Page 110

7. La collocazione geografica di Urbino - non servita da un’adeguata rete ferroviaria - crede possa penalizzare l’Isia sia da parte degli studenti che dei docenti, o ritiene che l’alto livello professionale e didattico della scuola siano tali da far superare anche questa barriera? Direi che la collocazione geografica di Urbino sia alquanto limitante per l’Isia stessa in un mondo dove tutto si muove alla massima velocità e dove bisogna trovarsi nel posto giusto al momento giusto. 8. Nel 2007 sono cominciati i lavori per il restauro dell’ex convento Santa Chiara. Questi hanno influito sul normale andamento delle lezioni? E se si, quali disagi ci sono stati e come avete cercato di superarli? Ci sono stati diversi disagi all’inizio della mia carriera universitaria. Il primo anno ad esempio non avevamo il riscaldamento e non c’erano spazi comuni dove condividere le esperienze con gli altri studenti. Per risolvere a quest’ultimo disagio si organizzavano incontri a casa dei vari ragazzi. Oppure si inscenava un campo da pallavolo nel cortile interno.

Foto 60 Cortile interno, scorcio. Foto di: Javier Marcelo Cabrera.

110

9. I restauri della sede sono terminati nel 2011, lei che ha visto il “prima” ed il “dopo” ritiene che i lavori abbiano valorizzato ed esaltato la struttura? O pensa che siano stati solo da intralcio all’andamento didattico? Penso che i lavori abbiano abbellito di gran lunga la struttura e che l’abbiano sicuramente valorizzata e resa più efficiente... ho alcuni dubbi sulla soluzione scelta per l’ingresso. La vedo poco design for All.

IL MONDO ISIA, NON SOLO DALLA NOSTRA PARTE  

Progetto di Tesi - Laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione Visiava, ISIA di Urbino — Il progetto nasce dalla volontà di ra...