__MAIN_TEXT__

Page 1


CAMPING campofelice

...a good choice

CH-6598 Tenero Lago Maggiore Tel. +41 91 745 14 17 www.campofelice.ch

DCC EUROPAPREIS 2009


Sommario 3 4

Emozionia 360°

9

Eventi:tra arte e cultura

24 29

Un cantone che si fa in quattr o

Ce n’è per tutti i gusti A piedi,in bici, a nuoto...

Info utili SvizzeraTurismo Tel. 00800 100 200 30 (numero gratuito) Tel. 02 7631 7791 (da cellulare) info@myswitzerland.com www.svizzera.it TicinoTurismo Via Lugano 12 - 6500 Bellinzona Tel. +41 (0)91 8257056 info@ticino.ch www.ticino.ch BellinzonaTurismo Tel. +41 (0)91 8252131 info@bellinzonaturismo.ch www.bellinzonaturismo.ch Biasca e RivieraTurismo Tel. +41 (0)91 8623327 info@biascaturismo.ch www.biascaturismo.ch

BlenioTurismo Tel. +41 (0)91 8721487 info@blenioturismo.ch www.blenioturismo.ch

Gambarogno Turismo Tel. +41 (0)91 7951866 info@gambarognoturismo.ch www.gambarognoturismo.ch

EnteTuristicoLago Maggiore Tel. +41 (0)91 7910091 info@ascona-locarno.com www.ascona-locarno.com

LeventinaTurismo Tel. +41 (0)91 8691533 info@leventinaturismo.ch www.leventinaturismo.ch

MendrisiottoTurismo Tel. +41 (0)91 6413050 info@mendrisiottoturismo.ch www.mendrisiottoturismo.ch

EnteTuristicodel Luganese Tel. +41 (0)91 9133232 info@luganoturismo.ch www.luganoturismo.ch

EnteTuristicoTenero e ValleVerzasca Tel. +41 (0)91 7451661 info@tenero-tourism.ch www.tenero-tourism.ch

Vallemaggia Turismo Tel. +41 (0)91 7531885 info@vallemaggia.ch www.vallemaggia.ch

Pubblicazione in abbinamento ai settimanali del Circuito iNetweek e/o altre testate edite da DMedia Group e/o altre testate edite da società controllate e/o collegate a DMedia Group

EDITORE: DMedia Group S.p.A: PAGINA 1

REDAZIONE: Merate (Lc) Via Campi, 29/L - tel. 039.99891 PUBBLICITÀ: Promotion Merate srl - Via Campi, 29/L Merate (Lc) - tel. 039.99891 - promotion@netweek.it

COORDINAMENTO REDAZIONALE: Antares Editoriale GRAFICA: Giancarlo Favaro - Promotion Merate srl STAMPA: RDS Webprinting - Arcore (MB) FOTOGRAFIE: www.swiss-image.ch, Archivio Ticino Turismo

GO - Marzo 2012


www.spiadvertising.ch

U N A

C O M P E T I Z I O N E ,

M I L L E

E M O Z I O N I !

22a LUGLIO 2012 2 EDIZIONE Percorso lungo:

Gottardo - Furka - Novena Tre passi alpini, 110 km totali 2900 metri di dislivello

Percorso corto:

Ambrì - Gottardo - Ambrì Un passo alpino, 57 km totali 1350 metri di dislivello

PARTENZA DA AMBRÌ-PIOTTA NEL CUORE DELLE ALPI SVIZZERE Photo ©Ti Press

www.granfondosangottardo.com

Main sponsor


C

he lo guardi dalla cima del Monte Generoso, da quella del Monte Gambarogno o da Cardada, sul pendio della Cimetta, il Canton Ticino che si ammira è uno spettacolo davvero straordinario. In una bella giornata di sole è un profluvio di colori, con la prevalenza del verde dei prati e dei boschi e dell’azzurro e del blu del cielo terso e dei laghi. Una terra ricca di proposte e di opportunità per chi desidera passare qualche ora o, meglio ancora, qualche giorno in pieno relax, coccolato in qualche centro benessere o impegnato in una passeggiata a piedi o in mountain bike. Ma il Canton Ticino è anche una regione che propone appuntamenti imperdibili sotto il punto di vista culturale: da “Moon and Stars” di Locarno, agli spettacoli di jazz GO - Marzo 2012

con “JazzAscona” e con l’”Estival Jazz” di Mendrisio e Lugano, che richiamano sulle sponde del Lago Maggiore e del Ceresio migliaia di amanti di questo genere musicale, fino al Festival del film Locarno, sicuramente tra le più note rassegne cinematografiche del mondo, che si caratterizza per la proiezione di alcune pellicole all’aperto, nella straordinaria piazza Grande della città ticinese. E se il vostro primo interesse è la cucina locale, state tranquilli: qui i buongustai avranno... pane per i loro denti. Nei prossimi mesi, infatti, sono in programma interessanti appuntamenti gastronomici. In ogni caso, basta fare un giro per i caratteristici grotti ticinesi per vedere soddisfatte anche le più esigenti richieste culinarie.

PAGINA 3

Emozioni a 360°


Un Cantone che si fa in

PAGINA 4

Le regioni del Ticino

È

proprio il caso di dire che il Ticino si fa in quattro per accogliere i turisti, perché tante sono le regioni che lo compongono, ognuna con bellezze e caratteristiche davvero uniche.

Il Lago di Lugano Sarà il clima del Ceresio o il panorama che si può godere dalla cima del Monte Bellinzona Brè o del San Salvatore. e Alto Ticino Certo è che alla regione del Lago di Lugano non Lago Maggiore manca nulla per farsi e Valli apprezzare. A cominciare proprio da Lugano, adagiato sulla riva nord del Ceresio, centro finanLago ziario ma anche cultudi Lugano rale, con i suoi musei, primo fra tutti il Cantonale d’Arte che espone opere di Klee, Renoir e Degas, e un calendario Mendrisiotto di eventi e manifestazioni sempre interessanti, soprattutto durante la stagione primaverile e quella estiva. Il relax di una passeggiata sul lungolago o nelle vie del centro storico, con i suoi numerosi edifici in stile lombardo, o la visita ai numero-

si parchi ricchi di piante subtropicali, oppure ancora un po’ di shopping sotto gli antichi portici di via Nassa possono rendere indimenticabile una giornata a Lugano. Merita un po’ di tempo, ma ne vale la pena, un tour del lago in battello: diverse le località suggestive dove soffermarsi. Prima fra tutte Gandria, un romantico villaggio di pescatori arroccato ai piedi del Monte Brè. Molti turisti amano arrivare in barca da Lugano e tornare a piedi lungo la sponda del lago fino a Castagnola, un’oasi di tranquillità con le sue pittoresche viuzze e scalette che offrono scorci e paesaggi da sogno. Altrettanto


Che panorama!

bella è Melide, più a sud, nel cui territorio è situata la Swissminiatur, il noto parco con modellini in scala 1:25 che permette di conoscere in poco più di un’ora i luoghi più caratteristici e suggestivi della Svizzera. Ma il top si tocca a Morcote, non per nulla definita la “Perla del Ceresio”: passeggiare tra le sue viuzze con scorci impareggiabili di lago o tra l’impressionante mondo di flora subtropicale del Parco Scherrer vale sicuramente il viaggio. Lago Maggiore e Valli Dalle palme ai ghiacciai, dalla vita mondana e notturna alle tradizioni contadine. Il territo-

rio che si snoda dalle sponde del Lago Maggiore fino all’alta Valle Verzasca offre davvero un piccolo mondo in cui ogni visitatore può ritrovare la sua dimensione. Partiamo dalle sponde del Verbano e già si è in difficoltà nello scegliere la meta più bella. Sulla parte destra, risalendo dal confine italiano si incontra Brissago dove è d’obbligo una visita al parco botanico delle sue Isole; tocca poi a Porto Ronco, che lo scrittore tedesco Remarque scelse quale sua dimora preferita; quindi ad Ascona, la più esclusiva località climatica del Lago Maggiore con una dozzina di alberghi di lusso e un centro storico ricco di negozi esclusivi, gallerie d’arte e di antiquariato; per finire a Locarno, luogo di villeggiatura già ai tempi della Roma Imperiale. Da qui si consiglia di salire, con la funivia disegnata dal noto architetto Mario Botta, a Cardada, un promontorio che offre una vista spettacolare sul Lago Maggiore. Sull’altra sponda, invece, c’è la

Una suggestiva immagine della Valle Bavona e della cascata di Foroglio nella regione del Lago Maggiore. Sotto, a sinistra, la chiesa di Santa Maria degli Angeli sul Monte Tamaro progettata dall’architetto Mario Botta

PAGINA 5

quattro

 Se poi volete conservare un’immagine indimenticabile della regione del Lago di Lugano, si consiglia di salire fino a Brè, sull’omonimo monte (in auto ma anche con la funicolare), da cui si gode uno splendido panorama sul Ceresio, sul Monte Rosa e fino alle Alpi Marittime. Incantevole anche il piccolo villaggio, che ospitò diversi artisti svizzeri, che ha saputo mantenere le sue caratteristiche rurali.


Parco Botanico del Gambarogno Botanischer Garten Gambarogno Parc botanique du Gambarogno Periodi fioritura Gennaio-febbraio: camelie invernali, calicantus, hamamelis e fiori invernali Marzo:

camelie e magnolie

Aprile

camelie, magnolie, azalee, rododendri e glicini

Maggio:

magnolie tardive, peonie, azalee, rododendri, cornus e glicini

Giugno:

ultima fioritura azalee, rododendri e cornus

Estate:

fioritura nelle serre

Autunno:

camelie autunnali e invernali, fiori degli agrumi e fiori autunnali

Orari d’apertura:

durante tutto l’anno

Öffnungszeiten:

Während des ganzen Tages

riviera del

ag

o maggior e

l

Informazioni, Auskunft, informations: Gambarogno Turismo CH-6574 Vira Gambarogno Tel. 091 795 18 66 - Fax 091 795 33 40 E-mail: info@gambarognoturismo.ch www.parcobotanico.ch


Mendrisiotto Per chi passa il confine a Chiasso il Ticino che incontra è all’insegna della natura. La regione del Mendrisiotto, infatti, la più meridionale della Svizzera, si presenta come un susseguirsi di monti, colline e laghi, intervallati da lunghi filari di vigneti che contraddistinguono la tradizione vinicola di questa terra. Cominciamo dai suoi monti. Innanzitutto dal Monte San Giorgio, leggendaria “dimora” del Beato Manfredo, un anacoreta del tredicesimo secolo, che nel 2003 è stato decretato dall’Unesco patrimonio mondiale naturale dell’umanità per l’importanza dei suoi ritrovamenti paleontologici: nel corso del ventesimo secolo sono stati ritrovati fossili di grande interesse scientifico, soprattutto pesci, invertebrati e rettili per lo più marini, la cui lunghezza, in alcune specie, raggiungeva i sei metri. Merita una salita fino alla sua cima (con il comodo trenino a cremagliera che parte da Capolago) il Monte Generoso (1.704 m), da cui si gode un panorama incantevole sulla Regione dei Laghi, sulla Pianura lombarda sino agli Appennini e sulla catena alpina dal Gran Paradiso al Cervino, dal Monviso al Monte Rosa.

Turisti in Valle di Muggio, nel Mendrisiotto, dove si incrociano diversi sentieri per escursionisti. Sotto, lo splendido panorama sulla Regione dei Laghi che si gode dal Monte Generoso

PAGINA 7

Riviera del Gambarogno con le sue frazioni di Contone, Magadino, Vira, Piazzogna, San Nazzaro, Gerra, Sant’Abbondio, Caviano e Indemini, una più interessante dell’altra. Basta, comunque, salire un attimo e trovarsi in un clima alpino. Sopra il lago, infatti, si apre la Valle Onsernone con villaggi caratteristici quali Auressio, Loco, Russo: una puntata al Museo Vallerano e al vecchio mulino da poco restaurato, può aiutare a capire questi luoghi e la sua gente. Se si sale oltre si incontra, a sinistra, l’affascinante Vallemaggia, un territorio ricco di testimonianze di un mondo antico che vive ancora nei costumi delle genti (Bosco Gurin è l’unico villaggio walser del Cantone), dove la natura è protagonista principale e la si può scoprire a piedi attraverso una rete di sentieri lunga ben 700 chilometri. A destra, invece, c’è la Valle Verzasca, altrettanto “selvaggia” e nello stesso tempo ricca di tradizioni: da ammirare l’elegante “Ponte dei Salti” di Lavertezzo, impropriamente detto “romano”, opera medioevale a doppia arcata, il Castello dei Marcacci a Brione e il Museo della Valle a Sonogno.


Arte nel Mendrisiotto  Il Mendrisiotto è anche una terra ricca di tesori artistici e architettonici.Tra gli edifici più interessanti della regione ci sono sicuramente la chiesa di San Vigilio a Rovio, una costruzione in stile romanico risalente alla prima metà dell’XI secolo, il battistero di Riva San Vitale, un edificio a pianta ottagonale costruito nel V secolo con pavimento a mosaico e affreschi della fine del dodicesimo secolo, e la Chiesa Rossa di Castel San Pietro che conserva un prezioso ciclo di affreschi trecenteschi.

Per chi ama la natura, è inoltre consigliata una visita al Parco delle Gole della Breggia, un’area comprendente la parte inferiore della Valle di Muggio, dove l’acqua ha messo a nudo un profilo geologico quasi continuo fra il Giurassico ed il Terziario. Bellinzona e Alto Ticino Un concentrato di storia, di arte e di natura. E’ la regione che da Bellinzona sale fino ad Airolo, passando per Biasca e toccando le valli dell’Alto Ticino, la Valle di Blenio e la Valle Leventina. Storia e arte fanno capolino soprattutto nel capoluogo di quest’area, con i suoi castelli (Montebello, Castelgrande e Sasso Corbaro) tutelati dall’Unesco quali patrimonio mondiale dell’umanità, dai quali si gode pure un bellissimo panorama. Da qui ci si dirige verso il San Gottardo e si attraversano, innanzitutto, le Terre della Riviera, costellate da paesini con chiese romaniche (molto bella

NARA,LA MONTAGNA AMICA FUORI DAL MONDO Fuori dal mondo perché la montagna del Nar a, come tutta la splendida Valle di Blenio in cui essa si tro va, pur essendo a due passi dalla “Via delle genti” del San Gottardo , è rimasta un’isola di tranquillità, umiltà e discrezione, apprezzata da chi cerca un luogo per passare il tempo libero di un w eekend o anche le propr ie vacanze lontano dal frastuono e dagli affollamenti che caratterizzano oramai altre regioni di montagna ben più famose . In questa isola di pace , il Nara si presenta come un balcone affacciato sull’ampiaValle di Blenio (la “Valle del Sole”) dirimpetto a maestose vette Alpine che formano una catena tr a il P asso del Lucomagno situato a nord e le valli selvagge di Malvaglia e di P ontirone, passando dall’altipiano della Greina e dai ghiacciai dell’Adula, la vetta più alta del Ticino con i suoi 3'402 metri. Per la gestione eff icace ma accor ta degli impianti di risalita del Nar a (quattro ski lift e due seggio vie aperte anche in estate), un gruppo di appassionati visionar i ha fondato nel 2003 la società “Amici del Nara”, che opera prevalentemente sulla base del volontariato con tanto entusiasmo per sostenere e gestire di fatto la stazione turistica del Nara, sia in estate che in inverno. Info: www.nara.ch

quella dei santi Pietro e Paolo di Biasca), e che offrono infinite possibilità di escursioni. Da Biasca, verso destra, si apre poi la Valle di Blenio, ricca di testimonianze artistiche: è il caso di ricordare la chiesa di San Carlo (o Sant’Ambrogio) di Negrentino, nota non solo per la ricca e preziosa decorazione pittorica di epoca romanica e gotica che conserva al suo interno, ma anche per la sua architettura e la suggestiva posizione geografica, l’oratorio di San Remigio nella località di Boscero, l’oratorio di S. Pietro, piccolo edificio senz’altro romanico, a Motto, e le rovine del Castello di Serravalle che sorgono su un ampio promontorio roccioso in territorio di Semione. Verso sinistra, invece, si apre la Valle Leventina che arriva fino ad Airolo e al passo del San Gottardo: è il regno degli escursionisti, a piedi o in mountain bike, che qui trovano passeggiate e itinerari per tutte le caratteristiche, con numerosi sentieri didattici e tematici adatti anche ai più piccoli. Consigliato il sentiero didattico del Lago Ritom (raggiungibile tramite funicolare), inaugurato poco più di un paio d’anni fa, che percorre il lato sud e boschivo dello specchio d’acqua alpino. GO - Marzo 2012


PAGINA 9

Eventi: tra arte e cultura


Tenero e Valle Verzasca. Paradiso dei campeggi e cuore verde del Ticino dove la qualitĂ svizzera si incontra con la cultura italiana.

Tourist Office Tenero e Valle Verzasca CH-6598 Tenero

info@tenero-tourism.ch www.tenero-tourism.ch Tel. +41(0)91 745 16 61


Eventi

anton Ticino vuol dire anche eventi e manifestazioni che richiamano migliaia di persone, appassionati e curiosi, e che riempiono le serate primaverili ed estive di chi ha scelto questa regione per trascorrere un week end o qualche giorno di vacanza. Lugano Festival e Progetto Martha Argerich La grande musica è spesso protagonista sulle sponde del Ceresio. E anche quest’anno, dal 6 aprile al 30 giugno, vengono riproposti due appuntamenti che da anni vedono in primo piano la musica classica, il Lugano Festival e il Progetto Martha Argerich. Il Festival prenderà il via venerdì 6 aprile con la Messa in Si minore di J.S. Bach nella chiesa di san Nicolao a Lugano Besso e si concluderà il 5 giugno con l’Orchestra della Svizzera italiana e il violino di Daniel Hope diretti da Michail Jurowski con l’appassionato concerto di Max Bruch. Tre giorni dopo, l’8 giugno, prenderà il via l’undicesima edizione del Progetto Martha Argerich, incentrato sulla figura cariGO - Marzo 2012

smatica dell'omonima pianista argentina e su una serie di giovani talenti a cui viene offerta la possibilità di esibirsi accanto ad interpreti già affermati. Il programma della manifestazione, che si concluderà il 30 giugno, prevede due concerti sinfonici al Palazzo dei Congressi, otto concerti da camera all'Auditorio Stelio Molo della RSI, sette recital pomeridiani alla Chiesa Evangelica, un concerto pomeridiano all’Hotel Villa Castagnola, un concerto dei giovani pianisti argentini allo Studio Foce e un concerto della master class di violino al Conservatorio della Svizzera italiana. Per info: www.luganofestival.ch Deutsche Bank Ladies’ Swiss Open a Losone Tutti sul green del Golf Gerre Losone, della regione di AsconaLocarno. Dall’11 al 17 giugno si disputa il Deutsche Bank Ladies’ Swiss Open, uno dei più rinomati tornei internazionali di golf del Ladies European Tour (LET) che ha già visto protagoniste giocatrici di massimo livello come Gwladys Nocera, Bettina

 Fiera dell’antiquariato a Mendrisio (20 maggio) Per info: www.mendriosiottoturismo.ch  Festivaldi Narrazionedi Arzo (30 agosto - 2 sett.) Per info: www.mendriosiottoturismo.ch

Un’immagine della scorsa edizione del Deutsche Bank Ladies’ Swiss Open

PAGINA 11

C

 LocarnoCamelie (28 marzo - 1 aprile) È la più impor tante rassegna europea del genere. Al Parco delle Camelie trovate una mostra scientifica con oltre 300 varietà splendidamente esposte da giardinieri esperti. E già che ci siete, si consiglia una puntatina sia al Parco botanico del Gambarogno, a Vairano, sia alla collezione di camelie delle isole di Brissago. Per info: www.ascona-locarno.com


RIVIERADEL GAMBAROGNO, UN MONDO COMPLETO

L

PAGINA 12

a Riviera del Gambarogno è un mondo a sé. Alla sponda sinistr a del Lago Maggiore – da Contone alla frontiera italo-svizzera – la natura ha regalato tutto: un lago stupendo , una collina incantevole e il fascino dei monti. La scintillante bellezza del lago, l’eccezionale ricchezza delle Bolle di Magadino, la varietà artistica e gastronomica della Riviera, dove praticare tutti gli sport acquatici, ammirare una flora e una fauna ricche e rare o semplicemente oziare. Tra lago e montagna, ci si immerge in un mondo di tradizioni e profumi antichi, il parco botanico del Gambarogno a Vairano e l’incantesimo del panorama. Villaggi sospesi tra cielo e lago in vitano a godersi momenti di intimità, d’allegria e di sana spensieratezza. Fra i Centocampi di Caviano, l’odore di fieno appena falciato e il rincorrersi di suoni lenti di campanacci vivi solo nei ricordi, sono un sogno in cui ritrovare tutta la semplicità della vita. Lungo i monti e le piccole valli del Gambarogno si snodano duecento chilometri di sentieri tra boschi di castagni, pascoli rigogliosi e incantevoli alpi. In numerosi punti il meraviglioso spettacolo

delle Alpi – dal Monte Rosa ad ovest, alla Corona delle Alpi ticinesi verso nord – appare in tutta la sua maestosità. Tra le manifestazioni spicca il Festival inter nazionale di musica organistica di Magadino. Durante il mese di luglio prestigiosi inter preti danno vita a una serie di concer ti di qualità eccelsa. E’ un invito a trascorrere una serata nell’intimità di un ambiente particolare e a lasciare vagare l’anima in un mondo armonioso e trasognato. UNAVARIETA’ INFINITA La Riviera del Gambarogno è un mondo ricco, variegato, sempre autentico. Le Bolle di Magadino , un microuniverso intatto, propone una flora e una fauna di incredibile ricchezza. Una passeggiata tra boschi, canneti e lungo il lago, per scoprire ad ogni passo un mondo di sinestesie: l’odore delle piante, il richiamo degli uccelli, il sapore dell’ar ia, un terreno morbido e il sole sulla pelle . Le novecento varietà di camelie e di magnolie del parco botanico del Gambarogno a Vairano invitano a r iscoprire la r icchezza della natur a. Azalee, peonie, rododendri fra pini, ginepri ed edere, sono un sogno ad occhi aper ti che abbraccia tutti i continenti.


Duecento chilometri di sentier i, accuratamente ripuliti ogni anno da sassi, radici ingombranti, dagli eccessi della v egetazione e perf ettamente marcati, attraversano l’intera regione in tutte le direzioni.

Ritrovare il ritmo a misura e a passo d’uomo per conciliare pensieri ed emozioni, per riposare la mente e arricchire di stimoli spontanei e imprevedibili. Nuoto, tuffi, canottaggio, canoa, vela, surf, sci nautico o equitazione oppure tennis e minigolf: la Riviera del Gambarogno offre inn umerevoli possibilità anche a chi ama div ertirsi e rilassarsi praticando lo spor t. Nel suo prolungamento naturale verso nord-est, sfoggia la maestosità dei castelli di Bellinzona, ora patrimonio dell’Unesco. La ricchezza di questa splendida regione è autentica, perché essenziale. In ognuno dei suoi trasognati villaggi – Contone, Magadino,Vira, Piazzogna, San Nazzaro, Gerra, Sant’Abbondio, Caviano e Indemini – c’è un ristorante che offre specialità locali, all’ombra di un albergo, sotto i raggi del sole o sul Monte Tamaro. Fermarsi, sorseggiare un buon bicchiere di vino, ammirare il mondo: nella Riviera del Gambarogno la vita è semplice e davvero bella.

PAGINA 13

In alto, le Bolle di Magadino. Sopra, la chiesa parrocchiale di Magadino che ospita il Festival internazionale di musica organistica


L’IstitutoAgrarioCantonale di Mezzana L’Istituto Agrario Cantonale di Mezzana dal 1915 è un punto di passaggio ob bligatorio per chi desider a indirizzarsi verso una formazione che consenta poi di trovare uno sbocco in una delle prof essioni del mondo agricolo: agricoltore, avicoltore, orticoltore, frutticoltore, viticoltore. L’istituzione di un centro per le formazioni del v erde integra, alle originarie formazioni agricole, anche quelle di selvicoltore , giardiniere, fiorista e la f ormazione empirica del settore giardinaggio-orticoltura. Vengono organizzati corsi di f ormazione continua su fr utticoltura e agricoltura in genere e, per i prodotti, in particolare su vino e formaggi. L’azienda agricola annessa alla scuola adempie a una molteplicità di funzioni che vanno ad aggiungersi al suo r uolo prioritario di suppor to per le f ormazioni agricole di base e per la f ormazione continua. Gli investimenti votati negli ultimi anni dal parlamento per il polo del verde di Mezzana sono in parte già realizzati. In particolare, il settore produttivo bovino è stato dotato di una n uova stalla che deve fungere da modello per il settore agricolo. Inoltre si sta realizzando un nuovo caseificio che permetterà ai futuri casari di apprendere l’ar te in una str uttura moderna e ottimamente attrezzata e all’azienda agr icola di sviluppare prodotti innovativi. Nei vigneti si stanno ultimando le ricostituzioni degli impianti rimanendo fedeli alla varietà Merlot. Tutto ciò per dimostr are come l’Istituto sia in piena ev oluzione proiettato v erso il futuro con la convinzione che il settore agr icolo e agroalimentare , anche in Canton Ticino, abbia ancora un impor tante ruolo da svolgere e da difendere. Info: Aziendaagraria cantonale di Mezzana- Via San Gottardo - 6828 Baler na/Mezzana Tel. +41 (0)91 816 62 01 - df e-aacm@ti.ch - www.mezzana.ch

Bianco del Ticino DOC Colli del Mendrisiotto Merlot Ticino DOC Bongio Merlot Ticino DOC Ronco Merlot Ticino DOC Viti

PAGINA 14

Tel. 0041 (0) 91 8166201 GO - Marzo 2012


Eventi

Hauert e Lee-Anne Pace, vincitrici degli anni passati. Le migliori giocatrici del LET si incontreranno per disputarsi l’ambito trofeo e un considerevole montepremi di 525.000 euro. Tra l’altro, questo torneo lo scorso anno ha visto primeggiare la miglior golfista italiana, Diana Luna. Per info: www.dblso.ch JazzAscona ad Ascona Dal 21 giugno al 1° luglio Ascona si trasforma in New Orleans. Sulle sponde del Lago Maggiore, infatti, va in scena “JazzAscona”, un appuntamento che si ripete ormai da quasi trent’anni e che

ospita le magistrali performances dei migliori jazzisti internazionali in occasione di uno fra i più apprezzati festival europei. Numeri da capogiro per questa rassegna: in programma ci sono ogni anno circa 200 concerti e più di 400 ore di musica dal vivo suonata da circa 350 artisti, spaziando dal jazz tradizionale di New Orleans a quello di Chicago, dallo swing al mainstream, dal ragtime al gospel. Artisti e band si esibiscono in vari locali pubblici di giorno e sui palchi del lungolago la sera, trasformando Ascona in un puzzle di piccoli “jazz club”. Per info: www.jazzascona.ch

 BeatlesDays a Bellinzona (31 maggio - 2 giugno) Beatles ma non solo. Ecco l’appuntamento per chi ama la musica degli Anni ‘60 ormai giunto alla dodicesima edizione: una rassegna musicale, in programma nel nucleo storico di Bellinzona. Ingresso libero a tutti i concerti. Per info: www.bellinzonaturismo.ch  Verzasca Country Festival (4 agosto) Giornata dedicata alla musica country nella frescura della Valle Verzasca. Un genere non così popolare da queste parti, ma che attira non pochi appassionati a Sonogno dove si svolgono i concer ti. Per info: www.tenerotourism.ch

Tipiche di Mendr isio sono le processioni stor iche pasquali che , nel XIX secolo, raccoglievano addirittura una «marea umana» che dal resto del Canton Ticino e dalla Lombardia ar rivava a Mendrisio per assistere ai due spettacolar i cortei, tanto che «ad una data or a della sera, nel paese non si r iusciva a tro vare un pezz o di pane e un bicchiere di vino». Il giovedì prima di Pasqua, al tramonto, il corteo dei figuranti attraversa il centro r appresentando la salita al Calvar io: legionari a ca vallo al suono delle trombe , un Gesù soff erente e coronato di spine, una mesta Veronica che mostra il sudario, i soldati romani e tanti altr i personaggi storici. Durante la processione del Venerdì santo il Simulacro del Cristo morto e la Statua della Vergine dei Sette Dolori sono portati per le vie del borgo da confraternite e religiosi, tra due ali di f olla che si r accoglie in silenzio . A creare il suggestivo scenario, oltre la luce fioca della sera, contribuiscono soprattutto i magnifici “trasparenti” (lampioni e tele illuminate), realizzati da vari artisti della regione e le cui origini spaziano dal Seicento ai giorni nostri. Circa 600 cittadini di Mendrisio di ogni età par tecipano come figuranti all’evento. info: www.mendrisiottoturismo.ch

GO - Marzo 2012

PAGINA 15

Processionistoriche pasquali a Mendrisio (5-6 prile) a


Mendrisiotto e Basso Ceresio. MendrisiottoTurismo.ch Ad un passo da casa: la regione da scoprire!

Nuove proposte. Museo dei fossili del Monte San Giorgio

Un’interessante ristrutturazione nel nucleo di Meride, affrontata dal noto architetto Mario Botta, ospiterà una ricca collezione di fossili provenienti dagli scavi che, nel corso di oltre 100 anni, sono stati fatti dai ricercatori. Riconosciuto da UNESCO nel 2003, grazie alla nuova, ampia struttura museale che verrà inaugurata nel corso del 2012, il Monte San Giorgio potrà stupire i visitatori e svelare così l’unicità dei suoi tesori.


Da non perdere! Profumi e sapori primaverili sul Monte San Giorgio Rassegna eno-gastronomica 13.04.2012 – 13.05.2012 PA T

MO RI

NIO MON

D LE IA

La Mangialonga, Monte San Giorgio 1.05.2012

IT A

DIAL •

ON E M

ER WORLD H

Festival di Narrazione “Racconti di qui e d’altrove” Arzo, 30.08.2012 – 2.09.2012

N GE • OI  PATRIM

Monte San Giorgio

Nuove proposte. Sentiero geo-paleontologico

Una nuova offerta didattica animerà nel corso del 2012 la lettura della complessa storia geo-paleontologica del Monte San Giorgio. Lungo l‘itinerario italosvizzero, tavole didattiche illustreranno l’eccezionalità del luogo, conducendo il visitatore ad attraversare i livelli fossiliferi che pongono il monte fra i siti più importanti al mondo e le vicende che, sull’arco di circa 350 milioni di anni, hanno dato origine alla montagna. Mendrisiotto Turismo

info@mendrisiottoturismo.ch


Eventi  Chiassoletteraria a Chiasso (4-6 maggio) Si svolge da sette anni e ospita scrittori di richiamo internazionale, affronterà il tema de “La notte”. Per info: www.chiassoletteraria.ch

Estival Jazz a Mendrisio-Lugano Per chi non s’accontenta può spostarsi di pochi chilometri e godersi gli spettacoli dell’Estival Jazz di Mendrisio (29-30 giugno) e di Lugano (5-7 luglio). La manifestazione compie 34 anni e non li dimostra, perché offre un cocktail di concerti open-air gratuiti di jazz nelle sue numerose tonalità, per una manifestazione unica in Europa. Sui pal-

chi delle due località ticinesi si sono succeduti, in passato, il meglio della musica internazionale da Miles Davis a Dizzy Gillespie, da Keith Jarrett a Ray Charles, da BB King a Dee Dee Bridgewater. Per info: www.estivaljazz.ch Moon and Stars a Locarno L’estate ticinese vede protagonista la città di Locarno. Il primo appuntamento è con “Moon and

PAGINA 18

 Blues to Bop a Lugano (30 agosto - 2 settembre) Fine estate all’insegna del blues sulle sponde del Lago di Lugano. Ogni sera, tre palchi in altrettante piazze di Lugano (Piazza della Riforma, Piazza Cioccaro, Piazzetta San Rocco) ospitano una cinquantina di musicisti per oltre quaranta concerti. Per info: www.bluestobop.ch

GO - Marzo 2012


Stars” dal 6 al 15 luglio. Sul palco allestito in Piazza Grande, si alterneranno alcune tra le più grandi stelle del firmamento musicale internazionale. La rassegna locarnese rappresenta una tappa ambita nei tour di musicisti e cantanti internazionali, tanto che molti l’hanno soprannominata la “Montreux del sud delle alpi”. E questo nonostante la giovane età: la prima edizione vide la luce nel 2004 e in quell’occasione si esibirono cantanti quali Alanis Morissette, Peter Gabriel e il nostro Eros Ramazzotti. Per info: www.moonandstars.ch 65° Festival del film Locarno L’altro grande appuntamento della cittadina che s’affaccia sul

Eventi

Lago Maggiore è il Festival del Film che si svolgerà dall’1 all’11 agosto. Ogni anno il programma della rassegna offre un ampio ventaglio di proposte, dal cinema d’autore a quello innovativo, ai film per il grande pubblico, suddivise in varie sezioni, in particolare ai film che vengono proiettati sul grande schermo (26 x 14 metri) di Piazza Grande.

Festivalartistidi stradaad Ascona (25-28maggio) Per info: www.artistidistrada.ch  Nottebianca a Locarno (12 maggio) Per info: www.nottebiancalocarno.ch  Festatea Chiasso (15-16giugno) Per info: www.festate.ch  Vallemaggia Magic Blues (6 luglio - 3 agosto) Per info: www.magicblues.ch  Opera a Castelgrande (19-22luglio) Per info: www.operabellinzona.com  Tenero Music Nights(12-19 agosto) Per info: www.musicnights.ch

CAMPINGCAMPOFELICE,comfort relax e sicurezza all’aria aperta

Info: Camping Campofelice - Via alle Brere 7 - 6598 Tenero Tel. +41 (0)91 7451417 - Fax +41 (0)91 7451888 - camping@campof elice.ch - www.campofelice.ch

GO - Marzo 2012

PAGINA 19

In una magnif ica zona sulle r ive del lago Maggiore , all’interno dell’area protetta delle Bolle di Magadino , si trova il Campeggio Campof elice, 5 stelle tr a i meglio attrezzati della Svizzera. Le sue 860 piazz ole, grandi e ben ombreggiate, dispongono di allacciamento elettrico e la metà dispone anche dell’allacciamento diretto all’acqua potabile, alla canalizzazione, alla TV via cavo e alla rete WiFi. I numerosi servizi sanitari dispongono di wc anche per disabili, docce, zona nursery e lavanderia. Numerosi i ser vizi: lo snack-bar, un ristorante-pizzeria con grill-room, un supermercato con prodotti freschi di gior nata, un negozio con attrezzature per il campeggio , il bar Tenda, il Chiosco Lago (aperto da metà maggio a metà settembre), il Beach Office e il posteggio rimorchi. All’interno del campeggio si possono pr aticare diversi sport: tennis, Bmx-Mtb, calcio, beach volley, minigolf, ping pong, bocce, aerobica, canoa e arrampicata. Per i piccoli ospiti v engono organizzate numerose attività: lavori manuali, laboratori, scuola di circo , karaoke, tornei. A loro disposizione un castello gonf iabile e due parchi-giochi “Robinson”. Un magnifico tendone di 650 mq ospita manif estazioni, serate di m usica e spettacolo, rappresentazioni che coinvolgono, con entusiasmo, anche gli ospiti del campeggio. La spiaggia, sabbiosa, è lunga più di 400 m. Nel porto possono ormeggiare 130 barche e a disposizione degli ospiti c’è un ser vizio di noleggio canoe e piccole barche a motore . Coloro che non dispongono di mezzi propr i, possono soggiornare presso le camere e gli appar tamenti vacanza dell’adiacente Hotel.


La Spada nella Rocca a Bellinz ona (26-27 maggio) C’è la riscoperta del Medioevo alla base della manif estazione “La spada nella Rocca”, in programma il 26 e 27 maggio a Bellinzona. Oltre 300 figuranti e migliaia di visitatori fanno di questo spettacolo il secondo evento per importanza di Bellinzona. Un evento adatto ai più grandi, con ricostruzioni fedeli, appassionati e studiosi pronti a dare risposta a ogni domanda,ma anche costruito su misura per i più piccoli, in particolare con l’evento “ritorno al Medioevo”. Senza dimenticare che i buongustai possono deliziare i loro palati con le prelibatezz e presentate in occasione della cena medievale con l’Imper atore. Al castello di Montebello si potr anno rivivere “tjost” (scontro tra cavalieri) e “turnai” (scontri tra armati), resa degli onori all’imperatore e dimostrazione delle macchine d’assedio: sono previste anche visite guidate agli accampamenti. Info: www.laspadanellarocca.ch

spicco, o generi particolarmente rappresentativi della cinematografia mondiale: quest’anno sarà dedicata al maestro hollywoodiano di origine europea Otto Preminger (1905 -1986), di cui verrà presentata l’intera opera cinematografica (una quarantina di pellicole). Per info: www.pardo.ch

Eventi  Settimane musicalidi Ascona (3 settembre - 17 ottobre) I concerti hanno luogo nella chiesa di San Francesco a Locarno e nella chiesa del Collegio Papio Santa Maria della Misericordia. Per info: www.settimane-musicali.ch

PAGINA 21

Prima fra tutte le sezioni è quella del “Concorso internazionale”, riservato a una serie di lungometraggi provenienti da Paesi di tutto il mondo e realizzati da registi sia già affermati, sia emergenti. Da segnalare, poi, la sezione “Retrospettiva”, che ogni anno rende omaggio a personaggi di

GO - Marzo 2012


LA REGIONE DITENERO E VALLE VERZASCA

PARADISO DI CAMPEGGI E CUOREVERDE DEL TICINO enero, accogliente cittadina sulle sponde del Lago Maggiore, ha un fascino particolare: la quiete dello specchio del lago coronato dalle montagne , le spiagge di sabbia bianca e il paesaggio circostante ricco di vigneti di pr ima qualità trasportano il visitatore in un’atmosfera spensierata e rilassante. Tenero dispone di rinomati campeggi, tutti in riva al lago e consider ati tra i migliori in Svizzera, dove il visitatore può disporre di una vasta scelta di ser vizi e comodità, dall’attività sportiva al riposo, dal relax al comfort. Sempre a Tenero si trova il famoso Centro spor tivo nazionale della gioventù, un vero paradiso per gli sportivi: questi potranno, infatti, praticare svariate attività spor tive: la vela, l’atletica, il calcio, il nuoto, il tennis, ecc. Tenero conserva inoltre preziosi patrimoni artistici e architettonici: interessanti e degni di una visita, per citarne alcuni, sono l’oratorio della Fraccia, la Galleria Matasci con il Museo del Vino o l’edificio di Botta al Centro spor tivo nazionale della gioventù di Tenero. Il territorio è ricco sia di cittadine impor tanti, come appunto Tenero, sia di piccoli com uni, come Corippo, paese della Valle Verzasca con case in pietra dal patrimonio architettonico protetto, in un paesaggio che spazia dalle r ive del lago alle pianure, dalle colline di vigneti alle montagne . Tra le par ticolarità alcuni comuni, come Lavertezzo e Gerra Verzasca, hanno frazioni sia nel piano che in valle , poiché nel passato gli abitanti valler ani svernavano al piano, mentre in primavera ed estate si reca vano in valle e sugli alpeggi. La Valle Verzasca è indubbiamente una valle dalle particolarità autentiche del passato delle regioni alpine a sud del San Gottardo

PAGINA 22

T


e testimonia la dura vita degli abitanti che una natura non sempre benigna obbligava a cercare il sostentamento in luoghi che oggi inteneriscono il cuore per la loro idillicità. Meraviglioso il tratto di fiume, dalle acque intensamente verdi e limpide che scor rono tra rocce bizzarramente levigate. Il colore dell’acqua verde smeraldo, il romantico paesaggio circostante, i paesini graziosi che si incontrano lungo la strada, la natura che circonda il tutto: un autentico gioiello nel cuore del Ticino. La regione offre un’ampia rete di sentier i, che rispondono alle esigenze più diverse: dalle rilassanti passeggiate a tema, fino alle escursioni di alta montagna, tra pizzi, passi, alpeggi e capanne, con viste che tolgono il f iato e r iempiono il cuore di qualsiasi escur sionista. EVENTI La regione di Tenero e Valle Verzasca offre al visitatore una molteplicità di ev enti musicali che rendono l'estate ancor più piacev ole e unica. Il programma degli eventi è ricco di concer ti, con esibizioni dal viv o di musicisti internazionali Country, Jazz e altro; inoltre tante attività collaterali come animazioni per bambini, bancarelle, esibizioni artigianali, prelibatezze per il palato e quant’altro.

PAGINA 23

ENOGASTRONOMIA Ovunque si posi l’occhio, il palato si delizia: vigneti, ristoranti, grotti, agriturismi; una tradizione enogastronomica che non teme confronti. E oltre alla buona cucina, la regione di Tenero e Valle Verzasca vanta anche la passione per i vini. A Tenero inoltre vi è un m useo dedicato alla storia del vino. Info: www.tenero-tourism.ch


Ce n’è per tutti i gusti L

a cultura dell’ospitalità non fa certo difetto ai ticinesi. Alberghi di altissimo livello con Spa e centri benessere e ristoranti per ogni tasca che offrono sia piatti internazionali sia quelli della cucina tipica ticinese non mancano; e per chi ama immergersi nelle atmosfere locali cosa c’è di meglio che mettere le gambe sotto un tavolo in uno dei tanti caratteristici grotti, locali rustici situa-

PAGINA 24

Autunno Gastronomico  Lago Maggiore e Valli (11 settembre - 21 ottobre) La regione del Lago Maggiore e delle Valli stupisce i turisti anche durante gli ultimi spizzichi d’estate con la rassegna “Autunno gastronomico” che si protrae fino alle porte dell’autunno. Si possono gustare dalle più antiche e tradizionali ricette alla cucina creativa e d’attualità, il tutto proposto in oltre cinquanta diversi menu. Per info: www.asconalocarno.com

ti, di regola, in zone discoste e ombreggiate? Se a questo aggiungiamo che durante tutto l’anno si succedono manifestazioni e rassegne che fanno del cibo e del vino i principali protagonisti, allora un salto in questa regione diventa quasi un obbligo, e non solo per i buongustai. Ecco un esauriente riepilogo dei vari appuntamenti che si succederanno fino al prossimo autunno.

Maggio gastronomico nelle Tre Valli e nel Bellinzonese (1-31 maggio) Appuntamento immancabile per gli amanti della buona cucina è il “Maggio gastronomico nelle Tre Valli e nel Bellinzonese” che si prefigge - si legge nel sito della manifestazione - «quale obiettivo principale quello di promuovere la gastronomia della regione e gustare i piaceri della tavola». Per tutto il mese di maggio, nei migliori ristoranti di Bellinzona, Biasca, Blenio e Leventina si possono assaggiare piatti e specialità che hanno un legame particolare con i prodotti tipici del territorio ticinese. Per info: www.maggiogastronomico.ch

Sagra del Pesciolino di Caslano (29 giugno) In occasione della Festa dei Santi Pietro e Paolo, il piccolo centro di Caslano, in Malcantone, si anima per la Sagra del Pesciolino. Il lungo lago si riempie di bancarelle e nella piazza si possono gustare i pesci di lago alle lunghe tavolate sotto gli alberi, allietati dalla musica delle tipiche bandelle ticinesi. La Bacchica Bellinzonese (6-9 settembre) E’ la tradizionale festa dedicata alla vendemmia, famosa negli anni ’30 ma poi emigrata a Lugano, e ripresa a partire dal 1995. Protagonista è chiaraGO - Marzo 2012


La Settimana del Gusto (13-23 settembre) Per salvaguardare il patrimonio culinario dell’intera Svizzera, da una dozzina d’anni anche in Canton Ticino viene proposta la “Settimana del Gusto”. Tra le sue peculiarità, c’è anche proporre eventi che invitano a riunirsi non solo per nutrirsi, ma che fanno capire come lo stare a tavola sia un momento conviviale fonte di piacere. La Settimana del Gusto desidera valorizzare la diversità dei gusti e delle culture alimentari, favorire gli scambi fra le professioni del settore alimentare, sensibilizzare le giovani generazioni ai piaceri del gusto, rendere i consumatori più attenti alla qualità e alla stagionalità dei prodotti e valorizzare le conoscenze e le tecniche di tipo artigianale, promuovendo un’alimentazione sana e favorendo la scoperta di prodotti di qualità. Rassegna Gastronomica Valle Verzasca e Piano (14 settembre - 14 ottobre) Grotti e ristoranti della Valle Verzasca sono i protagonisti della “Rassegna Gastronomica” GO - Marzo 2012

giunta ormai alla dodicesima edizione. Questa stagione dell’anno coincide con il periodo della caccia, della raccolta di funghi e castagne, ma anche della vendemmia, quindi un momento atteso e interessante per la gastronomia locale che si concentra su questi prelibati prodotti stagionali. La Rassegna Gastronomica Verzasca e Piano non fa eccezione, anzi vuole celebrare questo appuntamento annuale proponendo menu e piatti tipici in svariati ristoranti del comprensorio. Per info: www.tenero-tourism.ch Sagra dell’Uva di Mendrisio (28-30 settembre) Alla fine della vendemmia il Canton Ticino brulica di sagre dell’uva. La più famosa è quella di Mendrisio che si rinnova nel week-end tra il 28 e il 30 settembre: le corti delle antiche case nel nucleo storico, gestite da associazioni sportive e culturali, si trasformano in autentici “grotti”, dove ci si ritrova per degustare deliziosi vini e piatti nostrani. Nelle viuzze del borgo, si passeggia fra le numerose bancarelle che offrono una varietà di prodotti per tutti i gusti. Per info: www.sagradelluva.ch

PAGINA 25

mente il vino e le degustazioni con i vinificatori del Sopraceneri sono certamente il cardine della manifestazione, affiancate però da costumi tradizionali, teatro e tanta musica, che allieta il pubblico presente alla manifestazione. Partecipano, infatti, numerosi gruppi folcloristici e musicali ticinesi, confederati ed esteri. Per info: www.bacchica.ch


MENDRISIOTTO, LA REGIONE DA SCOPRIRE L’itinerarioche fa presa Un suggestivo viaggio fra archeologia industriale e storia locale Un importante progetto cultur ale, ricco di spunti storici, naturalistici e didattici, imperniato su una preziosa r iqualifica territoriale che si avvale di una proficua sinergia fra pubblico (l’omonima Fondazione che gestice il parco e lo Stato del Canton Ticino) e privato (la Holcim SA -Svizz era, proprietaria degli stabili e dei ter reni): questa, in sintesi, la sostanza di un’idea ambiziosa che prevede la creazione, all’interno del P arco delle Gole della Breggia, di un percor so dal f orte impatto scenografico e dedicato alla produzione del cemento.

PAGINA 26

Suggestive immagini del Parco delle Gole della Breggia

Cenni storici L’area d’interesse del progetto è quella dell’ex cementificio Saceba, chiuso definitivamente nel 2003 e protagonista, fra gli anni Sessanta e Ottanta del secolo scor so, di un boom economico che ha por tato con sé profonde trasformazioni territoriali. L’insediamento industriale, con l’imponenza dei suoi impianti e l’enormità delle sue cave, sottentrava a una secolare realtà rurale stravolgendone l’assetto con r adicali modificazioni: pochi decenni di attività economica segnavano in modo indelebile milioni di anni di storia geologica. Su tale pesante eredità si innesta la nuova vita di un prezioso fazzoletto di terra che, grazie a un’attenta conservazione e a una sapiente valorizzazione, proporrà ai visitatori del parco a par tire dal 2012 un accattivante viaggio fra civiltà contadina e archeologia industriale. Dal cementificio al per corso La rievocazione memoriale ha nel Percorso del cemento la sua più f ervida testimonianza: si tratta di un itiner ario culturale, didattico e scenografico che proietta direttamente

GO - Marzo 2012


IL PERCORSO DEL CEMENTO NEL PARCO DELLE GOLE DELLA BREGGIA nel vivo del processo produttiv o: dalle cave a cielo aperto alla torre dei forni, passando per le gallerie di estrazione, il frantoio, il nastro trasportatore, il deposito e i m ulini, il percorso segue l’intero processo di fab bricazione del cemento. Fra le tappe dell’itiner ario, il cui scopo è consentire una lettur a sul ter ritorio della stor ia geologica, preindustriale e industriale dell’area sulla quale insiste , è previsto l’allestimento di uno spazio espositivo ospitato nella tor re dei forni verticali, un’ambientazione che garantisce il debito coinvolgimento emotivo da parte dei visitatori. Riqualificae recupero L’altra faccia del Percorso del cemento è quella che r acconta la pregressa vicenda della civiltà e del paesaggio r urali che, fino agli anni Cinquanta, hanno contraddistinto la zona del Parco delle Gole della Breggia. La riqualifica territoriale, che si snoda attraverso una demolizione selettiva delle strutture, un ripristino morfologico e una r inaturazione a scopo naturalistico e agricolo di oltre quattro ettari di area industr iale, è l’atto concreto di una salvaguardia della memoria mirata a restituire al comprensorio Saceba un’identità coerente con quella del parco: tra corsi d’acqua, pregiati ambienti pionier i, ronchi terrazzati e ampi spazi verdi emergeranno le straordinarie peculiarità geologiche, le testimonianze dei secoli rurali e dei decenni industr iali, ricreando un paesaggio in armonia con il proprio passato e proiettato verso un futuro migliore. Info: FondazioneParco delle Gole della Breggia Casella postale 8 – Morbio Inferiore (Canton Ticino) tel. +41 91 6901029 info@parcobreggia.ch www.parcobreggia.ch www.percorsodelcemento.ch

GO - Marzo 2012

La Torre dei Forni Verticali


GRANFONDO SAN GOTTARDO:“UNA COMPETIZIONE,MILLE EMOZIONI!”

GranFondo San Gottardo 22 luglio 2012 Per iscrizioni e per maggiori informazioni www.granfondosangottardo.com Tel. +41 91 869 15 33

PAGINA 28

Fervono i preparativi in vista della seconda edizione della GranFondo San Gottardo , in programma il prossimo 22 luglio con par tenza ed arrivo ad Ambrì . Dopo il successo del 2011, quando al via si sono presentati oltre 600 par tecipanti, la manifestazione quest'anno si propone agli appassionati con una lunga serie di motivi di interesse che sono racchiusi nel titolo della GranFondo stessa: “Una competizione, mille emozioni!”. Si tratta proprio delle emozioni che solo il ciclismo sa regalare con le sue suggestioni e la sua magia. Le emozioni di uno scenar io unico al mondo , quello delle Alpi svizzere, nel quale si snoder anno i due percorsi della Gr anFondo San Gottardo 2012. Un vero e propr io tuffo su str ade che hanno fatto la storia attraverso le zone più incantevoli dei cantoni Ticino, Uri e Vallese. I partecipanti avranno la possibilità di confrontar si con la maestosità delle v ette dalle pendenze quasi proibitive che esalter anno le qualità individuali degli appassionati più esper ti ma che daranno la possibilità ad una f olta schiera di amanti delle due ruote di trascorrere qualche ora in un contesto di color i, emozioni, profumi e panorami unici. Il percorso lungo, visto il successo della passata edizione, si svilupperà sulla distanza di 114 chi lometri. I passi del San Gottardo , del Furka e della Novena proporranno quasi 3000 metri di dislivello e metteranno a dur a prova i par tecipanti ma lo sforzo sarà alleviato e reso più piacev ole da panorami mozzafiato tutti da godere a contatto con la natura incontaminata.

Il percorso breve (57 chilometri) presenterà il solo San Gottardo e, nel finale, l'ascesa a Ronco e pre vede un dislivello di 1350 metr i. Una sfida soprattutto contro se stessi e contro l'inesorabile v erdetto del cronometro. Proprio come lo scor so anno, infatti, i vincitori saranno coloro che avranno realizzato i migliori tempi nei tre tratti cronometrati delle salite: da Airolo al P asso del San Gottardo , da Realp al Passo Furka, da Ulrichen al Passo della Novena e quella da Varenzo a Ronco sul percorso corto. Una vittoria ambita che rimarrà sulla carta e che sarà consegnata alla stor ia della Gr anFondo San Gottardo ma il prossimo 22 luglio la v era vittoria sarà quella di tutti i par tecipanti che, indipendentemente dal r isultato del cronometro e dal piazza mento finale, avranno vinto la sf ida più impor tante ed entusiasmante: quella di essere stati, con orgoglio, tra i protagonisti di un a vvenimento unico nel suo genere! Il tutto accompagnato dalla tipica accoglienza svizzera che con l'Associazione Gr anFondo San Gottardo, garantirà una cur a organizzativa imponente e min uziosa senza lasciare n ulla al caso . Nella zona di par tenza-arrivo verrà allestito il “villaggio dell’evento” con la presenza di stand inf ormativi e legati al ciclismo , animazioni varie e uno spazio gastronomico che per metterà di r ifocillarsi durante tutto l’arco della giornata. Inoltre dalle 09.00 i più gio vani, ragazze e ragazzi fino ai 14 anni, potranno divertirsi partecipando ad un cronocross di Mountain Bike. La GranFondo San Gottardo ti aspetta! Preparati a vivere “Una competizione, mille emozioni!”.

GO - Marzo 2012


A piedi, in bici, a nuoto... A

Giro Media Blenio a Dongio (9 aprile) Per i podisti si consiglia la partecipazione al “Giro Media Blenio”, competizione popolare internazionale del lunedì dopo Pasqua, adatta a tutti visto che si svolge sulla distanza di 10 km, ma che attira numerosi sportivi d'élite. Moltissimi, comunque, gli appassionati, provenienti da vari paesi: un migliaio di atleti che si sfidano GO - Marzo 2012

ogni anno sull’accattivante percorso che attraversa una zona di grande bellezza e che prende il via da Dongio. Sono previste anche versioni per i bimbi a seconda dell’età (minigiri dai 600 metri ai 2 km) e per gli amanti del Nordic Walking e Walking (su diverse distanze, 17, 12 e 6 km). Per info: www.mediablenio.com SlowUp Ticino (22 aprile) Il 22 aprile i ticinesi lasceranno le macchine nei loro garage e si muoveranno a piedi, sui pattini o in bicicletta. È questo lo spirito di “SlowUp Ticino”, una sorta di “festa dell’ambiente” da trascorrere in movimento e all’aria aperta, giunta alla seconda edizione. La partecipa-

Altri eventi  Triathlon Locarno (1-2 settembre) Nel magnifico scenario del Lago Maggiore è in programma il “Triathlon Locarno”. Tre gare in successione, nuoto, ciclismo e corsa podistica, suddivise in due categorie: Medium Distance, per i più preparati (2,5 km di nuoto nel Lago Maggiore, 80 km in bicicletta e 20 km di corsa) e Mini Triathlon, più popolare (500 m di nuoto in piscina, 20 km in bicicletta e 5 km a piedi). Per i più giovani (dai 3 ai 14 anni) c’è poi il Kids Triathlon. Per info: www.3locarno.ch

PAGINA 29

chi ama camminare o a chi preferisce pedalare, il Canton Ticino offre percorsi nella natura assolutamente invidiabili. Tanto che questa regione della Svizzera è diventata un vero punto di riferimento e tra le mete più ambite. E il Canton Ticino apre le porte a escursionisti e bikers, ma anche semplici famiglie che decidono di fare una passeggiata nella natura, proponendo percorsi (ci sono ben 3.000 chilometri di itinerari segnalati e ben curati) e punti di ristoro predisposti apposta per loro. Solo sul sito di Ticino Turismo (www.ticino.ch) ne sono descritti ben 262, ma molti altri si trovano sui siti delle varie aree della regione. Chi, invece, preferisce la compagnia di molte persone può partecipare a una delle tante manifestazioni sportive che si svolgono in questa regione tra primavera ed estate.


Altri eventi

Prologo Tour de Suisse 2012 (9 giugno) Sulle sponde del Ceresio prende il via la quarta corsa a tappe più importante del mondo, dopo Tour de France, Giro d’Italia

e Vuelta de España, con una cronometro. Lugano ospita questo evento per il terzo anno di fila con un programma ricco di emozioni che anima un fine settimana all’insegna del ciclismo, sia agonistico che popolare. Il Tour de Suisse é l’unica manifestazione sportiva che attraversa l’intera Svizzera ed è per questo l’evento più importante e popolare in Svizzera in grado di coinvolgere oltre 800.000 spettatori ai bordi delle strade e 50.000 nelle zone di

PAGINA 30

 Arena Polo Tournament ad Ascona (13-15 luglio) Sono attesi professionisti provenienti da tutto il mondo all’exaereodromo di Ascona. All’Ascona Polo Cup si affronteranno sei squadre di cavalli nell’Arena Polo Tournament. E’ prevista anche una grande parata lungo le vie del borgo e sul lungolago di Ascona che richiama un grande pubblico. Per info: www.poloclubascona.ch

zione è libera e gratuita su un percorso chiuso al traffico e la manifestazione non è assolutamente competitiva; per la serie, nessuna fretta, niente stress. Il percorso slowUp Ticino si snoda tra i due poli principali di Bellinzona e Locarno, interessando un territorio molto vasto e ricco di bellezze naturalistiche e architettoniche: dalla flora del paradiso subtropicale delle rive del Lago Maggiore, con aranci, limoni, ulivi e fichi, al bellissimo paesaggio montano. Per info: www.slowup-ticino.ch

GO - Marzo 2012


Altri eventi

Csi Ascona - Concorso ippico internazionale (19-22 luglio) Per gli appassionati di cavalli l’appuntamento più importante è il Concorso ippico internazionale di Ascona che si rinnova ogni anno a luglio e ospita in competizione i migliori cavallerizzi e amazzoni del mondo. La manifestazione si svolge nella vasta area dell’ex-aeroporto di Ascona, completamente “vestita a festa” per l’occasione: qui, durante quattro giornate interamente dedicate all’equitazione, si susseguono spettacolari gare di salto e di dressage per un programma sportivo di altissimo livello. Alle imprese degli splendidi purosangue e dei loro cavalieri fanno da corollario altre manifestazioni di intrattenimento. Per info: www.csi-ascona.ch

StraLugano (29-30 settembre) È uno degli eventi sportivi maggiori della città di Lugano, che coinvolge tutti, sportivi come spettatori. Sono previste diverse possibilità di partecipazione: c’è la “10 km City” che si GO - Marzo 2012

snoda per le vie del centro in un anello pianeggiante di 5 km che si ripete due volte tra ali di folla; c’è poi la “30 km Panoramic”, adatta per gli atleti più esperti, un percorso panoramico che costeggia in gran parte il Lago di Lugano, attraversando dei villaggi pittoreschi nel mezzo di una vegetazione lussureggiante; è prevista anche una gara dedicata alle handbike e un percorso di 600 metri per i bambini che si snoda per le vie del centro cittadino. Per info: www.stralugano.ch Helsana Walking Ticino a Locarno (30 settembre) “Helsana Walking Ticino” è l’appuntamento di fine estate per tutti i podisti e vuole essere una festa del movimento, un momento di piacere all’aria aperta ed in compagnia, con tracciati e distanze per tutti; da un bellissimo 18 km impegnativo, con o senza bastoncini, a un tracciato pianeggiante di 5 km accessibile a tutti; il percorso medio di 12 km è, infine, una buona via di mezzo, molto attrattivo dal punto di vista paesaggistico e sufficientemente impegnativo. Per info: www.walkingticino.ch

 Swiss Beach Volleyball Tour a Locarno (25-28 maggio) Largo Zorzi di Locarno si trasforma in una spiaggia brasiliana. Qui si svolge la tappa ticinese del Swiss Beach Volleyball Tour dove si confrontano alcune fra le migliori squadre del mondo. In Svizzera, il primo “beachtour” risale al 1993 e comprendeva 4 tappe, ora diventate 7. Anche il pubblico è costantemente in aumento, grazie anche alla cornice suggestiva delle gare organizzate in località particolarmente attrattive e nei centricittà come a Locarno. Per info: www.coopbeachtour.ch

PAGINA 31

partenza e di arrivo. L’anno scorso era stato vinto dallo statunitense Levi Leipheimer davanti al nostro Damiano Cunego per soli 4 secondi. Per info: www.tds-lugano.ch


I.P.

Ticino, terra di vino tutta da scoprire

PAGINA 32

Tutti conoscono la Svizz era come prestigiosa meta tur istica, per la sua squisita cioc colata, per il f ormaggio coi buchi, senza dimenticare gli orologi e tutte le appa recchiature legate alla precisione , virtù che alla popolazione di questo piccolo P aese arroccato fra le sue montagne e i suoi laghi non manca cer tamente. Molti non sanno però che la Svizz era è anche un produttore di ottimi vini, che stanno ottenendo ampi consensi anche a livello internazionale. Il Cantone Ticino, unico Cantone della Conf ederazione interamente rivolto a sud delle Alpi, è uno dei più importanti Cantoni produttori vitivinicoli e r appresenta, a livello nazionale, il produttore di vini rossi per antonomasia. La viticoltura è presente in Ticino fin dall’epoca romana, ma è solo nei pr imi anni del’900, che ha definitivamente sposato la causa dell’elevata qualità . Le autorità cantonali, con grande lungimiranza, hanno a quel tempo deciso di lanciare un programma di studi e di sper imentazioni, con l’intento di r icostituire il proprio patrimonio viticolo dopo le devastazioni fillosseriche che hanno decimato il vigneto euro peo, con un par ticolare accento posto sulla qualità

della produzione. Gli oltre 1000 ettar i di vigneti coltivati in Ticino sono attualmente coperti per oltre l’80% da questo vitigno , assurto col passare del tempo a vero simbolo della vitivinicoltura cantonale. La vitivinicoltura ticinese è una realtà molto par ticolare, gestita da oltre 3000 viticoltor i che con grande passione e sacr ificio coltivano piccoli appezzamenti sovente molto scoscesi, altrimenti destinati all’espansione delle zone boschive. La vite è presente un po’ ovunque, da Chiasso alle pr ime rampe che conducono ai passi del San Gottardo e della No vena, dove il fiume Ticino ha le sue sorgenti. Il vitigno Merlot, come detto, rappresenta circa l’80% della superf icie coltivata, mentre la superficie rimanente è occupata da una ventina di varietà, fra le quali spiccano il Ga maret nelle uve a bacca rossa e lo Chardonna y in quelle a bacca bianca . Il vitigno Merlot si è r ivelato in Ticino una varietà di uva molto versatile, dando origine a prodotti estre mamente diversi fra loro, in funzione dei vari terroir di produzione e delle filosofie aziendali. Si passa da vini rossi leggeri, prodotti con l’intento di esaltare i caratteri molto fruttati , a vini molto complessi che per la loro giusta maturazione necessitano di un prolungato invecchiamento in botti di ro vere (barriques). Un unicum a nostr a conoscenza è l’or mai tradizionale bianco di Mer lot, un vino bianco prodotto con uve Merlot, a bacca nera, vino bianco di grande piacevolezza da gustare nella sua giovinezza. CANTINEAPERTE,l’emozionedella scoperta Conoscere i produttor i e i loro segreti, lasciandosi contagiare dall’amore per il loro la voro, degustando i vini che hanno elevato il Cantone Ticino a Terra di eccellenza enologica. Sabato 26 e domenica 27 maggio 2012 ben 45 Cantine ticinesi apriranno le loro por te al pubblico. Per maggiori informazioni: www.ticinowine.ch

GO - Marzo 2012


relax emotion adventure Ente Turistico del Luganese Riva Albertolli Palazzo Civico CH-6900 Lugano

T +41 (0)58 866 66 00 F +41 (0)58 866 66 09

@ info@luganoturismo.ch W www.luganoturismo.ch M luganoturismo.mobi discoverlugano


Canton Ticino. Emozioni sotto le stelle. Festival del Film Locarno, Lago Maggiore e Valli

ticino.ch Approfittate del pi첫 lungo calendario di eventi open air della Svizzera!

Profile for Netweek

Go Svizzera  

Canton Ticino: adue passi dal cielo

Go Svizzera  

Canton Ticino: adue passi dal cielo

Profile for netweek