Page 1

NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

N e w s le tte r CNR SOMMARIO IN PRIMA PAGINA Intesa Governo-Sindacati per la salvaguardia delle retribuzioni

ROF Regolamento di Organizzazione e Funzionamento del CNR

TRATTATIVA Incontro con l’Amministrazione del 11 febbraio 2011

FLASH Applicazioni contrattuali

FOCUS Programma Triennale di Sviluppo Edilizio del CNR (I parte)

DAL TERRITORIO Toscana: Fondazione “G. Monasterio”

NORMATIVA - Cessazioni dal servizio al 65° anno di età - Contenimento della spesa e limitazione delle spese missione

SITUAZIONE STATUTO Comunicata dal MIUR l'approvazione dello Statuto CNR

NEWSLETTER CNR

Intesa Governo-Sindacati per la salvaguardia delle retribuzioni Il 4 febbraio u.s. è stata sottoscritta dalla CISL insieme alla UIL ed a altre Organizzazioni sindacali l’Intesa con il Governo per la re g o l a m e n t a z i o n e d e l re g i m e transitorio conseguente al blocco del rinnovo dei contratti collettivi nazionali di lavoro del pubblico impiego. L’accordo costituisce, dal punto di vista sindacale, un importante risultato per la tutela anche economica dei lavoratori. Nel contesto di un panorama normativo a dir poco “confuso”, la sottoscrizione dell’Intesa ha, infatti, scongiurato il reale pericolo di vedere applicato negli Enti di Ricerca il DLgs 150/2009 (Legge Brunetta), eventualità prospettata per non dire in qualche caso minacciata, a partire dal 2011 utilizzando le stesse risorse del 2010. Dal punto di vista del dipendente il risultato operativo sarebbe stato che a fronte di qualcuno che avrebbe guadagnato di più, sicuramente altri avrebbero guadagnato di meno rispetto a quanto percepito nel 2010. Non ci sforziamo di ripetere, in risposta agli sterili attacchi degli ultimi tempi, che l’Intesa pone in garanzia le retribuzioni del 2010, comprensive dell’accessorio, che non diminuiranno per effetto dell’applicazione dell’art. 19 comma 1 del DLgs 150/2009, cioè la remunerazione della performance individuale da attribuirsi secondo la ben nota graduazione 25-50-25.

Inutile gettare discredito, nel vano tentativo di nasconderlo, su tale risultato frutto di un’azione sindacale a tutela dei lavoratori del pubblico impiego. L’apertura di un tavolo negoziale all’ARAN sulle relazioni sindacali e l’esclusione delle attuali risorse retributiva da ogni utilizzo legato a procedure di premialità costituiscono risultati non solo importanti ma fortemente attesi: si fa chiarezza sulle modalità di retribuzione, si riaprono spazi per l’azione negoziale. Per conto nostro riteniamo che la rinuncia a contrattare, pur di contrapporsi, renda più debole il Personale e aumenti gli spazi delle stesse Amministrazioni, ma forse era quello che qualcuno avrebbe voluto per poter rispondere alla logica, che non ci appartiene e credevamo superata, del “tanto peggio, tanto meglio”! Sorvoliamo, quindi, sull’infondata accusa di aver voluto soccorrere un Ministro amico, frutto di un illogico guizzo di fantasia, finalizzato a tacciarci di insensibilità etica, contraddetto a mezzo stampa anche da autorevoli osservatori di parte non sospetta. Invece è proprio grazie alla CISL e alle altre Sigle Sindacali che hanno sottoscritto i contratti nazionali che è possibile la tutela delle retribuzioni e della professionalità del Personale della Ricerca, anche di chi non ha sottoscritto i CCNL e non avendo altri argomenti si rifugia nell’ennesima dichiarazione di sciopero …

http://www.fircisl.it/ 1


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

ROF

Regolamento di Organizzazione e Funzionamento del CNR In data 28 febbraio 2011 la FIR CISL ha rinnovato la richiesta di un incontro con l’Amministrazione preventivo all’assunzione di qualsiasi deliberazione di merito al Re g o l a m e n t o d i O r g a n i z z a z i o n e e Funzionamento.

In conseguenza alla lettera della FIR CISL

Occorre precisare che all’ordine del giorno del

la prevista riunione del CdA è stata differita al g i o r n o

CdA del 01.03.2011 era previsto il punto “Esame e votazioni del Regolamento di Organizzazione e Funzionamento”.

08.03.2011 a valle della convocazione delle OOSS del 07.03.2011. All’ordine del giorno l’informativa sul ROF.

TRATTATIVA Incontro con l'Amministrazione del 11 febbraio Roma, 16 febbraio 2011 Il giorno 11 febbraio u.s. ha avuto luogo il previsto incontro con l’Amministrazione. All’ordine del giorno:

1. Informativa sui criteri per la mobilità 2009-2010 2. Progressioni economiche art. 8 comma 3 CCNL 7.4.2006 decorrenza 1.1.2009 3. Informativa sulla partecipazione del CNR alla Fondazione “G. Monasterio” 4. Infor mativa sul piano triennale della performance 5. Informativa sul programma triennale di sviluppo edilizio. Come consuetudine l’Amministrazione aveva convocato congiuntamente le OOSS

NEWSLETTER CNR

CGIL, CISL e UIL ma, a causa della richiesta della UIL prima e della CGIL poi, la riunione si è svolta su tre distinti tavoli. Da allora anche nel caso della riunione della RSU di Roma la UIL continua a chiedere al CNR tavoli separati. Questo aiuta davvero a risolvere i problemi del Personale ? Per il download del Comunicato cliccare qui: h t t p : / / w w w . fi r c i s l . i t / p u b l i c / Comunicato_CNR_2011_02_16.pdf

http://www.fircisl.it/ 2


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

FLASH

Applicazioni contrattuali Indennità di Responsabilità Per l’anno 2008 le domande pervenute si attestano intorno alle 1100. Per gli anni 2009 e 2010 alle quali si applicano i nuovi criteri, peraltro da noi non condivisi non avendo firmato l’accordo per le note ragioni, si superano le 2300 domande. “No comment” sull’elevato numero di domande, peraltro da noi previsto in tempi non sospetti. Il pagamento è ipotizzabile con le competenze dei mesi di aprile e maggio rispettivamente per il 2008 e per gli anni 2009-2010.

Bando 364.110 – applicazione ex art. 54 decorrenza 1.1.2010 Il termine per la presentazione delle domande è scaduto il 28 febbraio 2011. Auspicando una rapida conclusione della procedura selettiva restiamo in attesa della nomina della Commissione. Progressione di fascia stipendiale per Ricercatori e tecnologi Approssimativamente a fine mese l’invio delle comunicazioni a coloro che nel corso del 2011 matureranno i requisiti per la progressione di fascia stipendiale. Per effetto del DL 78/2010, convertito con la Legge 122/2010, dal

NEWSLETTER CNR

1.1.2011 la progressione di fascia stipendiale ha effetto ai soli fini giuridici. Anticipo fascia stipendiale Al fine di addivenire in tempi brevi alla definizione dei criteri per l’erogazione della fascia stipendiale anticipata per Ricercatori e Tecnologi, ed al conseguente avvio a brevissimo della procedura selettiva, la FIR CISL ha chiesto con urgenza uno specifico incontro con l’Amministrazione. Ricordiamo, al proposito, di essere da lungo tempo in attesa di una proposta strutturata da parte dell’Amministrazione. Ci preme segnalare il danno economico in cui incorrono coloro che, prossimi al pensionamento, si vedranno attribuita la fascia stipendiale superiore ai soli fini giuridici. Personale ex-INSEAN Chiesto all’Amministrazione di mettere all’ordine del giorno del prossimo incontro il complesso delle questioni pregresse INSEAN che devono trovare soluzione nel contesto CNR (conto terzi, straordinario 2010, polizza assicurativa INA, residui accessorio 2010, …). A p p l i c a z i o n e a rt . 1 5 d e c o r re n z a 1.1.2009 In attesa del parere della Funzione Pubblica più volte annunciato dall’Amministrazione e ad oggi non ancora pervenuto, la Circolare della Funzione Pubblica – UPPA del 22.02.2011 sembrerebbe non escludere la possibilità di dare corso a una ulteriore tornata di progressioni di livello per Ricercatori e Tecnologi.

http://www.fircisl.it/ 3


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

FOCUS

Programma Triennale di Sviluppo Edilizio del CNR (I parte) Il Programma triennale di sviluppo edilizio del CNR prevede una serie d’interventi a breve-medio termine sul territorio nazionale volti a razionalizzare gli insediamenti preferenzialmente in immobili di proprietà con una congrua previsione di risparmio sui canoni di locazione. Di seguito una breve descrizione della situazione relativa a Napoli e al Lazio. Napoli – la razionalizzazione degli insediamenti delle strutture di Napoli si rivela particolarmente complessa, sia per la quantità d e g l i i n t e r ve n t i r i c h i e s t i s i a p e r l a diversificazione degli stessi in relazione all’elevato numero di Istituti presenti nel territorio. L’Amministrazione ha informato di avere emesso due avvisi pubblici riguardanti: a) l’individuazione di due immobili atti a collocarvi gli Istituti dello stabile ex Olivetti e l’IMBC per la realizzazione del Polo Materiali; b) l’individuazione di appartamenti atti a ospitare in via definitiva gli “Istituti leggeri” attualmente ubicati in Via Pietro Castellino. Ricordiamo che tali Istituti erano inizialmente destinati a occupare l’altra metà dell’immobile di Calata Porta di Massa, concesso dall’Ente Porto e attuale sede dell’IAMC. Purtroppo ad oggi l’Ente Porto non ha mantenuto l’impegno assunto con il CNR e, non avendo riscontro della disponibilità del citato spazio a Calata Porta di Massa, viene di fatto vanificata la realizzazione del Polo Umanistico-Marino. L’uscita degli “Istituti leggeri”, la cui sistemazione negli appartamenti dei quali NEWSLETTER CNR

all’avviso con la realizzazione del Polo Umanistico, sbloccherà la situazione di Via Pietro Castellino consentendo di dare avvio al futuro previsto ampliamento con l’edificazione della cubatura consentita; Polo Tecnologico – sta per iniziare la relativa costruzione con il raggruppamento degli Istituti interessati nell’area in cui è attualmente ubicato l’Istituto Motori. Polo Agrario – il CNR sconta il fallimento della Ditta costruttrice del Polo Agrario di Portici. E’ stato nominato un Commissario per la riassegnazione dell’appalto e comunque per risolvere la questione senza danni per il CNR e l’Università. Altre compagini - i locali destinati ad ospitare IBB e IEOS, ubicati all’interno del II Policlinico, sono di fatto pronti. Lazio – Acquisito il complesso ENI/SNAM di Monterotondo, sono in corso di realizzazione la Mouse Clinic, legata al Progetto EMMA dell’Istituto di Biologia Cellulare, e l’adiacente campus per ricerche di Neurobiologia, quale sede del nuovo Istituto che raggruppa sia l’IBC che gli Istituti in uscita dal complesso S. Lucia. Riguardo all’immobile di via Bolognola (ex IGAG) ne è prevista la vendita anche se, al momento, non sembra ci siano acquirenti interessati. Ciò comporta il presidio minimo della struttura anche ad evitare eventuali occupazioni abusive. Sono, inoltre, in fase di realizzazione gli asili nido nelle Aree della Ricerca di Montelibretti e Tor Vergata. http://www.fircisl.it/ 4


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

Riguardo allo sviluppo dell’area romana è prevista la razionalizzazione degli spazi della sede centrale riguardo alla quale i criteri

risparmio sui canoni di locazione con la realizzazione di strutture di proprietà del CNR o in uso tramite convenzioni ad esempio con

impiegati nell’attribuzione degli spazi devono trovare un’omogenea applicazione.

l'Università, data la specificità e la complessità degli interventi previsti dal Programma triennale per lo sviluppo edilizio del CNR, che derivano da esigenze differenti nei singoli territori, le Segreterie Regionali interessate alla

Peraltro, se già non è stato fatto, sarebbe opportuna un’azione di monitoraggio sulle situazioni che hanno portato alla definizione dei criteri per verificarne l’attualità. Premesso che gli spazi delle strutture del CNR costituiscono comunque un costo per

realizzazione di nuovi insediamenti del CNR e/o a significativi interventi sugli insediamenti esistenti, qualora lo ritengano opportuno, possono attivar si al fine di chiedere all'Amministrazione l'apertura di specifici tavoli

l’Amministrazione, e che la fruizione dei medesimi riguardi il Personale dipendente e gli Organi dell’Ente, la FIR CISL ha chiesto di essere portata a conoscenza del piano complessivo di allocazione degli spazi assegnati

di confronto a livello locale.

a Organi, Direzione generale, Dipartimenti e Uffici dell’Amministrazione centrale.

razionalizzazione degli insediamenti CNR nell'area napoletana.

Pur condividendo l'obiettivo generale del

1/Continua

Tale strada è già stata seguita dalla Segreteria regionale della Campania (lettera del 19.1.2011 prot CNR 0004814) riguardo alla

DAL TERRITORIO Toscana: Fondazione “G. Monasterio” E’ possibile fare il punto sul “paziente” Fondazione “G. Monasterio” senza risalire all’origine della vita, pur avendo ben presenti tutti i momenti del suo sviluppo? In questo contesto si tralasciano, ad altro momento, tutti gli aspetti organizzativi, sia strumentali che logistici, ed altro e ci soffermiamo solamente a considerare le aspettative del

NEWSLETTER CNR

Personale coinvolto a vario titolo con la costituzione della FGM. Se partiamo dalle affermazioni che i rappresentanti dei due Fondatori istituzionali portano avanti da tempo sulla definizione del ruolo che il Personale ricopre o dovrà ricoprire, a secondo della appartenenza diretta o partecipativa alla Fondazione stessa, sembra quanto meno arduo stabilire cose certe.

Da parte CNR, almeno fino a tempi recenti appare che “pochissimi sapevano ancora cosa fosse stato il CREAS IFC-CNR …………e come infine tutta la ricerca IFC traesse beneficio, stimoli e orientamento dal rapporto dell’Istituto con il SSR, indipendentemente dalla partecipazione dei singoli all’attività sanitaria.” [n.d.r. : tenere ben presente “ indipendentemente dalla partecipazione dei singoli all’attività sanitaria.”!]

http://www.fircisl.it/ 5


NEWSLETTER CNR

Il rapporto tra FTGM e CNR non è ancor oggi in perfetta sintonia perché “la soluzione del comando che gli uffici del CNR, con innegabile e apprezzabile impegno hanno identificato come certamente percorribile, in analogia a rapporti già esistenti tra vari istituti CNR e istituzioni esterne ……………….. analogia riduttiva in quanto …” “A questo fine questa direzione [FGM] ha promosso una iniziativa finalizzata ad ottenere l’emanazione di un provvedimento legislativo, a carattere interpretativo, che consenta di confermare il pieno titolo del personale CNR operante in Aziende CNR/Regioni ad essere inquadrato secondo la n o r m a t i v a ch e d i s c i p l i n a l’apporto degli Universitari alle aziende Università/Regioni.” Sostiene quanto sopra la Direzione FGM mentre il CNR conferma le difficoltà di accordi convenzionali per il personale CNR: “per parti significative ……. non possono essere considerate congruenti con le normative attualmente in vigore per il CNR.” Ancora successivamente, sempre i l C N R , r i c o n f e r m ava i n maniera più esplicita ed estesa la propria posizione che conferma nella dizione “ che il CNR, nel quadro delle sue attività programmate, possa attivare rapporti di collaborazione nell’attività di ricerca con soggetti pubblici e privati, regolati attraverso forme contrattuali aventi, come riferimento di massima, le

NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

seguenti tipologie: a) protocolli d’intesa; b) accordi quadro; c) convenzioni operative.” Aldilà dei richiami sopra esposti, che sono ovviamente una rappresentazione parziale, in un aspetto fondamentale sembrano concordare i due fondatori , FGM e CNR: la necessità di un intervento legislativo e/o contrattuale che dia soluzione al

problema dell’apporto del Personale CNR all’attività della FTGM. Sarà possibile? Sarà immediato? Sarà comunque foriero di una soluzione? E’ difficile fare una previsione anche alla luce di altri fatti legislativi quali ad esempio la legge regionale n. 85/2009 con la quale la regione Toscana riconosce la Fondazione G. Monasterio come ente di diritto pubblico. Gli ultimissimi eventi, infatti, hanno sancito la

MARZO 2011

incostituzionalità del comma 2 dell’art. 6 di tale legge, fatto che non pregiudica l’avvenuta assunzione del per sonale, interessato dal citato comma, nell’organico della Fondazione, pur tuttavia crea un ulteriore problema, non banale, sul ruolo che ogni singolo dipendente potrà svolgere al suo interno, forse non coincidente con le motivazioni iniziali che ne avevano motivato il percorso, stante la sentenza della Corte Costituzionale pubblicata il 18 febbraio 2011. Secondo i fatti esposti che rappresentano la realtà attuale è dunque necessario ed urgente fare il punto certo con i “decisori” certi e possibilmente iniziare “d’accapo”. Ripartire di nuovo con la verifica di uin rinnovato interesse alla vita della Fo n d a z i o n e “ G. Monasterio” da parte dei due Fo n d a t o r i , c o i n v o l g e n d o veramente il Personale TUTTO in un’ottica di dover gestire un soggetto unico nella sua specificità non da due poli distinti e distanti ma da una condivisione piena che faccia apparire il sistema Fondazione una emulsione di due elementi ben distinti ma indistinguibili nell’unico fine che è la ricerca per il miglioramento e lo sviluppo dell’assistenza nel servizio sanitario regionale.

http://www.fircisl.it/ 6


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

NORMATIVA Cessazioni dal servizio al 65° anno di età compimento dei 65 anni, dispone la proroga d’ufficio per 12 mesi. Prima del compimento dei 12 mesi concessi d’ufficio, ove l’interessato produca ulteriore istanza, il direttore/ dirigente predisporrà apposita motivata relazione per il CdA che valuterà in merito all’opportunità del mantenimento in servizio per gli ulteriori 12 mesi; 2. per i dipendenti che compiano il 65° anno di età a decorrere dal 1.1.2011 e

Disposizioni in ordine alla cessazione dal servizio al compimento dei 65 anni di età. (Direttiva attuativa della Circolare n. 8/2011 del 23.02.2011)

Con la delibera n. 3/2011 il CdA ha regolato il

che abbiano un’anzianità contributiva di almeno 35 anni maturata entro il 31.12.2010 (comunque non superiore ai 40 anni) , il direttore/ dirigente predisporrà apposita motivata relazione per il CdA che valuterà in merito all’opportunità del mantenimento in servizio;

3. per i dipendenti che compiano il 65° anno di età a

trattenimento in servizio, successivamente all’entrata in vigore della L. 122/2010 (art. 9 commi 9 e 31; art. 12). Di seguito i criteri adottati:

decorrere dal 1.1.2011 ed abbiano a tale data un’anzianità contributiva pari o maggiore di 40 anni, il Direttore Generale dispone d’ufficio la cessazione dal servizio con reiezione dell’eventuale istanza di trattenimento in servizio.

1. per i dipendenti che compiano il 65° anno di età a decorrere dal 1.1.2011 e che non abbiano maturato i requisiti minimi per la pensione d’anzianità entro il 31.12.2010 (almeno 35 anni di anzianità

Circolare n. 8/2011 - http://www.ittig.cnr.it/

contributiva): il Direttore Generale, a seguito dell’istanza dell’interessato prodotta prima del

NEWSLETTER CNR

BancheDatiGuide/circolari/c11-08.htm Direttiva - http://www.ittig.cnr.it/ BancheDatiGuide/circolari/c11-08a1.pdf

http://www.fircisl.it/ 7


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

Contenimento della spesa e limitazione delle spese missione Norme sul contenimento della spesa e limitazione delle spese di missione del personale. (Allegato alla Circolare n.9/2011 del 25.02.2011) La Circolare n. 40/2010 della Ragioneria Generale dello Stato chiarisce che ricadono nell’ambito applicativo del DL n. 78/2010, convertito con la Legge n. 122/2011, le spese sostenute da ciascun Ente finanziate con le risorse trasferite dal bilancio dello stato o acquisite tramite altre fonti di finanziamento senza alcun vincolo di destinazione. Risultano escluse le spese sostenute per la realizzazione di specifici progetti in quanto finanziate con vincolo di destinazione stabilito dal decreto di assegnazione del MIUR (es. ESRF, EMMA, ITER, Broader Approach, progetti bandiera, PNRA, ecc. ). A parte le spese destinate alla manutenzione degli immobili, il cui limite è stabilito in percentuale rispetto al valore dell’immobile oggetto dell’intervento, per le rimanenti previste tipologie il limite è calcolato come percentuale della spesa sostenuta nel 2009. I titolari delle strutture oggetto di manutenzione ordinaria e straordinaria di immobili, sia di proprietà che posseduti ad altro titolo, dovranno inviare apposita istanza nei termini previsti anche per eventuali spese già previste nel piano di gestione. Si rammenta che per gli immobili in locazione passiva non sono consentite spese per la manutenzione straordinaria.

NEWSLETTER CNR

Riguardo alle spese di missione per il personale, in attesa di riscontro a specifici quesiti posti al MEF, continuano a essere esclusi i rimborsi connessi all’uso del mezzo proprio e le diarie per missioni all’estero, anche se finanziate con “fonti esterne”. Sono confermate le disposizioni della Circolare CNR n. 26/2010. Infine, la Circolare MEF-RGS n.40/2010 esclude dalle misure di contenimento “… le spese necessariamente sostenute nell’ambito della realizzazione di specifici progetti, ivi comprese le spese per missioni, per la quota finanziata con fondi provenienti dall’Unione Europea o da altri soggetti pubblici o privati” nonché le spese di missione connesse ad accordi inter nazionali o comunitari e quelle per lo svolgimento di compiti ispettivi di cui alla Circolare CNR N. 26/2010. Ricordiamo che i contratti posti in essere in violazione della norma (art. 6 comma 12 DL n. 78/2010) costituiscono illecito disciplinare e determinano responsabilità erariale. Come emerso nel corso della riunione con i Direttori del 2.3.2011 non è soggetto al limite del 50% tutto ciò che attiene a fondi esterni o comunque vincolato nella destinazione (ad es. i Progetti bandiera che ricadono nel FFO). Circolare n. 9/2011 - http://www.ittig.cnr.it/ BancheDatiGuide/circolari/c11-09.htm Norme - http://www.ittig.cnr.it/ BancheDatiGuide/circolari/c11-09-a1.pdf

http://www.fircisl.it/ 8


NEWSLETTER CNR

EDIZIONE N. 2

MARZO 2011

SITUAZIONE STATUTO

Comunicata dal MIUR l’approvazione dello Statuto CNR Il 25 febbraio u.s. il Ministro Gelmini ha comunicato al CNR l’approvazione dello Statuto deliberato il 19 gennaio 2011. L’approvazione è vincolata alla richiesta di recepire le seguenti indicazioni: ART. 9: non è prevedibile il supplente del Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti. ART.10: occorre, come già in precedenza osservato, inserire una più chiara disposizione di coordinamento della nor mativa sull’ANVUR e quella relativa agli Organismi Indipendenti di Valutazione delle prestazioni (OIV), anche prevedendo una più distinta separazione tra la valutazione di carattere amministrativo-gestionale di pertinenza dell’OIV e la valutazione dei risultati scientifici di competenza dell’ANVUR. In tale prospettiva il supporto dell’ANVUR per la valutazione dei risultati scientifici dell’ente appare meglio configurabile uno specifico ruolo del Consiglio Scientifico. ART. 13, comma 8: occorre richiamare il CCNL degli enti pubblici di ricerca. ART. 15, comma 1: occorre richiamare il CCNL degli enti pubblici di ricerca. ART. 17, comma 3: va integrato con un rinvio alle disposizioni del regolamento del personale.

ART. 21, comma 6: occorre inserire, quale disposizione a fattor comune degli enti di ricerca, la previsione secondo cui lo Statuto entra in vigore dal primo giorno del mese successivo a quello di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Lo Statuto, opportunamente emendato, dovrà essere pubblicato sul proprio sito Internet e sulla Gazzetta Ufficiale. Il Ministro invita quindi il CNR “ad avviare sin d’ora le procedure di prima attuazione, in particolare quelle di consultazione per l’indicazione dei componenti del Consiglio di Amministrazione e l’individuazione di quelli del Consiglio Scientifico di competenza dell’ente”. All’ordine del giorno del CdA del 08.03.2011 “Approvazione ai fini della sua emanazione dello Statuto”. Preso atto che la pubblicazione in G.U. dovrebbe seguire di qualche giorno l’approvazione in CdA, lo Statuto dovrebbe entrerà in vigore a decorrere dal 1 aprile p.v.

Per maggiori informazioni: http://www.fircisl.it Federazione Innovazione e Ricerca - Via Merulana, 198 - 00185 Roma Tel.: 06/70452803- 04-05 Fax: 06/70452806 e-mail: cisl.ricerca@mclink.it

NEWSLETTER CNR

http://www.fircisl.it/ 9

News Letter CNR CISL n2  

News Letter CISL

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you