Page 1

Sabato 10 Novembre 2012

Chiusura ore 16.45 Venerdì 09.10.2012

Premio Exodus 2012

Anno VI - N° 185

Sommario Le Segreterie di FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL

L’edilizia, i lavoratori edili non possono più aspettare PAG. 4 Previsioni ARPAL

Meteo. Stato di Allerta Idrogeologico di lvello 2, dalle 9 di sabato fino a domenica ore 12.00 PAG. 5 Da lunedì 12 novembre

Inizio della campagna vaccinale antinfluenzale 2012-13 PAG. 7 è ballottaggio tra Piccini e Madonna per un posto in difesa

Verso Grosseto-Spezia: Serena conferma il 4-3-3 PAG. 18


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

2

Al via il 17 novembre con un video messaggio di Moni Ovadia

Exodus 2012, tra dignità e memoria Premi a Paolo Mieli ed al partigiano Amelio Guerrieria Un’edizione più contenuta nei costi e nel programma. Scordiamoci Premi Nobel, archistar e scrittori di fama internazionale come Grossman, il Premio Exodus 2012 sarà invece assegnato al nostrano Paolo Mieli, presidente di RCS libri ed ex direttore del Corriere della Sera, che terrà la prolusione “la sinistra italiana e la questione ebraico-palestinese” lunedì 19 in Sala la Dante. Il Comune della Spezia, che dopo tre edizioni non ha confermato l’incarico di direzione artistica alla spezzina Francesca Valeria Sommovigo (che aveva rinnovato l’impalcatura del Premio e messo a segno alcuni colpi degni di nota con ospiti di caratura internazionale), per il 2012 ha optato per una gestione mista, interna e con il supporto di Laterza Agorà, società di servizi nata dal gruppo editoriale barese e specializzata nell’organizzazione di eventi culturali (tra gli altri, il Festival dell’Economia di Trento e le Lezioni di Storia). Un’edizione che patisce della spendig review imperante, con un taglio consistente al budget, comprendiamo le difficoltà. In ogni caso, ci si poteva aspettare un programma meno conformista, a cominciare dal vincitore,

la cui biografia non segnala particolari meriti a favore della causa della tolleranza, del dialogo e convivenza tra popoli, dell’antirazzismo e della pace nel mondo, i criteri con i quali fino ad oggi il Premio Exodus è stato assegnato. Secondo gli or-

ganizzatori, la scelta è ricaduta su Paolo Mieli per i suoi meriti di giornalista e storico, segnatamente per scritti sulla questione Mediorientale. Parametro un po’ generico: si poteva allora premiare, ad esempio, tutta la redazione di Limes e molti altri operatori del settore. Il filo conduttore del Premio Exodus 2012 è sintetizzato nella frase “la dignità e la memoria” e sarà sviluppato durante una tre giorni di iniziative; inaugurazione sabato 17 novembre alle 17 con un video messaggio, creato apposta per l’occasione, di Moni Ovadia in Sala Dante. Ha detto il sindaco Massimo Federici questa mattina alla conferenza stampa di presentazione in Comune: “Il tema della dignità della persona si intreccia con la memoria, abbiamo voluto indagare a fondo l’aspetto storico. Oltre al Premio Exodus a Paolo Mieli, un grande intellettuale, segnalo quello ad Amelio Guerrieri, una persona straordinaria e sobria, una grande figura della nostra storia

cittadina, che ha avuto un ruolo importante per la distribuzione degli aiuti alimentari agli ebrei in partenza dalla Spezia. La collaborazione con Laterza Agorà? Ho incontrato Giuseppe Laterza all’ultima edizione di Parole di Giustizia, con il loro aiuto speriamo in un radicamento ed una visibilità nazionali del Premio che fino ad oggi non ci sono state.” Per l’Assessore alla cultura Diego Del Prato “il Premio Exodus per Spezia ha un’importanza fondamentale, eventi come questo sostanziano l’identità di una città. Per questa edizione abbiamo realizzato un formato adatto in tempi di spending review: razionalità e risparmio per la qualità, proponendo un programma di altissimo livello.” Pino Dongo, editor di Laterza Agorà, ha puntualizzato il carattere storico della edizione 2012: “L’esercizio della memoria porta a mettere insieme i fatti storici con quello che sta accadendo oggi”. Non è mancato il saluto di Franco Monzeglio, direttore territoriale di Liguria Banca Regionale Europea, sponsor del Premio Exodus “doverosa la partecipazione del Banco di San Giorgio, banca del territorio, una conferma del legame con la città.” Vediamo il programma. Sabato 17, dopo l’intervento di Ovadia e il saluto delle autorità ci sarà la consegna della menzione speciale Exodus 2012 al Comandante Partigiano di Giustizia e Libertà, lo spezzino Amelio Guerrieri, medaglia d’argento al valor militare. In chiusura Antonella Rampino, giornalista de La Stampa, coordinerà un dialogo tra l’editore Carlo Gallucci e lo storico e documentarista Marco Cavallarin. Gallucci nel Gennaio del 2012 ha distribuito nelle librerie una nuova edizione di “Exodus”, il racconto di Leon Uris che narra, in forma romanzata, le vicende della nave che da il titolo anche al premio. Il produttore e documentarista


Sabato 10 Novembre 2012

Marco Cavallarin sta collaborando alla realizzazione di un film di produzione israeliana, regia di Micha Sahgrir, che riporta 10 giovani israeliani sulle strade che dai campi di sterminio nazisti arrivarono al porto della Spezia e che “sulla scia dell’Exodus” giunsero infine in Palestina. Due appuntamenti per Domenica 18. Alle 17,00 al Camec Simonetta Fiori, giornalista di Repubblica, incontrerà Claudio Vercelli, ricercatore di Storia Contemporanea a Torino e del quale sta per uscire un nuovo lavoro dal titolo “Negazionismo. Storia di una menzogna”. Alle 21,00 al Centro Dialma Ruggiero l’attore Massimo De Francovich, con la partecipazione di Margherita Laterza e l’accompagnamento musicale di Francesca Simonelli studentessa di sassofono al Conservatorio Giacomo Puccini, leggerà una selezione di pagine dal romanzo di Leon Uris. Per lunedì 19 si prevede alla

Cronaca4

mattina una lezione magistrale del Professor Michele Battini, ordinario di Storia Contemporanea a Pisa in sala Dante, alle 11,00, sul tema del “Capitalismo e odio antiebraico in Europa e in Italia dal 1790 al 1938”. Alle 18, in Sala Dante Paolo

Mieli, terrà la sua “lectio magistralis”, introdotto da Pino Donghi, “la sinistra in Italia e la questione ebraico-israeliana”. A giornalista sarà infine consegnato il Premio Exodus 2012 alla presenza e con interventi del Presidente della Regione

3

Liguria, Claudio Burlando, del Sindaco della Spezia, Massimo Federici, e del Direttore del Dipartimento Educazione e Cultura Ucei, Roberto della Rocca. Marco Ursano


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

4

Le Segreterie di FILLEA CGIL, FILCA CISL, FENEAL UIL

L’edilizia, i lavoratori edili non possono più aspettare Lettera aperta alla città Il settore delle costruzioni, come ben sappiamo, rappresenta in ogni Paese il termometro dello sviluppo di una società. Uno sviluppo che rapportato ad un territorio si misura attraverso la sua vivibilità, l’efficienza delle sue reti di comunicazione, le sue infrastrutture, l’armonia e il rispetto delle attività economiche con il territorio circostante. Purtroppo, in questi ultimi tempi si coglie sempre più forte una sensazione di incertezza nel guardare al futuro del settore edile nella nostra provincia, infatti stiamo assistendo ad un vero e proprio stillicidio di espulsioni di operai edili dal mondo del lavoro senza che nessuno, a parte le Organizzazioni Sindacali, sembra rendersi conto di questa amara realtà. Paragonando gli ultimi due anni, nell’ultimo gli operai iscritti alla Cassa Edile Spezzina sono passati da 2758 a 2545, ossia sono diminuiti di 213 unità, mentre sono 63 le imprese che hanno chiuso l’attività. Numeri che dovrebbero far riflettere e urlare di rabbia e di disperazione tutti quanti, ma che purtroppo ci fa riscontrare solo un grave e assordante silenzio tutt’attorno alle migliaia di famiglie che nel nostro territorio vivono sull’edilizia. Ad oggi il ricorso alla strumento della Cassa Integrazione è un dato ormai consolidato, è diventata prassi quotidiana la sottoscrizione di tali verbali, tant’è che l’uso e la richiesta dell’intervento dell’INPS per bloccare gli ipotetici esuberi di personale, ha portato al consumo pressoché totale dell’ammortizzatore sociale a disposizione delle aziende, costringendoci a dover ripiegare in angolo utilizzando la Cassa in Deroga messa a disposizione dalla Regione Liguria fino a fine anno. Ad oggi, alla domanda da parte dei centinaia di lavoratori sospesi in cassa integrazione, su cosa succederà il primo gennaio, ben sapendo loro stessi che a tale data non esiste nessuna certezza per il futuro alle dipendenze delle proprie aziende, noi

non possiamo che dare la risposta che non sia nello spronare la Regione Liguria a reperire fondi necessari a garantire la sopravvivenza di tale istituto per evitare licenziamenti in massa, ancora di più di quelli avvenuti fino ad ora. Fillea, Filca e Feneal della Spezia, in questo contesto, chiedono con urgenza l’intervento da parte di vari soggetti attivi nel settore, che debbono necessariamente fare la propria parte. Innanzitutto la politica. Alle istituzioni locali, e non solo, si chiede, oltre che nell’impegnarsi obbligatoriamente di più per poter garantire tempi certi di pagamento per le opere eseguite, che oggi giorno risulta che trascorre almeno un anno, talvolta anche due prima di corrispondere il dovuto, anche interventi che mirino alla tutela dell’intero settore, ovvero debellare quella che è una delle più importanti cause di difficoltà: il criterio del “massimo ribasso” nel fare le gare d’appalto a discapito di altre più garantiste. Questo criterio di asta, non fa altro che generare distorsioni di regole all’interno del comparto, costringendo le imprese ad una corsa verso il basso nel tentativo di aggiudicarsi appalti sempre più rari nel settore pubblico, obbligandole ad uscire dalle regole della legalità per rimanere dentro i costi stabiliti, e facendo quindi poi ricadere a cascata ogni problema sul gradino sociale inferiore, ovvero gli operai. Occorre poi che i vari comitati civici e ambientalisti, possessori di un ruolo nella nostra società, mettano da parte il rischio di cadere nell’errore, non di esprimere il loro parere nega-

tivo o il loro senso critico, ma nella presunzione di avere sempre la ragione dalla loro parte e di volerlo dimostrare sempre e comunque, ricorrendo in ogni sede e in ogni tribunale, salvo poi trovarsi senza il merito dalla loro. Purtroppo nel nostro territorio sembra si stia diffondendo un nuovo tipo di “sport” che consiste nel ricercare tutti i modi possibili per intralciare il lavoro degli altri, quello cioè essere contrari “a prescindere”! Questo comporta una perdita secca di opportunità di lavoro e di crescita per la nostra provincia. Se, come Organizzazioni Sindacali, da una parte siamo fortemente convinte del principio democratico che chiunque ha il diritto di esprimere le proprie opinioni, siamo altresì convinte che quando le opinioni si trasformano in azioni che tendono a bloccare un qualcosa che legalmente viene autorizzato e che poi, a termine delle azioni di ricorso, viene sempre giudicato lecito, dovrebbe poi assumersene le responsabilità. Non bisogna mai dimenticarsi, infatti, che dietro un’impresa, ogni occasione di lavoro ci sono sempre tante e tante famiglie, che quando vedono la propria impresa aggiudicarsi un appalto secondo i criteri di legge, seguendo gli adempimenti burocratici previsti, sperano di potere iniziare finalmente a lavorare e non di trovarsi sempre nella situazione di continua attesa, di speranza sempre rinviata a non si sa quando. Anche le imprese locali non sono comunque indenni da errori! Come è possibile che i pochi appalti pubblici, ovvero quelli di un certo importo economico, siano quasi sistematicamente aggiudicati dalle imprese provenienti

da fuori provincia? Le quali poi mai attingono alla mano d’opera locale! Se le “nostre imprese” non possono essere obiettivamente competitive per struttura e/o professionalità con quelle di livello nazionale se non internazionale, non capiamo perché non possano pensare di fare “squadra” fra di loro, ovvero creare ad esempio associazioni di impresa per fronteggiare lo strapotere di quelle “esterne”. Occorre che abbandonino le loro vecchie logiche rivolte esclusivamente al far mero profitto, senza investire in professionalità evitando di fidelizzare le maestranze dirette e incentivando invece l’apertura di “Partita Iva”. Il rispetto delle norme di legge non è solo un appesantimento di costi e di burocrazia, ma è l’unica via per una sana concorrenzialità, e che lo stesso rinnovo del contratto integrativo provinciale di lavoro, non rappresenta e non può rappresentare solo un aggravio di costi, ma va visto anche come un appuntamento fondamentale per sviluppare una corretta politica di settore. L’edilizia, come dicevamo all’inizio di questa nostra, è il comparto di traino per tutta l’economia, locale e non, le statistiche dicono che ogni due operai edili occupati, questi “danno da lavorare” ad un operaio dell’indotto, occorre perciò reinvestire su tale settore. C’è necessità di costruire un percorso coerente, consapevole e coeso al fine di dare vita ad una “comunità professionale di settore”, capace di strutturare percorsi “comuni”, seppur nelle differenze e nelle tutele delle singole autonomie tra Organizzazioni Sindacali, Associazioni di Categoria e Imprese. È improcrastinabile lottare contro tutti i pregiudizi, le ipocrisie, le inefficienze di chi ha il potere, il dovere, l’obbligo anche solo morale di fare, e che fino ad oggi non ha fatto nulla. L’edilizia, i lavoratori edili non possono più aspettare.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

Da domani alle 9 alle 12 di domenica 11 novembre dichiarata allerta 2 per rischio idrogeologico

ALLERTA 2. Sabato chiusura scuole a rischio

l Centro Operativo Comunale di Protezione Civile (COC) informa che la Regione Liguria ha dichiarato il rischio idrogeologico di Allerta 2, grado di massima allerta, da domani, sabato 10 novembre, alle 9 fino alle 12 di domenica 11 novembre. A tal fine sono state attivate tutte le procedure previste dal piano comunale di protezione civile

in caso di Allerta 2. Come stabilito da tali protocolli in caso di Allerta 2 è prevista la sospensione dell’attività didattica. Le scuole che dovranno rimanere chiuse perché in aree di rischio così come individuate dal piano di bacino vigente sono: Scuola via Gramsci Maria Adelaide (asilo nido e materna);

Scuola via Bologna (elementare) e Via Ferrara (materna); Centro di formazione viale Amendola (Maria Ausiliatrice); Scuola Media Cervi, via Caselli, Favaro Istituto Piccole Suore Divina Provvidenza (materna) di via Caselli al Favaro Scuola via Bragarina (materna); Scuola in Via Vittorio Veneto San Domenico Di Guzman (materna ed elementare); La struttura degli Stagnoni il COC (tel.0187501172) terrà costantemente monitorata l’evoluzione della situazione. Si coglie l’occasione per ricordare le misure di autoprotezione, in particolare per le zone a più alta probabilità di allagamento e in quelle collinari dove più alto è il rischio di frane. In caso di forti piogge si raccomanda di limitare al massimo gli spostamenti in auto e, per le aree più soggette ad allagamento, di porre paratie a protezione dei locali siti a livello strada.

5

Meteo Allerta 2 Chiuse le scuole a Vezzano Ligure Il centro operativo comunale, costituitosi in mattinata informa la cittadinanza che è stato dichiarato dalla Regione Liguria lo stato di Allerta Idrogeologico di lvello 2 dalle ore 9,00 di sabato 10/11/12 fino a domenica 11/11/12 alle 12,00. Di conseguenza sabato, a seguito di ordinanza sindacale le scuole di ogni ordine e grado pubbliche e private saranno chiuse. Il centro operativo monitorerà il territorio in riferimento all’evoluzione della situazione. Si consiglia di adottare misure di autoprotezione, limitare gli spostamenti in auto. Per comunicazione tel. 0187993005; 3316207993

Previsioni ARPAL

Meteo. Stato di Allerta Idrogeologico di lvello 2, dalle 9 di sabato fino a domenica ore 12.00 Scarica il messaggio di allerta inPdf

Sabato 10 Novembre Previsione: Su Centro e Ponente deboli piogge in decisa intensificazione nel corso della mattinata accompagnate anche da temporali forti e organizzati e

destinate a durare tutta la giornata. A Levante qualche pallida schiarita al mattino sarà seguita dal peggioramento con piogge intense e temporali forti Venti: dai quadranti setten-

trionali a Ponente, da Sud-Est a Levante, in rinforzo durante la mattinata da moderati a forti, in attenuazione in serata Mare: mosso, in aumento a molto mosso su Centro-Levante con possibile colpo di mare Umidità: su valori alti Segnalazioni di protezione civile: piogge molto forti con quantitativi elevati, previsti temporali forti e organizzati; venti burrasca da SE (fino 80 km/h) sui rilievi; colpo di mare su Centro e Levante dal pomeriggio Domenica 11 Novembre Previsione: Fino a metà giornata si avranno ulteriori piogge,

ancora intense sul Levante, attenuate sul resto della regione. Si potranno ancora verificare fenomeni temporaleschi di forte intensità. Da metà giornata termine delle precipitazioni e qualche timida schiarita verso sera Venti: deboli, a tratti moderati, dai quadranti settentrionali, in temporanea rotazione dal mare durante il pomeriggio Mare: mosso, inizialmente molto mosso a Levante Umidità: su valori alti Segnalazioni di protezione civile: piogge forti con quantitativi elevati, possibili temporali forti


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

6

Gli operai erano al lavoro ma risultavano tutti in ferie o in cassa integrazione

Scoperta maxi-evasione di 200.000 euro contributi Omissione record di una ditta edile spezzina scoperta dagli ispettori del lavoro di piazzale Kennedy, al termine di una verifica iniziata alcuni mesi fa in un cantiere della zona collinare in collaborazione con la Polizia Municipale. L’imponibile evaso accertato è di oltre Euro 300.000 corrispondenti ad un buco di contributi e premi dovuti all’INPS, all’INAIL e alla Cassa Edile di circa 200.000 euro, accumulati in appena 2 anni a partire dal 2010. Dall’esame dei documenti di lavoro della ditta gli ispettori hanno rinvenuto veri e propri espedienti contabili, messi in atto dal titolare al fine di non pagare, se non in misura minima, gli oneri contributivi dovuti a favore dei 40 operai in forza, come riscontrato anche dalla corrispondenza intercorrente tra l’impresario e il suo consulente del lavoro dalla quale traspare l’intenzione di “tagliare” ore e oneri: migliaia di ore di CIG non autorizzata, intere settimane di assenze non giustificate a fronte di giornate lavorate, part-time fittizi, ferie non spettanti, ore di lavoro non registrate. Tutto questo all’insaputa o quasi dei lavoratori, in maggioranza di nazionalità rumena o extraUe, con soli tre italiani, che alla fine del mese percepivano comunque un importo senza immaginare che fosse a titolo di

CIG o di ferie, visto e considerato che loro erano regolarmente presenti in cantiere. Il comportamento dell’imprenditore non è mutato neppure di fronte alla verifica. Anche il giorno dell’ ispezione, infatti, i quattro operai trovati intenti al lavoro erano stati registrati come assenti: nemmeno quel giorno, in altre parole, erano state registrate le ore di lavoro effettuate, malgrado la contestuale verifica ispettiva che ne aveva “certificato” la presenza nel verbale di primo accesso.

Piuttosto pesanti le sanzioni notificate al titolare: le omesse o infedeli registrazioni sul libro unico del lavoro costeranno alla ditta una sanzione amministrativa “minima” di 21.500 euro, che raddoppierà in caso di mancata adesione nei termini stabiliti. Inoltre, i verbalizzanti hanno ipotizzato una violazione di natura penale in quanto il datore di lavoro non ha versato contributi e premi per un importo mensile piuttosto elevato – comunque superiore al tetto in-

dicato dalla legge pari a 2.582 euro ed alla metà dei contributi complessivamente dovuti per lo stesso mese – nell’intero arco temporale considerato dall’accertamento. In conclusione, gli “stratagemmi” utilizzati dalla ditta per risparmiare sui conti avranno un effetto boomerang, perché l’azienda sarà chiamata a versare tutto ciò che aveva indebitamente omesso, pagandoci sopra anche le sanzioni e gli interessi.

Sintesi dei principali dati

I primi nove mesi 2012 del Gruppo Cariparma Crèdit Agricole di cui Carispezia fa parte Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole nei primi nove mesi 2012 ha registrato un utile netto di 212 mln €, in crescita del +17% rispetto al 2011, grazie anche alla plusvalenza straordinaria di circa 70 mln € derivante

dalla cessione di CA Vita. Nonostante il perdurare della fase recessiva, il Gruppo Cariparma Crédit Agricole a settembre 2012 ha rafforzato il proprio livello di liquidità, registrando

uno sbilancio positivo “raccolta – impieghi” investito a supporto dell’economia reale e delle attività del Gruppo In Italia.

crescita a/a del +8%; stabile il

La raccolta diretta raggiunge a settembre i 35,5 mld €, con una

Forte crescita del credito alle

livello di impieghi che si posiziona a 33,5 mld €.

Famiglie + 7% a/a.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

7

Da lunedì 12 novembre

Inizio della campagna vaccinale antinfluenzale 2012-13 A partire da lunedì 12 novembre inizierà la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2012-2013 che vedrà, come ogni anno, la collaborazione tra le strutture pubbliche ed i medici di famiglia nella capillare offerta del vaccino alle categorie di popolazione individuate dal Ministero della Salute per una protezione più appropriata dalle possibili complicanze dell’influenza. Afferma il Dottor Francesco Maddalo, Direttore della Struttura Complessa Igiene e Sanità Pubblica della nostra ASL: “Oltre alla popolazione di età uguale o maggiore a 65 anni, la vaccinazione è consigliata a chi è affetto da patologie croniche di tipo respiratorio, cardiaco, diabetico, renale o di altri apparati; da proteggere sono tuttavia anche altre categorie di persone, ad esempio le donne gravide nel 2° e 3° trimestre o chi svolge attività lavorative che possono favorire il contagio, quali le forze di polizia, chi opera in ambito sanitario oppure in

altri ambienti pubblici. Ricordo inoltre che la prevenzione dell’influenza è resa possibile anche dall’adozione di misure igieniche individuali: quando si ha la tosse o si starnutisce usare fazzoletti monouso, lavarsi spesso le mani e pulire le superfici soggette a contatti comuni. L’offerta della ASL ai medici di famiglia, che avranno un’iniziale disponibilità di 15.000 dosi, ai quali si sommano i vaccini presenti presso gli ambulatori pubblici, permette di iniziare la campagna di profilassi in modo completo; grazie al coordinamento della centrale regionale di acquisti non si è registrato nessun ritardo nella fornitura dei vaccini, che non appartengono alle tipologie recentemente oggetto di divieto precauzionale di commercializzazione. L’attività di controllo dei farmaci, anche in fasi precedenti l’ingresso nel nostro Paese dei lotti potenzialmente a rischio, ha dimostrato la sua efficacia. Le recenti dichiarazioni pubbli-

che dell’Assessore alla Sanità Claudio Montaldo hanno inoltre rasserenato circa implicazioni di tutela assicurativa per i professionisti che praticano le vaccinazioni antinfluenzali: poiché essi effettuano attività autorizzata in nome e per conto

delle Asl, risultano coperti dal sistema di gestione diretta del rischio”.

Scarica la tabella con tutti gli orari

L’idea per recuperare e rendere nuovamente produttiva e fruibile una bella zona del Comune di Arcola

Ex Campeggio Mirafiume: un’area camper Un’area camper nell’ex Campeggio Mirafiume: questa potrebbe essere l’idea per recuperare e rendere nuovamente produttiva e fruibile una bella zona del Comune di Arcola. “Attualmente – dichiara il Sindaco Livio Giorgi – malgrado la mia ordinanza di divieto di accesso e gli interventi di sgombero, attuati da Carabinieri e Polizia Locale, di tutti coloro che abusivamente occupavano ciò che restava dell’ex Campeggio, non si riesce a tenere sotto controllo l’area ed è inevitabile che i residenti siano amareggia-

ti. L’unica soluzione possibile è quella di recuperarla, per renderla viva e veramente produttiva. Tra le ipotesi interessanti è nata quella di un’area attrezzata per camper, nella porzione di terreno che non è stato oggetto di esondazioni, sfruttando le possibilità offerte da Fondi Europei e dalla collaborazione e supporto che ci verrebbero offerti dal Distretto socio sanitario di cui facciamo parte.

un lato il recupero dell’area e dall’altro l’affidamento in gestione ad una cooperativa di disabili, costituita sempre con il sostegno del Distretto. Come Giunta abbiamo affidato l’incarico di seguire la fattibilità dell’intervento a due nostri Responsabili: l’Architetto Alessandro Canepa per la parte progettuale e la Dottoressa Emilia Petacco per l’intervento di natura socio assistenziale legato all’affidamento in gestione alla cooperativa.

L’idea ci consentirebbe di ottenere un doppio risultato: da

Riteniamo – conclude il Sindaco – che struttura progettata con

semplice ma razionale definizione, offrirebbe ad Arcola un’opportunità tutta nuova, nell’ottica della sua storica vocazione sociale e della sua proiezione turistica futura. Il turismo affidato ai veicoli abitativi, è espressione di una mobilità che viene considerata, come la nuova frontiera della vacanza. Ogni luogo diventa una meta da scoprire e questo desiderio è la molla che aziona lo spirito della conoscenza e del corretto rapporto con i luoghi.”


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

Nel week end raccolta straordinaria a Biassa

ACAM. Raccolta speciale dei rifiuti ingombranti e dei Raee ACAM ambiente informa che nel week end 10 e 11 novembre il

servizio straordinario di raccolta rifiuti ingombranti e da appa-

8

Burlando sabato alla Spezia

recchiature elettriche ed eletatroniche (Raee) si svolgerà a Biassa. Il presidio, con un operatore e un mezzo, sarà posto in Filzi, area campo sportivo, con il seguente programma: • sabato 10 novembre dalle ore 11,30 alle ore 16,30; • domenica 11 novembre dalle ore 7,30 alle ore 12,30. ACAM ambiente ricorda che in assenza dell’operatore per eventuali operazioni di scarico dei materiali già conferiti è vietato depositare ingombranti e Raee nella zona del presidio e attendere il suo ritorno.

Il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando sarà sabato 10 novembre, alle 17.00 Burlando sarà alla Spezia per le conclusioni del dibattito pomeridiano del convegno “La Spezia - Città, mare, futuro”, che si terrà all’Urban Center in via Fazio 45, a cui sarà presente anche l’assessore Raffaella Paita, relatrice nella sessione del mattino al Camec.

Combattiamo insieme l’abuso di e-mail, sms e fax pubblicitari non richiesti

STOP allo SPAM Il sistematico invio di e-mail, sms, mms e fax non autorizzati è diventato un malcostume diffuso ed ormai intollerabile. Il Codice della Privacy punisce con pesanti sanzioni pecuniarie e pene detentive chi invia comunicazioni pubblicitarie e promozionali senza il previo consenso del destinatario. Ciononostante ogni giorno riceviamo e sistematicamente siamo costretti ad eliminare e-mail, sms e fax inviati da società sconosciute, con cui non abbiamo mai intrattenuto alcun precedente rapporto. Contro questa pratica commerciale scorretta ed illegittima

l’associazione nazionale di consumatori La Casa del Consumatore lancia l’iniziativa STOP allo SPAM. L’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica e le imprese sul problema, lanciando una controffensiva tanto più efficace quanto maggiore sarà l’adesione dei cittadini tartassati. Per dare il proprio contributo è sufficiente andare sul sito casadelconsumatore.it o dirittosemplice.it e compilare il facile e gratuito modello di segnalazione al Garante della Privacy. In meno di cinque minuti sarà pronta la segnalazione da in-

viare al Garante e alla Casa del Consumatore, che gratuitamente terrà informati tutti gli aderenti sull’esito delle loro segnalazioni. Ogni singola segnalazione potrà consentire di liberarsi da comunicazioni indesiderate e darà un servizio alla comunità e a chi rispetta la legge nelle comunicazioni commerciali. La Casa del Consumatore poi, sulla base delle segnalazioni ricevute e dei provvedimenti assunti dal Garante, intraprenderà le necessarie azioni per far ottenere agli aderenti all’iniziativa il risarcimento dei danni causati

dallo spam delle società sanzionate. “Con questa iniziativa vogliamo combattere il falso mito che la reperibilità di indirizzi e-mail e numeri di fax in pubblici registri, albi, forum, siti o blog autorizzi chiunque a inviarci comunicazioni commerciali non autorizzate”, commenta il presidente nazionale di Casa del Consumatore avv. Giovanni Ferrari, che aggiunge “mettendo a disposizione di tutti un modello facile e immediato e l’assistenza gratuita della nostra associazione, pensiamo di aver facilitato al massimo il meccanismo di segnalazione al Garante, per combattere efficacemente lo spam”.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

Ente Bilaterale del Terziario di La Spezia

Focus 2012 dell’Osservatorio Terziario Lunedì 12 novembre, alle ore 14:30 presso la Sala Marmori della Camera di Commercio della Spezia, verrà presentato il Focus 2012 dell’Osservatorio Terziario, dedicato dall’Ente Bilaterale al settore del commercio tradizionale al dettaglio con l’obiettivo di capire, in particolare, in un settore certamente in un momento congiunturale non favorevole, le dinamiche del lavoro competente, i vettori di competitività delle imprese, di occupabilità dei lavoratori e le capacità d’investimento delle imprese stesse. I contenuti del lavoro sa-

ranno articolati in quattro tematiche principali: • Fabbisogni formativi, correlando conoscenze e aree funzionali dell’impresa; • Fattori competitivi, con una prima definizione e analisi degli elementi di competitività dell’impresa; • Investimenti, in termini di propensione e potenzialità d’investimento; • Rapporto con la Grande Distribuzione Organizzata, cercando di capire quali fossero le azioni positive del commercio al dettaglio tradizionale in risposta allo sviluppo della GDO.

Presenti all’evento Mario Funaro (Presidente Ente Bilaterale Terziario), Roberto Vegnuti (RV Consulting per la presentazione dei dati), Cesare Arioli (Presidente FIDA), Giorgio Molinari (Presidente Federmoda), Daniela Ricchetti (Segretario Generale FILCAMS CGIL), Mirko Talamone (Segretario Generale FISASCAT CISL), Marco Callegari (Segretario Generale UILTUCS), i Sindaci di La Spezia Sarzana Brugnato e Santo Stefano, Gianfranco Bianchi (Presidente CCIAA) e Renzo Guccinelli (Assessore Regionale allo Sviluppo Economico, industria, commercio, artigianato).

9

Maltempo. Rinviata l’inaugurazione del Centro Salute Mentale E’ stata rinviata a data da stabilirsi la prevista inaugurazione del Centro Salute Mentale prevista per sabato 10 novembre 2012 dietro l’ospedale San Bartolomeo a Sarzana. A causa delle previste avverse condizioni meteorologiche, come risulta da allerta meteo 2 diramata dalla Regione LiguriaCentro della Protezione Civile, è infatti stato deciso di spostare la cerimonia

Domenica 11 novembre, organizzato dalla Proloco di Pitelli

Pitelli “San Martino ogni mosto diventa vino” Subito dopo la messa grande delle 11 contadini e proprietari si ritroveranno come un tempo sotto le volte del paese per stipulare i contratti per l’anno successivo. E come vuole la tradizione nelle cantine dei carrobbi si apriranno le botti per il primo assaggio del vino novello, “siamo sicuri che Pitelli assomiglierà alla poesia del Carducci con tanto di ribollir dei tini e di animo allegro” dichiarano i prolochini pitellesi. È la festa dei cornuti perché in quei giorni si svolgevano i mercati del bestiame e dalle stalle uscivano (mucche, buoi, tori, capre, montoni.), ma è oggi un occasione per conoscere o riscoprire la storia del paese attraverso le mostreA fotografiche, le ricette a base di castagne, salsicce, zucca, porri, di assaggiare l’olio novello di “Montiamoli”, o del “Postizzo”, di partecipare ai gio-

chi di sfida; ritornare ai tempi in cui frantoiani lavoravano anche di notte, per riuscire a frangere tutte le olive dei pitellesi, si aspettavano ore e ore per non perdere il turno e nell’ attesa di poter imbottigliare l’olio a quei tempi i giovani più valorosi si sfidavano alla corsa nei sacchi e al tiro con la fune mentre gli anziani del paese cantavano i canti “sporcaccioni” delle osterie. “Vi aspettiamo a Pitelli e ancora una volta vorremmo stupirvi” è il monito che i pitellesi lanciano a coloro che il paese l ‘anno abbandonato e ritornano di tanto in tanto, a coloro che non lo conoscono, ma anche a coloro che lo vivono tutti i giorni troppo di fretta tra stand gastronomici, cori, mercatini contadini, balli, giochi ci sarà l’occasione di passare un “San Martino” da non dimenticare.

La nuova sede della Cisl Ex Area Ip traversa di Via Fontevivo Edificio Sub. 8


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

10

Primi incontri sulla ‘sicurezza stradale’ promossi dalla Confartigianato spezzina

Nelle scuole elementari un ‘tandem’ sport e sicurezza La scuola elementare Giosuè Carducci del Canaletto e la scuola elementare Giuseppe Garibaldi di Piazza Verdi sono state il teatro dei primi incontri sulla ‘sicurezza stradale’ promossi dalla Confartigianato spezzina. Gli incontri rientrano in TANDEM, progetto rivolto ai bambini e alle famiglie che la Confartigianato ha realizzato, con il patrocinio e il contributo della Regione Liguria, in collaborazione con le istituzioni e alle tante attività artigianali del territorio. La classe 4° A e C 5° A – B della scuola elementare Giosuè Carducci guidate dalle insegnanti: Lattughini, Di Prisco, Zannini, Catinelli, Marzioli, Cuna, Biccari, Vanello, Fasolo e le classi 5° A – B – C della scuola elementare Giuseppe Garibaldi con gli insegnanti: Fazio, Giovando, Cosini, Labate. Il progetto prende il nome di“TANDEM” perché sport e benessere viaggiano insieme, “TANDEM” perché istituzioni e famiglie operano congiuntamente per tutelare la salute dei bambini, aiutandoli anche a conoscere le forme di viabilità alternative e la sicurezza stradale, “TANDEM” perché Confartigianato e istituzioni lavorano in sinergia per promuovere e rivalutare l’attività di tante imprese artigiane che stanno vivendo un grave momento di difficoltà. Gli incontri con i bambini sono stati introdotti da Antonella Simone e Nicola Carozza per Confartigianato e condotti

attraverso l’uso di slides e immagini accattivanti dagli agenti della Polizia Municipale: Fabio Ratto, Elisa Vinciguerra e Valeria Salvatori. Il progetto di Confartigianato prevede ancora altri incontri con gli alunni delle scuole elementari in collaborazione con la Polizia Municipale e la Polizia di Stato durante i quali si parlerà di sicurezza stradale soprattutto per chi, come i bambini, utilizza i velocipedi. Ma non è finita qui, sabato 17 novembre 2012 (tempo permettendo) alle ore 9,00 con raduno in Piazza Europa ‘biciclettata’ riservata ai bambini e alle loro famiglie lungo la pista ciclabile da piazza Europa a Piazza Concordia e ritorno fino a viale Mazzini. Al termine al Centro S. Allende gadget e colazione al

cioccolato per tutti i piccoli partecipanti. “L’iniziativa di Confartigianato – spiega l’Assessore Regionale Renzo Guccinelli - oltre alla promozione della salute e dello sport è volta a valorizzare le tante piccole e medie imprese artigianali liguri che ruotano intorno al comparto sportivo del ciclismo. Anche la Regione Liguria in questo momento di incertezza dell’economia vuole viaggiare in ‘Tandem’ con le Associazioni di categoria, le imprese e i lavoratori perché solo insieme possiamo vincere la sfida della ripresa. Il progetto fa leva sullo sviluppo e la diffusione di uno sport da sempre molto popolare in Italia: il ciclismo. Sport che, dimenticando gli eventi negativi che ultima-

mente ne hanno appannato la fama, deve poter continuare a trasmettere ai ragazzi passione, impegno, costanza e sacrificio, valori che analogamente contraddistinguono anche gli imprenditori del nostro territorio attivi nel settore”. A tutti i ragazzi nel corso delle presentazioni nelle scuole è stato dato un libricino che parla delle buone pratiche sull’uso della bicicletta, perché si devono incrementare le piste ciclabili e quale deve essere l’atteggiamento più corretto che un ciclista deve tenere per strada per la propria e altrui incolumità. Per ulteriori informazioni è possibile contattare la Responsabile Eventi di Confartigianato, Antonella Simone, tel. 0187.286655


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

11

Le mostre personali dal 12 al 17 Novembre

Oto Melara Dipinge All’Urban Center i Quadri di Viani e Salzano primo Premio Giuria Popolare a Maggio 2012. Lavoro e fantasia insieme è possibile. Forse proprio da Luciano Viani possiamo prendere l’esempio più tenace: in pensione da diversi anni, ha iniziato a lavorare in OTO Melara diventando responsabile del collaudo industriale e riuscendo contemporaneamente a diplomarsi all’Accademia di Belle Arti di Carrara. OTO Melara dipinge dal 12 al 17 Novembre all’Urban Center di La Spezia con Luciano Viani e Debora Salzano, i due artisti che già a Maggio, insieme a Giorgio Federici, si erano classificati primi in occasione della mostra tenutasi sotto i locali del Teatro Civico. Continua l’appassionato lavoro del Gruppo Seniores e

dell’A.N.L.A. (Associazione Nazionale Seniores d’Azienda Comitato Provinciale di La Spezia), grazie a cui i dipendenti ed ex dipendenti di OTO hanno così la possibilità di dare spazio alla propria arte perché “Sperare in una favola non vuol dire sognare ad occhi aperti, ma realizzare un sogno”, come sintetizza Debora Salzano, vincitrice del

Oggi insegna pittura e scenografia nelle scuole e dal 6 novembre per “un inverno colorato” - dal nome del corso di pittura che si sta svolgendo presso centro sociale di via Ruini a Prati – continuerà a “portare l’arte all’esterno” perché i suoi quadri sono “lo specchio del mio tempo”.

L’appuntamento di Sabato 10 novembre al Museo del Castello S. Giorgio

Museoland. I Musei Dei Bambini Nell’ambito del progetto “Museoland. I Musei dei bambini”, l’Istituzione per i Servizi Culturali e la Cooperativa Zoe organizzano i seguenti laboratori ludico-didattici per bambini dai 5 agli 11 anni, al costo di 5,00 € a partecipante, con prenotazione obbligatoria: Sabato 10 novembre ore 15.30 - Museo del Castello S. Giorgio Brividi al castello. Pomeriggio misterioso nell’ambientazione gotica del castello con racconti coinvolgenti e laboratori didattico-ludici. I bambini potranno creare un

“Frankenstein” secondo la loro fantasia, ascoltare racconti di mummie all’interno della tomba egizia, del minotauro e seguendo il filo di Arianna arrivare alle storie di magia ispirate a Harry Potter. Al termine realizzeranno un piccolo mostro da portare a casa. Per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria): Museo del Castello San Giorgio via XXVII Marzo 0187.751142 sangiorgio@laspeziacultura.it Amanda Moruzzo-Coop Zoe 3349968868

Domenica 11 novembre ore 16 - Museo del Sigillo ImprontArte. L’impronta digitale, segno distintivo unico e personalissimo, sarà impiegato come strumento per dipingere fantastici paesaggi bidimensionali e tridimensionali popolati dai personaggi delle matrici sigillari. Per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria): Palazzina delle Arti-Museo del Sigillo via del Prione, 236 La Spezia 0187 778544 annanancy. rozzi@comune.sp.it

Di Viani - che dal 1969 espone con successo in numerose mostre personali e collettive sia in Italia che all’estero in collezioni private ma anche in spazi pubblici come biblioteche, pinacoteche e anche all’estero, nella sala espositiva della Camera di Commercio di Parigi e presso l’Istituto Culturale a Tokio - sarà possibile ammirare le splendide litografie ad acquerelli: dai nudi ai papaveri ai recentissimi elefantini bianchi. Insieme al famoso “Pagliaccio” o al “Due copri e un’anima”, con cui ha vinto la mostra a Maggio, Debora Salzano ci svelerà “L’Abbraccio”, rassegna di quadri in cui riesce ad esprimere, per se stessa o per un’amica, come riesce a realizzare semplicemente il suo “sogno per un giorno”.

LAS Cardarelli, prorogata la mostra dedicata a Misma Res materiai, la mostra di sculture di Fabrizio Mismas a cura di Giovanna Riu in corso al LAS di via Montepertico 1, è prorogata di una settimana per consentire di soddisfare alcune richieste specifiche di visita. Pertanto sarà possibile vedere questa ampia, varia e colorata esposizione fino a sabato 19 novembre. L’orario di visita rimane dal martedì al sabato dalle 17 alle 19,30, con possibilità di visite fuori orario previo appuntamento al 0187510228.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

12

Quarta edizione di “International Coffee Tasting”

Italcaffè S.p.A. di Ceparana, “Medaglia d’Oro” per la categoria “Miscele Italiane per Espresso” con il caffè Excelso Bar Si è chiusa a Brescia la quarta edizione di “International Coffee Tasting”. Il concorso internazionale tra caffè organizzato dall’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè. Per due giorni 26 assaggiatori provenienti da 11 paesi (Giappone, Svezia, Danimarca, Italia, Russia, Spagna, Slovenia, Australia, Cina, Stati Uniti, Taiwan) hanno valutato 113 miscele di caffè provenienti da 13 paesi diversi (Tailandia, Germania, Spagna, Slovenia, Canada, Sud Africa, Malesia, Polonia, Corea del Sud, Canada, Svizzera, Svezia, Italia). La Italcaffè S.p.A. di Ceparana (La Spezia) si è aggiudicata il premio “Medaglia d’Oro” per la

categoria “ Miscele Italiane per Espresso “con il caffè Excelso Bar. La Italcaffè S.p.A. vanta più di 40 anni di esperienza nella produzione di caffè Espresso all’Italiana.

Acquista ed importa direttamente i caffè crudi dalle migliori piantagioni dei tropici, selezionando i produttori e il prodotto con la massima cura e scrupolosità. La materia prima viene poi lavorata e tostata con maestria ed

alta professionalità nello stabilimento di Ceparana utilizzando impianti tecnologicamente avanzati ma rispettando le più antiche tradizioni italiane. È così che nasce un grande caffè espresso all’Italiana pieno di corpo e ricco di aroma dal gusto soave, morbido e raffinato, adatto al consumatore ed al Barman più esigente. Oggi Italcaffè oltre a fornire la propria clientela Italiana, esporta con successo il proprio caffè in più di 30 paesi al mondo che vanno dall’Australia alla Russia, dalla Corea del Sud agli Emirati Arabi ed in buona parte dei paesi della Unione Europea. L’affidabilità dell’intero processo di lavorazione è garantita dalla certificazione di qualità conseguita dalla Italcaffè che è la UNI EN ISO 9001:2008.

Domenica 11 novembre 2012

“Festa della rinascita” a Rocchetta di Vara Ad un anno dai disastrosi eventi dell’ottobre 2011, domenica 11 novembre 2012, a Rocchetta di Vara, la Pro loco Montenero, con il patrocinio del Comune di Rocchetta di Vara, organizza una sera di festa per celebrare la rinascita della comunità, dopo il rinvio da sabato 27 ottobre a seguito del diramato Allerta 2. “Festa della rinascita” è il titolo della manifestazione che ha come simbolo il fiore di loto, il

fiore che nasce dal fango. L’appuntamento è alle ore 13.00, dietro il palazzo comunale, presso il B&B Val di Vara, di Carlo Costamagna, attività turistica gravemente danneggiata dall’acqua e dal fango trascinati dalla furia meteorologica del 25 ottobre 2011. Alla gustosa cena con piatti tradizionali a menu fisso, per la quale è richiesto un contributo di euro 15.00, seguirà un concerto di musica blues, offerto

dal gruppo dei Freedom Train. “Un’occasione per ritrovarci insieme a celebrare il ritorno alla vita in allegria e in amicizia”, commenta il Presidente della Pro loco Montenero, Paola Capetta. Parteciperanno alla serata alcuni dei volontari della Protezione civile del gruppo ANA di Bergamo, presenti a Rocchetta Vara nei giorni dell’emergenza. Conclude il Sindaco, Riccardo Barotti: “Ringrazio la Pro loco Montenero ed il B&B Val di Vara

per l’organizzazione della serata. Sarà un momento da vivere ancora insieme agli amici bergamaschi, nel ricordo dei difficilissimi giorni di un anno fa, condividendo con la comunità la memoria di quanto accaduto, le preoccupazioni e le speranze di un futuro prossimo”. È gradita la prenotazione ai numeri: B&B Val di Vara (0187 868007 - 335 43874007); Pro loco Montenero (333 3874007 - 334 7794695).


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

13

LERICI Rimozione urgente di un sostegno delle rete elettrica

Chiusura temporanea della S.P. n° 28 a La Serra di Lerici Vista la richiesta dell’ ENEL Distribuzione della Spezia di procedere alla rimozione urgente di un sostegno delle rete elettrica in fregio alla S.P. n° 28 ”Pugliola – Barcola – Serra – Montemarcello – Ameglia – bivio Ameglia”, in loc. la Serra, nel Comune di Lerici, a seguito di movimento franoso di valle; Preso atto che per la realizzazione di quanto sopradescritto risulta necessario sospendere la circolazione stradale veicolare e pedonale sia per ragioni di sicurezza sia per garantire la sosta di mezzi operativi per un periodo di tre ore, dalle ore 09:00 alle ore 12:00 il giorno sabato 10 novembre prossimo; Considerato che nessuna località risulta isolata in quanto raggiungibili attraverso la rimanente viabilità e altra viabilità provinciale; Visto l’ Art. 5 comma 3 del D.L.vo 30/04/92 n°285 “Codice della Strada”; Visto l’ Art. 6 comma 4 lettere a) e b) del D.L.vo 30/04/92 n° 285; Visto l’ Art. 7 comma 3 del D.L.vo 30/04/92 n° 285; Visto l’ Art. 43 del D.P.R. 16/12/92 n°495 “Regolamento di Attuazione del C.d.S.”; ORDINA La sospensione temporanea totale della circolazione veicolare e pedonale lungo la S.P. n° 28

“Pugliola – Barcola – Serra – Montemarcello – Ameglia – bivio Ameglia”, in località la Serra, nel Comune di Lerici, dalle ore 09:00 alle ore 12:00 di sabato 10 novembre 2012. L’ENEL DISTRIBUZIONE provvederà ad installare la segnaletica prevista dal Codice della Strada e gli opportuni cartelli di preavviso di regolazione del traffico veicolare lungo la S.P. n° 28 oltre che in prossimità del cantiere e ad inizio e fine strada, anche in corrispondenza dell’intersezione in loc. Barcola ed in loc. Montemarcello. L’ENEL DISTRIBUZIONE provvederà a comunicare al locale Comando dei Carabinieri, al Sindaco ed al Comando Polizia

Municipale competente per territorio, il nominativo ed il recapito telefonico del responsabile del cantiere (anche in caso di proroga, rinnovo o rettifica di ordinanza) che resterà unico responsabile per danni a persone o cose che dovessero verificarsi per mancanza, insufficienza od inadeguatezza della segnalazione dei lavori, sollevando l’Ente Provinciale ed il personale da essa dipendente da qualsiasi pretesa e molestia anche giudiziaria. L’ENEL DISTRIBUZIONE ha inoltre la responsabilità della gestione del cantiere stradale e della relativa sicurezza anche in ordine alla circolazione stradale. <?>

Alberto Andreani FOTOGRAFO

Chiunque violi gli obblighi, i divieti e le limitazioni previste nella presente Ordinanza sarà soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma stabilita ex art. 6 coma 14 del Nuovo Codice della Strada – D. Lgs. del 30 Aprile 1992 n° 285. I funzionari e gli agenti ai quali spetta, ai sensi dell’art. 12 del vigente Codice della Strada, l’espletamento dei servizi di polizia stradale, sono incaricati dell’esecuzione della presente ordinanza. Si prega inoltre il centro Operativo del 118, a cui la presente è diretta, di darne comunicazione alle varie associazioni di volontariato per il pubblico soccorso presenti in loco.

L’Amore si racconta con le immagini

matrimoni, comunioni, cresime, battesimi, compleanni, laurea, foto industriali, avvenimenti sportivi, spettacoli, sfilate, nautica La Spezia, Corso Nazionale 141 - Tel 0187.502348 Ceparana, Via Romana 87 – Tel. 0187.933710

www.fotoandreani.com


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

14

SARZANA Facendosi portavoce dei cittadini del quartiere di Battifollo

Maltempo. Il sindaco Caleo scrive al presidente della Regione Burlando e al presidente della provincia Fiasella Il 7 novembre il sindaco Massimo Caleo ha scritto al Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando e al Commissario della Provincia della Spezia Marino Fiasella facendosi portavoce delle istanze dei cittadini di Battifollo che solo pochi giorni fa, il 4 novembre, hanno ancora una volta subito situazioni d’emergenza e disagio in seguito agli eventi meteorologici che hanno provocato la tracimazione del fiume chiedendo di procedere quanto prima e con urgenza al taglio selettivo degli alberi ed all’asportazione del materiale di sovralluvionamento per mettere in sicurezza l’abitato. Scrive Caleo: “E’ da poco ricorso il primo anniversario dei tragici eventi che hanno colpito il levante ligure, 25 ottobre 2011, e tanti sono stati gli sforzi e gli interventi che le

Istituzioni che rappresentiamo ci hanno visto attori nell’opera di ricostruzione e messa in sicurezza di alcune parti dei territori colpiti anche in presenza di difficoltà economiche che ogni Amministrazione a qualsiasi livello sta attualmente vivendo. La questione territoriale che vi vado ad esporre, che è stata peraltro oggetto di discussione e di impegno anche nei nostri recenti incontri, è seria e non può più restare priva di una risposta nei fatti, non solo nelle parole. Sono purtroppo a lamentare e a farmi portavoce delle istanze e delle giuste lagnanze dei cittadini del quartiere di Battifollo, prossimo al casello autostradale di Sarzana, e distante un centinaio di metri dal Fiume Magra,

che in data 4 novembre 2012, hanno ancora una volta subito situazioni d’emergenza e disagio con tracimazione del fiume in alcune parti del territorio e la fortuna ha voluto che non arrivasse nelle case.

dalla presenza eccessiva di alberi d’alto fusto, e alla presenza di materiale di sovralluvionamento depositatosi nel tempo con particolari e ben visibili accumuli a seguito degli eventi calamitosi del 2010 e 2011.

Lo stupore e la preoccupazione che induce ad agire in fretta è che le piogge e il livello di piena del fiume Magra non sono state di particolare rilievo rispetto ad eventi avvenuti negli anni precedenti, escluso le alluvioni del 2010 e 2011, e per questo sono state additate 2 cause principali che fanno parte ormai del comune sentire anche di cittadini non direttamente coinvolti.

Quest’ultimo elemento fa si che anche un livello non eccezionale di piena nel fiume Magra, considerato il rialzamento del piano naturale di scorrimento e la formazione di isole centrali, possa determinare l’esondazione.

Le cause evocate a pari merito di importanza che determinano le esondazioni sono attribuite alla mancata pulizia del fiume

La popolazione è esasperata dal disagio,dai danni e dall’angoscia che vive ogni qualvolta vi siano situazioni di allerta , 4 negli ultimi 20 giorni. Chiedo pertanto di procedere quanto prima al taglio selettivo degli alberi ed all’asportazione del materiale di sovralluvionamento”.

“Le piogge intense dello scorso fine settimana, pur di carattere non eccezionale, hanno causato l’ulteriore esondazione del fiume Magra

Messa in sicurezza del Magra A Battifollo e Romito Cavarra interroga la giunta “Ad un anno dalla disastrosa alluvione nello spezzino, le piogge intense dello scorso fine settimana, pur di carattere non eccezionale, hanno causato l’ulteriore esondazione del fiume Magra nella zona di Battifollo, per fortuna senza provocare danni. A questo si deve aggiungere il fatto che le previsioni di maltempo dei prossimi giorni preoccupano ulteriormente la popolazione”- Alessio Cavarra, consigliere regionale PD, motiva con tale premessa l’interrogazione a risposta immediata che ha depositato oggi all’attenzione del Presidente Burlando e della sua Giunta il cui oggetto verte sulle opere di messa in sicurezza del fiume Magra in localita’ Battifollo di Sarzana e Romito Magra nel

comune di Arcola. “In quell’area, a differenza di altre, non e’ stato fatto nessun lavoro di messa in sicurezza e difesa del tratto del fiume che ricade in quei Comuni per evitare allagamenti ed esondazioni - spiega Cavarra - e, anche alla luce delle recenti precipitazioni, e’ necessario intervenire urgentemente per superare questa perdurante situazione di oggettivo rischio per chi ci vive

e lavora”. “Nonostante le diverse sollecitazioni e i sopralluoghi effettuati dal sottoscritto assieme ai funzionari della Regione e provincia siamo ancora all’anno zero! - afferma Cavarra - E’ da un’anno che assistiamo a rimpalli di competenze con il risultato di non essere riusciti nemmeno ad effettuare interventi minori come, ad esempio, l’asportazione selettiva di piante e arbusti

presenti all’interno dell’alveo”. Il consigliere PD ha quindi richiesto di illustrare: “quali iniziative sono state intraprese nei confronti dell’Autorità di Bacino del fiume Magra affinché si concluda in tempi stretti l’iter di approvazione del progetto di messa in sicurezza e difesa delle sponde fluviali di Battifollo e Romito, progetto peraltro gia’ finanziato”. “E- continua Cavarra- in attesa di tale definizione, chiedo di valutare, se non e’ gia’ stato fatto, l’opportunita’ di prevedere azioni di pulitura e rimozione selettiva di alberature e inerti, nonche’ la realizzazione di lavori idraulici in compensazione, finanziabili con la vendita di materiali inerti”.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

15

LIGURIA «No al populismo e al taglio della rappresentatività dei cittadini»

Socialisti Liguri: «Ridurre subito del 50% le indennità dei consiglieri regionali» «Il dibattito sul riordino delle Province, sulla doverosa riduzione delle spese nei consigli regionali e più in generale della politica, troppo spesso fa emergere populismo dell’ultima ora, affermazioni strumentali, demagogiche o localistiche, ponendo in secondo piano la necessaria riforma dell’ordinamento locale nel suo complesso. Invece che favorire la nascita di una nuova cultura autonomista, anche sotto la spinta della crisi economica più grave che il paese ricordi, si fa strada l’idea che le enti locali siano un danno e il centralismo la soluzione - dichiara Maurizio Viaggi, segretario del Psi Ligure al termine dell’incontro con gli amministratori socialisti voluto per promuovere la partecipazione alle prossime primarie del centrosinistra.

E’ giunto il momento di ripensare il modello di Regione e di governo locale del territorio. Il tagliare enti per risparmiare, dimenticando che il sistema delle autonomie è fatto di municipalità e di comprensori con caratteristiche e vocazioni spesso differenti tra loro, non equivale a favorire un processo che garantisca lo sviluppo dei territori, maggiore democrazia e la partecipazione dei cittadini. In merito alla recente proposta di legge della Regione Liguria che prevede la riduzione a 30 dei consiglieri e a 6 gli assessori, naturalmente per la prossima legislatura, riteniamo che il consiglio regionale invece di affrontare realmente il problema dei costi della politica e di valorizzare le autonomie locali, abbia scelto di cavalcare l’onda del populismo.

La riduzione del numero dei consiglieri regionali significa limitare la territorialità, la rappresentatività e il valore del voto di ogni cittadino. Anche la drastica riduzione degli assessori, concordando con il pensiero del Presidente Burlando, temiamo possa mettere a rischio la funzionalità dell’ente facendo proliferare altri costi. I costi della politica non si abbattono riducendo i livelli di democrazia e partecipazione, ma intervenendo sugli sprechi, privilegi ed eccessi ingiustificati. Noi socialisti proponiamo di tenere invariato il loro numero ma di deliberare da subito la riduzione del 50% delle indennità dei consiglieri e operare un drastico abbattimento dei fondi ai gruppi.

Così avremmo un vero e immediato risparmio che coinvolgerebbe questo Consiglio Regionale alle proprie responsabilità nei confronti di una crisi morale e finanziaria che colpisce oggi il paese e non genericamente il “prossimo”. Inoltre non capiamo la scelta di portare a 6 il numero degli assessori solo tra alcuni anni. Lo statuto prevede un massimo di 12, se il Consiglio Regionale non li ritiene utili, perché ridurli solo tra 4 anni, anche in questo caso sarebbe più semplice tagliarne lo stipendio da subito. Per questo invitiamo il presidente della Giunta Regionale Claudio Burlando e il Presidente del Consiglio, ai quali riconosciamo di aver sempre dimostrato una particolare attenzione e sensibilità su questi temi, ad agire subito in tal senso ed a non prestarsi al facile populismo del giorno dopo o “lo facciamo dai prossimi”. Siamo certi che il Consiglio e la Giunta Regionale saprebbero come utilizzare i risparmi che così si possono realizzare da subito, in emergenze reali come il sostegno alle famiglie con diversamente abili, anziani, a favore della scuola, nell’emergenza casa, lavoro o a tutela dell’ambiente e per la ripresa dei territori colpiti dall’alluvione. è dentro questo processo che deve nascere una nuova cultura che si basi su principi di autonomia, razionalità, efficacia e partecipazione. La sfida per il bene comune che, come coalizione di quel nuovo centrosinistra che si candida a governare il Paese composto da Pd, Sel e Psi, consiste nell’individuazione di un efficiente equilibrio di poteri locali per ridefinire la credibilità della politica e con essa un rafforzamento della democrazia.»


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

16

LIGURIA Le iniziative del consigliere regionale Matteo Rosso e dell’On. Roberto Cassinelli a tutela dei pazienti

Diabete: 10-11 novembre Giornata mondiale di prevenzione del diabete Tra il 10 e l’11 novembre si svolgeranno in Italia numerose iniziative per aderire alla Giornata Mondiale del Diabete. Il Consigliere regionale del Pdl Matteo Rosso, medico e Vice presidente della Commissione sanità della Regione annuncia la presentazione di un interrogazione urgente con la quale chiede la sospensione dell’assegnazione alle ditte vincitrici e raccoglie le preoccupazioni di medici e pazienti in merito all’esito della gara regionale indetta dalla Centrale d’Acquisto vinta da quattro aziende che vendono apparecchi diversi da quelli attualmente in commercio. Insieme a Rosso anche l’On. Roberto Cassinelli ha già predisposto un interrogazione parlamentare per fare chiarezza sulla situazione nazionale che si sta venendo a creare rispetto alla gestione di questa patologia. I due esponenti del Pdl spiegano: “si sta venendo a creare una situazione di pesante disagio per i pazienti. Da qualche anno assistiamo a tentativi di procedere alla fornitura dei presidi attraverso bandi di gara a fornitore unico. I criteri adottati prendono in considerazione quasi esclusivamente il minor costo escludendo valutazioni relative alla qualità, alla praticità di utilizzo, all’attendibilità del risultato e all’indice di dolorosità. Tutto questo può incidere negativamente sulla qualità della vita del paziente e non è accettabile”. Secondo Rosso e Cassinelli è doveroso ricordare che un paziente con diabete tipo 1 si punge le dita almeno 8-10 volte al giorno , cioè 3500 volte l’anno, per controllare i valori glicemici oltre alle 4 iniezioni insuliniche giornaliere “ e se si pensa – continuano i due rappresentati del Pdl - che tutto questo viene subito anche da bambini,

si deve riflettere su quanto sia indispensabile che i presidi rispondano a determinati requisiti e soprattutto al fatto che questi strumenti siano consigliati per il diabete neonatale”. Sulla gara regionale Rosso precisa: “in Liguria sono 80.000 i cittadini con il diabete e siamo la seconda regione in Italia, dopo la Sardegna, per incidenza della patologia. Il 90% dei medici diabetologi liguri hanno espresso riserve e preoccupazioni sull’utilizzo di questi nuovi presidi e mi risulta che vi siano diversi motivi per i quali questa gara dovrebbe essere rivista . Il primo perché imponendo la disponibilità di un unico strumento prestabilito si lede un diritto costituzionalmente garantito e decretato tra quelli che devono essere i diritti irrinunciabili per la salute delle persone con diabete, cioè la possibilità di poter contare sulla diversificazione dei presidi. Il secondo aspetto critico è quello relativo al rischio clinico: questi strumenti clinici in Liguria ad oggi non sono mai

stati utilizzati, inoltre la qualità dei presidi medici proposti dall’azienda vincitrice secondo me non è stata opportunamente valutata, manca l’assistenza tecnica da parte dell’azienda produttrice (assenza di numero verde, software in coreano e sul web indicazioni solo in inglese) e non mi risulta vi sia indicazione per l’uso neonatale . La terza questione riguarda l’inapplicabilità a breve termine dei nuovi strumenti visto che dovranno essere sostituiti più di 60.000 apparecchi su tutto il territorio ligure con grandi difficoltà logistico-organizzative”. Cassinelli invece si concentra sul dato nazionale: “la spesa dedicata alla patologia diabete è ripartita per il 22% per terapia ed autocontrollo e per il restante 78% per ospedalizzazione del paziente. La scelta di procedere in varie realtà locali attraverso bandi determina situazioni di forte disagio e di grave empasse. In Campania ad esempio l’adozione di un sistema proveniente dall’Asia che non adotta

criteri di controllo compatibili con il nostro ha causato una serie di esposti e denunce alla magistratura. In Lombardia si è dovuto procedere all’annullamento della gara bandita. Questo significa che il risparmio ottenuto oggi sugli strumenti di autocontrollo e prevenzione comporterà un peggioramento della salute dei pazienti ed un aggravio di spesa per la cura delle complicanze che già oggi rappresenta, come ho sottolineato prima, circa l’80% del costo complessivo della patologia”. In conclusione Rosso e Cassinelli dichiarano: “ un alta percentuale di pazienti diabetici è composta da bambini per i quali è doveroso garantire il miglior trattamento possibile. I risparmi pur necessari non devono gravare sulla qualità dell’esistenza dei pazienti. La nostra intenzione è quella di fare in modo che su questa questione si apra un sereno confronto finalizzato all’esclusivo vantaggio delle persone con diabete ”.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

17

LIGURIA Indagine presentata dalla consigliera di parità della Regione Liguria, Valeria Maione

Pari opportunità, le scelte rosa delle matricole Poco spendibili sul mercato del lavoro Differenze di genere e scelte scolastiche. Un binomio che ancora oggi fatica a scomparire. Lo dice a chiare lettere la ricerca presentata quest’oggi dalla consigliera regionale di parità della Regione Liguria, Valeria Maione, insieme al vicepresidente della Regione Liguria, Nicolò Scialfa, a Alda Scopesi, prorettore, a cura della commissione orientamento dell’Università di Genova. Che mette in luce la presenza di stereotipi di genere nell’orientamento alla scelta universitaria. In pratica in Liguria uomini e donne sarebbero condizionati nelle loro scelte formative dall’essere maschi o femmine. Un fatto che può diventare un boomerang se le scelte effettuate dalle ragazze non tengono conto della spendibilità del percorso formativo sul mercato del lavoro, ma solo di una generica affinità alla materia in grado di farle sentire più libere e soddisfatte. Dall’indagine che ha effettuato uno studio sulla transizione delle studentesse e degli studenti dalla scuola superiore all’Università per realizzare azioni di

orientamento mirate emerge che studenti e studentesse si suddividono nelle facoltà in funzione del genere. Ad esempio a Ingegneria e Economia, facoltà che l’immaginario collettivo considera maschili, prevalgono in effetti gli uomini. Mentre le studentesse sono di più in facoltà come Scienze della formazione, Lingue e letterature straniere, Lettere o farmacia. Per la precisione a Lingue le donne ammontano all’81,7%, al 67,5% ad Architettura, a 67,1% a Farmacia, al 65,7% a Lettere. Scendono al 64% a Giurisprudenza al 62,4% a Scienze politiche e al 56,8% a Medicina. Per

essere poi superate in numero dagli uomini a Scienze Naturali dove ammontano al 49,6%, a Economia dove sono il 47% e a Ingegneria dove sono il 28,5%. Un quadro che conferma il più classico degli stereotipi di genere: corsi più adatti alle femmine versus corsi più adatti ai maschi. Diverso invece è il discorso sul rendimento: l’indagine campionaria compiuta da IRIS, indicatore di rendimento interfacoltà studenti, evidenzia il maggiore rendimento delle studentesse, rispetto ai colleghi maschi, quasi in tutte le facoltà, smenten-

do così lo stereotipo secondo il quale le ragazze otterrebbero i migliori risultati prevalentemente nell’area umanistica e faticherebbero nei percorsi tecnico-scientifici. “L’indagine mette in evidenza – spiega Valeria Maione, consigliera di parità della Regione Liguria – che nonostante i numerosi attori coinvolti nella lotta contro i pregiudizi (scuola, Università, enti territoriali, famiglie), i luoghi comuni influenzano ancora le scelte educative e provocano nel mercato del lavoro un’auto-segregazione di genere da cui ne deriva una sottorappresentazione delle donne in settori professionali dove potrebbero portare il loro prezioso contributo”. “Di fatto – continua Maione - assistiamo ad uno spreco di risorse che non ci possiamo più permettere. L’analisi IRIS può essere un valido strumento per contribuire a scelte più razionali non solo delle facoltà universitarie, ma anche delle scuole secondarie superiori. E poi servono interventi concreti per favorire i percorsi scientifici delle ragazze, non ultimi bonus in denaro alle studentesse che scelgono Ingegneria o Matematica”.

Morgillo, Scajola, Melgrati: “ chi ridarà dignità ed onore alle comunità di Ventimiglia e Bordighera?”

Inchiesta Maglio 3: tutti assolti ma due comuni sciolti

Tutti assolti dal Tribunale di Genova “perché il fatto non sussiste” gli imputati nell’inchiesta Maglio 3 a seguito della quale erano stati sciolti i Consigli Comunali di Ventimiglia e Bordighera. A commentare la sentenza di questa mattina, soprattutto in merito alle ripercussioni che tale inchiesta ebbe sul territo-

rio imperiese, sono i Consiglieri regionali Luigi Morgillo, Marco Scajola e Marco Melgrati che dichiarano: “La decisione del Consiglio dei Ministri di azzerare il parlamentino delle due cittadine ligure per infiltrazione mafiosa era stata vissuta in maniera pesantissima dal territorio. Alla luce della decisione di quest’oggi però una riflessione

sorge spontanea: chi risarcirà i cittadini di Ventimiglia e Bordighera per i disagi che hanno subito? E chi ridarà onore alle comunità, che ha dovuto subire innumerevoli sfilate organizzate dalla Sinistra per la legalità, che per mesi hanno dovuto soffrire la gogna di essere collusi con la criminalità organizzata?” Il Capogruppo del Pdl in Regio-

ne Marco Melgrati conclude: “rimanemmo in pochi all’epoca a difendere l’onorabilità dei Sindaci nome e cognome, Gaetano Scullino di Ventimiglia e Giovanni Bosio di Bordighera, persone per bene che furono sottoposte alla gogna da i soliti moralisti della sinistra e da fantomatici comitati per la legalità del Ponente e della Liguria”.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

Sport SPORT

18

Verso Grosseto-Spezia: Serena conferma il 4-3-3 E’ partito il conto alla rovescia per la sfida tra Grosseto e Spezia che si affronteranno questa sera alle 20,45 allo stadio ‘Zecchini’ per l’anticipo della 14a giornata del campionato di serie B. L’obiettivo dei maremmani sarà quello di dare continuità ai risultati dopo il successo della scorsa settimana contro l’Ascoli per risalire la china della classifica e in occasione del prossimo match mister Somma potrà contare sull’apporto della rosa al gran completo. In casa Spezia arrivano buone notizie dall’infermeria con i recuperi dei difensori Schiavi e Madonna e del centrocampista Bovo. La squadra allenata da Serena, ex di turno insieme al ds Ricci oltre che a Sansovini, Garofalo e Pichlmann, è tornata in zona play off dopo il successo casalingo con il Crotone. Il tecnico lagunare sembra orientato alla riconferma quasi in blocco della formazione di una settimana fa. Scontata quindi la conferma del 4-3-3 che prevede l’impiego di Iacobucci tra i pali, in difesa a sinistra Garofalo, Goian al centro con uno tra Benedetti e il rientrante Schiavi, ballottaggio anche a destra fra Piccini e Madonna, nuovamente disponibile dopo il lungo stop causa infortunio. Il centrocampo e l’attacco invece saranno i soliti della scorsa partita: Crisetig in cabina di regia supportato da Sammarco e Porcari, in avanti il terzetto composto da Antenucci, Okaka e Sansovini.

Cronaca4 | Testata giornalistica iscritta al Tribunale della Spezia Registro Stampa n.2 del 24.03.06 Edizione LA SPEZIA Redazione | Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Tel. 0187.022377 Email: redazione@cronaca4.it TV-Cronaca4 | Tel. 0187.022497

Editore Marco Capellazzi editore@cronaca4.it Direttore Responsabile Rino Capellazzi Stampa in proprio

Concessionaria Pubblicità Cronaca4 Communication Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Direttore Mariella Brizzi Tel. 0187.022497 Cell. 347.1000826 mariella.brizzi@cronaca4.it


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

19

8° edizione del Campionato Mondiale di Karate WTKA

Mondiali WTKA 2012. Impresa Shorin

Nuova grande impresa da parte degli atleti dello Shorin karate della Scuola San Domenico di Guzman di La Spezia, egregiamente guidati dal Maestro 6°Dan Wtka Luigi Viani, hanno preso parte alla 8° edizione del Campionato Mondiale di Karate WTKA presso Carrara Fiere ed in concomitanza con il festival dell’Oriente; i giovanissimi atleti del nostro piccolo Club Spezzino sono stati impegnati in quattro giorni di gare intense e nelle quali si sono imposti con un bottino di ben 13 medaglie, di cui 3 Ori, 6 argenti e 4 bronzi; numerose le rappresentative

dei vari continenti che hanno preso parte a questa grande manifestazione e con cui i nostri paladini si sono confrontati, sia per la specialità delle forme sia per quella del combattimento, quest’ultima ha sorpresa con ben 9 medaglie vinte ha superato quelle conquistate nelle forme (quattro); un chiaro segnale di crescita anche nel combattimento, disciplina dove il coraggio e la determinazione fanno la differenza. Tra gli atleti vincenti alcuni meritano un plauso speciale, tra questi Davide Berti che in una

Domenica 11 novembre 2012 alle ore 10,00, ex Cinema Smeraldo di via XX Settembre 300

Juventus Club Assemblea Straordinaria Lo Juventus Club informa i propri tesserati che domenica 11 novembre 2012 alle ore 10,00 presso l’ex Cinema Smeraldo di via XX Settembre 300 si svolgerà una ASSEMBLEA STRAORDINARIA dei Soci e avente come ordine del giorno

i criteri adottati dal Centro Coordinamento Juventus Club Doc di Torino per l’assegnazione dei biglietti stadio. Il punto in discussione è molto importante per cui si invitano i Soci a partecipare numerosi.

categoria numerosissima riservata alle cinture marroni e nere sino ai 12 anni, si è imposto con molta personalità e tecnica scontrandosi contro atleti di diverse Nazionali Straniere ed accedendo dopo quattro incontri vinti alla finale che lo ha visto prevalere sul temutissimo atleta slovacco, laureandosi così a soli 12 anni Campione del mondo di Karate Wtka; sempre nel Kumite nella categoria 16-18 cinture nere – 60kg finale tutta in casa Shorin con Andrea Franzese e Federico Pessina, quest’ultimo poi si aggiudica l’oro dopo essere arrivato in finale battendo l’atleta della Nazionale Wtka e per Andrea Franzese dopo aver avuto ragione in semifinale dell’Atleta Inglese, idem per Marco Ferrara che con quattro incontri vinti su cinque si aggiudica il bronzo. Per quanto riguarda le forme ancora una volta l’atleta Stefano Viani ha dato dimostrazione di grande competenza tecnica nella categoria interstile, spaziando indifferentemente tra lo stile shotokan e lo stile shito ryu ed è proprio in quest’ultimo che conquista un ottimo Argento ed un’altro nel kata a squadra a due, in coppia con il fortissimo atleta Alessio Deplano, infine buono il Bronzo del team Luca

Medusei e Francesca Deplano. Il Club Spezzino inoltre, che rappresentava la WTKA Liguria entra ancora una volta di diritto tra le compagini più forti dell’intero panorama del Karate Italiano WTKA. In dettaglio questi i risutati: Oro per Davide Berti, Federico pessina che vince l’oro anche nelle forme a squadra insieme ad Andrea Franzese e Mirko De stefano; Argento per Stefano Viani 2 individuale e squadra, Alessio Deplano, Federico Fenu 2, Daniele Berti, Matteo Lazzaris, Franzese Andrea; Bronzo per Francesca Deplano 2, Luca Medusei 2, Matteo Lazzaris, Marco Ferrara 2; malgrado non sul podio ottime le prove di Federico Bernasco e Nicola Raggi e Giovanni Ragazzini. Nella foto in piedi da sin. a destra Stefano Viani, Davide Berti, Federico Pessina, Andrea Franzese, Luca Medusei.Marco Ferrara, Francesca Deplano, Mirko De stefano; in basso da sin a destra: Daniele Berti, Matteo Lazzaris, Nicola Raggi, Leonardo Sentieri, Federico Fenu, Giovanni Ragazzini e Federico Bernasco.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

20

è rinata la Garibaldina, società assente dal panorama sportivo da alcuni anni. Avvio positivo nel campionato di Terza Categoria

Calcio Dilettanti: Arcola riabbraccia la sua squadra di calcio

Bentornata Garibaldina Arcola! Il Comune di Arcola dopo anni di assenza riabbraccia la sua squadra di calcio. Il nuovo club presieduto da Lauro Bernacchi, figura storica dello sport arcolano sia nelle vesti di giocatore che di allenatore delle vecchia Garibaldina, parteciperà al prossimo campionato di 3a Categoria. - Si tratta di una base di partenza fondamentale per ricreare l’interesse per lo sport che in paese mancava da troppo tempo - sono le parole di Gianfranco Maggiari, personaggio molto conosciuto nel panorama sportivo spezzino sia per i suoi trascorsi in numerose società del territorio come dirigente che per la trasmissione televisiva sui dilettanti in onda tutte le domeniche su TeleLiguriaSud. Uno dei giovani più attivi nella creazione del progetto Garibaldina Arcola è Giulio Tinfena, da una sua idea all’interno della Consulta dei Giovani del Comune è nata la proposta di organizzare nella frazione di Baccano un torneo che ha rap-

presenta di fatto la base per il progetto di costituzione della nuova società. - Siamo riusciti a tempo di record a darci un’organizzazione e partire per una nuova stimolante avventura. La maggior parte dei giocatori abita ad Arcola e questo oltre ad essere una dimostrazione di partecipazione dei giovani è nello stesso tempo un carattere distintivo della nostra squadra per questa stagione, nella quale i risultati sul campo saranno importanti ma non determinanti. Quello che conta è aver ricreato un gruppo di ragazzi che si diverte e condivide una passione, nella speranza presto di poter avere nostre strutture per programmare anche la creazione di un settore giovanile per i più piccoli.Tra i dirigenti che hanno deciso di sposare il nuovo progetto ci sono anche personalità di spicco della politica, infatti il Presidente Onorario della neonata Garibaldina Arcola è Enrico Vesco, arcolano doc, Assessore al Lavoro e ai Trasporti della Regione Liguria, mentre il Vice-Presidente è PierGiorgio Leoni, noto

professionista dell’ambiente forense, avvocato dello studio Corradino nonchè candidato sindaco alle scorse elezioni con la coalizione di centro-destra. Il Responsabile dell’Area Tecnica invece è Gianluca Tinfena, giornalista sportivo conosciuto alla Spezia per le sue trasmissioni su TeleLiguriaSud, da qualche mese Direttore della Redazione Sportiva di Radio Nostalgia e della neonata emittente toscana TTNews24. Nelle vesti di Direttore Generale ci sarà Giorgio Oligeri, dirigente esperto nel mondo dilettantistico con un passato già nella Garibaldina, recentemente dimissionario dall’incarico di direttore sportivo della Tarros Sarzana in Promozione Ligure. La squadra ha iniziato il campionato agli ordini di mister Carlo Paganini, ex giocatore dello Spezia ai tempi di Sonetti e Castellazzi, pareggiando 0-0 la prima partita contro il Ceparana B e giocherà le gare casalinghe al campo sportivo ‘La Ferrara’ di Ameglia, in attesa che la Figc dia il via ufficiale ai lavori di messa in sicurezza dello storico campo

‘Picedi’, teatro di mille battaglie in maglia granata. Organigramma societario: Presidente Onorario: Enrico Vesco, Presidente: Lauro Bernacchi, Vice-Presidente: PierGiorgio Leoni, Direttore Generale: Giorgio Oligeri, Responsabile Area Tecnica: Gianluca Tinfena, Direttore Sportivo: Giulio Tinfena, Segretario: Michele Gordesco, Dirigente Accompagnatore: Lanfranco Mette, Maggazziniere: Mimmo Nucera, Consiglieri: Daniele Barli, Celestino Gordesco, Mauro Maggiari, Elso Ricco. Massaggiatore: Roberto Cantaretto. Rosa giocatori Portieri: Zampolini, Vanelli, Mancini. Difensori: Cavana, Ceglie, Galli, Lai, Martinez F., Masala, Mette, Natale, Romei, Sbarbaro. Centrocampisti: Barli, D’Imporzano, Guzzoletti, Lambertucci, Maggiari, Masi, Maracci, Marino, Martinez A.. Attaccanti: Bonaccio, Pippi, Tinfena, Valenti. Allenatore: Paganini.


Sabato 10 Novembre 2012

Cronaca4

21

Cronaca4 di Sabato 10 Novembre 2012  

Cronaca4 di Sabato 10 Novembre 2012

Advertisement