Issuu on Google+

€ 0,70

edizione n. 7 Febbraio 2013

Carnevale 2013 ad Acireale, ricco il programma

ACIREALE. Si è aperto giorno 26 gennaio, il carnevale acese 2013, che vedrà sfilare numerosi carri lungo tutto il territorio. Quest’anno la festa è dedicata al maestro carrista Giovanni Coco, scomparso prematuramente all’età di 50 anni. Il carnevale acese affonda le proprie radici nell’antichità, quando le manifestazioni popolari caratterizzate da un’ ampia libertà di scherno diedero luogo alle cosiddette “Saturnali in maschera”; ove era possibile prendere di mira i potenti del tempo con satira e sberleffi. Una delle prime maschere carnevalesche fu “L’ Abbatazzu”, che aveva come oggetto di scherno il

vescovo di Catania del tempo e l’intera classe clericale dell’epoca. Ma fu solo nel 1880 che iniziarono a girare per le città i primi carri, usanza che si è protratta nel tempo fino ai giorni nostri. I carristi lavorano tutto l’anno per offrire al pubblico, soprattutto al calar delle tenebre, uno spettacolo unico al mondo. Quello di Acireale è da molti ritenuti “Il più bel carnevale di Sicilia”, frutto dell’amore per un arte cui, non tutti riescono a disporre manualmente; ed il carrista scomparso Giovanni Coco, ne è stato l’esempio di come l’amore per ciò che si sta facendo non conosce ostacoli … nemmeno quelli causati dalla malattia. Il programma di febbraio prevede: sabato 2 febbraio ore 17, la sfilata in Piazza Duomo, di gruppi scolastici mascherati, alle ore 21 un concerto musicale in Piazza Duomo. Domenica 3 febbraio ore 12: mostra di carri allegorico – grotteschi. Alle ore 16, sfilata carri con esibizione di bande comiche e majorette. Seguirà alle ore 21 uno spettacolo musicale in Piazza Duomo. Mercoledì 6 febbraio alle ore 20:30:

danze con scuole di ballo acese. Giovedì 7 febbraio ore 16: Sfilata carri allegorico – grotteschi con esibizione di bande comiche e majorette. Alle ore 21 concerto in Piazza Duomo. Venerdì 8 Febbraio ore 10: “Scuole in festa” con la partecipazione degli istituti superiori. Alle ore 16 in Piazza Duomo “Concorso bambini in maschera”, mentre alle ore 20 la rassegna “Rumori barocchi” di gruppi musicali emergenti. Sabato 9 febbraio ore 10: Sfilata di gruppi scolastici in maschera, ore 16 sfilata dei carri con partecipazione di bande comiche e majorette. Domenica 10 febbraio alle ore 11 è prevista una mostra carri in Piazza Europa, mentre alle ore 15.30 la sfilata dei carri con bande comiche e majorette. Alle ore 21, spettacolo musicale in Piazza Duomo. Lunedì 11 febbraio alle ore 11 la sfilata dei carri. Ore 21 un concerto in Piazza Duomo. Infine martedì 12 febbraio ore 11 la sfilata dei carri. Alle ore 16 ci sarà la sfilata finale con bande comiche e majorette. Mentre alle ore 21, spettacolo musicale. La premiazione è prevista per le ore 23. Silvia Arcieri

Aperta a Catania una nuova mensa per gli studenti universitari CATANIA. Lunedì 21 gennaio scorso, è stato aperta una nuova mensa, si tratta quella di via Vittorio Emanuele a Catania, dove molti studenti universitari sono accorsi per non mancare al primo giorno del ristorante universitario. In molti sono contenti di questa nuova mensa, ma c’è già chi si lamenta per la distanza dalle residenze universitarie. Se per lo studente straniero, che vive in un appartamento vicino alla stazione centrale è confortevole la sala mensa, al contrario per i fuori sede che vivono nella casa dello studente in via Oberdan, l’inaugurazione della nuova mensa, e la chiusura di quella dove vi era la residenza vi è una grande differenza. La nuova mensa di via Vittorio Emanuele basta guardala per notare di come sia accogliente e graziosa, in regola con le normative richieste dall’ Asp. Le pareti sono ocra e verdi, i tavolini in legno scuro. A giorni saranno sistemate delle

barriere sul marciapiedi per maggiore sicurezza. C’è chi dice, che dai tempi dell’hotel Costa si è andato peggiorando, infatti una studentessa ha precisato “ Questa struttura è troppo piccola, prima di potersi sedere a tavola bisogna fare lunghe file, il pasto deve essere un momento di relax non di stress. Non si può mangiare pensando di doversi immediatamente alzare. Immaginiamo poi una giornata di pioggia la gente dove attenderà il proprio tur no dinanzi alla porta sotto l’acqua battente? La nostra situazione non è adeguata al diritto allo studio, vorremmo poter consumare i pasti nelle residenze dove viviamo e non spostarci da un luogo all’altro della città». E proprio su questa soluzione gli studenti residenti in via Oberdan hanno scritto una petizione con 180 firme, presentata all’Ente. Al contrario un’altra studentessa ha tenuto a precisare “ E’ una grande comodità, a me personalmente mi consente di se-

guire le lezioni e di pranzare in un luogo accogliente in modo corretto e gustoso, piuttosto che mangiare in fretta e furia un panino o un pezzo di tavola calda in aula o in piedi in un bar. Inoltre si risparmia, io ad esempio pago solo 1,50 euro (quota minima stabilita per la prima fascia di reddito agli appartenenti, al contrario di 6,50 euro, per gli ospiti e i docenti). Invece chi ha la borsa di studio il pranzo in mensa è gratis.

Consiglio comunale a Viagrande per il taglio del secolare albero in via Garibaldi VIAGRANDE. Il 7 gennaio era stato convocato a Viagrande, un consiglio comunale straordinario per discutere il taglio del secolare albero sito in Via Garibaldi, conosciuto come “Arvuru longu”, proprio per la sua maestosità. Probabilmente il nuovo proprietario del terreno, su cui giace orami solo il grande tronco dell’albero, non conosceva la sua storia e l’affetto che i cittadini nutrivano nei confronti di quello che ai suoi occhi rappresentava solo uno scomodo ingombro. Un albero troppo grande, un Eucalipto di oltre 200 anni dalle lunghe e profonde radici. I fatti accaduti a ridosso delle feste natalizie, hanno suscitato uno scalpore tale da indurre i consiglieri comunali a chiedere l’immediato consiglio per discutere le misure necessarie a salvare la vita dell’albero, poiché nonostante il

taglio drastico può ancora essere salvata. La seduta del consiglio straordinario si è aperta con la lettura da parte del consigliere Filippo Trovato della proposta elaborata dai consiglieri. Trovato ha prima raccontato con foga la storia dell’albero, punto di riferimento per chi percorreva l’allora unica strada di collegamento fra Catania e Messina, chiedendo poi l’iscrizione dello stesso all’albo delle piante monumentali. La relazione contiene inoltre la richiesta del censimento di tutti gli alberi ricadenti sul territorio di Viagrande, per individuare quelli che potenzialmente possano essere iscritti all’albo e l’inserimento nel regolamento edilizio di un articolo che tuteli gli alberi. Per quanto riguarda il proprietario del terreno, è stata chiesta la rivisitazione dei suoi progetti al fine ultimo di salva-

Elezioni amministrative, si vota il 26 e 27 maggio Dopo le elezioni politiche e regionali, ecco le elezioni amministrative. Domenica 26 e lunedì 27 maggio si voterà per il rinnovo di 652 amministrazioni comunali, con eventuali ballottaggi fissati per il 9 e 10 giugno. Lo ha stabilito il ministro dell’Interno, Cancellieri. Gli italiani richiamati alle urne sono 8 milioni 120.051. Al voto anche con Catania, altri 25 Comuni della stessa provincia. Oltre al Comune capoluogo (Catania), i cittadini andranno alle urne per eleggere sindaco e consiglio in altri 25 paesi, in ordine alfabetico: Aci S. Antonio, Adrano, Belpasso, Bianvavilla, campo rotondo Etneo, Castel di Iudica, Giarre, Grammichele, Gravina, Maletto, Mascali, Mascalucia, Mineo, Piedimonte Etneo, Randazzo, Riposto, S. Gregorio, S. Alfio, S. Cono, S. Pietro Clarenza, S. Venerina, Scordia, Trecastagni, Valverde e Viagrande. Al momento è improbabile che si possa votare anche per la Provincia.

guardare l’albero. Tale proposta è stata accolta all’unanimità dagli undici consiglieri presenti, che a turno hanno espresso la loro opinione. Degno di nota l’appunto che il consigliere Carmelo Gatto ha espresso nei confronti dell’ufficio tecnico comunale, che il 28 dicembre scorso, nonostante il clamore già suscitato dal taglio dell’albero avvenuto il 23 dicembre, ha firmato un’autorizzazione di messa in sicurezza della casa accanto alla pianta, presentata dal proprietario il giorno stesso. L’assessore Santo Rapisarda ha invece colto l’occasione per proporre una buona vecchia usanza “piantare un albero per ogni nuovo nato”. Chiara Pane


Catania/Acireale _ pag 2 Catania chiamata a votare per Ad Acireale ritorna il sereno le amministrative per gli operatori ecologici Catania. In molti si chiedono a Catania, chi sarà il sindaco per i prossimi 5 anni? Un rebus che potrà sciogliersi, solo al termine delle elezioni. Sono previsti tanti i candidati alla carica di sindaco. Stancanelli si ripresenterà per il secondo mandato, mentre il senatore Enzo Bianco, il deputato Giuseppe Beretta, il prof. Maurizio Caserta, sono alcuni dei tanti che già hanno ufficializzato la loro candidatura. L’attuale primo cittadino di Catania, Stancanelli, ha tenuto nei giorni scorsi, presso un cinema della stessa città, alla presenza di un numeroso pubblico, un confronto civico per offrire ai cittadini delle proposte e poi ha ascoltato a sua volta le loro idee di come migliorare la città. Inoltre Stancanelli ha “rilanciato” i temi della sua azione politica e amministrativa per il rilancio del capoluogo. Bianco e Berretta si candideranno in una coalizione di centrosinistra. Bianco ricordiamo che ha rinunciato alla candidatura per il Parlamento che gli era stata offerta dalla commissione nazionale del Pd, dichiarando che intendeva in prima persona impegnarsi per la sua città Catania. La decisione di Bianco di candidarsi per le amministrative, ha messo in visibilio anche il Pd etneo. Resta ancora un rebus da sciogliere il candidato sostenuto dal presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta, anche se si ipotizza il magistrato Marisa Acagnino. N. L.

Risate con la compagnia “I Siculi”, intanto l’attrice Rossella Di Perna sarà nel cast di un film. Ha esordito alla grande la compagnia teatrale “I Siculi” del regista Tony Musumeci a Lentini, teatro Odeon e a Catania, teatro Tezzano. Il gruppo catanese ha messo in scena la commedia «Pranzo di Natale». La trama narra la storia di una normale famiglia siciliana di oggi, all’apparenza... Il capofamiglia Rosario Massa interpretato impeccabilmente da un attore navigato, Giacomo Famoso, va in pensione il 24 dicembre. Dovrebbe essere un giorno di festa, per Rosario, per sua moglie Teresa, per i suoi figli Grace e Seby, per il suocero Peppino, per i genitori Giovanni e Carmela... «Pranzo di Natale» è una commedia ricca di contenuti che rappresenta uno spaccato di vita alleggerita da una nota di comicità, adatta ad un pubblico di qualsiasi età. Personaggi e interpreti: Giacomo Famoso, (Rosario); Marisa Giannino (Teresa); Rossella Di Perna (Grace); Marco Daniele (Seby); Gianni Sciuto (Peppino); Toni Musumeci (padre) Nuccia Pulvirenti (madre) splendida madre;Salvatore Sottile è l’esuberante «Allicca». Intanto l'attrice-cantante Rossella Di Perna, in questo mese (febbraio) comincerà a girare con il regista Francesco Auteri il film «Briciole di Luna». Lo scrittore, che oltre a essere il produttore, è anche regista-attore con lo pseudonimo di Blue Kris, ha scelto come protagonista la giovane attrice Rossella Di Perna, che nel film ha il ruolo della moglie (e che già nel film «Pupi e Papari», aveva svolto il ruolo della figlia). Paolo Boccaccio

ACIREALE. Finalmente dopo un periodo di forti tensioni tra il Comune di Acireale e gli operatori ecologici operanti sul territorio acese, sembra essere ritornato il sereno poiché quest’ultimi nella giornata del 17 gennaio sono stati finalmente retribuiti. Infatti, i diretti interessati aspettavano da lungo tempo il pagamento degli stipendi del mese di dicembre e la tredicesima mensilità che sono stati finalmente erogati. Con questo avvenuto pagamento degli arretrati, il gruppo dei netturbini acesi ha deciso di sospendere lo sciopero indetto per giorno 22 gennaio. Ma risolta questa vicenda, ne rimane un’altra in sospeso relativa alle lamentele dei rappresentanti sindacali che spiegano di non aver ancora ricevuto notizie in merito alla fornitura del vestiario invernale al personale della Dusty: <<Rimaniamo in attesa di notizie e chiarimenti in merito alla soluzione della problematica -spiegano i sindacati- così come si rimane in attesa di notizie in merito ai servizi straordinari da svolgere nel periodo di Carnevale. Ci auguriamo che non si arrivi all’ultimo giorno come è avvenuto in passato>>. Mary Musmeci

Panini Tour a Piazzale Asia di Catania CATANIA. Nei giorni 26 e 27 gennaio a Catania, si è svolta la due giorni di “Panini Tour”, iniziativa promozionale, dedicata agli appassionati delle figurine dei Calciatori. Giovani animatori hanno accolto il numeroso pubblico presente, intrattenendo bambini e ragazzi con giochi e concorsi a premio. E’ stato anche possibile scambiare figurine tra collezionisti e con gli addetti della Panini. Il tour è stato organizzato dalla Panini per il lancio della collezione “Calciatori 2012-2013”, la 52 edizione della famosa collezione di figurine sul campionato di Calcio italiano. I collezionisti più piccoli e le bambine hanno anche trovato album e figurine della nuova raccolta sugli animali “Zampe & Co. 2012-2013”. Questa tappa del tour, ha ottenuto il patrocinio del Comune di Catania, svolgendosi con orario 10-20. Nell’area esterna, sono stati disponibili anche una serie di aree di incontro, per favorire il libero scambio tra collezionisti. Infine era anche presente una postazione dell’OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali, sezione di Catania), partner di Panini con riferimento alla collezione “Zampe & Co.”. Giordano Marcello Gego

Sulla passerella i giovanissimi del Catania Nuova C5

In alto da sinistra verso destra: Bonnici (allenatore) , Lo Cascio, Freni (allenatore), Saidani, Strano e Lazzara. In basso da sinistra verso destra: De Francesco, Cuciuffo e Romano.

Presentato al Liceo Spedalieri di Catania, il progetto “Libertà, giustizia, legalità”

Senza legalità non può esserci giustizia, ma la legalità da sola non può garantire giustizia. L’individuo é veramente libero se ha coscienza e rispetto della legalità. Su questi principi che trovano affermazioni nella costituzione italiana, é stato avviato al liceo classico Spedalieri di Catania, il progetto “Libertà, giustizia, legalità”. Partendo dall’analisi giuridica, filosofica, sociologica e storica dei concetti di libertà, giustizia e legalità, il progetto formativo intende favorire la cultura del rispetto delle regole. Su questi temi gli autorevoli relatori Roberto Camilleri, giudice del tribunale di Catania – sezione di Acireale, il prof. Giuseppe Speciale, ordinario della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania e Francesca Ganci, segretario e direttore generale della Provincia Regionale di Catania, con il loro dibattito hanno tenuto impegnati gli studenti, alternando nozioni ed esempi di vita quotidiana, in presenza del dirigente scolastico del liceo Spedalieri responsabile del progetto, Alfio Pennisi, e della professoressa Stefania Pisano coordinatrice dell’iniziativa. “Lo studio dei principi fondamentali della costituzione, dovrebbe essere inserito nella normale attività didattica di tutti gli istituti superiori ha precisato il segretario e direttore generale della Provincia di Catania, Francesca Ganci. Ritengo che per formare e avviare i giovani verso il rispetto delle regole, è necessario agevolarne lo studio finalizzato non a un sapere mnemonico ma a un approccio consapevole, reso comprensibile comparando al testo le esperienze individuali maturate anche nel contesto scolastico”. Il progetto già iniziato, indirizzato in particolare alle ultime tre classi della sezione H del liceo, si articola in quattro mesi e, prevede lezioni di laboratorio e visite nei luoghi simbolo della legalità. “Oltre alla normale formazione curriculare dell’Istituto – ha detto il dirigente scolastico, Alfio Pennisi – con iniziative del genere intendiamo trasferire agli studenti le basilari regole di convivenza, diffondendo modelli di comportamento per agevolare i processi di maturazione e di crescita morale, civica e sociale”. Giuseppe Gego

Depuratore un problema… ACIREALE. Il depuratore consortile si farà, ma non in via Volano. Il Consiglio comunale, chiamato a localizzare il sito dove far sorgere l’impianto, ha detto no alla delibera che individuava la zona di contrada Rocca di Volano a S. Maria delle Grazie. Sono stati 15 i voti contrari al progetto, 12 quelli a favore. La delibera – che nel 2010 decadde per carenza di atti – è stata adesso bocciata perché la maggioranza del Consiglio, in primis l’opposizione, ha messo in discussione la storicità del sito del progetto depuratore – sito individuato circa 30 anni fa - che prevedeva la realizzazione di un unico impianto dotato di propria condotta marina di smaltimento per il trattamento delle acque reflue dell’intera città di Acireale e dei comuni di Acicatena, Aci Bonaccorsi, Valverde, S. Gregorio, in parte S. G. La Punta, Viagrande, Trecastagni, S. Venerina e Zafferana Etnea. Contestualmente è stato approvato un atto di indirizzo con il quale si dà mandato agli uffici di elaborare uno studio di fattibilità per un sito alternativo in contrada “Femmina Morta” nei pressi di Pozzillo.“Abbiamo scongiurato il peri-

colo – affermano i consiglieri che hanno bocciato il sito – che una zona di particolare pregio venisse violentata”. “Acireale – replicano Pdl e Udc favorevoli alla delibera - sotto procedura di infrazione, rischia di essere condannata per la perdita di un finanziamento i cui danni dovrà probabilmente corrispondere anche a tutti i comuni del consorzio”.“Tutto si sarebbe potuto fare – afferma il sindaco Nino Garozzo - tranne che cambiare il sito attuale perché previsto da 30 anni e perché si rischia di far apparire questo voto come un’operazione di tipo clientelare in quanto si favoriscono i proprietari della zona su cui era previsto il depuratore da trent’anni e si vincoleranno altri terreni su cui qualcuno pensa di costruire il depuratore”. “Noi il 30 gennaio non abbiamo sottoscritto con lo Stato e la Regione l’accordo quadro di programma; la posizione di Acireale verrà stralciata, il finanziamento di 133 milioni che riguarda Acireale e i comuni vicini sarà irrimediabilmente perduto e poi si vedrà come recuperarlo”. Mario Garozzo


Adrano/Biancavilla/S.M. Di Licodia/Nicolosi _ pag 3 L’11 febbraio scade a S. Maria A S. Maria di Licodia sospeso il A Biancavilla nominati due servizio di assistenza ai disabili nuovi assessori di Licodia la domanda per BIANCAVILLA. Nuovi volti a Palazzo comunale di Biancavilnelle scuole l’attività lavorativa la. Il primo cittadinom Pippo Glorioso, ha dato vita all’ultiS. MARIA DI LICODIA. L’Amministrazione comunale di S. Maria di Licodia, informa i cittadini residenti, che per il regolamento comunale del servizio civico, si possono presentare le istanze per l’attività lavorativa. Le domande serviranno per formulare una graduatoria annuale, per i soggetti di età compresa tra i 18 e i 65 anni, residenti da almeno un anno a S. Maria di Licodia, disoccupati ed in condizioni di disagio per l’espletamento di attività. Coloro che intendono presentare istanza, potranno presentare domanda su apposito modello, predisposto dall’ufficio dei servizi sociali del Comune. Le domande, dovranno essere presentate all’ufficio protocollo in Piazza Umberto I, entro le ore 12 del 11 febbraio, allegando la documentazione richiesta.

S. MARIA DI LICODIA. Sospeso il servizio di assistenza ai disabili nelle scuole di S. Maria di Licodia. La Regione non ha confermato il mandato ai 14 lavoratori dell’Arsu, in quanto il commissario dello Stato Carmelo Aranica, ha preferito non dare il proprio consenso al Ddl che lo scorso 29 dicembre era stato approvato dall’Ars, a differenza di altre tipologie di precari. Il sindaco di S. Maria di Licodia, Salvatore Mastroianni, è stato il primo a tranquillizzare tutta la cittadinanza, dicendo: “Il comune ha sollecitato gli uffici regionali, che ci hanno assicurato che il commissario dello Stato ha dato parere favorevole. Si attende quindi la comunicazione con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione Siciliana del provvedimento. A breve dovrebbe tornare tutto alla normalità. M.C. M.

Passata la tempesta ad Adrano, pagati i netturbini

ADRANO. Si sono concluse le proteste ad Adrano, da parte degli operatori ecologici. Erano state giornate convulse quelle del mese scorso, con gli operatori ecologici, impegnati in una “lot-ta”, durata giorni non avendo ricevuto il saldo dallo stipendio di novembre e la tredicesima. Giornate passate tra rabbiae disperazione per i netturbini, trascorse tra discussioni e trat-tative per deci dere cosa fare. Alla fine erano scesi in

piazza a manifestare pacificamente. Poi dopo avere occupato Palazzo Bianchi, hanno sospeso la protesta. Gli operatori ecologici sperano che in futuro ricevano sempre il loro stipendio, perché è un loro diritto dopo il lavoro svolto, altrimenti saranno costretti a ripetere simili manifestazioni. Prima di ricevere lo stipendio, gli operatori ecologici avevano sospeso il servizio di raccolta, ribadendo che si sentivano soli, abbandonati da tutti, soprattutto dalle istituzioni, e con vari debiti che li avevano soffocato, così in poco tempo Adrano è rimasta invasa dai rifiuti che sono diventate in certe aree del paese delle vere e proprie discariche. Ma soprattutto è stata la periferia a soffrire maggiormente. L’area accanto all’altarino ricordiamo, era diventata di nuovo una grande discarica a cielo aperto, con montagne di rifiuti a ridosso ad un luogo sacro. Ad avere il peggio sono stati gli automobilistiin contrada Santuzza alle Vigne di Adrano, la spazzatura aveva invaso una corsia, costringendolo a fare da testa coda per evitare incidenti, non da meno lungo la strada in contrada Dagala. Tutto si è risolto quando il sindaco di Adrano, Pippo Ferrante ha versato nelle casse della Simeto Ambiente la somma dovuta. M. C. M.

Nicolosi. La Mosema accetta L’alberghiero di Nicolosi la proposta del Comune per il intitolato al giudice Chinnici pagamento posticipato NICOLOSI. Per fare fronte alle necessità del Comune di Nicolosi, la Mosema che si occupa della raccolta dei rifiuti in paese, ha accettato la proposta di ricevere il pagamento posticipato, quindi anticipando le spese del servizio fino al pagamento della prima rata, causa di un recupero degli arretrati da parte della Regione, visto che Nicolosi è uno dei comuni che ha approvato il piano di rientro. L’incontro è avvenuto nel mese scorso, presso la sede dell’Ato Simeto Ambiente, dove erano presenti il commissario liquidatore dell’Ato, Angelo Liggeri, il sindaco Nino Borzì e l’assessore Marisa Mazzaglia del Comune di Nicolosi, Concetta Italia e Fabrizio Platania della ditta Mosema. L’incontro è servito per riformulare il servizio, determinato dalla necessità di fare fronte alle richieste della ditta Mosema, che più volte ha lamentato che nella cittadina di Nicolosi, l’attività è purtroppo poco remunerativa e dall’altro lato, la necessità da parte del Comune, di ottenere più efficienti i servizi. Intanto ricordiamo che Simeto – Ambiente ha più volte richiesto alla Regione Siciliana, una risposta per poter andare avanti, in caso contrario vi sarebbe un reale problema a copertura dei costi del servizio, vista l’assenza di liquidità immediata.

NICOLOSI. Venerdì 25 gennaio, presso il teatro del centro congressi di Nicolosi, ha avuto luogo la cerimonia di intitolazione dell’istituto alberghiero di Nicolosi al giudice Rocco Chinnici. Alla cerimonia erano presenti illustri personaggi, tra cui: l’avvocato Giovanni Chinnici, figlio del giudice, ucciso dalla mafia nel 1983, il sindaco di S. Maria di Licodia, Salvatore Mastroianni, il sindaco di Nicolosi, Nino Borzì, il prefetto Francesca Cannizzo, il giudice Nicolò Marino, il commissario straordinario della Provincia Regionale di Catania, Antonella Liotta, il provveditore Raffaele Zanoli, il generale Antonino Rametta. Inoltre, presenti anche la preside dell’istituto alberghiero di Nicolosi, Anna Maria Mondati, che ha introdotto la cerimonia dando spiegazione del motivo per cui la scuola fosse intitolata al giudice Chinnici, il preside della scuola Parini di Catania, Giuseppe Adernò che ha introdotto il coro di voci bianche che ha cantato l’inno alla legalità. Infine l’inno di Mameli, ha preceduto a scopertura della targa, che già è stata apposta all’ingresso dell’istituto alberghiero di Nicolosi, benedetta dal parroco Vittorio. Con questa cerimonia si è voluto per l’ennesima volta onorare la figura del giudice Chinnici, che si battuto nella sua vita per la legalità N. L.

mo turn over nella giunta in vista delle prossime elezioni che si terranno a maggio prossimo, nominando la giovane Marzia Merlo e Vincenzo Greco, dopo l’uscita di Pastanella e Cantarella. I neo assessori sono entrambi di area Pd. Nel giuramento prestato, avvenuto lo scorso mese, hanno partecipato tutta la giunta comunale il sindaco Pippo Glorioso, e i familiari e amici della neo eletta. Al neo assessore Marzia Merlo, andranno le deleghe di Pari opportunità e settore che aveva chiesto espressamente. Un impasto di giunta, che si reg- ge sull’asse Pd/Mps, che tuttavia non ha fatto felice le opposizioni lequali non hanno gradito affatto le due nomine giunte quasi a scadenza del mandato. Per Antonio Bonanno presidente provinciale “Giovani Italia”, le ultime imbarazzanti nomine dimostrano come il sindaco si stia dedicando con impegno alla sua campagna elettorale, trascurando l’interesse della città con l’obbiettivo di distribuire poltrone. Esprime sdegno anche Antonio Portale responsabile del “Movimento per la nascita della città”. Parole fatte arrivare al sindaco Glorioso tramite l’ufficio di gabinetto, con la richiesta di una eventuale richiesta, che però non è arrivata, neanche dai neoassessori. E nel frattempo a Biancavilla è partito la caccia al toto sindaco, un argomento importante per il futuro del Comune biancavillese. Maria Cristina Milazzo

Festeggiato S. Vincenzo, compatrono di Adrano ADRANO. Solenni sono stati i festeggiamenti in onore di S. Vincenzo ad Adrano. La novità di quest’anno è che c’è stato un allungamento del percorso, in maniera piccola, la processione con il simulacro ha attraversato Piazza Umberto, via Garibaldi, Piazza Immacolata, via Santa Chiara e l’inserimento del percorso di Piazza Barone Guzzardi. Le scuole e gli uffici, durante la giornata della festa sono rimasti chiusi. La festa è stata riservata alle funzioni religiose che si sono svolte nella Chiesa Madre adranita. Due sono state le sante messe celebrate nel corso della mattinata, 10:15 e 11:45, mentre la cerimonia più solenne è stata quella delle ore 18, alla quale hanno partecipato numerosi fedeli, confraternite e associazioni cittadine, nonchè rappresentanti delle istituzioni locali con in testa il sindaco di Adrano, Pippo Ferrante. Funzioni religiose svolte all’insegna della semplicità per ricordare il diacono martire compatrono di Adrano insieme a San Nicolo Politi, il santo eremita adranita che viene festeggiato ogni anno il 3 agosto. Al termine della celebrazione eucaristica della sera, celebrata da monsignore Alfio Reina, si è svolta la solenne processione della reliquia di San Vincenzo, custodita in una teca.

Scandurra continuerà a guidare a Biancavilla la protezione civile BIANCAVILLA. Giuseppe Scandurra è stato riconfermato presidente della “Onlus protezione civile” di Biancavilla, al suo quarto mandato. Scandurrà ha ricoperto vari ruoli di grande rilievo, tra cui referente del Centro Servizi volontariato etneo, membro del comitato tecnico scientifico. Al momento è il segretario del coordina mento delle Associazionidi volontariato dell’Alto Simeto, che operano nel comprensorio che parte da Paternò fino ad Adrano. Inoltre nella seduta di insediamento del direttivo della Onlus di Biancavilla, sono stati riconfermati anche il vice presidente Salvatore Mauceri, il segretario Alfio Neri e i consiglieri Pietro Calvagno ed Alfio Mauceri. Il consiglio direttivo resterà in carica per 3 anni. Giuseppe Gego


Mascalucia/Belpasso/Viagrande _pag 4 Cambio di commissario a Silvia nuovo commissario a Belpasso Mascalucia. Crocetta nomina Manno, che si mette subito al lavoro BELPASSO. Il presidente della Regione

Siciliana, Rosario Crocetta, ha revocato a Sajeva il suo mandato di commissario straordinario nel Comune di Belpasso. Ricordiamo che, Raffaele Lombardo ex governatore, aveva affidato prima l’incarico ad Angelo Sajeva, durato tre mesi, dopo le dimissioni dell’allora sindaco Alfio Papale, che si era candidato a sua volta alle Regionali del 28 ottobre scorso. Uno dei primi atti del governatore Crocetta, è stato quello della rimozione di Angelo Sajeva nominando Giovanni Silvia. Il commissario uscente Sajeva prima di essere stato tolto dall’incarico, era al Palazzo di Città. Avrebbe dovuto incontrare il segretario generale e il presidente del Consiglio, ma invece ha potuto far altro che prendere atto della situazione, preferendo non rilasciare nessuna dichiarazione. << Ci sono cose più importanti di cui parlare >>, sono state le sue uniche parole. Anche il segretario generale Marco Puglisi ha preferito non commentare. Intanto Lo Monaco ha affermato che il neo presidente della Regione, Rosario Crocetta, abbia adottato il provvedimento di revoca che – dubito trovi fondamento giuridico nella legge regionale n. 43 del 2012, nonostante un intenso lavoro che aveva cominciato a dare i primi risultati positivi per l’ente provinciale di Catania e per l’intera comunità. A ringraziare il commissario Angelo Sajeva per il lavoro svolto nei suoi 3 mesi di mandato, anche il presidente del consiglio comunale di Belpasso, Nino Rapisarda e diversi membri dell’Assise. M. C. M.

MASCALUCIA. Da quasi un mese si è insediato il nuovo commissario straordinario del Comune di Mascalucia, il dott. Fulvio Manno, in sostituzione del dott. Li Rosi, che dirigerà fino alle prossime elezioni amministrative. Dopo aver preso visione della situazione della cittadina etnea, il neo commissario si è attivato subito nella ricerca di soluzioni efficaci alle problematiche presenti, facendo subito sentire la sua voce riguardo la trasparenza on line e i dati dell’ultimo censimento nazionale. Accanto ai primi Comuni in Italia, Mascalucia risulta essere, infatti, in linea in tema di trasparenza on line, in conformità in conformità con quanto stabilito dalla cosiddetta legge “Amministrazione aperta”, art. 18 della Legge 134/2012, che stabilisce l’obbligo per gli enti pubblici di diffondere sui propri siti istituzionali tutti i dati relativi alle erogazioni che in un anno superano i mille euro, a qualsiasi titolo, in modo da rendere trasparente l’attività della pubblica amministrazione, con la pubblicazione di informazioni sulla spesa di denaro pubblico. Come ha dichiarato lo stesso commissario Manno “Si deve dare atto al Comune di Mascalucia di essere uno dei pochi enti pubblici, e a livello nazionale e a livello locale, conforme alle disposizioni di legge, pubblicando on-line tutti i dati richiesti”. E visto che questa “è un’operazione complessa” come ha spiegato Fabio Puglisi, responsabile dell’area informativa del Comune etneo “si deve centralizzare ogni aspetto e pubblicare una gran quantità di dati senza violare la tutela alla privacy, fattori che comportano una difficoltà reale. Questo è il motivo per cui gli enti tardano nell’avere siti web conformi alla trasparenza”. Riguardo al censimento, il dott. Manno rende noto il suo ricorso presentato all’Istat, per richiedere la revisione dei dati concernenti il Comune di Mascalucia che ha registrato una popolazione legale di 29.984 residenti, a fronte dei 30.081 cittadini rilevati dall’ufficio comunale di censimento di Mascalucia. “Ritengo assolutamente doveroso che l'Istat provveda alla richiesta di revisione sulla popolazione residente del nostro Comune pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 294 del 18 dicembre 2012”, come ha dichiarato lo stesso commissario, resosi conto della MASCALUCIA. A Mascalucia sono state assegnate 10 borse di stupenalità subita dal comune etneo, che vede limitati i propri vantaggi. dio agli studenti universitari residenti, riferito all’anno accademico Simona Lo Certo 2011-2012. Mediante la delibera n.40/2012, il Consiglio Comunale ha permesso ai vincitori del bando di gara, di poter usufruire di tale incentivo, presentando la domanda entro e non oltre il 15 gennaio. La commissione giudicatrice ha accettato solo le domande di coloro che sono risultati in regola con le regole del bando. Per la partecipazione alla gara, era infatti necessario che i candidati fossero studenti universitari iscritti all’anno accademico in corso, lauBELPASSO. A Belpasso si è già entrati nel vivo, per gli aspiranti reati o laureandi, che avessero la propria carriera accademica in candidato sindaco. Sono già diventati tanti i nomi, che aspirano a regola e soprattutto che il reddito Isee del nucleo familiare di apparquesta candidatura, cui anche il “Movimento Crocetta”. Qualcuno tenenza non superasse € 10.632,94. L’attuazione di questo progetto, nel mese scorso, tramite pubblicità consegnata nelle cassette lette- ha stimolato l’attenzione di più studenti residenti presso il Comune ra, ha provveduto ad in formare i cittadini della loro candidatura. di Mascalucia che hanno letto nell’iniziativa, un elemento di camSalvatore Prastani, comandante dei vigili urbani di Zafferana Et- biamento a favore dei più giovani e un incentivo verso la cultura. nea, ora a Ragalna, papà del consigliere Davide. La candidatura Simona Lo Certo di Prastani emerge con l’Associazione “Aurora belpassese”, nata da circa due anni, lo stesso precisa che si presenta per cercare di dare risposte a ciò che non è avvenuto in passato. Altro aspirante annunciarlo è il coordinatore della sezione locale, Andrea Apa, già candidato si tratta dell’ex vice sindaco, Carlo Caputo, amministra- candidato alle precedenti elezioni per il Consiglio comunale, tra le tore dal 2002. Caputo parla di un “crono programma” che si deve fila del Pd. «Consideriamo - dichiara Apa - una grande opportunità realizzare in 5 punti, tra cui metropolitana e Prg. Altro aspirante per Belpasso avere un filo diretto con il Governatore della Regione candidato sarà Luciano Mirone, giornalista e scrittore, consigliere Sicilia». Referente per Crocetta sul territorio belpassese Apa indica comunale dal 1993 al 1997. Mirone, dice che vuole candidarsi, per- il consigliere del Pd Giuseppe Aiello, al cui fianco, in Consiglio coché richiesto da più persone, specie i giovani e il progetto supera munale, arriva dal Pdl il consigliere Salvatore Maugeri, che ha forsia la destra che la sinistra. Uno degli obiettivi di Mirone è di sal- malizzato la sua adesione al Movimento del Governatore dell'Isola. vaguardare l’ambiente, che potrebbe essere un punto di sviluppo L'intento, oltre che all'applicazione del metodo Crocetta, sarebbe sulla riorganizzazione del Prg. Per quanto riguarda il centrosinistra quello di costruire, in vista delle prossime elezioni un'ampia e vindella politica belpassese, arriva anche il “Movimento Crocetta”. Ad cente coalizione che contenga sia l'Udc che la sinistra belpassese.

Assegnate 10 borse di studio a Mascalucia

A Belpasso sono tanti gli aspiranti candidati a sindaco

A Mascalucia è entrato in vigore il nuovo piano viario MASCALUCIA. Dalla metà dello scorso mese, è entrato in vigore il nuovo piano viario che interessa le strade principali che attraversano il centro della cittadina di Mascalucia. Secondo quanto stabilito dalle ordinanze dirigenziali numero 50, 52, 53, 54 del dicembre 2012 e dalle molteplici richieste dei cittadini residenti pervenute all’Amministrazione comunale di Mascalucia, è stato necessario creare un nuovo e più efficace assetto della circolazione nel centro storico, generando in tal senso un flusso veicolare a senso unico. Hanno subito variazioni, dei sensi di marcia lungo il tratto di via Etnea che da Corso San Vito giunge sino a via Scalilla, con l’istituzione del senso unico verso nord, il tragitto tra via Etnea e via Sabin, con la nuova regolamentazione viaria in senso rotatorio mediante i sensi unici delle due vie, il tratto che da via Regione Siciliana porta alla Chiesa di San Rocco in direzione Nord, tramite il nuovo senso unico di via Etnea. Si è stabilita, inoltre, la creazione di un’apposita isola pedonale, creata con la chiusura dello spazio adiacente al muro cimiteriale storico, allo scopo di migliorare la viabilità e di trovare una soluzione efficace ai problemi di scorrimento del traffico veicolare nel tratto via Cimitero, tra il parcheggio Falcone - Borsellino e quello antistante l’ampliamento del cimitero. Le autorità e la stessa Polizia Municipale di Mascalcia, consigliano ai cittadini di fare attenzione alla nuova segnaletica per non incorrere in sanzioni regolate dall’articolo 7 del C.d.S. Simona Lo Certo

A maggio elezioni comunali a Viagrande VIAGRANDE. Fissata la data delle elezioni comunali. Il ministro degli interni, Anna Maria Cancellieri, ha ufficializzato che si voterà domenica 26 e lunedì 27 maggio e l’eventuale turno di ballottaggio è previsto il 9 e il 10 giugno. Intanto si fanno avanti altri candidati sindaci. Vecchi e nuovi volti affollano il panorama elettorale del paese. Ad aggiungersi ai già intervistati Francesco Leonardi e Vincenzo Sanfilippo, ci sono Angelo Tonzuso, che ha ufficializzato la candidatura inviando una cartolina ai compaesani e Sandro Barbuscia, il più giovane, che ha sfruttato il giornale online del paese per presentarsi. La piattaforma virtuale è stata utilizzata anche dai cittadini più appassionati che hanno voluto dire la loro, facendo il tifo per il candidato preferito. Si sono addirittura scatenati alcuni botta e riposta piuttosto accesi. Ma non è solo su internet che la gente parla di elezioni. Anche i locali pubblici sono continuamente investiti dal chiacchiericcio preelettorale, al quale si aggiungono però le critiche per la politica nazio- nale, di cui ormai nessuno più si fida: “Loro pensano solo a rubare”, così vengono descritti i politici dei piani alti. Diversa considerazione viene invece mostrata per i politici locali, che più che per mestiere intraprendono questa strada per devozione verso il proprio paese. Nel frattempo, la campagna elettorale condotta in modo latente durante gli scorsi mesi è ormai sotto gli occhi di tutti. I candidati sindaci e i loro alleati hanno sfruttato l’occasione della festa del santo patrono per scendere in piazza, in mezzo alla gente. Ed è proprio questo che chiedono i viagrandesi al futuro sindaco: partecipazione diretta e presenza sul territorio 365 giorni l’anno. Non si cercano abilità magiche, né tanto meno opere napoleoniche, piuttosto una buona amministrazione, che stia accanto ai bisogni del cittadino e perché no che lo avvicini nuovamente al comune. Non sarebbe bello avere i consigli comunali ricchi di gente appassionata alla vicende del proprio paese? Chiara Pane


Aci Bonaccorsi/Valverde/Tremestieri Etneo _pag 5 A Valverde si vota a giugno per eleggere il sindaco VALVERDE. A maggio prossimo ci saranno le elezioni per eleggere il nuovo sindaco di Valverde, non ci sono ancora notizie certe sui futuri candidati, ma attualmente in paese tanti sono i nomi che si vociferano tra i cittadini. Tra questi spiccano Rosario D’Agata e Antonio Danubio, entrambi ben noti ai valverdesi in quanto nativi del posto e sempre presenti nella vita politica locale. Antonio Danubio, consigliere provinciale, è attualmente impegnato con il progetto del camper Associazione Nazionale “Unione del paese diritti e tutela del cittadino”, un’iniziativa attiva da circa un anno che sta riscuotendo grande successo. Attualmente il camper si trova in via Martoglio, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 22, il sabato e la domenica mattina dalle 9 alle13 in Piazza del Santuario. La gente vi si può recare per confrontarsi direttamente con Danubio, esprimere le proprie idee e dare consigli su come migliorare il paese. Le richieste verranno trasmesse direttamente al sindaco attuale Angelo Spina. Il camper si sposterà anche in altre frazioni: Piazza Scelba, Belfiore, zona Peppe Valverde, Maugeri, Sant’Anna e Carminello. Il suo intento è quello di coinvolgere la gente e tornare a una politica che possa realmente soddisfare i bisogni della comunità, obbiettivo

Giochi di matematica nella scuola media di Aci Bonaccorsi

ACI BONACCORSI. Nei giorni scorsi, si è svolto nella scuola media di Aci Bonaccorsi, la fase provinciale dei giochi di matematica. Alla manifestazione che viene organizzata annualmente dal Centro Pristem Bocconi di Milano, hanno partecipato diversi alunni della prima, seconda e terza media della scuola bonaccorsese. Tutor dei giochi d’autunno di matematica è l’insegnante Mariella Pettinato. Ecco di seguito la classifica degli alunni che hanno partecipato: Emanuele Borzì 3 classificato della 2 media, Lorenzo Zanini 1 classificato della 2 media, Antonino Leonardi, 3 classificato della 3 media, Flavia Garaffo, 2 classificata della 2 media, Davide Testa 1 classificato della 3 media, Federico Ansaldi 2 classificato della 3 media. Gli altri alunni che hanno partecipato, senza classificarsi sono: Angelo Nicolosi, Pierpaolo Scurria, Sebastiano Mendolia, Sergio Zagarella, Luca Di Stefano, Bruno Spampinato, Sabrina D’Agata, Carlotta Murabito, Venera Sara Nicotra, Enrico La Rosa, Fabrizio Malfitana e Luigi Balsamo. S. L.

realizzabile tramite una costante presenza sul territorio e un dialo- go aperto e concreto con la cittadinanza. Rosario D’Agata, attuale “consigliere anziano” dell’Amministrazione comunale, coordinatore della lista civica “Valverde Viva”, ricercatore di statistica sociale presso la facoltà di Scienze Politiche, è convinto che il paese abbia bisogno di rinnovarsi totalmente,, eliminando i danni ambientali e sociali che negli ultimi 10 anni ne hanno deturpato l’immagine. Il suo impegno nei confronti di Valverde si esplica anche attraverso l’organizzazione di spettacoli, concerti e forme di accoglienza presso la sua sede, sita in via Vittorio Emanuele, a due passi dalla piazza. Le linee essenziali del suo programma prevedono lo sviluppo delle fonti energetiche alternative, possibilità di scambio continuo con il popolo tramite e-mail o posta a costo zero, trasparenza e soprattutto recupero delle tradizioni e dell’identità della comunità. Priorità assoluta sarà data al piano regolatore, la cui mancanza finora ha permesso la distruzione del territorio. Sicuramente entrambi i candidati nei prossimi mesi presenteranno un programma ben definito e non mancheranno di riservarci delle sorprese. Eleonora Villeri

Pallacanestro Aci Bonaccorsi, una bella realtà sportiva ACI BONACCORSI. Sono circa 130 gli iscritti alla Pallacanestro Aci Bonaccorsi, diventata ormai una bella realtà sportiva nel piccolo centro dell’hinterland. Una società con un bel vivaio, di cui anche una squadra femminile (categoria Esordienti). La prima squadra partecipa al campionato di Serie D, al momento si trova nella zona alta della classifica. I piccoli dai 4 ai 6 anni, che praticano attività motoria di base, con leggeri basi di pallacanestro sono allenati da Seby Re, così come anche la squadra Scoiattoli dai 7 ai 9 anni. Gli Aquilotti (10 e 11 anni) vengono seguiti da Salvo Raciti, mentre le due squadre Esordienti, una maschile e una femminile il tecnico è Francesco Formica. La categoria under 13 e under 14 è allenata dal coach Giuseppe Guadalupi, mentre la squadra che partecipa al campionato di Promozione maschile, dove vengono inseriti giocatori senior sono allenati da Seby Re. La prima squadra che sta disputando un ottimo campionato (al momento si trova al primo posto) è guidata da Giacomo Corallo, tecnico di grande esperienza. Il presidente della società “Pallacanestro Aci Bonaccorsi”, Rosa Giustolisi precisa “L’obiettivo che ci siamo prefissati ad inizio campionato è di puntare alla promozione con la prima squadra, senza trascurare il vivaio giovanile. La nostra è una squadra con giocatori di spessore, non da meno posso dire Palazzolo Acreide, Giarre e Caltanisetta. Quest’anno, abbiamo approfittato della rinuncia al campionato della società di Valverde, in maniera tale, d’aver convinto alcuni dei giocatori ad entrare a fare parte della nostra squadra. La nostra società è inoltre contenta per avere quasi raddoppiato il numero degli iscritti, infatti da 80 tesserati dell’anno scorso, siamo arrivati a circa 130, per noi un risultato davvero prestigioso. Ringraziamo l’Amministrazione comunale di Aci Bonaccorsi, che è molto vicina a noi, dove ci viene incontro con la struttura del Polivalente, per noi davvero prezioso”. N. L.

L’ex vice sindaco e assessore di Aci Bonaccorsi, Vito Di Mauro precisa ACI BONACCORSI. Nel mese di gennaio scorso, si è dimesso l’assessore e vice sindaco Vito Di Mauro, mentre il sindaco Mario Alì ha tolto a tutti gli altri assessori in carica le deleghe che ricoprivano. L’ex assessore Vito Di Mauro spiega il motivo per cui si è dimesso, precisando “Il problema di fondo è dato da una diversa visione della politica fiscale del Comune di Aci Bonaccorsi, il quale sta entrando nel patto di stabilità con conseguente restrizione dei fondi pecuniari a disposizione. Non mi è sembrato opportuno abbassare gli oneri di urbanizzazione, così come ha pensato di fare il consiglio comunale. Da qui è nata la mia decisione di dissociarmi in quanto, abbassare gli oneri, comporterebbe un aumento di tasse nei confronti di tutti i cittadini bonaccorsesi. A lungo termine si corre il rischio che, questa politica, porti alla soppressione di tutti quei servizi realizzati con grande sacrificio da diversi anni, e che hanno fatto di Aci Bonaccorsi un Comune unico.

Urzì resta consigliere comunale a Tremestieri Etneo TREMESTIERI ETNEO. Il consiglio comunale ha respinto la decadenza del consigliere Urzì, avanzata da un cittadino tremestierese. La motivazione di fare decadere il consigliere, stava nel fatto che Urzì si era assentato per tre volte consecutive alla seduta comunale, ma per motivi validi essendo problemi di salute, che li hanno impedito di essere presente in aula. Il consiglio dopo essersi riunito, ha deciso di confermare il consigliere Urzì.

Festeggiato a Maugeri don Francesco Panebianco VALVERDE Nel mese scorso a Maugeri, frazione di Valverde, in occasione della festività dell’Epifania, nella Parrocchia Santa Maria delle Grazie è stato ricordato il cinquantesimo anno di parrocato di don Francesco Panebianco (92 anni). Alla cerimonia sono intervenuti in tanti, anche non valverdesi: il sindaco Angelo Spina, il vicario Foraneo don Giovanni Mammino e tutti i membri dell’Azione Cattolica. La giornata è cominciata con la messa solenne celebrata dal vescovo di Acireale, Monsignore Raspanti, e la tradizionale processione del simulacro di Gesù Bambino, come ogni anno, ed è poi proseguita con la videoproiezione di alcune diapositive inerenti la vita del parroco. Panebianco è stato ordinato sacerdote nel 1944 e la sua vocazione è nata a Maugeri, grazie all’amicizia con don Salvatore Leone, a quell’epoca arciprete di Aci Bonaccorsi Eleonora Villeri

Conferenza, dibattito ad Aci Bonaccorsi

ACI BONACCORSI. Lo scorso mese, nella sala “Prisma” di Palazzo Recupero Cutore in via Etna, l’Assessorato alla cultura del Comune di Aci Bonaccorsi, ha organizzato una conferenza – dibattito avente come tema “Quid est veritas?”. Il dottore Giuseppe Arena, specialista in storia della filosofia, ha affrontato l’argomento facendo un excursus sul pensiero dei vari filosofi del passato sino a Benedetto Croce, mettendo in risalto la difficoltà nel dare un esaustiva risposta alla domanda su cosa sia la verità. E’ seguito un vivace dibattito da parte di un numeroso e qualificato pubblico, dove ognuno ha portato le proprie idee sul tema trattato.


Pedara/Trecastagni/S.G. La Punta _ pag 6

A S. Giovanni La Punta, lavori alla rotatoria davanti al cimitero S. GIOVANNI LA PUNTA. Nei giorni scorsi, sono iniziati i nuovi lavori a S. Giovanni La Punta per la nuova rotatoria, davanti al cimitero, lungo la via Piave, che col passare del tempo permetterà la nascita di un parcheggio comunale che ospiterà un centinaio di macchine. Il sindaco di S. Giovanni La Punta, Andrea Messina, insieme al dirigente ai lavori pubblici, il geometra Michelangelo Viscuso, l’architetto Angelo Plastini, l’assessore Giovanni Russo e i responsabili Enel, hanno deciso di svolgere questo progetto per agevolare le auto che escono dallo svincolo “Paesi Etnei” e anche di agevolare il paese stesso. Il primo cittadino Andrea Messina precisa “Da anni abbiamo rivolto molta attenzione al problema del

A Trecastagni ripulita la strada provinciale 174 TRECASTAGNI. Si è svolta a Trecastagni una giornata all’insegna dell’ecologia. Tra gli obiettivi della giornata, svoltasi nel Comune trecastagnese, era un servizio straordinario di raccolta differenziata. Questi interventi nati su iniziativa della Provincia Regionale di Catania, attraverso la Pubbliservizi, diretta da Vittorio Lo Presti, e dal consiglio provinciale, in collaborazione con il Comune di Trecastagni, precisa il consigliere provinciale Edmondo Pappalardo, il quale ha anche spiegato l’importanza della differenziata anche per le finanze dei Comuni. Erano presenti l’assessore Rosario Di Stefano, e il consigliere Alfio Pittera. Gli operai che hanno partecipato, nella veste di volontari, hanno ripulito con l’ausilio di speciali mezzi e aspiratori (e il supporto del movimento cittadino «Trecastagni nel cuore» coordinato da Salvo Contarino e Turi Lupica) la strada provinciale 174, che da piazza Sant’Alfio conduce in contrada Grottacomune. Sicuramente una iniziativa lodevole, che merita di essere in futuro riproposta.

traffico e dei parcheggi, perché appunto negli ultimi anni il nostro paese ha subito un importante riscontro commerciale,oltre che un punto di passaggio per i nostri compaesani. L’Amministrazione comunale ha avviato il progetto di un ampio parcheggio suddiviso in tre aree, ma che verrà lasciato lo spazio ad una rotatoria. I lavori sono stati resi possibili grazie al consenso del Ministero delle Infrastrutture, che ci ha trasferito i fondi necessari per svolgere questo importante progetto per il bene del nostro paese. Il nostro compito è di rendere non solo di far circolare le auto ma anche creare questo ampio parcheggio per accogliere le vetture in sosta”. L’assessore Giovanni Russo, si ritiene decisamente soddisfatto della realizzazione del progetto e dei lavori che stanno svolgendo i dirigenti dei lavori pubblici. I lavori, saranno realizzati sull’inizio della via Piave fino ad arrivare con via Crocifisso, compreso via Siracusa e l’angolo di via Umberto. I lavori saranno conclusi entro la fine di quest’anno. Pietro Anile

A Pedara, Rizzo lascia l’incarico di sindaco e assessore PEDARA. Giuseppe Rizzo, dopo diversi anni essere stato al servizio dell’Amministrazione comunale di Pedara, si è dovuto dimettere da assessore e vice sindaco. La motivazione scaturisce per incompatibilità con l’impegni nuovo assunto, quello di essere stato nominato presidente dell’Acoset, la società che si occupa dei servizi idrici in diversi comuni, tra cui anche il centro abitato di Pedara. Rizzo ha dovuto rassegnare subito le dimissioni, una volta nominato presidente dell’Acoset, ed ha espresso stima e ringraziamenti per la fiducia avuta sempre dal sindaco Barbagallo, dai colleghi assessori, così come dai consiglieri. Rizzo ha inoltre augurato al suo nuovo predecessore, un buon lavoro.

Premiato a Parma il Centro Eda puntese

S. GIOVANNI LA PUNTA. E’ stata premiata nel mese scorso, presso la sala Pallavicino del Comune di Zibello, in provincia di Parma, il Centro Eda dell’istituto comprensivo “Enrico Fermi” di S. Giovanni La Punta. La premiazione del concorso intitolata “L’Europa cambia la scuola” si avvaleva del riconoscimento del ministero dell’istruzione, dell’Università e Ricerca, direzione generale per gli affari internazionali, per il contributo alla crescita della dimensione europea nella formazione. Un concorso rivolto alle istituzioni scolastiche italiane, che hanno partecipato negli ultimi due anni al progetto europeo «Lifelong Learning Programme» (Comenius, Comenius Regio, Grundtvig, e-Twinning, ecc.). Da segnalare che per il programma «Grundtvig», che si rivolge alle istituzioni scolastiche che si occupano di educazione degli adulti, solo una scuola siciliana è stata premiata, il Centro Eda, Centro per l’Educazione degli Adulti, dell’istituto comprensivo «Enrico Fermi» di S. Giovanni la Punta, preside Giuseppina Montella. La premiazione ha avuto luogo alla presenza del diret-tore generale per la Cooperazione internazionale del Miur, dott. Marcello Limina. Hanno rappresentato il Centro Territoriale Permanente, la professoressa Agata Corsaro, responsabile e coordinatrice del progetto, e l’insegnante Maria Agatella Coco, che ha collaborato alla realizzazione. Il progetto, dal titolo «Silela – Social integration by learning european languages through the arts», ha dato l’opportunità ai corsisti del Centro, di familiarizzare con la lingua inglese e con le lingue degli altri paesi coinvolti nel partenariato (Portogallo, Olanda, Lituania, Irlanda, Turchia) attraverso l’apprendimento non formale, ma molto efficace per adulti che ritornano in formazione. Il progetto ha utilizzato attività teatrali e musicali sia per l’apprendimento dell’inglese (gli adulti recitavano in lingua inglese) che per conoscere aspetti salienti della cultura, la storia e le tradizioni dei paesi europei coinvolti. Il premio consiste nella somma di 4 mila euro, da destinare al sostegno dei processi di internazionalizzazione avviati, includendo anche esperienze di mobilità del personale docente in altri paesi europei.

Premiato il dirigente Salvatore Cavallaro In breve. Svolto un convegno a S. G. La In piazza Marconi a Trecastagni, della scuola calcio Trecastagni Al Galà dello Sport, svoltosi al PalaLivatino di Can- Punta i ragazzi della consulta giovanile nizzaro, spazio ad una classica, la “Castagna d’Ar-

TRECASTAGNI. I ragazzi della consulta giovanile, sono diventati per un giorno in Piazza Marconi a Trecastagni “Ciceroni” attraverso le speciali carte del Mercante in Fiera che rappresentano e tendono a valorizzare i maggiori siti di Trecastagni. E’ stato un vero e proprio successo, questa edizione, siglato dalla partecipazione di concorrenti e pubblico composto da grandi e bambini, in piazza Marconi, che incuriositi dalle sorprese e dai premi offerti dagli esercizi commerciali del territorio hanno partecipato in tanti. Con questa interessante manifestazione, si è concluso il ciclo delle iniziative legate alle festività, «I giovani per i giovani”, che ha coinvolto un folto numero di teenager e non soltanto, in una serie di attività ludiche ricreative e di aggregazione. Il presidente della consulta giovanile, Carmelo Di Paola, precisa: “Ci riteniamo contenti per la riuscita delle diverse manifestazioni, tra cui quella importante legata al Telefono Azzurro. Abbiamo riscontrato in tutti i giovani della consulta e nei simpatizzanti, una grande disponibilità ad accogliere e a realizzare iniziative di solidarietà. Ringraziamo anche l’Amministrazione comunale di Trecastagni, con in testa il sindaco Pippo Messina per il sostegno accordatoci. Ora si riparte con la nuova programmazione, anche se siamo alla fine del mandato. Comunque, spero che proseguano queste iniziative, che hanno avuto un ampio riscontro”.

gento”. L’iniziativa è stata promossa dalla Sicilpool del presidente Pippo Leone e dal Coni Catania, presieduto da Giuseppe Crisafulli. Si è proceduto alla consegna delle cinque “Castagne d’Argento”. I premi sono andati a Mauro Maugeri, il tecnico castellese che guida dal 2008 la nazionale femminile olandese di pallanuoto, Giuseppe Marcellino, speaker e commentatore di Rai Sport per il podismo, Salvatore Cavallaro, dirigente della scuola calcio delTrecastagni, Salvatore Panebianco, atleta maratoneta, campione italiano Yuda nel 2012. E’ un mo-mento difficile - . spiega il presidentePippo Leone -di crisi e di ridi-mensionamento in tutti i settori della vita economica e sociale. Noi abbia mo voluto conservare l’identità del Galà, che

non è solo un semplice premio, ma un momento anche di riflessione sui temi dello sport e l’occasione per promozionare anche la mia Trecastagni, la città in cui vivo. Tra i premiati un pioniere del calcio siciliano, un trecastagnese purosangue, Turi Cavallaro. “Gli anni passano, ma non la voglia - afferma il dirigente gialloblu -. Sono felice di ricevere questo premio, dopo quello nazionale che mi è stato consegnato a Roma dal presidente Abete. Questo ennesimo riconoscimento, mi stimola a continuare su questa strada anche se, gli anni passano. Sul fronte della scuola calcio Trecastagni mi ritengo essere soddisfatto. Per il momento la squadra Allievi e i Giovanissimi, entrambi nel campionato regionale si stanno ben comportandoepoicisonogliEsordientichecomandano la classifica nel nostro girone di calcio a sette

S. GIOVANNI LA PUNTA. Nei giorni scorsi, nell’aula consiliare del Comune di S. Giovanni La Punta, si è svolto un convegno di formazione intitolato “Fiscalità locale partecipata”. L’incontro è stato organizzato dall’Amministrazione comunale puntese, con in testa il sindaco Andrea Messina. E’ già attivo per i cittadini intanto, il servizio internet: www.portaleperilcittadino.it


Aci S. Antonio/San Gregorio _ pag 7 A giugno si vota ad Aci S. Antonio per eleggere il sindaco. I candidati? Bruno Trupia nuovo consigliere ACI S. ANTONIO. A giugno 2013, si svolgeranno nella cittadina re come si vorrebbe”. In questo modo non smentisce, ma non ricon- a S. Gregorio di Catania santantonese le elezioni per eleggere il primo cittadino per i prossi- ferma neppure la sua candidatura. Stesso discorso per il consigliere mi cinque anni nel Comune di Aci S. Antonio. La questione suscita molta curiosità tra i cittadini, e tutti si domandano chi saranno i nominativi per la candidatura. Nessuno vuole ancora sbilanciarsi ma, girando per le strade principali, sono tanti i manifesti che richiamano la nostra attenzione, da una parte si tende ad esaltare l’attuale Amministrazione, dall’altra non mancano insulti e rimproveri. Passeggiando per la Piazza Maggiore, non è difficile imbattersi in discussioni di persone che si chiedono se l’attuale sindaco Pippo Cutuli, sarebbe disposto a mettere di nuovo la sua professionalità al servizio della cittadinanza. Ecco come risponde Cutuli: “Io ho ricoperto parecchi incarichi nella mia vita politica e l’esperienza vissuta da sindaco è per certi versi esaltante, per altri deprimente, perché quando ci si trova di fronte a tagli ingenti di fondi non si può lavora-

provinciale Enzo D’Agata. Molti si recano da lui presso la tabaccheria sita nelle vicinanze della Piazza Maggiore e gli chiedono di candidarsi. D’Agata è molto conosciuto nella storia politica santantonese, in quanto nel 1994 è stato eletto consigliere comunale (nonché, subito dopo, presidente del Consiglio) ad Aci S.Antonio, ed è stato anche il più votato nella lista dell’allora “Polo delle Libertà”. Nel 1998 si è candidato a sindaco andando in ballottaggio, sempre Ad Aci S. Antonio, e nel 2008 al Consiglio Provinciale di Catania, risultando eletto. Anche lui è spinto a candidarsi dal desiderio di operare per il bene del paese, ma ancora preferisce prendere un po’ di tempo per poter riflettere sull’attuale situazione politica. Infine non si escludono altri possibili candidati, tra cui la dottoressa Angela Grasso. Eleonora Vileri

Ad Aci S. Antonio, sopralluogo della Provincia per controllare i lavori di restauro delle tele ACI S. ANTONIO, Nel mese scorso, la VI Commissione Consiliare Permanente (Beni Culturali e P.I.) della Provincia Regionale di Catania, convocata dal presidente Marco Luca, si è recata presso i locali della Chiesa Madre di Sant’Antonio Abate ad Aci S. Antonio, per controllare i lavori di restauro della cappella del Crocifisso, cofinanziati dall’ente, a seguito del rinvenimento di pregiati affreschi del 700, attribuiti al pittore acese Giuseppe Grasso Naso (allievo prediletto di Paolo Vasta), raffiguranti scene del ciclo pittorico sulla Passione di nostro Signore. Gli affreschi erano stati rinvenuti nel novembre 2012, durante i lavori di ristrutturazione della Cappella, e non era-

S. GREGORIO. Lunedì 28 gennaio scorso, è subentrato Bruno Trupia al posto di Pietro Venticinque, in qualità di consigliere durante la seduta comunale. Pur avendo ai sensi della recente legge l’opportunità di mantenere il doppio incarico di consigliere e assessore, Pietro Venticinque ha, infatti, rassegnato le sue dimissioni da consigliere comunale per dedicarsi esclusivamente al ruolo di assessore. Commercio, sviluppo economico, mercato, smaltimento rifiuti, consulta degli immigrati e degli anziani, rapporti con il consiglio comunale e problematiche sul randagismo: sono queste le deleghe assegnate dal sindaco Remo Palermo al neo assessore Venticinque. «Ho l’intenzione di dedicarmi a tempo pieno agli incarichi che mi sono stati conferiti per provare seppur in poco tempo a concretizzare il maggior numero di progetti per il nostro paese»: con queste parole l’Assessore Venticinque ha motivato la sua scelta. A lui in consiglio comunale subentra pertanto il primo dei non eletti della lista civica “La Coccinella Remo Palermo sindaco”, Bruno Trupia, durante la quale ha prestato giuramento. Trupia è un cittadino residente a San Gregorio di Catania, lavora come dirigente medico presso l’Asp di Catania. Il consigliere Trupia, 55 anni, sposato e padre di due figli maschi. Trupia precisa “In consiglio comunale, mi auguro di avere un’opportunità di crescere dal punto di vista umano e sociale. Spero che ci sia uno scambio di idee produttivo e costruttivo con gli altri consiglieri per il bene di San Gregorio”, alla sua prima esperienza in assoluto in consiglio comunale.

no stati notati prima d’allora poiché oscurati da una doppia parete. Questi affreschi, sono di particolare pregio e rappresentano un patrimonio artistico d’inestinguibile valore per il paese. Durante l’ultimo sopralluogo, l’addetto ai lavori, ha riscontrato la necessità di lasciare le tele dove si trovano e di inserire un buon impianto di illuminazione per metterle in evidenza. La pulizia delle tele avverrà con delle spugne e dell’acqua distillata, così da non alterare lo stile Neoclassico della navata centrale e della cupola a sesto acuto. Ancora non si sa a quanto ammonterà la spesa totale, ma sarà sicuramente adeguata ai lavori da attuare. “Trasferire alle nuove generazioni i beni culturali e le tradizioni del territorio – ha dichiarato il consigliere provinciale Enzo D’Agata – è un dovere morale. Ringrazio l’ex presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, per avere accolto la mia segnalazione e finanziato il recupero di alcune opere legate a importanti riti religiosi confermando, con questo tangibile ACI S. ANTONIO. Il 13 e il 17 gennaio in Piazza Monsignor Sciuto esempio, il prezioso ruolo che le Province assumono nel territorio”. a Lavinaio, frazione di Aci S. Antonio, in collaborazione con Lions Eleonora Vileri Club Catania Est, Amplifon, e l’Unione Ciechi sono state organizzate due giornate di prevenzione contro i disturbi all’udito e alla vista. Le visite sono state aperte a chiunque ne avesse bisogno. Lo staff medico, sotto la supervisione del dott. Marchese, era formato da dottori e infermieri altamente specializzati che hanno messo ed adattamento ai cambiamenti climatici, in maniera tale da avere la propria professionalità al servizio della popolazione. Si è trattata un duplice beneficio: da un lato una riduzione dei costi energetici di una iniziativa di notevole rilievo per la cittadinanza soprattutto (si stima che, entro il 2020, ci sarà una riduzione di almeno il 20% perché, in un periodo di crisi economica come quello che stiamo delle emissioni e dei consumi energetici); dall’altro un nuovo introi- attraversando, la gente è spesso costretta a rinunciare alle visite speto economico annuo derivante dal canone del diritto di superficie. cialistiche, compromettendo in tal modo le proprie condizioni di Purtroppo un limite da non sottovalutare a riguardo del fotovol- salute. Così bambini, giovani e anziani sono accorsi in piazza Lavitaico, è dato dal basso valore di rapporto tra efficienza e costo del naio e hanno potuto chiedere informazioni e ricevere un accurato modulo fotovoltaico, il quale si traduce in un alto costo per KW/ controllo in maniera assolutamente gratuita e senza dover attendere ora prodotto almeno nel periodo di ammortamento dell’impianto. in fila per lungo tempo. Data la sua positiva ricaduta sul benesseTuttavia, pur senza alcun aumento di efficienza, si osserva un ab- re della popolazione, il progetto coinvolgerà anche altri paesi; in battimento dei costi. Il sindaco di S. Gregorio, Remo Palermo, ma- particolare sarà diretta a zone disagiate come quelle di Librino, San nifesta il suo entusiasmo per l’iniziativa intrapresa ed il cui scopo Leonardello e Picanello. Le visite avranno luogo una volta al mese è quello di apportare una miglioria all’attuale situazione del paese. per ogni quartiere. Giorno 26 gennaio a Catania, la Lions Club, ha Silvia Arcieri organizzato anche una visita di controllo e prevenzione dentale. Eleonora Villeri

A Lavinaio organizzate due giornate di prevenzione gratuite

Maggiore risparmio e meno consumi energetico con il fotovoltaico S. GREGORIO. A seguito di una proposta pervenuta dall’assessore alle Politiche energetiche Salvatore Torrisi, è stato incaricato l’ingegnere Giuseppe Torrisi dell’area Affari Generali del Comune di S. Gregorio, di predisporre di tutti quegli atti necessari per l’affidamento di locazione operativa al fine di progettare,realizzare e gestire impianti di tipo fotovoltaico. Compito affidato all’ingegnere sarà anche quello di gestire una miglioria della pubblica illuminazione “led” ed alimentazione autonoma con pannelli fotovoltaici per la circonvallazione di Viale Europa; il tutto senza aggravio sul bilancio. Non si ancora quale sia l’esito della gara di appalto ma si spera che, una volta superato l’iter di accreditamento presso l’autorità vigilanza contratti pubblici ed i vari enti previdenziali ed assicurativi, giunga tutto in porto. L’ idea di creare un sistema di pannelli fotovoltaici nasce dal volere che anche il Comune di S. Gregorio sia in linea con la direttiva comunitaria sulla mitigazione

Nuovo centro polidiagnostico S. GREGORIO. La crisi economica non fa emergere solo il peggio dell’umanità, ma dà la spinta per un nuovo spirito solidale, dove chi è più fortunato o ha specifiche competenze, è chiamato a metterle a disposizione degli altri. A tal proposito è nato nel cuore dell’istituto salesiano di S. Gregorio, un consultorio, dove medici specialisti in diverse patologie, audio protesisti, officine ortopediche prestano la loro opera volontariamente. Per chi vuole ricevere ulteriori informazioni o aderire all’Associazione “Vivere con amore” telefoni al numero 3472871608. La sede del poliambulatorio è in via Umberto 43/45° a S. Gregorio di Catania, ed è aperta tutti i giorni di pomeriggio, compreso la domenica dalle ore 16-19.

La festa di S. Antonio Abate Ad Aci S. Antonio le feste natalizie in compagnia ACI S. ANTONIO. Come ogni anno, ad Aci Sant’Antonio si sono dei rifiuti aperti i festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate. Celebrazioni particolarmente importanti quelle di quest’anno, in quanto ricorreva il 450° anniversario della festa. Il parroco, don Vittorio Rocca, ha deciso di chiedere a Sua Santità Benedetto XVI un periodo di grazia per l’occasione e il Papa, ha concesso la possibilità di lucrare l’indulgenza a tutti i fedeli che intendono celebrare questa ricorrenza con fede e devozione, attenendosi alle condizioni stabilite dal diritto canonico al riguardo (confessione, comunione, preghiere per le intenzioni del Santo Pontefice). All’organizzazione dei festeggiamenti ha contribuito il vescovo della diocesi di Acireale, Monsignore Antonino Raspanti, ha scritto una preghiera giubilare che è stata accolta con fervore. La festa si è svolta come da tradizione il 17 gennaio e ha visto la partecipazione non solo dei cittadini ma anche dei fedeli accorsi dai Comuni limitrofi. I pellegrinaggi e le celebrazioni giubilari sono proseguiti per tutto il mese di gennaio. Il simulacro del santo è stato collocato sull’altare maggiore, dove è rimasto esposto allo sguardo dei fedeli fino a domenica 27 gennaio, giorno in cui è stato nuovamente riposto nella sua cappella. Il “Te Deum”, la tradizionale preghiera e la benedizione con la reliquia, hanno concluso le celebrazioni. Eleonora Villeri

ACI SANT’ANTONIO. L’anno nuovo non ha risolto i problemi inerenti la raccolta dei rifiuti nel Comune di Aci Sant’Antonio. Durante le festività natalizie gli operatori ecologici avevano cominciato a protestare per la mancata corresponsione degli stipendi dovuta ai ritardi da parte dell'Amministrazione comunale. Con il trascorrere delle feste, ogni famiglia ha prodotto maggiori quantità di rifiutie il paese si è ritrovato “sommerso” da cumuli di spazzatura. Tale situazione, oltre ad offrire uno sgradevole spettacolo e a danneggiare l’immagine del paese, rappresenta un problema igienico di rilevanza non trascurabile. La situazione è stata peggiore nelle frazio ni (Santa Maria La Stella). Il Sindaco Pippo Cutuli dichiara di sentirsi profondamente addolorato perché, pur volendo adoperarsi per il bene del paese, si trova “con le mani legate”. Cutuli ha infatti predisposto dei mandati di pagamento per saldare le mensilità pregresse, ma denuncia un taglio dei fondi da parte dello Stato e della Regione di importo pari a 1.200.000 euro; con una simile riduzione di risorse diventa sempre più difficile soddisfare i bisogni della collettività e fornire servizi adeguati. A suo parere il problema si potrebbe risolvere, se la gestione dei rifiuti fosse riconsegnata in mano ai Comuni, ma in questo momento l’Amministrazione è davvero “sconfortata” poiché il servizio di raccolta dei rifiuti ha dimostrato di avere parecchie lacune, anche in molti altri paesi etnei. La situazione successivamente, è pian piano migliorata e i rifiuti sono stati eliminati. Eleonora Villeri


Sport _ pag 8 Calcio a 5. In C1 M&M Calcio a 5. In serie A2 Acireale a Club secondo, in zona play – caccia di punti, in serie B bene il out Catania c5 e Futsal Battiati Viagrande In serie A2, l’Acireale c5 in formazione rimaneggiata perde in casa il derby contro l’Augusta (al 3 posto) per 6-1, restando al penultimo posto in compagnia del Cus Chieti a 7 punti, ultima il Modugno a 4 punti. Nel prossimo turno, i granata sabato 2 febbraio ore 15 andranno a fare visita al Città di Palestrina, che si trova con tre punti in più in classifica, per un incontro che si annuncia scontro diretto per la salvezza. Per la squadra allenata da Samperi è un test importante, così come quello casalingo del 9 febbraio, in casa ar riva il Cus Chieti. In se rie B il Viagrande c5 del presidente Marletta è al momento al 4 posto, sei punti in più dall’attuale quinta Fabrizio c5 esclusa dalla zona play –off. Nell’ultimo turno, i biancocelesti con un brillante secondo tempo, hanno battuto la Futsal Melito per 6-3, da segnalare la tripletta di Bidinotti. Sabato 2 febbraio trasferta insidiosa per il Viagrande in casa della vice capolista Libertas Scanzano, per poi il 9 febbraio ricevere il fanalino di coda Real Team Matera.

In serie C1 bene la M&M Futsal Club allenata da Cannavò al momento è al 2 posto in classifica, ormai distante dal primo posto occupato dal S. Lucia del Mela. La squadra della M&M Futsal Club, intanto ha disputato l’andata di Coppa Italia nazionale di C1 in casa dell’Atletico Belvedere perdendo 6-1. La gara di ritorno a S. Giovanni La Punta si disputerà martedì 5 febbraio alle ore 15. In campionato la M&M Futsal Club, dopo 10 risultati positivi (9 vittorie ed un pari), sabato 26 gennaio sono stati sconfitti in casa dell’Ennese. Sabato 2 febbraio la squadra, allenata da Cannavò, riceverà l’Arcobaleno Ispica, al 4 posto, distanziata di soli 3 punti. Nella zona bassa della classifica ritroviamo le due etnee in piena zona play - out: Futsal Battiati e Catania c5, rispettivamente terz’ultimi e quart’ultimi in classifica, con i primi che hanno superato i secondi con il risulto di 4-2 al termine di una partita molto combattuta. Sabato 2 febbraio la Futsal Battiati andrà a fare visita agli Azzurri Futsal Palermo, penultimi in classifica con 4 punti in meno che ultimamente stanno facendo bene, risalendo la classifica, si annuncia una gara spettacolare. Il Catania c5 sabato 2 febbraio ospiterà in casa la Wisser Club di Palermo, quinta in classifica. G.M.G.

Calcio a 5 giovani Nel campionato Allievi al comando La Meridiana allenata da D’Arrigo, segue il Città di Misterbianco allenata da Giuseppe Basile (con una partita in meno), in evidenza Gambino e Bruca. Le due squadre entrambe imbattute all’andata hanno pareggiato. Nel campionato Giovanissimi, girone A al comando La Meridiana, che approfitta della sconfitta interna del Città di Misterbianco contro la S. Pio X, raggiunti dal Catania Nuova del presidente Cascio, entusiasta di questa avventura che vede protagonisti il gruppo dei Giovanissimi, dove settimanalmente si impegnano con grande impegno e sacrificio, dando il meglio di sé. La squadra è allenata dal duo Bonnici – Freni, quest’ultimo precisa che è contento di fare parte di questa società, per portare in alto il nome del Catania Nuova, credo di avere fatto una scelta giusta e mi congratulo con tutta la società. Nel girone B giovanissimi, non conosce ostacoli la Sicilia Tennis di Aci S. Antonio, andata conclusa con tutte vittorie.

Nella foto, la squadra Allievi del Città di Misterbianco. In alto da sinistra a destra: Basile (allenatore), Mangano, Crisafulli, Bruno, Gambino, Marino, Nicotra e Gatto. In basso da sinistra verso destra: Militello, Bruca, Di Franco, Privitera e Toscano.

Serie C1 calcio a 5 – 6 giornata Ritorno

Serie C2 Calcio a 5 girone C

Serie D calcio a 5 – 2 giornata ritorno

Sabato 2 febbraio 2013

Sabato 2 Febbraio 2013 6 giornata Ritorno

Azzurri Futsal Palermo – Futsal Battiati Catania c 5 – Wisser Club Ennese – Pro Gela Futsal Messina – S. Isidoro Harbur Sporting – Virtus Termini Juventus Scirea – Città di Sortino M&M Futsal Club – Arcobaleno Ispica S. Lucia del Mela – Rahl Butahi

Ludica Lipari - ATL. Villafranca Sporting Viagrande - Euroclub Belpasso Mascalucia C5 - Futsal Puntese Sp. Peloro Messina - Juvenilia Mascalucia Merì - Sport C. Peloritana Castroreale - Trinacria La Madonnina riposa

Girone A 2/02/2013 Albatros – Città di Militello Atl. Palagonia – D&D Club Futsal Macchitella – Don Bosco Sport Club Scordia – Ramacchese Riposa Audax Poerio

Sabato 9 febbraio 2013 – 7 giornata ritorno Arcobaleno Ispica – Ennese Azzurri Palermo – M &M Futsal Club Città di Sortino – Catania c5 Futsal Battiati – Wisser Club Pro Gela – S. Lucia del Mela Rahl Butahi – Harbur Sporting S. Isidoro – Juventus Scirea Virtus Termini – Futsal Messina

Serie C2 Calcio a 5 girone D Sabato 2 Febbraio 2013 6 giornata Ritorno Etna - Misterbianco - I Calatini C5 Sp. Soccer C. - Imbrò Meraco Iblea 99 - Kamarina C. Di Misterbianco - Leontinoi S. Tecla Gymnica Scordia - N.B.I. Misterbianco Villasmundo - N. Trinacria Gela Exper Rosolini - Viagrandese

C2. Mascalucia c5 e Nbi Misterbianco in vetta. In serie D ok della Meridiana Non conosce ostacoli il Mascalucia c5 del presidente Caruso, imbattuti in campionato. Sabato 26 gennaio, la squadra mascalucese nel girone C di serie C2 ha battuto di misura in trasferta la Sport Club Peloritana per 2-1 grazie ad una doppietta di Marchese (nei minuti di recupero), al termine di una partita piacevole e molto combattuta, lasciando la diretta inseguitrice Sporting Peloro che ha riposato a 5 punti di distanza. La promozione per il salto di categoria è sempre più vicina, i risultati le stanno dando ragione, anche se la società resta con i piedi per terra. La Trinacria Acireale di Ferlito è in piena zona play – off, quinta in classifica con 27 punti, distanziata dall’Euroclub Italia e Juvenilia Mascalucia di 6 punti attualmente entrambi al sesto posto. La Futsal Puntese vince contro lo Sporting Viagrande (penultimo), uscendo dalla zona play – out. Il 9 febbraio partita fondamentale per il prosieguo del campionato per lo Sporting Viagrande, allenata da Pisterà in casa del Castroreale. Nel girone D, la Nbi Misterbianco di mister Leone prima in classifica, allunga sulla inseguitrice Sporting Soccer Club, ora a + 5 dai gelesi. Il Città di Misterbianco, nonostante la sconfitta in casa della Viagrandese, spera di raggiungere la griglia dei play – off distanti solo 2 punti, in evidenza nella squadra il centrale Amodeo con 17 reti. Cresce intanto l’attesa del derby tra Nbi Misterbianco e Città di Misterbianco che si giuocherà il 9 febbraio. Margini di miglioramento li segnala l’Etna Misterbianco allenata da Nunzio Licciardello, trascinato dal pivot Angelo Marchese. L’anno nuovo porta bene alla Viagrandese di D’Agostino, in netta crescita. In Serie D nel girone A i gelesi della Futsal Macchitella comandano la classifica, anche se la D&D Club di S. Maria di Licodia è vicina, grazie al buon rendimento di tutti i giocatori. Nel girone B al comando La Meridiana che nell’ultima d’andata ha vinto il big match contro un buon Nicolosi di Ignazio Lombardo, per una rete di differenza. In crescita la Team Sport allenata dal giocatore Rocchi. L’Atletico Pedara in cerca di un posto ai play - off, bene stanno facendo il capitano Giovanni Reitano, laterale e trascinatore della squadra, il bomber Ezio Celi pivot 17 reti, ex Camaleonte, da poco si è aggiunto il nuovo arrivato Luca Taverna. La squadra pedarese è allenata, dal tecnico Marcello Patanè al suo secondo anno. Lotta per raggiungere i play- off la Massiminiana allenata da Maurizio Maricchiolo, il bomber della squadra è Alfio Fazio una decina di gol, la rosa si è rafforzata con i nuovi arrivi di Maugeri e Rapisarda. Nel girone C, resta al comando con una gara in meno la Real Fiumefreddo, con un punto di vantaggio sul Real Aci di Ninni Re, fermato a sorpresa dalla sorprendente Russo Calcio. Salvatore Leone

Allievi calcio a 5 girone unico

2 giornata ritorno 3/02/2013 Città di Misterbianco – Futsal Acireale Gemmellaro – Catania c5 La Meridiana – Sporting Etneo Ragazzini Generali – Team Sport Viagrande c5 – La Meridiana B Riposa Stella Nascente

Girone B 2/02/2013 Atletico Pedara – Team Sport Città di Pedara – Futsal Viagrande Massiminiana – Nicolosi Real Centuripe – La Meridiana Riposa Olimpia Battiati

Giovanissimi calcio a 5, girone A

Girone C 2/02/2013 Futsal Acireale – Foca’s Club Linguaglossa – Lib. Aci Real Real Aci – Real Giarre Real Fiumefreddo – Russo Seb. Riposa Ciclope Acitrezza

Giovanissimi calcio a 5, girone B

3 giornata ritorno 3/02/2013 Catania Nuova – Città di Misterbianco La Meridiana – Ragazzini Generali Junior Catania – S. Pio X Team Sport – Futsal Battiati 3 giornata ritorno 3/02/2013 Acireale c5 – Viagrande c5 Alpha Sport – La Meridiana B Sicilia Tennis – M & M Futsal Club Riposa Futsal Acireale

Nella foto l'Atletico Pedara che partecipa al campionato di serie D nel girone B, allenata da Marcello Patanè.


Mareetna 7