Page 1

Giovedì 15 Novembre 2012

Chiusura ore 16.30 Mercoledì 14.10.2012

CGIL: tutti in piazza a protestare

Anno VI - N° 188

Sommario Referendum tra i lavoratori in tempia brevissimi

ACAM Accordo tra sindacati ed azienda: contratti di solidarietà al posto dei licenziamenti di Marco Ursano

PAG. 3 mancanza di uomini e mezzi

Il Coordinamento Provinciale Vigili del Fuoco si scusa con i cittadini della Val di Magra PAG. 4 Portate in giunta da Ruggia e Natale

Approvate delibere nel settore urbanistica PAG. 5 Seminario in Confindustria martedì 20 novembre

Riforma del lavoro: le novità in materia di flessibilità in uscita PAG. 8


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

2

Cimino: “Lottiamo per un Italia diversa”

Sciopero generale CGIL, alla Spezia manifestazione in Piazza del Bastione

Una bella piazza, piena di lavoratori, donne, studenti. Per lo sciopero generale europeo di oggi, la CGIL spezzina ha organizzato tre ore di presidio nel cuore del centro storico della Spezia, in Piazza del Bastione. Sul palco si sono alternati interventi politici e momenti musicali a cura ella compagnia degli Scarti. Presenti lavoratori di ogni settore pubblico e privato, nutrita la rappresentanza di lavoratori metalmeccanici da Fincantieri e Oto Melara, e di studenti. Il segretario generale della Camera del Lavoro Lorenzo

Cimino nel suo intervento ha ribadito la dura critica verso le politiche di austerità dei governi europei e del governo Monti. Ecco un passaggio: “Noi lottiamo per un Europa diversa, ma anche per un Italia diversa. Vogliamo un paese con un contratto collettivo nazionale che

non sia derogato per legge, con pari diritti per tutti i lavoratori a prescindere dall’azienda e dal territorio dove lavorano; un Paese dove il governo imponga alla più grande azienda, la FIAT, di fare gli investimenti che ha promesso e che prenda una posizione politica sui licenziamenti

illegittimi e politici, roba che si è vista solo nel ventennio fascista; vogliamo una scuola pubblica che sia patrimonio della democrazia, ricchezza, sapere e solidarietà e non tolleriamo più tagli lineari che portano ad una perdita di posti di lavoro dei precari; vogliamo un sistema pubblico efficiente e di qualità, senza la mannaia della spending review e leggi di stabilità, ma che metta il cittadino al centro della sua azione. Un sistema pensionistico che dia il giusto riconoscimento a chi ha lavorato una vita ed al contempo non penalizzi i giovani.”

grande partecipazione allo sciopero da parte di lavoratori e studenti

Lombardi e Olivieri (Prc): «Soddisfatti per la manifestazione, cacciamo il governo Monti» Anche nella nostra città questa mattina più di mille studenti sono scesi in piazza per lo sciopero generale europeo, contro il governo monti e l’austerità. Man mano che il corteo si ingrossava numerosa era la partecipazione di operai e lavoratori. Presente nel corteo anche uno spezzone di rifondazione comunista e dei giovani comunisti guidati dal Segretario Provinciale Massimo Lombardi e da quello Regionale Sergio Olivieri, che dichiarano: “Siamo in piazza oggi a sostegno degli

studenti e dei lavoratori contro le politiche del Governo Monti, Governo delle Banche e della speculazione finanziaria. La manifestazione di oggi ha espresso dei contenuti molto precisi: la crisi deve essere pagata da chi l’ha creata e non da lavoratori, giovani e pensionati. Il governo monti se ne deve andare. è su questi obiettivi che si ricostruisce in Italia una sinistra degna di questo nome e non certo su primarie nelle quali i candidati rinnegano le loro radici per accreditarsi il voto dei moderati”


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

3

Referendum tra i lavoratori in tempia brevissimi

ACAM. Accordo tra sindacati ed azienda: contratti di solidarietà al posto dei licenziamenti

Firmato a mezzanotte dopo una trattativa no-stop dal primo pomeriggio, indubbiamente un pezzo importante del mosaico da comporre per la salvezza di ACAM. CGIL, CISL, UIL e CISAL Federergia hanno sottoscritto con l’Amministratore Delegato Gaudenzio Garavini un accordo sindacale che, sostanzialmente, blocca i licenziamenti previsti (162 esuberi) ed inserisce i contratti di solidarietà. Questo, a livello sindacale. Ma il valore del documento va oltre, inserisce un elemento di distensione nella corsa contro il tempo per la salvezza; un segnale chiaro di responsabilità, e serietà, verso banche e fornitori, i creditori di ACAM. Un tassello importante, che arriva qualche giorno dopo l’accordo politico con i Comuni, e, recuperata la UIL al tavolo, con una ritrovata unità sindacale. Adesso, l’accordo dovrà essere sottoposto, in tempi strettissimi, a referendum tra i lavoratori. Questo pomeriggio durante una conferenza stampa in Camera del Lavoro, i segretari di CGIL, CISL e UIL, Lorenzo Cimino, Pierluigi Perachini e Walter Andreetti, hanno illustrato i termini dell’accordo. In primis, il nodo degli esuberi. Al loro posto, saranno attivati i contratti di solidarietà, per un massimo di due anni, con queste modalità: dal primo gennaio 2013 i contratti di solidarietà scattano per l’importo di 125

esuberi e da ottobre passano ad 87. Mentre nel 2014, dal primo maggio per 65 esuberi e da ottobre per 43. Il meccanismo è complesso: per capirci, i lavoratori rinunciano ad una parte di stipendio per non fare licenziare i colleghi. In questo caso, i lavoratori di ACAM, tranne quelli di Gas e servizi, per due anni avranno una riduzione di 6 ore settimanali in busta paga. La progressiva diminuzione di esuberi in cambio di contratti di solidarietà avverrà man mano che saranno adottate le altre misure previste dall’accordo: internalizzazione di servizi, percorsi di incentivi all’esodo (previsto un budget a bilancio di 5 milioni di euro) con domanda entro il 31 marzo 2013, 10 unità che saranno assunte nelle partecipate dei comuni (come stabilito nell’accordo di domenica 4 novembre).

Altri punti sensibili dell’accordo, il cambio di mansioni verso il porta a porta (secondo una graduatoria interna che peserà anzianità lavorativa e carico familiare), ripristino trattativa per premi risultato, ripresa della corresponsione dei buoni pasto dal primo gennaio 2013, impegno etico nella revisione dei superminimi (che cubano attualmente 58mila euro mensili: la proprietà ne taglierà almeno 300mila annui, circa la metà). Accanto agli aspetti più sindacali, nel testo sono ribaditi concetti importanti: in ACAM gas rimarrà la quota pubblica più alta possibile, maggioranza pubblica in Ambiente ed Acqua interamente pubblica. Last but not least, l’impegno per la chiusura del ciclo dei rifiuti con le discariche di servizio di Saturnia e Mangina.

Un accordo che vale un risparmio di circa 6 milioni di euro annui per ACAM, e che prevede una assunzione di responsabilità da parte dei lavoratori, con relativi sacrifici. Aspetti che sono stati sottolineati in conferenza stampa. Per Peracchini “la situazione dell’azienda è gravissima, questo e’ un atto di solidarietà, chiediamo un sacrificio ai lavoratori e speriamo anche che banche e fornitori facciano altrettanto.” Concetti ripresi da Andreetti “abbiamo salvato qualche centinaio di lavoratori, i lavoratori devono capire la bontà di questo accordo, che farà ripartire Acam, l’alternativa e’ la disoccupazione”, mentre Cimino ha concluso “è un accordo molto duro, che ogni lavoratore pagherà di tasca sua. Ci rendiamo conto che non è un accordo facile da sottoscrivere, ma oggi dobbiamo cercare di scongiurare i mali più grossi, i licenziamenti ed il fallimento con relativa speculazione.” I sindacalisti hanno tenuto a sottolineare che l’ultima parola spetta ai lavoratori con il referendum, ma con l’accordo valido la mobilita sarà estinta, e la fiammella del salvataggio rimarrà accesa; altrimenti, i licenziamenti diventeranno realtà. Più chiaro di così. Marco Ursano


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

4

mancanza di uomini e mezzi

Il Coordinamento Provinciale Vigili del Fuoco si scusa con i cittadini della Val di Magra Con organici così sottodimensionati è stato impossibile presidiare al meglio il territorio, misurarsi con la reale visione delle dimensioni dell’evento per dare una risposta adeguata. Siamo stati costretti, nostro malgrado e con senso di frustrazione, a fare delle scelte in merito agli interventi sul territorio e questo soprattutto per mancanza di uomini e mezzi pertanto: Siamo a chiedervi scusa cittadini della Val di Magra. Vogliamo prendere le distanze dal nostro livello dirigenziale che, ancora una volta, ha sottovalutato l’evento non garantendo un necessario e possibile potenziamento dei vigili del fuoco, capace di soddisfare i comprensibili bisogni di decine di perso-

ne che chiedevano aiuto. Cari cittadini: I pompieri sono quelli che vedete sfrecciare tutti i giorni sui

camion per tutta la Provincia, sono quelli che vedete con voi sporcarsi le mani nel fango, fradici sotto l’acqua che continua a flagellare il nostro territorio e

li sempre ci troverete, al vostro fianco , ciò ci rende fieri ed orgogliosi. Non siamo disposti ad accettare che qualcuno faccia di tutto per impedircelo.

Ai cittadini che si recheranno in farmacia sarà dato l’opuscolo “Assumiamo i farmaci in sicurezza”

Asl 5 e farmacie promuovono una campagna informativa sulla Farmacovigilanza In questi giorni inizia la campagna di educazione sanitaria sulla Farmacovigilanza, che segue quella che ha trattato la sensibilizzazione all’uso corretto del farmaco generico. Ai cittadini che si recheranno in farmacia sarà dato l’opuscolo “Assumiamo i farmaci in sicurezza”; al termine di questa seconda ed ultima fase, sarà somministrato un questionario a campione,

per verificare se le campagne di sensibilizzazione hanno raggiunto l’obiettivo primario: informare la cittadinanza. Spiega il Dr. Alessandro Sarteschi, Direttore del Dipartimento Farmaceutico della nostra ASL: La scheda per segnalare le sospette reazioni avverse, appositamente predisposta dal Ministero della Salute con alcune

semplici domande, ma utili per comprendere l’evento, è reperibile in farmacia o scaricabile dal sito internet www.asl5.liguria.it. Una volta compilata, la scheda può essere riconsegnata al farmacista oppure inviata al Servizio di Farmacovigilanza, al numero di FAX 0187 604577 o tramite e-mail (farmacovigilanza@asl5.liguria.it).


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

5

Portate in giunta da Ruggia e Natale

Approvate delibere nel settore urbanistica Il Vicesindaco e assessore ai lavori pubblici della Spezia Cristiano Ruggia rende noto che nelle ultime riunioni della giunta Comunale si sono deliberati alcuni provvedimenti importanti per la riqualificazione della città. Sono interventi racchiusi all’interno del POR-FESR, misura che prevede il cofinanziamento da parte del Comune, della Regione e dell’Unione europea. In particolare si tratta: del progetto per la creazione di un parco urbano archeologico negli ex vivai di via XX settembre, del progetto definitivo per il recupero e riqualificazione della scalinata Cernaia, della realizzazione del nuovo impianto di illuminazione pubblica della galleria Spallanzani e zone limitrofe, del progetto esecutivo dei lavori per la realizzazione della sovracopertura dell’edificio che ospita la palestra delle scuole elementari e medie in via Napoli. Realizzazione di parco urbano archeologico negli ex vivai di via XX Settembre e recupero mura e scalinata ottocentesca. 2° lotto funzionale. La Giunta ha approvato il progetto definitivo per la creazione di un parco pubblico archeologico negli ex vivai di Via XX Settembre e recupero mura e scalinata ottocentesca, un’area racchiusa fra le mura del castello e i ruderi dell’ex Convento delle Clarisse, attualmente sottoutilizzata e dequalificata; L’intervento di recupero si propone l’obiettivo di realizzare, in pieno centro storico, un vasto parco urbano di tipo tematico ad alta valenza storico-culturale, recuperando e mettendo a sistema tutte le aree disponibili attraverso la creazione di percorsi connessi aventi come fulcro fisico e storico il Castello San Giorgio; il parco urbano potrà essere adibito a diverse finalità fra cui “orto urbano”, orto botanico, orto scolastico, ecc. comunque nell’intento di creare, all’interno della città, un “ortus interclusus” sul genere di quelli medievali, uno spazio oltre la città per suoni, profumi, colori e vivibilità.

L’area, suddivisa in tre piane, verrà interamente pulita da tutte le piante e gli arbusti infestanti, inoltre verranno demolite tutte le strutture esistenti (serre ed edifici), compresi i semenzai ormai fatiscenti e la copertura delle caratteristiche limonaie, quindi tutte le piane verranno accuratamente rimodellate, inerbite, e messe in sicurezza attraverso l’apposizione di protezioni costituite da rete e siepe. L’area verrà dotata di tutti i sottoservizi adeguati e verranno installati un impianto di pubblica illuminazione, uno di irrigazione e alcune prese d’acqua; il costo degli interventi ammonta a 300.000 euro. Approvazione del progetto definitivo del 2° lotto dei lavori di recupero e riqualificazione della Scalinata Cernaia La Scalinata Cernaia che collega via XX Settembre a via dei Colli è una delle scalinate storiche della città ed è tra le più importanti sia per la sua ubicazione che per la valenza architettonica della sua configurazione; si è proceduto all’approvazione del progetto definitivo per continuare l’iter amministrativo e per ottenere i relativi finanziamenti, mutuo, per la realizzazione dell’intervento. La scalinata, lunga circa 200 metri, è costituita su entrambi i lati da tratte piuttosto lunghe, con un allineamento quasi ininterrotto di edifici, per cui rappresenta, per la numerosa la popolazione che vi risiede, l’ unica via di accesso alle abitazioni e anche luogo di sosta protetto dal traffico veicolare e riparato da grossi alberi di so-

phora japonica. I lavori oltre al recupero e alla riqualificazione daranno un nuovo assetto alla scalinata mantenendo inalterate le caratteristiche architettoniche attuali. Inoltre, studi più approfonditi hanno evidenziato la necessità di eseguire sia interventi sui sottoservizi sia importanti opere di consolidamento delle tre monumentali rampe a tenaglia presenti lungo il tracciato. Tra gli altri interventi verranno realizzati gradini con pedate ed alzate costanti su tutta la scalinata, mantenendo le attuali caratteristiche sia nelle porzioni laterali che in quella centrale, con utilizzo delle lastre in arenaria di recupero; Verrà, poi, realizzato un nuovo impianto di illuminazione lungo tutta la scalinata e verranno installati di tutti gli elementi di arredo urbano, quali un corrimano lungo tutta la scalinata, nuove panchine e cestini nelle piazzole del primo tratto della scalinata. Anche gli alberi sottoposti alla valutazione di stabilità da cui ne risultano molti pericolosi saranno oggetto di interventi. A tal fine l’Amministrazione Comunale promuoverà un incontro con i portatori delle diverse esigenze emerse riguardo l’intervento. Si prevede inoltre il passaggio nella Commissione consiliare dei lavori pubblici. Il progetto è stato sottoposto al parere della Soprintendenza ai Beni Culturali e Paesaggistici ed alla Soprintendenza ai Beni Archeologici, che hanno già manifestato parere positivo ; Il costo degli interventi ammonterà a 900.000 euro

Approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione della sovracopertura dell’edificio che ospita la palestra delle scuole elementari e medie in via Napoli, Nell’ambito del programma di manutenzione del patrimonio immobiliare scolastico l’Amministrazione comunale ha previsto i lavori per la realizzazione della sovracopertura dell’edificio che ospita la palestra delle scuole elementari e medie in via Napoli. Un intervento dal costo di 90 000 euro che concorrerà a preservare l’importante patrimonio scolastico della nostra città. Approvazione del progetto esecutivo per la realizzazione del nuovo impianto di illuminazione pubblica della galleria Spallanzani e zone limitrofe L’impianto di illuminazione pubblica della galleria Spallanzani è stata inserita nel programma di ammodernamento. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione dell’assessorato all’ambiente diretto da Davide Natale. L’ammodernamento dell’ impianto si rende necessario in quanto il funzionamento di 24 ore su 24 delle lampade in dotazione produce un gravoso consumo di energia elettrica. Il progetto prevede l’installazione di 74 corpi illuminanti a 20 led installati su canale metallico in due file parallele che permettono di ottimizzare al massimo il risparmio energetico e di ottenere un alto rendimento luminoso, con una riduzione dei consumi dagli attuali contrattuale di 26 KW a 4 KW per un risparmio annuo di circa €. 30.000,00. inoltre passando dalle 25.000 ore di vita media della lampada al sodio a bassa pressione presenti ora nella galleria, alle 70.000 ore di quella a led di prossima installazione, la manutenzione ordinaria sarà ridotta drasticamente; I lavori non interesseranno solo la realizzazione dell’impianto all’ interno della galleria ma anche delle vie limitrofe. L’importo dei lavori sarà pari a 130.000 euro


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

6

Territorio colpito duramente dalla alluvione dei giorno scorsi

On. Andrea Orlando, visita Ortonovo post alluvione trini e l’ass. Carola Baruzzo per fare il punto sui danni subiti e farsi portavoce delle istanze del territorio in Parlamento e presso il Governo.

L’on. Andrea Orlando (PD), lunedì pomeriggio, si è recato a Ortonovo, territorio colpito duramente dalla alluvione dei

giorno scorsi. Durante il sopralluogo ha incontrato il sindaco Francesco Pie-

“Purtroppo - ha dichiarato Orlando - dopo l’alluvione dello scorso anno il nostro territorio è nuovamente e duramente colpito, a Ortonovo e Marinella, così come la vicina provincia di Massa Carrara e la Maremma. è necessario intervenire, non

solo con gli strumenti di emergenza, ma pensare a una vera e propria legge speciale che leghi il ripristino e la cura dei luoghi, il riavvio delle attività produttive, il risarcimento danni e la prevenzione. Oltre a rinnovare la solidarietà alle comunità colpite - ha concluso il deputato spezzino credo sia giusto ringraziare gli amministratori locali, le squadre dei soccorsi e i volontari che si stanno adoperando per ridurre i disagi delle popolazioni colpite.

Mezzi ATC abbandonati nel parcheggio del deposito da quasi un anno

Guerri presenta un’interrogazione circa la manutenzione dei filobus ATC Il consigliere comunale Giulio Guerri (“Per la nostra città”) ha portato in Consiglio Comunale, attraverso un’interrogazione a risposta scritta, la situazione in cui si trova il parco mezzi filoviario di ATC. Guerri segnala che, dalla scorsa primavera, con la sospensione dell’utilizzo dei filobus, ATC ha deciso di lasciare parcheggiati tutti i suoi filobus nel piazzale del deposito. E questa situazione è destinata a durare ancora mesi se non anni, tali sono infatti i tempi previsti prima che i filobus siano reimmessi in circolazione. “I mezzi, a quanto pare, sono rimasti fermi sotto il sole per tutto l’arco dell’estate e ora si trovano nella stessa condizione

esposti alla pioggia, all’umidità e al freddo.” Guerri, richiamando la necessità che il patrimonio dei mezzi ATC sia adeguatamente custodito e mantenuto in condizioni di efficienza, esprime obiettive riserve sulla scelta fatta da ATC, “Poiché lasciare i filobus fermi per mesi all’aperto non è certo il modo più indicato per preservarli”. Nella sua interrogazione Guerri chiede al Sindaco di riferire in merito al problema segnalato e di dire chiaramente se ritiene che il parco mezzi filoviari di ATC, che sono parte del patrimonio pubblico dei cittadini, siano adeguatamente conservati in vista del lontano momento del loro ritorno in servizio.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

7

«La Provincia è già in possesso del progetto definitivo»

Casabianca: «L’alternativa alla Ripa è la Ceparana - Santo Stefano» «La SP 31 della Ripa è stata martoriata da ben dieci frane nel periodo novembre –dicembre 2010,la Provincia della Spezia è intervenuta consolidando e sistemando i versanti franati con reti paramassi, inoltre è stato creato un by-pass di circa 250 metri che allontana la strada da sotto il versante, l’arteria è stata riaperta nel maggio 2011 con un importo lavori di 1.660.000 €. Il 29 ottobre scorso la strada è stata interessata da una nuova frana lato Bottagna a circa 800 metri di distanza dagli interventi del 2010 che ha comportato una nuova temporanea chiusura. Oggi la strada è stata riaperta con un senso unico semaforico di circa 250 metri per consentire alle maestranze di mettere nuovamente in sicurezza questo

tratto di viabilità pulendo e consolidando il versante nel quale siamo in presenza di rocce friabili. A mio avviso sistemati questi ultimi cedimenti franosi è opportuno prolungare il by-pass creato nel 2010 allungandolo di circa 500 metri lato Fornola allontanando cosi ulteriormente la strada da sotto il monte. Detto questo ritengo indispensabile lavorare alacremente Provincia e Regione per realizzare quella che rappresenta la vera alternativa alla Ripa, ossia la nuova bretella Ceparana-S. Stefano Magra. Di questa nuova infrastruttura se ne parla da oltre trent’anni, ha un bacino di utenza di circa 30.000 abitanti (comuni di Bolano, Follo, Vezzano, Calice al Cornoviglio, Podenzana con Montedivalli, Aulla con Albia-

no Magra), interessa oltre 500 attività produttive (industrie, commercio, artigianato), inoltre decongestionerebbe anche la statale 62 della Cisa che attraversa l’abitato di S.Stefano Magra, nella tratta tra l’incrocio con l’autostrada e il ponte di Caprigliola. Questa arteria rappresenta il collegamento diretto della bassa Val di Vara con la Val di Magra ,la città della Spezia , e il casello autostradale di S.Stefano Magra. L’infrastruttura ha uno sviluppo di 2,5 km con un ponte sul fiume Magra di 400 metri parallelo a quello dell’autostrada A12, la Provincia è già in possesso del progetto definitivo. Il costo è di 10 milioni di € di cui 8 finanziati dalla Regione Liguria provenienti dai fondi nazionali PAR-FAS, la Provincia della Spezia deve cofinanziare l’opera con 2 milioni di €. Se l’amministrazione Provinciale e Regionale ritengono, come credo, necessaria ed indispensabile questa importante bretella si puo’ prevederne la realizzazione in circa tre anni, di cui uno per completare l’iter burocratico-amministrativo (pareri dei vari enti, espropri, ecc.) e due per effettuare i lavori. In questo modo si migliorerà complessivamente una delle maggiori criticità della viabilità provinciale, infatti verrebbero fortemente diminuiti i transiti sulla SP 330 del Buonviaggio e conseguentemente la strada della Ripa non taglierà più in due il territorio provinciale, ma avremo sulla stessa un sicuro dimezzamento del traffico veicolare.»


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

8

“Perdiamo il cantore più alto della Lunigiana”

Fiasella esprime cordoglio per la scomparsa del Prof. Loris Jacopo Bononi Il Commissario straordinario della Provincia della Spezia Marino Fiasella esprime cordoglio per la scomparsa del Prof. Loris Jacopo Bononi, poeta e intellettuale originario di Fivizzano di cui oggi si celebrano i funerali.

coronato di creare una fondazione, uno scrigno della memoria che mettesse a disposizione della comunità i beni che questo straordinario intellettuale ha saputo raccogliere nel corso di una vita intera dedicata all’amore per il sapere. Oggi sento il dovere innanzitutto di esprimere gratitudine al prof. Bononi che ha voluto condividere con me sogni e speranze: dalla nascita della fondazione di Castiglione del Terziere alla ricostituzione della Lunezia, che oggi non è più solo una romantica suggestione ma anche un orizzonte politico cui dobbiamo mirare.”

“Con la scomparsa del prof. Jacopo Loris Bononi perdiamo il cantore più alto della Lunigiana e a lui, anima straordinaria della nostra terra, rivolgo un saluto doloroso ma pieno di riconoscenza per ciò che il suo pensiero profondo e irriverente ha lasciato a questo tempo. Del professor Bononi non rimangono soltanto parole ed opere, ma anche quel grande sogno mai

Seminario in Confindustria martedì 20 novembre

Riforma del lavoro: le novità in materia di flessibilità in uscita

Proseguono in Confindustria La Spezia i seminari tecnici informativi dedicati alle novità introdotte dalla Legge 92/2012, meglio nota come “Riforma Fornero”.

Dopo aver analizzato in un precedente incontro, la riforma sotto l’aspetto della flessibilità in entrata, Confindustria La Spezia e Confindustria Liguria, in collaborazione con AIDP, As-

sociazione italiana per la Direzione del Personale, forniscono un approfondimento del nuovo quadro normativo nell’ambito della flessibilità in uscita con una particolare attenzione rivolta ai cambiamenti normativi introdotti nella disciplina dei licenziamenti. Al seminario di studio, che si terrà il prossimo martedì 20 novembre a partire dalle ore 14,30 presso la sede di Confindustria La Spezia in Via G. Minzoni, 2, saranno presenti in qualità di relatori, la Dott.ssa Grazia Maria Cerruti Responsabile Politiche del Lavoro DLT

La Spezia, l’Avv. Riccardo Del Punta Ordinario Diritto del Lavoro all’Università di Firenze e la Dott.ssa Ilaria Lari Responsabile Conflitti di Lavoro e Relazioni Sindacali DTL La Spezia. L’ingresso è libero per le aziende associate a Confindustria La Spezia, per le aziende esterne all’Associazione e per i Consulenti il costo e di 100,00 euro + IVA. Per informazioni è possibile contattare Enrico Giannarelli: tel. 0187/725205 e-mail: giannarelli@confindustriasp.it


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

Furto perpetrato ai danni di un’abitazione a Sarzana

9

Oltre 400 firme raccolte in pochi giorni

Furto sventato nel tardo Petizione per la riapertura pomeriggio di martedì dell’ufficio tecnico di Rio Maggiore Furto sventato nel tardo pomeriggio di ieri. Ancora una volta l’intervento degli uomini dell’Istituto di Vigilanza La Lince ha sventato un tentativo di furto perpetrato ai danni di un’abitazione a Sarzana. Sono le ore 18:57 quando in Centrale Operativa Lince giunge la segnalazione di allarme furto. L’operatore si attiva prontamente per comunicare alla pattuglia che copre la zona di dirigersi immediatamente sul posto, nel frattempo avvisa il proprietario e le Forze dell’Ordine. La guardia giunge sul posto e dal controllo esterno riscontra rottura della persiana, la finestra aperta con il vetro rotto. All’arrivo di persona di fiducia del proprietario viene eseguita ispezione congiunta all’interno

dell’abitazione, dalla quale risultava essere tutto regolare, nulla era stato manomesso e nulla era stato asportato. La rapidità dell’azione ha distolto i malintenzionati dal portare a termine la loro azione.

Venerdì 16 novembre alle 17.30, presso la sala multimediale di Tele Liguria Sud

“I disturbi del ritmo cardiaco: come curarli?” Il Dr Gianfranco Mazzotta, Primario del Reparto di Cardiologia dell’ Ospedale “Sant’ Andrea” della Spezia e la Dr.ssa Sandra Badolati, Responsabile del Servizio di Aritmologia della stessa Struttura invitano la cittadinanza a partecipare all’incontro pubblico “I disturbi del ritmo cardiaco: come curarli ?”. Si tratta del quinto evento or-

ganizzato quest’anno, in collaborazione con l’ “Associazione Amici del Cuore della Spezia”, per prevenire e curare le malattie cardiovascolari; l’ appuntamento è stato programmato per Venerdì 16 novembre alle 17.30, presso la sala multimediale di Tele Liguria Sud situata nel piazzale Giovanni XXIII n 2 (vicino alla Cattedrale) alla Spezia.

La lista civica Partecipazione e trasparenza ringrazia i firmatari della petizione per la riapertura dell’ufficio tecnico. Le oltre 400 firme raccolte hanno rinnovato in noi la fiducia, incoraggiandoci a proseguire lungo la strada intrapresa, che ha come meta il radicale cambiamento di indirizzo della politica amministrativa locale. Questo risultato sta a significare la volontà dei cittadini di essere coinvolti in merito ai problemi e alle decisioni che un’“attenta” amministrazione dovrebbe saper prendere per il bene comune. Ricordiamo inoltre al sindaco che la petizione sull’ufficio tecnico si aggiunge ad altre petizioni organizzate direttamente dai cittadini: quelle sulla ‘riapertura dell’ascensore della stazio-

ne’, sulle ‘antenne telefoniche’ di Manarola e quella tramite la quale, a inizio estate, i cittadini di Manarola manifestavano il proprio disappunto sulla questione degli ‘accessi al paese e della gestione del Parcheggio di Manarola’ e chiedevano un’assemblea pubblica mai concessa dal sindaco. In risposta a tutto ciò i cittadini hanno avuto solo false promesse. è ormai chiaro, infatti, che i disservizi del Comune dipendono da errori grossolani e valutazioni errate dell’Amministrazione. Ascoltare le esigenze dei cittadini e rispondere prontamente è il compito di ogni Amministrazione e questo fino ad oggi non è mai stato fatto.

Convocazione dei Soci

Assemblea Generale della Pubblica Assistenza è convocata, nella Sede dell’Ente Via Carducci snc La Spezia, l’Assemblea dei Soci per il giorno Martedì 27 Novembre in prima convocazione alle ore 17.00 ed in seconda convocazione alle ore 18.00, per la discussione del seguente ORDINE DEL GIORNO: 1. APPROVAZIONE BUDGET 2013 2. RATIFICA VARIAZIONI DI BUDGET 2012

3. VARIE ED EVENTUALI Possono partecipare all’Assemblea tutti i Soci in regola con il pagamento della quota sociale. Ogni Socio in regola con il versamento della quota sociale può farsi rappresentare da altro Socio anch’esso in regola con il versamento. Ogni Socio non può rappresentare più di un Socio.

La nuova sede della Cisl Ex Area Ip traversa di Via Fontevivo Edificio Sub. 8


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

10

La Confartigianato chiede un incontro Approvata all’unanimità la mozione urgente a Provincia e Comune presentata da Maurizio Ferraioli

Ponte sul Magra. Confartigianato: Approvata la mozione di sostegno «Aprire alle barche» al Comitato Solidarietà Immigrati Aprire anche alle barche per collegare le sponde del fiume Magra fra gli approdi di Bocca di Magra e Fiumaretta. È questa la richiesta della Confartigianato spezzina alla Provincia e al Comune di Ameglia. La Confartigianato esprime la preoccupazione dei tanti cittadini e operatori del comune di Ameglia che in questi mesi si troveranno ad affrontare le difficoltà causate dai lavori per il nuovo ponte sul fiume Magra. I cittadini lamentano che il col-

legamento istituito con i mezzi dell’ATC non sia funzionale per le loro esigenze e chiedono a gran voce di istituire immediatamente un servizio di collegamento fra le due sponde con le modalità dello scorso anno. Anche sul piano turistico gli operatori lamentano che l’assenza del servizio aggraverà la crisi delle attività commerciali e artigianali, in particolar modo il flusso turistico del fine settimana, se non fosse riattivato il servizio di collegamento fra le due sponde, scomparirebbe dalle due frazioni.

Ieri sera nella seduta del Consiglio Comunale della Spezia è stata approvata all’unanimità la mozione presentata da Maurizio Ferraioli (Lista noi con Federici), Marcello Delfino (PD), Roberto Masia (Sel), Paolo Manfredini (PSI) inerente il sostegno al Comitato Solidarietà Immigrati. “Il dispositivo votato impegna il Sindaco e l’Amministrazione a dare continuità al lavoro ventennale svolto dal Comitato Solidarietà Immigrati, con lo scopo di non perdere un back ground acquisito con il duro lavoro di tanti volontari e proseguire un percorso virtuoso che ha dato grande beneficio a tutta la città anche in considerazione dell’apporto economico che i cittadini immigrati lavoratori danno alla nostra società. Ad iniziare immediatamente un percorso serio e condiviso fra le diverse comunità d’immigrati che compongono il Comitato Solidarietà Immigrati e quindi il CSI tutto e le altre Associazioni di Volontariato e Sindacali della città per sostenere un’opera essenziale per tutti e che nel proseguo veda coinvolti altri attori ma con le medesime finalità. A prorogare il sostegno economico al CSI, al fine di mantenere attivo il servizio, mentre si definiscono i percorsi per il rilancio del servizio stesso. A relazionare in merito all’evoluzione del percorso condiviso al Consiglio Comunale prima di qualsiasi decisione amministrativa in merito.”

Alberto Andreani FOTOGRAFO

La discussione è stata una levata di scudi bipartisan a favore del CSI e della sua ventennale opera sul territorio a favore di una corretta Integrazione. è stato sottolineato come il CSI svolga un’importante e professionale attività e sia anche un evoluto “Punto d’Ascolto Attivo” sulle varie problematiche di vita quotidiana delle comunità d’immigrati. Il consigliere Maurizio Ferraioli ha sottolineato come la manifestazione di giovedì scorso sia stato un grande atto di vera partecipazione, una fiaccolata che ha visto partecipare italiani ed immigrati con le loro famiglie, un momento emozionante ed inusuale in un’epoca in cui la partecipazione dei Cittadini è spesso ridotta ai minimi termini. “Francamente - conclude Maurizio Ferraioli - dopo l’approvazione in Consiglio Comunale, vedere i volti sorridenti dei Cittadini Immigrati mi ha ripagato dell’impegno rivolto alla loro causa e, in momenti in cui occuparsi di politica non è sempre gratificante, mi ha fatto sentire bene e desidero quindi ringraziarli tutti per l’opportunità che mi hanno dato di essere utile ad una giusta causa. Sono sicuro che questo è il sentimento di tutti i firmatari della mozione. Un grazie anche all’Ammnistrazione per aver deciso di intraprendere un percorso costruttivo di valorizzazione di un servizio e di una risorsa importante per l’intera collettività senza far mancare il sostegno economico al CSI”.

L’Amore si racconta con le immagini

matrimoni, comunioni, cresime, battesimi, compleanni, laurea, foto industriali, avvenimenti sportivi, spettacoli, sfilate, nautica La Spezia, Corso Nazionale 141 - Tel 0187.502348 Ceparana, Via Romana 87 – Tel. 0187.933710

www.fotoandreani.com


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

11

Organizzato da Coldiretti nell’ambito del progetto “Campagna amica”

Mercatino del contadino in Piazza Europa nel week end Questo week end Piazza Europa sarà teatro di una manifestazione agroalimentare organizzata da Coldiretti: “I contadini en ciassa” Si tratterà di una “tappa” del progetto “Campagna amica” per promuovere il contatto diretto tra produttori di aziende agricole locali e consumatori. La freschezza, la genuinità, la sicurezza, i prezzi controllati vengono garantiti: dall’orto direttamente al consumatore senza passare da altre “mani”. I prezzi sono quelli promossi dal sito Sms Consumatori a livello nazionale. Prende quindi piede il progetto Campagna Amica qui in città con punti vendita dove trovare prodotti agricoli senza intermediazione e frutto di coltivazioni locali: un primo esperimento in vista di divenire per appuntamenti periodici. Un modo dunque per promuovere l’agricoltura tipica che si sta ritagliando una fetta di mercato in crescita. Un appuntamento che segue a distanza di poco tempo il mercato contadino di Piazzale Kennedy che ha ottenuto un grande successo. Buoni i dati del settore: 1200 sono le aziende agricole a livello provinciale (di cui 200 nel settore della mitilicoltura e della itticoltura), 95 gli agriturismi, su un totale di 280 a livello regionale. E la nostra città si aggiudica il primato ligure per quantità di agriturismi, seconda solo a Imperia.

“In questo week end – afferma Andrea Spagnoli, Presidente Coldiretti La Spezia – i produttori metteranno in vendita nei loro stand riuniti in piazza Europa prodotti tipici che potranno essere direttamente acquistati dal consumatori, freschi dall’orto. Ci sarà uno spazio didattico dedicato ai bambini dove potranno divertirsi giocando e disegnando con foglie e fiori. Avranno nel contempo la possibilità di conoscere i prodotti della terra, loro che a volte non hanno mai visto neanche una gallina. Sapranno dal “vivo” l’origine dei piatti a mensa o nelle tavole di casa. Un modo dunque per divulgare e promuovere i prodotti della terra”.

L’inaugurazione è prevista sabato alle 9.30 in Piazza Europa mentre domenica alle 10.30 si terrà la Festa del ringraziamento presso la cattedrale limitrofa di Cristo Re: verranno benedetti i prodotti locali, alcuni animali, e al termine è prevista una degustazione. La manifestazione dunque, oltre che una promozione economica, vuole rappresentare valori morali e sociali. Si penserà infatti alla solidarietà. “Tre aziende vitivinicole – afferma Roberto Franchini vice direttore Coldiretti La Spezia – delle Cinque Terre, di Bolano e di Levanto proporranno i lori vini di eccellenza. Il ricavato della vendita andrà agli alluvionati. L’associazione Filo d’oro (di

ciechi e sordomuti) metterà in vendita la pasta di grano duro realizzata solo con prodotti nazionali. Alcuni caseifici emiliani infine venderanno il parmigiano il cui ricavato andrà ai terremotati” L’iniziativa vede la partecipazione di Terranostra, l’associazione che promuove le eccellenze agroalimentari e l’adesione di Coldiretti Liguria di cui è Presidente Cinzia Angelotti molto attiva nel diffondere il progetto “Campagna amica” Appuntamento dunque sabato e domenica in Piazza Europa per tutti gli appassionati del bio e dell’orto. Simona Pardini


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

12

Il commento di Valerio P.Cremolini

Conferenza sul tema “Spezia nel Quattrocento?” Ritengo che il partito dei sostenitori di Spezia, città senza storia, sia in notevole declino. A decretare la sconfitta hanno contribuito studiosi del passato dalla indiscussa competenza, quali Ubaldo Formentini, Nicolò Conti, Augusto C.Ambrosi, Paolo Emilio Faggioni, Franco Marmori, Ferdinando Carrozzi, ecc. ed altrettanti scrupolosi ricercatori dei nostri giorni. Tra questi l’apprezzato storico Diego Del Prato, autore del libro “La Spezia nel Quattrocento dai documenti inediti degli archivi milanesi” (Ed.Giacchè), nel quale documenta il dinamico spaccato di un tempo, dove La Spezia è già da alcuni decenni podesteria ed è interessata da una fioritura di fatti straordinari. Esempio, la decisione di Francesco Sforza duca di Milano di erigere un arsenale per la costruzione di galere, che sarà portata a buon fine nel 1470 dal figlio Galeazzo Maria. Non è, inoltre, trascurabile ricordare che sin dal 1262 la nostra città vanta nel castello di S.Giorgio un vero e proprio baluardo, che in seguito si mu-

nisce di solide mura, che nel XV secolo ha propri statuti ed è capace anche di dotarsi di un piccolo ospedale. I fedeli spezzini hanno la possibilità di frequentare la chiesa di Santa Maria, già esistente nel 1371, il Convento di Sant’Agostino, costruito nel 1390, l’Oratorio di San Bernardino, attuale sede del Museo Diocesano e del

Museo Etnografico, che risale al 1455, stesso anno che annovera la costruzione del Convento dei Cappuccini sul colle, che in tempi non lontani accoglierà la chiesa cattedrale di Cristo Re. Oltre a ciò, è assegnata al 1480 l’edificazione del Convento di San Francesco Grande, soppresso in epoca napoleonica e successivamente trasformato in caserma all’interno dell’Arsenale.

Offrirà non pochi motivi di curiosità la conferenza sul tema “Spezia nel Quattrocento?” che Diego Del Prato terrà giovedì 15 novembre alle ore 18.00 nella sala del NH Hotel (ex Jolly) di via XX Settembre, 2. L’iniziativa è promossa dal Soroptimist Club della Spezia, presieduto dalla professoressa Mara Borzone, che introdurrà l’argomento della conversazione.

Nuove donazioni da parte di Giovanni Campus

Un patrimonio civico sempre più ricco Si è conclusa l’11 novembre la mostra Giovanni Campus. Tempo in processo ospitata al CAMeC della Spezia dal 9 settembre 2012. L’artista ha voluto contribuire alla crescita del nostro patrimonio civico donando al Centro Arte Moderna e Contemporanea sei opere su cartone esposte durante l’evento a lui dedicato. Subito dopo la fine della sua personale, il 12 novembre Campus, affiancato da Marzia Ratti, è stato protagonista dell’incontro al liceo artistico Cardarelli della Spezia. Grazie alla collaborazione del

dirigente scolastico Sonia Carletti, ha avuto luogo una conversazione che ha dato la possibilità agli studenti di tre classi, accompagnati dagli insegnanti Franca Ferrari e Roberto Pertile, di comprendere i punti nevralgici del lavoro dell’artista e di assistere a una dissertazione sul tema dell’importanza della fase progettuale. Un autore, la cui importanza è testimoniata anche da Forma. Interno esterno, macro scultura in ferro recentemente messa in opera all’interno della nuova area dedicata all’arte all’Idroscalo di Milano. Un progetto di esposizione permanente che

vede protagonisti alcuni dei più noti artisti del territorio milanese. Cenni biografici Giovanni Campus nasce ad Olbia nel 1929. Vive e lavora a Milano. Studi classici a Genova e, dal 1961 al 1965, Libera Accademia BB. AA. “Trossi Uberti” a Livorno, diretta dall’incisore Carlo Guarnieri. Nel 1960 partecipa alla “26 artisti contemporanei”, Palazzo Odescalchi Roma a cura di Giuseppe Appella ed alle nazionali “Premio Albano Laziale” e “ Premio Loffredo” Latina.

Nel 1966, con mostra personale, inizia il rapporto con la Galleria Giraldi di Livorno. Nel 1968 lascia il lavoro per la pittura e si trasferisce a Milano. Negli anni 1968-1974 partecipa, con opere in metacrilato, alle rassegne d’arte d’avanguardia promosse da ‘Numero’, ‘Technè’ di Firenze e da ‘Sincron’ di Brescia ed agli incontri operativi ed interventi sull’ambiente ad Anfo e Novara 1968, Pejo e Mentana 1969, Zagreb 1970, Novi Sad e Beograd 1973. Soggiorni di lavoro con esposizioni negli anni fine Sessanta e Settanta a Parigi e negli anni Ottanta e Novanta a New York.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

13

Giovedì 15 novembre alle ore 10,30 alla Fattoria Biologica Didattica del Carpanedo

Festa degli alberi 2012 Nel novembre del 1904 il filosofo Luigi Credaro, ministro della P.I. E professore di pedagogia dell’Università di Roma invitò i maestri e gli alunni di tutta Italia a piantare degli alberi nelle città , nelle colline e nei boschi devastati da anni di incuria e inciviltà. Oggi a distanza di oltre cent’anni è facile trovarne le tracce nei giardini delle scuole e nei parchi pubblici. Quando transito nella strada Felettino- Isola e vedo davanti a me il bel bosco, fortunatamente ancora intatto, ritorno con la memoria alla mia prima infanzia quando insieme ai miei compagni e ad un giovane maestro andavamo a Isola a piantar alberi. La stessa sensazione la provo quando transito nella frazione

di Biassa e rivedo il bellissimo bosco di castagni creato dalle feste degli alberi negli anni 30 del secolo scorso insieme alle mie care compagne e compagni dell’Istituto magistrale parificato. Le feste degli alberi nel decenni 70/80 hanno riportato all’antico splendore l’uliveto di Gaggiola che durante il periodo bellico 43/45 era stato totalmente distrutto perchè utilizzato come legna da ardere! La bella tradizione continua e giovedì 15 novembre alle ore 10,30 alla Fattoria Biologica Didattica del Carpanedo avrà luogo la “Festa degli Alberi 2012” alla presenza di numerosissimi alunni, autorità e cittadini. Pietro Cavallini

Sabato alle 17 laboratorio teatrale per bambini

Vitamine creative al Dialma Sabato 17 novembre dalle 16 alle 17 al Centro Giovanile Dialma Ruggiero della Spezia (Via Monteverdi 117) è in programma un nuovo appuntamento con il laboratorio teatrale per bambini dal titolo “Vitamine creative”. Il laboratorio è organizzato dall’Associazione “FOR.T.E.”, scuola ufficiale di teatro del Centro Giovanile. “Vitamine creative” è un’attività espressiva e creativa, rivolta ai bambini che spazia di volta in volta tra il fare teatro, le acrobazie e il linguaggio pittorico. Ogni sabato pomeriggio i bambini avranno l’opportunità di incontrare nuovi amici con cui divertirsi, fare merenda e sviluppare insieme le proprie capacità inventive e di comunicazione, trovando ogni volta proposte nuove. L’appuntamento di sabato 17 novembre sarà dedicato all’espressività corporea, al gio-

tre attività ed eventi del Dialma Ruggiero visitare il sito http:// dialmaruggiero.spezianet. it oppure chiedere l’amicizia al profilo Facebook Centro Giovanile Dialma Ruggiero.

La funzione paterna a Progettouomo co creativo e musicale e a giochi in movimento in cui la creatività espressiva è sollecitata ed aiutata dall’utilizzo di oggetti, strumenti musicali e dal suono della voce.

sere della persona (meditazioni e massaggio). Quota di partecipazione al laboratorio: 10 € E’ richiesta la prenotazione.

Il laboratorio dei piccoli è condotto da Giovanna Rossi, che lavora con bambini da 20 anni. Maestra di scuola primaria è anche insegnante di pianoforte, musicoterapista, operatrice discipline naturali per il benes-

Per informazioni e prenotazioni telefonare al 347 5793460 oppure scrivere a info@formazioneteatro.it. Per informazioni su tutte le al-

All’interno del ciclo di conferenze Decrescere per Crescere presso la sede di Progetto Uomo via Gramsci 13 a Sarzana domani sera alle ore 21 incontro con lo psicoterapeuta Stefano Bianco sul tema “Amore:alla ricerca della Funzione Paterna”. Interrogandosi oggi sull’importanza di questo principio antitetico alla modalità narcisistica dettata dal consumismo, per promuovere una civiltà basata sull’autenticità del desiderio.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

14

LERICI nel Comune di Lerici dalle ore 09:00 alle ore 13:00 giovedì 15 novembre 2012

Sospensione temporanea totale della circolazione veicolare e pedonale lungo la S.P. n° 28 strada, anche in corrispondenza delle intersezioni in loc. Barcola ed in loc. Montemarcello. La Società COAM s.r.l. con sede in Rignano sull’Arno (FI) provvederà a comunicare al locale Comando dei Carabinieri, al Sindaco ed al Comando Polizia Municipale competente per territorio, il nominativo ed il recapito telefonico del responsabile del cantiere (anche in caso di proroga, rinnovo o rettifica di ordinanza) che resterà unico responsabile per danni a persone o cose che dovessero verificarsi per mancanza, insufficienza od inadeguatezza della segnalazione dei lavori, sollevando l’Ente Provinciale ed il personale da essa dipendente da qualsiasi pretesa e molestia anche giudiziaria. La Società COAM s.r.l. con sede in Rignano sull’Arno (FI) ha inoltre la responsabilità della gestione del cantiere stradale e della relativa sicurezza anche in ordine alla circolazione stradale. pag. 2

Vista la richiesta della Società COAM s.r.l. di procedere alla rimozione urgente di una cordolatura pericolante a sostegno di una cancellata privata in fregio alla S.P. n° 28 ”Pugliola – Barcola – Serra – Montemarcello – Ameglia – bivio Ameglia”, in loc. la Serra, nel Comune di Lerici, a seguito di movimento franoso di valle; Preso atto che per la realizzazione di quanto sopradescritto risulta necessario sospendere la circolazione stradale veicolare e pedonale sia per ragioni di sicurezza sia per garantire la sosta di mezzi operativi per un periodo di quattro ore, dalle ore

09:00 alle ore 13:00 giovedì 15 novembre prossimo; Considerato che nessuna località risulta isolata in quanto raggiungibili attraverso la rimanente viabilità e altre viabilità provinciali; Visto l’ Art. 5 comma 3 del D.L.vo 30/04/92 n°285 “Codice della Strada”; Visto l’ Art. 6 comma 4 lettere a) e b) del D.L.vo 30/04/92 n° 285; Visto l’ Art. 7 comma 3 del D.L.vo 30/04/92 n° 285; Visto l’ Art. 43 del D.P.R. 16/12/92 n°495 “Regolamento di Attuazione del C.d.S.”;

ORDINA La sospensione temporanea totale della circolazione veicolare e pedonale lungo la S.P. n° 28 “Pugliola – Barcola – Serra – Montemarcello – Ameglia – bivio Ameglia”, in località la Serra, nel Comune di Lerici, dalle ore 09:00 alle ore 13:00 giovedì 15 novembre 2012. La Società COAM s.r.l. con sede in Rignano sull’Arno (FI) provvederà ad installare la segnaletica prevista dal Codice della Strada e gli opportuni cartelli di preavviso di regolazione del traffico veicolare lungo la S.P. n° 28 oltre che in prossimità del cantiere e ad inizio e fine

Chiunque violi gli obblighi, i divieti e le limitazioni previste nella presente Ordinanza sarà soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma stabilita ex art. 6 coma 14 del Nuovo Codice della Strada – D. Lgs. del 30 Aprile 1992 n° 285. I funzionari e gli agenti ai quali spetta, ai sensi dell’art. 12 del vigente Codice della Strada, l’espletamento dei servizi di polizia stradale, sono incaricati dell’esecuzione della presente ordinanza. Si prega inoltre il centro Operativo del 118, a cui la presente è diretta, di darne comunicazione alle varie associazioni di volontariato per il pubblico soccorso presenti in loco.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

15

SARZANA Il pensiero del Consigliere Comunale del Nuovo Psi, Ugo Pardini, sul piano della sosta

Piano della sosta Pardini: «Il Comune decida in fretta»

“Non sono assolutamente d’accordo, con quanti elogiano il Comune per aver rinviato l’applicazione del piano della sosta a dopo le elezioni. L’Amministrazione Comunale ha il dovere di assumersi le proprie responsabilità decidendo subito. è chiaro che un dubbio deve

venire. Perché decidere dopo le elezioni e non prima? Forse perché si teme di perdere consensi? Tra l’altro non sarebbe la prima volta che dopo incontri con le associazioni, quanto dopo il confronto consiliare, l’Amministrazione decida di andare per la propria strada. Io sostengo,

per l’ennesima volta,che il piano della sosta, così com’è stato presentato, sarebbe l’ennesima mazzata per il commercio del centro storico. Pertanto deve essere ripensato e magari ritirato. Riassumendo non deve essere considerato un mezzo per fare cassa ma per offrire il giusto servizio ai cittadini che devono recarsi in centro”. Il Consigliere Comunale del Nuovo Psi continua: “Ritengo assai puerile la presa di posizione del Comitato “Sarzana che botta” che si lamenta sulla stampa del fatto che il Sindaco non lo ha citato, riconoscendogli meriti di primogenitura sul problema.

Forse il Sindaco non lo ha fatto perché altri prima del Comitato, tra cui il sottoscritto, avevano già espresso pareri. Soffriamo di mania di visibilità? Tra l’altro vorrei ricordare al Comitato, nato per contrastare il progetto Botta e che oggi interviene su tutto, quasi a voler imporre la linea politica ad Amministrazione, quanto ai partiti, che per chi ha voglia di partecipare alla vita politica, esistono le Elezioni Amministrative. Pertanto ci si può candidare, essere eletti, cosa assai difficile per tutti e in caso di elezione, potersi misurare sui problemi, nell’unica sede deputata al caso, ossia il Consiglio Comunale”.

Presentazione del libro di Marchet e Neri

“Arcola e i garibaldini Dal Risorgimento alla Resistenza” Si svolgerà presso la Sala della Società Mutuo Soccorso, in via Gordesco, ad Arcola, venerdì

16 novembre alle ore 16.00, la presentazione del volume: “Arcola e i garibaldini. Dal Risorgi-

Venerdì 16 Novembre alle 21.30

Mr Mike & the Sparkles al Paddock Pub di Sarzana Mr Mike & the Sparkles si esibiranno al Paddock Pub di Via Fiasella 92 a Sarzana, Venerdì 16 Novembre alle 21.30. Il locale (ex “La Gattabuia”) ospita ogni venerdì bands che eseguono musica dal vivo. In questa occasione la band composta da Michele Giorgi (Mr. Mike) alla voce e chitarra, Carlo Aimini (Mr. Charlie) alla chitarra solista, Elesio Ponzanelli (Mr. Les) al contrabbasso e Andrea Salerno (Mr. Dew) alla batteria proporranno i loro brani inediti e covers di John Den-

ver, Creedence Clearwater Revival, Kenny Rogers, Bob Seeger, Henry Thomas e molti altri. Sarà inoltre presentato il progetto del loro prossimo disco, un CONTACT DISC, ovvero un CD che sarà fruibile anche da parte dei non vedenti e degli ipovedenti grazie al rivoluzionario sistema AzzaBraille. Informazioni al 329/3060108 e alla pagina Facebook “mike and the sparkles”. Prenotazione tavoli al 333/3287708

mento alla Resistenza.” di M.R. Marchet e Giorgio Neri. Introduce il Sindaco Livio Giorgi assieme all’Assessore alla cultura Emiliana Orlandi, a seguire gli interventi degli autori e dell’editore. Presentatrice d’eccezione sarà la Direttrice del Museo del Risorgimento - Istituto Mazziniano di Genova, dott. ssa Raffaella Ponte. Il libro, nell’accurata e brillante veste grafica curata dall’editore Irene Giacché, presenta una grande ricchezza di soggetti fotografici e documentari, autentici “tesori sepolti” riemersi casa per casa mediante una ricerca capillare, tra cui figurano preziosi fotoritratti dei garibaldini, medaglie ed onorificenze, che offrono un affresco della partecipazione della comunità arcolana alle battaglie dell’”eroe dei due mondi” per l’unificazione italiana e alle guerre per l’indipendenza nazionale. Quanti furono i garibaldini combattenti? La questione è ancora oggi aperta: di certo furono più di 35.000; probabil-

mente, più di 50.000, secondo recenti ricerche compiute dagli archivi di Stato di Torino. Nella seconda metà il libro documenta inoltre come la figura di Garibaldi torni ad ispirare le azioni eroiche del nostro popolo in momenti particolarmente drammatici della storia più recente. Nascono così le gesta delle “brigate Garibaldi” di Spagna contro la dittatura franchista (1936-39) cui Arcola diede nuovamente un grande contributo di partecipazione. E ancora, anni dopo, durante la seconda guerra mondiale, “divisione Garibaldi” fu chiamata la formazione partigiana in cui anche molti arcolani combatterono durante la Resistenza. Nomi come quello di Bacchini e Rolla si affiancano così ai protagonisti di un’epoca, già noti attraverso le pagine dei libri di storia come volontari combattenti per la libertà, sottolineando il grande contributo che la nostra provincia ha dato anche alla Liberazione.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

16

LIGURIA «La nostra Regione si trova ora divisa in tre Province che disegnano una mappa fortemente squilibrata»

Riforma delle Province, Pellerano: «Occorre tutelare il personale e trovare una soluzione per il ricollocamento»

Con l’approvazione del decreto legge di riforma delle Province è stata definita la nuova mappa provinciale italiana: dal 1 gennaio 2013 si scenderà dalle attuali 86 a 51, comprese 10 aree metropolitane. Per quanto riguarda la Regione Liguria, è stato confermato il riordino così come previsto dal decreto legge: accorpamento delle Province di Imperia e Savona a Ponente, l’attuale provincia di Genova che diventa città metropolitana e la provincia di Spezia a Levante. «A nulla sono serviti i tavoli, le riunioni, gli sforzi politici e le istanze manifestate dei cittadini per cambiare i confini – interviene il consigliere Lorenzo Pellerano (Lista Biasotti) – e la nostra Regione si trova ora divisa in tre Province che disegnano una mappa fortemente squilibrata sia dal punto di vista geografico, sia dal punto di vista dell’offerta dei servizi territoriali. Ma la Regione Liguria si

è ormai pronunciata recependo in toto il decreto legge 95/2012 ed è quindi inutile ritornare sull’argomento. Ritengo invece doveroso – continua Pellerano – riprendere alcuni punti che ho affrontato in un’interrogazione depositata a luglio, e che sono tornati di attualità proprio in questi giorni. Mi riferisco all’allarme lanciato dai presidente dell’Upi (Unione delle Province Italiane) in riferimento alla mancanza di fondi per far fronte ai problemi legati alla pulizia e alla manutenzione delle strade e, soprattutto, alle gestione delle scuole che rischiano, adesso che andiamo incontro alla brutta stagione, la chiusura del riscaldamento. Sono argomenti che avevo sollevato da tempo e che, purtroppo, solo questa mattina sono stati affrontati in Consiglio regionale. Sempre con la stessa interrogazione avevo sollevato altre due

importante questioni: quella relativa alla distribuzione e all’assorbimento delle deleghe finora conferite alla Province e quella relativa alla ricollocazione in altri enti del personale fino a oggi in carico alle Province. È inutile negare che si tratti di un argomento molto delicato: il trasferimento dei dipendenti da un ente all’altro e il loro ricollocamento comporta una nuova riorganizzazione delle risorse umane che deve, prima di tutto, garantire un inserimento nella nuova realtà aziendale con una posizione congrua a quella ricoperta nell’ente di provenienza. Senza contare che la nuova collocazione non deve assolutamente andare a compromettere il percorso della carriera lavorativa già effettuato. Ho apprezzato a tal proposito la posizione dell’assessore Paita, che, condividendo tutti i miei timori e preoccupazione, ha suggerito di portare in commissio-

ne l’argomento, per trovare una proposta che tuteli il personale e che, nel contempo, definisca una distribuzione delle funzioni e delle competenze in modo ottimale e rispondente a criteri di efficienza e di risparmio di cassa, evitando cioè di creare inutili e costosi doppioni. Purtroppo – conclude Pellerano – il quadro normativo nazionale in materia di riparto delle competenze e di riorganizzazione del personale è confuso e in continua evoluzione; ma proprio per questo noi, come Regione, dobbiamo aprire già da adesso un confronto in commissione con l’obiettivo di predisporre un documento che risponda alle esigenze della realtà ligure. Se poi le direttive nazionali, quando arriveranno, discorderanno dalle nostre, allora vedremo di trovare un punto di incontro. Ma intanto è bene avere un quadro di riferimento locale da cui prendere le mosse».


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

17

LIGURIA Interrogazione sul futuro occupazionale dei 140 lavoratori dell’azienda del Gruppo Impregilo

Fisia Italimpianti, Piredda: «Contraddittorio comportamento dell’azienda» «L’impegno espresso dall’assessore Vesco sul mantenimento degli ammortizzatori sociali in deroga anche nel 2013 per i circa 100 lavoratori in cassa è sicuramente confortante, tuttavia emergono forti contraddizioni nel comportamento dell’azienda che andrebbero quanto meno chiarite in attesa che siano risolte». Questo il commento di Maruska Piredda, consigliere regionale di Italia dei Valori, che questa mattina ha presentato un’interrogazione in consiglio regionale per conoscere le intenzioni della giunta in merito alla vertenza che coinvolge 140 dipendenti della sede genovese, di cui oggi una cinquantina

in cassa a zero ore e sessanta in cassa a rotazione. «La contraddizione – spiega Piredda – è rappresentata dal fatto che, secondo fonti sindacali, da una parte l’azienda mette in cassa i dipendenti, dall’altra continua a mantenere gli stessi dirigenti, ben 22, oltre a pagare cinque o sei consulenti esterni. Se l’azienda è, come dice, in crisi per mancanza di commesse e per lo scenario economico negativo attuale, perché tiene invariato il proprio management? Esempi recenti di stato di crisi, vedi il caso di Fiera di Genova spa, insegnano che le prime risorse umane a cui si tende a rinunciare sono proprio i dirigenti

e non i dipendenti che svolgono mansioni operative. Inoltre, nell’accordo d’intesa sottoscritto in Regione, il Gruppo Impregilo, proprietario di Fisia e capofila del Cociv (general contractor per la realizzazione del Terzo Valico), si è impegnato a impiegare il maggior numero dei dipendenti possibile proprio nei lavori di progettazione della nuova opera ferroviaria. A oggi, ci risulta che solo tre lavoratori siano stati destinati a seguire alcuni progetti del Cociv e che non siano tra quelli in cassa, ma tra quelli ancora in organico. A questo punto auspico che, nell’incontro che

si terrà il prossimo 4 dicembre in Confindustria, l’azienda fornisca un quadro più chiaro delle strategie contenute nel proprio piano industriale anche alla luce di eventuali nuove commesse all’estero. Da parte nostra, assicuriamo pieno appoggio all’assessore Vesco in tutte le azioni che diano attuazione all’accordo d’intesa siglato a marzo, sostenuto anche da un ordine del giorno approvato all’unanimità a fine febbraio, riguardante la salvaguardia di un’eccellenza come Fisia, tra le tre realtà al mondo, unica in Italia, operanti nella progettazione e realizzazione di impianti di dissalazione delle acque».

Promossi dall’assessore regionale Rambaudi in collaborazione con le Asl liguri

Da venerdì ripartono i corsi per aspiranti genitori adottivi Ripartiranno venerdì 16 novembre gli incontri formativi destinati alle coppie intenzionate ad adottare un figlio, organizzati dalla Regione Liguria in collaborazione con le equipe adozioni delle ASL e dei Comuni liguri, con il Tribunale per i minori e gli enti autorizzati per le adozioni internazionali con sede in Liguria. Dieci incontri diluiti tra novembre e marzo dell’anno prossimo per aiutare i futuri genitori ad avvicinarsi in modo consapevole all’adozione e a confrontarsi con altri sull’eventuale scelta. Tra gli argomenti trattati: gli aspetti sociali e normativi dell’adozione, gli aspetti psicologici, le differenze tra i vari paesi di provenienza dei bambini e i differenti percorsi, compreso l’aspetto dei costi che i genitori dovranno sostenere. Le coppie che parteciperanno

non potranno essere più di 30 per ogni incontro. Gestiranno gli incontri gli psicologi e gli assistenti sociali delle cinque Asl della Liguria che lavorano nel settore adozioni e che contatteranno sia coppie che hanno già avviato la pratica dell’adozione, attraverso la presentazione dell’istanza in tribunale, sia coloro che vorrebbero adottare un bambino, ma non sono ancora sicuri. “Come Regione abbiamo voluto promuovere anche quest’anno questa iniziativa – spiega l’assessore regionale alle politiche sociali, Lorena Rambaudi – nella consapevolezza che non è facile per una coppia intraprendere un percorso di adozione e arrivare alla fine e quindi ci auguriamo che il ciclo di incontri possa rappresentare un supporto tecnico , di formazione e agevolazione per un’esperienza

bella e generosa come l’adozione”. Dopo l’esperienza dell’anno scorso l’assessorato alle politiche sociali della Regione Liguria ha deciso di replicare con l’obiettivo di preparare le coppie al percorso adottivo, informando i potenziali genitori sulle opportunità, ma anche sulla complessità della strada da compiere a garanzia del minore. Gli incontri di gruppo, gratuiti, avranno luogo presso la sala di rappresentanza della Regione Liguria di via Fieschi, 15 all’11° piano e saranno articolati su due giornate il venerdì dalle 9.30 alle 17 e il sabato dalle 9.30 alle 13 per conciliare il più possibile la partecipazione con le esigenze lavorative degli aspiranti genitori adottivi. Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la segreteria organizzativa al numero

0106449236 oppure attraverso la mail sportello.adozioni@asl3.liguria.it indicando il nome e cognome di entrambi i coniugi, il comune di residenza, recapiti di telefono e mail e segnalando l’incontro prescelto.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

Sport SPORT

18

calcio

Campionato Spezzino Calcio a 7 girone 1, 2, 3 calcio

Conclusa terza giornata calcio a cinque tiro con l’arco

Arcieri Sarzana col vento in poppa rugby

A Cadimare convegno sulla sicurezza nel rugby Prossima inaugurazione del “Denis Pieroni” di via della Pieve Cronaca4 | Testata giornalistica iscritta al Tribunale della Spezia Registro Stampa n.2 del 24.03.06 Edizione LA SPEZIA Redazione | Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Tel. 0187.022377 Email: redazione@cronaca4.it TV-Cronaca4 | Tel. 0187.022497

Editore Marco Capellazzi editore@cronaca4.it Direttore Responsabile Rino Capellazzi Stampa in proprio

Concessionaria Pubblicità Cronaca4 Communication Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Direttore Mariella Brizzi Tel. 0187.022497 Cell. 347.1000826 mariella.brizzi@cronaca4.it


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

19

Terza giornata di andata

Campionato Spezzino Calcio a 7 - girone 1, 2, 3 Passano tre giornate ed ecco che rallentano tutte le battistrada del Campionato spezzino di calcio a 7 in svolgimento ai centri sportivi spezzini La Pianta 310, Padre Dionisio Sporting club, Merio Scopsi delle Pianazze e Bonanni della Chiappa. In testa ai tre gironi, restano, comunque imbattute, Petti di Pollo (girone 1), Biglia team allo Sbando (girone 2) e Eurocolor 2000, Pizzeria La Bacheca e Di...vino Comano (girone 3). Fra i tanti gol, ne segnaliamo alcuni. Come il bel tris di Riccardo Perrone della Locanda Alinò che batte Fc Itaka, mentre i tre gol di Simone Bellettini permettono al 3F Designer di pareggiare con Cadimare. Riccardo Donati è decisivo per la Fulgor sul Palin boys, nonostante il bel poker dell’avversario, Alfredo Balestrieri, così come lo è Mauro Tavilla per la Pizzeria La Bacheca che supera l’Atletico gioielleria Scontrini. Questo il dettaglio, in attesa di alcuni recuperi. GIRONE 1 Owl’s City F.C.-New Team La Lanterna 3-4 Reti: Cichignoni, Poggi 2 (O); D’Imporzano, Bernardelli, Benetti, Lauro (N). 7 Nane-Petti Pollo 4-4 Reti: Righetti, Gioia, Mogavero (7N); Baricelli, Parolo, Cimma, Sorandi (P).

Byron (-1) -1.

Paoletti trasporti-Camel Omeca 2-4 Reti: Paoletti (P); Del Pistoia 2, Babasuli, Grilli (C). Fc Itaka-Locanda Alinò 3-6 Reti: Cosetta, Tondi, Ghisaura (I); Perrone 3, Fabiani, Dell’Agnello 2 (L). Triacca trasporti-Eccentros 5-2 Reti: Caputo 2, Fornile 2, Zanicchi (T); Conserva, Mino (E). Seniores Mbda-Arsenal 3-5 Reti: Basso, Butti, Barbieri (S); Badami 2, Lanzolla, Della Fortuna 2 (A). Riposa: Edilbrija. Classifica: Petti di pollo punti 7; Camel Omeca, Fc ITaka, Eccentros, Locanda Alinò e Triacca Trasporti 6; Arsenal, Owl’s City F.C. e New Team La Lanterna 3; Edilbrija, 7 Nane (-1), Seniores Mbda e Paoletti trasporti 0. GIRONE 2 3F Designer-Cadimare 4-4 Reti: Bellettini 3, Venezia (3F); Rossi 2, Bersan, Bonati (C). Avanti tutta-Biglia team allo sbando 2-6

Reti: Caneri, Franceschini (A); Vita 2, Bedini, Sole, Gatti, Orlando (B). Fulgor F.C.-Palin Boys 6-5 Reti: Nista, Donati 3, Tarantini 2 (F); Fresi, Balestrieri 4 (P). Idrosystem-La Volta costruzioni 5-7 Reti: Lomesi, Quinonez, Escobar, Leal 2 (I); Rossi 2, Pennucci 2, Profico 2, Bertoneri (L). Vezzi s.r.l.-Vecchia scuola Marola 2-6 Reti: Giannetti, Lopriore (V); Angarelli, Giampietri, Muzzi 2, Carrara 2 (M). Bar Il Gabbiano-Grotta Byron 6-3 Reti: Cresci Cristian 3, Magnani 2, Silvestro (B); Mugnaini 2, Pecorelli (G). Italia costruzioni-3Cobra rinviata Classifica: Biglia team allo sbando punti 7; Vecchia Scuola Marola, La Volta Costruzioni, Fulgor F.C. e Avanti tutta 6; 3F Designer 4; Bar Al Gabbiano, Idrosystem e Vezzi s.r.l. 3; Cadimare 2; Palin boys, 3Cobra e Italia costruzioni 0; Grotta

GIRONE 3 Mya star-G.s.a. Brugnato 2-2 Reti: Di Gaetano 2 (M); Denegri 2 (G). Di...vino Comano-Eagles football club 2-2 Reti: Borsetto 2 (D); Calderone, Perillo (E). Pizzeria La Bacheca-Atletico gioielleria Scontrini 6-4 Reti: Tavilla Mauro 3, Carrera 2, Cecchettini (P); Lazzari 2, Dolcetti, Canese (A). Carrozzeria Lagocar-Scarsenal Mambo King g.m.n. 6-2 Reti: Orlandi Gianmaria 3, Orlandi M. 2, Panella (C); Gori, autogol (S). E.P. Impianti-Eurocolor 2000 2-5 Reti: Brizzi, Vasoli (Ep); Ambrosini 2, Taouil, Vicari 2 (Eu). Hale Bopp-Angels&Devils rinviata Zenit Ambiente-O.C.F.B. Spezia 2000 rinviata Classifica: Eurocolor 2000, Pizzeria La Bacheca e Di...vino Comano punti 7; Angels & Devils e Hale Bopp 6; Mya Star e G.s.a. Brugnato 4; Scarsenal Mambo King g.m.n., Atletica gioielleria Scontrini e Zenit Ambiente 3; Carrozzeria Lagocar (-1) 2; Eagles football club (-1), E.P. Impianti e O.C.F.B. Spezia 2000 0.

Campionato spezzino al campo River Sporting Club

Conclusa terza giornata calcio a cinque Conclusa la terza giornata del “Campionato Spezzino” di calcio a cinque, con il girone Val di Magra Lunigiana regolarmente in campo presso l’impianto sportivo del River Sporting Club di Arcola. A punteggio pieno grazie a tre affermazioni in altrettante gare ci sono Mulino Zangani, Ristorante il Bistrot ed Atletico Gragnola, con Punto d’Incontro e Podenzana All Stars ad inseguire dalla distanza di due punti. Grande giornata per i marcatori con le goleade di San Michele

Evercolor e RG MODA Capelli nella classifica marcatori balzano in avanti Simeoni (Punto d’Incontro) e Cerretti (San Michele Evercol) autori entrambi di sette reti, imbattibile comunque la prestazione di Inchincoli (RG Moda Capelli che realizza ben nove gol. 3^ Giornata: Dorocentry – Bar il Pontile 5-3 (3 Trivelli, Rossi, Spediaci; 2 Lise, Gjonas); Tubiteam – Musica Bar Pallerone 5-2 (2 Tedeschi, Sbarbaro, Secchiari, Lascialfare; Failli, Gorlandi); Impossible – Podenzana All Stars 3-7 (Battista, Teruzzi, Prati; 2 Bucchi, Musto,

2 Gabrielli, 2 Scalise); Mulino Zangani – Muttley 09 6-0; Panificio Bertone – Punto D’Incontro 3-10 (2 Bianchi, Angeli; 7 Simeoni, 2 Muolo, Besenghi); Ristorante il Bistrot – Underground 7-5 (2 Blandi, 3 Lopriore, Benacci, Gennaro; 2 Tulliani, 2 Romano, Giorni); F.I.M.J. - San Michele Evercolor 1-14 (Badiale; 4 Spronelli, 2 Ravioli; 7 Cerretti, Del Giudice); San Michele Under 21 – Stralunati 2.0 18-9 (2 Danuvola, 9 Inchincoli, 6 Macchi, Romeo; 5 Tusini, 2 Garbusi, 2 Credendino); Atletico Gragnola – Chicco Bimbo 5-3

(3 Sisti, Costa; Pellegrini, Mori, Pinotti Bianchi, autogol); Solo Uomo Parrucchiere – F.A.V.A 5-4 (De Pastena, Sartini, 3 Simonelli; Andolcetti S., Domenichini; 2 Andolcetti F). Classifica: Mulino Zangani, Ristorante Il Bistrot, Atletico Gragnola 9; Punto D’Incontro, Podenzana All Stars 7; Tubiteam, San Michele Under 21, Straluntati 2.0 6; Chicco Bimbo 4; San Michele Evercolor, Bar Il Pontile, Panificio Bertone, Solo Uomo Parrucchiere, Impossible, Dorocentry 3; Muttley 09 2; F.A.V.A e Music Bar Pallerone 0; Underground -1.


Giovedì 15 Novembre 2012

Cronaca4

20

Incetta di medaglie al Memorial “Vittorio Ginepro”

Arcieri Sarzana col vento in poppa Gli Arcieri Sarzana non potevano assolutamente non dominare in casa loro. Incetta quindi di medaglie degli Arcieri sarzanesi al Memorial “Vittorio Ginepro”, quest’ultimo indimenticato socio del sodalizio presieduto da Riccardo Cafagno con Luigi Andreoni quale “vice”, organizzato appunto da questa società al Liceo “Parentucelli” sarzanese. Era più che pronosticabile il primo posto della nazionale azzurra Sara Violi nella categoria Seniores. Sempre nella specialità dell’arco “olimpico” e in campo femminile, prima piazza pure per Luna Messercola e posto d’onore per Elisa Cenere, tra i Ragazzi. Primo piazzamento per la stessa Eleonora Pugliese tra i Giovanissimi. Non male infine la sesta collocazione di Maurizio Plutino a livello Master.

medaglia d’oro pure per Roberto Battaglia fra i Ragazzi. Trasferendoci alla divisione “compound” con tanto di carrucola, monopolizzato nell’ordine dal trio Luca Piccinini/Nicolò Savi/Simone Piras nella classe Juniores il podio, sfiorato per giunta col quarto collocamento da Mattia Della Tommasina tra i Seniores. Nell’arco “nudo” è giunto settimo Fabrizio Savi sul piano Master. Per concludere, nelle graduatorie a squadre l’ Asd Arcieri Sarzana s’è imposta tra gli Juniores

sia nella divisione “olimpico” che in quella “compound”. Nel frattempo, emesso dalla medesima Fitarco il calendario delle gare nel 2013, che ne vede tre di pertinenza organizzativa dell’ Associazione sportiva dilettantistica Arcieri Sarzana. Trattasi delle gare interregionali: Trofeo “Città di Sarzana” del 13 Gennaio a 18 metri, del Trofeo “Ciao Fede” del 19 Maggio a 70/60 metri Round nell’olimpico e 50 metri Round nel compound, distanze fissate anche in di quella del 14 Luglio e di nuovo del “Città di Sarzana” del

10 Novembre a 18 metri. Intanto nel precedente finesettimana gli Arcieri Sarzana avevano spedito al raduno regionale indetto dalla federtiro italiana o Fitarco a Savona, tre suoi atleti della classe Juniores e della divisione “olimpico”, per la periodica visione di tiratori che il settore tecnico nazionale fa in zona. Al vaglio dei tecnici federali sono passati questa volta Leonardo Ballone ed Emilio Ceccotti per quanto relativo alla sezione maschile, Valentina Piras per quanto si riferisce quella femminile, tutto bene…

Passando alla sezione maschile, seconda posizione per Leonardo Ballone (preceduto solo da Gianmaria Losi della Compagnia 5 Stelle) tra gli Juniores, dove sono arrivati rispettivamente quarto e quinto Emilio Ceccotti ed Emanuele Pugliese;

Sabato 16 novembre, alla base dell’Aeronautica Militare di Cadimare

A Cadimare convegno sulla sicurezza nel rugby Prossima inaugurazione del “Denis Pieroni” di via della Pieve A la Spezia l’attività rugbistica è in continua fase evolutiva, tanto che il club giallonero oltre a possedere una buona squadre seniores, vanta una preparata formazione Under 20, e con la Società gemellata del Santa Rita Rugby porta avanti tutta l’altra attività giovanile. Ora, nella città del levante ligure si profilano due importanti appuntamenti. Sabato prossimo (16/11), alla base dell’Aeronautica Militare di Cadimare, è previsto un corso di

aggiornamento per allenatori di I° e II° livello ed in particolare si svilupperà un corso di Rugby Smart, finalizzato a minimizzare gli infortuni nel gioco del rugby. L’iniziativa è opera dell’Associazione Amici di Cosimo, e le lezioni inerenti la “Sicurezza” saranno tenute da Richard Skelly, attuale responsabile allo sviluppo del rugby e supporter manager della N.Z.R.U, ovvero la Federazione del rugby della Nuova Zelanda. Prima del convegno (dalle ore 14,00) Richard Skelly com-

menterà in diretta, in un idoneo locale, la visione del test match tra le nazionali dell’Italia e della Nuova Zelanda, in seguito porterà avanti il corso tecnico composto da una parte teorica ed una pratica. Rugby Smart, importante programma di sicurezza, dal 2011 è obbligatorio in Nuova Zelanda, e da quel periodo si è potuto constatare una diminuzione dell’89°/° degli infortuni spinali gravi e del 56 °/° della totalità degli infortuni spinali, con riduzione del 43 °/° degli infortuni

dentari legati alla pratica del rugby, questo per l’introduzione del paradenti (1997). Al convegno sarà presente anche Alessandro Bottino, Tecnico Regionale della FIR. Intanto a La Spezia è imminente l’inaugurazione del nuovo terreno di gioco, del “Denis Pieroni” di via della Pieve, con doppia tracciatura “fissa” adatto pertanto sia al gioco del calcio sia a quello del rugby, e questo per l’Italia rappresenta il primo campo sportivo che ha ricevuto l’omologazione simultanea per entrambe gli sport.


GiovedĂŹ 15 Novembre 2012

Cronaca4

21

Cronaca4 di Giovedì 15 Novembre 2012  

Cronaca4 di Giovedì 15 Novembre 2012

Advertisement