Issuu on Google+

IL

MAGAZ I N E

BRICO

DEL

B R I C O LAG E

HOME

&

I TA L I A N O

GARDEN

€ 1,55

GRUPPO EDITORIALE COLLINS SRL

521 ANNO XLVII

LUGLIO 2012

DOSSIER TERREMOTO Viaggio tra le imprese “scosse” dell’Emilia

INTERVISTE Giorgio AMIGONI FERRITALIA Luigi MONGUZZI MONGUZZI Leonardo NEPI TRE EMME Mario CALASSO CAM Andrea BIAGIOTTI PVG ITALY

DISTRIBUZIONE Nasce in Assofermet Ferramenta la sezione “Dettaglio Organizzato”

MARKETING I Makers: la possibile evoluzione dei bricoleur?

RETAIL Leroy Merlin apre il primo negozio in Friuli

ANALISI

Lampadine Forme moderne o tradizionali, ma sempre efficienti


we take care of your hands

www.nettuno.net NETTUNO S.R.L.

NETTUNO IBÉRICA S.L.

NETTUNO LUSITANA LDA

Bergamo - Italia Tel. +39 035 847508 www.nettuno.net

Madrid - España Tel. +34 918274104 www.nettuno.es

Lisbona - Portogallo Tel. +351 210 992 605 www.nettuno.pt

EU


Progetto Soluzione Realizzazione Assistenza

ARREDAMENTI MODULARI COMPONIBILI

Monguzzi Luigi & C. s.a.s. - Via della Valle, 5 - 20048 Carate Brianza MI - ITALIA Tel. +39 0362 903357 Fax +39 0362 905121 • www.monguzzi.it • monguzzi@monguzzi.it


iginale e e l i b a nimitabile

EN 388

Cat. II

4141

traspirazione a 360°

massima destrezza e flessibilità

Importatore esclusivo per l’Italia ODIBI S.R.L. Via Venezia, 35 - 33085 Maniago - Tel 0427.701211 / 71813 - Fax 0427.700211 Email: odibi@odibi.it - www.odibi.it


Ferramenta&Casalinghi ANNO XLVII LUGLIO 2012

521

> REGISTRATI ALLA NEWSLETTER SETTIMANALE SU

>

INTERVISTE

Giorgio AMIGONI FERRITALIA

sommario

32

La nuova generazione di Ferritalia

Luigi MONGUZZI MONGUZZI

36

Gli arredatori della ferramenta

Leonardo NEPI TRE EMME

40

Think green, be different: la sfida di Tre Emme

Mario CALASSO CAM

44

La scelta Extrema di Cam International

Andrea BIAGIOTTI PVG ITALY

46

Zibro apre la propria “community” digitale >

DOSSIER

Terremoto Emilia

50

Viaggio tra le imprese “scosse” dell'Emilia >

MARKETING

Trade Marketing di Giovanni Covassi

58

I Makers: la possibile evoluzione dei bricoleur? >

ANALISI

Marketing&Telematica

68

Canali di acquisto e target di vendita: il quadro della situazione

Lampadine

74

Forme moderne o tradizionali, ma sempre efficienti >

RETAIL

Nuove aperture

64

Leroy Merlin apre il primo negozio in Friuli

Nuove aperture

66

Brico Italia di Policastro Bussentino (SA), ILFAIDATE Guercio di Orbassano (TO), Brico Ok di Vanzaghello (MI)

FERRAMENTA&CASALINGHI

3


sommario

Ferramenta&Casalinghi ANNO XLVII LUGLIO 2012

Collins s.r.l. Via G. Pezzotti, 4 20141 Milano

>

Email: collins@netcollins.com www.netcollins.com

9

Direttore Responsabile: Natascia Giardino Vice Direttore: David Giardino Direzione Commerciale: Natascia Giardino direzionecommerciale@netcollins.com Direttore Editoriale: Paolo Milani In redazione: Manuela Lai, Marco Ugliano, Anna Tonet, Carlo Sangalli, Paola Tamborini, Riccardo Ricotti. Per contattare la redazione: ferramenta@netcollins.com fax 02/8373458 Traffico impianti: Carlo Sangalli pubblicita2@netcollins.com Collaboratori: Marketing & Telematica, Giovanni Covassi, Logistic Line. Concessionaria esclusiva per la pubblicità: Collins Srl Via G. Pezzotti, 4-20141 Milano tel. 02/8372897 - 8375628 - fax 02/58103891 collins@netcollins.com - www.netcollins.com Ufficio Commerciale: Elena De Franceschi, Marialuisa Cera, Stefania Montalto. marketing@netcollins.com tel. 02/8372897 - fax 02/58103891 Ufficio Abbonamenti: abbonamenti@netcollins.com Costo copia: € 1,55 Abbonamento triennale Italia + contributo spese postali: € 45,00 Abb. annuale Paesi Europei UE: € 130,00 Abb. annuale Paesi Extraeuropei: € 170,00

Grafica e Impaginazione: Laserprint S.r.l. - Milano Fotolito: Laserprint S.r.l. - Milano Stampa: Pirovano S.r.l. - S. Giuliano Milanese - Milano

Aderente al Sistema confindustriale

Associata all’USPI Unione Stampa Periodica Italiana

Grandangolo

Nasce in Assofermet Ferramenta la sezione “Dettaglio Organizzato” “Franco Polo” Fraschetti Presentata la nuova sinergia 2013 Axel-Garland Assemblea BigMat: progetti e nuovi soci La Green Week di Leroy Merlin FioriAmo Insieme: sono fioriti i vincitori Casa Bricocenter: 20.000 iscritti alla community Antonio Caso entra in Nettuno Più ordini, più Gardena ti premia Dem & Curver: è partnership nel mondo dei casalinghi 10 e lode in sicurezza Il Premio Rinaldo Mezzalira va alla “Città della Speranza” ICA: una nuova divisione, un nuovo marchio La ripresa per le costruzioni? Non prima del 2014 Finiture d'interni: un mercato da riqualificare I volantini non funzionano più? Pos per tutti Fsc: l’Italia è al 5° posto nella classifica mondiale La crisi non ferma il franchising Koelnmesse Italia festeggia i suoi primi 10 anni Francia: 6 catene sviluppano il 92% delle vendite brico Niente crisi in Canada

20

Per il periodo 01/01/2011 - 31/12/2011 Periodicità: mensile Tiratura media: 14.491 copie Diffusione media: 14.236 copie Certificato CSST n° 2011-2214 del 27/02/2012 Società di revisione: Metodo Srl Rivista membro di: Associazione Nazionale Editoria Specializzata

Nelle rubriche GRANDANGOLO, ZOOM, FOCUS testi e foto sono forniti dalle aziende. Il contenuto delle interviste rilasciate alla redazione di “Ferramenta & Casalinghi” è da ritenersi sempre espressione dei pareri propri delle persone interpellate. Tutti i testi ivi contenuti, sono riproducibili previa autorizzazione scritta da parte dell’editore e citando la fonte.

4

FERRAMENTA&CASALINGHI

Ambiente

Fila si prende cura dell'ambiente Nasce il nuovo Auchan tutto bio Simply viaggia su risciò La gestione dei rifiuti elettronici secondo Ecolight

22

Fiere Le nuove tendenze di Tendence A settembre, il diy parla cinese ITS: prospettive e strumenti per competere Nuova location per Demogarden

Aut. Tribunale di Milano n. 58 del 1/3/1965 - Iscrizione Roc n. 7709 Testata volontariamente sottoposta a certificazione di tiratura e diffusione in conformità al Regolamento C.S.S.T. Certificazione Stampa Specializzata Tecnica

RUBRICHE

26

Innovazione Ricerca e design

Informativa ex D. Lgs. 196/03 – Collins Srl titolare del trattamento tratta i dati personali liberamente conferiti per fornire i servizi indicati (n.d.r. gli abbonamenti). Per i diritti di cui all’art. 7 del D. Lgs. n.196/03 e per l’elenco di tutti i responsabili del trattamento previsto rivolgersi al responsabile del trattamento, che è l’amministratore. I dati potranno essere trattati da incaricati preposti agli abbonamenti, al marketing, all’amministrazione e potranno essere comunicati alle società del Gruppo per le medesime finalità della raccolta e a società esterne per la spedizione della rivista e per l’invio di materiale promozionale. Il responsabile del trattamento dei dati raccolti in banche dati ad uso redazionale è il direttore responsabile cui, presso l’ufficio abbonamenti Collins - Via Giovanni Pezzotti 4 - 20141 Milano, tel. 028372897, fax 0258103891, ci si può rivolgere per i diritti previsti dal D. Lgs. 196/03.


Prodotto e distribuito in esclusiva da Ferritalia

La gamma completa di utensili per i professionisti più esigenti. La linea di elettroutensili e utensili a batteria Dunker è la soluzione ideale per il settore professionale e fai da te evoluto. Apparecchi ad alte prestazioni unito all’impiego di materiali di alta qualità, per un utilizzo intensivo. Utensili affidabili, potenti, sicuri, soprattutto innovativi. Per maggiori informazioni visita il sito www.dunker.ferritalia.it


sommario

Ferramenta&Casalinghi ANNO XLVII LUGLIO 2012

Inserzionisti ALMAPLAST

MACHIERALDO

AMBROVIT

MAGGI GROUP

>

RUBRICHE

28

Link Il brico in rete

ANNOVI REVERBERI

MASIDEF

AXEL GROUP

MISTRAL

BAMA

MONGUZZI

BRICOLIFE

NERI

CDF

NETTUNO

CO.ME

NOBEX

DUEMME

ODIBI'

ECOPLAST

ORECA NEW

FEM

PAVAN

FERRITALIA

PVG ITALY

GIEFFE

SAIE 2012

GMR TRADING

SIPA

GREEN DATE

SPOGA+GAFA 2012

ITALFELTRI

SUN 2012

KRINO

TECFI

LEGNOLEGNO 2012

TRE EMME

LORENZETTO

VIGLIETTA GROUP

30

Annunci Cerco e offro

56

Comunicazione

Malattie professionali: ecco la nuova campagna istituzionale La nuova “app” di Bosch Elettroutensili Professionali La serratura di Cisa diventa una mostra La verniciatura perfetta su YouTube

>

PRODOTTI Zoom

82 84 86 88 90

Garage ed elettrico: i due nuovi marchi Axel AR Blue Clean: la forza della tradizione Michelin e Sottozero by Socim: la qualità passa di qui Kemper, l'innovazione si salda con la qualità Una nuova alba per ALMAPlast

92

Focus Prodotti in primo piano

Iscriviti alla newsletter settimanale su www.mondopratico.it

Seguici su Facebook!

LUBEX

Guarda lo sfogliabile su www.mondopratico.it

6

FERRAMENTA&CASALINGHI


Prestazioni, sicurezza, comfort, innovazione, design e durata. La gamma di utensili HIT proposta da Mistral Tools è da sempre garanzia di qualità anche per il tuo punto vendita.

LAME REGOLABILI Solo i tagliabulloni HIT sono dotati di sistema con bulloni eccentrici per la regolazione parallela delle lame in modo preciso, semplice e veloce.

Richiedi i cataloghi mistral TOOLS al tuo Agente di zona.

TANTE IDEE E SOLUZIONI per la visibilità dei prodotti e il lay-out del PUNTO VENDITA

mistral

spa

S.R. 307 del Santo, 110 - 35010 Cadoneghe (Padova) tel. 049.8873838 - fax 049.8873796 vendite@mistraltools.it - www.mistraltools.it


promarkcomunicazione.com

NUOVI ORIZZONTI DELLA TECNOLOGIA

Elevati standard di qualità come risultato di una tecnologia d’avanguardia applicata all’engineering degli utensili da taglio. Da 30 anni Krino produce e distribuisce prodotti affidabili e sicuri, di alte prestazioni... nuovi orizzonti ideali di tecnologia.

www.krino.it KRINO S.p.A. - Via Italia Unita, 21 - 23876 Monticello Brianza (LC) - Italy Tel. 039 9230611 (Centralino) - Tel. 039 9230605 (Vendite Italia) Fax 039 9208709 (Vendite Italia) - info@krino.it

CUTTING TOOLS ENGINEERING


grandangolo La zavorra dell’Italia

Nasce in Assofermet Ferramenta la sezione “Dettaglio Organizzato” Si chiama “Dettaglio Organizzato” ed è la nuova sezione di Assofermet Ferramenta creata nell'ottica di promuovere la stessa Associazione come la casa della distribuzione della ferramenta in Italia. E proprio in tale logica va ricondotto l'ingresso in Assofermet del Gruppo Cfadda fai da te, nella persona di Cosimo Fadda. “Nel programma di sviluppo della nostra Associazione - dichiara il Presidente di Assofermet Ferramenta Michele Tacchini - uno dei primi punti del nuovo triennio di lavoro è la creazione della sezione “Dettaglio Organizzato” e l'entrata nel Comitato Tecnico del Dott. Cosimo Fadda, Presidente della Cosimo Fadda Holding spa, titolare del marchio Cfadda e del consorzio nazionale Bricolife, ne è la prima dimostrazione tangibile. Abbiamo il dovere, oggi ancora più di ieri, di dare un riferimento alla distribuzione della ferramenta in Italia e il nostro settore ha la necessità di crescere ancora; solo attraverso un dialogo e confronto aperto tra distribuzione tradizionale e organizzata, questo potrà accadere. Difatti il luogo ideale, e al tempo stesso neutrale, per raggiungere tale obiettivo è certamente Assofermet. Nelle prossime settimane daremo anche ulteriore riscontro del progetto portale EDI/Angaisa/Assofermet, dove invece la mano sarà tesa verso i produttori del nostro settore, che hanno già una sezione con diverse adesioni; ma, grazie a questo nuovo progetto, aumenteranno in maniera significativa e anche loro saranno al tavolo di concertazione per sostenere e migliorare l'intera categoria, della quale e nella quale, tutti lavoriamo ogni giorno”. >

www.assofermet.it

editoriale

Paolo MILANI

>

www.cfadda.com

“Franco Polo” Fraschetti Una delle più importanti riviste cinesi di commercio internazionale, “China & Oversea Pictorial”, ha dedicato la copertina di uno degli ultimi numeri a Franco Fraschetti, amministratore delegato del noto grossista laziale Fraschetti, da oltre 20 anni presente in Cina. Il 20 ottobre dello scorso anno, a Guangzhou, alla presenza di oltre 300 persone, Fraschetti ha organizzato un’importante convention aziendale attraverso la quale l’azienda ha testimoniato il bilancio dei 20 anni di presenza in Cina al mondo dell’imprenditoria cinese. Franco Fraschetti, ribattezzato dai cinesi “Franco Polo” in onore del noto viaggiatore Marco Polo, ha saputo esportare in Cina un concetto di Italian Style di impresa che piace per la sobrietà, incuriosisce per la longevità e interessa per la continua propensione alla crescita. >

www.fraschetti.it

Il 12 giugno in occasione della settima Conferenza Nazionale del Franchising il presidente di Federdistribuzione, Giovanni Cobolli Gigli, ha presentato uno studio sull'evoluzione dei consumi negli ultimi vent'anni (1991-2010) e in particolare sull'aumento dei prezzi di tre macro-categorie: i consumi commercializzabili (food e non food), quelli “obbligati” (energia, acqua, salute, istruzione, carburanti, assicurazioni e banche) e gli altri (alberghi, viaggi, benessere, ecc.). Nel 1991 i consumi commercializzabili rappresentavano il 38,9% della spesa degli italiani, mentre i consumi “obbligati” erano pari al 33,5%. Nel 2010 i primi sono crollati al 23,9% mentre i secondi sono schizzati al 43,9%. Questo non significa che gli italiani hanno speso meno negli ultimi vent'anni: siamo anzi passati dai 429 miliardi di euro del 1991 ai 930 del 2010. Significa invece che la capacità di spesa degli italiani è stata “succhiata” dai consumi “obbligati” a danno dei prodotti di largo consumo. Se spostiamo l'attenzione dalle percentuali ai valori di fatturato, risulta che il mass market ha avuto in vent'anni un aumento del 33% contro il 184% dei consumi “obbligati”; i consumi finanziari (banche e assicurazioni) sono aumentati addirittura del 478%. Senza andare tanto lontano nel tempo, nel periodo 2004-2011 – a fronte di una crescita dell'inflazione del 17,6% – il largo consumo confezionato ha aumentato i prezzi del 7,6% mentre quelli dei consumi “obbligati” sono saliti del 38,1%. I recenti aumenti delle accise sui carburanti (un tipico consumo “obbligato”) e l'imminente aumento dell'Iva al 22% non faranno altro che peggiorare la situazione nel 2012. Anziché pensare ai taxisti e ai farmacisti quando si affronta il tema delle liberalizzazioni, mi domando quand'è che il Governo Monti si occuperà di questi indecenti monopoli mascherati che stanno distruggendo la capacità d'acquisto delle famiglie e che spesso vedono proprio lo Stato come protagonista (scuole, sanità, trasporti, ecc.). La ricostruzione dell'Italia passa anche da qui: basta ricordare che i consumi rappresentano il 60% del pil, mentre l'export – di cui si parla sempre – pesa solo per il 25%.

> Sono disponibili altre notizie sul portale www.mondopratico.it FERRAMENTA&CASALINGHI

9


grandangolo

editoriale

Presentata la nuova sinergia 2013 Axel-Garland Marco UGLIANO

Ripartire dai giovani È di queste ultime settimane la nomina alla presidenza di Ferritalia di Giorgio Amigoni, che prende il posto del presidente uscente Marco Fabrizio (l’intervista è a pag. 32 di questo numero). Una nomina che ha sorpreso lo stesso Amigoni: “Sono rimasto molto colpito dalla scelta fatta dai soci e dalla fiducia e dalla stima mostrata nei miei confronti. È un incarico che mi dà grande soddisfazione. In Ferritalia oggi ci sono molti giovani, e il fatto che i "senior" diano questa fiducia ai giovani è certamente un fatto non scontato”. Dopo aver intervistato il nuovo presidente presso la sua sede aziendale di Ferramenta Adda, ho raggiunto telefonicamente il presidente uscente Marco Fabrizio (che certo non si può definire della vecchia guardia), il quale mi ha confermato la precisa volontà del più grande gruppo di grossisti italiani di ferramenta di dare sempre maggiore fiducia ai soci più giovani “che ben si sono comportati in questi anni e che stanno mostrando di avere un approccio diverso al lavoro. La scelta di Amigoni è la più ovvia, proprio in base a quanto fatto in questi anni, e gli auguro un triennio ricco di soddisfazioni”. E proprio la fiducia mostrata dai soci “senior” nei confronti di un giovane come Giorgio Amigoni conferma un trend in atto ormai da qualche tempo nella distribuzione (tradizionale e specializzata): coinvolgere sempre più la fascia giovane, quella che oggi è in prima linea tra voglia di fare e utilizzo di nuove tecnologie. Non è un caso che proprio l’uso delle nuove tecnologie (portali interattivi, e-commerce, social network), sia una delle poche note liete in un mercato sempre più messo alla prova dalla crisi. E proprio le nuove tecnologie, con l’esercito di giovani che le utilizza, è una delle basi da cui ripartire.

Si sono incontrati nello splendido angolo di natura a Caceres, nella comunità spagnola dell’Extremadura, i vertici di Axel e Garland per la messa a punto della nuova strategia 2013. In anteprima sono state presentate le novità assolute, discussi i piani strategici e soprattutto analizzato il particolare momento socio-economico europeo alla presenza di tutti i responsabili dei distributori esclusivisti Garland. “I soci Axel hanno potuto in prima persona testare le novità - ci dice Giuseppe Salvatore, socio Axel e profondo conoscitore della tematica giardinaggio - è importante condividere con i nostri fornitori partner in maniera diretta le scelte per migliorare i prodotti e raggiungere standard qualitativi importanti; oggi attraverso questi e il massimo servizio passa la crescita a prescindere dai momenti particolari che stiamo vivendo, massima fiducia e ottimismo come nostra consuetudine a fianco di una sana concretezza”. >

www.axelgroup.it

Assemblea BigMat: progetti e nuovi soci Si è svolta all’Hotel Hilton di Sorrento, l’8 e il 9 giugno scorsi, la consueta assemblea nazionale di BigMat, il gruppo di distributori di materiali edili indipendenti. Approvazione del bilancio, ma soprattutto condivisione e confronto sui molti progetti innovativi atti a creare nuove aree di sviluppo e di business. Sono stati questi i Nuovi soci BigMat contenuti dell’assemblea • De Lorenzi Srl – Forlì annuale di BigMat Italia, che ha visto la partecipazione • Imbriaco Srl – Capaccio (Salerno) della quasi totalità dei soci. • Clemente Lorenzo & C Sas – Oliveto Citra (Salerno) “Quest’anno più che mai – fa • Edilcommercio Srl – Colzate (Bergamo) sapere il direttore di BigMat • Rovedil 2002 Srl – Rovetta (Bergamo) Italia, Lina Mazzullo – il • Edidforniture – Trani (Bari) nostro Gruppo ha dimostrato • Simic Srl – San Demetrio ne' Vestini (L'Aquila) una grande coesione, un’atmosfera motivata e un atteggiamento positivo, con tanta voglia di fare e di affrontare nuovi mercati”. Con questo spirito il gruppo è cresciuto: i primi mesi del 2012 hanno visto l'ingresso di ben 7 nuovi soci, dislocati in tutta Italia, alcuni dei quali in punti strategici e nuovi, come la Romagna. >

10

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.bigmat.it


elettricità

Via col VENTO

Via Carlo Mirabello, 17 - 00195 ROMA - Italia

GIOVANNI FERRARI SRL Via Angelo Vescovali, 372 00148 Ponte Galeria (RM) Tel. 06 65002705 - Fax 06 65008644 e-mail: info.ferrari@ferramenta.it www.ferramenta.it

MACHIERALDO GUSTAVO S.P.A. Via Villetta Strà, 12 13881 Cavaglià (BI) Tel. 0161 96044 - Fax 0161 966770 e-mail: machieraldo@machieraldo.it www.machieraldo.it

RAG. ERNESTO VIANELLO S.P.A. Via Po, 71 66020 Sambuceto (CH) Tel. 085 4461133 - Fax 085 4461173 e-mail: vianello@vianello.com www.vianello.com


grandangolo

La Green Week di Leroy Merlin È tornata anche quest’anno, dal 27 giugno al 3 luglio, la Green Week, la settimana “eco” ideata da Leroy Merlin per sensibilizzare e diffondere la cultura di uno stile di vita più sostenibile. L’insegna del Groupe Adeo inaugura la settimana “green” con numerose iniziative per parlare di ambiente; tra queste, le principali sono: - Festival della casa: iniziativa con cui Leroy Merlin aiuta non solo a immaginare ma anche a creare la propria “casa del futuro”, più ecocompatibile e meno impattante sull’ambiente; - vendita delle Ri-scatole: in tutti i punti vendita si potranno acquistare speciali box “eco”, frutto di una reale ecologia a ciclo continuo. Questi contenitori sono infatti realizzati interamente con carta riciclata degli stessi punti vendita Leroy Merlin e certificata FSC (Forest Stewardship Council) 100%, usando inchiostri a base d’acqua e colle prive di plastificanti; - CinemAmbiente TV è il progetto didattico che per la prima volta porta i film a tematica ambientale all’interno delle scuole attraverso internet. - corsi clienti “Piccole azioni per grandi risparmi”: in sinergia con Legambiente ogni negozio organizza speciali corsi gratuiti utili a illustrare le azioni che possono essere svolte facilmente e che con la stessa semplicità permettono di risparmiare risorse ambientali ed economiche. - creazione di una pagina web dedicata alla sostenibilità: sul sito leroymerlin.it sarà possibile consultare tutte le iniziative informative, le attività più “eco” dei vari punti vendita e tutta la documentazione che parla della “ecolife di Leroy Merlin”.

>

12

www.leroymerlin.it/la-casa-di-domani

FERRAMENTA&CASALINGHI

FioriAmo Insieme: sono fioriti i vincitori Lanciato da Obi con l’obiettivo di valorizzare l’ambiente urbano e sensibilizzare i cittadini al rispetto e all’attenzione dei propri spazi verdi, si è concluso con successo la prima edizione del concorso “FioriAmo Insieme”, che ha interessato i cittadini di Torino, Brescia e relative province, coinvolgendoli in una iniziativa green di enorme portata. I risultati di questa iniziativa sono stati eccellenti, sia a livello di partecipazione dei cittadini coinvolti, sia di interesse degli utenti online attraverso la visualizzazione del minisito (www.fioriamoinsieme.it) dedicato al concorso.

L’Asilo Nido Mondogiocondo ha vinto il primo premio nella categoria “negozi” della provincia di Brescia (foto sopra). La Scuola d'infanzia I.C. Turoldo ha invece vinto il primo premio nella stessa categoria per la provincia di Torino (foto sotto).

Il sito web, suddiviso nelle categorie “Balcone Fiorito”, “Giardino Fiorito” e “Negozio fiorito” ha ottenuto un risultato totale di oltre 8.100 visualizzazioni. Visitando il sito è possibile visualizzare tutte le creazioni partecipanti al concorso e direttamente in home page i vincitori delle tre diverse categorie, giudicati da una speciale commissione, composta da professionisti del settore della comunicazione e del mondo OBI, riunitasi lo scorso 18 giugno. Per celebrare i risultati dell'iniziativa, Obi ha organizzato due giornate dedicate alla premiazione dei vincitori in entrambe le aree geografiche coinvolte: il 2 luglio presso il punto vendita OBI di Castenedolo, mentre il 4 luglio all’interno del negozio OBI di Torino Stadio, presso il Centro Commerciale “Area 12”. >

www.obi-italia.it

>

www.fioriamoinsieme.it


grandangolo

Casa Bricocenter: 20.000 iscritti alla community Lanciata soltanto a gennaio, la nuova community online Casa Bricocenter ha raggiunto a giugno il tetto di 20.000 iscritti. Casa Bricocenter è uno spazio dedicato ai consumatori, nel quale condividere esperienze e passioni legate al mondo del bricolage e del giardinaggio. Oltre a raccogliere consigli e informazioni, gli utenti possono guadagnare punti che valgono come buoni sconto da spendere nei negozi Bricocenter. >

casabrico.bricocenter.it

www.nettuno.net

www.gardenatipremia.it

Con l'obiettivo di perseguire la strategia aziendale volta a rafforzare ulteriormente la struttura vendite già operante e a introdurre nuovi modelli di business, la bergamasca Nettuno ha ampliato il proprio organico con l'ingresso di Antonio Caso in qualità di Direttore Vendite Italia. Antonio Caso vanta un’esperienza pluriennale nel settore del cleaning, dove ha ricoperto ruoli di rilievo in importanti aziende nazionali e multinazionali.

>

Antonio Caso entra in Nettuno

Più ordini, più Gardena ti premia

>

Per incentivare il proprio canale di vendita di riferimento, Gardena ha dato il via all'operazione a premi “Gardena ti premia”, che coinvolgerà tutti i rivenditori e che proseguirà fino al 31 dicembre 2012. Con questa campagna d'incentivazione i negozianti hanno la possibilità di ottenere uno o più premi del catalogo punti “Gardena ti premia”, semplicemente accumulando punti in base agli ordini Gardena effettuati. Per partecipare ogni rivenditore dovrà registrarsi sul sito www.gardenatipremia.it, dove potrà consultare il catalogo punti, monitorare il proprio saldo e ordinare i premi scelti.

Dem & Curver: è partnership nel mondo dei casalinghi La bergamasca Dem, da quarant’anni promotrice di funzionalità e tecnologia nei casalinghi, incontra lo stile dello storico brand mondiale Curver in una joint venture, grazie alla quale distribuirà in esclusiva i prodotti dell'azienda olandese sul mercato nazionale. Nell’ottica di un processo di rinnovamento stilistico e produttivo, l’azienda italiana ha voluto ampliare la propria offerta con gli articoli Curver, ricercati e funzionali, del tutto in linea con l’inconfondibile gusto di Dem. L’accordo rappresenta, inoltre, un passo importante per il rafforzamento dell’immagine aziendale, il miglioramento della competitività e l’acquisizione di nuovi canali distributivi. Alla base di questa partnership internazionale ci sono obiettivi e principi comuni, come sottolinea Marino Scarabelli, direttore commerciale di Dem: “Con Curver condividiamo lo stesso impegno e la stessa filosofia di lavoro, la medesima visione del mercato, la condivisione degli obiettivi e principi di business e gli stessi elevati requisiti qualitativi dei prodotti”. >

14

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.dem.it


Concorso riservato al canale tradizionale


www.rossinitrading.it

grandangolo

>

Il Premio Rinaldo Mezzalira va alla “Città della Speranza”

Marco Rossini premia la Scuola primaria Cittadini di Ponte San Pietro (BG) con la medaglia del Presidente della Repubblica.

10 e lode in sicurezza Sono trascorsi 10 anni e il concorso “Primi in sicurezza”, promosso da Rossini Trading in collaborazione con l’ANMIL e il mensile per la scuola Okay! Continua a riscuotere l'entusiastica partecipazione dalle scuole italiane. E quale titolo migliore poteva essere dato quest’anno se non "Ricominciare da... 10: il lavoro sicuro merita una prevenzione da 10... e lode". Dalle scuole dell’infanzia alle secondarie di secondo grado, tutti hanno dato il loro contributo sul tema della sicurezza sul lavoro, impiegando qualunque mezzo creativo. Il 31 maggio più di 400 studenti provenienti da oltre 20 istituti di tutta Italia hanno partecipato, presso l’auditorium della Casa del Giovane di Bergamo, alla premiazione finale alla presenza del presidente e amministratore delegato di Rossini Trading, Marco Rossini, con le sorelle Wilma e Tiziana, il presidente nazionale di Anmil Franco Bettoni e il presidente provinciale Luigi Feliciani, oltre ad altri esponenti. Oltre alla consegna dei tradizionali premi alle scuole, sono state assegnate a quattro istituti scolastici le medaglie del Presidente della Repubblica, a testimonianza dell’alto valore sociale dell’iniziativa.

Il 30 maggio la terza edizione del Premio Rinaldo Mezzalira ha premiato la Città della Speranza, la Fondazione dedicata alla ricerca onco-ematologica infantile, quale esempio di eccellenza nell’ambito della ricerca scientifica pediatrica. “Dopo aver premiato Paolo Scaroni e Renzo Rosso in quanto eccellenze vicentine nel mondo dell’imprenditoria, abbiamo voluto accendere i riflettori sul tema della solidarietà e dell’impegno sociale - ha spiegato Alessandro Mezzalira, presidente di Fitt riconoscendo i meriti di una realtà veneta di spicco nel Terzo Settore che in 18 anni d’attività ha raggiunto traguardi di altissimo livello”. Ricordiamo che il Premio Rinaldo Mezzalira è stato voluto da Fitt per ricordare il suo geniale fondatore.

>

www.fitt.it

ICA: una nuova divisione, un nuovo marchio Il gruppo industriale ICA, tra i primi in Europa nella produzione e commercializzazione delle vernici speciali per il legno, rafforza la propria competitività sul mercato mondiale con la nascita della divisione Italian Coatings, frutto della fusione per incorporazione della Salchi Wood Coatings, società già controllata al 100% da ICA. Il progetto ottimizza le sinergie tra due aziende accrescendo la competitività del gruppo. Con la fusione, infatti, esso amplia la propria dimensione, incrementa la collaborazione tra le due distinte reti commerciali, rafforza la presenza dei propri prodotti sui mercati internazionali e guarda a nuove aree del mondo, in particolare ai paesi emergenti. La nuova divizione Italian Coatings si presenterà sul mercato con il nuovo marchio iCO, il brand di vernici per legno core business del gruppo, che esprime tutta la vocazione internazionale di questa realtà italiana e la forza del made in Italy. > www.icagroup.it 16

FERRAMENTA&CASALINGHI


Be visionary. Be Newtec.

www.newtecsafety.com


grandangolo

La ripresa per le costruzioni? Non prima del 2014 Dall’ultima conferenza Euroconstruct, tenutasi il 14 e 15 giugno scorso a Londra, emerge un settore europeo delle costruzioni ancora in forte difficoltà. Le tensioni sui mercati finanziari sono alla base di una revisione generale delle aspettative di crescita in numerosi paesi europei e il settore delle costruzioni, come tutta l’economia dei principali stati membri, risente negativamente del diffuso clima di incertezza, come indica un calo dell’indice di fiducia del settore nella EU a 27 assai più forte che in altri settori. Il risultato è un ulteriore slittamento in avanti delle aspettative di fuoriuscita del settore delle costruzioni da una crisi che ormai lo caratterizza per il quinto anno consecutivo. Come riporta il Cresme: “Il 2012, dopo un 2011 stagnante, segnerà una nuova contrazione della cifra d’affari complessiva del 2,1%, assai più importante rispetto al -0,3% previsto sei mesi prima. Una revisione al ribasso di quasi due punti percentuali, e che per simile intensità riguarda anche le prospettive per il 2013, quando al posto del netto recupero di circa due punti percentuali, si trova un ben più cauto +0,4%”. >

18

www.cresme.it

>

www.euroconstruct.org

Finiture d’interni: un mercato da riqualificare

I volantini non funzionano più?

All'interno del 1° Forum del Legno-Arredo, tenutosi il 4 giugno scorso al Mico - Milano Congressi, FederlegnoArredo ha dedicato un focus alle finiture di interni, completato dalla presentazione della ricerca commissionata a Cresme sul tema “Mercato e Distribuzione”. Il workshop “Le finiture d'interni: finestre, pavimenti, porte, scale. Scenari di mercato e distribuzione per il 2012” è stato dedicato in particolare al tema della distribuzione, che risulta essere - in questa difficile fase per i mercati - un aspetto particolarmente delicato e ancora debole nel processo che dal produttore arriva al cliente finale. La presentazione di Lorenzo Bellicini (direttore Cresme) della prima fase della ricerca commissionata al Centro Ricerche, mirava a tracciare un quadro di riferimento sull'attuale sistema distributivo e sull'attesa futura evoluzione. La ricerca ha mostrato come la crisi abbia profondamente segnato il mondo dei serramenti e dei pavimenti in legno con dinamiche di riduzione, selezione e profonda riconfigurazione delle aziende. A soffrire maggiormente è certamente la nuova costruzione, riducendo quindi il contatto diretto tra industria produttrice e impresa. Emerge inoltre una polarizzazione del mercato: mentre tiene e si fa più esigente la domanda di prodotti di qualità che puntano all’innovazione e al design, la domanda media, motore del mercato del ciclo precedente, si riduce significativamente penalizzando l’intero settore. Si allarga la domanda per la fascia economica, un potenziale che però non riesce a restituire fatturati e fluidità all’intero mercato. Tiene invece il mercato della riqualificazione e della componente “risparmio energetico”, rilanciando il peso dei punti vendita specializzati in porte e finestre o pavimenti, della grande distribuzione organizzata e dei punti di vendita “in diversificazione”, che introducono nuove tipologie di prodotto per far fronte alla crisi dell’edilizia. > www.federlegno.it

Se lo domanda un recente studio di Nielsen: la recessione ha ridotto la capacità di spesa degli italiani e ha costretto la distribuzione a intensificare le promozioni, sia negli sconti sia nella frequenza, ma i risultati di vendita sono negativi. Sia perchè le promozioni sono meno efficaci rispetto al passato e sviluppano meno volumi, sia perchè gli sconti maggiori contraggono la marginalità. Si assiste dunque a un fenomeno di saturazione nei confronti delle promozioni, che non stimolano più né le vendite né la fedeltà: anzi i continui sconti inducono il consumatore a passare da una catena all’altra.

FERRAMENTA&CASALINGHI

>

www.nielsen.com

>

21 giugno si è svolta la seconda edizione del No Cash Day, l'evento internazionale dedicato alla scomparsa del denaro contante. La progressiva penetrazione degli smartphone sta rendendo questo obiettivo più vicino a noi: pare che il prossimo iPhone di Apple conterrà un chip utile ai pagamenti elettronici e proprio in occasione del No Cash Day è stato lanciato il progetto italiano Jusp. Si tratta di un sistema che utilizza una piccola tastiera facilmente collegabile a tutti gli smartphone che permetterà pagamenti con il cellulare.

www.jusp.com

Pos per tutti


grandangolo

La crisi non ferma il franchising

Fsc: l’Italia è al 5° posto nella classifica mondiale Secondo il documento Global Fsc Certificates dello scorso giugno, l’Italia è il quinto paese al mondo per certificati Fsc di Catena di Custodia (Coc) e il terzo in Europa. Ricordiamo che Fsc (Forest Stewardship Council) certifica la provenienza del legno proveniente da foreste gestite in modo responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. La certificazione della Catena di Custodia garantisce la rintracciabilità dei materiali provenienti da foreste certificate Fsc ed è indispensabile per Fsc: i primi 10 paesi del mondo poter applicare il Paese nr certif. Fsc Coc marchio Fsc sui Usa 3.655 prodotti. Regno Unito Cina Germania Italia Olanda Giappone Canada Brasile Francia

2.249 2.098 1.791 1.339 1.330 1.138 979 899 751

Il 12 giugno Assofranchising ha presentato a Milano il rapporto 2011 sull’andamento del franchising in Italia, che nello scorso anno ha sviluppato un giro d’affari di 22,334 miliardi di euro con una crescita dello 0,7% rispetto al 2010. Le insegne sono passate da 883 a 885, i punti vendita sono 54.096 (erano 54.013 nel 2010) e anche sul fronte occupazionale ci sono risultati positivi con 1.813 addetti in più. Guarda l’intervista a Graziano Fiorelli, presidente di Assofranchising in occasione dell’incontro del 12 giugno di Milano. >

www.assofranchising.it

Koelmesse Italia festeggia i suoi primi 10 anni Il 10 luglio Koelnmesse Italia festeggia i suoi primi 10 anni di attività, insieme a tutti coloro che nel tempo hanno contribuito a far crescere un’organizzazione che lavora per l’internazionalizzazione dei prodotti dell’eccellenza italiana. La cerimonia si svolgerà nel circolo golfistico L’Albenza di Bergamo con una gara di golf e numerose attività collaterali.

Fonte: Fsc >

www.fsc-italia.it

Francia: 6 catene sviluppano il 92% delle vendite brico

Niente crisi in Canada

Secondo i dati Unibal, il mercato francese del bricolage ha registrato nel 2011 una crescita del 2,6% delle vendite rispetto al 2010 (limitata all’1,1% a euro costante), attestandosi a 24,03 miliardi di euro. Le vendite dei centri bricolage sono aumentate del 3,4% e quelle delle rivendite edili del 3,9% (dopo la flessione del -3,2% nel 2010), mentre il giro d’affari degli ipermercati nel bricolage è diminuito del 12,4%. Il dato più impressionante è che 6 gruppi sviluppano il 92,1% del mercato del diy francese e che i primi due (Kingfisher e Adeo) coprono il 70% delle vendite.

I dati del primo trimestre 2012 pubblicati da Hardlines Conditions Survey indicano che il mercato canadese del bricolage sta uscendo dalla crisi: il 62.5% dei rivenditori e il 65% dei fornitori hanno dichiarato un aumento dei fatturati nel primo trimestre 2012, contro il 19,2% e il 35% del primo trimestre 2011. La primavera mite e la meteorologia favorevole hanno contribuito ai risultati positivi e hanno spinto molto consumatori a intraprendere progetti di miglioramento della casa e del giardino, magari rinviati nel 2011 contraddistinto da una primavera fredda e piovosa.

>

www.unibal.org

>

www.hardlines.ca

FERRAMENTA&CASALINGHI

19


ambiente

commercio eco-consapevole

a cura della REDAZIONE

FILA si prende cura dell’ambiente re prodotti di Fila Surface Care Products hanno ottenuto la certificazione Gev- Emicode, riferita al basso livello di emissioni Cov (composti organici volatili) e valida per tutti i mercati europei, in particolare per Italia, Germania e Austria. Si tratta di FILAPRW200 protettivo prefugatura, FUGAPROOF protettivo antimacchia per fughe e FILAW68 antimacchia per cotto, pietra naturale, cemento e superfici non lucide. In particolare, i tre prodotti hanno ottenuto la certificazione Gev- Emicode con la più alta classe di classificazione: EC 1 PLUS, destinata alle soluzioni con bassissime emissioni di Cov. FILA PRW200 e FILA W68,

T

insieme a FILA HP98, sono inoltre i primi tre prodotti Fila che concorrono all’acquisizione della certificazione LEED, il sistema di rating (Green Building Rating System) per lo sviluppo di edifici “verdi” riconosciuto a livello internazionale: rientrano infatti all’interno del parametro “materiali a bassa emissione-pitture e rivestimenti” (credito EQ 4.2), il cui obiettivo consiste nella riduzione di elementi contaminanti dell’aria interna all’edificio. La nuova certificazione è un ulteriore tassello che si aggiunge al grande progetto “Fila Green Action” (www.filagreenaction.com) che caratterizza le politiche verdi dell’azienda. Da luglio 2011, infatti, è attivo il Gruppo di Lavoro

Fila per tracciare nuove linee di azione “green” in tutti i processi aziendali, a cui partecipano collaboratori di diverse aree. L’obiettivo è analizzare e sviluppare nuove attività sensibili all’ambiente per lo sviluppo green dell’azienda: pratiche quotidiane di lavoro sullo smaltimento dei rifiuti, sviluppo e studio di materie prime che abbiano sempre meno impatto ambientale, partecipazione attiva ad associazioni “green”. Sono tanti i modi con cui Fila già si prende cura dell’am-

biente, dalla produzione alle modalità di utilizzo dei prodotti, fino al loro smaltimento. La Green Line Fila è la gamma a basso impatto ambientale dell’azienda: elevata biodegradabilità, prodotti concentrati, rispetto delle normative di Cov e numerose soluzioni a base acqua sono solo alcune delle regole che Fila segue, ottenendo un’offerta caratterizzata da elevate performance ma allo stesso tempo attenta all’ambiente. ■ >

www.filachim.com

Nasce il nuovo Auchan tutto bio otto l'insegna “Coeur de nature” (Cuore di natura) ha aperto i battenti il primo punto vendita a marchio Auchan completamente biologico. Nella regione dell'Île-de-France, a Nord della Francia, il punto vendita di circa 1.000 mq serve un bacino d'utenza di 23.142 abitanti. Ma Auchan non è il solo operatore francese a scommettere sul bio, un settore che, nel paese di origine marcia a tutta forza: fra il 2001 e il 2011, ha quadruplicato il proprio fatturato, per raggiungere i 4 miliardi di euro, anche se le colture non rappresentano che il 3,5% della Sau (superficie agricola utilizzabile). Anche Carrefour starebbe cercando, addirittura a Parigi, una location per il nuovissimo supermercato “Carrefour Bio”, per il quale è previsto un ampio e profondo assortimento, che spazia dai freschi, al grocery food e non-food, per arrivare ad abbracciare l’abbigliamento. Del resto sia Monoprix, con “Bio Naturalia” che Leclerc, sono già presenti in www.coeurdenature.fr questo segmento. ■

S

>

20

FERRAMENTA&CASALINGHI

>

www.simplymarket.it

Simply viaggia su risciò imply ha attivato il primo servizio di consegna a domicilio totalmente ecocompatibile della città di Milano. Si tratta di una bicicletta a pedalata assistita e a emissione "zero" che fondamentalmente servirà il centro città. È allo studio l'estensione del servizio alla città di Roma. ■

S


ambiente

La gestione dei rifiuti elettronici secondo Ecolight

colight, consorzio per la gestione dei RAEE, delle pile e degli accumulatori, presenta “Fai Spazio”, il nuovo servizio dedicato alle aziende per la raccolta e il recupero dei rifiuti elettronici. “Mettiamo a disposizione delle imprese la nostra esperienza nella gestione dei RAEE, ovvero i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroni-

E

che, assicurando un servizio capillare di raccolta su tutto il territorio nazionale e una gestione dei documenti che assicura la tracciabilità dei rifiuti”, spiega il direttore generale di Ecolight, Giancarlo Dezio. Per i rifiuti domestici, ovvero quelli prodotti dai cittadini, lo smaltimento è garantito dai centri di raccolta comunali oppure dai negozi dove, in virtù del decreto Uno contro Uno, è possibile lasciare gratuitamente la propria vecchia apparecchiatura elettrica al momento dell’acquisto di un nuovo prodotto di equivalente funzionalità. I RAEE prodotti dalle aziende invece non possono seguire questo iter: il loro smaltimento è a carico delle stesse imprese che devono affidarsi ad azien-

de specializzate. “Per i RAEE domestici è possibile stimare che la raccolta sia nel rapporto uno a tre, ovvero ogni tre kg di apparecchiature elettriche ed elettroniche immesse sul mercato, una sola venga raccolta e conferita correttamente”, spiega Dezio. “Per i RAEE professionali non è possibile utilizzare queste stime non solamente perché la raccolta viene effettuata da una serie di soggetti, non tutti certificati, ma perché esiste anche un mercato illegale dei RAEE verso i Paesi del terzo mondo”. L’esperienza maturata, la rete capillare di raccolta, ma soprattutto la tracciabilità che Ecolight garantisce per i RAEE raccolti non sono solamente un’azione in più per sensibilizzare le aziende sul problema dei riciclo dei rifiuti, ma vogliono essere uno strumento per contrastare lo smaltimento

illegale degli stessi RAEE. Conclude Dezio: “Questo servizio rientra in un piano di sensibilizzazione nei confronti del riciclo dei rifiuti; un cambio di mentalità che non deve limitarsi ad un frazionamento dei materiali di scarto pensato solo su scala casalinga - come può essere quello previsto da ciascun Comune per la frazione umida, il secco e la carta - ma vuole allargarsi fino a coinvolgere le imprese affinché anche loro possano essere coinvolte in questo circuito virtuoso. Inoltre, la tracciabilità, assicurata dalla gestione documentale, anticipa di fatto le pre■ scrizioni del Sistri”.

>

www.ecolight.it


fiere

dove si incontra il settore

planning 24/08/2012 – 28/08/2012 TENDENCE Francoforte - Germania Messe Frankfurt www.tendence.messefrankfurt.com

29/08/2012 – 01/09/2012 FLOWERS IPM MOSKA Mosca - Russia Exhibition Center www.ipm-moskau.com

02/09/2012 – 04/09/2012 SPOGA-GAFA Colonia - Germania - KolnMesse www.spogagafa.com

04/09/2012 – 07/09/2012 KAZ BUILD Almaty - Kazakistan Atakent Exhib. Centre

È tempo di

www.kazbuild.kz

06/09/2012 – 09/09/2012 MACEF Milano - FieraMilano Rho www.macef.it

13/09/2012 – 15/09/2012 FLORMART Padova - PadovaFiere

Francoforte, dal 24 al 28 agosto, sarà “tempo di business – tempo di tendenze”. Per 5 giorni nel centro espositivo di MesseFrankfurt tutto ruoterà attorno alle tendenze del prossimo autunno, inverno e Natale, offrendo al contempo un'anteprima della prossima stagione primavera-estate 2013. Le due sezioni principali di Tendence, Living e Giving, presenteranno prodotti esclusivi ed eleganti per la casa e la tavola, così come un'intera gamma di idee regalo e

A

www.flormart.it

19/09/2012 – 21/09/2012 CHINA INTERNATIONAL HARDWARE SHOW Shanghai - Cina - Shanghai New Int. Expo Center www.cihs-practicalworld.com

25/09/2012 – 29/09/2012 CERSAIE Bologna - BolognaFiere www.cersaie.it

28/09/2012 – 30/09/2012 EDILTEK Busto Arsizio – Malpensa Fiere www.ediltek.info

22/09/2012 – 24/09/2012 DEMOGARDEN Valeggio sul Mincio (VR) Parco Giardino Sigurtà www.demogarden.it

03/10/2012 – 05/10/2012 EUROBRICO Valencia – Feria Valencia www.eurobrico.feriavalencia.com

> l’agenda completa è su

A settembre, il diy parla cinese on avrà più ritmi di crescita a due cifre, ma la Cina continua ad essere un mercato con potenzialità enormi, anche nel nostro segmento diy e home improvement. Oltre 2.400 aziende nazionali ed estere hanno infatti preso parte alla scorsa edizione di China International Hardware Show, la manifestazione più importante in Cina per i comparti utensili, sicurezza, serrature, fissaggi, home improvement, fai da te e giardinaggio. Molti dei principali produttori cinesi sceglie ogni anno CIHS per presentare i loro prodotti ad un pubblico internazionale. Dall'altro lato, sempre più espositori europei e americani utilizzano questa mostra come piattaforma per lanciare i propri marchi sul mercato cinese, uno dei più grandi e in più rapida crescita in tutto il mondo. L’edizione 2012, in programma a Shanghai dal 19 al 21 settembre, avrà il sostegno della Federazione internazionale delle Associazioni Hardware & Housewares (IHA).

N

>

22

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.cihs-practicalworld.com

>

ww


ITS: prospettive e strumenti per competere n occasione del 53° Congresso della FEST (la Federazione Europea del settore idrotermosanitario) che si terrà a Roma dal 4 al 6 ottobre, Angaisa presenterà la nuova ricerca sviluppata da Cresme che prenderà in esame lo scenario economico, lo scenario del mercato delle costruzioni e lo specifico mercato idrotermosanitario a livello europeo. Considerato che la crisi economica mondiale, che sta colpendo con diversa intensità tutti i Paesi Europei, sta lasciando un segno profondo sia nell’edilizia sia nel mercato della distribuzione idrotermosanitaria, la ricerca mira soprattutto a individuare i segmenti di mercato più dinamici e i diversi modelli distributivi, fino a disegnare una mappa evolutiva del settore nel medio periodo > www.angaisa.eu ■ 2012–2017.

I

ww.tendence.messefrankfurt.com

gioielli, il tutto distribuiti su 10 padiglioni. Con 2.063 espositori provenienti da 67 paesi e oltre 52.000 visitatori professionali, lo scorso anno Tendence ha occupato l'intera sezione occidentale della Fiera di Francoforte, con 130.000 metri quadrati di spazio espositivo suddivisi su nove padiglioni. ■

A Rimini Fiera i primi Stati Generali dell’ambiente i svolgeranno a Rimini Fiera, il 7 e 8 novembre prossimi, gli Stati Generali dell’Ambiente, in contemporanea con le tre manifestazioni Ecomondo, Key Energy e Cooperambiente (7-10 novembre). Lo ha annunciato il ministro dell'Ambiente Corrado Clini, anticipando che a Rimini Fiera sarà presentato il “Programma nazionale per lo sviluppo della green economy” che disegnerà per l’Italia un futuro produttivo e occupazionale anti-crisi nel segno della sostenibilità. Contribuiranno a questo programma 39 organizzazioni di imprese ad alta valenza ambientale che fanno parte del comitato organizzatore degli Stati Generali. Al termine dei lavori saranno diffusi documenti programmatici di otto gruppi di lavoro dedicati ai settori individuati come strategici. ■

S


fiere

a cura della redazione

Demogarden

Si avvicina il più grande appuntamento italiano per i professionisti e gli appassionati della cura e manutenzione del verde. Dal 22 al 24 settembre, nella nuova location del Parco Giardino Sigurtà, a Verona.

Nuova location per Demogarden I partecipanti A metà giugno 2012, nonostante la crisi dei mercati in generale, le aziende che hanno già confermato la propria presenza sono, con i relativi marchi (oltre 30): Al-ko, Briggs&Stratton, Cormik, Fercad, Fiaba, Grin, Makita, Stihl, Sabart, Fox Motori, Platform Basket.

L’

edizione 2012 di Demogarden, il grande evento italiano dedicato alle macchine per la cura del verde, sarà caratterizzata da due importanti novità: da un lato una nuova data, da sabato 22 a lunedì 24 settembre, a ridosso dell’inizio dell’autunno. E in secondo luogo, il cambio di sede. Dal Parco Esposizioni Novegro di Segrate (Mi), Demogarden trasloca nel bellissimo Parco Giardino Sigurtà, a Valeggio sul Mincio, alle porte di Verona. La terza edizione della manifestazione dedicata alla motocoltura prende vita dai successi dello scorso anno, che aveva fatto registrare un aumento del 30% dei visitatori e del 50% dei marchi proposti: per il 2012 è previsto un ampliamento merceologico alle attrezzature per il taglio, ai macchinari, agli elevatori, alle sementi, all'irrigazione e alle strumentazioni e accessori per il gardening. 24

FERRAMENTA&CASALINGHI


fiere Il Parco Giardino Sigurtà è un'oasi ecologica che si trova a Valeggio sul Mincio in provincia di Verona. Ha una superficie di 600.000 metri quadrati e si trova a 8 km da Peschiera, vicino al lago di Garda. Il parco ha origine dal “brolo cinto de muro” dell'anno 1617, giardino dell'attuale Villa Sigurtà che nel 1859 fu il quartier generale di Napoleone III. Il parco continuò a crescere grazie alle cure di Carlo Sigurtà che lo acquistò nel 1941 e che fu in grado di rendere lussureggiante la zona che altrimenti sarebbe stata prevalentemente arida; l'opera di realizzazione fu proseguita dal nipote Enzo Sigurtà. Dal 1978 il parco venne aperto al pubblico.

La cornice suggestiva e le ampie metrature del Parco Giardino Sicurtà, oltre 600.000 metri quadrati di giardini e tappeti erbosi, rappresentano la location ideale per il demoshow. Come ha sottolineato Sergio Rossi, Amministratore Delegato di Fiere e Comunicazioni, organizzatrice dell’evento Demogarden, “la scelta di questa sede ci darà la possibilità di attirare un numero maggiore di visitatori da un lato e, dall’altro, consentirà alle aziende di avere un manto erboso ideale per le dimostrazioni. Se fossi un giardiniere o un tecnico del verde, non mi perderei la possibilità di visitare un evento professionale ubicato in un parco dove la cura e la manutenzione del verde è veramente unica e ottimale.”

“Siamo convinti che il format di Demogarden sia molto interessante: è un evento dinamico di prove sul campo ed è dinamico nella sua stessa definizione, perché le aziende partecipanti sono molto coinvolte nell’orientarne scelte e modalità di realizzazione. Questo non accade nelle fiere statiche, e il risultato non è paragonabile a quanto accade negli incontri che ogni azienda può o potrebbe autonomamente organizzarsi. Demogarden richiama molti più visitatori e clienti”. Sergio Rossi, AD di Fiere e Comunicazioni, organizzatrice dell’evento Demogarden.

Parco Sicurtà: suggestione e campi prova L’originalità del progetto Demogarden risiede proprio nella sua natura: un evento dedicato alle “prove sul campo” delle macchine per la cura del verde, rivolto agli operatori professionali e al grande pubblico, necessita di grandi superfici outdoor in cui esporre e, soprattutto, provare le macchine.

Le novità 2012 Anche quest’anno la terza edizione di Demogarden prevede degli approfondimenti teorico-pratici aperti a tutti su molti temi salienti relativi al verde. In collaborazione con Turf Europe, Fondazione Minoprio, 3T e Vita in Campagna, l’organizzazione dell’evento sta esaminando i temi degli incontri che si terranno a Valeggio sul Mincio dal 22 al 24 settembre prossimi. Ovviamente si parlerà di cura e manutenzione delle piante e dei fiori, di qualità nei tappeti erbosi (valutazione e consigli pratici per incrementarla), concimazione del tappeto erboso (forme, dosi ed epoche), patogeni dei tappeti erbosi (prevenzione e profilassi), approfondimenti tecnici sulle specie microterme e macroterme (riconoscimento, principali caratteristiche ecofisiologiche ed agronomiche), idrosemina (una nuova tecnica di insediamento per gli inerbimenti tecnici, ornamentali e sportivi). Non solo macchine. In ambito sportivo, in collaborazione con CONI e Federazione Italiana Golf, si parlerà di progettazione dei campi sportivi, di impianti irrigui e drenaggio e, nello specifico, anche della progettazione di tap■ peti erbosi per campi di golf.

>

www.demogarden.it

FERRAMENTA&CASALINGHI

25


innovazione

ricerca e design

di Riccardo RICOTTI

Navigando in internet e curiosando in giro per le fiere, abbiamo “scovato” i prodotti più innovativi… Una originale teiera in vetro fonde lo stile asiatico con quello tipicamente inglese; l’infusore integrato è capiente e può essere regolato a piacimento. Visto su menu-designshop.de Questo cubo di legno è in realtà un originale porta oggetti che si scompone per adattarsi alle esigenze e contiene al suo interno un orologio digitale. Visto su etsy.com

Ricavate da materiali riciclati, queste particolari torce fatte a mano sono composte da bottiglie in vetro refrattario e da una lunga miccia.

Finalmente lo strumento specifico per la pulizia delle grondaie: una pinza telescopica si aziona dal basso per raccogliere le foglie: disponibile su cleanairgardening.com

Riciclare l’acqua piovana è ora facile ed immediato grazie a Pure Raindrop: collegato direttamente alla grondaia, accumula fino a 75 litri da distribuire attraverso un pratico rubinetto. www.poshpatio.co.uk

Questo robusto reggimensola a forma di pressa si ispira agli ambienti di lavoro in fabbrica: per chi ama lo stile “industriale”. Visto su areaware.com

Sembra un semplice martello ma in realtà, al suo interno, contiene una “matrioska” di quattro robusti cacciaviti in acciaio. www.schoolhouseelectric.com

Il classico “piede di porco” viene re-inventato da Glowbar.Inc attraverso la sua vernice fluorescente: non più solo uno strumento da lavoro, ma anche un oggetto di design!

Una resistente

La forma particolare

fibra di neoprene vegetale viene ricavata dalla corteccia del sughero spagnolo per comporre questa ecosostenibile borsa porta tablet. Visto su www.spoonsisters.com

di Plumen bulbs permette di risparmiare più dell’80% dell’energia prodotta da una lampadina tradizionale mantenendo comunque una forte luminescenza.

26

FERRAMENTA&CASALINGHI


Trasparenza onestà e capacità senza confronti Primi in Italia per qualità

www.bricolife.it

Diventaoi. uno di n Entra ine ! Bricolif

BRICOLIFE Società Consortile Per Azioni Presidenza Via Calamattia, 23 09134 Cagliari (CA) E-mail: presidenza@bricolife.it • Phone (+39) 070 520422 - 9090 • Fax (+39) 070 554456 Sede legale e Centro Operativo Commerciale Via f.lli Cairoli, 7 40055 Villanova di Castenaso (BO) E-mail: cocbologna@bricolife.it • Phone COC Bologna (+39) 051 780135 • Fax (+39) 051 6054292


link

il brico in rete

>

Come è vissuto il mobile payment?

N

on solo comunicare ma anche per esempio pagare: così gli smartphone users utilizzano i nuovi cellulari nella vita quotidiana. Con lo studio effettuato lo scorso anno da TNS dal titolo: “Consumers: challanges and visions on the future of Mobile Payments” si è voluto indagare quali fossero le opportunità future del mobile banking, analizzando quelli che sono i comportamenti in merito a questa modalità. Dal campione intervistato (600 individui 18-65enni) è emerso che il 41% dichiara di aver utilizzato negli ultimi 6 mesi il proprio cellulare per effettuare pagamenti via mobile, nello specifico soprattutto per ricariche e servizi legati all’utilizzo del device stesso, cui si aggiungono biglietti di viaggio (15%), charity donation (12%), pagamento parcheggi (10%), biglietti per eventi e concerti (9%). Solo il 25% dichiara di utilizzare il credito sul cellulare, mentre il 38% la carta prepagata, il 31% il conto corrente e stessa percentuale anche per la carta di credito. Ben il 71% del campione dichiara che nel futuro comprerà comunque qualcosa, anche se il 50% non ritiene sicuro l’utilizzo, mentre solo un 16% rifiuta l’innovazione. Cinque i gruppi di consumatori raggruppabili in early adopters (41%), followers (47%) e rejectors (12%). I primi credono nel mobile banking e amano ogni tipologia di acquisto, mentre i secondi considerano il mobile più come un facilitatore. Infine i rejectors vivono internet come strumento per attività di base.

Il mondo Reit in un click Superati i 40 anni di attività, Reit è presente nel web con un sito che esprime chiaramente la sua dinamicità. Entrando in www.reit.it si accede velocemente alla sezione dedicata ai marchi e ai relativi articoli per sfogliare così i cataloghi in cerca del prodotto d’interesse. L’homepage è un ottimo punto di partenza per visualizzare i file utili agli utenti per un rapido download. Ampio spazio alla comunicazione, intesa come le campagne pubblicitarie degli ultimi dodici anni ma anche i video dimostrativi di alcuni marchi (Starmix, NWS, Rhodius) per comprendere meglio l’impiego dei prodotti. Infine in Link è possibile accedere ai siti dei marchi distribuiti.

28

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.bamagroup.com

Catalogo giardino e catalogo casalingo dividono le proposte di Bama, azienda che ha fatto delle cose utili la sua mission. Nei video utili suggerimenti per il migliore impiego dei prodotti.

>

www.onsitesrl.it

Grafica e contenuti nuovi per On Site, distributrice di 8 marchi nel settore accessori per il pet (guinzaglieria, giochi…). Dal rivenditore più vicino all’acquisto online, tante informazioni.

Lorenzetto: un sito, tante proposte Con marchi italiani ed esteri, ma anche propri, importati dai vari continenti, Lorenzetto si presenta come fornitore di prodotti di qualità e sicuri, distribuiti con tempestività in tutta Italia. Sei le categorie di prodotto tra cui scegliere (guanti da lavoro, ferramenta, saponi e paste lavamani, fascette, cutter e metri, abrasivi) che appaiono a scorrimento già dall’homepage del sito www.lorenzetto.it in cui è possibile consultare il catalogo prodotti suddiviso per tipologie e per marche. Per queste ultime è anche possibile consultare i siti nell’apposita sezione. In News tutte le novità su prodotti e promozioni in atto.

Scopri le novità sul nuovo sito Obi Sempre in cinque sezioni (Promozioni, Cataloghi, Idee e consigli, Servizi e Negozi), ma con una grafica dinamica e immediata, il sito di Obi www.obi-italia.it si presenta rinnovato per essere ancora più usufruibile. Per esempio, nell’area “Promozioni”, si trovano i volantini e le promozioni in corso con le offerte per la sistemazione della casa e del giardino. Per ricevere suggerimenti su come abbellire gli spazi, dai piccoli lavori domestici ai progetti più professionali e complessi, è sufficiente visitare “Idee e consigli”. E per essere aggiornati dai prodotti ai concorsi, basta iscriversi alla Newsletter.


momastudio.it

Piccoli strumenti per grandi idee Repubblica Slovacca: Bratislava - Nový most

Ambrovit è uno dei maggiori distributori europei di viti per pannelli truciolari, autofilettanti, autoforanti e bulloni. Con il nuovo magazzino automatico è in grado di stoccare circa 20.000 pallets pronti per la spedizione, offrire un “Special service” ed assicurare consegne rapide.

Ç TIRAFONDI Ç VITI PER PANNELLI TRUCIOLARI Ç VITI PER CARTONGESSO Ç TBL COMBINATE E VITI EURO Ç VITI METRICHE Ç DADI, RONDELLE, BULLONI

Ç BARRE FILETTATE Ç VITI AUTOFILETTANTI Ç VITI AUTOPERFORANTI Ç VITI PER SERRAMENTI IN PVC Ç VITI INOX A2

Ambrovit S.r.l. Via Giulio Natta, 29 - 27026 Garlasco (PV) Italy Tel. +39.0382.810280 Fax +39.0382.810700 email info@ambrovit.it

www.ambrovit.it


annunci NEW

cerco e offro

 Nota e antica fabbrica di articoli in cuoio (guin-

zaglieria, borse da lavoro, da carpentiere e varie) ricerca CLIENTI GROSSISTI esclusivisti di zona o RAPPRESENTANTI seriamente introdotti in essi. Si richiede massima capacità introduttiva e serietà. Offresi ottime provvigioni e incentivi. Per interessati, mandare curriculum vitae a fax: 081-0484230

NEW

 Masidef Srl, società leader nel fai da te, è inte-

ressata a contattare AGENTI PLURIMANDATARI introdotti nel settore del giardinaggio in tutto il territorio nazionale per la sua nuova divisione garden. Si prega inviare curriculum vitae a: paola.grassetto@masidef.com

 Axel Group Scarl, importante Consorzio nazionale di grossisti, ricerca AGENTI MONOMANDATARI per le seguenti zone: Piemonte, Liguria, Val d'Aosta, Emilia Romagna (Bologna, Forlì, Ravenna), Veneto (Belluno), Lombardia (Crema, Cremona, Lodi, Bergamo, Lecco, Como), Toscana (Livorno, Grosseto, Arezzo), Umbria (Perugia, Terni), Marche, Lazio (Roma e provincia), Campania (Napoli), Calabria (Cosenza, Crotone, Catanzaro), Sicilia (Messina, Catania), Basilicata, Puglia. Offresi inquadramento di primario livello, parco clienti esistente, training di inserimento, monte provvigioni esistente, rimborso spese. Si prega di inviare curriculum a: quality@axelgroup.it

 Agenzia di Rappresentanze introdotta da oltre 15 anni nelle più importanti insegne della GD/GDS Brico nazionali,

valuta AZIENDE per la promozione e vendita di prodotti nell'ambito di tutti i settori merceologici. Contatto e-mail: m.franzan@franzanagency.com

 La ditta Viglietta Guido & C. Sas, ingrosso ferramenta, ricerca AGENTE ENASARCO MONOMANDATARIO per rappresentanza su Milano Est, Monza e Brianza (portafoglio clienti già avviato). Telefonare per appuntamento allo 0172-653711 o inviare curriculum a stefano@vigliettaguido.com Ë Azienda produttrice di accessori per cancelli ed affini appartenente al gruppo Benincà ricerca AGENTI MONO / PLURI MANDATARI nelle seguenti regioni: Piemonte, Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna, Liguria, Toscana. Pregasi inviare C.V. via e-mail all’indirizzo g.re@beninca.com oppure telefonare allo 0445 / 363133

 N.P.L. Italia a seguito lancio nuovi articoli ricerca AGENTI DI COMMERCIO in tutto il territorio nazionale. Inviare curriculum vitae a nplitalia@virgilio.it - www.nplitalia.it  Cerchiamo per zone libere AGENTI PLURIMANDATARI motivati a vendere le originali calzature di sicurezza defaticanti! Inviare lettera di presentazione e CV a DIREZIONE COMMERCIALE BASE PROTECTION: d.stolfi@basepro.it. Fax 0883.334824


annunci

 Blåkläder Italia Srl è succursale della casa madre svedese

 Real Spa, industria elettromeccanica (www.realauto.it)

operante nella produzione e distribuzione di abbigliamento da lavoro di altissima qualità. Si ricercano per aperture nuovi mercati AGENTI/AGENZIE DI COMMERCIO per le seguenti regioni: Lazio, Toscana, Sardegna. Le persone riportano direttamente al direttore commerciale e sono responsabili di implementare i piani commerciali nella zona di competenza. Assicurano la promozione e vendita dei prodotti nell’ambito dell’abbigliamento professionale da lavoro presso ferramenta, antinfortunistica ed elettroutensileria. Sono richieste capacità di relazione e negoziazione, iniziativa, capacità di lavorare in autonomia e attitudine al lavoro per obiettivi. È gradita una conoscenza degli strumenti informatici di base. Si offre: inquadramento Enasarco con mandato plurimandatario; formazione professionale continua e con commissioni e incentivi interessanti. Inviare dettagliato curriculum o company profile a: Blåkläder Italia srl, via Pozzo 5, I- 24020 Castione della Presolana (BG) oppure a mezzo e-mail: italia@blaklader.com

cerca AGENTI DI COMMERCIO su tutto il territorio nazionale per la propria gamma di booster 12V/24V (avviatori). Inviare curriculum a: isabel@realauto.it

Vuoi pubblicare un annuncio? Invia un testo breve completo di tutti i tuoi dati all’indirizzo: ferramenta@netcollins.com L’inserimento degli annunci in queste pagine è gratuito ma non può contenere testi in forma anonima. È quindi obbligatorio specificare almeno un dato riconoscibile (email aziendale, sito, telefono ecc.).

 Viglietta Group ricerca VENDITORI con esperienza pluriennale nel settore ferramenta - utensileria - edilizia in aree di vendita in tutta Italia, in particolare regioni Lazio, Abruzzo, Toscana, Province Ascoli, Macerata, Rovigo e Ferrara. Inviare curriculum a: info@viglietta.com

 Azienda commerciale con proprio marchio di linee bricolage, ricerca AGENTI introdotti nei “fai da te”, GD, GDO e brico, per i settori elettrico, idraulica, casalingo, ferramenta nelle seguenti regioni: Lombardia, Triveneto, Piemonte, Emilia, Toscana, Liguria e Marche. Inviare curriculum vitae a Rigamonti Giampietro: tel. 035 570458; fax 035 4129427; cell. 3356640026. Sito internet: www.rigamontigp.it; e-mail info@rigamontigp.it

 Albatros, marchio storico nella produzione e commercializzazione di portachiavi ricerca RAPPRESENTANTI introdotti settori chiavi, ferramenta e casalinghi. Provvigioni di sicuro interesse. Inviare richieste a: info@portachiavi.it

STUFA A PELLET

TERMOSTUFA A PELLET

CUCINA A LEGNA

STUFA A PELLET CANALIZZABILE STUFA A LEGNA

www.zibro.it


> Ferritalia

interviste

di Marco UGLIANO

La nuova generazione di Ferritalia

È

stato il primo a sorprendersi per la scelta fatta dai propri colleghi, che lo hanno eletto presidente nonostante la giovane età e l’ingresso relativamente recente di Ferramenta Adda, la sua azienda di famiglia, all’interno di Ferritalia. Ma il tempo per i festeggiamenti è durato poco, perché Giorgio Amigoni ha voluto ringraziare fin da subito con i fatti i propri soci per la nomina ricevuta, mettendosi al lavoro per portare avanti gli ambiziosi progetti del più grande gruppo di grossisti di ferramenta del nostro Paese. F&C: Lei rappresenta la nuova generazione di Ferritalia: come ha preso la notizia di questo prestigioso incarico? Giorgio Amigoni: La mia nomina a presidente di Ferritalia è stata una sorpresa molto gradita. Sono stato sinceramente colpito dalla fiducia e dalla stima mostrata nei miei confronti da tutti i soci. Diventare presidente è una cosa che mi dà grande soddisfazione. In Ferritalia oggi ci sono molti giovani e il fatto che i "senior" diano questa fiducia ai giovani è certamente un fatto non scontato. 32

FERRAMENTA&CASALINGHI

Giorgio Amigoni è il nuovo presidente di Ferritalia, succedendo così a Marco Fabrizio. Siamo andati a trovarlo presso la sede di Ferramenta Adda (la sua azienda di famiglia) per conoscere in anteprima gli obiettivi del gruppo per il prossimo triennio.

F&C: Quali sono gli obiettivi che si prefigge di raggiungere Ferritalia sotto la sua presidenza? Giorgio Amigoni: Gli obiettivi primari di Ferritalia, nell’ottica di continuità con la presidenza appena conclusa di Marco Fabrizio, saranno principalmente due, uno che dovrà realizzarsi tra noi soci e l’altro destinato ai nostri clienti. Il primo è basato sulla volontà di far coincidere sempre più gli interessi della singola azienda con quelli del gruppo. Con il secondo, invece, puntiamo a promuovere sempre più i nostri marchi e il concetto di Centro Specializzato Maurer, per rendere visibile sul punto vendita qualcosa di nuovo capace di comunicare direttamente al cliente finale.

F&C: Da sempre Ferritalia ha puntato forte sui propri marchi: una scelta che sta dando i frutti sperati… Giorgio Amigoni: È vero, abbiamo sempre investito tanto sui nostri marchi: Maurer, Papillon, Yamato, Maurer Plus e Dunker. Una recente ricerca ha dimostrato che il nostro marchio è sempre più noto presso i rivenditori, e ciò ci ripaga degli sforzi e degli investimenti fatti in questi anni. E’ difficile fare oggi progetti a lunga scadenza, ma l’idea dei soci di puntare forte sui marchi si è rivelata una scelta vincente. La logica dei marchi ti consente sempre più di fare gruppo, pur mantenendo forte e inalterata l’identità di tutti i soci. Partiamo da un vantaggio nei con-


interviste

I numeri • 300 milioni di euro di fatturazione complessiva • 1.000 dipendenti • 28.000 clienti • 30 anni di esperienza, di cui 25 anche sul mercato cinese e 5 su quello spagnolo • 8.000 referenze suddivise in 300 linee di prodotto • 2 milioni di quintali di merce movimentata ogni anno • 200.000 m2 di superficie suddivisa in 13 magazzini nel territorio nazionale ed uno in Spagna • 250 agenti • 125 camion

I marchi MAURER MAURER PLUS YAMATO PAPILLON DUNKER

Chi è Ferritalia Nata nel 1974, Ferritalia è un gruppo cooperativo formato da 13 imprese specializzate in ferramenta ed utensileria, ciascuna delle quali ha portato al gruppo il suo profondo patrimonio di esperienza, credibilità e di conoscenza del territorio. In quasi 40 anni di attività Ferritalia è cresciuta fino a diventare la più grande impresa di ferramenta italiana, con un fatturato complessivo di 300 milioni di euro e oltre 28.000 clienti attivi. Uno sviluppo straordinario, che ha le sue radici nella profonda conoscenza del mercato e delle diverse esigenze dei clienti, nel vasto assortimento di prodotti, che viene costantemente rinnovato in base all'evoluzione della domanda, nella capillarità della rete distributiva. >

www.ferritalia.it

fronti dei concorrenti, quello di essere partiti per primi. Ma sarebbe un errore gongolarci su questo vantaggio: se ci fermassimo, chi ci insegue potrebbe recuperare il gap. Per noi la scelta dei marchi è decisiva. F&C: Altro punto fermo di Ferritalia è la ferma chiusura alla Gds… Giorgio Amigoni: La scelta di tutelare la rivendita tradizionale, a dispetto delle insegne di grande distribuzione specializzata, è stata corretta: proprio nella logica del marchio, diamo una garanzia al nostro cliente tradizionale con dei brand dedicati ed esclusivi. Personalmente devo ammettere che anni fa, quando il gruppo operò questa netta scelta di campo, ero piuttosto scettico: oggi invece mi rendo conto che quella decisione fu corretta e lungimirante, e la fiducia mostrata dai nostri clienti negozianti in questi anni lo conferma ampiamente. Ma attenzione, la nostra scelta di non guardare alla GD non è dettata da presunzione, è semplicemente il modo migliore per tutelare la nostra clientela e i nostri marchi.

F&C: Anche perché da un certo punto di vista la GD non va ignorata, ma studiata… Giorgio Amigoni Assolutamente sì. Ignorare la GD sarebbe una mossa poco furba da parte nostra. In grande distribuzione sono dei maestri nell’invogliare la clientela a entrare nel negozio e a incentivare gli stessi all’acquisto. Quando parliamo di insegne di un certo livello ci troviamo a che fare con punti vendita puliti, organizzati, ordinati, in cui il personale è formato e attrezzato a far sentire a proprio agio i clienti: è in questo che il negoziante tradizionale deve assolutamente migliorare, e sono queste le caratteristiche della GD che bisognerebbe adeguare al nostro canale. F&C: Quali sono le merceologie che stanno aiutando il comparto in questo delicatissimo momento di mercato? Giorgio Amigoni: Tutte! Non ci precludiamo nessuna merceologia e monitoriamo le possibilità che il mercato offre. Siamo un gruppo che copre tutta Italia e abbiamo anche un socio spagnolo, conosciamo il mercato internazionale, abbiamo la possibilità di cogliere le esigenze dei clienti in un panorama piuttosto ampio. C’è da aggiungere un aspetto fondamentale che riguarda l’evoluzione del ruolo del grossista nel nostro mercato: distribuiamo così tante merceologie che la definizione di grossista di ferramenta risulta ormai riduttiva. Il filo conduttore è sicuramente ciò che riguarda la casa, il giardino, il lavoro, l’hobby e la sicurezza, ma si sviluppa oggi in tantissime diramazioni. FERRAMENTA&CASALINGHI

33


interviste

F&C: Si può dire che se per il negoziante vale il discorso della specializzazione, per il grossista il discorso è inverso… Giorgio Amigoni: In questo momento storico, diversificare è stata ed è tuttora l’unica strada per restare competitivi sul mercato. Fungiamo sempre più da magazzino per i nostri clienti, ma non solo: ormai facciamo anche da banca, siamo diventati anche consulenti e, in alcuni casi, addirittura dei confidenti. I nostri agenti visitano due volte alla settimana i clienti: sappiamo che il nostro destino è legatissimo a quello dei nostri clienti. Storicamente il grossista ha sempre dovuto avere la merce in casa e dibarcamenarsi tra i tempi di consegna dei fornitori e la fretta di ricevere la consegna da parte del negoziante. Oggi però il nostro compito si è fatto più arduo perché i tempi di consegna dei fornitori sostanzialmente non sono cambiati, mentre il negoziante chiede di ridurre sempre più il tempo d’attesa per non rischiare di perdere il proprio cliente. Di conseguenza oggi noi grossisti abbiamo un ruolo di cuscinetto sempre più importante: il produttore ha le sue esigenze, il negoziante è sul campo e vuole subito la merce, e il grossista deve necessariamente soddisfare entrambi. 34

FERRAMENTA&CASALINGHI

“La mia nomina a presidente di Ferritalia è stata una sorpresa molto gradita. Sono stato sinceramente colpito dalla fiducia e dalla stima mostrata nei miei confronti da tutti i soci. In Ferritalia oggi ci sono molti giovani e il fatto che i “senior” diano questa fiducia ai giovani è certamente un fatto non scontato” Giorgio Amigoni presidente di Ferritalia

F&C: Immagino che questo processo evolutivo coinvolga anche Ferramenta Adda… Giorgio Amigoni: Ovvio. Nel corso degli anni ci siamo specializzati nell’edilizia ma, in seguito alle difficoltà che ha incontrato di recente il mercato edile, abbiamo dovuto sviluppare un assortimento che non fosse solo edile: siamo così tornati sulla ferramenta, sul giardinaggio, sul materiale elettrico, e oggi guardiamo anche ai casalinghi, al riscaldamento e clima, alla fumisteria; tutti comparti che hanno migliorato il fatturato. Dobbiamo essere sempre più capaci di dare servizio: non possiamo più aspettare passivamente il cliente, ma visitarlo e, con la nostra preparazione professionale, tenere saldo il rapporto. L’agente consiglia il cliente e gli trasferisce tutte le informazioni utili alla sua crescita: i nostri punti vendita hanno tanto da lavorare, anche, come detto, ispirandosi a modelli virtuosi.

F&C: Il suo nuovo incarico nel più grande gruppo di grossisti di ferramenta si inserisce in un momento storico in cui il Paese sta decisamente soffrendo: quali sono le sue aspettative? Giorgio Amigoni: Parlando con amici e imprenditori in questi anni di crisi mi sono accorto che il pericolo più grande che si corre è la perdita del desiderio e della passione per il lavoro e per l'impresa. C'è ancora, oggi, presente nelle persone e negli imprenditori, il desiderio di fare, di costruire qualcosa, di conoscere sempre di più se stessi e il mondo. Il lavoro da questo punto di vista è un'opportunità privilegiata per fare esperienza del nesso tra libertà di fare e responsabilità. La politica, essenziale e irrinunciabile, perlomeno non ostacoli questa iniziativa con una pressione fiscale abnorme, leggi e regolamenti che dimostrano una sostanziale sfiducia nelle imprese: questo certamente non aiuta la ripresa. ■


> Monguzzi

interviste

di Marco UGLIANO

Monguzzi è sinonimo di servizio su misura per la ferramenta: un consulente a 360 gradi nella ricerca di nuove soluzioni espositive, a partire dal progetto di arredo affidato all’ufficio tecnico. Siamo stati nella sede di Carate Brianza (MB), ospiti di Luigi Monguzzi, da 40 anni “arredatore” di fiducia di migliaia di punti vendita in Italia e all’estero.

“P

rima che fornitore di scaffalature modulari per il punto vendita, mi definisco un arredatore, perché è ciò che sono e ciò che faccio da oltre 40 anni”. Le parole di Luigi Monguzzi, nome storico del settore, sintetizzano perfettamente la filosofia dell’azienda di Carate Brianza specializzata nell’arredamento di ferramenta e casalinghi e diventata oggi un partner serio e affidabile per migliaia di negozianti che ne hanno sposato il progetto. Un progetto che non si esaurisce con la fornitura di scaffalature e con l’allestimento del punto vendita, ma che ha un inizio con il primo contatto conoscitivo e ha un suo percorso ben definito e strutturato, fatto di consulenza, di studio, di progettazione e supporto post vendita. F&C: Monguzzi è riconosciuta nel nostro settore per il rapporto di partnership che riesce a creare con il cliente: qual è il vostro segreto?

Luigi Monguzzi: Ciò che ci contraddistingue nel mercato, e di cui siamo particolarmente fieri e orgogliosi, è il nostro modo di operare, fin dal primo contatto con il potenziale cliente, da noi direttamente gestito o con l’ausilio della nostra rete vendita. L’approccio iniziale è fondamentale per instaurare quel rapporto di fiducia basilare per poter entrare in sintonia e acquisire i fabbisogni del cliente. Cerchiamo di non presentarci come “venditori di scaffalature e arredi”, ma come consulenti. Il cliente espone le sue esigenze e la nostra esperienza si esprime con un progetto che potremmo definire “su misura”. Il cliente riconosce la minuziosità con cui svolgiamo il nostro lavoro. Ci rechiamo direttamente presso il punto vendita esistente, o presso il cantiere se si tratta di una nuova realizzazione, per visionare il locale da allestire, effettuiamo i relativi rilievi che rielaboriamo con il progetto definitivo, considerando nei minimi particolari anche gli impianti

Gli arredatori della ferramenta

36

FERRAMENTA&CASALINGHI


interviste

esistenti: questa è quella che lei ha definito partnership… F&C: Qual è l’approccio di Monguzzi con chi ha la necessità di riorganizzare il proprio negozio? Luigi Monguzzi: Partiamo dal presupposto che arredare un negozio di ferramenta ubi-

cato in prossimità di zone montane non equivalga ad arredare un punto vendita in zona di mare, anche se le merceologie trattate in parte si sovrappongono; un negozio che basa la propria offerta sul settore riscaldamento avrà ovviamente esigenze diverse rispetto a chi è specializzato in ferramenta nautica. Come cambiano le merceologie all’interno dei negozi, allo stesso modo cambia inevitabilmente anche il modo di esporre i prodotti stessi; e anche i supporti, i ganci e gli espositori utili a garantire la giusta visibilità alla merce devono essere individuati con criterio durante lo studio del progetto. Tutto questo lavoro non deve essere sottovalutato e noi basiamo l’intera fornitura su queste valutazioni iniziali. Quando ci interfacciamo con un cliente, indaghiamo sul tipo di attività che svolge: dopo aver recepito le necessità del negoziante, solo a quel punto facciamo la nostra proposta al cliente, che avrà a disposizione i giusti strumenti per esporre in maniera redditizia i propri prodotti. F&C: In questi 40 anni la sua azienda è cresciuta, insieme alla sua clientela, di pari passo con la specia-

lizzazione: è questo il segreto per consolidarsi nel mercato? Luigi Monguzzi: Esatto, parliamo proprio di specializzazione. Io ho cominciato a fare questo lavoro 40 anni fa con mio padre, che già dagli anni ’30 svolgeva il mestiere di arredatore generico di bar, salumerie e negozi in genere, poi nei primi anni ’70 ci siamo specializzati proprio nel settore della ferramenta e casalinghi, introducendo nel mercato italiano la scaffalatura Tegometall, della quale ancora oggi siamo distributori, integrandola con nostre soluzioni esclusive in legno, modulari e componibili. Possiamo dire che la scelta fatta ci ha dato ragione anche se è cambiato completamente lo scenario del mercato, che ha avuto i suoi anni d’oro, ma che oggi soffre la concorrenza della grande distribuzione. Mi riferisco in particolare al classico negozio del centro cittadino, che non ha saputo adeguarsi all’evoluzione del mercato e si è fossilizzato; fortunatamente ci sono tante realtà che, invece, hanno colto l’opportunità di rinnovarsi e di rilanciarsi, scegliendo la specializzazione, che oggi è l’unica strada verso il successo e l’unica salvezza per restare sul mercato. FERRAMENTA&CASALINGHI

37


interviste

Chi è Monguzzi

F&C: Negli ultimi anni sempre più aziende produttrici e distributrici, anche se non vostri diretti concorrenti, hanno puntato su un’offerta comprensiva di allestimento e fornitura di scaffalature. Qual è il valore aggiunto di Monguzzi? Luigi Monguzzi: Il nostro lavoro è diverso da quello di chi fornisce del materiale integrandolo con la scaffalatura: io mi occupo solo della consegna dello scaffale, preceduta ovviamente da uno studio e da una consulenza, non legan-

Quarant’anni di esperienza da protagonista nel mercato nazionale ed internazionale, una verifica costante del prodotto alla ricerca di nuove soluzioni espositive e nuove tecnologie di costruzione, un consulente competente per la risoluzione delle esigenze di ogni singolo punto vendita mediante uno studio personalizzato del progetto. Tutto questo è Monguzzi, nella sua sede a Carate Brianza (MB) di 5000 mq, di cui 2500 mq destinati alla produzione - all’interno della quale vengono realizzati prodotti in legno standard e su misura di alta qualità, mediante l’ausilio di macchinari all’avanguardia - 2000 mq destinati al magazzino, che permette di fronteggiare richieste urgenti, evadendo l’ordine con sollecitudine. Monguzzi è distributore per l’Italia delle scaffalature Tegometall, nome di riferimento a livello mondiale nel settore. >

do successivamente il cliente a nessuna fornitura. La nostra missione è realizzare il miglior layout possibile per il nostro cliente, e il primo

www.monguzzi.it

errore, sarebbe accontentare semplicemente le richieste del negoziante, senza averne prima valutato le effettive necessità. ■


7+(1(:*(1(5$7,21 ,6%8,/',1*7+()8785( 48$/,7$(',1129$=,21('$/

L’azienda Pavan, leader del made in Italy, accompagna i professionisti dell’edilizia, della decorazione e delle belle arti con prodotti di altissimo livello e specializzazione. PiÚ di 1500 attrezzi professionali con indiscusse doti di durata, maneggevolezza e precisione. Questo risultato è reso possibile dal costante impegno dell’azienda Pavan nella ricerca delle migliori soluzioni per operatori che vogliono solo il meglio.

&$==82/(

)5$7721,

63$72/(

5$6&+,(77,

%(//($57,

63$==2/(

(02/72$/752

YLVLWDLOQRVWURVLWR

:::3$9$163$,7

PAVAN Ernesto & & Figli Figli S.p.a. S.p.a. -- Via Via XIXI Febbraio, Febbraio,88- -31030 31030ARCADE ARCADE- -TV TV- Italy - Italy- PH. - T. +39(0)422.874180 +39(0)422.874180 - T. PH+39 +39(0)422.874054 (0)422.874054 -- Fax Fax +39 +39(0)422.874108 (0)422.874108 - info@pavanspa.it info@pavanspa.it


> Tre Emme

interviste

a cura della redazione

Think green be different È questo lo slogan con cui Tre Emme si prepara ad affrontare una nuova sfida: l’orientamento verso una produzione “verde” applicata a prodotti che sono stati sempre in antitesi con la natura, perchè costituiti da materie plastiche.

C

on i suoi 30 anni di ricerca e innovazione tecnologica, attraverso il marchio Geko la marchigiana Tre Emme si è conquistata una posizione di primo piano in tutto il mondo. Il suo successo lo deve alla costante attività di ricerca, progettazione e strategia di marketing, basata quest'ultima sulla centralità assoluta del consumatore. L'export manager Leonardo Nepi ci ha raccontato la dinamica evoluzione di questa affermata realtà di Macerata, che si è guadagnata un ruolo di primo piano nel mercato mondiale dei paraspifferi e non solo.

F&C: Dalla sua nascita Tre Emme ha avuto uno sviluppo esponenziale, allargando la propria attività di produzione a diverse categorie merceologiche. Come si definisce oggi la società? Leonardo Nepi: Era il 1982 quando Tre Emme (Manifattura Marchigiana Macerata) iniziò la sua attività come grossista di articoli destinati al settore tradizionale della ferramenta. Nel corso degli anni ha acquisito quattro aziende di produzione che si articolano in due settori principali, che vanno dalla lavorazione delle materie

40

FERRAMENTA&CASALINGHI

espanse a quelle plastiche. Grazie a queste acquisizioni, Tre Emme è diventata una holding capace di offrire una variegata gamma di articoli che ben rispondono alla domanda dei mercati nazionali e mondiali del fai da te. Ogni azienda del gruppo lavora in maniera indipendente dal punto di vista produttivo; Tre Emme rappresenta il loro centro organizzativo, di progettazione e di ricerca sulla base delle linee strategiche delineate dall’evoluzione dei mercati. F&C: La svolta della società avviene nel 2004 con la nascita del marchio GEKO. Quanto ha influito la realizzazione del brand per la vostra crescita? Leonardo Nepi: Il processo di acquisizione di maggiori quote di mercato è dovuto in gran parte alla realizzazione del marchio GEKO, nato da un’attenta analisi di mercato e dell’offerta proposta dalle maggiori insegne internazionali del diy. La successiva implementazione di un business plan efficace ha permesso uno sviluppo orizzontale della gamma dei parafreddo, che oggi si può definire completa e capace di soddisfare le particolari esigenze del consumatore in ogni parte del mondo.


interviste

Profilo in PVC - GEKO FLEX (durata media 5 anni). In foto, il profilo PVC tipo I per fessure da 1 a 2,7mm.

F&C: Come viene distribuito il marchio e qual è la sua penetrazione nel mercato nazionale e in quelli internazionali? Leonardo Nepi: Oltre a coprire la quasi totalità del mercato nazionale della ferramenta, il marchio GEKO è presente anche nella grande distribuzione specializzata operante in Italia. A titolo di esempio, cito i vari punti vendita Leroy Merlin che propongono un vastissimo assortimento della nostra linea parafreddo. Inoltre il nostro marchio viene distribuito in diverse nazioni della comunità europea e in altri paesi del mondo come Stati Uniti, Sud America, Africa, Cina, Australia, Nuova Zelanda, Israele, Giordania. È importante sottolineare che Tre Emme gestisce una strutturata rete distributiva con la divisione “private labels” attraverso la quale i nostri prodotti (soprattutto la gamma dei paraspifferi e isolanti vari) vengono venduti capillarmente presso tutte le più importanti catene del diy mondiale. F&C: Il core business dell’azienda è rappresentato dalla linea parafreddo per porte e finestre. Com’è strutturata tale gamma e quali sono gli articoli di punta? Leonardo Nepi: La gamma dei profili parafreddo si articola su diverse tipologie di prodotti e materiali utilizzati. La linea più venduta e conosciuta nel mondo e che risulta avere anche un giusto equilibrio tra costo ed efficienza è quella rappresentata dai profili adesivi in gomma EPDM per porte e finestre. I vari modelli (comunemente chiamati tipo E – P – D – V) si differenziano tra loro per la capacità (dovuta al

loro spessore) di coprire le fessure su porte e finestre da dove passano le infiltrazioni d’aria, polvere, umidità e rumore. Oltre alla pregiata gomma in EPDM offriamo anche altre soluzioni, come i profili in PVC espanso e quelli più economici in poliuretano. Inoltre abbiamo un vasto assortimento di sottoporta adesivi paraspifferi: dai classici in PVC con spazzola fino a quelli più particolari con spazzola flessibile, ideali per superfici irregolari dove la spazzola si autoregola a seconda del dislivello della superficie. F&C: Da cosa è supportata la vostra crescita? Leonardo Nepi: Tre Emme è il perfetto esempio di sinergia tra tradizione artigianale e industriale, ricerca e innovazione tecnologica. Sono questi i punti di forza dell’azienda che, uniti a

una strategia di marketing dinamica, ci ha permesso in pochi anni di raggiungere i nostri obiettivi soprattutto in ambito internazionale. Non è dunque un caso che l’esercizio 2011 sia stato chiuso con un +38% rispetto al 2010 per il settore export e che il 2012 si possa già definire una sfida interessante che porterà sicuramente nuove soddisfazioni. Da sempre attenti alle novità e precursori di innovazioni, sfruttiamo l’utilizzo di macchinari realizzati su progetto, lanciando ogni anno sul mercato prodotti rivoluzionari che si impongono trasversalmente nel settore di riferimento, mantenendo un alto grado di competitività. F&C: Dunque ricerca e innovazione sono la vostra “mission” aziendale? Leonardo Nepi: Esattamente, la nostra mission è innovare e dinamicizzare il mercato prima che lo facciano i nostri concorrenti. Questa strategia ci permette di mantenere una costante leadership e un notevole apprezzamento da parte del mercato mondiale. Spesso decidiamo di cannibalizzare i nostri prodotti immettendo evoluzioni degli stessi, che siano al passo con le nuove esigenze del mercato. L’intera “orchestra” si basa sulla massima interrelazione tra i vari strumenti a nostra disposizione: ricerca, progettazione interna, collaborazione con i nostri key partners internazionali, sales team altamente professionale e soprattutto importanti investimenti river-

Profilo in gomma EPDM - GEKO STRIP (durata media 8 anni), disponibile in varie dimensioni: profilo EPDM tipo E per fessure da 1 a 3,5 mm profilo EPDM tipo P per fessure da 2 a 5 mm profilo EPDM tipo D per fessure da 2,5 a 6 mm profilo EPDM tipo V per fessure da 2,5 a 6,5 mm.

FERRAMENTA&CASALINGHI

41


interviste

Profilo in Poliuretano GEKO STIK (durata media 2 anni). In foto, il profilo PU per fessure da 1 a 5 mm.

sati nelle strutture produttive. Tutto ciò ci ha permesso di essere una delle poche aziende in controtendenza rispetto agli eventi scaturiti dall’attuale crisi mondiale dei mercati.

caldo); durata media di 15 anni e soprattutto il materiale è riciclabile al 100%. Ma vogliamo andare anche oltre, puntando a prodotti biodegradabili.

F&C: Possiamo quindi dire che, per voi, ricerca e sviluppo non solo soddisfano i mutamenti del mercato ma servono a contrastare la crisi mondiale. Qual è stata l’innovazione dominante che avete apportato agli articoli della vostra gamma? Leonardo Nepi: L’incessante dinamismo dei mercati e soprattutto l’andamento altalenante delle materie prime ci costringono ad analizzare continuamente la nostra gamma prodotti allo scopo di trovare soluzioni efficaci che possano mantenere la loro competitività. L’esempio più importante è l’evoluzione che abbiamo apportato al nostro prodotto di punta della gamma parafreddo, ovvero GEKO Universal Evo. Fino ad oggi il profilo parafreddo di alta gamma nel settore diy era rappresentato dal profilo in silicone; l’unico problema era il prezzo, troppo alto per il consumatore finale sebbene il prodotto fosse di indiscussa qualità. La soluzione: abbiamo studiato un materiale alternativo in grado di garantire le caratteristiche fondamentali del silicone, ma con la possibilità di avere un prezzo al consumo decisamente più basso. Questo materiale è un termoplastico e offre tutte le qualità necessarie al consumatore finale: universale per tutte le fessure (da 1 a 7mm); resistente a più di 100.000 aperture e chiusure di porte e/o finestre; utilizzabile sia in inverno (contro il freddo) e d’estate (contro il

F&C: Volete quindi rendere i vostri prodotti già reciclabili anche biodegrabili? Leonardo Nepi: Da diversi anni, Tre Emme sta studiando la possibile implementazione su prodotti di largo consumo di additivi capaci di renderne biodegradabile la struttura molecolare. Quasi tutte le materie plastiche sono definite “sintetiche” e non si dissolvono facilmente nell’ambiente. Infatti i polimeri non esistono in natura e ciò se da un lato rende la plastica utile, dall’altra crea problemi per la mancata biodegradabilità. La nostra ricerca in tal senso ci ha portati ad aggiungere in fase produttiva degli additivi: una sorta di materiali organici capaci di attivare la biodegradazione degli idrocarburi all’interno della catena polimerica. La catena molecolare del polimero attrae i microbi che si

42

FERRAMENTA&CASALINGHI

nutrono della stessa plastica. In poche parole l’aggiunta della componente biodegradabile permette al prodotto in plastica di essere distrutto strutturalmente qualora venga collocato in un ambiente microbiologicamente ricco e attivo. I microbi infatti permettono di abbattere quelle “sintetiche” catene di polimeri in monomeri organici. L’aggiunta di sostanze nutritive invoglia i microbi a insediarsi dentro e intorno alla plastica e ne determina la secrezione di acidi che rompono le lunghe molecole. Abbiamo notato che le soluzioni di plastiche biodegradabili con l’aggiunta di tale componente sono assolutamente compatibili per esempio con il polipropilene (PP), polietilene tereftalato (PET), polietilene (PE), cloruro di polivinile (PVC) e molti altri tipi di polimeri.

F&C: Come hanno reagito i mercati di fronte alla vostra nuova proposta? Leonardo Nepi: Gran parte dei mercati hanno reagito positivamente, soprattutto quelli che sono da tempo trascinatori del rispetto ambientale come Germania, Austria, Svizzera e altri paesi nord europei ma recentemente anche Stati Uniti, Francia, Inghilterra e Irlanda hanno dimostrato un certo interesse verso questi temi. La stessa distribuzione diy in Europa da tempo propone prodotti “green”, ecosostenibili e rispettosi dell'ambiente. Noi di Tre Emme abbiamo anticipato i tempi in questa ricerca rispetto a molti nostri competitor. Siamo riusciti inoltre a rendere diversi prodotti di punta della nostra gamma non soltanto biodegradabili, ma allo stesso tempo riciclabili, lasciando al consumatore stesso Profilo in Termoplastico - GEKO UNIVERSAL EVO la scelta sullo smaltimento del (durata media 15 anni). In foto, il profilo TPE tipo O per fessure da 1 a 7 mm. prodotto. La scelta strategica di Tre Emme è quella di poter offrire al mercato un fai da te verde, un “concept” studiato per le nuove generazioni dove la cultura del rispetto ambientale diventerà una componente del loro stesso stile di vita, un nuovo modo di pensare: THINK GREEN, BE DIFFERENT. ■ >

www.treemme.net


> Cam International

interviste

a cura della redazione

La scelta Extrema di Cam International Creare un marchio nuovo partendo da una ventennale esperienza nello stesso mercato: è la sfida di Cam International, da un anno sul mercato con la linea Extrema. Ce ne parla Mario Calasso.

N

on è certo un'impresa facile rimanere competitivi sul mercato e trovare soluzioni capaci di sviluppare nuovi business; ma per sopravvivere oggi le aziende devono fare proprio questo. Ci sta riuscendo perfettamente CAM International, realtà di Cerro Maggiore, nella provincia milanese, che ha iniziato la propria attività nel settembre del 1990 sfruttando l'esperienza personale di Mario Calasso, da oltre trent’anni impegnato nel confezionamento di sigillanti e adesivi destinati a private label di marchi noti nel mondo del bricolage, ferramenta, colori. Oggi, pur mantenendo i legami con gli storici private label, l'azienda da lui guidata offre al mercato una gamma prodotti a marchio proprio, denominata Extrema. Per approfondire i perchè di questa scelta e quali sono le direttrici di sviluppo, abbiamo raggiunto proprio Mario Calasso, che ci ha offerto diversi spunti di riflessione. F&C: Specializzati nel confezionamento di adesivi e sigillanti per conto terzi, oggi vi presentate sul mercato con un 44

FERRAMENTA&CASALINGHI

vostro marchio. Da cosa scaturisce questa scelta? Mario Calasso: Da oltre vent’anni Cam International produce e confeziona adesivi, sigillanti e prodotti di servizio per importanti marchi nel settore fai da te e professionale. Purtroppo la mancanza di marginalità nella vendita dei nostri prodotti ai clienti storici, giustificata per poter garantire loro una corretta commercializzazione dei nostri articoli, ha generato la necessità di entrare direttamente sul mercato. È stata quindi creata tutta una linea di prodotti che abbiamo sempre fornito ai clienti, ma da oggi appunto a nostro marchio. La professionalità è la stessa, da sempre: garantiamo alti standard qualitativi, un controllo accurato pezzo per pezzo e la rintracciabilità della materia prima utilizzata in qualsiasi momento. F&C: Perchè scegliere un prodotto Extrema? Mario Calasso: La gamma Extrema raggruppa le seguenti famiglie: adesivi, colle, siliconi e

sigillanti, prodotti di servizio legati al fai da te. Ma Extrema non è solo prodotto: è anche packaging, merchandising, personalizzazione e post-vendita. La nostra linea, ad esempio, viene esposta anche in display e palbox a seconda delle esigenze, per promuovere l’applicazione specifica di ogni prodotto e per rendere maggiormente comprensibile l’utilizzo anche dei prodotti che possono sembrare più sofisticati. Il post–vendita attualmente viene fatto su richiesta e personalizzato di volta in volta.


interviste

La nuova generazione di packaging

Siamo consapevoli che sviluppare prodotti nuovi in un settore dove non manca più nulla non ha molto senso. Per questo abbiamo pensato di realizzare un packaging innovativo per un settore come il nostro, che ha riscontrato e sta riscontrando ampio successo: il tubetto in laminato. Interamente formato in casa, lo consideriamo la nuova generazione di packaging, perchè la sua struttura multistrato lo rende adatto al confezionamento di molteplici prodotti. F&C: Quali difficoltà avete incontrato (se ce ne sono state) e qual è stata la reazione del mercato? Mario Calasso: Dal momento in cui abbiamo iniziato, circa un anno fa, riteniamo di essere comunque sulla buona strada. Crediamo nel successo della linea Extrema in quanto piace molto e i contatti registrati durante le fiere a cui abbiamo partecipato ci fanno ben sperare in tal senso; siamo comunque consapevoli della necessità di nuove sinergie di business. Le difficoltà? Per un marchio nuovo come Extrema sono svariate, anche perché ritengo che il mercato sia fossilizzato sui marchi storici e anche se siamo sicuri che una parte di clientela è alla ricerca di un nome nuovo, c’è da investire del tempo per sviluppare fino alla fine questo progetto. Siamo sicuri che la serietà e

Una delle specializzazioni di Cam International è la produzione e il confezionamento di tubetti in laminato. Questa nuova tecnologia consente di confezionare una moltitudine di prodotti (da articoli molto semplici come quelli a base acqua, fino alle aggressive colle neopreniche e poliuretaniche), con risultati straordinari grazie alla sua struttura multistrato (5 strati). >

www.caminternational.com

>

www.extremasealants.com

l’esperienza di tanti anni di attività ci garantiranno l’opportunità di fidelizzare una nuova tipologia di clientela, a partire, ad esempio, dalla grande distribuzione. F&C: La politica commerciale quindi include entrambi i canali, tradizionale e grande distribuzione? Mario Calasso: La parola d'ordine è novità. Gli studi di settore fatti hanno mostrato l’esigenza da parte di grossi gruppi di acquisto e della grande distribuzione di volere novità e garanzia di professionalità da poter proporre ai propri clienti. La nostra azienda soddisfa entrambe le esigenze e nonostante il marchio sia giovane e poco conosciuto, promette ottima qualità, servizi veloci e minimi investimenti di prodotti a magazzino. ■

FERRAMENTA&CASALINGHI

45


> PVG Italy

interviste

di Marco UGLIANO

Zibro apre la propria “community” digitale Larucci, che coordinerà tutte le attività di pre e post vendita.

Da sinistra: Andrea Biagiotti, general manager, Beatrice Larucci, responsabile marketing e Gabriele Bergami, responsabile vendite.

La centralità del cliente è la base da cui parte ogni nuova iniziativa di PVG Italy, del marchio Zibro. Come la neonata Zibro Community, una rete di rivenditori che sposano la mentalità dell’azienda toscana, specialista in riscaldamento e climatizzazione, che potenzia sempre più la propria area digitale.

P

VG Italy s.r.l. da quasi 30 anni è una delle aziende più importanti nel settore del riscaldamento e della climatizzazione con il marchio Zibro, riconosciuto nel comparto a livello europeo. Abbiamo visitato la sede di Castelfiorentino (FI) di PVG Italy, filiale italiana della casamadre olandese, per capire più nel dettaglio il progetto Zibro community e conoscere di persona il nuovo responsabile vendite Gabriele Bergami e il responsabile marketing Beatrice Larucci. A fare gli onori di casa, il general manager Andrea Biagiotti, il quale ci ha raccontato le ultime novità in casa PVG. 46

FERRAMENTA&CASALINGHI

F&C: Partiamo dalle modifiche apportate al vostro organigramma: quali sono le nuove cariche in PVG Italy? Andrea Biagiotti: Abbiamo definito alcune posizioni all’interno dell’azienda: Gabriele Bergami è il nuovo unico responsabile vendite del mercato italiano, per quanto riguarda sia la rivendita tradizionale sia la grande distribuzione. Inoltre, nonostante la nostra sia un’azienda molto dinamica e al passo coi tempi, non era ancora stata istituita una figura che si occupasse esclusivamente di marketing, lacuna che abbiamo colmato affidando questa responsabilità a Beatrice

F&C: Quali progetti sta portando avanti in questo momento la vostra azienda? Andrea Biagiotti: Proprio in virtù della nostra filosofia, che mette al centro di tutti i nostri progetti il cliente, siamo pronti a offrire nuovi contenuti, a partire dalla creazione della Zibro Community: una vera e propria “community” di clienti che scelgono di sposare il nostro progetto e diventare sempre più partner della nostra azienda. Utilizzare nuovi mezzi di comunicazione, di cui anche i nostri rivenditori possano avvalersi, è uno dei primi obiettivi che intendiamo raggiungere attraverso la valorizzazione del sito internet, il potenziamento dell’area digitale e la creazione di nuove attività


interviste

Il condizionatore SC3125 Kids è un modello unico adatto alle stanze dei più piccoli, dotato dei più alti standard di sicurezza per garantire un clima piacevole e in totale tranquillità. Zibro Kids, caratterizzato da un design allegro, è provvisto di un telecomando per bambini con funzionalità limitate e può essere facilmente installato grazie al QuickConnector, un pratico sistema per collegare due unità senza bisogno di utensili.

di immagine e promozione: sul sito www.zibro.it il cliente partner avrà visibilità e opportunità di contatti. Vorrei sottolineare che l’espressione “cliente partner” non è affatto un luogo comune: abbiamo sempre ascoltato coloro che ci chiedevano delle novità, realizzando una gamma di prodotti sempre più completa ed evoluta. Ne sono un esempio le ultime proposte lanciate sul mercato: la stufa Hybrid E, l’unico modello con doppio funzionamento sia a combustibile che elettrico; il condizionatore Kids, specifico per le stanze dei più piccoli; le taniche in PET, che saranno ancora una volta rinnovate nel formato per garantire sempre qualità e originalità. La collaborazione con Zibro assicura ai nostri rivenditori la possibilità di porsi come veri specialisti del clima.

le con il proprio indirizzo nell’apposita area “Rivenditore di zona”: tutto ciò nell’ottica di stringere un rapporto sempre più stretto con la nostra clientela più fedele e conservare con essa un dialogo attivo e costruttivo. Non mancherà inoltre il supporto, da parte nostra, relativo a tutto il materiale informatico: immagini, schede tecniche, informazioni logistiche e quant’altro, nell’ottica di agevolare il lavoro dei nostri partner. La seconda parte del progetto riguarda invece il portale B2B, che sarà attivo orientativamente dal prossimo inverno: un sito dinamico attraverso il quale il negoziante potrà effettuare l’ordine, seguirne e tracciarne l’avanzamento; sarà possibile inoltre ottenere dati statistici, stampare la fattura, il documento di trasporto, etc: un vero accesso live al nostro

sistema gestionale direttamente collegato all’azienda. F&C: Come sta rispondendo la clientela al lancio della Zibro Community? Beatrice Larucci: Stiamo avendo un importante riscontro da parte dei rivenditori coinvolti, che stanno aderendo in massa al nostro progetto. È questa un’ulteriore conferma del forte rapporto che ci lega a loro: per noi è fondamentale che questo legame sia sempre alimentato da entrambe le parti. Noi siamo capaci di garantire una continua proposta di nuove linee di prodotto e una formazione che li agevoli nella conoscenza dei nostri articoli: organizziamo infatti incontri formativi sia presso la nostra sede, sia presso le rivendite selezionate.

F&C: Cos’è nel dettaglio la Zibro Community? Andrea Biagiotti: Due sono le fasi principali in cui si articola. La prima prevede la possibilità, per i clienti che decidono di condividere il progetto, di comparire sul nostro sito azienda-

Stufa a pellet Adima 70.

FERRAMENTA&CASALINGHI

47


interviste

rapporto che si crea con l’ordine non si esaurisce con la consegna del materiale, ma si sviluppa su più fronti: assistenza, formazione, consulenza, supporto.

Stufa Hybrid E.

F&C: È indubbio che aiutare il negoziante nella vendita in questo momento sia particolarmente apprezzato dalla vostra clientela… Gabriele Bergami: È indispensabile: oltre alla già citata formazione, interveniamo direttamente sul punto vendita con l’installazione di totem, poster e quanto possa essere di richiamo per il prodotto esposto nel negozio. Teniamo tanto anche all’estetica dei nostri

articoli e all’imballo che è “parlante”, in virtù della presenza di indicazioni tecniche e specifiche del prodotto. Il nostro brand è riconosciuto, ed è questa la nostra forza. La nostra leva non viene fatta sul prezzo, ma sulla qualità della nostra proposta: spesso si chiede direttamente “una Zibro”, non una stufa, e ciò rappresenta motivo d’orgoglio per la nostra azienda. Ciò che è importante sottolineare è che il

F&C: I tempi sono maturi per la creazione di veri Zibro Point? Andrea Biagiotti: È un’altra idea a cui vogliamo dare forma in futuro. Si tratterà di realtà che trovano in Zibro un referente per il concetto clima, e che possono quindi personalizzare un angolo del proprio negozio dedicandolo interamente alle nostre proposte. Il problema più importante, che al momento può costituire ancora un ostacoloper la realizzazione , è la bassa metratura di tanti punti vendita, e quindi il poco spazio a disposizione per creare corner allestiti e dedicati. Lavoreremo per realizzare anche questo progetto. ■ >

www.zibro.it


dossier

di Paolo MILANI

terremoto Emilia

Viaggio tra le imprese “scosse” dell’Emilia A poco più di un mese dal terremoto del 20 maggio abbiamo incontrato le aziende del settore vicine all'epicentro. Dai loro racconti scopriamo come hanno vissuto il dramma e come si preparano alla ricostruzione. Tutti gli operatori del settore – commercianti e industrie – hanno il dovere di sostenere le imprese colpite: attraverso sconti e dilazioni ai retailer e con sempre maggiori ordini a favore delle industrie. Le raccolte benefiche vanno benissimo, ma il modo migliore per aiutare le imprese e i lavoratori colpiti dal sisma è farli lavorare.

50

FERRAMENTA&CASALINGHI

I

l 20 maggio delle 4.03 una scossa di magnitubo 5,9 ha cambiato la vita agli abitanti di Mirandola e dei comuni limitrofi. Secondo i dati dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) nelle 60 ore successive alla scossa principale ci sono state altre 2 scosse di magnitudo 5, 11 comprese tra magnitudo 4 e 5 e 53 tra 3 e 4. Il tutto in una zona sismica considerata “mediobassa”. Sempre secondo l’Ingv, per trovare un terremoto simile vicino all’epicentro attuale dobbiamo risalire al 17 novembre 1570 (M 5,5). Altri terremoti in Emilia ci sono stati, ma nelle province di Bologna e Ferrara nel 1987 (M 5,5) e a Reggio Emilia nel 2011 (M 4,7). Non a Mirandola. Il 29 maggio alle 9.00 è arrivata un'altrettanto devastante scossa di assestamento di magnitudo 5,8. Seguita a poche ore da altre 3 scosse impor-


dossier Seba per Cento Dall'1 giugno al 31 dicembre Seba Protezione di Renazzo (FE) devolverà 1 euro per ogni ordine ricevuto a sostegno delle popolazioni di Cento. Nel sito internet dell'azienda verrà reso noto l'importo della raccolta con aggiornamenti mensili. >

www.sebagroup.eu

Nei Comuni coinvolti dall’incubo della “zona rossa” ci sono molte imprese – della distribuzione e della produzione – che operano nel mercato del brico home & garden: ecco come sono state colpite e come stanno reagendo.

Commercio: danni ingenti e vendite ferme Fortunatamente quando sono arrivate le scosse del 20 e 29 maggio (notte e prima mattina) i clienti non erano nei negozi e sono stati così evitati feriti e infortuni nei punti vendita. Comunque tutti i centri hanno subìto danni, anche semplicemente per la caduta dei prodotti dagli scaffali o delle stesse scaffalature. In alcuni casi sono state lesionate anche le strutture. Brico Io ha almeno 4 punti vendita nella zona

colpita dal sisma: Mirandola (nel Parco Commerciale omonimo), Suzzara (Centro Commerciale Po), Modena (via Paganelli) e Cento (via Bologna). Tutti i negozi hanno avuto danni e il negozio di Cento è stato chiuso per qualche giorno. Il punto vendita di Mirandola, nell’epicentro, è quello maggiormente colpito. “Il negozio di Mirandola è stato chiuso dal 20 al 25 maggio per la prima scossa; giusto il tempo di sistemare un problema di muratura e riordinare il punto vendita: tutti i prodotti erano caduti dagli scaffali con danni ingenti. Il 26 abbiamo riaperto e il 29 c’è stata la seconda scossa – ci spiega Paolo Micolucci, direttore vendite di Brico Io accorso sul territorio dopo il primo sisma –. In attesa dell’agibilità, il 31 maggio abbiamo iniziato una vendita assistita all’aperto nel parcheggio,

L'epicentro e le imprese colpite 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

tanti (5,3, 5,2 e 4,9) e altre 7 di magnitudo inferiore a 4. In realtà la terra non ha mai smesso di muoversi: in un mese (dal 20 maggio al 20 giugno) l’Ingv ha registrato 2.000 scosse di terremoto. Il bilancio sociale, con 14.000 sfollati e moltissime aziende in ginocchio, è quello che preoccupa di più. Analizzando i dati Istat dei Comuni coinvolti, sconcerta che quasi la metà della popolazione è rappresentata da giovani e anziani: il 20% ha meno di 20 anni (più della metà è sotto i 10 anni) e un altro 20% sono quelli sopra i 65 anni. Per la stima dei danni, l’United States Geological Survey (Usgs), l’Agenzia Scientifica del Governo degli Stati Uniti, ha attribuito il livello di allerta “giallo” relativamente alle perdite umane e “arancione” per quelle economiche: cioè la fascia che va fino a 1 miliardo di dollari.

Agricola Novese Agristore di Novi di Modena. Brico Io di Mirandola. Edilteco Spa di San Felice Sul Panaro. Megagarden F.lli Ferrari di Sorbara di Bomporto. Monverde Garden di Staggia. Morselli Vivai Garden di Medolla. Sideros di San Felice Sul Panaro. Europrogress di Mirandola. Brico Io di Suzzara. Brico Io di Modena. Brico Io di Cento. Obi di Carpi. Obi ha 2 centri a Modena.

Come ricostruire? Poiché la zona colpita era considerata a basso rischio sismico, molte imprese hanno realizzato capannoni prefabbricati formati da pilastri su cui poggiano travi che sorreggono un tetto di copertura: ottimi per sopportare carichi verticali, meno per quelli orizzontali come le scosse oscillatorie di un sisma. In questo caso sono migliori i pilastri in acciaio che resistono meglio alle oscillazioni. Il 2 giugno la Protezione Civile ha emesso una delibera che impone la verifica alle costruzioni snellendo al contempo la burocrazia attuale: per l'agibilità è sufficiente il nulla osta di uno strutturista iscritto all'Ordine. Il problema è che viene richiesta la conformità alle norme antisismiche attuali, quasi impossibile per tutti i capannoni in cemento armato prefabbricato anteriori al 2002, quando, in seguito al terremoto di San Giuliano in Molise, sono state aggiornate le cartine sismologiche. Prima di quella data la zona era considerata a basso rischio e i costruttori hanno agito di conseguenza: oggi con le norme più stringenti quanto costerà adeguare i prefabbricati? Quante aziende potranno sopportare anche questo costo e quante preferiranno chiudere?

FERRAMENTA&CASALINGHI

51


dossier

per soddisfare la richiesta incredibile di materiale: tende, lettini, materassi, casette di legno, teli, ombreggianti, ecc. Anche i vigili del fuoco e la protezione civile hanno acquistato da noi alcuni materiali per i campi”. Il 14 giugno il punto vendita ha riaperto dopo aver ottenuto l'agibilità e per incontrare le esigenze delle popolazioni colpite dal terremoto, Brico Io di Mirandola ha promosso dall'1 al 10 luglio la promozione “Ricominciamo insieme” con sconti del 20% sull'intero assortimento. Obi ha almeno 3 punti vendita nella zona colpita, a Carpi (nel Centro Commerciale Borgogioioso) e a Modena (in via Emilia Est e nel Centro Commerciale Grand’Emilia): dalle sede di Obi Italia ci hanno confermato che non sono stati riscontrati danni nei punti vendita. Il 16 giugno ha promosso l'iniziativa Uniti per l'Emilia Romagna. Anche l'Agricola Novese di Novi di Modena, associata Agristore, non ha avuto danni alle strutture ma solo dalla caduta dei prodotti. Il garden center che ha subìto più danni è il Garden Morselli di Medolla, nell’epicentro del sisma e nel cuore della “zona rossa”, con almeno 100.000 euro di danni solo nel punto vendita. Il negozio ha già avuto l’agibilità ed è aperto. “A 300 metri da casa nostra sono morti dei ragazzi – spiega Claudio Morselli – e siamo nella zona rossa, il che significa che non possiamo raggiungere il vivaio. Abbiamo ottenuto l’agibilità per riaprire ma le vendite sono precipitate. Si vende qualche casetta in legno ma la gente ha esigenze diverse: siamo tornati ai bisogni primari. Molti dormono in tenda e non

2.000 terremoti in un mese (numero delle scosse registrate dal 20 maggio al 21 giugno)

Fonte: Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

pensano ai fiori. Ai danni nel negozio si aggiungono le mancate vendite. Abbiamo lavorato per la comunità: c'era l'esigenza di fare sfalci per montare le tensiostrutture e di raccogliere le piante cadute”. Oggi la vera preoccupazione, come ci segnalano anche altri garden center, è che i consumi di giardinaggio in quelle aree si sono completamente fermati. “A parte i danni nel punto vendita il vero problema è l’attività – ci conferma Andrea Malagoli, amministratore di Monverde Garden di Staggia –. Molti lavori sono stati annullati: avevamo in programma una serie di impianti di irrigazione per alcuni condomìni a Mirandola e oggi a Mirandola hanno altro cose a cui pensare. I

Il messaggio con cui l'agenzia Ad99 di Mirandola ha comunicato il proseguimento dell'attività nonostante l'inagibilità della sede.

52

FERRAMENTA&CASALINGHI

danni maggiori saranno i mancati guadagni”. “Anche noi non abbiamo avuto danni alle strutture – ci spiegano da Megagarden dei fratelli Ferrari di Sorbara di Bomporto –. Il vero problema è che dal 20 maggio le vendite sono ferme. La stagione era partita anche bene ma dal 20 maggio è praticamente finita. Noi fra l’altro facciamo anche i mercati e hanno chiuso anche quelli”.

Industrie: la ricostruzione nasce dal lavoro e dagli ordinativi Proprio a Mirandola ha sede Ad99, un’agenzia di comunicazione e web agency nota per la sua dirompente creatività. Nel settore ha realizzato le campagne pubblicitarie di Promogiardinaggio (“La verdura del tuo orto non fa un metro”). “Dopo la prima schicchera del 20 maggio siamo rientrati subito al lavoro, ma quella del 29 ha danneggiato l’immobile – ci spiega Imo Vanni Sartini, uno dei fondatori di Ad99 –. Un po’ di contrabbando e un po’ con l’aiuto di vigili del fuoco siamo riusciti a recuperare i computer e gli strumenti ancora funzionanti, per ricominciare l’attività, soprattutto per i contratti che prevedono penali. Abbiamo attivato collaboratori a Bologna e Modena per gestire a distanza l’attività web e qui noi viviamo in tenda. La preoccupazione è che il 37% del nostro business è rappresentato da aziende che sono venute giù. Una situazione molto complicata ed è difficile capire co-


Riscaldamento Ecologico, senza canna fumaria, senza installazione, senza manutenzione, 3,5 KW di potenza calorica e tutta l’atmosfera del fuoco, della fiamma viva a casa tua.

BIOCAMINO VAN GOGH con cornice di vetro nero 3 bruciatori da 450ml per 4 ore di fiamma viva e calore 3,5 kw di potenza calorica Riscalda 30 m2 Colori: nero e rosso Misure: 92L x 14P x 62H cm

STUFA A BIOETANOLO CANOVA 5 ore di fiamma viva e calore Bruciatore da 2lt certificato TUV, 3,5 kw di potenza calorica Riscalda 30 m2 Colori: Bordeaux e Beige Misure: 84H x 52L x 32P cm Disponibile anche nella versione ventilata

BIOETANOLO E’ un combustibile naturale, ha una combustione pulita, ecologica e intensa. Siamo distributori e agenti unici Liquifill su tutto il territorio nazionale. BIOCAMINO PALLADIO

Vuoi vedere tutti i prodotti della nostra gamma? Vai sul nostro sito www.gmrtrading.com GMR Trading srl - Via Don Minzoni 8 - S.ta Corinna di Noviglio (MI) - tel. 02 91180068 - fax 02 91180072

BIOCAMINO MODIGLIANI

®

saramodica.it

Bioetanolo. Atmosfera e calore a regola d’arte.


dossier

me andrà a finire: il distretto è tutto compromesso. Nel polo biomedicale ci sono stati dei morti e il settore della moda di Carpi è in ginocchio”. Un'altra azienda fortemente danneggiata è la Edilteco di San Felice sul Panaro, specializzata nella produzione di materiali isolanti per l’edilizia e leader nelle malte leggere termoisolanti: più di 5 milioni di euro di danni a causa del crollo di un capannone di 3.000 mq su una superficie totale coperta di 10.000 mq. È stata una delle prime aziende a ricominciare l'attività. “Abbiamo spostato gli uffici commerciali nel cortile in container e tensiostrutture e abbiamo rimesso in sicurezza i capannoni e gli impianti di produzione – ci spiega Elisa Stabellini, amministratore delegato Edilteco –. Siamo stati fermi il tempo strettamente necessario alla messa in sicurezza, allo sgombero delle macerie e alla burocrazia per l’agibilità. Il capannone completamente crollato era utilizzato principalmente come magazzino ma aveva un paio di linee produttive. Ciò che ci stupisce è che era praticamente nuovo: lo abbiamo realizzato cinque anni fa. Mentre i 7.000 mq della sede storica non hanno avuto danni. Comunque la capacità produttiva è rimasta quasi totalmente illesa e ci stiamo rimboccando le maniche”. Anche Europrogress di Mirandola, specializzata nella fornitura di strutture e tecnologie per le colture protette e le serre, non ha perso tempo: “L’azienda ha avuto un po’ di danni – conferma Jean Pierre Le Jeume, amministratore di Europrogress – ma abbiamo riaperto in un paio di giorni. Abbiamo messo i capannoni in sicurezza e adesso dobbiamo andare avanti e recuperare”. “La nostra azienda – spiega Gunther Wisthaler di Pircher – non ha subito danni strutturali ma solamente superficiali. L'unico vano inagibi-

Le iniziative per l'Emilia Romagna Sabato 16 giugno Obi ha devoluto alla Regione Emilia Romagna 1 euro per ogni scontrino emesso in tutti i suoi negozi italiani. Fai da Te Guercio ha devoluto 1 euro per l'acquisto di casette di legno per ogni scontrino emesso nel giorno di riapertura del punto vendita di Orbassano, dopo l'incendio del 9 febbraio. BolognaFiere ha concesso una dilazione di un anno dei pagamenti alle aziende colpite dal sisma. FieraMilano concederà uno sconto di 1.000 euro alle aziende terremotate che parteciperanno in autunno a Macef, Sicurezza e ChibiMart.

le è la sala meeting dove è crollata una parte della controsoffittatura. Il danno maggiore lo hanno subìto le persone non solo a livello materiale a casa loro ma psicologicamente. Oltre agli aiuti materiali che cercheremo di mettere a disposizione, dobbiamo cercare di dare nuovamente fiducia alle persone”. Sideros di San Felice sul Panaro, specializzata dagli anni Settanta nella produzione di stufe, non ha avuto danni alla nuova struttura costruita nel 2006 di 2.700 mq mentre ci sono problemi di agibilità nella sede storica di 3.600 mq che ospitava alcune linee di produzione. “La struttura del 2006 è stata costruita secondo le normative antisismiche che sono poi diventate legge nel 2008 – ci spiega Marco Chelli, amministratore delegato di Sideros –: quindi posso dire con soddisfazione che abbiamo ottenuto subito l’agibilità. Per i vecchi capannoni sarà più problematica, ma abbiamo sei mesi di tempo per fare dei lavori. Abbiamo immediatamente attrezzato tre container per ospitare gli uffici commerciali e abbiamo continuato a fornire servizi ai nostri clienti. Poi abbiamo ripreso anche la produzione. Il problema non è solo strutturale ma an-

Mercatone Uno ha già raccolto 83.000 euro Il 30 maggio Mercatone Uno, coinvolto direttamente con seri danni materiali ed economici su diversi negozi, ha annunciato di aver già raccolto 83.000 euro a favore dell'Agenzia Regionale della Protezione Civile, grazie all'operazione “1 euro per ogni scontrino”. Mercatone Uno ha inoltre riservato uno “Sconto Emergenza” del 10% a tutte le famiglie colpite dal terremoto, per l'acquisto di arredi, complementi, elettrodomestici e articoli tecnici (ferramenta, idraulica, materiale elettrico, ecc.). > www.mercatoneuno.com

54

FERRAMENTA&CASALINGHI

che psicologico. Molti vivono in tenda, chi nelle casette prefabbricate e chi nelle accoglienze della protezione civile: stiamo vivendo una situazione di disagio abbastanza forte. Il sisma ha colpito soprattutto i bambini e gli anziani: la prossima stagione scolastica si effettuerà in container e non c’è una chiesa in piedi. Anche l’ospedale è stato evacuato”.

Sosteniamo le imprese “scosse” In questo mese abbiamo assistito a numerose iniziative a favore delle zone terremotate e alla corsa all'acquisto del Parmigiano “scosso”, cioè le forme in stagionatura cadute a terra e quindi pregiudicate. Accanto alle raccolte fondi, noi operatori del settore abbiamo la possibilità di aiutare le imprese colpite da questa sciagura attraverso semplici attenzioni. Per esempio concedendo dilazioni di pagamento e agevolazioni ai retailer. “Una dilazione dei pagamenti sarebbe auspicabile – spiega Andrea Malagoli di Monverde Garden –, come ha fatto Cifo che ci ha posticipato i pagamenti al 31 dicembre. Nelle condizioni in cui stiamo vivendo anche questi piccoli gesti sono importanti”. “Posso dire di aver trovato molta disponibilità e comprensione dai fornitori – afferma Claudio Morselli del Garden Center Morselli –. In questo momento la cosa che mi interessa di più è pagare i dipendenti: ne hanno bisogno e è fondamentale per mantenere in piedi il sistema. Le aziende potrebbero farci una scontistica particolare, da girare ai nostri clienti. Abbiamo bisogno di segnali di rico-


analisi

struzione, di ripartenza”. “Un'attenzione delle aziende del settore sarebbe di grande aiuto – conferma Paolo Micolucci di Brico Io –. Noi ci siamo già attivati con diversi fornitori: non chiediamo modifiche sulle condizioni di acquisto, ma un occhio di riguardo sulla velocità di reperimento della merce. Le persone che vengono da noi stanno vivendo all’aperto e non hanno la possibilità di aspettare: le esigenze devono essere colmate immediatamente. Noi siamo riusciti ad avere consegne di sabato e anche di domenica, grazie alla nostra logistica e ad alcuni fornitori”. Il modo più intelligente per aiutare le industrie è di farle lavorare, cioè acquistare i prodotti realizzati in Emilia, magari segnalandolo nei punti vendita per permettere ai consumatori di effettuare acquisti consapevoli. “Certo: il modo migliore di aiutarci è continuare a comprare i nostri prodotti e farlo sapere ai consumatori finali – conferma Elisa Stabellini di Edilteco –. Noi siamo in grado di lavorare, stiamo lavorando, non vediamo l’ora di avere tantissimi ordini. I 2 euro degli sms vengono distribuiti su tutta la popolazione, non so quanto arriverà alle aziende. Le imprese sono un tessuto importantissimo in questo territorio per avviare la ricostruzione. Dopo la prima scossa, lunedì mattina alle 8 tutto il nostro personale si è presentato in azienda: non solo Edilteco ha bisogno di lavorare, ma anche tutte le famiglie che con noi si guadagnano da vivere”. “Per aiutarci è sufficiente continuare a darci credibilità e a conferirci ordini – ci spiega Marco Chelli di Sideros –. Anche noi lunedì mattina abbiamo trovato tutti i collaboratori davanti ai cancelli con la voglia di ricominciare. Noi emiliani siamo fatti così: poter lavorare e realizzare piccoli e grandi progetti per noi è importante”.


comunicazione

a cura di Marco UGLIANO

La campagna

del mese

Malattie professionali: ecco la nuova campagna istituzionale a preso il via il 4 giugno la Campagna nazionale informativa di prevenzione sulle Malattie Professionali, cofirmata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dal Ministero della Salute, dalle Regioni e Province Autonome e dall’Inail. La campagna informativa è volta ad alimentare il processo culturale di conoscenza e d’informazione sulla tematica delle Malattie Professionali e sulla doverosa adozione delle misure di

H

prevenzione, da parte dei datori di lavoro e dei lavoratori, il cui mancato rispetto comporta conseguenze tali da rappresentare un costo umano e socio economico, al pari degli infortuni sul lavoro. In particolare, viene evidenziato il messaggio istituzionale sulla prevenzione di due tipologie di malattie professionali quali i disturbi muscoloscheletrici e le malattie respiratorie nell’ambito dei settori trasporti, agricoltura e grande distribuzione. È stata realizzata una

La nuova “app” di Bosch Elettroutensili Professionali osch lancia Toolbox, una pratica “app” per avere sempre a portata di mano sul proprio smartphone tutte le informazioni e le news sul mondo degli Elettroutensili Professionali Bosch. Bosch Toolbox offre la possibilità di trovare online il rivenditore della Rete dei partner ufficiali Forza Blu più vicino, ricevere i contatti per l’assistenza

B

tecnica e utilizzare il pratico convertitore con 10 diverse unità di misura. Navigando in rete con l’innovativa app di Bosch, è possibile consultare sempre e ovunque il catalogo completo degli Elettroutensili Professionali. Il catalogo, in formato tascabile, riporta per ciascun modello della gamma la scheda tecnica del prodotto, le principali caratteristiche, la dotazione di accessori, le foto e il video dimostrativo. L’applicazione Toolbox Bosch è scaricabile gratuitamente ed è disponibile per Apple iOS (versione 4 o superiore) e Android (versione 2.1 o superiore). ■ >

56

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.bosch.it

creatività di forte impatto e di facile memorizzazione, multi soggetto, maschile e femminile, con visual rappresentativi delle due malattie professionali mediante una iperbole e indirizzata ad un target di riferimento specifico quale quello dei lavoratori, datori di lavoro e medici. Il visual maschile vuole rappresentare una postura non consona tenuta durante un’attività lavorativa caratterizzata dal sollevamento di pesi, postura che peraltro diventa un elemento identifi-

cativo del disturbo. Le scatole assumono le sembianze di una spina dorsale rappresentative di un messaggio fortemente esplicativo: “La salute nei luoghi di lavoro è importante. Non voltarle le spalle.” L’altro visual utilizza la figura di una donna intenta a “diserbare” un terreno agricolo con l’uso di un macchinario dal quale vengono inalati fumi nocivi. Qui l’elemento iconico è rappresentato dai polmoni identificativi dell’apparato respiratorio interpretati

La serratura di Cisa diventa una mostrao l Palazzo delle Esposizioni di Faenza si è conclusa da poche settimane la mostra “La serratura apre la sua storia alla città”: voluta e ideata da Cisa, azienda faentina tra i leader in Europa nel settore dei sistemi di chiusura e del controllo accessi, l’esposizione ha avuto il grande merito di raccontare la storia di chiavi e serrature, ma anche, insieme ad essa, quella del crescente bisogno di sicurezza che nei secoli ha investito l’essere umano. Fin dalle origini, infatti, l’istinto di sopravvivenza e di protezione dei propri averi ha spinto l’uomo a creare congegni per la sicurezza che nel tempo si sono evoluti sino a diventare le serrature che oggi tutti conoscono e usano quotidianamente. Un percorso storico affascinante, che ha permesso al pubblico, alle scuole - per cui erano previsti seminari de-

A

dicati - e a tutti gli appassionati, di comprendere quanto fatto da Cisa fin dal 1926, anno del brevetto della prima serratura elettrocomandata, all’evoluzione dei sistemi di chiusura, grazie ad una costante politica di innovazione. “La serratura apre la sua storia alla città” è stata dedicata a tutti coloro che, con passione e impegno, hanno contribuito a fare di Cisa un no-


peo di

comunicazione

applicare misure di protezione a tutela della salute. La campagna prevede un’articolata pianificazione media su tutto il territorio nazionale per assicurare elevati livelli di copertura del target e un’adeguata pressione e frequenza dei messaggi. A tal fine sono stati program-

dal messaggio “La salute nei luoghi di lavoro è importante. Non buttarla all’aria.” In entrambe le body copy si evidenzia come le Malattie Professionali non si manifestino subito e la filosofia di comunicazione viene rafforzata dalla “call to action” del

mati canali di comunicazione sia convenzionali - quali stampa quotidiana e periodica, radio, televisione e Internet – sia non convenzionali – quali cinema e affissioni nei circuiti autostradali, sanitari e ferroviari. La realizzazione di uno spot video completa e rafforza l’offerta informativa.

messaggio che, nel promuovere la capacità di riconsiderare le abitudini quotidiane e ricordare come i movimenti e le azioni di tutti i giorni, se non corretti, possono causare danni alla salute, evidenzia la necessità di adottare e >

www.lavoro.gov.it

calcio 2012 La verniciatura perfetta su Youtube a linea D’aqua Sirca per il fai da te è online con le video istruzioni per una verniciatura perfetta. Video realizzati per aiutare anche i neofiti e chi si sente negato, a ottenere con le vernici all’acqua ottimi risultati. Ogni singolo video, in pochi minuti, spiega dettagliatamente tutti i passaggi e ci porta a realizzare un manufatto completo. Gli ambiti di applicazione vanno dalla realizzazione di un piano di lavoro colorato, che può trasformarsi in tavolo da pranzo o in scrivania, fino alla manutenzione dei balconi di casa. Una panchina di legno grezzo è trattata per proteggerla durante l’estate in giardino. Si spiegano semplici mosse per far tornare nuova una finestra

L

me di rilievo nel panorama mondiale. In particolare l’Amministratore Delegato Giovanni Miti ha espresso più volte la propria riconoscenza nei confronti di dipendenti ed ex dipendenti per la loro capacità di affrontare le sfide favorendo la crescita di questa impor■ tante realtà romagnola. >

www.cisa.com

completamente rovinata dai graffi degli animali domestici. Ed ancora: come tinteggiare e proteggere una piccola credenza grezza trasformando-

la in un pezzo di arredamento dal gusto retrò. Delle vecchie porte di casa possono trasformare l’ambiente semplicemente ricolorandole.

Ma ecco la cosa più importante: tanti guai si possono evitare con una piccola costante manutenzione che prevede la detersione e l’applicazione periodica di un rinnovalegno. Per poter accedere ai video è sufficiente collegarsi al sito www.daquasirca.com e cliccare sul video oppure direttamente da youtube.com inserendo nell’area di ricerca “sircavernici”. ■ >

www.daquasirca.com

FERRAMENTA&CASALINGHI

57


marketing

internet

di Giovanni COVASSI

docente di marketing e web marketing presso l’Università Cattolica di Milano.

I Makers: la possibile evoluzione dei bricoleur? Gli americani stanno riscoprendo il piacere del “fare”. La realizzazione di prodotti unici e innovativi di alta qualità e con elevati livelli di personalizzazione è indicata da molti come la nuova frontiera della creatività. Tecnologia, condivisione, social, manualità insieme possono determinare un nuovo modo di intendere l’essenza stessa del fai da te ridefinendone i confini e le potenzialità: americanata o movimento da comprendere e far crescere?

C

hris Anderson, direttore di Wired, rivista americana che si pone come filosofia editoriale essere i paladini dell’innovazione a tutto tondo, si è espresso chiaramente intitolando il suo ultimo libro “Makers: the new industrial revolution”. La tesi di fondo è semplice: se si applicano i concetti e le logiche proprie del mondo web 2.0 (collaborazione, condivisione, cocreazione) al mondo del “fare”, della produzione tipica del diy, ne derivano prodotti innovativi creati non più da un unico soggetto ma dalla community, che condivide e partecipa allo sviluppo del progetto risolvendo problemi che altrimenti non avrebbero potuto trovare soluzione. E nel momento in cui il fenomeno si diffonde e si raggiunge una massa critica (relativamente facile da ottenere grazie alle logiche social di internet) c’è la possibilità reale e concreta di sviluppare attività di business e fondare nuove aziende produttive. 58

FERRAMENTA&CASALINGHI

Confesso che la prima volta che ho letto dei makers sono rimasto decisamente perplesso. In una economia globale dove la Cina sta diventando il produttore di tutti i prodotti fisici del mondo, l’idea che il futuro della manifattura possa essere il neo-bricoleur proprio non lo riuscivo a capire: sarebbe come dire che la pizza è stata inventata a New York e che Cristoforo Colombo era spagnolo. E il tanto blasonato Made in Italy dove lo mettiamo? I makers sono coloro, ha raccontato Chris Anderson al World Wide Rome svoltosi a marzo di quest’anno, “che fanno”, quelli cioè che si danno da fare e iniziano a produrre e distribuire da soli, sfruttando il web e le nuove tecnologie. “Why atoms are the new bits” è il titolo di un editoriale che Anderson pubblicava su Wired nel 2010, nel quale sottolineava la possibilità di ragionare in termini di-


marketing

versi e fuori dagli standard convenzionali sul tema della produzione. Il saper fare viene nobilitato, lo sporcarsi le mani e l’avere qualche callo non è più un minus. Quello che cambia in modo radicale è l’approccio al mercato che avviene sfruttando le potenzialità di internet attraverso relazioni tra tutti coloro che condividono quella specifica passione. Le stime indicano in oltre due miliardi le persone nel mondo connesse a internet. Pensare di trovare qualche migliaio di potenziali clienti non è poi così improbabile, anche se stiamo parlando delle produzioni più “strane” o particolari. Visioni improbabili o futuro certo? Difficile dare una risposta nell’uno o nell’altro senso. La creatività e la manualità però fanno parte sicuramente del DNA dell’italiano. La riflessione che invito a fare è di guardare a questi fenomeni da una angolazione differente: il bricoleur può essere visto come un knowledge worker, i lavoratori della conoscenza, che uniscono al saper fare il sapere come distribuire e proporre al mercato secondo modalità alternative a quelle oggi praticate. Ferramenta e produttori di prodotti per il fai da te dovrebbero essere interessati a un movimento di questa portata, perché possono giocare un ruolo fondamentale sia in termini di know how sia in termini di soluzioni produttive sempre più alla portata dei makers. Il dibattito è particolarmente attivo anche in Italia. Diverse sono le occasioni per approfondire queste problematiche sia on line sia attraverso incontri e dibattiti. Per cercare di capire se e come quanto appena illustrato può essere una strada concreta per uscire dalla tanto evocata crisi, consiglio la lettura di “Futuro artigiano” di Stefano Micelli, un libro (non un ossimoro) che analizza il contesto e la realtà italiana, offrendo una serie di chiavi di lettura molto interessanti e stimolanti. Se la Cina si sta affermando come il sistema produttivo standard migliore al mondo, l’Italia potrebbe tranquillamente aspirare al ruolo di sistema produttivo di qualità eccellente, dove compromessi sui materiali, sul design e sulla cura del particolare non sono tollerati. Gli esempi di prodotti italiani eccellenti apprezzati in tutto il mondo non mancano: ai modelli tradizionali di sviluppo oggi si può realmente pensare di affiancare modalità assolutamente nuove di design collaborativo e sistemi di prototipazione e produzione high tech. Il confine tra artigiano e bricoleur si riduce o banalmente perde di significato: è il talento, il saper fare del maker, che diventa l’elemento cruciale su cui basare il neo-modello di business. Comunicare e interagire in ambienti virtuali diventa il miglior modo per attivare quelle relazioni indispensabili per far apprezzare cosa si è in grado di realizzare e sviluppare il proprio business in modo originale. ■ Cosa fare quindi? La risposta è implicita nella domanda: fare!


la rivoluzione nella vendita al metro è

>

prom gli acq

a

b

Un percorso semplice che aiuta i clienti: dalla scelta del prodotto al pagamento in cassa... Con Self Matic il processo d’acquisto diventa facile: a) scegli il prodotto b) seleziona il colore corrispondente allo scaffale c) seleziona il numero che contrassegna il prodotto d) seleziona la lunghezza e) fai scorrere ďŹ no alla lunghezza impostata f) stampa lo scontrino e recati in cassa.

c Il pratico touch screen guida il cliente nella scelta del prodotto che desidera acquistare.

tecchnnolloggy

in m


Self Matic nasce dall’impegno Maggigroup per rendere ancora più pratico e veloce l’acquisto “Fai da te”. Si rivolge a clienti che chiedono la massima concretezza, che preferiscono scegliere da soli e valutare in autonomia ciò che vogliono acquistare. Self Matic è un’innovazione utile e intelligente anche per il punto vendita: un vero e proprio “partner automatico” che propone nel modo più efficace prodotti di qualità e invoglia all’acquisto. Self Matic è un brevetto internazionale Maggigroup, un’azienda che crede che la scelta del cliente parte dal prodotto, ma che sia importante anche il modo con il quale viene proposto sul punto vendita.

muove quisti

d

e

f

Self Matic è organizzazione intelligente nel punto vendita

comunica Visual maniera attiva

merchandising

Self Matic misura una vasta gamma di catene a metro con differenti forme e profili geometrici e un’ampia selezione di tipi di corde (intrecciate e ritorte) e di cavi metallici (ricoperti e non), nei più svariati materiali.

La postazione automatizzata di vendita al metro incentiva l’acquisto, riduce i tempi che il personale dedica al cliente e permette di rinnovare l’immagine del punto vendita. Inoltre comunica in maniera attiva e promuove mediante SPOT PUBBLICITARI o MESSAGGI D’INCENTIVE.


>

È innovazione sul punto vendita Self Matic rivoluziona la vendita al metro con un sistema digitale che rende indipendente il cliente e nello stesso tempo lo guida nell’acquisto. Con un semplice interfaccia digitale, Self Matic aiuta a vendere di più e aumenta la redditività del metro lineare. Una proposta brevettata MaggiGroup: prodotti per passione. Bricolage, lavori in casa Giardinaggio, lavori all’aria aperta Vacanze, tempo libero e sport

www.maggigroup.com

Corde Catene Fili e trecce Accessori


Sistema automatico di riconoscimento del prodotto in grado di leggere dalla corda al filo ricoperto, alla catena

Un solo, pratico touch screen per guidare in autonomia l’acquisto

Semplice, intuitivo e modulabile nasce Self Matic


retail

Leroy Merlin

Aperto il primo Leroy Merlin in Friuli stato inaugurato il 30 giugno scorso il primo punto vendita Leroy Merlin in Friuli Venezia Giulia, a Torreano di Martignacco (UD) all'interno del centro commerciale “Città Fiera”. La nostra redazione ha partecipato alla giornata d’apertura dedicata alla stampa, alla presenza dell'amministratore delegato di Leroy Merlin Italia, Thomas Bouret, e del direttore del negozio Luca Brignoli. Si tratta del 48esimo negozio dell'insegna di Groupe Adeo, caratterizzato da una superficie meno estesa rispetto agli standard a cui ci ha abituato Leroy Merlin: 8.000 mq, di cui 2.000 esterni, dove trova spazio una gamma di oltre 40.000 referenze suddivise in 14 reparti.

È

64

FERRAMENTA&CASALINGHI

Le dimensioni "ridotte" di questo punto vendita non compromettono però l'esperienza d'acquisto, in quanto l'altezza elevata del negozio e le vetrate regalano ampio respiro alle corsie. Tutti i prodotti offerti da Leroy Merlin rientrano in 4 mondi merceologici: mondo tecnico (elettricità, utensileria, idraulica, ferramenta), mondo progetto (falegnameria, piastrelle, sanitari, sistemazione), mondo decorativo (decorazione, rivestimenti, illuminazione, vernici) e mondo giardino/edilizia.

L’attenzione verso il territorio Il punto vendita di Torreano ha deciso di puntare fortemente sul giardino e sul progetto con un

particolare focus su sanitari, climatizzazione e riscaldamento per adattarsi alle preferenze ed esigenze espresse dagli abitanti di Udine. Nei mesi precedenti all’apertura, infatti, i responsabili del negozio sono stati impegnati in uno speciale “ascolto tour” nelle case dei friulani per comprenderne i gusti e ascoltarne le richieste, al fine di poter costruire un’offerta mirata. L’adattamento al territorio è uno dei fondamenti della filosofia di Leroy Merlin, che da sempre mette il cliente e il territorio in cui opera al centro dell‘attenzione, cercando di valorizzarne le specificità. “Instaurare una relazione stabile con il territorio è per noi fondamentale e lavorare in sinergia con i produttori


retail

Da sinistra, Frederic Falet, responsabile regionale, Luca Brignoli, direttore del negozio di Udine e Thomas Bouret, amministratore delegato Leroy Merlin Italia.

Si chiama Logikhaus ed è il nuovo modo di scegliere e costruire la propria casa. Logikhaus è un marchio dell’azienda friulana USG che opera da anni nel settore del green building ed ha lanciato l’innovativa formula del “fai da te guidato” per la costruzione della propria abitazione. Basta infatti scegliere il progetto e la struttura tra quelli a catalogo e affidarsi ai consulenti e all’assistenza Logikhaus.

locali per creare un indotto virtuoso e contribuire allo sviluppo locale fa parte della nostra mission – spiega il direttore del punto vendita di Torreano Luca Brignoli –. In coerenza con questo e grazie a un accordo che abbiamo instaurato con i consorzi locali, abbiamo infatti deciso di inserire tra i nostri prodotti anche la pietra piasentina”. Un forte legame col territorio deriva anche dalla selezione dei collaboratori. L’apertura del punto vendita ha avuto infatti un grande impatto sul territorio a livello di occupazione, con ben 72 nuove assunzioni, di cui 50 friulani, e ben 54 con contratto a tempo indeterminato, che sono stati scelti dopo aver visionato circa 3.000 candidature e fatto circa 700 colloqui.

Leroy Merlin è sempre più ecosostenibile Nel punto vendita di Udine è stata realizzata una casetta di 40 mq in bioedilizia in cui sono state ricreate 4 ambientazioni che rappresentano le 4 stanze di una casa. Nella casetta, utilizzata come sala per i corsi cliente, sono esposti alcuni prodotti ecosostenibili che aiuteranno il cliente ad orientare le proprie scelte di acquisto “responsabili”. Udine è infatti il negozio pilota per l’avvio di un grande progetto di rilievo nazionale per sensibilizzare verso stili di acquisto “eco-friendly”: una segnaletica speciale sarà applicata a tutti i prodotti realizzati con materiali eco-compatibili o utili al risparmio energetico per facilitarne l’in-

dividuazione da parte del cliente nell’ottica di un progressivo accompagnamento verso la costruzione del proprio progetto di “casa di domani” che sia quanto più sostenibile possibile. Il negozio di Martignacco si distingue inoltre per i molteplici servizi che offre al cliente; tra questi il servizo di posa tramite artigiani del territorio, i corsi gratuiti di fai da te, la “Carta Idea” per partecipare a promozioni dedicate e sconti mirati, prodotti su misura (tende, taglio legno e vetro), reso merce gratuito e soprattutto la particolare propensione all’accoglienza e alla consulenza al cliente, che è sempre ■ stato uno dei “must” di Leroy Merlin. >

www.leroymerlin.it

FERRAMENTA&CASALINGHI

65


retail retail

nuove aperture

di Anna TONET

Brico Italia sul golfo del Cilento naugurato il 16 giugno, il nuovo centro affiliato per il bricolage a marchio Brico Italia ha sede in una zona turistica tra le più note, il golfo del Cilento, e

I

precisamente a Policastro Bussentino, in provincia di Salerno. Vista la vocazione turistica, per questo punto vendita è stata scelta un’offerta merceologica

che potesse rispondere alle richieste della clientela locale e anche a quelle dei numerosi turisti che periodicamente visitano il paese e i suoi dintorni. 8.000 le referenze presenti, dal reparto ferramenta e utensileria al giardinaggio con particolare attenzione all’arredo casa,

all’illuminazione e all’hobbistica, su una superficie di vendita di circa 400 mq interni oltre un’area espositiva esterna di 100 mq circa. Una speciale promozione è stata predisposta in occasione dell’inaugurazione, con vari articoli per la casa e il tempo libero.

prevista la sistemazione di una zona di gioco per i bambini, all'interno di un giardino privato, con un’area relax dedicata ai clienti del fai da te. Con l'intenzione di sostenere una ricostruzione complessa come quella nelle aree del

terremoto in Emilia, questa riapertura è stata l’occasione per un’iniziativa di solidarietà: per ogni scontrino emesso, infatti, è stato donato 1 euro destinato all’acquisto di una casetta in legno che verrà offerta alla popolazione di quelle zone.

A Orbassano riapre Guercio seguito del devastante incendio avvenuto il 9 febbraio, il punto vendita ILFAIDATE Guercio di Orbassano (TO), appartenente al gruppo Brico Ok, è stato inaugurato il 28 giugno dopo un lavoro di ricostruzione. Il nuovo punto vendita è sistemato in un capannone di circa 2.300 mq, ricavato da una struttura facente parte del settore relativo all’ingrosso legnami. L’area esterna, ricavata nel perimetro del vecchio fai da te bruciato, è di

A

66

FERRAMENTA&CASALINGHI

2.500 mq, nella quale è stata sistemata l’esposizione di strutture e arredi per esterno della linea Forma, una grande zona riservata a semilavorati e prodotti in legno impregnato, sempre della linea Forma, e una nuova area dedicata interamente all’edilizia. Le casse sono quattro e il parcheggio riservato è molto ampio. Nel breve periodo è anche

Brico Ok nel milanese n provincia di Milano, a Vanzaghello, è stato inaugurato il 1 luglio un punto vendita diretto Brico Ok. Su una superficie espositiva di 1.700 metri quadrati sono disponibili 17.000 referenze, 7 addetti alle vendite sono al servizio dei clienti e un paio di casse accolgono gli acquirenti all’uscita. La clientela può usufruire infine dei classici servizi e anche di un parcheggio da 80 posti.

I


analisi

Marketing & Telematica

in collaborazione con

Canali di acquisto e target di vendita: il quadro della situazione più aggiornato

P

rima di addentrarci nel tema dell’articolo, è utile ripercorrere rapidamente i trend del lavoro delle ferramenta italiane. Secondo le rilevazioni di Marketing & Telematica, il 52,5% degli esercizi non dichiara alcuna sensibile variazione nell’andamento della loro attività, il 40,9% di essi denuncia invece un rallentamento mentre il 6,6% dichiara di aver incrementato il giro d’affari. Anche la ripartizione territoriale delle dichiarazioni non è variata sensibilmente rispetto alla rilevazione precedente: risultano stabili più spesso le ferramenta del Nord del Paese, ove le dichiarazioni in tal senso superano il

Quali sono i canali di approvvigionamento più utilizzati dalle ferramenta e come si suddivide la clientela del punto vendita? Ce lo dice il Censimento MMAS Ferramenta di Marketing & Telematica.

Andamento del lavoro In crescita A1 – Nord Ovest A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole Italia

6,1% 8,7% 7,0% 5,3% 6,6%

quota di dichiarazioni sia di stabilità sia di crescita); il Nord, al contrario, va meglio, come mostra il dato complessivo dell’area di dichiarazioni di flessione che si colloca al di sotto della media italiana di oltre 3 punti (Trentino e Liguria sono le regioni con l’indice migliore di dichiarazioni di flessione, inferiore al 30%). Le dichiarazioni di aumento del trend delle vendite si intensificano invece nel Nord Est, cui corriIn diminuzione sponde la quota massima, pari all'8,7%, su una media 38,6% 36,1% nazionale inferiore di quasi 40,6% 2 punti percentuali. 45,9% 40,9%

55% (con picchi in Liguria e in Trentino Alto Adige, i cui valori vanno oltre la soglia del 60%), mentre per quanto riguarda le dichiarazioni di rallentamento il Sud mostra la più elevata quota di denunce in questo senso (con un dato di 5 punti percentuali superiore al valore medio nazionale, che va a erodere la

Stabile 55,2% 55,2% 52,4% 48,8% 52,5%

Fonte tabelle e grafici: Censimento Ferramenta Marketing&Telematica.

> 68

FERRAMENTA&CASALINGHI


analisi

% acquisti diretti da aziende produttrici A1 – Nord Ovet A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole ITALIA

fino a 30% 24,5% 29,7% 32,0% 23,7% 26,8%

31-60% 37,9% 32,1% 35,9% 39,8% 37,0%

61% e oltre 37,6% 38,2% 32,1% 36,4% 36,2%

Tot acquisti 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

% acquisti da grossista A1 – Nord Ovet A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole ITALIA

fino a 30% 14,0% 12,5% 11,8% 14,9% 13,6%

31-60% 28,6% 24,4% 27,2% 32,7% 28,9%

61% e oltre 57,4% 63,2% 60,9% 52,4% 57,6%

Tot acquisti 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

% acquisti tramite altri canali A1 – Nord Ovet A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole ITALIA

70

fino a 30% 50,0% 47,6% 55,6% 60,0% 53,0%

FERRAMENTA&CASALINGHI

31-60% 31,3% 14,3% 11,1% 15,0% 18,2%

61% e oltre 18,8% 38,1% 33,3% 25,0% 28,8%

Tot acquisti 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

I canali di approvvigionamento Il canale di approvvigionamento prevalente per le ferramenta italiane è sempre il grossista: i dati dell’ultima rilevazione di M&T confermano quindi quanto già emerso in precedenza. Questa la situazione, canale per canale e area per area. Gli acquisti diretti presso le aziende produttrici rappresentano mediamente fino al 30% degli acquisti totali per il 26,8% (il 2% in meno rispetto alla rilevazione precedente e più spesso nelle regioni centrali, dove la frequenza di risposte sale al 32%, e un po’ meno al Sud); il 37% degli operatori intervistati acquista invece direttamente dall’industria per il 31-60% (2 punti percentuali in più rispetto alla rilevazione precedente; più spesso al Sud, che sfiora il 40%, meno nel Nord Est, che supera appena il 32%); il volume d’acquisto dal produttore supera il 61% nel 36,2% dei casi (quota stabile, con un picco positivo nelle regioni del Nord Est, del 38,2%, e uno negativo nel Centro, del 32,1%). Il grossista, come anticipato, è il principale centro di approvvigionamento. Le ferramenta usano questo canale per meno del 30% degli acquisti nel 13,6% dei casi (dato in calo di un punto percentuale, che al Sud scende dal 16% al 14,9%) e per una quota compresa tra il 31 e il 60% nel 28,9% dei casi (dato stabile, ma che vede il Sud salire dal 31,8% al 32,7%); il 57,6% degli operatori, invece, deve al grossista oltre il 60% degli acquisti (dato in aumento dell’1%) in tutte le aree tranne che al Sud (52,4%) e in particolare nelle regioni nordorientali (63,2%). Gli acquisti presso altri canali, infine, rappresentano fino al 30% del totale per il 53% degli operatori (perdendo altri 3 punti percentuali nell’ultima rilevazione, dopo l’1,5% in meno rispetto a due anni fa), dal 31 al 60% per il 18,2% di essi (dato del 3% più elevato) e oltre il 61% per il 28,8% delle ferramenta, con un valore massimo nel Nord Est, pari al 38,1%, e minimo al Sud, pari al 25% (ma in > quest’area era pari al 18,8% un anno fa).


analisi

% clienti privati A1 – Nord Ovet A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole ITALIA

fino a 30% 19,1%2 16,7% 13,4% 11,3% 14,7%

31-60% 8,4% 28,0% 30,9% 34,7% 31,0%

61% e oltre 52,5% 55,3% 55,7% 54,0% 54,3%

Tot clienti 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

% clienti operatori professionali A1 – Nord Ovet A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole ITALIA

fino a 30% 62,6% 65,9% 67,0% 60,1% 63,4%

31-60% 29,7% 25,0% 26,3% 31,1% 28,5%

61% e oltre 7,7% 9,1% 6,7% 8,7% 8,1%

Tot clienti 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

% clienti aziende A1 – Nord Ovet A2 – Nord Est A3 – Centro A4 – Sud e Isole ITALIA

72

fino a 30% 48,4% 52,9% 59,2% 64,2% 56,4%

FERRAMENTA&CASALINGHI

31-60% 28,4% 28,0% 26,5% 25,0% 26,9%

61% e oltre 23,2% 19,1% 14,3% 10,8% 16,7%

Tot clienti 100,0% 100,0% 100,0% 100,0% 100,0%

M&T è una società specializzata in interventi di trade intelligence, realizzati da professionisti provenienti da diversi settori della consulenza aziendale, e in servizi di marketing e customer satisfaction, basati sui più avanzati strumenti informatici e su una puntuale conoscenza degli operatori dei canali distributivi, censiti con i database georeferenziati MMASMicro Marketing Analysis System.

La segmentazione della clientela Marketing & Telematica ha intervistato gli operatori del settore anche in merito al tipo di clientela cui si rivolgono. L’utilizzatore privato rappresenta oltre il 61% della clientela per il 54,3% delle ferramenta (un peso leggermente minore si rileva solo nel Nord Ovest, che scende al 52,5% ), dal 31 al 60% per il 31% di esse (in questo caso al Sud la quota sale al 34,7% e nel Nord Est scende al 28%) e fino al 30% per il 14,7% degli operatori (quota in leggera diminuzione, che oscilla dal 19,1% del Nord Ovest all’11,3% del Sud). Nel 63,4% dei casi gli utilizzatori professionali costituiscono fino al 30% della clientela (con picchi nelle regioni del Centro che arriva al 67% - dato di 2 punti percentuali inferiore rispetto alla precedente rilevazione e di altri 2 rispetto a quella di due anni fa), dal 31 al 60% per il 28,5% di essi (il Sud supera il 30%) e oltre il 61% per l’8,1% delle ferramenta (dato in leggero aumento, con valore massimo nel Nord Est, apri al 9,1% e minimo al Centro, pari al 6,7%). Infine, le aziende valgono fino al 30% della clientela per il 56,4% degli operatori intervistati (un anno fa erano il 59,3% e due anni fa il 62%), dal 31 al 60% per il 26,9% (anche in questo caso il peso è più elevato di 2 punti percentuali rispetto all’ultima rilevazione e di altri 2 rispetto alla rilevazione di 2 anni fa) e oltre il 61% per il 16,7% delle ferramenta (da■ to sostanzialmente invariato).


analisi

lampadine

di Anna TONET

BEGHELLI

www.beghelli.com Le lampadine GranRisparmio, a risparmio energetico e a tecnologia LED per l'illuminazione domestica, consentono di risparmiare fino all’85% di energia e hanno una durata di 35 mila ore di vita. La gamma ECOLed è composta da otto versioni di prodotto, con modelli dotati di attacchi E14, GU10 e GU5.3 e sono disponibili in diverse temperature di colore.

BOT LIGHTING

www.botlighting.com Bot Lighting con il marchio Shot ha introdotto nel campo dei led la nuova linea chiamata Led Art, di grande efficienza luminosa ed economicità, la cui durata supera di molto quella delle lampade a risparmio energetico, ma con un design che si avvicina ai modelli delle lampade a incandescenza. La base ceramica assicura un rapido raffreddamento del led e garantisce una ineguagliabile robustezza. La linea comprende le goccia da 4 W, 6 W, 10 W, la sfera da 2/3 W, l’oliva 2/3 W e la piccola pera da 1,5 W di potenza. Completa la gamma la linea Led Lux con lampada a led spot in alluminio (in foto a sinistra)con finitura cromata o satinata con base GU10 e GU 5,3 da 4,5 W, 5 W, 6 W, 7 W.

La riduzione dei consumi equivale anche a un minor inquinamento prodotto con la scelta delle lampade a risparmio energetico. Le proposte sono diverse, anche con il richiamo alle lampadine tradizionali a incandescenza fino al recupero e riciclo dei materiali derivanti dalle lampadine a fine vita per la nuova produzione.

Lampadine: forme moderne o tradizionali ma sempre efficienti 74

FERRAMENTA&CASALINGHI


analisi

FERRITALIA

www.ferritalia.it

CENTURY ITALIA

www.century-italia.it Aria Led è una lampada a goccia molto leggera che sostituisce le lampade a incandescenza da 40, 60 e 75 W, senza compromettere qualità e quantità della luce. Disponibile a 4-7-9 Watt, ha durata fino a 30.000 ore.

Lampada fluorescente Minispirale, a destra, elettronica a risparmio di energia. Luce calda 2700 °K; 7 Watt, attacco E14, diametro 30 mm e lunghezza 97 mm. Sotto, modello Globo.

GE LIGHTING

www.gelighting.it Le lampade LED della gamma Decor e Omnidirezionale sono disponibili nelle potenze da 1,2 fino a 12 Watt, emettono la quantità di luce equivalente a sostituire sorgenti quali incandescenze e alogene da 10 fino a 60 W, con finitura opale e chiara e nelle forme a oliva, a goccia, sferica, a globo e a fiamma, negli attacchi E14 ed E27.

GP BATTERIES

www.gpbatteries.it CFL Mini Half Spiral, lampada a basso consumo in classe A, 5 Watt, attacco E14, luce calda, 300 Lumen e durata 8000 ore. Più a destra, modello 20 W, attacco E27.

LA FILOMETALLICA

www.imperialampade.it Megaman lampada led standard a risparmio energetico, 8 Watt, 230 Volt, 240 Lumen, classe energetica A, attacco E27. Dimensioni: larghezza/Ø: 60 mm, lunghezza: 118 mm, profondità: 60 mm. Temperatura di colore 2800 °K e durata 25.000 ore. A destra della foto, modello Led Sfera.

OSRAM

www.osram.it La gamma di lampade led Osram Parathom garantisce un elevato risparmio di energia, lunghissima durata, ridotta emissione di calore e offre una varietà nella scelta delle tonalità di luce bianca o colorata. Modelli a disposizione: goccia, candela, sfera e globo per le lampade ad incandescenza con attacchi E14 ed E27, quali Parathom Classic A, B, P, Parathom Globe e le forme delle lampade alogene con riflettore integrato con Parathom R50, PAR 16 e MR16. A sinistra della foto, modello Parathom Classic A60, a destra, A75 Advanced.

PHILIPS

www.philips.com Tornado, lampadina a risparmio energetico (fino al 78%) a spirale, attacco E27, potenza 23/106 W, tensione 220 V, durata 12.000 ore (12 anni). Alto livello di output luminoso, forma a spirare, bianco caldo. Dimensioni lampadina (altezza): 118,5 mm. A sinistra, lampadina Led 11 W, attacco E27, bianco caldo.

FERRAMENTA&CASALINGHI

75


analisi

lampadine

SIBA

RELCO GROUP

www.relcogroup.com Lampadina Led Leuci a bassissimo consumo funzionante a tensione di rete direttamente sostituibile a una lampadina a incandescenza o fluorescente con attacco E14 o E27. Angolo di diffusione di 300°. Disponibile nelle tonalità bianco freddo e bianco caldo. Ra>70. Totalmente priva di emissioni elettromagnetiche, raggi infrarossi e ultravioletti.

www.sibautensili.com Proposta da Siba, la linea di lampadine Samsung Pleomax a basso consumo energetico è disponibile nei modelli classici a 2/3/4 tubi e a spirale e nei nuovi modelli micro (globo, GLS Classic T). Tutti i modelli sono disponibili nei vari tipi di Watt, di attacco (E27 e E14) e di luminosità. A destra, Candle 5 è un modello a candela indicato per abat jour e lampadari. A sinistra, Globe da 7 W, attacco E27.

SODIFER

www.sodifer.com Lampadina alogena a risparmio energetico, modello GU10 a marchio Labor, 40 Watt, 51x55 mm. Numero di cicli di accensione 4000; tempo di avvio 0,1 secondi; temperatura colore 2800 °K, durata ore 1.000 e flusso luminoso 625 lm. A destra della foto, modello Bulbo A60, 42 W, E27.

VALEX

www.valex.it Con un packaging completamente rinnovato per individuare l’articolo scelto, la nuova gamma di lampadine a basso consumo è disponibile con attacco E14 ed E27 e potenza dai 9 W ai 60 W (480-3900 lumen).

VIGLIETTA GROUP

www.viglietta.com

WIVA GROUP

www.wivagroup.com Ottenuta da materiali riciclati, derivanti da lampade arrivate a fine vita e con il riutilizzo del mercurio delle stesse, Ekò(a destra in foto) è una lampada spirale T2 con attacco E27 (15 - 20 – 24 Watt) ed E14 (9 – 11- 15 Watt). Durata di vita: 12.000 ore, colori disponibili: luce calda, naturale fredda; classe energetica A e flusso luminoso da 550 a 1650 lm. A sinistra, Royal, luce calda, E27.

76

FERRAMENTA&CASALINGHI

Le lampade a basso consumo Blinky, in classe energetica A, garantiscono una resa luminosa 4 volte superiore rispetto alle comuni lampade a incandescenza. La lampada luce calda, (più in alto nella foto) 20 led, ha elevata resa luminosa, attacco E14, 200 lumen e offre fino al 90% di risparmio, una durata fino a 25.000 ore ed è priva di sostanze pericolose. Più sotto, Blinky 3 tubi, luce calda.


analisi

L’opinione di ASSIL ASSIL è l’Associazione Nazionale Produttori di Illuminazione, federata Confindustria ANIE. Le imprese ASSIL, con un fatturato globale di circa 2.700 milioni di euro, rappresentano circa il 65% del fatturato complessivo italiano del comparto e occupano circa 10.000 addetti.

Abbiamo chiesto a Roberto Barbieri, Capo Gruppo Tecnico Legislativo e Vicepresidente ASSIL-ANIE, Associazione Nazionale Produttori di Illuminazione, federata ANIE, il parere sul settore e sulle attività per assicurare un adeguato smaltimento delle lampadine. Come valuta l'andamento del segmento lampadine (consumer e non industriali) e quali prospettive intravede in esso? Il segmento delle lampade nel settore consumer (principalmente per uso domestico/residenziale) è oggi caratterizzato da una profonda trasformazione tecnologica che rappresenta una opportunità di mercato per tutta la filiera, dal produttore, al distributore, all’utilizzatore finale. Purtroppo però la situazione generale economica sta penalizzando la crescita dei volumi di vendita anche dei prodotti più innovativi ed efficienti, determinando così una significativa contrazione del mercato delle lampadine.

Rimangono comunque intatte le aspettative degli operatori del settore che prevedono nel prossimo futuro un andamento in crescita per le lampadine a risparmio energetico (sia alogene sia fluorescenti compatte), in particolare per quelle dotate di tecnologia a LED. Quali sono le iniziative che i produttori potrebbero proporre per incentivare un corretto uso delle lampadine a risparmio energetico? Come produttori ANIE-ASSIL da anni abbiamo intrapreso iniziative per incentivare un uso corretto delle lampadine a risparmio energetico. Abbiamo promosso e finanziato attività di marketing per comunicare all’utilizzatore finale i benefici generati dall'uso delle lampadine più efficienti e segnalato anche le modalità per applicarle correttamente nei vari ambienti domestici. Abbiamo dedicato un sito www.lampadine-efficienti.it che fornisce informazioni per risparmiare in bolletta, per leggere correttamente l’etichetta energetica, per capire quale dimmer e quali nuove lampadine utilizzare, come smaltire in modo corretto. Nei prossimi mesi il sito sarà aggiornato sulla base delle novità che emergeranno dai nuovi Regolamenti di prossima pubblicazione. Abbiamo inoltre lavorato per ridurre notevolmente i costi delle lampadine a risparmio energetico, continuando a garantire le più eleva-

te performance qualitative dei prodotti sia in termini di efficienza sia in termini di durata. Quali ulteriori sforzi si possono fare per incentivare il corretto smaltimento e riciclo delle lampadine? La nostra Associazione opera stimolando costantemente i consorzi preposti alla sensibilizzazione del mercato in merito a raccolta e smaltimento delle lampade. Queste sorgenti luminose fluorescenti, compatte e non, sono prodotti che fanno risparmiare energia, ma che contengono delle sostanze pericolose e che vanno di conseguenza correttamente raccolti e trattati in appositi impianti. Durante la loro sostituzione è perciò necessario maneggiarle con cura evitandone la rottura. Soprattutto non devono essere gettate nella pattumiera o nel cassonetto e bisogna separarle dai rifiuti solidi urbani affinché vengano avviate al corretto processo di ritiro e riciclo. Per evitare che le lampadine finiscano in discarica la norma ha stabilito la predisposizione di appositi centri di raccolta, detti anche isole ecologiche, dove i rifiuti di lampadine sono ritirati dai Consorzi di Produttori. Per conoscere il punto di raccolta più vicino, è possibile consultare il sito www.cdcraee.it, all’interno della sezione “Comuni” (Lista dei Centri di Raccolta per Area Geografica), dove si possono trovare le ■ informazioni più aggiornate. FERRAMENTA&CASALINGHI

77


Tagliando

Il tagliando auto low cost è online

diretto.it

Stufi di pagare cifre esorbitanti per il tagliando auto? Bene, da oggi sul web esiste un’alternativa low cost per la manutenzione della vostra compagna a quattro ruote. Si tratta di tagliandodiretto.it, il rivoluzionario servizio di tagliandi auto online. Il funzionamento è semplicissimo e si riassume in tre passaggi: calcoli gratuitamente il preventivo sul sito www.tagliandodiretto.it, acquisti online ed effettui il tagliando scegliendo una tra le officine aderenti alla rete sul territorio italiano. Utilizzo di ricambi certificati, altissimi standard qualitativi e la certezza

Agente esclusivo per l’Italia

Top Brand Logistics

di un preventivo senza sorprese al momento del pagamento: questi i segreti di un servizio che permette di risparmiare anche fino al 70% rispetto ai costi delle officine autorizzate dalle case automobilistiche. A questi vantaggi si aggiunge poi la sicurezza del mantenimento della garanzia del veicolo. Già, perché molti pensano che per realizzare un tagliando, e soprattutto per salvaguardare la garanzia del mezzo, ci si debba rivolgere per forza alle officine autorizzate delle singole case costruttrici. Ma non è così. Infatti, il regolamento n.1400/2002/CE, noto come Decreto Monti e suc-

cessivamente integrato dal Regolamento 461/2010/CE, stabilisce che un’auto possa essere tagliandata in una qualunque officina, purché vengano rispettate alcune regole fondamentali, come l’utilizzo di ricambi certificati, la sostituzione delle parti meccaniche usurate e il rispetto scrupoloso delle caratteristiche specificate nel libretto di manutenzione. Tutti parametri rigorosamente rispettati dalle officine Tagliandodiretto.it. Siete pronti a risparmiare sul tagliando della vostra auto? www.tagliandodiretto.it

Tagliando

diretto.it

Sai subito quanto spendi

Scegli l’officina più vicina a te

PREZZO MEDIO NAZIONALE 202* €

Tagliando

diretto.it

iva inclusa

97€

Risparmi il 52%

Fiat Panda 1.3 D Multijet - Cv 75 Anno 2011 - Ispezione annuale

Acquisti online

PREZZO MEDIO NAZIONALE 223* €

Tagliando

diretto.it

iva inclusa

105€

Risparmi fino al 70%

Mantieni la garanzia

PREZZO MEDIO NAZIONALE 237* €

Tagliando

diretto.it

iva inclusa

121€

Risparmi il 53%

Risparmi il 49%

Toyota Yaris 1.3 VVT - i - Cv 100 Anno 2009 - Ispezione 45.000 km / 3 anni

VW Golf V 2.0 TDI - Cv 140 Anno 2005 - Ispezione 90.000 km / 6 anni

Abbiamo tagliato i costi del tagliando La rivoluzione nel mondo della manutenzione auto: il tagliando ora è online! Sapevi che dal 2002 puoi fare il tagliando mantenendo la garanzia in qualsiasi officina e non solo in quelle delle case automobilistiche autorizzate? La normativa di riferimento è il regolamento europeo n.1400/2002/CE, noto come Decreto Monti. Per info: www.tagliandodiretto.it *Prezzo ricavato su base statistica nazionale partendo da dati forniti da Eurotax, da ritenersi a titolo indicativo. Le immagini dei modelli riprodotti sono di proprietà dei legittimi titolari. Il loro utilizzo ha il mero scopo di illustrare il servizio.


Progetto

Top Brand Logistics

Grazie ad AUTOLL avrai grandi prodotti, spazi espositivi curati e massima visibilitĂ  sul territorio!

Il progetto Autoll ti permette di avere un settore Automotive sempre fornito e all’avanguardia; inoltre, ti garantisce una forte rotazione dei prodotti e una grande affluenza di pubblico grazie ai prezzi aggressivi ed alle iniziative promozionali come il volantino distribuito sul territorio, l’utilizzo di promoter nel punto vendita e la grande visibilità fornita da forex, vele ed espositori di forte impatto sulla clientela.

In queste pagine potete osservare alcune installazioni realizzate nei numerosi punti vendita che hanno aderito al progetto AUTOLL.


Top Brand Logistics

NON ASPETTARE, CHIAMACI al 02-265.15.532/544 o SCRIVICI mdegiorgi@lubex.it - stage@lubex.it


zoom

Axel Group

Garage ed elettrico: i due nuovi marchi Axel

“A

prescindere dai momenti di mercato più o meno propizi, le aziende devono continuare a sviluppare progetti e a proporli sul mercato, in maniera propositiva e costruttiva”. Lo dice e lo fa il gruppo Axel, che allarga la propria proposta aggiungendo due nuovi marchi: Garage e Materiale Elettrico. Si tratta di due nuove famiglie all'interno delle quali si identificano due mondi importanti, di riferimento per il mercato tradizionale e non solo. E salgono così a nove le famiglie di prodotto personalizzate del Consorzio di Bassano del Grappa. “Per noi - ci dice il Presidente Biagio Delle Cave - è vitale fortificare le nostre famiglie merceologiche a brand. La nostra strategia è chiara da tempo e dobbiamo perseguirla, soprattutto in momenti di mercato come quelli attuali, senza scossoni o cambiamenti di rotta. Il mercato ha bisogno di idee chiare e di linearità nei comportamenti; la clientela richiede ad Axel una maggior ampiezza, una cura della qualità e del servizio e una tutela del margine. E noi ci stiamo muovendo proprio in questa direzione: la nascita di queste due nuove categorie è una risposta concreta e verificabile di come il gruppo percepisca le esigenze del mercato e cerchi di tradurle in azioni pratiche”. 82

FERRAMENTA&CASALINGHI

Garage e Materiale Elettrico: due nuovi marchi, due famiglie importanti che toccano due momenti precisi nella richiesta del consumatore finale. Nel primo caso, Garage, con prodotti specifici che vanno dalla cura dell’auto al gruppo elettrogeno per la gestione delle emergenze; nel secondo caso, materiale elettrico di diverso tipo, che comprende due gamme essenziali per la famiglia come la spinotteria e le lampadine, prodotti definiti “pedonabili” e che attraverso i loro importanti volumi sostengono la divulgazione nel marchio all’interno dei nuclei familiari. “Queste due famiglie - chiosa Sandro Cascino, socio Axel e membro del Comitato Ferramenta - mancavano nel nostro programma di personalizzato. La motivazione nell’aver atteso tutto questo tempo va ricercata nella nostra volontà di cura dei dettagli, forse a volte eccessiva, ma determinante per poter sostenere un progetto che basa tutto sull’aspetto qualitativo e di certificazioni dei prodotti stessi. Oggi è facile comprare, l’offerta è enorme, ma la qualità non sempre è ricercata. Noi di Axel sappiamo che senza qualità, senza la logica di integrazione tra private label e grande marchio, non è possibile dare al rivenditore la vera arma in più che necessita, fatta di semplicità, chiarezza e concretezza al banco nei confronti di un consumatore sempre più > www.axelgroup.it esigente e selettivo”.


zoom

Annovi Reverberi

AR Blue Clean, la forza della tradizione

L

a volontà di tutela della filiera distributiva è un punto determinante nella strategia di Annovi Reverberi. Non c'è spazio all'interpretazione, ma solo punti chiari e ben definiti che fanno del gruppo di Modena un riferimento importante nel panorama dei produttori italiani e non. Per il mondo idropulitrici, la strategia distributiva già adottata da diversi anni da questa storica azienda modenese si esprime attraverso i suoi tre marchi: AR Blue Clean, Black&Decker e Michelin, dove il primo, suo marchio storico, è dedicato solo ed esclusivamente al mercato tradizionale attraverso grossisti di riferimento, rivenditori tradizionali e specialisti di settore. Quattro unità produttive tra Italia e Cina, quasi trecento addetti diretti, un fatturato che ha superato nel 2011 i 110 milioni di euro con una previsione di crescita anche in un anno difficile come quello attuale: sono questi i punti cardinali grazie ai quali si orienta la logica di come fare mercato e distribuzione per AR Blue Clean. Per meglio comprendere la strategia di casa Reverberi, abbiamo voluto sapere come loro stessi interpretano e vivono il mercato. Commenta Francesco Pollastri, responsabile vendite Italia: “Il mercato offre tantissima offerta e fare la differenza oggi non è facile. Noi partiamo dai nostri 55 anni di storia, anni in cui la qualità è sempre stata assolutamente al primo punto. La nostra esperienza, che prende spunto dalla costruzione della pompa stessa, da sempre ci porta a curare i dettagli in maniera maniacale. I nostri prodotti spesso trovano collocazione all’interno di macchine finite che valgono venti volte il valore del nostro componente; per questo siamo abituati a lavorare con estrema perizia, la stessa che utilizziamo quando noi stessi produciamo un prodotto finito desti-

84

FERRAMENTA&CASALINGHI

nato alla vendita. AR Blue Clean per volontà storica vuole essere il marchio per il rivenditore tradizionale. Nella prossimità, nel vicinato, il nostro marchio è fortemente riconosciuto: come detto abbiamo la sua storicità e il fatto che il componente stesso è presente sia in agricoltura sia nell'industria (in centinaia di migliaia di trattori, aziende agricole, impianti di lavaggio)”. Si tratta di una gamma importante, quindi, dove la ricerca dei particolari punta a fare la differenza. “Quello che il nostro gruppo di lavoro ha fatto in questi anni è stato un percorso molto importante - ci dice Roberto Guicciardi, responsabile marketing -. L’aver voluto dedicare questo marchio al mercato tradizionale ha voluto significare credere nel tessuto di prossimità, nel negozio della porta accanto, dandogli fiducia e valore spendibile quotidianamente. Noi riteniamo che la distribuzione italiana abbia ancora molto da dare e da spendere, e in questo il tradizionale ha ancora un percorso di crescita importante a prescindere dalla distribuzione organizzata; le due cose per noi sono parallele, stimolanti ma non si ostacolano assolutamente. Serve lavorare sulla formazione e noi produttori per primi abbiamo ancora molto da fare, ma crediamo che - a prescindere dal contesto attuale - siamo assolutamente sulla buona strada”. Filiera distributiva protetta, rivenditore che vive l’azienda come fosse la propria e soprattutto totale consapevolezza che senza questo gioco di squadra non si potrebbero raggiungere risultati importanti: tutto questo è la forza > www.annovireverberi.it della tradizione.


zoom

Socim

Michelin e Sottozero: la qualità passa di qui Oltre ai marchi offerti, l'azienda bresciana può giocarsi una carta in più: quella del servizio. L’attuale congiuntura economica, ben nota a tutti, ha imposto all’intero mercato una severa logica selettiva con l’imprescindibile necessità da parte di tutte le aziende, utilizzatori o distributori, di operare in modo veloce ed efficiente. In tale ottica si è indirizzata l’attività di Socim che, grazie a un'efficiente struttura logistica, è in grado di recepire correttamente gli input del mercato, di elaborarli efficacemente e di garantire un servizio all’altezza di quanto il mercato richiede.

>

86

www.socim.it

FERRAMENTA&CASALINGHI

>

www.michelinfootwear.com

D

opo l'accordo siglato a fine 2011 e il lancio della nuova gamma di calzature di sicurezza a marchio Michelin, Socim prosegue nella sua graduale politica di aggiornamento e implementazione delle gamme di prodotti, continuando però a sviluppare e sostenere il progetto Michelin. Nei primi mesi del 2012, infatti, l'azienda bresciana si è impegnata nel far conoscere al proprio mercato di riferimento (rivendita di ferramenta, attrezzatura per edilizia e articoli tecnici) le peculiarità della nuova gamma, che Socim ha concepito e sviluppato su licenza avvalendosi di affermati designer e tecnici. Il risultato è una proposta articolata in tre linee di prodotto e caratterizzata da suole appositamente studiate per specifici campi di utilizzo; sono suole ispirate agli pneumatici Michelin e quindi ne rispettano gli standard qualitativi e i plus prestazionali. Per meglio formare il rivenditore sulle peculiarità di questa gamma, oltre a “educare” la propria forza vendita, Socim ha sviluppato uno specifico sito web (www.michelinfootwear.com) di facile ed esauriente consultazione. E per il prossimo autunno? “È previsto l’inserimento nel programma di vendita di nuovi prodotti del settore anticaduta - ci anticipa la direzione aziendale - che saranno caratterizzati da proprietà di ergonomia e praticità d’uso, come attualmente il mercato richiede. Per la prossima stagione autunno/inverno tornerà di attualità tutto il settore d’abbigliamento da lavoro antifreddo in tutte le sue declinazioni, dai giubbotti ai gilet, dai pile alle felpe, con interessanti soluzioni per i capi in softshell o in alta visibilità”. Il riferimento è al marchio Sottozero, il programma di Socim che negli anni il mercato ha imparato a conoscere e apprezzare; Sottozero ha saputo affermarsi grazie soprattutto alla vastità di gamma offerta (capi di abbigliamento tecnici antifreddo) e alla qualità intrinseca di tutti i prodotti.


Via Masaccio, 16 42124 Reggio Emilia Tel. 0522 518953 Fax 0522.506061 Email: info@gruppogieffe.eu

CORRADINI LUIGI Spa Via Masaccio, 16 - Mancasale 42124 Reggio Emilia Tel. 0522.514362 - Fax 0522.514370 Email: info@corradiniluigi.it

FABRIZIO OVIDIO ferramenta Spa Via Oderzo, 31 - 31040 Mansuè (Tv) Tel. 0422.741494 - Fax 0422.741596 Email: commerciale@fabrizioovidio.com Web: www.fabrizioovidio.com

FRANZINELLI VIGILIO S.r.l. Vicolo Liceo,13 - 38100 Trento Magazzino: V. Nazionale, 2 - 38060 Besenello (Tn) Tel. 0464.839361 - Fax 0464.839310 Email: info@franzinelli.com - Web: www.franzinelli.com

LAMURA S.r.l. Via S. Maria degli Ulivi, 1 84036 Sala Consilina (SA) Tel.0975.45524 - Fax 0975.545684 Email: info@lamura.it - Web: www.lamura.it


zoom

Kemper Group

L’innovazione si salda con la qualità

G

iovane, dinamica e propositiva, forte degli oltre 60 anni di presenza sul mercato, Kemper continua il processo di sviluppo partito lo scorso anno con la cartuccia Kemap e presenta nuove soluzioni nel mondo della saldatura. Gli investimenti continui in ricerca e sviluppo hanno reso possibile il lancio di prodotti innovativi anche in settori diversi da quello storico della saldatura e più specifici per il bricoleur o l'hobbista. Vediamo nel dettaglio come si concretizza l'innovazione nel gruppo Kemper.

Lampada per saldare Professionale Tornado Le nuove lampade per saldare sono un esempio della capacità innovativa che il Gruppo Kemper è in grado di offrire al vasto mondo dei professionisti esigenti. Le nuove proposte vanno ad affiancare ai modelli KE 2018 e KE 2019 i modelli 770 e 775 Metal, tutti presentati con un nuovo design, nuovi materiali e nuove caratteristiche tecniche. Al nuovo design brevettato per una fiamma professionale modello Tornado si aggiunge il beccuccio con fiamma a punta fine per saldobrasatura professionale. Per una maggiore sicurezza d'impiego, è stato posto un indicatore del senso di apertura e chiusura, mentre un'impugnatura bimateriale termoplastico e gommato assicura una presa ottimale. Non dimentichiamoci che, come tutte le lampade per saldare a marchio Kemper, anche i nuovi modelli sono dotati di sistema di sicurezza brevettato antisblocco cartuccia.

Saldatore Professionale Kempomatic Il nuovo saldatore Kempomatic 1063, grazie alle punte intercambiabili, raggiunge il massimo della versatilità. Le punte Turbo L adatte per saldature forti e dolci con fiamma con effetto a vortice efficiente (permette un riscaldamento uniforme del tubo) effettuano saldature in tubazioni di rame, mentre con le punte a fiamma fine si ottengono saldobrasature più concentrate e circoscritte, grazie a una fiamma precisa e stabile. L’impugnatura è ergonomica e il prodotto può essere utilizzato con facilità in tutte le posizioni, questo grazie al sistema antiribaltamento interno.

Kit pirografo professionale 1500 PRO è sicuramente uno dei prodotti di punta del Gruppo Kemper legato al mondo della pirografia e ai suoi professionisti. Con il nuovo kit, le incisioni su materiali come legno, sughero e cuoio sono più facili e precise, grazie ai due livelli di potenza, all'impugnatura ergonomica gommata antiscivolo e al supporto a bracci regolabili. In dotazione sono previste 7 punte per saldare, tagliare, incidere e decorare. Al di là della comprovata qualità del prodotto, quello che colpisce l'utilizzatore è la cura e il dettaglio con il quale è stato concepito, aspetti che rendono il pirografo uno strumento professionale di grande impatto estetico.

88

FERRAMENTA&CASALINGHI

>

www.kempergroup.it


INTERN ATIONAL BUILDING EXHIBITION

In collaborazione con

Bologna, 18-21 ottobre

UN NUOVO SAIE PER UN NUOVO COSTRUIRE

www.saie.bolognafiere.it Viale della Fiera, 20 - 40127 Bologna - Tel. 051 282111 - Fax 051 6374013 - saie@bolognafiere.it - bolognafiere@pec.bolognafiere.it


zoom

ALMAPlast

Alberto Mori, socio amministratore ALMAPlast; accanto la responsabile commerciale Amalia Fontana.

Una nuova alba per ALMAPlast

L

a nuova realtà che si presenta oggi sul mercato, ancora sconosciuta all'utilizzatore finale, è invece apprezzata da molte importanti aziende che operano nel suo settore: quello degli accessori per irrigazione. Specializzata dal 1996 nella produzione di tubi in PVC per il giardinaggio, l'agricoltura e l'uso tecnico, ALMAPlast da sempre ha adottato una politica di produzione per conto terzi. Dal suo stabilimento di Colonnella (Teramo) ogni anno escono oltre 50 milioni di metri di tubi, che vanno ad approvvigionare le più rinomate aziende di accessori per l'irrigazione e da oggi anche gli scaffali di ferramenta e centri brico.

Un momento della fase produttiva e un esempio di packaging del prodotto finito.

Infatti, forte dell’esperienza acquisita in anni di fabbricazione per conto terzi, ALMAPlast ha concepito una linea completa di tubi per irrigazione da giardino/agricoltura e una linea di tubi tecnici con il marchio “Performance Tubi”, realizzando in breve tempo tutta la documentazione necessaria per presentarsi in modo incisivo ad un mercato altamente selettivo (cataloghi, listini-prezzo illustrati e confezioni in quadricromia particolarmente accattivanti). “È giunto il momento di presentarci sul mercato in prima persona – afferma Alberto Mori, socio amministratore dell'azienda –. Abituati a lavorare con dei capitolati di qualità rigidissimi, abbiamo acquisito una abitudine al rispetto della qualità senza compromessi e siamo pronti per offrirla al mercato”. E che dire degli standard di produzione e dei tempi di consegna? Grazie a una struttura interna snella ed efficiente e ai suoi 8.000 mq di stabilimento a disposizione (di cui 2.000 per la produzione e ben 6.000 per i magazzini), ALMAPlast è in grado di garantire tempi di consegna flessibili e molto rapidi, con una dinamica inusuale per la categoria di appartenenza. Inoltre, ben strutturata finanziariamente, ha la possibilità di tenere rilevanti quantità di prodotto in stock, con innegabili vantaggi per i clienti. Infatti, nonostante un certo numero di clienti esteri, ALMAPlast ha deciso di dedicarsi con particolare attenzione al mercato italiano, organizzandosi con una completa rete di vendita di agenti guidati da due capi area con decenni di esperienza nel settore. Le prerogative per un'azione vincente sul mercato ci sono tutte: la qualità del prodotto e l'efficienza organizzativa si sommano al valore di persone giovani e dinamiche che collaborano in azienda. >

90

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.almaplastsrl.it


SPONSOR

Due giorni di incontri dedicati al futuro del gardening italiano

presentano

e

PATROCINATO DA

MEDIA PARTNER

L'ingresso è gratuito. Si consiglia la prenotazione su www.mondopratico.it

Gardening retail in tempi di crisi

JOHN STANLEY

ore 10.30 Pad 7 Sala 7B

14 settembre

venerdì

Gli strumenti di efficienza e anti-crisi

PAOLO MONTAGNINI

ore 14.30 Pad 7 Sala 7B

13 settembre

giovedì


focus

prodotti in primo piano > Sono disponibili altre vetrine sul portale www.mondopratico.it

FISCHER PANFILM

Ponte termico? L’ascesa di Thermax

Proposte di mascherature

Un cono isolante in nylon ad alte prestazioni e rinforzato con fibra di vetro, che interrompe il flusso termico attraverso la parte metallica del fissaggio. Si presenta così il nuovo fischer Thermax, il sistema di fissaggio termicamente isolato per carichi distanziati, ideale per applicazioni in edifici trattati con sistemi a cappotto. Se fino ad oggi i carichi distanziati necessitavano di spessori in ferro o blocchi in legno, con discontinuità nell’isolamento termico, con fischer Thermax il problema è risolto, perchè il sistema annulla i ponti termici, fissando in modo rapido, facile ed efficace, senza l'impiego di alcun attrezzo speciale. Fischer Thermax JUNIOR M8 e M10 sono il fissaggio ideale per veneziane, insegne, grondaie, fermaimposte, lampade esterne, impianti di allarme, cassette delle lettere. Fischer Thermax M12 è indicato per il fissaggio di condizionatori, tende da sole, insegne, ponteggi, scuri. > www.fischeritalia.it

La linea Mascheratura offre un’ampia gamma di soluzioni per proteggere le superfici all’interno o all’esterno degli involucri edilizi ed è questo il caso di Joint 600, un nastro a rete adesiva per cartongesso distribuito da Panfilm. Questo speciale nastro adesivo è in fibra di vetro tessuta, trattato con apprettatura antialcalina, e si può applicare in modo rapido e facile sulle giunture dei pannelli in cartongesso. La posa si effettua attraverso una pressione manuale, stendendo il nastro in corrispondenza dei buchi o delle fessure o tra le giunzioni dei pannelli. Nel caso in cui occorresse risolvere il problema di screpolature o fessure, Panfilm propone Copricrepe 605, un nastro riparafessure in TNT molto sottile, che può essere verniciato senza che si creino muffe. La sua elasticità si adatta al movimento del muro, presentando un'ottima adesività e un'alta proprietà di estensione trasversale. >

www.panfilm.it

FANTON

L’adattatore che gira il mondo BLACK & DECKER

36 Volt Litio, 11 volte soddisfatti 36 Volt Litio è il nome della nuova linea di prodotti a batteria per il giardino presentata da Black & Decker. Tutti gli undici modelli che compongono la nuova gamma sono dotati di tecnologia al litio, garantiscono prestazioni elevate fino al consumo completo della batteria e sono caratterizzati da un'ottima praticità di utilizzo data l'assenza del filo. Inoltre si contraddistinguono per maneggevolezza e prestazioni: la batteria al litio, infatti, più leggera del 40% rispetto alle batterie NiCd, migliora ulteriormente il rapporto peso/potenza dell'utensile, semplificandone la manovrabilità. La gamma, che comprende tagliasiepi, tagliabordi, sega potatrice, elettrosega, sfoltirami, cesoia e il kit cesoia-sfoltirami, richiede pochissima manutenzione e di contro ha un bassissimo impatto ambientale.

USB Travel è l'adattatore universale da viaggio con uscita USB proposto da Fanton. Non importa quale sia la località di destinazione: con USB Travel non esiste più il problema di alimentare gli apparecchi quando si è in viaggio, perchè risulta compatibile in oltre 150 Paesi. L'adattatore, infatti, può essere utilizzato su prese con standard europeo, americano e inglese; inoltre una comoda uscita USB permette di alimentare e ricaricare direttamente tutti gli apparecchi dotati di questo connettore, come ad esempio Smartphone, tablet, lettore MP3 e MP4, fotocamere, ecc. >

>

92

FERRAMENTA&CASALINGHI

www.blackanddecker.it

www.fanton.it


focus

I più visti del mese di giugno Il nostro sito è sempre attento a dare spazio alle novità proposte dal mercato. Ecco i prodotti che hanno ricevuto più visite nel mese di giugno.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

STILFER I vasi Symbiotic sono il primo risultato della collaborazione Stilfer & Enneplastica tra Stilfer e Enneplastica Group: una fusione di know-how Group: simbiosi perfetta settoriale e produttivo tra le due aziende. STAS Il sistema perfetto di Stas

Praticamente invisibile, il sistema Stas è concepito per appendere i quadri in modo flessibile senza bucare le pareti. I quadri potranno essere spostati e raggruppati per tematiche.

ECOPLAST Ecoplast per tutte le esigenze

La gamma dei secchi Ecoplast si articola in secchi: da muratore, con becco, con strizzatoio... passando quindi da referenze dedicate al settore edile ad altre per il casalingo.

DI MARTINO Le prestazioni uniche di Uniqa

UNIQA è l’innovativa pompa a zaino presentata da Di Martino, ad azionamento manuale e potente come un motore. Con pochi azionamenti della leva, si ottengono pressioni di 5/6 bar.

CERERIA C. NAPPI Le nuove Fiaccole Medium alla citronella accendono le serate. Il Ceraio garantisce: 130 gr di paraffina nello stampo in allumiLe nuove fiaccole nio per 5 ore di durata, con il 3% di profumo essenziale. alla citronella MASIDEF Le 1.500 referenze di Masidef

Uno dei fiori all’occhiello di Masidef è il settore di articoli di ferramenta funzionale per mobili che conta oltre 1.500 referenze, per riparazione o ottimizzazione di ogni tipo di arredamento.

MORGANTI Dalla nuova linea di utensili a marchio Tactix, un pratico Portautensili completi assortimento 24 pz chiavi a bussola e inserti per avvitatore con cricchetto; ottimo rapporto qualità-prezzo. e professionali DOMUS INDUSTRIALE Non solo casseforti

L’innovazione e la ricerca di nuove opportunità di business rappresentano il segno distintivo di Domus, come lo spioncino digitale intelligente Intellicorder.

IDRO-BRIC 6.000 articoli per ogni esigenza

Presente da circa un ventennio nel mercato italiano ed europeo, Idro-Bric produce articoli di largo consumo definiti per lo più “prodotti idraulici per la casa” attraverso GDO e GDS.

APEX

Fantasie da promozione Bubbles, Carolina e Love: sono le tre linee fantasia che Apex sta offrendo in promozione fino a fine ottobre. Per attirare maggiormente l'attenzione del consumatore sul prodotto e sul risparmio, i Set Scopa e le Palette di queste tre linee sono posizionati in file di 4 all'interno di appositi box studiati per la promozione. I durevoli manici delle Scope, dotati di puntale forato, sono in acciaio termoformato, leggero e resistente. Le morbide setole in poliestere assicurano poi pavimenti sempre puliti e senza graffi, si adattano a ogni superficie e inclinazione per raggiungere anche i punti più nascosti della casa. Le Palette, invece, grazie al morbido inserto in gomma, raccolgono lo sporco senza alcuna difficoltà e, una volta finito di pulire, possono essere facilmente agganciate ai manici delle rispettive scope, evitando così inutile disordine.

BAYER Bayer offre una gamma completa di prodotti anti parassiGerani perfetti per tutta tari per prendersi cura dei gerani e permettere di avere la stagione, con Bayer finalmente dei fiori perfetti.

NARDI

Bora anche in salotto Riprende il nome di un vento, la seduta in resina proposta da Nardi, dalle linee pulite che si adattano ad ambienti outdoor e indoor. “Leggera e fresca come il vento”, ha una struttura tubolare robusta senza interruzioni, con profili e spigoli arrotondati; seduta e schienale formano un tutt'uno con la sagoma della sedia. L’alta qualità dei materiali e dei dettagli, insieme a una struttura essenziale e ricercata, fanno di Bora una seduta dal tratto forte e deciso, ma allo stesso tempo estremamente versatile. Inoltre è leggera, maneggevole e impilabile, le sue misure sono ampie e permettono un appoggio comodo e sicuro. Realizzata con resina di alta qualità atossica e antistatica, è prodotta interamente in Italia ed è riciclabile al 100%. > www.nardigarden.it

>

www.reapex.com


focus

BETAFENCE

Un lusso di recinzione Per soddisfare l’esigenza di recinzioni per la protezione di giardini, parchi e aiuole che non rinuncino a un’estetica piacevole, Betafence ha ideato Luxanet, una robusta rete elettrosaldata dal design ornamentale. Dotata di doppio filo di vivagno all’estremità, Luxanet si caratterizza per gli speciali fili orizzontali (di diametro 2,20 mm) provvisti di una triplice ondulazione per ogni maglia; questa struttura conferisce alla rete una resistenza più del doppio superiore rispetto alle tradizionali reti elettrosaldate. Le maglie rettangolari sono inoltre abbinate a maglie tonde, a vantaggio della robustezza della rete. Per garantire un’elevata durata della recinzione, Luxanet viene zincata e plasticata in PVC. Disponibile nel colore verde muschio e in rotoli da 25 m, è presente in diverse altezze (da 41 a 142 cm). Luxanet si posa facilmente con il Palo Tondo. >

www.betafence.it

KÄRCHER ELETTROCANALI

Se la USB è integrata Basta dover ricorrere a caricabatteria specifici: Elettrocanali arricchisce la gamma con moltiplicatori e multiprese a cui è possibile collegare direttamente moderni dispositivi elettronici grazie alle prese USB integrate, da 5V e 1A max. La disponibilità di una multipresa frontale consente di collegare spine a standard P30 Schuko o spine italiane standard da 10 o 16A, mentre le due multiprese laterali accettano prese a 10 o 16A. La versione moltiplicatore è dotata della particolarità di avere la spina girevole per adattarsi alla posizione della presa. La multipresa dotata di 2 prese USB e di 5 multiprese inclinate a 45° che accettano le spine P30 Schuko e le spine italiane a 10 o 16A, ha la particolarità di essere dotata di interruttore a pedale con indicatore luminoso.

>

94

www.elettrocanali.it

FERRAMENTA&CASALINGHI

L’irrigazione “che fa la differenza” Riprendendo il pay off aziendale (“Karcher makes a difference”) la multinazionale tedesca presenta la nuovissima gamma Irrigation: un'offerta completa per chi ama piante e giardino, composta da pistole e ugelli, connettori e adattotori, spruzzatori, tubi e unità timer. Della linea di unità d'irrigazione, presentiamo WE 90/72, un sistema d'irrigazione automatico da usare con irrigatori, impianti a scomparsa o sistemi goccia a goccia. I 72 programmi previsti da questa unità permettono di scegliere la modalità più adatta alle esigenze delle proprie piante. Munito di display LCD, incorpora un sensore pioggia che percepisce la precipitazione e la considera nel piano d'irrigazione, risparmiando così se necessario energia, denaro e proteggendo l'ambiente. Come tutta la linea dei sistemi di irrigazione automatica Karcher, anche WE 90/72 è compatibile con i sistemi a click presenti sul mercato. >

www.kaercher.it

DAMI FERRUCCIO

Il jolly nella... valigetta La valigetta è quella portautensili e il jolly è l'utensile Joker a marchio Wera, una chiave a cricchetto (fissa e ad anello) distribuita da Dami Ferruccio. Un attrezzo che può essere usato in qualsiasi situazione, risolvendola al meglio: versatile, studiato per avvitare e svitare con facilità viti e dadi a testa esagonale. Disponibile in quattro misure (10, 13, 17 e 19 mm), Joker presenta una struttura particolare, che riduce il rischio di perdere viti e dadi, permettendo un avvitamento rapido anche nelle posizioni più difficili. Inoltre, un angolo di richiamo ridotto permette di avvitare comodamente la vite anche senza girare la chiave: un dettaglio importante che aiuta soprattutto negli spazi angusti. La chiave è realizzata in acciaio al cromo molibdeno e rivestita con nichel cromo per garantire prestazioni elevate e una forte resistenza alla corrosione. > www.damicosmos.com


focus CAMPING GAZ ITALIA

Per una fresca estate Per mantenere cibi e bevande freschi anche fuori casa, il marchio blu Campingaz propone la linea Pic Nic, il cui utilizzo risponde anche a esigenze tipiche della vita in città. Quando ci si muove tra negozi o bancarelle, il carrello Picnic Quad 30 è ideale: un pratico shopper termico a due ruote che assicura la giusta conservazione dei cibi freschi o surgelati. Maneggevole grazie alla sicura maniglia telescopica con 2 regolazioni, il carrello è realizzato con una struttura in metallo che lo rende resistente e permette il trasporto di un carico notevole. La linea Pic Nic include anche le tre versioni small, medium e large di Freez'Box, che rappresentano un'evoluzione nel concetto di snack box. Con una capacità che varia da 1 a 3 litri, le vaschette Freez'Box sono la soluzione ideale per preservare gli alimenti dal caldo estivo anche in città. Per una gita fuori porta o per un picnic da godere senza rinunciare alle comodità Campingaz propone la borsa termica Picnic, realizzata in due versioni da 18 o 28 litri. E ancora, Urban Picnic Lunch Bag, il prodotto ideale per riporre il pranzo o lo spuntino e avere la certezza di ritrovarlo fresco e integro. Dotato di vano per inserire il Freez'Pack e di 2 vaschette rappresenta senza dubbio un prodotto vincente. >

www.campingaz.it

STANLEY

Il max della precisione con Fat Max Per tutte quelle situazioni in cui occorre avere una corretta misura dell'inclinazione, come nella messa in opera di un tetto o nella posa delle tubature, Stanley ha sviluppato la nuova livella digitale Fat Max®, che massimizza le caratteristiche di precisione e funzionalità. Precisa perchè ha uno scarto di soli 0,10° a 0° e 90° e di 0,20° sugli altri angoli. Funzionale perchè permette di effettuare la lettura dell’angolo a 360° sia in posizione dritta che capovolta ed emette un segnale sonoro a 0°, 45° e 90°. Inoltre, è dotata di base magnetica, di una pratica impugnatura nella parte superiore e di due bolle antichoc a 0° e 90°. La nuova Livella Digitale, disponibile in tre lunghezze, permette di memorizzare e visualizzare i valori delle rilevazioni su un pratico schermo LCD; inoltre registra ben 9 misurazioni che possono essere poi richiamate, velocizzando il lavoro dell'utilizzatore.

>

SPONTEX

Una pellicola di freschezza Per mantenere i cibi freschi più a lungo risparmiando tempo, spazio e denaro, Spontex lancia sul mercato un rivoluzionario coperchio capace di ricreare il sottovuoto con un solo gesto. Il coperchio Press & Fresh, in realtà, è una pellicola sigillante: riutilizzabile, è idoneo al contatto allimentare; è impilabile e quindi facilmente riponibile in piccoli spazi; è resistente, ermetico, flessibile e adattabile a ogni tipo di contenitore e materiale come vetro, ceramica, metallo, plastica; inoltre può essere riposto in freezer, utiizzato in microonde o lavato in lavastoviglie. Per adattarsi alle diverse esigenze, i coperchi con pellicola sigillante Press & Fresh sono disponibili in diverse misure: small e medium, ideali per tazze e ciotole mentre la misura large è perfetta per insalatiere e pentole (con Ø fino a 30 cm), garantendo sempre la massima ermeticità. >

www.spontex.it

MELICONI

L’allegra funzionalità di Twister Come trasformare un classico in qualcosa di nuovo? Variando o aggiungendo delle funzioni all'oggetto. È quello che ha fatto Meliconi con Twister, la nuova centrifuga asciuga insalata che diventa anche una festosa insalatiera. Con il suo design innovativo e i colori moda, Twister diventerà una “insostituibile amica in cucina”: asciuga e serve, in un unico recipiente multifunzione. Disponibile nella dimensione da 26 cm, ha il coperchio girevole, comodo e pratico dall’impugnatura ergonomica e pratici piedini in gomma antiscivolo; declinata nei due colori fashion verde lime e fucsia, si accompagna con l'insalatiera satinata e trasparente.

>

www.meliconi.it

www.stanley.it

FERRAMENTA&CASALINGHI

95


Esperti di Posa Entra nel 1° Albo Nazionale

Corso di qualificazione professionale per posatori di serramenti

Prenota la guida al prezzo di € 50 anzichè € 80

Nuova guida alla posa in opera dei serramenti Per produttori, installatori, progettisti e imprese edili

- INVIARE VIA FAX AL NUMERO 0522 732836 VORREI AVERE ULTERIORI INFORMAZIONI SUL CORSO POSATORI VORREI ACQUISTARE N°_____ COPIE DELLA GUIDA AL COSTO DI € 50 + € 10 (Spese di sped.) Pag. in contrassegno nome

cognome

azienda

codice fiscale

partita iva

via

cap

città

tel.

fax

mail

provincia

Nel rispetto del D.Lgs. 196 del 30/06/2003, art.13, le parti si danno reciprocamente informativa e relativo consenso al trattamento dei dati; indicandoci i vostri dati avrete l’opportunità di ricevere aggiornamenti su prodotti e iniziative di LegnoLegno. ai sensi dell’art.7 del codice potete esercitare il diritto di cancellazione dei vostri dati dai nostri archivi dandocene tempestiva comunicazione. In riferimento al D.Lgs. 196/2003, per la diffusione dei miei dati ad aziende e professionisti del settore per comunicazioni tecniche e commerciali. - Presto il consenso - Nego il consenso Firma

Per informazioni: Maela Montanari Tel. 0522.733011 - maela.montanari@legnolegno.it - www.legnolegno.it


Maggi. Nuovi per evoluzione, speciali per passione. Tutte le migliori idee nascono per realizzare desideri. Per questo Maggigroup® dedica al punto vendita sempre nuove opportunità per soddisfare le esigenze della vostra clientela, con l’attenzione di sempre alla qualità. Maggi, prodotti per passione. Nuova linea Cinghie in poliestere con fibbie metalliche Le nuove cinghie per fissaggio carichi di Maggigroup® fanno davvero la differenza. Il nastro in poliestere ad alta resistenza e le fibbie metalliche in acciaio zincato o verniciato, rendono il prodotto particolarmente resistente e durevole. La gamma offre portate da 300 a 3000 Kg.

Prodotti: Corde - Catene - Fili e trecce - Accessori

www.maggigroup.com

Nuova linea Cintini per tapparelle in polipropilene e cotone Una gamma di cintini Maggigroup® per tapparelle, disponibili anche in versione “doubleface” per dare ai vostri clienti la più ampia possibilità di scelta cromatica. Disponibili in tre diverse grammature: dalla più leggera per tapparelle standard a quella più pesante per i modelli blindati.

Settori: Bricolage lavori in casa - Giardinaggio lavori all’aria aperta - Vacanze, tempo libero e sport


Ferramenta&Casalinghi - luglio 2012