Issuu on Google+

cultura, accoglienza, benessere

NICHOLAUS.it Numero 05

Presepi viventi di Puglia: tutti da visitare

DICEMBRE GENNAIO

2010 Periodico iscritto al Registro della stampa di Bari n. 32 del 27/09/2007 N. 05 Anno 2 – Dicembre-Gennaio 2010 Prezzo: 2,00 - Redazione: via Dante Alighieri 279, 70122 Bari - Poste Italiane Spa – spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 - art. 1, comma 1, DCB Bari. Questo periodico è associato all’Unione Stampa Periodica Italiana

Conversano, si vive il Natale “Dentro le mura”


sommario Tutti pazzi per il presepe. Meglio se vivente

07

Tartarino: “VIII circoscrizione, il cuore di Bari”

14

NICHOLAUS.IT

Periodico di cultura, accoglienza e benessere

Coversano “Dentro le mura”: il programma natalizio

30

Noicattaro. A lezione di Costituzione con l’on. Violante

36

Moda. Brancaleone Ciccolella, un operatore di style

iscritto al Registro della stampa di Bari n. 32 del 27/09/2007

N. 5 ANNO 2 – Dicembre-Gennaio 2010 editore

Società Editrice Nicholaus S.r.l.

Via Dante Alighieri, 277/A – 70122 Bari tel. e fax 080.5275879 www.nicholaus.it e-mail: info@nicholaus.it amministrazione@nicholaus.it Marchio d’impresa BA07C000753 Associato Confindustria Bari direttore responsabile Roberto Violante caporedattore Nicola Berardini

32

segreteria di redazione Maria Angela Pesce marketing commerciale Filly De Caro collaboratori Vito Contento, Vito Prigigallo Maria Angela Pesce, Maria Fabiano, Piero Giannini

Capurso. La Fanoj, il fuoco della tradizione

36

Festa a tavola. Dalla “Cucina pugliese” di Luigi Sada

38

42 Solidarietà. L’associazione INCONTRA compie due anni

Questo periodico è aperto a quanti desiderino collaborarvi ai sensi dell’art. 21 della Costituzione della Repubblica italiana che così dispone: “Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni mezzo di diffusione”. La pubblicazione degli scritti è subordinata all’insindacabile giudizio della Redazione; in ogni caso, non costituisce alcun rapporto di collaborazione con la testata e, quindi, deve intendersi prestata a titolo gratuito. Notizie, articoli, fotografie, composizioni artistiche e materiali redazionali inviati al giornale, anche se non pubblicati, non vengono restituiti stampa

Mediatipo S.r.l. Via delle Margherite, 26 int. B 70026 Modugno (BA) grafica Dorart Sopoti in copertina Dida Periodico esente da bolla di accompagno (art. 4 D.P.R. n. 627 del 6/10/1978). Finito di stampare il 16.12.2009 Tutti i diritti riservati. Riproduzione anche parziale vietata.

nicholaus.it 3

cultura, accoglienza, benessere


APPUNTAMENTI Dicembre

18

12

Cena di beneficenza con menù a chilometro zero Mastrogiacomo Ricevimenti – Bisceglie (Ba)

Villaggio di Babbo Natale Bari (fino al 25 dicembre) La Mostra del Presepe Artistico ed Artigianale Alberobello (Ba) (fino al 6 gennaio)

13

Il Mercante di Venezia Teatro Piccinni – Bari (anche il 19 dicembre)

19 Marta sui Tubi Demodè Disco Live – Bari

20

Joey Calderazzo Trio Ueffilo – Gioia del Colle (Ba) Ornella Vanoni Teatro Politeama Greco – Lecce Teatro Team – Bari, 22 dicembre

15 Pluck – Musical Arson Teatro Curci – Barletta (fino al 20 dicembre)

I Presepi di Crispiano Crispiano (Ta) (fino al 5 gennaio)

22

Lo Schiaccianoci Teatro Team – Bari Novecento Teatro Curci – Barletta (BAT)

17 Ornella Vanoni Teatro Team – Bari

26 La Divina Commedia, Opera Musicale Teatro Team – Bari (fino al 19 dicembre)

4

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Canosa Presepi Canosa di Puglia (Ba) (fino al 6 gennaio)


29

5

Concerto di Capodanno Teatro Curci – Barletta (BAT)

White Queen Ceglie Messapica (Br)

Gennaio 2

8 Il clown dei clown Teatro Curci – Barletta (BAT) (fino al 10 gennaio)

A corto di idee Specchia (Le) (anche il 3 gennaio) Il mondo di Patty Teatro Team – Bari (anche il 3 gennaio)

Molière - La scuola delle mogli Teatro Piccinni – Bari (fino al 10 gennaio)

Bieffe S.r.l. Via Omodeo, 32 - Bari tel. 080 5573946 fax. 080 5565812 info@bieffebari.it assistenza tecnica: 080 5744504


APPUNTAMENTI Gennaio 9

18

Rhyth.mix Teatro Team – Bari

12 Molière - La scuola delle mogli Teatri di Capitanata – Foggia

Grigory Sokolov Teatro Kennedy – Fasano

22

13

Alessandra Amoroso Teatro Team – Bari

Passaggio in India Teatro Piccinni – Bari (fino al 17 gennaio)

15 Molière - La scuola delle mogli Teatro Comunale – Manfredonia (Fg)

16

Rumors Teatro Curci – Barletta (BAT) (fino al 24 gennaio)

23 L’Oro di Napoli Teatro Team – Bari (anche il 24 gennaio)

27 I reduci. Un giallo del sentimento Teatro Piccinni – Bari (fino al 31 gennaio)

30

Grease Il Musical Teatro Team – Bari (anche il 31 gennaio) Robin Hood Teatro Team – Bari (anche il 17 gennaio)

6

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Sacre / Medea – Deliri del corpo Teatro Curci – Barletta (BAT)


Tutti pazzi per il presepe

Meglio se vivente Viaggio tra le rappresentazioni della Natività La Storia che ha cambiato la storia entra nelle case, scende nelle piazze, riempie strade, vicoli, grandi e piccole città. La notte più suggestiva dell’anno diventa come tradizione la rappresentazione più amata da piccoli e grandi. Il presepe vivente è un tuffo nel lontano passato che fece da cornice alla Natività, un viaggio temporale che trasforma splendidi scenari quotidiani in piccole Betlemme. E il nostro amato Sud presta alle rappresentazioni luoghi davvero spettacolari, quelle meraviglie naturali che aggiungono fascino e grazia alla tenera immagine del Bambinello nella mangiatoia. Negli anni la Puglia ha forgiato con maestria e passione una lunga tradizione di appuntamenti imperdibili. Spicca prima fra tutte la rappresentazione di Rignano Garganico, da tempo alla ricerca di un ruolo preminente nel panorama meridionale. Le carte in regola la manifestazione organizzata dall’Associazione Presepe Vivente di Rignano Garganico, ormai ce l’ha; il tempo è maturo perché Anto-

Il presepe vivente è un tuffo nel lontano passato che fece da cornice alla Natività, un viaggio temporale che trasforma splendidi scenari quotidiani in piccole Betlemme.

nicholaus.it 7

cultura, accoglienza, benessere


Presepe vivente

nio Paglia, presidente dell’associazione, possa annunciare per il presepe più importante a livello regionale, un gemellaggio con altri eventi che coinvolge ben otto province tra Puglia e Basilicata. Bisceglie (Bat), Alberobello (Ba), Cisternino (Br), Crispiano (Ta), Tricase (Le), Rionero in Vulture (Pz) e Tursi (Mt): ecco le sette realtà accomunate dalla passione di riproporre la nascita di Cristo e insieme gli antichi e mai dimenticati me-

8

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Carte in regola la manifestazione organizzata dall’Associazione Presepe Vivente di Rignano Garganico

stieri del Sud. Per la dodicesima edizione a Rignano Garganico sono pronte 300 comparse che vivranno ancora una volta tra le antichissime botteghe dell’affascinante centro storico di origine medievale. In quel di Bisceglie sono invece le Grotte di Santa Croce ad offrire un percorso obbligato che porterà il visitatore attraverso le capanne


dove i mestieri di 2000 anni fa torneranno a vivere. Sarà possibile incontrare la filatrice, il vasaio, il ramaio, lo spaccalegna, la lavandaia, il canestraio, poi i pastori intenti nella preparazione di latticini, e ancora i soldati romani nelle vicinanze di un’osteria vera e propria. Alla fine, all’ingresso della grotta, ci attende l’atmosfera di devozione fatta di silenzio e armonia, di adorazione e meraviglia per il grande evento, si giunge lì di fronte alla piccola creatura che è il Figlio di Dio. C’è poi Alberobello che offre alla Natività il suo singolare scenario fatto di trulli; sono trulli secolari a ricreare la migliore ambientazione che un presepe vivente possa sperare. Una bellezza storica e paesaggistica senza precedenti, una meta turistica senza tempo, che sposa la magica atmosfera natalizia per aggiungere fascino al fascino. E’ il presepe fatto di pietre tra fuochi scoppiettanti, trulli allestiti, fiaccole lumeggianti, stalle affollate e aie festose, è il presepe di uno dei più spettacolari angoli di Puglia. L’unicità straordinaria di un Dio che scende in piazza sarà anche a Cisternino, nella pittoresca contrada Figazzano. Trulli e casolari ospiteranno anche qui gli antichi mestieri di società passate attraverso un viaggio trasversale nei secoli, dal ciabattino all’ombrellaio, dal maestro trullaro alla cardatrice. Non mancheranno a rendere ancor più incantata l’atmosfera il suono delle zampogne e vecchie lampade a petrolio. Passando infine dalle parti di Taranto, converrà fare sosta a Crispiano, dove lo scenario rupestre del Vallone si offre naturalmente alla sacralità del momento. L’attra-

Alberobello offre alla Natività il suo singolare scenario fatto di trulli; sono trulli secolari a ricreare la migliore ambientazione che un presepe vivente possa sperare

nicholaus.it 9

cultura, accoglienza, benessere


presepe vivente

ente gravina scavata nella roccia calcarea fu scelta già nel 1986 per la prima rappresentazione del presente vivente quando 200 comparse con abiti d’epoca si muovevano in scenari che non mancavano neanche di neve artificiale. Torna anche quest’anno l’attesa rappresentazione resa particolarissima dalla rievocazione che contempla anche la vita dei monaci basiliani che nell’XI secolo vissero nel Vallone. L’itinerario prosegue fino all’Abbazia di Santa Maria del XI secolo, i cui affreschi bizantini (XII-XIII sec.) sono testimonianza della forte vocazione religiosa del grazioso paese. Tra sacro e profano, tra devozione e tradizione, borghi e piazze a Natale sono un po’ Betlemme un po’ fotografia del proprio passato. Il viaggio è entusiasmante, delicato, uno di quelli a cui è impossibile rinunciare. Maria Fabiano

10

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere


calendario Compar

Anno nuovo, si volta pagina

Ebraico cristiano islamico dall’E.N.E.C il calendario del 2010 L'Enec (Eurpe-Near East Centre), Associazione internazionale per i rapporti col Vicino Oriente, quest'anno compie vent'anni. Nata nel 1989 dall'incontro di alcuni studiosi dell'Oriente cristiano, il compianto Padre Michele Piccirillo e Padre David Maria Jaeger, francescani della Custodia di Terra Santa, i professori don Nicola Bux e Franco Cardini, fu ben presto condivisa e promossa dal senatore Pietro Mezzapesa, scomparso lo scorso anno, che ne fu il

12

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

primo apprezzato presidente, e dagli onorevoli Roberto Formigoni e Vincenzo De Cosmo, solo per citarne i piĂš noti; si prefiggeva tra i suoi principali obiettivi lo studio e la conoscenza dei luoghi e dei protagonisti del Medio Oriente. A tal fine I'ENEC ha intessuto in due decenni relazioni culturali e sociali con diversi Paesi del Mediterraneo, promuovendo viaggi, ricerche, convegni e progetti, al cui vertice ha cercato di porre sempre una preoccupazione - vera missione


rato

dell'Associazione - ossia di sostenere in vario modo la presenza cristiana in Oriente, specialmente in Terra Santa, che come è noto diviene ogni anno sempre più esigua. E lo ha fatto soprattutto con due “strumenti”, che riteniamo siano i gioielli dell'ENEC: la prestigiosa rivista Porta d'Oriente, diretta dal prof. Cardini e il prezioso Calendario Comparato ebraico - cristiano - islamico, giunto ormai alla XV edizione, anche grazie alla generosa e lungimirante collaborazione della Fiera del Levante di Bari. Per l'edizione 2010, l'Associazione dedica il suo Calendario a padre Michele Piccirillo, ideatore e socio fondatore dell'ENEC.Campano di nascita, francescano e insigne archeologo, purtroppo prematuramente scomparso lo scorso anno. Grande è stata la sua opera in Oriente, sia come uomo di fede che come studioso. A lui si devono, infatti, le maggiori scoperte, in quasi quarant'anni, di mosaici e chiese paleocristiane in Israele in Giordania e Siria; nonché di ritrovamenti archeologici di siti religiosi e cultuali sia giudaici che islamici. Scorrendo, così, i mesi dell'anno del nuovo Calendario ENEC si potranno ammirare alcun particolari di queste preziose tracce monumentali della storia del Medio Oriente, molte delle quali fornite dall'archivio dell'Associazione Culturale "Prof. P. Michele Piccirillo", a cui va la nostra gratitudine. E dunque il nostro, un tributo doveroso a padre Michele Piccirillo per l'opera che ha lasciato ai posteri, ma soprattutto per la sua testimonianza di uomo di fede, di cultura e di pace, vero seguace di san Francesco e innamorato della storia dell'umanità.

L'ENEC ha intessuto in due decenni relazioni culturali e sociali con diversi Paesi del Mediterraneo, promuovendo viaggi, ricerche, convegni e progetti

Michele Loconsole Presidente E.N.E.C.

nicholaus.it 13

cultura, accoglienza, benessere


intervista Libertà, San Girolamo, Fesca

l’orgoglio di dirsi barese Il presidente (VIII circoscrizione) Dino Tartarino appassionato difensore delle nostre tradizioni “Un quartiere spesso trascurato e dimenticato” La sana competizione tra quartieri, impegnati alla vigilia del Natale ad acconciarsi a festa, passa anche attraverso le Circoscrizioni. Sotto la guida di Leonardo (Dino) Tartarino, presidente dell’VIII circoscrizione di Bari, rispondono all’appello Libertà, San Girolamo e Fesca. Incontriamo il presidente nel cuore della città, là dove vive il barese doc, presso i suoi uffici appunto nel bel mezzo del quartier Libertà. “Il più popoloso e popolare, il più grande di Bari”, così rapidamente fotografato il quartier Libertà risulta essere tra le attenzioni principali del presidente che aggiunge “un quartiere un po’ dimenticato ma spesso anche a causa di cittadini poco attenti” e cita la problematica legata al deposito dei rifiuti che puntualmente per incuranza finisce col provocare “disagio ambientale tanto da far additare Libertà come il quartiere ghetto”. “E invece così non è”, ribadisce fortemente Tartarino col cuore

14

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

appassionato di chi ama spendere le proprie energie a beneficio di una terra che sente propria, una terra che merita attenzione e promozione. “Il suo – continua – è stato un passaggio naturale”, parliamo di quello politico da consigliere (per dieci anni) fino alla giovane, attesa nomina alla presidenza. E la sua avventura sulla poltrona presidenziale significa interessamento in ambito sociale in particolare per anziani e minori a rischio. Per questi ultimi sono state organizzate colonie nel periodo estivo mentre il compito di intrattenere le persone in età avanzata è affidato alla Cooperativa GEA con sede in via Dante, dove come attività si spazia dal cucito al gioco, da corsi di dizione alla realizzazione di commedie teatrali. Ed eccoci a Natale, il primo da presidente. E siccome non è Natale senza Gospel, “l’impegno della circoscrizione porterà nel quartiere ben dodici concerti di questo spettacolare ge-


nere musicale presso le parrocchie del territorio. Replica dell’evento musicale – e qui la soddisfazione si legge a chiare lettere sul volto del presidente – sarà poi di scena nella rinata Piazza Risorgimento “. Tartarino infatti ammette apertamente che la chiave vincente per un quartiere è radunare la gente in piazza, intrattenerla, creare l’occasione per l’incontro, fonte di sinergia e vitalità per tutta la città, a testimonianza dell’intramontabile “potere e fascino della classica agorà”. Vestire a festa le strade fa rima con luminarie e “sebbene le risorse finanziarie disposte dall’amministrazione siano scarse, la circoscrizione già prevede un accordo con i commercianti di via Manzoni”. E’ una mente imprenditoriale dunque quella a capo dell’VIII circoscrizione.

zione. Parte da questi punti fermi il nuovo team al lavoro per il territorio dell’VIII circoscrizione. E il presidente Tartarino non dimentica neanche San Girolamo e Fesca, “zone purtroppo in fase di declino negli ultimi cinque anni”. “L’obiettivo è quello di rivalutare il dimenticato lungomare di S. Girolamo; l’idea è quella di promuovere una festa di tre giorni per il santo, magari portando la statua a mare come accade per San Nicola a Bari”. Lasciamo il presidente Tartarino al suo lavoro per il quale non resta che augurargli la buona riuscita delle sue tante idee e intanto l’ultima parola è sua: “l’augurio per le ormai prossime festività è quello di saper rinascere, di saper trovare stimoli nuovi per dare vitalità all’intera cittadinanza”. Dunque, ad maiora.

“Il nostro lavoro è indirizzato a non circoscrivere l’organizzazione di eventi solo ai momenti forti dell’anno, per questo è in cantiere in collaborazione con l’amministrazione comunale la progettazione di un calendario di appuntamenti da svolgersi nell’arco di tutto l’anno”. Si inizia già il 10 e l’11 dicembre quando il settore agriturismo scenderà per strada con l’allestimento di appositi stand e portando un asino (sicura attrazione per i più piccoli) in Piazza Risorgimento. Altra ottima trovata, organizzata “a costo zero” – tiene a sottolineare Tartarino – è “l’accordo con le banche per rendere possibile nella giornata della befana la distribuzione di calze ai bimbi di famiglie meno abbienti”. Tanta solidarietà, tantissima voglia di riscatto per il quartiere, LAdesiderio TANAdiDELL’ARTISTA promozione e soprattutto aggrega- pizze d’asporto, pizze senza glutine pizzeria, ristorante, antipasteria,

Lungomare Cristoforo Colombo, 212 - Bari Santo Spirito Tel. 080 5331682 - cell. 320 1850060 - 338 6787899


Teatro La Divina Commedia, Opera Musicale. Teatro Team – Bari, dal 17 al 19 dicembre Il viaggio del sommo poeta attraverso Inferno, Purgatorio e Paradiso diventa opera musicale con le magistrali musiche di Marco Frisina, libretto di Gianmario Pagano, regia di Giancarlo Sforza e coreografie di Francesca Di Maio. Ha già incantato 400.000 spettatori con due ore di pura arte fatta di proiezioni, rock struggenti melodie e arie sinfoniche, colori luci e coreografie grandiose.

Il Mercante di Venezia. Teatro Piccinni – Bari, 18 e 19 dicembre Premio Ubu per la miglior regia, la commedia in prosa e versi è la storia di un patto non mantenuto e di una vendetta. Lo sfondo è quello della intolleranza religiosa nei confronti degli ebrei. Così l’opera shakespeariana approda sul palcoscenico italiano con una traduzione che predilige le dinamiche emotive e politiche piuttosto che i rapporti tra personaggi. Giochi ambigui, amori e avversioni razziali sono i veri protagonisti.

Curci – Barletta (BAT), 29 dicembre Un appuntamento immancabile, senza dubbio il più atteso della Stagione Concertistica Internazionale organizzata dall’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”. Sarà ricreato tutto il fascino della tradizione viennese, dai Valzer alle Polke della famiglia Strauss per esultare in musica e trasmettere un messaggio augurale che è inno alla Pace. Una danza popolare, poi borghese, poi aristocratica, affidata quest’anno alla National Philarmonic Orchestra “S. Prokoflev” diretta dal maestro Alexader Dolinsky.

Il mondo di Patty. Teatro Team – Bari, 2 e 3 gennaio “Il Mondo di Patty, il Musical più bello”, per la prima volta in Italia, è la versione teatrale del telefilm argentino che racconta la storia di una ragazza di 13 anni, Patricia Castro detta Patty, con tutte le sue vicende adolescenziali. Uno stile fresco e giovane fatto di amori, amicizie, sogni, ballo, musica, scontri e disaccordi tra “Las Divinas” e “Las Populares”. Gli spettacoli alle 15 e alle 18.

Concerto di Capodanno. Teatro

16

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Il clown dei clown. Teatro Curci – Barletta (BAT), dall’8 al 10 gennaio


Lo spettacolo di e con David Larible è la summa dei suoi migliori numeri ed è soprattutto il suo voler portare in scena il mondo dei clown, ma nel suo aspetto più intimo, realistico nonché poetico. Un ritratto della sua maschera e dell’uomo che la indossa, una scena che spesso commuove oltre che divertire. E la grandezza di David sta nel saper trasformare anche il pubblico con la spontaneità che lo contraddistingue.

Molière - La scuola delle mogli. Teatro Piccinni – Bari, dall’8 al 10 gennaio / Teatri di Capitanata – Foggia, 12 gennaio / Teatro Comunale – Manfredonia (Fg), 15 gennaio “Stabilito che La scuola delle mogli non è una semplice farsa, va detto anche che la farsa deve conservarsi, perché se non si fa ridere con questo testo, si fallisce”. Per la prima volta Valter Malosti lavora con un’opera di Molière, dove la parola e la lingua sono protagoniste quindi costumi e abiti verbali.

Rhyth.mix. Teatro Team – Bari, 9 gennaio “Ritmo, sincronismo ed eleganza alla base dello spettacolo: i tre elementi caratteristici della ginnastica

ritmica saranno estetizzati in una perfetta armonia di tecnica e danza, di musica e colori, corpi flessibili che interagiscono con il mondo fantastico che li circonda”.

Passaggio in India. Teatro Piccinni – Bari, dal 13 al 17 gennaio Adattamento teatrale di Santha Rama Rau degli anni ‘50 dell'omonimo romanzo di Forster, del 1924, narra le vicende di due donne inglesi che visitano l’India. E’ la storia di un incontro impossibile quello tra Adela e il medico Aziz, appartenenti a due mondi morali lontanissimi. Gli incontri alla fine falliscono ma sul finale si affaccia una ritrovata armonia.

Robin Hood. Teatro Team – Bari, 16 e 17 gennaio “Manuel Frattini è l’impavido, irrefrenabile, divertente, sbruffone, coraggioso eroe di nome Robin Hood. Le sue avventure si tramandano da 800 anni di foglia in foglia, da cantore in cantore, dalle pagine scritte a un grande musical. Lo spettacolo

nicholaus.it 17

cultura, accoglienza, benessere


Teatro

è la nuova celebrazione di questa vicenda che racconta il viaggio di un uomo alla ricerca di se stesso che si ritrova nel più debole e nell’amore per Marianna”. Rumors. Teatro Curci – Barletta (BAT), dal 22 al 24 gennaio Sulla scena domina il bianco e intanto sul palco si muovono uomini in smoking e donne in abito da sera. Una sera d’estate in una casa a poca distanza da New York, questo lo scenario di una commedia che diventa farsa e di tanto in tanto cambia registro. Dunque personaggi da commedia che affrontano avvenimenti da farsa. Un plauso agli attori Andrea Brambilla, Nino Formicola, Eleonora d’Urso, Marco Zanutto; la regia è di Massimo Chiesa.

L’Oro di Napoli. Teatro Team – Bari, 23 e 24 gennaio “Una dichiarazione d’amore per Napoli, città splendida e miserabile, amorosa e spietata, e per i suoi abitanti, disperati, poveri, ricchi di fantasia, magnifici, capaci di inventarsi la vita giorno per giorno. In questi racconti la Napoli di un tempo rivive senza pietismo o retorica, ma con commossa, asciutta, a volte divertita partecipazione”.

I reduci. Un giallo del sentimento. Teatro Piccinni – Bari, dal 27 al 31 gennaio Un medico e due pazienti, due sme-

18

morati. Il primo in seguito ad un incidente, non ricorda assolutamente nulla, l’altro dimentica tutto anche le cose più semplici. E poi c’è la donna del medico che al contrario chiede aiuto per poter dimenticare. Questo è il dramma, c’è chi è soffocato dalla dimenticanza e chi invece dal ricordo. Un giallo del sentimento con protagonista la memoria.

Grease Il Musical. Teatro Team – Bari, 30 e 31 gennaio Rock ‘n’ roll, amori e brillantina in un musical tutto da ballare e cantare. Grease, il musical dei record, dopo aver conquistato oltre 1.300.000 spettatori in tutta Italia in più di 1000 repliche, a 12 anni dal debutto si conferma ancora un fenomeno senza precedenti. Un collage di immagini colorate ed esplosive direttamente dall’America degli anni ’50, giubbotti di pelle, gonne a ruota, l’immancabile ciuffo alla Elvis, sono gli ingredienti del suo inarrestabile successo.

Sacre / Medea – Deliri del corpo. Teatro Curci – Barletta (BAT), 30 gennaio Sacrificio e lotta nelle coreografie dello spettacolo che attribuisce alla danza potere espressivo senza precedenti. Corpi danzanti conducono nei meandri della psiche umana. Ne emergono l’energia senza sosta della vita, l’eros, il grottesco fino

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere


MUSICA Ornella Vanoni. Teatro Politeama Greco – Lecce, 13 dicembre / Teatro Team – Bari, 22 dicembre Nuova avventura musicale per una delle signore della musica italiana. Dopo “Più di me”, doppio disco di platino con oltre 200.000 copie vendute, è nato “Più di te” uscito lo scorso 13 novembre. Dieci pezzi di cantautori (tranne la Nannini) per ribadire che a lei “piace esplorare il mondo degli altri”; rivisitazioni che danno nuovo look a pezzi storici della musica italiana, il classico look elegante targato Vanoni. Nuovo cd, nuovo tour e per la Puglia doppia tappa.

Pluck – Musical Arson. Teatro Curci – Barletta, dal 15 al 20 dicembre Viola, violino, violoncello e ottimi musicisti: ecco il mix perfetto di uno spettacolo che porta in scena musica viva che trascina emozioni e divertimento. A salire sul palcoscenico è prima di tutto la loro fantasia ai limiti di una dichiarata follia. Follia che veste i loro concerti di aspetti teatrali, di cabaret e commedia mentre si passa con di-

sinvolta facilità da Bach ai Beatles. Sono artisti nel vero senso più pieno del termine perché ciò che sanno fare meglio è comunicare.

White Queen. Ceglie Messapica (Br), 5 gennaio Una tribute band nata nel 2003 che porta in giro la teatralità e il trasformismo dei storici Queen. Fedeli più che mai agli originali sorprendono per movenze, abbigliamento e una presenza scenica da professionisti. I cinque ragazzi riportano in vita ad ogni esibizione la trasgressività con la quale Freddie Mercury e compagni affascinarono milioni di fan, divulgando alle nuove generazioni l’immortale musica della leggenda Queen.

Marta sui Tubi. Demodè Disco Live – Bari, 19 dicembre Un progetto nato quasi per caso da uno scambio di progetti acustici e un’intesa musicale che fa decidere di fare musica insieme. Due voci, una chitarra acustica e un repertorio molto vario dalle cover alle canzoni inedite. Nel 2008 escono “Nudi e crudi”, dvd+cd, contenente registrazioni e video, e l’album Sushi & Coca. Per i più giovani che amano le band dalla musica ricercata l’appuntamento è ghiotto.

nicholaus.it 19

cultura, accoglienza, benessere


Conversano

Anche questo inverno Conversano ci ospita “dentro le mura”. Un calendario ricco di iniziative, a cavallo tra tradizione ed innovazione, che si snoda attraverso le vie più significative della città. Dall’ormai consueto Presepe Vivente, che si prospetta pieno di novità, ai mercatini di Natale, senza dimenticare la musica di qualità e la cultura. Da Dicembre a Gennaio c’è un buon motivo per fare una passeggiata “dentro le mura” della città aragonese. La corte del Guercio delle Puglie vi aspetta.

Info Assessorato alle Politiche Culturali Santa Chiara Conversano – 080 495 91 49 E-mail: cultura@comune.conversano.ba.it www.comune.conversano.ba.it Centro Informazioni Turistiche C.so D. Morea – 70014 Conversano (BA) Telefono: +39 080 495 6517 e-mail: iat@comune.conversano.ba.it

Pro Loco Piazza Castello, 13 – 70014 Conversano (BA) Telefono: +39 080 495 12 28 Fax: +39 080 409 92 87 e-mail: proloco.conversano@libero.it

Cooperativa Armida Piazza Conciliazione, 5 - 70014 Conversano (BA) Telefono: +39 080 495 95 10 Fax: +39 080 409 07 49 e-mail: coop.armida@libero.it

nicholaus.it 21

cultura, accoglienza, benessere


Conversano DICEMBRE

Dal 1 Dicembre al 6 Gennaio Ass. PRO LOCO Allestimento Presepe Artistico c/o Saletta Pro Loco – orari di apertura museali Dall’ 5 Dicembre Mar all’ 8 Gennaio Ven Palcoscenico “Christmas Park”- Il villaggio del Natale: sagre, spettacoli e intrattenimento Campo Sportivo “Peppino Lorusso” 5-6-7/12/2009: 8/12/2009: 10/12/2009: 11/12/2009: 12/12/2009: 13/12/2009: 16/12/2009: 17/12/2009: 18/12/2009 19/12/2009 20/12/2009: 22/12/2009: 23/12/2009: 24/12/2009: 25/12/2009: 26/12/2009: 27/12/2009: 28/12/2009: 29/12/2009: 30/12/2009: 31/12/2009: 01/01/2010: 02/01/2010: 03/01/2010: 04/01/2010: 05/01/2010: 06/01/2010:

Tribirra Christmas; Avanzi di Balera con la scuola di ballo Forever Dance; Serata Karaoke; Pizza Festival Show con spettacolo di Savino e Terrafino; Pizza Festival Show con musica dal vivo anni ’70 con Paradise Gang; Pizza Festival Show con Dance Christmas la migliore musica House e Funky; Grande tombolata di Natale, a seguire divertentismo Serata Karaoke; Concerto Gruppo musicale Double Brothers; Movimiento Turbolento con Antonio da Costa; Natale dei Piccoli, con Ass. ne eventi Sportivi; Gioco a premi Dottor Why; Avanzi di Balera con la scuola di ballo Forever Dance; Ore 16:00 Lettere a babbo Natale a seguire Concerto di Natale; Brasilian Show; Direttamente da Amici di Maria De Filippi: Jennifer Direttamente dalle Iene: Sconvolt Quiz, Serata karaoke; Gioco a premi Dottor Why; Spettacolo per Bambini; Veglionissimo di Capodanno; Tombolata di Capodanno, a seguire divertentismo; Serata Karaoke; Dance Christmas la migliore musica House e Funky; Dj set con Paradise Gang; La Befana vien di notte Spettacolo per bambini

Dal 05 Sab al 20 Dom Ass. PRO LOCO Mostra di Arte e Poesia “Nel Basso dei Cieli” di Daniele Quarta e Caterina Gabriella Liguori c/o Torre Maestra Castello Aragonese – ore 19,00 3 Dom – 5 Mar gennaio Ass. Misericordia in collaborazione con l’Ass. Culturale Santeramo Antica Con il Patrocinio di Provincia di Bari e Comune di Conversano X EDIZIONE del “Mercatino di Natale” – P.zza Aldo Moro I EDIZIONE del “Mercatino della curiosità” – P.zza XX Settembre Dal 20 Dom in collaborazione con ADA – Associazione Amici degli Animali Evento di sensibilizzazione e informazione sull’attività associativa e sul problema del randagismo con allestimento di una slitta di Babbo Natale 10 – Gio Ass. PRO LOCO Presentazione libro “Puglia Fuoristrada” di Vittorio Stagnani con Corrado Palumbo Torre Maestra del Castello Aragonese - ore 19,00 10 – Gio Comune di Conversano-Assessorato Politiche Culturali

22

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Centro Studi M. Marangelli Società di Storia Patria per la Puglia Seminario di Studio su “Conoscere la Puglia”: “L’archeologia, ovvero la scoperta dell’invisibile”, dott. Giuseppe Andreassi 11 – Ven Ass. Fratres “Cuore Nuovo” Rappresentazione “La notte non ze dorme, … ha ffàtte u figghie màscue la Madonne” di Antonella Romano Altini Castello Aragonese – ore 20,30 12 – Sab Ass. Norbaland “Babbo Natale in Giostre” – Discoteca per ragazzi Area Parcheggio di Via San Giacomo – dalle 19,00 alle 22,00 13 – Dom Ass. Norbaland “Babbo Natale in Giostre” – Frittella Party (Frittella e ricotta forte) Area Parcheggio di Via San Giacomo 13 – Dom Rettoria e Confraternita della Passione FESTA DI SANTA LUCIA Solenne celebrazione presso Chiesa del Carmine –ore 19,00 Sagra delle pettole – Corso Umberto a partire dalle ore 18.30


13 – Dom ADA – Associazione Amici degli Animali Evento di sensibilizzazione e informazione sull’attività associativa e sul problema del randagismo con allestimento di una slitta di Babbo Natale Corso Umberto – ore 17.30/22.30 14 – Lun Ass. PRO LOCO Presentazione libro “Alberi che si muovono” di Michele Didonna Torre Maestra del Castello Aragonese - ore 19,00 15 – Mar Club Unisco Conversano GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO Conferenza di Francesco Tateo Sala Consiliare Palazzo Municipale – ore 18,00 Dal 18 ven al 23 mer Ass. Fratres “Cuore Nuovo” Mostra Fotografica “GUIRAB”, reportage dal campo profughi di Burj Al Shamail in Libano II piano Castello Aragonese – ore 18,30 18 – Ven Ass. PRO LOCO Presentazione libro “Favole Pugliesi” di Manlio Triggiani Torre Maestra del Castello Aragonese - ore 19,00 18 – Ven Comune di Conversano e Teatro Pubblico Pugliese “RIMBAMBAND” Cine-Teatro Norba – ore 21.00 con biglietto 19 – Sab Ass. Norbaland “Babbo Natale in Giostre” – Discoteca per ragazzi Area Parcheggio di Via San Giacomo – dalle 19,00 alle 22,00 20 – Dom Associazione Piantoni CONCERTO DI MUSICHE NATALIZIE in Chiesa “Ensamble Sonoramente” dir. Michele Cellaro 20 – Dom Ass. Norbaland “Babbo Natale in Giostre” – “Cartellate a Corte” Prodotti tipici natalizi Area Parcheggio di Via San Giacomo Dal 21 Gio al 31 Gio Associazione “Per non dimenticare” Manifestazione enogastronomica Piazza di Triggianello 26 – Sab; 02- Sab- 03 Dom- 06 Mer Gennaio Parrocchia Maria SS. del Carmine Con il Patrocinio di Provincia di Bari e Comune di Conversano X edizione “PRESEPE VIVENTE… a Corte” Castello Aragonese – dalle ore 16.30 alle ore 21.00

27 – Dom Ass. Norbaland “Babbo Natale in Giostre” – Spettacolo di scuola di ballo Area Parcheggio di Via San Giacomo 28 – Lun Comune di Conversano e Corte Altavilla Premiazione Premio Letterario “Sibilla da Conversano” Pinacoteca del Castello Aragonese – ore 18.30

GENNAIO 03 – Dom Ass. PRO LOCO “Scoprendo Conversano” Visite guidate dei monumenti di Conversano 03 – Dom Ass. Norbaland e Paradise Gang “Babbo Natale in Giostre” – Serata Karaoke Area Parcheggio di Via San Giacomo 06 – Mer Ass. Norbaland “Babbo Natale in Giostre” – “Il paese dei Balocchi” Area Parcheggio di Via San Giacomo 11 – Lun CONCERTO ORCHESTRA SINFONICA PROVINCVIA DI BARI “Natale in Cattedrale” Chiesa del Sacro Cuore – ore 20.00 11 – Lun Comune di Conversano e Teatro Pubblico Pugliese “LA RICOTTA” direttamente da Colorado Cafè Cine-Teatro Norba – ore 21.00 con biglietto 20 – Mer Comune di Conversano e Teatro Pubblico Pugliese “MUSICA ROMANZA” con Nada Cine-Teatro Norba – ore 21.00 con biglietto 22 – Ven Dal 23 – Sab al 31 Dom Ass. STUDIO 5 “40 anni di ricerca pittorica” Mostra personale di pittura di Donato Pace Castello Aragonese – apertura orari mussali 26 – Mar Ass. culturale “Cuori con le Ali” “Per non dimenticare” Spettacolo di teatro-danza in atto unico Matinè per gli istituti scolastici 27 Gennaio al 2 Febbraio Bimbo Aquilone Onlus Mostra fotografica “Genocidio Rwandese” ex Chiesa S. Giuseppe

nicholaus.it 23

cultura, accoglienza, benessere


EVENTI Grande Presepe Artistico. Salice Salentino (Le), dal 1 dicembre al 2 febbraio La terra sublime del Bambin Gesù, l'antica Palestina: da Nazareth a Betlemme, da Gerusalemme ad Ain-Karim, fino alle valli di Giza in Egitto: uno scenario fantastico, realizzato abilmente in “Cartapesta ambientale e sacra”, dove arte e storia si coniugano con perfetta armonia. Eccezionale successo di pubblico, proveniente soprattutto dal Centro-Sud. Quello di Salice Salentino è definito fra i più belli e più interessanti d'Italia.

Presepe artistico. Adelfia (Ba), dall’8 dicembre al 6 gennaio Circa 45 mq di presepe ospitato nella splendida cornice delle stalle del Palazzo Marchesale dove è possibile visitare le vecchie mangiatoie, le selle, gli aratri e gli arnesi da lavoro. Nel cuore del centro storico dunque il presepe sorprende per la sua bellezza e la minuziosità della ricostruzione dei vicoli del borgo. Sarà un immergersi nel passato attraversando le stanze che riportano all’arredamento di un tempo, alla semplicità delle botteghe degli artigiani. Villaggio di Babbo Natale. Bari, dal 12 al 25 dicembre Una casetta in legno in corso Vittorio Emanuele, davanti al palazzo dell’Economia, sarà per due settimane il villaggio barese di Babbo Natale. Uno spazio per attività ludiche dedicato a tutti i piccoli che potranno essere tranquillamente lasciati nelle mani professionali di educatori, mentre i genitori passeggiano per fare shopping. Si segnalano anche il mercatino dell’artigianato in piazza Massari, la pista di ghiaccio sintetico per pattinare,

24

come lo scorso anno in piazza Ferrarese. E fino al 6 gennaio abbonamenti dimezzati per i bus di linea e gratuiti per i minorenni e gli over 65.

La Mostra del Presepe Artistico ed Artigianale. Alberobello (Ba), dal 12 dicembre al 6 gennaio Giunge alla VII edizione e sarà ospitato presso il Museo del Territorio “Casa Pezzolla” l’evento di portata nazionale che accosta stili e tradizioni diverse presentando presepi provenienti da tutta l’Italia. Compongono la mostra due sezioni, quella artigianale che ripropone la Natività in modo tradizionale, e quella artistica che invece presenta le opere meno classiche. All’allestimento è legato anche un concorso che decreterà un vincitore nel giorno dell’Epifania.

Presepi di Crispiano. Crispiano (Ta), dal 20 dicembre al 5 gennaio E’ ricco il programma che accende Crispiano in occasione delle festività natalizie. La manifestazione è alla sua XXIV edizione e racchiude diversi momenti di atmosfera imperdibile. Primo fra tutti il presepe con sagome fisse, il più grande d’Italia: 145 sagome a grandezza naturale, molte in movimento, distribuite sul costone di grotte rupestri, da visitare stando comunemente in auto e preferibilmente di notte. Il 26, 27 dicembre e poi il 3 e 6 gennaio dalle 17 alle 22 torna la rappresentazione vivente con 200 figuranti in costume d’epoca. Immancabile poi anche Babbo Natale sia affaccia sulle festività del piccolo comune e lo si potrà incontrare nel Villaggio a lui dedicato.

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere


Cena di beneficenza con menù a chilometro zero. Mastrogiacomo Ricevimenti – Bisceglie (Ba), 18 dicembre (info 080 3980033) Nella prestigiosa cornice del Mastrogiacomo Ricevimenti ampio spazio alla solidarietà. A meno di una settimana dal Natale una cena di beneficenza con menù a chilometro zero a cura dello chef Giuseppe Frizzale del "Team Culinary Dolmen". L'incasso dell’evento, a cura dell’Associazione Ars Apuliae onlus, sarà devoluto al Centro di Accoglienza Minori Disagiati "Villa Giulia". Per una migliore organizzazione è obbligatoria la prenotazione con acquisto anticipato del biglietto.

Canosa Presepi. Canosa di Puglia (Ba), dal 26 dicembre al 6 gennaio Sono gli appuntamenti più attesi quelli natalizi nel grazioso comune barese. L’associazione Italiana Amici del Presepio Sezione

di Puglia promuove la prima edizione della Mostra di Presepi artistici che si terrà dal 13 dicembre al 6 gennaio presso la Galleria del Teatro Curci in Barletta. Da segnalare anche Natale in Arte 2009 dove “Vetrina di CanosaPresepi” esporrà tutto sul Natale presso il Palazzetto dello Sport.

A corto di idee. Specchia (Le), 2 e 3 gennaio Torna in veste invernale per la terza edizione la rassegna del cortometraggio e del documentario organizzata dall’Associazione “Piccolo Teatro Spontaneo Specchiese La Ribalta” in collaborazione con il Forum dei Giovani di Specchia. La manifestazione vuole promuovere la forma espressiva del cortometraggio quale linguaggio artistico dei nuovi media e dare così visibilità ai registi emergenti dalla spiccata creatività.


ARTE Mario Laporta – Immagini rituali. Penitenze e tradizioni. Scorci del Sud Italia dalla Puglia alla Campania. Galleria Comunale, Castello Aragonese – Taranto, fino al 20 dicembre 35 immagini scattate per raccontare tradizioni, passioni e penitenze che nel Sud Italia scandiscono le grandi ricorrenze della fede. Si tratta di un itinerario per immagini che dalla stessa Taranto, passa per Martina Franca, fino ad attraversare la Calabria e la Campania. Pino Ruscitti. Fondazione Banca del Monte Domenico Siniscalco Ceci – Foggia, fino al 21 dicembre Una mostra celebrativa per i sessant’anni di attività di Pino Ruscitti, un artista di indiscussa qualità nella Capitanata del secondo dopoguerra. Attraverso la sua arte il reale diventa poetico e concettuale avvolto dal colore e magiche forme. Il foggiano, classe ’26, iniziò la sua attività nel periodo post-bellico allestendo mostre in tutta la penisola e ottenendo importanti riconoscimenti. Puglia circuito del contemporaneo. La storia 1969-1979. Palazzo Pino Pascali - Polignano A Mare (Ba), fino al 31 dicembre Il progetto ha l’obiettivo di ampliare le attività del Museo valorizzandolo per inserirlo nella rete internazionale dell’arte contemporanea. Con una serie di iniziative che vanno avanti ormai da mesi, si intende avvicinare il pubblico al linguaggio delle arti visive contemporanee coinvolgendo gli artisti pugliesi nel dibattito nazionale ed internazionale sull’arte contemporanea. In occasione del quarantesimo anniversario del Premio Pino Pascali si concluderà cos il percorso ricco di workshop, laboratori e convegni. Bartolomeo Migliore – Strike. Galleria Omphalos – Terlizzi (Ba), fino al 31 dicembre Nuovi lavori di varia dimensione in cui Migliore riesce a dipingere le parole fino a farle risuonare. Scene dall’inesprimibile carico simbolico e rituale realizzata attraverso la bidimensionalità della pittura e la tridimensionalità dei legni, tinte piatte e uniformi miste a ombre. Le contaminazioni sono quelle dell’universo underground e delle sottoculture giovanili.

26

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere


Marco Salerni – Viaggi di cera. Galleria Margherita – Taranto, fino al 4 gennaio Sono gli scenari narrati e la tecnica utilizzata a dare il nome all’allestimento di Salerni. Viaggi di cera raccoglie opere realizzate con cera d’api fusa e pigmenti colorati con l’apporto fondamentale del calore che trasforma la materia in luce secondo un’antica tecnica che risale agli egizi ma che presto si diffuse in tutto il Mediterraneo. La memoria, il passato, l’immaginazione sono i veri protagonisti dei suoi possenti ritratti. Emilio Leofreddi. Spazio Nessundorma – Bari, fino al 10 gennaio Ha ricevuto consensi nelle sue precedenti esposizioni al Vittoriano e nelle due sedi della Galleria La Nuvola di Roma. Ora Leofreddi presenta nel capoluogo pugliese i suoi nuovi lavori site-specific ideati intorno al tema del viaggio nell’epoca della globalizzazione. Si tratta di grandi dipinti, alcuni realizzati su tende canadesi da campeggio, altri su tele e plexiglass, tutti di grande carica emotiva. Lo spazio che ospiterà l’allestimento è alle spalle del Teatro Petruzzelli, organizzato per eventi di arte, musica, teatro ed enogastronomia. L’eredità del Novecento. I capolavori della Collezione Mazzolini. Palazzo Granafei-Nervegna – Brindisi, fino al 24 gennaio Si tratta di una delle raccolte più importanti d’Italia per qualità e numero di opere: 899 tra dipinti, disegni e sculture. Arrivano nel Salento oltre 120 capolavori degli artisti migliori del ‘900. Attraverso l’impegno di Giovanni Battista Ettore Simonetti infatti la Collezione rilegge le tappe più significative della storia dell’arte italiana del secolo scorso. Da Giorgio De Chirico, a Mario Sironi, da Carlo Carrà a Ercole Pignatelli e tanti ancora.

nicholaus.it

cultura, accoglienza, benessere


RUVO di Puglia

U PEPIDDE Tra storia e gusto Sulla rotta del buon gusto ti ritrovi a Ruvo. Su uno dei vialoni della cittadina a nord di Bari, corso Cavour. Ma non proprio sulla strada, bensì in una nicchia interna, vico Sant’Agnese. Quasi a voler trovare un riparo all’ombra della storia. Ecco “U Pepidde”. Che è allo stesso tempo un vezzeggiativo (cosa piccola e carina, pupa, pupetta) e un acronimo (unico posto esclusivo per individui di doppia esigenza). Ma che è soprattutto uno dei centri della enogastronomia pugliese. Qui, a pochi passi dalla famosa cattedrale, si possono gustare i sapori forti della Murgia: dalle carni (da rimandare ai posteri le braciole di cavallino e quelle cotte alla brace), i

28

funghi, a cominciare dal cardoncello, cui Ruvo ha di recente dedicato una sagra, le verdure, i formaggi. E i grandi vini. “U Pepidde”, infatti, ha una delle più fornite cantine pugliesi, con migliaia di etichette conservate in una sorta di caveau-museo che Dino Saulle (nella foto in questa pagina) e Maria Volpe (a fianco, nella foto in basso) hanno ricavato negli ultimi vani del loro locale. Spiegano i coniugi titolari: <La doppia esigenza nasce piena soddisfazione della clientela da un lato per quel che riguarda il gusto; dall’altro per quel che riguarda l’accoglienza: cinque ambienti, appunto per esigenze differenziate, che si tratti di un incontro romantico o una colazione

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere


Un uomo non può pensare bene, mangiare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene

Virginia Wolf

di lavoro o una cena tra amici. I piatti sposano tradizione e innovazione, ricerca e inventiva. L’elenco può essere infinito. Alcuni esempi. Intanto, gli “apripista”: i crostini in lardo di Martina, le ricottine al vincotto, il primosale con confettura di arancia e il delizioso pecorino “imbarcato” su pere caramellate. Per non dire del tartufo, “scagliato” sul carpaccio, una delle delizie di Vincenzo Girasoli, lo chef della casa. E ancora: il tortino di patate con fonduta di formaggio condito con tartufo; gli asparagi, i funghi, le capuzzelle (zucchine) ripiene e la parmigiana di melanzane. Tra i primi che vanno per la maggiore, a parte le orecchiette col sugo di carne di cavallo (sì, proprio quelle delle domeniche d’inverno, attorno alla tavola di genitori, suoceri o nonni), i paccheri con asparagi, guanciale e pandorato. Che hanno un tocco di originalità pescando proprio in elementi “antichi”, i pomodori secchi. E i capunti con cicorielle, salsicce al forno e pomodorini. Una vera sinfonia di sapori della terra. LA CANTINA Dino Saulle è il custode del sacro luogo. Responsabile dell’associazione italiana sommellier per il territorio della “Svevia” (Bari Nord e Sesta provincia), cura amorevol-

Non riesco a sopportare quelli che non prendono seriamente il cibo

Oscar Wilde

mente una delle cantine più fornite in Puglia: 650 etichette e 120 distillati. Oltre diecimila bottiglie. Qual è il miglior vino? <Certo non quello che costa di più, anche se il prezzo quasi sempre ha le sue valide ragioni. Il miglior vino è quello che ti piace>

nicholaus.it 29

cultura, accoglienza, benessere


Noicattaro

A lezione di Costituzione L’on. Violante spiega la “Carta” ai ragazzi

La scuola “media” Nicola Pende di Noicattaro ha ospitato nella sala consiliare del Municipio Luciano Violante. La manifestazione è stata organizzata dalla Pende per la presentazione del Progetto nazionale di sperimentazione dell’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, intitolato “Le radici e le ali”. Il progetto, approvato e autorizzato dal Miur vede la Pende (a sinistra la preside D’Ursi) capofila di una Rete di scuole (la media Manzoni e l’I.T.C. Montale di Rutigliano, il 2° Cicolo didattico San Giuseppe e la media Tanzi di Mola di Bari) per l’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione a partire dagli alunni

30

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere


di cinque anni della scuola dell’infanzia e fino agli studenti diciottenni delle “superiori”. Per presentare al territorio il progetto stesso è stata organizzata una manifestazione alla quale hanno partecipato i dirigenti scolastici e alcune delegazioni di studenti delle scuole aderenti alla Rete (ha partecipato anche il vice sin-

daco del consiglio comunale dei ragazzi di Bitetto), i dirigenti degli Uffici scolastici periferici della Puglia e i Sindaci di Noicattaro (Dipierro: nella foto della pagina a fianco, seduto con Violante), Mola (Berlen) e Rutigliano (Romagno), nonché i rappresentanti delle associazioni afferenti alla Rete. L’on. Violante è intervenuto con una vera e propria


Moda

Brancaleone Ciccolella un “operatore di style”

In una delle strade più eleganti di Bari, via Niccolò Putignani 97, quasi ad angolo con Via Roberto da Bari, arroccato in una vetrina scintillante di luci e lussuose proposte sartoriali, c’è Ciccolella, antica ditta commerciale di tessuti, per circa settanta anni in via Sparano, di fronte al “concorrente” Mincuzzi, e da sette nella nuova sede, a due passi dalla precedente ma più consona ai tempi. La dirige Brancaleone Ciccolella, terza generazione di una famiglia di commercianti: prima il nonno Mauro (dal ’34), poi il papà Armando insieme allo zio Benito(fino al ’77) e infine lui che di strada ne ha per-

32

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Il nostro è un cliente esigente, di classe, prevalentemente composto da adulti, anche se da tempo abbiamo rivolto particolare attenzione ai giovani, che si sono riaffacciati all’abbigliamento sartoriale


Una tradizione impostata sulla vendita del prodotto di qualità, cachemire, merinos pettinato, cotoni pregiati, tessuti svizzeri per le camicie, stoffe inglesi per gli abiti, le migliori griffe del mondo

corsa tanta in quarant’anni di vita trascorsa tra lane e cotoni, cappelli, cravatte e sciarpe, foulard, maglieria e accessori. Tutto suo il merito di aver creato un punto vendita unico in Bari, capace di soddisfare anche il cliente più esigente per qualità, fantasia, colore. Il cachemire si propone solo, ma si unisce anche alla seta e alla lana. Prende la forma di sciarpa o di cappello, si colora di tinte unite quando non decide di variegarsi in mille righe. Insomma un tripudio di possibilità ma con fattore comune, il giusto prezzo. “Una tradizione impostata sulla vendita del prodotto di qualità – racconta Leo Ciccolella- : la maglieria in puro cachemire, merinos pettinato, cotoni pregiati, tessuti svizzeri per le camicie, stoffe inglesi per gli abiti, le migliori griffe del mondo per l’uomo e per la donna una predilezione per Chanel, sete e tessuti estivi ed invernali”.

Abbiamo saputo compiere le scelte giuste: introdurre gli articoli alla moda, coltivare la clientela “storica” senza trascurare i giovani

” nicholaus.it 33

cultura, accoglienza, benessere


Moda

“Il nostro – aggiunge - è un cliente esigente, di classe, prevalentemente composto da adulti, anche se da tempo abbiamo rivolto particolare attenzione ai giovani, che si sono riaffacciati all’abbigliamento sartoriale, sospinti anche dai prezzi proibitivi del confezionato, prezzi peraltro ingiustificati se rapportati alla qualità del prodotto sartoriale”. Un abito cucito addosso, con stoffe di qualità, ci informa Ciccolella, costa paradossalmente un terzo di uno confezionato. In virtù di questa equazione è cambiato anche il cliente che si affaccia per l’acquisto: da elitario è diventato trasversale. C’è il professionista, il bancario, lo studente, la signora e la ragazzina. Per tutti c’è qualcosa che la ditta Ciccolella può fornire.

34

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Un abito cucito addosso, con stoffe di qualità, costa paradossalmente un terzo di uno confezionato.

“Sì, è proprio così, chiosa Ciccolella - e con un paio di accessori in più: lo stile e la qualità”. “Con noi - aggiunge - collaborano sarti e sarte, per il taglio delle nostre pregevoli stoffe, un assortimento fuori dal comune determinato dalla grande tradizione che la ditta Ciccolella può vantare, una quasi secolare pre-


senza nel commercio, che insiste su tutto il Barese, lì dove Ciccolella è sinonimo di qualità. “Da noi la parola crisi non esiste – aggiunge - l’esperienza accumulata negli anni ci ha portato a compiere le scelte giuste: introdurre gli articoli alla moda, coltivare la clientela “storica” senza trascurare i giovani. Per loro, ad esempio, cappellini, maglioni, e, soprattutto, sciarpe variopinte e confezionate con lane di tutti i generi, oltre millecinquecento capi a comporre un assortimento unico e straordinario”.

nicholaus.it 35

cultura, accoglienza, benessere


Capurso LA FANOJ

Il fuoco della tradizione

E' stato l'anno dell’8ª edizione e la parte più antica di Capurso ha indossato l’abito della festa. L’attesa crescente è stata premiata: l'arrivo dell'imperdibile festa popolare della Fanoj ha visto una partecipazione record di gente venuta anche (e forse soprattutto) da fuori. Organizzata dall’associazione culturale Porta del Lago, ha visto come sempre la partecipazione di molte delle associazioni presenti sul territorio. Il calzone di cipolla, i taralli, i sncchiud’ (biscottini salati e pepati), le pettole, le bruschette condite con l’olio novello e il buon vino sono stati gli ingredienti della manifestazione svoltasi nella serata del 7 dicembre, vigilia dell’Immacolata. I vicoli del borgo antico, irradiantisi da piazza Gramsci, l’antica piazza Castello (in realtà un palazzo baronale dei Pappacoda, demolito dagli inglesi nel 1943, per una notte hanno garantito ospita-

36

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

L’attesa crescente è stata premiata: l'arrivo dell'imperdibile festa popolare della Fanoj ha visto una partecipazione record di gente venuta anche (e forse soprattutto) da fuori

lità e sapori autentici. I seguaci della genuinità hanno alzato i calici e assaporato gusti e tradizioni di un tempo passato riscaldati dalle altissime fiamme del tradizionale falò che, dato alle fiamme dall’arciprete, ha dominato la piazza dove ancora per qualche settimana si


svolge il mercato di frutta e verdura. L'atmosfera di festa è stata arricchita dal suono coinvolgente della musica e dalla danza popolare del Gruppo Folkloristico di Alberobello che, con i suoi trenta ballerini, ha accompagnato le degustazioni, mentre nei vicoli altri repertori musicali sono stati affidati a band giovanili. Poi s’è esibito il gruppo Forrester Creation con un repertorio pop-trash anni Ottanta. Divertiti, i nostalgici visitatori, hanno girato tra banchi

e spazi occupati dalle altre associazioni locali, dai ragazzi della scuola media, che hanno fatto rivivere giorni antichi sulla scalinata della Chiesa Madre, dagli artigiani e dai rigattieri. La vigilia dell’Immacolata è da sempre festa a Capurso. E l’associazione Porta del Lago ha accolto i veterani dell'evento e gli esordienti, accomunati dalla scoperta di un evento che ha saputo assicurare momenti di sane ebbrezza e goliardia collettive. Rosalia Marchionna

Natale al Santuario Il 20 dicembre suonera il nuovo organo Come sempre, la Basilica di Santa Maria del Pozzo sarà rifugio delle anime anche in occasione del Natale. Innumerevoli la manifestazioni e celebrazioni svoltesi e in calendario. L’8 dicembre, giorno dell’Immacolata, dopo una celebrazione presieduta da padre Pietro Carfagna, il ministro provinciale dei francescani, sono state benedette le tele del “Perdono di Asssisi” e di San Giuseppe, restaurate a cura della locale Confartigianato. Di rilievo, il Te Deum di fine anno, il 31 dicembre alle 17.30. Il 29 novembre

c’è stato il concerto di inaugurazione della nuova sede del monumentale organo Rotelli-Varesi, risalente al 1952. E il 20 dicembre è previsto il concerto inaugurale del nuovo “organo positivo” della Basilica “In nomine domini”. All’organo il maestro Luigi Lorè. L’organo è stato realizzato dalla società Augusto Bevilacqua.Non poteva mancare il presepe vivente, nel chiostro del convento: i giorni di Natale e di Santo Stefano e il 3 gennaio dalla 18.30 alle 21 e il 6 gennaio, alle 20, l’arrivo dei Magi e l’offerta del doni.

nicholaus.it 37

cultura, accoglienza, benessere


Festa a tavola

Dalla famosa pubblicazione di Luigi Sada

Prelibatezze della tradizione dalla ‘Cucina pugliese’ Vigilia di Natale In Capitanata: pasta al sugo di anguille o di capitone, cefali, merluzzi arrostiti o fritti; frutta; dolci: “calzoncelli”, “mustacciole”; rosoli. Nel Barese: frutta di mare cruda; finocchietti con l’acciuga salata; spaghetti al sugo di anguilla; capitone allo spiedo; comacchio, baccalà fritto e sottaceto; sopratavola; dolci: “cartellate” “castagnelle”, paste reali, varietà di torrone. Nel Salento: “fucazza con le rape nfucate”; “capetune rrustutu” baccalà fritto; dolci: “Purceddhuzzi de scammaru”.

Natale In Capitanata: “Li llaine pli cicere cu lu sughe de lu baccalà” (fettuccine con ceci conditi con sugo di baccalà) spaghetti con le alici o col sugo di pesce, broccoli di rapa stufati; capitone arrostito fritto, anguille (“ancìdde marèteche”); dolce: crespelle (“pettole”), “scartellate”; “struffelle” al miele, mandorle intrise di cioccolato (“li mmènele atterrète”, “li calzuncidde”); rosoli casalinghi. Nel Barese: frutta di mare cruda; “tridde” in brodo di tacchino con verdura; lesso di tacchino con contorno di insalata; carciofi e lambascioni fritti; sopratavola; frutta di stagione; dolci: come la vigilia; rosoli casalinghi.

38

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

A Bari trionfa come sempre il pesce, specie il crudo Anguille e capitone anche a Foggia Lecce, focaccia con le rape infuocate.

Nel Salento: “sciusciellu” in brodo; schiacciatine di manzo; frutta; dolci: “carangiuli”, “purceddhuzzi”, “ncarteddhate”.

Capodanno In Capitanata: “Ndruccele” con sugo; carne di pecora o di castrato o di maiale; salumi di Monte S. Angelo; frutta; dolci: copeta, “ostiachjène”. Nel Barese: orecchiette al ragù; torciglioni di interiora di agnello al forno (“cazzemarre”); agnello alla brace; verdura cruda (“sopratavola”); frutti di mare cruda; frutta di stagione; dolce: orecchiette con la ricotta inzuccherata; rosoli. Nel Salento: “brodu chinu”, “triddi” in brodo, “cocule”; cappone al tegame; frutta; dolci: biancomangiare; pesce di mandorle.


I frutti di mare I più popolari son i ricci di mare e le cozze. I primi, per essere gustati, vanno aperti in silenzio. Il frutto va odorato con i denti, attratto con le labbra, succhiato, ingoiato. La cozza è il mitilo, dal corpo carnoso bianco giallastro se maschio, rosso mattone se femmina. Ma il crudo non è tutto qui. C’è ancora una cascata di “perle” […]: datteri, cozze pelose, cozze di San Giacomo, arche di Noè (mussce o iavetune), vongole, cannolicchi e soprattutto ostriche […]. Infine i pescetti costituiti dalla merosche (meglio amerosche, cioè “amoroso”, saporito) che è un miscuglio di novellame di bavose (vavose, o racaliètte ), sogliole (zanghètte), ghiozzi (gheggione), donzelle (ccazze de rrè), gambero sega (salìppece), trigluzze o agostinelle (pescate in agosto), granchiolini (gammarièdde, rangetièdde).

Finocchietti (fenecchìjdde) E’ una minestra semplice, sana, che si mangia la vigilia di Natale, ma che si può preparare per qualunque altro giorno, sempre che sia durante l’inverno. Per 4 persone: 10 finocchietti 2 acciughe salate 1 spicchio d’aglio Olio di oliva Sale Pulire i finocchietti, eliminando le foglie più dure, spaccarli in quattro e lavarli bene in acqua corrente. Metterli a lessare in una pentola con acqua salata. Farli sgocciolare e passarli poi in una padella di ferro dove è stato messo a imbiondire uno spicchio d’aglio. Pulire, diliscare e lavare le acciughe e farle soffriggere. Lasciare insaporire il tutto e servire.

nicholaus.it 39

cultura, accoglienza, benessere


Festa a tavola Cartellate Si conoscono varie ricette pugliesi per approntarle, ma quella barese di distacca quasi del tutto dalle altre per la forma, gli ingredienti della pasta, per l’acconciatura e la manipolazione soprattutto per un componente: al posto del miele il mosto (e non vino!) cotto o il cotto dei fichi tipici di Bari (Catone denominava il osto cotto “defrito” Varone “sapa”, a seconda della densità). Un chilo di farina 00 200 gr di vino bianco secco 100 gr di olio d’oliva Altro olio di oliva per friggere Un chilo di mosto o cotto di fichi che costa molto meno Polvere di cannella e di chiodi di garofano Impastare la farina con l’olio e il vino. Se la massa dovesse risultare troppo dura, aggiungere un po’ di acqua tiepida. Continuare a manipolare fino ad ottenere un pastone morbido e vellutato. Indi, prendere dalla massa di pasta delle piccole parti e formare delle pagnottine da assottigliare per ottenere sottilissime schiacciate a forma di disco; tagliare con la rotellina a smerli delle tirelle larghe 4 cm circa. Ciascuna di queste, lunga una trentina di cm, va piegata in due e unita con le dita alla distanza di 3 cm fino ad avere delle conchette, che vanno arrotolate su sé stesse e unite così da formare delle corolle di 5-8 cm di diametro. Le cartellate, così confezionate vanno tenute ad asciugare per 10-12 ore su tavole e in un luogo asciutto. Poi in una padella con olio bollente si friggono 45 per volta nel mosto caldo (attenti

40

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

a non far bollire il mosto come erroneamente si fa perché si verserebbe). Dopo pochi minuti toglierle dal recipiente con la medesima mestola, prendendole per la base, e sistemarle in piatti lunghi e bassi. Volendo, si spolverizzano con cannella e chiodi di garofano tritati finemente. Risulteranno non plastificate, non bruciate come è facile che accade di vederle nelle pasticcerie e come riescono quelle di altri paesi della regione.

Castagnelle (castagnèdde) Un cucchiaio e mezzo di bicarbonato di sodio Un chilo di farina Un chilo di mandorle tostate Un chilo di zucchero Una buccia di liomne grattugiata Mezzo cucchiaio di cannella in polvere Mezzo cucchiaio di chiodi di garofano Ridurre a pezzettini, schiacciandole con il matterello le mandorle e mischiarle ben bene con la farina. Mettere il tutto a fontana e porre nel centro lo zucchero, la cannella e la buccia di limone, il bicarbonato e q.b. di acqua tiepida. Impastare amalgamando bene. Dall’impasto ottenere dei bastoncini larghi un dito pollice e tagliare a pezzettini a forma di rombo. Farli indurire e poi sistemarli in una teglia unta di olio e spolverizzata di farina. Si mettono in forno a calore moderato. Cotte, si giulebbano.


Orecchiette col ragù Il ragù è l’unico sugo, stracotto, della cucina pugliese. Non ha nulla a che fare con quello napoletano. La preparazione è un rito che si perpetua da più di due secoli celebrato dalle massaie sin dalle prime ore del mattino. Si prepara un soffritto di cipolla con olio d’oliva, al quale si aggiungono due otre cucchiaiate di conserva. Ma, anzi tutto cos’è la conserva di pomodori? In estate si spremono dei pomodori grossi e poco acquosi e si fanno bollire per un quarto d’ora; poi si passano e si mettono in larghi piatti di creta ad asciugare al sole, avendo cura di girare ogni tanto con un cucchiaio di legno. Al tramonto i piatti vengono ritirati e portati in casa, al fine di evitare l’umidità notturna, e il giorno dopo si riportano al sole. Così per alcuni giorni finchè la salsa non prende un bel colore quasi marrone. Si lascia allora in un luogo fresco per un paio di giorni. Poi si condisce con un filo d’olio d’oliva e si rimesta con un cucchiaio. Indi, si sistema in vasi di creta e si copre la superficie con un dito di olio. Si copre con una carta oleata fermata con uno spago e si conserva in un luogo fresco in attesa del consumo. Ritorniamo alla preparazione del ragù. Si fa rosolare anche la conserva, poi si aggiunge un

bicchiere d’acqua e si gira con un cucchiaio di legno. Si fa cuocere, dopo avere aggiunto della salsa di pomodoro. E’ meglio tritarlo con un po’ di vino e con bragiuole di carne di cavallo o di vitello o di maiale, messi a rosolare nel soffritto di cipolla. Più gustoso diventa con l’aggiunta di un po’ di peperoncino piccante. Con tale salsa si condiscono le orecchiette in acqua salata e scolate.

Orecchiette con ricotta inzuccherata (Strascenate che la recott-e-zzuccre) Soltanto a Bari c’è l’usanza di consumare questo dolce il Capodanno. Da quando è invalsa l’abitudine di mangiare il panettone e i dolci preparati per Natale è andato quasi in disuso. In una fiscella ripiena di ricotta di pecora fresca porre una corteccia di limone grattugiata e tanto zucchero da far diventare sufficientemente dolce l’impasto. Versare il tutto in 2-3 piatti dopo aver aggiunto le orecchiette cotte e ben sgocciolate. Impastare e amalgamare.

nicholaus.it 41

cultura, accoglienza, benessere


solidarietà

Solidarietà, non solo a Natale L’associazione di volontariato INCONTRA compie due anni E’ Natale e come dice un noto spot pubblicitario a Natale si può dare di più. La bella realtà del volontariato barese però non è un fatto stagionale e poiché c’è chi ha bisogno di tutto ogni singolo giorno dell’anno c’è chi ha fatto dell’assistenza ai meno abbienti la propria missione di vita. E’ il caso dei membri dell’Associazione INCONTRA il cui presidente Gianni Macina ci ha esposto gli scopi e le attività. Un gruppo che opera sul territorio del capoluogo da diversi anni ancor prima di potersi ritenere ufficialmente un’associazione. “Iniziammo in pochi – spiega il presidente – portando la cena ai senza fissa dimora che sono soliti fermarsi nella zona della stazione centrale, poi con l’insediamento di Emiliano come sindaco della città, ci siamo resi disponibili per l’apertura del Ferrhotel , primo dormitorio pubblico di gestione comunale”. L’avventura comincia. Le difficoltà di un’opera

42

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

importante come questa non si possono nascondere, Gianni Macina non lo fa ma tiene a sottolineare che la solidarietà è puntualmente un fatto contagioso, un prodigio che si rinnova e si diffonde. “Siamo partiti distribuendo quello che attività, soprattutto panifici, ci donavano a fine serata. Poi è subentrato il considerevole aiuto di donne che cucinavano per ‘gli amici della stazione’. Con il passare del tempo alla loro esigenza di un pasto caldo sono venuti in soccorso anche ristoratori di buona volontà”. INCONTRA si occupa di sfamare chi non può permettersi un pasto al giorno ma provvede anche al vestiario, al banco farmaceutico e ad ogni tipo di necessità che dovesse venire a crearsi. Necessità che sono innumerevoli, spesso impensabili, spesso purtroppo “dovute alla non curanza delle istituzioni; negli anni – dice il presidente – più volte abbiamo dovuto denunciare disagi, prima come


cittadini, ora come associazione”. Compie in questo dicembre due anni di vita come associazione ufficiale e “oggi conta oltre 35 soci operativi ma più di cento ‘simpatizzanti’ – ama definirli così – che con il loro contributo rendono possibile la parte ultima di questo servizio, che è quello di porgere un piatto caldo a quanti ne necessitano, ormai numerosissimi con picchi di 200 persone”. L’associazione INCONTRA è la testimonianza di quanto l’aiuto sia fatto di volontà e bontà, i mezzi sono importanti ma non sono tutto. “Noi vogliamo dare l’opportunità proprio a tutti di accedere al nostro servizio e per questo abbiamo volutamente scelto di non avere una sede fissa ma di operare all’aperto. Offriamo il nostro servizio dotati solo di un tavolino nella zona antistante la stazione”. L’associazione infatti soccorre persone di ogni condizione sociale, credo religioso o provenienza geografica; “per noi non esiste alcuna differenza e molto spesso ci troviamo anche dinanzi a chi pur avendo un cospicuo conto in banca viene da noi semplicemente per mangiare in compagnia”. Dunque quello che INCONTRA offre è l’aiuto nel fornire beni di prima necessità, ma è anche sostegno nell’ambito dell’inserimento sociale. Gianni Macina tiene poi a sottoli-

neare come quella da restituire agli amici “senza tetto” sia prima di tutto la dignità. “Abbiamo accompagnato molti amici verso il campo santo – ci dice – aiutandoli a vincere l’anonimato proprio nel periodo ultimo della loro presenza terrena”. Questo l’impegno di tutto l’anno. Ora, nel periodo delle imminenti festività, già si pensa a come rendere dignitoso per tutti il cenone di fine anno. Si replica l’appuntamento dello scorso anno, quello del 31 dicembre presso la Palestra Ex Gil di Bari dove il passaggio al 2009 fu già una grande festa che coinvolse tutte le realtà baresi impegnate per i senza fissa dimora. Si mangia, si balla, si fa festa senza distinzione alcuna. L’importante è portare l’atmosfera di festa tra gente che puntualmente in queste occasioni avverte maggiormente il proprio disagio sociale. Progetti di beneficenza per il futuro sono “il banco farmaceutico a febbraio e una eventuale quasi certa convenzione con l’Ipercoop con l’iniziativa ‘Brutti ma buoni’. L’obiettivo – spiega il presidente – è quello di ottenere gli ottimi risultati di recente registrati con ‘Scalda la notte’, l’iniziativa nata dall’accordo con l’Ikea che in una settimana ha permesso di ottenere oltre 2800 coperte, poi condivise con altre realtà di volontariato locale”. Perché la solidarietà non resti solo una bella parola, associazioni come questa sono attive 24 ore su 24; una missione, un impegno di vita, una testimonianza del fatto che spesso si può realizzare anche ciò che sembra impossibile. L’Associazione INCONTRA è su Facebook. Per altre eventuali informazioni rivolgersi al presidente Gianni Macina, tel. 3385345870. Maria Angela Pesce

nicholaus.it 43

cultura, accoglienza, benessere


collaborazioni

In cantiere grandi collaborazioni E’ rinata Radio Sound Bari e la Nicholaus le stringe la mano Informazione e musica doc, in una parola Radio Sound Bari. La Nicholaus, alla continua ricerca di proficue sinergie questa volta ha fatto centro. Buone prospettive di collaborazione si intravedono con una radio, tornata alla ribalta sul territorio barese da poco più di un anno. Radio Sound Bari si fa risentire sui 91.7 fm a Bari e 91.4 in provincia con una nuova programmazione giornalistica fatta di una rassegna stampa quotidiana (curata da Dino Tartarino) che al mattino apre un’importante finestra sul mondo, e i continui aggiornamenti nei notiziari condotti da Alessia De Pascale. Notizie fresche, approfondimenti, curiosità, informazione locale e nazionale; e poi tanta buona musica. Con Sound de mar ogni giorno dalle 19.30 in poi straordinarie selezioni musicali tra sonorità baleari, pop rock, jazz, loung, chill out propongono un viaggio dei sensi alla scoperta dei paesi più misteriosi, dall’Andalusia alla musica indiana, alla

44

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

bossanova, al reggae. I principali avvenimenti della giornata barese passano invece attraverso il sapiente filtro e la rapida presentazione della rubrica Babilonia, in onda alle 10 del mattino e alle 15.30. E per un ottimo buongiorno Radio Sound Bari ha pensato di invitare città e dintorni a Colazione da Luca, simpatico spazio in cui cinema, musica e curiosità dal mondo del web entrano in casa e uffici degli ormai numerosi ascoltatori. Una passione intramontabile quella per la radio, mezzo di comunicazione immediato, fresco, ricco di fantasia, che “dice” per far “vedere” e che oggi si affaccia ormai puntualmente sul web (il sito è www.radiosoundbari.it). Si parte da qui per una sinergia che si preannuncia divertente e professionale dove le idee si incontrano, si abbracciano, si interfacciano e migliorano a vicenda. Nell’immediato futuro una collaborazione; ne vedremo, anzi ne sentiremo, delle belle.


NUMERI UTILI BARI COMUNE DI BARI Centralino Corso Vittorio Emanuele II, 84 080 5771111

AEREI

Aeroporto Bari Palese Viale D’Annunzio 080 5800200 Alitalia Prenotazioni Call Center: 062222 Air One Prenotazioni Call Center 199 207080

TRAGHETTI Porto C.so De Tullio A., 1 – 080 5216860 Adriatica 0831523825 Hellenic Mediterranean Lines 0831528531

TRENI

Stazione di Bari Centrale C.so Italia 23 – 080 5230924

TAXI Radio Taxi (attivo 24 ore) 080 5543333 Aeroporto Palese 080 5316166 Stazione Fs (Piazza Moro) 080 5210600

INFO TURISTICHE

Azienda di Promozione Turistica P.zza Moro 33/A –080 5227645 Assessorato Regionale per il Turismo - V. Bozzi 45/c 080 5589745 Provincia Di Bari Servizio Consiglio e Turismo Via Spalato, 19 – 080 5533983

SICUREZZA POLIZIA DI STATO - 113 Piazza S. Pietro, 33 - 080 5786111 Via Cacudi Nicola, 1 - 080 5349111 S. Prov. Aeroporto, 1 - 080 5857611 POLIZIA MUNICIPALE Via Aquilino Paolo, 1 - 0805491331 POLIZIA STRADALE 080 5370154 CARABINIERI - 112 L. Mare Sauro Nazario 080 5530893

QUESTURA Via Murat G., 4 - 080 5213960 PREFETTURA CENTRALINO Piazza Libertà, 1 - 080 5293111

EMERGENZA SANITARIA SOCCORSO SANITARIO URGENTE - 118 - centralino 080 5788011 POLICLINICO DI BARI - Piazza Giulio Cesare, 11 – 080 5575716 / 080 5575719 / 080 5575710 / 080 5428343

GUARDIA MEDICA Bari centro:Via Giulio Petroni, 47/d 080 5842004 Bari - San Girolamo/Fesca: Lungomare Starita, 6 080 5348348 Bari-Palese: via Nazionale, 39/b 080 5300067 Bari San Paolo: presso Ospedale, via Caposcardicchio 080 5370118 Bari Carbonara: presso Opera pia Di Venere 080 5650125 FARMACIE DI SERVZIO NOTTURNO – Numero verde 800 430043

CULTURA BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Cittadella della cultura, via Pietro Oreste 45 - 080 217.31.11 SANTA TERESA DEI MASCHI Biblioteca per la cultura e per le arti (già De Gemmis) - strada Lamberti 4 - 080 5210484 - 5213142 5249738 Museo Storico Civico - Strada Sagges, 1 - 080 5214126 Provincia Di Bari Museo Provinciale Santa Scolastica - Via Venezia - 080 5227316 Provincia Di Bari Servizio Biblioteca E Museo Archeologico Strada Lamberti, 1 - 080 5213142 080 5210484 Provincia Di Bari Servizio Pinacoteca E Beni Culturali - Lungo Mare Sauro Nazario, 27 - 080 5583401

nicholaus.it 45

cultura, accoglienza, benessere


l’abc dell’accoglienza Pro AGRITURISMO

Azienda Agrituristica Il Petraro Di Ruccia Agostino - Contrada Petraro, 56, 70026 Modugno (BA) - 080 5326731 Agriturismo Lama S. Giorgio Via Martinelli Diego, 24, 70018 Rutigliano (BA) - 080 4761609 Masseria Del Barone Contrada Poggio Vivo, 70020 Bitetto (BA) - 080 9925757 Azienda Agrituristica Montepaolo Di Bassi Anna Maria - Contrada Monte, 70014 Conversano (BA) - 080 4955087 Casale Del Sole Via Polignano, 9, 70042 Mola Di Bari (BA) - 080 4743412 Masseria Mofetta Di Novielli Nicola Via Sammichele, 70021 Acquaviva Delle Fonti (BA) - 080 759303 Il Feudo di Girardi Vincenzo & Basile Chiara Snc - Contrada Donna Giselda, 70034 Mariotto (BA) - 080 3736443 Agriturismo Masseria Modesti Snc Di Verna Giuseppe & C. - C.da Lama D’Ape, 70037 Ruvo Di Puglia (BA) - 080 3601799 Agriturismo Torre Catena Contrada Torre Catena, 872, 70044 Polignano A Mare (BA) - 080 8875953 Agriturismo Serragambetta Di Domenico Lanera - Via Conversano, 204, 70013 Castellana Grotte (BA) - 080 4962181 Azienda Agrituristica Chinunno Dei Fratelli Lanzolla - Co.da Chinunno, 70022 Altamura (BA) - 080 3140185 Antica Masseria Polvino CP 152, c.da Polvino zona rurale, 355, 70037 Ruvo di Puglia (BA) - 080 3620177 Agriturismo 3 Pini Di Plantamura Domenico Vito Pietro - S. P. 39 Altamura Cassano, KM. 17, 70020 Cassano Delle Murge (BA) - 080 764911

46

nicholaus.it cultura, accoglienza, benessere

Agriturismo La Vallonea Via Mercadante, KM. 11.600, 70020 Cassano Delle Murge (BA) - 080 775178

Agriturismo Vallata Verde Di Rizzi Angela Via Selva Di Fasano, 110, 70013 Castellana Grotte (BA) - 080 4961256 Agriturismo Le Casedde Strada St. Gioia, KM. 14.400, 70015 Noci (BA) - 080 4978946 I Tre Monelli Strada St. Gioia Noci, KM. 4.111, 70023 Gioia Del Colle (BA) - 080 3499543 Azienda Agricola E Agrituristica Polvino Di Ranieri Francesco - C.da Polvino, 555, 70037 Ruvo Di Puglia (BA) - 080 3602203 Agriturismo Lama Di Luna - Biomasseria Via Crocifisso, 48, 70031 Montegrosso (BA) - 0883 569505 Arte e Natura - Agriturismo Masseria Papaperta - S.S. Putignano-Alberobello, 70013 Alberobello (BA) - 333 255 4061 Azienda Agrituristica Masseria Vagone Di Vacca Paola - C.da Vagone, 323, 70043 Monopoli (BA) - 080 6901820 Agriturismo Masseria S. Angelo Di Marchetti Giovanni - Contrada Sant'Angelo, 70024 Gravina In Puglia (BA) Masseria Torricella - Agriturismo S.P. 81 Canale di Pirro, 19, 70011 Alberobello (BA) - 080 9309994 Tenuta Lo Cuoccio Di Marzocca Vincenzo S. Prov. 52 Dolcecanto, KM. 6.000, 70024 Gravina In Puglia (BA) 080 3250979 Agriturismo Il Cardinale C.da Capoposto, 70020 Poggiorsini (BA) 080 3237279 Agriturismo Biologico S. Vincenzo Contrada San Carlo, 70058 Spinazzola (BA) - 0883 682999 Masseria Colombo Sas Di Siciliani B. & C. Via Dall'Arca Niccolo', 12, 70121 Bari (BA) 080 5242431


ovincia di Bari BED&BREAKFAST

CASE VACANZE

Bed & Breakfast santa fara via bitritto, 100/D, 70124 Bari (BA) 080 5052007

Residence Baia degli Sciti Via M. Gervasio, 1, 70045 Torre a Mare (BA) - 335 8418765 - 080 5430188

Bed and Breakfast F.G. Via Palo del Colle 77, 70020 Bitetto (BA) 080 992 4502 Bed & Breakfast il Borghese Via della Minerva, 70027 Palo del Colle (BA) - 080 381 1522 Bed & Breakfast il Borghese Via della Minerva, 70027 Palo del Colle (BA) - 080 381 1522 Masseria Sacerdote Di Marta Piccone Bed And Breakfast Contrada Madonna Dei Tetti, 70014 Conversano (BA) - 080 4959725 Bed And Breakfast Le Vigne Contrada Torre Catena, n.c., 70044 Polignano a Mare (BA) Bed and Breakfast Villa Angela via vecchia Conversano, 14, 70013 Castellana Grotte (BA) - 080 4967421 Bed & Breakfast Relax via Sant'Angelo n. 1, 70013 Castellana Grotte (BA) - 080 4969990 Bed&Breakfast Ai Carrettieri Via Carrettieri, 28, Via Carrettieri, 28, 70059 Trani (BA) - 0883 487 204 Bed & Breakfast Centro Storico Via Leopardi, 28, 70059 Trani (BA) 0883 506 176 Bed& Breakfast Il Sole via Pisa, 7, 70059 Trani (BA) Bed & Breakfast Dei Serafini Di Giuliani Tonia & C. - Via S. Benedetto, 6, 70044 Polignano A Mare (BA) - 080 4247562 Bed & Breakfast Arco Michele via arco michele, 31, 70017 Putignano (BA) - 080 405 9578 Bed & Breakfast Mariemonti Contrada Aratico, 352, 70043 Monopoli (BA) - 080 9309162 Bed and Breakfast De Nittis via roma, 83, 70051 Barletta (BA) 0883 571 310

Casa Albergo Sant'Antonio Via Isonzo, 8/A 70011 Alberobello (BA) 080 4322913 - Fax 080 4322913 Residence Giardino dei Trulli Via XXIV Maggio, 15 70011 - Alberobello (BA) - 080 4321330 - 333 3131256 - Fax 080 4321458 Trulli Holiday Via Duca Abruzzi, 45 70010 - Alberobello (BA) 080 4325970 - 339 5046972 - Fax 080 4325970 Trullidea Via Monte Nero 70011 - Alberobello (BA) 080 4323860 - Fax 080 4323860 Corte Altavilla Relais & Charme Vico Goffredo Altavilla, 8 70014 â&#x20AC;&#x201C; Conversano (BA) - 080 4959668 - 080 4951740 - Fax 080 4951740 Masseria Serio Contrada Tamburrino 142/a 70010 Locorotondo (BA) - 080 4383305 Sotto Le Cummerse Via Monfalcone, 18 70010 - Locorotondo (BA) - 080 4313298 - 340 0750381 - Fax 080 4313298 Truddhi Casa e Cucina di Puglia Contrada Trito, 292 70010 - Locorotondo (BA) - 080 5544495 - 333 6141115 - Fax 080 5544495 Turismo Valle dei Trulli Via Madonna della Catena, 44 B/C 70010 â&#x20AC;&#x201C; Locorotondo (BA) - 080 4310098 - Fax 080 4311825 Collegio Davanzati dei Padri Barnabiti Via Tiepolo, 1 70059 - Trani (BA) 0883 481180 - Fax 0883 481180

nicholaus.it 47

cultura, accoglienza, benessere



nicholaus