Page 66

SIMONA TONNA I ricrdi degli anni passati ad Urbino. Racconto preso da Layer Isia.

“L’odore del fissaggio in camera oscura; i finestroni gelidi del chiostro da cui guardavo quelle colline; i collages fatti con Provinciali e la sua indefinibile idea di metaprogetto; le mangiate domenicali alla trattoria di Urbania; le mummie; il sacro terrore per il tiralinee; le telefonate nelle cabine di via Budassi, dove incontravi sempre i rifugiati iraniani; le nottate in bianco nel periodo degli esami; le campane che facevano vibrare il letto a castello; le rondini che sembravano volare dritte in casa; gli anziani che cadevano come mosche sulle discese gelate; la luce diffusa in tutto il convento di Santa Chiara; le entrate perennemente in restauro.�

66

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  
IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...

Advertisement