Page 127

KIMBERLEY OSSANI Laureta a Parma nel 2009 in Conservazione dei Beniculturali, tesi in storia della fotoagrafia “effe: fotografe e conquiste sociali”. Iscritta al biennio specialistico in Fotografia dei Beni Culturali.

Foto 69 L’ingresso dell’Isia. Foto di: Gianluca Monaco.

1. La scelta di intraprendere gli studi di grafica è stata casuale o motivata e voluta? In tal caso cosa l’ha spinta ad avviarsi su questa strada? Per me è stata una scelta estremamente motivata e cercata: dopo essermi laureata in Conservazione dei Beni Culturali ho cercato lavoro e tirocini-stage ma nulla mi soddisfaceva. Poi, per caso, una vecchia prof. dell’università mi ha parlato dell’Isia, allora mi sono informata e ho partecipato alla selezione. 2. Dopo l’Isia ha frequentato altri corsi di grafica, ha cominciato subito a lavorare, oppure ha cambiato attività? Spero proprio di si...anche se sarà difficile, l’entusiasmo c’è e la voglia pure. Bisognerà vedere cosa offrirà il mercato, dove e come, ma l’intenzione è questa. 3. Come ha vissuto da un punto di vista umano il periodo universitario nei rapporti con i docenti e con l’intera struttura amministrativa dello Isia? Ritiene che il clima di continuo scambio e socializzazione tra gli insegnanti e gli studenti abbia favorito la sua crescita creativa? Una delle cose belle dell’Isia sta proprio in questo: nel continuo scambio non cattedratico tra studenti e docenti, dalla stretta vicinanza e dalla condivisione non solo degli spazi ma di tutto il percorso di studi. Diverso il rapporto con l’amministrazione, molto lontana dalla condivisione e realtà degli studenti.

127

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  
IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...

Advertisement