Page 1

Trimestrale - Settembre 2013

ESISTENZA FRUSTATA

A R R I VA I A DISPERARMI, P E S AVO 4 5 KG ” Pag. 5 “I MIEI FIGLI SI NASCONDEVANO CON PAURA DI ME” Pag. 9

David era deciso a seguire il satanismo, si tagliava le mani per bere il proprio sangue. Sua madre non aveva più speranza di salvarlo. Pag. 13

PAURA

soffrivo con molti disturbi e con violenza fisica e psicologica. Pag. 12

“Ho tentato il suicidio impiccandomi, a soli 9 anni” “Al limite del dolore” senza niente” Helen era vittima di forti dolore ed è arrivata al punto di pensare che non. Pag. 21

Droghe e disperazione

A ll’et à di 13 anni entrai nel mondo delle droghe usando cocaina e marijuana. P a g. 2 0

“Ho perso tutto quello che avevo conquistato in 18 anni” “Deolinda Ha perso tutto ed è rimasta senza nulla, dipendeva da quello che dava la sua figlia. Pag.6


2 // Saúde Sommario Nota

PUBBLICITÀ

BLOG

della

redazione

ESISTE UNA SPERANZA Molte volte tu ti poni la seguente domanda: C’è ancora una possibilità per me? Perché quando mi guardo intorno non riesco a vedere una soluzione? La risposta è molto semplice, è chiaro che esiste una possibilità per te, ma affinché questa soluzione ci sia è necessario sapere come, guardi e affronti le situazioni più difficili della tua vita. Nel frattempo, esistono persone completamente sconfitte, altre, però, riescono a trovare un’uscita o una luce in fondo al tunnel. Esistono persone che sono molto resistenti ad un cambiamento o restano in attesa che un’altra persona faccia qualcosa per lei, sono in attesa che tutto intorno a loro cambi. Ma, la realtà è che il maggiore cambiamento deve succedere dentro la persona, ossia, cambiare il modo come si affrontano i problemi e le situazioni. Nessuno in questo mondo è immune dai problemi, ma la loro risoluzione o la loro permanenza dipende dal modo in cui sono affrontati da ognuno di noi. Ora qui posso lasciarti un esempio molto comune: Come vedi il bicchiere? Mezzo pieno o mezzo vuoto? Questo è un modo che può aiutarci a percepire perché molte persone non vincono. Può darsi che sorga una domanda: avere una mentalità positiva per risolvere i miei problemi? No! Ma aiuta, poiché quando la nostra ragione ci spinge con pensieri positivi , che accompagnati da attitudini positive sicuramente produrranno risultati positivi. Ma tutto inizia nel modo in cui affrontiamo i problemi, se ci prostriamo saremo sicuramente sconfitti, ma se li affrontiamo con un’attitudine di coraggio e forza, vinciamo. Investi tutta la tua forza nel modo corretto per riuscire a superarli. Ricordati: per vincere le difficoltà è necessario usare la RAGIONE, poiché solo essa ci fa vedere il bicchiere mezzo pieno e ci spinge a sacrificare in favore della soluzione dei problemi!

vescovo Edir

Macedo

www.bispomacedo.com.br/it/

Deolinda chiese aiuto alla figlia Mi sono ridotta a niente, non ero nemmeno pensionata e vivevo di quello che mi dava mia figlia

ROSA ho scoperto di avere due noduli alla tiroide... Pag. 4

Pag. 6 CEDUTA

CEDUTA

CEDUTA

Il nostro matrimonio era l’inferno sulla terra eravamo nel fondo del pozzo Pag. 23

CEDUTA

CEDUTA

ERO PIENA DI DELUSIONI Apparentemente ero una mamma circondata dai miei figli Pag. 15

CEDUTA

NON AVEVO SPERANZA Le droghe facevano parte della mia vita! Pag. 20

Editore: IURD Coordinazione Generale: Júlio Freitas Direttrice: Jeanette Vaz Redazione: Nilza Vaz Impaginazione: Andreia Duque, Diogo Mourinha, Elsa Gomes Collaboratori: Mónica Soares e Rudneia Meneses

Trattavo male mio marito e miei figli Pag. 10

Scheda Tecnica Edizione IV – 2013 Creato da: Comunità Cristiana dello Spirito Santo Sito: iurditalia.org Tel.: 0644702566 Circ.: 10.000 copie Diffusione: Italia Distribuzione: Gratuita


M

PUBBLICITÀ

Saúde // 3

Martedì del

iracolo

Come sta la tua salute? Non perdere questa opportunità!

salute

res aurata SALUTE RESTAURATA - MARTEDì, ALLE ORE 19:30, e anche alle 10:00 e 16:00 CHIESA CRISTIANA - ROMA: Viale di Porta Tiburtina, 18/20 zona San Lorenzo (a 500 metri dalla Stazione Termini)

Chiesa Cristiana

iurditalia.org


4 // Salute Dovevo sottomettermi ad un intervento

Ho scoperto di avere due noduli alla tiroide, un’ulcera e problemi ormonali

Io da tanto tempo avevo un dolore alla schiena, i dottori mi avevano detto che il canale del nervo si stava chiudendo e loro

Rosa

Dieci anni fa ho scoperto di avere due noduli tumorali alla tiroide, perché avevo mancamenti d’aria principalmente, durante la notte, ma anche durante il giorno, soffrivo con disturbi ormonali, e i medici dicevano che dovevo operarmi, perché se non l’avessi fatto, avrei rischiato che crescessero, portandomi dei gonfiori, e ad aggravare i miei problemi respiratori. Mentre combattevo ancora con questo problema, ho scoperto di avere anche un’ulcera allo stomaco, che mi provocava bruciori e forti dolori, che arrivavano fino ai polmoni, e non riuscivo a lavorare, restavo a casa perché non potevo fare sforzi. Prendevo tre tipi

non potevano fare nulla, di conseguenza dovevo sottomettermi ad un intervento, con il rischio di rimanere sulla sedia a rotelle. Non potevo lavorare né fare alcun tipo di movimento. Sono arrivata nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, ho perseverato, ho pregato e digiunato insieme ai pastori finché mi sono liberata di questo male, e quando sono ritornata dal medico, mi ha fatto fare 2 esami, ho fatto le risonanze magnetiche, e altri esami a livello del nervo, e il medico osservando gli esami non sapeva che cosa fosse successo, perché era tutto sparito. Mi aveva chiesto che cosa avevo fatto per guarire, e ho risposto che non prendevo medicine, ma la mia fede in Dio mi ha guarita. Narcisa del Carmen di farmaci al giorno, per cercare di sollevare il dolore, ma la sofferenza continuava.

Arrivando nella Chiesa Cristiana...

Ascoltando e mettendo in pratica l’orientamento dei pastori, ho creduto che Gesù mi poteva guarire, e così è successo, l’ulcera è scomparsa dal mio corpo, e anche il problema alla tiroide è finito. Posso dire che in chiesa mi hanno dato la direzione giusta per vincere ogni problema e così sono riuscita a guarirmi. Oggi sto bene, non prendo più i farmaci per l’ulcera, riesco a lavorare, non devo più operarmi, e ho una salute perfetta, grazie a Dio. “Rosa”

“Al limite del dolore”

salute

res aurata “Il sangue era come acqua” questo quadro clinico mi toglieva ogni forza e risorsa...

Prima di arrivare in chiesa ero una persona fisicamente debole. Avevo il diabete, problemi al fegato, al pancreas e al cuore. Quest’ultimo era compromesso perché il poco sangue che arrivava era quasi come acqua. Questo quadro clinico, mi toglieva ogni forza e risorsa per affrontare la vita comune quotidiana, in altre parole mi aveva

tolto quella luce per poter vivere. Ma quando arrivai nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, ho conosciuto il Gesù Vivo, che ha operato in me attraverso le preghiere di guarigione e liberazione alle quali ho partecipato con fede, dandomi la guarigione totale. Oggi grazie a Gesù, non solo ho salute, ma ho nuove forze, risorse e tanta voglia di vivere! Maria Poma

“Mi chiamo Helen; quando avevo 21 anni ho subito un incidente nel quale mi è caduta una pietra in testa, e mi hanno messo 6 punti. Col passare del tempo avevo dimenticato dell’incidente, ma i dolori in testa erano ogni volta di piu, avevo paura di poter avere qualche malattia, non volevo andare all’ospedale, quindi rimanevo impaurita e così continuavo sentendo questi dolori; era-

no cosi forti i dolori che iniziai a prendere dei medicinali, dei quali sono diventata dipendente; quando ero a lavoro venivano questi dolori che mi non facevano lavorare bene. La mia voglia era solo di rimanere sdraiata nel letto, continuavo a prendere sempre più medicinali perché quelli che prendevo non mi davano più risultati di sollievo, arrivai a sentire un dolore così forte che non sapevo che fare, e fu in quel giorno, grazie ad un invito che ho ricevuto, che decisi di andare nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, venendo in un martedì, giorno della salute. Quel giorno ho ricevuto l’unzione nella parte in cui avevo il dolore e ci ho creduto davvero, da quel giorno in poi i dolori sono totalmente spariti. Oggi sono sollevata, tranquilla, adesso non c’è niente di cui preoccuparmi.” Helen


salute

res aurata

Ogni Martedì viene realizzata l’unzione con l’olio del Miracolo, per la guarigione di qualsiasi dolore o malattia

Salute // 5

“A R R I VA I A D I S P E R A R M I , P E S AV O 4 5 K G ”

“Quando sono arrivata nella Chiesa Cristiana, sentivo molti dolori alle mie ovaie, il che mi portò a cercare i medici, e mi vennero riscontrate delle cisti alle ovaie. Avendo questi dolori alle ovaie, iniziai più tardi ad avere problemi allo stomaco, e fu quando i medici trovarono un’ ulcera. A causa di questa malattia non riuscivo a mangiare, dormire, nemmeno a lavorare. Cercai una via d’uscita per questa situazione, ma non la trovai. Arrivai a disperarmi, pesavo 45 kg.” GUARITA “Finché ricevetti un invito per andare nella Chiesa Cristiana, prima e siccome non avevo Mi più niente che mi gasono state rantisse un’uscita, acdiagnosticate cettai. Fui accolta dai pastori e che mi concisti nelle ovaie sigliarono nel modo e un’ulcera in cui ottenere la mia guarigione. nello stomaco Iniziai a ricevere l’unzione con l’olio do mia allegria, non trovarono più po e a partecipaniente. Oggi, tutti i miei esami re alle riunioni. danno esisto negativo, Con la mia fede ho iniziato a intelligente svemangiare senza gliata, feci il problemi, dormo mio sacrificio, molto bene, ho lottai e perseforze per lavorare verai. Al prie adesso peso di mo posto nuovo 67 kg. Oggi sparirono i dosono felice, trasforlori alle ovaie, dopo i dolori mata e realizzata!” intensi allo stomaco. Tornai dal meOrísia Lopes dico, mi fecero nuovi esami e per la

AIDS

Uno studio francese ha mostrato che 14 malati col virus HIV/AIDS si sono mantenuti in salute per anni dopo aver cominciato i trattamenti, il che evidenzia la possibilità che l’intervento medico precoce funziona come una “cura funzionale” per la malattia. L’indagine, pubblicata nella rivista nord-americana PLos Pathogenes, segue la rivelazione che un neonato nel Mississipi sembra che sia guarito dall’infezione del virus HIV dopo un trattamento con antiretrovirali che sono iniziati alle 30 ore di vita.

“Vivevo dipendendo dai farmaci “La mia vita era completamente distrutta. Avevo vari problemi di salute: all’utero, ai seni, alla colonna, anemia, depressione e vivevo dipendendo dai farmaci. Oltre a questo, ero persa nel mondo dei vizi, alcool e tabacco, per non parlare di altri problemi, nel mio matrimonio e nella vita economica, alimentavo anche il desiderio di suicidio in mio marito. È stato allora, che in una consultazione con una veggente ho conosciuto la Chiesa Cristiana. La mia vita era così distrutta, che la propria veggente che provava ad aiutarmi, arrivò al punto di dirmi che non c’era più soluzione per me, suggerendomi di provare a farmi aiutare nella Chiesa Cristiana. Ho deci-

so di bussare nell’ultima porta che ancora era aperta per me. Ho iniziato a partecipare ad una riunione di domenica. In questo modo, ho messo in pratica gli orientamenti che ascoltavo nelle riunioni, ho iniziato a fare le sfide che erano proposte e ho imparato cos’era la fede intelligente. Velocemente ho avuto risultati. Prima, ho ottenuto la mia liberazione da tutti i vizi e dalle malattie, così anche, mio marito si è liberato da tutto. I miei debiti li ho pagati, il mio matrimonio è stato aiutato ed io mi sono liberata dai medicinali. Oggi, la mia vita è totalmente restaurata e la mia casa è un pezzo di Cielo.” Conceição Amorim

Alzheimer

Investigatori dell’Università di Nottingham, in Inghilterra, stanno sviluppando un test in cui un’analisi del sangue identifica i casi di Alzheimer nella sua fase iniziale. D’accordo con la BBC, gli scienziati hanno presentato le prime conclusioni dei loro test, che hanno qualificato come “molto promettenti”, nella conferenza sull’investigazione di quella malattia che è stata fatta nel Regno Unito.

PUBBLICITÀ


6 // Finanze

“Ho perso tutto quello che avevo conquistato in 18 anni” Deolinda da Silva è stata costretta dalle circostanze ad allontanarsi per quattro anni dalla Chiesa Cristiana. Durante questo tempo, ha perso tutto quello che aveva conquistato nel corso di 18 anni di sforzo e dedicazione.

Iniziò a mancare solo quando io lasciai di fare questo. Furono varie le volte in cui mi inginocchiai, piansi e chiesi a Dio di far aprire una Chiesa Cristiana a Quarteira, per poter frequentare. Rimasi lontana quattro anni e mezzo. Avevo tutto, e rimasi senza niente, non avevo nemmeno la pensione e vivevo con quello che mi dava mia figlia”.

Avevo tutto, e rimasi senza niente, vivevo con quello che mi dava mia figlia IL RITORNO ALLA PROSPERITÀ “Finalmente, la Chiesa Cristiana aprì a Quarteira e tornai a frequentare. Un giorno, il pastore ci disse di pensare qual era la decima che avremmo voluto dare, e io pensai e presi la busta della decima. Qualche giorno dopo, quando nemmeno l’avevo consegnata, comparve in un annuncio la casa che ho adesso. In quello stesso giorno, andai a parlare con il proprietario della casa. L’affitto era basso e riuscii a riaprire la mia casa di riposo! Le persone che non vanno avanti è perché sono paurose e non hanno la certezza che Dio può tutte le cose. È per questo che non ho problemi per dare tutto a Dio, so che ho risposte. Credo e ho la piena certezza che io e i miei figli siamo benedetti.”

CEDUTA

“P

rima di arrivare nella Chiesa Cristiana, la mia vita era molto difficile. Ero con un divorzio in mano e avevo una figlia da crescere. Lavoravo in una casa di riposo, ma avevo uno stipendio molto piccolo. Allora, ho deciso che volevo aprire una mia attività, e che sarebbe stata una casa di riposo. Avevo poche condizioni, ma ci riuscii lo stesso. Quando stavo all’inizio del progetto, ci fu un signore, figlio di una mia dipendente, che mi evangelizzò e andai per la prima volta nella Chiesa Cristiana. Dopo questo, continuai e dal giorno in cui entrai non uscii più dalla chiesa. Prosperai ed era una cosa fantastica perché tutto quello che chiedevo oggi, nel giorno successivo lo avevo in mano. In un mese la casa, che era piccola allora, si riempì. Siccome la domanda era alta, decisi di comprare una villa, la ristrutturai e aprii uno spazio per 17 persone. Per poter aprire questa casa, aspettai nove anni e rimase aperto per sette anni.” L’INIZIO DEL DECLINO

Deolinda da Silva

“Dopo sette anni in quel posto, mi sentivo molto sola, perché mia figlia era lontana. Decisi di affittare una casa e trasferirmi vicino a lei, a Quarteira. Con questo, mi allontanai dalla Chiesa Cristiana perché non c’era una sede dove vivevo. Successe che persi tutto quello che avevo conquistato durante 18 anni. Arrivai a fare propositi con 500 euro all’epoca. Nessuno mi costrinse mai a fare nulla, io davo perché non mi importava di dare tutto, perché so che Dio mi da il doppio e che mai mi manca niente.


PUBBLICITÀ

“Mi chiudevano tutti le porte”

CEDUTA

Finanze // 7

“Arrivai nella Chiesa Cristiana con difficoltà nell’area finanziaria. Avevo concluso il liceo e cercavo lavoro nel mio settore, l’alberghiero. Più cercavo, più ascoltavo da tutti che non avrei mai trovato lavoro in questo settore, mi chiudevano tutti le porte. È stato partecipando alle riunioni pratiche ed intelli-

genti di lunedì che ho fatto il mio sacrificio volontario e ho dato il mio massimo! Oggi, ho la mia vita trasformata. Sono riuscita ad arrivare ad una fase professionale nel mio settore in cui sono realizzata in quello che faccio!” Diana Rebelo

“Mancavano sempre i soldi”

“Tutti i soldi che io e mio marito riuscivamo a guadagnare, non erano mai sufficienti, sembrava che ci sfuggivano dalle mani, era una cosa senza spiegazione! Avevamo un negozio di macchine e facevamo anche dei buoni affari, ma, in un istante i soldi sparivano e restavamo senza niente. Quando siamo diventati decimisti fedeli e abbiamo messo tutta la nostra fiducia in Dio, le cose sono iniziate a cambiare e abbiamo visto cambiamenti nelle nostra vita

finanziaria, in meglio! Tutti i nostri affari che facciamo sono prosperi e stiamo vedendo i frutti della nostra dedicazione a Dio e del nostro sacrificio. La nostra vita è prospera, i nostri negozi vanno molto bene e non abbiamo mai avuto problemi finanziari, inoltre, i soldi bastano e avanzano. Abbiamo una visione di progetti per il futuro e la nostra vita sta avendo conquiste dopo conquiste.” Lucrécia

Cosa desideri di più CONQUISTARE? Diventa una persona di

SUCCESSO

Per persone imprendritrici che desiderano aumentare la loro visione nel campo imprenditoriale e, anche per chi è disoccupato o senza motivazione professionale. Impara a sviluppare le tue abilità

6 mesi senza lavoro “Sono rimasto 6 mesi senza lavoro. Ho cercato di trovarlo in due modi: nel modo materiale, ho lasciato tanti curriculum, andando da una parte all’altra, mi sono sforzato molto, ma nessuno mi ha mai chiamato. Nel modo spirituale, ho cercato Dio e senza aspettare nessuna campagna di fede ho fatto il mio sacrificio, pregando, digiunando, dando tutto me stesso. Allora ho avuto un’opportunità di lavoro, dove ho lottato per avere successo. Oggi ho successo nel mio lavoro.” Adilson

CONQUISTE FINANZIARIE LUNEDÌ ALLE ORE 10 - 16 E 19:30

Roma - Viale di Porta Tiburtina, 20 z o n a S a n L o r e n z o ( a 5 0 0 m e t r i d e l l a S t a z i o n e Te r m i n i )


CEDUTA

Senza

ambizione “Da quando frequento il corso motivazionale di lunedì, nella Chiesa Cristiana, ho imparato a valorizzare di più i miei talenti. Sono riuscita ad aprire la mia mente e ho imparato ad essere una persona differente, essendo così, ho raggiunto nuovi orizzonti nella mia vita che mi hanno fatto diventare una venditrice migliore. Prima ero un’imprenditrice che non usciva dalla routine, non vendevo cose diverse e rimanevo sistematicamente nel mio campo di vendite. Però, con quello che ho imparato, ho saputo mettere in pratica i miei talenti. Oggi, ho una nuova visione del mondo imprenditoriale! Mentre prima vendevo solo prodotti d’argento o d’oro, oggi vendo non solo questi articoli, ma anche prodotti nell’area di cosmetica e alberghiera. Oggi, so azzeccare i miei affari e lavorare con target di riferimento.

CEUDTA

CEDUTA

8 // Finanze

Senza

obiettivi “Prima di partecipare al corso della “Negatività No!”, ero una persona che pensava che non avrei mai raggiunto i miei obiettivi. A causa del negativismo che avevo e perché gli ostacoli che mi sorsero erano molto grandi, mi guardavo intorno e credevo che sarebbe stato impossibile raggiungerli. Dopo la mia visione si è allargata, sono riuscito a ad espandere i miei orizzonti e sono riuscito ad applicare la mia positività nel mio quotidiano. Tramite i consigli che imparavo nella Chiesa Cristiana, nelle riunioni di lunedì, ho avuto una nuova prospettiva e, con questo, sono riuscito a raggiungere, finalmente, i miei obiettivi”. ■ Bárbara Neto

■ Paula Miranda

Attitudini sbagliate al Lavoro

“Da quando ho iniziato a partecipare agli incontri motivazionali, che ho iniziato a vedere risposte nella mia vita con quello che ho imparato, soprattutto nell’area economica. Ho cambiato le attitudini che avevo nel mio posto di lavoro e questo ha fatto sì che io chiamassi l’attenzione del mio capo di lavoro, il che mi ha portato ad avere un aumento di stipendio. Tuttavia, questo non è successo solo nella mia vita finanziaria, ma anche nella mia vita spirituale. Cose che non riuscivo a vedere prima, oggi le percepisco con facilità. Posso dire che ho un’altra e nuova attitudine in tutti gli aspetti.” ■

Joana Cardoso

Dicas Financeiras

Rico em metas

1 Sapere quello che si desidera raggiungere, è essenziale per uscire dallo zero, avere ben definito nella tua mente quello che tu desideri, è ciò che ti farà agire in favore di esso. E quanto maggiori saranno queste mete, maggiori saranno le tue azioni.

4 Molte volte, finiamo per essere influenzati da persone che vivono senza grandi mete, e vivono ammettendo la loro povertà come se fosse qualcosa di cui si dovrebbero inorgoglire, Questo è sbagliato.

2 Una persona senza mete, si trasforma in una persona passiva, senza compromessi con la vita, e questo è ciò che vediamo di più nei nostri giorni, persone che cercano solo di sopravvivere, che lavorano per avere ciò che è necessario, e vivono una vita molto distante da quello che Dio ha promesso.

3 Avere ambizioni di grandi conquiste, non è essere orgoglioso o presuntuoso, come molti pensano, ma tracciare grandi mete da essere raggiunte è l’inizio del successo.

5 Arricchisci la tua mente, tracciando mete audaci per te, pensa in grande. Pensare in grande deve essere un esercizio quotidiano, per aiutarti ad arricchire la tua mente. Togli un giorno per visitare la casa dei tuoi sogni, visita o informati sull’impresa di maggiore successo del ramo in cui lavori.

Ricordati: Chi spara alle stelle, colpirà almeno la luna, quanto maggiori sono le tue mete, più lontano tu arriverai.

Non credere in qualcosa soltanto perché hai ascoltato. Non credere in qualcosa semplicemente perché tutti ne parlano. Non credere in qualcosa semplicemente perché è scritto nei libri religiosi. Non crede in qualcosa solo perché i tuoi professori e maestri dicono che è la verità. Non credere nelle tradizioni solo perché sono state tramandate di generazione in generazione. Ma dopo di molta analisi e osservazione, se tu vedi che qualcosa va d’accordo con la ragione, e che conduce al bene e beneficio di tutti, accettalo e vivilo. La chiesa lavora per aiutarti a vincere i tuoi debiti e barriere! Vescovo Wagner Simões


Solidarietà // 9 12 // Solidarietà

Una goccia per una vita! una collaborazione tra la Croce Rossa Italiana e la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo

Non è la prima volta che la Chiesa Cristiana collabora con la Croce Rossa Italiana per organizzare insieme una donazione del sangue. La Chiesa Cristiana ha messo a disposizione la sede di Roma, dove sono stati ricevuti più di 40 donatori. Molte vite vengono salvate quotidianamente attraverso la donazione del sangue; e vengono anche aiutati molti malati. Tutti i giorni, gli ospedali italiani risentono di un’enorme carenza di sangue nei loro ambulatori. Per questo, la Croce Rossa Italiana fa tutti gli sfor zi possibili

per fare fronte e sopperire a questa situazione. Questa volta la giornata di donazione è stata molto particolare , perché i volontari del gruppo “Cuore d’Oro” e i giovani della For za Giovani si sono messi a disposizione per donare il (sangue). Questo lavoro di donazione del SANGUE viene promosso due volte l’anno a Roma, e il nostro obiettivo è quello di raggiungere il maggior numero di donatori possibile, con lo scopo di Salvare più vite. Se sei interessato a far parte di questa squadra, contattaci e non perdere l’opportunità di essere il prossimo a salvare una vita.

Sono le nostre piccole e grandi opere di bene che ci rendono fieri di noi stessi, dando un senso alla nostra esistenza

Combatendo la fame

5x1000 al cuore d’oro

Nell’ultima raccolta sono state raggiunte più di 2 tonnellate di alimenti. notizia che vengono licenziati. Una ricerca fatta con dati reali dell’ISTAT dice che in Italia una persona al giorno commette il suicidio, a causa della vita finanziaria, per la perdita del lavoro o per la mancanza di mezzi per sostenere la propria casa. Davanti a questa realtà la IURD non poteva rimanere indifferente. Il Gruppo di Volontariato Cuore d’Oro che lavora in tutta Com’è evil’Europa in favore dei meno privilegiati, si dente agli è unito ai supermercati locali della città di occhi di tutti, Siracusa, in Sicilia, per fare una raccolta di la crisi sta alimenti da donare ai bisognosi. Nel giormassacranno 1 Giugno, dopo aver raccolto i generi do intere alimentari e dopo aver preparato le buste famiglie in tutta Europa. Con il fallimento delle con gli alimenti necessari, il gruppo ha piccole e grandi imprese, il nurealizzato una distribuzione mero dei disoccupati ogni giorno speciale per 300 famiglie. cresce in modo spaventoso. Nel L’allegria era stampata sul 2013 sono 3 milioni solo in ItaStendendo viso di coloro che non avele mani ha chi vano da mangiare a tavola, lia. Tanti disperati, non trovando ne ha bisogno o non vedendo una via d’uscita, ma che attraverso questa commettono il suicidio quando ricevono la iniziativa sono stati aiutati, e hanno po-

tuto alimentare le loro famiglie. Un padre di famiglia emozionato commentava: “Io non so come ringraziare il Cuore d’Oro, sto abitando in macchina con mia moglie e i miei due figli piccoli. In voi vedo un vero amore, nessuno fa questo.” Commenta Massimo - italiano di 46 anni.

Attualmente, il Cuore d’Oro opera in tutta l’Italia in modo intenso per aiutare le persone più bisognose, dandogli l’alimentazione fisica, ma anche quella spirituale a tutti quelli che vogliono qualcosa in più.


10 // Famiglia ci riuscivo! Questa sofferenza durò più di 50 anni, finché ho conosciuto la Chiesa Cristiana.”

CEDUTA

LA STRADA GIUSTA “Quando sono entrata nella Chiesa Cristiana, ho sentito tanta pace che non volevo più uscire da lì! E questa pace è continuata nel mio quotidiano. È stata una lotta e non posso dire che è stato facile, ma tutti i turbamenti che avevo sono scomparsi, gli svenimenti non li ho più avuti, nemmeno dolori di testa.

“I miei figli si nascondevano con paura di me” Squilibrata ed infelice, sia i figli che il marito, non riuscivano a stare vicino a Isaurinda e da sola non riusciva a cambiare

“E

ro una persona molto turbata, squilibrata e non volevo stare vicino a nessuno. Trattavo male mio marito, i miei figli. Molte volte, avevo la percezione che non ero io che facevo quello e che era una forza che mi obbli-

gava a questo. Mio marito parlava anche con me trattandomi bene, ma io iniziavo subito a gridare. Con i miei figli succedeva la stessa cosa e loro avevano paura di me. Quando erano piccoli arrivavano a nascondersi sotto il letto, quando

Sfogati e ricevi il nostro orientamento SFOGATI: Questo spazio è solo tuo, affinché tu lasci il tuo sfogo, dubbio o domanda su qualsiasi area della tua vita. Oltre a mantenere il sigillo, i tuoi messaggi saranno

D

omanda

Mia figlia vede volti

“Buonasera, ho una figlia che mi dice che vede una signora che la maltratta. Ho già provato di tutto, le ho anche dato già un olio benedetto e un rosario affinché lo tenesse con se. Non conosco preghiere che si possano fare affinché questa bambina non soffra più… Potete aiutarmi?” Patrícia

R

isposta

“Ed uno della folla, rispondendo, disse: Maestro, ti avevo condotto mio figlio che ha uno spirito muto, e dovunque lo afferra, lo strazia ed egli schiuma, digrigna i denti e si irrigidisce. Così ho detto ai tuoi discepoli di scacciarlo, ma non hanno potuto. Ed egli, rispondendogli, disse: O generazione incredula, fino a quando sarò con voi? Fino a quando vi sopporterò? portatelo

mi vedevano gridare e con oggetti in mano da lanciare. E oltre a questo, svenivo per strada ed erano le persone che passavano ad aiutarmi e finivo andando all’ospedale. Non sapevo quello che dovevo fare per cambiare, perché da sola non

svenivo per strada ed erano le persone che passavano ad aiutarmi Oggi, ho allegria, pace e armonia, ho tutto quello che voglio, grazie al Signore Gesù, e posso affermare, con tutta la certezza che sono felice”. CONQUISTARE E VINCERE “Con molte lotte, facendo uso della fede intelligente, sono riuscito a costruire il resto della mia casa e anche un’altra casa a Castelo Branco, abbiamo comprato due macchine nuove, una per me e un’altro per mio marito. Oltre a questo, i miei figli sono riusciti a ottenere la prosperità e il successo professionale. Oggi, i due sono imprenditori di successo!” Isaurinda Antunes

iurditalia.org Viale di Porta Tiburtina, 20 zano San Lorenzo - Roma

presentati e dovutamente analizzati e riceveranno la risposta di un consulente. Non perdere questa opportunità, perché è stata creata apposta per te!

da me. Ed essi glielo portarono. Ma appena lo vide, lo spirito lo scosse con violenza, e il fanciullo, caduto a terra, si rotolava schiumando. E Gesù domandò al padre di lui: Da quanto tempo gli accade questo?. Ed egli disse: Dalla sua fanciullezza. E spesso lo ha gettato nel fuoco e nell’acqua per distruggerlo ma, se tu puoi qualcosa, abbi pietà di noi e aiutaci. E Gesù gli disse: Se tu puoi credere, ogni cosa è possibile a chi crede. Subito il padre del fanciullo, gridando con lacrime, disse: Io credo Signore, sovvieni alla mia incredulità. Allora

Gesù, vedendo accorrere la folla, sgridò lo spirito immondo dicendogli: Spirito muto e sordo, io te lo comando, esci da lui e non entrare mai più in lui. E il demone, gridando e straziandolo grandemente, se ne uscì. E il fanciullo divenne come morto, sicché molti dicevano: È morto. Ma Gesù, presolo per mano, lo sollevò, ed egli si alzò in piedi.” (Marco 9.17-27). Le consiglio di cercare la Chiesa Cristiana più vicino a lei, e là cercare orientamento. Se non sa dove ce n’è una, chiami l’Amico24Ore: 06 447 025 66


Famiglia // 11

Soffrivo di insonnia e avevo incubi” “P

rima di frequentare la Chiesa Cristiana ero una persona molto nervosa. Senza nessun motivo apparente iniziavo a gridare con tutti e piangevo per tutto e per niente. Le mie notti erano terribili poiché soffrivo di insonnie e avevo molti incubi. Durante la notte mi svegliavo con mancamenti d’aria.” Non avevo malattie, ma esistevano vari problemi finanziari e

sone, se le loro vite miglioravano, allora doveva succedere anche con me! Decisi che dovevo lottare, dovevo vedere quello che gli altri avevano fatto per farlo anch’io. E così andai. Nel primo giorno piansi molto ma uscii dalla Chiesa con una forza dentro di me e con qualcosa che mi diceva: ‘è qui che c’è la soluzione, ed è qui che continuerò‘. Da quando frequento la Se le cose buone Chiesa Cristiana, dove mi hanno insegnato la succedevano alle altre fede intelligente, le mie persone, se le loro vite conquiste sono state la miglioravano, allora doveva mia vita familiare e la mia liberazione”.

succedere anche con me

CEDIDA

soprattutto, la mia vita familiare non era molto buona. Inoltre, avevo famiglia, ma era come se non l’avessi, perché ognuno stava nel suo angolo. Mio marito quasi non rimaneva a casa, la sua vita era con gli amici e io ero sempre da sola”, rivela.

Adelaide non riusciva ad avere una vita familiare

stabile e felice. In poco tempo ha imparato a mettere in pratica la fede intelligente.

LA SCOPERTA DELLA FEDE INTELLIGENTE “Conobbi la Chiesa Cristiana tramite la radio, in uno di quei programmi che vanno in onda di notte. Per circa sei mesi, o forse di più, mi addormentavo mentre ascoltavo la radio. Finché non arrivò il momento di dire basta. Se le cose buone succedevano alle altre per-

I PRIMI CAMBIAMENTI “Tanto mio figlio come mio marito hanno visto i cambiamenti in me, hanno visto una persona che faceva le cose con molta più calma, molto meglio e senza gridare. Oggi ho un marito che non avevo e una famiglia come desideravo. L’unica cosa di cui mi rammarico è di non aver conosciuto prima la Chiesa Cristiana, poiché non avrei sofferto tutto quello che ho sofferto. Oggi sono una persona trasformata, libera, con pace interiore e con molta forza per continuare perché ho già conquistato molto e continuerò a conquistare di più!” Adelaide Silva

PUBLICIDADE


12 // Casi persi

12 // Casos perdidos

“Ho tentato il suicidio impiccandomi, a soli 9 anni Monica è uno dei molti casi di superamento che passano per la Chiesa Cristiana. Dopo aver affrontato l’inferno, le droghe, la morte, la violenza, oggi è una donna realizzata nella sua fede e nella sua vita

“L

a mia vita era di Sofferenza, e iniziò nell’infanzia, poiché da lì già soffrivo con molti disturbi e con la violenza fisica e psicologica dentro la mia propria casa, finché provai il suicidio impiccandomi a soli 9 anni. Da lì in avanti non ebbi più pace nella mia vita. Più tardi, quando io ero già adolescente mi coinvolsi con le droghe e altre cose sbagliate, e per molte volte mi sentivo quasi morta e non sapevo che fare della mia vita. Soffrivo un vero inferno, la mia vita non aveva nessun senso, il mio desiderio era solo di uscire da questa situazione umiliante, da quel disprezzo, da quella solitudine. Provavo ad essere felice ma non ci riuscivo, nessuno in-

ole situazione che arrivai nella Chiesa Cristiana. E lì vidi che qualcuno che credeva in me, anche se molti mi dicevano, che non ci sarei riuscita, lì trovai vita, la vita che non avevo e tanto desideravo tanto. Iniziai a praticare gli insegnamenti, e quando mi accorsi, dormivo bene, non avevo più depressione, la tristezza e vuoto che erano dentro di me uscirono, diedero spazio alla pace, allegria. La forza che ho ricevuto nella Chiesa Cristiana ha avuto un impatto che mi ha fatto superare tutti i miei traumi di prima, ho continuato a praticare, e sono riuscita ad ottenere la mia conquista economica, il mio lavoro, e chi mi conosceva

soffrivo con molti disturbi e con violenza fisica e psicologica torno a me, credeva in me, non consideravano che io potessi essere felice, ed anche io stessa ero convinta che questa era la ‘vita’ che dovevo vivere. QUANDO ARRIVAI AL FONDO DEL POZZO Ho avuto delusioni amorose, per questo ho sofferto depressione, rimasi tanto malata e depressa che mi consideravano pazza, al punto di essere ricoverata in un ospedale psichiatrico ed ero già dipendente dai farmaci, lì veramente arrivai al fondo del pozzo.

CEDUTA

IL SUPERAMENTO Ed è stata in questa deplorev-

da piccola nemmeno credeva quando mi vedeva, poiché erano sicuri che io non avrei vissuto per molto tempo. Ho conosciuto il mio attuale marito, una persona meravigliosa e sono realizzata nella mia vita sentimentale. In ogni riunione che io partecipavo diventavo sempre più forte e conquistavo giorno dopo giorno. Oggi amo e sono amata, sono differente, la mia vita si è trasformata completamente, quello che ho ricevuto nella Chiesa Cristiana, nessun soldo può pagarlo, poiché oggi sono felice, e oltre a tutte le conquiste che ho avuto, sono incinta ed io e mio marito siamo molto felici, poiché stiamo realizzando un grande sogno! Monica


Casi persi // 13

CEDUTA

“MI TAGLIAVO LE MANI PER FARMI USCIRE IL SANGUE E DOPO LO BEVEVO”

I

Prima

l mio nome è Davide. Prima di conoscere la Chiesa Cristiana la mia vita era totalmente diversa e sbagliata. All’età di 12 anni ho cominciato a scoprire delle cose che non erano normali per un ragazzo. Da piccolo mi sentivo molto desolato e piangevo senza motivo. Nella scuola ero sempre con un sorriso, ma quando ero da solo le lacrime scendevano dal mio viso. Finché un giorno ho conosciuto un genere di canzoni forti chiamato: “BLACKMETAL”, quel genere di musica mi tranquillizzava nei momenti di solitudine era come una droga, ma una droga spirituale. QUANDO HO DECISO DI SEGUIRE SATANA Passati alcuni giorni ho saputo che dietro quel tipo di musica, c’erano dei legami con il satanismo, e dopo aver scoperto

questo ho deciso di seguire satana... Con il tempo crescevo e anche la mia mente si sviluppava nelle cose riguardo al satanismo. I miei capelli erano lunghi e mi vestivo sempre di nero. Avevo pochi amici uguali a me. Dopo un po’ decisi anche io di comporre musica “BLACKMETAL” e ho cominciato a scrivere, a fare canzoni contro Dio. Quando cantavo sembrava la voce di un demone. “MI TAGLIAVO LE MANI PER FARMI USCIRE IL SANGUE E DOPO LO BEVEVO”, o lo mettevo sui miei occhi o sulla collana satanica che portavo sul petto. Fumavo e mi alcolizzavo molto con i miei amici. A causa mia la mia famiglia stava cominciando a distruggersi. Mia madre collaboratrice della Chiesa Cristiana non accettava la situazione e si è rivoltata contro quel male, lei partecipava alle riunioni nella Chiesa Cristiana e pregava molto per me, ma io li dicevo: “nessuno mi può cambiare perchè sono così e così sarò”, ma dentro di mia madre c’era la certezza totale che Dio avrebbe potuto fare il miracolo in me e che mi sarei convertito…

favore, la sua risposta è arrivata. Da lì in poi tutto cambiò, dentro di me sentivo qualcosa che cambiava e sentivo il bisogno di cercare in Dio la felicità. Adesso tutto è cambiato, il mio modo di pensare è totalmente diverso da come era prima. Ho rinunciato a quella vita sbagliata. Adesso io sono diverso, un nuovo ragazzo, sono libero dai vizi, la mia famiglia è una famiglia unita, benedetta e realizzata vedendo il mio cambiamento.

Oggi David Martinez è un giovane trasformato

IL CAMBIAMENTO Dopo tanti anni di lotte e di preghiere in mio

David insiema alla madre nei giorni attuali

volte, ma alla fine non ebbi coraggio di farlo. Avevo 15 anni “Attacchi di panico e paura” 2quando mia madre, stanca di cercare una soluzione per tutta la La mia sofferenza è iniziata da quando ero molto piccola. Avevo appena 4 anni, quando ho assitetti alla caduta di un aereo vicino casa mia e da allora ho iniziato a soffrire di attacchi di panico e sonnambulismo. I miei genitori mi portavano da medici che mi facevano seguire delle cure ,ma queste erano inutili. Poco dopo iniziai a sentire una voce di sera che chiamava il mio nome, e vedevo un’ombra bianca vicino alla porta della mia stanza, questo mi faceva avere molta paura che non aiutava per niente la terapia che facevo. A 12 anni mi successe una cosa strana: i miei occhi si gonfiavano senza motivo fino a rimanere con gli occhi chiusi. Per due anni io ho cercato una soluzione per questa malattia senza successo. Alla fine mi hanno diagnosticato una malattia immunitaria, anche se non sapevano di certo cos’era. Avrei dovuto fare delle iniezioni ogni mese per tutta la vita. Diventai anche depressa. Ero anche molto nervosa e avevo degli scatti fortissimi di rabbia contro chi mi era più vicino. Ero sempre alla ricerca di qualcosa che mi potesse dare la tranquillità di cui avevo bisogno. Cercavo nella religione una risposta e un conforto, ma non li ho mai trovati. Per questo cercai di suicidarmi

famiglia (mio padre e mio fratello erano asmatici), mi ha portato nella Chiesa Cristiana. Dal primo momento che sono entrata ho sentito qualcosa di diverso in me, ho manifestato un’identità maligna. Ho avuto molta paura di tornare, ma ho provato sollievo quindi ho deciso di cominciare a frequentare la Chiesa. Partecipavo sempre alla preghiera di venerdì per la liberazione. Pian piano non vedevo più il volto bianco e la voce era sparita. Il buio, la disperazione dentro di me hanno dato luogo ad una speranza che non mai ho avuto. Sono stata guarita e oggi la mia vita è cambiata completamente. Mi sono sposata e ho consegnato la mia vita a Dio, per aiutare quelli che come me soffrono e non sanno il perchè. Dio è la UNICA speranza per una vita tranquilla e piena di pace. Lui è l’UNICO capace di far avverare tutti i nostri sogni per una vita felice. Io ho trovato Lui, Gli ho dato un’opportunità per Farsi conoscere e non ho mollato, perchè ho trovato la strada giusta per me. Volevo essere felice, avere una vita piena, non a metà e ho lottato per questo. E tu? Cosa sei disposto a fare per avere la vita che hai sempre sognato? Carla Pinto


14 // Casi persi

..“La mia vita era un vero inferno. Nonostante fossi molto giovane, passai per quasi tutto ciò che di male si possa immaginare. Durante molto tempo, ho avuto visioni, ci fu anche un giorno in cui vidi la propria morte. Vivevo tormentata spiritualmente e fu proprio per questo che mia madre venne nella Chiesa Cristiana. Ero una giovane molto rivoltata, ero sempre coinvolta in problemi e liti con tutte le persone. Avevo proprio odio di tutti e nessuno poteva parlare o stare con me, non avevo nessun controllo su di me e le mie azioni”, racconta Liliana. “Oltre a questo, la mia famiglia discuteva sempre e io mi chiudevo costantemente nella mia camera. Quando venni nella Chiesa Cristiana non fu con il cuore, ma

a causa di mia madre. Per questo, non mi consegnai mai a Dio e decisi di lasciare. Qui i problemi vennero dieci volte peggio e con sempre più forza. Arrivai proprio al limite e oggi sono viva solo perché mia madre chiamò il pastore in tempo. Pensavo che non valesse la pena vivere e che nessuno mi voleva. Mi odiavo e sentivo che non meritavo il perdono. Arrivai a pensare che la soluzione era porre fine alla mia vita e al tormento della mia famiglia”, aggiunge. RISCATTATA “Ma mia madre non lasciò mai di credere in me e, in questo giorno in cui lei mi salvò, il pastore mi fece una preghiera e quindi tornai in Chiesa. Iniziai a fare tutte le catene e a camminare per la guarigio-

CEDUTA

“Mi odiavo e sentivo che non meritavo il perdono”

ne, ma continuavo ad avere una grande depressione, perché avevo perso un familiare che era il mio appoggio. Finché percepii che ero stata salvata e che la mia vita doveva cambiare. Misi in pratica la mia fede intelligente e dissi a Dio che

non accettavo più quella situazione e che il mio cambiamento doveva succedere. A partire da questo giorno, non piansi più e le persone pensavano che stavo impazzendo perché adesso vivevo col sorriso. Poco tempo dopo mi hanno trovato un tumore e sono tornata ad usare la Arrivai a pensare mia fede. Di nuovo dissi che non acquella sconfitta e oggi non ho che la soluzione era cettavo niente! Ho fatto gli esami due volte e porre fine alla mia sono guarita.” Liliana

Una vita di vizi ..“Ero una persona ribelle, rivoltata, fallita e viziata in droghe, nell’alcool e nel tabacco. Sono stata viziata nell’alcool e nel tabacco per più di 20 anni e nelle droghe più di quattro. Tutto ciò che era male esisteva nella mia vita! Picchiavo molto i miei figli, il che fece affinché uno di loro, a 12 anni, andasse a cercare aiuto per me nella Chiesa Cristiana. E anche minacciato di morte, non smise mai. Nonostante la sofferenza, mio figlio lottò sempre per me con la sua fede intelligen-

te, per la mia liberazione e trasformazione. Arrivai nella Chiesa Cristiana per curiosità, per sapere cos’era. Ascoltai con attenzione quello che i pastori dicevano e decisi di usare io stessa una fede intelligente. E, di fatto,

ci fu una trasformazione nella mia vita, sia a livello finanziario come spirituale e familiare. Avevo un nipote con eczema atopico, che gli apriva tutto il corpo, anche buchi nel cranio, e i capelli non crescevano. Tutti i mesi andavo in ospedale, e non Sono stata viziata dormivo, ma, tramite la mia fede nell’alcool e nel tabacco risvegliata, è stato guarito. Oggi, bambino sano! Ho una famiper più di 20 anni e nella ègliaunfelice e sono una donna forte droga più di quattro e decisa!” Geraldina Pereira

CEDUTA

Rompi le catene che bloccano la tua vita!

Terapia con l’imposizione di mani Ve n e r d ì

alle ore 10 - 16 e 19:30


Equilibrio Interiore

//15

DEBOLE davanti ai problemi “E

Ero una persona piena di delusioni

“S

ono arrivata nella Chiesa Cristiana, circa tre anni fa, e posso dire che in questi tre anni, la mia esperienza, è stata il mio cambiamento interiore, ero una persona piena di delusioni, e questo mi portava ed essere abbattuta, triste, a causa di questa sofferenza, riuscivo anche a passare giorni in casa senza uscire, mi isolavo, e questo mi faceva peggiorare ogni giorno di più, perché avevo un vuoto dentro. Apparentemente ero una mamma circondata dai miei figli e ricevevo da loro amore e affetto, non

mi mancava il lavoro, ma questo non riusciva a colmare il vuoto che sentivo dentro di me, e non mi spiegavo il per-

Oggi sono forte, gioiosa, coraggiosa ché di tutto questo, mi sentivo frustrata come donna, e volevo cambiare, ma non sapevo come.Un giorno mi hanno invitato ad andare nella Chiesa Cristiana, e ho capito subito di aver trovato la porta giusta a cui bussare,

“Pensavo spesso al suicidio”

“Quando sono arrivata nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo ero una persona depressa, pensavo spesso al suicidio, mi sentivo sola e come se ci fosse un grande vuoto dentro di me. Ricordo che tante volte pensavo

di tornare al mio paese di origine, l’Isola di Capo Verde, ma andando in Chiesa avevo scoperto che il mio problema non era fisico, ma spirituale. Allora iniziai a fare le catene di preghiera del venerdì per la liberazione e della domenica per fortificare la mia vita spirituale e lottare in favore della mia famiglia. Oggi sono una persona felice non penso più nel suicidio, non sono depressa, quel vuoto che avevo è stato riempito da una grande forza e allegria, posso dire che sono una donna realizzata. Rodrigues

ro una persona molto debole e demotivata, poiché sentivo di non avere la capacità di sviluppare il mio negozio, cioè di non riuscire a superare gli ostacoli che si alzavano contro di me. Ma da quando ho iniziato a partecipare ai corsi motivazionali del lunedì nella Chiesa Cristiana, i messaggi che ascoltavo mi hanno trasmesso una forza molto più grande. Così ho iniziato a superare le difficoltà che sono sorte nel cammino. Oggi, riesco ad avere forza e motivazione per dare una svolta alle situazioni che si alzano contro di me”. Nia Cardoso.

dopo aver bussato in tante altre porte, ho fatto tutte le catene di preghiera, e tutto quello che ricevevo, era come una medicina, che stava curando tutte le mie ferite, con il passare dei mesi, mi accorgevo che non sentivo più tutta quella sofferenza, e tristezza dentro di me. Oggi, grazie a Dio, sono una persona diversa, sono forte, gioiosa, coraggiosa, voglio dare conforto agli altri, e sono una donna che rispetta se stessa. Dentro di me ho pace e serenità, sto bene con tutti, non mi isolo più, e sono felice!” Patrizia

“Matrimonio distrutto a causa del vizio” Il mio matrimonio era distrutto a causa del vizio dell’alcool in cui era caduto il mio marito. Ormai non c’era più dialogo ma solo insulti e discussioni. Il giorno peggiore era proprio la Domenica, mio marito non lavorava e passava tutto il giorno a bere fuori di casa, entrando ed uscendo da casa continuamente, era tanta la sofferenza e tutto questo mi portava ad essere abbattuta e chiusa in me stessa. Ricordo che un giorno dovevamo andare ad una festa, ma una mia amica mi aveva invitato a venire in chiesa, ed io decisi di andare ad ogni costo, anche mio marito. Arrivando là, sin dal primo momento avevo capito che sarebbe stato quello il luogo in cui avrei cambiato la mia vita. Ora c’è pace nella mia casa, c’è comprensione, dialogo,e il giorno che una volta era il più brutto, oggi è diventato il più speciale, perché la passiamo insieme e siamo felici. Maria e Alirio


CEDUTA

16 // Equilibrio Interiore

“Odiavo i miei genitori” La sofferenza della separazione dei genitori, mentre era ancora una bambina, portò Sandra al cammino dei vizi e ad una vita di totale sofferenza

LA SOLUZIONE “Nonostante mi considerassi un caso completamente perso, quando arrivai nella Chiesa Cristiana, rice-

Ero completamente squilibrata e aggredivo le persone vetti l’appoggio e mi trasmisero che, dopo tutto, non ero un caso perso poiché per tutti i miei problemi esisteva una soluzione. Col tempo, la mia vita iniziò a trasformarsi. Iniziai a mettere in azione la mia fede e tornai a credere che ancora potevo essere felice. Nel frattempo, ho iniziato a dormire meglio e sono riuscita ad abbandonare i vizi. Oggi, la mia vita sentimentale è stata completamente trasformata, poiché sono sposata e molto felice con mio marito. Anche la mia vita finanziaria ha avuto benefici, dato che ho il mio negozio e sono felice!” ■ Sandra Bispo

Malattie e vizi

.“Avevo la vita completamente distrutta! Mi sentivo vuoto e senza

CEDUTA

“L

a separazione dei miei genitori, quando ero ancora molto piccola, mi ha fatto soffrire molto. Sono cresciuta con tanto odio e questo fece nascere in me una rivolta molto grande. A causa di tutti questi avvenimenti, la mia vita era guidata dal vizio del tabacco e sono finita ad usare droga. Oltre a questi problemi, soffrivo anche di insonnia e dolori di testa molto forti, dovendo andare all’ospedale frequentemente. Ero completamente squilibrata e aggredivo le persone, anche senza un motivo apparente. Tale attitudine mi allontanava da quelli che mi volevano bene e mi faceva rimanere da sola. E nemmeno la mia vita sentimentale sfuggì alla distruzione!”

nessun motivo per vivere. Infatti, la peggiore cosa che può succedere ad una persona è non sentirsi bene con se stessa e io mi sentivo depresso e angosciato. Oltre

questi problemi interiori, ero anche viziato nel tabacco, nelle droghe e nell’alcool. Soffrivo anche di una ciste al testicolo sinistro e non mi sentivo bene vicino a nessuno, perché ero un essere molto solo e vuoto. Ma quando sono arrivato nella Chiesa Cristiana, ho trovato pace interiore e il vuoto che sentivo è iniziato a riempirsi. Sono stato liberato dalla depressione, dall’angoscia e dalla paura. Oltre a questo, sono stato guarito dalla ciste al testicolo e sono riuscito a liberarmi da tutti i vizi. La mia vita sentimentale è stata anche trasformata e oggi sono un uomo ben sposato e felice!” João Batista


Equilíbrio Interiore // 17

CEDUTA

“Avevo problemi sia fisici che spirituali”

“P

rima la mia vita era distrutta. Avevo problemi sia fisici che spirituali. La notte non dormivo, mi svegliavo spesso di soprassalto, senza alcun motivo. Udivo voci. Di giorno, sentivo chiamare il mio nome, credendo che fosse qualcuno della mia famiglia, e invece non era così. Sentivo spesso suonare il citofono ma non era nessuno, per questo motivo la mia famiglia iniziò a credere che stessi impazzendo. Ero sem-

pre triste, depressa e nervosa. Ero angosciata. Parlavo sempre con un tono di voce alto e trattavo male le persone, mio marito

Avevo il vizio di giocare al lotto e i clienti al lavoro. Dipendevo dall’oroscopo, e avevo il vizio di giocare al Lotto. Anche fisicamente ero messa male. Ero piena di dolori al corpo. Prendevo for-

tissimi antidolorifici ma il dolore non passava. Avevo 4 ernie cervicali e un anello cervicale schiacciato. Soffrivo di dolori al ginocchio per mancanza di cartilagine e anche di mal di schiena. Mi dicevano che sarei finita sulla sedia a rotelle. Prendevo 8 tipi di farmaci al giorno. Ma non cambiava niente. Ho cercato di riempire questo vuoto con varie terapie. Sono andata dallo psicologo, ho tentato una musica-terapia, ecc. apparentemente mi rilassavo, poi tornava tutto come prima. Finchè un giorno, grazie al lavoro sociale del “Cuore d’Oro” della distribuzione alimentare, ho conosciuto la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo. Da quel giorno in poi la mia vita è completamente cambiata. La prima cosa che ho notato in me è stata la tranquillità, ho iniziato a dormire bene, ad essere serena, a curarmi di più e soprattutto a sorridere. Oggi non mi affido più all’oroscopo, ma a Gesù. Non gioco più al lotto. Tutti quei dolori che avevo sono scomparsi e non prendo più nessun farmaco.Oggi sono una donna felice. Carmela Rinaldi

Depresssione Sicuramente qualche volta ti sei già sentito triste, ma la depressione è più di una semplice tristezza, e viene facilmente confusa come una malattia mentale, ansietà o con l’uso di qualche sostanza. Nel mondo ci sono 350 milioni di persone che soffrono di depressione, secondo un sondaggio dell’Organizzazione Mondiale della Salute. Tuttavia, questo numero può essere molto più grande, dato che molti non sanno nemmeno di avere la malattia e di conseguenza non la trattano.

Controllo Il 10% della vita riguarda ciò che ci accade e di cui non abbiamo controllo, il restante 90% riguarda al modo in cui reagiamo alle situazioni, ossia, alle nostre reazioni. Non possiamo, infatti, evitare che qualcosa ci accada, ma possiamo REAGIRE in modo tale da controllare le conseguenze dell’accaduto.

PUBBLICITÀ


18 // Evento “SAPPI DIRE NO” Ballo Peruviano Alcun i inte g vani di Mi ranti dell lano a for ques za gi hann to be o o l lissim no, c p r e senta he ha o bal to l tutti quell verament o Peruvia e sco i che invol erano to prese nti... GLI SPETTACOLI NON SI SONO FERMATI PER 2 ORE DI SEGUITO!

Ballo Pop rock

no di n a h ro nze i Fire nto nella lo d i z z e I raga o molto tal t a r most azione... nt prese

lo l BaPop as è st at o m ol to Il gi ov an e N ic ol so e ha do m isi cu ro di se st es ba llo po p. .. un na to il pa lc o co n

Capoeira

E stato molto emozionante vedere la presentazione di questi ragazzi che sono venute dal Brasile per insegnare questo bellisimo sport qui in Italia...

SPETTACOLO TEATRALE La forza giovani di Milano ha preparato un spettacolo teatrale molto bello, con l’obbiettivo di passare ai giovani un messaggio riguardo l’importanza di SAPER DIRE DI NO. Lo spettacolo è stato basato sulle cose che la vita ci offre ma anche sulle conseguenze delle nostre scelte, sicuramente hanno raggiunto il loro obbiettivo, perché in nessun momento la platea ha sviato lo sguardo dalla presentazione...


Giovani // 19

I

l 21 Settembre, i ragazzi della forza giovani di tutta l’Italia, si sono radunati qui a Roma, per partecipare a questo bellissimo evento “ SAPPI DIRE NO “, in cui i partecipanti hanno mostrato il loro talento ballando e cantando. I ragazzi si sono divertiti molto ed è stato molto emozionante per loro partecipare. Hanno organizzato inoltre anche una recita e uno spettacolo di capoeira. Questo evento è stato programmato per aiutare i ragazzi a fare scelte giuste e soprattutto per farli allontanarsi delle droghe. Gli organizzatori hanno preparato un video e slide’s per mostrarlo hai ragazzi, che spiegava le conseguenze della droga e dell’alcool, con alcune foto di persone che si sono rovinate la vita facendo uso di sostanze o essendo diventati alcolisti. Il senso di questo evento era proprio questo, cioè di far capire hai ragazzi che tutte le scelte hanno delle conseguenze e che le scelte sbagliate non aiutano a realizzare i loro sogni.

L’vento a contato con la presenza speciale di (Gelson Luiz) il risponsabile della Forza Giovani dell’europa, che sta realizzando questo evento in ogni paese qui in europa, ed è stato proprio lui a parlare ai giovani riguardo l’uso delle droghe e i loro effeti. Per far capire bene a chi eri presente, a scelto alcune persone dalla platea e ha dato degli esempi pratici, che hanno fatto ogni uno presente capire come reagiamo quando ci troviamo di fronte ad una scelta e ha chiarito ai giovani che è possibile “Dire di NO” e pensare prima a loro stessi. L’vento è stato veramente un successo! Attualmente i giovani affrontano molte difficoltà nel mondo che riguardano, problemi famigliari, vizi, scuola, lavoro e altri... essendo così, il vescovo Wagner responsabile del lavoro della Chiesa Cristiana in Italia ha realizzato per loro una preghiera speciale, chiedendo a Dio di dare a loro la forza e la saggezza per superare ogni ostacolo e di dare anche la direzione per ogni uno poter fare le scelte giuste nella vita.

momenti dell’evento


20 // Risultati della Forza Giovane

Il vizio dell’alcool di mio zio colpì tutta la famiglia, e così mia madre e tutti i miei familiari iniziarono ad andare in Chiesa a cercare una soluzione. E così quando avevo 9 anni accompagnai mia madre, e cominciai a vedere il cambiamento nella mia famiglia e anche in me stesso, a 10 anni notai che ero un giovane differente, mentre i miei amici si preoccupavano di divertirsi, io invece mi preoccupavo di aiutare nell’Opera, di evangelizzare, di aiutare le persone, fino a che ho abbandonato la casa di Dio, ho lasciato la chiesa. A quel punto ho conosciuto il mondo. Dopo tre mesi, all’età di 13 anni entrai nel mondo delle droghe, al punto di andare al lavoro sotto l’effetto della cocaina e marijuana. PERSI TUTTO E così le droghe cominciarono a rovinare totalmente la mia vita, a 15 anni persi il lavoro, e agli occhi umani non avevo più soluzione. Non sopportavo più quella situazione, anche mia madre a causa della tanta sofferenza cercava aiuto in chiesa col pastore, ma io sprofondavo sempre di più nelle droghe. Arrivai al punto che la cocaina e la marijuana non mi facevano più effetto, e iniziai ad usare crack perche volevo qualcosa di più forte. Quando trovavo

CEDUTA

Droghe e disperazione

un nuovo lavoro, nelle pause usavo la droga, in quanto non riuscivo a stare in pace senza quella sostanza nel mio corpo. Sono dovuto uscire dalla mia città, per fuggire dagli spacciatori a causa dei molti debiti. Ho fatto tante terapie ma nulla risolveva il mio problema, ero un giovane depresso, con molta paura, soffrivo di insonnia.

all’età di 13 anni entrai nel mondo delle droghe usando cocaina e marijuana

DANDO FINE ALLA SOFFERENZA Fu così che decisi di ritornare tra le braccia del Padre, e tramite il mio incontro con Dio la mia vita è stata totalmente trasformata, quell’Anderson di prima, che tutti dicevano che non aveva più soluzione, adesso è diventato un uomo di Dio, un uomo di carattere che non pensa di tornare alla vita sbagliata. Oggi sono totalmente trasformato, Dio mi ha anche dato una moglie che amo e che mi ama, il mio matrimonio è felice, e io sono una persona realizzata. Anderson Turquetti

Vuoto che non aveva fine Paura, insonnia, depressione, panico questa era la realtà di Claudia, che si lasciava dominare dall’insicurezza...

ro, ha riempito quel vuoto fino a traboccare, mi ha dato la gioia di vivere, ha dato valore ad ogni momento della mia esistenza. Mi ha accolta a braccia aper te senza guardare il mio passato, ma solo

Persi molte opportunità

CEDIDA

“Se ripenso alla mia vita tre anni fa, mi vengono in mente tutte le sof ferenze che avevo...insonnia, depressione, at tacchi di panico, una grande tristez za e un vuoto dentro che non aveva fine, sentivo presenze strane, problemi in famiglia, psicofarmaci, alcool, vizi, sof ferenze sentimentali, incubi, dispera zione, paure di ogni genere, dolori fisici..questo

Ho usato droghe e frequentavo cattive compagnie

è solo un riassunto. Fino a quando ho incontrato Gesù nella mia vita, che mi ha dato la liber tà che ho sempre sognato, e che non credevo potesse esistere dav ve-

il mio presente, mi ha donato un futuro con Lui. Volevo condividere questa mia esperienza, per dare una testimonianza a qualcuno che stia passando situa zioni del genere. Gesù vuole cambiare la nostra vita, dobbiamo solo avere la for za di decidere e di cercarlo.” Claudia Corona

F

ino ad una certa età ho sempre avuto tutto quello che un ragazzo potrebbe volere, giocavo a basket in una squadra di serie C e avevo buone probabilità di salire di livello, la mia famiglia aveva delle attività imprenditoriali in proprio, inoltre avevo un lavoro ben retribuito, andavo a scuola e riuscivo a fare tutte queste cose allo stesso tempo. Avevo molti amici, una ragazza ed ero sempre al centro dell’attenzione, fino a quando ad un certo punto della vita tutto é iniziato a cambiare. All’inizio non capivo perché le cose peggiorassero così, gli amici non c’erano più, la ragazza nemmeno, il lavoro perso, le cose che avevo piano piano le stavo perdendo tutte. Ero tormentato da brutti pensiere Il periodo più brutto è stato quando non riuscivo più a dormire di notte perché ero tormentato da brutti pensieri, ho attraversato un periodo in cui ho usato droghe e frequentato cattive compagnie, non avevo piú una ragazza ma ne avevo tante, perché non mi importava di nessuna. In questo periodo brutto ho conosciuto la Chiesa Cristiana dello Spirito Santo ed ho iniziato a frequentare le riunioni, a fare le catene di liberazione e a pregare ed é stato grazie a questo mio modo di mettere in azione la mia fede che sono uscito dal buio ed ho visto la luce. Ora ho di nuovo un lavoro, ho di nuovo una fidanzata conosciuta in chiesa, una donna di Dio che mi sta accanto, ho ripreso il mio hobby ovvero il basket e tutto questo é stato possible solo grazie a Dio. Fabio Oliveira


PUBBLICITÀ

Giovani // 21

BEVEVO E FUMAVO MARIJUANA

“P

rima che arrivassi in chiesa, la mia vita era quella della ragazza con il grande sogno di sposarsi con l’uomo perfetto e insieme avere dei figli, per poi tornare in Brasile come donna realizzata. Ma, la realtà che ho vissuto è stata totalmente differente. Per sette lunghi anni, mi sono illusa di aver trovato l’uomo giusto per me, ma purtroppo, mi sono resa conto che ho trascorso tutto questo tempo tra una delusione e l’altra, perché nessun uomo che ho conosciuto è rimasto con me. Questa situazione che si ripeteva di continuo, mi faceva stare così tanto male, che non riuscivo più né a mangiare, né a dormire; ho passato tanto tempo a piangere e a domandarmi perché? Non sapendo come stare meglio, ho iniziato ad uscire con nuove amicizie, andando in discoteche, cene di gruppo e vari pub. Al momento sentivo quel

Ero disperata benessere che neutralizzava il mio dolore nel cuore e nell’anima, bevevo e fumavo marijuana; in quelle condizioni riuscivo anche a ridere

e divertirmi, ma quando la serata terminava ed io, dovevo tornare a casa, era l’angoscia totale. Non ero in grado di chiudere occhio per tutta la notte, questo per tanto tempo; fui costretta dalla stanchezza psicofisica a prendere degli psicofarmaci per poter riposare almeno qualche ora.... insomma la mia vita era diventata un vero disastro! LA STRADA GIUSTA “Non sapendo dove sbattere più la testa, stanca e disperata sono arrivata nella Chiesa Cristiana dello Spirito Santo, dove ho conosciuto il gruppo FORZA GIOVANE MILANO. Attraverso loro ho conosciuto il Signore Gesù, che mi ha liberata da tutto ciò che mi stava distruggendo. Per riuscire ad ottenere questo privilegio, ho dovuto usare la mia fede e, soprattutto ho fatto la mia unica vera e giusta scelta, ho abbandonato tutte quelle amicizie che frequentavo nelle discoteche, cene e pub. Ho imparato che per essere felice non ho bisogno di bere alcolici, fumare marijuana e cambiare ragazzo continuamente, oggi sono così felice da poter gridare: “MI BASTA SOLO GESU’!!!”

generale.fgitalia@gmail.com


22 // Messaggio di fede Qual è l’unica cosa che limita il potere di Dio? “Allora io scesi alla casa del vasaio, ed ecco, egli stava facendo un lavoro alla ruota. Ma il vaso che stava facendo con l’argilla si guastò nelle mani del vasaio. Così, cominciando da capo, egli fece con essa un altro vaso, come parve bene agli occhi del vasaio. Allora la parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: O casa d’Israele, non posso io fare con voi come ha fatto questo vasaio? dice l’Eterno.”Geremia 18.3-6 Meditando sul fatto che il vaso si è guastato nelle “mani” del Vasaio (Dio), capisco che l’unica cosa che limita il Suo potere è il nostro libero arbitrio. Uno dei più grandi impedimenti per il compimento del proposito di Dio nelle ultime generazioni è l’idea, sempre più globale, che “abbiamo il diritto di fare ciò che ci piace, e non dobbiamo dare spiegazioni a nessuno”. Colui che agisce così con le persone, agirà allo stesso modo inevitabilmente anche con Dio. Infatti, non Lo abbiamo trattato in questo modo qualche volta? Quando siamo giovani e la fede è “pura”, pensiamo di avere un quadro chiaro di ciò che Dio vuole fare con noi e attraverso di noi. Adesso che siamo più vecchi, percepiamo quanto siamo lontani da questo, ed è tutta colpa nostra. Dio non è stato capace di fare di noi, e per noi, ciò che Lui “voleva e che aveva pianificato”, perché resistiamo al Suo potere e permettiamo che altre influenze ci modellino in qualcosa di molto meno utile e valido. Certamente, l’altare è il luogo in cui dobbiamo mantenere il nostro “libero arbitrio”, ossia, questo deve essere SACRIFICATO. Ma c’è ancora speranza per chi “vuole” essere modellato da Dio indipendentemente dal tempo in cui ha resistito a Lui. Saulo di Tarso era un vaso guasto finchè resisteva al potere della Parola di Dio e “dava calci contro il *pungolo”, ma quando lui chiese, tremante, “Signore, cosa vuoi che io faccia?” Dio lo trasformò in un vaso di onore. Non importa quanto possa essere guasta la nostra vita, o da quanto tempo sia con questa malformazione, se “vogliamo” questo cambiamento con TUTTO il nostro essere e la nostra forza, Dio lo realizzerà nelle nostre vite. Dio vi benedica. *Il pungolo era un bastone con una punta affilata di metallo, che serviva per pungere e provocare dolore all’animale, facendolo obbedire al suo padrone. Era usato solo negli animali testardi e ostinati.

Chiesa Cristiana dello Spirito Santo in Italia e Isole CENTRO - Italia Sede Roma

Viale di Porta Tiburtina 18 (a 500 metri dalla Stz. Termini) zona San Lorenzo Tel: (+39) 06 447 025 66

Firenze Via il Prato 73 (Porta Prato) Tel: (+39) 055 284 501

SUD - Italia Napoli

Traversa San Giovanni de Matha 35/a Quartiere Poggioreale (Corso Malta) Tel: (+39) 081 599 20 89

NORD - Italia Sede Milano

Viale Monza 101 (a 20 metri della Stz. Rovereto -linea Rossa) Tel: (+39) 02 454 949 40

Torino Via Gabriele Bogetto 4E (angolo Regina Margherita e via San Donato) Tel: (+39) 011 768 07 55

Verona

Corso di Porta Nuova 16 (Hotel Mastino) Centro Tel: (+39) 327 335 48 85

Via Parma 4 (davanti allo Stadio di Mantova) Tel: (+39) 327 335 48 85

Malta

Triq Aldo Moro - Millennia Building-Marsa Tel: 00356 99 92 27 99

Genova

Via Bersaglier d’Italia 19 (Hotel Alexander) Stz. Metro Principe Tel: (+39) 011 768 07 55

Isole - Sicilia Mantova

L’Estero

Sicilia - Siracusa

Viale Luigi Cadorna 70 (antico cinema Mignon) Tel: (+39) 0931 185 03 23

Per avere maggiori informazioni e per sapere dove si trova una Chiesa Cristiana più vicina a te visita il nostro sito iurditalia.org o chiama la linea


23 // Amore

“Il nostro matrimonio era l’inferno sulla terra” Elisabete e Rui sono sposati da 17 anni. Quello che per molti poteva significare una vita magnifica, per loro si traducono in anni di angoscia, aggressioni e tradimento.

Conoscere qualcuno perfettamente è impossibile, poiché troveremo sempre dettagli nella personalità dell’altro che non pensavamo potessero esistere. E’ certo che quanto più ci sforziamo di conoscere il/la nostro/a compagno/a meglio lo/la conosceremo, per questo la comunicazione è indispensabile.

CEUDTA

“La mia vita era completamente distrutta quando arrivai nella Chiesa Cristiana. Presentavo tutti i sintomi di una malattia terminale. Ero paralizzato dalla vita in giù, avevo attacchi di panico e gli esami non mostravano nessuna causa per la mia malattia. Piangevo senza nessun motivo e stavo già in uno stato di depressione profonda”, racconta Rui.

mi sentivo una persona abbastanza triste, angosciata e sola... stata sempre una persona malata. E’ stato così che sono arrivata nella Chiesa Cristiana, proprio nel fondo del pozzo. Non riuscivo a fare niente a casa e anche il mio matrimonio era un vero fallimento coniugale. Ero sempre giù, mi sentivo una persona abbastanza triste, angosciata e sola. Quando entrai nella Chiesa Cristiana il mio matrimonio era nel fondo del pozzo e fu qui che iniziarono i miei sacrifici. Discutevamo molto già dal fidanzamento e ci aggredivamo a vicenda, sia verbalmente che fisicamente. Dopo sposati mio marito mi tradì e qui e fu l’apice di tutte le situazioni”, rivela Elisabete.

Il matrimonio è la donazione e l’accettazione reciproca di tutta la persona tra un uomo e una donna, per tutta la vita, qualunque siano le circostanze che si presentino in futuro. L’esigenza di questo compromesso è grande, dato che il futuro non è scritto e non si può indovinare La donazione e l’accettazione reciproche implicano l’accettazione dell’altro così com’è e non come ci piacerebbe che fosse. Si tratta di accettare l’altro nel modo in cui è realmente, le sue virtù e i difetti, con le sue caratteristiche positive e negative.

E

lisabete era una persona estremamente nervosa e i medici le diagnosticarono fibromialgia, la sindrome della fatica cronica. Per cinque anni questo problema la accompagnò e la sua vita era già stata colpita. “Ero una persona molto depressa, non volevo mai uscire e stavo bene solo al buio. Avevo svenimenti costanti, anche per strada. Andavo sempre in ospedale in ambulanza e nessuno capiva che cos’era. Avevo circa 30 anni quando mi dissero che dovevo rimanere così per tutta la mia vita. I miei genitori dicevano che non avrei mai avuto salute, che sarei

Comunicazione tra la coppia:

NEL FONDO DEL POZZO “Il nostro matrimonio era l’inferno sulla Terra. Tutte le volte che noi discutevamo era a causa di una gelosia insana che avevamo entrambi, senza nessun motivo. Arrivavamo ad aggredirci a vicenda in qualsiasi posto ci trovassimo. se mia moglie guardava da qualche parte, la aggredivo e lei faceva lo stesso con me. Subito nella luna di miele la aggredii per gelosia. Il nostro sfogo alla fine diventarono le uscite di notte… Bevevamo molto, fumavamo molto, iniziai a uscire da solo con i

miei amici, lei di più con le sue amiche, e questo causò il tradimento”, aggiunge. “Ci piacevamo ma sembrava che c’era qualcosa lì che non ci faceva essere felici, c’era sempre qualcosa che ci faceva avere quelle discussioni. Per me il peggiore momento fu il tradimento, nel terzo anno di matrimonio…”, commenta Elisabete. IL CAMBIAMENTO “Oggi la mia vita è completamente trasformata! Ho dominio su di me, le paralisi sono sparite, non ho più avuto attacchi di panico. Sono una persona calma, felice e realizzata in tutte le aree della mia vita”, racconta soddisfatto Rui. “Ho sacrificato per la mia vita sentimentale ed è stato qui che sono riuscita a perdonare veramente mio marito, pulendo tutto il mio interiore. Quando è successo questo, ho guardato lui e mi sono innamorata di nuovo! Oggi il nostro matrimonio è una luna di miele costante”, conclude felice Elisabete.

Secondo uno studio realizzato, l’85% delle donne spagnole sposate ha sottolineato che la mancata comunicazione coniugale era il primo problema tra le coppie. La maggior parte di loro si lamentava del fatto che i mariti non parlavano. E’ anche vero che in certe occasioni, la donna parla troppo, non lasciando spazio al coniuge affinché parli. La sana comunicazione tra l’uomo e la donna è importante e senza di lei è quasi impossibile sostenere la vita di coppia. Molti conflitti coniugali, che terminano in separazione o divorzio, iniziano proprio dalla mancata comunicazione coniugale.


Incontri Settimanali LUNEDÌ Scopri la via più efficace per superare le difficoltà finanziarie, come la disoccupazione, i debiti, o l’insucesso nel mercato del lavoro. MARTEDÌ

Vincere le malattie, i dolori o i problemi di salute persistenti non è un’utopia bensì il risultato di un piano reale di superamento. Conoscilo tutti i martedì!

MERCOLEDÌ

Il modo migliore per promuovere l’equilibrio interiore è la conoscenza dei mezzi per averlo.

GIOVEDÌ La tua famiglia è al limite della rottura? Ricevi l’orientamento giusto per risolvere i tuoi problemi in questa area, come la disunione o la ribellione dei vostri figli. VENERDÌ Le tempeste interiori molte volte sono frutto di un’energia negativa che si manifesta attraverso incubi, insonnia o malessere generale. Supera tutti questi problemi, attraverso un’incontro finalizzato alla “pulizia dello spirito”.

SABATO | CASI IMPOSSIBILI

ORE 10:00 Problemi impossibili agli occhi umani.

ROTTURA DEL MALE

ORE 16:00 Rottura delle maledizioni ereditarie.

TERAPIA DELL' AMORE

ORE 19:00 Problemi sentimentali, mancanza di dialogo nella relazione, discussioni.

DOMENICA |

IL GIORNO DELLA DIREZIONE Ricevi l’orientamento per qualsiasi area della tua vita, nel 1° giorno della settimana e fai in modo che il resto della settimana sia positivo.

CONSULENZA

ORE 10:00

GRATUITA TI SEI INDENTIFICATO CON ALCUNI DEI CASI VERIDICI DI QUESTA EDIZIONE? VORRESTI CHE LA TUA VITA FOSSE:          

Prospera Sana Equilibrata Senza vizi Senza traumi Felice nella vita sentimentale Familiarmente realizzata Con orgoglio dei figli o genitori Successo negli studi Successo professionale

SEGNA CON UNA (X) LE OPZIONI SOPRA INDICATE E PORTALO IN UNO DEI SETTE GIORNI DELLA SETTIMANA, NELLA CHIESA CRISTIANA PIÙ VICINA A TE E RICEVI UN CONSIGLIO GIUSTO.

O SCRIVI QUI SOTTO CIÒ CHE VORRESTI CHE CAMBIASSE NELLA TUA VITA:

CHIESA CRISTIANA SEDE - ROMA Viale di Porta Tiburtina - 20 zona San Lorenzo (a 500 metri della Stazioni Termini)

_________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________ _________________________________

SEDE NAZIONALE - MILANO Viale Monza - 101 (a 20 metri dalla metro Rovereto - linea rossa)

LA CHIESA CRISTIANA PIÙ VICINA A TE!

iurditalia.org Chiesa Cristiana

cell. 388 9023642

Io ero così 4° edizione