Page 68

CLAUDIO CLEMENTONI Diplomato con una tesi sull’illustrazione di una collana editoriale su architetti e designer dal nome “deSign”.

1. La scelta di intraprendere gli studi di grafica è stata casuale o motivata e voluta? In tal caso cosa l’ha spinta ad avviarsi su questa strada? Da bambino ho sempre avuto predisposizione per il disegno e la creatività in generale, dopo aver frequentato per un anno Ragioneria!!!! hai letto bene!!!!!! ho cambiato scuola ed iniziato a frequentare il liceo artistico a Pesaro. In seguito mi sono iscritto ad architettura a Firenze e dopo un anno e 3 esami ho tentato l’esame d’ammissione all’Isia, con successo fortunatamente!! 2. Dopo l’Isia ha continuato a operare nel mondo della grafica, oppure ha cambiato attività? In tal caso perché? Si, finito l’Isia ho fatto il servizio militare, nella mia città, ed ho subito gettato le basi per aprire uno studio di comunicazione con un socio... era il settembre del 1993 e lo studio esiste ancora. 3. Come ha vissuto da un punto di vista umano il periodo universitario nei rapporti con i docenti e con l’intera struttura amministrativa dello Isia? Ritiene che il clima di continuo scambio e socializzazione tra gli insegnanti e gli studenti abbia favorito la sua crescita creativa? All’epoca il rapporto fra studenti e docenti era di interscambio continuo, c’era ammirazione e rispetto per la maggior parte di essi. Ognuno di noi aveva voglia di apprendere e malgrado fossimo un’annata di pazzerelli, direi che i risultati ci sono stati. 4. All’interno ed all’esterno dell’Istituto cosa o chi, secondo lei, ha maggiormente influenzato, condizionato e favorito la sua crescita personale e creativa? Il continuo scambio di idee diverse, di background culturali molto eterogenei. Fondamentale sempre la voglia di imparare e sperimentare tutto cio che ci sembrava interessante.

68

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...