Page 86

DAVIDE BUTTURIN L’esame post festa. Racconto preso da Layer Isia.

“Le feste Isia… restano e resteranno per sempre alla storia! La loro stagione ideale è stata sempre quella d’inizio e di fine anno. Infatti era all’inizio dell’anno scolastico, in pieni esami, quando fummo informati di una tal festa nella tal casa di un tal gruppo di isioti (sono passati troppi anni e non ricordo più esattamente chi, come, cosa, dove e quando). Il problema era che il giorno dopo avevamo un esame! “Fa niente, tanto è un esame pratico, quello di Cangiotti e quindi anche se arriviamo cotti è lo stesso!” Che Siro non ce ne voglia ma il ragionamento filava! E noi, del nostro piccolo gruppo di studio, fummo subito proiettati nell’ottica del festeggiamento. L’esame in questione verteva sulla progettazione cartotecnica/grafica di un calendario, da realizzare comodamente durante la pausa estiva, quindi era fatta! Il calendario lo avevo realizzato in tutta tranquillità nei mesi precedenti. Prendemmo la macchina, quella di Elisa, per portare i nostri due calendari giù al Santa Chiara, non prima di aver richiesto il permesso di transito con veicolo ai vigili del comune di Urbino. Già, perché il mio lavoro, in particolare, pesava un bel po’ essendo perlopiù composto da lastroni di ferro! La sera fu un delirio di musica, entusiastici incontri post-estivi, e soprattutto di alcool, non dico a fiumi ma a torrenti sì… Superammo abbondantemente le due di mattina. Riaccompagnato a casa, salii barcollando al quarto piano, e abbozzai in modo (penso) automatico le abluzioni prima di coricarmi. Va detto che allora avevo la rara fortuna di abitare in un monolocale da solo, quindi niente intralci e niente spiegazioni a nessuno, e soprattutto niente perdite di tempo: in 5 minuti ero sotto le coperte a covare il mio mal di testa. Nel mio stato confusionale mi ero persino ricordato dell’esame che si sarebbe tenuto tra non più di 5 ore e regolai la sveglia. “thump-thump!!!” “driiiiiin-driiiiiiiin” “thump-thump-thump” Questo sentii in sottofondo, lontano lontano… lottai con le mie palpebre ed emersi dalla bauscina del mio cuscino, cercando di capire chi, dove, e quando fossi. Stavano bussando disperatamente

86

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  
IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...

Advertisement