Page 82

GELISIANA MELONI Diplomata all’Isia con una tesi sull’immagine coordinata dell’Ospedale San Salvatore di Pesaro, relatore Massimo Dolcini.

1. La scelta di intraprendere gli studi di grafica è stata casuale o motivata e voluta? In tal caso cosa l’ha spinta ad avviarsi su questa strada? La mia è stata una scelta fortemente voluta, lo dimostra il fatto che per ben due anni provai a sostenere l’esame di ammissione, la seconda volta andò bene! Mi ha spinto la forte curiosità verso questa professione che allora vedeva poche persone coinvolte, la figura del grafico era ancora poco inflazionata! 2. Dopo l’Isia ha continuato a operare nel mondo della grafica, oppure ha cambiato attività? In tal caso perché? Certamente, la grafica ti rimane dentro, come l’Isia, ti plagia e ti forma a sua immagine, non potrai più stare senza. Almeno così è stato per me. Diventa parte di te, ogni considerazione, ogni scelta, ogni motivazione parte da li. L’Isia è stata la mia genesi, direi che tutto ciò che professionalmente sono oggi parte da li. Uscita dall’Isia ho fatto esperienza in alcuni studi grafici per poi aprire una mia attività con tutto l’entusiasmo di cui ero capace. Poi il concorso: oggi (inaspettatamente) sono docente di ruolo e lo stesso entusiasmo che ho provato io per lo studio, la ricerca e la sperimentazione cerco di trasmetterlo ai miei ragazzi. Per questo dico che l’Isia ti rimane dentro, non penso di aver cambiato lavoro, considero quello che faccio come un naturale proseguimento di ciò che mi è stato dato. 3. Come ha vissuto da un punto di vista umano il periodo universitario nei rapporti con i docenti e con l’intera struttura amministrativa dello Isia? Ritiene che il clima di continuo scambio e socializzazione tra gli insegnanti e gli studenti

82

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  
IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...

Advertisement