Issuu on Google+

Mercoledì 17 Ottobre 2012

Chiusura ore 16.15 Martedì 16.10.2012

Acam: sindacati in minoranza

Anno VI - N° 168

Sommario Proposta mozione rigettata contro i provvedimenti disciplinari

Giulio Guerri a difesa dei lavoratori Acam PAG. 4 Creato un innovativo prodotto finanziario

Nuova polizza Unit di Cariparma Crédit Agricole PAG. 5 Realizzato per la creazione di cooperative giovanili

Bando per i giovani di Legacoop Liguria PAG. 6 Il trequartista ex Modena starà fermo più di un mese

Verso Varese Spezia: senza Di Gennaro squadra da reinventare di Gianluca Tinfena

PAG. 17


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

2

L’assemblea in sala Dante respinge la proposta di referendum dei sindacati

ACAM, i lavoratori verso lo sciopero

non si vede come l’azienda possa trovare 40 milioni di euro, se non attraverso una ricapitalizzazione dei soci, i Comuni, ipotesi alquanto improbabile); una discarica di servizio da individuare con certezza entro fine ottobre; mentre ai Comuni viene chiesto di rivedere i contratti di servizio, il saldo delle fatture in sospeso, la collocazione degli esuberi nelle società partecipate dai comuni stessi e l’attivazione di altre filiere di lavoro per ACAM.

Martedì mattina in Sala Dante durante l’assemblea dei lavoratori ACAM, presenti quasi 300 lavoratori, i segretari di CGIL, CISIL e UIL Lorenzo Cimino, Pierluigi Peracchini e Walter Andreetti, insieme a quelli di categoria, hanno portato la proposta di un referendum, da svolgersi subito giovedì 18 ottobre, per decidere se attuare o meno lo sciopero. L’intenzione dei sindacati era quella di consultare tutti i lavoratori di ACAM, vista la delicatezza della posta in gioco, non solo quelli intervenuti all’assemblea. Durante l’incontro di ieri in Prefettura, per il tentativo di conciliazione previsto per legge dalla procedure di indizione degli scioperi, tra i Rappresentanti sindacali, l’Amministratore Delegato di ACAM Gaudenzio Garavini e il Prefetto Giuseppe Forlani, quest’ultimo ha chiesto a sindacati di rinunciare allo sciopero perché un’iniziativa sindacale avversa a parti del piano industriale (segnatamente la vendita di ACAM GAS) potrebbe indurre i creditori, soprattutto le banche, a sospendere la trattativa così da provocare quello che tutti paventano, la procedura di fallimento. In cambio, il Prefetto ha proposto l’apertura di un tavolo tecnico per esaminare le ricadute sui lavoratori del piano industriale e specificamente dell’asset Gas. Ricordiamo che per ACAM è stata confermata in Tribunale la

procedura dalla legge 182 bis, che prevede una serie di passaggi agevolati per la ristrutturazione del debito (ad oggi 507 milioni di euro) verso i creditori, i massima parte Istituti di Credito (circa 300 milioni) e fornitori (circa 100). Dati desunti dall’ultimo bilancio, approvato si dai sindaci azionisti, ma non certificato dai revisori dei conti. La rinegoziazione del debito grazie alla procedura fallimentare vede la proposta di ACAM di pagare entro il 2030 il debito alle banche con uno stralcio di 22 milioni di euro e un nuovo prestito di 15, mentre ai fornitori è richiesto di rinunciare dal 20 al 30 % del dovuto. Proposta strettamente interconnessa alla cessione dell’asset più appetibile, ACAM GAS, valore stimato 40 milioni di euro, di fatto un

ultimatum delle banche creditrici, da effettuarsi entro l’anno tramite gara europea. Proprio quello di cui non vogliono nemmeno sentir parlare i lavoratori di ACAM che hanno manifestato in questi giorni, invadendo pacificamente diversi consigli comunali e con la manifestazione spontanea con blocco del traffico della settimana scorsa. Una situazione critica, alla quale va a sommarsi la richiesta dell’azienda di 180 esuberi, dei quali, al momento, solo 18 avrebbero trovato la soluzione del prepensionamento. Le proposte dei sindacati, prospettate anche ieri al tavolo in Prefettura, sono il no alla vendita del gas (anche se è una eventualità quasi ineludibile, perché

Durante l’infuocata assemblea di martedì mattina, i lavoratori presenti hanno rifiutato anche la proposta di consultare la totalità dei lavoratori con il referendum, rivendicando la legittimità della assemblea a decidere e confermando la volontà di scendere in sciopero. Una discussione accesa, a tratti dura, che ha fatto emergere la volontà di molti lavoratori in Assemblea di continuare la lotta, disillusi dalle dichiarazioni della politica e degli amministratori ed oggi anche in disaccordo con i sindacati. Una frattura grave, quella tra lavoratori e sindacati, che potrà avere conseguenze negative in primis per gli stessi dipendenti ACAM, a cominciare dal destino dei prossimi esuberi. Ma che, nelle intenzioni dei sindacato, può e deve essere ricomposta, nell’interesse della difesa dei lavoratori e della salvezza di ACAM.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

3

Unione europea Fondo sociale europeo

PROGETTO COFINANZIATO DALL’UNIONE EUROPEA NELL’AMBITO DEL PIANO OPERATIVO PROVINCIALE BIENNALE DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE 2011 – 2012 (APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO PROVINCIALE N. 55 DEL 5 LUGLIO 2011) PRESENTAZIONE PROGETTI FORMATIVI ASSI ADATTABILITA’, OCCUPABILITA’, INCLUSIONE SOCIALE

ORGANIZZA IL SEGUENTE PIANO FORMATIVO PIANO INTEGRATO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI approvato con determinazione Provinciale n. 382 del 28/06/2012 ASSE III INCLUSIONE SOCIALE G – G1 – 71 Obiettivo: Le attività formative sono finalizzate all’aggiornamento dei lavoratori migranti che operano nel settore delle costruzioni e prevede la realizzazione di attività formative sulla sicurezza di base e specifiche per operatori che ricoprono ruoli definiti nell’organizzazione della sicurezza. Il recente accordo in sede di Conferenza Stato-Regioni del 21 dicembre 2011 per la formazione dei lavoratori, ai sensi dell’articolo 37, comma 2, del D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81, prevede che “…. nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi dovranno essere realizzati con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione, quali, ad esempio, la presenza di un mediatore interculturale o di un traduttore ….. “ Sarà pertanto prevista la presenza in aula di mediatori linguistico-culturali per supportare l’apprendimento.

In particolare, l’intervento proposto si articola in 3 attività formative: PRIMO SOCCORSO AZIENDALE FORMAZIONE DI BASE SULLA SICUREZZA SEMINARI DI AGGIORNAMENTO SULLA SICUREZZA Destinatari

n. 10 (per edizione) dipendenti di impresa, imprenditori, lavoratori autonomi operanti nel settore delle costruzioni e lavoratori disoccupati immigrati extracomunitari

Requisiti

Dipendenti di impresa, imprenditori, lavoratori autonomi operanti nel settore delle costruzioni e lavoratori disoccupati immigrati extracomunitari senza limiti di età

Durata:

Attività formativa PRIMO SOCCORSO AZIENDALE FORMAZIONE DI BASE SULLA SICUREZZA SEMINARI DI AGGIORNAMENTO SULLA SICUREZZA

ore n. ediz 1 16 16 2 8 5

Inizio attività: ottobre 2012 (1° attività formativa) Attestato di frequenza

LE ATTIVITà SONO COMPLETAMENTE GRATUITE La selezione avverrà in base all’ordine di arrivo delle domande d’iscrizione. Le iscrizioni saranno accettate fino al raggiungimento del numero di partecipanti previsto (n. 10 per attività formativa). Gli interessati possono presentarsi a partire da mercoledì 03/10/12 ore 9.00 per la compilazione della domanda di iscrizione, in regola con la normativa vigente sull’imposta di bollo presso

SCUOLA EDILE SPEZZINA Via Pianagrande 18 - La Spezia telefono 0187 715270 - fax 0187 712520 - mail info@scuolaedilespezzina.com Orario segreteria: dal Lunedì al Venerdì 9.00-13.00 MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI REGIONE LIGURIA - FONDO SOCIALE EUROPEO


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

4

Proposta mozione rigettata contro i provvedimenti disciplinari

Giulio Guerri a difesa dei lavoratori Acam Nel corso della seduta di ieri sera del Consiglio Comunale, il consigliere Giulio Guerri, portavoce del gruppo “Per la nostra città”, ha presentato una mozione urgente per impegnare il Sindaco ad intervenire verso l’amministratore delegato di Acam al fine di evitare che vengano assunti i provvedimenti disciplinari annunciati a carico dei lavoratori che hanno dato vita alla pacifica protesta dell’11 ottobre scorso davanti alla sede sociale. Il documento di Guerri non è stato messo in discussione per il voto contrario di tutti i gruppi di maggioranza (PD- IDV- SELFed. Sinistra- Lista Federici), l’astensione di PdL e Lista Chiarandini e i soli voti favorevoli, oltre a Guerri, del gruppo 5Stelle. La mozione si articolava sui seguenti 7 punti di premessa: 1) considerato chela situazione relativa ad Acam s.p.a., alle prese con una ben nota crisi aziendale, negli ultimi mesi ha visto, da parte dell’assemblea dei soci (ovvero i sindaci della nostra provincia), decisioni che prospettano operazioni di spacchettamento e messa in vendita di intere società del gruppo, in aperto contrasto con gli indirizzi ed impegni già pubblicamente assunti dalla classe dirigente spezzina – in testa il sindaco del Comune capoluogo – nei confronti dei lavoratori, delle organizzazioni sindacali e della cittadinanza; 2) sottolineato che i nuovi orientamenti assunti dall’assemblea dei sindaci, a partire dalla vendita di Acam Gas e Acam Clienti, autorizzata nella seduta as-

sembleare dello scorso mese di giugno, hanno suscitato fondati timori e comprensibili espressioni di dissenso fra i lavoratori, proiettati verso uno scenario che pone giustificati interrogativi circa il destino dei posti di lavoro e della stessa azienda; 3) evidenziato che la situazione si è resa particolarmente pesante anche in ragione della ritar-

data approvazione del consuntivo 2011, slittata di ben tre mesi e mezzo rispetto alla scadenza del 30 giugno; 4) preso atto che, in un contesto di fisiologica mobilitazione in atto fra i lavoratori, in data 11 ottobre u.s. Una nutrita componente dei medesimi, a fronte di un momento di grande significato per la vita dell’azienda,

ovvero la riunione dei sindaci convenuti in assemblea, ha deciso di dare vita ad una forma pacifica di protesta davanti alla sede; 5) considerato che l’a.d. Avrebbe fatto sapere ai rappresentanti sindacali d vole assumere provvedimenti disciplinari a carico dei lavoratori che hanno partecipato alla suddetta protesta; 6) rilevata l’esigenza di non inasprire il confronto fra le parti e di non assumere atteggiamenti inutilmente afflittivi nei confronti di una comunità di lavoratori già alle prese con una situazione estremamente difficile, della quale essi sono non i responsabili ma le vittime – mentre altrove sono da ricercarsi le responsabilità; 7) nel ritenere che lo sforzo degli amministratori debba indirizzarsi verso una maggior capacità di ascolto dei lavoratori di Acam, poiché le loro rimostranze meritano rispetto e riflettono le risultanze di “mosse sbagliate” dalla classe politica, come da espressa ammissione del sindaco della Spezia. La mozione così si concludeva: “per quanto sopra il Consiglio Comunale impegna il Sindaco, quale rappresentante del socio di maggioranza relativa di Acam a richiedere all’a.d. di Acam di non adottare i paventati provvedimenti disciplinari nei confronti de lavoratori che hanno dato vita alla pacifica protesta dell’11/10 u.s.” Data l’importanza dell’argomento Guerri ha già ripresentato il documento affinché possa essere al più presto ridiscusso.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

5

Creato un innovativo prodotto finanziario

Nuova polizza Unit di Cariparma Crédit Agricole Un prodotto finanziario assicurativo che unisce l’esperienza di Crédit Agricole Vita alle capacità gestionali di Morningstar, società leader nell’analisi dei mercati e prodotti finanziari. Si chiama “Unit Protetta Agosto 2019” ed è la nuova polizza di tipo Unit Linked offerta da Crédit Agricole Vita e distribuita dal Gruppo Cariparma Crédit Agricole, dedicata a tutti i clienti che si pongono l’obiettivo di incrementare il valore del capi-

Trovati in possesso di cocaina In manette due albanesi Una pattuglia della sottosezione della polizia stradale di Viareggio ha arrestato al casello di Sarzana due albanesi residenti a Sarzana, che a bordo di una Ford Focus sono stati trovati in possesso di 170 grammi di cocaina. Si tratta di due cugini albanesi di 22 e 30 anni. Il piu’ giovane ha fatto il buttafuori in alcuni locali della Versilia. Entrambi si trovano nel carcere della Spezia.

tale nel medio-lungo termine, partecipando alle performance del mercato, beneficiando al contempo della protezione del capitale versato a scadenza. La polizza, in collocamento fino al 20 dicembre, ha tra i suoi punti di forza la possibilità di beneficiare dei risultati di una gestione attiva professionale senza rischiare, a scadenza, il capitale versato dal sottoscrittore, inoltre offre la garanzia di rimborso dell’interno capi-

tale anche in caso di decesso dell’assicurato prima dei 75 anni di età. Il premio unico iniziale, pari ad almeno 15.000 euro, può essere incrementato attraverso versamenti aggiuntivi a partire da 1.000 euro durante il periodo di collocamento. La scadenza del prodotto è il 30 agosto 2019 ma è possibile ottenere il riscatto totale, al valore di mercato, trascorso un

anno dalla sottoscrizione della polizza, senza alcuna penale. “Unit protetta Agosto 2019” offre tutti i vantaggi tipici di una polizza assicurativa tra cui: - l’esenzione totale delle imposte di successione; - la possibilità di indicare uno o più beneficiari in caso di decesso, modificabili in qualsiasi momento.

I gazebo allestiti nel week end pieni

Cominciata la campagna di adesioni a favore di Matteo Renzi è cominciata nei quartieri cittadini la campagna di adesioni ai Comitati di sostegno alla candidatura di Matteo Renzi alle Primarie del 25 Novembre prossimo. Si stanno via via costituendo in ogni zona della città e sono formati da persone che sostengono le idee per l’Italia del sindaco di Firenze in maniera libera e spontanea, mosse da un grande entusiasmo e una forte voglia di partecipare. Anche i gazebo allestiti lo scorso week-end hanno visto la partecipazione di molte persone che hanno formalmente aderito ai Comitati, sottoscritto la candidatura di Renzi alle Primarie e ricevuto materiale informativo sulla campagna Adesso! E proprio quest’ultimo aspetto è quello che colpisce maggiormente. “In un momento storico così delicato - spiega il Coordinatore dei Comitati Marco Paluffi - in cui il più delle volte si nomina la politica per raccontarne intrighi e malaffari, vedere questa spontanea partecipazione dal basso fa ben sperare non solo per il successo di Matteo Renzi, ma per il bene di tutto il

nostro partito e costituisce una speranza concreta per l’Italia. Certo, è evidente – continua Paluffi – che il merito di aver innescato questo movimento virtuoso e di aver infuso tale entusiasmo è da ascrivere alle idee che Renzi ha saputo declinare con estrema concretezza ridando fiducia alle persone per il futuro del nostro paese”. Chiunque volesse dare il suo

contributo o semplicemente avere informazioni per partecipare alle iniziative che verranno programmate sui territori può consultare la pagina Facebook www.facebook.com/valdimagraconmatteorenzi, il sito internet www.valdimagraconmatteorenzi.tk, scrivere una mail a sarzanaconrenzi@ libero.it o contattare per telefono al numero 3331199996.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

6

Realizzato per la creazione di cooperative giovanili

Bando per i giovani di Legacoop Liguria Per i giovani Legacoop Liguria lancia un apposito bando per il sostegno alla creazione di nuove imprese cooperative innovative. “Cooperinnovare”, questo il nome del bando, si rivolge ad aspiranti imprenditori di età compresa tra 18 e 35 anni che si impegnino a creare un’impresa cooperativa a forte contenuto innovativo in Liguria. E a neonate imprese cooperative a forte contenuto innovativo i cui soci abbiano un’età compresa tra 18 e 35 anni, con sede legale e operativa in Liguria, iscritte al registro delle imprese in data non anteriore al 01.09.2011. Ai tre migliori progetti sarà destinato un contributo di 5.000 euro. Inoltre, per le tre cooperative vincitrici, sono previsti un finanziamento agevolato; il servizio contabilità e paghe a tariffe particolarmente convenienti; servizi gratuiti per l’assistenza alle procedure dell’Atto Costitutivo, la creazione del piano di fattibilità economico – finanziaria, l’assistenza fiscale e tributaria, l’assistenza legale. Il bando rimarrà aperto fino al 15 aprile 2013. “Vogliamo sostenere giovani neo cooperatori che intendano sviluppare progetti relativi all’avvio di attività imprenditoriali in forma cooperativa, in qualsiasi settore economico, aventi un forte contenuto innovativo in

do con l’Università per favorire nuove opportunità imprenditoriali per i giovani grazie ad uno stretto collegamento tra la realtà accademica e quella delle aziende cooperative. Abbiamo sottoscritto un protocollo d’intesa con l’AIESEC, la più grande organizzazione internazionale completamente gestita da studenti universitari. Oggi completiamo questa prima fase con uno strumento in grado di mettere a disposizione finanziamenti, strumenti operativi, assistenza tecnica.

termini di prodotto e servizio, di processo o di gestione – spiega Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria -. Di fronte a dati così drammatici sulla disoccupazione, l’impresa cooperativa si conferma per le giovani generazioni uno strumento di riferimento per la realizzazione dei propri progetti.”. Il bando si rivolge a nuove imprese cooperative, o a quelle nate non prima del settembre 2011, che abbiano come attività prioritaria lo sviluppo di prodotti e/o servizi con caratteristiche di novità rispetto al mercato nazionale, specie se incentrati sull’utilizzo di tecnologie d’avanguardia; che siano finalizzate all’implementazione di processi produttivi con caratteristiche innovative rispetto all’esistente; che applichino nuovi mo-

delli di impresa, metodologie di gestione e di controllo fortemente incentrate sull’utilizzo di tecnologie avanzate, e processi gestionali improntati alla qualità; che applichino modelli di produzione e gestionali particolarmente attenti al risparmio energetico e all’utilizzo di fonti di energia alternative alle fossili; che siano frutto di spin – off sia universitario che aziendale. “E’ un’iniziativa che rappresenta un ulteriore tassello della nostra attenzione verso il mondo giovanile – conclude il presidente di Legacoop Liguria, Gianluigi Granero- . Nelle scorse settimane abbiamo lanciato a livello europeo il progetto “UP – RadicialFuturo” per avviare un network internazionale in grado di attirare i giovani talenti nella nostra regione. Abbiamo realizzato un accor-

Storicamente la cooperazione è strumento di emancipazione degli esclusi e delle fasce più deboli che attraverso l’autorganizzazione e il protagonismo economico trovano risposta ai propri bisogni ed innovano in modo significativo i mercati e le società. E se il futuro passa attraverso la creazione di start up, a queste nuove imprese noi vogliamo dare tutti gli strumenti per reggere le sfide del mercato”. Per informazioni sul bando è possibile scrivere a cooperinoovare@legaliguria.coop Il bando è scaricabile sul sito www.legaliguria.coop Per maggiori informazioni Gianluigi Granero – Presidente Legacoop Liguria Tel. 335/1038665 Ottavio Traverso – Ufficio Stampa Legacoop Liguria Tel. 347/4656440

Lunghe code di veicoli che tentano di immettersi in via XXIV Maggio

De Luca (Pdl): «Modificare la viabilità in Via Dalmazia»

Sollecitato da numerosi cittadini il consigliere Luigi De Luca del PDL con una interpellanza ha chiesto al Sindaco di intervenire sul problema della viabilità in Via Dalmazia. In questa via fino a qualche anno fa i veicoli percorrevano il suddetto tratto di strada in senso opposto a quello attuale, cioè in direzione da via XXIV Maggio a via Veneto, e giunti allo stop potevano svol-

tare a sinistra in via Veneto o procedere diritti verso Via Istria, pertanto il traffico scorreva fluentemente senza creare code o ingorghi. Con la modifica attuata la viabilità è stata invertita per cui ora da via Dalmazia ci si immette in via XXIV Maggio con svolta a sinistra obbligatoria. Il traffico di Via XXIV maggio è estremamente rallentato dal semaforo posto all’incrocio tra via

XXIV maggio e via San Cipriano, in via Dalmazia si formano pertanto lunghe code di veicoli che tentano di immettersi in via XXIV Maggio. Le ambulanze che escono dall’ospedale per raggiungere la zona est della città debbono necessariamente transitare da via Dalmazia, trovando talvolta difficoltà a passare nonostante

azionino la sirena e questo sostare forzato può diventare di gravità vitale per il soccorso. Tutto ciò produce inoltre un fortissimo inquinamento ambientale ed acustico con grave danno per tutti coloro che risiedono in suddetta strada. De Luca chiede di modificare tale viabilità che comporta grave danno all’ambiente e alla popolazione senza offrire alcun vantaggio


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

7

Viviana Cattanni del Pd fa appello alle associazioni locali

Campagna contro i rischi del gioco d’azzardo

Dopo il primo incontro dell’OFFICINA POLITICA dal titolo “La terza impresa: il Gioco d’Azzardo”, iniziativa del Partito Democratico di Sarzana articolata in incontri mensili con professori, ricercatori, amministratori locali,Viviana Cattani, reponsabile ai rapporti con l’associazionismo per la segreteria provinciale del Pd, fa appello alle organizzazioni promotrici della campagna nazionale contro i rischi del gioco d’azzardo Acli, Adusbef, Alea, Anci, Anteas, Arci, Auser, Avviso Pubblico, Cgil, Cisl, Cnca, Conagga, Federconsumatori, FeDerSerD, Fict, Fitel, Fondazione Pime, Gruppo Abele, InterCear, Libera, Uisp e agli altri soggetti interessati, affinché sul territorio spezzino si metta in campo una campagna di sensibilizzazione e un monitoraggio per la ridu-

zione dei rischi che tali attività comportano. Come testimoniato dalla Relazione della Commissione parlamentare antimafia del 2011, da molte inchieste della magistratura e dal rapporto di Libera “Azzardopoli”, il business del gioco d’azzardo costituisce un interesse specifico di infiltrazione delle grandi organizzazioni criminali e l’espansione del gioco d’azzardo legale non contiene ma alimenta il gioco d’azzardo illegale. Senza contare il nesso tra gioco d’azzardo e usura, più volte sottolineato dalle fondazioni antiusura.

delle lobby”. Però molto può e deve essere fatto anche a livello locale: a fronte della situazione sempre più preoccupante che vede la diffusione di questa piaga nel nostro tessuto economico-sociale, con l’impossibilità delle Amministrazioni locali di poter intervenire in materia, il Partito

Democratico si rende disponibile ad attivare un tavolo provinciale per il monitoraggio e a proporre azioni coordinate nei consigli comunali, coinvolgendo sia le istituzioni che le associazioni e i soggetti interessati, affinché si predisponga un piano per ridurre la presenza di tale rischio sul nostro territorio.

E’ necessario e urgente intervenire in sede parlamentare per migliorare il testo del decreto “privilegiando la tutela della salute dei cittadini alla pressione

Il partito aderisce al comitato recentemente costituito

IDV promuove referendum sull’articolo 18 Anche l’Italia dei Valori della Spezia ha aderito al comitato provinciale costituito da alcune forze politiche e sindacali a sostegno dei referendum sull’articolo 18 e articolo 8, presentato alla stampa venerdì 12 ottobre. Attraverso il referendum vogliamo restituire allo statuto dei lavoratori l’art. 18 nella versione originaria, per rispettare i principi della costituzione e rendere esigibili le decisioni della magistratura con il reintegro e l’indennizzo, mentre con il re-

previsti dal contratto collettivo nazionale.

ferendum sull’articolo 8 vogliamo abolire la possibilità che gli accordi aziendali o territoriali

possano derogare dal contratto collettivo nazionale, ristabilendo le certezze dei diritti minimi

Ricordiamo inoltre che l’Italia dei Valori è promotrice di altri 2 referendum: - abolizione del finanziamento pubblico ai partiti; - abolizione della diaria ai parlamentari. La raccolta delle firme è partita ufficialmente sabato 13 ottobre nei banchetti allestiti nelle piazze e nei centri commerciali, il calendario aggiornato dei banchetti verrà adeguatamente pubblicizzato


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

Si terrà il 27 ottobre a cura dell’associazione Gigi Ghirotti

8

Martedì, 23 ottobre 2012, ore 16,00-19,00 sala “Marino Banci” Confartigianato

Convegno sugli aggiornamenti Seminario ‘La riforma del lavoro: in cure palliative quali opportunità per le aziende?’

L’Associazione spezzina-apuana Gigi Ghirotti in collaborazione con l’Asl 5 spezzino organizza nella Sala Multimediale della ASL in via XXIV MAGGIO 127, un evento ECM in data 27 ottobre 2012 dalle 8.15 alle 13 rivolto a tutte le professioni sanitarie. Si tratterà di “Aggiornamenti in cure palliative” con il coordinamento del referente scientifico dott. Massimo Salesi Responsabile MD Terapia Antalgica e Cure Palliative ASL 5 “Spezzino” All’apertura dei lavori sarà presente la dott.ssa Stefania Silvano – Direttore del Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali ASL 5 “Spezzino” Tra i relatori il dott. Massimo Costantini, il dott. Flavio Fusco, l’infermiera professionale Simonetta Fiandaca, la psicologa dott.ssa Rossella Spinetta – moderatore dott. Mario Martinetti. Il corso organizzato è frutto di un intenso lavoro condiviso e con comuni obiettivi, sia rispetto alla formazione degli operatori, sia ad una

corretta informazione del servizio offerto, tra l’Associazione, la Fondazione Carispezia e l’Asl 5 Spezzino. Nella nostra città è attivo un servizio domiciliare di cure palliative, nato nel 2008 su iniziativa della Fondazione Carispezia e grazie ad un’innovativa partnership fra Fondazione, Asl 5 spezzina e Associazione spezzina-apuana Gigi Ghirotti. Un progetto in cui sono coinvolti i medici di medicina generale, che partecipano alle attività dell’équipe. Emerge di prioritaria importanza la disposizione a un approccio quanto mai interdisciplinare e collaborativo, entro cui il team curante progetti e implementi l’azione di sostegno secondo una logica univoca e integrata, conscia dei campi d’indagine e dei limiti concettuali e metodologici che ciascuna disciplina possiede. E’ anche per questo motivo che il corso è rivolto a tutte le professioni sanitarie, perché la tematica della cure palliative, possa meglio mettere in evidenza la pluralità dei bisogni, attinenti non solo all’area medica del controllo del dolore e del contenimento dei sintomi fisici, ma agli aspetti emotivi e relazionali, ai bisogni assistenziali ed economici. Il Corso è inserito nel Programma Formativo di Educazione Continua in Medicina è stato accreditato e riconosce 4 crediti formativi. Per iscrizione: chiamare il numero 0187/564887 oppure 346/8132571 (sara) dalle 9.30 alle 12.00 tutti i giorni dal lunedì al venerdì.

Il 18 luglio è entrata in vigore la nuova Riforma del Lavoro “Fornero”. E adesso? Cosa cambia? Come è conveniente assumere? Il contratto di apprendistato, i contratti a progetto non sono più quelli di prima? È vero che adesso dovrò assumere tutti e non potrò più avere collaborazioni? Sarà più facile o più difficile licenziare? Per rispondere a questi interrogativi, Confartigianato organizza il seminario ‘La Riforma del Lavoro: quali opportunità per le aziende?’ martedì, 23 ottobre 2012, ore 16,00-19,00 presso la sala “Marino Banci” Confartigianato, Via Fontevivo, 19 - La Spezia. Interverranno Giuseppe Menchelli, Direttore Confartigianato La Spezia; Roberto Marrani, Presidente Ordine dei Commercialisti; Armando Benvenuti, Presidente

Ordine Consulenti del Lavoro; Riccardo Giovani, Direttore Relazioni Sindacali Confartigianato; Bruno Nobile, Capo Servizio Ispezione DTL La Spezia. In questi mesi infatti i dubbi sulla riforma non hanno consentito agli imprenditori e ai loro collaboratori di avere le idee chiare su come gestire al meglio le relazioni e i contratti nella loro azienda. Il seminario patrocinato dall’Ordine dei Commercialisti e dall’Ordine dei Consulenti del lavoro (verranno attribuiti 3 crediti) si propone come un momento formativo rivolto a professionisti e imprenditori, vista l’importanza della materia e gli effetti che i cambiamenti avranno per le realtà produttive del territorio. Per iscriversi è possibile mandare una mail: formazione@ confartigianato.laspezia.it

Incontro pubblico venerdì 19 ottobre alle 17.30

“Stili di vita consigliabili dopo l’infarto miocardico” I medici del reparto di Cardiologia dell’Ospedale Sant’Andrea, in collaborazione con l’Associazione Amici del Cuore della Spezia, invitano la cittadinanza a partecipare all’incontro pubblico “Stili di vita consigliabili dopo l’infarto miocardico”. Si tratta del quarto evento organizza-

to quest’anno, per prevenire e curare le malattie cardiovascolari; l’appuntamneto è fissato per Venerdì 19 ottobre alle 17.30, presso la sala riunioni al terzo piano del Palazzo “Sorelle Massà” situato in via Cadorna 24 alla Spezia.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

9

Successo della manifestazione sui rischi cardiovascolari

A gonfie vele la prevenzione sulla nave Palinuro Nei giorni 13 e 14 ottobre a bordo della nave Palinuro della Marina Militare ormeggiata al molo Italia si è svolta la manifestazione PREVENZIONE A GONFIE VELE , organizzata dal network di Associazioni “BenEssere… in movimento” con capofila, per questo evento, A.L.I.Ce La Spezia e A.V.O. La Spezia. “Alla luce della grande affluenza di pubblico, complessivamente hanno avuto accesso alla nave 1106 persone. Si può affermare, senza ombra di dubbio, che é stato un successo, grazie anche alla sicura attrattiva esercitata dalla bellezza della nave il cui motto: “ Faventibus ventis” (coi venti favorevoli) ci è servito da incoraggiamento in questa ennesima avventura “riferisce il coordinatore della manifestazione dott. Gian Pietro Montanari Il giorno 13 Ottobre si sono svolte dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 18 le visite alla nave e gli incontri dei visitatori, divisi per gruppi (massimo 20 persone), con i volontari delle nostre associazioni sulle tematiche della prevenzione cardio e cerebrovascolare con consegna di documentazioni sia prodotte dalle associazioni, su indicazione dei propri specialisti referenti, sia dalla S.S. di Epidemiologia dell’ASL5. Il 14 Ottobre, giornata dedicata alla prevenzione dell’ictus cerebrale, si sono svolte due distinte manifestazioni. La mattina dalle 9 alle 13 sono stati effettuati i controlli sui fattori di rischio per l’ictus.

I volontari di A.L.I.Ce La Spezia, presenti all’interno di una tenda, posizionata dalla Protezione civile nei pressi della nave, hanno controllato i parametri: giro vita, peso, altezza e avviato le persone a bordo della nave. Sulla nave è stato allestito un vero e proprio ambulatorio sotto la tenda dello “sceicco” con l’equipe della S.C. di Neurologia dell’ASL 5, coordinata dal primario Massimo Del Sette, coadiuvato dal dott. Domenico Zito, dalla dott.ssa Elisabetta Traverso, dalla dott.ssa Elisa Giorli, dalla dottssa Valeria Carlino, dalla dottssa Masina Cotroneo e dall’equipe infermieristica, capitanata dalla caposala Emanuela Landini. Sono stati verificati i fattori di rischio di 112 persone, che si sono sottoposte a questionari ed esami (glicemia, colesterolo, pressione arteriosa e, per quelli più a rischio, sono stati effettuati 41 ecocolordoppler (pari al 27,3%). L’età media dei

partecipanti è stata di 61 anni, media tra le più basse registrate rispetto alle precedenti manifestazioni. Ancora una volta è emersa la scarsa conoscenza dei sintomi dell’ictus da parte della maggioranza degli intervistati, cosa che potrebbe comportare ritardi nella richiesta di soccorso da parte del paziente colpito da ictus o dei suoi famigliari in una patologia che è tempo dipendente. Tra le 13,30 e le 15, dopo un frugale buffet della “salute” a base di verdura di stagione cotta (torte ) e cruda (in pinzimonio) seguita da macedonia di frutta, l’ambulatorio è stato trasformato in sala convegni con la fattiva collaborazione dell’equipaggio della nave, sotto l’attenta regia del comandante e del suo staff. Prima di dare l’avvio ai lavori del convegno “Vasi, Cuore, Cervello: come prevenire l’ictus” vi è stato un simpatico scambio

di doni tra il dott. Gian Pietro Montanari, presidente di A.L.I.Ce La Spezia ed il comandante della nave, C.F. Mauro Panarello, a ricordo delle due intense giornate. A seguire si è svolto il convegno con le relazioni del prof. M. Del Sette, primario Neurologo, la dott.ssa Edy Pacetti, responsabile della S.S. Organizzazione dell’attività ambulatoriali della Medicina ASL 5, il dott. Daniele Barone, cardiologo in rappresentanza del prof G. Mazzotta e la dott.ssa Cristina Rossi, Presidente della Società Italiana di Medicina Generale della Liguria (S.I.M.G.). “Hanno assistito al convegno – riferisce Montanari - 56 persone (capienza massima dell’area disponibile) che hanno rivolto ai relatori numerose e “pertinenti” domande, segno tangibile che l’attività di formazione/informazione delle nostre associazioni sta dando, poco a poco, i frutti attesi”. A conclusione tutti i partecipanti hanno convenuto sull’importanza di queste iniziative, realizzate in sinergia con l’ASL 5, e sulla necessità di organizzarne altre nel prossimo futuro. La speranza espressa è stata quella di trovare nelle Istituzioni e nella Comunità tutta, la stessa disponibilità dimostrata, nell’occasione, dalla Marina Militare e dall’Autorità Portuale della Spezia che hanno consentito di organizzare questo particolare evento al meglio e cui tutti hanno plaudito convintamente. Un ringraziamento di cuore – prosegue Montanari -va altresì alla Protezione Civile che da sempre supporta le nostre manifestazioni dando prova della sua professionalità ed efficienza.

La nuova sede della Cisl Ex Area Ip traversa di Via Fontevivo Edificio Sub. 8


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

10

Sabato 20 organizzato dall’associazione Andel

Convegno sulla rigenerazione urbana Sabato 20 Ottobre l’ A.N.D.E.L, Associazione Nazionale Difesa Edifici Liberty Architettura, Arti, Artigianato presenterà il II° Convegno Nazionale intitolato “La Cultura della Città valorizzazione e rigenerazione urbana e ambientale” Il convegno si svolgerà dalle 9.00 alle 12.30 presso la sala Dante del Comune della Spezia, Via Ugo Bassi 4, per poi proseguire dalle 15.30 presso il Circolo Ufficiali della Marina Militare Italiana, Vittorio Veneto in Viale Italia 2 Il convegno, irealizzato in collaborazione con le Istituzioni Culturali della Spezia, La Marina Militare, L’Ordine degli Architetti della Spezia, ADAO, Le Carrè Bleu, l’ In/Arch., ha l’obiettivo di offrire ai giovani e meno giovani l’opportunità di approfondire temi che sono di grande attualità e rilevanza mondiale, filo conduttore del convegno è infatti la qualità dell’ambiente urbano e la salvaguardia del territorio..

ruana: “Solo un’efficace combinazione di efficienza energetica e di nuove tecnologie che minimizzino gli impatti ambientali e climatici può costituire un baluardo al peggiore degli scenari, frenando la continua ed incessante crescita di emissioni” Proprio nella continua ricerca della sinergia tra le discipline preposte alla progettazione, architetti e operatori del settore provenienti da tutta Italia, si ritroveranno alla Spezia per

confrontarsi con i colleghi locali, per promuovere insieme una cultura della città più sostenibile e sensibilizzare i cittadini di ogni età al vero senso dell’architettura, che è quello dell’abitare e non di alloggiare. Un problema ormai dibattuto a livello mondiale, tanto che è stato creato negli Stati Uniti l’IMCL, un Movimento Internazionale per le Città Vivibili che quest’anno ha assegnato il suo più prestigioso premio all’ architetto italia-

L’inquinamento atmosferico, l’effetto serra, l’emergenza idrogeologica impongono un approccio più responsabile verso il territorio. Citando l’interessantissimo intervento al convegno 2011 dell’ingegner Paolo Ca-

no Carlo Maria Mazzola che sarà presente il 20 ottobre alla Spezia. In questo convegno, unico per attualità e completezza, voluto fortemente dalla presidente ANDEL architetto Valeria Scandellari e al quale parteciperanno numerose autorità tra le quali il Sindaco della Spezia Massimo Federici, si affronteranno molteplici argomenti come “il restauro energetico negli edifici in Italia”, come dovrebbe essere “la città intelligente”, “come impostare una progettazione più attenta alle esigenze dell’utenza e più a misura d’uomo” ma anche si parlerà di “ salvaguardia e consumo di territorio”, della necessità di considerare i “Patrimoni pubblici e le aree militari dismesse come nuove occasioni per le città”, e infine dell’attualità del pensiero e dell’opera di grandi architetti quali Gaudi, Wright e Hundertwasser. Un convegno insomma imperdibile per geometri, architetti, ingegneri e per le autorità preposte alla tutela e progettazione del territorio, ma che non mancherà di affascinare qualunque cittadino sia interessato a vivere in città a misura d’uomo e in armonia con la natura.

Un’adeguata illuminazione è sempre stata fonte di sicurezza e di tutela per i cittadini

Norma “Cieli Bui”. Ferraioli: «Sì al risparmio senza diminuzioni di sicurezza per i cittadini» La nuova norma sulla Legge di Stabilità approvata dall’ultimo Consiglio dei Ministri e denominata “Cieli Bui” è volta al contenimento della spesa per quello che riguarda l’illuminazione pubblica. Una norma che mi trova pienamente d’accordo quando parla di ammodernamento delle fonti di illuminazione tendenti a generare un risparmio di costi in termini di energia elettrica ma che suscita una certa preoccupazione quando parla di razionalizzazione con conseguente affievolimento o spegnimento delle fonti d’illuminazione du-

rante o parte delle ore notturne. Un’adeguata illuminazione è sempre stata fonte di sicurezza e di tutela per i cittadini, sia in termini di sicurezza stradale rendendo le strade più sicure, aumentando la visibilità e quindi con un minor rischio d’incidenti, sia in termini di prevenzione del crimine, una strada più illuminata è sempre risultata essere un deterrente a qualsiasi attività criminosa. Leggo invece oggi su alcuni blog che in Francia alcuni studi hanno rilevato che spegnendo

le luci nelle strade si ottiene una diminuzione degli incidenti, e a Chicago si è constatata una diminuzione degli episodi criminosi, perchè la luce non è sfruttata solo dalla vittima ma anche dall’aggressore per individuare le vittime e le vie di fuga. Sarà ma io resto dell’idea che sia giusto contenere la spesa pubblica ottimizzando ed utilizzando sistemi d’illuminazione moderni ed a basso consumo energetico ma che addirittura si arrivi a dire che al buio siamo tutti più sicuri. Recentemente ho presentato in

Consiglio Comunale una mozione sulla sicurezza che prevede l’implementazione delle videocamere di sorveglianza oltre che un’adeguata illuminazione nelle zone a maggior rischio, a seguito di una mappatura delle aree della città. Attualmente tale mozione è al vaglio della Commissione Consiliare preposta e presto ritornerà per il voto in Consiglio Comunale ed il mio auspicio è che trovi la condivisione di tutto i Consiglieri per una sua approvazione a larga maggioranza, senza farsi condizionare da tali norme.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

11

Giovedì concerto finale del laboratorio

Gli appuntamenti del conservatorio Puccini Dopo la pausa estiva ricomincia la stagione di concerti e conferenze che il Conservatorio “G. Puccini” della Spezia offre agli studenti e alla cittadinanza. I primi appuntamenti di quest’autunno sono per il 18 e per il 19 ottobre nell’Auditorium “M. Fiorentini” nella sede del Conservatorio in Via XX Settembre 34. Giovedì 18 (ore 18) si potrà assistere al concerto finale del Laboratorio Orchestra d’Archi, svoltosi a partire dal 15 ot-

tobre, diretto dal M° Sergio Lamberto, docente di violino al Conservatorio di Torino, primo violino solista nell’Orchestra Filarmonica della stessa città e violinista del Trio di Torino. Lo stage, che ha coinvolto circa una ventina di allievi di strumenti ad arco, ha avuto come obiettivo la pratica del suonare insieme e il miglioramento dello studio individuale. Il concerto finale prevede l’esecuzione di musiche di Holst, Warlock, Sibelius, Vivaldi (in

particolare il Concerto per quattro violini) e Telemann (Concerto per viola); i solisti coinvolti saranno il M° Lamberto, Elisa Pellegrini, Arianna Giannecchini, Chiara Crespiani e Da Won Ghang (violini), Tommaso Valenti (viola), Alessandro Maccione e Gabriele Ferdeghini (violoncelli).

Conservatorio spezzino, fonda-

La conferenza di venerdì 19 (ore 15) dal titolo “Dal Sax al Sax: 1840-1920, la strana storia dei primi ottant’anni” sarà tenuta dal M° Marco Falaschi, docente di sassofono presso il

anni della fama, fino ad arrivare

tore dell’Every Time Saxophone Ensemble e del Sax Off Limits Ensemble. Si tratterà di un incontro per scoprire ed approfondire ciò che è successo nel periodo che va dalla nascita del sassofono agli alla distinzione che inizia a profilarsi intorno agli anni ‘20 tra sassofono jazz e il più tormentato sassofono “classico”.

Inaugurazione martedì 16 ottobre ore 17,30, spazio espositivo del Liceo Artistico

Fabrizio Mismas espone al LAS Con Res materiai, mostra dello scultore spezzino Fabrizio Mismas, inaugura la nuova stagione espositiva del LAS, lo spazio espositivo del Liceo Artistico Cardarelli sito in via Montepertico 1. Il titolo è un’espressione ricorrente del poeta latino Lucrezio, che nel De rerum natura espone poeticamente la sua visione dell’universo, fondata sulla materia. La curatrice Giovanna Riu ha infatti selezionato, all’interno dell’ampia produzione dell’artista, lavori in tutti i materiali scultorei possibili: come recita il sottotitolo della mostra, “metalli gessi cementi resine ceramiche terrecotte”. La straordinaria varietà di risultati diventa occasione formativa importante per gli allievi del Liceo (sono presenti in mostra anche tre video sulle tecniche di fusione del bronzo e di lavorazione

Alberto Andreani FOTOGRAFO

del marmo e della ceramica raku), ma soprattutto una festa per gli occhi dei visitatori. La continuità stilistica è data, come annota la curatrice nella brochure illustrativa, dalle “intersezioni di più piani sapientemente guidati” e dalla “distruzione della ‘massività’ della materia attraverso lo svuotamento dei volumi, fino a raggiungere una leggerezza al limite della tenuta strutturale”. L’autore sarà presente alla mostra tutti i sabati pomeriggio. 16 OTTOBRE / 10 NOVEMBRE 2012 orario da martedì a sabato 17 – 19.30 lunedì, domenica e festivi chiuso inaugurazione martedì 16 ottobre ore 17,30

L’Amore si racconta con le immagini

matrimoni, comunioni, cresime, battesimi, compleanni, laurea, foto industriali, avvenimenti sportivi, spettacoli, sfilate, nautica La Spezia, Corso Nazionale 141 - Tel 0187.502348 Ceparana, Via Romana 87 – Tel. 0187.933710

www.fotoandreani.com


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

12

Un’affascinante escursione con Mangia Trekking

Camminando tra La Spezia e Vernazza rimozione parziale dei rovi. Inoltre hanno riscontrato, che vi sono dei vuoti nel terreno, nascosti dalla vegetazione, che possono far cadere a terra chi vi transita, come infatti è accaduto a qualcuno. Da Carpena alla Crocetta e da lì, fino a San Bernardino, ove gli escursionisti sono giunti nel primissimo pomeriggio, è stato rilevato, che lungo il percorso, vi sono tanti tratti che stanno tendendo a chiudersi a causa del crescere incontrastato della vegetazione e di qualche pianta caduta. Ma tutto sommato si cammina in relativa sicurezza.

E’ stata una bella ed interessante escursione che ha fornito ai tanti camminatori presenti anche l’occasione di constatare lo stato di conservazione e manutenzione delle vie e dei sentieri attraversati; ed acquisire gli elementi necessari per dare, qualora richieste, alle amministrazioni pubbliche, alcune indicazioni generali circa lo stato e gli interventi necessari nelle vie e sulla rete sentieristica attraversata. Partiti la mattina, dal quartiere di Rebocco a La Spezia, gli escursionisti di Mangia Trekking, hanno percorso la scalinata di Maggiano in direzione del passo della Foce e lungo questo percorso, prima di giungere in località Torracca Inferiore, hanno rilevato un anomalo rigonfiamento del muro che fiancheggia la scalinata. Tale muro fortemente inclinato verso la scalinata, in modo davvero instabile, minaccia di cadere da un momento all’altro e se ciò avvenisse mentre vi transita qualcuno potrebbe causare danni alle persone. Più sopra, in località “la Gira”, ove vi era una fontana che non c’è più, e ove sono stati spostati due pali della rete elettrica, è in

costruzione una strada privata che qualora terminata, finirà col distruggere inevitabiolmente un altro tratto della storica, bellissima scalinata di Maggiano. Dopo una breve sosta a S. Anna, gli escursionisti hanno diretto per Castè, ove alcuni residenti incontrati, hanno lamentato l’ abbandono delle scalinate e della rete sentieristica in quel territorio.

Infatti, dapprima i camminatori hanno trovato un ponte romano che dato l’apparente stato di conservazione, è forse bene che non venga gravato dal peso di tante persone, e poi come hanno verificato, il tratto dell’antica scalinata, che da Castè giunge a Carpena è invaso dai rovi ed è deteriorato. Gli escursionisti per passare hanno dovuto procedere alla

In prossimità di San Bernardino vi sono alcuni tratti di sentiero franati o parzialmente franati, o affossati che devono essere percorsi con attenzione, ed avrebbero bisogno di alcuni lavori di ripristino. E da San Bernardino gli escursionisti sono quindi scesi a Vernazza percorrendo la strada comunale, non ritenendo ancora praticabile la via della costa di Comeneco. La bella giornata è stata anche l’occasione per i tanti partecipanti, di raccogliere qualche fungo nato a margine delle vie e festeggiare a San Bernardino il lavoro di segnatura e valorizzazione della rete sentieristica realizzato a suo tempo da Mangia Trekking, con i materiali forniti dal signor Corrado Basso di San Bernardino, il quale aveva dismesso una vecchissima botte in castagno, dove per generazioni la sua famiglia aveva messo le uve a fermentare. Dove alcuni pezzi sono ancora presenti sul campo, e purtroppo alcune belle targhe, forse le migliori realizzate, apposte lungo le vie, sono state asportate. Per avere maggiori indicazioni è possibile contattare direttamente l’associazione (http:// www.mangiatrekking.it)


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

Spettacoli teatrali e film dedicati alle famiglie

13

Venerdì l’inaugurazione agli Archivi Multimediali Fregoso

La domenica Mostra fotografica in famiglia al Dialma “Da qualche parte in Liguria” Domenica 21 ottobre alle 16 nell’Auditorium del Centro Giovanile Dialma Ruggiero della Spezia (Via Monteverdi 117) è in programma “Cantafavole” di Kosmocomico Teatro, primo spettacolo della rassegna “Dialma spazio bimbi. La domenica in famiglia”. Gli eventi, che fanno parte di “Dialma c’è 2012”, sono organizzati dal Centro Giovanile Dialma Ruggiero in collaborazione con

Firenze 27) con thé e biscotti per i bambini e per la golosità degli adulti. CANTAFAVOLE è uno spettacolo di fiabe in musica di e con Valentino Dragano. Questo spettacolo è il frutto di una lunga ricerca sul lavoro dei cantastorie antichi, riproposti in chiave moderna per il pubblico dell’infanzia. Luminarie circensi, tanti strumenti musicali, teli dipinti a quadri dalla pittrice Alessia Bus-

Venerdì 19 ottobre alle ore 18.00, presso la sede degli Archivi Multimediali “Sergio Fregoso”, via Monteverdi 117 La Spezia, si inaugurerà la mostra fotografica “Da qualche parte in Liguria”.

Si tratta di una collezione di immagini a colori e in bianconero realizzata in vari borghi della Riviera di Levante ed entroterra, che mettono in risalto luci, colori, forme, contrasti e scene di vita quotidiane.

Nell’antico e caratteristico borgo medioevale del Castello di Madrignano

Festa delle castagne Domenica 21 Ottobre 2012, la Parrocchia SS.Margherita e Nicolò organizza nell’antico e caratteristico borgo medioevale del Castello di Madrignano la festa delle castagne.

Associazione Labulé e Cinema Il Nuovo. Per due domeniche al mese, da ottobre ad aprile, l’Auditorium del Centro proporrà la visione di spettacoli teatrali e films dedicati alle famiglie. Una programmazione di qualità rivolta ai bambini, che divertirà anche i grandi. L’appuntamento è alle 15,30 con l’apertura della cassa e l’attività didattica proposta delle mediatrici teatrali dell’ Associazione Labulè, che si sono formate secondo le modalità del Centro Teatro Educazione. Alle 16 è fissato l’inizio degli spettacoli o della proiezione dei films. Alla fine degli eventi, i bambini potranno conoscere gli attoripersonaggi e parlare con loro. Sarà, inoltre, aperto il bar a cura del Circolo Arci Btomic (Via

sini, per seguire le vicende narrate; un cantastorie che suona, recita, canta le fiabe della tradizione italiana e non, con l’aiuto di chitarre, sax, flauti, organetto e chincaglierie varie. Costo del biglietto d’ingresso 5 €. Per informazioni e prenotazioni telefonare ai numeri 0187 713264 e 389 0063701 oppure scrivere agli indirizzi mail centrogiovanile@laspeziacultura.it oppure info.labule@gmail. com. Consultare il sito http://dialmaruggiero.spezianet.it oppure diventare amici del profilo FB Centro Giovanile Dialma Ruggiero.

Dalle ore 13 si potrà gustare un pranzo con specialità dell’antica tradizione locale alla cifra di

€. 20,00 a persona. Nel pomeriggio: caldarroste, necci con ricotta, sgabei ripieni, salumi, formaggi castagnaccina ..... a volontà. Per il pranzo è necessaria la prenotazione ai seguenti numeri: 349/2845606 - 347/0157015 - 333/5030749.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

14

SARZANA La documentazione urbanistica sul portale del nuovo PUC

Il campetto di Santa Maria on line e dalla Soprintendenza ai Beni Ambientali ed Architettonici con nota del 18/03/1997. Ebbene, i contenuti del Piano Particolareggiato del centro storico e del correlato P.O.I. sono stati espressamente recepiti dal P.R.G. vigente. Nel caso specifico, pertanto, ben tre piani, approvati e resi esecutivi, indicano univocamente la destinazione a parcheggio interrato del campetto di Santa Maria”. Per consultare la documentazione essenziale della pratica, nei prossimi giorni, basterà andare sul portale del Nuovo PUC (a cui si accede attraverso il sito istituzionale del Comune www. comune.sarzana.sp.it) ed entrare nella sezione “Documentazione”. Il “campetto di Santa Maria” e le previsioni urbanistiche che in quell’area prevedono un parcheggio interrato continuano a far discutere. Per questo l’assessore all’urbanistica Roberto Bottiglioni ha deciso di mettere a disposizione nei prossimi giorni, on-line, sul portale del Nuovo PUC la documentazione relativa affinché il cittadino possa accedere direttamente alle informazioni. “Fino ad oggi - spiega l’assessore - abbiamo tentato di fornire alla città ogni utile elemento per consentire la piena cognizione delle previsioni urbanistiche riguardanti il parcheggio interrato nel ‘campetto di Santa Maria,’ intervenendo nel dibattito cittadino ed illustrando il progetto e l’intera documentazione urbanistica a quanti ne hanno fatto esplicita richiesta. Nonostante ciò, e nonostante l’inequivoca destinazione a parcheggio interrato dell’area in questione, continuano gli interventi che ingenerano dubbi. Abbiamo quindi deciso di mettere a disposizione via web le carte essenziali”.

A tal proposito l’assessore Bottiglioni ritiene opportuno chiarire quanto segue: “Il PRG (Piano Regolatore Generale) vigente -scrive- è quello approvato dalla Regione con decreto n° 97 del 1998 e con successiva delibera n° 40 dell’8/04/1998 con cui il Consiglio comunale di Sarzana accettò le prescrizioni volute dalla Regione. La previsione del parcheggio interrato nell’area della parrocchia di Santa Maria è contenuta nel Piano Particolareggiato del centro storico (“Per il parcheggio attiguo a Piazza della Cittadella da finanziarsi totalmente con risorse dei privati proponenti, è prevista un’articolazione su tre piani interrati con l’estradosso sistemato a campo giochi/area verde“ ) redatto dagli architetti Ricchetti e Ghelfi, approvato dal Consiglio comunale il 05/04/1996 e dalla Regione in data 07/03/1997. Detta previsione è altresì contenuta nel Programma Organico di Intervento redatto dal servizio urbanistica del Comune con la collaborazione degli architetti Ricchetti e Ghelfi, correlato al piano particolareggiato

suddetto, approvato dal Consiglio comunale con delibera del 05/04/1996, dalla Regione Liguria con delibera n° 762 del 1997

Per una più agevole lettura, ai documenti più complessi è stato premesso un estratto con evidenziato il richiamo alla parte di interesse.

Domenica 21 performance di Angelo Tonelli

Christus rediens alla Fortezza di Sarzanello Domenica 21 ottobre alle ore 18,30 alla Fortezza di Sarzanello a Sarzana andrà in scena la performance esoterica Christus Rediens, scritta e diretta da Angelo Tonelli, con gli attori della Compagnia Teatro Iniziatico Luigi Armelloni, Galliana Barabini, Fabiana del Bianco, Greta di Sacco, Antonietta Grassi, Fabio Guglielmi, Susanna Salvi. Canto: Paola Polito. La trama della lettura performata è semplice: Cristo torna e il suo messaggio originario ma riadattato ai tempi odierni viene attaccato dal Potere nelle sue varie forme (politiche, militari, religiose). Soltanto una prostituta lo riconosce e ne celebra i miracoli. Prima di allontanarsi

dopo avere scagliato una micidiale invettiva contro i portavoce del potere politico-economico, militare, ecclesiastico, Cristo lascia un nuovo vangelo, e un messaggio di consapevolezza, tolleranza e amore. Al termine verrà offerto un rinfresco. L’ingresso è su prenotazione, vista la delicatezza del tema trattato, con numero di posti limitato. Per chi lo desidera, è possibile fermarsi a cena alla Locanda dentro la Fortezza di Sarzanello e degustare un menu del territorio a € 10,00 (visita alla fortezza e degustazione). Per informazioni e prenotazioni (obbligatoria) telefonare a 338.3153159 o 0187.622080.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

15

LIGURIA Il consigliere regionale Pdl contrario all’accorpamento

Morgillo presenta interrogazione urgente sul 118 regionale del Pdl, annuncia la presentazione di un interrogazione urgente e dichiara: “sono contrario a questa ipotesi di accorpamento per diversi motivi il primo di ordine sanitario il secondo economico. Credo infatti che sia necessario prendere in considerazione, per quanto concerne l’aspetto sanitario, due questioni fondamentali: la centralizzazione dei pazienti e le Maxiemergenze. Per quanto concerne il primo aspetto, solo con una ottima conoscenza del territorio è possibile effettuare la centralizzazione negli ospedali più idonei, nel più breve tempo possibile, delle patologie tempo dipendenti, assistite durante il trasporto.

Sulla decisione della Giunta regionale di eliminare la Centrale operativa del 118 della Spezia Luigi Morgillo, consigliere

La normativa di riferimento prescrive l’arrivo dei soccorsi in area urbana in 8 minuti ed in area extraurbana in 20 minuti

compreso il tempo necessario per l’intervista telefonica, la preoccupazione è che la gestione telematica non possa supplire alla mancata conoscenza del territorio e darà luogo a pericolose problematiche (omonimie, case sparse, frazioni poco rappresentate sul sistema informatico, conoscenza delle strade ecc.) Da non sottovalutare poi il problema delle maxiemergenze: vi sono precise leggi che prevedono la tempistica nella installazione di un PMA (posto medico avanzato) di primo livello entro 1ora e successive implementazioni con relativa tempistica e questo tipo di organizzazione potrebbe provocare un allungamento dei tempi dovuto ad intasamento della centrale e quindi risposte poco efficienti”. Secondo Morgillo poi vi è la questione economica “non pen-

so che questa decisione potrà portare degli effettivi benefici in termini di risparmio. Basti solo pensare che tra le questioni da tenere nella giusta considerazione – spiega - vi è infatti anche la valutazione dei costi: la centrale operativa del 118 di Genova dovrà essere ristrutturata con almeno 2-3 posti operatore per poter far fronte alle richieste di soccorso di tutta la Liguria di Levante, oltre il normale carico di lavoro svolto attualmente” “Insomma- conclude Morgillo – a mio avviso veder distruggere un patrimonio del cittadino sull’altare di un risparmio solo apparente, non avendo analizzato con attenzione il problema, è un grave danno per la nostra comunità. Credo che prima di procedere sia obbligo muoversi ancora con un attenta e profonda valutazione”.

L’assessore Rambaudi propone un emendamento alla legge di stabilità

I Comuni costretti a tagliare i servizi sanitari “Con la decisione del Governo di aumentare l’IVA dal 4 al 10% per le prestazioni socio-sanitarie svolte dalle cooperative sociali i Comuni non avranno più soldi per il welfare e saranno costretti a tagliare i servizi di un ulteriore 6%. Una misura che colpirà duramente i cittadini, anche quelli che pagano individualmente i servizi che non avranno più l’aiuto del pubblico”. Lo ha detto oggi, a margine del consiglio regionale, l’assessore al welfare e coordinatrice della commissione politiche sociali della conferenza delle Regioni, Lorena Rambaudi. “La legge di stabilità – ha detto l’assessore Rambaudi – non contiene nessuna novità positiva per il welfare. Nonostante l’impegno dichiarato dal Mini-

stro Fornero non è stato ricostituito il fondo nazionale per le politiche sociali che, in base alla richiesta delle Regioni per evitare lo smantellamento dei servizi, dovrebbe almeno essere pari al finanziamento del 2009, cioè circa 520.000.000 di euro”. Rambaudi ha stigmatizzato l’introduzione di norme che “ continuano a penalizzare il settore”. A cominciare da quelle sugli invalidi e disabili “a causa delle restrizioni nell’applicazione della legge 104, ma solo per i lavoratori del settore pubblico, e dell’assoggettabilità ad IRPEF delle pensioni di invalidità e delle indennità di accompagnamento”. “Come Conferenza delle Regioni – ha concluso Rambadi – proporremo un emendamento alla

legge di stabilità per evitare il collasso del settore. Mi sembra che disabili, persone non autosufficienti e categorie fragili stiano contribuendo un

po’ troppo al risanamento del Paese. Il Governo Monti si dovrebbe ricordare la terza parola chiave della strategia di inizio mandato e cioè l’equità. Mi sembra che l’abbiano persa”.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

16

LIGURIA L’assessore Montaldo comunica la centralizzazione degli acquisti in sanità

Acquisti centralizzati obbligatori per la sanità Dal 1 gennaio 2013 tutte le ASL dovranno necessariamente avvalersi della centrale regionale degli acquisti per tutte le forniture che supereranno i 40.000 euro”.

bilità prevedono ulteriori 600 milioni di euro in meno per la sanità italiana e si riferiscono in particolare agli acquisti”. L’assessore Montaldo ha inoltre ricordato che “l e ultime due gare, risalenti alla scorsa settimana, fatte dalla centrale regionale degli acquisti sulla fornitura di pannoloni a domicilio per gli incontinenti e sulla nutrizione enterale artificiale hanno portato ad un risparmio di circa 19 milioni.

Lo ha detto martedì mattina a margine del consiglio regionale l’assessore alla salute, Claudio Montaldo a seguito dell’approvazione in commissione del disegno di legge sulla revisione del sistema centralizzato degli acquisti in sanità che è pronto a essere esaminato dal consiglio regionale.

E dal 2010 fino ad oggi grazie, all’azione della centrale regionale, abbiamo risparmiato 74 milioni di euro, per 18 gare fatte, escluse le 16 gare in corso”.

“Si tratta di un importante disegno di legge – spiega Montaldo – anche perché le misure contenute nella legge di sta-

Ulteriori e necessarie verifiche finalizzate a salvaguardare la posizione dei lavoratori

Concorso educatore professionale sanitario ASL5 Cavarra: «Non disperdiamo un patrimonio di competenze» “Sulla situazione controversa e delicata relativa al concorso pubblico per 9 posti di Educatore Professionale Sanitario da impiegare per il trattamento dell’autismo, invito l’assessore regionale Montaldo e la Direzione dell’ASL 5 a compiere le ulteriori e necessarie verifiche finalizzate a salvaguardare la posizione dei lavoratori che hanno finora svolto in modo molto qualificato questo servizio” – lo chiede Alessio Cavarra, consigliere regionale PD, nell’ambito del suo intervento di oggi in Consiglio riguardante l’interrogazione a risposta immediata, che ha presentato su tale tema. “Valutiamo se sia possibile il riconoscimento dell’equivalenza

dei titoli in possesso da questi professionisti rispetto a quelli previsti dall’attuale normativa o la possibilità di dar loro il tempo di adeguarsi ai nuovi requisiti richiesti –aggiunge Cavarra - non possiamo disperdere un patrimonio di competenze senza percorrere tutte le vie”. L’assessore regionale alla sanità Claudio Montaldo, a seguito di questa sollecitazione, ha sottolineato che la materia è molto complicata ed i vincoli giuridici molto stretti, a partire dal fatto che la tematica delle equipollenze dei titoli professionali compete allo Stato e non alle Regioni. Pur riconoscendo la vicenda dolorosa e garantendo massima attenzione da parte della Regione, Montaldo

ha spiegato che intravede come unica soluzione fattibile l’ammissione al concorso con riserva di coloro che hanno in corso la suddetta procedura di equi-

valenza, ferma restando che, in caso di rifiuto dell’equipollenza, il candidato dovrà essere escluso dal concorso e, se assunto, licenziato.


Mercoledì 17 Ottobre 2012

17

Cronaca4

Sport SPORT

Verso Varese-Spezia: senza Di Gennaro squadra da reinventare L’emergenza in casa Spezia obbliga il tecnico degli aquilotti Michele Serena a cambiare le carte in tavola in vista delle prossime sfide. L’infermeria è piane zeppa e l’infortunio di domenica a Di Gennaro nei minuti conclusivi del match contro la Ternana è la testimonianza diretta di un periodo davvero sfortunato. Il trequartista scuola Milan ha riportato una lesione di secondo grado all’adduttore con interessamento del vasto intermedio della coscia sinistra. In estrema sintesi l’ex fantasista di Reggina e Modena dovrà stare fermo sicuramente per più di un mese. In quest’ottica mister Serena dovrà studiare la soluzione giusta per sopperire alla sua assenza. Le ipotesi sono molteplici, ma nell’immediato le soluzioni più probabili sono due: sostituire Di Gennaro confermando il 4-3-1-2, modulo caro a Serena ormai da mesi, oppure provare a far coesistere tre attaccanti. Nel primo caso la soluzione potrebbe essere quella di avanzare il raggio d’azione di Sammarco che in carriera ha già fatto il trequartista, l’alternativa invece sarebbe quella di puntare sul giovane Crisetig, impiegato anche in fase di pre-campionato alle spalle delle due punte. Diversamente l’ipotesi due sarebbe quella di passare al 4-3-3 con l’impiego di Sansovini ed Antenucci a supporto di Okaka. Quale sarà la scelta di Serena lo scopriremo sabato a Varese, dove tra l’altro mancheranno oltre a Di Gennaro, gli acciaccati Madonna e Schiavi, mentre saranno al loro posto sia Goian che Okaka. G.T.

Cronaca4 | Testata giornalistica iscritta al Tribunale della Spezia Registro Stampa n.2 del 24.03.06 Edizione LA SPEZIA Redazione | Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Tel. 0187.022377 Email: redazione@cronaca4.it TV-Cronaca4 | Tel. 0187.022497

Editore Marco Capellazzi editore@cronaca4.it Direttore Responsabile Rino Capellazzi Stampa in proprio

Concessionaria Pubblicità Cronaca4 Communication Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Direttore Mariella Brizzi Tel. 0187.022497 Cell. 347.1000826 mariella.brizzi@cronaca4.it


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

18

3° Trofeo Paolo Fattori di Canottaggio Special Olympics

Canottaggio Special Olympics La Polisportiva Spezzina conquista due argenti

Hanno portato a casa due secondi posti ma soprattutto una esperienza indimenticabile e tanta gioia gli atleti della Polisp Spezzina presieduta da Alessia Bonati con il supporto tecnico della Canottieri Velocior del Presidente Domenico Rollo con la collaborazione del Centro-Socio educativo dell’ANFFAS del Presidente Mirco Cappetta La Spezia e l’Associazione ORSA MINORE e CARISPEZIA Gruppo Credite Agricole che hanno partecipato al 3° Trofeo Paolo Fattori di Canottaggio Special Olympics svoltosi nei gioni 13 e 14 ottobre scorso è diventato una vera e propria tradizione per la Società Canottieri S. Miniato sulle acque del lago di Soffia ed un appuntamento nel calendario nazionale. Oltre cinquanta gli atleti in gara che prevedeva lo svolgimento le regate con imbarcazioni Gig a

quattro vogatori di coppia con timoniere in rappresentanza delle Società SportLandia Livorno, Canottieri Tevereremo, Canottieri Firenze, Polisp Spezzina-Velocior e i padroni di casa della Canottieri S. Miniato. Il sabato si sono svolte le gare preliminari per poi determinare le finali di domenica mattina che vedevano in acqua gli equipaggi del sodalizio spezzino formati da Gianmaria Axianas, Sandro Moroni Andrea Ciancio, Giuseppe Cocco timonati da Elisabetta Podestà ed un altro armo formato da Alessio Ferrari, Sandro Moroni, Giuseppe Cocco e Michele Fedi con al timone Elisabetta Podestà allenati dal tecnico Francesco Bernul che si aggiudicavano nelle rispettive finali due secondi posti. Alla fine sommando i risultati ottenuti nelle gare finali il 3° Trofeo Paolo Fattori è sta-

to appannaggio di SportLandia Livorno. Il programma prevedeva anche una esibizione sui Dragon Boat, particolari canoe a forma di drago di origine cinese con a bordo 10 pagaiatori, un tamburino a dettare il tempo in testa e un timoniere per la direzione in coda, nel dragone spezzino era formato oltre agli atleti del canottaggio anche Aurora Maggiani. La novità di quest’anno dalla regata con i Dragon Boat con le Società di canottaggio, era rappresentata dagli equipaggi delle cosiddette donne in rosa, ovvero le donne che hanno sconfitto il cancro al seno. Una realtà sempre più viva nel panorama remiero del dragon boat, con la partecipazione delle pink ladies, così simpaticamente nominate dei gruppi di Firenze e Limite

sull’Arno. Come tutte le iniziative Special Olympics non sono mancati i momenti di divertimento con la serata di festa con cena e musica per tutti i partecipanti e dopo le premiazioni tutti insieme a festeggiare a tavola con la degustazione dei piatti tipici toscani ed ancora tanti balli e tanto divertimento. Una due giorni all’insegna dello sport integrato senza mai tralasciare l’obbiettivo sociale e culturale, dove lo sport è uno strumento è non il fine dell’evento. Il Team Spezzino sarà impegnato il prossimo W.E a Torino sul PO in occasione della regata denominata 7° Trofeo for Rio organizzata della Società Canottieri Armida. p. La Polis Spezzina Canottaggio


Mercoledì 17 Ottobre 2012

Cronaca4

2° giornata del Campionato di Serie A2 girone B

19

C’è tempo fino al 20 ottobre

Tennis tavolo. Prima vittoria Aperte iscrizioni agli invernali per il T.T. CLUB La Spezia Fantasy di calcetto In una splendida cornice di pubblico e alla presenza di tante autorita’ in rappresentanza di Regione Liguria, di Provincia e Comune della Spezia, del CONI e della FITET, sabato 13 ottobre nella palestra del complesso sportivo di MONTEPERTICO, il T.T. CLUB LA SPEZIA ha esordito tra le mura amiche nella 2° giornata del Campionato di Serie A2 maschile girone B di tennistavolo. Avversario di turno il T.T. CLUB 99 MESSINA che pur partendo con i favori del pronostico ha dovuto subire l’ottima prestazione degli atleti del T.T. CLUB LA SPEZIA che hanno prevalso con il risultato di 4-1 al termine di un incontro durato oltre 2 ore e che ha registrato fasi di gioco altamente spettacolari e di buon contenuto tecnico. Il T.T. CLUB LA SPEZIA si e’ aggiudicato l’incontro grazie alle due vittorie ciascuno di CATTONI (contro i fratelli SABATINO) e di BONGINI (contro CAPRI’ e SABATINO Daniele) mentre FALCUCCI pagando forse l’emozione dell’esordio in casa ha perso l’unico incontro disputato (contro SABATINO Dario). Vittoria quindi importante in chiave salvezza per il T.T. CLUB LA SPEZIA che alla ripresa del campionato, che ora si ferma

per due settimane per dare spazio alle competizioni individuali previste dal calendario agonistico FITET, affrontera’ la difficile trasferta di LATINA per incontrare la temibile squadra del T.T. PONTINIA. In conclusione grande soddisfazione in casa del T.T. CLUB LA SPEZIA oltre che per il risultato anche per la numerosa affluenza di pubblico che ha potuto assistere ed è rimasto coinvolto dallo spettacolo sportivo offerto dagli atleti in campo con una conseguente bella pubblicita’ per il tennistavolo che non sempre ha le occasioni di visibilità che meriterebbe. Di seguito tutti i risultati della 2° giornata del Campionato di Serie A2 girone B e la classifica aggiornata. - MARCOZZI CAGLIARI – T.T. PONTINIA 3 -3 - FALCON PALERMO – T.T. NORBELLO 1 – 4 - CRAL COMUNE DI ROMA – T.T. LIBERTAS SIENA 4 – 0 - T.T. CLUB LA SPEZIA – T.T. CLUB 99 MESSINA 4 -1 Classifica: CRAL ROMA e T.T. CLUB LA SPEZIA 4; MARCOZZI CAGLIARI 3; T.T. NORBELLO 2; FALCON PALERMO, T.T. PONTINIA e T.T. CLUB 99 MESSINA 1; LIBERTAS SIENA 0

Ancora aperte le iscrizioni agli ivernali Fantasy 2012 2013. Chiuse le serie B1 e B2 con grosso successo (28 le formazioni al via) attendiamo di chiudere anche la serie A top Challenge con 1 tesserato FIGC in campo e uno in lista; sinergia e champion’s league con la palestra DF Club di Ceparana; la prima champion’s della provincia a gironi (novita’ assoluta) si preannuncia avvincente… Le iscrizioni si chiuderanno il 20 ottobre con inizio competizioni il giorno 23. informazioni su www.fantasylaspezia.it fantasylaspeziaògmail.com. al 3400539328. Martedì sera le gare di esordio della serie B1 sono: T9 Gros - non solo barche; ac denti Limone; arbitra il Signor Lucio Palladini. Lo staff del fantasylaspezia si congratula con la formazione del Podenzana all stars (nella foto) che si è distinta nelle gare nazionali di calcio a 5 a Cervia arrivando fino alla semifinale. La squadra vincitrice degli nvernali fantasy ha avuto accesso alle fasi finali Nazionali grazie

alla collaborazione con l ‘asd Calcioliguria di Genova e alla disponibilita’ del presidente Sandro Scarrone. Ecco il cammino della squadra vincitrice dell invernale 2012 FANTASYLASPEZIA ai campionati nazionali GIRONE ELIMINATORIO PODENZANA ALL STARS -Ancona 5-1 PODENZANA ALL STARS -Milano 0-4 PODENZANA ALL STARS -AOSTA 5-4 SEMIFINALE PODENZANA ALL STARS -BRESCIA 4-5 MIGLIOR MARCATORE Cristian Montani ( 6 reti) Ecco la formazione che ha partecipato alle gare nazionali: Onesti Massimiliano Onesti Gabriele Spiedacci Matteo Marani Sandro Amorfini Daniele Podenzana Matteo Montani cristian Musto Renato Allenatore Moreno Spadoni

Prima giornata di Serie A2

Pallamano. L’SDG non riesce a portare a casa i tre punti Inizio in salita per la squadra spezzina che sabato 13 ottobre ha disputato al Palasport Mariotti la prima gara del campionato di Serie A2, SDG Spezia – Modena, risultato finale 18 – 26. I ragazzi spezzini scendono in campo concentrati ma forse non con la grinta che li contraddistingue , il Modena non sbaglia niente e chiude tranquillamente la partita. La gara è stata equilibrata per buona parte del primo tempo ma poi qualche errore di troppo impedisce agli spezzini di riagguantare il risultato, il divario fra le due squadre è dovuto all’esperienza e alla sicurezza di gioco della squadra di Modena mentre tra le fila spezzine forse il debutto nella nuova serie, quasi nessuno degli spezzini

aveva mai giocato una gara in A2, forse il nuovo campo, forse il numeroso pubblico presente in palestra non hanno permesso all’SDG Spezia di giocare come sa e di tirare fuori la grinta giusta. L’SDG Spezia Pallamano ha schierato: Sergio Amico (3); Simone Anghileri; Mattia

Calzetta; Massimo Colajanni; Michel Fedi, (1); Davide Filipponi, (2); Marian Florea, (2); Fabio Giuliani, (2); Marco Maci; Riccardo Paciolla; Alessandro Perotto, (2); Alessio Tanganelli (2); Ippolito Vannucci; Gabriele Vergassola, (4). In panchina l’allenatrice Francesca Colonnata accompagnata dalle signore

Sara Chiappini e Federica Mozzachiodi. Arbitri dell’incontro i signori Cifarelli e Giuliante, arbitrano una buona gara anche se semplice per loro, vista la correttezza da entrambe le parti. Sabato l’SDG Spezia è ospite del Bologna alle ore 20,30, sicuramente la squadra non si farà abbattere dal primo risultato negativo e cercherà di lottare per i tre punti. L’allenatrice Francesca Colonnata: sabato a Bologna scenderemo in campo molto più consapevoli delle nostre potenzialità cercando sino alla fine di portare a casa i tre punti. Il Bologna non sarà un avversario facile, come nessuno quest’anno, ma noi non ci faremo sicuramente intimorire.


MercoledĂŹ 17 Ottobre 2012

Cronaca4

20


Cronaca4 di Mercoled' 17 Ottobre 2012