Page 1

30

MARTEDÌ 9 OTTOBRE

2007

finale e riviera

FINALE

FINALE

Bus per disabili a fuoco motore

Posteggio selvaggio nelle strade intorno alla stazione

IERI mattina, i vigili del fuoco sono dovuti intervenire su un principio d’incendio che si stava svilup­ pando nel vano motore di un auto­ bus dove viaggiavano ragazzi di­ sabili diretti a Ceriale. Il bus stava viaggiando in direzione Savona ed il guasto si è evidenziato all’al­ tezza del casello autostradale di Feglino. Grazie alla tempestività dei vigili del fuoco della stazione di Finale Ligure, il principio d’in­ cendio è stato scongiurato e si sono evitati gravi danni al mezzo. I ragazzi sono stati trasferiti su un secondo pullmann, senza aver do­ vuto affrontare particolari proble­ matiche. Nessun evidente pro­ blema alla viabilità.

La denuncia di Franco De Sciora. L’assessore: «Mancano i parcheggi, occorre essere tolleranti» FINALE. Auto e moto parcheggiate ovunque, in terza e quarta fila anche dove ci sono cartelli di divieto di sosta con rimozione forzata. Una situazione che caratterizza da sempre la strada che conduce dal sottopasso ferroviario alla stazione, aggravata attualmente dal cantiere in corso per il completa­ mento della rotonda. «E’ una situazione intollerabile – sbotta Franco De Sciora, consigliere di Ulivo per Finale – che rischia di com­ promettere la sicurezza dei pedoni che escono o si dirigono verso la stazione ferrovia. Non si capisce bene dove siano gli attraversamenti e così tanta gente attraversa dove capita. Ho già sottolineato all’amministrazione que­ sta problematica ma purtroppo nes­ suno ha fatto nulla per migliorarla. Speriamo che non debba attendere il fatto di cronaca...». Secondo l’assessore alla Viabilità Giorgio Fugardo la situazione del par­ cheggioselvaggioèdatollerarearispo­ sta della mancanza cronica di par­ cheggi. «Fino a che le auto posteggiate anche fuori dalle strisce non costitui­ scono intralcio al traffico dobbiamo chiudere un occhio – dice ­ Credo si debba comprendere se ci sono situa­ zioni evidenti di disagio». Il cantiere in piazza non ha reso più semplice una situazione che ormai da anni è complicata dallo scarso senso civico di auto e motociclisti e che ora pare essere diventata un’abitudine consolidata. «Quello che risulta più grave è il fatto che non ci siano mai controlli da parte dei vigili, che mai credo abbiano fatto una multa in quellazona»intervieneGuidoViglietti

>> SULLE MANIE

IL COMUNE SMENTISCE LA VOCE DI NUOVI BOX

Traffico caos in zona stazione

de ”La Casa del cittadino”. Ai veicoli si sono aggiunti camion e attrezzature indispensabiliperilcompletamentodi una rotonda che ha già collezionato un mare di critiche. «Un progetto assurdo che oltre ad andare avanti senza sosta da tempi memorabili – prosegue De Sciora – invece di migliorare la viabi­ lità rischia di peggiorarla. Gli alti cor­ doli delle aiuole spartitraffico, tra i qualisifafaticaadintravederelecorsie perleauto,sonoilsegnoevidentediun progetto assolutamente sbagliato». Secondo la minoranza sarebbe stato utile cercare di accorciare i tempi di esecuzione, lavorando anche di notte «come stanno facendo a Pietra davanti al S. Corona –aggiunge De Sciora ­ Per fortuna questa volta l’amministra­ zione ha inserito una penale se non verranno rispettati i tempi».

••• AI 14 BOX interrati che sa­ ranno costruiti alle Manie, in via Cappa, subito dopo l’hotel Noris (manca solo l’autorizzazione della Provincia e il parere dei vi­ gili del fuoco) se ne aggiungereb­ bero altri cinquanta. Un progetto di cui in Comune pare non vi sia ancora traccia anche se la voce è insistente da settimane e sta al­ larmando gli abitanti della zona. «Il progetto esisterebbe già – dice Gabriello Castellazzi, porta­ voce dei Verdi ­ tant’è vero che gli abitanti della zona sono in subbu­ glio perché si andrebbe a scavare in una zona di pregio dal punto di vista paesaggistico. Nella zona dov’è previsto l’intervento, prima della pensione Villa Arianna, si dovrebbero tagliare ulivi secolari e pini». Della questione si sta in­ teressando anche Gloria Bardi di ”Un’Altra Finale” che ha richiesto in Comune la documentazione. L’assessore all’Urbanistica Ferrari sottolinea che l’unico intervento previsto in zona è quello dei quat­ tordici box. «Non esistono altri progetti del genere in quella zona – precisa ­ La Regione ha solo chiesto di abbassare di un metro l’altezza dei garage e la commis­ sione edilizia un ulteriore abbas­ samento di un metro».

FINALE

Aree Piaggio, domani l’incontro pubblico

L’edificio che ospita le medie Aycardi Ghiglieri

SI TERRA’ domani sera nell’Audi­ torium di S. Caterina a Finalborgo, l’incontro pubblico organizzato dall’amministrazione comunale per dare la possibilità ai progetti­ sti di illustrare la prima ipotesi progettuale per il riutilizzo delle aree Piaggio. Cittadini e associa­ zioni potranno presentare osser­ vazioni entro la fine di ottobre.

>> ALLARME SCUOLA

«TROPPI STUDENTI, GHIGLIERI PRESTO AL COLLASSO» ••• ENTRO l’anno scolastico 2010­2011 l’attuale sede della scuola media Aycardi­Ghiglieri in via dell’Edera non sarà più in grado di ospitare tutti gli studenti. Lo sostiene il dirigente ell’istituto Pier Luigi Ferro alla luce delle proiezioni già rilevate fino al 2012­13. «Quest’anno i nuovi iscritti sono 102, li abbiamo siste­ mati spostando nella biblioteca il laboratorio di pittura – dice – e ag­ giungendo così un’aula. Ma nei prossimi anni non avremo più spazi sufficienti. Per questo mo­ tivo ho inviato all’amministrazione comunale una lettera in cui illustro

le nuove esigenze dell’istituto». Secondo il preside la soluzione più semplice sarebbe sopraelevare l’ala nuova, già predisposta per essere rialzata di un piano. «Inol­ tre la nostra scuola offre numerosi laboratori didattici, gratuiti, tra cui quello ad indirizzo musicale, che frequenta il 50 per cento dei ra­ gazzi – spiegato ancora – e sa­ rebbe bene che alcuni fossero col­ locati dove non disturbino le altre lezioni». Da parte dell’ammini­ strazione è stato espressa la com­ pleta disponibilità a intervenire: «Attendiamo una richiesta dell’istituto».

SILVIA ANDREETTO

BORGIO VEREZZI

«Il nuovo autovelox un buon deterrente» L’INSTALLAZIONE dell’autovelox fisso, in funzione da fine agosto sull’Aurelia, ha già avuto un buon effetto da deterrente sulla viabilità della zona. «Per ora l’apparecchio è operativo solo in maniera speri­ mentale – ha precisato il coman­ dante della polizia municipale Bozzo – ma ci ha già permesso di ottenere una diminuzione consi­ derevole della velocità da parte dei veicoli, che rappresentava una delle principali problematiche della zona».

L’IMPEGNO DELLA POLLUPICE

Boissano cerca altri 80 mila euro per “allargare” il campo di atletica Tutti concordano: «E’ importante per le scuole ma va utilizzato anche per ospitare i giochi paralimpici» SERVONO altri 80 mila euro per completare il campo di atletica di Bo­ issano e farlo diventare un punto di eccellenza in grado di ospitare i giochi paralimpici. A questo obiettivo sta la­ vorando la comunità montana Pollu­ pice che ha già inoltrato numerose ri­ chieste a enti istituzionali e fonda­ zionibancarie,motivatedall’esigenza di dare un ulteriore sviluppo al pro­ getto che era nato sottotono. «Non è sostenibile la realizzazione di un campo di atletica di tali propor­ zioni, realizzato in una zona baricen­ trica del nostro territorio, per l’esclu­ sivo utilizzo scolastico – dice il vice presidente della Comunità montana Paolo Fontana ­ E’ invece fondamen­

tale riuscire a farlo decollare come campo di atletica in grado di ospitare gare e riunioni . In questo modo si po­ trebbe garantire una notevole pre­ senza di squadre, provenienti anche dai paesi stranieri, assicurando una certavitalitàallastrutturaequindiun certo ritorno economico al nostro territorio». E’ però fondamentale eseguire in­ terventi sulla pavimentazione delle aree di accesso al campo e alle tri­ bune. Interventi minori, rispetto al costo complessivo del campo la cui realizzazione è costata 5 mila e 900 mila euro. «Entro la fine di ottobre speriamo di ricevere una risposta po­ sitiva che ci permetta di eseguire gli interventi – aggiunge Fontana ­ E’ chiaro che comunque l’utilizzo scola­ stico rimane scontato come lo è al­ trettanto il fatto che non possa essere esclusivo per gli studenti». Tra i primi ad augurarsi che al più presto si possa completare la strut­

Il sindaco Rita Olivari

tura sportiva è il sindaco Rita Olivari che ha chiesto un incontro urgente agli amministratori della Comunità montana: «Unastrutturadelgenereè importantissima per il nostro territo­ rio – ha detto il primo cittadino ­ Ed è per questo che vorrei si arrivasse al più presto al collaudo della strut­ tura»..

CANTIERI, SANTA CORONA, RIFIUTI

I problemi di Pietra in una mozione di Josi D’accordo il sindaco De Vincenzi: «Ne parleremo nel prossimo consiglio. Pronta una lettera se la Regione non si fa viva» PIETRA. «Il consiglio comunale manifesta un profondissimo disagio di fronte alla preoccupante disatten­ zione della Regione nei confronti del proprio territorio, evidenziato dalla deaziendalizzazione del Santa Co­ rona, dall’assoluto silenzio sul pro­ getto di trasformazione delle aree dell’ex cantiere navale e dalle man­ cate azioni sostitutive nei confronti della Provincia per risolvere i pro­ blemi di rifiuti urbani e per l’inerzia

nella chiusura della discarica». E’ quanto è riportato nella mozione pre­ sentata dal consigliere di minoranza Giuseppe Josi del gruppo Pietra Viva con cui chiede al sindaco De Vincenzi di invitare il presidente regionale Claudio Burlando a rassicurare ”nel modo più trasparente possibile” sulla volontà della Regione di attivarsi per dare una soluzione, in tempi brevis­ simi, dei problemi elencati». «Si tratta di problematiche impor­ tanti che condizionano fortemente lo sviluppofuturoeconomicodelnostro territorio – ha detto Josi – e su cui ci aspettiamo spiegazioni chiare e tra­ sparenti da parte della Regione. La deaziendalizzazione del S. Corona è già un fatto reale senza che ci sia stata

data alcuna garanzia per un suo rilan­ cio. Anzi si teme che col completa­ mento dell’ospedale ingauno si ve­ dranno altre riduzioni delle funzioni del S. Corona con la conseguente per­ dita di ruolo e di occupazione». Il sindaco De Vincenzi accetta di buon grado le sollecitazioni che arri­ vano da Josi: «Per quanto riguarda il cantiere ho pronta una lettera che in­ vierò alla Regione se non avrò rispo­ ste a breve – ha detto ­ Sono comun­ que del parere che i problemi della città siano non solo di competenza della maggioranza, per cui ben ven­ gano sollecitazioni anche da parte della minoranza. La mozione sarà di­ scussa in consiglio comunale». S. AN.


il secolo 2007.10.09  

il secolo 2007.10.09

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you