Page 1

Giovedì 11 Ottobre 2012

Chiusura ore 17.40 Mercoledì 10.10.2012

Anno VI - N° 164

Sommario Alla Spezia sit in lavoratori e studenti sotto la Prefettura

Venerdì 12 ottobre sciopera il mondo della scuola PAG. 5 Il Partito di Rifondazione Comunista

Morte Usman Toffik Prc: «Sconforto per il suicidio del giovane ventottenne» PAG. 5 Confartigianato e Cna chiedono incontro al Prefetto

Edilizia: ritardi nei pagamenti P.A. per i lavori dell’alluvione PAG. 6 Grandi nomi del teatro italiano accanto a sperimentazione

Garbini: «Ecco come si salverà Acam»

Civico e Dialma, qualità contro la spending review Tiene la nuova stagione abbonamenti PAG. 7


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

2

Intervista a due giorni dalla fine del suo mandato. Il debito con le banche, gli investimenti, la vendita degli asset e la discarica da individuare

Garbini: «Ecco come si salverà Acam» Garbini, venerdì l’assemblea dei soci Acam voterà il bilancio di esercizio della holding e nominerà il nuovo consiglio di amministrazione. Si conclude, dunque, la sua esperienza alla presidenza dell’azienda dove era stato spedito tre anni fa dal comune per assicurare un assetto di galleggiamento aduna barca che faceva acqua da tutte le parti. I numeri dell’azienda in questi tre anni sono migliorati ma la barca continua a imbarcare acqua e rischia di colare a picco. Come giudica il suo lavoro? Si ritiene soddisfatto di ciò che ha fatto e pensa che alla fine contribuirà a salvare Acam o risulterà invece ininfluente? E’ prematuro dire se questo lavoro, mio e del consiglio di amministrazione, sarà vanificato. Io credo di no. Tre anni fa eravamo di fronte ad un debito colossale, oltre 400 milioni di debito, e qualsiasi altra azienda, in quelle condizioni, avrebbe consegnato i libri in tribunale. Salvare il patrimonio rappresentato dalla più grande azienda della provincia, che sviluppa il 10% del pil di tutta la provincia, fu la nostra missione. Le cose fatte in questi tre anni sono sufficienti a salvare l’azienda? No. Serviranno altri tre anni duri per garantire il futuro di Acam e la sua territorialità. Non pensa che questa territorialità sia minacciata dalla prospettiva di vendita di quote delle società del gas? Minaccia ancora più forte se saranno messi sul mercato anche tutti gli altri asset, escluso quello delle acque? Per salvare Acam la prima tappa è ristrutturare il debito. A questo scopo è stata presentata l’istanza relativa al 182 bis, lo strumento per compiere questa operazione. Non è stata presentata alcuna opposizione e questo fa ben sperare sul buon esito. Abbiano 60 giorni di tempo per capire se il piano che abbiamo costruito è la salvezza di Acam. La ristrutturazione del

debito è la prima cosa: con 440 milioni sul groppone non si va da nessuna parte. L’obiettivo è ridurre quel debito di almeno il 30% attraverso le operazioni con i creditori. Un capitolo a parte è quello che riguarda il ceto bancario che detiene l’80 per cento del debito. Due sono i passaggi: lo stralcio di una parte notevole del debito e che il rimanente si paghi si paghi da qui al 2040. Oggi vige una sorta di sospensione di moratoria. Ma domani le banche potrebbero chiederci i 250 milioni che dobbiamo loro. Chiediamo alle banche di sostenerci economicamente per chiudere il 182 bis. E’ probabile infatti che tra i 1200-1300 creditori qualcuno voglia essere pagato subito. L’8 dicembre si chiude il percorso del 182 bis e quel giorno sapremo come è andata. Per far fronte a parte del debito le banche ci suggeriscono di vendere le quote del gas. Se lo si facesse, occorrerebbe lavorare per mantenere la territorialità dell’azienda, cioè con un piede dentro le

società. Non vendere tutto per garantire i diritti dei lavoratori, la territorialità e le competenze di cui Acam dispone. Nei patti parasociali dovremmo chiarire questo aspetto. E su questa lunghezza d’onda dovremmo essere tutti sintonizzati. Come è pensabile garantirsi tutto questo con piccole quote societarie? Nella Fiat con una percentuale minima Agnelli ha governato senza grandi problemi. E poi: hanno interesse banche e società acquirenti a mettersi contro il territorio? Penso di no Quando sono arrivati al pettine i nodi della disinvolta gestione econonicofinanziaria, le banche sono diventate le vere padrone di Acam. Lei come ha vissuto la loro presenza? E che giudizio dà delle banche in rapporto alla gestione del loro credito? Le banche si comportano da banche, fanno il loro mestiere.

Acam ha commesso un grande errore all’inizio degli anni Duemila quando tutte le società del settore si aggregavano per abbattere i costi. Le faccio un esempio: noi compriamo 120 milioni di metri cubi di gas. Hera 5 miliardi di metri cubi. Chi lo pagherà meno il gas? Quello di non promuovere e di non partecipare ad alcuna aggregazione è stato un grave errore strategico, l’inizio del fallimento. Si sognava la Grande Acam, ma di grande Acam ha costruito solo il debito. Le banche potevano chiederci un rientro immediato, ma non lo hanno fatto. Certo, il rapporto con le banche ci ha impedito di indirizzare gli investimenti come volevamo e come sarebbe stato giusto. Nel bilancio 2011 gli9 investimenti sono stati così distribuiti: 15 milioni e 200 mila euro nel gas, 8 milioni e 400 mila nell’acqua, 1 milione e 400 mila nell’igiene ambientale. Vi sembra possibile? Un investimento così modesto nell’ambiente quando siamo ogni giorno sotto scacco per le condizioni dei rifiuti? Ci è stato impedito di fare diversamente. Ma nel 2013 con la ristrutturazione del debito sarà possibile effettuare investimenti più equilibrati. In che misura il cittadino sarà chiamato ad azzerare il debito? Nel piano industriale il cittadino non è richiamato. La tariffa da rimodulare è quella di igiene ambientale nei confronti dei Comuni. Solo tre comuni, Spezia, Follo e Riomaggiore, hanno istituito la Tia, che ci consente di incamerare subito i soldi per i servizio erogato. Gli altri 19 comuni hanno ancora la Tarsu: ogni mese mandiamo la fattura e ci pagano anche a tre mesi. Quando sono arrivato in Acam il debito dei comuni era di 18 milioni, oggi è di 8 milioni e 200 mila. Un problema irrisolto dei rifiuti è la discarica di servizio. Ma chi dovrebbe trovarla questa discarica? La Provincia? Fiasella continu-


Giovedì 11 Ottobre 2012

na a dire che non è compito suo.. Guardi, per risolvere un problema così spinoso occorre una visione d’insieme, corresponsabilizzando tutti gli attori del territorio. Devo dare atto al prefetto il quale, quando si è accorto delle difficoltà, ha avuto il coraggio di mettere ad un tavolo tutti gli attori e porre le domande chiave. Nel piano provinciale dei rifiuti sono indicati quattro siti. Si tratta di fare le relazioni tecniche e di assumere la decisione. Ma a chi spetta questa decisione? L’amministrazione provinciale dovrà dare l’avallo del sito indicato dai comuni. E’ rispuntata l’ipotesi di un termovalorizzatore. Lei che ne pensa? Non sono né a favore né contro, dico solo che costa 300 milioni di euro e richiede d’essere “alimentato” con almeno 500 mila tonnellate di rifiuti. Le 100 mila tonnellate di rifiuti spezzini non sarebbero sufficienti. L’ipotesi del termovalorizzatore richiama l’esigenza di una politica regionale in questo settore così delicato. Serve un modello che stia in piedi n tutto il territorio regionale.L’Emilia una politica dei rifiuti ce l’ha, comne ce l’ha la Lombardia e la Toscana. La Liguria no ed è nel’ambito regionale che andrebbe discusso il progetto di un termovalorizzatore.

Cronaca4

E il cdr da bruciare all’Enel. Favorevole o contrario? Per bruciare il cdr all’Enel si dovrebbero fare modifiche sostanziali all’impianto: 10 milioni di euro. Chi li paga? Occorre una discussione complessiva. Tra pochi mesi scade il Piano provinciale dei rifiuti, quella sarà l’occasione perché la politica torni a fare ciò che le compete.

prima a scoperchiare il pentolone in cui bolliva tutto. Ricordo il sindaco Federici quando venne in giunta a riferire della drammaticità della situazione Acam che neanche lui conosceva. E da allora gran parte delle sue energie le ha dedicate a questo problema mettendo in campo tutto quello che poteva mettere in capo e trascinando molti sindaci.

Acam è una brutta pagina della storia cittadina. Non pensa che possa alimentare l’antipolitica, cioè una forte richiesta di politica che faccia del rigore e della competenza i suoi valori? Il rischio dell’antipolitica c’è davvero anche su questa vicenda. E’ stata però la politica per

Le azioni di responsabilità sono state tutte attivate contro l’ex amministratore delegato Pierluigi Tortora. Ma non sono soltanto sue le responsabilità, anche se le sue sono le maggiori, non crede? Gli autorevoli professionisti, tutti fuori Spezia, che abbiamo

3

incaricato dell’indagine sulla gestione degli ultimi quattro anni di Acam, lavorato otto mesi e hanno presentato le azioni di responsabilità che i sindaci hanno votato all’unanimità. Ci sarà il processo e verrà fuori quello che verrà fuori. Alla vigilia del congedo c’è in lei un rammarico, una cosa che voleva fare e non è riuscito a fare. Sì, dedicare più tempo alla riorganizzazione dell’azienda, ma l’emergenza mi ha assorbito quasi completamente. Trovare i soldi per pagare gli stipendi e i fornitori ogni giorno era diventato lo stress quotidiano. Renzo Raffaelli


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

Unione europea Fondo sociale europeo

PROVINCIA DELLA SPEZIA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE NELL’AMBITO DEI PROGRAMMI OPERATIVI OBIETTIVO “COMPETITIVITA’ REGIONALE ED OCCUPAZIONE” FSE – REGIONE LIGURIA 2007-2013 ANNUALITA’ 2011-2012, ASSE ADATTABILITA’ – OCCUPABILITA’ “PIANO INTEGRATO ECOSOSTENIBILITA’ AMBIENTALE ED ENERGIA” APPROVATO CON DET. N. 379 DEL 21/06/2012 “PIANO INTEGRATO INDUSTRIA” APPROVATO CON DET. N. 416 DEL 04/07/2012

Cisita – Formazione Superiore, organizza i seguenti percorsi formativi: STUDI MULTIDISCIPLINARI PER LA VALORIZZAZIONE E LA QUALIFICAZIONE AMBIENTALE DI TRATTI COSTIERI DI PREGIO DEL GOLFO DELLA SPEZIA COD. SP11ECOAMB-E03-1700 Obiettivo: Creare nuove professionalità capaci di rispondere alle esigenze di pianificare interventi di messa in sicurezza e contestuale valorizzazione a fini turistici del patrimonio marino-costiero operando nella piena conoscenza delle numerose variabili ambientali che ne controllano la dinamica e l’evoluzione. L’azione formativa del progetto si avvarrà del pieno coinvolgimento degli Enti Locali a cui fa capo la gestione del territorio e dei Centri di ricerca attivi nello spezzino (ENEA e Università limitrofe coinvolte nel Master in Scienze Costiere a.a. 2010/11 ) che sono depositari dei raggiungimenti della ricerca in campo marino-costiero. Questa partecipazione di Enti e Docenti rappresenta la miglior garanzia per gli allievi ai fini dell’acquisizione delle competenze necessarie a un qualificato ingresso nel mondo del lavoro. Destinatari: giovani laureati nel numero massimo di 12 Requisiti: - in possesso di laurea triennale (120 CFU) più Master (60 CFU) oppure di laurea specialistica e magistrale in campo scientifico - nella condizione di disoccupati, inoccupati, lavoratori con contratti atipici, a tempo parziale, stagionali - età inferiore a 32 anni Inizio corso previsto: 29.10.2012 Durata: 224 ore più 320 ore (due mesi) di work experience con un rimborso spese di €309.00 mensili Termine corso: Aprile 2013 Scadenza bando: Ore 12.00 del 12.10.2012 Attestato previsto: Attestato di frequenza. L’ENEA – Centro Ricerche Ambiente Marino rilascerà un attestato di frequenza con indicazione delle specificità dell’attività svolta e delle competenze acquisite.

La domanda dovrà essere consegnata a: CISITA - Formazione Superiore Via del Molo 1/A - La Spezia - tel 0187/578411 fax 0187/578444 www.cisita.it Orario segreteria: dal Lunedì al Venerdì 8.30-12.30 / 14.30-17.30

I CORSI SONO COMPLETAMENTE GRATUITI Per approfondimenti sulla struttura e sui programmi dei moduli didattici consultare il sito www.santateresa.it o www.cisita.it e www.lavoro.laspezia.it alla sezione formazione. Per definire l’iscrizione al corso gli interessati dovranno poi presentarsi per la firma della domanda di iscrizione, in regola con la normativa vigente sull’imposta di bollo, entro i termini previsti dal singolo bando. Per informazioni rivolgersi anche ai Servizi per l’Impiego della Provincia della Spezia: Centro per l’Impiego della Spezia, Via XXIV Maggio 3, tel. 0187.77931; Centro per l’Impiego di Sarzana, P.zza V. Veneto 8, tel. 0187.60521; Rete provinciale dei Job. Gli interessati dovranno presentare domanda di iscrizione, in regola con la normativa vigente sull’imposta di bollo, presso la sede indicata nel bando specifico. I candidati per essere ammessi al corso dovranno sostenere apposite prove di selezione ed in tale sede saranno verificati i requisiti soggettivi per la partecipazione. Le prove selettive previste saranno test e colloqui di gruppo ed individuali. Le stesse verranno stabilite anche a fronte del numero di candidati a scadenza bando.

L’ attività formativa viene organizzata in partenariato con:

MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI – REGIONE LIGURIA FONDO SOCIALE EUROPEO

4


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

5

Alla Spezia sit in lavoratori e studenti sotto la Prefettura

Venerdì 12 ottobre sciopera il mondo della scuola

ratori, pure necessari e urgenti per mettere la didattica e il lavoro nelle scuole al passo coi tempi.” Conclude la Segretaria spezzina della FLC CGIL: “E il concorso? In questo momento è inutile e costoso. La nuova legge sulle pensioni va cambiata perché blocca il rinnovamento di personale nella scuola e non tiene conto delle sue specificità. Le immissioni in ruolo non coprono tutti i posti vacanti, quindi il precariato non diminuisce.”

Il 12 ottobre la scuola sciopera. L’astensione dal lavoro riguarderà anche la scuola non statale e la formazione professionale. Alla Spezia si terrà un sit in sotto la Prefettura, a partire dalle 9:30, con lavoratori e studenti assieme. I docenti, il personale ATA, i dirigenti sono tutti chiamati ad astenersi dal lavoro per una giornata. Lara Ghiglione, Segretaria generale FLC CGIL della Spezia, illustra le motivazioni della mobi-

litazione: “Pensavamo di avere già dato, ma con la spending review vanno via altri 200 milioni di euro. Le politiche del lavoro e del personale. Con il passaggio ai ruoli ATA dei docenti inidonei per motivi di salute si producono quattro danni: agli stessi docenti messi a fare un lavoro che non conoscono, alle segreterie che si ritrovano private di personale competente, ai precari ATA che non avranno rinnovato il contratto per la riduzione di ulteriori 3.900 posti, alla scuola che sarà peggio organizzata.”

Continua la Ghiglione: “Altro problema, le retribuzioni. Il contratto è bloccato, gli scatti di anzianità sono bloccati, le retribuzioni sono tra le più basse d’Europa. In più si chiede ai docenti di lavorare più ore senza compenso. E si scarica sul Fondo di istituto il pagamento di ore eccedenti e sostituzioni di dirigenti scolastici e DSGA che invece dovrebbero essere a carico del MIUR. Per non parlare dell’edilizia scolastica, dell’assenza di investimenti per le nuove tecnologie e per i labo-

La FLC CGIL propone un piano di stabilizzazione per docenti ed ATA, sblocco delle immissioni i ruolo dei dipendenti ATA, nomine per amministrativi e tecnici, tutte operazioni a costo zero per la finanza pubblica. E poi organico funzionale per garantire tutte le attività, dimensionare le scuole rendendole stabili con propri Dirigenti e Direttori e in grado di offrire agli alunni un’istruzione di qualità; finanziamenti adeguati e certi fin dall’inizio dell’anno, investimenti in tecnologie e innovazioni. un piano nazionale straordinario per l’edilizia scolastica.

Il Partito di Rifondazione Comunista della Spezia esprime grande tristezza per la morte del togolese

Morte Usman Toffik. Prc: «Sconforto per il suicidio del giovane ventottenne» Usman si è suicidato alla Spezia nei giorni scorsi presso il Centro Immigrati di via Filzi di Pegazzano. Dopo aver attraversato l’Africa e Italia, era stato “smistato” nella nostra città. Aveva fatto richiesta di asilo politico, ma dopo tanta attesa, è arrivato il diniego inderogabile. Inutile ribadire che le misure prese dal Governo in materia di immigrazione risultano a dir poco inadeguate alla risoluzione delle problematiche di inserimento e di accoglienza. I profu-

ghi giunti l’anno scorso in Italia che hanno fatto domanda di protezione internazionale e che sono stati accolti all’interno del piano della cosiddetta “emergenza Nord Africa” sono poco più di ventimila. Anche nel territorio spezzino nell’ultimo anno e mezzo si è provveduto a sistemare migranti arrivati in Italia dopo la caduta del regime di Gheddafi presso strutture dislocate su tutto il territorio nazionale. Lo stato ha erogato denaro alle strutture ospitanti, ma senza

preoccuparsi di garantire progetti di formazione e inserimento lavorativo. Queste persone si sono viste solo addolcita la pillola, per poi ricevere il diniego alla loro richiesta di godere dello status di rifugiati. Oppure c’è chi, da ormai due anni ottiene il rinnovo del permesso di sei mesi per motivi umanitari: anche queste persone, senza assistenza di tipo formativo e lavorativo, hanno sì un posto dove stare, ma sono lasciate a se stesse. Mentre i sans papier da anni in Italia cercano in tutti

i modi di trovare un datore di lavoro disposto ad aiutarli per ottenere l’irraggiungibile permesso attraverso la Sanatoria truffa bis 2012. La strada sarebbe ben altra da percorrere. Anche noi, cittadini italiani, dovremo seguire dei percorsi formativi di educazione all’intercultura. Forse allora, verrebbe anche impedito di affiggere quei manifesti vergognosi “meno clandestini più lavoro ai giovani”.


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

6

Significativa la presenza di studenti e professionisti. C’è anche il Direttore della ASL spezzina

Costituito alla Spezia il comitato pro Matteo Renzi “C’è una Spezia per Renzi”

Martedì 9 ottobre, si è costituito il comitato “C’è una Spezia per Renzi” che si occuperà di promuovere e sostenere la candidatura di Matteo Renzi in vista delle primarie di fine novembre. Secondo i promotori, il nome è evocativo della voglia di rappresentare un punto di vista anche alla Spezia dove il Partito Democratico sembra schierarsi come un sol uomo per la candidatura Bersani. Riccardo Delucchi, studente universitario, ha introdotto la riunione: “Sostenere Renzi, significa per noi, sostenere la voglia di rinnovamento, non solo per quel che riguarda il Partito Democratico e il centrosinistra ma per tutta la politica e la società italiana”. Si sono poi alternati diversi interventi. Gianfranco Conzi, Direttore Generale della ASL spezzina,

impegnato nei comitati di Genova e Spezia, ha scelto Renzi perchè: “parla di modernizzare il paese, di scegliere per merito di finanziare ricerca e scuola. Senza sviluppo e crescita non c’è futuro”. Marco Poggi ha rivendicato la propria storia di cattolico impegnato in politica da trent’anni e nel PD dalla sua fondazione:“I cattolici del PD devono decidere con la propria testa”. Adriana Pellegrini si è detta pronta a spendere ogni energia per sostenere la candidatua Renzi. Luca Liguori, unico consigliere comunale a non aver firmato il documento di adesione alla candidatura Bersani, con un gran sorriso ha ammesso di non essere affatto pentito. Michela Dalle Luche, avvocato, ha detto di voler appoggiare Renzi perché parla di democra-

zia e non di partito. Matteo Cataldo, studente, pensa che Renzi sia l’unico in grado di parlare a tutta la società e alle nuove generazioni. Massimiliano Lucchi, ha annotato come il mondo, salvo l’Italia, sia governato dai quarantenni e confida che le primarie possano segnare l’inizio di una grande rottamazione della vecchia politica. Roberto Sani, imprenditore, aderisce alla candidatura Renzi perche il suo programma è costituito da cose tutte realizzabili. La riunione è stata conclusa da un lungo intervento di Corrado Mori che ha incoraggiato a considerare per buona una sola regola: disturbare il manovratore, partecipare, voler decidere. Ecco i membri di “C’è una Spezia per Renzi”: Riccardo Delucchi, Corrado

Mori, Luca Liguori, Alessio Donno, Giuliano Pesenti, Franco Della Rocca, Matteo Cataldo, Andrea Frau, Michela Dalle Luche, Lucia Boracchia, Gianni Fabiani, Roberto Sani, Carlo Alberto Cozzani, Stefano Volpi, Marco Callegari, Marco Poggi, Matteo Biagi, Anna Conte, Gianfranco Conzi, Piergiorgio Sommovigo, Massimiliano Lucchi, Marco Bacchi, Gian Piero Faticato, Adriana Pellegrini, Alessandro Biggi, Michele Stretti, Jacopo Tartarini, Andrea Massalongo, Gianluca Manoguerra, Francesca Micheli, Sara Petri, Paolo Andreani, Riccardo Serri, Alessandra Danè, Alessandra Zidda, Iwa Baldiotti, Claudia Carabelli, Sauro Baldiotti, Renzo Luise, Luca Corsini, Andrea Tonlorenzi, Manuela Battaglia, Gianluca Rossi, Erik Porrini.

Comitato Edilizia: ritardi nei pagamenti P.A. per Bersani per i lavori dell’alluvione anche Le imprese edili spezzine che larità contributiva), sulle espo- e Cna Costruzioni, hanno chie- al Quartiere hanno effettuato lavori in sizioni bancarie e sul pagamen- sto ufficialmente un incontro ‘emergenza’ e ‘somma urgenza’ to degli stipendi ai dipendenti. al Prefetto con rappresentanti Umbertino dopo l’alluvione del 25 ottobre Per questo motivo i direttori di della Provincia e della Regione Confartigianato e Cna chiedono incontro al Prefetto

2011 si sono incontrate per fare il punto della situazione ad un anno dall’evento alluvionale. Ne è emersa una situazione molto preoccupante sui ritardi dei pagamenti delle Pubbliche Amministrazioni alle imprese che aggrava lo stato di crisi dell’edilizia. Parliamo di aziende del territorio che in molti casi hanno già fatturato i lavori, hanno pagato le tasse sugli importi preventivati e chi non ha chiesto la sospensione dell’IVA ha pagato anche quella senza vedere saldati gli importi. La situazione sta raggiungendo un punto di rottura, con pesanti ricadute occupazionali. Ad oggi infatti solo alcune aziende hanno avuto il pagamento del 30% dei lavori ma ora iniziano ad avere sofferenze sulla positività del Durc (Documento unico rego-

Confartigianato e Cna e i presidenti di Anaepa Confartigianato

per sapere tempi e modalità di pagamento.

Anche nel Quartiere Umbertino si è costituito il Comitato per Bersani a sostegno della candidatura del segretario del Partito Democratico alle primarie di coalizione di centrosinistra, che si terranno il prossimo 25 novembre. Hanno aderito, fra gli altri, Massimo Federici, Chiocca Enrico, Giorgio Cappiello, Giacomo Cappiello, Alessandro Pollio, Marco Coquio, Roberto Del Frate, Elisa Palla, Laura Cremolini, Sergio Bertolotti, Maruska Pascucci, Federica Paganelli, Piero Paoletti, Patrizia Peroncini, Paolo Musetti, Lorenzo Steardo, Lorenza Rocca, Franco Vettori.


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

7

Grandi nomi del teatro italiano accanto a sperimentazione

Civico e Dialma, qualità contro la spending review Tiene la nuova stagione abbonamenti Grandi vecchi del palcoscenico e sperimentazione, Teatro Civico e Dialma Ruggiero, abbonati e giovani. è su questo dualismo che si fonda la stagione teatrale 2012 del nostro teatro pubblico. Due mondi che, nelle intenzioni del Comune, dovrebbero sì correre parallelamente, ma anche ogni tanto annusarsi e guardarsi e magari, in futuro, trovare momenti di incontro. Comunque sia, il Comune della Spezia al teatro ci crede, tanto è vero che, nonostante il pessimo momento storico di crisi e la spending review che impazza sugli enti locali, sul teatro investe; ed in solitudine, perché l’apporto esterno è davvero irrisorio, a partire dalla Fondazione che finanzia solo il teatro ragazzi, senza contare lo spazio del Civico “in concessione” ai promoter privati per eventi di intrattenimento di cassetta, questi a costo zero per il Comune. La nuova stagione abbonamenti del Civico avrà un budget di spesa di circa 200mila euro e “Fuori Luogo”, la seconda edizione della fortunata rassegna di teatro contemporaneo della Dialma, 60 mila. Il Comune ne coprirà circa la metà. Il rimanente si spera arrivi, appunto, dagli abbonamenti, e dai biglietti. Certo, sarà difficile replicare il successo di abbonati di due stagioni fa, circa 1000; basterebbe limitare il calo dell’anno scorso ( 642 abbonati, però 138mila biglietti staccati complessivi) perché il pubblico, pur appassionato ed affezionato, scelte di economia nel bilancio familiare dovrà pur farle. La risposta alla crisi è, prima di tutto, una programmazione di alto livello, e, secondo il Comune, anche per la stagione 2012-2013 la qualità è garantita. Mercoledì mattina la nuova stagione abbonati del Civico e della Dialma sono state presentate nel corso di una conferenza stampa nel ridotto de Teatro Civico. Presenti l’Assessore alla cultura Diego Del Prato, Marzia Ratti, Direttore Istituzione Culturale, Patrizia Zanzucchi, Responsabile Teatro Civico, Va-

lerio Cremolini in qualità di membro del CDA dell’Istituzione; e poi i membri della Commissione Teatro, autori della programmazione del Civico, Andrea Sammartano, Francesca Valeria Sommovigo e Paolo Masseglia; infine, Andrea Cerri e Renato Bandoli, Direttori Artistici di Fuori Luogo insieme a Michela Lucenti. “Sono soddisfatto, abbiamo realizzato il giusto equilibrio tra “la corazzata Potëmkin” e “Giovannona coscialunga” – ha detto l’Assessore Del Prato mutuando Fantozzi- proprio per venire incontro alle esigenze di tutto il pubblico. Si conferma la sinergia tra il Teatro Civico, più classico, e la sperimentazione del Dialma Ruggiero.” Concetto espanso da Marzia Ratti: “Una stagione che si basa su due teatri a due vocazioni diverse, classica e contemporanea, con una programmazione attenta agli investimenti, alla qualità ed al ritorno in termini di incasso.” Andrea Sammartano, durante la presentazione del cartellone ha dichiarato che “la città ha bisogno di un teatro intermedio in più, uno spazio da 300 posti, il successo di Fuori Luogo lo dimostra. Abbiamo fatto una programmazione più classica dello scorso anno perchè la sperimentazione la fa la Dialma. Una proposta che può contrastare il calo molto forte degli abbonamenti dello scorso anno, che però è avvenuto anche perché

abbiamo introdotto la doppia replica, favorendo così i risultati positivi della vendita de biglietti.” La stagione abbonamenti del Teatro Civico 2012 – 2013 propone alcuni tra i più affermati registi e attori del panorama nazionale del calibro di Alessandro Preziosi, Giuseppe Battiston e Frédérique Lolite guidati dalla regia di Andrea De Rosa, Massimo Castri, Franco Branciaroli, Tommaso Cardarelli, Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi, Elio De Capitani, Umberto Orsini, Antonio Salines. I prezzi degli abbonamenti rimarranno pressoché invariati (scheda in calce all’articolo). Per quanto riguarda Fuori Luogo, Andrea Cerri ha sottolineato come la rassegna sia articolata in tre momenti: “la stagione vera e propria degli spettacoli, la formazione rivolta soprattutto alle scuole ed un focus sul teatro danza. Speriamo di migliorare ancora i numeri dello scorso anno (1700 spettatori per 12 spettacoli, 60% pubblico under 30, grande risonanza nazionale N.d.R.) ed attueremo ancora una politica di prezzi popolari per favorire la fascia più giovane. Il nostro obiettivo è ancora quello di creare un pubblico nuovo ed attirare i giovani a teatro.” A Renato Bandoli è toccato il compito di presentare la ras-

segna: “Tutti spettacoli nuovi, che confermano la nostra linea di dare voce alle nuove tendenze della contemporaneità ed ai nuovi linguaggi teatrali.” La stagione in abbonamento prevede infatti 7 spettacoli, presentati da alcune delle migliori realtà nazionali e internazionali, vincitori di premi prestigiosi, quali il Premio Ubu , il Premio Scenario, il Premio Hystrio. Un mix di proposte che prevede la programmazione delle opere di “maestri” indiscussi del teatro contemporaneo, e di giovani realtà italiane già affermate sulla scena europea. Fuori abbonamento saranno altrettante le novità, gli eventi speciali e le sorprese. Un’altra interessante novità sarà quella dell’apertura di un punto ristoro gestito dall’Arci Btomic nelle serate di Fuori Luogo, per rendere ancora più accogliente il Centro Dialma Ruggiero, prima dell’inizio e al termine degli spettacoli. Marco Ursano Stagione Abbonamenti al Teatro Civico 2012 -2013 24 e 25 Novembre, ore 21, CYRANO DE BERGERAC di Edmond Rostand, regia di Alessandro Preziosi. Con Alessandro Preziosi. Produzione Khora s.r.l. e Teatro Stabile d’Abruzzo 18 e 19 Dicembre, ore 21 MACBETH di William Shakespeare – nuova traduzione Nadia Fusini. Con Giuseppe Battiston e Frédérique Lolite, regia Andrea De Rosa. Produzione Fondazione del Teatro Stabile di Torino, Teatro Stabile del Veneto “Carlo Goldoni” 10 e 11 Gennaio, ore 21 LA CANTATRICE CALVA di Eugène Ionesco – traduzione Gian Renzo Morteo. Regia Massimo Castri, con la collaborazione con Marco Plini. Con Valentina Banci, Francesco Borchi, Elisa Cecilia Langone, Mauro Malinverno, Fabio Mascagni, Sara Zanobbio. Produzione Teatro Metastasio Stabile della Toscana


Giovedì 11 Ottobre 2012

22 e 23 Gennaio, ore 21 SERVO DI SCENA di Ronald Harwood - traduzione di Masolino D’Amico. Regia di Franco Branciaroli. Con Franco Branciaroli, Tommaso Cardarelli, Lisa Galantini, Melania Giglio, Daniele Griggio, Giorgio Lanza , Valentina Violo. Produzione Teatro de’ Gli Incamminati 5 e 6 Febbraio, ore 21 DUE DI NOI di Michael Frayn. Regia di Leo Muscato. Con Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi. Produzione ErreTiTeatro/leart’Teatro 26 e 27 Febbraio, ore 21 THE HISTORY BOYS di Alan Bennett - traduzione Salvatore Cabras e Maggie Rose. Regia Ferdinando Bruni e Elio De Capitani. Con Elio De Capitani, Gabriele Calindri, Marco Cacciola, Debora Zuin, Giuseppe Amato, Marco Bonadei, Angelo Di Genio, Loris Fabiani, Andrea Germani, Giacomo Troianiello, Alessandro Lussiana, Vincenzo Zampa. Produzione Teatro dell’Elfo Premio Ubu 2011 come Miglior spettacolo e del Premio Ubu Nuovi attori under 30 al gruppo dei ragazzi (oltre al Premio Ubu Miglior attrice non protagonista a Ida Marinelli, che interpretava Miss Lintott) 13 e 14 Marzo, ore 21 LA RE-

Cronaca4

SISTIBILE ASCESA DI ARTURO UI di Bertolt Brecht - traduzione di Mario Carpitella. Drammaturgia Luca Micheletti. Regia Claudio Longhi. Con Umberto Orsini, Nicola Bortolotti, Simone Francia, Olimpia Greco, Lino Guanciale, Diana Manea, Luca Micheletti, Michele Nani, Ivan Olivieri, Giorgio Sangati, Antonio Tintis. Compagnia/Produzione: Emilia Romagna Teatro FondazioneAssociazione Teatro di Roma Premio Ubu 2011 come Miglior attore non protagonista a Luca Micheletti 22 e 23 Marzo, ore 21 LA VERSIONE DI BARNEY di Massimo Vincenzi dal romanzo di Mordecai Richler. Regia Carlo Emilio Lerici. Regia video di Enzo Aronica. Con Antonio Salines. Produzione Teatro Belli CAMPAGNA ABBONAMENTI TEATRO CIVICO (posto fisso) I biglietti prenotati degli spettacoli in abbonamento dovranno essere ritirati entro la data indicata su ogni singolo spettacolo. PREZZI SPETTACOLI IN ABBONAMENTO Sono espressamente indicati per ognuno di essi - E’ applicato € 1,00 di prevendita Riduzione riservata ai ragazzi fino ai 25 anni , AGLI ANZIANI OLTRE I 65 ANNI, AGLI ISCRIT-

TI ALLE Associazioni riconosciute e ai gruppi organizzati di oltre 15 persone, salvo negli spettacoli in cui non è prevista. E’ obbligatoria la presentazione di documento valido d’identità e di tessere di iscrizione. Dal 15/10 al 27/10/2012 gli abbonati alla stagione precedente possono confermare il loro posto Dal 20/10 al 10/11/2012 sottoscrizione nuovi abbonamenti a 8 spettacoli PREZZI ABBONAMENTI 8 spettacoli 1° Settore Platea, Barcacce e Palchi di 1^ fila: intero € 176,00 - ridotto per under 30 e Cral € 160,00 2° Settore Platea, 1° Settore Galleria e Palchi 2^ Fila: intero € 140,00 - ridotto per under 30 e Cral € 124,00 2° Settore Galleria e Palchi 3^ Fila: intero € 80,00 Abbonamento speciale per le scuole in 2° settore galleria € 40,00 rivolto ai giovani dai 15 ai 19 anni su richiesta degli Istituti. Sono previsti altresì prezzi ridotti per singoli spettacoli. “Fuori Luogo. Progetto di teatro contemporaneo R.U. Castagna” Stagione abbonamenti 2012 – 2013 Dialma Ruggiero Venerdì 14, sabato 15

8

dicembre 2012: Teatro sotterraneo/L’origine delle specie_da Charles Darwin Venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2013: Roberto Herlitzka/ Examleto Venerdì 8 e sabato 9 febbraio: Punta Corsara/PetitoBlok-Il baraccone della morte ciarlatana Mercoledì 27 e giovedì 28 febbraio Saverio La RuinaScena Verticale/Italianesi Sabato 9 e Domenica 10 marzo 2013: Cesàr Brie/Albero senza ombra FUORILUOGO DANZA Martedì 26 marzo 2013: Chiara Taviani-Carlo Massari/ Corpo & Cultura - Creazione per due interpreti FUORILUOGO DANZA Venerdì 5 e sabato 6 aprile 2013: Balletto Civile/Paradise Abbonamento per studenti (scuole medie superiori) a 30€, all’abbonamento ridotto per under 30 e universitari (e altri convenzioni) a 55€, fino all’intero a 75€. I prezzi dei biglietti singoli per gli spettacoli sono di 13,5€ intero, 10€ ridotto(under 30), 5€ studenti (medi superiori).


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

9

teatro e musica live sabato e domenica

Week end ricco di eventi al Dialma Paolo Spaccamonti e Paul Beauchamp, che introdurranno la band avant – folk al pubblico spezzino. Rangda nasce dall’unione di tre musicisti molto noti nella scena underground. E’ un progetto di power avant-folk trio formato dai chitarristi Sir Richard Bishop, Ben Chasny e dal batterista Chris Corsano. Sir Richard Bishop è un chitarrista sperimentale statunitense, membro fondatore del gruppo Sun City Girls. Vanta collaborazioni con musicisti quali Will Oldham (Bonnie Prince Billy), Animal Collective, Devendra Banhart e Bill Callahan. Nelle sue registrazioni gli assoli sono ampiamente improvvisati e recano influenze dalla musica indiana, nordafricana e zingara.

Ricco fine settimana di eventi al Centro Giovanile Dialma Ruggiero della Spezia (Via Monteverdi 117). Sabato 13 e domenica 14 ottobre il Centro di Fossitermi proporrà due spettacoli inseriti nella rassegna “Dialma c’è” che porteranno il pubblico in un viaggio tra teatro e musica live.

€ intero e 5 € ridotto per studenti universitari e associati alle associazioni che fanno attività al Dialma Ruggiero.

Sabato 13 ottobre alle 21.30 l’Auditorium del Centro di Fossitermi ospiterà lo spettacolo teatrale dal titolo “FATTORE P”. Spunto del lavoro del collettivo Kokor (un’evoluzione del collettivo artistico Korf) è “Macbeth” di William Shakespeare. “Fattore P” sviluppa alcuni elementi presenti nel Macbeth di William Shakespeare, rivisitando in chiave contemporanea l’opera stessa, mettendo in risalto il tema del potere e dell’ambizione, insiti nella natura umana, ripercorrendone i sentieri per portarne alla luce la loro genesi, la crescita e la loro fine. Il linguaggio artistico di Fattore P si caratterizza per la presenza e l’interazione di diverse componenti artistiche: azione scenica, testo, canto (lirico, popolare, pop-rock), video, installazione.

Domenica 14 ottobre alle 21 sarà di scena la musica live di ricerca con l’esibizione di “Rangda”, una band composta da Sir Richard Bishop, Ben Chasny e Chris Corsano, tre musicisti molto noti nell’ambito della musica underground. La serata sarà aperta da due esibizioni di

Costo del biglietto d’ingresso 8

Per informazioni telefonare ai numeri 0187 713264 oppure scrivere all’indirizzo mail centrogiovanile@laspeziacultura.it.

Ben “Six Organs of Admittance” Chasny è un chitarrista folk-psichedelico membro fondatore dei Comets on Fire. Ha collaborato tra gli altri con Hiroyuki Usui (Fushitsusha) nel progetto August Born e suonato sia in studio che dal vivo con gruppi quali Badgerlore, Double Leopards, Current 93 e Magik Markers. Chris Corsano è un batterista jazz statunitense. Ha collaborato spesso in performance improvvisate dal vivo con il sassofonista Paul Flaherty. Vanta collaborazioni con artisti quali Björk (con cui ha suonato nell’album “Volta”), Evan Parker, Sunburned Hand of the Man, Kim Gordon, Thurston Moore, Matt Valentine, Nels Cline, Jim

O’Rourke, Jandek e C. Spencer Yeh. Paul Beauchamp il suo interesse nella sperimentazione e manipolazione sonora ha portato Paul a passare dai tape loops domestici e fields recordings al mondo dei suoni di sintesi e generati dal computer nonché alla ricerca acustica ed all’uso di fonti sonore legate alle sue radici quali l’armonica a bocca, la sega musicale e il dulcimer. Paul ha avuto l’occasione di lavorare in studio e dal vivo con numerosi artisti e con la compagnia teatrale “Il Mutamento”. Paolo Spaccamonti chitarrista contemporaneo, compositore e sperimentatore, Paolo Spaccamonti suona musica senza parole.In questo periodo di esplorazione delle infinite possibilità espressive di una chitarra elettrica, l’artista torinese utilizza effetti a pedali ed inserti elettronici per generare loop ipnotici e atmosfere eteree di raro candore ma anche di ruvida durezza. Costo del biglietto 10 €. Per informazioni telefonare ai numeri 0187 713264, 339 8113560, 335 1827057 oppure scrivere all’indirizzo mail centrogiovanile@laspeziacultura.it Per conoscere i corsi e gli altri spettacoli di “Dialma c’è” visitare il sito http://dialmaruggiero.spezianet.it o iscriversi al contatto Facebook: Centro Giovanile Dialma Ruggiero


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

10

è deceduto alla Spezia, all’età di 91 anni, Roberto Natale sceneggiatore, regista, documentarista e poeta spezzino

Scomparsa di Roberto Natale. Il ricordo del sindaco Federici e Marco Ferrari, Presidente Mediateca Ligure Roberto Natale era nato alla Spezia il 21 aprile 1921. Dopo gli studi al Nautico era entrato nella Resistenza e nel dopoguerra si era dato al cinema assieme a Glauco Pellegrini con il quale aveva girato due documenti ambientati alla Spezia: “Prigionieri del Golfo” nel 1947 e “Una giornata nel Golfo” nel 1949 (andato perduto) a cui fecero seguito “Agricoltori del mare” del 1951 e “La via dell’astratto” del 1953. Trasferitosi a Roma dal 1958 lavora come sceneggiatore di pellicole di genere (horror, film storici, kolossal in costume, western spaghetti) utilizzando spesso lo pseudonimo di Robert Christmas. Tra i film di maggior successo si annoverano “Sogno a Venezia” del 1958, di cui fu anche coregista; “Cinque tombe per un medium” di Pupillo del 1965; “Operazione paura” di Mario Bava del 1967; “Odia il prossimo tuo” di Baldi nel 1968; “Disperatamente l’estate scorsa” di Amadio del 1969; “La casa dell’esorcismo” di Mario Bava del 1975; “Il gatto dagli occhi di giada” di Bido del 1976. Proprio il binomio con il corregionale Mario Bava, aveva portato recentemente ad una rivalutazione completa della sua opera di soggettista e sceneggiatore nel genere horror all’italiana. Nel 1972 firma il suo primo e unico film da regista, “Il mio corpo con rabbia” che non incontra grande fortuna di pubblico ma che oggi appare una testimonianza importante del disagio sociale e dei conflitti generazio-

nali dell’epoca. Dopo aver lavorato anche in televisione (sceneggiatore de “Il giudice” e “La formica padana”) e alla radio (è autore di radiogrammi come “Mattia Prati” e “L’albero della memoria”), Natale si dedica con passione alla poesia pubblicando “Per un diario”, “Pieghe della mia terra”, “Storie di famiglie in scene”, “La foce del fiume”, “Lo spiraglio”. Nel 2001 l’Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia aveva promosso la pubblicazione dell’intera sua opera contenuta nel volume “Poesie 1939-2001”. Dopo un lungo silenzio era tornato al cinema sceneggiando il film “I dimenticati” di Piero Livi uscito nel 2001. Negli ultimi anni di vita si era accostato molto all’attività degli Archivi Multimediali del Comune della Spezia e della Mediateca Regionale Ligure organizzando l’iniziativa “Liguria Horror Express” tenutasi nel 2009 tra Genova e La Spezia. “Con la morte di Roberto Natale La Spezia perde un cittadino illustre, un grande uomo di cinema e di cultura. – ha affermato Massimo Federici, Sindaco della Spezia – Natale era strettamente legato alla sua città, che ha raccontato sia in video sia in poesia. In questo momento voglio esprimere tutto il mio cordoglio alla famiglia e ringraziare Natale a nome di tutta la città della Spezia per le pagine di cinema e poesia che ha scritto nell’arco della sua lunga carriera. Figure come la sua non saranno mai dimentica-

te e avranno un giusto e sempre crescente riconoscimento del contributo dato alla cultura cinematografica della nostra città e del nostro Paese.” Marco Ferrari, Presidente della Mediateca Regionale Ligure, ha così ricordato la scomparsa di Natale, a cui era legato da profonda amicizia: “Roberto Natale teneva il suo pozzo di memorie impiantato alla Spezia, nonostante vivesse da anni a Roma. Per questo aveva salutato con

affetto e partecipazione la nascita della Mediateca Regionale proprio alla Spezia, presto ospitata nel locali dell’ex Cinema Odeon. Aveva quindi deciso di lasciare post-morte l’intera sua biblioteca alle biblioteche civiche e alla Mediateca. Si tratta di una donazione importante poiché prevalentemente dedicata al cinema, all’arte, alla poesia e forgiata in un periodo di forte motivazione culturale e politica del cinema italiano di cui lui fu un artefice”.

Carro (Pd). Una seduta di commissione “on the road” in sella al velocipede

«Una pedalata sulla pista ciclabile cittadina per verificarne le criticità» Il consigliere comunale e commissario della II^ c.consiliare Paolo Carro, memore dei propri trascorsi di cicloamatore granfondista, ha formalmente richiesto l’effettuazione di una seduta di commissione “on the road” in sella al velocipede lungo il percorso della pista ciclabile urbana, in modo da constatare direttamente, quanto rappresentato in termini di disagi e criticità dai molti cittadini che quotidianamente la percorrono. Alla testa del gruppo, “tirato” in doppia fila, il presidente Conti e l’assessore Mori, con alle loro ruote l’intera commissione, i collaboratori dell’assessore(funzionari e tecnici del Comune), tutti presumibilmente scortati da una

pattuglia di “municipali” ciclisti, pronti ad intervenire in caso di infrazioni quali ad esempio l’indebita occupazione (con auto, moto od altro) della sede stradale dedicata al transito dei veicoli a pedale.

La nuova sede della Cisl Ex Area Ip traversa di Via Fontevivo Edificio Sub. 8


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

11

Daniele Bucchioni compie oggi il suo novantacinquesimo compleanno

Il comandante partigiano “Dany” compie 95 anni Spezia e terminando la carriera come generale. “Daniele Bucchioni- sottolinea l’avvocato Fabrizio Dellepiane, dell’Istituto Storico della Resistenzaincarna l’impegno dei cattolici e dei militari nella Resistenza e nella lotta di Liberazione contro il nazi-fascismo. Ho avuto recentemente il piacere e l’onore di incontrarlo al circolo ufficiali della Marina e ne ho apprezzato la straordinaria lucidità. Oggi gli diciamo grazie e gli auguriamo ad multos annos!” Il comandante partigiano Daniele Bucchioni festeggia oggi un traguardo importante. L’istituto spezzino per la storia della resistenza e dell’età contemporanea con un telegramma a firma di Lorenzo Vincenzi, Patrizia Gallotti, Maurizio Fiorillo e Fabrizio Dellepiane inviato oggi augura a Bucchioni “ogni bene per il suo compleanno ricordando il suo straordinario impegno come combattente per la libertà e servitore della patria”. Proprio lunedì mattina il comune di Rocchetta Vara, uno dei luoghi delle lotte partigiane gli ha concesso la cittadinanza onoraria. Bucchioni, comandante di Battaglione della Brigata Val di Vara della divisione Giustizia e Libertà, fu uno dei protagonisti della lotta di Liberazione al nazifascismo nella nostra provincia ed in Lunigiana. Celebri alcune sue azioni contro

i tedeschi come il blocco dei tedeschi a Calice nell’agosto 1944. Bucchioni che era ufficiale dell’Esercito prima dell’8 settembre dimostrò grande coraggio e capacità militari eccellenti che trasmise ai suoi uomini che seppero bloccare in più occasioni i tedeschi ed i repubblichini. Bucchioni liberò Aulla dai nazifascisti e per questo fu insignito della cittadinanza onoraria della cittadina lunigianese. Dopo la guerra Giorgio VI re d’Inghilterra lo insignì della medaglia d’argento per il grande contributo alla causa della libertà. La regina Elisabetta II lo nominò ufficiale dell’Impero Britannico. Sindaco di Calice eletto nel 1946 Bucchioni venne richiamato dall’Esercito Italiano e servì la Patria ricoprendo vari incarichi, fra cui quello di comandante del distretto militare a Massa e giudice al tribunale militare della

Organizzati laboratori ludico-didattici per bambini dai 5 agli 11 anni

Museoland I Musei dei bambini Sabato 13 ore 16 - Museo Etnografico “G. Podenzana” Favole a merenda. Un pomeriggio d’autunno al museo per rivivere atmosfere magiche e fantastiche e condividere una merenda biologica al lume di candela, come un tempo Per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria): Museo Etnografico “G. Podenzana” Via del Prione, 156 0187258570 museo.etnografico@laspeziacultura.it Amanda Moruzzo-Coop Zoe 3334384337

Domenica 14 ore 15.30 - Museo del Castello San Giorgio Il grande gioco del Castello. Un pomeriggio per giocare insieme risolvendo quiz e indovinelli percorrendo tutte le sale del castello e scoprendo i segreti dei nostri avi. Per informazioni e prenotazioni (prenotazione obbligatoria): Museo del Castello San Giorgio via XXVII Marzo 0187751142 sangiorgio@laspeziacultura.it Amanda Moruzzo-Coop Zoe 3334384337


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

12

Ora è possibile conferire anche rifiuti da sfalci e potature Ecco gli orari e i rifiuti autorizzati

Acam ambiente promuove l’Isola Ecologica “Piramide” ACAM ambiente informa i cittadini della Spezia che, a partire da questo mese di ottobre, è possibile conferire da parte dei privati cittadini rifiuti da sfalci e potature all’Isola ecologica “Piramide”, in viale Fieschi a Fabiano Basso. ACAM Ambiente coglie l’occasione per ricordare agli utenti gli orari di apertura e i rifiuti che si possono conferire all’Isola ecologica “Piramide”: Isola Ecologica “Piramide”, aperta dal lunedì al sabato. Orario: 8/12. Tel. 0187-734108 e-mail: isolapir@acamspa. com.

phon, aspirapolvere, macchina da caffè, Tv, monitor, etc.), resti di lavorazioni edili (piccoli interventi eseguiti da privati), per un massimo di mille kg. nell’arco dell’anno, escluso cartongesso, gasbeton ed eternit, legno, oli e grassi commestibili, farmaci scaduti, batterie al piombo, pile esauste e accumulatori, pitture e vernici, ferro, ingranaggi, scarti di olio per motori e lubrificanti. è possibile conferirvi: rifiuti ingombranti (fino ad un massimo di tre pezzi per volta), imballaggi misti (plastica, acciaio,

Chiusura Goloso dei servizi appuntamento Sociosanitari con la “Fontana L’Amministrazione comunale indi cioccolato” forma che gli uffici dei Servizi Sociosanitari di via Fiume, 207 saranno chiusi giovedì 11 ottobre, dalle ore 11.15 alle 14.00, per motivi di servizio.

Giovedì 11 ottobre 2012 dalle ore 16.00 alle ore 20.00 ci si potrà abbeverare da una fontana molto particolare che non sprigionerà la solita acqua ma cioccolato. L’appuntamento è presso la Pasticceria Federico in via Fiume 204. I visitatori potranno intingere frutta, biscotti e dolcetti preparati con la solita maestria da Federico & Federico dell’omonima pasticceria aderente a Confartigianato. La degustazione gratuita aperta al pubblico è gentilmente offerta dalla famosa ditta Majani.

alluminio), carta e cartone, apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) (computer, cellulari, ferro da stiro, trapano,

Tutte le informazioni sulle Isole ecologiche di ACAM ambiente sono consultabili sul sito www. acamspa.com, nella sezione ambiente.

Evento è patrocinato dalla Pubblica Assistenza della Spezia

Al Teatro Civico Antonella Questa con “Stasera Ovulo” Venerdi 26 ottobre 2012 ore 21,00 appuntamento al Teatro Civico per assistere allo spettacolo “Stasera Ovulo” (di Carlotta Clerici, regia Virginia Martini) con la famosa attrice Antonella Questa. L’evento è organizzato dalla Pubblica Assistenza della Spezia. Il tour della Questa ha già toccato tutte le città d’Italia. L’incasso sarà interamente devoluto per l’acquisto di una nuova ambulanza pediatrica.

Per info. ed acquisto biglietti rivolgersi alla biglietteria del Teatro civico o alla Pubblica Assistenza della Spezia (via carducci).


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

13

SARZANA Venerdì 12 ottobre presso la sala consiliare alle ore 17.00

Sarzana ricorda Adolfo Sabbadini

Venerdì 12 alle ore 17 nella sala consiliare di palazzo civico il sindaco Massimo Caleo, l’on. Ugo Intini e Pino Meneghini ricorderanno la figura di un grande sarzanese, il socialista Adolfo Sabbadini, uno dei massimi rappresentanti della generazione che si batté senza cedimenti contro il fascismo ed ogni dittatura. Fu infatti vicesindaco nella giunta di Pietro Arnaldo Terzi che respinse insieme al popolo e alle forze dell’ordine, l’aggressione squa-

drista del 21 luglio 1921 e fu poi, riconquistata la libertà vicesindaco nelle prime giunte democratiche del dopoguerra. Con lui saranno ricordate le origini del socialismo a Sarzana, quando nei primissimi anni del 1900 scendevano in politica per l’affermazione dei diritti dei lavoratori personaggi come Sabbadini e Terzi, ma anche come Alfredo Poggi, avvocato e professore universitario che sarà nel 1959 il primo membro laico socialista dell’appena co-

stituito Consiglio Superiore della Magistratura, oppure, come Emilio Zappa, che pur fisicamente inerme, non fu secondo a nessuno nella sua capacità di organizzare l’opposizione contro il nascente fascismo. Bastonati e incarcerati più volte, quegli uomini seppero tenere la testa alta e rispondere colpo su colpo alla violenza delle camicie nere, fino alla instaurazione del totalitarismo fascista, quando molti di loro, e fra essi Sabbadini dovettero fuggire all’estero,

mentre Poggi e Terzi finivano in campo di concentramento dove l’ex sindaco conobbe la morte. Una luminosa pagina di storia della nostra città e della valle del Magra, poco conosciuta, quando i socialisti, attraverso l’Avanti – di cui proprio Intini ha di recente scritto la storia, identificandola con la storia stessa del partito socialista – cercarono di cambiare il mondo, riuscendo almeno in parte, a cambiare le condizioni dei lavoratori, delle donne, dei più deboli.

A tutela della salute dei cittadini affetti dal cosiddetto “favismo”

Arcola. Il Comune mette al bando la coltivazione delle fave Il sindaco Livio Giorgi ha infatti emesso un’ordinanza decisamente singolare: divieto assoluto di coltivazione di fave in alcune zone del territorio, in particolare nei terreni adiacenti la Via Giovato, nel tratto compreso tra il sottopasso ferroviario e l’incrocio con Via XXV Aprile e Via Caduti del Lavoro. L’area è delimitata a sud dalla massicciata ferroviaria di Via Pentema e a nord da un tratto di Via XXIV Novembre. L’ordinanza si è resa necessaria proprio per tutelare la salute di alcuni soggetti affetti da tale particolare patologia, la legge infatti stabilisce che la libera iniziativa economica possa essere ristretta per gravi motivi di interesse generale e la tutela della salute pubblica rientra in questa

Alberto Andreani FOTOGRAFO

fattispecie. Il Favismo infatti è determinato da un’alterazione genetica che genera la rottura dei globuli rossi e conseguente crisi emolitica. I soggetti colpiti hanno difficoltà respiratorie ed episodi di epistassi, con conseguenze che possono anche essere letali. La Polizia municipale è incaricata di far osservare l’ordinanza, provvedendo ad informare i proprietari dei terreni colpiti dal blocco, attraverso idonea cartellonistica. Nel frattempo che avesse eventualmente colture a dimora, dovrà provvedere a rimuoverle entro e non oltre 10 giorni dalla data dell’ordinanza. Per maggiori informazioni è possibile contattare il Comando Vigili al numero 0187 955111.

L’Amore si racconta con le immagini

matrimoni, comunioni, cresime, battesimi, compleanni, laurea, foto industriali, avvenimenti sportivi, spettacoli, sfilate, nautica La Spezia, Corso Nazionale 141 - Tel 0187.502348 Ceparana, Via Romana 87 – Tel. 0187.933710

www.fotoandreani.com


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

14

LIGURIA Al via sperimentazione su 4 punti di primo intervento con medici di famiglia

Montaldo: «Condiviso dalla maggioranza programma di riorganizzazione dell’offerta sanitaria» “è stato condiviso anche dalla maggioranza il programma di riorganizzazione dell’offerta territoriale sanitaria, dell’adeguamento dell’offerta ospedaliera e il dimensionamento della rete del sistema di emergenza”. Lo ha comunicato l’assessore regionale alla salute al termine della riunione di maggioranza che si è svolta oggi in via Fieschi per discutere del documento contenente i provvedimenti assunti dai direttori generali delle ASL che verrà portato in Giunta per l’approvazione nei prossimi giorni”. “In linea generale – ha spiegato Montaldo – sono stati condivisi i provvedimenti riguardanti la riorganizzazione dei posti letto delle strutture ospedaliere e la proposta di po-

tenziamento della rete territoriale avanzata dall’assessorato e anche la trasformazione dei pronto soccorso di Bordighera, Albenga, Cairo Montenotte e Sestri Ponente in punti di primo intervento aperti 24 ore su 24”. “Fino a giugno – ha detto l’assessore alla salute – i quattro centri verranno tenuti aperti tutto il giorno con il personale del servizio sanitario. Intanto si predisporrà al loro interno una nuova organizzazione, come previsto dal decreto Balduzzi, attualmente in discussione in Parlamento, con la partecipazione dei medici di medicina generale. La nuova esperienza potrà essere estesa anche ad altri centri”.

Iniziativa del neo capogruppo Marco Melgrati

Centrale del Latte Incontro con i vertici Parmalat

Il PDL regionale sui social network

Vesco: «L’Azienda garantisce il ritiro del latte dei produttori liguri»

Su iniziativa del nuovo Capogruppo del Pdl in Regione Marco Melgrati da questa mattina sono state attivate le pagine del Gruppo regionale del Pdl su Facebook e su Twitter. I due social network - Facebook: Gruppo Pdl Regione Liguria, Twitter: PdlRegioneLiguria - verranno utilizzati per promuovere l’immagine del Gruppo regionale, dalle iniziative dei consiglieri, ai comunicati stampa, dalle proposte consiliari, all’attività politica più generale dei singoli componenti.

Né da comunicazione lo stesso Melgrati che spiega: “I social network sono sempre più utilizzati per diffondere informazioni anche su temi politici. Sono uno strumento di comunicazione e di partecipazione in cui crediamo moltissimo, perché permette d’interagire, di condividere le idee, di diffondere più velocemente l’informazione. Facebook così come Twitter, sono utili per rendere più dinamica possibile l’attività politica e l’informazione. Un altro modo per dialogare e stare vicino al cittadino”. “Parmalat ha garantito che continuerà a ritirare il latte dei produttori liguri anche oltre la scadenza del contratto prevista il 31 marzo 2013”. Lo ha detto l’assessore regionale al lavoro, Enrico Vesco mercoledì a margine dell’incon-

tro che si è svolto con i vertici Parmalat, che da ieri ha cessato la produzione, in consiglio. “L’azienda ci ha garantito – ha ribadito Vesco - che continuerà a ritirare il latte degli allevatori liguri accollandosi i maggiori oneri derivanti dal trasporto allo stabilimento di Bergamo”.


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

Sport SPORT

15

hockey

L’Hockey Sarzana presenta la stagione a teatro FIJLKAM Karate

Esami a cintura nera, i promossi del Funakoshi Tennistavolo

T.T. Club La Spezia vince a Siena 4-0 canoa

La Marina Militare di Luni Sarzana conquista il Titolo Italiano

Cronaca4 | Testata giornalistica iscritta al Tribunale della Spezia Registro Stampa n.2 del 24.03.06 Edizione LA SPEZIA Redazione | Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Tel. 0187.022377 Email: redazione@cronaca4.it TV-Cronaca4 | Tel. 0187.022497

Editore Marco Capellazzi editore@cronaca4.it Direttore Responsabile Rino Capellazzi Stampa in proprio

Concessionaria Pubblicità Cronaca4 Communication Piazza del Bastione Via Da Passano, 42 | La Spezia Direttore Mariella Brizzi Tel. 0187.022497 Cell. 347.1000826 mariella.brizzi@cronaca4.it


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

16

Il Teatro Impavidi ha fatto da cornice alla presentazione della squadra di serie A1

L’Hockey Sarzana presenta la stagione a teatro La splendida atmosfera del Teatro Impavidi per la prima volta ha fatto da cornice alla presentazione della squadra di serie A1 e di tutti gli atleti del settore giovanile del Carispezia Hockey Sarzana compresa la sezione del Pattinaggio Artistico e con loro tutto lo staff tecnico e dirigenziale. Presenti il Sindaco Massimo Caleo, l’Assessore allo Sport Giovanni Vasoli, il Presidente del Consiglio Comunale Paolo Mione e il Consigliere Regionale Alessio Cavarra, gli sponsor e moltissimi sportivi Sarzanesi. Domenica 7 nella magica atmosfera del Teatro degli Impavidi è stata presentata la squadra di A1 insieme a tutti gli atleti del settore Giovanile del Carispezia Hockey Sarzana, compresa la sezione del Pattinaggio Artistico e con loro tutto lo staff tecnico e dirigenziale, alla presenza di un pubblico numeroso. Ad aprire la cerimonia il regista e attore della Compagnia Teatrale dell’Ordine Sparso Giovanni Berretta che è anche allenatore della squadra under 10 del Carispezia Hockey Sarzana; al suo fianco il comico Davide Notarantonio ed uno dei migliori opinionisti del mondo dell’ hockey Giulio Arnolieri giornalista della Nazione di Viareggio. Giovanni Berretta ha dato la parola al presidente Maurizio Corona il quale ha dichiarato, così come fece lo scorso anno, la determinazione della società di raggiungere anche in questa stagione la salvezza in A1. “Ci sono obiettivi che possono sembrare minori – dice Corona - ed invece sono di vitale importanza nella vita di una società: una salvezza può valere uno scudetto? A volte vale molto di più, se questa salvezza è il frutto di un lavoro di anni e di una programmazione volti al futuro dell’hockey a Sarzana e quindi non un’impresa “mordi e fuggi” senza gettare le fondamenta per il domani, un domani che porta il nome anche di Carispezia, il nostro partner principale. La scorsa stagione la scelta di Carispezia di abbracciare la nostra disciplina ha rappresentato la realizzazione di un sogno che ha reso merito

ad uno sport che, per Sarzana, non è certamente minore. Anche per questo noi – continua Corona - non possiamo fallire la salvezza neppure quest’anno, in questa difficile stagione di serie A1, per far si che questo binomio possa regalare agli sportivi sarzanesi, ma non solo, nuove soddisfazioni e grandi emozioni. Perciò voglio richiamare ad un senso di responsabilità tutta la squadra che deve rendersi conto quanto la permanenza in serie A1 sia fondamentale per tutto il movimento.” E poi, rivolgendosi alla squadra, “Abbiamo costruito una squadra che può raggiungere questo traguardo nonostante le difficoltà e la crisi che sta attanagliando molte aziende e molti nostri partner tradizionali che ci hanno costretti a una riduzione notevole del budget, certo questo traguardo non facile è una meta da conquistare con intelligenza e programmazione. Diciamo che la campagna acquisti è stata fata con oculatezza per provare a centrare il nostro scudetto, non a caso sono arrivati in casa Sarzana Leonardo Squeo e Gonzalo Gomez e sono stati confermati Sterpini, De Rinaldis e Borsi. Siamo infatti di fronte al dunque ragazzi e ora parlo a voi direttamente: da una parte c’è la resa di fronte alle prime difficoltà, dall’altra c’è la forza di lottare per salvare l’ Hockey in serie A1 per questa città. Da una parte ci sono le cosiddette “mezze tacche” dall’altra ci sono uomini veri pronti a tutto per onorare questa maglia. Tecnica e tattica servono, ci mancherebbe, ma a contare di più saranno

il carattere, la tenacia, il cuore, la personalità e l’attaccamento ad una maglia che nell’ Hockey Sarzana vale qualcosa in più. Ma questi ingredienti non sono certamente sconosciuti al nostro mister Alessandro Cupisti. Il curriculum sportivo del neo allenatore– è veramente ricco ed importante, sia quello da giocatore sia quello da allenatore, Alessandro è un mito un’icona dell’hockey italiano e la società ripone una gran fiducia in lui. Sicuramente l’anno che andremo ad affrontare non sarà un anno facile, contraddistinto come ho detto in precedenza anche dalla crisi economica che condiziona non poco talune scelte societarie, ma principalmente noi abbiamo bisogno di ritrovare la serenità che ci è mancata nella scorsa stagione e ritengo che Alessandro sia la persona giusta per questo.” Il discorso di Corona è partito spronando l’Amministrazione riconoscendo che l’ Hockey Sarzana fa per la visibilità della città “Riprendendo lo slogan che abbiamo usato per dare inizio alla campagna abbonamenti della stagione 2012-2013, “l’orgoglio di tutta la citta”, - dice Corona - noi ci sentiamo parte importante di questa città. Abbiamo voluto caratterizzare anche le tute della serie A1 con la grande scritta SARZANA, tute che riportano sia lo stemma della Città di Sarzana sia lo stemma della Provincia di La Spezia, cosicché quando viaggeremo per l’Italia, da Bari a Bassano del Grappa, e arriveremo nelle varie città, vedendo i manifesti che propa-

gandano la partita della sera, vedendo scritto il nome di Sarzana, io personalmente mi sento orgoglioso e si sentono orgogliosi tutti i miei dirigenti e tutti i nostri atleti che per sette decimi sono sarzanesi. Quando le partite vengono trasmesse in diretta RAI, almeno tre volte in anno e appare in sovraimpressione il nome di Sarzana affiancato al nome del nostro main-sponsor, penso che rendiamo un grande servizio a questa città. Ed è per questo che questa città deve renderci il merito di quello che facciamo. Molti si saranno chiesti perché abbiamo scelto per la presentazione il Teatro Impavidi anziché il Centro Polivalente: la risposta riprende sempre lo slogan iniziale, io personalmente considero il teatro Impavidi l’orgoglio architettonico e culturale di questa città. Il Teatro Impavidi a Sarzana è un pezzo di storia importante, è un luogo che affascina da sempre tutti i cittadini dai più giovani ai meno giovani, ecco perché in questa occasione abbiamo voluto coinvolgere una Compagnia Teatrale come quella dell’ Ordine Sparso. La Compagnia dell’Ordine Sparso si forma a Sarzana nel 2004, fondata da Giovanni Berretta, che oltre ad essere attore è anche il regista di questa compagnia, una compagnia che, come l’hockey Sarzana, ha varcato i confini territoriali per proporsi in tutta Italia.” Corona tiene, inoltre, ad evidenziare che la società rossonera, pur concentrando il suo obiettivo nel cammino della serie A1 verso un’auspicabile salvezza, non perde però di vista l’obiettivo giovani che tan-


Giovedì 11 Ottobre 2012

te soddisfazioni hanno dato alla Società. “La nostra è una società particolare- prosegue Corona - i tecnici lo sanno, è una società che fa quadrato nei momenti difficili come poche, e in cui rimane il concetto che i problemi del bambino che mette i pattini per la prima volta hanno la stessa valenza dei problemi dello straniero della prima squadra, e questo concetto, almeno fino a che io sarò alla guida del sodalizio rossonero, dovrà essere sempre al primo punto del nostro credo. Lo stesso vale per gli allenatori: il Maestro Tommaso Berretta, nostro storico allenatore del mini-hockey, al quale io non smetterò mai di dire grazie per il lavoro minuzioso che fa con tutti i nuovi ragazzi, riveste la stessa importanza di Alessandro Cupisti, allenatore della serie A1. Il nostro staff tecnico delle giovanili è di primissimo piano: alla guida dell’under 10 Giovanni Berretta che riveste anche il ruolo di referente in tutte le scuole materne e elementari di Sarzana e della Val di Magra. E poi gli altri tecnici Claudio De Mola alla guida dell’ Under 13, coadiuvato da Edoardo Di Donato. A Claudio, al rientro dopo l’esperienza a Forte dei Marmi e di Viareggio, viene chiesto un grosso sacrificio occupandosi della direzione tecnica della squadra under 13 che certamente sta molto stretta al suo curriculum. Egli in questa categoria è l’unico che può farci fare il salto di qualità, proviene dalla scuola di Giovinazzo e tecnicamente è molto preparato alla guida del Sarzana in tre anni ha vinto due tornei delle Regioni, due Campionati Regionali con gli under 15 e con gli under 17, con cui è stato anche vicecampione d’Italia. Alla guida della formazione 15 troviamo Paolo De Rinaldis, il quale per questa categoria è certamente un lusso. La società quest’anno investe moltissimo per una nuova politica societaria anche sull’under 17, under 20 e serie B, con giovani qualitativi che vengono affidati a Fabrizio Bassani e Carlos Sturla. Bassani è un tecnico sul quale abbiamo sempre puntato, può fregiarsi di essere stato il tecnico di uno dei due scudetti giovanili conquistati; Carlos Sturla è un gradito ritorno, è stato l’allenatore che ha guidato l’Hockey Sarzana in serie A2 nel 2004 e a cui viene affidato il futuro di questa società. Per la società la formazione della serie B, quest’anno come

Cronaca4

non mai, riveste un’importanza peculiare; in questa squadra dovranno passare tutti i nostri giovani interessanti e lavorare per diventare giocatori di serie A1. Uno staff che potrà contare anche sul ritorno di Alessandro Ricci, un altro mito dell’ hockey italiano, che si prenderà cura di tutti i nostri portieri. E per finire il Settore Artistico affidato a Piera Avena che in tre anni dall’inizio della collaborazione con l’ Hockey Sarzana ha cambiato il volto della sezione Artistico e sta raccogliendo i primi frutti con i risultati delle giovani atlete rossonere. Oggi Piera può fregiarsi di un altro alloro come allenatrice di Silvia Lambruschi del Pattino Club La Spezia, la quale in Nuova Zelanda ha conquistato il titolo mondiale nelle due specialità libero e combinata”. Il presidente Corona chiude ringraziando i partner pubblicitari “E’ indubbio che se siamo arrivati sino qua dobbiamo dire grazie a molte persone e mi rendo conto che potrei anche dimenticare qualcuno. Non posso non ringraziare Giancarlo e Christian Alioto che hanno capito il momento di difficoltà e ci sono corsi in aiuto prendendosi in carico l’onere dell’operazione Gomez, con il contributo importante di Andrea Devoto che si è accollato il trasferimento della famiglia Gomez dall’Argentina. Oltre ad Alioto Group dobbiamo anche citare i co-partner che affiancheranno il main-sponsor Carispezia in questa stagione partendo da Luigi Vettone dell’ Azienda Gamma Group, l’ amico Valerio Scipioni, Marco Ferramosca dell’Azienda Cofema, la Foppiani Group, Leopoldo Merani dell’Azienda Ecosolare, e Manlio Casella della Carozzeria San Gottardo, ma anche tutti gli altri partner pubblicitari che con i loro loghi tappezzano il nostro Vecchio Mercato. Li ringraziamo con il cuore perché senza di loro

questo sogno non potrebbe esistere”. Riprende la parola Giovanni Berretta che comincia a presentare tutti gli atleti e dirigenti partendo dal Settore Artistico, poi è la volta del settore non agonistico con un boato che accompagna il nome del “maestro” Tommaso Berretta. A seguire gli under 13, allenati da Claudio De Mola, assente per il battesimo del figlio Jacopo Sabino, e coadiuvato da Edoardo Di Donato. A seguire gli Under 15 allenati da Paolo De Rinaldis, amch’egli assente per motivi familiari; poi la presentazione di Alessandro Ricci, allenatore di tutti i portieri dall’under 13 alla serie A1. A seguire sfilano gli Under 17- under 20 – serie B affidati al duo BassaniSturla,. Tutto questo condito dalle domande ironiche di Davide Notarantonio e da quelle tecniche di Giulio Arnolieri. Finita la prima parte inizia la presentazione degli atleti della serie A1 aprono i tre giovani aggregati CIBEO TOMMASO, ANDREA GALEAZZI e l’ azzurrino ANDREA PERRONI; e poi a seguire i dieci partendo dal “CAPITANO”, l’uomo abituato a gettare il cuore oltre l’ostacolo, FRANCESCO DE RINALDIS, poi è il turno di MAURIZIO GAROFALO il portiere d’esperienza chiamato a fare le veci di Simone Corona, a seguire il “bomber” SIMONE FIORAVANTI. A seguire MATTEO PISTELLI, di ritorno dall’esperienza di Vercelli, mentre il comico continua a fare battute affidando i nomignoli ai giocatori e Arnolieri incalza i ragazzi chiedendo a loro le speranze per l’anno venturo. Salgono sul palco EDOARDO DI DONATO che come fa notare il presentatore si gioca una chance importante in questa stagione, poi è il turno di SIMONE CORONA, il portiere che rientra dall’esperienza Viareggina per vestire la maglia da titolare della squadra della sua

17

città; nel presentare BORSI DAVIDE Berretta usa paragoni dei fantasisti calcistici quelli che riescono a darti rabbia e immense gioie alla stessa maniera. Quando è il turno di LUCA STERPINI, il pubblico per lui non vuol sentire dire che un giocatore reggiano, in quanto per tutti è un sarzanese d’adozione e nella sua intervista Luca dichiara di amare la città di Sarzana. La platea inizia a scaldarsi: è il turno di LEONARDO SQUEO il quale dichiara che la salvezza gli sta stretta , è venuto a Sarzana motivatissimo; poi chiude GONZALO GOMEZ e dai palchi del teatro una tifosa gli lancia una bandiera argentina. Gonza esordisce dicendo volevo giocare a Sarzana, mi piace il Vecchio Mercato non vedo l’ora di esordire. A seguire lo staff-tecnico e il pubblico si alza tutto in piedi: è il turno del Mister il presentatore dichiara che non è possibile leggere tutto il suo curriculum da giocatore e da allenatore, tanti sono i traguardi raggiunti è ALESSANDRO CUPISTI. Il tecnico, dopo essere passato sotto le forche caudine di Davide Notarantonio, si confida con Giulio Arnoilieri dichiarando di essere felice di essere a Sarzana e che il gruppo è molto affiatato e con tanta voglia di lavorare. A concludere la serata è il primo cittadino che dichiara: “Questo è un appuntamento che per fa parte da sempre della mia agenda e la mia presenza ha sempre portato bene, quest’anno voglio ripetermi per portare altrettanta fortuna. I presupposti per far ben ci sono tutti, Squeo e Gomez mi sembrano qualcosa in più per una squadra che vuole salvarsi. Sarzana da anni consegna alla Nazionale giovanile giocatori e allenatori. Penso anch’io che questo movimento si meriti un’ attenzione importante – prosegue Caleo - e sono orgoglioso che la società abbia deciso di mettere in mostra con orgoglio il nome della città sulle tute di rappresentanza. Già questa sera, vista l’affluenza di pubblico, ho potuto constatare l’affetto della città verso questa società! Gli atleti sono in buone mani non solo dal punto di vista tecnico ma, soprattutto per quanto riguarda il settore giovanile, anche da quello sociale, quindi: VIVA SARZANA!!!!!!!”


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

18

FIJLKAM Karate

Esami a cintura nera, i promossi del Funakoshi

Recentemente, presso il Palazzetto dello Sport di Quiliano (SV) si sono tenuti gli esami per il passaggio alla cintura nera di Karate ed ai gradi successivi (2° e 3° dan) Davanti alla Commissione Regionale FIJLKAM presieduta dal Vice Presidente Maestro Franco Quaglia di Savona e composta dai Maestri Sauro Baldiotti di La Speiza e Pasquale Falgiani di Genova, si sono presentati oltre 100 candidati. Per l’ASD Funakoshi Club, il noto sodalizio sportivo

migliarinese, si sono presentati all’importante appuntamento, quattordici atleti, che per tutta l’estate hanno frequentato assiduamente le lezioni dirette dal Maestro Sauro Baldiotti coadiuvato dall’allenatore Laura Neri. Sono stati promossi cinture nere 1°dan: Sofia Alicino, Corina e Mihaela Frunza, Irene Guercia, Alessio Menconi, Erica Pedemonte, Virginia Pelagotti, Sara Sanvenero, Matteo Zilioli.. Diventano cinture nere 2°

dan Andrea Guerrera e Alessandro Landucci, Salvatore Bucca Raggiungono il 3° dan GianAndrea Pio e Alessia Sanvenero. Anche le atlete Kadija Kamel e Sara Sanvenero hanno raggiunto la cintura nera 1° dan grazie alla loro qualificazione ai rispettivi Campionati Italiani. Tra gli atleti del Funakoshi elogiati dalla Commissione per la loro prestazione ci sono stati: Virginia Pelagotti, Mihaela Frunza, Alessia Sanve-

nero e GianAndrea Pio. A Lido di Ostia, invece s’è tenuto il corso della durata di due settimane per la qualifica di allenatore di karate della FIJLKAM. Vi hanno partecipato con successo i tecnici Giuseppe De Giorgi ed Ylenia Francini. A tutti sono giunti i complimenti dello sportivissimo Presidente Giugy Melley. A fine mese si presenterà a Roma davanti alla Commissione Nazionale come candidato per l’esame a 4° dan , Fabio Petricciani.


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

19

Inizia nel migliore dei modi l’avventura della matricola T.T. CLUB LA SPEZIA nel campionato di serie A2

Tennistavolo T.T. Club La Spezia vince a Siena 4-0 Parte alla grande il T.T. CLUB LA SPEZIA nel campionato di serie A2 maschile girone B di tennistavolo, che espugna il campo della LIBERTAS SIENA con un perentorio 4-0.

99 MESSINA, partita questa che si annuncia dall’esito assolutamente incerto e che si disputera’ sabato 13 ottobre con inizio alle ore 18,30 nella palestra del complesso sportivo di Montepertico entrata da via Fontevivo ed ingresso gratuito.

Vittoria importante perche’ ottenuta contro una delle probabili contendenti nella lotta salvezza, retrocedono le ultime due classificate, ed inoltre contro una squadra che vanta una lunga militanza nel campionato di serie A2. Passando alla cronaca dell’incontro va evidenziata la buona prova complessiva di tutta la squadra che ha conquistato la vittoria grazie ai due incontri vinti da BONGINI, spettacolare la sua partita contro lo straniero

I risultati della 1° giornata del campionato di serie A2 Girone B - T.T. PONTINIA – CRAL COMUNE ROMA 1-4 - T.T. CLUB 99 MESSINA – FALCON PALERMO 3-3 - MARCOZZI CAGLIARI – T.T. NORBELLO 4-2 di Siena il bulgaro BOYADZHIEV, ed agli incontri, uno ciascuno, vinti con sicurezza da CATTONI e FALCUCCI.

Archiviata la trasferta di Siena la formazione del T.T. CLUB LA SPEZIA preparera’ in settimana l’incontro con il T.T. CLUB

Classifica: ROMA, CAGLIARI, SPEZIA 2 ; MESSINA, PALERMO 1; NORBELLO, PONTINIA, SIENA 0

Conclusa la quarantatreesima edizione della Canoe Marathon Vigevano Pavia

Canoa. La Marina Militare di Luni Sarzana conquista il Titolo Italiano

Si è chiusa con successo di partecipanti la 43^ esima edizione della Canoe Marathon Vigevano Pavia valida anche come Campionato Italiano di maratona fluviale, sulle acque del Ticino, difficoltà di I° e II° grado; alla partenza ottocento canoisti povenienti da ogni parte d’Italia. La squadra canoistica della Marina Militare di Luni Sarzana, sotto la guida dal dirigente e tecnico Cav. Luogotenente Aniello Ricciardi ha presentato al via 6 atleti, conquistando un Titolo Italiano. Ad imporsi e a vestire la maglia tricolore nel K1 Senior maschile (sulla distanza di 38 Km) è stato Cesare MULAZZI Canottieri Adda Lodi, al secondo posto il portacolori della Squadra delle Marina Militare di Luni – Sarzana, Mariano BIFANO; terzo posto invece per Enrico TORNELLI del CC Città di Castello. Nella Canadese C1 Ragazzi,

(sulla distanza di 18 Km) il Titolo Italiano va a Lorenzo NATILLA della Squadra delle Marina Militare di Luni - Sarzana che sbaraglia la concorrenza otte-

nendo una validissima vittoria.

za una pagaia a pala singola.

La Canadese è la specialità in cui in canoa l’atleta assume una posizione in ginocchio ed utiliz-

Quarto posto, infine, per Laura SERGIAMPIETRI, nel K1 Ragazze.


Giovedì 11 Ottobre 2012

Cronaca4

20

3° Trofeo Paolo Fattori

Canottaggio. Week end di Sport, Cultura e Solidarietà

Anche quest’anno la Polisp Spezzina presieduta da Alessia Bonati con il supporto tecnico della Canottieri Velocior del Presidente Domenico Rollo e la collaborazione del CentroSocio educativo dell’ANFFAS del Presidente Mirco Cappetta La Spezia parteciperà al 3° Trofeo Paolo Fattori una iniziativa non solo strettamente sportiva. Un appuntamento che si ripete ormai per il terzo anno consecutivo, un evento che ormai per il mondo del canottaggio Special Olympics è diventato una vera e propria tradizione. E’ il Trofeo Paolo Fattori, organizzato dalla Canottieri San Miniato sul bacino di Roffia nei giorni 13 e 14 ottobre. Uno show che vedrà al centro dell’attenzione loro, gli atleti con disabilita intellettiva ed i partner a formare equipaggi integrati

che attraverso la loro grandissima forza di volontà e l’impegno delle Società di Canottaggio che hanno al loro interno una sezione loro dedicata, si mettono ai remi per una competizione sana e divertente. Il format del Trofeo Fattori prevede lo svolgimento delle regate in modalità sprint sia nelle barche da canottaggio (in cartellone due specialità, la Gig a quattro e il quattro Coastal Rowing) che sui dragon boat, le particolari canoe a forma di drago di origine cinese con a bordo 10 o 20 pagaiatori, un tamburino a dettare il tempo in testa e un timoniere per la direzione in coda. Una particolare novità per quanto riguarda il dragon boat è rappresentata quest’anno dalla regata riservata agli equipaggi delle cosiddette donne in rosa, ovvero le donne che han-

no sconfitto il cancro al seno. Una realtà sempre più viva nel panorama remiero del dragon boat, tant’è che un gruppo di pink ladies, come sono simpaticamente state rinominate, si sta formando anche a San Miniato, dopo che i primi gruppi sono sorti negli anni passati a Firenze e Limite sull’Arno. Nel 2012 inoltre l’evento organizzato dal club remiero giallorosso presieduto da Enzo Ademollo assume una rilevanza da banco di prova importante, perché per il 2013 Special Olympics Italia, l’associazione che cura a livello nazionale il settore, ha assegnato proprio nello specchio d’acqua del Lago di Roffia alla Canottieri S.Miniato i prossimi Giochi Nazionali Special Olympics Canottaggio. Per il Trofeo Fattori già confermata oltre naturalmente alla società ospitante la partecipazio-

ne delle Società, Tevere Remo Roma, la Polisp Spezzina con la collaborazione tecnica della Società Canottieri Velocior La Spezia, Canottieri Firenze e Canottieri Armida Torino e Sportlandia Livorno. A difendere i colori del Team spezzino saranno presenti due equipaggi allenati dal tecnico della Canottieri Velocior Francesco Bernul, formati da: Gianmaria Axianas, Andrea Ciancio, Alessio Ferrari, Michele Fedi, Aurora Maggiani Sandro Moroni Elisabetta Podestà e Giuseppe Cocco, quest’ultimo anche in rappresentanza del Coordinamento Nazionale UISP Canottaggio che ha sottolineato il grande valore di questa iniziativa di canottaggio integrato che riesce a coniugare l’aspetto sportivo sociale e culturale, dove ancora una volta lo sport è uno strumento è non il fine dell’evento.


GiovedĂŹ 11 Ottobre 2012

Cronaca4

21

Cronaca4 di Giovedì 11 Ottobre 2012  

Cronaca4 di Giovedì 11 Ottobre 2012

Advertisement