Page 1

Giovedì 18 Ottobre 2012

Chiusura ore 16.15 Mercoledì 17.10.2012

Anno VI - N° 169

Sommario

SOTTO TRACCIA di Renzo Raffaelli

Acam, la linea del Piave dei dipendenti

Gabrielli dalla Val di Vara: “Serve un nuovo sistema d’allerta”

I dipendenti Acam hanno sconfessato la linea delle organizzazioni sindacali sulla vertenza Acam. Cgil,Cisl, Uil e Cisal puntavano a proseguire la trattativa con l’azienda e giudicavano inopportuno uno sciopero in questa fase, sciopero che avevano pensato di sottoporre con un referendum al giudizio dei lavoratori. Questi ultimi, però, hanno bocciato in toto la proposta dei sindacati: l’assemblea convocata alla Sala Dante ha respinto l’ipotesi di consultazione e ha votato compatta per lo sciopero che potrebbe essere attuato entro i prossimi dieci giorni. I dipendenti della società di via Picco lo hanno detto fuori dai denti: non vogliono più sedersi ad un tavolo per ingurgitare lo spezzatino cucinato dalle banche, cioè la vendita degli di Acam Gas e Acam Clienti. E’ questa la loro linea del Piave e sono pronti a difenderla strenuamente. Dopo lo schiaffone ricevuto, i sindacati dovranno cercare di ricomporre in qualche modo la frattura ma l’impresa sembra davvero ardua. Il prefetto, che si era speso per favorire un clima più sereno tra le parti, ha riconvocato sindacati e azienda. Ma a questo punto si presenta un problema ulteriore: chi rappresenterà la protesta radicale dei dipendenti che si è affermata nell’assemblea alla Sala Dante? Sembra difficile che possano farlo le organizzazioni sindacali la cui linea è stata sonoramente sconfessata. Forse sarà opportuno che la delegazione sindacale accetti di essere integrata da una rappresentanza dei lavoratori. Tra sindacati e lavoratori serve una mediazione. La vertenza si complica terribilmente.


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

2

Incontro con i sindaci dei paesi colpiti dall’alluvione del 25 ottobre scorso. In arrivo 18 milioni dall’Unione Europea

Il capo della protezione civile Franco Gabrielli in Val di Vara: ‘Serve un nuovo sistema di allerta’

A quasi un anno dall’alluvione che devastò la Val di Vara il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli mercoledì mattina era a Bugnato per controllare lo stato dei cantieri e incontrare i sindaci dei comuni colpiti dal disastro. ‘Il sistema di allerta in caso di emergenza è troppo composito e disomogeneo e credo sia arrivato il tempo che tutte le Regioni facciano un passo indietro per migliorare il servizio di informazione’. Sono state queste le parole del capo del Dipartimento di Protezione civile che ha annunciato lo studio di un progetto di riammodernamento del sistema, un progetto semplice legato ai colori: il verde, il giallo e il rosso in modo che tutti i sindaci e tutti i cittadini sappiano cosa fare in caso di emergenza.

Gabrielli ha annunciato inoltre che è arrivata proprio ieri la comunicazione dall’Unione Europea dei 18 milioni di euro da stanziare per le popolazioni alluvionate. ‘I danni sono di gran lunga superiori, ma queste risorse sono anche il segno di un’attenzione.’ Ha precisato a margine dell’incontro con i sindaci della zona, tra questi anche Claudio Galante, sindaco di Brugnato, che qualche tempo fa aveva avuto un pesante confronto con il capo della protezione civile per via di una lettera dello stesso prefetto che il primo cittadino aveva sventolato in tono polemico durante un consiglio comunale straordinario convocato per chiarire alcune questioni sul progetto outlet e sulla gestione del post alluvione.


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

Unione europea Fondo sociale europeo

PROVINCIA DELLA SPEZIA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

NELL’AMBITO DEI PROGRAMMI OPERATIVI OBIETTIVO “COMPETITIVITA’ REGIONALE ED OCCUPAZIONE” FSE – REGIONE LIGURIA 2007-2013 ANNUALITA’ 2011-2012, ASSE ADATTABILITA’ – OCCUPABILITA’ “PIANO INTEGRATO ECOSOSTENIBILITA’ AMBIENTALE ED ENERGIA” APPROVATO CON DET. N. 379 DEL 21/06/2012 “PIANO INTEGRATO INDUSTRIA” APPROVATO CON DET. N. 416 DEL 04/07/2012

Cisita – Formazione Superiore, organizza i seguenti percorsi formativi: PIANO INTEGRATO INDUSTRIA

PROJECT MANAGEMENT SP11IND_2-E03-600 CRO2011

PIANO INTEGRATO ECOSOSTENIBILITA’ AMBIENTALE ED ENERGIA

ESPERTO NELLA GESTIONE DELL’ENERGIA, DELLE TEMATICHE AMBIENTALI E DELLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO SP11ECO1-E03-100 CRO2011

Obiettivo: Il percorso formativo si pone l’obiettivo di preparare una figura altamente qualificata nella gestione dei progetti all’interno delle aziende nei suoi vari aspetti, supportando la proprietà e il management, contribuendo con le proprie competenze tecniche e gestionali alla buona riuscita dei progetti stessi. Il progetto didattico si propone di fornire le principali conoscenze ed i più importanti strumenti, metodologici ed operativi di Project Management, necessari per pianificare, monitorare e controllare un progetto, sotto il profilo sia tecnico che economico.

Obiettivo: La rapida evoluzione delle condizioni economiche e produttive dei mercati nonché i vincoli e gli adempimenti introdotti da recenti provvedimenti legislativi a livello nazionale e comunitario hanno indotto le imprese a rivedere sostanzialmente il proprio assetto organizzativo e le procedure operative alle tematiche inerenti la sicurezza negli ambienti di lavoro, le politiche energetiche e il rispetto/attenzione agli aspetti ambientali. Una figura competente ed esperta assume pertanto un ruolo fondamentale, qualificandosi come esperto di tali tematiche. Il progetto mira a favorire l’inserimento in azienda o a sviluppare l’auto-imprenditorialità nel campo della consulenza aziendale, in ambito di gestione dell’energia, delle tematiche ambientali e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Destinatari: 12 giovani laureati Requisiti: Disoccupati in possesso di laurea di 1° o 2° livello con età inferiore ai 32 anni

Destinatari: 12 giovani laureati Requisiti: Disoccupati in possesso di laurea di 1° o 2° livello con età inferiore ai 32 anni

Durata: 800 Ore (600 Ore di teoria + 200 Ore di stage)

Durata: 800 Ore (520 Ore di teoria + 280 Ore di stage)

Scadenza bando: Ore 12.00 del 19 Ottobre 2012 Inizio corso previsto: Novembre 2012

Scadenza bando: Ore 12.00 del 19 Ottobre 2012 Inizio corso previsto: Novembre 2012

Attestato previsto: Attestato di qualifica “Assistente pianificazione e controllo” Cod. ISTAT 251107

Attestato previsto: Attestato di qualifica “Assistente pianificazione e controllo -Specializzazione in sicurezza sul lavoro, ambiente ed energy saving” Cod. ISTAT 251107

La domanda dovrà essere consegnata a: CISITA - Formazione Superiore - Via del Molo 1/A - La Spezia Tel 0187/578411 Fax 0187/578444 www.cisita.it Orario segreteria: dal Lunedì al Venerdì 8.30-12.30 / 14.30-17.30 Al termine dei percorsi formativi gli allievi che supereranno gli esami di qualifica potranno usufruire del progetto SP12IND_2-E03-200 - WORK ESPERIENCES IN AZIENDA azione formativa on the job della durata di 480 ore (3 mesi) Le esperienze di tirocinio saranno differenziate a seconda degli obiettivi professionali specifici delle figure professionali

I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI Per informazioni consulta il sito www.cisita.it e www.lavoro.laspezia.it alla sezione formazione. Per definire l’iscrizione al corso gli interessati dovranno poi presentarsi per la firma della domanda di iscrizione, in regola con la normativa vigente sull’imposta di bollo, entro i termini previsti dal singolo bando. Per informazioni rivolgersi anche ai Servizi per l’Impiego della Provincia della Spezia: . Centro per l’Impiego della Spezia, Via XXIV Maggio 3, tel. 0187.77931; . Centro per l’Impiego di Sarzana, P.zza V. Veneto 8, tel. 0187.60521; . Rete provinciale dei Job. Gli interessati dovranno presentare domanda di iscrizione, in regola con la normativa vigente sull’imposta di bollo, presso la sede indicata nel bando specifico. I candidati per essere ammessi al corso dovranno sostenere apposite prove di selezione ed in tale sede saranno verificati i requisiti soggettivi per la partecipazione. Le prove selettive previste saranno test attitudinali e colloqui di gruppo ed individuali. Le stesse verranno stabilite anche a fronte del numero di candidati a scadenza bando. I candidati risultati idonei, dovranno sostenere apposite visite mediche per certificare l’idoneità fisica alla mansione.

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI – REGIONE LIGURIA FONDO SOCIALE EUROPEO

3


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

4

Giovedì 25 ottobre 2012 l’architetto inglese Richard Rogers presenta il suo studio di fattibilità per il restauro del paese

Restauro di Vernazza Richard Rogers presenta il progetto

Lord Richard Rogers è un profondo conoscitore di Vernazza, frequentando regolarmente il paese da più di 50 anni. Lo scorso giugno Rogers ha portato con sé a Vernazza l’amico Renzo Piano, entrambi vincitori del Pritzker Prize (il Nobel dell’Architettura). I due, insieme all’ Architetto Ernesto Bartolini, collaboratore di Rogers, hanno visitato il paese, parlato con la sua gente, incominciando ad immaginare come poteva avvenire la rinascita, con la convinzione di poter preservare quella bellezza e quel carattere unico che contraddistingue il tipico paese rivierasco ligure. Un’occasione unica per il borgo, offerta dalla generosità di Rogers, il quale si è reso disponibile a supervisionare (senza alcun compenso) un progetto di riqualificazione degli spazi pubblici del paese. Il piano di recupero proposto da Rogers è un progetto fondamentale per il futuro di Vernazza; esso si propone la ricostruzione dei luoghi più significativi e suggestivi del paese attraverso l’utilizzo di materiali di

alta qualità, un arredo urbano semplice ma di stile, in perfetta sintonia con il paesaggio. Il piano, presentato a settembre alla popolazione di Vernazza, ha ricevuto commenti entusiasti. Le due Onlus Save Vernazza e Vernazza Futura sono già al lavoro nella raccolta dei fondi necessari alla realizzazione del progetto, stimati intorno ai 2,5 milioni di euro. Si prevede che l’esecuzione del progetto possa avere inizio a Gennaio 2013, interessando da subito Piazza Marconi, il fulcro del paese per residenti e turisti, e dalla Fontanavecchia, la parte più colpita dall’alluvione e abitata soprattutto dai locali. 25 ottobre 2011 Un anno fa, il 25 ottobre 2011, Vernazza, la perla delle Cinque Terre, è stata devastata da un’alluvione eccezionale con una tromba d’aria e 542mm di pioggia in 24 ore, un terzo della pioggia annuale. Il borgo è stato sepolto da 4 metri di detriti causando un danno di oltre 100 milioni di Euro, incluso la distru-

zione completa delle case, degli esercizi commerciali e del territorio. Tre residenti hanno perso la vita. Vernazza e la sua popolazione sono rimasti senza acqua, luce, gas, rete fognaria e telefono. Per mesi dopo, Vernazza è stato dichiarato sotto stato di emergenza con l’ordinanza di evacuo. Quando è venuto a Vernazza nel gennaio 2012 con il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, il Commissario dell’Unione Europea Johannes Hahn ha detto “Non ho mai visto un posto così devastato”. Vernazza • Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO dal 1997 • Parco Nazionale delle Cinque Terre dal 1999 • Visitata ogni anno da circa 2.5 milioni di turisti Save Vernazza ONLUS Mosse da questa tragedia, tre donne americane che vivono a Vernazza da anni hanno creato una organizzazione senza scopo di lucro chiamata Save Vernazza

ONLUS. L’obiettivo di Save Vernazza è quello di rendere noto e promuovere un canale facile e diretto dove ricevere donazioni per la ricostruzione del paese, il restauro dei sentieri e la salvaguardia del territorio e la sua cultura a beneficio dei residenti e dei visitatori. http://savevernazza.com/ Vernazza Futura ONLUS L’associazione Vernazza Futura ONLUS è stata costruita sotto l’egida del Comune di Vernazza, per dare aiuto alle popolazioni colpite dall’alluvione e per la ricostruzione e tutela dell’ambiente. www.vernazzafutura.it Ruth Manfredi President, Save Vernazza ONLUS +39 345 3636118 ruthmanfredi@savevernazza.com Comune di Vernazza +39 0187 821247 protocollo@comune.vernazza.sp.it


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

5

Il provvedimento visto dal lato economico e non sanitario

Fermento per la liberalizzazione delle farmacie in provincia

Una rivoluzione in atto ha investito le farmacie: la liberalizzazione di orari e turni. Un provvedimento del Governo che ha messo in fermento la categoria anche nella nostra provincia. A risentirne maggiormente saranno le farmacie dei Comuni al di sotto dei 10.000 abitanti, costrette a turni più gravosi (sette giorni al mese). Senza contare l’incidenza dei costi del personale, obbligato ad aumentare le ore lavorative: stare in farmacia 12 ore di seguito è uno stress fisico oltre che psicologico. In città comunque non è cambiato gran che. Le farmacie risentono sì di una maggior concorrenza per la liberalizzazione degli orari, ma mezz’ora di apertura in più al giorno non cambia molto nelle abitudini degli spezzini. L’altro provve-

dimento sulla propaganda dei farmaci generici ha portato un risparmio economico per i cittadini. Non per il Servizio sanitario nazionale. “Mi domando se sia guardato veramente alla salute o solo al risparmio economico – afferma il dottor Rinaldo Baldazzi titolare della farmacia dell’Aquila – non tutti sanno che la legge prevede che il generico vada da un minimo dell’80 ad un massimo del 125 per cento dell’efficacia rispetto ai farmaci griffati di marca. Sta comunque all’utente scegliere, pagando un costo aggiuntivo in caso di acquisto di farmaci griffati.” La diffusione dei farmaci generici, propagandata dalle Asl, comporta una diminuzione di entrate per le farmacie. In certi casi addirittura del 60 per cento. E’

prevista a novembre la firma di una convenzione tra associazioni di farmacisti e Ministero della salute ai fini dell’aumento della percentuale tra capitale investito e farmaco venduto. Diminuiscono le entrate per le farmacie, aumentano i costi di personale, tutto riguarda il lato economico. E la salute? “Non sembra sia stata messa in primo piano – afferma il dottor Baldazzi – Anche il decreto sulle liberalizzazioni è una scelta obbligata. S’ha da fare. Lavoriamo di più ma vantaggi non ne abbiamo. Siamo alle prese con questioni burocratiche, dobbiamo stare attenti alle minime cose perché soggetti a controlli periodici. Ogni giorno, tanto per fare un esempio, rimandiamo ai produttori scatole di medicinali col foglietto delle indicazioni incom-

pleto. Non è questo uno spreco?”. Nell’ambito delle liberalizzazioni, è possibile per ogni farmacia effettuare il servizio di medicinali a domicilio, avvalersi della consulenza di dietista e tecnico audiometrico. “Noi lo facciamo da tempo – conclude il dottor Baldazzi - Ci sarebbe anche la possibilità di avere in farmacia uno psicologo. Ma lo considero uno specchietto per le allodole, non un vero servizio”. A conti fatti, i nuovi provvedimenti che toccano le farmacie guardano sì al risparmio degli utenti ma incidono sui bilanci dei farmacisti. Una categoria specializzata che vuole guardare alla salute più che ai risparmi ed ha un’utenza superiore… alle parrocchie. Simona Pardini


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

6

Costituito il comitato “Matteo Renzi Adesso!”

“Inizia l’anno zero, tutti con Renzi”

Incontro-dibattito in programma venerdì 19 ottobre alle ore 16.30

Riforma dei porti: Forcieri, Grillo, Merlo e Tullo discutono del nuovo disegno di legge L’Autorità Portuale della Spezia ha organizzato per venerdì 19 ottobre, alle ore 16.30, presso la Sala “Marmori” della Camera di Commercio della Spezia, un incontro-dibattito sulla riforma della legge 84/94, cui parteciperanno, oltre al Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia e Ligurian Ports Alliance, Lorenzo Forcieri, il sen. Luigi Grillo, Presidente VIII Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato; l’on. Mario Tullo, Responsabile Porti del PD; il presidente dell’Autorità Portuale di Genova e Presidente Assoporti Luigi Merlo.

“Il dibattito costituirà una importante occasione per fare il punto sulla riforma dell’ordinamento dei porti, strategici per l’intero Sistema Paese - dice Forcieri-. Dopo l’approvazione del disegno di legge da parte del Senato, Assoporti ha definito una serie di modifiche, volte a garantire un migliore funzionamento delle Autorità Portuali. Ora attendiamo fiduciosi la discussione alla Camera che può contribuire a migliorare sostanzialmente il testo”.

Le presentazioni di candidatura dovranno essere consegnate entro il 5 novembre

Il 12 ottobre è stato costituito il comitato “Matteo Renzi Adesso!” denominato “Inizia l’anno zero, tutti con Renzi”, un comitato costituito da cittadini che non hanno mai avuto cariche politiche e che fanno parte del mondo “operoso della città”, imprenditori, operai, commercianti, assicuratori, dipendenti etc. che sono stufi della vecchia politica, dei riciclati, buoni per ogni stagione, che vogliono dare un contributo per rinnovare la classe politica. Il cordinatore è Antonio Parmigiani, il vice cordinatore è Gianni Balducci, il segretario/tesoriere è Anna Rosa Albanese. Parmigiani afferma che il comitato si prefigge di raccogliere adesioni tra i liberi cittadini, liberi perchè non vincolati da condizionamenti politici, che credano che la “rivoluzione Renzi” possa dare stabilità politica al nostro paese, un giusto rinnovamento della classe politica e un razionale sviluppo della nostra economia. “Inizia l’anno zero, tutti con Renzi” perchè è necessario mettere definitivamente una pietra sul recente passato e ripartire da zero con forze nuove, con idee nuove e con una libertà di pensiero che non sia limitata da appartenenza a fazioni, ideologie o preconcetti. Inoltre, continua, dicendo che in Italia spesso si è votato per il

futuro del paese come se si andasse allo stadio, il tifo va oltre la ragione ma la politica deve essere mossa dalla ragione. Alla domanda cosa ne pensa di Bersani, Parmigiani ha risposto che è certo che sia una brava persona che crede in quello che fa, ma si porta dietro una zavorra che è composta dalla Nomenclatura di tutto il PD. Inoltre, afferma, il nostro Comitato è vicino ai valori Cristiani e nella zavorra che si porta dietro Bersani ci sono troppe anime diverse che difficilmente potranno governare in armonia e condivisione l’Italia. I fondatori del Comitato sono: Antonio Parmigiani, Gianni Balducci, Walter Sommovigo, Damiano Bonatti, Stefano Landi, Massimo Moretti, Annarosa Albanese, Paola Tonelli, Franco Messina, Marialaura Parmigiani, Piergiorgio Gandolfo, Maretta Nicola, Annamaria Tocci. Antonio Parmigiani è stato nominato cordinatore e Gianni Balducci vice-cordinatore, Anna Rosa Albanese è stata nominata segretario/tesoriere. Per iscriversi tel. 348 7976466 Anna Rosa – e-mail: iniziannozero@gmail.com

Aperto bando per membri del consiglio di indirizzo Lunedì 22 ottobre alle 20.30. O.d.g. della Fondazione Cassa di Risparmio Convocazione del Consiglio Comunale L’Amministrazione Comunale informa che è stato emanato un avviso pubblico per la formulazione di due terne di nominativi da proporre alla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia finalizzate alla nomina di due membri del Consiglio di Indirizzo della Fondazione stessa. Le candidature dovranno pervenire alla Segreteria Generale entro le 12.00 del 5 novem-

bre 2012. Il bando è visionabile e scaricabile dal sito del Comune della Spezia www.comune.sp.it nella sezione “albo pretorio” alla voce “provvedimenti del Sindaco”. Per informazioni è possibile rivolgersi a Roberta Bini presso la Segreteria Generale del Comune della Spezia sita al primo piano di Palazzo Civico. Tel 0187 727211.

Il Consiglio Comunale è convocato presso la sala delle adunanze del Civico Palazzo nel giorno: LUNEDI’ 22 OTTOBRE 2012 ALLE ORE 20.30 Per la trattazione dei seguenti argomenti: - Interpellanze di vecchia iscrizione (da pag. 02 a pag. 24) - Interpellanze di nuova iscrizione (da pag. 25 a pag. 30) - Mozioni (da pag. 31 a pag. 35)

Scarica il programma del Consiglio Comunale


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

7

Un ulteriore aggravio per le piccole Riservato a coloro che abbiano almeno imprese della filiera agroalimentare il diploma di scuola media superiore

Cna Alimentari: chiesto il rinvio Corso per amministratori sulle transazioni commerciali condominiali ed immobiliari Il decreto denominato “Cresci Italia” ha introdotto una normativa estremamente impattante per il sistema agro-alimentare. Il Decreto nell’art. 62 “Disposizioni urgenti per tutte le imprese del settore alimentare della produzione e del commercio (ristorazione, vendita, etc.)” prevede che le imprese alimentari siano obbligate alla stipula di un contratto scritto per tutte le transazioni commerciali agroalimentari e tempi di pagamento entro 30 o 60 giorni a seconda della tipologia di alimento (fresco o deperibile). La normativa in questione entrerà in vigore il 24 ottobre 2012 creando non poche difficoltà alla filiera agro-alimentare del commercio, dell’artigianato e dei pubblici esercizi. Cna Alimentari, ha chiesto un

rinvio dell’applicazione della normativa, in attesa del regolamento attuativo che dovrebbe recepire molte delle richieste formulate da Cna per mitigare l’impatto in particolare sui piccoli esercenti e sulla ristorazione. Un rinvio per non obbligare, in un momento di grave difficoltà economica, centinaia di migliaia di imprese ad affrontare nuovi e gravosi adempimenti. Cna Alimentare ha predisposto una scheda informativa su quanto previsto dal decreto che distribuirà gratuitamente alle imprese del settore che, per ulteriori informazioni, possono contattare Cna Alimentari della Spezia (Maurizio Viaggi – 0187 598074) o partecipare al Seminario informativo gratuito programmato il 25 Ottobre a Genova.

L’ANACI informa che sono aperte le iscrizione per il corso di formazione per amministratori di condominio che si terrà presso la propria sede in Via Manzoni 64 a La Spezia, tel. 0187.736650 a partire dalla metà del prossimo mese di novembre. Il corso è riservato a coloro che

abbiano almeno il diploma di scuola media superiore o equivalente e si svilupperà per tutto il periodo invernale, due giorni la settimana, dalle ore 18,00 alle 20,00 per circa 120 ore di lezione. Per maggiori informazioni si prega rivolgersi in sede aperta tutti i giovedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00 o attraverso mail: anacilaspezia@gmail. com o direttamente al Sig. Giancarlo ENNA, responsabile del corso al n° 334.3093418 oppure telefonando al Presidente Geom. Mario ERCOLANI al n° 0187.509321 – 335.5376489. Coloro che sono interessati sono pregati di affrettarsi per l’iscrizione poiché i posti disponibili sono limitati.

L’Assemblea inizierà alle ore 20:00 e sarà preceduta da una cena di autofinanziamento

Giovedì sera all’Arci Origami cena e assemblea pubblica sul reddito minimo garantito Si svolgerà giovedì 18 ottobre dalle ore 20.00 presso il Circolo Arci “Origami” di via Manzoni alla Spezia, la prima assemblea pubblica del Comitato Spezzino reddito minimo garantito. All’assemblea pubblica, che sarà preceduta da una cena di autofinanziamento, parteciperà Eleonora Forenza del Comitato Nazionale.

Durante tutta la serata sarà possibile firmare per il reddito minimo garantito. Per la cena di autofinanziamento (Primo, Secondo, Dolce, Acqua e Caffè) che avrà il costo di 20 euro a persona e 15 euro per precari, disoccupati e studenti è possibile prenotarla scrivendo a redditominimolaspezia@ gmail.com.


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

8

Consistente sponsorizzazione da parte di Carispezia Gruppo Cariparma Crédit Agricole

Carispezia dona cinquecento cataloghi monografici della collezione al Museo “A. Lia” sua raffinata bottega. Infine Marzia Ratti, Andrea Marmori, Caterina Pirina, Cristina De Benedictis, firmano la sezione dei vetri archeologici, medievali, rinascimentali e barocchi, fino a giungere alla suppellettile da mensa prodotta a Venezia nel corso del XVIII secolo.

Carispezia – Gruppo Cariparma Crédit Agricole interviene nuovamente a favore del Museo “Amedeo Lia” contribuendo con una consistente sponsorizzazione. Circa cinquecento cataloghi monografici della Collezione, di proprietà dell’Istituto Bancario, saranno infatti concessi in dono al Museo riapprovvigionandone la dotazione, che a sedici anni dalla sua apertura al pubblico sta esaurendo alcuni numeri delle pubblicazioni. L’intervento consolida una collaborazione già avviata nel 1997, quando Carispezia si fece sostenitrice del catalogo del museo dedicato ai dipinti, e rinnovata lo scorso anno in occasione della celebrazione dei primi 15 anni di vita del Museo. I cinque cataloghi che illustrano completamente l’intera collezione, editi dalla Fondazione della Cassa di Risparmio della Spezia per i tipi di Amilcare Pizzi, recano la firma di importanti storici dell’arte. Il primo catalogo che ha visto la stampa, pubblicato in occasione dell’apertura del Museo avvenuta nel dicembre del 1996, è dedicato all’ampia sezione delle Miniature, ed è a cura di Filippo Todini. A questo è seguito il volume dedicato alle Sculture in marmo, le-

gno, terracotta, i cui testi sono di Giancarlo Gentilini, mentre a Federico Zeri e Andrea G. De Marchi si deve quindi il catalogo dei Dipinti, comprendente le tavole due, tre e quattrocentesche e le tavole e tele rinascimentali e barocche, per giungere all’ampia sezione delle Nature Morte ed ai paesaggi settecenteschi. Di Charles Avery è il testo del quarto catalogo, le Sculture in bronzo, comprendente l’importante sezione dei bronzetti, e infine l’ultimo catalogo, certamente il più complesso della collana, raccoglie le rimanenti sezioni della Collezione Lia, abbracciando epoche e ambiti di produzioni di largo respiro. Tale volume, dedicato agli Oggetti d’arte, comprende, grazie all’apporto di vari autori a seconda della sezione trattata ed i pezzi catalogati, un vero compendio di circa quattrocento arti preziose. Ad Antonio Frova si deve per la massima parte la disamina delle sculture archeologiche, fra le quali si segnala il bel frammento rappresentante una testa maschile, prodotta a Cipro attorno alla metà del V sec. a.C. Segue quindi la sezione dedicata agli avori, che reca la firma di Paola Giusti: dai frammenti di scultura classica

si giunge alla produzione gotica, ottimamente rappresentata dalle placchette e dai dittici in particolar modo, fino agli oggetti rinascimentali e barocchi e poi settecenteschi. Alberto Veca scheda la piccola e preziosa raccolta di cassette, e quindi ad Alessio Sorrentino si deve la compilazione delle schede dei coralli, oggi esposti nella “Wunderkammern” del Museo. Anna Maria Massinelli è l’autrice della sezione dedicata ai cristalli di rocca ed alle pietre dure, anche con l’ausilio di altri studiosi, e quindi a firma di Lucia Pirzio Biroli Stefanelli sono le schede dedicate ai gioielli, in gran parte di provenienza archeologica. Valeria Tassi scheda le maioliche rinascimentali, ed a questa sezione segue il capitolo dedicato all’oreficeria curata per la maggior parte da Antonella Capitanio con contributi di Charles Avery e Pierluigi Leone de Castris, proprio a quest’ultimo dobbiamo la schedatura dell’importante nucleo degli smalti, dove è presente il nucleo di produzione limosina. In questa parte del catalogo Marian Campbell, del Victoria and Albert Museum di Londra, individua una straordinaria oreficeria smaltata ricondotta al catalogo di Louis Marcy ed alla

“Desidero ringraziare Carispezia - Gruppo Cariparma Crédit Agricole, - dichiara il sindaco della Spezia Massimo Federici - per questo nuovo significativo gesto di vicinanza e sostegno alla cultura della città. Il Museo Lia potrà così vedere decisamente rafforzata la propria dotazione di prestigiose pubblicazioni che ne illustrano la storia e gli straordinario tesori in esso conservati. In un momento di forte contrazione delle risorse questa iniziativa rappresenta un sostegno importante per la promozione del museo Lia e dell’intera città.” “Siamo molto lieti di poter supportare nuovamente il Museo Lia, - interviene il Presidente Carispezia Gruppo Cariparma Crédit Agricole Andrea Corradino - punto di eccellenza della nostra provincia che ogni anno attrae visitatori e appassionati d’arte da tutto il mondo. Per Carispezia ed il Gruppo Cariparma Crédit Agricole è fondamentale investire nell’arte e nella cultura anche e soprattutto in momenti complessi come quello attuale. Questa donazione rappresenta solo l’ultima, in ordine cronologico, delle attività della nostra Banca a favore del Museo: il legame è infatti partito nel 1997, quando Carispezia si fece sostenitrice del catalogo del museo dedicato ai dipinti ed è proseguito con entusiasmo in tutti questi anni. Infine, non posso non ricordare e ringraziare l’ing. Amedeo Lia, recentemente scomparso, che grazie alla sua generosità, ha condiviso con tutta la comunità la sua infinita passione per l’arte e la cultura.”


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

9

Corso patrocinato dall’Associazione Italiana di Formazione Sanitaria Interprofessionale a carattere tecnico scientifico

Grande successo per la seconda edizione del corso informativo di soccorso fluviale e alluvionale Per ricordare l’alluvione del 25 ottobre 2011 che ha colpito la provincia spezzina sabato 13 e domenica 14 ottobre 2012 si è svolto, organizzato da A.I.Fo.S. 360° - (Associazione Italiana di Formazione Sanitaria Interprofessionale a carattere tecnico scientifico- con sede in Località Pitelli La Spezia), la seconda edizione del corso informativo di soccorso fluviale e alluvionale.

In questa riuscita edizione hanno partecipato con grande entusiasmo soccorritori della Società Nazionale di Salvamento della regione toscana e volontari della protezione civile del comune di Ameglia.

tore fluviale ed alluvionale di A.I.Fo.S. 360°:

Le tristi vicende alluvionali accomunano entrambe le regioni che in tempi passati e recenti hanno subito eventi alluvionali. Tratto dal manuale soccorri-

L’obiettivo del corso è quello di fornire le conoscenze teorico – pratiche sul rischio acquatico fluviale alluvionale, sui dispositivi di auto protezione e di co-

Un’alluvione è fatta di infinite gocce... la SPERANZA di chi ha perso quasi tutto è fatta di tanti piccoli gesti.

noscenze teorico pratiche relative all’attuazione di un corretto approccio e trattamento in caso di urgenza/emergenza sanitaria su vittime da incidenti in acqua viva. Il corso si è potuto realizzare grazie alla collaborazione della P.A. Croce Verde di Pietrasanta (LU) e al Centro Sport Avventura di Brugnato.

L’Istituzione per i Servizi Culturali e la Cooperativa Zoe organizzano laboratori ludico-didattici per bambini dai 5 agli 11 anni, al costo di 5,00 euro

Museoland. Il programma del week-end

Sabato 20 ottobre ore 16 Museo del Sigillo Sigilli a sorpresa. In inglese è chiamata stamping l’arte di decorare gli oggetti con timbri colorati; scopriremo insieme questa antichissima tecnica utilizzando materiali ricavati da ciò che qualsiasi cucina può regalarci. Per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria): Museo del Sigillo Via del Prione 236 0187.778544 annanancy.rozzi@comune. sp.it Silvia Benvenuti – Coop Zoe 346.0721515 Domenica 21 ottobre ore 16 - CAMeC Ho sognato un mostro: aspettando Halloween. I mostri che popolano i sogni spaventosi prenderanno corpo attraverso fantasiose creazioni

che contamineranno il Surrealismo con gli elementi pop della festa di Halloween. Per informazioni e prenotazioni

(prenotazione obbligatoria): CAMeC - Centro d’Arte Moderna e Contemporanea Piazza C. Battisti 1

0187.734593 cristiana.maucci@comune. sp.it Silvia Benvenuti – Coop Zoe 346.0721515


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

10

Evento organizzato dagli “Adolescenti Fluorescenti”

Venerdì 19 ottobre “Flash mob” in piazza Sant’Agostino

attiva nell’ideazione e nell’organizzazione di iniziative creative e culturali destinate ai giovani. “Lascia che il tuo sogno raggiunga le nuvole e si esaudisca”: questo è lo slogan citato sui volantini che riguardano l’iniziativa di venerdì. Ed è anche il motivo per il quale gli “Adolescenti Fluorescenti” hanno organizzato l’evento: condividere con i propri coetanei un’occasione in cui esprimere sogni e speranze. I presenti scriveranno, infatti, il proprio sogno su palloncini, che verranno consegnati all’inizio dell’evento e, tutti insieme, li lasceranno volare verso il cielo. Dopo il successo delle iniziative passate, il gruppo “Adolescenti Fluorescenti”, ritorna con un nuovo evento: un flash mob, il

19 ottobre alle ore 17.00, in Piazza Sant’Agostino alla Spezia. “Adolescenti Fluorescenti” è il progetto sperimentale pro-

mosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia aperto ai giovani del territorio che intendono coinvolgersi in maniera

L’evento vuole essere, nelle intenzioni del gruppo, una sorta di augurio a tutti i giovani e un invito a non smettere di credere nei loro sogni.

I corsi, organizzati da Italia-Francia Alliance Française della Spezia, inizieranno il 7 novembre

Al via i corsi di lingua Francese Anche quest’anno l’Associazione Culturale Italia-Francia Alliance Française della Spezia organizza corsi di lingua francese per principianti, II livello, III livello e IV livello e corsi di conversazione su temi di attualità. Ogni corso avrà una durata di 30 ore annue e sarà tenuto da docenti madrelingua laureate con ottima competenza didattica. I corsi per principianti e progrediti potranno dare accesso alle

certificazioni DELF, rilasciate dal Ministero francese e riconosciute dal Ministero della P.I italiano e da numerose Università italiane e straniere, per le quali l’ACIF AF è sede di esame. I corsi inizieranno dal 7 novembre presso il Liceo “G.Mazzini” (viale A.Ferrari, 37) e si svolgeranno in orario serale (dalle ore 16.30 in poi). Le lezioni saranno tenute per gruppi composti da non più di 14 persone per cui è opportu-

no effettuare una pre-iscrizione presso la segretaria dell’ACIF/ AF (tel.: 366-2483737) che darà altresì ogni utile informazione in proposito. Per la valutazione delle conoscenze linguistiche pregresse (esclusi i principianti) può essere previsto un test di livello. Per iscrizioni l’ufficio di segreteria (viale Ferrari 37) sarà aperto – con decorrenza 18 ottobre 2012 - ogni giovedì dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

La nuova sede della Cisl Ex Area Ip traversa di Via Fontevivo Edificio Sub. 8


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

11

Il nostro Conservatorio sarà rappresentato da Francesca Bogo e Valentina Benelli

Il Conservatorio musicale spezzino in gara a “Uno Mattina” Una giovane arcolana partecipa al programma televisivo Uno Mattina, in onda sabato su Rai Uno. Francesca Bogo, 27 anni, sarà infatti la rappresentante, insieme a Valentina Benelli, del Conservatorio musicale della Spezia, all’interno dello spazio intitolato Primo Applauso.

2010. Attualmente insegna musica e suona nel gruppo Ance Libere. “Sono felice di poter rappresentare la mia città – dichiara un’emozionata Francesca – utilizzando uno spazio che forse oggi puo’ essere considerato in controtendenza rispetto alla programmazione televisiva.

Si tratta di una gara tra trentadue conservatori italiani, una nuova idea che dà l’occasione alla scuola e ai musicisti di esibirsi e farsi conoscere dal grande pubblico. Francesca si esibirà alla fisarmonica, strumento che suona da quando aveva sei anni. Ha iniziato per diletto frequentando i corsi della scuola di musica La Croma, diretta dal Maestro Endrio Luti e ha poi proseguito diplomandosi al Conservatorio della Spezia nel

Spesso ne ha sminuito il rigore, la necessità di sacrificio e la applicazione diuturna. I conservatori a confronto mostrano un’eccellenza italiana, quella della formazione musicale, del sacrificio e dell’applicazione costante. Invito tutti gli arcolani a sostenermi con il loro televoto.”

Laboratori di teatro per bambini

Dialma c’è 2012. Inizia “Vitamine creative” Sono aperte le iscrizioni per il laboratorio “Vitamine creative” che si terrà sabato 20 ottobre alle 16.00 al Centro Giovanile Dialma Ruggiero della Spezia (Via Monteverdi 117). “Vitamine creative” è per il secondo anno, dopo il successo dell’edizione scorsa, il laboratorio di teatro per i piccoli “organizzato dall’Associazione FOR.T.E., scuola ufficiale di teatro del Centro di Fossitermi. Il corso va a completare, con

“Dialma spazio bimbi. La domenica in famiglia”, la proposta dedicata ai piccoli e il teatro che il Centro Giovanile, in collaborazione con le associazioni FOR.T.E. e Labulé, ha preparato per la stagione 2012 -2013. “Vitamine creative” è un’attività espressiva e creativa, rivolta ai bambini che spazia tra il fare teatro, acrobazie circensi e linguaggio pittorico.

Ogni sabato pomeriggio i ragazzi avranno l’opportunità di incontrare nuovi amici con cui divertirsi, fare merenda e sviluppare insieme le proprie capacità inventive e di comunicazione, trovando ogni volta proposte nuove. Quota di partecipazione al laboratorio: 10 € Per informazioni e prenotazioni telefonare ai numeri 0187 713264 e 347 5793460 op-

Alberto Andreani FOTOGRAFO

pure scrivere agli indirizzi mail centrogiovanile@laspeziacultura.it e info@formazioneteatro.it. Per essere a conoscenza degli altri corsi, laboratori ed eventi al Centro Giovanile Dialma Ruggiero consultare il sito http:// dialmaruggiero.spezianet. it oppure iscriversi a Facebook: Centro Giovanile Dialma Ruggiero.

L’Amore si racconta con le immagini

matrimoni, comunioni, cresime, battesimi, compleanni, laurea, foto industriali, avvenimenti sportivi, spettacoli, sfilate, nautica La Spezia, Corso Nazionale 141 - Tel 0187.502348 Ceparana, Via Romana 87 – Tel. 0187.933710

www.fotoandreani.com


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

12

SARZANA Baudone: “Un altro passo avanti per l’organizzazione di una struttura importantissima per il nostro territorio”

Sarzana. Costituito il nuovo gruppo di volontari della protezione civile Per il prossimo week-end, 20 e 21 ottobre, hanno organizzato la Festa delle Castagne in piazza Luni con lo scopo di autofinanziarsi e iniziare a farsi conoscere alla città. Sono i componenti del “Gruppo Volontari Protezione Civile e Antincendio Boschivo” del Comune di Sarzana che si è riunito per la prima volta, ufficialmente, la scorsa settimana alla presenza dell’assessore alla protezione civile Massimo Baudone. Nel corso dell’incontro si è costituita anche l’associazione denominata “Associazione Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile e Antincendio Boschivo Sarzana - Onlus”, una struttura necessaria e indispensabile per affrontare in maniera organica eventuali emergenze meteorologiche.

Luccherino vice-presidente, Michele Nulli tesoriere, Ivo Baldini segretario, quindi Fabrizio Vellani, Marilena Bologna, Paolo Bellotto, Micael Elisei, Debora Stocchi, Pierantonio Bagnaroli ed Enzo Franceschini. Il Collegio dei Probiviri è invece composto da Piergiorgio Moruzzo, Piermario Palombi e Daniela Farina. “Si tratta – dice l’assessore Baudone- di un altro importante tassello importante che si aggiunge al puzzle della nostra

organizzazione in materia di protezione civile e antincendio boschivo. Infatti dopo il regolamento per la costituzione del gruppo, le procedure per l’iscrizione all’albo nazionale, la recente approvazione del piano speditivo di protezione civile comunale, ora la costituzione dell’associazione ci consentirà di contare su un organo strutturato che ci permetterà di iscriverci ad un ulteriore albo regionale, quello

del terzo settore, per accedere a fondi e a bandi che assegnano contributi”. A breve i volontari verranno dotati di divisa che li renderà immediatamente riconoscibili dai cittadini, mentre la sede è stata individuata presso gli uffici del mercato agroalimentare di Pallodola. “Nel corso del 2012- conclude Baudone- abbiamo quanto possibile per riuscire a stare al passo con le normative vigenti e per adeguare la struttura comunale operativa in un settore che, per eventi accaduti e morfologia del territorio, è davvero molto importante. Tutti conoscono l’importanza determinante dell’apporto e il contributo umano dei volontari nella gestione delle emergenze. Per questo abbiamo lavorato per dare gambe ed operatività ad una vera e propria struttura capace di risposte rapide ed efficienti in caso di necessità”.

L’assemblea ha nominato il direttivo composto che risulta così composto: Paolo Amorfini presidente, Paolo

Ordinanza dei vigili

Traffico va in tilt a Romito Magra per due semafori in contemporanea sulla strada Provinciale 331 A Romito Magra due semafori in contemporanea sulla strada Provinciale 331 e il traffico va in tilt. Il Comando Vigili di Arcola, guidato dal Comandante Luigi Bonotti, corre ai ripari disciplinando il funzionamento dell’impianto ubicato all’interno del centro abitato. Nulla può fare invece per l’altro impianto semaforico, che ricade nella competenza totale della Polizia Provinciale. “Siamo stati tempestati di chiamate – spiega il Comandante – da parte degli automobilisti, che martedì sera sono rimasti bloccati sulla Provinciale, a

causa della presenza dei due semafori. Praticamente si è verificata una vera e propria paralisi del tratto tra San Terenzo e Romito Magra. La situazione è stata gestita insieme ai Carabinieri di Arcola. Purtroppo vista l’ampiezza del cantiere – si sta infatti lavorando per la realizzazione di una passerella pedonale lungo tutto il canale – non può essere utilizzato un solo impianto semaforico, perché si creerebbe comunque un blocco della circolazione e non verrebbe garantita la sicurezza per eventuali immissioni all’interno del tratto compreso tra i due cantieri.

L’unica soluzione – spiega il Comandante – presa in accordo con la Provincia (Ente proprietario della strada), è quella di prevedere la regolamentazione del traffico attraverso dei movieri. Queste dunque le nuove disposizioni: fino al 16 novembre istituzione di senso unico alternato, per un tratto non superiore a 70 metri, con presenza di movieri dalle ore 6.30 alle ore 21.30, regolazione del traffico attraverso il semaforo dalle ore 21.30 alle ore 6.30 del mattino. Al momento sono in corso contatti con la Polizia Provinciale per avere un’analoga disciplina per l’altro semaforo.


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

13

LIGURIA Il Pdl propone l’accorpamento delle Asl liguri

Sanità. Pdl: «Dove sono i 74 milioni di risparmi che avrebbe effettuato la centrale degli acquisti?» e la giunta ha deciso di posticipare la sua presentazione in aula a metà novembre, eppure mi risulta che entro il 31 ottobre 4 reparti di pronto soccorso chiuderanno. Tutto questo è incredibile». Melgrati, infine, stigmatizza l’esistenza nella Asl2 di un ufficio tecnico che si occupa di costruzioni e suggerisce, vista la scarsa mole di lavoro, di delegare all’esterno eventuali incarichi.

I dati forniti dalla giunta regionale, relativi ai risparmi effettuati dalla Centrale degli acquisti, a partire dal 2010, non sono reali: nei bilanci del 2011 e del 2012 non c’è traccia dei 74 milioni dichiarati dalla giunta. A sostenerlo è il gruppo del Pdl in Consiglio regionale. «L’assessore alla salute, Claudio Montaldo - dichiara Luigi Morgillo - deve smetterla di fornire dati taroccati. Nei bilanci, infatti, non c’è alcuna traccia di quei 74 milioni che secondo la giunta sarebbero stati risparmiati dalla Centrale per gli acquisti. Se c’è stato risparmio, dove è finito? ». Secondo Morgillo «se si esaminano i bilanci degli ultimi anni, si verifica con chiarezza che la spesa per gli acquisti è aumentata: mi pare che già questo fatto sia significativo». Rafforza la polemica il capogruppo del Pdl, Marco Melgrati: «Montaldo deve dire, inoltre, dove sono finiti i 7 milioni all’anno che la giunta sostiene di aver risparmiato con

la gestione del calore. Anche in questo caso attendiamo delle risposte chiare». Il capogruppo aggiunge: «La legge di riorganizzazione della rete dell’emergenza è di competenza del Consiglio regionale

Roberto Bagnasco, vicepresidente della III commissione Salute e sicurezza sociale, aggiunge: «è grave che alcuni colleghi consiglieri di maggioranza accettino questo evidente declassamento dell’Assemblea rispetto ai temi così rilevanti come la riorganizzazione della rete dell’emergenza. Invito, inoltre, la giunta a fare una programmazione seria, chiara e coerente, cosa che fino ad oggi non è avvenuta».

Il Gruppo del Pdl lancia, quindi, una proposta per effettuare risparmi “corposi ed effettivi” in materia di sanità”: accorpare le Asl liguri. «In Liguria è sufficiente una sola Azienda sanitaria, un unico organismo per l’intera regione spiegano Morgillo, Melgrati e Bagnasco - In realtà, infatti, i direttori generali sono stati espropriati di gran parte delle proprie competenze e a loro spettano ormai soltanto compiti minori. Recentemente la Regione ha deciso di affidare loro il taglio di posti letto imposto dal decreto nazionale sulla Spending rewiew, ma si è trattato soltanto di un espediente della giunta per scaricare su altri la responsabilità di decisioni così dolorose e gravi». E ha concluso Morgillo: «Di fatto quattro dei cinque direttori generali sono già pensionati».


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

14

LIGURIA Tra le province, spiccano Imperia, al quarto posto in Italia, e Savona, all’ottavo, per numero di imprese artigiane ogni mille abitanti

I liguri ai primi posti in Italia per imprenditorialità artigiana La Liguria al sesto posto per tasso di imprenditorialità artigiana. È quanto emerge dall’ultima indagine dell’Ufficio studi di Confartigianato, su dati Istat e Unioncamere aggiornati al primo semestre 2012. Dallo studio risulta che nella nostra regione sono 47.801 le imprese attive nell’artigianato, 29,6 ogni mille abitanti. Ci superano per tasso di imprenditorialità artigiana solo la Valle d’Aosta (32,5 imprese artigiane ogni 1.000 abitanti), le Marche (32,1), l’Emilia Romagna (31,9), la Toscana (30,9) e il Piemonte (30,2). I territori provinciali con il più elevato tasso di imprenditorialità artigiana sono prevalentemente collocati nell’Italia di centro: al primo posto Prato dove si registrano 43,1 imprese ogni 1.000 abitanti. Al 2° posto Fermo con 41,5, al 3° posto Reggio nell’Emilia con 39,2, al 4° posto Imperia con 36,8 (in totale sono 8.185) e (dopo Macerata, Pistoia e Lucca) all’8° posto si colloca Savona con 34,6 (in totale sono 9.963). Genova si piazza al 52° posto con 23.743 imprese artigiane (26,9 ogni mille abitanti) e La Spezia al 55° con 5.910 imprese artigiane (26,4 ogni mille abitanti). «A livello nazionale – spiega

Giancarlo Grasso, presidente di Confartigianato Liguria – l’artigianato è una componente fondamentale della struttura imprenditoriale italiana. Un’impresa su tre è artigiana e il settore rappresenta poco meno di un quinto dell’occupazione complessiva. La Liguria, in particolare, è una delle culle dell’artigianato, con una concentrazione tra le più alte d’Italia. Dallo studio, emerge che la maggiore incidenza si registra nei piccoli e piccolissimi centri non solo costieri, ma anche dell’entroterra. Un particolare che rende l’artigianato e la microimprenditoria l’ossatura portante dell’economia regionale, dando un apporto fondamentale anche alla tenuta economica dei territori più

svantaggiati e facendo da freno allo spopolamento dei piccoli centri. L’amministrazione regionale e le amministrazioni provinciali e comunali dovrebbero tenere in considerazione questi dati per le loro politiche di programmazione e sviluppo». Nella classifica dei 50 Comuni italiani con maggiore presenza dell’artigianato, spiccano quattro liguri: Chiusavecchia (Im) al 6° posto, Massimino (Sv) al 12°, Cicagna e Moconesi (Ge) rispettivamente al 39° e 46° posto. Analizzando la presenza nei Comuni fino a 5mila abitanti delle imprese artigiane, tre i centri savonesi nei primi 20 posti: Borghetto Santo Spirito (all’8° posto, con 277 imprese artigiane e un tasso di 52,7 imprese

artigiane ogni 1.000 abitanti), Andora (al 13°, con 389 imprese artigiane e un tasso di 50,8 imprese artigiane ogni 1.000 abitanti) e Ceriale (al 19° posto, con 293 imprese artigiane e un tasso di 48,4 imprese artigiane ogni 1.000 abitanti). Ma cosa può fare un piccolo Comune per incentivare l’artigianato sul proprio territorio? «Per esempio tenere molto basse le imposte locali» spiega Franco Floris, sindaco di Andora e vicepresidente di Confartigianato Savona. «Vengo da una famiglia di tradizione artigiana – continua Floris – e so bene quale ricchezza questo comparto rappresenti per il territorio. Pertanto, come amministrazione, abbiamo deciso di non fare pagare l’addizionale Irpef alle nostre imprese, abbiamo tenuto le aliquote Imu su capannoni e magazzini molto basse: per chi è proprietario e svolge attività commerciali e artigiane paga il 6,9 per mille, il 7,8 se è proprietario che affitta ad artigiani e commercianti. Inoltre, alle nuove imprese non facciamo pagare la Tia per tre anni. Piccole misure che, a vedere la nostra posizione in classifica, pare abbiano dato buoni risultati».

Garibaldi e Scajola: “Parliamo di due settori strategici per la collettività”

Fermo l’iter relativo alla regolamentazione del servizio idrico integrato e del servizio di gestione dei rifiuti Riprendere l’iter relativo alla regolamentazione del servizio idrico integrato e di gestione dei rifiuti urbani. è questa la richiesta dei consiglieri regionali del Pdl Marco Scajola e Gino Garibaldi che a seguito delle novità normative in materia di ATO, Province ed acqua pubblica evidenziano la grande confusione che si sta venendo a creare. “è necessario che la Regione legiferi perché stiamo parlando della gestione di due servizi

pubblici, acqua e rifiuti, che non possono essere trascurati. A Luglio la legge era in discussione in Commissione VI, ma da alcuni mesi il lavoro si è arenato”. “La nostra preoccupazione – precisano i due esponenti del Pdl - è che tale stop sia dovuto a differenze all’interno della Maggioranza di centro sinistra. Qui sono in gioco aspetti molto delicati che toccheranno tutti i liguri e interessano anche molti

lavoratori soprattutto quelli delle aziende miste pubblico/privato che oggi gestiscono questi servizi. Tali lavoratori hanno il diritto di avere certezze sul loro futuro e quindi è necessario procedere allo studio del provvedimento che in tempi brevi deve essere emanato e sottoposto all’approvazione dell’assemblea legislativa. Riconosciamo all’Assessore Briano la volontà di procedere nella giusta direzione e auspichiamo da parte di tutte

le forze politiche più responsabilità e più spirito di collaborazione nell’interesse di tutti”. “Chiediamo quindi con fermezza che riprenda l’iter del provvedimento. Invitiamo la Maggioranza a mettere da parte interessi faziosi: dobbiamo dare alla Liguria una legge chiara in grado di definire in maniera precisa e certa l’intera situazione”, concludono Garibaldi e Scajola.


GiovedĂŹ 18 Ottobre 2012

Cronaca4

Sport

15

SPORT

Cronaca4 | Testata giornalistica iscritta al Tribunale della Spezia Registro Stampa n.2 del 24.03.06 Edizione LA SPEZIA Redazione | Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Tel. 0187.022377 Email: redazione@cronaca4.it TV-Cronaca4 | Tel. 0187.022497

Editore Marco Capellazzi editore@cronaca4.it Direttore Responsabile Rino Capellazzi Stampa in proprio

Concessionaria PubblicitĂ Cronaca4 Communication Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Direttore Mariella Brizzi Tel. 0187.022497 Cell. 347.1000826 mariella.brizzi@cronaca4.it


Giovedì 18 Ottobre 2012

Cronaca4

16

Meno bene nei campionati regionali sperimentali

Calcio giovanile. Nel “vivaio” Tarros spicca il 1.o posto di Allievi e Giovanissimi Settore giovanile della Tarros molto bene nei campionati provinciali di qualificazione regionale, dove Allievi e Giovanissimi A sono peraltro saldamente in testa ai rispettivi gironi, nello scorso weekend… meno bene nei campionati regionali sperimentali. Per la cronaca, a livello Juniores, Tarros-Fezzanese 2-0. E vediamo… ALLIEVI PROVINCIALI (di qualificazione alla fase regionale) Girone B TARROS SARZANA - MIGLIARINESE C.R. 4 - 2 RETI: Smecca, Buzzalini (2), Matuszyck, Porqueddu, Bejaoui. TARROS SARZANA: Saloni (Tognelli), Scarnato (Bertagna), D’ Antuono (Cadente), Interlandi, Nardi, Selimi, Di Vincenzo, Mammalella (Briselli), Smecca (Zampini), De Nobili (Porqueddu), Buzzalini (Cenderelli). All. Donno. MIGLIARINESE CRISTO RE: Feliciani (Chichande), Fernandez, Presicce, Sandri, El Gazzali, Lopez, Matuszyck, Decola (Tagazzart), Coppola (Brunengo), Bejaoui (Genova), Chalan (Neyja). All. Del Giudice R. GIOVANISSIMI PROVINCIALI (di qualificazione alla fase regionale) Girone A

ARCI PIANAZZE – TARROS SARZANA B 1 – 2 RETI: Micheloni, Garibotti S., Gentili. ARCI PIANAZZE: Buselli, Buttafuoco, Paparcone A., Coppola, Calzolari, Bertonati, Paparcone M., Garibotti S., Episcopo, Nardi, La Ferla. All. Napoletano. TARROS SARZANA: Lombardi, Micheloni, Arfanotti, Uras, Lippi, Ceragioli, Olivieri, Borrello, Gentili, Salvetti, Beggiato. All. Scotti. Girone B TARROS SARZANA - D. BOSCO SPEZIA B 3 - 1 RETI: Piro, Melli su rig., Cappello, Lombardi. TARROS SARZANA: Recchia, Corbani, Stelitano, Cozzani, Ratti, Alpinoli, Cappello (Picarella), Podenzana (Tamberi), Piro (Genovesi), Lombardi (Vegna),

Gazzotti (Prandi). A disp. Bertonati. All. Pollio. DON BOSCO SPEZIA B: Esposito (Masini), Memaj, Ascione, Melli, Bartoli, Dani, Varsi, Ferdani, Wernitzing (Ceretti), Greco (Romito), Enas (Broccolo). All. Carassale. ALLIEVI REGIONALI SPERIMENTALI - Girone C TARROS SARZANA – CANALETTO 1 – 2 RETI: Canton, La Torre, Cupini. TARROS SARZANA: Attori, Zuzolo(Amato), Ariani, Lesi, Baldini, Melluso (Ianniello), Canton, Cardetti, Koleci, Pellini (Porretta), De Paola (Rossi). A disp. Villafrate e Lena. All. Bertilorenzi. CANALETTO: Bonauguri, Fa-

zio, Calcagnini, La Torre, Bedini, Maffiotti, Giannini, Fiorini, Cupini, Capocchia (Arena), Grasso (Volpi). A disp. Pieri, Carotenuto, Bordigoni, Sordi. All. Frigerio. GIOVANISSIMI REGIONALI SPERIMENTALI - Girone C DON BOSCO SPEZIA – TARROS SARZANA 2 – 1 RETI: Melli, Della Croce, Ardigò. DON BOSCO SPEZIA: Fiorito, Nika, Magistrelli, Quezada, Melli, Salerno, Susuchi, Raggi, Melacrinis, Lopez, Della Croce. All. Di Bernardo. TARROS SARZANA: Scaramuccia, Ardigò, Cidale, D’ Ascanio, Dido, Iaria, Pino, Ferraioli, Toracca, Visigalli, Ferrari. All. Bertini.

I tiratori dell’Asd Arcieri Sarzana si sono allenati insieme al nazionale Flavio Valesella

Grande fine settimana per gli Arcieri Sarzana Fine-settimana entusiasmante per i tiratori della specialità “compound” (specialità in cui l’arco è provvisto di carrucola), dell’ Asd Arcieri Sarzana che hanno trascorso il week-end insieme all’inviato della Nazionale italiana Flavio Valesella, vecchia conoscenza sia del presidente sarzanese Riccardo Cafagno che del “vice” Luigi

Andreoni. Valesella giunge periodicamente alla Bradia da anni, nell’ambito di questa collaborazione che vede la federtiro nazionale seguire alquanto pedissequamente gli Arcieri sarzanesi; lo stesso signor Flavio li ha definiti un punto di riferimento per la federazione del Nord Italia.


GiovedĂŹ 18 Ottobre 2012

Cronaca4

17

Cronaca4 di Giovedì 18 Ottobre 2012  

Cronaca4 di Giovedì 18 Ottobre 2012

Read more
Read more
Similar to
Popular now
Just for you