile ha patteggiato otto mesi di reclusione e mille euro di multa. Era stato denunciato su segnalazione di alcuni passanti. [M. R.]

I

LOANO

Due denunce per abusi edilizi nelle frazioni La Polizia municipale di Loano ha denunciato due casi di abusi edilizi ed ha inviato di recente gli atti alla magistratura. Si tratta di una rampa in cemento parzialmente realizzata nell’alveo del rio di Borgo Castello, con il conseguente restringimento della sezione del corso d’acqua, e della realizzazione a Verzi di un lastricato in calcestruzzo lungo circa 25 metri e largo 5 a meno di 150 metri di distanza dal torrente Nimbalto. Il caso della rampa in cemento risale all’estate del 2007, quello del lastricato in calcestruzzo al febbraio 2008. [M.BEL.]

LOANO

TAGLI NELL’ENTROTERRA

Polacco resta in carcere per violenza sessuale

La Comunità montana difende poste e scuole

Resta in carcere con l’accusa di violenza sessuale il trentaseienne polacco arrestato domenica mattina dai carabinieri per aver abusato di una commessa in un negozio del budello. Lo ha deciso il giudice delle indagini preliminari Donatella Aschero. La donna era arrivata nella caserma di Loano in stato di shock sabato mattina e ha raccontato ai militari le molestie alle quali era stata sottoposta. Secondo la giovane, il trentaseienne polacco sarebbe entrato nell'esercizio commerciale fingendosi interessato all'acquisto di alcuni prodotti. Quando la commessa è rimasta da sola, l'aggressore l'ha immobilizzata e, dopo avergli intimato di non urlare, ha infilato le mani negli indumenti intimi della vittima. Al termine della violenza, il molestatore è fuggito, pensando probabilmente di farla franca. Domenica mattina, però, Il colpevole ha commesso l'errore di concedersi una passeggiata nel budello, dove è stato notato dalla donna, che lo ha fatto arrestare.

Il Consiglio generale della Comunità Montana Pollupice ha approvato l’altra sera all’unanimità un ordine del giorno che impegna la giunta «a sostenere con ogni forma di azione la difesa delle comunità locali interessate ai problemi degli uffici postali e delle scuole elementari». Dice il vice presidente Paolo Fontana: «Si è dibattuto di questi due importanti problemi che riguardano l’entroterra. Il primo è il rischio di chiusura di alcuni plessi per l’istruzione primaria a Vezzi, Feglino, Giustenice e Magliolo. Il secondo è relativo alla paventata chiusura di alcuni sportelli postali dell’entroterra». La direzione provinciale di Poste Italiane ha comunicato nei giorni scorsi ai Comuni di Magliolo e Giustenice che gli uffici sarebbero rimasti chiusi, a giorni alterni, a partire dal 28 aprile. Si sono subito messi in allarme i sindaci e molti cittadini. L’altra mattina è stato deciso, dopo un incontro a Savona, di congelare provvisoriamente il nuovo orario. [M.BEL.]

RIALTO ASSEGNATE LE DELEGHE

Due donne entrano nella giunta guidata dal sindaco Casanova

I

EDIZIONE 2008

VEZZI

L’ex cava Bait sarà messa in sicurezza E’ fissata il 30 aprile la prima conferenza dei servizi per la cava Bait di Vezzi Portio. Si tratta di una cava chiusa che i proprietari chiedono di mettere in sicurezza. Ma per sistemare la cava si dovrebbero movimentare almeno 200 mila metri cubi di terra e massi in località Mesana. L’iter della Conferenza dei servizi è solo nella fase iniziale, ma già emerge un generale dissenso all’intervento anche da parte del Comune. C’è chi avanza motivazioni di natura tecnica ed ambientale. [M.BEL.]

sempre sostenuto - un mozzicone di sigaretta. Abbiamo fatto prove, test. Anche con il vento forte di quel giorno, una sigaretta non avrebbe potuto determinare un incendio di quelle proporzioni». Ed è stata anche scartata l’ipotesi che l’incendio possa essere stato causato dall’autocombustione di un residuato bellico, un ordigno risalente alla seconda guerra mondiale. Una molotov, dunque. Lanciata da qualcuno che in quella zona ci è arrivato probabilmente con la macchina. E per questo gli investigatori avevano puntato l’attenzione anche sulle telecamere di sicurezza installate lungo l’autostrada: sono stati visionati filmati su filmati, nella speranza di trovare un fotogramma, un’immagine nel quale potesse essere stata immortalata la macchina del piromane. Tutto inutile. «L’unica speranza - dicono gli inquirenti - è che il piromane o i piromani, dopo tutto questo tempo, presi dal rimorso, si facciano vivi e confessino. Ecco, gli lanciano un appello. E chissà, magari lo raccolgono...».

Riviera Finale 67

I

RIALTO

Il sindaco di Rialto Silvio Casanova, dopo la vittoria elettorale del 13 e 14 aprile, ha scelto i componenti della nuova giunta. «Le nomine rispecchiano le scelte fatte dagli elettori, che hanno voluto premiare Michela Brunet e Silvia Sciandro. - dice Casanova - Michela Brunet sarà vicesindaco ed avrà le deleghe a forestazione, ambiente ed energia da fonti rinnovabili. Silvia Sciandro avrà le deleghe all’agricoltura, alla viabilità e alla manutenzione delle infrastrutture. Nel segno della continuità ritroviamo Diego Mallarino assessore ai lavori pubblici. Infine ho intenzione di avvalermi

Il sindaco Casanova tra Michela Brunet (a sinistra) e Silvia Sciandro

ancora della preziosa collaborazione di Gian Marco Desciora come assessore esterno a bilancio, finanze e rapporti con gli enti. Come sindaco mantengo la delega al personale, ai rapporti con la cittadi-

nanza e all’urbanistica, per seguire in prima persona lo sviluppo abitativo del paese in funzione del Puc appena approvato. Le altre deleghe saranno discusse e decise con tutti i consiglieri». [M.BEL.]

ZURICH INSURANCE COMPANY Rappresentanza generale per l’Italia ZURICH INVESTMENTS LIFE S.p.A. Informano la Spettabile Clientela che dal 17 aprile 2008 NEGRO & SINIBALDI SNC di Albenga non fa più parte della propria rete agenziale. L’Agenzia Zurich di ALBENGA, gestita dalla Spettabile RICCI LUCIANO & C. SAS è a disposizione per ogni esigenza assicurativa presso la propria sede di Piazza del Popolo, 4/2 Tel. 0182/571464 - Fax 0182/555446 e-mail: sv505@agenziazurich.it

Per la pubblicità su:

negozi di ogni settore commerciale aperti per l’intera giornata

Corso Italia, 20/4 - 17100 SAVONA Tel. 019.842.99.50 - Fax 019.842.99.74

la stampa 2008.04.24  

la stampa 2008.04.24

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you