Page 8

08 arte

testo: Roberta Invernizzi

! ’ PER TERRA

u I G …TUTTI

azio r t s u l l i i d le a n o i z a n r e int a n ra g r e e T ss a e r r d a l a l M A na e c s i d ’ e a di Padov

S

i fa presto a dire “terra”. O anche “Terra”. Meta dei girotondi infantili, fango sugli stivali, sospirato approdo degli esploratori naviganti e aerospaziali (sazi di oceani e di cieli), zolla d’orto feconda, spazio da conquistare o da difendere, humus vitale, risorsa da sfruttare, patria da amare, manifestazione del divino, madre o matrigna, solida, potente, benevola e brutale, severa e accogliente… A Padova, accanto al Duomo, una mirabolante collezione di coloratissime illustrazioni ci racconta che cos’è “terra”, con un occhio di riguardo per il suo ruolo all’interno dei testi e delle tradizioni religiose (non solo quella cristiana). La dimensione sacra della terra è infatti il fil rouge che collega gli splendidi lavori che compongono la Quinta Rassegna Interna-

zionale di Illustrazione per l’Infanzia e che consente di ordinare la complessità di evocazioni e significati racchiusi in questo elemento. L’allestimento è impeccabile e le sale scandiscono sguardi e letture armoniosamente complementari sul tema. Numerosi sono i riferimenti all’Antico Testamento, in particolare ai versetti della Genesi che narrano la Creazione, ma anche a leggende e miti maya, giapponesi, indiani e zingari. Una Terra, tante terre, insomma: ce lo rammenta subito l’installazione posta all’ingresso, 35 vasetti di vetro contenenti campioni di terra arrivati dalla Georgia, dall’India e da Cuba, dal Kenya e dalla Turchia, dalla Colombia e dalla Romania, dal Laos e da Creta. Ben novantaquattro sono gli illustratori presenti. Tanta Italia, insieme ad altra vecchia Europa (Francia, Spagna, Portogallo, Polonia, Repubblica Ceca, Austria, Svizzera), ma anche Giappone, Argentina,

ne

Iran, Corea, Sud Africa e Messico… È curioso conoscere i loro volti (quasi sempre sorridenti) e leggerne le storie, in poche righe, nelle ultime pagine del catalogo (magnifico e molto ricco anche di testi interessanti): si scopre così che una delle artiste nella vita è ingegnere e un’altra si dedica alla maratona; poi ci sono un ex fumettista, una creatrice di marionette ed un autore di film d’animazione. Molti hanno già ricevuto premi e menzioni in giro per il mondo, consolidando tratti e stili ben riconoscibili. E tutti, proprio tutti, sono mossi dal desiderio di emozionare adulti e bambini, interpretando il tema di quest’anno attraverso le tecniche più disparate. Immagini oniriche e surreali, ingenue ed essenziali, regalano cromatismi intensi e luminosi, sia nelle raffigurazioni gioiose e giocose, sia in quelle più pensose, che meditano e inducono a meditare sulla responsabilità dell’uomo verso l’ambiente, sulla fragilità degli

Nella Nebbia #23  
Nella Nebbia #23  

Rivista mensile con uno sguardo trasversale sull’arte

Advertisement