Page 1

“Sono arrivato vestito da DONNA” Pag. 15

HA TENTATO IL SUICIDIO pianificando di gettarsi da un viadotto Pag. 22 Trimestrale - Agosto 2012

DA TANTI FALLIMENTI A IMPRENDITRICE DI SUCCESSO

NAYRA ha deciso di aprire l’atelier, un fatto che coincide

perfettamente con la congiuntura economica attuale

Pag. 10

Il cancro al polmone

NON HA VINTO Nell’andare a lavare i capelli, caddero in una volta sola nelle mie mani. La scena era spaventosa”. Pag. 4

PRIMA

LA SOLIDARIETÀ NON HA LIMITI Il tuo sangue può fare molto per gli altri ed è indispensabile! Pag. 19

INVALIDA per il resto della vita

IL MARITO A CONFESSATO CHE

non voleva vivere per sempre con una persona così Pag. 5

“Avevo CATTIVE amicizie”

“La mia famiglia era preoccupata.” Pag. 20


2 // Sommario Note della redazione

Superare… in 1° persona Anche se alcune foto possono ferire la sensibilità del lettore, queste non sono finzione e molto meno hanno effetti speciali. Ogni caso selezionato e che figura in questa 2° edizione di questa rivista è stato accuratamente scelto, studiato e confermata la sua veridicità. Perché erano gli “scarti” della Società, i casi persi, gli “irrecuperabili”, la loro voce doveva essere ascoltata affinché altre milioni possano farsi sentire in futuro. Portatori di cancri mortali, criminali, spacciatori, viziati, disperati... tutti condannati, ma tutti contraddicono anche l’etichetta che gli era attribuita: “Non c’è più niente da fare...” “IO ERO COSÌ...”, è come dice ogni inizio di storia di cambiamento di vita ed è per questo che nessun altro nome sarebbe tanto adeguato per questa nuova pubblicazione. Ma, andiamo ai fatti, che cosa hanno fatto queste persone? In alcuni casi non è neanche necessario che raccontiamo la storia, ma... che cosa avevano di speciale che i loro casi specifici hanno contrariato le aspettative? La risposta è solo una: NIENTE! Sì, niente... perché il rovescio non è dovuto a loro specificamente, ma a ciò che loro hanno fatto quando hanno trovato l’opportunità della vita: AGIRE! La porta stava sempre là, loro sono solo passate per essa e, senza preconcetti, hanno ricevuto consigli pratici ed intelligenti, a loro disposizione affinché SUPERASSERO la loro condizione.

inedito “Tornai a vivere!”

Sogno realizzato Pag. 10

Mangiavo molto e disorientatamente praticamente non assaporivo i cibi Pag. 6

Lui ha dato il Suo Spirito in modo che tu abbia vita” Pag. 13

Andavo con cattive amicizie Pag. 20

Oggi tutto è diverso

“Volevo dare una vita degna a mio figlio” Pag. 11

Scheda Tecnica 2° Edizione – 2012

Creato da: Comunità Cristiana dello Spirito Santo Sito: iurditalia.org Tel.: 0644702566 Circ.: 20.000 copie Diffusione: Italia Distribuzione: Gratuita

Ambedue collezionavano fallimenti in amore Pag. 16

Editore: IURD Coordinazione Generale: Júlio Freitas Direttrice: Jeanette Vaz Redazione: Nilza Vaz Impaginazione: Andreia Duque, Diogo Mourinha, Elsa Gomes Collaboratori: Mónica Soares e Rudneia Meneses


PENSI CHE LA TUA VITA È SANA?

salute

res aurata

Hai seguito un’alimentazione equilibrata, mantieni uno stile di vita sano, ma anche così, la tua salute è stata la tua più grande preoccupazione, allora non voltare pagina! Continua a leggere, per la tua salute! La salute è uno degli aspetti essenziali per sentirsi bene con se stessi e raggiungere i propri obiettivi. Ma, sarà che hai seguito la giusta direzione? La realtà è che, nella maggior parte dei casi, l’essere umano desidera appena essere felice, ma esiste sempre qualcosa che glielo impedisce e la mancanza di salute è uno dei più grandi ostacoli per una vita piena. Se i debiti stanno aumentando, e la salute diminuisce, la pace e l’amore sono in bilico, forse quello che ti serve non è il denaro, come si è giunti a credere, ma una soluzione concreta.

L’OLIO?

Questa potrebbe essere la domanda di molte persone che leggono questo testo in questo preciso momento; Si, l’olio, non un olio qualsiasi. L’Olio di cui parliamo e quello citato in molte occasioni in tutta la Bibbia, l’Olio consacrato. Assai inverosimile? Perché non c’è come testarlo! Scopri di che materia è fatta la tua fede!

OGNI MARTEDÌ, RICEVI, GRATUITAMENTE, IL TRATTAMENTO ALTERNATIVO CON L’UNZIONE CON’OLIO ALLE 10:00 - 16:00 e 19:30

SALUTE

EQUILIBRIO SPIRITUALE

PROTEZIONE

“Qualcuno di voi è infermo? Chiami gli anziani della chiesa, ed essi preghino su di lui, ungendolo di olio nel nome del Signore, e la preghiera della fede salverà il malato e il Signore lo risanerà; e se ha commesso dei peccati, gli saranno perdonati.” (Giacomo 5.14-15) “Ma quanto a voi, l’unzione che avete ricevuto da lui dimora in voi e non avete bisogno che alcuno v’insegni; ma, come la sua unzione v’insegna ogni cosa ed è verace e non è menzogna, dimorate in lui come essa vi ha insegnato.” (1 Giovanni 2.27)

UNIONE

FAVORE

“Non toccate i miei unti e non fate alcun male ai miei profeti.” (Salmi 105.15) “Ecco, quanto è buono e quanto è piacevole, che i fratelli dimorino assieme nell’unità! È come l’olio prezioso sparso sul capo...” (Salmi 133.1-2) “Hai amato la giustizia e odiato l’iniquità; perciò Dio, il tuo Dio, ti ha unto con olio di letizia al di sopra dei tuoi compagni.” (Ebrei 1.9)

ROMA - Viale di Porta Tiburtina 18/20, zona San Lorenzo (a 500 metri dalla Stazione Termini) o nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo più vicino a te.

Chiesa Cristiana

AMICO24ORE 06 447 025 66

iurditalia.org

DO V E LA V I TA S I V E DE !


4 // Salute DOPO

IL CANCRO ai polmoni I più comuni tumori maligni aumentano del 2% ogni anno nell’incidenza mondiale. Si stima che entro il 2030 ci saranno 12 MILIONI DI MORTI PER CANCRO in tutto il mondo.

PRIMA

Il 90% dei casi diagnosticati sono associati al consumo dei prodotti del tabacco.

Nella prima sessione, andando a lavare i capelli, caddero in una sola volta nelle mia mani. La scena era spaventosa”

IL CANCRO AI POLMONI RAPPRESENTA IL 12,7% di tutti i nuovi casi di cancro.

Il cancro ai polmoni

NON HA VINTO!

Questo neoplasma è divenuto più frequente nella popolazione mondiale ed è una delle cause più comuni di morte per tumore nel mondo

Q

uesta è la terribile diagnosi che, da un momento all’altro ha dovuto affrontare Helena Soares, di 39 anni. Tutto è cominciato con un’anemia profonda, seguita da un tumore alla testa e problemi polmonari, finendo con la scoperta di un cancro maligno ai polmoni. Perse completamente la struttura della sua vita, lasciandola abbastanza debilitata. Riuscì a recuperare solo quando suo marito ha iniziato a partecipare in diverse preghiere della Chiesa Cristiana dello Spirito Santo. Helena si ricorda che tutto è cominciato con forti dolori muscolari, specialmente nel braccio e

nella spalla destra, fino a che ha preso conoscenza che a causa dell’anemia aveva bisogno di un trattamento. “So che in parte è colpa mia, perché nonostante aver costatato il problema non mi prendevo cura della mia salute come dovevo. Mi alimentavo male, passavo la maggior parte del tempo a mangiare quello che non dovevo e mi resi conto che stavo male a causa di un malessere. Nonostante facessi un trattamento, il dolore al braccio non diminuiva e diventava sempre più insopportabile”, ricorda. In un esame più approfondito, Helena disse che i medici trovarono un cancro

Circa il 30% dei farmaci per il trattamento del cancro sono per via orale e nei prossimi anni arriverà all’ 80%

ai polmoni, e questo la lasciò completamente sconvolta. SCONVOLGIMENTO EMOTIVO Quando Helena scopri il problema, spiega, che al di là di conoscere la Parola di Dio, si sentiva abbattuta. “Volendo o no, finiamo per disanimarci un pò, anche per la condizione fisica. In un solo mese rimasi completamente debilitata, fui sottomessa a un’operazione chirurgica al cervello per l’estrazione di un coagulo e affrontai la tanto temuta chemioterapia. Per farvi un idea, dopo la prima sessione, nel andare a lavare i capelli, loro caddero in una volta sola nelle mie mani. La scena era spaventosa”, racconta. Ma, nonostante la negatività medica, che in-

sisteva nell’affermare ad Helena che il suo caso era complicato, lei replicava, non accettava e garantiva: “La fede parlò più alto. Siccome stavo in ospedale e non riuscivo ad andare in chiesa, mio marito pregava per me. Mentre io lottavo contro la malattia da quasi un anno, mio marito faceva le preghiere della guarigione nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo e, di fatto, la mia salute è stata completamente restaurata, causando un gran stupore in tutti. In poco tempo, ho recuperato le forze, l’autostima, la vita stessa ed oggi grazie a Dio, non ho alcun segno di difficoltà. Ovviamente faccio tutti gli esami richiesti dal medico, però non viene trovato nulla”.

IL PIÙ COMUNE Fin dal XX secolo, il cancro ai polmoni era considerato una malattia rara, ma i dati dell’istituto di Oncologia rivelano che è diventato il più comune fra tutti i tumori maligni. Nel

90% dei casi, il cancro ai polmoni è associato al consumo dei prodotti di tabacco. Questa neoplasia è diventata la più frequente nella popolazione mondiale e la causa più importante di morte per cancro nel mondo.


Ogni martedì viene fatta l’unzione con l’olio per la guarigione di qualsiasi dolore o malattia Senza condizioni economiche, malata e sola, pensò che l’unica soluzione era la morte

PRIMA

CORPO BRUCIATO Il marito di Rosa non voleva vivere per sempre con una persona così

Invalida per il resto della vita Rosa Pinheiro era nata già malata, ma era lontana dall’immaginare il percorso verso il basso che la sua vita avrebbe sofferto...

S

offrì per 30 anni con la bronchite asmatica. Nonostante i medici dicevano che la malattia sarebbe passata in 7 anni, questa con il passare del tempo, peggiorava sempre di più, causandole crisi sempre più gravi. Varie volte entrò in ospedale, come morta. Parallelamente, fu rigettata dal padre, che non la riconosceva come figlia, facendola sentire come la “pecora nera” della famiglia. Per sfuggire da quella situazione ha scelto il matrimonio, ma fu un fallimento, perché il suo adesso ex-marito l’aggrediva con violenza, arrivando ad aggredirla con il coltello. Ad aggravare la situazione, la sua casa subì un esplosione, lasciando Rosa con il corpo in gran parte ustionato. I medici gli dissero che sarebbe rimasta invalida, non poteva più lavorare e sarebbe dipesa per sempre dagli altri. Il marito gli confessò che non sarebbe riuscito a vivere per sempre con una persona “invalida”, perché avrebbe limitato la sua vita, e per ques-

to l’abbandonò con il figlio a carico. RISCOPRIRE LA VITA La stessa malattia di cui ancora era vittima assalì suo figlio: la bronchite asmatica cronica. Senza condizioni economiche, malata e sola, pensò che

l’unica soluzione era la morte. Diverse volte arrivò al punto estremo di prendere compresse per commettere il suicidio, ma come poteva lasciare il suo unico figlio da solo? L’ideale sarebbe stato quello di morire insieme... In questo contesto di dolore e sofferenza, era come una pazza, non si riconosceva, non sapeva dove andava, rimaneva senza muoversi. Psicologi e psichiatri non riuscivano a toglierle quel dolore che la consumava. Fu in questo modo che, portata da una zia, partecipò ad un incontro nella Chiesa Cristiana. Il cambiamento cominciò a succedere, esattamente a partire da quel momento. Con la stessa misura che si consegnava a Dio veniva liberata dai traumi, dallo squilibrio emozionale e da tutte le malattie. Oggi lavora, non soffre più di bronchite asmatica o di qualsiasi altra malattia e il suo corpo è completamente restaurato. Per chi desiderava, più di tutto la morte, attualmente esprime piacere e voglia di vivere!

Esaurimento “E

ro molto pessimista e negativa, mia madre era molto nervosa fino al punto di picchiarmi per qualunque motivo. Soffrivo d’insonnia ed ero molto triste. Oggi sono una persona completamente diversa perchè dentro di me ora esiste Dio!” Eucileia Andrade - Torino

3 anni con

male alle spalle

Non trovavo una spiegazione per tutto ciò che sentivo e vivevo”

S DOPO

30 MILIONI

Circa la metà della popolazione italiana soffre di una malattia cronica. Un tipo di patologia, che cresce di circa il 2,5% all’anno nel gruppo degli anziani e rappresenta circa il 60-80% delle spese sanitarie, secondo gli esperti.

offrivo di stati d’ansia, attacchi di panico, causati da sofferenze familiari. Non trovavo una spiegazione per tutto ciò che sentivo e vivevo, ma sempre ho creduto in Dio con tutta la mia fede. Ho trovato una pubblicità su un giornale, della consegna dell’Olio Consacrato di Gerusalemme. Oltre all’olio consacrato, mi hanno colpito le testimonianze, in particolare una che parlava di guarigione tramite l’unzione con l’olio. Ad oggi, frequentando la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo e facendo le preghiere, sono stata guarita dagli stati di ansia, attacchi di panico e dai dolori che avevo alle spalle da tre anni. Oggi ho salute perfetta grazie a Dio” Maria Pia - Roma


6 // Salute Bulimia In Italia un milione di donne soffre di disturbi alimentari: anoressia e bulimia. Il loro tasso di mortalità è 12 volte superiore a quello delle donne sane. Le ragazze non si piacciono: 7 su 10 hanno problemi ad accettare il loro corpo e sono alle prese con seri problemi di alimentazione. STATI D’ANSIA

ALTERAZIONI DELL’UMORE

STRESS

“TORNAI A VIVERE!” “Mi sentivo impotente e cercavo di riempiere il vuoto con il cibo, ma non ci riuscivo.”

A

15 anni fa ho iniziato a soffrire di bulimia senza ancora sapere di che si trattava, in seguito consultando il mio medico di famiglia si è accorto del mio disagio. Mangiavo molto e disordinatamente, praticamente non assaporivo i cibi, fino alla sazietà estrema. Consultato in seguito il medico, ha confermato la bulimia, dovuta ad un grave e doloroso problema: il disfacimento della mia famiglia. A causa di un disturbo mentale di mio marito, che lo portava a molestare le mie figlie, quindi essendo l’unica in famiglia in grado di proteggerle da lui, perché non potevamo separarci da lui, in quanto non c’erano testimonianze per una denuncia, e io sono stata costretta per tanto tempo a stare in guardia. Questa situazione mi ha portata ad un disturbo nervoso, che si è manifestato nella bulimia. Sentivo un vuoto, mi sentivo impotente e cercavo di riempire il vuoto con il cibo, ma non ci riuscivo. Dopo che le mie

“Mangiavo molto e disordinatamente, praticamente non assaporivo i cibi, fino alla sazietà estrema” figlie hanno deciso di non denunciare, ho chiesto il divorzio, e nonostante mi fossi allontanata da lui la malattia è continuata, per la mancanza della famiglia in cui credevo. In 15 anni di questa malattia, il mio fisico si è gonfiato molto. La malattia è diventata totalmente invalidante che non sapevo come uscirne, e non trovando la soluzione, sono arrivata alla Chiesa Cristiana, e tramite la mia fede e l’aiuto dei pastori che sono stati disponibili, ho ricevuto la mia guarigione.” Giuseppina Muratore - Roma

GLI EFFETTI Gli effetti di anoressia e bulimia sono molto gravi sulla salute. Se è vero che le donne sono le più colpite dai disturbi alimentari e che nel 20-30% la malattia diventa cronica, anche la crescita del numero degli uomini che soffrono di anoressia e bulimia e hanno un rapporto difficile con il cibo allarma gli esperti. CURIOSITÀ Secondo i medici è in aumento il numero di ragazze ammalate che hanno madri che soffrono di problemi alimentari. SINTOMI: sete, ritenzione idrica disidratazione, edemi (gonfiore di braccia e gambe), ipertrofia delle ghiandole salivari che dona al viso un aspetto paffuto, cicatrici o calli sulle nocche o segni di denti sulle mani, vertigini, spasmi e tic, debolezza ed apatia, aritmie, erosioni dentali, carie, mal di gola e raucedine, irregolarità mestruali, disturbi dell’alvo, ansia, sintomi depressivi.


Linea Amico 24ore // 7

Tu non immagini la mancanza che

questo AMICO ti fa! È attraverso la comunicazione che trasformiamo la nostra realtà e quella di chi ci sta intorno... PERCHÉ? Perché la comunicazione fa parte dell’istinto di sopravvivenza dell’essere umano. Perché tu puoi avere molti amici, ma pochi ascoltano senza giudicare. Perché conservare situazioni che causano stress, angoscia o preoccupazione causano problemi ancora più grandi, specialmente nella salute. Perché l’Amico 24ore esiste unicamente per aiutare, presentandoti soluzioni che tu, probabilmente, ancora non avevi considerato! COME? Basta telefonare, scrivere una lettera o un e-mail e entrerai immediatamente

in contatto con l’Amico 24ore. La sua risposta non si farà aspettare, la voce dall’altra parte ti darà il consiglio desiderato. Più di mezzo milione di persone ha già beneficiato di questo amico, rendilo anche il tuo! QUANDO? In qualsiasi ora del giorno, della notte o della mattina, non aspettare che il giorno si schiarisca per esprimere quello che hai nell’anima. Non prolungare la tua angoscia o sofferenza, non permettere che raggiungano il punto di non ritorno. Liberati dalla tensione che si è accumulata, giorno dopo giorno, per la mancanza di risposte ai tuoi problemi.

DOVE? In ogni Chiesa Cristiana dello Spirito Santo in Italia. Con diversi volontari, questi dedicano la vita ad aiutare le persone che hanno bisogno di cambiare il corso della loro esistenza. Ogni volontario ha l’opportunità di trasmettere la propria esperienza. Quindi, avrai dall’altro lato della linea, qualcuno che non solo capisce il tuo dolore, ma è disposto ad aiutarti.

AMICO24ORE 06 447 025 66

Come contattare l’AMICO 24ORE? TELEFONO: Internazionale: (00) 39 06 447 025 66 E-MAIL: amico24ore@gmail.com LETTERA: Amico 24ore Viale di Porta Tiburtina 18/20 00185 Roma

L’aiuto prezioso dell’AMICO 24ORE LIBERA DALLA DEPRESSIONE

“Ho chiamato l’amico 24ore molto preoccupata per mio nipote di 17 anni, che aveva la depressione. Passava i giorni chiuso in casa e aveva delle crisi violente, che lasciavano tutta la famiglia triste e angosciata. Ho dato il nome per inserirlo nel Libro di Preghiera e mi è stato consigliato di frequentare le riunioni della Chiesa Cristiana. Ho ricevuto suggerimenti che ho trasmesso alla mia famiglia e oggi mio nipote non solo è libero dalla depressione, ma è ritornato a svolgere le attività dei giovani della sua età!” Silvia // Torino

PAURA DELLA FAMIGLIA

“Contattai l’Amico 24ore perché vivevo una situazione economica molto difficile. Avevo una questione urgente da risolvere con un mio familiare e non stava andando bene, sono arrivata al punto di aver paura delle reazioni della famiglia in relazione a tutto questo. Tuttavia, quando ho chiamato l’Amico 24ore ho ricevuto la forza di cui avevo bisogno per affrontare la situazione e, nel partecipare alle riunioni della Chiesa Cristiana, ho mantenuto questa forza dentro di me e la situazione famigliare si è risolta!” Susana // Firenze

MALATTIA E DISOCCUPAZIONE

“Vivo con mia madre, che ha alcuni problemi di salute, e con mio figlio, che è piccolo. Ho contattato la Linea Amico 24ore, perché ero disoccupata e mia madre non si alimentava bene, correndo il rischio di aggravare il suo stato di salute. Ho lasciato il nome per la preghiera ed è successo che mia madre ha recuperato il suo appetito ed è sorto anche un lavoro. Ho ricevuto consigli e la forza per combattere i miei problemi quotidiani e per prendermi cura della famiglia.” Anna Maria // Roma


8 // Equilibrio Interiore

“Ero una ragazza sola” Joselyn di 25 anni, racconta la sua storia di vita, è cresciuta da sola e per questo motivo è nata una rabbia e un rancore contro la sua propria famiglia, al punto di avere voglia di morire.

“E

ro una ragazza con tante sofferenze fin da piccola, sono cresciuta senza mamma e papà e soffrivo molto. C’erano molte discussioni con mia madre, lei lavorava troppo ed io mi arrangiavo da sola per andare avanti. Poi ho sofferto un abuso sessuale e questo mi ha distrutto la vita, vivevo piangendo, soffrivo con incubi, voglia di morire e tante altre cose, ho vissuto 6 anni nel vizio dell’alcool, andavo in dis-

coteche per cercare allegria ma nulla cambiava, anzi, peggiorava ad ogni momento. All’epoca avevo dei grossi problemi con l’assistente sociale, mia madre non sapeva cosa fare, mi voleva ricoverare in un centro psichiatrico, litigavamo sempre, e a causa di un rancore fortissimo non volevo parlare più con lei. Era così forte quel rancore che lei entrava da una porta ed io uscivo dell’altra, non c’era nessun tipo di rapporto, tra noi

Oggi siamo amiche abbiamo un rapporto di mamma e figlia.” due. Un giorno mi hanno invitata a venire alla Chiesa Cristiana, allora Dio ha mi ha trasformato, mi ha tolto la voglia di morire, quel rancore contro mia madre, quella sofferenza che stringeva il mio cuore è andata via. Oggi siamo amiche abbiamo un rapporto di mamma e figlia, ho gioia di essere al suo fianco e lei è fiera di me.” Joselyn - Milano

“Ci siamo perdonati uno all’altro” “Il nostro matrimonio era quasi alla rottura a causa di tradimenti, litigi costanti e vizi, i nostri figli soffrivano anche loro perchè vedevano tutti i nostri disaccordi. Lavoravamo ma non vedevamo dove andavano a finire i soldi poichè non avevamo nulla. Umanamente non c’era come risolvere questa situazione, andava di male a peggio, ed era così sempre anche col passare degli anni, niente migliorava, ma solo peggiorava. Fu così che siamo entrati nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo e partecipando alle preghiere della famiglia ogni Domenica mattina, abbiamo imparato che la soluzione esisteva. Prima noi credevamo in Dio ma erevamo molto lontani da Lui per questo la nostra vita era come era. Oggi i nostri figli vedono unione in noi. Non ci sono più litigi nè tradimenti, abbiamo imparato a perdonare uno all’altro, abbiamo lasciato il passato alle spalle e viviamo una nuova vita, ciò che prima sembrava impossibile che potesse succedere. Siamo prosperi e non ci manca nulla, tutto questo grazie alla nostra fede in Dio.” Rochester e Liliene - Verona

Mia figlia è la prova che Dio opera il MIRACOLO! Il primario mi ha detto di stare preparata per il peggio”

“A

l 5°mese di gravidanza, ho avuto la l’oligoidramnios, il mio corpo ha smesso di produrre il liquido amniotico, importantissimo per lo sviluppo di un feto. Sono andata da diversi specialisti, fatto diverse analisi cliniche, ecografie ogni settimane, riposo assoluto, mi dice-

vano sempre che c’era il rischio che la bambina potesse nascere con gravi patologie, deformazioni scheletriche, ecc. Alla metà del terzo trimestre di gravidanza ho dovuto sottopormi ad un parto cesareo di urgenza. La bimba è nata con un gravissimo stress respiratorio, il primario era molto preoccupato, mi ha anche detto di stare preparata per il peggio. RIBALTAMENTO INASPETTATO Ma attraverso gli insegnamenti che ho imparato nella Chiesa Cristiana, non ho lasciato che quelle parole negative mi mettessero il dubbio che Dio potesse fare il miracolo, anche se vedevo mia figlia neonata, prematura, attacca-

ta alla respirazione meccanica al 100%. Ho usato la mia fede, ho pregato nel bagno dell’ospedale con tutta la mia fede e forza. Nello stesso giorno, un martedì, la bimba ha cominciato a reagire, e nella Domenica la ho portata in chiesa per la benedizione...

I dottori sono rimasti stupiti, con il suo sviluppo... Oggi lei è una bambina sana, molto vivace, cresce felice... Grazie a questo Dio che ho conosciuto nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo!” Rose - Firenze


Famiglia // 9 DISPERAZIONE La disperazione è uno stato mentale che affligge gran parte della popolazione mondiale. Recentemente il numero di casi segnalati pare in rapido aumento. La disperazione non va confusa con la depressione. Anche se alcuni sintomi sono simili, la depressione è solitamente curabile se presa in tempo, Al contrario, la disperazione è spesso incurabile e termina col suicidio.

15 anni senza sorridere

S

alvatrice Bozzari, 59 anni, aveva una famiglia piena di problemi. “Mia figlia di 20 anni era depressa, aveva attacchi di panico, sentiva un grande vuoto e il desiderio di suicidio. Lei era sempre negli psichiatri e psicologi. Io particolarmente soffrivo di molte malattie, discopatia multpipla, schisi lombosacrale, artrite reumatoide, che mi impedivano di avere una vita normale in quanto rimanevo bloccata per i forti dolori, avevo l’Erpes zoster che mi attaccava la bocca e gli occhi. Quando ho conosciuto la Chiesa Cristiana, sia io che i miei figli abbiamo dovuto passare attraverso un processo di liberazione. Dal primo giorno ho sentito una luce brillare e tornai a sognare. Ho

Mia figlia di 20 anni era depressa, aveva attacchi di panico, sentiva un grande vuoto e il desiderio di suicidio pianto d’allegria. Da quel giorno in poi tutto è iniziato a cambiare: mia figlia fu totalmente liberata, adesso lavora e io ho potuto iniziare la mia vita economica con un lavoro in una multinazionale. Oggi sono felice, dopo 15 anni senza sorridere!” Siracusa

SUICIDIO Il suicidio è il gesto autolesionistico più estremo, tipico in condizioni di grave disagio psichico, particolarmente in persone affette da grave depressione e disturbi della personalità di tipo psicotico. Ovviamente essi possono essere determinati da eventi ben pratici, quali delusioni amorose, condizioni gravi di salute, condizioni gravi familiari e economiche, ecc.

“Ho trovato la pace che sognavo!” Bevevo molto alle feste con i miei amici e discutevo con i miei genitori, perché non volevo e non accettavo consigli di nessuno.”

“E

ro un’adolescente molto ribelle, ma in realtà il nervosismo che sentivo era un tentativo di riempire il vuoto che avevo dentro di me. Bevevo e mi divertivo molto alle feste con i miei amici e discutevo con i miei genitori, perché non volevo e non accettavo in nessun modo consigli di nessuno. Pensavo di non piacere alle persone, quindi non mi fidavo di niente e di nes-

suno. Quando sono entrata nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, ho sentito qualcosa di diverso in me, ho avuto la certezza assoluta che avevo una soluzione per i miei problemi. Le mie tristezze sono diventate allegria e adesso più che mai ho un’immensa voglia di vivere, ho trovato la pace che tanto sognavo e oggi ho un ottimo rapporto con la mia famiglia!” Pablina Barrios - Roma


10 // Prosperità TANTI FALLIMENTI Nel frattempo abbiamo aperto due farmacie, tra cui una davanti ad un ospedale, ma neanche questo è stata una garanzia di prosperità

Da tanti fallimenti a

imprenditrice di successo

L

a moda è un mondo che mi è sempre piaciuto. Ho lavorato come modella, ma ho deciso di lasciare questo lavoro per studiare e dedicarmi alla carriera da stilista. Ho realizzato la mia prima sfilata nel 2007, ma non ho mai avuto delle soddisfazioni significative a livello lavorativo. Per qualche tempo ho fornito ad un negozio alcune delle mie creazioni, ma sapevo che quello non era un punto di arrivo, ma semplicemente un punto di partenza. Nel frattempo abbiamo aperto due farmacie in Brasile (abitavamo in Italia), tra cui una davanti ad un ospedale, ma neanche questo è stata una garanzia di prosperità. Dopo tante prove, spese varie, lontananza dei negozi, il nostro commercialista purtroppo è morto per un arresto cardiaco, tanti dubbi e preoccupa-

zioni abbiamo scelto di chiudere gli affari in Brasile e direzionare il nostro sguardo solamente in Italia. Dopo aver avuto una caduta incredibile di capelli che è durata per anni ho cercato la ragione di tale problema e la conseguente guarigione, ma nonostante avessi visitato cinque specialisti diversi nessuno è riuscito a trovare la causa.Tramite la mia mamma, nel 2010, ho conosciuto la Chiesa Cristiana. Questo evento mi ha dato l’opportunità di conoscere un Dio attivo, che ascolta, che parla e soprattutto che fa. E il Signore mi ha dimostrato la sua infinita potenza e misericordia facendomi riavere la mia serenità e salute. Questo è stato l’inizio, perchè dopo un tempo di pianificazioni insieme alla mia famiglia abbiamo deciso di aprire l’atelier, un fatto che coincide

perfettamente con la congiuntura economica attuale non molto favorevole, ma questo non ci scoraggia, anzi ci da una ulteriore forza per sapere che la nostra fede ci porta ad avere incredibili risposte positive da Dio che contraddistinguono le avversità attuali. Siamo in un bellissimo palazzo signorile al centro di Roma, la sfilata di lancio del mio marchio omonimo è stata realizzata in uno degli alberghi più prestigiosi della Capitale. SOGNO REALIZZATO Una conduttrice di un noto programma di TV e la vice-presidente di una delle più famose iniziative di moda dell’Italia non solo sono state presenti alla mia sfilata, ma hanno anche indossato due mie creazioni. Giorni dopo l’evento sono stata colta da una felicità incredibile quando ho visto un articolo in un noto settimanale nazionale il quale parlava del mio marchio in tutta una pagina, l’altra sorpresa positiva e che mi ha regalato immensa soddisfazione è stata quando ho visto un articolo su un famoso quotidiano italiano che parlava dei miei vestiti e dell’evento. Ascoltando la voce di Dio tramite la Sua parola ed esercitando la fede che trovo alimento e forza nelle riunioni che frequento nella Chiesa Cristiana il mio dubbio è stato cambiato in certezza, la debolezza in forza, il vuoto ha dato posto alla fede, la paura è sparita ed infine è nato il coraggio. E sono sicura che questo è solo l’inizio delle grandi benedizioni che il Signore ha destinato a me e alla mia famiglia. Nayra Laise - Roma


Famiglia // 11

Nella mia casa c’è pace e prosperità Dopo cinque anni insieme ho divorziato e ho dovuto prendermi cura di mio figlio da sola

H

o avuto un’infanzia ed una adolescenza molto difficili. Sono figlia di genitori separati e fino ad una certa età sono stata cresciuta solo da mia madre. Dopo lei si è sposata di nuovo e ha avuto altri 3 figli. Avevamo molti problemi finanziari e i problemi familiari aumentavano soltanto. Io e il mio patrigno litigavamo molto, non c’era pace nella mia casa. È stato quando ho conosciuto il mio ex-marito, pensando che lì sarebbe finita la mia sofferenza abbiamo avuto

volevo dare una vita degna a mio figlio... una famiglia che non ho mai avuto.”

un figlio, ma lì è stato solo l’inizio di più sofferenze perché lui aveva molti problemi con le droghe. Dopo cinque anni insieme ho divorziato e ho dovuto prendermi cura di mio figlio da sola, lui non mi ha mai aiutata con niente, ho dovuto tornare a vivere con mia madre che anche, non poteva aiutarmi finanziariamente. NON C’ERA UNA SOLUZIONE Con questo ho avuto vari lavori, sono stata molto umiliata, mi sentivo da sola e con una grande responsabilità. Volevo avere e dare una vita degna a mio figlio, una famiglia che fino a quel momento mai aveva avuto. UNA LUCE BRILLÒ Finché è arrivato un momento in cui ero disoccupata, con la paura di perdere mio figlio per il mio ex-marito, completamente senza speranza. Mia madre mi ha invitata ad andare nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, è stato quando ho rischiato tutto e ho messo la mia fede in pratica e non è passato molto tempo affinché Dio mi rispondesse. Oggi già sono dieci anni che ho conosciuto mio marito, abbiamo accresciuto la nostra famiglia con un altro figlio. Lui è un marito meraviglioso e nella mia casa adesso c’è pace e prosperità. Dio mi ha dato molto di più di ciò che desideravo e potevo immaginare.” Chislaine Gonçalves - Roma


L’evento che ha segnato la storia di tutti quelli che erano disposti a cambiare di vita, modificando il contenuto del loro spirito!

Lui ha dato il Suo Spirito in modo che tu abbia vita!

P

iù che un evento, “Il Tuo Spirito la Tua vita”, tenutosi il giorno 8 Aprile, nella “Domenica Santa” è stato un movimento che ha avuto come obiettivo quello di togliere lo spirito umano dallo “stato di sopravvivenza” e trasformarlo in un esempio di coraggio. L’incontro ha riunito numerose persone da tutta Italia, le quali hanno notato le proprie imperfezioni di spirito e desideravano correggerle per un proprio beneficio nella sede nazionale, a Roma. L’affluenza delle persone è stata grande. L’obiettivo è stato lo

Ricordati che:

stesso in tutta Europa: accettare Gesù Cristo come unico Salvatore nella propria vita. Cristo ha sentito dalla bocca di chi assisteva alla Sua crocifissione parole come: “Egli ha salvato gli altri e non può salvare se stesso; se è il re d’Israele, scenda ora giù dalla croce e noi crederemo in lui; egli si è confidato in Dio; lo liberi ora, se veramente lo gradisce, poiché ha detto: Io sono il Figlio di Dio”. (Matteo 27.42-43). E molte persone finiscono per essere umiliate, sentendo delle parole simili, ma cariche di un pizzico di verità, dal

momento che la loro vita, realmente, non è stata un esempio di un spirito forte. Quando Gesù consegnò il Suo Spirito, vari fenomeni fisici e naturali si sono verificati: il velo del santuario si strappò. La terra tremava, le pietre si fondevano, i sepolcri si aprivano... e lo stesso deve succedere nella tua vita, a partire dal momento in cui riceverai uno spirito nuovo, il vecchio va in declino. Le pietre dell’invidia, malattie, disarmonia in casa, disobbedienza dei figli, vizi... tutto questo deve essere distrutto!”

Lo spirito dà la vita all’essere nel mondo e, senza di esso, si è solo corpi senza vita. È in esso che sono contenute le nostre capacità intellettuali e le risorse necessarie per affrontare e vivere la vita come deve essere vissuta. Con energia, ottimismo, certezza, pace, fiducia, coraggio e pro-attivismo!


Centinaia cercheranno di cambiare il negativismo, l’incertezza, i dubbi, il conformismo e la paura per uno spirito di fede, fiducia, certezza, ottimismo, determinazione e perseveranza. Il Tuo SPIRITO è la TUA VITA! Negativismo? Incertezza? Dubbio? Conformismo? Paura? Sono questi gli elementi che hanno occupato il tuo spirito? Perché questi non erano presenti nello Spirito di GESÚ. Se il disanimo ha dominato il tuo spirito, non c’è da stupirsi che la tua vita ha rivelato i risultati che hai visto!!”

Com’è il tuo spirito? 1) Debole 2) Negativo 3) Insicuro 4) Conformato 5) Incredulo

E il riflesso delle tue decisioni? 1) Non sai cosa vuoi e né dove stai andando 2) Sai cosa c’è da fare, ma non hai le forze per farlo 3) Non credi che quello che fai andrà in porto 4) Accetti la malattia, la miseria, i problemi in casa, la disoccupazione o la solitudine come “fatalità” della vita o del tuo destino 5) Credi che niente (neanche lo stesso Dio) può cambiare la tua vita.

“Lo spirito dell’uomo lo sostiene nella sua infermità, ma chi può sollevare uno spirito abbattuto?” (Proverbi 18.14)

“Ero una persona troppo distaccata dagli altri, preferivo restare da sola che insieme agli altri. Tutto questo mi faceva una donna depressa. La mia vita economica andava di male in peggio, ma oggi grazie a Dio tutto è diverso. Ora il mio più gran piacere è servire a Dio!” Carmela - Napoli

“Avevo un enorme complesso d’inferiorità, difficoltà a trattare con la gente, mostravo di essere una persona felice ma dentro ero distrutta e piangevo molto. Ma tutto finì quando trovai la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo. Oggi sono una persona totalmente diversa!” Tatiana - Milano

Se il “riempimento” dello spirito è il CONFORMISMO, la vita “accetterà” tutto il male che gli arriva, incluso le malattie. Però, se lo spirito è “riempito” di FEDE, per questa vita, semplicemente, NON ESISTE L’IMPOSSIBILE! La persona sarà inarrestabile in qualsiasi area o progetto che si propone!

“Avevo l’epilessia, quando avevo le crisi, cadevo, avevo forti convulsioni, non riuscivo a parlare, era una vita di sofferenza, ma quando ho cominciato a ricevere le preghiere di liberazione spirituale, sono completamente guarito e non prendo più i farmaci!” Maurizio - Firenze


CENTRO - Italia

Sede Roma

Viale di Porta Tiburtina 18 (a 500 metri dalla Stz.Termini) zona San Lorenzo Tel: (+39) 06 447 025 66

Roma - Boccea

Via Andrea Alciato 1416 (Hotel Waldors) zona Cornelia Tel: (+39) 06 447 025 66

Firenze

Via il Prato 73 (Porta Prato) Tel: (+39) 055 284 501

NORD - Italia

Sede Milano

Via Padova 98 A (dalla Pza. Loreto bus 56) zona Centro Tel: (+39) 02 894 55 663

Torino

Via Gabriele Bogetto 4E (angolo Regina Mar gherita) Tel: (+39) 011 768 07 55

Mantova

Via Parma 4 (davanti allo stadio di Mantova) Tel: (+39) 327 335 48 85

Verona

Corso di Porta Nuova 16 (Hotel Mastino) zona Centro Tel: (+39) 327 335 48 85

Genova

Via Bersaglieri d’Italia, 19 (Hotel Alexander) Stz. Metro Principe Tel: (+39) 011 768 07 55

SUD - Italia

Napoli

Via Pietro Coletta 68 (Quartiere Forcella) zona Centro Tel: (+39) 081 344 99 27

Isole - Sicilia

Sicilia - Siracusa

Viale Luigi Cadorna 70 (antico cinema Mignon) Tel: (+39) 0931 185 03 23

Per avere maggiori informazioni e per sapere dove c’è una Chiesa Cristiana più vicina a casa tua visita il nostro sito iurditalia.org o chiama la linea amico 24ore.

Chiesa Cristiana dello Spirito Santo dove una vita migliore ti aspetta!


Credi di vivere un caso senza speranza? participa Domenica alle ore 10:00

Casi Persi // 15

“Sono arrivato vestido da DONNA”

“Volevo buttarmi sotto il TRENO”

Fin da bambino, Márcio Oliveira, 34 anni, pittore, mostrava un desiderio per gli altri ragazzi

Dopo

Prima

S

ospettosi e con la paura che suo figlio continuasse a mantenere uno sviluppo omosessuale quando sarebbe cresciuto, i genitori di Màrcio arrivarono a proibirgli di giocare con i ragazzi della sua età. A 13 anni d’età fu mandato dal padre in campagna, dove si è coinvolto con delle pratiche di stregoneria e ha cominciato a travestirsi. Márcio rivela che per aiutare a casa ha cominciato a prostituirsi. Secondo lui, la trasformazione era così perfetta che molti non scoprivano che lui, in realtà era un uomo. Tormentato durante la notte dagli spiriti, il giovane temeva che sarebbe stato ucciso dagli spiriti stessi, se avesse provato ad abbandonarli. Con questo, è

entrato in depressione ed è arrivato al punto di scrivere una lettera d’addio alla famiglia, perché era determinato a porre fine alla sua vita. CAMBIARE DI VITA È stato un invito di un collaboratore della Chiesa Cristiana che ha permesso il cambiamento nella vita di Màrcio.

TRANSESSUALITÁ

Si riferisce alla condizione dell’individuo che possiede un’identità di genere diverso da quello designato alla nascita, avendo il desiderio di vivere ed essere accettato come un individuo del sesso opposto. Di solito, gli uomini e le donne transessuali presentano una sensazione di disagio o inadeguatezza del proprio sesso anatomico, desiderano fare una

Screditato, lui ha resistito varie volte, fin quando, un giorno decide di visitare il luogo. “Sono arrivato alla Chiesa Cristiana come travestito e neanche lo stesso Pastore sapeva che io ero un uomo. Non sono mai stato discriminato. E nell’arco di un anno e mezzo sono diventato un frequentatore, fino al momento che ho deciso di cambiare realmente. Ho abbandonato l’apparenza femminile e ho cercato la liberazione. Non è stato facile, la trasformazione è cominciata nella mia mente, nel mio interiore e, automaticamente, il mio esteriore è cambiato. Sono stato liberato, trasformato. Affermo con tutta la convinzione che sono felice e ho pace. Tutti i miei fratelli e mia madre si sono convertiti e la mia trasformazione è stata come “dall’acqua in vino”, afferma.

trasformazione dal sesso di nascita a quello del sesso opposto (target sesso) con un aiuto medico (terapia di cambiamento del sesso) per il proprio corpo. La spiegazione dello stereotipo è quello di “una donna intrappolata in un corpo maschile” o viceversa, anche se molti membri della comunità transessuale, così come le persone fuori dalla comunità, rifiutano questa ipotesi.

“La mia vita era una tremenda delusione. Sono entrato nella droga per la perdita di mia madre, e l’abbandono di mio padre. Così mi trovai disperato e senza speranza. A causa delle cattive amicizie che facevano parte della malavita, iniziai con la delinquenza. Con tutti questi problemi, entrai in un periodo di grande depressione provando a suicidarmi. Di notte, chiuso in casa, senza lavoro, con paura di uscire, mi veniva una grande ansia, persino attacchi di panico. Quando mi alzavo dal letto il mio pensiero era di buttarmi dal balcone. Ma non l’ho fatto perché in quel momento pensavo a mio figlio e a mia moglie. Dopo tante ricerche sono riuscito a trovare un lavoro, però non era la mancanza di lavoro che mi portava la depressione, perché un giorno, mentre lavoravo, mi ritornò questo desiderio di morire, pensai di nuovo di suicidarmi, questa volta, sotto il treno. In quel momento mandai un messaggio a mia moglie, ringraziandola per tutto quello che aveva fatto per me e chiedendole di perdonarmi per il gesto che stavo per fare. Mia moglie capì tutto, e telefonò al mio lavoro per avvisare i miei colleghi che mi accompagnarono fino a casa. Fin quando, trovai un amico che mi parlò della Chiesa Cristiana, e sono andato a vedere di cosa si trattava. Era un venerdì sera, da quello giorno in poi iniziai a praticare la fede. Tutto cambiò, i sintomi di depressione sono piano piano svaniti, la mia vita iniziò a cambiare, in tutti i sensi. Dopo sei mesi che frequento la chiesa, ho una vita meravigliosa. Nel mio lavoro va tutto benissimo, non faccio più uso delle droghe, non ho più la depressione e non più fumo le sigarette. Grazie a Dio di avermi ridato una nuova vita.” Salvatore - Napoli


16 // Amore

Ambedue collezionavano

fallimenti in Amore

Sposati e felici da 14 anni, solo guardando le facce di Helena e di Juarez Nascimento, nessuno poteva immaginare il tormento che hanno passato nella loro vita sentimentale Helena Nascimento - “Quando

ho conosciuto la Chiesa Cristiana avevo problemi in aree diverse, ma quello che pesava di più era la mia vita sentimentale. Anche i miei genitori erano separati, per questo, già venivo con un riferimento negativo fin dall’infanzia. Ho sofferto 3 grandi delusioni amorose nella vita. Apparentemente, non esisteva nessuna ragione perché le relazioni finissero, in una di queste avevamo già segnato il giorno del matrimonio ed io, di punto in bianco dissi a quella persona che non volevo sposarmi. Questo mi ha causato frustrazioni, complessi di inferiorità, mancanza di autostima ed all’ultimo posto, mi ha portato al vizio. È stato solo quando sono arrivata alla Chiesa Cristiana che ho cominciato a capire il motivo perché la mia vita stava in quella situazione. Sono stata correttamente indirizzata a fare delle preghiere necessarie per pulirmi dalla oppressione e dalla amarezza che avevo nel mio interiore! Ho capito il vero valore della realizzazione sentimentale. Ho fatto la mia richiesta a Dio, ed ho cominciato a capire la grande importanza del successo nella vita sentimentale, dopo la salvezza. Io e mio marito stavamo in 2 continenti diversi ed è stato solo quando ho dato la mia vita a Dio che l’ho conosciuto! In questo momento siamo sposati da 14 anni e siamo molto felici!”

Ambedue confermiamo che ne è valsa la pena!

Juarez Nascimento - “La mia

vita sentimentale era un vero fallimento. Ho avuto una relazione di 8 mesi che non è andata bene, dopodichè un’altra relazione, ma anche questa è durata appena 1 mese. Mi sentivo molto frustrato ed ero preoccupato con la prospettiva di finire a vivere da solo. Inoltre venivo da una famiglia distrutta, dove c’erano molte discussioni e quando è finita la mia prima relazione, mi chiedevo se non c’era qualche maledizione sopra la mia famiglia. Nella prima relazione, la mia compagna apparteneva ad un’altra reli-

gione e quando sono cominciate le discussioni, allora, abbiamo deciso di finirla. Ne ho iniziata un’altra, ma solo per confermare la stessa situazione. Ho conosciuto la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo ed ho seguito un corso di liberazione. Durante 4 mesi circa, ho cercato la felicità sentimentale, fino a quando è arrivato il Fuoco Santo d’Israele. Sapevo che se non avrei lottato per la mia vita amorosa nessun’altro avrebbe lottato. Ho conosciuto mia moglie circa 1 anno dopo aver fatto il mio sacrificio ed ambedue confermiamo che ne è valsa la pena!”

“Meglio

sposato...”

Uno studio internazionale, coinvolgendo 35.000 persone, ha concluso che il matrimonio è intimamente legato alla felicità. Il 40% dei partecipanti sposati hanno dichiarato di essere molto felici, contro l’appena 24% dei single, vedovi e separati. Il vantaggio degli sposati sembra essere legato al fatto che si sentono più sostenuti. Vi sono, tuttavia, due altre spiegazioni. Le persone felici sono più predisposte al matrimonio ed a mantenere una relazione duratura.

Cosa fa la felicità? LE COPPIE CHE SONO VERAMENTE FELICI:

• Vedono opportunità dove gli altri vedono ostacoli • Si sentono amati e degni di amore • Prendono decisioni insieme • Comunicano. Sempre! • Vivono secondo le loro norme e non con quelle stabilite dalla tradizione • Hanno il senso dell’umorismo • Danno più importanza al futuro che al passato • Hanno amici in comune, al di là degli amici personali • Dividono i lavori domestici • Sanno elogiare e chiedere scusa • Hanno più somiglianze che differenze

Differenze tra lui e lei

LUI VUOLE DA LEI:

• Servizi essenziali (alimentazione, vestiti lavati, cure “maternali”) • Essere amato ed occupare il 1° posto • Tempo per lui stesso senza interruzioni

LEI VUOLE DA LUI: • Amore • Fedeltà • Gentilezza • Compromesso


Amore // 17

Studio dell’Amore Anderson Turquetti e la moglie

D Consigliere della Terapia dell’Amore

Discussioni ed insulti “Sono al punto di separarmi, le discussioni e gli insulti sono costanti e non so se il problema sono io o lei, so solo che abbiamo un problema. Molte volte, quando la cerco per fare l’amore, lei non sempre è disposta e questo mi lascia triste, arrivo a pensare che non mi ama più... lei dice di no, che mi ama molto, che per lei l’amore è rimanere insieme e che non c’è bisogno di fare l’amore. Mi sento di schifo, non so più cosa fare, a volte penso di tradirla, ma il mio amore per lei è troppo forte. Stiamo insieme da 6 anni e già non so più cosa dire e come reagire, se sono io che esigo molto da lei o lei che esige poco da me... per favore, aiutatemi a salvare il mio matrimonio!” Alessandro Roccia

Ciao Alessandro! In primo luogo, devi capire che quando una coppia ha dei problemi ognuno ha la sua parte di colpa. Secondo, quando una coppia non si capisce, questo finisce per riflettersi nella loro vita intima e credo che sia per questo che lei ti rifiuta. Non concordo quale lei dice che non è necessario fare l’amore, perché questo fa parte della vita di coppia ed è una delle cose che maggiormente rinforza la relazione. Mi piacerebbe lasciarti alcune domande a riguardo: Come sei stato con lei nell’intimità? Sarà che tu non hai pensato solo nell’atto in se? Ci sono stati i “preliminari”, la preparazione per la vita intima, una carezza, un elogio, baci? La donna ha bisogno di questo, lei è diversa dall’uomo. È buono che nonostante tutto questo, tu non l’abbia tradita, perché avresti solo peggiorato la situazione. E, per finire, cerca dei consigli personali! Noi, nella Terapia dell’Amore, lo facciamo tutti i sabato, e ti invito a venire con tua moglie in modo che, come coppia, siate consigliati. terapiadamore.blogspot.it/


18 // Cuore d’Oro

SIRACUSA

distribuisce più di 2 tonnellate di alimenti “Una mano amica per chi ne ha bisogno”...questo è il motto del Cuore d’Oro. La distribuzione  di alimenti è stata realizzata con l’intento di rispondere alle necessità basilari. Questo lavoro è stato preceduto da una raccolta di alimenti in 2 supermercati per 3 giorni (27-28 Aprile e 4 Maggio). Grazie alla disponibilità e specialmente alla generosità del popolo siciliano, sono state raccolte circa 2 tonnellate di alimenti. Nel giorno della distribuzione, la consegna delle buste era segnata per le ore 15, ma le persone sono co-

minciate a venire verso le 13:30, dove sono state accolte, nel modo migliore dai volontari, dandogli specialmente un aiuto spirituale. Poco prima della distribuzione, il pastore ha chiamato i volontari sull’altare in modo che potessero condividere brevemente la loro testimonianza. C’è stata una preghiera per tutte le famiglie presenti. Finalmente è stata fatta la distribuzione di alimenti. Era visibile l’allegria e la sorpresa di questo popolo, non tan-

to per il cibo che hanno ricevuto, ma specialmente per l’accoglienza che hanno ricevuto, è importante far notare che nella domenica successiva, 30 persone che avevano ricevuto la busta con alimenti di prima necessità, hanno partecipato alla riunione delle 9:30, dove hanno ascoltato una parola di fede che trasformerà la loro vita. La distribuzione è stata fatta in Viale Luigi Cadorna 70 nel Antico Cinema Mignon a Siracusa.

Cuore d’Oro nella città di FIRENZE

La popolazione di Firenze ha dimostrato di avere un buon cuore verso il prossimo.

I

l gruppo di Volontariato Cuore d’Oro di Firenze si è riunito per fare una Raccolta Alimentare nei supermercati, per i più bisognosi. L’adesione della gente è stata molto buona, la popolazione di Firenze ha dimostrato di avere un buon cuore ed un forte desiderio di raggiungere i più bisognosi, il risultato è visibile nelle fotografie, dove centinaia di prodotti alimentari sono stati donati e saranno distribuiti ai bisognosi, tra cui

le vittime dei terremoti. Il Gruppo Volontariato ha lavorato instancabilmente per portare non solo l’alimento fisico ai bisognosi, ma soprattutto l’alimento spirituale ai deboli, tristi e senza speranza , in modo che la loro anima sìa saziata e piena dalla Parola di Dio. Il Gruppo di Volontariato di Firenze ha il contributo della Chiesa Cristiana dello Spirito Santo con la sede in Via il Prato 73 vicino a Porta Prato.

“La bontà è l’unico investimento che non fallisce mai.”


Solidarietà // 19 Consapevoli che tutti hanno responsabilità in questo ambito, la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ha realizzato una Donazione di Sangue per salvare le vite di centinaia di persone.

Dare un “SOFFIO” ALLA VITA Il tuo sangue può fare molto per gli altri ed è indispensabile

M

olte vite sono salvate quotidianamente mediante l’uso del sangue, così come la qualità di vita di molti malati è sostanzialmente migliorata. Tutti i giorni, gli ospedali italiani affrontano una grave carenza di sangue nelle proprie banche, il quale li porta a concentrare tutti gli sforzi per far

fronte alla situazione. Nel caso vorresti donare il sangue, contatta la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo più vicino a te è sarai informato sulla data della prossima donazione. Tutte le “donazioni” sono effettuate esclusivamente dall’equipe della Croce Rossa Italiana.

Molte vite vengono salvate quotidianamente mediante l’uso di sangue

fusioni e gli emoderivati del sangue, sono comparsi nella sede nazionale della Comunità Cristiana a Roma, sabato 5 maggio. Il “Cuore d’Oro” è un gruppo di volontari della Comunità Cristiana, il cui obiettivo è aiutare il prossimo. Persone emarginate dalla società e portare speranza a tutti quelli che non hanno la prospettiva di un futuro migliore.

La solidarietà non ha limite. È stato un grande gesto d’amore e solidarietà che la Chiesa Cristiana e la Croce Rossa Italiana ha realizzato con la Donazione del Sangue. Varie persone

sensibilizzate dall’importanza di dare una nuova chance di vita a molti che si trovano in ospedale, ammalati che possono essere guariti solamente attraverso delle tras-


20 // Nuova Gioventù

Giovani in azione

“Loro sono non solo il presente ma soprattutto il FUTURO!” “Andavo con cattive amicizie” “H o 17 anni e voglio raccontarvi com’era la mia vita prima e dopo di conoscere la Nuova Gioventù. Quando ero piccolo mia nonna mi obbligava ad andare in chiesa e io mi arrabbiavo perché ero l’unico nipote che voleva portarsi dietro. Poi quando sono arrivato in Italia, mi hanno invitavano tante volte per venire in chiesa ma io mi inventavo sempre una scusa, avevo tanti problemi sia a scuola come personali ho fatto delle cose che oggi mi pento, andavo con cattivi amicizie, lasciavo la mia famiglia preoccupata, non ero felice, ho cercato la gioia in luoghi sbagliati a volte mi comportavo di un modo proprio strano non riuscivo a trovare ciò che veramente mi mancava. Ho conosciuto la Nuova Gioventù ed ho trovato delle persone diverse da quelle che conoscevo, lì ho percepito un’energia mai riscontrata in nessun’altro luogo. Oggi non mi comporto come prima, ho riempito il vuoto che esisteva dentro di me, ora le mie amicizie sono diverse frequento giovani che sono come fratelli e sorelle, la mia famiglia ha gioia nel vedermi andare in chiesa. Da un anno che frequento la Nuova Gioventù e posso affemare che

tutto in me è cambiato. Ora ho una visione diversa del mondo che non si basa più sul vivere come i giovani d’oggi vivono, che pensano solo a divertisi andando in discoteche, a bere, fumare e mettendo in pericolo la propria vita. Loro non sanno che la felicità e il divertimento non lo troveranno mai lì, io ne sono sicuro perché pensavo come loro, ma dal giorno che ho conosciuto DIO la mia prospettiva di vita è cambiata e sono sicuro che Lui può cambiare anche la tua, vieni alla Nuova Gioventù!” Andrè - Milano

“La risposta la dovevo trovare dentro di me”

“P

rima di conoscere la Nuova Gioventù non mi importava di Dio e di nulla, l’unica cosa che contava per me erano cose inutili e superficiali. Vivevo la mia vita giorno per giorno, senza pensare alle conseguenze delle mie azioni. Avevo problemi a casa, a scuola! Mi sentivo tanto sola nonostante avessi intorno a me tante persone, insomma, mi mancava qualcosa! All’inizio frequentavo la Nuova Gioventù a causa del mio ragazzo e poi non capivo veramente il motivo per cui lo facevo, ho cercato risposte in altre persone ma alla fine mi resi conto che la risposta la dovevo trovare dentro di me. Era diventato il mio problema da risolvere, mi sono trovata in un mondo tutto nuovo, pri-

ma sconosciuto, nonostante la mia famiglia mi abbia sempre fatto seguire gli insegnamenti della chiesa cristiana cattolica. Grazie alla Nuova Gioventù ho capito che per vincere le mie sfide devo perseverare, continuare su questo cammino, certo è difficile ma sono sicura che ce la farò. Partecipo della preghiera di martedì, venerdì e di domenica e di tutti gli incontri della Nuova Gioventù che ormai fa parte della mia famiglia, e insieme con i veri amici che ho trovato qui. In poco tempo che vengo alla Chiesa Cristiana dello Spirito Santo mi vedo completamente cambiata e mi sento felice. Voglio continuare su questa via, sotto la guida del mio Signore Gesù, perchè sono sicura che Lui realizzerà tutti i miei sogni.” Emelly - Milano


Nuova Gioventù // 21

Un atteggiamento cosciente di scegliere un nuovo modo di essere Giovane!

Dalla sua creazione, più di una generazione di persone si è già formata nella Chiesa Cristiana. In questo contesto, il ruolo della Nuova Gioventù è fondamentale, contribuendo per un’educazione ed uno sviluppo morale dei giovani.

“Ho quasi subito una violenza sessuale” Cultura, Sport, Educazione, Musica e tempo libero

SONO E SARANNO Le attività principali!

“E

ro una giovane molto triste. La mia infanzia è stata molto turbata, segnata dalle separazioni, depressione e complessi. Mi trovavo sempre in situazioni in cui mi vedevo senza uscita, sono scapata dalla morte 4 volte e per 3 volte ho quasi subito una violenza sessuale. Ho avuto molte delusioni in amore, segni che sono rimasti profondi dentro di me. Tutti questi problemi mi angosciavano molto, finché

sono arrivata al punto di pensare al suicidio e prevedere cose negative. Quando ho lasciato anche di credere in me, ho conosciuto la Nuova Gioventù, l’affetto con cui sono stata accolta mi ha sorpreso, con molta attenzione e pazienza, mi hanno aiutato a sentirmi bene con me stessa, ed oggi finalmente sono una ragazza felice, piena di vita ed obiettivi per il mio futuro, e so che cose molto belle stano per succedere nella mia vita!” Cleyde - Roma

VIENI A CONOSCERE I NOSTRI PROGETTI E MOLTI ALTRI GIOVANI UGUALI A TE!

Dare valore ai giovani Il gruppo e il suo movimento è basato su una scommessa gratuita, senza profitti, e una sola azione per dare valore ai giovani. Promuoviamo la giustizia, solidarietà, responsabilità, collaborazione e coscienza sociale, con la missione di migliorare la qualità di vita della società, poichè siamo un’entità aperta, disposta ad accogliere qualunque giovane interessato ai nostri obiettivi e alle nostre iniziative.

VISITA IL SITO: IURDITALIA.ORG/NUOVAGIOVENTU/


22 // 6º Senso Ma, quando mi stavo preparando, ho sentito una voce che diceva: “Buttati!” ed un’altra che diceva: “Non buttarti!”

“L’odore delle bevande era già impregnato in me” Vanessa ha cominciato a bere a 12 anni e ai 15 era già un’alcolizzata.

SCAPPARE DALLA MORTE “In chiesa, sono stata avvicinata da una collaboratrice, mi ha detto che Dio avrebbe cambiato la mia vita. All’inizio della mia liberazione, riuscivo anche a sentire l’odore dell’alcool e della cocaina, era come se tutte e due erano impregnate dentro di me. Sentivo una volontà immen-

V

anessa de Oliveira, 32 anni, parrucchiera, ha convissuto con un lato oscuro della sua vita. Quando era bambina, rivelava una personalità rivoltata. Che peggiorò ai 12 anni, quando ha cominciato a bere. Fini per uscire di casa all’età di 13 anni, epoca in cui ha iniziato ad andare

“Dio mi ha risposto in una epoca di crisi

in discoteca, il vizio dell’acool è aumentato ed è arrivata a sperimentare droghe per la prima volta. Quando se ne rese conto, già faceva uso della cocaina. All’età di 15 anni era ufficialmente dipendete dall’alcool, con il vizio delle bibite calde (whisky, brandy ed altro). Secondo Vanessa, le bibite erano la sua colazione. Tutto il denaro che possedeva era speso per la dipendenza. A causa di queste dipendenze era diventa più aggressiva. Disperata, un giorno, ha tentato il suicidio, pianificando di gettarsi da un viadotto. “Ma, quando mi stavo preparando, ho sentito una voce che diceva: “Buttati!” ed un’altra che diceva: “Non buttarti!”. Vanessa, allora ha desistito, e decidendo di camminare, è finita per entrare nella Chiesa Cristiana e la sua vita è cambiata.

SUICIDIO tra i giovani

Il suicidio tra i giovani sta aumentando in Italia. In media, tutti i mesi, tre adolescenti decide di farla finita. Secondo gli ultimi dati dall’Istituto Nazionale di Statistica (INS), 46 giovani, minorenni, si sono suicidati nel 2009. Molti casi, però, non sono stati riconosciuti, perché quando non ci sono dubbi in relazione alla causa di morte, il Pubblico Ministero non chiede l’autopsia.

sa di gridare e sono riuscita a smettere solo con tanta forza di volontà. Un anno dopo, già ero libera. Se non fossi entrata in Chiesa quel giorno, sicuramente sarei morta, lanciandomi dal viadotto o di overdose. Oggi, ho un matrimonio benedetto e sto per aprire un mio negozio, un salone di bellezza”, afferma.

“Avevo Lupus eritematoso cronico.” PRIMA

“M

io marito lavora in un’azienda molto stimabile, ma alcuni mesi fa, lui arrivava a casa triste perchè a causa della crisi i dirigenti hanno fatto una riduzione del personale e il suo nome era nell’elenco. Subito ho fatto un voto con Dio ed ho determinato che uno dei derigenti avrebbe risparmiato mio marito poichè il suo servizio era indispensabile. Agli occhi umani era una follia poiché ciò che lui fa lì dentro lo fanno pure altri, ma io ho creduto lo stesso. Uno dei dirigenti ha impedito che mio marito fosse mandato via, ed oggi lavora ancora lì. Ringrazio Dio perché a risposto alla mia richiesta.” Francisca - Mantova

I DOPO

l medico mi diagnosticò un problema molto serio: cancro alla tiroide. In quel momento mi sono sentita disperata, sembrava che la mia vita fosse arrivata alla fine, perché non volevo credere di avere un problema del genere. Tornai a casa e strappai gli esami, perché non ne accettavo i risultati; ho sempre avuto la fede in Dio e non capivo il perché di quella situazione. Dopo aver fatto il primo esame, fui costretta ad eseguirne degli altri più accurati e particolari, poiché il medico aveva dei sospetti. Piangevo molto, non dormivo, non mangiavo, non lavoravo, fu il momento più brutto della

mia vita. Soffrivo anche di un’allergia al viso, sono andata a fare l’esame istologico ed è risultato che avevo Lupus eritematoso cronico. Iniziai a fare delle preghiere di guarigione e liberazione, ricevetti l’unzione con l’olio benedetto. Mi aggrappai a Dio con tutte le mie forze ed usai la mia fede come non avevo mai fatto. Andai a fare nuovi esami e tutti i risultati ebbero esito negativo; l’impossibile diventò possibile; Dio mi guarì. Oggi la mia vita è perfetta, sono guarita dal tumore e dall’allergia al viso, lavoro e soprattutto ho la pace dentro di me!” Martha - Roma


Ascolta da Lunedì a Venerdì il programma “PUNTO DI FEDE” frequenza 106.9 della Radio Mambo dalle 22:00 alle 22:30 Il lavoro che la Chiesa Cristiana svolge tramite la radio è molto importante, perché questa riesce ad arrivare dove molte volte noi non ci riusciamo, come per esempio all’interno dei penitenziari. Molte persone hanno preso conoscenza dell’evangelo e delle Sacre Scritture tramite la radio, e nel posto dove erano, hanno avuto un’esperienza con Dio, tramite il lavoro svolto da questo strumento.


Incontri Settimanali LUNEDÌ | Scopri la via più efficace per superare le difficoltà finanziarie, come la disoccupazione, i debiti, o l’insuccesso nel mercato del lavoro.

MARTEDÌ | Vincere le malattie, i dolori o i pro-

blemi di salute persistenti non è un’utopia ma bensì il risultato di un piano reale di superamento. Conoscilo tutti i martedì!

MERCOLEDÌ | Il modo migliore per promuovere l’equilibrio interiore passa per la conoscienza dei mezzi per calmarlo.

DA LUNEDÌ A VENERDÌ alle ore 10:00 - 16:00 e 19:30

GIOVEDÌ | La tua famiglia è al limite

della rottura? Ricevi l’orientazione giusta per risolvere i tuoi problemi in questa area, come la disunione o l’essere ribelle dei vostri figli.

VENERDÌ | Le tempeste interiori mol-

te volte sono frutto di un’energia negativa che si manifesta attraverso incubi, insonnia o malessere generale. Supera tutti questi problemi, attraverso un’incontro finalizzato alla “pulizia dello spirito”.

SABATO | CASI IMPOSSIBILI | ORE 10 Problemi impossibili agli occhi umani.

ROTTURA DEL MALE | ORE 16

Rottura delle maledizioni ereditarie.

TERAPIA DELL’AMORE | ORE 19

Problemi sentimentali, mancanza di dialogo nella relazione, discussioni.

DOMENICA | IL GIORNO DELLA DIREZIONE | 10:00 - 18:00

Ricevi l’orientazione per qualsiasi area della tua vita, nel 1° giorno della settimana e fai in modo che il resto della settimana sia positivo.

CONSULENZA

GRATUITA TI SEI INDENTIFICATO CON ALCUNI DEI CASI VERIDICI DI QUESTA EDIZIONE? VORRESTI CHE LA TUA VITA FOSSE:  Prospera  Sana  Equilibrata  Senza Vizi  Senza traumi  Felice nella vita sentimentale  Familiarmente realizzata  Con orgoglio dei tuoi figli o genitori  Successo negli studi  Successo profissionale SEGNA CON UNA (X) LE OPZIONI SOPRA INDICATE E PORTA IN UNO DEI SETTE GIORNI DELLA SETTIMANA, NELLA CHIESA CRISTIANA PIÙ VICINA A TE E RICEVI UN CONSIGLIO GIUSTO.

O SCRIVI QUI SOTTO CIÒ CHE VORRESTI CHE CAMBIASSE NELLA TUA VITA:

CHIESA CRISTIANA DELLO SPIRITO SANTO SEDE NAZIONALE - ROMA Viale di Porta Tiburtina 18/20 – zona San Lorenzo (a 500 metri dalla Stazione Termini)

SEDE DEL NORD - MILANO Via Padova 98 A (dalla Pza.Loreto bus 56)

LA CHIESA CRISTIANA PIÙ VICINA A TE!

AMICO24ORE 06 447 025 66 Chiesa Cristiana

iurditalia.org

DOVE LA VITA SI VEDE!

Profile for Chiesa Cristiana

Io ero così  

religion, news

Io ero così  

religion, news

Profile for nene64
Advertisement